Sei sulla pagina 1di 23

ERAMAGAZINE - ANNO 2013 - MESE MARZO - N 25 ERAMAGAZINE@ERA.

EU
Anno 2013 - Numero 25

European Radioamateurs Association

eramagazine@era.eu

Iz7PFU Massimiliano Comitato nazionale per l Italia Referenza Supporto Attivit Operative ; referenza ERAMAGAZINE
sao@era.eu ; eramagazine@era.au

ERAMAGAZINE un notiziario telematico inviato ai soci dellAssociazione e a coloro che hanno manifestato interesse nei suoi confronti. Viene distribuito gratuitamente agli interessati in forza delle garanzie contenute nell' Art. 21 della Costituzione. Non in libera vendita, un periodico ed il contenuto costituisce espressione di opinioni e idee finalizzate al mondo della radio e del volontariato di protezione civile. E pertanto da considerarsi "prodotto aziendale" e come tale il contenuto equiparato all informazione aziendale ad uso interno per il quale il comma 2 Art.1 L. 62/01 esclude gli adempimenti di cui alla L. 47/48 per la stampa periodica. ERAMAGAZINE non accetta pubblicit diretta ad uso commerciale. Luogo di redazione Monopoli BA, ma non meglio definibile essendo un prodotto telematico limitato a INTERNET; La data di realizzazione e distribuzione variabile e non a scadenza fissa.

Iz7PFU Massimiliano
ERAMAGAZINE - Anno 2013 - Mese MARZO - N 25 eramagazine@era.eu Pagina 2

ERAMAGAZINE - ANNO 2013 - MESE MARZO - N 25 ERAMAGAZINE@ERA.EU


Anno 2013 - Numero 25

European Radioamateurs Association

eramagazine@era.eu

V I I I M e e t i n g E u r o p e o E R A 2 6/2 7/2 8 A p r i l e 2 0 1 3 A s c o l i P i c e n o
sao@era.eu

Per info vai alla pagina successiva

ERAMAGAZINE - Anno 2013 - Mese MARZO - N 25 eramagazine@era.eu

Pagina 3

ERAMAGAZINE - ANNO 2013 - MESE MARZO - N 25 ERAMAGAZINE@ERA.EU


Anno 2013 - Numero 25

European Radioamateurs Association

eramagazine@era.eu

V I I I M e e t i n g E u r o p e o E R A 2 6/2 7/2 8 A p r i l e 2 0 1 3 A s c o l i P i c e n o
sao@era.eu Per la prenotazione alla sessione desame del 27 Aprile 2013 presso l VIII Meeting Europeo ERA cliccare QUI Le licenze U.S.A., al contrario delle nostre, sono diversificate in tre livelli: 1-)Technician: equivalente alla nostra ex-speciale, d accesso alle bande dai 50 MHz in su, pi alcune fettine in CW nelle HF e una porzione dei 10m anche in f o n i a ; 2-)General: d accesso a tutte le bande e i modi, ma non a tutti i segmenti di queste bande; 3-)Extra: d accesso a tutte le bande e i modi con potenza max di 1,5 kW sulla maggior parte delle bande H F . I test d'esame sono diversi a seconda del livello: 35 per Technician e General e 50 per l'Extra. Bisogna scegliere la risposta esatta fra le 4 proposte. Ovviamente la difficolt differente a seconda del livello, e i t e s t s o n o t u t t i d i v e r s i l ' u n o d a l l ' a l t r o . Non c' un limite di tempo appena si termina e si consegnano i fogli, la commissione valuta i test istantaneamente , quindi Il risultato raggiunto immediato. Se si supera il primo livello, Technician, si pu immediatamente richiedere il test per il livello successivo, General, e se si supera anche questo si pu richiedere il test per l'Extra. Dopo 15 giorni il nominativo che vi sar stato assegnato dalla FCC comparir sugli elenchi ufficiali e potrete cominciare a trasmettere; la licenza ha durata di 10 anni senza spese , dopo 10 anni si rinnova versando i 15 La licenza U.S.A. la possono ottenere tutti, cittadini americani e non i test sono in lingua inglese . Per esercitarsi numerosi siti danno la possibilit di allenarsi con delle simulazioni d'esame, per tutti http://www.qrz.com .
http://hamexam.org/

Inoltre la FCC d la possibilit, se non vi piace il nominativo che vi hanno assegnato, di cambiarlo con uno di vostra scelta, se libero. L'operazione costa una decina di Euro e la licenza ovviamente ha durata decennale.
ERAMAGAZINE - Anno 2013 - Mese MARZO - N 25 eramagazine@era.eu Pagina 4

ERAMAGAZINE - ANNO 2013 - MESE MARZO - N 25 ERAMAGAZINE@ERA.EU


Anno 2013 - Numero 25

European Radioamateurs Association

eramagazine@era.eu

2013 International Year of Water Cooperation


CONTIAMO LE STELLE
Giovanni LORUSSO Ik0ELN Introduzione Dal libro della Gnesi: In quei giorni, Dio condusse fuori Abram e gli disse: Guarda in cielo e conta le stelle, se riesci a contarle.... Ed allora, se non ci riuscito a contarle Abram che un personaggio biblico, figuriamoci noi! Noi riusciamo ad osservarne soltanto poche, pochissime stelle rispetto alla enorme quantit presente nell'Universo. Tuttavia, grazie ai passi da gigante fatti dalla ricerca scientifica, siamo riusciti a capire come si formano, come vivono la loro esistenza e come muoiono. Si, perch anche le stelle, come ogni forma di vita nell'Universo, nasce vive e muore! Per cui rinunciamo a contarle ed accontentiamoci di capirne il meccanismo.

Ebbene, importante capire subito la differenza che corre tra una Stella ed un Pianeta. Secondo gli accordi internazionali dell'International Astronomic Union, per essere chiamato Pianeta (in Greco significa Errante), un oggetto astronomico deve avere una massa inferiore di un decimo della massa del nostro Sole; in quanto un corpo di massa maggiore sarebbe abbastanza grande da accendere il suo combustibile nucleare e risplendere di luce propria e, quindi, sarebbe una stella. Da questo, si evince facilmente che il nostro Sole una stella; una delle tante che brillano nell'Universo. Vediamo ora comne si forma una stella. Per formare una stella occorrono due cose importanti: la materia ed un meccanismo che comprime la materia ad una alta densit: la Gravit. La materia formata principalmente di gas Idrogeno (lo Spazio abbonda di Idrogeno Neutro) misto ad altri elementi e a particelle di polvere stellare. Va detto che in alcune parti dell'Universo il gas distribuito in modo omogeneo, mentre in altre parti presenta pi concentrazione. E proprio dove si ha un abbondante accumulo di materia la forza di gravit maggiore e la massa di gas tende a concentrarsi per l'effetto di attrazione gravitazionale, addensandosi ancora di pi, provocando il meccanismo della compressione. Di norma, la nube di gas comincia a ruotare compressa anche da forze magnetiche, generando calore e pressione che, comunque, resistono alla compressione. E quando l'attrazione dovuta alla gravit verso l'interno sar elevata, la nube continuer a contrarsi verso il suo centro, producendo calore in conseguenza dell'energia gravitazionale (il calore emerge sotto forma di radiazione infrarossa). Infine, quando la temperatura nel centro del gas raggiunge i 10.000.000 di gradi, si innescheranno le reazioni nucleari, ed quanto basta per far nascere una stella. Per va detto che le stelle non sono tutte uguali al nostro Sole; perch, a secondo della materia che hanno assemblato, si creano stelle che hanno massa compresa tra 0,1 e 100 volte la massa del Sole. Di conseguenza, oggetti con massa pi piccola di 0,1 masse solari non raggiungeranno mai la temperatura di 10.milioni di gradi nel loro interno tali da innescare le reazioni nucleari; cos come, masse al di sopra di 100 masse solari, vengono sbrandellate gi al momento della loro formazione dalla loro forza di radiazione, la quale espeller la materia verso l'esterno del nucleo gassoso. Il tempo necessario per la nascita di una stella rapportato alla materia aggregata e, pertanto, varia con la sua massa. Ad esempio, la nascita del nostro Sole ha richiesto circa 10.milioni di anni;
ERAMAGAZINE - Anno 2013 - Mese MARZO - N 25 eramagazine@era.eu Pagina 5

ERAMAGAZINE - ANNO 2013 - MESE MARZO - N 25 ERAMAGAZINE@ERA.EU


Anno 2013 - Numero 25

European Radioamateurs Association

eramagazine@era.eu

2013 International Year of Water Cooperation


CONTIAMO LE STELLE
Giovanni LORUSSO Ik0ELN

mentre la nascita di una Stella con una massa pari a 0,1 masse solari, richiederebbe circa 100.milioni di anni; mentre una stella con una massa pari a 100 masse solari impiegherebbe soltanto 10.mila anni. La comprensione della formazione delle stelle avvenne negli anni ottanta, quando la Radioastronomia fece una inattesa scoperta; e cio: si riusc ad osservare in banda radio correnti di gas che fluivano in direzioni opposte dai dintorni di una stella in fase embrionale. Ed ecco che, ancora una volta, la Radio di Guglielmo Marconi si rese protagonista di una sensazionale scoperta scientifica, per colmare quanto non fu possibile osservare con i telescopi! Bene, adesso ci noto come nata la nostra stella: il Sole. Ma, non tutto. Gi dal lontano ottocento, l'astronomo danese Ejnar Hertzsprung si era accorto che alcune stelle erano pi luminose o presentavano colori diversi dal Sole. Stessa scoperta fece l'astronomo americano Henry Norris Russel. Nacque cos, il Diagramma Herzsprung-Russel nel quale sono catalogate stelle con un rapporto ben preciso tra colore e luminosit (ad esempio: le stelle di massa maggiore sono pi luminose e tendono verso l'azzurro; le stelle di massa minore sono meno luminose e tendono verso il rosso)e che il colore un dato significante correlato alla temperatura. Una volta che la stella si sar formata, brucer il suo combustibile iniziale: l'Idrogeno; fondendo quattro atomi di Idrogeno in un atomo di Elio e liberando energia nucleare ad elevatissima temperatura. Succesivamente, quando avr esaurito il 10% dell'Idrogeno, avviene che le sue regioni centrali cominciano a contrarsi, mentre le regioni esterne si espandono. Successivamente si raffredda e si espande anche la superficie, fino a diventare una Stella Rossa Gigante, la quale riaccende il suo combustibile nucleare, ma formato soltanto da Elio (tre atomi di Elio si fondono formando un atomo di Carbonio); e dopo un susseguirsi di reazioni nucleari, sar formata solo di ferro nella regione centrale. E poich il ferro non fornir nessuna energia, di conseguenza cesser anche la fusione nucleare, condannandola inevitabilmente al collasso: la morte della stella! Adesso prendiamo in considerazione il nostro Sole, stimato con una vita di 10.miliardi di anni. Ebbene il Sole gi vissuto per circa 5.miliardi di anni bruciando il suo combustibile; e continuer serenamente a bruciare Idrogeno per altri 5.miliardi di anni. E poi? Poi, cos come descritto precedentemente, quando avr esaurito tutto il suo combustibile, se Qualcuno dall'Alto non provvede a rifornirlo, si gonfier come un enorme pallone rosso (Stella Rossa Gigante) spazzando via Mercurio, Venere, la Terra, Marte, Giove; ovvero tutto il Sistema Solare, in quanto viene a squilibrarsi l'equilibrio statico che tiene contrapposte la forza di gravita e la forza di radiazione. Per cui, dopo che l'enorme pallone rosso avr esaurito la sua espansione (forza di radiazione) comincer a contrarsi ...continua
ERAMAGAZINE - Anno 2013 - Mese MARZO - N 25 eramagazine@era.eu Pagina 6

ERAMAGAZINE - ANNO 2013 - MESE MARZO - N 25 ERAMAGAZINE@ERA.EU


Anno 2013 - Numero 25

European Radioamateurs Association

eramagazine@era.eu

2013 International Year of Water Cooperation


CONTIAMO LE STELLE
Giovanni LORUSSO Ik0ELN

(forza di gravit) il nostro Sole diventer una Stella Nana Bianca; e, dopo che si sar completamente raffredato, diventer una Stella di Neutroni. Detto ci, se l'uomo vorr conservare la sue specie dovr inevitabilmente cercarsi un nuovo habitat nell'Universo. E' ovvio che stelle di massa maggiore, cos come avviene per le auto di grossa cilindrata, consumano il loro combustibile pi in fretta, rispetto a quelle di massa minore. Mentre le stelle di massa maggiore, al termine del loro combustibile, continuano a contrarsi oltre la misura delle Nane Bianche, si liberano di una enorme quantit di energia gravitazionale, per poi esplodere e diventare una Stella Supernova. Divenuta Supernova (Supernova = Stella Nova, perch non riportata nelle mappe stellari) la stella continuer a risplendere per un breve periodo di tempo con la luminosit di 100.miliardi di stelle; ed infine, a causa delle enormi forze di gravit, collasser definitivamente su se stessa per diventare un Buco Nero (Buco Nero = Regione dello Spazio dove la gravit cos intensa che neppure un raggio di luce pu sottrarsi al suo dominio assoluto!). Nella notte del 24 Febbraio 1987 accadde che, sulla cima delle Ande Cilene, l'astronomo Ian Shelton, dopo aver osservato una lastra fotografica della Grande Nube di Magellano (distante 170.mila anni luce dalla Terra) si accorse che, al centro dell'immagine, c'era un punto molto luminoso. Sbalordito, Schelton usc immediatamente fuori dall'osservatorio astronomico ed, a occhio nudo, nel cielo notturno vide una nuova stella luminosissima brillare nel cielo: era la Supernova 1987/A. Ian Schelton era stato testimone della morte di una stella del nostro Universo! Ma Schelton sapeva anche che quella stella, appena collassata, era pronta a rinascere, perch i resti del materiale espulso, nel tempo, si sarebbero riaggregati per effetto di rotazione della forza di gravit; e se la sua temperatura sarebbe riuscita a raggiungere i 10.milioni di gradi, si sarebbero nuovamente innescate le reazioni nucleari, dando vita ad una nuova giovane stella. di ik0eln Giovanni Lorusso

ERAMAGAZINE - Anno 2013 - Mese MARZO - N 25 eramagazine@era.eu

Pagina 7

ERAMAGAZINE - ANNO 2013 - MESE MARZO - N 25 ERAMAGAZINE@ERA.EU


Anno 2013 - Numero 25

European Radioamateurs Association

eramagazine@era.eu

Traversata del Cilento dal 7 al 14 Aprile 2013


provincialesalerno@era.eu

Traversata del Cilento In occasione della Traversata del Cilento, l'European Radioamateurs Association ha predisposto insieme agli organizzatori ( Danilo Palmieri e Giovannino Carrano) una collaborazione riguardante l'assistenza radio nel periodo dal 07.04.2013 al 14.04.2013. Durante tale periodo, verr predisposto un piano operativo di ascolto e di comunicazioni radio. L'E.R.A. Salerno, metter a disposizione uomini, mezzi e attrezzature; verranno tenuti per 24 ore al giorno in funzione i ponti ripetitori situati nelle localit di Montevesole (R5alfa) e di Perdifumo (RU7). Inoltre, dato che i due escursionisti sono dotati di radio portatili operanti su frequenze PMR, verr predisposto l'ascolto sul canale 8 in osservanza alle indicazioni del progetto Rete Radio montana. In questa fase, Michele Autuori radioamatore dell'E.R.A., insieme a Danilo Palmieri ideatore della Traversata, stanno effettuando la mappatura del Monte Motola, Monte Vivo e Monte Cervati, al fine di verificare la copertura radio ed apprendere dati utili all'imminente partenza. Al fine di salvaguardare l'incolumit del personale escursionista impegnato nella non facile traversata, saranno previste turnazioni per effettuare il monitoraggio sulle frequenze prestabilite, in occasione di particolari attivit radio verr allestita una postazione radio mobile con capacit di lavoro su frequenze PMR, VHF-UHF e capacit Trasponder. Verranno effettuati collegamenti radio in fonia, sia sul canale 8 della Rete Radio Montana, che su ripetitori dell' E.R.A. Salerno e frequenze radioamatoriali, questo sar possibile perch uno degli escursionisti Giovannino Carrano munito di patente radioamatoriale con il seguente nominativo: IZ8PRQ.

Alfonso IZ8LII (referente protezione civile - Era Salerno)

ERAMAGAZINE - Anno 2013 - Mese MARZO - N 25 eramagazine@era.eu

Pagina 8

ERAMAGAZINE - ANNO 2013 - MESE MARZO - N 25 ERAMAGAZINE@ERA.EU


Anno 2013 - Numero 25

European Radioamateurs Association

eramagazine@era.eu

Allerta Nivologica Sezione Provinciale di Genova


provincialegenova@era.eu

Da Sabato 23 Febbraio 2013 venivamo Allertati dal Sindaco Claudio Muzio per seguire le fasi di sviluppo dell' allerta che l' Arpal e il Centro Funzionale Meteo Idrogeologico di Protezione Civile della Regione Liguria aveva diramato con Allerta Nivologica (neve,gelo, disagio per freddo, ghiaccio) di livello 1 Giallo con decorrenza dal 23 Febbraio ore 18:00 e con termine del 24 Febbraio 2013 sino alle ore 23:59. La presenza della nostra associazione che ha lo vero scopo di difesa del territorio, e di intervento vero di protezione civile, anche se siamo specializzati nel settore radiantistico, noi interveniamo, come abbiamo fatto durante queste due giornate e come abbiamo fatto durante la ventiquattr'ore dell' 11 febbraio 2013 ( con livello di allerta Nivologica di livello 2- Rosso) a pulire vie stradali dalla presenza di neve o a rimuovere dalla carreggiata stradale materiale trasportato dal vento come su Via Traversa Sottanis, Massasco, Bargonasco, Bargone, Costa di Bargone, Cardini. Abbiamo svolto ininterrottamente h24 presidio di monitoraggio mobile sul territorio comunale di Casarza Ligure. Abbiamo inoltre monitorato la rete di stazioni meteorologiche presenti in Val Petronio (stazione arpal di Bargone 260 m s.l.m. e stazioni meteo dell'Osservatorio Meteorologico,Agrario,Geologico Prof. Don Gian Carlo Raffaelli-Val Petronio presso Barletti Superiore 121 m s.l.m., Municipio 34 m s.l.., Castiglione Chiavarese-Missano 335 m s.l.m., Santuario di N.S. Della Guardia di Velva 545 m s.l.m. ) al fine di capire il livello di temperatura, umidit e pressione atmosferica propensa alla manifestazione del fenomeno nevoso e della formazione di ghiaccio. Ringrazio i soci per l'attivit svolta in queste tre giornate impegnative di neve e freddo intenso, coadiuvati dalla struttura comunale di protezione civile presieduta dal Sindaco Claudio Muzio di cui va un ringraziamento per la sinergia di coordinamento ottenuta tra noi e le forze comunali (operai comunali).

E.R.A. Sezione Provinciale Genova Protezione Civile Radioamatori Fax: 0185 1831117 Cell: 339 8914254 Il Presidente Iz1 Xrs Francesco Gargano Nota della Redazione: Noi dell E.R.A. al chiacchiericcio di bassa lega rispondiamo con i fatti Iz7PFU Massimiliano

ERAMAGAZINE - Anno 2013 - Mese MARZO - N 25 eramagazine@era.eu

Pagina 9

ERAMAGAZINE - ANNO 2013 - MESE MARZO - N 25 ERAMAGAZINE@ERA.EU


Anno 2013 - Numero 25

European Radioamateurs Association

eramagazine@era.eu

ESERCITAZIONE Basilicata 2012 Relazione di IT9DDI Massimo Maldarizzi


coordinatore.rnre@era.eu

Si svolta il 14 e il 15 dicembre lesercitazione nazionale di protezione civile Basilicata 2012. All'esercitazione ha partecipato il R.N.R.E. Raggruppamento Nazionale Radiocomunicazioni in Emergenze, che con le proprie strutture operative per le Radiocomunicazioni, ha eseguito collegamenti radiofonici in fonia e con tecnica digitali tra le postazioni sparse sul territorio con le varie Sale Operative e tra la Sala Operativa Nazionale R.N.R.E. di Biella e il Dipartimento Nazionale di Protezione Civile a Roma da cui pervenivano direttamente le disposizioni. Per l'Associazione E.R.A. European Radioamateurs Association, hanno partecipato le seguenti stazioni: la S.O.E.N. Sala Operativa E.R.A. Nazionale dislocata a Milano nominativo IQ2WM; la S.O.E.I.R. Sala Operativa E.R.A. Interregionale Sud Italia dislocata a Maglie (LE) nominativo IQ7LE; diversi equipaggi E.R.A. pronti a partire da Castellaneta, Monopoli, Mottola e Palagianello; la unit mobile R.N.R.E. consegnate a E.R.A. denominate UM3 assegnata al Provinciale Brindisi; la unit mobile R.N.R.E. consegnata a E.R.A. denominata UM6 assegnata Provinciale Palermo; le Sale Operative E.R.A. Provinciali di Brindisi e Taranto rispettivamente con i nominativi IQ7HD ed IQ7ET che fornivano supporto tecnico e logistico alla UM3 che si trovava sulla Murgia Tarantina, da dove ha svolto comunicazioni radio su banda HF e digitale con alcuni Centri di Comando dislocati in Basilicata e in Campania, oltre ad eseguire collegamenti radio con altre UM; le unit dellE.R.A. Provinciale di Salerno che operavano dislocati sul territorio campano attivati direttamente dalla Regione Campania. Il Coordinamento Nazionale E.R.A. per il R.N.R.E. che seguiva direttamente tutte le operazioni. Lesercitazione rientra nellambito della pianificazione nazionale sul rischio sismico, che ha lobiettivo di individuare una strategia efficace di impiego delle componenti e delle strutture operative del Servizio nazionale della Protezione Civile in caso di emergenza di rilevanza nazionale. Lattivazione ricevuta dalla R.N.R.E, a seguito di un di un evento sismico di magnitudo 6.5 in Val DAgri, metteva in moto la nostra macchina operativa che veniva regolata grazie alle procedure previste dal nostro Progetto Pegaso, attivando di seguito la nostra S.O.E.N, incaricata a ricevere tutte le informazioni sulle attivit che si stavano svolgendo dalla S.O.E.I.R. Sud Italia e successivamente passandole a Biella sede del R.N.R.E. Il flusso di informazioni veniva garantito grazie ad una maglia radio HF in fonia, in digitale tramite sistema Pactor e sistema Echolink per il tramite della conferenza *ERA*,

ERAMAGAZINE - Anno 2013 - Mese MARZO - N 25 eramagazine@era.eu

Pagina 10

ERAMAGAZINE - ANNO 2013 - MESE MARZO - N 25 ERAMAGAZINE@ERA.EU


Anno 2013 - Numero 25

European Radioamateurs Association

eramagazine@era.eu

ESERCITAZIONE Basilicata 2012


coordinatore.rnre@era.eu

il tutto permetteva senza nessun problema, la ricezione di tutti i messaggi diretti e ricevuti dagli equipaggi mobili e dalle varie stazioni fisse. Lesercitazione Basilicata 2012 ha permesso anche questa volta il R.N.R.E. e tutte le Associazioni aderenti, di affinare le proprie capacit operative, studiando tutto il necessario per garantire un intervento efficace in qualsiasi tipo di situazione emergenziale. Il Coordinamento Nazionale E.R.A. per il R.N.R.E.
coordinatore.rnre@era.eu vicecoordinatore.rnre@era.eu

ERAMAGAZINE - Anno 2013 - Mese MARZO - N 25 eramagazine@era.eu

Pagina 11

ERAMAGAZINE - ANNO 2013 - MESE MARZO - N 25 ERAMAGAZINE@ERA.EU


Anno 2013 - Numero 25

European Radioamateurs Association

eramagazine@era.eu

E.R.A. Sezioni di Locri un anno di attivit


locri@era.eu

10 marzo 2012 10 marzo 2013:

La nostra sezione compie esattamente un anno dalla passione e tenacia dei soci fondatori e ai soci che ci anno dato fiducia affiliandosi a noi, a somme fatte si e fatto un bel passo mantenendo ed evolvendo la nostra realt, si e cominciato da una piccola idea arrivando fino ad oggi, con Laugurio che possa evolversi promuovendo attivit sociali e culturali per il tramite la sezione in collaborazione con Organi ed Istituzioni, infatti abbiamo dato immediata disponibilit al comune di Locri a collaborare ogni volta che ritenga opportuno siamo ospitati attualmente al Centro Operativo Misto C.O.M. 14 nel nostro comune con un ufficio tenuto aperto nelle ore serali dai soci nel quale stata allestita una stazione radio con apparecchiature dei Soci con il montaggio di un palo che alloggia il parco antenne della sezione la stazione radio pu garantire i collegamenti di emergenza con le Prefettura o i dipartimenti di Protezione Civile e anche con le nostre varie sale operative E.R.A. un doveroso Ringraziamento va a Giovanni Marino (IW8QPN) Bruno Squillace (IW8RBG) e Marcello Vella (IT9LND) quali anno creduto in noi sostenendoci nelle nostre attivit, si ringraziano tutti coloro che ci suono tramite il nostro sito http://locri4.wix.com/eralocri o sulla nostra pagina facebookhttp://www.facebook.com/EraEuropeanRadioamateursAssociationSezioneDiLocri?ref=hl con lauspicio che la grande famiglia E.R.A. accresca nel miglior modo possibile.

Aldo Bornino (IW8 RTK)

ERAMAGAZINE - Anno 2013 - Mese MARZO - N 25 eramagazine@era.eu

Pagina 12

ERAMAGAZINE - ANNO 2013 - MESE MARZO - N 25 ERAMAGAZINE@ERA.EU


Anno 2013 - Numero 25

European Radioamateurs Association

eramagazine@era.eu

Cosa occorre per costituire una sezione E.R.A.?


presidente@era.eu

Cosa occorre per costituire una nostra sezione?


Essere almeno 8 Soci Ordinari Radioamatori e/o muniti di Licenza SWL (Presidente,Vice Presidente, Segretario Tesoriere, Due Consiglieri e Tre Componenti il Collegio dei Sindaci; Registrare a cura del Presidente ad interim lAtto Costitutivo e lo Statuto presso lUfficio delle Entrate (la copia dei predetti atti vengono forniti dal sottoscritto su richiesta via e-Mail; Lo stesso Presidente deve portare con se il proprio Cod. Fiscale e documento di identit; Elaborare in formato word lelenco soci; Completare in ogni sua parte le schede di affiliazione; Ricopiare il cod. IBAN della E.R.A. da http://italy.era.eu (notizie utili); Effettuare il relativo bonifico per la affiliazione dei Soci; Scannarizzare il tutto ed inviare a segreteria@era.eu ed al sottoscritto presidente@era.eu Quanto costa affiliarsi alla E.R.A.? Per il Socio Ordinario generalmente la quota di affiliazione che viene versata alla locale Sezione di 33,00; essa pu variare a secondo le esigenze di Sezione (pagamento pigione di affitto locali, luce, acqua, telefono ecc). Comunque vada solo 11,00 vengono stornate alle casse della E.R.A. Nazionale. Per il Socio Simpatizzante e/o Familiare generalmente la quota di affiliazione che viene versata alla locale Sezione di 18,00; essa pu variare a secondo le esigenze di Sezione (pagamento pigione di affitto locali, luce, acqua, telefono ecc.). Comunque vada solo 6,00 vengono stornate alle casse della E.R.A. Nazionale. Quali Servizi offre la E.R.A. ai propri Soci Ordinari? Ai Soci Ordinari la E.R.A. offre con gli 11,00: 1) Assicurazione parco antenne;

2) SERVIZIO QSL (questo servizio viene pagato solo da chi lo richiede ed a pagamento - oltre la quota di affiliazione - ed ha un importo di 20,00 di cui 3,0 li trattiene la locale Sezione per le spese postali delle cartoline; 3) Ai richiedenti una Sim Telefonica gratuita da utilizzare solo tra Soci E.R.A. (a pagamento invece le telefonate e luso personale);

ERAMAGAZINE - Anno 2013 - Mese MARZO - N 25 eramagazine@era.eu

Pagina 13

ERAMAGAZINE - ANNO 2013 - MESE MARZO - N 25 ERAMAGAZINE@ERA.EU


Anno 2013 - Numero 25

European Radioamateurs Association

eramagazine@era.eu

Cosa occorre per costituire una sezione E.R.A.?


presidente@era.eu
4) Due adesivi per autovettura; 5) Una spilla con il logo E.R.A. da giacca;

6) Assicurazione con i minimali di Legge (cos come richiesto dal DNPC) per chi vuol fare attivit di volontariato di Protezione Civile 7) Invio rivista telematica ERAMAGAZINE. 8) Tessera in PVC rigido attestante la appartenenza al nostro sodalizio. Quali Servizi la E.R.A. ai propri Soci Simpatizzanti e/o Familiari Ai Soci Simpatizzanti e/o Familiari la E.R.A. offre con 6,00:

1) Naturalmente per solo per i Soci Familiari in che siano OM e/o SWL, il SERVIZIO QSL (questo servizio viene pagato solo da chi lo richiede ed a pagamento - oltre la quota di affiliazione - ed ha un importo di 20,00 di cui 3,0 li trattiene la locale Sezione per le spese postali delle cartoline); 2) Ai richiedenti una Sim Telefonica gratuita da utilizzare solo tra Soci E.R.A. (a pagamento invece le telefonate e luso personale); 3) Due adesivi per autovettura; 4) Una spilla con il logo E.R.A. da giacca;

5) Assicurazione con i minimali di Legge (cos come richiesto dal DNPC) per chi vuol fare attivit di volontariato di Protezione Civile; 6) Invio rivista telematica ERAMAGAZINE. 7) Tessera in PVC rigido attestante la appartenenza al nostro sodalizio. Cosa offre alla costituenda Sezione E.R.A.? 1) Gratuitamente uno striscione E.R.A. di mt 2,00 x 0.50 personalizzato E.R.A. con ai due lati il logo E.R.A. ed il logo del DNPC . 1. 2) Attestato di appartenenza alla E.R.A. rilasciato a cura del Consiglio Direttivo Nazionale.

A dire il vero vi sono Sezioni E.R.A. che non hanno particolari esigenze di denaro e con 33,00 in tutto, cio con la sola quota di affiliazione, riescono a fornire ai propri Soci anche il QSL SERVICE. Sono naturalmente disponibile per qualsiasi richiesta di ulteriori chiarimenti; basta solo inviarmi una email a presidente@era.eu o it9lnd@era.eu oppure telefonicamente 0916479143 Ab. (dopo le ore 16,00) 3333670190 3342159529 3454677111. Dimenticavo il costo per la registrazione dellAtto Costitutivo e dello Statuto di Sezione gratuito. 73 de it9lnd Marcello Vella Presidente E.R.A.

ERAMAGAZINE - Anno 2013 - Mese MARZO - N 25 eramagazine@era.eu

Pagina 14

ERAMAGAZINE - ANNO 2013 - MESE MARZO - N 25 ERAMAGAZINE@ERA.EU


Anno 2013 - Numero 25

European Radioamateurs Association

eramagazine@era.eu

sao@era.eu

Caro consocio E.R.A. non perdere le nostre informazioni iscriviti alla newsletter soci@era.eu Aiutaci a tenerti informato Clicca QUI.

Socio E.R.A. vuoi una e-Mail personalizzata? es. it9lnd@era.eu Clicca qui.

ERAMAGAZINE - Anno 2013 - Mese MARZO - N 25 eramagazine@era.eu

Pagina 15

ERAMAGAZINE - ANNO 2013 - MESE MARZO - N 25 ERAMAGAZINE@ERA.EU


Anno 2013 - Numero 25

European Radioamateurs Association

eramagazine@era.eu

sao@@era.eu

Anche per il 2013 l ERA ha la convenzione con RADIOKIT Elettronica Cari consoci E.R.A. seguir comunicato su come attivare/rinnovare labbonamento. Per info sulla convenzione contattare sao@era.eu

Caro socio E.R.A. Aiutaci a tenerti informato iscriviti alla newsletter soci@era.eu Per iscriverti clicca QUI

ERAMAGAZINE - Anno 2013 - Mese MARZO - N 25 eramagazine@era.eu

Pagina 16

ERAMAGAZINE - ANNO 2013 - MESE MARZO - N 25 ERAMAGAZINE@ERA.EU


Anno 2013 - Numero 25

European Radioamateurs Association

eramagazine@era.eu

ERA

ha

la

convenzione
sao@era.eu

con

PROSISTEL

Per info sulla convenzione contattare sao@era.eu

ERAMAGAZINE - Anno 2013 - Mese MARZO - N 25 eramagazine@era.eu

Pagina 17

ERAMAGAZINE - ANNO 2013 - MESE MARZO - N 25 ERAMAGAZINE@ERA.EU


Anno 2013 - Numero 25

European Radioamateurs Association

eramagazine@era.eu

L a

i d e o c o n f e r e n z a
sao@era.eu

E R A

Cari lettori nellultimo numero abbiamo parlato dell Audio conferenza , canale mediatico che permette agli utenti di internet che utilizzano PC o smartphone ect, di poter comunicare tra loro in audio conferenza. In questo numero parleremo della Videoconferenza , canale mediatico che permette agli utenti di internet che utilizzano PC o smarphone ect di poter comunicare tra loro in audio e/o videoconferenza. Mi preme comunicare che la NOSTRA videoconferenza stata utilizzata (richiesta) grazie alla segnalazione del Vicepresidente RNRE (socio ERA) Alfio Zerbo Iz2SMR, il 13 e 14 ottobre scorso in unattivit del Dipartimento della Protezione civile denominata Terremoto io non rischio, alla nostra videoconferenza spettato il compito di collegare tra loro 12 Piazze (associazioni) sparse in tutta Italia da Brescia ad Augusta, ogni piazza era presieduta da una associazione appartenente alle macroassociazioni inserite nella consulta nazionale del volontariato della protezione civile , preciso che: La Consulta rappresenta alcune centinaia di migliaia di volontari di protezione civile, diffusi sullintero territorio nazionale ed affiliati alle sezioni locali delle organizzazioni, fanno parte della Consulta: Associazione Fatebenefratelli (Afmal), Scout (Agesci e Cngei), Alpini (Ana), Autieri (Anai), Carabinieri (Anc), Pubbliche Assistenza (Anpas), Vigili del Fuoco in Congedo,Radiocomunicazioni demergenza (Ari, Fir-CB e Rnre), Volontari del Sangue (Avis), Caritas, Ordine di Malta (Cisom), Infermieri per lEmergenza (Cives), Comunit di S.Egidio, Misericordie dItalia, Attivit acquatiche e subacquee (Salvamento, Fias, Fin e Fipsas) Legambiente, Psicologi per i Popoli, Prociv-Arci, Cinofili (Ucis) e Unitalsi. Partecipano ai lavori della Consulta, come osservatori, i rappresentanti della Croce Rossa Italiana, del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico e dellAssociazione dei Vigili del Fuoco Volontari. L ERA fa parte dell RNRE , difatti lattivit svolta dal nostro operatore stata di Moderatore videoconferenza ERA-RNRE; peccato che in quell occasione gli amici dell A.R.I. non hanno partecipato. RNRE ha partecipato con l Unit mobile 06 dislocata presso la sede ERA Prov.le di Palermo , l Unit mobile 01 dislocata presso la sede CISAR di Castel di Sangro; e la piazza di Bergamo dove avevano impiantato il totem del DPC gli amici dellERA Pro.le Bergamo. Insomma siamo una certezza concreta e professionale. Lunione fa la forza, Noi le cose le facciamo seriamente. Vi inoltro alcuni messaggi ricevuti a seguito dellutilizzo della videoconferenza il 13/14 Ottobre 2012

ANAI_ROMA :E' stata una bella esperienza, una cortesia, la prossima volta un p di preavviso... senno me prende il coccolone!!! Grazie a tutti alla prossima Fto Maurizio Terlizzi FIR_CB_AUGUSTA: E' stata una bella esperienza, il solo rammarico di non aver potuto fare i due giorni completi di teleconferenza. Un grazie a chi ha reso possibile tutto questo. Cordiali saluti Vincenzo Leone RNRE_PALERMO: audio da migliorare (Risposta: l audio dipende dal
vostro PC)

RNRE_BERGAMO: La giornata del sabato stata regolare e abbastanza movimentata, nonostante che nelle immediate vicinanze, all'aperto, vi fosse una mostra mercato di prodotti alimentari...

Bene, ma passiamo nuovamente a parlare di questo sconosciuto e inarrivabile canale la Videoconferenza. Ors, alla videoconferenza possono accedervi tutti, ho lasciato le impostazioni aperte volutamente, in passato capitato che alcuni appartenenti ERA mi abbiano chiesto una camera chiusa e gli stata creata. Come si accede alla videoconferenza?: Basta cliccare su questo link: http://it.tinychat.com/saoera Come si configura la videoconferenza ERA?:
ERAMAGAZINE - Anno 2013 - Mese MARZO - N 25 eramagazine@era.eu Pagina 18

ERAMAGAZINE - ANNO 2013 - MESE MARZO - N 25 ERAMAGAZINE@ERA.EU


Anno 2013 - Numero 25

European Radioamateurs Association

eramagazine@era.eu

Configurazione

della

Videoconferenza

ERA

sao@era.eu

Di seguito vi illustro le slide che ho mostrato a Biella durante il 1 raduno RNRE/Esercitazione Biella 2012: Questa la prima immagine che vi comparir, ciccate su QUEST

Dopo aver ciccato su GUEST ti comparir una finestrella, cambia il nome inserendo magari il QRA.

IL TUO NOME

Dopo aver ciccato su GO ti comparir la finestra al lato che ti certificher che il nome stato accettato.

Continua

ERAMAGAZINE - Anno 2013 - Mese MARZO - N 25 eramagazine@era.eu

Pagina 19

ERAMAGAZINE - ANNO 2013 - MESE MARZO - N 25 ERAMAGAZINE@ERA.EU


Anno 2013 - Numero 25

European Radioamateurs Association

eramagazine@era.eu

Configurazione

della

Videoconferenza

ERA

sao@era.eu

http://it.tinychat.com/saoera Ora devi comunicare al PC che vuoi entrare nella Videoconferenza, quindi clicca su Start Broadcasting

Comunica al PC che vuoi interagire con la videoconferenza , dopo clicca qui.

Indica al PC se vuoi fare: Un audio conferenza oppure una video conferenza. Se vuoi fare una semplice audioconferenza clicca su Microphone only e vai allimmagine SELECT MiCROPHONE Oppure vai allimagine SELECT CAMERA

ERAMAGAZINE - Anno 2013 - Mese MARZO - N 25 eramagazine@era.eu

Pagina 20

ERAMAGAZINE - ANNO 2013 - MESE MARZO - N 25 ERAMAGAZINE@ERA.EU


Anno 2013 - Numero 25

European Radioamateurs Association

eramagazine@era.eu

Configurazione

della

Videoconferenza

ERA

sao@era.eu

http://it.tinychat.com/saoera SELECT CAMERA Ora devi indicare quale webcamera vuoi attivare Appena scegli la webcamera che vuoi attivare , la camera prescelta si evidenza di blu come in questo caso, ora per poter proseguire clicca su Continue.

SELECT MICROPHONE Dopo aver indicato al pc con quale web camera vuoi lavorare , devi configurare laudio. Devi semplicemente parlare nel microfono e guardare lo schermo, lo smeeter che si colorer mentre parli sar quello che devi ciccare con il mouse. Riprova a parlare , e se quello che hai ciccato si colora clicca su continua.

SELECT MICROPHONE MODE Ora devi indicare al PC se vuoi parlare a mani libere o cliccare sulla barra spaziatrice/tasto sinistro del mouse per poterlo fare. Riepilogo: Clicca qui se vuoi premere per parlare Clicca qui se vuoi parlare a mani libere Scelto?, bene allora clicca qui
ERAMAGAZINE - Anno 2013 - Mese MARZO - N 25 eramagazine@era.eu Pagina 21

ERAMAGAZINE - ANNO 2013 - MESE MARZO - N 25 ERAMAGAZINE@ERA.EU


Anno 2013 - Numero 25

European Radioamateurs Association

eramagazine@era.eu

Configurazione

della

Videoconferenza

ERA

sao@era.eu

http://it.tinychat.com/saoera Bene, siamo in onda, Per stoppare clicca qui

Se hai selezionato il modo Push to talk per poterti far sentire devi cliccare e tenere premuto questo tasto.

Se vuoi puoi scaricare lapplicativo per l Iphone o l Android. Caro Socio/Webmaster Per inserire la videoconferenza sul tuo sito, incorpora il codice qui sotto. <script type="text/javascript">var tinychat = { room: "saoera", colorbk: "0xffffff", join: "auto", api: "list"};</script><script src="http://tinychat.com/js/embed.js"></script><div id="client"><a href="http://tinychat.com">video chat</a> provided by Tinychat</div>

Ps sono due anni che ho attivato questa Videoconferenza e non mi ha mai creato problemi. Buona Video conferenza.
Iz7pfu Massimiliano Supporto Attivit Operative

ERAMAGAZINE - Anno 2013 - Mese MARZO - N 25 eramagazine@era.eu

Pagina 22

ERAMAGAZINE
DIAMO VOCE ALLA NOSTRA VOCE
IT9LND Marcello VELLA Presidente Europeo E.R.A.

Invia i tuoi articoli e/o le tue foto per la pubblicazione a eramagazine@era.eu Gli articoli dovranno pervenire in redazione entro il quartultimo girono del mese in formato word; writer, o semplicemente in notepad, non impaginare articoli ,creeresti solo una perdita di tempo per la redazione con la conseguente non lavorazione e la non pubblicazione del tuo articolo. Invia le immagini separate dal testo ; invia immagini leggere; in questo modo non avrai problemi con la posta elettronica, e renderai il lavoro della redazione pi fluido. Il materiale prima di essere pubblicato sar vagliato e valutato per la messa in rete. Il materiale inviato alla redazione non sar restituito. LA REDAZIONE DI ERAMAGAZINE Iz7PFU Massimiliano

Per informazioni sullAssociazione Europea E.R.A. Per sapere come aprire una sezione E.R.A. in Italia. Contatta i seguenti indirizzi: presidente@era.eu segreteria@era.eu

Socio E.R.A. , per aprire la tua e-mail personale @era.eu contatta sao@era.eu Socio E.R.A. , per farti inserire nella newsletter soci@era.eu contatta sao@era.eu

Per inviare i tuoi articoli scrivi a: eramagazine@era.eu Sito di E.R.A. MAGAZINE : http://www.eramagazine.altervista.org/ Sito Nazionale E.R.A. :http://italy.era.eu/
ERAMAGAZINE - Anno 2013 - Mese MARZO - N 25 eramagazine@era.eu Pagina 23