Sei sulla pagina 1di 3

Grandi leader LA SCOMPARSA DI ARIEL SHARON

Muore Sharon, l'ultimo re di Israele


L'ex premier si spento dopo 8 anni di coma: falco nel Kippur e a Gaza, tent la pace in politica
L'ex premier israeliano Ariel Sharon morto ieri a 85 anni nell'ospedale di Tel Ha Shomer, nei pressi di Tel Aviv, dove era ricoverato in coma da otto anni. I funerali, con uno strappo alla tradizione ebraica, si terranno alle 14 di domani con una cerimonia militare alla Knesset (il Parlamento israeliano). Dopo, il feretro dell'ex premier raggiunger il ranch dei Sicomori nel Negev, dove Sharon viveva. Alle esequie sar presente il vice presidente degli Usa, Joe Biden. Numerose le reazioni alla morte dell'ex premier. Israele china il capo alla dipartita dell'ex premier Ariel Sharon, componente centrale nella lotta per la sicurezza di Israele durante la sua esistenza, ha commentato il premier israeliano Benyamin Netanyahu. Un leader che ha consacrato la sua vita ad Israele: cos il presidente americano, Barack Obama, ha ricordato Sharon, esprimendo il cordoglio di tutti gli americani. Il premier Enrico Letta ha dichiarato: scomparso un leader generoso che ha segnato la storia di Israele e che ha dedicato la vita al servizio del suo Paese. Il presidente francese, Franois Hollande, ha detto che l'ex premier, stato un protagonista nella storia del suo Paese che dopo una lunga carriera ha fatto la scelta di rivolgersi verso il dialogo con i palestinesi. Di tenore opposto le reazioni dei palestinesi. Sharon era

un criminale, responsabile della morte di Yasser Arafat sfuggito alla giustizia internazionale, ha detto Jibril Raboub, un dirigente di Fatah mentre a Gaza venivano bruciate in piazza fotografie di Sharon e distribuiti dolcetti per strada. Una figura carismatica che ha saputo coniugare capacit militari con quelle, meno note, di un'abile gestione economica del Paese. Quando fu eletto per la prima volta primo ministro nel 2001, sconfiggendo il laburista Ehud Barak, era ancora un personaggio visto con sospetto nella comunit internazionale, specialmente negli Stati Uniti. Invece, durante il suo governo le relazioni tra Israele e Stati Uniti raggiunsero il picco di miglior sintonia al punto che Washington sostenne la creazione dello "Scudo difensivo antimissile" in Israele e soprattutto concesse un prestito di dieci miliardi di dollari che diede a Tel Aviv ossigeno per superare la grave crisi economica del 2003. In un discorso alla nazione del 21 febbraio 2002, Sharon svel un inedito volto da economista: Israele ha sviluppato industrie fiorenti e un'agricoltura tra le pi avanzate al mondo, un'industria hi-tech che guadagner posizioni con la ripresa dell'economia mondiale, uno dei settori alimentari pi avanzati; citt moderne e un sistema educativo e sanitario che tutti ci invidiano. Tutto ottenuto in 53 anni. Con un'unica concessione da vecchio militare: un elogio al carroarmato israeliano Merkava, il miglior al mondo. Un conservatore che in economia amava spiazzare gli avversari. Come quando si disse pronto a privatizzare le industrie di Stato e un giornalista gli chiese cosa ne avrebbe fatto dei proventi. Pronto rispose: Comprerei delle industrie di Stato pi efficienti.

E fu proprio Sharon che install al ministero delle Finanze Benjamin Netanyahu, l'uomo che, sotto la sua guida, mise nel cassetto l'ideologia socialista dei kibbutz e var le riforme ispirate al libero mercato che hanno messo le basi del miracolo economico d'Israele, fatto di supremazia nel l'hi-tech, agricoltura avanzata e ricerca d'eccellenza. Poi nel 2005 decise di cancellare, anche per problemi di sostenibilit finanziaria, con un colpo di spugna 25 insediamenti ebraici dalla Striscia di Gaza espellendone gli 8mila coloni. Aveva capito che la forza era solo un tampone e Israele non avrebbe potuto reggere nel tempo il peso finanziario e militare del territorio della Grande Israele. E cos si ritir e fece erigere la Barriera di sicurezza. Un'abile mossa che consent ai conti pubblici di respirare e di reperire risorse da investire nello sviluppo del Paese. V.D.R. RIPRODUZIONE RISERVATA!