Sei sulla pagina 1di 204

QUALUNQUE COSA

TU POSSA FARE,
QUALUNQUE SOGNO
TU POSSA SOGNARE,
COMINCIA ORA
J .W. G O E T H E

Marzo 2014
N. 174
3,00 Euro

JOAQUIN
PHOENIX

TONI SERVILLO,
54 ANNI, ATTORE
STRAORDINARIO,
PROTAGONISTA CON
LA GRANDE BELLEZZA
DEGLI OSCAR 2014

Recitare uno
sport estremo

VIAGGI
La Val di Susa

SPECIALE
SPEED
Jorge Lorenzo
Marc Mrquez

TONI SERVILLO
VISTO DA

MARIO DONDERO

Intelligenza, signicato, senso


e cuore: questo limportante

WWW.D OR.COM - 02 38 59 59 59

Marzo 2 1
N. 174

Gentlemens
uar rly

M
S

ARIO

GIACCA E CAMICIA PORTS


1961, 1.950 E 230 EURO

EDITORIALE
PAG. 27

31

SUPER!
Il ritorno della Bowl
Chair (1951)
A PAG. 43

A pranzo con
Angelo Gaja:
Saper bere saper vivere
PAG. 33

Linvestimento
Acquistare foto unidea vincente.
Specie se lautore la star David Bailey
PAG. 36
Videogame
La crisi ha rinvigorito il settore.
Ecco le novit dei prossimi mesi
PAG. 38
Kasia Smutniak
La protagonista dellultimo lm di zpetek
consiglia: Allacciate le cinture
PAG. 49
La tecnologia
La banda del buco: i migliori
trapani hi tech sul mercato
PAG. 53
Laltro lato
Taiye Selasi parla ancora di uomini.
E questa volta prende le misure
PAG. 54

Foto di

CHRISTIAN OITA

Christian Oita. Illustrazione Hajime Sorayama.

Lintelligentone
Cory Doctorow,
il difensore della privacy
PAG. 61

Ho lanima
dark. Il mio mito
Tim Burton.
La nostra donna
del mese Eva
Green A PAG. 32
or

PAG. 116

6I

97

Gentlemens
Q rte

Marzo 2014
N 74

et

Val di Susa
Il lavori della Tav niranno nel 2025:
ecco come hanno gi cambiato la valle
PAG. 128
Luomo drone
Il soldato (pentito) che combatteva
la guerra come in un videogame
PAG. 132

QU AR ED 2
OC CH IAL I DA SO LE DS

JORGE LORENZO,
4 TITOLI MONDIALI,
A PAG. 165

Tipe da spiaggia
Il mitico Swimsuit Issue di Sports
Illustrated compie cinquantanni
PAG. 136

OL IN
EY EW EA R BY MA RC

179

69

P U R A V I DA
Terre rosse su due ruote
Sulle piste pi ambite del Colorado
con una leggenda della mountain bike
PAG. 180

STORIE
Toni Servillo
Il nostro attore pi prezioso, da Caserta agli
Oscar, si racconta davanti allobiettivo di un
gigante della fotograa, Mario Dondero
PAG. 70

Vagabonda, ma di classe
Hobo, la nuova bici dedicata
a chi ogni tanto ha bisogno di scappare
PAG. 184

Matteo Messina Denaro


Latitante dal 93, potrebbe essere in rotta
con Tot Riina e pronto a sdare lo Stato...
PAG. 76

Varenne
Pi che un cavallo, una leggenda.
Anche nella sua nuova carriera di stallone
PAG. 186

Citt craccate
Dalle fognature ai grattacieli, le sde
dei nuovi esploratori metropolitani
PAG. 142

A Londra, in campagna
La casa dello stilista Jeremy Hackett:
un incredibile cottage con giardino
nel centralissimo quartiere di Stockwell
PAG. 191
Food & Wine
La bibbia delle cene tra amici e
le nuove generazioni del vino italiano
PAG. 194

Peter Brant
Una moglie come Stephanie Seymour
(nella foto sopra) e una favolosa collezione
di pop art che va in giro per il mondo
PAG. 148
I CANTIERI DELLA TAV IN VAL SUSA,
PRESIDIATI DAI BLINDATI DELLA POLIZIA

Joaquin Phoenix
Intervista con linterprete pi temuto
dai giornalisti: chi diavolo avr deciso
di essere questa volta?
PAG. 80
Che ne hanno fatto i Kiss?
I rocker dalla faccia bianca e nera
ora portano i loro fan in crociera
PAG. 88

7@

GQ Economy
La nuova sezione dedicata alle eccellenze
italiane. In questo numero: Zoppas e Herno
PAG. 151
Speed
Speciale motori: i protagonisti di F1
e MotoGP, le nuove auto del 2014
PAG. 161

ag

IL SALOTTO DI CASA HACKETT

Still & Strokes, Alessandro Albert, Marc Hispard/Contour by Getty Images, Mirco Lazzari gp/Getty Images, James Gardiner.

LA TOP MODEL STEPHANIE SEYMOUR


SU SPORTS ILLUSTRATED (1989)

Gentlemens
Q rte

NUMERO 174 MARZO 2014


DIRETTORE RESPONSABILE
CARLO ANTONELLI
CREATIVE DIRECTOR
Mike MEIR (Meir und Meir)
VICEDIRETTORE
Carlo ANNESE
CAPOREDATTORE CENTRALE
Massimiliano FERRAMONDO
FASHION CONSULTANT
Robert RABENSTEINER
FASHION EDITOR
Andrea PORRO
PHOTO EDITOR
Livia CORB
REDAZIONE
Olga NOEL WINDERLING (caporedattore), Cristina DANTONIO (vice caporedattore), Laura PACELLI (caposervizio), Angelo PANNOFINO, Vittorio VITERBO, Raffaella ROSATI (photo producer)
UFFICIO GRAFICO
Barbara RINONAPOLI (caposervizio), Barbara VIGAN (caposervizio), Federigo GABELLIERI (iPad app), Maite RODRIGUEZ
SEGRETERIA DI REDAZIONE
Valentina PEZZONI (produzione moda), Virginia RIZZO
PARIGI
Franoise GUITTARD (responsabile produzione), Francesca RAGAZZI (coordinamento moda)
GQ.COM
Alessandro SCARANO, Alberto DEL GIUDICE (caposervizio), Valentina CAIANI (vicecaposervizio), Paola MONTANARO
COLLABORATORI
Davide FORLEO (iPad app)
HANNO COLLABORATO
Meir und Meir (Agnes GRB, Hannes AECHTER),
Dipal ACHARYA, Cesare ALEMANNI, Niccol AMMANITI, Christian BENNA, Ilaria BERNARDINI, Matteo BORDONE, Camilla CONTI, Paolo COZZI, Costantino DELLA GHERARDESCA,
Paolo DE VECCHI, Lorenzo DILENA, Fabrizio FEO, Dario FRECCERO, Chrystia FREELAND, Francesca GUERRINI, Christoph KOCH, Paolo LORENZI, Tobias MAURER, Jess MERINO LPEZ,
Francesco MERLO, Liana MESSINA, Malcom PAGANI, Maurizio RIDOLFO, Matteo SCARABELLI, Taiye SELASI, Brad SPURGEON, Tim SMALL, Laura TACCANI, Giorgio TERRUZZI
FOTOGRAFI
Roderick AICHINGER, Alex BUSCHOR, Gaia CAMBIAGGI, Kim DANNY, Mario DONDERO, Robbie FIMMANO, Edu GARCA, James GARDINER, Douglas KIRKLAND, Ethan LEVITAS,
Michael MULLER, Christian OITA, Sergi PONS, Pietro SCORDO, Mark SELIGER, STILLS & STROKES
ILLUSTRATORI
CRAIG & KARL, Ricardo FUMANAL, Elisabeth MOCH, Hajime SORAYAMA
TRADUZIONI
Paola BERTANTE, Valeria GATTEI, Francesco GRAZIOSI, Gianni PANNOFINO, Michele PRIMI
UFFICIO STAMPA
Mara VITALI Comunicazione
EDITORIAL DIRECTOR
Franca SOZZANI
PUBLISHER
Stefania VISMARA
ADVERTISING MANAGER
Nicol Camillo VANNUCCINI
SENIOR VICE PRESIDENT ADVERTISING  BRANDED SOLUTION
Romano RUOSI

Beauty & Special Projects: CRISTINA PEZZINI V ice President. Agenzie e Centri Media: ROBER TO PASINI Direttore.
Of f Line: FRANCESCA GUICCIARDI, ALESSANDRA MANENTI, MARCO RAVASI, RAFFAELLA SPREAFICO.
On Line: RUGGERO ROTTA Coordinatore, CHIARA BANFI, SILVIO CARTA, ALESSANDRA CELLINA, LETIZIA MORELLI, GIORGIO ROTA Grandi Mercati.
Moda, Oggetti Personali: MATTIA MONDANI Direttore. MICOL DOLCI, GIORGIA GUAGLIUMI, PIERLUIGI PASTRES, MARINA TRANI.
Beauty: LAURA GIOVANNOZZI, BARBARA CENTURELLI. Arredamento: CARLO CLERICI Direttore, ELENA FAVETTO, GIOVANNI LOMBARDI, MASSIMO PALMARIELLO.
Turismo: LAURA CAPPELLETTI Direttore. Grandi Mercati: ROBERTO PASINI Direttore, PAOLO CAPROTTI, CHRISTIAN RANCATI, SILVIA VIETRI.
Piemonte, Liguria, Valle dAosta: CARLO CLERICI Area Manager, SABRINA BADALAMENTI, ELIANA MONTICONE.
Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia: ALESSANDRO TACCHETTO Area Manager, LORENZO FUSETTI, LARA MORASSUTTI, SERGIO RUFFO.
Emilia Romagna, Marche: ALESSANDRO VITALI Area Manager, DANIELA CALLEGARI, CATERINA CAVALLINI, DANILA ZOPPO MARTELLINI Cell. 3391020923.
Toscana, Umbria: ANTONINO ACANFORA Area Manager, STELLA MUGHINI.
Lazio e Sud Italia: ANTONELLA BASILE Area Manager, FEDERICO BERTINI On Line, MARILENA LOFFREDO, BARBARA VANNI, MARIA ROSARIA VECCHIONI (Na) Cell. 3356450505,
ANNA CAVALLO (Ba) Cell. 3341699896. Cond Nast Factor y: GABRIELE CARUSI Direttore, CRISTINA BACCELLI Direttore Creativo.
Uffici Pubblicit Estero - Parigi/Londra: ANGELA NEUMANN. New York: ALESSANDRO CREMONA. Barcellona: SILVIA FAUR. Monaco: FILIPPO LAMI.
Servizio Artistico: SAVINA ASTORI, MARIELLA UBERTI Grafica. LUISA CASIRAGHI Segreteria.
Merchandising: ELENA CHIAPPONI. Traffico e Coordinamento Stampa: GIORGIO VIGAN Responsabile,
SANTE BONFARNUZZO, ARTURO ZUCCHETTI Capiservizio. Responsabile Distribuzione Italia, Estero CLAUDIO ROMANO

EDIZIONI COND NAST S.P.A.


Sede: 20121 Milano, piazza Castello 27 tel. 0285611 telegr. NASTIT fax 028055716. Padova, via degli Zabarella 113, tel. 0498455777 fax 0498455700. Bologna, via Carlo Farini 13,
Palazzo Zambeccari, tel. 0512750147 fax 051222099 Firenze, via Jacopo Nardi 6, tel. 0552638789 fax 0552009540.
Roma, via C. Monteverdi 20, tel. 0684046415 fax 068079249. Parigi/Londra, 4 place du Palais Bourbon 75007 Paris tel. 0033144117885
fax 0033145569213. New York, One Penn Plaza, 36th Floor New York NY 10119 tel. 2123808236 fax 2127867572. Barcellona, Passeig de Grcia 8/10, 4 1a 08008 Barcelona
tel. 0034932160161 fax 0034933427041. Monaco di Baviera, Eierwiese 5b 82031 Grnwald Deutschland tel. 00498921578970 fax 00498921578973. Istanbul, Visnezade mah.
Kassambasi Sok. 15/6 Istanbul 34357 Turkey tel. 00905322614343

SERVIZIO ABBONAMENTI
Il Servizio Clienti a vostra disposizione al n. 199.133.199*, o inviando un fax al n. 199.144.199 o scrivendo a: abbonati@condenast.it
*Costo chiamata: da telefono fisso (Italia) 11,88 centesimi di euro al min. + IVA senza scatto alla risposta, da cellulare il costo legato alloperatore utilizzato.
Direttore Responsabile: Carlo Antonelli. Copyright 2014 per le Edizioni Cond Nast. Registrazione del Tribunale di Milano n. 402 del 28 5 1999. La Edizioni Cond Nast S.p.A. iscritta nel Registro degli
Operatori di Comunicazione con il numero 6571. Tutti i diritti riser vati.Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/03 Art. 1, Cm. 1, DCB MI. Distribuzione per lItalia: SO.DI.P. Angelo Patuzzi S.p.A.
@5- 1>>:7- 

 595=177: -7=-8: "5 >17




 2-B



 '>-8;- 7/:3<-2 1@1<->1 !/ %<59>10 59 >-7C J #?81<5 -<<1><->5 P 

 9@5-<1 58;:<>: - 1$ 92:<8->5/- 1 $<3-95DD-D5:91 '<7


)225/5: <<1><->5 - 81DD: / / ;:=>-71 9    >17
  2-B
  1 8-57 -<<1><->5/:9019-=>51:5925> %1< =;105D5:95 -77N1=>1<: 8-335:<-<1 7N58;:<>: 05 P 
;1< 71 =;1=1 ;:=>-75
ACCERTAMENTI
DIFFUSIONE STAMPA
CERTIFICATO N. 7619
DEL 18-12-2013

7B

VIA MONTENAPOLEONE, 4 MILANO


RALPHLAUREN COM

Gentlemens
uar rly

LICI

M AT T H E W
POWER

PAG. 132 E 142


3. Giornalista americano, vive
a Brooklyn. Ha scritto per GQ,
National Geographic Adventure, Outside, Wired, The New
York Times. I suoi reportage di
viaggio sono stati riuniti per
ben tre volte nellantologia
Best American Travel Writing
(2007, 2009, 2010). Questo
mese gli abbiamo fatto fare gli
straordinari... Sono a rma
sua due storie incredibili:
quella di un pilota di droni
pentito e quella di un assurdo
gruppo di esploratori urbani.

CRAIG
& KARL
PAG. 76
5. Craig Redman vive a New
York, Karl Maier a Londra, ma
un dettaglio: anche da lontano, collaborano quotidianamente alla loro agenzia di graphic

ILARIA
BERNARDINI
Hot Chili Peppers (ve la ricordate quella foto di loro vestiti solo
con uno strategico calzino?).
Insomma, mezza storia del rock
passata davanti al suo obiettivo. Non a caso stato per anni
il fotografo ufciale di Rolling
Stone. Dal 2010, invece, lavora
per Cond Nast (molte le cover
realizzate per GQ e per Vanity
Fair Usa). In questo numero di
GQ ha immortalato in notturna
dieci super modelli on the road.
2

MARK
SELIGER
PAG. 102
2. Fotografo texano, nato ad
Amarillo nel 1959. Vive a New
York dal 1984. Tra i tanti da lui
ritratti: David Byrne, Mick Jagger, Keith Richards, Michael
Stipe (con lui nella foto), i Red

7D

HANNO
L AV O R AT O
PER NOI

MARIO
DONDERO
PAG. 70
4. Avere 85 anni e non fermarsi (mai!): Mario Dondero
il fotografo che ha ritratto
il nostro attore pi celebrato
del momento, Toni Ser villo.
Eccoli insieme, a destra: si
sono incontrati a Perugia, una
delle tappe di Le voci di dentro
di Eduardo De Filippo. Una
coppia di leoni: Dondero tra
i pochi a poter vantare unesistenza ai conni del mito, tra
intellettuali francesi (celebre
il suo ritratto degli autori del
Nouveau Roman) e reportage
(moltissimi in Africa). Nel 1985
ha ricevuto il Premio Scanno
(il Nobel della fotograa).

design per clienti del calibro di


Google, Nike, Apple, Vogue e
The New York Times. Per questo
numero di GQ hanno realizzato
lillustrazione che accompagna
il servizio su Matteo Messina
Denaro. Larticolo porta la rma di Fabrizio Feo: giornalista
salernitano, classe 1957, inviato Rai, si occupa da sempre di
crimine organizzato. Suo il libro
Matteo Messina Denaro. La maa del camaleonte (2011, Rubbettino Editore, euro 13,60).
4

Giacomo Bretzel

PAG. 148
1. Milanese, 37 anni, laureata
in Filosoa della scienza, Ilaria
Bernardini ha rmato la regia
di spettacoli teatrali, del cortometraggio Che cosa vuol dire
pensare ed stata co-autrice
del programma di Mtv Very
Victoria, con Victoria Cabello.
Oggi, principalmente, scrive
(anche per il cinema e la tv).
Tra i suoi libri: Non niente
(2005, Baldini & Castoldi), La
ne dellamore (2006, ISBN),
I supereroi (2009, Bompiani),
Corpo libero (2011, Feltrinelli) e Domenica (2012, ancora
Feltrinelli). Per la nostra serie
Cosmopolis andata a pranzo
con lindustriale e collezionista
darte Peter Brant.

G ntle e s
Quarterly

EDITORIALE

?
a
t
s
i
m
i
t
Ot

r
e
v
l
a
s
i
c
a
z
z
e
la bell
un certo
di GQ, che poi
o
er
m
nu
to
es
qu
torio.
ti di
o nel proprio terri
lega molti sogget
nd
e
za
ch
iz
a
al
ss
re
ro
a
st
ea
si
lin
do quello che
afo
C una sottile
leggendario fotogr
comunicare al mon
un
di
,
e
re
fa
o
ill
di
,
rv
re
Se
ve
modo di vi
ico come Toni
gine,
muna un attore un
nelle prossime pa
co
te
ac
re
e
re
nt
ch
o
co
in
od
e
m
ch
Lo stesso
Economy
dei beni estetici
ova sezione GQ
o ai produttori
er
nu
nd
lla
Do
de
li
io
el
ar
M
qu
e
a
com
che ha le
edo (pag. 106)
centro di energia
to a mano in Alfr
at
no
F
ra
l
st
de
o
li
un
el
a
qu
tti
tu
da
so,
il quale, non a ca
te e materialmente
ly,
en
ta
lm
Ea
ea
di
id
re
ga
to
le
en
E
.
(pag. 151)
no,
lo coi baf, linv
mmerciante sopraf
scar Farinetti, quel
co
O
un
di
o
e
nd
an
se
um
Es
ze
e.
sembian
, a met mes
oria dItalia.
rkese apre a Milano
amo, pure sulla st
yo
av
w
er
ne
c
e
fo
ch
on

tri
gi
il
e,
dopo
quello che fa
o alcune cose, su
st
ie
ch
o
am
bi
ab
i
gl
guerra a Renzi.
o a quello
e partigiano n
uazione, dal dopo
dr
sit
pa
lla
o
de
su
o
nt
da
pu
Per fare un
dre mi ha
rcorso, partendo
senso che mio pa
a seguire un pe
el
o
N
.
m
io
ia
iz
ov
in
o
pr
im
i,
tt
ss
Farine
o? Bello, belli
quello che
che punto siam
di poesia vicino a
A

o.
po
nd
un
ce
re
fa
te
a
et
st
m
i scaffali
che
insegnato a
roba, metterla sugl
la
re
de
en
pr
a
o
m
rla al
faccio. Non ci stia
rla bene e a narra
lie
eg
sc
a
ti
na
le
al
segnato mio
e basta. Ci siamo
valori che mi ha in
di
an
gr
e
du
i
ltr
A
cliente nale.
narrare senza
la verit: dunque
e
it
ic
pl
m
se
la
padre sono
sto anche il
ra semplice. Que
ie
an
m
in
e
lle
ba
partigiano
contar
no? Dal passato
ia
ig
rt
pa
o
at
ss
rchiamo di
fr utto del suo pa
libert: quindi ce
la
e
ia
tiz
us
gi
la
lui ha imparato
zioni n sconti,
tutti, senza conven
r
pe
li
ua
ug
zi
ez
fare dei pr
re la propria vita
libert di migliora
la
e
nt
ge
la
al
o
e offriam
a cosa che mi ha
alta qualit. Unaltr
di
bo
ci
il
o
rs
ve
diceva:
attra
RARA PAUSA
apparenti. Lui mi
58 ANNI, IN UNA
i
st
ra
nt
co
i
de
OSCAR FARINETTI,
ia
assolutamente
furbizia, la teor
ntrastanti. Non
e unire onest e
co
dr
no
pa
io
io
pa
m
o
ap
at

gn
pi
ito,
inse
e ai
i valori positivi ch
per forza un band
re
de
e
se
m
es
a
sie
in
bb
re
de
te
o
et
Cerca di m
o che uno furb
cato degli
bba essere un pirla
de
to
es
on
o
ceva il supermer
un
fa
e
do
an
qu
detto ch
e
ch
to nel 68,
aveva in testa an
l suo supermerca
lo
ne
to
re
es
ra
qu
vo
la
o
a
tt
to
Tu
entra
are un
no?.
ti per farlo divent
e li odiava. Sono
ra
dr
ad
pa
qu
io
ri
M
et
i?
m
0
tic
elettrodomes
da 1.500 a 4.00
cui
aveva trasformato
che il non food, di
lo
i
an
cu
re
te
in
et
no
m
or
io
gi
ar
l
proprio ne
una lavatrice,
cos, era necess
etri quadrati con
potesse chiamare
m
i
si
nt
h
ve
rc
i,
Pe
tic
.
es
to
m
ca
ipermer
i sono
no di elettrodo
rro da stiro. E io m
te. Cre un reparti
fe
en
un
ni
ra
va
co
ga
an
fre
a
n
pr
no
a lui
tino stereo e so
il 68. Cera
pra la tv un impian
parallela... Era
e
so
,
on
ne
zi
lu
sio
vi
vo
le
ri
te
a
a
un
amente, un
passare dal
ella roba l. Pratic
ri, si cominciava a
lo
co
a
la
el
qu
a
innamorato di qu
o di
nero
onica e il consum
sione in bianco e
ttr
vi
le
le
le
te
e
lla
ch
da
to
o
pi
gi
ca
il passag
venuto
to digitale. Ho
rsone, come av
ico al ragionamen
pe
og
al
lle
an
de
to
ta
vi
en
la
am
o
ragion
rebbero cambiat
per 25-30 anni av
i
tic
es
m
do
tro
et
el

7G

Gentlemens
Quarterly

EDITORIALE

aumentavo gli
o di questa roba
av
or
m
na
in
i
m
e
ello.
151). Man mano ch
de volevo fare qu
g.
an
gr
pa
,
da
as
e
pp
ch
Zo
so
di
ci
(vedi la storia
dre. Avevo de
Gli Anni
i vedere da mio pa
di di periferia?
rm
pe
fa
pi
a
le
nz
lle
se
ra
,
pa
tte
spazi, di no
rch non
inanti dentro
n lambiente sia pe
tremamente inqu
co
es
e
to
or
in
ch
pp
ra
ac
m
vo
e
tti
Vender
ro Paese,
e, sia per un ca
tenzialit del nost
ni di follie estrem
po
an
i
se
at
en
st
m
no
im
so
le
90
80 e
rk? La grande
inciamo a farlo
gozio di New Yo
solo adesso com
ne
il
to
pi
ve
ca
ri
o
sc
am
de
bi
ia
ab
cos
Ital
nazione al mondo
n.... Oggi quale
tra
sig
al
de
e
l
ist
de
es
,
n
ra
tu
no
ol
dellagric
n Bretagna.
sua biodiversit:
tali di tutta la Gra
entare italiano, la
ge
im
ve
al

ro
pi
ag
ha
ll
o
de
zi
a
La
bellezz
onale. Il solo
rne. Nel caso
microclima eccezi
a anche ad acquisi
al
m
ie
ri,
az
lo
gr
va
,
i
sa
de
er
re
iv
te
et
iziamo i
biod
sicuri di tutto e in
n serve solo a trasm
e
no
pr
,
m
r
se
pe
o
,
m
rk
sia
Yo
tre noi italiani
Eataly a New
il ministro
aybe, il forse, men
bbe dovuto fare
m
re
ro
av
lo
i
il
le

e
iti
ch
Un
i
o
degli Stat
mestiere non
unto, dicevan
a gente che fa un
icono che. App
pp
d
n
tro

co
gi
si

or
C
.
sc
re
di
tie
ndo
nostri
ro nel 2013, seco
ve fare il suo mes
vo
de
la
o
di
un
i
gn
st
O
po
.
9
no
16
il mio lavoro: 1.
per Renzi. No,
no, favorendo le
o di politica con
cc
sa
un

gi
roalimentare italia
io
ag
cc
ll
de
a
zz
lle
be
suo. Poi io fa
no che
la
a. I maligni dico
l mondo a portare
ic
ne
lit
re
po
da

,
an
lia
a;
Ita
ic
ll
lit
me, po
limmagine de
19 aziende di
altri e migliorando
molte. Abbiamo
di
on
e
N
ch
e.
an
i
at
on
pr
zi
m
co
che
esporta
abbiamo fatto an
distribuisce le ha
Lo
i
le
o.
e
N
ch
e.
e
nt
nd
re
ie
molte delle az
y spesso appa
n ci sono nitriti,
iversit di Eatal
od
bi
la
i
nei miei salumi no
nd
e
ui
Q
ch
co
di
se
h
propriet.
meno del
Perc
e rappresentano
raccontare bugie.
nd
n
ie
no
az
di
19
i
ur
te
sic
es
re
qu
per esse
iei gli e io
li fatti io. Ma
tutto il mondo. I m
la verit, avendo
e
in
si
ch
vi
rto
di
ri
ce
to
no
ut
so
od
solfati,
mo da 9.000 pr
r? Non
, l82% lo compria
Milano come sa
.
ite
%
nd
20
ve
l
lle
de
a
de
er
%
rri
18
ba
mo quelli
pereremo mai la
sciamo, recuperia
su
na
n
i
no
cu
e
in
ch
o
ito
og
lu
nc
l
abbiamo sa
oria storica de
ilano,
o o a Firenze. A M
lorizziamo la mem
va
rin
,
To
ili
a
ob
a,
m
m
im
Ro
o
a
m
costruia
gi successo
aldo, dove
menticati, come
cenico color smer
di
os
lc
tto
pa
tu
at
de
pr
an
so
gr
ti,
un
esisten
fatto costruire
bia di giorno in
e italiano? Cam
atro Smeraldo, ho
or
Te
at
ex
ll
um
ne
ns
o
co
nd
il
se
gi
es
i. Se
le sere. Chi og
scono meno i tem
tte
di
tu
on
of
vo
vi
pr
l
ap
da
,
a
isi
ic
faremo mus
esso
egoisti e imprec
sbrigativa. Allo st
gi sono un po pi
ra
og
ltu
cu
di
ni
lla
lia
de
ita
a
li
er
G
giorno.
, lo denirei l
che ci che
che hanno capito
e a questo periodo
e
m
on
no
rs
un
pe
re
di
da
o
i
pi
ss
am
iando il
dove
ccolo sempre pi
ori, e stanno stud
fu
zo
o
o
un
am
bi
do
ab
an
e
rm
ch
tempo si sta fo
volta in
rtante di quello
rtante ed a sua
corpo pi impo
po
ro
im
st
o
no
nt
il
tta
ro
tre
nt
al
de
mettiamo
er? S, s,
i fornitori, che
vere. E si risolv
i c il mondo de
ol
Po
ris
.
a
pi
ss
di
po
e
si
pr
m
tto
iei
e tu
cibo, se
le mie quote ai m
timista, penso ch
o
ot
ut
to
nd
ol
ve
m

gi
no
so
ho
Io
y? Mai, perch
taly sar
trasformazione.
o vender Eatal
2017, quando Ea
l
nd
ne
ua
e
Q
rs
.
fo

er
a,
lv
rs
sa
Bo
la bellezza ci
dda, dove
ale andare in
to? A Fontanafre
mai. Lobiettivo n
en
o
nn
om
ra
m
fa
to
lo
n
es
no
qu
gli e loro
ietto di casa
a andando in
i invece dove st
cervello nellarmad
Le
il
.
re
e
ia
al
sc
ob
la
gl
di

pi
re
ancora
grandi
persone a evita
anente. Invitiamo
ione che aiuta le
az
rm
nd
pe
fo
za
a
en
un
ist
o
es
am
R
elo
di
abbi
organizza lezioni
era chi c? Ang
as
nd
St
ke
.
ee
e
w
on
ni
zi
og
tin
e
o del lavoro
nsano sia in es
esta rivista.
valore che loro pe
un
di
i
rc
rla
pagina 33 di qu
pa
a
a
e
ch
an

er
personalit
ov
e, lo tr
r di qualit. Ben
Gaja, che ci parle

LL I
CA RLO AN TO NE

Gentlemens
uar rly

Mags.net

SUPER!

Un viaggio nelle idee pi


fresche del mese

A pranzo con
UN INEBRIANTE
ANGELO GAJA
PAG. 33

Videogame
UN ANNO TUTTO
DA GIOCARE
PAG. 38

Frederic Auerbach/Contour by Getty Images

La nuova diva
KASIA SMUTNIAK:
SEDURRE
MI SPAVENTA
PAG. 49

EVA GREEN, QUESTO MESE


AL CINEMA CON 300 LALBA
DI UN IMPERO , A PAG. 32

M g

8A

Gentlemens
rte
Qu rter

LA DONNA

E A
GREEN

Sotto sotto, sono una nta (dark)


Le piacciono i ruoli dannati.
Si tinge da sempre i capelli di nero.
E ha progetti molto gotici.
Ma in fondo si scopre che...

Testo di

CRISTINA DANTONIO
Foto di

FREDERIC AUERBACH

In questi anni non lhanno distribuita a


dovere da queste parti (Franklyn, Cracks
e Womb: chi li ha visti?), ma da qui in poi
aspettatevi di vederla spesso: in questo
2014 la bellezza indecente di Eva Green (cos la marchi Bernardo Bertolucci)
verr servita senza alcuna moderazione.
Si comincia con due mega produzioni,
che nascono dalla stessa mano, quella fortunata del graphic novelist Frank Miller.
La prima: Eva la feroce Artemisia di 300
- Lalba di un impero di Noam Murro(in
sala in questi giorni), il sequel del 300 di
Zack Snyder (riposi in pace Gerard Butler,
adesso ci sono gli addominali di Sullivan
Stapleton: Questo lm ha costretto anche
me ad allenarmi, dice la Green. Non era
scontato: sono una molto pigra). La secon-

32

LALBA DI UN IMPERO

da: Eva la perda Ava di Sin City - Una una madre 40enne che scompare nel nuldonna per cui uccidere, attesissimo e riman- la). E un western nordico, The Salvation,
datissimo seguito del primo Sin City, uscita storia di corruzione, sangue e vendetta proprevista dopo lestate.
dotta dalla Zentropa
E per continuare con
di Lars von Trier.
S TAT O
il lone delle belle che
Bionda di nascosto
TIM BURTON
meglio perdere che
(o almeno dove pochi
incontrarle, che cosalpossono andare a conCHE MI HA
tro ha in programma
trollare: Mi tingo da
C O N D I Z I O N AT O
la nostra?
sempre: sono mora
Una serie gotica
nellanima) e dark
prodotta, tra gli altri, da Sam Mendes per il nelle scelte (Nina Hagen? Chi mi ha condinetwork Showtime: Penny Dreadful, come zionato stato Tim Burton), Eva Green
le storie ottocentesche per ragazzi, che co- come la vogliamo: attrice come sua madre,
stavano solo un penny ma mettevano una Marlne Jobert, e non dentista come il pagran paura. Un lm che Gregg Araki ha dre Walter. Far aprire la bocca alla gente:
appena portato al Sundance Film Festival, troppo intimo. Anche se... Sapete gi come
White Bird in a Blizzard (Eva ha la parte di ha conosciuto mamma?.

Contour by Getty Images

EVA GREEN, 33 ANNI. LA VEDREMO A PI RIPRESE, COMINCIANDO DA 300

Gentlemens
uar rly

L U O M O

R!

A pranzo con
Angelo Gaja
Un grandissimo
enologo
lo ha denito
il Mozart
del vino,
tutti gli altri
sono Salieri.
Nel Paese
del capitalismo
rovinato
dai gli, la sua
impresa un
gioiello da tre
generazioni,
eppure lui
confessa che
la produzione
di massa non
lha mai tentato:
LESS IS MORE,
MENO
MEGLIO

Testo di

FRANCESCO MERLO

La crisi? Hanno smesso di


comprare anche quelli che non
pagano. fulminante laforisma di Angelo Gaja, il pi celebrato produttore di vini italiani.
Gli riferisco che il mitico Giacomo Tachis, lenologo che ha
inventato il Sassicaia, ha detto:
Gaja il Mozart del vino. Tutti
gli altri sono Salieri. Mozart
per era esibizionista, mentre
Gaja non si fa mai intervistare
n vorrebbe farsi fotografare.
Per anni ho resistito, come
un iceberg, allonda calda delle
istantanee. Lho visto combattere e vincere contro il suo amico Oliviero Toscani: In Italia
tutti si mettono in posa. Ma
si pu sfuggire allimmagine?
La sola maniera per non essere fotografato fotografare.
Dunque? Quando rinasco, faccio il fotografo.
sempre autoironico,
persino nelle etichette
Come mai in Italia ci sono tanti
produttori di vino? Saper bere
saper vivere. Insisto: non
possibile che qui lhomo sapiens stia evolvendo nellhomo
bibens. Qual il trucco? Ogni
anno lo Stato d sette miliardi
allagricoltura, troppi. In apparenza aiutano lartigiano, mentre in realt lo danneggiano.
Ammette che sono troppi
anche gli intenditori e ridiamo di chi ha scritto che al naso
si avvertono violetta, erbe di
campo, pepe, tabacco e confettura rossa. Dice: Passeggia
dentro le parole dimenando
lanca. Ma non facile raccontare il gusto. Jorge Luis Borges,
che era cieco, diceva di sentire i colori e Beethoven, che
era sordo, vedeva la musica.
Forse con il vino si pu andare
oltre lolfatto e il gusto sino alla
vista, al tatto e alludito.

SAPER BERE
SAPER VIVERE
Illustrazione di

ELISABETH MOCH
Quello di Gaja molto raccontato, anche perch berlo pu
costare molto: Del vino bisogna parlare e scrivere. Non
come la coscia di pollo che,
scritta, non sa di niente.
La risata di Gaja bella sonante, autoironico persino
nelle famose etichette: come il
Darmagi, che in piemontese
il Che peccato! pronunziato
dal padre quando vide la terra
del Nebbiolo transustanziata
in Cabernet. C il vino capolavoro, come il Sor Tildin che
vuole dire Sommit, e lo Sperss,
Nostalgia; e c il vino-rischio
come il bianco toscano, che
un azzardo perch i bianchi
in Toscana sono, diciamo, difcili. Dunque lho chiamato
Vistamare, ispirato a quelli
che vendono case piccole e
brutte dicendo: Per vista
mare. La moglie Lucia, che
pi Gaja di Gaja, teme che
non tutti capiranno: Lironia
sempre rischiosa.
Nel Paese del capitalismo
rovinato dai gli, Gaja unim-

M g

presa familiare riuscita: tre


generazioni. La sua losoa
nita tra gli slogan di Matteo
Renzi grazie a Oscar Farinetti,
anche lui di Alba: Fare, saper
fare, saper far fare, far sapere.
Furto di idee? Farinetti abilissimo a vendere. una frase
di mia nonna. Gli d il permesso? Io s. Mia nonna no.
Espone i suoi tesori
nel castello di Barbaresco
Sono stato in una cantina francese dove fanno sentire la sinfonia numero 41 di Mozart, la
Jupiter, alluva e al mosto: Sonor Wines. Sornione, Angelo
Gaja mi porta a vedere la sua
musica: Qui ho piantato 360
cipressi, e gli oleandri cos
gli uccelli nidificano e fanno
musica. Qualcuno dice: Come
bizzarro quel Gaja, che fa
vino con i cipressi.
A Barbaresco ha ristrutturato un piccolo castello dove mette in esposizione i suoi tesori
e sembra non esserci

8C

L U O M O

Gentlemens
Q rte

M
S

mentre dirige, smista, anche


evita. Spiega il vino a un gruppo di tedeschi, racconta che c
il suo Nebbiolo persino nellInferno di Dan Brown: Lho letto, certo. Pubblicit? Spontanea. un lettore onnivoro che
aspira alla velocit nel passo e
nel pensiero: il vino come un
quadro di Balla? No.
Le colline, cellula liberale
e Patrimonio dellUmanit
Solo andare in automobile con
Gaja una pericolosa avventura aeropittorica, ma nellagricoltura vale il principio inverso,
quello della libert relativa e
dellattesa faticata, il coraggio
e la prudenza: la terra il posto meno liberale del mondo,
una babele dove ci si perde.
Perch? Perch il tetto della
vigna il cielo.
Viaggiamo nel paese delle meraviglie: 100 ettari, 28
appezzamenti, 20 chilometri.
Questo il letame di mucca
da latte, 50 tonnellate; questi
sono i vermi rossi; e l ci sono
due grandi vasche di zeolite,
minerale che sperimento da tre
anni: pulisce le acque nere, al
punto che le puoi bere. Parliamo del cambiamento del clima,
dei nuovi terribili parassiti: Le
aziende chimiche inventano
veleni sempre pi potenti che
sono peggio dei parassiti: non
li uso. Qui lavorano lentomologo, il botanico, il biologo:
Non sono contro la chimica,
la voglio dominare.
Le cantine? Sono
4.800 metri quadrati di
bellezza nascosta. Quella di Bolgheri magnica:
Mi af fido allarchitetto
Bo che mura il vecchio
dentro il nuovo. Guardi
quelle putrelle che diventano garze sulle ferite. Gli
piace anche larchitettura
vestita di vento. Mi mostra
le case che d ai dipendenti: 24 famiglie. Macedoni,
polacchi, rumeni, indiani.
Oltre le colline ci sono le
montagne della lotta par-

8D

tigiana di Pavese, Fenoglio,


Giorgio Bocca. Ad Alba c la
Ferrero, c Miroglio, quello
dei tessuti, c Mondo, che
il pi importate produttore di
piste spor tive del mondo, e
c Farinetti; vicino c Carlin
Petrini con lo Slow Food. Il segreto? C una cellula liberale
perch qui sono nati Cavour,
Giolitti, Einaudi. E abbiamo
trasformato in forza le debolezze. Qui si giocavano le mogli
a carte. Si ubriacavano anche
i bambini. Il gioco dazzardo
diventato impresa; e lalcol
vigne e cantine.
In estate lUnesco proclamer queste colline Patrimonio
dellUmanit, sono le colline
del Barbaresco, del Barolo, del
Moscato. Produce meno di
un milione di bottiglie allanno:
l80 per cento va allestero.
Mai tentato dalla produzione
di massa? No. Less is more.
Suo padre nel 48 abol la mezzadria: Anticip di sedici anni
la riforma agraria, per costringere i contadini a produrre
meno uva: il meno meglio.

IO NON SONO
CONTRO LA
C H I M I CA , VO G L I O
DOMINARLA

Vorrei fare una legge


per proteggere la passione
il primato della qualit sulla
quantit: mangiamo allAntica
Torre, come uno stage di
gastronomia: molti piatti, tre
vini. Gaja mangia poco di tutto, le misure della qualit sono
una grattata di tartufo, un

UNA VEDUTA AEREA DI BARBARESCO, PROVINCIA DI CUNEO,


QUARTIER GENERALE DELLA FAMIGLIA GAJA. IN BASSO,
LA RICEVUTA DEL NOSTRO PRANZO ALLA TRATTORIA ANTICA TORRE

nonnulla di vitello tonnato,


unombra di carne cruda, il
coniglio al forno dura il tempo
di un paternostro. Solo i tajarin al burro e salvia sono pi
di un soupon, un sospetto: la
qualit si deve sospettare, vaghezza e al ristorante bisogna
poter parlare senza musica e
frastuono, che quantit, volume. Si deve sentire il rumore delle posate sui piatti, di cui
nessuno pi si accorge.
La qualit non vale solo nel
bere e nel mangiare. Compro
almeno sei quotidiani al giorno
ma seleziono le rme che mi
piacciono. I preferiti? Gramellini, Cazzullo. Neppure sopporta il chiasso scritto.
Per ha votato Grillo: Per protesta. Ora non sa, ma vorrei

ancora protestare.
Se fosse il governatore dItalia? Farei una legge per proteggere la passione, che non
elimina la pioggia ma il tergicristallo che permette di andare avanti. Poi? Imporrei il
silenzio, con lindice della mano
destra sulle labbra: ssst!, perch lhomo bibens non parla ma
sorseggia, centellina, succhia,
aspira, assorbe, tracanna, si
disseta, gargarizza, liba, lappa,
sorbisce, bevucchia, sbevicchia, sbevazza, ingolla, alza il
gomito, sinebria, brinda, ingurgita, si scola, vuota, si ubriaca,
pinta, pompa e si imbiba. Povero Nietzsche! Mor pazzo
perch non cap che lhomo
bibens il ponte verso il Superuomo (liquido).

L I N V E S T I M E N T O

Gentlemens
Q rte

Obiettivo: le stelle

ALCUNE DELLE FOTO DI BAILEY IN MOSTRA: SOPRA, MICK JAGGER


(1964); A DESTRA, UN AUTORITRATTO (SINGAPORE, 1957);
IN BASSO, JERRY HALL ED HELMUT NEWTON (CANNES, 1983)

Rockstar & top model:


250 scatti di DAVID BAILEY
in mostra a Londra
David Bailey celebra se stesso alla National Portrait Gallery di Londra, dove
in corso (no al primo giugno, info:
www.npg.org.uk) la mostra Baileys
Stardust, sponsorizzata da Hugo Boss:
250 scatti selezionati direttamente
dallautore per raccontare 55 anni di
carriera e di glamour.
Noto per le foto di moda e per i ritratti di celebrity, Bailey 76 anni appena
compiuti stato fra i testimoni pi
acuti della Swinging London, che lui
stesso contribu a creare negli Anni 60
e di cui divenne unicona (Michelan-

8F

I L M E R C AT O D E L L A
FOTOGRAFIA
I N F O R T E C R E S C I TA

gelo Antonioni si
ispir a lui per il
protagonista di
Blow-Up, nel 66).
Alla National
Portrait Gallery
esposta una delle
opere pi signicative di quel periodo: Box of PinUps (1964), una
scatola con stampe di celebrit tra
cui spiccano Mick
Jagger, Rudolf Nureyev, Andy Warhol, i Beatles e Terence
Stamp. Le opere di Bailey hanno quotazioni variabili: dai
500 euro per ritratti di sconosciuti agli oltre 19.000 per un
Michael Caine del 1965 battuto allasta lo scorso ottobre.
Il mercato della fotograa ha grandi potenzialit di sviluppo, conferma Domenico Filipponi, responsabile Art
Advisory di UniCredit. Anche in questo settore, se vogliamo che il nostro investimento tenga nel tempo dobbiamo
sempre puntare sulla qualit. Certo, i nomi affermati come
quello di David Bailey danno maggiori garanzie di solidit,
specie se le opere rafgurano personaggi iconici che, di
solito, riescono a spuntare prezzi pi alti.

Baileys Stardust, sponsored by HUGO BOSS, National Portrait Gallery www.npg.org.uk

Testo di

OLGA NOEL WINDERLING

- AR 0

Gentlemens
Q rte

I GIOCHI

M
S

E si continua
a giocare

CONSOLE,
MOBILE
E STREAMING

La crisi economica ha fatto molto bene


allindustria videoludica: tutte le grandi
novit che incendieranno i prossimi mesi
Testo di

MATTEO BORDONE
Quando la crisi del 29 colp
leconomia americana, Hollywood era sana. La gente andava al cinema varie volte alla
settimana, si vendevano centinaia di milioni di biglietti. Lo
svago in celluloide, che costava poco e distraeva molto, fu
anzi favorito dalla Depressione. Che poi tocc pure il divertimento: non detto che accada anche stavolta.
La nostra economia pi
navigata, ma vero: lindustria
videoludica un po nella stessa situazione del cinema nel
1930. Mentre la tempesta impazza, le cose vanno bene, si
investe, si contano i soldi di
una stagione niente male, ci si
guarda intorno con inquietudine. Cosa ci aspetta?

SOPRA, UNO
SCREENSHOT
DI DESTINY.
QUI A DESTRA
E IN BASSO,
IL MITICO
IDRAULICO
MARIO

Nintendo, Microsoft
e Sony che stanno facendo?
Cominciamo con Mario. Cio
Nintendo, che ha rivoluzionato
tutto con Wii, la console divertente per tutti, dai bimbi agli
anziani. Quella fase nita: la
Wii U, macchina per acionados, andata appena benino e
il grande boss Satoru Iwata si
ridotto lo stipendio.
Fra le novit annunciate,
una console che non avr direttamente a che fare con i giochi ma approfondir la linea di
qualit della vita che negli
anni scorsi ha fatto presa sul
pubblico femminile di Wii e
DS: programmi per tonicare
il sico, far yoga, esercitare la
mente. Nintendo, lunica azienda del settore che in origine
viene dalle carte da gioco, si

8H

UNIMMAGINE TRATTA DA THE DIVISION, GIOCO APOCALITTICO


AMBIENTATO A NEW YORK, DEL GIGANTE FRANCESE UBISOFT

occupa soprattutto di intrattenimento e, poi, di videogiochi:


potrebbe stupirci.
Alla ne del 2013 Sony ha
lanciato la PS4, e Microsoft la
Xbox One. La seconda tecnologicamente indietro rispetto
alla prima, ma il punto non
quello. A livello di struttura le
macchine sono simili: saranno
software e servizi a orientare
gli acquisti. Per ora ci sono le

console, belle e scintillanti, ma


di software che mostri
le potenzialit della
nuova
generazione
nemmeno
lombra.
Sony nel frattempo ha
annunciato che i suoi
televisori pi nuovi, pi
belli e pi cari, prima in
Giappone, poi in Usa,
inne in Europa, sfrutteranno il sistema PlayStation

Now, un
nuovo servizio di videogiochi
in streaming. Senza comprare una macchina, bastano
la tv e la connessione veloce a
internet per giocare ai titoli di
PlayStation 3: questa s potrebbe essere una novit di peso.
Un genere che continua a
tirare facendo leva sulla prevedibilit del maschio sul divano
lo sportivo. Tutto il comparto EA Sports va che una meraviglia, a partire da FIFA e
Madden NFL Football. Per fortuna: il resto malmesso, forse perch lex Electronic Arts
vista come la Microsoft dei
videogiochi, prepotente e scostante. Lultima reincarnazione dello storico SimCity del
genio Will Wright ha avuto tali
problemi tecnici da diventare
un boomerang, tra appassionati offesi e clienti indispettiti. Si
spera in Titanfall, titolo bellico
in prima persona ad alta tecnologia e spettacolarit...
Activision continua a macinare soldi con due prodotti diversi: i pupazzetti Skylanders a
10 euro, che ben conoscono le
mamme di mezzo mondo, e le
mitragliate di Call of Duty. Ma
leditore di Santa Monica ha in
cantiere il gioco che dovrebbe
ibridare i mondi persistenti
alla World of Warcraft con le
guerre hi-tech di Call of
Duty.

I GIOCHI

Gentlemens
Q rte

S
Si chiama Destiny ed rmato
Bungie (megastudio di Seattle
che ha creato e gestito il kolossal Halo): esce a settembre.
Cosa sostituir sui cellulari
Candy Crush Saga?
Dopo aver fatto per anni la gura dei punk scorretti, quelli di
Rockstar sono ora lEinaudi dei
videogiochi: GTA V, con 32,5
milioni di copie vendute, un

Arrivano nuovi concorrenti. Uno Steam, costola distributiva degli studi Valve di
Half-Life, unico a vendere da
anni giochi per pc e Mac in
download. Usciranno delle
Steam Machine, pc economici
su cui gireranno i loro titoli.
Le spalle larghissime di Amazon puntano a qualcosa di pi
economico e virale: avendo
comprato lo studio Double
Helix, dovrebbe lanciare una

Piaceri
di mano

Lapp Luxuria Superbia una guida


alliOrgasmo femminile: richiede
tatto, impegno e tantissima fantasia
Le mie dita si muovono, aprono, toccano, danno dei colpetti Lho fatta venire. Sei volte.
Ne vuole ancora, un momento glorioso. Tutto bene, a parte
che lei alta meno di 30 centimetri. un iPad.
Luxuria Superbia unapp
sviluppata da Tale of Tales,
specializzata in videogame artistici e basati sullesperienza
(in The Endless Forest, il giocatore vaga per uninnita, affascinante foresta). Si autodenisce viaggio dalla dimensione
sensuale a quella spirituale, in
cui la graca esplode a seconda dei tuoi gesti.
Unescalation, dai germogli
ai fuochi darticio

SOPRA, GRAND THEFT AUTO


V, ULTIMO EPISODIO DELLA
MITICA SAGA. IN ALTO,
TITANFALL, LA SCOMMESSA
DI ELECTRONIC ARTS

vero feuilleton contemporaneo,


un romanzone nazionalpopolare frequentato ormai da quattro
generazioni. Questanno usciranno le missioni aggiuntive da
scaricare: la solita bomba.
Sempre pi solido il colosso francese Ubisoft: pilastri
come Assassins Creed, Far Cry
e Just Dance, novit quali
Watch Dogs (eroe rivoluzionario telematico in una Chicago
del futuro) e lapocalittico The
Division ambientato a New
York. Oltre ad altri giochi non
male in digital delivery, oltre
alla rinascita di Rayman.

9@

piattaforma videoludica su
Android.
Continua intanto il successo di Wargaming.net, colosso
guidato dal bielorusso Victor
Kislyi: giovane, grasso, ricco
e imprevedibile. In milioni
combattono ogni giorno con
carri armati e aerei, gratis o
pagando una piccola cifra
mensile.
Inne: innumerevoli aziende stanno tentando di spodestare la pi diffusa droga degli
ultimi anni, Candy Crush Saga.
Il pubblico dei telefonini, il pi
gigantesco e spietato, cerca
qualcosa che sostituisca le caramelle: quando lo trover, un
altro sgato con la felpa diventer un milionario.

MA NON
DA V I L L A N O

mogli. Ma descriverlo cos


riduttivo, richiede uninterazione sensuale, una specie di relazione sica. Ci vuole impegno,
fantasia: non far male alle tue
reali capacit amatorie.
Ed bellissimo. I ori sono
simili ai germogli a forma di
vagina di Georgia OKeeffe, il
tunnel scorre tra archi, onde e
astrolabi, esplode in un mare
di stelle se la situazione si scalda. I fuochi darticio dellorgasmo danno appagamento...
ma non un gioco per tutti.
Deve stuzzicarti lidea che la
partner esprima leccitazione
con un punteggio elettronico e
lanci esortazioni del tipo: Fermati sullo stigma e Ammorbidisci il mio stelo.
Per unopera darte in
confronto ad altre app del tipo
Come masturbare una donna. Tipo HappyPlayTime, che
verr lanciata in autunno: una
specie di bambola tutta rossa
dimbarazzo ti annuncia di essere eccitata. Daltra parte,
un iPad che ti chiede un bacio
non stimolante e passare tutta la serata libera a toccare uno
schermo sarebbe uno spreco
di talento per le tue dita.
REBECCA NEWMAN

Inizia con una serie di


eufemismi: Stai per entrare
dentro a un ore a cui piacciono
molto i colori. T i muovi
allinterno di un tunnel (il ore)
circondato da mura che salgono
verso lalto (i petali). A seconda
di come strusci, stroni e tocchi
lo schermo, il fiore si eccita,
si riempie di colori e alla ne
rilascia cuori, stelle e uccellini.
I tuoi fiori possono anche
formare un bel giardino... Se
vai troppo veloce o
tocchi lo schermo
ALLINTERNO DEL FIORE DI LUXURIA SUPERBIA
con foga eccessiva
il gioco finisce.
Prenditi i tuoi
tempi, sii delicato e
raggiungerai una fra
le tante gradazioni
dellorgasmo.
Luxuria Superbia
come uno sparatutto in cui, al posto
dei nemici, nellobiettivo hai dei ger-

Gentlemens
uar rly

W H AT S U P ?

R!

Notizie
dal nostro
mondo
CONSIGLI PER
UN MESE GQ:
cosa guardare,
ascoltare,
toccare, leggere
per mettere
il naso fuori
di casa a marzo

2
1

Robot con il cuore


1. ALMOST HUMAN
Nella Los Angeles del 2048 poliziotti e droidi
lavorano insieme. Ma quei robot sono davvero
troppo umani... C lo zampino di mr. Lost J.J.
Abrams su questa nuova serie tv (da questo
mese su Premium Action). mediasetpremium.it

A cura di
MASSIMILIANO
FERRAMONDO

ARTE 12
3. CILDO MEIRELES.
INSTALLATIONS
Gli spazi dellHangarBicocca
di Milano ospiteranno (dal 27
marzo) 12 delle pi importanti
installazioni realizzate dal 1970
a oggi dallartista brasiliano
Cildo Meireles. un vero evento
questa prima personale italiana
di uno dei pionieri del movimento
internazionale dellarte concettuale.
HA NG ARB ICO CCA .OR

2. TH E CLA SSI C
QU INT O ALB UM DEL LA
INT ITO LAT O CO S IL
AS PO LIC E WO MA N.
STR AO RDI NA RIA JO AN
DIS CO DEL ME SE.
O
STR
SEN ZA DU BBI IL NO
.CO M
JO AN AS PO LIC EW OM AN
4

B O W L C H A IR
5

5. BO BARDI PER ARPER


trona
Dal 6 marzo liconica pol
a
Lin
da
1
disegnata nel 195
ie
ser
a
un
in
Bo Bardi tor na
potr
si
La
zi.
pez
limitata di 500
Spotti,
da
o
sol
iva
lus
esc
trovare in
spotti.com
viale Piave 27, a Milano.

4. PINK WAVE HUNTER


PER SCOPRIRE COSA SIGNIFICA IL TITOLO SCELTO
PER LA MOSTRA DEL GENIALE ARTISTA GEORGIANO
ANDRO WEKUA BISOGNA FARSI UN GIRO AL MUSEO
BENAKI DI ATENE. IL NOSTRO CONSIGLIO PER UN
WEEKEND DI MARZO. DESTE.GR

9C

Gentlemens
Qu rte

W H AT S U P ?

ON THE ROAD
6. TIR
Il documentarista Alberto Fasulo
(Rumore bianco) convince lattore Branko
Zavran (No Mans Land) a cambiare
vita e diventare autista di Tir. I due hanno
trascorso tre mesi in simbiosi, nella
cabina di un Tir, guidando in giro per
lEuropa. E quello che ne venuto fuori
questo bellissimo Tir, lm premiato
al Festival di Roma e in questi giorni
nei cinema italiani. tuckerlm.com

Konstantin Grcic
8

AV EL
.T EC H EA SY TR
9. BL AU ER HI
TATA DI
DO
E
IN NE O PR EN
Q UE STA FE LPA
W IN DS TO PP ER
A
AN
BR
EM
M
TI UR TO ,
NF IA BI LE
PR O TE ZI O NI AN
GG IATE STA GO
ER .IT
E CU SC IN O PO
VI AG GI O . BL AU
CO M PA GN A DI
UN A PE RF ET TA

Tutti i mostri
in mostra

11

10

HUN TER S. THO MPS ON

o!
Il signor Gonz
TTO

11. POLITICAMENTE SCORRE


tario sulla vita di
Arriva al cinema un solido documen
di Paura e disgusto
re
Hunter S. Thompson, geniale auto
m
ie.co
mov
a Las Vegas. huntersthompson

9D

7. M IA RT
CO NT IN UA A
CR
ES CE RE ,
AN NO DO PO
AN NO , Q UE ST
A
AU TO RE VO LE
FIE RA DE LLA RT
E.
SI TI EN E A M ILA
NO , DA L 28
AL 30 M AR ZO
. M IA RT.IT

10. MOSTRI CREATURE FANTASTICHE


DELLA PAURA E DEL MITO
Gri, Chimere, Gorgoni, Satiri, Arpie
e chi pi ne ha... Sono pi di cento
i mostruosi reperti archeologici
esposti, no al prossimo giugno,
a Roma, al Museo Nazionale
Romano in Palazzo Massimo.
archeoroma.beniculturali.it

SOUTH PARK
12. IL BASTONE DELLA VERIT
SI FATTO MOLTO ATTENDERE QUESTO
GIOCO DI RUOLO DEDICATO A KYLE, STAN
& CO... DA QUESTO MESE SU
XBOX 360, PLAYSTATION 3 E
WINDOWS. SOUTHPARK.UBI.COM

12

Kim Danny

8. PANORAMA
Il sempre perfetto Vitra Design
Museum di Weil am Rhein (a
pochissimi chilometri da Basilea)
dedica una grande personale al
designer tedesco creatore tra i
tanti progetti dei tavolini
Diana (a destra), delle
sedute Chair One e delle
lampade Mayday.
design-museum.de

MICHAELKORS.COM

Gentlemens
Qu rte

W H AT S U P ?

E
1

14

Lo stile ai piedi

14. VALENTINO GARAVANI BY HAVAIANAS

Questa imperdibile capsule collection di


infradito la trovate solo nelle boutique
Valentino. A cominciare da quella appena
aperta a Parigi, al 273 di rue Saint-Honor.
valentino.com

RELAX SENZA RETE

16

13. EREMITO Via dal rumore della citt. Telefono staccato e niente
email. Il posto perfetto per vacanze davvero detoxing si chiama Eremito
e sta tra le colline umbre. Ma non pensate a fughe romantiche, questo
hotel per lanima dotato solo di camere singole. eremito.com

Oliver Stone

15

15. USA LA STORIA MAI RACCONTATA


Dalla Seconda guerra mondiale alla
presidenza Obama: la storia americana vista
dal regista di Platoon. Un documentario da
500 minuti (in 4 dvd) dedicato agli amanti
delle cospirazioni. cinehollywood.com

GIUSEPPE PEVERI, IN ARTE DENTE

Toglietevi il Dente

17

Quadrupla
coppia...

AN TO NIO REZ ZA

VIVA
IL PESTO

18. PESTO WORLD CHAMPIONSHIP


Il 29 marzo, a Genova (e dove, altrimenti?),
100 concorrenti provenienti da tutto il
mondo si batteranno per la conquista del
titolo di campione del mondo di pesto. Vuoi
non esserci? pestochampionship.it

9F

19

19. LIFT YOU R SPIR IT


ESCE A FINE MES E IL TERZ O ALBU
M DI ALO E
BLAC C. DA I NEED A DOL LAR (DEL
2010 ) A WAK E
ME UP (201 3, CON AVIC II) QUE STO
CAN TAN TE
POP SOU L DI ORIG INI PAN AME NSI
NON HA MAI
SBAG LIATO UN COL PO. ALO EBLA
CC.C OM

Kim Danny

18

17. AN TO LO GIA
REZ ZA MA STR ELL A
LA CO PPI A
TRA MA RZO E APR ILE ,
ITA LIA NO
TRO
TEA
DEL
TER RIB ILE
ELL O
RIP OR TA SUL PAL CO (QU
AN O)
MIL
DI
I
CIN
PUC
DEL LEL FO
LI SPE TTA CO LI:
QU ATT RO SUO I GE NIA
TH ,
FO TO FIN ISH , BA HA MU
.
7 14 21 28 E FRATTO _X
PER
ICA
UN
NE
SIO
UN OC CA
RG
UN BEL RIPA SSO . ELF O.O

16. ALMANACCO DEL GIORNO PRIMA TOUR


Parte il 24 marzo, da Firenze, il nuovo tour di
Dente. Il cantautore indiepop di Fidenza
porter in giro per lItalia il suo quinto album:
Almanacco del giorno prima. amodente.com

Gentlemens
uar rly

L A D I VA

KASIA
SMUTNIAK

R!

La glia di un soldato non piange mai


Le cose semplici
(Quelle che
contano) e quelle
difficili (Le affronto
ragionando).
Un pap militare,
un uomo che non c
pi e una bambina
a cui far scoprire
il mondo. Incontro
con la protagonista
del nuovo lm
di Ferzan zpetek,
ALLACCIATE
LE CINTURE:
non solo il titolo, ma
anche un consiglio
Testo di

MALCOM PAGANI
Foto di

DOUGLAS KIRKLAND
KATARZYNA ANNA KASIA SMUTNIAK NATA A PIA, IN POLONIA, IL 13 AGOSTO 1979

Kasia Smutniak ha vestito il suo pappagallo


di mitologia: Lho chiamato Yul Brynner,
come lattore. Quando gli chiedevano della
sua vita, raccontava sempre una storia diversa. A ogni intervista riscriveva la propria
biograa. Un genio. Piacerebbe farlo anche
a me. Se iniziassi dicendo che sono un uomo e tra un mese sostenessi che sono nata
in Montenegro, succederebbe qualcosa
secondo lei?. Sul limitare dellassurdo, tra
misteri, silenzi e porte chiuse a chiave, Kasia si sente in equilibrio.
partita da lontano: Il primo spot, la
pubblicit di un t alla fragola, lo girai a 16
anni, di notte, in Repubblica Ceca. Un freddo
cane e nessuna reale ambizione. Oggi, proteggendo e proteggendosi, cerca un posto

dove stare al riparo dalla curiosit morbosa,


un copione che la emozioni, un ruolo di nzione pi vero del reale. Lha trovato in Allacciate le cinture.

terpreta la razionalit: Lascio listinto agli


altri, ragiono, cerco di avere il coraggio di
dire le cose e la forza necessaria per sostenere anche i pi deboli. Tra le strade di
I L P R I M O S E T:
Ogni tanto pap
Lecce (Una meraviUNO SPOT
andava in guerra
glia, mi ci trasferirei
A 16 ANNI, UN
per due giorni
subito), Kasia incede
FREDDO CANE
tra due amori, esorcizIl nuovo lm di Ferzan
za labisso con la verit,
E NESSUNA
zpetek una parabosi concede al destino
AMBIZIONE
la verista in cui lattrice
trovando una luce nel
polacca balla da protabuio come faceva da
gonista sfrondando amore e sofferenza con ragazza, a Pia: Passavo le notti sui libri,
misura: Il soggetto mi aveva spaventato. tra caff e Red Bull, per recuperare il tempo
Sembrava scritto su di me. Davanti a uo- perso sul palcoscenico. Oggi, invece, crollo
mini dalla sensibilit femminile, Kasia in- prima di mezzanotte.

9I

Gentlemens
Qu rte

S
Kasia Smutniak cresciuta tra le divise. Il
suo eroe, Zenon Smutniak, ancora oggi la
sua coscienza, era generale dellesercito
polacco: Ogni tanto pap andava in guerra
per due giorni: il telefono squillava senza
alcun preavviso e lui usciva per lanciarsi
nelle sue esercitazioni. Per rintracciarlo
chiamavamo la base: Il generale in battaglia, dobbiamo lasciar detto qualcosa?. Per
noi gli di militari di carriera, cresciuti in
citt-caserme, esplorando i bunker abbandonati o giocando con i carrarmati nei prati,
era ordinaria amministrazione.
Quando Kasia ha sorato eventi straordinari, s comportata come un soldato. Era
felice. Si trovata a piangere. Con Pietro
Taricone erano cavalli, spazi e cieli liberi.
Poi caduta troppa pioggia e non c stato
tempo di aprire lombrello. Sul lutto e sulla
risalita, sul lampo necessario a non lasciarsi
andare e su tutti i tormenti e le irreversibili
tenerezze per ci che fu, Kasia non emette
un singolo sibilo. Il futuro marcia al di l
delle assenze e pi in fretta delle parole.
Anche in Allacciate le cinture. Un po perch, come dice zpetek, geneticamente le
donne non possono permettersi di perdersi,
un lusso che lasciano agli uomini, un po,
ammette, perch non c difcolt in cui
non mi butti con entusiasmo.
Il Tibet non Capalbio, da l torni
con una diversa percezione delle cose
Al tavolino del bar dove ci incontriamo, i
passati dolori della giovane Smutniak non
arrivano. C una donna di 34 anni che tiene
insieme sogno, rimpianto e pragmatismo.
Viaggia molto, in luoghi in cui si comunica
soprattutto con gli occhi, perch dalle pietre che rotolano e dalle case di fango qualcosa si impara sempre: Mia glia Sophie,
una bambina pi grande della sua et, viene
sempre con me. E proprio perch il Tibet
non Capalbio, torna con una diversa percezione delle cose. D valore al denaro, sa
cosa signichi la povert, capisce che non
c niente di pi bello di condividere. Nelle
difcolt c pi amore, crollano le difdenze verso chi non conosci, smetti di preoccuparti di tutte le stronzate da cui siamo quotidianamente bombardati. Il parcheggio, la
spesa, Equitalia.... Le angustie di Roma,
che non ama no in fondo, citt bellissima,
in deprimente stato di abbandono, piena di
gente incazzata, di sbarre, di ostacoli, a cui
Kasia contrappone la semplicit.
Che per lei quasi una losoa: latteggiamento che si avvicina di pi alla verit. Lesistenza ti mette di fronte a delle

:@

scelte chiare, ti costringe a dire o no. Se sparire lasciando scivolare il solo talento
Mangio, dormo, vivo, muoio. La vita do- difcile, Kasia nellattesa sperimenta antivrebbe ridursi a questo e io cerco di non doti: Ho imparato che meglio dire le cose
dimenticarlo. Vivo tra gli impegni e la fuga. che aspettare che le distorcano gli altri. Lo
Quando esco dalla citt, respiro.
hanno fatto. Lhanno ferita. Lei, zitta, anOggi abita prevalentemente tra i clacson, data avanti senza voltarsi indietro. Quasi
sul lato scuro della Luna, perch bisogna trenta lm, da Peter Del Monte a John Tracomunque abituarsi, ma
volta, da Nanni Moretti a
non cambia. Arriva di
Domenico Modugno. Nel
M I FA PAU R A
corsa, senza trucco, si
suo percorso ora la acUSARE LA MIA
scusa per un risibile ritarcompagna un omonimo
F E M M I N I L I T
do. Ogni tanto arrossisce
dellinterprete di Volare,
e guarda in basso, tortupugliese come lui (ProPER
rando la manica del macacci, linventore dellutoSEDURRE
glione. Se le chiedi della
pia Fandango), e sullo
timidezza, sovver te il
schermo resta un segno
quadro. E racconta di unadolescenza con profondo. Inciso allargando lorizzonte e
amici, birra e sigarette sulla mia prima auto, giocando di magnetismo, onest e sicit
una cafonissima Punto blu comprata in Ger- sottratta: Quando mi tocc essere femme
mania di seconda mano.
fatale per i fratelli Frazzi andai in crisi totale.
Ricorda unet dellinnocenza cercando Non c cosa che mi faccia pi paura che
i testacoda sul ghiaccio, venata da infatua- usare la mia femminilit per sedurre. Kasia
zioni rock la musica era sempre a palla bella perch ha un sole interiore.
e da rapporti miracolosamente sopravvissuti a epoche, terremoti e ricostruzioni. Niente social network. Li capisco
Sono glia unica, ma con le mie sorelle ma c qualcosa che mi inquieta
acquisite sono in contatto: una fotografa
matta in giro per lInghilterra e una madre Per partecipare a In Treatment, la scomrimasta in Polonia con tre gli. Del mio la- messa psicanalitica di Saverio Costanzo,
voro non gliene frega niente. Per loro sono una persona intelligente, prima ancora
rimasta Kasia, la simpatica stupida del li- che un ottimo regista, Kasia ha imparato
ceo. Tra affetti spariti quando Taricone un monologo di 12 pagine. Poi si vestita
emigr altrove (Mezza rubrica telefonica: per il provino. Aveva i tacchi e la gonna.
il lutto ha la sua sanzione sociale) e calori Prima di chiudersi luscio alle spalle le ha
ritrovati, non sono mai stata sola, perch cambiate con jeans e ballerine: Se ti vose mancavano i miei amici sopperivano i gliono non mai per come appari. Quindi
suoi. Non sempre si pu scegliere: A vol- niente social network: Capisco come funte ti trovi a frequentare, per comuni esigen- zionano, ma non perch tanta gente ci si
ze, persone di cui non ti importa proprio condanni giorno e notte, e molta vita vera.
nulla. Accade e alla ne, inevitabilmente, Mi inquieta persino la terminologia. Sei
un follower? Mi segui? Ma segui tua sorelnon ti rimane niente. Non c succo.
Per Kasia il frutto altrove. In un me- la. Poi ride, saluta ed evade. Leggera. Listiere che si rifiuta di chiamare in altro bera. Comera venuta.
modo che divertimento: Diciamocelo una volta
per tutte, non
un lavoro, un
privilegio. Nel
pudore: Un attore dovrebbe
rimanere il pi a
lungo possibile
nellanonimato.
Per poter diventar e qualcosa
dovrei essere il
nulla. N madre
n moglie n
CON FRANCESCO ARCA SUL SET DI ALLACCIATE LE CINTURE
amante.

Luz Photo

L A D I VA

LA TECNOLOGIA

Gentlemens
uar rly

R!

La banda del buco


Quando il gioco si fa duro, i duri
cominciano a giocare. Ecco i migliori
trapani hi tech sul mercato
Testo di

MATTEO SCARABELLI

Illustrazione Ricardo Fumanal

Il trapano la prova
denitiva che, come vuole
un vecchio proverbio,
uomini e bambini hanno
gli stessi giocattoli, solo
con dimensioni diverse.
I modelli di ultima
generazione danno un taglio
netto con il passato, che li
voleva pesanti e rumorosi,
e soprattutto al vecchio
lo, scomodo e perno
pericoloso quando ci si
deve arrampicare su una
scala. Alimentati a batteria
(al litio) e tutti dotati di
percussione, possono
ridurre un muro portante
di cemento armato in un
gruviera. Senza neppure
troppa fatica. Sono potenti,
sicuri, maneggevoli. Ma tra
le tante innovazioni che i
nuovi perforatori possono
vantare, spicca il kit per la
rimozione della polvere,
cos, dopo aver nito il
lavoro, non ci sar neppure
bisogno di mettersi a pulire.
Un gioco che proprio non
piace ai bambini, tanto
meno quelli un po cresciuti.

SPIT 328
Una belva! La sua percussione
gli consente di fare perno delle
piccole demolizioni. E la batteria
impiega meno di 50 minuti per
ricaricarsi. spit.it 1.720 Euro

HILTI TE 6-A36 AVR


Potenza, doppia velocit e batteria
al litio: non sgurerebbe in un
vero cantiere. I 4 kg di peso
si fanno sentire, ma il suo plus
il sistema per la rimozione della
polvere. hilti.it 509 Euro

BLACK&DECKER
EGBL188KB-QW
La forma compatta non inganni:
dentro questo piccoletto c
una percussione in grado di
sferrare pi di 20 colpi al minuto.
blackanddecker.it 160 Euro

BOSCH UNEO
Dimensioni e peso (poco pi di
un chilo) lo rendono ideale per
chi non ha bicipiti di ferro ma non
vuole rinunciare a prestazioni top.
bosch do it.com 159 Euro

C PERFINO
QUELLO CHE
FA S PA R I R E
L A P O LV E R E

:C

LA LT R O L AT O

Gentlemens
Q rte

Che sorpresa in quei


pantaloni kaki!
Testo di

La nostra americana a Roma alle


prese con il solito vecchio tema:
LE DIMENSIONI CONTANO?

TAIYE SELASI

LA SCRITTRICE TAIYE SELASI, 34 ANNI,


NATA A LONDRA E CRESCIUTA A BOSTON

Febbraio, piazza Trilussa. La situazione


non sembra promettente. Un amico americano ti ha scritto da New York per dirti
che devi conoscere un suo amico, un italiano atipico (qualunque cosa signichi)
che vive a Trastevere. Naturalmente, vai
subito su Facebook per cercare delle foto.
Cos vedi il primo brutto segnale: i pantaloni kaki.
Quegli orribili pantaloni beige che avvocati e banchieri indossano nei ne settimana, spesso insieme a una maglietta di
marca e mocassini di pelle. Luomo non
brutto; anzi, ha un sorriso avvenente. Ma
in quasi tutte le foto indossa quei maledetti pantaloni.
Tu hai solo due regole per quanto riguarda gli amanti: niente danzati di amiche (ex inclusi) e niente kaki. Come un
mini-abito con i tacchi a spillo pu pubblicizzare una scopata facile, cos i pantaloni kaki promettono una scopata noiosa,
indicando esattamente quel genere di
mascolinit da classe media (soddisfatta
di s, conformista) che spesso sinonimo
di gatto morto.
solo per fare una cor tesia al tuo
caro amico newyorkese che ti impegni a
prendere un aperitivo con Kaki. Come
misura precauzionale, chiedi a unamica

:D

di telefonarti alle otto in punto, in modo Qualcosa di simile a un pollice. Non sai
che tu possa eventualmente far nta se ridere o piangere. Non importa. Kaki
di dover fuggire via per risolvere una ha altre idee su cosa fare con la tua bocca.
E, nonostante la sua misura, il migliore
crisi sentimentale.
Adeguatamente preparata, arri- sesso che hai fatto in anni. Usa tutto ci
vi nello stesso momento di Kaki. Di che a sua disposizione dita, manette,
persona, molto pi basso e molto dildo per farti venire. E vieni. E vieni.
Sembra quasi che, anni fa, qualcuno gli
pi carino di quello che sembrava in
foto. Ma anche questa volta indossa abbia detto: Senti, ragazzo, con un cazzo
quegli orribili pantaloni. Lo saluti, cos, dovrai conoscere il corpo di una donpreparandoti a sopravvivere a uno- na meglio di quanto lei conosca se stessa.
E che conoscenza. Ti fa tornare in menretta di chiacchiere vuote.
Unoretta pi tardi, non hai anco- te quella frase inglese: Its not the size
ra smesso di ridere. Quando chiama la tua of the boat, but the motion of the ocean,
amica, le dici semplicemente: Crisi scon- ci che conta non la misura della barca
giurata. Certo. Kaki una rivelazione: ma il movimento del mare. Kaki sa come
muoversi. Non sono
intelligente, mondano,
solo le sue posizioni
spiritoso... Ma c ancocreative (sulle quali pora qualcosa in pi. Siete
LEZIONE N.3:
trebbe anche scrivere
in sincronia. Come te,
CI CHE
una guida), ma le cose
ama viaggiare, ha visC O N TA N O N
che sussurra. In qualsuto a Parigi, un fan
che modo, ha trovato il
di Fela Kuti. Laperitivo
LA MISURA
per fetto equilibrio tra
diventa cena, diventa
DELLA
lesaltazione verbale e
digestivo, diventa baci.
BARCA MA IL
la degradazione verbaNon scopo mai al
MOV I M E N TO
le. Tra carezze adoranti
primo appuntamento,
DEL MARE
e tocchi aggressivi.
dici. Ma che fai domaIl piacere unespeni sera?.
rienza multidimensioPassa un po di tempo. Ti trovi nel suo appar tamento. Lui nale, composta dal tuo desiderio, dalle
prepara la cena (si rivela un incredibile tue paure, dalla tua autostima, dalla tua
chef) e tu lavi i piatti. Almeno ci provi. Lo vergogna. Lui ti sta adorando e profananstai diligentemente facendo quando Kaki do al tempo stesso, e questa combinazione
si mette dietro di te. Silente, tira indie- ti procura una sensazione folle.
Qualche giorno pi tardi, il tuo amico
tro la tua testa. Non ti ricordi di avergli
detto che ti piace essere dominata, ma il newyorkese ti scrive: Allora, comera lavostro sincronismo assoluto: a lui piace peritivo?. Gli rispondi ridendo: Ti devo
ringraziare.
dominare.
Per cosa?
Una mano intorno al collo, con laltra
Per i kaki.
si toglie le mutande. In ginocchio, dice.
Cos vedi il secondo brutto segno: il
suo pisellino.
Kaki ha uno dei cazzi pi piccoli che
tu abbia visto nella tua vita. Non corto
3. continua
e grasso n lungo e magro, ma piccolo.

CLUB DER VISIONNAIRES


WWW.COLMARORIGINALS.IT

L I N T E L L I G E N T O N E

Gentlemens
uar rly

R!

La guerra
(aperta)
di Cory
Doctorow
per salvare
la nostra
privacy
Proteggerla
possibile, con
tecnologie
anti-intrusione
e open
source. Parola
di un blogger
(ma anche
scrittore,
saggista,
attivista...)
tra i pi seguiti
della Rete
Testo di

CESARE ALEMANNI
Leggi la sua pagina di Wikipedia
e ti viene subito il dubbio che
Cory Doctorow sia una macchina: in dieci anni ha pubblicato
quasi trenta libri tra romanzi di
fantascienza, raccolte e saggi,
oltre a trovare il tempo di curare
quotidianamente Boing Boing,
uno dei blog pi seguiti della
rete. Poi ci parli al telefono, lo
ascolti snocciolare idee alla velocit di duemila vocaboli al minuto, e ti levi ogni dubbio: Cory
Doctorow (canadese trasferitosi a Londra, ospite di Spillover,
la nuova start-up di Selene Bif,
una delle pi importanti innova-

trici sociali italiane, e dello Ied,


alla ne di febbraio a Milano)
decisamente una macchina.
Una macchina, per, di quelle
che hanno a cuore il lato umano del nostro rapporto con la
tecnologia, e che ogni giorno
usano la loro intelligenza per
difenderlo da chi della tecnologia ha deciso di fare un uso
detestabile.
In particolare, Doctorow
stato in prima linea nel denunciare la gravit dello scandalo
Nsa e qualche tempo fa ha
scritto in un aflato pezzo per
il Guardian che, da Snowden in
poi, il numero di persone inte-

Qual
Per esempio acquistando
e installando tecnologie anti-intrusione e, in generale,
utilizzando maggiormente tec-

NON
SOLO UNA
QUESTIONE
TECNICA,
MA ANCHE
POLITICA
nologie prodotte in maniera
pi trasparente, come possono essere quelle open source.

MISTER BOING BOING CORY DOCTOROW, 42 ANNI

ressate alla difesa della loro privacy non potr che crescere.
Molti per non hanno le
competenze tecniche per
difendersi. Come possono
essere aiutati?
La cosa pi interessante
di questo scandalo che sempre pi persone comuni si
stanno accorgendo di come la
loro privacy venga sistematicamente calpestata e di come chi
la calpesta cerchi, altrettanto
sistematicamente, di metterle
in una posizione in cui pressoch impossibile fare qualcosa
per difendersi. Ma non cos,
gli strumenti tecnologici per
farlo esistono e dora in poi mi
aspetto che questa preoccupazione inerte si trasformi in una
sempre maggiore consapevolezza e quindi in una serie di
contromisure attive.

O ancora: segnandosi i nomi


di quei politici che avallano o
hanno avallato procedure tese a
invadere la privacy dei cittadini,
per ricordarsi di non votarli pi
in futuro. La difesa della nostra
privacy online non solo una
questione tecnica o tecnologica, anche una questione politica, economica e culturale e
per questo esistono centinaia
di modi, sedi e strumenti per
difendersi. Bisogna aprire gli
occhi sul fatto che quando il
fondatore di Facebook, Mark
Zuckerberg, pronuncia frasi
come la privacy morta, in
realt quello che sta davvero dicendo : Vorrei che la privacy
fosse morta, cos farei un sacco
di soldi in pi.
Facebook, Google... Abbiamo scoperto che molte di
queste aziende erano coin-

volte nello scandalo: smettere di usare i loro ser vizi


una rappresaglia efcace?
Io ho smesso da tempo di
usare Gmail e ho una mail appoggiata su ser ver autonomi,
ma questo non impedisce a Google di avere comunque in archivio l80% delle mie mail, semplicemente perch l80% delle
persone con cui corrispondo
usa Gmail. Ormai la diffusione
di questi servizi cos capillare
che impossibile pensare che
tutti quanti tornino indietro.
Per questo non semplicemente punendo quelle compagnie
che gli utenti possono fare valere i loro diritti, ma ottenendo maggiori regolamentazioni
delle loro condotte.
Come si esce dal paradosso per cui chi dovrebbe
scrivere le regole spesso la
stessa entit che ha tutto
linteresse a violarle?
Un buon modo per uscire
da questo cor tocircuito potrebbe essere che chi scrive le
regole relative a unindustria
non deve avere avuto legami
di nessun tipo con quellindustria, e non pu averne per i
successivi tot anni da quando
ha scritto quelle regole. Per
c anche un altro paradosso: lo
stesso strumento, internet, che
pu essere usato per gli scopi
distorti di cui stiamo discutendo, anche il pi efcace per
controllare che prassi del genere vengano fatte rispettare.
In Italia abbiamo un popolare e controverso sostenitore del potere di controllo di internet sul Potere:
Beppe Grillo. Ne hai mai
sentito parlare?
Non conosco molto le sue
idee politiche per cui non posso
dirti se le condivido o meno, ma
penso che le sue tattiche siano
state incredibilmente brillanti
ed efcaci, specie quando Silvio Berlusconi era al potere.
Comportandosi da pagliaccio
nelle piazze italiane, Grillo ha
dimostrato alla gente chi era il
vero pagliaccio dentro al Palazzo della politica.

;A

Gentlemens
Qu rte

IL DENARO

tuttaltro che oro


quello che luccica
Il metallo
pi prezioso
perde valore.
Chi in cerca
di alternative
scommette
sulle MATERIE
PRIME
INDUSTRIALI
e osa nei
nuovi Paesi
emergenti
Testo di

CHRISTIAN BENNA

U N P I E N O D I P L AT I N O
P E R LA U T O G R E E N
Tony Stark questa volta non centra. Almeno, non ancora.
La notizia che platino e palladio (il materiale che
nei fumetti della Marvel alimenta il reattore di Iron Man)
valgono quanto o pi delloro: il primo sui 1.300 dollari,
il secondo intorno ai 750. A rimettere in pista i due
metalli, oltre al decit di produzione nelle miniere,
stata la ripresa dellindustria automobilistica: entrambi
sono utilizzati nelle marmitte di nuova generazione,
convertitori catalitici a basse emissioni. Per investire
ci sono diverse soluzioni. La pi diffusa lacquisto
dei relativi Etc (Exchange traded commodities) su platino
o palladio, negoziabili in Borsa come azioni. In alternativa
ci sono gli Etf sici, garantiti da materie prime depositate
presso i caveau di una banca incaricata dallemittente.
Per chi vuole investire... in Iron Man il materiale del
futuro invece la grate, dalla quale si ottiene il grafene,
ad altissima capacit di conduzione energetica: puntate
sulle societ di estrazione e produzione canadesi come
Northern Graphite o Focus Graphite.

Illustrazioni di

MAITE RODRIGUEZ
Affari doro in vista per chi trova alternative al metallo giallo.
Dopo una corsa a perdifiato per
cinque lunghi anni, apprezzandosi tanto pi si acuiva la crisi
globale, il bene rifugio per eccellenza si prende un periodo di
riposo. Nel 2013 ha perso circa
il 30% del suo valore, scivolando
da 1.600 a 1.220 dollari loncia, e
gli analisti di Moodys prevedono una caduta fino a 1.100 dollari. Oggi si comprano dollari e
si vendono i lingotti puntando
sulla crescita Usa, mentre fondi
e investitori sono alla ricerca di
quelle commodity pronte a spiccare il volo. La ripresa delleconomia mondiale (che a stento si
vede in Italia) dovrebbe trainare
al rialzo il comparto delle materie prime industriali.

Lobiettivo individuare
i beni rifugio del
futuro prossimo

LE 5 TIGRI
G I O VA N I
Se vi interessano le materie
prime, investite nei Paesi
emergenti. Se voglio
loro, compro Sudafrica,
dice Corrado Caironi,
Investment strategist di
R&CA Ricercaenanza.it,
primo social network
italiano riservato ai
professionisti della nanza.
Se punto sulloil&gas,
c la Russia. Commodity
agricole? Scommetto
sul Brasile. Una buona
soluzione acquistare
fondi a gestione attiva
sulle societ di una nuova
nazione tigre, oppure
comprare Etf sugli
Indici di Borsa. E oggi
non mancano le buone
occasioni: il timore di una
crisi valutaria ha provocato
il deusso di circa 20
miliardi di dollari dei fondi
che investono in questi
Paesi. Il risultato che
oggi, per chi ha sangue
freddo, e un portafoglio ben
diversicato, sono possibili
buoni affari. Gli investitori
puntano sul Messico, che
benecer della ripresa
delleconomia Usa. Chi
non crede nella ripresa dei
prezzi delle commodity
punti invece il radar
sullindice azionario India,
da sempre importatore di
materie prime.

UN DESSERT PER INVESTIMENTO


Hanno toccato il fondo dopo leuforia speculativa che li aveva portati alle stelle, con rialzi a tre cifre in
cinque anni. E ora non possono fare altro che risalire. Almeno, quanto sperano gli investitori che si
avvicinano allo zucchero e al cacao, le pi dolci tra le commodity, che per nellultimo periodo hanno
masticato amaro. Certo, i fondamentali rimangono non buoni. Soprattutto per lo zucchero, la cui offerta
dovrebbe ancora superare la domanda, visto che molti Paesi emergenti, come lIndia, continuano a
sovvenzionare lindustria locale. Ma lo sviluppo delle tecnologie delletanolo di seconda generazione
(zuccheri per la produzione di biocarburanti) e raccolti scarsi di fave di cacao in Costa dAvorio, che resta
il principale produttore, potrebbero rimettere in pista i prezzi delle due commodity. Il cacao, secondo
Rabobank, ritenuto la migliore scommessa del 2014 tra le materie prime agricole, e dovrebbe tornare
a quota 3.000 dollari a tonnellata (oggi a 2.700). Mentre lo zucchero viagger in ripresa intorno a 18,8
centesimi la libbra. Da dimenticare invece il caff, schizzato alle stelle, ai massimi storici dal 2000.

LE OPINIONI ESPRESSE NON RAPPRESENTANO UNA RACCOMANDAZIONE ALLINVESTIMENTO.


SERVONO A RIFLETTERE, NON SOSTITUISCONO LA VOSTRA RESPONSABILIT NELLA SCELTA.

62

Via del Corso 73 - Roma


Orio Center - Bergamo
Via Lagrange 16B - Torino

ONLINE AT
FOLLOWPEPE SHOP
PEPEJEANS.COM

Gentlemens
Q rte

MOSTRE

HAPPY 40
CARA STRISCIA!

Qui ci vuole
un cinico bestiale

Testo di

CRISTINA DANTONIO
Illustrazioni di

SILVER

Confesso che lho amato: a Lucca Comics, ultimi Anni 70, balbettava, ma aveva un che di rock mentre schizzava autogra. Guido Silvestri, Silver, era l per il personaggio che aveva creato: un lupo che seduce una gallina. Lupo Alberto.
Lumorismo di quelle strisce aveva proprio svecchiato un genere. Per sapere se il suo garbato cinismo ha resistito al
tempo: Lupo Alberto, 40 anni, Museo Luzzati di Genova, no a settembre (info: www.museoluzzati.it).

;D

SHOP ONLINE

www.crucianic.com

Gentlemens
Qua erly

STORIE

I personaggi e i racconti
pi appassionanti del mese

N O N DA L VO LTO
SI CONOSCE
L U O M O , M A D A L L A
MASCHERA

Roderick Aichinger

KAREN BLIXEN

Toni Servillo

Il pilota dei droni

LA BELLA GRANDEZZA
DI UN COLOSSO
DELLA RECITAZIONE

COME CI SI SENTE
A UCCIDERE USANDO
UN JOYSTICK?

PAG. 70

I KISS, LA BAND PI TRUCCATA DELLA


STORIA DEL ROCK, SONO VENUTI
IN CROCIERA CON NOI, A PAG. 88

PAG. 132

;I

TONI SERVILLO, 54 ANNI, IL PLURIPREMIAT


RO AGON ST
E LA GR NDE B LL ZZA DI PAOLO SORRENTINO.
GQ LO HA FOTOGRAFATO A PERUGIA, DOVE HA PORTATO IN SCENA LE VOCI DI DENTRO DI EDUARDO DE FILIPPO

Gentlemens
uar rly

M
T

IE

La bella
grandezza
Testo di

MALCOM PAGANI
Foto di

MARIO DONDERO

il feticcio di Paolo Sorrentino,


ma anche il nostro attore
pi prezioso. Specie quando,
davanti allobiettivo di un
gigante della fotograa,
TONI SERVILLO riassume:
Le cose pi importanti che
dici, le esprimi quando fai bene
il tuo mestiere. Quando reciti

Mario un bambino di quasi novantanni.


Ha la borsa marrone sulle spalle e rincorre
i giorni felici nelle ombre di Perugia, come
ai tempi in cui fotografava Beckett, e Dondero era solo il cognome in cui incasellare
storie di partigiani e di poeti, viali francesi,
colori e piccole giamaiche in Brera.
Il mio compito, dice il fotografo
mentre con lappendice di una vita ferma
abbraccia, scatta e coinvolge sudditi e regnanti, maestranze, cassiere, elettricisti e
grandi artisti, far emergere la simpatia.
Ha un volto levigato dai venti e dalle epoche, i solchi tra gli zigomi. Oltre le porte
del teatro Morlacchi di Perugia lo aspettano le rughe di Toni
Servillo da Afragola. Che dice: un paesone a cinque chilometri da Napoli, nel triangolo atellano, dove secondo la leggenda
nato Pulcinella. Mi piace immaginare che il destino fosse scritto
nel Dna del luogo.
In quasi due ore di colloquio a pi voci, il nostro attore pi
prezioso apre lo scrigno. Salta da una quinta a un retropalco, da
un camerino a Los Angeles, recita il ruolo pi difcile da interpretare e si racconta. Quando Toni Servillo di spalle la luce
sullo sfondo, il loggione deserto Mario Dondero agita la sua
estensione. Clic, clic, clic. Il resto, un silenzio pieno di parole. Una
luce tra il manifesto e lo specchio: I camerini italiani sono sporchi,
ordinari, spesso arredati con oggetti di risulta. Raccontano molto
della nostra esistenza zingaresca.

M g

<A

Gentlemens
Qu rte

SERVILLO, 55 ANNI AD AGOSTO, IN UNA LUNGA TOURNE TEATRALE

Tony Pisapia, il primo personaggio da


lm lo faccio subito. Non mi immagilei indossato per Paolo Sorrentino, lo
navo come attore di cinema, mi sentivo
MA QUALE
teorizzava: Mi ricordo tutti i teatri
tuttal pi membro di unesperienza che,
in cui mi sono esibito, tutte le canzoattraverso il teatro, faceva passi ponderati
VO CA Z I O N E .
ni che ho cantato, i camerini, i ash
in un universo legato a doppio lo alla
MI INTERESSANO
dei fotogra, le dediche sui dischi,
nostra poetica di allora.
I BILANCI
gli autogra, le tourne, i ristoranti,
Insieme siete arrivati a lambire le
le risate, le lacrime degli spettatori.
lande dellOscar.
Non ne ho dimenticato uno neanche io.
Luomo in pi mi offr la consapevolezza
Le regge della Comdie-Franaise e le luci al neon, da bagno pub- di potermi assumere una responsabilit. Illuminare un lm attrablico, che ammantano la fredda, affascinante atmosfera dlabr verso la prospettiva di un grande personaggio disegnato da uno
del Berliner. Se la compagnia come una famiglia, allora i came- straordinario scrittore di racconti, capace di cambiare sempre il
rini sono le case della nostra parabola vagabonda.
proprio punto di vista sulle cose. Nessuno dei quattro proli che
Servillo, adesso per lei abita senza abusivismi anche sotto mi ha offerto Paolo mi assomiglia davvero, ma se penso a Pisapia,
le volte del cinema.
al Titta Di Girolamo de Le conseguenze dellamore, allAndreotti
N io n Paolo avremmo mai potuto immaginarlo. Ai tempi de de Il divo o a Jep Gambardella de La grande bellezza, non riesco a
Luomo in pi, Sorrentino era poco pi di un ragazzo. Ruotava immaginare niente di pi eterogeneo. Nessun punto di contatto.
intorno alla comunit di Teatri Uniti, una factory che univa lespe- Nessun manierismo. Un capitolo sempre nuovo.
rienza di Mario Martone e Antonio Neiwiller alla mia. Mi propose La descrivono schivo.
una sceneggiatura, ma io stavo portando in scena Il misantropo di In realt non sono interessato alle mitograe, alla monumentalit,
Molire e con un atteggiamento un po snobistico riutai persino al ricostruire il principio di una vocazione. Le vocazioni non mi
di leggerla: Ma cosa vuoi che mi freghi del tuo copione?. Allora interessano e in fondo mi annoiano. Preferisco i bilanci. Anche se
Paolo e Angelo Curti, il mio produttore storico, ricorsero a un sono prematuri e sono in un processo che in pieno svolgimento,
espediente. Finsero di rinunciare: Lo facciamo leggere a un altro, capir esattamente che cos questo mestiere quando avr intuito
non preoccuparti. Mossero lamor proprio. Vinsero.
cosa mi accaduto come uomo e a che cosa ho rinunciato per
Dunque, alla ne lesse.
consacrarmi totalmente a tourne da 180 date allanno.
E me ne innamorai immediatamente. Chiamai Paolo: Questo un atteggiamento rischioso?

<B

Un giorno lo capir: cosa ho perso per


WorldMags.net
consacrarmi
a tourne da 180 date lanno?

Gentlemens
Qu rte

M
S

Igienico. Se leggere un
che ho con Jep Gambardella
libro lOmega-3 che per nella brama di conquistare
mette al cer vello di nettala citt nei panni del forestiere il rumore di fondo e il
ro, a Caserta sto benissimo.
chiacchiericcio inutile, non
Ho 54 anni. Non venti, non
entrare nella corrida delle
trenta, non quaranta. Forse
opinioni a gettone altro non
domani le cose cambieran che rispettare il modello a
no, ma oggi, tutto quel che
cui mi ispiro. Risparmiarsi
sono e quel che ho fatto lho
bordeggiando la dimensiovissuto e sviluppato in un
ne pubblica legata alleserciterritorio verso cui sento anzio del proprio mestiere non
cora un debito enorme. Ca un vezzo, unesigenza.
serta un satellite di Napoli.
Signica credere nella forza
E Napoli un luogo in cui
del tuo lavoro e attribuirgli
si sta al mondo in un certo
una nobilt. Credere che le
modo. Una citt unica in cui
cose pi importanti che dici,
camminando non incontri la
le esprimi quando fai bene il
gente, ma piuttosto luomo.
tuo mestiere, nel momento
Un posto in cui gli artisti
in cui reciti. Per noi attori,
possono muoversi con disinmomento la parola pi
voltura approttando della
importante.
tradizione. A Napoli non lha
Perch?
spazzata via nessuno. viva.
Perch chi ti guarda parteCome diceva il mio amato
cipa a un momento e sta a te
Eduardo, la tradizione la
riempire quellistante di invita che continua.
telligenza, signicato, senso
A volte la tradizione ope cuore, per trasmetterlo e
prime, non crede?
condividerlo. un crinale
O blocca. Cpita quando il
sottile. Saper conservare lo
passato incombe, si annaspa
SERVILLO VIVE A CASERTA: LA PROVINCIA TI PROTEGGE
stupore sorgivo sempre
nella palude e come ne La
una specie di miracolo.
grande bellezza non si riescoCome ci riesce?
no a trasformare fantasmi, vestigia e lezioni eterne in occasioni di
Con il costante esercizio dellimmaginazione, che se fai un la- riscatto. Il lm ha lindenibile quinta di Roma come proscenio,
voro legato allespressione sei costretto a praticare in solitudi- ma non parla di Roma.
ne. Provo a conservare unenergia pre-espressiva, una riserva Cosa racconta davvero?
di comportamenti nascosta e coltivata. un po come sottrarre Jep un cinico sentimentale, deluso dal presente e non estraaltre ipotesi allesistenza perch lesistenza che vuoi mettere in neo a un atteggiamento moralistico. Segue, attraversa e a tratti
luce unesistenza nta che in determinate condizioni pu risul- asseconda con passo lieve i riti della mondanit intellettuale o
tare straordinariamente autentica. Tutto il contrario del genio e pseudointellettuale, dissipando il proprio talento. Lascia dietro
sregolatezza. un percorso fatto di curiosit e osservazione. A di s una lunga serie di occasioni mancate, una scia di rimpianto,
ottantanni Elias Canetti giurava che la cosa che pi gli piacesse unillusione. Una tragica impasse da cui si vorrebbe evadere senza
era prendere il tram e vedere le facce delle persone e Dino Risi averne la forza. Da qui lidenticazione transnazionale, il tema
sosteneva con magnica leggerezza una tesi non dissimile: Co- universale, lo specchio in cui si sono osservati anche quelli che
me faccio a spiegare a mia moglie che quando guardo fuori dalla un passaporto italiano non lo possedevano.
nestra sto lavorando?.
Anche il politico da lei interpretato in Viva la libert cercava
unArca con la quale salpare altrove.
Lei avrebbe saputo convincerla?
Sono legato al racconto orale e so che n quando ci sono una Sarebbe molto bello se in tutte le cose della vita e anche nella
persona che racconta e una che disposta ad ascoltare, il teatro politica ci fosse pi corrispondenza tra le persone che si e il
esister sempre. Sono stato educato a rimettere al centro la pa- mestiere che si fa.
rola, il linguaggio organizzato in maniera intelligente, a cogliere
lincantesimo del mondo e il suo stupore declinato attraverso la Ora, fuori dal teatro, nellimmutata grazia medievale di Perugia,
rappresentazione. Napoli una Comdie-Franaise en plein air. piove. Toni e Mario si stringono uno allaltro come vecchi amici.
Gatti randagi dalla comune discendenza. Parla Mario: come
L un attore come un pesce in un acquario.
quando ti innamori: bruci le tappe, gli anni, le distanze. Per farlo
Ser villo, per, sguazza da sempre a Caserta.
Sono un provinciale e la provincia ti mette al riparo dalle ritualit bastano due ore. Servillo si allontana. Nessuno lo ferma. Ha un
e dal vuoto esercizio sociale. La mia formazione, con i suoi limiti e ombrello rosso in mano. Non lo apre. Dondero preme ancora.
le sue ambizioni, la stessa che la letteratura francese ha raccon- Prova ancora. Clic, clic, clic. Il linguaggio dei segni. La materia
tato in maniera non eguagliabile. Anche se lunico vero contatto impercettibile dei sogni.

<D

ag

Gentlemens
Q rte

Il boss che era stato inserito da


Forbes con Osama bin Laden
nella lista dei dieci ricercati pi
pericolosi del mondo continua
a essere inafferrabile dal 1993.
MATTEO MESSINA DENARO
stato per ventanni creatura
ed erede di Tot Riina, ma oggi
potrebbe non essere pi nelle
grazie del boss dei Corleonesi:
per ridare ato a Cosa Nostra,
avrebbe deciso di rispolverare
la linea del confronto armato
con lo Stato. A suon di stragi e
attentati, come in quel biennio
maledetto di inizio Anni 90
Testo di FABRIZIO
Illustrazione di CRAIG

76

FEO
& KARL

DELLA FOTOGRAFIA
UNINTERPRETAZIONE
MESSINA DENARO
O
TTE
MA
DI
TA
NO
PI

Gentlemens
Q rte

19 9 3

La foto pi vista, vecchia di almeno venti


anni, lo ritrae in giacca blu e camicia bianca con grandi Ray-Ban a specchio. Cos
quando scruti il suo volto, il volto di Matteo
Messina Denaro, ti chiedi cosa nascondano
quegli occhiali oltre ai tratti del viso. Dietro
ci passa un lm dellorrore, tante scene di
morte e londata di terrore che sconvolse il
Paese tra il 92 e il 93, seminando vittime e
macerie a Palermo, Roma, Firenze, Milano.
Che lui pianic con altri maosi. Che ora
potrebbe anche tornare.
Alle scorte stato dato lallerta rosso.
In cima alla lista nera di Cosa Nostra, al
nome del pm Nino Di Matteo minacciato
da Tot Riina si aggiunto quello di un
altro magistrato: secondo fonti attendibili
Matteo Messina Denaro avrebbe avviato la
raccolta di un considerevole quantitativo di
tritolo per uccidere il procuratore aggiunto
di Palermo Teresa Principato, che coordina le indagini sulla latitanza del padrino di
Cosa Nostra. inafferrabile dal 93: dai
giorni delle stragi, in pratica. Riina in galera e lui fuori, libero e pericoloso; dopo
anni trascorsi a dirigere in silenzio affari e
investimenti, sarebbe pronto a suonare la
chiamata alle armi e a rivestire i panni di
capo militare. Lennesima mutazione.
Camaleontico. Matteo Messina Denaro
51 anni, di cui ventuno in latitanza ha
sul capo dal 2010 una taglia da un milione
e mezzo di euro dei servizi segreti italiani.
Ha ottenuto la consacrazione a icona del
crimine organizzato su scala internazionale il 25 aprile 2008, quando comparso

78

Per anni, Tot Riina lha considerato


con orgoglio quasi creatura sua

degli altri capi di Cosa Nostra ma anche di


essere pronto a riutarle o discuterle, ad alternare crudelt ed equilibrio, obbedienza
e senso critico, regole antiche e moderna
lucidit. Amava i Rolex, le donne, i soldi e i
videogiochi, vestiva abiti rmati. Correva
a velocit folle in Porsche sui rettilinei che
portano alle spiagge di Selinunte, magari
entrava in un negozio e comprava decine
di camice. Amava la dolce vita ma, quando
stato necessario, lha cambiata con una
sorta di monastico isolamento. tutto e il
suo contrario, insomma.
Unoperazione dei Servizi Segreti, mirata a individuare il rifugio del padrino di
Castelvetrano, anni fa ha fornito dati importanti sullorganizzazione e ha consentito il
ritrovamento di una serie di lettere da lui inviate allinltrato degli 007. Tra le righe, si
percepiscono vari Matteo Messina Denaro.
Sciorina un armamentario ideologico ma
anche una formazione culturale maosa in
cui parole come onest e causa codicate secondo Cosa Nostra si confondono
con nichilismo e scatti repentini dorgoglio:
Si sentir molto parlare di me.... Aforano stati danimo negativi legati ai periodi
di ritirata strategica dellorganizzazione:
la considera un esercito colpito, s, anche
decimato: ma non scontto.
Lo chiamano la testa dellacqua, termine usato in Sicilia per denire le sorgenti, o
il primo assoluto: pi di un capo carismatico, venerato a Trapani come a Palermo,
dov ascoltato e rispettato. Come fu ascoltato e rispettato, anni fa, dal Gotha maoso:
Provenzano, Graviano, Lo Piccolo, Rotolo
e i potenti fratelli Guttadauro con i quali
strinse rapporti di parentela. Diventato,
apparentemente senza lotte di potere, un
indiscusso leader criminale,

Laffermazione, insieme ai racconti di agguati ed esecuzioni fatti da alcuni collaboratori di giustizia, lascia immaginare che
si conosca s e no met dei nomi delle sue
vittime. Si sa per esempio che Messina Denaro era, insieme ad altri boss, nel commando che tent di uccidere il funzionario
di polizia Rino German; qualcuno ipotizza
che fosse presente in occasione dellomicidio del giornalista Mauro Rostagno. Ipotesi
rimasta senza riscontri, come altre.
Certo che, se Cosa Nostra avesse
MATTEO
avuto le truppe dassalto, ne avrebbe
MESSINA
DENARO
avuto il comando. lui, non a caso,
che a Roma dirige le squadre che
preparano lattentato di via Fauro
e danno per settimane la caccia al
giudice Giovanni Falcone per le strade della capitale, prima che venga
deciso lattentato a Capaci.
Poi, unimportante metamorfosi:
diventa teorico della cautela, della
moderazione. O, quanto meno, afanca alla capacit di ordinare ed
eseguire delitti efferati quella di
promuovere linabissamento, gli
affari fatti nel silenzio, la costruzione di alleanze politiche.
Matteo Messina Denaro ha mostrato di saper accettare le scelte

19 9 2

Ansa

MATTEO
MESSINA
DENARO

nella lista dei dieci pi pericolosi ce cati


del mondo pubblicata da Forbes, con Osama bin Laden. Il suo nome cliccatissimo
su Google e su Facebook; a lui Wikipedia
dedica una biograa dettagliata in italiano e
una, forse pi aggiornata, in inglese. Viene
evocato perno in un brano rap.
Il ritornello sembra legato a un personaggio irreale, come il Diabolik di cui il
padrino divorava le storie (il soprannome
gli rimasto appiccicato). Ma Messina
Denaro non un eroe dei fumetti. Inizia
come uomo di punta dellala pi sanguinaria dei Corleonesi, corrompe e trama,
minaccia, piazza autobombe e spara. Secondo gli investigatori, compie i primi
omicidi intorno ai 18 anni. Da allora il
suo nome solo citato o seguito da accuse formali, poi da rinvii a giudizio e
condanne compare nelle indagini su
decine di esecuzioni maose. C chi
dice che ne abbia commesse o almeno
ordinate una settantina e, fra gli investigatori, qualcuno sostiene che siano ancora di
pi. Ai suoi conda: Con la gente che ho
ammazzato potrei riempire un cimitero.

Gentlemens
uar rly

M g
T

guardato con orgoglio da Tot Riina che


lo considera quasi creatura sua.
Figlio del boss Francesco, dotato di riverito blasone maoso, della ferocia dei Corleonesi e di uto politico, Matteo Messina
Denaro il vero erede di una tradizione rispettata da almeno due secoli: da prima cio
che i padri fondatori della maa newyorkese
partissero per gli Stati Uniti dalle coste del
Trapanese, dove Cosa Nostra antistato,
legge non scritta, potere reale. Tessitore di
legami tra famiglie, mandamenti e province,
chiave di rapporti stretti con ndrangheta e
camorra, una sorta di profeta della maa
del Terzo Millennio, il cardine di interessi
criminali e politici, di trame inconfessabili.
Tornano a rullare i tamburi
di guerra dello stragismo
il custode dei segreti di una terra che
culla di logge massoniche deviate e disegni
eversivi: una terra che ancor oggi sembra
la sua roccaforte e dove, pi che altrove, la
maa diventata cultura. Soprattutto per
un pezzo importante della borghesia e dei
gruppi di potere. Anche il pizzo, nel regno
di Matteo Messina Denaro, ha un valore
diverso: equivale a una quota associativa,
una sorta di tassa di iscrizione che d diritto a un pezzo della torta rappresentata dal
denaro pubblico. Cos, il pi delle volte, il
ricorso alla violenza non serve.
Laccordo tra boss e imprenditori resiste
a inchieste, arresti, condanne. Cos decollano operazioni in apparenza inarrestabili,
tanto pi ardite perch clandestine e contro
la legge: meglio, le leggi si usano a proprio
vantaggio. Come la 488 per gli incentivi
alle aree depresse, sfruttata in provincia di
Trapani ma non solo da imprenditori a
lui riconducibili, secondo gli investigatori.
Matteo Messina Denaro ha messo le mani
anche sullenergia eolica e fotovoltaica: uomini suoi, o a lui legati, operano anche fuori
dalla Sicilia. Controlla aziende turistiche,
condiziona la produzione dellolio doliva,
ha immancabili complicit nella pubblica
amministrazione. Imprenditori di ducia
(sua) ottengono grandi appalti pubblici:
perno nella ristrutturazione del carcere
palermitano dellUcciardone.
Negli ultimi due anni per la situazione
cambiata. Crisi economica, pressione di
magistratura e investigatori, una latitan-

IE

za in continuo movimento, la f olt di


seguire una Cosa Nostra in acque agitate,
hanno imposto a Messina Denaro e ai suoi
di fare cassa. Sono aumentate cos le pressioni, le richieste; i metodi sono diventati
pi aggressivi. Lultima inchiesta della Di-

PER RIINA,
PENSA POCO
A COSA
NOSTRA
E TROPPO
AG L I A F FA R I
rezione Distrettuale Antimaa di Palermo
ha scoperchiato affari in Sicilia ma anche nel Napoletano,
la partecipazione di
uomini e donne
legati a Messina
Denaro a elezioni
regionali e comunali, addirittura la
costituzione di un
fondo a favore del
padrino. La cosca
cercava soldi per
le proprie attivit
e per la sua latitanza imponendo fatturazioni
gonate alle imprese e il pizzo
ai privati. Come
una famiglia che
aveva ereditato
una cospicua
somma: una
tassa di successione di
Cosa Nostra.
La caccia a Matteo Messina Denaro continua. Per quanto ancora?, domandano tutti.
Difcile dirlo. Certo che i tamburi di guerra di un nuovo attacco allo Stato sono tornati a rullare lugubri, non a caso, allindomani
delle dichiarazioni di Lorenzo Cimarosa,
imprenditore trapanese e procacciatore
di risorse per la latitanza del padrino, ma
soprattutto marito di sua cugina. Non un

pentimento almeno per ora, ha precisato,


piuttosto il frutto della stanchezza avvertita
anche nei ranghi di una macchina oliata,
impenetrabile e compartimentata come la
cosca del capomaa trapanese, dopo anni
di colpi di investigatori e magistrati.
Colpi duri. Come quello che a dicembre
ha portato in galera, con altre 25 persone,
Cimarosa, la sorella Patrizia e Francesco
Guttadauro, il nipote prediletto: per i carabinieri del Ros un ragazzo rampante, simile
allo zio, con amici insospettabili. Anche lex
capitano del Palermo Fabrizio Miccoli.
Fino agli ultimi arresti, aveva mantenuto la calma: anche quando la polizia aveva
messo le manette al fratello Salvatore e
quando il prestanome Giuseppe Grigoli,
concessionario del marchio Despar in mezza Sicilia, aveva fatto qualche ammissione.
Piglio da madrina, la sorella Patrizia
aveva comunicato al marito detenuto
gli ordini del
fratello latitante: Nessuno tocchi
Grigoli, pu
causare guai
maggiori.
Da quel momento, per,
qualcosa cambiato. Gli ultimi
colpi potrebbero aver riaperto
la strada, anche
per lui, della stategia stragista.
Lunica, forse,
considerata utile
da Tot Riina. Di
MATTEO
recente
proprio il
MESSINA
genero
del boss
DENARO
incarcerato nel
93 avrebbe invano tentato di incontrare Matteo Messina
Denaro: la risposta del latitante, assai cortese, sarebbe stata che non era possibile.
E Riina in carcere si sarebbe fatto scappare
alcune frasi dure sul glioccio: Messina Denaro, stando alle intercettazioni, penserebbe troppo agli affari (il boss di Corleone
avrebbe citato quelli per lenergia eolica) e
poco agli interessi di Cosa Nostra.

19 9 6

La caccia continua, dopo larresto della


sorella e il cedimento di chi gli era vicino
r

M g

79

CPI/Contrasto

Gentlemens
uar rly

IE

Effetto
Joaquin
Testo di

LIANA MESSINA
Foto di

MICHAEL MULLER

Stralunato. Logorroico.
Laconico. Insopportabile,
a volte. Adorabile, pi
raramente. Phoenix un
uomo CON LA SORPRESA
INCORPORATA: non sai
mai chi decider di essere
nella prossima intervista.
O nel prossimo lm

Liperbole il suo modo di esistere: quando


recita su un set cos incredibilmente terrorizzato che trema come una foglia, devono mettergli delle coperte sotto i piedi per
non far sentire il rumore delle scarpe che
sbattono o dei tamponi sotto le ascelle per
nascondere le macchie abnormi di sudore.
Joaquin Phoenix fuori norma, fuori misura, fuori tutto, da sempre. Per sua fortuna
anche cos stramaledettamente bravo
come attore che si pronti a perdonargli
qualunque cosa.
Solo che quando ti capita di doverlo incontrare per unintervista a te che cominciano a tremare i polsi: sai gi che sar
una scommessa, potrebbe capitarti davanti il Joaquin che a voce
bassissima mastica parole incomprensibili, quello con la barba
lunga che sproloquia senza senso, quello che dopo due minuti si
alza e se ne va, quello che ti dice Di questo non me ne frega niente, prossima domanda?. Oppure, miracolo, quello tutto sorrisi e
gentilezze. Avendo sperimentato pi o meno tutte le precedenti
versioni, il Joaquin cortese ti spiazza se, i capelli pettinati ordinatamente allindietro, golno blu e camicia bianca, lo vedi alzarsi per
venirti incontro, stringerti la mano, chiederti se gradisci qualcosa,
guardarti persino negli occhi mentre risponde. lui oppure Spike
Jonze il regista che lo ha diretto in Lei, dal 13 marzo nei cinema
italiani ha mandato un sosia al suo posto?

=A

Dopo venti pagine di


sceneggiatura (la prima
che Jonze ha scritto da
solo) Phoenix aveva deciso che lavrebbe fatto,
questo film, anche se
gli sembrava una sfida
senza speranza: Giuro:
ero assolutamente convinto che, per quanto mi
piacesse da pazzi, quella
storia sarebbe stata impossibile da lmare. Non
credevo che certe scene
sarebbero risultate credibili... Ancora oggi non mi
capacito di come Spike ci
sia riuscito.
Per quanto lo riguarda, lattore continua a ripetere di non avere alcuna coscienza di s mentre
recita: Non so mai cosa
Lintelligenza articiale?
ho in comune con il perMi piace, quanto mi piace
sonaggio. La verit per
che non mi interessa, non
Magari merito dellinuenza
voglio rietterci, non mi
della giovanissima ragazza con
ser ve. Sono inciampato
cui pare faccia coppia da un po
in questo lavoro a otto
(Allie Teilz, una dj di 20 anni
anni (quando ha iniziato
pi giovane di lui) oppure
a girare spot pubblicitari
JOAQUIN, 39 ANNI, PROTAGONISTA DI LEI , DAL 13 MARZO AL CINEMA
ancora immerso nellaura del
e serie tv con i fratelli Ripersonaggio che Jonze gli ha
ver, Rain, Liberty e Sumcucito addosso. Unoriginale e convincenmer. Ma prima ancora si esibivano
te love story, nonostante laltra met della
per le strade di Hollywood; i genitori
MA A CHI
coppia sia solo una voce priva di corpo. Il
avevano uno stile di vita molto hippy,
Theodore Twombly di Joaquin , in un futuper un po sono stati adepti della setI M P O R TA C O S A
ro non molto lontano, un uomo solitario ma
ta dei Bambini di Dio, ndr) e per me
PENSO IO
cos sensibile da riuscire a scrivere perfette
recitare sempre stata una questione
D E L LA M O R E ?
lettere damore per altri ( quello che fa per
sica. Nella vita di tutti i giorni sono
vivere); riemerso da un difcile divorzio,
una persona tranquilla. Diciamo che il
fatica a trovare una nuova compagna, ma
lavoro il mio sport estremo. Ho visto
quasi senza accorgersene si ritrova sedotto da Samantha, il si- un documentario in cui il campione di skateboard Tony Hawk
stema operativo che ha appena installato sul suo computer. E confessava che nessuna rampa gli sembra facile, ogni volta che
soltanto attraverso il dialogo con lei (nella versione originale una sale in cima e deve saltare terrorizzato, si immagina che cadr,
Scarlett Johansson che tira fuori pi di mille sfumature, di solito che si romper tutte le ossa... Ma fa parte delleccitazione, quella
nascoste dalle curve) ci fa vivere lintero spettro di sensazioni di botta di adrenalina che lo spinge a continuare. Anche per me un
una relazione, dalla prima scoperta allestasi erotica, al terrore di po cos, una strana paura che mi motiva. Se giocassi a basket,
essere abbandonati.
penso che proverei comunque sensazioni simili. Non qualcosa
Phoenix dice di essere uno lento a capire le cose, Spike Jonze che mi pesa, che mi d fastidio o che voglio sfuggire.
invece lo descrive come un ciclone tutto istinto. Di sicuro quando il regista gli ha parlato per la prima volta del lm lo ha colpito Ero nauseato, avevo bisogno di stravolgere tutto,
allistante: Cerano dentro un sacco di grandi idee terricanti e di sperimentare anche un po di sano fallimento
insieme eccitanti. Anchio sono affascinato dallintelligenza articiale e avevo appena nito il libro di uno scienziato che teorizza Almeno non oggi: di sicuro la voglia di scomparire gli venuta
concetti molto simili, analizza limpossibilit di spegnere il nostro nel 1993, quando il fratello maggiore River gli morto fra le braccervello ormai immerso in un usso continuo di informazioni, cia davanti al Viper Room di Los Angeles per unoverdose. Due
considera inevitabile che gli umani e le macchine trovino prima o anni di assenza. Soltanto nel 1995 Gus Van Sant lo ha convinto
poi un modo per fondersi; solo che Spike ci parla anche di relazioni a tornare su un set: al suo anco cera Nicole Kidman e il lm
era Da morire. Storia simile nel 2009, ai tempi di Im Still
soggettive, anzi, di come tutta la realt sia soggettiva.
Inaspettatamente solare,
questa volta non mostra solo le
sue fragilit, ma anche una gran
voglia di vivere, di conoscere,
di sperimentare. Ti racconta
di documentari che ha visto, di
articoli su teorie scientifiche
che ha letto, di ragazzini che
scorrazzano in bici vicino alla
sua megavilla (ha appena comprato la propriet dei vicini per
allargarsi) in Mulholland Drive,
a Los Angeles, dove tornato a
vivere dopo molti anni newyorkesi in cui stava nello stesso
stabile di sua sorella Summer,
del cognato, miglior amico e attore Casey Afeck, e dellaltro
suo amico di sempre, il regista
Gus Van Sant. I dubbi oggi lo
spingono pi verso la curiosit
che dentro il tormento.

=B

OLTRE LOSCURIT,
UNA NUOVA LUCE

NUOVA INFINITI Q50 ILLUMINA IL TUO MONDO


Fuori dalloscurit c una berlina sportiva creata per pochi. Per chi non sposa le convenzioni.
Per chi vuole percorrere una nuova strada. Diversa da tutte le altre. La luce per loro.
Sistema Inniti Direct Response Hybrid con propulsore V6 che, sostenuto dal motore elettrico, sviluppa
una potenza di 364CV e 546Nm di coppia istantanea, con emissioni di CO 2 pari a 144 g/km Prima auto
al mondo a montare il Direct Adaptive Steering, il massimo in termini di risposta rapida dello sterzo
Sistema Inniti InTouch con doppio touchscreen e funzionalit tablet.

Vieni a scoprirla e prenota la tua prova di guida su www.inniti.eu

Per ulteriori informazioni e per prenotare un test drive visita il sito www.inniti.eu/it o chiama il numero verde 800 764 765. Inniti ti invita a guidare sempre con
prudenza: rispettare i limiti di velocit aiuta a contenere i consumi e a salvaguardare lambiente. Modello visualizzato: Inniti Q50S Hybrid. Consumi uciali per
Inniti Q50S Hybrid in l/100 km: ciclo urbano 8,2; ciclo extra urbano 5,1; ciclo misto 6,2. Emissioni di CO 2: 144 g/km. Disponibile anche in versione 2,2d CM e CA.
Consumi uciali sul risparmio di carburante di Inniti Q50 2,2d i
100 km c l r
o 5 6 clo extr u b no 3,7; ciclo misto 4,4. Emissioni di CO2: 114 g/km.

Here, il mockumentary diretto da


Casey Afeck: Joaquin andato in
giro per un paio danni con barba
lunga e total look nero, aria perennemente strafatta, giurando di aver
chiuso con il cinema e di volersi dedicare alla musica, esibendosi dal
vivo in improbabili performance
da rapper. E invece... Faceva parte
del piano, certo, ma dietro a quella
nzione (scambiata per vera) cera
un disagio reale.
Non tanto verso la recitazione
in s, piuttosto verso il modo in cui
organizzato questo nostro mondo
che ci fa restare immaturi, spiega. Se in ogni istante della tua vita
c qualcuno l pronto ad aiutarti a
vestirti, a tenerti lombrello aperto
per ripararti dal sole, a portarti il
caff o a fare qualsiasi cosa di cui tu
abbia bisogno, cominci a perdere i
conni dellessere umano. Resti un
maledetto bambino viziato con un
blocco dello sviluppo. Io ero nauseato, avevo bisogno di stravolgere
tutto, di sperimentare anche un po
di sano fallimento.
Cosa che gli pi o meno riuscita: le sue quotazioni sono precipitate, gli offrivano solo pubblicit
o lm di serie B. Ero preoccupato, ancora pi di me lo era il mio
agente. Stava quasi per decidere
di vendersi quando a salvarlo
arrivato Paul Thomas Anderson
con il ruolo in The Master, che gli
ha fatto guadagnare la terza nomination allOscar: e poi di nuovo
James Gray (con cui ha un solidissimo sodalizio professionale: sono
al quarto lm insieme) con Cera
una volta a New York, una storia
dura, di immigrazione, al anco di
Marion Cotillard, appena passata
nei cinema italiani. E adesso Spike
Jonze con questa parte per cui
stato candidato ai Golden Globe
(premio non vinto, ma il film ha JOAQUIN RAFAEL BOTTOM: IL COGNOME PHOENIX SEGNA LUSCITA DALLA SETTA DEI BAMBINI DI DIO
preso quello per la sceneggiatura).
Al massimo della sua naturalezza, Joaquin sembra aver sfrondato i gesti per arrivare allessenza della paura di Theodore, lintimit con una persona: ma proprio vero che, mai come oggi,
ci spaventa tanto approfondire una relazione? Non saprei dirlo,
suppongo perch un certo tipo di amore pu portare allo scoperto
le nostre vulnerabilit: quando ti esponi, rendi agli altri pi facile
la possibilit di ferirti ed proprio questo che ci fa una paura
maledetta. E ogni volta, dopo che sei stato distrutto, il viaggio
per riaprirti diventa pi difcile. Ma davvero esiste qualcuno a
cui interessa cosa io pensi di queste cose?.

Per me recitare una


questione sica: diciamo
che il cinema IL MIO
SPORT ESTREMO

=D

ag

UNA COPPIA DI PHOENIX: SONO ASSIDUI DELLE CROCIERE ROCK

Gentlemens
uar rly

Rock
Boat
Ve li ricordate, vero,
con le loro facce sotto
un dito di trucco
bianco e nero?
Be, I KISS SONO
ANCORA IN GIRO.
E adesso portano
la gente in crociera.
Per cinque giorni.
Di alcolica felicit
Testo di

CHRISTOPH KOCH
Foto di

RODERICK AICHINGER

IE
Paul Sta le si fa un goccetto.
Con la cannuccia, per non rovinare il trucco da Kiss. un vero
professionista. Posa di nuovo il
bicchiere in modo che rimanga
a portata di mano, ma non si
veda nella foto.
Tre, due, uno, dice il fotografo, click. Il ash. Due fan
con un sorriso estatico stampato in faccia vengono allontanati, altri due posizionati davanti
alla band. Tre, due, uno, click.
Sono due ore buone che Paul
Stanley e i suoi colleghi posano
per lobiettivo. Oggi verranno
scattate 672 foto, domani altre
376. Perch alla ne della vacanza di 5 giorni ogni passeggero
della Norwegian Pearl avr una
foto ricordo con i propri eroi; il
pacchetto crociera comprende
infatti uno scatto per cabina.
Con Paul Stanley, alias The
Starchild, Gene The Demon
Simmons, nonch Eric Singer, o
The Catman, e Tommy Thayer
in tenuta da The Spaceman.
Il mestiere di rockstar rischia
davvero di diventare una routine
indecorosa, se tieni troppo alla
felicit dei tuoi fan. Daltra parte,
per, la Pearl fa rotta verso le Bahamas: ci sono posti pi brutti
al mondo per racimolare ancora
qualche soldo, approttando del
passato di rockstar.
Circa 2.500 fan di 33 Paesi,
tutti qui per la Kiss Kruise
I Kiss sono nel mondo musicale da quarantanni, ma solo
di recente sono diventati i re
del business delle crociere
rocknroll. Per la terza volta inscenano la Kiss Kruise, cui partecipano circa 2.500 fan provenienti da 33 Paesi; 74 vengono
dalla Germania, due dal Qatar
e uno dalla Bolivia. Pi della
met dei passeggeri qui per
la seconda o addirittura la terza
volta: tassi di ritorno cos elevati, gli altri tour operator se li
possono solo sognare. Eppure,
questo diversivo per Halloween
non affatto a buon mercato:
le cabine meno care (quelle
interne senza finestre, per

gente che ignora che cosa sia


la claustrofobia) costano 1.000
dollari a testa, mentre per una
suite bisogna sborsarne 4.000.
Le gite sulla terraferma sono a
parte e i drink pure: su questa
nave non si beve certo gratis.
Eppure, dopo i Kiss,
proprio questo il fulcro della
crociera. Se rimani momentaneamente a secco, nel giro di
pochi minuti il personale viene
a offrirti un rabbocco. Gi il
primo giorno c un gruppo di
canadesi mezzi nudi che barcolla sul ponte della nave sventolando la bandiera con la foglia
dacero. Uno perde lequilibrio,
maledice le onde e si aggrappa

IL COSTO?
FINO A 4.000
DOLLARI,
DRINK
ESCLUSI
al parapetto. Sullo sfondo c
sempre il porto di Miami: la
Norwegian Pearl non ha ancora
preso il largo.
Di l a poco il sole scompare dietro lo skyline di Miami
tingendo tutto di rosa, e i Kiss,
ancora senza trucco, ma con
sgargianti camicie hawaiane,
salgono sul palco montato sul
ponte della nave. Fra le piscine
con gli scivoli, la parete per arrampicate e una serie di vasche
idromassaggio, in cui alcuni
scandinavi (riconoscibili dagli
elmi cornuti da vichinghi) si
rilassano in mezzo al delirio
generale, i Kiss suonano un
set acustico. il primo dei tre
concerti che la band terr sulla
nave. Per unora e mezzo i fan
vanno avanti a esultare per ogni
canzone, ogni aneddoto di Paul
Stanley e ogni battuta sconcia
di Gene Simmons. Alla fine
del concerto la Pearl in alto
mare, e il ponte disseminato
di bicchieri di plastica pieni di
cubetti di ghiaccio mezzi sciolti
e bottiglie di birra vuote.
Martin Alvarez non si perso certo lo spettacolo. Il

I KISS IN CONCERTO

=I

2
1. Un membro
dellequipaggio della
Norwegian Pearl.
2. Sosta a Great Stirrup
Cay: meglio nuotare
o meglio bere?
3. La cover band
Big Rock Show.
4. La nave ancora in
porto, a Miami.
5. La festa non stop.
6. La giacca in vendita
tra i gadget del viaggio.

fatto che lo conosca a memoria


non lha dissuaso affatto, al contrario! la terza volta che partecipa alla Kiss Kruise, si capisce
dalla tessera di tenente che
porta al collo. Allimbarco i novellini ricevono un distintivo da
marinaio semplice. Alvarez
si fatto onore nella gerarchia

del turismo del rock.


Adoro questo tipo di
crociera, dice questo
infermiere di Atlanta. Sei mesi fa ho partecipato anche alla
Redneck Cruise con Kid Rock,
su questa stessa nave. Tanto
per capirci: ero cos ubriaco
che sono caduto e mi sono rotto la clavicola, solo che me ne
sono accorto tre giorni dopo.
La Sixthman, ossia lazienda

che organizza la Kiss


Kruise, un nome
importante nel campo delle crociere musicali, settore che sta
conoscendo un vero
e proprio boom. Oltre
ai Kiss, ha trasportato altre star alle Bahamas, per esempio
i L ynyrd Skynyrd;
naturalmente, lidea
non consiste nel promuovere nuovi gruppi musicali, bens nel
ricavare ancora denaro da quelli vecchi,
in maniera un po diversa. Tuttavia, il cachet di Paul Stanley
e Gene Simmons
6
segretissimo: lunico
tab dellaltrimenti sregolata
crociera rocknroll.
Tutti i diritti del marchio
Kiss appartengono ai due membri della formazione originale,
che da decenni corrispondono
agli altri due musicisti solo un
compenso sso. In ogni caso,
tutti e quattro devono sudarsi i
soldi che guadagnano; oltre ai
concerti previsti dal contratto e
alle interminabili foto con i fan,

devono partecipare a una serie


di giochi e passatempo.
Simmons organizza una gara di lancio del plettro, Stanley
giudice di un torneo di tuf di
pancia in piscina, Thayer premia il costume pi bello nella
notte di Halloween. In mare
aperto, i Kiss si trasformano
in qualcosa di molto simile ad
animatori da villaggio turistico.
Con un dettaglio: Simmons ha
gi 64 anni, Stanley 62. Let
ideale per fare una crociera.
Se fossero passeggeri normali.
Sono ignorati dai critici
musicali, ma si divertono
Nel campo della musica, non si
fanno quasi pi soldi vendendo
dischi, bens solo con i concerti. Allora perch non puntare
sulla cultura dellesperienza
e sul merchandising? Alle sei
del pomeriggio, quando apre il
negozio di gadget dei Kiss, sul
ponte della nave c una la di
cento persone. Allinterno non
si vendono solo accendini e porta lattine con il logo della band,
bens anche infradito (20 dollari) e asciugamani dei Kiss (40),
adatti allambiente balneare. Ci

I Kiss fanno da giudici a una gara di lancio


del plettro e a una di tuffi di pancia
>@

Gentlemens
uar rly

T
sono magliette di tutte le taglie,
da quelle per bambini a quelle
XXXXL, e addirittura pupazzi di
Hello Kitty travestiti da Kiss.
Chi ci critica per questo, di
solito solo invidioso, ribatte
Stanley, quando i fan gli domandano se i vari Kiss Caf, club di
minigolf e tutto quel genere di
cose alla lunga non vengano a
noia. Noi abbiamo fondato una
band proprio per questo: per
decidere da soli che cosa fosse
co o no. La prossima stagione
il gruppo rock avr addirittura
la sua squadra di calcio: la LA
Kiss. Ditemi voi se fico o
no!, esulta Stanley.
Una cosa certa: sul piano
musicale, oggi i Kiss sono chi
solo per i loro fan, visto che ormai da tempo i critici di musica metal preferirebbero farsi
tagliare la lingua piuttosto che
scrivere su di loro. I Kiss sono
ancora la stessa truppa da circo
di un tempo, perch si truccano
esattamente come allora. E si
divertono, per giunta.
Ci sono il reduce dallIraq,
e la ventenne: mix&match
In seconda serata c un altro
concerto: stavolta la band si
esibisce allo Stardust Theater,
situato nella prora della nave,
lunga 300 metri e alta 15 piani.
Lidea di presentarsi sempre
truccati al punto di essere irriconoscibili geniale, e non
solo perch Simmons e Stanley
potrebbero cambiare gli altri
musicisti a piacimento. Al contrario di altri veterani del rock, i
Kiss non dimostrano la loro et.
Deliziano il pubblico con
vecchi successi come Shout It
Out Loud o Rock and Roll All
Nite. E sanno bene di avere
a che fare con lo zoccolo duro dei loro fan pi accaniti.
Stanley annuncia: Questa canzone labbiamo cantata dal vivo
solo una volta, e probabilmente
stasera ci sono pi persone di
quelle che un tempo avevano
comprato il disco. La band
attacca quindi a suonare The
Oath, il primo pezzo dellalbum

Music from the Elder, allepoca


un op colossale. Lentusiasmo
non ha conni. Per il resto della crociera i fan continueranno
a esaltarsi per aver avuto loccasione di ascoltare questa
canzone dal vivo.
Tra i passeggeri c Dylan,
modello e nipote di Harold
Doc McGhee, manager dei
Kiss e artece del ritorno della band nella met degli Anni
90. Con lui c Hillar y, che si
fatta spruzzare i seni siliconati dallartista aerograco di
bordo, normalmente incaricato
di truccare i bambini da Kiss.
Anche Becca, una ventenne
del Wisconsin, ha la mania
delle decorazioni corporali stile Kiss. In Germania si fatta
tatuare la parola Prost! sulla
coscia: Ma qui pensano che significhi
prostituta, maledette barriere linguistiche!. Ma a bordo
c anche Barr y, veterano dellIraq, grande e grosso come un
armadio. Per cinque
giorni si porter in
giro una bambola di
Paul Stanley alta 40
centimetri. Dice: I
Kiss mi hanno aiutato
nel periodo pi buio
della mia vita.
Approdiamo a
Great Stirr up Cay,
nelle Bahamas, di
propriet della Norwegian Cruise Line.
Viene organizzata
una festa sulla spiaggia. I Big Rock Show,
una cover band di
Nashville, suonano
su un palco montato
a dieci metri dallacqua tiepida del mare.
Il reper torio: Bon
Jovi, Mtley Cr e,
Scorpions, Whitesnake. E naturalmente
un paio di classici
dei Kiss. Prima del
viaggio il mio amico
Bobby mi ha chiesto:
Per la crociera avr

IE
bisogno di uno smoking?,
racconta il cantante Ryan Cook
fra una canzone e laltra. Io gli
ho risposto: Eh s, Bobby, per
la Kiss Kruise ne avrai certamente bisogno!.

QUANDO APRE
I L N E G OZ I O D I
GA D G E T C
UNA FILA DI
100 PERSONE
Il pubblico si sbellica dalle
risate, gli uomini si battono i
pancioni da bevitori di birra,
le donne fanno traballare i seni
ingabbiati nei bikini, altri giocano a battaglia navale sotto un

tendone da sole. I bicchierini di


acquavite sono le navi, e i vincitori se li scolano.
Alcuni di loro hanno risparmiato a lungo per potersi permettere questa crociera. Josie,
per esempio, una madre single di 42 anni che non viaggia
da quando ne aveva 10. Mia
mamma mi trascinava in giro,
passando da un predicatore tv
allaltro. Ricorda perfettamente il primo concerto dei Kiss e
come le ha cambiato la vita. Ora
la crociera le serve a dimenticare la fatica di tutti giorni. Tutta
questa gente ha una cosa in comune: una musica che ricorda
la giovinezza, i momenti migliori della vita, i grandi progetti,
i sogni sfrenati. Roba andata.
Mentre i Kiss restano.

PAUL STANLEY (62 ANNI) IN UNIMMAGINE RECENTE

>A

I KISS AL COMPLETO CON LO STILISTA (LUNICO NON TRUCCATO) JOHN VARVATOS

Chi non si
trucca alzi
la mano
E non legga
questo dialogo
tra lo stilista
John Varvatos
e Paul Stanley,
icona dei Kiss

Franz Ferdinand, Perr y Farrell, Cheap Trick, Alice Cooper, Velvet Revolver, Iggy Pop,
Chris Cornell, Joe Perry, Ryan
Adams, Slash, Jimmy Page,
Robert Plant, Green Day. E, in
ultimo, almeno per ora, i Kiss.
Non una playlist di GQ, anche
se ci potrebbe piacere, ma la
lista dei testimonial scelti negli anni da John Varvatos. Per
la campagna Primavera-Estate
2014 lo stilista pi rocknroll
della moda ha voluto farsi rap-

>B

presentare nientepopodimeno
che dalla band pi trasgressiva
degli Anni 70: i Kiss, appunto. GQ ha assistito al dialogo
(strepitoso) tra Varvatos e Paul
Stanley, cantante e chitarrista
della band che esordisce senza
giri di parole, come suo stile...
Lavorare con te, John,
stato grandioso. Anche se,
sappiatelo, noi non abbiamo
nessun interesse nella moda,
perch noi non siamo modaioli, noi abbiamo stile.
Qual la differenza?
La moda temporanea.
Signica che lanno prossimo
non potrai indossare le stesse
cose. Lo stile, invece, senza
tempo. per sempre. I tuoi abiti hanno stile, perch mescolano assieme diversi elementi.
Se guardiamo ad alcune delle
grandi band degli anni 60, ci
rendiamo conto che non sono
mai andate da un sarto o in un
negozio di moda, ma hanno
quasi sempre cose di seconda
mano, magari una camicia di
velluto del Kensington Market o una giacca di un negozio
dellusato. Lo stile non ha a che
fare con ci che hai addosso,
ma come ti senti dentro. Devi trovare cose che rispecchino
come ti senti.

Come crei il tuo stile personale e in quale momento?


Probabilmente i momenti
folli sono i migliori. Quando
siamo bambini, pensiamo sempre in grande, vorremmo essere Superman. Ma ci dicono:
non puoi essere Superman. E
ti fanno sentire piccolo. I Kiss
hanno sempre detto alla gente
di non arrendersi mai, di sognare in grande, lavorare duro
e vincere. Cos, il nostro look
dice: Non puoi vestire come
noi, ma puoi sentirti come noi.
E se sei onesto con te stesso,
allora sei uno di noi.
Quando avete iniziato a
travestir vi?
Pi o meno era il 72, forse
il 73. Cera la scena newyorkese (New York Dolls eccetera),
ma si trattava di band pi occupate a indossare guanti che a
suonare. Noi abbiamo sempre
preso molto seriamente quello che facevamo. Gli altri non
tanto, piuttosto cercavano di divertirsi. E molto velocemente li
abbiamo lasciati nella polvere.
Non facevate parte anche
voi di quella scena?
No, perch noi non siamo
mai stati cool, eravamo indaffarati a lavorare e questo non
cool! Andare nei club cool.

Quale band dellepoca,


secondo te, era cool?
Una su tutte, i Led Zeppelin. Erano facilmente identicabili nello stile, nel senso che
avevano una propria personalit ben caratterizzata, anche nel
vestire. Noi, allinizio, vestivamo di pelle, poi ci siamo resi
conto che saltare in aria non era
semplice Cos abbiamo pensato: Vestiamoci di spandex,
sar pi facile muoverci!. Non
bastava solo truccarsi.
possibile indossare
makeup restando, passami
il termine, uomini veri?
quello che siamo. Se, per
esempio, sei tranquillo nella tua
eterosessualit, allora puoi anche indossare un abito femminile e continuare a sentirti te
stesso. Chi sei non cosa indossi. Quello che indossi non
denisce chi sei. Io amo le donne e continuo ad amarle anche
se indosso le zeppe.
Il rock permette alle persone di essere se stesse?
Il rocknroll la celebrazione della vita! la consapevolezza di avere solo una pos-

NOI NON
SIAMO
MO DA I O L I .
ABBIAMO
STILE
sibilit, perch non si torna
indietro. Il mio suggerimento
di vivere alla follia. Non c
niente di peggio che ritrovarsi
sul letto di morte e rimpiangere le scelte fatte. Nessun rimpianto. Puoi essere chiunque
solo se lavori duro.
Per essere un leader,
secondo te, c bisogno di
distruggere le regole?
Il miglior modo di essere
un ribelle non entrare in conitto con nessuno, anche se ti
provocano. Tutto questo signica proseguire per la propria
strada. Io lo sto facendo, e anche tu. Alla grande.

IL PIACERE DI
GUIDA INCONTRA
IL PROGRESSO
TECNOLOGICO

Essere allavanguardia
signica sdare
sempre se stessi per
cercare di superarsi.
Ed proprio quello
che fa Audi con
una ricerca costante
verso il progresso.

er alcune aziende realizzare il futuro


naturale come immaginarlo. Audi sicu
ramente tra queste. La Casa di Ingolstadt
ci ha abituato, nel corso degli anni, a sorprender
ci con prototipi allavanguar
dia e tecnologie rivoluzionarie,
ma il risultato raggiunto con lul
tima arrivata, la A3 Sportback
g-tron, stupefacente. Pensate
ad una vettura dal design moder
no, caratterizzato da linee tese ed alate, capace
di prestazioni sorprendenti, dotata di unautono
mia complessiva di 1300 km ed impreziosita con
soluzioni di infotainment di ultima generazione.
lauto dei vostri sogni? Probabilmente si. A tutto

questo Audi A3 Sportback g tron aggiunge il know


how Audi nellutilizzo di materiali leggeri di costru
zione e, soprattutto, una motorizzazione a doppia
alimentazione benzina-metano, unendo il massimo
rispetto per lambiente a prestazioni
no a poco tempo fa inimmaginabili
per una vettura alimentata a gas na
turale. E i 197 km/h di velocit mas
sima ne sono solo un esempio. Ecco,
abbiamo detto tutto. Anzi no: perch
rinunciare ad una vettura ancora pi performante?
A scelta infatti disponibile con cambio automati
co S tronic, derivato direttamente dallesperienza
che Audi ha maturato nelle competizioni sportive
e ore allocchiello della Casa dei Quattro Anelli.

portiva come una vera Audi, sostenibile come le auto del futuro: A3 Spotback g-tron la
miglior spiegazione di cosa ad Ingolstadt intendano per Allavanguardia
della tecnica. Lauto stata studiata nei minimi dettagli, tanto che gli
ingegneri tedeschi non si sono limitati allo sviluppo della vettura, ma
hanno creato un gas naturale sintetico partendo addirittura dal vento.

SOSTENIBILE
COME LE AUTO
DEL FUTURO
Il combustibile, denominato Audi
e-gas e disponibile in Germania, si
basa sullutilizzo di sole risorse rinnovabili: grazie allenergia eolica si
produce idrogeno tramite elettrolisi. Lidrogeno reagisce quindi con la
CO, dando vita al gas sintetico Audi,
pressoch identico al metano fossile.
La tecnologia Audi tron la risposta
alle sfide della mobilit di domani,
perch essere proiettati verso il futuro, per Audi, qualcosa di innato. Del
resto, per quale motivo scegliere di
aspettare quando si pu essere avanti?

MILANO / ROMA / FIRENZE / VERONA / RICCIONE / FORTE DEI MARMI


+39 02 4220141
42944 NYLON METAL
BOMBER IN NYLON METAL, NYLON DALLASPETTO METALLICO/CANGIANTE GRAZIE ALLA
PARTICOLARE STRUTTURA TRILOBATA DEI SUOI FILI DI NYLON E ALLA COLORITURA
GRIGIA IN TRAMA E BIANCA PRONTA PER TINTA IN CATENA. IL CAPO FINITO SUBISCE
POI UN ELABORATO PROCESSO DI DOPPIA TINTURA CHE DONA TONALIT, INTENSIT E
COLORITURE DIVERSE AL CAPO. LAGGIUNTA DI UNO SPECIALE AGENTE ALLA RICETTA
DI TINTURA RENDE IL CAPO ANTI GOCCIA. TASCHE CON PATELLA ANTIVENTO CHIUSE
DA AUTOMATICO. BORDO E POLSI A COSTINE. CAPPUCCIO R CHIUDIBI E E C LLO
IN PIEDI IN TELA DI COTONE BORDATO IN FETTUCCIA DI N L
CH
O
WWW.STONEISLAND.COM

Gentlemens
uar rly

ALFREDO

Il nostro maggiordomo ha scelto


per voi i capi essenziali
del guardaroba primaverile
PIUMINO TAGLIO
BOMBER CON PROFILI
IN MAGLIA
E DETTAGLI
A CONTRASTO
PIERO GUIDI
190 EURO

PIUMINO TAGLIO
CAMICIA CON
BOTTONI
A PRESSIONE
KEJO
205 EURO

LA MUSICA
E L A V I TA
SONO SOLO
QUESTIONI
DI STILE

PIUMINO IN NYLON
CON CAPPUCCIO
E FODERA
A CONTRASTO

Still & Strokes

COLMAR
ORIGINALS
198 EURO

M I L E S D AV I S

Su misura

Il gentleman

PER QUELLI
CHE LA MODA
SE LA VOGLIONO
CUCIRE ADDOSSO

INCONTRO CON
UN SURFISTA
GALANTE:
SIMON BAKER

PAG. 106

PAG. 109

>G

Gentlemens
Q rte

Testi di

ANDREA PORRO
Foto di

STILLS & STROKES

IL GUARDAROBA ESSENZIALE
BACK TO BASIC
I capi che non possono mai mancare

Dalla testa ai piedi, alla scoperta di accessori e indumenti che a partire


da questo mese vi accompagneranno per il resto della stagione.
Allinsegna dei colori, forti e accesi, delle linee pulite e di quella
rinnovata eleganza che sar il vostro segno distintivo da mattina a sera

LE SCARPE
DI STAGIONE

Per gli inglesi sono il


simbolo di eleganza
per eccellenza,
da portare sia con
labito sia con un paio
di jeans. La moda
questanno riscopre
le Monkstrap,
scarpe in cuoio la
cui chiusura non
presenta lacci ma
bbie (da una a tre).
A sinistra, nella
versione lucida e
spazzolata di Fratelli
Rossetti, 410 euro
Al debutto
con la collezione
Ermenegildo
Zegna Couture,
Stefano Pilati crea il
suo primo accessorio
icona, la Monkstrap
con doppia bbia
e punta a coda di
rondine, confezionata
in pelle di vitello,
chiusure in velcro e
logo inciso sulla suola
in cuoio 975 euro

>H

DIO NELLA MIA


M E N T E E I L D I AV O L O
N E I M I E I PA N TA L O N I
J O N AT H A N W I N T E R S

e
at iv
c re k a
o
v
k
e
uo
I l n t o r R eb c o s
e
c
v
e
i
r
r
i
c
ea
d
de s a t a l i n
y
a
o
v
B
o

: H
inn
l a r d i G a p u ov a
n
a
a re
s t ic
ali
st i l i t o d i d s s en z i a
a
b
e
c
o
i
r
c e a i c ap a rda r i l
u
v i t a d e l g e ne n do e l
e , t a no d
ch i l
o
ic
m a s a m e r n ge nd
a
n
g i u a vol t e
D
g
a
li
a
nd ;
br a de t t a g i b i l i , m
t
re
t
a
e
f
erc
er
i mp z i a l i p en z a
r
en
e s s l a d i f fe
NI
A L O PO
T
N
I PA A T EM nt a le
Z
e
SE N fond a m

ba
o
C ap a rda ro e ,
u
il
del g m a s c h ie d it a t o
o
v
er
i
t
n
es
o v i e n u ove
n
i
h
il c
el le o w n
ap n
d
d a G w a s h e d t a ge .
e
t
v
e in e
tin
a p or
im
d a l s ue t t e s l i l o
d
o
h
b
l
r
i
o i s s en z a
S
te
ut i m
t e s s no qu i n e
o
on
d
i
n
s
e
s
r
s p re .
e
l
l
que
de
na
r ic a
n c i n ro
a m e n ibi l e i
o
5 eu
Disp i a 49,9
r
o
l
co

>I

Gentlemens
Q rte

QUELLO CHE C
DI PI PROFONDO
N E L L E S S E R E U M A N O
LA PELLE
P A U L VA L R Y

I
L OR
I CO
N
CO
A
A S C l lo e
IN T
te

s
r a st o
e pa
T i nt l i a c o nt
g
a
de t t lo p e r
,
so
e nt o
non
l i a m r gl i
g
i
b
lab che pe
n
a
m a a o r i del l .
ss
e
c
st at e ?
e
ac
a
si m
a re
p r o s a l e p u nt r i a ,
u
te
q
t
e
u
l
S
el
ai
ol a p
P i c c ol d e r e d
if
t
i
l
d
u
i
c
m
m i lu
p el l a

6@T

a
st i n
, bu et e ,
o
t
l
n
o
l l a
e
D a or t a m c a r t
p
i e uro;
t
n
e
n
2e
um
do c d i t o 6 g l i o c o 6
e
o
r
9
f
c
i
a
nt t t i
d i p or t
me
e
oc u bigl i ro;
d
a
a
t
t
r
u ,
r
o
e
o
p
59
o; p
et e
eu r v i s i t a a m on r t e
t
a
d
e ca
p or
;
i n a m e nt i e u r o
t
s
o
b u o c u o 62
r
ad
d
t
e d i P i qu
r
c
ti
di
t ut

CO
SE M E
Ca N T NO
I
e i mb i R L N
an A

g u la
o
t
E c a r d i ne i p e
a
si
lin co a rob l
g i t r a l lor a m
a
m
a
c o c c a on a t o r s c h
is p lor i i n l t a bi n a r i l e .
e
D a i r a z a c c e i no, l e
c a p or ione s i e d a i
m
ic i t a re d a n d i
at
on con dy.
o s un
ut a
on
o

Il dandy deve asp rare a essere sublime,


senza interruzione Charles Baudelaire

Giacca in lino e
cotone tinto capo,
completamente
destrutturata e
sfoderata, a 3 bottoni
ma stirata a 2 e revers
a lancia con doppia
tasca. Il rimesso
centrale e linterno
delle maniche sono
foderati in lo cupro.
Boglioli, 810 euro

6@U

Gentlemens
Q rte

Foto di

MARK SELIGER

STREET STYLE: BELLI DI NOTTE


DIECI RAGAZZI PER VOI
Una serata in citt, con una compagnia speciale
Dalle luci delle passerelle alle luci della metropoli il passo breve.
Dieci tra i modelli pi quotati sul mercato ci mostrano come indossare
i must have della prossima primavera/estate. E lo fanno sulla strada,
di notte, come chi, quei capi, li indosser nella vita di tutti i giorni

TOTAL LOOK
TOM FORD

TOTAL LOOK
DIOR HOMME

6@V

1. Da sinistra, total
look SALVATORE
FERRAGAMO, total look
BURBERRY PRORSUM
mocassini BOTTEGA
VENETA 2. Da sinistra,
total look LOUIS
VUITTON, total look
BOTTEGA VENETA
3. Da sinistra, total
look PRADA, total look
EMPORIO ARMANI
4. Da sinistra, total
look GUCCI, total look
DOLCE&GABBANA

1
3

Leleganza
non consiste
nellindossare
un vestito nuovo
COCO CHANEL
c

6@W

Nobile
(decaduto)
bello
Perch la saga
di Downton
Abbey inchioda
milioni di
telespettatori?
Non sar solo
per il piacere
di spiare un
mondo di
aristocratici
ormai in via
destinzione.
C anche la
sensazione
che la classe
dominante di
oggi sia come
quella della
serie, ma senza
valori morali

Testo di

oto

d ig D

CHRYSTIA FREELAND

6@X

IL MAGGIORDOMO MISTER CARSON (JIM CARTER, A SINISTRA) E LORD CRAWLEY (HUGH BONNEVILLE),
PROTAGONISTI DI DOWNTON ABBEY, LA SERIE GIUNTA ALLA 4 STAGIONE E TRASMESSA SU RETE4

Lanno scorso ci siamo rivoltati contro i plutocrati. Tutti, da


papa Francesco a Bill de Blasio, li hanno attaccati. Persino
Bill e Hillary Clinton. Perch,
allora, i ricchi di Downton Abbey ci affascinano?
La serie piace certamente
per le ricostruzioni di ambienti e costumi, ma anche per la
somiglianza tra i cambiamenti
economici, sociali e politici
che ne governano gli eventi
e quelli dei nostri giorni. Le
nuove tecnologie, anche a quel
tempo, generavano enormi
fortune ma preoccupavano per
esempio Mrs. Patmore, la cuoca, perch rischiavano di rendere superuo il suo lavoro.
Allora, come oggi, esplodeva
la sperequazione fra i redditi.
Allora, come oggi, i mutamenti
frantumavano le vecchie pastoie sociali di genere, classe,
razza. Ma creavano un senso di
insicurezza.

Eppure c una differenza fondamentale tra il nostro mondo


e quello di Downton Abbey.
Quei nobili paiono la versione
novecentesca dei nostri plutocrati: invece le super-lite di
oggi sono il corrispettivo turbo

S P I A MO DA
VOY EU R Q U E I
NOBILI E CI
SENTIAMO
MIGLIORI
dei capitalisti che soppiantano
i titolati Crawley. Per questo
la serie appassiona: possiamo
crogiolarci nellalta societ
senza che la Sindrome di Stoccolma ci infetti.
Ci godiamo ogni eccesso perch sappiamo che poi
quelllite ha avuto la sua giusta punizione. Di pi, quanto a
classe, privilegi e lusso abbiamo la botte piena e la moglie

ubriaca: Downton Abbey, il Via


col vento dei giorni nostri, ci
consente di spiare come voyeur
i piaceri degli aristocratici edoardiani, ma ci fa sentire migliori di loro. Siamo incantati dalleleganza di quelle tavole al
punto da cercare su Facebook
come realizzare una tovaglia,
no a intervistare su Twitter la
food stylist Lisa Heathcote ma
sappiamo che quel modo di vivere sta per scomparire e che,
tutto sommato, meglio cos.
Quella segreta ammirazione
per i valori che spariscono
Quando lautista Tom Branson
e la nobile lady Sybil sdano le
barriere di classe e si sposano,
stiamo con loro. Quando la tata
chiama la loro bambina bastarda, siamo felici di vivere
in unepoca pi illuminata. Ma
a differenza dei nostri plutocrati, i privilegiati di Downton

sono in declino. La nostra simpatia va ai domestici che cercano di scalare la scala sociale,
ai professionisti della classe
media che poi prenderanno il
loro posto.
Ma talvolta, quando la spietata efcienza della borghesia
in ascesa fa a pugni con la noblesse oblige dellaristocrazia al
tramonto, non possiamo non
provare una segreta ammirazione per i valori che scompaiono. Lord Grantham non sta
al passo con le moderne tecnologie e con uneconomia per
lui troppo intensa: ma non un
ozioso che vive di rendita pagandosi valletti e lussi sulla pelle dei contadini. Questo ritratto, pi dolce che agro, incarna
la contraddizione di Downton
Abbey: celebra i piaceri della
ricchezza ma ambivalente sui
modi in cui la si ottiene.
In una serie di romanzi
acuti ed eleganti, Nancy Mitford, glia di un lord, descrive lo stesso momento storico
di scompiglio economico e
confusione culturale. La parte
dei cattivi la recitano i Kroesig, una famiglia di banchieri.

ELEGANZA
D A LT R I
TEMPI

The New York Times

La moda inglese e la sua


tradizione sartoriale, specie
nei lati in lana, sono state
raccontate da Woolmark
durante lultima edizione di
London Collections: Men in
Buckle up an button down:
80 look ispirati ai primi
del 900 e presentati nella
suggestiva location del
bunker di Winston Churchill
(info: www.woolmark.com).

Non so come facciate voialtri


a sopportare una cosa simile, dice zio Matthew, un lord
Grantham pi aggressivo, a
sir Leicester, banchiere di successo della City. Devessere
una vita dinferno, star chiusi
tutto il giorno in una stanza a
occuparsi dei soldi degli altri.

LA NOSTRA
S I M P AT I A VA
AI DOMESTICI
C H E T E N TA N O
L A S C A L ATA
Ecco, lambivalenza riette lincertezza morale di uneconomia e una societ in transizione. La classe media pronta ad
accaparrarsi una fetta di potere
non aveva leleganza dei nobili
che stava spodestando ma, per
noi, era senza dubbio superiore: grande lavoratrice (almeno
lavorava, cosa che i lord non
avevano bisogno di fare), pi
efciente, pi meritocratica.
I plutocrati di oggi in Occidente non sono parte di una
rivoluzione sociale. Le lite che
rimpiazzano sono i concorrenti
in difcolt e lunica approvazione che cercano quella degli investitori e degli azionisti.
Un paradosso: il capitalismo
sta creando una nuova aristocrazia basata sul talento con i
privilegi dei lord, ma senza i
loro valori. E i pronipoti borghesi dei domestici di Downton, cresciuti nella certezza
di appartenere a una societ
equa, si ritrovano servi in un
sistema nuovamente lacerato.
Rinascono diverse ma uguali
quelle stesse gerarchie
Che ironia: le forze scatenate
ai tempi di Downton Abbey ora
ricreano le gerarchie che avevano distrutto. Alle urne reagiamo votando chi combatte
le lite; ma anche per questo,
a casa, non riusciamo a staccarci dal ritratto di unepoca
cos simile alla nostra, eppure
cos diversa.

IL QUESTIONARIO
DI CHARLES
DE GAULLE

di COSTANTINO DELLA
GHERARDESCA

Perch ho scelto questo


titolo per la mia rubrica?
Tutti avrete sentito parlare
del Questionario di Proust
che, rivelando le aspirazioni
di una persona attraverso
una serie di domande,
metteva in luce la sua
personalit.
Ma i tempi sono cambiati
e i salotti della Belle
poque non sono pi
rappresentativi della
nostra societ (con grande
rammarico, probabilmente,
dellintervistato di questo
mese). Oramai viviamo
immersi nel consumismo
pi sfrenato e, per svelare
la personalit di un uomo
contemporaneo, dobbiamo
confrontarci esclusivamente
con i temi pi superciali.
Cos ho scelto di stilare
una mia lista di domande,
che ho chiamato Il
questionario di Charles De
Gaulle, non un omaggio
allo statista francese, bens
allaeroporto da cui passano
i pi esigenti consumatori
del lusso di tutto il mondo.
Questo mese a rispondere
alle mie domande il
rafnato cantautore Rufus
Wainwright che, il mese
prossimo, torner a suonare
in Italia, al Teatro Grande
di Brescia (il 4 aprile) e al
Teatro Duse di Bologna (l8),
per presentare il suo ultimo
lavoro discograco, Vibrate:
The Best Of.

immagino che un tempo


lindossasse anche Verdi,
visto che proveniva proprio
da quella citt.
Che qualit ammiri
in un ristorante?
Non ci deve essere musica,
deve essere illuminato
bene e non ti devono mettere
fretta. Praticamente
dovrebbe essere come
un comodo salotto.
Che qualit desideri
in un albergo?
Un senso di sana decadenza.
Cosa detesti pi di
tutto, nellarredamento?
Lasetticit.
Qual la tua compagnia
aerea preferita?
La Virgin perch
mi fa ancora sentire come
una vergine.
Quale valuta internazionale
vorresti essere?
La Corona svedese,
perch su una delle banconote
c stampata limmagine
della cantante dopera Jenny
Lind (celebre soprano lirico
dell800, soprannominata
lusignolo svedese, ndr).
Qual il genere
di scarpa che disprezzi
di pi?
Le Crocs, scommetto
che in Italia sono illegali.
Il tuo stilista preferito
nella storia, da Charles
Worth a oggi?
Penso che Coco Chanel
rimanga un genio
ineguagliato.
Un eroe di eleganza
nella vita reale.
Jane Birkin forever.
Il dono di bellezza che
vorresti avere?
Una postura migliore. Vorrei
tanto aver studiato danza da
bambino.

Qual il profumo
o lacqua di colonia che
meglio rappresenta
la tua anima?
Acqua di Parma: classica
e allantica. Per di pi mi

JG

Ago,
lo,
forbici
e gessetto
Se poi ci
aggiungete
tessuti di
prima qualit
e una lunga
esperienza
sartoriale,
troverete
il nome giusto:
Prada Made
to Measure

Ogni uomo corre contento,


recitava uno dei primi Caroselli degli Anni 60. Un marchio di
moda promuoveva labito dalla
vestibilit simile a quella sartoriale ma senza inutili perdite
di tempo. In cinque minuti un
abito di classe per soddisfare
le esigenze delluomo moderno. La societ italiana era in
pieno cambiamento e dopo anni
di ago, filo, forbici e gessetto la
rivoluzione dellepoca sembrava
finalmente arrivata.
Sono passati cinquantanni
e quellabito acquistato in una
manciata di minuti oggi piace
sempre di meno. Un po per la
qualit progressivamente appiattita dalla globalizzazione e
un po perch, si sa, in tempi di
crisi la voglia di regalarsi qualcosa di esclusivo, personalizzato, gratifica pi di un armadio
pieno di giacche e pantaloni
che, oltre a essere uguali a
quelli del collega dellufficio
accanto, lanno dopo sono gi
fuori moda. Se poi si aggiunge
lexpertise di unazienda storica, ogni uomo adesso per davvero pu correre contento.

Testo di

LAURA PACELLI

SONO OTTO I MODELLI DI


COLLETTO TRA CUI SCEGLIERE

6@Z

Dentro la Vip Room si vive


unesperienza sensoriale
Tra i grandi marchi che hanno
riconosciuto e soddisfatto per
primi la voglia del sartoriale c
Prada, che gi dal 2003 offre un
ser vizio di Made to Measure
per abiti, cappotti, giacche, camicie e pantaloni. Da qualche
mese, poi, con il rinnovo del
negozio dedicato alle collezioni maschili, in via Monte Napoleone, a Milano, lacquisto si
trasformato in un momento di
puro piacere sensoriale.
Allinterno della Vip Room
del negozio il
cliente, dopo
aver selezionato il capo
su cui verranno prese le
misure, pu
scegliere tra
300 tessuti e
due diverse

PRADA MADE TO MEASURE IL SERVIZIO OFFERTO ALLA


CLIENTELA MASCHILE PER ABITI, CAPPOTTI E CAMICIE SU MISURA

vestibilit: quella classica o


quella aderente, dal fitting pi
asciutto sia per la giacca sia
per i pantaloni stretti e senza
pinces. Entro cinque settimane, con una spesa base di 2.000

UN SARTO
A D H O C P R O VA
A CAPIRE LE
ESIGENZE DEL
CLIENTE
euro fino a raggiungere quella
ben pi significativa di 25.000
euro, labito pronto.
Poi c il cappotto, questa
volta disponibile in 30 tessuti
diversi (tra cui i pregiati Vicuna e Guanaco), con una vestibilit classica a tre bottoni, o
doppiopetto con revers a lancia, in consegna dopo quattro
settimane. Cosa manca? La
camicia, naturalmente. E qui
c letteralmente da impazzire,
perch Prada mette a disposizione, tra i 230 tessuti, anche

quelli con le stampe recuperate dallarchivio storico. Sui


dettagli c poi da sbizzarrirsi,
a cominciare dagli otto modelli
di collo, continuando con i sette
diversi polsini e finendo con i
colori delle cifrature. Tutto questo con il supporto di un sarto
ad hoc che, come una sorta di
psicologo personale, prova a capire le reali esigenze del cliente, un uomo, tendenzialmente
giovane, che vuole sentirsi
a suo agio in un abito che indosser dalla mattina alla sera.
E per il resto dei suoi giorni.
Tra i 230 tessuti, anche le
stampe dellarchivio storico
Vi sembra troppo? Non credo
in una vita ultraterrena. Comunque porto sempre con me
la biancheria di ricambio, ha
detto una volta Woody Allen.
Quella s, potrete cambiarla
anche voi. Cos in cielo, cos in
terra.

uar rly

DO

N E S U A R E
D OV R E B B E E S S E R E
A L L A MO DA
EDITH NGAIO MARSH

ISPIRAZIONE DANDY PER LA MONK STRAP SARTORIAL, UNA CREAZIONE ARTIGIANALE DELLA
COLLEZIONE J.P. TODS SARTORIAL, DISPONIBILE IN ITALIA AL J.P. CLUB: MILANO SPIGA

Ian Fleming ci ha ambientato le


avventure di James Bond, per il
suo terzo racconto, Moonraker:
il grande slam della morte. Era
il Blades Club, di cui uno dei
soci era niente meno che M, il
capo di 007. E se oggi il principe Carlo e David Cameron
sono soci affezionati del Whites, fondato nel 1693, il resto
del mondo ne conta a decine.
Stiamo parlando dei Gentlemens Club, quei luoghi privati,
per soli uomini, dove gustare
i piccoli piaceri della vita, dalla scelta di un whisky torbato
a un prezioso sigaro cubano,
fino alla personalizzazione di
un abito o di un accessorio.
Se Londra ne possiede la paternit, Milano in questi ultimi
anni ha sicuramente seguito
lesempio aggiungendo un
tocco di eleganza tutta italiana.
il caso del J.P. Club: Milano

Spiga, uno spazio esclusivo


e moderno, dove i clienti del
marchio Tods possono degustare, in pieno relax, pregiati
blend, conversare con amici e,
perch no, continuare a coccolarsi acquistando un paio
di scarpe o una borsa della
collezione rigorosamente da
personalizzare J.P. Tods Sartorial, un nome-omaggio alla
tradizione del marchio grazie
al recupero del monogramma
originario J.P.
Uno spazio esclusivo
e moderno in pieno relax
Le premesse ci sono tutte:
unatmosfera raffinata garantita da arredi in pelle, legno e
acciaio, pavimento in parquet,
oggetti vintage, complementi
darredo di arte contemporanea, memorabilia di viaggio.

E unampia selezione di pellami raccolta in tre volumi da


sfogliare, oltre ai due libri dedicati alla lavorazione, con tutte
le varianti di personalizzazione:
da una a quattro lettere con o
senza interpunzione impresse
o dipinte in argento, da apporre
sulla tomaia, sul contrafforte o
sulla soletta per le calzature;
sulla finitura dei manici e sulla
fettuccia per le borse. Se lidea
di scegliere tra le mille proposte vi terrorizza, c sempre un
assistente personale pronto a
guidarvi attraverso la collezione e consigliarvi nellacquisto.
Insomma, tempo da spenderci in questo spazio ce n per
tutti e in tutti i sensi (i prezzi
vanno da 1.100 a 1.300 euro).
Se la cosa vi ha incuriosito
consultate sartorial.tods.com.
Vi sentirete un po come Bond,
James Bond.

Sartoriali
per
vocazione
Dal cocktail
ai pellami
esclusivi,
fino alla scelta
delle iniziali
da applicare
su scarpe
o borse. il
nuovo servizio
offerto dal
marchio Tods:
un Gentlemens
Club in citt,
fatto su misura
per luomo che
ama prendersi
cura di s

Testo di

LAURA PACELLI

HOUSE, APRE A MILANO UN NUOVO SPAZIO DI LUSSO MASCHILE


Clima discreto e familiare, mobili e interni bespoke, fatti su misura da artigiani italiani,
abiti sartoriali e la nuova collezione primavera estate 2014. Sono queste le premesse per
lapertura, a marzo, di House, il nuovo monomarca italiano di Angelo Galasso. Pi di
400 mq con tre vetrine su corso Matteotti 8, a Milano, vanno a sostituirsi al pi piccolo e
nascosto, per quanto prestigioso, spazio in via Monte Napoleone. La nostra collezione
si sviluppata di pari passo al gusto sosticato ed eclettico del nostro cliente ed giunto
il momento di presentarla in uno spazio pi ampio, ha dichiarato lo stilista di origini
pugliesi, naturalizzato londinese. Allinterno del nuovo negozio, unarea dedicata a
Unico su misura d l
rchi c n pe z a ti a mano con materiali di lusso.

6@[

Gentlemens
Q rte

SELF-CARE
DATEVI UNA REGOLATA
E aggiungeteci due gocce di profumo

6@\

Passaggio in Toscana

Un look con i baf

Salvatore Ferragamo
celebra la sua terra con
una collezione di profumi
ispirata alle eccellenze
della regione ( foto sopra).
Bianco di Carrara, Viola
Essenziale, Vendemmia e
Convivio sono le fragranze
raccolte sotto il nome
di Tuscan Soul. Il segno
distintivo? Un acone
essenziale con il tappo in
legno di frassino. In vendita
solo in selezionate boutique
Salvatore Ferragamo.
150 Euro luno

Molton Brown
Nella foto a destra,
trasparente e lenitivo,
per contrastare gli
arrossamenti della pelle.
Re-Charge Black Pepper
Shave Oil. 24 Euro
Taylor of Old
Bond Street
Una cera per baf a base
di cera alba, che si applica
direttamente sui baf e si
stende con un pettinino.
36 Euro

Alpen
Il set barba e baf (con
custodia di pelle nera) ha
due elementi: le forbicine
regolatrici e un pettine
spazzola adatto a ogni
tipologia di pelo.
46 Euro

Truett & Hill


Per chi sa bene che i peli
vanno lavati esattamente
come la pelle. Daily Facial
Cleanser deterge viso,
barba e baf eliminando
gli eccessi di sebo grazie ai
semi di jojoba. 31 Euro

Capt. Fawcetts
Ecco unaltra cera
ssativa professionale
(in tre profumazioni),
che ammorbidisce i baf
e conferisce al look quel
tocco di accuratezza in pi.
19 Euro

Nella foto a sinistra,


maglione Dekker 139
Euro e portasigari in pelle
Brunello Cucinelli.
Si ringraziano
Prfume by Cal
e O. Lorenzi Milano
Stills & Strokes

Nello stile conta prima di tutto la personalit. Quella che possono dare
una barba o dei baf ben curati, grazie a creme e accessori giusti,
e una scia olfattiva cos particolare da farvi distinguere in mezzo a tanti

Courtesy of Parfums Givenchy

Gentlemens
uar rly

glia. Mi mancheranno.
Gi, perch al
momento del
nostro incontro le riprese
stanno per terminare. Forse ci sar una
settima stagione, ma quello
di questi giorni comunque
un ciclo che si
conclude, aggiunge. dunque il momento di guardare
avanti e di pensare a nuovi
SIMON BAKER, 44 ANNI, AUSTRALIANO.
progetti? Sto
TOTAL LOOK GIVENCHY BY RICCARDO TISCHI
lavorando a diverse idee. Mi
La mattina dellintervista non piacerebbe dirigere un lm.
andato a fare surf. Cera la Baker ha gi esordito dietro
nebbia e mi sono rimesso a dor- la macchina da presa in alcuni
mire, confessa Simon Baker. episodi di The Mentalist, ma
Un australiano trapiantato a Los
Angeles non pu resistere alla
SONO
tentazione delle onde della CaliTIMIDO, PER
fornia, e Baker si guadagnato
un certo rispetto sulle spiagge
M E R E C I TA R E
di Santa Monica. Ma, qualche
UN VERO
volta, a vincere la pigrizia. O
SFORZO
forse quella stanchezza che solo le innite giornate sul set ti
lasciano addosso.
nel suo cassetto ci sono anche
Le riprese per la sesta serie copioni e sceneggiature di lm
di The Mentalist, infatti, sono veri e propri.
ancora in corso e il ritmo della
La nebbia della mattina si
produzione incalzante. Simon ormai diradata e il sole tornainterpreta il ruolo di Patrick Ja- to a splendere. Dalla terrazza
ne, un mentalista capace di dello Chateau Marmont, hotel
notare dettagli che diventano simbolo di Hollywood, la citt
elementi fondamentali per risol- degli angeli si estende a perdivere casi criminali. Nonostante ta docchio... Ma come si trova
la serie televisiva lo abbia tra- un australiano qui? La qualit
sformato in una celebrit inter- della vita importantissima per
nazionale, in lui non c traccia noi, forse come per voi italiani.
di divismo n un briciolo di ar- Nel mio Paese il successo viene
roganza tipica delle star.
valutato anche per come lo si
raggiunge. Qui, invece, contaIl team di The Mentalist no solo i risultati.
come una grande famiglia
Trovare un equilibrio tra gli
stimoli che solo Hollywood pu
Parla lentamente, con voce cal- offrire alla carriera di un attore
da, scandendo le parole. Lavo- e la necessit di godersi serero con lo stesso cast e con lo namente la vita non facile.
stesso staff da sei anni. Per me Per credo di averlo raggiuntutti loro sono come una fami- to. Attraverso la mia famiglia,

spiega B ke , anche perch in


Australia c davvero poco lavoro nel mondo dello showbusiness. Los Angeles una sorta
di hub dove tutto accade. Qui
la prima domanda che ti fanno
non Chi sei? ma Che cosa
stai facendo?.
Non recito. Per Givenchy
sono stato me stesso
E come per tutte le star di fama
internazionale, puntuali sono
arrivate anche le proposte dal
mondo della moda. Quando
Givenchy mi ha chiesto di diventare testimonial per i profumi maschili mi sono chiesto: E
ora come faccio?. Il mio lavoro
recitare e, in questo caso, non
cera un ruolo... Alla ne ho capito che dovevo semplicemente
essere me stesso.
Dalle sue parole, diventare
testimonial di un prestigioso
marchio dello stile sembra pi
semplice di un ciak sul set di un
lm. Sono una persona molto
timida, per me recitare signica fare un grande sforzo. una
sda. Una sda che, per, mi
piace. Ma anche prestare il
proprio volto a un brand non
una passeggiata: Implica mettere molto di se stessi, come
persona, chiarisce lattore.
Nellimmagine pubblicitaria
del nuovo Givenchy Gentlemen
Only Intense, Baker stato
chiamato a interpretare uno
stile che ricorda molto quello
degli anni doro di Hollywood.
Quando pensiamo a un gentleman, ci vengono immediatamente in mente Clark Gable
o Gregory Peck, ma la verit
che lessenza di un vero gentiluomo sta nel comportamento.
Sta nel modo in cui si rivolge alle persone. E nelleleganza con
cui lo fa, conclude Baker con
unaggraziata alzata di spalle e
un composto sorso dacqua.
Ed proprio in quel momento che ne ho la conferma: se
vero che un vero gentleman si
riconosce dai piccoli gesti, Givenchy non poteva fare scelta
migliore di Baker.

Simon
Baker:
il sursta
galante
Il mentalista pi
famoso della tv
smette i panni
dellinvestigatore
e, per Givenchy,
indossa quelli
del gentleman
Testo di

FRANCESCA GUERRINI
Foto di

MARCO GROB

LESSENZA DI UN
UOMO ELEGANTE

Il successo delleau de toilette


originale stato tale che,
a un anno appena dal lancio,
arriva sotto i riettori
una versione ancora pi
avvolgente. Gentlemen
Only Intense (da 64
euro) riprende la formula
iniziale, ma ne accentua le
caratteristiche scegliendo
lo stato oleoso delle stesse
materie prime. Gli oli di
mandarino, di patchouli,
di incenso e di legno di
cedro danno alla fragranza
maggiore persistenza, e
accentuano la mascolinit del
fascino rmato Givenchy.

LAURA TACCANI

6@]

Grandi
momenti
a Basilea
Robusto,
dalle grandi
dimensioni
e dai dettagli
importanti.
Oppure classico,
dal sapore
vintage e con la
cassa in oro.
Le novit per
i vostri polsi,
che saranno
lanciate al Salone
dellorologeria

SUGLI OROLOGI,
COME SULLE
AUTOMOBILI,
I L N E R O N O N PA S S A
I N O S S E R VA T O .
E D M O LT O
MASCHILE

Testi di

PAOLO DE VECCHI
Foto di

STEFAN ARMBRUSTER

AL POLSO, UN CRONOGRAFO AUTOMATICO RADO HYPERCHROME XXL BLACK, 2.830 EURO

Passioni da uomo, ce ne sono


tante. Tra queste, gli orologi
sono sempre in vetta alle classiche del pi alto gradimento, esercitando il loro fascino
anche sulle donne e non smettendo mai di avere qualcosa
da raccontare. Parlano soprattutto di chi li porta al polso,
dello stile di vita e del gusto
di quanti scelgono un modello
piuttosto che un altro.
Anche le novit sono

LN

molte, ogni anno, pi di quanto si possa immaginare. Ma


ruotano sempre tutte attorno a
pochi temi forti: aspetto deciso, prestazioni dalto livello, riconoscibilit di marca e durata
nel tempo. Ed proprio questo
il periodo dellanno in cui pi
se ne parla di pi: a ne marzo, infatti, si tiene Baselworld,
il Salone mondiale dellorologeria, lappuntamento pi importante del settore.

Le prime anticipazioni gi
presentate da alcuni marchi

ASPET TO
DECISO,
P R E S TA Z I O N I
D A L T O
LIVELLO
importanti (la maggior parte
aspetta lapertura del Salone
per lanciare i nuovi modelli

con eventi esclusivi) danno


gi unidea di alcune linee di
tendenza che verranno seguite nel 2014. Nella pagina a
anco, ci sono alcuni esempi
di quei temi forti di cui si diceva: su questi puntano decisamente i modelli di Hamilton,
Zenith e Chopard che si indirizzano rispettivamente sulla
rielaborazione di un gusto
tipico degli Anni 70, sulla complicazione meccanica e sulla

Breitling Super Avenger


Un cronografo da missione
dal rigoroso stile militare

FUORI DALLA FIERA,


A CACCIA DI PARTY
(ANCHE QUELLO DI GQ)

Cronografo au
tomatico nato
dalluso in
missione:
cassa in acia
io rivestito
in carbonio,
quadrante 24.
Cer tificazione
cronometrica e
serie limitata a 500 esemplari.
6.475 Euro

Ledizione 2014 di Baselworld


si svolge dal 27 marzo al
3 aprile. Tanto lavoro, ma
anche occasione per incontri
e divertimento. Protagonista
anche GQ, con tutte le sue
edizioni internazionali, che
organizza un cocktail per amici
e addetti ai lavori gioved 26
marzo in Elisabethenkirche,
una straordinaria cattedrale
neogotica. Linvito donore
questanno sar per la famiglia
Stern, proprietaria della storica
manifattura Patek Philippe.
Serata ambita, anche perch
solo su invito e organizzata
alla grande (memorabile,
tre anni fa, lallestimento
di un vero e proprio Luna
Park), quella di Breitling.
In alternativa, i pi mondani
bevono aperitivi al Campari
Bar o allAtlantic e tirano
notte allAqua o al Bar Rouge,
allultimo piano dellunico
grattacielo di Basilea.

Hamilton Pan Europ


Perfettamente vintage
Automatico dal
design Anni 70
con doppio da
tario e lunetta
girevole gra
duata che fun
ziona da prome
moria. Cinturino
in tessuto bicolore.
795 Euro
TAG Heuer Carrera
Calibre 1887
Edizione da Gran Premio
Dalla partnership
con lAutomobile
Club del Princi
pato di Mona
co, cronogra
fo automatico
con cassa in
titanio trattato
nero, lunetta in ce
ramica e cinturino
in caucci.
5.100 Euro

classicit pi tradizionale, con


tanto di cassa in oro rosa.
Altri nomi non meno importanti, come Hublot, Breitling e
TAG Heuer, si giocano invece
la carta sicura della funzionalit sportiva. La cronograa, ovvero la misurazione dei tempi
brevi, associata a unestetica
di grande carattere, che sembra rievocare la celebre frase
quando il gioco si fa duro, i
duri cominciano a giocare. Il

risultato di questa combinazione? Orologi robusti e di grandi


dimensioni, accessoriati con
dettagli che saltano subito
allocchio, come viti, ghiere
graduate e girevoli o pulsanti
volutamente non integrati e
che, soprattutto, sono trattati
in modo da risultare completamente neri. Sugli orologi
come sulle automobili, il nero
non passa mai inosservato.
Ed molto maschile.

Zenith El Primero 410


Complicazioni meccaniche
Movimento auto
matico, con 36
mila alternan
ze orarie sin
cro nizza ore,
minuti, secon
di, e calen
dario con fasi
lunari. Cinturino
in alligatore.
8.100 Euro

Hublot Classic Fusion Aero


Una serie limitata
autografata dal grande Pel
Il fondo della cas
sa in ceramica
riporta la rma
di Pel, in vi
sta dei pros
simi Mon
diali di calcio.
Serie limitata a
500 esemplari.
14.400 Euro
Chopard L.U.C 1963
Tradizione aristocratica
Cassa in oro rosa, movimento
a carica manuale con certicato
di cronometria,
quadrante con
cifre romane
e semplice
indicazione
di ore, minu
ti e secondi.
Serie limitata
a 50 esemplari.
29.000 Euro

6AU

Tante le novit
in casa Bulgari,
dal direttore
generale ai tre
modelli della
collezione
Octo,
presentati
a Basilea.
UN CLASSICO
SEGNATEMPO
MASCHILE
nel rispetto
della tradizione
Testo di

PAOLO DE VECCHI

LA VERSIONE IN ORO
ROSA DEL BULGARI OCTO
CHRONOGRAPHE CON
CINTURINO IN ALLIGATORE.
23.900 EURO

Un occhio di riguardo al proprio passato e lo sguardo decisamente rivolto verso il futuro.


Due inclinazioni che convivono senza conflitto in casa Bulgari e che anzi promettono
interessanti sviluppi. Questa
la sensazione che gli addetti
ai lavori dellorologeria hanno
nel periodo in cui nellultima
settimana del mese si svolge levento pi importante al
mondo per quello che riguarda lindustria del tempo. Per
quanto riguarda Bulgari, le
novit non sono legate soltanto
al prodotto in s, ma anche alla
prima uscita ufficiale di chi
stato recentemente chiamato
a governarne le sorti.
Luomo oggi al vertice del
marchio italiano una vecchia
conoscenza nonostante la
giovane et, 55 anni, davvero
pochi in quel ruolo di chi si
occupa di orologeria: JeanChristophe Babin, francese
con una lunga esperienza nei
prodotti di largo consumo
e, dal 2000 fino allo scorso
anno, al comando del colosso
TAG Heuer. Aspettando Basilea, Babin non si ancora
pronunciato su un eventuale
nuovo corso con cui rendere
maggiormente competitiva
la firma Bulgari sul mercato
mondiale, ma c da scommettere che una sferzata ci sar.
Almeno guardando i risultati
del precedente incarico, con il
quale si fatto paladino della
pi ardita innovazione e ha fortemente sviluppato prodotti e
profitti senza mai stravolgere
la tradizione di marca.
In attesa di
quanto il marchio italiano
avr da dire in
futuro, ci sono
comunque delle
novit di prodotto
che non si sbilanciano imboccando nuove

LA STRUTTURA OTTAGONALE DEL BATTISTERO


DI SAN GIOVANNI A FIRENZE

JEAN CHRISTOPHE BABIN,


CEO DI BULGARI

strade, ma percorrono i larghi


viali della pi classica tradizione a firma Bulgari.
Il modello maschile pi
interessante che il gioielliere
romano presenta nellambito
del grande Salone Mondiale
dellOrologeria di Basilea
unevoluzione di Octo,
una collezione che stata
commercializzata lo scorso
anno con un solo tempo e
che nel 2014 vedr la versione
crono. Pur contando su
un impeccabile movimento
Swiss Made, il suo punto di
forza larchitettura della
cassa, studiata in Italia nel
centro stile diretto da Fabrizio
Buonamassa. Di base c una
grande complessit formale,

risolta poi con semplicit


ed eleganza, che nasce
dallincrocio di geometrie
circolari e squadrate. La cassa
ottagonale sormontata da
una lunetta rotonda, i due
elementi si fondono e danno
vita a un corpo unico che, tra
le altre cose, ha uninfinit
di riferimenti sia al mondo
dei simboli sia a quello
dellarchitettura.
Complessit formale risolta
con eleganza e semplicit
Ma al di l dei richiami culturali, per ottenere questo particolare tipo di estetica sono
necessari oltre un centinaio
di inter venti di lavorazione,
cosa che presume una grande perizia tecnica. Con lOcto,
Bulgari ha dato forma a un
nuovo classico dellorologeria
maschile: tre le versioni, in oro
o in acciaio con cinturino in alligatore o tutto dacciaio e sempre animate da un movimento
automatico con cronografo,
ad alta frequenza, con ruota a
colonna e 50 ore di riserva di
carica.

Per questo tipo di estetica sono


necessari oltre 100 interventi
6AV

Bridgeman Art Library

Il pensiero
ottagonale
guarda
al lusso

Gentlemens
Q rte

GIACCA, CAMICIA E PANTALONI


BURBERRY PRORSUM
1.095, 325 E 595 EURO; OCCHIALI
BURBERRY EYEWEAR 171 EURO

6AZ

NELLA PAGINA A FIANCO


CAMICIA E PANTALONI
PRADA 950 E 450 EURO

L A FA N TA S I A
UNA PERPETUA
P R I M AV E R A
FRIEDRICH SCHILLER

FOTO DI

CHRISTIAN OITA
STYLING DI

ANDREA PORRO

Electric
Spring
6A[

Gentlemens
Q rte

6A\

CABAN, CAMICIA E JEANS


VALENTINO 2.500, 450
E 350 EURO; BORSA
IN COCCODRILLO
VALENTINO GARAVANI
NELLA PAGINA A FIANCO
PARKA E MAGLIONE
SALVATORE FERRAGAMO
1.950 E 450 EURO

DALLALTO A SINISTRA,
IN SENSO ORARIO
ABITO, CAMICIA E CINTURA
MICHAEL KORS
650, 119 E 128 EURO.
GIACCA E ABITO
LOUIS VUITTON; OCCHIALI
DA SOLE, BANDANA E
OROLOGIO LOUIS VUITTON
515, 235 E 7.150 EURO.
CAMICIA, PANTALONI, CINTURA
E CAMPEROS ETRO
260, 365, 290 E 745 EURO
NELLA PAGINA A FIANCO
ABITO TRE PEZZI E CAMICIA
DOLCE&GABBANA 3.200
E 505 EURO; OROLOGIO
DOLCE&GABBANA
WATCHES 2.750 EURO

6BT

6BU

GIACCA, T SHIRT E PANTALONI


DIOR HOMME; OCCHIALI
DA SOLE DIOR 220 EURO;
OROLOGIO DIOR
HORLOGERIE 4.700 EURO
NELLA PAGINA A FIANCO
GIACCA, CAMICIA,
PANTALONI E PARKA
GIVENCHY BY RICCARDO TISCI

6BW

DALLALTO A SINISTRA,
IN SENSO ORARIO
GIACCA, CAMICIA, PANTALONI
E CINTURA GIORGIO ARMANI
1.600, 330, 570 E 260 EURO;
OCCHIALI DA SOLE GIORGIO
ARMANI EYEWEAR 212 EURO;
OROLOGIO EMPORIO ARMANI
ABITO E CAMICIA DSQUARED2
GIACCA DOPPIOPETTO, CAMICIA
E PANTALONI ROBERTO CAVALLI
1.595, 385 E 740 EURO
NELLA PAGINA A FIANCO
GIACCA, MAGLIA, PANTALONI,
CACHE COL E ZAINO GUCCI;
OROLOGIO GUCCI 2.100 EURO

6BX

Grooming ALEXANDER HOFFMANN


@ Kultartists using CHANEL
Ha collaborato NICOL RUSSIAN

6BY

TRULY PERSONAL
CONTEMPORARY SCENTS

Mi piacciono i profumi
autentici, e quindi
estremamente autoreferenziali ,
afferma Ennio Capasa,
Direttore Creativo di COSTUME
NATIONAL. Materie prime
di straordinaria qualit
e una creativit senza
cedimenti Mainstream.
Uscito dallAccademia
di Belle Arti di Brera,
assistente per 4 anni
di Johji Yamamoto,
ENNIO CAPASA fonda
nell86 col fratello Carlo
COSTUME NATIONAL.
Definendo da subito
ENNIO CAPASA
uno stile inconfondibile,
estremamente coerente,
caratterizzato da una linea
nitida, al tempo stesso edgy
ed elegante, da un riuscitissimo
mix di sartorialit e tecnologia,
da una palette dominata dal
nero, dal bianco e dal grigio
spezzati da flash di colori
primari. Appassionato di
profumi, Capasa va a studiarli
a Grasse e chiama a collaborare
con lui nel processo creativo
nasi eccellenti, Laurent Bruyere,
Dominique Ropion, Antoine
Lie. Racchiusi in flaconi/
scultura minimalisti e tattili,
sono profumi statement,
dalla personalit decisa,
caratterizzati dalluso

di materie prime di eccezionale


qualit. Come SCENT INTENSE,
firmato da Bruyere, un mix di
cardamomo, t al gelsomino,
ambra, sandalo e patchouli.
Un profumo sensuale,
magnetico ed addittivo,
un lancio che fece epoca,
e diede inizio a un nuovo
trend, quello delle fragranze
ambrato/legnose. Ugualmente
innovativo COSTUME
NATIONAL HOMME, costruito
su equilibri inediti di spezie
e agrumi, pompelmo,
cardamomo, timo, chiodi
di garofano. Un bouquet
dominato dalle note di cannella
e patchouli, studiato da
Dominique Ropion,
per un instant classic di grande
eleganza. Copiatissimo,
ma rimasto di fatto inimitabile.
Perfetto esempio di fougre
contemporaneo, il nuovo
CYBER GARDEN, frutto
dellimmaginazione di Antoine
Lie, gioca sullincontro
inaspettato tra materie
prime naturali e sintetico/
futuristiche. Un profumo molto
fresco, molto verde (non
solo nel flacone cromato),
ipermoderno, caratterizzato
da etere, vinile e muschio
ibrido.

PROMOTION

CoSTUME NATIONAL
HOMME EAU DE PARFUM
CYBER GARDEN
EAU DE TOILETTE

SCENT INTENSE
EAU DE PARFUM

WWW.COSTUMENATIONALSCENTS.COM

PREGARE? SE FATTO SU TERRENI ESPROPRIATI,


PU ESSERE UN ATTO RIVOLUZIONARIO

IL CANTIERE DI CHIOMONTE: QUI CHE


SI GIOCA LA NUOVA FASE DEL PROGETTO TAV

NUOVE IMPRESE NELLA VALLE: COME


QUELLA DELLA LANA DI CRISTINA BOLLE

LA NUOVA LINEA DOVREBBE SPOSTARE


IL TRAFFICO DA STRADA A ROTAIA

UN PRESIDIO NO TAV: TUTTE LE INIZIATIVE,


MOLTO SEGUITE, SU W W W.NOTAV.INFO

LUCA GIUNTI, GUARDIAPARCO E ATTIVISTA NO TAV:


IL CANDIDATO GRILLINO ALLE PROSSIME ELEZIONI

IL TU E DEL A
D LENA
NE SCAVATO DA GEA,
UNA FRESA DA 380 TONNELLATE E 240 METRI DI LUNGHEZZA

VA L
DI
SUSA

Testo di

LORENZO DILENA
Foto di

ALESSANDRO ALBERT

LA VAL DI SUSA: QUELLA CON I VALICHI


ALPINI PI AGEVOLI E A BASSA QUOTA

LA RETE FERROVIARIA ATTUALE,


COSTRUITA NEL 1871

I L AV O R I D E L L A
TAV F I N I R A N N O
NEL 2025.
I N TA N T O L A
VA L L E S I G I
C O M P L E TA M E N T E
T R A S F O R M ATA

LA GALLERIA DELLA MADDALENA SAR


LUNGA 7,5 KM. CONSEGNA LAVORI: 2015

GABRIELLA TITTONEL, A LEI E AL MARITO


ANDATO IL PREMIO VALSUSINI NO TAV 2013

IL MERCATO DI ALMESE: QUI SI SCOPRONO LE NUOVE


REALT ARTIGIANALI E IMPRENDITORIALI DELLA ZONA

SO O QUA T
U NE E
O ATIVI PRE TAV:
UNO QUELLO ITALIANO, GLI ALTRI TRE SONO IN FRANCIA

Gentlemens
Q rte

S
a bloccare il cantiere di Venaus, dove si
tentava un analogo sondaggio della montagna, chiese (e ottenne) una modica del
progetto e la creazione di un osservatorio
governativo che monitori davvero il territorio, anche se con modalit che solo
parte dei sindaci dellarea apprezzano.
Ma nel 2014 alla Ltf (L yon Turin Ferroviaire), la joint-venture tra ferrovie italiane e francesi, ostentano sicurezza: Tutto
procede secondo i piani, senza problemi.
Anzi, stiamo accelerando i lavori, dichiara Mario Rettighieri, direttore generale di
Ltf. Che prevede: la nuova linea sposter
il trafco da strada a rotaia. Nel 2035 far
passare 700 mila Tir e 4,5 milioni di passeggeri. Il movimento No Tav contesta:
sono numeri che potevano essere gestiti
dalla rete ferroviaria attuale (da rendere
comunque pi moderna ed efciente, dato
che stata costruita nel 1871), anche perch negli ultimi dieci anni
i ussi di trafco ferroviario e stradale lungo i valichi valsusini
hanno registrato un drastico calo.
Fin qui i numeri. Certo che la questione divide: lopinione
pubblica, gli interessi, il territorio. Nella bassa valle, un tempo
area di agricoltori, allevatori e operai, e poi trasformata da una
pesante deindustrializzazione, i contrari sembrano prevalere. Una
quindicina di sindaci sono tuttora apertamente No Tav. Nellalta
valle, e cio la zona attorno a Bardonecchia e Sestriere, si vive di
sci (qui si svolta nel 2006 lOlimpiade invernale) e la Tav accalora
di meno gli animi, ma suscita pi interessi. Qui hanno sede molte
aziende di costruzioni, che gi hanno fatto buoni affari con i Giochi e ora sperano di bissare con i subappalti della Torino-Lione.

Dici Tav e pensi a scontri,


movimenti e cantieri presidiati.
UNA STORIA INIZIATA
NEGLI ANNI 90, che ha
modificato un territorio e ha
spinto la sua gente a mettersi
insieme, a fare impresa
e a realizzare nuove forme
di democrazia partecipata
Gea avanza dieci metri al giorno. Fa il suo mestiere di talpa: scava
tra le rocce della Val di Susa, direzione Francia. Costruita negli
Usa, spedita in Italia in tanti pezzi e montata alla Maddalena di
Chiomonte, alle spalle di Torino, Gea una fresa gigantesca, da
380 tonnellate, lunga 240 metri e con un diametro di sei. In questo
momento rappresenta il nucleo del collegamento ferroviario ad
alta velocit tra Torino e Lione. La cosiddetta Tav.
Attorno a Gea si sono un centinaio fra operai e tecnici, impegnati nello scavo di un cunicolo esplorativo: procedendo con
questo ritmo, i 7 chilometri e mezzo che la fresa deve scavare
saranno pronti alla ne del 2015. Loperazione serve a saggiare
la montagna, la galleria verr poi usata per la ventilazione e la
manutenzione del tunnel vero e proprio: 57 chilometri, ingresso
a Susa e uscita a Saint-Jean-de-Maurienne. Costo previsto: 8,5
miliardi di euro, per il 40% a carico dellUnione europea e il resto
equamente diviso fra Italia e Francia.
Cos, dopo venti anni di ipotesi, studi, trattative e scontri, i
lavori sono partiti. I Lince dellesercito, gli stessi blindati usati in
Afghanistan, presidiano i cantieri insieme con i fuoristrada della
Polizia, dei Carabinieri e della Guardia di Finanza. Saranno almeno
cinquecento mezzi, calcola la gente in zona. E ci resteranno un
bel po: per completare il tunnel principale ci vorranno almeno
altri dieci anni, stando alla tabella di marcia ufciale. Salvo imprevisti, sempre possibili quando si parla di grandi opere, e se
lopposizione popolare alla Tav non metter troppo i bastoni tra
le ruote. I precedenti ci sono: nel 2005 la gente della valle riusc

IL MERCATO ORGANIZZATO DAL LABORATORIO CIVICO DI


ALMESE, UN ESEMPIO DI DEMOCRAZIA DAL BASSO

Il movimento No Tav non ha solo smosso la protesta.


Nel tempo ha catalizzato qui molte menti ed energie
Ma c dellaltro: un tempo, da queste parti, venivano mandati
al conno i maosi. Che hanno messo radici, in tutti i sensi: nel
giugno 2011 lOperazione Minotauro della Procura di Torino ha
alzato il velo sui rapporti fra cosche calabresi e politici locali nella
gestione degli appalti. E Bardonecchia stato il primo Comune
del Nord a essere sciolto per maa, a causa delle inltrazioni
delle ndrine calabresi. Nelle ultime relazioni, la Procura nazionale
antimaa ha messo in guardia contro il rischio di ingerenze nelle
assegnazioni dei subappalti della Tav. Gli inquirenti sono preoccupati anche per altri motivi: le azioni di protesta anti Tav hanno
attirato i militanti dellantagonismo sociale. Secondo la Procura
di Torino, qui si sarebbero insediati piccoli gruppi di anarchici,
che userebbero la questione dellalta velocit ferroviaria e dei
suoi risvolti sullambiente come palestra per i propri simpatizzanti.
Risultato: negli attacchi ai cantieri e alle forze dellordine, i magistrati vedono il rischio di terrorismo; i valligiani parlano invece
di casi isolati, se non addirittura di azioni pensate per screditare
il vero movimento No Tav.
Nato negli Anni 90, il movimento non ha solo smosso la protesta. Nel tempo ha catalizzato menti ed energie, che hanno portato
nuova vita alla Val di Susa, trasformandola in uno speciale laboratorio di democrazia. Ogni giorno c in calendario un incontro,
una conferenza, uniniziativa: data la rilevanza a livello internazio-

nale, lopposizione alla Tav attrae ospiti famosi e il


pubblico non manca mai. Per rendersene conto si
pu partire da Almese, uno dei primi paesi che si
incontrano risalendo la valle da Torino. Il sabato
mattina si tiene in piazza un mercato di produttori
locali. La gente arriva alla spicciolata, poche parole
i piemontesi, si sa, sono tipi asciutti e lacquisto
concluso. Verdura, frutta, miele, formaggi, ma
anche lana e altri prodotti artigianali. Commerci
a chilometro zero con qualcosa in pi nellanima,
perch rispecchiano quello che la gente ha deciso
di fare per la propria terra. Se ne riappropriata e
la sta valorizzando di nuovo, partendo dalle basi.
Spesso con la forza delle braccia.
Fioriscono le realt associative. E la valle
tenta la strada delleconomia responsabile
Danilo Chiabaudo, per esempio, ha 50 anni: lavorava tanto in proprio come falegname e nelledilizia. Lavorava per pagare le tasse, e gli restava
poco. Nel 2005 ha fatto una scelta di decrescita ed
tornato al piccolo podere di famiglia. Poi ha creato
una cooperativa, il cui fatturato oggi sostiene otto
soci e due dipendenti. Rubiana invece il paese
da cui viene Cristina Bolle, che nella Casina del
Rocco ha aperto unimpresa specializzata nella
lavorazione della lana. Tappeti, coperte, maglioni,
scialli e tessuti darredamento. Tutto realizzato con
il telaio a mano. Una passione che Cristina, no a
35 anni correttrice di bozze per una casa editrice,
ha trasformato in un business felice. Racconta:
Sono sempre stata appassionata della materia e
ho cominciato facendo la cacciatrice di lana. Qui si
allevano pecore da latte, e gli allevatori sono ben
LINGRESSO DEL CANTIERE DELLA MADDALENA
felici di regalarmela, cos risparmiano sui costi di
DI CHIOMONTE, PRESIDIATO DALLE FORZE DELLORDINE
smaltimento, che spesso veniva fatto senza seguire
le regole. Il risultato un prodotto con una forte
connotazione territoriale, e funziona.
avvio di una fabbrica di materiali di recupero, che permetterebbe
Quelli di Danilo e Cristina sono esperimenti che vengono co- di mandare in discarica solo il 10% della spazzatura. C poi la
piati, moltiplicati, diffusi come un germe buono, complici anche storia di Villarfocchiardo, piccolo paese tagliato fuori dalla banda
gli incubatori di imprese dal basso, le associazioni di professionisti larga: qui un attivista del movimento No Tav, Ilio Amisano, si
e le aziende che tentano un approccio pi sano e consapevole fatto promotore di una rete wi- a base di antenne. Inizialmente
alleconomia. Per esempio, c un progetto avviato da un gruppo autonanziata da volontari, stata appoggiata dal Comune e ha
di imprenditrici per rilanciare la coltivazione tradizionale della offerto Internet veloce a prezzi competitivi, tanto da diventare un
canapa, interrotta negli Anni 50. Ed in fase
modello per altri centri abitati dellarea.
MILLE
di studio avanzato la creazione di un ambiente
Insomma la gente si svegliata, grazie agli
di co-working che permetter ai liberi professcossoni dellalta velocit. La prossima parola
I PROGETTI:
sionisti di fermarsi dove sono, invece di fare i
verr dalle elezioni amministrative ed europee,
SUI RIFIUTI,
pendolari verso Torino. Facciamo rete anche
attese nella tarda primavera: un momento cruciaIL WI-FI,
con le piccole ofcine, per creare un laboratorio
le per vericare i rapporti di forza tra favorevoli e
munito di stampanti 3D, spiega Daniele Forte, il
L A C A N A P A . . . contrari alla Tav. Il fermento totale: ci si prepara
giovane ingegnere che presiede Etinomia, la pi
a dare battaglia, vengono stilate le liste civiche e
inuente tra le realt associative nate sullonda lunga del movimen- di partito, si sottolineano le ricadute positive che la nuova ferrovia
to. Riunisce pi di 350 fra agricoltori, artigiani, liberi professionisti avr sul territorio, si risponde sottolineando la possibilit di un
e imprese, tutti daccordo nel voler coniugare leconomia con una modello di sviluppo alternativo.
nuova etica della responsabilit.
Lopposizione a qualcosa che non c ancora, la nuova linea
Non aspettare che siano gli altri a decidere, ma muoversi per ferroviaria tra Italia e Francia, e che nessuno pu dire con certezza
primi: questo invece il pensiero del Laboratorio civico di Alme- quando sar pronta, ha ottenuto quello che nessuno avrebbe mai
se, che lavora a un progetto di riduzione dei riuti alla fonte e di detto: ha restituito la vita a una valle.

131

Gentlemens
Qu rte

BRANDON BRYANT,
27 ANNI. LA SUA
MISSIONE
GUIDARE I DRONI,
COME QUELLO
NELLA FOTO
IN ALTO NELLA
PAGINA A FIANCO

Gentlemens
uar rly

IE

Luomo
drone
Testo di

MATTHEW POWER
Foto di

ETHAN LEVITAS

John Moore/Getty Images

stato tra i primi a combattere


un nuovo tipo di battaglia.
Ha dato la caccia ai terroristi.
Ha eliminato una quantit
impressionante di persone.
E ha fatto tutto da lontano.
Perch BRANDON BRYANT
guida a distanza la macchina
per uccidere del XXI secolo

Nel rifugio nel deserto del Nevada, lunica


luce era il bagliore dei monitor. Brandon
Bryant osservava tre uomini avanzare su
uno sterrato in Afghanistan, nellHindu Kush. Ribelli nel tradizionale shalwar kameez:
camicia lunga e pantaloni larghi. Avevano
detto che erano armati di fucili, a lui parevano bastoni da pastori. Agli infrarossi, i
corpi risaltavano dun bianco spettrale contro la terra fredda, nera. Mirino laser puntato, conto alla rovescia poi la frase rituale:
Missile sganciato. Teneva il mirino sui
due davanti. Il terzo si mise a correre per
raggiungerli. Un istante dopo, folgorante
e silenziosa, una ammata.
Quella scena ancora indelebile nella memoria dellex aviere
Brandon Bryant. Uno era l con la gamba destra tranciata sopra
il ginocchio. Il sangue sgorgava a otti. caldo, ma quando tocca
terra si raffredda: agli infrarossi, diventa nero. Ci ha messo tanto a
morire, a diventare dello stesso colore della terra su cui giaceva.
Era la prima missione. Inizio del 2007, 21 anni da poco. Dal 2006
lavorava alla Ground Control Station (Gcs) della Nellis Air Force
Base, una distesa di asfalto e hangar fuori Las Vegas. Operatore,
detto sensore, di velivoli comandati a distanza nellaeronautica
militare (Usaf), guidava i droni, i Predator Mq-1b, in Iraq e Afghanistan. Fisico massiccio, testa rasata, lavorava accanto al pilota
perch il lancio di un Hellre unoperazione congiunta. Il pilota
preme il pulsante, lui responsabile della terminal guidance, di
condurre cio la testata sullobiettivo.

6CW

Gentlemens
Qu rte

S
Limpiego degli Uav (Unmanned Aerial Vehicles, velivoli senza comandan d gli insorti parcheggi lauto in un mercato e fece
equipaggio) top secret. Il presidente Obama nel 2013 ha pro- uscire dal bagagliaio due ragazze imbavagliate. Le ha uccise e
messo di ridurne lutilizzo, ma gli attacchi proseguono. I droni le ha lasciate l, in mezzo alla strada. Nel 2008 fu trasferito alla
nel 2025 produrranno un giro daffari di 82 miliardi di dollari con Cannon Air Force Base di Clovis, New Mexico, a caccia di obiettivi
di alto prolo per conto del Comando congiunto per le operazioni
100 mila addetti in pi rispetto a oggi.
Cresciuto dalla madre single in Montana, Brandon Bryant nel speciali, lo stesso che ricercava Osama bin Laden.
Non mai stato contrario agli Uav. Per lui sono uno strumento
2005 si arruolato in aviazione. Lackland Air Force Base, Texas,
analista di immagini. Esultava quando lo squadrone metteva a se- utilizzabile a n di bene: tutto dipende da chi li controlla. Non
gno colpi contro i cattivi, ma si chiedeva come fosse la vita nei pu essere un gruppo ristretto di persone a deciderne limpiego,
villaggi su cui volavano i Predator. Credeva che le missioni fossero dice. Ma la trasparenza non un tratto distintivo della politica
di vitale importanza, quando questa fede si scontrava con la realt Usa sui droni. Quando s arruolato, gi venivano usati in conitti
clandestini in Pakistan, Yemen e Somalia.
cercava di non pensarci. Brandon fu deAllinizio del 2011 aveva raggiunto le
stinato agli Uav e addestrato alla Creech
6.000 ore di volo, con centinaia di missioni
Air Force Base, a nord di Las Vegas. Dieci
T O TA L E
svolte. Viveva in stato, dice, di rimoziosettimane, poi le esercitazioni a salve, in
E L I M I N AT I ?
ne. Ogni giorno, davanti alla bacheca
cui manovrava i Predator e lanciava nti
1.626.
tappezzata di foto di terroristi, si domanHellre su citt di cartone nel deserto.
dava: Quale di questi stronzi morir
Come giocare a Dungeons & Dragons.
QUEL NUMERO
oggi?. Nella primavera del 2011, laviere
Quindi, senza lasciare il Nevada, parM I D I L
anziano Brandon Bryant lasci lUsaf. Gli
tito per lIraq. Il primo giorno di guerra
VO LTA S T O M AC O
consegnarono una cartella con le missioni
fu terribile. Il drone decoll dalla base
compiute dal suo squadrone. Obiettivi
di Balad, 80 chilometri da Baghdad. Gli
colpiti, nemici uccisi o catturati. Non
ordini: scortare un convoglio di Humvee.
Bryant scrutava con gli infrarossi da 3.000 metri: tutto normale. sempre aveva premuto il pulsante ma si sentiva responsabile.
Poi not un cerchio baluginante sulla strada. Gli insorti davano Totale eliminati, 1.626. Quel numero mi d il voltastomaco.
fuoco a pneumatici inzuppati di benzina, quindi scavavano lasfalto ammorbidito e piazzavano gli ordigni, lasciando una traccia Il whisky, la cocaina. E poi la decisione di raccontarlo
visibile agli infrarossi: Bryant prov ad avvertire la carovana ma ai giornali: La guerra con i droni non un videogioco
gli Humvee avevano attivato i dispositivi di disturbo dei segnali
usati per brillare a distanza gli Ied (Improvised Explosive Devices, Dopo il primo missile, non ho aperto bocca per settimane, ridispositivi esplosivi improvvisati). Chiam il supervisore. I minuti corda mentre guida una malconcia Dodge Neon nera a Missoula,
passavano, Bryant era come in apnea. Il primo Humvee super in Montana. Non avevo idea di che effetto facesse ammazzare
il punto critico. Un sospiro di sollievo, racconta. A quel punto qualcuno. Quella sera ha telefonato in lacrime alla madre, una
sopraggiunge il secondo e boom!. Unenorme vampata bianca, maestra. Le dissi che avevo ucciso della gente. E lei: Piangi,
il rogo. Nelle cufe, il panico: Cazzo successo? Uomini a terra!. cos che ti devi sentire. Altri reagivano diversamente. Un senTre gravi, due morti. Nessuno ha aperto bocca, ricorda Bryant. sore, a ogni uccisione, tornava a casa e si scolava una bottiglia
di whisky. Unoperatrice, dopo la prima missione, si riutata di
Dopo una missione non si parla di come ci si sente.
sparare nonostante rischiasse la corte marziale.
Turni di 12 ore, 6 giorni su 7, a cercare attivit
Bryant ha contattato una psicologa dei Veterans Affairs. Diasospette in un flusso sfocato di piazze, tetti e cortili
gnosi: sindrome da stress post-traumatico dovuta a ferita morale. Secondo lo psichiatra Jonathan Shay, la meccanica della
Secondo incarico, in Afghanistan. Sorvegliava un gruppo di case morte, intima con la baionetta, remota con gli Hellre, cambia,
che forse ospitava un capo di Al-Qaida. Tenne docchio ledicio ma fatti e peso rimangono identici. Tra gli operatori di droni si
principale per ore, poi lordine: Radetelo al suolo, il nostro uomo registrano gli stessi livelli di depressione, ansia e propositi suicidi
dentro. Nessunaltra informazione sullidentit dellobiettivo. degli equipaggi degli aerei da combattimento. Nel 2012 Bryant
Missile sganciato. Sei secondi prima dellimpatto, un movi- rientr nellUsaf come riservista ma, dopo un incidente, fu congemento. Dietro langolo sbuc una sagoma: forse un bimbo, dato. Soffriva di emicranie, amnesie, depressione. Si distruggeva
quindi il lampo. Bryant chiese al pilota: Sembrava anche a te di whisky e cocaina, dormiva in un parcheggio. Finch decise di
un bambino?. Lo domandarono al supervisore. Risposta: Nel spiegare che la guerra con i droni non un videogioco. Nel 2012
rapporto scrivete che era un cane.
usc un articolo sul settimanale tedesco Der Spiegel, il quotidiano
Un Predator resta in volo no a 18 ore, piloti e sensori sono inglese Daily Mail lo riprese con un titolo scorretto: Operatore
instancabili. Turni di 12 ore, sei giorni su sette, sorveglianza senza di droni uccide bambino obbedendo agli ordini poi si congeda.
ne: scandagliare strade, cercare attivit sospette in un usso sfo- Poco dopo, 157 contatti tolsero a Brandon lamicizia su Facebook.
cato di piazze, cortili, incroci, guardando gente che vive la propria Sei un bugiardo, un pezzo di merda. Marcisci allinferno.
vita ignara di ogni presenza onnivedente. A volte, immobile per
Scende la neve: il Montana, osserva Bryant, ricorda lHindu
giorni sulla stessa casa, sentiva una specie di intimit: vedeva le Kush. una dissonanza cognitiva che provava in missione, quando
persone bere il t con gli amici, fare sesso con le mogli sui tetti.
si sforzava di ricordare che quel mondo di immagini sgranate
Nei primi nove mesi ha sparato cinque volte. Dopo lattacco era reale, che la legge vige anche l dove volteggiano i droni.
monitorava per ore la situazione, poi faceva rapporto. Vedeva Attraverso il loro occhio, noi guardiamo il mondo e, in denitiva,
gente raccogliere i resti delle vittime per seppellirli; in Iraq un vediamo noi stessi.

6CX

I commenti su Facebook: Sei un bugiardo,


WorldMags.net
un pezzo
di merda. Marcisci allinferno
SOLO
SU
i PA D
LINTERVISTA
COMPLETA

DOPO IL PRIMO
MISSILE, NON HO
APERTO BOCCA
PER SETTIMANE,
DICE BRYANT

Gentlemens
Q rte

Tipe
da spiaggia
Il leggendario Swimsuit Issue di Sports Illustrated
compie cinquantanni. E continua a mettere in costume
le ragazze pi belle del pianeta
Testo di

6CZ

TIM SMALL

John G. Zimmerman/Sports Illustrated/Contour by Getty Images

LA MODELLA CHRISTIE BRINKLEY NELLO SWIMSUIT ISSUE DEL 1980

13

138

14

12

Walter Iooss Jr (2), Derek Kettela- Jule Campbell- Marc Hispard (2)/ Sports Illustrated/Contour by Getty Images

LA FORMULA:
MODELLE
ALLEGRE,
A B B R O N Z AT E
E SPORTIVE
3
4

Mark Abrahams - Marc Hispard - Robert Huntzinger - John G. Zimmerman - Walter Iooss Jr - MJ Day/ - Tiziano Magni/ Sports Illustrated/Contour by Getty Images

1. Paulina Porizkova
(1983) 2. Vendela
(1993) 3. La copertina
del numero del mese
scorso, quello dei 50 anni
4. Kate Upton (2013) 5.
Heidi Klum ed Evander
Holyeld (2000) 6. Judit
Masc, Kathy Ireland,
Akure Wall (1990) 7.
Cindy Crawford (1988)
8. Carol Alt (1981)
9. Anna Kournikova
(2004) 10. James
Macari fotografa una
modella alle
Seychelles (2012)
11. Christie Brinkley
(1979) 12. Stephanie
Seymour (1989)
13. Cheryl Tiegs (1978)
14. Elle Macpherson e
Rachel Hunter (1991).
Altre foto su:
WWW.SI.COM/SWIMSUIT

11
10

139

Robert Huntzinger/ Sport Illustrated / Contour by Getty Images

ELLE MACPHERSON (1990). A DESTRA, ALCUNE STORICHE COVER (LA PRIMA, DEL 1964; LE VERSIONI 1980, 1997, 2013) E LA BARBIE SCELTA
QUESTANNO DA SPORTS ILLUSTRATED COME MODELLA DI PUNTA: INDOSSA LO STESSO COSTUME A RIGHE DEL SUO ESORDIO, NEL 1959

140

Gentlemens
uar rly

T
Immagina di essere americano. Febbraio
il mese peggiore. La primavera tarda ad
arrivare. Fa freddo, freddissimo, e ormai da
tempo. Il Super Bowl c gi stato, la stagione della National Football League nita.
Il baseball non ancora iniziato.
proprio in questo momento morto
dellanno che su Sports Illustrated la stessa rivista che 70 milioni di americani come
te leggono ogni mese, quella che parla di
quarterback, baseball, pallacanestro trovi una cosa diversa. Lo Swimsuit Issue.
La copertina una formula: una spiaggia,
una bella ragazza in bikini. Stop. La stessa
copertina della quale ti sei innamorato a 11
anni, quando hai deciso di togliere il poster
della tua squadra per rimpiazzarlo con quello di una ragazza. cos ogni febbraio, da
cinquantanni. Ogni volta, il giornale visto
da pi uomini tra i 18 e i 34 anni che il Super Bowl. Alla Time Inc., proprietaria della
rivista, lo Swimsuit Issue rende 40 milioni
di dollari allanno: il singolo numero di una
rivista cartacea pi fruttuoso al mondo.
Lo speciale arriva puntuale ogni
anno. Ormai fa parte della cultura

Paul Armbuster

Oggi in un mondo in cui quegli stessi


maschi tra i 18 e i 34 anni hanno accesso a
miliardi di lmati porno e di tumblr gratuiti
dedicati lo Swimsuit Issue continua a
funzionare. Com possibile, quando perno giornali storici come Playboy e Penthouse, ma anche i pi soft Max e Maxim, hanno
accusato il colpo? La risposta : tradizione.
Lo speciale arriva ogni febbraio, ogni
anno, da cinquantanni. Fa parte della cultura, ormai una consuetudine. Inoltre, la
selezione delle modelle accurata. Unintelligente operazione di fumo negli occhi
permette a una rivista rispettabilissima di
pubblicare uno speciale annuale dedicato

IE

a quello che Woody Allen de va sesso


con qualcuno che stimo davvero.
Lo Swimsuit Issue nato nel 1964,
Sports Illustrated negli Anni 50, con un
formato diverso da quello odierno: era
una specie di Town & Country, una rivista
per ricconi dedicata al polo, a Gstaad e al
Kentucky Derby. Allinizio degli Anni 60
avviene il cambio: il giornale mira ad asse-

IN FEBBRAIO
LO SPORT
LANGUE:
B I S O G N AVA
DA R S O L L I EVO
AI LETTORI
condare un pubblico americano sempre pi
interessato allo sport popolare. nel febbraio del 1963 che si pone il problema: quel
mese non c il football, non c lhockey,
non c il baseball. Di cosa parlare? Lintuizione: dare sollievo agli abbonati. Mostrare
una bella ragazza non una modella alla
Twiggy, ma una donna formosa, sana, una
potenziale ragazza della porta accanto seminuda, su una spiaggia tropicale.
Loperazione prende il via lanno successivo, quando la modella tedesca Babette March indossa per la prima volta un bikini in copertina. Oggi sembra il costume
di tua nonna. Allora era scandaloso.
Dal 1965 la rivista prende la forma
denitiva che la render celebre in tutta
lAmerica, grazie al lavoro di una donna,
la giovane editor Jule Campbell, che ne
diriger le operazioni no al 1996.
Praticamente stata lei a inventare lo
speciale, ha dichiarato il fotografo dello

Swimsuit Issue, Walter Iooss Jr. Lidea


vincente stata quella di usare ragazze diverse dalle modelle: volevo ragazze sane,
in forma. Questo a partire proprio dalla
cover del 65, con la 17enne californiana
perennemente abbronzata Sue Peterson.
Linvenzione di Sports Illustrated
un erotismo vestito di salute
Nei suoi 31 anni di direzione la Campbell
ha fatto la storia, realizzando copertine
con i sex symbol di tre generazioni, come
Kathy Ireland, Carol Alt, Elle Macpherson, Heidi Klum. Tutte ragazze capaci di
coniugare lidea di sport e di salute con
quella di una perfezione sica da esibire.
proprio qui che il meccanismo ha agito sul
secondo cervello presente nellorganismo
di qualsiasi maschio.
Ma sotto sotto rimane una rivista di
sport: una delle grandi menzogne su cui
si fonda la cultura pop americana, quella
patria di grandi repressi, di bacchettoni
che troverebbero oscena una puntata
di qualsiasi variet televisivo italiano, che
devono avvolgere di salute lerotismo per
renderlo accettabile. Esempio: nel 1978,
Sports Illustrated pubblica uno scatto della
semisconosciuta Cheryl Tiegs oggi nota
come la prima supermodella che segna
indelebilmente milioni di maschietti puritani. Si tratta di una foto sulla spiaggia in cui
la Tiegs indossa un costume bianco a rete,
subito dopo un tuffo in acqua. Chiedetevi:
cosa succede a un costume bianco a rete,
se si bagna? Rispondetevi da soli.
Ancora oggi, la Tiegs riceve quella foto
nella posta, con richieste dautografo.
Perch non dovrei? Rispondo volentieri ai miei fan, dice lei. Ma ammette che
la sua rma tende a coprire le parti pi in
vista del suo corpo.

Il primo numero dello Swimsuit Issue


del 64. Oggi fattura 40 milioni di dollari

Citt
craccate

6DV

BRADLEY GARRETT, 33 ANNI, RICERCATORE D L A S UO A D


OG A I E A B EN E DELLUNIVERSIT DI OXFORD,
OSSERVA LONDRA DA UNA GRU A 150 METRI DA TERRA

Gentlemens
uar rly

VIAGGIO IN 3 PUNTATE NEGLI SPAZI


SEGRETI DELLE CITT/1

Considerano lo
spazio urbano
come un sistema
operativo, che
pu quindi
essere violato
e riprogrammato.
Sono i nuovi
HACKER
METROPOLITANI
non digitali: di
giorno in ufficio,
di notte in cielo
o nelle fogne

TESTO DI

Luca Carenzo

MATTHEW POWER

IE

Il volo numero 322 della Singap e irlines


arriva allaeroporto di Heathrow. Il professor Bradley L. Garrett sta tornando da un
mese di ricerche in Cambogia e osserva
dallalto la sua citt adottiva distendersi a
perdita docchio verso un orizzonte incorniciato dallalba. Laereo atterra, ma le porte
non si aprono. Il pilota avverte che la polizia sta salendo a bordo. Due agenti della
British Transport Police si fermano davanti
al posto numero 42 K: Dottor Garrett?,
S?, Venga con noi.
Garrett viene portato via in manette e
il suo passaporto viene ritirato. Durante
linterrogatorio gli comunicano che accusato di furto con scasso e distruzione di
propriet privata. La Btp lo sta cercando
da tempo. Le sue azioni sono un affronto
troppo grande allimmagine di citt supertecnologica e ultrasicura che Londra si sta
costruendo. Nonostante questo, un agente
gli sussurra: Detto tra noi, Bradley, mi piace quello che fai.
Metropolitane in disuso, grattacieli
in costruzione, bunker sotterranei
Bradley L. Garrett un accademico di tutto
rispetto, ma a vederlo non si direbbe. Ha 33
anni, cresciuto nel Sud della California e
ha gestito un negozio di skateboard prima
di scegliere la carriera universitaria. Sulla
faccia ha ancora i segni di una dozzina di
piercing, che ha tolto per mantenere un
minimo di rispettabilit. La cosa pi punkrock che abbia mai fatto, per, la tesi
di dottorato: uno studio sulla geografia
umana intitolato Explore Everything. Placehacking the city (in vendita su Amazon),
basato sullidea che lo spazio urbano sia
codicato nello stesso modo di un sistema operativo e quindi pu essere craccato,
cio invaso, esplorato e riprogrammato.
Il soggetto della sua ricerca sono i cosiddetti esploratori urbani, che negli ultimi
anni hanno violato unimpressionante lista
di luoghi, a Londra e nel resto dEuropa:
stazioni della metropolitana in disuso, grattacieli in costruzione, bunker sotterranei
della Guerra fredda. Si chiama Urbex ed
un movimento che negli ultimi anni si
diffuso ovunque. pacico e a impatto
zero: niente vandalismo e niente furti, si
possono solo scattare fotograe. Un crimine senza vittime, come lo descrive uno
dei suoi membri.
A Londra, a met del 2012, sono circolate alcune foto scattate in cima alla
struttura non ancora ultimata dello Shard
London Bridge, il secondo edicio pi alto

dEuropa: esploratori con il volto coperto


che giravano sulle gru e sui ponteggi a
310 metri di altezza, affascinanti ma anche
inquietanti per una citt che ha speso oltre
un miliardo di sterline in sicurezza. Si
parlato addirittura di terrorismo. Garrett
sostiene che sia pi un atto di giocosa sovversione, e per dimostrarlo mi ha invitato a
vedere di persona il suo mondo nascosto.
Arrivo da New York nello stesso mo-

PERICOLOSO?
S, UN PO,
MA IL NUMERO
DI MORTI
PIUT TOSTO
BASSO
mento in cui lui atterra a Heathrow. Lo
aspetto per tre ore, poi prendo un taxi no
a casa sua. La porta stata abbattuta e poi
richiusa con un paio di lucchetti grandi
come un pugno. Un vicino mi spiega che
la polizia entrata alle sei del mattino. Dodici ore dopo essere stato arrestato a Heathrow, arriva nalmente a casa. La polizia
lo ha interrogato a lungo, e lui ha risposto
sempre: No comment. Gli chiedo se non
sia il caso di rimandare la nostra esplorazione, date le circostanze, ma lui mi risponde:
Non ci pensare neanche.
E cos, poche ore dopo, mi ritrovo
schiacciato in una Renault Twingo con
altri esploratori urbani: Luca, un medico
italiano di 28 anni, un programmatore
francese che si fa chiamare Explo e una
fotografa 23enne, Helen, detta Urban Fox.
Manca il guru del sottosuolo Greg, detto
La Lontra perch una volta si buttato di
testa in una fogna.
un concentrato di fobie: le malattie,
il buio, i topi, il pericolo di affogare
Prima di iniziare, La Lontra mi ha chiesto
se sono mai stato in una fogna. Ho risposto
di no. Non voglio dire che sia piacevole,
mi fa lui, ma rimarrai sorpreso nello scoprire che non cos brutto come pensi.
Consolante. Ma pericoloso? Se vi muovete seguendo i tempi della marea del
Tamigi, il rischio di annegare minimo.
Bene. Ci saranno topi? Moltissimi.
Camminiamo per ore dentro un tunnel
largo poco pi di due metri. unesperienza
che riassume una quantit incredi-

6DW

6DX

Bradley Garrett

Vista dallalto, la citt sembra un diorama.


WorldMags.net
Ora aspettiamo
la prossima grande impresa

PARIGI, LA VILLE LUMIRE,


VISTA DAL CAMPANILE DELLA
CHIESA DI SAINT SULPICE. PER
GLI ESPLORATORI URBANI COME
BRADLEY GARRETT, IL PIACERE
DELLA PROPRIA ATTIVIT STA
NEL CAMBIAMENTO RADICALE
DELLA PROSPETTIVA

Gentlemens
Q rte

HELEN, DETTA URBAN FOX. A DESTRA, LOS ANGELES DA UNA TORRE PER TELECOMUNICAZIONI

bile, quasi ridicola, di fobie: le malattie,


il buio, i topi, il pericolo di affogare. Alla
ne, per, mi rendo conto che La Lontra
aveva ragione. C odore di muffa, ma non
un posto schifoso. In poco tempo lentusiasmo della compagnia mi coinvolge.
Intravedo quellidea di libert totale che
Garrett ha descritto nella sua tesi.
Come vampiri pieni di caffeina, dormiamo di giorno ed esploriamo la citt di notte.
Una sera apriamo un tombino a Fleet Street
e scendiamo no alla Fleet Chamber, un
enorme bacino di reusso con splendidi
softti ad arco in mattoni. Nessun abitante
di Londra li vedr mai. Guardo nervosamente lorologio, per controllare la marea
del Tamigi. Garrett stappa una birra. Usciamo alle due del mattino. Giriamo ancora per
la citt, in cerca di qualcosa.
Garrett vede un edicio in costruzione
di dieci piani, trova un buco nel cancello

6DZ

e si inla dentro. Saliamo la scala interna


no al tetto e ci sediamo di anco alla torretta di comando di una gru a 50 metri dal
suolo, con i piedi che penzolano nel vuoto
e la citt che brilla allorizzonte. Ci sono
dei rischi, ovviamente. Una volta Explo
quasi caduto dal campanile di una chiesa,
La Lontra si rotto un braccio in una fogna.
Si dice che un esploratore russo sia morto
cadendo da un tetto. Ma loro minimizzano: La percentuale di gente che muore
facendo quello che facciamo noi piuttosto
bassa, mi dice Explo.
Un vero esploratore non si ferma:
Aspettiamo la prossima impresa
Il brivido sta pi nella metasica dellesplorazione di cui parla Access All Areas, guida
pratica e spirituale di un movimento che
si oppone a una societ piena di luoghi

sicuri e asettici, attrazioni che pretendono


un biglietto di ingresso per essere viste
dai cittadini. Il suo autore, Ninjalicious,
pseudonimo del canadese Jeff Chapman,
morto di cancro nel 2005, poche settimane prima delluscita del libro, e anche
per questo gode di unaura quasi divina.
Lidea di Garrett di recuperare lo spirito
originario di Ninjalicious ma nel frattempo sta cercando di rimettere ordine nel
caos che diventata la sua vita: non pu
lasciare lInghilterra e potrebbe anche essere espulso dal Paese. Prima, per, vuole
farmi vedere un altro posto, il gigantesco
colosso Art Dco chiamato Battersea Power Station, con le sue quattro ciminiere
alte 100 metri. la struttura che compare
sulla copertina di Animals dei Pink Floyd,
un enorme scheletro di dinosauro della civilt industriale, abbandonato dagli Anni
80. Entriamo da un buco nella staccionata,
attraversiamo un prato incolto e saliamo
rampe di scale nelloscurit, accompagnati
dal rumore delle ali dei piccioni.
La postazione di controllo della centrale grande quanto un campo da basket,
una specie di sogno futurista fatto di leve
e interruttori. La sensazione di toccare una
parte di storia non modicata, di misurare
il passare del tempo in polvere che si accumula sugli oggetti, potentissima. Garrett
muove le leve avanti e indietro, spegne e
accende interruttori ormai distrutti, come
se fosse il Dr. Who: Di solito questo in un
museo non te lo lasciano fare, commenta. Saliamo ancora pi in alto e sbuchiamo
fuori nella pioggia sulle impalcature che
circondano una delle ciminiere, larga abbastanza da inghiottire un autobus a due
piani. La citt sembra un diorama avvolto
dalla nebbia.
Un vero esploratore non si ferma mai,
soprattutto uno come Garrett: Tutto gi
stato fatto. Aspettiamo la prossima grande
impresa. Non vede lora di entrare nella
nuova mega rete fognaria di Londra, che
sar nita nel 2025, e nel tunnel Crossrail,
che si sta scavando sotto la citt. E se anche
venisse espulso dallInghilterra, lisola che
gli ha offerto questi spettacoli incomparabili, avr altro da vedere: i tunnel segreti
costruiti dai sovietici sotto Mosca, la colossale fogna di Tokyo o la linea del metr
che stanno realizzando sotto la Second
Avenue a New York. Ha
SOLO
sempre sognato di pilotare
SU
una di quelle macchine che
i PA D
scavano i tunnel. E il mondo
IL SERVIZIO
l sotto pieno di possibilit COMPLETO
nascoste.

Lucy Grange

Tom Akerman

Girano su ponteggi a 300 metri daltezza.


Non WorldMags.net
terrorismo, ma giocosa sovversione

6D[

Adrian Gaut / Art+Commerce/Blob.sa.eu

BRANDON BRYANT. LA SUA


MISSIONE: GUIDARE I DRONI

I NUOVI BUSINESSMEN GLOBALI ME

Volevo
Warhol
in salotto,
e allora?

Ha nove gli,
una super moglie
(lex top model
Stephanie
Seymour), una
FAVOLOSA
COLLEZIONE
DI POP ART
e una fede
cieca nel karma:
lindustriale Peter
Brant ha solo
un desiderio.
Restare affamato

Testo di

Shutterstock

ILARIA BERNARDINI

DO

Gentlemens
uar rly

IE

Peter Brant, industriale e


uomo daffari americano, una
fortuna stimata in 2,7 miliardi
di dollari. Il suo business
principale sono le car tiere
White Birch. Collezionista
dar te (la sua immensa
collezione, specializzata in
americani, contiene il pi
grande numero di Warhol al
mondo). il proprietario di una
squadra di polo ed anche un
giocatore di alto livello. Sposato
in seconde nozze con la top
model Stephanie Seymour,
ha nove gli. il proprietario
della Brant Publications,
che dal 1969 pubblica, tra gli
altri, Interview. Lo incontro a
Palazzo Reale, a Milano, alla
presentazione della mostra di
Warhol (che chiude proprio
in questi giorni). Gli chiedo
se possiamo parlare qualche
minuto. Mi invita a pranzo. Ci
sediamo a tavola alle due e ci
alziamo alle quattro e mezzo.

Andand a iare in Engadina,


ho conosciuto il gallerista Bruno Bischofberger. Un giorno
mi ha detto: Dovresti conoscere Leo Castelli. Lho fatto
e da l Warhol, Lichtenstein,
Jones, Rauschenberg. A 17
anni ho cominciato a comperare opere darte. Mio nonno mi
aveva dato 10mila dollari, con il
trading li ho moltiplicati.
Avevo 20 anni e nel mio
appartamento a New York era
gi appesa della grande arte.
Mi sono concentrato su Andy
Warhol, che era il pi radicale
e non era stato ancora capito
da molti. I grandi collezionisti,

Ho cominciato a comprare
da Leo Castelli, a 17 anni

al tempo, erano pochi e neanche particolarmente colti: per


esempio Scull aveva una compagnia di taxi. Spesso nellarte
i grandi collezionisti non sono
degli accademici.
Tutto nasce dal desiderio
di comunicare e di conoscere
persone con cui parlare, dalle
quali imparare. Come quando
vai al museo, poi torni a casa
e leggi di quello che hai visto.
Per me pi interessante sapere da dove arrivano le cose che
accumularle. Se anche non le
possiedo pi, posso continuare
a goderne: ne ho donate o vendute ai musei e se vado l e le
vedo, sono orgoglioso.
In qualche maniera, come
con i figli. Ho dei figli bravi,
la pi piccola ha 8 anni, il pi
grande 40. Credo che la cosa
peggiore che si pu fare a un
ragazzino impedirgli di essere affamato: del desiderio, della lotta per diventare chi vuole.
Da quando hanno 14 anni i miei
gli devono lavorare un mese
allanno. Dico loro: Fate quello che volete, ma io ho bisogno
del vostro aiuto. Quattro su

Vengo da una famiglia europea alto borghese, lunico nato


in America. Mio padre parlava
13 lingue. Ha studiato in Germania negli Anni 20. A casa
parlava in spagnolo, come mia
madre, che nata in Bulgaria.
Si sono sposati nel 1938 e sono
stati insieme tutta la vita. Mio
padre morto nel 1995, mia
madre lanno scorso.
Ho avuto una buona educazione cattolica. Nel Queens
ero in classe con Donald Trump, siamo rimasti buoni amici.
A 15 anni sono andato alla prep
school: ero bravo, altrimenti
non mi mandavano a casa
nel weekend. Ma a 15
giorni dalla ne dellanno
mi hanno cacciato:
ero scappato a un
concerto di Bob
Dylan. Poi ho studiato alluniversit
in Colorado. Mi
interessava larte,
mio padre collezionava dipinti rococ.

VO G L I O
I M PA R A R E . E
GLI ARTISTI
H A N N O DA
INSEGNARE

nove ora lavorano in aziende


in cui sono coinvolto e hanno
raggiunto posizioni senior. Ma
non intervengo. Non controllo.
Solo quando sono piccoli me li
tengo attorno, cos che mi vedano lavorare. Voglio che abbiano
il senso di chi sono e di come
mi muovo. Questo per me signica essere una famiglia.
Non voglio lavorare ogni
giorno nello stesso modo
Io non mi sento solo. Anche se,
certo, sento di avere pi cura
io degli altri di quanto gli altri
facciano per me. Credo in Dio.
Credo nel karma. Credo nei
concetti di giusto e sbagliato.
Mi piace pensare che non devo
andare in ufficio. Che posso
fare altro, essere creativo. Non
voglio lavorare ogni giorno nello stesso modo. Le mie inquietudini derivano dai miei figli.
Due di loro sono molto belli e
appaiono spesso sui giornali. Mi
rende triste per che ngano
di avere tanti soldi in tasca. Io
non glieli do. Sono intelligenti
e non voglio che rappresentino
la famiglia in un modo che non
corrisponde a me o a mio padre.
Lesibizione non la capisco.
A me piacciono le cose semplici. I lm per esempio: alcuni
posso dire di averli visti 50 volte. Per il futuro continuo a volere questo: esser sedotto, essere
curioso, affamato.

PETER DEI GRANDI NUMERI


Brant ha un patrimonio
di 2,7 miliardi di dollari e
15 mila opere darte ( il maggior
collezionista di Warhol al mondo).
La passione per largomento
lha trasformato in produttore
di due lm (Basquiat e Pollock) e di
un documentario da Emmy,
Andy Warhol: A Documentary.
Ha cinque gli dalla prima moglie,
Sandra Simms, e tre dalla seconda,
Stephanie Seymour (ai quali
si aggiunge il glio di lei).
lantropo, giocatore di polo
e alleva cavalli da record
(come Thunder Gulch).

6D]

Gentlemens
ua rly

La resistenza
degli Zoppas
Dalle lavatrici ai componenti
termici speciali per i satelliti.
Unazienda simbolo del made
in Italy si reinventata cos
Testo di CAMILLA CONTI
Foto di GAIA CAMBIAGGI

IE

Ma caro, cosa fai nella lavatrice?, esclama Franca Rame


mentre la testa di Dario Fo
spunta dallobl. Una lavatrice? Ma che marca ?. Una
Zoppas. Ah be, allora mi sta
bene!. Cos si vendevano gli
elettrodomestici ai tempi del
Carosello. Era il 1963 e meno di
10 famiglie italiane su 100 avevano in casa una lavatrice. Un
mercato vergine per lazienda
fondata nel 1925 a Conegliano,
in provincia di Treviso, da Ferdinando Zoppas con i tre gli.
Partiti con le riparazioni di
cucine economiche a legna
di produzione estera, gli Zoppas fanno il primo salto negli
Anni 50, quando cominciano
a produrre frigoriferi. La crescita continua nel 1961 con le
lavabiancheria e tre anni dopo
con la prima lavastoviglie di
produzione italiana (la Stovella). Un successo straordinario,
grazie anche alla pubblicit del
marchio: agli sketch della coppia Fo-Rame seguono infatti i
fumetti di Bonvi, e poi gli inossidabili slogan degli Anni 80
(ve lo ricordate Zoppas li fa e
nessuno li distrugge?).
Una tecnologia perfetta
nello spazio come in cucina

FEDERICO ZOPPAS, 42 ANNI. PRENDER LUI IL TIMONE?

Nessuno riuscito a distruggere gli Zoppas, infatti. Non si


sono estinti nemmeno con la
profonda crisi che ha colpito il
mercato degli elettrodomestici dopo lo sboom economico. Anzi, si sono reinventati. O
meglio, per usare un termine
tecnico, si sono riconvertiti.
Perch oggi a Conegliano non
si producono pi frigoriferi o lavatrici, ma resistenze elettriche
e sistemi riscaldanti per auto,
treni, aerei, sistemi medicali,
satelliti e addirittura razzi spaziali. Componenti super-tecnologici che vengono montati
anche nelle care vecchie lava-

trici, nelle lavastoviglie e nelle


macchine del caff.
La Zoppas arrivata alla
terza generazione e ha cambiato pelle, diventando Zoppas
Industries. Gli elettrodomestici
sono stati venduti alla ne degli Anni 60 alla Zanussi, che
alcuni anni dopo li ha ceduti
alla svedese Electrolux. Gianfranco Zoppas, classe 1943, ha
cominciato a far crescere la
Irca che faceva resistenze per
forni, lavatrici e altro, con un
centinaio di dipendenti e 850
milioni di lire di fatturato.

ERA UNA
S F I DA . O R A
VA L E 4 0 0
MILIONI
DI EURO
Oggi Irca una realt con ricavi per 400 milioni di euro (l85%
dei quali generati fuori dai conni nazionali), con fabbriche in
Italia, Cina, Romania, Germania, Messico, Stati Uniti e Brasile. Ed leader mondiale nella
produzione di resistenze elettriche e sistemi riscaldanti sia
per il piccolo sia per il grande
elettrodomestico: per intenderci, oltre il 60% dei 30 milioni di
lavatrici con resistenze interne
vendute ogni anno nel mondo
monta componenti Irca. E cos
anche per la met delle lavastoviglie e delle macchinette del
caff per uso domestico.
Laltra met del fatturato
arriva dalle applicazioni industriali. Negli aerei vengono
infatti impiegate resistenze antighiaccio per le superci che
sono a contatto con lesterno,
mentre i sistemi di riscaldamento servono per il catering
di bordo. Poi c lo spazio: gi
nel 1992 gli Zoppas iniziano a
partecipare a programmi aeronautici e spaziali europei,
ottenendo per i propri

6EU

1
PUBBLICIT VINTAGE CON FRANCA RAME E DARIO FO

prodotti le certicazioni dellAgenzia spaziale europea. Oggi


tutti i satelliti europei e molti di
quelli stranieri montano componenti prodotti dallazienda
veneta (generalmente si tratta
di sistemi di controllo termico
e di elementi che mantengono costante la temperatura).
Lo stesso vale per la Stazione
spaziale internazionale: oltre il
50% della struttura mandata in
orbita nel 2000 di costruzione
europea e il suo controllo termico completamente realizzato
con i riscaldatori di Irca.

E C ANCHE
IL BUSINESS
DELLE
BOT TIGLIE
DI PLASTICA
E poi c anche un altro business, quello dei macchinari
per produrre contenitori in
plastica. Fa capo alla Sipa, nata
nel 1980 per fornire sostegno
tecnologico a Irca nella produzione di macchinari e poi sviluppata per supportare le esigenze di unaltra azienda della
famiglia, la San Benedetto, a
sua volta seguita dal fratello
di Gianfranco Zoppas, Enrico.
Sipa stata la prima azienda in
Italia a pensare e realizzare le
bottiglie di plastica trasparente
per il latte e la prima a introdurre negli Stati Uniti i barattoli di
plastica per il burro di noccioline. Oggi produce sistemi per
la produzione di contenitori, in
parte usati dalla San Benedetto,

6EV

ma soprattutto da
colossi come Coca
Cola, Pepsi Cola,
Danone e Nestl.
Con 250 milioni
di euro di fatturato tra i primi
cinque produttori
al mondo in quel
settore e si sta
imponendo tra i 3
colossi tedeschi
come fornitore di
sistemi per limbottigliamento.
Gli Zoppas hanno dunque iniziato
una seconda vita,
creando due multinazionali tascabili negli ultimi
15 anni. Il gruppo
ha 12 stabilimenti
nel mondo, che
impiegano circa
5.000 persone.
Una scelta quasi
obbligata, non
solo dal costo del lavoro, assai
pi competitivo allestero, ma
anche dalla necessit di essere
vicini ai clienti.
Chi guider lazienda? Solo
chi lo merita davvero
Nella componentistica l89%
viene prodotto oltre conne: il
26% in Europa e il 63% fra Cina,
Brasile, Messico e Usa. Ma il
cuore e il cervello rimangono
italiani. Uno sviluppo guidato
da Gianfranco Zoppas insieme
al managing director Guido
Antoniazzi e al general mana-

ger Federico Zoppas. Ovvero


il glio di Gianfranco, il quale,
per, a proposito della successione al timone dellazienda, assicura: Prevarr il merito, da
noi c una sana competizione.
Laccordo chiaro dallinizio: se
vuoi, ti metti in concorrenza, altrimenti fai lazionista o scegli
una carriera parallela.
Dopo aver fatto un po di
gavetta in una banca daffari a
Londra, Federico ha scelto di
mettersi in gioco nellazienda di
famiglia. Ricordandomi sempre che i risultati si vedono dal
conto economico e non dal co-

1, 2, 3 I laboratori e
la produzione delle
Zoppas Industries che,
tramite le controllate
Irca e Sipa, fabbricano
resistenze elettriche e
macchine per produrre
contenitori in Pet.
4. Lazienda veneta
stata la prima a produrre
bottiglie di plastica per
il latte e i cosmetici

gnome, dice. La formula del


successo nel fare impresa in
mezzo alla crisi, del resto, sta
tutta qui. Mixare senza pregiudizi passato e presente.
Per guardare al futuro.

Gentlemens
ua erly

GQ ECONOMY

O IE

Impermeabili
alla crisi
una bella storia, quella di
Herno, che dal 1948 fa ottimi
capispalla e oggi, grazie alle
intuizioni di Claudio Marenzi,
cresciuta di 47 volte
Testo di

ANGELO PANNOFINO

In princ pio u lolio di ricino.


Lacqua arriv dopo. una storia liquida, quella di Herno, e
ha inizio nel 1948 a Lesa, in riva
al Lago Maggiore. Sono anni in
cui lolio di ricino non gode di
una bella fama, visto luso che
se ne era fatto durante il Ventennio fascista: la prima cosa che
fa venire in mente non sono gli
aeroplani n tantomeno gli impermeabili. Eppure olio, aerei e
trench sono i semi da cui germogliata una delle pi oride
realt odierne del Made in Italy.
A raccontarla il presidente Claudio Marenzi, glio del
fondatore: Mio padre Giuseppe a 18 anni lavorava alla
Siai-Marchetti, che produceva
aeroplani durante la Seconda guerra mondiale. Finito il
conitto, ridotte le commesse,
fu licenziato. Cerc lavoro in
unazienda di impermeabili ma
erano in crisi anche l: Facciamo cos, gli dissero, se
ci procuri dellolio di ricino ti
assumiamo. Allepoca era con
quellolio che si impermeabilizzavano i tessuti. Per fortuna
di mio padre era anche usato
come carburante per gli aerei
e lui, grazie al suo passato alla
Marchetti, conosceva tutti i depositi del Nord Italia: li riemp
di olio di ricino. Fu cos che
il giovane Giuseppe, futuro Cavalier Marenzi, venne assunto.
Mia madre cuciva,
lui invece vendeva

CLAUDIO MARENZI, 52 ANNI E DUE FIGLI

Il ragazzo sveglio, fa carriera


velocemente, inizia a guardarsi attorno e vede due cose: la
prima la pioggia, la seconda
una donna. Fu l che conobbe mia madre. Quando sei
innamorato anche un diluvio
diventa bello e l piove, piove,
piove: sul Lago Maggiore non
fa altro che piovere. Ser vono
impermeabili come si deve:
il 1948 quando, con sua moglie,
si mette in proprio e fonda una
piccola azienda: Mia madre
cuciva, lui vendeva: stata lei
la sua prima sarta. Dallacqua
viene anche il nome, lo stesso

del torrente che scorre l accanto, lErno: Aggiunse una


acca per dargli un sapore pi
internazionale.
Lazienda cresce e nel 1971
apre la prima boutique a Osaka. Ma in quel periodo Claudio,
ultimo di tre fratelli, ha altro
per la testa: Mi iscrissi alla facolt di Filosoa alla Statale di
Milano. Non termin gli studi:
Non erano anni facili e mio padre mi richiam allovile. Ha
22 anni: sar lazienda la sua
universit. Sono cresciuto qui:
ho iniziato dalla produzione,
poi sono passato al commerciale e inne sono arrivato a
occuparmi di strategia.

U N A C C A
AL NOME
DIEDE
UN TOCCO
ESOTICO
proprio la strategia aziendale
che non lo convince: Erano gli
Anni 80 e nel mondo della moda
era in corso una rivoluzione: si
affermavano i marchi, come
Armani o Valentino, rme che
avevano bisogno di aziende che
realizzassero i loro capi. Come
Herno: grazie al nostro knowhow nell89 iniziammo a produrre i capi di Jil Sander. Eravamo molto pi concentrati sui
marchi esterni che su Herno,
una strategia che gi allepoca
non vedevo di buon occhio, anche se lazienda andava bene:
avevamo seicento dipendenti.
Il vento per cambia nel
2000: I grandi gruppi iniziano
a delocalizzare, non producono
pi in Italia e noi ci riduciamo
no ad arrivare nel 2006 a una
cinquantina di dipendenti e un
fatturato di appena sette milioni. La crisi una questione
di punti di vista, e c sempre
di mezzo lacqua, questa volta
nel bicchiere, mezzo pieno o
mezzo vuoto: Io la vidi come
unoppor tunit per ripar tire
puntando sul marchio Herno.
Feci un piano industriale: i
miei fratelli non erano

6EW

daccordo, mio padre s, per


cui liquidai la loro parte e nel
2007 feci entrare un fondo di
investimento.
Solo al timone, Claudio Marenzi inverte la rotta: Il marchio Herno diventato centrale,
e abbiamo tenuto solo due marchi terzi. Oltre a Lesa, dove si
contano 151 dipendenti, la produzione si sposta nel Sud Italia,
con 400 dipendenti dislocati in
due grandi realt (Non di nostra propriet, ma le gestiamo
totalmente), e in Romania,
dove, in uno stabilimento da 250
dipendenti, viene prodotto un
solo capo: il piumino in nylon.
La strategia ha pagato. A distanza di otto anni il fatturato
passato dai sette milioni del

NEL 2008
CAPIMMO
CHE IL
MONDO DEL
PIUMINO
SAREBBE
ESPLOSO
2006 (quando Herno contava
per un milione, mentre il resto
erano marchi terzi) ai 50 di
oggi, dove Herno pesa per 47
milioni. Quindi siamo cresciuti
di ben 47 volte.
Se per aggirare la crisi molti diversicano la produzione,
Herno ha successo facendo
lopposto e si concentra su un
solo prodotto: il capospalla.
Puntare su un solo prodotto
pi pericoloso, ovviamente:
fondamentale avere le idee
chiare.... Claudio Marenzi le
ha: Feci delle ricerche: eravamo considerati unottima azienda, che faceva begli impermeabili, ma venivamo percepiti
come polverosi. Per come la
vedevo io, pi che polverosi
eravamo confusi: le collezioni
cambiavano senza seguire una
logica. Quando sei confuso il
mercato ti cancella. Se sei coerente ti tiene a mente. Dovevamo essere coerenti: facciamo
luxury sportswear, non possia-

6EX

mo fare altro, ma facciamolo in


modo moderno. Che vuol dire
ricerca, innovazione tecnica,
tessuti leggerissimi e altamente
tecnologici, cuciture sostituite
con saldature termiche...
E nuovi macchinari per realizzare tutto questo: Avevamo
capito che il mercato del piumino sarebbe esploso e il merito va a Remo Rufni (non a
Moncler, ci tengo a precisarlo)
che, declinandolo in tanti modi,
ha trasformato un capo icona in
una vera losoa.
Se dormo? Vado a letto
serenamente preoccupato
Nel 2008 la strada tracciata,
il seme gettato e alla Herno,
nata lungo un ume, non resta
che sedersi sulla riva e aspettare che passino i cadaveri dei
suoi nemici: Il primo nemico
stata lenorme differenza, in
termini di capacit di investimento, tra noi e i nostri competitor. Li abbiamo combattuti
con investimenti importanti,
per non dire ad alto rischio.
Ma di nemici ne passano tanti e
pi passa il tempo pi diventano grandi. Abbassare la guardia
non mi concesso. Se dormo la
notte? Diciamo che vado a letto
serenamente preoccupato.
Per rilassarsi, Claudio Marenzi si rifugia nellarte contemporanea. Le opere della sua collezione riempiono i muri di casa

ma anche quelli dellazienda:


Mi rilasso no a un certo punto: collezionare arte anche
una forma di investimento.
La passione nasce a 16 anni:
Sono sempre stato maldestro
a disegnare quindi mi attrae chi
in grado di farlo. Per questo
preferisco le opere che abbiano
un senso pittorico, anche se
sono foto o video.
Da uomo serenamente
preoccupato, oggi Marenzi
guarda al futuro con un sogno
(Tra cinquantanni vor rei
Herno ed Herms afancati)
e molte idee chiare: Puntiamo
ai mercati di Giappone e Corea
(la Cina ancora difcile). Entrare in Borsa? S e no: per me
la nanza un mezzo, non un
ne: se un domani lazienda dovesse aver bisogno di risorse
che io non riesco a reperire,
allora potremmo pensare alla
quotazione in Borsa. Concordo

1. Alcune immagini
della sede di Herno a Lesa:
qui la sala cucito.
2. Sarte al lavoro nella
sala taglio.
3. Uno scorcio dellufcio
stile: in primo piano
unopera dellartista
Patrick Tuttofuoco.

con chi dice che il capitalismo


non deve usare i soldi per fare
i soldi, ma per fare cose.
un modo di pensare di chi
non vive nel mondo rarefatto
della nanza, ma ha i piedi ben
radicati nella terra, come una
pianta: S, il nostro un lavoro
da contadini: seminiamo e poi
non ci resta che aspettare che
le cose crescano, rispettando i
loro tempi siologici. Per questo la finanza dopata non va
bene. E di acqua, per innafare i suoi semi, Herno ne
ha in abbondanza.

PROMOTION

PER FARE
TANTE COSE,
INSIEME

Galaxy Note PRO, il nuovo Tablet di Samsung dotato di un ampio display da 12.2, tecnologia
4XDG9LHZHWDVWLHUD%RRN&RYHUVWDWRSHQVDWRSHURULUHLOPDVVLPRGHOODSURGXWWLYLW
HGHOOpLQWUDWWHQLPHQWR/DYRUDUHLQPRELOLWJHVWLUHGLYHUVLFRQWHQXWLDOORVWHVVRWHPSR
RVHPSOLFHPHQWHJXDUGDUHYLGHRLQ)XOO+'QRQVDUSLORVWHVVR/HQRYLWVRQRWDQWH
Per comprenderne meglio la portata non resta che visitare, dal 10 al 23 marzo, il blog
dedicato su GQ.com, in cui tre famosi menswear and style bloggers (Lorenzo Liverani
di yourmirrorstyle.com, Filippo Fiora e Filippo Cirulli di thethreef.com) racconteranno in
WHPSRUHDOHLOSURSULRTXRWLGLDQRDWWUDYHUVR*DOD[\1RWH3523HUOHJJHUHLSRVWEDVWHU
andare su samsung.gqitalia.it

UN OGGETTO COOL. UNESPERIENZA VISUALE MAI RAGGIUNTA


DA UN TABLET. LE MIGLIORI TECNOLOGIE AL SERVIZIO DELLA
SFERA PROFESSIONALE E DEL MULTIMEDIA

Display
Con i suoi eccezionali 12.2 il display di Galaxy Note PRO ti offre unesperienza visiva
senza precedenti. Grazie alla risoluzione WQXGA (2560x1600), puoi comodamente guardare i video in Full HD, giocare con i tuoi videogame preferiti e godere al meglio di ogni
contenuto e applicazione. Ma, sempre grazie allincredibile esperienza visuale di Galaxy
Note PRO, potrai fare molto altro ancora.

PROMOTION

Quad View
Prova la tecnologia Quad View, lultima frontiera del Multitasking. Con Galaxy Note PRO
puoi svolgere 4 attivit in simultanea, spostando o modificando le dimensioni delle finestre. Puoi leggere le Email, ascoltare musica, navigare sul web e far scorrere le foto
nello stesso momento. Semplicit ed efficienza sempre a portata di mano.

Tastiera Book Cover


La versatilit del tuo Tablet si nota dai dettagli che aggiungono valore! Un esempio che
salta subito allocchio la pratica tastiera Bluetooth inclusa nella confezione, che diventa anche un elegante Book Cover. Un plus che rende ancora pi comodo scrivere
Email, o creare e modificare i documenti sul tuo Galaxy Note PRO.

SCOPRI DI PI SU
www.samsung.it/galaxynotepro

PARTNERS

BEAUTIFUL
I N F O R M AT I O N
5 ANNI DI WIRED

INFODESIGN E NUOVI LINGUAGGI VISIVI


PER RACCONTARE TUTTA UNALTRA
STORIA. E FAR EMERGERE LINATTESO

Milano, Via Dante, dal 6 al 30 marzo 2014

CON IL PATROCINIO DI

MAKE IN ITALY

I N V E N TA-S B A G L I A-I N N O VA

Gentlemens
Qu terly

ED

SPEED

SOLO PER GENTE


CHE CORRE

Piloti,
brava gente
NUOVI E VECCHI
PROTAGONISTI
DI MOTOGP E F1
PAG. 162

Dodici ruote
con stile
LA 5OO GQ,
LA NUOVA AUDI
COMPATTA E UNA
RENAULT MOLTO
CONNESSA

Sergi Pons. Illustrazione Hajime Sorayama

PAG. 170

MARC MRQUEZ (PAG. 168) INDOSSA T SHIRT AMERICAN VINTAGE, JEANS GAS, SNEAKERS MUNICH.
LEI: COSTUME ERES, SANDALI JIMMY CHOO

6FU

Gentlemens
Q rte

SPEED

Da Button
a Hamilton,
IL RAPPORTO
TRA PILOTI DI F1
E GENITORI
non sempre
facile. Allinizio,
a causa dei
rischi, i bambini
di talento
vengono spesso
scoraggiati dallo
stare al volante

Testo di

BRAD SPURGEON

JENSON BUTTON FESTEGGIA COL PAP JOHN NEL 2011

A una gara automobilistica


in Germania, circa un mese
fa, il pilota svedese Mattias
Ekstrm stava festeggiando la
vittoria con la sua squadra e i
suoi colleghi, quando il padre
ha avuto la bella pensata di versargli una bottiglietta dacqua
nelle tasche della tuta.
Forse era solo un modo per
rinfrescarlo, ma i giudici di
gara hanno deciso che si trattava di uno stratagemma per
aumentare il peso di Ekstrm.
Ekstrm ha superato i controlli di ne gara con un margine di sette chili, ma i giudici
hanno stabilito che linfrazione
rimaneva e, a causa di un gesto paterno dettato probabilmente dallentusiasmo, il due
volte vincitore del campionato
Deutsche Tourenwagen Masters si visto squalicare.
noto che in alcuni sport,
come il tennis, i genitori dei
campioni tendono a essere ingombranti e a gloriarsi
del successo dei gli.
Di solito per
nellautomobilismo, e soprattutto

MATTHIAS
EKSTRM

6FV

al livello della Formula 1, le


mamme e i pap dei piloti evitano di interferire.
Nellautomobilismo, pi che
in altri sport, i genitori danno
il loro sostegno, ma spesso
allinizio scoraggiano anzich
incoraggiare, dati i rischi e i
costi della disciplina.

CHIESI A
MIA MOGLIE:
VO G L I A MO
CHE VINCA
O NO?
Quella delle gare era unidea sua, che noi non
sostenevamo affatto,
anzi eravamo decisamente contrari,
racconta Robert
Gutir rez,
il cui
figlio
ventunenne Esteban
da poco
entrato nella
scuderia svizzera
Sauber.
Posti di fronte al timore di incidenti e infortuni,
quasi tutti i genitori, ovviamente, reagiscono decidendo
di ignorarlo, proprio come fanno i loro gli piloti. Ma quando i pargoli iniziano a esibire

un talento innegabile,
mamma e pap non
possono che desiderare
la realizzazione dei loro
sogni. Alcuni diventano
manager dei ragazzi, e
rimangono tali lungo
tutto il percorso che,
dalle serie inferiori, arriva no alle vette della
Formula 1.
Tuttavia una storia
come quella di Andr
Agassi, costretto da
un padre dispotico e
autoritario a praticare
uno spor t che, come
ha dichiarato in seguito il tennista nella sua
autobiograa, non gli era mai
piaciuto, sarebbe quasi impossibile nellautomobilismo: difcilmente chi non vuole correre
velocissimo potr mai battere
chi invece lo vuole.
Il riluttante Robert Gutirrez non sapeva nulla di Formula 1 quando iniziarono a riferirgli che il glio era tanto bravo
da poter entrare nei campionati
pi prestigiosi. Era un imprenditore messicano di successo
che non si era mai interessato
allautomobilismo, sebbene
Esteban gli avesse detto n da
piccolo di voler fare il pilota.
Alcuni piloti sono a loro
agio con i genitori, altri no
Quando nalmente, allet di
13 anni, Esteban convinse il
padre ad aiutarlo nelle gare di
go-kart, lui e il fratello Andrs
(di sette anni pi grande) iniziarono a conquistare una vittoria
e un podio dopo laltro. Ma fu
con il passaggio dai go-kart alle
auto che il padre si rese conto
di dover prendere una decisione. Esteban si aggiudic la pole
position in ciascuna delle prime
sei gare, ne vinse molte e termin secondo.
Guardai mia moglie e le
dissi: Vogliamo che vinca o
vogliamo che perda?, racconta, ricordando il momento
in cui comprese le implicazioni
di quel talento.

Andrew Hone/Getty Images, Vladimir Rys/Bongarts/Getty Images - The New York Time

Corro
da pap

Gentlemens
uar rly

Andrew Hone/Getty Images

SPEED

LINGLESE LEWIS
HAMILTON, DURANTE
I TEST INVERNALI DELLA
NUOVA MERCEDES W05

6FW

Gentlemens
Q rte

SPEED

I genitori provengono
da ogni classe sociale
Non c una regola, i genitori
dei piloti dlite (e no) provengono da ogni classe sociale.
Grahame Chilton, padre del
ventiduenne Max che gareggia
per Marussia, un imprenditore inglese di successo nel settore delle assicurazioni, fondatore della Aon e poi di Capsicum
Re con Ar thur J. Gallagher.
Pensava che anche i due gli
sarebbero entrati in affari per
seguire le sue orme, e invece

6FX

ESTEBAN GUTIRREZ, PILOTA


DEL TEAM SAUBER

SAN PAOLO, 2012: LEWIS HAMILTON DISCUTE COL PADRE ANTHONY

Paula Rikknen, madre di Kimi Rikknen, pilota nlandese della Ferrari, sostiene che
non sempre mamma e pap
sono i primi ad accorgersi del

CHI QUEL
BAMBINO
CON LA
M ACC H I N A
N. 104?
talento del glio: I pi intimi,
come i genitori, non notano
mai questo genere di cose da
soli, sostiene. La prima volta
che vedemmo dei segni promettenti fu quando Kimi aveva
quasi dieci anni e si iscrisse alle
gare di go-kart per principianti
in Finlandia. Fu il padre di uno
dei concorrenti, che aveva gi
molta esperienza come mec-

canico per il glio, a chiedere:


Ma chi quel bambino nella
macchina numero 104?. Disse
che con quel piglio e quella velocit Kimi avrebbe fatto strada,
e aveva ragione.
Poi c Jules Bianchi, della
scuderia russa Marussia, proveniente da una stirpe di piloti
automobilistici. Suo nonno era
Mauro Bianchi, tre volte campione del mondo, e il suo prozio
era Lucien Bianchi, vincitore
della 24 Ore di Le Mans nel
1968 con 19 gare di Formula 1
alle spalle; prima della Seconda guerra mondiale, il padre di
Lucien era a sua volta tecnico
delle corse per lAlfa Romeo.
Damon Hill, vincitore del titolo mondiale nel 1996, decise
di diventare pilota di Formula 1
molto tempo dopo la morte del
padre Graham (due volte campione del mondo), schiantatosi
con un elicottero nel 1975. Ma

la terza generazione ha dimostrato che il desiderio una


questione individuale.
Josh Hill, glio ventiduenne
di Damon, correva nella Formula 3 europea quando il 10
luglio dello scorso anno ha annunciato il ritiro dalle gare per
esplorare i suoi interessi musicali. Avevo pensato di partecipare alla nuova stagione, ma
dopo aver fatto una chiacchierata con pap ho capito che se
una cosa non ti prende al 100%
continuare a dedicarcisi non
una buona idea, ha dichiarato
Hill.

FORMULA
TRE, DUE,
UNO, VIA
ESORDIO
Il mondiale di Formula 1 2014
debutta a Melbourne, dal
14 al 16 marzo, e termina ad
Abu Dhabi il 23 novembre,
dopo 19 gare.
NOVIT
Questanno stato introdotto
un nuovo premio per il pilota
che conquister pi pole.
FERRARI
Con Alonso e Rikknen
il Cavallino prover a vincere
il mondiale piloti,
che manca dal 2007.

Paul Gilham/Getty Images, Clive Mason/Getty Images

Alcuni piloti sembrano a loro


agio in compagnia dei genitori. Altri, invece, preferiscono
lindipendenza.
Lewis Hamilton, campione
del mondo 2008 alla sua seconda stagione, aveva per manager
il padre Anthony, immigrato
inglese di umili origini, ma decisissimo a portare il glio al
successo. Anthony ha seguito
Lewis no al 2010; in seguito
i loro rapporti si sono fatti tesi
e il pilota ha voluto cambiare
manager. Oggi il padre si vede
di rado alle corse.
John Button, padre di Jenson Button, pilota McLaren
Mercedes vincitore del titolo
mondiale nel 2009, sempre
stato una presenza ssa sul circuito. Ex pilota di rally, John ha
seguito da vicino gli esordi del
glio nel mondo delle corse.
Al contrario il ventitreenne
Jean-ric Vergne, pilota della
Toro Rosso, ha tagliato i legami
professionali con la famiglia per
conquistarsi lindipendenza. I
genitori di Vergne gestiscono
una popolare pista di go-kart
nei pressi di Parigi, dove il giovane Jean-ric si fatto le ossa.
Ma a 16 anni se n andato da
casa e si trasferito dal suo manager per dedicarsi alle corse.
Il procuratore non ha voluto
concedere al giornale unintervista con i genitori per questo
articolo, sostenendo che non
hanno un ruolo nella carriera
del pilota. Per assistono spesso alle sue gare di Formula 1.

entrambi sono diventati piloti: Max era pi


adatto alle monoposto,
mentre il fratello maggiore Tom gareggia
nel Mondiale turismo.
Adrian Sutil, della
Force India, era destinato a diventare pianista come la madre,
mentre il padre violinista. Ma Sutil voleva
correre sui go-kart a
ogni costo e, a 14 anni, decise di diventare
pilota, malgrado il suo
talento musicale.

Gentlemens
uar rly

IE

POLO PAUL SMITH


225 EURO, CRONOGRAFO
SECTOR NO LIMITS
COLLEZIONE 850

IN ACCIAIO 189 EURO

SE SEI
DISPOSTO
A CAMBIARE,
I R I S U LTAT I
A R R I VA N O

Foto di

EDU GARCA

6FY

Gentlemens
Q rte

Testo di

GIORGIO TERRUZZI

6FZ

Per addolcire gli spigoli del


carattere, per spianare rughe
spesse e precoci, gli sono serviti anni e lividi, chilometri e
trion. Una corsa dentro s, parallela a quelle su asfalto. Cos
viaggia Jorge Lorenzo, pronto
al settimo anno da MotoGP, al
13 da Campionato Mondiale,
al 23 in sella.

OGGI SONO
FELICE CHE
VA L E N T I N O
CORRA
CON NOI
Bastano due conti per
comprendere il segno
di un destino da piega
perenne, imboccato
da piccolo a Palma
di Maiorca. Fu il
padre Jos
Manuel
a metter-

lo in moto. I risultati: strepitosi


da subito. Ma non si tratta solo
di curriculum (brillantissimo)
con quattro Mondiali (due in
classe 250, due in MotoGp).
Piuttosto, questione di distanza coperta per correggere se
stesso.
Apparve sulle piste che contano il giorno del compleanno
numero 15 (4 maggio 2002).
Chiunque si accorse di non avere di fronte solo il pi giovane
pilota mai approdato al Mondiale. Ingrugnato, scorbutico,
preso da rabbia oscura, da fame
atavica. Simpatico per niente. In
caccia, subito, a costo di raschiare lasfalto, di rischiare in pianta
stabile pur di arrivare in vetta.
Dove stava, seduto su un trono
leggendario, Valentino Rossi.
Ha bruciato ogni tappa agonistica. Meno di 3 stagioni per
capire lantifona con le 125, poi
il clamoroso decollo in 250 segnato da 2 Mondiali in 3 anni.
Abbastanza per guadagnarsi
un posto alla destra del padreterno. Yamaha ufciale, Rossi
compagno e primo avversario.

Con un muro eretto nel box per


segnalare un testa a testa preannunciato, inevitabile.
Erano i miei sbagli a farmi
perdere, a farmi cadere
Jorge scelse un approccio aggressivo. Pole position al debutto. Forte. Veloce. Sin troppo: voli spettacolari, devastanti,
che producono la prima correzione di rotta: Sono abituato
al lavoro, unattitudine allenata
sin dallinfanzia. Dovevo mettere sotto la lente i miei errori, in
una fase delicata della carriera.
Erano i miei sbagli a farmi perdere, a causare le cadute. Cos
ho iniziato a occuparmi di me
in modo diverso: per cambiare
attitudini e mentalit, per cercare una consapevolezza pi
matura. Per imparare a essere
conservatore, a volte a restare
lucido. Una maturazione, un
percorso lento e continuo. Se
hai lattitudine al cambiamento,
i risultati arrivano.
Sono arrivati, infatti, visibili
come luci al neon. Lorenzo ha

Mirco Lazzari gp/Getty Images

CAMBIATO
TANTO
LORENZO.
A 15 anni era
scorbutico e
rabbioso: ora,
dopo quattro
titoli, ha saputo
guadagnarsi
lamore dei tifosi
e il rispetto
degli avversari

Gentlemens
uar rly

Styling Nicol Russian, grooming Barbara Bonazza

imparato a vincere ma anche a


comportarsi meglio. Trasformando i rapporti con i tifosi,
la stampa, gli avversari. A cominciare da Valentino, che ha
ritrovato in Yamaha lo scorso
anno per un capitolo due diverso dal primo, anche quanto a
rispetto reciproco e indulgenza
reciproca: Sono felice che sia
qui, stessa squadra, stesse curve. Per me, che Rossi corra
molto positivo. il pi esperto,
il pi titolato, combattivo come
un ragazzo. E a una squadra
come la Yamaha serve tanto.
Non penso sia cambiato o nito, macch. In Ducati stata
dura, forse fatica a tenere il
nostro ritmo. Il mio, quello di
Pedrosa, di Mrquez. Ma guai
a sottovalutare Valentino.
Ecco, Mrquez. piombato
nel suo regno come uniradiddio. Giovane, fenomenale, campione subito. E fortunato, persino carino. Un vero rompiballe:
Ma no. efcace, bravo.
Valuto i fatti, ciascuno ha punti
forti e deboli, poi le classiche
mostrano la realt. Ho chiuso la

stagione bene ma sono caduto


tre volte, due con serie conseguenze. Mrquez sar volato
15 volte senza patire granch.
Gli andata bene ma ha fatto
tanto per vincere. Ciascuno fa
qualche sbaglio, i miei hanno
pesato. Ho vinto pi di tutti,
otto volte: non bastato.
Chi sceglie il motociclismo
attrezzato per la battaglia
Ma ser vito. A guadagnare
tifosi e rispetto. Perch ci ha
provato sino allultima curva.
Perch non ha mollato evitando polemiche, provocazioni,
vittimismi. Mostrando, appunto, unevoluzione. Duro in pista,
poi disposto a offrire persino
qualche tenerezza: Chi sceglie il motociclismo costretto
ad attrezzarsi per la battaglia.
Limmagine del guerriero con
casco e tuta inevitabile. Ma
siamo anche persone, giovani
uomini con paure e debolezze
che ci occupano la testa e lanima. La morte, per esempio. Ne
ho paura: penso sia un timore

IE

naturale. Ma non posso trattare


ogni minuto questo tema, cerco di pensarci il meno possibile,
visto che inevitabilmente mi, ci
riguarda. La cucaracha come
si dice? Scarafaggio. Mi terrorizza. Che posso farci? Niente.
pronto alla rivincita con
Mrquez. Nonostante il tam
tam che annuncia spostamenti
poi smentiti, ancora Yamaha.
Ducati? No, per ora: Dovizioso esperto, furbo, intelligente. Crutchlow forte sul giro
secco, manca di costanza. Forse non sono completi come noi,
Pedrosa, Mrquez, io. Il problema della Ducati? Non sono
riusciti a fare risultato. Ora al
reparto corse c un gran tecnico, Gigi DallIgna. Ho lavorato
con lui in 125 e in 250, pu cambiare segno anche l.
Ha mostrato la lussuosa villa
di Barcellona. Mossa criticata.
La mia vita privata deve restare privata. Altrimenti tutto si
mischia, si confonde, si complica. Mi pare di essere gi esposto, gara dopo gara, domenica
dopo domenica.

Non solo piste e pieghe. Accelera oltre lasfalto, essendo


da tempo testimonial degli orologi Sector No Limits: Tanti atleti, se smettono, faticano ad accettare una condizione diversa,
a gestire denaro e futuro. Ma
io voglio altre soddisfazioni,
voglio ridurre il disorientamento. Ho pensato a qualcosa che
mappassionasse e avesse un
senso: una linea di occhiali. Si
chiama Hawkers, si comprano via internet. Fighi, eleganti,
a prezzo ridotto. Un primo passo, ma confrontarsi con realt
diverse importante. Anche
perch, prima o poi, la mia vita
cambier: avr bisogno di nuovi ambiti su cui muoversi, fare
bene. E a me, fare le cose per
bene piace da matti.
GIACCA IN PELLE E T SHIRT
HUGO BOSS 895 E 69 EURO,
JEANS CLOSED 159 EURO,
SNEAKERS REEBOK CLASSICS
85 EURO, OROLOGIO SECTOR
COLLEZIONE OVERSIZE

CON CASSA SATINATA IN


ACCIAIO PVD NERO 119 EURO,
OCCHIALI HAWKERS

6F[

Gentlemens
Q rte

S
CHIODO SA IN T L AUR EN T
BY HEDI SLIM A NE,
T SHIRT SA NDRO

S O G N AV O D I
VINCERE TUTTE
E TRE LE
C L A S S I . E L H O
FAT T O

6F\

IL PI GIOVANE
VINCITORE
DEL TITOLO
MONDIALE
DI MOTOGP
ha le idee molto
chiare: Rispetto
tutti, cerco di
imparare, ma alla
fine resto fedele
al mio stile.
Ovvero: Correre
come un pazzo
(parola del
suo compagno
di squadra
Pedrosa) e
sorridere sempre
(parola nostra
che lo abbiamo
intervistato)

Testo di

Se c una caratteristica che


rivela al meglio la personalit
di Marc Mrquez il suo sorriso. dif ficile vederlo non
sorridente. Considerando la
situazione, abbastanza logico che il ragazzo sia sempre di
buon umore: nch qualcuno
non dimostrer il contrario,
il miglior pilota di moto del
mondo e, con i suoi 21 anni, il
pi giovane vincitore di sempre
della MotoGP. Nella sua prima
stagione nella massima serie,
Mrquez era per tutti il rookie
simpatico che doveva fare un
po di esperienza. E invece,
come in un lm, il pivellino ha
lasciato dietro tutti.
Non immaginavo un debutto del genere. Pensavo di
dovermi accontentare di dare
un po di battaglia agli altri,
racconta lui dallalto del suo
metro e 68. Ora per si gioca
a carte scoperte e a Mrquez
toccher difendere il titolo: Il
mio sogno in realt era vincere in tutte e tre le classi, e lho
realizzato. Come il suo idolo,
Valentino Rossi, non ha paura
di cadere. Jorge Lorenzo lo ha
accusato di essere troppo aggressivo e Pedrosa, suo compagno alla Honda, finito per
terra dopo un sorpasso spalla
a spalla, lo ha accusato di correre come un pazzo.
Essere famoso ha i suoi
vantaggi, ammette

JESS MERINO LPEZ


Foto di

Mirco Lazzari gp/Getty Images

SERGI PONS

Lui ascolta le critiche ma non


gli d troppo peso, perch sa
che i risultati sono l a dargli
ragione: Rispetto le opinioni di
tutti e cerco di imparare, ma resto fedele al mio stile. Capisco
Dani, in quel momento cera
tensione, ci stavamo giocando
il Mondiale: abbiamo avuto uno
scontro a ne gara ma poi tutto
si risolto con tranquillit.
La stessa con cui sembra gestire lenorme popolarit che gli
piovuta addosso: Essere
famoso ha i suoi vantaggi, ammette, ma per
mantenere i piedi
per terra conser-

ABITO E CAMICIA HUGO, CRAVATTA L A N V IN

va un legame forte con il mondo


in cui cresciuto: Le persone
che sono con te da sempre sanno quando prendi una decisione
sbagliata e te lo dicono senza
farsi problemi. Per questo ha
anche voluto in squadra lo stesso team con cui aveva vinto il
titolo in Moto2.
E poi ci sono le donne. A un
post adolescente un po furbetto come lui non si poteva fare
proposta migliore che farsi
fotografare con laccoppiata
champagne e belle donne. Con
la modella se la cava con disinvoltura, forse perch non ha da
temere scenate di gelosia: Al
momento non sto con nessuna.
Ho avuto una danzata, ma non
ha funzionato, perch non sono mai a casa. La lontananza
sempre molto difcile. Adesso
faccio quello che fanno tutti i
ragazzi della mia et, esco con

gli amici a divertirmi e a conoscere ragazze. Gli restano


ancora pochi giorni per festeggiare, prima che ricominci il
motomondiale. Poi ci saranno
solo asfalto, benzina e un titolo
da difendere, ci scommettiamo, con un gigantesco sorriso
stampato in faccia.

MOTOGP
2014
23 MARZO
Si comincia questo mese in
Qatar, poi il circo delle moto
inizier il suo giro del mondo
in 19 GP, no al 9 novembre.
E GLI ALTRI?
Da chi deve guardarsi le
spalle Mrquez? Dai soliti
noti: Lorenzo, Pedrosa
e, ovviamente, Rossi.

6F]

Gentlemens
Q rte

SPEED

La 500
si veste
con GQ

Stile unico, lusso,


funzionalit:
questa
ricercatissima
versione
di unauto
(e unicona) nata
57 anni fa
il risultato della
collaborazione
TRA FIAT E IL
NOSTRO BRAND
Testo di

PAOLO MATTEO COZZI


Foto di

PIETRO SCORDO

Dedicata a chi non saccontenta di una semplice auto-oggetto ma sa scegliere con cura
loggetto-auto, Fiat 500 GQ
la Gentlemens Car del momento, espressione del lusso
metropolitano e accessorio essenziale per quanti desiderano vivere la mobilit contemporanea con stile, senza alcuna
rinuncia.
Questo fashion crossover,
frutto della collaborazione tra
il costruttore e il nostro magazine, oggi completa con
una versione speciale la gamma del mitico
cinquino:
unicona, cio,

6GT

interamente made in Italy, nata


nel 1957 e risorta in chiave moderna cinquantanni pi tardi
(2007), che ha conquistato

I L N U OVO
L I N G UAG G I O
DI UN
ELEGANTE
FASHION
C R O S S OV E R
consensi in tutto il mondo.
unauto in grado di interpretare i codici di un nuovo linguaggio estetico-funzionale no a
risultare bella, confortevole,
sicura ma anche efciente e

piacevole da guidare.
Qui tutte le odierne passioni trovano spazio: simbolo di
un lusso consapevole, accessibile, mai ostentato, disponibile nella duplice declinazione
berlina o cabriolet. la vettura
ideale per luomo metropolitano del Terzo Millennio, un
maschio sempre connesso che
vive la socialit della citt moderna diviso fra mete daffari e
di piacere. Un uomo che ama
lestetica ricercata e lo stile
senza compromessi: lo stesso
stile unico che ritrova nei dettagli bespoke di Fiat 500 GQ.
Pi di unutilitaria, grazie ai
suoi tre metri e mezzo di lunghezza, allo stesso tempo

Pietro Scordo. Illustrazione. Hajime Sorayama

IL LOOK AGGRESSIVO E LO STILE SENZA COMPROMESSI DELLA FIAT 500 GQ

GLI INTERNI: UN MIX DI ELEGANZA, EFFICIENZA


E COMFORT DAI RISVOLTI ARANCIONE BRILLANTE

agile nel trafco e facilissima


da parcheggiare. Ha quattro
posti (veri) e spazio sufciente ad alloggiare nel bagagliaio
un paio di borse o di sacche;
basta reclinare lo schienale del
divano posteriore per caricare
a bordo anche oggetti lunghi
pi di un metro o bagagli pi
ingombranti. Magari il necessario per una fuga dalla citt
lunga un weekend.
Berlina o cabriolet,
la duplice declinazione
di un mito inossidabile
Lo stile di 500 Gentlemens
Quarterly si accende in unarmonia di contrasti. Dalla ver-

nice bicolore metallizzata con


tetto e linea di cintura in Nero
Vesuvio e carrozzeria in Grigio
Colosseo alle calotte satinate
degli specchi retrovisori e allo
stickers line estetico grigio.
Non basta. I cerchioni in lega
diamantati sono specici misurano 16 pollici poi ci sono
il badge identicativo con logo
GQ sul montante e quello 500
sulle coppe ruote: in tinta arancio, la medesima cromia scelta per le pinze dei freni (sulla
versione 0.9 Turbo da 105 Cv).
Risultato: un look aggressivo e
insieme rafnato, completato
da minigonne e paraurti sportivi, spoiler, vetri scuri privacy.
Non sono da meno gli inter-

ni, perfetto mix di personalit


esclusiva e comfort. Ogni dettaglio suggerisce dinamismo
e ricercatezza: pedaliera in
alluminio spazzolato, loghi in
rilievo, volante sportivo che
accoglie i comandi dellinfotainment per preservare la sicurezza. La plancia high tech si
illumina di arancione brillante
per enfatizzare la bicromia dominante, un contrasto ribadito
dalle cuciture sul nero intenso dei sedili in morbida pelle
Frau.
Edonismo, ma con sostanza: lequipaggiamento di serie
offre climatizzatore manuale,
radio Cd/Mp3, sistema vivavoce Blu&Me con tecnologia
Bluetooth e comandi al volante, per connettere (facilmente)
lo smartphone.

TRAZIONE ANTERIORE
E GRAN CARATTERE
La Fiat 500 GQ declina diverse
motorizzazioni: i benzina 1.2 con
69 cavalli, 0.9 TwinAir Turbo da
85 Cv, 0.9 TwinAir Turbo da 105
Cv e il diesel 1.3 Multijet 16V da
95 Cv. Tutti abbinati al cambio
manuale a 5 rapporti, eccetto il
Turbo da 105 Cv che ha il cambio
a 6, accarezzano lambiente ma
sanno scattare al momento giusto.
La trazione anteriore consente
manovre semplici. La pedaliera
sportiva lespressione di un
carattere indomito che si esprime
al meglio con la versione TwinAir
Turbo da 105 cavalli. Gentile,
invece, la TwinAir Turbo da 85
cavalli: il motore bicilindrico di
875 cc produce solo 90 g/km di
CO2 e in citt con un litro di
benzina percorre poco pi di 20
chilometri. Lo scatto da fermo a
100 allora si percorre in soli 11.

S C H E DA T EC N I CA
LUNGHEZZA
LARGHEZZA
ALTEZZA
MOTORI
POTENZA
VELOCIT MAX

354,6 cm
162,7 cm
148,8 cm
benzina 0,9 Turbo e 1,2 litri diesel 1,3 litri
da 69 a 105 Cv
da 160 a 188 km/h

6GU

Gentlemens
Q rte

SPEED

E CON LA
FUNZIONE
DRIVING ECO
TI DIVERTI

Quattro ruote
nella rete
RENAULT R LINK, LA STAZIONE MULTIMEDIALE

Testo di

PAOLO COZZI

I MOTORI DELLA CAPTUR?


DUE BENZINA TCE DI 898 CC
E 90 CAVALLI E 1,2 LITRI DA
120 CAVALLI, E IL DIESEL
DI 1,5 LITRI DCI DA 90 CAVALLI

6GV

Scommette tutto su design


e connessione continua
il crossover RENAULT CAPTUR

Unauto con i numeri giusti:


duecento combinazioni
di colore non vi bastano?
Se volete unauto dal look di
carattere e sempre connessa,
seguiteci alla scoperta di Captur. Si chiama cos il nuovo
crossover rmato Renault.
Lauto ha dimensioni compatte ( lunga 4,12 m), una
buona altezza da terra (200
mm) e protezioni sottoscocca
per affrontare tutte le situazioni di guida. Al resto pensano i nuovi
motori
Renault
ottimizzati con

tecnologie davanguardia mutuate dallesperienza maturata in 35 anni di Formula Uno.


Il cambio manuale a 5 rappor ti o automatico Edc doppia frizione, c lo Stop &
Start che riduce i consumi e il
sistema di recupero dellenergia in frenata Esm (Energy
Smart Management).
Lauto, come anticipato,
scommette molto sul design:
sono 200 le combinazioni e gli
abbinamenti bicolore possibili
per tetto e carrozzeria. Pi di
100, invece, quelle che riguardano labitacolo, come i prati-

ci rivestimenti dei sedili sfoderabili Zip Collection.


Sempre allinterno, a catturare lattenzione ci pensa il
grande touchscreen della console centrale. da qui che si
controlla Renault R-Link, la
stazione multimediale.
Il navigatore connesso
TomTom gestisce in tempo
reale le informazioni sul trafco, la funzione Driving Eco
sceglie un approccio ludico
per aiutare a risparmiare carburante fornendo il bilancio
del percorso e consigli su misura. Non basta? Collegandosi
a Renault R-Link Store, direttamente dalla vettura o da
casa tramite il portale My Renault, si ha accesso allassistente personale.

Gentlemens
uar rly

SPEED

Lusso s, ma concentrato
Con le nuove S1, AUDI impone
uno standard differente
nel settore delle compatte
La rivoluzione delle sportive
sta in appena 3,95 metri
Testo di

PAOLO LORENZI

LA NUOVA S1 AUDI. SOTTO IL COFANO, UN MOTORE 2.0 TSI, 4 CILINDRI TURBO, DA 231 CV

C lAudi A1. E poi ci sono la


S1 e la S1 Sportback, le varianti sportive. Il lusso si restringe
in 3,95 metri con tutte le speciche che distinguono le auto
di Ingolstadt firmate dalla
Quattro GmbH.
La S1 alza lasticella nel settore delle compatte e allarga
verso il basso quella sportivit
che stata nora prerogativa
delle auto premium di dimensioni pi grandi. molto pi di
una urban car rielaborata,
poich eredita sistemi e dotazioni al top in casa Audi. Tanto
per cominciare il motore il 2.0
Tsi 4 cilindri turbo da 231 Cv.
Un propulsore che pu spinger-

la no a 250 km/h e farle bruciare i 100 metri da ferma in 5,8


secondi. Tutto questo con un
consumo che arriva a 7 litri di
benzina per 100 chilometri:
come quello di una berlina di
media cilindrata.
Come tutte le Audi S, anche
la S1 dotata di trazione integrale ma soprattutto equipaggiata con lAudi Drive Select
che adatta motore, cambio e
sospensioni (regolabili di serie)
al tipo di guida preferito. Rispetto alla A1 ha un assetto decisamente pi rigido, freni pi grandi (310 mm di diametro quelli
anteriori), il servosterzo elettromeccanico, pneumatici ribassa-

ti di sezione maggiore e qual- si pu avere il sistema di naviche dettaglio estetico diverso gazione Mmi plus con schermo
a colori o limpianto audio Bose
per sottolinearne la sportivit.
Anche nellallestimento Surround. La connettivit, giacch Interdellabitaconet semlo la S1 ha
pre pi un
tutto ci che
TUTTI
must anche
ser ve per
CONNESSI
in auto,
appagare i
CON IL WI-FI
garantita
guidatori
dallAudi
pi esigenti.
INTERNO
Connect,
Gli inter ni
con telefosono caratterizzati dai sedili sportivi e dai no veicolare. Condivisibile con
rivestimenti scuri, con niture gli ospiti sui loro smartphone,
in pelle e cuciture in contrasto, grazie al wi- interno. S1 ed S1
i pedali sono in acciaio spazzo- Sportback arriveranno sul merlato. Le dotazioni rappresenta- cato nel secondo trimestre di
no lo stato dellarte e a richiesta questanno.

6GW

Ingrid
FOTO DI

6GX

KATE BELLM

UN TANTANEA PER IL MITO


Era il 1964 quando Porsche lanci
la pi iconica delle sue auto:
la 911. Una coup, come quella su
cui distesa la nostra biondina, che
dopo alcuni difetti iniziali si trasform
in simbolo tipicamente maschile,
per lestetica aggressiva e per le
prestazioni del suo boxer 6 cilindri

6GY

BREAKING
THE RULES

sport & elegange: the choice

Comunicare il different beat, la brand essence che esalta il mood aspirazionale. Kia Motors Company Italy, filiale
italiana del colosso coreano quarto nel mondo nel settore
automitove, si proposta cos sul mercato nel 2013. E il
messaggio alla base anche della limited edition Sportage
4x4 Rebel. Rebel is Born, recitava il claim della riuscita
campagna pubblicitaria. Lanima rock di Sportage 4x4 Rebel che con un gesto iconico rompe le regole e traccia
la propria indipendenza propone unauto che supera gli
schemi, lomologazione della propria classe, e si posiziona
con carattere innovativo e performante. Sportage 4x4 Rebel si rivolge a un cliente uomo, single o con famiglia, che
desidera soddisfare le proprie aspirazioni con unauto dal
design sportivo, ma che offra caratteristiche di comfort e
sobriet. Tecnologia e prestazioni sono fattori chiave nella
scelta di unauto e Sportage 4x4 in questo senso perfetta.
Cerchi da 18 di serie, il comfort del clima automatico bizona e dei sedili misto pelle/tessuto, la tecnologia del Kia
Navigation System e lunicit del motore 2.0 C
184 CV

(anche con cambio automatico) fanno s che tutti i desideri


siano soddisfatti. Anche con i 7 anni di garanzia che Kia offre in dotazione. Una filosofia vincente in tutto il mondo per
il brand coreano, che allultimo Salone di Francoforte ha dimostrato di puntare intensamente al prossimo futuro attraverso Kia Niro, la concept che volge al domani la nozione di
crossover compatto. Il prototipo, con dimensioni quasi da
city car, unisce la rudezza e tutti i muscoli necessari a una
vettura dedicata allactivewear avventuroso alla raffinatezza delle sue forme sinuose e allampio spazio del prezioso
e iperaccessoriato abitacolo. Scelte eleganti come la colorazione bicolore o le portiere ad ali di gabbiano, ma anche
tecnologiche e green come nel caso della trazione 4x4
abbinata a un propulsore diesel-ibrido. Che presto potr
confrontarsi con i sicuri sviluppi di questauto per ora futuribile. (Qui sopra, e in alto nlla pagina accanto, Kia Sportage 4x4Rebel. Nella pagina accanto, in basso, la concept
Kia Niro e il palazzo del Kia Design Sutdio a Francoforte)

PROMOTION

IL PRESENTE. E UN FUTURO VICINO. SE KIA SPORTAGE 4X4


REBEL ROMPE GLI SCHEMI CON UNANIMA ROCK, MA SOBRIA
E CONFORTEVOLE, LA CONCEPT KIA NIRO, NATA DA UN
PROGETTO DEL KIA DESIGN SUTDIO DI FRANCOFORTE, DETTA LE
NUOVE REGOLE DELLE CROSSOVER COMPATTE. PER SODDISFARE
LE ASPETTATIVE DEGLI AUTOMOBILISTI EUROPEI.

Gentlemens
Qu terly

P U R A V I DA
Tutto il meglio delle
vere sse maschili

P I L U O M O
STUPIDO
E MEGLIO LO
CAPISCE IL SUO
C AVA L L O
A N TO N C EC H OV

Colorado
su due ruote
UNA PERFETTA
VACANZA IN
MOUNTAIN BIKE
PAG. 180

Anche questa
Londra
JEREMY HACKETT
E IL SUO
COTTAGE IN CITT
Gaia Cambiaggi

PAG. 191

CHE FINE HA FATTO


VARENNE? SCOPRITELO
A PAG. 186

6G]

Gentlemens
Qu rte

V A

Terre rosse
su due ruote
In Colorado, tra cactus, saliscendi e paesaggi lunari.
Una fantastica escursione nei Kokopelli Trails, tra i percorsi
pi affascinanti al mondo per chi ama la MOUNTAIN BIKE
Testo di

TOBIAS MAURER
Foto di

ALEX BUSCHOR

180

I L PA R A D I S O I N
TERRA NON ESISTE,
M A C H I VA I N
B I C I C L E T TA C I
ARRIVER COMUNQUE
M AU R O PA R R I N I

IN MOUNTAIN BIKE
ALLA CONQUISTA
DEI GRANDI SPAZI
TRA GLI STATI
DEL COLORADO
E DELLO UTAH

I paesaggi del Colorado sono di


per s un motivo sufciente a
sorvolare lAtlantico. Se poi si
aggiunge la promessa di un clima mite e di escursioni in
mountain bike in T-shirt e pantaloncini, la decisione di partire
praticamente scontata. Come
meta del viaggio abbiamo scelto
la regione di Fruita-Grand Junction. Con i suoi paesaggi di
rara bellezza e i suoi favolosi
percorsi, la zona sembra fatta
apposta per garantire superlative vacanze in mountain bike.
Lappuntamento in un parcheggio a sud-ovest della citt
di Grand Junction. una splendida mattina e noi siamo un po
nervosi, perch oggi sar Ross
Schnell, vera leggenda della
mountain bike, a guidarci lungo
gli itinerari della sua terra. Si
capisce subito che cosa abbonda da queste parti e spesso scarseggia in Svizzera: lo spazio. In
questa terra sconnata c posto per creare meravigliosi percorsi per mountain bike, senza
rischiare di infastidire gli escursionisti a piedi e a cavallo.
Mentre veniamo cullati dalla
bellezza del panorama, un pickup entra allimprovviso nel parcheggio sollevando un polverone. Lenorme veicolo si ferma
accanto a noi e un signore con
un paio di baf notevoli preleva
una trek bike dal cassone:
Ross. Lex professionista ci descrive in breve i numerosi percorsi della zona, e di l a poco ci
ritroviamo a sfrecciare lungo i
tortuosi sentieri di un paesaggio che ci si aspetterebbe di
trovare sulla luna. Fra le verdi
steppe si innalzano bizzarre collinette simili a giganteschi termitai. I percorsi, per, non sono
adatti alla contemplazione del
panorama: in certi punti si va
velocissimi in discesa, come su
un ottovolante, in altri ci si inerpica su per ripide salite. Ross le
padroneggia con disinvoltura,
mentre noi il pi delle volte siamo costretti a scendere dalle
biciclette e spingerle.
Pi in l cominciano i Kokopelli Trails. Dopo mezzora di

182

percorso ci ritroviamo sullorlo


di un burrone sopra il fiume
Colorado. Per godersi appieno
lo splendido paesaggio, vale la
pena di fare una sosta.
I cactus continuano a sfrecciare ai margini del sentiero:
sono splendidi soggetti fotograci e unottima scusa per fare
una seconda pausa. Oggi abbiamo continuato a salire e scendere. Per i ciclisti locali normale, a noi invece costa uno
sforzo notevole. Ci aspetta
unennesima salita massacran-

PROPRIO
L A VA C A N Z A
CHE
S O G N AVA M O :
BICI E BIRRA,
AMICI E
BARBECUE
te e ci chiediamo seriamente se
ne valga la pena. Poi, per, grazie al panorama a 360 gradi che
si apre davanti ai nostri occhi
una volta arrivati in cima, tutto dimenticato in un attimo.
Ci congediamo dal grande
Ross, e a Fruita ci dirigiamo
verso il campeggio. Queste s
che sono vacanze: la sera ci sediamo intorno al fuoco e ammiriamo un cielo mozzaato. Stiamo vivendo il nostro grande
sogno: percorsi perfetti per le
nostre biciclette, amici, campeggio, carne alla brace e birra.
Il mattino seguente siamo
pronti per unaltra avventura. I
percorsi 18 Road Trails hanno
reso celebre la localit di Fruita.
un paradiso: sentieri uidi e
divertenti adatti a principianti
ed esperti. Dopo unaltra indimenticabile giornata in bici,
abbiamo il sorriso stampato in
faccia. E, completamente impolverati, seguiamo lesempio degli abitanti locali e ci concediamo una bella birra fresca.
proprio quello che ci aspettiamo
da questo viaggio.

LE IMPEGNATIVE
SALITE VENGONO
PREMIATE CON
PAESAGGI
MOZZAFIATO.
E, A FINE GIORNATA,
CON UN BEL FAL
E QUALCHE
BIRRETTA FRESCA

Sar Ross Schnell,


vera leggenda
della mountain bike,
a farci da guida

Gentlemens
uar rly

IDA

aPix

I PERCORSI 18 ROAD TRAILS DI FRUITA SONO CONSIDERATI DAI FANATICI


DELLA MOUNTAIN BIKE I MIGLIORI DI TUTTO IL COLORADO

Gentlemens
Qu rte

V A

Vagabonda, ma di classe
Lultima nata di casa Cinelli
si chiama HOBO ed la bici
dedicata a quelli che,
ogni tanto, amano scappare
Testo di

MAURIZIO RIDOLFO
LA SPECIALE NASTRATURA A
TRIPLA DENSIT DEL MANUBRIO

P E R F E T TA
PER LA
C I T T O P E R
LA FUGA

La strada non solo una via


per raggiungere la meta, ma
anche sinonimo di esperienza e
avventura. Hobo, lultima nata
di casa Cinelli, una bici pensata proprio per far vivere la strada. Il nome lo stesso di quei
vagabondi americani cantati da
Woody Guthrie e mitizzati dagli
scrittori della beat generation
che sfruttavano i treni merci per
spostarsi, vivendo alla giornata.
La Hobo vuole incarnare
quello stesso spirito libero. Per
questo ha due por tapacchi,
unimpostazione tra la corsa e il
ciclocross, e una guida comoda
ma anche guizzante: perch una
volta alleggerita dei suoi fardelli
in grado di muoversi veloce
sia in citt sia fuori. Pu montare diversi tipi di pneumatici,
per adattarsi a ogni fondo. Un
mezzo nato per la vita di tutti
i giorni, ma perfetto anche per
scappare lontano.

UN DETTAGLIO DEL GRUPPO


SHIMANO DEORE A 9 VELOCIT

L A P R O VA E S T R E M A : P E D A L A R E N E L D E S E R T O
LANNO SCORSO IN AFRICA...
La Hobo stata testata
sul campo nellultima
edizione del Tour dAfrique,
percorrendo ben
1.200 km nellultimo tratto
della corsa che attraversa
da nord a sud lintero
continente africano. Unaltra
testimonianza dellimpegno
e della sostanza dietro al
progetto di questa bicicletta.

184

TUTTI I NUMERI DI UNA


BICICLETTA ON THE ROAD
Telaio in ACCIAIO AL NIOBIO.
TRIPLO ALLOGGIAMENTO
per borracce.
Reggisella da 27,2 MM.
Pneumatici no a 40 MM
di larghezza su ruote da 28.
equipaggiata con portapacchi
Tubus, capaci di sostenere no
a 40 KG di bagaglio.
Sistema di limitazione dello sterzo
ERGO STEERING STOP.
Prezzo 1.200 EURO.
Info su WWW.BOOTLEG.IT, il sito
dedicato alle bici Cinelli Bootleg.

Campa cavallo
Testo di

DARIO FRECCERO Foto di GAIA CAMBIAGGI

Si ritirato dalle corse undici anni fa, ma


anche nella nuova carriera di stallone
VARENNE non secondo a nessuno.
La sua straordinaria leggenda continua
6HZ

Gentlemens
uar rly

IDA
Quanto costa clonare un mito? Non molto,
in fondo: 15 mila euro, il prezzo di unutilitaria accessoriata. Compri il seme e ti
costruisci un campione. Si potesse fare nel
calcio pensa la la davanti a casa di Cristiano Ronaldo e Lionel Messi. Nellippica si
pu e c la la alle porte di Torino: benvenuti a Vigone, il buen retiro di Varenne, il
cavallo pi vincente e amato della storia.
Sono passati 11 anni da quando, con il
driver Giampaolo Minnucci ,stupiva il mondo. Oggi il Capitano si dedica a tempo
pieno alla carriera di stallone e neppure
in questa disciplina secondo a qualcuno.
Meglio di John Holmes e di Rocco Siffredi.
Oddio, fa la vita di una grande star. Alle soglie dei 19 anni (li compir il 19 maggio), ha
uno stuolo di persone che si occupano di lui
24 ore su 24 nellallevamento Il Grifone:
una tata, un veterinario, un allenatore, un
custode, persino una segretaria che coordina la sua agenda. un cavallo che non
ha fatto un giorno come i suoi simili, mai
preso un temporale, mai andato da un veterinario comune. Lo trattano con i guanti,
come unopera darte.
C chi arriva dallAustralia per
vederlo, fra un monumento e laltro
Un tizio venuto dallAustralia per vederlo, racconta Jacopo Brischetto, amministratore delegato de Il Grifone. Ci ha
spiegato di avere inserito la tappa da Varenne tra le visite degli Ufzi di Firenze e
del Duomo di Milano. Non il primo che lo
fa, tutti gli anni arriva qualche Marco Polo
al contrario dedicato a lui.
Sei mesi di relax nei suoi recinti, gli
altri sei da riproduttore nel box: questa
oggi la sua vita. Da febbraio a luglio guai
disturbarlo, Varenne non c per nessuno:
la stagione della monta, il Capitano si
dedica a riprodurre il suo mito (o almeno
a tentare) in una cameretta disadorna e
senza nestre, che non il massimo del
romanticismo ma funziona. A dirla tutta
non c neppure una femmina a dargli
soddisfazione: Varenne si accoppia con
una sagoma di cuoio e leccitazione deriva
dalla presenza di una cavalla vera, ma nel
box vicino, a qualche metro di distanza.
Ne sente lodore, la vede e questo gli basta, spiegano a Vigone. Se assaporasse
lamore della carne non potrebbe reggere
i ritmi da stallone.
Povero Varenne, tanti trion e neppure
una compagna con cui festeggiare. A lui
va cos. Se in pista ha vinto pi di qualsiasi
cavallo nel trotto 6,3 milioni di euro di

I N P I S TA
NON HA
AV U T O R I VA L I .
TRA CORSE
E AT T I V I T
D I S TA L L O N E
FINORA
H A FAT T U R AT O
PI DI 24
MILIONI
DI EURO
premi nelle 62 vittorie in 73 corse nella
camera da letto dei sogni sta facendo pure
meglio. Ha gi messo al mondo qualcosa
come 1.200 gli: calcolando 15 mila euro
ciascuno, si stima abbia fatturato circa 18
milioni di euro come riproduttore.
Tra la stagione delle corse e la seconda
vita da macho, fanno pi di 24 milioni
complessivi. Una macchina da soldi che ingrassa le tasche degli investitori e alimenta
un giro daffari da azienda media. Tasche di
tutti i tipi, per la verit: di recente, due suoi
eredi sono niti sotto sequestro nellambito
di unoperazione anti Camorra della Dda di
Napoli nei confronti del clan Zazo-Zaza.
la prova che la chimera di un supercavallo
ingolosisce appassionati e addetti ai lavori,
ma pure la malavita. Sono i numeri a dire
che si tratta di un investimento che non
passa mai di moda.
Da quando in pensione (settembre
2002), il seme di Varenne richiesto ogni
anno da circa 200 allevatori e solo il limite
di legge ssato a 150 non consente di soddisfarli tutti. Pochi sportivi rendono cos
tanto e cos a lungo.
Qualcuno voleva quotarlo
in Borsa, altri addirittura clonarlo
Chiamatelo fondo-Varenne, gli manca solo
la quotazione in Borsa. Anni fa ci avevano pure pensato, poi si sono buttati sulle
squadre di calcio. Come avevano preso in
considerazione di clonarlo: il genetista Cesare Galli, il primo al mondo a clonare un
toro, si era offerto, ma non se ne fece nulla.
Chi sogna un nuovo Varenne? Ovviamente proprietari di scuderie, addetti ai
lavori dellippica, ma anche semplici tifosi che si sono innamorati di questo baio
quando trionf al Prix dAmerique, la corsa

pi prestigiosa del mondo. Luno-due del


2001-2002 un lm che lItalia non dimentica e continua a far sanguinare lorgoglio
francese. Accarezzare oggi Varenne, e
pensare che lo stesso di quei pomeriggi
parigini, un po altezzoso e con il carisma di
un umano, fa venire la pelle doca. come
un divo del cinema, come un dio del calcio.
Non passa mai di moda.
Di cavalli anche leggendari piena la
storia: ci sono stati Ribot, Man oWar, Secretariat, Nearco, quasi tutti campioni nel
galoppo, la disciplina pi nota. Oggi sceicchi, miliardari e oligarchi strapagano la
monta dellinglese Frankel (150 mila euro)
o quella dellinarrivabile irlandese Galileo
(250 mila euro), anche loro galoppatori.
Varenne nato nel 1995 a Copparo, nel
Ferrarese, ed diverso da tutti quanti. Lui
glio del dio minore trotto, in teoria
dovrebbe essere considerato un cavallo di
serie B nel mondo dellequitazione mondiale. Di fatto, scolorisce la gloria di molti
predecessori anche leggendari.
Tra i suoi figli ci sono gi alcuni
campioni. Ma non ancora come lui
Ovunque tu faccia il suo nome, la gente si
emoziona. unicona, un simbolo italiano
vincente. Forse per la sua favola di brutto
anatroccolo: il parto difcoltoso, nessuno
che allinizio ci crede, il trasloco in Normandia, il op alla prima corsa (squalicato). Il mito covava silenzioso, venuto
fuori con tempi cinematograci.
La sua stata una favola irripetibile,
riprende Jacopo Brischetto. Veloce, bellissimo e soprattutto di intelligenza superiore. I suoi successi hanno richiamato negli
ippodromi anche chi non seguiva lippica.
Varenne non un animale caloroso, quasi snob, eppure la gente ne resta stregata,
magnetico. come Maradona, pi di
uno sportivo. Se c lui, non guardi nessun
altro. Sar per questo che in occasione di
ogni compleanno, il 19 maggio, centinaia
di persone raggiungono Vigone solo per
applaudire il modo con cui addenta la torta
di frutta e carote che gli preparano i tifosi.
I suoi diritti dimmagine sono ancora della
Snai, ha un fan club che lo venera come
un santone. Purtroppo, non correndo pi
la sua leggenda va sbiadendo, lideale per
rilanciare lippica sarebbe un suo glio veloce e vincente come lui.
Ci sar mai? Gli esperti scuotono la testa: Difcile. Non che siano brocchi, i
suoi eredi, tanti hanno vinto e stravinto,
qualcuno un mezzo fenomeno.

6H[

Gentlemens
Q rte

Ma confrontarli con il padre impossibile.


Non rinascer mai un altro Varenne, come
non rinascer un altro Maradona, afferma
Brischetto. I suoi eredi hanno gi trionfato
in diversi Gran Premi, ma nessuno ha la
sua testa, la sua forza interiore.
Per ora laffare migliore resta quello del
suo proprietario, Enzo Giordano, che compr Varenne per 180 milioni di lire al termine di unasta non proprio incandescente.
Anche su questo orisce la mitologia: andate a chiedere cosa ne pensa il leggendario
allevatore francese Jean-Pierre Dubois che
se lo lasci sfuggire dopo averlo preso per
primo. Sono errori che non si dimenticano: Dubois nellippica come Mourinho
nel calcio, passa per uno che non ha mai
sbagliato. La leggenda Varenne ha umiliato
pure lui.
Oggi il Capitano trascorre le sue giornate in questo rifugio torinese che gli somiglia curatissimo, elegante dividendosi
tra visite, monte e marketing. Tempo fa,
in centro a Torino, ho sentito un giovane
abbordare una ragazza dicendole: Io sono

LA F F A R E
MIGLIORE
R E S TA
QUELLO DEL
S U O PA D R O N E :
COMPR
VA R E N N E
A U N A S TA ,
PER SOLI 180
MILIONI DI
VECCHIE LIRE
di Vigone, il paese di Varenne, racconta
lAd de Il Grifone. ancora un volano,
persino per i luoghi in cui vive.
Lunica cosa che gli manca una compagna in carne e ossa, visto che di quella
sagoma di cuoio non si pu innamorare.
Potrebbe sembrare triste, ma non aven-

LA SAGOMA CON CUI VARENNE


AMOREGGIA SEI MESI ALLANNO

dolo mai provato non sente la mancanza di


un rapporto vero. Potr mai danzarsi?
Tutti ce lo chiedono, ma soffrirebbe di
pi, meglio di no.
Il primo dellesercito di gli stato Icaro
del Ronco: stato venduto nel 2004 alla
cifra record di 150 mila euro, dieci volte
il prezzo di un puledro. Ha avuto il Dna,
ma non la fortuna: un infortunio lha subito
costretto lontano dalle corse.
Gli hanno scritto re e celebrit varie.
Volevano anche nominarlo Cavaliere
Il primo glio a vincere stato Loggia, a
seguire lhanno copiato nora tanti fratellastri. Una famiglia velocissima, ma frustrata:
non facile confrontarsi con un progenitore tanto ingombrante.
Se fai visita a Varenne nel suo paddock ti
senti minuscolo: un cavallo che ha ricevuto gli auguri scritti a mano dal re di Svezia,
che tutti i mesi riceve posta e cartoline da
celebrit appassionate di ippica. Tenete conto che questo un cavallo che ha
abbassato la testa quando entrato negli
studi televisivi della Rai, un altro si sarebbe
imbizzarrito, conclude il suo custode. Tu
portalo dove vuoi, anche nelle condizioni
pi difcili: lui capisce sempre come deve
comportarsi.
Non un caso se per lui, un cavallo, hanno chiesto al presidente della Repubblica
Napolitano il titolo di Cavaliere: il Presidente alla ne ha optato per una targa per
meriti sportivi. Gli hanno anche dedicato
piazze, libri, documentari, tesi di laurea.
E non si contano le storie di chi ha quasi
perso la testa per lui: un verduriere invest
anni fa i suoi risparmi per accaparrarsi il
diritto di monta universale, ovvero una provetta allanno, nch Varenne vivr. Una
follia, ma vuoi mettere il fascino di
possedere un glio del vento?

NEL BOX DI VARENNE: TARGHE E RICONOSCIMENTI (L

6H\

I GRANDE

APOLITANO)

CHRIS BIRDMAN ANDERSEN


WEARS THE BOMBERG 1968

Gentlemens
uar rly

IDA

IMMERSO
NEL VERDE.
E NEL
TWEED

A Londra,
in campagna
Testo di DIPAL
Foto di JAMES

ACHARYA
GARDINER

Il caldo rifugio dello stilista


JEREMY HACKETT: un tipico
cottage, con veranda
e giardino, nel centralissimo
quartiere di Stockwell

IN ALTO, LA SALA DA PRANZO, CON UN


CANCELLO ITALIANO DEL 1830 APPESO
ALLA PARETE. QUI SOPRA, UN ALTRO SCORCIO
DELLA SALA DA PRANZO. I MODELLINI DI
YACHT E FERRARI SONO STATI ACQUISTATI DA
BENTLEYS, A CHELSEA. GLI ORSETTI SONO
IN TWEED HACKETT. A SINISTRA, IL GIARDINO

6IU

Gentlemens
Qu rte

U
Lo stilista Jeremy Hackett ha
venduto a Gordon Ramsay
lirascibile chef di Hells
Kitchen e Cucine da incubo
il loft che aveva ricavato in
un ex edicio scolastico e si
trasferito in un cottage tardo
georgiano nella stessa strada. Il quartiere di Stockwell,
a Londra, non esattamente
sinonimo di vita agreste, ma

I L L O F T,
I N P R AT I C A ,
UNUNICA,
GRANDE
S TA N Z A :
N O N F A C E VA
PER ME
la nuova dimora dello stilista
fa eccezione. Al riparo di siepi
curatissime e di due cancelli
in ghisa recuperati da un vecchio manicomio, il pittoresco
cottage adesso un rifugio
bucolico e accogliente.
Ho percorso questa strada ogni giorno, per anni, ma
non avevo mai notato la casa,
racconta Hackett. Quando
lagente immobiliare mi ha
portato davanti allingresso
principale lho voluta subito.
Al riparo di due cancelli
in ghisa recuperati
da un vecchio manicomio
Jeremy Hackett un uomo
acuto, affascinante, elegantissimo. Mi ha aperto la porta di
casa con indosso una giacca
morbida di tweed grigio (la
Hackett Diamond Jubilee) e
un paio di scarpe in pelle su
misura di J.M. Weston. Durante lintervista fuma un sigaro con grazia: A ventanni
ho deciso di smettere con le
sigarette e di usare i soldi risparmiati per far stirare tutte
le camicie in lavanderia, spiega soddisfatto. Da allora non
ne ho mai pi stirata una.
Il fondatore della Hackett
London azienda dabbigliamento maschile di lusso e ico-

6IV

na dello stile british si trasferito in questo cottage una


dozzina di anni fa, dopo una
breve infatuazione per i loft:
Allinizio lidea mi divertiva,
ma quando mi sono reso conto del fatto che abitavo, praticamente, in ununica stanza,
ho deciso che non faceva per
me. Gordon Ramsay, per fortuna, aveva esigenze abitative
diverse dalle mie.
Per il suo cottage tardo
georgiano Hackett ha pagato molto, addirittura troppo
(Una cosa davvero sciocca). Tra laltro, ledicio era
fatiscente ed stata necessaria una ristrutturazione totale:
Ho dovuto cambiare praticamente tutto, racconta, tranne il tetto. Ad aiutarlo, per,
cera larchitetto e designer
Guy Goodfellow.
Il retrocucina anni Trenta
stato sostituito da un cortile con ghiaia e laterizi di scuderia acquistati da Lassco, a
Vauxhall. Al pianterreno, Hackett ha voluto ricavare una
camera e un bagno per gli
ospiti, realizzando una nuova
cucina con pavimenti in pietra
calcarea e armadietti su misura in stile New England.
La modica strutturale pi
impegnativa stata la costruzione di una nuova ala con il
tetto in vetro, adibita a sala
da pranzo: Volevo creare il
genere di stanza che si vede
allangolo di un giardino cintato nelle campagne, spiega.
Un giardino dinverno pi
che una serra. proprio qui
che passo la maggior parte
del mio tempo libero, per godermi la vista.
Pur essendo cresciuto a
Bristol, e vivendo a Londra n
da quando aveva 19 anni, Hackett sempre stato affascinato dalla campagna. Quando
non alle gare equestri di
Badminton, o alle corse automobilistiche di Goodwood,
ama portare a passeggio i suoi
spaniel Browney e Mufn
per le colline del Sussex. O
compiere visite a Charleston,

V A
nellEast
us ex, lidilliaca
casa di campagna degli artisti
Vanessa Bell e Duncan Grant,
che allinizio del Novecento
ospitava gli intellettuali del
gruppo di Bloomsbury.
Lamore per lessenza pi
profonda delleleganza inglese il perno su cui ruota il
marchio Hackett n dal 1979.
Lo stilista che si formato a
Savile Row ha saputo sfruttare la richiesta crescente di
articoli prodotti in Inghilterra
(Da tweed e stivali da cavallerizzo ai trench di Burberry
e agli abiti sartoriali), e il
negozio di New Kings Road
diventato presto la meta dei
gentlemen pi esigenti.

Proprio come i suoi tweed, i


mobili della casa di Jeremy
Hackett sono robusti una
scrivania anni Trenta di Heals
qui, un portariviste pieghevole in stile Campaign l e ricoperti di ritratti dei suoi due
cani spaniel, oltre che da pipe,
cappelli e altri accessori da
vero gentiluomo. Considerando la sua infallibile attenzione
ai dettagli (quando ci incontriamo, Hackett porta allocchiello un ordaliso abbinato
alle sottili righe blu della giacca), nasce il sospetto che ci sia
pi metodo, nella sua composita follia, di quanto lui voglia
darci a intendere.

La collezione darte varia


dai quadri ottocenteschi
alle stampe di Hockney
Oggi il marchio ha pi di 80
punti vendita in tutto il mondo
e, grazie anche allavvento di
London Collections: Men (le
slate di moda uomo della
capitale, che si tengono due
volte allanno), ora si sta affermando sui mercati asiatici.
Dato che Hackett gestisce
quello che si avvia a diventare
un impero internazionale, il
suo modesto cottage sembra

N E L C O T TA G E
H O R E A L I Z Z AT O
UN GIARDINO
DINVERNO,
COME QUELLI
CHE SI VEDONO
I N C A M PAG N A
un rifugio ideale per sfuggire
al ritmo frenetico dei suoi impegni. Le pareti a tinte delicate di Farrow & Ball, come il
giallo Pointing e il New White
(Elephants Breath solo
per i pavimenti), mettono in
risalto una collezione darte
personale che varia dai quadri
ottocenteschi con ori pressati alle stampe pop di David
Hockney. E il mix funziona.

NEL SALOTTO, IL QUADRO SOPRA IL CAMINO


RAFFIGURA UN COTTAGE DELLO WILTSHIRE

The Evening Standard

JEREMY HACKETT, UN QUADRO DI EDWARD


WOLFE E UN TAVOLO DARTISTA PIEGHEVOLE

QUI SOPRA, LO STUDIO.


IN ALTO, LA CUCINA CON STAMPE
FLOREALI SUL DOPPIO LAVELLO

Lagente immobiliare mi ha portato davanti


allingresso della casa: lho voluta subito

Gentlemens
Q rte

Stasera
resto a casa
e mangio
con gli amici
Non pi solo chef
stellati e men
da interpretare.
Torna il piacere
di cucinare e di
STARE A TAVOLA
IN COMPAGNIA.
Una losoa di
vita, da Portland
a Copenaghen,
raccontata dalla
bibbia americana
delle nuove forme
di comunit
Testo di

VITTORIO VITERBO
Foto di

MIKKEL LIPPMANN, PUBBLICITARIO E COLLABORATORE DA COPENAGHEN DI KINFOLK

Kinfolk, di suo, signica parenti. Non


dunque un caso se uno straordinario
periodico di cucina & lifestyle, assemblato ogni quattro mesi da una rete
di persone fra loro molto simili,
stato chiamato cos. La losoa: il
piacere di stare insieme, di far da
mangiare insieme. Dai tempi del
liceo, e poi del college, ho percepito una forte sconnessione fra
concetti quali cucina di casa, che
suona greve e ai limiti addirittura
della solennit, e ricevere, che al
contrario d limpressione di qualcosa di formale e molto frivolo,
dice Nathan Williams, che insieme
alla moglie Katie stato uno dei
fondatori. Ambedue sono lontani
da ci che ci interessa: stare insieme e mangiare in compagnia.
THE KINFOLK TABLE, IL PRIMO
LIBRO PUBBLICATO DAL GIORNALE
Ormai arrivato al nono numero,

PARKER FITZGERALD
& LEO PATRONE

194

il trimestrale Kinfolk ha la redazione vera


e propria a Portland, nellOregon (una
delle nuove capitali culinarie degli Stati
Uniti), e un sempre crescente network di
collaboratori sparsi in giro per il mondo.
Ogni occasione passata con gli altri
un traguardo importante
il frutto dei nostri tentativi di raccontare queste serate passate con gli amici,
serate in cui le ore uiscono senza sforzo,
la conversazione un ume spontaneo,
la cucina frutto della partecipazione di
tutti, spiega con un sorriso Nathan. Serate che invariabilmente si concludono lasciandoti la sensazione di aver raggiunto
un traguardo importante.
Oltre al giornale, oltre a un bellissimo
sito (kinfolk.com), oltre a eventi e lmati,
il gruppo ha prodotto anche il primo libro

Gentlemens
uar rly


di cucina: The Kinfolk Table Recipes for
Small Gatherings, cio ricette per piccole
riunioni. Il volume, ttamente illustrato
non solo da splendide immagini dei piatti
suggeriti ma anche dai ritratti di chi ha
partecipato alla sua stesura, presenta 85
interessanti proposte di portate suggerite
dai collaboratori sparsi per tutto il pianeta
di Kinfolk: artisti, scrittori, designer, cuochi e altri interessati, come noi, a riunire
piccoli gruppi di persone e a creare insieme qualcosa.

LA CENA IL MARTED
A CASA LIPPMANN
SAC R A :
V I PA R T E C I PA N O
TRE GENERAZIONI

-//*  $! %)"*'& '! % /$) %''%(.  -/%.) **&. *+3-%#$/  

Fra loro, ci sono Mikkel Lippmann, un


importante executive pubblicitario di Copenaghen, e la sua famiglia: la bella, creativa Malene, sua moglie, e le glie Olga e
Olivia. Per tutti loro, le cene del marted
sera sono sacre: vi partecipano tre generazioni, dalle bisnonne ai bisnipoti. Oltre
a un gran personaggio, Puk, la mamma di
Mikkel, famosa creatrice di tessuti danese, e a tantissimi altri amici.
La parola dordine Hygge, che descrive qualcosa di ineffabile, ed , come
tale, praticamente intraducibile. Si tratta
di una sensazione, di unemozione e di
unatmosfera molto familiari per ciascuno
di noi, spiega Nathan Williams: Hygge
quel particolare calore, quellintimit unica che proviamo e desideriamo quando
passiamo del tempo con le persone che
amiamo, magari a lume di candela, fra
buon cibo, buon vino e altre meraviglie
che ti scaldano il cuore come, magari, un
fuoco scoppiettante nel camino.
Tutti si godono i risultati di un
vero e proprio lavoro in famiglia
Come capita in ogni famiglia normale
con gli, ogni giornata dei Lippmann
piena di cose da fare e di commissioni da
sbrigare, dalle lezioni di ballo alla piscina,
al lavoro e allufcio: eppure i Lippmann
hanno deciso che neanche le pressioni
della routine quotidiana possono o devono interferire con quel prezioso appunta-

mento settimanale. Ma, daltra


parte, le cene del marted devono essere veloci da preparare. E speciali.
Le ragazze apparecchiano
la tavola e accendono le candele, in cucina Puk racconta
divertenti storie di viaggi e di
amici, poi stappa una bottiglia
di vino e tutti insieme mangiucchiano qualche oliva e un po
di formaggio. Mikkel condisce
verdure e insalate (di cui trovate le ricette qui sotto) con
olio doliva, pepe a grani interi,
spezie e fette di limone; Malene toglie dal forno una sottile
crostata di mele coperta di zucchero a velo: la cena pronta.
Tutti hanno partecipato, tutti
hanno fatto qualcosa, tutti si
godranno i risultati di questo
lavoro di famiglia: unabitudine cui il clan dei Lippmann non
ha intenzione di rinunciare, un
appuntamento da difendere e
rispettare.

I N S A L ATA
DI CETRIOLI
E FINOCCHIO

I N S A L ATA
D I C AV O L O
CAPPUCCIO

PER 4 PERSONE

PER 6 PERSONE

INGREDIENTI
8 0) "%)*$%* % #-) % %(!).%*)%
8  *  !/-%*'% ""!///% .*//%'(!)/!
8 .0* ! .*-4 #-//0#%/ % 0) '%(*)!
8 *'%* !2/-1!-#%)! <*'%1
8 .'!
8 +!+! ++!) (%)/*

INGREDIENTI
8  #-((% % .!(% % .!.(*
8  1*'* ++0%* % (! %! %(!).%*)%
8 0$%%  /1*' % !/* % 1%)* -*..*
8  0$%%  /1*' % .!)+! % %#%*)!
8 = /44 % *'%* !2/-1!-#%)! <*'%1
8 .'! ! +!+! ++!) (%)/*

#'%/! ! #!///! ' %( !% #(% !'


"%)*$%* ( *).!-1/! '! "*#'%*'%)! 1!- %
""!///! ' +-/! % #(% $! 1!/!
*).!-1/*  "!//%)! .*//%'%..%(! +-%/! %'
0'* /*#'%!/! %' :0*-!; 0-* ! /#'%/! %'
-!./* *) 0- ,0%) % #!///! %' /0//*
*(+-!.! '! +%*'! "-*) ! %)
0)<%).'/%!- +%!)/! ##%0)#!/! %'
!/-%*'* ! ' .*-4 % '%(*)! #-//0#%/
*) %/! *) *'%* ! %' .0* !' '%(*)!
./!..* .'! ! +!+! !.*'/! *) 0-
! *).!-1/! %) "-%#*-%"!-* +!- 0) !%)
% (%)0/% +-%( % .!-1%-!

) 0) + !'' /*.//! % .!(% % .!.(*


 "0** (! %* (!.*') * +!-
(%)0/%
"%)$6 .*)* *-/% !///! '! "*#'%! +%7
!./!-)! !' 1*'* ++0%* /#'%/!'* 
(!/5 -%(0*1!/! %' 0*-! ""!///!
.*//%'(!)/! ,0)/* -!./ ! +*)!/!'* %)
0)<%).'/%!- *) %/! *) .'! ! +!+! )
0) .* !'' !(0'.%*)/! !/* ! .!)+!
(!)/-! .//!/! %' *(+*./* ##%0)#!/! 
"%'* '<*'%* <*'%1 *) %/! *) .'! ! +!+!
,0%) % 1!-./!'* .0' 1*'* ++0%* !
(!.*'/! *) 0- )"%)! ##%0)#!/! % .!(%
% .!.(* ! (!.*'/! 0)<0'/%( 1*'/

Mikkel condisce le insalate con olio doliva,


pepe a grani interi, spezie e fette di limone
195

Gentlemens
uar rly

IDA

Giovani,
carini
e occupati.
In vigna
Altro che
bamboccioni.
Tre storie
di trentenni
appassionati
produttori
di vino, che,
contro tutto
e tutti, hanno
recuperato
la tradizione.
Tra natura
e tradizione

Testo di

LAURA PACELLI

Gi Martorana

DA SINISTRA, IL FRANCIACORTA
BRUT DI CORTE FUSIA,
LIS ARENAS DI SARDUS PATER
E IL FRAPPATO DI OCCHIPINTI

Sfaticati, mammoni, bamboccioni. Sono solo alcuni dei poco


lusinghieri appellativi con cui
periodicamente vengono etichettati gli italiani pi giovani.
Poi, per fortuna, la realt racconta storie diverse. Storie che
le etichette le attaccano solo
su una buona bottiglia di vino.
Noi ve ne raccontiamo tre, di
queste storie. Belle perch non
eccezionali, ma risultato di un
duro lavoro per il recupero
delle tradizioni locali. E senza
laiuto di mamm e pap...
Dalla Sardegna risponde
Roberto Matzeu, 34 anni, che,

VO G L I A M O
P O R TA R E
IL TERRITORIO
DENTRO IL
BICCHIERE
dopo studi ingegneristici, si avvicina alla viticoltura da autodidatta. Diventa consulente della
Sardus Pater, azienda sullisola
di SantAntioco, vince il Next In
Wine 2013, il premio assegnato
ai talenti under 35 della Vigna
Italia pensato da Simonit &
Sirch Preparatori dUva insieme con la Scuola Italiana di
Potatura della Vite e Bibenda.
Produrre con tecniche
esclusivamente manuali
Non contento, ha ferma intenzione di produrre da s un vino
ottenuto da uve di Carignano
e con tecniche esclusivamente
manuali, di scrivere un libro
sul recupero dei vecchi vign
gneti locali e di insegnare
gr
gratuitamente viticoltura ai
gio
giovani senza lavoro della
m
mia terra.
La storia dei 32enni
Daniele Gentile e Gigi
Nembrini viene da Corte Fusia, nel Bresciano.
Amici da sempre, nel
2010 affittano le vigne
e la cantina di uno zio,
combattono contro la
burocrazia e, finalmente, realizzano la loro

DALLALTO, GIGI NEMBRINI E DANIELE GENTILE, DI CORTE FUSIA,


ARIANNA OCCHIPINTI E LA VIGNA DI SARDUS PATER

idea: produrre un Franciacorta


espressione sincera del terroir
di origine, il Monte Orfano.
La nostra idea spiega Gigi,
quasi agronomo portare
il territorio nel bicchiere, in
unarea atipica, perch di origine litoranea e fossile.
Altro terroir, altra storia,
quella della siciliana Arianna Occhipinti, 31 anni, la pi
giovane di tutti e anche la pi

famosa, grazie alla notoriet


arrivata con il libro Natural
Woman (Fandango, 2013). A 28
anni si trova a dover affrontare
il pregiudizio dei produttori locali che non le danno credibilit. Cos lei studia Viticoltura e
negli anni acquista 30 ettari di
vigneto. Oggi produco circa
30mila bottiglie di vino, tutti
naturali, espressione della mia
amata terra.

V I N I TA LY 2 0 1 4 A P R E A L B I O
Lappuntamento vinicolo italiano pi importante dellanno in
programma dal 6 al 9 aprile. Tra le novit della 48a edizione,
Vinitalybio, il nuovo Salone dedicato ai vini biologici certicati. Grande
attenzione per lestero, con il Vininternational International Wine
Production, il nuovo padiglione pensato per gli espositori stranieri, ma
anche la International Buyers Lounge con le iniziative Taste and Buy
e le degustazioni nellarea dedicata. Vinitaly International Academy
, invece, liniziativa educativa nalizzata alla divulgazione del vino
italiano a tutti i livelli, dal principiante allesperto, con corsi su misura
per ogni singolo mercato internazionale. Info: www.vinitaly.com

197

Gentlemens
uar rly

I N D I R I ZZ I MO DA
BLAUER

PAUL SMITH

BLAUER.IT

PAULSMITH.CO.UK

EDIZIONI COND NAST S.p.A.


Piazza Castello 27 20121 MILANO

Presidente e Amministratore Delegato GIAMPAOLO GRANDI


Editorial Director FRANCA SOZZANI
Vice Presidente GIUSEPPE MONDANI
Executive Vice President Chief Operating Officer DOMENICO NOCCO
Deputy Managing Director FEDELE USAI

BOGLIOLI

PIERO GUIDI

BOGLIOLI.IT

PIEROGUIDI.IT

CLOSED

PIQUADRO

CLOSED.COM

PIQUADRO.COM

COLMAR

PORTS 1961

COLMAR.IT

PORTS1961.COM

DEKKER

PRADA

DEKKER.IT

PRADA.COM

DIOR HOMME

REEBOK

DIOR.COM

REEBOK.IT

DSQUARED2

ROBERTO CAVALLI

DSQUARED2.COM

ROBERTOCAVALLI.COM

ERMENEGILDO ZEGNA

SAINT LAURENT

ZEGNA.COM

BY HEDI SLIMANE

FRATELLI ROSSETTI

YSL.COM

FRATELLIROSSETTI.COM

SECTOR

GAP

SECTORNOLIMITS.COM

GAP.COM

TODS

GIVENCHY

TODS.COM

BY RICCARDO TISCI

TOM FORD

GIVENCHY.COM

TOMFORD.COM

HUGO BOSS

TRUSSARDI

HUGOBOSS.COM

TRUSSARDI.COM

LANVIN

WOOLMARK

LANVIN.COM

WOOLMARK.COM

Senior Vice President & Branded Solutions ROMANO RUOSI


Senior Vice President Digital MARCO FORMENTO
Communications Director LAURA PIVA
Production Director BRUNO MORONA
Consumer Marketing Director ALBERTO CAVARA
Human Resources Director CRISTINA LIPPI
Direttore Amministrativo ORNELLA PAINI
Financial Controller LUCA ROLDI
In the USA: The Cond Nast Publications Inc.
Chairman: S I NEWHOUSE, Jr
CEO: CHARLES H TOWNSEND
President: ROBERT A SAUERBERG, Jr
Editorial Director: THOMAS J WALLACE
Artistic Director: ANNA WINTOUR

Servizio Abbonamenti Per informazioni, reclami o per qualsiasi necessit, si prega di telefonare
al n.199.133.199*, oppure inviare un fax al n.199.144.199. Indirizzo e mail: abbonati@condenast.it.

*il costo della chiamata per i telefoni fissi da tutta Italia di 11,88 centesimi di euro al minuto + IVA e senza scatto alla risposta. Per le chiamate da

cellulare i costi sono legati alloperatore utilizzato.

Subscription rates abroad Subscription orders and payments from Foreign countries must be addressed to
our worldwide subscription Distributor: Press-di S.r.l. c/o CMP Brescia, via Dalmazia 13 - 25197 Brescia (Italy).
Subscribers can pay through Credit Card (American Express, Visa, Mastercard) or by cheque payable to Press-di S.r.l. Orders
without payment will be refused. For further information, please contact our Subscription Service: phone +39.02.45467962
- fax +39.02.45467231. Prices are in Euro and are referred to 1-year subscription.
MAGAZINE

AD
GQ
TRAVELLER
GLAMOUR
VOGUE ITALIA
LUOMO VOGUE
VOGUE ACCESSORY
VOGUE BAMBINI
VOGUE SPOSA
VOGUE GIOIELLO
VANITY FAIR
WIRED
MYSELF

ISSUES
PER YEAR

12
12
4
12
12
10
4
6
4
4
52
12
12

EUROPE AND
MEDIT. COUNTRIES
(ORDINARY MAIL)

87,00
62,00
25,00
44,00
87,00
71,00
23,00
49,00
32,00
34,00
165,00
68,00
55,00

AFRICA/AMERICA
ASIA/AUSTRALIA
(AIR MAIL)

147,00
98,00
35,00
67,00
157,00
112,00
38,00
70,00
49,00
57,00
235,00
78,00
78,00

Our magazines are distr buted abroad by: Comag Ltd (Great Britain), Presstalis (France), Speedimpex (Usa), Saarbach Gmbh (Germany), Beta Press BV (Nederlands),
SGEL (Spain). Sole agent for distribution in the rest of the world: A.I.E. Agenzia Italiana di Esportazione Spa - Via Manzoni 12 - 20089 Rozzano (Mi) - Fax 02.57512606

In other countries: Cond Nast International Ltd.


Chairman and Chief Executive: JONATHAN NEWHOUSE
President: NICHOLAS COLERIDGE
Vice Presidents: GIAMPAOLO GRANDI, JAMES WOOLHOUSE AND MORITZ VON LAFFERT
President, Asia Pacic: JAMES WOOLHOUSE
President, New Markets: CAROL CORNUAU
Director of Licenses, New Markets: NATASCHA VON LAFFERT
President and Editorial Director, Brand Development: KARINA DOBROTVORSKAYA
Vice President & Senior Editor, Brand Development: ANNA HARVEY
Director of Planning: JASON MILES
Director of Talent: THOMAS BUCAILLE
Director of Acquisitions and Investments: MORITZ VON LAFFERT
Global: Cond Nast E commerce Division
President: FRANCK ZAYAN
The Cond Nast Group of Magazines includes:
US
VOGUE, ARCHITECTURAL DIGEST, GLAMOUR, BRIDES, SELF GQ, VANITY FAIR, BON APPTIT, CN TRAVELER, ALLURE,
WIRED, LUCKY, TEEN VOGUE, THE NEW YORKER, W, DETAILS, GOLF DIGEST, GOLF WORLD
UK
VOGUE, HOUSE & GARDEN, BRIDES & SETTING UP HOME, TATLER, THE WORLD OF INTERIORS, GQ, VANITY FAIR,
CN TRAVELLER, GLAMOUR, COND NAST JOHANSENS, GQ STYLE, LOVE, WIRED
France
VOGUE, VOGUE HOMMES INTERNATIONAL, AD, GLAMOUR, VOGUE COLLECTIONS, GQ AD COLLECTOR,
VANITY FAIR, VOGUE TRAVEL IN FRANCE, GQ LE MANUEL DU STYLE
Italy
VOGUE, LUOMO VOGUE, VOGUE BAMBINI, GLAMOUR, VOGUE GIOIELLO, VOGUE SPOSA, AD, CN TRAVELLER, GQ,
VANITY FAIR, GQ STYLE, WIRED, VOGUE ACCESSORY, MYSELF, LA CUCINA ITALIANA
Germany
VOGUE, GQ, AD, GLAMOUR, GQ STYLE, MYSELF, WIRED
Spain
VOGUE, GQ, VOGUE NOVIAS, VOGUE NIOS, SPOSABELLA, CN TRAVELER, VOGUE COLECCIONES, VOGUE BELLEZA,
GLAMOUR, SPOSABELLA PORTUGAL, AD, VANITY FAIR
Japan
VOGUE, GQ, VOGUE GIRL, WIRED, VOGUE WEDDING
Taiwan
VOGUE, GQ
Russia
VOGUE, GQ, AD, GLAMOUR, GQ STYLE, TATLER, CN TRAVELLER, ALLURE
Mexico and Latin America
VOGUE MEXICO AND LATIN AMERICA, GLAMOUR MEXICO AND LATIN AMERICA, AD MEXICO,
GQ MEXICO AND LATIN AMERICA
India
VOGUE, GQ, CN TRAVELLER, AD
Published under Joint Venture:
Brazil
Published by Edies Globo Cond Nast S A
VOGUE, CASA VOGUE, GQ, GLAMOUR, GQ STYLE
Spain
Published by Ediciones Conelpa, S L
S MODA
Published under License:
Australia
Published by NewsLifeMedia
VOGUE, VOGUE LIVING, GQ
Bulgaria
Published by S Media Team Ltd
GLAMOUR
China
Published under copyright cooperation by China Pictorial
VOGUE, VOGUE COLLECTIONS
Published by IDG
MODERN BRIDE
Published under copyright cooperation by Women of China
SELF, AD, CN TRAVELER
Published under copyright cooperation by China News Service
GQ, GQ STYLE
Czech Republic and Slovakia
Published byCZ s r o
LA CUCINA ITALIANA
Germany
Published byPiranha Media GmbH
LA CUCINA ITALIANA
Hungary
Published by Axel Springer Budapest Kiadi Kft
GLAMOUR
Korea
Published by Doosan Magazine
VOGUE, GQ, VOGUE GIRL, ALLURE, W, GQ STYLE
Middle East
Published by Arab Publishing Partners EZ LLC
CN TRAVELLER
Poland
Published by Burda International Polska
GLAMOUR
Portugal
Published by Edirevistas Sociedade de Publicaes, S A
VOGUE, GQ
Romania
Published by Mediafax Group S A
GLAMOUR, GQ
South Africa
Published by Cond Nast Independent Magazines (Pty) Ltd
HOUSE & GARDEN, GQ, GLAMOUR, HOUSE & GARDEN GOURMET, GQ STYLE
The Netherlands
Published by G + J Nederland
GLAMOUR, VOGUE
Published by F&L Publishing Group B V
LA CUCINA ITALIANA
Thailand
Published by Serendipity Media Co Ltd
VOGUE
Turkey
Published by Dogus Media Group
VOGUE, GQ
Published byMC Basim Yayin Reklam Hizmetleri Tic LTD
LA CUCINA ITALIANA
Ukraine
Published by Publishing House UMH LLC
VOGUE

6I]

Gentlemens
Qu rte

F O

U GO

Lamore in salsiccia
La gran parte delle cose che
ho studiato a scuola me le sono
dimenticate ma le cause dello
scoppio della Prima guerra
mondiale me le ricordo bene.
Cerano quella occasionale e
quelle remote, come ci spiegava la professoressa Citterio.
Quella occasionale era lattentato allarciduca austriaco
Francesco Ferdinando e a sua
moglie. Le cause remote invece erano parecchie ed inutile
stare a parlarne qui.
Qualche tempo fa ho incontrato alla Coop una mia vecchia
amica. Per proteggere la sua
privacy, la chiamer Susanna.
Non la vedevo da un sacco
di tempo, ricordavo che per
un po aveva fatto lattrice ma
poi era passata dallaltra parte della camera diventando
produttrice esecutiva di serie
televisive. Abbiamo cominciato a raccontarci che avevamo
combinato in tutti questi anni.
A un certo punto mi fa: Poi mi
sono sposata con uno. Ma siamo rimasti sposati solo tre settimane e ci siamo divorziati.
E come mai?.
La causa occasionale sono
state le salsiccette di fegato.
Vabb, la storia, molto riassunta, questa.
Susanna si danza con Carlo. Carlo un ragazzo di buona
famiglia, poco pi grande di
Susanna. Velista, appassionato di sci dalpinismo ma anche
giovane produttore indipendente con un passato da sceneggiatore. Tipo simpatico,
alla mano, un cazzeggione, ma
poi se ci parli emerge che un
attento lettore di romanzi (solo
in lingua originale), uno che ha
una precisa idea del mondo e
di come conquistarlo.
Susanna dopo una serie di
storie andate male si convince
che lui luomo della sua vita.
In fondo tutti e due sono
messi bene economicamente.

7@T

Perch non godersi la vita?


Lei poi ha un sacco di case. In montagna a Cortina, al
mare a Carloforte e un appartamento per costosi weekend
a New York. Si rendono conto
che sono fatti luno per laltra.

tere su la nuova produzione


che sar italoamericana. Tanto
che problema c? Sanno tutti
e due perfettamente linglese.
Si portano pure i loro cani bassotto a pelo ruvido.
La sera prima di partire lui

SE LA STORIA FRAGILE, BASTA UN PO DI CARNE PER FARLA FINIRE

Vogliono aprire insieme una


societ di produzione di documentari. Non indagano sul loro
passato ma fanno di tutto per
fare capire agli amici quanto
sono innamorati.
Si sposano due mesi dopo
essersi conosciuti. La festa di
nozze su una grande barca a
vela. Lidea di trasferirsi per
un anno a New York per met-

torna a casa con delle salsiccette di fegato. Le ha preparate


una vecchia contadina di Lerici, il paese dei suoi genitori, e
sono le pi buone del mondo.
Le inla nella borsa.
Susanna gli dice che purtroppo non le pu portare perch se ti beccano, e ti beccano,
alla dogana americana, ti fanno
un culo cos. Lui spiega che

non le vedranno mai, che lui


sa come nasconderle.
Susanna insiste che alle dogane americane sono dei veri
scassacazzi. Gli spiega che
portare cibo non autorizzato
negli Stati Uniti considerato
un reato federale, che rischi
che ti rimandino a casa e che ti
vietino per sempre di rimetterci piede. Lui dice che c stato
un milione di volte e che si
sempre portato di tutto, anche
gli spaghetti. Susanna non si
scoraggia, gli fa presente che
gli spaghetti possono passare
ma la carne no, soprattutto se
non cotta. Continuano a discutere. Alla fine lei capisce
che su quel piano non si fa un
passo avanti e che si sono induriti ognuno sulla sua posizione.
Allora Susanna gli chiede di
non portarle comunque: Anche se sei convinto di avere
ragione, fallo per amore mio,
ti prego. Gli d un bacio.
Lui la guarda inner vosito,
nch gli esce un sorriso e la
bacia: Va bene, chi se ne frega
delle salsiccette.
Partono. Business class.
Arrivano alla dogana. A lui
lo fermano. Susanna pensa:
Sar il computer. Ma poi il
poliziotto tira su, come fosse
il cadavere di un gatto, il lo
di salsicce di fegato.
Susanna ha nito di raccontarmi la storia scuotendo la testa: L ho capito che dovevo
chiedere il divorzio immediatamente. Se lera portate dietro
comunque, quelle maledette
salsiccette. Questa stata la
causa occasionale.
E quali erano quelle remote?, ho chiesto io.
Lei ha guardato il bancone
del pane. Che lui era un vero
coglione. E che ci avevo visto
cose che non cerano. Benedico ancora quelle salsiccette, mi
hanno salvato la vita.
Storia vera.

Getty Images

di NICCOL AMMANITI

B A G Spa

WWW.NEROGIARDINI.IT

INQUADRA IL QR CODE:
NEROGIARDINI TI OFFRE
IL VIDEO MODA
DIRETTAMENTE SUL
TUO SMART PHONE!

WE ARE
CONNECTED
#DIESELREBOOT