Sei sulla pagina 1di 6

MILANO

F I .\J A N ZA

Dam
Fgglig

29 09 2012

Nata per salvare gli esodati, la proposta Damiano e diventata una contronforma
che permette di ritirarsi dal lavoro a 58 anni con 35 di contributi. Mettendo a I'1SChlO 1 conti che la legge Fomero avrebbe blindato. 11 costo del dietrofront per 11 Paese e 1 glovanl

Addio prima dei 60


dj Roberta Castellarin e Paola Valentini ,attacco al fortino delle pensioni e partito pri ' ma dellestate. E ora si prepara la battaglia nale in Parlamento. I18 ottobre approdera in aula la pro posta di legge bipartisan 5.103, portata avanti dallex ministro Pd Cesare Damiano, che in com missione lavoro stata votata da tutti con leccezione del pdl Giuliano Cazzola. La proposta pun ta a stravolgere la riforma Fornero reintroducendo la possibiljta no al 2017 di lasciare il lavoro sotto i 60 anni con 35 anni di contributi per i dipendenti (a 60 per gli autono mi), una rivisitazione del vecchio sistema delle quote previsto pro prio dalla legge Damiano del 2007. que am1i prima con una pensione Inizialmente la proposta di legge, inferiore 0 attendere la maturazio che ha iniziato il suo iter a marzo, ne dei normali requisiti. In molti puntava a tutelare gli esodati, ma casi potrebbe convenire lanticipo via via partito un vero e proprio non solo perch si puo lasciare il assalto alla djligenza perch sono lavoro prima, ma anche perch di state inserite proposte che stravol fatto si percepiscono cinque anni gono 1assetto attuale. E che sono in piu di pensione, una somma che una minaccia per i conti EEIIEE puo piu che compensare la riduzio che la riforma Fornero ha cerea ne dellassegno. Ragionamenti che to di rimettere in carreggiata, ma gia oggi riguardano le donne di 57 che ancora non godono di buona anni che possono chiedere un an salute sotto il peso di una popola ticipo delladdio al lavoro. zione, quella italiana, sempre piu La riforma Fornero ha confermato anziana. Senza dimenticare il pe Popportunita introdotta in via spe so ancora rilevante delle pensioni rimentale no al 2015 dalla legge calcolate con il generoso metodo 243/2004 in base alla quale le don retributivo. La scelta del ministro ne possono andare in pensione a Elsa Fornero di introdurre il siste 57 anni con 35 anni di contribu ma contributivo per tutti, seppur in ti, ma il loro assegno puramente forma pro quota, con la soppressio contributivo. Questo vuol dire che ne delle pensioni di anzianita, ha una lavoratrice dipendente nata evitato il peggio peril bilancio del nel 1957 che ha iniziato a lavorare la previdenza obbligatoria italiana. a 23 anni potrebbe andare in pen Ma ora il sistema e messo a rischio sione a 57 anni e nove mesi con il da quella che e gia stata de nita la 58% dellultimo stipendio, mentre controriforma delle pensioni, che una sua collega nata lanno dopo punta a garantire1accesso antici dovrebbe aspettare 65 anni e 9 pato alla pensione ai lavoratori che mesi con un assegno, pero, pari al siano in possesso di alcuni requisi 75% dellultimo stipendio. La scel~ ti, calcolando pero la pensione con ta e quindi tra lavorare otto anni il metodo esclusivamente contribu di pin e avere una rendita piu ricca tivo. In particolare dal 2013 al 2015 perch calcolata anche con il retri laccesso anticipate consentito ai butivo. Oppure lasciare prima Ina lavoratori con anzianita contributi con u.nentrata ridotta del 17%. Un va pari a 35 anni ed eta anagra ca dilemma che potrebbe riguardare
Ritaglio stampa ad uso esclusivo

pari o superiore a 57 anni, per le la molti lavoratori under 60 se pas voratrici dipendenti, a 58 anni per sasse la controriforma proposta in le lavoratrici autonome e per i la Parlamento (gra co a pagina 16). voratori dipendenti, a 59 anni per i lavoratori autonomi. Mentre dal Quanto costerebbe ai conti del 2016 a1 2017 laooesso anticipato e lo Stato questa contronforma? Nel consentito ai lavoratori con a.nzia testo approvato dalla Commissione nita contributiva pari a 35 anni ed della camera gli oneri sono quan eta anagra ca pari o superiore a 59 ti cati in 240 milioni di euro peril anni per i lavoratori e le lavoratrici 2013, 630 milioni per i1 2014, 1.040 dipendenti e a 60 per anni perl la milioni per il 2015, 1.220 milioni voratori e le lavoratrici autonome. per il 2016, 1.030 milioni per il Si amplia quindi una possibilita 2017, 610 milioni per il 2018 e 300 gia prevista dalla riforma Fornero milioni a decorrere dal 2019. In tut a una vasta platea di lavoratori. to si tratta quindi di oltre 5 miliardi Con il rischio di un moltiplicarsi che andrebbero coperti con un au di richieste di pensione anticipata mento delle imposte sui giochi. Una che andrebbero a pesare da subito strada che, pero non e perconibile sui conti Chi e vicino alla secondo il Tesoro. <<Il calo delle gio soglia dei 60 anni infatti potrebbe cate registratosi per la prima volta chiedersi, nel caso di una differen negli ultimi anni nel primo seme za per esempio di cinque anni, se stre del 2012, da interpretare come e meglio andare in pensione cin un eifetto, in tale settore,de11e1a

sticita della domanda rispetto al

prezzo, spiega il sottosegretario alleconomia Vieri Ceriani, <<indu

ce a ritenere che un aumento del


prelievo provocherebbe in questo memento, con molta probabilita, unulteriore diminuzione del get tito, che non soltanto impedirebbe di reperire le risorse necessarie per nanziare il provvedimento in esame, ma metterebbe anche a re pentaglio la copertura prevista da precedenti provvedimenti a valere sulle entrate erariali derivanti dai giochi pubblici. In sostanza quindi va trovata unaltra copertura alla legge, ma va anche valutata lop portunita di metbere in piedi oggi una controriforma delle pensioni. Una mossa che ha tutto il sapore di propaganda elettorale, quanto mai inopportuna in questo delicato momento per lItalia che a fatica, e
anche grazie alla dura riforrna delle

pensioni, riuscita a riconquistare ducia sui mercati. Una marcia in dietro su questo fronte rischierebbe di vani care gli sforzi fatti per ri sanare i conti pubblici del Paese con il rischio di nuove tasse. Come ha dichiarato anche il ministro Fornero in una lettera inviata a ini zio agosto alla commissione lavoro della Camera in occasione della di scussione della proposta 5.103. Il ministro del welfare sottolinea
destinatario, non riproduclblle

del

MIL/mo
F I N A NZA

D *1
Fugnu

29 09 2012

va che il problema degli esodati non e risolto (e che e stato costi tuito un gruppo di lavoro ad hoc a cui partecipano LEE e ministeri coinvolti) ma il tema va a 'ronta to con gradualita e tenendo conto delle risorse limitate a disposizio ne. <<I1 Governo e consapevole del fatto che si tratta di una questione, peraltro in divenire, per la quale e necessaiio effettuare sforzi ulte riori. Ritengo che occorra fare ogni sforzo per evitare anche il solo ri schio di adottare misure che, se non adeguatamente comprese anche in sede intemazionale, potrebbero avere leffetto di compromettere gli sforzi di stabilizzazione nanziaria sin qui pro isi dal Parlamento, dal Governo e dal Paese, scriveva il
ministro Fomero. Gli stessi dubbi

ha pin volte sotto dovrebbe essere preso in conside razione, c una disparita tra chi percepisce le pensioni e chi invece dovra contare su un puro sistema contributivo. Una parte dei lavo ratori oggi riceve nella pensione unintegrazione da parte dello Stato rispetto a quanto ha versa to, circa il 30 40% in pin di quanto avrebbe con un sistema contributi vo. Sulla stessa lunghezza donda Alberto Bralnbilla, presidente del Nucleo di valutazione della spesa previdenziale: <<Oggi 7 milioni di pensionati portano a casa meno di mille euro al mese e ricevono unin tegrazione alla pensione da parte dello Stato. Con il sistema contri butivo non sara pin cosi perch si ottiene solo quanto versato. Quindi i giovani che hanno iniziato ala vorare dopo il 1996, per i quali si applica il metodo contributivo, non avranno per legge integrazioni al minimo e maggiorazioni sociali. Ma lurgenza di integrare la pen sione pubblica non verra compresa appieno nch |] 'gE non rivelera

lineato: <<Lequita resta un tema che do della crescita economica. <<Se il


Paese non cresce in termini di oc cupazione e produttivita e continua a presentare un alto livello di eva sione contributiva molto potrebbe essere vani cato, si legge nel rap porto del Nucleo di valutazione che fotografa lo stato dellarte del mercato del lavoro italiano: <<Nel 2010 il tasso di occupazione complessivo e di 7,5 punti percen tuali sotto la media Ue a 27. Per loccupazione femminile siamo a 12,6 punti percentuali dalla cita ta media Ue; non va meglio per l0ccupazione degli over 55 anni ( 9,7% rispetto allUe). Decisamente ultimi in classi ca per il tasso di occupazione dei giovani tra i 20 e 29 anni ( 13,8% rispetto alla Ue). Un sistema Paese con poca occupazione e scarsa pro duttivita (10 punti percentuali in meno negli ultimi dieci anni ri spetto alla media europea), ma con tassi di sopravvivenza molto elevati ha di fronte 11113. s da mol to impegnativa rispetto alla quale i1 processo di riforma del sistema la pensione che ognuno puo atten pensionistico ha rappresento un estremamente importan dersi di ha tasselloulteriore incremento della te. Un detto che per Natale j offrira a tutti i lavoratori attivi iscritti, a spesa, sia essa assistenziale sia

delle prestazioni, ma resta il no

sollevati da Cazzola, capogrup po Pdl nella commissione lavoro della Camera, che inizialmente aveva rmato il testo originario della proposta di legge pro esodati ma che poi ad agosto si sgancia to. Secondo Cazzola sul problema degli esodati si sarebbe potuto ela

borare un testo uni cato secondo scansioni temporali di piu corto pe

riodo, ovvero in concomitanza con la progressiva applicazione della riforma previdenziale, <<evitand0 di determinare a priori, come preve parte quelli L il prospetto dei di sostegno al reddito, appare di de il testo in esame, un percorso di contributi versati e la simulazione dif cile sostenibilita nel contesto deroga a lungo termine, che arrive delle rispettive pensioni. <<I cittadi dei prossimi anni. Ecco perch ii rebbe a coprire sin dora lavoratori ni hanno diritto di sapere quello che Paese farebbe fatica a pennettersi con diritto a pensione a decorrere lo Stato non gli ha detto per anni, una controriforma delle pensioni. (riproduzione risewata) dal 2019. Lo stesso Cazzola nei ha detto E gli asse giorni scorsi, dopo la notizia del gno futuri devono anche fare i conti la calendarizzazione in aula l8 con la recessione in atto perch le ottobre, ha detto di considerare pro pensioni sono legate aIlandamento pagandistica questa scelta per un del pil. E ancora una volta si riaf provvedimento oneroso ma privo faccia il tema della crescita, come di una copertura nanziaria ade emerge anche dallultirno rapporto guata. <<E bene non dimenticare, del Nucleo di valutazione pubbli ha aggiunto Cazzola, <<che la rifor cato recentemente: <<Nel triennio ma Fornero, contiene una norma 2007 2010,1incidenza della spesa di garanzia che scarica i relativi pensionistica sul prodotto inter oneri, si tratta a regime di alou no lordo ha ripreso a crescere in ni ulteriori miliardi in aggiunta ai misura abbastanza sensibile, pas 9 gia stanziati, sulle aliquote de sando dal 13,5% del 2007 al 15% gli animortizzatori sociali e quindi del 2010. Questi dati confermano sul costo del lavoro. Damiano, dal il fatto che la crisi economica com canto suo, e pronto a dare batta porta inevitabilmente un aumento glia a favore dei lavoratori rimasti dellincidenza della spesa pensio senza reddito a seguito della rifor nistica e il conseguente rischio di ma Fornero. Ma i1 problema e che oscurare gli sforzi normativi fatti, il testo de nitive non riguarda so a partire dai primi anni 90, per sta lo pin gli esodati, ma una pin vasta bilizzare il suo peso relativo sul pil. platea di lavoratori. E rappresen Linsieme delle riforme fatte negli ta un passo indietro nella strada ultimi 20 anni e poitate a compi per una maggiore equita tra ge mento proprio con la legge Fornero nerazioni. Per quanto riguarda il di dicernbre del 2011 hanno mes diverso trattamento previdenziale so il sistema previdenziale italiano dei giovani rispetto ai loro genito in una posizione molto piu sicura ri il presidente Antonio e sostenibile sia dal punto di vista ll nanziario che delladeguatezza
_ _ V ""I"""" V I"""" "' " """"

R1 tag] 1 rlmrriz hnntara sn im mirn sistnma lel

<5 e$tiI1atari,

1111

riPr<5 1 1<=J bl e