Sei sulla pagina 1di 8

gen-feb 2007

In alliance with Mayer Brown Rowe & Maw

Diritto Internazionale
Recenti novit giuridico-normative nel settore del Diritto Internazionale
Inviamo alla Vostra cortese attenzione la presente informativa per comunicarVi alcune recenti novit in materia di Diritto Internazionale che riteniamo possano essere utili per le Vostre attivit Vi comunichiamo che possibile registrarsi al Servizio newsletters sul portale tonucci.it al link: http://www.tonucci.it/ita/servizi_registrazione.php?source=newsletter) per ricevere automaticamente ogni mese le newsletters di interesse.

gen-feb 2007
In alliance with Mayer Brown Rowe & Maw

Diritto Internazionale
1. UK: riforma del diritto societario 2. EMIRATI ARABI UNITI: ratificata la convenzione di New York del 1958 3. ITALIA: ingresso di Romania e Bulgaria nellU.E. 4. CINA: nuova legge fallimentare in vigore dal 1 Giugno 2007 5. IRLANDA: importanti novit in ambito di offerta pubblica di acquisto
3 3

4 5 6

gen-feb 2007
In alliance with Mayer Brown Rowe & Maw

Diritto Internazionale
1. UK: riforma del diritto societario
In data 8 novembre 2006 stato approvato il nuovo Company Law Reform Bill, la pi completa riforma del diritto societario inglese degli ultimi cinquanta anni, che entrer in vigore in successive tappe che si concluderanno nel 2008. Le novit maggiori introdotte da tale riforma riguardano le societ quotate, con particolare attenzione agli obblighi degli amministratori e dei sindaci. In merito ai primi si definitivamente proceduto a codificare i doveri gi presenti sotto forma di prassi, ma che solo ora vengono raccolti organicamente in un corpus unico. In base alla nuova normativa, gli amministratori saranno chiamati espressamente a tenere in considerazione gli interessi degli azionisti, dei dipendenti, degli investitori e dei creditori. Il testo della riforma prevede inoltre lobbligo per gli amministratori di fornire continua e adeguata informazione a tutte le categorie di stakeholders, anche attraverso lutilizzo delle e-mail o laggiornamento del sito internet. Tra le numerose novit in materia di informativa appare rilevante quella per cui le societ quotate sono ora obbligate a pubblicare sul proprio sito internet il progetto di bilancio con i documenti allegati. Con riferimento alla responsabilit dei sindaci previsto che questi non possano pattuire limitazioni di responsabilit salvo in casi eccezionali, introdotti per la prima volta nel Companies Act, e comunque sempre con lapprovazione degli azionisti.

2. EMIRATI ARABI UNITI: ratificata la convenzione di New York del 1958


Il 19 novembre 2006 ha ottenuto forza di legge allinterno dellordinamento degli Emirati Arabi Uniti la convenzione di New York del 1958 sul riconoscimento e lesecuzione delle sentenze arbitrali straniere. Gli Emirati Arabi Uniti ufficializzano il proprio ingresso nella Convenzione internazionale sullarbitrato uniformando la propria politica sul punto a quella dei vicini Oman, Bahrain, Quatar e Arabia Saudita, ove la Convenzione risulta gi da tempo applicabile. Le regole contenute nella convenzione si applicano al riconoscimento ed allesecuzione delle sentenze arbitrali emesse sul territorio di uno Stato diverso da quello in cui ne sono

gen-feb 2007
In alliance with Mayer Brown Rowe & Maw

Diritto Internazionale
richiesti il riconoscimento e lesecuzione; le disposizioni interessano anche le decisioni arbitrali che coinvolgono soggetti pubblici, compresi gli Stati Sovrani. Ladozione delle disposizioni della Convenzione permetteranno di avvalersi delle garanzie e delle semplificazioni procedurali in essa previste, ed assicureranno lesecuzione delle decisioni arbitrali. Tale adesione stata accolta con entusiasmo dagli investitori stranieri e da tutti quei soggetti che, a vario titolo, intrattengono rapporti commerciali con entit pubbliche o private situate negli Emirati Arabi Uniti. Grazie a tali regole, infatti, risulta possibile ottenere, a condizioni sostanzialmente identiche, il riconoscimento e lesecuzione di lodi arbitrali stranieri in oltre 135 paesi. In ogni caso, per poter dare un giudizio compiuto, si dovranno attendere le prime applicazioni delle nuove regole, soprattutto con riguardo a quei casi in cui si dovr eseguire un lodo nei confronti di un ente riconducibile allamministrazione pubblica.

3. ITALIA: ingresso di Romania e Bulgaria nellU.E.


Dal 1 gennaio 2007 Romania e Bulgaria sono diventati Paesi membri dellUnione Europea e, cos come previsto dal Trattato istitutivo della Comunit Europea, i loro cittadini godranno del diritto di circolare e soggiornare liberamente nel territorio degli Stati membri e in Italia. Con circolare n. 2 del 28 dicembre 2006, emanata in forma congiunta dai Ministeri dell'Interno e della Solidariet Sociale, si chiarisce che nei confronti dei cittadini romeni e bulgari dal 1 gennaio 2007 non si applicano pi le disposizioni sull'ingresso ed il soggiorno contenute del Testo Unico sull'immigrazione (D.Lgs. n. 286/98) bens le norme contenute nel D.P.R. 18 gennaio 2002, n. 54 e successive modifiche ed integrazioni (Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di circolazione e soggiorno dei cittadini degli Stati membri dell'Unione Europea). Per quanto riguarda l'accesso al lavoro, prima della liberalizzazione completa, stato previsto un regime transitorio con una procedura semplificata per l'assunzione. Tale regime non trova applicazione per i settori del lavoro dirigenziale e altamente qualificato, di quello agricolo e turistico-alberghiero, del lavoro domestico e di assistenza alla persona, edilizio e metalmeccanico, nonch per il settore del lavoro stagionale e del lavoro autonomo, prevede

gen-feb 2007
In alliance with Mayer Brown Rowe & Maw

Diritto Internazionale
per i settori diversi da quelli sopra menzionati misure semplificate per monitorare laccesso al mercato del lavoro.

4. CINA: nuova legge fallimentare in vigore dal 1 Giugno 2007


La disciplina normativa sul fallimento risale, nellordinamento cinese, ad una legge del 1986. Il testo normativo disciplinava il dissesto delle sole imprese statali, State Owned Enterprises o SOEs, escluse per le societ statali di particolare rilevanza per leconomia nazionale ovvero quelle di pubblica utilit, a condizione che lamministrazione pubblica garantisse il pagamento dei debiti entro sei mesi dalla presentazione dellistanza di fallimento. La necessit, poi, di consentire allimpresa il superamento dello stato di insolvenza, qualora le difficolt non siano gravi, attraverso accordi con la massa dei creditori, sullesempio internazionale, ha indotto il legislatore cinese a studiare, negli anni, un progetto di riforma e ad emanare, il 27 Agosto 2006, una nuova legge fallimentare che entrer in vigore il 1 Giugno 2007. Il nuovo testo legislativo si presenta assai pi lungo e dettagliato del precedente, - consta infatti di ben 136 articoli contenuti in 12 capitoli -, ed , in linea generale, adeguato allo standard di altre legislazioni estere, in specie statunitensi, dove si consolidata la tendenza a considerare le procedure concorsuali come strumento di conservazione e risanamento dellimpresa con conseguente garanzia per i creditori. Soggette al fallimento sono non pi solo le imprese statali ma anche quelle private, che ai sensi dellart.1 se impossibilitate a far fronte alle proprie obbligazioni o prive di liquidit devono essere poste in liquidazione ovvero, art. 2 se sono destinate con ogni probabilit allinsolvenza possono essere sottoposte ad un piano di riorganizzazione. Quanto alliniziativa per la dichiarazione di fallimento il legislatore prevede, proprio sullesempio statunitense, il fallimento c.d. volontario. Il combinato disposto degli artt. 2 e 7 prevede, infatti, la possibilit da parte del debitore di richiedere egli stesso il fallimento, la riorganizzazione o la composizione anche se, presupposto per lapertura dei rispettivi

gen-feb 2007
In alliance with Mayer Brown Rowe & Maw

Diritto Internazionale
procedimenti sempre a differenza di quanto previsto nella procedura statunitense linsolvenza e non lo stato di crisi. Sono previsti tre procedimenti fallimentari: liquidazione, riorganizzazione e composizione. Il procedimento di liquidazione non molto cambiato rispetto alla precedente legge e comunque conforme agli standard normativi internazionali. La procedura di riorganizzazione, dettagliatamente disciplinata dal capitolo VII che, allart. 70, prevede che ciascun debitore o creditore - e non pi l amministrazione pubblica dalla quale dipendeva limpresa oggetto di istanza di fallimento - possa presentare al Tribunale, sempre in caso di insolvenza, una richiesta di riorganizzazione, cio un progetto di accordo con i creditori per il ripianamento dei debiti. La legge cinese si allinea, o almeno prova ad allinearsi, con le legislazioni internazionali, in quanto mira a valorizzare il patrimonio dellimpresa, attraverso un piano di ristrutturazione delle passivit, mediante pagamenti anche in percentuale dei crediti. Sul piano della disciplina transitoria lultimo Capitolo stabilisce che la disciplina precedente continuer ad applicarsi per la soddisfazione dei crediti dei lavoratori relativamente ai ricorsi per le dichiarazioni di fallimento depositati prima del 27 Agosto 2006 nonch alle procedure di fallimento pendenti alla stessa data.

5. IRLANDA: importanti novit in ambito di offerta pubblica di acquisto


entrata in vigore in Irlanda una nuova disciplina sulle offerte pubbliche dacquisto, con la quale si data attuazione alla direttiva 2004/25/Ce. La riforma ha lo scopo di rafforzare la tutela degli interessi dei soci di minoranza, allorch una societ di diritto irlandese sia oggetto di unofferta pubblica dacquisto, ovvero si verifichi un cambiamento nel controllo di detta societ ed almeno una parte dei suoi titoli sia ammessa alla negoziazione sul mercato regolamentato. Per questo motivo stata aumentata la soglia per le operazioni di squeeze out, ossia per quelle

gen-feb 2007
In alliance with Mayer Brown Rowe & Maw

Diritto Internazionale
operazioni sul capitale sociale dirette al solo scopo di eliminare la sgradita partecipazione degli azionisti di minoranza. In particolare, la possibilit di acquisto a fermo delle azioni residue e la contestuale estromissione delle minoranze viene consentita allofferente che possieda almeno il 90% del capitale con diritto di voto.

gen-feb 2007
In alliance with Mayer Brown Rowe & Maw

Information & Communication Technology


Le informazioni contenute nella presente newsletter hanno carattere esclusivamente informativo e di aggiornamento e non hanno carattere esaustivo, n possono essere intese come espressione di un parere o di una indicazione o presupposto al fine di adottare decisioni. Lo Studio Legale Tonucci non potr essere considerato responsabile per qualsiasi azione od omissione posta in essere per aver fatto affidamento o qualsiasi tipo di uso delle informazioni contenute nella presente newsletter senza aver chiesto allo Studio Legale Tonucci uno specifico approfondimento o parere in merito. Nonostante il nostro sforzo, lo Studio Legale Tonucci non pu garantire che le informazioni contenute nella presente newsletter siano accurate, complete o adeguate.

00196 ROMA Via Principessa Clotilde 7 T +39 06362271 F +39 063235161 mail@tonucci.it 20121 MILANO Via dei Bossi 4 T +39 02801395 F +39 02860468 milano@tonucci.it35121 PADOVA Via Trieste 31/A T +39 049658655 F +39 0498787993 padova@tonucci.it

59100 PRATO Via Giuseppe Valentini 8/A T +39 057433208 F +39 0574604045 prato@tonucci.it 50129 FIRENZE Via Toscanelli 6 T +39 06 3622743 F +39 06 3225888 firenze@tonucci.it

TIRANA Torre Drin Rruga Abdi Toptani T +355 4 250711/2/4 F +355 4 250713 tirana@tonucci.it 76202 BUCHAREST Forum 2000 Building 7th floor Str. Dr. Staicovici 75, Sector 5 T +40 21 4116324 F +40 21 4116381 bucharest@tonucci.it

DESIGN VAFIR