Sei sulla pagina 1di 9

Nel pomeriggio i funerali del giovane centauro

A pagina sei www.libertasicilia.com

fondato nel 1987 da Giuseppe Bianca

LENTINI

Anticlericalismo ed attualit della Croce


A pagina cinque e mail redazione@libertasicilia.com

TACCUINO

Nuovo caso di inquinamento


Si tratta del terzo caso a Priolo nel giro di poco pi di un mese
EDITORIALE

domenica ottobre 2013 Anno XXVI N. 224 Direzione Amministrazione e Redazione: Mosco 0931 46.21.11 - FAX 0931 / 60.006 - Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 - Fax 0931/ 60.006 0, 0, 50 sabato 17 6 marzo 2012 Anno XXV N.64 Direzione Amministrazione e Redazione: via via Mosco 51 51 Tel.Tel. 0931 46.21.11 - FAX 0931 / 60.006 - Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 - Fax 0931 / 60.006 50

Quotidiano dELLA provincia Di DI Siracusa SIRACUSA

Cronaca

Sequestrata area di mille metri quadri


Tartassati da tributi e balzelli
di Giuseppe Bianca

Sono giorni di profonda tristezza e di riflessioni quelli che stiamo attraversando. La tragedia umana di Lampedusa e i continui sbarchi nella nostra provincia (appena ieri sono arrivati 220 immigrati a Portopalo) rendono chiaro il nostro compito di cittadini solidali ed accoglienti a scapito di quanti ci dipingono apatici, abulici, senza iniziative. Lo scatto dorgoglio del popolo siciliano e di quello siracusano consente oggi di porre la questione immigrazione al centro del dibattito non soltanto del governo nazionale ma dei paesi che fanno parte dellUnione europea. Gi, perch la Sicilia non pu essere considerata parte dellEuropa solo quando conviene a loro.
A pagina tre

erzo sequestro di area inquinata nel giro di un mese esatto nei confronti dellIsab Nord di Priolo Gargallo. Gli agenti del Commissariato di Priolo Gargallo e del Commissariato Ortigia, hanno individuato un nuova area, allinterno dellimpianto Isab Nord, contaminata da prodotti derivanti da idrocarburi. Larea di circa 1000 metri quadrati, ubicata allinterno del perimetro aziendale dello stabilimento Isab Nord stata sottoposta a sequestro preventivo. Al momento al vaglio degli investigatori.

Il

Siracusa sceglie il campo della capolista per lanciare un messaggio alla comitiva di squadre del girone B dellEccellenza.
A pagina quindici

Un ruggito spaventa la Tiger

A pagina cinque

Si aggrava la posizione di sei presunti scafisti

Si aggrava la posizione giudiziaria di cinque cittadini egiziani ed uno palestinese, in carcere dal 12 settembre perch non solo ritenuti presunti scafisti, ma anche i promotori degli sbarchi di immigrati. Gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Siracusa, insieme a personale del Servizio centrale Operativo di Roma e della Squadra Mobile di Catania, hanno notificato ai sei indagati unordinanza di custodia cautelare detentiva.
A pagina sette

TRIBUNALE DI SIRACUSA
6 OTTOBRE 2013, DOMENICA

PROSSIMA INSERZIONE:

VENDITE IMMOBILIARI E FALLIMENTARI


Domanda in carta legale (euro 10,33) con indicazione del bene, del prezzo offerto e dai termini di pagamento, da presentare in busta secondo i tempi e le modalit stabilite dallorgano che procede alla vendita e pu essere presentata anche nella stessa data dellesperimento di vendita; nella busta va inserito anche un assegno circolare non trasferibile di importo pari al 10% del prezzo offerto, quale cauzione, che verr trattenuta in caso di revoca dellofferta. Nel caso di pi lotti di tipologia omogenea nella stessa procedura, linteressato allacquisto di un solo lotto pu formulare offerte dacquisto per pi lotti allegando un solo assegno circolare corrispondente alla cauzione richiesta per il lotto di maggior valore, espressamente subordinato allefficacia delle offerte relative ai lotti, la cui gara si svolge successivamente, alla mancata aggiudicazione a loro favore del lotto precedentemente posto in vendita. Nella domanda lofferente deve indicare le proprie generalit (allegando fotocopia doc. identit ovvero visura camerale per le societ), il proprio cod. fiscale, se intende avvalersi dellagevolazione fiscale per la 1 casa e, nel caso in cui sia coniugato, se si trova in regime di separazione o comunione dei beni. Sulla busta deve essere indicato solo lo pseudonimo o motto dellofferente (che consenta allo stesso lidentificazione della propria busta al momento dellapertura della gara) la data della vendita e il nome del giudice senza nessuna altra indicazione (n nome del debitore o del fallimento, n bene per cui stata fatta lofferta). Prima di fare lofferta leggere la perizia e lordinanza del giudice. A chi intestare lassegno: a nome di Procedura aggiungendo le parole in calce ad ogni annuncio dopo lindicazione Rif (per es. Procedura RGE 100/99 Rossi). Dove presentare al domanda: in Tribunale allufficio Vendite Immobiliari. Come visitare limmobile: rivolgersi al curatore o al custode giudiziario indicati in calce allannuncio; se non indicati inviare richiesta per la visita dellimmobile allufficio vendite immobiliari per posta al Tribunale di Siracusa - Ufficio Vendite Immobiliari - Viale Santa Panagia 96100 Siracusa, indicando limmobile, il n. di Rif., la data della vendita, il proprio nome e recapito tel. Lufficio comunicher la richiesta allAvvocato ceditore affinch presenti istanza al Giudice per la nomina del Custode. La partecipazione allincanto disposta dal giudice dellesecuzione con lordinanza di vendita, cui viene data adeguata pubblicit sul quotidiano di Siracusa Libert. Le vendite giudiziarie possono essere disposte: o dal giudice della esecuzione del Tribunale di competenza; o, su delega di questultimo, da un notaio; oppure dal giudice del fallimento.

09/10/2013
LE VENDITE GIUDIZIARIE

COME PARTECIPARE

inserite dalla data di pubblicazione del bando fino alla data prevista per l'asta sul sito:

Tutti possono partecipare alle vendite giudiziarie, tranne il debitore esecutato - art.579 cpc - Non occorre lassistenza di un legale o altro professionista. Ogni immobile stimato da un perito del Tribunale. Oltre al prezzo si pagano i soli oneri fiscali (IVA o Imposta di Registro), con le agevolazioni di legge (1 casa, imprenditore agricolo ecc.). La vendita non gravata da oneri notarili o di mediazione. Il decreto di trasferimento dellimmobile viene emesso dal giudice dopo 60 giorni - ex art.585 cpc - dal versamento del prezzo che va fatto entro 30 giorni dallaggiudicazione definitiva. La trascrizione nei registri immobiliari a cura del Tribunale. Di tutte le ipoteche e i pignoramenti, se esistenti, ordinata la cancellazione. Le spese di trascrizione, cancellazione e voltura catastale sono interamente a carico della procedura. Per gli immobili occupati dai debitori o senza titolo opponibile alla procedura del Giudice, ordina limmediata liberazione. Lordine di sfratto immediatamente esecutivo e lesecuzione non soggetta a proroghe o a graduazioni. Eventuali spese legali sino a euro 516,46 sono a carico della procedura. Le ASTE GIUDIZIARIE saranno

e-mail redazione@libertasicilia.com Cronaca di Siracusa online nel mondo

SIRACUSA

6 ottobre 2013, domenica

Una politica ruggente contro tasse e balzelli


Sono giorni di profonda tristezza e di riflessioni quelli che stiamo attraversando. La tragedia umana di Lampedusa e i continui sbarchi nella nostra provincia (appena ieri sono arrivati 220 immigrati a Portopalo) rendono chiaro il nostro compito di cittadini solidali ed accoglienti a scapito di quanti ci dipingono apatici, abulici, senza iniziative. Lo scatto dorgoglio del popolo siciliano e di quello siracusano consente oggi di porre la questione immigrazione al centro del dibattito non soltanto del governo nazionale ma dei paesi che fanno parte dellUnione europea. Gi, perch la Sicilia non pu essere considerata parte dellEuropa solo quando conviene a loro. Il tema dellimmigrazione e dei rapporti con lUnione europea, quindi, propizio, quasi un pretesto per arrivare ad altre note dolenti che, come facile immaginare, attengono principalmente alla crisi economica che continua a mettere in ginocchio un alto numero di famiglie nella nostra provincia. Un recente rapporto della Cig di Venezia pone un quesito importante oltre che di fondo. Dalla statistica, infatti, emerge che unimpresa media costretta a versare il 67% fra tasse, imposte ed altri balzelli sia statali che locali. Il

EDITORIALE. La nostra economia risente delleccessivo carico fiscale

www.astetribunale.com
con scarichi aperti, sellino artigianale e centralina + molti alti accessori E 8000 tratt Tel. 368/3122932 HONDA Hornet 600, anno2002, km 13.000, colore blu, come nuova Tel. 0931/67527 339/7939768 HONDA Deauville, 650, anno 2003, km 15.000, usato pochissimo, E 1500 tratt Tel. 333/3354923 333/8098102

E compito dei nostri politici agevolare il cammino delle imprese sollecitando il finanziamento dei progetti

VENDESI IMMOBILI FLORIDIA, C.SO V. EMANULELE, centralissimo, basso comm.le di circa 65 mq. Ottimo lo stato, costr. '02. 65.000. C.E.: G - EPgl: 274,4 KWH/MQ anno (RIF. 2523) ADIACENZE PIAZZA ADDA, VIA ARNO, in piccolo condominio, , appartamento pentavani composto da ingresso, salone doppio divisibile, 3 vani letto, cucina abitabile e bagno. Totalmente ristrutturato. Prezzo ribassato a 135.000,00. C.E.: G - EPgl: 193,6 KWH/MQ anno (RIF. 2513) PIAZZA ADDA, in Residence, posto al 1 piano, ideale per uso ufficio, bivani + servizi. Ottimo lo stato. 95.000,00 tratt. C.E.: G - EPgl: 192,5 KWH/MQ anno (RIF. 2515) LIDO SACRAMENTO, indipendente, centralissima, villa in costruzione su 650 mq di terreno posta su 2 livelli + sottotetto e garage. Finiture di primis-

INSERZIONI GRATUITE

sima scelta. 345.000,00. (RIF. 2460) VIA RIVERA DIONISIO IL GRANDE, in residence stile liberty, attico composto da 4 vani + servizi + n 2 terrazze a livello con vista mare. Prezzo Ribassato 160.000,00. Ottimo lo stato. Possibilit garage. C.E.: G - EPgl: 208,3 KWH/MQ anno (RIF. 2526) PIZZUTA, IN COSTRUZIONE, in piccolo condominio con giardino e posto auto, appartamenti composti da 3 vani + doppi servizi per totali mq 100 + garage mq 18. 175.000,00 (RIF. 2568) PIAZZA ADDA, in residence, appartamento di mq 130 per uso ufficio, libero o locato con buon reddito. 200.000,00. C.E.: G - EPgl: 159,6 KWH/MQ anno (RIF. 2560) V.LE TERACATI, RESIDENCE DEI PRATI, posto al 1 piano, appartamento composto da 4 vani + servizio, mq 115 145.000,00. C.E.: F - EPgl:

108,1 KWH/MQ anno (RIF. 2558) ORTIGIA, PIAZZA CESARE BATTISTI, panoramicissimo, vista mare, appartamento composto da 3 vani + doppi servizi + lavanderia. Totalmente ristr. con ottime rifiniture nel 2012. 250.000,00. C.E.: E - EPgl: 62,3 KWH/ MQ anno (RIF. 2574) VIA PADOVA, totalmente ristrutturato nel 2003,vista mare,termo/ascensorato, appartamento composto da 3 vani + servizi. Facciata

rifatta. 130.000,00. C.E.: F - EPgl: 68,5 KWH/MQ anno (RIF. 2479) MOTOPIU' ITALIANE BURGMAN 400, anno 99, ottime condizioni, tutto revis. E 600,00 + passaggio Telefonare 333/5448333 CAUSA inutilizzo Honda Chiocciola125, anno 2004, batteria e gomme nuove, E 950 tratt. Passaggio di propriet a carico dellacquirente Tel. 334/9017645 dopo le 16.30

CUSTOM Hyosung Aquila 250 bicolore, imm. 07/07, km 2000, consumi bassissimi, allarme con telecomando di riserva, orologio, schienale + una seconda batteria comprata nuova e mai utilizzata. Il tagliando sar fatto a spese del venditore in unofficina scelta dallacquirente Tel. 333/7129665 HARLEY Davidson 883 Iron, nero opaco, 8000 km,

TRIBUNALE DI SIRACUSA

TRIBUNALE DI SIRACUSA

TRIBUNALE DI SIRACUSA

Avviso di vendita con incanto a prezzo ribassato Procedure esecutive riunite nn. 330/94 + 338/94 + 766/94 + 551/93 R.G.E. Il 26/11/2013, ore 11, presso il Tribunale di Siracusa, il notaio Alessia Di Trapani proceder alla vendita allincanto dei seguenti immobili: Lotto 1: appartamento in Noto, via Ducezio, 37, int. 2, 6 vani oltre serv. e acc. al I piano e 2 vani e terrazzo al II piano. In catasto fabbr. al fog. 429, p.lla 580 sub.5. Base dasta Euro 121.600,00. Aum. min. Euro 2.000,00. Certificato regolarit urbanistica. Lotto 2: immobile in Noto, via Ducezio, composto di 4 vani dammusati oltre acc. con ingresso dal civico 35 e appartamento di 5 vani oltre serv. e acc. al I piano con ingresso dal civico 37. Per una parte ante 1967 e per una parte mancano notizie urbanistiche. Costo eventuale sanatoria Euro 15.000,00. Nel possesso della debitrice. In catasto fabbr. al fog. 429, p.lle 580 sub. 6 e 581 (graffate). Base dasta Euro 210.560,00. Aum. Min. Euro 2.500,00. Per entrambi i lotti mancano notizie sullabitabilit, sulla sussistenza di locazioni e/o provv. di assegnazione. Offerte presso lo studio in Siracusa, via S. Sebastiano n 38, 1 piano, il giorno non festivo antecedente la vendita, dalle 9 alle 12. Cauzione 10%, deposito spese 20% base dasta, con 2 assegni circolari non trasferibili intestati notaio predetto. Saldo entro 60 giorni direttamente al creditore fondiario. Avviso di vendita integrale, ordinanza di delega e relazione dellesperto disponibili presso lo studio del notaio e sul sito www.astegiudiziarie.it

Procedure esecutive immobiliari riunite nn. 72/1990 297/1987 130/1990 89/1990 R.G.E. LAvv. Girolamo Venturella, con studio in Siracusa, v.le Santa Panagia n. 136/L, delegato ai sensi dellart. 591 bis c.p.c. dal Giudice Esecuzioni con proprio provvedimento del 04/11/2010, AVVISA che presso il Tribunale di Siracusa si vender il 12/12/2013, alle ore 12:00, senza incanto o, nel caso in cui la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi motivo, il 19/12/2013, ore 12:00, il seguente bene: Lotto n. 3: Appartamento in Carlentini, via dello Stadio n. 3, piani I, II e terrazza, riportato nellN.C.E.U. del Comune di Carlentini, fg. 33, p.lla 795, sub 5. Prezzo base, ribassato per la quarta volta di , . 57.585,94, gi detratti . 2.000,00 per spese tecniche per labitabilit. Limmobile posto in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, cos come identificato, descritto e valutato dallesperto nella relazione di stima. Ogni concorrente, per partecipare, dovr depositare presso lo studio del professionista delegato, entro le ore 12.00 dell11/12/2013 per la vendita senza incanto ed entro le ore 12.00 del 18/12/2013 per la vendita con incanto, domanda in bollo in busta chiusa unitamente a copia del proprio documento didentit e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione a partecipare e ad assegno circolare non trasferibile intestato al professionista delegato, quale cauzione, pari al 10% del prezzo proposto, comunque non inferiore al prezzo base, o, in caso di vendita con incanto, al 10% del prezzo base dasta fissato. Nel caso di vendita senza incanto lofferente dovr depositare, altres, nel termine suddetto dichiarazione contenente lindicazione del prezzo, del tempo e modo del pagamento ed ogni altro elemento utile alla valutazione dellofferta. Per la vendita con incanto laumento minimo stabilito per il lotto III in . 3.000,00. Laggiudicatario dovr depositare il prezzo di aggiudicazione, dedotta la cauzione, nelle forme previste per i depositi giudiziari entro il termine di gg. 60 dallaggiudicazione. Tutte le spese successive allaggiudicazione sono a carico dellaggiudicatario. Le relazioni di stima trovasi pubblicate sul sito www.astegiudiziarie.it. Maggiori informazioni presso il delegato (0931.1851341 3475841678). Siracusa, l 07/08/2013 Il Professionista Delegato Avv. Girolamo Venturella

Procedimento civile n. 906/2009 R.G. LAvv. Girolamo Venturella, con studio in Siracusa, v.le Santa Panagia n. 136/L, delegato dal Giudice Dott. Salvatore Leuzzi, con ordinanza del 04/06/2010, alla vendita ex art. 788 c.p.c. del compendio pignorato pro indiviso nella procedura esecutiva immobiliare n. 134/2005 R.G.E., AVVISA che presso il Tribunale di Siracusa si venderanno il 12/12/2013, alle ore 12:00, senza incanto o, nel caso in cui la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi motivo, il 19/12/2013, ore 12:00, i seguenti beni: Lotto 1: Appartamento in Lentini, via Federico di Svevia n. 15, piano III, riportato allN.C.E.U. al fg. 68, p.lla 996 sub 41. Prezzo base, ribassato per la quarta volta di , pari ad . 34.646,48. Lotto 2: Garage in Lentini, con accesso collettivo dalle vie Euripide n. 18 e da via Eschilo n. 11, piano T, riportato allN.C.E.U. al fg. 68, p.lla 996 sub 12. Prezzo base, ribassato per la quarta volta di , pari ad . 4.689,13. Gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, cos come identificati, descritti e valutati dallesperto nelle relazioni di stima. Ogni concorrente, per partecipare, dovr depositare presso lo studio del professionista delegato, entro le ore 12 del giorno antecedente la vendita, domanda in bollo in busta chiusa unitamente a copia del proprio documento didentit e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione a partecipare e ad assegno circolare non trasferibile intestato al professionista delegato, quale cauzione, pari al 10% del prezzo proposto, comunque non inferiore al prezzo base, o, in caso di vendita con incanto, al 10% del prezzo base dasta fissato. Nel caso di vendita senza incanto lofferente dovr depositare, altres, nel termine suddetto dichiarazione contenente lindicazione del prezzo, del tempo e modo del pagamento ed ogni altro elemento utile alla valutazione dellofferta. Per la vendita con incanto laumento minimo stabilito per entrambi i lotti in . 1.000,00. Laggiudicatario dovr depositare il prezzo di aggiudicazione, dedotta la cauzione, nelle forme previste per i depositi giudiziari entro il termine di gg. 60 dallaggiudicazione. Tutte le spese successive allaggiudicazione sono a carico dellaggiudicatario. La relazione di stima trovasi pubblicata sul sito www.astegiudiziarie.it. Maggiori informazioni presso il delegato (0931.1851341 - 3475841678). Siracusa, l 08/08/2013 Il Professionista Delegato Avv. Girolamo Venturella

In foto, palazzo dei Normanni.

margine di guadagno lo si ottiene soltanto negli ultimi tre mesi. Ci significa che

unutile dimpresa lo si potr ottenere solo con il 43% di quanto prodotto. Questo

trend possiamo proiettarlo ad una famiglia media, costretta a districarsi tra bol-

lette da pagare, tasse da mettere in conto, debiti da onorare insieme ai mutui. Una

situazione davvero difficile che soltanto con la buona volont ma anche spesso con il sacrificio personale si riesce a fare fronte. Ma questa non pi vita, ma semplicemente sopravvivenza. Quando si accumulano i debiti, la luce del tunnel difficile da vedere se non impossibile in breve tempo. Ecco che in capo deve necessariamente scendere in campo la politica, che da sola potrebbe garantire indirizzi di grande respiro ed un margine di azione. Sono stati sbloccati, ad esempio, alcuni progetti da parte della Regione, alcuni dei quali ricadono nel Siracusano. Ecco, vorremmo che la politica riuscisse a mandare a buon fine tutte le progettazioni che esistono e che spesso giacciano per vari motivi nei cassetti dei vari assessorati. Un motivo in pi per comprendere come spendere lenorme dotazione economica che lUnione europea mette a nostra disposizione. Giuseppe Bianca

Il piano applica misure importanti per lambiente


Estato approvato dallAssessorato alla Salute, dopo 4 anni, dalla entrata in vigore della Legge Regionale 5/09, il piano straordinario di interventi sanitari nelle aree a rischio ambientali. I risultati della pi recente indagine hanno evidenziato alcune alterazioni dei profili di mortalit e ricovero nelle popolazioni che vivono in prossimit dei principali poli industriali della Sicilia. Nellarea di Gela e in quella di Augusta-Priolo sono stati osservati alcuni eccessi di mortalit per malattie tumorali e non tumorali, mentre larea di Milazzo si caratterizzata per eccessi di patologie molto deboli e pi isolate; solo nel caso di Gela si avuto una mortalit generale superiore allatteso. Il piano tramuta in fatti concreti ha spiegato lOn Vinciullo il mio emendamento allart. 6 della legge regionale numero 5 del 2009 che prevedeva interventi mirati per le zone ad alta densit e rischio industriali quale Augusta Gela e Milazzo. Come noto, la presenza di sostanze tossiche e inquinanti nellaria, nelle acque e nei suoli delle tre zone industriali citate rende necessaria una maggiore e pi qualificata azione di monitoraggio, sorveglianza e valutazione dei dati epidemiologici delle tre province di Siracusa, Messina e Caltanissetta. Il piano straordinario, cosi come illustrato e sostenuto dallassessore alla Salute, Lucia Borsellino, avr lo scopo di individuare nelle aree a rischio di Priolo, Gela e Milazzo, interventi mirati di protezione della salute e di assistenza sanitaria, ed orientato in base alle indicazioni che emergono dallimplementazione degli strumenti di sorveglianza epidemiologica e che riguardano tra laltro la rete dei registri dei tumori, il registro regionale di mortalit e il registro dei mesoteliomi correlati allesposizione allamianto. Il piano prevede specifiche attivit di sorveglianza e valutazione epidemiologica, di monitoraggio interventi di prevenzione primaria e secondaria, sorveglianza sanitaria per ex esposti allamianto ed ha valenza pluriennale con copertura finanziaria di circa 3 milioni di euro per il periodo 2013-2014.

Lo afferma il parlamentare regionale siracusano Enzo Vinciullo

6 ottobre 2013, domenica

La

Granata: La cementificazione ed il consumo del suolo devono divenire una realt incontrovertibile

In foto, la rada di Augusta.

Capitaneria di Porto di Siracusa stata impegnata nel soccorso a due barconi con 325 migranti irregolari. Il primo barcone veniva avvistato gi da ieri da un velivolo della Guardia Costiera a circa 190 miglia dalla costa siciliana, veniva dirottata sul punto la motonave Grand Pearl in transito nella zona, nel frattempo venivano inviate due motovedette della Capitaneria di Porto di Siracusa e di Pozzallo. Alle ore 2:30 i 120 migranti venivano trasbordati dalla nave sulle due motovedette e trasferiti a Portopalo dove giungevano alle ore 7 ricevendo laccoglienza da parte del personale militare dellUfficio Locale Marittimo di Portopalo dal personale delle forze di polizia e la prima assistenza sanitaria da parte del personale della Sanit Marittima, dellASP e della Croce Rossa. Terminate le operazioni di sbarco, le due unit mollavano gli ormeggi per la presenza di un barcone a circa 30 miglia a sud di Portopalo. Trasbordati i 205 migranti, dei quali 57 minori e 54 donne, anche questi venivano trasferiti a Portopalo.

Portopalo Sbarcati 325 profughi

Non sono la nemica del parco Lassessore Sgarlata replica alle accuse che da pi parti le sono mosse
archeologico della Neapolis. E non potrei esserlo vista la mia storia personale, mia preparazione professionale ed il fato che abbia avuto come maestro il professore Santi Agnello. Queste le parole dellassessore regionale Ai Beni culturali, Maria Rita Sgarlata, che ha partecipato ieri sera ad un dibattito sul tema del Parco della Neapolis: prospettive e sviluppo, tenuto al Jolly Hotel per iniziativa della Fondazione Fare Democrazia. Lassessore ha risposto a quanti in questi giorni la stanno crocifiggendo, accusandola di non mettere molto impegno nellesito della pratica che ormai affonda le radici nella notte dei tempi. I talebani distruggono i loro monumenti - ha detto la Sgarlata - Io che vengo accusata di essere una talebana davvero inopportuno. Posso dire che personalmente ho ripristinato le due unit che di fatto sono le responsabili del procedimento, che erano state defenestrate. Ho anche iniziato la perimetrazione del parco e parallelamente ho istituito un osservatorio per i piani paesaggistici. I prossimi due che avremo sotto esame saranno proprio quelli di Ragusa e di Siracusa. In tal senso ho cooptato l'avvocato Paolo Tuttoilmondo che ha competenza in materia. Lassessore Sgarlata ha poi riferito di avere trasmesso il carteggio per la perimetrazione del parco archeologico al Sovrintendente e adesso si trova presso gli uffici del Comune capoluogo, dove spero possa essere completato entro i quarantacinque giorni previsti. Fino ad oggi ne sono trascorsi trentanove. Al convegno sul parco archeologico, tra gli altri vi era anche Fabio Granata, protagonista di una polemica accesa con lassessore Sgarlata, a proposito della decisione di dare in prestito lAnnunciata di Antonello da Messina. Capisco bene che Fabio Granata - dice - , considerando la sua parabola e gli ultimi risultati elettorali, si veda costretto a resettare la propria visione politica e a tornare in qualche modo alle origini, vagheggiando un mondo chiuso in se stesso, nutrito di autarchia e di protezionismo. Tutto questo sia in palese contraddizione con le posizioni assunte quando era assessore regionale e si faceva cantore delle trasferte in Giappone del Satiro di Mazara o trasportava entusiasta vasi attici da una sponda allaltra del Mediterraneo. Adesso ha cambiato idea e ne prendo atto; del resto non la prima volta che lo fa. Ci priveremo per qualche tempo di Antonello, ma avremo in cambio altri Antonello, addirittura un Piero della Francesca; posticipiamo il ritorno della statua di Mozia, ma i Siciliani potranno ammirare uno splendido Caravaggio,

6 ottobre 2013, domenica

Non sono nemica del parco Neapolis


Per cultura personale e preparazione professionale sono fautrice della perimetrazione del parco archeologico

In foto, lassessore regionale Maria Rita Sgarlata.

Mattia Preti ecc. Che Granata urli allo scandalo, scagliandosi contro iniziative che lui stesso in passato ha caldeggiato, lo trovo accettabile e persino comprensibile. Mi preoccupano invece gli argomenti utilizzati per accendere la polemica, prima fra tutte la pretesa fragilit della nostra Annunciata. Il quadro del Museo Bellomo stato, negli anni 2007-2008, oggetto di restauro da parte dellIstituto Centrale per il Restauro che ne ha assicurato lo stato di conservazione prima precario. Il parere rilasciato per il prestito al MART di Rovereto stato subordinato alla verifica della trasportabilit dellopera da parte di un funzionario dellICR, inviato a Siracusa a spese del MART. Lautorizzazione a spostare il dipinto stata concessa solo a seguito del rilascio del parere positivo del funzionario.

Estorsioni a Sortino: accolta la costituzione di parte civile


Al processo a carico dei fratelli
Innocenzio e Cesare Pandolfo, accusati di estorsione ai danni dei titolari di un locale pubblico di Sortino, il tribunale penale di Siracusa ha ammesso la costituzione di parte civile oltre che delle vittime, anche del Comune di Sortino, della Cooperativa Tuttoincoop, l Acipas, la Federazione Nazionale Antiracket, il Coordinamento Provinciale Antiracket, della Camera di Commercio di Siracusa, della Cna, patrocinati dagli avvocati Franco Pizzuto, Gianluca Caruso, AntonioMirone . Alludienza erano, tra gli altri, il sindaco di Sortino Vincenzo Buccheri, il coordinatore Regionale Antiracket Mauro Magnano, il coordinatore Provinciale Paolo Caligiore, il presidente regionale CNA Pippo Gianninoto. E stato veramente confortante commenta il direttivo dellAcipas constatare la grande solidariet e il sostegno che a tutti i livelli si sta manifestando nei

CRONACA

Ad inizio settimana abbiamo appreso che una

Stantio anticlericalismo ed attualit della Croce

TACCUINO

confronti delle giovani vittime che hanno avuto il senso civico di denunciare chi li ha ricattat. Il nostro invito nei confronti degli

In foto, Innocenzio e Cesare Pandolfo.

operatori commerciali e non solo quello di denunciare per non rimanere soli. R.L.

maestrina di Bologna ha tolto il crocefisso dalla sua prima elementare: nel nome delle libert, questo lo faceva. Ricorrevano alcuni genitori al dirigente scolastico, il quale pontificando sulla libert degli uomini ed interpretando a modo suo le leggi in materia, avallava loperato della sua maestrina. Ma la storia degli uomini non cambia perch c un sussulto di anticlericalismo daltri tempi in una maestra di scuola primaria e nel suo dirigente. Venerd scorso ci sono state due manifestazioni di popolo in Italia. La prima, quella di Lampedusa: abitanti dellisola e turisti si sono uniti in una grande fiaccolata perch avevano bisogno di stare insieme per il dolore dei trecento migranti morti a settecento metri dalla loro riva. Il corteo era preceduto da un grande crocrefisso, lo stesso usato per la messa del Papa a Lampedusa. Laltra grande riunione di massa: in un paesino al confine fra la provincia di Napoli e quella di Caserta, oltre 30 mila persone che lottavano contro

la morte dei loro figli causata dallinquinamento dellaria che respirano e dallacqua che bevono. Anche qui, il grande corteo era preceduto da un grande crocefisso. Ogni qualvolta si lotta per la vita contro la morte, luomo sente il bisogno dellaiuto del Dio che si fece uomo e il suo simbolo, la Croce, lo vuole con se. Ogni qual volta luomo ha bisogno della speranza nella lotta per la vita, sente la necessit di affidarsi a Dio che si fece uomo e visse fra gli uomini e che mor sulla croce per loro. Quella croce che precede i cortei di Napoli e di Lampedusa significa che gli uomini chiedono gli interventi di governi e di altri uomini, nel nome del Dio crocifisso perch confidano in Lui. Mi bastano queste considerazioni per superare con un sorriso lanticlericalismo della maestrina di Bologna e del suo dirigente; non si avvedono questi anticlericali da XX settembre che la chiesa di Cristo innervata nella storia del popolo italiano con o senza un crocefisso nellaula della scuola di Bologna. Titta Rizza

6 ottobre 2013, domenica

6 ottobre 2013, domenica

Inquinamento da idrocarburi Sequestrata area di Isab Nord


nata nel giro di un mese esatto nei confronti dellIsab Nord di Priolo Gargallo. Gli agenti del Commissariato di Priolo Gargallo e del Commissariato Ortigia, hanno individuato un nuova area, allinterno dellimpianto Isab Nord, contaminata da prodotti derivanti da idrocarburi. Larea di circa 1000 metri quadrati, ubicata allinterno del perimetro aziendale dello stabilimento Isab Nord stata sottoposta a sequestro preventivo. Al momento al vaglio degli investigatori la posizione di due dipendenti della Societ Isab Nord e di due dipendenti della societ Priolo Servizi. Anche in questo caso, come i due precedenti, si sarebbe verificato lo sversamento di idrocarburi, tale da provocare linquinamento di un vasto appezzamento. Questo caso si aggiunge agli altri due precedenti: il primo rilevato il 5 settembre scorso, sempre dai poliziotti del commissariato di Priolo su unarea pari a circa 4 mila metri quadrati, sita allinterno dellimpianto Isab Sud. Gli operatori di Polizia hanno riscontrato la presenza di liquidi di natura idrocarburica sversati dalla condotta fognaria che confluisce al Tas (trattamento acque di scarico), in unarea di pertinenza dellIsab Sud. In quella circostanza, lazienda puntalizz che levento il risultato dellallagamento determinato dal nubifragio di eccezionale entit (chiaro evento di forza maggiore) che si abbattuto sulla zona di Siracusa il 22 agosto scorso nelle prime ore del mattino e che ha determinato una situazione di emergenza nellintero territorio; il flusso dacqua eccezionale ha fatto saltare alcuni tombini della Raffineria e tracimare la fogna nel punto oggetto dellevento. Il secondo sequestro, invece, si verificato in unarea di circa 200 metri quadrati, allinterno dellimpianto Isab Nord, poich ad una verifica risultata essere contaminata da prodotti derivanti da idrocarburi. R.L.

Operazione congiunta dei polizioitti dei commissariati di Priolo Gargallo e di Ortigia

Terzo sequestro di area inqui-

Sigilli ad unarea di mille metri quadrati. Si tratta del terzo sequestro di appezzamenti di terreno di propriet dellazienda petrolchimica genovese

Sbarco immigrati: si aggrava la posizione di cinque scafisti


Si aggrava la posizione giudiziaria di cinque cittadini egiziani ed uno palestinese, in carcere dal 12 settembre perch non solo ritenuti presunti scafisti, ma anche i promotori degli sbarchi di immigrati. Gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Siracusa, insieme a personale del Servizio centrale Operativo di Roma e della Squadra Mobile di Catania, hanno notificato ai sei indagati unordinanza di custodia cautelare detentiva, con la quale vengono ipotizzati a loro carico i reati di associazione a delinquere finalizzata allimmigrazione clandestina. Il provvedimento stato notificato in carcere ad Amir Qat di 44 anni, originario della Palestina, residente in Siracusa, Abdou Ghedu, detto Mhamed di 31 anni di origine egiziana, residente in Siracusa ed Mohamed Shahan Mohamed Darwish Elsayed, alias Said Darwish di 22 anni di origine egiziana, residente in Vittoria, Khalil Ibrahim Islam di 22, Fathi Mohamed Ahmed di 18 e Gabir Farag Houssan di 18, tutti e tre di origine egiziana. La nuova ordinanza, emessa dal Gip del tribunale di Catania, scaturisce dallattivit di polizia giudiziaria susseguente al sequestro della nave madre del 12 settembre scorso nelle acque antistanti le coste siracusane e del seguente fermo di tre extracomunitari, sui quali gli investigatori avevano puntato lattenzione

Nuova ordinanza di custodia cautelare per associazione per delinquere

Quattro egiziani ed un palestinese, in carcere dal 14 settembre scorso, sono accusati non soltanto di favoreggiamento

In foto, il carcere di Cavadonna.

In foto, lareadellIsab Nord, sequestrata a Priolo

Nel pomeriggio a Lentini i funerali dello sfortunato centauro


Si
svolgeranno questo pomeriggio alle ore 16 ala chiesa di SantAntonio a Lentini, i funerali di Mimmo Andronico, il ragazzo lentinese, che avrebbe compiuto 19 anni mercoled prossimo, deceduto a seguito delle gravi lesioni riportate in un incidente di moto avvenuto domenica scorsa in via Francofonte a Lentini. Un rito funebre che accomuna tutti i parenti e gli amici dello sfortunato giovane, il cui cuore ha cessato di battere nella giornata di ieri dopo cinque giorni di agonia al reparto di rianimazione dellospedale Cannizzaro di Catania. Si raccoglieranno in preghiera In foto, Mimmo Andronico. e si chiederanno come sia stato municipale lentinese a stabilire le possibile verificarsi un inciden- cause dellincidente. Da una prite autonomo come quello nel ma ricostruzione, sembra che il quale stato coinvolto il ragaz- ragazzo viaggiava a bordo di un zo. Saranno gli agenti di polizia Beverly Piaggio in compagnia di

CRONACA

perch sospetta la loro attivit sul territorio siracusano. I tre, che dimorano fra Siracusa e Vittoria, sono accusati, in sostanza, di svolgere

attivit di basisti per coloro che agiscono con le cosiddette navi madre, dalle quali trasbordano su imbarcazioni pi piccole i profughi diretti

sulle nostre coste., il Nord Italia e persino con il Marocco. Gli indagati, con laiuto di altri complici, contattavano cittadini egiziani e si-

riani interessati ad un ingresso clandestino via mare in Italia, pattuendo il pagamento del prezzo per il viaggio e gestendo tutte le fasi del suc-

cessivo trasferimento in Italia. Gli arrestati utilizzavano una collaudata rete organizzativa costituita da automezzi per il trasporto a terra fino alla citt costiera di partenza, e di imbarcazioni di vario tipo e grandezza necessari per effettuare la traversata del Mediterraneo. Le risultanze delle indagini sono state rappresentate, con dettagliate informative, alla Procura Distrettuale della Repubblica di Catania che, condividendo le richieste degli investigatori, emetteva un ulteriore provvedimento di fermo a carico degli altri 3 indagati, che risultano essere referenti nel territorio di questa provincia e di quella iblea del sodalizio criminale transnazionale di origine egiziana. Gli arrestati, dopo le incombenze di rito, sono stati condotti nel carcere di Siracusa. Avrebbero agevolato lo sbarco nelle coste siracusane di 199 migranti clandestini assumendo il ruolo di promotori e comunque di organizzatori dellattivit delittuosa. R.L.

un amico quando, allaltezza della chiesa di S.Antonio, proprio quella che domani accoglier le sue spoglie, per cause ancora da accertare, ha urtato contro lo spartitraffico. La vittima ha perso il controllo del mezzo, che si schiantato contro una palma. Ad avere la peggio stato Andronico, le cui condizioni sono sembrate subito critiche. Sottaccusa, intanto, la pericolosit di quella strada allaltezza della zona 167 fra Lentini e Carlentini, in passato teatro di altre vittime di incidenti stradali. Un altro giovane a bordo della sua moto, perse la vita schiantandosi contro una palma. Adesso unaltra vittima si aggiunge allelenco. Mimmo Andronico aveva iniziato a frequentare il corso serale dellIstituto tecnico industriale di Carlentini.

Autosport

S.r.l. C.da Targia 18 Siracusa Tel.0931 759918

autosport.toyota.it

Vicenda tubercolosi, audizione allArs per il direttore sanitario


Audizione
allArs, voluta dal portavoce del M5S Stefano Zito, per chiarire gli aspetti emersi nella video inchiesta, diffusa a luglio scorso dal Meetup 2.0 sulla gestione del fenomeno della tubercolosi nel territorio siracusano. Riguardo al palazzetto della sanit che vede da anni i minori che devono sottoporsi a visita medico sportiva transitare negli stessi locali dove stazionano o attendono persone potenzialmente malate di tubercolosi (nello stesso piano, separato solamente da un corridoio, vi infatti lex-antidispensario tubercolare) lASP per mezzo del suo direttore sanitario Anselmo Madeddu, ha obiettato che gli eventuali malati starebbero a contatto con i bambini per un periodo di tempo troppo breve affinch una eventuale infezione possa verificarsi. Il dottor Rossitto, che prima di essere spostato nel 2012 al reparto di Pneumologia dellOspedale Umberto I spiega Marco Ortisi del M5S siracusano stato per anni responsabile dellexdispensario antitubercolare e che non ha mai mancato di segnalare in pi occasioni tale criticit in forma sia verbale che scritta, ha ricordato come gli studi pi recenti dimostrano la presenza di casi di contagio anche in situazioni in cui lunico aspetto in comune che la persona malata e quella successivamente infettata avevano condiviso era stato un breve tragitto in autobus. Quanto alla presunta mancata esecuzione di alcuni esami previsti per legge nei casi ospedalizzati e di sospetta tubercolosi (lesame colturale per una corretta diagnosi, lantibiogramma per testare le farmacoresistenze e la tipizzazione) il direttore sanitario dellAsp 8, Anselmo Madeddu, ha respinto tali affermazioni dichiarando che, seppur vero che il laboratorio di analisi di Siracusa non attrezzato per condurre questi esami, gli stessi vengono tuttavia svolti dallAsp di Catania tramite una specifica convenzione che consente di conferire ad essa i campioni provenienti dal reparto di malattie infettive. Il dottor Rossitto ha spigato il parlamentare regionale Zito ha per fatto notare che nel caso del

Il dott. Anselmo Madeddu ha risposto alle domande dei parlamentari regionali

6 ottobre 2013, domenica

vita di Quartiere

6 ottobre 2013, domenica

Al di la dei problemi dati dalla crisi il pericolo vero per il sistema Siracusa rappresentato dalla poca propensione a mettersi davvero in gioco

Dallaudizione del dirigente sanitario si appreso che nel 2012, invece, sono sei i casi di tubercolosi registrati solo tra i bambini (tubercolosi pediatrica)

reparto in cui opera, lattivazione di questa procedura con lAsp di Catania non funziona e che, a distanza di mesi, i risultati dei campioni inviati non sono mai tornati indietro, tempi che stonano con la necessit di ottenere risposte rapide al fine di formulare una diagnosi quanto pi completa possibile per i pazienti affetti da tbc. In audizione comunque emerso che da molti anni e fino al 2012, nessuno degli esami in og-

In foto, la cittadella sanitaria di Siracusa.

Da minorenne consum due rapine: in carcere un 23enne


Da diciottenne, quattro anni addietro si sarebbe reso

getto era stato espletato dallAsp 8 di Siracusa, relativamente al reparto di Pneumologia, nemmeno in convenzione con lazienda sanitaria provinciale di Catania. Ci sembra inconcepibile che il reparto di Malattie Infettive possa beneficiare di una convenzione funzionante con lASP di Catania mentre questa opportunit sia stata e sia ancora preclusa a Pneumologia. In audizione si appreso che nel

protagonista di una serie di rapine. Essendo trascorso tanto tempo, pensava di averla fatta franca. Invece, la Giustizia lenta ma arriva sempre. Cosicch gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Siracusa hanno eseguito nelle ultime ore unordinanza di carcerazione nei confronti di I.F. di 23 anni, di Siracusa, emessa dalla Procura della Repubblica per i Minorenni di Catania. Il giovane, minorenne allepoca dei fatti oggetto della contestazione, deve scontare una pena per due rapine commesse nellanno 2009, a Siracusa.

2004 si sono registrati 4 casi di tubercolosi attiva, mentre negli anni precedenti ve ne erano stati ancora meno. Nel 2012, invece, sono 6 i casi di tubercolosi registrati solo tra i bambini (tubercolosi pediatrica). Il trend della malattia in generale aumentato del 600% dal 2004 al 2009. In aumento anche le micro-epidemie nelle famiglie. Si inoltre appreso di un caso di tbc attiva di una dipendente che lavora in ospedale. Il direttore sanitario ha affermato che per ridurre il rischio di contagio il test intradermico Mantoux (volto ad appurare la presenza del bacillo della tbc nellorganismo ospite) questanno stato somministrato agli immigrati direttamente nel porto di sbarco. Ma con quale organizzazione ed utilit si chiede Ortisi dal momento che gli immigrati necessitano di essere comunque ricontrollati dopo 48-72 ore? Rimangono 48-72 ore in porto? E ancora, ripetiamo, con quali test se lASP ha dichiarato di eseguire nel suo comunicato stampa di luglio solo 1.500 mantoux allanno?. Noi ci stiamo battendo per la salute dei cittadini e speriamo che lASP, con alto senso di maturit, decida di approfondire e risolvere i punti rimasti in sospeso, hanno dichiarato Marco Ortisi ed il deputato del M5S Stefano Zito.

a recente giornata Informativa che Soat organizzata presso la Cantina Pupillo Contrada Targia Siracusa nellambito della Misura 111 del Piano di sviluppo regionale ha voluto mettere a tema la maggior urgenza ed il fattore pi importante per lo sviluppo del settore agroalimentare della nostra Sicilia: la crescita della coscienza imprenditoriale dei suoi operatori. Il mercato, un tema radicale per il futuro del settore agroalimentare della nostra Sicilia. Sembrerebbe un tema ovvio e scontato, se non fosse che questo il punto pi debole delle imprese italiane. Lattivit dellimprenditore agroalimentare ancora oggi concentrata sulla produzione; per questo il titolo provocatorio il 50% del lavoro di ogni

Epipoli: Leconomia minacciata dalla scarsa imprenditorialit


impresa dopo aver prodotto al meglio: il mercato. Dedicarsi al mercato, anzi analizzare il mercato prima di realizzare la propria produzione, unattivit in cui si registra un ritardo culturale e strutturale che attanaglia la maggior parte degli imprenditori italiani. Ci deriva anche da un retaggio storico e da una Politica Agricola Comunitaria che, per quaranta anni, ha garantito il collocamento dei prodotti, indipendentemente dalla loro qualit e dai quantitativi prodotti. Per lagricoltura il concetto dimpresa market oriented sempre stato un problema. Limpresa agricola sempre stata product oriented. Da alcuni anni non pi cos. Il 50% del lavoro di ogni imprenditore deve essere dedicato al mercato, anzi il mercato viene prima di produrre. Non si produce se non si definito adeguatamente il mercato. Lagroalimetare italiano chiamato ad affrontare la sfida del mercato, con particolare riferimento allestero. Siamo condannati a crescere allestero, perch la produzione oggi o la portiamo allestero oppure quel prodotto in pi porta solo prezzi bassi e drammatiche crisi di mercato. Come preparare limpresa al mercato? Non innanzitutto un problema strutturale, ma culturale. Occorre linnovazione che parte innanzitutto dalla cultura imprenditoriale. Le testimonianze imprenditoriali hanno documentato come piccole e grandi imprese hanno affrontato il mercato e dal loro racconto emergeranno comportamenti, strategie e soluzioni operative utili per far crescere la propria cultura imprenditoriale. La vera minaccia infatti per le nostre produzioni agricole ed i nostri prodotti trasformati, non sono la globalizzazione, i prezzi bassi dei manufatti provenienti dai paesi emergenti, o la riduzione dei sussidi comunitari, bens la scarsa coscienza imprenditoriale presente negli operatori delle nostre imprese del settore. L'impresa, sotto il profilo del diritto, un'attivit economica professionalmente organizzata al fine della produzione o dello scambio di beni o di servizi: ci quanto si desume dalla definizione di "imprenditore" che all'art. 2082 fornisce il vigente codice civile italiano. Occorre non confondere il concetto di impresa con quello di azienda. L'impresa perci caratterizzata da un determinato scopo (produzione o scambio di beni o servizi) e dalle conseguenti modalit adottate per il raggiungimento dello scopo (organizzazione, economicit e professionalit) attraverso l'impiego di fattori produttivi (capitale, mezzi di produzione, materie prime e forza lavoro) e relativi investimenti. fondamentale inoltre che l'impresa procuri capitale sufficiente a coprire e superare il costo delle spese di produzione, ossia produca un guadagno o profitto o utile. Se quest'ultima non pi in grado di sopportare la spesa finisce inevitabilmente col fallire.

on distante da Megara Hyblaea, una delle prime colonie greche in Sicilia, l'antico feudo della Targia si estendeva per oltre 140 ettari, incastonati tra il mar Ionio, le rovine del maestoso Castello Eurialo,costruito tra il 402 e il 397 a.C., e le Mura dionigiane. L'Azienda Agricola Pupillo occupa buona parte di quel feudo ed situata a pochi chilometri dal parco archeologico e dal centro storico di Siracusa - ove si conservano templi greci e splendide costruzioni barocche. La sua fertile terra, carezzata dalle brezze marine e dal sole mediterraneo, rende ogni produzione unica per gusto, colore e profumo. LAzienda Agricola Pupillo, fondata nel 1908, occupa buona parte dellestensione che un tempo costitu il Feudo della Targia, celebre non solo per il castello federiciano, ma anche per i fertili suoli in grado di donare un gusto e un profumo unico a ogni produzione. Per oltre ventanni Nino Pupillo si dedicato con una volont ferrea alla ricostituzione delle vigne dei suoi avi su un territorio che da sempre stato vocato allagricoltura per riproporre il Moscato di Siracusa, vino scomparso da tempo, che declina la storia di queste terre coniugandola con le pi moderne tecniche di vinificazione. Oltre al Solacium e Pollio, entrambi moscati di Siracusa Doc, la famiglia Pupillo ha dato vita al nero dAvola Re Federico e al moscato secco Cyane.

Epipoli: In c.da Targia un esempio emblematico del fare realmente impresa

10

6 ottobre 2013, domenica

stesso Vicepresidente Vicario della Commissione Bilancio e Programmazione dellArs, On. Vincenzo Vinciullo, con uninterrogazione al Presidente della Regione Siciliana, denuncia il rischio di sovraffollamento nelle aule scolastiche a causa dell inosservanza della normativa vigente in materia. Premesso che nella normativa scolastica vigente si legge nellinterrogazione dell On. Vinciullo un problema molto dibattuto rappresentato dalla fissazione del numero minimo e massimo di alunni indispensabili per la formazione delle classi, basata sul parametro risultante dal rapporto alunni e superficie. Il limite di 26 persone, massimo affollamento ipotizzabile, viene gi superato adesso in tantissimi casi senza che vengano soddi-

Lo

Citt: Incognita sovraffollamento

Nessuno strappo alla regola alunni per superficie nelle nostre scuole

Citt: Poca propensione al buon latte


6 ottobre 2013, domenica

11

In foto, linterno di unaula scolastica. sfatti i requisiti che t di affollamento la normativa prevede prevista dalla norper il suo superamen- mativa ai fini della to (e cio: porte di funzionalit didattica larghezza 1.20 metri e dellagibilit delle e opportuno verso di aule, non garantendo apertura, assunzio- quella che la superne di responsabilit ficie minima/persocon apposita dichia- na che la normativa razione, da parte del prevede (basti pensaDirigente scolastico re infatti che, ad es., del Comune o della per avere 30 alunni Provincia; modesto in una aula, quindi 31 incremento nume- persone, questa deve rico). In tantissimi avere una superficie casi, gi adesso, non di 56 mq nella scuoviene rispettata asso- la dellinfanzia-elelutamente la densi- mentare-media e di

61 mq alle superiori). Le aule sovraffollate spiega lOn. Vinciullo - oltre ad essere poco igieniche ed insicure, causano negli alunni/utenti anche uno scarso rendimento scolastico andando ad inficiare la qualit dell'offerta formativa di ogni scuola. Le inadeguatezze e soprattutto l'erroneo rapporto fra il numero di alunni e gli indici minimi previsti, sono state pi volte evidenziate durante l'effettuazione delle prove di evacuazione che spesso sono anche inefficaci per la mancanza delle vie di fuga nelle aule sovraffollate. E, quindi, auspicabile conclude lOn. Vinciullo - che le istituzioni scolastiche, nella formazione delle classi si attengano, alla luce di una evoluzione del quadro normativo di riferimento, anche a tutte le altre disposizioni legislative che garantiscono la sicurezza e ligiene sia agli alunni che ai lavoratori della scuola. Occorre perci che il Governo si attivi, nominando degli ispettori con il compito di verificare se i limiti e le condizioni previste dalle normative vigenti in materia siano state rispettate o meno, nellanno scolastico in corso.

Sentire pronunciare con agevole frequenza un qualsiasi mi dispiace, o esprimerlo in prima persona, divenuto da troppo tempo lemblema di una scontata e banale asserzione, adottata in ogni possibile circostanza ritenuta incresciosa per il nostro occasionale interlocutore. Pochi scrupoli ci assalgono, uniformandoci a una discutibile consuetudine, nel dissipare delle apprezzabili parole orientate, soltanto in teoria, ad esprimere una sensibile vicinanza interiore ai destinatari dei nostri messaggi. Dovremmo poter manifestare tutta la nostra comprensione e adesione ai dilemmi altrui, che forse non stato possibile dipanare per non esserci ancora valsi del nostro concreto intervento. Perci, limpotenza di quel risolutivo mi dispiace, in verit, soltanto un meccanico bla bla bla, in assoluta carenza di alcun nostro sincero sentimento di condivisione con chi ci sta accanto. Salvo apprezzabili eccezioni, non mai troppo agevole per noi essere prontamente disponibili per concretizzare quelle ipocrite parole. Se ci dolessimo veramente, almeno un po, per quanto capitato alla persona con cui ci stiamo relazionando, ci adopereremmo con energica sollecitudine per smuovere mari e monti. Salvo che per certi ineluttabili eventi, magari sul termine dellumana esistenza, dovremmo coinvolgere persone e cose per tentare anche limpossibile, escogitando una comune e adeguata soluzione ai problemi altrui, per mitigare quellinutile e convenzionale vicinanza verbale con chi magari in bala di temporanee difficolt. Purtroppo ormai automatico quanto ci sfugge dalle labbra, e che si sente ripetere dappertutto, di persona o dai media. Quelle parole, dal magico e illusorio potere, dovrebbero quietare con determinata rassegnazione ogni ansia altrui che aleggia anche intorno a noi, senza per riuscire a scalfirci minimamente. Come comportarsi, quindi, con meno eloquente falsit? Non essendo un esperto del settore, forse questa volta mi sono avventurato con una barchetta troppo fragile in una traversata per nulla agevole, senza saper suggerire unadeguata condotta su quanto evidenziato. Credo comunque di trovarmi in buona compagnia, come tanti di noi, perplessi nellesprimere una diversa e pi convincente dichiarazione di rammarico, solitamente condiviso a voce ma niente affatto sentito nel nostro intimo. Magari aggiungendo a quel mi dispiace, un rassicurante per, potremmo stimolare qualche appagante alternativa. Prima che la parola fine possa decretare il definitivo tramonto di unauspicata soluzione di quel determinato dilemma, forse potremmo provare, con maggiore serenit e pi energia, a rendere del tutto inefficace quel nostro inadeguato e casuale falso cruccio.

Mi dispiace!: un falso cruccio

Il mondo associativo della categoria sottolinea uno scarso interesse dei consumatori per il prodotto

Bastano

10 minuti di tempo, gli alimenti giusti (come i latticini) e il menu corretto per partire alla mattina con il piede giusto e farsi del bene a lungo termine. I benefici della prima colazione e i rischi che si corrono se la si salta nel nuovo numero della newsletter nutrizionale di Assolatte. Per molti una perdita di tempo inutile. Per altri una pausa veloce e a cui non si presta troppo attenzione, fatta al volo al bar o mentre si leggono le news su internet. Solo per 86 italiani su 100 (contro il 92% di 10 anni fa) la prima colazione lappuntamento irrinunciabile con cui iniziare ogni giornata. Unottima abitudine questa, che i nutrizionisti non si stancano mai di elogiare, anche alla luce dei numerosi studi condotti nel mondo e da cui emergono chiaramente i vantaggi per il benessere e la salute determinati dallabitudine di fare colazione. Il nuovo numero della newsletter nutrizionale di Assolatte LAt-

Notevoli i benefici apportati allorganismo umano da una corretta alimentazione


nutrizione, modulando lassunzione e il metabolismo dei nutrienti, favorendo il giusto ritmo fame/saziet, una corretta prima colazione contribuisce a ridurre il rischio di sovrappeso, obesit e malattie metaboliche. Ma non basta essere abituati a non saltare la colazione per meritarsi un bel 10 e lode: spesso chi consuma il breakfast non lo fa nel modo corretto. Gli errori pi comuni: mangiare poco, andare troppo di fretta e sbagliare il menu. Che sia dolce e o salata, secondo i modelli elaborati dai nutrizionisti, la prima colazione dovrebbe sempre essere composta da 3 alimenti: cereali (come pane, biscotti, fette biscottate, merendine, cereali per la colazione), frutta (fresca o in succo) e latticini (come latte, yogurt e formaggi). La presenza di prodotti lattiero caseari nella colazione non ha solamente il vantaggio di fornire calcio ed energia equilibrata tra i vari macronutrienti, ma una non trascurabile azio-

tendibile fa il punto sulle evidenze scientifiche emerse dalle ultime ricerche dedicate al breakfast e propone suggerimenti utili per approcciare e consumare nel modo giusto il primo pasto della giornata. Una buona prima colazione aiuta a nutrirsi meglio: con una corretta prima colazione pi facile assicurarsi ogni giorno i nutrienti importanti per stare bene (ad esempio, fibra, carboidrati, vitamine e minerali, come il calcio) e diminuire lintake di grassi e colesterolo. Migliora le

performance cognitive: fare colazione favorisce la capacit di concentrazione, di memoria e di apprendimento negli adulti e soprattutto nei bambini. Permette di tenere sotto controllo lappetito: il breakfast il pasto che condiziona di pi il corretto alternarsi fame/saziet dellintera giornata. Quindi che saltare la prima colazione o farla male, significa anche arrivare allora della merenda o del pranzo con un appetito esagerato. Contribuisce alla prevenzione di alcune malattie croniche: migliorando lo stato di

ne di modulazione della saziet e dellindice glicemico del pasto. La presenza di proteine di latte, yogurt o formaggi in un pasto diminuiscono in maniera sensibile la risposta glicemica con evidenti miglioramenti della saziet e del carico glicemico complessivo. Ed proprio la colazione nutriente ma a basso carico glicemico quella che assicura le migliori performance cognitive e le migliori azioni preventive nei confronti delle malattie metaboliche. Quindi sia che si faccia una colazione dolce come quella tipica degli italiani sia che sia salata come abitudine anglosassone, latte/yogurt nella prima e yogurt/formaggio nella seconda svolgono azioni metaboliche molto importanti. La prima colazione andrebbe fatta con calma: prendersi il tempo necessario per apparecchiare la tavola, sedersi e gustarsi la colazione. La colazione un rito da consumare in famiglia. E non solo per il piacere di iniziare la giornata insieme.

Equipararli impropriamente a ville o castelli rende le imprese maggiormente vulnerabili dal sistema

Non avere escluso dallImu ca-

Capannoni e laboratori non sono beni di lusso


prese Italia domanda al Parlamento di controllare il rispetto del termine perentorio di 30 giorni, entrato in vigore il primo gennaio scorso, previsto per i pagamenti della Pubblica amministrazione. Rete Imprese Italia, infine, chiede al Parlamento di vigilare sullimpianto della Service tax, la nuova imposta sui servizi comunali che scatter nel 2014. La storia recente del federalismo ha spiegato Silvestrini dovrebbe avere reso evidente a tutti che la tassazione locale inesorabilmente cresciuta anno su anno ed venuto il momento di Procedere a una vera e propria rivisitazione di tutti i tributi locali al fine di evitare ingiustificate duplicazioni. Per una riforma vera della tassazione locale non basta cambiare nome ai tributi esistenti.

pannoni, laboratori, negozi e alberghi, per questanno ancora equiparati alle abitazioni di lusso, un grosso errore che, nella situazione attuale, rende le imprese pi vulnerabili. Pagheranno, infatti, oltre 9 miliardi con il rischio di superare il non invidiabile traguardo del 68% di imposizione sulle imprese. Lo ha affermato Sergio Silvestrini, Segretario Generale della Cna, intervenuto a nome di Rete Imprese Italia allaudizione sulla Conversione in legge del Dl 102/13, tenuta oggi di fronte alle Commissioni riunite 5a e 6a della Camera. Rete Imprese Italia ritiene inaccettabile che si continui a tassare in maniera cos pesante gli immobili strumentali e ne chiede quindi lesenzione dallImu. Nel frattempo, chiede di

assicurare la deducibilit dellImu pagata dalle imprese. D atto al governo, per, di aver mantenuto limpegno di abolire lImu sugli immobili invenduti. Anche le modalit per rifinanziare gli ammortizzatori in deroga ha continuato

Silvestrini appaiono non condivisibili. Ancora una volta sono le imprese, attraverso il prelievo delle risorse destinate alla decontribuzione del costo del lavoro, a sostenere una prestazione che dovrebbe gravare sulla fiscalit generale. Rete Im-

12

Con laumento dellIVA, famiglie ed imprese vedono aggravarsi una pressione fiscale gi insostenibile. I consumi gi previsti in calo, per questanno di due punti, si ridurranno di altri 3-4 punti decimali. Lincertezza politica aggrava la situazione economica, allontana la ripresa e far chiudere ancora pi imprese, facendo aumentare ulteriormentela disoccupazione, gi a livelli record. Nelle prossime settimane il carico fiscale nazionale e locale diventer per gli italiani sempre pi asfissiante: per cui diventa urgente invertire questa tendenza. La valanga di adempimenti fiscali, potrebbe rendere vano lo sforzo di responsabilit delle imprese a circoscrivere gli effetti negativi dellaumento IVA. Confesercenti, di fronte a una situazione cos difficile, chiede che lItalia sia governata e che si apra un confronto tra le parti sociali, dalle forze imprenditoriali a quelle sindacali, e lesecutivo, per confrontarsi sui problemi concreti del Paese. Non c pi tempo da perdere. Confesercenti: in meno di tre anni hanno chiuso oltre 60mila imprenditori under 35 nel commercio e nel turismo Il tasso di disoccupazione giovanile (15-24anni) ad agosto balza al 40,1%, in rialzo di 0,4 punti percentuali su luglio e di 5,5 punti su base annua. Lo rileva lIstat (dati provvisori).Viene cos superata per la prima volta la soglia del 40% e raggiunto il livello pi alto dallinizio sia delle serie mensili (2004) sia trimestrali(1977). La disoccupazione ad agosto sale al 12,2%, in rialzo di 0,1 punti percentuali su luglio e di 1,5 punti su base annua. Lo rileva lIstat (dati provvisori), aggiungendo come sia stato uguagliato il massimo gi raggiunto a maggio, il livello pi alto dallinizio sia delle serie mensili, gennaio 2004, sia delle trimestrali, primo trimestre 1977. La disoc-

Rubrica a cura della Confesercenti di Siracusa

Con laumento dellIVA la pressione fiscale su famiglie e imprese diventa insostenibile


6 OTTOBRE 2013, DOMENICA

I consumi gi previsti in calo, per questanno di due punti, si ridurranno di altri 3-4 punti decimali
consumo (IPCA) aumenta dell`1,8% rispetto al mese precedente e dello 0,9% nei confronti di settembre 2012 (era +1,2% ad agosto). L`aumento congiunturale principalmente imputabile alla fine dei saldi estivi, di cui l`indice NIC non tiene conto. Con linflazione a questi livelli sostiene Vivoli Vice Presidente Vicario di Confesercenti anni fa avremmo fatto i salti di gioia, oggi invece dobbiamo constatare che linflazione sotto lun per cento segnala che i consumi sono in forte affanno sotto i colpi di una crisi ancora pesante. In questo scenario laumento dellIva di domani finisce per aggravare lo stato delleconomia reale. Altro che aumento Iva, serve al pi presto una manovra per rilanciare la crescita. Altrimenti lItalia rischia seriamente di perdere il treno della ripresa, con la conseguenza di collezionare ancora chiusure di imprese e maggiore disoccupazione. La priorit non lIva al 22%, o leventualit di pagare la rata dellImu di fine anno, ma invece un taglio netto della pressione fiscale reso possibile da una drastica riduzione della spesa pubblica improduttiva. Ecco perch ripetiamo che occorre cambiare strada, ritrovare stabilit e riaprire un dialogo quanto mai necessario fra Istituzioni, partiti e forze sociali. Esodati del commercio: Fipac Confesercenti lancia un allarme Senza redditi n pensioni. E lo strano destino a cui molti ex lavoratori autonomi sono destinati, sono i cosiddetti esodati del commercio, ennesime vittime inconsapevoli della Legge Fornero sul sistema pensionistico. E lallarme lanciato da Fipac Confesercenti a sostegno della categoria. Si tratta infatti, di quei soggetti che hanno perso il lavoro e pronti per la pensione. Costretti dal prolungamento dellet pensionabile della Legge Fornero a rimanere in una situazione di limbo: senza reddito n pensione. Sono lavoratrici e lavoratori del settore commercio, che hanno cessato la propria attivit, riconsegnando ogni autorizzazione o licenza alle competenti autorit. Operatori, che hanno avuto accesso ad un indennizzo per le aziende commerciali in crisi, che poteva essere erogato per un massimo di tre anni, fino al compimento dellet per la pensione di vecchiaia: 60 anni per le donne e 65 anni per gli uomini. E bene precisare, che tale indennizzo finanziato direttamente da tutti gli iscritti alla gestione commercianti con unaliquota aggiuntiva, anche se i termini per accedervi si sono conclusi a Dicembre 2011. Questi lavoratori, hanno rinunciato alla propria attivit a fronte di un importo (indennizzo) pari al Trattamento Minino di pensione che hanno percepito per un periodo variabile (da uno a tre anni) nellattesa di perfezionare i requisiti anagrafici per la vecchiaia e percepire tale trattamento. Dal 2011, con la Legge n 122/10, la quale ha introdotto le c.d. finestre a scorrimento (nuove decorrenze), lindennizzo stato prorogato per 18 mesi dal compimento dellet di 60 anni (donne) o 65 anni (uomini). Lo scopo era proprio quello di non lasciare questa categoria di lavoratori senza indennizzo e senza pensione, ed offrire, quindi, un sostegno economico ai destinatari della prestazione da non sovrapporsi o sostituirsi alla tutela del sistema previdenziale. Successivamente (dal 2012), lentrata in vigore della c.d. legge Fornero ha inasprito i requisiti anagrafici per la pensione di vecchiaia e con laggiunta dellincremento dellaspettativa di vita, ha innalzato let dei lavoratori autonomi, in particolare delle donne, - nel 2013 pari a 63 anni e 9 mesi che, con il susseguirsi di successivi incrementi, superer abbondantemente il requisito di 67 anni previsto nel 2021. Ad oggi, ai lavoratori in questione che terminano o hanno gi terminato di percepire lindennizzo, in quanto hanno compiuto 60 (donne) o 65 anni (uomini), concessa una proroga gi prevista di 18 mesi. Questo meccanismo prevede lestensione dellet massima di: 66 anni e 6 mesi per gli uomini , mentre per le donne di 61 anni e 6 mesi. E ovvio che il problema riguarda soprattutto le donne, in quanto, con linnalzamento dei nuovi requisiti rischiano di accedere alla pensione di vecchiaia non prima di sei/ sette anni, nel 2018/2019, rimanendo, cos, senza alcuna sussistenza. Inoltre, viene ulteriormente evidenziato che tale intervento avrebbe gi una copertura finanziaria, in quanto lindennizzo cessazione attivit commerciale tuttora autofinanziato da tutti gli iscritti alla Gestione commercianti con apposita aliquota aggiuntiva e che tale fondo presenta un attivo di circa 342 milioni di euro. Infatti, ai fini dellerogazione dellindennizzo stato istituito presso lINPS (D.lgs. n 207/96) il Fondo degli interventi per la razionalizzazione della rete commerciale che opera mediante contabilit separata, nellambito della Gestione dei contributi e delle prestazioni degli esercenti attivit commerciali. Si tratta, pertanto, di un ammortizzatore sociale finanziato dalla categoria e che deve essere ripristinato per sostenere i commercianti costretti a chiudere lattivit prima dellaccesso al pensionamento. Chiediamo dunque alle istituzioni e alle forze politiche di mettere al centro del dibattito politico e dellagenda di Governo anche questa importante categoria di lavoratori e non lasciarli: esodati del commercio.

6 OTTOBRE 2013, DOMENICA

13

cupazione totale ad agosto sale al 12,2%, in rialzo di 0,1 punti percentuali su luglio e di 1,5 punti su base annua. Lo rileva lIstat (dati provvisori), aggiungendo come sia stato uguagliato il massimo gi raggiunto a maggio, il livello pi alto dallinizio sia delle serie mensili, gennaio 2004, sia delle trimestrali, primo trimestre 1977. I giovani continuano a fare impresa, ma quanto dureranno? Nello stesso periodo nei due settori hanno chiuso 4 nuove attivit su 10. In meno di tre anni, hanno perso lattivit pi di 60mila giovani imprenditori del commercio e del turismo: nemmeno limprenditoria nei due settori, che per decenni ha assorbito la disoccupazione del Paese, riesce pi a tenere il passo di questa lunghissima crisi occupazionale, pur offrendo ancora qualche opportunit: i giovani continuano a improvvisarsi imprenditori per mancanza di occupazione, ma il mercato difficilissimo e con larrivo dellaumento dellaliquota IVA le cessazioni sono destinate ad aumentare. Cos, in una nota, Confesercenti

commenta i dati sulla disoccupazione giovanile diffusi da Istat. Secondo le rilevazioni dellOsservatorio sul commercio e sul turismo, continua Confesercenti, da gennaio 2011 a giugno 2013 ci sono state 61.276 cessazioni di imprese guidate da under 35, pari al 15% del totale. Nello stesso periodo, per, i giovani hanno continuato a fare impresa: circa 4 su 10 delle nuove iscrizioni di imprese sono da attribuire ad un under 35. Ma non ci si deve illudere: il mercato interno debolissimo, laumento dellIVA lo render ancora pi asfittico e laumento della pressione concorrenziale, dovuta anche alleccesso di liberalizzazioni degli orari e delle aperture, ha accorciato notevolmente la vita delle imprese: nello stesso periodo, tra il 2011 e giugno 2013, hanno chiuso il 32,4% delle nuove imprese del commercio e il 41,3% del turismo. Un dato estremamente allarmante, soprattutto se si considera che, fino a pochi anni fa, la vita media delle attivit nei due settori era di 14 anni. Ai giovani dunque si

offrono molte opportunit, ma anche molte delusioni: teoricamente possibile avviare unimpresa in questi settori, ma praticamente difficilissimo mantenerla in vita, soprattutto se ci si improvvisati imprenditori per mancanza di occupazione. Occorre un intervento urgente per sostenere limprenditoria degli under 35, o rischiamo, con lo spettro di una disoccupazione giovanile in crescita anche il prossimo anno, una situazione insostenibile. Inflazione, Istat: a settembre frena a +0,9, minimo da 2009 A settembre l`indice nazionale dei prezzi al consumo per l`intera collettivit (Nic), al lordo dei tabacchi, registra una diminuzione congiunturale dello 0,3% e un aumento dello 0,9% su base annua, in rallentamento rispetto alla dinamica rilevata ad agosto (+1,2%). Lo comunica lIstat, precisando che il dato tendenziale il pi basso da novembre 2009. Il rallentamento dell`inflazione, spiega lIstituto di statistica, ampiamente imputabile ai beni energetici, al netto dei

quali la crescita tendenziale dell`indice dei prezzi al consumo resta stazionaria all1,3%. In particolare, spiega lIstat, nonostante i prezzi dei Beni energetici non regolamentati registrino, su base mensile, un aumento relativamente consistente (+1,0%), questo risulta molto pi contenuto rispetto a quello rilevato tra agosto e settembre del 2012. Questo fenomeno accentua la flessione tendenziale dei prezzi dei Beni energetici, contribuendo cos, insieme con il rallentamento della crescita su base annua dei prezzi dei Beni alimentari non lavorati e dei Servizi relativi ai Trasporti, al calo dell`inflazione a settembre. Laumento congiunturale dei prezzi dei Beni energetici non regolamentati viene bilanciato dai fattori stagionali che sono alla base dei ribassi dei prezzi dei Servizi relativi ai Trasporti (-5,0%) e della Frutta fresca (-4,6%) e che spiegano gran parte del calo congiunturale dell`indice generale, cui contribuiscono anche i Servizi relativi alle comunicazioni (-1,1%). L`inflazione acquisita per il 2013 scende all`1,3% dall`1,4% di agosto. A settembre l`inflazione di fondo, calcolata al netto dei beni energetici e degli alimentari freschi, sale all`1,3% (dal +1,2% del mese precedente). Rispetto a settembre 2012, il tasso di crescita dei prezzi dei beni scende allo 0,4%, dallo 0,8% di agosto, mentre quello dei prezzi dei servizi resta stabile all1,6%. Pertanto, il differenziale inflazionistico tra servizi e beni si amplia di quattro decimi di punto percentuale rispetto ad agosto 2013. I prezzi dei prodotti ad alta frequenza di acquisto registrano un aumento dello 0,2% su base mensile e dell1,0% su base annua, in rallentamento di sette decimi di punto rispetto ad agosto (+1,7%). Secondo le stime preliminari, l`indice armonizzato dei prezzi al

Riavvio del Sistri. Aggiornamento su decorrenze operative. Esenti dallobbligo i produttori iniziali di rifiuti non pericolosi E stato pubblicato in GU n. 204 del 31-8-13 il Decreto Legge n. 101, prossimo alla conversione in legge ordinaria con eventuali modificazioni, recante le disposizioni urgenti per il perseguimento di obiettivi di razionalizzazione nelle pubbliche amministrazioni. Orbene, tale provvedimento prevede tra laltro allart. 11 alcune misure in materia ambientale per la semplificazione e la razionalizzazione del Sistema di controllo della tracciabilit dei rifiuti, con particolare attenzione alla modifica dellart. 188-ter del D.Lgs n. 152/2006 (Codice ambiente), in relazione ai seguenti aspetti rilevanti ai fini della sua graduale operativit: - espressamente abrogato lart. 1 del DM 20 marzo 2013, che ai fini del graduale riavvio della gi sospesa efficacia del Sistri ne prevedeva la decorrenza operativa da ieri 1 ottobre per i soli produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi con pi di dieci dipendenti, nonch dal 3 marzo 2014 per tutte le altre imprese ed enti obbligati ad iscriversi al sistema in ordine ai rifiuti non pericolosi, salva restando nel frattempo la transitoria applicazione dei previgenti obblighi di tenuta dei Registri di carico-scarico ed uso dei Formulari per lidentificazione dei rifiuti trasportati (artt. 190 e 193 predetto Codice in materia ambientale); - lobbligo di utilizzare il Sistri decorre da ieri 1 ottobre 2013 per i trasportatori di rifiuti pericolosi a titolo professionale, per i gestori di tali rifiuti, per i c.d. nuovi produttori di rifiuti derivanti da operazioni di trattamento ed infine per gli intermediari e i commercianti di rifiuti pericolosi; - i produttori iniziali di rifiuti pericolosi, vale a dire i soggetti che producano rifiuti pericolosi derivanti dalle attivit produttive, commerciali o di servizi, sono esclusi dallobbligo di utilizzare il Sistri sino al 3 marzo 2014, ferma restando nel frattempo la permanenza del predetto onere di tenuta dei Registri di carico e scarico e di emissione del formulario di trasporto;

- sono esenti dallobbligo di iscrizione al Sistri i produttori iniziali di rifiuti non pericolosi, gli enti e le imprese che effettuino lattivit di gestione di tali rifiuti ed i trasportatori di rifiuti urbani in territori diversi dalla Regione Campania, salva restando la facolt di aderirvi su base volontaria. Pertanto, riepilogando in base alla norma sopra illustrata, le imprese che si trovino in condizione di operare con il sistema dovrebbero utilizzare a partire da oggi il doppio regime (Sistri pi i predetti adempimenti in formato cartaceo), mentre le altre aziende non in condizione per varie cause (comprovato malfunzionamento dei dispositivi USB, mancato riallineamento etc.) dovrebbero continuare ad usare Registri e formulari. PRESSO LA CONFESERCENTI SONO APERTE LE ISCRIZIONI PER I NUOVI CORSI ABILITANTI E PREPARATORI Sono aperte le iscrizioni per frequentare i corsi abilitanti obbligatori per chi intende esercitare lattivit di vendita di generi alimentari, di somministrazione di alimenti e bevande, di ristorazione, di agente e rappresentante di commercio. Sono anche aperte le iscrizioni ai corsi preparatori obbligatori per sostenere gli esami abilitanti presso la Camera di Commercio per chi intende esercitare lattivit di agente immobiliare. I corsi per gli aspiranti commercianti nel settore degli alimenti, per chi intende esercitare lattivit di somministrazione e ristorazione hanno la durata di 100 ore articolate nellarco temporale di due mesi. Le lezioni si svolgeranno nei giorni di Luned, Mercoled e Venerd dalle ore 15.30 alle ore 19.30. Per quanto riguarda gli aspiranti agenti e rappresentanti di commercio e gli aspiranti agenti immobiliari i corsi hanno la durata di 80 ore articolate nellarco temporale di due mesi. Le lezioni si svolgeranno nei giorni di Marted e Gioved dalle ore 15.30 alle ore 19.30. Chi intendesse frequentarli pu recarsi presso la Confesercenti in Via Ticino n. 8 (Tel. 0931/22001) e compilare la scheda di iscrizione.

La misura, anzich contribuire a rimpinguare le anemiche casse regionali potrebbe paradossalmente risolversi in un danno per lerario stesso.

14

6 ottobre 2013, domenica

Territorio: Una lievitazione dei canoni da rivedere


i seguito lintervento dellOn. Giambattista Coltraro, parlamentare regionale del movimento politico Il Megafono-Lista Crocetta che sul tema del rialzo dei prezzi delle concessioni del demanio nella nostra regione oppone un secco no a quello che egli stesso afferma essere uno sconsiderato aumento del 600% dei canoni demaniali. Laumento, indiscriminato, dei canoni concessori demaniali fino al 600% da parte del Governo della Regione rappresenta, a mio avviso, un grave pregiudizio per leconomia isolana, e anziche contribuire ad impinguare le casse regionali, provochera anche un danno erariale poiche la Legge 15 del 2005 prevede un aumento massimale nel ritocco dei canoni demaniali del 10%. Per tali ragioni, ho condiviso e votato favorevolmente la mozione n. 132 inerente la revoca del decreto del Presidente della Regione n.509/Gab del 3 aprile 2013, relativo allaumento dei canoni demaniali. In un momento di crisi economica, infatti, tale scelta si riverberereb-

be con grave nocumento sul sistema occupazionale isolano poiche molte strutture balneari e porticcioli turistici, non sarebbero in grado di far fronte a tale aumento e si vedrebbero, loro mal grado, costretti a chiudere i battenti. Il Governo della Regione, deve, pertanto, prende atto e va-

lutare tale scelta, anche perche, come detto, la Legge 15 del 2005 prevede un aumento massimo, dei canoni demaniali, del 10% e cio, ineluttabilmente, offrirebbe il fianco ai molti concessionari di adire alle vie legali, rischiando, anche, di ottenere congrui risarcimenti, trasformando,

cosi, tale scelta, che nasce, comunque, dalla necessita di far cassa, in un danno per la Regione. A mio avviso, dunque, reputo che il Governo della Regione anziche intervenire, frettolosamente, con aumenti dei canoni concessori in modo sconsiderato, debba, piuttosto, incentivare la realizzazione, pur nel rispetto dei litorali e delle peculiarita territoriali, di strutture balneari, poiche, oltre ad offrire importanti servizi necessari per lo sviluppo turistico, possono contribuire a creare economia ed occupazione, favorendo, cosi, anche la ripresa economica. Per tali ragioni, dunque, auspico che il Governo della Regione riparta nella valutazione dei canoni demaniali, proprio da queste considerazioni che rappresentano un buon punto di partenza per soddisfare le esigenze degli operatori, di coloro i quali vogliono investire nel settore del turismo ed anche del Governo perche un numero maggiore di strutture stagionali creerebbe un maggior gettito, e quindi maggior entrate per le casse della Regione, tenendo conto di quanto previsto dalla Legge 15 del 2005 che prevede un aumento massimo dei canoni concessori del 10%. Cosi si esprime On. Giambattista Coltraro, il parlamentare regionale megarese del movimento politico Il Megafono-Lista Crocetta che sul tema del rialzo dei prezzi delle concessioni del demanio nella nostra regione.

SPORT Siracusa
Tiger (4-4-2) : DAlessandro ; Falanga , Koaudio , DArrigo (cap.) , Borruso (Messineo dal 73) : Perricole , Elmaraoui (G. Biondo dal 73), Lupo , Zingales ; Calabrese T. , Buda F. All. Santino Bellinvia Siracusa (4-2-3-1) : Fornoni; Peluso , Chiariello , Matinella , Miraglia ; Napoli (Petrullo dall83) , Figura ; Montalbano, Bonarrigo (Sampinato dal 59), Bufalino (Calabrse L.dal 68) ; Mastrolilli All. Orazio Pidatella Arbitro : Fine di Battipaglia (Ass.Pernicone e Ronsisvalle) Reti : p.t. al 37 e al 93 Mastrolilli

6 ottobre 2013,domenica

15

Exploit del Siracusa in casa della capolista (0-2) con la doppietta del bomber Mattia Mastrolilli
se e Chiariello (S) : angoli 5-4 per il Siracusa Vince meritatamente il Siracusa in casa della capolista ed festa grande per la sparuta schiera di tifosi aretusei che ha seguito la squadra. Pidatella deve rinunciare ad una pedina importante come DAngelo e deve lasciare in panchina Gigi Calabrese. Al loro posto scendono in campo Chiariello e Figura. Dopo le prime fasi di studio il Siracusa comincia a mostrare di che pasta fatto anche se bisogna aspettare al 25 per assistere alla prima azione orchestrata da Bonarrigo e finalizzata da Mastrolilli. DAlessandro para.Al 26 altra occasione mancata da Bufalino,mentre la Tiger si affida a tiri da lontano di Elamraoui e di Fabio Buda. Al 37 Siracusa in vantaggio. Corner per gli azzurri battuto da Bonarrigo, Mastrollilli precede il gigante ivoriano Koaudio e batte imparabilmente il giovanissimo DAlessandro.La reazione della Tiger non si fa attendere , ma la difesa, orchestrata da Matinella regge e si va al riposo sul vantaggio azzurro. Nella ripresa dopo un inizio a tutta birra dei padroni di casa culminato on un tiro sottomisura di Fabio Buda (58) e una traversa su pallone

Calcio - Eccellenza girone B

Prima vittoria esterna, di grande carattere, per il Siracusa che nella quinta giornata del Campionato di Eccellenza, girone B, supera due a zero la Tiger Brolo in un match maschio e combattuto deciso da una doppietta di Mastrolilli. DAngelo, infortunato, non fa parte dei diciotto convocati; le novit in campo sono Fornoni, tra i pali, e Figura preferito a Calabrese, non in perfetta forma per un problema alla caviglia sinistra. Avvio avvincente con le formazioni impegnate soprattutto al centrocampo dove il Siracusa di mister Pidatella a crescere minuto dopo minuto e prendere in mano le redini del gioco. Le due squadre si studiano per tutta la

Calcio eccellenza. Il ruggito dei "Leoni" fa paura alla "Tigre"


ma Fornoni attento. Il match prosegue in sordina con le squadre ancora attente a non scoprirsi. Al 36 Siracusa avanti a Brolo: corner di capitan Bonarrigo, colpo di testa vincente del bomber Mastrolilli che sigla il suo quinto gol stagionale. Pronti via, dagli spogliatoi ancora Siracusa pericoloso. Slalom di Mastrolilli sul vertice dellarea, la sua conclusione deviata in angolo da DAlessandro. Al 58 brivido per gli azzurri: passaggio filtrante di Lupo per Buda che entra in area, supera con un dribbling secco Fornoni e batte a rete; sulla linea salva Peluso. Loccasione sciupata carica per gli uomini di Bellinvia che al 65 vanno ancora

Note : cielo nuvoloso, terreno in buone condizioni , spettatori 1000 circa con una ventina di tifosi siracusani ammoniti: Calabrese T. (T) , Mastrolilli , L. Calabre-

schiacciato da Koaudio (65), omincia la girandola della sostituzioni. Per il Siracusa entrano Spampinato per Bonarrigo , Gig Calabrese per Bufalino e Petrullo per Napoli.Due cambi anche per la Tiger con Bellinvia che rimpiazza Borruso con Messineo (73) e Elamraoui per Giovanni Biondo. Ma il Siracusa controlla il gioco e al 93 su contropiede orchestrato da Gigi Calabrese che porge a Spampinato , da questi a Mastrolilli che non perdona. Due a zero . Dopo pochi secondi arrivava il fischio di chiusura dellottimo direttore di gara. Il Siracusa vola. Armando Galea

prima fase del match affidandosi per la maggiore a lanci lunghi che esaltano i centimetri delle due difese. Le prime occasioni da rete sono targate Siracusa. Al minuto 25, prima Bonarrigo approfitta di uno svarione difensivo di Koaudio

ma non conclude disturbato dalla copertura di Falanga; poi Bufalino, ben servito da Mastrolilli, a bucare la difesa giallo nera senza riuscire a superare DAlessandro in uscita. Al 29 arriva il primo tiro in porta dei locali con Elmaroui

vicini al pareggio: dagli sviluppi di un calcio da fermo, lincornata di Koaudio sbatte sulla traversa. Davanti al forcing della Tiger, mister Pidatella infoltisce il centrocampo: dentro Calabrese per Bufalino. Il Siracusa con tre uomini in mezzo crea un vero e proprio muro invalicabile per gli uomini di Santino Bellinvia. Al minuto 83 tiro dalla distanza di Napoli ma DAlessandro attento e blocca. Nei cinque minuti di recupero tanti capovolgimenti di fronte; su unazione di contropiede che il colpaccio del Siracusa servito. Il giovane Petrullo tiene palla e serve Montalbano in area; stop e assist per Mastrolilli che in corsa fa 2 a 0.

16

6 OTTOBRE 2013 DOMENICA