Sei sulla pagina 1di 27

Software libero nella Pubblica

Amministrazione:
opportunità e rischi

Flavia Marzano
Senigallia, 3 Aprile 2009
Un po' di storia (1 di 4)‫‏‬

Febbraio 2002: Senato: proposta di legge Cortiana DDL 1188


www.senato.it/leg/14/BGT/Schede/Ddliter/16976.htm

Marzo 2002: Camera: proposta di legge Folena DDL 2544


www.camera.it/_dati/leg14/lavori/stampati/sk3000/articola/2544.htm

Ottobre 2002: Commissione per il software a codice sorgente


aperto nella PA (c.d. Commissione Meo)‫‏‬

Dicembre 2003: Direttiva “Sviluppo ed utilizzazione dei


programmi informatici da parte delle pubbliche amministrazioni”
http://www.innovazione.gov.it/ita/normativa/allegati/Dir191203.pdf

Senigallia, 3 Aprile 2009 Flavia Marzano


Un po' di storia (2 di 4)‫‏‬

Febbraio 2004: pubblicazione in G.U. 31/2004


Comuni, Province, Comunità Montane e Regioni: convegni,
incontri, proposte, delibere di indirizzo,…
2004 – 2008: Leggi Regionali:
Toscana L.1/2004: la prima
Emilia Romagna: maggio 2004
Umbria (estate 2006)
Sardegna (ottobre 2008, approv. Giunta DDL)‫‏‬
Altre in preparazione: FVG,…

Senigallia, 3 Aprile 2009 Flavia Marzano


Un po' di storia (3 di 4)‫‏‬

Agosto 2006: Ministro Nicolais:


“evitiamo di legarci alle grandi aziende di software. La pubblica
amministrazione ha bisogno di software liberi”.

Il dibattito è passato dalla discussione


sulle definizioni e sui possibili utilizzi
a quella dell'opportunità di adottarlo nella PA

Senigallia, 3 Aprile 2009 Flavia Marzano


Un po' di storia (4 di 4)‫‏‬

Marzo 2009
• DDL Vincenzo Vita, Luigi Vimercati:
http://it.wordpress.com/tag/proposta-di-legge/
• Gruppo FaceBook:
http://www.facebook.com/reqs.php#/group.php
?gid=73886455298&ref=ts

Senigallia, 3 Aprile 2009 Flavia Marzano


Software libero nella PA
• Che cosa deve garantire la PA quando
acquista software?
• Che cosa deve garantirsi la PA quando
acquista software?
• Quali vincoli e quali garanzie?
• …e i cittadini?

Senigallia, 3 Aprile 2009 Flavia Marzano 6


Che cosa deve garantire la PA
• pluralismo, concorrenza, sicurezza
• integrazione con il software già in uso
• la “continuità” dei dati (la possibilità di poterli leggere
anche in futuro)
• interoperabilità e
• cooperazione
• disponibilità del codice
• sorgente almeno per
• ispezioni e tracciabilità
(anche in caso di sw proprietario)

Senigallia, 3 Aprile 2009 Flavia Marzano 7


Che cosa deve garantirsi la PA
• essere proprietaria della “struttura dei dati”
• essere proprietaria del software custom
• ottenere soluzioni con il miglior rapporto
prezzo/prestazioni
• ottenere manutenzione con il
• miglior rapporto
• prezzo/prestazioni

Senigallia, 3 Aprile 2009 Flavia Marzano 8


Vincoli e Garanzie
• verificare il TCO (Total Cost of Ownership)
• Open Standard (per dati e documenti)
• garanzia di poter cambiare
fornitore
• verificare che il software
acquisto faccia tutto e solo
quello per cui è stato comprato
(backdoors…)‫‏‬

Senigallia, 3 Aprile 2009 Flavia Marzano 9


Garanzie per la PA (1 di 2)‫‏‬

• Trasferibilità ad altre amministrazioni delle soluzioni


acquisite
• Interoperabilità e cooperazione applicativa tra
amministrazioni
• Non dipendenza da un unico fornitore o da un'unica
tecnologia (concorrenza e pluralismo delle soluzioni)‫‏‬
• Disponibilità del codice sorgente (almeno per ispezione
e tracciabilità)‫‏‬
• Esportabilità dei dati e documenti in formati aperti
• Integrazione con il software già in uso

Senigallia, 3 Aprile 2009 Flavia Marzano


Garanzie per la PA (2 di 2)‫‏‬

• Garanzie di sicurezza e rispetto della privacy


• Continuità dei dati
• Proprietà e disponibilità delle strutture dei dati
• Proprietà del sw custom (art.69 CAD)‫‏‬
• Qualità/Prezzo per acquisti e manutenzione e TCO
• Open Standard
• Accessibilità

... le 4 libertà...

Senigallia, 3 Aprile 2009 Flavia Marzano


…e i cittadini? 1 di 2

“La Repubblica riconosce e tutela il diritto di ogni persona ad


accedere a tutte le fonti di informazione e ai relativi servizi, ivi
compresi quelli che si
articolano attraverso gli
strumenti informatici
e telematici.”
Legge 4/2004

Fonte immagine: QuiFree

Senigallia, 3 Aprile 2009 Flavia Marzano 12


…e i cittadini? 2 di 2

Nel fornire informazioni la PA deve


garantire:
• trasparenza
• privacy
• accessibilità (sia per quanto riguarda
la disponibilità dei documenti che per
l’accesso ai diversamente abili)
• possibilità di leggere documenti
pubblici (o partecipare a bandi
pubblici) senza dover acquisire alcun
software (o licenza)‫‏‬

Senigallia, 3 Aprile 2009 Flavia Marzano 13


I miti del software libero
• Minori / Maggiori Costi
• Affidabilità / Inaffidabilità
• Sicurezza / Nessuna Sicurezza
• Sinistra / Destra
• Chi farà la manutenzione?
• Il sw “importante” non può essere
libero...
• La licenza, i diritti, ...di chi?
• ...

Senigallia, 3 Aprile 2009 Flavia Marzano 14


Le opportunità per la PA:
per passione o per dovere? 1 di 3

Tutti concordano che la PA


quando compra software
deve poterlo:
• Studiare (università, scuole,
centri di ricerca, …)‫‏‬
• Copiare e ridistribuire ad
altre amministrazioni
(principio di sussidiarietà)‫ ‏‬e
Codice dell’Amministrazione
Digitale

Senigallia, 3 Aprile 2009 Flavia Marzano 15
Le opportunità per la PA:
per passione o per dovere? 2 di 3

• Modificare e adattare alle proprie esigenze…


• Mantenere nel tempo … (adeguamenti
normativi e/o tecnologici)‫‏‬
• Estendere e migliorare (e rendere
pubblici i miglioramenti in modo che ne
possano fruire anche altri)‫‏‬


Senigallia, 3 Aprile 2009 Flavia Marzano 16
Le opportunità per la PA:
per passione o per dovere? 3 di 3

“rimuovere e prevenire gli ostacoli


che di fatto impediscono la piena
parità di accesso alle informazioni
e alle tecnologie dell’informazione
e della comunicazione, tenendo
conto in particolare delle
situazioni di disabilità, disagio
economico e sociale e diversità
culturale.”
Legge Regionale Toscana 1/2004

Senigallia, 3 Aprile 2009 Flavia Marzano 17


Nuove norme nazionali? 1 di 2

… e se applicassimo quelle che esistono?


E non solo quelle più “ovvie” come:
• Leggi Bassanini
• Direttiva 19 dicembre 2003
(G.U. 7 febbraio 2004, n. 31)‫‏‬
• Decreto Legislativo del
7 marzo 2005, n. 82 Codice
dell’amministrazione digitale
(CAD)

Senigallia, 3 Aprile 2009 Flavia Marzano 18
Nuove norme nazionali? 2 di 2

CAD: art. 69 comma 1


Le pubbliche amministrazioni che siano titolari di
programmi applicativi realizzati su specifiche
indicazioni del committente pubblico, hanno
obbligo di darli in formato sorgente,
completi della documentazione disponibile,
in uso gratuito ad altre pubbliche
amministrazioni che li richiedono e che
intendano adattarli alle proprie esigenze,
salvo motivate ragioni.

Senigallia, 3 Aprile 2009 Flavia Marzano 19


Legge 22 aprile 1941 n. 633
Art. 11
Alle amministrazioni dello stato,
alle province ed ai comuni spetta
il diritto di autore sulle opere
create e pubblicate sotto il loro
nome ed a loro conto e spese.

software = opera

Senigallia, 3 Aprile 2009 Flavia Marzano 20


Quali opportunità?
• Promuovendo la filosofia del software libero al proprio interno e nelle
proprie comunità la Pubblica Amministrazione facilita una maggiore
diffusione delle tecnologie e migliora
le opportunità di accesso e di
partecipazione di cittadini e imprese!
• L'interesse principale del software libero
consiste nel dare alle Amministrazioni un
più alto grado di indipendenza dai
fornitori di soluzioni informatiche, nel
permettere loro di favorire lo sviluppo
di una robusta imprenditoria di scala
locale, laddove i software proprietari
tipicamente implicano una forte
dipendenza dalle grandi aziende d'oltre
oceano.

Senigallia, 3 Aprile 2009 Flavia Marzano 21


Quali difficoltà?
• Non ci sono difficoltà nell’acquisto: chi sviluppa software per la PA
potrebbe direttamente sviluppare software libero (soprattutto se
così richiesto direttamente ed esplicitamente nel capitolato).

• Questo garantirebbe immediatamente:


• la proprietà del codice
• la proprietà dei dati
• la proprietà delle strutture
• la modificabilità del software acquisito
• la possibilità di ridistribuire il software acquisito

Senigallia, 3 Aprile 2009 Flavia Marzano 22


Orizzonti

Fonte: Angelo Buongiovanni

Senigallia, 3 Aprile 2009 Flavia Marzano 23


Il software e la conoscenza non si
deteriorano con il riuso…
Se tu hai una mela, e
io ho una mela, e ce le
scambiamo, allora tu ed
io abbiamo sempre una
mela per uno.
Ma se tu hai un'idea,
ed io ho un'idea, e ce
le scambiamo, allora
abbiamo entrambi due
http://www.flickr.com/photos/piermario/ idee.
(George Bernard Shaw)‫‏‬

Senigallia, 3 Aprile 2009 Flavia Marzano 24


Agitatevi
perché avremo bisogno
di tutto il vostro entusiasmo
Organizzatevi
perché avremo bisogno
di tutta la vostra forza
Studiate
perché avremo bisogno
di tutta la vostra intelligenza
(Antonio Gramsci)
Da non perdere... eventi e link
Terza conferenza italiana sul software libero
ConfSL- 12, 13 Giugno a Bologna:
Bologna

• Sito conferenza: http://www.confsl.org/confsl09/


• http://unaleggeperlarete.wordpress.com/
• http://it.wordpress.com/tag/proposta-di-legge/
• Liberalizzazione nel campo del Software per
Personal Computer
http://www.petitiononline.com/liberasw/petition.h
tml
• http://finalmentelibero.ning.com/
• Osservatorio Open Source Europa http://osor.eu/
Grazie per l’attenzione
Flavia Marzano
flavia (dot) marzano (at) gmail (dot) com

Questo documento, nelle sue parti originali, è


coperto da licenza Creative Commons:
Attribuzione, Non commerciale, Condividi allo
stesso modo

http://creativecommons.org/licenses/by-nc-
sa/2.5/it/legalcode