Sei sulla pagina 1di 28

MANUALE AZIONI URGENTI

MANUALE AZIONI URGENTI

Manuale Azioni Urgenti Amnesty International Sezione Italiana Roma, dicembre 2004 vietata la riproduzione anche parziale o ad uso interno o didattico e con qualsiasi mezzo effettuata, compresa la fotocopia non autorizzata. Redazione: Laura Renzi Hanno collaborato: Davide Cavazza e Riccardo Noury Progettazione graca: Giancarlo Gamberini Stampato presso: Gratalia - Reggio Emilia Bibliograa: Manuale AU UK Partecipation Guide; Manuale AU Italia - Suppl. a Voci per la Libert, anno II, numero 3, settembre 1990; Storie a lieto ne tratte dal sito www.amnesty.ca

Indice
Introduzione .....................................................pag. 1 Natura delle Azioni Urgenti .............................pag. 2 Velocit .......................................................pag. 2 Universalit .................................................pag. 2 Efcacia delle Azioni Urgenti ..........................pag. 3 Struttura di unAzione Urgente .......................pag. 6 Come arrivano le informazioni ......................pag. 6 Un esempio di Azione Urgente ......................pag. 7 Come si esegue unAzione Urgente.............pag. 10 Le 10 regole doro per la stesura di un appello ............................................pag. 10 Alcune cose da non dimenticare .................pag. 11 inoltre utile notare che ............................pag. 11 Storie a lieto ne ...........................................pag. 12 Aleksandr Nikitin .......................................pag. 12 Dita Indah Sari...........................................pag. 12 Gendun Rinchen ........................................pag. 13 Christiana Anyanwu ...................................pag. 13 Documenti internazionali ..............................pag. 14 Dichiarazione Universale dei Diritti Umani ....pag. 14 United Nations standard minimum rules for the treatment of prisoners .....................pag. 15 Come costruire un appello ............................pag. 16 Telegrammi ....................................................pag. 20 Un breve appello ............................................pag. 21 Breve guida alle Azioni Urgenti .....................pag. 22 Come aderire alla Rete Azioni Urgenti ..........pag. 23

II

AMNESTY INTERNATIONAL - SEZIONE ITALIANA

Introduzione
La prima Azione Urgente (AU) venne emessa in favore del Prof. Luiz Rossi il 19 marzo 1973 in risposta a minacce di tortura ricevute sotto il regime militare brasiliano. Nel dicembre dello stesso anno si tenne a Parigi una conferenza internazionale sullabolizione della tortura, organizzata da Amnesty International. Nel corso di alcune relazioni e di testimonianze di rifugiati fu messo in evidenza come il rischio di tortura per i prigionieri fosse altissimo nelle prime ore dopo larresto. Fu sottolineata, perci, limportanza di creare una tecnica di intervento immediato, una rete esterna ad Amnesty International, pronta ad intervenire rapidamente, appena linformazione fosse arrivata. La nuova tecnica fu messa a punto dal Segretariato Internazionale nel 1974 e vide ucialmente la luce nellottobre dello stesso anno, quando furono distribuite le prime 11 AU in favore di vittime di tortura in Messico, Cile, Brasile, Uruguay e Spagna. Da quellanno in poi il numero di AU emesse aument considerevolmente. Nel corso del 1975 furono lanciate circa 100 AU, nel 1976 circa 150, per arrivare alle 329 nel 2001. Oggi ci sono Reti Azioni Urgenti in pi di 60 Paesi: in America Latina le Sezioni nazionali e i Gruppi in Cile, Venezuela, Per, Argentina, Brasile, Messico, Colombia, Costa Rica ed Ecuador hanno costituito la loro Rete di Azioni Urgenti. In Asia appelli vengono preparati dalle Sezioni di India, Nepal, Corea del Sud e Filippine. In Africa vengono eseguiti da Ghana, Nigeria, Sierra Leone, Tanzania, Senegal, Costa DAvorio e Tunisia.

Io e la mia famiglia siamo grati alle innumerevoli persone che, specialmente in Europa, si sono interessate al nostro caso scontrandosi con la violenza che ci ha tolto la libert. A mio nome, a nome di mia moglie, dei nostri bambini e di tutti gli altri cittadini brasiliani in condizioni simili alle mie, vogliamo ringraziare tutte le dimostrazioni di umanit e gentilezza che ci hanno confortati e aiutati. (Luiz Rossi)

MANUALE AZIONI URGENTI

Natura delle Azioni Urgenti


Se le AU nacquero sullo slancio della campagna per labolizione della tortura, non furono per, e non sono tuttora, impiegate solo per la lotta contro la tortura, ma riguardano anche la pena di morte, sparizioni, esecuzioni extragiudiziali, maltrattamenti e discriminazioni. Le loro principali caratteristiche sono: VELOCIT Lelemento fondamentale della tecnica AU la velocit con cui essa lavora. Molto spesso i governi ricevono appelli entro le prime 24 ore dallavvenuto arresto, un periodo di tempo critico in cui pi facile che la persona arrestata possa subire torture e/o maltrattamenti. perci molto importante la rapidit nellinvio degli appelli. UNIVERSALIT Un altro fattore fondamentale per il successo di unAU luniversalit degli appelli. Il network AU pu, infatti, garantire che al momento dellemissione dellazione da parte del Segretariato, gli iscritti a questa rete da tutto il mondo risponderanno con appelli.

Farid Tukhbatullin, noto ambientalista del Turkmenistan, stato scarcerato il 2 aprile 2003 a seguito di una campagna mondiale di Amnesty International. Era stato arrestato il 23 dicembre 2002 per aver partecipato a una conferenza internazionale sulla libert di espressione e i diritti dellinfanzia nel corso della quale, secondo le autorit, gli oppositori in esilio avrebbero pianicato un colpo di Stato. Condannato nel marzo 2003 a tre anni di prigione, al termine di un processo irregolare, era stato adottato da Amnesty come prigioniero di coscienza.

AMNESTY INTERNATIONAL - SEZIONE ITALIANA

Efcacia delle Azioni Urgenti


Quando Amnesty International riceve notizie di persone in pericolo, una scheda del caso viene preparata dal gruppo di ricerca, attinente al Paese in questione, del Segretariato Internazionale. La scheda viene inviata ai Responsabili AU delle Sezioni nazionali di AI nel mondo e da questi tradotta ed elaborata. Essa contiene dettagli del/dei prigioniero/i e altre informazioni relative al caso; raccomanda di inviare fax, telegrammi, lettere ed e-mail alle autorit del Paese in cui il prigioniero detenuto. Elenca, inoltre, tutte le organizzazioni cui dovrebbero essere inviate le copie degli appelli incluse le ambasciate straniere in Italia. Il Segretariato Internazionale invia le AU alla Sezione Italiana quasi ogni giorno. Queste vengono poi distribuite ai soci del network. Una volta ricevuta la scheda del caso, il socio invia appelli alle varie autorit elencate facendo attenzione alle raccomandazioni riportate sulla scheda stessa. In Italia la Rete AU composta da pi di 500 soci singoli e circa 70 Gruppi AI. Si stima che ogni AU generi tra i tremila e i cinquecentomila appelli inviati da persone di tutto il mondo. Lecacia di questa tecnica dipende quasi totalmente dalla tempestivit con cui si lavora sui casi. dunque cruciale che gli appelli siano inviati il prima possibile. poi consigliato rinnovare pi volte linvio degli appelli per uno stesso caso, con la frequenza desiderata (giornaliera, settimanale) purch entro la data riportata in fondo alla scheda del caso. Qualora si volesse proseguire nellinvio di appelli oltre il termine indicato necessario contattare il Responsabile AU presso la Sezione nazionale. dicile conoscere lesatta ecacia delle AU: comunque evidente che esse hanno spesso un impatto signicativo e positivo sui governi e riescono a bloccare o prevenire serie violazioni in materia di diritti umani. Il Segretariato Internazionale, dopo circa 15 anni di uso estensivo della tecnica e sulla base di statistiche raccolte, valuta

Ricorda che mentre in Italia il network AU scrive e invia appelli in favore di un prigioniero, nel resto del mondo, amici e sostenitori stanno facendo la medesima cosa: scrivono e inviano appelli proprio come fai tu! Le autorit del Paese in questione riceveranno, quindi, centinaia di telegrammi, lettere, e-mail e fax lo stesso giorno e per tutta la durata dellazione.

MANUALE AZIONI URGENTI

che Amnesty International ha potuto constatare miglioramenti in pi di un terzo dei casi per cui siano state emesse Azioni Urgenti. Ci vuol dire che in almeno un caso su tre un prigioniero stato rilasciato, una persona che era scomparsa ricomparsa, una condanna a morte stata commutata, a un prigioniero ammalato sono state concesse le cure necessarie etc I fatti concreti sono pi convincenti delle statistiche.

Quella che segue la storia e la testimonianza di Coronado Avila tratta dallAU emessa il 3 marzo 2000 (AU 55/00 Honduras). Coronado Avila, Lombardo Lacayo e Horacio Martinez, tre attivisti di base della campagna in difesa della terra e dei diritti dei contadini in Honduras, hanno subito minacce di morte. LAU stata emessa il 3 marzo 2000. Nel luglio 2001 Coronado Avila ha scritto la seguente lettera a tutti coloro che hanno scritto appelli in suo favore:

Cari Amici, lasciatemi dire dal profondo del cuore quanto sono grato a tutti quelli di voi che lavorano per unorganizzazione cos prestigiosa come Amnesty International che combatte per il rispetto della vita e dei diritti universali. Ringrazio inoltre Amnesty per il suo supporto e aiuto ricevuto il 3 marzo 2000, quando ero perseguitato e la mia vita era minacciata. Non dimenticher mai la gente che ha aiutato me e la mia organizzazione, COPA (Coordinamento delle Organizzazioni Popolari di Aguan) []. Inne mi piacerebbe esortarvi a non scoraggiarvi nel vostro lavoro per aiutare quegli uomini e quelle donne che sollevano le loro voci per protestare in favore della loro gente. Amici, prego Dio che vi dia una lunga vita, tanta saggezza e un cuore pieno di amore e solidariet. A tutti gli uonimi e le donne che mi hanno aiutato, mando i migliori auguri dal profondo del mio cuore. Coronado Avila M.

AMNESTY INTERNATIONAL - SEZIONE ITALIANA

Unaltra testimonianza ci viene fornita da un difensore dei diritti umani palestinese tratta dallAU emessa il 25 luglio 2001 (AU 132/01 Israele). Nel luglio 2001 il Gruppo palestinese di Monitoraggio dei diritti umani (PHRMG) ha scritto la seguente lettera ad Amnesty International dopo che unAzione Urgente era stata emessa a favore di una persona del loro sta, Abed al-Rahman al-Ahmar che stato torturato durante linterrogatorio.

Cari Amici, vorrei condividere con voi, a nome del nostro ricercatore Abed al-Rahman alAhmar, la nostra pi profonda gratitudine per il paziente lavoro e coraggio dimostrato dal network di Amnesty International. Abbiamo gi ricevuto centinaia di copie di lettere, dallAustralia alla Germania e da altri Paesi del mondo, e il suo usso continua ad arrivarci via e-mail o via fax. Ci potrebbe apparire come un insignicante contributo ai diritti umani e alla democrazia nel mondo, invece non cos. La democrazia e i diritti umani crescono e si sviluppano lettera dopo lettera. Mi sarebbe piaciuto che aveste visto le vostre lettere brandite dallavvocato di Abed in tribunale. Il vostro lavoro pieno di signicato. Si, Abed tenuto ancora sotto detenzione amministrativa, ma il vostro sostegno pi importante che mai. Mi piacerebbe anche ringraziarvi, a suo nome e a nome di tutto lo sta, perch il vostro supporto ci guida e ci infonde coraggio nella nostra battaglia per i diritti umani, per la democrazia e la giustizia. il Direttore del PHRMG

MANUALE AZIONI URGENTI

Struttura di unazione urgente


COME ARRIVANO LE INFORMAZIONI Sono molti i canali attraverso cui possono arrivare al Segretariato Internazionale informazioni suscettibili di dare origine a unAzione Urgente: le famiglie e gli avvocati dei prigionieri che, allarresto o alla scomparsa di un familiare si rivolgono a volte al Segretariato Internazionale, a volte alla loro Sezione nazionale; i giornali, le organizzazioni giornalistiche, agenzie stampa che, anche tramite contatti diretti, informano Amnesty International delle violazioni che avvengono in vari Paesi; le altre organizzazioni e movimenti per i diritti umani, che conoscendo il lavoro specico e diretto di Amnesty International sui prigionieri, informano quando vengono a conoscenza di un caso di arresto arbitrario, di tortura, di temuta esecuzione extragiudiziale etc.; altri contatti che Amnesty International ha con chiese locali, comunit di rifugiati e organizzazioni umanitarie che possono inviare o confermare informazioni su violazioni sistematiche o speciche forme di violazione di interesse per il Movimento. Quando linformazione arriva, viene discussa, contestualizzata nella situazione dei diritti umani nel Paese cui si riferisce, rapidamente vericata; quindi, sotto la responsabilit del ricercatore principale dellarea, viene approvato un progetto di Azione Urgente. Alcune ore pi tardi, i primi messaggi per le Sezioni nazionali gi partono da Londra: la Rete Azioni Urgenti si messa in moto! Le Sezioni attivano le loro Reti, e in brevissimo tempo (poche ore a volte!) i primi appelli arrivano sui tavoli del governo del paese in cui i diritti umani sono violati. Nel caso della prima Azione Urgente, il Prof. Luiz Rossi, la notizia del suo arresto passata attraverso diverse mani; la moglie Maria spiega: Non potevamo uscire di casa, cos scrissi un biglietto a un mio vicino di casa senza che la polizia vedesse. Attraverso la nestra che era sul retro della casa e con laiuto del glio pi piccolo del nostro vicino, il messaggio pass a un prete che a sua volta lo fece avere al vescovo di Lins. Alla ne il biglietto riusc ad arrivare alla sede centrale di Amnesty International di Londra. Maria Jos Rossi fu avvisata con un telegramma di recarsi al quartier generale della polizia militare (D.O.P.S.) di San Paolo,

AMNESTY INTERNATIONAL - SEZIONE ITALIANA

UN ESEMPIO DI AZIONE URGENTE


Nella pagina seguente viene presentata una tipica azione urgente col solo proposito didattico e illustrativo. Si riferisce allo Yemen e largomento : Paura per la salvezza/rischio di esecuzione extragiudiziale Le prime righe dellazione contengono linformazione che il documento ESTERNO e ne danno la sigla generale secondo la classicazione di Amnesty: AI index: MDE 31/009/2001 Sotto lindice, in alto a destra, compare sempre la data di emissione della scheda AU: 14 dicembre 2001

per identicare il corpo di suo marito. Al suo arrivo vide suo marito vivo e le fu mostrata una pila di lettere inviate da tutto il mondo dai soci di Amnesty. Il direttore della D.O.P.S. si avvicin a lei e le disse: Suo marito deve essere pi importante di quanto possiamo immaginare considerato il numero di lettere ricevute da ogni parte del mondo. A un incontro dei Responsabili Azioni Urgenti di tutte le Sezioni di AI del mondo, avvenuto in Brasile nel 1995, Maria Jos Rossi disse: Per me lintervento di Amnesty stato fondamentale ad evitare a Luiz ulteriori torture e soprusi. Guardando la faccia del direttore della D.O.P.S., ho avuto limpressione che lui e le altre autorit avessero sentito la forte pressione di Amnesty.

C poi una numerazione specica per le Azioni Urgenti. In questo caso si tratta della trecentoventesima Azione Urgente dellanno 2001 e quindi: UA 320/01 Segue poi il nome del prigioniero e subito dopo le informazioni speciche relative al loro caso. C poi una sezione dedicata alle informazioni di base (BACKGROUND INFORMATION) che sono spesso fondamentali. Segue quindi la sezione delle azioni raccomandate (RECOMMENDED ACTION), sempre molto dettagliata. Lultima sezione dellAzione Urgente contiene gli indirizzi cui inviare gli appelli. Ogni AU ha una data di termine oltre la quale non si devono inviare appelli, se non si sono ricevute istruzioni speciche dal Segretariato Internazionale o dal Responsabile Azioni Urgenti della Sezione nazionale.

MANUALE AZIONI URGENTI

PUBLIC UA 320/01 YEMEN FEAR FOR SAFETY Badr al-Dhubai (m), aged 8

AI INDEX:MDE 31/009/2001 14 December 2001

Armed tribesmen have kidnapped eight-year-old Badr al-Dhubai to force his father to drop legal proceedings against one of their tribe. Amnesty International believes Badr al-Dhubais life is in danger, and is concerned that the police appear to have failed in their duty to secure his release. The police arrested two people in connection with the kidnap, but released them the same day. The kidnappers are members of the Al-Rashid Moneef tribe. The leader of the tribe, Sheikh Mohsen bin Maeely, is a member of the Consultative Council (parliament). Badr al-Dhubai was reportedly kidnapped near his school in the capital, Sanaa, on 27 November. The kidnappers allegedly told his family that they would not see Badr again unless his father, businessman Ahmad al-Dhubai, suspends his court action against tribesman Mohammed Saleh Bin Ojaym. Ahmad al-Dhubai is seeking about US$18,000 from Mohammed Saleh Bin Ojaym in a business dispute. The kidnappers have demanded that Ahmad al-Dhubai suspend the proceedings before the court delivers its nal decision on the case, which is expected on 26 December. Badr was apparently allowed to speak to his mother in the rst few days after he was kidnapped, but his family have not heard from him since 2 December. BACKGROUND INFORMATION Armed Yemeni tribes regularly kidnap people for ransom. At least nine people were kidnapped in this way during the year 2000, including one child. RECOMMENDED ACTION: Please send appeals to arrive as quickly as possible, in English or your own language: - expressing concern for the safety of eight-year-old Badr al Dhubai, who was kidnapped by members of the AlRashid Moneef tribe on 27 November; - noting that the government has a duty to protect its citizens, especially children, and expressing concern that the police appear to have neglected that duty in this case; - urging the authorities to do everything in their power to ensure that Badr al Dhubai is released. APPEALS TO: His Excellency GeneralAli Abdullah Saleh President of the Republic of Yemen Telegrams: President Ali Abdullah Saleh, Sanaa, Republic of Yemen Telexes: 2422 RIASAH YE Faxes: + 967 127 4147 Salutation: Your Excellency Abd al-Qader Bajamal Prime Minister of the Republic of Yemen Sanaa Republic of Yemen Faxes: + 967 1 282 669 Salutation: Your Excellency

AMNESTY INTERNATIONAL - SEZIONE ITALIANA

Minister of Interior Rashid Muhammad al-Alimi Ministry of Interior Sanaa Republic of Yemen Telegrams: Interior Minister, Sanaa, Yemen Faxes: + 967 1 251 529 / 251 566 Salutation: Your Excellency

COPIES TO: diplomatic representatives of Yemen accredited to your country.

AMBASCIATA DELLA REPUBBLICA DELLO YEMEN IN ITALIA Via Antonio Bosio, 10 - 00161 Roma Fax 06 44234763 - Tel. 06 44234299

PLEASE SEND APPEALS IMMEDIATELY. Check with the International Secretariat, or your section ofce, if sending appeals after 25 January 2002.

Questa sopra una tipica Azione Urgente normale.

Quasi sempre il Segretariato Internazionale emette e invia ulteriori informazioni sul caso (Further Information). In questo tipo di scheda possono essere richieste nuove azioni sullo stesso caso oppure pu essere indicata la ne dellAU. Le further information possono essere numerose e seguire di pochi giorni o di mesi lazione originaria.

Questa sotto un esempio di further information che informa sulla ne del caso che abbiamo visto sopra.
PUBLIC Further information on UA 320/01 (MDE 31/009/2001, 14 DECEMBER 2001) FEAR FOR SAFETY/RISK OF EXTRAJUDICIAL EXECUTION YEMEN Badr al-Dhubai (m), aged 8 AI Index: MDE 31/001/2002 24 January 2002

Badr al-Dhubai was released on 8 January, according to reports newly received by Amnesty International. Eight-year-old Badr al-Dhubai had been kidnapped by armed tribesmen on 27 November, in an apparent attempt to force his father to stop legal action against one of the tribe. Sincere thanks are due to all those who sent appeals on his behalf. No further action is requested from the Urgent Action network.

MANUALE AZIONI URGENTI

COME SI ESEGUE UNAZIONE URGENTE Vediamo come si esegue nella pratica unAzione Urgente. Appena iscritti alla Rete Azioni Urgenti (dopo la compilazione e linvio del modulo di adesione), il socio/Gruppo riceve dal Servizio nazionale le AU con la frequenza richiesta.

Normalmente il Responsabile AU spedisce la scheda AU (via e-mail, fax, posta prioritaria) entro 36-48 ore dal ricevimento dellazione stessa da Londra. Generalmente il socio/Gruppo ha a sua disposizione da quindici giorni a un mese per eseguire lazione; come abbiamo gi detto, la data di termine dellazione sempre indicata alla ne della scheda.

LE 10 REGOLE DORO PER LA STESURA DI UN APPELLO

1 2 3

leggere la scheda AU attentamente e pi volte, cos da avere chiari tutti i particolari del caso; essere incisivi nello scrivere lappello e riferire i dettagli del caso cos come si conoscono; non discutere di problemi ideologici o di politica, ricordare sempre che il messaggio deve portare benecio alla vittima e non essere un veicolo per le proprie opinioni politiche; essere educati e mostrare rispetto. Il linguaggio oensivo non mai ecace; essere diretti nellesprimere la preoccupazione per la situazione della vittima. Si pu essere incisivi e forti nellopporsi ad una violazione dei diritti umani subita dalla vittima e, tuttavia, mantenere un tono rispettoso nel messaggio;

6 7

ricordare che possibile che il destinatario degli appelli non sia a conoscenza della situazione della vittima; usare sempre una delle lingue indicate nella scheda AU. Se non si conosce la lingua locale del destinatario dellappello, si pu scrivere in inglese considerata la lingua pi ecace o nella propria lingua. Vericare sempre se le raccomandazioni sconsiglino luso di una determinata lingua; scrivere chiaramente: chi legger lappello dovr poterlo fare senza fatica; essere particolarmente accurati nellindicare i nomi delle vittime evidenziandoli o sottolineandoli;

4 5

8 9

10 cercare di scrivere il pi sintetica-

mente possibile. Solo cos sar possibile scrivere pi appelli e inviarli in maniera tempestiva.

10

AMNESTY INTERNATIONAL - SEZIONE ITALIANA

ALCUNE COSE DA NON DIMENTICARE gli appelli vanno inviati il prima possibile e con il mezzo pi rapido, compatibilmente con le proprie possibilit. Si raccomanda luso della posta elettronica, del fax, dei telegrammi, della posta prioritaria; non devono essere inviati appelli dopo la data di scadenza se non dopo aver consultato il Segretariato Internazionale o il Responsabile AU presso la Sezione nazionale; si devono seguire le istruzioni riportate sulla scheda per la preparazione dellappello; in caso di dubbi o dicolt consultare il Responsabile AU presso la Sezione nazionale.

INOLTRE UTILE NOTARE CHE la maggior parte delle schede AU contiene una sezione COPIES TO. Per i destinatari elencati in tale sezione si possono usare le fotocopie dellappello originale. Non ci si aspetta che ogni partecipante al programma AU spedisca copie del suo appello ad ogni indirizzo elencato, ma comunque importante che ne scelga uno o pi (gli indirizzi sono elencati in ordine dimportanza). In generale pu essere importante inviare copie di appelli ai mezzi di informazione (per esempio testate di giornali) elencati; non si deve mai inviare la scheda AU vera e propria a nessuno degli indirizzi delle autorit del Paese considerato; si pu usare il nome di Amnesty International a meno che nella scheda AU non siano date speciche istruzioni contrarie. Laddove sia appropriato utile indicare che AI si oppone alluso della tortura e della pena di morte e che si propone di favorire processi equi e tempestivi in tutti i casi e senza riserve, citando, ove possibile, i relativi accordi o trattati internazionali ai quali il Paese in questione abbia aderito; le lettere scritte a titolo professionale risultano molto ecaci. Lutilizzo del titolo professionale e di carta da lettere intestata pu impressionare le autorit e suggerire che chi scrive una persona inuente.

11

MANUALE AZIONI URGENTI

Storie a lieto ne
Alcune storie di vittime di violazioni di diritti umani che, grazie allintervento di Amnesty e allaiuto delle Azioni Urgenti, si sono concluse bene.

Aleksandr Nikitin FEDERAZIONE RUSSA: DIFENSORE DEI DIRITTI UMANI

Dita Indah Sari INDONESIA: ATTIVISTA PER I DIRITTI DEI LAVORATORI

Alto uciale della marina militare russa tra il 1974 e il 1992, stato arrestato nel febbraio del 1996 per aver pubblicizzato le conseguenze per lambiente di alcuni incidenti causati da sottomarini nucleari russi. stato accusato di alto tradimento e di spionaggio e sottoposto a un processo iniquo. Il 29 dicembre del 1999 stato assolto da tutte le accuse dalla Corte di San Pietroburgo evitando una condanna a 20 anni di prigione. I soci di Amnesty International hanno portato avanti unestesa campagna in suo favore e hanno visto la sua assoluzione come un ulteriore passo avanti verso un sistema giudiziario pi corretto nella Federazione Russa.

Leader del Centro indonesiano per le battaglie dei lavoratori, stata arrestata nel luglio del 1996, allet di 22 anni, mentre prendeva parte a una dimostrazione pacica in favore di aumenti salariali. Dopo un processo iniquo, stata condannata a cinque anni di reclusione; stata rilasciata due anni dopo, il 5 luglio del 1999. I soci di Amnesty International, hanno inviato cartoline e lettere in suo favore, ed stata organizzata una campagna internazionale per il suo rilascio. Non ci sono dubbi che tutto ci ha giocato un ruolo fondamentale per ottenere questo risultato.

12

AMNESTY INTERNATIONAL - SEZIONE ITALIANA

Gendun Rinchen TIBET: GUIDA TURISTICA

Christiana Anyanwu NIGERIA: GIORNALISTA

Gendun stato arrestato nel maggio 1993. stato tenuto in isolamento nella prigione di Lhasa per pi di otto mesi. Dopo il suo rilascio ha detto allo sta di Amnesty International: Sono convinto che il mio rilascio sia dovuto ad una forte pressione internazionale. Senza il vostro supporto oggi non mi troverei qui. Grazie!.

Caporedattore di un giornale, stata condannata a quindici anni di reclusione per tradimento. stata rilasciata nel giugno del 1998 e questa una lettera che ha inviato alla sezione canadese di Amnesty International: bellissimo essere di nuovo libera, non so spiegarvi quanto pu essere bello rivedere di nuovo il sole, ascoltare il canto degli uccelli, parlare con le persone, poter camminare liberamente, tutto questo per dirvi nalmente grazie! Grazie dal profondo del mio cuore a tutti i soci canadesi di Amnesty. Non riesco a descrivervi la sensazione di sicurezza che ho provato nel leggere tutti gli appelli che avete scritto in mio favore. Ne ho tratto tanta forza e coraggio. Grazie a tutti.

13

MANUALE AZIONI URGENTI

Documenti internazionali (utili per scrivere i vostri appelli)


Pu essere di ecace aiuto prendere un po di familiarit con questi documenti, per poter fare riferimento ad essi nella stesura dei vostri appelli. Molto spesso utile citare alcuni articoli della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani per dimostrare alle autorit cui si scrive completezza e precisione.

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI (adottata dallAssemblea Generale delle Nazioni Unite il 10 dicembre 1948) Art. 3: Everyone has the right to life, liberty and security of person. Ogni individuo ha diritto alla vita, alla libert ed alla sicurezza della propria persona. Art. 5: No one shall be subjected to torture or to cruel, inhuman or degrading treatment or punishment. Nessun individuo dovr essere sottoposto a trattamento o punizioni crudeli, inumane e degradanti. Art. 7: All are equal before the law and are entitled without discrimination to equal protection of the law. All are entitled to equal protection against any discrimination in violation of this Declaration and against any incitement to such discrimination. Tutti sono eguali dinanzi alla legge e hanno diritto, senza alcuna discriminazione, ad uneguale tutela da parte della legge.

Tutti hanno diritto ad uneguale tutela contro ogni discriminazione che violi la presente Dichiarazione come contro qualsiasi incitamento a tale discriminazione. Art. 9: No one shall be subjected to arbitrary arrest, detention or exile. Nessun individuo potr essere arbitrariamente arrestato, detenuto o esiliato. Art. 10: Everyone is entitled in full equality to a fair and public hearing by an independent and impartial tribunal, in the determination of their rights and obligations and of any criminal charges against them. Ogni individuo ha diritto, in posizione di piena eguaglianza, ad una equa e pubblica udienza davanti ad un tribunale indipendente e imparziale, al ne della determinazione dei suoi diritti e dei suoi doveri, nonch della fondatezza di ogni accusa penale che gli venga rivolta. Questi sono solo alcuni articoli della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. Il testo completo si trova su: http://www.amnesty.it/

14

AMNESTY INTERNATIONAL - SEZIONE ITALIANA

UNITED NATIONS STANDARD MINIMUM RULES FOR THE TREATMENT OF PRISONERS (adottata nel 1955. Traduzione non uciale di alcuni articoli) Art. 22.1: At every institution there shall be available the services of at least one qualied medical ocer who should have some knowledge of psychiatry. The medical services should be organized in close relationship to the general health administration of the community or nation. They shall include a psychiatric service for the diagnosis and, in proper cases, the treatment of states of abnormality. Ogni istituto di pena dovr mettere a disposizione i servizi di almeno un medico abilitato, che dovrebbe essere in possesso di nozioni di psichiatria. I servizi medici dovrebbero essere organizzati in stretta relazione con lamministrazione sanitaria generale della comunit o della nazione. Essi dovrebbero includere un servizio psichiatrico per la diagnosi e - laddove necessario - il trattamento di stati di alterazione. Art. 22.2: Sick prisoners who require specialist treatment shall be transferred to specialized institutions or to civil hospitals. Where hospital facilities are provided in an institution, their equipment, furnishings and pharmaceutical supplies shall be proper for the medical care treatment of sick prisoners, and there shall be a sta of suitably trained ocers.

I prigionieri malati che necessitano di un trattamento specialistico dovranno essere trasferiti in centri specializzati o negli ospedali civili. Nei casi in cui le strutture ospedaliere facciano parte di un istituto di pena, le apparecchiature, le attrezzature e le forniture di medicinali dovranno essere idonee alla cura e al trattamento sanitario dei prigionieri malati e dovr essere messo a disposizione personale adeguatamente addestrato. Art. 24: The medical ocer shall see and examine every prisoner as soon as possible after his admission and thereafter as necessary, with a view particularly to the discovery of physical or mental illness and the taking of all necessary measures; the segregation of prisoners suspected of infectious or contagious conditions; the noting of physical or mental defects which might hamper rehabilitation and determination of the physical capacity of every prisoner for work. Il personale medico dovr incontrare e visitare ciascun prigioniero nel tempo pi rapido possibile dopo il ricovero e ogni volta che sia ulteriormente necessario, con particolare riguardo a: lindividuazione di malattie siche o mentali e ladozione di tutte le misure necessarie; lisolamento dei prigionieri che potrebbero aver contratto malattie infettive o contagiose; la presenza di difetti sici o mentali che potrebbero ostacolare la riabilitazione; la determinazione dellidoneit sica di ciascun prigioniero al lavoro.

15

MANUALE AZIONI URGENTI

Art. 31: Corporal punishment, punishment by placing in a dark cell, and all cruel, inhuman or degrading punishments shall be completely prohibited as punishments for disciplinary oences. Le pene corporali, la punizione mediante detenzione in una cella buia e tutte le punizioni crudeli, inumane e degradanti dovranno essere proibite senza eccezione, se initte in conseguenza di infrazioni disciplinari.

Art. 37: Prisoners shall be allowed, under necessary supervision, to communicate with their family and reputable friends at regular intervals, both by correspondence and by receiving visits. Ai prigionieri dovr essere consentito, sotto la necessaria supervisione, di comunicare ad intervalli regolari con le loro famiglie e con i loro amici, sia attraverso la corrispondenza che le visite.

Come costruire un appello


In questa sezione sono riportati esempi di testi utili per la stesura degli appelli.

Inizi e Conclusioni in inglese


INIZIO DI UN APPELLO (INGLESE)
I wish to appeal to you on behalf of who is the subject of my deepest concern. My family and I are very worried about who is said to be unjustly detained in your country. I write to you out of deep concern for the current state of health of recently imprisoned is said to be currently imprisoned in your country. Please investigate. I would like to take the opportunity to call your attention to the case of I am writing to you at this time to seek your assistance in the situation of a detainee

CONCLUSIONE DI UN APPELLO (INGLESE)


We hope in the name of all the people around the world who are concerned with human rights for all people, that we will hear from you about this matter at the earliest possible opportunity. I hope to hear from you in the very near future. I and all here who share my concern would be gratied by a reply from you as soon as possible. We want you to know that our concern for the basic rights of human beings is not of a political nature. In awaiting your reply, be assured of my most respectful sentiments. Thanking you in advance for your time on this important and urgent matter, I am respectfully, Respectfully, Yours sincerely, Yours respectfully

16

AMNESTY INTERNATIONAL - SEZIONE ITALIANA

Inizi e Conclusioni in italiano


INIZIO DI UN APPELLO (ITALIANO)
Mi appello a voi in favore di il cui caso oggetto della mia profonda preoccupazione. Io e la mia famiglia siamo molto preoccupati perche sembra sia detenuto, senza motivo, nel vostro Paese. Vi scrivo in quanto preoccupato per lattuale stato di salute di arrestato recentemente. Sembra che sia stato arrestato in questi giorni nel vostro Paese. Per favore indagate. Colgo loccasione per richiamare la vostra attenzione su Vi scrivo afnch indaghiate sulla situazione di un detenuto

CONCLUSIONE DI UN APPELLO (ITALIANO)


Speriamo, anche in nome di tutte quelle persone che nel mondo sono preoccupate per le violazioni dei diritti umani, di ricevere da voi una risposta su questo caso. Spero di ricevere una vostra risposta il prima possibile. Io e tutti coloro che provano la mia stessa preoccupazione, saremmo contenti di ricevere una vostra risposta al riguardo, il prima possibile. Vogliamo sottolineare che la nostra preoccupazione relativa alle violazioni dei diritti umani non di natura politica. Nellattesa di una vostra risposta, vi rassicuro sulla natura rispettosa dei miei sentimenti. Vi ringrazio in anticipo per il tempo che dedicherete a questa urgente situazione. Rispettosamente, o Cordiali saluti, o Rispettosi saluti.

Testi in italiano
SPARIZIONE DI UNINSEGNANTE
Sono un insegnante italiano e un socio di Amnesty International. Sono stato notevolmente turbato dalla notizia della scomparsa di una collega insegnante, la Sig, avvenuta a Nairobi il 7 novembre. Vi sarei grato se poteste darmi rassicurazioni su questo caso. Vi sar, inoltre, enormemente grato se mi darete notizie sul suo luogo di detenzione. A questo proposito vorrei ricordarvi lArticolo 9 della Dichiarazione dei Diritti Umani delle Nazioni Unite che afferma Nessuno pu essere soggetto ad arresto, detenzione o esilio arbitrario.

DIFFICILE SITUAZIONE MEDICA DI UN PRIGIONIERO


Vi scrivo questa lettera in qualit di medico, per assicurarmi che al Prof, un prigioniero detenuto nella Prigione., siano garantiti un regime alimentare adeguato e un trattamento medico idoneo. Sono stato informato del fatto che il Prof soffre di polmonite ed ha urgente bisogno di essere trasferito in un ospedale per ricevere immediata assistenza. Io e i miei colleghi dellospedaleavremmo piacere di sapere da voi il prima possibile che potrete assicurare, al Prof, un adeguato trattamento medico per la sua malattia respiratoria.

17

MANUALE AZIONI URGENTI

PENA DI MORTE
Come socio di Amnesty International, lorganizzazione che si oppone alluso della pena di morte in qualsiasi circostanza, vi prego urgentemente di commutare la condanna a morte imposta al Sig, sulla base del fatto che la sua esecuzione violerebbe il diritto alla vita come proclamato nella Dichiarazione Universale dei Diritti Umani delle Nazioni Unite. Mi appello a voi afnch nessuna ulteriore esecuzione sia portata a termine nel vostro Paese.

DECESSO DURANTE LA DETENZIONE


Vi scrivo per esprimervi la mia preoccupazione sulla notizia del decesso in custodia del Sig, seguito al suo arresto avvenuto in, il 19 gennaio. Vi esorto ad aprire unimmediata indagine sulle circostanze della sua morte e a rendere pubbliche le conclusioni. Allo stesso tempo vi scrivo per chiedervi informazioni dellattuale luogo di detenzione in cui tenuto il Sig, anchegli arrestato il 19 gennaio, e vi esorto a garantire che la sua incolumit sica sia assicurata durante la detenzione.

ARRESTO DI UN COLLEGA
stata segnalata a questo studio legale la vicenda di, tre rispettati avvocati di Khartoum, sono stati recentemente arrestati per aver perorato cause inerenti i diritti umani di alcuni cittadini del vostro Paese. Crediamo possano essere considerati prigionieri di coscienza, arrestati a causa dello svolgimento della loro professione legale nel vostro Paese. Chiediamo che i tre avvocati siano rilasciati al pi presto e senza condizioni. Chiediamo, inoltre, rassicurazioni sul loro attuale stato di salute e di garantire che non saranno sottoposti a torture o maltrattamenti.

ARRESTO DI UN SINDACALISTA
Ho appreso con preoccupazione dellarresto del Sig, ex presidente dellUnione dei lavoratori delle miniere, avvenuto nella sua casa il 14 gennaio. Vi esorto a fare tutto quello che in vostro potere per stabilire dove si trovi in questo momento e per avere rassicurazioni sul suo stato di salute. Vi chiedo inoltre che venga immediatamente rilasciato, a meno che non sia stato formalmente accusato di un crimine accertabile di fronte a un tribunale.

Testi in inglese
SPARIZIONE DI UN INSEGNANTE
I am a teacher from Italy and a member of Amnesty International. I have been greatly disturbed by the news of the disappearance of a fellow teacher, Mrs. in Nairobi on November 7. I would be grateful if you would inform me of her whereabouts and give assurances that she is well-treated. I would also be grateful for news of her legal status. In this regard, I would respectfully remind you of Article 9 of the Un Declaration of Human Rights which states that No one shall be subjected to arbitrary arrest, detention or exile.

18

AMNESTY INTERNATIONAL - SEZIONE ITALIANA

DIFFICILE SITUAZIONE MEDICA DI UN PRIGIONIERO


I write this letter to you as a physician, to ensure that Professor., a prisoner held in .. Prison, is given adequate diet and medical treatment. I have been informed that he is suffering from pneumonia and urgently needs to be transferred to a hospital for immediate attention. My colleagues and I here at. Hospital would be pleased to hear from you as soon as you are able to ensure.. treatment for this serious respiratory illness.

PENA DI MORTE
As a member of Amnesty International, the organization which opposes the use of death penalty in all cases on humanitarian grounds, I urgently request that you commute the death sentence of Mr, on the basis that his execution would be in violation of the right to life as proclaimed in the United Nations Declaration of Human Rights. I appeal to you to ensure that no further executions are carried out in your country.

DECESSO DURANTE LA DETENZIONE


I am writing to express my concern over the reports of the death in custody of Mr, following his arrest in, on January 19th. I urge an immediate investigation be conducted into the circumstances of his death and that the results be made public. At the same time I write to ask you for information on the whereabouts of, who was also arrested on January 19th, and I seek assurances that this physical safety be guaranteed while in detention.

ARRESTO DI UN COLLEGA
It has come to the attention of this law rm of , that three well-respected lawyers in Khartoum have been recently arrested for their advocacy of the human rights of your citizens. We believe them to be prisoners of conscience detained because of their work as legal professionals in your country. Although we strongly urge that they will be immediately and unconditionally released, until that happens, we seek assurances of their physical safety and guarantees that they are not being subjected to torture or ill-treatment.

ARRESTO DI UN SINDACALISTA
I was concerned to learn of the arrest of Mr, the former President of the Mineworkers Union, at his house in Guatemala City on January 14. I urge you to do everything in your power to locate him and ensure that he is fairly and humanely treated. I also request that he be immediately released, unless he is formally charges with a recognizable crime and brought before a court.

19

MANUALE AZIONI URGENTI

Telegrammi
Un telegramma consta sempre di tre parti: 1. 2. 3. Lindirizzo Il testo La rma Ricorda che il testo dei telegrammi deve essere sempre breve e chiaro. La rma deve includere il tuo nome e il tuo indirizzo postale in modo tale che le autorit possano rispondere al tuo appello. Ricorda, comunque, che il costo di un telegramma dipende dal numero di parole usate, comprese le interruzioni.

Le informazioni sugli indirizzi cui inviare i tuoi appelli sono presenti nella scheda AU alla sezione APPEALS TO.

TESTI DI TELEGRAMMI (INGLESE)


Request immediate public disclosure present whereabouts arrested by treasury police (data) in front of witnesses I urge you to take quick action to ensure physical integrity of who is prominent lawyer and respected citizen in your country. We believe death sentence given is unjust and unwarranted. Please commute for humanitarian reasons. Extremely concerned about news reports here that has been placed in isolation and denied family and lawyer visits. Please allow more human treatment or unconditionally release now. Concerned about witnessed arrest then disappearance or respected magazine publisher Please investigate and report whereabouts.

TESTI DI TELEGRAMMI (ITALIANO)


Richiesta di immediata divulgazione pubblica dellattuale luogo in cui tenuto Arrestato dalla guardia di nanza il (data), di fronte a testimoni. Vi esorto a fare velocemente qualcosa per garantire lintegrit sica di, importante avvocato e rispettato cittadino del vostro Paese. Crediamo che la sua condanna a morte sia ingiusta e arbitraria. Per favore commutatela per ragioni umanitari. Estremamente preoccupato per le notizie riportate su che tenuto in isolamento e gli negata la possibilit di vedere la sua famiglia e un avvocato. Per favore concedetegli un trattamento pi umano o un rilascio incondizionato. Preoccupato per larresto e la sparizione del rispettato editore della rivista Per favore indagate e rendete noto il luogo in cui si trova.

20

AMNESTY INTERNATIONAL - SEZIONE ITALIANA

Un breve appello
Come abbiamo gi detto, anch le Azioni Urgenti siano ecaci, la quantit di appelli inviati e la velocit con cui questi arrivano alle diverse autorit, sono requisiti fondamentali. Anche una breve lettera meglio di niente. Qui sotto riprodotto un esempio di appello breve.

(indirizzo)

(data) Dear (autorit) (nome della vittima) I am writing about the case of (nome) who was arrested on (data) in (luogo). I understand that he is in poor health, and has been held without charge for several months. Please use Your inuence to ensure that he receives medical treatment and that he is charged with an internationally recognizable criminal oence and promptly brought to court or released. Please could You let me know what medical treatment (nome) has received and when, and tell me when he will be charged? I look forward to hearing from You on this important matter.

Yours respectfully, (rma) (scrivi in modo chiaro il tuo nome)

21

MANUALE AZIONI URGENTI

Breve guida alle Azioni Urgenti


Per i soci nuovi o singoli: mantenersi in contatto con un Gruppo AI (se possibile) o con la Sezione, e seguire i corsi di formazione della Sezione o della Circoscrizione qualora previsti. Per i Gruppi: crearsi una Rete Azioni Urgenti con attenzione ai settori professionali (il Gruppo deve cercare di avere contatti, se possibile, con avvocati, medici, religiosi, sindacalisti, insegnanti etc. per poter preparare e inviare rapidamente appelli da loro rmati). Seguire le istruzioni riportate sullAzione Urgente. Eseguire lazione il pi rapidamente possibile. Nei casi urgentissimi (pena di morte, tortura etc.) inviare almeno un appello via telegramma, telex, fax, posta elettronica. Non inviare appelli dopo la data indicata sullAU, senza previa consultazione con il Responsabile Azioni Urgenti. In caso di risposta da parte di autorit, inviare gli originali al seguente indirizzo: Amnesty International Sezione Italiana Ucio Campagne / Azioni Urgenti Via G. B. De Rossi, 10 00161 Roma Avvisare la Sezione in caso di modiche dei propri indirizzi (posta elettronica e posta di supercie). Per dubbi di qualsiasi tipo, contattate il Responsabile Azioni Urgenti: e-mail: ua@amnesty.it fax: 06 4490222 tel.: 06 4490238

22

AMNESTY INTERNATIONAL - SEZIONE ITALIANA

Come aderire alla Rete Azioni Urgenti


Compila questo modulo e invialo a: Amnesty International Sezione Italiana Ucio Campagne / Azioni Urgenti Via G.B. De Rossi 10, 00161 Roma Fax: 06 4490222 E-mail: ua@amnesty.it
CONFERMO LA MIA ADESIONE ALLA RETE: NOME: ............................................................................................................................................................... COGNOME: ........................................................................................................................................................ VIA: ................................................................................................................................................................... CITT: .............................................................. PROVINCIA: ............................................................................ TELEFONO:....................................................... CELLULARE: ............................................................................ FAX: ................................................................. E-MAIL: ...................................................................................

DESIDERO RICEVERE LE AZIONI URGENTI VIA: (indicare lopzione scelta) POSTA FAX E-MAIL SE E-MAIL: AVETE UN PROGRAMMA CHE PERMETTE DI LEGGERE GLI ALLEGATI? SONO ISCRITTO AD AMNESTY INTERNATIONAL: SI NO SI NO

DESIDERO FARVI AVERE LE SEGUENTI ALTRE INFORMAZIONI PERCH POTREBBERO ESSERVI UTILI: .......................................................................................................................................................................... .......................................................................................................................................................................... ..........................................................................................................................................................................
I tuoi dati sono raccolti solo per informarti sulle iniziative e sulle attivit istituzionali a favore dellAssociazione Amnesty International onlus, delle sue strutture territoriali e della Fondazione Amnesty International Sezione Italiana. In ogni momento puoi chiedere la verica, la variazione o la cancellazione di tali dati, scrivendo al Responsabile Dati, presso la nostra sede nazionale, via G.B. De Rossi, 10 - 00161 Roma. Per facilitare il nostro compito, in ogni comunicazione ti chiediamo, se sei gi socio, di precisare il codice indicato sulla tua tessera associativa.

23

MANUALE AZIONI URGENTI

24

AMNESTY INTERNATIONAL - SEZIONE ITALIANA

DIDASCALIE copertina Citt del Messico, agosto 2003: Amnesty International manifesta solidariet alle madri di centinaia di ragazze uccise nel corso di unondata di omicidi seriali iniziata nel 1993 AI pagina 1 Luiz Rossi AI pagina 2 Mostra itinerante di Amnesty International a Roma nel dicembre 1995 AI pagina 5 Turchia: i padri di N.C.S. e Fatma Polattas, due ragazze curde di 16 e 19 anni torturate nel 1999 in una stazione di polizia di Iskenderun, mostrano lazione urgente emessa da Amnesty International in loro favore AI pagina 6-7 Un tavolo per la raccolta di rme in difesa dei diritti umani allestito da Amnesty International nel 2003 AI a anco La sezione britannica di Amnesty International lancia la Campagna Cina: nessuno al sicuro nella Chinatown londinese nel febbraio 1998 AI

III