Sei sulla pagina 1di 15

Per genitori

Proposte di colloqui
generali sulla 1 Consigli diffusione dei dati
Voi e vostro glio dovreste essere coscienti del fatto che le informazioni che circolano in Internet seguono una dinamica particolare. Di regola, valgono quattro principi di base: Internet non dimentica nulla. Quanto viene pubblicato in rete si diffonde molto rapidamente. Il mondo virtuale estremamente reale. In Internet non si sempre solo tra amici. Afnch vostro glio possa capire meglio questa dinamica, potete fare con lui alcuni esercizi: Cercate vostro glio in Google! Inserite il maggior numero di dati possibili riguardanti vo stro glio (nome, indirizzo e-mail, numero di cellulare, nick name, classe scolastica, ecc.) in Google o in un altro motore di ricerca (ad esempio www.123people.ch) e con lui guardate tutti i contesti in cui compaiono i suoi dati. Svolgete una ricerca anche nelle banche dati di immagini. Guardate i risultati assieme a vostro glio e chiedetegli: Non sarebbe spiacevole se dovessi vedere tutte queste informazioni in una pubblicit trasmessa al cinema / appese sulla bacheca della scuola / pubblicate su riviste come Cio, Top Girl, Noi Giovani o Focus Junior? Cosa credi che potrebbero pensare di te i tuoi futuri o attuali maestri di tirocinio o insegnanti se vedessero o leggessero queste informazioni? Che cosa pensa la tua nuova ragazza quando vede in Internet le tue foto scattate in compagnia della tua ex? Queste o simili domande devono rendere consapevoli ragazzi e adolescenti che le loro informazioni sono molto pi diffuse di quanto possa loro piacere, e che le stesse resteranno in rete anche quando magari non avranno pi nulla a che fare con la loro immagine e il loro modo di porsi attuale. Ponete le informazioni in un contesto nuovo ed imbarazzante. In Internet, i testi e le immagini che sono liberamente accessibili, possono essere facilmente copiati, presentati in modo diverso, inseriti in un altro contesto e diffusi in maniera mirata. Mostrate a vostro glio questi meccanismi. Se non siete in grado di utilizzare le applicazioni tecniche che vi permettono di dimostrare quanto appena descritto e non potete contare sullaiuto di unaltra persona pi esperta, potete creare un collage. Prendete una foto di vostro glio e incollatela sulla copertina di un quotidiano, inserendola cos in un contesto completamente diverso. Pi imbarazzante il contesto, meglio ! In questo modo, vostro glio dovrebbe essere in grado di capire chiaramente che le informazioni possono essere decontestualizzate e che in Internet perdiamo il controllo di fotograe e documenti personali. Vi sono persone, soprattutto altri adolescenti, che, forse inizialmente per divertimento, ma senzaltro anche con cattive intenzioni, creano apposta questo tipo di situazioni imbarazzanti. E siamo sicuri che gli amici di oggi saranno ancora gli amici di domani?

Proposte di colloqui per genitori ed educatori


In tutti i nostri messaggi di prevenzione consigliamo ai genitori di interessarsi alle attivit svolte dai propri gli in Internet cercando con loro un dialogo costruttivo. Sicuramente non sempre facile discu te re con questi piccoli grandi esperti, soprattutto se non si troppo pratici dei nuovi mezzi di comunicazione. Pertanto questi colloqui non sono solo importanti per creare una base di ducia con vostro glio anche per quanto con cerne computer e Internet, ma lo sono anche per individuare eventuali comportamenti problematici. A che giochi si dedica vostro glio? Cosa lo attrae particolarmente del suo gioco preferito? Con chi chatta ogni giorno? Quali fotograe ha pubblicato su Netlog o qualsiasi altro provider, e quali dati personali rivela? Avete non solo il dirit to, ma anche il dovere di sapere cosa fa vostro glio quando utilizza il computer. Desideriamo proporvi alcuni suggerimenti che vi aiuteranno a discutere con i vostri gli delle loro attivit preferite in Internet, rendendoli attenti a determinati pericoli presenti in rete.

Prevenzione Svizzera della Criminalit, www.skppsc.ch, 2009

2 reale solo ci che produce un effetto


Soprattutto nel caso in cui i ragazzi abbiano unet inferiore ai 16 anni, dovreste sapere come gestiscono i loro proli nelle community Internet e chi abbia accesso a queste infor mazioni. Prendetevi il tempo di guardare assieme a vostro glio il suo prolo, e cogliete loccasione per discutere gli effetti di quanto pubblicato. Cercate di non adottare un comportamento saccente o punitivo, ma mantenete un atteggiamento aperto e interessato. Per la generazione dei genitori non sempre facile comprendere che il modo di porsi degli adolescenti del giorno doggi si basa su altri modelli rispetto a 30 o 40 anni fa. Riettete per anche su quali siano i modelli offerti dagli adulti: nei giornali gratuiti, al cinema, alla televisione o sui cartelloni pubblicitari: ovunque modelle sexy e disinibite, personaggi strambi che fanno di tutto per scandalizzare gli spettatori, una rafnata quanto cinica soddisfazione nel godere delle gaffes altrui in alcuni spettacoli, tab infranti non appena ve ne la possibilit, ecc. Discutete con vostro glio di questi mondi articiali. Una cosa vedere Britney Spears ubriaca su un giornale scandalistico, unaltra trovare su Youtube un lmato di vostro glio ubriaco. Bambini e adolescenti devono capire che i loro mondi articiali hanno invece una dimensione del tutto reale. Britney Spears vive grazie agli scandali che lei stessa crea, mentre vostro glio rischia di perdere il suo posto di apprendistato se una sua immagine esageratamente eccessiva in Internet, nisce in mano al suo datore di lavoro in modo casuale oppure mandata espressamente da qualcuno. Sono soprattutto le ragazzine a non essere sempre consapevoli degli effetti che provocano con le loro fotograe sexy. Emulano i loro idoli da teenager, pur non avendo ancora la bench minima idea di cosa stanno trasmettendo con i loro comportamenti disinibiti. In questi casi non resta altro da fare se non vietare le immagini troppo os offrendo ai giovani altre proposte. I ragazzi possono ad esempio scegliere delle immagini pi scherzose o originali che consentano loro di attirare lattenzione desiderata, senza necessariamente essere erotiche.

il mondo virtuale diventa 3 Se la realt pi importante.


Su alcuni ragazzi e adolescenti, Internet esercita un fascino tale che le relazioni con gli amici del mondo reale, gli hobby e gli interessi abituali perdono ogni importanza. In qualit di genitori, siete responsabili di garantire che lutilizzo di Internet non prenda il sopravvento e che le atti vit siche e sociali vengano curate in maniera adeguata. Porre dei limiti indispensabile. I seguenti suggerimenti possono aiutarvi a riportare un po dordine nella vita quotidiana: Buoni per luso di Internet: concordate con vo stro glio delle regole per lutilizzo di Internet. Il tempo concesso a vostro glio per le attivit in rete pu essere regolato con dei buoni-tempo. Se, ad esempio, vostro glio ha il permesso di chattare in una community per unora al giorno, consegnategli quattro buoni da un quarto dora ciascuno. Per ogni unit di tempo utilizzata, dovr rendervi un buono. Quando questi saranno niti, il computer dovr essere spento. Equilibrate il mondo virtuale e il mondo reale: assicuratevi che, oltre alle attivit in Internet, vostro glio giochi anche allaria aperta con altri ragazzi, coltivi degli hobby e abbia dei contatti reali. Se vostro glio desidera passare pi tempo in rete, potete concederglielo ponendo alcune condizioni: se vuole provare un nuovo gioco o chattare 10 minuti in pi al giorno, potete suggerire un nuovo corso di ballo, la palestra o la lettura di un libro.

Amici virtuali = veri amici? Nelle community e nelle chat room ragazzi e adolescenti cercano spesso di avere il maggior numero possibile di cosiddetti amici. Non di rado si incontrano proli nei quali si legge che una persona con il nickname lella_chiarodiluna ha ben 437 amici, o che Skaterboy007 in contatto con altri 398 uten ti. Maggiore il numero di amici elencati, pi ci si sente importanti, ammirati o famosi. Tra i giovani, la lunghezza degli elenchi di amici diventata un vero e proprio status symbol. Se tuttavia ragazzi e adolescenti adottano un atteggiamento scarsamente critico nellaccettare nuovi amici, possibile che tra i loro contatti si insinuino anche soggetti pedoli e corrono il rischio di subire pi facilmente degli episodi di bullismo. Inoltre, anche se rese accessibili solo agli amici, le informazioni sono praticamente pubbliche, dato che non possibile conoscere realmente un numero cos alto di amici. Parlate con vostro glio dei suoi contatti web e, pi in generale, dellamicizia. Cosa signica per vostro glio coltivare unamicizia? Qual la differenza tra gli amici di scuola e quelli che si conoscono solo tramite Internet? Quanto si pu essere sicuri che le informazioni divulgate online da questi amici corrispondano alla realt? Con quali amici si condividono problemi e preoccupazioni? Create un vostro prolo nella community che utilizza vostro glio, facendo in modo che lo stesso possa stuzzicare il suo interesse. Quando poi si accorger che dietro a tale prolo ci sono sua madre o suo padre, imparer forse in futuro ad essere un po pi critico verso i nuovi contatti.

Prevenzione Svizzera della Criminalit, www.skppsc.ch, 2009

glio utilizza il computer 4 Vostro soprattutto per giocare?


Fatevi mostrare da vostro glio i giochi che utilizza in Internet o su DVD. Osservate i giochi e assicuratevi che la fascia det alla quale sono destinati coincida con let di vostro glio. Allindirizzo www.pegi.info/ch_it/ trovate maggio ri informazioni sia sul signicato dei simboli che compaiono sulla custodia dei DVD dei giochi sia sulle indicazioni riguardanti la fascia det per il loro utilizzo. Mostrate interesse in modo che vostro glio arrivi a spiegarvi come funziona il gioco e pro ponetegli di giocare assieme. Vostro glio gioca in Internet con amici o partner di gioco virtuali ad un gioco online? Chiedetegli quali gure rappresentano gli altri giocatori (i cosiddetti avatar) e quanto conosce dei suoi compagni di gioco. Parlate dellavatar di gioco di vostro glio: perch ha scelto e congurato in quel modo la sua persona? Cosa lo attira cos tanto nel suo gioco preferito? Quando avrete scoperto cosa attira vostro glio in questo tipo di giochi virtuali, potrete forse trovare delle attivit che rispondano a tali esi genze anche nel mondo reale. Perch non scegliere un corso di judo o karate se vostro glio interessato alle arti marziali? O perch non leggere un libro fantasy e non limitarsi a giocare con i personaggi fantasy dei giochi virtuali?

5 Offerte utili per i vostri ragazzi


In rete si trovano numerose offerte indirizzate specicatamente ai ragazzi: si spazia dai giochi alle chat, dai nuovi social network ai siti dinformazione formulati apposta per loro. Abbiamo perci elaborato una scelta di alcuni siti utili e avvincenti (dal nostro punto di vista), con cui stuzzicare lattenzione dei vostri gli. Le offerte si prestano piuttosto ai ragazzi pi giovani.

Alcuni link interessanti per voi! www.pegi.info/ch_it/: Il sistema di classi fica zione in base allet PEGI (Pan-European Game Information informazioni paneuropee sui giochi) aiuta i genitori europei a pren dere delle decisioni con cognizione di causa sullacquisto di videogiochi. www.pedopornografia.ch: campagna nazionale contro la pedocrimi nalit promossa dallufficio di Prevenzione svizzera della Criminalit con molte informazioni utili e diversi materiali didattici. http://profamilia.ch/conciliazione.html: il sito dellUnione svizzera degli imprenditori, di Pro Familia e di Pro Juventute offre informazioni e aiuto con una piattaforma di scambi sulla tematica della conciliabilit tra lavoro e famiglia. www.genitorinforma.ch: sito della Conferenza cantonale dei genitori del Canton Ticino

Offerte di chat per bambini e ragazzi www.lagirandola.it/chat.asp www.chat.fuoriditesta.it www.webti.ch www.it.msn.com Siti di gioco, ricerca e informazione www.safersurfing.ch www.focusjunior.it www.wildwebwoods.org/popup.php?lang=it www.skppsc.ch/link/bambini Siti dinformazione per bambini e ragazzi www.schoolnet.ch www.ti.ch/infogiovani

Prevenzione Svizzera della Criminalit, www.skppsc.ch, 2009

Per genitori

Dipendenza da Internet
1 Prevenite
Osservate: mio glio corre il rischio di sviluppare una dipendenza da Internet? Vi preoccupate perch vostro glio passa troppo tempo in Internet? Non siete pi in grado di dire cosa si possa ancora denire nor male e non sapete se vostro glio stia rischiando di sviluppare una dipendenza da chat o videogiochi o se non sia gi dipendente da essi? Ponetevi allora le seguenti domande, possibilmente assieme a vostro glio: Vostro glio passa sempre pi tempo in Internet? Reagisce in modo sgarbato, con rabbia o frustrazione se non gli viene permesso di giocare con il computer, di chattare o di accedere alle community? Vostro glio d maggiore importanza alle attivit svolte in Internet rispetto a quelle della vita reale? Trascura amici e amiche del mondo reale e parla solo dei suoi amici e amiche virtuali? Gli hobby e le attivit del mondo reale perdono sempre pi im portanza? Il rendimento a scuola o sul posto di apprendistato peggiorato? Se vi trovate costretti a rispondere affermativamente anche solo ad una delle domande elencate sopra, allora tempo di reagire. I bambini e gli adolescenti che passano sempre pi tempo in Internet e stanno sempre meno con gli amici reali, presentano spesso delle difcolt nel mondo reale. Svolgendo delle attivit virtuali, scappano dai problemi della quotidianit. Le azioni svolte al computer rimuovono il senso di solitudine o le altre difcolt quotidiane. Inizia cos un circolo vizioso, poich i problemi non vengono risolti. Aiutate vostro glio a trovare una via duscita. Interessatevi alle attivit di vostro glio. Di regola, vostro glio sar pi pratico di voi nellutilizzo dei nuovi media. Cogliete allora questa opportunit e dimostrategli il vostro interesse. Fatevi spiegare quali sono i giochi cui si dedica o chiedetegli in quali community ha creato dei proli e perch li trova cos interessanti. Vostro glio dovrebbe mostrarvi il prolo che ha inserito per esempio in Netlog e chi sono le persone con le quali chatta.

Pericolo di dipendenza anche per le attivit svolte in Internet


Luso giornaliero di Internet e del computer fa parte della quotidianit dei giovani doggi. Pressoch tutti gli adolescenti utilizzano Internet pi volte alla settimana per giocare, chat tare o comunicare nei diversi social network come Netlog, Facebook e altre community. Internet apre a ragazzi e adolescenti un mondo affascinante: possono acquisirvi conoscenze, chiacchierare con altre persone, descriversi o semplicemente giocare. Il fascino di Internet pu per condurre anche a sviluppare un rapporto problematico che in casi estremi pu perno sfociare in una cosiddetta dipendenza da Internet.

Ponete dei limiti. Sono in special modo i bambini e gli adolescenti a non essere in grado di imporsi una disciplina in maniera autonoma. Dovete aiutare vostro glio ad usare il buon senso anche nellutilizzo delle attivit virtuali. Porre dei limiti indis pensabile. Concordate con vostro glio quando, per quale scopo e per quanto tempo pu utilizzare il computer, e fate in modo che rispetti queste regole. I tempi di utilizzo del computer dipendono dallet, e vanno considerati alla stregua delle attivit ricreative reali.

Prevenzione Svizzera della Criminalit, www.skppsc.ch, 2009

cosa fare se si delinea gi un utilizzo 2 Che problematico di Internet?


Sorvegliate vostro glio. La ducia la base di un buon rapporto genitori/ gli. Tuttavia cercare i limiti e volerli al tempo stesso superare un comportamento tipico dei giovani. Il vostro compito in qualit di educatori quello di sorvegliare vostro glio afnch non corra alcun pericolo; come peraltro fate nella vita reale. Per quanto riguarda lutilizzo di Internet, si tratta di sapere che cosa faccia esattamente vostro glio. Sceglie giochi adatti alla sua et? Sapete con chi chatta ogni giorno? Rispetta i tempi concordati? In linea generale, occorre innanzitutto evitare di installare il computer nella camera di vostro glio e secondariamente ricordarsi che le indicazioni relative allet per i videogiochi vanno prese sul serio. Se temete che vostro glio abbia gi sviluppato una dipendenza da Internet o se non riuscite pi a stabilire un contatto con lui, allora il caso di ricorrere ad una consulenza professionale! Vi sono diverse associazioni che possono aiutare voi e vostro glio a trovare la via per abbandonare queste attivit nocive. Alla ne di questo documento troverete alcuni indirizzi utili.

informazioni 4 Ulteriori e consultori ignorate quello che fanno 3 Non gli altri ragazzi.
Allindirizzo www.infoset.ch (in francese e tedesco) trovate una lista di uffici di preven zione delle dipendenze che offrono aiuto anche per quanto riguarda il problema della dipendenza da Internet. Potete rivolgervi anche ai servizi sociali scolastici che vi possono fornire ulteriori informazioni e indirizzarvi verso uffici specifici. Allindirizzo www.skppsc.ch/link/siipac si pu fare un test per verificare se si a rischio di dipendenza. Il sito della Pro juventute, www.147.ch offre consulenza online o telefonica anche sui problemi legati alla dipendenza da internet. Il sito curato dal Dicastero Integrazione e Informazione sociale della citt di Lugano, allindirizzo:www.skppsc.ch/link/Ciseiotifai offre tra laltro unanalisi approfondita riguardante le nuove dipendenze e indica alcuni links di associa zioni o enti attivi nella prevenzione che possono offrire consulenza e aiuto.

Offrite aiuto a vostro glio. Se avete la sensazione che le attivit in Internet rappresentino per vostro glio una fuga dai problemi quotidiani, dovete offrirgli il vostro aiuto. Vi sono problemi a scuola? E appena naufragata la sua prima relazione sentimentale? Si sente oberato dai compiti quotidiani? Spiegate chiaramente a vostro glio che fuggire nel mondo virtuale non la soluzione e che i problemi non si risolvono in questo modo.

Prevenzione Svizzera della Criminalit, www.skppsc.ch, 2009

Succede spesso che amici e amiche non abbiano alcun tipo di controllo sulle attivit che svolgono online, e forse anche per questa ragione i ragazzi che non hanno un accesso illimitato ad Internet vanno volentieri da loro. Molti genitori entrano in conitto proprio per questo motivo, perch, se da un lato auspicano i contatti tra i ragazzi, dallaltro temono di non riuscire pi a sorvegliare il proprio glio quando si trova in casa daltri. Non abbiate timore del discorso che potrete fare con questi gruppi di genitori. Cercate di stabilire un contatto e provate a spiegare anche agli altri genitori perch un accesso incontrollato a Internet pu rivelarsi pericoloso. Se i vostri sforzi non dovessero portare a nulla, limitate i contatti di vostro glio con questi amici e amiche a situazioni che potete tenere sotto controllo.

Per adolescenti

Dipendenza da Internet

Da fascino a dipendenza?
Giocare, chattare, creare proli su Netlog e molto altro: Internet utile, divertente e ti apre moltissime nuove opportunit. Anche in questo caso, occorre per ricordare che lutilizzo eccessivo non salutare e pu avere effetti collaterali! Hai mai riettuto alla quantit di tempo che passi in Internet, e di conseguenza al tempo che viene a mancare per altre attivit? Ti sei per caso gi sorpreso, una volta rientrato a casa, ad accendere il computer come prima cosa per controllare i nuovi contatti sulla chat? Hai gi riutato gli inviti di amici perch preferivi nire un gioco al computer o chattare con gli amici virtuali della social community? Vi sono persone, giovani e meno giovani, che possono arrivare letteralmente a perdersi in Inter net. Il fascino iniziale diventa cos una dipendenza paragonabile a quella che si sviluppa con una droga. Non se ne pu pi fare a meno e si comincia a trascurare il mondo circostante. Ci porta presto o tardi ad avere dei problemi: si rimane sempre pi soli, la scuola o il tirocinio diventano sempre pi problematici, la salute e i contatti sociali ne risentono. Non arrivare no a questo punto! In questo documento ti offriamo alcuni consigli che ti possono aiutare a riconoscere tempestivamente un comportamento a rischio e ti indichiamo dove trovare aiuto in caso di bisogno.

1 Previeni
Le offerte via Internet possono creare in alcune persone una vera e propria dipen denza. Essa paragonabile alle dipendenze da droghe: bisogna sempre assumerne una quantit maggiore e col tempo la persona fa del male a s stessa e al suo entourage in modo serio. Una dipendenza da Internet per non si sviluppa da un giorno allaltro, ma inizia in maniera subdola. Poniti le seguenti domande e reagisci prima che questo diventi un vero problema.

Corro il rischio di sviluppare una d ipendenza da Internet? Passi sempre pi tempo in Internet? Reagisci con rabbia, frustrazione o in maniera aggressiva se non ti viene permesso di stare al computer? Ti accorgi di pensare sempre pi spesso ad un gioco, ai contatti della tua chat o della tua social community? Hai sempre meno amici nel mondo reale, ma sempre pi amici e amiche virtuali in Internet? Hai gi rinunciato a hobby o interessi della vita reale per poter passare pi tempo in rete? Fai sempre pi fatica a scuola o sul posto di tirocinio, e trovi un modo per non affrontare questi problemi dedicandoti alle tue attivit in rete? Se hai risposto affermativamente anche solo ad una delle domande elencate sopra (e ti conviene essere sincero!), allora gi tempo di reagire e fare qualcosa per affrontare il problema.

Prevenzione Svizzera della Criminalit, www.skppsc.ch, 2009

cosa posso fare se 2 Che temo di essere gi a rischio?


Il primo passo lhai gi fatto! Sei stato sincero con te stesso e hai riconosciuto che il tuo utilizzo di Internet perlomeno problematico. Inoltre, ti sei informato e stai cercando delle soluzioni. Il secondo passo consiste ora nel lasciare che qualcuno ti aiuti a riprendere il controllo delle tue attivit al computer. La cosa migliore sarebbe avere accanto delle persone a te vicine in grado di aiutarti a riorganizzare la tua giornata. Il tempo dedicato ai giochi del computer, o utilizza to per chattare o partecipare alla vita della social community non deve prevaricare tutto il resto; anche altre attivit devono riprendere il loro spazio. Puoi anche rivolgerti ai consultori, che ti possono aiutare in modo mirato. Alla ne di questo documento troverai gli indirizzi dei consultori nonch ulteriori informazioni.

fare qualcosa anche per amici 3 Posso e amiche a rischio?


Forse potresti notare che un tuo amico o una tua amica danno unimportanza esagerata alluso di Internet. Lui o lei si isolano sempre pi, trascurano le loro amicizie per colpa di Internet, e i loro interessi sono incentrati in modo sempre maggiore solo sulle attivit svolte al computer. Non far nta di non vedere! Parla con questi amici indicando loro le possibilit di aiuto a disposizione e se i tuoi sforzi non dovessero portare a nulla cerca di ottenere un sostegno da parte di adulti. Come detto sopra, le attivit in Internet possono rendere le persone veramente dipendenti. Di sicuro reagiresti se uno dei tuoi amici cominciasse ad assumere droghe e a perdere il controllo della sua vita.

informazioni 4 Ulteriori e consultori


Qui puoi trovare un test per poter verificare se sei a rischio di dipendenza: www.skppsc.ch/link/siipac Il sito della Pro juventute, www.147.ch ti offre consulenza online o telefonica anche sui problemi legati alla dipendenza da Internet. Allindirizzo: www.skppsc.ch/link/Ciseiotifai curato dal Dicastero Integra zione e Informazione sociale della citt di Lugano, trovi una spiegazione riguardante le nuove dipendenze e alcuni links di associazioni o enti attivi nella prevenzione e che ti possono offrire consulenza e aiuto.

Prevenzione Svizzera della Criminalit, www.skppsc.ch, 2009

Per genitori

Abusi sessuali attraverso Internet


Parlate a vostro glio del prolo che ha creato online. Discutete con vostro glio riguardo al suo prolo nella social community e alle informazioni inappropriate (nome, in dirizzo, telefono, et, foto e lmati imbarazzanti o troppo schietti) messe in rete. Accennate alluso improprio che terze persone potrebbero fare di queste informazioni senza essere in possesso di una vostra autorizzazione specica. Spiegate a vostro glio che alcune persone celano la loro vera identit dietro a dati fasulli. Dietro ad un prolo ttizio, potrebbe nascondersi una persona completamente diversa.

Dove e come avvengono gli abusi sessuali tramite Internet?


I cosiddetti social network o social community come Netlog, Myspace o Facebook sono molto amati dagli adolescenti e stanno sostituendo a poco a poco le diverse chat presenti sul mercato, per ch oltre alla possibilit di chattare, queste piattaforme offrono unampia gamma di servizi che permettono ai giovani di creare la loro rete di contatti e di raccontarsi. Gli adolescenti chattano e irtano tra loro, pubblicano lmati e fotograe personali nel loro prolo, creano gruppi di interesse e cercano di fare nuove amicizie. Dobbiamo per richiamare latten zione di ragazzi e ado le scenti sui pericoli nascosti in tutte queste nuove attivit ricreative, insegnan do loro sopra ttutto come evitarli e spiegando come si possono difendere dagli stessi. Un pericolo rappresentato da coloro che navigano in questi social network con intenti criminali a sfondo sessuale cercando ragazzi e adolescenti per abusarne sessualmente. Dal momento che in Internet sempre difcile sapere esattamente con chi si ha a che fare, gli adolescenti dovrebbero essere molto prudenti nei confronti delle persone conosciute online e adottare determinate misure precauzionali. Ve ne illustriamo alcune:

1 Prevenite
Informatevi sulle attivit che vostro glio svolge in Internet. Informatevi sulle social community utilizzate da vostro glio: create voi stessi un prolo ed esplorate le possibilit tecniche per migliorarne la privacy. Alle voci Strumenti o Impostazioni generalmente possibile trovare alcune opzioni tecniche per proteggere laccesso ai propri dati. Contattate i gestori se avete domande che riguardano le imposta zioni relative alla privacy. Il pro prio prolo utente dovrebbe essere accessibile solo ad amici che si conoscono personalmente. Fatevi spiegare da vostro glio come si comunica allinterno delle social community e chiedetegli con chi ha dei contatti. Create un rapporto improntato sulla ducia, in modo che vi racconti anche eventuali episodi spiacevoli.

Fatevi consigliare. Contattate i gestori della social community se avete domande concrete o desiderate segnalare un abuso (molestia sessuale, bullismo, conte nuti inappropriati). Sfruttate le offerte dellas sociazione mantello svizze ra per lanimazione giovanile allaperto (vedere sotto informazioni aggiuntive), che spesso organizza anche corsi rivolti a genitori e adolescen ti sulluso dei social net work.

Fate attenzione se vostro glio desidera incontrare una persona conosciuta in Internet. Se vostro glio ha meno di 16 anni, impeditegli di incontrare da solo (si intende senza di voi) una persona conosciuta in rete e che non corrisponde a nessuno che conoscete personalmente. Con gli adolescenti oltre i 16 anni di et improntate il discorso sui pericoli insiti in una conoscenza nata in Internet, e impartite a vost ro glio regole chiare. Le regole e le istruzioni sul comportamento da adottare in caso di incontro reale con una persona conosciuta in rete sono riportate alla ne di questo documento.

Prevenzione Svizzera della Criminalit, www.skppsc.ch, 2009

allindirizzo di 5 Consigli vostro glio adolescente

Se vostro glio ha subito un abuso sessuale.

aggiuntive 4 Informazioni e consultori


Trovate ulteriori informazioni riguardanti gli abusi sessuali su bambini e adolescenti ai seguenti link: www.stopp-kinderpornografie.ch/3/it: campagna contro la pedocriminalit www.schau-hin.ch: informazioni su abusi sessuali e consulenza online www.kinderschutz.ch (in tedesco e francese) sito della Fondazione svizzera per la protezione dellinfanzia Lorganizzazione mantello svizzera pour lanimation jeunesse en milieu ouvert allindirizzo www.doj.ch, raggruppa gli indirizzi delle diverse reti cantonali presenti in Svizzera francese e tedesca. La sezione della Polizia cantonale ticinese che si occupa dei reati contro lintegrit delle persone (RIP) offre consulenza telefonica o via mail alle persone che hanno subito degli abusi e raccoglie le eventuali denunce. Maggiori informazioni al n. tel. 091/815 51 67 o via mail direttamente al commissario capo: michela.gulfi@polca.ti.ch Gli indirizzi dei consultori in Svizzera che si occupano di aiuto alle vittime di reati sono disponibili in questo documento pdf: www.aiuto-alle-vittime.ch Lufficio del delegato LAV (legge federale concernente laiuto alle vittime di reati) e le unit di intervento regionali (UIR) si occupano di offrire consulenza e aiuto alle persone che hanno subito molestie o violenza. Trovate indirizzi e numeri di telefono al sito del dipar timento sanit e socialit del Canton Ticino, ufficio delle famiglie e dei minorenni: www.skppsc.ch/link/TiCon

ualora decida di incontrare q realmente una persona conosciuta in Internet

Se vostro glio ha subito un abuso sessuale, mettetevi subito in contatto con le unit di intervento regionale preposte quali consultori cantonali per laiuto alle vittime di reati, di cui trovate gli indirizzi alla ne di questo documento, e sporgete denuncia alla polizia.

aiuto 3 Offrite anche ad altri.


Se voi o vostro glio venite a conoscenza di abusi commessi nei confronti di altri ragazzi o adolescenti, offrite loro il vostro sostegno. Mostrate loro dove possono ottenere informazioni o trovare aiuto e come possono proteggersi meglio in futuro.

Prevenzione Svizzera della Criminalit, www.skppsc.ch, 2009

Nei social network e nelle chat, ragazzi e adolescenti desiderano anche conoscere nuove persone ed incontrarle eventualmente anche nella vita reale. Questi incontri comportano sempre un rischio perch non si sa mai con certezza chi si nasconde realmente dietro a questi contatti virtuali. Per tale ragione, se i vostri gli hanno unet inferiore ai 16 anni, vi consigliamo in qualit di loro educatori di vietare loro lincontro con una persona conosciuta online. Gli adolescenti che si trovano nella fase di pubert mettono in discussione le regole poste dagli adulti e vogliono consapevolmente prendere le distanze dai genitori, cercando talvolta anche di superare i limiti imposti e fare quello che viene loro proibito. Questo tipo di comportamento a rischio e una certa disubbidienza fanno parte di questa fase di crescita. In qualit di genitori, voi potete, anzi dovete, comunque porre dei limiti, segnalare i pericoli ed esercitare un certo controllo. Pertanto, quando si ha a che fare con degli adolescenti in fase puberale, piut tosto che imporre un divieto spesso pi utile cercare di ridurre al minimo i rischi ricorrendo a suggerimenti e regole di comportamento. Qui trovate alcuni suggerimenti che dovreste dare a vostro glio adolescente, nel caso in cui desi deri incontrare nella vita reale una persona conosciuta in rete:

Vai e rimani solo se ti senti sicuro al 100%. Se qualcosa ti sembra strano, non andare o disdici lin contro. Incontra la persona conosciuta in chat solo in un luogo pubblico. Alcune persone possono versarti nel bicchiere una droga in grado di renderti incapace di difenderti e di ricordare. Non perdere mai di vista il tuo bicchiere e bevi tutto prima di allontanarti e andare in bagno. Prima dellappuntamento, fatti dare il numero di telefono della persona conosciuta in chat e vericalo. Se il numero schermato, meglio rinunciare allincontro. Se ricevi da questa persona SMS o MMS, memorizzali sul tuo cellulare. Fatti dare inoltre il suo numero e il suo indirizzo. Se non te lo vuole dare o trova una scusa per non farlo, disdici lincontro. Comunica tutte le informazioni riguardanti questo tuo partner di chat e informa una persona di cui ti di riguardo al vostro incontro. Dille anche lorario in cui prevedi di rientrare a casa o quando la chiamerai. La cosa migliore da fare sarebbe chiamare questa persona unora dopo lincontro. Qualora non dovessi farti sentire come convenuto, questa persona data chiamer la polizia, comunicandole tutte le informazioni necessarie. D alla persona conosciuta in chat che, per maggiore sicurezza, hai provveduto a comunicare i suoi dati ad una terza persona.

Per adolescenti

Abusi sessuali attraverso Internet


Fai attenzione se vieni contattato da sconosciuti. Comunica solo con persone che conosci e che ti stanno simpatiche. Impedisci la diffusione di messaggi indesiderati. Non accettare contatti non richiesti e riuta richieste di contatto da parte di sconosciuti. Vai alla voce Impostazioni del tuo provider e disattiva la trasmissione di le, nonch la trasmissione via webcam e via voce, bloccando queste azioni se provengono da sconosciuti. Se possiedi una webcam, seleziona limpostazione che la rende invisibile agli altri. Se il tuo provider lo consente, attiva la funzione Visualizza lora di invio dei messaggi e Archivia automaticamente le mie conversazioni (le log). In caso contrario, scegli un provider che permetta lapplicazione di questo tipo di impostazioni. In questo modo in caso di molestie gi tutto documentato. Inserisci le persone con cui non desideri chattare nella lista dei contatti bloccati.

Le social community sono unopportunit fantastica, se si rispettano determinate regole.


Netlog, Myspace e altri social network o community sono una gran bella cosa. Puoi presentarti nei modi pi diversi, chiacchierare con amici e amiche, conoscere anche persone nuove. In queste community per ci sono anche persone che cercano di stabilire un contatto con ragazzi e adolescenti per abusarne sessualmente. In Internet non si sa mai con esattezza con chi si ha davvero a che fare, quindi attenzione! In questo documento ti offriamo alcuni consigli su come poterti difendere da questo genere di persone, afnch il tempo che passi in Internet sia davvero solo allinsegna del divertimento!

Incontrare persone conosciute in Internet anche nel mondo reale? Se una persona conosciuta in Internet vuole incontrarti in carne ed ossa, ti trovi in una situazione che comporta dei rischi. In rete non sai mai esattamente con chi sei in contatto Ecco perch molto importante prepararsi bene ad un incontro del genere. Alla ne di questo documento ti offriamo alcuni consigli cui dovresti asso lutamente prestare ascolto!

1 Previeni
Proteggi la tua privacy. Proteggi il pi possibile la tua privacy impostando le funzioni di sicurezza al massimo livello. Le tue informazioni personali e il tuo stato devono essere visibili solo alle persone della tua rubrica. Puoi modicare queste impostazioni cliccando su Strumenti o Impostazioni. Se non ti senti sicuro nella tua community, rivolgiti ai suoi gestori e chiedi come puoi gestire la tua privacy. Nelle informazioni aggiuntive alla ne di questo documento puoi vedere un esempio di come impostare al meglio il livello di privacy per larea Internet. Il prolo pubblico deve essere il pi anonimo possibile. Non indicare mai il tuo nome completo, n informazioni dettagliate riguardo ad et e residenza, scuola, associazioni, ecc. Le password usate per connettersi a MSN, alle chat room, a Facebook o Netlog ecc. sono sempre segrete e non devono essere comunicate nemmeno ai migliori amici. Le amicizie possono nire e i tuoi ex amici potrebbero utilizzare il tuo prolo utente di Internet per infastidire altre persone.

Mostra il tuo prolo ad una persona adulta di cui ti di. Le foto pubblicate in Internet (ad es. in un prolo) possono essere viste, memorizzate e utilizzate da molte persone. Cerca di scegliere fotograe con dettagli divertenti o oggetti curiosi ed evita quelle in cui sei ben riconoscibile. Esamina il tuo prolo con una persona adulta di cui ti di e che ti potr dare la sua opinione delleffetto che ha avuto su di lei.

Prevenzione Svizzera della Criminalit, www.skppsc.ch, 2009

devo fare se unamica o un amico 3 Cosa hanno subito delle molestie? devo fare se subisco 2 Cosa delle molestie sessuali via Internet?
Per prima cosa devi assolutamente informare una persona adulta di cui ti di e raccontarle cosa successo. Vi sono forme di molestie, come ad esempio linvio di immagini o lmati pornograci, che sono chiaramente perseguibili e che vanno denunciate. Raccogli quante pi informa zioni possibili sullautore (immagini, testi, ora esatta dei messaggi, ecc.), cos che la polizia lo possa individuare con pi facilit. Come gi detto per, non dovresti n mantenere il contatto con questa persona, n reagire. In caso di molestie, devi immediatamente interrompere ogni comunicazione. Insieme alla persona adulta di cui ti di, potrete decidere se sia il caso di sporgere denuncia. Potete anche rivolgervi ad unorganizzazione di aiuto alle vittime di reati, che vi sapr indicare come sia meglio procedere. Se hai incontrato una persona conosciuta in Internet anche nella vita reale e ti sei trovato a subire unesperienza estremamente spiacevole, per esempio perch questa persona voleva molestarti sessualmente oppure effettivamente riuscita a farlo, non esitare a rivolgerti immediatamente ad unorganizzazione di aiuto alle vittime di reati! Insieme potrete cos valutare quali siano gli ulteriori passi da intraprendere in casi del genere. Dopo aver subito delle molestie, molti ragazzi non trovano il coraggio di rivolgersi ad un adulto, ma raccontano lepisodio alla loro migliore amica o al loro miglior amico. Se per caso questo amico dovessi essere tu, cerca di convincere il ragazzo o la ragazza a condarsi con un adulto. Come spiegato al punto 2, insieme potrete poi valutare quali siano le misure da adottare.

da applicare se si decide 5 Consigli di incontrare realmente una persona conosciuta in Internet


Nei social network e nelle chat vuoi probabilmente anche conoscere nuove persone, e magari incontrarle anche nella vita reale. Si tratta di incontri che comportano sempre un certo rischio perch non si sa mai con certezza chi si nasconde realmente dietro a questi contatti online. Se non hai ancora compiuto 16 anni, lascia perdere queste nuove conoscenze e curati piuttosto degli amici e delle amiche che gi conosci. Se sei pi grande, qui trovi alcuni suggerimenti che ti consigliamo vivamente di seguire nel caso in cui tu intenda incontrare nella vita reale una persona conosciuta in rete: Vai e rimani solo se ti senti sicuro al 100%. Se qualcosa ti sembra strano, non andare o disdici lincontro. Incontra la persona conosciuta in chat solo in un luogo pubblico. Alcune persone possono versarti nel bicchiere una droga in grado di renderti incapace di difenderti e di ricordare. Non perdere mai di vista il tuo bicchiere e bevi tutto prima di allontanarti e andare in bagno. Prima dellappuntamento, fatti dare il numero di telefono della persona conosciuta in chat e vericalo. Se il numero schermato, meglio rinunciare allincontro. Se ricevi da questa persona SMS o MMS, memorizzali sul tuo cellulare. Fatti dare inoltre il suo numero e il suo indirizzo. Se non te lo vuole dare o trova una scusa per non farlo, disdici lincontro. Comunica tutte le informazioni riguardanti questo tuo partner di chat e informa una persona di cui ti di riguardo al vostro incontro. Dille anche lorario in cui prevedi di rientrare a casa o quando la chiamerai. La cosa mi gliore da fare sarebbe chiamare questa persona unora dopo lincontro. Qualora non dovessi farti sentire come convenuto, questa persona data chiamer la polizia, comunicandole tutte le informazioni necessarie. D al tuo partner di chat che, per maggiore sicurezza, hai provveduto a comunicare i suoi dati ad una terza persona.

aggiuntive 4 Informazioni e consultori


Allindirizzo www.safersurfing.ch trovi ulteriori informazioni e consigli per poter navigare con sicurezza in Internet. Il sito di Pro juventute, allindirizzo www.147.ch, offre consulenza telefonica e online. Allindirizzo www.skppsc.ch/link/telecomitalia trovi le spiegazioni per impostare al meglio la privacy del tuo browser Internet. Puoi rivolgerti alle unit di intervento regionali che si occupano di offrire consulenza e aiuto alle persone che hanno subito molestie o violenza. Trovi i diversi numeri di telefono al sito: www.skppsc.ch/link/TiCon Altri siti cui puoi rivolgerti sono: www.radixsvizzeraitaliana.ch; www.aspi.ch; www.147.ch. Ogni organizzazione in grado di darti una con su len za telefonica e aiutarti in caso di bisogno.

Prevenzione Svizzera della Criminalit, www.skppsc.ch, 2009

Per genitori

Cyberbullismo
1 Prevenite
Desideriamo con queste righe offrirvi alcuni consigli su come ridurre al minimo il rischio che vostro glio sia vittima di bullismo, e su come dovreste reagire qualora ne fosse gi rimasto vittima. Parlate con vostro glio del bullismo esercitato in Internet, anche se non ancora successo nulla. Anche se vostro glio non vittima di cyberbullismo, dovreste comunque parlarne. Spiegategli che anche se dovesse accadere qualcosa del genere, lui non sar impotente. Se si difende e si conda con qualcuno, vi infatti lopportunit che lautore sia obbligato a renderne conto assumendosi la sua responsabilit. Gli autori lasciano sempre delle tracce che permettono di ricostruire i loro movimenti. Dite a vostro glio che lo aiuterete qualora dovesse subire delle molestie.

Come si pu fare del bullismo tramite Internet?


Si pu parlare di cyberbullismo (o bullismo cibernetico) quando, sullarco di un lungo periodo, una persona subisce degli abusi in Internet soprattutto da parte di ragazzi e adolescenti rimanendo vittima di angherie oppure venendo tormentata o addirittura terrorizzata. In questi casi, la vittima viene molestata e subisce delle angherie con immagini o lmati falsicati, imbarazzanti o troppo schietti oppure con informazioni offensive inviate tramite cellulare via SMS o MMS oppure pubblicate in Internet. I molestatori possono anche tormentare e creare problemi alle loro vittime con proli falsi inseriti nelle social community. Le vittime di queste molestie subiscono oltre misura questo tipo di attacchi. In caso di bullismo che non implichi i nuovi media, i molestatori sono spesso noti ed quindi possibile reagire rapidamente. Nel caso del cyberbullismo invece, la vittima si accorge spesso (troppo) tardi di subire delle molestie, e ha ben poche possibilit di individuarne lartece. Inoltre, le informazioni sulla vittima non possono pi venire cancellate da Internet, e risulta praticamente impossibile controllarne la diffusione. Molti ragazzi e adolescenti vittime di cyberbullismo non parlano con gli adulti, o lo fanno solo troppo tardi, sia che si tratti dei loro genitori o dei loro insegnanti. perci fondamentale che gli educatori intervengano il prima possibile.

Spiegate chiaramente a vostro glio come possono essere utilizzate le sue informazioni in Internet. Incoraggiate vostro glio a condarsi con voi. Chiedete regolarmente a vostro glio come vanno le cose con i suoi contatti virtuali in Internet. Siate vigili qualora doveste notare dei cambiamenti, se vostro glio dovesse diventare pi introverso o non raccontasse pi nulla riguardo ai suoi contatti della community o agli amici di chat. Ricordategli il discorso affrontato sul bullismo e chiedete gli se, per caso, stia subendo degli abusi. Incoraggiatelo a condarsi con voi se temete che venga tormentato da altri con i nuovi media. Prima ne sarete informati, e pi efcace potr essere la vostra reazione. Non minacciate vostro glio con il divieto di utilizzare Internet o con altri divieti del genere se accaduto qualcosa di spiacevole. Altrimenti non si rivolger a voi se dovesse succedere qualcosa di peggio.
Prevenzione Svizzera della Criminalit, www.skppsc.ch, 2009

Spesso, ragazzi e adolescenti trattano le loro informazioni in Internet con molta leggerezza; pubbli cano molte informazioni private e caricano fotograe che li ritraggono. Digitate in Google il nome, le-mail o anche il numero di cellulare di vostro glio e osservate le tracce telematiche che ha lasciato dietro di s. Guardate queste informazioni assieme a vostro glio e chiedetegli se avrebbe voglia di pubblicarle anche in luoghi pubblici, ad esempio in una pubbli cit trasmessa al cinema o appese sulla bacheca della scuola. I ragazzi e gli adolescenti sono spesso poco consapevoli di chi possa avere accesso alle loro informazioni e di come queste possano venire riutilizzate.

cosa fare se vostro 2 Che glio rimasto vittima di cyberbullismo?


Considerate innanzitutto con precisione quanto realmente accaduto. Si tratta di un litigio tra amici o amiche messo in atto con i nuovi mezzi informatici o vostro glio subisce ripetutamente attacchi e molestie da parte di persone che si nascondono dietro il velo dellanonimato? Vostro glio conosce chi si nasconde dietro a questi episodi o il bullismo ha assunto dimensioni tali da non poterle pi controllare? Se gli autori sono pi o meno noti, cercate di intavolare un discorso con gli adolescenti e i ragazzi, con i genitori ed eventualmente con gli insegnanti, qualora gli episodi di bullismo dovessero avere luogo in ambito scolastico. Discutete tra adulti su quali siano le misure da adottare e coinvolgete anche i ragazzi. Cercate di risolvere il conitto in primo luogo tra le persone interessate.

se fosse vostro glio a esercitare degli atti di bullismo 3E e a rendersi responsabile di questo tipo di attacchi?
Dovreste assolutamente reagire anche nel caso in cui doveste accorgervi che vostro glio partecipa ad attacchi di cyberbullismo. Vostro glio deve sapere che gli attacchi condotti tramite Internet possono fare molto male ad una persona e che la sua partecipazione a tali attacchi perseguibile penalmente. Un clic che si presume provenire da fonti anonime pu avere conseguenze devastanti per la vittima, ma forse ne pu avere anche per lautore stesso. Dopo avere accertato con precisione laccaduto, dovreste discutere dei possibili provvedimenti da adottare unitamente agli insegnanti (se gli episodi di bullismo avvengono nel contesto scolastico), alla vittima e ai genitori di questultima.

Modicate le informazioni di contatto di vostro glio. Cambiate lindirizzo e-mail e, se necessario, anche il numero di cellulare di vostro glio, afnch non sia pi esposto agli attacchi di bullismo. Consigliategli di modicare il suo nickname anche nelle community e nelle chat room. Comunicate le coordinate degli autori di questi crimini ai gestori delle community o delle chat, esortandoli a rimuovere i contenuti ingiuriosi, le foto e i lmati imbarazzanti che ritraggono vostro glio.

cyberbullismo possibile anche per colpa 4 Il dellomert di chi sa ma al tempo stesso tace.
Spesso ragazzi e adolescenti sono a conoscenza di attacchi diretti ad uno di loro, anche se non vi partecipano attivamente. Spiegate chiaramente a vostro glio che il cyberbullismo tuttaltro che cool: ribadite questo concetto cercando di fargli capire che il prossimo va trattato nello stesso modo in cui vorremmo essere trattati noi. Incoraggiatelo a mostrare coraggio civile, spronatelo ad avere il coraggio delle sue opinioni e ad intervenire se dovesse scoprire questo tipo di intrighi, rivolgendosi se necessario a degli adulti. Non si tratta di tradimento, bens di coraggio!

Rivolgetevi ad organizzazioni professionali se non riuscite pi a difendervi da soli. Se vostro glio rimasto vittima di cyberbullismo e non sapete pi che cosa fare, rivolgetevi ad un consultorio di aiuto alle vittime di reati. Se vostro glio vi ha parlato di questi attacchi, avvertite i suoi insegnanti. Le unit di intervento regionali che si occupano di aiuto alle vittime di reati oppure il Gruppo visione giovani della Polizia cantonale ticinese possono indicarvi se e in quale misura gli attacchi siano giuridicamente punibili, e in quali casi sia utile sporgere denuncia alla polizia. Nella legge vi sono articoli in grado di proteggere le persone da attacchi allonore, da insulti e ingiurie. Il diritto penale punisce inoltre le minacce, le molestie sessuali e i ricatti, e con una denuncia gli autori possono essere strappati allanonimato. Raccogliete tutte le ingiurie e gli attacchi come eventuali prove.

5 Ulteriori informazioni e consultori


Trovate ulteriori informazioni sul tema del cyberbullismo a questi indirizzi: www.cyberbullismo.com, www.skppsc.ch/link/EducaCyberbullismo Gli indirizzi dei consultori che si occupano di aiuto alle vittime di reati sono disponibili in questo documento pdf: www.aiuto-alle-vittime.ch Il Gruppo visione giovani della Polizia cantonale ticinese organizza in collaborazione con le direzioni degli istituti scolastici che ne fanno richiesta, delle giornate tematiche e di prevenzione che toccano i diversi problemi legati al bullismo. Il gruppo offre consulenza e informazioni mirate anche per quanto riguarda il cyberbullismo. Le direzioni e i servizi sociali scolastici sono a disposizione per rispondere a domande o aiutare concretamente a risolvere i problemi derivanti da bullismo e cyberbullismo.

Prevenzione Svizzera della Criminalit, www.skppsc.ch, 2009

Per adolescenti

Cyberbullismo
1 Previeni
Desideriamo con queste righe offrirti alcuni suggerimenti e consigli che ti aiuteranno a non divenire vittima di questi attacchi meschini. Se sei vittima di bullismo, ti indi chiamo quello che dovresti fare. Non rivelare a nessuno la tua password. Se qualcuno entra in possesso della tua password, potrebbe anche fare delle stupidaggini a nome tuo e tramite il tuo account Internet esercitare addirittura del bullismo. Ecco perch bisogna considerare la propria password alla stessa stregua delle proprie chiavi di casa: non bisogna darle a nessuno, nemmeno ai nostri migliori amici. Le amicizie possono nire e altri potrebbero diffondere informazioni in rete a tuo nome utilizzando la tua password. Ti consigliamo anche di cambiare regolarmente la password, riducendo cos il rischio che qualcuno possa appropriarsi della tua identit in Internet.
Prevenzione Svizzera della Criminalit, www.skppsc.ch, 2009

Come si pu fare del bullismo tramite Internet?


Diffondere in Internet informazioni false su una persona, inviare fotograe imbarazzanti, modicare fotograe e metterle in rete, molestare, minacciare o addirittura ricattare costantemente una persona tramite e-mail, chat o nelle social community, ecc. ecc. Anche in Internet non sono tutti sempre gentili e carini con gli altri. Questa forma di molestie perpetrate con lausilio di Internet e dei cellulari con lo scopo di annientare in modo sistematico una vittima viene anche chia mata cyberbullismo o bullismo cibernetico. Sempre pi spesso ragazzi e adolescenti utilizzano i nuovi media anche per questo genere di losche manovre. Non che in passato ragazzi e adolescenti fossero pi gentili tra loro, ma con lavvento delle nuove tecnologie, sono in grado con un semplice clic di causare danni enormi. Internet diffonde testi, immagini e lmati molto rapidamente, ed praticamente impossibile cancellarli dalla rete. Nessuno in grado di sapere dove le informazioni saranno inoltrate e che uso ne faranno le persone che vi avranno accesso. Molti ritengono poi di poter diffondere cattiverie su altre persone senza venire riconosciuti. Internet favorisce questi vili attacchi. Molti non sanno per che in Internet si pu rintracciare quasi tutto. Le offese, le ingiurie, le minacce, i ricatti e la diffusione di informazioni false sono vietati e nella maggior parte dei casi con una denuncia possibile individuarne gli autori.

Proteggi sin dallinizio la tua sfera privata. Rietti esattamente a quali siano le informazioni e le immagini che ti riguardano cui dai risalto in Internet. Pi informazioni metti in rete e maggiori sono le opportunit di subire un attacco. Controlla le impostazioni delle applicazioni che utilizzi: chi pu consultare i tuoi proli? Nella maggior parte dei casi, sei tu stesso a dovere impostare la tua privacy e accertarti che non tutte le informazioni che ti riguardano siano pubblicamente disponibili. Digita la tua e-mail e il tuo nome in Google e osserva dove e in che forma compaiono i tuoi dati personali in rete. Ricordati sempre che le fotograe e le informazioni possono essere copiate, modicate e ridiffuse senza che tu le possa pi controllare.

Non reagire agli attacchi. Se subisci delle molestie nelle community, in chat o al cellulare, non reagire. Se reagisci agli attacchi di sconosciuti, non fai altro che ampliare il loro campo dazione. Se invece ignori questi attacchi meschini, lautore per der ben presto ogni interesse. Scegli perci solo quei provider che ti consentono di ignorare o bloccare i contatti non desiderati.

tenere il becco chiuso se sai 4 Non qualcosa! devo fare se sono vittima 2 Cosa di bullismo?
Dovresti reagire se vieni attaccato per lungo tempo da pi persone, se vengono diffuse informazioni false che ti riguardano, se vengono creati falsi proli che si riferiscono a te o se vengono diffuse immagini che ti ritraggono in contesti imbarazzanti. Prima reagisci, meglio . Raccogli tutte le informazioni riguardanti gli attacchi e fanne delle copie. Questo materiale potr eventualmente essere utilizzato come prova. Rivolgiti ad una persona adulta di cui ti di e che ti possa aiutare. Insieme potrete poi decidere se sia il caso di sporgere denuncia o meno. Se gli attacchi sono gravi, sulla base della denuncia inoltrata, la polizia potr stabilire lidentit dei o dellautore presso i gestori di telefonia mobile o i provider Internet. Dovresti fare qualcosa anche se sei solo a conoscenza di questo tipo di attacchi, pur se non vi partecipi in modo attivo. Il cyberbullismo spesso possibile anche per colpa dellomert di chi sa ma ha deciso di tacere. Mettiti nei panni della vittima che non pu difendersi ed esposta ad attacchi (presumibilmente) anonimi. Non vorresti anche tu che qualcuno intervenisse per aiutarti? Cerca di parlare con i tuoi compagni che esercitano del bullismo, e se non dovessi riuscire a convincerli che questo modo di comportarsi vile e meschino, informa i tuoi genitori o gli insegnanti. Questo tuttaltro che un tradimento. Si tratta piuttosto di un atto che dimostra il coraggio delle proprie azioni!

se io stesso ho partecipato ad atti 3E di cyberbullismo? Se tu stesso hai molestato, attaccato e infastidito altri via Internet, o hai addirittura creato e diffuso immagini imbarazzanti o modicate, arrivato il momento di smetterla! Come abbiamo detto sopra, con queste stupidaggini potresti aggiungere ulteriori sofferenze e potresti anche essere perseguibile penalmente. Questi attacchi meschini non sono n cool n tantomeno innocui. E non ti puoi scusare dicendo che anche gli altri lo fanno. Al contrario, se dovessi conoscere delle vittime di cyberbullismo, dovresti dimostrare di avere ducia in te stesso avendo il coraggio di non partecipare a questo tipo di attacchi e informando degli adulti di cui ti di.

5 Ulteriori informazioni e consultori


Puoi trovare molte informazioni sul problema del cyberbullismo nei seguenti siti: www.skppsc.ch/link/EducaCyberbullismo www.cyberbullismo.com www.bullismo.com www.ciao.ch www.147.ch: La pagina della Pro juventute ti offre ascolto e consulenza telefonica. La direzione o i servizi sociali della tua scuola sono anche a disposizione per rispondere alle tue domande o aiutarti a risolvere i problemi riguardanti bullismo e cyberbullismo. Il Gruppo visione giovani della Polizia cantonale ticinese ti offre consulenza e informazioni mirate anche per quanto riguarda il cyberbullismo.

Prevenzione Svizzera della Criminalit, www.skppsc.ch, 2009