Sei sulla pagina 1di 19

M. Ferraris

Manifesto del nuovo realismo

Le tre direzioni della riflessione di Ferraris

Un'estetica come teoria della sensibilità

Un'ontologia naturale come teoria dell'inemendabilita'

Un'antologia sociale come teoria della documentalita'

Critica al postmoderno

L'esperienza storica ha smentito i due dogmi del postmoderno

1. Che tutta la realtà sia socialmente costruita e infinitamente manipolabile.

2. Che la verità sia una nozione inutile perché la solidarietà è più importante dell'oggettività

L'Occidente sta abbandonando il postmodernismo

ingresso del postmoderno

J.F. Lyotard, La condizione postmoderna, 1979

La fine dei grandi racconti

Con il postmoderno, il mondo rischia di diventare una favola: "non ci sono fatti, ma solo interpretazioni".

Il mondo diventa un reality!

Caratteristiche del postmoderno

Ironizzazione

Uso delle virgolette

Desublimazione

Desiderio e rivoluzione

Deoggettivizzazione

Solo visioni del mondo

Questo è il realitysmo

Invece

il

nuovo realismo

Fine della svolta linguistica e da costruzionisti a realisti

Ritorno alla percezione

Svolta ontologica

Il realismo individua tre fallacie del postmoderno

Essere-sapere

Accertare-accettare

Sapere-potere

Fallacia essere-sapere

Confusione tra ontologia ed epistemologia

Inemendabilita': ad un certo punto c'è qualcosa che ci resiste.

Realisti e antirealisti

Realista: le cose che ci sono non dipendono dai nostri schemi mentali.

Antirealisti: il fatto non è indipendente dai nostri schemi concettuali o anche dalle parole che usiamo.

Esperimento della ciabatta

Esperimento della ciabatta

Inemendabilita'

Wittgenstein, Ricerche filosofiche, 217: Quando ho esaurito le giustificazioni arrivo allo strato di roccia e la mia vanga si piega. Allora sono disposto a dire:

"ecco, agisco proprio così".

L'argomento decisivo per il realismo non è teoretico, ma morale

Quali oggetti ci sono?

Oggetti naturali

Oggetti sociali

Oggetti ideali

Che cosa abbiamo più a cuore: la certezza o la verità?