Sei sulla pagina 1di 4

Santa Messa

S. Pietro, 29 marzo 2012


CANTI

Discendi, Santo Spirito


Discendi, Santo Spirito,
le nostre menti illumina;
del ciel la grazia accordaci
Tu, Creator degli uomini.
Chiamato sei Paraclito,
e dono dell'Altissimo,
sorgente limpidissima,
d'amore fiamma vivida.
I sette doni mandaci,
onnipotente Spirito;
le nostre labbra trepide
in Te sapienza attingano.
I nostri sensi illumina,
fervor nei cuori infondici;
rinvigorisci l'anima
nei nostri corpi deboli.
Dal male tu ci libera,
serena pace affrettaci;
con te vogliamo vincere
ogni mortal pericolo.
Il Padre tu rivelaci
e il Figlio Unigenito;
per sempre tutti credano
in te, divino Spirito. Amen.

Vuestra soy
Vuestra soy pues me criasteis
vuestra pues me redimisteis
vuestra pues que me sufristeis
vuestra pues que me llamasteis
vuestra porque me esperasteis
vuestra porque no me perd:
que mandais hacer de m?
Que mandais pues, buen Seor,
que haga tan vil criado?
Cual oficio le habeis dado
a este esclavo pecador?
Veisme aqui mi dulce amor,
amor dulce veisme aqui
que mandais hacer de mi?
Veis aqui mi corazon,
yo lo pongo en vuestra palma:
mi cuerpo, mi vida y alma:
mis entraas y affliccion.
Dulce esposo y redentor,
pues por vuestra me ofrec
que mandais hacer de mi?
Haga fruto o non lo haga,
est callando o hablando,
muestrame la ley mi llaga,
gace de evangelio hablando.
Est penando o gozando
solo vos en mi vivs.
Que mandais hacer de mi?
Traduzione: Sono tua poich mi hai creata / sono
tua perch mi hai redenta / sono tua poich per
me hai sofferto / sono tua poich mi hai attesa /
sono tua perch non mi sono perduta: / che cosa
vuoi farne di me? / Che cosa vuoi o mio buon
Signore / che faccia una cos umile creatura? /
Che compito vuoi dare a questa indegna
peccatrice? / Vedi , io sono qui, mio dolce amore
/ amore dolce, sono qui / che cosa vuoi farne di
me? / Vedi qui c il mio cuore, / Io lo metto nelle
tue mani: / Cos come il mio corpo, la mia vita e
la mia anima, / tutta me stessa e tutte le mie

preoccupazioni. / Dolce sposo e Redentore /


poich mi sono data tutta a te / che cosa vuoi
farne di me? / Porti frutto o non ne porti / parli o
taccia, / ma mostrami la strada da percorrere. /
Sia felice nellannunciare il Vangelo. / Che io
soffra o sia felice / tu solo sei nel mio cuore / che
cosa vuoi farne di me?

Vuestra soy
Vuestra soy pues me criasteis
vuestra pues me redimisteis
vuestra pues que me sufristeis
vuestra pues que me llamasteis
vuestra porque me esperasteis
vuestra porque no me perd:
que mandais hacer de m?
Que mandais pues, buen Seor,
que haga tan vil criado?
Cual oficio le habeis dado
a este esclavo pecador?
Veisme aqui mi dulce amor,
amor dulce veisme aqui
que mandais hacer de mi?
Veis aqui mi corazon,
yo lo pongo en vuestra palma:
mi cuerpo, mi vida y alma:
mis entraas y affliccion.
Dulce esposo y redentor,
pues por vuestra me ofrec
que mandais hacer de mi?
Haga fruto o non lo haga,
est callando o hablando,
muestrame la ley mi llaga,
gace de evangelio hablando.
Est penando o gozando
solo vos en mi vivs.
Que mandais hacer de mi?
Traduzione: Sono tua poich mi hai creata / sono
tua perch mi hai redenta / sono tua poich per
me hai sofferto / sono tua poich mi hai attesa /
sono tua perch non mi sono perduta: / che cosa
vuoi farne di me? / Che cosa vuoi o mio buon
Signore / che faccia una cos umile creatura? /
Che compito vuoi dare a questa indegna
peccatrice? / Vedi , io sono qui, mio dolce amore
/ amore dolce, sono qui / che cosa vuoi farne di
me? / Vedi qui c il mio cuore, / Io lo metto nelle
tue mani: / Cos come il mio corpo, la mia vita e
la mia anima, / tutta me stessa e tutte le mie
preoccupazioni. / Dolce sposo e Redentore /
poich mi sono data tutta a te / che cosa vuoi
farne di me? / Porti frutto o non ne porti / parli o
taccia, / ma mostrami la strada da percorrere. /
Sia felice nellannunciare il Vangelo. / Che io
soffra o sia felice / tu solo sei nel mio cuore / che
cosa vuoi farne di me?

Cantico dei redenti


Ti lodo Signore perch
un giorno eri lontano da me,
ora invece sei tornato
e mi hai preso con te.
Il Signore la mia salvezza
e con lui non temo pi,
perch ho nel cuore la certezza:
la salvezza qui con me.
Berrete con gioia alle fonti,
alle fonti della salvezza
e quel giorno voi direte:
lodate il Signore, invocate il suo nome.
Il Signore...
Fate conoscere ai popoli
tutto quello che lui ha compiuto
e ricordino per sempre,
ricordino sempre che il suo nome grande.
Il Signore...
Cantate a chi ha fatto grandezze
e sia fatto sapere nel mondo;
grida forte la tua gioia,
abitante di Sion, perch grande
con te il Signore.

sicuro ha ritrovato i segni del tuo amore


che si erano perduti nell'ora del dolore.
Come un fiore nato fra le pietre
va a cercare il cielo su di lui,
cos la tua Grazia, il tuo Spirito per noi,
nasce per vedere il mondo che Tu vuoi.
Come grande la tua bont
che conservi per chi ti teme!
E fai grandi cose per chi ha rifugio in te,
e fai grandi cose per chi ama solo te!

Ora so
Ora so che il suo amore grande,
che lui m'amer e m'amer per sempre,
e so che lui rester fedele e che
poi mi seguir in ogni strada che io,
che io prender e luce ai miei passi
sar il mio Signor.
Oh, oh, oh....Lui m'assicura che
fatica e dolore non sono senza una,
senza una speranza; per questo io lo seguo
e lui il mio Signor.

Il Signore...
Regina Coeli
Regina coeli, laetare, alleluja!
Quia Quem meruisti portare, alleluja!
Resurrexit sicut dixit, alleluja!
Ora pro nobis Deum, alleluja!
Traduzione: Rallegrati, Regina del cielo,
alleluia!/ Poich Colui che hai meritato di
portare in grembo, alleluia!/ risorto come
aveva predetto, alleluia!/ Prega per noi il
Signore, alleluia!
Come grande
Come grande la tua bont
che conservi per chi ti teme!
E fai grandi cose per chi ha rifugio in te,
e fai grandi cose per chi ama solo te!
Come un vento silenzioso
ci hai raccolto dai monti e dal mare;
come un'alba nuova sei venuto a me,
la forza del tuo braccio mi ha voluto qui con s.
Come chiara l'acqua alla tua fonte
per chi ha sete ed stanco di cercare: