Sei sulla pagina 1di 2

Relazioni internazionali:

capitolo due:
la prima fase storica delle relazioni del Giappone con il mondo accade durante il 'Chinese World
Order', che abbracciava tutto il continente Cinese, la penisola Coreana, e parte del Nord Esta,
Centro e Sud-Est dell'Asia della dinastia dei Thang(618-906) fino al XIV secolo.
La Cina al giorno d'oggi la pi grande potenza civilizzata del mondo, come suggeriscono anche i
caratteri che formano il suo nome, il suo impero posto al centro del mondo, questo
accompagnato da una relazione di dimensione politica, economica e di sicurezza con il resto dei
paesi dell'Asia dell'Est.
Nella dimensione economica il sistema tributario era dato da scambio di materiali grezzi, manufatti
di buona fattura. Erbe medicinali e opere d'arte.
Nella dimensione politica e di sicurezza, l'impero alla potenza dell'Asia dell'Est doveva aderire alla
promessa della fedelt politica alla corte imperiale ed eseguire militari in spedizioni fuori dal
confine. Ma l'egemonia Cinese si attua del tutto solamente dopo lo stabilizzarsi del sistema religioso
del Confucianesimo e del Buddhismo.
In pratica vi fu creata un interdipendenza economica, di politica e di sicurezza, aiutata dallo
scambio di identit religiose.
La relazione del giappone con gli altri paesi dell'est asia era bene o male pacifica in molti di questi
periodi, ma durante l'insediamento di Toyotomi Hideyoshi (1537 1598) port loro una sconfitta,
soprattutto con la korea e le intrusioni degli europei. Solo con la venuta di Tokugawa Ieyasu (15431616) l'unificazione del giappone e lo stabilimento nel 1603 del bakufu di Edo, il giappone si chiuse
in se stesso, iniziando ad isolarsi pur di non subire influenze esterne, inizi cos il periodo
SAKOKU.
L'isolamento dal resto del mondo durato 200 anni, per farla breve -tanto l'abbiamo studiato in
storia- il paese decise di riaprire le porte alle forse esterne solo quando nel 1853 entrarono le 'navi
nere' comandate da william perry provenienti dall'america nella baia di Tokyo, questa nuova
'apertura' fece si che le sue tecniche militari e non solo si modernizzassero. Infatti ebbe una rapida
industrializzazione, e riprese vigore militare, tanto da vincere la guerra contro la cina del 1894/5.
nel 1902, l'alleanza anglo giapponese stipulata tra le due nazioni port ad una rapida ascesa per il
suo status di potenza e alla sua presenza come ruolo internazionale durante il periodo della guerra
cinese. Ma nonostante la partecipazione all'alleanza nella prima guerra mondiale, per caso, ha
ricevuto uno svantaggioso trattamento durante la conferenza di pace di parigi nel 1919.
Con il patto tripartitico del 1940, il giappone si allea con le potenze fasciste dell'Italia e della
Germania. Con l'assalto di Pearl Harbor nel dicembre del 1941 si scontr frontalmente con l'ordine
internazionale e regionlae dell'est asia e del resto del mondo. La rapida conquista delle colonie
Americane, Inglesi e Tedesche nel sud est asiatico nel 1941-2 seguirono la proclamazione del
GREATER EAST ASIA CO PROSPERITY SHERE (daitoa Kyoeiken).
La finede della seconda guerra mondiale e l'emergenza della guerra fredda del 1945 ha prodotto un
altra radicale trasformazione dell'ordine regionale e internazionale. La guerra fredda era
caratterizzata essenzialmente da una formazione bipolare tra Us e Urss e i loro rispettivi alleati
politici, economici.
La caduta del muro di berlino nel 1989 e il collasso del blocco sovietico ha fatto si che ci fosse un
altra trasformazione nelle strutture del sistema delle relazioni internazionali e dell'implicazione del
Giappone in esse. Dopo il periodo della guerra fredda si voluto stabilire un nuovo ordine
unipolare. La fine del confronto politico implica anche la fine del confronto tra due differenti
modelli di organizzazioni della vita politica, una di base democratica e l'altra dell'organizzazione
basata dal ruolo predominante del comunismo. La fine del confronto economico ha fatto si che
l'economia capitalista del mercato libero ebbe piede in tutto il mondo, mettendo a discapito i
mercati delle nazioni non potenti quanto le maggiori. E anche il confronto militare basato sulle armi
nucreari tra us e ussr ha portato alla riduzioni di esse, ma non al completo disarmo nucleare.
Il processo di regionalizzazione -definito come un processo dinamico per l'insegnamento delle

formazioni di unita sociali vicine tra loro grazie alla prossimit geografica e un interdipendnenza
nella dimensione politica e per quanto riguarda la sicurezza.
L'effetto della globalizzazione ha cambiato il modo di comunicare delle persone, d'interagire e di
trattare economicamente tra stati, in tutto il resto del mondo. Cambia il ruolo dello stato, ma
nonostante questo, la globalizzazione non da considerare un 'mito'.
Per il giappone, l'us rimane il principale fornitore di 'oggetti' di pubblica sicurezza economica e
politica. In questo senso il hiappone nel posto guerra fredda continua a supportare l'america, proprio
come durante il periodo della guerra.
Ma dopo tale periodo il giappone e il suo popolo hanno sfruttato la libert datagli dalla fine degli
scontri, che gli ha aperto una nuova relazione multilaterale con l'est asia e l'europa, ed ha adottato
un ruolo importante nelle istituzioni globali.
Il giappone ha sempre cercato di creare un egemonia globale, nel ventesimo secolo ha iniziato a
parlare a proposito di una possibile economia globale e consecutivamente estendersi anche al piano
di sicurezza e poilitica. Ed ha cercato di rimodellare l'economia politica hlobale in una cooperazione
triaale con l'america e l'europa.
La struttura di principale importanza nel sistema internazionale la relazione tra lo stato e le
popolazioni. La trasformazione della struttura del sistema internazionale in diversi paesi costruisce
diversi livelli tra stati e i loro popoli e offre loro una nuova gamma di opportunit per inseguire le
loro relazioni internazionali.
Una variet di conti del processo di ricostruzione politica, in giappone, non ha danneggiato la
competizione tra le due burocrazie, un grande business e politici dirigenti, ma hanno stancagli gli
altri attori internazionali per escludere influenze politiche estranee alle due potenze maggiormente
implicate.
Ma nel modello tripartitico si ha la dominazione della potenza pi forte rispetto alle altre parti
partecipanti al patto, questo perch quando si stabilisce una politica globale si tende a restare elitari,
moltitudini di attori politici danno un contributo nell'esito politico finale che dipende dalla struttura
temporale degli specifici problemi insorti. La diversit di produzione delle societ giapponese ne
la prova e la crescita di problemi inerenti la politica e l'economia sta a significare che la tripartitica
elite non il solo contributo alla creazione di una politica internazionale ma anzi, il giappone
adesso vuole adoperare un modello politico pluralistico e poliarchico.
In vari misteri (sho) e agenzie (cho) della burocria centrare sono situati vicino l'area di
kasumizaseki a tokyo, che ha esercitato una forte influenza nella politica estera. La burocrazia da
una grande importanza all'influenza esterna nelle iniziative politiche ed economiche. Conduce
negoziazioni bilaterali su uno sfondo multilaterale.
La burocrazia centrare, in particolare modo i ministeri dell'economia, ha esercitato un altro grado
di influenza sulle grandi economie attraverso la pratica dell' amakudari (letteralmente
significa discesa in paradiso, che consiste nel fatto che i funzionari in pensione
spesso vanno a lavorare, a condizioni ottime, in ditte private con cui hanno
intrattenuto rapporti durante la loro carriera come pubblici dipendenti. Oppure
in speciali corporazioni quasi governamentali Tokubetsu hojin).
La burocrazia centrale non un attore monolitico, le influenza dei principali
ministeri e le stesse agenzie sono un taglio dai nawabari, limiti tra esseri umani
e risorse finanziarie e una competizione verso gli altri attori politici.