Sei sulla pagina 1di 6

10.10 ESEMPIO VERIFICA MURO DI SOSTEGNO IN CEMENTO ARMATO

La verifica riguarda un muro a gravità di complessivo sviluppo L=2,6 m.

Dati: = 36 ,

c

u

= 0

,

t

= 1600

,

m

= 2500

daN/mc

a) SENZA SISMA (in questo esempio) Le spinte per le verifiche globali di calcolo si
a)
SENZA SISMA (in questo esempio)
Le spinte per le verifiche globali di calcolo si calcolano secondo l’approccio 1 delle NTC2008:
a1)
Combinazione 2
E td = 1,1 E t
E qd =1,5 E q
ottenuto con parametri ridotti
ottenuto con parametri ridotti
in genere più
gravosa per EQU
senza sisma
EQU
Parametri ridotti
ffff d =arctg[(tgf)f)f)f)/1,25]
e
GEO
c d =c/1,25
c ud =c u /1,4
 tg
(
)
(
tg 36
)
= arctg
esempio:
=
30,2
= arctg
d
1,25 
d
1,25 
c
c
=
u
in condizioni non drenate
c
= 0
ud
1,4
ud
c
=
in condizioni non drenate
c d
1,25

Peso proprio Pesi propri dei pezzi di muro: P. mensola principale

G

m

= G

1

=

0,25 2,3 2500

=

1437,5

Peso proprio della fondazione

G

f

= G

2

=

1,55 0,3 2500

=

1162,5

x

1

x

= 0,525

2

= 0,775

Peso proprio della terra sulla fondazione

G

t

= G

3

=

0,9 2,3 1600

=

3312

x

3

= 1,1

Peso proprio totale sul terreno di sottofondazione

G

i =

5912

=

G

Posizione G rispetto al lembo esterno

x G

i

x =

i

= 5299

x G

i

i

G

i

= 0,896

Valore di calcolo di G ;

G

d

= 0,9G = 5321

al lembo esterno x G i x = i = 5299 ∑ x G i i
2

SPINTA Con valore ridotto di parametri del terreno; con spinta con valori reali con sisma

  tag  2 = artag   = 30,2 K = tag d
  tag
2
= artag
  = 30,2
K
=
tag
d
 
45
=0,33
d
ad
2
1,25
1
2
2
Spinta Globale
E
=
1790,6
t
0,33 1600 2,6
2
1 K
H
=
=
daN
a
t
d
2
H
E
= 1,1◊
E
= 1970
daN
E
= 0
Applicata
a
y =
=
0,867
t d
t
q
3
nella comb. 1 E di
calcolo sarebbe
minore, infatti con:
= 36
1 2
2
E
=
K
H
=
1 0,26 1600 2,6
2
=
1404
t
t
2 a
E
= 1,3 ◊
E
= 1825
daN
t d
t

NB: con sisma utilizzare il massimo tra il valore di calcolo ottenuto a quello relativo alla combinazione 1 (parametri reali) con sisma

- Verifica a RIBALTAMENTO

- La verifica controlla che l’azione rotante ribaltante di calcolo si mantenga al di sotto dell’azione resistente , ovvero stabilizzante, di calcolo dell’opera di sostegno; la formula di verifica è la

seguente:

M

stab

M

rib

ovvero:

M

Rd

M

Ed

M

Ed

= ribaltante = E y = 1970 0,867 = 1707

td

M

Rd

= stabilizzante = G

d

x = 53210,896 = 4767

- Verifica a SCORRIMENTO

Verifica

M

Rd

= 4767

M

Ed

= 1708

VERIFICATA 36%

La

seconda verifica da effettuare riguarda il pericolo di scorrimento della base del muro sul terreno di sottofondazione.

La

forza di scorrimento è spinta che sollecita il muro, ovvero, più in generale la componente parallela alla direzione di scorrimento della risultante.

La

forza resistente che si oppone allo scorrimento del muro è quella di attrito, calcolata come prodotto tra la forza di compressione sulla superficie

di

scorrimento e il coefficiente di attrito tra muro e terra.

In

genere tale coefficiente si pone uguale a 0,5.

Lo

scorrimento avviene quando l’azione raggiunge la resistenza d’attrito.

E

d

R

d

in numeri 1970

2660 VERIFICATA

E

R

d

d

=

= 0,5

E

td

= 1970

G

d

= 0,5 5321 = 2660

pari al 74%

- Verifica a SCHIACCIAMENTO

posizione della risultante della fondazione del terreno

u =

M

Rd

M

Ed

=

4767

1708 =

G

d 5321

0,575

m.

la posizione è interna al terzo medio, dato che

u

>

B

f

3

= 0,517

B

f

= 155

sezione tutta compressa larga

Eccentricità rispetto al centro della fondazione, che in questo caso non entra in gioco, è

e profonda 100 cm.

e

=

B

f

2

u =

155

2

57,7

=

20,05

;

e = 0,2 m

u = 0.57 ; in questo caso la fondazione è tutta compressa

Valore usato per ottenere la larghezza effettiva B’ con

Terreno elastico (andamento delle tensioni triangolare e no piatto); con terreno

elasticizzato B’= B

si ricava la pressione massima sul terreno di sottofondo

◊ e G d G d = + max 2 100 B B ◊ 100
◊ e
G d
G d
=
+
max
2
100
B
B
100
6
= 2,1daN cm
Dato che
q lim

In cui la forza normale è data dal peso proprio di calcolo

per cui si ottiene;

2

max

=

5321

5321 20

+

100 155

155

2

100

6

= 0,61

N

=

G

d

= 5321

daN/cm 2

, ridotto del coefficiente 1, per la combinazione 2 , ottengo

q lim

=

2,1

1,8

=

1,16

1, per la combinazione 2 , ottengo q lim = 2,1 1,8 = 1,16 daN cm

daN cm

2

il controllo sulla pressione sul terreno è soddisfatto (53%).

Con la pressione limite valutata con EC7, con riferimento a comportamento del terreno con diagramma lineare

e non piatto plasticizzato.

Tensione minima al lembo opposto della fondazione

min

=

G d

G

d

e

100 B

B

2

100

6

max

=

5321

5321 20

100 155

155

2

100

6

= 0,08

daN/cm 2

EC7,annex D: Valutazione q lim

Per il calcolo di q lim si fornisce un valore tra 3 e 6 daN/cmq

MENSOLA PRINCIPALE

Si zona sismica ? no Se zona sismica la combinazione più gravosa è la spinta
Si
zona sismica ?
no
Se zona sismica la combinazione più
gravosa è la spinta con sisma, non
amplificata
Zona non sismica; solo questa
combinazione tipo STR ; in zona sismica
da considerare come seconda

Mononobe-

Okabe

E

K a E d =

N

=

G

m

== 2,3 0,25 2500 = 1437

VERIFICA SEZIONI MURO

Spinta solo sul muro

  2 K = tg  45 ∞  a 2   2
2
K
=
tg
45
a
2
2
(
36
)
K
= tg
45
= 0,26
a
2
Calcolata con il parametro vero
1
2
E
=
K
h
a
2 t
2
E =
1 1600 0,26 2,3
2
=
1100

Da amplificare per 1,3 per

la combinazione STR

E

d

= 1,3 E = 1430

daN

;

applicata a

y =

nell’esempio la spinta è orizzontale

= 1,3 E = 1430 E =1,5 E = 0 E td t qd q
= 1,3
E
= 1430
E
=1,5
E
= 0
E td
t
qd
q

E d

y =

= 1430

h

3

= 76,67

F Ed
F
Ed

♪ Spinta risultante di calcolo e sua

posizione dalla sezione considerata

♪ Compongo le due azioni e trovo

F Ed

♪ ricavo la componente perpendicolare alla sezione(forza normale di calcolo pari al

peso della mensola principale )

Nel seguito si trascura per semplicità

principale ) Nel seguito si trascura per semplicità 230 3 = 76,67 cm Effetti sollecitanti di
principale ) Nel seguito si trascura per semplicità 230 3 = 76,67 cm Effetti sollecitanti di
principale ) Nel seguito si trascura per semplicità 230 3 = 76,67 cm Effetti sollecitanti di

230

3

= 76,67

cm

Effetti sollecitanti di calcolo delle forze rispetto al lembo esterno della sezione

V

Ed

= E

d

= 1430

(pari al taglio sollecitante di calcolo per sezione orizzontale , coincidente

con la componente orizzontale della spinta)

M Ed

= y

E

d

= 0,767 1430 = 1097

trascuro la forza normale N = 1497

l’area minima di armatura tesa da inserire

A

s

min

=

109700

(0.9 22 3913)

=

1,4

0,15%(

b

d

)

A

s

min

=

3,75

=

M Ed

(0.9

d

f

d

)

0,15%

(b

d )

armature vere minimo 3,75 cm 2

Inserisco 4F12 tesi e 4 F 8 compressi, con A s = 4,52 cm 2 e A' s = 2 cm 2

Verifico la sezione a flessione allo SLU M Rd M Ed

si può ricavare l’altezza della zona compressa allo stato limite ultimo con la formula seguente, valida per sezione con armatura doppia tesa A s e compressa A’ s :

M

x

=

f

d

(

A

s

A

'

s

)

(

f

cu

b

0.8)

per B450, C25, b=100 si ha

in questo caso x = 0,345 (4,52 2) = 0,87

per B450, C25, b=100 si ha f

d

=

391;

f

cu

=

0.85

f

cd

si trascura la presenza della forza normale

x =

A

0,345 (

s

A

=

0.85 25

1.5

= 14.1

d

M

M

Rd

Rd

=

= 3913 2 (22 3) + 141100 0.8 0,87 (22 0.4 0,87) = 361200

f

d

'

A s

(

d

c

)

+

f

cu

b

0.8

x

(

d

0.4

x

)

= 1097

M

Rd

= 3612

verifica ok 30%

'

s

)