Sei sulla pagina 1di 28

~1~

Indice

1) NIKOLA TESLA a) BIOGRAFIA i) I PRIMI ANNI ii) GLI STUDI iii)LA MORTE DEL PADRE E IL LAVORO A BUDAPEST iv) LAVVENTURA PARIGINA v) LARRIVO A NEW YORK vi) LA TESLA ELETRIC LIGHT COMPANY E LE LAMPADE AD ARCO vii) LA TESLA ELECTRIC COMPANY E I MOTORI A CORRENTE ALTERNATA viii) LAVVENTURA CON WESTINGHOUSE ix) LIMPIANTO DI TELLURIDE x) LA BOBINA DI TESLA, IL SINTONIZZATORE , LA LAMPADA A FLUORESCENZA xi) LA FIERA MONDIALE DI CHICAGO xii) IL RITORNO IN EUROPA xiii) GLI ANNI D ORO xiv) COLORADO SPRINGS xv) GLI ANNI DIFFICILI , LA WANDERCLYFFE TOWER xvi) GLI ULTIMI ANNI 2) BOBINA DI TESLA a) LA STORIA b) BOBINE DI TESLA SUCCESSIVE 3) FUNZIONAMENTO DELLA BOBINA 4) UTILIZZO E PRECAUZIONI a) TRASMISSIONE ELETTRICA b) SINTONIZZAZIONE c) SCARICHE AEREE d) EFFETTO PELLICOLARE E LE PRECAUZIONI DELLALTA FREQUENZA 5) BIBLIOGRAFIA
~2~

Nikola Tesla
Nikola Tesla era un uomo avanti coi tempi alla sua epoca. E il padre di molti dei mezzi e degli oggetti che usiamo comunemente oggi. Nonostante non sia stato preso molto in considerazione alla sua epoca, ora lo si sta riscoprendo come il genio quale era.

Biografia
I primi anni
Nikola Tesla naque a mezzanotte del 9 luglio 1856 a Smiljan, in Croazia mentre imperversava un violento temporale; la levatrice, impressionata dai lampi di quella notte, disse che il bambino sarebbe stato il figlio della tempesta*. Il padre era un sacerdote ortodosso e sua madre, che non and mai a scuola e non era capace di leggere o scrivere, era molto intelligente e con grande memoria. Da ragazza memorizz migliaia di poesie e leggende della suo paese. Aveva un particolare ingegno, comune nella sua famiglia, che le consent di inventare molti accessori per alleggerire il lavoro domestico. Nikola era il quarto di cinque figli con un unico fratello, di sette anni maggiore, che mor sotto i suoi occhi cadendo da cavallo allet di dodici anni. Questa esperienza segn il piccolo Niko, che allora aveva solo cinque anni, al punto che anni dopo scrisse: Quel cavallo fu Figura 1 - Nikola Tesla responsabile delle ferite riportate da mio fratello, che gli causarono la morte. Io reo presente durante la tragica scena e, nonostante gli anni trascorsi da allora, limmagine visiva dellepisodio sempre impressa in me. Linsieme dei suoi successi faceva apparire insignificanti, a confronto, tutte le cose in cui mi impegnassi. Qualunque cosa io facessi degna di elogio, acutizzava il dolore dei miei genitori per la perdita del loro figlio maggiore. Cos crebbi con una scarsa fiducia nelle mie capacit*. Lo sforzo per essere allaltezza del fratello lo port ad impegnarsi moltissimo nello studio, anche se le sue grandi attitudini per la matematica gli rendevano difficile competere con i successi letterari del fratello. Decise perci di puntare sulle sue attitudini per sfondare in campo scientifico e rendere i suoi genitori orgogliosi di lui.

Gli studi
Fin dallinfanzia mostr, attraverso piccole invenzioni e la risoluzione di problemi pratici, grande interesse per la meccanica. Studi dapprima al Real Gymnasium di Carlstaadt, in Croazia, poi al Politecnico di Graz e infine alluniversit di Praga. Era uno studente talmente impegnato che i professori del liceo, preoccupati per la sua salute, scrissero al padre chiedendogli di convincerlo a studiare di meno. Nikola scopr le lettere solo dopo la morte del padre che, per adempiere la richiesta degli insegnanti, aveva scelto di non incoraggiare il suo tenace lavoro con elogi o frasi di approvazione. condivisibile in pieno quanto scrive R. Lomas al riguardo: Se al padre non fosse dispiaciuto tanto elogiarlo, probabilmente Nikola non avrebbe subto, nella vita, linfluenza di figure paterne che ne sfruttarono la vulnerabilit e il desiderio di approvazione. Ancora giovane invent macchine incredibili. Al liceo ebbe come insegnante di fisica teorica e sperimentale il prof. Proeshl, che era, sempre citando lo stesso Tesla, un uomo ricco dingegno, che tentava spesso di dimostrare i principi della fisica escogitando nuove invenzioni. Tra queste, ricordo un dispositivo a forma di bulbo completamente roteabile, ricoperto di uno strato di carta stagnola e predisposto per roteare ~3~

velocemente se collegato ad una macchina statica. impossibile riuscire ad esprimere in modo adeguato lintensit delle emozioni che mi provocava assistere a quei fenomeni cos misteriosi. Ogni esperimento produceva migliaia di echi nella mia mente. Volevo saperne di pi, di quella forza straordinaria. Una lezione fu particolarmente importante per le scelte future del giovane Niko, quando il professore port in classe una dinamo elettrica per mostrare agli allievi come un generatore potesse funzionare anche come motore. Tesla not che quando la macchina veniva usata come motore le spazzole metalliche che collegavano lelettricit al commutatore in movimento scoppiettavano e creavano continuamente scintille sprecando in tal modo energia: rifer queste osservazioni al docente insieme allintuizione che per anni lo avrebbe ossessionato, cio la possibilit di far funzionare un motore elettrico con corrente alternata invece che continua. Nonostante il parere nettamente contrario del pi amato tra i suoi insegnanti, Tesla continu a credere di poterlo realizzare convinto che se la corrente alternata veniva da un moto circolare, sarebbe stato possibile produrre un moto circolare per mezzo di una corrente alternata.* Durante il periodo del liceo, troppo distante dalla casa paterna, dovette essere ospitato da uno zio, colonnello in pensione; qui si ammal di malaria e venne curato dalleccentrica zia convinta che leccesso di cibo fosse da evitare in caso di persone con salute cagionevole; al riguardo lo stesso Tesla scrisse: Mia zia era una signora distinta, moglie di un colonnello che era un vecchio cavallo da combattimento, che aveva partecipato a numerose battaglie. Non dimenticher mai quei tre anni passati a casa loro. Il tenore di rigida disciplina che si viveva non era paragonabile a nessuna fortezza in tempo di guerra. Venivo nutrito come un canarino. Tutti i pasti erano deliziosi e di uneccellente qualit, ma in un rapporto di quantit inferiore del cento per cento. Le fette di prosciutto che tagliava mia zia sembravano strati di carta velina. Quando il colonnello mi metteva nel piatto qualcosa di sostanzioso, lei lo toglieva rapidamente dicendogli con fervore: << Sta attento, Niko molto delicato >>. Avevo una fame incredibile, e soffrivo come Tantalo. Ma vivevo in unatmosfera di gusti raffinati e artistici, piuttosto inusuale per lepoca. Queste privazioni e la disciplina militare dello zio lo aiutarono a sviluppare grande autocontrollo, ma consolidarono il poco sano rispetto per le figure autoritarie che gli creer non pochi problemi nella vita. Anche il tipo di studi e lambiente familiare non lo aiuteranno ad acquisire il senso degli affari. Infatti il padre, figlio di un ufficiale di Napoleone, aveva ricevuto uneducazione militare e aveva studiato per divenire ecclesiastico, uno zio era professore di matematica e un altro colonnello: nessun parente era commerciante e Nikola fu educato nel rispetto per la conoscenza e il sapere come valori intrinseci e non come fonti di guadagno. Anche la sacralit della parola data faceva parte della sua educazione, diversamente purtroppo dalle persone che incontrer in seguito.

La morte del padre e il lavoro a Budapest


Poco dopo la sua laurea mor il padre e Tesla and a lavorare da un amico di famiglia che gestiva una societ di installazione di apparecchi telefonici a Budapest: qui continu a lavorare alla sua idea di un motore a corrente alternata diventato per lui una vera ossessione; lo stress gli procur una forma di esaurimento nervoso che lo rese particolarmente sensibile ai rumori. Lui stesso disse: nel buio ho la sensibilit di un pipistrello e riesco a individuare la presenza di un oggetto alla distanza di 4 metri grazie a uno strano brivido che percepisco sulla fronte. Inoltre afferm che per lui una mosca che si appoggiava sul tavolo produceva un leggero tonfo, e una carrozza lontana un miglio gli faceva tremare il corpo. Anni dopo ricord che il desiderio di creare un campo magnetico rotante utilizzando corrente alternata gli consent di andare avanti in quel periodo e in effetti la guarigione avvenne contemporaneamente alla risoluzione del problema delle correnti. La soluzione era semplice, geniale e rivoluzionaria e gli venne in modo molto poetico mentre guardava il tramonto al parco di Budapest recitando alcuni versi del Faust di Ghoethe. Lui stesso racconta: Come il bagliore di un fulmine, in un solo attimo la verit mi fu rivelata. Disegnai con un bastoncino sulla sabbia lo schema del mio motore. Avrei dato cento misteri della Natura in cui mi fossi imbattuto accidentalmente in

~4~

cambio di quello soltanto, che Le avevo strappato a dispetto delle circostanze avverse e mettendo a rischio la mia stessa esistenza. Tutti coloro che prima di lui avevano tentato di azionare motori con corrente alternata avevano ottenuto solo di farli girare a vuoto; Tesla us due correnti alternate sfasate in modo che la prima corrente facesse fare mezzo giro allalbero motore, per poi essere sostituita della seconda che agiva sullalbero intanto che la prima invertiva il verso della corrente, ecc; in questo modo il campo magnetico ruotava e faceva ruotare il motore sfruttando linduzione magnetica senza bisogno delle connessioni elettriche che producevano scintille nel motore a corrente continua. Successivamente progett, sempre mentalmente utilizzando pochi schemi, anche un motore azionato da tre correnti alternate che chiam polifase: tutto questo prima ancora di aver costruito il prototipo del motore bifase: le sue conoscenze teoriche erano tali da dargli la certezza del funzionamento dei progetti. Nikola ebbe visioni per tutta la vita. La sua memoria visiva era cos potente da consentirgli immagini mentali talmente accurate per cui tutto quello che creava nella sua testa veniva costruito esattamente come pensato, e non ebbe mai bisogno di modificare un prototipo. Lavor sempre seguendo limmagine mentale di quello che voleva realizzare. Questa dote probabilmente derivava da un particolare disturbo ai cinque sensi, chiamata sinestesia. Tesla non lavorava per tentativi, come Edison, ma analizzava i problemi e li risolveva mentalmente prima di passare alla fase pratica. Se la matematica e la logica lo avevano convinto che una cosa poteva essere realizzata, lui si sarebbe ostinato fino in fondo per dimostrarlo, senza mai dubitare un solo istante di avere ragione. Alla fine elabor una teoria dellelettricit che avrebbe rivoluzionato il mondo1

Lavventura parigina
Dopo la vendita dellazienda telefonica di Budapest, Tesla si rec, insieme al proprietario, a Parigi dove venne assunto dalla Continental Edison, succursale francese della ditta americana. Qui conobbe il sig. Cunnigam, caporeparto della sezione motori, che gli propose di creare insieme a lui una societ per azioni, sul tipo di quella con cui Edison aveva iniziato, per sviluppare le sue idee sulla corrente alternata: purtroppo Tesla non prese sul serio la cosa, offendendo Cunnigam e perdendo unottima occasione. Port brillantemente a termine il primo incarico alla Continental Edison inventando il regolatore automatico delle dinamo, un apparecchio che consentiva a pi dinamo di operare in fase. Il direttore, invece di dargli il premio promesso gli offr 25.000 dollari a condizione che sistemasse rapidamente limpianto elettrico della Stazione di Strasburgo, esploso demolendo un muro proprio allinaugurazione davanti allimperatore e alla corte: questo guasto rischiava, oltre ad un incidente diplomatico, di far perdere credito in tutta Europa alla Continental Edison. Tesla risolse brillantemente i problemi tecnici e, grazie alle lungaggini burocratiche del governo tedesco che, dopo lincidente, voleva far controllare tutto dai suoi tecnici prima di dare il via libera, ebbe il tempo di dedicarsi alla costruzione del primo prototipo (funzionante) di motore a corrente alternata: aveva da poco compiuto ventisei anni. Ma quando torn a Parigi non riusc a farsi pagare i 25.000 dollari promessi: il direttore operativo lo mand dal ragioniere che lo mand dal presidente il quale, dopo averlo lungamente elogiato, gli disse che per i pagamenti straordinari la gestione era del direttore operativo: alla fine cap che non sarebbe stao pagato.

Robert Lomas Luomo che ha inventato il XX secolo Newton & Compton Editori

~5~

Larrivo a New York


A questo punto entr in azione Charles Batchellor, un inglese amico e collaboratore di Edison, mandato a Parigi per risolvere i numerosi problemi che gli impianti, un po pionieristici, creavano; questi convinse Tesla, non si sa come, a trasferirsi in America per lavorare alla Edison Machine Works; nel 1884 Tesla si licenzi dalla Continental Edison e con i pochi risparmi compr un biglietto per gli Stati Uniti. Arrivato a Calais per imbarcarsi si vide rubare tutti i bagagli, che contenevano anche i suoi ultimi risparmi e il biglietto per New York. La sua memoria fotografica gli permise di ricordare il numero del biglietto e grazie a questa informazione, alla lettera di presentazione di Batchellor e al fatto che nessun passeggero si present con quel biglietto, il capitano gli permise di imbarcarsi. Essendo senza bagagli Tesla non pot cambiarsi gli abiti per tutto il viaggio quindi pass buona parte del tempo a poppa nella speranza che laria di mare nascondesse linevitabile odore sgradevole. Allarrivo si trov solo, a New York, con pochi spiccioli in tasca. Mentre si aggirava nelle strade della citt, piene di gente che si affannava in tutte le direzioni, alla ricerca degli uffici della ditta di Edison, si accorse che nulla gli era familiare e nemmeno il fatto di parlare correntemente dodici lingue lo faceva sentire meno straniero in quel luogo dove sia le forme architettoniche, sia laccento, erano tanto diversi da ci cui era abituato, finch non vide allinterno di unofficina un uomo molto arrabbiato per non essere in grado di aggiustare un generatore elettrico di fabbricazione europea. Laiuto dato al meccanico newyorkese gli valse una ricompensa sufficiente a permettergli di dormire in un albergo, comprarsi vestiti nuovi e presentasi ad Edison. Si pu a buon diritto sospettare che linvito di Batchellor negli States non fosse motivato dallamicizia e dal desiderio di aiutare un giovane talento. Infatti tutta la tecnologia in cui Edison aveva sino ad allora investito si basava sulla corrente continua e la concorrenza di un motore a corrente alternata, pi facile da costruire e pi efficiente, lavrebbe messo in crisi: meglio avere dalla propria parte la concorrenza. Inoltre la corrente continua per lilluminazione domestica aveva evidenziato gravi problemi. Per avere una potenza sufficiente ad accendere molte lampadine o far funzionare motori elettrici necessario o un elevato tensionio o una corrente molto intensa (infatti: P V i ), ma le due situazioni hanno parecchi inconvenienti: lalto tensionio pericoloso per gli abitanti della casa, che rischiano di venire fulminati in caso di incidenti allisolamento dei cavi, una corrente intensa fonde i cavi di rame sottili, pertanto necessita di cavi con maggiore sezione, pi costosi; inoltre per far percorrere alla corrente distanze grandi necessario avere grandi differenze di potenziale: Edison per produrre corrente domestica con un tensionio non pericoloso non poteva allontanarsi dalla centrale pi di 800 metri. Un altro inconveniente della corrente continua che, una volta abbassato il tensionio con un trasformatore prima di farla entrare in una abitazione, non pi possibile riconvertirla ad un tensionio pi elevato, operazione invece possibile con le correnti alternate. Inoltre le dinamo a vapore di Edison non erano in grado di fornire energia sufficiente per rispondere alla crescente richiesta; per esempio limpianto di illuminazione realizzato per lHaverlys Theatre di Chicago sosteneva ben 647 luci, ma doveva essere alimentato da tre generatori distinti, uno per lingresso -atrio, uno per la platea e uno per il palco e i camerini. Edison, per aumentare la potenza dei suoi generatori, ne aveva tentato laccoppiamento, ma, poich non conosceva gli aspetti teorici del fenomeno, i suoi tentativi erano stati fallimentari. Batchellor, quando lo spinse a trasferirsi, sapeva che Tesla aveva progettato un regolatore automatico per le dinamo. (Un problema analogo si presentava con il telegrafo: il segnale elettrico viaggia velocissimo, ma dopo 20 miglia (32 Km) diventa troppo debole: ogni 32 Km perci era necessario un operatore che riscrivesse il messaggio per rispedirlo alla successiva stazione). Inoltre non tutti gli impianti di Edison avevano avuto successo: lincidente allimpianto della stazione di Strasburgo non era un caso isolato: il successo di Tesla in tale frangente faceva prevedere che la sua ~6~

collaborazione avrebbe portato grossi vantaggi alla compagnia. Nella lettera di presentazione Batchellor scriveva ad Edison: Conosco due grandi uomini e tu sei uno di loro; laltro questo giovane. . Batchellor sapeva che Edison era un uomo pratico che non amava la teoria, lavorava per tentativi e commetteva perci moltissimi errori. Sicuramente avr pensato che le conoscenze teoriche di Tesla, unite alla sua grande capacit progettuale avrebbero permesso di calcolare i possibili errori prima di arrivare alla realizzazione pratica facendo risparmiare il costo di esperimenti fatti a caso. Raggiunto finalmente lufficio di Edison, Tesla espose i concetti della sua scoperta relativa alla corrente alternata, tuttavia, quest'ultimo era un fiero sostenitore della tecnologia relativa alla corrente continua e le idee espresse dal giovane scienziato croato non suscitarono alcun interesse. Nonostante questo egli accett di lavorare per Edison e di effettuare migliorie sul motore a corrente continua (in effetti non aveva scelta, data la sua situazione economica) con la speranza di riuscire con il tempo a convincerlo della superiorit della corrente alternata. Quello che Tesla non sapeva era che in quel momento Edison era sullorlo della bancarotta, oltre ad essere preoccupato per le gravi condizioni di salute della moglie: infatti aveva molti ordini ma non era in grado di soddisfarli perch non riusciva a risolvere parecchi problemi tecnici, tra i quali laccoppiamento dei generatori: se i suoi investitori lavessero saputo si sarebbero ritirati costringendolo alla bancarotta. Perci Edison gli disse che se fosse riuscito a migliorare notevolmente i suoi motori, lo avrebbe pagato 50000 dollari. Tesla lavor duramente, dalle dieci del mattino alle cinque del mattino successivo, perch quei soldi gli avrebbero permesso di costruirsi un laboratorio privato per sviluppare liberamente le sue invenzioni. Dopo quasi un anno di lavoro present 24 nuovi progetti di macchine a corrente continua standard come sostituzione del vecchio modello di Edison, il quale rimase estasiato dal risultato ma non diede i soldi promessi: alla richiesta di spiegazioni rispose semplicemente: Tesla, tu non capisci il nostro humor americano e, a questo punto, Tesla si dimise. Resta un mistero come Tesla sia riuscito a farsi ingannare per ben tre volte dalla societ di Edison. Tenta di spiegarlo R. Lomas con queste parole: Ancora una volta, Tesla era stato preso per i fondelli da una societ di Edison. La prima volta si sar consolato al pensiero che Edison poteva non essere stato al corrente di quello che era successo. Altrimenti, per quale altro motivo si era convinto ad attraversare mezzo mondo, perdendo tutto ci che aveva per pagarsi il viaggio, soltanto per lavorare diciotto ore al giorno, sette giorni la settimana per Edison. Aveva persino concesso a Edison il beneficio del dubbio per le sue iniziali ostilit nei confronti della corrente alternata. Nella frenesia della sua adorazione per Edison, si era fatto notare per impressionarlo con le sue capacit, mostrandogli come le imperfezioni delle macchine a corrente continua che aveva progettato potessero essere risolte, permettendogli di confermare l'iniziale successo commerciale del sistema a corrente continua. Edison non era per interessato alla devozione di Tesla, e lo considerava semplicemente un barbaro che casualmente conosceva bene i motori. A quell'epoca Edison non era mai stato in Europa, e per lui il vecchio continente rispondeva all'immagine confusa di un luogo barbarico e sottosviluppato. Una volta fu udito chiedere addirittura a Tesla se non avesse mai mangiato carne umana, magari pensando che la Croazia facesse parte di una giungla incivile situata nell'Europa centrale. Ma Tesla non era un barbaro selvaggio, e la realt lampante della promessa verbale non mantenuta gli fece infine aprire gli occhi. Era stato cresciuto come un gentiluomo europeo, in una famiglia che per generazioni aveva servito la Chiesa e l'esercito; dal suo punto di vista, la parola di un gentiluomo era sacra. Cos, il giovane serbo si licenzi immediatamente, non pensando alla sua posizione personale. Un anno dopo il suo arrivo in America, era di nuovo senza lavoro; ma questa volta aveva ormai un buon titolo di ingegnere elettrico, con una grandissima esperienza acquisita lavorando nella rispettabile Edison Electric Light.2
2

Robert Lomas Luomo che ha inventato il XX secolo Newton & Compton Editori

~7~

La Tesla Electric Light Company e le lampade ad arco


Successivamente un gruppo di investitori lo contatt per offrirgli la possibilit di fondare una societ per azioni, la Tesla Electric Light Company per produrre lampade ad arco per lilluminazione stradale. Per capire le ragioni degli investitori, che fin dallinizio non coincidevano con quelle di Tesla, bisogna fare una piccola premessa. A quei tempi lilluminazione domestica utilizzava principalmente nelle citt era il gas, che veniva prodotto dal carbone attraverso un processo detto distillazione (combustione in ambiente chiuso) e portato nelle case attraverso tubi; il gas aveva parecchi inconvenienti: se la fiamma della lampada si spegneva e nessuno se ne accorgeva il gas mortale fuoriusciva libero; se poi le tubature poste in ambienti chiusi perdevano era altissimo il rischio di esplosioni; inoltre le lampade a gas per lilluminazione pubblica necessitavano di un operatore che le accendesse una per una alla sera e le spegnesse al mattino. Lilluminazione elettrica di Edison evitava il rischio di fughe di gas e permetteva di accendere e spegnere molte lampadine con un solo clic dellinterruttore posto anche a distanza, ma aveva grossi limiti: limpianto di illuminazione non poteva distare pi di 800 metri dalla centrale che produceva la corrente, e le lampade erano troppo deboli per lilluminazione stradale: il successo degli impianti ad illuminazione elettrica era pertanto limitato alle utenze domestiche vicine alle centrali di Edison o a quei privati abbastanza ricchi da permettersi una centrale in casa, oppure ad edifici pubblici quali i teatri. Per lilluminazione delle strade veniva utilizzato ancora il gas; lunica alternativa possibile era la luce ad arco messa a punto circa dieci anni prima, intorno al 1876, dal russo Paul Jablochkoff che aveva in tal modo illuminato lAvenue e la Place de lOpra a Parigi: Tesla aveva avuto modo di vedere e di studiare tali impianti. Le lampade ad arco erano inoltre utilizzate da molti fari. 3 Edison non si era mai interessato a questa tecnologia, quindi cera una nicchia di mercato completamente libera nel settore dellilluminazione pubblica e industriale. Inoltre le lampade ad arco potevano sfruttare tutta la rete di centrali di corrente continua impiantate da Edison in citt, cosa che non sarebbe stata possibile per i motori a corrente alternata di Tesla. Tesla accett, con la convinzione che dopo il successo delle lampade ad arco si sarebbe potuto dedicare alla produzione dei suoi motori a corrente alternata. Svilupp una lampada ad arco che era pi semplice, sicura e meno costosa di quella di Jablochkoff. La brevett e venne immediatamente installata in tutta la citt. Ma ancora una volta la sua inesperienza nel mondo degli affari gli procur una cocente delusione. Infatti i suoi soci, esperti del mondo della finanza, oltre ad un magro stipendio, gli avevano assegnato delle azioni in modo da renderlo socio, ma in numero tale da non dargli potere decisionale. Perci quando Tesla torn alla carica con la corrente alternata si trov di fronte al netto rifiuto di persone che non desideravano abbandonare una fonte sicura di guadagno per investire capitali enormi, che forse non possedevano
3

La lampada ad arco sfrutta larco voltaico, una scarica che si forma tra due elettrodi di carbone posti alla distanza di alcuni millimetri; viene alimentato da una corrente di qualche ampre sotto tensione di qualche decina di volt; funzionando con molta corrente ed un tensionio basso, necessita di fili di rame spessi; lanodo si riscalda fortemente per il bombardamento cui sottoposto da parte degli elettroni emessi dal catodo: a pressione ordinaria la temperatura della zona di anodo interessata dalla scarica si aggira intorno ai 4000C; in questa zona lanodo si scava a cratere e diventa sorgente luminosa di grandissima brillanza. Il grosso limite di queste lampade sta nel fatto che gli elettrodi di carbone si consumano e quando si esauriscono la scarica si estingue ed necessario sostituirli; la candela di Jablochkoff utilizzava due aste di carbone parallele e della stessa lunghezza, separate da un sottile strato di gesso e appoggiate su corti tubi di ottone collegati alla fonte di energia. La parte superiore delle aste era collegata da un sottile filamento di carbone che, al passaggio della corrente bruciava innescando larco: col passare del tempo le aste si consumavano contemporaneamente al gesso che si sgretolava un po alla volta abbassandosi insieme alle aste lasciando cos la possibilit allarco di formarsi tra le punte delle aste. Dopo novanta minuti le aste si consumavano e venivano automaticamente sostituite da due nuove candele; un limite di queste lampade sta nel fatto che potevano essere accese una sola volta: se veniva a mancare la corrente larco si estingueva e in mancanza dellinnesco non si riaccendeva pi.

~8~

nemmeno, nella costruzione di infrastrutture per la distribuzione di corrente alternata necessarie se si volevano vendere impianti a corrente alternata. Lanciarsi in un investimento sui motori a corrente alternata costituiva in rischio altissimo, se si considera che la costruzione delle infrastrutture doveva essere fatta prima di sapere se alla gente sarebbero poi interessati gli impianti e che durante questo tempo qualcuno poteva proporre un nuovo sistema pi efficace. Edison, che dal punto di vista tecnico era un superficiale e non era uno scienziato, aveva per una grande abilit nel vendere, ed era riuscito ad assicurarsi persone che volessero le sue lampadine prima ancora di costruire la prima centrale elettrica. Dopo i primi successi, aveva dedicato tutte le sue energie alla pubblicit dellilluminazione elettrica per poter contrastare le potenti societ del gas, il cui mercato era messo in pericolo dallelettricit e che quindi facevano di tutto per screditare il concorrente e impedirgli di espandersi. A questo punto decise di abbandonare la societ, ma quando cerc di vendere le sue azioni scopr che se una societ non quotata in borsa le azioni possono essere vendute solo ad uno degli altri soci, e nessuno di loro volle comprare le sue azioni. Tesla rimase ancora una volta senza lavoro, senza soldi e non gli vennero neanche riconosciuti i brevetti sulle cose che aveva sviluppato. Ancora una volta Tesla si allontan da uomini che, per la sua educazione, non poteva definire indegni, ma che non riusciva a comprendere, e con i quali non avrebbe potuto continuare a collaborare. Questa volta non vi sarebbero stati altri posti di lavoro disponibili per un uomo che stava acquisendo la reputazione di persona con la quale era difficile lavorare. . Lossessione per la corrente alternata lo aveva allontanato da ci che altri avrebbero considerato una buona carriera in un settore promettente. I sogni del giovane serbo non rispondevano alla dura realt del mondo degli affari dellOttocento.* Per tutto lanno successivo trov lavoro come operaio, scavando buche e fossati per le strade. Disse che fu il periodo peggiore della sua vita.

La Tesla Electric Company e i motori a corrente alternata


In ogni caso, continu a lavorare sulle sue invenzioni durante questo periodo e gli vennero riconosciuti alcuni altri brevetti. Mentre lavorava come operaio per le strade, il caposquadra del suo gruppo lo port a parlare con il manager della Western Union Telegraph Company, A.K. Brown, il quale non solo era a conoscenza del progetto di Tesla sulla corrente alternata ma sosteneva anche che questultimo era migliore di quello di Edison. Nel 1886 Brown, e un amico misero i capitali e formarono insieme la Tesla Electric Company specificatamente per sviluppare un motore a corrente alternata insieme a generatori, trasformatori e tutto quanto fosse necessario per un impianto completo di produzione, diffusione ed utilizzo della corrente alternata: a Tesla fu dato il 50% delle azioni con il voto di maggioranza e agli altri due soci laltro 50% p i met quota per ogni invenzione che Tesla fosse riuscito a vendere. Tesla costru tre gruppi completi di motori a corrente alternata. Il pi semplice, monofase, utilizzava due fili e una frequenza di 60 cicli al secondo (la corrente invertiva direzione 60 volte al secondo): i nostri impianti domestici sono di questo tipo, con la differenza che in Europa si usano 50 cicli al secondo. Gli altri due sistemi, bifase e trifase, utilizzavano rispettivamente due e tre correnti alternate; il bifase era semplice da costruire, mentre il trifase generava una maggior potenza ed era quindi adatto ad un uso industriale. Nei mesi successivi invent altri quaranta tipi di motori, trasformatori e generatori. I trasformatori erano lasso nella manica del sistema a corrente alternata; si poteva infatti produrre corrente ad alta tensione e bassa intensit, che pu essere trasportata lontano con fili sottili, poi ridurre la tensione aumentandone lintensit con un trasformatore prima di farla entrare nelle case dove poteva essere utilizzata senza danni. Dopo sei mesi mand il suo motore bifase alla Cornell University, dove gli esperimenti mostrarono che le ~9~

sua efficienza era pari o maggiore dei migliori motori a corrente continua. Nellanno successivo (1888) gli vennero concessi trenta brevetti che consentivano alla sua societ di ottenere il controllo commerciale completo dellindustria, non ancora nata, della corrente alternata.

L avventura con Westinghouse


Venne poi invitato a tenere una conferenza sul suo impianto presso lIstituto americano di ingegneria elettrica: nel suo discorso, diventato un classico di ingegneria elettrica, esponeva la teoria della corrente alternata presentando i dati matematici e le dimostrazioni pratiche delle macchine elettriche, dimostrando come i suoi brevetti rappresentassero il futuro dellelettricit. Con il senno di poi i moderni ingegneri ritengono Tesla superiore a Faraday quanto ad importanza di scoperte sullelettricit. Nel frattempo Brown si era accorto che per vedere la realizzazione del progetto e avere degli utili occorreva un nuovo finanziatore: ritenne pertanto utile invitare alla conferenza di Tesla George Westinghouse, un imprenditore che oltre ad essere un ingegnere elettrico, proprietario di una fabbrica di materiale rotabile fondata dal padre e ad avere al suo attivo linvenzione di uno scambio per rotaie, un freno ad aria compressa per i treni e un dispositivo che blocca un treno se una parte di esso si sgancia, era gi in qualche modo inserito nel settore della corrente alternata. Infatti alle sue dipendenze aveva una squadra di validi ingegneri, tra i quali William Stanley, che aveva realizzato due anni prima nella sua citt di origine, Great Barrington (Massachusetts) un impianto di illuminazione a corrente alternata. Ma limpianto di Westinghouse aveva le stufe, ma non aveva i motori e nemmeno le lampadine, poich Edison, che deteneva il brevetto, non ne consentiva luso ai suoi concorrenti; il problema delle lampadine venne risolto con un vero e proprio imbroglio, comprando il brevetto di una lampada molto meno efficiente di quella di Edison e commercializzando poi copie di quella di Edison spacciandole come rispondenti al brevetto acquistato. Questo metodo poteva servire per solo fino a quando non si fosse conclusa la causa ovviamente intentata da Edison, ma nel frattempo, tra un ricorso e laltro, la Westinghouse aveva il tempo di trovare unaltra soluzione, o addirittura di arrivare al termine del brevetto di Edison a forza di ricorsi. Perci Tesla era per Westinghouse la persona giusta al momento giusto. Dopo un mese dalla conferenza Westinghouse fiss un appuntamento a Tesla, che rimase molto colpito da questuomo, pi vecchio di lui di dieci anni, tanto che in seguito scrisse: Le prime impressioni sono quelle che restano. Mi piace pensare a Westinghouse come mi apparso quando lo vidi per la prima volta: la tremenda energia di quelluomo aveva solo in parte assunto una forma cinetica, ma persino ad un osservatore superficiale sarebbe risultata evidente la sua forza latente. Sempre sorridente, affabile ed educato, era in netto contrasto con gli uomini rozzi e distratti che avevo conosciuto sino ad allora* Anche Westinghouse rappresentava il tipo di figura paterna rispetto alla quale Tesla desiderava in ogni modo dimostrare il proprio valore: gli mostr i suoi lavori e labile industriale gli propose di comprare i suoi brevetti per un milione di dollari; Tesla, senza rendersi conto che la cifra proposta era la met di quanto laltro fosse disposto a pagare, accett, aggiungendo, a dimostrazione che qualcosa aveva imparato dalle passate fregature, un dollaro per ogni royalty di cavallo vapore. Westinghouse gli propose quindi un impiego nella sua fabbrica di Pittsburgh per occuparsi del controllo della produzione. In realt cera un problema da risolvere subito, perch la corrente prodotta dalle apparecchiature di Stanley aveva una frequenza di 133Hz, mentre quella necessaria ai motori di Tesla era molto pi bassa. Arrivato a Pittsburgh Tesla ebbe grandi difficolt a lavorare con Stanley, sia perch aveva sempre lavorato da solo, sia perch non sopportava avere delle scadenze da rispettare. Inoltre i motivi di disaccordo erano molti e nessuno dei due voleva cedere: Tesla sapeva che i suoi motori non avrebbero mai reso bene con la frequenza troppo alta di 133Hz, mentre Stanley era convinto che una maggiore frequenza avrebbe reso i trasformatori pi ~ 10 ~

efficienti; Tesla dal canto suo riteneva i propri trasformatori che lavoravano a 60Hz migliori di quelli di Stanley; egli voleva utilizzare corrente bifase, perch il motore bifase era il pi efficace, questultimo invece preferiva il monofase per risparmiare. Alla fine Westinghouse propose a Tesla di ritornare a New York per continuare le ricerche e trovare il modo di neutralizzare la cattiva pubblicit che nel frattempo Edison stava facendo alla corrente alternata; questi era arrivato al punto di fare pubbliche dimostrazioni nelle quali faceva uccidere animali con la corrente alternata per dimostrarne la pericolosit. La campagna fu talmente efficace che nel 1888 lassemblea legislativa dello Stato di New York eman una legge che consentiva luso della sedia elettrica (alimentata da corrente alternata) per le esecuzioni capitali, ritenendola pi efficace ed indolore dellimpiccagione. Tornato alle sue amate ricerche, che adesso poteva permettersi, Tesla cominci ad interessarsi agli effetti della trasformazione di frequenza della corrente. Venne anche a sapere che alla fine Stanley aveva dovuto utilizzare la bassa frequenza per avere un impianto efficace.

Limpianto di Telluride
Nel frattempo Westinghouse si dava da fare per contrastare la pubblicit di Edison volta a screditare la corrente alternata. Per prima cosa organizz una pubblica dimostrazione in cui arrostiva una bistecca in meno di due minuti con la corrente continua a 115V, quella usata nelle case da Edison. Ma, per dimostrare la validit delle sue apparecchiature, aveva bisogno di una prova pratica, perci accett un contratto con il consorzio Gold King per linstallazione di un intero impianto composto da: una turbina e un generatore per produrre corrente sfruttando la caduta dellacqua, una linea elettrica per trasportare lenergia 4Km pi a monte e un motore da utilizzare allinterno di una miniera doro presso Telluride. Era un vero e proprio azzardo poich nessuna di quelle apparecchiature era ancora stata costruita, ma esistevano solo nei progetti di Tesla. Limpianto di Telluride risult un successo e, con ladeguata pubblicit, pot in parte contrastare la campagna di Edison che associava in tutti i modi possibili la vecchia signora folgore (cos era chiamata la sedia elettrica) e la corrente alternata. (Non si deve dimenticare che mentre Edison sputava veleno sulla concorrenza, questa continuava a non pagargli le royalty per le lampadine che di fatto gli aveva copiato)

La bobina di Tesla, il sintonizzatore e la lampada a fluorescenza


Al ritorno da Telluride Tesla si concentr sulla risonanza 4in circuiti percorsi da correnti ad alta frequenza (1891 circa).

Risonanza: si ottiene quando venga applicata una forza ad un sistema oscillante. Per esempio un pendolo, o unaltalena, se, dopo essere stato messo in moto, viene abbandonato a se stesso tender a disperdere energia sotto forma di attrito diminuendo poco a poco lampiezza delle oscillazioni (smorzamento); ma se al sistema oscillante viene applicata una forza esterna periodica, il sistema si trova in una situazione di oscillazione forzata: inizialmente ubbidir alla forza esterna, ma dopo la prima deformazione influir anche la forza elastica destata dallazione della forza esterna e il moto sar la risultante di queste due forze. Se il periodo della forza esterna differisce da quello di vibrazione (od oscillazione) del sistema in alcuni istanti le due forze si sommano e in altri si sottraggono, perci lampiezza delloscillazione sar sempre piccola, mentre se i due periodi sono molto vicini o coincidono , allora le due forze si sommano e una forza esterna anche molto debole pu generare oscillazioni molto ampie: questa la situazione di RISONANZA. Se dallesterno diamo una spinta ad unaltalena ogni volta che questa raggiunge la massima ampiezza, abbiamo fornito una forza periodica con lo stesso periodo dellaltalena e, con spinte di poco superiori allazione degli attriti, otterremo che ad ogni oscillazione lampiezza aumenti: in questo caso siamo in una situazione di risonanza. In circuiti L,C,R (dotati di resistenza, capacit e induttanza) le correnti elettriche oscillanti entrano in risonanza per particolari valori della frequenza.

~ 11 ~

Si accorse che in circuiti elettrici provvisti di bobine e condensatori si possono ottenere effetti di risonanza, quindi, aggiungendo al momento giusto una minima quantit di energia elettrica al circuito, si potevano produrre tensioni molto alti e correnti ad alta frequenza. Queste osservazioni gli consentirono di costruire la bobina di Tesla, dispositivo che, sfruttando la risonanza, produce correnti con alta frequenza e alto tensionio. Nello stesso periodo ide anche un sistema di condensatore e bobina di sintonia, che alla base di tutte le radio e le televisioni moderne, brevettando poi entrambi i dispositivi (attenzione: questo avveniva sei anni prima che Marconi progettasse la radio). Scopr anche una propriet singolare della corrente ad alta frequenza, cio che essa non viaggia allinterno di un conduttore, ma sulla sua superficie esterna: questo oggi chiamato effetto pellicolare, ed stato sfruttato per costruire fili in acciaio (molto resistenti) con un rivestimento in rame (sul quale viaggia la corrente incontrando una resistenza ridotta). Lavorando su questo effetto si rese conto per primo che il calore, la luce, la radio, il suono, il magnetismo alternato e lelettricit alternata erano tutti fenomeni equivalenti dal punto di vista matematico. In quel periodo invent anche la lampada a gas fluorescente, tuttora in uso quando si voglia un buon illuminamento con poca spesa elettrica. Costru un lungo circuito sulla parete esterna del suo laboratorio e vi fece passare corrente ad alta frequenza con un alternatore costruito allo scopo; appese poi una serie di lampade a fluorescenza nelle quali aveva inserito dei piccoli circuiti riceventi: quando la corrente attraversava il circuito intorno al laboratorio, si produceva un campo magnetico variabile che induceva nei piccoli circuiti collegati alle lampade una corrente sufficiente ad alimentarle. Le lampade potevano essere spostate in qualsiasi posizione e la trasmissione dellenergia avveniva senza il supporto di fili. Scopr che lalto tensionio non uccide le persone se abbinato ad un livello molto basso di intensit di corrente: in realt lelevato valore della potenza ad uccidere ( p R i 2 ), perci 5 millesimi di ampre possono fermare il cuore, ma tensioni di 2 milioni di volt con una corrente da un milionesimo di ampre fa rizzare i capelli. Dopo la conferenza e la vendita dei brevetti Tesla era un nome noto ai giornalisti scientifici e, incoraggiato anche da Westinghouse che desiderava pubblicizzare lidea della corrente alternata sicura, cominci a frequentare le serate mondane di New York; divenne famoso per il suo buon gusto, la sua cultura, la conversazione gradevole unita ai modi europei e per le spettacolari dimostrazioni che dava nel suo laboratorio. Una delle pi eclatanti consisteva nel tenere in una mano il filo elettrico di una bobina Tesla e produrre una scintilla sufficiente ad accendere un sigaro con le dita dellaltra mano. Produceva scoppi e scintille che facevano parlare di lui i giornali newyorkesi. Con questo la campagna denigratoria di Edison subiva duri colpi mentre gli ingegneri di tutto il mondo cominciavano a rendersi conto che la corrente alternata era lunica in grado di essere trasportata per lunghe distanze. Mentre Tesla faceva vita mondana, lavorava ai suoi esperimenti e continuava a rimandare il viaggio per andare a trovare la madre, le due grandi societ elettriche si erano esaurite tra battaglie legali e non: Edison non aveva abbastanza fondi per andare avanti e Westinghouse, avendo perso la causa contro Edison, non poteva pi copiargli le lampade e possedeva un progetto alternativo. Entrambi finirono nelle mani dei banchieri: la societ di Edison, da Edison General Electric divenne General Electric, mentre i banchieri di Westinghouse proposero di finanziargli una nuova societ a condizione di non dover pagare le royalty dei brevetti di Tesla: cos Westinghouse gli offr 216.000 dollari per le royalty, lasciandogli credere che si trattasse di una soluzione temporanea, e Tesla, tutto preso dai suoi esperimenti e dal viaggio in ~ 12 ~

Europa, non lesse, come al solito, il contratto che invece prevedeva una vendita pura e semplice. Questo malinteso gli cost 12 milioni di dollari, ma salv limpresa di Westinghouse.

La fiera mondiale di Chicago


Nel 1893 Tesla e Westinghouse vennero contattati per installare il sistema elettrico e di illuminazione per la fiera mondiale di Chicago. Si trattava della prima fiera mondiale con lelettricit e avrebbe provato che la corrente alternata era il sistema elettrico del futuro: perci Westinghouse offr un prezzo pari alla quarta parte di quello della General Electric vincendo una commessa nella quale offriva lampade a filamento di metallo (al posto del carbone di Edison) che non erano ancora state costruite. In questa partita Westinghouse si giocava il tutto per tutto, e in meno di un anno riusc a realizzare le lampade con filamento in ferro.

Il ritorno in Europa
Dopo la vendita delle royalty, Tesla part per lEuropa: tenne una conferenza a Londra, allIstituto Britannico di ingegneria elettrica, e un convegno a Parigi, allistituto di ingegneria elettrica francese, poi si rec dalla madre che trov in fin di vita. Si trattenne per alcune settimane passando le giornate accanto a lei finch non mor. Dopo il funerale ebbe un collasso e perse la memoria; non si pu dire quale parte abbiano avuto nella perdita di memoria gli esperimenti in cui si faceva attraversare il corpo dalla corrente, in particolare quando la faceva passare attraverso la testa sperimentando una piacevole sensazione di sonnolenza che riteneva di poter utilizzare per scopi medici. Riprendendosi, recuper un po alla volta la memoria, ma divenne ancora pi introverso. Pi tardi scrisse: Dopo aver recuperato la salute, cominciai a formulare progetti per riprendere il mio lavoro Sentivo di dovermi concentrare su qualche grande idea Il dono della forza della ragione ci viene da Dio, dallEssere Divino, e se concentriamo le nostre menti su queste verit, stabiliamo unarmonia con questa grande forza. Mia madre mi aveva insegnato a cercare ogni verit nella Bibbia; e cos dedicai i mesi seguenti allo studio di questopera. .. Cominciai cos a ristudiare attentamente la Bibbia, e scopr la chiave nellApocalisse Non disse mai che cosa aveva visto nellApocalisse, ma da allora si interess ai grandi fenomeni naturali. Tornato in America pot ancora aiutare Westinghouse negli ultimi preparativi per la Fiera mondiale di Chicago. Il primo maggio 1893, allinaugurazione, splendevano 96.620 lampade Westinghouse alimentate dai generatori di Tesla, il quale si esib, in tight, cappello a cilindro e stivali con suola di gomma, facendo roteare un uovo di metallo sospeso sopra una piattaforma di velluto, facendosi passare milioni di volt di corrente ad alta frequenza attraverso il corpo, e accendendo lampade con scintille provocate dallo schiocco delle dita. La Fiera segn la definitiva affermazione della corrente alternata e dei progetti di Tesla.

Gli anni doro


Gli anni tra il 1893 e il 1895 furono per Tesla molto produttivi: si dedic alla vita mondana e ai suoi esperimenti, avendo abbastanza denaro per non dover rendere conto a nessuno: oltre allinvenzione delle luci fluorescenti e della radiodiffusione, costru anche un tubo a raggi X e fotograf le ossa della sua mano: solo anni dopo, leggendo il trattato di Roentgen cap limportanza di questa realizzazione; invent il circuito di sintonia, il tubo catodico e il microscopio elettronico, prima ancora della scoperta degli elettroni. ~ 13 ~

Lavorava tutti giorni moltissime ore, spesso fino ad addormentarsi in laboratorio, viveva in albergo e mangiava al ristorante, cosa che far per il resto della sua vita, e tenne conferenze a Londra, Parigi e New York. La successiva grande realizzazione di Westinghouse , con i progetti di Tesla, fu la centrale idroelettrica presso le cascate del Niagara, ma per poterla collegare alla citt pi vicina, condizione necessaria a rendere redditizia limpresa, le risorse della sua societ non erano sufficienti: fu cos che Westinghouse fece un accordo con la General Electric e venne costruito un impianto che serviva lenergia elettrica alla citt di Buffalo, distante 35 Km dalla centrale di Niagara. In questo modo le due societ divennero le pi grandi del mondo. Alla fine General Electric dovette pagare a Westinghouse le royalty (quelle di Tesla), per il progetto che, dieci anni prima, Edison aveva rifiutato. Si pu dire, con le parole di Lomas che lo scherzo dei 50.000 dollari era costato a Edison la societ e la reputazione. Alla cena per linaugurazione dellimpianto Niagara-Buffalo Tesla tenne un lungo discorso nel quale esponeva le sue idee sul futuro dellenergia elettrica, di come le risorse naturali dovessero essere sfruttate per il beneficio dellumanit, della sua speranza di produrre corrente sfruttando la carica elettrica della Terra e di trasportare lenergia da un luogo allaltro senza limpiego di fili. Dopo il successo di questo impianto che fece di lui luomo che ha imbrigliato le cascate del Niagara, Tesla lavor per un anno con gli ingegneri di Westinghouse, per poi ritornarsene, nellestate del 1889, nel suo laboratorio di New York dopo aver risolto tutti i maggiori problemi. Riprese gli esperimenti e gli studi sulle frequenze delle correnti cercando di capire perch i motori funzionano meglio con basse frequenze, mentre i trasformatori preferiscono quelle alte. Per studiare i concetti di frequenza e di risonanza e le loro relazioni decise di partire dalle vibrazioni meccaniche e costru una grande piattaforma vibrante che vibrava con precisione a diverse frequenze. I risultati delle ricerche furono svariati: dalla scoperta accidentale degli effetti lassativi delle vibrazioni sullorganismo umano, a quelli pi catastrofici che si ebbero quando la piattaforma, ancorata ad una delle colonne portanti del palazzo di quattro piani, fece tremare cos violentemente ledificio da costringere Tesla a spegnere tutto per evitare il crollo. In questo modo scopr che ogni oggetto ha una sua frequenza di risonanza che lo porta al punto di rottura se scosso con tale frequenza. Calcol persino la frequenza necessaria a disintegrare la Terra, ma per fortuna non ritenne auspicabile una prova pratica. Con questi studi anticip la moderna sismologia, che utilizza la trasmissione di impulsi attraverso il terreno per individuare filoni di metallo. Passando poi dalle vibrazioni meccaniche a quelle elettriche si mise a cercare il modo di variare la frequenza di una corrente; prima utilizz interruttori meccanici che non davano le frequenze ad alta energia con precisione, poi scopr che collegando un condensatore con una bobina si otteneva un sistema che poteva risuonare fino ad un milione di volte al secondo: questo circuito detto circuito di risonanza o sintonizzatore alla base di tutte le radio e i televisori odierni. Proseguendo studi ed esperimenti e spendendo lultima parte del denaro ricevuto dalla vendita delle royalty, costru la sua prima radio trasmittente e ricevente. Nel 1893 tenne una conferenza a Saint Louis, alla National Electric Association, in cui descrisse, tre anni prima dei primi esperimenti di Marconi, la possibilit di trasmettere a distanza, senza luso di fili, segnali intelligibili. Al ritorno da Saint Louis costru molti apparecchi trasmittenti e riceventi continuando a collaudarli e a perfezionarli finch una notte del 1895, un incendio scoppiato nellappartamento sotto al suo laboratorio distrusse tutte le sue apparecchiature, carte e prototipi. A questo punto non aveva pi soldi per continuare il lavoro e solo le royalty del suo sistema di corrente in ~ 14 ~

Germania gli consentivano di non morire di fame, ma gli venne incontro il banchiere Edward Adams (il quale faceva parte del gruppo di J. P. Morgan che controllava General Electric) concedendogli 40.000 dollari con cui fond una nuova societ, ricostru un nuovo laboratorio e recuper, in due anni di lavoro, i risultati persi. Nel 1897 brevett la radio5. Poi, per far conoscere la sua invenzione, organizz uno spettacolo pubblico in cui manovrava con un telecomando una barca posta al centro della sala. Parl quindi del progetto di un sottomarino silurante in grado di caricare sei siluri, per il quale aveva anche calcolato i costi. Ma il pubblico non cap le sue argomentazioni al punto che alcuni giornalisti scrissero il giorno dopo che Tesla aveva guidato la barca con la forza del pensiero. La marina perse una grande occasione. Dopo la dimostrazione prefer mettere da parte il comando a distanza (basato sul principio della radio) e concentrare le ricerche su unaltra sua idea, la trasmissione di energia senza fili.

Colorado Springs
Nel 1899 Tesla era di nuovo senza fondi e un incidente durante un esperimento laveva convinto della necessit di un laboratorio pi grande ed isolato: aveva infatti prodotto una scintilla di 4 milioni di volt che, invece di dirigersi verso il morsetto costruito per riceverla, si era scaricata sulla struttura dacciaio delledificio rischiando di distruggerlo. Fu lavvocato L. Curtis, che si era occupato del suo primo brevetto, a fornirgli un lotto di terreno a Colorado Springs, in una zona praticamente deserta, ed ebbe anche tutta lelettricit necessaria, in quanto erano stati proprio gli impianti di Tesla a salvare lindustria mineraria locale; grazie poi ad un prestito di alcuni amici (tra cui i proprietari del ristorante in cui mangiava tutti i giorni e del ferramenta che lo riforniva) pot costruire il suo nuovo laboratorio. Le parole di Lomas lo descrivono molto bene: Visto dall'esterno, il laboratorio di Colorado Springs aveva l'aspetto di un grande granaio di legno di circa 12 m d'altezza; la facciata era dominata da grandi porte e finestre, mentre gli altri tre lati erano sostenuti da imponenti travi di legno; sull'entrata troneggiava un pilone a traliccio posto nel centro del capannone e tre volte pi alto di questo, e dalla cima del traliccio saliva un'asta di rame che a sua volta sosteneva una grossa sfera dello stesso materiale, con la quale l'intera struttura raggiungeva l'altezza di oltre 60 m dal suolo; in cima al traliccio era stato istallato un isolatore a forma di fungo. L'asta di rame scendeva allinterno del laboratorio, fino alla bobina Tesla pi grande e pi potente che fosse mai stata costruita. Tesla denomin questo dispositivo - che era in grado di generare tensioni di 100 milioni di volt (100 megavolt) - "trasformatore d'amplificazione".
Figura 2 - Il laboratorio di Colorado Springs

All'interno, la costruzione era ancora pi simile a un granaio: nel centro era posta la gigantesca bobina del trasformatore d'amplificazione, e sopra di essa il tetto si apriva sul cielo.

I sostenitori di Marconi deliberarono che Marconi non era a conoscenza del lavoro di Nikola Tesla negli Stati Uniti. Comunque i lavori "Sulla luce ed altri fenomeni di altra frequenza " (Philadelphia/St. Louis; Franklin Institute in 1893) e "Esperimenti con correnti alternate ad alto potenziale e frequenza" (London; 1892) furono diffusi in tutto il mondo e quindi possibile che in realt Marconi conoscesse i lavori.

~ 15 ~

La struttura al centro del capannone poteva sembrare a prima vista un recinto per le vendite all'asta di uno strano mercato del bestiame; il pavimento interno era composto da tavole di legno e circondato da un recinto in legno alto 2 m, lungo il cui perimetro correva un grosso cavo elettrico. Dall'apertura sul tetto scendeva un palo verticale di legno, che come in un grande tendone del circo arrivava proprio nel centro del recinto, terminando all'interno di una grande gabbia sollevata da terra. Come se fosse situata tra un podio troppo grande del banditore d'asta e la gabbia degli animali, la struttura era composta di travi di legno verticali di circa 3 m d'altezza. Lungo il recinto circolare correvano diversi avvolgimenti di filo elettrico,, che formavano cos una gigantesca bobina. La gabbia era sostenuta da una piattaforma alta e sottile, composta di travi di legno grezzo e situata a circa un metro dal pavimento del cerchio. I diversi oggetti nel recinto apparivano come un branco di creature surreali: un cilindro in verti cale sorretto solidamente da quattro piedi piatti; una struttura simile a una giraffa dalle zampe eleganti e dal collo lungo come un'asta, e una sfera di rame al posto della testa; due cilindri tarchiati in verticale senza gambe, e di fronte un cilindro alto sottile e allampanato, su quattro gambe, con un ciuffo di filo elettrico sulla testa. All'esterno del recinto, come schiere di allevatori accalcati per l'asta, file e file di condensatori tozzi e quadrati si stringevano attorno al recinto come se gli occhielli metallici dei loro Figura 3 - Le componenti del grande trasmettitore damplificazione di Tesla morsetti stessero cercando di allinterno del recinto di protezione. stabilire il valore di quelle strane creature in parata. Vicino all'ingresso c'era un trasformatore alto e scanalato, come un portiere in uniforme a righe di guardia all'entrata. II trasmettitore era in grado di generare 10.000 watt di potenza, sufficienti ad accendere in media duecento lampade. Gli avvolgimenti del trasformatore avevano la forma di una spirale allungata; e il dispositivo era stato progettato per ricevere impulsi di corrente alternata a basso tensionio provenienti dalla centrale elettrica locale, e trasformarli poi in tensioni molto alti e frequenze molto pi elevate: gran parte degli esperimenti di Tesla in Colorado venivano effettuati a delle frequenze comprese tra i 480 e i 130.000 cicli al secondo. In questo periodo tenne un diario, in modo da rendere pi agevole il lavoro del suo assistente che era rimasto a New York: questo diario, poi pubblicato, una fonte preziosissima sui suoi esperimenti, in quanto Tesla si affidava preferibilmente alla memoria e scriveva solo lessenziale. In questi diari sono esplicitati i tre obiettivi della sua ricerca: sviluppare un trasmettitore di maggiore potenza, perfezionare i mezzi per individuare ed isolare lenergia trasmessa, verificare le leggi della propagazione della corrente attraverso la Terra e la sua atmosfera. Costru apparecchiature molto precise ~ 16 ~

per misurare i campi elettrici e li us durante i temporali verificando che la potenza dei fulmini ha un andamento oscillante, aumenta fino ad un valore massimo, diminuisce per poi ripetere landamento; scopr che il fulmine produceva quella che in termini moderni viene detta onda stazionaria; questo effetto dimostrava che la Terra e latmosfera erano cariche elettricamente (nel 1997 le osservazioni di temporali dalla stazione spaziale Mir diedero unulteriore conferma del fenomeno).

Tesla misur anche la frequenza di risonanza elettrica della Terra: circa 10 cicli al secondo (con le moderne tecnologie il valore ottenuto molto vicino a quello di Tesla:7,8 cicli/sec) Con questi studi Tesla era molto pi avanti di Hertz e di Marconi che avevano usato frequenze molto pi alte senza far risuonare la Terra; Tesla usando frequenze pi basse (quindi lunghezze donda grandi) aveva creato onde dette a bassissima frequenza che sono in grado di raggiungere qualunque luogo sulla superficie terrestre e nel mare, ma questa propriet venne sfruttata molti anni dopo la sua morte. Se Tesla non fosse stato tanto perfezionista e preso dallansia di nuove scoperte avrebbe potuto sviluppare i suoi brevetti in prodotti commerciali come fece Marconi che divenne famoso coprendo con il suo segnale radio distanze irrisorie rispetto a quelle dellapparecchio di Tesla. Sempre a Colorado Springs scopr il principio dellantenna risonante, lo stesso che si usa ancora oggi, cio che unantenna lunga della lunghezza dellonda trasmessa entra in risonanza e amplifica il tensionio sul ricevitore; scopr che le diverse frequenze di vibrazione producevano delle onde stazionarie di diverso tipo nella sua asta in rame, cio aveva ottenuto segnali con diversa lunghezza donda; cambiando la lunghezza dellasta poteva ottenere il massimo tensionio nella sfera ricevente: aveva ottenuto il modo di sintonizzare lantenna ricevente sul segnale in arrivo.
I moderni cellulari sfruttano lantenna di sintonizzazione di Tesla.

Nel tentativo di trasmettere lenergia elettrica attraverso laria (o meglio etere come allora veniva chiamato il mezzo meccanico in cui le onde elettromagnetiche si propagavano, prima che Heinstein dimostrasse che esse, a differenza di quelle acustiche, non hanno bisogno di un mezzo per propagarsi) Tesla cre i fulmini. Infatti perch il segnale fosse abbastanza potente doveva avere tensioni alti e per ottenerli doveva solamente sfruttare leffetto di risonanza tenendo la corrente nel circuito pi a lungo; la prima volta tenne in tensione la grande bobina per un secondo e ottenne una grande scintilla dallerogat ore di rame, poi ordin allassistente di tenere linterruttore acceso per pi tempo e la grande scintilla aument fino a diventare un fulmine lungo 60 metri che produsse un tuono che fu udito a 30 Km di distanza: non ci fu bisogno di interrompere la corrente perch il fulmine aveva creato un sovraccarico tale da incendiare il generatore locale. Dopo una settimana, nella quale si dedic ad aggiustare il generatore, che fra laltro forniva lenergia allintera citt, riprese gli esperimenti e scopr come trasferire energia senza fili; Per il collaudo pose un certo numero di apparecchi riceventi in tutta la citt, allontanandoli poi dallemittente per verificare il raggio dazione. Quando le duecento lampadine collegate ai ricevitori si illuminarono Tesla ebbe la certezza di avere ottenuto il suo scopo con un raggio dazione di 42Km. Ottenne il primo brevetto nel

~ 17 ~

marzo 1900 ed entro il 1902 tutti gli altri relativi alla trasmissione di corrente senza fili. Limportanza di questa scoperta risiede nel fatto che lenergia elettrica, trasmessa senza fili, non subisce le inevitabili dispersioni dovute alla resistenza che surriscalda il filo. Ottenuto questo risultato, sempre senza preoccuparsi dei possibili aspetti commerciali della sua scoperta, si dedic a scoprire i segreti dei fulmini al fine di costruire una Figura 4 - L'interno del laboratorio di Tesla con i lampi macchina per produrre i fulmini.
creati dalla bobina.

Dai suoi appunti appare chiaro che aveva scoperto come creare il plasma, che la parte centrale di un fulmine globulare, settantanni prima che si iniziasse ad usare la parola plasma. Il plasma si produce quando un campo elettrico provoca lespulsione di alcuni elettroni dalle molecole di un gas; questi, insieme ai loro ioni, formano un gas ionizzato che sprigiona luce; la luce e il calore del Sole sono prodotti dal plasma in esso contenuto, e anche la lampada a gas fluorescente, inventata da Tesla, sfrutta gli effetti luminosi del plasma. Il fulmine globulare prodotto durante un temporale come un Sole con dimensioni ridotte. Oggi si ritiene che i fulmini globulari siano masse di plasma generate da flussi di corrente elettrica e tenute insieme da potenti campi elettromagnetici che mantengono laria ionizzata allinterno. Essi sono generati da un effetto di risonanza con il campo elettromagnetico della Terra, ma per crearli occorre moltissima energia: servono 5000 Watt per generarne uno del diametro di 35 cm. Una volta prodotto il plasma, questo entra in risonanza con il campo elettromagnetico della Terra e si mantiene per alcuni secondi.
I brevetti di Tesla di quel periodo sono stati citati come fonte dellidea di un ordigno al plasma per neutralizzare i satelliti spia costruito come parte del progetto Scudo spazialenel 2004.

Egli era convinto che la conoscenza del fenomeno della risonanza con il campo elettromagnetico della Terra avrebbe permesso di dominare il tempo meteorologico: in questo settore gli scienziati moderni hanno ancora da lavorare, ma il 18 ottobre del 1993 il dipartimento americano della difesa ha annunciato la costruzione in Alaska di un centro di ricerche missilistiche sulla ionosfera (HAARP, o come noto in certi ambienti, centro di ricerca per il controllo dei cambiamenti climatici), basato esattamente sulla teoria di Tesla. Molti di coloro che oggi si occupano di fusione nucleare sono convinti che il modello del fulmine globulare possa essere utile per circoscrivere lenergia prodotta dalla fusione: infatti nessun materiale, a parte il plasma, in grado di contenere una reazione di fusione nucleare senza fondere, e Tesla aveva appunto costruito una bombola di plasma per creare il suo fulmine artificiale. Progettava inoltre di creare onde stazionarie in grado di trasmettere lenergia in tutto il mondo sfruttando leffetto di risonanza di quella che oggi viene chiamata cavit Schumann (la zona tra la superficie della Terra e la ionosfera che elettricamente carica) che funziona come un enorme condensatore. Riuscendo a far risuonare questo enorme condensatore avrebbe potuto trasmettere enormi quantit di energia, pi di quanta potesse essere consumata da chiunque fosse provvisto di un apparecchio ricevente adeguato. Ma era necessario risolvere il problema di come inviare segnali elettrici ad una tale altitudine ed essendo nuovamente rimasto senza soldi decise di recarsi a New YorK sicuro di trovare un finanziatore.

Gli anni difficili La Wanderclyffe Tower


~ 18 ~

Dopo aver ricevuto il rifiuto di Westinghouse a finanziare le sue ricerche (rifiuto pi che logico se si pensa che gli si proponeva di finanziare un sistema che avrebbe mandato in pensione tutta la rete elettrica sulla quale aveva investito per costruire apparecchiature che avrebbero fornito energia elettrica gratis a tutti), scrisse un articolo di respiro futuristico sul Century Magazine. In questo articolo descriveva le sue scoperte e poi si dilungava ipotizzando un modo utopistico in cui pi nessuno avrebbe dovuto faticare, ma soprattutto affermando la possibilit di poter ottenere energia libera e illimitata per tutti, di trasmetterla senza fili in modo che chiunque potesse usufruirne e proponendo un "sistema mondiale di comunicazione" utile per comunicare telefonicamente, trasmettere notizie, musica, andamento dei titoli azionari, informazioni di carattere militare o privato senza la necessit, ancora una volta, di ricorrere ai fili. Le sue idee, troppo avanti rispetto ai tempi, e il tono un po visionario dellarticolo, fecero pensare a molti che fosse uno scienziato pazzo. Solo il banchiere J. P. Morgan, uno dei principali azionisti della General Electric, lo prese sul serio e probabilmente consider che se Tesla aveva ragione lindustria dellelettricit avrebbe dovuto ricominciare dallinizio e se aveva torto le sue azioni della General Electric erano al sicuro. Perci lastuto banchiere offr un finanziamento di 150,000 $, esiguo per costruire quello che Tesla chiamava il sistema globale, in cambio del 51% su tutti i brevetti di tecnologia senza fili; Tesla, che aveva un disperato bisogno di soldi, accett con la speranza di ottenerne altri una volta dimostrata la validit del proprio lavoro, senza tenere conto del fatto che il 51% sugli interessi dei brevetti dava a Morgan non solo il diritto di sfruttarli, ma anche di non utilizzarli. E fu quello che fece. Tesla si mise subito al lavoro, procedendo alla costruzione di una torre altissima nelle scogliere di Wanderclyffe, Long Island, New York. La Wanderclyffe Tower non era altro che uno sviluppo delle idee maturate a Colorado Springs. La torre consisteva in una struttura in legno ed era impiantata nel terreno grazie a dei "tubi" di ferro, conduttori di energia elettrica. Alla sua sommit si trovava una sfera di acciaio. La Wanderclyffe Tower si fondava sul principio della radio, ma lo scopo era di sperimentare la trasmissione di elettricit senza fili. Quando Tesla fin i fondi Morgan non gliene diede mai pi altri e fece in modo che a nessuno potesse venire voglia di finanziarlo, arrivando anche a screditarlo pubblicamente. Non esistono prove effettive che Tesla sia riuscito a trasmettere energia elettrica a lunga distanza. Il sistema globale che Morgan volle affossare utilizzava le cinque principali scoperte di Tesla: la bobina (per produrre correnti ad alto tensionio e alta frequenza), il Trasmettitore damplificazione (per Figura 5 - La Wanderclyffe Tower mettere in risonanza i campi prodotti dai fulmini con il campo elettrico della Terra), il sistema elettrico senza fili e il sistema dellindividuazione (per sintonizzare ciascun ricevitore su una singola lunghezza donda). Secondo quanto Tesla cerc in tutti i modi di spiegare nei numerosi articoli che scrisse, il progetto, collegando tra loro tutte le stazioni del telegrafo (senza fili), avrebbe potuto portare allumanit dodici effetti positivi 1. Un sistema di smistamento sicuro e segreto dei messaggi di Stato 2. Gli utenti del telefono avrebbero potuto parlare con chiunque 3. un servizio efficace di trasmissione delle notizie ai quotidiani di tutto il mondo 4. la possibilit a chiunque di scambiare messaggi in modo rapido e sicuro 5. un collegamento tra tutti i mercati azionari 6. la possibilit di trasmettere musica ovunque ~ 19 ~

7. un sistema automatico a livello planetario per sincronizzare gli orologi 8. la trasmissione di manoscritti, dattiloscritti o assegni 9. un sistema di navigazione per comunicare agli ufficiali di rotta lesatta posizione della nave 10. la possibilit di ricevere messaggi in qualsiasi parte del globo, su terra o su mare 11. la possibilit di riprodurre senza fili fotografie o disegni 12. la possibilit di trasmettere senza fili lenergia in qualunque luogo della Terra Leggendo questo elenco ci si rende conto che una simile visione un secolo fa poteva far pensare ad un autore davvero suonato, mentre noi, che abbiamo visto la realizzazione dei primi 11 punti e sappiamo che il dodicesimo oggetto di esperimenti, riusciamo a capire pienamente quanto questuomo fosse avanti rispetto ai suoi tempi. Lui stesso se ne deve essere amaramente reso conto perch scrisse: Il successo pratico di unidea, indipendentemente dalle sue qualit inerenti, dipende dalla scelta dei contemporanei. Se al passo coi tempi, essa viene rapidamente adottata; in caso contrario, destinata a vivere come un germoglioche sboccia, attirato dalle lusinghe e dal calore del primo sole, per essere poi danneggiato e crescere con difficolt a causa del gelo che simpone . A cinquantanni Tesla si ritrov solo, senza un lavoro e, quello che per lui peggio, impossibilitato a continuare le ricerche. In quegli anni scrisse molto e i giornali pubblicavano volentieri i suoi articoli, ma non erano interessati al loro valore scientifico, bens alla fama di inventore geniale ma stravagante che i suoi scritti, ricchi di immagini apocalittiche, avevano creato e che faceva aumentare la tiratura. (frasi come Io ho realizzato un grande esperimento nel giorno indimenticabile in cui loscuro dio del tuono mi ha generosamente mostrato il suo vasto e possente laboratorio non erano un modo originale per concludere un articolo, ma rappresentano lo stile dei suoi articoli). Il fatto che queste sue folli previsioni si siano quasi tutte avverate nellarco di cento anni, non era purtroppo noto ai lettori di allora. Fece un ultimo tentativo per recuperare la reputazione, progettando e costruendo una geniale turbina per macchine a vapore, con ruote lisce molto pi efficace di tutte quelle con le pale allora in uso, ma la sua incapacit di relazionarsi con gli altri, che dopo la morte della madre era peggiorata, lo port ancora una volta a perdere la possibilit di commercializzare la sua invenzione e quindi di guadagnare. Infatti, invece di presentarsi allo staff di ingegneri della societ che avrebbe potuto produrre le turbine, and direttamente dal presidente il quale, per decidere, doveva comunque interpellare gli ingegneri che, offesi per essere stati scavalcati, nel rapporto, dopo aver evidenziato un difetto nel prototipo, scrissero: . La turbina a gas non mai stata costruita perch la compagnia non mai riuscita ad ottenere sufficienti informazioni dal signor Tesla, n un solo disegno, seppure approssimativo, di quello che aveva in mente. Tesla, offeso, si licenzi. Nel 1917 gli venne finalmente assegnato un riconoscimento pubblico, la Edison Medal che, pur non essendo un premio particolarmente prestigioso, rappresentava il primo segno di pubblica approvazione della comunit scientifica americana. Alla cerimonia di consegna lunghi discorsi di lode per il suo lavoro diedero a Tesla la gioia di vedersi finalmente riconosciuto, ma il suo discorso di ringraziamento, durato pi di unora, nel quale raccont la storia della propria vita, compresi molti aneddoti sui suoi insegnanti e le sue scappatelle infantili, (lo stenografo scrisse sedicimila parole) d undea di quanto fosse incapace di sintonizzarsi con le persone. Alla fine del discorso annunci che stava lavorando ad un progetto per neutralizzare i sottomarini tedeschi, ma il pubblico esausto non lo prese sul serio.

Gli ultimi anni


Nei ventisei anni successivi fu considerato sempre di pi come un vecchio folle, anche se ebbe ancora qualche riconoscimento come la copertina del Times nel giorno del suo 65esimo compleanno. A quellepoca viveva al ~ 20 ~

Grosvoner Clinton Hotel grazie allaiuto del suo manager, dopo essere stato sfrattato dai precedenti alberghi perch non pagava il conto. Dovette poi andarsene anche da l senza i bagagli, confiscati per la sua morosit nei confronti dellhotel. Trov una dimora stabile quando il governo Jugoslavo gli diede una piccola pensione per permettere al suo cittadino pi famoso di sopravvivere. Rimase in buona salute fine ad 81 anni, quando fu investito da un taxi. Lanno seguente scrisse un articolo in cui attac cava la relativit di Einstein essendosi convinto che la gravit fosse un effetto del campo, mentre per Einstein doveva dipendere dalla curvatura dello spazio. Il mondo scientifico inorrid, ma intorno al 1980 uno studio sulla dispersione di energia di una pulsar, (sistema binario formato da due stelle di neutroni), la PSR1913+16, dimostr lesistenza delle onde gravitazionali, implicite nellidea di Tesla, anche se purtroppo lui non spieg mai come fosse arrivato ad una tale idea, n pubblic mai la sua teoria. La teoria delle onde gravitazionali fu invece ripresa pi avanti dallo stesso Einstein. Successivamente rilasci unintervista nella quale dichiarava di aver perfezionato un raggio mortale, cio un apparecchio molto piccolo e compatto, che riesce a inviare una quantit di energia considerevole nello spazio interstellare a qualsiasi distanza, senza la minima dispersione. Una simile apparecchiatura, logica conseguenza dei suoi lavori con i fulmini, era un laser in grado di produrre particelle ad alta energia nella ionosfera (plasma), quindi una macchina per produrre fulmini globulari. Ma linvasione tedesca della Francia non gli consent di presentare questo apparecchio per richiedere il premio Guzman di 100.000 franchi messi in palio dallIstituto francese. Nel 1940, ad 84 anni dichiar in una intervista di essere pronto a consegnare al governo statunitense il segreto della sua teleforza in grado di liquefare il motore di un aereo a 250 miglia di distanza, ma quando telefon al Dipartimento della guerra per offrire la sua arma, il colonnello Erskine, che non lo conosceva, lo prese per un mitomane. La sua morte avvenne per attacco cardiaco tra la sera del 5 gennaio 1943, quando disse di non voler essere disturbato per qualche giorno, e la mattina dell8 gennaio quando lo trov la cameriera. Quello che avvenne poi non molto chiaro ed in parte coperto dal segreto di stato, La notte dellotto gennaio, il nipote, rifugiato Jugoslavo sfuggito allinvasione tedesca e suo unico parente, entr nella stanza con alcuni testimoni e port via molte carte e strumentazioni (che oggi si trovano al museo Tesla di Belgrado). Contemporaneamente il colonnello Erskine, dimostrando di credere almeno nella possibilit che Tesla non fosse matto, contatt lF.B.I. per assicurarsi che tutte le carte e i progetti non cadessero nelle mani di qualcuno interessato a consegnarle al nemico e per questo venne ritenuto soggetto non affidabile anche il nipote di Tesla. Della cosa si occup persino il consulente scientifico del vicepresidente Wallace che ordin di proteggere il materiale di Tesla, dichiarando che Tesla aveva completato gli esperimenti sulla trasmissione senza fili e progettato un nuovo missile. Il lavoro di Tesla fu dichiarato top secret e non se ne parl pi. Pi di 2000 persone presenziarono il suo funerale a Manhattan. Cos, questo vecchio, dopo una lunga esistenza dedicata all'evoluzione della scienza e del benessere dell'Umanit, mor solo, povero e quasi dimenticato. Solo nel giugno del 1943, sei mesi dopo la morte dello scienziato croato, la Corte Suprema degli Stati Uniti gli diede ragione nella battaglia intentata contro Marconi per i brevetti della radio (caso 369, 21 Giugno 1943), ma ormai entrambi gli scienziati erano morti e i brevetti scaduti. Anche il raggio della morte esisteva veramente e le ricerche degli ultimi anni lo hanno dimostrato. Nel 1993 il Dipartimento americano della difesa inizi la costruzione di un centro di ricerche missilistiche in Alaska. Il centro, denominato HAARP (High frequency Active Auroral Research Program) si avvale della collaborazione di numerose universit statunitensi nella ricerca sulle propriet di risonanza della Terra e dellatmosfera. Tutto il programma dellHAARP si basa su tre brevetti di B. Eastlund, che sono stati rilasciati come perfezionamento dei brevetti di Tesla relativi agli esperimenti di Colorado Springs: uno di questi tre ~ 21 ~

brevetti riguarda proprio uno scudo antimissile che funziona producendo nellatmosfera unaggregazione di plasma. Oggi il suo nome legato ad una unit di misura: l'induzione magnetica.

La bobina di Tesla
La bobina di Tesla (o in inglese Tesla coil) un trasformatore risonante6 senza nucleo ferromagnetico. Lo si pu considerare come una diretta evoluzione di quelle che erano conosciute come induction coils (bobine dinduzione) verso la fine del XIX secolo, in cui si usava un rocchetto di Ruhmkorff7 per ottenere una vistosa scintilla di alta tensione. Fu con questo rocchetto che si osservarono sperimentalmente per la prima volta le onde elettromagnetiche.
Figura 6 - Una moderna bobina di Tesla in funzione.

La storia
Nella primavera del 1891, Tesla aveva gi dato alcune dimostrazioni con vari sistemi prima di presentarlo all American Institute of Electical Engineers al Columbia College. Seguendo le prime ricerche sulla tensione e la frequenza eseguite da William Crookes8, Tesla disegn e costru una serie di bobine che producevano correnti ad alta tensione e alta frequenza. Queste prime bobine utilizzavano una scarica distruttiva nello spinterometro9 durante il funzionamento. Nel brevetto U.S. Patent 0,454,622, System of Electric Lighting (23 giugno 1981), Tesla descrisse questa primitiva bobina distruttiva. Era stata pensata per lobiettivo di convertire e fornire energia elettrica in una forma adatta per sistemi elettrici di nuova concezione, che richiedevano frequenze e potenziali pi elevati. Specifica inoltre un meccanismo per immagazzinare e scaricare energia nella

E un trasformatore che opera alla frequenza di risonanza di uno (o pi) avvolgimenti, solitamente il secondo, sfruttando la capacit parassita tra un avvolgimento e laltro. 7 Rocchetto di Ruhmkorff: semplicemente un trasformatore avvolto su nucleo ferroso in cui il rapporto spire, tra primario e secondario, era molto elevato. Veniva alimentato da una batteria che caricava un condensatore (oppure anche senza il condensatore). Agendo su un interruttore, si scaricava il condensatore sul primario e questo induceva una corrente di tensione molto pi alta sul secondario, dove ai capi si poteva osservare una scintilla. 8 William Crookes: Sir William Crookes (Londra, 17 giugno 1832 Londra, 4 aprile 1919) stato un chimico e fisico britannico e presidente della Society for Psychical Research dal 1896 al 1897. 9 Spinterometro: E semplicemente uninterruzione netta del circuito necessaria per impedire di cortocircuitare lalimentatore.

~ 22 ~

parte primaria di un trasformatore di onde radio. Questa fu il primo esempio in assoluto di un alimentatore elettrico di radiofrequenza capace di eccitare un antenna a trasmettere una potente radiazione elettromagnetica. Unaltra primitiva bobina di Tesla, brevettata10 nel 1897, era un trasformatore che sviluppava (o convertiva) correnti ad alto potenziale ed era composto da una bobina primaria ed una secondaria (facoltativamente, un terminale della bobina secondaria poteva essere connessa con la primaria, come negli spinterogeni moderni). Questa sistema aveva la bobina secondaria di filo lungo e sottile allinterno dellavvolgimento Figura 5 - Immagine del primario; consisteva praticamente in un avvolgimento primario e secondario concentrici in trasformatore di Tesla. forma di spirale piatta. Quando in funzione, generalmente veniva messa a terra. Fonte: www.rastko.org

Bobine di Tesla successive


Tesla, nei brevetti System of Transmission of Electrical Energy11 e Apparatus for Transmission of Electrical Energy12, descrisse nuove e utili combinazioni delle sue bobine e mediante queste bobine riusc a produrre correnti ad altissimo potenziale. Alcune delle ultime bobine di Tesla erano considerabilmente pi grandi e operavano a livelli di potenza molto pi elevati. Quando Tesla brevett uno degli ultimi sistemi13 lo defin un trasformatore risonante auto-rigenerativo ad alta tensione che genera altissimi voltaggi ad alta frequenza. I sistemi pi recenti venivano alimentati da grandi trasformatori ad alta tensione, con serie di bottiglie Leyda14 immerse in olio (per ridurre leffetto corona15) e usa degli spinterogeni rotanti per maneggiare i livelli di potenza elevati. Uno spinterometro rotante combina la sua funzione nel circuito con la ventilazione necessaria tutto nello stesso dispositivo: in questo modo si riducono di molto le perdite di potenza in questo punto del circuito. Esistono diverse tipologie di bobine di Tesla che si differenziano soltanto nel pilotaggio del circuito primario. Esistono varie sigle per identificare queste tipologie e le pi note sono queste: SGTC (spark gap tesla coil), SSTC (solid state tesla coil), OLTC (off line tesla coil), DRSSTC (dual resonant solid state tesla coil), VTTC (vacuum tube tesla coil) ed altre ancora. Le sigle prendono il nome dal mezzo usato per effettuare la commutazione sul primario e sul tipo di oscillatore usato. Bisogna che sia chiaro comunque che il principio di funzionamento resta lo stesso e che la tensione prodotta sul secondario non dipende dal numero di spire dello stesso, ma dal rapporto tra le impedenze di primario e secondario. Nonostante al giorno doggi le bobine di Tesla vengano costruite generalmente per creare fulmini di grandi dimensioni, i sistemi originali erano stati disegnati per le comunicazioni senza fili.

10 11

U.S. Patent 0,593,138 , Trasformatore Elettrico. U.S. Patent 0,645,576 , Sistema di Trasmissione dellEnergia Elettrica 12 U.S. Patent 0,649,621 , Apparato per la Trasmissione di Energia Elettrica 13 U.S. Patent 1,119,732 , Apparato per la Trasmissione di Energia Elettrica 14 Bottiglia di Leyda: inventata nel 1745 circa da Pieter van Musschenbroek era un primo esempio di condensatore, consisteva in una bottiglia di vetro riempita per met di materiale conduttore (solitamente acqua salata) e rivestita allesterno con altro materiale conduttore (al giorno doggi con un foglio di alluminio). Un elettrodo era posizionato allinterno della bottiglia, laltro con il conduttore esterno: leffetto il medesimo dei moderni condensatori. 15 Effetto Corona: un fenomeno per cui una corrente elettrica fluisce tra un conduttore a potenziale elettrico elevato ed un fluido neutro circostante, generalmente aria. Provoca una dispersione di energia e pu produrre ozono o ossidi di azoto.

~ 23 ~

Funzionamento di una bobina di Tesla


In una bobina di Tesla abbiamo gli stesso principio di induzione e di trasformatore del rocchetto di Ruhmkorff, ma con un comportamento completamente diverso. Invece di avere semplicemente un avvolgimento secondario e primario, abbiamo in realt due circuiti LC, il circuito primario e il circuito secondario. Ogni circuito composto da una bobina e da un condensatore. Il rapporto tra capacit ed induttanza tale che i due circuiti risuonino alla stessa frequenza data dalla formula dove F la frequenza di risonanza in Hertz, L il valore dellinduttanza in Henry e C il valore della capacit in Farad. Qui descriveremo la prima categoria, ovvero gli spark gap tesla coils, le bobine di Tesla a spinterometro. Lo spinterometro, come gi detto, semplicemente un interruttore ad alta tensione costituito nella sua forma pi elementare da due elettrodi a distanza di qualche millimetro. Figura 7 - Il circuito di una bobina di Tesla Sfruttando la bassa rigidit dielettrica16 dellaria, questo innescher quando la tensione sar arrivata a una certa soglia, determinata dalla distanza degli elettrodi (se troppo elevata possibile che non avvenga) . La bobina di Tesla spinterometrica rimasta pressoch immutata dalla sua invenzione, dato che, quando fu inventata, lo spinterometro era praticamente lunico per effettuare commutazioni prima dellavvento delle valvole17 e dei dispositivi a semiconduttore18. Questo tipo di bobina quindi Figura 4 - Spinterometro di una anche quella con cui speriment Nikola Tesla stesso.
bobina di Tesla.

Parliamo ora dei componenti. Generalmente si usa un trasformatore di alta tensione collegato alla rete (in Italia, 220 volt a 50 Hertz). Il condensatore deve essere di buona qualit con bassa induttanza19 e resistenza parassita20 e deve poter reggere svariati Kv senza problemi. Il primario in
16 17

Rigidit dielettrica: resistenza delle molecole di un dielettrico a essere polarizzate. Valvola termoionica: stato il primo componente elettronico "attivo" realizzato dall'uomo, un componente che, grazie ad una fonte esterna di energia, in grado di moderare la potenza di un segnale posto al suo ingresso. Il suo funzionamento di massima semplice: la corrente passa fra due elettrodi: l'anodo ed il catodo, a seconda della tensione a cui sono posti e a seconda della tensione a cui sono poste alcune parti metalliche (griglie) frapposte ai due. Il catodo, terminale negativo, emette elettroni per effetto termoionico, cio per riscaldamento. 18 Semiconduttore: materiali che hanno una resistivit, ovvero una predisposizione o meno al passaggio di corrente, intermedia tra conduttori ed isolanti. Un esempio pu essere il silicio, molto utilizzato in elettronica. 19 Induttanza (L): durante le fasi di apertura e chiusura di un circuito la corrente varia, si genera quindi un campo magnetico variabile che produce sul circuito, per un breve istante finch lintensit non si annulla o va a regime, una

~ 24 ~

genere una bobina a spirale piatta realizzata con del tubo di rame. Questa bobina deve poter reggere correnti elevatissime. Lo spinterometro esiste in varie forme: rotante sincrono e asincrono, statico a due o pi elettrodi raffreddato con ventole ecc. Quello illustrato in immagine statico a quattro elettrodi. Il secondario , in genere, una bobina cilindrica con numerose spire di filo sottile sormontata da una sfera o un toroide metallico. Questa sfera (o toroide) quello che si pu definire la piastra di un grande condensatore posto alla fine del circuito secondario, in cui laltra faccia il terreno, con cui si accoppia capacitivamente. Questo perch laltra estremit del secondario connessa a terra. La terra del secondario separata da quella di rete e, in genere, si fa piantando un palo metallico nel terreno oppure collegando ad un tubo dellacqua. Tutto ci sia per diminuire la resistenza della terra che altrimenti limiterebbe le prestazioni, sia per diminuire i disturbi in radio frequenza che possono penetrare nellimpianto domestico, causando seri danni. Una bobina di Tesla spinterometrica con questi accorgimenti non causa assolutamente danni allimpianto ed alle apparecchiature. E bene, per, non metterla in funzione nei pressi di apparecchiature elettroniche sofisticate, dato che lintenso campo elettrico sopprimer il funzionamento di cellulari, macchine fotografiche, schermi etc.. E possibile anche che gli apparecchi pi delicati e non schermati possano rovinarsi permanentemente soprattutto a causa degli impulsi sullo spinterometro. Illustriamo ora il principio di funzionamento. Generalmente si usa unalimentazione ad alta tensione in corrente alternata (si pu usare anche corrente continua) per caricare il condensatore primario. Il trasformatore di alta tensione carica il condensatore primario fino a che la tensione sullo spinterometro non arriva a rottura. Lo spinterometro spara. Il condensatore si scarica sulla bobina primaria attraverso lo spinterometro. Il primario produce un campo magnetico che cresce quanto pi il condensatore si scarica. Quando la carica nel condensatore zero (cio scarico), il campo magnetico sul primario comincia a collassare e, a causa della sua autoinduzione, genera una tensione che ricarica il condensatore. Questo crea unoscillazione alla frequenza naturale del gruppo LC primario. Siccome, per, abbiamo un circuito secondario accoppiato induttivamente alla bobina primaria, loscillazione in risonanza e lenergia del primario vengono trasferiti sul secondario. Per trasferire tutta lenergia al secondario ci vogliono in genere pi cicli dato che il coefficiente di accoppiamento non mai prossimo ad uno in una bobina di Tesla, ma molto meno(da 0.1 a 0.5 circa) Dato che i due circuiti sono tarati alla stessa frequenza di risonanza avremo uno scambio di energia sincronizzato. Questo aumenta in modo considerevole la tensione sul secondario. Quando la tensione sulla capacit terminale raggiunge un valore talmente limite, la piastra del grande trasformatore scarica lenergia sullaltra, lambiente.
corrente indotta (in questo caso autoindotta) che si oppone alle cause che lhanno generata, perci in apertura la corrente autoindotta avr il verso della corrente nel circuito (si oppone alla diminuzione di i) e in chiusura avr verso opposto (si oppone al passaggio della corrente i); Leffetto della corrente autoindotta equivale a quello di una INERZIA DEL CIRCUITO, che ritarda la messa in moto delle cariche quando il circuito viene chiuso e continua a mantenerle in moto per un po quando viene aperto. Tale inerzia viene detta INDUTTANZA e dipende dalle caratteristiche del circuito e dalla permeabilit magnetica del mezzo circostante. Se nel circuito si ha nel tempo Dt una variazione di corrente Di
i t ) che produce una f.e.m. indotta, si definisce: 20 Resistenza parassita: tiene conto delle perdite di potenza dovute alla resistenza equivalente d'isolamento (idealmente infinita) tra le armature, delle perdite dielettriche, delle perdite dovute alla resistenza ohmica delle armature stesse. L f .e.m.ind .

~ 25 ~

Il processo continua varie volte finch lenergia nel condensatore primario e nella bobina primaria esaurita e la tensione residua non per tenere acceso lo spinterometro. Lo spinterometro a questo punto si spegne; questo comporta la ricarica del condensatore primario e tutto il processo si ripete. Quello che possiamo osservare uscire dalla capacit terminale un insieme di scintille di alta tensione ad alta frequenza. Tali scariche hanno particolari effetti: le lampade al neon si accendono wireless nei pressi della Bobina di Tesla. Ci dovuto allintenso campo elettrico e magnetico generato che portano alla conduzione il gas interno del tubo.

Utilizzo e precauzioni
Trasmissione elettrica
Una bobina di Tesla moderna spesso lavora a voltaggi di picco molto alti, fino ad alcuni Megavolt. Per questo motivo deve essere costruita e utilizzata con cura, non solo guardando allefficienza e al risparmio, ma anche alla sicurezza. Se, in caso di errata sintonizzazione, il punto di scarica dovesse essere sul terminale, lungo gli avvolgimenti, si potrebbero danneggiare o distruggere i fili della spira, i supporti, e addirittura gli oggetti circostanti. Nel tipico circuito citato sopra, il corto circuito dello spinterometro previene che oscillazioni di alta frequenza ritornino nellalimentatore. Nel circuito a corrente alternata le oscillazioni ad alta frequenza e grande lunghezza donda possono presentarsi anche tra gli avvolgimenti dellalimentatore: in questo caso si possono indurre scariche corona tra le spire che indeboliscono o distruggono lisolamento del trasformatore.

Sintonizzazione
La frequenza di risonanza della bobina primaria deve essere regolata a quella della secondaria usando oscillazioni a bassa potenza, per poi aumentarla gradualmente una volta che il sistema stato portato sottocontrollo. Durante la sintonizzazione, una piccola sporgenza pu essere posizionata sulla parte superiore della bobina secondaria in modo da stimolare leffetto corona e scariche nellaria circostante per fare in modo di ottenere le scariche pi lunghe regolando la frequenza tra la bobina primaria e secondaria.

Scariche aeree
Durante la generazione di scariche, energia elettrica dalla bobina secondaria e il toroide viene trasferita allambiente circostante come carica elettrica, calore, luce e rumore. Le correnti elettriche che corrono attraverso queste scariche sono dovute al rapido spostamento delle cariche da un punto (la parte superiore della bobina) ad altri punti (le regioni limitrofe). Il processo simile a quello di caricare e scaricare un condensatore. Il funzionamento dell'apparato produce ozono (ossigeno triatomico), questo, se concentrato in ambienti ristretti, provoca irritazione delle vie respiratorie, quindi effettuare le esperienze in un locale ventilato.

L effetto pell icolare e le precauzioni con elettricit ad alta frequenza


~ 26 ~

I pericoli del contatto con correnti ad alta frequenza sono spesso considerati minori di quelli a bassa frequenza, probabilmente perch il soggetto di solito non sente il dolore della scossa. Questo spesso attribuito erroneamente all effetto pellicolare, un fenomeno che tende a far passare la corrente alternata sulla parte esterna del conduttore, invece che allinterno. Infatti, molte delle prime applicazioni delle bobine di Tesla furono proprio in elettroterapia21. Nonostante l effetto pellicolare tenda a portare la corrente nella parte esterna del conduttore, attraverso il corpo umano le correnti ad alta frequenza preferenzialmente vengono portate in zone pi in profondit, conduttori migliori, come possono essere il sistema circolatorio e il sistema nervoso. Il motivo per cui non si sente dolore perch il sistema nervoso umano non percepisce il passare di correnti potenzialmente dannose sopra i 15-20 kHz; essenzialmente, per fare in modo che i nervi vengano attivati, un numero significante di ioni devono attraversare la loro membrana prima che la corrente cambi verso. Quindi, dato che il corpo non fornisce pi la sensazione di pericolo della scossa, una persona inesperta potrebbe toccare le scariche duscita di una piccola bobina di Tesla senza sentire dolore.

21

L'elettroterapia consiste nella applicazione locale di impulsi elettrici alternati (elettrostimolazione) o continui (jonoforesi) al fine di ottenere rispettivamente un effetto terapeutico.

~ 27 ~

Bibliografia
1. [Online] http://www.myhero.com/myhero/hero.asp?hero=nikolaTesla. 2. [Online] http://www.amasci.com/Tesla/biog.txt. 3. [Online] http://www.yale.edu/scimag/Archives/Vol71/Tesla.html . 4. [Online] http://www.pbs.org/teslla/ll/ll_colspr.html . 5. [Online] http:// www.members.tripod.com/RandyHiatt/Teslapage2.html. 6. [Online] http://www.frank.germano.com/nikolaTesla.htm. 7. [Online] http://www.crystalinks.com/Tesla.html. 8. [Online] http://www.tankerenemy.com/2007/12/la-bobina-di-tesla.html 9.[Online]http://en.wikipedia.org 10. [Libro] Robert Lomas Luomo che ha inventato il XX secolo Newton & Compton Editori 11. [Libro] Grande dizionario enciclopedico UTET

~ 28 ~