Sei sulla pagina 1di 6
LWieeinotscrrey i (oomoneacon Attivita biologiche Me aeat ereanted CUS Ur cade mrt aloe rrr) ro E Tot pata ara A earns ou a del diayolo < < 4 | < S Pee ore wn Oke Lew nret Renee. een Girone lon ie SENeCiveMen vont Crees del marchese Po treo Cece a "oi seioSeee, Adesso Sete prs te. Die che sei uno speclalsta dal cat, Lo dear Ieee che ust. ke confeton ‘he spon’ in negan, lttenzone he cos verso le parson Els dc ache ta nucseconpoarapubblctare Sele, ce paler Srottznents ai wei lent, esata ol fondamentso de floprepsraton erbors lamest, ¢ variants b us immagine dl pioessonst lhenessre nae. Sete pil te per pesto ‘5 m "er chin ederanno aerator Selebe. igh same ed Se perk panic, Us cage Si ERBE’ 2 o Salenunt Ps, con Aloe axbore- App” szone, ene poten ie dese immun- (a) r tle rex orem, ‘Naturalmente, salute escienza. = BW sane Baobab, potenziale cosmetico di un estratto vegetale africano 1 baobab ~ ovvero Adansonia digitata. una della famiglia delle Bombacaceae planta tropicale origi- nacia dell’ Africa con- trale, Proviene dal Mali sahariaito, mya da Ii si & diffuso suecessivamen- te inaltre region. II suo nome Botanica éeriva da quello dello studioso francese Mi- chael Adanson, che nel XVIII seoolo fori pec primo una deserizione dettagliata della pinta, e alla tipica forma digi- tata delle fost. IL nome comune bao: bab, deriva invece dal- Parabo buhibab, che si- gnifica frutio dai moti semi, carattere botani- co tipico della pianta, # Baobab Raggiunge facilmente i 10 mets di diame tro e120 metti di alteza e vive circa 300 anni: in aleune parti dell’Aftica ne sono stati deseritti esemplari ehe risalirebbere a 5,000 anni i, La sue imponente maesto- nia alla longevitd che le eontraddi- singuone, lo banne fatto diventare uno de- ‘gli emblemi dell" Aftica, tanto da venire in- icato dalle popolazioni locali come albero della vita, magico e curativo, J mille usi del baobab Pr le popolaziont local il baobab ranpre senta un’oltima fonte di legname per eo. struzioni. L’epicarpa privato della polpa viene utilizzato come contenitore per l'ac- qua e anche come galleggiante per le rei da Negli ultimi anni sono stati condotti di ‘si studi sulle potenzialita dell’utilizzo della polpa del frurto del baobab, sia a livello nutrizionale che cosmetico. ' ali derivati sono attualmente segnalati tra quelli pit interessanti per contribuire a riequilibrare e ripristinare le principali funzioni delPorganismo e dell’epidermide portanza deriva soprat- tuto dal impiege di ak une Sue parti come agente terapeutica Le faglie, la corteecia © il frutto vengone uiilizzati eo- munemente dalle po- polazioni indigene ¢ mote farmacopee ati- ceane eitano il baobab, al_ponto che viene cehiamato anche chemt- st ivee, in altre parole *aloro Farmacista’ La corteecia, bolita per un giorno, & usta come febbrifugo in sostituzione della cor teccia di china. Inci- dendota, fuoriesee una gomma semifluida bianca, inodore, insapore, acida ¢ insolu- bile, usata per putite pinghe ¢ uleere. Inol- tre, nell’Alica orientale la corteceia é usa- ta come antidoto della strofantina, alealoi- de utilizzato per avwelenare le frecee. Per ‘quanto riguarda ta radiee, in Sierra Leone se ne utilizza il decotto come stimotante dell attivita sessuale e la sua polvere see- ca dispersa in un unguento viene utilizza- inte su pazienti affeuti da malaria, Nello Zambia J'inftso di radi viene uiiizauto addirittura nel bagno dei bambini, per rendere la pelle levigata e morbida. Dui semi si estrae um olio riceo im acidi grassi essenziali come Foleico, il linoteico e in particolare il finolenieo, che pesca. Ma la sua im- | possono essere utilizzaté nel(‘aliment yione umana © nella cosmesi, L’olio estratto dai suoi semi allevin il dolore del le scottature € aiuta a rigenerare i tessuti epiteliali in tempi brevi, eonferendo tono ed clasticita alla pelle. frunto je sono rieche di vitamina C, aci do uronico, ramnosin e alii zuecheri. tat nin ¢ eatechine. Le anatist condor sulle foglie giovani. dissecente all’ombra © polverizzate, rivelano alti contenuti di provitamina A. Le foglie macerate e compresse sono utilizzate per lavaggi an- tinfiammatori delle oreechie e deli o nei bambini ammalati, ma vengono im- piegate spesso anche per altri usi estemiz come emolliente ¢ lenitive generale per rondere la pelle elastica © morbida, Per via orale, possiedono proprietd espeitoranti, asitingenti, febbrifuahe, iporensive e ane tiasmatiche. Sono pure wtilizzate nelle Iantie delle vie urinarie, con Ja diatres, Je infiammazioni, le punture di insetti ¢ come vermifugo. I fruto @ da ritoneze fa pare pit interes sante della pianta del baobab; possiede forme variabili, da ovoidale a oblung on lunghezza fino a quaranta eentimeti E costituito db ut ep eco rixcoo a forma di capsula,rieoperto da una Tumuyine vellutata gialloeverde, e da una parte interna, l'endocarpo, contenente una polpa suddivisa in 8-10 spicehi tramite fi Jementi fibrosi, in cul sono presenti i semi La polpa del frutto maturo del baobab ha un aspetto polverulento, di colore bianea- EEBR)saritscasc2m3 stro, dal sapote leggermente acidilo, do- vyuto alla preseniza di acl citric, tartari- co, maliea ¢ suceinice. La polpa pid e sete separata dal frutto mediante tn sem- plice processo meccanico: in tal modo si ofttiene una polvere che viene impicgata sia a seopo alimentare che fitoterapeutico, Ricerche per lutilizzo in cosmetica ‘questo proposio sono in corso sta at- ti ad evidenziare le proprieta cosmetiche di vari derivati de! baobab in virti delle proprieté antiossdamti, emollient levi- ganti ed elasticizzant Vutilizzo tradizionale indigeno, Sono proprio le sastanze antiossidanti ad at- trarre sempre piii 'interesse di ri € consumatori per le loro potenzialita: applicative, grazie alla nota caratteristica di neutralizzare gli effetti nocivi dei ra- ado Melevato comte- hut di vicamina Ce le numerose appli- cazioni nella medicina wadizionale affi- na, fino a tem emi NON SOMO Mai state investigate a fondo in tl senso le potenzialita degli estratti da baobab, L'u- nica eccezione ¢ rappresentata da uno studio apparso nel 1998 dove furono esplorate, mediante la metodica ORAC, le proprietiantiossidani dele folie fe sehe, Ora, in uno studio mediante foto- chemiluminescenza & stato valutato se allelevato contenuto in prinipi antios- sidanti presente nella polpa fosse cocre- lata una corrispondente capacta di con- trata i dial liber A determinare ke capocits globale antiossidame di una so- stanza vegetaleconcorrono, assieme alla vitamina C e alla sua biodisponibilita, anche altri component di natura sia idofla che lipofila,guind Pindagine & stata condotta in modo da evidenziare entramb le ativia,rassomendate in u unico valore comptensivo, definite eo me capacita antiossidante integral. Al fine di facilitare Is camprensione doi r= sala, le valutazione & stata condotia mode comparative confrontandola. & aquella