P. 1
Il.Giornale.21.02.2012

Il.Giornale.21.02.2012

|Views: 204|Likes:
Published by newspaper4allorf

More info:

Published by: newspaper4allorf on Feb 21, 2012
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

12/27/2013

pdf

text

original

Cucù

Non chiedetemi di sposare Super Mario
il Giornale
di Marcello Veneziani
di Nicola Porro
di Marcello Zacché
DirettoreALESSANDROSALLUSTI
apagina8
segueapagina10
AnnoXXXIX- Numero43- 1.20euro*
La corruzione
tra privati?
Un boomerang
S
P
E
D
IZ
IO
N
E
IN
A
.P
.-
D
.L
.3
5
3
/0
3
(C
O
N
V
.IN
L
.2
7
/0
2
/2
0
0
4
N
.4
6
)
-
A
R
T
.1
C
.1
,D
C
B
-M
IL
A
N
O
*
F
A
T
T
E
S
A
L
V
E
E
C
C
E
Z
IO
N
I
T
E
R
R
IT
O
R
IA
L
I
(V
E
D
I
G
E
R
E
N
Z
A
)
Toh, ora Monti
vuole disfarsi
dei «suoi» salotti
MARTEDÌ 21FEBBRAIO2012 www.ilgiornale.it
9 771124 883008
20221
apagina7 apagina6
UNAMISSIONEPER IL GOVERNO
SALVIAMO I NOSTRI MARO
L’Italia che manda i soldati a rischiare la vita in giro per il mondo ha il dovere di difenderli. Soprattutto dagli intrighi
politici e da chi calpesta il diritto come l’India. E il rapporto inviato dalla nave a Roma conferma: «Spari in acqua»
VERTICE SULLE AMMINISTRATIVE A CASA DEL CAVALIERE
Berlusconi tira dritto: avanti con il Pdl
E Bersani ha un sogno: vincere le elezioni e poi far cadere il governo sull’articolo 18
Nel verticePdl di ieri seraaVil-
la Gernetto Silvio Berlusconi ha
dettato la linea: liste civiche alle
amministrativesolodovebisogna
favorirelealleanze. Per il resto, ri-
maneil simbolodel Pdl. EBersani
hamessoapuntounastrategiaper
ilPd:seescevincitoredalleurnefa-
ràcadere Monti sul lavoro.
Berlinguer poco Bianca:
il suo Tg3 è a luci rosse
PaoloBracalini
Santoro lascia in eredità
un danno da 5 milioni
MariateresaConti
LARAI ALLOSBANDO
NUOVI REATI
RIPORTIAMOLI A CASA
IN UNO SGUARDO FIERO
LA DIGNITÀ DEL PAESE
»
CONTRO I POTERI FORTI
G
`
C
ento giorni sono pochi per fare un
bilanciodel governoMonti maso-
nounrodaggioper il primotagliando.
Come forse vi siete accorti, non ho ri-
sparmiatocriticheeironieaMonti &C. e
al tifomontianoche c’è ingiro. Tuttavia
reputoMonti &C. personeper bene, se-
rieecompetenti.Alcuniinterventimiso-
noparsidolorosimanecessari(adesem-
piosulle pensioni osul lavoro), altri ne-
cessari masbagliati perchérisparmiano
i settori forti (ad esempio le liberalizza-
zioni), altri mi sonoparsi degni di ungo-
vernosciuè sciuè piùche di unrigoroso
teamdiprofessori(adesempiol’aumen-
todi accise, imposteecc).
Giusti i proclami meritocratici, ingiu-
stalasottovalutazionedeidrammisocia-
li. Odiosalasottomissioneai diktat ban-
che-rating-tedeschi, confortante la ri-
presa di fiducia internazionale, il calo
dellospreade dei mutui.
Sindall’inizioeroerestodell’ideache
il governoMonti vadasì criticatomaso-
stenutofinoal2013perfarpassare’anut-
tata e per consentire alla politica di ri-
prendere fiato e credibilità, ripartendo
dazero.
Ma non ditemi di morire montino o
passerino.
Se mi dite che questa è la vera destra,
io vi rispondo che sì questa è la destra
economica, tecnocratica, bocconiana,
liberista, mercatista, teutonica. Ma non
èlamiadestra, popolare, nazionale,me-
diterranea, comunitaria, politica, socia-
le, tradizionale. Voi replicherete che
quest’altra destra nonc’è e iorispondo:
èuna buonaragioneper restareliberoe
scapolo, nonvedoperchédovrei sposa-
re il suo rovescio. I tecnici, del resto, so-
nomacchinecelibi.
I
l governodevefarelavocegrossaconleautori-
tàindiane. Èinammissibilechenostri militari
vengano trattenuti (diciamo pure arrestati) e
probabilmenteprocessatidauntribunaleeste-
roper un(presunto) reatocommessoabordodi una
naveitaliana,cheèterritorioitaliano,quindiinviola-
bile.CiriferiamoallavicendadeiduemaròdelReggi-
mento San Marco in servizio sulla petroliera Enrica
Leixe, accusati di aver uccisodue pescatori indiani,
scambiati per pirati.
Nonsi sacomesi sianosvolti i fatti. Enonsi sanep-
pureseaspararesianoeffettivamentestati i duesol-
datidellaSanMarco,MassimilianoLatorreeSalvato-
reGirone. Nonesistonoprovedellalorocolpevolez-
za,quantomenononsonostateesibite.Tuttoèavvol-
toin una nebulosa e nonsi giustifica inalcunmodo
un provvedimento drastico come quello adottato,
senzaunminimodi prudenzanérispettodellecon-
venzioni internazionali, nei confronti dei marò.
DasegnalareinoltrechelaEnricaLeixeèstataatti-
ratanel portodi Kochi conunsotterfugio, unveroin-
ganno. Al comandanteèstatochiestoselapetroliera
avessesubìtountentativodi abbordaggio. Lui hari-
spostoaffermativamente, alloraèstatoinvitatoadat-
traccareperilriconoscimentodiunpeschereccioso-
spetto. Unabugia. Unpretestoper impedireallana-
vedi allontanarsi coni due militari (...)
A
vetevistoleimmagini dei nostri due maròin
India? Sonocircondati da una tormadi poli-
ziotti baffuti, maMassimilianoLatorreeSal-
vatore Girone non sembrano accorgersene. Hanno
lo sguardo fiero, fisso in avanti, quasi noncuranti di
ciò che accade nonsolo perché indossanola divisa,
ma perché sonoconsapevoli di aver fatto soltanto il
proprio dovere. Come tanti altri militari italiani,
prontiognigiornoasacrificarelalorovitainmissioni
lontane dacasa.
Eppurei nostri duefanti di marinasonostati incri-
minati per omicidioinbarbaal dirittointernaziona-
lee nonsolo. Il motivo? Una guerrapolitica tuttain-
ternaall’India, anzi, alla provincia indiana(...)
Succede che tra poco avre-
mo in Italia un nuovo reato: la
corruzione tra privati. Per lo
stalking tra le oche dobbiamo
aspettare, ma per la corruzione
no. Tra breve il ministroSeveri-
noci darài dettagli del nuovore-
ato.Asuagiustificazione,lepres-
sioni europee. Insomma non è
roba che ci inventiamo noi: ma
statenecerti, saremoingradodi
faremegliodegli altri. Sullacar-
ta, si intende. Giàimmaginiamo
la durezza dell’articolato dise-
gnodilegge, lesanzioni, lefattis-
pecie.ABruxellesnonpenseran-
nomicadiinsegnareai romaniil
diritto? Perbacco.
Ma ritorniamo nel merito del
nuovoreatodicorruzionetrapri-
vati. Il procedimento logico è il
solito. In Italia esiste una piaga,
lacorruzione: facciamounaleg-
geerisolviamocosì il problema.
Certo,daqualchedecinadiseco-
li, perlacorruzionesi prevedeva
la presenza di un pubblico uffi-
ciale,cheproprioinvirtùdelsuo
ufficiosi permettedi pretendere
unaretribuzione(ounapromes-
sa) non dovuta. Il classico fun-
zionarioche si fadare(...)
IN TRAPPOLA Massimiliano Latorre (a sinistra) e Salvatore Girone, i due marò fermati dalle autorità indiane [Reuters]
Cesaretti e DeFeo
allepagine 5e 12
di VittorioFeltri
di RiccardoPelliccetti
segueapagina3
Biloslavo, Gulli e Micalessinallepagine 2-3e 4
segueapagina3
2 ILFATTO

Martedì 21febbraio2012 il Giornale
FaustoBiloslavo
Ilrapportodeimaròsullasven-
tataminacciaallapetrolieraitalia-
na Enrika Lexie scritto a «caldo»,
subitodopoaverdatoil cessatoal-
larme, dimostra che i fucilieri di
marinahannofattosoloil lorodo-
vere.Gliindianinonliavevanoan-
coraaccusatidiaveruccisoduepe-
scatori elanavenonerafinitanel-
la«trappola»delportodiKochido-
vesi trova. Il rapporto, inpossesso
del Giornale, è statostilatodal ca-
posquadradel nucleodi protezio-
neabordodellapetroliera, Massi-
milianoLatorre,«arrestato»dome-
nica dalle autorità indiane. Dalle
41righeinviateaRomaescrittein
tempi apparentemente non so-
spettièchiarissimocheimaròriba-
disconodi aver sparatosoloinac-
quacontroun’imbarcazione, con
uomini armati abordo, chesi èav-
vicinatafinoa100metri,nonostan-
tei segnali luminosi eleraffichedi
avvertimento, primadi mollare la
preda.
Come si legge sull’intestazione
il fallitoattaccoèavvenutoalle16,
oraindiana,del15febbraio.Seguo-
no le coordinate della posizione
precisa dell’«unità navale Enrika
Lexie»chesitrovaa«20miglianau-
tiche(circa40chilometrinda)dal-
lacostaallargodiAllepey(India)».
Ilprimoallarmevienedatodall’«
ufficialedi guardiainplancia(del-
l’equipaggio civile nda)» che «in-
formavail teamdi sicurezza(i6fu-
cilieri del Reggimento San Marco
nda) di un bersaglio presente sul
radar». In pratica un’imbarcazio-
nesospetta chesi staavvicinando
troppo.Ilrapportoproseguespeci-
ficandochel’unitànavaleè«priva
di numero identificativo a circa 3
migliaaproradritta(....) conrotta
a puntare». Ovverosta dirigendo-
si, comefannoi pirati, versolape-
troliera. «Monitorata costante-
mente con “radar” e “otticamen-
te”questa(l’imbarcazioneinavvi-
cinamentonda)risultavadipicco-
ledimensioni». I maròsonoadde-
strati e «alla distanza di circa 800
yards (circa equivalente in metri
nda) si effettuavano ripetuti flash
con panerai (proiettori luminosi
nda) dall’aletta di dritta (la parte
esterna a destra della plancia
nda), masenzaalcunrisultato». A
questo punto i fucilieri di marina
sonopronti afarfuoco: «Chiamata
l’attivazione, (...)unodei dueope-
ratori già inposizione (...) palesa-
va l’arma AR 70/90 (fucile mitra-
gliatoreindotazionenda) portan-
dola beninvistaversol’alto». No-
nostante i segnali luminosi e la
chiaradimostrazionecheabordo
dellapetrolieraci sonomilitari ar-
mati «ciò non è servito a far cam-
biare rotta all’imbarcazione. Alla
distanza di circa 500 yards è stata
effettuatalaprimarafficadi avver-
timento in acqua, ma anche que-
sta risultava inutile per convince-
re l’imbarcazione ad allontanar-
si». Se fossero stati solo pescatori,
sarebberostati «suicidi»a«punta-
re»lapetrolieraitaliana.
«Unasecondarafficadi avverti-
mentoacirca300yards»vienespa-
rata«dopocheunoperatore(ma-
rònda)avevadatol’allarmediper-
sone con arma a tracolla a bordo
avvistati con l’ausilio del binoco-
lo».Nelrapportosileggeche«l’im-
barcazionecontinuaval’avvicina-
mento», come se fossero pirati
prontiall’abbordaggio.«Indueuo-
miniabbiamocontinuatoadeffet-
tuare fuoco di sbarramento inac-
qua - scrive Latorre- fin quando
l’imbarcazioneamenodi 100yar-
ds cambiava direzione defilan-
do». Però non è finita a dimostra-
zione che difficilmente si trattava
di semplici pescatori. «L’imbarca-
zione una volta defilata dalla no-
stra poppa - si legge nel rapporto
militare-nonavevaunarottadefi-
nita, inquantoessapiùvoltehari-
preso la navigazione verso la no-
straunità». Allora«tuttoil teamha
continuato a palesare le armi» e a
inviaresegnaliluminosi«finquan-
dol’imbarcazioneavelocitàspedi-
ta dirigeva in direzione “mare
aperto”allontanandosidefinitiva-
mente». Seci fosserostati degli in-
nocenti feriti a bordo avrebbero
dovuto andare verso la costa o
chiederesoccorso. «Alleore17ora
locale - conclude il capo di prima
classe-horitenutoopportuno(...)
cessarelostatodiallarmeantipira-
tasvincolandol’equipaggiodal ri-
covero in cittadella». In pratica i
marinai civili abordosisonochiu-
si nellastanzablindatacheservea
resistereincasodi abbordaggio.
Il rapportoapparegenuinoedi-
mostra che i marò hanno seguito
leprocedureantipirati. Secondoil
rapporto non hanno mai sparato
sull’imbarcazione, ma solo in ac-
qua, anche quando era vicinissi-
ma. Finoa prova contraria il capo
diprimaclasseLatorreedilsergen-
tedei maròSalvatoreGironesono
stati praticamente arrestati dagli
indiani per aver difesolapetrolie-
rafacendosoloil lorodovere.
www.faustobiloslavo.eu
Girone, barese
difeso dalla moglie
Su Salvatore Gi-
rone, l’altro fuci-
liere di Marina
imbarcato sulla
«EnricaLexie»ar-
restato in India,
circolano meno
informazioni. Si sa solo che è
pugliesecome Latorre, essen-
donato nel 1978aBari. È spo-
satoehaduebambini di 5e10
anni. EcomeLatorre, militanel
Reggimento San Marco da
unaquindicinad’anni ehapar-
tecipatoadiversemissioni na-
zionali e internazionali dimo-
strando alta professionalità.
Sua moglie ha ripetuto ieri ai
giornalisti di esser certa che
suo marito «non farebbe male
anessuno».
151600LTFEBMENTREL’UNITANAVALE
M/T ENRIKALEXIENAVIGAVAINCOORD
091702N-0760180EDISTANTI 20Nm
DALLACOSTAPRECISAMENTEAL LARGO
ALLEPEY(INDIA), L’UFFICIALEDI GUARDIA
INPLANCIAINFORMAVAIL TEAMDI
SICUREZZADI UNBERSAGLIOPRESENTE
SUL “RADAR” PRIVODI NUMERO
IDENTIFICATIVOACIRCA3NmAPRORA
DRITTADELL’UNITÀCONROTTAA
PUNTARE;
MONITORATACOSTANTEMENTECON
“RADAR” ED“OTTICAMENTE”, QUESTA
RISULTAVAESSEREUN’IMBARCAZIONEDI
PICCOLEDIMENSIONI.
ALLADISTANZADI CIRCA800YARDSSI
EFFETTUAVANORIPETUTI FLASHCON
PANERAI DALL’ALETTADI DRITTA, MA
SENZAALCUNRISULTATO; CHIAMATA
L’ATTIVAZIONE, MENTREIL DISPOSITIVO
PRENDEVAPOSIZIONE, UNODEI DUE
OPERATORI GIÀINPOSIZIONESULL’ALETTA
DI DRITTAPALESAVAL’ARMAAR70/90
PORTANDOLABENINVISTAVERSOL’ALTO,
CIÒNONÈSERVITOAFARCAMBIARE
ROTTAALL' IMBARCAZIONE. ALLA
DISTANZADI CIRCA500YARDSÈ STATA
EFFETTUATALAPRIMARAFFICADI
AVVERTIMENTOINACQUA, MAANCHE
QUESTARISULTAVAINUTILEPER
CONVINCEREL’IMBARCAZIONEAD
ALLONTANARSI. PERSISTENDOLASUA
ROTTAAPUNTARE.
SUCCESSIVAMENTEUNASECONDA
RAFFICADI AVVERTIMENTOINACQUAA
CIRCA300YARDSDOPOCHEUN
OPERATOREAVEVADATOL’ALLARMEDI
PERSONECONARMAATRACOLLAA
BORDO, AVVISTATI CONL’AUSILIODEL
BINOCOLO;
L’IMBARCAZIONECONTINUAVA
L’AVVICINAMENTO, INDUEUOMINI
ABBIAMOCONTINUATOADEFFETTUARE
FUOCODI SBARRAMENTOINACQUAFIN
QUANDOL’IMBARCAZIONEAMENODI 100
YARDS. CAMBIAVADIREZIONEDEFILANDO
SOTTOIL NOSTROLATODRITTO,
SCARROCCIANDODAPOPPA.
L’IMBARCAZIONEUNAVOLTADEFILATA
DALLANOSTRAPOPPANONAVEVAUNA
ROTTADEFINITA, INQUANTOESSAPIÙ
VOLTEHARIPRESOLANAVIGAZIONE
VERSOLANOSTRAUNITÀ, TUTTOIL TEAM
HACONTINUATOAPALESARELEARMI E
FLASHDI PANERAI, FINQUANDO
L’IMBARCAZIONEAVELOCITÀSPEDITA,
DIRIGEVAINDIREZIONE“MAREAPERTO”
ALLONTANANDOSI DEFINITIVAMENTE.
ALLEORE1700LT HORITENUTO
OPPORTUNO, DATALANOTEVOLE
DISTANZADALLAMINACCIA, CESSARELO
STATODI ALLARMEANTIPIRATA,
SVINCOLANDOL’EQUIPAGGIODAL
RICOVEROINCITTADELLA.
IL TEAMHANORMALMENTERIPRESOIL
SUOSERVIZIODI SORVEGLIANZA.
Latorre, tarantino
attivo in politica
IL DOCUMENTO
Èuna situazionemoltoingarbugliata.
Difattoilcasodiplomaticoègiànato». So-
noleparoledelpresidentedellaRepubbli-
ca,GiorgioNapolitano, ariassumereilca-
sodei maròitaliani accusati daNewDelhi
dellamortedi duepescatori indiani al lar-
godel Kerala. Portati ieri davanti al giudi-
ce di Kollam. K.O. Joy, Massimiliano La-
torreeSalvatoreGirone, si sonovisti con-
fermareil fermodi tregiorni, al 23febbra-
io, periodonecessarioalleautoritàindia-
neper superarelasospensionedellepro-
cedureperunafestaindiana. Traquaran-
tott’ore il giudice rivedrà i militari che ri-
schiano l’ergastolo o, addirittura, la con-
dannaamorte. Semprechesialaleggein-
diana a giudicarli e non, come sosterrà la
lorodifesa, quella internazionale.
Ilgovernoitalianoèintantoinpienaatti-
vitàdiplomaticaefapressing per risolve-
reintempi rapidi lacrisi. Il ministrodegli
Esteri, GiulioTerzi, haribaditocheesisto-
no «considerevoli divergenze» sulla ver-
sionedeifatti,ehaauspicatouna«maggio-
re collaborazione» conil governo di New
Delhi. L’auspiciodell’Italia, haspiegatoil
ministro,èche«sipossaavviareunacolla-
borazione concreta nell’indagine e nella
comparazionedi dati», «siaalivellofede-
ralesiaalivellodiStatodel Kerala»perché
vi sono elementi finora non considerati
«daentrambi i livelli di governo». Il gover-
noresta comunque fermo sulle sue posi-
zioni: i marò godono dell’immunità e la
giurisdizione dell’incidente - ha ribadito
ancoraieriilministrodellaGiustizia, Pao-
la Severino - è esclusivamente dell’Italia
perché «i rilevamenti satellitari provano
chelanavebattentebandieraitalianaera
inacqueinternazionali». MaTerzinonna-
sconde che la vicenda è «complessa» an-
cheperchéinKeralasonoincorsoelezio-
ni politicheeamministrativechepotreb-
beroinfluiresull’indagineesulleautorità
giudicanti. Ineffetti il climanellostatoin-
dianosistascaldando:ieri, dinanziallare-
sidenzadel giudice, lavoratori delloYou-
thCongress e del principale partito della
destra, il partitonazionalistaindùBhara-
thya Janata Party, hanno inscenato una
protesta.
MassimilianoLa-
torre, 44 anni di
Taranto, è il co-
mandante del
nucleo di prote-
zionemilitaredi-
slocato a bordo
dellapetroliera«EnricaLexie».
Daquindicianninel reggimen-
tod’élite SanMarco, è un mili-
tareesperto chehapartecipa-
to a numerose missioni inter-
nazionali. Nellasuacittàparte-
cipa anche alla vita politica:
nel 2007 è stato candidato al
consiglio comunale nella lista
«Legad’azione meridionale» e
nel 2010hatentatodi arrivare
inconsiglioregionaleconlali-
sta «I pugliesi», anch’essa ri-
conducibile all’ex sindaco Ci-
to.
I DUE PROTAGONISTI
MISSIONI RISCHIOSE/ La crisi con l’India
Il rapporto a caldo degli italiani:
«Spari in acqua, nessuna vittima»
Scritto dal capo squadra Massimiliano Latorre prima delle accuse di aver ucciso
i due pescatori indiani, conferma la versione dei fatti fornita dai nostri marò
ESCLUSIVO
Nel Paese monta la tensione: «Siete degli assassini»
Proteste anti italiane sotto casa del giudice. Alto il rischio di pressioni
Le trattative «Situazione ingarbugliata»
ILFATTO 3
Martedì 21febbraio2012 il Giornale
(...)diKerala, cheandràprestoal-
leurne. Unaprovinciachedaan-
ni è una roccaforte dell’opposi-
zioneal governocentrale, domi-
natodal Partitodel Congressodi
Sonia Gandhi, definita l’«italia-
na». Così il governicchio locale
ha architettato senza scrupoli
una campagna anti «italiani».
Due pescatori morti? Evviva,
hanno detto, c’è una nave che
batte bandiera tricolore al largo,
quindi gli italiani sono assassini
e vanno arrestati.
La nave era in acque interna-
zionali come dimostrano le rile-
vazioni dei satelliti? Nonimpor-
ta. Il luogo, l’ora e il tipo di pe-
scherecciodescrittonel rappor-
to dei militari non corrispondo-
no con quelli indiani? Irrilevan-
te. I nostri soldati hanno diritto
all’immunità funzionale degli
organi dello Stato? Sì, ma gli in-
diani seneinfischiano. Qui lade-
mocrazia e la giustizia sono un
optional e piegare un’inchiesta
giudiziaria ai fini della politica
sembra cosa facile. Altrimenti
perché si rifiutano di eseguire
l’autopsiaedi renderepubblici i
risultati? E ancora. Perché non
voglionofareunaperiziabalisti-
ca e sulle armi? Confrontando il
calibro dei proiettili che hanno
uccisoi pescatori conquellousa-
todai nostri militari diventasem-
plicissimoscoprirequalesial’ar-
ma che ha sparato. Chissenefre-
ga, hanno risposto le poco auto-
revoli autorità indiane: l’autop-
sia offende il popolo e le perizie
sono affar nostro.
Esenonbastasse, chediredel-
lapetrolieragrecaOlympicFlair,
moltosimileallaLexie, attaccata
dai pirati lo stesso giorno a sole
due miglia dalla costa? Strano
che nessuno abbia indagato an-
che in quella direzione, eppure
la guardia costiera indiana era
stata informata dagli stessi greci
delloscontro. Maniente, neppu-
reuntrafilettosullastampaloca-
le. La vicenda puzza. Molto.
E a farne le spese potrebbero
essere i nostri militari, che ri-
schierebberoaddiritturalapena
dimorteol’ergastolo. Noi nonab-
biamo dubbi: senza se e senza
ma crediamo alla loro versione,
surrogataoltretuttodal rapporto
inviato in Italia immediatamen-
te dopo lo scontro a fuoco (rap-
portochepubblichiamonellapa-
gina a fianco). Una convinzione
che èrafforzata anche dallacon-
dotta delle autorità indiane, le
qualicontinuanoanonfornireal-
cuna prova che possa collegare
la morte dei pescatori con lo
scontro a fuoco dei nostri marò.
Insomma, qui non vengono
prese in considerazione neppu-
relepiùelementari normedel di-
ritto. Ma che Paese è? E che Pae-
se è il nostro? Che cosa passava
per la mente della nostra diplo-
mazia quando ha consegnato i
due marò del Reggimento San
Marcoallapoliziaindiana?Èsta-
ta solo miopia oppure un «calar
le brache»? Dove è finita l’Italia,
dov’è finito il nostro governo? È
ora che scenda in campo per di-
fendereconfermezzai nostri sa-
crosanti diritti, calpestati con
spregiodachi nonsaneppuredo-
velagiustiziasiadi casa. UnPae-
sechesi sentetantofortedachie-
dere ai suoi soldati l’estremo sa-
crificio in missioni lontane poi
nonli può abbandonare davanti
alle prepotenze del primo bullo
della periferia asiatica. Sarebbe
unavergogna. Riportiamoli aca-
sa. Subito.
RiccardoPelliccetti
GianMicalessin
Ingannati dagli indiani, difesi sen-
zaconvinzione dagli italiani. I guai del
capodi primaclasseMassimilianoLa-
torre e del sergente Salvatore Girone, i
duemaròaccusati di omicidio, nonso-
no solo la conseguenza dei tranelli e
dellemanovrepochelimpidedelleau-
toritàindiane, maanche dell'arrende-
volezza della nostra diplomazia. Una
diplomazia che ha ceduto agli ultima-
tum senza esigere l’esibizione d’uno
straccio di prova. Quest’atteggiamen-
toaccondiscendentestacausandodif-
fusi malumori negli ambienti militari.
Per molti alti ufficiali di marina ed
esercito, la decisione di consegnare i
nostri duesoldati èstataaffrettataesu-
perficiale. Soprattutto perché - come
sottolineanoal Giornalefonti dellosta-
tomaggioredellaMarina- «nonèstata
ancora depositata alcuna prova della
loro colpevolezza». La più semplice e
chiara sarebbe stata l’esibizione di
eventualiproiettiliritrovatisull’imbar-
cazionedei pescatori uccisi. Ancheun
soloproiettiledicalibrocorrisponden-
te alle armi in dotazione renderebbe
più plausibile il fermo dei fucilieri di
marina.Eppurenonostantelamancan-
zadiquestaealtreevidenzeladiploma-
zia italiana ha inseguito la strada del-
l’accordoedelcompromessoaccettan-
dodi far sbarcaredalla«EnricaLexie»i
due nostri marò. Chi l’ha deciso? E la
decisioneèstataconcordataconleau-
toritàmilitarieconilministerodellaDi-
fesa? A questa domanda del Giornale
laFarnesinanonforniscedelucidazio-
ni.IportavocedelMinistrodellaDifesa
rispondono rinviando al comunicato
concui il ministerodegli Esteri accusa
gli indiani di decisione unilaterale. Un
modo elegante per far capire di non
averpartecipatoalladecisioneedi non
condividerla.
Ilcomunicatoemessodomenicadal-
laFarnesinausavail termine«decisio-
neunilaterale»per far intenderechein
casodi mancataconsegnadei sospetti
le autorità indiane sarebbero andati a
prenderseliconlaforza.Iltimoredido-
veraffrontareunsimilebracciodi ferro
ha convintola nostra diplomazia a ce-
dereallepressioni. Mal’errorepiùgra-
ve, ripetonoal Giornalefonti militari, è
stato quello di calar le brache pur sa-
pendo di aver davanti un giocatore
scorretto. Oaddiritturaunbaro. Ieri sia
lo stato maggiore della Marina milita-
re,siailMinistrodellaDifesaconferma-
vano ufficialmente che la «Enrica
Lexieȏstataattiratanel portodi Kochi
con un «sotterfugio». Al comandante
Umberto Vitelli - già in navigazione in
acqueinternazionali -èstatochiestodi
invertire la rotta e raggiungere le ban-
chine per riconoscere un’imbarcazio-
ne conarmi a bordo sospettata di aver
partecipato all’attacco alla petroliera.
In porto si è immediatamente capito
che non esistevano imbarcazioni so-
spette,masololavolontàd’intrappola-
regli italiani. Lamalafededegli indiani
viene denunciata, del resto, anche dal
ministrodegliEsteriGiulioTerziquan-
doammettecheleelezioniincorsonel-
lostatoindianodi Kerala«rischianodi
poter avere qualche influenza sull’in-
daginee sulle autoritàgiudicanti». Ma
se la scorrettezza indiana era evidente
sindall’inizio non si capisce perché la
nostradiplomaziaabbiafattobuonvi-
soacattivogiocopartecipandoconras-
segnata sottomissione a una partita
dall’esitoscontatoe truccato.
I malumori di Esercito e Marina:
la Farnesina ha ceduto all’India
INACCETTABILE
New Delhi sta piegando
il diritto a una diatriba
politica interna
(...) considerati responsabili della spa-
ratoria. Adesso si tratta di accertare se
LatorreeGironesianoscesispontanea-
mentedallanaveosesianostaticostret-
ti a farlo. In ogni caso c’è da discutere
sullalegittimitàdiarrestiavvenutiincir-
costanzepocochiare.
Al di làdegli aspetti giuridici, èassur-
do che dei soldati - abbiano o no com-
messoquantovieneloroaddebitato-si-
anosbattuti ingaleracomedelinquen-
ti;ancheseavesserosbagliato,sarebbe-
ro persone perbene lo stesso, vistoche
svolgevanounlavorodifficileperconto
del proprioPaese. I militari nonposso-
no essere perseguiti in terra straniera
se, adempiendoal dovere, incorronoin
un incidente; semmai vanno giudicati
da un tribunale militare della loro pa-
tria.
Un esempio. I piloti americani che
provocarono, volando a quota troppo
bassa, lastragedel Cermis(tranciarono
dinettoilcavodellafunivia),furonopro-
cessati negli Stati Uniti, com’era ovvio
che fosse. Inbase alla stessa logica, La-
torreeGironesianosottoposti aproce-
dimentogiudiziarioinItaliaenoninIn-
dia. Che, eventualmente, chiederà poi
al nostroStatounequorisarcimento.
Questesonoleregole. Leautoritàin-
diane stanno compiendo un arbitrio
assai grave. Il governodei professori si
affretti a reagire per porvi fine, facen-
dosi consegnarequegli uomini eimpe-
gnandosi a giudicarli. Sarebbe mo-
struosoabbandonarei nostri soldati. I
quali nonvannoinmissioneperdiver-
timento, non sono turisti in gita pre-
mio: i maròsonostati comandati di sa-
lire a bordo della nave con l’incarico
di difenderladalleaggressioni di pira-
ti che non esitano a usare la violenza
perlelorograssazioni, semprepiùfre-
quenti incerti mari.
Che Paese è quello che non tutela i
suoi militari?Essi lorappresentano, ol-
treadifenderlo. Lorostessi sonoloSta-
to. In altri tempi i ragazzi sotto le armi,
quandoandavanoinguerra, eranocir-
condati eaccompagnati dall’affettodei
cittadini.
Ora, non solo il governo, ma quasi
tutti noi siamo indifferenti ai loro sa-
crifici. Semuoionotrecaporali, come
èaccadutoieri inAfghanistan, lagen-
te nonfa una piega, i giornali liquida-
no la tragedia dicendo che in fondo è
stato un infortunio sul lavoro (già, le
vittime sono professionisti in divisa);
eseduemaròrischianolapenacapita-
le inOriente, pochi si commuovonoe
nessuno si mobilita per salvarli. Fan-
nopiùscalporeunosproloquiodi Ce-
lentano e la farfalla di Bélen. Siamo
impazziti?
VittorioFeltri
I PUNTI OSCURI
dallaprimapagina
IL COMMENTO
Riportiamo subito a casa i marò
dallaprimapagina
La nostra dignità in quello sguardo
I due militari italiani sono fieri di aver fatto il proprio dovere. Ora tocca al governo salvarli
Retroscena Trapela un forte disagio
PROTESTE
Un gruppo
inscena una
rumorosa
manifestazio
ne
anti-italiana
davanti alla
casa del
giudice che
deciderà sul
caso
[Ansa]
Vi sonoalcuni punti tuttoraoscuri nellavicendadel-
l’arrestodei duemaròitaliani inIndia. Il piùnotevole
èlafortesomiglianza(documentatadallefotografie
qui sopra) trala «Enrica Lexie», la naveabordo della
qualesi trovavanoMassimilianoLatorreeSalvatore
Girone, ela«OlympicFlair», battentebandieragreca,
cheil 15febbraionavigavanellastessazonamamol-
topiùvicinoallacosta. Èpiùchepossibilechegli spa-
richehannoportatoagliarrestideinostrimilitaripro-
venisserodunquedaun’altranave, anch’essaassal-
tataapochemigliaeapocheoredi distanzadaquel-
laitaliana. Il pescherecciocontrocui hannosparatoi
nostri militari (che ripetono di aver solo sparato per
avvertire, e non per colpire) non sarebbe dunque lo
stesso su cui si trovavano i due pescatori uccisi. An-
chel’oradell’incidentemortalenoncoincide: la«Enri-
caLexie» èstataattaccataversole16locali, manella
stessa zona risulta un attacco a un’altra petroliera
quasi sei ore dopo.
Il giallo dell’altro attacco
a una petroliera quasi uguale
DAL GIUDICE Massimiliano Latorre (a sinistra) e Salvatore Girone (con la barba a destra) sono stati
trasferiti dalle autorità di polizia indiane sul luogo dell’interrogatorio. È stato confermato il fermo di tre
giorni: il giudice rivedrà i militari tra 48 ore
4 ILFATTO

Martedì 21febbraio2012 il Giornale
LucianoGulli
Unincidente. Né piùe né me-
noche saltare suuna mina trave-
stitadavecchiocopertoned'auto-
carro. Solochestavoltasonomor-
ti affogati. Stavanoguadandocon
unmezzoblindatouncorsod'ac-
qua che scendeva rombando da
una gola nello Shindand, distret-
todellabellissimaefataleprovin-
ciadiHerat,aoccidente,dovel'Af-
ghanistan stinge nelle montagne
iraniane.Ecomesiasuccessones-
suno lo sa, ma non è che importi
poi molto. Laforzadell'acqua, un
avvallamento non calcolato, una
manovrainfelice, l'acquagelidae
torbida che entra nell'abitacolo e
ti disorienta, mentre cerchi aten-
toni losportello, lamaniglia, lasi-
cura... Unadiquestecombinazio-
ni, oforse tutteinsieme.
Sonomorti così FrancescoCur-
rò, 32anni, di Messina, Francesco
PaoloMessineo, 28anni, di Paler-
mo,eLucaValente,27anni,diGa-
gliano del Capo, in provincia di
Lecce.Tuttietre,colgradodicapo-
ralmaggiore, servivano nel Ses-
santaseiesimoReggimentodifan-
teria Trieste che ha sede a Forlì.
Un reggimento inquadrato nella
brigataaeromobile«Friuli»di Bo-
logna e attualmente schierato
nell'ovest, inquellafettadi Afgha-
nistan, conepicentroHerat, cheè
stato destinato al nostro contin-
gente. Sono le prime vittime del
2012.Nove,compresiCurrò, Mes-
sineoeValente,quellimortiperin-
cidentidi variogenere. Quaranta-
nove, complessivamente, i caduti
dall'iniziodel conflitto.
Il fatto è che non sai mai come
puoimorire.Saisolochepuòacca-
dere,inguerra;edunquetantova-
lemetterlonel conto. Puoi morire
in combattimento, o saltando su
unamina,oinunincidentestrada-
le.Sarannosempresquilliditrom-
ba, bandiere al vento, generali e
capi di Statoconlamanosul cuo-
re, vescovi chereciterannoparole
alate,equelleparole: «eroe...eroi-
smo... eroico...», che arriveranno
con un suono opaco, come una
smortaeco,dentrolacassadoveri-
poserà il corpo di un giovane che
non ha avuto fortuna. Intorno, le
lacrimedi chi gli volevabene: ma-
dri, padri, figli, fratelli.
Ladinamicadell'incidente- un
abbozzodi dinamica- ècontenu-
totuttoinunoscarnocomunicato
diffuso dal Comando Regionale
Ovest. Vi si dicecheil nostromez-
zoblindato, un«Lince», eraimpe-
gnato in una operazione di recu-
pero di una nostra unità bloccata
daqualcheparteperviadellecon-
dizionimeteoferocementeavver-
se. C'erauncorsod'acqua, il «Lin-
ce» vi si è avventurato, contando
direstareinassetto,einvecesièri-
baltato, intrappolando al suo in-
ternoi nostri treuomini. Unquar-
to, forse il mitragliere, quello che
col corpostagiàpermetàfuori dal
mezzo (e che in circostanze nor-
mali è quelloche rischia di più) si
èsalvato,sganciandol'imbragatu-
radisicurezzaelasciandosianda-
renell'acqua gelida.
Equestoè quanto.
Il resto lo immaginate da voi.
Unamammainlacrimecheconta-
va«i giorni chemancavanoal suo
rientro»; i compagni di scuola
sconvolti, i sindaci costernati
(«unaperditachehascossol'inte-
racomunità»);gliimmancabilifu-
nerali di Stato e la nota del presi-
dentedellaRepubblica,cheespri-
me «i suoi sentimenti di solidale
partecipazioneal doloredei fami-
gliarideicaduti,rendendosiinter-
pretedel cordogliodel Paese».
STRAGE INFINITA
Sale così a 49 il numero
dei nostri militari morti
nel Paese in otto anni
ALTRUISMO
Stavano soccorrendo
un’unità in difficoltà
a causa del maltempo
ERA APPENA ARRIVATO
Il primo caporal maggiore Francesco Paolo
Messineo era nato a Palermo il 23 maggio
1983. Partito per l’Afghanistan lo scorso
gennaio doveva rientrare il mese prossimo
LE VITTIME
MISSIONI RISCHIOSE/ Morire in Afghanistan
I tre soldati italiani uccisi dalla sfortuna
Un blindato «Lince» si ribalta attraversando un fiume: si salva solo uno dei militari intrappolati
UN RAGAZZO SOLARE
Il caporal maggiore capo Francesco Currò era
nato il 27 febbraio 1979 a Messina ma abitava
a Ravenna, nella frazione di Bastia. Aveva un
fratello gemello che lavora a Bergamo
UN VETERANO DEL LIBANO
Il primo caporal maggiore Luca Valente era
nato l'8 gennaio 1984 a Gagliano del Capo
(Lecce). Aveva già partecipato ad altre missioni
in Afghanistan e in Libano
ILFATTO 5
Martedì 21febbraio2012 il Giornale
Ilnumerodi cittadinichia-
matialleurnedelleammi-
nistrative del prossimo 6
e7maggioperrinnovarei
consigli comunali
Sono i capoluoghi di pro-
vinciaincui il 6e7maggio
si andrà alle urne per rin-
novareilsindacoeilconsi-
gliocomunale
Sono i Comuni coinvolti
nelleelezioniamministra-
tivedelprossimo6-7mag-
gio: Palermo, GenovaeVe-
ronai principali
IComunicapoluogodipro-
vinciaattualmenteammi-
nistrati dal centrodestra
dove il prossimo maggio
si andràalle urne
27
I numeri
FabriziodeFeo
Roma È una riunione allargata,
una panoramica sugli umori,
un confronto aperto e a tutto
campoperdelineareunastrate-
gia in vista delle prossime am-
ministrativequellachevainsce-
na a Villa Gernetto.
Silvio Berlusconi convoca in
Brianza Angelino Alfano e con
lui capigruppo, coordinatori,
governatori, ex ministri come
Mariastella Gelmini e Michela
VittoriaBrambillaeunbuonnu-
merodi dirigenti locali. Uncon-
clave nel quale viene affrontato
il nodo dei 28 test locali che at-
tendonoil partitoinprimavera.
Una partita che si preannuncia
in salita alla luce dell’ondata di
antipoliticache si staabbatten-
do sul Paese.
Silvio Berlusconi accoglie i
presenti nellasuavillavicinoAr-
core facendo fare loro un breve
tour. Poi nel teatrointroduceAl-
fanochesi soffermasul momen-
to delicato in cui si stanno per
svolgereleamministrativeesul-
la delicata gestione del rappor-
to con Lega. Il segretario invita
tutti «a fare squadra» e a capita-
lizzare la ripresa di partecipa-
zionechei congressi stannoge-
nerando. Tocca poi a Berlusco-
ni prendere la parola. L’ex pre-
mier annuncia che domani in-
contrerà Mario Monti, insieme
adAlfano, per fareil puntosulle
prospettive dell’esecutivo.
«Non abbiamo dubbi sul soste-
gnoal governomagli diremoco-
sanonci piacetralepropostedi
cui parlano i suoi ministri e co-
sa per noi è irrinunciabile», di-
ceBerlusconi conunchiarorife-
rimentoallariformadel merca-
todel lavoro. L’expremiersi sof-
ferma, poi, sul possibile ricorso
alle liste civiche nelle prossime
amministrative.
Una mossa utile a favorire le
alleanzeeapromuovereunain-
fornata di giovani rappresen-
tanti dellasocietàcivilelegati al
territorio. Il presidente del Pdl
respinge fermamente le letture
date dai giornali che hanno in-
terpretato questa mossa come
una procedura di smantella-
mentodel partito. «Eventuali li-
steciviche sarannovalutate zo-
na per zona, ma solo come sup-
porto al Pdl mai in sua sostitu-
zione. Il simbolodel Pdl nonsa-
rà archiviato. Anzi sarà presen-
te ovunque, in tutte le province
incui si voterà». Unasceltasup-
portatadai sondaggi cheindica-
no come il Pdl abbia bisogno di
proporrefaccenuoveper assor-
bireil contraccolpodelledimis-
sioni di Berlusconi. «Ma non
credete a chi mette in circolo
sondaggi disastrosi e assoluta-
mente falsi. Il Pdl è al 23,6%ma
in crescita a livello nazionale».
L’idea è quella di non farsi
schiacciare dalla tenaglia della
Lega-TerzoPolo, di studiare un
collegamentotraPdl elistecivi-
che e recuperare attraverso i
congressi unrapportoforte con
l’elettorato. Unastagione incui
si potràancheprocedereal cam-
bio di nome e simbolo in attesa
della costituente dei moderati.
Intantounaprimanovitàc’è. La
cenasi apreconunasorpresa: il
debutto di Gente della libertà, il
nuovoinnodel Pdl acui pareab-
bia collaborato attivamente la
deputata Maria Rosaria Rossi.
«Noi siamoil PopolodellaLiber-
tà, gente che spera, che lotta e
che crede nel sogno della liber-
tà», alcuni versi del brano.
Berlusconi raccomandadi eli-
minare qualunque pratica di
spartizionecorrentizia, di evita-
resceltefatte«conil bilancino»,
di investire con convinzione su
candidati che consentano di
puntare alla vittoria. In questo
sensovalettal’aperturadel neo-
coordinatore provinciale mila-
nese, Sandro Sisler, a primarie
di coalizioneconLegaeUdcper
i comuni dell’hinterland lom-
bardo. I dirigenti del Pdl liquida-
no a loro volta l’intenzione di
far calare il sipario sul simbolo
come un’opzione impraticabi-
le. «Lebattaglievannofatteavi-
so aperto sia in caso di vittoria
che di sconfitta» dice Cicchitto.
Berlusconi si sofferma poi sui
congressi. Si congratula per la
partecipazione, annuncia che
incontrerà i primi 50 coordina-
tori eletti esottolineacome«gra-
ziearegoleferreei pochi furbet-
ti sono stati esclusi».
La convinzione nel Pdl è che
laquestionetesserefalsesiaali-
mentatadachi nonhainteresse
a uscire dalla logica della coop-
tazione. Ancheperché, comeri-
badisce Alfano, «eventuali tes-
sere false sono irrilevanti per-
ché vale il principio una testa,
un voto».
ONOREVOLE?
Il sindacalista
Giuseppe Cantoni.
Intervistato da «le
Iene» si era fregiato
del titolo di onorevole,
in quanto membro di
un Parlamento
mondiale per la
Sicurezza e la Pace
lo spillo
La reggia del Cavaliere
tra 35 ettari di bosco
Un sindacalista vicino alla Lega Nord,
Giuseppe Cantoni, indagato. Unimprendi-
toreritenutocontiguoallaLegaSud,Pasqua-
lePedana,aidomiciliari.Altrisettetrafunzio-
nari eimprenditori arrestati per corruzione
aggravata e turbativa d’asta. Un’indagine
dellaprocuradiNapoli,condottadaicarabi-
nieri del Noe, scopre unpresunto«accordo
corruttivo», con promesse di assunzioni e
mazzette, tra imprenditori napoletani e tre
funzionaridelprovveditoratoalleoperepub-
blichedellaCampania, finalizzatotral’altro
apilotare, cercandounaspondapoliticanel
Carroccio, la nomina di uno degli arrestati
comenuovoprovveditore, «al finedi gestire
apropriovantaggiol’esitodellegarediappal-
to indette dallo stesso provveditorato». Nel
mirino, inparticolare, l’appaltoda18milio-
nidieuroperrealizzarelanuovasededelpo-
lotecnologicodel Cnr nel capoluogoparte-
nopeo. Secondoil gipnapoletanoEglePilla
doveva essere aggiudicato alla società del-
l’imprenditore edile Carlo Coppola (anche
luiarrestato),mailtentativodipilotarelaga-
ra non sarebbe andato a buon fine, perché
l’uomochela«cricca»avrebbevolutonomi-
nareconibuoniufficidellaLegaNordalver-
tice del provveditorato, il capo dell’ufficio
tecnico, Angelo Palazzo, aveva fornito con
«approssimazione»ipunteggiraggiuntidal-
lealtredittenellaprimafasedi gara.
Di certodall’indagine emerge il tentativo
di «sponsorizzare» la nomina di Palazzo
pressol’alloraviceministroalleInfrastruttu-
re, RobertoCastelli - estraneoall’inchiesta-
tramitePasqualePedana,imprenditoreedi-
le,segretariodell’Unsiau, Unionenazionale
sindacati autonomi, eindicatocome vicino
alla«LegaSud-Ausonia»,cheperòinunano-
ta ha smentito l’appartenenza di Pedana al
movimento. L’uomo, in un’intercettazione
tra terzi, viene indicato invece come «uno
dei settedel comitatocentrosudItaliadella
Lega». E in un’altra telefonata, il 2 marzo
2011,Pedanaaccennaineffettiaunprogetto
politicoda portare avanti a livellolocale col
benestare del Carroccio, spiegando che «è
normale che non faranno la Lega Nord al
Sud, malanominerannodiversamente, pur
avendo il loro appoggio». Sempre Pedana,
scriveilgip,dietropromessadiun’assunzio-
ne del figlio al provveditorato, «propone la
candidatura di Angelo Palazzo al posto di
provveditoreaGiuseppeCantoni», segreta-
rionazionaledell’Unsiauevicinoal Carroc-
cio, cheasuavoltaperil giudice«haavanza-
to ai vertici della Lega, suo partito di riferi-
mento, lacandidatura».
Segliarrestatinapoletani,intercettati,fan-
no spesso riferimento a esponenti leghisti,
definiti «genteseriaedi potere», gli stessi in-
quirenti annotano di aver accertato che
«Cantoni non ha potuto incontrare Castel-
li»,ripiegandosuun’altrapersonanoniden-
tificata. Emergonoanchelepressioni di Pe-
dana per convincere Cantoni, tramite un
suo amico, a organizzare, per la nomina di
Palazzo, un incontro col presidente della
provinciadiComo,LeonardoCarioni,consi-
deratopiùvicinoaBossi dellostessoCanto-
ni. Malanominanonarriveràmai. Arrivano
invece, adaprile2011, perquisizioni eavvisi
di garanzia. Che non impediscono, anche
successivamente, chela«cricchetta»insista
nelle- inutili - manovre per spingere Palaz-
zo.
MMO
Nel mirino un sindacalista e un imprenditore contigui ai due partiti
Inaugurata da Silvio Berlusconi nel
febbraio del 2010, Villa Gernetto è
presto diventata la dimora più
prestigiosa dell’ex presidente del
Consiglio. Se si includono il giardino
terrazzato e il bosco, la residenza
monzese arriva a 350mila metri
quadrati, al cui interno Berlusconi ha
voluto ritagliare un ampio spazio per i
suoi alloggi privati: tre enormi salotti,
un quarto con camino, una grande
sala da pranzo, corridoio, stanza da
letto, guardaroba e bagno [Ansa]
SUMMIT
Silvio
Berlusconi ieri
sera ha riunito
i vertici del Pdl,
i presidenti di
Regione e un
buon numero
di dirigenti
locali per fare il
punto in vista
delle prossime
elezioni
amministrative
di maggio
[Ansa]
Lega Nord e Lega Sud unite?
Sì, dall’inchiesta sugli appalti...
11 milioni
TESSERAMENTO
«Grazie alle regole ferree
furbetti esclusi». Poi fa
ascoltare il nuovo inno
VISITA AL PREMIER
«Con Alfano incontrerò
il premier domani. Dubbi
nel sostenere Monti? No»
strane alleanze
Berlusconi non cambia: avanti con il Pdl
Silvio detta la linea nel vertice in vista delle amministrative: liste civiche solo dove bisogna favorire le alleanze
VILLA GERNETTO, SEDE DELL’INCONTRO
1.017
Scrivevaieri Repubblicain
prima pagina: «È arrivato il
momentodi passareal “pink
new deal”», il «nuovo corso
rosa»per i menoavvezzi alle
lingue straniere. In pratica
un’inchiestasul«perchécon-
vieneinvestiresulledonne»:
due pagine ricche di dati do-
ve, tra grafici e unsondaggio
su quanto sia soddisfacente
fare la casalinga, nonpoteva
non mancare il «decalogo»
del lavoroingonnella. Aleg-
gerebenetralepieghedell’in-
chiesta, però qualcosa non
torna. ScriveCinziaSasso, al
secololadyPisapia: «Seleoc-
cupate fossero sei su dieci, il
nostroPil aumenterebbedel
7 per cento». Ma per capire
l’equazione«piùpostidilavo-
rougualePilpiùalto»civole-
vano due pagine di inchie-
sta? Ascoprire l’acqua calda
si restadi Sasso...
LE MOSSE DEL CENTRODESTRA
__
11
Le ovvietà
di Repubblica
6 ILFATTO

Martedì 21febbraio2012 il Giornale
MariateresaConti
Letrasmissionipassano. Male
loroeredità, avolte, restano. Eper
laRail’ereditàdiAnnozero,lacrea-
tura di Michele Santoro, è pesan-
te, anzi è un macigno. L’azienda
di vialeMazzini, conil giornalista
CorradoFormigli,giàcollaborato-
rediAnnozeroeoraaLa7,autoree
conduttore del talk show Piazza
Pulita, dovràinfatti risarcirecon5
milioni di euro Fiat Group Auto-
mobiles. Cinquemilioni, quasi 10
miliardi di vecchie lire, cui si ag-
giungono altri due milioni per la
pubblicazionedellasentenza,en-
tro15giorni, suLaStampa, Il Cor-
riere della Sera, La Repubblica e
entro 45 giorni su Quattroruote.
Totalesettemilioni,conesecutivi-
tàimmediata. Il motivo?Unservi-
zio andato in onda nella puntata
del2dicembredel2010,duranteil
quale, ha stabilito il giudice della
quartasezioneciviledel tribunale
di Torino, MauraSabbione, èsta-
tadataun’immaginenegativadel-
l’AlfaMiTo, autosportivadipunta
dell’Alfa Romeo, causando a Fiat
undannopatrimoniale e nonpa-
trimoniale.
Condannato Formigli, autore del
servizio incriminato. Condanna-
talaRai, per aver fornitoaFormi-
gli i mezzi necessari alla realizza-
zione del servizio e per omesso
controllo. E assolto, invece, Mi-
cheleSantoro, perchéperil giudi-
ce non c’è stata, da parte sua, co-
municazionedi fatti nonveritieri.
La sentenza, come fa notare uno
deilegalidiFiat,l’avvocatoMiche-
le Briamonte, costituisce un uni-
cum: «Per la prima volta un ente
persona giuridica viene ricono-
sciuto responsabile e condanna-
toarisarcire, insolidocolgiornali-
sta, unaltroente personagiuridi-
ca nonsoloper il dannopatrimo-
niale ma pure per quello morale
cagionatodaunsuodipendente».
Una causa imponente, che ha vi-
sto tra i consulenti del Tribunale
l’attuale ministrodell’Istruzione,
Francesco Profumo (all’epoca
Rettore del Politecnico di Tori-
no), etragli esperti di partel’expi-
lotadi Formula1egiornalistaAn-
dreadeAdamich.Ilgiudicehasta-
bilitoche«l’informazioneveicola-
ta da Formigli era incompleta e
parziale»: «La reputazione della
Fiat Group–scrive– inriferimen-
toallavetturaAlfaMiTo, èrisulta-
taesserestataillecitamentecom-
promessa con una denigratoria
notizia non veritiera». La notizia,
apareredegli esperti, avrebbean-
cheavutouninflussonegativosul-
l’1,2% degli spettatori di Annoze-
ro, circa 60mila persone. Formi-
gli, contattato dal Giornale, tace:
«Aspettiamole motivazioni». Nel
dettaglio, il dannopatrimonialeè
stato calcolato in 1 milione e
750milaeuro,quellononpatrimo-
niale in3 milioni e250mila euro.
Roma La Cisl nonsi ferma. L’offensiva contro
FabioFazio, accusatodiinvitaresololaCgil nel
suoChetempochefa,prosegueeilsindacatoco-
minciaanonescludereiniziativeclamoroseco-
me una raccolta di firme contro il canone Rai.
Alla protesta per la trasmissione monocolore,
siaggiungeanchequellaUil. «Fannoscelteche
privilegianounasolaparteequestoènei fatti»,
spiegaLuigiAngeletti,leaderdelterzosindaca-
to. «Èlegittimoche lo facciano, l’importante è
chepoinonsipresentinocomeunatrasmissio-
nesopraleparti. Seèserviziopubblico, signifi-
cacheunpezzodiserviziopubblicoègestitose-
guendounorientamentopolitico». Laragione
dello squilibrio, secondo Angeletti, è profon-
da.«InRail’attenzionevatuttaagliequilibripo-
litici. Le vicende sindacali hanno spazio solo
quandosi inserisconoinquestoquadro».
Raffaele Bonanni, leader della Cisl, non fa
sconti aFazio: «ChiamasololaCgil. Èunmodo
erratodi intendereil serviziopubblicoinItalia.
L’atteggiamentodiFazio-haaggiuntoinun’in-
tervistaalquotidianogenoveseSecoloXIX-mo-
stra come negli ultimi tempi si stia assistendo
adundegradodi intendereil serviziopubblico
inItalia. LaRai dovrebbegarantirelapossibili-
tàdi esprimeretutteleopinioni maquestonon
accade». Nessunareplicadal direttointeressa-
to. Mal’accusadel sindacatocattolicocontroil
conduttorenonsièinterrotta. Ierimattinailse-
gretario generale della Cisl ha parlato a lungo
conLorenzaLei elehachiesto«regoleprecise
peri conduttori nellaselezionedegli ospiti che
tenga conto del pluralismo sindacale». Senza
contare i «compensi milionari per conduttori
faziosi, inopportuni soprattuttoinunmomen-
toincui ai lavoratori vengonochiesti sacrifici».
Tantoperchiariredi cosasi parladomani Con-
quiste del Lavoro, organo della Cisl, potrebbe
pubblicarei compensi dei conduttori Rai.
PrendonoformaancheleiniziativechelaCi-
sl potrebbe mettere in campo se alla Rai non
cambieràmusica. Unaraccoltadi firme, inac-
cordoconaltreassociazioni,perabolireilcano-
neRai.Soloun’ipotesiperilmomento,mal’ini-
ziativacadrebbeinunmomentodelicatoperil
serviziopubblico. DifficilechelaCisl si accon-
tenti di quella che ieri le agenzie presentava-
no come la ricucitura dello strappo. Cioè la
partecipazione di Bonanni, alle 6,40 a Cater-
pillar Am. Una triplice diretta: Radio2, Rai-
NewseRai3peresporrelaposizionedellaCisl
sui temi caldissimi dellariforma del lavoro.
Suinternetimpazzalapolemicasullarichie-
stadipagamentodellatassaancheachipossie-
de un computer, ci sono ancora gli strascichi
dellepolemichesuSanremo, intantoieri sen’è
apertaun’altrasulla«clausolamaternità», cioè
unarticolochesarebbecontenutoneicontratti
di alcuni consulenti Rai, cheponelimiti suma-
lattieegravidanze.«Uncontrattoassolutamen-
teillegittimoperchéconsideracausadi risolu-
zionedel rapportodi lavorolamalattia, l’infor-
tunioelagravidanza», tuonalaleader Cgil Su-
sanna Camusso. Ma anche il coordinamento
dei giornalisti precari di Roma, Errori di stam-
pa, rivendica: «Bisognaporrefineal prolifera-
redicontrattiultraleggeri,sostituirliconscrittu-
re più serie, realisticamente rispondenti alle
mansionidellavoratore.Estralciaredaltestola
penosaclausolagravidanza».L’aziendasmen-
tiscetuttoinunanota,poiconfermatadaldgLo-
renzaLei:«Nonc’èmaistataalcunadiscrimina-
zioneorivendicazioneinmerito,nécertamen-
tesonomaiemersi, finqui, dubbi dilegittimità.
Mahogiàdatol’incaricodi valutareinterventi
sullaclausola». DA
Fannoscelte che
privilegianouna
solaparte, per
seguirelapolitica
Fazioinvitasolo
laCgil: è unmodo
erratodi intendere
il serviziopubblico
Hanno detto
Luigi
Angeletti (Uil)
Raffaele
Bonanni (Cisl)
INIZIATIVE CLAMOROSE
I sindacati tentati da una raccolta
firme per l’abolizione del canone
Già offerte ospitate riparatorie
il caso
Il parroco di Galbiate
sbugiarda Celentano:
«Non scuce un euro»
L’eredità di «Annozero»:
5 milioni di danni alla Fiat
La Rai e Formigli condannati a risarcire il gruppo torinese per un servizio
che denigrava le prestazioni della Alfa MiTo. Ma Santoro se la cava: assolto
VECCHIA SQUADRA Da destra Formigli, Santoro, Ruotolo, Bianchi
Giornaliste a rischio ma viale Mazzini nega
Scoppia il caos sui licenziamenti in gravidanza
Tutti i nodi
sanremesi
vengono al
pettine per
Adriano Ce-
lentano(nel-
lafoto). L’ulti-
moabacchettareil Molleggiato
è il suo parroco. «I lavori nella
chiesa di Galbiate - dichiara a
“Tv, Sorrisi eCanzoni”(smentita
dal sacerdote ma confermata
dalla rivista, ndr) don Enrico
Panzeri, da 15 anni prete della
cittadinalecchese dove risiede
il Molleggiato - sono durati dal
2006 al 2011. Era previsto an-
cheil rifacimentodell’impianto
audio. Se poi adAdrianoCelen-
tano fa piacere raccontare in tv
chele modifichesonostatefat-
tedopoi suoi suggerimenti fac-
cia pure. In ogni caso, non ha
contribuito. Leoffertesonosta-
tefattedaglialtriparrocchiani».
Celentano si era scagliato con-
tro i sistemi audio delle chiese
italianee, inparticolare, contro
quellodi Galbiate. «Celentano-
continua don Enrico - non tira
mai fuori uncentesimo». Anche
laperpetua, lasignoraPina, ha
qualcosa di dire: «Celentano
nondàuneurod’offerta- affer-
ma - quando viene a messa la
domenica. Ora parla di benefi-
cenza? Sono perplessa. Il suo
vecchio giardiniere gli chiese
unaumentoeluirisposedilavo-
raredi piùper prenderedi più».
DOPO IL FESTIVAL
I GUAI DELLA TV DI STATO
IDILLIO Il segretario della Cgil, Susanna Camusso, è stata ospite tre volte di Fabio Fazio [Ansa]
’’
’’
Dopo la Cisl anche la Uil attacca la Rai sui privilegi
della Camusso in televisione: «Non c’è solo la Cgil»
ILFATTO 7
Martedì 21febbraio2012 il Giornale
PaoloBracalini
Roma È proprio la Rai di Lei, nel
senso dell’unica «Lei» del Festi-
val, BelénRodriguez, e di chi altri
sennò?Lafarfallinaunavoltasim-
boloaziendaleinfondoloèanco-
ra, maleggermentediversa, dopo
il ciclone ormonale Belèn. Persi-
noil Tg3 si adeguaalla nuova sta-
gione hard di Viale Mazzini, con
un’inchiesta approfondita sulla
cosmesi della vagina, in risposta
alla scottante domanda: «Quan-
t’èimportanteil piacerenell’equi-
librio della coppia moderna?». E
qui l’azienda fa passi da gigante:
seRaiunolafacevasolointravede-
re,Raitrelaabbellisce,conoppor-
tuni ritocchi estetici e qualche
trucchetto da pornocasalinghe
per quanto attiene le labbra, non
quelledelviso.Malasciamoparla-
reladottoressaMottola,ginecolo-
ga,interpellatadallarubricadisa-
lute del Tg3 di domenica, ora di
pranzo: «C’è il lipstick (rossetto)
per ridisegnare il contorno delle
grandi labbra» afferma senza te-
madi smentita. Equi ovviamente
dipendedaigustieanchedaicolo-
ripreferitidelladonna.Cisonoco-
lorazioni che vanno dal rosa più
chiaroal rossopiùintenso, «di di-
versaprofumazionenonchédidi-
versotaste», cioè sapore, nel caso
vengano assaggiati da marito o
amante. E il tatuaggio vaginale?
C’èanchequelloeil Tg3, daservi-
zio pubblico, informa corretta-
mente l’abbonata Rai che può ri-
chiedere al negoziante di fiducia
un tatuaggio «monouso adesivo,
della durata di cinque-sette gior-
ni», di varie fogge e forme. Le più
amate,scopreilTg3,sonolafarfal-
lina o il fiorellino da apporre in
mezzoalle cosce, unclassico. Ma
si staimponendounnuovotrend
estetico-ginecologico, che il Tg
dellaBerlinguer intercetta e pub-
blica, bruciando sul tempo tutte
lepubblicazionidelsettore:«Mol-
to usato oggi anche lo Swarovski
sulle grandi labbra» garantisce
l’esperta al Tg3, che però non ac-
compagna la spiegazione con
una dimostrazione tramite mo-
della in studio, come faceva la
Lambertucci.
Segue tuttavia un istruttivo di-
battitoconladottoressaAdeleFa-
brizi, dell’Istituto di Sessuologia
clinicadi Roma, «autricedi unin-
teressante studio in merito», se
quellodel rossettoetatuaggioper
lavaginasiapiùvezzoogiustoac-
corgimentoper ladonnachenon
deve chiedere mai. La risposta
corretta è che la sessualità - ap-
prende il telespettatore che pen-
de dalle (grandi) labbra del Tg3 -
«èdiventatatroppogenitale»,insi-
ste troppo su quelli, ma d’altra
parteèpurveroche«puòanchees-
sere unelemento di gioco e di di-
vertimento, tra i più giovani». Sì,
maquelli chenonsonopiùgiova-
ni, dove li mettiamo? Tranquilli
over 70 in ascolto, c’è la guida
hardancheper la terzaetàal Tg3,
chetutelasemprelecategoriepiù
deboli. Lì perònonbastanopiùli-
psticke farfalline, Telekabul con-
siglia piuttosto una «labioplasti-
cariduttivaladdovelepiccolelab-
brapereffettodell’invecchiamen-
to si sono allungate quasi da non
essere più inglobate nelle grandi
labbra». Più impegnativo invece
l’altro intervento illustrato dal
Tg3, «lariduzionedel canalevagi-
nale». «Si fa sia col bisturi che col
laser»maèdi«semplicissimaese-
cuzione»spiegalaginecologaras-
sicurando così le ascoltatrici del
Tg3 che volessero regalarsi una
plasticavaginaleentrol’anno.Do-
pounperentorio«ladonnavaavi-
vere la sua vita sotto le lenzuola
peril piacerediprovarpiacere», si
ritorna instudioper il dibattito, e
la collega del Tg3 obietta che la
donnamaturapuòprovarepiace-
re anche senza la labioplastica,
confortata inciò dalla dottoressa
in studio. Non c’è limite d’età?
«No, non c’è» risponde con sicu-
rezzalascienziata, intotaledisac-
cordoconlaginecologadel servi-
ziocheconsigliavaoperazioni va-
ginali,«quasichel’amoresifaces-
sesoloconi genitali». «Sì, èunpo’
raccapricciantetuttociò»concor-
dala giornalista dellaBerlinguer,
prima di passare alle disfunzioni
erettili degli ascoltatori maschi
del Tg3.
Eccocomeaiutare
le piccole e medie
impreseitaliane
aggiungendotasse
senzasenso... come
puòvalere oggi
unregiodecreto?
L’altrogiornoho
vistoper stradail
manifestodi una
fictionRai. Devo
pagare il canone
ancheper gli occhi?
Unbalzelloassurdo
Rabbia e ironia
Per Butti (Pdl) e Garavaglia (Lega) la nuova norma è una forzatura
FUORI LUOGO
Esperte discettano di
rossetti e tatuaggi intimi
Spettatori in imbarazzo
BACINO DA 980 MILIONI
Da Twitter ai social network
monta la protesta degli
imprenditori: «Un’altra tassa»
IPOCRISIA
Nella stessa rete dove
la dignità della donna è
usata come «bandiera»
la polemica
JacopoGranzotto
Roma E lo chiamavano abbonamento.
Oraci si mettepureMonti afar aumentare
ilrimpiantoperlaRaidelpassato,quellain
biancoe nero, quellache ti sorrideva sen-
zachiederetasse.Riassumiamolaquestio-
ne. Entro fine marzo cinque milioni di
aziendericeverannoil bollettinoper il pa-
gamento del canone speciale, in quanto -
detta il regiodecretolegge del 21 febbraio
1938-inpossessodiapparecchiattioadat-
tabiliallaricezioneditrasmissioniradiote-
levisive al di fuori dell’ambiente di casa.
Dunque, canone anche per chi ha un pc,
uno smartphone, un tablet. Presi. Con le
nuove tecnologie basta un telefonino che
sicollegaainternetperpoterguardarelatv
instreaming, magariconchilatedipubbli-
citàdellaRai. Per capire, ogni aziendado-
vrà versare dai 200 ai 6.000 euro all’anno:
untotaledi 980milioni di europer unper-
sonal computer che dovrebbe servire per
lavorarepiùcheaguardarequalchepunta-
ta persa di Don Matteo. Naturalmente
l’aria che si respira è quella che precede
un’evasionerecord.
Ma è sul web, termometro sociale, che
montalaprotesta. SuTwitterl’hashtag«ra-
imerda»haconquistatolavettadellaclas-
sifica dei Trending Topics (TT), gli argo-
menti di tendenza. La denuncia era stata
fattanei giorni scorsi da«ReteImpreseIta-
lia» ma evidentemente lo spot relativo a
questonuovoobbligo, trasmessodurante
lecinqueseratedi Sanremo, hafattosalire
lo share del dissenso. Non manca, però,
l’ironia: «HounorologioCasio, quellocol
quadrantedigitaleecoi numeri grossi, de-
vopagareilcanone?», «L’altrogiornohovi-
stounmanifesto per una fictionRai, devo
pagareuncanonepergliocchi?». Traitwe-
et in questo flusso di discussione quelli
cheleganol’argomentoaSanremo(«il fe-
stival è statolo specchio di una Rai nonin
gradodi offrire una tv di qualità...»).
Quantoai politici c’èunitàdi intenti co-
me neanche durante un mondiale di cal-
cio. ParteAlessioButti, capogruppoPdl in
commissione vigilanza Rai: «La richiesta
del pagamentodi questocanone costitui-
sce una forzatura normativa riguardoalla
qualemiaugurocheilgovernofacciachia-
rezza, laRai, basandosi suquantoprevisto
dall’articolo17deldecretocosiddetto“sal-
va Italia” sta applicando una norma con
l’evidentefinalitàdifarecassaadannodel-
leimprese. Inuncontestoeconomicocosì
delicato auspico l’intervento del ministro
Passera, affinchécontribuiscaasciogliere
i dubbi individuandola tipologiadi appa-
recchi che determinanol’obbligoomeno
del pagamentodel canone».
Aggiunge il leghista Massimo Garava-
glia,vicepresidentedellaCommissioneBi-
lancio del Senato: «Stupisce la sorpresa
per il balzellointrodottodaMonti acarico
di tutte le imprese relativo al canone Rai,
cosagiànotadaNatalemanel climadi eu-
foriaper l’avventodel governoMonti pas-
sata nel dimenticatoio. Ogni settimana
avremo sorprese di questo tenore. Per
esempiogli agricoltori sanno di dover pa-
garel’Ici sullestalleei ricoveri dei trattori?
Questo, perlaLegaNordèsolamentel’ini-
zio. Purtroppo certi giornalisti di econo-
mia, troppo presi nell’incensare questo
nuovogovernotecnico, nonavevanoletto
benele carte...».
Altro che sobrietà: il Tg3 a luci rosse
Il telegiornale della Berlinguer in onda all’ora di pranzo con uno speciale sulla «cosmesi della vagina»
LA «ZARINA» Bianca Berlinguer, figlia del leader del Pci Enrico, è dal 2009 direttore del Tg3. Conduce
l’edizione serale del telegiornale e si alterna a Maurizio Mannoni nella conduzione dell’approfondimento
«Linea notte». La Berlinguer si è più volte schierata in difesa della dignità delle donne [Ansa]
PUNTATA OSÉ Al Tg3 delle 12 di domenica, nel corso della rubrica
«Salute in forma», si è parlato di rossetti e tatuaggi per i genitali
femminili. Sarà anche una tendenza, ma cosa c’entra con la salute?
’’
’’
Ein Rete esplode la rivolta
contro il canone pure sui pc
8 INTERNI

Martedì 21febbraio2012 il Giornale
Il Prof vuole rottamare i «suoi» salotti buoni
GabrieleVilla
Milano Il professore e l’antipoliti-
ca. Il professore che vuol far rima,
sempreecomunque,conrigore.Pa-
lazzo Mezzanotte, interno giorno,
parterre royale che allinea tutti i
gran bei nomi della finanza italia-
na. MarioMonti parlainPiazzaAf-
fari, aMilano, cuoredel cuoreeco-
nomico,propriomentrelecontrat-
tazioni egli scambi si sonoappena
accesi. Ele sue parole passanoco-
me l’evidenziatore sulle linee pro-
grammatichedelgovernoche,pun-
tualizza,nonandràoltreilsuoman-
dato. «Dobbiamo essere iperpru-
denti, maquestononvuol direche
nonciinteressalacrescita, soloche
nonvogliamoripeteresituazioniin
cui,fraqualcheanno, acominciare
alpiùtardidallaprossimaprimave-
ra,chi governeràpossadirechede-
verimediareapolitichepocolungi-
miranti del passato. Noi pensiamo
di dover guardareal futuroedèper
questo che prendiamo decisioni
non molto gradite». Quindi, riferi-
mentoscontato:«Sarebbestatopo-
co responsabile assumere in que-
sto momento dell’Italia un impe-
gnosostanzialmenteapertoseppu-
reperunbellissimoprogettocome
le Olimpiadi. Pensiamo di dover
agirerimediandoaeccessi del pas-
satosenzacrearenuovi eccessi».
Fuori piove, fuori c’è anche chi
strillaecontestaecosì, prim’anco-
rachequalcunoseneescacol trito
refraindel «governo ladro», il pro-
fessoregiocaincontropiede:«Èbel-
lochecisianocrociatecontroiprivi-
legi della casta. Siamo benlontani
da realizzare quello che andrebbe
fatto ma qualcosa è stato fatto an-
cheseilnumerodelleautobluresta
sconfinato. Domani usciranno,
nonrichiestedallalegge, ledichia-
razioni patrimoniali dei membri
del governo. Esentodi direchetut-
toilpersonalepoliticodi altolivello
si sottoponga a qualcosa di analo-
go». Come dire: chi nongradisce è
tempochecominci agradire.
Eapropositodi cinghiadatirare,
Monti tieneadireache«il governo
si fa un punto d’onore, chiedendo
molti sacrifici agli italiani, nel non
diremaichequestisacrificisonori-
chiesti dall’Europa. Al contrario -
ecco l’evidenziatore che entra in
azione-noidiciamosemprecheso-
nonell’interessedell’economiaita-
lianaedeinostrifiglienipoti.Emifa
moltopiacerecheilParlamentoita-
liano stia dimostrando, in questa
stagione di una difficile ricerca di
identità e ruolo da parte dei partiti
politici, una notevole sensibilità
per le questioni dell’Unione euro-
pea tanto che per la prima volta il
presidenteitalianoèandatoall’ulti-
moConsiglioeuropeoconinmano
unamozionesostanzialmenteuni-
taria».Maattenzione,avverteMon-
ti «il giocoall’internodellaUedeve
esserepiùampio, nonsentiamola
necessitàditenercilegatisoltantoa
Francia e Germania dobbiamo
puntare anche su quei Paesi fuori
dall’eurozonaconvogliadiriforma
edi crescita». Temaoggettodi una
letteraaBarrosofirmatadaMontie
altri 11 leader per chiedere soste-
gnoallacrescita.
DalleparolediMonti,chespazia-
no da temi e problemi del mondo
del lavoro alle liberalizzazioni ai
rapporticonl’Europa,alpesospeci-
ficoealvaloredellaBorsa, chedefi-
nisce «una ricchezza per il Paese»,
non si fatica a comprendere che il
targetchei tecnici si sonoprefissati
restailrilanciodell’economiaitalia-
na. Nientepassi indietrosullastra-
dadelleriformestrutturaliincantie-
retantomenosullosnodocruciale
della cosiddetta fase 2: la riforma
dellavoro.«Entrofinemarzo-scan-
disceilprofessore-ilprovvedimen-
to si farà, che ci sia o no l’accordo
coni sindacati perché- nuovapas-
satadievidenziatore-sipossonofa-
reriformeinItalia». Poi unamana-
ta per allontanare lo spauracchio
dellamanovrabis: «Nonci saràbi-
sogno di una nuova manovra per-
ché sono incorporati margini di
prudenza».
Egiàchesi trovavanell’acquario
di finanzaefinanzieri il premier ha
regalatounarispostainpuntadifio-
rettoachiloaccusadicertedebolez-
ze: «Dispiace andare contro la no-
zioneeleganteepiacevoledi salot-
tobuono, mapensiamocheinpas-
satoabbia qualche volta tutelato il
bene esistente e consentito la so-
pravvivenzaunpo’ forzatadell’ita-
lianitàdialcuneaziende,impeden-
doladistruzione creatrice schum-
peteriana e non sempre facendo
l’interessedi lungoperiodo». Il che
(schumpeterianaaparte)significa,
secondo il prof, che nonostante
quantosostenuto da alcuni media
nella«cronacaveloce», i professori
nonhanno«deferenza» versolafi-
nanza. Sarà...
Riccardi «brucia» i colleghi: redditi online già ieri sera
A Piazza Affari
di MarcelloZacché
Uno dei concetti che Mario Monti teneva a
chiarire ieri, tornato a Milano da premier per
parlareallacomunitàfinanziariariunitanelpa-
lazzo simbolo di Piazza Affari, era quello della
«deferenza-atortooaragioneattribuitaaque-
stogoverno-versoilmondodellabancheedel-
lafinanza». Comeunsassolinodatogliereil te-
madàfastidio. EMonti lohaaffrontatodi petto
ricordandoche una delle prime mosse del suo
esecutivo è stato l’articolo 36 del decreto salva
Italia sull’incompatibilità di cumulo di incari-
chi in società finanziarie concorrenti. «Ci ren-
diamoconto-hadetto-così facendo, di andare
contro la nozione elegante di salotto buono».
Frasecripticaperipiù,mabenprestoarricchita
finoarendereinequivocabileilbersagliofinale:
il salottopereccellenza, quellodi Mediobanca.
Che, hadettoMonti, «pensiamoabbiatutelato
il beneesistenteeabbiaconsentitolasopravvi-
venza un po’ forzata dell’italianità di alcune
aziende,nonsemprefacendol’interessedilun-
goperiodo».
«Cheingrato»,avràpensatoqualcunodeipre-
senti. PerchéMonti, rispettoaquel salotto, non
ècosì estraneocomepotrebbesembrare. Basti
ricordare la sua presenza nel cda della Banca
Commerciale Italiana per 12 anni (di cui due,
dal ’88 al ’90, come vicepresidente): era quella
laComit chegarantivaaMediobanca(insieme
conilCreditoItalianoelaBancadiRoma)larac-
colta,tramiteilcollocamentodellesueobbliga-
zioni. Enonacasoil rapportomoltostrettoera
quelloconFrancescoCingano, presidentedel-
laComitepoidiMediobanca,banchiereinasso-
lutasintoniaconEnricoCuccia.Inquelperiodo
Montièstatoanchenelprestigiosocomitatotec-
nico del centro studi R&S di Piazzetta Cuccia.
Mentre sedeva, tra l’altro, anche nei cda delle
Generali,dellaFiatedellaRizzoli, ancorchéco-
meconsiglierenonnominatodaMediobanca,
macheintuttequesteesercitava(eancoraeser-
cita, Fiat esclusa) un’influenzadeterminante.
Mailtempopassa.Ilprofessoreèpoiandatoa
Bruxelles distinguendosi come sceriffo mon-
dialedell’Antitrust.Eora,alverticedelgoverno,
ha il compito di avviare il profondo rinnova-
mentodel Paese.Perquestoancheipoteri forti,
checertoMonti haavutomododi conoscereda
vicino, non possono sperare di farla franca di
fronteallafigura(eall’immagine)delgranderi-
formatore del sistema italiano. Così Monti ha
fattoieri riferimentoaunconcettochebenco-
noscono i dottori ineconomia: la «distruzione
creatrice schumpeteriana», ossia quel proces-
soche secondo l’economista austriaco Joseph
Schumpeter sta alla base dello sviluppo ogni
qualvoltale innovazioni spingonoil mercatoa
farepiazzapulitadei soggetti arretrati aprendo
lastradaaperiodi di grandecrescita. Ebbene, il
sistema conservatore di Mediobanca avrebbe
impedito la «distruzione creatrice», danneg-
giando, inultima istanza, l’interosistema eco-
nomico. Vero? Falso? Dipende se si considera
interessenazionaleavereancoraaziendecome
Fiat e non averne più (nonostante Medioban-
ca) come Olivetti o Montedison. Ma questa è
un’altrastoria.
Quello che balza all’occhio dell’attacco di
Montialsalottobuonoèlafermadeterminazio-
nea nonproteggerenessunaposizione preco-
stituita. Con l’asse Monti-Catricalà-Passera
prontoasupportareeventualinuoveiniziative.
Ilche,conunaMediobancaimpegnatainparti-
tequali il riassettoFonsai afrontedellasfidadi
ArpeePalladio, ladifesadi Impregilodai piani
delgruppoSalinioleeventualiricapitalizzazio-
ni di Rcs e Generali, può essere un messaggio
chiarocheil governosaràattentoatuttelesolu-
zioni alternative.
Twitter: @emmezak

Lacalmaèlavirtùdei forti, si diceinque-
sti casi. E il ministro alla Cooperazione An-
dreaRiccardi (nellafoto)dovrebbeconosce-
rebenequestoprecetto. Stadi fatto
cheieri il fondatoredellaComunità
di Sant’Egidiohadecisodi rendere
noti (con12oredi anticiporispetto
ai suoi colleghi, il «Trasparenza
Day» promesso da Mario Monti
scattaoggi) i redditi 2011. Il primoè
il compenso lordo che da ministro percepi-
sce dal 16 novembre dell’anno scorso, gior-
no del giuramento: 199.778,95 euro, tra sti-
pendio(53.238,51euro),Indennitàintegrati-
vaspeciale(11.309,22euro) e135.230,52eu-
rodi indennità. Poi c’è lostipendio, da mar-
zo2011,di81.154,58euro,comedo-
centeuniversitarioaRomaTre. Per
un totale di reddito 2011 pari a
120.309 euro. Importanti anche i
due conti titoli: uno obbligaziona-
rio «puro» (Unicredit, Medioban-
ca,BeieEdf)pressoUnicreditdaol-
tre 100mila euro, l’altro(controllato al 25%)
dacirca40milaeuroinBancaMps traobbli-
gazioni BancaImi eBtp.
L’OPERAZIONE TRASPARENZA SCATTA OGGI
il retroscena »
L’AGENDA DEI PRESIDENTI
Si presenta il Monti anti casta:
«Belle le crociate contro i privilegi»
Il premier tira le orecchie ai politici e scrive a Barroso insieme ad altri 11 leader:
«L’Europa sostenga la crescita e si apra ai mercati emergenti come Russia e Cina»
ENERGIE FUTURE
Il 1° marzo si firma
l’intesa sul debito,
ma ora bisogna
pensare a crescere
LA TOBIN TAX
Siamo favorevoli
ma sarebbe inutile
se applicata solo
su scala nazionale
MARGINI DI SICUREZZA
Anche se dura
la recessione non
sarà necessaria
un’altra manovra
PROTAGONISTI
Mario Monti con il capo
dello Stato Giorgio
Napolitano. A sinistra
il premier in Borsa [Ansa]
__
SI NAVIGA A VISTA
Confermo che
il mio governo avrà
durata brevissima:
fino a marzo 2013
INTERNI 9
Martedì 21febbraio2012 il Giornale
CONTESTAZIONE DOPPIA A CAGLIARI
RIVOLTA IN SARDEGNA
Il Colle chiede più
responsabilità: «Slogan
inutili allo sviluppo»
EmanuelaFontana
Roma Lo aspettavano fuori dalla
stazione, al Comune, al teatroliri-
co. La crisi inSardegna sta dando
linfaaunaprotestacheunisceau-
tonomisti e disoccupati. Eieri si è
fattasentireconlamassimaauto-
ritàdel Paese, il capodelloStatoin
visita ufficiale. Striscioni e messe
in scena da manifestazione di
piazza hanno accompagnato le
tappedellagiornatadiGiorgioNa-
politano. Anche una rappresen-
tanza di pastori dell’isola voleva
incontrarlo. Non c’è stata tregua,
tanto che Napolitano, nel suo di-
scorso al teatro, ha scandito con
un sorriso una frase che è tutta
una risposta agli slogan contro:
«Sento la responsabilità di soste-
nere il rilanciodell’Italia - ha det-
tonelsuointerventoaCagliari -vi-
sto che non rappresento le ban-
cheedil grandecapitalefinanzia-
rio, come qualcuno umoristica-
mentecrede egrida».
Haquindirivendicatoilsuoruo-
lo: quello di garante di «una coe-
sione sociale che oggi è a rischio
serio», unica base possibile per la
ripresadel Paese. Unrilancioche
nonsicostruisceconlefrasiaeffet-
to, ha quindi sottolineato: «Non
bastano e non servono gli slogan
ideologici-ilmonitodelpresiden-
tedellaRepubblica-occorreluci-
dità, realismo, competenza, sen-
sodellamisura». Il capodelloSta-
tohapoi aggiuntodi comprende-
re le proteste, ma ha fattoappello
allaresponsabilità: «Iosobenissi-
moqualecaricadimalessere,ma-
lumore,malcontentoeprotestaci
sia nell’isola in questo momen-
to». Ma«occorrerimanerepadro-
ni di noi stessi e delle situazioni
per quantodifficili eurticanti sia-
no». Poi unmessaggioancheachi
governa:«Èindispensabilerisana-
reil bilanciopubblico, maciònon
significachebisognaprocedereal-
lacieca». Quindi «no»ai tagli «alla
formazione, allaricercaeallacul-
tura».
La contestazione è arrivata an-
chesottoil palazzodellaRegione,
doveimanifestantihannoletteral-
menteimpeditochefosseinnalza-
talabandieradel Quirinale al po-
stodel vessillosardo. Labandiera
avrebbedovutoaccogliereil capo
delloStato, come è consuetudine
ogni volta che il presidente della
Repubblica si reca in un palazzo
istituzionale.
Inpiazzaunaseriedimovimen-
ti anchedi nuovaformazione, co-
me il gruppo di protesta contro
Equitalia(Anti-Equitalia) eil pre-
sidio di piazzale Trento, i quattro
mori sventolati ovunque.
Accompagnato dal governato-
resardoUgoCappellacci, Napoli-
tanohaincontratoanchei genito-
rieilfratellodiRossellaUrru,laco-
operanteitalianarapitainAlgeria
il 22ottobre, che«stabene», haas-
sicurato.Imanifesti«Rossellalibe-
ra», mostrati da una delegazione
diSamugheohannoaccompagna-
totuttele tappe dellavisita.
Ma Napolitano in Sardegna ha
soprattutto visto in faccia la crisi
economica che sta stritolando
molteaziende,definitadaCappel-
lacci «il piùgravedrammasociale
nellastoriadell’Autonomia», con
untassodidisoccupazionechesu-
perail 22%. Dopoaver incontrato
una delegazione di forze sociali e
imprenditori, haammessoche«il
quadrocomplessivo»dellaregio-
ne è «molto più drammatico di
quantopotessi pensare». Cappel-
laccihaconsegnatoancheaNapo-
litano il dossier Sardegna, dove è
espostoilnododeimancatitrasfe-
rimenti dalloStatocheaggravano
unasituazionegiàcompromessa.
Studenti e no global
fischiano Profumo
A VERONA E PADOVA
Napolitano: con le banche non c’entro
Il capo dello Stato reagisce alle critiche: «Io vicino alla finanza? No, sento il peso del rilancio»
UNIVERSITARI
E PASTORI
Due momenti
delle
contestazioni
rivolte al
presidente
Giorgio
Napolitano
fuori dal teatro
lirico di Cagliari
[Ansa]
Ilministrodell’IstruzioneFran-
cesco Profumo ieri mattina è
statocontestatoall’università
diVeronae, qualcheorapiùtar-
di, anche davanti all’ateneo di
Padova. In entrambe le città è
giuntoperl’inaugurazionedel-
l’anno accademico: a Verona
hanno protestato gli studenti
di destra, nel secondo caso i
giovanideicentri sociali. «Dob-
biamo ascoltare», ha detto il
ministro, finora «credo di aver
fattounbuonlavorodi dialetti-
cacongli studenti».
10 INTERNI

Martedì 21febbraio2012 il Giornale
Partedei proventi dellalottaall’evasionesaranno
destinati alla riduzione delle aliquote. Mario Monti
conferma che «l’obiettivo è di far affluire ai contri-
buenti onesti, in forma di minore aggravio fiscale, il
gettitodellalottacontrol’evasione,manmanochesa-
ràpossibile». Il 117saràoperativo24oresu24per se-
gnalare gli esercenti che non rilasciano scontrini.
Monti prometteanchedi rendere«piùsemplicelavi-
ta ai contribuenti». Le norme sulla
semplificazione fiscale dovrebbe-
ro veder la luce venerdì in Consi-
glio dei ministri. Si ipotizza un de-
cretoper lemisure immediate- fra
queste il nuovo regime Imu sugli
immobili della Chiesa - e un dise-
gnodileggeperunapiùampiarifor-
mafiscale.
Taglio delle aliquote. Monti sem-
braconfermarel’ipotesidi riduzio-
neatredellealiquoteIre(exIrpef).
Il primo intervento dovrebbe ri-
guardarel’aliquotainiziale,oggial23%perloscaglio-
ne di reddito fino a 15mila euro, che scenderebbe al
20%. Uninterventochecostaparecchio, frai 5ei 6mi-
liardidieuro,echedifattoriguardatuttiicontribuen-
ti.Infatti,suiprimi15milaeurodiredditoancheunsu-
permilionariopagail 23%. Inalternativa, si potrebbe
agiresulledetrazionipercarichifamiliari,disboscan-
dola selva delle agevolazioni (ma nonper famigliee
pensionati). Cantiereapertoetempi lunghi: bisogna
dapprimavederequantosi incassadal contrastodel-
l’evasione; poi metteredaparte4miliardi per evitare
l’aumento di due punti dell’Iva in ottobre; ancora,
considerare l’impegno al pareggio di bilancio nel
2013; einfinesi vedràquantorimaneper loscontofi-
scale. Per quest’annoletasseaumentano, poi...
Decretosemplificazioni. Sottoformadi decretolegge
arriveranno il pagamento del-
l’Imu(exIci) dapartedellaChiesa
sugli immobili non di culto. Gli
scontirelativiaifigliconviventiva-
lesoltantoper una casa. La morsa
di Equitalia nella riscossione dei
crediti fiscali sarà un pochino più
«morbida»: adesempio, l’impren-
ditore sarà custode giudiziari dei
beni d’aziendaeventualmentepi-
gnorati, dunquepotràfarli funzio-
nareancoraeproseguirelaprodu-
zione.Sullostipendio,invece,ilpi-
gnoramento potrebbe essere ridotto da un quinto a
undecimo. Al contrario, chi falsificai questionari su-
gli studi di settore sarà sottoposto in automatico al-
l’accertamento.Siparlaanchediunastrettasuicredi-
tid’impostaIva, unarateizzazione«flessibile»dei de-
biti tributari e aumenti di sanzioni amministrative,
per leinfrazioni valutariee doganali.
GBB
AntonioSignorini
Roma Qualche chiarimento in
più, ma mancano ancora le cifre.
Sindacatiquasi soddisfatti. Giudi-
ziosospesodalleassociazioni del-
le imprese, visto che all’incontro
di ieri tra governo e parti sociali,
nessunohaancoraspiegatochipa-
gheràil contodei nuovi sussidi.
Il ministro del Lavoro Elsa For-
neroharassicuratolepartisuitem-
pi.Lariformadegliammortizzato-
ri sociali «non può partire prima
dell’autunno2013». Inaltre paro-
le saranno confermati i sussidi di
emergenza,comelacassaintegra-
zioneinderogaistituitadal gover-
no Berlusconi. Poi, però arriverà
lariforma.
La principale novità di ieri ri-
spetto alle anticipazioni è che la
cassa integrazione resterà in en-
trambe le versioni: la ordinaria,
quellaper gli stopdellaproduzio-
ne. E anche la straordinaria, che
serve alle aziende per sostenere i
dipendenti in caso di ristruttura-
zioni ostati di crisi. Questaultima
formasembravadestinataascom-
parireperlasciarepostoaunsussi-
diouniversale. Aessere eliminata
dovrebbeinveceesserel’indenni-
tàdi mobilità. Cioèl’ammortizza-
toreperilavoratorilicenziatialter-
minedellacassaintegrazione. Sa-
rà assorbita dal nuovo sussidio,
cheFornerononha illustrato.
L’altra novità riguarda le cassa
integrazione.Lastraordinariaver-
ràcircoscritta.Limitatasoloaicasi
incuiillavoratorevengapoieffetti-
vamenteripresodall’azienda. Poi
-equestoèl’annunciopiùrilevan-
te - entreranno nel regime della
cassaintegrazionelebanche,leas-
sicurazioni e il commercio sotto i
50dipendenti. Difficilevalutarela
portatadellanovità. Perlebanche
significa avere uno strumento in
più per risolvere gli stati di crisi.
Per i piccoli, commercianti e arti-
giani,ilrischiorimanequellodipa-
gare contributi da grandi aziende
industriali. Difficile capire quale
direzione intenda prendere il go-
verno fino a quando Fornero non
daràanchelecifre. Ancorascono-
sciutiirequisitieladuratadeinuo-
vi ammortizzatori. Qualcosa in
più potrebbe arrivare giovedì
quando ci sarà il quinto incontro,
dedicato alla flessibilità in uscita,
quindi all’articolo18. Inogni caso
- assicurano fonti del governo - il
principio guida dovrebbe essere
quellosecondoil qualei contribu-
ti si pagano sulla base dei bisogni
dei singoli settori.
Bilanciopiùpositivoperisinda-
cati. La rinuncia alla cancellazio-
nedellacassaintegrazionestraor-
dinaria è il risultatodelle proteste
delleconfederazioni, spiegava ie-
riunafontesindacale.Restalacon-
trarietà della Cgil: «Usciamo dal-
l’incontroconmoltipiùinterroga-
tivi checertezze. C’èancoramolto
lavorodafare», sintetizzail leader
Cgil,SusannaCamusso,delusaso-
prattutto perché il premier Mario
Monti ha confermato la tabella di
marcia. Sulla stessa lineaRaffaele
BonannieLuigiAngeletti.«Voglio-
nodareunamanoatutti?Benissi-
mo. Ma vogliamo sapere - è la ri-
chiestadelleaderdellaCisl-chiso-
noi tutti edoveil governoprendei
soldi». «Non vogliamo una rifor-
ma che peggiori l’attuale sistema
di protezioni. Fornero-haspiega-
toil leader Uil - hadettochei costi
nonaumenterannoperleimprese
ma anche per lo Stato e questo è
moltomenocomprensibile».
L’incontrodi ieri ha anche avu-
to una «coda» sui nuovi contratti.
Fornerohaconfermatochesaran-
no incentivate le regolarizzazioni
eleassunzioni, inparticolaredel-
lefasceindifficoltà. Giovani, don-
ne, ma ancheultracinquantenni.
Da giovedì il tema diventerà la
flessibilità in uscita, quindi l’arti-
colo 18 delloStatutodei lavorato-
ri. Eieri unodei padri dellanorma
cheregolailreintegrodeilicenzia-
tisenzagiustacausa,lostoricoGiu-
seppe Tamburrano, si è schierato
per la modifica. «Nelle intenzioni
del legislatore- ricorda- la norma
doveva modernizzare un regime
semifeudale». Peròoggi «nonfun-
ziona. Hoancheoffertoil mioaiu-
toaCamusso, maèpienadi remo-
re, non può deflettere dalla linea
dura».
I miliardi che servono per
ridurreal20%dal23%ilpri-
mo scaglione Irpef (oggi
Ire) sottoi 15milaeuro
PROGETTI ALLO STUDIO
Il 117 contro i furbetti dello scontrino
Il numero verde attivo 24 ore. Verso l’aliquota minima Irpef al 20%
5
NUOVI CONTRATTI
Incentivi a chi regolarizza
le assunzioni di donne
giovani e over 50
(...) una mazzetta. Ora però l’Europa, e
noi felici con essa, vogliamo applicare il
medesimoreatoalloscambiotraprivati.
Beh, certo il direttore acquisti (il solito
esempiochesifainquesticasi)chesifare-
galaredal fornitoreilRolex(ilsolitoorolo-
giochesi citainquesti casi) nonèesatta-
menteunesempiodicomportamentovir-
tuoso. Ma il punto è proprio questo. Sia-
mo così convinti che sia giusto ampliare
lospettrodi interventodellagiustiziape-
nale?Nonbastanoil dirittocivileequello
commerciale? Inoltre per i casi più gravi
(il furbacchione è un amministratore o
opera con raggiri) esistono già i reati di
bancarottaoeventualmentedi truffa. No,
noncibasta.Perilnobilefinedicombatte-
re la corruzione (che per definizione è
pubblica) si cerca di ampliare il penal-
mente rilevante ai rapporti tra privati.
Con quel sapore orribilmente moralisti-
codi volere perseguire unobiettivoetico
conla sanzione penale.
Nessuno, ministro Severino, mette in
discussioneil malcostumeitaliano, enon
solo, di privati che si fannoi propri affari.
Masiamosicuri che lostrumentopenale
nonsiaunboomerang?Leichebencono-
scela231, di cui èmassimaespertainIta-
lia, non ritiene che sia pericoloso, molto
pericoloso,portareiPminazienda?Equa-
le bene giuridico staremmo tutelando
conquestanuovanorma?Forselaconcor-
renza. Secosì fosse, proprioperlasuaim-
personalità,verrebbedapensareaun’ob-
bligatorietà dell’azione penale e dunque
l’attivazione delle indagini senza alcuna
querela di parte. Proprio ciò che manca-
va ai nostri tribunali: undiluviodi nuove
notizie di crimine su cui aprire un altro
bel pacco di procedimenti. L’elemento
funzionalepotremmoanchelasciarloda
parte. Non possiamo certo pensare di
non perseguire un reato semplicemente
perchénonneabbiamoi mezzi. Mamet-
tersi nella condizione di impotenza è da
folli.
Restaunaltrodubbio. Perchéinvecedi
cadere, cosachenonèpropriadell’attua-
le ministrodella Giustizia, nell’applauso
del politicamentecorrettoenell’ondafa-
volosadel luogocomune, nonsi èpiutto-
sto affrontato il vero dramma dei privati
inItalia?Ecioèlacronicaincapacitàdella
giustizia civile di dare soddisfazione alle
più legittime pretese. Mentre ingolfere-
mo i tribunali con ipotesi di corruzione
traprivati, nelleaulecivili nonriusciamo
adandareasentenzaperuncreditodimil-
leeuro. Conil benaltrononsi faalcunari-
forma. Questoè chiaro. Ma per favore ri-
sparmiateci la corruzione tra privati. Ba-
sta il licenziamento: questo sì per giusta
causa. Semprecheunmagistratononre-
integri.
NicolaPorro
IL NODOLAVORO
ANSA-CENTIMETRI
INDENNITÀ DI DISOCCUPAZIONE A CONFRONTO
Ammontare indennità (% ultimo stipendio)
Minimo contributi versati necessari Durata
ITALIA GERMANIA
FRANCIA SPAGNA
almeno 1 anno
negli ultimi 2 anni
almeno 1 anno
negli ultimi 2 anni
almeno 4 mesi
negli ultimi 28 mesi
da 8 mesi
a 12 mesi
fino
a 12 mesi
fino
a 24 mesi
da 4 mesi
a 2 anni
almeno 3 anni
negli ultimi 6 anni
60%-40% 67%-60%
57,4%-40,4% 70%-60%
100% 100%
100% 100%
0% 0%
0% 0%
IL COMMENTO
La corruzione tra privati? Boomerang per lo Stato
La cassa integrazione estesa
a banche, assicurazioni e negozi
Il ministro del Welfare Fornero ha presentato ieri alle parti sociali la riforma
degli ammortizzatori sociali. I sindacati perplessi: «Dove prenderanno i soldi?»
dallaprimapagina
TRATTATIVA Da sinistra: il viceministro Michel Martone e i ministri Elsa Fornero e Corrado Passera [Ansa]
__
12 INTERNI

Martedì 21febbraio2012 il Giornale
LauraCesaretti
Roma Untempoci si dividevasul-
lavasca(didestra)oladoccia(disi-
nistra); i camperos (di destra) e le
clark (di sinistra). OsuTex Willer.
Oggi l’argomentosucui il Pdlitiga
èassaipiùserio,edipiùvastaporta-
ta.MarioMontielesceltepolitiche
del suogovernosonodi destraodi
sinistra?
Il dibattito lo ha aperto Walter
Veltroni domenica, conun’ampia
intervistaaRepubblicanellaquale
esortavail propriopartitoanondi
farsi scippareMonti eil suogover-
no«riformista»dal centrodestra, o
peggioancoradaCasini, eadapri-
resenza«tabù»sullariformadella-
voro. Enellaquale, siapur traleri-
ghe, indicava il Professore come
possibilefuturopremierdiunalar-
gacoalizionedi governo.
LereazioninelPdsonostatefuri-
bonde,tantocheillettianoFrance-
scoBocciadenunciauna«indecen-
tecaccia all’uomo» controVeltro-
ni.Ilquale,insiemeatuttal’alafilo-
Monti del Pd, teme che la riforma
del lavoro sia il terreno minato su
cui la grande coalizione che regge
il governo tecnico può saltare. La
Cgil è in grande difficoltà, e frena
sui tempi di chiusura dell’accor-
do. EincasaPdquestotentativodi
rinviovienelettocomeungiocodi
spondaconlasinistrainternavici-
naaBersani:«Ilragionamentocon
cui cercanodi convincereBersani
- spiegaunveltroniano- è questo:
primastravinciamoleamministra-
tive, poi il Pdl saràtramortitoenoi
apriamo la crisi sul lavoro». Un
atout formidabileper unacampa-
gna elettorale politica nel segno
della«fotodi Vasto»etuttainchia-
veneo-laburista, conBersani can-
didatopremier di Pd, Sel e Idv e la
Cgil inpiazzaasostenerlo. Per for-
tuna, aggiunge il veltroniano, che
c’èNapolitanoavegliare,altrimen-
ti «finisce esattamente come la
“gioiosa macchina da guerra”: Pd
eCasini, sesonofurbi, siricompat-
tanosuMontiecimandanoall’op-
posizionevitanatural durante».
C’è anche questa partita, dietro
lagranderissasuMonti di sinistra
o di destra, e ora si attende una
prossima direzione per mettere
sul tavololecartedelloscontroin-
terno. Maabruciareincasabersa-
niana, dell’intervista a Veltroni, è
anche il mezzo attraverso il quale
l’exsegretariohainviatoilsuomes-
saggio: il definitivo «tradimento»
di Repubblica. Non che le avvisa-
glie fossero mancate: solo pochi
giorni fa Francesco Merlo, in un
suocommentosuSanremo, aveva
equiparato Pier Luigi Bersani a
Gianni Morandi: «Entrambi (...)
un tempo sono stati molto bravi,
cantante e ministro, mentre oggi
sonotristementeinabili al ruolodi
conduttore».
L’indignazionedei bersaniani è
tracimatasul web. Lapuntadi lan-
cia, StefanoFassina, si è occupato
di smontaredasinistraVeltroni (e
Monti, che «non è progressista»),
accusandolo niente di meno che
di essereberlusconiano. Oltreche
chiamandolo «Water» anzichè
Walter su Facebook. Solo un refu-
so? Puòdarsi.
Macheabruciaresialasceltadi
Repubblica, un tempo più amica
di Bersani maorainrottadi avvici-
namentoalleipotesidigrossekoali-
tion veltroniane, lo si capisce ad
esempioleggendoi dolenti sfoghi
viasocial networkdi unapasiona-
riabersanianacomeladirettricedi
YouDemChiaraGeloni: «Il giorno
cheledimensioniel’impaginazio-
nedelleintervistedi Repubblicaai
dirigentidelPdavrannounrappor-
toconl’importanzadei contenuti,
il ruolodi chi parlaelarealtàinge-
nerale potremo dire di essere di
fronteaun’informazioneonesta».
Comemai,sichiedeGeloni,«leopi-
nioni di un singolo deputato Pd
vengonoritenutetantoimportanti
da avere così tanto spazio più di
quelloche normalmente viene ri-
servato alle idee del segretario?».
Chissà.
Sigilli alle società riconducibili all’ex tesoriere della Margherita
Nuova tegola per Lusi: il pm indaga su altri 20 milioni spariti
STRATEGIE OPPOSTE
Dietro l’apertura dell’ex
sindaco di Roma l’idea
dell’asse col Terzo polo
OSTAGGIO A SINISTRA
Pier Luigi insiste con la
famigerata foto di Vasto
assieme a Vendola e Idv
SENATORE Luigi Lusi [Ansa]
I GUAI DEI DEMOCRATICI
Mediolanum International LiIe LTD
Sede Legale Iona Building, Block B, 4th Floor
Shelbourne Road, Dublin 4, IrelaND.
Double Premium Twentyhve 51,18 NR
Double Premium TwentyFive Plat 51,18 NR
Double Premium 6 Years 45,89 A+
Double Premium 6 Years Bis 48,61 A+
Double Premium 6 Years Ter 44,62 A+
Double Premium 6 Years Quater 44,23 A+
Double Premium 6 Years Quinquies 44,55 A+
Double Premium Special Opportunity 79,53 A+
Double Premium 2008 47,36 A
Double Premium Special Opportunity 2 79,48 A
Double Premium 2008/1 49,36 A+
Double Premium 2008/2 46,92 A+
Double Premium Key 19 69,54 A+
Double Premium Renewable Energy 28,66 A+
Double Premium 2008/3 56,80 BBB+
Double Premium 2008/4 69,75 BBB+
Double Premium 2008/5 79,40 BBB+
Double Premium 2008/6 83,60 BBB+
Double Premium Key 42 120,60 BBB+
Double Premium 2009 101,77 A+
Double Premium Coupon Sprint Key 44D 101,64 A+
Double Premium Coupon Sprint 99,66 A+
Double Premium Coupon 98,73 A+
Double Premium Coupon Sprint 1 99,58 A+
Double Premium Coupon 1 98,33 A+
Double Premium Coupon 2 96,75 A+
Double Premium Coupon Sprint 2 99,21 A+
Double Premium Coupon Sprint Key 48D 99,28 A+
Double Premium Coupon Sprint 3 99,42 A+
Double Premium Coupon 3 97,30 A+
Double Premium Coupon Sprint 4 99,69 A+
Double Premium Coupon 4 94,02 A+
Double Coupon Power Key 49 S 101,21 A
Nome prodotto Va|ore Rat|ng
t|to|o (F|tch)
'28%/(35(0,80
Valore titolo al 30/12/11
Double Premium Coupon 5 88,90 BBB+
Double Premium Coupon Sprint 5 96,67 A+
Double Premium Coupon 6 86,90 BBB+
Double Premium Coupon Sprint Key 51D 93,29 A+
Double Premium Coupon 7 86,80 BBB+
Double Premium Coupon 8 86,30 BBB+
Double Premium Coupon Sprint 6 94,04 A+
Double Premium Coupon 9 86,30 BBB+
Double Coupon Power Key 55 S 97,27 A
Double Premium Coupon Sprint Key 56D 86,60 A
Double Premium Coupon Sprint Key 57 86,00 A
Double Premium Coupon Sprint 7 94,96 A
Double Premium Coupon 10 83,05 A
Double Premium Coupon Sprint Key 59 93,57 A
Double Premium Coupon 11 79,47 A
Double Premium Coupon Sprint 8 92,40 A
Double Premium Coupon 12 79,71 A
Double Premium Coupon Sprint 9 92,82 A
Double Premium Coupon Sprint 10 79,70 A
Double Premium Coupon 13 74,12 A
Double Premium Coupon Sprint 11 89,65 A
Double Premium Coupon Sprint Key 61D 88,65 A
Double Premium Coupon Sprint Key 60 91,61 A
Double Premium Coupon Sprint 12 91,28 A
Double Premium Coupon Sprint Key 63 82,00 A
Double Premium Coupon Sprint 14 91,33 A
Double Premium Coupon Sprint Key 64 91,29 A
Double Premium Coupon Sprint 15 81,60 A
Double Premium Coupon Sprint Key 65 90,98 A
Double Premium Coupon Sprint Key 62 91,61 A
Double Premium Coupon Sprint 13 91,28 A
"In caso di più Società di rating, è stato prudenzial-
mente indicato il rating minore¨
Ulteriori indicazioni, quali ad esempio la Denomina-
zione dell´Emittente, sono disponibili sul sito internet
www.mediolanuminternationallife.it
DiPiù Power Sprint 2009/1 96,24 A-
DiPiù Platinum Power 2009/6 81,80 A-
DiPiù Platinum Money 20098 71,98 A-
DiPiù Power 2009/6 85,56 A-
DiPiù Power Sprint 2009 97,79 A-
DiPiù Power Sprint C-$ Key 53 97,78 A-
DiPiù Power Sprint Key 50 99,70 A-
DiPiù Power Sprint Key 46 101,94 A-
DiPiù Power Sprint Key 45 103,07 A-
DiPiù Sprint 2009/1 97,21 A-
DiPiù Sprint Key 40 96,41 A-
DiPiù Sprint 2009 94,67 A-
DiPiù Sprint Key 39 91,69 A-
DiPiù Sprint Key 38 91,69 A-
DiPiù Platinum Money 2008/2 80,55 A-
DiPiù Money 2008/1 78,27 A-
DiPiù Sprint 2008/11 96,47 A-
DiPiù 2008/4 76,29 A-
DiPiù Platinum 2008/7 78,06 A-
DiPiù 2008/3 78,31 A-
DiPiù Platinum 2008/6 76,77 A-
DiPiù Platinum 2008/5 80,54 A-
DiPiù 2008/2 80,72 A-
DiPiù 4 Markets 2008/3 58,24 A-
DiPiù Sprint 2008/8 98,65 A-
DiPiù Platinum 2008/4 79,06 A-
DiPiù 4 Markets 2008/2 56,97 A-
DiPiù 2008/1 82,88 A-
DiPiù Money 2007/4 89,27 A-
DiPiù Platinum Money 2007/8 90,30 A-
DiPiù World Plus 1 143,24 A-
DiPiù Platinum Money 2009/9 87,33 A
DiPiù Platinum Money 2009/1 83,78 A2
DiPiù Money 2009/1 81,78 A2
DiPiù Platinum Power 2009 99,87 A2
DiPiù Power 2009 97,03 A2
DiPiù Platinum Money 2009 84,02 A2
DiPiù Money 2009 82,04 A2
DiPiù Platinum 2008/3 82,35 A2
DiPiù 4 Markets 2008/1 70,83 A2
DiPiù Platinum 2008 83,73 A2
DiPiù 2008 83,73 A2
DiPiù Step 2007/7 89,52 A2
DiPiù Platinum Money 2007/9 92,24 A2
DiPiù Step 2007/6 87,30 A2
DiPiù Platinum Money 2006/2 96,79 A2
DiPiù Money 2006/2 96,56 A2
DiPiù Platinum Money 2006 96,77 A2
DiPiù Money 2006 96,55 A2
DiPiù Platinum 2006/6 95,91 A2
DiPiù 2006/5 95,91 A2
DiPiù Platinum Money 2007/4 90,33 A3
DiPiù Step 2007/3 80,77 A3
DiPiù Platinum Money 2007/3 95,35 A3
DiPiù Platinum 2007/1 93,01 A3
DiPiù 2005/14 92,38 A3
DiPiù Money 2005/4 96,99 A3
DiPiù 2005/9 92,97 A3
DiPiù 2005/8 90,99 A3
DiPiù Platinum New World 4 147,86 A3
DiPiù New World 5 143,93 A3
DiPiù New World 4 165,19 A3
DiPiù Platinum New World 3 174,21 A3
DiPiù New World 3 166,26 A3
DiPiù Sprint Ìnfazione WM 105,51 Aa3
DiPiù Sprint Ìnfazione Key 26 105,01 Aa3
DiPiù Sprint Ìnfazione C 6 104,40 Aa3
DiPiù Platinum Money 2006/16 73,66 Baa1
DiPiù Key Platinum 9 80,87 Baa1
DiPiù Key 9 79,13 Baa1
DiPiù123 87,40 Baa1
DiPiù Step 4 excl. 121,54 Baa1
DiPiù Step 4 plat. 118,90 Baa1
DiPiù Step 4 std. 116,25 Baa1
DiPiù Step 2 plat. 118,40 Baa1
DiPiù Step 2 excl. 116,01 Baa1
DiPiù Step 2 std. 113,62 Baa1
DiPiù World Plus 2 150,10 Baa1
DiPiù 117 114,28 Baa1
DiPiù Platinum New World 2 195,80 Baa1
DiPiù New World 2 185,70 Baa1
DiPiù Power Key 52 92,39 Baa2
DiPiù Power 2009/5 82,25 Baa2
DiPiù Platinum Money 2009/6 67,80 Baa2
DiPiù Poker D'Assi 4 92,89 Baa2
DiPiù Platinum Power 2009/5 85,58 Baa2
DiPiù Platinum Money 2009/5 68,50 Baa2
DiPiù Platinum Poker D'Assi 1 87,23 Baa2
DiPiù Poker D'Assi 1 85,21 Baa2
DiPiù Power Key 41 102,05 Baa2
DiPiù Money 2005/5 104,27 Baa3
DiPiù 2005/10 99,77 Baa3
DiPiù Money 2006/8 95,65 A-
DiPiù Platinum Money 2006/15 95,69 A-
DiPiù Platinum Money 2006/3 92,91 A-
DiPiù Money 2006/3 91,42 A-
DiPiù Platinum Money 2006/1 92,16 A-
DiPiù Money 2006/1 90,65 A-
DiPiù Platinum 2006/7 82,96 A-
DiPiù 2006/6 82,96 A-
DiPiù Platinum 2006/5 97,86 A-
DiPiù Platinum 2006/4 82,26 A-
DiPiù 2006/4 82,26 A-
DiPiù 2006/3 97,86 A-
DiPiù Platinum 2006/3 97,86 A-
DiPiù Platinum 2006/2 82,89 A-
DiPiù 2006/2 82,25 A-
DiPiù Platinum 2006 98,01 A-
DiPiù 2006 98,01 A-
DiPiù 2005/20 97,86 A-
DiPiù Platinum 2005/8 97,86 A-
Mediolanum International LiIe LTD
Sede Legale Iona Building, Block B, 4th Floor
Shelbourne Road, Dublin 4, IrelaND.
32/,==(',3,Ã
Valore titolo al 30/12/11
Ulteriori indicazioni, quali ad esempio la Denomina-
zione dell´Emittente sono disponibili sul sito internet
www.mediolanuminternationallife.it
In caso di più Società di rating, è stato prudenzial-
mente indicato il rating minore
ND: valore non disponibile in quanto le società del
gruppo Lehman Brothers sono attualmente sottoposte
a procedura concorsuale.
NR: alla data della presente documentazione l´Ente
Emittente non è stato oggetto di valutazione da parte
di agenzie di rating
DiPiù 2005/19 98,01 A-
DiPiù Platinum 2005/6 98,01 A-
DiPiù 2005/13 97,87 A-
DiPiù Alternative 2 T 92,80 A-
DiPiù Alternative 2 T 92,80 A-
DiPiù Alternative 2 T 92,23 A-
DiPiù Money 2006/11 92,64 A-
DiPiù Platinum Money 2006/22 94,81 A-
DiPiù STEP 2006/4 91,07 A-
DiPiù Platinum Power 2006/$ 2 94,81 A-
DiPiù 1017 112,70 A-
DiPiù 2005/12 88,22 A-
DiPiù 2005/11 96,89 A-
DiPiù Gran Premio della Montagna 5 excl. 113,29 A-
DiPiù Gran Premio della Montagna 5 plat. 111,40 A-
DiPiù Gran Premio della Montagna 5 std. 109,52 A-
DiPiù Gran Premio della Montagna 2 excl. 119,26 A-
DiPiù Gran Premio della Montagna 2 plat. 116,92 A-
DiPiù Gran Premio della Montagna 2 std. 114,58 A-
DiPiù Sprint 2008/9 97,14 A
DiPiù Platinum Money 2008 86,54 A
DiPiù Money 2008 83,67 A
DiPiù Platinum 2008/10 83,88 A
DiPiù Platinum 2008/9 87,07 BBB+
DiPiù Platinum 2008/8 80,36 A
DiPiù 2008/5 79,50 A
DiPiù Platinum 2008/2 76,61 A
DiPiù Platinum 2008/1 79,30 A
DiPiù 4 Markets 2008 60,33 A
DiPiù Ecology 2008 83,30 A
DiPiù 4 Markets 3 60,05 A
DiPiù New World 9 BÌS 60,39 A
DiPiù KEY 13 BÌS-1 60,40 A
DiPiù Money 2007/11 70,47 A
DiPiù Platinum Money 2007/18 87,08 A
DiPiù Money 2007/10 86,38 A
DiPiù New World 9 60,39 A
DiPiù KEY 13 BÌS 60,40 A
DiPiù KEY 13 60,33 A
DiPiù New World 8 60,33 A
DiPiù 2007/2 60,46 A
DiPiù 2007 81,93 A
DiPiù Platinum Money 2007/17 88,59 A
DiPiù Money 2007/9 88,13 A
DiPiù Platinum Money 2007/16 86,62 A
DiPiù Money 2007/8 86,55 A
DiPiù Step 2007/2 94,03 A
DiPiù Money 2007 95,58 A
DiPiù Platinum Money 2007/2 88,45 A
DiPiù Platinum Money 2007/1 96,58 A
DiPiù Step 2007/1 93,84 A
DiPiù Platinum 2007 93,94 A
DiPiù 2007 93,94 A
DiPiù Step 2007 77,74 A
DiPiù Platinum Money 2007 89,49 A
DiPiù Platinum Money 2006/21 88,41 A
DiPiù Platinum Money 2006/19 95,65 A
DiPiù Money 2006/10 95,37 A
DiPiù Platinum Money 2006/20 82,96 A
DiPiù Step 2006/3 76,82 A
DiPiù Step 2006/2 94,74 A
DiPiù Platinum Money 2006/18 83,58 A
DiPiù Platinum Money 2006/17 95,66 A
DiPiù Money 2006/9 95,41 A
DiPiù Platinum Money 2007/5 ND ND
DiPiù Alternative 2 std. ND ND
DiPiù Platinum power 2009/7 91,28 NR
DiPiù Power Key 58 97,30 NR
DiPiù Power Key 54 103,70 NR
DiPiù Platinum Money 2009/7 76,71 NR
DiPiù Platinum Money 2009/4 77,60 NR
DiPiù Platinum Power 2009/4 97,81 NR
DiPiù Power 2009/4 95,48 NR
DiPiù Platinum Money 2009/3 80,37 NR
DiPiù Platinum Power 2009/3 98,42 NR
DiPiù Power 2009/3 95,22 NR
DiPiù Power Key 47 105,28 NR
DiPiù Platinum Power 2009/2 100,57 NR
DiPiù Power 2009/2 97,94 NR
DiPiù Power Bric 98,80 NR
DiPiù Platinum Money 2009/2 80,55 NR
DiPiù Money 2009/2 79,05 NR
DiPiù Power Key 43 95,25 NR
DiPiù Platinum Power 2009/1 102,65 NR
DiPiù Power 2009/1 98,75 NR
DiPiù Sprint 2009/2 95,29 NR
DiPiù Key 37 91,76 NR
DiPiù Platinum Money 2008/1 83,32 NR
DiPiù Sprint Key 35 97,88 NR
DiPiù Money 2007/2 T 91,40 NR
DiPiù Platinum Money 2007/5 T 91,50 NR
DiPiù Step 2007/4 T 91,60 NR
DiPiù Money 2007/1 T 91,77 NR
DiPiù Platinum 2005/9 T 80,65 NR
DiPiù 2005/21 T 80,65 NR
DiPiù Platinum 2005/7 T 80,65 NR
DiPiù 2005/15 T 80,65 NR
DiPiù Sprint 2008/10 98,24 NR
DiPiù Key 31 96,15 NR
Nome prodotto Va|ore Rat|ng
t|to|o Em|ttente
(S&P)
Societa per Azioni - Sede Legale 20080 Basiglio - Milano 3 (Mi)
Palazzo Meucci - Via F. SIorza
Capitale Sociale euro 87.720.000 i.v. - Societa con unico Socio
32/,==(',3,Ã
Valore titolo al 30/12/2011
INDICE DI RIFERIMENTO aI 30/12/2011

HFRX GLOBAL 1.109,36
XÌNHUA/FTSE CHÌNA 25 15.406,90
Ulteriori indicazioni, quali ad esempio la Denominazione dell´Emittente, sono disponibili sul sito internet www.mediolanumvita.it.
In caso di più Società di rating, è stato prudenzialmente indicato il rating minore
ND: valore non disponibile in quanto le società del gruppo Lehman Brothers sono attualmente sottoposte a procedura concorsuale.
DiPiù 1004 93,41 Baa1
DiPiù 1010 82,11 Baa1
DiPiù 1014 99,04 Baa3
DiPiù 1016 99,10 Baa3
DiPiù 1019 99,10 Baa3
DiPiù 1032 95,05 A2
DiPiù 1033 Exclusive 96,13 A2
DiPiù 1050 95,18 Baa1
DiPiù 1051 91,58 A2
DiPiù 1051 Bis 91,22 A2
DiPiù 1051 Quater 90,40 A2
DiPiù 1057 102,83 Aaa
DiPiù 1060 94,88 A2
DiPiù 1063 102,26 Aaa
DiPiù 1064 89,86 A2
DiPiù 1066 94,91 A2
DiPiù 1068 88,73 A2
DiPiù 1071 89,83 A2
DiPiù 1072 88,48 A2
DiPiù 1081 67,61 A2
DiPiù 1084 90,82 A2
DiPiù 1089 96,73 A2
DiPiù 1090 84,75 Baa1
DiPiù 1091 91,72 Baa1
DiPiù 1111 112,17 A2
DiPiù 1118 96,77 A2
DiPiù 1121 104,01 A2
DiPiù 1122 103,88 A2
DiPiù 1124 104,27 A2
DiPiù 1129 104,11 A2
DiPiù 1131 104,36 A2
DiPiù 1136 98,82 A2
DiPiù 1138 113,62 A3
DiPiù 1146 98,26 A2
DiPiù 1147 94,50 A2
DiPiù 1148 108,58 Baa1
DiPiù 1152 102,86 A2
DiPiù 1153 92,60 A2
DiPiù 1154 85,09 A2
DiPiù 1156 101,85 A3
DiPiù 122 102,08 A3
DiPiù 2005/17T 75,82 A2
DiPiù 2005/18T 75,82 A2
DiPiù 2005 Ter 79,25 Baa1
DiPiù 2005/4 79,25 Baa1
DiPiù 1026 97,28 A-
DiPiù 1027 81,60 A-
DiPiù 1029 85,62 A-
DiPiù 1031 96,56 A-
DiPiù 1034 95,16 A-
DiPiù 1036 94,10 A-
DiPiù 1038 93,56 A-
DiPiù 1042 98,00 A-
DiPiù 1044 92,45 A-
DiPiù 1045 93,20 A-
DiPiù 1046 98,46 A-
DiPiù 1048 97,23 A-
DiPiù 1049 97,39 A-
DiPiù 1051 Tris 95,70 A-
DiPiù 1052 94,70 A-
DiPiù 1053 96,30 A
DiPiù 1054 94,09 BBB+
DiPiù 1055 93,97 BBB+
DiPiù 1056 89,89 BBB+
DiPiù 1058 48,36 BBB
DiPiù 1061 92,85 BBB+
DiPiù 1062 93,38 BBB+
DiPiù 1065 99,85 BBB+
DiPiù 1073 98,15 BBB+
DiPiù 1078 69,72 BBB+
DiPiù 1083 106,37 BBB+
DiPiù 1085 99,15 A
DiPiù 1087 99,33 A
DiPiù 1092 143,13 A-
DiPiù 1108 126,92 A-
DiPiù 1112 107,41 A
DiPiù 1113 107,35 A
DiPiù 1114 104,54 A
DiPiù 1115 113,90 A
DiPiù 1140 110,99 A
DiPiù 1141 122,71 A
DiPiù 1149 107,07 A
DiPiù 1151 93,70 A
DiPiù 1157 102,70 A-
DiPiù 116 117,94 A
DiPiù 20 Per 50 83,19 A
DiPiù 2005 Bis 85,20 A-
DiPiù 2005/16 97,19 A-
DiPiù 2006/8 94,82 A-
DiPiù 4 Markets 2 55,95 A
DiPiù 4 Markets Quater 57,18 A
DiPiù Alad' Ìn 03 1101 118,63 A
DiPiù Alad' Ìn 04 1102 Dollaro 138,80 A-
DiPiù Alad' Ìn 05 1103 115,56 A
DiPiù Evoluzione 2004/2 128,62 A-
DiPiù Exclusive Power 2006/Dollaro 95,62 A-
DiPiù Exclusive Power 2006/Euro 94,86 A-
DiPiù Granducato 100,95 A
DiPiù Granducato Bis 99,20 A
DiPiù Key 15 Bis 76,61 A
DiPiù Key 27 83,66 A
DiPiù Key 28 92,12 A
DiPiù Key 29 Dollaro 90,63 BBB+
DiPiù Key 30 89,05 BBB+
DiPiù Key 32 109,98 A
DiPiù Key 32 Bis 109,95 A
DiPiù Key 32 Ter 109,54 A
DiPiù Key 33 94,74 A
DiPiù Key 33 Bis 96,12 A
DiPiù Key 33 Ter 96,94 A
DiPiù Key 34 Dollaro 92,39 BBB+
DiPiù Key 4 Quinquies 134,01 A-
DiPiù Key 5 Quinquies 129,58 A-
DiPiù Key Moment 6 Dollaro 95,67 A-
DiPiù Key Moment 6 Euro 94,98 A-
DiPiù Key Moment 7 Dollaro 95,62 A-
DiPiù Key Moment 7 Euro 94,99 A-
DiPiù Lido 99,61 A
DiPiù Money 2003/13 98,73 A
DiPiù Money 2003/14 96,27 A-
DiPiù Money 2004/10 89,22 A-
DiPiù Money 2004/11 88,78 A-
DiPiù Money 2004/5 95,37 A-
DiPiù Money 2004/6 94,89 A-
DiPiù Money 2004/8 91,78 A-
DiPiù Money 2005 Bis 87,66 A-
DiPiù Money 2005/1 89,84 A-
DiPiù Money 2006/7 95,63 A-
DiPiù Money 2006/6 96,44 A-
DiPiù Money 2007/3 89,80 A
DiPiù New World 172,88 A
DiPiù Platinum 2006/4 Bis 75,55 A-
DiPiù Platinum 2006/9 82,23 A-
DiPiù Platinum Money 2003/2 98,89 A
DiPiù Platinum Money 2003/3 95,73 A-
DiPiù Platinum Money 2004/11 92,47 A-
DiPiù Platinum Money 2004/13 90,44 A-
DiPiù Platinum Money 2004/14 90,06 A-
DiPiù Platinum Money 2004/15 89,65 A-
DiPiù Platinum Money 2004/16 89,76 A-
DiPiù Platinum Money 2004/17 95,10 A-
DiPiù Platinum Money 2004/4 95,69 A-
DiPiù Platinum Money 2004/5 95,33 A-
DiPiù Platinum Money 2005/1 91,21 A-
DiPiù Platinum Money 2006/10 95,99 A-
DiPiù Platinum Money 2006/11 96,73 A-
DiPiù Platinum Money 2006/12 91,93 A-
DiPiù Platinum Money 2006/13 95,70 A-
DiPiù Platinum Money 2006/5 91,13 A-
DiPiù Platinum Money 2006/8 91,76 A-
DiPiù Platinum Money 2006/9 91,76 A-
DiPiù Platinum Money 2007/7 90,36 A
DiPiù Platinum Money Dollaro 85,56 A
DiPiù Platinum New World 181,42 A
DiPiù Platinum Power 2006/Dollaro 95,40 A-
DiPiù Platinum Power 2006/Dollaro 3 93,94 A-
DiPiù Platinum Power 2006/E 94,98 A-
DiPiù Power 2006/Dollaro 93,94 A-
DiPiù Sprint 2008/4 98,63 A
DiPiù Sprint 2008/5 95,73 A
DiPiù Sprint 7%Dic 07 98,10 A
DiPiù Step 10 Exclusive 117,15 A-
DiPiù Step 10 Platinum 114,83 A-
DiPiù Step 10 Standard 112,51 A-
DiPiù Step 2006 100,23 A-
DiPiù Step 2006/1 90,62 A-
DiPiù Step Platinum 2006 101,09 A-
DiPiù Step Platinum 2006/1 90,16 A-
Double Premium Coupon Spr 1134 99,00 A+
Tris 1059 103,21 A+
DiPiù 2005/18 ND ND
DiPiù Platinum 2005/5 ND ND
DiPiù 2005/5 79,00 Baa1
DiPiù 2006/7 95,05 A2
DiPiù 4 Markets 79,39 A2
DiPiù 4 Markets Bis 74,03 A2
DiPiù 4 Markets Ter 73,31 A2
DiPiù Big Chance 2004 101,92 A3
DiPiù Centro Nord 98,13 A2
DiPiù Centro Nord 2 97,39 A2
DiPiù Ecology 87,67 A2
DiPiù Granducato Quater 98,03 A2
DiPiù Granducato Ter 99,92 A2
DiPiù Key 10-1 91,73 A2
DiPiù Key 10-2 93,21 A2
DiPiù Key 11-1 92,22 A2
DiPiù Key 11-2 89,77 A2
DiPiù Key 11-3 86,61 A2
DiPiù Key 12 99,42 Aaa
DiPiù Key 14 Dollaro 87,75 A2
DiPiù Key 15 84,13 A2
DiPiù Key 20 73,99 A2
DiPiù Key 21 93,28 A2
DiPiù Key 22 Dollaro 83,33 A2
DiPiù Key 23 Dollaro 81,23 A2
DiPiù Key 8 90,00 Baa1
DiPiù Money 2003/15 97,58 A3
DiPiù Money 2004/1 99,09 A3
DiPiù Money 2004/2 98,07 A3
DiPiù Money 2004/3 97,65 A3
DiPiù Money 2004/4 97,23 A3
DiPiù Money 2004/7 92,52 Baa1
DiPiù Money 2004/9 92,31 Baa1
DiPiù Money 2006/4 95,76 A2
DiPiù Money 2006/5 95,46 A2
DiPiù Money 2007/5 92,16 A2
DiPiù Money 2007/6 90,71 A2
DiPiù Money 2007/7 90,13 A2
DiPiù New World 6 72,66 A2
DiPiù New World 7 71,68 A2
DiPiù Platinum 114 103,20 A3
DiPiù Platinum 2005 79,00 Baa1
DiPiù Platinum 2003/2 79,55 Baa1
DiPiù Platinum 2003/3 92,86 A3
DiPiù Platinum 2005/5T 75,82 A2
DiPiù Platinum 2006/10 94,55 A2
DiPiù Platinum 2006/8 95,05 A2
DiPiù Platinum Big Chance 2004 101,36 A3
DiPiù Platinum Money 2003/4 96,72 Baa1
DiPiù Platinum Money 2003/5 97,44 A3
DiPiù Platinum Money 2003/6 97,43 A3
DiPiù Platinum Money 2003/7 97,47 A3
DiPiù Platinum Money 2003/8 98,34 Baa1
DiPiù Platinum Money 2004/1 98,65 A3
DiPiù Platinum Money 2004/10 93,41 Baa1
DiPiù Platinum Money 2004/12 93,31 Baa1
DiPiù Platinum Money 2004/2 98,42 A3
DiPiù Platinum Money 2004/3 97,97 A3
DiPiù Platinum Money 2004/6 97,26 A3
DiPiù Platinum Money 2004/7 93,46 Baa1
DiPiù Platinum Money 2004/8 93,22 Baa1
DiPiù Platinum Money 2004/9 93,47 Baa1
DiPiù Platinum Money 2006/14 76,59 Baa1
DiPiù Platinum Money 2006/4 96,41 A2
DiPiù Platinum Money 2006/6 95,86 A2
DiPiù Platinum Money 2006/7 95,73 A2
DiPiù Platinum Money 2007/11T 86,77 A2
DiPiù Platinum Money 2007/10 81,48 A2
DiPiù Platinum Money 2007/12 82,17 A2
DiPiù Platinum Money 2007/13 93,48 A2
DiPiù Platinum Money 2007/14 90,79 A2
DiPiù Platinum Money 2007/15 84,71 A2
DiPiù Platinum Money 2007/6 72,78 Baa3
DiPiù Platinum Special 96,49 A2
DiPiù Shot 95,05 A2
DiPiù Sprint 2008 98,27 A2
DiPiù Sprint 2008/3 98,13 A2
DiPiù Sprint 2008/3 Bis 97,39 A2
DiPiù Sprint 2008/1 97,83 A2
DiPiù Sprint 2008/2 97,71 A2
DiPiù Sprint 2008/6 97,60 A2
DiPiù Sprint 2008/7 97,29 A2
DiPiù Step 2007 / 8T 84,84 A2
DiPiù Step 2007/10 87,95 A2
DiPiù Step 2007/5 72,16 Baa3
DiPiù Step 2007/9 71,06 A2
DiPiù Step 6 Exclusive 122,40 Baa1
DiPiù Step 6 Platinum 119,61 Baa1
DiPiù Step 6 Standard 116,82 Baa1
DiPiù Step 8 Exclusive 120,48 Baa1
DiPiù Step 8 Platinum 117,72 Baa1
DiPiù Step 8 Standard 114,95 Baa1
Double Premium 1080 56,17 A2
Double Premium Coupon 1132 105,68 A2
Double Premium Coupon 1133 105,68 A2
Double Premium Coupon Spr 1135 98,90 Baa2
DiPiù 1006 96,44 A-
DiPiù 1020 99,73 A-
DiPiù 1021 96,71 A-
DiPiù 1022 97,21 A-
DiPiù 1023 96,46 A-
DiPiù 1024 91,53 A+
DiPiù 1025 98,09 A-
Nome prodotto: Va|ore Rat|ng
t|to|o Em|ttente
(S&P)
Nome prodotto: Va|ore Rat|ng
t|to|o Em|ttente
(ND)
Nome prodotto Va|ore Rat|ng
t|to|o Em|ttente
(Moody's)
Nome prodotto Va|ore Rat|ng
t|to|o Em|ttente
(F|tch)
Nome prodotto Va|ore Rat|ng
t|to|o Em|ttente
(ND/NR)
M U L T I M E D I A
MILANO Via G. Negri, 4
TEL 02 7218 1
FAX 02 7218 650
Sedi: ROMA Via Terenzio, 35
TEL 06 6920 911
FAX 06 6920 9100
COMO Via V. Emanuele II, 113
TEL 031 242 525
FAX 031 240 532
Per la pubblicità su: PUBBLICITÀ NAZIONALE: Legale, Aste ed Appalti, Bandi di Concorso,
Finanziaria, Annunci Economici, Necrologie, Ricerche e Offerte
di Personale, Piccola Pubblicità, Servizi Speciali
COMMERCIALE LOCALE: Edizioni Milano/Lombardia, Genova/Liguria
Nome prodotto Va|ore Rat|ng
t|to|o Em|ttente
(Moody's)
Bersani sogna il trionfo alle urne
per far cadere Monti sul lavoro
Il leader Pd vuole sfiduciare il premier sull’articolo 18, però prima deve vincere
le amministrative. Ma «Repubblica» l’ha già scaricato, puntando su Veltroni
ATTRITI Pier Luigi Bersani
e Walter Veltroni
[Lapresse]
NuovategolaperilsenatoreLuigiLusi, l’extesorie-
redellaMargherita«ripudiato»dal Pd. Ipmdi Roma
sono a caccia di altri 20 milioni di euro mentre la
Guardiadi Finanzahaeseguitoil provvedimentodi
sequestrodellequotedellesocietà(riconducibili al
senatore e titolari della casa al centro di Roma e di
unavilla) «TTTsrl»e«ParadisoImmobiliare». Stan-
do a quanto accertato dal procuratore aggiunto di
Roma, AlbertoCaperna, edalpmStefanoPesci, tito-
lari dell’inchiestachevedeindagatoil senatoreLusi
per appropriazione indebita, dei 60 milioni movi-
mentati nei due conti del partito tra il 2007 e la fine
del 2011, oltre20avrebberodestinatari di nonfacile
identificazione. I soldi, insomma, nonsonodel tut-
to scomparsi. Ma non è chiaro a chi siano finiti. Di
qui l’ulterioreaccertamento, chesiaggiungeaquel-
losui13,5milionidieurospariti dallecassedelparti-
to. LaProcuravuol accertareseil senatoreLusi si sia
appropriatodi altresommedi denaro, esepartedei
fondi della Margherita sia finita a soggetti a cui non
potevanoesseredestinati inbaseallostatutodel par-
tito.
14 INTERNI

Martedì 21febbraio2012 il Giornale
StefanoZurlo
Rieccoli. Itedeschi, chehanno
sempre la faccia corazzata dei
panzer, vengonoavanti eprendo-
noacannonatepureilnostrocine-
ma.IfratelliTavianinonsimerita-
vanola vittoria al festival di Berli-
no.Perlarazzateutonicanoiitalia-
ni siamo sempre gli ultimi della
classe, o i penultimi visto che al
bancolaggiùoracisono,fissi,igre-
ci. Oppure, se proprio vogliamo
essereottimisti, noi siamotrattati
comeoutsider:qualchevoltasbu-
chiamofuori epiazziamoil colpo,
tipoil calcisticoeleggendario4a3
del 1970cheèservitoalmenoari-
sparmiarci come nazione il letti-
no dello psicoanalista. Però an-
chequelgiornoloro, ipanzer, era-
noconvinti di farci fuori. Noi era-
vamo e siamo più deboli, più de-
strutturati,piùcasinisti,piùintut-
ti i difetti e menointuttele virtù.
Non c’è niente da fare. Loro si
concepiscono così e ci concepi-
sconoinquestomodo,comeadul-
ti alle prese con adolescenti da
mettere in riga. Ma sì, è una vita
cheBerlinocimetteinriga.LaMe-
rkel e Sarkozy che si sorridono in
conferenza stampa come Cip e
Cip, ridacchiando sull’affidabili-
tà di Berlusconi, la dicono lunga
sul complesso di superiorità che
Berlino,econBerlinoParigi,van-
tanei nostri confronti. Del resto
èstatalaMerkel, seèveralari-
costruzione del Wall Street
Journal,atelefonareaNapo-
litanoper toglieredi mezzo
il Cavaliere nel bel mezzo
della crisi dell’euro, co-
mesifascompari-
re dalla scena un
burattino. Poco
importa natural-
mentechelacrisi
sia stata innesca-
tadallacolpevole
sottovalutazione te-
desca dellacrisi gre-
ca, pocoimportachela
baraccaeuropeanonsiaattrezza-
tapertenereallalargail ciclonefi-
nanziarioanche per via della tac-
cagneria, anzi della piccineria di
marca germanica. Poco importa
che proprio la Germania, che sta
sempre in cattedra, abbia colpe-
volmentesfondatoasuotempo, e
sempre in coppia con la prima-
donnafrancese,iparametrisulde-
ficitdiMaastricht, dandoilcattivo
esempio. Poco importa. Anzi,
nonimporta.
Loro sono i professori. Noi sia-
mo perennemente dietro la lava-
gna. Del resto la cifra dell’umilia-
zione è quello spread che misura
ladistanzafral’ordineeil disordi-
ne, fra la perfezione e la caciara,
fra la geometrica potenza e la di-
sordinata inventiva. Il cliché si ri-
petesempre, comeil motoperpe-
tuo. La Merkel, che sbagliato due
presidenti in due anni, due capi
delloStatocostretti adimettersi il
primo per le gaffe sull’Afghani-
staneil secondoper unfrullatodi
vacanze facili, benefit altrettanto
allegri e arroganza fuori control-
lo, haavutolafacciatostadi entra-
re a piedi uniti nelle cose italiane
peggiodi unostopper edi fischia-
recome unarbitroallostadio.
EDerSpiegel hainfieritocomee
più di Maramaldo dopo la trage-
dia della Concordia; sul sito del
settimanaleèuscitounpezzoche
era un colpo da ko, con un punto
di domanda che suonava come
unosberleffo: «Evi sorprendeche
Schettino fosse italiano?». No, a
Berlino non si sono sorpresi.
Schettinoèil prototipodel nostro
connazionale: volubile, cialtro-
ne, parolaio e pure codardo.
Un’abbuffata di luoghi comuni
che vengono da lontano: dice
niente la storica copertina del re-
volver appoggiato su un piatto di
spaghetti?Sì, siamosempreilPae-
se della pizza e del mandolino e
del ViaggioinItaliadi Goethe: un
Paesemeraviglioso, apartegli ita-
liani. EseRomasi lamentaperché
è stata lasciata sola a sostenere il
pesodell’immigrazioneaLampe-
dusa,laportameridionaledell’Eu-
ropa, lororispondono che hanno
sostenuto da soli, come Sisifo, il
pesodellariunificazioneconl’al-
traGermaniacheerarimastasot-
toil tallone del comunismo.
Èunduellocheviaggianeiseco-
li, ma i tedeschi sono convinti di
averlo già vinto una volta per tut-
te. Goethe, Kant, Beethoven. Cer-
to, si potrebbereplicareconDan-
te, Petrarca, Galileo, Rossini, ma
non si riuscirebbe a intaccare
queltrattotuttomuscolidelcarat-
tere tedesco. Non c’è da meravi-
gliarsi che se la prendano anche
con i Taviani. Quarant’anni fa, in
tempidimagrasportiva,noifatica-
vamo come minatori per raggra-
nellare qualche oro alle Olimpia-
di, magari ricorrendo alle magie
acquatiche di un Dibiasi; intanto
le loro nuotatrici, quelle dell’Est
anzitutto, sfornavano medaglie
conritmi dacatenadi montaggio.
Il medagliere eralospecchioinci
riflettersi, come oggi lo spread.
Nella testa di molti tedeschi, sia-
morimasti quelli che fannoquel-
lochepossono,comeragazzidisa-
giati, sempreindietrorispettoalla
lorolaboriosità. Vale per losport,
per la politica, per l’economia e
del restoèlalocomotivatedescaa
guidare l’Europa. Loro hanno i
grandigruppi,anchesenoiabbia-
mo le piccole imprese che fanno
miracoli e fanno girare il Paese e
sonocapaci di exploit strabilianti.
Così lacontesasi riaccende. Èuna
storiachesi ripeteecheogni tanto
deflagra se è buona quella lettura
per cui la storia dell’Europa degli
ultimi 200 anni è il tentativodella
Germania di affermare la propria
egemonia, il suogonfiarsi comela
ranadellafavola, finoascoppiare
per lasua voracità.
di Claudio Siniscalchi
S
ei tedeschi si mettonoafarestorieper
l’«Orsod’oro»andatoai fratelli Paoloe
Vittorio Taviani, vuol dire che in que-
stomomentodi noi hannopropriolescatole
piene.Lastampatedescanonhapernulladi-
geritoilpremioassegnatoagliitaliani:loSpie-
gelhaintitolato«Festivalbuono,vincitorisba-
gliati», scrivendo: «unfilmdel genere questi
vecchi signori loavrebberopotutogirarean-
cheneglianni’60»;ilberlineseTagesspiegelsi
chiedese«questaBerlinalenonsiastatauna
festadei vecchi autori del cinemaeuropeo»,
aggiungendo: «Ladecisionedellagiurianon
suscita entusiasmo»; e per Die Welt la scelta
deigiuratidellaBerlinaleèstataquelladi«un
compromesso in favore di due vecchi navi-
gantichesisonoazzardatisuunnuovoterre-
no,peressereesattiunvecchioterrenoconat-
tori dilettanti comeinPadrepadrone».
I Taviani per unfestival gremito di cinefili
duri epuri comelaBerlinale, rappresentano
ciòche inteoria dovrebbero amare: cinema
d’autore,povertàdimezzi,scandaloeprovo-
cazionedelleimmagini, indignazionesocia-
le.Soloqualcheannofaandaronoindelirioal-
laproiezionedi Totòchevisseduevoltedi Ci-
prì&Maresco:elogiosicilianoerettoinrigoro-
sobiancoeneroallediscaricheumane, am-
bientali, sessuali. E non dimentichiamolo,
l’ultimo«Orso»italianoprimadeiTavianitoc-
còal maestrodell’irriverenza, MarcoFerreri,
nel1991,perLacasadelsorriso.Apensarcibe-
neproprioaBerlinoitedeschicitiraronouna
fregatura.Nel1986invecediassegnarel’«Or-
sod’oro»aLamessaèfinitadi Nanni Moretti,
comemeritava, glienediederouno, mad’ar-
gento.Ilpremiopiùambitoandòalfilmtede-
sco Stammheim. Il caso Baader-Meinhof di
Reinhard Hauff, ricostruzione piuttosto ba-
lordaesinistrorsa(nonchébrutta)di unapa-
gina gravida di sangue del terrorismo tede-
sco. Alla cerimonia di consegna del
premioerapresenteun’infastidita
Gina Lollobrigida, giurato italia-
no.QualcheannoprimalaBersa-
gliera avrebbe dato in escande-
scenza. In quell’occasione si fece
bastarelamimicafacciale.
L’universocinematograficoèungran-
desemplificatorediconvincimentisociali.Ai
tedeschidelcinemaitalianoèpiaciutoilneo-
realismo. Lapovertà, l’arretratezza, ladram-
maticitàesistenziali.L’Italialaceraemalvesti-
tadel biancoenero, caricadi maceriemate-
rialieumane.Epoilecommediericchediste-
reotipi:maschigraniticietestosteronici,fem-
minepudicheesottomesse, furbizia, cialtro-
neria, accomodamento, vivereallagiornata,
spaghetti,cantoemandolini.PasqualinoSet-
tebellezze,guappouscitodalfervidouniverso
dicelluloidediLinaWertmülller,avrebbepo-
tutorappresentare per i tedeschi la quintes-
senzaitalica.Ciòfuimpossibileperlasempli-
ce ragione che Pasqualino aveva assaggiato
ladetenzionenazista.Sfinitodallafame, pro-
mise all’ultra-giunonica carceriera tedesca
le arti amatorie napoletane. Non se ne fece
nulla, perché quella nonera una donna, ma
unmostro. Accantoapovertà e cialtroneria,
dell’Italia cinematografica piace ai tedeschi
la tendenza tipicamente criminale e
mafiosa.Certoc’èstataLadolcevita
di Fellini. Maquellapiùcheaverei
tratti dellasocietàitaliana, appari-
vaunpezzodiAmericatrasportata
nonsi sacomesullerivedel Tevere.
È vero, Nuovo Cinema Paradiso di
Giuseppe Tornatore ha oltrepassato an-
che i più rigidi cuori teutonici. Resta però, e
piace proprio per questo, l’immagine di
un’Italiaarretrata, provincialeesentimenta-
le, riccadi ruderi, bellaper trascorrerci leva-
canze perennemente soleggiate, mangiare
piatti tipici e bere buonvino. Il tuttoaprezzi
convenienti.
Piùliberi da preconcetti gli italiani hanno
vivamenteapprezzato,finchéèstatopossibi-
le, il «giovanecinematedesco»arrivatosulfi-
nire degli anni Settanta del secolo passato.
Questoamoreintellettualetoccòil puntopiù
altoconAnnidipiombo(1981)diMargarethe
vonTrotta, per comevenivaaffrontatoil no-
dol’universodel terrorismo(untabùperi ci-
neasti italiani), e con le code per assistere al
volo degli angeli in Il cielo sopra Berlino di
WimWenders (1987). Poi basta. Anche i più
riottosi, uccisi dallanoia, si sonvisti costretti
adissarebandierabianca.Enonperpregiudi-
zio.
Loro ci snobbano sempre. Noi, liberi da pregiudizi, sappiamo anche apprezzarli
SUPERIORITÀ
Si comportano con noi
come gli adulti
con i ragazzini tonti
il caso
LE TENSIONI ROMA-BERLINO
L’eterna partita con i tedeschi
ora si gioca perfino al cinema
In Germania bocciato dai giornali il film dei Taviani vincitore alla Berlinale
È l’ultimo capitolo di una sfida condita da imbarazzanti luoghi comuni
Capiscono le nostre pellicole solo se c’è la mafia...
TRIONFO Paolo e Vittorio Taviani con l’«Orso
d’oro» a Berlino. Sopra, Nanni Moretti
Cosa c’è dietro le critiche della stampa all’«Orso d’oro» italiano
RIVALI IN TUTTO
Sotto, Angela Merkel ride di Berlusconi. A fianco,
la copertina di «Der Spiegel» sul disastro della Costa
Concordia e quella sull’Italia violenta. In basso,
Italia-Germania ai Campionati del Mondo 2006
16 INTERNI

Martedì 21febbraio2012 il Giornale
PISANU JR VUOLE UN’AULA INTITOLATA A COSSIGA
Nostalgia per «don Cecio»
Non di sola cultura
vive il saggio Scalfari
»
»
indiscreto a palazzo
MESSE DA MOSCA AL SUD AFRICA
Giussani, 7 anni dopo
Il mondo lo ricorda così
Schifani si sazia
di strette di mano
Chiacchiere
da Camera
LA VICENDA Storico sciopero nelle acciaierie
Marcegaglia scivola
sul salario d’ingresso
«prendere o lasciare»
L’azienda di famiglia propone ai precari un’assunzione
a stipendio ridotto. Nonostante una condanna del giudice
di RomanaLiuzzo
LE DIFFICOLTÀ DELLE LIBRERIE COOP DI BOLOGNA: SESSANTA A RISCHIO
Premiati da Napolitano, poi cassintegrati
LA CONVENTION FUORI DAGLI SCHEMI
La lista Emiliano fa lo yoga:
sfida a colpi di respirazione
Don Luigi Giussani, per i suoi ragazzi
«Don Gius», sarà commemorato in tutto il
mondoa7annidallamorte.Domaniperilfon-
datoredi Comunioneeliberazioneverranno
celebratemessedisuffragiodaAmmanaMo-
sca, da Bogotà a Johannesburg, nello stesso
giornoincuicadeancheil30esimoanniversa-
rio del riconoscimento pontificio della Fra-
ternitàdi Cl. AGenovacelebreràil cardinale
AngeloBagnasco,aMilanoilcardinaleAnge-
loScolaeaRomail cardinaleTarcisioBerto-
ne.«LacompagniadidonGiussani-hadichia-
ratoil suosuccessoreJuliànCarròn-èinogni
fibradelnostroessere.Isuoiinsegnamentiso-
noèuntesoroancoradascoprire».
Con la dieta del Cav
la politica è leggera
AndreaCuomo
Roma C’è un’azienda a cui il salariod’in-
gresso sta creando non poche grane. E
non è un’azienda qualsiasi. È il gruppo
Marcegaglia, colosso mondiale della tra-
sformazionedell’acciaiononché «fabbri-
chetta» di famiglia del presidente della
Confindustria Emma Marcegaglia. Acca-
decheaqualchedecinadilavoratoriinteri-
nali di tre stabilimenti del gruppo, quelli
diForlì, diMantovaediBoltierenelBerga-
masco, sia stato proposto un rinnovo del
contratto a condizioni ritenute ricattato-
riedai sindacati di base: nientequattordi-
cesima, niente premi di produzione, uno
stipendiodi fattodecurtatodi 25milaeuro
lordi spalmati nei primi sei anni, al termi-
ne dei quali - e solo allora - i lavoratori
avrebberoacquisito diritti (e salario) pie-
ni. Ocosì o a casa, a guardare le crepe sul
muro. I precari forseavrebberoancheac-
cettato pur di conservare il lavoro - e
l’aziendaavrebbeoperatopiùdiunapres-
sionesudi essi - malaFiomhadettodi no.
Secondoilsindacatodelletuteblusitratte-
rebbedi«unasceltainaccettabileeimmo-
rale perché crea disparità tra i lavoratori
che svolgono le stesse mansioni». Da qui
ladecisionedapartenonsolodeglioltran-
zistidellaFiom-Cgil,maanchedeipiùmo-
derati sindacalisti della Fim-Cisl e della
Uilm, di proclamare, qualche giorno fa,
dueoredi scioperoafineturno, acui han-
no aderito circa due terzi dei lavoratori.
Particolarmentesignificativoildatorelati-
vo allo stabilimento mantovano, la casa
madre nella quale hanno gli uffici oltre a
Emma, il fratello Antonio, il capostipite
StenoemammaPalmira: qui, sottogli oc-
chi dei padroni, ha incrociato le braccia il
70per centodei lavoratori.
Il gruppo Marcegaglia ha 7mila dipen-
denti, 51 unità commerciali, 50 stabili-
menti, 5milachilometri di acciaioprodot-
ti ogni giorno, settedivisioni compresedi-
vagazioni neisettori immobiliareeturisti-
co,mabilancisempremenorosei,malgra-
dol’aziendanel suositoistituzionalevan-
ti un fatturato di 3,6 miliardi annui nel
2010eunacrescitastimataa6miliardi nel
2013. L’azienda di Gazoldo degli Ippoliti,
inprovinciadiMantova, puntaquindi tut-
te le sue carte sul drastico abbattimento
del costo delle nuove assunzioni. Eche le
cose in casa Marcegaglia non vadano a
gonfievelelodimostraciòcheèavvenuto
negli ultimi mesi: licenziamenti (aRaven-
naeaFontanafredda, inprovinciadi Udi-
ne), mancati rinnovi contrattuali (Bu-
drio), cassaintegrazione(Forlì ePotenza)
eannunci di esuberi (Lodi).
L’assunzionedi personaleabassocosto
è già costata caro al colosso mantovano
dell’acciaio, condannato poco tempo fa
daunpretoredel lavoropercondottaanti-
sindacale: avevaaggiratol’accordosul sa-
lariod’ingressoalloraindiscussioneattra-
versolacreazionedi unasrl di comodo, la
NuovaInde, consedelegaleaButtrio, do-
ve hanno sede le officine meccaniche del
gruppoDanieli, societàpartnerdellaMar-
cegaglia. LaNuovaInde, nonessendovin-
colataal contrattoaziendale,hapotutofa-
requarantaassunzioni - rispettoallecen-
toprevistenellostabilimentodi Ravenna-
al minimosindacale. Il giudice del lavoro
RobertoRiversoha datoragione al sinda-
cato e torto all’azienda stabilendo che gli
operaidellaexNuovaIndedevonoritener-
si assunti atempoindeterminatoapartire
dalprimogiornodilavoroinaziendaeche
a loro non può essere applicato il salario
d’ingresso. Unbelloschiaffoper lanume-
rounodi Confindustria.
SPOT CON MINACCE INCORPORATE
E la Picierno s’indigna
per i bulli democratici
LA CONFESSIONE DELLA BINETTI
I peccati di donna Paola?
Le unghie e i piedi scalzi
I Giovani democratici di Catania per promuovere il
tesseramentohannoideatounospotconminacceincor-
porate che ha mandatosu tutte le furie la deputata Pina
Picierno(nella foto), quella della fallimentare iniziativa
OccupyScampiasu un mai provato coprifuoco imposto
dalla camorra). Nel videosi vedono alcuni ragazzi poco
intenzionati arinnovarela tesseraperché«i partiti sono
tuttiuguali».Finchénonspuntaunenergumeno,confac-
cia intimidatoria, che gli distrugge le buste dellaspesa e
gliportavialapizza.Slogan:«Maidirenoaigiovanidemo-
cratici». LaPiciernocommenta: «Mi augurochelementi
malatechel’hannoprodottosianoallontanate». LuRo
Nemmenoil fioreall’occhielloculturaledel-
le cooperative rosse resiste alla crisi. Le catena
emilianaLibrerieCoop,infatti,afrontediuncrol-
lo delle vendite ha annunciato la cassa integra-
zione:arischioi170dipendentisparsinei26pun-
tivendita.Unamazzatanonprevistachepotreb-
be abbattersi in particolare sui negozi di Bolo-
gna(60addetti),dovenonsarebberorisparmiati
neppurei lavoratori dell’ormai celebre Libreria
Ambasciatori di via Orefici. L’azienda ha infor-
matodellarichiestadi attivazionedegli ammor-
tizzatori i sindacati nazionali, convocandoli per
oggi.IverticidiLibrerieCooperanostatipremia-
ti nemmenodueanni fadal presidentedellaRe-
pubblicaGiorgioNapolitano.Unriconoscimen-
toscaturitosoprattuttodall’esperienzadiAmba-
sciatori, negli ultimi anni sede di presentazioni
conospiti di livellointernazionale. LDon
Il sindaco di Roma, Gianni
Alemanno, l’altro giorno era a
viale Mazzini. Non per andare a
trovare, il direttoregenerale, Lo-
renzaLei,conlaqualehagiàbuo-
ni rapporti. Il primo cittadino è
stato visto entrare nell’ufficio di
GuglielmoRositani, componen-
te del Cda Rai e sindaco del Co-
mune di Varapodio. Conquesto
incontroèstatorottounghiaccio
che, trai due, duravadaparecchi
anni. Ignoti i motivi del disgelo.
Alemanno va in Rai
ma lontano da Lei
romy.liuzzo@gmail.com
PersinoPaolaBinettihaisuoipiccolipecca-
ti. La deputatacattolicadell’Udc haconfessa-
to ieri a Un giorno da pecora su Radio2: «Mi
mangio le unghie». Poi ha aggiunto svelando
dettaglidisé:«SonodellaRomaeBorini(attac-
cantegiallorosso, ndr) mi piacemolto. Mapiù
ditutti mipiaceTotti». Iconduttorilehannori-
cordatoi bruttifallidel Puponeelei: «Tottinon
nefadi questecose, nonscherziamo. Èunmo-
delloper i giovani calciatori eancheper quelli
chegiocanoneglioratori».Lesue«trasgressio-
ni»nonsonofinite: «Camminoscalzapercasa.
E dico parolacce come “accidenti” e “cavo-
lo”».Infineilmitogiovanile:«Sonostataavede-
reunconcertodeiBeatles,aLondra,neglianni
’60. Straordinario».
CONFINDUSTRIA Emma Marcegaglia
ÈscontroaSassari sullamemoriadi FrancescoCossiga, trai
piùillustri cittadini del capoluogosardo(gli altri sonoAntonio
Segni ed Enrico Berlinguer), dove oggi arriva in visita Giorgio
Napolitano. Il gruppo del Pdl ha presentato una mozione, ap-
poggiata da Udc e Partito sardo d’azione, per intitolare all’ex
presidentedellaRepubblical’auladelConsigliocomunale.«La
brillante carriera politica del nostro illustre concittadino - di-
chiarail consiglierePdl Luigi Pisanu, figliodi Beppe- partì pro-
priodaquesti banchi». Mal’ideaèstatarespintadallamaggio-
ranzadi sinistrachegovernalacittà, sindacocompreso. «Nonè
unafigurasuperpartes-hannospiegatoi contrariallaproposta
-intitoliamoglipiuttostounaviaoppureunteatro».Irappresen-
tanti di Sel eRifondazionehannoanchesottolineatoil ruolodi
Cossigain«casipocochiari»dellastoriaitaliana.Lamozioneco-
munquenonverràritirataeil Pdl torneràallacarica.
Meglio prenderla con filosofia, anzi con meditazione. La
corsaalleamministrativecominciaascaldareglianimidipar-
titi e politici: forse per questo alcuni esponenti della lista fai-
da-te del sindaco pd di Bari Michele Emiliano (nella foto) si
sonritrovati nel weekendinunasalaconvegni del sudbarese
(aMonopoli)perraccogliersi, nel sensoyogadel termine. Co-
me riferisce La Gazzetta del Mezzogiorno, «quindici persone
inpiediasemicerchioascoltanoperledi rarasaggezza: “Lare-
spirazioneèlacosapiùbellacheunopossafare... Riflettetesul
vostronomedibattesimoeprovateadargliunvalore,unsigni-
ficato”.Poituttiinfila,“inordinediimportanzadelnome”: da-
vantivaElio(chesignificasole)...».QuindièarrivatoancheMi-
chele, inmacchina, s’èsedutoal tavoloehaguardatoi post-it
motivazionali. Intantoc’eral’assessoreall’Urbanisticadi Ba-
ri, ElioSannicandro, qualche consigliere comunale - ma sol-
tantounodelPd-qualchedirigentedimunicipalizzataeavvo-
cati arruolati allacausa. Meditate gente, meditate.
Contrariamente alla fama
che si è fatto da gran mondano,
l’imprenditore Giovanni Mala-
gò,proprietarioSamocarepresi-
dente del Circolo sportivo Anie-
ne, èunoche–dopounagiorna-
tadi lavoro–amastareacasa. In
questeserehafattoeccezionean-
dandoacenaconlafidanzataDa-
nielaMarzanati ealcuni amici al
ristorante «Il SanLorenzo», spe-
cializzato in pesce. E, soprattut-
to, conatmosferaromantica.
Malagò cucina pesci
in acque romantiche
Il deputato Pdl Luca D’Ales-
sandronei mesi scorsi è riuscito
a dimagrire sei chili con la dieta
dell’ex premier Silvio Berlusco-
ni: la Tisanoreica dell’erborista
Gianluca Mech. L’altro giorno
l’imprenditoredellalineaèstato
invitatoapalazzoMariniaparla-
redeisuoinuoviprodottiperper-
derepeso: zuppadi asparagi, fu-
silli con pesce spada e tiramisù.
Poi i deputati hanno assaggiato
leprimizieinunpranzoadhoc.
Il presidente del Senato, Re-
nato Schifani, l’altra sera era a
cena al ristorante «Due ladro-
ni», accanto palazzo Giustinia-
ni, dovehalasededi rappresen-
tanza. Conlui, nel localespecia-
lizzatoinpesce (piattoforte pa-
sta con i moscardini) uno dei
due figli. Assente giustificata la
moglieFrancainviaggiodallaSi-
cilia per raggiungerli a Roma.
Moltagentechecenavaèanda-
tainpellegrinaggioa salutarlo.
Il fondatore di Repubblica,
EugenioScalfari, l’altra sera, ri-
cercatamente casual come non
si eramai visto, eranell’albergo
piùanticodiCortina,ilDeLaPo-
ste, conalcuni amici. L’occasio-
ne: laseratadi aperturadel polo
sughiaccio. L’ex direttore è sta-
tonotatodagli habituédegli ap-
puntamenti mondani, sorpresi
nelloscoprirecheScalfarisiaap-
passionatononsolodi cultura.
ESTERI 19
Martedì 21febbraio2012 il Giornale
M
ichael Graczyk ha visto
morire400persone. Per
400 volte, seduto dietro
unaparetedivetro,havistounuo-
mo entrare in una piccola stanza
di color verde ospedale; le guar-
dieaiutarloa sdraiarsi suunletti-
noe applicareal suocorpole cin-
ghie di cuoiopreviste dalla legge.
Poi leiniezioni letali, allagolaeal-
le braccia: un potente sonnifero,
unvelenoperparalizzareimusco-
li, un altro per fermare il cuore.
Per 400 volte ha sentito il respiro
del condannato farsi più leggero
e,dopounpiccolosussulto,cessa-
redel tutto.Per400voltesièalzato
e in un piccolo ufficio a fianco ha
scrittolacronacadi quellocheera
successo.
Michael Graczyk fa il giornali-
sta, lavora alla
sede di Hou-
stondell’agen-
zia Associated
Press. E dal
1984èincarica-
to di seguire le
esecuzioni dei
condannati a
mortenelloSta-
to del Texas. È
unlavoroimpe-
gnativo,unpo’discontinuo.L’ulti-
maesecuzioneèstatanel mesedi
gennaio. In altri periodi ce ne so-
no anche tre la settimana. Lui ne
ha mancate poche, pochissime.
In pratica solo per le ferie e per
qualcheimpegnodavveroindiffe-
ribile. Nessunoal mondoèingra-
dodi vantarelasuaesperienzasu
come muore un uomo. Nessuno,
néguardie carcerarie, néboia, né
sacerdoti, è riuscitoa guardare in
faccia l’abissoper così tantotem-
po. Unodei suoi predecessori alla
redazione di Houston toccò quo-
ta189esecuzioni.Poiebbeunacri-
sidicoscienza,scrisseunlibroedi-
venneunodeipiùimpegnatimili-
tanti contro la pena capitale.
Graczyk, a 61 anni, di problemi
nonneha: «Èpeggioassistereaun
incidente stradale. Con l’iniezio-
neletale sembra di vedere unuo-
mo addormentarsi». Difende il
suoruoloditestimonedell’opinio-
ne pubblica e si rifiuta di dire co-
me la pensa sulla pena di morte:
«Ilmiolavoroèraccontareunasto-
riaeriferirequellocheèsuccesso.
Semi facciocoinvolgereemotiva-
mente mi espongo alle critiche».
Quando assiste a un’esecuzione
deve scegliere se stare nella stan-
za riservata ai parenti delle vitti-
meoinquella riservataai parenti
del condannato. Di solito sceglie
levittime.Masoloperchè,haspie-
gato, dopo che il condannato è
mortoèpiùfacileuscireescrivere
allasveltail «pezzo».
Ancheil raccontodi comeèna-
talasuaspecializzazioneèconcre-
toe poco sentimentale. «Untem-
po le esecuzioni avvenivano a
mezzanotte e nessuno dei colle-
ghi volevaandarci. Ioabitoametà
strada tra il carcere di Huntsville,
dovelecondannevengonoesegui-
te, e Houston. Per me era abba-
stanzacomodotornareacasa. Era
lasoluzionemigliore».Coniltem-
po, però, Graczyksi èappassiona-
to. Hainiziatoaseguire la vita dei
condannati,chetraappelliericor-
si allaCortesuprematrascorrono
anche 10 anni nel braccio della
morte. Di alcuni è diventato ami-
co. Li visita in carcere per lunghe
chiacchierate nel parlatorio.
Uno, mentreeragiàlegatoal letti-
noperl’iniezionelohasalutatoad
altavoce.«HeyMike, cometiva?».
Un altro, a cui era stata concessa
l’ultima telefonata, lo chiamò sul
telefoninoun’ora prima dell’ese-
cuzione:«Tuttobenedalletuepar-
ti?». Graczyk l’ha raccontato a un
giornalista senza nascondere la
suaincredulità: «Stavapermorire
e pensava al sottoscritto. Strano,
vero?».
Il suo ruolo è diventato più im-
portante nel tempo. Fino a qual-
che anno fa unpaio di quotidiani
del Texas mandavanoalle esecu-
zioni un loro giornalista. Aloro si
aggiungevano,neicasipiùimpor-
tanti, gli inviati dei giornali nazio-
nali. Poi anche nelle redazioni
Usa è arrivato l’ordine di rispar-
miare su spese e trasferte. Ora
Graczyk è quasi sempre da solo e
tutti i giornali del Paeseriprendo-
noi suoi servizi. Spettaalui riferi-
real mondoil testamentodeicon-
dannati texani. L’ultimo, Rodrigo
Hernandez, giustiziato il 26 gen-
naio, pochi minuti prima delle
iniezioni letali hachiestodi parla-
reconunRanger e
gli ha confessato i
due omicidi di cui
era stato accusato
e che durante il
processo aveva
sempre negato.
Sul lettino ha det-
to: «Vi amo tutti».
E mentre il sonni-
fero faceva effetto
haaggiunto:«Que-
starobapunge».
A raccontarlo è
naturalmente la
cronacadell’Asso-
ciated Press, co-
me sempre nel
giornalismoamericano, precisae
impersonale. Avolte, però, perfi-
no il distaccato Graczyk tradisce
undisagio nascosto. Auncollega
haraccontatocheanni fauncon-
dannatosul puntodi mortesi mi-
se a cantare una melodia natali-
zia, «Astro del Ciel». Da allora, è
più forte di lui, quella canzone
nonriesce piùadascoltarla.
RECORD SINISTRI In Texas c’è un giornalista da urlo
L’uomo che per 400 volte
ha visto la morte in faccia
Da 28 anni Graczyk racconta solo esecuzioni. Senza debolezze. Tranne una
A PARTI INVERTITE
Non si lascia mai andare
alle emozioni: «A chiedermi
come sto sono i condannati»
Le condanne a morte ese-
guitenelloStatodel Texas
dal 1976, annoincui sono
stateripristinate, aoggi
SGUARDO SULL’ABISSO
È l’unico cronista ammesso
alle iniezioni letali: «Temo
di più gli incidenti stradali»
IlviceministrodelPetrolioira-
nianoAhmadQalebanihaannun-
ciatocheil regimesi apprestaata-
gliare le sue esportazioni di greg-
gioversoaltri sei stati dell’Unione
europea, fra cui l’Italia. Dopo lo
stop verso Gran Bretagna e Fran-
cia annunciato ieri - riporta la
Xinhua-siparlaoggianchediPor-
togallo, Spagna, Grecia, Germa-
nia, Paesi Bassi e appuntol’Italia.
«Sicuramenteselemisureostili di
alcuni altri paesi europei (contro
l’Iran) continuano, leesportazio-
nidipetrolioversoquestipaesisa-
rannofermate», ha dettoQaleba-
ni. Segli stati europei fermeranno
«lemisureostili», l’Iranèprontoa
rinnovareisuoicontrattipetrolife-
ri, haaggiuntoQalebani, cheèan-
che l’amministratore delegato
dellacompagnianazionalepetro-
lifera. Nelle ultime settimane, ha
poi dichiarato Qalehbani, la do-
manda di petrolio iraniano è au-
mentata, e Teheran è in cerca di
contratti «incondizionati».
di AngeloAllegri
Unriarmoforteperfronteggia-
reloscudospazialeUsainEuropa
e le minacce di conflitti e per trai-
nare lo sviluppo dell’economia,
restituendo al Paese il ruolo lea-
dercheaveval’Urssincampomili-
tare: è l’impegno elettorale preso
da Vladimir Putin che, alla vigilia
del voto del 4 marzo, promette
una spesa di quasi 600 miliardi di
euro nei prossimi dieci anni per
ammodernarel’exarmatarossa. I
numerisonopesanti:oltre400mo-
derni missili balistici interconti-
nentali, 28 sistemi antimissili
S-400, dieci sistemi di missili
Iskander-M,piùdi50navidaguer-
ra,8sottomarininuclearie20nor-
mali, 600 aerei, compresi i caccia
di quintagenerazione, piùdi mil-
leelicotteri, 2.300tankeuncenti-
naiodi satelliti militari. Euneser-
cito più professionale (300 mila
soldati di levasuunmilioneentro
il 2017), megliopagati (dagenna-
iostipendiotriplicato)ecapacedi
esseresempre mobilitato.
465
IMPORT A RISCHIO
L’Iran minaccia
«All’Italia
niente petrolio»
IRRIDUCIBILE
A destra,
Michael
Graczyk,
61 anni,
cronista
dell’Associated
Press.
Sopra,
il lettino
al quale i
condannati
vengono legati
per eseguire
l’iniezione
letale
la storia
MEGA RIARMO
Putin (per spot)
vuole rilanciare
l’Armata rossa
20 CRONACHE

Martedì 21febbraio2012 il Giornale
Il riconoscimento in Svezia
MassimilianoLussana
Allafine, rischiamodi ricordarcelo
come lo scienziato che scoprì il palco
del teatroAristondi Sanremo.
Perché, ancheadistanzadi tredici an-
ni, del Festival 1999nonricordiamole
domande impertinenti di Fabio Fazio
(e, questo, sarebbe impossibile per-
ché notoriamente il fatto non sussi-
ste); nonlescollatureabissali di Letitia
Casta, che però eranomeritevoli di ri-
cordo; enemmenolapresenzasul pal-
codi Michail Gorbaciov, chepure, pri-
madi trasformarsi inmadonna
pellegrinaapagamento, unpo’
caricaturadi sestesso, avevasi-
gnificato qualcosa per la storia
del mondo.
Ma, al di làdi tuttoquesto, lari-
voluzione sanremese di quel-
l’annofuRenatoDulbecco, pre-
mio Nobel per la Medicina nel
1975, nelle vesti di presentato-
re. Vesti impeccabili, peraltro:
panciotto elegantissimo, smo-
kingdiordinanza, papillonper-
fetto. E, conlastessanaturalez-
za con cui indossava questi vestiti, il
prof tiròfuori dal suo guardarobadia-
lettico una straordinaria ironia, resa
ancorpiùgradevoledallaparlatadaita-
lo-americano,talmentemarcatadaes-
sereancorpiùvera. Iltuttoconditocon
il ballo insieme a Letitia vestita di ros-
so, chelobaciòlasciandogli il rossetto
inviso, econlacitazionedi Galileocon
cui il prof si presentò sul palco: «Sono
venutoqui perfareesperienze». Aren-
dereil tuttoancor piùriuscitofuinfine
lasceltadiDulbeccodidestinareicom-
pensi alla fondazione che aiutava il
rientrodei cervelli inItalia.
Eppure,perl’appunto,lascopertafon-
damentale della storia scientifica di
Dulbeccononè stata quella del teatro
Ariston. AncheselapresenzaaSanre-
morendemoltol’ideadiquestoprofes-
soreunpo’ ArchimedePitagoricoeun
po’ EtaBeta, sempreanimatodallacu-
riosità e dalla passione per la vita e la
scienzachel’haaccompagnatofinoai
98 anni che avrebbe compiuto doma-
ni. Passionechehafattodacorollarioa
unavitaavventurosaericcadi sposta-
menti findallateneraetàal seguitodel
papà,funzionariodelGenioCivile. Fra
gli spostamenti, decisivo fu quello a
Porto Maurizio, piccolo borgo ligure
che Mussolini non aveva ancora fuso
conOneglia nel nuovocomune di Im-
peria; proprioaduepassi daSanremo,
quasi adanticipare anche geografica-
mente le serate dell’Ariston. E poi, la
guerra, il frontefrancese, quellorusso
sulDonel’impegnoinunospedalemi-
litare, la Resistenza e l’impegno nel
Clntorineseenellaprimagiuntapopo-
laredopoil 25aprile.
Poi, quasi comenellasceneggiaturadi
una fiction (che non mancherà), nel
1947 la decisione di trasferirsi al di là
dell’oceanoperraggiungereilsuoami-
coecompagnodi studiSalvadorLuria.
Sul ponte della nave diretta a Ellis
Island, Dulbecco incontrò Rita Levi
Montalcini, altrasuacompagnadistu-
di: «Manonlosapevo, fuunasorpresa
assoluta-raccontò-Facevamolunghe
passeggiatesul ponteparlandodel fu-
turo, delle cose che volevamo fare: lei
mi raccontava delle sue idee sullo svi-
luppoembrionaleeioparlavodellecel-
luleinvitroper fareunmucchiodi co-
seinfisiologiaemedicina». Da
quel viaggio, propriocomeAr-
chimede, Dulbecco si lanciò
inuna seriedi studi escoperte
scientifiche:dallostudiodelvi-
rus responsabile dell’Herpes
zoster,cioèilfuocodiSant’An-
tonio, aquellosul mutantedel
virus della poliomelite, che
aiutòAlbert Sabinper il vacci-
no. E poi, soprattutto, la sco-
perta della vita: Dulbecco in-
tuì perprimo-ribaltandotutte
le idee scientifiche prevalenti fino ad
allora-chealcuneformeditumoreave-
vano origine da difetti genetici nel
Dna. E lo studio sui «virus oncogeni»
cheriuscivanoatrasformareunacellu-
lasanainunacellulatumorale,fuquel-
loche loportòal Nobel del 1975.
Su, sufinoall’ultimosogno, il «Proget-
toGenoma»peridentificaretutti i geni
delle cellule umane e il lororuolo, per
comprendere e combattere ancor di
piùlosviluppodel cancro, la battaglia
della sua vita. Ma la mappatura com-
pletadel Dnasi arenònel 1995di fron-
te alla scarsità di fondi pubblici e alla
sospensione del programma da parte
del Cnr. Quella delusione fu anche la
causa del nuovo, definitivo, viaggioin
America, amareggiato dall’Italia. Co-
sì, il giornocheFabioFaziogli chiesea
tradimentose voleva presentare il Fe-
stival,Dulbeccosorrise: «Devoconsul-
tarelamiaagenda». E, unsecondodo-
po: «Ok, credo di essere libero quella
settimana».
MarinoSmiderle
Stalloni naturali conunsemplicein-
tegratore alimentare. Ecco il sogno dei
tanti clienti rimasti abbagliati dal «Su-
perviagra biologico» distribuito da due
aziende lombarde e proveniente dalla
Cina. I risultati nonsonostati deludenti,
anzi:glieffettipromessi venivanoeffetti-
vamentemantenuti. L’unicoproblema,
nontrascurabile per la verità, era chedi
biologicoquestecapsuledell’amoreave-
vanopocooniente. Altrocheintegrato-
re alimentare: i carabinieri del Nas di
Trento, oltreasequestrare50milapasti-
glie miracolose, hanno denunciato i le-
gali rappresentanti delle aziende coin-
volte perché l’intrugliocinese contene-
va sostanze potenzialmente pericolose
per la salute senza alcuna indicazione
nell’etichetta.
Eppure i clienti non si erano mai la-
mentati. Anzi, l’effetto-stallone aveva
moltiplicatoil girod’affari. Ainsospet-
tirsi perprimoèstatounprivatocittadi-
noche, assuntol’integratorenaturale,
era rimasto esterrefatto dalle presta-
zioni, giudicateaddiritturasuperiori a
quellenormalmentegaranti-
te dal Viagra vero e dagli
altri farmaci destinati al
trattamento di quella
chei medici definisco-
no disfunzione eretti-
le. Esterrefatto ma an-
che insospettito: vuoi
vedere che i cinesi ave-
vano un tantino ciurlato
nel manico?
Risposta esatta. I carabinieri
del Nas di Trento hannoprovveduto a
eseguire in laboratorio dettagliate
analisi di alcuni campioni dell’integra-
tore e hanno scopertoche conteneva-
no dosi massicce del principio attivo
usato per il Viagra. Ora, dal momento
chequestofarmaconecessi-
ta di ricetta medica pro-
prioperevitarecheven-
gaassuntoda pazienti
cardiopatici o con di-
sfunzioni epatiche a
cui procurerebbedan-
ni gravissimi, edal mo-
mentochenell’etichet-
taenel fogliodelleindica-
zioni nonsi faceva cennoal-
la presenza di tali principi attivi,
gli inquirenti hannoordinatoil seque-
stro di tutto il materiale importato.
L’indagine, inizialmente coordina-
ta dalla procura di Trento, è stata così
trasferitaincapoaquelladi BustoArsi-
zio, dove hannola sede ledueaziende
importatrici. Circa 50mila pasticche,
per un valore di commerciale di circa
600milaeuro, sonostatepostesottose-
questro. E i due rappresentanti delle
aziende coinvolte sono finiti nei guai:
a loro vengono contestati i reati di im-
portazione illegale di farmaci, distri-
buzionedi sostanzealimentari nocive
e frode nell’esercizio del commercio.
I miracoli del Superviagranaturale,
insomma, noneranoaltrocheperico-
losi moltiplicatori chimici disponibili
grazie a un semplice clic. Ma il giro
d’affari dei farmaci contraffatti viain-
ternet èincontinuaespansione. Si sti-
manoaddiritturadecinedi miliardi di
euro di giro d’affari, completamente
fuori da effettivi controlli sanitari e
con rese economiche stellari. E su
50mila capsule che vengono seque-
strate, ce ne saranno 5 milioni che in-
vece finiscono a destinazione. Eil fat-
tochetalecommerciosiaconsiderato
illegaleinItalianonbastaaconvince-
re gli aspiranti stalloni a desistere.
Con Golgi e Montalcini, uno dei sei italiani insigniti per la medicina
Vendute on line e in erboristeria, promettevano miracoli. Ma erano pericolose
VITA INTENSA
Dall’alto in senso orario, Renato
Dulbecco sul palco di Sanremo nel
1999 (l’edizione di Fabio Fazio);
alla consegna del Nobel con re
Gustavo di Svezia nel dicembre del ’75;
con l’amica, collega e premio Nobel
per la medicina Rita Levi Montalcini
[Ansa, Blow up]
3,7
L’ADDIO Lo scienziato «migrante»
Se ne va Dulbecco
Il Nobel che salì
sul palco di Sanremo
Avrebbe compiuto 98 anni domani. È morto in America
dove viveva da tempo. Fu premiato per la lotta ai tumori
LA BIOGRAFIA
ANSA-CENTIMETRI
'30
anni
'40
anni
'50
anni
'60
anni
'70
anni
'80
anni
'90
anni
1934
Si laurea con lode in Medicina presso
l'università di Torino
1939-45
È ufficiale medico sul fronte francese
e poi su quello russo
1947
Si trasferisce negli Stati Uniti e ottiene
una cattedra al California Institute
of Technology (Caltech)
1960
Scopre che i tumori sono indotti
da una famiglia di virus (oncogeni)
1972
Lascia gli Usa per Londra, come vicedirettore
dell'Imperial Cancer Research Fund
1975
Vince il Nobel per la Medicina
grazie ai suoi studi sui tumori
1987
Rientra in Italia ed è coordinatore del
Progetto internazionale Genoma Umano
1995
Torna negli Stati Uniti dopo
che il Progetto Genoma rimane senza fondi
1999
Presenta il Festival di Sanremo
con Fabio Fazio
Date chiave della vita di Renato Dulbecco
22 febbraio 1914
Nasce a Catanzaro
Le «superpillole blu» biologiche? Un falso cinese
Dulbeccoèunodei sei italiani adaver ricevutoil No-
bel per la Medicina. Il primo è stato Camillo Golgi, nel
1906, premiatoconSantiagoRamòny Cajal per il lavoro
sullastrutturadel sistemanervoso. Poi, nel 1957, toccaa
Daniel Bovet (nato in Svizzera), per le sue scoperte sui
composti sintetici che inibiscono l’azione di alcune so-
stanze dell’organismo e specialmente la loro azione sul
sistemavascolareeimuscolischeletrici. Nel1969èlavol-
tadi SalvadorLuria, natoaTorino(edemigratonegli Usa
nel ’69): il premio, condivisoconMax Delbruck e Alfred
Hershey, èper lescopertesul meccanismodi replicazio-
ne e la struttura genetica dei virus. Nel 1975 il premio a
Dulbecco; poi, nel 1986, aRitaLevi Montalcini, premiata
conStanleyCohenper lescoperteel’individuazionedei
fattoridicrescitacellulare.UltimovincitoreitalianoèMa-
rioCapecchi, insignito nel 2007 conMartinEvans e Oli-
ver Smithies per l’ideadi introdurrespecifici geni nei to-
pi tramitecellule staminali embrionali.
Ilmercatodeifarmacicontrol’im-
potenzaèvalutato intornoai 3,7
miliardi di dollari l’anno. La«vet-
ta» è contesafradue pillole
Sequestro dei Nas Truffa da 600mila euro
CRONACHE 21
Martedì 21febbraio2012 il Giornale
TizianaPaolocci
Roma Donna in coma legata con
lelenzuolaallabarellaeparcheg-
giata da quattro giorni nel pronto
soccorsodel PoliclinicoUmberto
I in attesa di ricovero. È l’ultima
immagine del morbo che affligge
la sanità laziale, agonizzante da
anni. Una malattia sucui cerca di
far luce l’inchiesta aperta dalla
Procura di Roma, che qualche
giorno fa ha acquisito i filmati di
pazienti del SanCamilloassistiti a
terra, in brande di fortuna. Ma
mentre pm e carabinieri del Nas
sonoal lavoroper accertareeven-
tuali responsabilità nel disastro
dei Dea, emergononuovi spacca-
ti del cronico sovraffollamento
dei prontosoccorso.
IeriisenatoriDomenicoGrama-
zio(Pdl) e IgnazioMarino(Pd) in
un blitz al Policlinico hanno sco-
pertouna donna di 53 anni senza
nutrizionedaquattrogiorni. «Era
in coma dopo un trauma cranico
ederaassicuratamani epiedi alla
barella con delle lenzuola - rac-
contano i senatori. Aveva solo la
fleboconl’acqua fisiologica. I sa-
nitarici hannospiegatocheerano
inattesa, daunminutoall’altro, di
poterlatrasferireinunaltrorepar-
to per darle assistenza». Ma nel
frattempo la poveretta è rimasta
quattro giorni nella cosiddetta
«piazzetta», un’area-parcheggio
del Dea, dove a volte sostano per
giorni anche trentacinque perso-
neinsieme, inattesadi unletto. «È
unacosachecapitaspesso, del re-
stoil problemadellamancanzadi
posti non è una novità - ammette
ClaudioModini, direttoredel Dea
dell’Umberto I - ma questa don-
na,incomadatregiorni,èstataas-
sistita24oresu24almeglio,conte-
rapia idrica». Diversa la versione
fornita dai vertici del nosocomio
secondo i quali la cinquantano-
venne, seguita già ambulatoria-
mentedallaNeurologia, erafinita
alprontosoccorsoperunaggrava-
mentodellasalute.«Perunemato-
ma subdurale di 9 millimetri, che
nonèstatogiudicatodicompeten-
zaneurochirurgica-spieganodal-
ladirezionegenerale-. Così èsta-
tasottopostaaterapiainfusionale
eperevitareazioniautolesiveepe-
ricolo di cadute è stata assicurata
allesbarredellabarella.Maifami-
liari erano informati sin dall’ini-
ziodellagravesituazioneedeltrat-
tamentoassistenzialeacuiveniva
sottoposta».
Quandoperò ieri pomeriggio il
ministrodellaSalute, RenatoBal-
duzzi, ha inviato al Policlinico
unasquadradiispettoriperchiari-
re questa vicenda, magicamente
èspuntatoancheunlettoelamala-
taèstatatrasferitasubitoinNeuro-
logia. Ma tra gli operatori sanitari
c’è perfinochi si stupisce di tanto
clamore. «Cosa dovevamo fare
con una malata di Alzheimer che
aveva anche un’emorragia cele-
brale? - diceunodi loro. - Èprassi
contenere il paziente per evitare
chepossaautolesionarsi ocadere
dalla barella». Una risposta che
nonpiaceal ministrodellaSalute.
«Fermorestandolevalutazioni di
competenza della magistratura -
replica Balduzzi - non c’è nulla
chepossa giustificare una talein-
degnità: nè il sovraffollamento
del pronto soccorso, nè le restri-
zioni di budget connesse alla ne-
cessitàdi rientrodelleRegioni, nè
altreemergenze».
Il caso è finito anche al vaglio
dellaProcura, inseritonelfascico-
lo dei pm Elisabetta Ceniccola e
Rosalia Affinito sulle disfunzioni
sanitarie romane. Già stamattina
gli inquirenti esaminerannolavi-
cenda. Il Codacons, intanto, esor-
tai familiari delladonnaachiede-
reidannimentreGramaziotuona
controuna«sanitàgestitadaragio-
nieri». PerMarino, invece, èoradi
smetterlacon«lastoriadellapiaz-
zetta, chedurada20anni...». Il se-
natore Stefano Pedica (Idv), infi-
ne, chiede l’intervento dell’Ue:
«Faròpresentiicasidipersoneria-
nimateaterraomalatiincomaab-
bandonatiemalnutritiemiappel-
leròallacomunitàeuropeanel ri-
spettoenei diritti dei malati».
LucaFazzo
Milano Eraaccusatodi unodi quei delitti
peri quali il carcerevieneinvocatoafuror
di popolo, sempreecomunque: violenza
sessuale. Si protestava innocente, ma le
proveasuocaricoeranostateritenutesuf-
ficienti anchedal tribunaledellaLibertà,
cheavevarespintolasuarichiestadiscar-
cerazione. I pesanti toccamenti intimi ai
dannidellesuegiovani vittime, elaperse-
cuzionecui aveva sottopostounadi loro,
procurandosi anche l’imputazione di
stalking, emergevano conchiarezza dal-
ledenunce: anchese, propriodallalettu-
ra delle prove, il ritratto che prende for-
maèquellodi unapersonalitàdifficile, di
unborderlinedaaffidarepiùagli psichia-
tri che ai secondini. Eraincelladall’otto-
bredell’annoscorso. Alledieci di ieri mat-
tina, AlessandroGallelli hachiusolapra-
tica legando la sua felpa alle sbarre della
cella, nell’infermeria psichiatrica di San
Vittore, e impiccandosi con le maniche.
Quando gli agenti si sono accorti di lui,
era già morto. Aveva soloventunanni.
Nontuttoèchiaro, nellamortediGallel-
li. Él’ennesimosuicidioinuncarcereita-
liano, il decimodall’iniziodell’anno: una
media impressionante, uno ogni cinque
giorni. Maèil primochecoinvolgeunim-
putato di reati sessuali, la categoria che
nel carcereoccupail gradinopiùbasso, e
che una volta doveva vivere separata dal
restodei detenuti perevitareleloropuni-
zioni. Ma-equestoèil primopuntooscu-
ro-l’avvocatodi Gallelli, appenaappresa
lamortedel giovane, haraccontatocheil
giovanenegli ultimi tempi erastatoripe-
tutamenteeimpunementepestatoincel-
la, eproprioperquestoavevachiestoeot-
tenuto il trasferimento in infermeria.
L’istituzione-carcere nega tutto, i sinda-
cati degli agenti insorgonocontrol’avvo-
cato, «nonc’èstataalcunaviolenza», ladi-
rezione di San Vittore spiega che il pre-
sunto violentatore era in isolamento e
quindi al riparodaeventuali aggressioni.
Maundatoapparecerto: lecondizioni
mentali del detenutoeranotalmentefra-
gili che ungiudice preliminare aveva di-
spostouna perizia per verificare la com-
patibilitàconil carcere. Propriodurante
l’udienza per affidare la perizia, Gallelli
aveva dato nuovamente fuori di matto,
aggredendole guardie e cercandodi de-
molirel’aula, tantochel’udienzaerasta-
tasospesaepoi rifattaincarcere. Lastes-
saProcurasi eradettadisponibileadaffi-
dare il detenuto a una comunità esterna
al carcere, in una situazione che gli per-
mettesse di curarsi ma lo tenesse lonta-
no dalle sue vittime. Non ce n’è stato il
tempo.
SOLITA STORIA
Scoppia la polemica e
«magicamente» spunta
un letto in neurologia
L’ISPEZIONE A POCHI GIORNI DALLO SCANDALO
Il miracolo del San Camillo, arrivano i politici e la «situazione è in miglioramento»
IL DIRETTORE
«Era assisitita al meglio
Ma succede spesso,
mancano i posti»
Accusato di violenza sessuale, era in attesa di una perizia psichiatrica
SANITÀ CHOC NELLA CAPITALE La denuncia dei senatori Marino e Gramazio scatena una bufera
Roma cura così: in coma legata alla barella
Una paziente da 4 giorni al Pronto Soccorso. Il ministro manda gli ispettori, la Procura apre un’inchiesta
Ai carabinieri chelohannoar-
restato ha detto di averle tagliato
latesta,diaverlaammazzata.Vole-
vafare unsacrificioumano. Tutto
perchè, quando faceva l’amore
conlei, sisentivaimpuroenonriu-
scivapiùateneredentrodisèilsen-
sodi colpa, afarloconvivereconla
fede islamica. Per questo un ma-
rocchino di 30 anni ha provato a
decapitareconuncoltellodacuci-
naunabadante ucrainadi 45, con
la quale aveva una relazione da 3
anni, a Bologna. La donna non è
morta,comeluipensava.Èricove-
rata in rianimazione al Maggiore.
Operata, nonèinimmediatoperi-
colo, ma rischia di restare invali-
da.Ungestofollecompiutodome-
nicanotteinunappartamentodel-
la periferia, di proprietà della no-
vantaduenne che la straniera ac-
cudiva, mentrel’anzianadormiva
enonsièaccortadinulla. Un’azio-
nespiegataconparolefarnetican-
ti ai militari, ai quali l’uomosi èal-
lafine consegnato, quandoormai
era mattina. A Mahfoud Bahi, di-
soccupatoeconunasfilzadiprece-
denti, la Procura contesta il reato
di tentatoomicidiovolontarioag-
gravato dalla premeditazione. Il
sostitutoprocuratorehachiestola
convalidadell’arresto.
BOLOGNA
Marocchino decapita
l’amante ucraina
«Accanto a lei
mi sentivo impuro»
Resta in carcere Salvatore Pa-
rolisi, il caporalmaggioreaccusa-
to di aver ucciso la moglie Mela-
niaRea, il 18aprilescorso: il gipdi
Teramo Marina Tommolini, ieri,
hainfattirespintolarichiestadiar-
resti domiciliari, avanzata dai
suoidifensori, ValterBiscottieNi-
codemo Gentile, motivandola
con la necessità della custodia
cautelare incarcere per la gravità
delreatocommessoeperunasor-
ta di opportunità rispetto al rap-
porto con la figlioletta, visto che
vieneaccusatodi averneuccisola
mamma.Proprioilruolodellami-
norenne è stato di recente citato,
inprevisionedi unasuaprobabile
costituzione di parte civile nel-
l’eventualeprocessoconilritoab-
breviato contro il padre Parolisi.
LostessogipTommolini si appre-
sta,ilprossimo12marzo,avaluta-
relapossibilitàdi concedereaPa-
rolisi lacelebrazionedel processo
peruxoricidiopluriaggravatocon
il rito abbreviato condizionato a
una super-perizia. «Rispettiamo
come sempre il provvedimento
del giudice, dopoaverlettoi moti-
vi valuteremo», si limitaa dire Bi-
scotti. Parolisi, dovrà dunque at-
tendere nel carcere di Teramo la
prossimaudienza.
OMICIDIO MELANIA
Ancora un no
a Parolisi:
resterà in carcere
fino al processo
A 21 anni suicida in cella, i legali: «Era stato picchiato»
Il carcere di San Vittore a Milano
Milano Un caso a San Vittore
EMERGENZA
A destra,
l’ingresso del
Pronto
Soccorso
dell’Umberto I.
Accanto, un
paziente
soccorso a
terra al San
Camillo [Ansa]
Incredibilemavero, adistanzadi pochi giorni
dalloscandalodei pazienti soccorsi perterra,
suletti di fortuna, sembraoratuttoapostoal
Sa Camillo. «Abbiamo riscontrato situazioni
innettomiglioramentoal SanCamilloeal San
Giovanni», hannoinfatti spiegatoIgnazioMa-
rino (Pd) e Domenico Gramazio (Pdl), che ieri
mattina hanno visitato alcuni pronto soccor-
so della Capitale, scoprendo all’Umberto I la
donnadi 59anni legataaunabarellaesenza
nutrizionedaquattrogiorni. Il giroal SanCa-
milloealSanGiovannihaportatonotizieposi-
tive. «Nettimiglioramenti, testimoniatidal fat-
to che, in entrambe le strutture, sono stati
identificati spazi alternativi conaree che po-
trebbero essere attivate dal 1 marzo», dice
Gramazio. «Inoltre - aggiunge Marino - sono
stati bloccati i ricoveri ordinari», come da di-
sposizioni della Regione, per dare respiro ai
pronto soccorso, «incrementando le attività
nel finesettimana».
«Intuttoquesto, dobbiamosegnalarel’estre-
ma dedizione di operatori e medici. Ricordo
per tutti il caso dell’infermiera che, per rag-
giungereil SanCamillodallaStazioneTermi-
ni nel giorno della grande nevicata, si è rotta
tibia, peroneemalleolo. Ammirevole, manon
possiamo lasciare la sanità all’eroismo dei
singoli», concludeMarino, cheinsiemeaGra-
maziopromettedi continuare avigilare.
22 CRONACHE

Martedì 21febbraio2012 il Giornale
GianMarcoChiocci
Laprovareginadelloscandalo
diCalciopolichehadatoillàall’in-
chiestasuMoggi&co(letenuimo-
tivazioni di condanna sono state
resenoteil 6febbraioscorso) èun
video. Che non si trova più. Il fil-
matoritrae, omegliodovrebberi-
trarre, il taroccamentodei sorteg-
gi arbitrali nella stagione
2004/2005. Il dvdgiratoil 13mag-
gio2005nel centrotecnicodi Co-
verciano da uno dei carabinieri
dell’indagineOff Sidehacostitui-
tomaterialeper lacondannaatre
anni col rito abbreviato di Anto-
nio Giraudo e di alcuni arbitri.
Nonsolo.Èstatoutilizzatodalma-
gistratoFrancescoSaverioBorrel-
li,allorainquirentedellaFedercal-
cio,perimbastireilprocessospor-
tivodel2006chehastravoltoilcal-
cio italiano con la retrocessione
dellaJuveelarevocadiduescudet-
ti. Esoprattutto ha rappresentato
ilpernod’accusadeipmnapoleta-
ni Narducci, Beatrice (e poi Ca-
puano) nelle indagini e poi al di-
battimento.
Un documento importantissi-
mo. Peccato, però, chequellafon-
damentale ripresa audio-video
nei fascicoli del rito ordinario e
dell’abbreviatononc’è,nonostan-
tedellasuavisioneabbiaparlatoil
pmnapoletanoStefanoCapuano
nell’ultima udienza, l’9 novem-
bre2011:«Andateavedereilfilma-
toanchevoi, il filmatoparla chia-
ro (...) rappresenta esattamente
quantovergatodalmarescialloZi-
ino, l’hovistoio, erasenzaaudio».
Impossibileperledifeseavereco-
pia dell’originale. Tant’è che la
Corte d’appello di Napoli spiega
che«il filmatodariprodurrenonè
inpossessodi questacancelleria»
mentreil 23gennaio2012, lanona
sezione del Tribunale, sottolinea
cheilvideocel’ha«l’ufficiodiPro-
cura dal 29 luglio 2009». Ce l’ha
dunqueil pm?Ladomandahaun
senso perché la stessa istanza, ri-
volta alla procura, è caduta nel
vuoto. Perchénonesce? Eperché
si èarrivati allecondanne(abbre-
viato, Federcalcio, Napoli) senza
metterlo a disposizione degli im-
putati, lasciandoaquesti ultimi le
fotocopie dei fotogrammi delle
immagini estrapolate dal filma-
to?
Durante la camera di consiglio
delprocessonapoletano, algiudi-
ceCasoriachesecondoalcunein-
discrezioni ne avrebbe preteso la
visione, sarebbe stato risposto
cheno,almomento,nonerapossi-
biledareun’occhiatacomesugge-
rito dal pm. Le difese sono certe
chelasequenzadelleimmaginiri-
versate nel rapporto del mare-
sciallo Sergio Ziino non rappre-
senta il cronologico svolgersi de-
gli eventi di quella mattina. Le fo-
to sono mischiate. Ad arte o per
sbaglio? Quel video è scomparso
dalleaulegiudiziariemaèstatoin
parte trasmesso il 15 dicembre
2009, inunafictionde La7suCal-
ciopoli,pocheoredopolecondan-
nedel ritoabbreviato. Ecosasi ve-
devainquellospezzone?Cheadif-
ferenza di quanto riportato nel
rapporto del maresciallo, dove si
asserivacheerastatoil designato-
rePaoloBergamoaestrarrelapal-
lina «incriminata» dall’urna tra-
sparente davanti a dieci giornali-
sti e altri testimoni (c’era pure un
notaio), a tirar fuori la sfera dello
«scandalo»èstatoinrealtàuncro-
nista. Nel casospecificoRiccardo
Bianchi, dellaProvinciadi Como.
L’interessato,nell’udienzadelpri-
moottobre2010aNapoli,afferme-
rà:«ArrivaiaCoverciano15minu-
ti prima del sorteggio (...). Pairet-
to, come da procedura, ha estrat-
tolepallinaconlepartite, mentre
io ho estratto quelle coi nomi de-
gli arbitri (...). Nessunomi suggerì
di muovere la mano a seconda di
colpi di tosse, e certo Bergamo e
Pairetto non mi indirizzarono in
alcun modo: l’avessero fatto nei
giorni precedenti avrei potuto fa-
reloscoopdellavitaesarei diven-
tatofamoso. Ilsorteggiofuregola-
rissimo». Di questo giornalista
nelrapportononc’ètraccia.Ome-
glio«nellafotonumero9»chelori-
traevieneinvecedefinito«dipen-
denteFigc»cheindossauna«divi-
sa ufficiale della federazione». A
prescindere dal fatto che Bianchi
èinabiticivili, quel cheèpiùgrave
èchevieneimmortalatoacosefat-
te, asorteggioeffettuato, conBer-
gamointentoaleggereilnomedel-
l’arbitro.Mentrenellafotosucces-
siva, la10, si vedeil segretariodel-
lacommissionearbitraleManfre-
di Martino portare le buste per
l’estrazione, aurneancoravuote,
col sorteggio ancora da fare. Per-
ché quest’inversione? Un abba-
glio? Le coincidenze diventano
troppesesi osservanolefotoase-
guire: nella numero «12» il tavolo
èvuoto,leurnevuote,lesedievuo-
te, e dei designatori non c’è trac-
cia. Le buste delle palline portate
in quel momento da Martino so-
no intatte. All’improvviso, dopo
un primo piano di Bergamo (foto
13), eccolafoto14: tutti al loropo-
sto, dietroal tavolo, buste intatte,
urnevuoteeil giornalistaBianchi
pronto.Ilclouarrivaconlafotonu-
mero17quando,scrivonoicarabi-
nieri, «a Bergamo cade sul tavolo
una pallina». Insentenza l’episo-
diodubbiovieneplatealmenteri-
dimensionato.
Il sospetto che l’errata disposi-
zione delle immagini non sia ca-
suale nasce dal fatto che è la se-
quenza delle fotografie estratte
dal video(fantasma) sembrafatta
apposta-adocchi disattenti -adi-
mostrare l’inciucio. Ma come poi
diràil giudiceCasorianel motiva-
relasentenzadicondannadiMog-
gi «che il sorteggio non sia stato
truccatoèemersoinmanierasuffi-
cientementechiaraaldibattimen-
to. Incomprensibilmente il pm si
è ostinato a domandare ai testi di
sfere chesi aprivano, di sfere sco-
lorite, dialtri particolari, seilmec-
canismodelsorteggioperlaparte-
cipazione a esso di giornalista e
notaioerataledaporrei duedesi-
gnatori nell’impossibilità di rea-
lizzare lafrode».
Per la cronaca nessungiornali-
staconvocatoperi sorteggi èstato
interrogato durante le indagini.
Quando sono sfilati al processo
hanno smentito grossolanamen-
teleelucubrazioni degliinquiren-
ti. Che ci voleva ad ascoltarli pri-
ma?Eancora.Suisorteggitarocca-
tiipmforseavrebberofattobenea
dare un’occhiata all’archiviazio-
ne dell’inchiesta di Torino (pm
Maddalena, estate 2004) nata su
ipotesididopingefinitaaipresun-
ti intrallazzi di Moggi, Pairetto e
Giraudo(tutti assolti). Bene: nella
richiesta di archiviazione, poi ac-
colta, si legge: «Èunodei designa-
torichematerialmenteestraedal-
l’urnalapallinadellapartita, men-
tre è materialmente un giornali-
stasportivoaestrarredall’altraur-
nalapallinadell'arbitro(...). Data
la presenza di un notaio e di un
giornalista(mai lostessoper ogni
sorteggio)parefortementeimpro-
babile,senondeltuttoinverosimi-
le ritenere che i sorteggi fossero
truccati». In quell’inchiesta, per
escludere intrallazzi nei sorteggi,
fudeterminante Manfredi Marti-
no,segretariodellaCan(Commis-
sionearbitraledi serieA) cheper i
pm di Napoli rappresenterà, al
contrario, il teste chiave proprio
sui sorteggi. Martino in dibatti-
mentononhafattounagranfigu-
ra.Nellemotivazionivienedefini-
to prima «inaffidabile» e poi pre-
sentato dai pm «come colui che
doveva far luce sulle irregolarità,
quando ha solo prodotto un coa-
cervo di risposte da presa in giro,
tipoilcolpoditossedeldesignato-
reBergamonel bel mezzodel sor-
teggiodell’arbitroCollina,nonim-
putato, per la partita Milan-Juve,
nemmenopresenteneicapidiim-
putazione».
(1. Continua)
Treanni perl’examministrato-
re delegato della Juventus,
condannatoperfrodesportiva
eassociazioneadelinquere
Tre anni e otto mesi in primo
grado per l’ex designatore,
condannatoperistigazioneal-
l’associazioneadelinquere
Due anni e due mesi è la con-
danna di primo grado inflitta
all’ex vicepresidente della Fe-
derazioneitalianagiococalcio
Fra i vari dirigenti condannati
inprimogradoancheil patron
della Fiorentina: un anno e tre
mesi, come al fratelloAndrea
Montecarlo/1 Montecarlo/2
L’exdirettoregeneraledellaJu-
ventus è stato condannato in
primo grado a 5 anni e 4 mesi
per associazioneadelinquere
Pierre Casiraghi picchiato in una rissa a New York
Condannati
Antonio
Giraudo
Paolo
Bergamo
Innocenzo
Mazzini
Diego
Della Valle
Due soci desiderosi di farsi spazio nel
mondodel pokeronline; ungruppodi per-
sonaggi che si diconoamici dell’inconsa-
pevoleAlbertodi Monaco(nellafoto). In-
contri in hotel lussuosi, auto fuoriserie
messe a disposizione gratuitamente. Sono
gli ingredienti di unapresunta«stangata»insal-
samonegascadenunciatadaunimprenditoreeun
ispettoredelCasinòdi LuganoallaprocuradiComo
laqualedaoltreunannoaspettagli esitidi unaroga-
toriadal Principatoper identificarecompiutamen-
teisedicentiamicidel principeregnante:Ste-
phanMorandi, Francois Poher, JeanMarie
Cornutello, Jean Chiavazza, Eric Cicero e
Michel Albert. I sei avrebberoinfatti truffa-
toi duesoci del sito«Extremegamingtour»
facendoloroicrederedipoterorganizzareun
eventoconiquattroicasinòdiMontecarlograzie
aintermediaridapagare, incambiodelvialibera,cir-
ca due milioni di euro. Ma poco dopo l’ultima tran-
che... il progettoprendeil viasuunaltrosito. Escatta
ladenuncia controi sei «amici» di Alberto.
Si fingono amici di Alberto e truffano due pokeristi
Luciano
Moggi
IL DVD DEI CARABINIERI
Il maresciallo scambia
il designatore Bergamo
con un giornalista
DURANTE IL PROCESSO
I legali della difesa
non l’hanno avuto e i
giudici non l’hanno visto
BotteeguaiperPierreCasiraghi(nellafo-
to).Il 24enneterzogenitodellaprincipessa
CarolinadiMonaco,èfinitoinospedalesa-
batoscorsodopounarissascoppiatainun
club di Manhattan. Lo scontro sarebbe
scoppiatoquandoil principe si è avvicinato
conungruppodi amici, frai quali l’ex fidanzato
di ParisHiltonStavrosNiarchosIII, al tavolodel pa-
drone del locale Jeffrey Jah, che stava ballandocon
l’imprenditore Adam Hock e alcune modelle. A
quel punto«èscoppiatol’inferno-hannoracconta-
toalcunitestimonialNewYorkPost-.Ilprinci-
pe è stato scaraventato con uno spintone
dall’altrapartedellastanzaecadendosièfe-
ritoal viso». Casiraghièstatoportatosubito
al Presbyterian/Weill Cornell Medical Cen-
ter per essere medicato. Hock, accusato del-
l’aggressione, davanti alla Corte Penale di
Manhattanhadettochelavittimaeraluiperchésista-
vasolodifendendodalleprovocazioni.«Pierresièav-
vicinatoaltavoloel’uomolohaattaccatosenzamoti-
vo», diconoinvece gli amici del principe.
MOVIOLA La freccia indica il giornalista alle prese col sorteggio ma, come si legge, viene spacciato per «dipendente Figc». La foto successiva è chiaramente precedente al sorteggio, così come la terza col tavolo vuoto
LA SEQUENZA
LA CONTROINCHIESTA I documenti
Calciopoli, il giallo
del video-fantasma
sparito in procura
Era la prova regina contro Moggi ma nelle immagini dei sorteggi
arbitrali recuperate dal «Giornale» ci sono strane incongruenze
IN TRIBUNALE Luciano Moggi al processo di Napoli [Lapresse]
CRONACHE 23
Martedì 21febbraio2012 il Giornale
MaurizioAcerbi
Il piccolo Filippo ha le sue ra-
gioni.Cambiarebandieracalcisti-
ca, così sui duepiedi, per qualche
risultatostortodellapropriasqua-
dra del cuore, è una cosa che non
si fa. Altrimenti, si rischia di fare
come tanti che, a seconda della
convenienza,salgonovelocemen-
tesulcarrodeivincitoriealtrettan-
torapidamente sonopronti a pu-
gnalarti non appena ti giri. L’im-
portante, però, è che Filippo non
facciadi questaovvietàunarigida
regoladi vitaperchédavanti al ve-
rificarsi di certi fatti chesi ritengo-
no importanti, si può arrivare a
cambiare idea perfino nel calcio.
E’ successoancheame, anchese,
adonordelvero, nonhocambiato
squadra ma campionato. Schifa-
todalmarcioemersoduranteCal-
ciopoli,hosmessodiseguirelaSe-
rie A e mi sono buttato sulla Pre-
mier inglese. Dopo che il famoso
scandaloha scoperchiatociò che
tutti gli sportivi italiani sanno, mi
sonosentitotradito (per nondire
presoingiro)dal sistemaehodet-
to basta. Così, ho fatto il grande
passoeora, daqualcheanno, vivo
letteralmente per il Manchester
United, squadra che ho sempre
amato fin dalla gioventù ma che
ora è diventata un’ossessione co-
me, purtroppo, saanchemiamo-
glie; l’Italiaelesuebeghesonoun
lontano ricordo, così come la tua
Interchehoseguitoper anni eper
laqualenutroorasolounsempli-
ceaffetto. Acolorochemi chiedo-
no conto del grande passo, ho
sempre spiegato che tutti abbia-
moilsacrosantodirittodicambia-
re idea, nelle piccole come nelle
grandi cose; guai se nonfosse co-
sì.IononlapensocomeMontanel-
lichesosteneva, duranteunfamo-
so fondo pubblicato su questo
quotidianoche, avolte, nellavita,
occorraturarsiilnaso.No,nonesi-
stonocompromessi. Seunproget-
to, unidealeounsentimentoven-
gono meno, è giusto che uno ab-
biail dirittodimodifica-
re idea. Nella politica,
nell’amore e, perché
no, anche nel calcio. E
per farlo, sia chiaro, ci
vuolecoraggio.
Del resto, col passare
degli anni, si modifica
ancheil nostromododi
essere e pensare. Se il
compagnodellatuavita
non si rivela più quel
principe azzurro che
eraquandol’hai sposa-
to, perchétirareperica-
pelli un rapporto che
non esiste più solo per-
ché «altrimenti chissà
cosadiràlagente»? Seil
partito politico che hai
sempresostenutotradi-
sce i tuoi ideali, perché
votarlo«così nonvinco-
no gli altri»? Perché se
uno che ha vissuto sen-
za l’ombra di Dio deci-
de, magari in punto di
morte, di avvicinarsi al-
la fede, viene visto co-
me un opportunista? Il
filosofoJoubertsostene-
va che «coloro che non
cambianomai leproprieopinioni
si amano più di quanto amino la
verità». Sarebbe bellocheFilippo
facessesue, dagrande, questesa-
crosantee coraggiose parole.
NinoMateri
Non cambiare squadra del
cuore. Mai. Neanchese, percolpa
della squadra, rischi di dover tra-
piantare il cuore con
un pacemaker. È solo
questo tipo di assoluta
intransigenza che di-
stingue un finto tifoso
da un tifoso vero. Alla
primacategoriaappar-
tiene il tifoso-infame
delBarSport,avvelena-
tonellostomacodal ri-
sentimento vigliacco
controlapropriasqua-
dra perdente. Tifoso
dalla colica facile, co-
me se avesse appena
mandatogiùunaLuiso-
na (la terribile brioche
scaduta descritta da
StefanoBenni). Allase-
condacategoriaappar-
tiene il tifoso-coerente
che non si fa condizio-
nare dalle sconfitte,
comprese le più umi-
lianti (come le tre «pe-
re»preseincasadall’In-
ter del piccolo Filippo
controil Bologna). Il ti-
foso-doc continua a
sventolare la propria
bandiera anche se il
manico si spezza sul
piùbello. Alcolizzati di
calciocuiil fineperlagedelcalcio-
champagne interessa poco: loro
bevonoil nettaredel proprioclub
anche se dal campo sgorga unvi-
nacciodiventatoormaiaceto.Tut-
toilcontrariodelbel calciodel Ve-
ronadimisterBagnolinellastagio-
ne ’84-’85, della Sampdoria della
coppiaVialli-Mancininelcampio-
nato’87-’88,delNapolidiMarado-
na nel 1989. Facile tifare per loro.
Troppo comodo salire sul carro
dei vincitori. Il bello del tifo «per
sempre» è che invece ti fa vedere
lospettacoloanche quandoi tuoi
campioni giocano da schifo. Non
manca qualche controindicazio-
ne. Ad esempio il tifoso-a-senso-
unicoè, tendenzialmente,unsog-
gettodaprendereconlemolle(ol-
tre che per i fondelli). Uno che,
spesso, nega l’evidenza: quando
l’arbitro regala alla sua squadra
unrigoresostieneche«erasacro-
santo»; ma quando l’arbitro nega
un penalty sacrosanto alla squa-
draavversariagiuracheera«inesi-
stente». Il tifoso-monoclub inol-
tre è, quasi sempre, sprovvisto di
autoironia: se a uno juventino fai
unabattutasucalciopoli eMoggi,
lui ti risponde chetua sorella fa la
prostituta. Così come se a un ne-
razzurrodicichel’Interhanelpal-
maresunoscudettodicartone, lui
ribatte che tu hai un fratello gay.
Maabenguardareil tifocalcistico
è solo una metafora di qualcosa
che riguarda la vita nel suo com-
plessoe-scusateilparolone-la«fi-
losofia»dellanostraesistenza. Es-
sere pronti a cambiare casacca e
bandiera, innomedi unbiecoop-
portunismo, è infatti quanto di
piùignobilepossaaccadere.Unti-
po di involuzione, però, sempre
piùdiffuso.Bastaguardareilmon-
dodellapolitica doveimperversa
il «fregolismo»: gente che cambia
«vestito» passando da uno schie-
ramento all’altro solo per meglio
passareallacassa.Peruntifoparti-
giano i soldi non sono mai suffi-
cienti.
DomenicoFerrara
Si potrebbe definire un decreto di
espulsione, unavvisodi sfrattoounami-
naccia. Una cosa però è certa: gli amanti
di Twitter non ne possono più di quegli
utenti che si iscrivono senza conoscerne
le regole. E lo hanno fatto presente con
l'hashtag (una sorta di parola chiave che
rappresentaunargomentosucui chiun-
quepuòdirelasuain140caratteri) #Tor-
nateSuFaceBook, balzatoal primoposto
della classifica dei «trend topic» italiani.
Insomma,èstatoiltemaprincipale,quel-
lo più discusso su Twitter. Una richiesta
perentoria quella degli utenti piùesperti
del sito di microblogging che accusano
gli«ignoranti»dinoncapirenulladelmez-
zoediutilizzarloallostessomododiFace-
book.Cheèunpo’comeguidareunamac-
chinacosì come si guidauna moto.
Ma la differenza tra i due social
networkc'è.SeFacebookèungiardinore-
cintato, Twitter èpiùunacittàaperta. Sul
social network di Zuckerberg i contatti
hanno una relazione paritaria, foto e vi-
deosonoil cuorepulsantedi ogni profilo,
mentresullacreaturadiJackDorseydeci-
di tuchi seguire, il rapportoèasimmetri-
co, non c'è «amicizia» e foto e video non
sonoilfioreall'occhiellodelmezzo.Ilpez-
zo forte del cinguettìo è l'essenzialità, la
possibilitàdicostruireunfilo,unadiscus-
sionesucui tutti possanodire la loro. In-
somma, gli utenti di Twitter sono diversi
da quelli di Facebook. E forse si sentono
ancheunpo’ superiori.
Glisvariatimessaggichesonostatiscrit-
ti lodimostrano. Alcuni sonoinviti paca-
ti, altri sono vere e proprie minacce, ma
tutti hannocomefiloconduttorequel pe-
rentorio#TornateSuFaceBook.Pietroraf-
fa prende in giro quegli
utentichenonhannocapi-
toche«si rispondeai twe-
et cliccandosuRisposta, e
non lanciando un nuovo
tweet acaso». PamelaFer-
rarascrive: «Seavetebiso-
gnodi affetto, senonpote-
te fare a meno del "buon-
giorno"edella"buonanot-
te" tornate su Facebook». Alcuni se la
prendono con chi «pubblica 3000 foto
cheinmutandeubriachi», altri attaccano
coloro che si iscrivono solo per «vedere
cosa fanno i Vip». Poi c'è chi
sperachel'iniziativapossafa-
re «pulizia di quelli che non
capiscono come funziona
Twitter». Reg prende in giro
chi è convinto che anche su
Twitter ci sia la chat, mentre
LeeAnn77 vuol espellere chi
pensa che twitter sia «uno
strumentodi rimorchio2.0».
Marco Patriarca invece vor-
rebbe sfrattare coloro che
«non capiscono quanto sia-
noessenziali 140 caratteri».
Tuttavia, l'iniziativa non è
piaciuta a tutti: alcuni l'han-
no considerata «anti-demo-
cratica»ehannoparlatodi«snobismodel-
la peggior specie» e «squadrismo». E c'è
chi hagiàcreatounhashtagconcorrente:
#tornatesutwitter...
Faccia simpatica e parlantina sciolta. Filippo, 9 anni,
tifosointerista,èdiventatoilvoltopulitoeautoironicodel
calcio italiano. Lui che, dinanzi alla stagione (più nera
cheazzurra)dellasuasquadradel cuore, domenicascor-
sahareagitomostrandodallegradinatadiSanSirouncar-
tellomoltopiùdivertentedi unabattutadi GeneGnocchi:
«Potetevincere?Altrimenti ascuolami prendonoingiro.
Grazie.Filippo».Einvece,adessereringraziato,deviesse-
retu, caroFilippo. Peraveredatoatutti unalezionedi sti-
le. Unostilegiustamenteapprezzatodallasocietàdi Mo-
ratticheinfatti hainvitatoFilippoallaPinetinadoveil ba-
bytifosoèstatoaccoltodacapitanZanettichegliharegala-
tounamagliettafirmata.Ancheglijuventininonsonosta-
tidamenoinfattodiironiaeglihannorispostoconuncon-
tromanifestoespostoallostadioMeazza: «Filippoocam-
bi squadraocambi scuola». Unbottaerispostacheinne-
scaunadomanda-chiave: macambiaresquadradel cuo-
reèundiritto?Unaprovadiviltàodicoraggio?Pallaacen-
troeviacol dibattito.
DIVORZIO
Quando una passione
ti delude, è giusto
cercarne un’altra
Èvietato
LEGAME
Il tifoso-doc sventola
la bandiera anche se
precipita all’inferno
SUPERFILIPPO E IL SUPERCAPITANO
Javier Zanetti, il capitano nerazzurro con Filippo, il tifoso
interista di 9 anni che a San Siro ha esposto il cartello (in
basso a sinistra) che rappresenta un attestato di fedeltà
calcistica. Sotto a destra la simpatica risposta degli juventini
Il club del cuore
è come la mamma
Si ama per sempre
Èpermesso
Ma si può cambiare squadra?
Tifavo per l’Inter,
ora mi fa sognare
solo il Manchester
SCOPPIA IL DERBY DEI SOCIAL NETWORK
Il popolo di Twitter e il razzismo anti Facebook
Un utente lancia lo slogan «Tornate sul vostro sito», e scoppia la discussione. I rivali: «Siete degli snob»
26

Martedì 21febbraio2012 il Giornale
RodolfoParietti
Evitare l’ennesimorinvio. Mostra-
reunità d’intenti. Chiudere finalmen-
telapartita. Èconquestitreimperativi,
scanditicomeunmantra,cheiministri
finanziari dell’Eurogruppo hannoda-
toieri il viaal verticedacui deveuscire
la concessione della seconda tranche
diaiutiallaGrecia.L’ottimismodellavi-
giliasul buonesitodel negoziatononè
mai venuto meno durante la giornata
(le Borse hanno chiuso in rialzo, con
Milanoa+1%espreadincaloa351pun-
ti), maintardaserataancoramancava
lafirmaaun’intesachedovrebbearri-
vareentrolanotte,salvorottureimpre-
viste.
I punti ancora dadefinire, del resto,
noneranodi pococonto. Atenesi èse-
dutaal tavolodelletrattative(per l’Ita-
liapresenteilpresidentedelConsiglio,
MarioMonti) dopoaverfattoi compiti
acasa, grazieall’individuazionedeita-
glinecessariareperirei325milioniche
ancoramancavanoall’appellonelma-
xi-pianodi austerity (unamanovra da
3,3 miliardi), duramente contestato
dallapopolazioneenonapprovatodal
partito di destra che appoggiava il go-
verno di coalizione. E consapevole di
aver adempiuto alla richiesta dell’Eu-
ropadi unimpegnoscrittodapartedei
principali leader politici ad applicare
lecondizionidelsalvataggio,anchedo-
poleelezionidiaprile.Mailpremierel-
lenicoLucasPapademossièsubitotro-
vatodi fronteunprimoostacolo, forse
non calcolato: l’Olanda, spalleggiata
per la verità senza molta convinzione
daGermaniaeFinlandia,sièimpunta-
tasullanecessitàdirenderepermanen-
telapresenzadellatroikaUe-Bce-Fmi
nellacapitalegreca. Unarichiestatesa
afarperdereulterioresovranitàaunPa-
ese, di fatto, datempocommissariato.
Epretesadopocheieri Ateneavevagià
abbassatoil capo, dicendosì allacrea-
zionedi uncontobloccatoconcuisarà
gestitaunapartedegliaiutidestinataal-
l’esclusivo rimborso dei titoli di Stato.
Che è come dire: «Visto come vi siete
comportati,noncifidiamodicomege-
stirete i nostri soldi». Anche in questo
caso, si trattadi un’ingerenzamai vista
nellasovranitàdellagestionefiscaledi
unanazionedel clubdi Eurolandia.
L’aspetto più delicato, quello che
con buona probabilità ha impedito
unarapidarisoluzionedelvertice,èpe-
ròquelloche attiene l’ammontare del
bailout. Il presidente dell’Eurogrup-
po, Jean-Claude Juncker, è statochia-
ro:l’aiutopromessoallaGrecianonpo-
tràinalcuncasosuperarei 130miliar-
di.IlproblemaècheAtenenonriuscirà
a centrare, come richiesto, l’obiettivo
di riportare il rapporto debito-Pil al
120%(adesso è al 160%) entro il 2020.
All’appello,tenutocontoanchedell’in-
tesaraggiuntaconicreditoriprivatisul-
la ristrutturazione del debito (perdita
del 70%del capitale, interessedel 3,5%
sui sirtaki-bond di nuova emissione)
mancherebbeunacifracompresatrai
cinqueeidiecimiliardi. Comereperir-
la? Il nodononèsemplice dascioglie-
re.AncheperchéilFondomonetariosi
è «sfilato» dall’accordo raggiunto lo
scorso anno in base al quale l’organi-
smo guidato da Christine Lagarde
avrebbe dovuto versare un terzo del
prestito. Lo sforzo finanziario del Fmi
potrebbe invece limitarsi a soli 13 mi-
liardi, a causa delle pressioni di Paesi
come Usa, Brasile, Russia, India e Ci-
na, che nonvedono di buonocchio la
forteesposizioneneiconfrontidell’Eu-
ropa.
Leipotesi indiscussioneperrisolve-
reilproblemasonotre: laprimaèlega-
taallapossibilitàchei creditori privati
accettinounhaircutsuperioreaquan-
to pattuito, opzione che Papademos
ha direttamente trattato a Bruxelles
conlebancheprivate; lasecondapre-
vede una contribuzione del settore
pubblico,ovverodellebanchecentrali
nazionali e/o della Bce; l’ultima, l’ac-
cettazionedapartedeiPaesidell’Euro-
zonadiuntagliodeirendimentisuipre-
stiti.
Pierluigi Bonora
Svolta in vista, per certi versi
clamorosasesi guardaal passato,
incasaFiat.Riguardal’inserimen-
tonel consigliodi amministrazio-
ne, inscadenzaadaprile, di unao
più donne. Sarebbe la prima vol-
ta, se il presidente del Lingotto,
nonché azionista, John Elkann,
deciderà in tal senso. A Torino si
sta lavorando per un’apertura in
questa direzione. La norma sulle
quoterosa, che proprioieri haot-
tenuto il via libera dalla Consob,
prevede infatti che l’ingresso di
componenti donne nei cda delle
societàquotate siavincolante dal
12agosto.
SiccomelaFiatrinnoveràilpro-
prioconsiglioinaprile,inoccasio-
nedell’assembleadei soci convo-
cata mercoledì 4, potrebbe tran-
quillamente saltare un turno e
adeguarsi alla norma nel 2015.
Elkann, però, non nuovo alla rot-
tura degli schemi, starebbe già
sondando le possibili candidate.
Quantesarannoledonnenelnuo-
voboarddipenderàanchedal nu-
mero dei membri (ora sono 15 e,
inquestocaso, a termini di legge,
le«quoterosa»avrebberodirittoa
treposti, ovverosia il 20%).
Leintenzionidelpresidentesul-
la lista dei membri, insieme alle
eventuali conferme o meno dei
consiglieriuscenti(sicura,aquan-
tosembra,èquelladiLucadiMon-
tezemolo)forsesononotesoloal-
l’amministratore delegato Sergio
Marchionne.Stadifattochel’anti-
cipata (e poi d’obbligo) apertura
del cdaal gentil sessosaràunave-
ra mossa controcorrente. «Nonè
nelle abitudini di casa Agnelli la
presenza di donne nella stanza
dei bottoni della Fiat
-affermaal Giornale
Maria Sole Agnelli,
sorelladiGianni,se-
condaazionistanel-
l’accomandita e, so-
prattutto, prima donna a essere
entrata nel consiglio degli acco-
mandatari -; nonci sonomai state
donne dirigenti. Al contrario, ab-
biamo sempre avuto delle
ottimesegretarie.Eso-
prattutto molto po-
tenti». Maria Sole
aggiunge anche
di non vedere, in
questo momen-
to, figure femmi-
nili nell’ambitofa-
miliare che potreb-
bero essere prese in
considerazione dal nipote
John. «Nella famiglia - conclude-
cisonoinvecetantebravestuden-
tesse». Top secret, dunque, sulle
intenzioni di Elkann alle prese
conbentrerinnovidicda,tuttipri-
ma del fatidico 12 agosto: oltre a
Fiat Spa, nuovi board anche per
FiatIndustrial(assembleail5apri-
le) ed Exor (il 29 maggio). E pro-
prio la cassaforte Exor ha visto
esordire, nel cda in uscita, una
donna: lamanager franceseChri-
stine Morin Postel. «La scelta dei
membri del cda Fiat - spiega una
fonte-èsemprestatadecisainfun-
zione delle simpatie dell’azioni-
sta, degli appoggi che una perso-
nagarantisce, maanchedellasua
competenza,propriocomenelca-
sodi Marchionne».
PIAZZA AFFARI
Valore %
FTSEMIB 16.724,220 1,07
FTSEItaliaAll Share 17.715,050 1,04
FTSEItaliaMid Cap 20.201,510 1,26
FTSEItaliaStar 10.650,910 0,49
I migliori Valore var% su rif. I peggiori Valore var% su rif.
1) MilanoAss 0,349 24,33
2) Invest e Sviluppo 0,495 20,73
3) Gabetti 0,132 20,00
4) Aedes 0,127 19,81
5) MilanoAss Rsp 0,326 18,02
1) Acotel Group 36,680 -6,74
2) Mid Industry Capital 9,005 -5,01
3) Centrale del Latte To 1,911 -3,48
4) Immsi 0,608 -3,34
5) Ima 13,150 -3,31
NEWYORK DowJones 12.949,900 -
NEWYORK Nasdaq 2.951,780 -
LONDRA FTSE 100 5.945,250 0,68
FRANCOFORTE Dax 30 6.948,250 1,46
PARIGI Cac 40 3.472,540 0,96
TOKYO Nikkei 225 9.485,090 1,08
ZURIGO SMI 6.242,990 0,09
DOLLARO Americano 1,327 0,81
STERLINA Inglese 0,836 0,64
FRANCO Svizzero 1,208 -0,07
YEN Giapponese 105,470 1,04
DOLLARO Australiano 1,230 0,60
DOLLARO Canadese 1,316 0,50
CORONA Danese 7,434 0,01
B
O
R
S
E
E
S
T
E
R
E

C
A
M
B
I
BOARD DA RINNOVARE, IL PRESIDENTE PRONTO AD ANTICIPARE LA NORMA SULLE QUOTE
Fiat e la svolta «rosa», Elkann valuta le candidate al cda
Prima volta nella storia del Lingotto. Maria Sole Agnelli: «Non è nostra abitudine avere donne ai posti di comando»
IL NODO
Assegno di 130 miliardi
ma ne servono altri 5-10
per far quadrare i conti
120% 3,3
Amsa S.p.A.
Azienda milanese servizi ambientali
Via Olgettina, 25 - 20132 Milano
tel. 02/27298.970-361-316-897-417 -
telefax 02/27298.465 - www.amsa.it
ESTRATTO DI BANDO DI GARA
Amsa S.p.A. indice Procedura Aperta n°
3/2012 (CIG 38511483DD), ai sensi del
D.Lgs. n. 163/06 e s.m.i., tramite asta
elettronica con le modalità indicate nel di-
sciplinare di gara, per la fornitura di n. 14
compattatori scarrabili da 20 mc e n. 20
contenitori grande capacità a cielo aperto,
nelle tipologie e quantità indicate all’art. 1
del Capitolato Speciale d’Appalto. Importo
complessivo a base di gara: € 343.000,00
IVA esclusa. Documenti di gara disponibili
presso il sito www.pleiade.it/amsa, all’in-
terno dell’apposita area di gara. Offerta
economica da formularsi on-line, con le
modalità indicate nel Disciplinare di gara.
Termine ricezione offerte: 19/3/2012 ore
12,00. Il Bando integrale è stato inviato
alla Gazzetta 8f¿ciale dell’8nione (uropea
in data 7/2/2012.
RACCOLTA ED IGIENE DEL SUOLO
IL RESPONSABILE
(Mauro de Cillis)
Amsa S.p.A.
Azienda milanese servizi ambientali
Via Olgettina, 25 - 20132 Milano
tel. 02/27298.970-361-316-897-417 -
telefax 02/27298.465 - www.amsa.it
ESTRATTO DI BANDO DI GARA
Amsa S.p.A. indice Procedura Aperta n° 6/2012
(CIG 38781384B7), con modalità telematica, ai
sensi del D.Lgs. n. 163/06 e s.m.i. e secondo la
procedura prevista dal DPR 207/2010 e s.m.i.,
per il servizio di recupero automezzi del parco
veicolare Amsa in panne nel territorio del Co-
PXQHGL0LODQRHFRPXQLOLPLWUR¿HFRQVHJXHQWH
traino/trasporto ai dipartimenti aziendali di ap-
partenenza e traino/trasporto degli automezzi
Amsa fra i diversi dipartimenti aziendali e dai
GLSDUWLPHQWL D]LHQGDOL DG RI¿FLQH HVWHUQH GL UL-
parazione. Importo complessivo a base di gara:
€ 278.110,00 I.V.A. esclusa. Periodo: due anni
dall’inizio del servizio. Documenti di gara dispo-
nibili sul sito www.pleiade.it/amsa - all’interno
dell’apposita area di gara. Termine ricezione of-
ferte: 22/03/2012 ore 12,00. Il Bando integrale
qVWDWRLQYLDWRDOOD*D]]HWWD8I¿FLDOHGHOO¶8QLRQH
Europea l’8/02/2012.
RACCOLTA ED IGIENE DEL SUOLO
IL RESPONSABILE
(Mauro de Cillis)
LA CRISI DEL DEBITO Il vertice dell’Eurogruppo
La Grecia si arrende, gli aiuti a un passo
Atene accetta di perdere un altro pezzo di sovranità: sarà un conto bloccato a gestire i fondi
OTTIMISTI
I mercati
hanno chiuso
la giornata di
ieri in rialzo
sulla
scommessa
che dal vertice
dell’Eurogrupp
o uscirà
l’intesa sugli
aiuti da 130
miliardi di euro
alla Grecia
[Reuters]
AZIONISTA
Nel tondo, il presidente di Fiat ed
Exor, John Elkann, alle prese con
il rinnovo di tre consigli di
amministrazione: Fiat Spa, Fiat
Industrial e la holding Exor
[LaPresse]
É l’obiettivo di rapporto debi-
to-Pil acui laGreciadovrebbe
arrivareentroil 2020: maAte-
nenonriusciràacentrarlo
IL CONSIGLIO
Gian Maria
Gros-Pietro*
Virgilio
Marrone
Vittorio
Mincato*
Mario
Zibetti*
Pasquale
Pistorio*
Tiberto
Brandolini
d'Adda
René
Carron*
Ratan
N. Tata*
Presidente
John Elkann
Amministratore
Delegato
Sergio
Marchionne
Segretario
del consiglio
Franzo Grande
Stevens
I consiglieri
Andrea
Agnelli
Luca
Garavoglia*
Carlo Barel
di Sant'Albano
Roland
Berger*
LucaCordero
di Montezemolo
*Amministratori
indipendenti
Él’entità, inmiliardi, del maxi
piano di austerity richiesto al
governo greco per concedere
lasecondatranche di aiuti
Economia
ECONOMIA 27
Martedì 21febbraio2012 il Giornale
FONDI ESTERI ARMONIZZATI UE
MEDIOLANUMBEST BRANDS- CLASSI MEDIOLANUM
ValoreinEuro
Quotazioni del 17-02-2012
EuroCore FixedIncome EuroInst.BClass 15,19
U.S. Large Companies EuroInst.BClass 8,19
U.S. Small Companies EuroInst.BClass 10,62
EmergingMarkets Equity EuroInst.BClass 25,38
JapanEquity EuroInst.BClass 6,91
PanEuropeanEquity EuroInst.BClass 10,76
Global Dev. Markets Equity EuroInst.BClass 7,73
European(ex U.K.) Equity EuroInst.BClass 11,43
PanEuropeanSmall Cap EuroInst.BClass 15,93
Pacific Basin(ex Japan) Equity EuroInst.BClass 23,16
U.K. Equity EuroInst.BClass 10,25
Quotazioni inEuro del 20-02-2012 Precedente
CHNorthAmerican Equity - Med. L 5,026 5,060
CHEuropeanEquity - Med. L 4,166 4,142
CHItalianEquity - Med. L 3,426 3,385
CHGermanyEquity - Med. L 4,279 4,226
CHSpainEquity - Med. L 5,833 5,780
CHPacific Equity - Med. L 5,130 5,117
CHEmergingMarkets Equity - Med. L 8,348 8,323
CHEnergy Equity - Med. L 7,047 7,073
CHCyclical - Med. L 4,130 4,127
CHCounter Cyclical Equity - Med. L 3,247 3,266
CHFinancial Equity - Med. L 2,461 2,459
CHTechnology Equity - Med. L 2,221 2,239
CHLiquidity Euro- Med. L 6,703 6,702
CHLiquidity Us Dollar - Med. L 4,141 4,180
CHEuroIncome - Med. L-A 7,292 7,288
CHEuroIncome - Med. L-B 4,973 4,971
CHInternational Income - Med. L-A 5,544 5,608
CHInternational Income - Med. L-B 5,487 5,549
CHEuroBond- Med. L-A 8,289 8,270
CHEuroBond- Med. L-B 5,878 5,864
CHInternational Bond - Med. L-A 6,173 6,232
CHInternational Bond - Med. L-B 6,087 6,145
CHInternational Equity - Med. L-A 5,440 5,448
CHFlexible Fund- Med. L-A 4,953 4,923
CHNorthAmerican Equity Med. S 6,667 6,712
CHEuropeanEquity - Med. S 7,252 7,211
CHItalianEquity - Med. S 6,044 5,972
CHGermanyEquity - Med. S 8,355 8,252
CHSpainEquity - Med. S 12,936 12,819
CHPacific Equity - Med. S 6,911 6,894
CHEmergingMarkets Equity - Med. S 18,962 18,905
CHEnergy Equity - Med. S 13,971 14,024
CHCyclical - Med. S 8,513 8,507
CHCounter Cyclical Equity - Med. S 6,876 6,915
CHFinancial Equity - Med. S 4,878 4,873
CHTechnology Equity - Med. S 5,420 5,464
Quotazioni inEuro del 20-02-2012 Precedente
CHLiquidity Euro- Med. S 12,454 12,453
CHLiquidity Us Dollar - Med. S 8,329 8,407
CHEuroIncome - Med. S-A 12,997 12,991
CHEuroIncome - Med. S-B 9,744 9,739
CHInternational Income - Med. S-A 11,028 11,154
CHInternational Income - Med. S-B 10,921 11,046
CHEuroBond- Med. S-A 14,608 14,575
CHEuroBond- Med. S-B 11,218 11,192
CHInternational Bond - Med. S-A 12,275 12,393
CHInternational Bond - Med. S-B 12,114 12,230
CHInternational Equity - Med. S-A 7,132 7,144
CHFlexible Fund- Med. S-A 9,698 9,640
CHSolidity &Return - Med. S-A 10,507 10,492
CHNorthAmerican Equity Med. Lcop. 6,878 6,869
CHEuropeanEquity - Med. Lcop. 5,941 5,898
CHPacific Equity - Med. Lcop. 4,931 4,885
CHInternational Income - Med. L-Acop. 7,182 7,190
CHInternational Income - Med. L-Bcop. 5,498 5,507
CHInternational Bond - Med. L-Acop. 8,634 8,647
CHInternational Bond - Med. L-Bcop. 6,932 6,942
CHInternational Equity - Med. L-Acop. 6,295 6,276
CHNorthAmerican Equity Med. Scop. 13,549 13,531
CHEuropeanEquity - Med. Scop. 11,736 11,652
CHPacific Equity - Med. Scop. 9,737 9,646
CHInternational Income - Med. S-Acop. 12,664 12,681
CHInternational Income - Med. S-Bcop. 10,846 10,862
CHInternational Bond - Med. S-Acop. 15,097 15,125
CHInternational Bond - Med. S-Bcop. 13,068 13,092
CHInternational Equity - Med. S-Acop. 12,480 12,443
CHSolidity &Return - Med. S-B 10 10
Legenda: A=ad accumulazione dei proventi; B=a distribuzionedei proventi; cop.=coperta
PORTFOLIOFUND- CLASSI MEDIOLANUM
ValoreinEuro
Quotazioni del 17-02-2012 16-02-2012
EuroequityOpportunità 4,622 4,605
Euroequity Sviluppo 4,925 4,903
Euroequity Protezione 6,648 6,643
Eurobond Opportunità 7,192 7,193
Eurobond Sviluppo 6,863 6,865
Eurobond Breve Termine 6,804 6,806
Azionario Intraprendenza 3,498 3,485
Azionario Dinamismo 3,773 3,756
Azionario Protezione 5,952 5,948
Obbligazionario Crescita 7,019 7,020
ObbligazionarioModerazione 6,742 6,744
Obbligazionario Liquidità 6,703 6,705>
Balanced 5,057 5,045
Country 3,716 3,699
Dynamic 4,526 4,509
Moderate 5,432 5,425
Opportunity 4,122 4,108
Prudent 6,249 6,250
Sector 3,678 3,657
Azionario Fedeltà 1,914 1,914
Azionario Intraprendenza bis 4,301 4,286
Azionario Dinamismo bis 4,330 4,311
Obbligazion. Evoluzione bis 5,292 5,289
Obbligazion. Crescitabis 5,643 5,644
Obbligazion. Moderazionebis 5,577 5,579
Obbligazion. Breve Termine bis 5,555 5,556
Obbligazion. Stabilità bis 5,525 5,527
Balanced bis 5,126 5,113
Country bis 4,333 4,313
Dynamic bis 4,931 4,913
Moderate bis 5,443 5,435
Opportunity bis 4,499 4,484
Prudent bis 5,527 5,529
Sector bis 4,582 4,557
Opportunità 2012 4,782 4,782
FONDI ASSICURATIVI UNIT LINKED
Tel. 02-78.33.01 Internet: http://www.willerfunds.com
Distributori: Morval Sim(Milano-Torino)
Quotazioni del 17-02-2012
WillerequityEurope (Euro) 16,97
WillerequityNorthAmerica (Usd) 24,72
WillerbondEuropeanCurrencies (Euro) 25,88
WillerbondCapital $us (Usd) 32,43
WillerequitySouthEast Asia (Usd) 31,55
WillerequityJapan (Jpy) 1397
Willerequity Latinamerica (Usd) 98,86
Willerequity Greater China (Usd) 13,21
WillerequityRussiaandEasternEurope (Usd) 29,89
WillerequityTradeWinds (Euro) 12,45
WillerequityItaly (Euro) 11,72
Willer AbsoluteReturnP (Euro) 95,15
Quotazioni in Eurodel 20-02-2012 Precedente
POActive 100FundS 8,487 8,501
POActive 80FundS 8,410 8,429
POActive 40FundS 9,681 9,704
POActive 10FundS 10,201 10,232
POAggressive FundS 8,640 8,659
POAggressive FundSH 8,444 8,416
POAggressive Plus FundS 9,056 9,071
POAggressive Plus FundSH 8,908 8,886
Quotazioni in Eurodel 20-02-2012 Precedente
PODynamic FundS 9,237 9,250
PODynamic FundSH 9,197 9,180
POBalancedFundS 9,774 9,781
POBalancedFundSH 9,838 9,824
POModerate FundS 10,168 10,172
POModerate FundSH 10,248 10,238
POLiquidity FundS 11,024 11,023
POLiquidity FundSA 11,114 11,112
US CollectionMed. L 3,610 3,600
EuropeanColl Med. L 4,752 4,730
Pacific Coll Med. L 5,192 5,197
EmMarkets Coll Med. L 10,151 10,131
GlbTechColl Med. L 1,797 1,797
EuroFixedIncome Med. L A 5,883 5,881
EuroFixedIncome Med. L B 4,772 4,771
GlbHighYieldMed. L A 8,753 8,810
GlbHighYieldMed. L B 4,916 4,948
Dynamic Coll Med. L 5,276 5,262
AggressiveColl Med. L 5,314 5,291
Med.Blackrock Glo Sel Med. L A 5,167 5,145
Med. JPMorganGloSel Med. L A 5,029 5,001
Med. MorganStanley GloSel Med. L A 5,569 5,538
ModerateColl Med. L 5,488 5,482
US CollectionMed. S 5,794 5,777
EuropeanColl Med S 7,252 7,219
Pacific Coll Med. S 7,656 7,663
EmMarkets Coll Med. S 16,825 16,792
GlbTechColl Med. S 5,466 5,467
EuroFixedIncome Med. S A 11,458 11,455
EuroFixedIncome Med. S B 9,349 9,346
GlbHighYieldMed. S A 13,109 13,194
GlbHighYieldMed. S B 7,849 7,900
Dynamic Coll Med. S 9,198 9,173
AggressiveColl Med. S A 8,389 8,352
Med. Blackrock Glo Sel Med. S A 10,171 10,128
Med. JPMorganGloSel Med. S A 9,899 9,846
Med. MorganStanley GloSel Med. S A 10,963 10,904
ModerateColl Med. S 10,867 10,856
US CollectionMed. L cop 4,508 4,463
EuropeanColl Med L cop 5,124 5,095
Pacific Coll Med. L cop 4,339 4,307
GlbHighYieldMed. L Acop 6,712 6,701
GlbHighYieldMed. L Bcop 5,191 5,184
AggressiveColl Med. L cop 4,975 4,929
Med. Blackrock Glo Sel Med. L cop 4,640 4,598
Med. JPMorganGloSel Med. L cop 4,533 4,488
Med. MorganStanley GloSel Med. L cop 5,068 5,025
ModerateColl Med. L cop 5,450 5,440
GlbTechColl Med. L cop 6,742 6,703
Dynamic Coll Med. L cop 5,426 5,393
US CollectionMed. S cop 8,754 8,668
EuropeanColl Med S cop 9,855 9,800
Pacific Coll Med. S cop 8,438 8,377
GlbHighYieldMed. S Acop 13,114 13,090
GlbHighYieldMed. S Bcop 10,067 10,051
AggressiveColl Med. S cop 9,668 9,578
Med.Blackrock Glo Sel Med. S cop 9,122 9,040
Med. JPMorganGloSel Med. S 8,922 8,833
Med. MorganStanley GloSel Med. S cop 9,971 9,887
ModerateColl Med. S cop 10,781 10,761
GlbTechColl Med. S cop 13,221 13,139
Dynamic Coll Med. S cop 10,686 10,623
Med. DWSMegaTrendSel L 5,064 5,039
Med. DWSMegaTrendSel L Cop 5,180 5,132
Med. FranklinTempletonEMSel L 5,093 5,090
Med. PimcoInflationStrategy Sel L 5,321 5,324
Med. DWSMegaTrendSel S 10,056 10,006
Med. DWSMegaTrendSel S Cop 10,265 10,172
Med. FranklinTempletonEMSel S 10,115 10,109
Med. PimcoInflationStrategy Sel S 10,586 10,592
CouponStrategy CollectionLa 5,121 5,126
CouponStrategy CollectionLa Cop 4,950 4,938
CouponStrategy CollectionLb 4,951 4,957
CouponStrategy CollectionLbCop 4,781 4,768
CouponStrategy CollectionSa 10,211 10,222
CouponStrategy CollectionSa Cop 9,861 9,835
CouponStrategy CollectionSb 9,871 9,882
CouponStrategy CollectionSbCop 9,525 9,501
NewOpportunities collectionLca 5 5
NewOpportunities collectionLhc 5 5
NewOpportunities collectionSca 10 10
NewOpportunities collectionShc 10 10
CHALLENGEFUNDS- CLASSI MEDIOLANUM
MassimoRestelli
Fabrizio Palenzona rinuncia alla
battaglia per la presidenza di Unicre-
dit. Il banchiere, da sempre alfiere del
mondodelleFondazioni,hagiustifica-
to ai propri collaboratori la decisione
con l’impegnativo cantiere avviato in
Adr(12,5miliardi gli investimenti pre-
visti):«NonmicandidatoinPiazzaCor-
dusio né sono candidato», ha detto.
Maprobabilmenteèlostessolibroso-
ci di Unicredit a fare propendere per
una soluzione più internazionale. A
puntare sulla riconferma resta, quin-
di, il presidente Dieter Rampl, che sa-
batohasceltoilpalcodel Forexperdir-
si prontoal terzomandato, previol’as-
sensodi tutti i soci dell’istituto.
Rampl hainvitatoadaspettare«uno
oduegiorni»primadisoppesarelerea-
zioni, ma il tema non può che essere
statoal centrodel comitatogovernan-
ce convocato nel pomeriggio dopo la
missione milanese del premier Mario
Monti. In agenda anche comitato au-
dit enomineinvistadel prossimocda.
Rampl vuole disegnare un board
«leggero» per Unicredit, vicino allo
standard dei 15 posti adottato dalle
concorrenti estere. Da risolvere il no-
do delle incompatibilità dei doppi in-
carichi sancito dall’articolo 35 del de-
cretoMonti di dicembre: dopol’addio
di Carlo Pesenti, la misura colpisce
Rampl e Palenzona (entrambi consi-
glieridiMediobanca),MaramottieBo-
naura: è probabile che Palenzona ab-
bandoni il boarddi PiazzettaCuccia. Il
cdadi Unicredit, oggi a20componen-
ti, pare poi destinato a diventare più
«internazionale»,conlacontestualeri-
nuncia di alcune Fondazioni, vista la
diluizione registrata con l’ultimo au-
mentodi capitale: inbaseallafotogra-
fia Consob, Cariverona è scesa al
3,53%(4,98%afebbraio2010),Crtsiat-
testaal 3,8%, mentreCarimonteman-
tieneil 2,99%. Difficile, infatti, nonda-
re voce al fondo di Abu Dhabi Aabar
(primo azionista della banca con il
6,5%) e al fronte dei nuovi soci indu-
striali italiani in cui militano France-
sco Gaetano Caltagirone, Leonardo
Del Vecchio e Diego Della Valle per
una quota complessiva vicina al 4%.
Adaiutarel’adFedericoGhizzoniates-
sere la tela diplomatica sarebbe stato,
ancheinquel caso, Palenzona, cheora
dovrebbequindi continuare aseguire
Piazza Cordusio come vicepresiden-
te.PalenzonaèilpernodellaFondazio-
neCrt chenegli ultimi anni haversato
in Unicredit oltre un miliardo per se-
guirei treaumenti di capitalechesi so-
nosucceduti dal2008(567milioni, 168
milioni e 316 milioni). L’Ente di An-
drea Comba ha chiuso il 2011 con un
avanzo di 7 milioni, contro 161 del
2010, dopo le svalutazioni ottenute
per racimolare il denaro da investire
nellasuperbanca.
ValoreinEuro
Quotazioni del 20-02-2012 13-02-2012
AlternativeFund1 5,26959 5,26776
AlternativeFund2 5,08895 5,04944
AlternativeFund3 4,95074 4,90540
TrioFund 1 4,47129 4,47120
TrioFund 2 3,97928 3,97303
TrioFund 3 2,41457 2,41920

* Prezzo di vendita: il corrispondente prezzo di acquisto è maggiore del 2%
* Prezzo di vendita: il corrispondente prezzo di acquisto è maggiore del 2%
INDISCRETO
DUE ICONE, UNA FAMIGLIA
LA MODA CHE CAMBIA
GOVERNANCE
Ieri maratona di comitati
L’ente chiude l’anno con
un avanzo di soli 7 milioni
Quotazioni inEurodel 20-02-2012 Precedente
Chissà se il presidente della Ferrari, Luca di
Montezemolo,saràfelicequando,nel2013,sitro-
veràpraticamentedentrocasaunaltromitodelle
quattroruote. StiamoparlandodellaredivivaVi-
per, mitica supercar del Chrysler Group. La po-
tentesportivaamericana, chesaràlanciataal Sa-
lone di NewYork in aprile, verrà assemblata nei
prossimi mesi a Detroit. Fortemente voluta da
Sergio Marchionne per accontentare i tanti ap-
passionati di questobolideerafforzareancoradi
piùl’immagine Chrysler, la Viper rappresenterà
così la seconda icona del gruppo italo-Usa. Nel
parlarne, comunque, i responsabili del marchio
Dodgehannopostotralerivali PorscheeCorvet-
te. Nessunaccenno, per rispetto, alla Ferrari.
BANCHE Verso il nuovo cda
Unicredit, Palenzona
rinuncia a sfidare Rampl
Il banchiere si ritira dalla gara per la presidenza: «Non sono
disponibile». L’aumento di capitale pesa sul bilancio di Crt
M Si lanciainunanuovaavventuraprofessiona-
lel’exdirettoregeneraledel gruppoMariellaBu-
rani,LucaBertolini. Restasemprenel campodel-
la moda femminile, ma cambia completamente
stile, dal prêt-à-porter all’abbigliamento sporti-
vodi lusso: ungenerechepiace moltoai mercati
emergenti, comeRussia, CinaeMedioOriente. E
propriosuquesti Paesi increscita, Bertolini pun-
ta - insieme ai soci Biagio e Nello Lubrano, Lino
PadovanieDanieleDrago,tuttiimprenditoripro-
venienti dal mondodellamoda-perraggiungere
ungirod’affari di 10 milioni di euro entro il 2015
conil nuovomarchio«4enequipe», giàpresenta-
toaMilanoeHongKong, negli showroomPano-
rama Moda. Il quartier generale della nuova so-
cietà, però, resta vicinoacasa: aReggioEmilia.
Quotazioni inEurodel 20-02-2012 Precedente
IN ATTESA Il presidente uscente di Unicredit, Dieter Rampl [Ansa]
Una Viper per Montezemolo
la «Ferrari» della Chrysler
I GRANDI SOCI
6,50%
3,53%
3,85%
2,99%
2,73%
1,76%
*di cui 0,6%
a titolo di
prestatore
**quota al servizio del prestito "Cashes"
Carimonte
Capital Research
Aabar
CariVerona
Mediobanca**
CariTorino*
L’ex manager di Burani
vestirà le sportive di lusso
28 ECONOMIA

Martedì 21febbraio2012 il Giornale
Vegas decide in settimana
EDISON
Potrebbe arrivare in settimana la risposta
dellaConsobaEdf sullacongruitàdel prez-
zo dell’opa su Edison. Lo ha detto il presi-
dente della Commissione, Giuseppe Ve-
gas, durante unconvegno aMilano.
Aumenta l’evasione online
FISCO
Hannoevasoil fiscoper600milaeuroenon
hannoversatol’Ivaperoltre65mila. L’enne-
simo caso di evasione online è accaduto a
Empoli, da parte di due Internet point che
vendevanosueBay cellulari cinesi.
Ragnetti dg il 24 febbraio
ALITALIA
Il cdadi Alitalia, convocatoper il 24febbra-
io, dovrebbe nominare anche Andrea Ra-
gnetti nuovodirettoregenerale, affiancan-
dolo all’ad Rocco Sabelli. Ragnetti dovreb-
be succedergli all’assembleadi marzo.
Lottomatica e Snai ricorrono
La Borsa
Materie prime Monetario
CORTE DEI CONTI
LottomaticaeSnaihannoannunciatocheri-
correranno contro la sentenza della Corte
dei Conti che, il 17febbraio, hacondannato
10 concessionari di slot-machine per un
ammontaredi 2,5miliardi di euro.
Il petrolio ai massimi da 8 mesi Da Intesa Sanpaolo bond di 1 miliardo
Bene le banche
Giù Finmeccanica
Unipol prosegue la marcia di
avvicinamento a Fonsai: ieri po-
meriggio il gruppo bolognese ha
consegnato alla Consob l’istanza
in cui chiede di essere sollevato
dall’obbligodi lanciareun’offerta
pubblica su Fonsai, nell’ambito
delpianodisalvataggioorchestra-
to da Mediobanca e Unicredit al
termine dell’era Ligresti. Il dos-
sierèstataportatoaRomadiretta-
mente dall’amministratore dele-
gato Carlo Cimbri, peraltro chia-
matoa rapportodall’Authority di
GiuseppeVegasnell’ambitodegli
accertamentiincorsosultitolodo-
po il blitz con cui Palladio Finan-
ziariaeilfondoSator,diMatteoAr-
pe, hanno rastrellato quote rile-
vantidiFonsai, siglandoancheun
pattodi consultazione.
La scorsa settimana erano stati
sentitiPiergiorgioPelusoedEma-
nueleErbetta(rispettivamentedi-
rettore generale e amministrato-
redelegatodi Fonsai)e, primaan-
cora, RobertoMeneguzzo, di Pal-
ladio. Nei prossimi giorni dovreb-
be quindi essere il turno di Arpe.
Mentre l’Isvap continua l’esame
del patto tra Palladio e Sator, la
Borsa sembra ora scommettere
controUnipol, puntandosulledif-
ficoltà dell’operazione: Milano
ha fatto un balzo del 24,33%pro-
priosuquesto scenario, messoin
evidenza anche da uno studio di
BancaAkros.LastessaUnipolèsa-
litadell’8%(-0,92%Fonsai). Mila-
no potrebbe inoltre diventare la
contropartita «industriale» degli
scalatori avversi a Mediobanca.
Palladio e Sator hanno precisato
che l’accordo sulle quote in Fon-
sai è un patto di consultazione,
ma l’Authority delle assicurazio-
ni ritienechevadacomunqueap-
puratoselerispettivequoteconfi-
gurino un controllo o un’ipotesi
di influenzasulla società: sefosse
così, avrebbero infatti bisogno di
un’autorizzazionepreventivadel-
l’Isvapancheper saliresoprauna
quota complessiva del 10%, con
Palladio(al 5%) eSator (al 3%) già
oggi all’8%. Eaquel puntoi fattori
determinantiperl’esamedell’au-
torità sarebbero tutti incentrati
sullastabilità dellacompagnia.
TornandoallaConsob-«finché
non presenteranno il quesito, le
chiacchierestannoazero», aveva
commentatoinmattinatail presi-
dente Giuseppe Vegas - Unipol
chiede di non dover procedere a
un’OpasuFonsai eacascatasulla
Milano, nell’ambito dell’aumen-
to di capitale riservato di Prema-
finincuisiporràallatestadelgrup-
po,perpoiprocedereaun’integra-
zione a quattro, visto che si tratta
diunsalvataggio.Conlapresenta-
zionedel quesitoallaConsobera-
noatteselealtrerichiestealleAu-
thority coinvolte: oltre a Consob,
Isvap, Antitrust e Bankitalia. Og-
gi,infine,èattesounnuovoincon-
trotragliadvisordiBancaLeonar-
doelebanchesul debitodi Siner-
giaeImco, leholdingdeiLigresti a
monte di Premafin. A guidare le
duefinanziariedeiLigrestipotreb-
beessere ClaudioCalabi.
RE
BREVI
MOT-OBBLIGAZIONI
IT0006707159 Barclays Dc15 TF Bp 4,40% 104,086 104,253 3,25 29-12-2015
IT0006673401 Barclays Set13 It Infl 100,093 100,017 4,21 30-09-2013
XS0219808549 Bei 05/20 Fx CMS Linked 92,399 92,455 4,46 08-06-2020
IT0006571829 Bei 15 Var Duration tarn 100,046 100,030 7,22 13-05-2015
IT0006506007 Bei 96/2016 Zc 89,034 89,279 2,45 06-12-2016
IT0006526153 BERS-98/18 Lifestyle 115,347 115,510 3,93 18-12-2018
IT0001271003 BimImi 98/2018 Sd 103,323 102,223 6,24 04-11-2018
IT0004429202 Bimi Fb15 TF Plus Bancoposta 101,341 101,060 2,93 27-02-2015
IT0004611932 Bimi Gn17 Tv Eur 85,368 85,330 5,20 30-06-2017
IT0004576556 Bimi Mz15 Infl Link 91,958 91,992 5,59 22-03-2015
IT0004397292 Bimi Nov14 Top10Bp II 105,079 105,017 0,23 27-11-2014
IT0004375736 Bimi St14 Bancoposta4 Rel3 99,629 99,294 1,25 23-09-2014
IT0004315047 Bp Mg14 Mc Eur 98,895 98,925 1,20 23-05-2014
IT0006699505 Credit Suisse Ag15 TF Plus 106,195 106,211 1,91 28-08-2015
IT0004618507 Dexi Gn16 Eur 3,6% 81,893 80,328 8,78 28-06-2016
IT0004176787 Dexia C Marz12 Scala R 99,466 99,354 5,58 30-03-2012
IT0004307986 Dexia Mz12 Fix To Cms 99,662 99,578 - 04-03-2012
IT0004332240 Dexia 12 Fix To Hicp 98,846 98,687 15,23 28-03-2012
IT0003801153 Enel TF 2005/2012 100,047 100,043 - 14-03-2012
IT0004292683 Enel TF 2007/2015 5,25% 104,846 104,757 3,45 14-01-2015
IT0004576978 Enel TF 2010/2016 98,492 98,317 3,91 26-02-2016
IT0004794159 Enel Tv 2012/2018 101,105 - 4,34 20-02-2018
IT0003801161 Enel TV 2005/2012 99,959 99,969 - 14-03-2012
IT0004292691 Enel TV 2007/2015 Ind 95,122 94,816 4,21 14-01-2015
IT0004576994 Enel TV 2010/2016 92,200 91,934 4,72 26-02-2016
IT0004794142 Enel 20.02.2018 4,875%Eur 101,074 - 4,66 20-02-2018
IT0004760648 Eni Ot17 Tv Eur 101,815 101,884 4,31 11-10-2017
IT0004503766 Eni 06/2015 Euribor6M+0,89 Eur 97,694 97,598 3,34 29-06-2015
IT0004503717 Eni 06/2015 Fx 4%Eur 104,495 104,738 2,58 29-06-2015
IT0004760655 Eni 11/10/2011-2017 4,875%Eur 103,569 103,554 4,14 11-10-2017
IT0006630344 Goldman S 13 Rel Bp 95,270 95,071 4,18 20-07-2013
IT0004357429 Imi Mg12 Infl Link 99,913 99,935 3,66 16-05-2012
IT0003594873 Intesa 2014 Schermo t It 10 a 97,232 97,039 2,43 30-01-2014
IT0003657563 Intesa-14 St Eur 98,529 98,251 0,32 31-05-2014
IT0001200390 ISP fb28 zc 40,050 40,173 5,89 17-02-2028
IT0004720436 Mb Gn21 Tv 90,787 90,216 5,98 13-06-2021
IT0004608797 Mb Mg20 Primo Atto Eur 4,5 96,516 95,893 5,02 14-05-2020
IT0004543978 Mb Nv14 Eur 2,65% 96,438 96,341 4,06 10-11-2014
IT0004540719 Mb Nv14 Eur 3% 97,711 97,564 3,89 20-11-2014
IT0004540842 Mb Nv14 Tv Eur 94,151 94,327 4,40 20-11-2014
IT0004645542 Mb Nv20 Eur 5% 97,611 97,299 5,34 15-11-2020
IT0004760721 Mb 02St13 Eur 4% 100,928 100,813 3,35 02-09-2013
IT0004464407 Mb 2015 3,5Tf Plus Bp Iii Col 106,357 106,388 1,54 30-06-2015
IT0001271649 Mcr Lomb 2018 75 R F 97,379 97,563 5,98 06-11-2018
IT0004669138 Mediob Dc 15 Tv Eur 95,297 95,254 4,19 13-12-2015
IT0004783046 Mediob 12.12.2017 Zc Eur 76,006 75,908 4,84 12-12-2017
IT0004291172 Mediob-14 Bp1 Rel3 97,905 97,970 1,74 25-03-2014
IT0006632035 Morgan_St-Ap13Sc_Tot 101,921 101,691 - 30-04-2013
IT0006628876 Morgan_St-Mz13Sc_Tot 101,867 101,847 - 30-03-2013
IT0003510119 Mpaschi 13 35A tv 99,350 99,212 3,96 01-09-2013
IT0001296133 Mpaschi 99/14 st dwn IRS 10a 98,336 98,503 3,93 04-01-2014
NL0009289313 RBS ge20 Royal8% 101,365 101,591 6,76 11-01-2020
NL0009056555 RBS Gn12 Royal 3,5% 100,201 100,140 2,93 26-06-2012
NL0009408467 Rbs Mg22 Mc Eur 100,806 100,987 10,11 05-05-2022
NL0009062215 RBS Ott19 Tsf 78,287 78,351 5,68 08-10-2019
NL0009599489 Rbs Ot13 Brl 8% 102,800 101,489 6,43 26-10-2013
NL0009060862 RBS Set14 Infl. Europea 95,039 94,980 4,85 30-09-2014
IT0006715806 Sg Ag15 Tv Eur 92,710 93,700 3,56 12-08-2015
XS0459501150 Sga Nv14 Index Linked Notes 97,220 96,980 3,60 27-11-2014
IT0004652043 Ubi Dc14 Mc Eur 91,165 91,520 6,00 02-12-2014
IT0004424435 Ubi Nov15 LowT2Amor 91,965 92,307 6,35 28-11-2015
IT0004632680 Ubi St12 Eur 2,15%Tf 99,112 99,065 3,68 28-09-2012
IT0004723489 Ubi 30/06/11-18 5,4% 98,848 98,790 5,79 30-06-2018
DE000UB8GAN5 Ubs Ap13 8,5% 102,698 102,664 6,00 20-04-2013
IT0003866412 Unicredit15LowT2Amor 95,411 94,768 5,41 30-06-2015
Australia tus 4,25%
Canada tus 1%
Cina p/t 6,56%
Giappone tus 0,1%
G. Bretagna tus 0,5%
Paesi euro 1%
Polonia lombard 4,5%
Russia tassodi sconto 8%
Svizzera lombard 0,5%
Usa federal funds 0,25%
TASSI UFFICIALI
Overnight 0,15 0,35
1 settimana 0,22 0,42
1 mese 0,4 0,6
2 mesi 0,58 0,78
3 mesi 0,84 1,04
4 mesi 0,97 1,17
5 mesi 1,07 1,27
6 mesi 1,18 1,38
9 mesi 1,35 1,55
12 mesi 1,52 1,72
TASSI UFFICIALI
Tasso riferimento principale 1,00
Depositi 0,25
Rifinanziamento marginale 1,75
TASSI BCE
1 mese 0,603 0,611
3 mesi 1,031 1,045
6 mesi 1,328 1,346
9 mesi 1,507 1,528
12 mesi 1,658 1,681
EURIBOR
Oro 1734,6 42,1
Argento 33,54 0,81438
Platino 1639,67 39,65
Palladio 692,28 16,79
Codice Titolo Prezzo d’asta Rend. Scadenza
Isin ultimo preced. lordo
MOT-TITOLI DI STATO CAMBI DELL’EURO
BTP
IT0004467483 01.03.2012 1,5 100,03 100,03 - 01/03/2012
IT0004220627 15.04.2012 2 100,36 100,36 1,45 15/04/2012
IT0004508971 01.07.2012 1,25 100,31 100,26 1,62 01/07/2012
IT0004284334 15.10.2012 2,13 101,42 101,39 2,01 15/10/2012
IT0004564636 15.12.2012 1 99,91 99,88 2,1 15/12/2012
IT0003357982 01.02.2013 2,38 102,31 102,23 2,26 01/02/2013
IT0004365554 15.04.2013 2,13 101,9 101,83 2,56 15/04/2013
IT0004612179 01.06.2013 1 99,22 99,12 2,65 01/06/2013
IT0003472336 1.8.2013 2,13 101,99 101,82 2,85 01/08/2013
IT0004653108 01.11.2013 1,13 98,89 98,75 2,94 01/11/2013
IT0004448863 15.12.2013 1,88 101,22 101,09 3,07 15/12/2013
IT0004707995 01.04.2014 1,5 99,69 99,53 3,18 01/04/2014
IT0004505076 01.06.2014 1,75 100,67 100,42 3,22 01/06/2014
IT0004750409 01.07.2014 2,13 102,15 101,91 3,32 01/07/2014
IT0003618383 1.8.2014 2,13 102,2 102 3,33 01/08/2014
IT0004780380 15.11.2014 3 106,69 106,39 3,44 15/11/2014
IT0003719918 1.2.2015 2,13 102,34 102,2 3,43 01/02/2015
IT0004568272 15.04.2015 1,5 98,71 98,42 3,47 15/04/2015
IT0004615917 15.06.2015 1,5 98,36 98,09 3,56 15/06/2015
IT0003844534 1.8.2015 1,88 100,39 100,03 3,67 01/08/2015
IT0004656275 01.11.2015 1,5 97,38 96,99 3,8 01/11/2015
IT0004712748 15.04.2016 1,88 99,19 98,78 4 15/04/2016
IT0004019581 1.08.2016 1,88 98,95 98,38 4,05 01/08/2016
IT0004761950 15.09.2016 2,38 101,86 101,5 4,34 15/09/2016
IT0004164775 01.02.2017 2 99,01 98,51 4,26 01/02/2017
IT0004793474 01.05.2017 1,17 101,02 100,54 4,57 01/05/2017
IT0003242747 1.8.2017 2,63 103,52 102,94 4,56 01/08/2017
IT0004273493 01.02.2018 2,25 99,94 99,42 4,56 01/02/2018
IT0004361041 01.08.2018 2,25 99,41 98,81 4,66 01/08/2018
IT0003493258 1.2.2019 2,13 97,48 96,79 4,73 01/02/2019
IT0004423957 01.03.2019 2,25 98,26 97,65 4,85 01/03/2019
IT0004489610 01.09.2019 2,13 96,14 95,46 4,92 01/09/2019
IT0003644769 1.2.2020 2,25 97,26 96,41 4,98 01/02/2020
IT0004536949 01.03.2020 2,13 95,32 94,58 5,02 01/03/2020
IT0004594930 01.09.2020 2 92,68 91,9 5,13 01/09/2020
IT0004634132 01.03.2021 1,88 90,46 89,63 5,14 01/03/2021
IT0004009673 1.8.2021 1,88 89,38 88,59 5,25 01/08/2021
IT0004695075 01.09.2021 2,38 96,4 95,54 5,3 01/09/2021
IT0004759673 1,3,2022 2,5 96,9 96,1 5,47 01/03/2022
IT0004356843 01.08.2023 2,38 93,8 92,92 5,56 01/08/2023
IT0004243512 15.09.2023 1,3 84,72 83,72 4,33 15/09/2023
IT0000366655 1.11.2023 4,5 125,13 124,11 6,06 01/11/2023
IT0000366721 22.12.2023 4,25 146 146 3,7 22/12/2023
IT0004513641 01.03.2025 2,5 94,48 93,54 5,68 01/03/2025
IT0004644735 01.03.2026 2,25 89,31 88,27 5,69 01/03/2026
IT0001086567 1.11.2026 3,63 114,26 113,33 5,87 01/11/2026
IT0001174611 1.11.2027 3,25 105,49 104,5 6,04 01/11/2027
IT0001278511 1.11.2029 2,63 94,09 93,22 5,87 01/11/2029
IT0001444378 01.05.2031 3 101,32 100,22 5,97 01/05/2031
IT0003256820 1.2.2033 2,88 98,33 97,31 5,97 01/02/2033
IT0003535157 01.08.2034 2,5 89,78 88,83 5,9 01/08/2034
IT0003934657 1.2.37 2 78,59 77,83 5,68 01/02/2037
IT0004286966 01.08.2039 2,5 88,85 87,98 5,9 01/08/2039
IT0004532559 01.09.2040 2,5 88,53 87,53 5,91 01/09/2040
IT0004545890 15.09.2041 1,28 76,93 75,22 3,9 15/09/2041
BTPI
IT0004216351 15.9.2012 0,93 100,56 100,52 0,83 15/09/2012
IT0003625909 15.9.2014 1,08 100,49 100,31 1,95 15/09/2014
IT0004682107 15.09.2016 1,05 96,08 95,23 3,05 15/09/2016
IT0004085210 15.9.2017 1,05 94,2 93,12 3,27 15/09/2017
IT0004380546 15.09.2019 1,18 90,95 90,03 3,77 15/09/2019
IT0004604671 15.9.2021 1,05 83,85 82,8 4,21 15/09/2021
IT0004735152 15.9.2026 1,55 86,95 85,13 4,36 15/09/2026
IT0003745541 15.9.2035 1,18 75,33 73,61 4,01 15/09/2035
CCT
IT0003858856 1.3.2005-2012 1,2 100,02 100,02 - 01/03/2012
IT0003993158 1.11.2012 1,92 100,2 100,19 2,34 01/11/2012
IT0004101447 1.7.2006-2013 1,78 99,1 99,03 3,27 01/07/2013
IT0004224041 1.3.2014 1,22 96,77 96,7 3,93 01/03/2014
IT0004321813 1.12.2014 3,4 96,54 96,33 4,04 01/12/2014
IT0004404965 01.09.2015 1,22 93,25 92,86 4,33 01/09/2015
IT0004620305 15.12.2015 2,47 92,84 92,2 4,06 15/12/2015
IT0004518715 01.07.2016 1,78 90,83 90,14 4,73 01/07/2016
IT0004584204 1.03.2017 1,22 88,78 87,81 4,8 01/03/2017
IT0004652175 15.10.2017 2,58 88,08 87,1 4,4 15/10/2017
IT0004716319 15.04.2018 2,78 87,97 87,05 4,45 15/04/2018
CTZ
IT0004572910 29.02.2012 - 99,98 99,98 1,29 29/02/2012
IT0004605090 30.04.2012 - 99,78 99,77 1,23 30/04/2012
IT0004634124 31.08.2012 - 99,13 99,1 1,69 31/08/2012
IT0004662356 31.12.2012 - 98,06 98,02 2,32 31/12/2012
IT0004674369 31.12.2012 - 98,23 98,2 2,11 31/12/2012
IT0004716327 30.04.2013 - 97,01 96,94 2,6 30/04/2013
IT0004765183 30.09.2013 - 95,35 95,21 3,02 30/09/2013
IT0004793045 31.01.2014 - 93,91 93,79 3,29 31/01/2014
Codice Titolo Ced. Prezzod’asta Rend. Scadenza
Isn sem. ultimo preced. lordo
Divisa Ultima Var. Cambio
quot. per doll.
4000
4003
4014
4016
4002
4001
4005
4004
4007
4008
4010
4011
4015
4017
4020
4027
Dollaro Usa 1,3266 1,3159 1,0000
Yen Giapponese 105,4700 104,3900 79,5043
Dollaro Canadese 1,3159 1,3093 0,9919
Dollaro Australiano 1,2303 1,2230 0,9274
Franco Svizzero 1,2075 1,2083 0,9102
Sterlina Inglese 0,8364 0,8311 0,6305
Corona Svedese 8,8110 8,8316 6,6418
Corona Danese 7,4339 7,4334 5,6037
Corona Norvegese 7,4880 7,4975 5,6445
Corona Ceca 24,9070 25,0010 18,7751
Fiorino Ungherese 287,4000 290,1400 216,6450
Zloty Polacco 4,1680 4,1816 3,1419
Dollaro Neozelandese 1,5777 1,5730 1,1893
Rand Sudafricano 10,1688 10,1882 7,6653
Dollaro Hong Kong 10,2873 10,2036 7,7547
Dollaro Singapore 1,6605 1,6541 1,2517
MONETE D’ORO
Quotazione
Moneta domanda offerta
Sterlina (v.c.) 312,04 339,31
Sterlina (n.c.) 313,48 342,15
Sterlina (post 74) 313,48 342,15
Marengo Italiano 231,89 251,93
Marengo Svizzero 230,29 250,53
Marengo Francese 230,29 250,51
Marengo Belga 230,33 250,51
Marengo Austriaco 230,29 250,51
20 Marchi 284,04 314,84
10 $ Liberty 614,58 694,63
10 $ Indiano 624,91 731,82
20 $ Liberty 1249,83 1372,74
20 $ St. Gaudens 1265,35 1417,67
4 Ducati Austria 505,66 643,51
100 Corone Austria 1138,27 1363,45
100 Pesos Cile 666,52 786,56
Krugerrand 1183,00 1342,79
50 Pesos Messico 1457,47 1652,64
OBBL.CONVERTIBILI
Titoli Prezzo Prezzo Quantità
riferim. ultimo prec. in migliaia
Arkimedica 2012 Cv 5% 32,150 32,170 34,271 0,009
B Interm15 Cv 1,50% 84,400 84,481 84,537 0,076
B P. Emilia Romagna 2015 Cv4% - - - -
Banca Carige 2015 Cv 4.75% 97,600 97,622 97,564 0,648
Banco Popolare 2014 4.75% 97,260 97,317 97,075 2,545
Bca Carige 13 1,5%cv 107,000 107,114 106,927 0,015
Bca Pop Etruria e Lazio Cv 16 97,000 96,422 97,257 0,110
Bper 12 Cv Sub 3,7% 99,700 99,643 99,773 0,316
Cape Live 2014 Cv 5% 31,000 31,000 27,010 0,024
Cogeme Set 2014 Cv 19,000 19,015 19,015 -
Creval 2013 Cv 4.25% 99,500 99,321 99,142 0,744
Sias 17 Cv 2,625% 88,150 88,612 89,510 0,007
Sopaf 2015 cv 3,875% 30,700 30,598 30,000 0,016
Sopaf 9%cv 2011-2015 44,900 44,900 45,000 0,002
Ubi Bca 2013 Cv 5.75% 100,190 100,159 100,118 1,437
MATERIE PRIME
Titolo ultimo preced. Titolo ultimo preced.
PETROLIO
Brent 120,14 119,58
COLONIALI (EURONEXT LONDON)
Zucchero 634,1 626,5
Caffe’ robusta 1985 2094
Cacao 1505 1494
FARINE E SEMI (CBOT)
Farina di Soia 331,8 330,8
Semi di soia 1264,5 1258,25
INDICE GENERALE (CBOT)
Commodity research Bureau 317,39 316,41
DEPOSITO
Tassi in %periodo domanda offerta
Periodo 360 365
Quote al 20/02 $ x Oz €x Gr
Italy Ge15 Usd 3,125 98,108
Italy Ot12 Usd 2,125 99,667
Italy St13 USD 2,125% 98,490
Italy 12 Usd 5.625% 101,290
Italy 13 USD 4,375% 102,868
OBBLIGAZIONI IN $
METALLI PREZIOSI
Scadenza Prezzo
Obbligazioni più trattate nella giornata
Codice Titolo Ced. Prezzod’asta Rend. Scadenza
Isn sem. ultimo preced. lordo
Divisa Ultima Var. Cambio
quot. per doll.
WARRANT
Titolo Riferim. Prezzo ufficiale Quantità
in euro ultimo prec. trattate
Aedes 09-2014 w 0,022 0,019 0,016 3828,095
BPM09-13 w 1,128 1,131 1,105 26,826
Creval 2014 w 0,132 0,135 0,139 43,335
Ergycapit 16 w 0,109 0,107 0,103 181,450
Gabetti 13 w 0,059 0,060 0,067 1797,608
Interpump 12 w 0,610 0,595 0,561 78,103
Inv e Svil 2012 w 0,003 0,003 0,002 11986,391
Italy1 w 0,520 0,539 0,519 21,655
Kre 09-12 w 0,016 0,015 0,015 349,690
Parmalat 2015 w 0,741 0,748 0,728 190,441
Pierrel 08-12 w 0,058 0,051 0,051 -
Prima Ind 2013 w 1,994 1,655 1,673 4,591
R Ginori 2013 w 0,015 0,014 0,010 699,306
Retelit 08-11 w 0,080 0,083 0,081 214,164
Tamburi 2013 w 0,115 0,107 0,095 17,290
Tiscali 14 w 0,002 0,002 0,002 25591,532
Unipol p 2013 w 0,016 0,015 0,013 7178,332
Unipol 2013 w 0,016 0,016 0,014 2333,948
Zucchi 11-14 w 0,011 0,011 0,011 828,031
Quotazione
Moneta domanda offerta
FONDI CHIUSI
Fondo ultimo prec.
Alpha Immobiliare 1487,000 1497,000
AMUNDI RE Europa 828,500 839,000
AMUNDI RE Italia 1405,000 1410,000
Atlantic 1 294,800 300,000
Atlantic 2 264,000 268,600
Beta 379,700 379,700
Bnl Portfolio Imm 993,000 1001,000
Delta Immobiliare 39,400 39,390
Estense Distrib 1750,000 1749,000
Europa Imm1 726,500 719,000
Fidia Prudentia 2723,000 2723,000
Igi Inv 90,000 90,000
Immobiliare Dinamico 78,500 79,000
Immobilium2001 2550,000 2550,000
Invest Real Sec 970,500 990,000
Investietico 1822,000 1870,000
Obelisco 810,000 810,000
Olinda 260,000 261,500
Piramide Globale 61,050 61,050
Polis 829,000 807,000
Port ImmCrescita - -
Risp ImmUno Energia 8850,000 8850,000
Securfondo 1620,000 1640,000
Sofipa Eq Fund 458,000 458,000
Tecla 260,000 263,000
Unicredit ImmUno 1650,000 1665,000
Valore ImmGlobale 2134,000 2149,000
Fondo ultimo prec. Fondo ultimo prec.
29.02.2012 9 99,983 0,907
15.03.2012 24 99,937 1,043
30.03.2012 39 99,888 1,106
16.04.2012 56 99,822 1,207
30.04.2012 70 99,769 1,242
BOT
Scadenza Giorni Prezzo Rend. Lordo
Chiusurainrialzoper Piazza
Affari, che ha passato tutta la
giornatainterrenopositivoinat-
tesa di decisioni sul debito gre-
co: l’indice Ftse Mibha segnato
una crescita finale dell’1,07% a
16.724puntieilFtseAllShareun
aumento dell’1,04% a quota
17.715. Il listinoèstatosostenu-
to da Stm (+8,25%), ma soprat-
tuttodallebanche:PopolareMi-
lano (+8,24%), Banco Popolare
(+5,05%)eMps+3,06%. Piùcau-
te le due big: Intesa Sanpaolo è
cresciutadell’1,56%e Unicredit
dell’1,42per cento.
VolanoUnipol (+8,69%) eMi-
lano Assicurazioni, (+24,33%),
lamiglioredituttalaBorsa:lima-
ta Fonsai (-0,92%). Tra gli altri
grandi gruppi, piatte Eni
(+0,69%),Fiat(+0,59%),Genera-
li(+0,51%)eTelecomItalia, sali-
ta dello 0,48%. Negativa dello
0,18%Pirelli, mentrehasegnato
un calo più evidente Enel, che
ha ceduto lo 0,92%. Tra i titoli
maggiori, il ribassopiùmarcato
èstatoaccusatodaFinmeccani-
ca che ha cedutoil 3,17%. Chiu-
surasopralaparitàperleprinci-
pali Borse europee: Londra
+0,68%, Francoforte +1,46% e
Parigi +0,96%.
ASSICURAZIONI Avanza il piano Mediobanca
Unipol, avanti su Fonsai
Ma in Borsa vola la Milano
Cimbri chiede alla Consob l’esenzione dall’Opa. Il mercato
punta sulla cessione della compagnia: titolo su del 20% PROGETTO Il numero uno di Unipol, Carlo Cimbri [Agf]
Il petroliocontinua la sua ascesa, conil Wti che a NewYork risale
soprai 105dollari, sogliachenonsuperavadal maggioscorso, spinto
dalletensioni inIranedaunmiglioramentosullasituazionedel debi-
togreco. L’indice Cs Gains segnaun+0,35%.
acuradi Credit SuisseAsset Management
Intesa Sanpaolo ha lanciato ieri il nuovo bond quinquennale. Il
prestitoda1miliardodi euro, afrontedi unadomandachehasupera-
toampiamentei 2miliardi, èstatopiazzatoal prezzodi 99,254peruna
cedolaseccadel 5%, ovveroriconosceunpremiodi 355punti basesul
midswap(+360 punti baseprevisti all’inizio).
BORSAITALIANA 29
Martedì 21febbraio2012 il Giornale
Prezzo Var. Ufficiale %
riferim.
AZIONI AZIONI
ufficiale
uff.
prec.
ultima 30-12-2011
Controv.
degli scambi
in 1000 euro
Capitalizz.
in mln
Ultimo
dividendo
Data
stacco
2012
min. max.
Prezzo Var. Ufficiale %
riferim. ufficiale
uff.
prec.
ultima 30-12-2011
Controv.
degli scambi
in 1000 euro
Capitalizz.
in mln
Ultimo
dividendo
Data
stacco
2012
min. max.
AAcea 5,15 5,182 5,048 2,661 6,753 427 1096,77 4,288 5,26 0,28 19/12/2011
Acegas-Aps 3,478 3,452 3,41 1,226 6,208 47 191,22 3,278 3,75 0,18 11/07/2011
Acotel Group 36,68 39,597 38,996 1,541 108,621 2379 152,96 17 39,33 0,4 26/05/2003
Acque Potabili 0,774 0,774 0,766 1,057 7,904 17 27,87 0,64 0,8 0,1 02/05/2006
Acsm 0,706 0,712 0,713 -0,098 10,815 13 54,09 0,619 0,714 0,06 04/07/2011
Aedes 0,127 0,118 0,107 10,674 97 1111 92,66 0,055 0,127 0,25 07/05/2007
Aeffe 0,688 0,686 0,676 1,539 17,884 123 73,81 0,568 0,699 0,007 18/05/2009
Aegon 4,052 4,064 3,929 3,454 29,687 46 639,5 3,074 4,052 0,32 25/04/2008
Aeroporto di Firenze 9,48 9,046 9,124 -0,854 -9,453 29 85,65 8,45 10 0,08 09/05/2011
Ageas 1,686 1,697 1,711 -0,772 42,256 64 3964,9 1,197 1,73 0,59 02/05/2008
Ahold Kon 11,09 11,013 11,013 - 14,122 - 1321,8 9,65 11,09 0,29 26/04/2011
Aicon 0,122 0,122 0,122 - - - 13,3 0,122 0,122 0,29 26/04/2011
Alcatel-Lucent 1,892 1,893 1,84 2,919 56,894 494 4384,73 1,21 1,892 0,16 04/06/2007
Alerion 4,17 4,143 4,138 0,123 2,233 153 183,53 3,858 4,29 0,011 18/04/2011
Allianz 91 90,999 89,346 1,85 24,44 542 41304,9 72,3 91 4,5 05/05/2011
Amplifon 3,53 3,538 3,527 0,329 9,274 1533 782,93 3,096 3,604 0,033 09/05/2011
Ansaldo STS 7,445 7,406 7,291 1,569 1,374 2662 1042,3 7,145 7,65 0,28 23/05/2011
Antichi Pellettieri 0,219 0,219 0,213 2,677 11,077 177 9,94 0,149 0,23 0,11 26/05/2008
Apulia Prontop 0,31 0,302 0,301 0,399 2,095 437 73,14 0,295 0,31 0,011 27/04/2009
Apulia Prontoprestito Opa 0,3 0,3 0,3 - - - 13,41 0,3 0,3 0,011 27/04/2009
Arena 0,005 0,005 0,005 1,961 -10,345 316 9 0,005 0,006 0,041 24/07/2000
Arkimedica 0,103 0,101 0,1 0,999 23,443 168 8,86 0,079 0,106 0,041 24/07/2000
Ascopiave 1,47 1,468 1,468 -0,007 8,403 20 344,59 1,351 1,47 0,1 09/05/2011
Astaldi 5,86 5,953 5,934 0,313 20,834 2183 576,77 4,876 5,97 0,15 02/05/2011
Atlantia 12,79 12,806 12,591 1,708 3,627 18027 8061,69 11,53 12,91 0,355 21/11/2011
Autogrill 7,98 7,999 8,014 -0,187 6,583 8430 2030,11 7,465 8,525 0,24 23/05/2011
Autos Meridionali 17,88 17,88 17,772 0,608 8,573 - 78,23 15,39 18,45 0,8 18/04/2011
Autostr TO-MI 7,385 7,439 7,422 0,23 -0,767 201 649,88 6,805 7,78 0,15 14/11/2011
Axa 12,48 12,525 12,357 1,362 26,053 181 26072,69 9,58 12,77 0,69 29/04/2011
Azimut 7,13 7,136 7,086 0,711 14,762 3052 1021,4 5,5 7,13 0,25 23/05/2011
A2a 0,774 0,77 0,756 1,798 4,479 4850 2424,87 0,694 0,793 0,036 21/11/2011
BB Carige 1,426 1,426 1,428 -0,126 -3,856 1184 2549,46 1,412 1,56 0,07 23/05/2011
B Carige Rsp 1,985 1,985 1,985 - 2,505 1 5,07 1,9 1,99 0,09 23/05/2011
B Desio Bria Rsp 2,842 2,903 2,9 0,09 30,596 22 37,52 2,34 2,908 0,126 02/05/2011
B Desio e Brianza 3,188 3,17 3,154 0,495 7,83 153 373 2,76 3,22 0,105 02/05/2011
B Ifis 4,7 4,653 4,638 0,326 17,387 121 252,91 3,678 4,7 0,2 09/05/2011
B Intermobiliare 3 2,921 2,984 -2,124 5,524 31 468,63 2,65 3 0,4 05/05/2008
B M.Paschi Siena 0,361 0,355 0,35 1,487 41,547 48031 3913,63 0,197 0,361 0,013 18/05/2009
B P di Sondrio 6,29 6,275 6,241 0,554 0,763 1665 1938,25 6,045 6,795 0,21 18/04/2011
B P Emilia Romagna 6,34 6,27 6,142 2,077 14,415 7271 2109,45 4,898 6,34 0,18 26/04/2011
B Pop Etruria e Lazio 1,395 1,389 1,361 2,095 23,676 101 104,93 0,961 1,415 0,1 11/05/2009
B Pop Milano 0,498 0,484 0,466 3,905 59,519 48297 1608,35 0,253 0,506 0,1 23/05/2011
B Pop Spoleto 2,016 2,108 2,059 2,375 18,277 6 59,97 1,678 2,06 0,12 09/05/2011
B Profilo 0,34 0,341 0,339 0,678 41,016 152 230,14 0,24 0,342 0,005 09/05/2011
B Santander 6,54 6,525 6,411 1,775 11,022 24 59362,62 5,425 6,57 0,119 16/01/2012
B Sardegna Rsp 7 7,005 6,971 0,486 -12,707 49 46,2 5,685 7,455 0,15 02/05/2011
Banca Generali 9,3 9,334 9,376 -0,448 30,091 1531 1038,59 6,54 9,42 0,55 16/05/2011
Banco Popolare 1,499 1,5 1,433 4,697 53,457 42960 2643,83 0,83 1,499 0,03 23/05/2011
Basf 64,2 64,062 62,64 2,27 20,109 21 59264,85 53,55 64,2 2,2 09/05/2011
Basicnet 2,028 2,018 2,01 0,428 -4,274 108 123,7 1,892 2,14 0,05 13/06/2011
Bastogi 1,135 1,144 1,116 2,573 24,448 79 20,19 0,861 1,148 0,05 13/06/2011
Bayer 57 56,697 56,322 0,665 16,675 79 43567,49 48,8 57 1,5 02/05/2011
BB Biotech 58,8 59,376 59,993 -1,029 17,455 164 964,47 50,8 60,6 3,2 23/03/2011
B&C Speakers 2,982 2,922 2,946 -0,798 0,564 9 32,8 2,758 3,19 0,13 03/05/2010
Bca Finnat 0,289 0,289 0,292 -1,027 1,975 15 104,69 0,274 0,31 0,01 23/05/2011
Bee Team 0,314 0,311 0,309 0,842 7,751 23 21,72 0,273 0,314 0,52 06/05/2002
Beghelli 0,519 0,523 0,532 -1,655 17,766 110 103,8 0,431 0,53 0,02 23/05/2011
Benetton 4,668 4,685 4,655 0,649 57,776 261 852,75 2,84 4,742 0,25 23/05/2011
Beni Stabili 0,425 0,42 0,411 2,312 21,573 990 814,24 0,305 0,44 0,022 09/05/2011
Best Union Company 0,99 0,953 0,885 7,635 -10,094 23 9,26 0,87 1,18 0,022 09/05/2011
Bialetti Industrie 0,288 0,289 0,289 - 13,49 27 21,59 0,241 0,315 0,022 09/05/2011
Biancamano 1,392 1,382 1,386 -0,281 4,696 60 47,33 1,267 1,428 0,04 04/07/2011
Biesse 3,958 3,865 3,669 5,343 35,406 719 108,42 2,75 3,958 0,44 12/05/2008
Bioera 0,4 0,401 0,4 0,275 -3,489 17 14,4 0,375 0,435 0,05 26/05/2008
Bmw 72,1 72,088 71,46 0,879 40,483 212 43403,85 51,45 72,1 1,3 13/05/2011
Bnp Paribas 37,15 37,337 36,84 1,349 23,279 6120 33884,37 27,77 37,15 2,1 20/05/2011
Boero 21,2 21,069 21,069 - 0,328 - 92,02 20 21,2 0,4 26/04/2010
Bolzoni 1,79 1,786 1,799 -0,689 -4,527 9 46,53 1,79 1,919 0,03 18/05/2009
Bon Ferraresi 21,51 21,657 21,552 0,487 11,1 22 120,99 19,02 22,19 0,12 23/05/2011
Borgosesia 0,922 0,919 0,889 3,374 7,07 1 41,43 0,812 0,936 0,026 19/08/1981
Borgosesia Rsp 1,36 1,358 1,358 - 3,035 - 1,22 1,318 1,36 0,06 04/02/2008
Brembo 8,81 8,788 8,643 1,682 33,26 1472 588,37 6,62 8,88 0,3 09/05/2011
Brioschi 0,111 0,109 0,104 5,101 33,988 115 87,19 0,077 0,111 0,004 19/05/2003
Buongiorno 1,17 1,166 1,173 -0,52 14,86 495 124,52 0,976 1,188 0,004 19/05/2003
Buzzi Unicem 8,71 8,701 8,487 2,523 28,878 4144 1440,19 6,76 8,86 0,18 24/05/2010
Buzzi Unicem Rsp 4,152 4,161 4,036 3,087 23,32 379 169,04 3,378 4,18 0,03 23/05/2011
CCad It 3,12 3,125 3,147 -0,69 -2,068 17 28,02 2,962 3,412 0,25 10/05/2010
Cairo Communication 3,168 3,189 3,17 0,599 13,9 240 248,19 2,794 3,24 0,15 19/12/2011
Caleffi 1,615 1,612 1,579 2,109 3,732 5 20,19 1,481 1,69 0,01 17/05/2010
Caltagirone 1,65 1,634 1,582 3,299 17,659 66 198,2 1,27 1,65 0,08 23/05/2011
Caltagirone Editore 1,067 1,058 1,072 -1,325 10,988 74 133,38 0,82 1,072 0,05 23/05/2011
Camfin 0,307 0,305 0,293 4,171 32,709 611 240,58 0,215 0,307 0,14 19/05/2008
Campari 5,415 5,431 5,445 -0,263 5,155 3697 3145,03 5,085 5,5 0,06 23/05/2011
Cape Live 0,074 0,073 0,073 -0,956 4,769 39 3,73 0,065 0,09 0,06 23/05/2011
Carraro 2,218 2,175 2,127 2,271 47,202 329 102,01 1,386 2,218 0,165 05/05/2008
Carrefour 18,37 18,098 17,816 1,588 4,014 20 12949,06 16,31 18,88 1,08 07/05/2010
Cattolica Assicurazioni 15,97 15,976 15,912 0,4 11,176 167 863,8 14,09 16,81 0,9 09/05/2011
Cdc 1,085 1,095 1,057 3,567 14,583 16 13,31 0,887 1,18 0,12 25/07/2011
Cell Therapeutics 1,19 1,212 1,064 13,884 41,696 15158 269,64 0,801 1,19 0,12 25/07/2011
Cembre 6,47 6,406 6,311 1,507 16,617 14 109,99 5,395 6,48 0,26 16/05/2011
Cementir Holding 1,767 1,751 1,746 0,286 10,639 197 281,17 1,499 1,88 0,06 23/05/2011
Centrale del Latte To 1,911 1,935 1,958 -1,185 12,66 17 19,11 1,64 2 0,05 05/05/2008
Chl 0,092 0,091 0,09 1,111 14,178 95 14,91 0,074 0,092 0,05 05/05/2008
Cia 0,259 0,258 0,256 0,86 3,116 1 23,89 0,235 0,26 0,01 11/05/2009
Ciccolella 0,376 0,377 0,375 0,507 21,652 8 67,87 0,241 0,445 0,052 21/05/2001
Cir 1,294 1,278 1,272 0,472 3,542 1326 1026,57 1,175 1,309 0,025 23/05/2011
Class Editori 0,255 0,255 0,25 1,921 -1,66 48 26,91 0,217 0,285 0,01 10/05/2010
Cobra 0,7 0,692 0,631 9,629 125,179 1127 67,94 0,298 0,7 0,01 10/05/2010
Cofide 0,549 0,544 0,541 0,536 -2,301 146 394,49 0,53 0,608 0,01 23/05/2011
Cogeme Set 0,048 0,049 0,049 - 0,62 - 2,97 0,044 0,051 0,01 23/05/2011
Conafi Prestito’ 0,693 0,705 0,698 1,017 16,738 202 32,22 0,566 0,7 0,08 10/05/2011
Cr Artigiano 1,03 1,027 1,033 -0,61 22,985 35 401,87 0,8 1,095 0,08 26/04/2011
Cr Bergamasco 19,25 19,327 19,37 -0,222 -1,343 12 1188,24 18,91 19,92 0,9 02/05/2011
Cr Valtellinese 2,41 2,423 2,41 0,544 38,247 514 651,17 1,688 2,45 0,12 26/04/2011
Credem 3,9 3,923 3,952 -0,757 42,269 403 1296,33 2,316 4,114 0,1 16/05/2011
Credit Agricole 5,22 5,211 5,078 2,635 21,094 362 11621,51 4,04 5,61 0,45 20/06/2011
Crespi 0,04 0,039 0,039 -0,254 37,895 33 6,32 0,028 0,042 0,035 19/05/2003
Csp International 0,87 0,863 0,869 -0,714 17,941 105 28,94 0,7 0,881 0,06 06/06/2011
DDada 2,306 2,302 2,345 -1,842 9,353 39 37,38 2,08 2,446 0,06 06/06/2011
Daimler 48,24 48,482 47,517 2,031 45,71 55 46531,22 33,62 48,24 1,85 14/04/2011
Damiani 0,856 0,861 0,866 -0,681 -6,781 11 70,71 0,774 0,94 1,85 14/04/2011
D’Amico 0,587 0,584 0,57 2,581 31,517 7 88,02 0,438 0,587 0,133 27/04/2009
Danieli & C 20,21 20,065 19,4 3,426 23,274 4854 826,18 16,19 20,21 0,33 07/11/2011
Danieli & C Rsp 10,64 10,385 9,887 5,028 26,309 3350 430,12 8,245 10,64 0,351 07/11/2011
Danone 50,3 50,259 49,954 0,612 4,603 1 25844,25 46,69 50,3 1,3 10/05/2011
Datalogic 5,745 5,716 5,694 0,392 0,039 57 335,78 5,35 5,83 0,15 02/05/2011
Dea Capital 1,403 1,403 1,4 0,2 3,489 46 430,18 1,299 1,49 0,15 02/05/2011
Delclima 0,59 0,595 0,603 -1,294 - 378 88,25 0,44 0,975 0,15 02/05/2011
De’Longhi 8,3 8,257 8,086 2,117 38,891 1703 1240,85 6,18 8,3 0,146 26/04/2011
Deutsche Bank 34,6 34,392 33,822 1,687 17,905 3799 19751,72 26,16 34,92 0,75 27/05/2011
Deutsche Telekom 8,945 8,887 8,971 -0,943 0,602 136 39012,01 8,64 9,23 0,7 13/05/2011
Diasorin 23,25 23,089 22,257 3,739 18,843 11782 1296,78 18,56 24,67 0,4 20/06/2011
Digital Bros 1,517 1,529 1,5 1,933 23,088 28 21,41 1,266 1,519 0,08 08/12/2008
Dmail Group 2,186 2,196 2,137 2,775 65,951 41 16,72 1,304 3 0,1 19/05/2008
EEdison 0,842 0,84 0,841 -0,048 2,651 712 4359,9 0,812 0,843 0,043 12/04/2010
Edison Rsp 0,812 0,815 0,813 0,283 2,015 7 89,75 0,78 0,829 0,073 12/04/2010
Eems 0,741 0,749 0,763 -1,744 21,683 194 32,28 0,559 0,8 0,073 12/04/2010
Ei Towers 19,24 19,066 18,646 2,255 2,935 815 543,77 15,46 19,64 0,073 12/04/2010
El En 11,64 11,716 11,742 -0,216 17,785 46 56,16 9,93 12 0,2 23/05/2011
Elica 0,968 0,965 0,954 1,1 21,285 40 61,3 0,691 1,02 0,025 23/05/2011
Emak 0,619 0,615 0,619 -0,663 23,463 17 101,48 0,49 0,64 0,16 06/06/2011
Enel 3,008 3,018 3,025 -0,231 -3,061 206530 28285,3 3,008 3,308 0,1 21/11/2011
Enel Green Power 1,479 1,48 1,483 -0,189 -8,524 7346 7395 1,479 1,657 0,027 23/05/2011
Enervit 1,882 1,96 1,94 1,026 3,153 11 33,5 1,82 1,98 0,035 23/05/2011
Engineering 22,77 22,56 22,467 0,418 3,328 18 284,63 22,11 23 0,646 13/06/2011
Eni 17,46 17,471 17,4 0,412 9,596 133012 69933,57 16,01 17,46 0,52 19/09/2011
E.On 16,93 16,834 16,627 1,245 2,597 163 33876,93 15,79 17,55 1,5 07/05/2009
Erg 8,125 8,148 8,168 -0,245 -7,405 646 1221,35 8,095 8,81 0,4 23/05/2011
Ergycapital 0,291 0,288 0,289 -0,381 7,148 127 27,59 0,188 0,3 0,4 23/05/2011
Espresso 1,109 1,114 1,096 1,614 2,183 728 454,95 0,977 1,142 0,074 23/05/2011
Esprinet 4,29 4,252 4,109 3,473 62,631 515 224,81 2,618 4,402 0,175 02/05/2011
Eurotech 1,35 1,34 1,393 -3,79 2,942 655 47,95 1,167 1,463 0,175 02/05/2011
Exor 19,27 19,265 19,052 1,117 26,028 4251 3088,2 15,27 19,27 0,31 23/05/2011
Exor Prv 16,57 16,709 16,613 0,573 19,262 607 1272,6 14,06 16,68 0,362 23/05/2011
Exor Rsp 15,68 15,629 15,424 1,33 21,292 54 143,77 12,91 15,68 0,388 23/05/2011
Exprivia 0,755 0,752 0,75 0,2 13,498 30 39,17 0,641 0,755 0,04 02/05/2011
FFalck Renewables 0,82 0,813 0,803 1,283 -3,991 519 238,81 0,721 0,872 0,012 23/05/2011
Fiat 4,778 4,788 4,676 2,389 36,665 114020 5220,83 3,55 4,842 0,09 18/04/2011
Fiat Industrial 8,255 8,216 8,045 2,119 24,997 32021 9017,16 6,625 8,255 0,185 23/04/2012
Fiat Industrial Prv 5,74 5,736 5,615 2,15 25,992 761 592,9 4,57 5,74 0,185 23/04/2012
Fiat Industrial Rsp 6,03 5,987 5,832 2,649 26,601 586 481,87 4,732 6,03 0,232 23/04/2012
Fiat p 4,22 4,216 4,135 1,947 38,638 2508 435,89 3,072 4,28 0,217 23/04/2012
Fiat Rsp 4,488 4,507 4,413 2,123 40,447 1251 358,65 3,254 4,526 0,217 23/02/2012
Fidia 3,4 3,2 3,047 4,995 16,058 412 17,42 2,58 3,4 0,14 20/05/2002
Fiera Milano 3,866 3,827 3,879 -1,348 7,476 47 162,94 3,426 3,93 0,08 04/05/2009
Finmeccanica 3,912 3,991 3,819 4,493 40,225 85420 2261,72 2,76 4,04 0,41 23/05/2011
Fnm 0,315 0,317 0,311 2,093 10,261 34 78,28 0,27 0,323 0,41 23/05/2011
Fondiaria Sai 1,726 1,734 1,749 -0,875 179,822 16713 633,52 0,589 1,742 0,4 24/05/2010
Fondiaria Sai Rsp 0,606 0,603 0,585 2,99 77,004 2106 77,31 0,341 0,611 0,452 24/05/2010
France Telecom SA 11,47 11,447 11,471 -0,207 -3,563 100 29986,58 11,2 12,26 0,8 10/06/2011
Fullsix 1,868 1,867 1,887 -1,018 -15,537 15 20,89 1,868 2,228 0,8 10/06/2011
GGabetti 0,132 0,128 0,111 15,28 159,674 1943 33,67 0,041 0,132 0,07 15/05/2006
Gas Plus 5,6 5,657 5,64 0,298 13,474 206 251,49 4,4 6,85 0,15 24/05/2010
Gdf Suez 19,72 19,72 19,87 -0,752 -5,548 4 43258,66 19,36 21,96 0,67 04/05/2011
Gefran 3,65 3,659 3,649 0,285 30,566 13 52,56 2,802 3,76 0,15 16/05/2011
Gemina 0,614 0,614 0,616 -0,26 4,403 649 902,09 0,539 0,669 0,1 18/06/2007
Gemina Rsp 0,81 0,81 0,8 1,25 -0,699 1 3,05 0,789 0,84 0,05 18/05/2009
Generali 11,94 11,945 11,798 1,247 3,637 52352 18589,07 11,5 12,55 0,45 23/05/2011
Geox 2,754 2,775 2,711 2,372 28,161 1576 713,86 2,024 2,754 0,18 23/05/2011
Greenvision 5,74 5,765 5,706 1,039 4,086 15 33,62 5,59 5,89 0,12 25/05/2009
Gruppo Minerali Maffei 4,18 4,18 4,19 -0,239 3,312 1 25,08 4,04 4,2 0,12 25/05/2009
HHera 1,137 1,137 1,115 1,901 3,695 1881 1267,77 0,993 1,145 0,09 06/06/2011
II Grandi Viaggi 0,68 0,681 0,694 -1,788 0,725 11 30,6 0,614 0,721 0,03 07/04/2008
Igd 0,848 0,85 0,852 -0,27 17,427 358 262,09 0,67 0,9 0,075 23/05/2011
Il Sole 24 Ore 0,723 0,728 0,727 0,179 2,147 14 31,33 0,651 0,748 0,121 28/04/2008
Ima 13,15 13,387 13,663 -2,018 1,523 1297 484,29 13,15 14,15 0,9 23/05/2011
Immsi 0,608 0,616 0,62 -0,758 11,52 255 208,67 0,547 0,66 0,03 24/05/2011
Impregilo 2,58 2,6 2,559 1,606 8,993 12261 1038,34 2,35 2,688 0,06 18/07/2011
Impregilo Rsp 7,85 7,926 7,926 - 7,625 - 12,68 7,105 8 0,26 18/07/2011
Indesit 4,432 4,443 4,379 1,464 19,728 1895 503,77 3,714 4,692 0,15 17/05/2011
Indesit Rsp 3,854 3,853 3,898 -1,147 1,341 3 1,97 3,62 4,176 0,168 17/05/2011
Industria e Innovazione 1,624 1,637 1,591 2,917 -9,056 3 38,05 1,414 1,8 0,168 17/05/2011
Ing Groep 6,94 6,972 6,894 1,13 26,998 157 14305,43 5,45 7,48 0,74 14/08/2008
Intek 0,4 0,404 0,399 1,255 12,083 43 52,17 0,353 0,4 0,06 20/06/2011
Intek R 0,666 0,684 0,68 0,529 -3,676 - 3,79 0,661 0,71 0,06 20/06/2011
Interpump 6,05 6,026 5,947 1,33 15,948 1466 590,9 5,195 6,05 0,11 09/05/2011
Intesa Sanpaolo 1,565 1,564 1,545 1,236 21,34 124811 24259,51 1,101 1,596 0,08 23/05/2011
Intesa Sanpaolo Rsp 1,33 1,321 1,306 1,156 36,866 5325 1240,21 0,864 1,343 0,091 23/05/2011
Invest e Sviluppo 0,495 0,469 0,405 15,958 22,24 240 6,24 0,308 0,495 0,036 18/06/2001
Irce 1,85 1,846 1,811 1,91 0,283 24 52,04 1,804 2,038 0,06 09/05/2011
Iren 0,804 0,796 0,779 2,222 9,613 1098 950,11 0,661 0,829 0,085 23/05/2011
Isagro 2,55 2,564 2,563 0,039 0,707 25 44,75 2,226 2,602 0,3 16/05/2011
It Way 1,239 1,235 1,197 3,115 3,669 19 9,79 1,022 1,32 0,13 02/02/2009
Italcementi 5,75 5,758 5,631 2,257 26,988 1364 1018,43 4,458 6 0,12 23/05/2011
Italcementi Rsp 2,356 2,347 2,288 2,583 21,765 168 248,4 1,847 2,39 0,12 23/05/2011
Italmobiliare 18,46 18,264 18,312 -0,261 27,088 67 409,49 14,56 19,82 0,532 06/06/2011
Italmobiliare Rsp 12,32 12,285 12,225 0,489 28,18 90 201,35 9,57 12,69 0,532 06/06/2011
Italy1 Investment 9,995 9,653 9,626 0,282 0,394 30 149,93 9,62 10 0,532 06/06/2011
JJuventus FC 0,227 0,228 0,23 -0,826 -24,967 1846 228,26 0,149 0,307 0,012 04/11/2002
KKerself 1,689 1,693 1,68 0,762 5,859 175 29,43 1,475 1,779 0,01 24/05/2010
Kinexia 1,097 1,085 1,094 -0,814 3,839 8 23,4 0,855 1,19 0,016 17/07/1991
Kme Group 0,344 0,343 0,341 0,793 12,34 142 153,89 0,3 0,344 0,011 09/05/2011
Kme Group Rsp 0,552 0,556 0,55 1,09 16,138 55 24,12 0,475 0,582 0,072 09/05/2011
K.R.Energy 0,033 0,033 0,033 - 71,503 163 104,04 0,019 0,036 0,072 09/05/2011
LLa Doria 1,7 1,7 1,656 2,638 3,425 7 52,7 1,624 1,709 0,09 23/05/2011
Landi Renzo 1,676 1,672 1,629 2,639 37,982 202 188,55 1,221 1,734 0,055 23/05/2011
Lazio S.S. 0,472 0,466 0,476 -2,204 -1,481 318 31,97 0,41 0,511 0,055 23/05/2011
Le Buone Societa’ 0,307 0,314 0,311 0,901 25,4 32 3,27 0,2 0,32 0,05 29/04/2002
L’Oreal 85,6 85,066 83,314 2,103 6,038 54 51566,54 79,5 85,6 1,8 29/04/2011
Lottomatica 12,61 12,58 12,514 0,527 8,728 9210 2170,7 11,28 13,73 0,74 24/05/2010
Luxottica Group 26,06 26,005 25,868 0,527 20,323 16419 12187,21 21,7 26,06 0,44 23/05/2011
LVMH 126,7 126,836 126,051 0,623 17,154 39 62075,07 108,2 129,2 0,7 29/11/2010
MMaire Tecnimont 0,84 0,839 0,823 1,945 -15,242 2419 270,9 0,762 1,102 0,058 16/05/2011
Marcolin 3,9 3,946 3,816 3,409 24,051 163 242,34 3,062 3,912 0,1 09/05/2011
Marr 8,015 8,074 8,069 0,072 24,355 756 533,2 6,395 8,32 0,5 23/05/2011
M&C 0,201 0,204 0,202 0,89 3,657 16 95,07 0,198 0,208 0,5 23/05/2011
Mediacontech 1,439 1,457 1,423 2,418 2,145 2 26,71 1,37 1,55 0,6 22/04/2002
Mediaset 2,472 2,46 2,417 1,762 16,247 15049 2919,99 2,028 2,544 0,35 23/05/2011
Mediobanca 4,798 4,78 4,666 2,43 8,342 13194 4131,7 3,824 5,015 0,17 21/11/2011
Mediolanum 3,436 3,43 3,372 1,714 13,969 2350 2521,43 2,768 3,466 0,07 21/11/2011
Meridiana Fly 5,825 5,682 5,553 2,339 11,962 327 32,48 3,1 5,825 0,07 21/11/2011
Meridie 0,1 0,099 0,099 0,101 4,636 19 5,09 0,073 0,118 0,07 21/11/2011
Mid Industry Capital 9,005 9,094 9,48 -4,069 -1,648 41 34,22 8,76 9,48 0,439 11/05/2009
Milano Ass 0,349 0,319 0,291 9,588 39,562 18838 642,97 0,212 0,349 0,1 26/04/2010
Milano Ass Rsp 0,326 0,307 0,283 8,531 64,485 3359 33,42 0,182 0,326 0,116 26/04/2010
Mittel 1,55 1,565 1,602 -2,309 -2,68 58 136,26 1,52 1,741 0,1 28/02/2011
Molmed 0,48 0,478 0,47 1,722 0,716 886 101,04 0,438 0,504 0,1 28/02/2011
Mondadori 1,53 1,515 1,456 4,094 11,929 412 377,08 1,322 1,556 0,17 23/05/2011
Mondo TV 2,492 2,531 2,413 4,885 -6,618 23 10,98 2,29 2,8 0,14 28/02/2005
Monrif 0,325 0,327 0,322 1,397 11,888 2 48,75 0,284 0,325 0,024 22/05/2006
Montefibre 0,127 0,126 0,128 -2,03 15,349 6 16,51 0,094 0,134 0,03 20/05/2002
Montefibre Rsp 0,198 0,203 0,201 0,945 4,747 8 5,15 0,16 0,201 0,05 19/05/2003
Moviemax 0,473 0,477 0,476 0,273 -2,274 50 9,74 0,473 0,588 0,05 19/05/2003
Munich RE 110,8 110,965 109,261 1,56 17,831 93 22869,54 93,3 110,8 6,25 21/04/2011
Mutuionline 3,44 3,441 3,406 1,025 0,974 156 135,92 3,236 3,45 0,37 02/05/2011
NNice 2,8 2,774 2,75 0,862 15,754 6 324,8 2,334 2,88 0,074 23/05/2011
Noemalife 5,255 5,035 5,1 -1,284 -5,006 2 22,76 4,9 5,34 0,074 23/05/2011
Nokia Corporation 4,16 4,168 4,031 3,404 11,7 591 15811,95 3,75 4,408 0,4 04/05/2011
Nova Re 1,08 1,08 1,08 - -0,917 - 14,58 1,08 1,09 0,02 04/06/2007
OOlidata 0,313 0,313 0,309 1,262 7,412 27 10,64 0,272 0,335 0,044 10/05/2004
PPanariaGroup 1,12 1,115 1,105 0,86 16,81 12 50,8 0,933 1,178 0,03 11/05/2009
Parmalat 1,736 1,75 1,735 0,894 31,574 2987 3047,6 1,33 1,736 0,036 18/04/2011
Philips 16,39 16,305 16,018 1,793 1,941 10 15937,83 14,31 16,49 0,75 04/04/2011
Piaggio 2,006 2,011 1,996 0,772 11,747 1801 745,82 1,77 2,12 0,07 16/05/2011
Pierrel 1,198 1,183 1,149 2,924 31,433 144 19,65 0,699 1,43 0,07 16/05/2011
Pininfarina 3,224 3,232 3,358 -3,743 0,298 265 97,26 3,036 3,55 0,34 23/05/2005
Piquadro 1,59 1,585 1,536 3,204 3,191 156 79,5 1,226 1,75 0,1 25/07/2011
Pirelli e C. 8,145 8,123 7,984 1,744 25,667 36545 3874,9 6,505 8,16 0,165 23/05/2011
Pirelli e C. Rsp 5,36 5,259 5,17 1,72 18,934 128 65,67 4,362 5,36 0,229 23/05/2011
Poligrafica S.Faustino 4,712 4,722 4,781 -1,226 17,571 5 5,63 3,994 4,998 0,362 08/05/2000
Poligrafici Editoriale 0,325 0,327 0,326 0,307 7,434 1 42,91 0,28 0,33 0,026 21/05/2007
Poltrona Frau 0,975 0,971 0,969 0,206 10,897 64 136,77 0,855 0,975 0,02 26/05/2008
Ppr 121,5 121,5 121,089 0,34 7,904 12 15376,48 111,9 126,1 3,3 21/05/2010
Pramac 0,79 0,789 0,786 0,331 -2,11 36 24,08 0,714 0,87 0,08 30/06/2008
Prelios 0,117 0,115 0,113 1,764 39,372 1564 98,33 0,071 0,122 2,06 21/04/2008
Premafin 0,278 0,275 0,275 0,073 120,593 252 114,07 0,14 0,339 0,015 26/05/2008
Premuda 0,515 0,511 0,494 3,361 -11,402 15 96,67 0,468 0,57 0,03 20/06/2011
Prima Industrie 8,415 8,512 8,278 2,823 28,482 447 72,71 6,65 8,415 0,65 26/05/2008
Prysmian 13,37 13,35 13,233 0,883 40,164 32775 2866,44 9,595 13,37 0,166 18/04/2011
RRatti 1,82 1,825 1,86 -1,914 10,568 16 49,78 1,603 1,889 0,052 18/05/1998
Rcf Group 0,65 0,65 0,619 5,093 0,464 - 20,8 0,58 0,67 0,03 09/05/2011
Rcs Mediagroup 0,694 0,691 0,681 1,454 2,72 124 508,47 0,675 0,75 0,11 19/05/2008
Rcs Mediagroup Rsp 0,517 0,516 0,503 2,543 5,996 3 15,17 0,446 0,56 0,05 18/05/2009
Rdb 0,365 0,369 0,363 1,708 -18,513 36 16,74 0,29 0,447 0,1 12/05/2008
Recordati 5,9 5,926 5,924 0,019 6,081 1213 1233,84 5,585 6,125 0,2 21/11/2011
Renault 40,8 40,536 38,908 4,183 38,347 24 11625,43 28,94 40,8 0,3 11/05/2011
Reno De Medici 0,149 0,15 0,149 0,805 3,23 23 56,24 0,128 0,153 0,017 13/05/2002
Reply 16,88 16,966 16,922 0,262 7,123 51 155,68 15,89 17,53 0,45 30/05/2011
Retelit 0,369 0,374 0,363 2,891 7,912 113 58,88 0,305 0,39 0,45 30/05/2011
Ricchetti 0,212 0,215 0,204 5,537 30,704 12 17,35 0,164 0,212 0,03 19/05/2008
Richard Ginori 1735 0,192 0,192 0,193 -0,62 -15,886 21 8,85 0,188 0,237 0,053 27/05/2002
Risanamento 0,153 0,156 0,16 -2,934 79,769 217 124,09 0,078 0,162 0,103 19/06/2006
Roma A.S. 0,51 0,516 0,507 1,834 -2,914 98 67,59 0,482 0,56 0,103 19/06/2006
Rosss 0,898 0,885 0,853 3,848 12,662 33 10,39 0,75 0,93 0,103 19/06/2006
Rwe 33,53 33,515 33,414 0,302 25,941 51 17549,77 26,33 33,53 3,5 21/04/2011
SSabaf 13,02 12,997 12,738 2,037 16,281 50 150,17 11,06 13,35 0,8 23/05/2011
Sadi servizi industr 0,384 0,386 0,382 1,048 23,259 17 35,6 0,313 0,394 0,01 06/06/2011
Saes Getters 7,12 7,035 7,148 -1,582 5,973 47 104,46 6,425 7,45 0,2 26/04/2011
Saes Getters Rsp 4,104 4,13 4,112 0,455 3,589 38 30,28 3,85 4,36 0,2 26/04/2011
Safilo Group 5,545 5,523 5,434 1,63 15,265 975 315,08 4,524 5,94 0,085 12/05/2008
Saipem 38,54 38,397 37,898 1,316 17,306 43291 17006,76 32,85 38,54 0,63 23/05/2011
Saipem Rcv 30 30 30 - - - 4,06 30 30 0,66 23/05/2011
Salvatore Ferragamo 14,17 14,306 14,075 1,648 42,033 6059 2386,37 9,9 14,19 0,66 23/05/2011
Sanofi 55,65 55,905 56,424 -0,92 -0,845 17 73208,99 55,1 57,35 2,5 16/05/2011
Sap 49,49 49,346 49,252 0,192 21,149 48 60663,01 40,83 49,49 0,6 26/05/2011
Saras 1,227 1,22 1,206 1,136 29,184 3466 1166,88 0,967 1,238 0,17 18/05/2009
Sat 8,63 8,593 8,642 -0,565 -5,999 13 85,09 8,2 9,35 0,13 23/05/2011
Save 6,56 6,498 6,664 -2,484 5,224 200 363,03 6,275 7,1 0,296 02/05/2011
Screen Service 0,338 0,343 0,343 -0,087 -28,275 100 46,84 0,338 0,489 0,022 28/02/2011
Seat Pagine Gialle 0,043 0,043 0,038 12,137 72,764 4099 81,9 0,024 0,043 0,007 21/05/2007
Seat Pagine Gialle Rsp 1,2 1,2 1,2 - 18,227 6 0,82 0,93 1,2 0,002 19/05/2008
Servizi Italia 3,7 3,661 3,502 4,552 -0,462 63 59,94 3,116 3,88 0,25 02/05/2011
Seteco International 0,299 0,299 0,299 - - - 7,75 0,299 0,299 0,25 02/05/2011
Sias 6,04 6,064 6,11 -0,753 4,427 946 1374,11 5,26 6,1 0,16 31/10/2011
Siemens 75,05 74,921 74,443 0,643 1,767 377 68610,97 72 78,45 3 25/01/2012
Sintesi 1,4 1,39 1,331 4,434 30,727 2 1,37 0,94 1,43 0,008 18/03/1993
Snai 1,53 1,56 1,613 -3,322 -20,556 1612 178,74 1,53 1,98 0,039 24/07/2000
Snam 3,636 3,632 3,625 0,196 7,146 21509 12984,84 3,23 3,636 0,1 24/10/2011
Societe Generale 24,17 24,113 23,568 2,311 44,894 575 14036,18 14,96 25,14 1,75 31/05/2011
Sogefi 2,206 2,213 2,133 3,75 17,032 1048 257,41 1,84 2,284 0,13 26/04/2011
Sol 4,246 4,283 4,227 1,334 7,651 35 385,11 3,788 4,346 0,095 23/05/2011
Sopaf 0,034 0,033 0,033 1,846 73,298 265 14,13 0,019 0,034 0,005 25/05/2008
Sorin 1,401 1,411 1,399 0,865 17,896 2403 670,71 1,185 1,492 0,005 25/05/2008
Stefanel 0,326 0,323 0,315 2,603 6,246 143 27,57 0,273 0,335 0,04 08/05/2006
Stefanel Rsp 167,5 167,5 167,5 - - - 0,33 167,5 167,5 0,075 08/05/2006
STMicroelectronics 5,71 5,572 5,325 4,633 22,332 74394 5199,3 4,61 5,71 0,1 20/02/2012
TTamburi 1,445 1,446 1,437 0,633 -3,071 42 196,59 1,424 1,51 0,035 09/03/2011
Tas 0,566 0,559 0,551 1,525 17,917 69 23,64 0,459 0,57 1,75 05/05/2003
Telecom Italia 0,833 0,833 0,827 0,762 0,665 23738 11176,23 0,769 0,862 0,058 18/04/2011
Telecom Italia Rsp 0,683 0,684 0,685 -0,161 -1,056 5894 4115,84 0,634 0,729 0,069 18/04/2011
Telecom Italia Media 0,186 0,184 0,184 -0,054 13,763 370 269,02 0,152 0,186 0,164 24/04/2006
Telecom Italia Media Rsp 0,231 0,231 0,231 - 33,449 - 1,27 0,165 0,232 0,167 24/04/2006
Telefonica 13,29 13,146 12,81 2,627 -0,535 25 62529,4 12,8 13,86 0,65 08/11/2010
Tenaris 15,63 15,588 15,427 1,046 9,654 18256 18451,79 14,28 15,7 0,13 21/11/2011
Terna 2,796 2,795 2,801 -0,225 7,704 11594 5619,94 2,604 2,818 0,08 21/11/2011
Ternienergia 2,5 2,473 2,447 1,067 1,199 259 69,55 2,3 2,53 0,19 09/05/2011
Tesmec 0,414 0,422 0,407 3,66 13,716 91 44,33 0,355 0,414 0,028 23/05/2011
Tiscali 0,04 0,04 0,039 1,777 17,595 2319 74,09 0,032 0,043 0,028 23/05/2011
Tod’s 75,95 75,692 74,283 1,896 20,708 11474 2324,78 62,05 75,95 2 23/05/2011
Total 41,79 41,969 41,608 0,867 6,651 191 99117,86 38,69 41,79 1,14 23/05/2011
Trevi 6,55 6,502 6,386 1,815 32,961 1524 459,77 4,916 6,55 0,13 11/07/2011
Txt e-solutions 9,33 9,212 9,109 1,134 10,154 193 25,5 7,955 9,33 0,4 08/05/2006
UUbi Banca 3,824 3,813 3,769 1,189 22,158 13163 3448,28 2,774 3,98 0,15 23/05/2011
Uni Land 0,504 0,504 0,504 - - - 80,47 0,504 0,504 0,001 12/05/2008
Unicredit 4,28 4,299 4,235 1,514 1,771 274349 24768,48 2,286 4,478 0,03 23/05/2011
Unicredit Rsp 14,1 14,205 14,23 -0,179 102,574 171 34,18 4,63 17 0,045 23/05/2011
Unilever 25,54 25,54 25,608 -0,267 -3,669 31 43794,15 24,75 27,03 0,225 15/02/2012
Unipol 0,294 0,287 0,272 5,594 14,806 8176 621,59 0,172 0,317 0,04 24/05/2010
Unipol p 0,188 0,179 0,165 8,485 3,708 4753 245,35 0,113 0,2 0,045 24/05/2010
VValsoia 3,916 3,926 3,949 -0,595 -1,752 - 40,94 3,396 4,04 0,18 09/05/2011
Vianini Industria 1,228 1,227 1,202 2,097 -0,309 31 36,97 1,19 1,286 0,02 23/05/2011
Vianini Lavori 3,48 3,489 3,512 -0,672 10,138 10 152,42 3,15 3,66 0,1 23/05/2011
Vittoria ass 3,94 3,903 3,897 0,141 30,157 136 265,47 2,97 3,996 0,17 16/05/2011
Vivendi 16,59 16,558 16,48 0,475 -0,011 39 19413,72 15,8 17,25 1,4 05/05/2011
YYoox 10,41 10,37 10,201 1,663 23,669 1506 573,59 7,32 10,41 1,4 05/05/2011
ZZignago Vetro 4,886 4,875 4,896 -0,427 8,389 170 390,88 4,404 5 0,3 09/05/2011
Zucchi 0,12 0,121 0,116 3,783 7,194 268 20,96 0,094 0,132 0,03 01/08/2005
Zucchi Rsp 0,244 0,244 0,244 0,082 4,051 9 0,84 0,222 0,274 0,03 19/05/2008
Dati ed elaborazioni
di borsa sono curati da
Milano Finanza è parte del Gruppo
Class Editori. Per informazioni
e abbonamenti numero verde
800 822195
M U L T I M E D I A
COMMERCIALE LOCALE
Edizioni Milano/Lombardia, Genova/Liguria
PUBBLICITÀ NAZIONALE: Legale, Aste ed Appalti,
Bandi di Concorso, Finanziaria, Annunci Economici, Necrologie,
Ricerche e Offerte di Personale, Piccola Pubblicità, Servizi Speciali
COMMERCIALE NAZIONALE
TEL 02 7218 1 FAX 02 7218 650
Milano TEL 02 3658 6750 FAX 02 3658 6774
Roma TEL 06 9521 3200-01-02 FAX 06 9521 3233
30

Martedì 21febbraio2012 il Giornale
MarcelloVeneziani
A
confermare l’indole
poco italiana del go-
vernoMonti èarrivato
la scorsa settimana il
noalleOlimpiadiaRoma. Il ricor-
doinversorisale all’Italia demo-
cristiana che volle le Olimpiadi
nel 1960 e soprattutto al regime
fascista che fece dello sport la
sua bandiera e celebrò il suo
trionfo alle Olimpiadi del 1932 a
LosAngeles, doveful’Italiafupri-
mainmedagliedopoi padroni di
casa. Losport davaal fascismola
possibilità di celebrare la volon-
tà di potenza e incarnare il mito
del superuomo, esaltare il vitali-
smo e il culto della giovinezza,
concepire la vita come la conti-
nuazione della guerra con altri
mezzi e mobilitare il popolo, le
donne, i giovani nellapartecipa-
zione attiva a eventi e parate che
creavano coesione sociale e rito
collettivo. Con lo sport il fasci-
smo riprendeva il culto classico,
greco-romano, dell’agonismo e
il mito dell’atleta, come un eroe
intempodi pace, caroagli dei eai
popoli; l’elogiodel corpomusco-
loso e armonioso, il mito del-
l’educazione fisica e la nascita
degli Istituti, poi Isef, il valorepe-
dagogico della ginnastica. Mens
sana in corpore sano.
Mail fascismopartecipavapu-
re al mito d’epoca, lo sport di
massaeil cultodel record, lacon-
cezioneanglosassonepoi ameri-
canadellosport comegrandeca-
talizzatoredi energieedi simbo-
li, fattore di coesione sociale e di
salutepubblica. Nellosport si ce-
lebravano i miti della moderni-
tà: il cultodellavelocitàeil corpo
liberato, lospettacolodellaforza
e la forza dello spettacolo, il pri-
mato dell’azione e il pragmati-
smo, l’emancipazione femmini-
le, il prolungamento della giovi-
nezza e l’esuberanza delle ener-
gie vitali. In questo, il fascismo
era figlio di quel tempo che ave-
varipristinatoleOlimpiadi eave-
va reso lo sport un formidabile
strumentodi ricreazioneediver-
timento. Losport inserivaappie-
noil fascismonellacorrentedel-
lamodernità, purnel cultoclassi-
co dell’atleta. C’è un sottinteso
paganesimonel regimecheesal-
ta il corpo, il vigore e la bellezza,
lasaluteel’ardimentoeconside-
ra gli eroi dello sport come divi o
semidei.
Il cultodellosport ha attraver-
sato le culture civili e politiche
del novecento, a cominciare da
quellepiùrivoluzionarie: difatti,
il mitodellosport fiorivanelleso-
cietà in cui si celebrava il mito
dell’uomo nuovo e dell’ordine
nuovo. Vale a dire l’americani-
smoeil nazionalismo, il comuni-
smo e il fascismo; accomunate
da quella passione futurista che
contagiòRoma e Parigi, Mosca e
NewYorkechefuil pendant arti-
stico-letterariodel mitosportivo
edinamico. Ancheil consensoal
comunismo di Stalin e dei paesi
dell’est, di Mao e poi di Castro
nonèimmaginabilesenzalamo-
bilitazioneagonistica. Lesocietà
di ginnastica, i Wanderwogel e i
club sportivi furono formidabili
incubatrici del nazionalismo in
Germania. Sononoti i testi di Ge-
orgeMossesul nessotral’esalta-
zione e la propagazione dello
sportel’esaltazioneelapropaga-
zionedel nazismo. Nel cultodel-
losport si ritrovaval’albumideo-
logicoeletterariocheavevapor-
tatoal fascismo: l’arditodannun-
ziano e malapartiano, lo spirito
nietzschiano e lo stil novo mari-
nettiano, il mito imperiale della
romanità e dei circenses.
L’Italia fascista fuattraversata
da miti sportivi popolari e valo-
rizzati dal regimeedai suoi mez-
zi di informazione e propagan-
da: daGirardengoall’olimpioni-
coPavesi, mitici eroi apedali, al-
l’atleta Beccali che trionfò a Los
Angeles, il mitodi Carnera, letra-
svolateatlantichedi Balbo, leim-
prese di de Pinedo e Locatelli, le
gare inautodi Tazio Nuvolari, la
Nazionaledi VittorioPozzo, Pio-
la e Meazza, le dinastie calcisti-
che dei Ferraris e dei Caligaris.
Pozzo faceva cantare negli spo-
gliatoi primadi ogni partitaai cal-
ciatori gli inni nazionali e i canti
del fascismo. Eralalorococaina.
La Nazionale di Pozzo nell’arco
di quattroanni vinseduecampio-
nati del mondo e un’olimpiade.
Lo sport si inserisce nell’este-
tizzazionedellapoliticafascista:
l’apologia dello sport, intreccia-
va vitalismo, cultodella bellezza
ecultodel corpotornito, musco-
loso, senzaadipe. Manell’esalta-
zione dello sport vi era anche il
tratto etico, quasi platonico, del
fascismo, la convinzione di po-
ter educare tramite la disciplina
e il gioco, la rinuncia e il sacrifi-
cio, laduraascesi el’eserciziofa-
ticoso. Non solo estetica ma eti-
ca. Losport diventava così il vol-
to ludico dello Stato etico, in cui
lafunzionericreativaedopolavo-
risticasi univaaquellaeticaefor-
mativa. L’ideologia plasmava i
corpi, larivoluzione cominciava
dallavitaall’ariaaperta. Losport
alimentava poi il senso della ge-
rarchia, l’attenersi alle regole e
seguire un ordine; insomma da-
re un limite, una forma e
un’espressione armoniosa alla
propria esigenza vitale. Nel-
l’esortazione allo sport vi era
l’ideologia fascista del dovere,
del coraggioedel sacrificio, ordi-
ne, gerarchia e disciplina. Ma vi
era anche un sottinteso riscatto
popolare e antiborghese. Lo
sport eraaccessibileacoloroche
eranogiàabituati ai sacrifici eal-
la vita dura, al lavoro manuale e
allo sforzo fisico, dunque adatto
ai ceti popolari. E più ostico ai
borghesi panciafichisti, comeal-
lora si diceva. Lo sport esaltava
chi sapeva sopportare il durore-
gime atletico e si sottoponeva a
esercizi pesanti e adiete ingrate.
Così losport diventavaunformi-
dabile fattore di promozione so-
ciale del proletariato; tramite lo
sport trovavano possibilità di
emergere anche i figli del popo-
lo. Losportgeneravaunamerito-
crazia fondata sulle sole risorse
personali e sulla disciplina, una
specie di socialismo aristocrati-
co, naturale, ardito e ascetico.
Abissale resta la differenza tra il
cultodel corpotramite losport e
il mito razzista del sangue.
La mitologia sportiva investe
anche Mussolini che figura co-
me un grande atleta e sportivo
mentrei gerarchi saltanonel cer-
chiodi fuoco (Eper il primo scu-
dettodellaRomasi parladi unin-
tervento del regime per celebra-
re la romanità).
Il culto del Capo era al centro
di unolimpopoliteistadi divi del-
lo sport e del cinema, dell’arte,
della guerra e della rivoluzione.
Il fascismo voleva dare di sé la
rappresentazione di un regime
di giganti. Il culto fascista della
personalità ammiccava al divi-
smodi marcaamericana: untrat-
to di modernità neopagana.
Il fascismofuunregimesporti-
vo. Cercandolaromanità virilee
la grecità olimpionica, trovò
l'America sportiva e cinemato-
grafica. Come piaceva l’Italia fa-
scio-sportiva all’America olim-
pionica del ’32...
MERITOCRAZIA
Nelle gare anche i poveri
avevano la possibilità
di emergere e riscattarsi
La sinistra si spacca sulla mozione
LITI CARAVAGGESCHE
FILOSOFIA
Il mito greco e romano
dell’atleta diventò
strumento di consenso
Firenze intitola una via alla Fallaci: era ora
Nessun accordo sull’attribuzione a Caravaggio del
«Sant’Agostinonellostudio», dipintorinvenutodalla
storicaSilviaDanesi Squarzinaeche, loscorsoanno,
hasollevatoferoci polemiche. L’operaè stataogget-
toieri diunatavolarotondacui partecipatoi maggiori
esperti del ’600romano, tracui VittorioSgarbi.
«Santagostino nello studio»:
nessun accordo tra i critici
LE OLIMPIADI DEL 1932 A Los Angeles il nostro Paese divenne una grande potenza sportiva
Così l’Italia fascio-sportivastregò gli Usa
Oggi ci rifiutiamo di ospitare i Giochi ma la nostra tradizione valorizza il culto del corpo. Apartire dal Ventennio
Con 17 voti a favore, 12 contrari e 8 astenuti, il
consiglio comunale di Firenze ha approvato una
mozioneperintitolareunastradaounapiazzadi Fi-
renzeaOrianaFallaci (1929-2006). Eraoracheil ca-
poluogo toscano si decidesse a onorare la sua illu-
strecittadina. Lavotazione, allafinedi unlungodi-
battito,havistoilPddiviso:5consiglierihannovota-
toafavore,7sisonoastenuti,8sisonoespressiinmo-
do contrario. Hanno votato sì, oltre ai 5 consiglieri
del Pd, quelli del Pdl (unastenuto), dellaListaGalli,
dell’Udc, dellaLegaNord. Votocontrarioèarrivato
anchedai consiglieri di Sel eperUnaltracittà. Saràil
sindacoMatteoRenzi adeciderequaleviadellacit-
tà dedicare alla giornalista dalla forte vis polemica
nei confronti dell’islam(cheleècostataassurdeac-
cusedi razzismo). ProprioRenzi invecehabocciato
ogni ipotesi di dedicare una via al leader socialista
BettinoCraxi. Ilconsigliocomunalehapoiapprova-
tounamozioneperintitolareunastradadellacittàa
BobbySands.Approvataall’unanimitàancheun’al-
tramozioneper dedicareunatargacommemorati-
vaaMarioMonicelli.
TRIONFO Savino Guglielmetti il ginnasta vincitore della medaglia d’oro nel salto al cavallo alle Olimpiadi del 1932 di Los Angeles
__
Album
C
L
A
S
S
T
V
7.00 Primo Tempo News
Attualità
10.50 Mistery of Cristal
Skulls Documentario
12.15 Cantore Stories
Real Tv
13.00 Law& Order “Una
complessa persona-
lità” Telefilm
14.00 Primo Tempo “Padri
tutelati, figli precari”
Attualità
16.00 TG Giorno Notiziario
16.45 Nightly News
Notiziario
17.30 Cantore Stories
Real Tv
18.00 Porsche Live Rubrica
19.00 Law& Order “Felici
per sempre” Telefilm.
con SamWaterston
19.45 Punto e a Capo Notiz.
21.00 FilmPrimo Piano At-
tila l’Unno - Azione
(Usa 2001). Di Dick
Lowry, con Powers
Boothe, TimCurry
22.30 Law& Order “Prescri-
zione mortale”
Telefilm
8.15 Cavallo Amico Mio
Rub.
9.00 Le Grandi Interviste di
Class Horse “Franca
Vittadini” Documenti
10.30 Special Class “Luis
Guzman di Enigma”
Rubrica
11.00 Class Horse Tv Live
12.15 Talk ShowAttualità
“Italian Rider’s club”
Attualità
14.15 Vintage “I documen-
tari sul mondo del ca-
vallo” Rubrica
15.10 Gran Premio di Tru-
cazzano Concorso
Nazionale di salto
Ostacoli Evento
17.00 Class Horse Tv Live
18.15 Le Razze in Pillole “Gli
Irlandesi” Rubrica
19.00 Live Regioni a Cavallo
“La FISE Calabria” Rub.
19.30 Vet Check “La Gravi-
danza e il Parto” Rub.
21.30 Rolex FEI World Cup
Jumping Evento
22.30 HSBC FEI Classics Sea-
son ReviewEvento
7.00 Tg Moda
News
7.10 Milano Moda
Donna
8.30 NewYork Fashion
Week
9.30 Full ShowDesigner
11.00 Star&Style -
Le celebrity
internazionali
11.30 Paris Pret
a Porter
13.00 Next Generation
15.10 Men’s Fashion
16.00 Fashion Schools
16.30 Ready to Wear
17.15 London Fashion
Week-Le tendenze
della moda inglese
18.00 Boys&Girls-
La moda per i giovani
19.15 On the Beach
20.00 Tg Moda News
20.10 Paris Haute C
outure
21.00 Full Show
Designer
23.00 Le Città della Moda
23.30 Speciale
Lingerie
7.00 Caffè Affari Rubrica
9.00 Linea Mercati Mattina
10.10 Trading Room Rub.
10.40 Dietro il Titolo “Enel”
Rubrica
12.10 Forex Update Attual.
12.20 Analisi Tecnica Attual.
14.10 CFD Trading Rubrica
14.30 Bussola Economica
“Ospite G. Mossetti
(Intesa San Paolo)”
Rubrica
14.40 Desk China Attualità
15.00 Linea Mercati Wall
Street Rubrica
16.10 Speciale Bilanci: le
reazioni a Monti
“Ospite F. Cosi - Presi-
dente ANDAF”
Attualità
17.00 Linea Mercati Pome-
riggio Rubrica
18.00 Report “Ospite F. C.
Papa (Dgpa Advisory)”
Attualità
19.30 Bond TV Rubrica
22.00 Linea Mercati Notte
Rubrica
22.30 Porsche Live Rubrica
22.45 Italia Oggi TG Rubrica
Design&Living-
Il gusto del Made in Italy
TopLot - Le aste in diretta
Ride&Drive - Le novità per un
viaggio straordinario
MyTech- La tecnologia utile
Tempodi Lusso- Vivere e co-
noscere ciò che fa la differenza
Sapori&Profumi -
Ecco le eccellenze culinarie
Nautilus - Il piacere di leggere
Art TV- Il mondo dell’arte
Class Life 7-
Il meglio del lifestyle
Dig.terr.27
TivùSat 30
Sky 507
CuboVision
web tv - IPTV
Sky 221
TivùSat 55
CuboVision
Web Tv
IPTV
Sky 180
TivùSat 56
ALBUM 31
Martedì 21febbraio2012 il Giornale
MassimilianoParente
T
anto ogni sei mesi c’è
unnuovovecchioRo-
berto Bolaño ritrova-
to e unnuovo vecchio
romanzodi PhilipRothripubbli-
cato, figuriamoci se ci sorpren-
diamo delle Carte inaspettate di
Julio Cortázar (Einaudi). Tutta-
via è il bello dell’editoria italia-
na: i vivi pubblicanoopereinedi-
te, come fossero morti, e i morti
continuano a pubblicare, come
fossero vivi. È per questo che le
«carte inaspettate» nonnecessi-
tano di edizione critica, è suffi-
cienteun’introduzionedel mae-
stroAntonioTabucchi, diverten-
tissima perché introduce non
tanto il nuovo libro di Cortázar
ma a un altro tema a me caro:
l’ignoranza scientifica dei lette-
rati italiani.
Infatti sostiene Pereira che «la
classificazionedi Linneoèfonda-
mentale per la botanica», come
seLinneosi fosselimitatoa clas-
sificarei vegetali. Oche«piccolo
èil nostrotempoeangustoil no-
strospazio, mainfinitoèl’univer-
so che la Via Lattea attraversa»,
ma pensa te quant’è grande la
Via Lattea, o quanto si è ristretto
l’universoinquesti anni. Per no-
stra sfortuna sono solo sei pagi-
nette introduttive, peccato che
non ne abbia scritte seicento, se
citava la forza di gravità o la se-
conda legge della termodinami-
ca c’era da spisciarsi.
Al contrario leggendo Cortá-
zar, che nonè unletterato italia-
no, ci si diverteunmondoeimpa-
rano perfino gli scienziati. C’è il
problema delle briciole, per
esempio, una particolare specie
di briciole: quelleinvisibili, quel-
leche, sbocconcellandounpani-
no a letto, pur stando attentissi-
mi a non sbriciolare, vi ritrovate
conficcatenellaschienaonel se-
dereenonc’ènientedafare, non
c’èmododi scovarleprimadi es-
serepunti atradimento: «Saran-
no sempre lì, malgrado Pasteur,
il dottor Flemingei potenti aspi-
rapolveri che tutto risucchiano
trannelei. Ah, sepotessimodire:
dacci oggi il nostro pane quoti-
diano, matieniti le briciole». C’è
il dilemmadelleaspirineefferve-
scenti, degli alka selzer, delle vi-
tamine C, considerato che «una
medicina effervescente non si
può prendere mentre efferve-
sce», mentre «se la prendiamo
una volta evaporata, non si vede
a cosa serva che sia effervescen-
te». Nonsi trascura nemmeno la
questione della correzione di
bozze e degli articoli, cosa utile
perfino nei rapporti tra me e la
brava redazione del Giornale,
perché Cortázar in una pagina
inaspettatadedicata ai refusi in-
segna: «Attento a questo, oc-
chio, dove si legge cazzo si legga
cazzo». Nonèsecondarialaque-
stione del tempo, specialmente
psichico, dove non c’è bisogno
di usare orologi atomici per for-
mularenuove teoriedellarelati-
vità. Infatti bastaesserericovera-
ti in ospedale per accorgersi che
«dall’una alle sei non succede
nulla. Il tempo, per gli insonni e
quelli chenonamanoleggere, di-
ventacomeundiscoaquaranta-
cinque giri che gira a trentatré,
una lenta gomma vischiosa. Nel
frattempo, il mondodi fuori rag-
giunge il parossismo di lavoro e
di traffico, i ministri offrono in-
terviste trascendentali, il dolla-
rosale oscende, i grandi magaz-
zini straripanodi gente, nel cielo
si concentra la massima quanti-
tàdi aerei mentrequi, all’ospeda-
le, riempiamo lentamente un
bicchiered’acqua, lobeviamofa-
cendolo durare, accendiamo
unasigaretta, unritualecheten-
ta di riempire con un minimo e
prezioso contenuto il silenzio
dei corridoi, il pomeriggio eter-
no».
È meraviglioso perdersi in un
bicchier d’acqua con Cortázar,
doveperònemmenol’acquaèso-
loacquaseosservatabene, cortá-
zaraniamente, perché: «Bastaco-
noscerlaper capirechel’acquaè
stancadi essereunliquido. Lodi-
mostrail fattocheappenasi pre-
senta l’opportunità si trasfor-
ma in ghiaccio o in vapore».
A proposito di ghiaccio, in
queste «carte inaspetta-
te» si trovano soluzioni
geniali, più patafisiche
che fisiche, di cui biso-
gnerebbe tenere conto
nella vita quotidiana, a
cominciare dalle pub-
bliche amministrazio-
ni. Tanto per citarne
una: «Seinprevisionedi
unanevicatasegassimoil
tronco in modo che l’albero
si tenesse in piedi senza accor-
gersi di essere morto, come quel
mandarino memorabilmente
decapitato dal boia gentile, ba-
sterebbeaspettarechelane-
ve replicasse l’albero in
ogni suo dettaglio e quindi
levarlo senza scuoterlo,
conunlievespostamento.
Non credo che la forza di
gravitàriescaafarcrol-
lare il bianco ca-
stellodi carte, tut-
to avverrebbe co-
meunasospensio-
ne della volgarità
e della routine,
peruncertoperio-
dodi tempounal-
bero di neve so-
sterrebbe il sogno
realizzatodall’ac-
qua». Ecco, seil sindacoAleman-
no avesse letto Cortázar, anzi-
ché perdere tempo con le previ-
sioni della Protezione Civile che
poi ti rispondecheandavanopu-
reinterpretate, chi avrebbepotu-
tocontestargli di esserestatosu-
perficiale? NeppureTabucchi, il
quale al massimo si sarebbe ac-
cortoche, sdraiandosi aterrasot-
tol’alberodi neve, irami attraver-
sanol’universoinfinito, piùlun-
ghi perfino della Via Lattea.
LucaNegri
V
ladimirIl’icUl’janov, alsecoloLe-
nin (è noto che il secolo in que-
stionefulosfortunatoesciagura-
to Novecento), rimane un personaggio
abbastanza misterioso. Oquantomeno
i giudizi storici, morali, politici sullesue
impresenonsonoconcordi. Ancoraog-
gi non mancano gli estimatori, quelli
che lo salvano in toto e scaricano sulle
spalle del successore Stalin le peggiori
efferatezze del bolscevismo. Anche se,
ad esser sinceri, è ormai abbondante-
mente provato che polizia politica, gu-
lag e cinismo sanguinario cominciaro-
no in Russia fin dal 1917. In fondo non
c’eradaaspettarsi altro, datelepremes-
se: Lenin era unaristocratico, aveva in-
terpretato il marxismo inchiave aristo-
cratica, elitaria, tirannica. Il marxismo-
leninismo, l’idea che una piccola spre-
giudicata avanguardia di rivoluzionari
diprofessionedovessepilotareefomen-
tare le masse inrivolta, divenne dogma
per la sinistra mondiale e manuale di
istruzionipertotalitarismiavenireebri-
gatisti rossi. Edunque, che giudizioda-
re di Lenin? Una quarantina d’anni fa
l’odierno Presidente della Repubblica
Napolitanovedevainluila«guidagenia-
le del movimento rivoluzionario». Se-
condoGuidoCeronetti fu«l’inviatodel-
laTenebra, fondatoreimitabiledell’uni-
verso concentrazionario». Bertrand
Russell, intellettuale non preventiva-
menteostilenei suoi confronti, quando
selotrovòdavanti nonpotéfareameno
di notare tratti di «crudeltà mongola».
In lui sembrava essersi incarnato uno
degli eroi negativi di Dostoevskij, ma
Solzenitsyn lo considerò prodotto più
delgiacobinismofrancesechedel nichi-
lismoslavo. Comedire, nonètuttaroba
nostra, èunmosropaneuropeo. Vastaè
la bibliografia su Lenin, ma nuova luce
hafattoGennaroSangiulianonel suoul-
timo lavoro Scacco alla zar (Mondado-
ri). Nonsi tratta di unsaggioaccademi-
conédiunromanzostorico,peròcontie-
nelequalitàdi entrambi: fonti accurate
eprecise(documentideiNationalArchi-
vesbritannici compresi) esuggestiveri-
costruzioni di ambienti esituazioni. Le-
nin ci viene presentato in un momento
crucialedellasuavitaedellasuacarrie-
ra; èil 1908, arrivaaCapri eadattender-
loc’èMaksimGor’kij, esuledopoil falli-
totentativorivoluzionarioditreannipri-
ma. Gor’kijègiàunoscrittorefamosissi-
mo, agli occhi dell'opinione pubblica
planetaria rappresenta il volto, l’anima
stessadel socialismorusso. Leninèuna
faccia nota soloai compagni e ai servizi
segreti europei. Sbarca sull’isola non
tanto per farsi unpo’ di vacanza, anche
se gli svaghi nonmancheranno, squisi-
tamente aristocratici e lussuosi, come
pretesodallesueorigini, dal luogo, dal-
le compagnie. Più urgente delle vacan-
ze è tenersi buono lo scrittore, utilissi-
mocomeambasciatoredellarivoluzio-
nerussanel mondoediconseguenzaal-
laraccoltadi fondi versati allacausa, so-
prattutto in dollari. A Capri c’è anche
l’influentefilosofoedeconomistaAlek-
sandrBogdanov, principaleconcorren-
teperlacaricadileaderassolutodeibol-
scevichi. Costui e Gor’kij hanno messo
suuna vera e propria scuola per rivolu-
zionari, però vi si teorizza un comuni-
smoimbevutodireligiositàlaicaedimi-
to nietzschiano. Per loro l’ateismo è un
puntodi partenza, nondi arrivo: Diova
«costruito» con le energie della nuova
classeformatadasuperuominirossi. Co-
seinascoltabili perLenin, ancoraesem-
pre fedele al materialismo ottocente-
sco. Quel frazionismo spiritualista va
stroncato,Bogdanovvasfidatoesconfit-
toperfinoascacchi, giocoincuiiduemi-
litanti, da buoni russi, eccellono. Inol-
tre, Lenin a Capri stringe i rapporti con
l’aristocrazia militare prussiana che gli
permetteranno di tornare in Russia in
tempoperfarelarivoluzione. LaGerma-
niaavevafattomalei suoi calcoli, nono-
stante il disimpegno sul fronte orienta-
le, perderà ugualmente laprima guerra
mondiale; Lenin invece fonderà l’Urss.
Noi che ne abbiamo visto la tragica tra-
iettoriaelafineingloriosa, possiamoim-
maginare che tutto nacque fra la «piaz-
zetta» e le rovine della villa di Tiberio.
PAROLE E NUMERI
Nelle sue pagine entrano
concetti «matematici»
su Tempo, acqua, neve
CONTATTI INTERNAZIONALI
Giocando a scacchi, tesseva
la rete di rapporti necessari
per rovesciare lo zar Nicola
SCUOLA DI RIBELLIONE
Con lui, c’erano Gor’kij
e l’economista
Aleksandr Bogdanov
FENOMENO EDITORIALE
Tra tanti autori viventi che
pubblicano opere già morte, spicca
il libro «vivo» di un autore morto
«CARTE INASPETTATE» Un inedito dello scrittore argentino
Cortázar, il letterato
che dà lezione
anche agli scienziati
Articoli, pagine di viaggio, poesie: una raccolta che tocca
temi (dalla fisica alla biologia) ignoti ai nostri intellettuali
Lenine la rivoluzione in «piazzetta»
VISIONARIO
Lo scrittore
argentino, nato
a Bruxelles,
Julio Cortázar
(1914-1984)
visto da Dariush
Radpour.
Tra le sue «Carte
inaspettate»
spuntano racconti,
articoli
giornalistici,
appunti di viaggio,
persino poesie
STRATEGIE
Lenin, Gor’kij
e Bogdanov
giocano
a scacchi
a Capri:
Lenin visitò
l’Italia per
la prima volta
nell’aprile
del 1908,
in occasione
di un invito
di Maxim
Gor’kij nella
sua villa
sull’isola
Sangiuliano ricostruisce i giorni cruciali trascorsi dal bolscevico in Italia
Il saggio Marxisti a Capri
32 ALBUM

Martedì 21febbraio2012 il Giornale
PaoloScotti
È lui o non è lui? A giudicare
dall’indocile chioma ricciuta, e
dalla barbetta dal taglio intellet-
tuale, decisamente no. Ma poi
quello sguardo ironico, dietro
l’apparente svagatezza, confer-
ma. Èlui. Il giovane Montalbano.
Ovveroil piùfamosodei commis-
sari televisivi com’era vent’anni
fa, quando, ancorainespertofun-
zionario di polizia, fu trasferito
nel paesinosicilianodovegiàave-
va passato la giovinezza, Vigata.
Nonhapiùil maturosguardoper-
plesso(elapelata)diNicolaZinga-
retti; ma il giovanile sorriso (e la
montagna di capelli) di Michele
Riondino. Attornoalui tuttefacce
nuove, ma dal nome notissimo:
Alessio Vassallo è il futuro amico
Mimì (che già conosciamocol vi-
sodi CesareBocci); SarahFelber-
bauminterpretal’appenafidanza-
ta, magiàpaziente, Livia(al posto
di KatharinaBhom). Solol’autore
rimanelostesso. Èdaunromanzo
diAndreaCamilleri,infatti-Lapri-
maindagine di Montalbano- che
è tratta la fiction più attesa della
stagione Rai, in onda su Raiuno
consei episodi, apartiredagiove-
dì23,perlaregiadiGianlucaTava-
relli.Echetentaun’operazionein-
solita: rinverdire i fasti della serie
più amata del’ultimo decennio,
raccontandone il prequel (quel
cheaccadde,cioè,primacheiper-
sonaggi divenisseroquel chesap-
piamo oggi) ma affidandolo a in-
terpreti, esoprattuttoaunregista,
assolutamentediversi.
«Assistendo al primo episodio,
quelloincui il giovaneMontalba-
noèancoraunnovellino, appena
spedito dai superiori in un paesi-
nodi montagnachiamatoMasca-
lippa (cioè in un ambiente che
nonèilsuo, eallepreseconunme-
stiere che ancora non conosce)
misonoquasicommosso-dichia-
ra Camilleri (anche sceneggiato-
re assieme a Francesco Bruni) -
Riondino è un bravissimo attore:
èpropriocomel’avevoimmagina-
toio, scrivendoil romanzo. Eil la-
vorocollettivohaunadignitàpari
a quella del vecchio Montalba-
no».Ledifferenzefraledueetàdel
protagonista?«Lamancanzadiri-
spetto per le regole è comune -
commenta Camilleri (che ieri ha
anche presentato La scomparsa
di Patò, primofilmper lesaletrat-
to da un suo romanzo, con Nino
Frassica e per la regia di Rocco
Mortelliti) -. Solochenel Montal-
bano giovane è più evidente. Ma
non è che il nostro commissario
nasca incendiario per morire
pompiere: controcorrente rima-
nesempre». Il giovaneMontalba-
no, notaloscrittore, èuna«scom-
messa»ancheperchéilMontalba-
no-Zingaretti non va affatto in
pensione:laRaistapreparandoal-
tri quattronuovi episodi.
Il film, trattodaunaltroroman-
zodi Camilleri, cheescenellesale
venerdì, racconta la storia am-
bientataaVigata nel 1890esegue
le indagini di unmaresciallo sici-
liano dei carabinieri (Frassica) e
diundelegatodipubblicasicurez-
zanapoletano(Casagrande)sulla
misteriosa sparizione dell’appa-
rentementeirreprensibilediretto-
re di banca Antonio Patò (Mar-
corè), un venerdì santo, durante
larappresentazioneinPiazzadel-
la passione di Cristo. La differen-
za«fraimbroglioni comePatòdel
passato e quelli di oggi, è eviden-
te, basta aprire un giornale - ha
commentato Camilleri alla pre-
sentazione del film -. Oggi fanno
gli imbrogli ma non scappano,
stannoinmezzoaipiedituttiigior-
ni».

EnricoGroppali
Albertazzi, dica la verità: «Non ha
ancorafinitodi stupirci?».
«Perché, il verbostupirenonhapiù
dirittodi cittadinanza?»
Non è questo il problema, ma da
quando, il giorno dopo le sue nozze
conPiaTolomei, nelSognodiunanot-
tedimezzaestate,sirivolgevanelleve-
sti di Puck a Shakespeare appena in-
travisto in platea, dal grande Giorgio
ci si aspetta di tutto. Sarà d’accordo,
mi auguro.
«Come potrei smentirla? Io che ho
avutoilpiacere,nel corsodiunasedu-
taspiritica, di colloquiarecol suofan-
tasma,ogniseranelmiocamerinodia-
logoconPicasso. Il quale, seci tienea
saperlo, mi hadatoil permessodi ap-
parire nudo nello spettacolo che gli
hodedicato». Questonuovoattodi fe-
de nel soprannaturale si intitola Cer-
cando Picasso, in programma al Tea-
tro Strehler di Milano dal 28 febbraio
all’11marzo.
Maèproprioverocheinscenalasi
vedesenzavelicomeSaloméo,me-
glio ancora, come l’equivalente
maschiledella«Majadesnuda»?
«Èveroeal tempostessononèvero.
Chi può tracciare la vera linea di de-
marcazionetra veritàe menzogna?».
Sarà,mac’èchiaffermacheallavi-
giliadel novantesimoannolei, co-
meil grandePablo, haconservato
un’invidiabile freschezza fisica.
Veroofalso?
«Selodice lei, come faccioa smen-
tirla?Dapartemialepossosoloassicu-
rareche, come unvecchioCasanova,
sbucodaunlettoatorsonudoe, ipno-
tizzatodalleluci intermittentidellari-
balta, mi aggirocomeunlemuresbu-
cato dall’inconscio a sollecitare l’at-
tenzione dellespettatrici».
Tutto qui? Scusi, ma mi pare un
po’ poco.
«Come osa mettere in dubbio la
miabuonafede?Nonhaancoracapi-
to che Albertazzi è un jolly che, a se-
conda della disposizione delle carte
che lo coprono, lo attorniano e poi lo
scopronopuòannunciarelapalinge-
nesi dell’umanità ola sua scomparsa
nell’abissodel tempo?».
Che bella immagine, ne farò teso-
ro. Ma vuole dirmi finalmente co-
savedremoinCercandoPicasso?
«Intanto devo premettere che, per
la prima volta, sono protagonista di
uno spettacolo assolutamente privo
di un copione vero e proprio. Dato
che...».
Checosa?
«È vero che io recito brani desunti
dal capolavorodrammaticodel gran-
dePablo, ovveroIl desideriopresoper
lacodamaèancheverochequel testo
surrealeespiritosocomepochinonal-
linea personaggi ma situazioni dello
spiritoe caratteristiche del corpo».
Puòscenderenei particolari?
«Accantoame, masolocomesuoni
che vengono da un altro tempo e da
unaltrospazio,cisonopersonificazio-
ni astratte che si chiamano Angoscia
Grassa, Angoscia Magra e persino La
Tortachesolleticanoil mioamorpro-
prio».
Sarebbeadire?
«Che quelle voci astrali da me evo-
cate che corrispondono alle creature
bellissimeeaffascinanti dameincon-
trate nel corso degli anni, da Franca
Nuti aElisabettaPozzi per nonparla-
redi PieraDegli Esposti, sonosolodei
segnali sonori, incrostazioni lunari e
nonimmagini inmovimento».
Sarà. Macosami dicedelleballeri-
ne della Martha Graham Dance
CompanycheilregistaAntonioCa-
lendahainvitatoafarlecoronapiù
comefatechecomevittimedelsuo
vulcanicotemperamentodisedut-
tore?
«Io e Calenda, il regista che mi ha
piùassecondatoinquest’ ultimoper-
corso creativo, abbiamo compreso
chedi Picassononsi deve sceneggia-
re la biografia, a meno che non si vo-
glia cadere volutamente nel ridicolo.
Maseguirlonei suoi impulsi contrad-
dittorii».
Ossia?
«Non potendo rappresentare sulla
scena la pittura, abbiamo giocato sul
suocontrario: leimmagini che scaturi-
vanodalsuocervellocomeifumieipro-
fumi sprigionatisi dal vaso di Pandora.
Questa è, per ora, l’ultima scommessa
dellamiavita».
Elaprossima?
«Sto pensando a un nuovo Re Lear
conMichelePlacidonel ruolodel tra-
gicomonarca edionel ruolo del Paz-
zo, il suo eccentrico alter ego. L’ulti-
mavoltal’horecitatonel ’54accantoa
Renzo Ricci ma ero un canarino im-
plumeedoggi possofar di meglio».
»
CON I CAPELLI
Michele Riondino
nei panni del
giovane
Montalbano, la
nuova fiction di
Raiuno che
racconta il
commissario che
conduce le prime
indagini da
giovane poliziotto
quando aveva
ancora i capelli e
la barba
Box
Office
Mi sento
un jolly a
disposizione
delle carte
Penso
a un nuovo
Re Lear
con Placido
di AliceSforza
Per la prima
volta non
c’è un vero
copione
Autoritratto
Progetti
IL FILM
Da venerdì nelle sale
«La scomparsa di Patò»,
altro libro dello scrittore
Lo spettacolo
l’intervista »
Il «cavallo»
di Spielberg
non galoppa
GiorgioAlbertazzi
«Anovant’anni
mi mostro nudo
senza vergogna»
Il grande attore protagonista
di «Cercando Picasso» allo Strehler
non teme di spogliarsi come
l’equivalente maschile di «Salomé»
SuRetequattro
Brosioracconta
eventi inspiegabili
«Viaggio a…», il programma che
racconta storie di persone che
hanno vissuto esperienze in-
spiegabili conlesoleforzedella
natura, tornadadomanisuRete-
quattro con 6 nuovi appunta-
mentiinprimaserata. Novitàdel-
l’edizioneè PaoloBrosio.
La500esimapuntata
I Simpsondicono
addioaSpringfield
Nella 500esima puntata, tra-
smessanegli Usa, i Simpsonso-
no cacciati da Springfield e in-
contranoJulianAssange. Burt e
famiglia sono esiliati dalla loro
cittànataleeriparanoinunalo-
calità detta The OutLands. Ri-
chiamatidall’esilio, i Simpsonri-
fiutanoerimangonoadOutLan-
ds, meno stressante di Spring-
field. Peccatochegli exconcitta-
dini li seguanoadOutlands, fino
a renderla indistinguibile da
Springfield...
BREVI
VIGATA IN TV E AL CINEMA
«Il giovane Montalbano sarà all’altezza del vecchio»
Camilleri soddisfatto delle nuove puntate dedicate al commissario in onda da giovedì su Raiuno
L
acadutadeglidei. Ilmisero
quinto posto ottenuto da
Spielberg, nel fine settimana su
grande schermo, suona irrive-
rente nei confronti di unregista
che ha contribuito, negli anni,
ad alimentare i sogni di tanti
spettatori.Eppure,ilcinefilo,po-
co propenso ai sentimentali-
smi, nonhainvestitomolti euro
pervedereilsuoultimoWarHor-
se, film, tra l’altro, carico di No-
mination. Una volta, qualsiasi
pellicolatargataSpielbergerasi-
nonimo di «must», di appunta-
mentoda nonperdere. Oranon
è piùcosì. Giàconil recente Tin
Tin,ilpadrediE.T.nonavevasu-
perato, al debutto, il milione di
euro. Adesso, però, conappena
545.729euroracimolatiattraver-
so280schermi, siamodallepar-
ti del «clamorosoal Cibali». Cer-
to,moltapartedellacolpadique-
stosemiflopdipendedallaquali-
tàdi unapellicolamielosacome
poche, poco intrigante, dove gli
sbadigli sonopiùnumerosi del-
lecomparsenellescenedi guer-
ra. Insomma, l’usatosicuronon
è più di moda. In fondo, basta
un’idea buona per richiamare
pubblico. In Time, ad esempio,
cheimmaginaunfuturodistopi-
co dove la moneta è il tempo,
pur con un protagonista fuori
parte (Justin Timberlake), ha
chiuso al secondo posto dietro
Com’è bello far l’amore. Oppu-
re, bisogna affrontare un tema
che interessi, come quellodella
difficoltàdiesserepadre,bensvi-
scerato in Paradiso Amaro, al
terzopostograzieall’ottimoClo-
oney. Senza tralasciare la de-
menzialità,comeconfermal’in-
gresso, inottavapiazza, di Jacke
Jill, con Adam Sandler in vesti
siamaschili siafemminili.
TELEVISIONE 33
Martedì 21febbraio2012 il Giornale
I Film
AVVENTURAMiami. Il meccanico SteveForrest (BudSpen-
cer) si rimettel'uniformedi poliziottoper affiancarel'anti-
cocollegaDougBennet(TerenceHill). Bisognarecuperare
i venti milioni rapinati nove anni prima dal boss, appena
scarcerato, JoeGarrett. AncheperlamanescacoppiaGirot-
ti-Pedersoli arrivalacrisi: èil diciassettesimo annononil
settimo, masempredi improvvisocalodi tensionesi trat-
ta. Seal filminochestrizzal'occhioagrandi epiccini pren-
dendo per il bavero i telefilmamericani si toglie il tempo
dedicato alle scazzottate, restano sì e no i titoli di testa e
qualche depliant delle spiagge californiane.
COMMEDIACastelluzzodelGolfo(Trapani). Prendeunacot-
ta per l'americanina Sally (Rachel McAdams) il ventenne
Tanino(Corrado Fortuna). Unbigliettoaereoinregaloelo
spavaldo, candidoaspiranteregistasalutalamammave-
dovaevolainUsa. ASeaport raggiungelaragazza, fornita,
ahilui, di boyfriend. Simpaticacommedia, impetuosaete-
nera, buffa e romantica, diretta con ironico brio da Paolo
Virzì. Laprimamezz'oraèesemplareper umorismoesen-
sibilità, poi il film si disperde nell'esasperata ricerca del
grottesco. Corrado Fortunaèil sosiaspiccicato di Raz De-
gan, con unadifferenza fondamentale: èbravo.
Rai 1
Porta a Porta
ore 23.15
6.45 Unomattina “Il punto su rifor-
ma lavoro” Attualità. Condotto
da Elisa Isoardi, Georgia Luzi,
Savino Zaba
10.55 Che tempo fa Informazione
11.00 TG1 Informazione
11.05 Occhio alla spesa “Burro,
margarina, olio di semi”
Attualità. Condotto da
Alessandro Di Pietro
12.00 La prova del cuoco “La “cuci-
na stellata” di Heinz Beck”
Varietà. Condotto da Antonella
Clerici
13.30 TG1 Informazione
14.00 TG1 Economia Informazione
TG1 Focus Informazione
14.10 Verdetto Finale “Padri e figli”
Attualità. Condotto da
Veronica Maya
15.15 La vita in diretta Attualità.
Condotto da Marco Liorni,
Mara Venier
18.50 L’eredità Gioco. Condotto da
Carlo Conti
20.00 TG1 Informazione
20.30 Qui Radio Londra Attualità.
Condotto da Giuliano Ferrara
20.35 Dal Teatro Delle Vittorie Affari
tuoi Gioco. Condotto da Max
Giusti
21.10 Prima tv A fari spenti nella
notte - Drammatico (Ita 2011).
Di Anna Negri, con Guido
Caprino, Anita Caprioli,
Francesca Inaudi, Federico
Pacifici
23.15 Porta a Porta Attualità.
Condotto da Bruno Vespa
0.50 TG1 Notte - TG1 Focus
Informazione
1.20 Che tempo fa Informazione
Rai 2
7.00 Cartoon Flakes Ragazzi cont.
10.00 TG2punto.it Attualità
10.20 TG2 Medicina 33 Rubrica
10.30 TG2 Sì, Viaggiare Rubrica
10.35 TG2 Eat Parade Rubrica
10.45 TG2 Costume e Società
Rubrica
11.00 I Fatti Vostri Attualità
13.00 TG2 Giorno Informazione
13.30 TG2 Costume e Società
Rubrica
13.50 Medicina 33 Rubrica
14.00 Italia sul Due Attualità
16.10 Ghost Whisperer “La
Sindrome di Stoccolma”
Telefilm
16.55 Prima tv Hawaii Five-0
“Un’insolita giornata” Telefilm
17.50 Rai TG Sport Notiziario sport.
18.15 TG2 Informazione
18.45 Numb3rs “Hydra” Telefilm
19.35 L’isola dei Famosi 9 Reality
20.25 Estrazioni del Lotto
20.30 TG2 - 20.30 Informazione
21.05 Prima tv Rai Criminal Minds:
Suspect Behaviour
“Devozione” Telefilmcon
Forest Whitaker
21.50 Criminal Minds “Fino alla
morte” Telefilmcon Thomas
Gibson, Shemar Moore
22.40 Prima tv The Good Wife
“Infedeltà” Telefilmcon
Julianna Margulies
23.25 TG2 - TG2 Punto di vista
Informazione
23.40 Raidue e Zodiak Active pre-
sentano Almost true “David
Bowie e Andy Warhol” Doc.
Condotto da Carlo Lucarelli
0.30 Past Life “Santa Sarah”
Telefilmcon Kelli Giddish
Rai 3
6.30 Il caffé di Corradino Mineo
Attualità
7.00 TGR Buongiorno Italia Attual.
7.30 TGR Buongiorno Regione Att.
8.00 Agorà “Tra lavoro e primarie”
Attualità
9.50 Dieci minuti di... programmi
dell’accesso Attualità
10.00 La Storia siamo noi “A voi la
linea: Oriana Fallaci” Docum.
11.00 Apprescindere “I giovani
d’oggi: solo “bamboccioni”?”
Attualità
12.00 TG3 - Rai Sport Notizie Inf.
12.25 TG3 Fuori TG “Mani pulite
vent’anni dopo - Ospiti
Gherardo Colombo e Raffaele
Cantone” Attualità
12.45 Le storie - Diario italiano
“Maurizio Viroli: Elogio dell’in-
transigenza” Attualità
13.10 Prima tv Julia Telefilm
14.00 TG Regione - Meteo Inform.
14.20 TG3 - Meteo 3 Informazione
14.50 TGR - Il Carnevale di
Viareggio 2012 Evento
15.55 Cose dell’altro Geo “Legumi”
Documentario
17.40 Geo & Geo “Il ritorno dei lupi”
Documentario
19.00 TG3 - TG Regione Inform.
20.00 Blob Varietà
20.15 I due ammiragli - Commedia
1929). Di Lewis R. Foster, con
Stan Laurel, Oliver Hardy
20.35 Un posto al sole Soap
21.05 Ballarò “Il nuovo fisco del
governo Monti” Attualità.
Condotto da Giovanni Floris
23.15 90° Minuto Champions “I gol
di Napoli-Chelsea” Rubrica
0.00 TG3 Linea notte Attualità
Canale 5
6.00 Prima Pagina Informazione
7.55 Traffico - Meteo 5 - Borsa e
Monete Informazione
8.00 TG5 Mattina Informazione
8.40 La telefonata di Belpietro
Rubrica
8.50 Mattino Cinque Attualità.
Condotto da Federica
Panicucci e Paolo Del Debbio
Grande Fratello Reality show
11.00 ForumReal Tv. Condotto da
Rita Dalla Chiesa con Fabrizio
Bracconeri e Marco Senise
13.00 TG5 - Meteo 5 Informazione
13.40 Beautiful Soap
14.10 CentoVetrine Soap
14.45 Uomini e Donne Talk show.
Condotto da Maria De Filippi
16.15 Amici Reality show
16.55 Pomeriggio Cinque Attualità.
Condotto da Barbara D’Urso
18.45 The Money Drop Gioco.
Condotto da Gerry Scotti
20.00 TG5 - Meteo 5 Informazione
20.30 Striscia la notizia - La voce
della contingenza Attualità.
Condotto da Ezio Greggio e
Michelle Hunziker
21.10 Scusa ma ti voglio sposare -
Commedia (Ita 2009). Di
Federico Moccia, con Raoul
Bova, Michela Quattrociocche,
Luca Angeletti, Francesca
Antonelli
23.45 Matrix Attualità. Condotto da
Alessio Vinci
1.30 TG5 Notte - Meteo 5 Notte
Informazione
2.00 Striscia la notizia - La voce
della contingenza Attualità.
Condotto da Ezio Greggio e
Michelle Hunziker (Replica)
Italia 1
6.20 Ned - Scuola di sopravviven-
za Telefilm
6.50 Cartoni animati
8.40 Settimo cielo “Una ragione di
vita” “La tavola imbandita”
Telefilmcon Stephen Collins
10.35 Everwood “Per amore dei
figli” “Il ballo di fine anno”
Telefilmcon Treat Williams
12.25 Studio Aperto - Meteo Inf.
Cotto e mangiato Rubrica.
Condotto da Tessa Gelisio
(all’interno)
13.00 Studio Sport Notiziario sport.
13.40 I Simpson Cartoni
14.35 What’s my destiny Dragon
Ball Cartoni
15.30 Prima tv Camera Cafè
Ristretto Sit com
15.40 Prima tv Camera Cafè Sit com
16.10 The Middle “Il record di papà”
“Le nozze reali” Telefilmcon
Patricia Heaton, Neil Flynn
16.55 La vita secondo Jim“L’amico
immaginario” “Palline di ver-
nice” Telefilm
17.45 Trasformat Gioco. Condotto
da Enrico Papi
18.30 Studio Aperto - Meteo Inf.
19.00 Studio Sport Notiziario sport.
19.20 Tutto in famiglia “Senza
parole” Telefilm
19.50 Prima tv . I Simpson Cartoni
20.20 C.S.I. “Etrom” Telefilm
21.10 Troy - Azione (Usa/Malta/GB
2004). Di Wolfgang Petersen,
con Brad Pitt, Orlando Bloom
0.20 Kull il Conquistatore - Azione
(Usa 1997). Di John Nicolella,
con Kevin Sorbo, Tia Carrere
2.15 Studio Aperto - La Giornata
Informazione
Rete 4
6.45 TGCom24 - Meteo Inform.
7.20 Ieri e oggi in tv Varietà
7.25 Nash Bridges “Rivelazioni”
Telefilmcon Don Johnson
8.20 Hunter “Il Killer” Telefilmcon
Fred Dryer
9.40 R.I.S. Roma 2 - Delitti imper-
fetti “Vampiri a Roma”
Telefilmcon Fabio Troiano
10.50 Benessere - Il ritratto della
salute Talk show. Condotto da
Emanuela Folliero
11.30 TG4 - Meteo Informazione
12.00 Un detective in corsia
“Un’amara verità” Telefilm
13.00 La signora in giallo “Omicidio
a Las Vegas” Telefilm
13.50 Il tribunale di Forum-
Anteprima Real Tv
14.05 Sessione pomeridiana: il tri-
bunale di ForumReal Tv
15.10 Flikken coppia in giallo
“Ostaggi” Telefilm
16.15 Sentieri Soap
16.40 L’indiana bianca - Western
(Usa 1953). Di Gordon
Douglas, con Guy Madison
18.55 TG4 - Meteo Informazione
19.35 Tempesta d’amore Soap
20.30 Walker Texas Ranger “Tribù”
Telefilmcon Chuck Norris
21.10 Miami superCops - I poliziot-
ti dell’8a strada - Azione
(Ita/Usa 1985). Di Bruno
Corbucci , con Terence Hill,
Bud Spencer, C.B. Seay
23.25 I bellissimi di R4 Rubrica
23.30 Basta guardare il cielo -
Drammatico (Usa 1998). Di
Peter Chelsom, con Kieran
Culkin, Sharon Stone
1.30 TG4 Night News informaz.
6.00 TGLa7 - Meteo - Oroscopo -
Traffico - Informazione Inf.
7.00 Omnibus Attualità
TG La7 Informaz. (all’interno)
9.45 Coffee Break Attualità.
Condotto da Tiziana Panella
11.00 L’aria che tira Attualità.
Condotto da Myrta Merlino
12.30 I menù di Benedetta “Ospite:
Katia Follesa” Rubrica.
Condotto da Benedetta Parodi
13.30 TG La7 Informazione
14.05 Assassinio sul ponte -
Poliziesco (Ger dell’Ovest/Ita
1975). Di Maximilian Schell,
con Jon Voight, Jaqueline
Bisset, Martin Ritt
15.55 Atlantide - Storie di uomini e
di mondi Documentario. Con
Greta Mauro
17.30 L’ispettore Barnaby
“Fantasmi di Natale” Telefilm
con John Nettles, Jane
Wymark, Daniel Casey
19.20 G’ Day “Ospiti: Camila
Raznovich e Paolo Ruffini”
Varietà. Condotto da Geppi
Cucciari
20.00 TG La7 Informazione
20.30 Otto e mezzo “Ospiti:
Massimo Cacciari e Oliviero
Diliberto” Attualità. Condotto
da Lilli Gruber
21.10 L’ispettore Barnaby “La notte
della bestia” Telefilmcon Neil
Dudgeon, Jason Hughes
23.10 Crossing Jordan “Stanco
morto” “33 Bullets” Telefilm
con Jill Hennessy, Miguel
Ferrer, Steve Valentine
0.45 TG La7 Informazione
0.50 TG La7 Sport Informazione
Bruno Vespa
Almost true
ore 23.40
David Bowie
Ballarò
ore 21.05
Giovanni Floris
Uomini e Donne
ore 14.45
Maria De Filippi
The Middle
ore 16.10
Walker Texas Ranger
ore 20.30
Film
21.00 La ragazza del lago (Giallo, 2006)
con Toni Servillo Cult
21.00 Le nuove avventure di Pippi
Calzelunghe (Avventura, 1988)
con Tami Erin Sky Cinema Family
21.00 Piedipiatti (Com., 1991) con E.
Montesano Sky Cinema Comedy
21.00 Il tesoro dell’Amazzonia (Avv.,
2003) con Dwayne Johnson (The
Rock) Sky Cinema Max
21.00 The Whore (Dram., 2010) con A.
Neldel Sky Cinema Passion
21.10 American Beauty (Dram., 1999)
con Kevin Spacey Sky Cinema Hits
21.15 Prima tv Sky Se sei così, ti dico sì
(Commedia, 2011) con Emilio
Solfrizzi Sky Cinema 1
22.40 L’onda (Drammatico, 2008) Cult
22.45 Glory Road - Vincere cambia
tutto (Commedia, 2006) con Josh
Lucas Sky Cinema Family
22.45 School of Rock (Music., 2003) con
Jack Black Sky Cinema Comedy
22.50 48 ore di terrore (Thriller, 2010)
con Ian Ziering Sky Cinema Max
23.05 The day after tomorrow - L’alba
del giorno dopo (Dram., 2003) con
Dennis Quaid Sky Cinema 1
23.10 Billy Bathgate - A scuola di gan-
gster (Dram. 1991) con Dustin
Hoffman Sky Cinema Passion
23.20 Il Paziente Inglese (Dram., 1996)
con R. Fiennes Sky Cinema Hits
Telefilm
21.00 Ghost Whisperer “Il sottosuolo”
Fox Life
21.00 Ellery Queen “L’albero di Giuda”
Fox Retro
21.00 Criminal Minds “Prigioniero della
mente” Fox Crime
21.00 Prima tv C’era una volta “Il caccia-
tore” Fox
21.30 A.N.T. Farm Disney Channel
21.50 Criminal Minds “L’escluso”
Fox Crime
21.50 Glee “L’insegnante di spagnolo”
Fox
21.55 Cybergirl “Un segreto quasi
svelato” Disney Channel
21.55 Ghost Whisperer “Il fantasma
dello specchio” Fox Life
21.55 Moonlighting “Un destro un po’
sinistro” Fox Retro
22.25 The Sleepover Club “Invasione
dal passato” Disney Channel
22.45 Law & Order - Unità Speciale
“Inconfessabili pulsioni”
Fox Crime
Sport
11.00 Tennis, WTA Tour 2012 Dubai: 3a
giornata (Diretta) Eurosport
15.45 Sci alpino, Coppa del Mondo
Mosca (Russia) (Diretta) Eurosport
17.00 Tennis, WTA Tour 2012 Dubai: 3a
giornata (Diretta) Eurosport
18.00 Calcio, UEFA Champions League
Ottavi, andata CSKA Mosca - Real
Madrid (Diretta) Sky Sport 3
20.40 Calcio, UEFA Champions League
Ottavi di finale, andata Napoli -
Chelsea (Diretta) Sky Sport 1
20.45 Boxe, Bigger’s Better - Incontro
Pesi Massimi Finale Eurosport
20.45 Golf, US PGA Tour 2012 Da Pacific
Palisades Northern Trust Open: 4a
giornata (Replica) Sky Sport 2
20.45 Calcio, Serie A 2011/2012
Recupero 21a giornata Bologna -
Fiorentina (Replica) Sky Sport 3
22.45 Biliardo, Snooker Welsh Open
2012 Finale (Replica) Eurosport
22.45 UEFA Champions League
Postpartita (Diretta) Sky Sport 1
Rai 4
18.50 Battlestar Galactica “33 minuti”
Telefilm
19.35 Primeval “Prima stagione,
episodio 6” Telefilm
20.25 Supernatural “Il canto della sire-
na” Telefilm
21.10 Dabangg (Azione, 2010) con
Salman Khan Film
23.15 City of God (Drammatico, 2002)
con Alexandre Rodrigues Film
Iris
17.05 The anniversary party (Com.,
2001) con Alan Cumming Film
19.15 Supercar “K.I.T.T. contro KARR” Tf
20.10 A-Team“Come soleva dire il mio
prozio buonanima” Telefilm
21.05 My name is Tanino (Commedia,
2002) con Corrado Fortuna Film
23.10 Bionda naturale (Commedia,
1997) con Daryl Hannah Film
Rai Movie
17.35 Carolina - L’uomo dei miei sogni
(Com., 2003) con Julia Stiles Film
19.20 Rollercar sessanta secondi e vai!
(Az., 1974) con H.B. Halicki Film
21.00 Abbasso l’amore - Down with
lover (Commedia, 2003) con
Renée Zellweger Film
22.45 Lasciami entrare (Drammatico,
2008) con Kåre Hedebrant Film
Rai Storia
19.20 Res Tore “Un bulgaro contro
Hitler” “Sapere, profili di protago-
nisti - Marx” “Qui - Il ponte sul
fiume Po”“Magazzini Einstein:
Capolavori nascosti p. 2” Doc.
20.30 Cult Book Rubrica
21.00 Dixit Biografie “Luisa Spagnoli”
“Joe Petrosino” Documenti
23.00 Le non persone (Documentario,
2012) Film
La 5
18.55 Amici Reality show
19.55 Grande Fratello Reality show
20.15 Grande Fratello Live Reality show
20.25 Extreme Makeover Home
Edition Real Tv
21.10 Grande Fratello Night Reality
show
22.30 Mai dire Grande Fratello Varietà
Canale Italia
20.30 TG - TG Sport Notiziario
21.00 Cantando e Ballando Varietà
23.45 C’era una volta Varietà
Boing
15.25 Le nuove avventure di Scooby
Doo Cartoni
16.15 Prima tv Boing Lo straordinario
mondo di Gumball Cartoni
16.40 Transformer Prime Cartoni
17.05 Beyblade Cartoni
17.30 Bakugan Cartoni
17.55 Leone il cane fifone Cartoni
18.10 Prima tv Boing Il mondo di Patty
Telefilm
Cielo
18.00 Voglio vivere così - Italia Real Tv
19.00 Uno psicologo da cani - Dog
Whisperer Real Tv
20.00 MasterChef Italia Real Tv
21.00 Il principiante - Il lavoro nobilita
Real Tv
23.00 Aiuto! Animali imbarazzanti
Documentario
La 7D
18.40 Cuochi e fiamme Real Tv (Replica)
19.40 I menù di Benedetta Rubrica
20.40 G’ Day Varietà
21.10 Sex & The City “Giochi di coppia”
“L‚amico per il sesso” “Dettagli
non trascurabili” Telefilm
22.40 Para vestir santos - A proposito
di single “Primo episodio” Tf
Digitali Free Satellite
La7
L'ispettore Barnaby
ore 21.10
Neil Dudgeon
Film
19.10 Sweet November: dolce novem-
bre (Dram., 2000) con Charlize
TheronPremiumCinema Emotion
19.15 Tre all’improvviso (Com., 2010)
con K. Heigl PremiumCinema
20.15 I pilastri della Terra Terza parte
(Drammatico, 2010) con Ian
McShane Joi
21.15 Coco Avant Chanel - L’amore
prima del mito (Biografico, 2009)
con Audrey Tautou
PremiumCinema Emotion
21.15 Due cuori e una provetta
(Commedia, 2010) con Jennifer
Aniston PremiumCinema
21.15 La città verrà distrutta all’alba
(Horror, 2010) con T. Olyphant
PremiumCinema Energy
21.35 L’imbroglio - The Hoax
(Commedia, 2006) con Richard
Gere Studio Universal
23.00 Blade (Azione, 1998) con Wesley
Snipes PremiumCinema Energy
23.05 Incontrerai l’uomo dei tuoi sogni
(Commedia, 2011) con Anthony
Hopkins PremiumCinema
23.10 Una storia vera (Drammatico,
1999) con Sissy Spacek
PremiumCinema Emotion
0.00 Cinderella story (Commedia,
2004) con Hilary Duff Mya
Telefilm
19.00 Friends “Sto per avere un bambi-
no” Mya
19.20 R.I.S. 3 - Delitti Imperfetti “La
vendetta è un piatto freddo” Steel
19.25 Grey’s Anatomy “Cordoglio” Mya
19.25 E.R. - Medici in prima linea “Punti
di vista” Joi
20.20 Grey’s Anatomy “Addio” Mya
20.25 Knight Rider “Viaggio verso la
fine del cavaliere“ Steel
21.15 Prima tv Warehouse 13 “3...2...1”
Steel
21.15 Prima tv Gossip Girl “Ho bisogno
d’aiuto” Mya
21.15 Royal Pains “Il grande urlo” Joi
22.00 Prima tv Warehouse 13 “Don’t
Hate the Player” Steel
22.05 Royal Pains “Attacchi di panico”
Joi
22.10 Prima tv Pretty Little Liars
“Affiorano tensioni” Mya
22.50 Sanctuary “I Cinque” Steel
Sport
15.45 La moviola è uguale per tutti
PremiumCalcio
16.45 Serie A Highlights
PremiumCalcio
17.30 Champions League Live
PremiumCalcio
18.00 Calcio, UEFA Champions League
2011/2012 Ottavi di finale, gara di
andata CSKA Mosca - Real Madrid
(Diretta) PremiumCalcio
18.00 Calcio, Diretta PremiumSerie A
PremiumCalcio 2
18.25 Calcio, Serie A Recupero 21a gior-
nata Bologna - Fiorentina (Diretta)
PremiumCalcio 1
19.55 Champions League Live
PremiumCalcio
20.45 Calcio, UEFA Champions League
Ottavi, gara di andata Napoli -
Chelsea (Diretta) PremiumCalcio
22.40 Champions League Live
PremiumCalcio
Documentari
21.00 Tribu’
BBC Knowledge
21.55 Giro del Mondo in 80 religioni
BBC Knowledge
Mediaset Premium
Patricia Heaton Chuck Norris
DRAMMATICOCincinnati, Ohio(Usa). Hacambiatocasacon
la trepidante mamma Gwen (Sharon Stone) il giovanissi-
moKevin (KieranCulkin). Atredici anni ha un'intelligenza
straordinaria, maèaffettodaunararamalattiadegenera-
tivaeimedicigli dannosolododicimesi. Patetico, sottotut-
ti i punti di vista, melodramma buonista, tratto da un ro-
manzo altrettanto zuccheroso, che sventola la bandiera
dei diversi senzariuscireacommuoverechi nonsiaparti-
colarmenteversatoper lalacrime. Lapresenzadellasbia-
ditaStoneèun'autenticabeffa: haunaparticinadidieci mi-
nuti durante i quali nonsi toglie neanche l'orologio.
My Name Is Tanino Miami Supercops
VOTO
4/5
Basta guardare il cielo
di MassimoBertarelli
21.10RETE4
(Italia, ’85) di
BrunoCorbucci
conTerenceHill,
BudSpencer
Durata: 1.33
VOTO
5/6
21.05IRIS
(Italia, 2000) di
PaoloVirzì con
Corrado
Fortuna, Rachel
McAdams
Durata: 1.52
23.30RETE4
(Usa, ’98) di
Peter Chelsom
conKieran
Culkin, Elden
Henson
Durata: 1.39
VOTO
5
34

Martedì 21febbraio2012 il Giornale
DavidePisoni
La legge dell’ex può dare la
sentenza-scudetto. Perché Mi-
lan-Juventus è anche, o soprat-
tutto, la sfida di quelli che han-
no giocato sulle due sponde e
che sono pronti a servire la ven-
detta perfetta. Due su tutti: Zla-
tanIbrahimovic (se verrà ridot-
ta la squalifica) e Andrea Pirlo.
Manonsolo. Perchésonodieci i
giocatori che hanno vestito en-
trambe le maglie: sei agli ordini
di Max Allegri equattrodi Anto-
nioConte. Sonoloroatogliereil
sonno ai tifosi, potrebbero ria-
prire il cassetto dei ricordi. Sto-
rie di polemiche e veleni, rim-
pianti e dispetti. Chi scriverà il
capitolo scudetto?
Ibrahimovic è ancora sub ju-
diceinattesadel verdettosul ri-
corso contro la squalifica, cau-
sa manata ad Aronica. Lui è l’ex
per antonomasia. Lasciòi bian-
coneri nell’estate di Calciopoli,
protagonistadi underbymerca-
to. Alla fine scelse proprio l’In-
ter, e a Torino non hanno mai
perdonato. Ma lo svedese tratta
i vecchi colori senzapietà, tanto
danonesitareavestirsi di rosso-
nero. Esesegnaesulta, altroche
rispetto. Se c’èdaalzare le mani
nonsi tiraindietro. Vedi ditataa
Marco Storari in coppa Italia.
Unfacciaafacciatraexperché
il portierepropriodal Milanpas-
sò alla Juventus due estati fa per
fare il vice-Buffon, koalla schie-
na ai mondiali. Come qualche
annoprimaandòaTorinoperso-
stituireil numerounodell’Italia
ancheChristianAbbiati, oratito-
larerossonero. Super Gigi si fece
maleallaspallanel TrofeoBerlu-
sconi dopo uno scontro con
Kakà. Eil Milanlodiedeinpresti-
to gratuito ai bianconeri. Ma
quelli non erano i tempi della
«guerrafredda». Infatti inquegli
anni si facevano anche affari.
Uno su tutti Filippo Inzaghi,
costato settanta miliardi delle
vecchie lire. Salutò la Juve che
puntòsuDavidTrezeguet. Tutti
felici e contenti perché entram-
bi hanno poi fatto la storia dei
due club. Superpippo al massi-
mosi godràlasfidadallapanchi-
na. Allegri lohamessoai margi-
ni. Apropositodi attaccanti, in-
vece, ballottaggiotradueexros-
soneri per Conte: Alessandro
Matri e Marco Borriello. Il pri-
moil Milanl’hasolosfioratodo-
pola trafila nellegiovanili. L’al-
tro, invece, è stato sedotto e ab-
bandonato dal Diavolo più vol-
te. L’ultima fu per Ibrahimovic,
e Borriellodisse basta. Ma disse
noancheallaJuve, megliolaRo-
maperchélocompròatitolode-
finitivo. Poi ha cambiato idea, i
tifosi no. Ungol-scudettoloria-
biliterebbe. In casa Milan, oltre
ad Abbiati, l’unico sicuro di es-
serci nella notte scudetto del
Meazza si chiama Antonio No-
cerino. Il “colpo”di AdrianoGal-
liani. Altro che Tevez. Sette gol
al costo di 500mila euro. Tanto
haincassatoil Palermo. Per uno
scartodellaJuventus. Cresciuto
nel vivaio, fu richiamato a Tori-
no dopo il ritorno inserie A. Su-
bito titolare, poi “sacrificato”
nell’affare Amauri. Sbattè la
porta: «Questoè unaddio». Dif-
ficilmente, invece, troverà po-
sto Gianluca Zambrotta, ormai
quintoterzinorossonero. Dopo
il MondialeeloscandaloCalcio-
poli, al contrariodi Buffone Del
Piero, preferì fare i bagagli e vo-
lareaBarcellona. Il popolobian-
conero non ha dimenticato.
Non ci sarà Alberto Aquilani,
unico infortunato dei dieci ex.
Protagonistal’estatescorsadel-
lo scambio “indiretto” di registi
tra Milan e Juve. I bianconeri
non l’hanno riscattato, è torna-
toaLiverpool eGalliani hacolto
al volo l’occasione. Ripagato
conassist egol primadell’enne-
simo ko. Il suo posto a Torino
l’ha preso proprio Pirlo che si è
preparato segnando il suo pri-
mogol bianconerocontroil Ca-
tania. Infortuni e scelte di Alle-
gri nehannofattouncomprima-
rio dell’ultimo scudetto. Ora da
ex vuole scucirlo dalle maglie
rossonere. A Torino è rinato e i
rossoneri volano anche senza
di lui, ma appena sbandano ri-
spunta il nome di Pirlo. Torna
da rivale in quella che è stata la
sua casa per dieci anni. E' la ter-
zavolta, laprimachecontadav-
vero. Hadetto: «Saròemoziona-
to». Non sarà il solo nel Milan-
Juve degli ex.
DanieleArrigoninonèpiùl’alle-
natoredel Cesena. Il tecnicoha
rescisso consensualmente il
contrattochelolegavaalclubfi-
noal giugno2012. Èla12ª pan-
chinadellaSerieAasaltare.
La Juventus allenata da Marco
Baroni ha vinto per l’8ª volta il
torneodi Viareggiobattendoin
finalelaRomar 2-1: reti bianco-
nerediBeltrameePadovan, gol
giallorosso di Piscitella.
BORRIELLO OSSERVATO
Cerca un gol al Diavolo
per far dimenticare
il «no» di un anno fa
«SALTA» ARRIGONI
È IL 12° DELLA SERIE A
ABBIATI E L’OMAGGIO
Il portiere in prestito
alla Signora dopo il ko
di Buffon al «Berlusconi»
LA SIGNORA VINCE
IL SUO 8° VIAREGGIO
DIECI UOMINI A MAGLIE INVERTITE
Dall’alto e da sinistra: Christian Abbiati (alla Juventus nel 2005-06, 19 presenze in serie A); Marco Storari
(al Milan tra il 2007 e il 2010, 10 presenze); Gianluca Zambrotta (alla Juve dal ’99 al 2006, 217 presenze 7
gol), Antonio Nocerino (nella Juve 2007-08, 32 presenze); Alberto Aquilani (alla Juve nel 2010-11, 33
presenze 2 gol); Andrea Pirlo (al Milan dal 2001 al 2011, 284 presenze con 32 gol); Filippo Inzaghi (alla
Juve dal ’97 al 2001, 120 presenze 57 gol); Marco Borriello (al Milan in quattro periodi tra il 2002 e il
2010, 53 presenze 16 gol); Zlatan Ibrahimovic (alla Juve 2004-06, 70 presenze 23 gol) e Alessandro
Matri (Milan 2002-03, 1 presenza)
FrancoOrdine
Incredibilemavero. Il mite(per usareuneufe-
mismo) Giancarlo Abete, presidente della feder-
calcio, daqualchetempostrettonellatenagliatra
l’inflessibile Petrucci e la ribella Lega di Milano,
haimpugnatoloscudiscioepresodimiralaJuven-
tus. Certo, lohafattocol suolinguaggiomoltoam-
polloso in cui persino un cazzotto può diventare
delicatocomeunacarezza, malohafatto. Edègià
unanotizia. Nell’occasioneleparolesonopietree
hannoimpostouna bella regolata ai contendenti
dellaprossimasfidascudetto. Il capodel calcioha
definito«forti leparole usatedaConte, nonègiu-
stoche gli arbitri internazionali dirigano le squa-
dredi vertice». Nonsolo: maAbetehainsistitosul-
l’argomento. «Vorrei che il comportamento dei
tesserati fossecoerentesiadopountortosiadopo
unaottimaprestazionedell’arbitro»lasuainteme-
ratariferitaproprioal tecnicojuventinochedopo
Parma denunciò «un’aria molto pesante» e dopo
ilCataniainvece, colgoldiChiellinicontestato, ha
giudicato«migliore incampol’arbitroBrighi».
AquestopuntolaJuvenonpotevapiùfarfintadi
niente. E Beppe Marotta, da Viareggio (finalissi-
mavintadai bianconeri), hacoltol’occasioneper
ricucirelo“strappo“conil palazzo. «Lenostrefra-
si sono state critiche nell’analisi del mondo arbi-
trale ma fatte in grandissima correttezza e con il
massimorispettotantoèverochenonci sonostati
deferimenti»lariflessionepelosadeldgbiancone-
rochehacoltol’occasioneperaggiungereal duel-
lorusticanoconil Milanlasolitalitaniadel favori-
to(«restanoloro»)ealtrestoccate. Come?Sempli-
cissimo, ritirandosi in apparenza dal pronostico
sul ricorso per la squalifica di Ibrahimovic, in di-
scussione giovedì pomeriggio. «Non guardiamo
incasad’altri. Ecomunqueil Milanhamostratodi
essere forte con e senza Ibrahimovic» ha conclu-
so. Come per dire ad Allegri: interessati dei tuoi
gol nondi quellodi Chiellini.
Consiglio perfettamente raccolto dall’interes-
satochenonhadatoseguitoall’ironicabattutadi
domenica(«sai chemessatutti i giorni seavessero
annullatoil gol aChiellini!») per smentireuncon-
flittoconPato(«torneràadisposizioneper sabato
sera») e spiegare meglio l’addio di Pirlo: «Spesso
nella vita come nel calciobisogna cambiare: lui a
Torinohatrovatonuovemotivazioni cheal Milan
eranovenutemenodopo10anni». Micamaleco-
megiudizio! Già, Pirlo, scopertoattraversounfil-
mato circolato in rete, con una bestemmia sulle
labbra.InviaTurati, adispettodelletantesegnala-
zioni, hanno lasciato perdere. Anche perchè il
26esimocompleannodellapresidenzaBerlusco-
ni nonpoteva esserefesteggiatoconuna spiata!
TECNICO DEL CESENA
BOLOGNA, ORE 18.30
TV: SKY CALCIO3, SUPERCALCIO
HD, PREMIUMCALCIO1
Arbitro: Giannoccaro
BOLOGNA FIORENTINA
1 GILLET 1 BORUC
84 RAGGI 5 GAMBERINI
90 PORTANOVA 14 NATALI
5 ANTONSSON 15 NASTASIC
8 GARICS 16 CASSANI
26 MUDINGAYI 17 SALIFU
15 PEREZ 18 MONTOLIVO
3 MORLEO 21 LAZZARI
10 RAMIREZ 6 VARGAS
23 DIAMANTI 11 AMAURI
9 DI VAIO 8 JOVETIC
All. Pioli All. D.Rossi
ROMA BATTUTA
DIECI UOMINI CON UN MOTIVO IN PIÙ Gli incroci dello scudetto
Milan-Juve, la febbre degli ex
tra scarti, tradimenti e vendette
Ibra e Zambrotta mai perdonati, Pirlo cerca la rivincita su Allegri
Matri e Borriello snobbati a Milano, Nocerino scaricato a Torino
Abete a Conte: «Parole forti»
Marotta: «Noi sempre corretti»
Far beneconlaFiorentinaper
«dare un senso al successo con
l’Inter».Cosìl’allenatoredelBolo-
gnaStefanoPioli allavigiliadel re-
cuperoconi violadopol’impresa
di venerdì a SanSiro. «Conl’Inter
èstataun’ottimapartita, unrisul-
tatoprestigiosoperlasocietàei ti-
fosi, tre punti importanti per la
classifica, masiamoancoralì - ha
spiegatoil tecnicoaRadioanch’io
lo sport -. Siamo consapevoli che
giocandoal massimole partitece
la possiamo giocare. Ma dobbia-
mo restare sul pezzo, per questo
miaspettounagarapositiva». Ben
altraatmosferaincasaFiorentina
dopoil kocasalingoconil Napoli.
«Ho rivisto la partita, non è stato
comecontroil Leccecontrocui la
miasquadrafecemaleintoto- di-
ce l’allenatore viola Delio Rossi -.
Abbiamo commesso degli errori
manonsiamoallosbandoeaBo-
lognamiaugurodivedereunaFio-
rentinamotivata».
OGGI RECUPERO DI A
Il Bologna vuole
il bis nel «derby»
con la Fiorentina
Polemiche Attorno alla partitissima
__
Sport
SPORT 35
Martedì 21febbraio2012 il Giornale
MarcelloDi Dio
La musichetta della Cham-
pions torna a vibrare a Fuorigrot-
ta. Il sogno del Napoli è scrivere,
con i titolarissimi in campo (uni-
codubbioperCampagnaro,inca-
so di forfait è pronto Grava), un
nuovo capitolo di un’annata me-
morabile: eliminarei Blues earri-
vareauntraguardomairaggiunto
neisuoiottantacinqueannidisto-
ria,nemmenoaitempidiMarado-
na. Incittàl’ariaèquelladei gran-
di eventi esi respiraunacertafre-
nesia per l’appuntamento con il
Chelsea.Dalladelusioneperilsor-
teggiodi dicembrecheassegnòla
truppa di Villas Boas ai parteno-
pei,si èpassatiall’ottimismoperil
momentonodegli inglesi: lospo-
gliatoiosembranonseguirepiùlo
Special Two portoghese, la cui
panchinaèpiùchemai traballan-
te. Ecco che stasera, pur senza il
soldout (sarannooltre50milasu-
gli spalti con duemila sostenitori
londinesi, ma il settore ospiti re-
steràpermetàvuoto), verràpolve-
rizzatoil recordd’incasso stabili-
to con il Bayern Monaco. Impo-
nente il servizio d’ordine: 600
agenti e 500 steward vigileranno
sul flusso dei tifosi al San Paolo e
soprattutto su eventuali contatti
coni fandel Chelsea.
L’occasione dell’im-
presasembraquellagiu-
sta, anche se Mazzarri -
staseraenel ritornodel
14 marzo a Stamford
Bridgeconfinatointri-
bunaperlasqualifica
dopo la «crisi di ner-
vi» di Villarreal -
nonsilasciatrasci-
naredall’entusia-
smo. Così il vulca-
nicotecnicodi SanVincenzoha
mantenuto un basso profilo.
«Il Napoli nonèfavorito, èvie-
tatomancaredi rispettoauna
squadrachehagiocatopiùdi
100 partite in Europa e ha
grandissimi campioni, ma
con il Chelsea la mia squa-
dranonpuòsbagliare», così
Mazzarri, chesaràsostitui-
to inpanchina dal vice Ni-
colò Frustalupi, figlio del-
l’indimenticato Mario.
Quando si è seduto
da solo in panchina
(duevolte)il Napoli
ha vinto. «È forse
piùbravodi meco-
me lettura tatti-
ca...», gli elogi di
Mazzarri. Che si
dicetroppocon-
centrato tanto
da mascherare
l ’ e mo z i o n e :
«Siamo contenti di
poter giocare queste due
sfide, ma per me preparare
lapartitaconilChelseaèco-
me il Chievo, forse perchè
arrivando dal basso sono
abituato a giocare sfide
sempre più importan-
ti».
PiùsfacciatoLavez-
zi, uno dei tre tenori
a cui si affidano gli
azzurri (35gol sta-
gionali in totale
tra l’argentino,
Hamsik e Cavani).
«Abbiamopiùfamedi lo-
ro, bisogna mantenere
unalucidafreddezzaperfa-
reunapartitadaNapoli sen-
zapensaredi entrareincam-
po per non prendere gol, cre-
dochenonabbiamopossibilità
disbagliare»,diceil«Pocho»acac-
cia della prima rete europea del-
l’annata.
«Eliminare il Chelsea? Perchè
no?-l’opinionedelpatronDeLau-
rentiis -. Non sono un guascone,
ma nella mia vita professionale
hosemprepensatochenonci sia-
no limiti a nulla, la palla è roton-
da». Esnocciolai conti del Napoli
in vista del fair play finanziario:
«Da 5 anni chiudiamo il bilancio
inpositivo, dellesedici giunteagli
ottavi solo Arsenal, Bayern e noi
abbiamoi conti aposto». Unfiore
all’occhiello da impreziosire con
un’impresadaricordare.
NAPOLI, ORE 20.45
TV: SKY SPORT 1 HD, CALCIO 1
HD, SKY 3D, PREMIUMCALCIO
Arbitro: Carballo (Spa)
NAPOLI CHELSEA
1 DE SANCTIS 1 CECH
2 GRAVA 2 IVANOVIC
28 CANNAVARO 4 DAVID LUIZ
6 ARONICA 26 TERRY
11 MAGGIO 3 COLE
88 INLER 7 RAMIRES
23 GARGANO 8 LAMPARD
18 ZUNIGA 16 MEIRELES
17 HAMSIK 23 STURRIDGE
22 LAVEZZI 11 DROGBA
7 CAVANI 10 MATA
All. Mazzarri All. Villas Boas
CHE SFIDA Mazzarri squalificato, Campagnaro in dubbio
Il Napoli no limits
avverte il Chelsea
«Siamo affamati»
Lavezzi: «Non possiamo sbagliare»
De Laurentiis: «La palla è rotonda...»
Champions da vertigini
RiccardoSignori
Nemmeno ad Appiano fosse passato
un gatto nero. Quello di Figo è ormai di-
menticato. Momento nero, certo. Ma ci
vorrebbeunpo’ di tregua. Ranieri èlì che
sigrattalacrapa«SneijderononSneijder,
questoèil problema». I giocatori cercano
di strapparsi i cerotti: ci sonoferitemorali
edaltrefisiche.Militohalottatoperdebel-
lareunainfluenza, qualcunovuol farsva-
nireguaifisici.Poisivedrà:ForlanePazzi-
ni (nellafoto) oMilitoeSneijder?Dubbio
da risolvere. E intanto Forlan cerca di ri-
portarebuonumore, dicendo: «Tornere-
mo quelli delle 7 vittorie consecutive».
Marsiglia per tanti val niente più di una
squadra francese, non proprio una gran
cosa, abbordabileanzi battibiledaun’In-
ter appena discreta. Ma qui tutto torna
per rivederespettri del passato.
Comedire:vistodadestraovistodasini-
stra. Vistodadestra, Moratti potrebbeca-
varselaconunsospirodi sollievo. L’unica
volta che affrontò il Marsiglia, l’Inter
venne cacciata dall’Europa e com-
pletò il processo della sua autodi-
struzioneprima di unrinascimen-
to calcistico cominciato da Manci-
ni e proseguito da Mourinho. Visto
da sinistra: ci sono tutti i segnali
per piombare più giù nella
voragine dei disastri sta-
gionali. Lodiconoi ricor-
di:proprioinquestoperio-
do, stagione 2003-2004,
l’Inter perse 4 volte in
campionato, con un pareggioa spezzare
ledebacles(sconfitteincasaconUdinese
2-1eBrescia3-1,intrasfertaconMilan3-2
eRoma4-1, il 2-2aGenovaconlaSamp).
Numerierisultatinonsonomoltodi-
versi da oggi: 4 gol dalla Roma per
esempio. In panchina c’era Zac-
cheroni che Moratti aveva chia-
matoinottobreal postodi Cuper.
Andandoaleggeresiri-
trovanofrasi espe-
ranze rieditate
in carta car-
bone do-
pol’ulti-
m o
cam-
biofraGasperini eRanieri.
Cuperlasciòl’InterinChampions,Zac-
cheroni la fece deragliare fuori prima di
perdere anche nei quarti di coppa Uefa:
appunto contro l’Olympique. Si dirà: al-
traInterealtroMarsiglia. Vero, coni fran-
cesi giocava Drogba, che all’andata, a
Marsiglia(cimancavalacoincidenza!)se-
gnòilgolpartita.Inportaselapassavailfa-
mosoBarthez,acentrocampoFlamini.Al
ritorno finì ugualmente 1-0, con rete di
Meriem. E quella era l’Inter di Emre e
Cruz, Martins e Kily Gonzalez, Vieri che
nongiocòil ritornoeToldo, CristianoZa-
netti e Recoba. Non proprio una grande
squadra.UnicisopravvissutiJavierZanet-
ti e Cordoba. Unica coincidenzaautenti-
camente negativa: anche allora faceva le
suemossetteunolandesinopallido,palli-
do. Moratti loaveva pensatounfenome-
no, poi dovette ricredersi: Andy Van der
Meyde. Stesso sangue annacquato (non
sisadacosa?)diWesleySneijder.Entram-
bi incompresi e, atratti, incomprensibili.
Quell’anno il Marsiglia andò in finale,
senza vincerla. L’Inter al quarto posto in
campionato, salvando la partecipazione
ai preliminari di Champions(insiemeal-
laJuve). Accidenti! Moratti toccaferro.
Eppoi lalineacalcisticaMarsiglia-Mila-
noèsemprearischiodi brutti ricordi. Dici
Olympique e pensi ai riflettori di infausta
memoriamilanista. Maqui il revival porta
al di làdi unapartitaedi unrisultato. L’In-
tersidevesoloaggrappareaiconfinidelvin-
cioperdi. Oppureallesuerecenti stimma-
tedinobiltà.IeriMorattihaevitatodiparla-
reintv.BruttosegnaleperRanieri,perl’In-
ter e per la scaramanzia del presidente.
Messaacosìduraprovadall’incautoacco-
stamento: dellasorteedellamalasorte.
Con Zac cacciata dall’Europa. Ma da lì iniziò la rinascita Mancini-Mou
Eva la dottoressa
della panca accanto
LorenzoAmuso
LondraInrete,nei blogdeitifosidel Chelsea,già
la chiamano «la signora della panchina di
StamfordBridge». Perchédallascorsastagione,
conl'arrivodi AndréVillas-Boas, EvaCarneiroè
statapromossaallaprimasquadra. Neidueanni
precedenti erastatail medicodelleriservedopo
lalaureainmedicinasportiva,l'apprendistatoal
British Olympic Medical Institute e l'impegno
con la nazionale inglese femminile. La prima
esperienza nel mondo del calcio. Una carriera
lampocheasoli30annil'haportataadoccuparsi
delleprezioseginocchiadi Drogbaecompagni.
Responsabilemedico dei blues, ormai imman-
cabilefiguraallespalledel managerportoghese.
Unapresenzachealleprimeuscitehadestatocu-
riositàenonpocamalizia.Perchéilcalcio,nono-
stante gli sforzi praticati almeno in Inghilterra,
resta un ambiente fondamentalmente sessista
doveuna giovane donna, per di piùattraente, è
destinata a ricevere attenzioni e commenti da
sottoscala. Poco importa la sua esperienza con
lanazionaleolimpicabritannicaaPechinotan-
tomenolasuaformazioneaccademica.
Asollecitarelepiùscontateinsinuazioni –su
giocatori improvvisamente infortunati, sma-
niosi di riceverelesuecure–sonostati il suoin-
tensosguardolatino, lapelleolivastra, i riccioli
neri (nontragga peròiningannoil cognome, è
nataa Richmond, nel NorthYorkshire). Anche
sei tempi sonocambiati daquando, erail 1994,
un'aspirante fisioterapista veniva scartata dal
Manchester United perché - la giustificazione
ufficialedelclub-«icalciatoripreferisconoesse-
remassaggiatidafisioterapisti di sessomaschi-
leesi sentonopiùaloroagiosepossonoparlare
dei loro problemi conaltri uomini». Sulla que-
stione Eva preferisce non commentare, forse
perché ha saputo dribblare con successo que-
st’irrisolta battaglia dei sessi trasferita sul ret-
tangolo verde. La sua promozione ha segnato
unaprimavolta,storica,inPremierLeague.Co-
sì dazittireluoghi comuni, barzellettedacaser-
ma, umorismodatardo-machismo. Nonsi na-
scondenémortificalasuabellezza, ladottores-
saCarneiro, malasciacheaparlare–al di làde-
gli immancabili primi piani chelatelevisionele
tributainogni partita–sialasuaprofessionali-
tà. L’unicarispostapossibileadunmondoinri-
tardosui tempi correnti.
Il medico inglese
A destra, Eva
Carneiro, medico
sociale del Chelsea
dal 2009. A sinistra,
Walter Mazzarri
Marsiglia, la fortunata maledizione dell’Inter
Corsi e ricorsi Nel silenzio di Moratti
Riccioli e bellezza latina
36 SPORT

Martedì 21febbraio2012 il Giornale
Samp battuta, Toro in vetta
SERIE B
Il Torinovince2-1il posticipodi BcontrolaSamp: gol
di Antonucci eMeggiorini, pari momentaneodi Juan
Antonio. Oggi Modena-Albinoleffe (18.30, Sky Cal-
cio4), recupero della 4ª di ritorno. Il Toro sale così in
vettaa56punti superandoSassuolo e Veronaa54.
StefanoOlivari
Sec’èunacosachenonmancaaJo-
séMourinhoè l’autostima, base ideo-
logica dei successi suoi e delle sue
squadre. Maper suafortunaacredere
in lui c’è anche buona parte del resto
del mondo, perlomenodi quellodelle
scommesse. Nonè un caso che oggi il
Real Madrid sia dato vincente a 1,37 a
Mosca contro il Cska nell’andata del
suoottavodi Champions League: non
che i prossimi probabili campioni di
Spagna non siano favoriti, ma 1,37 si-
gnificacheal Real vienedatoil 72,9per
cento(!) di probabilità di vittoria (100
diviso 1,37) e il 22,2 (100 diviso il 4,50
della quota) di pareggiare. Davvero il
CskaMoscaècosì scarso?Sì, sonodue
mesi chegiocasoloamichevoli, main-
somma... Per i club con popolarità
mondiale l’allibraggio produce que-
stedistorsioni,quindièdisolitosconsi-
gliabile giocare sul Real (così come su
Barcellona, Milan, eccetera...) ameno
che non si sia strasicuri della vittoria:
nel qual caso qualsiasi quota diventa
buona,soprattuttoconilsaccentesen-
no di poi. Una vittoria che per Mou-
rinho non è esattamente l’eccezione:
delleultime 30partite disputate, fra le
varie competizioni, il Real ne ha vinte
27.Le3nonvinte(duesconfitteeunpa-
reggio)sonostate,dolorosamente,tut-
tequelleconil Barcellona. Ancorapiù
penalizzante la quota sulla qualifica-
zione del Real Madrid al termine del
doppioconfronto: 1,07, cioèal 93,4per
cento, coni russi pagati a 7,00.
Nonostante questo sulla qualifica-
zioneReal convergeràtantogioco, co-
sìcomesullapartenzadiMourinhoafi-
nestagione,perunadestinazioneinde-
finita: 1,40 con una tendenza al rialzo
negliultimigiorni. Mezzomondoritie-
ne insommaprobabile che l’allenato-
re invocato dai tifosi dell'Inter (e non
solodaloro), perildispiacerediMorat-
ti, lasci Madridaprescinderedai trofei
alzati.
Qui infatti la sfiducia non c’entra,
perché il trionfo nella Liga viene dato
per sicuro, pagatoa 1,03 (97 per cento
di probabilità). Ed è significativo che
vengaancoraquotato, nonostantei 10
punti di vantaggio sul Barcellona. A
meno di un suicidio di massa dei ma-
dridistisignificaun3percentodirendi-
mento certo in 3 mesi, nessun bond
contriplaApotrebbeoffrire tanto.
Grazie alla credibilità del Barcello-
naèquindi possibileportareacasaun
buonrendimento, conla solita regola
chepiovesul bagnato(traduzione: bi-
sogna avere grosse cifre di partenza
per portare acasaqualcosadi interes-
sante).
Per chi non si accontenta c’è la
ChampionsLeague: Mourinhocheal-
za la Decima (per lui sarebbe la terza,
dopoquellevinteconPortoeInter)del-
la storia Real viene pagato a 3,50, solo
Guardiola (2,50, ma ha già giocato e
vinto l’andata degli ottavi contro il
BayerLeverkusen) vienedatopiùvici-
no al traguardo. Il Milan con la coppa
inmanoèpagatoa10(quartasquadra
favorita, dopo il Bayern ma davanti al
Chelsea), l’Inter a22(sesta) eil Napoli
a30(settima).
Praticamente uguale a quella della
Champions la quota dell’accoppiata
conla Liga, che consegnerebbe l’alle-
natore portoghese alla leggenda e ad
unnuovocontrattoconAbramovich.
Twitter @StefanoOlivari
Un parallelo nel cuore di Mosca
FilippoGrassia
Peri signori CostaeCifone, legati all’operatorein-
gleseStanley,èstataungiornatadigloriainvirtùd’una
sentenzachefastoria, machevainterpretatainmodo
corretto. LaCortedi GiustiziaEuropea, riunitalascor-
sasettimanaaLussemburgo, hastabilitocheladisci-
plina italiana dei giochi presenta caratteristiche con-
trarieallalibertàdistabilimentoeallaliberaprestazio-
nedei servizi garantiti dal dirittodell’Unione. Inparti-
colare i giudici hanno definito discriminatori i bandi
che escludevano una parte degli operatori dall’asse-
gnazionedelleconcessionisportiveeippiche.Sifarife-
rimento in primis alla gara del 1999, che impediva la
partecipazioneaoperatori costituiti informadi socie-
tàperazioni,epoialDecretoBersanidel2006,cherivi-
sitò la normativa ma che inserì dei paletti ritenuti in
contrastoconildirittocomunitario.Vediilrispettodel-
ladistanzaminimadellenuoveagenzierispettoaquel-
leesistenti.NescaturìunadenunciaaidannidiCostae
Cifone,gestoridictdcollegatiallasocietàingleseStan-
ley, per esercizio abusivo dell’attività di scommesse.
Bocciateanchelenormecheprevedonoladecadenza
della concessione qualora un operatore raccolga
scommesseancheattraversocanali irregolari.
Ma cosa comporta questa sentenza? «Non c’è al-
cunoperatore che si trovi nella condizione di usare
la sentenza Costa-Cifore, a parte noi di Stanley», af-
fermailbookmakeringleseinunanotainviataaipro-
priricevitori.Dovesileggefral’altro:«LaCortediGiu-
stizianonsi concentraaffattosullaquestioneseil si-
stemaItaliaingeneraleoseilsistemaBersaniinparti-
colare siano o no discriminatori… ma giunge alla
conclusionecheStanleybet èstataillegittimamente
esclusa dalle gare Bersani proprio in conseguenza
delle precedenti discriminazioni subite nelle gare
Coni del 1999». Per il bookmaker inglesenonesisto-
noaltri operatori nellastessasituazioneperchénon
hannoimpugnato i bandi a tempo debito oppure vi
hanno partecipato sottoscrivendo contratti vinco-
lanti oppure noneranoancora stati costituiti.
Secondo Massimo Passamonti, presidente della
FederazioneSistemaGiocoItalia,lasentenzaconfer-
masostanzialmentelavaliditàdelsistemaconcesso-
rioitaliano:«Mairilievimossi, relativiasingoliaspet-
ti attuativi, vannoaffrontati erisolti conurgenzaper
dare certezza a tutti i concessionari che si sono fatti
caricodifortiinvestimentiinfunzionedellenormati-
vevigentinelnostropaese».Indifesadelsistemacon-
cessorios’èschieratoancheFrancescoGinestra, pre-
sidente di Assosnai: «Come prevedibile la Corte di
Giustiziahaespressoungiudizionegativosullanor-
mativa disciplinante le gare Bersani, in parte già
abrogate,perlequalilaCortediCassazioneavevasol-
levato dubbi di conformità ai principi dell'Unione
Europea. Ma la sentenza non ha sancito che i ctd di
qualsiasi operatore siano legittimati a raccogliere
scommesse senza concessione Aams. Né ha messo
indiscussione il sistema delle concessioni».
SCI: COPPA DEL MONDO
Slalomparallelo coni 30 migliori atleti di Coppa del
Mondo- 15uomini e15donne- oggi alle17italiane
(RaiSport1) nelcuorediMosca, suunacollinettaarti-
ficialedi 56metri di altezzae180metri di lunghezza.
Trail pubblico, atteso anche il presidentePutin.
Gli ottavi di Champions
A Roma sfida tra Bolt e Powell
ATLETICA: GOLDEN GALA
La pista dell’Olimpico di Roma il 31 maggio prossi-
moospiteràunanuovasfidasui 100metri traUsain
Bolt eAsafaPowell. Il duellotrai velocisti giamaica-
ni, vintoper soli duecentesimi daBolt nel 2011, sarà
unodei piatti forti del CompeedGoldenGala.
La Champions League è in cima all’attenzione degli appassionati di calcio e
scommesse, congli ultimi quattroincontri validi pergli ottavi di finale. Iniziastase-
ra il Napoli: le quote Snai sono in favore degli azzurri, quotati 2,30, mentre per gli
ospiti laquotaè3,10. Pareggioa3,20. Nessunprecedentetraleduesquadre. L’altra
partita,CskaMosca-Real Madridvedeibookiepocopropensiadarecreditoairussi.
Lavittoriadei padroni di casavieneinfatti pagata8epersinoil pareggiohaunaquo-
tamoltointeressante: 4,60.Quasiscontatadunquelavittoriadellemerengues, ban-
cataa1,37. Domani, per l’Inter latrasfertaaMarsigliaèpiùdi unbancodi prova: la
quotaSnaiperinerazzurriè3,35,l’Olympiqueèquotato2,15,segnoXa3,25.Basilea-
Bayernvedefavoriti i tedeschi: 1,55lavittoriaesterna, 3,85il pareggio, mentrelavit-
toriadei padroni di casaèpagata daSnai 6volte la posta.
Cska e Basilea, il colpaccio è il segno «1»
«BANDI DISCRIMINATORI»
La decisione di Strasburgo vale solo
per Stanley? «Conferma la validità di
fatto del nostro sistema concessorio»
scommesse
IL PROGRAMMA
ANSA-CENTIMETRI
Gli ottavi di finale Champions League
NAPOLI - Chelsea
Cska Mosca - Real Madrid
Basilea - Bayern Monaco
Marsiglia - INTER
(Ritorno: mercoledì 14 marzo)
DOMANI
(Ritorno: martedì 13 marzo)
OGGI
BREVI
SENTENZA DELLA CORTE DI GIUSTIZIA
Il sistema italiano
non passa
l’esame europeo
SCONSIGLIABILE GIOCARE SULLO SPECIAL ONE
Senza il Barça
Mourinho
è imbattibile
Nelle ultime 30 partite 27 vittorie del Madrid,
le 3 non vinte (due sconfitte e un pareggio) contro
Guardiola. Pagata 1,37 la sua vittoria a Mosca,
e 3,5 la conquista abbinata Liga-Champions
__
38 LAPAROLAAI LETTORI

Martedì 21febbraio2012 il Giornale
X
Il Sudoku
Come si gioca
2 6 9 3 7 5 1 4 8
7 8 3 6 1 4 2 9 5
1 4 5 8 9 2 3 6 7
6 5 2 7 4 1 9 8 3
8 9 7 5 3 6 4 2 1
4 3 1 9 2 8 7 5 6
3 1 6 2 8 9 5 7 4
5 2 4 1 6 7 8 3 9
9 7 8 4 5 3 6 1 2
La vignetta di Krancic
MEDIO
Completarelo schema,
riempiendole caselle
vuote, cosicché ciascuna ri-
gaorizzontale, colonnaver-
ticaleeriquadro3x3(colbor-
do più spesso) contenga
unasola volta tutti i numeri
dall’1al 9. Buondivertimen-
to
DIFFICILE
4 6 3
6 9 7
9 3
2 7
5 8 4 7
8 3
9 4
1 2 6
4 2 3
LAPRECISAZIONE
Saccucci, laP2
eil giudiceSalvini
Nell’intervista a Sandro Saccucci pub-
blicata sul Giornale il 12 febbraio 2012
coniltitolo«DalprincipeBorgheseaog-
gi questaItaliaètuttaungolpe», ci sono
riferimenti a un’intervista che io feci
per il Corriere della sera del 14 aprile
1995aErnestoDeMarzio.HascrittoSte-
fano Lorenzetto: «In quell’intervista
con De Marzio, l’autore Maurizio Ca-
prara la dava iscritto alla loggia P2».
«UnaballadiCaprara»,harispostoSac-
cucci. Nonmi soffermosulletesidi Sac-
cucci,senonperquestopuntochemiri-
guarda. Ionel 1995citai lacircostanza,
attribuendolaperòalgiudiceGuidoSal-
vini, chenellasuasentenza-ordinanza
nel procedimento contro Nico Azzi ed
altri,apag.337-338,all’internodelcapi-
tolointitolato«Il ruolodi LicioGelli nel
golpe Borghese», cita anche Saccucci
tra quanti «erano iscritti o sono stati
iscritti allaP2», comesi puòconstatare
leggendocopiadiquellepagine.Dapar-
temianessunaballa. Continueròaleg-
gere Lorenzettoconpiacere.
MaurizioCaprara
Corrieredellasera
UNACONDANNAESAGERATA
Spaccarotellahasbagliato
manonèunassassino
Trovo condivisibile l’affermazione di
Daniela Santanchè per cui un agente
che spara durante un’operazione di
polizia non è mai un assassino anche
selofainmodononappropriatoomal-
destro. La condanna di Spaccarotella
aquasi 10anni di carcereèassurda, an-
cor più se confrontata con l’omicidio
stradale, la violenza sessuale, la rapi-
na a mano armata etc. Pur compren-
dendone appieno il dolore, mi sem-
bra poi che Sandri padre non possa
permettersi leaffermazioni chehafat-
to, a proposito della Santanchè, visto
l’atteggiamento vendicativo sempre
tenutochehaalimentatomoltaviolen-
zaverbale; bastavederelescritteche, a
distanza di anni, ancora campeggiano
sumuri del Lazioe dellaToscana. Pur-
troppostaredallapartedi unpoliziotto
dellastradalechehasbagliato, mainas-
solutabuonafedeenell’adempimento
del proprio dovere, non è considerato
correttoinquestopaese. Nonsoquan-
tegenerazioni ci vorrannopercambia-
re.
AndreaTesti
e-mail
DIMISSIONI DEL PRESIDENTEWULFF
InItaliail mal comune
èsempre mezzogaudio
Orache il presidentetedescoWulff si è
dimessosiamotutti unpo’ piùcontenti
emagari sorvoliamosullenostremise-
rieumane, epoi si vuol metterenel po-
ter paragonarelaserietàtedescaconla
nonserietàitalianaonel poter dire an-
che loronon sono da meno. Evia coni
commenti, sempre quelli peraltro, che
sannodi esterofilia acuta. Hai visto? In
Germania si dimettono, da noi manco
per sogno! Saràchel’esterofiliaè quasi
unanecessitàfisiologicaper noi italioti
enonsoselosciovinismosial’altrafac-
ciadellamedaglia, manonsarebbeora
diguardarsiincasapropria?Oilmalco-
muneè sempre mezzogaudio?
UmbertoBrusco
Bardolino(Verona)
GOVERNOTECNICO
Questi ministri così sobri
mi mettonotristezza
Ma che noia che barba che tristezza il
governotecnico!Faccedafunerale,abi-
ti da becchino, grigiore chiamato so-
brietà, adessosele prendonopure con
quello splendore di ragazza che è Be-
len! Capiscoche«il»Fornerononèpro-
prio una top model, che Monti è uno
che ride poco, che gli altri sono cupi e
grigi, ma almeno a noi sudditi lascino
unminimodi allegria!
GianLuigi Molteni
Lecco
CANONETVPERGLI UFFICI
Nelleaziendesi lavora
nonsi guardanoi reality
Saltafuori lagranadel pagamentodel ca-
none Rai da parte degli uffici. Non regge
piùlagiustificazionechepossessodi ogni
«dispositivoattoomodificabileperlarice-
zioneditrasmissionitelevisive»debbapa-
garequellatassa. Nonesistepiùunanetta
distinzionetraquellocheècorrelatoconil
mondotelevisivoequellochenonc’entra
nulla, nonsiamopiùnegli anni ’60quan-
doeracertocheuntelevisore eracerta-
mente un televisore e un telefono era
davverosolountelefono. Suuncanale
digitale,siaessoviaetereoadsl viaggia-
nodati,numerienullapiù.Ognipcèfat-
toperscambiare,elaborare,visualizza-
re dati di qualsiasi tipo, quasi nessuno
traquelli usatinegli uffici (nonstatali)è
utilizzato per guardare la tv. Sul posto
di lavoro, inmilioni di piccole imprese
private si lavora e non si guardano le
partiteoireality. Questeimposizioniri-
cordano la tassa sull’equo compenso
cheprevedevailpagamentosuogniog-
gettoingradodi memorizzaredati per-
ché si presupponeva che potesse esse-
re utilizzato per copiare opere coperte
dal dirittod’autore. Quandoil fiscoita-
lianononsaràpiùbasatosupresunzio-
ni il Paesediventerà forse normale.
AlessandroBiasioni
e-mail
VENT’ANNI FA
Si parladi «Mani pulite»
manondei soldi di Gardini
L’onorevoleDi Pietro, definitodaStefa-
niaCraxi «il maniscalcodi Mani Pulite»,
festeggiail ventennaledi quandoMario
Chiesa, dettoa suovolta mariuolo, fece
scoprireilmalaffare.Credevochenelfe-
steggiare la ricorrenza l’ex magistrato
avrebbeancherievocatoanchelaspari-
zione della valigetta col miliardo che
GardinilasciòinviadelleBottegheOscu-
re. Sequellavaligettaparlasse...
EnzoRuggieri
Aosta
RIMBORSI ELETTORALI
I partiti fannosempre
orecchiedamercante
Bersani: trasparenza, manessuntaglioai
rimborsi elettorali. Gli italiani: trasparen-
zaerimborsielettoralientrountettostabi-
litoe, comunque, solosedocumentati. È
scandalosocheipartitisicostituiscanopa-
trimonimilionari allenostrespalle.
AttilioLucchini
Segrate(Milano)
EVASIONEFISCALE
Toh, chesorpresa: aNapoli
i negozi nonfannoscontrini
Allafinel’AgenziadelleEntratehaavu-
toil coraggiodi farsi vedereancheaNa-
poli, dovehascopertoche4negozi su5
non fanno lo scontrino. Che poi ci sia
statolostuporegenerale, quandosotto
ilVesuvioquestoènormalecomelane-
ve d’invernoe il solleone d’estate, è un
altropaiodi maniche. Nonmi èsfuggi-
toperòil fattoche, mentre la retata dei
ricconidiCortinaavevaoccupatolepa-
gine dei giornali per settimane, a casa
di Giggino la cosa si sia consumata in
quattro e quattr’otto, e la finanza si sia
subitoprecipitata aCourmayeur.
Xavier Carlo
e-mail
INTERINPIENACRISI
Moratti deveprendersela
soloconsestesso
Moratti arrabbiato abbandona lo stadio
assai prima della conclusione della gara
conil Bologna. Maarrabbiatoconchi? È
consémedesimochedeveesserlo,pertut-
telecessioniinnomedelDioDenaro,pri-
ma Ibrahimovic, poi Eto’o, adessoThia-
goMotta,rimpiazzatidascartinitipoCou-
tinho, Alvarez, Jonathan, Forlan ed altri
semibrocchichealtrononriesconoafare
senonincassarevalanghedigol.Quindiil
signorMoratti, perpiacere, smettadi fin-
geredi arrabbiarsi.
Giovanni Bertei
LaSpezia
»
SocietàEuropeadi Edizioni spa
CONSIGLIODI AMMINISTRAZIONE
Presidente
GIANGALEAZZOBIAZZI VERGANI
AmministratoreDelegato
ANDREAFAVARI
Consiglieri
ALESSIABERLUSCONI
LUNABERLUSCONI
PAOLOBERLUSCONI
ANDREACANEPA
FEDELECONFALONIERI
Direttoreoperativo
LUCAZUCCOLI
VISIBILIAsrl - COMMERCIALENAZIONALE-
VIA SENATO n. 8 - 20121 MILANO - TEL.
02/36586750- FAX02/36586774- VIADELLA
PURIFICAZIONEn. 94/95-00187ROMA-TEL.
06/95213200/01/02 - FAX 06/95213233 -
e-mail: info@visibilia.eu
L
a
s
o
l
u
z
i
o
n
e
d
i
i
e
r
i
L’angolo
di Granzotto
FINANZIARIA, ANNUNCI ECONOMICI, NECROLO-
GIE [FAX: 02/85427280], RICERCHE E OFFERTE
DI PERSONALE, PICCOLA PUBBLICITÀ, SERVIZI
SPECIALI.SEDE LEGALE:VIA G. NEGRI 4, 20123
Milano- CENTRALINO: 02/72181;
FAX: 027218650. www.arcusmultimedia.it
DISTRIBUTORE NAZIONALE:
PRESS-DI S.RL. - VIACASSANESE 224
- SEGRATE (MI)
ABBONAMENTI:PRESS-DI S.R.L.
-TEL. 199118800(tariffamax, nazionale, 0,1188
+IVAal minutosenzascattoallarisposta; date-
lefonia mobile in base alle tariffe del gestore);
FAX02/21622361; e-mail
ilgiornaleabbonamenti@mondadori.it.
ARRETRATI QUOTIDIANO:
disponibili lecopiedegli ultimi novemesi, sal-
vo esaurimento scorte, a 3,50cad. con richie-
sta all’Ufficio Arretrati. Servizio clienti:
LUN.-VEN DALLE 10.00 ALLE 13.00 TEL.
02/85.66.484; FAX 02/85.66.391; e-mail arre-
trati@ilgiornale.it
ARRETRATI COLLATERALI:
Servizio edicolanti: LUN.-VEN DALLE 8.00 ALLE
18.00 TEL. 199162171 tariffa max, nazionale,
0,1188 + IVA al minuto senza scatto alla rispo-
sta; da telefonia mobile in base alle tariffe del
gestore)
NECROLOGIE: TEL. 02/85.66.280
DALLE16.30 ALLE20.00;
FAX02/85.66.270;
e-mail: necrologie@ilgiornale.it.
STAMPAEDIZIONI TELETRASMESSE:
NUOVA SEBE S.P.A., VIA PUECHER 3/5,
20037 PADERNO DUGNANO (MI), TEL.
02/91080664–EDITORIAL M.P.A. S.R.L. -
FOSSATONEDI MEDICINA[BO] -VIAG. GA-
LILEI 280/C- TEL. 856025–POLIGRAFICO
SANNIO S.R.L. - ORICOLA - LOC. COLLE
MARCANGELI [AQ] - TEL. 0863/997451 -
S.T.S. S.P.A. -CATANIA- ZONAINDUSTRIA-
LE STRADA 5ª N. 35 - TEL. 095/591303. –
L’UNIONESARDAS.P.A. - ELMAS[CA] - VIA
OMODEO - TEL. 070/60131 – CENTRO
SERVIZI EDITORIALI SRL - 36040 GRISI-
GNANO DI ZOCCO [VI] - VIA DEL LAVORO
18 - TEL. 0444/414303
la parola ai lettori
di PaoloGranzotto
Leggendol’Angolo«Si chiamaMerkozyil mo-
stro a due teste che divora la Grecia» penso
chenonconvengadavveroallaGermaniaeal-
laFranciaspingereconlaloroottusaintransi-
genzalaGreciaalladisperazione. C'èuninse-
gnamento storico che dovrebbe fare riflette-
re: il rifiuto, nel secoloXIV, di reEdoardoIIIdi
Inghilterradipagareidebiticontrattiportòal-
la rovina le banche fiorentine, che all’epoca
andavanoper lamaggiore, dei Bardi edei Pe-
ruzzi. Qualcosadel generepotrebbecapitare,
inundomani, allebanchetedescheefrancesi.
Chi deve riflettere, riflettafinchéèintempo!
VitoPutignano
e-mail
Unrichiamomoltoopportuno, caroPutignano.
I Bardi ei Peruzzi tiraronoinfatti troppolacorda
imponendoall’Inghilterra uncambiodel Fiori-
nosuperioredel quindici per centorispettoalla
moneta inglese. Ciò significò, per Edoardo III -
che aveva contratto debiti per un milione e 300
mila fiorini d’oro, «il valore di unregno» secon-
doil cronistaGiovanni Villani - unaperditasec-
cadel il 15per centosullavenditadellalanache
Bardi e Peruzzi acquistavanoinenormi quanti-
tativi per averne il monopolio e specularci so-
pra. Fuallora che il Re d’Inghilterra dissebasta,
nonvi dòpiùunsoldo. Ei banchieri - che per la
verità, essendosi troppo «allargati» prestando
sommeingenti al Redi Napoli edi Franciaerano
giàsullaviadellabancarotta- chiuserobottega.
Arovinarli, insomma, nonfusolofulasetedi da-
naro,malasceltadellastradapiùbreveespregiu-
dicata per arricchirsi. Anche l’Hansa di Dort-
mund, adesempio, prestòunabarcadi soldi al-
l’Inghilterra. Maevitòdi spremerlaedi vessarla
come la Merkel fa con la Grecia. A pagamento
del debitos’accontentò, si faper dire, dellacon-
cessionedi esportarelana, semprelei, senzapa-
garildazio, rientrandocosìinuntemporagione-
voledel danaroprestato. Pernonparlare, poi, di
Fugger «il ricco». Acapodellapiùsolida“finan-
ziaria” tedesca, banchiere dei Papi (fra l’altro
sovvenzionò l’istituzione della Guardia Svizze-
ra), finanziatore pieno della scalata di Carlo V
d’Asburgo al trono del Sacro Romano Impero
(sulquale, allora,«nontramontavamaiilsole»)-
miliardidadestinare, sottoformadi mazzette, ai
Principi elettori - nonfumai nemmenosfiorato
dal rischiodi default. (Vistocheci siamo, voglio
ricordare che il Banco Fugger è l’unico che an-
coroggi, dopocinquesecoli, mantienetracciadi
sé nella Fuggerei di Augusta. Il più antico com-
plessodi casepopolaricheJacobedificòafavore
dellefamigliepovere,chevipagavanounapigio-
nesimbolica. Ampliataeampiamenterestaura-
tapur mantenendoi cinquantaduevillini il loro
aspetto originario, finanziata dalla Fondazione
JacobFugger la Fuggerei ospita tuttora e per un
affittoannuodiuneuro,mipardiricordare, cen-
tocinquantacittadini di Augusta).
Direttoreresponsabile
ALESSANDROSALLUSTI
ViceDirettori
GIUSEPPEDEBELLIS
NICOLAPORRO
SALVATORETRAMONTANO(Roma)
CapoRedattoreCentrale
LAURAFELTRE
Responsabilegrafico
MAUROBROLIS
Sedi
20123Milano
ViaG. Negri 4 - Tel. 02/85661
Telefax 02/72023859-72023880
00193Roma
ViaTerenzio35
Tel. 06/69003.1
Interni Fax 06/6786826
16129Genova
V.leBrigataBisagno 2
Tel. 010/5768911 - Fax 010/542681
E-MAIL
segreteria@ilgiornale.it
il Giornale
Spingere la Grecia
alla disperazione
sarebbe un vero errore
CONCESSIONARIEDI PUBBLICITÀ
MAUROCRIPPA
ALESSANDROMUNARI
GIOVANNI PUERARI
ANGELOSAJEVA
LAPAROLAAI LETTORI 39
Martedì 21febbraio2012 il Giornale
TEMPERATURE
LA SITUAZIONE
realizzazione:
M
A
R
E
C
I
E
L
O
Nebbia Neve Grandine Temporale Rovesci
Rovesci
isolati
Pioggia
Molto
nuvoloso
Nuvoloso
Poco
nuvoloso
Variabile Sereno
Forza
7-9
Forza
4-6
Forza
1-3
V
E
N
T
O
Agitato
Molto
mosso
Mosso
Poco
mosso
Calmo
Il meteo di qualità. Previsioni
aggiornate 24ore su24
DOMANI
IN ITALIA
DOPODOMANI
IN ITALIA
min. max. tend.
ALGERI
BANGKOK
BUENOS AIRES
CHICAGO
GERUSALEMME
HONG KONG
IL CAIRO
ISTANBUL
LOS ANGELES
MIAMI
MONTREAL
NEW DELHI
NEW YORK
PECHINO
RIO DE JANEIRO
SHANGHAI
SINGAPORE
SYDNEY
TOKYO

NEL MONDOmin. max. tend. min. max. tend. min. max. tend. min. max. tend.
min. max. tend.
AMSTERDAM
ATENE
BARCELLONA
BELGRADO
BERLINO
BRUXELLES
BUCAREST
COPENAGHEN
DUBLINO
FRANCOFORTE
HELSINKI
LISBONA
LONDRA
MADRID
MOSCA
OSLO
PARIGI
STOCCOLMA
VIENNA
IN EUROPA min. max. tend. min. max. tend. min. max. tend. min. max. tend.
min. max. tend.
ANCONA
AOSTA
BARI PALESE
BOLOGNA
BOLZANO
CAGLIARI
CAMPOBASSO
CATANIA
CUNEO
FIRENZE
GENOVA
IMPERIA
L'AQUILA
LECCE
MESSINA
MILANO
NAPOLI
PALERMO
PERUGIA
PESCARA
PISA
POTENZA
REGGIO CALABRIA
ROMA CIAMPINO
ROMA FIUMICINO
S.M. DI LEUCA
TORINO
TRIESTE
VENEZIA
VERONA
IN ITALIA min. max. tend.
LE TEMPERATURE
min. max. tend. min. max. tend. min. max. tend.
OGGI SOLE
Milano
Torino
Firenze
LUNA
ALMANACCO
Roma
Palermo
Il santo Sorge alle
Tramonta alle
Gaeta
+15
Dobbiaco
-13
NORD: tornail bel tempo, salvo residuanuvolositàsu
basso Piemonte, LiguriaedEmiliaRomagnain
diradamento. Temperature inrialzo, massime tra7 e 11.
CENTRO: nuvoloso sulle Adriatiche, confenomeni tra
basse Marche edAbruzzo. Qualche pioggiaanche in
Sardegna, ampie schiarite altrove. Temperature inascesa
suToscanae Lazio, massime tra9 e 14.
SUD: maltempo traSiciliae Calabriaconacquazzoni e
temporali; piogge altrove, fenomeni meno probabili sulla
Campania. Temperature incalo, massime tra9 e 14.
NORD: tempo bello e soleggiato, salvo residuanuvolosità
sullaRomagnae qualche velaturatraserae notte
sull'arco alpino. Temperature insensibile rialzo.
CENTRO: bel tempo quasi ovunque, salvo fenomeni sparsi
suSardegnaedAbruzzo orientale. Temperature in
aumento.
SUD: ancoraperturbato traSiciliae media-bassaCalabria;
residui fenomeni traMolise, Pugliagarganicae dorsale
campano-lucana. Temperature stazionarie.
NORD: tempo bello e soleggiato salvo frequenti velature o
strati di passaggio. Piùnubi sui rilievi confinali, main
prevalenzaasciutto. Temperature inaumento.
CENTRO: soleggiato per tutto il giorno, consolo qualche
velaturadi passaggio. Temperature inrialzo.
SUD: ancorapiogge traSiciliae medio-bassaCalabria, poi
migliora. Nuvolositàirregolare tradorsale e Salento,
tendenzaaschiarite. Temperature perlopiùstabili.
S. Pier Damiani
6.36
17.49
7.17
7.23
7.07
17.57
18.04
17.51
6.59
6.51
17.49
17.50
5
-3
5
-1
-6
4
1
8
-5
3
5
6
1
7
10
-1
7
8
1
6
3
2
10
4
6
9
0
3
0
-2
8
10
12
7
11
13
5
11
8
12
10
11
5
11
12
9
15
12
8
9
12
7
13
14
16
12
8
8
8
9
4
4
7
-2
1
2
-3
3
8
1
-1
2
5
-4
-5
-2
-2
2
-1
10
15
14
0
4
6
-1
7
12
6
0
15
11
10
-2
4
6
5
6
7
22
21
3
4
16
10
0
10
17
-7
13
-3
-4
23
6
24
21
2
9
34
24
6
12
22
20
10
16
22
4
23
8
4
30
9
29
26
12
OGGI MARTEDÌ 21-02-2012
Segnatevi inagenda
questogiornopalindromo
21-02-2012: dopo molto tempo un al-
trogiornopalindromo. Sonocasi piut-
tosto rari, se si pensa che l’ultima data
palindromaèstatail 29/11/1192, men-
tre in questo secolo lo strano accadi-
mento si manifesta per ben 29 volte, e
sempreinfebbraio: sonogiàstatipalin-
dromi il 10/02/2001edil 20/02/2002, e
dopoil primofebbraiodel 2010, il pros-
simo sarà il 02-02-2020, l’ultimo gior-
no palindromodi questo secolo sarà il
29/02/2092. Inostrinipoti sidivertiran-
no nel prossimo secolo: infatti tra il
2100edil 2200vi saranno31datepalin-
drome, l’ultima delle quali il
29/12/2192. E poi si dovrà aspettare il
nuovo millennio, con il 10/03/3001.
MatildeDi Nunzio
e-mail
LADIGNITÀDELLEDONNE
Forneropensi al suolavoro
cheBelénsafar beneil suo
Il ministro Fornero, novella Rosi Bin-
di, si scaglia contro Belen perché, a
suo dire, offende la dignità delle don-
ne. Io invece sono molto rattristata al
pensierochedonnetantorigide, tanto
severe, tanto maestrine (tanto false?)
sianoal governodel nostroPaese. Non
tutte possono essere ministro e inuna
societàchesi rispetti c’èbisognosiadi
chi cural’organizzazioneedi chi inve-
cepensa allosvagoche nonè di mino-
re importanza. Il ministropensi al suo
lavoromentreBelen, adultaevaccina-
ta, pensa al suo ed ambedue sono ne-
cessarie insocietà come sempre è sta-
to.
MariaElenaRuggiano
e-mail
PROPOSTESANREMESI/1
Privilegiarel’eleganza
rispettoall’esibizione
Se io fossi stata la prima direttrice donna
della Rai avrei cambiato il Festival. Avrei
vestitoledonnecomeinunafiaba,nonim-
portasemostranoononmostranolafarfal-
lina,maquellafarfallinadovevaesserecir-
condatadallabellezzachic di abiti da re-
gni incantati, quelli che le donne hanno
nei lorosogni daBella addormentatanel
bosco.Abitidaregina,perchéledonneso-
noregine. Avreifinalmentefattotrionfare
lospiritochicdell’eleganza,nonquelloki-
tchdell’esibizione. Avrei messosul palco
uomini molto belli, come principi. Avrei
tolto le parole volgari, i pensieri comuni,
gliatteggiamentivecchiescontatichefan-
nodi questoPaeseunPaesestanco, arre-
trato, incivile.
VittoriaSalvini
Milano
PROPOSTESANREMESI/2
Laspecialefarfallina
di BelénRodríguez
Dopo la bomba di Adriano Celentano,
c’èadessolafarfallinadellaBelenRodri-
guez. Si trattadi untatuaggiopropriolì,
aunpassodal... paradiso. Ma, mi si cor-
reggasesbaglio,inuncontestomondia-
ledovelefarfalline, avolteanchemolto
belle, svolazzano libere al mare, cine-
ma, internet senza nemmeno esplicita
richiesta, chehatantodi specialequella
della Belen? È un interrogativo senza
precedenti, diciamolova!
FabioSìcari
Bergamo
Il santo
del giorno
»
www.rinocammilleri.com
IL GIORNALE
Reg. Trib. Milano N. 215del 29-5-1982
IL GIORNALEDEL LUNEDÌ
Reg. Trib. Milano N. 500DEL 24-12-1982
CERTIFICATOADSN. 7175
DEL 14-12-2011
LATIRATURADI LUNEDÌ 20.2.2012
ÈSTATADI 262.172COPIE
Francobaldo e Rita Chiocci, con i figli
Francesco, Gian Marco e Federica,
piangonola morte di
FaustoGianfranceschi
non solo un grande amico, ma anche
unmaestrodivita, dicoerenzaediide-
ali.
Roma, 20febbraio2012
IN VENDITA OBBLIGATORIA PER COMO: + L’ORDINE 1 1,20 - REG-
GIOEMILIA: +ILGIORNALEDI REGGIO11,20- TOSCANA: +GIORNA-
LENUOVODELLATOSCANA11,20 - FROSINONE: + CIOCIARIAOGGI
1 1,00 - ABRUZZO E MOLISE: + IL TEMPO 1 1,20 - BENEVENTO E
AVELLINO: + IL SANNIO1 1,20
I regali di Stato rimangono ai funzionari? Pazienza
PREZZI ALL’ESTERO
AUSTRIA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . EURO2,00
FRANCIA(MONACOP.) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . EURO2.00
GERMANIA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . EURO2.00
GRECIA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . EURO2.00
SLOVENIA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . EURO2.00
SVIZZERA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . CHF3.00
«I suddetti prezzi nonsonovalidi per l’edizione digitale»
Pipinodi Landen
Maestro di palazzo della terribile
Brunechilde, nel 613 insieme a san-
t’Arnolfo(poivescovodi Metz)appog-
giòClotario, il qualespodestòlaregi-
na e divenne Clotario II, re dei fran-
chi. Pipino aveva sposato Itta, dacui
aveva avuto due figlie: Gertrude (poi
santa) e Begga. Itta, su consiglio di
sant’Amando, fondòil celebremona-
stero di Nivelles. Il re mise suo figlio
Dagoberto sotto la tutela di Pipino,
maquest’ultimo, quandoebbecapi-
to con chi aveva a che fare, si ritirò.
Morì nel 640 e gli succedette il figlio
Grimoaldo. Sua figlia Begga, sposa-
taconAdalgiso, ebbecomefiglioPipi-
nod’Héristal. Ilsantodioggi fusepol-
to aNivelles, dov’era badessa santa
Gertrude.
NECROLOGIE
la stanza di Mario Cervi
CaroBrusco,
questa degli omaggi che a vario titolole varie autorità
ricevono, e che personalmente incamerano, è una vec-
chiaquestione. Monti harichiamatoal rispettodi regole
che vietano ai servitori dello Stato d’accettare omaggi
d’unvalorechesuperi i 150euro. Lei proponeuncriterio
piùrigoroso: nienteregali inassoluto. L’ideaèallettante
manellapraticadei rapporti internazionali irrealizzabi-
le. Seil CapodelloStatooil presidentedel Consigliovain
visitadalPapanonpuòpresentarsi amani vuote. Faràun
omaggio, enesaràcontraccambiato. Qualcosadi analo-
goaccadeneiviaggi-disolitoinutilissimi-cheipresiden-
ti dei Parlamenti odi altri organismi ufficiali si scambia-
no. Fua lungoritenutonormale che per omaggiare l’in-
terlocutorel’AltoDignitariochiedesseunoggettoartisti-
co ai Musei nazionali, e che avendo ricevuto a sua volta
unospadonetempestatodi pietrepreziose,selotenesse.
Giàprimadi Monti si èarrivati adunamaggioresobrietà.
Ormai il maggiore scandalo non consiste nella ritualità
di diplomatici doni, ma nei ben più concreti attestati di
riconoscenzadeiqualiipotentatieconomicisonoprodi-
ghi versolecaricheimportanti. Il vezzoeil viziodel rega-
lo che spesso e volentieri sottintende ammiccamenti
complici deve finire.
Anni or sonoposi al riguardoqualcheinterrogativoad
un ufficiale - addetto al Quirinale - che seguiva il presi-
dented’alloraSaragat,robadiquasimezzosecolofa.Vol-
li saperedalui comesi comportassecongli omaggi di cui
veniva gratificato. Mi rispose che non esisteva nemme-
no un ufficio abilitato a incamerare e gestire i piccoli o
grandi regali che ai rappresentanti dello Stato affluiva-
no.Parevaevidentechedovesseesserci,comec’erainal-
tri Paesi, qualcuno che si prendesse istituzionalmente
questabriga.
Nonmi risulta - ma mi sono colpevolmente astenuto
dall’approfondire-chelalacunasiastatacolmata.Quan-
doriflettevosullafaccendami domandavosefossedav-
veroutilechesorgessel’appositoufficiocui mi riferisco.
Temevoche, istituendolo,iburocratisiaffrettasseroaco-
dificarnegli organici: direttore, vicedirettore, impiegati,
sede, consulenze... Quantoai costi, unosproposito. For-
seeramegliolasciar perdere. Tantodi guadagnato.
Il presidentedel Consiglioricordaaidipendenti pub-
blici l’esigenza di osservare scrupolosamente le di-
sposizioni contenutenel codiceeticodi ciascunaam-
ministrazioneconparticolareriferimento,uditeudi-
te, a quelle relative al divieto di accettare regali ed
omaggi di qualsiasi natura di valore superiore ai 150
euro. In caso contrario vanno restituiti o ceduti al-
l’amministrazionedi appartenenza. Sullerestituzio-
necicredopocoenonsopurecheusoeventualenefa-
rebbe l’amministrazione di appartenenza. A parte
questo vorrà dire che, bypassando il problema, i di-
pendenti pubblici si farannodare, anzichéunregalo
da500euro, 5regalida100eurogiustoperaverelaco-
scienzainpace. Mamipermettodidire: enienterega-
li in assoluto? Non poteva essere un segnale miglio-
re?
UmbertoBrusco
Bardolino

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->