Sei sulla pagina 1di 21

INTEGRATORI

Ebook - www.bellezzasalute.it

barrette energetiche
In questa pagina parleremo di :
Corretta alimentazione Il ruolo della pubblicit Barrette Barrette dietetiche

Corretta alimentazione
Un corpo sano un corpo in forma. Le curve e le linee che disegnano la figura devono equilibrarsi armonicamente. Suddetto obbiettivo rappresenta il minimo comun denominatore che accomuna la maggior parte degli individui. Per raggiungere un risultato soddisfacente, necessario abbinare ad una dieta sana ed equilibrata, unattivit fisica costante che favorisca il corretto funzionamento dei meccanismi che sottendono a questo delicato ingranaggio. Lattivit fisica inoltre, consente il potenziamento della mu scolatura, con un conseguente miglioramento fisico, sia dal punto di vista estetico che da dal punto di vista funzionale. Il risultato quindi fornito dal connubio stesso che tra questi due precisi fattori che tendono a garantire un risultato perfetto. Lattivit fisica, in generale, ha dunque una gran parte nel gioco dellequilibrio corporeo. Essa favorisce il dimagrimento, la tonificazione ed il rassodamento muscolare, lelasticit epidermica. Attraverso la sudorazione rende la pelle maggiormente pulita, favorendo leliminazione delle tossine che si accumulano sul suo strato superficiale. Lattivit fisica dunque il canale attraverso il quale si modella il proprio corpo, ed anche il metodo migliore per allontanare stress e tensione. Che essa isoli o amalgami, lattivit fisica favorisce un distacco dalla realt, dunque la metodologia pi esatta per alleviare la mente dai pensieri negativi, per canalizzare le proprie ansie e le proprie paure. Non esiste dieta che sia perfettamente funzionale se non accompagnata da una corretta attivit fisica e viceversa. Anche lalimentazione gioca un ruolo di fondamentale importanza. Nutrirsi in maniera corretta il primo passo per il raggiungimento dellobbiettivo prefissato. Unalimentazione sana infatti, comprende quasi tutti gli alimenti, ed in particolare quelli contenenti acqua, ovvero la frutta e la verdura. I pasti devono corrispondere ad un minimo di tre al giorno, ai quali si possono abbinare un massimo di tre spuntini al giorno. In una dieta equilibrata, i pasti non devono essere abbondanti, ma proporzionati al fabbisogno energetico di ogni singolo individuo.

Il ruolo della pubblicit


Una corretta alimentazione deve necessariamente essere variegata, cio basata su cibi che contengono elementi diversi, tutti indispensabili al soddisfacimento del fabbisogno energetico quotidiano e al corretto funzionamento della macchina corpo. Carboidrati, proteine, vitamine e oligoelementi, sono gli elementi essenziali contenuti in diversi cibi quali pasta, pane, carni, pesce,

2 www.bellezzasalute.it

cereali, frutta e verdura. I pasti vanno consumati preferibilmente seduti a tavola, senza fretta, cosi da consentire una corretta masticazione e una conseguente corretta digestione. Lo stile di vita occidentale per, particolarmente spasmodico e frenetico ha parecchio influenzato anche la metodologia che sottende allalimentazione. Sempre pi individui sono portati a consumare i pasti fuori casa, in totale fretta e frenesia. Si perso di conseguenza sempre di pi il piacere della tavola, il sano stare insieme raccolti, e labitudine a nutrirsi in un certo modo. Principalmente il lavoro, lo sport stesso, e le continue attivit giornaliere, allontanano gli individui da unalimentazione pausata e corretta. Labitudine odierna quella di consumare panini e cibi preconfezionati, veloci da preparare, gustosi certamente, ma allo stesso tempo poco salubri. Da qui lallontanamento sempre pi palese dai fornelli, dal focolare domestico e dalla salute stessa. Si rincorre lidea di un peso forma da raggiungere per vie traverse, in modi difficoltosi e poco pratici. La pubblicit gioca un ruolo molto importante in questo particolare contesto. Chi ha problemi di dieta si fa soggiogare da un continuo bombardamento mediatico, spesso ingannevole. Si esaltano qualit di prodotti poco salutari per lorganismo che non sempre realizzano i risultati a cui si tende. La pubblicit stessa, ha lanciato pochi anni fa diversi prodotti adatti alla linea, assolutamente in voga oggi e acquistati da unutenza sempre pi vasta .

Barrette
Le barrette energetiche e dietetiche hanno spopolato il mercato, hanno creato un business enorme, che le vede come protagoniste incontrastate dellalimentazione rapida, come il canale attraverso il quale si potr ritrovare il peso forma ideale, senza sforzi eccessivi. Sono vendute ovunque: in salumeria, nei grandi supermercati, nei distributori, nei bar. Sono dappertutto e vengono acquistate anche per moda, per idea, perch si viene influenzati, per semplice curiosit. Ovviamente le barrette non costituiscono e non costituiranno mai la sola soluzione al problema della linea. Non fanno nessun tipo di miracolo, per cui, importante sapere cosa contengono e comprendere quali sono le principali distinzioni da effettuare tra i diversi tipi di barrette presenti sul mercato. Le prime barrette in pool position sono quelle sostitutive rispetto ai pasti. Questo tipo di barrette contengono o quantomeno dovrebbero contenere tutti gli alimenti indispensabili di un pasto completo e dunque carboidrati, Sali minerali, proteine, vitamine. Per questa ragione la barretta diventa appunto sostitutiva, e non va mangiata insieme ad altri pasti. Non costituisce dunque uno spuntino, ma un alimento completo che comunque sazia. Di contro, le barrette energetiche, hanno una diversa funzione. Esse non saziano e non contengono tutti gli elementi presenti nelle barrette sostitutive. Sono apostrofate come energetiche perch contengono cioccolato, miele o frutta, e quindi danno la giusta carica e il giusto apporto calorico per chi conduce una vita movimentata. Anche chi conduce uno stile di vita sedentario pu optare per questo tipo di barrette, poich esse forniscono un apporto energetico davvero buono. Questo tipo di pasto, viene considerato pari di uno spuntino, quindi risulta essere sostitutivo si, ma rispetto ad alcuni alimenti, come la frutta o un dolce, ma non sono assolutamente compensative rispetto ad un pasto. Esistono poi le barrette proteiche. Queste sono ancor diverse rispetto alle barrette sostitutive e alle barrette energetiche. Vengono utilizzate quasi solo dagli sportivi, quindi da chi necessita di proteine per sviluppare la muscolatura. Sono in vendita infatti in particolare nei distributori, in centri sportivi o nelle palestre. Queste barrette, sono considerate le pi ingannevoli dal punto di vista delle propriet essenziali. E infatti risaputo, che le proteine, sono difficili da inserire negli alimenti, per cui, spesso, il contenuto di una barretta simile, non per niente corrispondente al contenuto immaginato del prodotto stesso. Per ovviare a tale problematica, la soluzione sta nel saper leggere letichetta, nel saper scegliere tra le varie marche ed i vari prodotti le barrette che contengono un numero abbastanza considerevole di proteine. Molto spesso infatti le cosiddette barrette proteiche, altro non sono che snack travestiti da barrette dietetiche, che contengono una quantit enorme di grassi ed elementi poco salubri per lorganismo. E importante sempre saper leggere il contenuto dei prodotti che si acquistano

3 www.bellezzasalute.it

e sapere qual il rapporto che intercorre tra proteine, carboidrati e grassi.

Barrette dietetiche
Queste barrette proteiche sono solitamente prodotte da aziende che producono parallelamente integratori e bevande e vengono invece sponsorizzati da aziende accorpate allindustria dolciaria. Questo, perch come sottolineato sopra, le barrette proteiche, non contengono un numero alto di proteine, ma anzi sono associabili a merende che non sono per niente dietetiche. E proprio questo laggettivo ingannevole e attraente allo stesso tempo di questo prodotto. Le barrette sono pratiche e leggere, ma soprattutto dietetiche. Le barrette possono essere consumate ovunque, in auto, al lavoro, in palestra, al bar, in spiaggia. Sono trasportabili ovunque, in borsa, nello zaino e non sono soprattutto soggette a preparazione. Basta scartarle ed il gioco fatto. Di qui la naturale conseguenza dellallontanamento dalla tavola, e da unalimentazione sana e corretta. Le barrette sono poi dietetiche, o meglio vengono considerate tali. In linea di massima, esse possono aiutare nel processo di dimagrimento, ma assolutamente non da sole. Chi si trova a dover fronteggiare una dieta, deve in primis affidarsi nelle mani di un nutrizionista che sappia stilare il programma migliore per il soggetto in questione per dimagrire. La barretta in questo contesto, pu essere sostitutiva dello snack stesso, o pu essere sostitutiva del pasto in situazioni in cui impossibile sedersi a tavola, ma non deve costituire unabitudine alimentare . Una sana alimentazione si basa dunque su pi pasti, che devono necessariamente essere consumati a distanza di alcune ore, che devono essere differenti tra loro. La colazione deve essere preferibilmente completa e abbondante, essendo il primo pasto della giornata. Il pranzo, pu, a volte essere sostituito da una barretta o due, ma non sempre. La cena come la colazione, deve essere leggera, ma non pu essere fatta con uno snack. Le pubblicit decantano tanto questo prodotto perch effettivamente leggero, per cui non comporta un aumento di peso e di contro favorisce il senso di saziet. Quando si mangia una barretta dietetica, si ha la sensazione di star bene, si non avere bisogno di colmare vuoti di stomaco. Il senso della fame viene spezzato e a differenza delle merendine, la barretta non contiene grassi. La base costituita da cereali e in aggiunta, soprattutto negli ultimi tempi, per renderla ancor pi gradevole al palato, sono stati aggiunti piccoli pezzetti di cioccolata, di frutta. La barretta inoltre tende anche a favorire il naturale metabolismo essendo appunto a base di cereali. Come fosse un agglomerato di cornflackes, la barretta prende posto nelle borse delle donne, negli zaini degli adolescenti, e anche i bambini tendono a gradirla molto. Un pasto dunque che pu essere consumato in tutta tranquillit, ovunque si desideri, che non ingrassa, e che allevia il senso della fame. Detta cosi, sembra un alimento ideale, ma in realt, la barretta non potr mai e poi mai prendere il posto di una mela, di una pera, di una fetta dananas, di un cucchiaio di cioccolata, di una fetta biscottata al miele.

4 www.bellezzasalute.it

beta carotene
In questa pagina parleremo di :
Lecitina

Lecitina
La lecitina una sostanza contenuta in alcuni alimenti molto presenti sulle nostre tavole, quali il tuorlo duovo, alcune cellule animali, lolio di semi di soia, il frumento e lavena. Generalmente questa sostanza viene estratta in quantitativo maggiore dai semi di soia per labbondanza e la disponibilit continua di questi in natura. Il processo di estrazione di concentra in pochi semplici passaggi che sono: pulitura dei semi che in una fase successiva vengono tramutati in fiocchi, procedura di estrazione dellolio da questi con seguente processo di raffinatura; al seguito di questo procedimento per poter ottenere la lecitina, viene aggiunto allolio dellacqua, affinch la lecitina stessa si leghi a questa separandosi dallolio. Dopo les trazione la lecitina stata ottenuta e pu subire il processo di standardizzazione. La lecitina assolutamente utile al benessere dellorganismo umano, poich tende a combattere linsorgenza di grassi nel sangue. E dunque la sostanza pi usata per eliminare il colesterolo, quindi la pi presente nelle diete. La lecitina infatti tende a sintetizzare i trigliceridi e grazie alla presenza di acidi grassi presenti in essa e facilita il trasporto del colesterolo nel sangue; per quanto concerne il fegato, essa costituisce una valida protezione in quanto funge da reale barriera allinfiltrazione di sostanze dannose per esso, tra cui i grassi. Viene prescritta dai dietologi e dai nutrizionisti sia pura che negli alimenti. Ha inoltre tante altre qualit importanti: combatte i radicali liberi poich ha propriet anti ossidanti; per questa ragione comunemente diffusa nelluniverso maschile e femminile di mezza et per combattere linsorgenza di rughe e per favorire lelasticit dellepidermide. Favorisce inoltre la concentrazione, e stimola la mente quando questa risulta essere affaticata. E ottima quindi per lo stress da lavoro o da studio. I medici ne consigliano lassimilazione giornaliera in forma pura. Le quantit non devono mai essere eccessive, per. Solitamente si dovrebbero assumere tre cucchiaini di lecitina sciolti nel latte o nello yogurt. La lecitina non ha un cattivo sapore, quindi anche piacevole assimilarla pura. E stato clinicamente testato che la lecitina aiuti nella prevenzione di malattie an cor oggi incurabili come il tumore alla mammella per le donne e alla prostata per gli uomini. Favorisce la concentrazione, infatti molto diffusa nella cura contro lAlzheimer. Pu per comportare qualche controindicazione. Per le donne in particolare che soffrono di alterazioni ormonali risulta essere controproducente, soprattutto se i semi di soia da cui la lecitina viene ricavata, sono coltivati in ambienti insalubri.

5 www.bellezzasalute.it

creatina
In questa pagina parleremo di :
Ruolo degli integratori alimentari Creatina Il ruolo della creatina Effetti collaterali creatina

Ruolo degli integratori alimentari


L'alimentazione deve garantire solitamente all'organismo umano tutti gli elementi nutritivi di cui necessita, quando per ci non avviene sempre, ecco che possono emergere alcuni problemi fisici. Non sempre l'organismo umano riesce ad assimilare al meglio tutte le sostanze di cui ha bisogno, possono esserci delle intolleranze alimentari o semplicemente dei problemi di assimilazione legati alla genetica del determinato soggetto. Capita inoltre che vi siano alcuni alimenti che impediscono la corretta assimilazione di altri, ecco che in questi casi si rischia di andare incontro a delle carenze alimentari piuttosto notevoli. E' qui che interviene poi il medico che potr prescrivere degli integratori alimentari in grado di contrastare questa mancata integrazione. Purtroppo per molto spesso si fa non poca confusione sul ruolo degli integratori alimentari, rischiando di compromettere la propria salute e principalmente il tutto dato dalla disinformazione. Deve essere sostanzialmente sempre il medico curante a decidere se ci sia o meno la necessit di assumere degli integratori.

Creatina
Con questo argomento vogliamo introdurre il discorso sulla creatina, un aminoacido presente in modo naturale nel nostro organismo che per molto utilizzato proprio sottoforma di integratore. Si tratta di una convinzione che appartiene in special modo ai classici body builder, i patiti dei muscoli che le provano tutte per poter facilitare il processo di potenziamento e di gonfiamento di quest'ultimi. La creatina si trova proprio in quantit maggiore nei nostri muscoli, essa funge da attivatore delle cellule muscolari, garantisce insomma un'attivit pi intensa durante lo sforzo fisico, senza dover patire troppo la formazione dell'acido lattico. Per molti sportivi la creatina vista come un amico dei muscoli, un integratore che contribuisce al miglioramento delle prestazioni fisiche, ma anche in questo caso vige fortemente la disinformazione. Innanzitutto bisogna dire le creatina prodotta per il 50% dal nostro stesso

6 www.bellezzasalute.it

organismo, dalla cosiddetta sintesi endogena, l'altro 50% deriva invece dalla normale dieta quotidiana. Da ci si capsice come non sia assolutamente necessaria una sua ulteriore integrazione alimentare, il fabbisogno giornaliero di creatina di 2 grammi, quantit che, come visto in precedenza, soddisfatta normalmente dal nostro stesso organismo e dall'alimentazione quotidiana. Questo punto deve essere ben comprensibile per evitare insomma di ritrovarsi con qualche problema di salute a causa della disinformazione.

Il ruolo della creatina


La creatina sintetizzata attraverso il fegato ed espulsa dai reni, questo pu far ben capire come un eccessivo carico di tale aminoacido possa provocare problemi a tali organi fondamentali per la nostra sopravvivenza. Purtroppo per molti appassionati del fitness, in modo particolare i body builder, sono convinti che la creatina possa migliorare la potenza e la resistenza muscolare. Questo concetto non del tutto errato, ma bisogna necessariamente fare delle precisazioni. La funzionalit della creatina nel miglioramento delle prestazioni, avviene in modo particolare solo sotto intensi sforzi e con una durata alquanto breve. Quando insomma i muscoli e l'intero organismo hanno bisogno dello scatto finale, del cosiddetto sprint, attraverso uno sforzo pi che massimale, allora la creatina pu tranquillamente aiutare i muscoli in questa situazione. Parliamo per di sforzi fisici che non superano i trenta secondi. Per quel che riguarda invece gli sport in cui lo sforzo fisico di lunga durata, la creatina non produce alcun effetto positivo nei muscoli. Un discorso limpido e chiaro che spiega come si faccia un uso spropositato e soprattutto non adatto della creatina, un absuo eccessivo di tale sostanza attraverso i vari integratori, pu provocare degli effetti collaterali importanti.

Effetti collaterali creatina


Qualora insomma si faccia uso di integratori alla creatina, importante sapere che un suo consumo non deve superare mai i tre giorni e inoltre ad ogni ciclo c' la necessit di associare un mese di pausa. Vediamo ora nel dettaglio quali sono gli effetti collaterali provocati da un'assunzione massiccia di creatina attraverso i vari integratori alimentari. Innanzitutto si va incontro a disidratazione e ritenzione idrica, grazie infatti all'aumento della ritenzione idrica intracellulare a livello muscolare, si avr inizialmente una sensazione di muscolatura pi massiccia. Il problema per che aumenter anche il peso e le prestazioni fisiche non saranno assolutamente ottimali. Non mancano ovviamente i disturbi gastrointestinali, una dose eccessiva di creatina provoca vomito, diarrea e cos via. Come gi accennato in precedenza il problema maggiore arriva dalla funzionalit renale che viene eccessivamente sovraccaricata e quindi si rischia di comprometterla totalmente. Soprattutto se si fa uso di farmaci, l'integrazione della creatina assolutamente sconsigliata. E' bene quindi capire a fondo quale sia effettivamente il compito della creatina, sbagliato assumerla come un integratore che garantisca prestazioni fisiche migliori, anzi nella maggior parte dei casi ci sar solo un peggioramento.

7 www.bellezzasalute.it

creatina pura
In questa pagina parleremo di :
Creatina pura Creatina effetti

Creatina pura
La creatina pura, una sostanza che viene sintetizzata dallorganism o, precisamente dal fegato, dal pancreas e dai reni. Questa sintesi, avviene grazie alla presenza di tre aminoacidi, larginina, la mietonina e la glicina. La creatina, viene prodotta dallorganismo solo in parte, una parte non sufficiente a coprire il naturale fabbisogno quotidiano. La parte restante, viene acquisita mediante gli alimenti. La creatina ha favorito la crescita di un business estremamente florido. Il consumatore che desidera acquistare questo prodotto, ricerca, tra le diverse proposte, gli integratori che contengano il maggior dosaggio di creatina pura: in realt sul mercato, non sono presenti prodotti che contengano creatina pura al cento per cento. La composizione effettiva degli integratori, si divide in una percentuale altissima di creatin a, pari circa allottanta per cento, mentre il restante venti per cento del prodotto formato da acqua. Gli integratori effervescenti, sono composti di creatina al cinquanta per cento circa, mentre quelli in fosfato, sono composti da zuccheri, vitamine e aminoacidi, sostanze che favoriscono il trasporto della creatina ai muscoli. La cretina una sostanza prodotta solo da alcune aziende, che lavorano la materia prima da cui derivano le polveri di creatina o le compresse che saranno poi destinate al commercio internazionale. La garanzia di qualit del prodotto, offerta dalletichettatura del prodotto, che deve necessariamente indicare la percentuale esatta di creatina presente negli integratori, e la materia prima di provenienza. Molti integratori di creatina,vengono prodotti in Cina: trattasi di prodotti poco affidabili, il cui contenuto di creatina relativamente basso, mentre risulta essere pi alto il contenuto di sostanze impure, assolutamente dannose per lorganismo. Altra metodologia utile per discernere la creatina di qualit da quella scadente, il prezzo: gli integratori di creatina, hanno un prezzo fisso non variabile; un prezzo basso, non un marchio di qualit, ma anzi una testimonianza valida della poca qualit del prodotto. La creatina un integratore che favorisce laumento della massa muscolare e la resistenza. Viene dunque utilizzato in particolar modo dagli atleti, che potenziano la loro capacit di resistenza, mediante lutilizzo di una corretta alimentazione e di queste sostanze pure che facilitano il lavoro muscolare. La creatina, aiuta a sprigionare energia, durante il momento di massimo sforzo muscolare: accade che durante la contrazione muscolare, LATP, ovvero lenergia, si trasforma in ADP, che libera un atomo di fosforo che si ritrasforma in energia disponibile. Questo processo energetico, assolutamente gravoso per lorganismo, soprattutto se si passa da una condizione di riposo ad una condizione di sforzo massimo. La creatina dunque utile per i soggetti che praticano attivit sportive che richiedono sforzi immediati e massimi, e non per i soggetti che praticano sport di lunga durata.

Creatina effetti

8 www.bellezzasalute.it

La creatina pu produrre effetti collaterali, in caso di dosaggio eccessivo: suddetta sostanza, comporta problematiche diverse come laumento di peso, disidratazione e ritenzione idrica, affaticamento renale, patologie relative al tratto gastro-intestinale. La creatina, apportando un aumento della resistenza e del volume muscolare, comporta automaticamente un aumento di peso; se assunta insieme ad alcuni farmaci, possibile che possa causare problemi ai reni, o comportare effetti collaterali come la diarrea, spasmi e dolori. E dunque necessario controllare sempre il dosaggio e abbinarla ad una dieta proteica sostanziosa, affinch sortisca gli effetti benefici desiderati. Il dosaggio di creatina, tende a variare delle condizioni dei soggetti: viene consigliato un dosaggio standard per gli atleti pari a cinque grammi per tre volte al giorno, per una durata di circa tre mesi, seguiti da un mese di sospensione della terapia. Per soggetti che non necessitano di un dosaggio cosi alto, la creatina pu essere somministrata in dosi pi basse, ovvero, circa due milligrammi al giorno, una sola volta al giorno per circa due settimane. Se la creatina viene integrata in dosi eccessive, il muscolo, non solo tender a non rispondere allintegrazione, ma possibile che si presentino gli effetti collaterali di cui sopra. Durante la terapia, preferibile non assumere caffeina, considerata inibitrice nella diffusione dellintegratore; possibile per assumerla durante il periodo di sospensione della cura. La creatina, va sempre abbinata ad una dieta equilibrata e corretta: gli sportivi in particolare, devono necessariamente abbinare alla terapia integrativa una dieta basata sulle proteine, che favorisca lintegrazione della creatina stessa, allinterno dellorganismo. La creat ina non sortir effetti grandiosi, abbinata ad una dieta vegetariana, poich i vegetali non contengono proteine, e non favoriscono laumento della massa muscolare. Tutto parte da unalimentazione corretta, e da un equilibrio dal quale dipende il benessere del nostro corpo.

9 www.bellezzasalute.it

creatinina
In questa pagina parleremo di :
sangue Integratori alimentari La creatinina L importanza di controllare i valori di creatinina Cosa causa valori alti o bassi di creatinina nel

Integratori alimentari
Molti sportivi tendono ad assumere determinati integratori alimentari al fine di consentire al proprio organismo le giuste sostanze per il corretto funzionamento. Chiaramente chi pratica molta attivit sportiva si ritrover molto spesso a bruciare molte pi sostanze rispetto ad una persona che svolge una vita piuttosto sedentaria. Ecco che pu capitare quindi che attraverso l'alimentazione l'organismo non riesca ad assimilare tutto ci di cui necessita ed qui che entrano in gioco proprio gli integratori alimentari. Bisogna per fare molta attenzione all'uso frequente di integratori alimentari, perch si tratta sempre di sostanze che hanno avuto delle trasformazioni chimiche e quindi meglio non abusarne per evitare di ritrovarsi con qualche problema di salute. E' sempre bene affidarsi soprattutto all'alimentazione per nutrire al meglio il proprio organismo, ma per gli atleti l'integrazione alimentare diventa in molti casi necessaria.

La creatinina
Tra questi integratori svolge una funzione importante la creatina, un aminoacido che contribuisce a fornire maggiore energia ai muscoli del nostro corpo. Proprio per questo utilizzata in modo particolare dagli sportivi, riesce ad aumentare la prestazione atletica di un individuo. La creatina, attraverso il metabolismo dei propri muscoli, viene sintetizzata in creatinina. Quest'ultima definita scientificamente un rifiuto chimico che viene generato proprio dal metabolismo della creatina e quindi durante l'intero processo del muscolo quando sottosforzo. Non bisogna quindi sottovalutare l'importanza della creatinina che ogni giorno prodotta per garantire la giusta energia ai muscoli. Questa creatinina, una volta che viene prodotta, si riversa nel sangue e poi viene espulsa dal nostro organismo attraverso il filtraggio dei reni. La creatinina quindi si elimina dalle urine e solitamente il suo valore sempre costante nell'organismo umano indipendentemente dal tipo di alimentazione che si segue. Un carico maggiore di proteine non modifica assolutamente la produzione di creatinina. Durante le varie analisi del sangue o delle urine diventa importante notare se i valori della cretinina siano nella norma.

10 www.bellezzasalute.it

L importanza di controllare i valori di creatinina


Generalmente un uomo adulto possiede 0,6-1,2 milligrammi (mg) per decilitro (dl) di creatinina e una donna sempre adulta da 0,5 a 1,1 milligrammi per decilitro. Pu per capitare che persone piuttosto muscolose abbiano valori leggermente maggiori di creatinina nel loro organismo, mentre gli anziani, causa totale perdita della massa muscolare, si ritrovano con valori molto pi bassi. Il controllo della creatinina nel nostro organismo importante per determinare se il livello di salute dei reni buono. Come visto sono i reni ad occuparsi dell'espulsione dal nostro organismo della creatinina e se i valori sono piuttosto elevati di quest'ultima ci significa che c' un malfunzionamento dei reni. Ecco quindi spiegata l'importanza di conoscere i valori di creatinina nell'organismo umano, si riesce in questo modo a capire con semplici essami se qualcosa non sta funzionando come si deve nei reni. Ci che diventa a tal punto fondamentale da capire cosa abbia portato a questa disfunzione renale e quindi di conseguenza ad avere un valore di creatinina piuttosto elevato nell'organismo.

Cosa causa valori alti o bassi di creatinina nel sangue


Solitamente di base pu esserci un problema di pressione alta e di diabete mellito, ma il problema anche da ricondurre a determinati farmaci che possono aumentare i livelli di creatinina nell'organismo umano. Vi possono essere dei sintomi che rivelano livelli alti di creatinina nel sangue? In generale possono esserci persone che avvertono un problema al rene occasionalmente, chi invece non presenta assolutamente alcun sintomo. Vi sono per dei sintomi che possono insospettire chi li percepisce ed essere quindi la causa di creatinina alta. Vediamo nel dettalgio quali sono: confusione, disidratazione, affaticamento, mancanza di respiro. Chiaramente attraverso le semplici analisi di sangue o delle urine sar molto pi chiaro il quadro della situazione e si capir se i livelli di creatinina siano alti oppure no. Bisogna poi tener presente come determinate patologie possono aumentare o diminuire i livelli di creatinina nel sangue. Se vi ritrovate con creatinina alta allora potrebbero esserci problemi di salute come: insufficeinza renale, diabete, infezioni, traumi, poliartrite, ustioni, miastenia, eccessi sportivi, ipertiroidismo, acromegalia, dermatomiosite. Tutte queste situazioni possono comportare livelli alti di creatinina nel sangue. Quando invece essa si presenta alquanto al di sotto della norma, cosa sta accadendo all'organismo? Come visto anche il fattore dell'et pu essere una causa dell'abbassamento di creatinina, solitamente gli anziani non ne riescono a produrre molta. Tra le patologie o varie situazioni che determinano una diminuzione della creatinina ritroviamo: anemia, atrofia muscolare, gravidanza, leucemia, carcinoma prostatico, mioglobonuria. Queste situazioni fanno ben capire come non bisogna assolutamente sottovalutare i vari livelli di creatinina, bene tenerla sempre sotto controllo.

11 www.bellezzasalute.it

ecografia doppler
In questa pagina parleremo di :
Ecografia doppler Ecografia doppler: metodi diversi Ecografia doppler: in cosa consiste Impieghi dellecografia doppler

Ecografia doppler
Lecografia doppler un normale esame medico per niente doloroso che controlla la costituzione e il funzionamento dei principali costituenti del sistema circolatorio. una tecnica che nasce grazie alle scoperte del matematico Johann Doppler, dal quale prende appunto il nome, che speriment il cambiamento di suoni dovuto ad un movimento, comunemente conosciuto come effetto doppler. Siamo nel 1842 e con laiuto di un amico fisico, Christophorus Ballot, condusse uno strambo esperimento. In pratica, fece salire su di una locomotiva un gruppo di musicisti ai quali diede ordine di suonare una nota , il la e poi lungo i binari fece posizionare un altro gruppo di musicisti che dovevano solo percepire la nota e le sue variazioni. Il risultato fu che i musicisti osservatori captarono la nota al naturale quando la locomotiva pass dinnanzi a loro mentre osservarono una variazione di tono sia quando la locomotiva si stava avvicinando che quando si era gi allontanata (in particolare il la veniva percepito aumento di tono quando la locomotiva si stava per avvicinare e diminuito di tono quando la locomotiva si era allontanata). Questo effetto fu poi , un secolo dopo, utilizzato per perfezionare un macchinario ecografico che potesse riconoscere il suono del flusso sanguigno ed eventuali variazioni che indicano delle anomalie dovute ad ostruzioni per il flusso o a malformazioni dei vasi.

Ecografia doppler: metodi diversi


Lecografia doppler una semplice ecografia in cui si utilizza una sonda per andare a scutare l e strutture che si trovano al di sotto della pelle. Esistono diverse metodologie che vengono applicate in base al tipo di esame da effettuare o al tipo di organo che si vuole analizzare. Il color doppler proprio lecografia che, come descritto, aiuta nello studio del sistema vascolare. Con dei gradi diversi di colorazione che risultano dal passaggio della sonda, si valuta il funzionamento e lo scorrimento del flusso sanguigno. I colori sono generalmente il rosso e il blu: il rosso per tutto ci che si trova in prossimit della sonda, blu per le strutture pi lontane. Unaltra tecnica definita power doppler ed quella utilizzata per controlli eseguiti al fegato, alla tiroide, alla milza relativamente alla loro vascolarizzazione interna e ad eventuali lesioni alle pareti. La flussimetria doppler come indica la sua stessa denominazione analizza i flussi allinterno del vasi sanguigni. importante per diagnosticare delle patologie relative allapparato circolatorio in quanto attraverso i passaggio della sonda e si vanno a identificare delle possibili anomalie dei vasi. un esame che viene fatto generalmente e soprattutto in gravidanza per valutare il corretto flusso di sangue sia materno che fetale.

12 www.bellezzasalute.it

Ecografia doppler: in cosa consiste


Lecografia doppler viene anche chiamata ecodoppler e si svolge in qualsiasi centro che abbia a disposizione il macchinario e anche in ospedale. Consiste nel passaggio di un piccolo dispositivo sulla zona interessata, in pratica in base al tipo di esame da fare , esistono diversi tipi di esami. Non una tecnica dolorosa n tantomeno invasiva. Si mette del gel nella zona interessata e il medico passa una sonda sul gel visualizzando sul monitor i risultati dellesame. la macchina a trasmettere e tradurre il passaggio di suoni in immagini che possono poi essere stampate per avere pronti i risultati dellesame svolto. Lecografia doppler viene eseguita generalmente da sdraiati , il che rende molto semplice lo scorrimento della sonda e poi aiuta anche a far rilassare il paziente. Ci sono dei casi in cui lecografia doppler viene eseguita con il paziente in piedi per analizzare un particolare flusso o delle particolari zone. Lecografia doppler dura in genere dai venti minuti alla mezzoretta. Dipende dal tipo di problema riscontrato o dal tipo di controllo che dobbiamo eseguire.

Impieghi dellecografia doppler


Lecografia doppler viene usata per andare ad anali zzare il corretto scorrimento del flusso sanguigno e analizzare la composizione e le anomalie di vasi sanguigni e arterie. quindi un esame da fare nel caso in cui il medico ritiene che sia opportuno escludere o diagnosticare malattie cardio-circolatorie. Con lecografia doppler subito identificabile una patologia legata allinsufficienza venosa, quindi sempre consigliabile ricorrere a questo tipo di esame che veloce, non invasivo e poco costoso, nel caso in cui si sospettano dei problemi a vene e arterie. Lecodoppler, come detto, pu essere usato con varie metodologie. In particolare un tipo di ecodoppler pu essere anche fatto nelle zone celebrali. Si tratta dell ecodoppler trancranico e va a valutare laflusso di sangue al cervello rivelando casi di insufficienze in anticipo. Attraverso lecodoppler possibile anche andare a identificare il punto in cui un vaso sanguigno ostruito , per esempio a causa del colesterolo o di accumuli di sangue, e quindi lesame si rivela importante per andare a intervenire sulla zona stessa permettendo di risolvere problemi circolatori.

13 www.bellezzasalute.it

fenilalanina
In questa pagina parleremo di :
La corretta alimentazione La fenilalanina Il senso di saziet Gli alimenti ricchi di fenilalanina Le malattie

La corretta alimentazione
E' importante che il nostro organismo riesca ad assumere tutte le sostanze necessarie al suo corretto funzionamento. Per fars che ci avvenga ovviamente bisogna puntare su un'alimentazione che sia quanto pi equilibrata e sana possibile. Il nostro corpo ha bisogno di varie sostanze, quindi gli alimenti da ingerire non devono far parte solo di determinate categorie. L'alimentazione deve quindi essere totale, senza trascurare nessun alimento. Ecco perch molto spesso si sbaglia a voler praticare una determinata dieta che punta pi sul consumo di proteine e vieta assolutamente i carboidrati o viceversa. Ci non significa che ci si pu tranquillamente abbuffare di tutto senza alcun problema, ma c' la necessit di saper trovare un equilibrio anche in campo alimentare. Mangiare un p di tutto nella dieta quotidiana quindi importantissimo, ma guai ad abusare di quegli alimenti che non fanno molto bene al nostro organismo.

La fenilalanina
Tra le varie sostanze importanti per il corretto funzionamento del nostro organismo ritroviamo la fenilalanina. Un nome che probabilmente non tutti conoscono, ma che ritroviamo comunemente in vari cibi che quotidianamente mangiamo. La fenilalanina un aminoacido essenziale, il che significa che possibile assumerlo attraverso il consumo di determinati alimenti, ma il nostro organismo non in grado di produrlo. La fenilalanina alquanto importante, infatti considerato un precursore di un altro aminoacido indispensabile per il nostro organismo come la tirosina. Quest'ultima in poche parole partecipa alla sintesi di ormoni tiroidei come catecolamine e dopamina che garantiscono la corretta funzionalit del sistema nervoso. Il lavoro della fenilalanina non quindi trascurabile, aiuta notevolmente il nostro organismo aduante il processo della normale nutrizione. Cosa significa questo? Tale aminoacido contribuisce ad indurre il senso di saziet.

Il senso di saziet
14 www.bellezzasalute.it

Questo fondamentale per una vita salutare, evitando insomma di poter incappare in qualche malattia legata all'alimentazione. Grazie alla fenilalanina, che pu essere assunta anche sottoforma di integratore alimentare, non avremo quel senso continuo di fame che molto spesso si presenta nel nostro stomaco anche quando abbiamo mangiato abbastanza. E' questo uno dei problemi pi comuni che accade a chi soffre di obesit. Non un caso che la medicina moderna cura chi soffre di obesit o sovrappeso attraverso il consumo della fenilalanina. Il senso di saziet diventa quindi indispensabile per una vita alimentare piuttosto sana e tranquilla, senza dover quindi poi fare i conti con qualche chilo di troppo. Come riesce la fenilalanina a indurre questo senso di saziet? Grazie alla produzione di CCK-PZ, un ormone secreto dal duodeno che provoca il rilascio di bile e di enzimi digestivi pancreatici, stimola la secrezione di insulina e in questo modo si arriva al senso di saziet.

Gli alimenti ricchi di fenilalanina


Quali sono questi alimenti ricchi di fenilalanina? Si trova principalmente negli alimenti ricchi di proteine animali e vegetali, ma possibile trovare questo aminoacido anche nell'aspartame che per si scoperto non essere molto salutare, bisogna insomma assumerne sempre in quantit minime. Gli alimenti ricchi di proteine sono la carne, il pesce, le uova, il frumento, i ceci, i fagioli, le fave le lenticchie, gli arachidi ed il formaggio. Si tratta di aleimenti che tutte le varie diete propongono, questo perch riescono proprio ad indurre il forte senso di saziet e quindi ad evitare di mangiare con livore tutto ci che vi capita sottomano. Anche i legumi quindi, non solo la carne, diventano i principali alleati per una corretta alimentazione ed evitare il senso di fame, uno dei problemi maggiori per chi ha intenzione di mantenersi in forma.

Le malattie
Ci possono per essere anche dei problemi di salute legati alla carenza di felalanina o all'eccesso. Nel primo caso si possono avere problemi ematici, debolezza, stanchezza, apatia, forte sonnolenza. Quando invece c' un accumulo della fenilalanina, questa non riesce a sintetizzarsi in tirosina e quindi si creano disfunzioni tiroidee, nervose e di pigmentazione. In quest'ultimo caso la patologia assume il nome di fenilchetonuria, malattia abbastanza rara che si pu verificare soprattutto in et neonatale e adolescenziale, causando dei notevoli ritardi nel processo di crescita. Spesso chi affetto da questa patologia presenta una grande carenza di melanina, con macchie evidenti su tutto il corpo. La fenilalanina pu anche essere venduta nelle varie farmacie come integratore alimentare, molti lo utilizzano proprio per cercare di evitare di ingrassare, si arriva infatti facilmente al senso di saziet. E' per sconsigliata l'assunzione di integratori della fenilalanina per chi soffre di ipertensione, emicrania, fenilchetonuria e schizofrenia. Pu invece essere utile per chi ha problemi di depressione, molto spesso legati proprio alla malfunzionamento della tiroide. Attenzione quindi all'uso della fenilalanina, chiaro che c' come sempre la necessit di affidarsi al proprio medico di fiducia e se siete sovrappeso non provate a fare di testa vostra, i danni per il vostro organismo potrebbero essere non indifferenti.

15 www.bellezzasalute.it

glicerolo
In questa pagina parleremo di :
Glicerolo Usato dagli atleti

Glicerolo
Il glicerolo un composto che viene ricavato dalla sintesi dei fosfolipidi o dei glicolipidi. E presente nellorganismo, in quanto rappresenta un componente dei trigliceridi dai quali si scinde quando lorganismo stesso attinge dalla specifica sorgente energetica di grasso. Dal fegato viene poi trasformato in glucosio destinato allaccumulo di trigliceridi utili ad una nuova riserva energetica. Quando si parla di glicerolo, si fa espressamente riferimento alla sosta nza sintetizzata dallorganismo; dallo stesso poi vengono ricavate sostanze derivate come la glicerina, presente anche in commercio sotto diverse forme e destinata a differenti usi. Il glicerolo, si presenta come un liquido denso, che pu essere unito e me scolato allacqua. La sua utilit vastissima, destinata ad ambiti svariati e differenti. I settori che maggiormente utilizzano questo tipo si sostanza sono quello farmaceutico e cosmetico, per la produzione di creme e sciroppi; altro ambito in cui questa sostanza viene utilizzata quello alimentare. Le propriet che caratterizzano questo tipo di sostanza sono diverse, ma la pi caratteristica, riguarda la presenza di acroelina. Come sottolineato sopra, il glicerolo, viene utilizzato in diversi ambiti, per differenti scopi: in campo medico, la glicerina (o glicerolo), viene utilizzata in qualit di lassativo. Il composto, quindi in ambito farmacologico, contenuto allinterno di supposte, per stimolare il metabolismo e contrastare la stitichezza. Questa forma di lassativo, viene utilizzata anche nel periodo della gravidanza, poich tende a non apportare danni al resto dellorganismo. Altra caratteristica fondamentale, la capacit di mantenere intatta la cute: la glicerina, sempre in ambito farmaceutico e medico, viene espressamente utilizzata per rendere la pelle liscia, morbida e molto pi elastica. La glicerina contenuta in una serie di creme, solitamente idratanti ed emollienti, che aiutano non solo a nutrire la pelle, ma favoriscono la formazione di un velo protettivo dagli agenti esterni, che tendono a causare secchezza, screpolature. La crema a base di glicerina, viene ampiamente utilizzata durante la stagione invernale, per tutelare la morbidezza della pelle delle mani e del corpo. Il glicerolo inoltre in grado di aumentare la pressione osmotica del sangue, favorendo lattrazione delacqua ai tessuti .

Usato dagli atleti


Gli impieghi del glicerolo, sono aumentati nel corso del tempo, con laumentare delle sperimentazioni: viene apostrofato ad oggi come diuretico, perch stimola la diuresi oltre ad essere considerato un potente lassativo. E anche un integratore, in quanto assunto insieme allacqua, aiuta a

16 www.bellezzasalute.it

favorire la sudorazione, senza aumentare notevolmente la temperatura corporea durante il tempo dedicato ad uno sforzo fisico. Ad oggi, il glicerolo, ampiamente utilizzato dagli sportivi, che in caso di condizioni climatiche avverse, per mantenere costante la temperatura corporea, possono assumere glicerolo, migliorando la sudorazione, senza eccessivi sbalzi. La potenzialit di questa sostanza di mantenere idratato il corpo elimina una serie di problematiche relative allarco di tempo dedica to allo sforzo fisico. La mancanza di idratazione, comporta sul piano fisico stanchezza, sforzo, debilitazione, crampi, mal di testa, tachicardia. La muscolatura in primis tende a cedere, comportando una serie di problematiche sul piano della prestazione fisica. Sul piano psicologico, la mancanza di forze e la spossatezza stessa, comportano senso di depressione, avvilimento, perdita di motivazione. Il glicerolo dunque, tende a produrre effetti assolutamente benefici in generale: in linea di massima per pur sempre preferibile testare il prodotto, e controllare i possibili effetti collaterali. In alcuni casi, il glicerolo ha apportato angoscia, vertigini, mal di testa, aumento della stessa ritenzione idrica. Il glicerolo ampiamente utilizzato dagli atleti, che ne fanno diversi usi ed assunzioni, a seconda dello sforzo fisico che si trovano ad affrontare: molto spesso, lo utilizzano sotto forma di barrette o di sciroppo. Il dosaggio e le modalit di assunzioni sono importantissime: sempre consigliabile assumerlo due o tre ore prima della prestazione atletica al fine di garantire la sua specifica funzione; se viene assunto poco prima o durante la prestazione atletica, pu causare dei danni allorganismo, producendo leffetto inverso a quello sperato, con conseguenze anche gravi. E molto utilizzato da coloro che praticano bodybuilding come integratore, poich favorisce lallenamento ed inoltre aiuta a mettere in risalto la potenza muscolare, quindi la sua utilit viene riscontrata sia dal punto di vista estetico e fisiologico. Il glicerolo aiuta a favorire la vasodilatazione ed in pi per la sua specifica consistenza, trova impiego anche per incapsulare proteine assunte come integratori. Solitamente viene assunto un grammo di glicerolo per ogni chilo corporeo, con laggiunta di un quantitativo dacqua allinterno della quale la sostanza stessa tende a disciogliersi.

17 www.bellezzasalute.it

glutammina
In questa pagina parleremo di :
la glutammina: un aminoacido Quando integrarla

la glutammina: un aminoacido
La glutammina un aminoacido, ovvero la risultante ottenuta dal processo di idrolisi delle proteine, ed presente nellorganismo in grandissime quantit; appartiene alla categoria degli aminoacidi non essenziali: la glutammina non sintetizzabile esclusivamente dallorganismo, per cui, viene incrementata con gli alimenti che contengano una buona percentuale di questo aminoacido. Questo aminoacido, possiede una serie di propriet importanti, poich interviene su diversi processi dellorganismo: la glutamm ina, svolge la funzione di detossificazione da ammoniaca: il percorso che compie la glutammina, per effettuare suddetto processo, dal sangue al fegato; nei mitocondri epatici, la glutammina trasforma se stessa in uno ione di ammonio; questo ione, risulta dannoso per lorganismo, in particolare per il cervello, per cui viene riconosciuto nel fegato e preso dalla molecola dellurea che la trasporta nel sangue e ai reni per poi essere espulsa dalla vescica. Sul piano immunitario, la glutammina, presenta una doppia faccia di una stessa medaglia: rafforza il sistema immunitario, ma in associazione ad alcuni tipi di alimenti, espressamente ipocalorici, la glutammina, aumenta il rischio di infezioni batteriche. La glutammina, produce numerosi effetti benefici sul lorganismo, che ne effettua una richiesta continua e notevole. Essa consente alle cellule di incamerare acqua ed altre sostanze, consentendo alla muscolatura di aumentare la massa muscolare. La glutammina va associata inoltre agli aminoacidi ramificati per sostenere un allenamento muscolare intenso: essa favorisce lattivit muscolare, lenergia muscolare, e la prestazione atletica. La carenza di questo aminoacido, viene espressamente associata a fenomeni come la spossatezza, la mancanza di concentrazione, la presenza di infezioni, la depressione, lapatia, e ad un aumento della pressione cardiaca quando si a riposo, e ad una diminuzione della stessa pressione quando invece si in movimento. Se lorganismo sottoposto ad una o pi di queste patologie, lorganismo stesso tender a richiedere scorte maggiori di questa sostanza. La glutammina, in casi di carenza, pu essere assunta anche come integratore, affinch venga aumentata la massa muscolare, con lincremento di acqua allinterno dei muscoli stessi. La glutammina infatti, consente la vasodilatazione del muscolo, aumentandone la massa ed il volume, consente inoltre la sintesi proteica, e rafforza la muscolatura stessa, grazie alla conservazione delle proteine che creano una barriera protettiva plastica.

Quando integrarla

18 www.bellezzasalute.it

La glutammina, presenta dunque numerosi vantaggi anche sul piano del recupero post- allenamento: se questo aminoacido in condizioni di carenza, i tempi di recupero sono ampi, di contro ridotti se lorganismo conserva scorte di questo aminoacido. In particolare gli atleti ed i sollevatori di pesi massimi che fanno uso di integratori di glutammina, presentano un recupero postallenamento assolutamente ridotto. La glutammina, aiuta ad aumentare il livello del glucosio nel sangue e nei muscoli a seduto dellallenamento, senza intaccare minimamente i livelli di insulina. Per ovviare alla sindrome da sovrallenamento, la glutammina viene somministrata agli atleti in associazione ad una dieta ricca di proteine: la dieta, favorir il sostentamento muscolare, mentre gli integratori di glutammina, consentiranno ai muscoli la giusta difesa e protezione. Gli integratori, vanno solitamente assunti al mattino, o comunque prima dei pasti, prima e dopo lallenamento. La glutammina svolge per lorganismo unaltra importantissima funzione: le cellule, quando incamerano ossigeno, sono sottoposte allattacco dei radicali liberi, sostanze altamente tossiche e dannose per lorganismo, che possono causare anche problematiche notevoli, primo fra tutti, linvecchiamento cellulare. I radicali liberi, vengono combattuti da potenti antiossidanti, di cui una parte prodotta dallo stesso organismo, mentre unaltra introdotta mediante alcuni alimenti. Il glutatione, un potentissimo antiossidante che combatte i radicali liberi, il cui livello tende ad aumentare in presenza della glutammina. Questo aminoacido, dunque, in via indiretta, combatte linvecchiamento cellulare, ed una serie di patologie ad esso connesse, fungendo inoltre da antinfiammatorio e da sintetizz atore proteico. E stato appurato che la glutammina non comporta problematiche di nessun tipo se assunta in alte dosi: ovviamente il dosaggio e lassunzione di questo aminoacido, vanno correlati sempre alle specifiche esigenze del soggetto. E possibile che il sovradosaggio possa comportare come unico effetto collaterale bruciori allo stomaco. Come tutte le sostanze, sempre consigliabile non farne un abuso, e restare sempre nei limiti di assunzione consigliati. I soggetti che non praticano una costante attivit fisica, possono evitare di assimilare integratori di glutammina, tranne nel caso in cui se ne registri una marcata carenza, o se si sta seguendo un regime alimentare specifico.

19 www.bellezzasalute.it

glutatione
In questa pagina parleremo di :
Cos il glutatione: struttura Funzioni del glutatione Integratori di glutatione Glutatione : effetti collaterali

Cos il glutatione: struttura


Il glutatione una sostanza naturale, pi in particolare un enzima, formata da tre aminoacidi legato tra di loro tramite un legame chimico che si definisce legame peptidico, proprio degli aminoacidi e delle proteine. I tre componenti del glutatione sono lacido glutammico, la glicina e la cisteina. Lacido glutammico fa parte dei venti aminoacidi di tipo non essenziale, ossia il nostro organismo capace di sintetizzarlo da solo, ed un aminoacido che dopo processi di sintesi arriva al cervello e, nellessere umano, partecipa allapprendimento e ai processi mnemonici. La glicina un aminoacido dalla struttura molto semplice le cui funzioni sono legate al funzionamento del sistema nervoso in quanto uno dei neurotrasmettitori pi importanti per lapparato motorio in quanto permette la comunicazione tra midollo spinale e tronco encefalico. La cisteina, anchesso un aminoacido non essenziale, presente in tutti gli esseri viventi nelle zone pilifere come costituente fondamentale del pelo. Le sue funzioni pi importanti sono legate alla capacit di legarsi allacido glutammato e alla glicina per formare, appunto, il glutatione. Quindi il glutatione viene prodotto direttamente allinterno del nostro organismo grazie allunione di questi tre aminoacidi che, come descritto e in condizioni di salute generale, vengono direttamente sintetizzati nel nostro corpo senza il bisogno di assunzioni da parte di fonti esterne. Nonostante questo ci sono alimenti che contengono glitatione come i pomodori, lavocado, il cocomero, le pesche, gli asparagi, gli spinaci, le patate, gli agrumi, le fragole, le carote , solo che cuocendo gli alimenti la struttura del glutatione viene distrutta e quindi assumendo questi alimenti cotti il nostro corpo non assimila glutatione da fonti esterne.

Funzioni del glutatione


Il glutatione un enzima la cui funzione predominante quella antiossidante. Infatti un valido alleato del corpo umano per combattere i radicali liberi, che ricordiamo sono delle molecole formate da elettroni liberi che vanno ad attaccare le cellule del nostro corpo causando linvecchiamento dei tessuti e malfunzion amenti nellorganismo. Oltre a combattere i radicali liberi, il glutatione anche un enzima che va a combattere il perossido di idrogeno, i nitrati e i benzoati , le quali sono tutte sostanze altamente tossiche per il nostro organismo ed in particolare per i globuli rossi. In pratica il glutatione non fa altro che legarsi alle sostanze tossiche , tra le quali possiamo trovare anche dei metalli pesanti , e li porta fuori dal corpo trasportandoli agli organi addetti alla loro sintesi ed eliminazione definitiva. In questo modo il glutatione fa in modo che le nostre difese immunitarie siano sempre funzionanti, poich va a combattere anche i responsabili di infezioni ed , in aggiunta, anche un valido aiuto per la velocizzazione del metabolismo. Il glutatione inoltre anche legato allattivit di eliminazione di batteri da parte delle cellule dellapparato respiratorio. Per questo motivo un valido alleato per combattere da subito infezioni e raffreddori che colpiscono le vie respiratorie.

20 www.bellezzasalute.it

Integratori di glutatione
In commercio esistono degli integratori a base di glutatione che vengono utilizzati anche dagli sportivi perch , tra le funzioni del glutatione, ricordiamo il rafforzamento del sistema immunitario e lattivazione del metabolismo che hanno come conseguenza anche una maggiore resistenza muscolare. Il glutatione viene assunto anche per perdere peso, da parte dei soggetti che hanno un metabolismo troppo lento e aiutano il loro corpo con integratori e attivit fisica. Gli integratori che trovate in commercio sono di origine naturale. Quasi tutti i tipi sono ricavati dalla melassa e hanno un costo che si aggira sui venti / venticinque euro per confezioni da circa 150 mg. La dose giornaliera consigliata di circa 50 mg e , di solito , trovate gli integratori in capsule o compresse che pesano appunto 50 mg in modo da provvedere al fabbisogno con una sola capsula o compressa al giorno. Gli integratori vengono associati ad una corretta alimentazione anche in casi di disturbi legati al malfunzionamento del sistema nervoso o per proteggere la cute e anche per aiutare il fegato. Per il momento potete trovare il glutatione sotto forma di integratore sebbene siano in corso delle ricerche per aggiungere questo enzima ai medicinali che combattono lAIDS.

Glutatione : effetti collaterali


Finora, secondo i pareri degli esperti, non sono stati riscontrati gravi effetti collaterali derivanti da un sovradosaggio di glutatione se non nausea, vomito, diarrea e crampi allo stomaco, tutti effetti facilmente curabili con una sospensione dellassunzione di integratori ed una equilibrata e corretta alimentazione. Bisogna comunque ricordare che gli integratori di glutatione non vanno a sostituire un pasto e , allo stesso modo, non possiamo minimamente immaginare che assumendo questi integratori si perda peso senza seguire una corretta alimentazione e dellattivit fisica. Si consiglia, prima dellassunzione, di consultare sempre il proprio medico, soprattutto se abbiamo sofferto o si soffre di patologie particolari legate al sistema nervoso, al malfunzionamento metabolico o a dei malfunzionamenti a livello epatico e respiratorio.

21 www.bellezzasalute.it