Sei sulla pagina 1di 4

Signore, benedici le nostre azioni e fa che ogni cosa abbia da Te il suo inizio e in Te il suo compimento.

Per Cristo nostro Signore. Amen Aggeo 2


2Su, parla a Zorobabele figlio di Sealti l, go!ernatore della "iudea, a "iosu figlio di #ozed$%, sommo sacerdote, e a tutto il resto del popolo& 'Chi di !oi ancora in !ita che abbia !isto (uesta casa nel suo primiti!o splendore) *a ora in (uali condizioni !oi la !edete) #n confronto a (uella, non forse ridotta a un nulla ai !ostri occhi) +,ra, coraggio, Zorobabele - oracolo del Signore - coraggio, "iosu figlio di #ozed$%, sommo sacerdote. coraggio, popolo tutto del paese, dice il Signore, e al la!oro, perch/ io sono con !oi - oracolo del Signore degli eserciti - 0secondo la parola dell1alleanza che ho stipulato con !oi (uando siete usciti dall12gitto. il mio spirito sar$ con !oi, non temete. 34ice infatti il Signore degli eserciti& Ancora un po1 di tempo e io scuoter5 il cielo e la terra, il mare e la terraferma. 6Scuoter5 tutte le nazioni e affluiranno le ricchezze di tutte le genti e io riempir5 (uesta casa della mia gloria, dice il Signore degli eserciti. 781argento mio e mio l1oro, dice il Signore degli eserciti. 98a gloria futura di (uesta casa sar$ pi: grande di (uella di una !olta, dice il Signore degli eserciti. in (uesto luogo porr5 la pace - oracolo del Signore degli eserciti.

1 Corinzi 3, 4-9
+;uando

uno dice& <#o sono di Paolo<, e un altro& <#o sono di Apollo<, non !i dimostrate semplicemente uomini) 0*a che cosa mai Apollo) Cosa Paolo) *inistri attra!erso i (uali siete !enuti alla fede e ciascuno secondo che il Signore gli ha concesso. 3#o ho piantato, Apollo ha irrigato, ma 4io che ha fatto crescere.6,ra n/ chi pianta, n/ chi irr=ga (ualche cosa, ma 4io che fa crescere. 7>on c1 differenza tra chi pianta e chi irr=ga, ma ciascuno rice!er$ la sua mercede secondo il proprio la!oro. 9Siamo infatti collaboratori di 4io, e !oi siete il campo di 4io, l1edificio di 4io.

Siracide 19, 18-19


?7Tutta

la sapienza timore di 4io e in ogni sapienza la pratica della legge. ?9>on c1 sapienza nella conoscenza del male. non mai prudenza il consiglio dei peccatori.

Isaia 7,4
+Tu

gli dirai& @a1 attenzione e sta1 tran(uillo, non temere e il tuo cuore non si abbatta per (uei due a!anzi di tizzoni fumosi, per la collera di Aez=n degli Aramei e del figlio di Aomelia.

Geremia 1, 11-19
??*i

fu ri!olta (uesta parola del Signore& <Che cosa !edi, "eremia)<. Aisposi& <Bedo un ramo di mandorlo<. ?2#l Signore soggiunse& <Cai !isto bene, poich/ io !igilo sulla mia parola per realizzarla<. ?';uindi mi fu ri!olta di nuo!o (uesta parola del Signore& <Che cosa !edi)<. Aisposi& <Bedo una caldaia sul fuoco inclinata !erso settentrione<. ?+#l Signore mi disse& <4al settentrione si ro!escer$ la s!entura su tutti gli abitanti del paese. ?0Poich/, ecco, io sto per chiamare tutti i regni del settentrione. ,racolo del Signore.

2ssi !erranno e ognuno porr$ il trono da!anti alle porte di "erusalemme, contro tutte le sue mura e contro tutte le citt$ di "iuda. ?3Allora pronunzier5 i miei giudizi contro di loro, per tutto il male che hanno commesso abbandonandomi, per sacrificare ad altri d i e prostrarsi da!anti al la!oro delle proprie mani. ?6Tu, poi, cingiti i fianchi, alzati e di1 loro tutto ci5 che ti ordiner5. non spa!entarti alla loro !ista, altrimenti ti far5 temere da!anti a loro. ?72d ecco oggi io faccio di te come una fortezza, come un muro di bronzo contro tutto il paese, contro i re di "iuda e i suoi capi, contro i suoi sacerdoti e il popolo del paese. ?9Ti muo!eranno guerra ma non ti !inceranno, perch/ io sono con te per sal!arti<. ,racolo del Signore.

Atti 11, 20-26


2D*a alcuni fra loro, cittadini di Cipro e di Cir ne, giunti ad Anti5chia, cominciarono a parlare anche ai "reci, predicando la buona no!ella del Signore "es:. 2?2 la mano del Signore era con loro e cos= un gran numero credette e si con!ert= al Signore. 228a notizia giunse agli orecchi della Chiesa di "erusalemme, la (uale mand5 E$rnaba ad Anti5chia. 2';uando (uesti giunse e !ide la grazia del Signore, si rallegr5 e, 2+da uomo !irtuoso (ual era e pieno di Spirito Santo e di fede, esorta!a tutti a perse!erare con cuore risoluto nel Signore. 2 una folla considere!ole fu condotta al Signore. 20E$rnaba poi part= alla !olta di Tarso per cercare Saulo e tro!atolo lo condusse ad Anti5chia. 23Aimasero insieme un anno intero in (uella comunit$ e istruirono molta gente. ad Anti5chia per la prima !olta i discepoli furono chiamati Cristiani.

Cantico dei Cantici 1, 1-4


?Cantico 2*i

dei cantici, che di Salomone. baci con i baci della sua boccaF S=, le tue tenerezze sono pi: dolci del !ino. 'Per la fragranza sono inebrianti i tuoi profumi, profumo olezzante il tuo nome, per (uesto le gio!inette ti amano. +Attirami dietro a te, corriamoF *1introduca il re nelle sue stanze& gioiremo e ci rallegreremo per te, ricorderemo le tue tenerezze pi: del !ino. A ragione ti amanoF

G Eisogno di adorazione eucaristica e riconciliazione per cominciare degnamente il ministero affidatoG perch/ ogni cosa abbia da 8ui il suo inizio e in 8ui il suo compimentoG affinch/ "es: guidi e ispiri ogni nostra azioneG G per s!olgere (ualsiasi ministero bisogna essere umili e lasciarsi guidare dallo Spirito Santo e dalla Bolont$ di 4ioG

G *io Signore e mio 4ioF mia Aoccia in cui confidoG HSalmo 9DI

Giobbe 1, 20-21
2DAllora

"iobbe si alz5 e si stracci5 le !esti, si rase il capo, cadde a terra, si prostr5 <>udo uscii dal seno di mia madre, e nudo !i ritorner5. #l Signore ha dato, il Signore ha tolto, sia benedetto il nome del SignoreF<.

2?e

disse&

Atti 9, 1 -16
?0*a il Signore disse& <Ba1, perch/ egli per me uno strumento eletto per portare il mio nome dinanzi ai popoli, ai re e ai figli di #sraele. ?3e io gli mostrer5 (uanto do!r$ soffrire per il mio nome<.

G #mmagine di un grande cerchio di gio!ani che circonda!a la Chiesa do!e ci siamo riunitiG G >on temereG bisogna morire a se stessi per lasciare operare pienamente lo Spirito SantoG @orti e radicati in 8ui. !e"teronomio 4,1-2# -8# 23
?,ra dun(ue, #sraele, ascolta le leggi e le norme che io !i insegno, perch/ le mettiate in pratica, perch/ !i!iate ed entriate in possesso del paese che il Signore, 4io dei !ostri padri, sta per dar!i. 2>on aggiungerete nulla a ci5 che io !i comando e non ne toglierete nulla. ma osser!erete i comandi del Signore 4io !ostro che io !i prescri!o. 0Bedete, io !i ho insegnato leggi e norme come il Signore mio 4io mi ha ordinato, perch/ le mettiate in pratica nel paese in cui state per entrare per prenderne possesso. 38e osser!erete dun(ue e le metterete in pratica perch/ (uella sar$ la !ostra saggezza e la !ostra intelligenza agli occhi dei popoli, i (uali, udendo parlare di tutte (ueste leggi, diranno& ;uesta grande nazione il solo popolo saggio e intelligente. 6#nfatti (ual grande nazione ha la di!init$ cos= !icina a s/, come il Signore nostro 4io !icino a noi ogni !olta che lo in!ochiamo) 72 (ual grande nazione ha leggi e norme giuste come tutta (uesta legislazione che io oggi !i espongo) 2'"uardate!i dal dimenticare l1alleanza che il Signore !ostro 4io ha stabilita con !oi e dal far!i alcuna immagine scolpita di (ualun(ue cosa, riguardo alla (uale il Signore tuo 4io ti ha dato un comando .

G4obbiamo essere ser!i utili ma inutili, strumenti nella mani di 4ioG G *ille dardi cadranno alla !ostra sinistra e dieci mila alla !ostra destra ma nulla !i potr$ colpireG G Se #o sono con !oi chi sar$ contro di !oi)...

G Sii umile e non temereG G rimaniamo fedeli alla !olont$ di 4io cos= come ci !iene dataG GHCit Aggeo 2I Aiempi Signore (uesta casa della Tua "loria, ogni cosa appartiene a te anche le cose materiali, anche lJargento e lJoroG G rinunciamo gli idoli, non idolatriamo neanche le cose belle, neanche la fedeG G #mmagine dellJArca dellJalleanza. Custodiamo la legge, la Parola del Signore dentro di noi e lasciamola operare. >on abbiamo ancora un posto do!e riunirci. #l Signore sta costruendo il suo Santuario dentro di noi prima di darci un Santuario do!e riunirciG Gios"$ 24, 21-24
2?#l popolo disse a "iosu & <>oF >oi ser!iremo il Signore<. 22Allora "iosu disse al popolo& <Boi siete testimoni contro !oi stessi, che !i siete scelto il Signore per ser!irloF<. Aisposero& <Siamo testimoniF<. 2'"iosu disse& <2liminate gli d i dello straniero, che sono in mezzo a !oi, e ri!olgete il cuore !erso il Signore, 4io d1#sraeleF<. 2+#l popolo rispose a "iosu & <>oi ser!iremo il Signore nostro 4io e obbediremo alla sua !oceF<.