Sei sulla pagina 1di 320

lSBN-1 3-934595-45-6 0:

ililllxlilil[l lillil

GREMES

I N V E R T EA U R O R A R

T H E5 K Y I 5 U N L I M I T E D . woRLDWIDE. _1
WWW.GREMES.COM .--

.*t.,_.

tr

Progettazionee realizzazionedi impianti chiave in mano Distribuzionedi componenti fotovoltaici Assistenza tecnica

?l

per || fotovoltaico professionisti


progettazione e Vendita, di montaggio impiantifotovoltaici

Falk Antony C h r i s t i a D LrIs c h e r n n K a l - H e i nR e m m e r s r z

B . B 5 0 l a r p r a x i s . e r l i nT e c n o s p o t . r u n i c o 2 0 0 6 I

Editore:

Cremes Distribution 5rl Leitner Hubert545 Tecnospot 5rl V i aC a m p i d e l lR i e n z4 7 a a B 3 9 0 3 1 r u n i c(o Z ) B Italia wwwgremes.com wwwleitneronline.it www.tecnospot lt

in collaborazione con:

Solarpraxis AG Zlnnowizer 1 5tr. 10115 erlino B C e r m ni a a lnfo@so arpraxis-de wwwsolarpraxis.de I S B N 0 :3 9 3 4 5 9 5 5 6 1 4 Fa Antony lk Christian Drschner Karl-Henz Remmers (5olarpraxis AG)

Edizlone italiana curadi: a Trad uzione: Adattamento mercato al italiano revisione e tecnica: lllustrazioni layout: e Fotografi in copertina: a Stampa: Copyright:

Francesca Rossani MarinaD'Alia. Stefania Maffeis. Francesca Rossani (nterEnergy lng.AlexSorokin srl) Solarpraxis AG Leitner Hubert5AS Rondo Druck GmbH O 2006Solarpraxis AG

Propriet letteraria riservala.vietata riproduzione autorizzata, E parziale, la non anche con qua siasl mezzo effettuata, compresa fotocopia, comel'inserimento, la cos anche parzale, in un sistema ricerca di informazioni. lcontenutidiquesta pubblicazione statirealizzati la massima sono con attenzione possibile concoscienza. foto e i grafici e Le senza indicazione fonle sonoslatirealizzati di dalla5o arpraxis Ngli autorin la Solarpraxis ri5pondono dannia pefsone a AC. AC dei o cose dovutiall'applicazione di materia istruzioni, i, metodio ideecontenuti questa in pubbicazione delleazion conseguentitale applicazione. o i a

5imbologia
Evidenziafaciltazoni, le leastuzie i consigli intenditore come o da su migliorare qualcosa, incrementare piir i guadagnio rendereproprio il cliente ancora soddisfatto.

per Evidenzia i rischi la 5alute, danni materiali di perdite di ai o economiche.

Introduzione all'edizione italiana


5uI mercato mondia il settore sola fotovolta (FV) Ie del re ico continua sua la i n a r r e s t a b icee s c i ta l r i t m om e d i od e l 3 0 - 4 0 % o g n ia n n o . e l2 0 0 5l a lr N potenza installata mondo superato 3 000MW di cui la metsitrova FV nel ha i i n C i a p p o n e .e g u e C e r m a i ac o no l t r e1 0 0 0M W i n s t al a t i C o nl ' e n r r a r a S la n l . in vigoredella nuova leggea favoredellefonti rinnovabili (dell'agosto 2 0 0 4 )l,' i n d u s t r i F Vt e d e s c v i v eu n os t r a o r d i n a rbo o md i s v i l u D D od a a io e lavoro oltre20 000 addetti. ad l l g r up p od i i mp r e s e t t o r n o C r e m e e L e i t n eo p e r an l t a l i a i nd a l1 9 8 7 , a a s r i s q u a n d o at e c n o l o g ifa t o v o l t a i ce r ap o c o i c h eu n ' a p p l i c a z i os p e r i l o a p ne m e n t a l e h es i a f f a c c i a v a lm e r c a t o .os p i r i t o i a f f i d a b i l i t l ' a t t e n z i o n e c su L d e a l l aq u a l i t e c n i c a a n n op o r t a t ol a C r e m e s i s t r i b u t i oS r l ,I a L e i t n e r t h D n H u b e r t A 5e l aT e c n o s p o tr la d o c c u p a rd a s u b i t o n ap o s i z i o nle a d e r 5 S e u e nel mercato fotovoltaico italiano. O g g i o m e o nm a i l a q u e s t i o nd e l l ' i n q u i n a m e n tm b i e n t a le d e lc a m c n e ao e b i a m e n t o l i m a t i c s o n op r o b l e md i p r i m op i a n o i q u a l i o c c o r r eo v a r e i c o a tr d e l l e o l u z i o nn t e m p ib r e v iL ee m i s s i o n i d in i d r i d c a r b o n i cn e l l ' a t m o s ii . a e a s f e r a a p a r t ed e l l ' u o m o d o v u t e l l ' u s o e i c o m b u s t i b iflo s s i l is o n ol e ( d a d i ) p r n c i p ar i s p o n s a bdle l r i s c a l d a m e ngoo b a l eP e rq u e s t o o t i v ol ' 1 1 le i i tl . m qu d c e m b r e 9 9 7 l a c o n v e n z i o n e a d r od e l l eN a z i o nU n i t es u i c a m D t a 1 i menti climaticivarava protocollo Kyoto, cui scopo stabilizzare il di il Ie concentrazionidi a effettoserranell'atmosfera mododa prevenire gas in o a l m e n oi m i t a r e e r i c o l o sn t e r f e r e n z e t r o p c h e ls i s t e m c l i m a t i c o . p l le an su a I n s e mc o nl ' e f f i c i e n z a e r g e t i c la ,s v i l u p p d e l l e o n t ie n e r g e t i c h en e en o o f ri n o v a b l lfir a c u ia n c h e et e c n o l o g d e ls o l a r eo t o v o l t a i c r a p p r e s e n t a n o , l e f o, e l a p r i n c i p a ls o l u z i o nd e l p r o b l e m d e l l e m i s s i o n il i m a l t e r a n t i . a e e c ll DL387 di dellaDirettiva ropeaper lefonti rinnovaeu /2OO3 recepimento bil(Direttiva per 2001 /CE)ha creafo premesse l'introd le uzone nche a /77 i n l t a l i a e l s i s t e m a i i n c e n t i v a z i o i n c o n t oe n e r g i a . e r t a n t a n c h e n d d ne P o i Italiasi prospettano promettenti sviluppi mercato, di soprattutto che ora statovaratoil nuovo sistema tariffeincentivanti l'energia per di elettrica prodottada impiantifotovoltaici, anchedi piccola taglia. S i a m o o n v i n t i h el ' i n d u s t r iF Vn a z i o n a l d e s t i n a ta g i o c a r u n r u o l o i c c a e e a d prim'ordine contesto nel europeo. Attraverso pubblcazonequesto la di libro, il gruppodi imprese fotovoltaiche Leitner HubertSAS, Cremes Distribution 5 r le T e c n o s p o tr l i n t e n d e a r eu n c o n t r i b u t a l l a n c i o e l m e r c a t o V n 5 d o d F Italia, diffondendo conoscenze le professionali e competenze necessarie alla p r o g e t t a z i o n e l,' i n s t a l l a z i oe a l l ag e s t i o n d e g l i m p i a n ts o l a rF Vf,o r al ne e i i n e n d o e lc o n t e m pu n p r a t i c o an u a ed i g u i d a d i a i u t oa g l ii n s t a l l a t o r i . n o m l e grande Vi auguro per successo laVostra attivit questo in settore nteressante e c h eq u e s t oi b r or i e s c a d a r v iu l t e r i o re l e m e n tp e rc r e s c e r es o s t e n e r e l i i e l a q u a l i t e g l i m p i a n tfio t o v o l t a i c i . n Gert Oremes 6 r e m e s i s t r i b u t i o5 r l D n Leatner bert 5AS Hu lecnospotSrl

Prefazione autori degli


p p . d l e Q u e s t oi b r ov u o l ee s s e r e l dri u n s e m p l i c m a n u a l e i i s t r u z i o n i e r l d ciim p i a n t i f o t o v o l t a i c i . i m o n t a g g io d i u n ar a c c o l ts u i f o n d a m e n t i t e c n i o a f a c Q u e l l o h ec i s t a a c u o r e s o p r a t t u t t oo r n r e g l io p e r a t o rd e l s e t t o r e praticonecessario costruire per funzioquel sapere impiantifotovoltaici r a e. i n a n t ic o r r e t t a m e n tA b b i a m o e r c r i t e n u t om D o r t a n tte a t t a r e n c h e D " g l i a s p e t te c o n o m i cd , l l av e n d t a g i u s t a " i n o a l f i n a n z i a m e n t o . f i ia l ar e A v e r e l i e n ts o d d l s f a tit a n t oi m p o r t a n t q u a n t o ' i n s t a l l a z o n e e g o c i t p s a r t ed l i mp i a t o i l p r o p r i oa t t ur a t o A p p u n t o e rq u e s t o p i e g h im o n f . l ad ' a p i o , a p i u r i p r e s c o m er e n d e r s o d d i s f a tt i r o p r c l i e n t ip r e n d e n ds u ls e r i o e e l e l o r or i c h i e s t e . d i P e r n ap i uf a c i l e o n s u l t a z i oinm a n u a l s t a t o i v i s on 4 p a r t ip r i n c p a l i : u c le e 1. Vendita fi nanzia e mento e e i m e n s i o n ae n t o d m 2. Progettazion 3. Montaggio attivazione ed 4 . C e s t i o ne m anu t e n z l o n e d D E Cu b Cr a z i e I s up p o r t o e l l a e u t s c h en e r g i e - A g e n tmr H( d e n a ) f A g e n z i a a q T e d e s cp e rl ' E n e r g i-a s t a t op o s s i b i ltea d u r r e u e s t o i b r oi n 4 l i n g u e . a r ic i M a n o ns o l oa b b i a m oi t e n u t om p o r t a n t a d a t t a r n e o n t e n u tc o l l a b o , r i e paesi. Nonsltratta ne randoconingegneri redattori settore rispettivi e del d a p i d i u n t i p l c ol i b r ot e d e s c o l n o s t r o c o p o s t a t oq u e l l o i m e t t e r e l. s p r o g e t t i s die l s e t t o r en e l l e t , de d, i d i s p o s i z i o n e g l i o p e r a t o r i e it e c n ce d e i p i, s i, f, e a r e e l n g u a p a g n o l an g l e s er a n c e se d i t a l a n a n f o r m a z i o n ir e c i s e d e n n e c e s s a rael av e n d i t aa l l ap r o g e t t a z i o n ea l l ' i n s t a l l a z i o d iei m p i a n t i il , f u n z i o n a n t i m ani e r ae c c e l l e n t e . in ! B u o n ae t t u r a l Remmers Karl-Heinz

FolkAntony

Di)tschner Christion

S om m a ri o
1

fotovo|taici...............................9 di Vendita fi nanziamento imDianti e

i !

.. 9 -........................ 1.1 Breve introduzione rinnovabi i 1.1.1 Leenergie ll utilizzate lta ia e n Europa? in t.\.2 Qualienergie rinnovabivengono 10 E in qua e percentualel promuovere energie le rinnovabili? 1 . 1 . 3 Perch 1.1.4 TecnoloBle solari Vantagg fotovolta del co 1 . 1 . 6 | s o e i nl t a i a e i s u o i v a n t a S S i da di solida puntodl vsta 1.1.7 fimportanza un'installazione 24 e del de la progettazione, a costruzonedellagestione 26 1.2 Premesse 27 l'energia are so 7 . 2 . 1 Perch utillzzare ptr se i 1 . 2 . 2 P e r c hp r o m u o v e r e ' uitz z o d i t e c n o l o g io l a r i ? O p p o r t u n iee i m p r e s e 31 d e l la ' ! i B i a n a rd " l . o m m c r i,o e d e I i n d u t t r r a o 43 futuri L 2 . 3 Prospettivesvluppi e L.2.4 r.2.5 1.2.6 1.3 1.3.1 7.3.2 1.3.3 in ll mercato folovoltaico lalia 49 alla connessi rete ........................... Panorarna rnondlale suglimpiantifotovoltaici 51 a FV itallano costiDerirnpianti connessl la rete............................... dei Andarlento "in 52 ncentivo contoenergiaD 53

Lanormativa d'incentivazione I slstema 'incentivo chi puaccedere al Lata riffaincentivante come si presenta n'offerta Lr 1.4 futuranstallazione I sul uoeo-Utllizzaredati raccolti sitodella r.4.1 I sooral 'off-"rta del comepremessa ........-.................. e servlzi del'offerta/elencoforniture 1.4.2 Elementi L 4 J 5 i m - l a ro n d e la ' e ( a . . . . . . . . . . . . . taici di so 1.4.4 Radiazione arein ltalia resernedie impiantifotovo per garantite sonovincolanti il venditore Ie 1.5 lmportante: caratteristiche prezzo/gua i| il 7.6 Valutare rapporto 1,.7 C'altrol . .......... . un oppureun opportunitl di 1.7.1. llcontfatto aaanutenzione Sualo un fotovoJtaico anche impanto suggerire cliente al 1.7.2 Quando perch e termico? solare pi 1 . 7 . 3 5 u g g e r i r . e n te r l ' a s s i c u r a z i o n e d e l l ' i m p i a n t o

56

56 59 62

65 6t 67

68 70 7L 77

degliimpiantifotovoltaici Dimensionamento 2.r


Tecnologiaprincipi funzionamento e di a impianto fotovoltaico connessolla rete di 2 . 1 . 1 Struttura L.ln wafer- ce la rnodulo-stringa Seneratore 2 . 1 . 2 Terminologia: FV implanto - centrale FV dr 2.1-.l ecnologra un moduloFV di difunzionamento unacellaFV struttura principio e 2 . 1 . 5 ll modu o FV 2.1.6 Llnverter

114 folovoltaico di 2.1.7 Ulterioricomponenti un impianto 2.1.8 sistemdimontaggio 123 installare: tetto oppure la facciata? su su 2.1".9 Dove 125 ................... controfulrnini sovratensioni e 2.1.10 Protezioni degiiimpanti fotovoltaici 133 2 . 7 . 1 LProtezione antincendo 135 connessilla rete ....-....-.... a 2.2 Esemoi dimensionamento imDiantifotovoltaci di di zoned'ombra, kwp 5 2 . 2 . 7 Esempio: casaunifarniliare, senza 746 (tettoinclinato, kwp clrca) granaio 15 2 . 2 . 2 Esempo: 149 piano, 30kwp) ca. edificio industriale 2 . 2 . 3 Esernpo: ftetto

2.3 ornbregBiamenti problematici? gli sono 2.3.3. Perch ombreggiamenti cos eslstono? 2.3.2 Qualitipi di ombreggiarnenti per 2 . 3 . 3 Strurnenti l'analisi delleombre 2.1.4 5o uzioniin caso i ombreggia d menti T e m p i dm o n t a g g i o i

154 155 156 157

3
3.1 3.1.1 3.1.2 3.1.3 3.2 3.2.1 3.2.2 3.2.3 3.3 3.3.1 3.3.2 3.3.3 3.3.4 3.3.5 3.3.6 3 . 3t. 3.3.8 3.4 3.5 3.6 3.7 4 4.r 41.r 4.7.2 4.2 4.2.r 4.2.2 4.3 4.3.1 4.3.2 4.3.3

....L67 in di Montaggio messa servizio un impiantofotovoltaico e


167 fino tro de la domanda CRTN al ) 167 Perche occorre domanda GRTN fare al 161 al 'incentivo Chi puaccedere 168 Comesi accede incentivi agli 170 Montaggio dell'rnpianlo t70 Misure sicurezza di duranteavorisultetto paft della Attenzione. Caratteristiche icolari Dericolol 1t1 alternata corrente continua conffonto la corrente al con 175 Montaggio moduli dei ... dr(avi r corrente cortinud........... . 180 per Indicazionigenerali la posain opera cablaggio moduliFV( ato CC) dei 182 q u a d r d i c a m p oc o le g a m e n td e ic a v i d i s t r i n g a o (latoCC) 183 cablaggio quadfo campoall'inverter dal di 184 principale CC in Montaggio dell'interruttore 185 Montaggio collegamento e dell'inverter 188 di a Installazione un display distanza 189 Fusibili 189 per contatori I'imissone rete in 191 Dichiarazionef ne lavori d 191 Allacciarnento retepubblica alla 193 Attivazione 794 istruzioni consegna e Collaudo,

e degliimpiantifotovoltaici..,,...........L97 Gestione manutenzione


fotovotaico cestione un impianto di dell'utente_Sestore Funzionamento: doveri competenze e de Modal't erogazione I incentivaTionc dr 197 197 200 202 Manutenzione 202 fare cosa Manutenzione: pue dovrebbe l'utente-8estore ......-.............. 204 specializzalo dell'installatore Manutenzione: doveri corrpetenze e 206 guasti inferiori attese, alle rnessa punloe ricerca a Re5e 206 Rese inferiori alvalore atteso 206 Difetticausati dallareteelettrica 214 Ricerca deiguastl mes5a puntodell'impianto e a

5 5.1.1 5.L.2 5.1.3

(stand-alone) Sistemi isolati/autonomi

2L5

5.1.5 5.2 5.2.2 5.2.3 5.2.4

5.3 5.3.1 5.3.2 5.3.3 5.3.s s.3.6 5.4 5.4.r 5.4.2 5.4.4 5.4.5 5.5 5.5.1 5.5.2 6 6.1 6.2 6.3 7 7.L 7.2 7.3 7.4 7.5 7.6 7.7 7.8

215 Descrizione autonomi? Cosa sonoi piccolsistemi 216 sul Diffusione mercalo 216 I l i m i t i d e g il m p i a n ta u t o n o m i i i d'mpiego importanza tipologie e degliimpianti autonomi: I vantaggi 2L6 sistemi autonomi dei piccoli autonomi? 218 si Qual Quali5viluppitecnici prevedono? il futurodegliimpanti 279 degliimpianliad isola composizionefunzionamento e 223 Moduli/generatoriFV 225 di Regolatore carica 226 Accumulatore 231 239 per i Inverter sisternaulonomi 241 elettrico Coponent sistema del 2M Progettazone sistemi de autonomi 244 Acquisizione di partenza dati 245 di elettrica del Quantifcazione fabbisogno energa 246 (progettodi base) del Sviluppo concettuale sistema 247 dellarisorsa solare di5ponibile cazione Quantif 249 Dimensionamento tV di Esempio: dimensionamento un sstema per I'elettrifcazione di di unacasa divacanze sull'isola stromboli 259 in lnstallazionemessa funzione e 259 generali Norme sicurezza di 259 dell'impianto elettrico Particolarit 260 per di Particolarit l'impiego accumulalori
n degliaccumulatori Messa servizio degliaccumulatori per di Awertenze l locale alloggiamento Manutenzione Manutenzione generatore del Manutenzione degliaccumulalori 261 263 263 263 265 265 267

Aiuto allalettura
Abbreviazioni fschee unitdi misura 6randezze -ferminologia

Appendice
(FAQ) Domande frequenti in Incentivi disponibili ltalia di Normativa riferimento - Indirizzi util Enti/Organizzazioni ci bibliografi Informazioni e riferimenti utili per standard checklist e Modelli/Formulari procedure cosafare se.., lndice alfabetico

243

di 1 Vendita finanziamento impianti e fotovoltaici

1.1Breve introduzione
1.1.1 Leenergie rinnovabili ed lo ei e ' l, l l s o l ei,l v e n t ol , a c q u ae b i o m a s s e l c a l o r g e o t e r m i c o a m b i e n t ase n o pr e c a i i f o n t ie n e r g e t i c h ea t i c a m e nitn e s a u r i bal n o s t r a o m p l e td i s p o s i z i o n e .

quali il tole,l'energio potenziale energie di linnovabili, di Figura1.1: L'ltoliodispone un grcsso geatermiae le biomasse. eolicae idroeletttica,la

o c t L at e c n o l o g im o d e r n a i o f f r ed e g l i s t r u m e nc ih ec i p e r m e t t o n lo s f r u t a p e rs o d d i s f a r e en n t a m e n t o t a l i f o n t ir i n n o v a b i l i m o d od i r i c a v a r n e e r g i a d le nostrenecessit. e p u a l a A d e s e m p i o' e n e r g i s o l a r e u e s s e r e t i l i z z a td i r e t t a m e n tm e d i a n t e d o i l ' i m p i e g o i c o l l e t t o rs o l a rc h e r i s c a l d a nc o n l c a l o r e e l s o e( ' s o l a r e d e c s p e l t e r m i c o , ) l l i q u i d o e r l a p r o d u z i o nd i a c q u a a l d a a n i t a r i a p e r i l r i in p r A l . r i m e n t 'ie n e r g id e ls o l e u e s s e rte a s f o r m a t a e n e r g i a t l a scaldamento (nfotovoltaico,). fotovoltaiche mediante usodi celle l' elettrica pi di o T r al ef o n t r i n n o v a b ic o ni n t e r e s s a n to t e n z i a l i t s v i l u p p a c q u i s t a n o c le p ll e s e m p r e i i m p o r t a n zla b i o m a s s le . e g n o i l p i a n t i c o o m b u s t i b ide l in e l a m o n d o ,c o s c o m e ' e n e r g is o l a r e ,f a c l l m e n tr e p e r i b l l e n a t u r al.l u s o e

V e _ d ' t ' n a / . d n e " r o d i m p i d n l tf o o v o t l a i a l e

s o s t e n i b ide l l e i o m a s sre n d e a c o m b u s t i o nd i l e g n o p a g l a o m p a le b e l e e c t i b i l ec o n l e e s i g e n zd i s a l v a g u a r dda l c l i m ai n q u a n t ol e e m i s s i o n i e ie d C O z o n op a r ia l l aq u a n t i t a n i d r i d e a r b o n ca s s i m i l a td a l l ap a n t a s d c a a d u r a n t ea c r e s c i t a . l L a o n t e ' e n e r g an o v a i l e r a d z i o nla e n t e t i l i z z a tg i,d a{ u g o e m p o , f d ri n b t i m u a n t p e rl a p r o d u z i o n ee n e r g ie l e t t r i cr i m a n e o m u n q uq u e l l ad r o e l e t t r i c a . di a a c e i I s i s t e mc h et r a s f o r m a nloe n e r g i ia r a u l i c ia e n e r g i a l e t t r i c a i d i s t i n i ' d n e s g u o n o r a c e n t r a la s e r b a t o ie c e n t r a la d a c q u a l u e n t eQ u e s t a l t i m e t i o i f . u p r o d u c o n o e r g i e l e t t r i c u t i l i z z a n d o s p i n t a e l l a o r r e n td i u n f i u m e en a a la d c e o d i u nc a n a l e . U n ' a l t rfa n t e n n o v a b i m p o r t a n t i s s i qa e l l aa p p r e s e n t d eal ' e n e r g i a o r le mu r at l d e lv e n t oU n m o d e r n om p i a n t o o l i c o o np o t e n z d i 1 , 5M e g a w a t(tM W ) . i e a c p r o d u c ei , c o n d z i o n im b i e n t a lfia v o r e v o lc , r c a7 6 m i l i o n id i k W h d i n a ii e n e r g i a l e t t r i c a 2 0 a n n i d i f u n z i o n a m e n t o , u i v a l e nal l aq u a n t i t i e in eq ti d e n e r g i a h e o t t e r r e b b e n a c e n t r a l e c a r b o n e o n l a c o m b u s t i o nd i c u a c e 8 4 0 0 0 1 dlii g n t e . i a L ag e o t e r m is f r u t t a l c a l o r e h eg i u n g e a l c e n t r d e l l a e r r a p e ru t i l z z a r e i c d o t . t a l ec a l o r d i r e t t a m e n to p e rl a p r o d u z i o n ee l e t t r i c i t I ' a c q ao i l v a p o r e e e, di , u r i s c a l d a gie o t e r m i c a m e nv e n g o n o o r t a t ii n s u p e r f i c i e .o n os o p r a t t t p S t u t t o l e p o m p e i c a l o r e d e s s e r em p i e g a t n e l l ' u t l i z z o l c a l o r e e o d a e g de t e r m i c o a m b i e n t a l i n q u a n t ol a l o r oc a p a c i t i s c a m b i a rc a l o r er a o e d e t f u i d i at e m p e r a t u rn o t e v o l m e n de v e r s o f f r em o l t e p l i c t u t i l i z z o . e ti e di I i mp o r t a n zd e lr u o l o e l l eo n t ir i nn o v a i l ii n al c u n p a e s an d a t a um e n a d f b i a t a n d oc o ni l p a s s a rd e g l i a n n S es i g u a r d a l l a6 e r m a n i aa p e r c e n t u ade e i. ll a l consumo lordo elettriclt fontidi energia di da rinnovabili passala 7,9% dal n e l2 0 0 3a l 9 , 3 %n e l 2 0 0 4 . I nt a l i a n v e c el m e r c a t o e l l e o n t ir i n n o v a b i l i l i i d f r e s t a a d e c e n ns o s t a n z i a l m e n tte z i o n a r iIo .n e r g i a i n n o v a b i p r o d i s a e r le d o t t ap e ri l 7 7% d a l l e e c c hec e n t r a dr o e l e t t r i c h e e r i t o e l l a un g i m v i (m li d l i r a n z a e i n o s t r i o n n ie b i s n o n i ) e c o n t r i b u i s c e ri l 1 6 %a l f a b b i s o g n o d n pe i e l e t t r i c o a z i o nla ( p a r a l 6 , 6 %d e l l a o n t ep r i m a i a ) . n e f r 1.1.2Qualienergie rinnovabili vengonoutilizzate ltaliae in Europa? in Ein qualepercentuale? Italia ll ltaliasoddisfa proprio bbisogno il fa energetico principalmente I petrolio da %), sold (ca i rbon = 9 %),fonti rnnova i bili 145 melano(34%),combustibjli % in a L. o i \ 7 , 7 )e i m p o f t a z i odi e n e r g ie l e t t r i c aan d a m e n tn e g lu l t i m i a n n v e d e q c r e s c e le o n t r b u t o lm e t a n o , e n t r e u e l i o e lp e t r o l i i n d i m i n u z i o n e . rc o de m d l l b i l a n c i o n e r g e t i cn a z i o n a le v i d e n z i la f o r t e d i p e n d e n zd e l l ' l t a l i a e o e a a d al l ef o n t if o s s i l(ii ng r a p ar t edi o r i g i n e s t e r ae l e r i l e v n t i i mp o r t a z i oin n e ) a di energia elettrica. settore ll elettrico assorbe circa Mtep,owero l 37% 70 d e l t o t a l ed i f o n t e p r i m a r i ad i c u i p e r 1 1 M t e p( 6 %d e l t o t a l e )s o n ol e , i m p o r t a z i o n il e n e r g i a l e t t r i c a . d e

10

p a d N e l2 0 0 4l ' e n e r g i e e t t r i c a r o d o t t a a l l ec e n t r a liit a l i a n e m m o n t a v a a i i ( a ln e t t od e g l i u t o c o n s u m id e i p o m p a g g a)l l eq u a l s a g g i u n 280IWh a e p e ru n t o t a l ed i 3 2 5 T W hd i c u i p e r , g e v a n o 6 T W h m p o r t a td a l l ' e s t e r o 4 i c i i 1 1 T W hs o n os t a t ii m p i e g a tp e r i p o m p a g gn e i b a c i n i d r o e l e t t r i c ii,o d a p e rs f r u t t a re d i m m a g a z z i n a ee c c e d e n z e t t u r n e i e n e r g ie l e t t r i c a . lr e no

d P r o d u z i o nie r i c al o r d a P r o d u z i o nte r m i c al o r d a e P r o d u z i o ng e o t e r m i c ao r d a e l Produzione eolicae fotovoltaica lorda Totaleproduzionelorda c o n s u m is e r v i za u s i l i a r i i Totale produzionenetta Energia estinata i pompaggi d a Produzionenetta per consumo lmportazioni E5portazione totale ltalia Rchiesta Perdite

49908 246r25 5437 1851 1 0 33 2 1 13299 290023 10300 279722 46426 -l9t

20868

lotaleconsumi Fontedati: GRIN 1.1: dell'eneryio elettricain ltalia (CWh). Tobella Bilancio

3o449o

ili di a a N e l2 0 0 4l a p r o d u z i o n e e n e r g i e l e t t r i c d af o n t ir i n n o v a b a m m o n t a v a L r i c h i e s ts ul l a r e t e . a a e a 5 1 T W hp a r ia l 1 6 %d e lt o t a l ed i e n e r g i a l e t t r i c a , piovost dell'anno, nonostante bassa la tabella l.lfornisceil relativodettaglio: dellefont ha l'idroelettrico costituitodi gran lunga la parte prevalente i e o o r i n n o v a b i lR. s p e t ta l l ar i c h i e s tta t a l ed i e n e r g i a l e t t r i c a l, c o n t r i b u t o i o % a , de co c o m p l e s s i v o l l ' l d r o e l e t t r ia m m o n t a l 1 ' 3 % d e lg e o t e r m i cal l ' 1 , 5 , , no i ' d e l l e i o m a s se r i f i u t i( c o m p r e s o nb i o d e g r a d a bal il ) 1 , 1 %d e l l ' e o l c o b e il dell'enerPertanto contributo fotovoltaico 0,01%. allo allo0,5 e delsolare % (fotovoltaica) giasolare appare tutto trascurabile. del

v e n d r a e 6 n a _ 7 r a - e _ l od i ' l p r d n l i f o l o v o l l ac i

ltalia 2004(%) di Produzione elettricitperfonte rinnovabile.


10,12% 9,7 6% a,0s% 3,32%

I I

Bio.usse e r n u l |u r D a n l c-"otermia Folovoltaico


Eolico ldroelettrico

76,15%--*

Fontedatl: GRTN in Figura7.2:Produziane elettticitperfonte tinnovabile ltolia (2004). di

Europa p l h o e N e l 2 0 0 1i l C o n s i g l id e l l ' U n i o n E u r o p e a a e m e s s oa D i r e t t i v a e r l e s E n e r g i e i n n o v a b il la q u a l eg e t t al e b a s ip e r l o s v i l u p p o u a m p i as c a l a R i f i a S o d e l l e o n t id i e n e r g l a l t e r n a t i v e .e c o n dg l i o b b e t t i v i s s a td al l a D i r e t f pr o i i o e e t i v a , l c o n t r i b u td e l l e n e r g i r i n n o v a b al li f a b b i s o g n o i m a r d i e n e r g i a c a i n E u r o p d o v r e b br a d d o p p a rre ,g g i u n g e n d o s i l 1 2% d e lf a b b l s o g n o a e q fissaperogni ottenere uestorisultatola Direttiva totale entroil 2010.Per t o t a l ed i e n e r g l a d a s t a t om e m b r o e l l ' U n i o n le q u o t ap a r t ed e l c o n s u m o a l, e S e l e t t r i c a h ed o v r p r o v e n i rd a f o n t i r i n n o v a b i l i .e c o n dlo D r e t t i v aa c e e p e r c e n t u a ld i e n e r g i e i n n o v a b i siu l l ap r o d u z o nd i e n e r g a l e t t r i c a e r l I a il da dell'U dovrebbeumentare | 14%del7997 c\rca 22%nel2010. Paesi E a a t l d n m e m b r a v r a n n ol b e r t d e c i s o ni e m e r i t o g l i s t r u m e n dia u t i l i z z a r e i g p e rr a g g i u g e r e l i o b b e t t i v ie s i g n a t i . n d o h d e A m a g g i o e l 2 0 0 4l a c o m m i s s i o nE u r o p e a a p u b b l i c a t u n r a p p o r t o n I. s i n E u r o p a n e s s o i r e n d e o t oc h e , e e s u l l o v lu p p od e l l e n e r g i r i n n o v a b l i s F i n l a n d is o n o a la a a o l t r ea l l aC e r m a n i a , n c h el a S p a g n a , D a n i m a r ce l a d p le s u l l ab u o n a t r a d a e rr a g g i u n g e r a l o r oq u o t ad i e n e r g l a a r n n o v a b i l i s r a l r m m e n t r oi l 2 0 1 0 , e n t r e ' l t a l i a e s t a o l t oi n d i e t r o i s p e t t o g l i o b i e t t i v i f i s o e , s a t . e l l e o n c l u s i o n i a p p r o va N o v e m b r2 0 0 4 l C o n s i g l ih a c o n f e r N c ate e E a d C m a t o l e i n t e n z i o n i e l l a o m m i s s i o n eu r o p ed l u t i l z z a r8 l i s t r u m e n t i n c al c d i i n c e n t i v a z i o n ei v e l l o o m u n i t a r i io m a n i e r a o e r e n t e d h a i n o l t r e d a p r i o r i t a rg l i s t a n z i a m e nd i v a r if o n d ic o m u n i t a r i f a v o r e e l l e i t definito e n e r s i ei nn o v a b i l i . r

promuovere energie le rinnovabili? 1.1.3 Perch o l eo m f a p p r o v v i g i o n a m e n tn e r g e t c o o n d l ae s i b a s a g g ip e rl ' 8 0% s u ic a r pe f , b ur an t if o s s i l iq u al i c ar b o n eg a se p e t r o l i o . u e s t eo n t ie n e r g e t i c h e r o , Q i. p e s a n t e m e n ser u t t a t e i e s a u r i r a n n n p o c h d e c e n n M o l t i g i a c i tf io s cos i i i i i m e n t id i c o m b u s t i b i l i f o s s i t ir o v a n on o l t r en r e g i o nd a g l e q u i l i b rp o l i l prossimo a i e i t i c i i n s t a b i lo s o n oc o m u n q u d i f f i c i l m e n tre g g i u n g i b iIln.u n q d si i e e i f u t u r op o t r u i n d r l s u l t a rd i f f i c i l r i f o r n i r s ii c o m b u s t i b i l i f o se qlu e s t o p g e e m e r c a t o o t r u n g e ra d u n as i t u a z i o nd i s t a l l o . dellostiledivita del 5alvaguardia climae mantenimento si p a r t e e ic o mb u s t i b i f io s s l a,c c u m u l a t in e g l i l e d S ip r e v e dc h el a m a g g i o r questo opo d e i s u l t i m i4 0 0m i l i o nd i a n n i , i e s a u r i ral l af i n ed e lX X Is e c o l o i i lc u li s o l o 0 0anni d i i n du s t r i a z z a z l o nl e .o n t e n t od i qu e s t( , t e s o r n' e ls o t t o 4 a p o. n s u o l o o n t u t t a v i a u r a m e n t e n e r g e t i c5 e s i c o n s i d e rc h ei l p e t r o l i o i , d d a c i c h er i m a n e e l l a i s c a r i cd i m a t e r i a lb i o l o g i ciin c u im i l i o n d a n n i u s m a l t i m e n t d i, g a sc l i m a l t e r a n tu a l i 1 o r , c h i a r o o qi C a f a l a n a t u r a t t u l o e p o e c h ec o nl a l o r oc o m b u s t i o ns t i a m o g g ir i s c a l d a n d lo i a n e t a r i p r o d u i pr t a a c e n d oec o n d i z o n it m o s f e r i c h e e s e n siul l aT e r r a l c un i m i l i o nd i a n n i l e c c e f a .L as i t u a z i o n ea l l a r m a n ts es i p e n s a h eI ' a r i a h ec i p e r m e t t d i v i v e r e d i i d nt n o g g i p r o p r i ol r i s u l t a t o e l l ' i m m a g a z z i n a m e u f io a l e , i m i l i a r dd i i i z , dea n i d r i d e a r b o n i r a ,o l f om e t a l l p e 5 d n le p o l v e r e . i c tonnelraL fossile di Consumo mondiale energia
era L. Prima solare 2.seconda solare era

o,

-1ooo

1000

3000 2000 (anni) Periodo

4000

5000

la Figurc1.3: Daposalo40Oannidi indust alizzaziane maggiatparte deicombustbilifassili 40Amtl ontdi onhiti c'autia aL,unulaftyncgliutrtmt

Venditae finanziamentodi impiantfotovoltaici

al fossili destinata dei che Nonsolosene deduce l'eooca combustibili politica un energetica comPorta ma evidente questa che declino, ormai dagli di sull'ambiente e sulle condizioni vitadell'umanit effetti impatto devastanti. di CO, concentrazione l'aumento della lntutto il mondo registra si nell'atmosfera. e a locale mondiale. climatiche oggivisibili livello sono Alterazioni di provocati principalmente dall'aumento I cam menti bia climatici sono (effetto serra). concentrazione nell'atmosfera di CO, (lPcc)ha Climatici sui La commissione Intergovernativa Cambiamenti compreso delle temPerature previsto i prossimi anniun aumento per 100 delle all'andamento emissioni Tale legata ttal'!,4%eil5,8%. oscillazione e da nell'atmosferagasclimalteranti partedell'uomo non considera di per dell'equilibrio climatico. eventuali misure d'intervento lasalvaguardia (WBGU) giudica Globale Consultivo Federale Cambiamento sul ll Consiglio alla di oltre rispetto 2'C medio della temperatura insostenibileaumento un Siprevede inoltre media antecedente all'industrializzazione. temperatura di ed delle climatiche un susseguirsifenomeni unamodificazione regioni che e disiccit, pregiudicheranno meteorologici quali intensi, alluvioniperiodi persone. lavitadi milionidi produce, all'anidride carbonica, oltre di Lacombustionecombustibilifossili polveri la salute l'ambiente, e che il e sottili, danneggiano anche benzolole la i qua di cos come l'azoto il monossido carbonio, li comportanoformae di dell'atmosfera la in e zione ozono superficiediminuisconocapacit di vengono comel'ammoniaca Cli di e depurarsi. ossidi azoto di zolfocos (piogge al dalle e riportati suolo chimicamente nell'atmosfera trasformati acide,.

ir 0,4
.E

? 0,2
i E

*
.g

-0,2

.3 -0,4
-0,6

dicatbonioe dellatemPentutu FiguroL.4:Da molti anni si rcgistrcun aumentodi ossido atmosferica.

vite. f utilizzo difontifossili mettequindi risch lenostre Lalorocombustione a io m c , e m e t t e o s t a n z e nn o s e h ep r o v o c a n o m b i a e n t i l i m a t ciin qu a n a n o s da c ca l ' a r i a s o n ol a c a u s a l m o l t em a l a t t i e . e d lh P e r a l v a g u a r d a ae i t ad e l l ' i n t e ru m a n i t f o n d a m e n t ace es i g i u n g a s lrv a p n e a e e l a d u n c a m b i a m e n tro d i c a ld e l l a o l i t i c a n e r g e t i ca , i v e l l o a z i o n a le ristruttu zione del rifornimento ra mondiale. Soloattraverso completa una potrfrenare sfruttamento lo energeticofavore a delle energie rinnovabilisi p d i s t r u t t l v e d i s p e n d i o s o l l em a t e r i e r i m e . o de razione. energie Le rinnovaognunod i noi pucontribuire questa a ristruttu t b i l ir i d u c o n lo e m i s s i o n ii c O ,e d e g l a l t r ig a sc l i m a l t e r a nuit,i l i z z a n d o l e e d i climatica. Dotrete dareilvostrocontributooerevitareunacatastrofe energetica basata fonti rinnovabili ha soloil vantaggio non Unapolitica sulle i d d i e s s e r e o s t e n i b i l m,a u n a s t r a t e g i d i m e r c a t on g r a d o l p r o d u r r e s e a per e e il nuovipostidi lavoro proventi l'artigianato,commercio l'industria. rinnovabli dell'energia solare nell'ambitodelleenergie ll significato e i l m o m e n t o i c a m b i a rm e n t a l i t l.s o l e f f r ee n e r g i a b u o nm e r c a t o d e l o (fame i i n q u a n t i t i m o l t o u p e r i o r e l en o s t r e e c e s s i tA n c h ent e m p id i d s al n . u m co a c e n e r g e t i c a u m eq u e s t i l,' e n e r g i c h e i l s o l ei r r a d i a o n t i n a t i v a en t e F t en m s u l l a e r r a p a r ia 1 0 0 0 0 o l t e l f a b b i s o g n o e r g e t i c oo n d i a l e .r a u t t e t v sicuramente a il le fonti energetiche nostra disposizione,solerappresenta pi con un'aspettativa vita di miliardidi di la fonte energetica duratura, anni. a I n E u r o p c e n t r a l i l s o l e u n af o n t ed i e n e r g s ul l aq u al e s p u f a r ea f f i a e energetico mondiale il fotovoltaico con damento. coprire fabbisogno Per il ec so s a r e b bs u f f i c i e n tc o n s i d e r a nld o o n d i z i o d i r a d i a z i o n e l a r e u r o p e e , e e, n ad c e c u n as u p e r f i c id i 1 4 50 0 0K m ' .E s s a o r r i s p o n d e u n q u a d r a t o o nl a t id i a m i 3 8 0c h i l o m e toip p u r e l l ' 1 , % d e l l a u p e r f i cee r o p e ( 1 0 , 5 i l i o nK m ' ) . r a 5 s iu ( a e ( B a s e a b b i s o g nm o n d i a l e 0 0 5 :1 73 0 0 T W h T e r = 1 0 1 ' )p r o d u z i o nd i , f: o 2 F a e a u n i m o i a n t o Vi n E u r o D C e n t r a l c o n e f f i c i e n z d e l I 2 % : 1 2 0k W h d i x energa elettrica/m' a)

di e Vendita finanziamento

fabbisogno I'attuale percoprire elettrica le a.ondla di energla

P e t( a p t t r e ftauta I 5 tl ,oteafltc motfa p'u ene!q o di quonlo pottcmm ron'umatc t , t i o b b , ' o q r a m o n a , a , et l c n " t q i o e t p ; 1 r L ac o n t tJ o L o v a \ a i c ae \ u l f i t i e h l P J 3 " . d e l l a sperfci del continente europeo.

o pi e f d f e n e r g i a i m o l t e o n t ir i n n o v a b l r o v i e nd i r e t t a m e n t ei n d i r e t t a m e n t e d diretto ell'energia q a d a l s o i eR i s u l t a u i n d i a n c o rp i o w i o c h el ' i m p i e g o . e i n s n s o l a r s i ad a p r e f e r i rie ,q u a n t o ie l i mn a oc o slep e r d i t d t r a s f o r m a z i o n e e f e o c h es i a v r e b b e ru t i l i z z a n dlo a l t r e o n t ir i n n o v a b i l i . re e e T e n i a r nc o m u n q u p r e s e n tc h en o nt u t t e l ef o n t ie n e r g e t i c h n n o v a b i l i o i a p e b s o l a r e , a s t e n s a r p e re s e m p i o l g e o t e r m i c o:s o l ei n s o n od i o r g i n e t e f s t e m p e r a t u rd e l l a u p e r f c i ee r r e s t r s o l o i n o a n e f l u i s c e o r m a l m e n ts ul l a d o t e r r e s t rc,h el a v o r a na p a r t i r e a u n a i L a i 1 0 - 2 0 m d i p r o f o n d t .es o n d e m s o l a r e , ad i r e t t a m e n t e qu p r o f o n d i td 1 o om , n o nu t l i z z a n o i n d i l c a l o r e s n m l a An i ' e n e r g ig e o t e r m i c a l . c h e ' e n e r g d e l l e a r e e o n d i o r i g i n e o l a r e , a o a c d d f m a d e r i v a a l l ao r z a i g r a v i t h el a l u n ae s e r c i ts u g l i c e a n i '

I a l l o r i g n e d e c : o r e a L l n t e r n o d e l l a t e r r a v p e r c i r c . 2 / l i l d c a d i m e n t od i l s o t o p i n a t u r a l l e r a d i o a i t v i { a d e s . u r a n i o t o r i o , p o t a s s i o ) p e r 1 / 3 c i ' c a I c a l o r eo r i g n a l e d e p a n e t a S n e r a t o d a L e f o r z e g r a v i t a z i o n a l i a t t v e d u f a n t e a f o r r n a z i o n ei e r r e s t r e D a l l i n t e f n o d e a t e r r a E r u n g e c o s t a n t e m e n t ea l l a ! u p e r f i c i e u n a c o r r e n t et e r m i c a r e d a g l o b a e d 0 0 6 3 w / r n '

16

,-

evidenti rispetto presenta una di fenergiasolare comunque serie vantaggi al l ea l t r e o n t i r l n n o v a b i l . f g s so L am a s s i m a e n s i t l p o t e n z a e l l ar a d i a z i o n e l a r e l o b a l e u l l a d d d superficie terrestre corrisponde, i suoi1000W/m', ad un multiplo con d d s , d e l l ap o t e n z a i f o n t id i e n e r g i a i m i l ic o m ea d e s .n e lc a s o e lg e o termlco(0,063 Wm' ). p c n L ar a d i a z i o n e l a r e a c c e s s i b ia e h i u n q u e ,o nc o m p o r t a o s t e r so lc e infrastrutture, soloin misuraridotta, I'energia unavoltalntero o alcuncostodi funzionamento concostiminimi. cettata- circola senza p t z so D a t oc h el a r a d i a z i o n e l a r e p i e l e v a t a a r t i c o l a r m e nn e l l e o n e p o p o l a t ea p r o d u z i o ne d i l c o n s u m o i e n e r S p o s s o n o e d a l, terrestri a m a w e n i r e n t r a m bn s u lp o s t o uI.n q u e s t o o d os i p r o m u o v le f o r m a e i z i o n e u n ' e c o n o m e n e r g e t i cd e c e t r a i z z a t a . d ia a n l p a t e so f a n d a m e n t oe m p o r a l d e l l ar a d i a z i o n e l a r e u e s s e rfe c i l m e n t e m a co n c a l c o l a te h a u n c o m p o r t a m e n t o s t a n t e e l l a e d i a n n u a l e . o e per ll tempodi ritornoenergetico i moderniimpiantifotovoltaici solare l, s t e s s oa a d t e r m c m o l t oi n f e r i o r r i s p e t t o l l av i t am e d i a e l l ' i m p i a n t o i e q u a l e s t i m a t a e ru n m i n i m o i 2 5 a n n i Q u e s tiim p i a n tri a p p r e s e n t a n o p . d , t q u l n d v e r ee p r o p r i eo n t id e n e r g i an q u a n t oc o ni l l i v e l l oe c n i c o f i i molta piir producono corso lorofunzionamento nel del raggiunto, e n e r g i a i q u e l l a e c e s s a raal al o r of a b b r i c a z i o n e . d n il p n l l u t i l i z z o i e n e r g i a o l a r e o nc o m p o r t a l c u nr i s c h i o e rl ' a m b i e n te d d s a , c o n t r a r id e l l e o i d a a e l i m i n al r i s c h i o i i n c i d e n t i d i m o a t t o m b i e n t a l e l p a s s a tc a u s a i o d p e t r o l i e ro d e i r e a t t o rn u c l e a riiq u a l i s o n o t a t ii n e s i , li. catastrofi m bienta a p ia d I e n e r g i a o l a r e u n e l e m e n t o i s t a b i l i t e rl a s i c u r e z z n t e r n a z i o n a l e . s at n ld f u t i l i z z o i u n af o n t ee n e r g e t i ci a e s a u r l b iee a c c e s s i b l eu t t i d de r ad c i i c o n t r i b u i s c e e v i t a r e o n f l l t tm i l i t a r p e ri l p o s s e s s o l l e i s o r s e per e comeaccade invece i combustibilifossili,favorsce energetiche, p o p o l il.l e n e r g i s o l a r e o np u r a p p r e s e n t au n n re a l ' a r r i c c h i m e ndo te o obiettivomiitare terroristico.

fotovoltaici di e Vendita fnanziamenlo impianti

sulla solorc dello di densitpotenza rodiazione globale superfae 1.6. Fiquto Lamassimo eneryia difontidi della od 1ooWmz, nmultiplo potenza ,on tr,l"iri",or;tpona", t suoi

solari 1.1.4Tecnologie o l, i li, f s A n c h e ea l c u n eo n t i r i n n o v a b i q u a l il e c e n t r a la b i o m a s s ae e o l i c h e s l e o a l e p o m p ed i c a l o r e d a r i a ,u t i l i z z a n n d r e t t a m e n t 'e n e r g i a o l a r ei'l solo a quegliimpiantiin cu la nimpiantosolare' si riferisce concettodi e e u a v so r a d i a z i o n e l a r e i e n e t i l i z z a td r e t t a m e n tp e rl a p r o d u z i o nd i c a l o r e elettrica. o di energia sonodi diverso drettodel soleoggi esistenti per Letecnologie l'utlizzo attivi e passivi' dlstintetra sistemi essere comunque tpo,ma possono regodi dalla sonocaratterzzati presenza motorio pomPe, lsistemipassivi di da Essi e lazoni partiin movimento. provengono unatradizone oltremille tt i s o n e l l ' a n t i c6 r e c i a i c o s t r u i v a ne d i f i ca p p o s i t a m e n seu d i a t i a a n n l .C i di per sfruttareil solecomefonte di riscaldamento inverno' da una parte l p e a c a n c h e o nu n ab a s s an c i d e n zs o l a r e , d a l l ' a l t r a e rd i s p e r d e ri ec a l o r e di la costruzione tetti sporgenti' durante l'estatemediante in eccesso a Sonotipichedi questiedificile paretiorientate nord prvedi finestreo strutturateper e aperture le paretia sud con grandisuperfici con piccole s i e l f a v o r r ie p a s s a g g do l l al u c e o l a r e a a n , l s i s t e m ia t t i v is i d i s t i n g u o nio v e c ea s e c o n d d e l l ' e n e r g ip r o d o t t ai'n ( e ) di pi e r l a g e n e r a z i o n e c a l o r e s o l a r t e r m i c o e i n s i s t e m l sistemitermic (fotovoltaico)' per dienergiaelettrica fotovoltaici la produzione

pet Figuto1.7:I sistemiottivi si distinguono sistemitermici lo genenzionedi calorce tn in siste i fotovoltaiciper la produzione m dieneryiaeletttico.

a I s i s t e ms o l a r i t e r m i s i d i s t i n g u o n oa l o r oi n b a s e l t i p od i a p p l i c a z i o n e c tr i i p i r d a l q u a l ev e n g o n o r e p o s te c i o s e i l c a l o r e a c c o l t o a i p a n n e l lv i e n e (indirettaper energia elettrica raffreddare produne o utilizzato riscaldare, piu termica comune la di Ia mente attraverso produzione vapore). pplicazione di c , u t i l i z zia o l l e t t os lo l a rp e r ap r o d u z i o n ea c q u a a l d ap e ri l r i s c a l d a m e n t o c r i o e d d e p e r i l c a l o r e i p r o c e s so , c o m en e l c a s o e l l ep i i r c o m p l e s sc e n t r a l i e , s o l a r i t e r m i c h e nc o n c e n t r a z i oo te i c a p e rl a p r o d u z i o nd i v a p o r e . co nt di c i d i c T r a v a n t a g g i e g l i m p i a n ts o l a r i t e r m p ie rl a p r o d u z i o n e a c q u a a l d a r o o s a n i t a r i s o n od a c o n s i d e r a lr'e m p i o e n d i m e n te n e r g e t i ce , d c o n s e a a 1 t a g u e n z a ,v e l o c e m m o r t a m e n te n e r g e t i c(o - 2 a n n i ) l,ac o i n c i d e n zra l a o e p r o d u z i o ne c o n s u m o l a p o s s i b l i t c o m b i n a rd i v e r s t e c n o l o g id i e e di e e risca mento. lda a n i i I s i s t e m i f o t o v o l t as c i i s t i n g u o nio v e c en s i s t e mc o n n e s s il l ar e t ee i n i id o , a i m p i a n t s t a n da l o n e( f u n z o n a m e nitn i s o l a )a s e c o n d c h el ' i m p i a n t o i el o de f u n z i o n c o l l e g a t a l l ar e t ed i d i s t r i b u z o n e l l ' e n e r g i a e t t r i c a p p u r e l o isolato. 1.1.5Vantaggi fotovoltaio del sonoevidenti:i modernimpiantifotovoltaici I vantaggidel fotovoltaico e g e l ed o f f r o n o r o s s p o s s i b i l itte c n o l o g i c h e i n d u s t r i apie rl ' l t a l i a s i a m m o r e g t t t i z z a n o r a z i e l l en u o v e a r i f f ei n c e n t i v a ng ia r a n t t p e r2 0 a nn i ( v e d a s i a il paragrafo (Contoenergia'). 1".3 l t a I v a n t a g gp r i n c i p adii q u e s t ae c n o l o g is o n o : i Gli e affare sicuro senza e rischi. nvestimenti le rese ilfotovoltaico un s o n oc h i a re c a l c o l a b i l il u n g o e r m i n e ; i a t e d d i l a f a c i l i t ' l n s t a l l a z i o n e i s i s t e mf o t o v o l t a i c il ' i n t e r d i s c l p l i n a r i t r i d c e ill d e l l e o m p e t e n zn e c e s s a rae a m e s s an o p e r a i u n i m p i a n t o e n d o n o prospettive di questocampod applicazione mercato un con interessanti e i te s v i l u p p ol.r i s u l t a t o q u e l l o i o t t e n e r el c o n s o l i d a m e nd o ls e t t o r e l d l a c r e a z i o nd i n u o v ip o s t i i l a v o r o ; e d (contoenergia) impiantifotovolgli grazie allenuove tariffencentivanti va uo i n v e s t i m e n t o n t a g g i o s o ; n t a i c ir a p p r e s e n t a n

fotovoltaici di Vendlta f nanziamento irapianti e

i s le , o a l at e c n o l o g ifa t o v o l t a i c s o l i d ap o c o u s c e l t i b i a i g u a s t e r i c h i e d e n Ie .i s t e m i f o t o v o l t afiu n z i o n a n io s c p o c h i s s i ma v o rd i m a n u t e n z l o n li i i s i c o n s u m a nd u r a n t el o F L a s s e n zd i p a r t ii n m o v i m e n t o .ec e l l e Vn o n a a m e e f u n z i o n a m e n t on o nc i s o n o m i s s i o n i d i a t e r i a l ie g a t e l f u n z i o n a i d e o m e n t oo - u e s te s c l u d a p r i o r l ' u s u r a a f u n z i o n a m e n t o ; . c s a di fe l a p r o d u z i o n o t o v o l t a i c ae n e r g i e l e t t r i ca w i e n e e n z a o m b u s t i o n e d c o N re l a t i v a m e nbe s s e . o nv i q u i n d i a r c t e r m i c o e i e ta e atemperatur d c n a d e s e m p i o e lc a s o e l l e a l d a i e ; a c o m p o n e n tc o m e w i e n e , c U a ag i l a r e s s t e n z a l i a g e n ta t m o s f e r i c il,l er a d i a z i o n i Vo a n c h e o n t r o qualivengono l l g l i s b a l zd i t e m p e r a t u rs t a g i o n adie i m a t e r aco ni i a t a e i c o s t r u i tiis i s t e mF V a m p i a m e n tc o l l a u d a td a t e s ta l u n g o e r m i n e . t a e c o p n T e n i a m o r e s e n tie f i n e h el ' u t i l i z z d e c e n n a ld i q u e s t ae c n o l o g in e l m s a s t r o n a u t i cn e lq u a l e i u t i l i z z a nio o d u l iF Vp e ra l i m e n t a r e o, settore ed d s ia a d e s .l e s t a z i o n i p a z i a lv , l eg d a s o l oc o m ep r o v a i r e s s t e n z a ' affidabilit; N o o g l i i m p i a n t i f o t o v o l t a hc i n n ou n b i l a n c i e n e r g e t i cp o s i t i v o . e l e ia d v d to c o n d i z i o nti a l i a n e ' i r r a g g i a m e nm e d i o i u n r i t o r n o e l l ' e n e r g i a e d i p r o d u z i o ng i d o p o2 - 3 a n n i ; i at o i m o d u l iF Vs o n or i c i c l a b i l i : t r a v e r sd i v e r sp r o c e s s i t e c n o l o g i c i , d pe r t ed e i m o d u l d o p oi l l o r op e r i o d o i u t i l i z z o a i p o s s i b i lre c u p e r a r e L t d tr i n c a s o i d a n n e g g i a m e npo e c o c e .ec o m p o n e n nio nd e t e r i o r a b i i , p i F a q u a l il e c e l l e V l,a c o p e r t u rd i v e t r oe l e c o r n i cd i a l l u m i n i o o s s o n o o e s s e r e u t i l i z z a t er i c c l a t e ; r b p f o, c o nu n i m p i a n t oo t o v o l t a i co g n u n o u m g l i o r a riep r o p r i o i l a n c i o e d e io e c o - e n e r g e t irc d u c e n dlo e m s s o n i C o ,e d e s s e r d i e s e m p o r e d n e l l ' u s o e l l e n e r g i ei nn o v a b i l i ; a d l g l i i m p i a n tF Vr i d u c o n oe e m i s s i o n ii g a si n q u i n a n te g i o v a n o l l e i d p r o t e z i o na t t i v a e l l ' a m b i e n t e ; e n i. nl r i s o r s e a t u r a l C o n t r i b u i s c o a lo a e fa f e d e c i d e rd i u t i l i z z a ru n i m p i a n t oo t o v o l t a i c o n a s c e ru n an u o v a e a. r e i ' nei c o n s a p e v o l e z z ac o n f r o n td e l u t i l i z z oa z i o n a ld e l l ' e n e r g i5 p e s s o f o p a r a l l e l a m e na e 'i n s t a l l a z i o n eu n i m p a n t oo t o v o l t a i cs i r i c o n s i tll di i g i le a d e r a n o n c h e l i e l e t t r o d o m e s tec i a b i t u d i nd i v i t ac h er i c h i e d o n o uo; su mo energetico Perfl un consu d ie f o di l ' i n s t a l l a z i o n eu n i m p i a n t oo t o v o l t a i ca c c r e s c l v a l o r e e l l ' e d i f i c i o '

Figurc1.8: Gli impianti FVolimentano do tempole stozionispozioli. 9i Fota: PHOTOE / D.Ducros SA

1 . 1 . 6l l s o l ei n l t a l i ae i s u o i v a n t a g g i Italia,paese sole? del del In tutto il mondol'ltalia conosciuta comeil upaese sole".Edeffettivao m e n t e p e r l ' l t a l i ai,l s o l ep o t r e b b ea p p r e s e n t au e ' i m p o r t a n tfe n t ed , r rn C e n e r g ic h en o nr i c h i e die p o r t a z i o n o s t a n te d a f f d a b i l e . o n o n o s t a n t e a m ci, e -turchia, m n f c A i n C r e c i a ,p a g n a , S l s r a e l e , a a n c h e e l l ar e d d a e r m a n i a , u s t r i a , o l a n d as i f a m o l t op i i ru s od e l l ' e n e r g sa l a r e h ei n l t a l i a . , io c c o, P u r t r o p pio l t a l i ai,l q u a d r o e ls o l a r e ,i at e r m i c o h ef o t o v o l t a i c d e p r i n d s '90 e e n m e n t eA g l ii n i z id e g l ia n n i . l ' l t a l a r ai l p r i n c i p a la t t o r e u r o p e o e l e settore fotovoltaico sullascalamondialeera dietrosolo a Stati Uniti e installata fotovoltaica Ciappone e coprlva oltre un terzodella potenza il nel mondo.Invece mentrenel 2004su scala europea fotovoltaico creo i a s c i u t o i 4 2 v o l t e ,p a s s a n dd a 2 4 M W a 1 0 0 3 M W i n s t a l l a t l ',l t a l i a d d installata plessivaente. com m oggiha appena raggiunto 31MW di potenza n e N e ls e t t o r eo t o v o l t a i co g g il ' l t a l i a a u n n s t a l l a tio f e r i o r al l aS p a g n a f o h p a r ia d a p p e n al 4 % d i q u e l l oe d e s c o b e na l d i e O i t e a l l an o r d i c a l a n d a , s o t t od e l l am e d i a ur o p e a . e i N e ls e t t o r e e ls o l a r ee r m i c o ' l t a l i a c o n t au t t o r au n r i t a r d on c r e d i b i e , d t l s t n c h e n o n t r o v aa l c u nr i s c o n t r o n e l l ep o t e n z i a l l tc l i m a t i c h e n e l l a n r l o a e s t r u t t u r ae s i d e n z i aCe .n8 m ' o g n i1 0 0 0a b i t a n t il , d o t a z i o np r oc a p i t e e ( p e r a l t rlo r g a m e n t e u r i o s a m e nc e n c e n t r a na l l e r o v i n cd i B o l z a n o a ec to te p o resta ridicoa confronto soloa Cipro, in non all'Austria alla6recia e Trento) ( t u t t es o p r a 2 5 0m ' p e ro g n i1 0 0 0a b i t a n t i )m a a n c h e l l aC e r m a n i a a o , al l aS l o v ein . a

di fotovoltaici Vendita fi nanziamento impianti e

in solare maggiore prossimit bennotochel'intensit dell'irraggiamento raggiunge2 200kwh all'annopermetro i dell'eq uatore neideserti, e dove q u a d r a t o . e n c h ' i r r a g g i a m e ndom i n u i s ca l l o n t a n a n d od a l l a a s c i a l ti c f B partedelgloboessa valorinotevoli: raggiunge equatoriale, anche questa da compresa i 1350e 1950kWh/m' tra l'ltalia esposta un radiazione ad solare p i a l l ' a n n of.e n e r g i a o l a r er r a d l a t a e l l ' l t a l ic e n t r a l n u n a n n o , e ro g n i s i n a 307 metroquadrodi superficie nostroterritorio(circa 000m' ), paria del quellacontenuta un barle petrolio 159 litr).Conuna superficie (= di in d quadrat modulfotovoltaici ottieneal glornod'oggi il si soli 20 metri di medio. famigliare fabbisogno energia di elettrica un nucleo di di fotovoltaica dispone effettivamente Specialmente ltalialatecnologia in dei Tenendo contodei valoridi efficienza modul un enormepotenziale. o e in si c a t t u a l m e n t e c o m m e r c i o , c a l c o l a h ei l f a b b i s o g na n n u a l e u r o p e o che potrebbe da d energia elettrica essere soddsfatto un totaleinstallato perficie territorioEu ropeo. iamo presente Ten del nonsuperil'1,5%dellasu s n c h el a s u p e r f i c id i s p o n i b i lp e rl e i n s t a l l a z i o im o l t oe s t e s a ,es t e n e e e e conto dei tetti, dellefacciate dellesuperficilibereadattea tale scopo. pu quindi il Affancatoad altrefonti dienergiarinnovable, fotovoltaico to c o n t r b u i rie m a n i e r a e t e r m i n a n ta l s o d d i s f a c i m e nd e l f a b b i s o g n o n d e ita energetico liano. questa che Sono oltredatenerpresente aspetti in futuro renderanno n altri dei quali I'aumentodell'efficienza tecnologiaancorapirinteressante, per importante l'ltalia. modulie la prospettiva risparmio di energetico

22

Figura1.9:L'ltaliaha una radiozione solorccomprcsa i 1,350ai 7950 kWh/m2all'anno. tro Cicorrispande cantenutaenergetica un boriledi petrolioall'annaper ogni metra ol di (1 quoclro teftitorio nazianole barile= 159 litti). del

costruire imDianti Perch solariin ltalia? p e r u t i l i z z a rlee n e r g ifa t o v o l t a i cd i r e t t a m e n ts u l l u o g o n c u i I motvi ' o a e l a s i p r o d u c e o n om o l t e p l i c i . s di 1 . f l t a l i a i s p o n e s u f f i c i e n z a s o l e d i s u p e r f i c ip e rl ' i n s t a l l a z i o n e d a di e e i mp i an t i s o l a i . r 2 . l l s o l e i,n l t a l i a u n af o n t ee n e r g e t i cm o l t oa f f i d a b i l e :t a t i s t i c hd i , s e a p p o l u n g o e r i o d o e rl a m a g g i op a r t e e l t e r r i t o r im o s t r a n u n av a r i a z i o n e r d o i m a s s l m a i c i r c a l 1 0 %d a l v a l o r e e d i oL ar a d a z o n e l a r e q u n d d i m . so p i a f f i d a i l ed e l l ' e n e r g ea l i c a . b io n 3 . I l t a l i ad i s p o n e e l k n o w - h o w e c e s s a rpo rp r o m u o v e r e v e s t i m e n t i d n ie p n e l l a o s t r u z i o n e i m p i a n ts o l a r ip e rc r e a r e o s t i i l a v o r o p e rl a c di i d e , o c r e a z i o nd i v a l o r e g g i u n t o al l at e c n o l o g is o l a r e . u e s t e p p o r t u n t e a d a Q vannoo uindsfruttatein modooroduttivo.

ici d fotovolta Vendjta nanziamento impianti e

la 4. Costruire degliimpiantisolariin ltalia un modoper promuove ricerca per nte e lo sviluppo i q uestaimporta tecnologia il futuro.f ltala d attualee futura. getterebbe questomodole basiper unatecnologia in di solare molto richiesta beneficia un vastoconsenso e 5. Latecnologia d a a N a s o c i a l e . e s s u n ' a l ttre c n o l o g id i s p o n e l m o m e n t o i u n at a l e oooolarit. solidadal puntodivista della 1.1,7 fimportanzadi un'installazione progettazione, e dellacostruzione dellagestione Obiettivi dell' utente-gestore degliimpianti ripone riguardi nei Leaspettatve ilfuturo utente-gestore che bens anchein filosofiaambientalista non solonella FVtrovanoriscontro nproduzione nammortamento, (resaD garantita, qua e coscome concetti li e facilmente verificabile'' (lungadurata',. o uproduzione di che ll fotovoltaico, fino a 20 anni fa eraappannaggio vere propripioner attuale di ll un sta esperti settore, oggidiventando mercato massa. profilo del cambiato, punto al sostanzalmente del compratore dell'utente-gestore e mediodi un impiantoFVoggi difficilmente a che il proprietario-utente de o de c c o n o s c e n z a l l a o m p o s i z i o n e l l ' i m p a n te d i c o m es i aa s s e m b a t o . 3 n s S o l on e l2 O O 4 o n os t a t ii n s t a l l a ti C e r m a n i a m i l i o n im ' d i e tetti,facciate a terra. non o partedi questi investtori utenti-Sestori dispone acquirenti, Lamaggior F a s e te d e l l ec o n o s c e n ze c n i c h e p e c i f i c hs u l l at e c n o l o g i d i u n i m p a n t o V q u i n d d e l l a o m p e t e n z at e c n i cs p e c i a l i z z n eil l ' n s t a l i at di i c E s sn e c e s s i t a n o i sar molto importante di lazione sistemiFV Perun tecnicoinstallatore ai in competenza, quantopotrdimostrare commitla comprovare propra di specifiche, aversceltoil tecnico tecniche tenti, privdelecompetenze giusto. e la la la Laprogettazione, costruzione, gestione, manutenzione la riparao no d z i o n e i m p i a n t F Vr a p p r e s e n t a s e n z a u b b i ou n an u o v a p p o r t u n i t d i e nici elettromecca e perle piccole medieimprese d'affaripergli installatori ingenerale. Perdtadi resa da mnimecheci si aspetta un utente-Sestoresenon Trale competenze - c' la capacit verifica re di economico ne altroperch vadel suonteresse p l n i d d o. l ee v e n t u a pi e r d i t e r e s a e l l ' i m p i a n t I a n a l i sd e l l e o s s b ic ia u s e o n l con se la sufficiente risolvere situazione non la si completa a comunque Esistono oggi de conpropre un tecnicospecializzato. di le competenze ed che tratt di servizio assistenza a fronte di una spesaminimaoffrono r d i o an a s s i e m a l l am a n u t e n z o n e c h e l c o n t r o l l d e l l a e s a e l l ' i m p i a n t o . e

'

Lasicurezza la massima ha oriorit La necessit far svolgere lavoro tecnicispecializzati anchelegata di il a a r a g i o nd i s i c u r e z zIa . o d e r niim p i a n tF Vp o s s e g g o n o as e r i e i s i s t e i m i un d m i d i s i c u r e z ze d i p r o t e z i o nn t e g r a t e .at u t e l a t a o ns o l ol a s i c u r e z z a a ii V n d el l ' u t e n t e - g e s t o r e a n c h e u e l l a e lt e c n i c o c a r i c a do l l ' i n s t a l l a z i o n e q m a, d in te e d e l l a anu t e n z i o nc o sc o m el a s i c u e z z a e l l a e t ed i d i s t r i b u z i o n er a m e r d r ar q u a l el ' i m p i a n t o c o n n e s se q u e l l a e i s u o iu t e n t i . o d O c c o r rte n e rp r e s e n tc h el a t e n s i o n e i e s e r c i z id i u n i m p i a n t o Vp u e e d o F v a r i a r e a 5 0 0 Va i 1 0 0 0 V Q u i n d i b e n c h a t e c n o l o g ifa t o v o l t a i cs i a d l o a , moltoaffidabile sicura, presenza correnti tensioni elevate e la di e cos rende d i p r i m a r i am D o r t a n zlaa t t e n z i o na l l as i c u r e z z L en o r m a t i v a f f d a n o i ' e a. e d u n q u e l m o n t a g g i e l ' i n s t a l l a z i o n eq u e s t i m p i a n ta p e r s o n a ls p e i o e di i c i a l i z z a t o . c o n n e s s i o n e g l ii m p i a n t a l l ar e t ee l e t t r i c a l a m e s s a n La de i e i funzione deve essere inoltre svolta imDrese da elettrotecnche soecializzate.

Fiqurc1.10:tottenimenta di produziani elevate un livellomassimo sicurezza legata ad di hniA tndtt\ocbitmpntc aftigiohoto all lolo 5uale.hni(tSoladet speLlt//oto. umbH

fotovoltaicl di Vendita anriamento impianti e

Fonti F E N A R a p p o r t(o o n t iR i n n o v a b i l i 2 0 0 5 ' E , " E n e r g ie A m b i e n t e 0 0 5 ' a 2 ENEA, apporto R (Sito CRTN Cestore Nazionale) dellaRete diTrasmissione www.grtn.it del (Sitodel MAP- Ministero AttivitProduttive www.minindustria.it a e D r e z i o nG e n e r a lE n e r g ie R i s o r sM i n e r a r e ) e e uEnergiewirtschaft Perspektiven der liche Krewtt, Nast,Nitsch, (DLR) eV; und Raumfahrt Deutsches Zentrumfr LuftFotovoltaik, n se e ik, l n s t t u f r t e c h n i s c hT h e r m o d y n a m A b t e i l u g S y s t e m a n a l yu n d t Techn ikbewertu Stuttgart, ng, Marzo2005 (EU . B M U - P r e s s e d i eN r .3 3 7 / 0 4 e r 1 i n , 2 9 . 1 1 . 2 0 0 4 ,b e s c h l i e B t 8 nst En n d F a h r p l az u m E U - w e t eA u s b a u e re r n e u e r b a r e n e r g i e n " n . wwwerdoel-erdgas.de ' www.energiekrlse.de

1.2Premesse
elettrica il riscale energetco, l'energia Lenotizie cherigua no il settore rda partede cittadini La molto imprecise. maSSior damentosonospesso fossilie disorientata riguardo alternative combustbili le ai disinformata influisce O-uesto statodi cose aumento prezzo del dell'energia. dal costante pertanto necessaria impianti 5i rende FV negativamentelladiffusione su degli puessere tecnico quale il specializzato. la nascita unafigura riferimento di di sopratgode di specializzato ancora ottlmacredibilit, Lafiguradeltecnico per vienerchiesto da ambienti rurali. Spesso Ioroparere esperti il tutto negli q Approfittate undidiquestaoppor la messa operadi lavorie progetti. in slancio, awalendovi con maggiore il tunit per promuovere vostrolavoro questotesto. forniteviin anchedelleinformazioni cercheremo offrireunabase di riportate seguito, di con le argomentazioni ancheai clientimegloinformatie adeguatamente solidaper rispondere p e re s s e r s e m p r e l l ' a l t e z zd e l l a i t u a z o n e . e a a s nel energetico futuro s che Mettiamoin evidenza l'approwigionamento di e su r b a s e r a g g i o r m e n t e l l e p i c c o l ee a l t s u l l a e n e r a z i o n es t r i b u i t a . m S significher ottenerericavimaggioried una coglierequestaoccasione di F u f o r t es p i n t am p r e n d i t o r i aCe .i n s t a l l a n i m p i a n t o Vc o n t r i b u i s c er e t i l h la produzione energia e calore attraverso gestione ed di elettrica tamente alla paese. al del attivamente progresso proprio impianto collabora si del proprio

26

I'energia solare? 1.2.1Perch utilizzare u d f a e O l t r e ' 8 0%d e l l e o n t id i e n e r g i u t i l i z z a to g g i n l t al i ap e rl a p r o d z i o n e i l nu s, e, e e n e r g ie l e t t r i c qu a l i l c a r b o n i l g a s i l p e t r o l i o i e s a u r i r a nin o nf u t u r o a a, i co e m o l t o p r o s s i m o r i c h i e d e r a n n o s t i n o t e v o l m e n tm a g g i o rd i o g g i . e p e l a c a u s a r i n c i p a ld i g r a v i si f co Q u e s t eo n t i e n e r g e t i c h e n v e n z i o n a lo n o l a t cl d e s c o n v o l g i m e n t i m a t i c d,e l l a i s t r u z i o nd i i n t e r e r e e e r r i t o r i a ei r a p p a p p r e s e n t a ni o m o l t ic a s iu n r i s c h i o e r l a s a l u t e(.V e d a s in c h e a r a g r a f o n e r 1 . 1 . 3":P e r c h p r o m u o v e rl e e n e r g i ei n n o v a b i l i ? , ) a d lo f 5 es i c o n s i d e r a ne s i n g o l eo n t id i e n e r g i a a l p u n t od i v i s t ad e l l a f f i d a e p a , o , b i l i t d e l l ' a p r o w i g i o nm e n t o d e ic o s t id e l l ' i m p a t t a m b i e n t a le d e l l e de t t s u l l a a l u t ei , a n t a g gd e r i v a n dia l l ' i m p i e g o l l a e c n o l o g i a s v i conseguenze evldenti. (fotovoltaico solare decisamente e termico) diventano solare Petrolio (di fabbisogno energetico fonte primaria) llltaliacoprela metdel proprio dovesse basata petrolio sul termoelettrica conil petrolo. la produzione 5e p r e z z d e lS r e g g io p e r c h o m , d i i v e n i r e n oa c a u s a l a u m e n tiin s o s t e n i bdle l o fin di in carenza materiaprima,le altre fonti energetiche ora utilizzate p e o i p r e v a l e n t e m e n t e rl a p r o d u z i o nd c a l o r e p e ri t r a s p o r t( a de s e m p i o per al gas e carbone) essere utilizzate sopperire fabbisogno dovrebbero di dal Le elettriconon p coperto petrolio. riserve questefonti di energia di s e s a u r i r e b b ea o o r a o l t op i v e l o c e m e n t e q u a n t on o nc o n s i d e r i n o rll m sostituteanche a le statistiche attuali ed si troverebbero doveressere i n e s s e e lg i r od i p o c h d e c e n n i . o e il O g g i n l t a l i al ' 8 0% d e l l ' e n e r g ea e t t r i c a g e n e r a t d a l p e t r o l i o d a l g a s questa percentuale destlnata italiano, e, i piani governo del metano secondo q sensata i Sarebbeuind unascelta ulteriormente. a perduraread aggravarsi e c i ' s o s t i t u i r ie p i p o s s i b i lleu s od i g a se p e t r o l i o o ns s t e md i p r o d u z i o n e l d e t a i d e lc a l o r e l t e r n a t i vq,u al i i l s o l a r ee r m i c oi,p e l l e t l e p o m p e c a l o r e . pi r a a n in S i r e n d e l l o r a e c e s s a rua a r i f l e s s i o n e a p p r o f o n d i ts u lf u t u r od e l potenzialit fotovoltaico. del e petrolio di altrefonti convenzionalisulle e conveniente economica mente chefosse Per moltianni si datoperscontato o l c l a u t i l i z z a riep e t r o l i o o m ec o m b u s t i b i de t r a z i o n e p e ri r i s c a l d a m e n t o . d d L ec r i s d e l p e t r o l i o e l 1 9 7 3e d e l 1 9 8 0e l a S u e r r a e lg o l f on e l1 9 9 1 s o n o i del novanta. a settembre 2000 Ma quasi nel degliann dimenticate corso state au o d o i l p r e z z o e l p e t r o l i o e s p l o s m p r o w i s a m e n t e m e n t a n dc o n s i d e r e o s le l v o l m e n t e e lg i r od i p o c h im e s i . l c o r s o f a v o r e v ode l l ' E u r n o n h a c h e n di su di Dopoun periodo assestamento livelli costo aggravato situazione. la nel2004/2005, ledeiprezzi a elevativi statoun ulteriore umentosostanza d i i s i n s e g u i t o l q u a l e i r a g g i u n t iom a s s i ms t o r i cp e ri l p r e z z o e lg r e g g i o . a c o o g d S o l o r a z i e l f o r t er i a l z o e l l ' E u r(o h e g g iv a l e l t r ei l 3 0% i n p i r i s p e t t o a dei dell'aumento costl contraccolpo il al 2001)si potutoevitare completo s u lm e r c a t ot a l i a n o . i

Vendita finanziamento imp antifotovoltaici e di

d ri l s a L ep r o i e z i o n i t r a d i z i o n aplo r t a n o o l ol ' a u t o n o m i s t a t i c a e l p e t r o l i o , queste che Secondo statistiche, si rifeowero a consumo attualecostante. l, i e i r i s c o n q ui n di a l c o n s u mo d i e r n o ea t t u a l r i s e r v m o n d i a lb a s t e r e b b e r o o o a m i4 a c o p r i r e f ab b i s o g nd e l l ' u an i t p e r p r o s s i m 5 anni .T u t t a v q u e s t o il o d a o o r o c c in o nt i e n ec o n t on d e l l a i n a m i c a e ic o n s u miin f o r t ec r e s c i t a o d r r d n ed e lc o s t o e l l o f r u t t a m e n t o q u e s t ei s e r ve n e p p ued e l l a e a l e i s p o d s di r e p m i . n i b i l i t n n u a l e a s s i m a i g r e g g i o , r e v i s t a o l t op r e s t on c a l o I n p a s a m d ( ni d s a t ol e s t a t i s t i c h el e p r o i e z i o s u l c o n s u me l ' e s t r a z i o n e lp e t r o l i oa d e o pe s d e e s . e l l ' A g e n zIin t e r n a z i o n a le rl ' E n e r g iA , E s o n o t a t e u r a m e n tc r l d a aI ) A i i t i c a t e c a u s a e l l ' i n e s a t t e z z a l e o r op r e v i s i o n l.c u ns c a n d ailn o l t r e , a d del l re q e c o m e u e l l o h er i g u a r dl s v a l u t a z i od e l l e i s e r vp e t r o l i f ede l l ' i m p r e s a c a ne r d a ri S h e l lh a n n o u s c i t a tu n c o m u n e e n s o i s f i d u c in e g l i n v e s t i t o O.c c o r r e , s o s m r d i n o l t r e g g i u n g e rce el a s i t u a z i o np o l i t i c a e l l a a g g i o p a r t e e i p a e s i a h e d ( o lc e s p o r t a t odii p e t r o l i oO P E C )i n s t a b i l e d i m p r e v e d i b iee h es p e s s g l i r i sul d s t e s sp r o d u t t o rn o no f f r o n o n f o r m a z i o n i a t t e n d i b i l i l el o r or i s e r v e i i i p e ch g r e g g i oD a l 1 9 8 0i d a t i d e l l ec o m p a g n i e e t r o l i f e re v i d e n z i a n o e l a . t c o s c o p e r td i n u o v g i a c i m e nnio nt i e n ei l p a s s o o nl ' a u m e n t d e ic o n s u m i . a i p r di ch C i o g g ic i a c c o r g a m o ei g i a c i m e n t i e t r o l f enie c e s s i t a n oo l e o d o t t i p p i s e m p r e i i r l u n g h l( p e re s . n e i g i a c i m e n td e l l az o n an a t u r a l e r o t e t t a p d s d e l l ' A l a s k a ) c h e l a q u a l i t d e l p e t r o l i o i v e n t a e m p r e i s c a d e n t e . e im s m O _ u e ssog n i f i ca d e s .c h ei l p e t r o l i o o n t e r r p u r i t e m p r e a g g i o r i . ti a c e di Nuovescoperte digiacimentipetroliferi produzione petrolio

o 6 o

=
S 4 0

.!

E 3 0

: z o
10 0 19t0

20s0 2010 2030 7970 1990 petroliferi ciacimenti ancora Produzione 6iacimenti scoperti da scoprre in precedenza

di petroliferc risultachedal7980l0 scoperta Figurc1.11:sulla basedeidatidellecompagnie non tieneil passo con l'aumentadei consumi. nuovigiacimentipetrclfer

28

O l t r ea c o n s i d e r a r e e v e n t u a liin e s a t t e z z e i d a t i c i s i i n t e r r o g a u l l a l ne s c o r r e t t an t e r p r e t a z i od e i p r o b l e m i t t u a l iI.n q u e s t o o n t e s t io m o d e l l o i ne a c l p , d i v a l u t a z i o n e . p e a k o(id"a l l ' l n g l e s.e :i c c od i p e t r o l i o o, m e g l i o . p i c c o l p e t r o l i o l i v e l l o o n d i a l e "d v e n t a e m p r e i r i l e v a n t e . p d'estrazione di a m ) s l l m o d e l l o . p e a k ofiu,o r i g i n a l m e ni t e e n t a td a lg e oo g oM . K i n g u b b e r t l , nv o H n e l1 9 5 6 d o g g iI s u o il a v o rs o n op o r t a t a v a n td a u n g r u p p o i g e o l o ga e i i i d i s t r e t t oc o n t a t t o o n l ' i r l a n d e sC o l i nC a m p b e l O _ u e s t oo d e l l o i b a s a c e l. m s p s u lp r i n c i p i o e rc u i l o s f r u t t a m e n td i o g n ig i a c i m e n tp e t r o l i f e rs e g u e o o o o p , l ' a n d a m e n do u n ac u r v a c a m p a n a .l p r i n c i p is i e s t r a e o c op o is e m p r e ti a A d p i f i n oa d u n p u n t om a s s i m ( i l. p i c c o , )i,n s e g u i t o l q u a l e' e s t r a z i o n e o a l c o m i n c i a c a l a r e e g u e n d o n a n d a m e n t o e g i la n n i s o s t a n z i a l m e n t e a s n u s m m e t r i cro s p e t t o l m o m e n t o e l p i c c o . i a d S e c o n dq u e s t ae o r i ai l p u n t om a s s i m o o r r i s p o n d e i r c a a m e t d e l l a o t c ac l (. n o d u r a t a e lg i a c i m e n tp e t r o l i f e r oD e p l e t i oM i d P o i n t " ) . o l i n a m p b e l l e d C C pe i i s u o ic o l l e g hh a n n o i s e g n a t lo c u r v e ' e s t r a z i o n e rs i n g o lp a e se a i d e d i punto l i v e l l o o n d a l e .e c o n dio i s u l t a tfir a p o c ha n n i v e r r a g g i u n tio m i r l S r , , m a s s i r n o e s t r a z i o n eo n d i a l( a l t r eo n t ir i f e r i s c o n h ei l p u n t o n a s s i m o di m e f co r 'OPEC, v e r r a g g i u n te n t r o 5a n n i )l.] | n d o n e s ip a e s m e m b r o e l r o 1 a, e d attualp m e n t ei m p o r t a e t r o l o . n c h e n q u e s t o a s o a c e s s a z o n ee s t r a z i o n e l di A i c p h a s e g u i t ol m o d e l l o e a k o 1 . i di lndonesia da paese esportatore paese a importatore petrolio

-2 E .9 ;
,9

1985 Anno paese Anchein Fgun 1.12:Llndonesia, membrodell )PEC,ottualmenteimporta petrolio. questocasalo cessaziane diestrazione seguital modellope1koil. ha

v p n dr ac 5 ' 1 " / t " - e ' l o o

i ^ p " n t : t o o v o ld . l

Estrazione globaledi petrolioquandoarrivail picco massimo estrazione? di

= .q
:

6 2 U

0 1940 1950 1960 1990 2000

Ft7urc1 13:ColinCampbell i suaicalleghi e sonagtunti olla conclusione frc pochiannl che verr raggtuntail punta massimo diestrczione livellamondiale. a

N e i g r a n d ip a e s i n f o r t e e s p a n s i o n e o n o m c a , m el a C i n ae ' l n d i a , ec co l ' a u m e n td e lc o n s u me n e r g e t c o n c o r p i rra p i d o .aC i n a ac o n s u m a t o o o a a L h s o l o e 2 0 0 4 l t r e , 4m i l i o n i db a r l i dp e t r o o ( 1 b a r i l e = 1 5l 9t r i ) l g i o r n o n o 1 i i i i a i n p i f r i s p e t ta l2 0 0 3 2 0 0 = 6 m i i o n d i b a r i l g , 2 0 0 4 = 7 , 4 i l i o n i i b a r i l i / g ) . o ( 3 i m d f l t a l i ac o n s u m a c o n f r o n t o , 6 m i l o n d i b a r i l ia l g i o r n oC l i a m b i z i o s i a 1 i . o b i e t t i vd i e s p a n s i o n e o n o m i cd e l l aC i n ae d e l l ' l n d i a o m p o r t e r a n n o i ec a c n e ip r o s s i m in n ie d e c e n n i n ac r e s c i tg l o b a l d e lf a b b i s o g n o e r g e t i c o . a u a e en

30 --

indianoo cinese Cosa succederebbe ogni brasiliano, se consumasse tanto petrolioquantoun europeo
.9

I roo

E .E 60 .9 o
E

.9 F -

IITI
2002 Scenario

I lI I T

Ciappone Cermala n USA Erasile t n oa Cina

e@nomica dellaCinae dell lndia obiettividi espansione Figurc1J4, Ali ambiziosi energetica. glabaiedelfabbisogna comporteranno prcssimianniedeGnni una crescita nei

PremeSta: energetico di ilfabbisogno l'impossibilt soddisfare LaCinaha rconosciuto n o m e d i a n l e s o i c o m b u s t i b i l i f o s s i ll i' e n e r g i a u c l e a r e d h a s c et o d l u t i l i z z a r e i per per elettrica, un totale del 30 % di le fonti rinnovabili la produzione energa elettricoentro il 2020ed addiritturadel 40 % entro i 2030. del fabbiso8no il Lacina, nonostante bassoredditodella popolazione, o88i leadersul mercato europee 2004 di circa nel solare termico.Mentre i totale de le installazioni 14 in 1,7mlionim' di collettorl 50larilermici, cna ne sonostatiinstallati milioni. 'argomentoper cui ".-.inostrisforzi sia Questodimostraquanto pococredibile sostepulito e un'economia energetica per un ambientepii.r in ltaliae in Europa p d n i b i l e o n p o r t a n o o m u n q u e a n e s s u n a a r t e5 eS i g a n td e lc o n s u m o n c i come la cina si rifutano di affrontareil problema...,Larealtdelle enefgetico Ed cosevedeinveceuna cina attenta al problemaenefgelico. ogni sforzonel a considerato questo vengafatto,non pu essere migliorare cose, chiunque le da si i m p u n t oi n u t i l eS ec o n f r o n t i a mio e t r i q u a d r a t i d i c o l l e t t o ro l a r i n s t a l l a tn e l . superaancorala Gerper 2OO4 abitante,la Cinacon i suoi 0,011m2/abitanle (Base 2004' Cinar1,29miliardiabitanti,14 milioni m' mana(0,010 labitante). m' 0,8 cermania:82 milionabilanti,circa. mi ioni m2 colleltori). collettorij

nI n i i n i n S ei l m a s s i mi o t e r m i nd i d o m a d ai nC i n ai , I n d a , n B r a s i lie , n d o n e s i a , d do l p i c c om a s s m o i e s t r a z i o n e e e t c . c o i n c i d e rc o n i l r a g g i u n g i m e n t a . a m ( p e a k o i il l) p r e z z o e lp e t r o l i o s p l o d e r p r o v v i sm e n t e O - u e s ts i t u a d e 1 e d le z i o n e a r e b ba r i s c h i o i e v e n t u a r s t r i z i o n l l ' a p p r o v v i g i o n a m ein t o , s e i 'r a e c ze c h ep o t r e b b a v e r e o n s e g u e n m p r e v e d l b i l i plee c o n o m im o n d al e e n D e rl a D a c e e lm o n d o .

31

Vendita finanziamento irnplantl e di fotovoltaici

e C o s td i i m p o r t a z i o nd e l p e t r o l i on l t a l i a i i N e g l s c o r sa n n ii l p o t e r e ' a c q i s t od e l l ' i m p o r t a z i od ie e t r o l i o r e g g i o i g i d u n p d i m i n u i ts e n s i b i l m e n t e . o S ei c o s td i i mo o r t a z i o n e lo e t r o l i d o v e s s eco n t i n u a ra c r e s c e r a n t o i de o r e te r a p i d a m e nce m e e g l u l t i m ia n n i , r e s t o e r r e b b e r o a n c a r le r i s o r s e to n i p e v am -Iutto p e r i l m e r c a t on t e r n o . i c i s i r i p e r c u o t e r e bs ie s u g l ii n v e s t i m e n t i ba ( c h es u i c o n s u m ip e re s .p e ru n an u o v a a s a u n an u o v a a c c h i n ac o nl l c o m ), r i s u l t a t o i i n d e b o l i rlee c o n o m ie d a u m e n t a r e d i s o c c u p a z i o n e . n i d ' a la Og l i t r od i p e t r o l i o o nc o n s u m a to r i s p a r m i a tg r a z i e l l ' u t i l i z zd e l l a e c n o a o t n o l o g i a o l a r e o n t r i b u i s c e i m i n u i r e u e s t a i p e n d e n ze a s t a b i l r z z a r e q s c ad d a l'econom . ia p N o nd a u l t i m ob i s o g n a o n s i d e r ace es p e n d i a mg i g r o s s e o m m e e r c rh o s r i m e d i a ra d i n c i d e n t i p e t r o l i e re , i n p a r t e p e rl a s i c u r e z z al e g u e r r e e e , e d n e it e r r i t o ri n c u i m a g g i o rsi o n oi g i a c i m e n tp e t r o l i f e r i . i (metano) Gasnaturale l l l t a l i a f r a i p a e s ip i m e t a n i z z aitn E u r o p a i l g a sm e t a n o c o p r c i l 3 5 % i e d ) d e lf a b b i s o g ne n e r g e t c o z i o n a l(e if o n t ep r i m a r i aA.l i v e l l o o n d al e o na m i ( I ' a u t o n o m sa a t i c aac o n s u mc o s t a n t e ) g a s i e n e g g iv a l u t a ta t t o r n o it o de v o a o a i 6 6a n n i l l s u op r e z z c o l l e g a ta q u e l l o e lp e t r o l i o ,n c h e el as t r u t t u r a . a s o d d e l m e r c a t o q u e l l a e l l a o r n i t u r a o ns e m b r a n a v e r e e s sa p p a r e n t i . e d f n o n i C o s a n c h e l p r e z z o e lg a sp e rc l i e n t p r i v a t c r e s c i u tv o r t i c o s a m e n t e i d i o i n s i e m e o u e l l o e lo e t r o l i o . a d e 5 i p r e v e dc h ei g a sp a r t e c i p eirn m i s u r a e m p r e a g g i o ra l l ap r o d u z i o n e s m e p d i e n e r g i a l e t t r i c a . s s oi v e s t l ri o l t r e n r u o l o e m p r e us i g n i f i c a t i v o e E r n u s p e n e i t r a s p o r te a u m e n t e r a s u aq u o t ad i m e r c a t o e r l a p r o d u z i o nd i i l c a l o r e . 5q u e s t o c e n a r id o v e s sa w e r a r s n,e l f u t u r o i c o n s u m e r l o r a e s o e i s al qu m o t o p i ug a sd i o g g L er i s e r v s i e s a u r i r a n n o i n d ip i u r a p i d a m e n t e l . e de p r e v i s t o , e n t r e o n t e m p o r a n e a m e n to s t id i f o r n i t u r a n p a e sp o l i t i i m c ic e c a m e n t en s t a b i la u m e n t e r a n n o . i i l, ii C o n t r a r i a m e na e u a n t o i p o s s am m a g i n a r ee e m i s s i o n n a t m o s f e r a tq s i c a u s a t e a l l ac o m b u s t i o nd e l g a s n o n s o n oi n n o c u ea n c h es e s r c u r a d e , p i m e n t e e n od a n n o s d i q u e l l e r o d o t t e a a l t r ic o m b u s t i b iAin c h el g a s , m e d l . d u r a n t ea c o m b u s t o ne m e t t e O ,e o s s i d o ' a z o t oI.s i t i i n c u i a w i e n e l , C d e e l ' e s t r a z i o ns o n op o i g r a v e m e n tc o m p r o m e s d ia l l ei n f r a s t r u t t u rp e r e s I. d l ' e s t r a z i o n e al l ac o s t r u z i o n ec o n d u t t u rp e ri t r a s p o r t on f n e , u r a n t e ed di e q l ' e s t r a z i o n el t r a s p o r t o i g a s s i e m e t t o n on a t m o s f e rg r o s s e u a n t i t l a ei d , venlivolte di metano, killerclimatico un attivocheprovoca effettoserra un m a g g i o r d i qu e l l o a u s a t o a lC O , . e c d A c a u s a e l l ' e s a u r i m e n t o m i n e n t d e l l e i s e r v d i g a si n E u r o p s e t t e n d m e r e a a I t r i o n a l e d o c c i d e n t a l le , r e g i o nd i ap p r o w i g i o nm e n t os i s p o s t a n on e e i gr i p d i r e z i o n e l l a u s s ie d e l l ' O P EQ u is s t a n n o r o d u c e n d oa n dq u a n t i t de R a C. d d i L C N( L i q u i f i eN a t u r a l C a s = g a s t u r a l el q u e f a t t ol)i,q u e f a t t a 1 6 2 ' na l o d l e q u i n d ir e s o r a s p o r t a b i ln e l l ec i s t e r n e . - u e s tp e r m e t t e l e v i t a r ea t e O o

32

c o s t r u z i o n el un g h ig a s d o t tS.e c o n dv a r i eo n t i , u r a n t ea p r e p a r a z i o n e di o f d l u e i l t r as p o r t o e lg a ss i c o n s u a g i i l 1 2- 3 0% d e ls u oc o n t e n t o e n e r g e d m c t i c o .Q u e s t oi p o d i p o l i t i c a n e r g e t i c c o m en e l c a s o e l p e t r o l i o ,r e e r t e a, d r a p p o r td i d i p e n d e n z a np o c h i f o r n i t o r i . i co

d Q u o t ad i m p o r t a z i o n e e l p e i r o l o e Q u o t ad i i m p o r t a z i o n d e l g a s d Q u o t ad i i m p o f t a z i o n e e l c a r b o n e e Q u o t ad i i m p o r t a z i o n d e l l u r a n i o

'/. % % %

77 50 30 lOO

81 61 37 100

89 81 66 100

Tabella1.2: Sttuttura di apprcvvigianamenta dell'U 25 can diverse fonti di energia 2000/2030.

, ,u p ( l l m o d e l l o e a k o i lv e d a s i a r a g r a f,oP e t r o l l op ) e s s e ra d o t t a t o n c h e p a e p e rl ' e s t r a z i o n e lg a sn a t u r a ls es i t i e n e o n t o e id i v e r s io m p o r t a m e n t i d e c d c p g e o l o g i cIi g e o l o giin a c c o r d c o nl e t e o r i e i M a t t S i m m o n s r e f i g u r a n o . o d u n os c e n a r iio c u is i p r e s e n t e r ab r u s c an t e r r u z i o n e l l a o r n i t u r a i n un i de f d q g a se d a w e r t o n o u i n d i d in o ns o p r a w a l u t a r e r i s e r v d i s p o n i l i C o m e l e ib . q m o n e lc a s o e lp e t r o l i o ,n c h e u e s t a o l t a i s a r n p i c c o a s s i m d i e s t r a d a v v u p ta z i o n ep r i m ad e l l ' e s a u r i m e nd o l l er i s e r v e ,r e a n n u n c i a do l l ' a u m e n t o te i c o n s i d e r e v o le i p r e z zo d a u n ' i n t e r r u z i o n e lr i f o r n i m e n t o . de d Fonti E ven d D e u t s c hB a n k e s e a r c"h , n e r g i e p e r s p e k t in a c h e mO l z e i t a l t e r " , e R F a d i c e m b r 2 0 0 4 , r a n k f u r tm M a i n e C I B C o n t h l y n d c a t o ru N o t j u s t s p i k e "ap r i l e2 0 0 5T o r o n t o a n a d a M i s, a , , C D i v e r s iap p o r t uw w w p e a k o i l . n e t r s carbone l l c a r b o n l af o n t ee n e r g e t i c a a b b o n d a ta l m o n d oL as u aa u t o n o m i a e pi e . ( g l o b a l eac o n s u m o o s t a n t e )i a g g i r a t t o r n o i 2 0 6a n n i . statica c s a a d o I n l t al i ai l c ar b o n e o p r e i r c a' 8% d e lf ab b i s o g ne n e r g e t i c(oi f o n t ep r i c c l i di m ar i a )n a z i o nla .N o n o s tn t ei p r o g e t td e l l ' E E L i c o n v e r s i o n eal c un e e a N d pe d e l l es u ec e n t r a l i , c a r b o n e o n r a p p r e s e n t a ' a l t e r n a t i v a r c o r r i b i l e l n un g p e r r i s o l v e rie p r o b l e m a n e r g e t i c o .e n c h i f a c c i a r a np a r l a r e e l l a d l e B s e q t ce t e c n o l o g i d e l u c a r b o n p u l i t o " ,a n c h e u e s t en u o v e e c n o l o g e , r t a a p d I m e n t ep i r u l i t ed e l p a s s a t o , o n r i d u c o n oe e m i s s i o n i i C O r . u n i c a n l p l e d d s t r a d a e r c o r r i b i pe r r i d u r r e e e m i s s i o n i l C O ,n e l l ' u s o e l c a r b o n e l q u e l l ad e l l as u a s e q u e s t r a z i o n e l s o t t o s u o l o n e l l ep r o f o n d i t e g l i d o o c e a n C o m n qu e ,l et e c n o l o g ip e rl a s e q u e s t r a z i on o ns a r a n n d i s p o i. u e ne n f n i b i l ip r i m ad e l 2 0 1 3n e a n c h a l l i v e l l o p e r i m e n t a lIe .o l t r eo n t i a t t u a l i e s e r i f e r i s c o n o eq u e s t o e t o d o i r i d u z i o n d i C O ,f a r a u m e n t a r i c o s t i ch m d e a d e l ' e n e r g e l e t t r i c a e r i v a t a a l c a r b o n e i a l c u n ic e n t e s m i l k W h .l l ia d d d i c e n c ar b o n ean c h es et r a t t a t o o nl et e c n o l o g ip i m o d e r n e , o np u q u n d , c o m p e t e rc o nl e f o n t ir i n n o v a b i l , . e

t, j

n :

33

Vendita fi nanziamento impianti e di fotovoltaic

comeawiene in Cermania, un impattoenorme ha f estrazione lignite, di lo d sul paesaggio; miniere carbon le di fossile comportano sfruttamento grandisuperfici gravi diterrenoe, di conseguenza, danniper il territorio. Energia atomica/uranio p A l i v e l l o o n d i a l ea p e r c e n t u a l e i m p i e g o e l l ' e n e r g ia t o m i c a e r l a m l d a d' (fonte: produzione energia primaria relativamente pari al 6% di bassa, WorldNuclear lndustry StatusReport 2004). In ltalia,a seguitodei Referendum L987(dopol'incidente Cernobyl del di dell'energia in Ucraina), l'energia nucleare impiegata, eccezione non ad (di elettrica originenucleare) importata dallaFrancia. Secondo variefonti, riferendoci fabbisogno energetico attuale,la terra al p e r d i p e n d e e r , p d e p d i s p o n e i r i s e r v d i u r a n i o e ra l t r i3 7 - 1 0 0 a n n i .f U E , - nonostante p , i l L 0 0 %d al l ' i m p o r t a z i o n et a l e m a t e r i a r i m a c h en o n di quantoaffermail presidente Bush un'energia rinnovabile. americano p A n c h e e rl ' u r a n i o p u d i r ec h eu n a u m e n t o e l l ' i m p i e g ot a l ef o n t ep e r s d di molto pi rapdamente la produzione energia esaurirebbe riserve di ne le risoetto alleorevisionifatte baseall'utilizzo in attuale. Iimpiegosempre minore uranioricavato riciclaggio armiatomiche di dal di di hannofatto s che ancheil prezzo e la mancanza capacit estrattive dell'uraniosiaaumentatonotevolmente. D a l p u n t od i v i s t aa m b i e n t a l l e c e n t r a ln u c l e a rh a n n oi l v a n t a g g i o i e i i d prive q emettere basse uantt cor. Nonsonocompletamente di emissioni di e di CO' poich produzione la dell'uranio stesso, costruzione lo smaltila mentodellecentrali nucleari comedurante deoosito rifiutiatomici cos il di emissioni COr.Tenamo ultimo di in sonotutte attivit che provocano distrugge nterpaesaggi in conto che l'attivitdi estrazione dell'uranio permanenti. trasformandoli desertiradioattivi in ponequestioni Ienergaatomca complesse per fino ad oggi una soluzione chiarae sostenibile il deposito Non esiste dei rifiuti radioattivi. In I costirealidell'energia nucleare non sonoassolutamente trasparenti. il si tutto il mondo le compagnie assicurazioni rifiutanodi assicurare di le nucleari sono rischio una centrale di nucleare. tempo stesso centrai Al particolari. Inoltre soggette esenzioni ad economiche agevolazioni ed fiscali (f dellostatoe l deposito noratemporaneo) rifiutiradioattivi a carico dei la pesa per di Anche questione dunque sullacollettivit migliaia generazioni. ad nucleare, dellasicurezza ancora non risolta. incidente un reattore Un potrebbe costarela vita a come quellodel 1-986 Cernobyl Ucraina, a in provocare disastro di durata migliaia persone, di un sanitario lunghissima e molto a lungosull'ecosistemasull'economia e nellapopolazione pesare italiana.

Nuovicampidi applicazione p e i u e C l i i m p i a n tfi o t o v o l t a i c o s s o nfo n z i o n a re f o r n i r e n e r g i a l e t t r i c an e t u t t o i l m o n d o C o nu n a d i f f u s i o n c a p i l l a r d e l l ap r o d u z i o nd i e n e r g i a . e e prospettive assolutamente elettrica(per la prima volta) si creerebbero p p m n u o v e e rg r a np a r t ed e l l a o p o l a z i o n eo n d i a l e . C n a c e I n f u t u r o p o t r e b b e r o a s c e r e p p l i c a z i o n io m p l e t a m e n tn u o v e . o n e i e te l ' u t i l i z z o l i m p i a n t F V( c o nl ' a g g i u n t a v e n t u a l m e n de l l eb o m a s se d p o i t i d e l l ec e n t r a le o l i c h e ) ,o t r e b b e rs o r g e r en s e d i a m e nuir b a n d e l t u t t o i e e a u t o s u f f i c i e n6 i . o g g ie s i s t o nto t t e l e p r e m e s se l e c a p a c i tt c n i c h e t u p e rc o s t r u i r ie s e d i a m e nd i q u e s t o i p o .L ar e a l i z z a b i l id d i f i c a u t o tie i n t t (=autonom indipendenti)confermata i, sufficienti sottoil proflo energetico p p i c o d a v a r ie s e m pa p p l i c a t i v ih ed i m o s t r a nq u a n t e o s s i b i l i te s i s t o n o e r p e t Vo o r a g g i u n g eq e e s t oi p od i i n d i p e n d e n z a .g l i a mq u id e s c r i v eIr'e s e mi o ru p i r a p p r e s e n t a t itv a g l i i n s e d i a m e ns p e r i m e n t a l d o 8 g r e a l i z z a t i . ai ro ti di to l a l m m a g i n i a mu n i n s e d i a m e n co n5 0 v i l l i n a s c h i e r i l c u i f a b b i s o g n o o io t e r a m e n tc o nt e c n o l o g i e n e e n e r g i a l e t t r c e t e r m i c a i e n es o d d i s f a t t e a v m a u d a e c h ep e r m e t t o n lo p r o d z i o n e i e n e r g i s u lp o s t o l ' i mm a g a z z i n ae n t o elettrolzzatori cellea combustibile e sotto forma dl idrogeno attraverso ( f u e lc e l l )T a l ic e l l e o ns o n od e s t i n a t a l l ' i m p i e gs t a z i o n a r in e l l e a s e o c . n e o e . e b e n s a l l a p r o p u l s i o nd e l l ea u t o m o b i l iU n ' a u t o m o b i lc o n m o t o r ed a a P l d di 7 5 k W g e n e r aa p o t e n z a i c o n n e s s i o n e p i c a s e s c h i e r a . e r t a n t o q u an d oan c h eu n s o l o i c i n o e t t el a m a c c h i n ia g a r a g e ,s s a i n g r a d o n e v m ( p i d i g e n e r a re n e r g i a l e t t r i c a u f f c i e n t e e rl ' i n t e r os o l a t o ec o n t r i b u i s c e e e s L de a e r al l a p r o d u z i o n e lc a l o r e s s i e ma i c o l l e t t o sio l a rtie r m c i ) .am a c c h i n a , ( d o n t a l i m e n t a t a e l g a r a g er a m i t et u b a z i o n eg a s d o t t o )i i d r o g e n o ,l t r ea poranea produrre menterifornta energia elettricae calore, vienecontem c d U d i c a r b u r a n tp e r l o s p o s t a m e n td e l g o r n o o p o . n c o m a n d o e n t r a l e e o f, i c o n t r o l l ae s i n g o l e e l l ee c o m b u s t i b i l n e l l ea u t o v e t t u r e a c e n d o n l c e m i s u r a c h es i p r o e u u n m o d oc h eq u e s t e l t i m ev e n g a n o t l i z z a tie u g u a l p s e u d d u c as e m p r e n aq u a n t i t i e n e r g i a u f f i c i e n tp e rt u t t i . I i d r o g e n o e r g e r l e c e l l e c o mb u s t b i lv i e n e e n e r a tto am t ee l e t t r o l i s i mm a g a z z a n a t o a e d , t e m p o r a n e a m e n i n s e r b a t o id a n d oc o s l ' o p p o r t u n i t i c o n s e r v a r e te i d I. p l ' e n e r g i a l e t t r i c a r o d o t t a a p a n n e l lF Vs o t t o f o r m a i c a r b u r a n t en e d r q u e s t om o d os i i m m a g a z z i ne n e r g i a o l a r e h e p u e s s e r ei u t i l i z z a t a s c a p n ii p e r o t t e n e r e i ae n e r g i a l e t t r i c a e r l e c a s e h e l ' e n e r g i a e c e s s a raa c s e d , o I. m o t o r id e l l ea u t o v e t t u r eo t t i m a c o i b e n t a z i o n e l l ec a s er i d u c e n da l ( p i fa m n i m ol e d s p e r s i o n i c a l o r e c a s e a s s v e ) , s i c h e i c o l l e t t o rs o l a r d pi e r r i s c a l d a rl e c q u a i t e r m o s i f o n . 'a e s i n s t a l l a ts u i t e t t i s a n o u f f i c e n t a e c d i N e lc a s o i i n v e r np a r t i c o l a r m e nftre d d u n ad e l l e e l l e c o m b u s t i b i l e e s d e l l ea u t o p o t r e s s e r e t i l i z z a t p e rg e n e r a r d e l c a l o r e u p p l e m e n t a r e u a t d i si o p p u r ei,n a l t e r n a t i v a , p o t r u s u f r u i r e e i s i s t e md i r i s c a l d a m e n ao bi o mas s e .

Vendita fnanziamento impianti e di fotovoltaici

CaraBe sotteraneo con impiantoelettrolizzatore, impiantodi Seslione e dislribuzione,e 5istema di accumulo ell'idrogeno d

tY)
\

)-1

vengonotrasformati idro8enoed immaSazzinati

parcheggiate trasforma I'idrogeno no immagazzinato energiaelettricamentrele in idrogeno auto vengonorifornitedi carburante

Figura7.75:lnfuturo potrcnnosoryerc outarchicignzie insediomenti urbonicompletomente oll'utilizzodi impionti FV(conI'aggiuntaeventualmente dellebiomasse dicentrcli eoliche). e pet 6i oggi esistono tutte le plemesse le copacit e tecniche costtuileinsediamentidiquesto ttpa

36

per promuovere 1.2.2 Perch l'utilizzoditecnologie solari? Opportunit le imprese dell'artigianato, commercio dell'industria del e P r o r n u o v elr' e t l i z z d e lf o t o v o l t a i ce d e l l ea l t r ef o n t i r i n n o v a b ii u n a u o o l p a b u o n as o l u z i o n e i p r o b l e m li e g a t ial l ' a p r o w i g i o nm e n t od e l l ef o n t i a o e n e r g e t i c h o s s i ld e s c r i t tn e l p a r a g r a fp r e c e d e n t e . fe i C r a z i e l l ' i m p i e gm a s s i c c do i m p i a n tF Vn o ns o l o i r i d u c o n iop r o b l e m i a o i i s p r o v o c adia l l ' a t t u a lp o l i t i c a n e r g e t i cm,a s i i n c i d e o s i t v a m e ns e g l l t p tu e e a per elevati costichea mediotermine saremo costretti affrontare rparare ad a a i d a n n ic a u s a t i a ic a m b i a m e n t oi m a t i c o . u e s td a n n i s o n o u m e n t a t d cl Q i n d e f o r t e m e n t n e g l u l t i m ia n n ii n E u r o p c o m e e lr e s t o e lm o n d o p e s a n o e i a i n m o d oc o n s d e r e v o lu l l e o m p a g n id i a s s l c u r a z i o n i . se c e Esplosione costiprovocati dei dallacatastrofe climatica

ii!!
I ----

D a n n p e r1 e . o n o m i e . a z i o n a i e
di.ui .opert da a$i.uraz one rendenzade danfia e e c o n o m i ef a z i o n a i

lndenza de danri.ooertida lea*lcuzon

1950

1959

1960

1%9

1970

1975

1930

193t

190

l$t

2000

LJVs ionie: MnchenerRck e.V,

FiauraL.L6:Aumentoe tiaottizianedei costinel caBodei decenni

Vendita f nanzamento impianl e di folovolaici

fadozione della tecnologia fotovoltaica solo degliinvestimenti non comporta significativi, promuove nascita nuovipostidilavoro ma la di nell'industria, nel commercio nell'a e rtieianato.

Fatturato delsettore lnvestimentno all'anno fi Postidi lavoro iretti/ind d iretti Potenza installata in Cermania prodotta Cermania Energia in annualmente SLrperficie moduli dei Potenza annuale installata Riduzione dicq per Diminuzione costi dei MWprispetto a11990 % in

milionituro milioniEuro

2000 6000 20000 1200

9 600 70000 97000 25000 245 000000 28000 3 500 1500000 85

MWh/a 1000m2 MWp t

1000 6 0,55 6000

1000000 3870 430 600000 68

Tabella Doti economici 7.3: delfotovoltaico 1990 a|2020. dal

Opportunt esportazione di P i L , 7m i l a r d i a b i t a n tn e lm o n d o o nh a n n o n c o ra c c e s s ol ' e n e r g a d d i n a al elettrica. povert la mancanza istruzione La e di sonospesso strettamente correlate difficolt accesso tale risorsa. alla di Molte regionidelmondo a n o nd i s p o n g o na t t u a l m e n td i r e t i e l e t t r i c h e d i s t r i b u z i o n ep a r id e l l e o e di al pesante nostre, stuazione comportauna che condizione arretratezza di i n d u s t r ila e s o c i a . e le per Le fonti rinnovabili, specialmente e l'energiasolare,rappresentano questeregioniuna fonte di energia facilmente economica soprattutto e reperibile. molte delle regionipirpovere pianetal'irraggiamento In del migliosola particola re rmenteforte.f utilizzo intensivo questarisorsa d a r e r e b b l e c o n d i z i o n i d i v t a s c u r a n d'op p r o w i g i o nm e n t od i e n e r g i a e l a as pompeidrauliche attraverso azionate pannelliFVe permetterebbe da di c i s t e r l i z z a r 'e c q u am i g l i o r a n d c o s l e c o n d i z i o n ig e n i c o - s a n i t a r ile . l a , o i m p i a n t F V( i nc o m b i n a z i o n e e s .c o n l ' e n e r g i e o l i c a c o ni m p i a n t a i ad a o i per ambubiomasse) assicurerebbero lafornituradi energia elettrica scuole, pi.r latoried ospedali. renderebbe l'istruzione disponibile isoccorsi ed Questo piir raggiungibili. diventerebbero semplici anche nelle zone ruralidifficilmente

38

Figun 7.77:In molte regionidelloteta le popolazioni ruroli non hanno accesso oll'eneryio eletttica. I eneryiafotovoltaico olfre un apprcwigionamento spesso vantaggiosoe soptottutto in Foto:Eneryiebou disponibile modo5icuro. Solotstrcmsysteme 6mbH

La diffusionedella tecnologia fotovoltaica awenendo rapidamente sta n o ns o l on e i p a e siin v i ad i s v i l u p p o a a n c h e n q u e l l i n d u s t r i a l i z z e di m i at e m e r g e n t i o m el a c i n a .C l i i m p i a n t F V s i aq u e l l ic o n n e s s il l ar e t ec h e c i a q u e l l i f u n z i o n a nitn i s o l a( s t a n d - a l o n e ) ,n t r i b u i s c o n o i n a l c u n c a s i i ed i co prowedono ll completamente fornituradi energia alla elettrica. Giappone passi contnuer hagfatto enorm avanti questa in direzonesicuramente e a farne.

rcpidamente. ll Figura 1.18:Anchein paesindustalizzati I'usodelfotovoltaico espande si ho e afome. Giappone gifatto enormilotzi in questadirezione continuer Foto: Hakushi n Corpo ion tat

Vendita fi nanziamento impianti e di fotovoltaici

piccolisistemiFVeconomicamente Ci oggi esistono qual convenienti, o r o l o g ic a l c o l a t r itc is c a b i l i g i o c a t t o lp,a r c h i m e t rp , n n e l l i diin f o r m a , a e i ia ( i z i o n e t o t e m ) e i t r a s p o r pi u b b l i c s,u l l en a v i s u b o em a r i n e i n s t a z i o n i n t , e meteorologiche oppuresu satellit. tipi di applicazioni sviluppesi Quest rannoulteriormente futuro,in quantorisultano in vantaggiosi tecnolosia gica mentechedal puntodi vistaeconomico. Troverete ulteriori informazioni questotipo di sistemiad isolanel capitolo5. su ll mercato mondiale degliimpiantiFVad oggipresenta volumed'affari un (fatturato) 6,3miliardi Euro. esperti prevedono il 2O2O volume per di di Cli un d i a f f a r i g l o b ape r ia 6 2 m i l i a r d i dE u r o l l ' a n n o . T a lrio s p e t t i v ec r e s c i t a la p i a di sonoda solemotivosufficiente affermarsi fretta su questomercato per in e s t a b i l i r o u i n d u n ao o s i z i o nd i r l i e v o . e i e

per (200a) Mercato fotovoltaico areegeografiche


2% 2%

Cermania

tr
I T

T Europa T Giappone I ASta


USA America altri

Figum 7.79:ll mercato mondiale degliinpianti FVhagi un voluned'olfadi6,3 miliotdidiEuto.

Fonti Banca regiona Baden-W le rttemberg, Analisi settore del fotovoltaico 2005 (EPIA), European Photovoltaic Industrie Association (solar Generation 2005 ll,, (Creenpeace) Solar Cenerationsuwww.solargeneration.de

40

Opportunit tecnologiche n il o n S e n z a n t r a r e e l d e t t a g l i o , f o t o v o l t a l c u n ' a p p l i c a z i o d e l l am i c r o e e l e t t r o n i ce c o m e a l ev i e n e p e s s a s s o c i a ta d a l t r ic a m p id e l l am t c r o a t s o o ( , p . e l e t t r o n i c ac e l l u l a rtie l e v i s o rL C D c o m p u t e r o r t a t i l i )U n a v o l t a s u l i , m e r c a t o , t t e q u e s t e e c n o l o g i s i s o n os v i l u p p a tm o l t o r a p i d a m e n t e tu t e e p t g e a a d i v e n t a n ds e m p r e i e c o n o m i c he d e f f i c i e n t i r a z i e p p u n t o l l a l o r o o e m ti ee d i f f u s i o n d i m a s s a d a s e m p r e a g g i o riin n o v a z i o ne c n o l o g i c hP . r e su f a r ea l c u ne s e m p i t e l e v i s o LiC D t a n n o r m a is o p p i a n t a n d o lm e r c a t o i , r s o integrate neitelefoni i pir vecchitelevisoritubo catodico le fotocamere a e d c e l l u l a rs o s t i t u i r a n ns u l m e r c a t o e f o t o c a m e r d i p i t a l i n t r o d o t t e a i o I e , pocosul mercato.

di 1.20:llfotovoltaco,se bbricatoin gnndiquantit, offrc un enotmepotenziale Figura fa dei e sui pangonabilead es. allo sviluppo prczzidi manitatTFT. innovozione di rispatmio casti,

in con velocit: tutto il Latecnologia fotovoltaca evolvendo la stessa sta gra nuovprodotti nuove e mondosi stanno facendo ndi sforziperreaizzare d e o r o c e d u r P.o s s i a mo r e v e d e r e eu n as e n s b i ldi mi nu z i o n e e c o s t i e d e o ch d u n m i g l i o r a m e n td e l l ep r e s t a z o n ie g l ii m p i a n t iF V s v e r i f i c h e r a n n o o con: ' a u m e n t o e l l ' e f f i c e nd e l l e e l l e d e i m o d u l i ; d za c e a d losviluppdelle elle morfe filmsottile base isilicio; o c a a t , C l o s v i l u p p d n u o v ir i v e s t i m e n qi u a l il e c e l l e I S ; o t i l o s v i l u p p d i r i v e s t i m e nniu o v e p i i re f f i c i e n t i ; o

47

Vendita fnanziamento impianti e di fotovoltaci

l ' a u m e n t o e l l ap r o d u t t i v te l a c r e a z i o nd i s e m p r e i f a b b r c hd i d p e e p r o d u z i o nd i s i l i c i o r i s t a l l i n o ; e c lo sviluppo tecnologico la produzione massa componenti, e di dei come ad es.di inverter.

Figura7.27:ln tutto il mondosilavorcpet realizzare nuoviptodotti e nuoviprocessidi fabbticazione, come ad es.lo sviluppo di cellealm sotfile di questo modulo in CdTe...

Figuta7.22:...olo sviluppo nuoviprocesti di difabbticazione dicelle.

42

m i co e qu P e r c hs i v e r i f i c h n o e s t e o n d i z i o n in e c e s s a r i r e a r a l i v e l l o o n dal e c n d n d u n v o l u m e ' a f f a rs t a b i l e e lm e r c a t o e lf o t o v o l t a i cIo .q u e s t a i r e z i o n e d i i i m o o s s t a n n o u o v e n d s o p r a t t u t t a l c u n p a e sq u a l ii l C i a p p o n e l a C o r e a t n s o t te d e l5 u d , r a d i z i o n a l m e nm o l t oa v a n z a t i e l l o v i l u p p d i n u o v ee c n o l o , S t a t iU n i t ie l a C i n a c h ev o g l i o n o g i e .A d e s s e g u o n o l c u n s t a t id e g l i s a i rq m d e v i d e n t e m e n pe r t e c p a ae u e s t o e r c a t o e lf u t u r o . ta futur' 1.2.3 Prospettive sviluppi e p u ne e si a i F n o p o c ha n n if a l ' ap p r o v v g i oma n t o n e r g e t i c ob a s a vs u l l a r o d a d i a e n , z i o n e i e n e r g i a l e t t r i c ia g r a n dc e n t r a llia c u ie n e r g iv e n i v a i s t r i b u i t a d ic i e e s u l u n g h e i s t a n za t t r a v e r sl on e e l e t t r i c ha d a l t at e n s i o n e u i e l e t t r o d e d o t t is o n o i s i b i lin t u t t o i l m o n d o . v d pr o L en u o v e t r a t e g i e n e r g e t i c h e e v e d o na l c o n t r a r i o i d e c e n t r a l z z a r e s de m i m l a p r o d z i o n e i e n e r g ie l e t t r i ca t t r a v e r s lo e c c a n i s m o l l a i c r o g e n e u d a a l come centra di micro-cogenerazione, ie Utilizza tecnologieuove ndo n razione. ', a a io l ec e l l e c o m b u s t i b ioeat e c n o l o g f a t o v o l t a i cl ae n e r g ie l e t t r i cd i v e n t a a ll c p r o d u c i b i ld i r e t t a m e n ts u l l u o g od o v ev i e n eu t i l i z z a t e v i t a n d o o s il a e a e i i c i c o s t r u z i o nd i g r o s s e e n t r a le g r o s se l e t t r o d o t t L.a m c r o g e n e r a z i o n e e p r a d de e c o m p o r t e r e b b e r d i t e i d i s t r i b u z i o n e c i s a m e n itn f e r o r ii s p e t t o l l e g r a n dc e n t r a le d a v r e b b n o l t r el v a n t a g g i d i u n am a g g i ofrl e s s i b i l i t I . i i o i e velocemente possono regolati infattiessere pccoll impianti cogenerazione di e d . i n b a s ea l f a b b i s o g n l o c a l e e l m o m e n t o L a p r o d u z i o nd i s t r i b u i t a o e r i s D e t t a d i n c i d e n to a t t a c c htie r r o r i s t i c id i m i n u i s c e o i i n o l t r e i i rs i c u r a o di r l a n e c e s s i t g r o s s ee t ie l e t t r i c h e . mente sarebbe morfologica modello strutturata questo su Unareteelettrca n o e a a . d i v e r s r i s p e t t o q u e l l a t t u a l eP o t e n d c o n t r o l l a rg l i i mp i a t i F Va t t r a a ef e t v e r s o e is s t e md i r e t ee d al l os t e s s oe m p oc a l c o l a n d o f i c a c e m e nlta d e l p m l o r or e s a n b a s e l l ep r e v s i o n i e t e o r o l o g c h e ,o s s i b l lg e s t i r ea p r o i a de l n a e e d u z i o n ie m a n i e r e f f i c a ce c a p i l l a r Q.u a n d oa p r o d u z i o n e g l i m p i a n t i i n o m o l t oa l t a ,a d e s e m p i o e l l e r ed e l p r i m op o m e r i g g i ol ,s i s t e m a F Vs a r (i p e re s .q u e l l a b i o m a s s a )p p u r e , o a d i c o n t r o l l o i s a t t i v e ra l t r ec e n t r a l d sar ccun ' i c o m ec i s i a s p e t t an u n f u t u r op i l o n t a n ol , e n e r g i ia e c c e s s o a ( e i i i p m u l a t an g r a n ds e r b a t o ie rl eo r en o t t u r n ep e r s . n c e n t r al d r o e l e t t r i c h e i di pompaggio). di io i U n od e g l a s p e t tp i u i n t e r e s s a n te l l ' e n e r gsa l a r e c h el a s u ad s p o n i b i l al l e, l l i t m a g g i o r d u r a n t ee o r ep o m e r i d i a nc h ec o r r i s p o n d o n o eo r ed i e i o n p un t adi f a b b s o g n oe t t r i c o .u a d od un qu et u t t e ec e n t r lad e v o n a p p o r el Q l p a r t e e l l ' e n e r geae t t r i cp r o d o t t a', m p i a n t o f o t o v o l t a c o d il a t a r el am a g g i o r d s o c o n t r i b u i s c ef a b b i s o g ne n e r g e t i cn e l m a s s i m o e l l e u ep o s s i b i l i t al o d o ro di L ac o m b i n a z i o n ep i f o n t i r i n n o v a b i l i ( s o l ab ie ,m a s s e , l i c oi , r o e l e t o p ve c t r i c oe g e o t e r m i c o )o p r i r r o g r e s s i ma n t e i l f 0 0 % d e l f a b b i s o g nd i r e In l e e n e r g i a l e t t r c a . E u r o p ae f o n t i d i e n e r g i a i n n o v a b l la d i s p o s i z i o n e d e e ue o f f r o n oc o m p l e s s i v a m e n tn p o t e n z i a l m o l t o s u p e r i o r a l 1 ' o o % e l e c a a f a b b i s o g na t t u a l eP e r n ' a n a l i s ic c u r a to c c o r r p e r h el a q u o t ad e l l e o . u gl c n f s i n g o l e o n t i v e n g as p e c i f i c a tia m o d o p i p r e c s o ,o n s d e r a n d o i

Vendita fi nanziamento impianti e di fotovoltaicj

aspetti economici, ambientalie necessit garantire servizio la di il elettrico e il fu nzionamento plessivo com dellacatena approwigiona di mento. Dato lo sviluppo per estremamente dinamico delletecnologie lo sfruttamento di queste fonti di energia dei lorovantaggi e specifici difficileprevedere q u a l ed e l l ee n e r g i ei n n o v a b icio n t r i b u i rn e i p r o s s i m5 0 a n n ii n m o d o i r l prevalente all'approwigionamentoenergia di elettrica. Tecnicamente invece gi da ora possibile realizzaren'infrastruttu di approwigiona u ra mento possono affidabile sicura. centralidecentralizzate e Le regolate in essere modoesattoe q uindi le reti di distribuzione iconsumipossono ed essere piir adattatidiconseguenza. applicazionitecniche Le saranno sempre specializzate, miglior, economiche adatteallerichieste mercato. ed del Questo un altrovantaggio delleenergie rinnova conil passare tempotali bili: del tecnologie diventanosemprepi vantaggiose abbordabili, ed mentrele fonti energetiche fossilie nucleari diventano semprepi costose poco e convenienti.

Figun 1.23: ll grufco mostn come sa tttulunta dive6e eneryie nnovabili.

lo ptoduzione di eneryia in bosealle

Lafiguraseguente usa I'analogia un "serbatoio,riempitodi "energia di elettrica'per spiegare cosasuccede nellareteelettrica all'aumentare al e p d i m i n u i r e e l l i v e l l o e l l ' a c q u( = q u a n t i t i e n e r g i a l e t t r c a r e s e n t e d d a d e nellarete)e comefunzionail rifornimento e dellareteelettrica l'utilizzo presente elettrica condell'energia nellarete. Tutti i produttori energia di (= tribuiscono rifornimento serbatoio reteelettrica) mediante al del e, un (energia regolatore, mantengono elettrica costanteil livellodell'acqua presente) rispetto consu Ved ai mi. iamoin questo modoche,permantenere (la producano in equilibrio sistema rete), il insieme occone tutte lecentrali che

44

esattamente stessaquantit di energiaelettricache viene effettivala della rete mente consumata momento.Infatti compitodel gestore al e d m a n t e n e rc o n t n u a m e n i n e q u i l i b r i lo o f f e r t a l a d o m a n d a i e n e r B i a e te ' il d e e l e t t r i c a n m o d od a m a n t e n e rs e m p r e o s t a n t e n l i v e l l o e l l ' a c q u a , i, e c orecisamente freouenza la tensione la e dellareteelettrica.

Rifornimento energia di

Rifornimento (produzione) e consumo energta 0t i ne q u i l i b r i o Consumatori

mostracomefunzionail Figura 7.24:ll ceatoio di energia elettrica"nella fgurc sequente "rifornmentoe l'utilizzo, dell'eneryia tu elettica nellaretebasandosi un confrcntogrcjco del in tra oumentoe diminuzione livellodell'ocqua un setbatoio.

per dell'industria del dell'artigianato, I vantaggi fotovoltaico le imprese e del commercio o oo a n 6 l i m p i a n t i f o t o v o l t apc is s o ne s s e r ie s t a l l a t i d a l l ' a r t i g i a nla tc a l e , io a c r ni d i f f e r e n za d e s .d e l l eg r o s s e e a l i z z a z i oc o m eu n a g r a n d e e n t r a l e p a t n d c o mb u s t i b i lfe s s i l e . l ii mp i a t if o t o v o l t a i c i p i c c o l e m e d i a a S l i a o s o C progettati architetti/ prodott lle piccole medieimprese, da da e sonoessere specializzato. progettist vendutiattraverso mercatodell'artgianato il e pu effettuata agevolLamanutenzione degliimpiantifotovoltaci essere che mente dal proprietario della casao utente-gestore, solo raramente d s a v r b i s o g n o e ls u p p o r t o i u n t e c n i c o p e c i a l i z z a t o . d

Vendita inanziamento impianti e di fotovoltaici

Catena creazione valoreaggiunto- Settore di del fotovoltaico


Settore minerafio / estrattivo E s t r a z l o nd i s i i c i o ,b a u x i t e , e m l n e r a l e i f e r o , c u p r i t e. . . d

Lavorazione raffinazionedelle materie prime e Ali,r;ddio,.d.rira:oinrocur:oridivet,c f--(J,

I I

Stlorefotovoltaiao grezzo, Vetro, silicio semiconduttori, metallieal.

Fette i silicio on d c superficie non trattata

ModuliFVa film sottile Pfoduzionemoduli di FV a tlm sottile

A(aessori Produzione sistemdi controllo, i di e strutture sostegno al.

ModuliFV

)Ell/68tr {lfl atvqtt/ fr8448 fl4VVA ta8/&64

!atatz

{AtTttFlA

Artigianato specializzato Elett rotecnicl specializzati, montato ri copritetto

cliente pfivato, pubbl Cliente investitofi, industriaartigianato, ca e fornitori ener8ia ammini5trazione, di

Finanziamenlie 5ervizi F i n a n z i a m e n t o , p r o g e t t a z i o in e ,r c a ,o n s u l e n ze a l i r i s e r v i z i r ce c a

Figura L.25:Lacatenadi creazione valoteaggiunto:ilfotovoltoicocomporta guadagni del Detl' artiai anato.I'i ndustia e il @mmercio.

e n ' i L ap r o g e t t a z i oe le i n s t a l l a z i od e l l e r a n dc e n t r a il n v e c a p p a n n a g g i o ne g i i An e d e ig r o s sg r u p p i n d u s t r l ailn t e r n a z o n a l i . a l o g a m e n lta l o r og e s t i o n e de i l i n d r i s ut a p r o p r a i i mp r e s e p e c ilaz z a t e e l l a i s t r i b u z i o n e l l ' e n e r gea a l d s de ve a e m a n u t e n z i o n l e n e f f i d a t a d i m p r e sd i c o s t r u z i o n e lc a m p of.a r t i g i a a q i i s n a t os p e c i a l i z z a t l a p i c c o l e m e d i a m p r e s a o n o u i n d g e n e r a l m e n t e eo q u e s t oi p o d i m e r c a t o . o l t r e c o m b u s t i b i lo s s i l ic o m ei l g a s i fi , d t In e s c l u s ia o v o l d o m e t a n oi , p e t r o l e g r a np a r t e e lc a r b o nfe s s i l e ,e n g o n p e rl a m a g g i o r p a r t e m p o r t a t Q u e s t o o m p o r t l ' e s b o r sd i r i l e v a n r i s o r se c o n o m i c h e t e l i. c a o i d , l u a a d a l p a e s em e n t r e t i l i z z a n dlo t e c n o l o g is o l a r ea q u a s t o t a l t e ld e i p e n a r os p e s o e r l a p r o d u z i o n e' , n s t a l l a z l o n el a m a n u t e n z i o nrem a n e l i du n c al l ' i n t e r n o e lp a e s e t e s s o .at e c n o l o g is o l a r e o n t r i b u i s c e n q u e o n d s L a e g a r a n t i r e t a b i l i t e l l a o r n i t u r a a l l ap r o t e z i o nd e l l ' a m b i e n t e , e s o l oa s n f o o r, e m a a n c h e l l o s v i l u p p e c o n o m i cn a z i o n a l ee g o n a le l o c a l e . a di i i L ac o s t r u z i o n e i m p i a n t s o l a rc o m p o r t a : p e e a u m e n td e l f a t t u r a t o d e g l iu t i l in e l l a r o d u z i o nn e is e t t o r i i a, o d e l l ' a r t i g i a n a do ,l l ' i n d u s t r id e lc o m m e r c ie d e lt e r z i a r i o ; te e o r i d u z i o nd e l l a i p e n d e n zd al l ' i mp o r t a z i o nd al l ' e s t e r d i c o m b u s t i b i l e e d a qu i f o s s i la s s i c u r a n d o i n d ip r e z za c c e t t a b ipie rl ' e n e r g i a ; i l t i n v e s t i m e na il u o g o e r m i n e . t di fossile Dalleimportazioni energia

a all'economia solare cicloc h i u s o


Italia

potta una pefuitanello enetgetcq basatasui combustibili FiguraL.26:L'economia fossilicorn ilvaloreoggiuntopel la 5olore ueozionedelvaloreaggiunto,mentreutilizzondo tecnalogia imane quosiper interaall'intema l'installazionee lo monutenzione la produziane, dell'econ ia nazional om e.

47

fotovoltaici Vendita fi nanziamento impianti e di

Tecnologia solare un nuovomateriale costruzione da portare una ad llintegrazione sistemi de fotovoltaici negliedificipotrebbe del rivoluzione campoedile,comeavvenne 'invenzione cemento nel con pi di un secolo Coggisi utilizza varieapplicazion dellatecnoogia fa. no orignale, ma non pi comeinfrastrutture aggiunte costruzione alla solare proprielementi rch partedel fabbricato. Cli comeverie a itettonicifacenti (datetto di protezione possono essere slogan si adattano talesituazione che a ( a p s a t e t t o d u t i l z z oo p p u r e n e s s u n t e g o l a u l l a a r t es u dd e l t e t t o ) . , ed purappresentare soluzione una ntegrata ottimale Latecnologia solare i i n d v e r s i a m p i e l l ' e dl i z i a : c d o sstemi integrat nellecoperture edificicontetto spiovente piano; di facciate solari; p a n n e l lF Vu t i l i z z a t i e l l e a r r e ra n t l - r u m o r e ; i n b e o realizzazione vetratein capannoni foyerperottenereun effetto di traspa rente(semitraspa rente).

pottarc ad una i Figurc1.27:fintegrazionedeisistemfotovoltaicinegliedifci potrebbe pilt del tivoluzione compoedile,comeece nel I'invenzione cemento di un secolo fa. Foto www sola ntegrction.de : i

4A

nuovo completamente offronoun potenziale Questenuoveapplicazioni f, s e p e rl e i m p r e s e d i l ie d o f f r o n on u n au n i c a o l u z l o ne s t e t i c au n z i o n a l i t i etc.) ombreggiamento e produzaone controle intemperie, edile (protezione FV le Nellaprogettazione nuovifabbrcati tecnologie venSono di di energia. s i p a q u i n d ip r e s e e m p r e i r )i n c o n s d e r a z i oo g n i q u a l v o l tq u e s t e i a n o n ne s a c c o r dc o ni b i s o g n i d e ll i e n t e . o c Fonti " H i e rk o m m td i es o n n e " F A Z e l l a o m e n i c a g i u g n o 0 0 4 2 d 6 , d (daordinare su wwwfaz.net) va es i P e ri n f o r m a z i o n i e d e m pd a p p l i c a z o n i s u l t e me d a slil p o r t a l e rl i nternetwww.sola ntegration.de in 1.2.4 ll mercato fotovoltaico ltalia sia in ilquadrodel solare, termicochefotovoltaico,stato Purtroppo ltalia, '90 e l ' l t a l i a r a i l p r i n c i p a la t t o r e e A f i n o r ad e p r i m e n t e .g l ii n i z id e g l ia n n i era europeonel settorefotovotaico sullascalamondiale dietrosoloa fotovoltaica oltre un terzodellapotenza StatiUnitie Ciappone e copriva i e m n i n s t a l l a t n e l m o n d o I n v e c e e n t r e e l2 0 0 4s u s c a l a u r o p e al f o t o v o l a . o o t a i c o c r e s c i u t d l 4 2 v o l t e ,p a s s a n dd a 2 4 M W a 1 0 0 3 M W i n s t a l a t i , in a r o l ' l t a l i a do g g ih a a p p e n aa g g i u n t 3 1 M Wd l p o t e n z a s t a l l a tc o m p l e s a inferiore oggi l'ltalia ha un installato Nel fotovoltaico sivamente. settore t o i O , a l l aS p a g n e a l l an o r d i c a l a n d ap a r ia d a p p e n al 4 % d i q u e l oe d e s c e a m e b e na l d i s o t t od e l l a e d i a u r o p e a . alla connessi rete mondiale sugliimpiantifotovoltaici 1.2.5Panorama ne u l o l l m e r c a t o o n d i aed e lf o t o v o l t a i ch a s u b i t o n ab r u s c a c c e l e r a t a g l i m d n d i u l t i m ia n n ie ,t r i p l i c a d oi l v o l u m e ' a f f a rn e lc o r s o i s o l it r e an n i , p a s a ) ) s a t od a 4 0 0 M W p( 2 0 0 2 a 1 2 0 0 M W p( 2 0 0 4 n s t a l l a t li l. p r o g r a m m d i 7 c p i n c e n t i v a z i o g i a p p o n e s(e r o g r a m m(a 0 0 0 0t e t t i " ) i n s i e m e o n l ' i n ne rinnodelleenergie a centivo tedesco tariffafissa(contoenergia) favore a i p e r m e t t e n dlo g e s t i o n e c o n o m i cd e g l i m p i a n t F V h a n n oc o n a a vabili, Con globale mercato. del a tribuito in mododeterminante questacrescita p e r l " c o n t oe n e r g i a "r,i t e n i a m o i nu i l r e c e n t i s s i m o o v od e c r e t ot a l i a n o strada su chefinalmenteanchein ltaliasi potrprocedere questastessa di sviluooo.

Venditae fnanziamento di mpianti fotovoltaici

lercatoglobaledegli impianti fotovoltaici


1400 r200 1000 {. 800

600 400 200 0 1990 j 1992 1994 1996 1998 2000 2002 2004 Anno

Figila 7.28:Svluppo mercqtofotovoltaico del mondiale. 2oo4sonostatiinstalloti Nel impionticoncirca1200MWpdi potenzo, Fonte: Fruunhofer Frciburg lSE,

pi I mercati importanti settore nel fotovoltaico al momento Ciappone, sono il la Cermania gli USA. potenza complessiva e La FV installata Ciappone in (fine (6ne ammonta 1L00MWp a 2004), Germania760MWp in a 2004)e (fine in USA 270MWp a 2003). Mercatinazlonallper mpiantifotoyoltaicconnessi rete n

1992

ciappone

Germania

usa
PotenzaFVaccumulata 270MW(2003)

PotenzaFVaccumulate 1100MW(2004)

PotenzaFVac(umulata 760MW(2004)

Figuru 7.29: I mercdti ndziondli pi impottanti pet impiontiFV connessialla rcte a confrcnto: Gioppone,5emanio e USA. Fonte: FnunhofetlSE, Fteibutg

"

h c a s r i C r a z i e l l al e g g e u l l ee n e r g i ei n n o v a b illa C e r m a n i a a r a g g i u n t o o n llatiin un anno,supela di 360MWp (2004) q uotamaggiore impianti insta i a r a n d o l c i a p p o n e " s o l i "2 8 0 M W p . esponenziale che del si una 5iain Germania nelresto mondo prevede crescita ostacolato dalla insuffidi questomercato, seppure temporaneamente p q e d c i e n t e i s p o n i b i l i td i s i l i c o u a l ep r i n c i p a l m a t e r i a r i m ad e l s e t t o r e fotovoltaico. Fonti Systems Programme, International Energy Agency, Photovoltaic Power www.rea-pvps.org eV, Unterneh mensvereinigung Solarwirtschaft Berlin, wwwsolarwirtschaft.de www.ise.fhg.de Energiesysteme, Freiburg, Fraunhofer Institutfr Solare alla italianodei costiper impiantiFVconnessi rete 1.2.6Andamento " c h i a viin m an o , s i a g g i r a na l m o m e n t o p o I n l t a l i a c o s t i e rg l i i m p i a n tF V i per restano il momento intornoai 6 ooo-7 000 Eu ro/kwp nettie pertanto d i a l d i s o p r a e i l i v e l lr a g g i u n ti in C e r m a n a a . in Laquota pi importantedel costodi un impiantoFVconnesso rete principalmente prezzo modul FVI costidi un impianto dei determnata dal un e f o t o v o l t a i cc o n n e s sa l l ar e t ep e r u n ' a b t a z i o n e i f a m i l i a re c o n u n a o o p o t e n z a i c i r c a k w p s i r i p a r t i s c o n o lm o d os e g u e n t e : d 5 ne costi di un impianto FVconnesto Ripaizione alla rete con una potenzadi skwp
5% 17%

Moduli

I T I
I

Invenef per Materjali ' installazione tavoridimontaggio

e Progettazione
documentazione 71%

costi per kwp: 5500-6500Euro(netti) allo dicosti di un impiantoconnesso rete conpotenzad circa5 kwp. Figwa 1.30:Ripartizone M n Fonte solarenerg : i4tdetvetei Boye e.V., nche n m

Vendita fnanziamento impianti e di fotovoltaci

Fonti B u n d e s v e r b aS o l a r i n d u s t r i V , B e r l i n , w w . b s i - s o l a r . d e nd ee w 5ola rene rgiefrdervereBayern M nchen, in www.sev-bayern.de eV, Fraunhofer Institutfr Solare Energiesysteme, Freiburg, www.ise.fhg.de

(in 1,3Incentivo contoenergiaD


L.3.1. normativa La ll Decreto Legislativo del29h2/2OO3, 387 la Europea recependo Direttiva 200L/77 del29 ottobre2001per la promozione fonti rinnovabili delle /CE d ' e n e r g i ah a i n t r o d o t t o n m e c c a n i s md ' i n c e n t i v a z i o n e n o m i n a t o , u o d uconto energla"per la produzione d'energia elettrica impianti fotovolda (un'equa taici, affinch garantita sia remunerazione costi dei d'investimento e d'esercizio,. per ll Ministero le AttivitProd uttive,attraversodecretiMAP28/07/O5e i qu MAP26/0L/06,ha indidefin i criteripertale sistema ito d'incentivazione (kWh) impianti e stabilito ad ogniunitd'energia che prodotta con elettrica FVsia riconosciuta tariffa incentvante una differenziata sullabasedella ootenzaell'imoianto. d LaDeliberazione per dell'Autorit l'Energia Elettrica il Cas(daorandicata e come Autorit)AEEC 188del 14109/05 n. individua Cestore nel dellaRete di (CRTN)Soggetto Trasmissione Nazionale il Attuatore mecca del nismoincentivante. compiti CRTN I del sonoquindil'erogazione tariffeincentivanti, delle n o n c h ' i n d i v i d u a z i od e l l e o d a l l t d e l l e o n d i z i o n ie rl ' e r o g a z i o n e l n p m e c pr s t e s s a l. m e c c a n i s mp e rl a c e s s i o nd e l l ' e n e r g i a o d o t t a l l ar e t ed i d i l o e a s t r i b u z i o n a d o g g ir e g o l a m e n t ado l l aD e l i b e r a z i o d e l l ' A u t o r i tp e r e ta n l ' E n e r g iE l e t t r i ce d i l C a sA E E C . 2 a / o 6 e l 7 0 / o 2 / 2 0 0 6 . a a n d Nella normativa italiana frequentementevi distinzione l'unit misura fra di non (kW' e (kwp'.ll (kW"(chilowati) di misura lapotenza, per mentre il l'unit "kwp" (chilowatt picco) unapotenza la di non bens resa, una owero proporzione generata undispositivo (cella modulo o impianto fra lapotenza da FV FV, FV FV per intero) I'irraggiamento necessaro ottenere potenza. potenza e solare tale Per di picco intende potenza undispositivogenera condizioni standard si la che FV in (sTc=Standard conditions), solare, Test owero 1000Wm,di irraggiamento a a 25'C ditemperatura AM(Spectrum Mass). e 1..5 Air

52

Riferimentilegislativi DecretoLegislativo 387 del29h2/2O03 Decreto Ministero AttivitProduttive del28/O7 /2005 DecretoMinisteroAttivit Produttivedel 26/O1/2006 Autortper l'Energia Elettrica i Cas ed Deliberazione n.34/osdel28/o2/20os ed Deliberazone Autoritper l'Energia Elettrica il 6as n.l-88l05 t4 / 09/2o0s del p a a D e l i b e r a z i oA e t o r i t e rl ' E n e r g iE l e t t r i ce d l C a s nu n.28/06delto/o2/2006 Elettrica il Gas ed Deliberazione Autoritper l'Energia n.40106 24/02/2006 del 1,3.2 ll sistema d'incentivazione MAPdel28/07 Conl Decreti Ministero del delleAttivitProduttive /2005 che 26/0L/2006si awia in ltalaun sistema incentivante rcoe MAPdel FV. prodottada fonte solare Attranosce unata riffaagevolata all'energia questosistema prodotta impianti FV, potenza con nomiverso l'energia da della dal nalecompresa lkwp e i l,000kwp, vieneacquistata gestore tra che secondo meccanismo un retedi distribuzione unatariffamaggiorata, ad vedremo dettagliopi avanti. nel prodotta, dell'energia Letariffe incentivanti, come modalit cessione cos le di e dall'Autorit dipendono llatagliadell'impianto sonoregolamentate da e dalGRTN. o L ap o t e n z a o m i n a l e u m u l a t a i t u t t i g l i i m p i a n tc h ep o s s o n u s u f r u i r e n c d i in dell'incentvazone fissata 500MWp, in ripartita 360MWpperimpianti inferiore 50 kwp e 140MWp per impianti con pocon potenza nominale a d i t e n z an o m i n a l e u p e r i o ra 5 0 k w p ; m e n t r e l l i m i t ea n n u a l e i p o t e n z a s e p u u s u f r u i rd e lm e c c a n i s m o i n c e n t i v a z i o a e n di n o m i n a l en s t a l l a tc h e i a e per impianticon partiredal 2006 fissatoin 85MW ripartitoin 60MW potenza nomnale inferiore 50 kWp e 25 MW per impianticon potenza a a n o m n a l s u D e r i o r e5 0k W D . e Letariffeincentivanti: fisca le delladetrazone sonoridottedel 30% in casosi benefici prodottada impiantiFVper la cui all'elettrict non sonoapplicabili realizzazione no staticoncessi sia - incentivi pubblici contocapitale il in eccedenti 20 % decosto dell'investmento (TettiFotovoltaici' - incentivi del erogatinell'ambito programma non sonocompatibilicon - i certificati verdi - i titoli derivanti del dall'applicazione DLt6/o3/1999 Bersa ni) n.79(decreto

Vendita fnanziamento impianti e di folovolaici

1.3.3 Chipu accedere all'incentvo Possono beneficiare le personefisiche e giuridiche, i condell'incentivazione p n r il d o m i n i g l ie n t ip u b b l i crii c o n o s c i u to g g e t t oe s p o n s a b d e l l ' i m a t o e si . e o a i s e n sd e l D M 2 8 / 0 7 / 2 0 0 5L ad o m a n d a i a d e s i o na l l ' i n c e n t i vp o t r i d p r e s e n t a ts i ad a i p r o p r i e t ad ie g l i m m o b i ld e s t i n a tal l ai n s t a l l a a essere r i i purch possesso in zionedell'mpianto fotovoltaico da altrosoggetto che i e d e l l ' a u t o r i z z a z i o n ei t t a e l p r o p r i e t a r do l l ' m m o b i l e . scr d C l i i m o i a n tfi o t o v o l t a i c im m e s sa l m e c c a n i s md i i n c e n t i v a z i o s o n o a i o ne t u t t i q u e l l i i p o t e n z a o m i n a l e o n i n f e r i o r e l k w p e n o n s u p e r i o ra d n n a e 1MWp,entratiin esercizio seguitodi nuovacostruzione, rifacimento a di tli e n t o t a l eo d i p o t e n z i a m e n ( o m i t a t a m e n t e l ap r o d u z i o na g g i u n t i v ai) , al data successiva 3Q/O9 al /05. realizzati Cli mpiant fotovoltaici i relatvi e component dovranno essere nel rispetto nell'Allegato del decreto 1 MAP dellenormetecnicheelencate del28/o7/os e soddisfare icriteri di installazione delineatinellaverifica tecnica funzionale prevista il programma gi per TettiFotovoltaici. 1.3.4 Latariffa incentivante ibridocomposto lentit dellatariffa incentivante basata un sistema su per prodotta ll'impiantoFVe dal di unatarffaerogata CRTN l'energia dal da o riconoscimento valoredell'enersia del elettrica autoconsumata ceduta l r a l g e s t o r eo c a l e e l l a e t e . d Cli impia FVvengono nti sudd ivisin tre fasce base in allapotenza nominale insta llata: impianticon potenza nominale compresa l kwp e 20 kwp; tra impianticonpotenza nominale superiore 20kwp ed inferiore 50kWp; a ai impianti nominale ai a conpotenza superiore 50kwp ed inferiore 1MWp. co v I n b a s e l l af a s c a i p o t e n z a d a l t i p o d i m e c c a n i s m o n i l q u a l e e r r a d e prodotta potraccedere diverse cedutal'energia si alle tariffe,l'entitdelle q u a l iv e r r a g g o r n a to g n ia n n o ,a d e c o r r e rd a l p r i m og e n n a i o 0 0 7e 2 a e p e rc i a s c u nd e g l a n n is u c c e s s a l i2 0 0 6s u l l a a s e e lt a s s o i v a r i a z i o n e d o i iv , b d i p a n n u od e i p r e z za l c o n s u m o e rf a m i g l i e ' o p e r ae d i m p i e g a tri i l e v a t o d i dall'l5TAT' g g v P e r l i i m p i a n t li a c u id o m a n d a i ai n o l t r a t a u r a n t e l i a n n is u c c e s s ia l s d a 2006le tariffe incentvanti sonodecurtate 5%/anno; questopropodel pubblicandole proprosito internet,le tariffe sito ll CRTN aggiorna, nel ncentivanti. verrerogataper un periodo 20 anni a partire di Latariffa incentivante o d al l ad a t ad i m e s s an s e r v i z id e l l ' i m o i a n t o . i Letariffeincentivanti sonoincrementate 10% qualorai moduliFVsiano del oggettodi integratiin edificidi nuovacostruzione in edificiesistenti o ristrutturazoneresta costa fi no al2012. e no nti

54

lmpianticon potenza nomnale fino a 20 kwp i n P e r g lllm p i a n tF Vl ac u d o m a n dd ' i n c e n t i v a z i os a r n o l t r a t a e l2 0 0 5 a ne i e nel 2006 la tariffaincentivante riconosciuta paria 0,445/kWh. prodotta attraverso meccanismo il Sel'impiantoimmettein retel'energia posto(Net metering), soloalla d scambio sul tale tariffaverrapplicata q u o t ap a r t ed i e n e r g i a e s a i s p o n i b i la l l eu t e n z e l e t t r i c hd e i s o g g e t t i e e r d e m r e s D o n s a b i o ui n d ia u t o c o n s u a t a . e li da dell'AutoLa dlsciplinai scam suI posto, d bio regolamentatallaDeliberazione prevede che rit per l'Energia Elettrca il Casn.28/06del L0/02/2006, ed (ottenendo indi qu prodotta potressere autoconsumata l'energia elettrica locale, nellabollettaelettrica) cedutaal Cestore o dellaRete un risparmio sullabase saldoannuo. del chericonoscer credlto un energetico calcolato per ll credito energetico ottenutopotressere cos utilizzato la compensan r a s z i o n ei,n e n e r g i a ,i u n e v e n t u a ls a l d o e g a t i v oe l a t i v o l l ' a n n o u c c e s d e p u o r o s i v ol.l s a l d o o s i t i v oe l a t i v a d u n d a t oa n n op u e s s e r e t i l i z z a ta c o m p e n s a z i o n ee v e n t u a l i s a ln e g a t i vp e ru n m a s s i m o i 3 a n n s u c c e s s v i d di di i a l l ' a n n on c u i s t a t om a t u r a t o . i d an L ad l s c p l l nd i s c a m b i o u l p o s t oc o n t i n u e ra s u s s s t e r e c h e o p ol a a s s c a d e n zd e l o e r i o d o i i n c e n t i v o . a d i i n n e I g e s t o rd i i m p i a n tF Vc o np o t e n z a o m i n a l e o ns u p e r i o ra 2 0 k w p p o s , di d e o s s o n o e c i d e rd i n o nu t i l i z z a rle s c a m b i o u lp o s t om a s o d d i s f a c e ng lo t d d' o b b l i g hp r e v i s dia l l a o r m a t i vfas c a l en m a t e r i a i p r o d u z i o n ee n e r g i a i n i i i e l e t t r i c a ,i a c c e d e ral l af o r m ad ' i n c e n t l v a z i o p e rg l i m p i a n td i f a s c i a d e n compresa i 20 kwp ed i 50 kwp. tra tra lmpianticonpotenza nominale compresa 20 kwp e 50 kwp dell'Autorit Pergli impianticontagliasuperiore 20 kWpla Deliberazione a ti p e rl ' E n e r g iE l e t t r i ce d i l c a s A E E C 4 / 0 5r i c o n o s cl e p o s s b i l dv e n a a a 3 e s a l g e s t o r e e l l ar e t ed i d i s t r i b u z i o na p r o d u z i o ne l e t t r i c a ,e c o n d o d le dere i d e i p r e z zd e f n i t i n e l l a e l b e r a z i o s te s s a . d n e e d l l v a l o r e i n i m od e l l ap r o d u z i o nv i e n ed e f i n i t oi n b a s ea l l ' e n t i t e l l a m p r o d u z i o ns t e s s a o m e e g u e : e c s 0,095/kwh p r o d u z i o na n n u a i n o a 5 0 0M W h e f p r o d u z i o na n n u a a 5 0 0a 1 0 0 0M k W h e o,o8o/kwh d p r o d z i o n e nnu a d a 1 0 0 0M k W ha 2 0 0 0M W h 0,070/kwh u a o r C l i m p i a n tc o nt a g l i ac o m p r e sta a 2 0 k w p e 5 0k W pc e d e r a n na l l ar e t e i mentazione dettata dalla Deliberala loro produzione secondo regola la pari loro zioneAEEc34/05 e verrriconosciuta unatarffa incentivante a perodo s i a 0 , 4 6 0 / k w hp e rg l i i m p i a n tliac u id o m a n d a i as t a t a n o l t r a t n e l , im i 2 0 0 5 - 2 0 0 6p e rl a q u o t ad e n e r g i a l e t t r i c a m e s s an r e t e . , e ceduta elettrica ll prezzo indicato dalla Deliberazione 34/05perl'energia AEEC a r an a l l ar e t ec o n t i n u e ra d e s s e r ei c o n o s c i u t o c h e t e r m n ed e l p e r i o d o 2 0 e n al e d e l l ' i n c e n t v o . n

Vendita fi nanziamento impianti e di fotovoltaici

per Condizioni speciali impianticonpotenza superiore 50kwp a gli Per impianti potenza di nominale superiore50kwp latariffaincentivante a ' al s o g g e t t a d u n m e c c a n i s m o g a r a a t t oa f a c i l i t a r le a c c e s s o l ' i n c e n di , tivazione soggett richiedono tariffe pi basse. ai che le g l P e r l i i m p i a n td i p o t e n z a o m i n a l e u p e r i o ra 5 0 k W p r i c h i e s tiov e r i n s e a s a m e n t o i u n ac a u z o nd i 1 0 0 0 / k w p , h ev a r r r a t t e n u t a t i t o l od i d e c t p e n a l en c a s o i m a n c a t ae a l i z z a z i od e l l ' m p i a n tn e i t e r m i np r e v i s t i i i d r ne o nel dal decreto. Talecauzione, cui testo pubblicato sito internetde l a 6 R T Nd e v e s s e r p r e s e n t a t a t r o3 0 g i o r n i d a l l d a t ad i c o m u n i c a z a o n e , e e en d ' a m m i s s i o n e l et a r i f f ei n c e n t i v a nd o a r t ed e lC R T N . al ta a e l P e rm a g g i o rl in f o r m a z i o n i c o m es a c c e d e g l ii n c e n t i v i q u a l i s o n oe su modalitdi erogazione leggere sezioni e 4.1.2. le 3.L

1.4 Come presenta si un'offerta


gliaccordi. sprovrispettare Molti committenti, essendo Qualitsignifica vistidelleconoscenze tecniche non saranno gradodi valutare in specifiche, di se la vostraofferta per l'installazione un impianto FV sia davvero di q u a l i t a m e n oc h eq u e s t a o nv e r r o r r e d a td a u n ad o c u m e n t a z i o n e , n c a chiara dettagliata. paragrafo e Nel seguente rlceverete dunquedei suggec a r i m e n t s u l l ei n f o r m a z i o n a a l l e g a r a l l ' o f f e r t a h ev i a i u t a n o f o r n r e i d e il chiarezza vostrclientie a stiDulare contratto. ai sito 1.4.1 ll sopralluogoUtilizzare idati raccoltisul dellafutura installazione comepremessa dell'offerta e Includete come parte integrante dell'offerta, come baseper un futuro per contratto, informazioni le raccolte luogoduranteil sopralluogo, es. sul (troverete modelloin allefacendo riempire modulodi rievamento un un del gato).Integrate questomodulose necessario fotografie schizzi con e e. a d l u o g od i i n s t a l l a z i o nT a l ec o m p l e t e z zd i i n f o r m a z i o n a r p r o v aa l cosla vostraprofessionalt cliente dellavostra competenza, awalorando qu e l l a e l l a o s t r a z l e n d a . e d v a

56

dimontaggio con Figuru1.37:lntegrctequestoappuntosenecessotio schizzidelluogo

pu pocosignificativa infipiccola ombraapparentemente Anchequalche esposidella pia accuratamente perfetta la dell'im nto.Accertatevi ciare resa trovare situazioni n 5e di zione dell'assenzaombreggiament. ci si dovesse e a li e io i d i o m b r e g g i a m e n t n e v i t a b i la,n n o t a t e v e c a u s e d e s c r i v e tl e f o r m a FV del prodottosulla superficie generatore Lariduzaone del conod'ombra dovressere provocata tale ombreggiamento da dellaresadell'impanto d P o e s D r e s s a m e n ti e h i a r a ta l l ' i n t e r n d e l l ' o f f e r t a .e ri l c a l c o l o e l l ar i d u d c a il considerate paragrafo zionedella resaa causadegli ombreggiamenti nom breggiamenti" capitolo 2. al Annotate le affermazionidel committente rn a q d ri P e r v a e l l a u a n t i t i d a t in e c e s s ap e r q u a n t i f i c aue ' o f f e r t o p p o r d u nf o r m u a r i d i r i l e v a m e n t o o lo t u n o ,p e rn o nd i r ei n d i s p e n s a b ice ,m p i l a r e q s p d a t i . m o l t oi m p o r t a n t e e re s .a n n o t a r e u a l p e r c o r s io n od i s p o n i b i l i della ad il Ci peril passaggio cavi. pusignificare rilevamento esempio de comecollegamento da presenza unacanna fumariainutilizzata sfruttare di dal se Taleopportunit, confermata commttente, alla immediato cantina. o o. d n tn a n d r e b bs i c u r a m e n ae n o t a t a e lm o d u l o r i l e v a m e n t5 ei l c l e n t e , e f d e c c D i D r o bb i l m e n t e hi c u r al a m anu t e n z o nd e l l e a n n eu m ar i e , o v e s s e a subir il disponibiit,contodell'offerta momento negaretale in un secondo passaggao cavi di la ed dellevariazioni il clientedovraffrontare spesa un Affnch questi eventualicosti agpiir complesso meno conveniente. e all'offerta di s giuntivinon diventino vostrocarico, consiglia aggiungere a da d i i t u t t i i d e t t a g lp o s s i b i lb,a s a n d o s u l m o d u l o i r i l e v a m e n t o t i .

Vendita fi nanzamento mpianti e di fotovoltaici

Fateattenzione: termine <committenter significativo, il poichnella praticasignifica che per voi e per il vostropreventivo rilevante sua ta p a r o l an q u a n t o a n d a t a r ie n o nq u e l l a i c h ig e s t i s cle m a n u t e n z i o n e i m o d a d e ls i t o n c u i s iv u o lf a r eI ' i n s t a l l a z i o n e . Garanzia resa di S i c u r a m e nde r a n t e' a c q u i s td i u n i m p i a n t o Vs i p a r l e r d e l l a e s a h e tu l o F r c ci si attende tale impianto. da Spesso vienerichiesto espressamente il rilascio a d i u n ag a r a n z id i r e s aQ u e s t o u n m o t i v o n p i p e rc u i g i u s t o g g i u n . i a g e r ea l l ' o f f e r t a a l l ag a r a n z i d i r e s a l m o d u l o i r i l e v a m e n td a t i e g l i e a i d o s c h l z zp r e s s u l l u o g od e l m o n t a g g i o . d e f i n i t i v ae c o n d i z i o n o c a l e i In l li i s o p r a t t u t t oa m a n c a n zd i z o n ed ' o m b r a o n oi p r e s u p p o sfto n d a m e n l a i s t a l i p e r o t t i m i z z a rle r e s a e l l ' i m p l a n t o .o nu n m o d u l o i r i l e v a m e n t o a d C d p o t r e t e o m p r o v a ue e v e n t u a l e m b i a m e n do l l e o n d i z i o a m b i e n t a l i c rn ca te c ni e premunirvi controrichieste garanzia di ingiustificate.

2 1 .G u 21.Apr
.g 6 'n 70

-\ \ 12 rt

31.Mrz

21.Feb \"ffi]-|-<
40

ora(resare)

E 3 0
!

-9 rn < 1 0
-135

Azimutsolare gradi in Fiqurc1.32:Loprcsenza zoned'ombrc pu esserc di pel rilevoto, calcolata documentata e mezzo seguente del diognmma del percososolore.

58

1.4.2 Elementidell'offerta/elencoforniture e servizi In gnerale pir meno principio: l'offerta dettagliata vale Ceneralmente il seguente pr l e d o m a n d ei,m a l i n t e so l a n e c e s s i td i s u c c e s s i v ee c i s a z o n i . i saranno offerteil pi semplici tendea richiedere invece, committente il Solitamente, possibili evitare per eventuali costiaggiuntvi. l n a q n a F a t e e m p r e o t a r e u i n d i i,n m a n e r c o mp r e n s i b ae c h e i n o ne s p e r t i , s per un dettagliata prodottorappresenta vantaSSio del che la descrizione F d u l c l i e n t el.l m o t i v op e rc u i s i a c q u i s t a n i m p a n t o V q u e l l o i r c a v a r e q redigere uindiunadescrizione dataleoggettoun benefico.consigliabile o qiu e l l e a r a t t e r i s t i cd e l l ' i m p i a n co el o r e n d o na p p e t i b i l e : c he th c h es o t t o l i n e qualit resa. e dettagliato componenti dei l'elenco Un altro puntodiforzadel presentare lrs e l he d e l l ' i m p i a n te d e l l e o r oc a r a t t e r i s t i c c o n s i s tn e l l ' e v i d e n z i aae u p e o presente che il cliente Tenamo rioritqualitativa dellaVostrafornitura. pi offerta la confrontando vostra sicuramente offerte economiche, valuter mente saranno Pi Vostroconcorrente. dettagliata con quelledi qualche offerta, tanto di descritti vantaggi le caratterstiche qualtdellavostra i e (pi econopi renderete la inattaccabile vostraoffertadallealternative m i c h e ,d e l l a o n c o r r e n z a . c dellecaratteristiche, il Pernon rendere inutilmenteprolisso vostroelenco stablitipercontratto. comeallegati utilizzate fogli dati chevalgano Coradevecontenerela vostra offea/l'elenco forniture e servizi d c o ni i O l t r e l l ei n d i c a z i o c o m u ns u lp r e z z e s u ln u m e r o e l e m e n t i h ec o m a l in p o n g o n o' i m p i a n t o o p p o r t u n f o r n i r e e s e g u e n t i f o r m a z i o n i . l o componenti offerti Elenco d t h I n d i c a z i o s u l l e a r a t t e r i s t i c d e ic o m p o n e neis s e n z i a l e l l ' i m p i a n t o , ni c tecnichefogli specifiche con in forma ridottae possibilmente rispettve dati ldatasheet). q la etc. personalizzazioni dal rchieste cliente, ualiilcolore, forma, Eventuali protocolli diverifica d'impianto, dei Attestatie certficazioni componentl per staticidellastrutturaedile(senecessar il progetto e rilevamenti o e d l ep e ri l f i n a n z i a m e n te t,c . ) . ,

Vendita fnanziamento mpianti e di fotovoltaici

Elencoservizi offerti . Luogo tipo di montaggio modulie inverter. e di . Indicazioni percorso/passaggio cavi. sul dei . T e r m i nd i c o n s e g n an i z i o c o m p l e t a m e n t a v o r ic,o n d i z i o n ie ri l i i, p e lo r i s p e t t o e it e r m i n i d ic o n s e g n a . d . I n d i c a z i o d e l l e D e r e o m D l e m e n t a rd e l l e i s u r e i s i c u r e z z a e ni o c ei m d ch rappresentano costoaggiuntivo (scavi, un sgombero transennamenti e d una stradapubblica, strutture, impalcature, etc.). . E v e n t u am i s u r e i r i s t r u t t ua zo n ee d i a m m o d e r n a m e n tco ,m e li d r i o l'accertamento dellostatotecnico contatori di vecch dell'almeno t a z i o n e l e t t r i c a r i n c i ola . e e o . I n a l t e r n a t i v a : a n u t e n z i o n e r a o r d i n a rda l l ' l m D i a n co m D l e te d m st ie to o i n s t al a t o . l E l e n c s e r v i z io r n i t ii n s u b a o o a l t o o f . Q u a l i s e r v i e ip r e s t a z i ov e n g o n o e s e g uiinis u b a p p a l t(o e r e s . p ni t z ristrutturazione deltetto,lavoridi smantella mento), chi e quando? da . P r e s t a z i o n i a s s e g n a ta l t r i t e c n i c ip e c i a l i z z a to,m ea d e s .u n ad e s ci montatore copritettoper la impermea bilizzazionecoibentazione e a r e g o l a ' a r t ed e ig a n c d i f i s s a g g id e l l ' i m p i a n ts u l t e t t o e d e g l i d i o o , attraversamenti/passagSlcavi. dei Condizioni garanzia di D a t oc h e ,a l c o n t r a r i d e l l a a r a n z i d q u a l i t q u e l l a i d u r a t a r e s u m e g a , p o d per sempre n accordo u volontario,necessario fissarne condizoni contratto. le u t i l e n d i c a rq u a l ip e z zs o n os o g g e t ta g a r a n z e a q u a l i c o n d i z i o n i . e i a i Condizioni fornitura/consegna/questioni di organizzative P e r i o de t e r m i n e i c o n s e g n a . o d qualirate,sconti, Condizioni pagamento, d validitdell'offerta. D e f i n i z o n e c h i r e s p o n s a b ip e rl a r i c h i e s td i a l l a c c i al l ar e t e / l a di l a o r i c h i e s td e l l ' e v e n t u aae t o r i z z a z i oc o m u n a l e / c o n c e s s ie d ee / a lu ne on l e v e n t u a ln o t i f i c a l M i n i s t e r o e i B e n C u l t u r a l i e t c .e t e r m i n a r e a l i e d i D ou sonoi costied itemDi Drevisti. I data sheetcontenent dati tecnicidei singolicomponentiforniti fanno i partedeglallegati parteintegrante contratto dell'offerta diventano e del f al momento ella irma. d presentare della 5enell'ambito dell'offerta sidovesse il calcolo previsione re5a di dell'impianto, formulare accuratamente i presuppostiquali basa calcolo, sui si tale
chedeve essere owiamente assolutamente corretto. affermazioni Tali avranno per valore ncaratteristiche garantite, come 5aranno vincolanti ambedue di e tali particontrattuali.

60

Awisi sulleimpalcature altre protezioni ed anticaduta ap d P e r l m o n t a g g id i i m p i a n tF Vs us u p e r f i c ip i o v e n t i , a r t i r e a u n ' a l t e z z a i o i s protezion i prevedere d ia occorre l'utilizzo i appropriate di gronda di tre metri, prevedere paretidi protezione, reti Potrrisultare necessario anticaduta. o e i e. d i r a c c o l t a , r d e i p r o t e z o n ev e r e p r o p r i em p a l c a t u r l l t i p o d i p r o co d a li i t e z i o n e t i l i z z a tv e r r e c i s on b a s e l ec o n d i z i o n o c a le i l c o s t op e r u a d i e t c l ' u t i l i z z d i q u e s t e i s u r e i s i c u r e z z a v e s s e r s p e c i f i c a eo o m p r e s o o m d de e nell'offerta.

Altezza lSrondaia d

E
J

Figuto7.33:Nondimenticate di include e neicolcoli.

e impalcoture alleprotezionanticoduta di e

contrattodi manutenzione ni e o U t i l i z z a n dc o m p o n e n di i p r i m aq u a l i t d e s e g u e n dp r o g e t t a z oe d o t le effettivamente installazioni corrette, gettano le basi per reallzzare sl di preventivati. stipuladi un contratto manuLa e economici rese risultati b i g l di t e n z i o n e a r a n t i r a l c l i e n t ea p o s s i b i l i t o t t e n e r el m a s s i m o e n e f i c o pianto. i d a l s u om

OI

Vendlta fnanzamento impianti e d fotovoltajci

1.4.3Simulazione resa della veramente utiledisporre un software simulazione di di dellaresa? per Senza dubbio llvostro si. investimentotempoe denaro di necessario perl'apprendimento suousosammortizza l'acqusto software del e del gidopo realizzazione la di appena impianti. l-2 Unsoftware simulazione di valido offrei seguenti vantaggi: la progettazioneilcomputo pi ed metrico dventano precisi, effcienti e pir pidi; ra possibilit (n divalutare all'istante tempo reale) eventuali modifiche e di mettere confronto a varazoniapportate progetto/mpianto; ad un riduzione minimo al degli errori progettazione; di possibilit calcolare quindi di esattamente, economicamente, l'offerta; possibilit personalizzato misurau di progettare impianto un e usu perilvostro cliente, lasciando software compito occupars al il di della comolicata ottimizzazione calcolo. del per Lasimulazione resa ed della rappresenta utilesupporto lavendita un quando progettano necessaria Una si impianti digrossa taglia. simula(calcolo computer)per quanto accurata pi zione via tantopieffcace la ricostruzione realt vene della che fattaattraverso il software. Affinch quindi unasimulazoneveramente sia significativa sono necessarie alcune programmi simulazione oredi esercizio nell'utilizzo software. del Alcuni di per presuppongono chesi inoltre e dicalcolo impianti standardizzati non siain possesso di competenze tecniche specifiche principi sui difunzionamento un impianto di FV Oltre programmpagamentol a a esistono moltprogrammi simulazione di e di interpretazione a disposizione produttori sttore messi del che da gratuiti cherichiedono contributo sono o un minimo.
Losvantaggio softwa gratuiticonsiste dei re nelfatto chepossono essere utilizzati soloDeri Drodotti delladitta chedistribuisce software l stesso. casoin cui si Nel gratuitici si assicuridi poicomponenti decida ricorrere software di a utilizzare prodotti dalla stessa azienda didistribuzione programma del utilizzato, altrimenti le soluzioni ottenute Dotrebbero essere non ottimali.

di Per evitare dispendio un ditempoeccessivo nell'apprendimentosoftware dei produttori distributori moduli di inverter offrono una simulazione, alcuni e di e simulazlone adatta cliente. al

I Peresempio 5OLEM, vedasiwwwsolem.de,o PV'5O1, vedasi wwwrr'alentin.de

62

, 5 e l ' i n s t a l l a z i o n ei m p i a n tF Vd o v e s sd i v e n t a ru n ' a t t i v i t s t a b i l es a r di i e e a c o m u n q u el c a s o i a c q u i s t a ru n p r o g r a m m d i s i m u l a z i o na f f i d a b l e i d e e e d m p a r a r a d u t i l i z z a r la l m e g l i o . e o Verificarela plausibiltde risultati d i 5 e s i e s e g u e' i n s t a l l a z i o n ea m e s s an f u n z i o n e e g l i m p i a n ts e c o n d o l el i quanto statoprogettato,valorimedidi resa mediante simu' la i calcolati Non esistendo tuttavia lazione saranno raggiunticon molta probabilit. a d s va u n ag a r a n z is u lg r a d o i c o n i s p o n d e na laar e a l t e l l a i mul a z i o n e , l u d zl ottimistic confrontando tate i risultati soprattutto e diffidate valoritroppo di n a n c h e o ni l V o s t r o b u o n e n s o , . c s previsioni parte Le di resa, quanto in dell'offerta alcliente, diventano contrattualquesto non altrettanto peril per per vero mente vincolanti laVostra azienda. produttore software. i software di del Normalmenteproduce chi e distribui5ce riguardo l'accuratezza deirisultati simulazione esentato ognj da respon5abilit calcolati software dal stesso.

Evitare una (garanzia resa"involontaria di g e d C o m e i a c c e n n a t o , s e n d i r i s u l t a td e l l as i m u l a z i o ne d e l c a l c o l o i es o i parteintegrante considerare comeimpegno resa dell'offerta, sonoda essi giuridco tutti gli effetti.Perdichiarare che l'esattezza delle previsioni a la nonsonodaVoigarantite, consigliamo aggiungere seguente di sullaresa dicituraall'offerta Dresentata cliente: al " l r i s u l l a t id e l l a s i m u l a z i o n e o n s o n o u n a c a r a t t e r i s t i cg a r a n t i t a a n modello calcolo possono di non dell'impianto specfico. FV I risultati questo di essere alcunmodogarantit n comeresaeffettiva,. Utilizzaredati meteorologicicofietti nellaradiale vi Tral'ltalia settentriona e l'ltaliameridionale unadifferenza degliimpantiFV zionesolare tale da influenzare modorilevante rese in le imdei territorali l installati. ouestomotivol'esattezza dati climatici Per e m e s sn e ls o f t w a r e i s i m u l a z i o n e o n d a m e n t a lp e rl a s t i m ad e l l ar e s a i d f p o , d r so n d e l l ' i m p i a n t L ec a r t e e l l a a d i a z i o n e l a r e u b b l i c a tie r i v i s t e l i b r i a o. per granuloso, sonoindicate questo fotografico non causadellosviluppo scopo.

63

e di fotovoltaici Vendita f nanziamento mpiant

globale Radiazione solare (kWh/m' )

T I
I I I

L.700 1.600 1.500 1.400 1.300 1.200

solore ltalia. Fontedati: ENEA in FiguroL.J4:Radazone

ma ll graficoqui riportato utile ad una primavalutazione, non suffiper precisa, la qualesononecessari una cienteper realizzare simulazione i d a t i c l i m a t i c i s a t t d e ll u o g o . e i 1.4.4 Radiazione solaren ltalia - resemediedi mpianti fotovoltaici a s r l r so c e n e r a l m e n tle p o t e n z d e l l a a d i a z i o n e l a r e u p e r aa r a m e n tem a s a . e d e s i m o n o m i n a l e i 1 0 0 0 W m ' s u s u p e r f i c ip i a n a L a r a d i a z i o ng o b a l e energetico dellaradiaorizzontali, cio il contenuto annualesu superfici v a a s n d z i o n e o l a r e o m m a t o e lc o r s o e l l ' a n n o ,a r i a s e c o n dd e l l er e g i o n i e s e a a s ia g g i r a e d i a m e n t r a 1 3 5 0k w h / ( m ' x )( M l a n o )i 1 9 0 0k W h / ( m ' x ) m e su (Sicilia si occidentale). Generalmente Mezzogiorno pucontare una nel anche Tuttavia maggiore rispetto all'ltalia settentrionale. radiazione solare , se l a r e u p e r i o ra l l am e d i ac o m e o s e v c a l N o r d i s o n oz o n e o nu n ar a d i a z i o n a a a V e n t i m i g l ie n e l l e l p i . prod le nell'ltalia settentriona dovrebbe urremediaUn impianto fotovoltaico i t im i m e n t e1 L 0 0k w h / k W pa l l ' a n n o , p i a n tv a l i d i n l u o g h a s s o l a pi o s s o n o ragnel si re arriva fi no a 1 300kwh/kwp. lnvece Mezzogiorno dovrebbero si giungere validi in zone e assolate pu almeno 500kwh/kwp,conimpianti lsi no ind arriva fi no a 1600 kWh/kWp. re Queste icazioni basa su statistiche

64

i . p o a e d i l u n g op e r i o d oL er e s e o s s o n v a r i a r e n n u a l m e n td i c i r c a l 1 0 % i n i n so p o s i t i v o i n n e g a t i v o ,s e c o n dd e l l ar a d i a z i o n e l a r en c i d e n t ie q u e l a a p ar t i c o l r e a n n o . a stagiomostrano forti variazioni invece Leresedegliimpiantifotovoltaicl e s t n a l i :n e ls e m e s t re s t i v o i p r o d u c o nior e q u a r t ic i r c a l n q u e l l i n v e r n a l i e d a s o l ou n q u a r t o e l l ar e s a n n u a l e

garantite sono le 1.5 lmportante: caratteristiche per e vincolanti il venditore peril cliente
, c i c( U n ac a r a t t e r s t i a g a r a n t i t aq,u a n d o l v e n d i t o r e o n f e r m a l c l i e n t e , all'atto o che scritta contratto a parola, il prodotto nel mediante dicharazione garantire. aI momento 5e possiedecaratteristiche si intende che vendita le della c de o d e l l av e n d i t au n a d e l l ec a r a t t e r i s t i c h e l l ' i m p i a n t n o n d o v e s s e o r potrchiedere risarcimento un garantito, l'acquirente con rispondere quanto d c p e ri n a d e m p i e n z a n t r a t t u a l p i,u t t o s t o h eu n am o d i f i c a e l l ' i m p i a n t o co e o d u n ar i d u z i o nd e l p r e z z o . e p f u l S e g u e n al i s t ad l c o n s i g ch er i a s s u m o ni o a r a g r apir e c e d e n t i . e ipunti necessaripremunitevi che offertacontenga Assicuratevi la vostra
.l nrt<a ..a<<iv

d i o, d I n t e g r a tn e l l ' o f f e r tia a t i r l l e v a t i u r a n t el s o p r a l l u o gc o s c h e e o p e p o s s a nfo n z i o n a rd a b a s e e ru n f u t u r oc o n t r a t t o d a l l os t e s s t e m p o u e di richieste da servano mettereal sicurola vostraimpresa successive a ingiustifcate. risarcimento costie offerta. la tra Osservate differenza previsione p r e s e n zd i o m b r ed e s c r i v e n d o ln e a u s e a e ec , lt D i c h i a r a t e p r e s s a m e n ae es il clrcala informare cliente sarnecessario le caratterstiche. Nell'offerta d a r i d u z i o nd i r e s a o v u t a l l eo m b r ep r e s e n t i . e o e e A n n o t a t ee a f f e r m a z i o n i dc o m m i t t e n t c h ep o s s o n r i s u l t a r u t i l ia i l el f i n i d e lc a l c o l d e l l ar e s a . o dellaconvenienza di contoche le previsioni resao il calcolo Tenete garantite'. valgono come"caratteristiche fissatlper iscritto economica a e p r e c i s i o nle ,s c i a n d o e lf Q u i n d c a l c o l a t eee o r m u l a t e lc o na t t e n z i o n e i ne di in un certomarglne sicurezza, quantovoi e la vostraimpresa sarete regponsabili.

65

Vendita fi nanziamento impianti e di fotovoltaici

1.6Vafutareif rapporto prezzo/qualit


Nelvalutare convenienza un'offerta un Vostro la di di fornitore, cercate di distinguere "conveniente" neconomico".n componente caro fra ed U piir spesso realizzato materialimigliorie risulter con quindi pi effcientee n c o np r e s t a z i o mii g l i o rd i u n oe c o n o m i c o . i I moduliFVtrasformano radiazione la solare energia in elettrica semplicemente rimanendo esposti luce, partin movimento usure. alla senza ed Perch alloradovrebbero produrre menoo smettere tutto di funzionare? del La risposta nellaqualite nel gradodi affidabilit modulofotovoltaico. del che di Qui di seguitosonostati riportatialcuniconsigli vi permetteranno riconoscere megliola differenza neconomicounvantaggioso,. tra e . Prestate attenzione alcontrattodl garanzia soprattutto e allepossibilit di sostituzione esso in contenute. in casodi malfunziona Se, mento, occorre sostituire modulocon uno equivalente, un ancheseilVostro fornitore sostituisce pezzo, Vi il sarete a doversostenere costoper Voi il lo smontaggio vecchio del per modulo, il montaggio quellonuovo, di per l a s p e d i z i o n el ' a s s c u r a z i o(n es p e d i z i o nd e i p e z zs o s t i t u i tA l c u n i di e) e i i. f o r n i t o rd i m o d u l i g a r a n t i s c oln o o s t i t u z i o nc o m p r e sio o s t id i i as e, c spedizione il servizio sostituzione sito,affidandola un ed di sul ad apposto servizio assistenza di tecnica delfornitore stesso. . Nelcasoin cui la garanzia preveda sostituzione pezzi la dei difettosr, accertatevi dell'obbligo delfornitore sostituire modulodifettoso a il con unoveramente identico. Alcuniproduttori, mediante garanzia, la assicuranola sostituzione pezzi dei difettosi con moduliequivalenti, iquali s o n os i m i l i g l io r i g i n a lp e r f o r m a p e rp r e s t a z i o n i a p o s s o n p r e s e n a i o e m tare delleleggere differenze. questocasosarpoi compitovostroln In quantoinstallatori adattare nuovomoduloaffinch il risulticonforme con i dati di esercizio precedente es.tensione ntensit (ad del o di corrente). sostituzione un modulocon uno nuovocheabbiatutte La di le caratteristiche conformial funzionamento dell'impianto indispens a b i l e l r i p r i s t i nd e l l a e s a . a o r . Verificate il vostro che fornitoredi inverter preveda servizio sostituil di zionerapido(48ore massimo). casoin cui questotipo di servizio Nel non dovesse essere previsto, teniamocontoche l'interruzone servizio di di un impiantoprovoca (per una perdita economica il cliente)tanto piir g r a v e u a n t o i i rg r a n d e l at a g l i ad e l l ' i m p a n t o . q p . Leggete attentamente tutte le note.Alcuni prodottidevono essere es. ad soggetti regolare a manutenzione mantenere per validiitermini di garanzia. . Fate attenzione impegn di gara agli i nziadel fornitorein quanto con lui cheavete stipulato contratto acquisto icomponenti il per di dell'impianto, chegarantiteinvece aI cliente. Voi Anchese il Vostro fornitoredovesse g a r a n t i r iem o d u l d a l u i d i s t r i b u i tp e r2 5 a n n i ,s i e t e r o p r i o i c u r i c h ea i i p s l suasociet esister ancora 25 anni e chesarin gradodi assicurare fra la garanziapertutto q uesto tem po?

66

( da o t I m o d u l i o a l t r ic o m p o n e n ta)c q u i s t a pir o v e n g o n o u n u n i c o m o i restidi geneolotto di fornitura, oppureil vostro fornitoreha acquistato e diversi in offertaspeciale? magazzino offertaqua e l da produttori ln n o D i s o l i t o ' a c q u i s td i c o m p o n e neid i m p i a n t i t r o p pe c o n o m i c io np o r t a l o t ieq c d e l l ' i n s t a l l a t o rn : u e s t i a s i d e a l l as o d d i s f a z i o n e l c l i e n t e n e m m e n o a le e spesso si raggiungono resepreviste qundinon si riesce recupenon prodotta. elettrica mediante venditadell'energia la rarel'investimento m d t o U n p r e z z o a g g i o r g i u s t i f i c a ts el a q u a l i t i g l i o r e e ic o m p o n e nei m e a d a l d e l l ' i m p i a n tn e ls u oi n s i e m e u m e n t aa r e s a e l l ' i m p i a n t(o de s .a t t r a o i s s i de v e r s o ' a c c u r a tra p a r t i z i o n e i m o d u l in e l l e i n g o l e t r i n g h en f u n z i o n e l prezzo/ prela penavalutare l attentamente rapporto dellaresa). Valesem
^,,^t:+- ..1^ '^at^"+^ q uc,,rd uc,, u, ,E,(o.

e manodopera i cost dia55i5tenza installatori riservano calcolare si di Alcuni questo per senso ha un prevedendo dalprincipio gi orarie scontj. e basse tariffe digarantire manutenzlone la ed seI'azienda installatrice consolidata in Brado delle 5pe5e di ad completo neltempo. cliente moltopiinteres5ato un calcolo ll (a l'entit dei quanto volte) stesso pensi. siatesempre chjari nell'esporre lui non nulla. costi senza omettere

1.7C'altro?
1.7.1 ll contrattodi manutenzione un guaiooppureun'oPPortunit? i o a di nl i c o n t e n udii u n p r o g r a m m a m a n u t e n z i o s iee g g a n c h el c a p i t o l4 t Per uCestione manutenzlone e degliimpiantifotovoltaici". degliimPiantiFV? bisogno manutenzione di C'veramente per non prevede obbligatoria legge, No.Lagaranzia 2 anni sull'impianto, di a l c u am a n u t e n z i o n e . n e e F t u B e n c h n s i s t e m a Vn o n n e c e s s idi p a r t i c o l a rm a n u t e n z i o nle ,c o n p d d i z i o n g e n e r a ld e l l ag a r a n z i a i u n c o m p o n e n t e ,e r e s .d i u n i n v e r t e r , i e p o s s o n o r e s c r i v e ru n a m a n u t e n z i o n p e r i o d i c a o m e c o n d i z i o n a l p e c e d p r o d u t t o r i i n c o l a n lo c o n d l z i o n ii e v M m a n t e n m e n td e l l a a r a n z i a . o l t i o g Ci specializzata. garanziaagli interventiobbligatoridi manutenzione Nel ad la raDDresenta chiaved'accesso un contrattodi manutenzione. p o l c a s oa l c u n ic o m p o n e n td e l l ' i m p i a n t o r e s e n t i nq u e s t ac a r a t t e r i s t c a informare clienteil sarvostrodovere

Venditae fnanziamento d imDiantifotovoltaici

Servea qualcosasvolgerela manutenzionedegli impianti FV? Sesieteun installatore, risposta si.Avereun certonumerodi contratti la di manutenzione diventare buona pu presente una fonted ricavo. Tenete c h e c o s t id e l l am a n u t e n z i o n e r a n n o i b a s se g e s t i b i lp e rV o is eg l i p i sa i impiantida seguire trovano si tutti nellastessa zona. Inoltreun contratto di manutenzione, quantoforma di rapportocontinuato in con il cliente, per offre l'occasione proporre tempo ulteriorilavoridi ampliamento, nel r i p a r a z o o m m o d e r n a m e ndo g l i m p i a n t i . na te Ma il contratto manutenzione portaancora vantaggi cliente. di pi al Primo tra tutti, poterconta su un impiantosempremesso punto ed in ottlme re a c o n d i z i o nc , eq u i n d lp r o d u r r e m p r el m a s s i m o e l l ar e s a d i r i c a v o ih s i d e economico. Inoltreil vantaggio il cliente-gestore per dell'mpianto quello di averesempre disponibile punto di riferimento un qualificato quale al rivolgersi casodi malfunzionamenti guasti. in o Consigliamo offrireinsieme contrattodi manutenzione di al ordinaria un servizio mensile verifica distanza, di a attraverso sistemi controllo di remoti o s i s t e md i c o n t r o l l o l e t t r o n i c iu t o m a t i cci h ei s p e z i o n a n l f u n z i o n a i e a io mentodell'impianto. presso produttore Informatevi il dell'inverter cui di vi servite sullepossibil soluzioni per tecniche il telecontrollo. Alcuniproduttorioffronola possibilit eseguire controllo di il dell'impianto tramite supporto rete(nternet LAN). di o Esistono mercato nchediversi sul a nuovi sistemidi controllo automatici connessone con satellitare. 1.7.2 quando e perchsuggerireal clientefotovoltaico ancheun impiantosolare termico? ll sola termicoe il fotovoltaico re sonoslstemi complementarisi abbinano e benefra loro. Mentre impianto un prod energia fotovoltaico uce elettrica, impianto un solare termicoproduce acqua calda calore il riscaldamento per e dell'abitazione. Normalmente strutturacivilenecessita elettricit una quantodi acqua d q u i n d i e n s a t p r o p o r r lei n s t a l l a z i o d i e n t r a m biis i s t e m N e l l a c a l d a . s o ' ne i. quasitotalit dei casiitetti delleabitazioni possono ospitare tutti e due gli impiantise bendisposti dimensionati e accuratamente. Conun impia sola termicoin pochianni si possono nto re risparmiare alcune (o centinaia litridi gasolio metricubidi gas) riscaldamento ilvostro di per ed potr cliente risparmiare costi riscaldamento sui pi di sempre in crescita. Tutto questo un'ulteriore con riduzione delleemissioni CO2 un conseguente di ed per beneficio l'ambiente. G l ii m p i a n ts o l a r i t e r m i p i c o m u n h a n n o n ad i m e n s i o nc h ev a r i a a i i c i u e d 6 a i 1 2 m 2 . 6 l i i m p i a n t ip i lp i c c o ls e r v o n o e r l a p r o d u z i o nd i a c q u a i p e calda,mentrequelli piir grandiservono per anchecome integrazione il riscaldamento.

68

produttrici, impiantiFVe solari gli Crazie consistente al aumento dellecase per vengono spesso offerti abbinati pronti l'installazione. gi e Esistono termici per con anchedei prodottisviluppati appositamente questoscopo, collete F d e d t o r i s o l a r i t e r m i c im o d u l i Vd e l l a t e s s a i m e n s i o ne d i s i m i l e e s i e n . s

Figun 1.35:Molti ptoduttoti olfrcno una combinazione mpiantiFv e solatitetmici. di Foto:Schiico lntemationolKA

per inoltrccalorc il tiscaldamento. Figuto 1.36:Gli impiontisolatitemici piit grcndiptoducono Fonte: Info rmat i onsbto Haustechnik

Venditae f nanziamento impiantifotovoltaici di

per 1.7.3Suggerimenti I'assicurazione dell'impianto perI'assicurazione Raccomandazioni di impianti fotovoltaici polizza Una assicurativa per sempre consigliabilecoprire eventua li stuazioni di rischio di danni sestessi a terzi. impianto e a e Un fotovoltaico richiede l'investimento di grosse somme, consiglia quindi s un'assicurazionetotale, che copra siai danni cio all'impianto la responsabilit dell'utenteche civile gestore danni terziprovocati (per a dall'impianto). compagnie Molte assicurative offrono contratti per assicurativi specfici impia ntifotovoltaici.

70

2 Dimensionamento impianti degli


fotovoltaici

2.l Tecnologia e principi funzionamento di


2.1.1 Strutturadi un imoiantofotovoltaico connesso rete alla

Figuto2.1:1) Aeneratorc fotovoltoicoconkit climontaggio,2)Quodridi @mpo,3) lnverter, alla rete elettrca, 4)Contototi,uno pet i consumi l'altra per l'immissione rcte,5) Allaccio in 6) Utenze.

o L ap i rp i c c o l a n i t e l e m e n t a rd i c u i s c o m p o n e n g e n e r a t o rfe t o v o l u e u processo taico la cellache,atlraverso il fotovoltaico, trasformala luce p s o l a r e n c o r r e n t e o n t n u a 1 .n m o d u l of o t o v o l t a i cc o n t i e n e i u c e l l e c U o c o n n e s se l e t t r i c a m e nttre l o r o , e n t r e n i n s i e m e m o d u l c a b l a t i t r a e a m u d ie fo l o r oi n m a n i e r a p p o r t u n a o s t i t u i s c l g e n e r a t o r e t o v o l t a i c o . o c

1 P l p r e cs a m e n t e ,i d o v r e b bd i r e" t e n 5 o n c o n tn u a' . S o l o l i m e n t a n du n . a r i c o e s e a o ( c h i ! d e n d ol c i . c u i t o l t t r i . o ) so t t i e n e o r e n t ec o n t i n u a . i e i c

7T

Dimensionamento impiant degli folovoltarcr

ll quadrodi campol raccoglie l'energia elettricaprodottadai moduli per condurla, attraverso circuitoprincipale CC,all'inverter. sua volta il in A l'inverter converte corrente la continuain corrente alternata nelcasodi e, mpiantoconnesso rete,la cedecompletamente reteelettrica in alla traper l'immissione rete.Leutenze, lorovolta,consumite un contatore in a mano I'energia elettrica fornita dalla rete elettricadel gestore locale, la q ualevieneconteggata separatamente attraverso normale il contatore di consu mo. A differenza quantodescritto gli impianticonnessi rete,negliimper di in piantistand-alone l'energia elettricaprodottadall'impanto fotovoltaico v i e n ec o n s u m a to d i r e t t a m e n td a l l eu t e n z e p p u r e m m a g a z z i n a itn a e o i a una batteria accumulatori, essere per di utilizzata successivamente. 2.1.2Terminologia: wafer- cella- modulo- stringa- generatore impiantoFV- cntrale FV

Figurc2.2:Tetmini impoftonti nelfotovoltaico:cella, modulo,generotore Ua sinistrcvetsodestnL

Lecellefotovoltaiche cristallne sonocostituiteda sottili strati di silcio, " d e l l os p e s s o rd i 0 , 2 - 0 , 3m m , d e n o m i n a t iw a f e r " .D u r a n t ea f a b b r i c a e l zione moduli FV,wafergrezzi dei i vengono trasformati celle in fotovoltaiche ed proprio queste in unitdalle dimensioni limitate avrluogo che l'effetto fotovoltaico fa funzionare generatore. silicio, nellasuaforma che il ll che naturale un conduttore piuttosto mediocre, viene reso conduttore cariche di positve negatve grazie un processo o ad denominato drogaggio. Quando si mettonoa contattodue stratidi silicio, uno drogatodi tipo p (postivo) ) e d u n o d i t i p o n ( n e g a t i v os i, o t t i e n eu n a g i u n z i o n e n n e l l aq u a l eh a p Iuogo l'effetto fotovoltaico. L ar a d i a z i o nle m i n o s a c i n d ee c a r i c h e l e t t r i c hd e id i v e r ss t r a t is e m i u s l e i conduttori dellacella fotovoltaica, generando dfferenza potenziale, una di c h e p u e s s e r e i s u r a t a a l l ' e s t e r ne d i p e n d e i r e t t a m e n td a l t i p o d m d o d e m a t e r i a ls e m i c o n d u t t o r ee r l s i l i c i o ,d e s e m p i oat e n s i o n e i s u r a t e .i P a l, m a

lOgsigiornogliimpianiipipiccolisonospessoinstallatisenzaquadrodicampo.

72

prodotta llecelle soprattutto e da d i 0,6Volt.Perutilizzare l'energia elettrica p e rr i d u r r ee p e r d i t e e is i s t e ma l i m e n t a ta v a l l e o c c o r r a u m e n t a r l a e n i , e l i p f t e n s i o n e ' u s c i t a o l l e g a n di o s e r i e i i rc e l l e o t o v o l t a i c h e . d c n s c f al d D i s o l i t oq u i n d i l,e c e l l eo t o v o l t a i c h el ' i n t e r n o i u n m o d u l o o n o o l l e , d , g a t ee l e t t r i c a m e nitn s e r i e d i l n u m e r o a s s i m o i c e l l ee q u i n d i a n c h e e m e m da n ti l at e n s i o nd e lm o d u l o , l i m i t a t o o p r a t t u t t o l l a e c e s s ida v e r e o d u l i e s p d in u f a c i l m e n tm a n e g g i a blil i . e s o l e d i m e n s i o n i d in m o d u l o e v o n o f a t t i e e l d l o e s s e rte l l d a p e r m e t t e ri em o n t a g g s u it e t t i ,a n c h en c o n d i z i o n i f f i c i l i . a p p m o, l l p r o d o t t o r o n t o e ri l m o n t a g g i c h en o i c h a m i a m oo d u l o f o t o v o l t a i c o , s e d n o n p o t r p e r t a n t o u p e r a rc e r t e i m e n s i o n i f i s c h e . n i i P i r o d u l if o t o v o l t a i cc o l l e g a te l e t t r i c a m e n tie s e r i ec o m p o n g o n o m (dall'lnglese). q u e l l a h ev i e n e h i a m a t a t r i n g a s t r i n g c c s o p s M e n t r ep e r g l i i m p i a n t f o t o v o l t a i c ii p i c c o lii m o d u l iv e n g o n o p e s s o i g i c t i c o l l e g aitn u n ' u n i c s t r i n g a ,l i i m p i a n tp i g r a n ds o n o o m p o s di i s o l t o i a d n I d i m o l t es t r l n g h e o n n e s sie p a r a l l e l oi.n s i e m ed i t u t t e l e s t r i n g h e i c g m o d u l i c o l l e g attre d i l o r ov i e n e h l a m a t o e n e r a t o r e . a c pe i eg nt l lg e n e r a t o r'en v e r t e lrc o n t a t o r e l a l t r i c o m p o n en eic e s s a r i rI ' i m ms l i, i , f c l i s i o n e i e n e r g l a e l l ar e t ee l e t t r i c a o s t i t u i s c o n'om p i a n t oo t o v o l t a i c o d n c o n n e s sio r e t e . n e i o ia o c o n i l t e r m i n e e n t r a lfe t o v o l t a i c n g e n e r v e n g o n i n d i c a tp i i m p i a n t i c m e n i e f o t o v o l t a ilc i s t a l l a itn m o d od i c o m p o r ru n ' u n i t a g g i o rc o m u n l c a n t e , s q s t a m a s p e s s s i u t i l i z z a u e s t o e r m i n e n c h e o l op e rd e n o m l n a rie i n g o l i o mpiantifotovoltaici. Efficenza dellecelle, moduloe del sistema del A u r a c , 5 id i s t n g ute a e f f c i e n z d e l l e e l l ed e lm o d l oe d e ls i s t e m a .t t u a l m e n t e f e o i l e c e l l ei n c o m m e r c i p r o d o t t en s c a l a n d u s t r i a lh a n n o i n o a l 2 0 % d i ed alla efficienza. Iefficienza modulo riferisce suasuperficie pertanto del si n e d s e za c a s e m p r i n f e r i o ra l l ' e f f i c i e nd e l l e e l l e c a u s a e l l o p a z i io u t i l i z z a btirl a e e c e o F Vn e lm o d u l or aq u e s t e i l b o r d o s t e r nd e lm o d u l o d e l l a o r n i c e t, l ec e l l e a del si del modulo. fefficienza sistema riferisce tutto l'impiantofotovolp r c o a d t a i c oe d a n c o r a i b a s s a c a u s a i a l t r e f f e t t i h ea g i s c o ns u l l ' i n t e r o q s i s t e m a u al i : m i s m a t c h l nn e lg e n e r a t o r e ; g a o mb r e g g m e n t od e lg e n e r a t o r e ; i r n , r e s i s t e n z e c o n t a t t o e i m o r s e t t in e ic o n n e t t o rn,e g l i i n t e r r u t t oe in e l di fusibli; D e r d i td i t r a s f o r m a z o n e l l ' i n v e r t e r . e eta del Esempio dicalcolodell'ef6cienza sistema (r1): = x 0,90(1,",) 0,99r1.,". 0,10t1,0,",, x 0,12(r1..0",.)

Dimensionamento impianti degli fotovoltaici

2.1.3Te(nologa un moduloFV di S o n o g g id i s p o n i b isiu l m e r c a t on t e r n a z i o n ane n m e n od i 8 0 0t i p i d i o l i lo modulifotovoltaici, prodotti circa100fabbricanti da diversi. Anche tutti se i modulisulmercato producono elettricit presenza luce, in di questi dispongonodi caratteristiche iched ifferenti, base lleq ualisi distinguono tecn in a l'uno dall'altro. Ditali caratteristiche occuperemo dettagliatamente ci pitr in seguito. Tipidi celle:monocristalline, policristalline,fi lm sottile a I materiali la costruzione celle per presenti di fotovoltaiche attualmente sul mercato sono appena dozzina. adoggill mercato statopraticamente una Fino d o m i n a t o a l l e e l l en s i l i c i o r i s t a l l i n o . d c i c Sulla base questo di materiale partenza, di sidistinguono diverse 3 categorie e d i t e c n o l o g ip e rl a p r o d u z i o nd i c e l l e : e . c e l l e n s i l i c i o o n o c r i s t la n o ; i m l i . c e l l en s i l i c i o o l i c r i s t a l l i n o ; i p . cellea film sottile(silicio amorfood altri materiali, comeperes.diseleniuro d i r a m ee i n d i o( C l 5 ) , l l u r i o i c a d m i o C d T ea , s e n i u rd i g a l l i o G a A s ) ) . ( )r te ( d o Neglimpiantifotovoltaici installati terra con potenze vannoda un a che 1kW a 1 Megawatt,si utilzzano quasiesclusivamente moduli in silicio cristallino, i qualiattualmente occupano quotadi mercato panorama una nel p m o n d i a l e a r ia c i r c a l 9 3 % . i Laquotadi mercato dellecellea film sottile del 6,2%cica,di cuiil 45% si riferscellecelle silicio a n amorfo(c-Sl). Altri matera a film sottilecome li i l d i s e l e n i u r o r a m ee i n d i o( C 1 5 )i l t e l l u r i o i c a d m i o C d T e )a n n ou n a di ( e d h quotadimercatorispettiva mentepariallo0,7% e all'I%. Anche la quotadi mercato silicio se del policristallino tendead aumenrare, d a l p u n t od i v i s t at e c n i c o u e s t ae c n o l o g in o n p r e s e n tc h i a r i v a n t a g g i q a t a rispetto menoconsiderato al silicio monocrista llino.lnfatti,mentrele celle monocristalline presentano un'efficienza circa di 1,,5-2% superiore rispetto a q u e l l a e l l e e l l e o l i c r i s t a l l i n e ,e s t e l t i m ec o m p o r t a nc o s t d i p r o d p c qu u o i duzioneleggermente bassi. pi Pertanto, pianoeconomico sul ivantaggi/ s v a n t a g g ie l l e u et e c n o l o g ic r i s t a l l i ns i e q u i v a l g o n o . d d e e prodottenel mondosonoin silicio ll 98% circa dellecelle fotovoltaiche se teniamocontoanche dellecellein silicio amorfo. Classifi cazione baseall'effi in cienza 1 . 5 i l i c i o o n o c r i s t la n o m l i 2 . 5 i l c i o o l i c r i sltlan o D i 3 . C e l l e f i l m s o t t i l e n d i s e l e n i u r o r a m ee i n d i o( C l S ) a i di 4. Celle film sottilein telluriodi cadmiolCdTe) a 5. Silicio morfo a

. 7 4

M a t e r i a l e d e l lc e l l a a

Efcienza modulo del 71-1,6%

per Superficie necessaria l kwp FV 7 9m'

(EFC) Policristallino

70-14%

8-9rnt

Policristallino

a-!o%

9-11m'

film sottle in diseleniuro d i r a m ee i n d i o

6-a%

tt-t3m'

4-7 %

16-2om'

Figurc2.3: L'qffcienza dellecellevariain funzione dei moteridliutilizzati.Petquestala doltipo dicella utilizzata. pet superfcenercssara otteneteun lkwp dipotenzodipende

Silicio monocristallino m I d d I c o s i d d e t m o n o c r i s t asliio t t e n g o n o al l af u s i o n e i s i l i c i o o l t op u r o . ti l o p r o d o t th a n n o n af o r m ac i l i n d r i ce v e n g o n t a g l i a tiin f e t t e i a l n g o t tc o s i u o ) s o t t i l i( w a f e rd i 0 , 2 - 0 , 3m m ( 2 0 0 -3 0 0 ; r m )l,e q u a l ip r e s e n t a nu n c o l o r p d c f l e lo a r g e n t ou c i d o c o s t i t u i s c o na b a s e e rl af a b b r c a z i o n e l l e e l l eo t o l e v o l t a i c h e o n o c r i s ltlan e .P o i c h a f o r m a c i r c o l a rd e l l ef e t t e d i s i l c i o m i un c in a a u m e n t a s p a z i o u t i l l z z attro l ef i l ed i c e l l e h ec o m p o n S o n o m o d u l o , lo e q u e s t e e n g o n o a g o m a n tie f o r m ep i o m e n os q u a d r a ta lf i n ed i d i m i v s n o e g i n d nu i r e l s p a ziin u t i l i z z a tda u m e n t a r le um e r o i c e l l e s p i t a td a lm o d u l o . ei n i t q u e s t a a g o m a t u rd e l l e e l l e o m p o r t a o t e v o ls f r i d i / s c a rd i c s a c D lc o n t r o m a t e r i a l ( d is i l i c i o ) . e o e o t c l l p r o c e s sd i p r o d u z i o nd e l l ac e l l a e r m i n a o n i l d r o g a g g id e l l ap a r t e , d e s e s u p e r i o re i n f e r i o r d e l l a u p e r f i c id e lw a f e rs e g u i t o a u n t r a t t a m e n t o e a ed ne s e d e l l a u p e r f i c ic o nu n os t r a t o n t i - r i f l e s s o a l l ' a p p o s i z i od e ic o n t a t t i i e. m ne e l e t t r i cs u ll a t oa n t e r i o re p o s t e r i o r L ec e l l e o n o c r i s t a l l i p r o d o t t en i e com tra le sca industra hanno un'efficienza presa il L3%e il 17%. Anche la a ri e e s el a l o r op r o d u z i o n ec h i e dc e r t a m e n tp i i te n e r g i e p i i tt e m p or i s p e t t o L p e s a l l ec e l l ep o l i c r i s t a l l i ne s,s e o n ol e c e l l ea t t u a l m e n t e i e f f i c i e n t i . e pi d m o c e l l e o n o c r i s t a l l i n e c o m u n i s o nq u e l l e a 5 " ( p o l l i c il " c o r r l s p o n d e su o a 1 s a 2 5 , 4 m ml)un g h e 2 5m m ,m e n t r e i s t a n n o f f a c c i a n d o lm e r c a t c e l l e m d a6 " ( 1 5 2 m ) .

75

-i-,

Dimensionamento impianti degli fotovoltarcl

policristallinor Silicio Latecnica utilizzata la produzione sllicio pi per del policristallinoil cosid detto processo fusionein blocco. questo di Con tipo d i Iavorazionesilicio il grezzo vienerlscaldato temperature a molto alte e postoin uno stampo dovevieneraffreddato manieracontrollata. in Durantela fasedi solidificazione, cristallisi dispongono modo casuale per questoche la i in ed superficie un waferpolicristallino di presenta icaratteristici riflessicangianti. In questotipo di lavorazione lingottodi silicio il che si ottiene di forma gisquadratain partenza q uindii waferottenutinondevono e essere sagomati comenel caso monocristallinI blocchi silicio forma di paraldei i. di a leleppedo vengono uinditagliatin fette sottilidi 0,3mm e sottoposti q al trattamentoanti-riflesso conferisce superficie wafer iltipico che alla dei coloreblu. ll colore rivestimento del pu anti-riflesso variarein funzione d e l s u os p e s s o r a n c h e e l a c o l o r a z i o n e u p o s s i e dd e l l em i g l i o rp r o e, s bl e i prietottiche:minoreriflessione diremaggiore vuol assorbimento luce. di l l p r o c e s sd i p r o d u z i o nte r m i n a u i n d ic o ni s u c c e s s i v i t r a t t a m e n tiio q ch micie l'apposizione contattielettrici. cellepolicristalline dei Le prodotte in scala industria hannoun'efficienza le compresa l'11%e il 15%.Lecelle tra p i i rc o m u n is o n oq u e l l e a 5 " e d a 6 " , l u n g h e i s p e t t i v a m e n1e 5m m e d r t2 1 5 2m m . Celle film sottile a Lecelle film sottile diseleniuro ramee indio(C15)in tellurio cadmio a in di o di (CdTe) rappresentano buonaalternativa una alsilicio, anche dispongono se di un'efficienza minorerspetto monocristallino al policristallino. al od A fronte della necessit una maggioresuperficie di utile per otteneregli stessi risultati silicio, celle film sottilehannoil vantaggio del le a ditollerare meglio ombreggiamentidi essere gli e menoinfluenzate dallatemperatura r i s D e t tal l ec e l l e n s i l i c i o . o i Cellein silicio amorfo Lecelle silicio morfo(c-5i), in a sonorealizzate silicio informacristallina in non e quindi privodi una strutturaregolare. cellehannoun'efficienza Queste p a r ia l 6 - 8 % c i r c a s o n ol e c e l l e h es p e s sv e n g o n o t i l i z z a tp e ri l f u n e c o u e zionamento dellecalcolatrici tascablli orologida polso. e O_uesto di tipo tecnologia necessita moltomenomateriale base, quantolo spessore di di in necessario semiconduttore 0,5-2 micrometri) notevolmente di (di pi sottilerispetto quelloutilizzato a nellecellein silicio cristallino. processo ll di produzione dellacellain silicio amorfoprevede deposito il tramitevapori di silicio una lastra su disupportodi materiale vetroso. processo ll produttivo terminaconi successivi trattamentichimicie l'apposizione contatti di elettrici.

1L ec e l l e o l i c r i s t a l l i n e n g o n o e n o m i n a ta n c h e m u l t i c r i s t a p r v d e ine"_

Fonte: Siemens Figutu2.4:Sinistru: cellomonocristollina. Destrc:cellapalicristallina. sotto: moduloaflm sattilein CdTe. Fonte: Antecsolar GmbH

D . m e n o n a - e ro d e g l i m p i n l i f o t o v o l a r c l s

Singole elle c (modello i d laboratorio)' Silicio ono m cristallino Struttura omogenea umonocristallo, 24A 13-17% Produzione industriale Produzione industriale Produzione indu5triale

p Silicio oliStrutrura parzialmente cristallino {multicristallino) omogenea Silicio FC Edge E ( d e f i n e dF i l m - f e d Crowth)della RWESCHOf-f Solar Silicio morfo a Praticamente analoga quella a delsilicio policri5tallino

7A%

11-15%

Ia%

11-L5%

C l ia t o m i s o n o di5postiin modo rrreSolare, tecnologia del flm sottile Celle cr'stalline

77-12%

5 8 % irdu5triale

Arseniuro digallio

25%

"

Prodotte esclusivamente perapplicazion


(hp.i:lilnerac

nell'astronautica)
Arseniuro i d gallioantimo' , n i u r od i g a l l i o ltraglialtri) Celletandem ( ad o p p i a Siunzaone) con piir strati sensibilia runSnez2e d ' o n d ed i v e r s e 70-12% Produzione industriale 25-31%

'"

Stadio ricerca di

D i s e l e n i u rd i o TecnoloBia r a m ee i n d i o( C l 5 ) d e l f i l m s o t t i l e a p p l i c a b i ls u e diversimateriali disupporto Tellurio i d glialtri T e c n o l o g id e l a fi rn sottile 17%

9-10%

per Pronta la produzione

" celle fotovoI Funzionamento 5-8% Stadio ricerca, di t a i c h eo r g a n i c h e i n b a s e l a nonancora,n princpio commercio elettrochimico 'Attenzione: l e s i n g o l e e l l e e s s e n d o o d e l l i d il a b o r a t o r i o ,a nn o s p e s s o i s u l t a t m i g l i o r i c , m h r i r i s p e t t o i m o d u l i c o m p l e t iA i f i n i d i u n a v a l u t a z i o n p r a t i c a t i l i z z a r el v a i o r e e l l ' e f f c i e n z a a . e u i d delmodulo. " N o n d i 5 p o n i b i ls u l m e r c a t o e s o t t of o r m ad i m o d u l o .
Tabella2.1: Stadi d sviluppo e elfcienze di diversitipi di celle

2.1.4 Struttura principio e difunzionamento unacellaFV di Lanascita unacellaFV(fabbricazione) di Lecellefotovoltaichevengonoprodotteapartiredasiliciocristallinoestrep , m a m e n t e u r o c o m en e lc a s o e ic o m p o n e n sie m i c o n d u t t o rlie t t r o n i c i . d t e q u a r z o 5 i O , )d i s p o n i b i ls u l l a e r r aa n ( , l l m a t e r i a ld i b a s e l a s a b b i a i e d e t g r a n d q u a n t t d a l l aq u a l es i r i c a v al s i l i c i o r e z z o h e ,p e r , e r p o t e r i , g p i c essere lavorato, deveavereun alto gradodi purezza. Funzionamento unacellaFVcristallina di

S i c i od r o 8 a t o n

Elettrodopositivo

c r ! n z o n ep n

p S i i c i od r o g a t o

Figuro 2.5: Principio difunzionamentodiunacelloFV

L ed u ef a c c e e lw a f e rd i s i i c i o e n g o n o r o g a t e o l i t a m e n tu t i l i z z a n d o d v d s e e a t o m i d lf o s f o r o b o r oi n m o d od a o t t e n e r ea g i u n z i o nd i d u es t r a t c o n e l i (n'). propriet elettriche opposte(stratopositivo(p, e strato negativo g e N e l l a u n z i o np n t r a i d u e s t r a t s i c r e au n c a m p o l e t t r c o ,e n o m i n a t o e d zona isvuotamento. d I i n c i d e n z a e l l ar a d i a z i o ns o l a r e u l l ag i u n z o n e a u s a a s e p a r a z i o n e e c l d s e d e l l e a r i c h e l e t t r i c hp o s t i ve n e g a t i va l l ' i n t e r nd e l l a o n a i s v u o t a c e e o z d o m e n t o g e n e r a n dc o s u n ad i f f e r e n zd i p o t e n z i a l en d i p e n d e n t e m e n t e , a I. ( ia d a l l ' i n t e n s id l l ar a d i a z i o n e l a r ei r r a g gm e n t o )l,a t e n s i o n e o n t i n u a te so c c h es i m i s u r a i m o r s e t te l e t t r i c d i c i r c a , 5V o l t . a i i 0

79

D merqro-amento impintiforovolrarc deglr

Corrente

Figura 2.6: NellecelleFVesposte radiazione a solare creauna tensione si elettrica(1)tra il lato tivolto veBola lucee quelloposteriare. Chiudendo ctcuitoelettico si generccorrcnte il elettica l2).

Potenza picco di quantitdi corrente La elettrica, quindi la potenza generata e elettrica da u n ac e l l a Vd i p e n d e i r e t t a m e n td al l ' i r r a g g m e n t op e rq u e s t o h el e F , d e ia . c c e l l eF Vp r o d u c o n p i e n e r g i a u a n d oi l c i e l o l i m p i d o l a r a d i a z i o n e o q e qu s o l a r d i r e t t a m a s s i m a , e n t r ea p r o d u z i o n em i n u i s c e an d ol a r a d i a e m l di zionediffusadiventaprevalente. potenza picco unacellaFVviene La di di d e f i n i t an b a s e d e l l e o n d i z i o n i f u n z i o n a m e n t o a n d a r deq u a l i o r i a c d st l, c r i s p o n d o na d u n i r r a g g i a m e n do 1 0 0 0W a t t a l m e t r oq u a d r o a d u n a o ti e t e m p e r a t u rd e l l a e l l a i 2 5 ' C . a c d p l l t e r m i n e( p o t e n z a i p i c c o ,s t a a d i n d i c a r ea m a s s i m a o t e n z a h e l a d l c g c e l l a e n e r an c o n d i z i o n i l a v o r o t t i m a l iT a l e r a n d e z zc a r a t t e r i s t i c a g a i d o . . v e n en d i c a t c o nl ' u n i t i m i s u r aW p , ( s i a n l t a l i a n o u a n t o n I n g l e s e , i a q d i i generata dovepiccosi traducein .peak') ed esprime potenza la elettrica (in Watt) in cond izion standard (irraggia i mento= 1 000 Watt/m' - tem per a t u r ac e l l a = 2 5 ' C )I.n t a l i c o n d z i o ns t a n d a r du n a c e l l ad i 1 0 0 c m ' i , ( 1 0 c m x 1 0 c m ) c o n u n ' e f f i c i e n zp a r i a l t 5 % g e n e r a n a p o t e n z a i e a u d ll 1 , 5 W L a p o t e n z a q u i n d id r e t t a m e n t p r o p o r z i o n aael ed i m e n s i o n i e i q d e l l a e l l aC e l l e u ev o l t ep i g r a n d h a n n o ui n d ii l d o p p i o i p o t e n z a . c . d d Corrente cortocircuito tensione circuitoaperto di e di Lecaratteristche tecniche che rappresentano cellafotovoltaica una sono e s s e n z i a l m e n t u e :l a c o r r e n t e l a t e n s i o n e i f u n z i o n a m e n t lo i.n t e n de d l s i t d i c o r r e n t d p e n d e a l l ' i r r a g g a m e n td a l l e m e n s i o n ie l l a e l l a . e d eo d d c L at e n s i o n e i u n ac e l l a n v e c e ,s s e n dc a r a t t e r i s t i d a l m a t e r i a l u t l l i z e d i e o ce q z a t op e rl a g i u n z o n e , nd i p e n d e al l ar a d i a z i o n e l a r e r i m a n e u i n d no so i d s o s t a n z i a l m e n to s t a n t d u r a n t el f u n z i o n a m e n tn o r m a l eP e ri l s i l c i o ce e i o . g a d i 0 , 5 V - 0 , 6 V i r c aD c o n s e g u e n z at,e n s i o n e e n e r a td a u n s i s t e m a c . l p F Vp u e s s e r a u m e n t a t a o l oc o l l e g a n di o s e r i e i c e l l e V e s n F

I p a r a m e t r ia r a t t e r i s t id ilu n m o d u l oo t o v o l t a i cs o n o c o r r e n td i c o r t o c c f o : e p c i r c u i t o , .t,e n s i o n e i c r c u t o p e r t o " .e i l p u n t od i m a s s i m a o t e n z a 1 d V a e M P P( d a l l ' l n g l e sM:a x i m a lP o w e r o n t e s p r e s sa t t r a v e r slo r e l a t i v a P ) o a


thci^nA \/ .^rrnt |

parametri O_uesti vengo stabiliti condizionifunzionamento in di standard - STC), (da ll'lnglese: ndardTest Sta Cond itons owero un irraggia con mento di 1000Wm' determnato unospettro , con della radazone AM solare (Air perl'Europa Mass Faktor)1=1,51;O;.o Centrale unatemperatura e ad
d e l l ac e l l a i 2 5 ' C . d

3,0

E=1000 Wm'
.g

s 2.0

E=8oo Wm' E=6oo Wm'

1,0

E=400 Wm' E=200 Wm'

0,5

\
10 15:. _,j 20 lntervallo V",

Tensione moduloin Volt (V) Figura2.7:Lapatenzae la corrente una cellaFVdipendono moda drettamente di n proporzianale dall'irrcggiamento, mentrela tensione variasolamente poca. di

I L a" r n a s s a a r a ' u n am i s u r a l l o p e t t r o e l l a u c ec o r i s p o n d e n ta l l a n g h e z zd e p e r c o r sd e a o a d d s d e

81

I parametri caratteristici un modulofotovoltaico di sono:corrente corto di p c i r c u i t o , .t,e n s i o n e i c i r c u i t o p e r t o " .e i l p u n t od i m a s s i m a o t e n z a 1 d a V e M P P( d a l l ' l n g l e sM:a x i m a lP o w e r o n t e s p r e s sa t t r a v e r slo r e l a t i v a P ) o a
+n<inn \/ .^rrn+ |

pi O _ u e s t a r a m e t r ie n g o t a b i l i tiin c o n d i z l o n i du n z i o n a m e n t o a n d a r d v f st s ( d a l l ' l n g l e s et:a n d a rT e s C o n d i t i o n sS T Co,w e r oc o nu n i r r a g g i a m e n t o S d t ) d i 1 0 0 0 r y m ' , d e t e r m i n a t c o n u n o s p e t t r o e l l ar a d i a z o ns o l a r e M o d e A ( A i rM a s sF a k t o r ) r1 , 5t i p i c op e r l ' E u r o p C e n t r a le a d u n at e m p e r a t u r a = a "C. della ella i25 c d

.g

s
E

10

151__,: 20 ntervallo V""

Tensione moduloin Vo t (V) Figura2.7:Lopotenzae la corrente una celloFVclipendono moda direttamente in di prcporzianale dall'irnggiomento,mentrela tensione variosalamente poca. di

I t a . m a s s a a r a " u n am i s u r a e l l o p e t t r o e l l a u c ec o r r i r p o n d e nael a ! n g h e z z a e p e r c o r sd e a o d d d s d tl 'atnorfera d o u c es o a r ea t t r a v e r s o t e r r e s t r e f u n z i o n e e l a p o s i z n ed e ls o l e in

o,2
lensione cella Volt in Figuro2.8: CuNa carutteristico diuno cella in silicio ctistollinocon unatensione di circuito apefto di 0,5 Volt citca, tipica pet questo moteriale. MPPsi oltiene all'80% della tensione dicircuito opefto e al95% dello cotente dicotto circuito.

Influenzadella temperaturasulla potenzagenerata Iefficienza unacellaFVdiminuisce umenta dellatemDeratu Le di all'a re ra. c e l l e f i l m s o t t i l e o n om e n os e n s i b idie l l ec e l l e n s i l i c i o r i s t a l l i nar r e a s l i c o variazioni ditemperatura. O_uando temperatura la aumenta, potenza la di u n ac e l l a r i s t a l l i nd i m i n u i s cd i c i r c a l o 0 , 5 % e ro g n ig r a d o e n t i g r a d o . c a e p c O_uesto significa se la temperatura che dellacellaaumentadicirca 30'C (rispettoalla temperatura standard 25'C) la sua potenza di diminuisce del 15%.Occorre quindiconsiderare curaglieffetti dellatemperatura con duranteil dimensionamento posizioni dell'impianto e scegliere FV ventiatee ad alta dispersione termica per la posadel generatore solare. Nel periodoestivo,un modulo solitamentepu raggiungere temperature comprese i40 e i 70"C,quindi un'aerazione tra insuffciente retrooel del modulocomportauna rilevante perditadi resa.

.E

Escursione V." (V) Tensione in V Figura 2.9:All aumentarcdelletemperature, potenzodi un modulodiminuisce circalo la di 0,5%pet ognigradorcntigrado("C- Celsiur.

Uno sguardo futuro nel L ac o n v e n i e n z a o n o m i cd l u n i m p i a n t o o t o v o l t a i cd i p e n d e o s t a n ec a f o s R l e z a l m e n t d a l l ' e f f i c i e n d a l l e e le i m p i e g a t e . a d d o p p i a n d' o f f i c i e n z a e ze c u o d d e l l e e l l e i o t t i e n e n r a d d o p p id e l l ar e s a e l l ' i m p i a n t o . c s A t t u a l m e n t e c e l l e Vp r o d o t t e l i v e l l on d u s t r i a lh a n n ou n ' e f f i c i e n z a le F a i e ( p e r c e n t ued i r a d a z i o ns o l a et r a s f o r m a ti a e n e r g ie l e t t r i c a ) m p r e s a la i e r n a co t r a l l 5 % e i l 1 7% , m a c e l l e o ne f f i c i e n zp i u e l e v a t e o n og i i n f a s ed l c e s I. ii a s r t c co s v i l u p p on u n l a b o r a t o rdor i c e r cs o n o t a t e e a l i z z ac e l l e r i s t a l l i n e n patial 24%.faletisu ggiunto attraversona serledi u effrcie nza ltato statora qi de s ie a c c o r g i m e n tu a l il a m i n m i z z a z i od e l l a i f l e s s i o n e l l a u p e r f i c d e l l e ne r r l' b c e l l e l ' i n c o r p o r a z i o n e o n t a t ta n t e r i o pie rr i d u r n e o m r e g g i a m e n t o . o d e ic i c a d c o n l at e c n o l o g id e l l e e l l e a n d e mc h eu t i l z z a e l l e b a s e i a r s e n i u r o a c t , e , d i g a l l i oe a n t i m o n i u rd i g a l l i os o v r a p p o s itn s t r a t i p o s s i b lo t t e n e r e o e u n ' e f f c i e n zd e l 3 1 % . a in e de P a r a l l e l a m e n t le e r i c e r c h e d i r i z z a ta l m g l o r a m e n t o l l ' e f f i c i e n z a a l e d e l l e e l l es i s t ac e r c a n dd i s v i l u p p a rd e i m e t o d d i p r o d u z i o np ue c o c , o e l p i q u e s t o e n s o i p r o m e t t e n t i o n oa l m o m e n t o l s n o m i c i I m a t e r i a liin . s ( C d T ei)q u a l i , e d d i s e l e n i u r o r a m ee i n d i o( c e l l e - c l s )i l t e l l u r i o i c a d m i o d a g p e s v e n g o n o t i l i z z a t i i n e l a r o d u z i o nd i c e l l e u p i c c o s c a l a . u

83

Dimensionamento impianti degli fotovoltaici

Lecelle fotovolta organiche, iche comele cellenanocrista conpigmento lline fotosensibile basato diossido sul energia elettrica, dititanio,per produrre utilizza processi no elettrochim analoghi a q uellidellefogliedeglialberi. ici tecnologie film sottileriuscirannoconquistaremercato a a il Qualidi q ueste non ancoraprevedibile. 2.1.5 ll moduloFV Un moduloFV costituito pi cellesolaricollegate d loro,le quali da tra sonoinglobate protette e dalleintemperie un sandwich da composto una da plastico uno strato protettivo copertura frontaledi vetro o laminato ed posterjore. moduli FVvengono Nei inoltreinseriti d iodidi bypass dei come protezione controle sovratensioni. maggior partedei moduliin commerLa "a per cio dotatadi cornice metallica il montaggio.moduliFVcosiddetti I posteriore. doppiovetro, utilizzano ilvetro ancheper la protezione

Figura 2.70:Sttuttun meccanica diun moduloa doppiovetrc. 7) Strato in FV rcntale e rctrc in vetrc,2)Riempimento EVA,3)celle ctistalline.

Fiouro2.71,: Sttuttwa tiDicadellocomicediun moduloFV 7icornice in atluminio,2)sigiltante,3) Vetrc,4)EvA,5)ce e,6) FoglioretrodiTedtat

84

I n f a s ed i p r o d u z i o n e , c e l l e e n g o n o o l l e g a te l e t t r i c a m e n ( ens e r i e / le v c e t p a r a l l e l or a l o r oi n m o d od a o t t e n e r e a l o r d i t e n s i o n e c o r r e n t e t i l i t) v i e u p e rl ' i m p i e g o .o l l e g a n dn s e r i e a r i e e l l es i a u m e n t an f a t t l at e n s a o n e C io v c l i d i u s c i t a e l m o d u l om e n t r e c o l l e g a n dp i i r c e l l eo s t r i n g h e i c e l l ei n d , o d p a r a l l e l o i a u m e n t aa c o r r e n t e . s, l per ogni stringa munitadi un diododi bypass evitare lecelle che nonin con( o d u z i o n e a de s e m p i o c a u s a i o m b r e g g i a m e n tp o s s a n d a n n e g g i a r s i a d o) persurrscaldamento. pu la Attraverso i diodi,la corrente bypassare stringa per ed evitarequindi di attraversare forza le celle non in conduzione, e v i t a n d o o s u r r i s c a l d a m e e die c c e s s i v ee r d i t e e l l eD r e s t a z i od e l c s nt D n ni
<i<+pmr rm nl<<iv

s ll numero assimdi celle ontenutin un modulo limtato oprattutto m o c e l . e d a l l a e c e s s i da v e r e o d l if a c i l m e n tm a n e g g i a b i l ip e s o l e d i m e n n ti m u e d l a s i o n id i u n m o d u l o e v o n o s s e r t a l i d a p e r m e t t e rie m o n t a g g i o ,n c h e e e i n c o n d i z i o n i d i f f i c i cio no o c h e e r s o n e . el o con temLecelleFVvengono coperte I latoanteriore un vetrotrasparente su perato (vetro posterlore un vetroconvenzionale un o da solare) dal Iato e da ( ) e f o g l i od i T e d l a r . t i l i z z a n diov i n i l a c e t a td i e t i l e n e E V A p o s s i b i lp r o U l o l 2 t e g g e r eec e l l e a g l a g e n ta t m o s f e r i e id al l ' um i di t p e ral m e n o 5 ann i . d i i c ng i u L a u s i o n e e l l ' E Vd ur a n t e l p r o c e s s oi n t e g r a z i o s ie i l l al m o d l or a e m f d A i d p i e n d o o m p l e t a m e ngei i n t e r s t i zr a l ev a r i e e l l e h el o c o s t i t u i s c o n o . tl c c c tl n A s e c o n dd e l l e s i g e n z e m o n t a g g ie d s t a b i l i t e s i s t o nio c o m m e r c i o a e di o modulicon senza ornce. o c s L as c a t o l a i c o n n e s s i o n e n i d i o d id i b y p a s s s o l i t a m e n ts i t u a t a u l d co e i o r e t r o p p u r e ul l ac o r n i c e e l m o d u l o V P e r l c a b l a g g id e im o d u l ir i s u l o s d F isolati protetti e tano particolarmente indicati iconnettori completamente l c o n t r oe i n v e r s i o n i o o l a r i t . d a c I m o d u lo g g ip i c o m u niln c o m m e r cho n n o n ap o t e n zd i p i c c o o m p r e s a i ia u t r a s l i 8 0e i 3 0 0 W

I D e n o m i n a t" s t r i n g "o s t r i n g h ,o r n e e ri m o d u l i o l l e g a t n s e r l e . p c ii e c

Dimensionamento impiant degli fotovoltarci

Figun 2.72:Aspettodi cinquetipi di celleFVa seconda deltipo di illuninozione. Sopn: conil sole;sotto: con cielo copedo. Da sinistra veBo destrc: cellepolicristalline, monocristolline, o FV flm sottileCl', in tilicio amorfo,qfln sottilecdfe. Ognigenerctore ho Tkwp di potenza di picco. Foto:Enst Schtimpff

per Suggerimenti la scelta moduli:riepilogo dei Lavarietd modellietecnologie presenti mercato nel fotovoltaico offre q u i n d l' i m b a r a z z o l l a c e l t a . e l l e a g i n e e g un t it r o v e r e ta l l o r a l c u n i p de s N s e e a s u g g e r i m e np ie rl a s c e l t a e i m o d u l i . t d I n r e a l t c o nl et e c n o l o g io d i e r n e i h a u n c o n s i d e r e v o l e r g i n e i s i c u , e s ma d quindi, menodi scelte pocooculatecheabbiano comeobbiettivo rezza, a i l r i s p a r m ia t u t t i i c o s ta n c h e d i s c a p i td e l l a u a l i t , o ns i p u i n c o r r e r e o i a o q n in errori grossolani. tecnologia oggiofferta mercato possiede La FV dal carate ( i t e r i s t i c hq u a l i t a t i vs o l i d ev e da n c h e a p i t o l o . 1 . 5 a n t a g g ie l l ' e n e r g i a e c 1 V d fotovoltaica) risultando cosaffidabile resistente guasti. e ai C o m eg a r a n z i a e l l ' a f f d a b i l i td e l l at e c n o l o g F V e s s t e n p r o g r e d i t o d a u sistema certificazionegrado di in diassicurare elevato un standard qualit di (leggere questoproposito paragrafi a i successivi). p C o m e r i m ae s p e r i e n zs i, u g g e r i s c e s t u d i a r e n i m p i a n t oi p o g i i n as di u t s t a l i a t on f o r m a n d o s iu l l ac o m p o n e n t i s t i c a u l l ep r e s t a z i o n i ._ u e s t o i es O t i p o d i e s p e r i e n z a r i c u r a m e n t e f o r m a t i v o i m o l t el e t t u r e . pi sa s d

Figuro2.13:lmmaginicheappattengono passato. al Moltifabbicanti nelfrcttempo hannoacquisito una solidaesperienza comeevitorcquestitipi di degrado dellecelleFV su Foto: VoIkeI Quosch i nI n

g I n l i n e a e n e r a l e ,e l l a c e l t a i u n m o d u l o c c o r r p o r r e t t e n z o na : n s d o e a e l a q u a l i t e l l al a v o r a z i o n e e l l e i n i t u r er i c o n o s c l b al t t r a v e r s o d ed f , i e un ' i s p e z i o n es i v a ; vi i v le l e c e r t i f i c a z i op o s s e d u t(e e d i c a p i t o so g u e n t" M a r c h i d q u a l i t ni e e per i modulifotovoltaici"). certificazioni Possono essere diaiuto anchei per test effettuatida istituti indipendenti la verifica prodottiin dei commercio; la marca/march del fabbricante io paragrafi questipunti. Neiseguenti tratteremonel dettaglio Qualemarca? e P e ra c c e r t a r d ie l l aq u a l i t i u n p r o d u t t o r d i m o d u l iF Vo c c o r r t e n e r e s d e c o n t od i : esperienza; referenze; professiona del servizio i assisten oraridi apertu reperibilit lit d za, ra, rappresentanza postoe cortesia; telefonica, sul seriet nell'appicare condizioni garanzia; la di t e m p i p e rl af o r n i t u r a e i m o d u l i n s o s t i t u z i o n e ; d e seriet storiaaziendale; g rassicu ziondella aranzia. ra e

87

il

Dimensionamento impiantifotovoltaici degli

Iultimo punto,in particolare, vienespesso trascurato. riassicurazione La dellagaranzia consigliabile soprattutto caso ditte di nascita nel di recente. Esse hannospesso prodottiinnovativi, non godono una lungaespema di rienza la riassicurazione garanzia unasicurezza pi peril cliente, e della ln c h ev e r r o m u n q u eu t e l a t oq u a l o r al f a b b r i c a n tfe l l i s s e c a m b i a s s e c t i a o r a g i o n e o c i a l e . o nq u e s t o e r v i z i o a z i e n d e l l ' a v a n g u a r daa ,c h e e s C s le a in s particolarmente piccole,possonorendersicompetitivecon quelle p "grandi". Perprendere decisione una definitiva circa produttore modulo, il del occorre leggere assoluta mente tutte le clausole garanzia richiedere di e chiarimenti i n c a s o i i n d i c a z i o n i a n c a n to a m b i g u e . d m i Un'esposizione e dettagliata condizioni chiara delle digaranzia, che relativi oltre i chiarimenti, saranno sicuramente apprezzativostro dal cliente. ragione euestauna in piper studiare attentamente ladocumentazione dalfabbricante. fornita

Qualetipo di celle? g P e r l i i m p i a n td e s t i n a t i l s e t t o r e e iv i l l i n im o n o f a m i l i a r i l u r i f a m i l i a r i i a d ep s i u t i l i z z a np r e v a l e n t e m e n t e d u l i m o n o c r i s t a l len io l i c r i s t a l l i Nio n o mo ip n . esistono solitopartcolari di motivazioni facciano che scegliere tipo di un m o d u l o i s p e t t o d u n a l t r o . S p e s s o c e g l i ie m o d u l o e m p l i c e m e nitn r a is l s e b a s e l l ad i s p o n i b i l i t l m o m e n t o . a de lvantaggi modulimonocristalliniesprimono dei si prlncipalmente attraverso I ' e f f i c i e n ze g g e r m e n se p e r i o re q u i n d i a l l a e c e s s i t s u p e r f i c im i la tu e n di e nore.In p,a livelloestetico, hannoil vantaggio avereuna superficie di monocolore, o blu scura. nera l v a n t a g gd e m o d u l o l i c r i s t a l l lin iv e c e o n op r e t t a m e n te c o n o m i cn i p e n s i quanto, anche conun'efficienza se minore, sonogeneralmente menocari. In a l c u n i c a s'ia s p e t t b l uc o ni c a r a t t e r i s t irc f l e s s i c a n g i a n t i v i e ne f e r i t o l o ii pr e d a i c o m m t t e n t ie d a g l i a r c h i t e t t i . i Nu l l av i e t ap o id i u t i l i z z a rie o d u l c o nc e l l e f i l m s o t t i l eS en o ns i h a n n o m i a . p a r t i c o l a pir o b l e m i ds p a z i o s es i d i s p o n e e l l ' e s p e r i e np ra t i c a u f f r i e d za s c i e n t e , a l c u n i c a s i t ase e l t a u r i s u l t a ra d d i r i t t u rla m i g l i o r e . r a z i a in lc p e a G e questo tipo ditecnologia, infatti,le perdite potenza di dovuteall'ombregg i a m e n t o d a l l ' a u m e n t d i t e m p e r a t u rs o n oi n f e r i o rri i s p e t t o q u e l l e e o e a delle tecnologie visten precedenza. permettono soddisfare Inoltre esse di il senso estetico queicommittenti di chepreferiscono l'aspetto monocolore e omogeneo. fattenzione clienti dei all'aspetto estetico dell'impianto diventando sta piir sempre importante. tuttii moduli adatti colore tegole delle Non sono al delle o facciate. Consgliate il vostro allora cliente, facendo prove dlversi delle con moduli tetto sul inouestione.

hannoilvantaggio diovereun'4fcienza leggemente Figurc2.14:I modulimonocristallini Foto:Vaillant no supeiorc e quindiun minorcbisog di superfcie.

e Ad Figuro2.75:. olcunicommittentipiaceWoptio l'ospettoblu cangiante strutturutodelle lla cellepolictistal ne.Foto Vai nt li :

Dimensionamento impianti degli fotovoltatcl

tecniche importanti? pi Qualirono le caratteristiche Potenza, tensione, corrente P o t e n zn o m i n a l i e l e v ase n od a p r e f e r i r e , a n t o m e n p e r c h m o d u l i e to qu o i p i g r a n d i s m o n t a n o i v e l o c e m e n t e e d a s li p a r a g r a f2 . 4 . T e m pd i i p (v o i i montaggio,). prestare Occorre attenzione soprattutto tolleranza alla sulvalore nominale della potenza moduloed accertarsi sja la pir bassapossibile. del che La maggior rte dei moduli FVoggipresentano pa tollera di t 5 %,anche si nze se iniziano trovaresul mercato a modulicontollera di !3%. Sisconsiglia nze di utilizzare modulicontolleranze elevate, quantomaggiore il valore pi in d e l l a o l l e r a n z m a g g i o r i l r i s c h i o i m i s m a t c h ,o nc o n s e g u e nrtiid u t a e d c z i o n i d e l l a e s a e l l ' i m p i a n t(o l m o d u l op e g g i o r en u n c o l l e g a m e n t n i r d i, io serie, determina riduzione la dellapotenza ditutta la stringa livello al della suapotenza, vedas anche glossario capitolo il nel 6.Aiuto allalettura,). La tensionee la correntedel modulo devonoessere adatte all'invener scelto compatibili le caratteristichestringa si vogliono e con di che ottenere. c o n s i g l i a bclh el at e n s i o n m a s s i m( V . " , ) e im o d u l i s i e l e v a t a , p r a t i e e a d a so tutto se il generatore stato progettato con alte tensionid'esercizio allo scopo ridurrele perdite. di Tolleranza temperature, alle grandine peso e Peri moduliintegrati neltetto o coninsufficiente ventilazione retrodel del modulo particolarmente importanteche il coefficiente ditemperatura s i a i l p i b a s s o o s s i b i l ( i n d i c e e l l ap e r d i t a i p o t e n z a l l ' a u m e n t a r e p e d d a delletemperatu re). Un altroparametro cui occorre di tenere conto la resistenza tempeste alle e alla grandine (testsecondo DIN 65215o 6f41_6\. attenzione non Fate a utilizzare modulipocoresistenti intemperie. alle In ultimotenetecontodel pesoe degliingombri, possono che impedire o r e n d e r d i f f c i l eI ' n s t a l l a z i o s te s s a . e i ne [unghezza larghezza: qualidimensioni e esterne? L ed i m e n s i o n is t e r n e o n op i i m p o r t a n td l q u a n t o i c r e d aI.m o d u l i i e s i s d grandi dimensioni richiedono (a menopuntidi ancoraggio paritdi potenza c o m p l e s s i ve q u i n d im e n oi m p e g n o e r l ' i n s t a l l a z i o n e a i m p o n g o n o a) p m, maggiorivincoli nella loro disposizione sulla superficie utile del tetto. O_uindi,fasedi progettazione, nonesistono lteriori in se u vincoli sullascelta d e l t i p o d i m o d u l od a i n s t a l l a r e',i n d i v i d u a z i o n e l l ad i m e n s i o no t t i l d e m a l ee d i l t i p o d i m o d u l a d a t t i l l as i t u a z i o nn o n p o ic o s m m e d i a t a . i a e i A questoproposito occorre tener presente anchedeglispaziintermeditrai m o d u l( 2c m c i r c a ) , u a i s o n ou t i l i t r al ' a l t r o e ru n ab u o n a e n t i l a z i o n e . i iq l p v L as c e l t a e l l e i m e n s i o n i d e i o d u l s a r n c h en f l u e n z a td a l l a e m o l i d d m i a i a s c i t d i t r a s p o r t o d a l l ' a c c e s s i b i l es i t os u lq u a l es i i n t e n d en s t a l l a r l i , e tl d i oltrecheda una seriedifattorl estetici.

90

q op s 5 es i s c e g l i u n m o d u l o a l l e i m e n s i o n i o n - s t a n d a r d p u r e u a n d o i e d d n integrato), occorre verimontanoi moduliincassati tetto (montaggio nel r ti f i c a r ea d i s p o n i b i l i e o p r a t t u t tlo f a c l e e p e r i b l l i d e v e n t u a l i m o d u l i l t s a P t , ll a r d i r i c a m b i o . e r u t e l a r siin c a s o i g u a s t i c o n s i g l i a b iael o r a v e r e n d / u m a g a z z i nq u a c h e o d u l o n p i i .o d i f a r f a r e i r e t t a m e n ta l c l i e n t e n a o m i d e m i n i m as c o r t a i m o d u l d i r i c a m b i o . d

dimensioni delle Figurc2.76:Sesi montonomoduli FVe collettotisolatitetmici insieme,le il comicidovrebberc etsere scelte monierctale da crcateun asDetto pi ormonioso in possibile.Foto: Roto

Cornici da estetche. Lascelta modulisenza di cornice dettatain genere questioni Coni Spesso ricorre questotipo di moduliper i montaggisu faccata. si a moltobelle regoe modulisenza cornice possibile ottenere dellesuperfici c . l, l a r ie l i m n a n d oi f l e s sas t i d o s d e l l ' a l l u miiod e l l e o r n i cIin o l t r e am a n , r fi i n l d n e i c a n z a c o r n i c f a c i l i t aa c a d u t a e l l a e v e d e v i t ai l f o r m a r sd i a l o n i d i d e soprattutto sporcizia seguitodellepiogge, che non da sottovalutare a il i i n c a s o i t e t t i c o nb a s s an c l i n a z i o n e . d possibilit di invece no ilvantaggio offrire han di diverse I moduliconcornice p i, i m o n t a g g i oe s c a n a l a t us e lp e r i m e t r ob o r d i e d i v e r s i u n t id i f i s s a g g i o l: ru dei offronouna maggiorlibertdi manovrasullesuperfici tetti. questa i rpuessere soprattutto caso in ditetti vecche defo maggior versatlit utle La costituisce irregolari in dislivello. cornice o mati contravettia distanze controgliagentatmosferici. inoltreuna protezione supplementare

Dimensionamento impianti de8li fotovoltaici

Collegamenti elettrici Rispetto semplici ai morsettia vte usatiin passato sonosicuramente da preferre moduli precablati cavidi interconnessione con muniti di connettoread innestorapido, completamente isolatoe protettocontrocontatti indirette le inversionidi polarit. connettori I isolatipermettono di effettuare montaggiin pienasicurezza con maggiorrapidit, i e senza aumentare eccessivamente il costodei materiali. ulteriore vantaggio Un dei connettoriisolati quello della loro maggiorerobustezza durata nel e tempo.Infineiconnettori sonomeno soggettia falsi contatti,per cui la frequenza guasti nel cablaggio dei risulta minore coscome le relative spese i riparazione. d Abbinamentofra moduli e resto del sistema Ancheil modulomiglioresarinefficace il sistema montaggio gli se di e altri componentidell'impianto, quale ad esempiol'inverter, non sono adattiperfunzonare modoottimaleconil moduloscelto. q uestoproin A posito consiglia acquistare materiale un unico prestando si di il da fornitore, a t t e n z i o na c h ei s i n g o lc o m p o n e nsii a n o b b i n a b i l 'iu n oc o nl ' a l t r oI.n e i t a particolare, assicuratevi le caratteristiche che tecnichedei moduli scelti s i a n o o m o a t i b icio no u e l l e e l l ' i n v e r t e r . c l d Garanzia La garanzia sicuramente uno degli aspettipitimportantidi cui tener primadi tutto tener contodelle conto nellasceltadei materiali. Occorre d fferenze (garanzia tra lega (quellacoobbligatoriamente le" dovutadal (quella venditore) ngaranzia e convenzionale, facoltativamente concessa dal produttore direttamente consumatore, aggiunta al in alla precedente). Laugaranzia legale,(responsabilit fabbricante dannida prodotto per del per difettoso) leggedi 2 anni.Pertanto condizioni garanza le di convenz i o n a l e h e s u p e r a n o' o b b l i g o i l e g g e o n op r e s t a z i o n iu p p l e m e n t a r i c l d s s volontarie fabbricante del grossista. la garanzia del o Per convenzionale occorre alloraporremoltaattenzione tutte le condizioni su divalidit. Leggetecon attenzione contrattodi ga.anzia in casodi dubbi,richiedete il e, per le spiegazioni caso, del eventualmente iscritto. In lineadi principio, vistochele garanzie convenzionali sonostabilite non perlegge, ogniproduttore libero definire proprlo di di il contratto garanzia e le proprie condizioni. q uindi attenzione cosacontiene garanzia Fate a la per convenzionale, evitaredi andareincontroa serl problemiin casodi controversia. gi prezzolqualt,, Come illustrato nelcapitolo "Valutare rapporto 1.6 il ci garanza,anche (longevit, checonta, oltreallacompletezza della la della dittafornitrce ci offrela garanzia. nonvolete che se correre nessun rischio, r i c h i e d e tu n ar i a s s i c u r a z i op e rl e p r e s t a z i o g a r a n t i t e . c a s o i f a l l i e ne ni In d mentodellad itta cheha rilasciato garanzia, pufa r valere riassicula la si r a z i o n e a q u a l es i a s s u m e l i o b b l i g h i f i n a n z i a re r i v a n t a l l eg a r a n z i e l, g di d protegge e il suocliente bruttesorprese. concesse. riassicurazione La Lei da

( L e g g aa n c h el p a a g . a f o a a n z i a b b l i g a t o r ig a r a n z ic o n v e n z i o l e si a na i C o a, e r e c l a mi n q u e s t o a p i t o l o ) c Datitecnici un moduloFVe il lorosignificato di p L an o r m a E lE N5 0 3 8 0 . F o gln f o r m a t i e id a t id i t a r g a e rm o d u l i f o t o v-o c i v q u a l is o n oi d a t i c h ed e v o n o s s e r e d i c a t i in e t a l c i ns t a b i l i s cc h i a r a m e n t e e so f o i s ul l as c h e d t e c n i c a i u n m o d u l o o t o v o l t a cQ.u e s t en f o r m a z i o n i n o a d o a n e c e s s a rae p r o g e t t i s tp e r i l d i m e n s i o n a m e ndo l l ' i m p a n tfo t o v o l il te p o an m i . t a i c o p e ri l c a l c o ld e l l a r o d u z i o n e n u a l e e d aa t t e s aN e lc a p i t o l 2 . 2 e o t r a t t e r e m d e t t a g l i a t a m e nd e ld i m e n s i o n a m e nd o g l i m p i a n t i . o t te con tecniche conformi non Attualmente esistonocomrrercio moduli schede in ancora i dati In se alle disposizioni norma EN della CEI 50380. talcaso, richiedete necessar
o domandateancheuna confermascritta. alfornitore,fabbricante importatore,

c c I nc o n f o r m i tal l an o r m a E lE N5 0 3 8 0i,f o g l id a t id e im o d u ld e v o n o o n t e ( c o nn d l c a z i o n e l l a de a e n e r e e s e g u e n itn d i c a z o na: o t e n z n o m i n a lP " o o i l i l ip lr l )t e ( d a t o l l e r a n z aa, e n s i o n M P P n e lp u n t o i m a s s i m p o t e n z a ) V " a,c o r r e n t e 1,., V.., di MPPlMp, tensione circuito la di aperto la corrente cortocircuito cos l, c o m ei c o e f f i c i e ndi t e m p e r a t u rp e rl a p o t e n z a a c o r r e n t e at e n s i o n e t a "a ( t u t t a l o rd e t e r m i n aitn c o n d i z i o s ti a n d a ru S T Cd , l l ' l n g i e s S : a n d a r d et v i i n d = 1000Wm' , temperatura di TestConditons, owero con irraggia mento - 25 ' C .m a s s a ' ar i aA M - 1 . 5 ) . d e s e r c i z i o l m o dul o T " o o * o de p m M l v a l o r i e l e t t r i cd i m a s s i m a o t e n z a P Pd i c i a s c u n o d u l os o n oi n d i i d la e s p e n s a b ipie re f f e t t u a r e s e l e z i o np e rc l a s sd i p o t e n z a e i m o d u l id a l r a g g r u p p airn s t r i n g h ( s e c o n d oc o r r e n tM P Pi)n m o d od a m i n i m z z a r e , e e la e a l, d d i n f a s ed i e s e r c i z i oe p e r d t e i . m i s m a t c h , o v u t e p r e s t a z i o n i t r o p p o d i d i f f e r e n f r a s i n g o lm o d u l i l.d a t i r i p o r t a ts ul l at a r g ad e l m o d u l o e v o n o ti i s d e l l am i s u r a z i o ni e d i v i d u a le f f e t t u a t a u l s i n g o l o n e rportare risultato il ch m o d u l o n o n u n v a l o r ei p i c op e r i l t i p o d i m o d u l i n q u e s t i o n e , en o n e t a l s c tt i t i c o r r s p o n d mra i e s a t t a m e n llee u e a r a t t e r i s t i c h e . l v a l o r i e l ev urocoa e s te e d i n c o r t oc r c u i t o o n oi m p o r t a n tp e r l d i m e n s i o n a m e nd o l l ' i n v e r t e r e d e ls u oc a r i c on f a s ed i e s e r c i z i o . i i i de t a l l i n d c a z o n e i c o e f f i c i e ndi t e m p e r a t u r a l t r e t t a n t om p o r t a n t en q u a n t o , e l l eg i o r n a t e o l e g g i a t ea t e m p e r a t u rd e l m o d u op u f a c l l, a n s te o m e n t e a g g i u n g e7e ' Ce d o l t r e i,n c i d e n dp e s a n t e m e ns u ir e n d i m e n t o r r0 e te a d e lm o d u l o t e s s o . ul at e m p e r a t u r a n d e r d i m i n u i r e m a g g i o rs a r a s P n p o t e n zp r o d o t t a . u r a n tle S i o r n a tie v e r n a l i a D e e i l r e n d i m e n do lm o d u l o l a te a ts n , a o s o l e g g i a tie ,f a t t s io s s e r vs p e s sc h el a p o t e n zd e l l ' i m p i a n o u p e r i o r e devono essere a quellachesi ottienein estate. effettidellatemperatura Cli qu n d p r e siin c o n s i d e r a z i o nai n f a s e i d i m e n s i o n a m e n te l l ' i m l a t o do p n d i si e e l di c h eq u an d os i c a l c o l aa p r e v i s i o n e p r o d u z i o na n n u a l e .

93

Dimensionamento impanti degli fotovoltatcr

Tolleranzepotenza di basse sono indice migliore qualit moduli? di dei Esattamente. tolleranza potenza Una di bassa precsione signi6ca maggiore del quindi ognicaso grande datoe comporta in per un vantaggio il dimensionamento dell'impianto. Inoltre, prezzo kwp pagato cljente tantopionesto il al dal sar quanto preciso il dato, piir p oweroquanto bassa latolleranza. per Succede spesso i moduli unostesso vengano che di tipo gi selezionati in fabbrica commercializzati "ditarga,identiche con e prestazioni dichiarando ma tolleranze diverse. EsemDio un modufo unapotenza con nominale 170Wp conunatolle'anza ! l-Oyo d e di (owero un campo variazione con di compreso 153+ 187Wp)puessere tra commercializzato tre diversi di potenza, con dati ovvero ndicando potenza una nominale 160, di 170o L80Wp unatoller e anza t3%.1 campi vanazione di di potenze questitre delle di modul sono compresi ri5pettivamente155+ 165 tra Wp, 165.:- Wpe tra 175-i 185Wpe sono 175 quindi i valori moduto conformi con del originale tolleranza elevata. pi con 5eilfabbricante commercializza stessi questi potenze moduli indicando nominali di (soli,155, e 175 pudichiarare 165 Wp, e reclamizzare tolleranzapotenza una di pibassa -0%/+6%, di senza alcuna modifcanelprocesso difabbricazione. mediante selezione fabbrica possibile la in rivalutare modulicon Quindi piit tolleranza potenza ampia di trasformandolimoduli tolleranze in con rstrette. (con precisione maggiore). U n a c a r a t t e r i s t i c ia p o r t a n t e i l n u m e r o d i d i o d i d i b y p a s sQ u a n d ou n a m . c e l l an o n i n c o n d u z i o n e ,d e s e m p o c a u s a e l l ' o m b r e g g a m e n ti o , o d i a a d di di bypasspermettono di udeviareula corrente delle cellefotovoltaiche in f u n z i o n e , v i t a n d oc o s i l s u r r i s c a l d a m e n td e l l ac e l l an o n i n c o n d u z i o n e , e o e m a n t e n e n d oc o n t e mp o r an e am e n t e i l m o d u l o i n f u n z o n e . a g g i o r ii n M f o r m a z i o n is u l l e p r e c a u z i o nd a p r e n d e r ei n c a s o d i z o n e d ' o m b r a s o n o i d i s o o n b i l in e l c a D i t o l o . 3 . i 2 Efficienza I e f f i c i e n z ad e l l e c e l l eo d e i m o d u l f o t o v o l t a i c s o n o i n r e a l t g r a n d e z z e m e n o i m p o r t a n t i p e r l a v a l u t a z i o n e e i m o d u l f o t o v o l t a i c i l.l l o r o r u o l o d n e l d e t e r m i n a r e a p r o d u z i o n e e l l ' l mp i an t o v i e n es p e s s o o p r a v a l u t a t o . l d s Oggigiorno sa i costi che le rese vengono riferiti alla potenza (Euro per k W p ) e n o n p i ra l l a s u p e r f i c e e l l ' l m p i a n t o( E u r op e r m e t r o q u a d r a t o ) . d c p d , Q u e s t os i g n i f i c a h e ,d a t a u n a d e t e r m i n a t a o t e n z a e l l ' i m p i a n t oq u a n t o p i b a s s a l ' e f f i c i e n z ta n t o p i g r a n d e l a s u p e r f i c i e i m o d u l id a i n s t a l a d lare. Invecei costi specificiper kwp e la resaspecifrca per kWp restanogli stess i n d i pen d e nte m e nte d a Il' eff c ie n za d e i m od u Ii. i L af o t o s i n t e s d e l l p i a n t e , u r f u n z i o n a n d o o n u n ' e f f i c i e n z p a r i a ( s o l o , e p c a l ' 1 - - 2 % ,r e s t ai l m o d o p i e f 1 c a cd i u t i l i z z a r e' e n e r g a o l a r e . e l s l f o g l i d a t i p i c o m p l e t i n c l u d o n o n c h ei n f o r m a z i o nc i r c al e c e r t i f i c a z i o n i a i o t t e n u t e d a l m o d u l o e g l i e n t i c h e l e h a n n o r i l a s c i a t eE s s i o m p r e n d o n o . c a n c h el n d i c a z i o n ii g u a r d a n ti il m a t e r i a l e e l l ec e l l e d e l l ec o r n i c e d e l v e t r o r d , i f r o n t a l el,e d m e n s i o n(il u n g h e z z aa r g h e z ze s p e s s o r e )i l p e s od e l m o d u l o l , a e

fotovoltaico. valori sonosecondari aifini delcalcolo dellaproduzione Questi a n n u a ld e ls i s t e m a , as o n o e c e s s a r i ri l d i m e n s i o n a m ed eol ' i m p i a n t o . e m n pe nt l I n b a s e d e s s p o s s i b i lc h a r i r ies e g u e n t i u e s i t i : e a i q q u a n t im o d u l f o t o v o l t a i c ip o s s i b i lie s t a l l a rs u lt e t t o ? i n e la statica tetto sufficiente? del q u al et i p o d i f i s s a g g is c e g l i e r e ? o Requisiti qualite normativa di l f a t t o r ic h ed e t e r m i n a nlo q u a l i t i u n m o d u l oF Vs o n ol ' e f f i c i e n zla , a d a d u r a t a i v i t a e l ' a f f i d a b i l i td i e s e r c i z i P . r t a n t or e q u i s i t i i q u a l i t e r d oe i p d i moduli fotovoltaici possono essere ricapitolati comesegue: s i c u r e z z a e t t r i c a u r a n t el f u n z i o n a m e n t o l l ' i m p i a n tfo t o v o l t a i c o ; el d i de o d u r a t a i v i t a ,s ea d a t t ia l l ec o n d i z i o n i dm p i e g op o c o o g g e t ta d ii , s i ( u d e g r a d or i d z i o n e e l l a o t e n z a ) , p d conformit con le caratteristiche tecniche dichiarate, particolare per n q u a n t o i g u a r d a p o t e n z a d i t a r g a ,i n d i c a t a ; u r la uverso basso,. tolleranza dipotenzabassa, soprattutto il A t t u a l m e n t le n o r m e i i m p o r t a n tp e ri m o d u l i f o t o v o l t a i c i n o e p i so C E I N6 1 2 1 5 M o d u l i f o t o v o l t a i c is i l i c i o r i s t a l l i np e ra p p l i c a z i o n i E : n c o terrestri. Oualifica progetto omologazione del e deltipo. D I NE N6 1 4 1 6 M o d u l i f o t o v o l t a ia fi l m s o t t i l e e ra p p l i c a z i o n i t e r r e s t r i . : c p del progetto omologazione e deltipo. Qualifica D I NE N6 1 7 3 0M o d u l i o t o v o l t a i - iQ u a l i f i c hd i s i c u r e z z a : f c e Parte1: Requisiti il montaggio Parte Requisiti la verifrca. per e 2: per CEIEN50380:Fogliinformativi dati ditarga per moduli fotovolta e ici. Lenorme EN61215 DINEN61416 CEI e contengono i parametri riferimento di p e rl e p r o v e i s o l l e c i t a z i om e c c a n i c h e l i m a t i c h ed e l l ' i n v e c c h i a m e n t o d n ec e dei modulifotovoltaici. disposizioni stcurezza i materiali Ia proLe di circa e g e t t a z i o n e n o t a b i l i t n e l l a r i m a a r t e e l l a o r m a I NE N6 1 7 3 0N e l l a so s e p p d n D . pa seconda rte vengono per descritte d isposizioni verifica l'osserva le re nza delle orme i sicurezza. n d
Lecertificazioni sonouna chiara indicazione dellaqualitdi un modulofotovoltarco.

Marchidi qualite certificazioni i modulifotovoltaici per Senonsi esperti, diff cilevalutare qualtd un modulofotovoltaico. la P u f o r n e n d o n b u o nc r i t e r i o i v a l u t a z i o n e ar c h d i q u al i t n o nd e v o n o r u d im i essere sopravalutati. Iottenimento di marchie certificazioni qualit di comportanotevoli costi, straordinari ricorrentl, carico fabbrlcante. e a del P u s u c c e d e qe i n d ic h ei p i c c o f ia b b r i c a neiv i t i n o i a c q u i s t a rl e c e r t i ru l t d per ficazioni non affrontare relative le spese aggiuntive non posseggano e q u i n d im a r c h i u f f i c i a l i r p r o d u c e n dd e i m o d u l d i a l t aq u a l i t . pu o i

ll Centro di Ricerca della Commissione Europeacon sede ad lspra (www.jrc.cec.eu.int) sviluppato ha per una procedura controllo moduli di fotovoltaici(disposizione ISPRA 503) sulla quale sono state basatele normeIEC 61215(permoduli fotovoltaici cristallini) IEC e 61646(permoduli fotovoltaici silicio in amorfo). per prass comune richiedere i modulistandard certificazioni 612L5 IEC le o I E C 1 6 4 6 i l g r a d o i p r o t e z i o nle, m e n t r e m o d u l i s p e c i a lo n or a r a 6 e d l si i mentecertficati causa costielevatie del numeroridottodi moduli a dei prodotti. [|stitutoVDE, riconosciuto comeN5l(National Supervising Inspectorate)per il programma CAP(Clobal PV Approval Programm Photofor per voltaics) offre un'ulteriore variante la procedura certificazione. di garanzia Garanzia obbligatoria, convenzionalereclam e caranzia obbligatoria (per per In lineadi massima garanzia la obbligatoria legge) i prodottinuovi e usatha una duratadi 2 anni.Essa garantisce l'idoneit, corretto il funzionamento l'assenza difetti difabbricazione Drodotto. a carico e d del del fornitoreo dell'installatore ha vendutoil modulofotovoltaico che al committente dellacostruzione. il che,in casodi reclami, Questosignifica committente deverivolgere chigli ha vendutoil modulo. si a Seentroi primiseimesidall'acq istovengono u segnalat difettial vendei partendodal presupposto il ditore,la leggefavorisce compratore il che prodotto difettoso dall'inizio. questocaso il venditore deve era sin In che provare il prodotto che noneradifettoso momento al dell'acquisto. Passati prova q i primiseimesi,invece, l'oneredella vieneinvertito.5petteruindi provare il prodottoeradifettoso dall'inizio. al compratore che sn Garanzia convenzionale pudecidere garantire ll fabbricante inoltre di volontariamente determinate propriet un prodotto. per di Interessante i modulifotovoltaici soprat tutto la garanzia della potenza. Tipicamente garantisce si che,dopo 20 per anni,la potenza i un modulo FVsar lo menopariall'80%dellapotenza d n o m i n a l e i n i m ai n o r i g i n eC o nu n ap o t e n z a o m i n a l e i 2 0 0 W pe u n a m . n d q tollera tipicarispetto nza massima !5yo, basterebbeuind di allapotenza producesse 20 anniancora Wpdi potenza cheil modulofotovoltaico dopo 152 (200 p - s %- 20 %= l-s2Wp). W Sostituzione qualisonole prestazioni garantte caso sostituzione, Per sapere n d consulPretate ledisposizioniriguardo documento garanzia a nel d delfabbricante. stazion inferiori un modulofotovolta vengono di ico compensate, conformep m e n t ea q u a n t od i s p o s t o e l l ag a r a n z i a , e d i a n t e a g a m e n ti in d e n a r o n m oppuremediante modulisostitutivi supplementari. Attenzione, molti in o purisu redff ciletrova dopota ntotempo,un modulo FV(adatto, cas lta re, (dimensioni, valoricaratteristici elettrici) causa progresso a del tecnico.

96

a U n ' u l t i m a n d i c a z i o n e : a g a r a n z i v a l i d ap e r q u a n t op o s s i b i l e .e l i un 5 e f a b b r i c a n t e ,l m o m e n t o e l r i c o r s o , o n p i i n g r a d od i s o d d i s f a rle a d n p r o m e s s d t g a r a n z i ap e re s . p e r c h n s o l v e n t en , a n c h ea m i g l i o r e e ( l i )e g a r a n z i p u s e r v ra q u a l c o s anq u e s t o a s o u e s s e r u t i l el a r i a s s c u a p e I. c e g p r a z l o n e e l l ep r e s t a z i o n ia r a n t i t e ,h e s u b e n t r a e r e s .i n c a s od i f a l l i d c mentodel fabbricante. riassicurazioni offronoun'elevata sicurezza Queste al l ' i n v e s t i m e n t o . Costo moduli dei il per di Oggigiorno prezzo un modulofotovoltaico un chilowatt potenza di , n o m i n a l e a r i at r a i 3 5 0 0 e i 4 5 0 0 E u r o( n e t t o )a s e c o n d a e l l at a g l i a , v d ( d e l l a a r c a d e lv o l u m e q u a n t i t i m o d u l id e l l a o r n i t u r a . i s t o ' an d a m e d ) f V l mentoposltivo mercato del fotovoltalco il conseguente ed aumentodela p r o d u z i o nn s e r i e e im o d u l F Vi,p r e z z i o v r e b b e co n t i n u a r es c e n d e r e ie d i d ro a n e lp r o s s i mfo t ur o . u

pet Figurc2.17:Oggigiomoil ptezzodi un modulofatovoltoico un thilowatt installotodi potenzanominalevoriatlo i 3 500 e i4500 Euro(netto),o seconda dellatoglio,dellomorca Foto:SunTechnics GmbH e dellaquantit ordinata. Solartechnik

97

Dimensionamento degli impiantifotovoltaici

2.1.6finveer Struttura prinripiodifunzionamento un nverter e di Iinverter un dispositivo elettronico trasforma corrente che la continua fornitadal generatore fotovoltaico corrente in alternata monofase con unatensione nominale 230V per di oppure, gli impianti grandi, corpi in (,,corrente rente alternata trifase trifase") unatensione con nominale di 400V Letipologie inverter di disponibili commercio diverse si in sono e differenziano base classe potenza. seconda tipologia in alla di A della di impianto fotovoltaico il quale per gli sono statidestinati, inverter suddivisi donoin inverter centralizzati, inverter stringa multi-stringainverter di o e da modulo. Nelcaso degli inverter centralizzati, i moduli generatore alimentutti del FV (nella tanoununico inverter figura seguente, a sinistra). scelta La dell'inver ter centralizzato adattaa qualsiasi d'impianto. non tipo Suddividere l'impianto varisottogruppi in serviti ognuno un proprio da inverter diventa utilenegli impianti grande potenza, di oppure presenzazone in di d'ombra o di partidi unostesso generatore orientate inclinate e/o diversamente (nella figura seguente, a destra).

Figuta 2.18: lmpiantofotovoltoico con invettet centrulizzoto (sinittto) oppute con pi nvefter (destn). L) OenemtoreFV 7o/b) ,ub-campo del generctote FV, Quodto di campo, 2) 3) lnverter.

" l u t t i g l i i n v e r t ed i s p o n g o na l m e n o e l l e u n z i o n " t r a s f o r m a z i o n e d r o d f i ( i m m i s s i o n e " o t t i m z z aiz n " e u c o n t r o l l ol"e q u a l is e r v o n a : , , o e o trasformare corrente la continuaprodotta generatore dal fotovoltaico in c o r r e n t a l t e r n a t a d i n n a l z a m e n do l l a e n s i o n e ' u s c i t a l l i v e l l o e l l a e e te t d a d per reteelettrica l'immissione rete; in ottimizzare resadell'impianto la rispetto allaradiazione solare attraverso la regolazione puntodi lavoro del sullacurva caratteristica generatore del potenza FVportandolo lavorare corrispondenza puntodi massima a in del c h i a m a t o P P M a x i m u n o w e P o i n t )I .i n s e g u i m e n td e l p u n t od M ( P r o = p ( se m a s s i m a o t e n z a d e n o m i n a t M P P r a c k i n gd a l l ' l n g l e t o t r a c k o t insegire); u d i s p o s i t i v ii c o n t r o l l e d i s i c u r e z zp e rl ' i m m i s s i o nie r e t en e lr i s p e t t o d o a n delle elativnorme igenti. r e v I nb a s e l t i p od i i m p i a n t e d i c o n n e s s i oa lear e t es i u t i l i z z a n n v e r t e ro n a o io c nl , o senza trasformatore condiverse e classi potenza. inverter di Cli utilizzati nel settorefotovoltaico dividonoin invertera commutazione rete e di si nverter autocommutati. inverter commutazione retesonorelatiCli a dl vamentepococostosi, provengono e dalle applicazoni industrial dove per vengono utilizzati pilota i motorielettrici. inverter comm utazione re 6li a gli autocommutati di retesonomolto robustied affdabili.Invece inverter producono automaticamente frequenza retee posseggono sistema la di un l at e n s i o n e i u s c i t a o nl e e r a n d e z z e r e t e . c h es i n c r o n i z z a d c d Requisiti tecnicichedevono essere soddisfatti un inverterper un da impiantoFVconnesso rete in l m m i s s i o nie r e t ed i c o r r e n t e l e t t r i c a o nf o r m ad ' o n d a i n u s o i d aee n s l c sincronlzzata la frequenza rete. con d ( p R i c e r ce d i n s e g u i m e n do l p u n t od i m a s s i m a o t e n z aM P P t r a c k i n g ) . a te parziale. Alta efficienza fasedi esercizo, in soprattutto carico a F u n z i o n a m e nc o m p l e t a m e n ae t o m a t i c oa c i l i t i g e s t i o n e t tu f, d guasti. verifica, visua lizzazione E l e v a ta f f d a b i l i t i s e r v i z ian c h e o nt e m p e r a t u ra m b i e n t a l i e l e v a t e , a d o c e (climae temperatura). elevata resistenza intemperie alle P o s s i b i l i t / i n t e r f a d i c a m u n i c a z i o n o nu n as s t e m a i a c q u i s i z i o n e cci o ce d e d a t i , i s u a l i z z a z i op re d u z i o ne d a t id i e s e r c i z i m,e s s a g g i' e r r o r e . v no o d Protezione interfaccia dell'inverter di ret d s s P e rr a g i o n i d i s i c u r e zg lai m p i a n tfio t o v o l t a l c ie v o n o t a c c a r a iu t o m a zi d c u di t i c a m e n t e a l l ar e t eo g n i v o l t a h es i v e r i f i c a n ai n t e r r u z l o n e s e r v i z i o ( t , d e l l ar e t ee l e t t r i c ab l a c k - o uc)o s c o m e n c a s o i d i s t u r bq u al i p i c c h i e d d i picchidi corrente variazioni oscillazioni tensione, di eccessivi o eccessive d i f r e q u e n z an m o l t ii n v e r t eq u e s t au n z i o n e i s i c u r e z z ai n c o r p o r a t a l. r f d di e vieneeffettuata dalleprotezioni interfaccia di rete.Laprotezione interper facca rete ammessa monofase potenze immissione retefino in di in ed ai 4,6kVA(pergli impiantifotovoltacifi a 5 kwp di potenza) effettua no l c o n t r o l l s u ls o l oc o n d u t t o rd i f a s e . o e 99

Dimensionamento impianti degli fotovoltaici

C l i l mp i a t i c o np o t e n z e a g g i o rd e v o n o s s e r e u n i t id i u n d i s p o s i t i v o n m i e m trifaseper la protezione interfaccia di rete (finoad un massimo 3OkVA di oppureper impiantifotovoltaici fino a 30 kwp di potenza).

Figura 2.L9:Collegamento rcte di un impantofotovoltaico pitt inverter. lato con L) Generctorc, Connettorc 2) multipolare, Quodrodi compo,4)tnverter. 3)

Inverter collegamento moduli e dei I n l i n e a i p r i n c i p i om o dul i f o t o v o l tia ip o s s o ne s s e r c o l l e g a t n p a r a l d i o c e ii l e l oi,n s e r l e c o m i n a d oe n t r a m b i i p i d i c o l l e g a m e n Lo c o m b i n a z a o n e o b n it t a. f r a c o l l e g a m e nitn s e r i e p a r a l l e l d e t e r m i n aa t e n s i o n e l a c o r r e n t e o i e l e ( n o m i n a l e ) u s c i t a e l g e n e r a t o rF Ve d i c o n s e g u e n z a c h e a s c e l t a in e d an l dell'inverter atto. ad C l l i n v e r t e c h e o t t e n g o n o m i g l i o r r i s u l t a t n e g l ii m p i a n t f o t o v o l t a i c l r i i i i c o n n e s s il l a r e t es o n od i t r et i p o l o g i e : a A ) i n v e r t ec e n t r a l i z z a(td a1 k W a 1 0 0 0k W d p o t e n z a o m i n a l e ) ; r o n p B )i n v e r t ed i s t r i n g a e ri l c o l l e g a m e n i n s e r i e i p i i l s t r i n g h ed a0 , 7k W a r ( to d 5 k Wd i p o t e n z a o m n a l e ) ; n C) inverter moduloperogni modulofotovoltaco di (esiste ancheintegrato n e lm o d u l o t e s s o ) a0 , 1k W a 0 , 7k W d i p o t e n z a o m i n a l e ) . (d s n R i c o ridm o c h e : a . n e lc o l l e g a m e n itn p a r a l l e ld i p i m o d u l i i o t t i e n e n ac o r r e n t p a r i o o s u e a l l as o m m a e l l e o r r e n td e is i n g o lm o d u l iF Ve d u n at e n s i o n e a r ia l l a d c i p i tensione i unsingolo odulo V; d m F . n e lc o l l e g a m e n itn s e r i e i o t t i e n e l c o n t r a r i u n at e n s i o n e a r ia l l a o p s a o s o m m a e l l e e n s i o nd e is i n g o lm o d u l i e d n ac o r r e n t e a r ial l a d t i p u c o r r e n td i u n s i n s o l o o d u l o . e m

100

Come collegare moduli:in serieo in parallelo? i Perimpiantinon soggetti ombreggiamenti preferibile ad scegliere colil l e g a m e n tio s e r i ei,c u i v a n t a g g io n o : n s m o n t a g g i d e i m o d u l i e m p l i ce v e l o c e ; o s e p i e l e v a t c h er e n d o n o o s s i b isie z i o n i dc a v ip i p i c c o l e ,t i l i p l u tensioni e i soprattutto casodi cavlunghiin CC; nel m i n o r ip e r d i t e e n e r g i a . d pi Premessa:paritdi potenza, a tensioni sistema elevate di comportano p c o r r e n tp i b a s s e q u i n d im i n o r i e r d i t e e ic a v ie n e l l e p p a r e c c h i a t u r e i n a (inverter). perditeinfatti, aumentanocon il quadrato di conversione Le d e l l ' i n t e n s i t c o r r e n t e r e n d o n o e c e s s a rqe n d i e z i o nd i c a v op i u di n iu s i g r a n de u n m a g g i o r ie p e g n o e ri l c a b l a g g i o . p m la risu Verificate letensioni mod li si sommino confrontate tensione lche dei u e t a n t ei n u s c i t a a lg e n e r a t o r e nl at e n s i o n e i p i c c o e im o d u l i t i l i z z a t i d d d u co la dell'inverter. e verificatene compatibilit la tensione con d'ingresso In qualicasioccorre invece collegare moduliin parallelo? i c o l l e g a t e p a r a l l e lio o d u l o l e s t r i n g h e e lc a s o n c u i : in m i n i p tm I 'i m p i a n t o r e s e n t io n ep a r z i a l m e n oe b r e g g i a t e ; z usaremoduliFVcon prestazoni diverse loro(perevitare fra occorra p e r d i t e i m i s m a t c h h ea l t r i m e n ts i v e r i f i c h e r e b b e re lc o l l e g a m e n t i no d c i nserie); o c c o r r l i m i t a r eet e n s i o nd ' e s e r c i zeo t r ou n c e r t ol l m i t em a s s m o . a l i in Esempio 1 , a m i e U t i l i z z a n d oo d u l F Vc o n2 0 0 Wd i p o t e n z n o m i n a l ( P " )7 2 Vd i t e n s i o n e ( ) e d i c i r c u i t o p e r t o V " .a d u n at e m p e r a t u rd i - 1 0 ' c , i l c o m m i t t e n tv u o l e a a realizzare impianto i 2kwpdi potenza. un d p e l l d i m e n s i o n a m e n tro v e diec o l l e g a m e ni t o e r i e i 1 0m o d u l iN er i s u l t a l ns d . ( iI 0 x 7 2 v= \ 7 2 0 v( r c o r d l a m h el et e n s i o n iis o m m a n o co s unatensionepar ni ) n o e n e i c o l l e g a m e in ts e r i e L.at e n s i o n m a s s i mia i n g r e s sd e l l ' i n v e r t p r e e pertanto pari dei scelto dovr essere a 75oV(Troverete il dettaglio varipassagg i d e l d i m e n s i o n a m e n no l p a r a g r a f u E s e m p i i d i m e n s i o n ae n t o " ) . o d m te Esempio 2 g i un U s a n d o l i s t e s sm o d u l i i,l c o m m i t t e n t d e s i d e r r e a l i z z a r e i m p i a n t o e a d i 3 , 2k w p d i p o t e n z a . n 1 o I n u n p r i m om o m e n t o i p e n s a i c o l l e g a rie s e r e 6 m o d u l i t t e n e n d o s d pati perha unatensione cosunatensione a (16x72v =) 1 152V Linverter q m a s s m an i n g r e s sd i s o l i7 5 0 V c h a r o u i n d ic h es i d o v r p r o g e t t a r e i o o e , u n c o l l e g a m e n itn p a r a l l e ld i 2 x 8 m o d u l ic o s d a p o t e rr i m a n e r c o nl a o g e n e r a t o rF Ve n t r oi l i m t ia m m e s siin i n g r e s s o e tensione i uscita el d d d al l ' i n v e r t e r .

Tipologie dinverter Nonesiste tipologia inverter adatta una di pi delle altre. durante Quindi il dimensionamento occorrer pi scegliere icomponenti adeguati alle condizioni e sceglieretipologia inverter locali la per di ottimale il progetto in questione. Inveer centralzzati impianticontensioni in d'esercizio elevate Inquesto caso generatore il fotovoltaico gestito un unico viene da inverter centralizzato. Inquesto occorre caso riunire varie le stringhe, composte da moduli collegatitra in serie, uncollegamentoparallelo loro in in realizzato nelquadro campo postotra generatore di il e l'inverter. Va ntaggi Possibilitcostruire di impianti potenze con dell'ordine MW dei 5truttura robusta. Facile collocamento scaricatorisovratensione quadro degli di nel di ca mpo. Peculiarit Insta Ilazione centralizzata. Collegamento combinato prevalenzaquello serie. con di in Occorre avere stesse le condizioni radiazione tutto il generatore di su fotovoltaico; il sistema particolarmente sensibile ombreggiamenti agli d singole (vedi stringhe inverter stringa). di Adatto permoduli tolleranze potenza solo con (vedi di basse nPremessa"). Iinverter vedeI'insieme dellestringhe collegate parallelo in all'interno delquadro campo di come unico un generatore lacuicorrente pari FV sar allasomma delle correnti stringa, di mentre tensione pariallatenla sar sione della stringa tensione elevata. questo a pi ln modo dispositivo il di inseguimento punto massima del potenza di dell'inverter operer base in allacaratteristica delgeneratore nonsar grado riconoscere media FV n di lecorrentiletensioni singole o delle stringhenonpotr e lavoraremassimo al della resa. ll modo ottimizzare di questa situazione proprio sta nell'utilizzare, al posto di un unico inverter centralizzato, inverter stringa, pi di ognuno quali dei lavorer modo ottimizzare funzionamentoognisingola in da in di stringa individua lmente.

L02

Figuro2.20:ll generotareJotovoltaicocomposto pii) stringhedi modulicollegoti serie. da in quindiun soloinveftet.1)Campo FV,2)Quodto dicampo, Algeneratore vienecolleqoto 3) Inteuttore principole CC,4) lnvertet 5) Rete.

Inverter in tensionid'esercizio centralizzati imoianticonbasse Vantaggi (a p C o n v e n i e n t ic a s o i o m b r e g g i a m e n t in c h e a r z i a l i ) . in d A d a t t ia f u n z i o n a rc o nm o d u l c o nt o l l e r a n zd p o t e n z ae l a t i v a m e n t e e i r e ampre. (B P o s s i b i l ido p e r a r en b a s s i s s i me n s i o nd i s i c u r e z z a T S ) ti i te

(vcc< 120vt.
Pecu rit lia collegate n ll generatore fotovoltaico composto moltestringhe da p a r a l l e l o , n u n a e l l e u a l c o m p o s t d i p o c h m o d u l i o l l e g a t i t r a q i g d a c l o r oi n s e r i e . ) i p c o l l e g a m e n tc o m b i n a t ( s e r i e / p a r a l l ecl o np o c h m o d u l i e rs t r i n g a o o ( c o l l e g a m e npoe v a l e n t e m e n ne a r a l l e l o ) . tr p it sezioni cavipiuttostograndi. di Leelevate correnti d'esercizio richedono r t i O c c o r r u n i n v e r t ea d a t t op e rb a s s ee n s i o nd ' i n g r e s s o . e

Dimensionamento impianti degli fotovoltalci

Figuru2.21,: Collegamento parollelodei moduli.O_uesto di collegamento.onviene in tipo in casodi ombrcggiamenti porzialio modulicon tollercnzo potenzaampia.7)CompoFV di 3) lntetuttote pincipale CC,4)lnvettet, 5) Rete.

Inveer stringa d In questocasoogni stringa, composta un certonumerodi modulicondi nessiin serietra loro,ha un proprioinverterdedicato con una potenza compresa i 700e i 2 500Watt circa. tra Conil dovutonumerodi inverter possibile ottenereimpiantipraticamente qualsiasi potenza. di Vantaggi Rese alte rispetto pi agli inverter centralizzati grazie singoli a dispositvi d i i n s e g u i m e n do l p u n t od i m a s s i m a o t e n z a e ro g n is t r i n g a . te p p Ottimalein casodiombreggiamenti in casole strnghe e sianoorientate e inclnate diversa mente. 5i pufare a menodel quadrodi campo. I n s t a l l a z i o n e m p l i ce d e c e n t r a l i z z a te l l ' i n v e r t ep e re s . i c i n o i (r s e da v a moduli). Pecu liarit Ogniinverter ottieneil massimo moduliad esso dai collegati. Consente condizion d'irraggiamento diversetra loro(orientamento, inclinazione, ombreggiamento) variepartidel generatore. su Lestringhe confluiscono parallelosolamente valledell'inverter in a in c o r r e n t a l t e r n a t a . g n i s t r i n g q u i n d i c o s t t u i su n i m p a n t o s e d e O a ce a prodotta immettel'energia direttamente rete. in O c c o r ra s s i c u r a r'e n i f o r m i t d e l l e o n d i z i o n ii f u n z i o n a m e n t o e l u c d s o l t a n t o l l ' i n t e r nd e l l a i n g o l a t r i n g a . a o s s C o n c e z i o n ei l i z z a b i a n c h e e ri m p i a n td i g r o s s t a g l i a . p a ut le i Gli inverterdi stringastannodiventando semprepiir diffusi e vengono per utilizzati impiantidi tutte letaglie. a Grazie llaflessibilit questa di tipologiadi inverter pu gestireuna vastagammadi potenze, si assicurando pi un funzionamento complessvo effcientedegliinverter centralizzati. 6li inverter i stringasonoinoltrepiireconomici quanto possono d in essere prodottiin serie in grandiquantit. ed

104

un Figun 2.22:Loconcezione dell'impiantocon inveetdisttinga prcvede invedetpet ogni cc, in sttingocompottado pi modulicollegati seie. 1)CompoFv,3)lntetuttorc ptincipale 4) lnvertet, 5) Rete.

if

:l

:t

Inverter multistringa m pi recente fotovoltaico sonogli inverter ultistringa, La novitnelmercato i n v e r t em u l t i r e e q u a l is o n od i s p o n i b ipie rp o t e n z d e l l ' o r d i nd e 5 k W G l i l d centralizzati gli inverter e stringasonodei sistemiibriditra gl inverter pi comeseavessimo inverter sicomportano stringa: latodelgeneratore dal c ie d s t r i n g am e n t r ed a l l a t o d e l l ' i m m i s s i o nn r e t ef u n z i o n a n o o m eu n , appositamente inverter sonostaticoncepiti inverter centralizzato. Questi ch p e ri m p i a n tc o nm o d u l i n c l i n a to o r e n t a tiin m o d on o no m o g e n e o , e i i caratteristiche tecnicheoppuresoggettiad ombreggiaabbianodiverse utilizzatianchecon un essere menti. Cli invertermultistringapossono p v e n u m e r o a r i a b i ld i m o d u l i e rs t r i n g a . Vantaggl o i O t t i m a l p e r t u t t ig l i i m p i a n tn n o ns t a n d a r di,n q u a n t op o s s o ne s s e r e i p a rispetto pi inverter e adattatialla situazione risultano economci dstringa. d in agliinverter centralizzati, quantoidispositivi Resa migliorerspetto (MPP-tracker) ottmizzano puntodi massima potenza inseguimento del l a p r o d z i o n e i o g n is t r i n g a . u d Peculiarit d te D i s p o n g o n o p i rd i s p o s i t i v i i n s e g u i m e n do l p u n t od i m a s s i m a di potenza (MPP-tracker). per al di Possibilit collegamento due,tre stringhe massimo ogni di diverse. inclnazoni potenze e con apparecchio, orientamenti,

Dimensionamento impianti degli fotovolta cl

Inverter modulo di

Almomento stesura questo della di gli testo, inverter modulo sono di non ammessl dalla normativa italiana il collegamentorete per alla elettrica pubblica. C l i i n v e r t ed i m o d u l o e n g o n ab b i n a te c o l l e g aaii s i n g o lm o d u l F Vo d r v o i t i i , a c o p p i e i m o d u l ie c o n n e s s ii r e t t a m e n tal l a r e t ee l e t t r i c an c o r r e n t e d , d e i a l t e r n a t a . o d u l f o t o v o l t a i c io ni n v e r t ed i m o d u l o o n op r a t i c a m e n t e Im i r s d e i m i n i i mp i a t i f o t o v o l tia ip r o n t al l ' u s o . n i c C l i i n v e r t ed i m o d u l o e n g o n o g g ii m p i e g a ts o p r a t t u t t o e ri m p i a n ta r v i p p b a s s a o t e n z a a ,c o n s i d e r a n da l u n g a e r i e i v a n t a g g i h et a l is i s t e m i m lo s d c offrono, futuro potrebbero in essere utilizzati ancheper impiantidigrande potenza.

Vantaggi . N o nn e c e s s i t a n oc a b l a g g iio c o r r e n t c o n t i n u a . di n e . [ o m b r e g g i a m e n do u n m o d u l o i l g u a s t o i u n i n v e r t en o ni n f l u i s c e ti o d r s u lf u n z i o n a m e n t o i r e s t a n tm o d u l d e l li' m p i a n t oo t o v o l t a i c o . de i i f . A d a t t op e ri m o d u l i h ep r e s e n t a n o l l e r a n zd i p o t e n z a m p i e . c t e . P o s s i b i l idl a v o r a r a b a s s i s s i me n s i o n e i s i c u r e z z a T S ) ti e ta d fB

(vcc< 120v).

P e c u l i at ri . O g n im o d u l o i s p o n e i u n p r o p r i on v e r t eirn d i v i d u a l q u i n d il e d d i e, c a r a t t e r i s t cth e n i c h e e l l ' u o r i s u l t a n c o m p l e t a m e n ae a t t a t e l l e ec d n o td a caratteristiche dell'altro. . f i n v e r t e r v i e n e t e g r a t d a lf a b b r i c a n td i r e t t a m e n tn e l l a c a t o l a i in o e e s d c o n n e s s i o n e l m o d u l o p p u r e o n t a t o u lr e t r o e l m o d u l o . de o m s d /t \7 Ladutata iadegli med inverterinferjore rispettoquella moduli, a dei quindisono dapreferiresoluzioni l'inverter essere le dove pu sostituito dover senza cambiare anche modulo, dardurre sDese riDarazione. il cos le di

Figuta 2.23:61 inveftetdi modulocollegano singolimaduli,a coppie moduli,di/ettamente i di alla reteelettricain corrcntealtemata.1)CampoFV 4) Invefter, Rete. 5)

106

degliinveer Tipologie gestione di o I n c o n d i z i o n ii b a s s or r a g g i a m e n tio , e n d m e n td e g l ii n v e r t e r i s u l t a d i lr genera lmentepiuttostomediocre. g a d S ei n v e c e i s u d d i v i dle p o t e n z a e n e r a t s u u n c e r t on u m e r o i n v e r t e r s a p e l o e c o m u n i c a n t i t lro r od i v e n t a o s s i b ifl a ro p e r a rp i s p e s sios i n g o l i n v e r a , c o mp l e s s i v ae n t ei l r e n d i m e n t o m t e r i n c o n d i z i o n it t i m a l l , i g l i o r a n d o o m p n dell'im ia to. Esempio l t 1 . I n u n i m p i a n t o u l t i - i n v e r t e rl,m a t t n oq u a n d o ' i r r a g g i a m e no m a , ed ancora basso, soloinverter attiver immetterin retel'energia un s prodotta, prevalentementeregime ottimale. operando a o , r 2 . C o nl ' a u m e n t a rd e l l ' i r r a g gm e n t og l i a l t r ii n v e r t es i a t t i v e r a n nu n o e ia i i a , i d o p ol ' a l t r oa w i a n d o sn e lm o m e n t o n c u i l a r a d l a z l o nre g g i u n g e r l d r l i v e l l o i p i e n o a r i c o e g l i n v e r t eg i l n f u n z i o n a m e n t o . d c g p n 3 . V i c e v e r sa l,c a l a r e e l l a a d i a z i o n(e e re s e m p i o e l p o m e r i g g i o )l, a d r progress m ente fino a q uando l'ultimo si iva inverter disattiveranno da inverter disconnetter lla rete. si (team,, umaster dellelogiche utilizzano Letipologie inverter di slave, oppure p an r d a d d c o n t r o l lp a r t i c o l a rlil os c o p o a u m e n t a r e c op i l a r e s a e l ' i m i a n t o o l'ottimizzazione dell'esercizlo singoliinverter. dei attraverso (Master5lave, Controllo i a m d c o n i l c o n t r o l l o a s t e rs l a v e i v e n t aD o s s i b i lfe r f u n z i o n a r en m o d o un gruppidi inverter comesefossero unico ed dei coordinato ottimizzato (lnvertercentra (vediancheil paragrafo Per lizzati,,). nverter centralizzato n n m i n s t a l l a ru n s i s t e m a a s t e r l a v e o no c c o r r e o d i f i c a rie a l c u nm o d o e m s attivati disato Cli vengono il cablaggio generatore del fotovoltaico. inverter t a d at o t i v a t i n b a s ea l l en e c e s s i t , t r a v e r su n s i s t e m a i c o m u n i c a z i o nre loro. (team'' Concezione potenze d Con team dell'inverter stringa. basse Laconcezione l'evoluzione su automaticamente di le vengono concentrate d'irraggiamento, stringhe so a i r, . u n u n i c o n v e r t e m e n t r em a nm a n oc h el a r a d i a z i o n e l a r e u m e n t al,e in s s t r i n g h e e n g o n o e p a r a te g l i i n v e r t efru n z i o n a n o d i p e n d e n t e m e n t e v l ' un o d a l l ' a l t r o ,g n u n o o ni l " p r o p r i o 'p u n t od i l a v o r o . o c aumenta, quantoleore in la degliinverter Conquesta tecnologla vita media q n d i e s e r c i z o n g o n o o m p e n s a td a l l eo r ed i r i p o s o e l l e u a l ii l s i n g o l o ve c e inverter non attvo.

Dimensionamento impianti degli fotovoltaici Nelcaso impiantj inverter centralizzati di con non conviene sceqliere attenzione con laconcezione diesercizio inverter, degli soprattutto caso nel diimpianti porenza di maggiore. Negli pi impianti grandi anche piccolo un miglioramento effcienza dell porta unsignifcativo ad aumento economica resa dell'impianto. Migliorare l,effcienza di un impianto 10kwp dell'1,5 scegliendocorretta da %, la concezionegestione di degliinverter, comporta guadagno un dicirca 1OO Euro all'anno (base: 1400kWh/kwp, Ctlkwh). s0

Adattamento inverter-generatore . l l r a p p o r t o t r a l a p o t e n z a d e l l ' i n v e r t e r e q u e l l a d e l n e r a t o r eo t o v o l t a i c o ge f dovrebbe esserecom presotra lo 0,9 e l'1,0. La potenza nom inale del generatoreFV pu superareal massimo del L0% quelladell'inverter,il c h e s i g n i f i c a h e g l i i n v e r t e r e n g o n os e m p r el e g g e r m e n t e o t t o d t m e n c v s

s i o n a t iP e r n i m p i a n t o i 1 0k w p ( p o t e n zd i p i c c os i p o t r s c e g t i e r e . u a d ) p e r t a n t o n i n v e r t ec o nu n ap o t e n z a i p i c c o i 9 - 1 0 k W u r d d . I i n t e r v a l l o i t e n s i o n e m m e s s o e rl ev a r i a z i o n i d e lu n t od i m a s s r m a p d p a p o t e n z a P P p e re s .3 5 0 - 6 0 0 V ) e v e o m p r e n d e r;e n t e r v a l l o M ( d c l i d tensionidi massima potenza prodotte generatore. dal ' L at e n s i o n e a s s i m a e lg e n e r a t o rn o nd e v e a i r a g g i u n g e r a m d e m le t e n s i o n e a s s i m a m m e s s a i n g r e s sd a l l ' i n v e r t e p e re v i t a r e i m in o (r d danneggia l'inverter sovratensione). re per N e lc a s o i u n i m p i a n t o r i e n t a t e d i n c l i n a t io m a n i e r o t t i m a l ei , s o t t o , d o n a l d i m e n s i o n a m e nd o l l ' i n v e r t e ro nd e v e u p e r a rie 1 0 % ,p e re v i t a r e h e te n s l c l a r e s a e l l ' i m p i a n te I ad u r a t a e l l ' i n v e r t e r e s s o m i n u i s c a n o . d o d st d U n s o t t o dm e n s i o n a e n t od e l l ' i n v e r t e ru p e r i o ra l 1 0 % a m m i s s i b i l e i m s e solosel'impia fotovolta orientato inclinato maniera ottima nto ico o in non le (peres.tetto orientato versoEstod Ovestoppuremontaggio facciata). su P e ri l d i m e n s i o n a m e nd oq u e s t oi p o d i i m p i a n t c o n s i g l i a b ides p o r r e ti t i li d i u n ac e r t a s p e r i e n z a p r o g e t t a z i o nIe .o g n ic a s oi,v a l o r im a s s j md i e di n i c o r r e n te d i t e n s i o n i n i n g r e s sd e l l ' i n v e r t e r nd e v o n o s s e rs u p e r a t i . e e o no e e 5irischia danneggiare di l'inverter sottoposto se a valori tensione corrente di e/o eccessivi in ingresso. seil danno immediato, Anche non iomponenti elettronici nvecchiano precocemente seespost a condizionidj sovraccaricq causando la riduzione durata della dell'inverter. Evitare sovraccarico inverter il dell' O_uando l'inverter vienesovraccaricato, riesce a trasformare non pi tutta l ' e n e r g i a r o d o t t a a l g e n e r a t o rF Ve r i s c h i a i s u r r i s c a l d a rIs i q u e s t o p e d d n. caso l'inverter autoprotegge si riducendo potenza la trasformata mediante u n m e c c a n i s m o r e g o l a z i o n e i a m a t o d e r a t i n g("d a l l ' l n g l e sred u r r e n di ch i: l a c a D a c i tn o m i n ae ) . l

Tenere contodel luogodi installazione dell'inverter O c c o r rte n e r e o n t od e l l u o g o n c u ia l l o g g e rli n v e r t eg i n e l l a a s ed i e c ' r f d i m e n s i o n a m e ndo l l ' i m p i a n t ol. p o s t om a g g i o r m e n tie d i c a t o n c u l te l n I m o n t a r e ' i n v e r t e s i c u r a m e n tu n a m b i e n t e n c u i l e t e m o e r a t u r s i l r e i e m a n t e n g o nb a s s e c o s t a n t Q u i n d a l t a m e n t e c o n s i g l i a itn s t a l l a r e o e i. s o i l ' n v e r t en e ls o t t o t e t t o o v el et e m D e r a t u r e b i s c o na m D i e s c i l l a z i o n i r o d su o e ie d u r a n t e ' a n n o N e lc a s on o nf o s s ep o s s i b i le v i t a r e' i n s t a l l a z i o nn u n l . l sitomoltocaldo, scegliere tipo di inverter ventola raffreddamento. un con di F a t e t t e n z i o na g l i a p p a r e c c h i s e n z e t t e i r a f f r e d d a m e nitn q u a n t o a e al a d o d m s o n os o S S e tais ur r i s c la a e n t o . t

La dell'impianto resa diminuisce notevolmente sovraccarico seil dell'inverter in un eccessivo sottodimensionamento) sel'inverter oppure posizionato {causa luogo troppo caldol

Effettidel dimensionamento dell'inverter sullaresadell'impianto e


100

.! Bo E

.q

0,1

0,2

0,3

0,4

0,s

0,6

0,7

0,8

0,9

1,0

1,1

1,2

(Pp) Rapporto potenze di in Figura2.24: Reso un impiantafotavoltctico funziane del rcpportotrc la potenza di P,. nominaledell'invertet quelladelgenerctorc e

Datitecnicidell' inverter q q e P e r u a n t o i g u a r d g l i i n v e r t e n,o nv l s o n on o r m a t i vc h ei n d i c a n o u a l i r a r p d a t i v a d a n o c h i a r a tn e l f o g l i od a t i .T u t t a v i a e r i l d i m e n s i o n a m e n t o d i p oc e u d e l l ' i m p i a n t op e ri l c a l c o l d e l l a r o d u z i o n e c o r rc o m n qu ec o n o s c e r e e o l e s e g u e n t i a r a t t e r i s t i cth e n i c h e . c ec

generatore Lato FV Potenza nominale e potenza picco CC di CC. Corrente nominale e corrente oicco CC di CC. Tensione nominale e tensione CC massima CC. Campo divariazione tensione in funzionamento della MPP normale. Potenza awiamento spegnimento, di e e consu di standby. mo Latorete . Potenza nominale e potenza picco CA di CA. . Corrente nominale e corrente CA massima CA. . Efficienza parziale 5%,L0%,20%,3O%,50%,!OO% a carico al e]-LO% per cos come il cosiddetto rendimento europeo <Rendimento (vedi paragrafo europeo,,). . . . . . Rendimento europeo gliinverter sistemi perlamaggior deltempo Essendo dei parte che d'esercizio parziale, massima lavorano carico a la effcienza un inverter un di non parametro moltorilevante aifinideldimensiona n mento perconfronn tareiyariDrodotti esistenti mercato. sul Un parametro significativoinvece rendimento pi il europeo quale, il ponderando i diversi regimi carico a parziale base percentuale in alla temporale riferita periodo permette al difunzionamento dell'inverter, diconfrontare idispositivi base radiazione in alla solare specifica territorio del euroDeo. per Laformula il calcolo rendimento del europeo base effcienze in alle a parziale carico dell'inverter seguente: la
= 0,03xq5x+0,06x Tl$r+ 0,L3x2ox+0,10xqrox+0,48x EURo nsor+0,20x&oe6

Figun 2.25: Composizione rcndimento eurcpeo degliinveftet Fonte:Seltmann del

"

110

-t

pio ln q uestoesem il rend imentoeuropeo patial94,5%. efficienza I mass i m ar a g g i u n ge 9 5 , 4 % v i e n eo t t e n u t a o l oc o nu n c a r i c o e l l ' i n v e r t e r l e s d p a r ia l 5 0 %d e l l a o t e n z a o m i n a l e .c h i a r o u i n d c h el e i n d i c a z i o s u l l a p n q i ni ( m a s s i m a f f i c i e n z a ,i u n i n v e r t es o n op o c o t t e n d i b i l i . e d r a per Awiso d sicurezza inverter senzatrasformatore Al momento stesura questa della di testqglj inverter senza trasformatore sono non ammessidalla normativa italiana il collegamentorete per pubblica. alla elettrica Nel casosi utilizziun inverterprivodi trasformatore la separazione per galvanica reteed inverter, tra occone installare latoCAun (interruftore dal (sa differenzia le lvavita)u. S e c o n dlo n o r m a t i v E D I NV D E0 1 2 6 t u t t i i n u o v i m p i a n tc o ni n v e r t e r a a , i senza trasformatore devonoessere dotati di questotipo di protezione di sicurezza. Nell'eventualit vitroviate sostituire che a l'inverter un impianto di gi esistente, che non sianoprevisti iltrasformatore l'interruttore e n n dfferenziale,consiglia installare si di per l'interruttore salvavita metterea normal'impianto, anchese non vi statorichiesto espressamente. Garanza legale garanza e convenzionale fabbricante del dell'inveer (CaranPermaggiori dettaglifare riferimento anche paragrafo al precedente z i ao b b l i g a t o r ip e rl e g g eg a r a n z i c o n v e n z i o n a l ee c l a m i , . a a , er Premettiamo gli inverter che modernisonogeneralmente affidabili che e alcunifabbricanti offrono, oltre allagaranzia prescritta obbligatoria dalla l e g g eu n a g a r a n z i a g g i u n t i v d e l l ad u r a t a i c i n q u e n n i ,l a q u a l ec o n , a d a una magglorazione prezzo sul puessere estesa fino a 10 anni. Lestatistiche icano chein passato vita mediadegliinverter statadi ind la 10-15 anni,ma questonon necessariamente verooggi.Infatti, pi molti fabbricanti inverterprogettano loro prodottiaffinchla loro durata di i s up e r i2 0 a n n i . N e l l ' e s e g u i lr'e n a l i se c o n o m i cd e l l ' i n v e s t i m e nrte l a t i v o l l ' i m p i a n t o a i a o a pertanto FV, occorre tenere contodell'eventualit nellaseconda che decade d i v i t ad e l l ' i m p i a n ts i d e b b a o s t i t u i rlei n v e r t e r . o s ' l l t i p o d i s e r v i z i o i r i p a r a z i o n e / s o s t i t u z id e le' i n v e r t e ra r a n t i t o a l d on l g d f a b b r i c a n tie c a s o i g u a s t o r e g o l a t o a l l ec o n d i z i o n ii g a r a n z i d e l n a d d d fabbrcante stesso. Pertanto siconsiglia leggere di attentamente condile z i o n i g a r a n z ic h ec i v e n g o n o f f e r t el.f a b b r i c a nsio n o o m u n q us o l i t i d a t c e r i p r e n d e r is i d i e t r o l i i n v e r t eg u a s t ip e rp o i r i p a r a roi r i c i c l a reir i u t i l i z g n r , l l z a r l li n s e g u i t o e ra l t r e o s t i t u z i o n i a l t r ii m p i a n t i f o t o v o l t a iIc ic a s o i p s in n. d guasto, infatti,la soluzione veloce semplice pi e consiste nellasostituzione completa dell'inverter, verrrlparato riciclato un secondo che o in tempo.

Dimensionamento deg irnpianti i fotovoltarcl Alcunifabbricanti e di inverterlimitanogarantire il co5to dispositivo si a 50lo del quindi spese non coprono le ditrasporto installazione. e di N e lc a s o i v e r i f i c a s s e g u a s t o n av o l t ad e c a d u t a g a r a n z i a',u t e n t e s un u la l g e s t o r e e l l ' i m p i a n td o v r p r o v v e d e r e p e r s o n a c o m p r a r e n n u o v o d o u di i i n v e r t e r n C e r m a n i aa p r a s sd i a l c u n i f a b b r i c a n ti io f f r i r e d u n p r e z z o I. l, a d po f o r f e t a r o r i p a r a z i o n e l l ' i n v e r t e r p u r e n b u o n o - s e r v i z i e rl a s u a la de op u e v e n t u a ls o s t i t u z i o n e a v u t ob u o n lr i s u l t a t N e lc a s o c c o r r u n as o s t i e ha o a i. t u z i o n e ,o nq u e s t o i s t e m al,f a b b r i c a n ser i p r e n die d i e t r o' a p p a r e c c h i o c s i tl n l guasro. per Prezzi gli inverter Oggigiorno prezzo il deglii nverter compreso 700 900 Euro (aI netto tra p a d e l l ' l V A )e rc h i l o w a td i p o t e n z d e l l ' i n v e r t e rs e c o n dd e l l a a g l i ad e l l a t a, a t , m a r c a d e l n u m e r o i i n v e r t eo r d i n a t o . e d r

Fiqulo2.26:Esempio inveftetcondotq logget. di Foto:Grcmes Distribution

per giusto suggerimenti la scelta dell'inverter ln fasedi dimensona mento, norma lmente, procede tentativiprovando si a c o m b i n a z i o n i fma d u l i e dn v e r t eL.as o l u z i o n es e m p r s p e c i f i c a ro i r e diverse e a m i s u r a e l l as i t u a z i o ne q u i n d in o n s e m p r e i u t i l i z z a b i pe r a l t r i d e r le p p r o g e t t iP e r t t e n e r ea s o l u z i o no t t i m a l e e rl a s i t u a z i o nie q u e s t i o n e , . o n l e a ic i i i l p r o g e t t i s td e v es e m p r e d e g u a r e o m p o n e n ts c e l t a l l ec o n d i z i o n i a locali. q l c V e d i a m o u i d i s e g u i t o l c u n c o n s i g lg e n e r a si u l i as c e l t a e l l a o n f i g u a i i d r a z o ng i u s t a . e p o pe L e g g a s iq u e s t o r o p o s i ta n c h e l p a r a g r a f o . S u g g e r i m e n tril a s c e l t a a i d e im o d u l i ' .

lJimportanza un buonservizio assistenza fabbricante di di del Informarsi sempre sultipo di servizi offertidalfabbricante degliinverter. possibile riparare l'invertervelocemente postograzie e sul all'intervento t e m p e s t i vd i u n s e r v i z id i a s s i s t e n z a ? o o S o n o i s p o n b iiln v e r t eirn s o s t i t u z i o n e ? d i Unavoltadecaduta garanzia, la sonopreviste tariffea forfait convenienti p e rl a r i p a r a z i o n ep e ri l s e r v i z id i a s s s t e n zo p p u r el c o s t o e l l e e o a, i d r i p a r a z i o v i e n e t a b i l t o o l t a n t on b a s e l l ' i m p e g nd i o r e( d il a v o r o ) n s s i a o m e d i m a t e r i a l ie p i e g a t o ? Oualisonoi dettaglitecniciveramente importanti? per Fare attenzione presenza costinascosti: alcuniinverter alla di dotatidi protezione interfaccia reteconrelativo di di dispositivo interruzione di occorre effettuarela verificadi funzionamento ogni 3 anni. Informatevi tale su p r a s sd i m a n u t e n z i o np r e s s ol f a b b r i c a n t d e l d i s p o s i t i ve , q u a l o r a i e i e o preveda periodiche, l'inverter scelto taliverifiche mettete corrente vostro al il c c l i e n t e u i c o s ta g g i u n t i v i d e lm a n u t e n z i o n e u lm o t i v o h el i c o m p o r t a . s i la es Tolleranza temperature pesodel dispositivo alle e de L i n v e r t ev a i n s t a l l a t on u n l u o g oc h ef a c i i t i a d i s s i p a z i o n e l c a l o r e . r i l n > va A l t r i m e n tiin c a s o s ur r i s c a l d a m e n(tio g e n e r e 7 0 ' C ) , l d i s p o s i t i v o d i i n a u t o p r o t e z i o n em i n u e n d lo p o t e n z an u s c i t a a l l ' i m p i a n t S . f o s s e i d oe di a p o s s i b i le v i t a r e i m o n t a r e' i n v e r t eir u n l o c a l e h en o n g a r a n t i s cu n e e d n c l (comead es.in zonatetto),occorre raffreddamento sufficiente utilizzare forzata(conventilatore inverterdotati di raffreddamento ventilazione a elettrico). pianto Nello sceglieremodello il d'inverter utilizzare da nell'm teniamo conto a n c h e e lp e s o e ld i s p o s i t i v o e l l a o n s e g u e nc o m p l e s s id l l ' i n s t a l l a d d c te te ed pesa genere 10 zione. inverter trasformatore Un con in circa KgperognikW potrebbe pertanto ll risultare cospesante richieda di potenza. dispositivo (per derel'intervento una gru per il collocamento sito prescelto es. di nel (tenenquestocaso, l'intervento gru inopportuno sottotetto). In se della di sostituzioni), preferibile sar installare do contoanche eventualifuture d r l a u n c e r t on u m e r o i i n v e r t ed i t a g l i ap i i rp i c c o l al.c l i e n t e p p r e z z etra l e progettuale, trovare nella scelta soprattutto momentoin cui si dovesse nel necessit sostituire di l'apparecchio. Abbinamento inverter moduli fra e m no A n c h e m o d u lF Vd a l l e i g l i o rp r e s t a z i o n i f u n z i o n e r a ne d i o c r e m e n t e i m i prestazioni (conente, potenza) pococomrisulteranno sele loro tensione, Datibili ouelledell'inverter con scelto.

degli fotovoltaaci Dimensionamento impianti

Garanzia anchenel caso Lagaranzia offertadalfabbricante un puntoimportante periodo garanzia perlegge 2 anni (respondi degliinverter ll di obbligatoria per Le di sabilitdel produttore dannoda prodottodifettoso). condizioni garanza supplementari volontarie convenzionale invece sonoprestazioni Interessanti ouesto in caso sonole clausole sullecondizioni delfabbricante. In vi letteconattenzione. caso di validitdellagaranzia, vanosempre che richiedete una sianodei dubbi su alcuniaspettidel contrattod garanzia precedente per com'statoindicato anche paragrafo nel spiegazione iscritto, uCaranzia per obbligatoria legge garanzia e convenzionale fabbricante del di invertern.

Foto:Gtemes Disttibution Figuto2.27:Un invertetdovrcbbe esserc intolloto in uh sitoidoneo.

2.1.7 ulterioricomponent un impiantofotovoltaico di Cavi per soddisfare i ici I caviin corrente continua gli impianti fotovolta devono essere: seguenti requisiti tecnici, ovvero devono fra terra; la di in gradodi sostenere corrente cortocircuto fasie verso "C re resistenti raggiUV alle intemperiee alletemperatu fra - 40 a ai 1 2 0 ' Cc i r c a ; m > t e n s i o n e a s s i m a m m e s sa l m e n o 2 k V ; leggeri, sottili, flessibili maneggevoli; e e resistenti alfuoco, bassa a tossicit caso incendio prvidi alogenati; in di ( d i m e n s o n atn m o d od a c o n t e n e ra l m i n i m ol e p e r d i t e <l . % ) . i e

t14

lltiDodi cavoH 07 RN-F spesso utilizzato come(cavosolareD soddisfa non questirequisiti. versione La standard, infatti,non suffcientemente resis t e n t e i r a g g U Ve a l l ev a r i a z i o n i t e m p e r a t u r a . a i d Pertanto attenzione caratteristche far prescelto alle tecniche cavo del anche quando contrassegnato scritta<cavo dalla solarerr. Attualmente standard lo prevede I'utilizzo caviprecablati connettori di con completamente isolatie protettida inversone polarit. di tipo di Questo cavipreca blatifacilita pu notevolmentelavori cablaggio su richesta i di e ancheessere confezionato misura. su

Figuta2.28:I <ovisolai, sonounipolai, condoppioisolamento rcsistentiatempetutute e estteme.

ll quadrodi campo l l q u a d r o i c a m p os e r v e c o l l e g a rie p a r a l l e l l e s t r i n g h e i m o d u l i n d a o n d mododa inviare l'energia raccolta versol'ingresso dell'nverter tramite il p c i r c u i t o r i n c i p a l ie c o r r e n t e o n t i n u aP e r t a n t o e l l ' i m p i a n te s i s t e r n c . n o u n q u a d r o c a m p op e ro g n ii n v e r t e r . d l l o u a d r o i c a m p o ad v e r s e f u n z i o n i : d h o c o l l e g a m e n i n p a r a l l e ld i p s t r i n g h e ; to possibilit verifica di dellestringhe; protezione sovratensione i modulie soprattutto l'inverter per per da alimentato collegato valle; e a contenere ifusibilidi strnga proteggere sovraccarico per da i moduli fotovoltaici i cavidistringa. ed Ulteriorirequisiti ll ouadrodi camoodeveessere realizzato; a prova cortocircuito fasie verso di fra terra; idue poli (positivo negativo)devono e essere montatin modo nettamente separat; c l a s s d i p r o l . e z i o n em e n o P5 4 . e al l Un quadrodicampobenprogettato dovrebbe contenere nchel'interruta tore principale CC, modo da poterstaccare in in l'inverter dallatensione questorisultieffettivamente continua generatore Affinch del FV vantaggioso,occorre che tale quadro,e quindi l'interruttore, sianofacilmente accessibli.

-#

non Per contenere i costi, piccoli i impianti spesso sonomunitidi quadro per le venSono spesso di campo. tal caso, collegare parallelo stringhe, In in "a prassi risparmio, in realt pu risulutilizzati connettoriY. dei a questa piircostosa quadro campo. Utilizzando iconnettori Y ad taremolto del di prevedere l'installazione seguenti dei infatti,occorrer separatamente aggiuntivi. comPonenti . Prevedete difusibili stringa. cavo di ll di il montaggio supplementare che, potrebbe essere danneggiato a seguito un guasto convodi stringa generata gliando totale(sommata) dalle sulla singola stringa corrente la parallelo, potrebbe provocare condizione una altrestringhe connesse in in Iinstallazione difusibili di sovraccarico cavo stringa questione. del di questo di rischio. di stringa consente prevenire di tipo . Prevedete di il montaggio supplementare di scaricatorisovratensione. quelli che contro sovratensioni, le ifulmini(anche Senza protezione una possono ai arrecare danni seri colpiscono vicinanze nelle dell'impianto) moduli e all'inverter. FV nei di I componenti sopra elencati invece contenuti quadri campo sono Bia standard commercio. in

Stringhe modui (generatore di FV)

S p i au m i n o s a l
drerfofel

_l'l'
_]
lnterruttore

Fusibilidistringa

Scaricatore disovratensione Morsettiera

\1/

Circuito Drincioale CC in di alimentazione inverter Figurc2.29:ll quodradi campodovrebbe gli stringhe, contenere intetruttaripet le singole I'interruttoreprincipole uscitadelgenentore FVe gliscaicatori di sovrotensione. in

principale CC Interruttore in Seesposto sottotenalla luce,un impiantofotovoltaico risulter sempre s i o n eP e r t a n t p e rl ' i n s t a l l a z i o n ea m a n u t e n z o n e l l ' i n v e r t e r c o r r e . o el de oc p r e v e d e r a p o s s i b i l i td s t a c c a rieg e n e r a t o rF V( l a t oi n c o r r e n t c o n t i le l e e n u a ) a l r e s t o e l l ' i m p i a n t q ui n d n e c e s s a riin s t a l l a ru n i n t e r r u t t o r e d d o. o e p p r i n c i p a ltea i l g e n e r a t o rF Ve l ' i n v e r t e irn m o d od a r e n d e r e o s s i b i lie e l r , r Vd d i s t a c cd e l l a o n t ed i t e n s i o n ( l g e n e r a t oFe ) a l l ' i n g r e sa lo ' i m p i a n t o o f e s l a l i m e n t a t a v al l e . o S el l q u a d r o l c a m p o i s u l t aa c i l m e n ta c c e s s i b ie , r e f e r i b i li e t e g r a r e d r f e n l p e l ' i n t e r r u t t o rp r n c i pla n e lqu a d o d l c am p o s t e s s o .e n i m o p r e s e n tc o e e T a r r d m u n q u e h e , n c h e ei n c e r t ic a s s i p u r i nun c i a ea l q u a d r o i c a m p ol,a c a s i p r e s e n zd e l l ' i n t e r r u t t o pe i n c i p a lC C i n v e c e b b l i g a t o r ip e r t u t t ig l i a e rr o o i mp i a t . n

Dimensionamento impia fotovolta degli nti ici

per Contatore I'enrgia elettrica immessa rete in gli Per impianti con FV nessi rete prevedere in occorre sempren contatore u perla misura dell'energia prodotta immessa rete. tipodi elettrica e/o in ll contatore essere deve stabilito comune in accordo il gestore con delle rete per locale. Ceneralmente, motivi costo, user contatore di si un standard calibrato unidirezionale, ed predisposto permisurare passaggio cio il di energia elettrica unverso in soltanto. Lanormativa italiana distingue fra: . impianti potenza 1-20 kwp,peri qualieraobbligatoriamente di tra previsto precedenza in il servizio scambio posto. di sul Invece DM il 6.2.2006 per lascia facolt optare il servizio scambio posto la di di sul o perlacessione dell'energia rete; alla . impianti >20kwp. questo FVdipotenza In caso prevista soltanto lacessione dell'energiaretee l'energia in incentivata tuttaquella prodotta. Al momento della stesura questo di testo, configurazione contatori la dei da installare stata non ancora definita. Display visualizzazione di a dstanza Sono disponibili mercato display lavisualizzazione oggi per sul dei a dislanza per appositamente disegnati operare connessione inverter. in agli O-uesti pi sistemi sonosempre spesso richiesti queiclienti desiderano da che tenere sottocontrollo loroimpianto il dall'interno dellalorocasa. O_uesti sistemi monitoraggiq bene integrano gli arredi di che si con interni degli permettono appartamenti, all'utente verifi il buon di care funzionamento delloroprezioso investimento solare. particolarmente pratico la trasmissione dati quello per Un metodo dei (senza delcollegamento wireless I'invertersistemi acquisizione filo)fra e di dati. evitando dover di nuovi in casa. cavi Dosare Alcuni apparecchi utilizzano latrasmissione datiil sistema per dei cosidper dettonad onde convogliate' utilizza latrasmissione le normali che dati linee pertener presente dell'impianto elettrico domestico CA. in Occorre chel'impianto elettrico CArisulta in spesso disturbato elettrodomedagli quindi sticipresenti, questo pu metodo ditrasmissione risultare volte a di qualit scadente. Segue lista una delle funzioni possono che essere integrate trasmisnella sione visualizzazione e deidati: potenza generata; visualizzazione in temporeale della giornaliera; visualizzazione produzione della messaggi guasto/errore; di possibilit collegamentopiinverter. di di
per recchi ppresentano voi una maggiore ra fontedi guadagno non che Questiappa dovreste lasciarvi sfuggire.

. . . .
, - ;:\ ',

tL8

2.1,8 Sistem montaggio di generali Indicazion e In commercio sitrovano di montaggio kit adattia tutte leesigenze situazioni.Oggile installazonidi piantifotovoltaici im vengono effettuatepreAltre alternative valentemente suitetti dei fabbricati(impiantiretrofit). (impianti neltetto), altrettanto diffuse sonoil montaggo incassato integrati installazion cosddette prato-verde, tett pianie su facciate. su su con compoInoltreesistono mercatonumeros sul sistemidi montaggio su nenti speciali adatti per aumentare l'angolod inclinazione tetti poco p i n c l i n a to p p u r e e rc o p e r t u rd i t i p o p a r t i c o l a r e . e dei ed importantedistinguere montaggio moduli (verticale,, (oriztra in zontale,. Taledifferenza riferisce posizione cui vengonoposatii si alla moduli:si dice montaggio verticale,quandoil lato corto del modulo (orizzontale'il montaggio parallelo alla grondaia, mentre si definisce doveil lato pi lungodel modulo orizzontale. casoin cui l'impianto Nel preveda modulisovrapposti, consiglia scegliere montaggio piir ver di il si agevolando ticale.In questomodosi riduce numerodi bordiorizzontali, il sui cosla cadutadellaneve riducendo formazione alonidi sDorcizia e la di moduli. sonoadattia qualsiasi Notateche nontutti i sistemidi montaggio modello moduloFV. di dallostesso compratepossibilmentemodulie il sistema montaggio i di incompatibilit sstemi tra fornitore, mododa minimizzare rischio in il di di montaggio moduloFV. e tra In tutti i montaggilasciate un'intercapedine iltetto ed i moduliin gradodi assicurare adeguata cosche moduli i una ventilazione, evitando du l o, ti e s i s u r r i s c a l d i n o r a n t e' e s e r c i z ic o nc o n s e g u e ndem i n u z i o nd e l l a resa. l'intervento un montatore copritetto casoin cui iltetto nel Prevedete di (comeper posando l'impiantorisultidi dfficile lavorazione sui cui si sta puoccuparsi copritetto es.contegolepianeo in ardesia). montatore ll e l'im dellamessa operadei gancisottotegola garantire permeabilit in di deltetto, mentrevoi vi occuperete tutti gl altri lavoridi montaggio dell'impianto. obblighi di Assicuratevi ilvostrointervento che rispettiipre-esistenti (peres.impermeabilizzazione). Chiarire garanzia relativi allacopertura questecondizioni il proprietario con dell'edifcio. g o C h i e d e ra l f a b b r i c a n td e ls s t e m a i m o n t a g g i d e l l e a r a n z i e , e e d le che eventualmente attraverso riascio un attestato, garantiscano il di caratteristiche sicurezza di statica montaggio. del e a Non per ultimotenetecontodel latoestetico non scendete compromessipertutto ci cheriguarda l'mpattovisivodegliimpiantiche avere ancheun aspetto installate. impiantiFVchemontatedevono Cli graoevo re.

Dimensionamento i ir.piant deg fotovoltaicl

Qualimateriali i I a l l u m n i ol,' a c c i a i i n o s s i d a b ieel o z i n c o - t i t a n i o n oi m a t e r i a ls t a n o l so d a r dp e rl ec o r n i ce p e ri k i t d m o n t a g g i o . c c i a i z i n c a t o c al d o a c c e t i fa o a i s t a b i l e m e n t r e c o n s i g l i a m'o s od i p r o f i l a td ' a c c i a iz i n c a t o ,o p r a t t u t t o , s l u o p e rl e z o n e i t a g l i oe l a v o r a z i o n e i v e i z i n c a t u r a . pr d d isca tempo le Pergarantirnela durataed evita chesi arruggin no in breve re n in a v i t i e l eal t r em i nu t e r i e o v r e b b e r o s e r ie a c c i a i o o s s i db i l eo al m e n o d es p p z i n c a t e l.a z l o n e e g l i g e n ta t m o s f e r i c lu r i s u l t a r m o l t od a n n o s a e r l a i e d i c o m p o n e n t io g g e t ta l l ar u g g i n e o m el e s e m p l i cv i t i z i n c a t el , q u a l i i e s i c r s u l t e r e b b e re lt u t t o d i v o r a t d al l ar u g g i n e f u o r iu s od o p o2 0 a n n id i e do e e s D o s i z i o aleei n t e m e r i e . nl D

potet svitareanchedopo Figun 2.30:Fateottenzione materaliutilizzati:Ie vit si devono ai I 20 anni d esposizane tetto agl agentiatmasferici. sul Foto:Iauber-SolaGmbH

Nel casodi coperture di parti in rame,il contattodi questometallocon un o galvanca.lipicamente la materialenobilecome lo zincopu generare corrosione problematici 5onopertantoi comignoliin rame in contattocon lamerein leghedi Evtate zincoo in alluminioo nellevicinanze impianti retroft con Bancizncati. di quindi il contattodirettotra il ramee lo zincoo l'alluminio.

L20

altetto Suggerimentiper la sceltadel sistemadi montaBgiosovrapposto del Indicate semprenel Vostroordineil tipo di copertura tetto su cu s poser l'impianto(ategolepiatte,in bitume,ondulatoetc.). l i e L a s c i a tu n c a m m i n a m e n t oa i m o d u l d a u t i l i z z a rd u r a n t ea m a n u e r molti altri tenzione Ie riparazioni. e vi eviter doversmontare di Questo quelloguasto. moduliper poterraggiungere adeguato i modulinecessariolla collocazione tra a Prevedete spazio una (per i che re dei sistem di fissaggio, potrvaria d i dimensione es.2 cm circa) baseal sistema in utilizzato possibile posadei caviCCin la ll sistema montaggio di dovrebbe rendere di in canaline contenute all'interno profilatistessi montaggo, modo dei l'affidabilit cablaggio. del da migliorare copritetto necessario. se Ricorrete all'intervento un montatore di Suggerimentiper la sceltadel sistemadi montaggio ad incasso (integratoneltetto) presentano e I montaggi incasso ad maggiori colttecniche richiedono diff per l'esecuzione. sietepertantoalaprimaesperienza maggior tempo 5e I'aiutodel costruttore de in questocampo, consiglia richiedere si di tecnica. sistema montaggio di attraverso servizio assistenza il di del Assicuratevi l'aerazone retrodei modulisiasufficiente. che f'no al20%. f accu mulodi caloreDuorovoca una riduzione re dellaresa p I n f o r m a t e v ir e s s o c o s t r u t t o rs u l v a l o r e e l l ' i n c l i n a z i omen i m ap e ri il e d ni inclinatiper insufcientemente moduliutilzzat. Alcunitetti risultano (< tetto).In tal casosi il ad ospitare montaggio incasso 27' inclinazione retrofit). dieseguire montaggio il sovrapposto altetto (impianto consiglia risultaadattosoloper un In molti casiil montaggio incasso ad (vertcale,,. posizionamento o a 5 e i l t e t t os u c u is i v a p o s a n d l ' m p i a n t o d i u n am a n i f a t t u r p a r t i (peres.tegolecolorate smaltate), saril casod raffinata o colarmente la di richiedere costruttore sistema montaggio fornitura scossaline al del di di colore adatto. alla devono integrarsi esteticamente strutturadel I sistemiad incasso abbainio collettori solaritermici). tetto (peres.finestre, se di coprtetto necessario. Usufruite dell'intervento un montatore

Dimensionamento degl impianti fotovoltaci

. .

per Suggerimenti la scelta sistema montaggio tetti pianie e del di su (sunprato-verder) terra Nonsempre coperture adatte ospitare impia fotovolta le sono gli ad nti ici a causa delle sollecitazioni, statiche dinamiche, i moduliesercitee che ranno sulla struttura tettounavolta del installati. sointa vento La del sulla superfice moduli, dei coscomepeso moduli il dei stessi, struttura della di supporto delle e eventuali zavorre ghiaia cemento, di o esercitano dei carichi dinamici statici e sulla copertura delfabbricato. Verificate i moduli che siano abbastanza rialzati risDetto altettoo al per suolo evitare neve acqua possano che o li danneggiare. Lefiledi moduli devono essere sufficie ntementeista d nziate lorocos tra chedurante periodo quando sole pibasso il invernale, il all'orizzonte, l'ombra della di moduli noncada fila FV sulla successiva. fila Solitamente siconsiglia far schela distanza duefiledi moduli paria 4-6 di tra sia voltel'aitezza singoli dei moduli. Un rischioda sottovalutare non ouello eventualifurti. di lsistemidi montaggio migliori sono fatti in modo da rendere per tale difficile lo meno nsmontaggio lo non-autorizzato". Sestate lavorando tetti altie soggettia su fortiventi nonsiete e certi della resistenza statica sistema montaggio del di utilizzato, assicurate lefiledi moduli pipuntiportanti tetto.5ieviter chei moduli su del cos si muovano si ribaltino caso eventi o nel di atmosferici particolare di intensit potrebbero allentare che far ifissaggi. Usufruite dell'interventoun montatore di copritetto, necessario, se il qua dovr le rendere impermeabili incollare garantire ed i puntiportantie la lorotenuta.

per Suggerimenti la scelta sistema montaggio facciata del di su . ll montaggio facciata su richiede professionalitesperienzapunto ed al cheletecnologie necessa e le norme rispettare questa per rie da attivit portato formazione figura sono daaver tali alla professionale della del montatore facciate. di . I sistemi montaggio facciata di su devono ottenere utorizzazione l'a scritta dall'autorit competenteseguire norme e le specifiche del setto re. ' Nontutti imodulisono adattiperilmontaggio facciata. su . Usufruite dell'interventoun montatore di difacciate. necessario. se

L22

sultetto oppure sullafacciata? installare: 2.1.9Dove sul del Vantaggi montaggio tetto di Iintervento convenient. veloce a prezz e Montaggio semplice, (oPere civili) raramente per professionisti leopere accessorie altri necessano. o semplice anche immobili tetti giesistenti. su Montaggio dei ventilazone Buona Dosteriore moduli. toccata. del bilizzazione rivestimento tettononviene del llimpermea previste nall'altezza,rischio zone e di d'ombra minore le rese il Crazie superiori. sono dell'impianto quindi ifurti. sicurezza contro Maggior facile. Smontaggio

altetto sonomolto diusi,ocilida montarce Figuru2.31:I piccoliimpiontisowapposti convenienti.

Vantaggidel montaggio ad incasso(integrato)neltetto per ideale tetti pregiat. all'occhio, Cradevole " , d G r a z i ea l l ' a l t e z z ai,l.r i s c h i o i z o n ed ' o m b r a m i n o r ec o m em i n o r e o futuri da partedi alberiin crescita a di saril rschio ombreggiamenti c a u s a i c o s t r u z i o n i f u t u ne l l e c i n a n z e . d re v controi furti. Maggiorsicurezza Vantaggidel montaggio su tetto Piano adattabil. facilmente ed Orientamento inclinazione posteriore moduli. dei ventilazione Buona veloce conveniente. e semplice, Montaggio m e R i s c h id i z o n ed ' o m b r a i n o r e q u i n d im i g l i o rri e s e . o de em r s m o n t a g g i oi,p a r a z i o n e a n u t e n z i o n e i m o d u l i . Semplice

Dimenrionarnento impianti degli fotovoltarcl

Vantaggidel montaggioa terra (su "prato-verde") M o n t a g g i o e m l i c ev e l o c e c o n v e n i e n t e . , s p O r i e n t a m e n t o i n c l i n a z i o n e i m o d u l c o m p l e t a m e n ltie e r o . ed de i b B u o n a e n t i l a z i o n e s t e r i o rd e i m o d u l i . v po e S e m p l i cs m o n t a g g i oi,p a r a z i o n em a n u t e n z i o n e i m o d u l i . e r e de N e s s u ne q u i s i t s t a t i c o e ri l s u o l o . r o D

Fig,uto 2.32:ln questoesempio montoggio.oizzontale" su tetto pianoln bjtume la di fona delvento tdotta olminimo. Foto:B.Brcid

Vantaggi montaggio facciata del su R i s p a r m is u i c o s td e im a t e r i a l i s iem o d u l iF Vs o s t i t u s c o na c o p e r t u r a o i lo di facciata fabbricato. del Bu o n ae s t e t i c a . C r o s s o o t e n z i a la l l i v e l l o i s u p e r f i c id i s p o n i b i l e . p e d e A I t av i s i b i l i t . Cliimpianti facciata 5u hanno resa una minorecausa a dell'inclinazione verticale.

jl Cli impianti facciata possono su essere convenienti siconsiderarisparmio se sui "normale". costi materiali lafacciata dei per

724

possiblmente con essere reolizzate Figura 2.33:Le focciateFv dovrebberc dei un retrcventilozione modoclaossicurore adequotoroffreddamento in Fante: Schca lntematianalKG maduli FV.

controfulmini e impiantifotovoltaici 2.1.10 Protezionidegli sovratensioni quandoe perch Sirtema antifulmine: In generale' d an l a se om u D e c i d e r e i n s t a l l a r e e n o n os i s t e md i p r o t e z i o n e t i f um i n e i p e n d e . d i u t i l i z z a rp e ri m o d u l iN o r m a l m e n t e e o d a lt i p od i m o n t a g g ic h es i s c e l t o n l i m o n t a g gs o v r a p p o sa i t e t t o o i m o n t a g ga d i n c a s s o o n r i c h i e d o n o i tl p a e p a r t i c o l a r i r o t e z i o n i o n t r ol e s c a r i c h e t m o s f e r i c h m,e n t r ei m o d u l i c t . i m o n t a t is u t e t t i p i a n is o n op i s o g g e t ta q u e s t o i p o d i r i s c h i oP e rg l i gi e a a i m p i a n t m o n t a t i t e r r a( c a m p o p e r t o l)' a m b i e n t c i r c o s t a n t e o c au n i o S e l r u o l o e c i s i vn e ld e t e r m i n a riep e r i c o l d i f u l m i n a z i o n e .o l i t a m e n ts e d o p v e i o l ' i m p i a n t o c o l l o c a t n e l l e i c n a n zd e d i f i co a l t r ec o s t r u z i o n ii a l t e e d s p u f a r ea m e n od l u n s l s t e m a i p r o t e z l o na n t i f u l m i n e .
r S e m p l i f c a t o ,m a n o n c o n v a l i d i t g e n e r a l e .

L25

Dimensionamento i irnpianti deg fotovoltarcl

qu L en o r m a t i vte c n i c hd e f i n i s c o n o a l i s o n om a r g i nd i r i s c h i a c c e t t a b i l i e e i i o e l et i p o l o g id i e d i f i cp e rl eq u a l i l s i s t e mp a r a f u l m i n i s u l t a b b l i g a t o r i o . e a re o o, l n l i n e a i p r i n c i p is el ' e d i f i c oo p i t a n t 'e m i a n t o g i m u n i t o i u ns i s t e m a d s l i p d l de e e c a n t i f u l m l n a l l o r a ' i m p i a n t oo t o v o l t a c o v e s s e r a d e s s o o l l e g a t o . e f e e I n o g n i c a s oe p a r t im e t a l l i c hd e l l ' i m p a n tF Vd e v o n o s s e r c o n n e s s e l e o al l ar e t ed i t e r r a e l l ' e d i f i c i o .i5 r i s c h i d i s c a r i c ha t m o s f e r i c h e l e v a t o d le o e e ( n e lc a s o i i m p i a n t a t e r r a / o p p u rs u t e t t i p i a n i )s i c o n s i g l id i p o s a r e , d i e a e a l l ' e s t e r nd e l l ' e d i f i c u n c o n d u t t o rp a r a f u l m i nc o ns e z i o nm i n i m ad i o io e e 3 5m m ' - i nr a m e ,i l q u a l ed e v ee s s e r e o l l e g a t a d u n ' a s t a i s p e r s o rd i c o d e terra. proiettate moduli parafulmine possono Le ombre comportare notevoli 5ui dal perdite resa. unsistema di Con che ombreggiamenti siottiene antifulmine causa
un imDiantoFVsicuroma che rendemolto meno.

i l A t t e n z i o nq u i n d a d o v e e n g o n p o s i z i o n a t i s t e m i n t i f umi n eq u a n d o e v o is a provocate sistema Le dal si parla installazioni tetto piano a terra. ombre di su o pia antifulmine possono urrela resa rd dell'im ntofotovolta ico di protezione i n m o d o t a l e a v a n i f i c a rle c o n v e n i e n z a o n o m i cd e l l ' i n t e rio p i a n t o . d ec a m a qu i an ti S r a c c o m a n d a i n d d i v a l u t a r a c c u r a t a m e nl t e e c e s s i d u n s i s t e m a e p a r e r e i u n e s p e r t o . ed o v e s s e d S a n t i f u l m i n e ,h i e d e n de v e n t u a l m e n itle c o r i s u l t a r c o m u n q u e e c e s s a rli'om p i e g o i s i s t e ma n t i f u l m i n e i r a c c o e n i d i s p e m a n d a i e v i t a r e e rq u a n t op o s s i b i lg l i e f f e t t in e g a t i v i e l l e m b r e . d d o ' l s e g u e n ts u g g e r i m e np io t r a n o e s s e r e t i l i p e r m l n i m z z a rl eo m b r e g i t n u g i am e n t od o v u t o g l ian t i f u mi n e a I u t i i z z a rp a l i i lp i c o r t p o s s i b i l e ; e p o s i z i o n a i le i s L e man t i f ul mi n ei l p i i rp o s s i b i ld i e t r o m o d u l a N o r d . rs e i i a P o t r e b be s s e r u t i l ea u m e n t a r le d i s t a n z t r a i m o d u l i . e e a a Premessa I n g e n e r e ' i n s t a l l a z i o n e u n i m p i a n t o Vs u l t e t t o d i u n e d f c i on o n l di F f u l m i n e a m e n oc h el ' i m p i a n t o , a u m e n t al r i s c h i o i e s s e r e o l p i td a u n i d c i ii a it S n o nm o d i f i c hn m o d o o s t a n z i al l' a l t e z zd e l l ' e d i f i cs oe s s o .en ed e d u c e s e p e r t a n t o h en e lc a s o i t e t t i i n c l i n a ti il p e r c o ld i f u l m i n a z i o n p r a t i c a o c d e m d ni m e n t en u l l o , e n t r en e lc a s o i i n s t a l l a z i o s u t e t t i p i a n id o v ei m o d u l l e e m e r g o n o a l p r o f i l o e l t e t t o ,o c c o r r e rv a l u t a r ea s i t u a z i o nc a s op e r d d c as o . p p a O _ u a l o na n e s i s t a n oe c o n d i z i o n i r e v i s t e a l l an o r m a t i v v i g e n t e e r ro l d l, l ' o b b l i g a t o r i ed l l ' i n s t a l l a z od i e n s i s t e m a n t i f u l m n ea d e c i s i o n e te nu e d i i n s t a l l a ro n o u n s i s t e m a i p r o t e z i o nd i p e n d e rd a a l t r f a t t o r iq u a l i e d l o l at i p o l o g i d ' u s o l e c o n d i z i o n i s i c u r a t ialeeq u a l ' e d i f i c i s o g g e t t o . a e as vl g d e N e lc a s on c u il ' e d i f i c ifo s s e i d o t a t o i u n s i s t e m a n t i f u l m i ne s t e r n o i o val i F e c ra l ' i m p i a n t o Vd o v r s s e r e d e s s o o l l e g a t o ; c c o m a n d a z i o n e i d a n a p p a r t i c o l a rp e rq u e g l i e d i f i c io na c c e s sa l p u b b l i c o ,e ri q u a l il e n o r m a e o di t i v e e d l i z ei c h i e d o ne s p r e s s a m e nlt' en s t a l l a z i o n e u n a p r o t e z i o n e r o atmosferiche. controle scariche

Nel dettaglio: protezione contro scariche atmosferiche per gli edifici i u C C e L en o r m e C E l 8 1 - 1C E 1 8 1 - 3 ,E 1 8 1 - 4 ,E l 8 1 - 5 C E l 8 L - 8n d i v i d a n oc hi a r a , esternaed mente quante e quali misureoccorre adottareper la protezione internacontrole scariche atmosferiche. (esterna interna) ed Lavalutazione la realizzazione misureperla protezione e delle da Facciamo controle scarche atmosferiche devono essere eseguite un esperto. pu installato essere molto antifulminenoncorrettamente notarecheun sistema pericoloso.quando dalfulmine. colpito Nella fase di progettazionedel sistema di protezione occorrevalutare se l'impianto FV soggetto oppure no a scaricheatmosferichedirette. immediataesistente informate 5edoveste notare deidannial sistema antifulmine mente proprietario il dell'immobile.

non gi se obsoleti, certisistemi antifulmine esistenti, anche tecnicamente prowedimenti. si 5e possono nuovj essere sostitujtifino chenonsi prendono a gi un FV ri5ulta installato vecchio installa impianto suun edifcionelquale un parafulminepossbile il nell'intervento anche risanamento impianto con5iderare necessita55e di di esistente di quest'ultimo. caso cui l'impianto protezione Nel in prendete interventi qualche il cliente suSlieventuali ammodernamento, accordicon da e che aggiuntivi eseguire5uicosti neconseguiranno. Troveretein appendice l'elenco dettagliato delle norme sulla protezione contro le scaricheatmosferiche.

no? utile opPure Sistema antifulmineper gli impiantiFV:scelta pi o s s o n o u b i r e a n n ip e r f u l m i n a z i o nd i r e t t a , d e s G l i i m p i a n tf o t o v o l t a i c i indotti neidintornidel punto oltrechea causa campielettromagnetci dei dei La a di scarica. scarica terradi un fulminegenera campielettromagnetci an a f n e l l e i c i n a n zd e l p u n t od i s c a r i cta l m e n t e o r t i d a d a n n e g g i a r e c h e v e in modogravel'impiantofotovoltaico. nto tanto pi costoso l'impia ta nto piitvalela penainveIn lineagenerale l'edificio l'impiantostesso. e antifulmine cheprotegga stirein un sistema protezione controle scariche la in ognicaso cheanche migliore Ricordiamo a s s o l u t a m e ns ec u r a . ti a t m o s f e r i c h e n no Qualisonogli effetti di un fulmine? atmosferica sonoquattro. derivant unascarica da Lesituazioni pericolo di soloeffetti Fulmini in lontananza(>l-ooom). In q uestocasosi verificano pocopericolos. in capacitativi genere (< i caso, campielettromagnetici Fulmin nelle vcinanze 500m).In questo picchi possono provocare ditensionenel generati elevati nellevicinanze e d i s d e lg e n e r a t o rF V t a l i d a a n n e g g i a r le s t e m a . cablaggo

Dimensionamento impanti degli fotovoltaici

. F u l m i n n d i r e t tlin q u e s t o c a sl o , o r r e ndie l f u l m i n a n i v a n o l l ' i m p i a n t o ii . ec t e a t r a m i t el e i n s t a l l a z i oe lie t t r i c ho t r a m i t el e l i n e e i a l i m e n t a z i o n e . n e d c au s a n d o o t e v o ld a n n i . n i . F u l m i nd i r e t t Q u a l o r a o nc i f o s s e n s i s t e m a n t i f u l m i n e a c o r r e n t e i . n u l, delfulminepasser direttamente attraverso l'impianto la lineaelettrica e d e l l o t a b i l e ,a u s a n dg r a vd a n n iI.nq u e s tc a s n o n p o s s i b i ee c t u d e r e s c o i i ls i d a n n e g g m e n t im e c c a n i c i/ o i n c e n d i . ia e antifulmine esistono comefunzionano? e Qualitipi d protezioni Esistono categorie interventi, plementa due di com ritra loro,utilizzati normalmenteper proteggere edificie che possono gli risultare altrettanto efficaci sull'impianto fotovoltaico presente: ivi l'installazione un sistema di antifulmine esterno d uno interno. e ha Quelloesterno il compitodi intercettareil fulmine diretto e di deviarne corrente la versoil dispersore di terra,mentreil sistema internoha lo scopo ridurre rischi di i derivanti dalle s o v r a t e n s i oi n id o t t e l l ' i n t e r n d e l l ' e d ic i o . a o f

Figura2.34:Messo tea dei modulifotovoltaicinell'ombitodi un sistema protezione o di ontifulmineesterno.

LzA

I sistemiantifulmineesterniDerrrintercettare}, il fulmine l l s s t e ma n t i f u l m i n e t e r n h al o s c o p o i i n t e r c e t t airfe l m i n id e v i a n d o l a es o d u , attraversocircuito terraverso disoersore il di un diterraoiantato terreno nel e de v i t a n d on q u e s t o o d oc h el a s c a r i ca t m o s f e r i c a n n e g g i o g g e t t o i m a da l' p eo s c h es i i n t e n d e r o t e g g e rC . m e i s t e m a i c a p t a z i o n e l l a c a r i ca t m o d a de s s f e r i c s i u t i l i z z a nio g e n e r eun g h e s t ec a v o m a g l i e o n d u t t o r i o s t i n a n l p a , i c m o d od a s o v r a s t a r a z o n ad i s i c u r c z z a . le

Parafulmine b
.

F\
! \

'
E o

Parafulmine a Areaprotetta b

-E
Areaprotetta a

.E

c 9 . 9 !

E 9 =

Figura 2.35:Sistema antifulmineesterno pali parafulmine(ptotezione con controscatiche atmosfetiche dirette)per un impiantafatavoltaco un piccoloedfco.Fonte:vDE ed

p L ez o n e r o t e t t e i p e n d o n d a d i v e r s i f a t t oe ip o s s o ne s s e r ie d i v i d u a t e o o n d r i n b a s e l l an o r m as p e c f i cC E I 1 - 1" P r o t e z i o n e l l es t r u t t u r e o n t r o a a 8 de c i f ul m i n , . i I sistemi antifulmineinternicontrodannida sovratensione l l s i s t e ma n t i f u l m i n e t e r n o v e cD r e v e du t t au n as e r i e i D r o w e d i m e n t l a in in e te d g a t t i a d e v i t a r e l ie f f e t t d e l l a c a r i ce l e t t r i c d e l f u l m i n e d e is u o ic a m p i i s a a e e l e t t r o m a g n e t is u l l ep a r t im e t a l l i c he s u g l ii m p i a n t e l e t t r i cp r e s e n t i ci i al l ' i n t e r n o e l l ' e d i c i o . d if l l e l e m e n t c h i a v e i u n s i s t e m a n t i f u l m i n en t e r n o l a r e t ed i t e r r a , a o d i l a q u a l ei m p e d i s cc h e ,i n c a s o i u n f u l m i n e l e r e l a t i v s c a r i c he l e t t r i c h e e d , e e p o s s a ng e n e r a r s ie ic o m p o n e n m e t a l l i c i e l l ' e d ic i o . o n ti d f

Dimensionamento impiant de8li fotovoltarcr

Ceneratore FV

di Quadro campo

principalecc Interruttore in

014 mmz U C mes5a terra a

J..
ll] scaricatore di sovratensione tl T
Figuto2.36:Schema elettricodi un impiontofotovoltaico connesso rcte dotato di ollo prctezionicontrcle sovratensoni (senza integrazione un sistema in ontiJulmine).

Figun 2.37:Ptotezione controle sowatensioni mediantecorrettaposadei covidelgenerctote FV- evitorela posadigrandiloop (anelli)che mentifungonoda antennanelcoptorele alt sowatensoni indotteda una eventuale scotico otmosfeica.

130

Protezione impiantiFVnon soggettiafulmini diretti di 1. Messa terradellestrutturedi soste8no moduliFVtramtecavodi a de r a m ed i s e z o n3 5m m ' ,d a i n s t a l l a ra l l ' e s t e r nd e l l ' e d f i c iQ . e s t a e e o ou punto2),poich Ie misura pii-r sia efficace dellaretediterra (vedasi plr i m ad i s o v r a t e n s i o n i cihfe l m l n e i r e t t o e n g o n on t e r c e t t a t l u d v i p p r a g g i u n g e r 'e d i f i c i o . u e s t a i s u r a r e c a u z i o n a li e u l t a e r l e g g e r l e m r s Q r m e n t ep i c o s t o sd e l n o r m a l em p i a n t o i t e r r a . a d i 2. Occorre collegare tutte le strutturedi sostegno moduliFValla retedi dei gli presenti terra.Perproteggere elettrodomestici nell'edifciooccorre i n s t a l l a rd e g l i c a r i c a t ov e r s oe r r as ut u t t e l ef a s ip r e s s ol p u n t od e s ri i t al l a c c i ol l a r e t ee l e t t r i c a . a (PE) 3. Occorre collegare direttamente ilcavodi protezione e l'eventuale c o n d u t t o r n e u t r o N )a l l ar e t ed i t e r r a . e l 5eI'inverter collocato lontano punto allaccio rete dal di alla elettrica,questo e gi potrebbe essere utile installare non possiede una protezione integrata, u n o s c a r i c a t o rd i s o v r a t e n s i o nm m e d i a t a m e n tD r i m ad e l l ' n v e r t e r e ie e stesso. Protezione impiantFVsoggettia fulmini diretti (unapartedella di principale del il del corrente fulminetransitaattraver5o circuito generatoreFV). 1 . A s s c u r a t e v el e c o r n i cs a n on g r a d o i s o s t e n e ri ec a r i c o e c c a n i c o ch i i d l m d e r i v a n td al l ' a z i o n d i u n f u l mi n ed i r e t t o . e e gi u 2 . C o l l e g a t ec o r n i ca i d s p o s i t i p a r a f u l m i n e e s i s t e n tlil.c a v o t i l i z z a t o l i vi ( 3 a t a l f i n e d e v e s s e r d s e z i o n e t i p o i d o n e o a l m e n o 5m m ' C u ) . e e 3 . I n s t a l l a td e g l i s c a r i c a t o r i lq u a d r o i c a m p o i n i n g r e s sa l l ' i n v e r t e r e ne d e o vengano scaricate direttalato CC, modochele scariche in atmosferiche possano giungere all'inverter. menteversola retediterra,evitando che

Dimensionamento impianti degli fotovoltarcr

Danniad impiantiFVdovuti ai fulmini Iadozione misure protezione d di controle scariche atmosferiche avrebbe p e r m e s sd i e v i t a r ed a n n im o s t r a tq u i d i s e g u i t o . o i i

Figurc2.38:Fulminedirctto tul modulo:dannialla superfciedellecelle. Foto:Dehn+Sohne GmbH&Co. KG

Figura 2.39:Fulmine dirctto sul modulo:rctrc del moduloscheggioto, giunzionidellecelle btuciate, diodi nel quadrcdi campodonneggioti. Foto:Dehn+Sohne GmbH&Co. KG

Figuro2.40:Sowatensione nell'invefter: condensotore elettrclitico fulminoto, connessionidei covibtuciate, cilcuitistampatie componenti elettroniche danneggiate. Foto:Dehn+Sohne 6mbH&Co.KG

Fontie informazioni supplementari ( B l i t z p l a n e r @ , , i d a l l ap r o g e t t a z i o n e l l a i t t a Cu a de d D e h n + S h n e b H& C o . C ,N e u m a r k w w w . d e h n . d e Cm K t,

L32

( L e t f a d eB l i t z - n dU b e r s p a n n u n g s s c h r z a u l i c h A n l a g e n n d n u u f ut b e e l e k t r i s c h e s t a l l a t i o n e n "i,r e t t i v d e l l ' A s s o c i a z i o nE l e t t r o t e c n i c a , In D a di e (Verband Elektrotechnik, Elettronica Tecnologia e Informatica der Elektronik Inform und ationstechik - VDEeV), wwwvde.com n u B l i t z s c h uv o n P h o t o v o l t a i k a n l a g eo g , i o i i s t r u z i o n iu tz f n,l d s . D e r B l i t z s c h u itn d e rP r a x i s ,p u b b l i g a td a l l ' A s s o c i a z i o nE l e t t r o o z , di e (Verband Elektrotechnik, tecnica, Elettronica Tecnologia e Informatica der Elektronik Inform und ation stech ik - VDEeV), wwwvde.com n uD i en e u e n l t z s c h u t z - V o r n o r d e rn e i h e I NV V D E 0 l - 8 5 , " B meR D V Direttiva dall'AssociazioneElettrotecnica, di Elettronica Tecnologia e V d l n f o r m a t i c(a e r b a nd e rE l e k t r o t e c h nEk e k t r o n i kn d I n f o r m a t i o n s ' i l, u - VDEeV.), technik wwwvde.com u B l i t z s c h uv o n P h o t o v o l t a i k a n l a g e n ,m m i s s i o n e rl a P r o t e z i o n e tz pe Co , (Ausschuss controle Scarlche Atmosferiche per la Ricerca e fr Blitzsch und Blitzforschng - ABB) VDEeV, Foglio struzion utz in di u dellaABBNr 1"1: wwwvde.com 2.1.11Protezione antincendio p i O - u a n ds i l n t e r v i e n e e r s o p p r i m e rfe c o l a d ' i n c e n d i o e i p r e s sd i u n o o i n impiantofotovolta si corre rischio essere ico il di esposti scariche a elettriche Ta s e f n c D e r i c o l o s e . l e i t u a z i o nd o e r i c o l o u s s i s t e r i t a n t o h ei m o d u l iF V s g r e s t a n o o l p i t i a l l al u c e , l c h e r m a n e e r oa n c h e u r a n t e i o r n a t e o n c d i v d c c i e l o o p e r t o ,a l l ' a l b f i n oa l t r a m o n t o . c d a questomotivo, interventi gli di fotoPer antincendio prossimit impianti in voltaicnelle ore diurne devonoessereeffettuati utilizzando estintori s c h i u m o g eu s a tn o r m a l m e npe rg l i i m p i a n t i b a s s e a m e d i ae n s i o n e . ni i te a a t Laluce della come luna anchechiarore lampioni sono grado produrre il dei non in di possono tra5curate gli durante interventi su tensioni rilevanti e comunque essere impiant FV D i g i o r n on o n e s i s t em o d o p e r t o g l i e r el a t e n s i o n e u l l a t o C C d i u n s impianto V F in i Durante intervento un antincendio, potrebbero teoriaoscuraremoduli si i ie c o nd e l l e o p e r t u r el,c h e p o i p r a t i c a m e n t n a t t u a b i l e . c l C e r c a rd i r l c o p r i rd i s c h u m o g e n o o d u l i n m o d od a e v i t a r n e' e s p o s i e e im r z i o n e l l al u c ee q u i n d l a g e n e r a z i o n ee n e r g i e l e t t r i c a ,u n am i s u ad i a , i di a i s i c r e z z a e f f i c a ci e q u a n t o a s c h u m t e n d ea s c i v o l a rv e r s ol b a s s o . in n l a e per artificialmente Nellascuola pompieri Monaco tentatodi oscurare di si (i i m o d u l i p a n d e n d os o p r a n os t r a t o i t r e t i p i d i s c h i u m o g e nm e d i a s vi u d p m e n t ep e s a t i ,p e s a t i e a dar i ac o m r e s s a ,e t t ia n c h e A F S ,a l l ' l n g l e s e : n n d C d versoil Compressed FoamSystem). ogni provala schiuma Air In scivolava s m b a s s o l at e n s i o n ei t o r n a va v a l o r p e r i c o l o n le lg i r od i c i n q u e i n u t i . e r i e L an o r m a t i v a t t u a l e i c h i e d lei n s t a l l a z i o n e l t a n t o i u n i n t e r r u t t o rd i r ' so d principale CCprimadell'inverter. richiesta lato Non l'installasicurczza

Dimensionamento jmpianti degli fotovoltaicl

zione altriinterruttori potermettere per di direttamente tensione fuori i moduli fotovoltaici.

Figuro2.41,:I .ircuiti segnat in rossoprima dell'inverter (a sinistru,senzainteruttore di sicurczza)oppurc p ma dell'inteuttorc di sicurczza(a destn) non potsono essere messi libei da tentionee,secolpitidollo lucediuna (anche minima),restano se semryesotto per tensione. Fonte: Scuola pompetidi Monacodi Bavieru

Figurc2.42:Prccedundi intetventoin coto di dannio incendio presenza un impianto in di fotovoltaico sull'edifcio. Fonte:S.uola pet pompieti di Monaco di Boviero

L34

Fonte <PhotovoltaikCefahren Feuerwehreinsatz", im Direttiva dellaScuola per Pompieri Monaco(Feuerwehrschule (Stand: di Mnchen) 04/2005), www.feuerwehr.m uenchen.de

2.2Esempi dimensionamentoimpianti di di fotovoltaici connessi rete alla


Laprogettazioneil dimensionamento un impianto e di fotovoltaico dipende e s s e n z li m e n t e a i s e g u e n t i s p e t t i : a d a t e t t o ( t a g l i a , r i e n t a m e n te d i n c l i n a z i o n e ) ; o o a s s e n zd i o m b r e g g i a m e n t i ; a rich ieste/es ze particolari partedell'utente-gestore il tipo di igen da circa m o d u l il.' i n v e r t ee t c . : r esigenze particolari ell'utente-gestore, es.per i montagper estetiche d gio su tetto; d i s p o n i b i l i t o n o m i cd e lc o m m i t t e n t e ,u i n d il ' a m m o n t a rd e l ec a q e (proprio in prestito) disposizione l'investimento. per capitale ed a (deltetto) disposizione Spesso superficie la rappresentalimitemassimo il a perla potenza fotovoltaica installabile. superficie La necessaria all'impianto perdaI tipo di cellautilizzato. generatore l kwp di potenza dipende Un con r i c h i e d a s e c o n dd e l t i p od i c e l l a n as u p e r f i c ia t t i v ap a r ia : e a u e

Superficienece5saria

7-10m'

15-20 mz

Tabella 2.2:Tipodicello e superfcienecessorto.

Dimensionamento impianti degli fotovoltatcl

s _

+ N

Figura2.43:ll dimensionamento un impiantofotovoltakodipende di essenzialmente dallo possibile supe/fciedel tetto, dall'o/ientomento deltetto e claeventuol ombrcqqiamenti. otientomento un edifcio con tetto oientato vetsaSuded Este co;-ombrcggiamento su ptovocotoda un comignoladisfata pet ventilazione.

Procedura dimensionamento un impianto di per 1 . D e t e r m i n a r e p r o s s i m a t i v a m eln tte g l i ad e l l ' i m p i a n tio b a s e l l a ap a a n a d i s p o n i b l i e o n o m i ce d al l as u p e r f i c id i s p o n i b i l e . tc a e 2 . Sceglieremoduli fotovoltaici gli inverter bbina i e a bili. ( o 3 . D e f i n i r ea c o n f i g u r a z i o nle s c h e m ad e l l ' i m i a t o e s t e n d e r le e l e n c o l ) p n ' o e rc o m p o n e n l | . 4 . C a l c o l a r a p r e v i s i o n e p r o d u z i o n e l a r e e rm e z z o i u n as i m u l a z i o n e Ie di p so d p r o g e t t a te d i n b a s e i d a t im e t e o r o l o g is p e c i f i c ie ls i t o o dell'impianto a ci d i n qu e s t i o n e . 5 . S u c c e s s i iv a e g r a z i o n e a g g i u n t a i u l t e r i o rc o m p o n e n itn b a s e t t e nt ed d i i a (sistema ntifulmine etc.). necessit a

136

principali dellaproced di dimenura no seguent mostra gli aspetti Gliesempi particolarmente dettagliato, mostraogni sionamento. primo esempio, ll ie del l s i n g o l p a s s a g gpo ri l d i m e n s i o n a m e n t os i s t e m a . 6eis e m psi u c c e s s i v i o essendo l invecetratterannoil problemain modo meno approfondito, successivi servono lo stesso. esempi Cli procedimento base di essenzialmente da particolari divergono llasituazione che permettere fuocoqueipassaggi a b a s e e l p r i m oe s e m p i o . d potrete i kit di cimentarv dimensonamento utilizzare nel Se avete non intenzione .progettati fabbricau. pressovostro fabbricante il gipronti in Informatevi Srossista, pre-confezionati. linea prodotti di offerte questa da o fornitore possibilit sulle ottimale dei presente inogni ladisposizione caso occorrer determinare lenete che progettuale esistono aspetto disponibile. per Anche questo moduli superficie sulla di dagli solitamente stessjfornitori didimen5ionamento distribuiti deiprogrammi proponBono automaticamente soluzioni ladisposizione diverse sistemi, quali Per demoduli. approssimativa veloceleggeteanchei paragrafi e Per una valutazione t n s u g g e r m e np ie r l a s c e l t a e i m o d u l i , e ( S u g g e r i m e npie r l a s c e l t a t d del'inverter,. senza zoned'ombra,5 kwP casa unifamiliare, 2.2.1 Esempio: Passaggio Stimadellatagliadell'impianto 1Vincolie premesse . ll committente disposto investire l'impiantofotovoltaico per ad a 3 50 0 0E U R l m a s s i m o . . Lasuperficie Lu, sul disponibile tetto d i 52 m' (lunghezza = 3,5t " larghezza Lar=6,0m). . I n c l i n a z i o n e e di e n t a m e n t o d e l t e t t o : 4 5 u,d . or " . Nessun ombreggiamento. . Stimadel prezzo alchilowatt(netto,uchiavin mano,): 5 500 EUR/kWp. . l l c o m m i t t e n tv u o l er e a l i z z a r le a s s i m o e l l ap o t e n z an s t a l l a b i l e m d e qu Sp s e s u l l a u p e r f i c id e l t e t t oa d i s p o s i z i o n ei. r e s u p p o n e i n d il ' i m p i e g o di che una di modulimonocristallini richiedono superficie 9 m' /kwp. Preventivo preventivo: redigere seguente il In baseai valoricitati possibile 6,36kwp s00 R/kWp)= 3s 000 EUR/(s EU s1-m2 m'/kwpl = s,67kwp /(9 = > 5 i s t a b i l s cq u i n d i u n p r i m o v a l o r ea p p r o s s i m a t i v o l l a p o t e n z a de e p n d e l l ' i m i a t o ,p a r ia 5 , 6 7 k w p .

Passaggo Determinazione numero moduli 2del di Per determinazione numero moduli la del di contano soprattutto caratle teristiche seguenti: potenza picco (kWp); di (lu dimensioni nghezzax larghezza)i tecnologia preferita (celle monocristalline, policristalline film sottile); oa preferite. marche
Iutilizzazione moduli di grandi permette ridurre numero puntidiancoratgio di il di e quindil'impegno l'installazione moduli. per parte, questa dei Dall'altra scelta riduceil gradodi libertper la disposizione modulisullasuperficie dei utilizzabile deltetto.

Scelta moduli dei I moduli scelti 165-M 5P potenza 24Vhanno nominale 165Wp sono di e = 1,61m larghi =0,81m corrisponde 8 m,/kWp). lunghi LUM (ci e LaM a circa Per prima una stima numero moduli del di occorre dividere potenza la totale calcolata primo nel passaggiodimensionamento lapotenza picco di per di del modulo prescelto. ll numero prowisorio moduli calcola di pertanto si nelmodo seguente: Potenza (Wp) totaledell'impianto = numero prowisorio moduli di
Potenza modulo(Wp) del s 670wp/t65Wp=34,4 = > ll numeroprovvisorio moduli paria 34.Di conseguenza potenza di la del generatore di 34x 165Wp = 5,61kwp. Verificadef numero di moduli scelto:superficienecessasialopzioni di montaggio Verificate numeroprowisorio moduliin base il di alledimensioni deltetto e del modulo. Montaggio in disposizione orizzontale: lunghezza tetto Lur= 8,5m/lunghezza moduloLuM=L,6!m=5,27 del del =O,8Im=7,4! Iarghezza tetto Lar= del 6,9rnr,.rtn"tza del moduloLaM = > S u lt e t t o p o s s i b i lm o n t a r e a m a s s i m o x 7 = 3 5 m o d u l i( 7 f i l e d i 5 e l 5 moduli)in disposizione orizzontale.

"

138

in verticale: Montaggio disposizione = del del lunghezza tetto Lur= 8,5m/larghezza moduloLaM 0,81m 10,49 LM da l a r g h e z z a lt e t t o L a r = 6 , 0 m / l u n g h e z ze l m o d u l o u = 7 , 6 L m = 3 , 7 3 de = > S u l t e t t o p o s s i b i lm o n t a r e l m a s s i m o 0x 3 = 3 0 m o d u l ( 3f i l ed i 1 0 i e 1 a ve m o d u l i )n d i s p o s l z i o n e r t i c a l e . i = > P e rl l m o m e n t op o s s i a m o a n t e n e r e n u m e r o i m o d u l lp r e s c e l t o il d m orizzonlale. (34).I moduliperdevono montatiin disposizione essere delletensionidi modulo Passaggio- Individuazione 3 m t v i ie e a l l p a s s a g g so g u e n ts e r v e d e t e r m i n a rie a l o rd e l l a e n s i o n e a s s i m a , m e . m i n i m ae d e s e r c i z ip e ru n m o d u l oC e n e r a l m e n ltat e n s i o n e a s s i m a o m f r e d d ie l a t e n s i o n e i n i m ai n c i v i e n er a g g i u n t an i n v e r n o o n i m o d u l i c i e s t a t e o ni m o d u l c a l d i . u d d A l l os c o p o i d e t e r m i n a riev a l o r id i t e n s i o n e e l m o d u l oo c c o r r e s a r e f d l a n c h ee a l t r ei n d i c a z i o n ie lf o g l i o a t id e l m o d u l o o t o v o l t a i c o : p V p lMn t e n s i o n e M e c o r r e n t e p e lp u n t od i m a s s i m a o t e n z a( M a x i m u m t = MPP): Power Point' "c. intornoai - 10 re d a tensione i circuito pertoV.. a temperatu estreme s i i N e lf o g l i od a t i i v a l o r d i V * r ,1 " ,e V . . s o n oi n d i c a tp e r l e c o n d z i o n it a n per di dard (STC, 25'C).In baseal coefficiente temperatura la tensione a ito re di calcola latensione circu apertopertemperature V". perpossibile s d i v e r sd a qu e l l a t a n d a r d . e Datitecniciripoatinelfogliodati T e n s i o nM P P " o( a2 5 ' C ) =3 5 , 3 5 V e V MPPlMp{ 25'C)=4,67A Corrente apertoV.. (a 25"C)=a3,24V Tensione circuto di (a "C)=5,10A di Corrente cortocircuito1,. 25 T* di Coefficiente tensione (V".)= 168,636mV/"C T* 2,0 Coefficiente corrente (1,.)= mA/'C di T* di Coefficiente potenza (P"".)=-0,420%fC a dellatensione - 10'C e a + 70'C Calcolo con di da Ladifferenza temperatura usareper la moltiplicazione il coeff( s c s d d c i e n t e i t e n s i o n e i r i c a v a al l o s c a r t o o nl e c o n d z i o n it a n d a r d2 5 ' C ) : "C. "C a - 10'C owero - 35 e a +70"C owero +45 + mV V.. (a- 10'C)= 43,24V (-35'C x - 168,636 /" C)= 49,14V mY 5 V*, (a - 10'C)= 35,3 V + (- 35'C x - 168,636 /' C)= 4L,24V 6 ( s 6 / v M " a+ 7 0 ' c )= 3 5 , 3 v + ( 4 s ' c x - 1 6 8 , 6 3 m V ' C )= 2 7 , 7 V

Dimensionamento impianti degli fotovoltaici

Latensione alta si verifica V* (a - 10'C). pi con I i n t e r v a l l o i v a r i a z i o n e l l a o t e n z d i u n m o d u l o e lp u n t od i m a s s i m a d a de p n potenza compresotra 27,76Ve 4L,24V. programmj Molti disimulazione calcolano automaticamente limite ivalori della tensione.

Passaggio- Scelta 4 dell'inverter Quanti inverter gli Per mpianti no a 5 kwp, i cui moduli nonsonosoggetti ombreggiafi ad m e n t i es o n o n c l i n a t i eo r i e n t a t il l as t e s s a a n i e r a ,p e s s r a g i o n e v o l e d a m s o installare unicoinverter. gli impiantipi grandiinvece un Per l'installazione d pii inverter pu rdurre rischio fuori servizio guasto. il di per Qualepotenza? La potenza dell'inverter da stabilire basea quelladel generatore in FV, o w e r oi n b a s e l l as o m m a e l l e o t e n z e i t u t t i i m o d u l iF Vd a i n s t a a r e . a p d d Leindicazioni potenza moduli(Wp)personoriferiteallecondizioni di dei ( S T C : 0 0 0 W m ' , 2 5 ' C , A M = 1 , 5 )c h e n e l l ar e a l t i v e r i f i c a n o standard 1 , s raramente. Pertanto occorre scegliere invertercon una potenzapii./ un bassa 5 - 10% ca.rispetto lla potenza picco generatore del a di del fotovoltaico.ln nessun casopersi devono superare ivalorimassimi corrente di e t e n s i o n e m m e s sa l l ' i n g r e s s o l l ' i n v e r t e r . a i de = potenza x nominale inverter 0,90...0,95potenza generatore nominale FV oDDUre = potenza nomina generatore 1,05 1,10x potenza le ... nominale inverter Pertantonel caso d un generatore 5,61kwp di potenzanominale d (34 moduli x 165Wp - vedasi passaggio sarebbeidealeun inverter 2) con x . u n ap o t e n z a i 5 , 6 1 -( 0 , 9 0 .0., 9 5 = 5 , 0 5 . . ., 3 3 W d ) 5 k Nelcaso cui l'impianto chesi sta progettando, in FV, fosse orientato inclio nato in manieranon ottimale (peres.tetto ad Esto ad Ovest oppuremontaggiosufacciata), possible sottodimensiona ulteriormente re l'inverter per una dfferenza maggiore 10% rispettoalla potenza del nomnale del generatore Tuttavia FV. affinchil dimensionamento questo di tipo di impantiawengacorrettamente possedere certaesperienza occorre una in fatto di d imensionamento fotovoltaico.
f* \7 cli invetlet possono subire danniseesposti un sovraccarico corrente in ad in o tensione. ognicasocomponenti ln i elettron esposti sovraccarichi ici a invecchiano piitvelocemente, riducendo pertanto durata la divitaditutto l'inverter.

I ! I

I
{ I

I I
r 140

dell'inverter Evitare sovraccarico il l p s d n 6 l i i n v e r t em o d e r n i s o nio g r a d o i au t o - r o t e g grei m e d i a n t ea p r o c e r n a , n r r d u r a i d e r a t i n ( d a l ' l n g l e s ei:d u r el a p o t e n zdi t ar g a )q u a d os it r o v a o d g l u d a 5e i n s i t u a z i o n i i s o v r a c c a r i c o .a d e s e m p i o p e n oc a r i c o u r a n t e n a d ec g o r n a t d i f o r t er a d i a z i o n e t i v a' i n v e r t es i s u r r i s c a l d a c e s s i v a m e n t e a es l r il in attraverso mectutta la potenza ingresso, a e non resce trasformare la l s 8m c a n i s md i d e r a t i n g',i n v e r t e ri a u t o - p r o t e 8d e i n u e n d o s u ap o t e n z a . o si Perquestomotivo,in fasedi progettazione, dovrtenerein particolare c ' u a l lu d c o n s i d e r a z i oin e o g o o v ev e r r l l o g g a tlo n v e r t e r :n a m b i e n t e o n u de m a be e co t e m p e r a t u r e s t a n t e m e n ta s s s a r e b ble c o l l o c a z i oln e a l e , e n t r e n indicato mente riabil poco va doveletemperature sonoestrema sottotetto ( i a t) e c l i i n v e r t ea v e n t i l a z i o nn a t u r a l e p r i v d i v e n t i l a t o r ee n d o n o s u r r i r "c r a c e s c a l d a r sa c i l m e n t e :o nt e m p e r a t u rs u p e r l o r i 7 0 l a m a g g o p a r t e fi a l i i a d e g l i a p p a r e c cp e,rp r o t e g g e r sn , z i a r i d u r r ea p o t e n z d e l l ' l m p i a n t o l hi

.-+ (,

causato o amento)il surriscaldamento sovraccarico imension Unecce5sivo {sottod laresa peggiorano drasticamente dell'impianlo collocazione dell'inverter dall'errata

Qualetipo? A questo propositoleSSeteil paragrafo2.1.5 "5u88erimentiper la dell'inverter". a i o d g i P e r l i i m p a n td i q u e s t o r d n e i g r a n d e z zn o ns o g g e t ta d o m b r e g g i a Im l ' d r m e n t is i c o n s i g l ilai m p i e g o i u n i n v e r t ec e n t r a l i z z a t o . o d u l i d eg e n e p n e c ii r a t o r e Vv e n g o n o o l l e g a t n s t r i n g h el , q u a l iv e n g o n o o i c o l l e g a tie F l q u a d r o i c a m p oc h ea s u av o l t aa l i m e n t a' i n v e r t e r . p a r a l l e ln e l o d , tuttavia questa comporta parziali configurazione di In caso ombreggiamenti r e i de er ii d e g l s v a n t a g gn,q u a n t o l r e g o l a t o r e l l ' i n v e r t d o v r e g o l a rc o n t e m i ei p o r a n e a m e n tm o d u l i f o t o v o l t aoc b r e g g i a t q u e l l in o no m b r e g g i a t i . im i e e s e ta I n q u e s t a i t u a z i o nd i o m b r e g g i a m e n po r z i a l s i v e r f c ai l f e n o m e n o g' me s d d e n o m i n a uo i s m a t c h i n p e,rc u ii l p u n t o i f u n z i o n a m e n t o d i o e g u i t o tm n n l o n aq d al l ' i n v e r t e ro nc o r r i s p o n d e u e l l o t t i m a e r a g g i u t od al l ' i mp i a t os e mento frequente, caso, se l'ombreggla e In questo nonfosse ombreggiato. r o r s c o n s i g l ila m p i e g d i p i i ti n v e r t ed i s t r i n g a d i u n i n v e r t em u l t i s t r i n g a ' o " Inverter,). (vedasi ragrafo pa p d r A l t r l c r i t e r ip e r l a s c e l t a i u n i n v e r t e s o n oI ' d o n e i t e r l m o n t a g g i o o l, a a l l ' e s t e r n oa t e m p e r a t u rd e l l u o g od o v e a l l o g g i a t e l a p o s s i b i l i td l d da d c o l l e g a ru n s i s t e m a a c q u i s i z i o n e t i e / o u n s i s t e m a i v i s u a l i z z a r e e d s a s u p p l e m e n t a r e / ia t a n z d e d a t id i e s e r c i z i o . al cr d l n e N e ln o s t r o s e m p i oa p o t e n z a o m i n a l e e l l ' n v e r t e o r r s p o n d e9 5% q u e l l a e lg e n e r a t o r e . d di = x 5 6 1 0 W p 0 , 9 0 5 0 4 9W p = x 5610Wp 0,95 5 330Wp

l.q.!_

Dimensionamento impianti degli fotovoltaici

Inquesto lascelta caso corretta sarebbe inverter unapotenza un con nominalecompresa 5,05-5,33 tra kwp.Come vedr punto6, verranno si nel perinstallati 30 moduli posto 36 ipotizzati un primomosolo al dei in mento, unapotenza con nominale L65Wp. di Pertanto potenza la nomipianto di 4,95 nale dell'im sar kWp. Nerisulta intervallo le potenze un per ammissibili ingresso in all'inverter compreso rra: =44551ry0 x 4950Wp O,Og =47931Y0 x 4950Wp O,e5 = >Abbiamo scelto pertanto inverter una potenza un con nominale di 4,50kW unapotenza massima 6,00kW e FV di secondo indicazioni le delcostruttore. Nelfoglio datidell'inverter indicatidatiseguenti: sono i Potenza massima ammissibile FV P*max=6,00 kW Potenza nominale P.."".=450 CC kW Valore minimo campo del divariazione tensione della MPPV*.,"=125V Valore massimo campo del divariazione tensione della MPPV*,",=750V Tensione massima CC ammissibile = 750V V..,,, Corrente nominale 1.."".= CC 9,30A Corrente massima CC ammissibile lc A r^.,=22,50 Passaggo 5 -Verifica dell'ntervallo ditensione collegamento e dei modul A questo puntooccorre determinarenumero moduli il di talechei due (valore estremi minimo massimo) tensione delgeneratore e della MPP FV (dell'insiememoduli) dei rientrino campo nel divariazione tensione della MPPprevisto fabbricante l'inverter. dal per pertanto Verificate ivalori (dell'intervallo tensione in normale estremi della MPP esercizio,ndella e tensione ingressocircuito in a aperto, - 10'C,. a ll modulo fotovoltaico raggiunge tensione massima -l-0'Cdato la MPP a chelatensione d'uscita celle delle cristalline aumenta diminuire al delle (vedasi temperature anche coefficiente temperatura il di negativo della tensione). tensione minima La MPP siverificher invece intorno +70"C ai (vedasi 3). fase

L42

Quantimoduliin una stringa? vengonocollegat serietra loro per formareuna in I modulifotovoltaci i d s s t r i n g al,a c u i t e n s i o n e i u s c i t a a r p a r ia l l as o m m ad e l l et e n s i o nd e i o p n s e s i n g o lm o d u l iL ev a r i e t r i n g h v e n g o n o o ic o l l e g a tie p a r a l l e le q ui n di i . l Ii . i i n v i a t e e r s o ' i n g r e s sd e l l ' i n v e r t e r n t e r v a l l on c u i p u v a r i a r ea t e n v l o q d d il de d s i o n e ' e s e r c i z ao l ' i n g r e s s o l l ' i n v e r t e re t e r m i n a u i n d ii n u m e r o e i p e ro g n i s t r i n g a . di n m o d u l i f o t o v o l t a i ca c o n n e t t e rie s e r i e - ro "c)= zsov/47,24v=18,2 (a V,u,""/V*o n (modu 11.,,)= =V,u.,"/V"" + 70 c) = r25v /27,76v = 4,5 (a n (modu 1i.,") = > 5 e n e d e d u c e h e ,p e rr i s p e t t a rlei n t e r v a l la m m e s s o e r l a t e n s i o n e p ' o c d e e e M P P e l l ' i n v e r t e e, t r i n g h e e v o n o s s e rc o m p o s t d i u n n u m e r o i d lrs d o m o d u l i c hv ad a u n m i n i m o i 5 a d u n m a s s i md i 1 8 . e d i r a L a e n s i o nm a s s i mia i n g r e s s o l ' i n v e r t v ire n e a g g i u n tq u a n d om o d u l i t e n al e - 1 0 ' c a c i r c u i t o p e r t o p e re s .i n f r e d ( a s i t r o v a n o d u n at e m p e r a t u rd i a a dop e lo e i d i s s i m g i o r n a t ie v e r n a l i q u a nids o l e s c em p r o v v i s a m e n t e o s s e r e e n in dallenuvole). numerodi moduli fotovoltaici seriedeve ll statooscurato d i a e o e s s e rs c e l t on m a n i e rta l ec h el at e n s i o nd i c i r c u i ta p e r t o e im o d u ln o n e i e l ' i n t e r v a l lc o n s e n t i tp e rl at e n s o n i n i n g r e s s o o o o l t r e p a s isn n e s s u c a s o i n l i di d e l l ' i n v e r t e n c a s o o n t r a r l s i r i s c h i e r e b b ed a n n e g g i a r 'en v e r t e r Ir c o =Ls,3 (a n (moduli)=V...."/V". - l-0'C)=7s0V/49,14V = > P e rn o n s u p e r a r e v a l o r e a s s i m o m m i s s i b i ld e l l a e n s i o n en n i t l m a e i g r e s s d e l l ' n v e r t el r u m e r o a s s i m o i m o d u l i n s e r i e n i z a l m e n t e o d i n m r d i n d i v i d u a tv e n e i d o t t o a 1 8 a 1 5 . o e all'inverter numerodi stringhe di del Passaggio- Adattamento 6 complessiva modulie verifica d re f d occ e I nq u e s t aa s e e ld i m e n s i o n a m e n t o o r rv e r i f i c a se l n u m e r o m o d u l i m i p c p r e s c e l tp u e s s e r d i v i s o e ri l n u m e r o i s t r i n g h e a l c o l a t(o o d u lc o l o d e l e g a ti n s e r i e ) . d e i n d N e lc a s o u n i n v e r t ec e n t r a l i z z aitlo u m e r o i s t r i n g h e e v e s s e r en d r i st c i t e r oa l t r i m e n ts i o t t e r r e b b e r o r i n g h e o nn u m e r d i m o d u l d i v e r sT.a l e i r e r u o i n c o n v e n i e npe e s s e rc o m u n q u ei s o l t o t i l z z a n du n i n v e r t em u l t i tu c ( u np o ' p i i c a r o )i,l q u a l e i n g r a d o g e s t i r ei n o a 3 s t r i n g h e o n f d stringa i n u m e rd i m o d u l di v e r s i . i p numero i moduli rowisorio d n u m e r o i m o d u l ip e rs t r i n g a d numero i stringhe d

L43

Dmensionamento impianti degli fotovoltaici

Nel nostrocasoquindi non possibile suddividere34 moduliprogettati i i n i z i a l m e n ti e s t r l n g h e i 1 5 m o d u l i g n u n aI.n o l t r en o ns a r e b b p o s s i n d o , e biledisporli maniera in esteticamente accettabile sullasuperficie deltetto disponibile. questopuntooccorrer A mettereal corrente dellasituazione il committente assicurarsiche disposto accettare impiantodi ed sia ad un potenzainferiorea quello inizialmente preventivato. Dopodi che,l'impiantofotovoltaico potressere realizzato solo30 moduli(2 stringhe con di 15 moduloppure stringhe i L0 moduli). i 3 d I a l t r as o l u z i o n q u e l l a i s c e g l i e r e u t l i z z a ru n i n v e r t em u l t i s t r i n g a . e d di e r In questomodo si potrebbe montaresultetto un impiantofotovoltaico con 34 moduli(2 stringhe 11 e l stringad L2 moduli)o addirittura di con ( 1s t r i n g a i 1 1 m o d u le 2 s t r i n g h e 1 2 m o d u l i ) . 35moduli d i d ll compitoprincipale progettsta proprioquellodi trovare le varie del tra o p z i o n d i s p o n i b i qu e l l a h e m a g g i o r m e n ts i a d a t t aa l l er i c h i e s t d e l i l c e e cliente(comela sceltadel giustonumerodi modulida collegare serie in poe/o in parallelo). voltasvoltiivari passaggi d imensionamento, Una del trebbesuccedere la soluzione che proposta debba essere rivista funzione in prestablto, del quadroeconomico comepotrebbe anche essere necessaro riadattare tagliadei moduliallasuperficie la utiledeltetto. p n P r o s e g u e n d o ld i m e n s i o n ae n t od e l l ' i m i a t o ,d o b b i a m o r ac o n s i d e ne m per rareanche l'intervallo ammesso la corrente ingresso in dell'inverter. In questocasooccorre attenzione far alla corrente moduli nel punto di dei potenza (MPP). massima Occorre cioverificare con la configurazione se, gli intervalli di stringhe scelta, vengono rispettati ditensione di corrente e m a s s i m a m m e s s a i n g r e s sd a l l ' i n v e r t e r . in o Opzione 10 moduliin sere, stringhe paraf Ar 3 in lelor ( V M pa + 7 0 ' C ) = 1 0 x 2 7 , 7 6 V = 2 7 7 , 6 Vu e s t o a l o r e s u p e r i o ra l v a l o r e v e Q. m n i m op e r l ' i n v e r t ed e l l at e n s i o n e i e s e r c i z iio M P P r u . , " = 1 2 5 V a r d n V L c o n d i z i o nd e l l at e n s i o n e i n i m ad i e s e r c i z i d e l l ' i n v e r t e r p e r t a n t o e m o rispettata. (a VMp - 10'C)= x 4I,24V=4L2,4V. 10 valore inferiore I valore a soglia O_uesto = per massimo l'inverter dellatensione esercizio MPPVF/., 750V La in di c o n d i z i o nd e l l a e n s i o n e a s s i m an e s e r c i z i p e r t a n t o i s o e t t a t a . e t m i o r "C)=10 x 49,L4V 49L,4V. = V".(a- 10 valore inferiore tensione alla Questo = massima mmissible masa Vcc,,, 750V.Perta il limite dellatensione nto s i m aa m m e s s d a l l ' i n v e r t e r nv i e n e l t r e p a s s a t o . a no o le Lacorrente MPPl"od una stringa paria 4,67A.Pertanto tre stringhe questovalore superiore quellodellacorgenerano in parallelo 14,01A. a rentenominale a 1.."".dell'inverter, comunque ma inferiore quellodella massima corrente ammissibile ingresso in lcc,"".

in opzioneB: 15 moduliin serie,2stringhe parallelo (a + 70 'C)= 15 x 27,76V= 4L6,4V. alla va V*, Questo lore superiore soglia M = e m i n i m ap e r l a t e n s i o n e P PV r u , , " 1 2 5 V L a c o n d z i o nd e l l at e n s i o n e m i n i m a i e s e r c i z i D e r t a n t r s D e t t a t a . d o o 'C)= " a va ts 4f,24Y= 61,8,6Y. O-uesto lore inferiore lla soglia V", (a - to e M V. m a s s i m a e l l at e n s i o n e P PV F V . , , = 7 5 0 L ac o n d i z i o nd e l l at e n s i o n e d r m a s s i m a i e s e r c i z i p e r t a n t o i s p e t t a t a . d o =737,LV. a O-uesto lore inferiore llatensione va V.. (a- 10'C)= l-5x 49,L4V m V t m a s s i m a m m i s s i b i l e. . , " , = 7 5 0 Vl l l m i t ed e l l a e n s i o n e a s s i m a m m i s s i b i l n o nv i e n ep e r t a n t o l t r e p a s s a t o . e d i A L ac o r r e n t M P P M d u n as t r i n g a p a r ia 4 , 6 7 . P e r es t r i n g h en p ar al e l , e a a ta l e l oe q u i v a l e l l o r a 9 , 3 4 4 .O _ u e s vo l o r e d i p o c os u p e r i o ra q u e l l o c e d l . d d e l l a o r r e n t n o m n ae 1 . . " "d e l l ' i n v e r t e r i n f e r i o ra q u e l l o e l l a o r c e ie i n g r e s slo c . " , . n c rente assimammissibil m scegliere? Qualeopzione p r i n c i p ie n t r a m b e c o n f i g u r a z i o n in o m m s s i b i l i q u a n t o o n le so a Inlinea i d s i al ' o p z i o nA c h eB r i s p e t t a niol i m i t id i t e n s i o n e d i c o r r e n t e . e d l n , P i i rs o n o m o d u l i c h e c o l l e g h i a mio s e r i ep i i r a u m e n t a a t e n s i o n e i ( ) i d u s c i t a e l l a t r i n g as o m m a i t u t t el et e n s i o ni in s e r i ee p o i c h t e n s i o np i i l d s ' s d d e l e v a t e o m p o r t a nm n o r p e r d i t e i p o t e n z a ,a r a p r e f e r i rleo p z i o n e c o a d i c c o n2 s t r i n g h e i 1 5 m o d u l a q u e l l a o n3 s t r n g h e 1 0 m o d u l i .
Maggiore ll collegamento seriesignifca per voi un montaggiovelocee semplice. in e n minore l'impegnoper il montaSSo il numerodei moduli collegati serie, minore il rischiodi errori.

Riepilogo d s e et e o I n b a s e l q u a d r o c o n o m i cp r e s t a b i l i t o e n u t oc o n t o e l l a u p e r f i c la a t r i i d i s p o s i z i o np o s s i a m oi a s s u m e r i s u l t a td e l d i m e n s i o n a m e nc o m e e, segu : e potenza 4,95kWp; totale dell'impianto fotovoltaico: W d u i n u m e r o i m o d l i :3 0 m o d u ld i 1 6 5 p ; d c o l l e g a m e n t o s2r i n g h e i 1 5 m o d u l i ; :t nominale di 4,50kW adattoper potenza nverter unicocon potenza F k m a s s i m a Vd i 6 , 0 0 W rl c d d r C o na l t r im o d u l i e i v e r s i t i p ii i n v e r t es i o t t e r r e b b e aot r e o n f i S u r a z i o n a proprio lla lmitata da sonovincolate A di differenti. voltele scelte progetto i t r e ci d i s p o n i b i l id m o d u l i f o t o v o l t a i d i n v e r t ep i ac h ed aa l t r i v i n c ollo c a l i . ti da p lr i s P e r v e r e n q u a d r o i c h i a r o u p r i n c i p ac i i t e r i dd e c i s o n e u t i l i z z a r e a u pe d o i l e g g e t e n c h e l p a r a g r a f2 . ! . 4 " 5 u g g e r i m e n t i rl a s c e l t a e m o d u l i ,e a " t d 2 . 1 . 5 s u g g e r m e npie rl a s c e l t a e l l ' i n v e r t e r , .

Dimensionamento impianti degli fotovoltaici Molti fabbricanti fornitorifotovolta offronola progettazione e ici completa per dell'impiantq mettendo disposjzione linea a una telefonica diretta le qualii software consulenze. Ricorrete anche all'uso strumenti supporto di di di per dimensionamento, permettono esempio dimen5ionare quali l'impianto di per rapidamenteredigono e l'elenco componenti dei necessari l'impianto FV

Software di simulazionee di dimensionamento degli impianti

g l v a r ip a s s a g diid i m e n s i o n a m e nltlo s t r a nie lc o r s o e l l ' e s e m ppo s s o n o i u t d i essere eseguiti attraverso degliappositi software. nSimulazione Leggete questoproposito capitolo a il 1.4.3 dellaresa,. C o nI as i m u l a z i o n e u n i m p i a n t o Vd i 4 , 9 5 w p i n b a s e i d a t im e t e o r o di F k a logci relativi centroltalia(resa al le di 1 350 kWh/kwpx a), specifica ua ann si ottieneuna resamedaannuale 6700 kwh/a. di granaio(tetto inclnato,15 kwp circa) 2.2.2 Esempio: Passaggio Stimadellatagliadell'mpianto 1Un agricoltore vuoleinstallare impiantoFVsul suofabbricato un rurale. N o nc i s o n ol i m i t ia l l as o m m a a i n v e s t i ra v e n d o d i s D o s i z i o u n f i n an d e a ne zamento sufficientemente L impianto FVdovrebbe alto. possibilricoprire mentetutto il tetto, la cui superficie disponibile di 130m, (lunghezza L U T = 1 3 , 0e l a r g h e z zL a r = 1 0 , 0 ml)' , n c l i n a z i o n e3 O ' , ' o r e n t a m e n t o m a i di l verso5ud-Sudest Non ci sonoombre. C20"). ln basea questivalori possibile eseguire seguente il esempio calcolo: di 130m7(8 m' lkwp)= 16,2s kwp = > S i s t a b i l i s c e o s u n p r i m o v a l o r ea p p r o s s i m a t i vd e l l a p o t e n z a c o pa d e l l ' i m p i a n t o , r ia 1 6 , 2 5 w p . k Passaggio- Determinazione numerodi moduli 2 del I m o d u l s c e l t 5 PV P MM 1 7 5 h a n n ou n a p o t e n z a o m i n a l e i 1 7 5 W pe i n d s o n o l u n g h i L U M = 1 , 5 8 m l a r g h iL a M = 0 , 8 5 mc i c o r r i s p o n da c i r c a ( e e 7,7m2/kWp). L62s0wp/t7sWp=92,8 = > ll numeroprowisorio moduli paria 92.Di conseguenza potenza di la del generatore per il momentodl 92 x 175Wp = 16,1kwp I n b a s e l l ed i m e n s i o n i e i m o d u l ie a q u e l l e e l l as u o e r f i c id e l t e t t o a a d d e possiamo verifcareil numerodi moduli stabilitoin un disposizione ora primo momento.

Montaggio disposizione in orizzontale: l u n g h e z z a lt e t t oL u r = 1 3 , 0 m / l u n g h ed e a o d u l o u " = 1 , 5 8 m = 8 , 2 3 de z z lm L = larghezza tetto Lar 10,0m/la(ghezza modulo La"= 6,956 = 11,76 del del = > S u l t e t t o p o s s i b i lm o n t a r e l m a s s i m o x 1 1 =8 8 m o d u l ( 1 1 f i | e i 8 e a 8 i d m o d u l i )n d i s p o s i z i o n e i z z o n t a l e . i or Montaggioin disposizione verticale: = lunghezza tetto Lur 13,0 del m/larghezza modulo La"= 0,85m = 15,29 del = = larghezza tetto Lar 10,0m/lunghezza modulo LUM 1,58m = 6,33 del del = > S u l t e t t o p o s s i b i lm o n t a r e l r n a s s i m1 5x 6 = 9 0 m o d u l ( 6f i l ed i 1 5 e a o i m o d u l i i)n d i s o o s i z i o n e r t i c a l e . v = > l l n u m e r o i m o d u l is c e l t on u n p r i m om o m e n t o e v ee s s e r ei d o t t o d i d r a d a 9 2 a 9 0 ( p o t e n zd e l l ' i m p i a n t o : , 7 5 w p ) .I m o d u l i d e v o ne s s e r e 15 k o montatin vertica le. Passaggio- Individuazione 3 delletensionidi modulo Nelfogliodati i valori di VMp, e Vo. lMp sonostati misuratin condizioni nsta d a r d( S T C ,2 5 ' C ) . n b a s e l c o e f f i c i e n det e m p e r a t u rd i V " . p e r p o s a I a ti a s i b i l e a l c o l a rle t e n s i o n e i c i r c u i t o p e r t o e rt e m p e r a t u rp i b a s s e c a p d a e p i a l t e . T e n s i o nM P P " o( a2 5" C ) = 5 , 4 V e V 3 Corrente MPP1",(a 25"C)= 4,95A = lensjonedi circu apertoV.. (a 25"C) 44,4V ito (a Corrente cortocircuito1,. 25 'C)= 5,a0 di A = Coefficientei tensione (V..) - 156,0mV d TK /'C Coeffciente corrente (1,.)= mA/'C di T* 2,9 Coefficiente potenza (P"",)= 0,485%/"C di T* possiamo In base q uesticoeffi a cientiditemperatura ricavare informaziole n i s e g u e n tn,e c e s s a rpe ri s u c c e s s i p a s s a g g ie ldi m e n s i o n a m e n t o : i ie vi d r( V " .( a- 1 " 0 ' C ) = 4 4 , 4 V 3 s ' c x - 1 s 6m v f c ) = 4 9 , 8 6 v + V " , ( a- 1 0 ' C )= 3 5 , 4 V ( -3 5 ' Cx - 1 s 6m V ' C )= 4 0 , 8 6 V / = + V M ( a+ 7 0 ' C ) =3 5 , 4 V ( 4 5 ' c x 1 5 6m V / ' C ) 2 8 , 3 8 p V Passaggio- Scelta 4 dell'inverter = Potenza nominale inverter 0,90... 5 x potenza 0,9 nominale generatore 15 750Wpx 0,90= 1417sVUp = x 1 57 5 0 W p 0 , 9 5 L 4 9 6 3 W p 5 u lm e r c a t n o ns i t r o v a nio v e r t ed i q u e s t aa g l aD o b b i a mqu i n d d i s t r i o n r o i t . buirela Dotenza su oi inverter. FV

Dimen5ionamento degli impiant fotovoltaici

=>Abbiamo scelto inverter una potenza tre con nominale 480kW di per adatti, secondo indicazioni costruttore, operare potenza le del con FVmassima 6,00 Lapotenza di kW nominale complessiva allora di 14,40 e quella massima kW FV ammissibile l-8,00kW. di Nelfoglio datidell'inverter indicatidatiseguenti: sono i Potenza massima ammissibile FV P*,.,=6,00kW =4,80 Potenza nominale P.."". CC kW Valore minimo camoo variazione tensione esercizio MPP del di della di in V*.,"= 350V Valore massimo camoo del divariazione tensione esercizio in MPP della di V*,", = 650V Tensione massima CC ammissibile = 750V V...", Corrente nominale 1.."".= CC 12,00A Corrente massima CC ammissibile 1...""= 15,00A Passaggio-Verificadell'intervallo 5 ditensone collegamento e dei moduli -t5,9 =V*,""/V"" - 10"C)= (a n (moduli."") 650V/40,86V = (a n (mod 1i.,")=V..,"/V", + 70C)=3sOY u /28,38Y r2,3 = > Per rispettarecampo variazione tensione esercizio MPP il in di della in dell'inverter occorre collegare all'inverter almeno e al massimo 12 15 moduli serie. in =r5,0 (a n (mod li)=V..,",/V." - 10'C)= u 7s0Y/49,86Y = > Possiamo mantenere il numero inizialmente massimo moduli serie di in (18) individuato in quanto valore il massimo ammissibile tensione della in ingresso dell'inverter viene non superato. Passaggio-Adattamentoall'inverter numero stringhe di e 6 del di modulie verifica possono 190moduliprogettati essere suddivisi stringhe 15 moduli in di (2 per inverter stringhe L5 moduli ognuna. Avremo cos30 moduli di ciascuno). Verifica dell'intervallo ditensionecorrente e dell'inverter 15mod li in con u serie 2 stringhe parallelo: e in (a VMp +70'C)=15x28,38V=425,7V. valore superiore valore al Questo per minimo ammesso l'inverter tensione MPPVFv,r"=350V Lacondidella zione della tensione minma esercizio di dell'inverter pertanto risDettata. V"" (a-10"C)=15x4O,a6V=612,9V. valore inferiore soglia alla Questo =650V Lacondizione tensione massima della tensione MPP VFr,", della massima esercizio di dell'inverterDertanto risDettata.

148

't

"C)= x =747,9V.Questo V.. (a- 10 15 49,86V valore inferiore llatensione a m a s s i m a m m s s i b i lV . , . , ,= 7 5 0 V l l l i m i t ed e l l a e n s i o n e a s s i m a m e m t m i s s i b i l p e rl ' i n v e r t en o nv i e n ep e r t a n t o l t r e p a s s a t o . e r L ac o r r e n tM P P M d i u n as t r i n g a p a r ia 4 , 9 5 AP e r s t r i n g h e p a r a l l e l o e l p . 2 in e q u i v a l e l l o r a 9 , 9 0 A Q u e s t o a l o r e i n f e r i o r e q u e l l o e l l ac o r r e n t e a a . v a d n o m i n la l . . n od e l l ' i n v e r te n o t e v o l m e nitn f e r i o ra qu e l l o e l l a o r r e n t e e . r e e d c m a s s m a m m i s s i b i li e i n g r e s slo c . " , . n c = > l v i n c o l p r e d e f i n idii t e n s i o n e d i c o r r e n t ee l a t i va i m o d u l i a g l i n t r i e vertersonorispettati. Iimpianto FV dimensionato correttamente. esempioimpianto con potenza 15kwpcirca slrutturato di FV una rn di Questo
maniera modulare.numero unit(5kWpcirca, nodulie un inverter)che ll di 30 possono essere installate limitato solamente dalladimensione superfcie della questa a disposizione. Utilizzando confgurazione modulare possibile ottenere per impianti dallepotenze elevate. esempio un impianto 25kwp si montePer d rebbero modulicon inverter. 150 5

possibile Senonfosse dividere partiuguali potenza in la totale un impianto di FV potrerr comporre generatore schemi mo il con modulari diversi. esempio, Per un parziali una impia di 27kwp potrebbe nto essere con composto 4 generatori da potenza 5 kwp ognuno altri2 conunapotenza 3,5kwp ognuno. di e di

Riepilogo I n q u e s t o e s e m p i ou n i m p i a n t o F V d i 1 5 , 7 5k w p ( 9 0 m o d u l i d i l - 7 5W p , c o l l e g a t i n 6 s t r i n g h ed i 1 5 m o d u l i e c o n t r e i n v e r t e r c o s t i t u i s c e n a c o n ) u f i g u r a z i o n e d e g u a t a l l as u p e r f i c i d e l t e t t o d i s p o n i b i l e . o na l t r i m o d u l ie a a e C

inverter otterrebbero si altre configurazioni. volte le sceltedi progetto A e s o n ov i n c o l a t p r o p r i o a l l al i m i t a t a i s p o n i b i l i t m o d u l f o t o v o l t a i c i e d d di d i n v e r t e p, c h ed a a l t r ec o n d i z i o no c a l i . r l D a l l a i mul a z i o nd e l l ' i m p i a n F Vd i 1 5 , 7 5 w p e i n b a s e id a t im e t e o r o l o s e to k a g i c ir e l a t i va l c e n t r o t a l i a( r e s a p e c i f c a n n u a l e l 1 3 5 0 k W h / k W p x a ) , i l a d s e s i o t t i e n e n ap r o d u z o nm e d i a n n u a l e t t e s a i 2 1 0 0 0k W h / a . u a a d (tetto piano,ca.30 kWp) 2.2.3 Esempio: edificioindustriale Passaggio- Stimadellatagliadell'impianto 1 F e U n os p e d i z i o n i ev u o l e n s t a l l a ru n i m p i a n t o Vs u ls u oc a p a n n o nc o n re e p c o p e r t u r a i a n a . v e n d o d i s p o s i z i o nu n f i n a n z i a m e n ts u f f i c i e n t e A o a e m e n t ea l t o n o nc i s o n ol i m i t lp e r l ' i n v e s t i m e n tIom p i a n t oF Vd o v r e b b e i. p e e r i c o p r i r e o s s i b i l m e n t u t t o i l t e t t o , l a c u i s u p e r f i c id i s p o n i b i l d i e a a l 1 0 0 0 m ' ( l u n g h e z zL u r = 3 5 , 0 m l a r g h e z zL a = 2 9 , o m ) ',i n c l i n a z o n e e c ' d e i m o d u l l o v r e b be s s e r d i 3 0 ' ,i l t e t t o p i a n o o n s e n t leo r i e n t a m e n t o d e e v e r s o u de n o nc i s o n o o n ed ' o m b r a . z S

Dimensionamento degli im pianti fotovoltaici

In basea questivalori possibile eseguire seguente il esempio di dimensionamento: 't 9tsm' /(9mz/kwp)= 112,8 kwp = 32,3 112,8 kWp/3,5 kwp = > 5esitrattasse untettospiovente potrebbe di si installare potenza una nominale generatore di approssimativa 112,8 del FV mente kwp.Tratper untettopiano quale filedi moduli tandosi di sul le devono essere installate mantenendo certadistanza le file loerevitare una fra ombreggiament), occorre ridurre tagliadell'impianto la dividendora per 3,5(valore orientativo). bilisce unprimo lore Sista cos va approssimativo potenza della nominale generatore, a 32,3 del pari kwp. Passaggio- Determinazione numero moduli 2 del di I moduli scelti VPM 260hanno Dotenza 5P P una nominale 260 e sono di WD (ci lunghi LuM=1,61m e larghi LaM=1,34m corrisponde 8,3 a circa m,/kWp). 32300Wp/260Wp=124,2 = > ll numero prowisorio moduli paria 124. conseguenza di Dl la potenza delgeneratore il momento L24x26OWp=32,2kwp. per di In base dimensioni moduli a quelle alle dei e della superficie tetto a del disposizione possiamo verificare numero moduli ora il di stabilito un in primomomento. Montaggio disposizione in orizzontale: lunghezza deltetto Lur=35,9t7'rntnezza modulo M=L,6Lm=21,74 del Lu larghezza tettoLar= tr,.rtn.zza delmod Lau del 29,0 ulo =f34m/3,5=6,f8 = > sul tetto possibile montare al massimo6 x 21=126moduli (6filedi 21 moduli) disposizione in o rizzontale. Montaggio disposizione in verticale: lunghezza tettoLur= rnr'.rtt'"zza modulo =!,34m=26,12 del 35,6 del LaM larghezza deltetto 29,0m/lunghezza La.= delmodulo f,6Lm/3,5=5,f5 Lu"= = > Sul tetto possibile montareal massimo25x 5 = 130 moduli (5filed 26 moduli) disposizione in verticale. = > Possiamo mantenerenumero moduli il prescelto (1"24). necessario di Se si possono montare moduli piin disposizlone 2 in orizzontale oppure 6 moduli oiirin disoosizione in verticale.

150

Passaggio- Individuazione 3 delletensionidi modulo Nelfogliodati i valoridi V"o,1",e Vo. sonoriportatiin riferimento conalle (sTC, 25 "C).In base coefficiente temperatura V". d izion standard i a di di al e p o s s i b i lc a l c o l a r le t e n s i o n e i c i r c u i t o p e r t op e r t e m p e r a t u r p i u a a e d b a s s e p i a l t e . Tensione MPP (a 25"C1=57,IV V"o (a MPPlMp 25 'C)= 4,55A Corrente T e n s i o nd i c i r c u i t o p e r t o . . ( a2 5 " C ) = 7 0 , 9 V e a V C o r r e n td i c o r t oc r c u i t o , ( a2 5 ' C ) = 4 , 9 1 4 e 1 . Coeffciente i tensione (V..)= 269mV/"C d T* = Coefficientei corrente (1,.) 4,9mA/"C d T* Coeffciente potenza (P"".)=-0,470%/"C di T* possiamo In base questi a coefficienti ditemperatura ricavare informazioni le s e g u e n tn,e c e s s a rpe ri s u c c e s s p a s s a g g ie ld i m e n s i o nm e n t o : i ie vi a d V.. (a - 10'c) = 70,9V+(-3s'c x - 269mv/'c) = 80,31V ( + V M pa- 1 0 ' C ) = 7 , 1 V ( -3 5' C x - 2 6 9m V / " C ) = 6 6 5 2 v s ( + V M pa+ 7 0 ' C ) =5 7 , 1 V ( 4 5 ' Cx - 2 6 9m V f C ) = 4 5 , O } V Passaggio- Scelta 4 dell'inverter = Potenza nomina inverter 0,90... le 0,95x potenza nominale generatore 29 3224OWpx0,9O= 016Wp 3 2 2 4 0 W p x 0 , 9= 3 06 2 8W p 5 = > A b b i a m os c e l t o e r t a n t o n i n v e r t e c o n u n a p o t e n z a o m i n a l e i p r n d u per 27,00kWadatto,secondo indicazioni costruttore, operare le del c o nu n ap o t e n z a Vm a s s i m a i 3 3 , 0 0 W F d k N e lf o g l i od a t id e l l ' i n v e r t e r n oi n d i c a tiid a t i s e g u e n t i : so k P o t e n zm a s s i m a Va m m i s s i b i lP r u . " , 3 3 , 0 0 W a F e = = Potenza nominale Pcc"". 27,00kW CC d n V a l o r e i n i m od e lc a m p o i v a r i a z i o nd e l l a e n s i o n e i e s e r c i z i o M P P m d e t n V a l o r e a s s i m o e lc a m p o i v a r i a z i o n e l l a e n s i o n e i e s e r c i z i o M P P m d d de t d =800v v T e n s i o nC Cm a s s i m am m i s s i b i lV . . . " ,= 9 0 0 V e e = nominale lcc"". 50,00 A Corrente CC A C o r r e n tC Cm a s s i m a m m i s s i b i l e c . " , = 0 , 0 0 e c 6

,I

Passaggio-verifica dell'intervallo tensione collegamento 5 di e dei moduli = (a n (mod uli.",)=V*.",/V", - 10'C)= 800v /66,s2Y 72,o = 10,0 n (moduli,,")= V*.,"/V",(a+ 70C)= 450Vl45,00V = > Per per rispettarecampo variazione tensione ammessa il di della MPP l'inverter occorre collegare 10 12 all'inverter almeno e al massimo moduliin serie. =V...",/V.. - 10"C)=900v/80,3w =7]',,2 (a n (moduli) = > Per nonsuperare il valore in massimo ammissbile tensione indella gresso dell'inverter il numero in serie inizialmente massimo moduli di individuato viene ridotto 12a 1l-. da Pastaggio -Adattamentoe verifica 6 dellestringhe collegate all'inverter possibile In questo caso sar non i 124 in di suddividere moduli stringhe 11moduli ognuna. sidiminuisse 5e il numero moduli 121(multiplo di a di L1 direttamente disotto) al l'inverter verrebbe sottoposto un carico ad (116 Di massimo troppo elevato %). conseguenza il numero moduli di deve essere ridotto 110(10stringhe 11moduli, a massimo dell'inverter di carico di 706.a\. Verifica intervalli tensionedi corrente degli di e dell'inverter 11 moduli con in serie 10stringhe parallelo: in e = V", (a+ 70"C)= x 45,00V 495,0V. 1t va alla Questo lore superiore soglia minima della tensione MPPVFu,,"=450V. Lacondizione tensione dela minimadi esercizio dell'inverterpertanto rispettata. (a VMp -10"c)=11x66,52v=731,7V. valore inferiore soglia alla Questo massima della tensione MPP V*,", =800V Lacondizione tensione della massima esercizio di dell'inverter pertanto rispettata. "c)=11x 80,31V 883,4V = V..(a- 10 va alla Questo lore inferiore tensione = 900V. limite massima ammissibile V..."" Il dela tensione massima amper pertanto non missibile l'inverter viene oltrepassato. geneLacorrente lM, unastringa di 4,55 10stringhe parallelo MPP di A. in 45,5A. inferiore quello a della corranopertanto valore di poco Questo rente nominale 1.."o. dell'inverternotevolmente inferiore quello a della e corrente massima ammissibile entrata in lcc.",. = > | Iimitipredefiniti tensione di corrente di e relativi moduli agliinai e correttamente. verter sono risDettati. IimDianto dimensionato FV

Riepilogo a ii e o ne I nq u e s t o s e m p i l a c o n f i g u r a z i oa d e g u a tal l as u p e r f i c de t e t t od s p o i k ad n ni b i l e o r r i s p o n d e u n i mp i a t o F Vd i 2 8 , 6 0 W p( 1 1 0m o d u l i d 2 6 0 W p , c c r d i c o l l e g a itn 1 0 s t r i n g h e i 1 1 m o d u l e c o nu n i n v e r t eu n i c o e n t r a l i z z a t o ) . i al n . r C o na l t r im o d u l ie i n v e r t es i o t t e r r e b b e r o t r ec o n f i g u r a z i o Aiv o l t el e p d s s c e l t e i p r o g e t t o o n ov l n c o l a t e r o p r i o a l l al i m i t a t ad i s p o n i b i l i td i d li ei r m o d u l i f o t o v o l t a i cd i n v e r t e p,l i rc h ed a a l t r ec o n d i z i o no c a l i . a p n k D a l l a i m ua z i o nd e l l ' i m i a t oF Vd i 2 8 , 6 0 w p e i n b a s e i d a t im e t e o r o l o s l e d g i c ir e l a t i va l c e n t r o t a l i a( r e s a p e c i f i ca n n u a l e i 1 3 5 0k w h / k w px a ) , l s a i e l d a s i o t t i e n e n ap r o d u z i o nm e d i a n n u ae a t t e s a i 3 8 0 0 0k w h / a . u

2.3Ombreggiamenti
momenta o permanee delle uzioni, menti ca Gli breggia possonousare rld om per nte-8estore. onerose l'ute resa FV nenti, della dell'impiantopiuttosto quind d'ombra. evtare zone le di ln linea principio i meglio

possibilmente zonecolpitedo ombteggiamenti le Figurc2.44:Evitarc

cercate impianto, possibile mentodelvostro evitare l'ombreggia 5enonfosse scelte attraverso oculate gli quantomenodi minimizzarne effetti negativi g e p e n p r o g e t t u a l il.p r o b l e m a r i n c i p a ld e l l a e s t i o n d e g l i o m b r e g g i a m e t i s c d o v u t oa l l ad n a m i c i t d e l l eo m b r es t e s s e h es i m u o v o n o u l l ' i m p i a n t o p t de . s e g u e n dloo r i e n t a z i o n e l s o l e I n o g n ic a s o a l em o v i m e n t o u e s s e r e ' previsto calcolato esattezza. e con tra orientato verso5ud,la distanza fotovoltaico di Nelcaso un generatore q, o i l g i o r n o e ls o l s t l z d ' i n v e r n( 2 1d i c e m b r e )u a n d o d o i m o d u l c o r r e t t s e i a a d s tl c i o l aq u o t ad e ls o l e u l l ' o r i z z o n ea p i i rb a s s a e l l ' a n n o ,m e z z o g i o r n o pe s s o ne s s e r e o n o t . n o ns i v e r i f i c a no m b r e g g i a m e nLied i s t a n z e e c e s s a r i o c de , a o n c o s c a l c o l a tie b a s e l l ' a n g o ld i e l e v a z i o n e ls o l e p a r in e ln o s t r o a s o ( n e lc e n t r o t a l i a a 2 2 ' c i r c a . l )

Dimen5ionamento degli impianti fotovoltaici

non possibile evitare zone d'ombra generatore tenesul Qualora fosse FV, teneconto durante dimensionamento, il quando decider soprattutto si ladisposizione geometrica stringhe il lorocollegamento delle ed elettrico. Lapresenza piiroggetti di ombreggianti altezze, con laghezze e distanze diverse rende particolarmente cileil dimensionamento diffi dell'impianto. In questo caso una previsione affdabile dellaresa dell'impianto degli e effettidell'ombreggia mentosarpossibile dopoaver solo analizzato gli ombreggiamenti mediante l'usodi indicatori percorso solee di del del programmisim lazione. di u
Peril dimensionamento impiantiFVsoggetti ombreggiamenti di ad occorre, rivolgersi un progettista particolarmente ad FV esperto.

2.3.1Perch ombreggiamenti cosproblematici? gli sono ['effetto<tuboda giardino" Una cella ombreggiata FV smette produrre di energia elettricasicomporta e polarizzato come diodo un inversamente. polarizzata Lacella inversamente impedir passaggiocorrente il di attraverso tuttelecelle essa ad connesseserie. parla questo dieffetto in 5i in caso ntubo giardino,: sischiacciaunpunto tubodagiardino, da se in un all'uscita deltubo ilflusso d'acqua diminuir drasticamente della pressione a causa esercitata. [ombreggiamentounacella di quindicomporta effettidirettisullaresa dell'impianto. Infatti, unacella fotovoltaica cui corrente ridottaa la sia causa ombre delle imporr suaintensit corrente quindi potenza) (e la di la a tutta lealtre celle compongonostringa. che la Ricordiamo ancora le che celle in unmodulo tuttecollegateserie loro come moduli FV sono in tra cos i checompongono stringa. una Inoltre cella la ombreggiata, comportandosida in polarizzazione diodo inversa, soggetta tensione sar alla prodotta tuttelealtre da celle serie in ad essa collegate,quale la risuita nettamente superiore tensione perfoalla di razione diodo. del un in inversa viene sottoQuando diodo poiarizzazione posto tensioniche a superano tensione perforazione giunzione la di della awiene fenomeno scarica, cui unacorrente il di per elevata attraversa la giunzione un breve per periodo tempo, di surriscaldando la cella si che danneggia breve in tempo. tipologie danneggiamenti Tali parziali di sono chiamati hot-spot.

154

-l

2.3.2qualitipi di ombreggiamenti esistono? Ombreggiamenti temporanei le Tipici fattorid i ombreggia mentitem pora sonola neve, fogliesecche, nei g l i e s c r e m e nd i u c c e l le a l t r i t i p d i d e p o s i t i . t i q d Ieffetto di questi fattori ta nto minore uanto pi efciente il sistema i m a u t o - p u l z da i m o d u l ic h ep e r m e t t ea r i m o z i o nd e l l o p o r c o e d i a n t e ie , l e s il lavaggio l'acquapiovana che effettuasui moduli. Iinclinazione minima affinchla pioggiaabbiaun effettosoddisfacente p e rl ' a u t o - p u l i zda lv e t r o p a r ia d u n a n g o l o i i n c l i n a z i o n el - 5 ' .M a g ie d di g i o r e a r ' a n g o l o i i n c l l n a z i o n e a g g i o r s a r av e l o c i t d e l l ' a c q uia s l d e l n em pi deflusso rimuover facilmente che idepositiindesiderati. I bordidellecornici isistemidi montaggio volteimpedisconodeflusso il o a d e l l ' a c q up i o v a n a d i n q u e s t o o d oc h ep e re s .al o n id i s p o r c i z i a m a e m te poranei duraturi. diventano, passar tempo,ombreggiamenti col del permanenti Ombreggiamenti situatinell'am biente circoSitratta ombreggiamenti di imputa adoggetti bili i s t a n t e l s i t oc h eo s p i t al ' i m p i a n t o Vo p p u r en e l c a s o n c u i l ' i m p i a n t o a F , siacollocato d un edificio, ombrecausate partiintegranti su di da dell'ediparti sfalsate, abbainietc. lco stesso comeperes.comignoli, sporgenze, Le ombre degl edifici limitrofi, alberi,etc. possonoarrivarea coprire possono provocare l'impiantoo comunque l'oscuramento dell'orizzonte. dell'ediAnche oggetti ppa a rentemente nocui in come caviesterni disopra i al parafulmine, particolare alti, molto se fco, le antennery i dispersori in v i c i n a l m o d u l o n u m e r o sc , m p o r t a nu n ad i m i nu z i o n e e l l a e s a p r o i e io d r s o porzionata quanto proiettano ma Leggete a in un'ombrapiccola intensa. questoproposito paragrafo il controle sovratensioni 2.1.10(Protezioni atmosfericheu.

Dimensionamento impianti degli fotovoltarcl

Figuro2..45:Evitate,se possibile, ombrcggiamenti dovuti od un comignolo, comein questo caso.Foto: Matthias Belz.

per 2.3.3 Strumenti l'analisidelleombre Indicatore oercorso del solare Perl'analisi delleombrepermanenti occorre effettuare sopralluogo un sul s i t od i i n s t a l l a z o n e l l ' i m o in t c . d a Conun indicatore percorso sole possibile del del osservare profilodel il paesaggio (puntodi vista,, generatore e identificare gli oggetti dal del FV cos o c h ep r o i e t t a no m b r e u l s i t o . s R i p o r t a n d o d i u nd i a g r a m mp o l a r e e ri l p e r c o r s o l a r l a l i n e a e l l ' o r i z su p a so e d zontee gli oggettidi cui si vuol verificare l'effettodell'om breggiamento e d i n s e r e n dp o iq u e s t i a t i i n u n p r o g r a m m d i s i m u l a z i o ns i p o s s o n o o d a e valutare esattamente effettidelleombresullaresadell'impianto. gli Aifinidell'analisiautomatica delle ombre esistono oggidei softwaregrado in di trattare direttamentefotodelsitoprese unamacchina le con fotografica digitale.

156

valutaregli effettdi un del salare possibile Figura 2.46:Conun indicatore percorso Seltmann ombrcggiamento sullorcsadi un impianto.Foto:Thamas

2.3.4Soluzioni caso ombreggiamenti in di gli Eliminare ombreggiamenti pi d e . A l c u n io m b r e g g i a m e n t o s s o n o s s e r e l i m i n a t iA s e c o n d a e l c a s os i p u t e n t a e d : r t r a p i a n t a rg l i a l b e r is ep i c c o l i ; e , p o t a r e l c u n r a m e r i p e t e r ee g o l a r m e n l a p o t a t u r a ; a i r te e e t e s p o s t a rle a n t e n n e l e p a r a b o l ( o m b r e e s c r e m e nd i u c c e l l i ) ; e i n t e r r a r iec a v ie s t e r n i . modulicondiodidi bypass Utilizzare m s e o i L e e l l e r i s t a l l i n e m n e m e n t nu s o g g s o n o o l t o e n s i b i l i a l l ' o m b r e S c c co u p u n t u a ld i s p o r c t z t a i g i a m e n t o o s c h e ,a n c h ep i c c o l e m b r eo d e p o s t i o c .hot-spot, e p e ( f o g l i e , s c r e m e ndi u c c e l l ip o s s o n o r o d u r r f e n o m e nd i i ) e t f le d r i d u r r e o t e v o l m e n ta r e s a i u n m o d u l oo t o v o l t a i c o . n

L57

Dimensionamento impianti degli fotovoltaici

Per gli minimizzare effetti dell'om breggiamento, all'interno un modulo di in parallelo ognistringa celle ad di viene inserito diodo bypass. un di Lo scopo questo di diodo di evitare danneggiamento celle il delle ombreggiatee contempora neamente gli limitare effettinegativi sulle altrecelle chegenerano normalmente energia permette elettrica. diodo alla Questo prodotta corrente dallecellein esercizio normale bypassare cella di la eventua lmente ombreggiata. Neimoduli prodottilivello a protegge celle industriale, dodo bypass ogni di 24 al massimo. ldiodivengonogenere in collocati scatola connessione nella di delmodulo.

Figun2.47:Coni diodidi bypass potsibile minimizzorc duzioni rcsae donneggiamenti. le di I diodicottocircuitano I'areoombrcggiato deviano coftente genentadatleoltrc celte e lo non omoreggtate.

A,

t2

Per ragioni tecnche processo produzione, moduli film sottile del di nei a ognicella fotovoltaica munitadi un diododi bypass, caratteristica rendepi adatti li Questa degli altritipidi moduli caso sitimoltoombreggiati. in di

Disposizione ottimale dei moduli Nel caso in cui non fosse possibileevitare zone d'ombra, occorreridurne

l'effetto minimo. al pu fatto dsponendocollegando e i Questo essere mod fotovoltaici maniera uli nella opportunascegliendo disposizione e una geometrica pia dell'im ntoappropriata.

I { I

I I
I
I

u
1s8

I .l

Fgurc 2.48:Nell'mmagine sinisttosol patte inferioredel modulo soggettaad o la olpitetutte le stringhe ombreggi0menta: 25%di tesa. Nellimmagine destra, a invece,sona ditutti i maduli: 100%.

progettatointoma ad una parcbalasatellitare uno su Figuto2.49:lmpiantaJatavoltaco casa Fata:Drschner

Dimensionamento irnpiantl degi fotovoltar(

Figun 2.50:Impiontofotovoltoico tetto di un edifcio industiale con numercsicomignoli sul pet lo ventilazioneLarcaintono oicomignoli stata iemptto con (modulifnti'i molto pi1 questomodosiottieneun aspettoomogeneo economici.ln deltetto e nelcontempost evitonoIe orceombreggiate la produzione pet dienergiaeletttica. foto: Drschner

Collegamento moduli de Nei due esempiseguentimostreremo alcunetipologiedi collegamento tra moduliattea minimizzare l'effettodegliombreggiamenti. Esempio ombreggiamento 1: verticalecausato <ombrein movimento'r da Premessa: ombra verticale sottile sl muove sinistra destra e che da a durante ( l a g i o r n a t ap e re s .d o v u t a d u n ac i m n i e rs i t u a t a 5 u d ) I n q u e s t o a s o a a a . c sarpossibile limitarel'effetto dell'om breggia mentosu di unasolastringa, c o l l e g a n d6 s t r i n g h e i 8 m o d u l ic o s o m ev i e n em o s t r a t o e l l a i g u r a o d c n f seguenle.

I M o d u l o i n t o :m o d u l on o nf u n z i o n a n i o n o nc o l l e g a t ol,c u ia s p e t t o o ns i d i s t i n g u o ! i d i s t i n g u e f e i n e a D o e n d a q u e l l o i v e r m o d u l i . a d

160

2 2 2

2 2 2

3 3 3 3

3 3 3 3

5 5 5 5

5 5 5 5

6 6 6 6

1
1

1 1
1

4f l 4
4
4

6 6 6

3 \2

4
4

5 5 5 5

5 5 6 6

6 6 6 7

6 7 7

7 7

-{

3 3

4
4

\ 2

-{

Figuro 2.57:Callegomenti ottimaliin casa un'ombrcverticale (sopta)e una lotercle di (sotto). di ll collegamento dellestinghe di 8 o 6 moduli rappresentato dolja relattvanumerczione.

Esempio ombreggiamento 2r laterale durantele ore del mattinoe serali. P r e m e s s a : b r e g g i a m e n tb l i q u d e l l a a r t e e s t r a e l l ' i m p i a ndo r a n t e om o o o p d d tu l eo r ed e lm a t t i n o o v u t o d u n e d i f i c i o d i a c e n ts i t u a t o u ll a t oE s t A I l a d a a e s . s e r ao m b r e g g i a m e ndo l l ap a r t es i n i s t r an f e r i o r d e l l , i m p i a n td o v u t o , te i e o ad un edificio adiacente situatoad Ovest. ll collegamento 8 stringhe 6 moduli in di disposte diagonale in riduce l,effetto d e l l ' o m r e g g im e n t ol i mi t an d o l o p o c h e t r i n g h e . b a a s Tipidi montaggio moduli:a terra (suapratoverde,,)/su dei tetto piano Mentre montaggi tetti inclinati i su (lmpianti retrofit sovrappostio incasso) ad r i s e n t o n o o c h l s s i md i q u e s t o i p o d i p r o b l e m ip e r i m o n t a g ga t e r r a p o , t i ( c a m p o p e r t oo s ut e t t i p i a n i c c o r rfe r ea t t e n z i o na q u a n t o e g u e : a ) o a e s i n z o n em o l t on e v o s e , o r d i n f e r o r i e i m o d u l d e v o n o s s e r c o l l o c a t r ib d i e e ad un'altezza sufficientemente rispetto pianod'appoggio alta al (terreno o tetto piano)in modoche la nevepossa scivolare versoil basso evitando c h ei c u m u l d i n e v e m b r e g g i nio o d u l i ; i o m d i s t a n z s u f f i c i e n td al l ep i a n t e p p u r e r e d i s p o r r e ap o t a t u r a a e o p un regola re; je e v i t a r e h ea c c u m u ld i s p o r c i z ip o s s o no m b r e g g i a r l b o r d o n f e r i o r e c i a i d e im o d u l i ; r s p e t t a rle d i s t a n z m i n i m e r a l ef i l ed i m o d u l ip e rm i n i m i z z a r e e e t ombreggiamenticiproci. re

Dimensionamento deBlimpianti fotovoltaici

I modulimontaticonil lato lungoin orizzontale (disposizione orizzontale) risultano menoalti e quindiproiettano delleombrepir basse, richiedendo cos unadistanza minore lefile di moduli. logamente, file possono tra Ana le e s s e r m e n od i s t a n z i a to u a n t o i l ' i n c l i n a z i o n e i m o d u l b a s s a . e e D de i

Figuta 2.52: distanza La minima lefle dimoduliapprostimativamente trc pai o 4-6x I'altezza dellefledi moduli. Nelcaso cui lo spazio disposizione poco, in potrebbe a sia risultare conveniente ridurre I'angolo inclinazione moduli. leggera di dej perdita resa ne La di che conseguir compensata verr dall'aumento produzione di dovuto maggior al numero moduli di installati.

Oientamentoe inclinazioniottimali I n l t a l i al ' a n g o l o i i n c l i n a z i o n e ' o r i e n t a m e n do i m o d u l o t t i m a l i p e r ( d el te i m a s s i m i z z alra r e s a n n u a l e d 3 0 ' a s u d . e a ) In realt l'orientamentol'inclinazione un generatore e giocano di fotovoltaico un ruolo minore quanto di spesso pensi si sulla resa dell'impianto fotovoltaico. l n l i n e a i p r i n c i p i o ,u a n t op i p i a n a l ' i n c l i n a z i o n e i m o d u l ir i s p e t t o q d de aI suolo tanto minore sara gli effettidelladeviazione nno dell'orienta mento rispetto Sud, al owero: r m o d u l im e n oi n c l i n a tp o s s o n ( p e r m e t t e r s iu n am a g g i o r d e v i a z i o n e i o e dall'orientamento versoSud; vceversa, modulipir inclinati dovrebbero essere orientatipossibilmente verso ud; 5 preferibile orientare inclinare ed tutte le sezioni un generatore di FV collegate un unicoinverter modoidentico, ad in evitando areeorientate diversamente. lleccezione questaregola: inverter gli a multistringa oppureadottarepi inverter per separati le variesezioni orientate diversamente;

L62

in generale ci sonodifferenze un orientamento non tra divergente verso Esto verso Ovestrispetto alsud. A livellolocale possono piccoli esistere vantaggi seconda a (per dell'orientamento es.a causa didiversiombregg i a m e n ta l l ' o r i z z o n t e ) . i

Figura 2.53: Lo confgutozione illustrcta nellafoto non ottimale: se un genentorc cmposto arceoientate o inclinotediveBamente dimensionamento do il ottimaledowebbe prevederc invertetpet ogni patte delgenetutorcun Foto:Thomas Seltmann

quando ltetto non orientato versosud A n c h e e l ' o r i e n t a m e n t oI ' i n c l i n a z i o n ev e r g o nd i m o l t od a l l ec o n d i s e di o z i o n io t t i m a l ir i m a n e e n e r a l m e n t e s s i b i lo t t e n e r el 9 5 - 1 " 0 0 % e l l a g po e i d resamassima dell'imDianto. Nelgrafico seguente sonoillustrate percentuali le dellaradiazione incidente su generatori orientatiin maniera non ottimale.Quantopiir il generatore orientatoversoEst od Ovesttanto p conviene averebassiangoli di i n c l i n a z i o nIe .q u e s t o o d oi l s o l ei r r a g g i a i a l u n g oi l g e n e r a t o r e . n p m

163

D i m e n s i o n d m e n ld e g i ' p a t ' o l o v o l a t , o

5 Figurc2.54:Percentuali delloradiazione generctoti orientatiin manieranon ottimale. su

A i f i n i d i u n a p i p r e c i s v a l u t a z i o nd e l l ar i d u z i o n d e l l ar e s a i r r c o r r e a e e s a l l ' u s o i c o s i d d e t di s c h i d e l l r a d i a z i o n e . 6 r a z iq u e s t d i s c h p o s s i d t i a ae i la b i l er i l e v a r le d i v e r g e n zp e r c e n t u a de l l ' o t t i m on f u n z i o n e e l l ' o r r e n a a i d t a m e n t o d e l l ' i n c l i n a z i od e i m o d u l i . e ne


a n n u a l en % i

l,o
l+o
t50 160 r70 :80 ll so _ 100
A n g o l od i inclinazione

,.= to" L ao' -z x" L zo' Zoo'Lzo"


E s e m p i o3 0 " / 4 5 ' S u d o v e s/t9 5 % :

Luo'lno"

Figurc2.55:Dipendenza delloresadi un impiantofatovoltaico dall olientamentoe dall tnclnoziahedel qpnpnforc[otovolrairc. tont. Lca]y\

L64

r m o t l l d i s c o e l l a a d i a z i o n eo s t r a h eu n o r i e n t a m e n t r a S u d e se S u d o v e s t d c u d r e u n ' i n c l i n a z i o n e i m o d u l ic o m D r e staa i 2 0 ' e i 5 0 ' c o m p o r t a n o n a p r i d u z i o nd e l l ar e s a a r ia l 5 % s o l o . e le Perch divergenze dall'ottimosonopocoproblematiche? e e d L ar a d i a z i o n e l a r e c o m p o s t a al l ac o m p o n e n td f f u s a d a q u e l l a i so d la la lnvece retta.La radazlone direttaraggiunge terra senzadeviazion. e dallenuvole, dall'atmosfera dalle lucediffusa,owero rifrattae riflessa polveri. arrivaal modulofotovoltaico indirettamente. I n E u r o p a e n t r a l l a q u o t ad e l l ar a d i a z i o nd i f f u s a r e l a t i v a m e naet a , C e e tl p a r ia l 5 0 %c i r c a e l l ' e n e r gti o t a l e . d a es o a M a n m a n oc h ec s a w i c i n a l l ez o n e q u a t o r i a l i , o p r a t t u t t n e l l e r e e a e r c, d d e s e r t c hl e , i t u a z i o n e n d e r i b a l t a r s io nu n a u m e n t o e l l a a d i a z i o n e as t a di d i r e t t a d u n aq u o t am i n o r e i r a d i a z i o n e f f u s a . e d te r e I o r i n t a m e n td e i m o d u l p r a t i c a m e n i r r i l e v a n tp e rq u a n t o i g u a r d a o i La lucediffusa,infatt,arrivaal diffusadella radiazione. la componente da eeneratore tutte le direzioni.
9000 8000 7000 6000 4000
.9
!

= 5000
3000 2000 1000 0
Cen. Feb. Mrz. Apr Mag. Ciu. Lug. Ago. set. Ott. Nov Radiazione direlta n Radiazione diffusa Dic.

alto quotadellaradiazione diffusa relativamente (50%ca.). Figwa2.56:tn Europa Centrcle,la

e a di I n l t a l i al ' i n c l d e n zd e l l a a d i a z i o n e r e t t a m a g g i o r r i s p e t t o l c e n t r o / a r qui tenerepresente i grafici riportatisonobasati che NordEuropa. Occorre P e d t p d s u l l ec o n d i z i o n ii i n s o l a z i o n ie i c h e e l l a6 e r m a n i a d e l l ' O l a n d a .e r perdte resaper orientamento sonolegnon ottimale di tanto,in ltalia,le germente maggiori.

Dimensionamento de8li impantifotovoltaici

Caso estremo ditetti verso od Ovest: Est sonoancora adatti? Anche itetti orientati verso odOvest Drestano Est si all'installazione di un impianto I risultati numerose FV di simulazionicomputer, al riportati nella tabella seguente, confermano nostre le osservazioni iniziali, ovvero le che divergenze dall'ottimo tantomeno sono problematiche ntopiil mod qua ulo para alsuolo. llelo

5ud,20' Est,20" 5ud,25" Est2s' sud,30" Est,30' Sud,40' Est,40' 'Optlmum

13a0kwh/kwp 1110kwh/kwp 13s0kWh/kWp 1090kwh/kwp 13s0kWh/kwp 1070 kwh/kwp 1330 kwh/kwp 1020kwh/kwp

o% -77 % o% -19% o% -27% o% -23%

-1%

-r8"4
-o,2% -79% o% -2L% -L% -24%

Tabella2.3: Locolit: ltalia centrule;moduli polictistallini di 2 kwp circa.Quonto pi bassa I'inclinazione modulotanto minorc la tiduzionedellorcsadovutaalla diveryenzo del doll'orientamentoottimale ve60 Sud.

2.4Tempi montaggio di
Consigliamo realizzare proprio di un strumento calcolo le configuraper d z i o n ip r i n c i D a l id i a t t u a l i z z a rdot a n t oi n t a n t o . e li o I n l i n e a i p r i n c i p i v a l g o n oe s e g u e n t i o n s i d e r a z i o n i : d l c i i m o d u l g r a n d r i c h i e d o nm e n oi m p e g n o e l l ' i n s t a l l a z i o n e ; i o n maggiore la tagliadell'impianto, minoresarl costoperogni kW installato; prevedere eventuali costi(etempi)aggiuntivi risolvere per eventuali problematiche derivanti llatipologiadi copertura da deltetto; i g e n e r a t o r io m p o s td a p i rs e z i o n i r i c h i e d op io i m p e g nn e l c n i cablaggio; la fasedi montaggio pu riservare difficolt mpreviste divari livelli; e I ' a l t e z zd at e r r ad e l t e t t os u l q u a l e i l a v o r e r d a t e n e r e n a s i considerazione; p e rr i d u n ei c o s t i v a l u t a rs e p o s s i b i le l i m n a r a l c u nc o m p o n e n t i e e e i oppure prevedere variantirdotte; i l c o s t o i u n s i s t e m a i p r o t e z i o na n t i f u l m i nc o m p o r t a e l l e p e s e e d d i d s aggiuntive, nontutti icommittentisonodisposti sostenere. che a

156

di e in 3 Montaggio messa servizio un fotovoltaico impianto


n i a n al L es e g u e n i n d i c a z i os iir i f e r i s c o n ol en u o v e o r m e t a l i a n e t t u a l m e n t e ti an d n e i n f a s ed i d e f i n i z o nie r e l a z i o na l n u o v os i s t e m a i i n c e n t i v a z i o n e e d d c o n t o n e r g i a e f i n i t o a l D L3 8 7 . procedere consiglio/come Qualche mo di consiSlia l'ncaricosvolto progettazionemassima e la Dopo aver acqusito l e s e g u e n t a p p en e l l ' o r d i nie d i c a t o . i n p e a , i 1 . I n o l t r o e l l a o m a n d a l c R T Nc o na l l e g a t ol p r o g e t t o r e l i m i n a ra n d d c o n l o r mt aal l aL - 1 . t (entro3 mes). 2. Attendere l'approvazione CRTN del secondo CEI-2 la del definitivo 3. Invioal CRTN progetto ( e n t r o m e s id a l r i c e v m e n t o l l ' a p p r o v a z i o n eC R T N ) . del 2 de e i 1 4 . M o n t a g g d e l l ' m p i a n t(o n t r o a n n op e rg l i i m p i a n t< 2 0 k w p , o n e n t r o2 a n n ip e rg l i i mp i a t i >2 0k w p ) . 5 . D i c ha r a z i o nfen e l a v o r i . i i a l d i 6 . C o n n e s s i o n le a r e t e( a lm o m e n t o i a n d a r en s t a m p a a p r o c e d u rp e r al d d l ' a l l a c c in o n a n c o r a e f i n i t a a l C R T N ) . o i 7 . M e s s an s e r v i z i o . 8 . C o l l a u de c o n s e g n a . o

al 3.1llinoltro delladomanda GRTN


al occorre fare domanda GRTN? 3.1.1 Perch ro e S o n o o s t a n z i a l m e n t e l e r a g i o np e rc u o c c o r rp r e s e n t a de m a n d a : s due i io " c o n t oe n e r g i a " n d ne a ) p e ra c c e d e ra l s i s t e m a l i n c e n t i v a z i o c o s i d d e t t e ( v e d a s ie z o n 1 . 3 ) ; s e n l ne o b ) p e ro t t e n e r e' a u t o r i z z a z i op e rl ' a l l a c c ia l l ar e t ee l e t t r i c a a z i o n a l e . 3.1.2chi ou accedere all'incentivo i le persone fisiche giuridche,cone Possono beneficia dell'incentivazione re r il si d o m n e g l i e n t ip u b b l i crli c o n o s c i u to g g e t t oe s p o n s a b d e l l ' i m p i a n t o i po d e a i s e n sd e l D M 2 8 1 0/7 o o 5 .L ad o m a n d a i a d e s i o na l l ' n c e n t i v o t r i 2 p r e s e n t a ts i ad a i p r o p r i e t a die g l i m m o b i l d e s t i n a ta l l ' n s t a l l a a r i i essere purch possesso in fotovoltaico da altrosoggetto che zionedel'mpianto de scr d d e l l ' a u t o r l z z a z i o n ei t t a e l p r o p r i e t a r l o l l ' i m m o b i l e . o ne a i C l i i m p i a n tfo t o v o l t a i c im m e s sa l m e c c a n i s md i i n c e n t v a z i o s o n o e a n n t u t t i q u e l l id i p o t e n z a o m i n a l e o n i n f e r i o r e l k w p e n o n s u p e r i o ra di 1MWp,entratin esercizio seguitod nuovacostruzione, rifacimento a

Montag8ioe messain seNiziod un impantofotovoltaico

totale o di potenziamento (limitatamente produzione alla aggiuntiva), in data successiva 30/O9/05. al Cli impianti fotovoltaici i relativ e componenti dovranno essere realizzati nel rispetto dellenormetecniche elencate nell'Allegato del decreto 1 MAP del28/07/o5 e soddisfare icriteri di installazione delineatinellaverifica tecnica funzionale prevista il programma gi per TettiFotovoltaici. 3.1.3Comesi accede incentivi agli Prerequisiti ll Soggetto Responsabile intendeinstallare impiantoFVdi potenza che un superiore 20 kwp o che,pur installa un impiantoFVdi potenza a ndo inferiore 20 kwp,nonintende a usufruire delladisciplina servizio scambo, del di deverichiedere all'Agenzia delleEntrate l'attribuzione una partitalVA, di qualoranon ne fossegi in possesso, iscriversi ed nell'apposito registro dei produttori d'energia elettrica presso (UTF). l'UfficioTecnico Finanza di Presentazione domanda della Ladomanda i ammlssionelletariffeincentivanti d a dovr essere Dresentata dal SoggettoResponsabile GRTN periodointercorrente il 1" e al nel fra g i ' u l t i m o i o r n o e l l ' u l t i m m e s e e lt r i m e s t r e1 - 3 1 m a r z o1 - 3 0 g u g n o , ( d o d , 1-30 settembre 1- 31 dicembre). e qocuLedomande richiesta di dell'incentivazione, corredate lla prevista da mentazione supporto, d dovranno essere inoltrate a: GRTN Incentivazione piantifotovoltaici sensi DM 28 luglio2005e im ai del 6 febbra 2006 io V i a l e a r e s c i a l P i l s u d s9 i M lo k2 00197Roma Le domandepotrannoessere inoltrateal GRTN con una delle seeuent modalit: a mezzo plicoraccomandato awiso di ricevimento; di con tramite consegna mano; a tramite corriere registrazione con delladata di ricevimento partedel da C RTN. Ogniplicodovrcontenere soladomanda. una Ledomande verranno esaminate trimestredi comDetenza funzione nel in delladatadi inviodel plicoraccomandato awisodi ricevimento con oppure in funzionedella data di arrivodel plicoal CRTN, quandoquestoviene consegnato mano o tramite corriere. fini dellagraduatoria a Ai relativa agli impianti di potenza nominale superiorea 50kW ed inferiorea 1000 kW Ie domande verra no ordinate,in ciascun n trimestre, basealla in tariffa incentivante richiesta soggettoresponsabile 7 comma 3 (art. dal

"

168

s a r l, c d e lD M ) .I nc a s o i d o m a n d e o np a r i t a r i f f ai c h i e s t aa p r o r i t a r t t r i d ( a d d d d b u i t as u l l a a s e e l l a a t ad i i n o l t r o e l l a o m a n d ad a t a i p a r t e n zd e l l a b d al i r a c c o m a n d a oad a t a d i p r e s e n t a z i o n e C R T N n c a s od i c o n s e g n a t m a n oo p e fc o r r i e r e ) . a A d e, L ad o m a n d a ' a m m i s s i o nc o m ed a A l l e g a t o d e l l aD r e t t i v d e l l ' A u t o corredata 188/05,dovressere ed rit per l'Energia Elettrica il CasAEEC e u d al l as e g u e n td o c m e n t a z i o n e . iscrittoall'alboprofessiopreliminare firmatoda professionista Progetto 0-2 da tenendocontodi quantoprevisto lla normaCEI nale e redatto c di S c h e dta c n i c a o m p r e n s i v a: e l i 1 . S i t oi n c u i l o c a l i z z a t 'o m p i a n t o 2. Potenza nomnale d n . o 3 .T e n s i o nie c . c l n i n g r e s sa l g r u p p o i c o n v e r s i o n e d d 4 . T e n s i o nie c . a i n u s c t a a l g r u p p o i c o n v e r s o n e n . F 5 .C a r a t t e r i s t i cd e i m o d u l i V he d d 6 . c a r a t t e r i s t c h e lg r u p p o i c o n v e r s i o n e e Produzione nua i energialettrica an d 7. ri r c 8 .M o d a l i t h ea s s l c u r a n os p e t t oe q u i s i t i t e c n i c d i e a A u t o r z z a z i os o t t o s c r i t td a l p r o p r i e t a r do l li' m m o b i l e e s t i n a t o ne o o s a l l ' i n s t a l l a z od e l li' m p i a n t o ,ed i v e r s d a l S o g g e t t R e s p o n s a b i l e ne direzione voci ripartitotrale principali (progettazione, Preventivo spesa di m , c d o, l a v o r ic o l l a u d o ,e r t i f i c a z i o n e l l ' i m p i a n t f o r n i t u r a a t e r i a l i n s t a l l a , del eventuali opereedili,costid sviluppo soggetto, zionee posain opera, e v e n t u a l i a l toin e r i ) r ii e ill E l e n c a u t o r i z z a z i on e c e s s a rae ac o s t r u z i o n ea l l ' e s e r c i zg o o ni i c de ed c o n s e g u i t ed a c o n s e g u i r e e s c r i z i o n e iv i n c o la r c h i t e t t o n ie i o paesaggstici di l a ba r a fe l m p e g n o p r e s e n t a r i d e i u s s i o n e n c a i a / p oi z z a s s i c u r a t i v a o e de c e 1 - 0 0 0 / k Wrp l a t i v al l ac o s t i t u z i o n e l l a a u z i o nd i c u ia l l ' a r t i c o l7 , n i 2 c o m m i1 e 9 , d e l D M 2 8 l u g l i o 0 0 5p e ri m p i a n td p o t e n z a o m i n a l e e s u p e r i o ra 5 0k w p e d i n f e r i o r a 1 0 0 0k w p e e e l c e a B u s t a h i u s a s i g l l a tc o ni n c l u s a' o f f e r t a c o n o m i cra l a t i v a l v a l o r e potenza ominale n i r a d e l l a a r i f f ai n c e n t i v a n t ec h i e s tp e ri m p i a n td i t 1 s u p e r i o ra 5 0 k w p e d i n f e r i o r e a 0 0 0 k w p e e i a l P e rg l i i m p i a n t a c u i p o t e n z an s t a l l a t n o n s u p e r i o ra 2 0 k W ,s a l v o e ri r al r e s t a n d p a r t i c o l ar e g o l a m e n t a z i o n i t e r r i t o i s uif,f i c i e n tp r e s e n t a r e o i c e I i A ) l a D I A( D i c h i a r a z o n ez i o t t i v i t a l c o m u n e o m p e t e n t N.e lc a s o n c u e/o a storico ubcato zonesottoposte vincolo in essere l'impiantodovesse inoltraredomandaalla preventivamente paesaggistico, necessario sar e, e S o p r i n t e n d e na ia e n C u l t u r a l i A r c h i t e t t o n i c i s o l os u c c e s s i v a m e n t e z B i la si Dotr Dresentare DlA.

, '

' '

jmpia fotovoltajco Montaggioe messa serviziod;un in nto

Autorizzazione UnicaRegione poranea Contem mente alla domandad'ammissione alle tariffe incentivanti occorreinoltrarealla Regione della localit, cui sar installato in l'impiantoFV una richiesta autorizzazione costruzione esercizio di alla ed d e l l ' i m p i a n tF Va l l e g a n dc o p i a e l l a o m a n d a r e s e n t a t a C R T N . o o p d d al Entro30 giornidalricevimento delladomanda Regione la rilascer l'autorizzazione seguitodi un procedimento a unicoal qualepartecipano tutte le Amministrazioni interessate che deve essere e terminato entro 1gO giorni. Perconoscere tempi e modalitdell'iterburocratico seguir che alt'accoglimento della richiesta centivazione, consglia far riferimento d'in s di alla normativa vigentesegnalata all'inizio paragrafo. det

3.2Montaggio dell'impianto
3.2.1Msure sicurezza di durante lavorisultetto
professionali impegnate Leassociazioni sono nella salvaguardia Vostra della salute. trovareaiuto in materiadi disposizioni di attrezzature sicurezza. e Qui potrete di

Per montaggio tettispioventinecessario il su osservare ledisposizioni sulla tutelae sulla sicurezza lavoro. partire un'altezza grondaia del A da di ditre prevedere protezione metrioccorre una anticaduta conforme norme alle di tuteladel lavoro di prevenzione incidenti: e degli pareti protezione, di retidiraccolta, attacco sicurezza corda strutture sostegno. un di con o di ll tpodi protezione anticadutadascegliere conformemente condizioni alle locali.

Figutu3.7:OtseNorc normedi Nevenzione le contrcgli incidentidunnte ilmontaggio tu tetti.

L70

particolari pericolo! dellacorrente Caratteristiche 3.2.2Attenzione, alternata continua alconfrontocon la corrente sussistono? Qualipericoli pe e i u P r e m e s s a :n a c a r a t t e r i s t i c a c u l i a rd e g l ii m p i a n t f o t o v o l t a i c i c h e e,a differenza a q u e s t i s e e s p o s ta l l a l u c e f u n z i o n a n o u t o n o m a m e n t e , , i d o i n e d e g l i l t r ii m p i a n te l e t t r i c i , o np o s s o n e s s e r d i s a t t i v a tN.e lc a s o e S l i a i i, g d a i i m p i a n tfi o t o v o l t a c i i u s u a ld i s p o s l t i v i s i c u r e z zn o nf u n z i o n a n on di fotovoltaico supera quanto la corrente cortocircuitodel generatore di d p o c o a s u ac o r r e n t n o m i n a l e l q u n d i c o m u n i n t e r r u t t o r ii p r o t e z i o n e e l e o e i o g l ie l e m e n f u s i b i ln o np o s s o ne s s e ru t i l i z z a t i . ti d e a I e r r o r en e lq u a l ep u i n c o r r e ru n e l e t t r i c i s tc h en o n s i ae s p e r t o i i m o e p i a n ts o l a r a n c h e ep r a t i c d i i m p i a n tc o n v e n z i o n a lc( a r e n tc o n t i n u a i i i or s i, f di d e o a l t e r n a t a ,q u e l l o i a f f r o n t a r l a m a n u t e n z i o n e u n i m p i a n t oo t o ) pi ne elettrico une.Losbaglio comu com ico u volta comesefosse n impianto e a o ' q u e l l od l c e r c a r d i d i s a t t i v a rlei m p i a n t o t t r a v e r su n i n t e r r u t t o r d i e l n i mp i a t of o t o v o l t a i ci os i s t e m a o ns i d i s a t t i v e r n d s i c u r e z zN . lc a s o i u n ae o a ri e e q u i n d il ' e l e t t r i c i s t am a r r s p o s t o l p e r i c o l d i f o l g o r a z o n e . s o n n U n c o r t o i r c u t ( l a t o c ) n o nc a u s a e s s u d i s t u r b a d u n i m p i a n t o o l a r e c o c automatca! la FVe pertantonon provoca suadisattvazione p o c a i C l i i m p i a n t f o t o v o l t a i c i r o d u c o n c o r r e n t e o n t i n u a d a l t at e n s i o n e . spna q un Pertanto uandosi disconnette contattosottocarico'(morsetto, i o) l a m i s u r a z i o n e ni p u n t a ld i u n a m p e r o m e t rp u f a c l co o anche urante d n e o v ' o m e n t e e r i f i c a rlsiin n e s cd i u n a r c o l e t t r i cd i e l e v a tia t e n s i te d i d u r a t a in indeterm ata. Riepilogo i fo o a U n g e n e r a t o r e t o v o l t a i ce s p o s t o l l al u c e s e m p r en f u n z i o n e , p n c s g e n e r a n du n at e n s i o n e o n t i n u a h e , u ll a t oC Cd e l l ' i m i a t o ,n o n o c pu essere disattivata. r c e n i i n u t i l e n s t a l l a rd e l l e o r m a lp r o t e z i o n i c o n tc o r t o i r c u i t(i f u s i b i l sul termomagnetci) lato CCdi un impiantofotovoltaico. o interruttori pe e i c I i m p i a n t o o n t i n u a g e n e r a rte n s i o np e r i c o l o s e rl a v i t aum an a . possono innescarsi un si Quando disconnette contattosottocarico p e r c o l oa r c h e l e t t r i ciin e s t i n g u i b i l i . si i F l m e l l u n i c o o d op e rn e u t r a l i z z alrat e n s i o n ea t oc c i n u n i m p a n t o V q u e l l o i m e t t e r l on c o r t o i r c u i t o . l c d

I l l g en e r a t o rfe t o v o a i c od i s p o n e a d i f f e r e n z a p e r e s . d i u n a b a t t e r i a d i a u t o m o b i e - d u n a o t m r e s i s t e n z a t e r n a o l t oa l t a . n , "Sotto carico': con clrcuitoelettricochiusoe percorso corente (Ampere). da

Montaggio messa servizio un impianto e in di fotovoltaico

per Pericoli I'installatore l l a p e r t u r d i u n c i r c u i t o Cs o t t oc a r i c o u i n n e s c a ru n a r c o l e t t r i c o a C p e e e provocare brucature, abbagli scosse e elettriche. essere Pu suffciente ( ) s t a c c a ru n n o r m a l e o n n e t t o rie o l a t o s p i n ad a u n m o d u l o Vp e r e c s F n n e s c a ru n a r c o l e t t r i c o . e e Scosse elettriche causa contattocon parti nudedel circuito prive a di e/o d i i s o l a m e n tA .m o n t e e l l ' i n t e r r u t t oCe n o nc ' m o d od i i n t e r r o m p e r e o d rC i l f u n z i o n a m e ndo l l ' i m p i a n t oq ui n di l ' e f f e t t d e lc o n t a t t o c c i d e n t a l e te e o a ("59e552,) uello i rima ereolgorati. q d n f p , S es i s t a l a v o r a n ds u u n t e t t o ,u n " e v e n t o r i m a r i o ,q u a l ep u e s s e r ea o l s c o s s e l e t t r i c a ,i s u l t a o p p i a m e n tp e r c o l o sio ,q u a n t om o l t os p e s s o a r d e n ( o c a u s aa c a d u t a a l t e t t os t e s s o, , e v e n ts e c o n d a r i o , ) . l d A cosasonodovuti i oericoli? I n l t a l i al a s o g l i a l d i s o p r a e l l aq u a l ei l c o n t a t t o o n u n c i r c u i t o o t t o a d c s se ( to t e n s i o nd i v e n t p e r c o l o p o rl av i t au m a a d 6 0 VC C c o r r e n ce n t i n u a ) e a n e e d i 5 0 VC A( c o r r e n ta l t e r n a t a ) . I m o d u l iF Vd i s p o n i b iiln c o m m e r c ip r o d u c o nto n s i o nc o n t i n u er a i 2 0 i o e i t e 1 0 0 V P e r t a n t o ,a s o l i , m o d u l iF Vn o n p r o d u c o nto n s i o np e r i c o l o s e d i e i p e r l a v i t a u m a n am e n t r e s e c o n n e s s n s e r i el,e t e n s i o n p r o d o t t e a i , ii i d s i n g o lm o d u l iF Vs i s o m m a n o . c o l l e g a m e n t o s e r i e i d u e s o l im o d u l i n ll d p u q u i n d ie s s e r g i u n a p o t e n z i a lfe n t ed l p e r i c o l p e r l ' n c o l u m i td i o e o chi ne vienein contatto. A n c h e e lc a s o i t e n s i o n m i n o r i c o m u n q u e o n s i g l i a t o n o nt o c c a r e n d i c di p n m contem ora ea ente ntra bilconduttor. e m L a r e s i s t e n z a e t t r c a e l c o r p ou m a n og l o c au n r u o l of o n d a m e n t a lie el d n o r e l a z o n e p e r i c o ld i f o l g o r a z i o n ee t t r i c a : i n o r e l a n o s t r a e s i s t e n z a al el m r eettrica, magglori il saranno correnti le che potranno attraversare nostro c o r p o p a r t id i e s s o . p a r t i r e a i v a l o rs o g l i a i 2 0 0m A ( n C C e d a 5 0m A o A d i d ) ( i nC A ) s ep r o t r a t tp e rp i d l 0 , 2s e c o n dq,u e s t e o r r e n ts o n op e r c o l o s e i , c i i p e rl a v i t ai n q u a n t op o s s o nc a u s a rfe b r i l l a z i o n i n t r i c o l ami o r t a l iA f o i ve r . f r n c h o r r e n te l e t t r i c h e i t a l i i n t e n s i t o s s a n o t t r a v e r s a r len o s t r o c i p d a i per corpo, occorre essere esposti delletensionisufficientemente a elevate la superare resistenza elettrica nostro del corpo. dipende rnvece Quest'ultima p d a lg r a d o i u m i d i t e l l a o s t r a e l l e e lp u n t od i c o n t a t t o o ni l c i r c u i t o . d d n n c p 5 es i a m o a g n a t(in e lb a g n oo p p u r e u d a t i ) a r e s s t e n z a l l a o s t r a e l l e b , s l, de n r i s u l t a a s se s i a m o u l n e r a ballil e o l g o r a z i o n e t t r i c h5 ei n v e cle n o s t r a b a v i f a eli e. p e l l e a s c u t t a , p o s s i b i ls o p r a w i v e ra d u n as c o s s a n c h e i t e n s i o n e e e d r e l a t i v a m e neee v a t a . o m u n q ule s t u d i o e l l a o m p a t i b i l i tb i o e l e t t r o tl C o d c o m a g n e t i c h a p e r m e s sd i d e t e r m i n a rd e g l i n t e r v a ldii t e n s i o n e n t r oi a e l q u a ls i p o s s o n os c l u d eeef e t td e l l a o r r e n te l e t t r i cd a n n o s i e rl as a l u t e . p e rf i c e a I v a l o r e l l at e n s o n e n i m ad t s i c u r c z zs o n od i 1 2 0V o l t n t e n s i o n e d m a c o n t i n u a d i 5 0V o l ti n t e n s i o n e l t e r n a t a . e a

p o qu ii de A r c he l e t t r i c io s s o nn a s c e r e an d os i i n t e r r o m p o n o ic i r c u i t n c o r r e n t e i a i a . c o n t i n u a o t t o p o s t l t e n s i o nd i e s e r c i z is u p e r i o r i 5 0 Vi n C C E s i s t o n o s o gi d s u lm e r c a t o o d u l F Vc h ep r o d u c o n o d a s o l iu n t a l el i v e l l o i t e n s i o n e . m i e a , P e r t a n t o ,n c h e s a n d o n s o l om o d u l o s p o s t o l l al u c es o l a r ea l l ar i a u u puverificarsi pericoloso elettrico arco tra apertura un cortocircuito d un p o i d u e p o l i , o s i t i v e n e g a t i v o , l l e g a t i t rd i l o r o . co a

pu elettrici, al fondere termicamente i collegament Unarco elettrico facilmente punto renderli di inutilizzablli. g t , A n c h e l i i n t e r r u t t o r i c c , s en o nc o r r e t t a m e n de m e n s i o n a po s s o n o in ti i e s s e r e a n n e g g i a di a l l ' i n s o r g e de a r c h ie l e t t r i cc a u s a td a e c c e s s i v a d t ri i v c o r r e n t a l l aq u a l e e n g o n o r r o n e a m e n ee p o s t i . e e ts Comesi evitanoquestipericoli? o "l i C o m e e s c r i t t o e l p a r a g r a fu Ac o s a o n od o v u t i p e r i c o l i ?e , e m e n td i d n s o i d s i c u r e z z a t i v in o np o s s o ne s s e r u s a t n e ic i r c u i tC C e g l i m p i a n t i f o t o at e i at s n a v o l t a cIi n u n i m p i a n t o d e n e r g i a o l a r e o nc ' n e s s u ns i c u r e z z a t i v a , . a i d a s i p r e s tq u i n d im a g g i oa t t e n z i o nal l em i s u r e i s i c u r e z zp a s s | a . r e passiva lmportantimisuredi sicurezza a terra. Porre tutto i latoCCin scurezza cortocircuitandolo i U t i l i z z a re s c l u s i v a m e n ta v iu n i p o l a r i d o p p i o s o l a m e n t o . e ce a prevsti 21. nellaclasse protezione di Adottare tutti i prowedimenti o i N e l l e c a t o l d i g i u n z i o ne n e iq u a d r C Ci d u e p o l i( n e g a t i ve p o s i t i v o ) s e a e m o d e v o n o s s e r e o n t a t i n m o d os e p a r a tD e rr l d u r r e l m i n i m oi l r i s c h i o a d i u n e v e n t u a lc o n t a t t o c c i d e n t afre i d u ep o l i . e a sul del durantegli interventi circuito Ulteriorimisuredi sicurezza generatore e l D i s a t t i v a r 'e m p i a n t o v a l l e e lg e n e r a t o rF Vm e d i a n t e' i n t e r r u t t o r e l i a d p r i n c i p a lie C Co g n i v o l t a h es i n t e r v i e ns u ll a t oC C . n c e ( l di V e r i f i c a r es ep o s s b i -el ' a s s e n z a t e n s i o n ep e re s .n e g l i n t e r v e n t s ul l ' i n v e r t e r ) . (p se l A s s u m e rm i s u r e i s i c u r e z z a n t r o a r i - c h i u s u r a a r a g r a f o g u e n t e ) . e d co latoCC! sottotensione Collegare terratutt i componenti a (prive isolamento) del scoperte di Evitare contatticon parti metalliche circulto sottotensione. pa a d F a r t t e n z o na c h ei n t u t t i i l a v o rlie m i s u r e i s i c u r e z z a s s i vs i a n o a e pi d t t s t a t e t t u a t e i:n c a s o l i s o l a m e ndia n n e g g i ao ic a v is c h i a c c i a t r o w e a o c a va d e r es u b i t o o nl a m e s s a t e r r ae s u c c e s s i s o s t i t u z i o n er p a r a z o n e .

' c l a s 5 e p r o t e z o n2 : I a p p a r e c c h itoa m t e i s o l a m e n aip p r o p r i a tn,o r h a p a d i m e i a i l i c h s c o p e r t e e i d r, t o o d . c h ep o t r e b b e rc a u s a rle n s i o n i i n . a s o i g u a s t oN o nv s o n oc o n d u t t o ' i dp r o t e z n e . e

L73

Montaggio messa servizio un impianto e in di fotovoltalco

Misuredi sicurezza controla ri-chiusura O_uando tratta di lavorare generatori si su fotovoltaici, 5 regoled'oro le l e d e l l ' e l e t t r o t e c n"ic o n v e n z i o n a pe ,r{ a v o r a r e a s s e n zd i t e n s i o n i s o n o ca in a a t t u a b i ls o l oi n p a r t eO c c o r rq ui n d c i t a r l e o nl e d o v u t e r e c a u z i o n i . l . p e c

1 . T o g i i e rt e n s i o n ed i s c o n n e t t e rd a f o n t i d i e : e ( t e n s i o n e t r a m i t e u s i b i l ei,n t e r u t t o r e ) f

l m p o s s i b i l a m o n t el a t o B e n e r a t o rF V P e r e e p r e n d e r e' i m p i a n t o r i v od e n s i o n el,' u n i c o I m o d o q u e l l od i a s s i c u r a rle c o n t i n u i t a e) e l e t t r i c a c o l l e g a r ( c o r t o c i r c u i t a ra m b e d u e e e p o l i d e lg e n e r a t o r F Va t e r r a e

2. Assicurarsi conro le ri chiusure{bloccare, chiuderesotio chiavei relativi interruttori generali) 3 .A c c e d a r <r . e d r d r e r p i e g o d e B l i p p o s i r A m o n t el a t o g e n e r a t o r e ,l l al u c ed e l g i o r n o , in l a a s t r u m e n t d i m i 5 u r ac h e n o n v i s i ap i r i , n o n p o s s i b i l e t o t l i e r e t e n s ' o n e ,n o n se l e r s i o e n e l l i m p i a n t o n r r a l e f a g rn e v e r s o mettendo il generatoreFVin corto a terra . 4. Mettere in corto a tefra Un generatoreFVpu es5ere messoin corto a terra, ma attenzione: l ' a s 5 e n zd i t e n s i o n er i m a n ef i n c h a m b e d u e a p o l i e t u t t o i l c i r c u i t o i s u l t a n o o n n e s si in r c corto a terra. All'apertura/interruzionedl una q u a l s i a sp a r t ed e l c i r c u i t o l e t t r i c ol,a t e n s i o n e i e p e r i c o l o ss i r i p r i s t i n a l l ' i s t a t e . a a n

5. Adeguateprotezionicontro contatti ( a c c i d e n t a cio n p a r t is o t t ot e n s i o n e d i s t a n z e l d i s i c u r e z z a , h e r m a t u r e ,a r r i e r e , u a i n e sc b g e/o isolamento) Tabell0 3.1: Le 5 rcgale d'oto per lavorare in assenzaditension e le peculiarit da asservare negli interventi su gene ratori fotovalta ici.

Retedi tefia Laretedi terrasvolge ruolofondamentale sicurezza, un di soprattutto come p r o t e z i o nd u r a n t ea f a s ed i m o n t a g g i o .ar e t ed i t e r r ar i s u l t a i p a r t i c o e l L d l a r ei m p o r t a n zq u a n d o i u t i l i z z a nio v e r t es e n z ar a s f o r m a t o r eu a n d o a s n r t Q. l ' i m p i a n t o i n f u n z i o n es e s u t l i z z a n io v e r t e s e n z ar a s f o r m a t o r , , n r t e modulifotovoltaici possono per acquisire elevate cariche elettriche effetto c a p a c i t l vd a n d o u o g o d a l t et e n s i o n i c o n t i n u ee r u e s t o o t i v o p r o o, l a P .q m i r d u t t o r d i i n v e r t es e n z ar a s f o r m a t o rp r e s c r i v o n o b l i g a t o r i a m e n t e i t e ob la m e s s a t e r r ad e i t e l a i d em o d u l iF V a i

174

da causato dallacorrente ettri.a dipendesostanzialrnente I intensit e ll pericolo in espressa milrrilcorpo umano (generalmente de la corrente che attraversa che a suavolta dipendedallatensionenel cif.uto e dalla resistenza Ampere), elettrica di elettrlca noslrocorpo(principio Ohm).Lanostraresistenza del d e tr , m o t o v a r a b i le d i p e n d e , a l ' a l t r od a l l ad i m e n s i o nd e l l as u p e r f c i e e l e dallecondizion nel che contatto,dal percorso la correnleintraprende corpo, e dellasuperlciedi contatto(pelleasciuttao bagnata) anchedallo stato deSli mediadel corpoumano di circa1000 ohm elettrca indumenti.La resistenza (peres.n casodi attraversamento mano a mano o da mano a piede) da (specialmente cc) per provocare crampie se pochimilliAmpere corrente di Bastano ad quindi che la Persona colpitanon riesca mLlscolar. Accade spesso contfazioni percorso corrente. rendediffcile i salvatagBio ci da al entare a presa sull'oggetto in su e allungail periodod i azionedellacorrente chi incorre q uestotipo di inc ' cardiacoll sul la dell'intensit, correnteinfluisce sisterna dente.con I'aumentare irregolari veri e propricrampidel attivit muscolari cuoreiniziaa presentare deLl'attvit. muscolocardiaco no alla cessazione elettrca Misured'interventoin casodi incidenticon corrente elettricanellazonade l'incidenteSe Staccare immediatamentea corrente colptadal circulto questonon fossepossibile, al separare piir presto a persona etc.). isolati(barredi plastica, elettrico mite strumentidi soccorso tra stesso ancheilsoccorritore nsufficiente mette n pericolo Un isolamento Soccorrere ferito so o con ganci,barreo altri strumentisufficientemente isolati. e elettrico, in casodi cessafo Dopo il dista.codella persona goratadal circuto n e v c a z i o n e i a t t i v i l a r d i a co d i f i b r i la z i o n e e n t r i c o l a rie , z i a r s u b i t ou n a r a n l d speciazza+o di f mazionecuore polmonie continuare no all'arrivo un Soccorso la colpita elettrica, persona che,dopo u na folgorazone Occorre tener presente sotto leffetto di solamente pu sembrare mentre in realt spesso deceduta, a q v e. u n a b r i l a z i o n e e n t r c o l a rN o n b i s o g n a u i n d i n t e r r o m p e rl e r i a n i m a z i o n e ma che comprmono, Allentare capdi abbigliamento i fino all'arrivo medico. del il ferito. non spogliare

dei 3.2.3Montaggio moduli ge p I n d i c a z i o n i n e r a l i e ri l m o n t a g g i o . C o o p e r a r e na l t r it e c n i cs p e c i a l i s t u ao r ai s i n g o l p a s s a g g i s ut r n o r qi i i co f o di m a g g o r el.i n s t a l l a z i o n eu n i m p i a n t oo t o v o l t a i cp u o l didifficolt cializzazioelettricisti, ni: s dit r i c h i e d e rL a o o p e r a z i o n e e c n i cd i v a r i e p e ec i i i m u r a t o r im o n t a t o rd i c o p e r t u r e / t e ttte,c n i ctie r m o s a n i t a r c,o s t r t r t t o r i , d il e i d l f a c c i a te t c . ic o n s i gav i v a m e n td f a re s e g u r el a v o r o i m o n t a g g i o e S e a pe s d e p o s a e l l ' i m p a n t o - rl o m e n o eal l ap r i m a s p e r i e n-zd a u n e t m o n t a t o r d i ( o D e r r u rD e r e L L i . e . R s p e t t a gel o b b l i g hd i g a a n z t a r c e s i s t e n t ie l a t i va l e o p e r e ut e t t i s p r i i rl i l. te ( i m p e r m e a b i l l z z a z ie c o i b e n t a z i o ne r m i c a ) n c e r t ic a s p r e f e r i b i l e one pe l i f a r s v o l g e rie a v o rs u l t e t t od a c h i h a p r e c e d e n t e m e n to s a t oa c o p e r tr a . u

Montaggio messa servizio un impianto e in di fotovoltaico

. Noneseguire montaggio tetti vecchi. piuttostoad una il su Provvedere ristrutturazione. presente committente Far al cheil generatore fotovoltacoavrduratadivita molto pi a lungodel tetto stesso una ristrute turazione posteriori, a coN generatore montato, g comporterebbe un r i l e v n t ea u m e n t o e ic o s t i . a d . I montaggi tetti spioventi su sono"tab" per chi non esperto lavoro nel di montaggio coperture tetti. di e Risultano diffcili anche montaggi tetti concoibentazione i su extradosso. Anchein questocasosi suggerisce lavorare un esperto di con montatore dicoperture. g g , M o n t a r e r u p p d i m o d u l i r a n d ip o s s i b i l m e n t e ,nu n os p a z i o co (intercapedine) suffcientefra i modulie la superficie tetto (per del posteriore). favorire ventilazione la accortezza rsultapartiQuesta c o a r m e n tie p o r t a n t e o p r a t t u t t io c a s o i m o n t a g g i a d i n c a s t r o . m s n d o U n e c c e s s i v os c a l d a m e nd o i p a n n e l l i f o t o v o l t a i o i p o r t a n a ri te ccm u d i m i n u z i o n e ,v o l t es e n s i b i d e l l ar e s a i t u t t o l ' i m p i a n t o . a e, d Datala grande varietdi offertasul mercato varsistemidi montaggio, di n o nn ev e r r a n n a p p r o f o n d iqiu i i d e t t a g l iF a c c i a mn o t a r e h ei s i s t e m i o t o c . pa d i m o n t a g g iv a l i d o s o n o a l m e n t e e m p l i c i a n o nr i c h i e d e r e r t i c o l a r i o i t s d p pe i s t r u z i o n ie rl a p o s a p p u r e id i s t i n g u o n o rl ' a c c u r a t e z ze l l e s t r u z i o n i o s da fornite.I prod uttori leader settore nel offrononoltreun servizio telefonico p e ri n f o r m a z i o n i e c i f i c h 5 e n ef a c c i a s op e rq u a l s i a s io m a n d a i r c a sp e. u d c p i l m o n t a g g i o d e v e n t u a ai m b i g u i t e l l e s t r u z i o n i e rI ' u s o l l e g a t e . l n i a Utensili, attrezzi materialiper il montaggio e generici per necessari qualsiasi lavoro montaggio di Utensili o iu e , E q u i p a g g i a m e n tio r o t e z i o n(e c c h i a lg , a n t ip r o t e z i o na c u s t i c a , d p cintua). r Awitatoree trapanoelettrici con relativi inserti, accessori punteda e trapano. S m e r i g l a t r ia n g o l a r c o nd i s c on p i e t r a . ce e i e M e t r oa n a s t r o p i e g h e v o il n m a t e r i a l n o nm e t a l i c o . e e Utensili specificia seconda deltipo di montaggio eseguire da C h i a viin g l e s i f i s sa d a n e l l oa t u b o o a g o m i t o . e, , Strumenti misura di S t r u m e n t d i m i s u r a e lg r a d o i s o l a m e n te l e t t r i c o . o d d o i f M u l t i m e t r o i s i t a l e o ns c a l an c o r r e n t c o n t i n u ai n o a 1 0 A i n c c d c e

Materiale consumo di i d o l t r e a l l ea t t r e z z a t u rp r l n c i p a ln,e c e s s a rae m o n t a g g i o e l l ' i m p a n t o , e il o c c o r r e rm u n i r sd e l l a e g u e n t m i n u t e r i a : i s e (viticontestaa martello, legno, per spax,brugola e viti di scorta d e e a a u t o f i l e t t a n t d a d id i s c o r t a r o n d e l l a d a t t e l s i s t e m a i m o n t a g g i o i), utilizzato; per colornero); fascette cavlelettriciresistentl raggiUV (solitamente ai (usando rca ma spessori legnoperpareggiare di travetti/a recci l-allineati staffedi ancoraggio dialtezza non regolabile); staffedl ancoraggio gancidi scorta; e/o g l i s t e l l i , i u n t ie c h i o da p p o s i t i ; i p le t , d i n c a s o i t e t t i v e c c h : g n a m e e rr i n f o r z a rier a v e t t is e l l e ' a p p o g g i o d grandi; d e l l a r a v e l,a m l e r e h i o d a t e c h i o d i t c e e t, d a c a n a l e t t eu b i e g u a i n e i p r o t e z i o np e rc a v ia d a t t i l l as e z i o nd e ic a v l prevsti. di adatto sistema montag8io al di Fornirsiunsetcompleto minuteriescorta di delle prescelto. caso cuidovessero dei in mancare o sidovessero smarrire alcuni Nel (per in della componenti durantemontaggio es. direzione grondaia), mnori il perdite dal Spesso evita ditempo viaggi e extra grossista. averne scorta lunghe una produttore dallo del taliscorte vengono aggunte dotazione alla standard stesso
5tstema.

o
Awisidsicurezza AwisEenerali

osmm GD,p:nocorpntad @t$'"'jflT;:::.T."j'i..


Presuppostignerali

per l'attrezzatun Figura3.2:Acculateisttuzioni il montaggioindicanoesprcssomente necessatio.

f
Montaggio messa servizio un implanto e in di fotovoltaico

Montaggio tetti su

5eguendo schema lo foglere tegolaperognl una nafh nelpono corispondente sopra trave la

inserire 5enecessario spessorii legnoper d pareggiare (noncompresi nelra itorura) forn @ ,otto allestaffedi ancoraggio O

%q

g f55a tn miteviti perlegno rondelle rli

Creare spazio uno sul ftramitesmriqliatura) lato inferio,e delia tesola, zona O p;r f inrerimento dellestaffedi ancoragg'o. rtrare Infineia tegola. Inca

Figura3.3:AKurate isttuzionipet il montaggodescrivono dettagliatamente conchiorezzo e il nontaggio di stalfediancorcggio.

U t i l i z z a r e g o l e i a e r a z i o ni e v e c e i f r e s a r ee s s u r e e l l e e g o l e t d n d f n t standard. prassi comuneposare cavoneltetto fresando tegole. il le Tuttavia, causa a questotipo di condudellafrizione pietrae cavo, tra z i o n e a m i n o rd u r a t a i s p e t t o q u a n t o i o t t i e n e s a n d o e l l e e g o l e h r a s u d t diaerazione. P r o c u r a rp e rt e m p ol a q u a n t i t i c h i e s td i t e g o l e i a e r a z i o n d e l l a sl r a d e, m i s u r a d e lc o l o r e d a t t i l t i p od i t e t t o .C l i s c h e r m i a e t en e l l e e g o l e e a a r t d i a e r a z i o nd e v o n o s s e r e l i m n a t id e l t u t t oo p p u r eo r a t ic o lt r a p a n o e e i f per permettere passaggio cavo. il del guainedi protezionel (tipotubo corrugato) l'attraversaPrevedere per m e n t od e l l e e g o l e i a r e a z i o n e . t d Lestaffe ancoraggio' , voltamontate, devono di una non toccare, nemmeno sottocarico, tegolentanto menoappoggiare di esse. tegole le su Le potrebbero infatti rompersi sottoil pesoeccessvo. Adattare tegoleallestaffetramite smeriglatura discod pietra. le con p A l t r i m e n tliet e g o l e o t r e b b e rrom a n e r t r o p p os o l l e v a te n o na s s i i e e c u r a r e i l ' i mD e r m eb i l i t e lt e t t o . o a d

' R e p e r i b cl o m e" g u a i n e i p r o t e z i o n e ' " t u b i a p r o t e r o n p e r . a v ie l e t t r i c p r e s s o r o s s spi r e g t i i d o " , n s e g u i i o i p a r l e r i " s t a t r ed i a n c o r a g g i o n t e n d e n da n c h e . g a n c i " . e n t r e e s t a f f e e n g o n o r d i, o M l v a w i t a t e n e e t r a v , i g a n c v e n g o n o f i s s a t i e a w i t a t i s u i l i s. e l it

p ie a r le U t i l i z z a rs t a f f e d a l t e z z ae g o l a b o p p u r e a r e g g i a r t r a v e t t f i s s i e c o nl ' a g g u n td i l e g n e t td i s p e s s o r e . a i p g a V e r i f i c a rl e s t r i n g h e a b l a t e i s u l t e t t o( v e d a s in c h e a r a S r a f o c seguente.Verifica"). prevedere uno fotovoltaico, Nelcasodi Srandi superfici generatore del i , s p a z i o i c a m m i n a m e n t o t ri a a r ig r u p p d m o d u l ip e r f a c i l i t a rl e d v di d f u t u r er i p a r a z i o n i e m a n u t e n z i o nL ap r e s e n z a t a l es p a z i o ' a c c e s s o la e. e, i a e v i t e r i s m o n t a r p a r t id i g e n e r a t o rn e lc a s on c u io c c o r r r a g g i u n g e r e d e s d u n qu al s i a i m o d u l o i f e t t o s o . e d e D u r a n t el m o n t a g g ip r e s t a ra t t e n z i o na z o n e i t e t t ol a s c i a ts c o p e r t e o e u e e s o a t e g o l e i m e n t i c a t C.h i u d e rle a p e r t u r c h en o ns o n o t a t e t i l i z z a t e d e al l af i n ed e l m o n t a g g o .

termica letego,e.causa A dell'espansione Evitarefarpassare attraver5o di i cavi verr consumato e danne8giato. delle tegole,lunBo a andare, I'isolamentocavo del
alle esposta Dopoalcunianni,quindi,l'animadi ramedel cavopotrebberisultare causare l'nnesco diarchi elettrici, con conseguente intemperie, che potrebbe il periolo incendio. di

Montaggio incasso ad A c c e r t a r s o p r a t t u t td e l l a o r r e t t a e n t i l a z i o n e l l ap a r t ep o s t e r i o r e i o c v de a r s te d e i m o d u l il.l e c c e s s i vio c a l d a m e nd o i m o d u l ip r o v o c la d i m i n u z i o n e d e l l ar e s a . essere su I montaggi incastro tetti contegolepiattenon possono ad sp n i e e s e g u i td a t e c n cc h en o na b b i a n o s p e r i e n z a e c i f i cia m a t e r i a . i p p c l n A n c h e e r s o n e s p e r t e r e f e r i s c o nn q u e s t o a s o a v o r a rie c o o p e io c o nu n m o n t a t o r d i c o p e r t u r p e rt e t t i . e e razione e e d N e lc o n d u r r iec a v ia t t r a v e r sl o s t r a t o i i s o l a n tte r m i c o s e g u i r e oni a i mp e r m e a b i l i z z a z ia r e g o l a ' a r t ec o nm a n i c o t t o d e s l v o . d

\9

/=+

posteriore riscaldano si dai suitetti con scarsa ventilazione I moduli posizionati .di 20'C ai 60'C in pi rispettoai moduli ben ventilati.In questointervallo da170%al30%. una riduzione della resache oscilla riscaldamento, riscontra 5i

su Montaggio tetti pianie a terra (o campoaperto) p e a d o E v i t a r p e rq u a n t o o s s b i lu n m o n t a g g i c h ep r e v e d la f o r a t u r a e l l a e r l i i m p e r m e a b i l i z z a z do n t e t t o , n e lc a s on c u q u e s t a i s u l tn e c e s s a r i a , i el e e i o s eo f a t e l a s e g u i rd a u n t e c n i c o p e c i a l z z a ts p e r t on m o n t a g g i d i e e copertu e teltl. re p o e P o t e n d s c e g l i e r c o m u n q u e r e f e r i b i lce n d u r r i c a v ie l e t t r i c i o e, l a l l ' e s t e r n s e g u e n dio b o r d o e l t e t t ol u n g ol a p a r e t ea t e r a l e . o, l d zavorre di a Nelcasoin cui il sitofossesoggetto ventiforti, prevedere peso deguato. a d m c a U t i l z z a r e v o r rs o l on e l l a i s u r a o n s e n t i td al l as t a t i c a e lt e t t o . za e

Montaggio messa setuizio un impianto e n di fotovoltaico

guainedi protezione materale in elastico sottole lastre cemento di Porre portanti. e sottogl element p e C o l l o c a r e a v ii l p i i rp o s s i b i la l r i p a r o a l l e n t e m p e r i e ,o s s i b i l m e n t e ic d i ed d a l l ' i n t e r n d c a n a l e t t eu b i e / og u a n e i p r o t e z i o n a , i f e s a a l l e o t, d precipitaziondai raggiUV e Inmancanza verifca della statica deltetto,selaverifica o statica consente non zavorre, eventualmente ricorrere alfssaggio struttura della di l'uso delle sipu portanti mediante distaffe I'uso di 5ostegno moduli deipunti dei 5u deltetto si o si ancoraggio. cos, Sievita senza spese eccessive,i moduli muovano che intensi. ribaltino caso eventi nel di atmosferici straordinari e particolarmente

generali la posa opera caviin per in di 3.3Indicazioni cofrente continua


gll passiva sullepartiOsservare awisi di sicurezza riportatinel paragrafo c o l a r t d e l l a o r r e n t c o n t i n u a s D e t ta q u e l l a l t e r n a t a . c e r o a Utilizzare esclusivamente precablati cavi muniti di spinotti/connettori da inversione oolarit. isolatie Drotetti di n i n i N o nd i s c o n n e t t es e i n e / c o n n e t t o r a l t r ec o n n e s s i oo fi u s i b ls o t t o rp (Attenzione"). (vedasi carico p se u N e l l a o s a e ic a v ie s p o s ta l l ei n t e m p e r ip r e v e d e r e m p r e n a w a l l a d i e a do a d m e n t o i i n v i t o l l os g o c c i o l a m e n te l l ' a c q up i o v a n p r i m a e l l ' e n t r a t a d a o tramite passacavo. in una scatola quadretto N o nl a s c i a rc a v is o s p e sn a r i a . v i t a r d i a p p o g g i a rc a v is ul l ap i e t r a . e ii E e e resistenti raggiUV ai Utllizzare invece sempre fascette stringicavo protezione. (colore nero)e, ovepossibile, o guaine di tubi p e li E v i t a r a m p i e p i r e e l l a o s a e ic a v iC o n d u r p o s s i b i l m e nitn m o d o e s n d . uP ni p a r a l l e le v i c i n i t r ao r o( v e d a s in c h el p a r a g r a f o r o t e z i oa n t i f u l m i n e o l i a e sovratensioni atmosferiche"). p e a c o l l o c a rte t t i i c a v i l p i i rl o n t a n o o s s i b i ld a id i s p o s i t i v in t i f u l m i n e d u p e e v t a r en c r o c i f r c a v d e l l ' i m p a n te l e t t r i c o l i n e e a r a f u l m i n e . i a i o "i v N o nc o n d u r rc a v C Ci n l u o g ha r i s c h i d ' i n c e n d i(o e d a s A t t e n z i o n e , ) . e i i o a d P o s a rie a v id i c o l l e g a m e n do l l e t r i n g h e l l as c a t o l a g i u n z i o n e c te s per piir passando il percorso brevepossibile. n Contrassegnare caviin corrente tutti continua dell'edificio mododa d i s t i n g u e rd ia q u e l l i n c o r r e n t a l t e r n a t a . l e m e i d o D o p oo 8 n ip o s a i u n c a v o s u r a rs u b i t o l g r a d o i i s o l a m e n te l a d pi coslocalizzare facilmente resstenza elettrica cavo. possono del 5i cos eventual cortocircuti, contattia terra,guastidell'isolamento come questione. ' e ne i r i l e v a r lee v e n t u a ls o t t o d i m e n s i oma n t od e lc a v o n se nelle Contrassegnare in corrente i cavi continua specialmente collocati v i c i n a n zd i c a v i n c o r r e n t a l t e r n a t a . e e

cavi attroveso tettoinclinato contegole aenzione. e di Figuto Patsaggio in CC 3.4: (Fonte: Seltmonn) (spina altro) il relativo e 5e Nonstaccare un connettore corrente mai in continua in disattivare circuitorisultasottocarico. Prima staccare connettore CC di un principale (interrompere il flusso della corrente) aprendo I'interruttore I'impianto fotorisulta connesso rete, probabile il generatore in che in CC. l'mpianto 5e presente quindiunflusso corrente di energia avremo ed voltaico generando stia cavi, nell'intervenire connettoridei sui nell'imDianto. Occorre attenzione ouindifare e della corrente se in l'interruzione circuito delflusso del anche benisolati, quanto DU innescare elettric archi oericolosi. U n a r c oe l e t t r i c op u f a c i l m e n t ef o n d e r ee / o s a l d a r ei n s i e m e t e r m l n a l i s c o p e r t d i d u e c a v ie l e t t r i c i . i presenti infammasono materiafacilmente li Nonposare in cc in luoghi cavi dove (ad garage officine). o bilio conpossibilit esalazoni gasinfiammabili es. di di

3.3.1 Cablaggiodei modul FV (lato CC) i c O s s e r v a r s e m p r el e u i n d i c a z i o n i g e n e r a lp'e r l e i n s t a l l a z i o n i i n o r r e n t e e u contrn a. d P e r l c a b l a g g i o e i m o d u l i F Vf i n o a 4 A m p e r ed i c o r r e n t e i c o r t o c i r c u i t o d c c o n s e z i o n e i a l m e n o 2 , 5m m ' , a l t r i m e n t i , o n c o r r e n t i d utilizzare avi c 4 s u p e r i o r iu s a r ec a v ic o n s e z i o n e m m ' . I s i n g o l im o d u l i F V p i c o m u n i , possonogenerareuna corrente di corto circuito da 4 a 8 Ampere. Colles g a n d o i n p a r a l l e l o o d u l i ,o s t r n g h e i m o d u l i ,q u e s t ec o r r e n t i i d m q d s o m m a n o .P e ru n c o r r e t t od i m e n s i o n a m e n t o e l c a v oo c c o r r e u n d i calcola la corrente risultante. re

in di fotovotaico Montaggio me5sa servizio un impianto e

( )o d l I n c a s o i c o l l e g a m e n i n s e r i e s t r i n g ac , n n e t t e tie p o l op o s i t i v o e l d to p to n o s m o d u l o r e c e d e n ce nq u e l l o e g a t i v d e l m o d u l o u c c e s s i v o . e N u m e r a t e l i n e e l t u t t e l e s t r i n g h en m o d od a f a c i l i t a re v e n t u a l i le d i s u c c e s s i vie e r c hd i g u a s t e r i p a r a z o n i . r c e i a F a t e t t e n z i o na c h ei l c a v o o no s t r u i s ciad e f l u s s d e l l ' a c q up i o v a n a . a e n l o

prevede assolutamente Se l'impianto l'adozione di inverter stringa, di utilizzare precablati connettori. tipo Seneralmente moduli cavi e con Questo di installazione per privo scatola Pertanto, di Siorno, impedire di digiunzione e relativo interruttore. (sconnessa)almeno una lapresenza dicorrente circuito nel occorre lasciare aperta
lasciare sconnessidue i connessione ciascuna in stringa.In generale preferibile fno nell'inverter stringa, di terminalifnali (polo"+" s pele .-,), prima dell'entrata Procedere collegamento al al completamento lavoridi montaggioe cablaggio. dei e f nalesoltantosotto la supervisione responsabile tecnicoin fasedi collaudo del messoin servizio dell'impianto

Verifica d u D o p o v e r o m l e t a t ou t t l i c o l l e gm e n t i n s e r i e e im o d l i d l un as t r i n g a a c p t a ( l a s c a n d o o n n e s s a p r i m ae I ' ul t i m a ) e r fc a r e : sc l v o l at e n s l o n e c r c u i t o p e r t o h ec o r r i s p o n d er c a l v a l o r e t t e n u t o a a c ci a u V o , n e lf o g l i od a t id e l m o d u l o e r l n u m e r o , p moltipllcandl parametro io d e im o d u l l ; c ac l a c o r r e n t d i c o r t oc i r c u i t oi : c a s o i c i e l o e r e n o o r r i s p o n d e i r c a e n d s c 1 . l ' 8 0- 9 5 % d e lv a l o r e o m i n aed e l l a o r r e n td i c o r t o i r c u i t o ,r i p o r t a t o n l c e p l n e lf o g l i od a t id e l m o dul o ( c ac o l a t o e r1 0 0 0W m ' d i i n s o l a z o n e n o mi n a e )e a l L o y "c a .i n c a s o i c i e l o o p e r t o . l d c dei 3.3.2Quadridi campo- collegamento cavidi stringa p e d N e g l i m p i a n t c o n i n v e r t ec e n t r a l i z z a tc c o r r e r e v e d e ru n q u a d r o i i r oi e d i c a m p op e ro g n ii n v e r t ec h es v o l g ea f u n z i o n e i m e t t e r e n p a r a l l e l lo r l r s e t r e l a t i v s t r i n g el . m e r i t o l l af u n z i o n e a i r e q u i s i die iq u a d d i c a m p o i e n a i i 2 ep v e d aa n c h el c a p i t o l o . 1u T e c n o l o g i a r n c i pd i f u n z i o n a m e n t o , l d d P e r a s c e l t a e lq u a d r o i c a m p o d e t e r m i n a n tien u m e r o i s t r i n g h e l d ra i n p a r a l l e l o . e d ac o l l e g r , r n v e S el ' i n v e r t es i t r o v a e l l e i c i n a n zd e lq u a d o d c a m p oq u e s t ' u l t l m o n i p u c o n t e n e ra n c h e ' i n t e r r u t t o rp r i n c i p a le C C( v e d a s li p a r a g r a f o l e e seguente). ( i n S ei i q u a d r o e v e s s e rfe s s a t o d u n as u p e r f i c i e l e g n o a de s .s ul l e d e a e s e t r a v id e lt e t t o ) o c c o r r m o n t a r l o u u n os p e s s o rd l m a t e r a ln o n , e od i n f i a m m a b i ld i c a r t o n - g e s s o l a m i e r a . e p e i M o n t a r el q u a d r o i c a m p o p i v c i n o o s s i b i la i m o d u l i n m o d oc h e i d d i c a v id i s t r i n g h e i m a n g a nc o r t ie g l i s c a r i c a t o ri s o v r a t e n s i o n e r o f o c o n t e n u tn e lq u a d r ou n z i o n i n a l m e g l i o . i m a e I n c a s o i m o n t a g g a l l ' a p e r t o t i l i z z a rre c c o r d i p a s s a c aiv i p e r m e a d o u b i l e b e nf i s s a t i .

o N u m e r a r le s t r i n g h e n t r a n tiin m o d oc o n f o r m a l c a b l a g g is u l t e t t o e e lelenco orsettiera). m q P r e v e d e se p a r a t oa il l ' i n t e r nd e lq u a d r or a i l p o l op o s i t i v o ,u e l l o re r o f negativo la terra. e e e e a L ac l a s s d i p r o t e z i o nd e lq u a d r o i c a m p o e v e s s e r c o n f o r m e l l e e d d c a r a t t e r i s t i c d e l l u o g o i m o n t a g g i o . t i l i z z a tq ui n d ia s s o l u t a m e n t e h d U e p u: l N e u n q u a d r oP 6 5 e rl ' e s t e r n o . o ns c e n d e ta c o m p r o m e s s in c o r t o p o d c i r c u i t o e lq u a d r o i c a m p op r o v o c a td a i n f r l t r a z o n i u m i d i t u n d g i p r o v o c a r e c i d e n tm o r t a l i e o m p o r t a r a v r i s c h i di n c e n d i o . in i c la della Toccandocontatto nelquadro un nudo dicampo rischiavitaa causa si possono provocare archi tensione molto elevata. I corto circuiti quadro nel dicampo da causando incendgraviferite e elettricj nonsiestinguono che spontaneamente, ustioni. f installazione quadro campocompito di un di dell'elettricista. precablati d in Luso cav di e muniti connettori permette lavoraremodo di isolati principale sicuro. intervenire Per in sicurezzaquadro campo, 5ul di sull'interruttore per un strinBa inCC sull'inverter, e consgliamo di lasciare staccato connettore ogn pr a m de f n o a l l ' a t t i m o i m d e l l a e s si af u n z i o n e l l ' i m p i a n t o . n

(latoCC) dal 3.3.3Cablaggio quadrodi campoall'inverter e f d l l t r a t t od i c i r c u i t on c o r r e n t c o n t i n u ar a i l q u a d r o i c a m p o l ' n v e r t e r i e n v i e n e e n o m i n a t o . c i r c u ipo i n c i p a le C C " . d tr D i m e n s i o n a lta s e z i o nd i c a v o e lc i r c u i t o r i n c i D ailn C Ca s e c o n d a e e d D e d e l l a o r r e n t d i c o r t o i r c u i t o e lg e n e r a t o r e i n m o d ot a l ec h el e c e c d ed p p e r d i t e l e t t r i c hn o ns u p e r i n o' I % d e l l a o t e n z a e l l ' i m p i a n t o . l d e e al fotovoltaico Al contrarlo quantosuccede tratto dal generatore di nel q u a d r o i c a m p od o v e i u s a n o t i p i c ic a v ip e ri m p i a n ts o l a r( v e d a s i i i d , s i , p n 2 d a n c h e a p i t o l o . C a v i " )p e rl l c a v o e lc i r c u i t o r i n c i p a li e C C p o s s i b i l e c i N o e i m p i e g a rn o r m a lc a v i t i p o Y M N Y Ya c o n d l z i o nc h el ' i n s t a l l a z i o n e e e Per vengaeseguita prova cortocircuiti a di fase/fase fase/terra. rago d g i u n g e r e s e z i o n n e c e s s a rs ap o s s o n a n c h e n i r ep i a n i m e i u n o u la e ii u t i l z z a ra e f . n s t e s s o a v o n u n as o l a a s e I n o g n c a s o o n c o n s e n t t o c i g q u e s t o c o p ol c o n d u t t o rd l t e r r ac o l o r i a l l o - v e r d e . s i e s p n d C o l l e g a tie a v d e lc i r c u i t o r i n c i p a lie C Ca l q u a d r o c a m p o o l os e c i q u e s t ' u l t i m r s u l t ai b e r o a t e n s i o n e l ' i n t e r r u t t o rp r i n c i p a lie C Co o n l e d sicurezza risultano aperti.Perla Vostra i relatlvimorsettisezionatori n p e r s o n a lc h i u d e t em o r s e t ts e z o n a t oo il ' n t e r r u t t o rp r i n c i p a le C C e e i i r p s o l op o c o r i m ad e l l a e s s an s e r v z id e l l ' i m p i a n t o . m i o per particolarmente importanteprevedere separati ll polopositivo cavi p e n i o e q u e l l o e g a t i v d e lc i r c u i t o r i n c p a l O.- u e s te v i t e r , e lc a s o n c u i n o (ad o vieneforato pererrore) awengaun guastomeccanico es.seil cavo (t u f e i a c a u s a i u n s u r r i s c a l d a m e n do r a n t el n o r m a l eu n z o n a m e n t oa n d e casodi incendi), possa che verificarsi cortocircuito formarsun arco un elettrico continuativo.

in di fotovoltaico Montaggio messa servizio un impianto e

: l ne i O s s e r v a se m p r e' a s s e g n a z i od e ic o l o rd i p o l a r i t p o l op o s i t i v o = re = polonegatlvo nero. rosso, p n a c P o s a t ie a v ld e id u ep o l i d e lc i r c u i t o r i n c i p a lie C Ca d u n ad i s t a n z d i d a l m e n o 0m m t r a l o r o I n q u e s t o o d os i r i d u c el r i s c h i o i c o r t o 5 . m l c i r c u i t on c a s o i r o t t u r a e g l i s o l a m e n(tp e r s . u r a n t ea p e r f o r a z i o n e i d d i e d b e s i n u n ac o l l o c a z i o n e t t ol ' i n t o n a c o )a l t e m p os t e s s o i m a n t i e n e a s s o so l ' i ns e r i m e n td i s o v r a t e n s i oi n ld o t t e . o principale CCsoprattutto in i cavldel crcuito Proteggete accuratamente d a i d a n n l r o v o c ad a p e r s o n e a n i m a l . D ti presente - alcontrario circuiti domesticiCA il circuito in Tenete che de PrinciPale come opportuno contrassegnarlo inCC rmane sempre tensione. sotto Pertanto di con inCA. taleper evitare confonderlo lealimentazioni

principale CC in 3.3.4Montaggio dell'interruttore i n l l i n t e r r u t t o r e r i n c i o a en C C d e v e e s s e r e n s t a l l a t o e ev i c i n a n z e o i dell'nverter. U n i n t e r r u t t o r ep r i n c i p a l e e r v e p e r t o g l i e r e t e n s i o n ea l l ' i n g r e s s o s i l, el d e l l ' i n v e r t e r r a n t ea m e s s an s e r v i z i oa r i p a r a z i o n ea m a n u t e n z i o n e du l p r i n c i p a lo f f r ea l g e s t o r e e l l ' m p i a n t o e d d e l l ' n v e r t e n o l t r e' i n t e r r u t t o r e Ir l n a l a p o s s i b i l i td i i n t e r r o m p e rlei m m i s s i o nie r e t ed e l l ' e n e r g ip r o d o t t a ' ico. dall'impianto fotovolta princon sla che 5ul mercato sitrovano quadri di campo inverter interruttore (latoCC). pers usa inverter i questo si d tipo,nelcaso le 5e no cipa integrato ( e i s 'i d d e b b a o s t i t u rl e n v e r t e re lp r o p r i om p i a n t op e r s .p e ru n ar i p a r a z i o n e ) , s l e c i t r o v e r e m ma n c h e e n z a' i n t e r r u t t o rp r i n c p a l e . o pr a a ch V e r i f i c a r e el ' i n t e r r u t t o r e i n c i p a lse ai d o n e o s o p p o r t a rl et e n s i o n e del apertoV.. e la corrente cortocircuito1,. generatore di di circuito dimensionato adattoper ed fotovoltaico. Iinterruttoredeveessere t d le e c a i n t e r r o m p e r a c o r r e n td i c o r t o i r c u i t o p i e n ae n s i o n e i c i r c u i t o aperto. d , r v e 5 e l ' l n v e r t es i t r o v an e l l e i c i n a n zd e lq u a d r o i c a m p o p r e f e r i b i l e n e u n aq u a d r o i c a m p o o nl n t e r r u t t o rp r i n c i p a le t e g r a t o . d c sceglere e o o e e S eI ' i n t e r r u t t o rp r i n c i p a ld o v e s se s s e r a s p o r t a t d a l ' i m p i a n tp e r e p p i o, u n ar i p a r a z i o n ei n q u a n t o a r t ed l u n i n v e r t e r , m o s s o e rm a n u t e n g p e z i o n e r i p a r a z i o nd e v e i m a n e r e o s s i b i ld i s c o n n e t t e irle e n e r a t o r e o e, r i d r f o t o v o l t a i cd a l r e s t o e l ' i m p i a n t oa m i t ei m o r s e t ts e z i o n a t o r i o n r m o n t a t i e lo u a d o d i c a m o o .

e dell'inverter 3.3.5Montaggio collegamento generali Consigli m e u ni O s s e r v a ce na t t e n z o nte t t e l e i n d i c a z i o f o r n i t en e l l a a n u a l i s t t c a ro ec d c, e e d o c u m e n t a z otn e n i c a e l l ' i n v e r t e rh ed e v o n o s s e r c o n s e r v a t e ratamente. accu Raccomandazioni luogodoveinstallare sul l'inverter il v M o n t a r e' i n v e r t e r D l i c i n o o s s i b iaem o d u l i n m o d od a m i n i m a z z a r e l D li l a l u n g h e z zd e ic a v i n C C . a itv P e r n s t a l l a z i oa lil ' a o e r t o c c o r r u t i l i z z a re s c l u s v a m e nne e r t eirn n e e g r a d o i l a v o r a ra t e m p e r a t u rc o m p r e ste a i - 2 5 ' Ce + 6 0 ' Ce c o n e r d e g r a d o i p r o t e z i o n1 P 6 5 . e d a e N e l l e n s t al a z i o naI c o p e r t oar a t t e n z i o na z o n e d u m i d i t e l e v a t a d i l i f e p i m p r e v i s t(a e re s .i n c a n t i n e m i d e s o p r a a v a t r i c i ) . u o l " (i E v i t a r l u o g h d i m o n t a g g i p o l v e r o sv e d a s iA t t e n z i o n e ' ) . e i o c F a r t t e n z i o nc h eI ' i n v e r t en o ns i s u r r i s c a l a ic o n t a t t o o nl ' a m b i e n t e a e r d i e d o f a c i r c o s t a n t ec h el l l u o g o e l m o n t a g g i r i m a n g ar e s c o n c h e n e s t a t e (vedere seguenti le osservazioni dettagliate). il Datoil pesorelativamente elevato degliinverter, consigla montaggio si " i a s o l os u m u r i p o r t a n t( v e d a s n c h e C o n s g l i " ) . g N o nm o n t a r e l i i n v e r t eirn p r o s s i m i td e l l e a m e r e a l e t t oo d e l c d o q u a n t oa c a u s a e ls i s t e m a i v e n t i l a z i o np r o d u c o nd e l , s o g g i o r nio n d d e, pu da r o n z i o h ep u r i s u l t a rfe s t i d i o s o .nt r a s f o r m a t o r e 2 k W c a U p r o v o c a ru n r o n z i o c i r c a 5d b Ae p e r t a n t o i s u l t a rfe s t d i o sa n c h e e a o d 3 r n o s ep o s t o e lc o r r i d o i d i c a s a . n i u a i l P r e v e d e ged u r a n t el m o n t a g g i o n af a c i l e c c e s s b i l atl' i mp i a t o ri p e rl a m a n u t e n z i o n ep e re v e n t u a ni p a n z i o n iE s c o n s i g l l aaof i d a r s i tf a e l . o a d i m p a l c a t u rp e ra c c e d e ra i c o m p o n e nde l l ' i m p i a n t i n e e t o, scale p q u a n t o a l i a t t r e z z a t u r e t r e b b e rn o ne s s e r e i i rr e p e r i b iiln u n po o i t o dl s e c o n d m o m e n t ol.l n o l e g g i d i v e i c o le d a t t r e z z a t u r e s o l l e v a m e n t o o r i c h i e d u n an o t e v o l s p e s a i t e m p oe d e n a r o . e e d p D ' a l t r a a r t eo c c o r rte n e r e o n t oa n c h e e l l ap o s s i b i l i td i f u r t i ,m a n o e c d i i m i s s i o n i v a n d a l i s mii l:u o g h n o ns o r v e g l i ae d a c c e s s i balc h i u n q u e e i ti o n o ns i p r e s t a n a l l ' i s t a l l a z i o n e . n I n c o n d i z i o n i o r m a l ' e s e r c i z d a l 3 a l 5 % d e l l a p o t e n z a o m i n a l e n d o, , e , d u r a n t ee . f a s id i p u n t a " t a l e l d e l l ' i n v e r t e ire n e r a s f o r m a tia c a l o r e v t n d q u o t ad i d i s p e r s i o t e r m i c a r r i v ai n oa l I o % . l n u n i m p i a n t o a 5 k W c a f ne a t e s i g n i f c a h e d u r a n t ei l n o r m a l e s e r c i z i lo p o t e n z a e r m i c ad i s p e r s a c i i 1 i n e l l ' a m b i e n r a g g i u n gie 5 0 - 2 5 0W e i n c a s e s t r e mp u a r r i v a rfen o a te ( q i 5 0 0W a t t , u a s c o m eu n p i c c o l ot e r m o s i f o n e , . spesso perdita di che rriscaldatroppo estate no in comportano una Cliinverter sisu (e per altrimenti Evitare caldi' l montaggio, resa di introito economico). *luoghi potrebbe I'autoproteestivo attivare ed l'inverter surriscalda15 il periodo durante zione rducendo dell'impianto. laresa

Montaggio messa servizio un irnpanto e in di fotovoltaico

E v i t a r q u i n d il u o g h i d i o n t a g g i q u al i ,a d e s . : e m o . softte in costruzione, soprattutto nellezonea Sud ( m o l t o al d ei n e s t a t e l ) ; c . p a r e t n e l l e i c i n a n zd i c a n n e u m a r i e : i v e f . l u o g h e s p o s ta r a g g d i s o l ed i r e t t iq ui n d ia n c h e a n g o l i " s s o l a t i ( i i i , a al l ' ap e r t o ; . l ' i n s t a l l a z i o n el ' i n t e r nd i m o b l c h i u s i ; al o i . n i c c h i e t r e t t e e n z a i r c o l a z i o n ea r i a ; s s c d' . m o n t a g g i i n v e r t i c a ld i p i i ri n v e r t e u,n os o p r a' a l t r o . o e r l 5 en o ns i p u e v i t a r e m o n t a g g iio u n l u o g o e l a t i v a m e n ta l d o t i l i z z a r e il n r ce u prodotticon raffreddamento ventilazione a forzataanzich conveztone a naturale. Evitare luoBhi montaggio polverosi, ade5. diforaggio di come silos misto, depositi permateriali costruzione stalle pagliaforaggio da oppure con o sminuzzato. La polvere potrebbe otturare fessure ventilazione le di dell'nverter comporteQuesto rebbe surriscaldamento un dell'inverter mandandolo in protezione efacendo cos diminuireresa la dell'impianto. pesa Uninverter all'incircakgper 10 chilowatt potenza. di I modelli 4 kWpesano da quindi 40Kg. tenga circa presente deicarichi sidevono 5i allora che trasportare a mano durante l'installazione sistema di un fotovoltaico questi eche Dossono essere di una certa entit. allora 5ar opportuno munirsi scalesostegni di e adeguati. 5i raccomanda di usare corde sicurezza di persona e difarsi aiutare una da seconda durantetrasporto materiali. il dei

per Consigli il cablaggio dell'inverter C o m ep e r l l q u a d r od i c a m p o i l c a b l a g g id i u n i n v e r t e c o m p e t e n z a , o r d e l l ' e l e t t r i c i s t a ,i c h n c h e n q u e s t o a s o i l a v o r an p r e s e n zd i t e n po a a i c s i s i o n i l e t t r i c hp e r i c o l o s e . e e A l c u n i t i pd i i n v e r t ep o s s o n e s s e r c o m a n d a oi p r o g r a m m aitn i r o i e t r e m o t oa t t r a v e r su n m o d e m I n q u e s t o a s og i d u r a n t el p r i m o , o . c , i m o n t a g g i o ,o p p o r t u n o o l l e g a rs u b i t o n c h e a l i n e a a t d a l l ' i n v e r t e r c e a l d al modemtelefon ico. P e r r a s f e r i rie a t i ,a l c u nti i p i d i i n v e r t eu t i l i z z a nios i s t e m a i c o m u t d r l d n i c a z i o nu a do n d ec o n v o g l i a t eu t i l i z z a n dp e rl at r a s m i s s i o nfe l i e ,, o i i p n d e l l ' l m i a t o e l e t t r i c o o m e s t i cc o n v e n z o n ane A . u e s t oi p o d i d o il C Q t soluzione soggetta frequentidisturbigenerati a daglielettrodomestici presenti. tali interferenze 5e provocare lfunziona dovessero ma mentr f r e q u e n td e l l ' i n v e r t e ra r r e f e r i b i lse e g l i e ru n al i n e a a t is e p a r a t a . i s, p c e d

dell'inverter lato generatore (CC) FV Connessione 'isolamento del F 1 . P r i r n a i c o n n e t t e rlei n v e r t e rl g e n e r a t o r eVm i s u r a r e d ' a n p de i c i r c u i t o r n c i p a lie C Ce l a r e s i s t e n z a lc a v o . 5p o s s o n io d i v i d u a r e n i f e t c o s e v e n t u a l c o rc i r c u i t ia s e / f a se f a s e / t e r r a , r i g u a s td i i s o l a m e n t o i to so i c o s c o m es e z i o n i d i c a v o t t o dm e n s i o n a t e . principale CC. positjva negativa crcuito in polarit e del 2. Verificare corretta la e 3 . M i s u r a r e c u r v a a r a t t e r i s t l c V d e lp e n e r a t o rF V 1 . la c Ia
.- ,,. t :' Misurarea questopunto la corrente solo indirettanente,ad es.tramite una pinza piij nell'imNel amperometrica,. casoin cui sanoconnesse stringhein parallelo, piantosarpfesenteuna correntepiuttostoelevata tre I 10A) e la misurazione {o a, , i m e i n s e r i e a r e b b e o l t o p e r i c o l o s p o i c h n e l r i m u o v e r i p L t n t a l i dm i s u r a z i o n e s inevitabilrnente pericooso arcoelettrico. un dell'amperomelro, genererebbe si

O a C o n f r o n t a ri e a l o r im i s u r a tc o nq u e l l id i p r o g e t t o . - u e s tm i s u r a z i o n e , v i p r i m ad e l l a e s s an f u n z i o n e e l l ' i m p i a n t o f f r eun ' ul t i m ap o s s i b i l i td i m i d , s c o p r rm o d u g u a s t i m a n c a n to i n e s u b e r o . e , i l e i ia S ip o s s o nio o t r e d i v i d u aee e n t u iae r r o rd i c a b i a g g ( o de s . n v e cd i 1 2 n in rv p o, ri i d m o d u l i n s e r i e 2 s e r i en p a r a l l e l c o m e a p r o S e t t o ,o t r e b b e r os u l t a r e e 2 4 m o d ui i n s e r i e ) .

'ii'l
,.*:i ,,:i,,

la dell'inverter. Linversione dellapolaritpu causare distruzione

Non misurareper nessunmotivo la correntefrapolo n+oe polo "-, all'ingresso quando in funzione,cioquando il generatore fotovoltaico collegato dell'inverter la dello strumentodi in ingresso all'inverterCi potrebbecausare dislruzione cortocircuitato finverter dispone un condensatore entratacheverrebbe di in misura. attraverso lo la iStantanea attraverso strumentodi misufa,cau5andone scarica lo irrirnediabilmente danneggiato. strumentodi misurastesso, qualene rimarrebbe il

,-:1. . t-.t

possono dell'invertef spentoe sconnesso,morsettin ingresso i Anchea generalore Ci rimanere ancoraper qualcheminulo sotto tensione. dipendedal fatto che il condensatore,chesicaricaduranteinormalefunzionamentodell'inverter,pu 'ingresso dell'inverler rimanere caricoanchedopo averstaccatoa tensoneal

' P o t r e b b en o n e s s e r es t a i o m o n t a t o i n u m e r o d i m o d u l i p r o g r a m m a t o a v o l t e . c c : d e c h e a d e f i e t t u a r e 'e ettr clsta i m o n t a g g o n o n 5 a I e l e t t r i . i s t a s i e e s ob e n s u n o p e r . t o r e g e n e r i c oi 5 i r u t o d . ' una pinzaamperomeir ca misurala corente indrettamente { s e i z a c o n t a t t o ) p e r i n d u z i o n e .l l c a v o v e n e a w o t o d a a p n z a N e g l i a m p e r o m e t r n o r r n a l il a . o r r e n t e . r c o l ad l r e t t a m e n i e : t t r a v e r s i l m 5 u r a t o r ee v i e n e m s u r a t a ( i n s e r i e '

Montaggo messa servizio un impianto e in di fotovotaico

Collegamento dell'inverter lato rete(CA) Osservare attentamente istruzioni la connessione retedell'rnverter per le in tl o a l p a r a g r a f3 . 5( A l l a c c l a m e naol ar e t ep u b b l i c a , . . A c c e r t a r c h el a s e z i o nd e lc a v o n C As i ad i m e n s i o n a t n m o d o si e i ia a d e g u a t o l: d i m e n s i o n a m e nd e lc a v o i p e n d e a lc a r i c o i c o r r e n t e i to d d d ( "a c h ed e v e o p p o r t a re d a l l ' e n t i t d e l l ep e r d i t e i t e n u t e a c c e t t a b i l iL . s e r s e z i o n d e lc a v o e v e s s e r q ui n d im a g g i o rd i q u e l l a u f f c i e n t e e d e e e s a s o s t e n e ri ec a r i c o i c o r r e n t a m m e s s on o l t r ea s e z i o nd e v e s s e r e l d e l. l e e s u f f i c i e n t e m e n tr a n d e a n o ni n f l u i r e u l l am s u r a z i o n e i m p e d e n z a ge d s di dellaprotezione interfaccia rete. di di . l l c a r i c o m m e s s o e ri l c a v o i c a l c o l an b a s e l n u m e r o i a n i m e o r r o p a s i a d s c a r i c o , l l at e m p e r a t u ra m b i e n t e a l t i p od i p o s a e lc a v oL as e z i o n e a a d . m i n i m a o r r i s p o n d e i r c a , 5m m ' C u( p e r s .N Y M x 2 , 5 )N o r m a l m e n t e c ac 2 e 3 . ( a de s .p e rc o p r i r e i s t a n z m a g g l o r ls)o n on e c e s s a rs e z i o nm a g g i o r i . d e i i . S u l l a t o C A d e l l ' i n v e r t e r o b b l i gmto n t a r e n i n t e r r u t t o r ep r o t e z i o n e a oro u di ( d e l l al i n e a d i s p o s i t i v og e n e r a t o r e ) .q u e s t o o d os i p u t o g l i e r e di In m p t e n s i o n e l l ' i n v e r t e rn c h e a l l a t oC A( l a t or e t e ) e rl a m a n u t e n z i o n e . a a d Con alcun di inverter comunicazioni computer tpi possono le tramite o modem awenire quando solo l'mpanto funziona giorno), (di quando esso FV co genera energia.questi per In casi, poter comunicare computer gli con o modem, inverter privi alimentazione di indipendente dall'esterno, e quindialimentati 50lo dall'impiantodevono FV esserefunzione in oppure commutatimodalit in stand-by.

3.3.6 Installazione un display distanza di a C l i i n v e r t e c o n u n d i s p l a y d i s t a n z a o n os e m p r e i i r r i c h i e s t P e rv o i r a p s i. possono rappresentare maggiore una guadagno, ivostriclienti, per fontedi u n m i g l i o r e o n t r o l l o e l f u n z i o n a m e n td e l l ' i m p i a n te d u n m a g g o r e c d o o comfort. . A l c u n i d i s p o s i t in o,ns o l oh a n n ou n d e s i g n c c a t t i v a n tm,a p o s s o n o vi a e e s s e r f a c i l m e n t m o n t a t s e n z a a v i L at r a s m i s s i o n e t id a l l ' i n v e r t e r e e i c . da a l d s p l a a d s t a n za w i e n e i a r a d i oU nt a l ei m p i a n t o u f a r eb e l l a y p v . f i g u r aa n c h e e ls o g g i o r nd e lv o s t r o l e n t e . n o c . A l t r ii m p i a n tu s a n oat r a s m s s o n e t im e d i a n t e n d ec o n v o g l a t e i l da o a t t r a v e r slo n o r m a l li i n e e e l l ' i m p i a n te l e t t r i c d o m e s t i c io C A . e d o o n pertener presente l'impiantoelettrico Occorre che risultaspesso d i s t u r b a t d a g l i l e t t r o d o m e s tpc ie s e n tQ u e s t a o l u z i o nq u i n d i o e ir i. s e affettada frequentimalfunziona mentl.Lascelta migliorein certi c a s q u e l l a i s t e n d e r u n al i n e a a t i n d i p e n d e n t e . i d e d

3.3.7 Fusibili qualifusbil interruttorimagnetotermici protezione d Perle protezion, e o interruttori salvavita, occorre questisianodonei che controsovraccarichi c n i a f u n z i o n a rie C Cn e g l i m p i a n t F V l f u s i b i l ie g l i i n t e r r u t t o r i o n v e n z i o per FV alternata non possono essere utilizzati un imPinto naliin corrente poich, di normalmente, corrente cortocircuito un generatore la di latoCC, nominale. fotovoltaico supera solodi poco(del20% cical la corrente 3.3.8contatoriper I'immissione ret in la 2.1..7 di componente leggere anche sezione Per requisit lefunzioni questo i e nAltricomponenti un impianto per contatore l'immissione di fotovoltaico: in rete". locale, dal dellaretepubblica ll contatore vienemontatoe collegato gestore allenormeda esso stesso stabilite. in conformit per in ll luogodi installazione contatore l'immissione rete(solitamente del quadrogenerale connessione deveessere concordato di domestica) nel iltipo di contatore utilizzato conil gestore dellaretepubblica locale. Anche locale. deveessere abiltato gestore dal dellaretepubblica i..: .. :" per accanto alcontatore i Solitamente,quadro connessione nel di delcontatore, per o un spazio uncosiddetto commutatore tariffarioper consumi, ancora c' per lo normalmente il montaggio ricevitore a onde convogliate. spazio siusa Questo un sidovesse montare commudi uncontatoreimmissione di in rete.5e seguito in Per dispositivo sovrapposto. il vostro tatore tariffariq si potrebbe lo montare come quadro contatori pi di aSSiuntivo. di un clientesempre economico secondo

Montaggioe messain serviziodi un impiantofotovoltaico

til,... -..._li.i,-l

....: | @ sotare | Energta

Rete distribu di zione 23o/4oov

Energia solareed energiada rete,mescolate

Figuru 3.5: Connessione un impidntofotovoltoico in ponllelo alld rcte elettca pubblica di pet l'immissione in rcte dell'inten prcduzione soldrc.

3.4Dichiarazionefinelavori di
Al terminedei lavorioccorre locale nviare CRTN, copiaal gestore al con d e l l ar e t ep u b b l c aa d c h i a r a z i o d l f n e l a v o r i . l, ne P e r e l o c i z z aaem a s s i m o' a l l a c c i a m e ne oa m e s s an s e r v i z i d e l l ' i m v rl l tl i o p i a n t or,a c c o m a n d i a mio p e d i ra l p i p r e s t oad i c h i a r a z i od iei n el a v o r i d s e l nf ( p e rl e t t e r a p e r f a x )a l l i m i t ea n c o r a r i m ad e l t e r m i n e l t i m od e i l a v o r i , , o p u q u a n d o i e t e i s i c u rd e l l a a t ad i c o m p l e t a m e n t o l l ' i m p i a n t o . g s i de d l l g e s t o r e i r e t e t e n u t oa d e f f e t t u a r ea c o n n e s s i o n e l l ' i m p i a n tal l a d l de o reteelettricaentrotrenta giornidalladata di ricevimento dellapredetta c o m u n i c a z i o n ec o n c l u s i o n e i l a v o r i . di de per importante concordare il gestore orario con diurno l'allacciola messa e un ( i n s e r v i z id e l l ' i m p i a n t i n m o d od a s f r u t t a r ea l u c ed e lg i o r n o f r al e o r e o o, l quindiverificare corretto 10.00 16.00) e e funzionamento dell'mpianto. il

3.5Allacciamento retepubblica alla


I a l l a c c i a m e n t o l l ' i m p i a n tF Va l l ar e t ep u b b l i c a e v e s s e r e f f e t t u a t o de o d e in conformit lla normativa, a owero: n o r m a t l 1 1 2 0 p e ri l c o l l e g a m e n aol a r e t ep ub b l i c a ; C tl n o r m a t i v E N E L K5 9 4 0c r i t e rd i a l l a c c i a m e ndot e t t i F Val l ar e t eB Td i a D i ti distribuzione; n o r m a t i vE N E D K5 7 4 0 r i t e rd i a l l a c c i a m e nd oi m o i a n td i o r o d u z i o n e a L c i ti i al l a r e t eM T d i E N E L d i s t r i b u z i o n e . Puntodi consegna l l p u n t o i c o n s e g nq u a l e u n t o i a l l a c c id e l l ' i m p i a n t oVv e n e t a b i l i t o p F s d a d o dal eestore dellereteelettrica locale.

191

Montaggioe messain serviziodi un impiantofotovoltaico

DISPOSITIVO DETLA

,._lglg_q,_!o_t'_ggt: _
DtSPOStT|VO 6EN ERAL PARTE RETE DI UTENTE NON ABTITAIA FU ONAM NTO I AL NZI E INISOLA PARTE RETE DI UTENTE ABILITATA IN ISOTA ALFUNZIONAMENTO (UTENZE PRIVITEGIATE)

DtsPostTtvo DIINTERFACCIA

DlsPoStTtvo
DICENERATORE SISfEMA CONVERSIONE DI (EVENTUALE)

auo di Figurc3.6:khema di basedel collegamento un impiantodi ptoduzionefotovoltaica 5940. comeda nomotivo ENELDK rcte ENEL distribuzione,

Allacciamentomonofaseo trifase? e F e m d F i n oa l l ap o t e n z a a s s i m a 5 k W p o s s i b i la l l a c c i a rg l i i m p i a n t i V potenza di pubblica configurazione monofase. sopra questa Aldi in alla rete tra bila prevedere allaccia un mentotrifase,il pi possibile nciato le occorre i 3 fas.Iasimmetriatra le 3 fasi non devesuperare 5 kW

3.6Attivazione

L am e s s an s e r v i z id e l l ' i m p i a n ta w i e n ei n c o l l a b o r a z i oe d a s s i e ma i i o o ne e t e c n i c d e l g e s t o r e e l l ar e t ep u b b l i c ao c a l ec h ev e r i f i c a n io f u n z i o n a i d l , l m e n t od e l l ' i m p i a n te m o n t a n oc o n n e t t o ne s i g i l l a n io c o n t a t o r e . o , o l S id e v o n on o l t r e s e g u i re p r o t o c o l l a lre m i s u a z i o in u i e l e n c a t e .o m e i e e e q r C o p e r a z i o n en a l es i c o l l e g a' n v e r t ed a l l a t oC Aal l a r e t ee l o s i m e t t ei n fi l r f u n z i o n e t t r a v e r slo c h u s u rd e l l ' i n t e r r u t t o D r i n c i D ailn C C . a a a re e e 5 i p r o c e d a l l o r a e lm o d os e g u e n t e : n s o p r al u o g o e l l ' i m i a t o ; l p n d v e r i f i c a e l l ' i m p i a n tro a l i z z a t n b a s e l p r o g e t t o ; d e io a c o n t r o l l d e l l ' a c c e s s i b ei d l l a a p a c i t d m a n o v r a i t u t t i g l i o l te c d i n t e r r u t t o r ie l l ' i m i a t o : d o n v e r i f i c a e l l a o n f o r m i t d e lc o n t a t o rd i m i s u r a z i o n e l l ap r o d u z i o n e d c e de c o nl e p r e s c r i z i o n i t e c n i c h e n t r a t t u a l i ; e co verifica corretto del funzionamento contatore il Drelievo la del Der e c o n s e g nd i e n e r g i a l e t t r i c a . a e B i s o g n a o l t r e r e v e d e ru n c o n t r o l l o e lf u n z i o n a m e n td e i d i s p o s i t i v in p e d o di protezione es.delleprotezioni interfaccia reteconrelativo (per di di dispositivogenerale interruzione). questocaso di ln occorre configuraredispoi sitivi di protezione dell'interfaccia rete in modo da poter provocare di l ' a t t i v a z i o n e l l ap r o t e z i o na t t r a v e r slo s i m u l a z i o nd a l l ' e s t e r n o l l e e de a e de p r e v i s tc o n d i z i o n i a t t i v a z i o nB i.s o g nq u i n d i v e r i f i c al ra t t i v a z i o n e i e d e a 'e d d i s p o s i t id iip r o t e z i o nn b a s e i v a l o rp r e s c r i te i e i t e m p i d i a z i o n a m e n t o v tn ie a i previsti. Valoridaprotocollare certificato collaudo nel di Tensione circuito a apertodel generatore. T e n s i o n ic i r c u i t o p e r t o e ro g n is t r i n g aP e r t t e n e r e u e s t a i s u r a a p a . o q m occorre prirel'interruttore a principa in CCe tutti gli interruttori le d s t r i n g a m i s u r a r l a t e n s i o n t r a p o l op o s i t i v o p o l on e g a t i v p e ro g n i e e e e o s t nn g a . P e r d i t d i t e n s i o n e t t r a v e r so g n i f u s i b l ld i s t r i n g a s ep r e s e n t e ) . a a o e ( C o r r e n td i c o r t o i r c u i t o i o g n i s t r i n g a .p r i r e ' i n t e r r u t t o rp r i n c i p a l e e c d A l e i n C C D i s i n s e r i rfe s i b i l d i s t r i n g a m i s u r a r l a c o r r e n t d i c o r t o . i u i e e e circuito il polopositivo il polonegativo ognistringa. tra e di R e s i s t e n v e r s oe r r ad e l l ' i m p a n t P . rl a m i s u r a z i o n e l l a e s i s t e n z a za t oe de r v e r s oe r r ad e l l ' i m i a t oo c c o r r d i s p o r r d e l l ' a p o s i t o p p a r e c c hdo t p n e e p a ii misura. R e s i s t e n d ai s o l a m e n td e lg e n e r a t o r e . zi o p R e s i s t e n d ai s o l a m e n td e lc a v o r i n c i p a lie c o r r e n t c o n t i n u a . z o n e L ar e s s t e n z a i s o l a m e n ts i m i s u r a r a u n c o n d u t t o r e l a r e t ed i t e r r a . di o t D u r a n t ea m i s u r al,o s c a r i c a t o de s o v r a t e n s i o d e v e s s e r d i s i n s e r i t o . l ri n e e 5 i d e v o n oi s p e t l a r s e g u e n t i v a l o rin i m i . r ie m

Montaggio messa servizio un mpianto e in di fotovoltaico

tensionedi A bassissima (BTS) sicurezza >120V-< 500V >500v

250V 500v 1000v

s 0,25MO 2 0 , 5M O alMO

misunte. Tobella 3.2:Valoti minimidella resistenzaisolamento funzione tensioni di in delle presso GRTN criteridi controllo. possono cambiare voltain di Informarsi il sui Essi volta.

per Si consglia preparare elenco singolipassaggi seguire la di un dei da e . m e s s an s e r v i z i d e l l ' i m p i a n te d i p r o c e d e rp u n t op e r p u n t o S t e n d e r e i o o u n v e r b a l e u l l a e s s an f u n z i o n e s o p r a t t u t t s u lc o n t r o l l d i f u n z i o n a s m i o o presso di ll mento dei dispositivi protezone. verbalerimarrdepositato l'utentee dovressere conservato comeprova. mento: lnterruzioni in concedere all'inverter tempo durantecontrollofunziona l di minuto di rete o simulate, reali l'inverter richiedeunpo'dtempo 1 a qualche dl {da per di consecutiv alcunitipidi circa) riawjarsi. siverificanofino guasti rete Se atre prima riprendere inverter attendono a 15minuti fno di il normale funzionamento.

3.7Collaudo, istruzioni consegna e


Collaudo mento(passo dopo Unavoltainsta llatol'impianto,verificatenefu nziona il passo,insieme vostroclientee confrontate caratteristiche le pree al le consegnato. stazioni specifi catenell'offerta quelledell'mpianto con lstruzioni p 5 p e g a tie e t t a g ld i f u n z i o n a m e n do l l ' i m p i a n te l e i s t r u z i o n ie rl ' u s o d i te o d e s i n g o lc o m p o n e ndie l l ' i m p i a n ta l f u t u r ou t e n t e . i t o a a c o n s e g n a tie o g n i c a s o n ad o c u m e n t a z i o d e t t a g l i a td e l l ' i m p in t oe n u n (datitecnci,istruzion il per i documenti tecnicidei singolicomponenti permette dettagliata montaggio manuale e d'uso). Unadocumentazione ni d u n ar a p i d a s i c u r a n a l i s i e ig u a s tiin c a s o i r i p a r a z i oo a n c h e i n o r m a l i e d d controlli dellaresa. un lavoro dispendioso utile:unadocumentazaone ma accurata megliose stilatacol layoutdell'impresa e in ogni casoconvalidae duratura. trassegnata vostromarchio, pervoi una pubblicit col

Consegna D o p oa v e re s e g u i t o o n s u c c e s slo p r o c e d u rd i v e r i f c ae c o l l a u d oi , a c a l g c l l e n t e o n f e r m e rla v v e n u tc o n s e g nfar m a n d o l i a p p o s i td o c u m e n t l c ' a i l e r i c e v e ru f f i c i a l m e n t n c o n s e g nlai m p i a n t oo t o v o l t a i c o . ie ' f e o I n q u a n t o f o r n i t o rs i e t e r aa u t o r i z z aaip r e s e n t a r a f a t t u r a i n a l e . t le f l n i z i a n on o l t r e a o r ai t e r m i n id i e a r a n z i a . i d Condotta caso malfunzionamenti/difetti in di i 5 e d o v e s s e re s s e r vd u b b i s u l l ac o m p l e t e z zd e l l ac o n s e g n al, c l i e n t e o i a p u s e g n a l a ru n a m m a n c oP r e n d e ts e m p r e u l s e r i ol e o b e z i o n i e l e . e s d c l i e n t e . h i e d e t eiv in a n z i t u t t s el ' o f f e r t a s t a t a o r m u l a t c h i a r a m e n t e . C n o f a p O g n a m m a n cd e v e s s e rm e s s o e ri s c r i t t o . n a o l t a i c e v u tu n as e g n a i o e e U v r a l a z o ns c r i t t a i a m m a n c d a p a r t e e lc l i e n t e ,i d o v r i s s a r u n a p p u n t a e d o s f e d p m e n t o e rv e r i f i c a r e e v e n t u a l m e n t e e r v e n i se g l am m an c h ip r e s e n t i ed nt ru i ("danno da prodottodifettoso,). (cliente, Sele particontraenti installatore) dovessero non trovare accordo un p s u l l al e g i t t i m i t e l l eo b i e z i o n i , o t r a n n o h i e d e r el p a r e r e i e s p e r t i , d c i d r i c o n o s c i u tw i a m e n t e a e n t r a m b ee p a r t i . oi d l q S e n c h e u e s t o o nd o v e s s es o l v e l as i t u a z i o ns ic o n s i g l ua c o s i d d e t t o a n ri re e, in " a c c o r d e x t r a g i u d i z a l e ,i.c o r r e r n g i u d i z oi c h i e d s p e s s o n ' i n u t i l e o R ie r e u p e r d i t a t e m p oe d e n a r oT a l e o s s i b i l i t q u i n d id a e v t a r e e rq u a n t o p d . p possibile. Comportamento clientichenon voglionopagare con I n a l c u n r a r ic a s i c o m m t t e n tc e r c h e r a n n ot r a t t a r e u l p r e z z o l m o i di s a v p m e n t od e l l ac o n s e g n a . n e t e o n t od i q u e s t a o s s i b i l i te p r e p a r a t ea i Te c f r o n t e g g i a r l S . i e g a tc h i a r a m e n ta l c l i e n t e v a n t a g g c h es i r i c a v a n o ap e e i o f d al l af i r m ad e lc o n t r a t t o i c o n s e g ne d a l p a g a m e n td e l l a a t t u r a t a b i d a s g l i t a :l av o s t r a a r a n z iia c a s o i r i p a r a z i o n i ev o s t r a a p i d a i s p o n b i l t . n la r d d p n g o c o o p r a t t u t t lo e n e r g ls o l a r e r o d o t t a q u i n d i ir i c a ve c o n o m r c r s ' a e i d e lc l e n t e . qualche consegna offrite alVostro cliente servizio per regolarizzazione extra la della
per dell'impianto entro tempibrevi dopolaconsegna. Potreste es.offrire o due una gratis- costera poco, sempre svolgere man utenzioni Vi nno datochele potrete puntuale, quando gi arrvare non sarete in zona. il pagarnento dovesse 5e non Polreste anche offrire avrete l'obbligo consegnare di I'impianto immediatamente. pitr partico In un contratto manutenzione di armente agevolato clienti solecit. ai questo guadagnereste modo maggiormente vostro iente e il c avrebbe comunque fatto un uaffareu.

195

d Montaggioe messain servizio un impiantofotovoltaco

4 G es t i o n e ma n u te n z i o nd e g l i e impiantifotovoltaici

4.1Gestione un impianto di fotovoltaico


o l l s e g u e n t p a r a g r a fs r v o l g e i aa l l ' i n s t a l l a t os p e c i a l i z z altn c a r i c a t o e o, s re d i c o n s i g l i a r e l i e n t ic h ea l f u t u r ou t e n t e - g e s t od e l li' m p i a n t o . c , r D i n o r m au n i m p i a n t oo t o v o l t a c o n z i o n an m a n i e r a o m p l e t a m e n t e f fu i c g i a u t o m a t l ce s e n z a u a s t p e rm o l t ia n n i .l l c o m p i t o e l l ' u t e n t e - g e s t o r e a d qu n d s o p r a t t u t tq u e l l o i v e r i f i c a r l b u o n u n z i o n a m e ndo l l ' i m p i a n t o , i o d e f te rt qu c o np a r t i c o l a aet e n z i o na l l ar e s a e l l o t e s s o . 5 e e s t a o v e s sres u l t a r e e d s d i i n f e r i o ral l ea t t e s e ,a r o m p i t o e l l ' u t e n t e - g e s tio rd i v iu ar n ei l m o t i v o e s c ne d d e riconoscere ci norma oppure sepossa se le essere dovutoda un dfetto re d l f u n z l o n a m e nPo .r o n d u r ra l m e g l i o' i m p i a n tlou t e t e - g e s t od o v r : t ec e l ' n r i c e v e rle t r u z i o n i e t t a g l i a t e , m o m e n t o e l l a o n s e g n a u l f u n z i o n a s c s, d al d p m e n t od e l l ' i m i an t o ; d i s p o r r d i u n ad o c u m e n t a z i o d e t t a g l i a td e l l ' i m p i a n t o ; e n a e s s e r n f o r m a t o u il i v e l ld i r e s a t t e n i b l i d a l l ' i m p a nno o n d i z i o n i e l itc s o normalldiesercizlo; p o s s i b i l m e npe t e rc o n f r o n t a rl e r e s e e ls u oi m p i a n t o o nq u e l l e i to d c d a l t r ii m p i a n ts i t u a t n e l l e i c i n a n z e . i i v l' installatore 5arcompito dell'utentegestore informare tempestivamente qo s p e c i a l i z z a tu a l o r a i p r e s u m e s s e g u a s t o . s un L e p e r d t e c o n o m i c hc a u s a t e a u n m al f un z i o n m e n t od e l l ' i m p i a n t o a e e d e o i . c h e s i p r o t r a e s sn e l t e m p o ,p o t r e b b e re s s e r en g e n t i 5 i r a c c o m a n d a p e r t a n t o i t e n e r e o t t oc o n t r o l l o s i t u a z i o ne d e v i t a r e i s a t t e n z i o nli . d s la e d l c o n s g l id ,n u o v o c o m u n q ud i s t i p u l a r u n c o n t r a t t d i m a n u t e n z i o n e o , e e o d c h e p r e v e d al c o n t r o l l o",m a n u a l e "o a u t o m a t i c o ,e l f u n z i o n a m e n t o i (. a d e l l ' i m p i a n t m e d a n t e n s i s t e m a l e t t r o n i c ov e d a s i n c h ep a r a g r a f o o u e - u . 1 . 7 . 1l l c o n t r a t t d i m a n u t e n z i o n e n g u a o o p p u r e n ' o p p o r t u n i t ? , ) . o i u 4.1..1 Funzionamento: doverie competenze utente-gestore dell' ie P r o p o s i ts i,s e g u a n lo i s t r u z i o n ie rl ' u s op e ri l p r o p r i e t a rdo l l ' i m p i a n t o o e p i l l u s t r a t n e lc a p i t o l o . e Verifi dellaproduzione ca dell'impianto t a d C o nl ' i n t r o d u z i o n e t a r i f f ei n c e n t l v a npe r i l c h i l o w a t t o rp r o d o t t o a di fotovoltaici, I'utentegestore ora un forte interesse ha economrco mpiant a c h el ' i m p i a n t f u n z i o n i c o r r e t t a m e n t e .o n s e g u e n a a g g i o r m e n t e o D ic zm ud m o t i v a t o e lc o n t r o l l a r na p r o d u z i o n e i p r o p r i ia i z i a t i v aP.e r v a l u t a r e n le n " p n a l a r e s a e l l ' i m i a t oe l a p r o d u z i o n e e n e r g i e l e t t r i c s ic o n s i g l ld i p r o d d a a c e d e r e e ls e s u e n t m o d o . n e

cestione manutenzione e de8liimpianti fotovoltaici

mensile dellaproduzione dell'impianto 1. Rlevamento letta su un e La produzione dell'impanto veneconteggiata pu essere a collegato valle.Raccoappositodisplaysull'inverter sul data-logger o e la mandiamo dieffettuare letturaalmenounavoltaal mese d annotarne che libretto. Mettiamoin evidenza la produzione il valore un apposito su pu di fotovoltaico variare notevolmente mesen mese. di un imDianto (p i i u D u r a n t e p e r i o d i d b a s s an s o l a z i o n e e re s .d u r a n t e n m e s ep i o v o s o ) , i noinferiore attese, alle infatt,la produzione dell' impiantopu risultare Nel nostantel'impiantofunzoncorrettamente. valutarela produzione, quindi,occorre solare duranteil tenerein considerazione l'rraggiamento periodo la precedente attuale. fra letturae quela ilvaloreletto 2. cNormalizzare,' per impianto con la del Allafine dell'anno, confrontare produzione proprio ( e e o, q u e l l a i a l t r i i m p i a n t il,a p r o d u z i o nd e v e s s e r en o r m a l i z z a t a , w e r o d p an e , l d e s p r e s s a m e e s ad i v i d e n diov a l o r e e l l a r o d u z o n e n u a l d i e n e r g i a co r nel in per la potenzadi piccodell'impiantoespressa kWp.Tipicamente potrraggiungere valore un centroltaliail valore dellaresadell'impianto t p a r ia p e re s .l - 2 5 7 k w h / k w p x a . e rq u e s t o i p o d i v e r i f i c a o p p o r t u n o P f e d o u s a e l a r e s a n nu al e i n q u a n t ol a r e s a e l l ' i m p i a n ts u b i s cd e l l e l u t t u a r a le essere singole zionitroppo marcate periodipi breviquali possono in mensilit. tra effettuareun confronto(mensileD dversi Naturalmente possibile siano a a condizione gli impiantimessi confronto che impiantifotovoltaici, di re a mlnimizza ledifferenze produnelle vicina Questo nze. servir collocati verifica re climatiche si potrebbero che condizioni zionedovuteallediverse in ditempo preso conin localit distantitra loro,duranteil breveperiodo normalizzata deveessere Anchein questocasola produzione siderazione. ), nto per dell'impia d ;n e trasformata <lssa owero divisa la potenza i pcco esDressa (kWD). n 3. confrontare il valoredi lettura del contatore l possibile confrontare valoredella letturacon altri valoricomparabili piuttostoimprecisa), oppurecon ivalori del proprioimpianto(procedura c v i c i n a n z(e o n s i g l i a t o ) . i i d i r e s a i a l t r ii m p i a n ts i t u a t n e l l e d ottenute impanto la Perconfrontare letturaattualeconq uelledel proprio solare periodi, occorre avereanche valoridella radiazione in precedenti o le essere reperitattraverso rivstespecalizzate locale(i quali possono e e I. la d a l l as t a z o n m e t e o r o l o g i co c a l e ) n o g n i c a s o p r e f e r i b i ld i s p o r r d e e O e de u n s o l a r m e t rp e r l a m i s u r a z i o n e l l ar a d i a z i o ns o l a r e . c c o r rte n e r e o pubblicati nellerivistesonospesso presente i valoridellaradiazione che mprecisl. in menopreciso quanto si confron tipo O-uesto di confronto naturalmente i p e r i o d i d i v e r sq u i n d c o nr a d i a z i o n i e i i r e o t a n oi n e v i t a b i l m e n te s e t t e n u t en differenti.

198

e l i s v U n av a l u t a z i o np i a c c u r a t s i o t t e n e n v e c e e s i c o n f r o n t a nio a l o r i a i d e l l e e t t u r e e ln o s t r om p i a n t o o nq u e l l o t t e n u t d a a l t r i m p i a n tv c i n i . l d i c i i q E s s e n dg l i i m p i a n t i i s l o c a ti in z o n et r a l o r o p r o s s i m e ,u e s t is a r a n n o o d ae e s p o s ta l l as t e s s a a d i a z l o ns o l a r e c o n s e g u e n t e m e n tn c h ei v a l o r i i r e e r r la . i d d e l l e e s e i s u l t e r a n n o n f r o n t a b i l i t r o r o S ei l v o s t r o m p i a n t o o v e s s e co di in riportareun guasto,questoconfrontoci permetter evidenziarlo, a o u a n t o a r o l t ol m D r o b a b ice eu n ac o n d i z i o nd i m al f un z i o n m e n t o s m lh e p n s i v e r i f i c h io n t e m o r a e a m e n t an c h en e g l i m p i a n t i v i c i n i . c e I n l i n e ad i p r i n c p i o ,i f i n d e l c o n f r o n t o e l l el e t t u r ec i c h ec o n t a i l a d , d r a p p o r t o e l a t i v or a l a r e s a e l p r o p r i om p i a n t o q u e l l e e g l ii m p i a n t i r t d i e s i t u a t i e l l e i c i n a n z e , e n t r ei l v a l o r e s a t t o e l l er e s e m e n oi n t e r e s n v m e d santel. Infatti, solitamenteproprio se il impianto ottiene resa una migliore del a dovrebbe mantenersl costante 5 % rispetto queo delvicino, rapporto tale p n q u a l s i a s ie r o d o i e f f e t t u l a l e t t u r a e l l ap r o d u z i o n e .n av a r i a z i o n e U s i d e s i g n i f i c a t i v a q u e s t o a p p o r t o a r e b b q ui n d id a n t e n d e rc o m ei n d i c e di r s e e p e d i u n p r o b a b i l m a l f u z o n a m e n t N.a t u r a l m e n t a n c h e o s s i b i lc h e n o e un difettosi siaverificato nell'altroimoiantocon iloualeci si sta confrone t a n d o I nt a l c a s o a r e s a e lp r o p r i om p i a n t o o v r e b br i s u l t a ra p p a r e n . l d i d e p s t e m e n t em g l i o r a t an o g n i c a s o p e r e s s e r i i r s i c u r ic o n v i e n e e m p r e l. , , pora mente. nea confrontare rese le conquelled pi impianticontem Perlo stesso impianto fotovoltaico, conviene non utilzzare cometermine di paragone rese le degliann precedenti. rese nnual,infatti,possono Le a o r m i d i v e r g e r e o a l 3 0 %d a u n a n n oa l l ' a l t r o l e r e s e e n s i lp o s s o nv ar i a e f in e a n c o r d i o i d i a n n o n a n n o . a i vja tipo di Recentemente appar5o mercato nuovo distrumenti misura 5ul un dell'impiantq satellite semplifca che notevolmente laverifca funziona del mento poich in valuta autonomamente laradiazione incjdente mette correlazone e la per la sono con produzione dell'impianto. strumenti predisposti confrontare Questi via risoluzione spaziale, i con laradiazione misurata satellite un'elevata con parametrierese nellostrumento le realidell'impianto, precedentemente inseriti stesso.

I A t r i i m p i a n t ip o s s o n p r e s e n t a r es e c o n d io t i p o d i c o r t r u z i o n e - e s e p e c i f i c hc o m p l e t s m e n t e o l r s e p d i v e r s e l. r a p p o r t o o ne s s e i m a n e e r o s t a n t e . l c r c

Cesione manutenzione e deglimpianti fotovoltaici

4.1.2 Modalitdi erogazione dell'incentivazione lmpianticonpotenza nominale non superiore 20 kW a Pergli impiantidi potenza non superiore 20 kWp, ai cheusufruiscono della d i s c i p l i nd i s c a m b i o u lp o s t o d i d i v e r s i m m i s s i o nie r e t ed e l l ' e n e r g i a a s o a n prodotta, verifica la dellaproduzone incentivatala relativa e remunerazione awerr nel modoseguente. Iinstallazionela manutenzione apparecchiature la misura per e delle dell'energiaelettrica prodotta, per nonch la rilevazione registrazione misure e la delle prodotta dell'energia elettrica dall'mpianto fotovoltaico, saranno carico a (gestore del Gestore contraente dellaretedi distribuzione). l l C e s t o r e o n t r a e n t r e s p o n s a b ide l l ' i n s t a l l a z i oe e e l l am a n u t e n c e le nd z i o n e e l l e u d d e t t e p p a r e c c h i a t u ri e i s u r an o n c h e l l a i l e v a z i o n e d s a d m , d r e d e l l ar e g i s t r a z i o d e l l e u d d e t t e i s u r e . n s m ll Cestore contraente trasmetter soggettoattuatorela registrazione al dellemisuredell'energia elettricarilevate quanto previsto secondo dalla d i s c i p l i nd e l s e r v i z i d i s c a m b i o u l p o s t oo m e n s i l m e n ts e l ' i m p i a n t o a , o s e n o nu s u f r u i s cd i t a l ed i s c i p l i n a . e lmpianticon potenza nominale compresa 20 kW e 1000 kW tra P e ri m p i a n td i p o t e n z a o m i n a l e u p e r i o ra i 2 0 k W l a v e r i f i c a e l l ap r o i n s e d duzioneelettricaaventediritto alla tariffa incentvata awerr secondo quantogi definitonellanormativa vigente. ll sogSetto pu responsabile dell'impianto awalersi gestore retea cui del di l ' i m p i a n t o c o l l e g a t p e rl ' a t t i v i t i i n s t a l l a z i o n e a n u t e n z i o n e l l e o d em de per apparecchiature la misura(contatori) dell'energia elettricaprodotta per dall'impianto fotovoltaico, nonch la rilevazionela registrazione e delle gestore rete responsabile suddettemsure. tal caso,il medesimo In di delleattivitsopraelencate. ll soggetto responsabile rilevazione della e registrazione misure delle dell'energia elettrica prodotta dall'impianto (responsabie FV dell'impianto gestore o di rete) comunica mensilmente produzione la incentivata soggetto attuatore al {CRTN). piantodovr lsoggetto responsabile dell'im trasmettere alsoggetto attuatore (CRTN), baseannualee riferitaall'annosolareprecedente, su copia delladichiarazione produzione energia presentata di di elettrica all'Uffcio
t e c n t c oo t n n a n z a t u t F t _

A questo puntoil soggetto attuatore verificadatiinerent produzione i la incentivata awalendosi anche dellemisure dell'energia elettrica rilevate dalgestore retecuil'impianto di fotovoltaicocollegato.

d d e N e l c a s on c u ic i s i a w a l g a e l g e s t o rd i r e t ep e rl ea t t i v i t i n s t a l l a z i o n e , perla rlevazione lle de e m a n u t e n z i o ng e s t i o n e e i s i s t e md m i s u r a e, d i paralla componente per attivit misure stesse, remunerazione queste la per livello ditensione, dall'Allegato Ml51prevista, il corrispondente tariffaria I re n . r a t t e s r o n T e g r a oo A t t u . incentivata Erogazione corrispettivo produzione del alla gli a Per impianti potenza con insta llatanonsuperiorei 20kWchesi awalgono u p o s t oi,l p a g a m e n td e l l e t a r i f f en c e n t i v a n t i , o i d e ls e r v i z id i s c a m b i o u l o s parial prodottotrala su annua, conun corrispettvo vieneeffettuato base viene produzione Tale incentvata la "tariffa incentivante". pagamento e a in salvo conguaglio fne anno,a pareffettuatobimestralmente acconto, e e t i r ed a l m e s e u c c e s s l v o u e l l o n c u il ' a m m o n t a rb i m e s t r a lc um ul a t o s aq i d i d e t t oc o r r i s p e t t i v o p e r al v a l o r e i 2 5 0E u r o . su d sul il non usufruisce servizio scambio posto, pagamento del di 5el'impianto .ta attuada delle riffeincentivanti, viene effettu mensilmente I soggetto ato (CRTN), erogaun corrispettivo al prodotto la produzione pari tra tore che veneeffettuatonel ll incentvata la utariffaincentivante),.pagamento e di cumulato dettocorrispettivo mese successivo a quelloin cuil'ammontare l d s u D e r ia v a l o r e i 2 5 0E u r o . a Pergli impiantifotovoltaici potenzasuperiore 20 kW il pagamento di "tariffeincentva viene dal attuanti, mensilmente soggetto delle effettuato pari incentvata un tra tore,cheeroga corrispettivo al prodotto la produzione vieneeffettuatonel mesesuccese la ntariffaincentivante". pagamento ll su i d s i v oa q u e l l o n c u i l ' a m m o n t a rc u m u l a t o i d e t t oc o r r i s p e t t i v o p e r al i e v a l o r e i 5 0 0E u r o . d

Gestioneemanutenzionedegli impiantifotovoltaici

4.2Manutenzione
C l i m p i a n tfi o t o v o l t a i cn,e l l aq u a s t o t a l i t d e i c a s i n o n n e c e s s t a n o i i di , p a r t i c o l a r ea n u t e n z i o nL am a g g i op a r t e e g l i m p a n t i f u n z i o n p e s s o m e. r d sa p i s e n z a r o b l e mp e ra n n i es e n z a i s o g n o i n e s s u nn t e r v e n t o . b d i g A b b i a m o i r i s p o s t on e l l ap r i m a p a r t ed i q u e s t oI i b r o , l l e s e g u e n t i , a oomanoe: g l i i m p i a n t i f o t o v o l t a hc i n n ob i s o g n o i m a n u t e n z i o n e ? ia d v a l el a p e n a a r el a m a n u t e n z i o n e g l i m p i a n t i f o t o v o l t a i c i ? f de I nl i n e a i p r i n c i p i o , f i n c h u n i m p i a n t o f o t o v o l t a c o f o r nas c o d u z i o n e d af l i pra p r a t t e s a e rp i d i 2 0 a n n , o n s i g l i a md i s t i p u l a r e n c o n t r a t t o i m a n u c o u d t e n z i o n e o nu n i n s t a l l a t o r e e c i a l i z z a th ev a d aa d a f f a n c a r e' a t t i v i t c sp co l d e l l ' u t e n t e - g e s t oir e ,u a l e c o m u n q u ee n u t oa d e s e g u i r l ' i s p e z i o n e lq t e v i s i v a e l l ' i m p i a n te a v e r i f i c a r nl e r e s a e g o l a r m e n t e . d o a r N a t u r a l m e n tl e s i n g o l v o c in e lc o n t r a t t o i m a n u t e n z i o n e r a n n o e f i e d sa d n i t ea l l ' a t t od i s t i p u l a e l l os t e s s o s e c o n d o i n t e r e s se l a c o n o s c e n z a d l' e tecnica ll'utente-gesto de re. I n c o n d i z i o n i o r m a l ii, l a v o rd i m a n u t e n z i o ns u l l ' i m p i a n tr i c h i e d o n o n i e o circa oraall'anno. 1 segue mostra comel'utente-gestore, nell'ambito Quanto p d e l l ep r o p r i e a n s i o n i , o s s a o n t r i b u i ra l f u n z i o n a m e n to t t m a l e e l m c e o d sistema. pu e dovrebbe 4.2,1 Manutenzione: cosa far l'utente-gestoe puliziadei moduliFV Controllo dellaresa, ispezione visiva, questoproposito A invitiamo leggere awertenze, le contenute caplnel a d e t o l o 3 , c o n c e r n e nit p e r i c o lc o r r e l a t i l l ea t t i v i t i m a n u t e n z i o ns u g l i i a i mp i a t i . n Lanecessit diverlficare mensllmente resa la dell'mpiantostatagi messa o e. g l i n e v i d e n zn e lp a r a g r a fp r e c e d e n tP e r l i i m p i a n tp g r a n dc o n v i e n e a i u a d d i r i t t u r v e r i f i c a rle r e s ap i d i u n av o l t aa l m e s e D ' e s t a t e , n b u o n a a , 15 impianto 5 kwp produce ricavo di un economico circa -20 Euro/giorno, di i n u n as e t t i m a n q u i n d i 1 0 0 - 1 4 0 u r oA l l af i n ed i u n m e s e s t i v o n c a s o E . e i, a p o t r e b b a c c u m u l a ru n a p e r d i t a e a e d i g u a s t o i n m a n c a n zd i v e r i f i c h e , e si c o m p r e sta a i 4 0 0 e I 6 0 0E u r o . r gli pr ogggiornoinverter moderni dispongono della spesso possibilit dicontrollare
gli ed analzzaredati on line.A 5econda deltipo d nverterinstallato installatori possono specializzati offrirequestoservizio contrattodi manutenzione. nel

p a i l i, C o nu n a b u o n aa c c e s s i b i l i t ' s p e z i o nve s i v a u e s s e r e s e g u t d a l l o visiva occorre vel'ispezione nto. utente-gestore dell'impia Durante stesso le di: rificare l'eventua presenza o o a s p o r c i z is u p e r i o ral l am e d i a a d d r t t u ro m b r e g g i a m e n(tp e re s . a e i , d i l d o v u t o l p o l l i n en p r i m a v e r a , l ac a d u t a i f o g l i e n a u t u n n oal l an e v e a a a t d ' i n v e r n o p p u r e l l ' e r b a l t ao a d e s c r e m e nd i u c c e l l i ) ; i e ti a c c u m u l d i s p o r c i z in e g l i a n g o l i d ee l a i d e im o d u l i d e i p r o f i l a td i o a po r z i a ld e l l e e l l e a e c tm f i s s a g g ie c o nc o n s e g u e noe b r e g g i a m e n t o fotovolta iche; ( e d de o s d a n n e g S i a m e n t i l m o d u l o d e l l a t r u t t u r a i m o n t a g g i op e r s .d o p o letem peste); .ciondolantl,, estremit cav di elettrico, come difettievidenti cablaggio del - chenon devonoperessere toccat. o cavistrappati rosicchati a causa elettrica esiste dj lncaso guasto di dell'impianto, il pericolofolgorazione presenti nell'mpianto Le stesso.parti elettrica dell'alta tensione e della corrente assolutanon essere risultare danneggiate devono dell'impianto dove5sero che permanenza vicinanze nelle delle presente la5ola sitenga che mente toccate. scariche elettriche. pa da pu pericolosa a causa po55ibili di rti nneggiate risultare eseguita esclu5ideve danneggiate dell'impianto es5ere Lariparazione part delle da specialzzato. vamente uninstallatore p a e i tc i s D is o l t o ,ei m o d u ls o n o u f f i c l e n t e m e nn e l i n a tli',a z i o nd e l l a i o g g i s p o l v e ro p o l l i n e , e . m , l s u f f i c i e n ta m a n t e n e rpiu l i t i L el e g g e rie p u r i t c o m e e , v f l c h e p o s s o n o s s e r ea c i l m e n t ea v a t e i a d a l l ap i o g g an o n i n f l u i s c o n o e q , C d q u i n d s u l l ar e s ad e l l ' i m p i a n t o .o nl ' a z i o n e i p u l i z i aa n d r a n n o u i n d i e e i t , e l i m n a ts o l oi r e s i d up i c o n s i s t e n cih en o r m a l m e n tn o nv e n g o n o l i ' i a , i m i n a t id a l l ' a z i o nd e l l ap i o g g i ac o m ep e r e s .a c c u m u ld i s p o r c z ia g l i e t d o e a n g o l d e lt e l a i od e l m o d u l o d e l l as t r u t t u r a i f i s s a S g io e s c r e m e nd i i uccelli. nel FV Di norma la puliziadel generatore fa partedelleattivt previste q l e a c o n t r a t td m a n u t e n z i o e v i e n e u i n d e s e g u i td al l ' i n s tlaa t o r s p e c i a l z o ne d re di zato.Tuttavianulla vieta all'utente-gestore effettua l'operazione d e s c p u l z i an e l l am i s u r a n c u i e s s o i r i t e n g a a p a c e i l a v o r a rs u u n t e t t o , , i con alto, ed abbia suffciente dimestichezza le relative eventualmente p r o c e d u rd i s i c u r e z z a . e effettuare pulizia3-4 volteall'anno, la Di solito, comunque, sufficiente i, op m hS p o s s i b i l m e n tle e g u i t d i c o n d i z i o n i e t e o r o l o g i cd ie c r o c c o p u r e n a s o s p i p i d e s t a t e , u r a n t e e r i o dd i s i c c i t r o l u n g aitn c u is i p u f o r m a r e u im o d u l i non s devodel Per deposito polvere. a puliza sistema di un significatlvo d d e s n n o u t i l i z z a rs o l v e n t i ;i c o n s i g l ila v e c e i u t i l i z z a ru n p o c o i d e t e r s i v o e diluito.

Cestione manutenzione e degliimpianti fotovoltaici

Nevesui moduli L an e v en f l u i s cs ul l ar e s a e l l ' i m p i a n t oe n o i q u a n t o i s u p p o n e ,o i c h i e d m p d s cade comunque unastagione bassa in di resa, come evidenziato tabella dalla seguente. distribuzione La percentuale della resadi un impiantotra ta p r i m a v e r l ' e s t a t e ,a u t u n o e l ' i n v e r n s i r i p a r t i s ca l l ' i n c i r cc o s i . 3 0 % , a, l' n o e a 4 O % , 2 0 %1 , 0 % . e U n i m p i a n t o o m p l e t a m e n r ec o p e r td i n e v e u r a n t e m e s i n v e r n a l i d i c ti o d gennaioe febbraiorendecircail !O% in meno rispettoad un dicembre, impianto senza neve. generatore ricoperto neve unasettimana Un FV per di comporta riduzione una della resa nnualepari a sololo0,5%,questo a significa u n ap e r d i t a s e t t i m a n a i c i r c a E u r o e rk w p . a p d 2 Vale penarimuovere neve la la soloperimpiantifotovoltaici particolarmente Pra di. n

7,4

Primave

I _

32.6

8.3

19,8

,
Tobella Disttbuzione 4.7: pelcentuale della/esadi un impiontosullestagioni.

4.2.2 Manutenzione: doverie competenze dell'insta llatorespecializzato Un contrattodi manutenzione garantisce Il'utente-gestore sicurezza a la c h el ' i m p i a n t f u n z i o ns e m p r en m a n i e r a t t i m a l e . o i i o Le operazoni manutenzione di ordinariavengonoeffettuateuna volta tr a l l ' a n n op r e f e r i b i l m e npei m ad i m a g g i oe s s e n dq u e s t ol m e s e r i m a , , p o i del periodo magglore di resa(oweroa febbraio, marzoo aprile). Durante intervento manutenzione un di ordinaria occorre effettuare almeno l e s e g u e n t p e r a z i o n ic o n t r o l l i : o e verifica corretto del funzionamento dell'inverter display sul oppuresugli indicatoriLED; pulizia elle perture iventilazone ll'inverter; d a d de verifica funzionamento dispositivi sicurezzal del dei di i s p e z i o nv i s i v a e lg e n e r a t o rF Vs o l a r e d e ic a v i v i s b i l i ; e e d verifica dellestrutturedifissaggio disostegno; e m i s u r a z i o n e o g n is t r i n g a i m o d u l i ; di d r e g i s t r a z i o d e l l e e g n a l a z i o n i d i g u an eil l e c a t o l d i g i u n z i o n e n s st s e ( q u a d rd l c a m p oe s u g l i i n v e r t e r . i )

. . . . . . .

siano pu ll utente-gestore richiedere tra le attivitdi manutenzione che p r e v i s t i n c h e l c o n t r o l l d e l l ar e s a l a p u l i z i a ,o s c o m e : c a i o e de d o i l r i l e v a m e n te l a v a l u t a z i o n e l l ar e s a e l l ' i m p a n ta l f i n ed i o l i n i i n d l v i d u a rd i f e t t il a t e n t e p r e s t a z i o in i f e r i o re d i a n a l i z z a r ne c a u s e ; e r a l ad o c u m e n t a z i od e l l e e s e t t u a l i ; n p u l i z i a e l f o g l i a m e ,s c r e m e nd i u c c e l le t c . ; e t d r i l t a g l i a r e' e r b a p o t a r e a m i . l o pi precedente Nelcapitolo sonogi statedatele indicazioni importantie p e r t a n t oe i n d i c a z i o n i l n e c e s s a rpe ri l a v o rd i m a n u t e n z i o nS i.s e g u a n o i i e contenute paragrafi nei : dettagliate ( 3 . 3 . 1 C a b l a g g id e i m o d u l i l a t o C ) o C - c o l l e g a m e n do ic a v d i s t r i n g a r te i 3 . 3 . 2 o _ u a ddii c a m p o o d 3 . 1 . 3 C a b l a g g id e lq u a d r o i c a m p o o rr n 3 . 3 . 4 M o n t a g g i d e l l ' i n t e r r u t t o pe i n c i p a lie C C 3 . 3 . 5 M o n t a g g i e c o l l e g a m e n do l l ' i n v e r t e r o te il contatto fisico con o di che Per lavori all'installazione manutenzone prevedono scollegare o dell'inveer, l'impianto latocorrente dal continua conpartiinterne principale latocorrente le seguire rigorosamente l'interruttore del continua. presenti paragrafo e soprattutlo paragrafo nel 3.3.5 nel 3.3 indicazionidi sicurezza uMontaggio di le tensioni correnti e e collegamento dell'inveer',, in quanto alte possono percolose o addirittura risultare estremamente esercizio dell'impianto mortali, di di 7) incluso modello lista un Nell'appendice diquesto (capitolo stato libro per controllo lamanutenzione.

e degliimpianlifotovoltaici Cestione manutenzione

guasti messa puntoe ricerca a inferiori attese, alle 4.3 Rese


4.3.1 Rese inferiorialvaloreatteso FV Cause riduzione di dellaresadi un generatore e gia la fotovoltaicasolida moltoaffidabile. Come dettopivolte, tecnologia d o p o s s i b i lte t t a v i a h en e l l ' i m p i a n ts i v e r i f c h i n o i f e t t io g u a s t i u c r l d e v r l Q u id i s e g u t o e n g o n oi p o r t a t ee p r i n c i p acia u s e i r i d u z i o nd e l l a e s a a e d i m al f u n z i o nm e n t o : dovutia piante, edifci, del ombreggiamenti generatorefotovoltaico o i l , n e e t r a l i c cd e l l ' a l t ae n s i o n e s i s t e mp a r a f u l m i n i ; i e i t antenne p t d i s t u r b l / p i c cd iit e n s i o n e r o v e n i e nd ia l l ar e t ee l e t t r i c a ; h d d i m e n s i o n a e n t oe r r a t o e l l ' i n v e r t e r ; m i p r o b l e md m e s s a p u n t oo g u a s t d e l l ' i n v e r t e r ; i a d p o t e n z ae a l e e i m o d u l iF Vp i b a s s a i s p e t t o l v a l o r e i t a r g a ; r a r d lato corrente continua; difetti dicablaggio d e d i f e t t ia i d i s p o s i t i v i s i c u r e z z ad i p r o t e z i o n e ; ai moduliFV; dfetti a s d f e t t i i d i o d id i b y p a s ( d e im o d u l i ) . tr d u L ar e t ee l e t t r i c a s s u m e n r u o l op a r t i c o l a r ea l e c a u s e i m a l f u n z i o n a influenzare il fonte di disturbiche possono mento.Infatti,la rete spesso p o Tl r f a d b u o n u n z i o nm e n t o e l l ' i m i a n t o . a i di s t u b l n o ndi p e n d o n p ur t r o p p o come le talmentecomplessi, dalla nostravolonte, inoltre,sonospesso r n r, f u n z i o n id i s t c u r c z zd e l l ' i n v e r t ec h e l a l o r o a n a l i s i i c h i e d e o t e v o l a tecniche. conoscenze dallareteelettrica 4.3.2 Difetticausati l i N e l l e t a t i s t i c hd i g u a s t oi,d i s t u r b i d r e t es o n oa i p r i m ip o s t i t r a ec a u s e s e d e d i m al f u n z i o nm e n t oo d i r i d u z i o nd e l l ar e s a e g l i m p i a n t i f o t o v o l t a i c i . a e d a L e p r i n c i p a lci a u s e i m al f u n z i o nm e n t op r o v o c a td a l l a r e t ee l e t t r i c a son : o . t e n g i o n d i r e t e t r o p p o l e v a t a p p u r e c c e s s i v e r i a z i o n ii t e n s i o n e ; a d e e o e . e c c e s s i v e r i a z i o n i' i m p e d e n z a ; a d . deviazioni nellafrequenza rete. di eccessive di di di dotatidi dispositivi interfaccia reteparticoConlo sviluppo inverter e he t l a r m e n t s e n s i b i t i , l i n s t a b l l i tn e l l e a r a t t e r i s t i cd e l l a e n s i o n d i r e t e e la c e p . o i n f l u i s c o ns e m p r e i s u lf u n z i o n a m e n td e g l ii m p a n t iO c c o r rte n e r o al i de p p r e s e n t e eq u e s td i s t u r bp r o v o c a n o l l e e r t u r b a z i o nfi u n z i o n a m e n t o ch i i r d s o d e l l ' i n v e r t ea l m e n t e a p i d e a e s s e r e p e s s d i f f c i l m e n t ed e n t i f i c a b i l i tr mente. successiva

. . . . . . . . .

206

dalla rete, dovut ai disturbiprovenienti Molti difetti di funzionamento, pir posteriori non con l'aiutodel gestore della rintracciabili a se non sono la essere eliminatiattraverso Alcun i questidifettipossono d reteelettrica. Le (a dell'inverter partedel fabbricante. altre da ri-calibratural posteriori) dello stesso a causedi rlduzione dellaresarichiedono volte l'ntervento gestore aiutoad un rappresentante dellarete. Nonsiesitiquindia chiedere dalla che dellarete,nelcaso sospetti dei disturbiprovenienti si del gestore del stianoinfluenzando funzionamento proprioimpianto il reteelettrca fotovoltaico. li lo a d A n a l i z z i a m o al e p r n c i p ac a u s e i m al f un z i o n a m e n t e g a t e i d i s t u r b or di rete. Parametro tensione problemii i ll parametro tensione retepu provocareseguenti di a n t e n s i o n t r o p p oa l t ar i s p e t t o l v a l o r e o m i n a l e ; e ( d q c b a s s a u a l i t i t e n s i o n ep e re s .e l e v a t o o n t e n u t o i a r m o n c h e , d d i s t o r s i o n ie l l e n d es i n u s o i d a l i ) d o Tensione troppoalta rispettoal valorenominale della d un dotatid dispositivo interfaccia rete, aumento di Permoltiinverter in tensionein rete al di sopradi 245V cire risultaproblematico quanto provoca rete dellaprotezione interfaccia e lo spegnimento di l'attivazione p n dell'im a to. possono signifcatva contribuire maniera in impiantifotovoltaici cli stessi - per ragioni tecniche devono la di ad aumentare tenslone retein quanto n d s e c e d e r e n e r g i a l l ar e t ea d u n at e n s o n e u p e r i o ra l v a l o r e o m i n a l e a l s i v e 2 3 0 VQ u a l o r n e l l e i c i n a n zd e ls i t on e lq u a l e v u o l e n s t a l l a rep r o p r i o a nelle ore di mpiantoesistagi un altro grandeimpantofotovoltaico, e ti e m a g g oir r a g g i a m e n sop o t r e b bv e r i f i c a ru n i n n a l z a m e ndot e n s i o n e r ti, In nverter dallareteelettrca. questo il distacco propro del tale da causare sar proprionuovoimpianto fotovoltaico la di il caso, possibilit collegare dellareteelettrica. subordinata un Drevio ad Dotenziamento nel impiantofotovoltaico di Viceversa, collegamento un nuovogrosso l inaggiamento, disattila provocare, ore di maggior potrebbe nelle vicinato che impianto, fino a quelmomentoaveva vazione involontaria proprio del mente. fu nzionato corretta sopratutto sonoprovocati disturbie picchi ditensione Tuttavia,maggiori grandiutenzeinduttive,come per es. i grandimotori elettricidi una da e o e s e g h e r io d i u n as t a z i o n d i p o m p a S S op i i n g e n e r a ld i f a b b r i c h e a dellaretepu del In areeindustriall. questocasosolol'lntervento Sestore a D o r r ei m e d i o l l as i t u a z i o n e . r

r c o n u n ar i - c a l i b r a t uda l l ' i n v e r t e lrf,a b b r i c a n tp u p e r e s . r i d u r ea s e n s i b i l i ta l l eo s c i l l a z i od i r e t e n l i e re o ad altre caratteristiche tecniche.

Cestione manutenzione e degliimpianti fotovoltaici

preferibile pre-avvisare il gestore dellaretedell'intenzione installare di un nuovoimpiantofotovolta in modochepossa pestiva ico, tem mente verificare s el a s e z o nd l r e t ei n q u e s t i o n i n g r a d o i a s s o r b i rlee n e r g ie l e t t r i c a e e d ' a generata dagli impiantifotovoltaici presentl futuri. O_ualoragestore e il prevedere dovesse instabilit sovraccarico o della rete elettrica, sar lui stesso attuaretutti gli interventi ad necessar renderla a stabile. S o l i t a m e n t e l ei n t e r v e n ts i r i s o l v e e l l a o s a i c a v ie l e t t r i cd i s e z i o n e a p o n d i m a g g i o ro , i n al c u i c a s is e m l i c e m e n tn e l l a a r a t u r a e l t r a s f o r m a t o r e e n , p e t d d i b a s s ae n s i o n e d u n l i v e l l o i t e n s i o n e i i rb a s s o . t a p d Esempio guasto di Iinverter di un impianto fotovoltaicosi disattivava brevemente circa . 5 0 - 6 0 v o l t ea l g i o r n oL ei n t e r r u z i o n i e r a n o o t o c o l l a t e ld a t a - l o g g e r , pr ne m a n o ne r ap o s s i b i li e d i v i d u a r na c a u s a . o ne r as t a t or e g i s t r a tn e s s u n n le N o c a m b i a m e n td i t e n s i o n e e l l ar e t ee l e t t r i c a l f a b b r i c a n td e l l ' i n v e r t e r , o n l. e i n t e r p e l l a td a l l ' n s t a l l a t o r e , e s e l g e s t o r e e l l ar e t ed i c o n t r o l l a rie o ch a d v a l o rd i e s e r c i z do l l a e t ee l e t t r i c a . i s u l t c h eu n ag r a n d e o m p a i u n a i i e r R p d o s t a z i o n d i p o m p a g g id e l l a e n t r a l e r i c a o c a l es,i t u a t a e l l e i c i n a n z e e c id l n v dell'impianto fotovoltaico, picchidi tensone induceva nellareteelettrica ( ! )V o l td e l l ad u r a t a i u n m l l l i s e c o n dlod a t a - l o g g e re l l ' i n v e r t e r di a50 d l. d n o ne r aq u i n d i n g r a d o i r l l e v a rq u e s t p i c c hiin q u a n t o i d u r a t a r o p p o d e i d t b r e v il.l d i s p o s i t i vd i i n t e r f a c c id i r e t ee r at u t t a v i ai n g r a d o i r i l e v a r l i e o a d conseguentemente staccava l'impiantodalla reteelettrica ognivoltache un picco verificava arrivodalla rete. si in
possono Moltiinverter essere taratianche dopol'installazione, in modochesiano n grado "funzionareo di senza interruzioni, anche presenza determinate in di oscillazioni rete. consiglia chiedere di Si di maggiori chiarimenti fabbricante al deIl'i nve r. rte

Unari-calibratura dell'inverter diversa dallanorma deve essere comunque autorizzata gestore dal dellarete.

La ri-calibratura dell'invertertuttavia non in grado di com pensare tutti i d i s t u r b id i r e t e ,c o m e p e r e s .u n a c o m p o n e n t e i c o r r e n t e o n t i n u ao p p u r e d c un eccessivo contenuto di armoniche(vedasianche il paragrafoseguente). O _ u e s trem a r r a n n o u i n d i d e l l ef o n t i p o t e n z i a ld i m a l f un z i o n a e n t o . i q i m

Distorsionidella forma d'ondadellatensione Esempio guarto di dallareteelettrica si finverterd un mpiantofotovoltaico disconnetteva ilfabbricante pir motivo. Avendone volteal giorno, apparentemente senza il richiesto l'intervento, gestore il dellareteindividu respondell'inverter n a o s a b l l e i t a l e m al f un z i o n m e n t o :u n a l l e v a m e n td i m a i a l is i t u a t o e l l e d s v i c i n a n z e .ev e c c h i ea m p a d e d i n f r a r o s s ie l l ' a l l e v a m e ne r a n o t a t e L l a d to ( a o r e g o l a t c o nu n s i s t e m a i t i p o n d i m m e r " ac o n t r o l l d i f a s e ) l f i n ed i r i e d a d o a d u r n el a p o t e n z a e l 5 0 % .E l i m i n a n du n as e m i o n d s i d i m e z z a vc o s il a p o t e n z a i s p o n i b i l e , a s i o t t e n e v a n c h eu n ac o m p o n e n td i t e n s i o n e e d m a della la continuache. rientrandoin rete,modificava forma sinusoidale di l'i o t e n s i o n en m a n i e r aa l ed a p r o v o c a r e n t e r v e n td e ld i s p o s i t i v o i n t e r i t d f a c c i a i r e t ee l a c o n s e g u e ndes a t t i v a z i o n e l l ' i n v e r t e rd e l l ' i m p i a n t o d ti fotovoltaco. producono effetto gli un A proposito: inverterdegliimpiantifotovoltaici prodotta da piuttosto su a stabilizzante lla reteelettrica.6raziellatensione l, e r o t o t a l i i m p l a n t i , q u a l e i s u l t a p p o r t u n a m e nme d u l a t aat e n s i o n d i r e t e la , o c da d l s t u r b a tv i e n e o m p e n s a t a o n d e" p u l i t e ,c h en ea t t e n u a n l e d i s t o r a q anche uandosi trattato O-uesto argomento gi statoanalizzato sioni. o ii e l n o i l n c o n t e n u td i a r m o n i c h e "F.i n o r a o nr i s u l t a n r i l e v a n t n f l u e n zd e l l a daglinverter. di emesso reteelettrica dovutealcontenuto armonlche freouenza Parametro p i e I n c o n d i z i o n i o r m a l l,e r e t i e l e t t r i c h et a l i a n a d e u r o p e a r e s e n t a n o n tuttavia,puessere unafrequenza molto costante 50 Hz.In alcunicasi, di per soggettaa disturbi,provocati esempioda mpiantieolicidi vecchia possono la di che,in funzione, distorcere frequenza rete. tecnologia d a C l i n v e r t ec o m n i f u n z i o n n o c o nu n m a r g i n e i f r e q u e n zd i 1 0 , 1 9H z , r u a H e o c i o c o nu n m i n i m od i 4 9 , 8 1 H 2 d u n m a s s m d i 5 0 , 1 9 z . impedenza Parametro deivalorilimitebendefiniti. Ancheper l'impedenza retesonoprescritti di Zac Massimo = 2,5Q = ratoin ca.0,2s) Massimo Zac 0,5Q (misu ^ ^ Z e e 5 e ,i n 0 , 2s e c o n d l a v a r i a z i o nd e l l ' i m p e d e n z a a c s u p e r i o ra 0 , 5Q , i, di questofatto provoca di l'attivazione dispositivo interfaccia reteche del spegne l'inverter. di di di dellaprotezione interfaccia retepu Anche ilvalore soglia impedenza pu necessario se Tale essere ri-calibrato dalfabbricante. ntervento essere rispetto peres.la calbratura risultare tropposensibile lmpostata dovesse e al l ec o n d i z i o n i d is e r c z i o .
' Rivisia specializzata ewFnerqiewiftschafr, VWEwEneryieverlag; argomentotecnico:Emiesionedidisturbidicontenutodiarmonichedegliimpiantifotovoltaici Numeros. (*obetschwingungs-strautsendung Phatovoltoik'anlagen ew )8. ro4 \2005J, von t

forovohaic 6estione manutenzione e degliimpianti

Anche ri-calibratura soglia impedenza protezione la della della di interfaccia di di rete uninverter essere d deve autorizzata eestore rete. dal della la d P e r o n c l u d e rn o nl a s c i a t es p a v e n t adel l aq u a n t i t i p o s s i b ic i u s e i c e, vi ra d m al f un z i o n a m e n tc o n s u l t a n di og e s t o r e e l l a e t e p o s s i b i l e i m i n a r e o. l d r , el partediquestiinconvenientigi Ia maggior durante fasedi progettazione la p n dell'im ia to. 4.3.3 Ricerca guastie messa puntodell'impianto dei a P o i c hn o ns e m p r eec a u s e e ig u a s t ie d i n a l c u n i c a sg u a s t s t e s s r , s u l , l d ii i ii t a n o f a c i l m e n t en d i v i d u a b dii, s e g u i t o o n or i p o r t a t e e l l e a b e l l e h e i l t s d c r i a s s u m o nec a s i s t i c h em a l f u n z i o n a m e p i c o m u n e m e nrtie c o n t r a t e lo di n t or s neisistemi fotovoltaici. Attraverso oueste bellesarDossibile ividua ta ind re i g u a s t p i c o m u n i el e a t t i v i t i r i p a r a z i o nd a e f f e t t u a r e . d e periodicamente Per individuare facilit guasto moltoutileeffettuare con un laverifica dellaresa dell'impianto. caso sospetti malfunziona In si un mento, p t o c c o r r d i s p o r r d e id a t id i r e s a r e c e d e nd ie l l ' i m p i a n te d e id a t id i c o n e e o f r o n t oc o na l t r ii m p i a n ts i t u a t n e l l e c i n a n z e . i i v Per catalogare possibili le cause guasto, di distinguiamo seguito casistiche di 3 f o n d a e n t ai . m l C a t e g o r i1 : l ' i m p i a n t o o np r o d u c e l e t t r i c i td i g i o r n o . a n Categoria l'impianto produce 2: dl o menoelettrict quantoatteso d altri ( p e rk W p ) . i m p i a n tn e l l e i c i n a n z e i v p C a t e g o r i3 : l ' i m p i a n t o r o d u c e e n oe l e t t r i c i tc h ei n p r e c e d e n z a . a m Categoria I'impiantonon produce 1: elettricit digiorno Di giornoun impiantodovrebbe sempreprodurre energia eettrica, salvo precipitazioni o sltuazioni cielomolto nuvoloso, di atmosferchese il genegiorniparticolarmente ratore risulta FV coperto neve. da durante solamente p r i m eo r e d e l m a t t i n oo s e r a l il,' i n v e r t ep o t r r i p o r t a r e n a bui o nelle r u (latoCC) ciononostante disporre tensione fotovoltaica ingresso in e non di p o t e n z a u f f i c i e n tp e rl ' i m m i s s i o ni e r e t ed i e n e r g e l e t t r i c a . o l t i t i p i s e n a M d i i n v e r t es i d i s a t t i v a nc o m p l e t a m e nde r a n t ea n o t t e . r o tu l Abbreviazioni utilizzate: = inverter; = quad di cam po; INV ro QC continua; = gestore cR dellarete lP..= l6lattrnoraprincipale corrente lato

D u r a n t e l g o r n oi i L i n g r e s sd e I i n v r t e r o c o r t a t o r e o n n d i c a l a t o C C p r v o d n pr n e 5 5 L r n ao d u z i o n e ,t e n s l o n e . n o n a r r i v a ( l l N Vn o nt e g n a nulaa'lNV,) t e n s i o n en i n g r e s 9 o ( d a l g e n e r a t o rF V ) , e n v i m r n s s i o n e i n r e t ed i e n e r g i a

o p p o b u i o .R i p e t e r e v e r i f i c an u n a l t r o la i m o m e n t oc o n p i u r a d i a z i o n e . Altrimenti=> CeneratoreFVstaccatoprelso lP..? nlruitore g u a s t o lV e r i f i c a rle t e n g i o n en e n t r a t ao p p u r e a i Altrimenti=> ( s c a t t a l o f u s i b i l e e l l es t r i n g h e p e re s a d c u s a i u n f u l r i n e ) , o n t r ol a r ei f u s i b i l e . d c Altrirnenti=> L oe c a r i c a t o r e s o v r a t e n s i o n e m e s s o n d ha cortoa tera Beneratorefotovolta Controllare co. l o s c a r i c a t o rd i t e n t i o n e e I n t e r r u z i o no c o r t o c i r c u i t n e g e n r a t o r F V o i ( l s p e z i o n v i s i v ar i c e r c a l p o s s i b i lg u a 5 t i c a v l e , d i n t e r r o t t i r o t t u r ad i u n m o d u l o )A l t r i m e n t i e . a p r i r ei l Q Ce m i s u r a r e g n i r t r i n g a . o

p I n g r e s s o r i n c i p a l en C C T r o p p o u i o / t r o p p a o c ai e n s l o n eR i p e t e r e p i b . a p f e s e n r ae n s r o n em a , v e r i f i c an u n a l t r om o r n e n t o o n p i i r r a d i a z i o n e . i c l l N V n o n s e g n a i e n t e . A t r i r n e n t i= > n I n v e r i e r u a s t o r n f o r m a r el f a b b r c a n t e . g i i f I N Vs e g n a e n s i o n e n t i ( i n g r e s s od a lg e n e r a t o r e F V ) r n a n u s c i t an o n v i , l m m s s i o rd i e n e r g i a e . B l a c k - o u t 'n e l l ar e t ee l e t t r i c af. N V 5 e g n a a malfunzionarnento, e V e r i f c a r el p e r 5 i s t e rd e l b l a c ko u t ( p e re s . i d L L e n d e r da u L e ) . , f \ V | | i a n r v a L l o m r l i o d 'interuzione camente opo d di corente. Altrimenti=> q p E s c a t t a t a u a l c h e r o t e z i o n er a l ' l N Ve a r e t e f e l e t t r i c al ' i n t e r r u t t o r ea l v a v i t a f u s i b i l e o n r o c i tatore)flNV segnala n malfunzionamento. . u C o n t r ol a r eB l i i n t e r r u i t o r m a g n e t o t e r r n i c il e i e Altrimenti=> f l N V s e g n au n g u a s t on e l S e n e r a t o rF V( p e re s . e i s o l a m e n i o i f e t t o s oe n o n d i l c o n s e n s o d ) 'awio ai d e l l i m p i a n t o t e g g e r el m e s s a g S id i . i o F . . o r F p l lr N V5 l a ( a r e L a o e . I n j . l e s t r i r g h c d . . dirett:mente nel QCe verificareogni volta se l ' i m p i a n t or i p a r t e . Altrimenti=> . r N Vl ^ d o r " | | z 1 aL o g u a \ l o " r F l p l e h .( r l r r e e p e r q u e s t on o r d l c o n s e n s a l l a w i o o d e l l ' i ' p i a n i o l . e g g e r m e 5 s a g g id i e r r o r e L e o ' d e l N V f l N V s i r i m e t t ei n f u n z i o n ea u i o m a t i c a m e n i e o p oi l g u a s t o n r e t e . ec a p i t a p e s s o i d S s r V e d a sii p a r a g r a f o r e c e d e n t e : . D i f e tc i u s a td a l l ar e t ee l e t t fi c a " . p ta l Tabello4 2: Ricercadi guasti pet la categaria 1: l'impianta non pradu@ elettricit di grcrno.

2LL

fotovoltaci degli e cestione rnanutenzione impianti

di menoelettricit quantoattesoo di 2: Categoria I'impiantoproduce (perkwp) situatinellevicinanze altri mpianti guasti su Indicazioni determinati d i e a u l l f a t t o c h eu n i m p i a n t o b b a n a r e s a n f e r i o r a q u e l l a i a l t r ii m p i a n t infatti, esistere, che necessarlamente sia guasto.Possono non significa i t clo,m ep e r e s .o r i e n t a m e n dii v e r so d o m b r e g c d e l l ec a u s e i r c o s t a n z i a i d o su r g i a m e n tp i a m p i c h ei n f l u i s c o n o l l a e s a e l l ' i m p i a n tN e l c o n f r o n t a r e i , a a n c h e l l ec o n d i z i o n i e e , i i m p i a n td i v e r s q,u i n d o c c o r r p r e s t a ra t t e n z o n e i va lnoltre, tenuto presente del localied allamorfologia sito di montaggo. differenti(a film sottile/cristallini) costruttive che modulicon tecnologie questonon puo tra diversel oro Pertanto presentano resenotevolmente mento sintomodi malfunzlona essere considerato due (almeno confrontando soli possibili 3). con il Fate confronto piimpanti a quale due dei appartenga ad di nfatti nonriuscire indviduare si impianti rischia malfunzionamento. uneventuale i m a d l p at M e r i t a a r t i c o l a r e t e n z i o ni ec a s o ( p o t e n z a a s s i md e lm o d u l on f e presentare I moduli potrebbero dal rorea quellagarantita fabbricante,. La dalfabbricante. potenza garantita a inferiore quella massima unapotenza ca rileva lacurva rattendo verificata pan dei massima singoll nellipuessere di dellapotenza picco, di strumento mlsura un l-V ristica mediante apposito massima la n direttamente loco, potenza calcolare, quale polpossibile dalla a m a e e i d e ip a n n e l l5.es i d o v e s sv e r i f i c a rc h e a p o t e n z a a s s m m a s u r a tn o n e ilfabbricante concordare informare garantita, dovr si a corrispondaquella con lui comeprocedere.

m i 1 5 ep e r l a r e s a i e n e r i m a. n o r m a l i z z a t a n k w h / k w p , p o s e b i la l l o r a o n f r o n t a rie p i a n tc o n e c p i, v o di c m o d u l i o n t e c n o l o g i e v e r s e . u e s t o u n v a n t a S S id e l l an o r r n a l l z z a z r o n e Q

2L2

Resa e I impianto, d p e rk w p , n f e r i o r e : quella ialtri d i r p i a n t in e e v c nanze.

f e E r o r ed i p r o g e t t a z i o n e , A c c o p p m e n t oi n a d a t t o l a i n v e r t e r a m a n c a t a e r r a a p u n i o . B e n e r a t o rF V m e Altrimenti=> E c c e sv e p e r d i t e e i c a v R i c a l c o l a r e r r e n s n . i d i s l o n a m e n td e lc a v e d e v e n t u a l r n e r tre p o s a r e o c a v id i s e z i o n e a g g i o r e . m Atr rnenti=> n c E r o r ed i p r o g e t t a z i o r e , L es i n g o l e t r i n g h e o n s o n oc o l l e g a t e o r e t s i i n s t a l l a z i o nre n a o t a m e n t e( m o r s e t tc o l e g a t ie r o n e a m e n i ef,a l s i f regola arte. d c o n t a t t i s a l d a t u r er e d d en e Q c ) o p p u r ei p o l i , ! o r o i v e d , l r e q L n d rd k L n e s t ' n g h en o . l p ( m d u c o n oC o n t r ol a r es i n g o l a r m e n tie o r s e t t i e . Altrimenti=> Modulinon lineati, a i n c l l n a to o r i e n t a t i D e r d r i e r . n s " 1 ( l ^p e ' e r o ' i d i p ' o g e t r a z i o ' e d ; a o d l m o n t a S g i oc o n t r o lo v i s i v o .n s t a l l a r e l t r i I N V ( m u t i 5 t r i n g a ) o e g l i op i i r I N V m

E r r o r e i p r o g e t t a z i o n e E l i mn a r eo g g e t t oc h e p r o v o c a m b r ao p p u r e d o ombreggiamento. r i d u r r e o m b r e g g i a m e n t a l t r i m e n t ii n s t a l l a r e I o. a l t r I N V( m u l t i s t r i n g a ) o e g i o p I N V m Altrimenti=> p S e n z a ar t c o a r i segnalazioni. f l N V s i s u r r i s c a a a c a u e a e l a s p o r c l z io d d a l d e l l as c a r s a e n t l a z i o n erti:p u l i r e l N V n o n v p c o p r i r e i n g o m b r a r ,d e v e n t u a l n e n t e u l i r e o l e g r i g l i ed i v e n t i l a z i o n e . t r i m e n t ii n s t a l l a r l o A i n u n a l l r op o s t o . Altrimenti=> C o n t r o l l a rs ec i s o n od i s t u r b id a l a r e t e e e e l e t t r l c a 'V e r i f i c a rs e l ' l N Vs i d i s a t t i v a . o c c a s i o n a l m e n tC o n t a t t a r el f a b b r i c a n t e e. d e l l l N V o p p u r ei l 6 R . Alirimenti=> P o t e n z a a s s i m a e l m o d u l oi n f e r i o r e .q u e l a m d g a r a n t i t a a l f a b b r i c a n t e .e r i f i c a rc o n l o V e d . d d s t r u r n e n t o i m i s u r a e l l ap o t e n z a i p i c c oS e d r c o n f e r m a t o e c l a m a re s o s l i t u i r e .

lVedasi glossario: derating. ' Vedasi paragrafo precedente:.Difetti dalla elettrica'. i causat rete 2: menoelettricit quanto d Iobella4.3: Ricerca guastiper la categori1 I'impontoproduce cli (pet attesoo di altri impiantisituati nellevicinctnze kwp).

Categoria l'impiantoproduce 3: menoelettricit prima di so L ap r o d u z i o n eu n i m p i a n t f o t o v o l t a i c op e n d d a l ' i r r a g g i a m e n to l a r e di o di e -n ce m el ec o n d i z i o n it m o s f e r c h e a u n a d e p u v a r i a r s i g n i f i c a t i v a m e t o e g i o r n o l l ' a l t r o d a u n as e t t i m n aa l l ' a l t r a .n c h e e l l e t a t i s t i c h e n u a lsi A n s an a a a p o s s o n r i s c o n t r a r ef f e r e n zd e 3 0 %e p i t r a a n n is u c c e s s i Sii. e g g a o di e v l " p ( i a p q u e s t o r o p o s i t op u n t o 4 . 1 . 1. . . ) V e r i f dce l l a r o d u z i o n e l l ' i m p i a n t o ' . il de e e l i 5 e a t t r a v e r sioc o n f r o n t o o na l t r ii m p i a n tv i c i n i p o s s i b i le s c l u d e ru n c d c a l on e l l ep r e s t a z i o n ie l l ' i m p i a n td o v u t oa v a r i a z i o n ie l l ar a d i a z i o n e d o p s o l a r e ,o n s u l t a rie u n t s e g u e n t i c

2L3

Cestione manutenzione e deeliimoianti fotovoltaici

Resa ell'impianto d inferiore lle a precedenti.

l l g e n e r a t o r e Vf o r n i s c e Verificareche l'impianto non sia soggetto ad F m i n o r ec o r r e n t ec i o , , o m b r e g g i a m e n to s p o r c a m e n t on t a l c a s o o ij conmassima adiar r i p u l i r ep o t a r e l i b e r a r ea v i 5 u a l e . , o l zione,i picch d i corrente A l t r i m e n t a = > i s o n od i m i n u i t i . p p u r e : V e r i f i c a r s e i m o d u l al,e s t r i n g h e i c a v in o n O e o c o n m a s s i m a a d i a z i o n e , sianod ifetlosi (peres. per via di una lempesta o r la potenza as5ima m . u n f u l m i n e ) l s p e z i o nv i s i v a p o m i s u r a r e u l e e s d e l l i m p i a n t o r Q C p e ro S n i( l r i n g a .l e s e g u e n lc a r a h e r i s i i . h e dminuita. t e c n i c h et:e n s i o n e i c i r c u i t oa p e r t o c o r e n t e d i d , corto circuito,correnteMPP Msurareanche la p r J d r a r i o n e s e S u e n dlo m i g u r a r i o n e o r q r b i l a m e n t ec o n r a d i a z i o nc o s t a n t e n o n i n c a s o i e d t e m p o v a r i a b i l e . l m e g l i o m i s u r a r e n c h el a A , a potenzadi piccocon strumento di misura e c o n f r o n t a r e o n i v a l o r i d e l l a e s s an f u n z i o n e c m i ( v e d ip r o t o c o l l o i m e s s a n f u n z i o n e ) . d i Altrimenti=> c o r o s i o n eo p p u r ea l l e n t a m e n t o e i m o r s e t t i d 5tnn8ere. Altrimenti=> D i o d i d ib y p a s s i f e t t o s( a c a u s a i f u l m i n a z i o n e d i d i n d i r e t t as o v r a t e n s i o n e d i o d ic o r t o c r r c u i t a t l . |) e b y p a s s a n lo s n g o l e t r i n g h e i c e l l e d i m i s d e n u i s c o n ol r e n d i m e n t o e l m o d u l o . n n a n z i d l e t u t t o r i - m i s u r a r le s t r i n g h e d e l i m i t a r el e i c a m p od o v e5 i v e r i f i c a t ol g u a s t o . o i s c o n i P n e t t e r ei m o d u l ii n q u e s t i o n e r i m i s u r a r l i e singolarrnente. Altrimenti=> D a n n id e l m o d u l oo d e l l ec e l l e o v u t ia f u l m i n a d d z i o n ed i r e t t ai n o s s e r v a t(a a n n i a l l e e l l en o n c s o n ov i s i b i l i )M i s u r a r el m o d u l oe e v e n t u a l . i mente sostiluire. Altrimenti=> C o r t o c r c u iail l ' i n t e r n o e l l as c a t o l a i g a u n t d d z i o n ed i u n m o d u l oa c a u s a i i n f i l t r a z i o n i d i d acqua.Aprire fa scatolae asciugare. Ricablare punti d sgoccio mento. n modo da predporre la Altrimenti=> Degradazione modu li fotovoltaici, misurare dei l e s t r i n g h e i m o d u l ie c o n f r o n t a r c o n i d a t i d i e e = A S a r a n z i a .l t r i m e n t i >

per lparametricaratteristici sisurriscalda viadella flNV sporcizia o della delgeneratoreFVsono ventilazioneinsufhcienter:ripulirel'lNVnon immulati coprire ingombrare, o eventuelmente ripulire la griglia ventilazione. di Altrimenti=> nellareteeletControllare ci sono se dsturbi tri.a,.Verificare l'lNVsidisettiva se occa5ional(perquesto mente idatalogger molto sono u'tili), rilevare datie legBeremessaggi errore. i da oppure CR. il Contattarefabbricante il dell'lNV 1Vedasi glossario: derating. 'Vedasi paraSrafo "Difetticausati precedente: il dallareteelettrica". Tabella Ricerco guastipet lo categorio I'impiantoptoducemenoelettticitdi prima. 4.4: di 3:

5e i picchidi potenzadel generatore sono al di sopradella potenzanominale, FV questo indicedi buon funzionamento fotovoltaico. dell'impianto

(stand-alone) isolati/autonomi 5 Sistemi


progettazione e composizione, funzionamento, componenti, manutenzione al d l l s e g u e n tc a p i t o l oo r n i r o l ou n ap r i m ai n t r o d u z i o n e l at e m a t i c a e i e f s p i c c o ls i s t e mfi u n z i o n a n tin i s o l a , n q u a n t ol a c o m p l e s s i td e l l ' a r g o i i della mentononconsente diaffrontarein questasedegli aspettispecifici p r o g e t t a z i o n e e l l ' i n s t a l l a z i op e ri m p a n td i q u e s t oi p o . i t ed ne d'impianti, Occorre sottolineare perla progettazione questa che, di tipologia l ni co i e a n c h eei n d i c a z i od e i f a b b r i c a n t i d e im p o n e nrte l a t i va l l ' i n s t a l l a z i o n e , m a l l ' i m p i e ge al l a m a n u t e n z i o n e n od i f o n d a m e n t a li e p o r t a n z a o so p N a t u r a l m e n t e v o n o s s e r e r e s en c o n s i d e r a z i oan c h el e i n d i c a z a o n i de e i ne g e n e r ada n o f o r n i t e e l l e e z i o n ie l a t i va g l i m p i a n tc o n n e s alil ar e t e . l n s r e i s

5.1Descrizione
5.1.1Cosa sonoi piccoli sistemiautonomi? atti Si tratta di sistemifinalizzati alla produzione energiaelettrca, a di ( ta g a r a n t i r le a l i m e n t a z i o n e t o n o m ai n d i p e n d e nde l l a r e t ee l e t t r i c a )i ' d au di isolati. fenergiaeletapparecchi oppurel'elettrficazione utenze/edifici fornita alle utenzein modo trica viene prodottain loco e direttamente p r e s e n tc a p i t o l ol t e r m i n en i m p a n tiin i s o l a " e r r i m e v a u t a r c h i c o .e l N i p i e g a t o e ri n d i c a riep i c c o sii s t e mc o nf u n z i o n a m e n ao i s o l aI.l t e r m i n e p l i td u p i c c osii s t e m i a u t o n o miin d i c h e ri q u e s t a e d e s i s t e m d o t a t id i u n l , n s i i g e n e r a t o rF Vc o nu n a p o t e n z a o m i n a l e a r i a b i l d a i 4 0 W ( s i s t e mci o n e v e n ) r o u n u n i c om o d u l o a p i k W N o n s i f a r c o m u n q u ei f e r i m e n t a s i n g o l i a ad s a p p a r e c c p e ri q u a l il ' a l i m e n t a z i o n e e n e r g i a o l a r e g i n t e g r a t n e l hi m,as e m p r a s i s t e m i o m p o s dii p i d i s p o s i t ic h ef u n z i o n a n o e c t vi contenitore g a u t o n o m m e n t e r a z i e l l ' e n e r g is o l a r e . a a a F i m I s i s t e mF Va u t o n o m ic o m p o s tp e r l o p i i rd a u n s i n g o l o o d u l o Vc o n i , p o t e n z a o m i n a l e o m p r e sta a i 4 0 e i 1 0 0 W p e n s a tp e r s e r v i r e n a o i u n c r r S d u eu t e n z es,o n o e n o m i n a t i n i v e r s a l m e n to m e S o l a H o m e y s t e m " d u ce ( ( 5H 5) . e i i i N e lc a s o n c u i l f a b b i s o g ne n e r g e t i cros u l t m a g g i o r el, g e n e r a t o rF V i o s s a r o m p o s td a u n m a g g i on u m e r o i m o d u l F Vo p p u r e i u t i l i z z e r a n n o c o r d i d su r , d i v e r s e o m b i n a z i o n i f o n t i e n e r g e t i c h e p p l e m e n t a cio m en o r m a l c io i ; m e n t es i f a p e r i c o s i d d e t ts i s t e miib r i d i( F V + e n e r g ea l i c aF V + g r u p p o , e l e t t r o g e na l i m e n t a t a g a s a d i e s eo c o nc o m b u s t b irllin n o v a b i l i ) . o o l

5.1.2Diffusione mercato sul A causadellavastaespansione sistemiconnessi rete,quantificare dei in q u a n t oi p i c c o ls i s t e ma u t o n o md i c u i s t i a m op a r l a n d o i s i a n o i f f u s i i i i s d nel mercato non deltutto immediato. 2001- mercato Nel il internazionale dei sistemisolaricon accumulatore raggiunto ha circa70 MWp nstallati, coprendo il 10%dell'intero cos mercato internazionale FVLeditte leader del p n e l l a r o d u z i o n es i s t e mi in i s o l an s t a l l a n om e n o 2 00 0 0s i s t e m 'ann o di i al 6 l distribuitiin diverse prevedere crescita classi potenza, che lascia di il una m e d i a l i v e l l on t e r n a z i o n a le l1 0 - 1 5 %a n c h e e ri l m e r c a t d e is i s t e m i a i p de o au t o n o m t . 5.1.3 | limiti degliimpiantiautonom sistemiautonomidevono potergarantire autonomamente fabbisogno il energetico questomotivoil lorobilancio delleutenze alimentate. Per energeticodeverisultare positivo almenoin pareggio periodo o nel dell'anno in cuil'utenza essere deve prodotta alimentata. llenergia elettrica dall'impianto verrutilizzata locoper soddsfare esigenze in le immediate dell'utenza, quindi, affinch l'approwigionamento risulti energetico sufficiente, occorrer ponendo dimensionare l'impianto accuratamente attenzione razionalizalla zazione consumi. essendo possibile dei Non attingere rifornimentisupplea gli perfettamente mentari, utenti de sistemiFVin isoladevonoessere a c o n o s c e n z a i l i m i t i d e l p r o p r i o m p i a n t o d a d e g u a r ec o n s u m ia l l a de i e i quantit ienergia disposizone d Laddove possibile sia usufruire dell'energia elettricadi rete,gli impianti autonominon costituiscono ancorauna validaalternativa quanto gli in e a l t ic o s t d i p r o d u z i o nd e l l ' e n e r g ic h ea s e c o n dd e l l ' e n t i t e d e l t i p od i i a, a possono impiego raggiungere Euro Chilowattora, sonocertamente i2 a non concorrenziali rispettoal prezzo dell'energia fornita dalla rete elettrica o ubb l i c a . 5.1.4 | vantatgi degliimpiantiautonomi:importanza tipologie e d'impiegode piccoli sistemiautonomi Gli impianti fotovolta in isola ici trovano largoimpiego tutte quelle in stuazionidovel'energia dellaretepubblica disponibile dove, frontedi non o a unfabbisogno comu uenonelevato partedell'utenza, nq da l'approwigionamentorisultilo stesso problematico.questo In caso superiorit la tecnica ed economica FV nei confront altri sistemid produzione del dell'energia di elettrica, comead es.l'utilizzo gruppiconvertitori, batterie, lampade a di cherosene, risultasicuramente vincente anchesul pianoeconomico.

2t6

g contribuiscono notevolmente, da molti decenni, Gli impiantiautonom q uellepccole utenzeper le quali elettrica ditutte allafornituradi energia o e e. l a r e t e i d s t r i b u z i o n e n f a c i l m e n ta c c e s s i b iIl n m o l t ic a m p d ' a p p l i d foto sistemi e cazione, comead es.nell'astronauticanellanavigazione, mentoenergetico ormaiunafonte d'approwigiona voltaici sonodventati vengono affidate funzion loro A riprova dellaloroaffidabilit indispensabile. per elettrica comead esempio fornituradi energia la divitaleimportanza, di e le stazioni spaziali orbitao peritrasmettitori posizone peri radiofari in marini.

gi figuro 5.1:laffdobilit degliimpionti FVoutonomi comprcvata do tempo.Peftanto Iohtnituto d comead esempio oggi vengono afrtdok lorofuhzionidi vitaleimpoftanza, eneryia elettica pet stazioni spozioli in oito o pet trasmeltitoti di posizionee pet rudiofori per di main La oto a dettn motttu una dellepime boedel sistemo prcallatmeTsunami 2005 prcsso costodiSumattu. la I'Oceano lndionoche stoto hessa ih marc nel novembre Foto a sinistro: Antony, Solorpraxis; foto a destrcA. Rudlof, GFzPotsdam

o l v a n t a g gd e l l ' u t i l i z zd e l F Ve d c a m p id ' a p p l i c a z i o n e iq u a l i s i s t e m i i riassunti nellevoci essere in isolahannodato maggioririsultatipossono seguentr: ruraligrazie miglioramento dellaqualitdellavita di popolazioni TV radio, all'elettrificazione autonomadei sistemidi illuminazione, frigoriferietc. grazie ll'alimentazione solare di a ed aumentodellasicurezza affidabilt pi ed , a p p a r e c c r a d i o t r a s m i t t e n t o,n t ir a d i os i s t e m i diil l u m i n a z i o n e i hi sorveglianza etc. sanitaria zoneremote, in del di miglioramento servizio assistenza g r e t ep u b b l i c a ,r a z i e l l ' a l i m e n t a z i od ie p p a r e c c h i a t u r e a na lontane alla d (peres. ittent,frigoriferi rad mediche, sistemidi illuminazione, iotrasm per la refrigerazione medicinali, riserve sangue)etc. di di g a d m g l i o r a m e n do l l e o n d i z o n i l a v o r o r a z i e l l ' l l u m i n a z i o n e , te c tt al ea a l l ' i r r i g a z i o n e l,' a e r a z i o n e l r a f f r e d d a m e neoc .

(stand-alone) Sisterni isolati/autonomi

5.1.5Qualisviluppitecnici prevedono? si Qual ilfuturo degliimpianti autonomi? M o l t e d e l l ei n n o v a z i o n i d e g l is v i l u p pr e l a t i va i s i s t e m c o n n e s s i l l a e i i i a e r e t e , o m ea d e s e m p i ol m i g l i o r a m e n t o c n o l o g i cn e l l ap r o d u z i o nd i c i e o n u o v im o d u l iF V , o m ea n c h ei l m i g l i o r a m e n td e i s i s t e md ' a c c u m u l o , c o i v a n n o b e n e f i c ian c h e e is i s t e mc o nf u n z i o n a m e n ti o i s o l a . a o d i n q P e r u a n t o i g u a r d a t e c n o l o g id r e t t a m e n ti e e r e n t a i s i s t e min i s o l a r la a n e i n v e c e ,i s t a n n o t t u a l m e n ts v i l u p p a n d oi i m p i a n tc o m p a t ie g l ia p p a gl s a e i i r e c c h i c o m b i n a t iu e s t u l t i m is o n o e id i s p o s i t i v il c u i i n t e r n o e n g o n o . d a v Q i r a g g r u p p a t e v e r s f u n z i o nd e l l ' i m p i a n t o . di e i Altrettanto per importante il futurodegliimpia autonom la diffusione nti i d i u n as e r i e i s i s t e m i t e n z a b a s s i s s i mo n s u mq u a i l el a m p a da v a p o r e d u co o, l e m e t a l l i c o i L E D p p o s i t a m e n r e a l i z z apie rI ' i l l u m i n a z i o n e ,eg a r a n a t t ch t i s c o n ol l u m n a z i omii g l i o ra f r o n t e i u n f a b b i s o g ne n e r g e t i c oi n i m o i n i o m d o s ep a r a g o n a ta q u e l l o e l l e d i e r n eam p a d e d i n c a n d e s c e n I nf . t u r o d o l a zau t i L E Db i a n c h(L i g h E m i t t i n g i o d e i)n p a r t i c o l a ra s s u m e r a n n o r u o l o e D un d i p r i m op i a n o e ls e t t o r e e l l ' i l l u m i n a z i oe ,e o nl ' a b b a s s a r se i p r e z z i n d nc di pi d i t a l i s i s t e m ia n c h e s i s t e mF Va u t o n o m r s u l t e r a n n o i n t e r e s s a n t i , i i i dal ountodi vistaeconomico.

Figula5.2:"HondaDrcamMachine".Benzina equivalente0,76lper100km. Fonte: Sola rpolis

2ta
tr

ad 5.2Composizione e funzionamento degliimpianti isola


Lacomplessitun sistemautonomo deisingoli ponenti di com dell'impia nto a e v a r i a s e c o n dd e l t i p od i a l i m e n t a z i o nie h i e s t a , l l a o t e n z a s s o r b i t a a a r c de p e dellecaratteristiche dell'utenza. figura5.3illustra La comela complessit p o s s a u m e n t a rp a s s a n d o ls e m p l i cc o l l e g a m e n t o d l u n s i s t e m la i s o l a n e da e di una cellafotovoltaica di un generatore o solarea sistemin gradodi soddisfare utenze con maggiori esigenze. tp L a i g u r a . 3 a l l u s t r a , e d i a n tu n d i a g r a m ma b l o c c hliep o s s i b i l i a p l i f 5 i m e , a o c a t i v e e i s i s t e ms o l a r i s o l a t p a s s a n dd a a p p l i c a z i o n i i n i m a l ic o m e d i i m , potrebbe pi qualiisistemi essere giocattolo, applicazioni importanti, un ad di ventlazionedi pompaggio. il sistema correttamente o 5e dimensionato, l'utenza, generalmente che consta un semplice di motorea corrente cont i n u a ,r i m a r r n f u n z i o n ei n q u a n d o' i r r a d i a z i o n e l l a e l l ao t o v o l t a i c a i f f l d c r i s u l t e rs u f f i c l e n t M.a n m a n oc h el a r a d i a z i o n e m i n c e ra d i m i n u i r el e co i generatore motorerallenter ad arrestarsi tutto. Seil fino solare vene del per sovradimensionato, esempio casoin cui si vogliagarantire nel energia sufficente anche conbassa insolazione, nelfunziona mentoa regme, una partedell'energia essoprodottarimaneinutlzzata. da A volte,soprattuttonel casod generatori pu solarid elevatapotenza, prodotta primad alimenessere necessario condizionare l'energa elettrica tare il carico. questoscopo A esistono dispositvi cond dei d iziona mento, proteggere comei limitator elettronci, servono che a l'utenza correnti da o tensionieccessive. ad esempioil caricodel generatore 5e solare fosse unabattera, dispositvo condizionamento il di costituito un regolatore da potrebbe di carica. casodi azionamenti corrente Nel in contnua, essere (corrente necessaro, lo menoutile,ricorrere un convertitore o per ad CC/CC . p c o n t i n u a ,o r r e n t c o n t i n u a()v e d i f i g5 . 3 b )i,l q u a l e e r m e t t e l l ' i mp i a n t o a c e ( ) p d i f u n z i o n a rs e m p r e e l p u n t od i m a s s i m a o t e n z aM P Pe n e m i g l i o r a e n le caratteristiche awiamento. di o C l i i m p i a n t d i p o m p a g g i e g l i a z i o n a m e n dii p o t e n z a a g g i o r e o n o i m s t generalmente per concepiti il funzionamento corrente n alternata. Occorre (lnverter) quindiprevedere convertitore pertrasformare corrente la un CC/CA per continuaprodottadal generatore in corrente FV alternatanecessaria ( a l i m e n t a rie c a r i c o v e dfi g . 5 . 3 c ) . l per partedelleapplicazioni, ln ognicaso, la maggior occorrer tenerconto produzione generatore solare, dovuta dell'irregola della rt energetca un di al variare dell'irraggia mentonelcorso dellagiornata, dellestagioni nonch prevedere sistemi aifenomeni meteorologici. questo Per motivooccorre nei fotovoltaci autonomi un sistemadi accum lo/immagazzina u mento per N i a , l ' e n e r g i a . e is i s t e mp i p i c c o l c,o m ea d e s .l e c a l c o l a t r itc i s c a b ltia l e i in disoositivo risolve un comunssmo si in condensatore. caso cui invece Nel la capacit accumulo di richiesta debba essere maggore, ricorre si all'instal(batterie accumulatori lazione dispositvi elettrici). Poich di elettrochimici di o s i ag l i a c c u m u l a t oc h ei s i s t e m F Vp r e s e n t a nu n as t r u t t u r a o d u l a r e ri i m f u n z i o n a na c o r r e n t c o n t i n u a l, l o r oa b b i n a m e n tro s u l t a t t i m a l e . o e i i o

I sistemi comequellirappresentati fi8. 5.3e nella vengono spesso impiegati (solar Homesystems,. nei Anchenei sistemi dotatidiaccumulatori essere pu necessario ricorrere a dispositivi condizionamento di supplementari, ad esempio protezioni come le controle scariche profonde,regolatori i carcaed iconvertitori corrente i d a continua(convertitori CC/CC), come illustratonellafig.5.3f, oppuregli inverterper la trasformazione corrente n alternata dell'energia elettrica prodotta (convertitoriCCICA) etc.

Pompe alimentatori con protezione elettronlci, catodlca

lTl-lf{],*-...

poatlli, utenze telecom, per frlgorlleri medicinali, illuminazlone fermate telefonia emergenza, di (per orologi lagestione casesolate, scuole, ospedali rurallisolati, alimentatida impianti pigrandie altra con fonte di riserva (die5el/vento)

ModriFv !
I I

333l= .-*n0o,"../.. 9-9EER =


^ . .

I["T,fi:'e1:1r"

I,n*dcc/ca I

#;:",i,ifffi"",",""

Figurc5.3: Rapryesentazione schematica tiassuntivo diveBitipi di sistemiautonomicon di diagtummia blocchi.

Perridurre minimole perdite sistema al del occorre valutare attenzione con i pro e controdel dispositivo cond di izonamento. Molte delle moderne u t e n z e l e t t r i c hs o n o i s p o n i b is iu lm e r c a t o n c h e e ri l f u n z i o n a m e n t o e e d l p a in corrente continua.

220

di dei 5e teniamo contodell'elevata variabilit della produzione energia generatori necessarigarantire a solari dei costielevati e degliaccumulatori l a c o n t i n u i t e l l ' a p p r o w i g i o n a m e n tio ,c c o r g i a mc h e i n a l c u n ic a s i d c a o rie risu piirconveniente lta integraresistemiFVconfonti di energia usilia i a (vedifig. (a 5.3g). possible esempio ad ricorrere gruppielettrogeni gas, a a benzina a diesel, o eventualmente ntegrandoli sistema)o generanel a tori eolici. Nell'Europa centrale generatori i eolic forniscono lorocontriil quando l'irraggiamento buto maggioresoprattuttonei mesi invernali, particolarmente solare raggiunge livelliminimi.Ouesto rende vantaggiosa l' i ntegrazione re/eolico. sola

Schema blocchi un impiantoFVautonomo a di

I 4l I I -

solare {1)ceneratore dicarica {2)Regolatore (3)Fusibile (4)Accumulatore Corrente continua

(5)lnverter l'alimentazione per a utenze 110/210V r-"1f6)Distribuzione Der w uienzeLz/zlvcc I e Presa elettrica

- - Corrente alternata

Figurc5.4:Componentidiun impianto FVautonomL

FV fenergia solare viene trasformata energia in elettrica generatore (1) dal (4), e,sotto forma corrente di contin raggiunge ua, l'accumulatore passando (2), vene attraverso di alimentazione regolatore carica oppure icavi e il di elettriche alimentate. utilizzata direttamente utenze dalle

f--..*lnr

(sran9-aro!e) isor:tr.1ur:!omr
ll bilanciotra prodotta energia energia elettrica ed consumata determina la quantit energia di cheviene accumulata prelevata llebatterie. o da Durante l g o r n oa d e s e m p i o n c o n d i z i o n i d iu f f i c i e n tie r a g g i a m e n tloe n e r g i a , i, s r ', elettricaprodottadall'impianto deveessere suffcientead alimentare le u t e n z e o l l e g a ta l l ' i m p i a n t e d a l c o n t e m p o c a r i c a rg l a c c u m u l a t o r i , c e o a e mentre, voltatramontato sole, utenze preleveranno una il le esclusivamente dagli accumulatori l'energia necessaria lorofunzionamento. al Ceneralmente le tensionicontinueutilizzate sistemifotovoltaici nei sonostandardizzate varianotra i 12, 24 o 48 Volt,anchese in casiparticolari e possibile utilizzare voltaggi dfferenti non standard. e

UtenzaCC 72V o 24V

Utenze CA 23OV/5OHzo 720V/60Hz

Figura5.5: ksolotHomeSystem,conpossibilit alimentarcutenzein CA. di

ptaticodi "SolatHomeSystem,. Fi?uru5.6: Un esempio Fo : Noatu Ke i t, www.M icroE eryy 1nt emat i onal.com nte b n

222

Modulo FV

5u richie5ta

Su richie5ta

per Figuru5.7:Piccolo sistema utenzein CAepet componentiinCC.

Descrizione componenti dei principali un impiantofotosonodescritti componenti i di Qui di seguito voltaico autonomo(perfunzionamento isola). in 5.2.1 Moduli/generatoriFV ll generatore solare, composto singolmoduli FVo da diversimoduli da produrre paria quellache collegati loro,deve fra una quantitdi energia le utenze connesse il sistema e stesso consumano. Contrariamente sistemiconnessi rete(vediancheicapitoli relativi ai alla agli impianticonnessi rete),nei sstem isolail puntodi lavoro alla in del generatore non coincide quasi mai con quello di massimapotenza FV = (MPP Maxim Power partedeicasiil sistema um Pont). Poich nellamaggior non dotato di un convertitore per CC/CC l'inseguimento punto di del massimapotenza, essoviene raggiuntoapprossimativamente soltanto durantela carica dell'accu mulatore.

223

(stand-alone) Sistem isolati/autonomi

Esigenza moduliadeguati di allacarica dell'accumulatore prodottadai generatori Lacorrente elettrica solarideveessere adattaalla t e n s i o n e o n t i n u a o m i n a l e e l s i s t e m a ,w e r o l at e n s i o n e i e s e r c z i o c n d o d del generatore deveessere FV sufficientemente da garantire carica alta la d e l l ' a c c u ul a t o r e . m G e n e r a l m e n lta t e n s i o n e e l s i s t e m a i e n e e t e r m i n a ts c e g l i e n du n a e d v d a o q,u a l e1 2 ,2 4 o 4 8 V o l t .P e r t a n t oa t e n s i o n e i c h i e s t a tensione tandard s l r (tensione carica) dal generatore per ricaricare FV l'accumulatore di deve pi e s s e r e g g e r m e n t e i re l e v a t a e l l a e n s i o n e o m i n a l e e l l ab a t t e r i a . le d t n d Accoppiamento diretto fra generatoreFV accumulatore utenzeed schemaelettrico e curvecaratteristiche
4,O

3,0

1,0

Utenze carichi /

0 10 lensione V in

Curvacaratteristca delseneratore

Curvacaratterigtica dell'accumulatore

Cutuecaratteristiche (resistivi) dei carichi

Figutu5.8: Cutvecantteristichedelgenerctorc dell'occumulotorc delleutenze(rcsistive) FU e in casodi occobDiamentodiretto.

L at e n s i o n e i c a r i c a i u n a c c u m u l a t o r e 1 2 V o l t n o m i n a l d i 1 4 , 4 V d d da i P e r t a n t o m o d u l iF Vd e v o n o s s e r en g r a d od i f o r n i r e l l ' a c c u m u l a t o r e i e i a q u a n t o m e n oa t e n s i o n e i c a r i c a n c h e n c a s od i t e m p e r a t u re l e v a t a l d a i a (in dellecellefotovoltaiche generedi 70'C al massimo), tenendoconto owiamentedi tutte le perditeche si verifcanosul circuitofino all'accu(perdite cavi, (vedianche mulatore nei dododistringa, regolatore carica) di (Temperatura potenza)). configurazione generatore sezione e La del FV q u i n d i d i m e n s i o n a t a e n d o o n t o i q u e s t i s p e t tc o s d a dovr ssere e ten c d a i g a r a n t i rie b u o nf u n z i o n a m e n t o t u t t o l ' i m p i a n t o . l di Untempo,la maggior partedei modulifotovoitaici concepita garanper era t i r el ac a r i c d e l l e a t t e r i a 1 2 Ve l at e n s i o nc o n t i n u n o m i n a l( 1 2 V2 4 V ) a b e e a e era indicata nellascheda tecnica. Conla orevalente diffusione sstem dei c o n n e s s il l ar e t e o r m a im o l t d e m o d u l i n c o m m e r c is o n op r o g e t t a t n a , o ii

224

modotale da risultare inadattiallacarica batterie di senza I'ausilio un di potenza per l'inseguimento puntodi massima MPP. convertitore cc del tenere Perquestomotivo, momento scegliere moduliFVoccorrer al di dei (accupresente perla carica un singolo dell'accu mulatore che di elemento ameno6 mulatoreal piombo-acido) 2 Volt nominalisononecessarie da di da celle fotovoltaiche collegate serie. in Quindila carica una batteria 12 colleeate in Volt necessita un modulo FVda 36 cellesolaricristalline di 5ene. possano Perta sesi prevede lecellefotovoltaiche nto, che raggungeretempeci aitropici nelcaso o di rature elevate, comead esempio caso trovassimo nel posteriore, potrebbe utimoduliconcattiva ventilazione essere necessario lizzare almeno celle 40 fotovoltaiche 12Voltdi tensione oer dell'accumulatore. con continua superiore a Ci accorgiamo di comeun sistema tensione cos 12V necessiti un numeroelevato cellecollegate serie. di di in 5.2.2 Regolatore carica di la Lo scopodel regolatore carica di fornireagli accumulatori giusta di (ntroppa n troppo poca), quantitdi energia coschesi deteevitando riorinoa causa dell'eccessiva scarica del sovraccarico oualiDotrebbero o ai essere sottoposti corso nel dell'esercizio dell'impianto.

principalmente fu i: I regolatori carica di svolgono leseguenti nzion protezione profonda; dell'accumulatore scarica dalla (protezione la limitare tensione la difinecarica contro sovraccarica); sul solare impedire la batteria scarichi che si nottetempo generatore come un stesso, di notte, producendo che non energia, comporta si passivo unapropria interna. carico con resistenza possono le funzioni Alcuniregolatori carica di anche svolgere seguenti supplementari: in adattamento procedura carica della di altipodi accumulatoreuso (particola al rmente importante caso accumulatorigel); nel di protezione l'inversione polarit; contro della protezione contro sovraccarico e cortocircuito; della adattamento tensione finecarica temperatura batteria della di alla un ditemperatura interno; mediante sensore microsca ricatore integrato; della carica corso visualizzain e display indicazionetemporeale con in zione valori correntetensione; dei di e

. attivazione automatica carica equalizzazione: 1-5 della di ogni giorni le pertre oreconunatensione batterie vengono caricate superiore alla si tensione ebollizione,modo chemediante di in tale l'equalizzazione ottenBa rimescolamento strati un dell'elettrolita dell'accumulatore. degli questa procedura, Senza l'inevitabile stratifi cazione dell'elettrolita comDorta danno unariduzione vitautiledi un accumulatore ed un della al Diombo-acido.

Uncomponente opzionaleil regolatore integrato, consente MPP che al generatore mantenerepunto lavoro punto massima potenza di il di nel di (MPP). l'MPP si una Con tracking integrato regolatore carica ottiene nel di pari si riduzione delleperdite al I0% ed oltre, contemporaneamente ma aumenta costo la complessit il e del tecnologica dispositivo. pi ditensionetra di ottimale modulo del il punto lavoro Quanto ladifferenza tanto pi importante il e la tensione carica di dellabatteria ele\ta regolatore Tale di la MPP. situazionetipica caso moduli cuiprogetta del per zione siastata non ottimizzata l'impiego impianti in autonomi che o vengono impiegati zone clima in con moltorigido. per Fabbricanti regolatori carica sistemi autonomi FV di di Phocos, AITTBB, Mastervolt, Meyer Solar Technology, Morningstar, Heliotrope, Reusolar, Schams Electronic, Steca, 5ollatec, Solarwatt, SunSelector, Trace, Sunware, Uhlmann Solarelectronic etc. 5.2.3Accumulatofe Negli impiantifotovoltaici, il momento utilizzo di dell'energia parte da delle utenze alimentate coincide raramente il momento cuivieneDrocon in dottal'energia generatore O_uindi,un sistema dal FV. in autonomo,indi prodotta generatoredurantegiorno spensabile l'energia che elettrica dal FV il vengaaccumulata cos soddisfare il fimmagazzinata, che questapossa di fabbisogno notturno essere o sfruttata periodi scarsa in di disponibilit periodi cattivo di tempo. energia solare, come caso prolungati nel di inqualunque momento, l'accumulo Aifinidelsoddisfacimento delfabbisogno generale sia che di energia elettricadifondamentale portanza in linea im particolaresistemi di nelcaso di fotovoltaici autonomi. possibilitconserLa prodottafondamentale garantire per vare l'energia l'adeguata continuit di fornitura energia di elettrica.

Gli accumulatori impiegatinegli impiantifotovoltaici devonopossedere caratterstiche Darticolari li rendono che adattallecondizion d'esercizio uciclabilio, owero resistenti specifiche un sistema Essi di FV devono essere a d u n e l e v a t o u m e r o i c i c l i d i s c a r i cp r o f o n d a n m o d od a f u n z i o n a r e n d a i, giornaliere. posadeguatamente anchein casodi carica scarica e Devono sedere inoltreun buonrendimento carica/scarica mododa resttuire di in gran parte dell'energia Un'altracaratterstica elettricaimmagazzinata. per impianti FV il livellodi autoscarica, deve delle batterieadatte che molto ridotto. essere C i ad a t e m p os o n od i s p o n i b isiu l m e r c a t o e g l i a c c u m u l a t o rlip i o m b o l d a questecaratteristiche che riescono garantire un n gradodi garantire e a buon rapportoqualit/prezzo.

pet Figura5.9:Gli accumulatori speciali piombo-acido al sviluppoti sistemi autonomtst W contrcddstnguono per l loro elevoto n pporto qualit/Wezzo. Fonte:BAE Batleien GmbH

(piastre) positivienegativi Tuttigli accum latorisonoformatida elettrod u o r a c c h i u sn u n e l e m e n t o o v e o n om a n t e n u ts e p a r a t 'iu n od a l l ' a l t r e d ii d s i l (acdo di al immersi un elettrolita n solforico caso accumulatori piombo). nel elementi, ciascuno Cliaccumu lator pom al bo-acido sono formatida diversi o in d i e s s c o nu n at e n s i o n e o m i n a l e 2 V o l t , h ep o s s o ne s s e r e s e r i tin i n d c s c o i s i. tn u n ' u n i c a c a t o l a o m u n e p p u r e n c o n t e n i t o r n g o l C e n e r a l m e n ue in accumulatore compostoda 6, 12 o 24 elmenticonnessi serie,in da modotale che neltotalevengagenerata tensione una contnua 12,24 o 48V etc.

(stand-alone) Sistemiisolat/autonomi

in; A seconda deltipodi utilzzo batterie dividono le si per batterie gruppi continut; di (delle batterie awiamento di auto); batterie stazionarie; batterie trazione da etc. modelli definita base costruzione in ala La tipologia involucro diversi di dei peril controllo rabbocco dell'elettrolita,ngel al senza owerocontappi e (siggillate" <ermetiche". man utenzioneD, o il degli Lecaratteristiche di tenutadell'involucro elementi, modello degli sulle interna influiscono modo in decislvo cararelettrodi la costruzione e teristiche l'accu del mulatore. tra distinguere i Perle applicazioni campo nel fotovoltaicoimportante piastre positivi.pir I comuni sono piastra la a modelli delle degli elettrodi (tubolare), griglia, piastra batteria stazionaria la corazzata dettaanche piana. conpiastra corazzatal, piastra e la al manutenzione: diversi per modi ridure minimo Accu latori mu senza esistono gli interventi manutenzione batterie. scopo quello evitare di di sulle Lo della chel'acqua dell'elettrolita venga consumata durante l'esercizio batdistillata. primo Un teriae debba essere rabboccata/ripristinata conacqua oppure quello evitare tuttol'ebollizione di del durante l'esercizio approccio specialitappi si purecuperare l'idrogenol'ossigeno uscita e in mediante di ricombinazione. gli strutture nel o Gliaccumulatori fissano elettrolit gel, in particolari che ovunque. al essere utilizzati di feltro, sonoimpermeabili gase possono per questa disponibile anche grosse Oggigiorno tipologia accumulatori di questo di accumulatori particolarmente sensibile capacitEssendo . tipo per moltocaldo. al calore, indicato l'impiego zone clima non in a possono solari, essere Neipiccoli impianti, come esempio lampade ad le impiegati anche accumulatorinichel-cadmio. al (batterie awiamento) deltutto inadatte delle di sono Lebatterie automobili per per correnti FV sonoottimizzate fornire agligli impianti in quanto profondi. batteLe l'awiamento elevatedl breve e durata, nonpercicli ma venSono sPesso modficate piastre griglia, con a invece, riedi awiamento nei sistemi autonomi. FV utilizzate piccoli delle al La seguente tabella fornisce una panoramica batterie piombo ai FV attualmente disDonibii mercato adatte sistemi autonomi. sul e

I Batterie (conseparatore elettrolitoliquido)oppurebatterie piastrecorazzae ed staziona specialicon rie piastrecorazzae stazionaricon sigillateed elettfolito a gel.

224

T i p od i costruzione

Batterasolare

Batteriasolare a r8 e r , 5 e n z a Stagnae con pia5tre Sriglia a

Batteria al Batteria l a piombo, , sigillata p i o m b o s i g i l l a t a positive tubolari/ p o 5 i t i v a s b a r a corazzate

piastra grigla a positiva e neSarva Caratteristiche z t o n eb a s s o , livello i d auloScanca

Nessuna adatta a qualsiasiluogo

Richiede

zaone,5enza p o c h i s s i m a profonda m a n u t e n z i o n e , scarica


costruttiva robusta,carica agevolataa bassovoltaggio, profonda

20
C a m p od i c a p a c i t n A h i a 60 260 10 130 200 1200

20 2000

Rendimentin o Autoscaricain % almese

85 90 2 4

>90 3-4 Da3a5 (tamponel c i c la l 3 0 % . A O O i Ciclial50%:300 Nessuno Da200a550 D a 0 , 5 0a 1

>90

<3
Cicliconpleti: >1000 C i c la l 3 O ' / . : i circa 000 3 Finoalanni Da 250 a 400 D a 0 , 2 0a 0 , 3 0 Ciclicompleti: circa 200 1 C i c la l 3 O % : i 4 circa 500

D u r a t ad i v i t a , C i c l ia l 2 a % : n ur n e r o i c i c l i d i 1 0 0 0 d carica/scarica Ciclial40%i500 lntervallidi man{rtenzione l n v e s l i m e n t on i Circa mesi 3 D aI 4 O a 2 4 O

Carcaanni 3
Da 400 a 660 D a 0 , 2 5a 0 , 3 5

Costo specifco dell'energia /kwh,

Dao,3oa o,9o

Tabella Gli occumulotati 5.1: adiernisi differenzana notevolmente lora in termini di trc ticlabilit,manutenzione e ptez zo.

229

sistemi isolati/autonomi(stand-alone)

pef di Requisiti la carica un accumulatore di La di varia alle tensione un accumulatore in base condizioni esercizio. pu d a2,oovolt La tensionevuoto, in assenzacarico, variarea 2,12 a cio di a seconda stato dello dicarica della batteria. dicarica dell'accullvalore tensione della avuoto quindi indice stato un dello attraverso misula mulatore. Perverificare lo stato carica di della batteria la senza carico razione tensione vuotooccorre della a mantenere batteria "tensione vuotoD ciascun a oeralmeno ore.I valori 4 della cosiddetta Der (in al elemento dell'accumulatore pari 2,12V caso batterie piombo sono a di (in di carica al50%'l e'l-,96v completamente cariche), 2,03V caso batteria (incaso batteria di scarica). in dell'accumulatore siabbassa Durante processo scarica, tensione il di la di erogata. Un'elevata corrente modo variabile funzione in della corrente scarica comporta foeabbassamento tensione. un della
2 Tempodicaricain h 4 6 4

Scaricare con:

I=lo

TemPo discaricaln h l=2,5x Il=5 x to"

Figuto5.70:Caca e tcocadi accumulatoal piombo-curva dellotensionea co ente cottonte.

(indicata costrutdal volta raggiuntolivello il ditensione difinescarica Una pu l'accumulatore toreperdiversi valori corrente tempidi scarica), di o la di energia porti tensione che considerarsi Unulteriore scarico. assorbimento viene scarica sottoil livello menzionato definito orofonda.

"

230

o l p r o c e s sd i c a r i c a e l l ' a c c u m u l a t o rw i e n eq u a n d o i s u o lp o l i v i e n e d ae a L a p p l i c a tu n at e n s i o n s u p e r i o ra q u e l l a o m n a l e .at e n s o n d e l l ' a c c u a e e n e m u l a t o r e u m e n t a l l o r a o n l ' a u m e n t a r d e l g r a d od i c a r i c aC o nu n a a a c e . tensioneper elementopari a 2,4 Volt, la batteriaraggiunge stato di lo e b o l l i z i o ne s u g l e l e t t r o dc o m i n c i a n a f o r m a r s b o l l ed i i d r o g e n o d e i o e o s s i g e n oa u m e n t o e l l a e n s i o n e o m p o r t a' e m i s s i o n e g a se s p l o s i v o I. d t c l di e l a c o n s e g u e n pe r d i t a i a c q u a e l l ' e l e t t r o l i t a . te d d Perevitarequestoeffetto raccomandabile superare tensionedi non la (r e c a s o i b a t t e r i e n d f i n e c a r i c an d i c a t a a l c o s t r u t t o rd e l l ' a c c u m u l a t o i d e a l p i o m o - a c i d o u i d od a 2 , 3a 2 , 4 v / e l e m e n t o ) . liq : qu i n d i o n s i g l i aeo e g u i ru n c o n t r o l lp e r i o d i c o is i s t e mF Va u t o n o m i c ts e o su i dotati di regolatore caricaper verificare correttofunzlonamento di il del regolatore carica. di O_uesto minimizzer I'eventualit si verifichila che mancanza elettrolita idoo unaconcentrazioneacdo di lqu di troppoelevata n e g l ie l e m e n t ie v i t a n d o o s d a n n ie d i r i s c hc o r r e l a t i l l ee m i s s i o n i i , c i a d g a se s p l o s i vP.o i c h t e n s i o n e i f i n ec a r i c a i p e n d e al l at e m p e r a t u r a , i la d d d p a i r e g o l a t odii c a r l c a i m o d e r nn e r i l e v a n iov a l o r e p p l i c a n dlo r e l a t i v a r i l a c o r r e z i o n e t e n s i o n e u r a n t el o r o c e s sd i c a r i c a e l l ' a c c u m u l a t o r e . di d i d o P u e s s e r n v e c e t i l ep r o v o c a r e l t u a r i a m e n(to g n i 2 - 4 s e t t i m a n e a e l) u sa e pe d o i c o n d i z i o nd i e b o l l i z i o n e n t r o l l a t a , rl a d u r a t a i qu al c h e r a , n m o d o e co l d a c o n s e n t i ri er i m e s c o ld e l l ' e l e t t r o l iea ui n d lr i d u r r ea s t r a t i f i c a z i o n e l o tq i d e l l ' a c i dn e g l e l e m e n t i . o Verifica dellostatodi carica mediante misurazione delladensit dell'acido p N e l l e a t t e r i e o ne l e t t r o l i t la qu i d ol o s t a t od i c a r i c a u e s s e r m i s u r a t o b c i e mediante rilevatore acidit. raDDorto lo statodi carica la concene un d ll tra t r a z o n e i a c i d o l l ' i n t e r n d i u n a c c u m u l a t o ce ne l e t t r o l i t c o s r a n r e : d a o ro a l a c o n c e n t r a z i od i e c d o u m e n t a o nl ' a u m e n t a r e l a a r i c a . e r t a n t o , c de c P na a p n d u r a n t ea s c a r i c aa q u a n t i t i a c i d o i m i n u i s ce c o n t e m o r a e a m e n t e l l, d d e e d o s i p r o d u c a c q u aN ec o n s e g uu n ar i d u z i o nd e l l a e n s i t e l l ' a c dm a n . e e d m a n oc h el a b a t t e r i a e d e a s u ac a r i c a . el ' a c c u m u l a t oe t a t oI a s c i a t o c l S rs p e a d o b a r i p o s o e ra l c u n e r e p o s s i b i lm i s u r a r le d e n s i t e l l ' a c i dd e l l a a t o , M u t e r i ae q u i n d i n d i r e t t a m e n t le u os t a t od i c a r i c a . e d i a n t e n r i l e v a t o r e i i s a d i a c i d o i p r e l e vu n aq u a n t i t i l i q u i d o l e t t r o l i te l o s i c o m p a ra i v a l o r i s d e a o c d e l l a a b e l l a e lr e l a t i v a c c u m u l a t o rG e n e r a l m e nlta d e n s i t h es i o t t d e. e g d t i e n ei n c o n d i z o n ii c a r i c a o m p l e t a i a g g i r a u i 7 , 2 8 / c m ], i n c a s o i d c s s g/cm3. caricaa| 50% su1,18g/cm3 in casodi scarica pletasui 1,10 e com L af o r m u l a m o i r i c a e r l a s t i m ad e l l at e n s i o n e e l l ' e l e m e n td e l l ' a c c u e o d o m e m u l a t o r e e d a n t l a d e n s i t i a c i d o l as e g u e n t e : d =e + t e n s i o n e e l l ' a c c u m u l a t o rc o n c e n t r a z i od ie c i d o 0 , 8 4 . d na

(stand-alone) isolati/autonomi Sistemi

Capacit un accumulatore piombo di al Per capacit intende quantit corrente si la di elettrica unaccumulatore che (misurataamperperiodo in ingrado difornire undeterminato in ditempo grandezza erogata, iltempoin oraAh). indica, pa[it corrente a di Questa quella prima corrente oreperil quale l'accumulatore grado in difornire si cheesso scarichi. Temperaturapotenza e Lacaoacit un accumulatore di dioende misura in diretta dall'intensit della corrente scaricadalla temperatura.capacit riduce di La si notee sua volmentecon l'abbassarsi della temperatura: approssimativarnente per grado dell'1% ciascuno centigradoabbassamento temperatura. di della "persaocausa pu recuTuttavia l'energia a della bassa temperatura essere perata riattivata o riscaldando l'accumulatore. Nel caso cuinonsidisponga in di particolari indicazioni costruttore,pufareriferimento valore del si al di nominale generalmente unatemperaturaesercizio per di capacit indicato di 20"c. Esempio: accumulatore a 20'C risulta un che completamente carico, con unatemDeratura0'C disoone di dell'80 della caoacit. % sua solamente
2,7

::
g

E 2,6
2,5 2,4

(t

2,3
.9

2,2
F

-20 -15 -10 -5

10

1s

20

25

30

35

n TemPeratura"C

Figun 5.17:Tentione difne caica infunzionedellatempentum.

-:':gtil#

Intensit corrente scarica potenza di di e Aumentando l'intensit dellacorrente scarica, di diminuisce capacit la disponibile.taie proposito seguente A grafico il mostra l'esempio un di accumulatorepiombo piastre grigia: al con a mentre unacorrente con di prelevare scarica pari relativamente ridotta a 1A possibile dall'accumulatore1-00 conuntempo scarica 100h (esempio conunacorrente Ah di di 2), pari di scarica a 8Ain 10h lostesso accumulatore dispone di una solo capacit di 80Ah(esempio 1).

.9

n 75

10

20

30

oo

,"Loo" o'?!"rn"1 n

to

s0

100

Figutd 5.72: Roppottotrc tempo discarica e copocit disponibile,nelcaso diun occumulatore al piombo con piastrc o giglia.

Lacapacit nominale essere deve quindi indicata riferimento con altempo di scarica. Solitamente il tempodi scarica viene indicato come indice dei per (valore perla corrente simboli la corrente scarica lacapacit di e l* di scarica, valore o valore perla capacit).genere trattadi valori C* K* In si come es.nCroo=l-00Ahr. posta basso ad Lacifra in accanto valore al indica ladurata scarica orecorrelata caDacit di in alla dichiarata. Nell'esempio, l'accumulatore dispone unacapacit 100Ah, condizione di di a cheil prelievo awenga untempoinferiore 100ore. corrente non in a La di quindinon superore1A. Naturalmentecorrente scarica scarica a la di puessere superiore, intal caso capacitladurata scarica ma la e di saranno inferiori. (ad le per Mentre gliaccumulatori standard es. batterie deiveicoli)vengono generalmente qo,nelcampo indicati valori delle applicazioni solarivengono usati valori C.*.

233

per profondit Fattori fondamentali la duratadell'accumulatore: di scarica temperatura e I processi chimici awengono che all'interno dell'accumulatore solo sono parzialmente reversibili. ogniscarica, Dopo piccole infatti, siformano delle quantit solfato piombo di di che,non potendo essere nuovamente disciolte, danno origine fenomeno solfatazione al di dell'elettrolita. Dopo ciascun di carica/scarica, ciclo la capacit dell'accumulatore tender allora quanto lascarica pir a ridursi leggermente, uneffetto con maggiore tanto allaquale statosottoposto profonda. lavorare accumulatori gli sar Far profonde permette quindi ridurne conscariche regolari poco e di l'usura. profondit scarica il numero ciclichela ll rapporto la regolare tra di e di batteria riesce sopportareillustrato a preso nella 5.L3 deve fig. e essere in considerazione al momento dimensionamentodell'accumulatore. del
100 90 80 ": 70

*uo
g s 0 4 0

S:o
20 10 0 500 1000 1s00 2000 2500 3000 3500 4000 4500 5000 Numero cicli di Batteria piombo al con pastre griglia a Batteria blocc a
Batteriapiombo-acido gel a Batteriacon piastrepiane tipo OPZS OPZV o

Figutu 5.73: Duruta didivetsitipi di occumulatoi in funzione dei cicli di carica/scaico,

Neisistemi per autonomi, evitare si verifichino che scariche troppoprofonde, occorre disconnettere quando necessitano leutenze non di energia questo profonda elettrica. Spesso sistema protezione di contro scarica la integrato regolatore carica nel di stesso. per Lebasse temperature potenzialmente sono dannose qualsiasitipo di accumulatore al piombo.congelamento pu ll dell'elettrolita comportare la distruzione dell'accu mulatore stesso.Ta ioaumentaua l'accu lalerisch o ndo mu tore scaricq quanto talcaso densit in in la dell'acido minore l'elettrolita e pi si congela facilmente.

faccumulatore rischia danneggiarsi di anche viene se esposto temperature a per troppoelevate un periodo sufficientemente lungo. Partendo dallecondiz i o n is t a n d a rd i 2 0 ' C l a d e c o m p o s i z i oc h i m i c aa d d o p p io g n i1 0 g r a d i ne r a d i i n n a l z a m e n t o l l a e m p e r a t u r a . u n d li a d u r a t a i u n a c c u m u l a t o r e de t d Q che ad esempio venisse costantemente utilizzato unatemperatura ad di 3 0 ' Cs i d i m e z z e r . La temperatura elettrodi unaccumulatore sugli di al piombo deve superare non mai i 55'C, altrimenti risulterebbero danni ne dei irreversibili.

Autoscarica Cli accumulatori perdono energia nchea vuoto,owero q uandonon sono a i n u s o N e lc a s o e g l a c c u m u l a t o rtii l i z z a nie g l i m p i a n ts o l a riil p r o c e s s o . d u t i " a u t o s c a r i c a > nd e v e u p e r a rie 3 % a l m e s e . denominato no s l Rendimento amperometrico C o ni l t e r m i n er e n d i m e n ta m p e r o m e t r i c ou n a c c u m u l a t o sei n d i c al o di r i rapporto la quantitdi caricaprelevata Ah e la quantitricaricata tra in (sempre Ah) necessaria ripristinare carica. per in la Talvolta l'inverso rendimento Ah vieneanchedenominato del in fattored i carica. Carica completa degliaccumulatori piombo al Neisistemi autonomi FV quasi sempre usaun profi di ricarica si lo denominato (l-U,,.Ouestoprofiloprevede duranteuna primafasedellaricarica, che, il regolatore fornisce batteria massima alla la intensit corrente di disponibile (carica in mododa raggiungere rapidamente statodicarica uno elevato l). Unavolta raggiunta tensione fine carica, regolatore la non prosegue di il piu a corrente gradualmente massima bens tensione a costante, riducendo la corrente. seconda precedentemente A della profondit scarica di raggiunta,questaseconda fase(dettaanchecaricaU) durerdalle6 alle 12 orefi no alla ricarica pletadell'accumlatore. com u O_uandociclodi sca il rica si verifica giornalmente, prevalentemente e nelleore notturne,potrebbe capitare il ciclod carca che non bastia ricaricare tutto l'accumulatore. del prowedere tanto in tanto a sconnettere In tal casosarnecessario di le per (carico utenze il temponecessario ricarica alla degliaccumulatori senza consumo) oppure dovranno si utilizzare sistemi carica dei di supplementare, ad es. medianteun gruppoelettrogeno. Ricordiamo l'accumulatore che pu subiredelle perditedi capacitirreversibili sottopostoa scarica se profond a.

Scelta dell'accumulatore ll mercato offre un'ampiavarietdi accumulatori appositamente sviluppati per le diverse tipologied'impiego. la Considerando totale diversit di per possibile produrre requisiti rchiesti levarie applicazioni, sarebbe non un tipo di batteriacapace funzionarein ogni situazione. di Pertanto, ogni qualvolta debba si utilizzare accumulatore, un occorre operare scelta una sul pi tipo di batteria adatto allenostre I criteri scelta fondamentali esigenze. di sono: rap porto prezzo presta ni ; zio / pacit; ca d u r a t a i v i t ae n u m e r o i c i c l i ; d d r e q u i s i t i d e n t i t d e l l am a n u t e n z i o n e ; e d i m e n s o n ii n g o m b r o ; e r e n d i m e n ta m p e r o m e t r i c o ; o autosca rica; ( t , i d o n e i t d a p p l i c a z i omio b l i s c u o t i m e n pio s i z i o nie c l i n a t e ) ; a n n o i m p a t t o m b i e n t a l( i m p i e g i n z o n e o nf a l d ea d a c q u a o t a b i l e p a e c protette). per Suggerimenti la scelta Nelcaso clienti di privati facendo usosaltuario che, un dell'impianto, mettono a disposizione budget limitato,la sceltadovressere un orientatasugli accumulatori solaricon piastre grigliapositive. a infatti Questidispositivi offronobuonaqualita buonmercato. Conuna manutenzone regolare e in condizioni esercizio questotipo di accumulatori acido di favorevoli ad g l i q u i d o a r a n t i s c o n o ad u r a t a i 3 - 5 a n n i . un d P e ra p p l i c a z omio b i l io n s i t u a z i o nn c u i l ' a s s e n zd m a n u t e n z i o n e n , ii a prioritara, preferibile sar ricorrere accu ad mulatori gel.In caso dannegal di giamento contenitore si verificano perdite del non dell'elettrolita inoltre ed questiaccumulatori possono poszionati trasportatiin qualsiasi essere e m o d o e s s e n d io m u n ia d u r t ie s c o s s o n i . s p e d i z i o np e rc a m i o nn a v e , m La e , r p o a e r e o i s u l t e r p i s e m p l i c e ,o i c h e l l am a g g i o p a r t ed e i c a s iq u e s t i n r accumulatori non vengonoclagsificati come mercepericolosa. lnoltrein ( c o n d i z i o n ii e s e r c i z in o nv r s c h i d i p e r d t e i g a se s p l o s i v i d r o g e n o d o o d o e d o s s i g e n o )a l i c c u m u l a t op s s o n q u i n d s s e r e s c i a t i f u n z o n e T. a ro e la in an c h e e n z a e c e s s d m a n u t e n z i o nC l.ia c c u m u l a t oa g e ln o nn e c e s s n ti e ri prezzo/ sitanodimanutenzione sonocaratterizzati un buonrapporto e da Drestazion. e I n c a s o i s c a r i c hp r o f o n dc o n t i n u a t i vd i,c i c l g i o r n a l i e r i i, a p p l i c a z i o n i d e e i d nelcamDoindustria e o uandol'affida le bilitdi servizio rch iestain modo perentorio, occorre ricorrere accumulatori ad stazionari. accumulatori Gli (piada utilizzare questocasosonoquellicon piastre in tubolaripositive strecorazzate, o accumulatori piombocon piastra barrapositiva OPz) al a (accu ulatore piastre piane). m a E s ss o n od i s p o n i b iain c h e e lm o d e l l o g e l . i l n a

Perconfrontare loro accumulatori tra simili di diversi costruttori occorre p r e n d e rie c o n s i d e r a z i oinm a g g i on u m e r o o s s i b i ld i d a t i .5 en o ns i n le p e r in possesso tali informazioni, di quantoservesapere richiedere allacasa costruttrice. mancanza nformazioni La di sulorodottoou rivelarsi molto quindi, in caso si trovasse costosa, ci nellacondizione i doverscegliere d tra diversi di accumulatori, tipi sarbeneoptareper il prodottodotatodella docu mentazione tecnicapi completa. Nomi di fabbricanti batterie di AkkuGesellschaft, Deutsche Excide, Hawker, Hoppecke, Mastervolt, Moll, Swisssolar, Varta, Fiamm, etc. 5.2.4 Utenze Considerando icosti elevati prodottada mpiantiFV dell'energia elettrica autonomi, particolarmente appare importante questa che vengasfruttata d a l l e t e n z e e l m o d op i e f f c i e n t e o s s i b i l e .a r u i n d i p p o r t u n o t i u n p S q o u lizzare solodispositivi utenzea basso ed consumo energetico ci perche mettanodi ottimizzare l'usodellapreziosa energia elettricaprodottadal nostrosistemaFVautonomo. di Quasisemprel'acquisto utenzea basso consumo rivelamolto pi conveniente investre un impiantoFV si che in s o v r a d i m e n s i o n e don g r a d o i c o p r i r ef a b b i s o g n ii e n e r g i e i u t e n z e at i d i d d energivore. q P e r u a n t o i g u a r d l ' i l l u m i n a z i o ns o n om o l t oi n d i c a t ee l a m p a d f l u o r a e, l e rescenti le lampade o fluorescenti compatte con alimentatore elettronco integrato predisposto l'alimentazione corrente e per in continuaa bassa tensione. Ouesto tipo di lampade infattigarantisce elevato un rendimento luminoso frontedi un consumo energia a d molto ridotto. L en o r m a l li a m p a d e d i n c a n d e s c e ne ae l a m p a d e l o g e n en v e c e o n a zl a i n s o n oc o n s g l i a balc a u s a e l l o r os c a r s oe n d i m e n tlo m i n o s o . i i d r u Esistono inoltre dellelampade vapore a metallico dei LED e appositamente r e a l z z a pi e r l ' i l l u m i n a z i o nc h e g a r a n t i s c o nu n e l e v a t o e n d i m e n t o t o e r luminoso. Negliimpiantimolto piccoli, conviene per prescegliere le poche lampade s e n t i q u e la ei m e n tb i l i d i r e t t a m e n t e l ' a c c u m u l a t o ru i n d i s e ntz a s f o r ll a dal eq e r matore.Lalorotensione d'alimentazione quindi deveessere compatibile con la tensionedegli accumulatori 12V o 24V).Esistono (da oggigiorno lampade fluorescenti lampade e compatte basso a consumo possono che esserecollegateall'accu mulatore tramite appositi circuiti elettronici nreattori CC,. cosiddetti n partedegliapparecchimobili, cellulari computer Lamaggior portatil, come e funzionaoggiconalimentatori accumulatori 12V ed a

ffi

- sistemiisolati/autonomi(stand-alone)
possono portatilicomei cellulari I computer, notebook altri dispositivi i ed questidispositivi richieessere collegati all'impianto, gli almentatori ma di donounatensione d'alimentazione 220VCA. significa occorche di Questo rermontareun inverterper poterfarli funzionare. importante tenere presente un PCnecessita un quantitativo energa che di di relativamente elevato, maggiore diquello richiesto un notebook. da Poich tensionedi sistema la o degliimpiantifotovoltaici di 1"2 24 Volt (corrente continua), consentito collegare solo utenzecon la medesima n t e n s i o n e o m i n a l e m e n oc h e ,m e d i a n t e' i m p i e g o i u n i n v e r t e r ,o ns i n a l d disponga anchedi corrente alternata 230Volt. da N e l c a m p od e l l ' e l e t t r o n i c a c o n s u m om o l t i a p p a r e c c h i s p o n b isiu l di , d l p 12 m e r c a t o o s s o n o s s e r e e s s i n f u n z i o n e n c h e o na l i m e n t a z i o n e e m a c Volt CC.Esistono frgoriferi dei alimentari che utilizzano compressori dei appositamente studiatiper ridurre consumo il energetico perfunzionare e con12V CC. causa loroelevato A del consu l'impiego i frgorferi CC mo, d in portatili, prezzo indcato circommerciali a basso ed soloin determinate c o s t a n z e o m ea d e s .n e lc a s o a b b o n d a n z a e n e r g i a . c, d di pu comportare La presenza un frigorifero le utenzeda alimentare di fra problemidi funzionamento messaggi di e d'erroredal regolatore carica. Pertanto, casoin cuifossenecessario nel utilizzare frigorifero, raccoun si primala documentazione regolatore carica mandadi consultare del di ed eventualmente contattare ilfornitoredel slstema FV. I sistem cheforniscono FV solamente corrente continua no un impiego han e limitato. Possono soddisfare senza difficolt esigenze illuminazione le di piccoli piccoli l'alimentazione di e frigoriferi elettrodomestici TV, come radio (con particolarmente grosse sezioni ma,nelcaso retidi distribuzione di lunghe grossi di cavi), carichi, scarsa dsponiblitcosto o elevato delleutenze speciali potrebbe pi a corrente continua, risultare conveniente ricorrere all'utilizzo di un inverter. potrebbe le Ad esempio, essere opportunoalimentare utenzemaggiori per mediante inverter sistemiin isolae invece un tutti gli altri apparecchi ( m i n o r i i l l u m i n a z i o nre ,d i oT V )i n c o r r e n t c o n t i n u a 1 2 V o l tC C . a , e risultare valutate conatten5e dovesse necessario ricorrere un inverter, ad zionequali utenzedebbanoessere in alimentatein correntealternata, mododa dimensionare correttamente sistema. altritermni, il In evitate di grande eccessivamente che installare invertertroppo un ed costoso, lavora parziale. per la maggiore partedeltempoa bassa potenza a carico e in di sopratOccorre tenere considerazione ta nto la potenza targabensi non l d g t u t t o i l c o n s u m o i e n e r g l a e l l a i n g o l a t e n z a u r a n t e' a r c o e l l a i o r d d s u d per un determinatoperiodod tempo al giorno). nata (potenza Questa considerazione infatti influisce mododecisivo in sullacaDacit la durata e (ve d e l l ' a c c u m u l a t o r e d a s in c h e e z i o n n A c c u ml a t o r i " ) . a s e u

234

Ai fini ditale valutazione realmente assorbita occorre conoscere potenza la quale riportata dall'apparecchio durantel'esercizio, la solitamente sulla targhetta posta sull'apparecchio stessooppure pu essererichiesta al costruttore misurata o mediante tester/a oerometro. m per 5.2,5Inverter sistemiautonomi generano Lecelle e gli accumulatori FV corrente continua, mentre maggior la partedei dispositivi delleutenze e disponibli commercio predisposta in p e rl ' a l i m e n t a z i o nn c o r r e n t a l t e r n a t a 3 0V c A .N o n q u i n d ip o s s i b i l e ie e 2 questeutenzecon la corrente FV alimentare continua fornitadal sistema per Occorre inserire sistema inverter la trasformazione nel un dell'energia elettricain corrente alternata230V cA. come nei sistemconnessi alla (o rete, l'inverter convertitore la continua corrente in CC/CA) converte corrente gli alternata. perunafondamentale Vi differenza: inverterpredisposti per l'esercizio isola, della in invece usare di comeriferimento grandezze le rete(tensione frequenza), e funzionano modoautarchico. in requisiti che un inverterper un Qui di seguitosonoriportatii principali (in isola) sistema autonomo FV devesoddsfare: t o l l e r a n za l l ev a r i a z i o n ii t e n s i o n ei p i c h e i u n a c c u m u l a t o r e ; a d t d proteggere profonde; l'accumulatore scariche da s t a b i l i t e l l a e n s o n en u s c i t a i 2 2 0 Vi n E u r o p a / 1 2 0iV a l t r er e g i o n i d t i d n elevata stabilit frequenza 50/60Hz (a seconda paese); di di del generare privadi distorsioni a basso e corrente alternata sinusoidale contenuto armon di iche; limitarele interferenzelettromagnetich e e; a s s i c u r a r'e l m e n t a z i o d e l l e t e n z e o nf u n z i o n a m e n t oc a r i c o l a n u c a continuo; sostenere brevipicchi disovraccarlco dovutiall'awiodi motorielettrici; pienochea carico elevato rendimento trasformazione a carico di sia parziale rendimento trasformazione il rapporto la potenza (il in di tra ingresso la potenza uscita); e d elevata affidabilit servizio; di consumo stand-by di ridotto. protetti evengli per da In generale nverter sistemi in isola FV devono essere d t u a l ii m m i s s o d i t e n s i o nn o ns n c r o n i z z a ta ll a t ou s c i t a e ld i s p o s i t i v o . n e de di Altrimenti,accoppiando l'uscitadell'inverter con un altro generatore corrente alternata,la uscita risultisincronizzata quella cui non con dell'inverter stesso, rischia danneggiarlo si di rrepa bilmente. ra l S o l op o c h im o d e l l d i a p p a r e c c h s p o n i b iiln c o m m e r c ic o n s e n t o nio i di i o I. f u n z i o n a m e n t od o n d a n td i d u ei n v e r t e r f u n z i o n ain tp a r a l l e l onc a s o ri e ni questa permette garantire di di guasto unodegliinverter, di configurazione elevata affidablit servizio. di

(sland-alone) sistemi isolati/autonomi

c d O g g i g i o r n o n o i s p o n i b i l i s i s t eF Vi n i s o l a h ec o n s e n t o n o u t i l i z z a r e so d mi inverter fu nziona con mentomaster-slave, permette ridurrele peril che di p e g d i t ea c a r i c o a r z i a ls e c o n d u n s i s t e m a i i n u s op e rl e a p p l i c a z i o n e i o i . t l r s i s t e mc o n n e s s l l ar e t e C o nq u e s t oi p o d i t e c n o l o g i a',i n v e r t ep r i n c i i a pale (master)alimenta continuamente utenzeriuscendo lavorare le a una effisemorein orossimit caricomassimo realizzando elevata del e vienemesso funzione in cienza trasformazione. di ll secondo inverter invece automatica mente, soloseil fabbisogno energia ma di risulta troppoelevato per il prmoinverter. (potenza deveessere La potenza nominale continua) sceltaper l'inverter garantire tale da semprela copertura dellamassima richiesta potenza di delleutenzecollegate. Occorre tenerepresente il che il anche fattoredi potenza, esprime rapporto tra la potenza attivae quellareattiva. Nelcaso cul'impianto in dei ilsistema dovesse alimentare motorielettrici, picchi carico dovressere grado sostenere in di elevati di dovutialleconenti d'awiamentodei motorielettricialimentat. Apparecchi combinati Attualmente mercato il offreunavarietd dispositivi gradodi svolgere in da sol molte dellefunzioni precedentemente descritte. Utilizzando tali eq d s p o s i t i v io m b i n a t i ,i p o s s o n o d u r r e l a v o rd i i n s t a l l a z i o n e u i n d i c s r i i questi dispositivi anche il rischiodi avereun sistemamal-accoppiato. p e r e s s e n dd i m e n s i o n a tp r i o re d i s p o n i b slo l o e l l a a m m a i m o d e l l i , i g o ai i i n d c i n c o m m e r c i o , i m p e d i s c o n o d i m e n s o n a i s i n g o l i g r u p p io s t r u t t i v i ci di re in base lle nostresoecifiche a necessit. in Spesso l'inverter l regolatore carca e d vengono raggruppati un unico apparecchio nonostantele singolefunzonivenganosvolteda circuiti elettron completamente ici diversi. le, I na l c u ni m p i a n tc o m p a t tiil r e g o l a t o r e c a r i c a ,a c c u m u l a t o r ad i s t r i i di l' per e stesso buzone, morsettiera il collegamento la delleutenze l'inverter quadrocontenitore. sonoraggruppati un unico in Negliapparecchi combinatiinverter-raddrizzatore integratiun consono (raddrizzafore). loro ll vertitore CC/CA(inverter)e un convertitoreCA/CC o i m p i e g o s u l t a t i l es o p r a t t u t t o u l l eb a r c h en e i g r u p p id i c o n t i n u i t r u s , i ie c n e i s i s t e mb r i d f,o r n e n d o i al ' a l i m e n t a z i o nn a l t e r n a t a h eq u e l l a n s possono esigenze, continua. Alcunitipidi dispositivi essere usatperdiverse funzionamento esclufunzionando seguenti nei modi:gruppo continuit, di sivodall'inverter, caricabatteria, alimentazione ausiliaria altrigeneratori, da o n f u n z i o n a m e n ti o p a r a l l e la l l ar e t ep r i m a r i a .

240

Figun 5.14:spesso sullebarche impiantiFv vengono gli ntegratidounafonte di co ente alten ot a suppIementa re (gruppo eIettrog eno).

5.2,6 Componentidel sistemaelettrico llimpiantoelettrico un sistema di autonomodevesoddisfare fotovoltaico particolari requisiti come ogniimpianto cablaggio o elettrico, convenzionale o fotovoltaico sia. che Cavi visti per gli lcavi posatiall'esterno devonorispondere stessi agli requisiti i m o i a n tc o n n e s sn r e t e . i ii lvari moduliFVchecompongono stringa una vengono solitamente collegati prein seremedianteil cavod connessione munito di spinaprecablata e sentesugistessi moduli.ll collegamento le variestringhe il quadrodi tra mediante caviunipolari speciali, resistenti agli campovienerealizzato dei agenti atmosferici, elevata con resistenza raggi e munitidi isolamento ai UV per (,,cavi solari,,). doppioe separato le due polarit

24L

,F (stand-alone) Sistemi isolati/autonomi

-r
'1,5 m

_]Regolatore
dicarica

-TI

\ceneratoreFv

I
4,5m

I l
7m

JM

12 Lampada w

I I

necessaria cav(polopotitiw e polonegatiw)dowessete dei Figuro 5,75:Lalunghezm ll determi ato medi ntesorya uogo. n a

vengono invece utilizzatiPer Deicaviadatti a condurre correnti elevate di e traquadro campo il regolatorecarica tra di ed realizzareconnessioni le di solare l'accumulatore. e il regolatore carica una di deve essere da garantire caduta tale Lasezione caviutilizzati dei (perdita) generatore del ed minore 3%. fra solare accumulatore tensione

la perdite icavicheconnettono batteria ulteriori verificano si lungo Delle il queste devono superare3 %. utenze. ognicaso In anche non alle da: Lascelta della sezione cavi dei diDende t2/24V; latensione sistema del l'intensit corrente; di dei la lunghezza cavi.

242

d Quadri campo quadri cam vengono po tutti di Nei di raggruppati e connessi i cavi collegapongonogeneratore mento delle stringhe com che il solare. Genera lmente iquali icollegamenti vengono eseguiti mediante morsetti sicurezza, di permettonodisconnettere in di di facilmentesingole le stringhe caso riparaperinverse zione controlli. o lfusibililimitano possibilit correnti la che corrano singole le stringhe, caso cuila radiazione siauniforme nel in non di delle o quandoregolatoricarca i di riducono corrente carica batterie. la possono gi sovratensione I quadri dicampo essere dotati discaricatoridi integrati all'internq cuifunzione quella scaricareterrale sovrala di a principale CCindotte nel dallescariche atmosferiche tensioni circuito in (fulmini). Inoltre degli appositi interruttori CC in consentono di interrompere a il collegamento elettrico il generatore ed il sistema valle. tra FV Distribuzione CC in pu una in CC Neisistemi pigrandi essere prevedere distribuzione FV utile per parte sistema. i var ispositiv facenti del distribuzione collegare d Questa per quadro distribuzione, deve essere realizzata mezzo un apposito di di per prevedererelative protezioni linea la all'interno quale del occorre le di batteria, l'inverter, l'alimentazione regolatori carica. opportuno dai di prevedere per anche protezioniunarelativa le strumentazione la lettura e principa in CC. quadro distridi deiparametri esercizio sbarra di della le Nel i sotto buzione CC in vengo solitamente alloggiati anchesezionatori carico, gli etc. ifusibili, protezioni le contro sovratensioni,strumenti le indicatori per ll distacco generatorepurendersi del FV necessario adesempio eseguire senza rischi lavori comDonenti. dei sui

i1-F7
:

Sistemiisolati/autonomi(stand-alone)

Protezione dell'accumulatore Gliaccumulatori protetti devono essere sempre contro possibile un cortocircuito.talescopo A occorre installare fusibile un nelle immediate vicinanze delpolopositivo dell'accumulatore, il quale deve essere dimensionato in modo taleda evitare sovraccarico il ditutti i componenti eventualmenre coinvolti cortocircuito. dal

(idrogeno ossigeno), si generano l'ebollizione I gasesplosivi ed che con possono delle batterie, provocare l'esplosione locale dell'accumudel sede latore. Pertanto raccomanda si di proteggere sempre cavo connessione il di al polopositivq collocando fusibile poco prima morsetti un dei dell'accumulatore, evitare di l'insorgerescintille prossimit di in dell'accumulatore e di alloggiare accumulatoriun locale possegga gli in che i giusti requisiti, riportati finedelcapitolo. alla

5.3Progettazione sistemi dei autonomi


progettare sistema Per un per fotovoltaico funzionamento autonomo occorre procederemodo in sistematico. principali laprogettazione per Le fasi di un impianto genere del sono: acquisizione di partenza, dati definizione dell'applicazione e dei req uisiti tecnici non-tecnici soddisfa e da re; quantificazione (e delfabbisogno dienergia verifica eventuali di potenziali risparmio di energetico); sviluppo concettuale sistema (schemablocchi); del FV a 4 determinazione/quantifi della cazione risorsa solare; q scelta componenti; dei 6 dimensionamento componenti dei dell'impianto; verifica della funzionalitdelraggiungimento obiettivi prefissati. e degli 5.3.1Acquisizione di partenza dati ll punto consta l essenzialmente principalnelrilevamento didatie si basa mente suidati raccolti durante sopralluogo il e sulla stretta collaborazione conilfuturoutente committente. e questa occorre Durante fase acquisire alcuni fondamentali li: dati oua scopo/utlizzo/applicazione dell'energia elettrica fornireda partedel da sistema edeventuali FV particolari cliente; desideri del previsioni eventuali di ampliamenti futuridell'impianto; le utenze alimentare: da comportamento dell'utentefuturo gestore dell'impianto; affi dabilit servizio di richiesta; identificazione e caratterizzazione oerl'insta delsito llazione.

A lt e r m i n e e l l a a s e i v a l u t a z i o n e p p o r t u nd e f i n i r iec o m p i td c h ip a r d f d o o i tecipaal progetto la massima precisionefissare dettaglinell'offerta. con e i 5.3.2quantificazione delfabbisogno energia di elettrica ll consumodi energiaelettricae il comportamento ll'utente-gesto de re s o n od i f o n d a m e n t a lie p o r t a n z a e r d e f i n i r e r e q u i s i td e l s i s t e m aI.n p m i i particolare, base lleabitudini gestore-utente,stabilir periodo in a che del si temporale occorre considerare il rilevamento per delfabbisogno energetico, s es i am e g l i o i o o n s i d e r ap e ri l di m e n s i o n ae n t o l f a b b i s o g n o o r n a c c r gi m i l i e r os e t t i m a n a o m e n s i l e . d e s e m p i o e lc a s on c u il ' i m p i a n t d o v e s s e , le A n i o servire na applicazione uentatapreva u freq lentemente fi ne settima nel na, lr a l l o r a a r r e f e r i b ipe e n d e rie c o n s i d e r a z i o ln e b b i s o g n o t t i m a n a l e . s p n i fa se p C o m u n q u e ,e ls e g u i t o r e n d e r e mi o c o n s d e r a z i o p e rs e m p l f i c a ri e , n n n , l f a b b i s o g ng i o r n ai e r o i e n e r g i a . o l d Perla quantfcazione fabbisogno del energetico occorre tener conto di prodotta tutti i potenziali risparmio di energetco. Poich l'energa elettrica da un sistemaFV piuttostocostosa, saropportunoridurreal minimo i n d i s p e n s a bi ic e n s u mb,a s a n d os uu n ' a n a l i d ie t t a g l i a t a l f a b b i s o g n o lo i si s de energetico acquistando, ed q uandopossibile, utenze elettriche bassissimo a consu o. m Occorre stilarel'elenco tutte le utenze alimentare, i relativivalori di da con d i p o t e n z a s s o r b i te d i l t e m p o( l eo r e )d i f u n z i o n a m e n tn e l l ' i n t e r v a l l o a o (giorno, ditempo considerato settimana mese, seconda caso). o a del Sar q uindi opportuno valuta in termini d costi/benefici, re, l'incidenza ciascun di ( p a p p a r e c c hso i c o n s u m i c o m p l e s s iiv ir e l a t i v o e s o u l l e i m e n s i o n ie iu e l s d questiaspetti, potr costo) dell'impianto FVAnalizzando attentamente si realizzare risparmio cheenergetico un oltre anche economico trascurabile, non evitando progettare impiantosovradimensionato di un rlspetto quanto a effettivamente necessario utile Dersoddisfare necessit ed le dell'utente. A s t a g i o nd i v e r s e o r r i s p o n d o n o i a m e n t e i v e l l i d r a d i a z i o n e l a r e i c ow l so e per pu fabbisogni energetici diversi. Pertanto, eseguire l'analisi cuisopra, di e s s e r u t i l ep r e n d e rie e s a m e i v e r sm e s i p e r i o d i d e l l ' a n n on s i s t e m a e n d i o U. (basato sulsistema deve progetdi elettrificazione autonomo solo FV) essere piir (worst tato sempre sullabase delle condizioni sfavorevol case). Pertanto l mesedi rferimento il dimensionamento essere per deve determinato in baseal periodo maggiore di criticit. gli Perquantoriguarda elettrodomesticii dispositivi e elettriciin generale, pu essere la potenza assorbita in prima approssimazione dalla rilevata t a r g h e t t a u l l ' a p p a r e c cs tie s s o p p u r e e lm a n u a l d ' u s o . 5 e o n or i p o r s h o n e s pu essere tati soltantoi dati dellacorrente dellatensione, potenza e la e. c a l c o l a tm o l t i p l i c a n d r a l o r oi v a l o r d i q u e s t e u eg r a n d e z z5 e n o n a to i d possibile ottenerealcunainformazione costruttore, dal occorre misurare l a p o t e n z a s s o r b i to p p u r e e d u r l a a i v a l o r i t i p i c ii a p p a r e c c s i m i l i . a d d d h

ffi

sistemiisotati/autono:n1(stai.d:alorle)
pi Seil sistema deve alimentare apparecchi dellostesso tipo,allora occorre m o l t i p l i c a irle o n s u md e ls i n g o l a p p a r e c c hp o ri l n u m e r o i a p p a r e c c h i c o o ie d di queltipo,tenendo sempre contodel relativo tempomediodi accensione duranteil perodopresoin considerazione. Sommando tutte le energie coscalcolate ottieneil fabbisogno si totale di energia il cui valore E, verr usatoper il successivo dimensionamento sistema del FV per Lasommaditutte le potenze dichiarate ivari apparecchi alimentare da c o r r i s o o n d el aD o t e n z m a s s i m a e l l ' u t e n z a . al a d (progetto base) 5,3.3Sviluppo concettuale sistema del di Tenendo contodi tutte le esigenze, requisiti vincol e dell'applicazone, dei desideri cliente, eventualifuturi del di ampliamenti sistema, eventuali del di gi presenti, utenzeelettriche della affidabilit servizio di richesta, del sitoe deivincoli installazione, di occorre scegliere delleconfigurazioni una per di sistema descritte nellatabella5.1,per poi adattarla modificarla e l ' a p p l i c a z i o n p e c icia . se f A questopunto diventaopportunotraccare primo schema blocchi un a a d e l s i s t e m ai,n m o d od a p o t e rs t i m a r e ' o r d n e i g r a n d e z zd e l l ' i n t e r o l d progeno. In questaprimafaseancorapreliminare occorre scegliere tensionen la corrente continuaa cui lavorer l'impianto. si prevede utilzzare Se di un inverter, valoredellatensionelato corrente il dovr continuadel sistema e s s e r c o m p a t b i l e nl at e n s i o n e ' i n g r e s sd e l l ' i n v e r t e r e l t oP e r i m e co d o sc . l tare le perditenei cavi,all'aumentare dellapotenza sistema sempre di piir opportunoscegliere tensione sistema alta possibile, mododa la di in limitarel'intensit corrente d neivari circuti corrente in contnua. questo Per motlvogli inverter adatti perfunzionare 12V cc in ingresso sonogenea ralmentedi bassapotenza(max.600W),mentregli inverterpiir grandi tt f u n z i o n a ng e n e r a l m e naee n s i o np i e l e v a t q u a l i2 4 V 4 8 Vo s u p e r i o r i o i r e anco ra. per (alimentazione 5esioptainvece un sistema FVsenza inverter unicamente per di utenzein CC), ilfattore determinante la sceltadellatensione di CC s i s t e m l at e n s i o nd i a l i m e n t a z i o nie h i e s td a l l e t e n z e a a l i m e n t a r e . a e r c a u d Leutenzein corrente richiecontinuapiirdisponbili diffusesul mercato e dono generalmente tensione alimentazione !2V o 24V,poich una di di comu nemente utilizzate settore campeggio automobilistico. nel e Anche del potenza in questo caso valore tensione il di viene definito tenendo conto della r i c h i e s t a , r c a n dd i s c e g l e r e v a l o r e i t e n s i o n el p i a l t op o s s i b le ce o un d i n m o d od a m i n i m i z z a rle c o r r e n t e e i c i r c u i te p e r l i m i t a r ee p e r d i t e e i a n l n presente perfa r fu nziona un appa cavi. Teniamo che re recchio assorbe che 500Wattin un sistema 12V occorre corrente otre40A. da una di

5.3.4Quantificazione dellarisorsa disponibile solare Laradiazione solare disoonibile le condizioni e atmosferche sitodeterdel m i n a n ol a q u a n t i t i e n e r g i a h el ' i m p i a n t o i u s c i r a p r o d u r r e . u i n d i , d c r Q affinchil sistema vengaprogettato correttamente, sarnecessario rilevareconcurai parametri meteorologici ambientali sito.A tale scopo ed del idati meteorologici di radiazione forniti dallesta possibile utilizzare e zioni meteorologiche vicine, servizio dalla letteratura dal meteorologico, specifica oppureda programmi softwa didimensionamento. re Ai fini della progettazione di fondamentale mportanza radiazione la globale per il mesescelto per C mento,in comeriferimento il dimensiona quantodi maggiore criticit. Orientamento inclinazione moduliFV ed dei gi per Come vstopergli impia connessi rete, stabilire nti in l'orientamento giustadei moduliFV difondamentale importanza evitare e l'inclnazone ponendo l'ombreggiamento dell'impianto, attenzione presenza alberi, alla di proiettare sporgenze tetto o di altredificilimitrofi,che possano del delle z o m b r e u l s i t o ' i ns t aI l a i one . s d Inoltreil montaggio deve essere eseguito mododa consentire ventiin una in Iazione adeguata dellaparteposteriore moduliFV, mododa evitare dei un eccessivo riscaldamento delle celle ed ottenere un rendimentodi funzionamento elevato. oi i l l a n g o l o t t i m a l ed ' i n c l i n a z i o n e i p a n n e l lF Vd i m i n u i s c e a n m a n o o m de p o l ic i s i a w i c i n a l l ' e q u a t o r p a r t e n d o a a n g o l i ' i n c l i n a z i o n e c h ed a i a e, d d piuttostoripidi (ai poli)per arrivare montaggipraticamente a orizzontali ( a l l ' e q u a t o rIe )l.i n e a i m a s s i m a' a n g o l o ' i n c l i n a z i o n e v e s s e r e e r p n d l d de e pendicolare il all'angolo elevazione solesull'orizzonte,qualediventa di del p i b a s s o a n m a n oc h ec s a w i c i n a i p o l i . m a lorientamento generatore dipende invece percorso dal solare. panI del FV nelliverranno orientati verso settentrionaleverso e Nord 5ud nell'emisfero q u e l l o e r i d i o n a la d a t t a n d lo a n g o l o ' i n c l i n a z i o nn b a s e l t r a g i t t o in m e, ' d ie a q s o l a r e u o t i d i a n o . u m e n t a n d o' a n g o l o i i n c l i n a z i o nd e i m o d u l i ,s i A l d e massimizza resa invernale la dell'impiantoa scapitodella produzione e de e s t i v ac h et e n d e r p e g g i o r a rD.i m i n u e n dloa n g o l o i i n c l i n a z i o n e i , a ' d e m o d u l i i n v e cs m i n i m i z z la r e s an v e r n a lm a s s i m i z z a n o u e l l a s t i v a . e a i e do F S o m m a n d loa n g o l o ' i n c l i n a z i o n e m o d u l i Va l l ' a n g o l d i e l e v a z i o n e ' d de o per che l soleraggiunge mezzogiorno a duranteil mesedi riferimento il paria 90'. dell'impianto, un circa dimensionamento sideveottenere valore

247

4=-

Generalmente ivaloridella globale radiazione riportati letteratura in sono riferiti superfici a orizzontali. poich Ma, inostrimoduli saranno montati in modo inclinatq radiazione la incidente superficie moduli sulla dei andr stimata utilizzando fattoredi corrgzione. un Affinch l'inclinazione dei moduli taleda rendere sia soddisfacente il rendimento dell'imoianto anchenelperiodo maggiore questo di criticit, fattore deve kn risultare piir il possibile vicino 1,quando considerano meteorologici mese a si i dati del di riferimento. Angolo inclinazione di moduliFVperdivR latitudni
70'

E oo"

50' 45" 40" 30"

10"
t r 6 3 :

Mese Figuro 5,76: lnclinazione oltimale delgenetatote infunzione dello latitudine, dello longitudine e del mesedi iferimento pet il dimensionomento.

lesposizione presuppone i moduli generatore siano seguente che del FV orientati maniera in ottimale prividi ombreggiamento. e

248

5.3.5Dimenrionamento Dimensionamento generatore del FV attraverso ll generatore deve FV coprire ilfabbisogno energeticoquantificato E d r l ' an a l i sd e ic o n s u m i e l l e t e n z e aa l i m e n t a rte ,n e n d o o n t o e l l a i s o r s a i d u d e c s o l a r e , e l f a t t o r e i c o r r e z i o n e v u t o d i n c l i n a z i o n e o r i e n t a m e n te d d do a ed o dtutte le perditenel sistema. in ll dimensionamento generatore del deveessere eseguito basealleconp p e c l i m a t i c he a i f a b b i s o g n in e r g e t i c e ri l m e s e e g g i o r( m e s e i e d dizioni e periodo utilizzo. riferimento) ditutto il di W=ExG"/(knx6x1,",) dove: W= potenza nominale generatore [in Wp] del FV per della G*= irraggiamento solare standard riferimento la definizione di p o t e n z a o m i n a l e e i m o d u l iF V l l s u ov a l o r e d i 1 0 0 0 W m ' e d o c n d per corretenerlon considerazione completare l'equazione delleunit di misura. ti N e l l e e z i o np r e c e d e ns o n os t a t id e t e r m i n a t s e g u e n td u ev a l o r i : s i ii i = r a d i a z i o n e o b a l e u r a n t el m e s e i m a g g i o r c r i t c i t e ri l d i m e n gl p C d i d e (vedasi sionamento anchenQuantificazione risorsa della solare,) h/d] [in k r = f a t t o r e i c o r r e z i o n e l l ' n c l i n a z i oe d e l l ' o r i e n t a m e nd e i m o d u l i d de ne to "O_uantificazione risorsa FV(vedasi solare") della E = f a b b i s o g n oe n e r g i t o t a l eg i o r n a l i e rq u a n t i f i c a tio b a s e l l ' a n a l i s o n a di a d e l l e t e n z e a a l i m e n t a r[e nW h ] u d i Nella formulaprecedente e G possono essere sostituitineldenoC* anche x minatore lle oreequivalenti In ta I casosi haI W = E/(kN td x OE) da OE. rendimento totale;tienecontodi tutte le perdite sistema del ntt= Rendimento totale e perdite di sistema tutti componenti A causadell'impossibilit adattareperfettamente di io t e l e t t r o n c i c h e s t i t u s c o n' om p i a n t o ,a s c e r a n nn e v i t a b i l m e nd e l l e co l i n perdite, lle q uali non possibile tenereconto. a rimediare di cui occorre e le in Persemplicit, raccomanda conglobare varieperditenel sistema si di un unicoparametro detto rendimento totale Itot,l qualetiene contodei d r e n d i m e n td e i s i n g o lc o m p o n e n t i e l s i s t e m a d u n i n d i c e a l l al o r o i i d e q u a l i t V e d i a m o r al e c a u s e r i n c i p adi p e r d i t e e ls i s t e m a . . p l n

potenza generatore FV: Funzionamento nel puntodi massima non del influenzate stato dallo le condizioni lavoro generatore vengono di del FV degli dalla radiazione solare e di carica accumulatori cheowiamente oltre dalla temperatura. questo Per motivo punto funzionamento il di ottimale delgeneratore determinatobase temperatura FV, in alla e all'irraggiamento generalmente coincide perfettamente quello solare, non con determinato questo dalle condizioni carica di della del In caso siveribatteria sistema. perdite disadattamento possono fino il ficano delle di che arrivare a circa 20%,definendo rendimento un relativo paria 0,8. IpD Leperdite cavi vanno generatore all'accumulatore nei che dal FV ammontanotipicamente 3 %.l rendimento nei al dellatrasmissione cavir;. quindi a 0,97. pari Nel regolatore carica perdite di le energetiche ammontano 2yocica. al q". il Pertanto rendimento energetico regolatore carica paria del di 0.98. quantifcabili circa in il Anche carica la della batteria soggetta perdite, a possia quantificare q"",, 10%.Pertanto mo il rendimento batteria pari della a 0,9. q*, ll rendimento indica perdite cavi accumulatore utenze e le le nei fra alimentate. Preferibilmente dovrebbe non essere inferiore 0,97. a 5esi prevede installare inverter di un occorre calcoare 10%di perdite un quindi q,nn= adesso correlate, 0,9, ll rendimento totaledell'impianto ottiene prodotto tutti i singoli si dal di procevalori rendimento. illustrare di Per meglio sistematicit la diquesto dimento, l'ordine fattorinella dei formula segue flusso energia il di dal generatore utente. all'
= rot = ro x rc xnc xe"11xrlu x rl'Nv 0,8 x 0,97 x 0,98 x 0,9 x O'97x0'9 =0'60

punto, base tensione per si A questo in ala nominale scelta il sistema, iltipo di moduli (L2o 24Volt). dovr scegliere FV
(ad pi consumidurante i mesiin cuila risorsa solare risulta scarsa Riducendo prevedendo spegnere frigorifero esempio di il durantel'inverno), diventapossibile (ed ridurreulteriormente superficie il costo) generatore da installare. Ia del FV Per si verificare delle contro, mesiin cui la ndiazione pi abbondante, potrebbero nei o eccedenze produzione energia di di sfruttabiliperalimentare utenze aggiuntive prevedere pifr per tempidifunzionamento lunghi ivariapparecchi alimentati dall'imDianto.

250

Dimensionamento dellabatteriadi accumulatori energetico delleutenze, dipende fabbisogno dal Lacapacit dellabatteria garantire, lla da che dal periodo autonomia di senza sole/ricarica si intende p r o f o n d i t i s c a r i c a a s s i m a m m i s s i b i lp e r g l i a c c u m u l a t oei d a l l e m a e r d oerdite sistema. di Procedimento calcolo: d xT Q= (Ax E)/(V xq,"uxq.or) dove: q = c a p a c i t i n i m ad e l l ab a t t e r i an a m p e r o r [ A h ] m i a giornaliero energia wattora[Wh] in E=fabbisogno di i d A = n u m e r o e ig i o r n d i a u t o n o m i a a c o p r i r e d di rendimento dell'inverter; dovutoalle perdite trasformazione nrNv= ( d i v e n t= 1 q u a n d o l s i s t e m a o nc o m p r e n du n i n v e r t e r ) a i n e = di esprime perdite le dei cau rendimento cavid i trasmissione; ne a l t r a s m i s s i o n e ic a v id a l l ' a c c u m u l a t o rleeu t e n z e in continua sistema Volt lV] di in V=tensione corrente d T = p r o f o n d i td i s c a r i c m a s s i m a m m i s s i b i l(e a0 , 3a 0 , 9 ) a in giornaliero energia wattora[Wh] statoquantificato in llfabbisogno di d u d b a s e l l ' a n a l i s ie lf a b b i s o g nd i e n e r g i a e l l e t e n z e a a l i m e n t a r e . a d o per re Aviene stabilito evita cheBliaccumull numero giornidi autonomia di radiazione. latorisi scarichino eccessivamente durantei giornicon scarsa sfavometeorologiche si lunghiperiodi condizioni con O_uandopresentano Infatti, dell'accumulatore. revoli, necessario ricorrere riserve capacit alle di di del FV il dimensionamento generatore vienefatto sullabase valoristatidallecondizioni divergere solare, iquali possono stcmeddellaradiazione fossecostanteper tutto l'anno, realigiornaliere. la radiazione 5e solare meno la necessit garantire di l'autonomianei gornidi scarsa verrebbe o d e s i r r a d i a z i o nn e l q u a l c a s o i p o t r e b b e ru t i l i z z a rb a t t e r i e i d i m e n s i o n i e, oi ridotte. i in Nelle zone elevata ad insolazione, adesempio molteregiondell'Africa, come paria 3 autonomia massimo di generalmente bastaprevedere periodo un possono invece risultare solare giorni. Nellezonedovei livelli radiazione di in comead esempio certezonedel ancheper lunghiperiodi, insufficienti, pu anchea di da Nordamerica,periodo autonomia considerare arrivare il 1 4g i o r n i . u p da l l p e r i o d o i a u t o n o m i a u q u i n d i v a r i a r e u n m i n i m od i 3 g i o r n i a d n d p l I . g e n e r a l e , i m p o r t a n t e' a f f i d a b i l i td n m a s s m o i d u es e t t i m a n e d l di del maggiore dovr essere numero giornid autonomia servizio slstema, da considerare.

25L

Sistemii50lati/autonomi nd-alone) (sta

Puessere utile informarsi presso utentigli sull'autonomia mediada considerare gestori impiantFVautonomio presso di ifornitori di impiantiFVpresenti nella zona diinteresse.

Laprofondit scarica di massima ammissibile dipende daltipo accumudi latore deve e essere scelta modo nonsi arrivia in che danneggiare l'accumulatore durante profonde. esempio, un per scariche eccessivamente Ad accumulatore solare piastre griglia preferibile superare con a non una profondit scarica 0,6.Permaggiori di di dettagli preferibile seguire le indicazioni fornite fabbricante dal Con basso un valore l'accumulatore diT, sitrova funzionare un regime a ad meno gravosopiirsicuro, e adatto prolungarnedurata. a la precedentemente costituisce Lacapacit calcolata secondo formula la vista il valore minimo sufficiente a soddisfare lecondizioniautonomia di richieste. Permaggior sicutezza, il tipo di accumulatore scelto per effettivamente l'applicazione in questione dovrebbe essere ditaglia leggermente superiore rispetto alvalore calcolato.generale raccomanda In si di evitare collegain mento parallelol accu in fra mulatori ditipodiverso,anche etdiversa, o di poich questi il diverso in casi livello invecchiamento elementi di degli di batteria tende danneggiare elementi gli a migliori.

l Collegamento parallelo: in tensonetotale=tensionediun soloaccumulatore corrente totale=5ommadellecorrenti.

252

Dimensionamento cavi dei l l d i m e n s o n a m e nd o l l a e z i o n d e i c a v ip u e s s e r e s e g u i t s ul l a b a s e te s e o d e is e g u e n t i a g r a m miq u a l i s o n o t a t is v i l u p p a t i t e n e n c o n t o i u n a d , s do d a p e r d i t a a s s i m de l 3 % .L a" l u n g h e z zd e ic a v i ui e n ec o n t o e l l a o mm a m a t d s totaledei conduttori positivo negativo. e

.g

E E

5
.9

12

5 6

9 1 0 2 0 3 0 4 0 5 06 0 7 0 8 0 9 01 0 0

+ lunBheTTa polopos;tivo pololegarivoin m totaledelcavo: Figura5.L7:Diogrammodi dimensionamento dellasezione caviin funzione dellapotenza de trasmessa, una tensone sistema l2V e limitandole pedite nei cavia s 3 %. di di di

.E E

E E

.9

9 1 0 2 0 3 0 4 0 5 0 6 0 7 0 8 0 9 01 0 0

+ Lunghezza totaledel cavo: polopositivo polonegativo m in Figurc5.18:Dagramma dimensionamento di dei delloseziane caviinfunziane dellapatenza trcsmessa, uno tensione di delsistema 24V e limitondo le pefuitenei cavia 3 3%. di

253

messe cavo da alimentate unsingolo nonsaranno che 5esi prevede leutenze per ed (ad es. infunzione contemporaneamente pompa irrigazione illuminaquella suffipotressere per necessaria il conduttore zione), sezione la bens dei non a ciente sostenere la somma dueassorbimenti, solamente quello maggiore i duepossibil.. tra una si la raddoppiandotensione, ottiene di trasmessa, A parit potenza per sostanzialmente pari O-uindi, ridurre della riduzione sezione adunquarto. di una scegliere tensione sistema dei a sezione cavi, pi conveniente generalmente, facile pi possibilmente anzich D'altro canto, 12V. di 24V che utenze CC 12Vpiuttosto a 24V in a trova in commercio re di fra di del il Per dimensionamento cavo connessione il regolatore carica potenza, dicarica che sia la massima occorre considerare e l'accumulatore in prendere occorrer ai di scarica. Quindi, fini del dimensionamento, la maggiore ledue. tra considerazione FV di dimensionamento un sistema PerI'elettrificazione 5.3,6Esempio: di sull'isola Stromboli di unacasa vacanze di system Home ad si riferisce un Solar esempio progettazione di ll seguente (arcipelago di sull'isola Stromboli divacanza perl'elettrificazione casa di una Eolie, Sicilia). delle sistema dei dati Acquisizione e definizione requisitidi che con Durante colloquio il futuroutente/clientestatoconcordato il il periodo per su garantireservizio 7 giorni 7 durante il FV l'impianto dovr (funzionamento il durante costante di ad chevadal mese marzo ottobre ferie). periodo delle in verr messo funa invernale, ottobre marzql'impianto da Nelperiodo di e perscopi manutenzione. soloraramente zione la di l'impianto illuminazione, alimentare sono: Leutenze si intende che consumo a basso con e un gli TV, elettrodomestici frigorifero comPressore (in corrente alte natal. r

254

o ( e d Q u a n t i f i c a z i od e lf a b b i s o g nd i e n e r g i a l e t t r l c aev e r i f i c a i e v e n t u a l i n p o t e n z i a l i d i s p ami o ) r r

Lampade ompatte c a b a s s o o n s u m on 5 o B c i g i o r n oe n e l c o r r i d o i o Lampade fluorescenti l l l u m i n a z i o ne s t e r n a e e d e l l ar n e s s a Televasore colori a Caffef(eraelettrca

20 100 60 700 400


1 1 1 I

20 200 60 700 400


80

30

o,2 1 0,2 0,1


5

40 60 140 40 4001

Frigoriferoa compressore ba5so a consumo a230V d Totale

80

1493

go9

' I n f o r m a z i o nc o n t e n u t a e l l ad o c u m e n t a ? i o n e c n i c a e n t Tobella5.2: Tobellapet la quantifcozione deifabbtsagni di eneryia elettrica.

S v i l u p pd e l p r o g e t t o i b a s e o d L as c e l t a e ri l s i t od ' i n s t a l l a z i o n a d r ul l az o n an e ip r e s s l e l l a i m e s s a p ce s d r p e rl e b a r c h e ,i s t a n t e 0 m e t r id a l / ' a b i t a z i o nn q u a n t o r i v a i o m b r e g d 3 p i e, d g i a m e n te d al l ed i m e n s i o n i a d a t t d o s p i t a rlei mp i a t o .f u t e n t e - g e s t o r e i ae ' n d e s i d e r p o t e rc o l l e g a ra l s i s t e m a n c h e p p a r e c c h c h e s s a ne s s e r e a e a po o alimentati 230 in correntelternata. opter con V quind peralimenta tutte a 5i i re le utenze attraverso unco un inverter. partedegliinverter Poiche maggior la c o np o t e n z e u p e r i o r i 1 5 0 0W l a v o r a n c o nu n at e n s i o n e ' i n g r e s sd i s a o d o p 2 4 VC C o p t e r e m o e ru n at e n s i o n e o n t i n u a i s i s t e m a 2 4 V , c d d a d Q u a n t i f i c a z i od e l l ar i s o r s s o l a r e i s p o n i b i l e n A b b i a m oi l e v a t io a l o rm e d im e n s i ld e l l a a d i a z o n eo r n a l i e r a s u p e r r v i gi i r su f i c e r i z z o n t a ce n s u l t a n du n ar i v i s t a p e c i a l i z z a tia e t t o r e,l s e r v i z i o o lo o s d s m e t e o r o l o g i c oa b a n c a a t id i u n p r o g r a m md i s i m u l a z i o n e . ol a d P o i c hi t e n d a mo t t i m i z z a ri es i s t e m a e r l p e r i o d a u t u n n a l( o t t o b r e ) n o p o l e m ) o p r i m a v e r i l(e a r z o o,r i e n t i a m ol g e n e r a t o rF Vc o nu n a n g o l o l i n c l i e i d n a z i o n e i 4 0 " v e r s o u d .S ei n v e c e i o r e v e d e s s eu t i l i z z a rle m o i a n t o d 5 s di ' p e ri l r e s t a n t p e r i o d d e l l ' a n n o',a n g o l d i i n s t a l l a z i o n et i m a l e a r e b b e o e l o ot s d i 6 0 ' .P e r t t m i z z a ri e v e c e r e s a u l l ' i n t e ra r c o e l l ' a n o o s es i p r e v e o n la s o d n d e s s e i u t i l i z z a r le l s t e m ia p i e n a s t a t e ',a n g o ld i i n c l i n a z i o o t t i m a l e d i s n e l o ne sa ebbe i25'. r d l l v a l o r e e lf a t t o r e i c o r r e z i o n e d i 1 , 4 1p e ri l m e s e m a r z o d i 1 , 6 5 d d k, d e per ottobre.

255

(stand-alone) Sistemi isolati/autonomi

Scelta component dei g a m m a p r o d o t td i s p o n i b is iu lm e r c a t o e r c h e r e mc o m p o n e n t i i c io Nella d l che megliosi adattano lle nostrenecessit. a n i I i n v e r t e r n d r s c e l t o n b a s ea l l as o m m ad e l l eD o t e n z e o m i n a ld e l l e a i nel utenzechevorremoalimentare contemDora neamente: nostrocaso o d i 1 4 9 3 W ( v e d a s ia l o r r p o r t a tn e l l a a b e l l a e lf a b b i s o g nd i e n e r g a ) . v i t d garantire Affinchl'inverterpossa dellecorrentielevate d'awiamentoe p e r m e t t a v e n t u a la m p l i a m e n td e l l ' i m p i a n t o , r r s c e l t o n m o d e l l o ve u e i i di 2 000W di potenza 24VCC tensione ingresso. particodi di In conuscita e garantisca rendimento un lareoccorrer assicurarci questo che apparecchio p e su e a d c o n v e r s i o n e p e r i o ra l 9 0% ,a n c h e c a r i c o a r z a l( l O - 2 0 % ) . n d I m o d u l i s o l a r ic e l t h a n n ou n a p o t e n z a o m i n a l e i 8 0 W pe d u n ' u s c i t a s i p n o m i n a l en t e n s i o n e a r a 1 2V C C . i quantoriguarda per Per l'accumulatore, opteremo un parco batterie di solari di a l g e lc o np i a s t r e g r i g l i al,e q u al i n o nn e c e s s t a n om a n u t e n z i o n e . a i D i m e n s i o n a m e n t e ic o mp o n e n td e l l ' i m p in t o do a Progettazione generatoreFV del Nel nostroesempioil dimensionamento generatore del verreffettuato prendendo come mesedi riferimento(mesecrtico)ottobre in quanto, periodo cuiil sistema questo risulta nell'intero in deve erogare energia, mese c af o e s s e r q u e l l o o nm i n o ri r r a d i a z i o n e r o n t ed i u n f a b b s o g nc o mun qu e e cosTanre. d d L a r a d i a z i o nC " p e r l a p o t e n z a o m i n a l e e i m o d u l i F V s e m p r e i e n l-000Wm' . globale per il mesecriticodi ottobre di 3 500Wh/m' . Laradiazione C k" dei In ottobreilfattoredi correzione perl'nclinazone moduli di 1,65. g l l l f a b b i s o g nto t al e d l e n e r g i a i o r n ai e r oE d i 8 0 9W h . o Per imentototale il prodotto tutti i singoli loridel rendimento. di va ll rend il illustrare megliola sistematcit, l'ordine terminidellaformulasegue dei f lu s s o e l l ' e n e r g i a . d
xrc xRc x lB"tt xllcau xrNv= 0,8 x 0,97 x 0,98 x 0,9 x 0,97 x 0,9 = 0,60 tot = 'lpD

W=(Ex6")/(k""Cxq,..) = (809Wh x 1000W/m' )/(1,65 3 500Wh/m' xo,6)=234wp x FV La potenzanominaleminima del nostrogeneratore di 234Wp.Con d s n u n ap o t e n z a o m n a l d i 8 0 W pp e ru n m o d u l o o l a r e , e c e s s l t e r e m mio n e 2 , 8m o d u l ia r r o t o n d a ta 3 . , o di con nominale di 24V cc, i pannelliscelti Avendo scelto lavorare tensione a ii d d o v r a n n o s s e r e o n n e s s n s t r i n g h e a d u e m o d u l ip e r r a g g i u n g e rl e e c e g i u s t a e n s i o n e i u s c i t am a q u e s t o a r p o s s i b i ls o l oc o n u n n u m e r o s t d , m d s d t o t a l ed i m o d u l i c h e i au n m u l t i p l o i 2 . l l n u m e r o i n i m od i m o d u l i a dovremo ricorrere un altro moad installare sarallora4 o, in alternativa, d d e l l od i m o d u l i o nt e n s i o n e o m i n a l e a 2 4 V c n 256

ll sovradimensiona mento del generatore che risultada questescelte FV a u m e n t a' a f f i d a b i l i td i s e r v i z id e ls i s t e m a a s s i c u ru l t e r i o rrii s e r v e . l o e a l l t i p o d i m o d u l iF Vd a n o i s c e l t o a u n ac o r r e n t d i c o r t o c i r c u i do 4 , 1 A . h e ti I n s t a l l a n dd u es t r i n g h e a 2 m o d u l i i,l r e g o l a t o rd i c a r i c a o v r s s e r e o d e d e d i m e n s i o n a tp e rs o p p o r t a ra l m e n o , 4 A . u l m e r c a t o o n od i s p o n i b i l i o e 8 5 s apparecchi l-6o 20A.scegliendodispositivo 16Asi avr da il da ilvantaggio di potercollegare stesso allo apparecchio,un secondo in momento, un'ulteriore s t r i n g a i m o d u l i s e n zd o v e r i c o r r e ra d u n s e c o n d r e g o l a t o r e . d a r e o Dimensionamento dell'accumulatore l l f a b b i s o g nd i e n e r g i a i o r n a l i e rE i n w a t t o r a W h ] p a r ia : 8 0 9 W h( i n o g o [ b a s e l l at a b e l l a i q u a n t i f i c a z i o n e l f a b b i s o g n o e n e r g i a ) . a d d di Latensione contin delsistema ua determ inata dall'inverter scelto di 24Volt. P o i c h i l c l i e n t e h i e d e n ae l e v a t a f f i d a b l i td i s e r v i z ie , i n S i c i l i a ,e l l a c u o n stagione autunnale radiazione essere la pu soggetta variazioni a significative,dovute periodicon a condzioni meteorologiche sfavorevoli divergenze oa p e r i o d i c hd a i v a l o r im e d i ,s c e g l i a md i d i m e n s i o n a r e i a c c u m u l a t o r i e o gl a f f i n c h i ag a r a n t i t a n ' a u t o n o m iA d i 5 g i o r n i . s u a L a q u a n t i t i c a r i c a r e l e v a t n o n d e v es u p e r a r i l 5 0 % d e l l ac a p a c i t d p a e t o t a l ei,n m o d o t a l e ap r o l u n g a irle i i rp o s s i b i l ad u r a t a e l l ' a c c u m u l a t o r e . p e d d L ap r o f o n d i t d i s c a r i ca m m e s sT s a r u i n d ip a r ia 0 , 5 0 . q a q Per uanto riguarda perdite le dell'inverter facciamo riferimento datiditarga. ai L as c h e d ae c n i c an d i c au n r e n d i m e n t o e l 9 0 % ( a p a r t i r e a u n c a r i c o t i d d p m i ni m od e l1 0% ) . e r t a n t n e ln o s t r o s e m i oi l r e n dm e n t o e l l 'i n v e r t e r P o e i d sarparia 0,9. nrNv I n d i c a n d u t t el e p e r d i t e e ic a v d a l l ' a c c u m u l a ta lrl eu t e n z a nu n v a l o r e to n i o ' co (rend mediopari a| 3 %,il valorencau imentoperi relativi cavi) patia 0,97. I n s e r e n d o t t i i v a l o r in e l l a o r m u l a tu f x Q = ( A xE ) / ( U T x r 1 , " u x 4 . o r ) sottiene: x ) x Q = ( s x 8 0 9 W h ) / ( 2 4 Vo , sx 0 , 9 0 , 9 7 = 3 8 6 A h L ac a p a c i td i 3 8 6A h i l v a l o r e i n i m o a l c o l a t lo t i p od i a c c u m u l a t od e m c l. ra 1 2 V i m m e d i a t a m e n se p e r i o rd i s p o n b i ln e l l a a m m ad i p r o d o t td e l tu e g e costruttore 400o 500Ah. jl nostro ha Per impianto occorreranno in serie, ne due (24V). cosida raggiungere tensione per la d'esercizio scelta il sistema Daicalcoli eseguiti sistema ll dovr essere costituito seguenti dai componenti: 4 m o d u ls o l a rc o n8 0 W D i D o t e n z a m i n a le t e n s i o nn o m i n a ld a1 2V o l t i i d no e e e 1 r e g o l a t o r e c a r c a o l a r e o nc o r r e n t d i c a r i c a o l a r e a x .d i 1 6 A di s c e s m 2 a c c u m u l a t os o l a ra l g e lc o nc a p a c i t n o m i n a l e i 4 0 0 A h ri i d 1 inverter con potenza i uscitacontinua 2 000W e tensione d di d n g r e s sd i 2 4 V o

(standalone) Sistemisolati/autonomi

Morsettieradi (polo+) sicurezza

Interruttorein CC (accumulatore)

lnterruttore generale CC in

Regolatore dicarica Interruttore principale cc in

llluminazione

tnverler

in Utenza cA

lnlerruttore principale cA in r u s t Dl

Figura5.79:llsistemodi.ollegamentodel nastroesempio.

Figuro5.20:Uno casa le vocanze per munita di un piccoloimpianto.

258

5.4Installazione e messa funzione in


generali 5.4.1 Normedi sicurezza procedura pu Un'errata d'installazioneprovocare l'insorgere di scintille e scariche elettriche, la possibilit provocare incendio. unacorretta con di un Per in5tallazione osservaretutte leindicazioni riportate paragrafo nel relativo impianti agli connessi pericolol parallarete, particolare sezioni "Attenzione, in nelle Caratteristiche 3.2.2 ticolaridella corrente continua alconfronto lacorrente con alternata, seeuenti. e Assicurarsi durantele fasdi montaggio cui potrebbero che, verificarsi in p r e s e n t i a t e r i a li in f i a m m a b ioi d e l l e c a r i c he l e t t r i c h e ,o ns i a n o s e n m l e s p l o s i v ie l l e i c i n a n z en p a r t i c o l a rfe ,r a t t e n z i o nc h ed a g l i c c u n v I. a e a m u l a t o rn o nc i s i a n o m i s s i o n ii g a si n f i a m m a b i l i . i e d Non smontare sostituire o fusibilisottocarico. altrimentiootrebbero verificarsiforti rchielettric. a persone autorizzate animalidai dispositivi Tenere lontanobambini, non e p e r i c o l oe id a i p u n t id e l li' m p i a n t o o t t ot e n s i o n e . s s Rispettare sempre polarit componenti corrente la de a continua. Ad esempio, collegare polopositivo cavodel regolatore il del dicaricaal polo positivo dellabatteria. P r i m a i e s e g u i ru n aq u a l s i a s it t i v i t s i ac h es t r a t t id e l l ' i m p i e g o , d e a , d e l l a a n u t e n z i o n ed e l l ' i n s t a l l a z i od e ls i s t e m a e g g e r l e a p p o s i t e m ne o l, e istruzioni la documentazione costruttore. e del P r i m a i e s e g u i r lei n s t a l l a z i o n e ,s i c u r a rc h en e s s u n o m p o n e n tc h e d ' as si c e si intende installare danneggiato verificare corretto sia e il funzionamento d i c i a s c u nd i e s s iN e lc a s o o r g a n o u b b s u lc o r r e t t ou n z i o n a m e n t o o . s d f dell'impianto di parti di esso, o sarnecessaro rcorre specifiche a misuredi sicurezza finalizzate minimizzare rischio incidenti. a il di P r i m a i i n s t a l l a rlei m p i a n t o n f o r m a r s io r r e t t a m e n se l l an o r m a t i v a d ' i, c tu p i n v i g o r e e rt a l i i n s t a l l a z i o n i . Eseguirelavoriesclusivamente un luogoasciutto. i in 5.4.2Particolarit impiantoelettrico dell' Ancheper questoaspettofanno fede le indicazioni fornite nel capitolo relativo impiantconnessi rete. agli alla c l i i m p i a n t F Vi n i s o l a u n z i o n a n g e n e r a l m e n t n c o r r e n t e o n t i n u a i f o ie c a ( b a s s i s s i me n s i o n ef i n oa 1 2 0 Vd i c o r r e n t c o n t i n u a ) . ta e previste da Adempiere misure protezione alle di controi rischi fu lmini e per per la corretta messa terra,in particolare la messa terradellestrutture a a l'insta llazione di sostegno generatore installato del FV sultetto.Prevedere portanoal di scaricatori sovratensioni tutt caviche dal generatore d n restodel gistema posare caviin modota le da evita chesi creino e i re eccesle sivi loop (spire) le polarit. tra osservare scrupolosamente normative soecifiche.

(stand-alone) Sistemii50lati/autonomi

tenere conto Per cavo collegamento il sistema gli accumulatori, il di tra e la dei agli anche delle norme riguardano resistenza materiali acidi. che per 5.4.3Paicolarit I'impiego accumulatori di prowedere sicurezza alla Incaso impiego accumulatori acido di di con liquido oersonale e diterzicontro: . l'emissione fuoriuscita o la dielettrolita; . laformazione nebbiaovapori di dieettrolita; . lafuoriuscita miscele gaspotenzialmente esplosivo di di (idrogeno ossigeno). ed per Awertenze la gicurezza nell'impiego accumulatori di

metallici Noneseguire lavori mai sull'accu mulatore indossando accessori qualiorologi, questi di accessori anelli, collane In caso cortocircuito etc. potrebbero provocando gravissime. fondere ustioni mai l'accumulatore il regolatore. senza Assicuratevi Nonmettere in carica non i evitate chelatemperatura all'interno dell'accumulatore superi50"C, pertanto esporre del di l'accumulatore luce alla diretta sole. batteria glialtri e Assicurarsi tutti i collegamenti glielementi che tra della polarit siano saldi. la corretta e ben componenti siano statieseguiti con uto dell'accumulatore moltoDeriIacido solforico conten nell'elettrolita provoca gravi con o di acido, coloso,contatto ivapori, l'inalazionequesto il della degli occhi delle e mucose. irritazioni pelle, (miscela idrogeno ed di ll gaschefuoriesce durante funzionamento il esplosivo. ossigeno atmosferico locale) altamente del per e non al piombo-acido dannosi l'ambiente devono sono Gliaccumulatori nelle non essere smaltiti i rifiuti tra domestici. ll piombo contenuto batterie peril sottosuoloperlefalde e biodegradabile altamente ed inquinante i In acquifererisulta e tossico animali vegetai. moltipaesirivenditori ad e gi stessi sono tenutia ritirare accumulatori usati.

260

5.4.4 Messain serviziodegli accumulatori Prima dellamessa servizio, in leggere il attentamente manualed'usofornito a s s i e m a l l ' a c c u m u l a t o lrle .u d d e t t o a n u a l e d i f o n d a m e n t a lie o o r e s m m tanzae fornisce informazioni dettagliate relative all'impiego, all'installaz i o n ea l l am e s s an s e r v i z ie a l l am a n u t e n z o n e l t i p od i a c c u m u l a t o r e , i o de i n qu e s t i o n e . pien 5egli accu ulatorivengono m consegnati i di elettrolita gi prontiper e l'uso,il lorotrasporto generalmente assoggettato norme particolar a perle mercipericolose. ll vantaggio nellarelativa sta semplicit dellamessa in servizio, quanto baster in semplicemente compensare l'autoscarica verificatas dopola carica fabbrica l'accumulatore pronto in e sar all'uso. 5einvece l'accum ulatore vlenefornitovuotoconprecaricasecco, e a icontenitori deglielementidell'accumulatore dovranno essere riempitidielettrolta soloal momento dellamessa servzio q und, navoltainsta in e u llatol'accumulatore, occorrer rica totalmente. carica momento ca rlo La al della messa in giorni. periodo servizio di norma dura 3 Durante tale sorveglare attentamente lo statodi carca la temperatura e deglielementi dell'accumulatore. L am e s s an s e r v i z i d i u n a c c u m u l a t o r n u n az o n aa c l i m am o l t oc a l d o i o ie pu risultare particolarmente criticapoich calore il dell'ambiente, reala zionedovutaall'acdo dell'elettrolita la fasedi carica mulatore e dell'accu possono generare temperatura una superiore all'interno deglielementi ai (Accumulatori,, superamento 55'C.Comeaccennato nellasezione 5.2.3 il di questasogliadi temperatura pu comportare distruzione la chimica dell'accu latorestesso. mu Pertanto, momento al dellamessa servizio,necessario misurare protoln e c o l l a r e d e n s i t e l l ' a c i de l at e n s i o n d i c i a s c ue l e m e n t d e l l ' a c c u m u la d o e n o latore, cosda poterverificare eventuali malfunzionamenti. 5.4.5Aweenzeper il locale alloggiamento di degliaccumulatori I l o c a l in e i q u a l ia l l o g g i a n g l a c c u m u l a t o die v o n o s s e r e e n a e r a t i , o r e b possibile, tuttavla protettida asciuttie con Ia pi bassa ma temperatura geloe vibrazion i. 5e possible, dovrpreferire si un'aerazione naturale, nel casodi locali ma piccoli di installazione armadio, necessario o in installare ventilatori dei sar diaspirazione. q In condizion i climatiche disagiate,uando caldo freddoraggiu sia che ngono valoriestrem, essere pu utilecollocare l'accumulatore un locale in sotter(ad raneo es.2 metrial di sottodel livello terreno). tal modosi otterr del In rh u n ' a t t e n u a z o n e i p c c h i d i t e m p e r a t uc a ep r o t e g g e rl b a t t e r i e a l d e d caldoeccessivodal congelamento. o Lepareti devono essere resistenti acidi rese agli dell'elettolita.ta lescopo A si pu ricorrere posadi appositi alla agli materiali verniciresistenti acidi. o

ffi

(stand-alone) Sistemi isolat/autonomi

porte Leportedevono aprirsi verso I'esterno. soglie Le delle devono essere alte a l m e n o0 c m . S e g n a l a r e e g u a t a m e nlta p r e s e n z a p e r i c o l o i,e t a n d o l ad e di v l ' a c c e n s i o n ef i a m m el i b e r e . di llaccumulatore in facileacdovressere nstallato luoghichepermettano c e s s o l m e n o a u n l a t o , n m o d oc h es i ap o s s i b i l ee s e c u z i o d ie o n t r o l l i a d i ' n c d e l l ' e l e t t r o l iea i l a v o rd m a n u t e n z i o n e . td i pu Perinstallare comodamente in totalesicurezza ed l'accumulatore essere u t i l el ' i m p i e gd i s p e c i as iu p p o r tS eI os p a z i o i s p o n i b ide v e s sres u l t a r e o l d lo i i. pu insufficiente,ricorso diversi il a ripianielevati consentire l'nstallazaone d i s e r i e a c c u m u l a t op io s i z i o n ai t i f i l a . d r n possibile, l'accumulatore di ca e inverter/regolatore rica/interruttore/ Quando p i f u s i b i l d o v r e b b e re s s e r e o s i z i o n aitn l o c a l d i v e r s i , m o d od a m i n i o i n mizzarerischi i legatiallaformazone scintille di dovute llacommutazione a (protezione ed alfunzionamento dispositivi dei elettronici controincendi e d e s p l o s i o) . in

Fiaurc5.21:Locale I'instollozione oet dell'accumulatorc. Fonte:KorEn e.v.

262

5.5Manutenzione
5,5.L Manutenzionedel generatore Lamanutenzione generatore d i un impianto utonomo del FV a non diversa per da quellaprevista gli impiantconnessi rete,si consiglia quindidi alla far riferimento indicazioni alle riportate paragrafi nei relativi agliimpianti FVconnessi lla rete. a 5.5.2Manutenzione degliaccumulatori In baseallatipologiadi accumulatore, 6 mesisarnecessario: ogni controllare il collegamento che deglielementi dell'accu mulatore ben sia 5a oo; t controllare l'elettrolita se necessario, e, rabboccare acqua con distillata; pulirela partesuperiore per polvere, dell'accu mulatore rimuovere sporco e umidit; misurare tensione riposo vuoto)quandoI'accumulatore (a la di completamente carico; negliaccumulatori elettrolita, ad misurare regolarmente densit la dell'acido. molto importante documentare tutti ivalori misuratiin quantoquesto ci consente valutare di megliolo statodell'impianto corsodeglianni, nel per oltrechedi rilevare tempo l'invecchia mentodell'accumlatore. u statodimostrato che,nell'ambito dellenormali attivitdi manutenztone, l'esecuzione una carica di completa equalizzazione prolunga durata con la degli accumulatori elettrolita.Portando ad l'elettrolitaall'ebollizione si g a r a n t i s cie r i m e s c o l a m e nd o l l ' a c i d n o n c h a p u l i z i a e l l ep i a s t r e l te o l d a grigliadi piombodai residu vi si depongono. che

(standalone) Sisierni isolati/autonom

6 Aiutoallalettura

6.1Abbreviazioni
qui di seguito Pereventual chiarimenti determnati su termini elencati o. consultare puntouTerm il inologia A AM CA CAFS CC Ldte C15 Cu dbA EVA FV CaAs GR CRTN GW I INV lP IP..
K

Ampere(unitdi misuraper la corrente elettrca) o D a l l ' i n g l e s e r - M a s-s D i s t r i b u z i o n er i f e r i m e n td e l l o Ai di spettrosolare alternata Corrente Dall'lnglese Compressed FoamSystem Air ( s c h i u m o g e n i a di ac o mp r e s s a ) ar Corrente contin ua t e u n o o rc a o m r o D i s e l e n i u r o r a m ee i n d i o di Rame DecibelA (Vinilacetato etilene) Ethylen VinylAcetate di Fotovoltaica Arseniuro Gallio di Gestore dellarete Nazionale Gestore dellaRete diTrasmissione Gigawatt= 10' Watt elettrica Corrente Inverter e Classe protezione di controla polvere l'umidit principale CC Interruttore in
Ln O

kW kwh kwp MPP MW OC

= Chilowatt 1000 Watt Chilowattora chilowatt di picco Potenza) Point(Punto Massima di Dall'lnglese MaximumPower Megawatt= 10uWatt = 1000 kW aperto) Dall'lnglese OpenCircuit(circuito

P Qc

Potenza
Yuouru ur Ld l rPv

sc
5TC UV

Dall'lnglese circuit(corto Short circuito) (condizioni standard) Dall'lnglese Standard Conditions Test Ultravioletto per Volt(unit misura latensione) di per Watt(unit misura la potenza) di (potenza picco) peak=picco di Wattpeak, dall'lnglese (dalGreco: per Unit misura la resistenza di elettrica Ohm) (dal Silicio amorfo Greco: Alpha) (dal per Simbolo l'efficienza Greco: Eta) (dal Differenza Creco: Delta) = 2,54 Pollice cm

Wp

o
a-Si

n
^

266

6.2Grandezze fisiche unitdi misura e


Intensit dicorrente I TensioneV Resistenza elettrica R lmpedenza Z Potenza elettrica P
kW MW CW Chilowatt= 1000W= 103Watt = M e g a w a t t 1 0 0 0 0 0 0 W= 1 0 0 0 l W = Gagawatt= 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 W -1 0 0 0 0 0 0l W - 10 ' W a t t O O Ohm Ohm

Lavoro elettrico W {energia)

Wh Wattora=0,001kwh kwh Chilowatto = 1000Wh MWh Megawattora= 1 0 0 0 0 0 0 W h= 1 0 0 0 k w h Hz Herz

Potenza dellaradiazione solare Potenza irragBiamento solare Radiazione Blobale


W/m' Vm' ,a Wati al metro quadreto Watt al metro quadrato e all'anno

Multipli delle unitdi misura


PicoNano-

p n

0,000000000001 0,000000001 0,000001

100, 10, 10. 10j 101 10'1 10' 10r 103 105 10, 10'.

MilliCenti-

m
c d

0,001 0,01 0,1 t0 100 1000 1000000

DecaEttoChiloMegacigaTera-

da h k

C T

1000000000 1000000000000

267

,w
*
Aiuto alla lettura

6.3Terminologia
Accumulatore elettrochimico (batteria Accumulatore per ricaricabile) immagazzinare energia elettrica. Dispositivo capace convertire di l'energia elettrica energia in chimica contenutaneipropri materiali attivie viceversa. impiegato settori Viene nei pi svariati dovedell'energia elettrica momentaneamente disponibile deve per (per torce, essere immagazzinata un uso successivo es. dispositivi portatili, elettronici impianti adisola, itipi di autoveicoli, FV tutti impianti giocattoli, UP5, etc.). Angolo declinazione di l'angolo compresofraraggio il solare il piano ed dell'Equatore, misurato al mezzogiorno solare. espresso formula Esso dalla (284+ s - 23,5 (360 sen n)/36s n. con Angolo elevazione di Indica distanza la angolare Sole piano del dal dell'orizzonte. Angolo d'incidenza Angolo un raggio che luminoso, colpisce superficie, che una formaconla perpendicolare superfi stessa. alla cie (tilt) Angolo inclinazione di Indica l'angolo formato dalla superficiecaptazione di dell'energia con solare il piano orizzontale; 0 selasuperficie vale orizzontale selasuperficie e 90 verticale suolo. al Angolo orario Indica distanza la angolare dallarettacongiungente Sole-Terra a mezzogiorno; cambia L5' ognioraed espresso W=L5(1"2-t,) t, il di da: dove valore dell'ora solare. Anodo positivo unaccumulatore (batteria) cui Ielettrodo in elettrochimico verso fluisce corrente. la Azimut Angolo orizzontale misurato senso in orario partire sud:un Azimut a dal di 0" indica Sud; Azimut 90"indica il un di l'Ovest; Azim di - 90' indica un ut l'Est. Batteria per Batteria ricaricabile immagazzinare energia elettrica. Vedasi Accumulatore elettrochimico.

268

Batteria Nickel-Cadmio al Tipodi batteriacontenente piastre Nickel al Cadmio al ed con elettrolita al c a i n o . l Batteriaal Piombo-Acido Categoria comprende che batterie con piastre piombopuro,al piomboal a n t i m o n o d a l p i o m b o a l c i o c o na c i d o o m e l e t t r o l i t a . c e c e (in BIPV Inglese: Building{ntegrated PhotoVoltaics) SistemiFV architettonicamente integratinell'involucro edificio altr di ( e p e t i p i d i s t r u t t u r e b a r r i e ra n t i r u m o r e ,e n s i l i ne t c . ) (in BOS Inglese: Balance System) Of (al Resto sistema difuori dei moduliFV), del owero l'insieme tutti i comdi p o n e n te m a t e r i a l i h ec o m p o n g o nu n i m p i a n t o Ve s c l u s im o d u l i V i c o F i F partedel cosiddetto il regolatore Fanno BO5 dicarica, batterie, le l'inverter, Ie strutturedisostegno, l'insieme cablaggi dei elettrici etc. Campofotovoltaico Un insieme modulifotovoltaici di connessi elettricamente loroed insra tra rlati meccanicamente lorosededi fu nzionamento. nella Campo inclinazione ad fissa po Cam fotovoltaico cuistruttura sostegno moduli ad inclinazione la di dei f ssa. Campo inseguimento ad Campofotovoltaco segueil percorso che giornalero sole.Puessere del un inseguitore di unasse due. su o Capacit dellabatteria(Ah) Laquantitdi elettrcit puessere che ottenutascaricando batteria la ad u n d e t e r m i n a tr e g i m e n o a d u n at e n s i o n e r e s t a b i l i t a . o p f CellaFV Materale semiconduttore opportunamente drogatoe trattato che converte la radiazione solarein elettricit. celle FV lfotovoltaiche) Le sono l ' e l e m e n t b a s e i c u i s ic o m p o n g o nio e n e r a t o r io l a r i e o s s o ne s s e r e o d p o g s realizzate wafer di silicioo attraverso deposito film di materiale con il di semiconduttore unasuperfi di supporto. tecnologia, su cie Tale utilizzando (giunzioni il principio fotododi dei semiconduttrici generano che tensione produce se investiti radiazione da lumnosa), unadifferenza potenziale di q uandola cella esposta lla lucesolare. pir a Connettendo celleFVin serie t r a l o r os io t t e n g o n om o d u l F Vl ac u i t e n s i o nd i u s c i t a p a r ia l l as o m m a i i e d e l l e e n s i o nd i u s c i t a e l l e e l l e o n n e s sie s e r i e . t d c n c

CelleFVamorfe Lecellea silicio amorfoappartengono categoria a alla dellecelle film sottile (amorfo), e sonocomposte uno stratodi un materiale da non cristallino comead es.il silicio, C15 il CdTe, il o depositato una lastradi vetroo su su acciaio inossidabile attraverso procedimento deposizione vapore un di a catodico. O_uesto d cellerendepossibile realizzazione celledl tipo la di qualsiasi per forma,dimensione colore. e Vieneutilizzato spesso realizzare le facciate. Celle monocristalline FV N e l l e e l l e Vm o n o c r i s ltlan eg l ia t o m ic h ec o m p o n g o ni or e t i c o l c r i s t a l c F o i , l l i n od e l s i l i c i o o n od i s p o s tiin m a n i e r a e g o l a r e ,l l os t e s s o o d oi n c u i s m r a a w i e n ep e rg l i a t o m i d ic a r b o n i i n u n d i a m a n t eL ec e l l e o n o c r i s t a l l i n e o . m hannoalto rendimento, anchealto prezzo ma d'acqusto. Celle policristalline FV policristallino. per Celle solari composte silicio da ll waferdi silicio utilizzato l a c o s t r u z i o n e q u e s t e e l l e c o m p o s t d i c r i s t a l l i ds i l i c i ol c u io r i e n t a di c o i i mento all'internodel reticolonon ordinato. strutturadei cristalli La v s i b i l e u l l as u p e r f i c id e l w a f e rc h e c o s t i t u i s cle c e l l ad o n a n d o g l i n s e a u questotipodicelleha un rendimento aspettoparticolare. minorerispetto p r al l ec e l l e o n o c r s t a l l n ea a n c h e i e c o n o m i c o . m m, Collegamento parallelo in Termineusato per descrivere connessione moduli fotovoltaici di o la di batterie, dovei morsettidellostesso segno sonocollegati assieme. Collegamento serie in Termine usatoperdescrivere connessione sere modulifotovoltaic la in di polo positlvo ogni dispositivo connesso polo o di batterie, doveil di al (disegno (e negativo opposto) dispositivo del successivo viceversa). Collettoresolare ( e E l e m e n tc o s t i t u t i vd e g l i m p i a n ts o l a rp e rl a p r o d u z i o nd i c a l o r e i m o o i i p i a n t is o l a r i t e r m i ciil)c u s c o p o q u e l l o i m a s s i m i z z airl er a s f e r i m e n t o d t d i c a l o r e a l S o l e l f l u i d o i r c o l a n tn e l l ' i m D i a n t o . d a c e Contoenergia sistemadi incentvazione basatosu unatariffa incentivante maggiorata. ll .contoenergia' un decreto legge Ministero del delleAttivitProduttive pubblicato 5 agosto che una e dell'Ambiente, il 2005sulla6.U.181, stabilisce per in rendita 20 anni perchi installa impianto un fotovoltaico proporzione prodotta, all'energia elettrica tramite l'erogazone tariffeincentivanti. di convertitore CA/CC Raddrizzatore in continua. Dispositivo converte corrente che la alternata corrente

270

ConvertitoreCC|CA (vedasiinverter) Dispositivo converte corrente che la contnua corrente in alternata. Correntecontinua Lacorrente generata unadifferenza potenziale da di continua a suavolta contlnua quindiscorre un unicoverso, e in individuato convenzionalmente nelverso percorrenza circuito va dal polopositivo q uellonegadi del che a tivo. lfenomeni elettromagnetici conseguent passaggio corrente al di c o n t i n u an u n c i r c u i t o i l i m i t a n o l l ' i n s o r g e nd ia a m p e l e t t r i c i ,e n t r e i s a z c m in presenza correntealternata si ottengono contem di pora neamente campi elettricie campi magnetici. differenza potenziale La generata di d a l l e e l l e V c o n t i n u a . c F Correntedi corto circuito- 1,. Corrente prodottada un dispositivo fotovoltaico quandoi suoi morsetti vengono cortocircuitati. Curva caratteristica | -V Grafico della caratteristica corrente funzione di in della tensione un disDodi sitivofotovoltaico. Declinazione Angolo il raggio fra solare il pianoequatoriale, ed misurato mezzogiorno al sotare. Derating Funzione protezione di degliinverter ultima generazione di controi malfunzionamenti surriscaldamento. casodi temoerature esercizio da In di (a troppoelevate partiredai70"Ccirca, gli misurat nell'inverter), inverter diminuiscono automaticamente potenzain ngresso proveniente la dal generatore evitando FV, cosil surriscaldamentoriducendo minimo il e al questafunzone rischio sovraccarico deterioramento componenti. di e il dei elimina i problemiderivantidall'eccessiva insolazione che potrebbero d a n n e g g i a r 'em p i a n t o . l i Diodo Componente elettronico semconduttore permetteil passaggio a che di corrente una soladirezione. in Diodo di bypass D i o d o i m o d u l i n p a r a l l e lIo c u i f u n z i o n q u e l l a i f o r n i r e n p e r c o r s o d a e d u alternativo alla corrente elettricain casodi oscuramento diguasto dei o moduli.Esistono dodidi by-pass ntervengono interimoduli. che su

Aiutoalla lettura

Diododi blocco ad NegliimpantiFVcon batteria, diodidi blocco i vengono cablatiin serie (lper dellabatteognistringa perognistringa) impedire nottela scarica di ria attraverso stringeFV owero per evitarela circolazione corrente le di versoil generatore durantei periodidi oscuradallebatterie fotovoltaico produzione generatore mentoo di bassa fotovoltaico. del Dispositivodel generatore l. D i s p o s i t i v n s t a l l a ta v a l l e e i t e r m i n a di i c i a s c u g e n e r a t o r led i s p o s i io o d l n nto tivo del generatore ta le da escludere generatore/mpia fotovoltaico il i n c o n d i z i o n ii " a p e r t o " . d Dispositivo dellarete pubblica c D i s p o s i t i vi o s t a l l a t a l l ' o r i g i n d e l l al i n e ad e l l ar e t ep u b b l i c a o s t i t u t o n o e da un interruttore automatico dotatodi protezione magnetotermica. Dispositivo immissione rete di in prodotta generatore nella dal FV Sistema trasforma che l'energia elettrica formaadattaper l'immissione rete.ll dispositivo immissione rete di n in prodotta i pancomposto ll'inverter, trasforma corrente da che la continua da nelliFVin corrente alternata, dal sistema sincron e di izzazioned aggancio e di fasetra la tensione retee quellaprodottadall'inverter. di Dispositivodi interfaccia Dispositvo installato puntodi collegamento retein isola restante nel della alla partedella produttore qualeagiscono protezioni le d'interretedelclente sul la dei faccia. Lapertura dispositivo del d'lnterfaccia assicura separazione g r u p p d i p r o d u z i o nd a l l ar e t ep u b b l i c a . i e Dispostivo fotovoltaico pannello, Cella, modulo, stringao campofotovoltaico. generale Dispositivo Dispositivo installato ll'origine a dellaretedel clienteproduttore cioime d m e d i a t a m e n ta v a l l ed e l p u n t od i c o n s e g nd e l l ' e n e r g ie l e t t r i c a a l l a e a a (aperto", rete.lldispositivo, condizionidi in esclude l'interaretedelcliente Droduttore dallareteDubblica. Efficienza conversione un dispositivofotovoltaico (z) di di solare raccolta un da Rapporto l'energla tra elettricaprodottae l'energia d ispostivo fotovolta ico. Effettofotovoltaicooppuregiunzionepn caratteristicheconduzione di diverse Un materiale semiconduttore acquista qualevengono mediante il sesottoposto un processo ad dettodi drogaggio, a a g g i u n t d e l l e m p u r i t l s u or e t i c o lc r i s t a l l i nlo .b a s e lt i p od i i m p u r i t e i a o n pu ditipo p (carenza aggunto semiconduttore diventare conduttore il un

di elettroni) di tipo n (eccesso o dielettron). Interfacciando stratodi uno p s e m i c o n d u t t odet i p o p c o n u n o d i t i p o n s i o t t i e n eu n a g i u n z i o n e n . ri g i u n z i o n e i f o r m e r s p o n t a n e a m e n ue c a m p o S u l l as u p e r f i c id e l l a e s tn e l e t t r i c o l q u a l eg e n e r e r u n a z o n ad ' e q u i l i b r id e n o m i n a t ae g i o n e i i, o r d svuotamento. unagiunzlone vienecolpita lla lucesolare libeda si Quando rano dellecoppieelettrone-lacuna quali non potendooltrepassare le la regione svuotamento di rimarranno libere nellezonen e p,generando una differenza potenziale. di Effetto hot-rpot Dan neggia mentodi unacella da surriscaldamentoseguito ombregFV in ad g i a m e n t o a r z i a l d e l m o d u l oL ac e l l a m b r e g g i a ts i t r o v a f u n z i o n a r e p e . o a a comediodoin polarizzazione inversa, impedendo passaggio il dicorrente. In ouestomodola cellaoolarizzata inversamente tutta la tensione avr di s t r i n g a p p l i c a ts u is u o i t e r m i n a liil,c h ec r e a l r i s c h i o i d i s t r u z i o np e r a a i d e s u r r i s c a l d a m e n te l l ag i u n z i o n e c o n s e g u e n tre t t u r ad e l l ac e l l aF V do o f t Q u e s t o e n o m e n oi p i c od e l l eg i u n z i o np n a w i e n eq u a n d ol a t e n s i o n e applicata tale da raggiungere regione funzionamento, la di denominata di break-down, nellaqualela corrente inversa percorre giunzione che la talmenteelevata danneggiarla. da O_uesto effetto,denominato hot-spot, puessere evitatonstallando diodidi bypass. Effetto rrtuboda giardino'r Una cellaFVombreggiata smettedi produrre energia elettricae si comporta come un diodo polarizzato inversamente. finterruzioneprovocata da una cellaombreggiata impedisce passaggio corrente il di attraverso tutte le cellead essacollegate serie. parlain questocasodi effetto in 5i . t u b o d i g i a r d i n o ,p e r a n a l o g i a o n l ' e f f e t t o i d i m n u z i o nd e l f l u s s o c d e q p d e l l ' a c q uc h es i o t t i e n e u a n d o i s c h i a c c i a u n q u a l s i a s u n t oi l t u b o . a s n U n as i t u a z o ns i m i l e i v e r i f i c a n c h e e lc a s o n c u i i m o d u l iF Va b b i a n o e s n i caratteristiche tecniche diverse loro.In questocaso, prendenome tra che e d i m i s m a t c hi , m o d u l op i * d e b o l e ,p r e s e n t a l l ' i n t e r n o i u n a s t r i n g a l d far da collodi bottigliaper tutte le altre,limitandoil flussomassimo di corrente elettrica basealle suecaratteristiche in inferiori. Energia llenergiarappresenta capacit un sistemadi compiere la di lavoroed parialla potenza per erogata moltiplicata il tempodi erogazione. ceneral) m e n t es i m i s u r an J ( J o u l e q;u e l l a l e t t r i c a h eq u i i n t e r e s ss i m i s u r an i a i e c Wh (Wattora) equivale ed all'energia resadisponibile un dispositivo da per cheerogain Watt di potenza un'ora(1Wh= 3 600J). Perta sem isunto riamo la potenza Watt (W),l'energia in verrmisuratain Wattora(Wh). qundila capacit svolgere lavoro pari Ienergiadi 1Wh rappresenta di un ad l Watt Derla duratadi 1 ora.

EVA(Etilene-vnil-acetato) plastico per Materiale utilizzato la costruzione moduliFVchecostituisce dei l'involucro entrocui vengono collocate celle le fotovoltaiche, collegate fra per mezzodi di loro in serie.IEVAvienefuso a una temDeratura 150"c forni ad aria. Filmsottile sem il prodotto tecnologico sfruttaun sottilissimo che stratodi materiali iper conduttori Ia realizzazione cellafotovoltaica. della Fotovo ico lta " Volta, Termine composto greco foto . (luce) nvoltaicon Alessandro dal e da che chefu tra i primi a studiare fenomenielettrici. i Termine tecnico indica la trasformazione direttad lucein enersia elettrica. GeneratoreFV ll terminegeneratore indical'insieme vari modulFVcollegati FV dei tra loro,compreso cablaggo le strutturedi montaggio. generatore l e ll fotoproduce in voltaco corrente tensione a continua(peril collegamento rete necessario trasformare tensione la contnua alternata). in Giunzione ll terminegiunzione indicail confine regioni semconduttor tra di aventi polarit opposte. la giunzione realzzata regloni ugualisemiconSe fra di ra di duttoriessa dettaomogiunzione, invece realizzafa regioni dif se ferentisemiconduttori dettaeterosiunzione. lmpedenza Iimpedenza tienecontodeifenomeni dissipazione energia di di elettrica e dienergia durante passaggio corrente il di dell'accumulo elettromagnetica alternatanella materia. fimpedenza vieneindicata con a letteraZ ed pariaI rapportotra tensione corrente regime lternato. a Essa vienerape in p r e s e n t a td a u n n u m e r o m m a g i n a r i lo c u i p a r t er e a l e a p p r e s e n t a a i a r l resistenza ohmica, mentrela parteimmaginaria rappresenta reattanza. la mentrela Lacomponente resistiva tiene contodel fenomenodissipativo, reattanza, determinata lle grandezze che da capactive induttivepreed s e n t in e lc i r c u i t o ,a p p r e s e n lt'a c c u m u ld i e n e r g i a a g n e t i ce d i p e n d e r a o m a alterdallafrequenza. Pertanto valore l d'impedenza un cavoin regime di d a n a t od i p e n d e a l l a r e q u e n z a , a n o nd i p e n d e a l l al u n g h e z zd e l c a v o d f m dellasuafabbricazione. I parametri stesso vienedeterminato momento e al l, d i c o n d u z i o n q u a l il a r e s i s t e n z a i c a v i , a r e s s t e n z a i s o l a m e n t oa e, ne l di el fe d c a p a c i td i c o n d u z i o n e ' i n d u t t i v i td i c o n d u z i o n a n n op a r t e e l l ' i m p e d e n z al,a c u i u n i t d i m i s u r a l ' O h m .

lmpianto fotovoltaico e l m p i a n t o i p r o d u z i o nd i e n e r g i a l e t t r i c a e d i a n t e o n v e r s i o n er e t t a d e m c di dellaluce, (effetto ciodellaradiazione solare, energia in elettrica fotovoltaico).Esso rientrapertantonellacategoria degli impiantialimentatida f o n t i r i nn o v a i l in o np r o g r a m m a b i l i . b lmpiantoconnesso rete alla Al contrario questotipo di sistema connesso degliimpianti stand-alone, in parallelo alla rete.Iimpianto immette in retetutta l'energia elettrica prodottae non occorrono batterie accumulo.sistem fotovo cicondi I i lta nessialla rete scambiano energiaelettricacon la rete elettricalocaleo o n a z i o n a l el .p r i n c i p id e l l a o n n e s s i o n e ar e t e q u e l l o e l l o c a m i oi n l c al l d s b due direzioni energia di elettrica: la produzione campoFVeccede se del per un certoperiodo consumo, il l'eccedenza vieneinviata lla rete,mentre a nelleore in cui il generatore fornisce non energia elettrica suffcienteper soddisfare carco, il l'elettricit acquisita dallarete.Questomeccanismo viene contabilizzato attraversodue contatori che misuranol'enerqia s c a m i a t an e l l e u ed i r e z i o n i . b d lmpantostand-alone Sistemi isolati/autonomi lmpianto fotovoltaico connesso/isolato retela cui produzione i non dalla d correnteelettricaviene direttamenteconsumata dall'utenza. Ceneralmentetali tipi d'impiantinecessitano batterie accumulatori di di elettrici p e ri m m a g a z z n alree c c e d e n z eu r n e i e n e r g i a a c o n s u m a rd u r a n t e e di d d e l e o r en o t t u r n e n e ip e r i o d i db a s s a r o d u z i o n e . o i p l s i s t e m i a u t o n o m v e n g o n o o r m a l m e n t e t i l i z z a tp e r e l e t t r i f i c a rle i n u i e utenze difficilmente collegabli reteperch alla ubicate areepocoaccesin s i b i l e p e rq u e l l e o nb a s s i s s i mo n s u l d i e n e r g i a h en o nr e n d o n o o n i c ci m c c venienteil costodell'allacciamento. tiDo d sistema caratterizzato Tale d a l l a e c e s s i t c o p r i r eat o t a l t e l l a o m a n d a n e r g e t i c a l l ' u t e n z a . n di l d d e de Cli elementiminimichecostituiscono sistema un fotovoltaico autonomo sonoi modulifotovolta il sstema accum lo (batterie) il regolatore ici, di u ed di carica. batterieaccumulano Le l'energia elettricaprodottadai moduli FVe consentono differire tempo l'erogazione corrente carico. di nel di al ln garantscono sostanza l'erogazlone dienergiaelettrica anchenelleore di m i n o r el l u m i n a z i o n e i b u i ol.l r e g o l a t o dec a r i c l ' e l e m e n tc h er e g o l a i od ri a o i passaggi corrente modulie batterie tra batteriee carico. sua di tra e La principale quelladi proteggere batterie fenomeni carca funzione le da di
a <ratir; nralanA>

potenza (MPPT) Inseguitore punto massima del d Circuito che mantiene puntodi lavoro campofotovoltaico il del nel puntodi massima potenza della curva al variare l-V della temperatura e dell'irraggiamento.

differenziale nsalvavitar o lnterruttore per della sal\ravita interruttore sicurezza la protezione un di finterruttore le dalle presente impianti elettrici cheprotegge persone e vitaumana negli in con Se inawertitamentecontatto unafase scariche accidentali. siviene in di salvavita interrompe meno 0,2secondi, lo delcircuito, l'interruttore possa provocaredanni pericolosi per elettrica oweroprima lacorrente che prowede togliere all'impianto tensione la vita.Esso a automaticamente quando passaggiocorrente il filo conduttore tra riscontra differente un di quello ritorno lo delneutro). (f della fase e di magnetotermico Interruttore e che in di Interruttore togliela corrente caso pericolo pi precisamente oltreil limiteconsentito aumento della corrente siain caso un rapido di (sovracca(cortocircuito)in caso maggiore di assorbimento di corrente sia protegge le soprattutto aprico). Pertanto l'interruttore magnetotermico pericoli incendlo di parecchiature e l'impianto danni conseguenti da e Per cortocircuito sovraccarico. o lnverter quindi, essere per generata moduli di tipo continuq Lacorrente dai FV alternata possedere e in deve essere trasformata corrente in immessa rete, La di efrequenza adatte rete alla elettrica. trasforlecaratteristicheampiezza awiene attraverso deisistemi mazione unacorrente di continua alternata in in: chiamati inverter. inverter i distinguono Gli si (perfunzionamento isola) forzata in Inveer commutazione a tensione uscita di n cui la frequenza della Dispositivo conversione di idonei Sistemi conversione di imposta uncircuito da elettronico oscillatore. nominale assenza in e entro campo il a sosteneretensione lafrequenza la (d di statica della pubblica stessa ispositiviconversione di alimentazione rete solamente Pu che comportano generatori si come ditensione). funzionare elettrica nonconnesso rete alla Dubblica. (connessi rete) naturale in lnveer commutazione a di della tensione uscita Dispositivo conversionecui la frequenza di in a la di non imposta rete dalle elettrica. Sistemi conversione idonei sostenere (dispositiviconversione di nominale tensione lafrequenza il campo e entro generatori corrente). funzionare Pu come di statica si comportano che predisposti l'immissione per se alla elettrica. inverter Gli solo connesso rete operazione di difase: in sono dotati dispositivoaggancio di di energia rete di stesso le grandezze rete, e di sincronizzazione tra l'uscita dell'inverter prodotta dall'impianto ad immissione dell'energia necessariaunacorretta FVnellareteelettrica.

276

Inverter per connessione rete FV in per impiantiFVconnessi retesonodotatidi particolari Cli inverter adatti in f u n z i o n id r e g o l a z i o nc o n t r o l l o d i c o n d i z i o n a m e ndo l l ' e n e r g iia e, e te n u s c i t a u al i : o ( s i s t e m a i i n s e g u i m e n do l p u n t od i m a s s m p o t e n z aM P Pr a c k i n g ) d te a t trasformatore elevazione di dellatensione livello al dellarete; protezione interfaccia con relativo di rete dispositivo interruzione in di casodi black-out; (interruttore ifferenzia interruttore salvavita d le); raccolta, memorizzazionetrasmissione dati di esercizio dei e dei e m e s s a g g ii e r r o r ep e ri l c o n t r o l l e l a m a n u t e n z o n e l l ' i m p i a n t o . d , o de kW (chilowatt) p I u n i t d m i s u r a e rl a p o t e n z a . kWp (chilowatt di picco) Unitdi misura dellapotenza picco un dispositivo di di solare fotovoltaico (cella, moduloo impianto). potenza piccosi intendela potenza gePer di (STC). realtnon neratada un dispositivo in condizioni FV standard In una potenza bens na resa, u generata owero la proporzione la potenza fra per da un dispostivo e l'irraggiamento FV necessario ottenere solare tale potenza. kwp l'unitdi misuraper la potenza ll che un disposltivo FV generain condizioni standard(STC=Standard Conditions), Test ovveroa 1 0 0 0 W m ' d i i r r a g g i a m e n ta 2 5 ' C d i t e m p e r a t u re 1 . 5A M ( S p e c t r u m o, a A i rM a s s ) . Latitudine passante Fissato puntosullaterra,angolo un chela normale superficie alla p e r l p u n t of o r m ac o ni l p i a n o q u a t o r i a l ea l a t i t u d i n e i d i c eN o r ds e i l e l; s settentrionale Sudse sull'emisfero e Duntoconsiderato sull'emisfero m e r i d i o nla . e Mismatch Riduzione dellapotenza uscita unastringa di un generatore impudi FV di o tabilead unaeccessiva differenza nelleprestazioni moduliFVconnessi dei i n s e r i e f a c e n tp a r t ed i u n as i n g o l a t r i n g aI.n u n c o l l e g a m e n itn s e r i e , e i s o il moduloconcaratteristiche inferiori diventa collodi bottiglia determina e l a r i d u z i o n e e l l ap o t e n z a i t u t t a l a s t r i n g ap o r t a n d o l a l l i v e l l o e l l a d d , d p o t e n z a e lm o d u l o Vo i d e b o l e d F ModuloFV Unit/componente elementare un generatore n grado trasformare d FV d la lucedel solein energia elettrica ottenutodallaconnessione elettrica ed i n s e r i e i p i i rc e l l e VI m o d u l i Vp i i rc o m u n s o n o o s t i t u i td a 3 6 c e l l e i d F F i c i d silicio cristallino connesse serie, in assemblate uno stratosuperiore fra di (Tedlar) racchiuse vetroed uno stratoinferiore materiale plastico di e da unacornice dialluminio, modochesianoprotette ln dagliagentiatmosferici,

aEc-

posteriore modulo collocata una del dall'aria dall'umidit. parte e Nella edicontatti i diodi by-pass di scatola digiunzione cuivengono in alloggiati in di ll fotovoltaico struttura una robusta grado garantire elettrici.modulo FV caratterizzati potenza da moltiannidi funzionamento. I moduli sono margini di e nominale, corrente corto di circuito, tensione uscita dairispettivi FV. formano generatore il ditolleranza ammessi. moduli Piir connessi loro tra potenza) MPP Maximum Power Pont(puntodi massima FV l-V, di un FV ll punto sulla curva caratteristica generatore (modulo o cella potenza. dipende Esso FV), quale generatore produce massima il FV la nel di mento. dalla radiazione solare dalla e temoeratura funziona (NOCT) Normal Operating CellTemperature fC) quandofunziona un irragcon latemperatura un modu fotovoltaico di lo giamento 800Wm2, temperatura di di una ambiente 20'Cedunavelocit di delvento 1m/sec. Orientamento dei N, O. Posizione modulo del rispettolledirezioni punticardinali 5,E, La a misura dell'orientamento dall'Azimut. data Potenza prodotto un'unit tempo. potenza espressa La in Indica lavoro il in di Watt (W)o kW(Chilowatt). Potenza nominale (ditarga) un modulo viene in che misurata condizioni Potenza picco di di (sTC Standard Conditions) indicata in ed standard laboratorio di Test (dall'lnglese picco).costruttore modulo indicare pu peak= del ll Wattpeak (per per Di nominale es.t5 %). solito, delle tolleranze rispetto potenza alla di FV mod il e confrontare uli diversi,costo la produzioneun implanto vennominale gono installati. potenza La riferiti potenza alla nominale moduli dei (omassima,di picco, di targa) fotovoltaicola potenza o o dell'impianto (o potenze o nominali massime,di determinata somma dalla delle singole parte medefacente del picco di targa) ciascun modulo fotovoltaico o di FV la totaledi un Seneratore o di simoimpianto. altritermini, potenza In pari potenze nominali moduli dei delle unacentrale risulta allasomma FV instalati. ..Tetti fotovoltaiciD Programma programmaincentivazione a che di arrivatotermine, prevedeva Precedente <in capitale>fondoperduto. a un contributo conto Punto consegna di generata FV immessa elettrica dall'impianto viene Punto cui l'energia in rnrete.

Puntodi immissione rete in C o nq u e s t o e r m i n e i i n t e n d el p u n t od i c o n n e s s i o n e l l ' i n v e r t e rd e l t s i de o d i s p o s i t i vd i m m i s s i o nie r e t ea l l ' i m p i a n t o l e t t r i c o o m e s t i c o a l l a o n e d reteelettrica nazionale. Puntodi prelevo Puntoin cui l'energa elettrica vieneprelevata lla retedel gestore da Puntodi connessione Puntodi scambio reted'utentee retedel gestore. fra PWM(n Inglese: Pulse Width Modulation) Modulazione larghezza a d'impulso. Modalit formazione di dell'onda sinusoidale uscita un inverter. basa in di 5i sulla commutazione a freouenza molto pi elevata (alcune rispettoa quelladi lavoro decine kHz- chiloHertz), di permettendo ottenerela forma sinusoidale di variando duratadi ogni la impulsoin proporzione all'ampiezza dellasnusoide quell'istante in d Quadro campo elettrico dovele stringhe generatore vengono del FV raccordate in Quadro u n u n i c oc i r c u i t o r i n c i p a lie C C . e i q u a d r id i c a m p ov e n g o n on o l t r e p n N i integrate protezionicontro sovratensioni(scaricatori) le le e gliinterruttori di sicurezza. Radiazone diffusa Componente delaradiazione solarericevuta una superficie captada di zionedopo la riflessione la dispersione e dovutaall'atmosfera. ltalia,la In percentuale radiazione di diffusa generalmente inferiore 50%.Nelle al regionipi a Sud, soprattutto e nelleareedesertiche, radiazione la diretta oredominante rispetto alla radiazione diffusa. Radiazione diretta Componente dellaradiazione la solare colpisce superficie captazone che di c o nu n u n i c o d e f i n i t o n g o l o i i n c i d e n z a . e a d globale Radiazione Somma delle componenti tre dellaradiazione solare: diretta, diffusa, riflessa. E q u i v a la l t o t a l ed i e n e r g i ar r a d i a t o u s u p e r f i c io r i z z o n t a ld a l s o l ee e i s e e c a l c o l a tio u n d e t e r m i n a tlo s s o i t e m p o( i ng e n e r e n a n n o ) L ar a d i a n a d u . zioneglobale vieneespressa chilowattora metroquadrato all'anno. in al e I n l t a l i ai v a l o r id e l l ar a d i a z i o ng l o b a l e o n os o l i t a m e n tc o m p r e s r a i e s e ti 1 3 0 0e i 1 9 0 0 k w h / ( m " a ) . Radiazione riflessa Componente dellaradiazone solare ricevuta unasuperficie captazione da di dopola riflessione terreno. del

Aiutoallalettura

Radazione solare(kWh/m') l'energia elettromagnetica vieneemessa solecomeconseguenza che dal d e i p r o c e s s i f u s i o n e u c l e a rc h ei n e s s o w e n g o n o . d n e a Regolatore carica di (peresem generapostotra una fonte di corrente pio Dispositivo continua tore FV)ed una batteradi accumulatori. Svolge funzioned regolare la i p r o c e s s ii c a r i c a s c a r i cd e g l i a c c u m u l a t o r i . d e a 5emiconduttore Materiale allostatopuro non conduttore, che pu diventarlo che ma se quantitdi se ne modificail retcolo cristallino con l'aggiuntad pccole nimpurit,, attraverso un'operazione denominata drogaggio. Silicio Materiale ll semiconduttore usatopercostruire celle le fotovoltaiche.silicio i l s e c o n de l e m e n t p i c o m u n e ul l at e r r ae d i l c o m p o n e n tp r i n c i p a l e o o e s . d e l l as a b b a i q u a r z oP e rl a f a b b r i c a z i o n e l l ec e l l e Vs i u t i l i z z a i l c i o d de F s puro, policristallino estremamente quale ilsilicio monocristallino, o amorfo. SilicioAmorfo TiDo silicio celle di fotovoltaiche non ha alcuna struttura crstallina. Der che siliciocristallino U nt p od i s i l i c i o s t r u t t u r a a

( m o n o c r i sltlan oe p o l i c r i s t la n o ) . i l i

Silicio tipo N di Silicioavente una struttura cristallna contiene che impurit cariche negativamente. Silicio tipo P di Silicioavente una struttura c r i s t a l l i n a h e c o n t i e n e m p u r i t c a r i c h e c i positiva mente. Silicio monocristallino Slicicostituitda un singolo ristallo. o o c 5ilicioPolicristallino S i l i c i o o s t i t u i t d a p i c r i s t a l l i . c o 5istemafotovoltaico Installazione moduli fotovoltaici altri componentiprogettatoper di ed fornirepotenza elettrica dallaradiazione solare. (in Sistema nseguimento Inglere: ad tracking) ll sistema insegu ad imentopermette modifica l'nclinazionel'orientao d re g e n e r a t o rF Vi n f u n z i o n e e l l ap o s i z i o nd e ls o l eS i p a r l a i e e m e n t od i u n d . d q sistemi doppio a asse uando possibile modificare contemporanea mente

mentresonosistemi di che sial'inclinazone l'orentamento un generatore, o q u a l i p o s s i b lm o d i f i c a rs o l ol ' i n c l n a z i o n e e e q s n a da s s e i n g o l a u e l l i e i a d a t t ip e rs e g u i r e va e l ' o r i e n t a m e n tIos i s t e ma d i n c l i n a z i o n e r i a b i l s o n o . i i i, de s d i l ' a n d a m e n td e ls o l e u r a n t el s u s s e g u i r s l l e t a g i o nm e n t r e s i s t e m i o l l o e a d o r e n t a m e n tv a r a b i l s e g u o n o' a n d a m e n t d e l s o l ed u r a n t e ' a r c o o s co g In a d e l l a i o r n a t a . E u r o p C e n t r a l e , nu n s i s t e m a d a s s e i n g o l a ,p o s s i per i bileottenere fino al 23%in piitdi resa; i sistema doppiaasses arriva n c r e m e n td e l 2 8 %c i c a . o adun (soc) operatingConditions Standard i p d d C o n d i z i o n ii r i f e r i m e n t o e r l e m s u r a z i o n ie i p a r a m e t rd i f u n z i o n a sono: irraggiamento Tali mento di un impiantofotovoltaico. condizioni 'C le, media del ventopari a 8ooWm' , 20 di tem peratura m bienta velocit a d a 1 m / s ,c o nd i r e z i o nd e lv e n t op a r a l l e la l p i a n o e i p a n n e l l i . e (Standard TestConditions) STC caratteristici i misurati parametri nelleq ualivengono Condizioni standard = 1000Wm' , temperatura delle mento elettricidi un moduloFV:irraggia d a Ai A d c e l l e = 2 5 ' c m a s s a ' a r i a M = 1 , 5( d a l l ' l n g l e s e r - M a s s :e s c r i vle l u n , terrestrein l'atmosfera ghezzadel percorso della luce solareattraverso i c p e a d f u n z i o n e e l l a o s z i o nd e ls o l e )I.n b a s e q u e s t p a r a m e t r a r a t t e r i s t i c i diverse. prodottidi case costruttric possbile confrontare Stringa p e t I n s e md i m o d u l o p a n n e l lci o l l e g a eil e t t r i c a m e nitn s e r e e ro t t e n e r e e i del la tensione lavoro campofotovoltaico. di Tecnologia film sottile a re fatto evapora e lasciato per di ll materiale partenza la futuracellaFVviene comeil vetroo l'accialo di direttamente un materiale supporto, su depositare formandocosuno stratomolto sottile. inossidabile, Tedlar(marchioregistrato) blaggio Polivinilfl ro. MatetialeDuPontimpiegatoin fogli nell'assem uoru caratteristiche (sul retro) per le sue particolari dei modui fotovoltaici antiu idit. m Tensione crcuitoaperto di ai V Livello dellatensione (inVolt)misurato capidi unafonte di tensione/ Abbreviadi (peres.un moduloFV)in assenza carico. generatore elettrico e: O z i o n e C( d a l l ' l n g l e sO p e nC i r c u i t ) . Wafer di la Fettadi silicioche costituisce basedellacellafotovoltaica, spessore o d d v ar a b i l t r a 2 5 0e 35 0p m ( m i l l e s i m ii m i l l i m e t r o )t t e n u t a aI t a g l i od e i e d d I l i n g o t t ip r o d o t t im e d i a n t e a f u s i o n ed e l s i l i c i o i s c a r t o e l l ' i n d u s t r i a elett ronca.

zAL

A Lrto a ettura a

242

7 Appendice

7.1 Domande frequenti(FAOJ


paragrafo In questo sonostateraccolte doma chepifrequentemente le nde vengonopostedal clientenel campofotovoltaico. questaraccolta Con si intende fornireun primostrumentochevi dia la possibilit rispondere d poste coloro si awicinano adeguatamente richieste viverranno alle che che da per la primavoltaal settore fotovoltaico. Lerisposte questoparagrafo di affrontano l'argomento soloin forma riassuntiva ridotta.Peravere e una conoscenza approfondita dellatecnologia qu solare, indi, fatesempre riferimento capitoli ai specifici libro, del congiuntamentealla letteratura specifica indicatanellasezione (Letteratura 7.5 complementare annotazion e ir. propro sicuro chel'incentivo sarpagatoper 20 anni? ll Decreto Mnistero del delle AttivitProd uttive(MAP) el28/o7 d /2005ed il successivo Decreto MAPdel26/0f/2O06individuano 20 anni il periodo in di erogazione dellatariffa incentivante. periododecorrer partire Tale a d a l l a a t ad i e n t r a t a n e s e r c i z id e l l ' i m p i a n t o . d i o Pefmontareun impiantoFVsullapropriacasa occorre averela concessione edilizia? Pergli impiantidi potenza nominale non superore 20 kW,salvo a restando particolari presentare DIA regolamentazioni la territoriali, sufficiente (Dchiarazione Attivit) Comune lnizio al competente. caso cuil'mpia Nel in nto dovesse essere ubicato zone in sottoposte vncolo a storico paesaggistico, e/o preventivamente sarnecessario inoltrare domandaallaSoprintendenza ai Beni Culturali Architettonici solosuccessivamente e si potrpresenrare e la DlA. gli Per impia ntidipotenza periore 20kWoccorre l'autorizsu a invece richiedere z a z i o nu n i c a l l aR e g i o nd e l l a o c a l i t i c u is a r n s t a l l a tloi m p i a n t F V e e l i ' o a n

Appendrce

Perquantotempofunzionaun impiantoFV? per Ladurata vitaattesa un impianto attualmente 25 anni.Durante di FV di t a l e p e r i o d o m o d u l iF Vs o n og a r a n t i tp e r p r o d u r r e l m e n o ' 8 0 %d e l l a i i a l p o t e n z a o m i n a l en o r i g i n es e n z a i c h i e d e rp a r t i c o l a rm a n u t e n z i o n e . n e i , r e S o l oi d i s p o s i t i ve l e t t r o n i c i r e s e n tn e l l ' i m p i a n t o o m ea d e s e m p i o l i i p i g c, p n v e r t e r ,o t r a n n o v e rb i s o g n o i r i p a r a z i o n i s o s t i t u z i o n I n r e a l t i, a d o e. moduli FVe quindigli impianti durano media mentepr limite suddetto, del in quantol'effetto fotovoltaico usurala cellaFV lasciandola non inalterata n e lt e m p o . n ac e l l a Vd u r e r e b bp e ru n t e m p oi n d e t e r m i n a t o n o ns i U F e se tenesse contodeglieffetti erosiv dellentemperle.materiali I oggiutilizzati nel settore qualel'acciaio, vetro,il ramee I'alluminio, fotovoltaico, preil s e n t a n o o m u n q u e n ' e l e v a tra s i s t e n z a l e n t e m p e r ie d a c o n d i z i o n i c u e al e c l i m a t i c ho i a w e r s e . e llenergianecessaria costruzione un impiantoFV superiore alla di a quellacheprodurr corso nel dellasuavita?In altri termini,qual il suoammortamento energetico? I n l t a l i a l t e m p od i r i t o r n o n e r g e t i c o ru n i m p i a n t o Vc o m p l e te i n s t a l i pe e F o - 5 anni.Dopota le periodo latooscilla 3 tra l'energia prodotta pannetto dal e q u i p a r la s o m m a e l l e n e r g i s p e s e e rl ' e s t r a z i o n e l l e a t e r i e r i m e a p d e e p de m ( s i l i c i p e rl e c e l l e Vr a m ep e ri c o n d u t t o ra,l l u m i n p e ri t e l a ie d i s i s t e m i o F , i o di montaggio, vetro d protezione), tutte le trasformazioni industrialie l ' a s s e m b l a g gd o l s i s t e m a u l s i t o .O _ u e s tp e r i o d o i a m m o r t a m e n t o ie s o d tendea ridursi gradualmente effettodel progresso per tecnologico. C o n s i d e r a n d o t e m p od i a m m o r t a m e n tm e d i o i 3 a n n i e u n ad u r a t a un o d d i 2 5 a n n i ,u n i m p i a n t o Vp r o d u c e n q u a n t t a t vd i e n e r g i a - 1 0 v o l t e F o u 8 maggiore quello di necessario suacostruzioneseconsideriamo alla e, iltempo di ammortamentoenergetico un impianto solare di termco destinato alla p r o d u z i o n e a c q u a a l d a a n i t a r io a l r i s c a l d a m e ntta l,ep e r i o d s c e n d e di c s a o o
a t.5annt.

Devoiscrivere mio impiantoall'UTF (Ufficio il lecnicodelleFinanze)? P e r l i i m p i a n t io np o t e n zn o m i n a ln o ns u p e r i o r e2 0k Wc h eu t i l i z z i nl o g a c e ai a p d i s c i p l i nd i s c a m b i o u lp o s t o e rl a c e s s i o ni e r e t e e l l ' e n e r gpa o d o t t a a s n d ir nonoccorre l'iscrizione all'UTF. Pertuttiglaltri impianti cheinvece vendono alla rete la totalit della loro produzione occorre richiedere all'Agenzia delleEntrate l'attrbuzone una partitaIVA(qualora di non ne fossegi in possesso)ed iscriversi nell'apposito registro produttori dei d'energia elettrica p r e s s o' U f f i c i o T e c n id e l l e i n a n z( U T F ) . l co F e

Devodichiarare l'impiantoFVnellamia dichiarazione redditi? Ecomeviencalcolato l'ammortamento la deduzione e fiscale? Nella nanziaria fi per 2006 stataprorogata detrazione la IRPEF le persone per fisiche interventi manutenzione per di straordinaria immobili, tutto sugli il 2006,con le seguenti variazioni: detrazione la sardel47% sullespese documentate fatturate, e invece del 36%;l'aliquota suicorrispettivi che IVA d e i b e n i es e r v i zd e l2 0 % ,i n v e c e h ed e l 1 0 % . i c Tra gli interventidi manutenzione straordinaria sono compresi anche q u e l l r e l a t i v i l l ' i n s t a l l a z i o nie p i a n tp e rl ap r o d u z i o n ec a l o r e - e n e r g i a i a di m d c h ep r e v e d o nlou t i l i z z d e l l e o n t id i e n e r g i ai n n o v a b l e . ' o f r Va tenuto conto che usufruendo ouestadetrazione di fiscalesi accetta una riduzione delleta riffeincentva del 30%.(Fonte: nti FAQ sitoCRTN ) g P e r l i i m p i a n tp e rl a p r o d u z i o n e c a l o r e d i e n e r g i e l e t t r i c a l i m e n t a t i i di e a d a f o n t i d i e n e r g i ai n n o v a b i l e a l i q u o t aV A a l 1 0 %c o m ed e f i n i t o a l r l', I d DPR ottobre1972,n. 633e Risoluzione del 20h/2000 delMnistero 26 2/E q d e l l e i n a n z(e u e s t ' u l t i m a rq u a n t o o n c e r na de s e m p i o p r o d u z i o n e F pe c e la dicalore asolare biomasse). d o Varicordato l'aliquotaIVA 10% si applica che del sull'intero sistema fonte a r i n n o v a b een o na i s i n g o lc o m p o n e n t . l i posso usareper il mio impiantoFV? Qualifinanziamenti In ltalia entratoin vigore nuovo il meccanismo centivazione remud'in che nerer contariffa ncentivata prodottadagli impiantiFVper un l'energia periodo i 20anni. d In alternativa, potreteperil momentocontinuare richiedere agevolale ad z i o n i f i n a n z i a rc e n t e n u t e b a n d ir e g i o n aei p r o v n c i acih ep r e v e d o n o io l , in l finanziamenti fondo perdutosul costosostenuto la progettazione, per a fornituraed installazione pannelli dei fotovoltaici. o I n u l t m o a l c u n e a n c h e t a n n oa d o g g p r o p o n e n dd e i f i n a n z i a m e n t , b s soecfici l'investimento eI fotovolta oer n ico. Ladomanda allaccio retepubblica A cosa di alla serve comefare? e S i an e lc a s on c u is i s c e l g d i u t i l i z z a rl e d i s c i p l i n a l l o c a m b i s u lp o s t o i a a de s o chenel casosi decida vendere di l'interaproduzione proprioimpianto del algestore dellaretedi distribuzione, occorrer allacciarsi retepubblica. alla Ledomandedi connessione retedegliimpiantifotovoltaici alla ammessa gestori rete all'ncentivazone devono non essere inviate CRTN, ai al ma di (a l o c a l e u i g l ii m p a n td o v r a n n e s s e r c o l l e g a to,s s i a i d i s t r i b u t o r i s e c i o e i a c o n d a e l l ' u b i c a z i od e g l i m p i a n tE n e D i s t r i b u z o n e , E A ,E MM i l a n o , d ne i l AC A AEMTorino, etc.)(Fonte: www.grtn.it)

285

Devoassicurare mio impantoFV? il sicuramente opportuno estendere copertura la assicurativa eventualmente e s i s t e n t s u l l ' e d i f i c ia l l ' i m p i a n t o V A n c o r a e g l i o a r p e r s t i p u l a r e e o F m s un contrattoassicurativo soecifico non limitarsial rischio e incendi alla o responsabilit civile. caso Nel fossepossibile consigla cautelarsi si di anche controle perdite resa. di per Gli impiantiFVsonopericolosi la salute? Cenerano inquinamento elettromagnetico? 6li impiantiFVsonosistemimolto sicurie inoffensivi possono che essere i n s t a l l aov u n q u e ,n c h en a m b i t o r b a n o ,u i t e t t ie da n c h en p r o s s i m i t t a i u s i di abitazioni. Trattandosi sistemiin corrente di continua, non generano cam pi elettromagnetici bens campisoloelettrici, loghia quelliprodotti ana d a i f e n o m e nd i m a g n e t i s mto r r e s t r e a t u r a l e d a l l en c a r i c he l e t t r o i n e o statiche". campoelettrico ll generato un impiantoFV completamente da d i v e r s o a l l eo n d er a d i o d a q u e l l o h es o l i t a m e n tv i e n ei n d o t t od a l l e d e c e l i n e e d a l t at e n s i o n e d a g l i a p p a r e c c h i e l e t taitcr a v e r s ad a c o r r e n t e a o r ti ti (dispositivo alternata. valledell'inverter A elettronico trasforma corche la rente contnua corrente in prodotta alternata), l'energia elettrica dall'impianto F Va s s u m c a r a t t e r i s t i cd e l t u t t oi d e n t i c ha q u e l l e e ln o r m ae i m p i a n t o e he e d l e l e t t r i cd i c a s a . o I modulivecchi sonoda considerare comedei rfiutsoeciali? No. Esistono fabbrcanti dei che addiritturariciclano vecchimoduli FV, i pera le celleFVintattecheverran riutilizzate la costruzione recu ndo per no di n u o v im o d u l i P o i c h e c e l l e Vn o n i n v e c c h a ni o , o d u l i c o n t i n u a n o . l F m ad e p a v e r e n n v a l o r r e s i d u oa n c h e e ri d i e c ia n n i s u c c e s s i v i al lo aod i s m i s u " lr sione. plausible ipotizzare in futuro l'attivit rivendita riciclaggio che di e dei Dannelli vecchi FV avrun mercato crescente.

7.2Incentivi disponibili ltalia in


In ltala entratoin vigore nuovo il meccanismo d'incentivazione remuche prodottadagli impiantiFVper un nerer contariffa incentivata l'energia p e r i o d o i 2 0a n n i . d fentit dellatariffaincentivantebasata un sistema su ibridocomposto di unatariffaerogata CRTN l'energia per prodottadall'impianto e dal dal FV riconoscimento valore del o dell'enereia elettrica autoconsumata ceduta a l g e s t o r eo c a l e e l l ar e t e . l d a C l ii mp i a t i F V e n g o n s u d d i v i sn t r ef a s c en b a s e l l ap o t e n z n o m i n a l e n v o ii i a nstallata: impianticon potenza nominale compresa l kwp e 20 kwp; tra impianti conpotenza nominale superiore 20 kwp ed inferiore 50kWp; a ai impianti conpotenza nomina superiore 50 kwp ed inferiore 1MWp. le a ai

I n b a s e l l af a s c i a i p o t e n z a d a l t i p o d i m e c c a n i s mco n l q u a l e e r r a d e o v prodotta potraccedere diverse riffe,l'entt cedutal'energia si alle ta delle q u a l iv e r r a g g i o r n a to g n ia n n o ,a d e c o r r e rd a l p r i m og e n n a i o O O 7 a e 2 e p e rc i a s c u nd e g l a n n is u c c e s s a l i2 0 0 6 s u l l a a s e e lt a s s o i v a r i a z i o n e o i iv , b d d a n n u od e i p r e z za l c o n s u m o e rf a m i g l i e ' o p e r ae d i m p i e g a tri l e v a t o i p d i dall'l5TAl P e r l i i m p i a n tlia c u i d o m a n d a i ai n o l t r a t a u r a n t e l i a n n is u c c e s s ia li g s g d v 2006 le tariffe ncentivanti sonodecurtate del5"/./anno] questopropoa sito il CRTN pubblicandole propriosito internet,le tariffe aggiorna, nel incentivanti. Latariffa incentivante verrerogataper un periodo 20 anni a partire di d a l l a a t ad i m e s s an s e r v i z id e l l ' i m p i a n t o . d i o Letariffeincentiva sonoincrementate 10% oualora moduli FVsiano nti del i integratiin edifci di nuovacostruzione in edificiesistenti o oggettodi ristruttu ionee restano raz costantifinoal20!2. lmpianticon potenza nominale fino a 20 kwp P e r g lm p i a n tF Vl ac u d o m a n dd ' i n c e n t i v a z i es a r n o l t r a t a e l 2 0 0 5 i a no i n e nel 2006la tariffa incentivante riconosciuta paria 0,445lkwh. 5e l'impiantoimmettein retel'energia prodotta attraverso meccanismo il di scambio posto(Net meterng), tariffa verrapplicata sul tale soloalla quota partedi energia resadisponibile utenzeelettriche soggetti alle dei r e s p o n s a belq u i n d ia u t o c o n s u m a t a . i i La disciplina discambio I posto, su regolamentata Deliberazione dalla dell'Autorit per l'Energia Elettrica il6as n.28/06del !0/02/2006, prevede ed che l'energia elettrica prodotta potressere (ottenendo autoconsumata quindi un risparmio nellabollettaelettrica) cedutaal Gestore o dellaRete locale, chericonoscer credito un energetico calcolato sullabase saldoannuo. del ll credito energetico ottenuto potr per cos essere utilizzato lacompensazione, in energia, un eventuale di saldonegativo relativo all'annosuccessivo. ll positivo saldo relativo un datoannopuessere ad utilizzato compensazione a d i e v e n t u a sia l d i e g a t i vp e ru n m a s s i m o i 3 a n n is u c c e s s ia lil ' a n n on l n i d v i cui statomaturato. L ad i s c i p l i nd i s c a m b i o u l p o s t o o n t i n u e ra s u s s i s t e r e c h e o p ol a a s c an d scadenza Deriodo incentvo. del di I gestori impianti FVcon potenza di nominalenonsuperiore 20 kWpposa sonodecidere non utilizzare scambio posto, soddisfacendo di lo gli sul ma previsti obblighi dallanormativa fiscale materia produzione in di d'energia elettrica, accedere forma d'ince di alla ntiva zionepergli impantidi fascia compresa i 20 kwp ed i 50 kwp. tra

lmpianticon potenza nomnale tra compresa 20 kwp e 50 kwp Pergli impianticontagliasuperiore 20 kwp la Deliberazione a dell'Autorit per l'Energia Elettrica il CasAEEC ed 34/05 riconosce possibilit venla di elettrica, secondo dereal gestore dellaretedi distribuzione produzione la dei prezzi definitinelladeliberazione stessa. e l l v a l o r e i n i m od e l l ap r o d u z i o nv i e n ed e f i n i t o n b a s ea l l ' e n t i t e l l a m i d produzione stessa comesegue: p r o d u z i o na n n u a i n o a 5 0 0 M W h e f o,o9s/kwh p r o d u z i o na n n u a a 5 0 0a 1 0 0 0M k W h e d 0,080/kwh p r o d u z i o na n n u a a 1 0 0 0M k W ha 2 0 0 0 M W h e d 0,070lkwh alla Cli impianti tagliacompresa 20 kwp e 50 kwp cederanno retela con tra loroproduzione dallaDeliberazione secondo regola la mentazione dettata pari a AEEC 34/05 e verr riconosciuta loro una tariffa incentivante nel 0,460lkwh,pergli impiantla cui domanda statainoltrata periodo sa per 2005-2006, la quotadienergiaelettrica immessa rete. in ll prezzo indicatodalla Delberazione AEEC 34/05 per l'energia elettrica cedutaalla rete continuer essere riconosciuto anchea termine del ad Derodo 20enna dell'incentivo. le per Condizioni special impianticon potenza superiore 50 kwp a gli Per impiant potenza inale di nom superore50kwp latariffaincentivante a all'incen soggetta un meccanismo gara, ad di atto a facilitare l'accesso tivazione soggetti ai che richiedono tariffepiu basse. le Pergli impiantidi potenza nominale superiore 50 kwp richiesto ver ai il samentodi una cauzione 1000/kwp, chevarrtrattenutaa titolo di di p e n a l en c a s o m a n c a t ae a l i z z a z i od e l l ' i m p i a n tn e i t e r m i np r e v i s t i i d r ne o i dal decreto. Talecauzione, cui testo pubblicato sito internetdel il nel presentata CRTN, deveessere entro30 giornidalla datadi comunicazione d d ' a m m i s s i o n e l et a r i f f ei n c e n t i v a nd a p a r t e e lc R T N . al t Letariffeincentva nti: fiscale sonordottedel 30%in casos benefici delladetrazione pr d i n o ns o n oa p p l i c a b ia il l ' e l e t t r i c i t o d o t t a a i m p i a n tF Vp e rl a c u i l rea lizzazione no stati concessi sia - incentivi pubblici contocaoitale in eccedent 20%del costo il dell'investimento - i n c e n t i v i r o g a tn e l l ' a m b i td e l progra o mma "TettiFotovoltaci, e i i n o ns o n oc o mp a t i b i lc o n - icertificat verd - ititoli derivanti dall'applicazione n.79 (decreto Bersani) delDL16/03/7999 (contoenergia), potreteper il moIn alternativa alletariffe incentvanti contenutein mento continuare richiedere agevolazioni ad le finanziarie bandiregionali provinciali, prevedono e che finanziamenti fondoperduto a dei sul costosostenutoper la progettazione, fornitura ed installazione pannelli proponendo fotovoltaici. ultimo,alcunebanche ln stannoad oggi soecifi oer l'investimento fotovoltaico. nel dei fi nanziamenti ci

288

7.3 Normativa riferimento di


Normativadi riferimento per i programmidi incentivazione ltalia in DecretoLegisfativo 387 del 29h2/2OO3 Attuazione delladirettiva 2001,/77 relatlva promozione alla dell'energia /CE elettrcaprodottada font energetiche rinnovabill nel mercatointerno dell'elettricit. DecretoMAPdel 28/O7l20o5 C r t e rp e rl ' i n c e n t i v a z i od e l l ap r o d u z i o nd i e n e r g i a l e t t r i c a e d i a n t e i ne e e m conversione fotovoltaica dellafonte solare. DecretoMAPdel 6/0212006 Modifiche integrazionial e decreto luglio2005. 28 Defiberazione AEEcn. 34/05 del 28/ O2/2OO5 M o d a l i t c o n d i z i o n ic o n o m i c hp e r l r i t i r od e l l ' e n e r g e l e t t r i c a c u i e e e ia d all'articolo commi 3 e 4, del decretolegislativo dicembre2003, 13, 29 n. 387,e al comma41 dellalegge agosto2004,n. 239. 23 Deliberazione AEEcn.rgg/0s del L4lo9l2OO5 Definizione soggetto del attuatore dellemodalitper l'erogazione e delle tariffeincentivanti degliimpianti fotovolta in attuazione ici, dell'articolodel 9 decreto Ministrodelleattivit produttive, concerto del di con il Ministro d e l l ' a m b i e n t ed e l l a u t e l ad e l t e r r i t o r i o ,8 l u g l i o 0 0 5 . e t 2 2 Defiberazione AEEcn.28/O6del LO/02/2006 Disposizionitransitorieurgenti l'assegnazioneincentivi ed per di all'offerta pibilit delle forniture di gas in attuazionedel decretodel di interrom MinistrodelleAttivitProduttive gennaio 20 2006. Deliberazione AEEcn.ao/06 del 2a/ 02/2006 M o d f i c a z i o n en t e g r a z i o n el ad e l i b e r a z i o d e l l ' A u t o r i tp e rl ' e n e r g i a ei al n elettrica il gas14 settembre e 2005,n. 188/05,in materia modalitper di l'erogazione delletariffeincentivanti degliimpiantifotovoltaici.

cEt64-8

a nominale suPeriore non utilizzatori tensione a lmpiantielettrici e in 1000Voltin corrente alternata a 1500Vot corrcnte impianti elettrici utilizzatori. contin - OSSetto ua. it elettrica tru ppidi continu e lmpia di prod ri uzione energia di teri definizonedeic collegata retidiIe llcategoria. OSgetto: di per di diffusa eneryia di installazione gli impianti produzione maggiore kVA, diL alternata potenza con elettrica corrente in sistemi elettrici seruizio isola in palallelocon in o funzionaliin statici i d consdera anche sistemi i di le ll categoria. Norme La (UPs). continuit dellecaratteristiche ici 1: Dispositivi fotovolta - Pae Migura fotovoltaiche tensione-corrente, perlecelle rle Dispositivi fotovolta - Pa 2: Prescrizione ici fotovoltaiche riferimenlo di per 3r di Dispos fotovoltaici Parte Prinipi misura sistemi itivi sPettrale di ici e solari fotovolta perusoterrestreirraSSiamento riferimento. - tteristiche dell'intelaccia di i fotovolta (FV) Ca ici Sistem raccordo la rete. con llinoperapplcazion i terrestri. Moduli fotovolta in silicio ici crista deltipo eomologazione del Qualifica progetto (EMC)-Parte LimitiSezione2: 3: compatibilit elettromagnetica (a recch iature con armonica ppa Lm perle emission i corrente iti id perfase). corrente ingrerso-16A di prodottida apparech Disturbi nelleretidi alimentazione mentieettrici ili sm elettrodomestici equipeSSia e da Pae Defnizioni. 1: per di e Appa recch reassiemate protezionemanovra bassa iatu tensione, it e recche delleestrem i Ind uazione morsetti degliappa ivid dei un e deicond uttoridegignati regole Seneraliper sstema alfanumerico, (codice involucri lP). cradidi protezionedegli Scaricatori. nonsuPeriolea gommacontensionenominale Cavi isolaticon 4501750V. polivinilcloruroten5ione nominale non con caviisolaticon supedore 450/750V a per di delladocu mentazione progetto 6uidaperla defni2ione impia elettrici. nti per della cuida perla compilazione documentazione la legge .46/7990. nffrescamentodegliedifici.Daticlimatici. Riscaldamentoe per fotovolta Linee ici. dei Rilievo delleprestazioni sistemi Suida la dei lo e misu, scambioI'analisi dati. con semplificato omologata pannello Protezione interfaccia d perimpiantitdfase, protezione gli impia allacciati rete. per nti alla polivalente. con Protezionedi interfaccia Dannello

cEl11-20

60904-1 cEIEN cEtEN60904-2 cEtEN 60904-3

cEIEN 61727 cElEN61215 cEtEN 6r.000-3-2

cEtEN60555-1

cEtEN60439-1-2-3 cEIEN 60445

cEtEN 60529 cEtEN60099-1-2 cEt20-19 cEl20-20 cEt0-2 cEt0-3 uNI10349 cElEN 61724 DV604- DV1604 DV601- DV1601/1602

290

C E I8 1 - 1f a s c i c o l o 6 8 1 C 3

modalit di Protezionedelle strutture contro ifulmini.Oggetto: progettazione,esecuzione,verificae manutenzionedeisistemidi protezione contro fulmini(LPS) impietano i che organi di e sono installatiper la captazionead a funioe maglia che asta, protezione cose, in distruttureediquanto(persone, impianti) esse contentoo essecoinvolto da V a l o r i m e d i d e lm e r o d e i f u l m i n i a t e r p e r a n n o e p e r nu quadrato decomuni d'lalia, ordine in alfabetico. chilometro media difulmn sul Oggetlo: raccolta valori caduta dei di lerritorio italiano. i lutazione delrischio Protezione strutturecontrofulmini.Va delle dovutoalflmine.Oggettor integrazionealla NormaCEl per 81-1 valutazione delrischio dovuto consentire comDletacorrctta una e una direttamente ed aifulminichecolpiscono struttura permettendo questo indirettamente, in modola scelta ottimale per di contro ifulminida adottare una dellemisure protezione specifica ttruttura, per Ottetto: Componenti la protezione contro ifulmini (LPCJ. per prescrizioni prove componenti per metalli cidautilizzare e le protezione contro ifulmini, come i le connessioni sistemidi nei pe. equipotenziali. connettori gli elementi i colle8amenti e

C E I 1 - l F a s c i c o l5 1 8 0 8 o

C E l 8 1 - 4 a s c i c o l2 9 2 4e F o Fa5cicolo4814

CEl81-8 ascco6364 F lo

i cuidad'aoolicazione all'utilizzo limitatoridi sovratension di tensione. Oggetto: sugliimpia elettric nti utilizzatorii bassa d per degliSPD- rametri i scelta gli sPD Pa d Cuida d'applicazione cuidaallarealizzazione di 5istemi generezionefotovoltaica di tensione. collesati retielettriche lvledia Ba99a alle di e

C u i d aC E I

7.4 Enti/Organizzazioni Indirizziutili


Associazioni ASPO ltalia petrolifere. delleriserve Associazone studial'esaurimento che www.aspotala.net E u o s o lr l t a l i a r a nel Associazione profit,fondataa Berlino 1988e diffusain molte non e da n a z i o i e u r o p e e . u o s o lr ap ar t t i c a d i n d i p e n d e n t e l l ' i n d u s t r i a , n E r a pio l i t i c h e d al l ep r e s s i o n i d e l e r c a t o . m dallesttuzion i www.eu rosola lia.org rita V i ac o s t a e l l a 4 , 3 6 b 3 0 0 1 9 5R o m a p F e d e r a z i o n e l i a n a e rl ' u s oR a z i o n a de l l ' E n e r g iF I,R E lta le a il Associazione tecnico-scentifica finalitdi lucro, cui scopo senza le l'usorazionale dell'energia diffondere relative e promuovere nel informazioni settore. wwwfi re-lta lia.it F I R E/ o E N AC a s a c c i a c E v i aA n g u l l a e s e 0 1 i r 3 00060Roma

Appendice

Cruppo lmprese Fotovoltaiche Nazionale ltaliane GlFl- LaFederazione lmDrese Elettrotecniche edElettroniche ANIE GlFl l'associazione nazionale lmprese delle Fotovoltaiche ltaliane, in costituita ambito ANIE Federazione lmorese delle Elettrotecniche ed Elettroniche ltaliane. www.gifi-fv.it www.anie.it ViaCattamelata 34 201-49 Milano ltalia lSES ITALIASezione dell'lnternationa Energy I Solar Society Principale associazione tecnico-scientifica profit legalmente non e per riconosciuta la promozione della solare. dell'utilizzo energia www.isesitalia.it ViaTommaso Crossi, 6 Roma ltalia 00184 Kyotoc b lu ll Kyoto Club un'organizzazione profitdi imprese, associazion enti, i non e amministrazioni impegnati raggiungimento obiettivi locali, nel degli di riduzione emissioni gas-serra delle di assunti il Protocollo Kyoto. con di wwwkyotoclub.org ViaTuscolana. 171 00182 ROMA ltalia Enti per Autorit [Energia Elettrica il Cas AEEC ed per [Autorit l'Energia Elettricail Cas un'autorit indipendente e istituita la legge novembre con 1-4 1995, 481con n. funzioni di regolazione controllo settori e di dei dell'energia elettrica delgas. e www.autorita.energia.it Sede Milano piazza Cavour, 5 20121 Milano Ufficio Roma di viadeiCrociferi. 19 00187 Roma per Ente le Nuove Tecnologie, l'Energia[Ambiente EN e EA ppotecnologico LENEA svolge attivit ricerca di scientifica e svilu awalendosi competenze ampio di ad spettro di avanzate e infrastrutture pressopropri impiantistiche e strumentali dislocate i Centri Ricerca. di www.enea.it LEGALE SEDE Lungotevere di Revel, Thaon 76 00196 Roma, ltalia

292

Cestore 5istema del Elettrico GRTN ll Cestore Sistema del Elettrico CRTN s.D.A. un ruolocentrale a ha ne p r o m o z i o n n e l l ' i n c e n t i v a z i o n e l l o v i l u p p d e l l e o n t ir i n n o v a b iiln e, e ne s o f i I t a l i aA z i o n i s tu n i c o e lC R T N i l M i n i s t e r d e l l ' E c o n o me a e l l e . a d o id Finanze esercita dirttidell'azionista il Ministero che i con delleAttivit Produttive. CRTN capogruppo ll delledue societ controllate AU (Acquirente Unico)eCME(Gestore MercatoElettrico). del www.grtn.it Cestore sistema del elettrico 6RTNs.p.A. V i a l e a r e s c i a l P i l s u d s k i2 M lo 9, 00197Roma ltalia M i n i s t e r o e l l ' A m b i e n - eM i n A m p d t l l m i n s t e rd e l l ' A m b i e n t e lC o v e r n ot a l i a n o . o de i wwwminam biente.it/ comunicazione@minambiente.it Ministero AttivitProduttive MAP ll Ministero delleAttivitProduttive Coverno del italiano. www.attivitaproduttive.govit D i r e z i o nC e n e r a ld e l l ' E n e r gea e l l e i s o r sM i n e r a r i e e e id R e Via Molise, 2 00187Roma, ltalia TERNA Rete Elettrica Naziona le Terna Rete Elettrca Nazionale S.p.A. la societ resoonsabile ltalia in dellatrasmissione del dispacciamento e dell'energia elettrica sullarete ad alta e altissima tensione tutto ilterritorionazionale. su www.terna.it Terna S.p.A. Rete Elettrca Nazionale -Via Arno,64 Roma info@terna.it

293

'w

utili bibliografici 7.5 Informazioni e riferimenti


Riferimenti Bibliografi ci - Fhg "Photovoltaic (l-995) Systemso lSE Cornett -Tomas rkvart "Solar (1994) Electricity" Ma nlngegneria - principi applicazioni, solare ed (1994) Ed. Bologna cucumo Marianelli Oliveti, Pitagora, - M.Vallario nEnergia (1998) per residenziale" solare l'ediliza -Per la valorizzazione nLibro enersetica fonti delle bianco ENEA (1999) rinnovabili"Ed. ENEA "Libro per le bianco Unione EuropeaEnergia il futuro, fontienergetiche rinnovabilirEd. (1997) UE per Programmi Software il dimensionamento Friburgo, PVS 2001, Econzept Energieplanung GmbH, www.econzepT.com Berlino, PV*sOl.PV*express, Energiesoftware, wwwvalentin.de Valentin www.soldim.de Solaris Energie Consulting, Wolnzach, Soldim, www.solarschmiede.de Mnchen, www.solem.de, 5olEM, Solarschmiede sOLinvest, Luxea, Saarlouis, www.solinvest.de (edizioni), Solid PVProfit, Manuale software CD-ROM, Frth con su 2003, 3-933634-09-1 Verlag Solare Zukunft Erlangen, lSBN

7.6Modelli/Formulari procedure per standard checklist e


Modulooer la raccolta dati

Cornmissione: N o m ed e l c o m m i t t e n t e : Tipologiad i offerta/Preve nlivo richiesto lndiizzo: pe15onalel Tel./Fax I n d i r i z z o e ls i t o p e rl ' i n s t a l l a 2 i o n e d (sedifferente dall'indirizzodel committente): Codicepostale,citt | T e l . / F aa z i e n d a l e : x

Entit dell'investimentoprevistoper il progetto: Livellodicompetenza tecnicadelcliente e relativaconoscenza fu nzionamento e deivantagSi del dell'impianto: I n t e r e s sd e l c l i e n t ep e re v e n t u a lfio r m ed i f i n a n z i a m e n t o : e

O C o n n e s sa l l ar e t e( n o t a :g l i i m p i a n t ia d isola o non50no consideratil)) Potenzaapprossimativa generatore: del

kwp

Superficieepprossimativa richiestal

O Monocristallno

tr Policristallino

O Sutetto

O Tettopiano/a tera

tr Tegole

O Tegolepiane

fl Lamiera ondulata

tr Altro:

Caratteristiche tetto sul qualeverranno montati i moduli: del Colore tipo ditegolel e Attenzione:per il passaggio cavi racordare ordinare una quantit suffciente dtegole di dei di

aerazione diforma colore e adatti, Sofftta ristrutturata? Iedifico sotto tutela beniculturalil dei
Qsi

Ono 0no

trsi

Altezzadei bordi del tetto laltezzagrondaie) R i s c h i o a d u t ad a a l t e z z a c

fl <5 m (uso scaleesterne possibile) Q<3m

O>5m O Altezza datera >3m (protezione anticaduta indispensabile) fl no Ono

Occorronoimpalcature q possibilesare ualche u comignoloinutilizzato per il p a s s a g g ic a v i o

trsi Osi

-> generatore quadro campo: Distanza di -> generalore reedilera: Distanza -> quadro Dastanza dicampo inverter: -> per Distanze inverter contatore I'immissione rete: an -> per Distanza contatore I immissionerete connessione in alla m

P o s i z i o n a m e ndo l q u a d r od i c a m p o l te P o s i z i o n a m e ndo l l ' i n t e r r u t t o rp r i n c i p a l en C C : te e i p in P o s i z i o n a m e n do l c o n t a t o r e e r l ' i m m i s s i o n e r e t e le kmane spazioper un altro contatore?)l Posizionamento dell'inverter?

Ragioneociale: s lndirizzo (via,codicepostale,citt): Persona riferimento: di Tel./Fax: Numero di identifcazione del committente (vedi bollelta elettrice):

I n f o r m a z i o n i a n c a n te d e v e n t u a lc h i a r i m e n t i : m i Cataloghio brochureche occorrono: offerte o preventivida redigere: Data/scadenza entro la quale presentare l'offerta I C o n s i g l i a md i s t i p u l a r e n c o n t r a t t o i m a n u t e n o u d Osi p z r o n e e r g a r a n l i r ea p r e n a o p e r t u r a e l l ag a r a n r i a l L d d e l f a b b r i c a n t e ,e g n a l a rs e i c l i e n t e i n t e r e s s a t o l s e Durale elcontratlo rmrnurenzrone: E 5 anni d d

trno

O 10anni

tr 20anni

tr 5te5sa durata della gadnzta

p D a t ap r e v i s l a e r I ' i n i z i o f i n e l a v o r : e D o m a n d a i a l l a c c i o l l ar e t e , d a c h i i n v a l a d o m a n d a l g e s t o r e e l ar e t el o c a l e ? a d Q noi

tr ilcommittente O Tutela culturali

Altrientida informare dell'installazione: chicura l'informazione enti degli prepostil

tr cenio civile

tr Manutentore anna c fumaria

tr noi

O ilcommittente

possiamo contare una su fl entro 2 Quando giorni r'sposta delcliente? Prossima azione? Quando ricontattare cliente? il

Ol: Denlrol settimana

296

+a5.\

'S-..

-o*

'zs'

I
Protocollo/verbale collaudo messa servizio di e in
Utene-gestore:

citt:
Siio dell'impianto:

Citt | Messa servizio Data: in Messa servizioResponsabile: in Ditta:

Citt: Inpresenza dell'utente-gestore: gestore retelocale): e (rappresentante di

Inclinazione generatore del FV " trSudovest' trSudest " Orientamento trSud Luogod'nstallezone: o tetto nctinato

O Ovest

'

trEst Cla tera

tr letto piano O facciata

Possibali ombreggiamentigeneratore del causai da: Numerototale moduli: in Numero moduli compongono stringa numero che una stringhe parallelo: per Cavo utilizzalo ;l cablaggio Beneratore: del lipo:
d Quadro i campo: Modello/tipo:

sezione
N u m e r oq u a d r i :

mm'

principale CC modello/tipor in Interruttore principalecc circuito in -> (quadro dicampo inverter)l Tipo: Interruttore Magneto di5icurezza termico di protezione linea Messa tera strutture a di tra sostegno mite: fase sezaone:

Numero: lunghezza (5ola cavo andata),

tipo:

lnteruttore Correntedi differenziale sgancioimA (5alvavita)

(peres.reteparafulmine esistente, diterraetc.) ree

Scaricatoresovntensione di connessoter tramite: a Connessione in rete


t r T o t a l e e l l ap r o d u z i o n e d O Eccedenze produzione di

298

condizioni meleorologiche: 0 assolato fl nuvoloso Misure delle stringher


T e n 5 i o nd i c i r c u i t o p e o e a Correntedi corto circuito

tr coperto

O variabile

mi5urato D oppurevalore della radia2ione Wm'


stringa 3 V \raloredi targa V

stringa 1 stringa 1

V A

2 slrin8a stringa 2

stranga A 3

valoreda larSa A
V

M i s u r eq u a d r od c a m p o( Q c ) - T e n 5 i o n e i c i r c u i t oa p e r t od e l g e n e r a t o r F Va l l ' u s c i t a e l o J e d d polo positivo/polo negativoversoterra Tensione Correntedicortoircuitodelgeneratorel c l s p e z i o nv i s i v a c o n t r o l o i f u n z i o n a m e n t o e e d . T u t t i i f u s i b i l i v e r i f i c a ei f u n z i o n a n t i t . Tutti gli scaricatoridi sovratensione funzionanti . R e s i s t e n z a l l am e s s a t e r r a : de a V A V

l Attenzione:I'inverter deveesseredisconne5so dalquadro di campo e/o dalle stringhe.Ambedue polidiogni strngadevonoessere sconnessi. evitare l'insorge.ediarchi elettrici,effettuare le Per m i s u r e l d i f u o r i d e l V P lo d i a l t r i a o D a r e c c h il e t t r o n i c i . a e , Effettuetele misure esclusivamente cielo coDerto. a Attenzione: l'uso di un amoerometro normale comporta rischi di insorgenza archielettrici. di In casodicorrenti elevate, effettuate le misure usandouna pinzaamperomelricae con I'inverter elettricamenteisolato dal eeneratoreFV

Chiudereil collegamentofra generatoreFVe l'inverter senzaancoraconnettelo alle ree "errore di rete, in quanto elettrica.All'accensione dell'inverterdovrebbeapparireil messaggio la rete elettrica non ancoraconnessa. Collegare I'ingresso. segna d rele, dell'inverteralla rete ora le (tramite l'interruttore/dispositivogenerale). Linseguatore del punto di massimapotenza(MPP)si attiva ed appareil segnale d i ( D r o n t oD e ri l f u n z i o n a m e n t o , ? O si E no

c o l l e g a r ea r e t ea l l ' u s c i t a i p o t e n z e e l l ' i n v e r t e r ':a p p a r e c c h i oO o K l d d l 5 i a w i a e d i n i z i a d i m m e t t e r e n e r p i an r e t e . a e i V a l o r il e t o C Cv i s u e l i z z a t i s u li s p l a y : d . Tensione generatoreFVin MPP ' CorrenteSeneraloreFVin MPP . Potenzagenetore FVin MPP V a l o r il a t o C Av i s u a l i z z a5iu ld i s p l a y : t . Tensione rete di . Correnteimmessain rete . F r e q u e n zd i r e t e a . Potenzaimme5sain rete . Quantit di energiaprodotta finora (totale)

vcc

VCA ACA

Verifcadispositivodi protezioneinterfacciarete di o Simulateun diservizio rte staccandol'interruttore orinciDale I'interruttore differenziale lsalvavita)tra I'inverter e la rete,finverter dovrebbedisconnettersiimmediatamente interomp e n d ol ' i m m i s s i o n d i e n e r g i a n r e t e . e i

Disconettere n fase1: Riconnetterefasesconnessaripetere la e per l'operazione lefasi2 3. e (salvavita) Provocaresgancio lo dell'interuttore differenziale

tr I'inverter si di5altiva o I'inverter siditattiva ogni volta cotettamente

Contatoreper l'enertia Contatoreper l'energia ricevutadalla rete

in E produzionemomento corso al in 0 produzione momento corso al

per Attestato I'assicurazione


I sottoscritti,quale l'in5tallatore,I'utente-gestoree il rappresentanledel gestoredella rete di ( ) d i s t r i b u z i o nle c a l e s ep r e s e n t ec o n f e r m a n o h e ,a l m o m e n t od e l c o l l a u d oI,i m p i a n t o o c fotovollaico in oggetto rsulta messoin servizioe correttam ente fu nzionante. Pertantoilperiodo d i g a r a n z i an i z i aa p a r t i r e a l ad a t ao d i e r n a . i d

LUOgO,0a

p F r f r l ad e l l ep e r s o n e r e s e n i i

(nome, ndirizzo) Utente-ge5torer

per ... con la presente, ceifchiamo l'impia fotovoltaico nlo tipo:


potenzal

presso: installato

la coDertu assicutivamediante Dolizzan'

(contrassegnare corrispondenli) peri sguenti rischi: caselle tr Dannida, eventi tr Crandine tr Furto meteorologici eccezionali tr Danni elettronicida sovratensioni lmporto dell'inve5timento Messa servzio data: in in (timbro) Societ a5sicurativa:
Fulmine tr Vandalismo tr lncendio Altro

300

Protocollo rilevamento di risultatidi esercizio

Utente-gestore: Citt, Potenza dipiccodelgeneratore kwp: FVin

per Checklist la manutenzione A s e c o n d d e l l e a r a t t e r i s t i c d e l l ' i m p i a n tlo a t t i v i t i m a n u t e n z i o n e a c h e d p o s s o ne s s e rd i v e r se da l c u n e p e r a z i o n e s s o ne s s e rd e l t u t t o up e r o e e po o o e s f l u e .L as e g u e n t le s t ar i p o r t a n as e r i e i i n t e r v e n t i i m a n u t e n z o n e i u d d da t e n e r en c o n s i d e r a z i o n e . i

lspezione visivadelSeneratorefotovoltaico e decablaggiin vsta.Accertarsiche non v 5 i a n oi n f i l t r a z i o n i du m i d i t / d ' a c q u n e i m o d u l i ,n e l l ec o r n i c e n e l l es c a t o l e i i a i d c o n n e s s i o n a l o n id i s p o r c i z i a i b o r d ii n f e r i o r i d e m o d u l i , o n n e s s i o n il e t t r i c h e e, i c e staccate,cavidanneggiati,bruciature,contalti/morsetti a llentati,etc. V e r i f i c a e l l as o l i d i t e l l as t r u f r u r a i s u p p o r t oe d e l l a s s e n z a i d a n n i / d i f e t t i . d d d d e P u i t u r ad e g e n e r a t o r F Vp e r r i m u o v e r e f o ga m e ,e s c r e m e n t i d i u c c e lail,o n i d i i l s D o r c i z ia i b o r d i i n f e r i o r i d em o d u l i e t c . a i faglio dell'erba,potatura piante o rami per evilare ombreggiamenti.

tr tr

(topi, presenza Verifica infiltrazioni d acqua/umidit, di sporcizia insetrietc.). tr preslazionidio8nistringa. Misura delle Verifica deifusibili stringa. di Verifica degliscaricatori sovratensione. di Verifica contattieettricie delserraggio morsetti vite. dei dei a tr tr tr Ll

Verificadel corretio funzionamento dell'inverterattraversola lettu ra s!l d i s p l a y / o d e l l es p i e / L E D i s e g n a l a z i o n e . e d R i p u l i t u r a e l l ea p e r t u r e i a e r a z i o n d e l l ' i n v e r e r . d d e V e r i f i c a e lc o r e t i o f u n z i o n a m e n t o e id i s p o s i t i v i i p r o t e z i o n e s i c u r e z z a . d d d

tr tr

E f f e t t u ae l a l e t t ur e e d e t e r m i n a r e' a m r n o n t a r e e l l ap r o d u z i o n d a l l ' u l t i m a r e l d lettura. V e r i f i c a e l l ep r o t e z i o n(if u s i b i l i o l t r o ) . d a

302

lmpianto FVdi riferimento/confronto

(data): Messa servizio in Programma fi nanziamento/sostegno di utilizzato: Utentegestorel (data): Sopralluogo

5uperficietota le del generatoreFV N u m e r o t o t a l e i m o d u l iF V : d Potenzaell'impiantol d Orientamentol A n g o l od i i n c l i n a z i o n e :

303

CeneratoreFV: lipo moduliFV: Potenza picco: di lengione ominale: n c o r r e n t e i c o r t oc r c u i t o : d T e n s i o nd i c i r c u i t o p e r t o : e a d T e n s i o n m a s 5 i m a e ls i s t e m a : e D i m e n s i o n i d em o d u l i : i kg Colore;

si
Tipo di montaggio/sostegno:

materiale
a terra

sovrapposto integratonel su faccala altetto tetto

Modello/tipo/descrizione dell'inverter: Potenza ominale C: n C f e n s i o n en o m i n a l e C : C i T e n s i o n r n a r s i m an i n g r e 5 5 o : e c m i C o r r e n t e o n t i n u a a s 5 i m an i n g r e s s o : Pariicolarit

Produzione annuale per Resa ener8etica kwp installato: Ta riffaincentivante: EmissionicO2 di evitate all'anno, kg/anno

7.7 Cosa fare se...


durantel giorno? ...l'impianto non produce energia elettrica i p , A m e n od i m o l t an u v o l o s i t ,i o g g i ao d o s t r u z i o nd e i p a n n e l la c a u s a e p l n e d e l l a e v e d a l t r ia g e n ta t m o s f e r i c'ii,mp i a t od o v r e b bs e m p r e r o d u r r e n o i p g d o L t e l e t t r i c i tn e l l ' a r cd l ur n od e l l a o r n a t a .a e n s i o n e r o d o t t a a lg e n e r a p g i td l r t o r e F Vr i s u l t an s u f f i c i e nae a t t i v a r e' i n v e r t es o on e l l e i o r n a t e a r t i p e e c o l a r m e n tb u i eo n e l l e r m e r ed e l m a t t i n o d i n s e r a t a s o l oi n q u e s t i e o i r n e . c a s il ' i m m i s s i o ni e r e t ep u e s s e r p a r ia z e r oM o l t im o d e l ld i i n v e r t es i pleta nettonocom mented urante la notte. d iscon

304

, D i g i o r n o I i n v e d e rn o n s e g n a ( I i t e n s i o n e n i n g r e s s od a g e n e r a t o r e ) v i c o n s e g n a i n d e n e r S LIa r e t e n f i n v e r t e rs e g n a e n s i o n e n t i i n g r e s s o , a i n u s c i t an o n m forniscetensione

Cuaslo

I n f o r m a t e i n s t a l l a t o rs p e c i a l i z z a t o I e

Troppo buio lnteruzione di elettraca Altrecause

Verificarein un altro momento con piir radiazione Veri6carel'interruzionedi corrente ( p e re s .a c c e n d e r le l u c e ) l,' l N Vs i a a r i m e t t ei n f u n z i o n e u t o n o m a m e n t e d o p ol ' i n t e r u z i o n e i c o r e n t e d Inforrnatel'in5lallatore5pecializzalo

produce ...l'impianto menoelettricit prima? di L er e s ed i u n i m p i a n t oo t o v o l t a i cd i p e n d o n o a l l ar a d i a z i o ns o l a r e f o d e e p o s s o ns u b i r e o t e v o vi a r i a z i o n ic o m el e c o n d i z i o n l e t e o r o l o g i c - e o n l m h s e l e s i v e r i f i c a e t t i m a n a l m e n ee a n c h e o l og i o r n a l m e n t e . s t e s s e s td s Le o s t a t i s t i c ha n n u a l p o s s o n s u b i r e a r i a z i o n ie l 3 0 %e p i t r a a n n is u c e i v d . ) p c e s s i v i . 5e g g a q u e s t o r o p o s i t io p u n t o4 . 1 . 1 ( . . . c o n t r o l l a rl e r e s e " . li a l

Limpianto unaresa ha inferiore Ombreggiamento rispefroprima a


V e r i l S c a se i m o d u l i o r le stringhe sono difettosi (pere5dannegg,amento causatoda tempeste o fulminazione) D e i f u s i b i ls o n o i s a l t a t ( p e e s .a r causa i unfulmine) d L I N Vs i s u r r i s c a l dp e r a v i a d e l l as p o r c i z i c h e a i n t a s al e B r i g l i e scarsoarieggiamento dellocale

Verifrcarcl'irpianto se ombreggiato sporco; talcaso o in ripulire, potare fiberare vi5uale o fa Informate I'instellatore specializzato

nformatel'installatore specializ2ato

R i p u l i r e' l N V n o n c o p r i r e l o ingombrare,eventualmenteripulire la gri8lia iaerazione d

per llimpianto unaresa kwp ha Erore di progettainferiorequella altriimpianti z i o n e /m a n c a t a a di


ofrirnizzazione e

q G l i i m p i a n t id i m i g l i o r e u a l i t n e l l e vtctnanzepossonoavereuna resa piir elevata.Comparatei valori con l e p r e v i s i o n i d e l lra s ai n d i c a t e e l l a e n d o c u m e n t a z i o nc o m m e r c i a l en e I. c a s od i m a l f u n z i o n a m e n tio o l t r a r e n r e c l a m o n t r o i l t e r m i n ed i g a r a n z i a . e Chiedete l vostroecnico pea t s c i a l i z z a t q u a l is o n o e p o s 5 i b i l i td i o ottimizzazione.

7.8 lndicealfabetico
A Accordo extragjudiziale195 Accumulatore 226,260 algel 236 al nichelcadmio 228 al piombo 227,234 ot ptomDo-oatoo /,2u 22 al pimboconpiastrua ba a positiva 236 a pastrc piane 236 elettrochimico 268 solorc con piastre o griglio positive 236 ttazionatio 236 Acidosolforico227 108 Adattamentoinverter-generatore Affidabilit 86,217 di esercizio95 Agentiatmosferici 120 Alquota IVA 285 Allacciamento alla rctepubblico J.91 monofaseo tifase 192 Allegato 54168 1 Alloggiamento degli accu mulatori 261 Ammanco195 Ammortamentoenergtico284 Analsidelle ombre 156 Angolo d'incidenza 268 dideclinazione 268 dielevazione753,268 di inclinazione162,268 owio 268 Anodo 268 Approwigionamenlo 33 enetgetico 26 Archielettrici 179 Assicurazone 70 Attivazone193 Auto-pulizia moduli 155 dei Elettrica Autorit per I'Energia 5 e ilCa5-AEEC 2 Autorizzazione Unica170,283 Aoscarica 235 Azmut 268

I Batteria 268 alNickelcadmio 269 269 ol Piombo-Acido con piastrc cotazzate 229
.^^ hi.<+,o hiano ))O

di accumulatoi elettrici 279 solarcalgel 229 Bilancio energetico20, 216 Biomasse 9 Black-out99

c
cabla88io moduliFV{latocc) 181 dei cadutaditensione242 CAFS133 Camminamento 179 ttu i moduli 721 Campo ad inclinazione fssa 269 ad inseguimento 269 edile 48 eIettrcmagnetico 727,286 otvoltaico 269 Capacit della batteia (Ah) 269 diun accumulatote olpiombo 232 carica completa 235 d equalizzozione226 diuna battea 225 t235 u 235 Cariche elettrostatiche286 Catico 279 casaunifamiliare 137 di delvalore aggunto 46 Catena creazione cause riduzione di dellaresa206 Cauzone 56,288 Cvo 247 (PE)731 di prctezione H 07 RN.F115 in coffentecontinua 1L4,180 prccoblato con connettori 782 solore 775,247 c E I E N 0 1 8 09 5 5 cEtEN612r.s95 Cella71 (fuelcell) 35 a combustibile aflm sottile 74,76,88 ct' 83 fotovoltaico ctstall ina 72 fotovolto ico orya nica 84 in silicio amofo 74,76 in silicio monocristallino 74 in silicio polictistallino 74 nanoctistallina 84 tandem 83

I
I

306

Cela 269 FV omorfa270


monocnstalno 2/u polictistollina270 fotovoltaca73 Centrale Certificato collaudo193 di Cessione dellenergia 52 dicotico/scoca 234 proonda 227 discatica principale CC 183 Circuito in Classe protezione 173 di 2 Classe protezione 54 115 di lP coeffcienti ditempetatura 90,93 Collaudo 194 Collegamento dei cavidi stringo 782 eletttico 92 in patullelo 100,270 in serie100,270 witeless118 collettore solare 19,270 Commutatore tariffario 189 Concentrazioneacido 231 di concessione edilizia283 nteamo107 Concezione Condensatore 219 condizione di goronzia 60,11,1 standatd 235 Conduttore neutrc (N) 137 porcfulmine 126 fotovoltaico 190 Connessione impianto diun Connettori oY 776 isoloti 92 Consegna 195 Contatore200 pet i consumi189 pet I'eneryia elettricoimmessa rete L18 in per l'immissione rcte 789 in 207,239 Contenuto armoniche di Contoenergia52,270 di 67,67, , \97 Contratto manutenzione 202 Controlo master slave1.07 Convertitore o corrente continua 220 cA/cc 270 cc 225 cc/cA 219,271

Corrente oltenato monofase98 olternatasinusoidale 239 olternoto trifose 98 continua 277 dicorto circuito 80,93, L93,271 MPP 93
LOTTO tIaUtrO l/1 C

per alla Costi impianti connes5i rete 5l FV Costo moduli 97 dei Curvacaratterastica 27L 82, D Dannoda prodottodifettoso 195 Dati di tarya 93 economici fotovoltaico 38 del meteorclogici63 Dea||naztone 2tl Decomposizione chimica235 Decreto Legislativo 52,289 387 Decreto MAPdel 2810712005 289 Decreto MAPdel6/0212006 289 285 Deduzionefscale Deliberazione n.188/05289 AEG Deliberazione AEEC n.28l06 289 Deliberazione AEEC n.40/06 289 Deliberazione n. 34105289 AEEC Densit dell'acido 231,234 DepletionMid Point 29 De?ting 7O8,747, 273, 27L IRPEF 285 Detrazione Deviazione dell'oientamentoispetto al Sud J.62 polare il percorso per solare Diagramma 156 DIA(Dichiarazione Attivit)169 Inizio Dichiarazione difne lavoti 191 redditi 285 Difetti causatidalla rete elettrica 206 Dimensionamento 249,256 L43, deicavi 252 dell'occumulotore 234 dellobattetiadaccumulatoi 250 Fv delgeneratote 249 esterne90 Dimensioni DtN6521590 DINEN6141695 DtNEN6r.73095 Dodo 277 dibypass 85,157,271 in polarzzozioneinve$a 754 Diossido dititanio 84 D::eftivaErrcpea2OO7/77 52 lCE per 12 Direttiva le Energie Rinnovabili 164 Dischi dellaradiazione diterra 126 Dispersore

cc/cc 219
Copertura assicurativa 286 Cornici 91

Display a di visualizzazionedistanza1J.8,788 Dispositivo della rcte pubblica 272 delgenentorc 272 di condizionamento 219 digenerctote 788 diimmissionein rcte 272 diinteocciodi rcte 206,272 279 elettrcchimico fotovoltaico 272 genercle272 tifase 700 IsPRA 503 96 Disposizione fra Distanza lefle 150 Distribuzione CC 243 in Domanda d'ammissioneL69 diallaccioalla rcte 285 Domandefrequenti {FAQ)283 DtoEaEEio 72 divta 95,284 Durata

dieneryio 27 22L di eneryia ausiliatie


toovottatco z/4 126 Fulminazione Fulmine126 189,243 Fusibili dstinga 116 G caftnzia 92, convenzionale 96, 777 diresa 58 legole 92,111 obbligatotia96 Generatore73 221 elico FV 223,274 Ceotermia L0 contraente 200 Ce5tore cestore della RetediTrasmissione 52 Nazionale-CRTN retelocale285 Gestoridi Ciorn autonomia251 di Ciunzone pn 79,272 Cranaio146 Crandine90 6ruppi elettrogeni 221 178 6uainedi protezione H Hot-spot 154

Ebollizione controllata 231 Edifcioindustriale 149 Effetto *tubo da giardino, 754,273 fotovoltaico 272 hot-spot 273 Efficienza83,94 dellecelle, delmoduloe delsistema 73 272 di convetsione Elemento227 orchitettonico 48 Elettrclita 226,227 Enetgia 273 innovabile 9 solorc9,75 Eolico 10 Equalizzaztone 226 dell'incentivazione 200 Erogazione 160 Esempio 707, 735 di dimensionamento d guasto 208 Esportazione 38 1ll Estintori schjumogeni 0126 111 E DINVDE F Fabbisogno di eneryia elettrico 255 enetgetico 245 eneryetico mondole75 Fattoredi carica 235 Filmlottile 274 Finanziamenti 285 Fo8lio dati 59 Foglio diTedlar85

ldroelettrica10 tEc61215 96 tEC67646 96 in lmmissione rete 99 lmpatto visivo 119 l.r'pedenza 274 Impianto in fotovoltaicoconnesso rete 73,275 multi-invertet 707 solarctemico68 stand-alone72,275 lndicatore delsole 754 delpetcotso aICRTN167 lnoltro delladomanda Inquinamentoelettromagnetico286 tnsegujmento potenzo 99,225, delpunto di massima 275 204 Installatore specializzato 259 Installazione lntensit dicotrente 80 di corente di scotico 232

308

lntercapedine119 Interferenze elettromagnetiche239 Interruttorc diercnziale (salvavito) 111, 276 magnetotemico 276 in Wincipale CC 777 lnversione dellapolarit180,225 lnverter 72, 9a, 2I9, 220, 276 autocommutati 99 direte 99 a commutazione a commutazionefotzata 276 a commutazione noturale 276 98, centrulizzato 702 di modulo L00,105 di stngo 100,104 Fv perconnessione rcte 277 in multistinga L05 senzo trcsfomatote 171 lspezione visiva 203 L
Leftfuotne 2t I

Morsettdi sicurezza243 99,226 MPPtracking N Neve 204 198 Normalizzare NormalOperatingCellTemperature278 Normativa di ifeimento 289 DK NormativaENEL 5740 191 NormativaENEtDK 5940 191 NormaCEIU-20 191 EN NormaCEI 5038093 Norme di sicurczzo 259 tecniche54,168 tecnicheilevanti 290 e Numero stringhe di moduli 143 di

o
uerta 5t, 57,153 Ombreggiamenti petmanenti 155 temporunei 755 Ondeconvo8liate118 Opportunt d'alfa 24 tecnologiche 47 Orientamento 762,247, 27I P Parametro frequenza 209 tmpeoenza zuv tensione dircte 207 PartitaIVA 168,284 Perdita diresa 82 disistemo 249 neicavi 701 Pericolo171 difolgorczione771,203 diJulminozione125 Peso90 Piastre conzzote 236 tubolati positive 236 Piccoli sistemiautonomi 215 Pinza amperometrica1.87 Politica energetica14 33 70 Polizza assicuratva dicalore10 Pompe Pofenza 278 di picco 80 nominale 93,278 della rete elettrica 207 Potenziamento per Prezzi Bli inverter 112 diOhm 1.75 Principio 136 di Procedura dimensionamento

timitatori elettronici 219 e Limitidi tensione dicorrente145 dell'nverter 109 Luogo installazione di M 199 Malfunzionamento 202,263 Manutenzione M a r c h i d i q u a l i t9 5 Master-Slave 240 Materialesemiconduttore72 Mercato fotovoltaico in ltolia 49 mondialedegliimpiantiFV 40 mondia delhtovoltaico 49 le Messa o punto dell'impionto270 tnJunztone259 in setvizio 793 83 Metodidiproduzione Micrcgenerazione 43 Mismatch 90, 93, 101,141,277 Misuredi sicurezza170 Modellopeakoil 29 Modulo 223 q doppio vetrc 84 fnto 160 otovoltoico 73, 84, 277 Wecablato 92 Montaggio170,1.75 "vefticale" ed norizzontole" 779 ad incasso127,779 a tero (campoapefto)o su tetti piani 761 dell'inteftuttorc ptincipale in CC 1u dell'invefter 785 e collegamento sowappostool tetto 127 sufocciota 122 su tetl 778

309

Profondit scarica234 di Progettazione sistemiautonoml 244 dei Progetto pteliminore 169 Prognmma (Tetti fotovoltaiciD278 Protezione antincendio 733 contrc le tcqiche otmotfeiche 725 contrc Ie scaiche prcfonde 220 dell'accumulatote 243 di intetfuccia di rcte 99,773 Protezioni rticaduta 61 a Pulizia generatore203 del Punto diconnessione 279 diconteqno 797,278 di immissione in tete 279 potenzo 87,279,278 di massimd

Rete di tero 726,774 elettrico43 Ri-calibratura dell'inverter' 207 Ri-chiusura 174 della 88 Riassicurazione garanzia Ricerca deiguasti210 FV Riciclaggio deipannelli 286 Riduzione dellapotenzo90 dello rcsa57,765,204 dellepedite 226 Riferimenti Legislativi 52 per Risarcimento inadempienza contrattuale 65 Risparmio energetico 245

s
Sabbia diquano (5iO2) 79 Salvaguardia clima 13 del Scambio posto(Net metering) 55, sul 200,247 116 Scaricatori sovratensione di profonda 230 Scarica Scelta deicomponenti256 dei noduli 86 dell'accumulotorc 236 Scheda tecnica 169,224 Semiconduttore 280 Sensore temperatura 225 di Servizio diassistenza773 di scambiosul posto 778 Settore delsolate 27 lotovoltoico 21 260 Sicurezza stotica 779 silicio 72,2a9 omorfo 280 oittallino 280 ditipo N 280 ditipo P 280 gtezzo 76 monocista ino 75,280 polictistallino 75, 280 simulazionedella resa 62 Sistema qd inseguimento 280 antifulmine 725 diaccumulo 279 diceftifcazione 86 . di comunicozioneqd onde conwgliqte" 786 fotowltaico 280 itolqto 275 isolato/outonomo (ttond-olone) 275 solarctemico 79

a
Quadrodi campo 72, 775,782,243,279 dela risorsa solare Quantif cazione disponibile255 Quotadi mercato 74 R Raddrizzatore 270 Radiazione diusa 765,279 ditetta 165,279 globole 247,279 incidente 799 riflesso 279 solote 765,280 tolate in ltalia 64 Razionalizzazione con5umi 216 dei Regolatore dicaico 22O,225,280 MPPintegtato 226 Rendimento ompercmet co 235 del modulo 93 di co ca/scadca 227 ditrcsfomazione 239 eurcpeo770 in Ah 229 totale 249 Requisiti qualit 9s di Resa infeiote 206 medio 64 Resistenza alle intempetie 284 alle tempestee alla gtandine 90 di isolamento 793 veBoteto 793 Responrabilit civile 70

"

310

Soggettoresponsabile 167 Solarimetro198 SolarHomeSystem(5HS)275,220 Solfatazione 234 Solfatodi piombo 234 Sop.alluogo 56, 244 SoprintendenzaBeni ai Culturali e Architettonici 283 Sostituzione96 Sottodimensionamento dell'inverter 108 Sovraccarico dell'inverter 108 Sovradimensionamento 257 Spettrodella radiazione solareAM 81 Staffediancoraggio 178 -STC 81,281 Standard Condition5 Te5t Statodi carica 230,231 Stringa 281 o stting 73 Svilupptecnici 218 T lecnologia oflm sottile 287 solarc 78 Tegole diaerazione 178 Tellurio dicadmio(CdTe) 74,83 Temperatura224, 232,234 Tensione di caica 224 di circuito opetto 80,93,193,281 diebollizione226 atllne canca 225 di peloruzione 754 massima genentorc 108 del MPP 93 nominole 224 standad 224 Tettopiano 150 Trackng280

w
Wafer 72

z
Zavofte 779 Zona d'ombra 753 disvuotamento

U
lJfficiofecnicodelle Finanze284 Utente-gestore 197,202 ulenze t2 a bosso consumo energetico 237

Valoreresiduo 286 Vantaggi dei modulimonocistollini 88 dei moduli polictistqllini 88 Variazioni temperatura di 82 posteriore176, 179 Ventilazione Verifca 148 dellaprcduzione797 Vetrosolare 85 Vinlacetato djetlene (EVA)85 Vita mediadegliinverter 1lL

I
A l l i * i f r , r , , r r( i r , | , . , r l i ( r ) r r { ! i r ) r ( ' 1 9 { , r r \ ) r , Frlr'\ir!,,r t n r \ 1 P l , l r l i i r s c r l u i n n , nr lrf)l l l u r l r ) ( t . ( \ i n r np r ) r f n / r , p r . ( . i f \ ( . ( , r , f r o u r r i r j i r ! , l r o i ( , t i '.,,'ll.,l.,, , i r ' rrt i . t, . , , , rr, I rz r, ' rri , I i | L . r / r , . r ' .r 1 , , , r r l ) $ r , t , rr , , r r t J , 1 1 l, c l c q . r D tL o r rr t i l ; 1 : \ . f ( , s i s l r i t o r fl r l i ( , , i h c d c d i ( ( , n , , r ( , r , . i o n c i n r t r r , c . rr ' , r

( , ,

, r r . r, ' ( l \ r r l V i s i l a i l r r o . t r , r . i { o r r w r r . a l l e r r r . r t i r , t . - e r r c r ! i t r . c o n r , <h i . r n r a t i a l l o 1 + . l f ) ) o

MAG N ETEK

IIT D S I S T E M AIM O N T A G GNO E R S O L


p f L : ji o i i [ o e s r m p r c p e r F i i e r t u i t . ] t m p l a n t i o t o v o t t a i c i
N (E t 5 s r e m a d n o n t a q q i o c o n s o L d : t o r n o m aT o R S o L 5 r a f f e r m a s e m p . p i r p e r p m d e m p a n t il a l o v o l tc e d m b a l t b t r n m o t t e l t a g tP u e s s e ru t t z z a t o e r l l 5 5 a r e o d u l a c f o t o v o Lc a a s u l e l l n c l i n a t h s u t e t lp i a no s u l t a ' c c a t a . C o n s e n t e l a p r o d ! z o n e t s ls o e r a pd ae d c o n o m i c ac o s r . u o n i s p c i a t i p r is i a g g is u t l l t p d i s u p e r l i c i m m a g i n a b r { r , di ? m le no t i q u a l s a s ' d n s o n e d s l e n s o ns s t e m i l N T E R S o L s o n v e r s a q u n d d a t tP e . q a l s a s i p o t o g a m o d ti o t o v o Lca l d l Pr e e o l L n o m eN I E R S 0 L s n o n m o p e r s o t u z o ft t m l s e n z a c o m p r o m e s s o v s e g u i ln e l t a r g a L t e ad e l v e n i o a r a n t i s . o n a s i c u r e z z a tp r o d o l l o n ac o n t l n ! ac e r . as u i m a t n a L i a g to de U c r e a t a n d a r d n o v a t v e r i lf u l ! r o s n o V eri h r - p U a l e c i i i n f o ' m i a m o v o l e n t i5 uo g n i d e l t a g l i o ,

0uaLituratura d C o m p o n e ndi t l i s sm a q u a t t t M o n t a g g iro p l d o a

con verifica Etement reatizzati e o statica cedificatIUV D u r a t a i d i v e r sd e c e n n i d

NWE

trl !E

EETI!

l!VJ. N

Visitteci sitoInternet sut de wwv/intersot

@r="s"**:+==

I nostri servizi per le imprese del settore: + Design comunicazione i co ep C a t a l o g h i m m e r c i a l i r o f i la z i e n d a l i Corporate design per Campagne d'informazione l'artigianato specializzato P u b b l i c a z i oe c n i c h e p r o m o z i o n a l i t ni + Tecnologieconsulenze za e Sviluppo assisten tecnica tecnica Documentazione S e m i n a eic o n s u l e n z e r tecn Edizioni iche e e L i b rtie c n i cs u l l e n e r S ir i n n o v a b i l i i R i v i 5 ts p e c i a l i z z a t a , , S O N N E N E N E R C I E , a dati Rapporti mercato/banche di

dellanostra straordinaria Approfittate nel riconosciuta competenza campo solare. dell'energia solare nel Lalungaesperienza settore team diingegneri, del nostroaffiatato in tecnicigraficied esperti comunicae di zione marketing garanzia massma efficienza ottim risultati. ed

l58NI0i 3-934595 6 45

ililxlxlilil[[[[il,