Sei sulla pagina 1di 120

Romeo e Giulietta

Traduzione Salvatore Quasimodo


PROLOGO
Entra il CORO
CORO
L'azione si svolge nella bella Verona,
dove fra due famiglie di uguale nobilt,
!er anti"o #odio nas"e una nuova dis"ordia
"$e s!or"a di sangue le mani dei "ittadini#
%a &uesti nemi"i dis"endono i due amanti,
"$e, nati sotto "ontraria stella,
do!o !ietose vi"ende, "on la loro
morte, annientarono l'odio di !arte#
Le tremende lotte del loro amore,
gi segnato dalla morte, l'ira s!ietata dei genitori,
"$e $a fine soltanto "on la morte dei figli,
e""o &uello "$e la nostra s"ena vi offrir in due ore#
Se as"olterete "on !azienza, la nostra fati"a
"er"$er di "om!ensare &ual"$e man"anza# Esce
'(# ()
Entrano S*+SO+E e GREGOR(O,
armati di spade e di scudi, della casa dei Capuleti
S*+SO+E Sulla mia !arola, Gregorio, non mandere,
mo insulti gi- nella strozza#
GREGOR(O Certo, !er"$. saremmo degli strozzini#
S*+SO+E Volevo dire "$e se la "ollera aumenta tire,
remo fuori la s!ada#
/
GREGOR(O Credo "$e fin"$. sarai vivo, tirerai fuori il
"ollo dal "ollare#
S*+SO+E (o fa""io !resto a muovere le mani, &uando
mi e""ito#
GREGOR(O Gi, ma non ti e""iti fa"ilmente !er muove,
re le mani#
S*+SO+E 0asta un "ane di "asa 1onte""$i !er farmi
e""itare#
GREGOR(O 1a e""itarsi signifi"a muoversi, mentre "$i
$a "oraggio resta fermo2 se ti muovi tro!!o finirai
!er s"a!!are#
S*+SO+E %i"o "$e un "ane di &uella "asa mi e""iter
a star fermo# *vr3 il lato del muro da &ualun&ue
servo, ed an"$e serva, di "asa 1onte""$i "$e in"on,
trer3#
GREGOR(O Ci3 dimostra "$e sei un debole s"$iavo, !er,
"$. "$i 4 debole va sem!re al muro#
S*+SO+E Verissimo2 e !er &uesto le donne, "$e sono
i vasi !i- deboli, sono s!inte sem!re "ontro il muro#
Ca""er3, dun&ue, via dal muro i servi del 1onte""$i
e forzer3 al muro le sue serve#
GREGOR(O La lite 4 fra i nostri !adroni e fra noi ser,
vitori#
S*+SO+E +on im!orta# Voglio fare il tiranno2 &uando
mi sar3 battuto "on gli uomini, sar3 duro "on le ra,
gazze e le sferzer3 tutte#
GREGOR(O Sferzare le ragazze5
S*+SO+E S6, sferzare o sforzare le ragazze# Prendilo
nel senso "$e vuoi#
GREGOR(O Loro devono !renderlo nel senso giusto,
&uando lo sentiranno#
S*+SO+E E lo sentiranno fin"$. !otr3 tener duro#
Sono un bel !ezzo di "arne, &uesto si sa#
GREGOR(O 1eglio !er te7 se tu fossi un !es"e, saresti
"ertamente un ba""al# 8uori la s!ada7 e""o &ual"u,
no di "asa 1onte""$i#
9
Entrano *0R*1O e un altro servo dei Montecchi
S*+SO+E La mia lama 4 fuori7 su, litiga2 io ti star3
alle s!alle#
GREGOR(O E "ome5 Voltando le s!alle e fuggendo5
S*+SO+E +on aver !aura di me#
GREGOR(O 1a no, veramente7 aver !aura di te:
S*+SO+E Stiamo dalla !arte della legge2 las"ia "$e
siano loro i !rimi#
GREGOR(O Passando vi"ino a loro li guarder3 di tra,
verso# E la !rendano "ome vogliono#
S*+SO+E *nzi, "ome avranno "oraggio# Li guarder3
fissi mordendomi il !olli"e2 4 un'offesa, se la so!,
!ortano#
*0R*1O Vi mordete il !olli"e !er noi, signore5
S*+SO+E (o mi mordo il !olli"e, signore#
*0R*1O Vi mordete il !olli"e !er noi, signore5
S*+SO+E 'a parte a GREGOR(O) La legge 4 dalla no,
stra !arte, se ris!ondo di s65
GREGOR(O 'a parte a S*+SO+E) +o#
S*+SO+E +o, signore2 non mi mordo il !olli"e !er
voi# 1a mi mordo il !olli"e, signore#
GREGOR(O Volete litigare, signore5
*0R*1O Litigare, signore5 +o, signore#
S*+SO+E 1a se voleste, signore, sono ai vostri ordini#
(o servo un !adrone "$e vale &uanto il vostro#
*0R*1O 1a non di !i-#
S*+SO+E %un&ue, signore5
Entra 0E+VOL(O
GREGOR(O 'a parte a S*+SO+E) %igli "$e vale di !i-7
"'4 un !arente del !adrone#
S*+SO+E S6, vale !i- del vostro, signore#
*0R*1O Tu menti#
S*+SO+E 8uori le s!ade, se siete uomini# Gregorio,,
ri"orda il tuo "ol!o da s!a""one# Si battono
;
0E+VOL(O Se!aratevi, s"io""$i:
Gi- le s!ade# +on sa!ete "$e "osa fate#
Entra TE0*L%O
TE0*L%O
Come, $ai alzato la s!ada fra &uesti vili servi5
* me, 0envolio, e guarda in fa""ia la tua morte#
0E+VOL(O
(o "er"o di mettere !a"e2 ri!oni la s!ada,
o aiutami "on essa a se!arare "ostoro#
TE0*L%O
Come5 Con la s!ada in !ugno !arli di !a"e5
Odio &uesta !arola "ome l'inferno7 e "os6
te e tutti i 1onte""$i: * te, vile# Si battono
Entrano tre o quattro C(TT*%(+( armati di mazze
C(TT*%(+O *vanti "on le mazze, le !i""$e, le !art6gia,
ne: Col!iteli: *nnientateli: * morte i Ca!uleti: < *
morte i 1onte""$i:
Entrano C*P=LET(, in veste da camera, e %O++* C*,
P=LET(
C*P=LET(
Per"$. &uesto fra"asso5 Portatemi la mia grande s!a,
%O++* C*P=LET( 'da, Su:
=na gru""ia, una gru""ia semmai# C$e volete farne
'della s!ada5
Entrano 1O+TECC>( e %O++* 1O+TECC>(
C*P=LET(
La mia s!ada, $o detto# (l ve""$io 1onte""$i
4 &ui e agita la s!ada !er sfidarmi#
?
1O+TECC>(
Vile Ca!uleti: , +on mi tenere2 las"iami andare#
%O++* 1O+TECC>(
+on muoverai un !asso "ontro il nemi"o#
Entra il Principe %ELL* SC*L* con il seguito
PR(+C(PE
Sudditi ribelli, nemi"i della !a"e,
"$e !rofanate le s!ade "ol rosso del sangue "ittadino###
*$, non mi as"oltate: %i"o a voi, belve, non uomini,
"$e volete s!egnere il fuo"o della "ollera im!etuosa
nei rossi rus"elli "$e s"orrono dalle vostre vene#
Pena la tortura, gettate le s!ade dalle mani
!iene di sangue e udite la "ondanna del vostro !rin,
@ gi la terza volta "$e una rissa "ivile '"i!e#
nas"e !er "ol!a vostra da !arole d'orgoglio
e di insulto, e "$e voi, ve""$io Ca!uleti e voi 1on,
turbate la &uiete delle nostre strade 'te""$i
"ostringendo !erfino i ve""$i di Verona
a las"iare i loro abiti severi e a ri!rendere
"on mano tremante le ve""$ie !artigiane
arrugginite nella !a"e, !er dividere voi, arrugginiti
'nell'odio#
Se an"ora una volta oserete turbare la nostra "itt
!ag$erete "on la vita la vostra "ol!a#
Per oggi, vada# *llontanatevi di &ua#
Voi Ca!uleti seguitemi, e voi 1onte""$i7
trovatevi stasera nel ve""$io "astello di Villafran"a,
dove udrete la mia sentenza !er i fatti avvenuti,
nel luogo di giudizio ordinario# *llontanatevi, ri!eto,
!ena la morte#
Escono 'tutti tranne 1O+TECC>(, la 1OGL(E e 0E+,
VOL(O)
1O+TECC>(
C$i 4 stato a ri!rendere &uesta anti"a lite5
A
Eravate &ui, "aro ni!ote, &uando 4 "omin"iata5
0E+VOL(O
Quando giunsi, i vostri servi e &uelli del vostro ne,
erano gi in lotta# (o $o "er"ato 'mi"o
di se!ararli "on la s!ada, ma !ro!rio allora
4 intervenuto il violento Tebaldo, "$e sibilando !aro,
'le di sfida
al mio ore""$io $a "omin"iato ad agitare la s!ada
intorno al suo "a!o e a tagliare il vento,
"$e, in"olume, ris!ondeva "oi suoi fis"$i d6 s"$erno#
1entre eravamo l e i "ol!i si seguivano ai "ol!i,
la folla "res"eva sem!re !i- a estendere la mis"$ia#
Poi 4 arrivato il Prin"i!e a dividere le due !arti#
%O++* 1O+TECC>(
E Romeo dov'45 Lo avete visto oggi5
Sono feli"e "$e non abbia !arte"i!ato a &uesta rissa,
0E+VOL(O
Signora, un'ora !rima "$e il divino sole
a!!arisse al bal"one dell'oriente,
una vaga tristezza mi s!inse nel bos"$etto
"$e si stende sul fian"o di Verona,
e l $o visto Romeo nell'ora mattutina#
Volevo andargli in"ontro,
ma a!!ena mi vide s"om!arve nella selva#
1isurai la sua tristezza dalla mia
"$e "er"ava "onforto dove non "'era2
e stan"o di me, della mia noia,
$o seguito "u!i !ensieri m (la solitudine,
e volentieri $o las"iato Romeo, "$e mi fuggiva,
alla sua malin"onia#
1O+TECC>(
Pi- volte l'$anno visto l !rima dell'alba
a "res"ere "ol !ianto la rugiada
fres"a del mattino, dare nuvole alle nuvole
"on !rofondi sos!iri2 ma non a!!ena il sole,
"$e fa lieta ogni "osa, "omin"ia nel lontano
limite d'oriente ad a!rire le buie
B
"ortine al letto dell'*urora, &uel dolente mio figlio
fugge in "asa, "$iude le finestre alla sua stanza
!er"$. non entri la bella lu"e del giorno,
e fa notte !er s.# E l'os"ura tristezza sovrumana
lo far molto soffrire in solitudine
se non avr &ual"uno "$e l'aiuti#
0E+VOL(O
1io nobile zio, sa!ete !er"$. si tormenta5
1O+TECC>(
+on lo so2 n. lo !osso sa!ere da lui#
0E+VOL(O
1a lo avete "ostretto in &ual"$e modo5
1O+TECC>(
(o e molti ami"i abbiamo !rovato7
ma egli "onfida solo a se stesso
i suoi dolori Cnon so "on &uanta veritD,
ed 4 "os6 "$iuso e segreto "$e 4 diffi"ile
s"o!rire &uello "$e $a dentro, "ome il germoglio
d'un fiore divorato da un verme odioso
!rima di !oter a!rire nell'aria i teneri !etali
e offrire al sole la sua bellezza# Se !otessimo
"onos"ere la "ausa dei suoi tormenti,
"er"$eremmo "on amore di guarirli#
Entra RO1EO
0E+VOL(O
E""o "$e viene# Se non vi dis!ia"e
allontanatevi un !o"o# Sa!r3 "i3 "$e l'addolora
o an"ora una volta ta"er#
1O+TECC>(
S!ero "$e restando, tu ries"a ad avere
una leale "onfessione# Venite, signora, andiamo#
Escono 1O+TECC>( e %O++* 1O+TECC>(
0E+VOL(O
0uon giorno, "ugino#
RO1EO @ an"ora "os6 !resto5
0E+VOL(O
Sono a!!ena le nove,
RO1EO *$im4, "ome sembrano lung$e
le ore tristi# Quello "$e si 4 allontanato
"os6 in fretta, era mio !adre5
0E+VOL(O
S6# Quale tristezza fa lung$e le ore di Romeo5
RO1EO
+on avere "i3 "$e le farebbe brevi#
0E+VOL(O Sei innamorato5
RO1EO Privo###
0E+VOL(O %'amore5
RO1EO
Privo delle grazie della donna "$e amo#
0E+VOL(O
*$im4, !er"$. *more, di as!etto "os6 gentile
4 !oi, alla !rova, "os6 as!ro e tiranno5
E
RO1EO
*$im4, !er"$. *more, an"$e bendato, deve
vedere senza o""$i il sentiero "$e lo guidi
ai suoi desideri# %ove andremo a !ranzare5
Povero me: C$e lite "'4 stata &ui5
@ inutile "$e !arli, $o gi "a!ito tutto#
Qui "'4 molto da fare !er l'odio, ma !i- an"ora
!er l'amore# O amore furioso: O odio amoroso:
O tutto, "reato dal nulla: O leggerezza "$e gravi:
O seria vanit: Caos informe di graziose forme:
Piuma di !iombo: 8umo luminoso: Gelido fuo"o: (n,
'ferma salute:
O sonno "$e $a sem!re gli o""$i a!erti e non 4
mai sonno: Questo l'amore "$e !rovo,
senza sentire amore in esso# E tu, non ridi5
0E+VOL(O
+o, "ugino, inve"e !iango#
RO1EO Per"$., mio dol"e "uore5
F
0E+VOL(O
Per"$. il tuo tenero "uore 4 tormentato,
RO1EO
1a 4 "os6 &uando l'amore non 4 "orris!osto#
La !ena 4 grave nel mio !etto, e tu vuoi an"ora
aggiungere il !eso della tua, !er"$. l'affetto
"$e mi dimostri a""res"e il dolore gi tro!!o grande#
L'amore 4 una nuvola "$e si forma "ol va!ore
dei sos!iri7 se la nuvola svanis"e
l'amore 4 un fuo"o "$e brilla negli o""$i degli amanti2
se s'addensa ai venti "ontrari !u3 diventare
un mare "$e "res"e "on le la"rime dell'amante#
E "$e "os'4 l'amore, se non una !azzia mite,
un'amarezza "$e soffo"a, una dol"ezza "$e da sol,
*ddio, "ugino# 'lievo5
0E+VOL(O Piano# Vengo an"$'io2
se mi las"i "os6 mi offendi#
RO1EO
>o smarrito me stesso# (o non sono &ui2
&uesto non 4 Rome-2 Romeo 4 in un altro luogo#
0E+VOL(O
%immi seriamente l "$i ami#
RO1EO
Come5 %ovrei allora !iangere !er dirtelo5
0E+VOL(O
Piangere5 1a no2 dimmi "on seriet, "$i 45
RO1EO
%iresti a un ammalato di fare "on seriet
il suo testamento5 Sarebbe una !arola
mal diretta a uno "$e sta gi "os6 male#
Seriamente, "ugino, amo una donna#
0E+VOL(O
Col!ivo &uasi nel segno &uando su!!onevo
"$e tu fossi innamorato#
RO1EO
Sei un !erfetto tiratore# E la donna "$e amo 4 bella#
G
0E+VOL(O
=n bellissimo bersaglio, mio bel "ugino, 4 !i- fa"ile
RO1EO 'da "ol!ire#
Va bene2 ma "on &uesto "ol!o $ai man"ato il segno7
essa non sar "ol!ita dalla fre""ia di Cu!ido
!er"$. $a la saggezza di %iana2 !oi 4 ben difesa
nella forte armatura della sua "astit
e vive serena, lontana dal debole e infantile ar"o
'd'*more#
Essa non !ermette di essere assediata da !arole amo,
evita gli sguardi "$e tentano l'assalto, 'rose,
e non a!re il grembo nemmeno all'oro
"$e sedu"e !erfino i santi# Essa 4 ri""a di bellezza
ed 4 soltanto !overa in &uesto7 "$e &uando morir,
"on la bellezza morir la sua ri""$ezza#
0E+VOL(O
*llora $a de"iso di "onservare la !urezza5
RO1EO
S62 e "on &uesto ris!armio, s!er!era immensamente,
!er"$. la bellezza "$e non viene nutrita dall'amore,
a "ausa della sua severit, ruba ai !osteri la bellezza#
Essa 4 tro!!o bella, tro!!o saggia, tro!!o saggiamen,
'te bella
!er"$. vuole meritare la feli"it "eleste "on la mia
'dis!erazione#
>a giurato di non amare, e !er &uel voto
io vivo essendo morto, e vivo !er dirtelo ora#
0E+VOL(O
*s"oltami, non !ensare !i- a lei#
RO1EO
(nsegnami "ome !osso non !ensare !i-#
0E+VOL(O
Libera i tuoi o""$i e guarda altre bellezze#
RO1EO
Questo sarebbe !ro!rio
/l modo di ri"ordare an"ora di !i-
la sua rara bellezza# Le fortunate mas"$ere
/
"$e ba"iano il viso delle belle donne, "ol loro "olore
'nero
non "i fanno !ensare alla bellezza "$e nas"ondono5
C$i 4 diventato "ie"o non !u3 dimenti"are
il !rezioso tesoro "$e i suoi o""$i $anno !erduto#
8ammi vedere una donna "$e sia bellissima
fra le altre2 la sua bellezza non sar altro
!er me "$e una !agina dove legger3 di &uella
"$e su!era tutte !er bellezza# *ddio2
tu non !uoi insegnarmi a dimenti"are#
0E+VOL(O
Ti devo &uesto insegnamento o morir3 "on un debito#
Escono
'(# ((#)
Entrano C*P=LET(, P*R(%E e un SERVO CO1(CO
d Capuleti
C*P=LET(
*n"$e 1onte""$i 4 ormai legato "ome me,
"on la mina""ia della stessa !ena#
Penso, del resto, "$e non sar diffi"ile
a uomini ve""$i "ome noi di stare in !a"e#
P*R(%E
Tutti e due siete molto stimati ed 4 !enoso
"$e !er lungo tem!o sia durata la vostra dis"ordia#
1a, signore, "$e "osa ris!ondete alla mia domanda5
C*P=LET(
+on !osso "$e ri!etere &uello "$e $o gi detto#
1ia figlia non $a es!erienza del mondo, non $a
an"ora &uattordi"i anni# Prima "$e sia matura
!er le nozze las"iamo "$e l'estate
inaridis"a an"ora !er due volte nelle sue fiamme#
P*R(%E
1olte fan"iulle !i- giovani di lei sono gi madri feli"i#
/
C*P=LET( #
Gi2 ma &uelle "$e si s!osano tro!!o !resto
!erdono subito la loro bellezza#
La terra $a ing$iottito tutte le mie s!eranze
e ora $o lei sola2 e ogni mia grande s!eranza
4 in lei, !adrona della mia terra#
(ntanto, fatele la "orte, mio gentile Paride,
"er"ate di "on&uistare il suo "uore#
La mia volont 4 una !arte della sua#
Se essa 4 "ontenta, avrete il mio "onsenso
insieme alla sua dol"e !arola "$e ve lo a""orda#
Questa sera, !er anti"a usanza, "'4 festa in "asa mia7
$o invitato molte !ersone, fra le !i- "are# Venite
ad a""res"ere &uel numero7 sarete il !rediletto#
+ella mia !overa "asa !otrete vedere stanotte
le stelle "$e "amminano sulla terra, stelle "$e danno
al buio del "i"lo# Questa notte, in "asa mia, 'lu"e
in mezzo ai fiori an"ora "$iusi delle fan"iulle,
sentirete la gioia "$e !rovano i giovani allegri
&uando l'a!rile "on la sua bella veste 4 alle "al"agna
dell'inverno "$e se ne va zo!!i"ando#
Parlate "on tutte, guardatele tutte, e amate &uella
"$e, !er le sue doti, vi sembrer "$e valga !i- delle
Tra le molte fan"iulle vi sar an"$e la mia, 'altre#
4 una ris!etto al numero, ma non nel valore#
*ndiamo, venite "on me# 'Al SERVO) E tu, miserabile,
va in giro !er la bella Verona2 "er"a le !ersone segna,
'te &ui, 'gli consegna un foglio)
dirai "$e saranno bene a""olte nella mia "asa#
Escono 'C*P=LET( e P*R(%E)
SERVO HCer"a le !ersone segnate &uiH5 Sta s"ritto
"$e il "alzolaio si deve servire de: metro, il sarto del,
la forma delle s"ar!e, il !es"atore del !ennello e il
!ittore delle reti5 E a me si "omanda di "er"are le
!ersone segnate in &uesta "arta, &uando io non sono
"a!a"e di leggere i nomi "$e vi $a s"ritto "$i l'$a
/
s"ritta# 0isogna "$e "er"$i &ual"uno "$e $a studiato#
0enissimo:
Entrano 0E+VOL(O e RO1EO
0E+VOL(O
E$, mio "aro7 un fuo"o s!egne un altro fuo"o,
un dolore s'attenua "on la !ena d'un altro dolore2
se girando ti viene il "a!ogiro,
!er farlo !assare giri in senso "ontrario#
=n dolore dis!erato si guaris"e "on un nuovo dolore#
Se il tuo o""$io avvelenato assorbe un altro veleno,
&uest'ultimo distrugge l'azione del !rimo veleno#
RO1EO
La tua foglia di !iantggine 4 ottima !er &uesto#
0E+VOL(O
Per "$e "osa, s"usami5
RO1EO Per il tuo stin"o, se 4 rotto#
0E+VOL(O
1a Romeo, tu diventi !azzo#
RO1EO
Pazzo, no2 ma !i- legato d'un !azzo,
"$iuso in !rigione, affamato, frustato,
torturato, e### 'Al SERVO) 0uona sera, "aro ragazzo#
SERVO %io renda a voi la buona sera# S"usate, signore,
sa!ete leggere5
RO1EO
S6, la mia sorte nella mia sventura#
SERVO 8orse non l'avete im!arata sui libri2 ma vi !re,
go, sareste "a!a"e di leggere &ualun&ue "osa vedete5
RO1EO
Certo, !ur"$. si tratti di un alfabeto e di una lingua
SERVO 0enissimo2 state allegro# '"$e "onos"o#
RO1EO *s!etta, ragazzo7 so leggere# CLeggeD H(( si,
gnor 1artino "on la moglie e le figlie2 il "onte *n,
selmo e le sue graziose sorelle2 la vedova del signor
Vitruvio2 il signor Pia"enzio e le sue leggiadre ni!o,
/
ti2 1er"uzio e suo fratello Valentino2 mio zio Ca!u,
leti "on la moglie e le figlie2 la mia bella ni!ote Ro,
salina2 Livia2 il signor Valente e suo "ugino Tebaldo2
Lu"io, "on la sua allegra Elena#H
=na bella "omitiva# E dove si devono riunire5
SERVO Lass-#
RO1EO %ove5
SERVO * "ena, in "asa nostra#
RO1EO (n "asa di "$i5
SERVO %el mio !adrone#
RO1EO Gi, avrei dovuto "$iedertelo subito#
SERVO Ora ve lo dir3 senza bisogno di domandarmelo7
il mio !adrone 4 il ri""$issimo Ca!uleti# E se non
siete uno di "asa 1onte""$i, vi !rego, venite a bere
"on noi una tazza di vino# State allegro: Esce
0E+VOL(O
*lla festa "$e i Ca!uleti danno !er tradizione,
troverai a "ena la bella Rosalina, "$e tu ami tanto,
e le !i- ammirate bellezze di Verona#
Va' l, e "on o""$io im!arziale "onfronta il suo viso
"on &uello di altre fan"iulle "$e ti indi"$er3,
e vedrai "$e il tuo "igno 4 un "orvo#
RO1EO
Se la viva fedelt dei miei o""$i si dimostrasse "osi
!ossano le mie la"rime mutarsi in fuo"o# 'falsa,
E &uesti tras!arenti ereti"i, "$e non !ossono morire
Ce tante volte annegarono nel !iantoD,
siano bru"iati "ome stregoni# =n'altra donna
!i- bella del mio amore: (l sole, "$e tutto vede,
non ne vide mai una simile a lei, dal !rin"i!io del mondo#
0E+VOL(O
Certo: La "redi bella !er"$. non l'$ai vista mai
insieme ad altre e !er"$. 4 stata valutata
sem!re sola, dall'uno o dall'altro dei tuoi o""$i2
ma su &ueste bilan"e "ristalline,
metti da una !arte la fan"iulla "$e ami e dall'altra
/
&ual"una "$e vedrai ris!lendere nella festa,
e Rosalina ti sembrer a!!ena bella
mentre ora ti !are la !i- bella#
RO1EO
Verr32 non !er &uello "$e mi vuoi mostrare,
ma !er avere gioia dallo s!lendore della mia fan"iulla#
Escono
'(# (((#)
Entrano %O++* C*P=LET( e la +=TR(CE
%O++* C*P=LET(
+utri"e, dov'4 mia figlia5 C$iamala, "$e venga &ui,
+=TR(CE
L'$o gi avvertita di venire &ui2 ve lo giuro
sulla verginit di &uando avevo dodi"i anni#
E$i, agnellina: %ove sei, "o""inella5 %io la guardi:
%ov'4 &uesta bambina5 E$i, Giulietta:
Entra G(=L(ETT*
G(=L(ETT*
C$e "'45 C$i mi vuole5
+=TR(CE Vostra madre#
G(=L(ETT*
1adonna, sono &ui2 "$e volete5
%O++* C*P=LET(
E""o di "$e si tratta### +utri"e, las"ia"i sole un mo,
'mento,
dobbiamo !arlare in segreto### +o, torna &ui, nutri"e#
Ci $o ri!ensato2 4 meglio "$e tu assista
al nostro "ollo&uio# Tu sai "$e mia figlia $a ormai
+=TR(CE 'una bella et#
Potrei dire la sua et senza sbagliare d'un'ora#
%O++* C*P=LET(
+on $a an"ora "om!iuto &uattordi"i anni#
/
+=TR(CE
Posso s"ommettere &uattordi"i dei miei denti
C ma !er mia dis!erazione ne $o soltanto &uattroD
"$e essa non $a an"ora &uattordi"i anni#
Quanto man"a al mese d'agosto5
%O++* C*P=LET( Quindi"i giorni o !o"o !i-#
+=TR(CE
Pi- o meno non im!orta2 !er3, &uando fra tutti
i giorni dell'anno, verr il !rimo agosto,
la notte della vigilia essa avr &uattordi"i anni#
Susanna e lei C!a"e, mio %io, a tutte le anime "ri,
'stiane:D
avevano allora la stessa et# Ora Susanna 4 "on %io#
Era tro!!o buona !er me# 1a, "ome di"evo, essa
'"om!ir
i &uattordi"i anni !ro!rio alla vigilia del !rimo agosto#
Senza dubbio, 4 "os62 mi ri"ordo benissimo#
L'$o svezzata il giorno di &uel forte terremoto,
undi"i anni fa# +on lo dimenti"$er3 mai2
!ro!rio in &uel giorno avevo messo un !o' di assenzio
e stavo seduta al sole "ontro il muro, 'al "a!ezzolo
sotto la "olombaia# (l signore e voi eravate allora
a 1antova Ce$, $o una memoria, io:D2 ma, "ome di,
a!!ena su""$i3 l'assenzio del "a!ezzolo '"evo,
e lo sent6 amaro, bisognava vederla
"on "$e furia !i""$iava sulla mammella:
8ugg6, disse a un tratto la "olombaia2
ma "redetemi, non "i fu bisogno
"$e mi di"essero di s"a!!are### Sono !assati undi"i
'anni,
da &uel tem!o, ed essa stava gi in !iedi da sola2
"erto, !er la Cro"e, e "orreva e sgambettava dovun,
(( giorno avanti aveva battuto la testa !er terra, '&ue#
e fu mio marito C%io salvi la sua anima:
Era un uomo molto viva"e: D a tirare su la bambina2
HE$iH le disse Hsei "aduta "on la fa""ia in avanti7
&uando sarai !i- abile, im!arerai a "adere
/
all' indietro, non 4 vero Giulietta5H E allora, !er la
la !i""ina smise di !iangere e disse7 HS6:H# 'Vergine,
Guardate un !o' "ome uno s"$erzo, a volte,
!u3 "ogliere nel segno#
Vi assi"uro "$e non lo dimenti"$er3 mai,
an"$e se vivessi mille anni7 H+on 4 vero, Giulietta5H
disse lui, e la !i""ola "a!ri""iosa smise di !iangere
e disse7 HS6H#
%O++* C*P=LET(
Ora basta2 ta"i, ti !rego#
+=TR(CE
S6, signora# E non !osso fare a meno di ridere
&uando !enso "$e smise di !iangere !er dire7 HS6H#
E gi, ve lo assi"uro, aveva sulla fronte
un berno""olo grande "ome un testi"olo di galletto2
aveva !reso un brutto "ol!o ed urlava forte#
HComeH fe"e mio marito Htu "adi sulla fa""ia5
Quando avrai l'et buona "adrai sulla s"$iena,
non 4 vero, Giulietta5H Lei si "alm3 e disse7 HS6H#
G(=L(ETT*
E, !er favore, ta"i an"$e tu, nutri"e, di"o io#
+=TR(CE
Pazienza, $o finito# %io ti !rotegga# Tu sei stata
la bambina !i- graziosa "$e io abbia allattato,
e se !osso vivere fino a vederti maritata, non desidero altro#
%O++* C*P=LET(
1aritata: Pro!rio di &uesto voglio !arlare#
%immi, Giulietta, bambina mia, "$e "osa ne !ensi5
Ti senti di maritarti5
G(=L(ETT*
@ un onore "$e non sogno ne!!ure#
+=TR(CE
=n onore: Se non fossi stata io la tua sola nutri"e
direi "$e $ai su""$iato saggezza dalla tua mammella,
%O++* C*P=LET(
0ene, 4 tem!o "$e tu !ensi al matrimonio2
/
&ui a Verona vi sono fan"iulle molto stimate
"$e, !i- giovani di te, sono gi madri2
se non mi sbaglio nel "onto, io alla tua et
non ero fan"iulla "ome te, ma gi tua madre#
E""o, allora, in !o"$e !arole7
il nobile Paride ti "$iede di amarlo#
+=TR(CE
=n uomo, ragazza mia: =n uomo
"$e tutto il mondo### !ro!rio un uomo fatto di "era:
%O++* C*P=LET(
L'estate di Verona non $a un simile fiore#
+=TR(CE
S6, 4 un fiore, un bellissimo fiore davvero:
%O++* C*P=LET(
C$e ne di"i5 Puoi amare &uel gentiluomo5
Questa notte lo vedrai alla nostra festa7
e vi troverai la feli"it "$e vi fu s"ritta
"on la !enna della bellezza7 osserva i lineamenti
e vedrai "ome uno fa""ia feli"e l'altro,
e "i3 "$e 4 os"uro nel bel libro, "er"alo s"ritto
ai margini degli o""$i# Questo !rezioso libro
d'amore, &uesto amante non legato,
!er diventare !i- bello $a bisogno di una sola lega,
li !es"e vive nel mare2 la bellezza visibile 'tura7
"$e in s. nas"onde l'altra bellezza invisibile,
$a grandissimo valore# *gli o""$i di molti
$a !i- valore &uel libro "$e in fermagli d'oro
ra""$iude la sua dorata storia7 "os6 tu,
avendolo "ome s!oso, avrai tutto
"i3 "$e egli !ossiede, senza diminuire te stessa#
+=TR(CE
%iminuire: *nzi, diventer !i- grossa7
le donne ingrossano !er "ol!a degli uomini#
%O++* C*P=LET(
*llora dimmi, senti di !oter amare Paride5
/
G(=L(ETT*
Lo guarder3, se il guardare s!inge ad amare2
ma non las"er3 "$e il mio o""$io s6 abbandoni
a Paride non !i- di &uanto il vostro
"onsenso gli dar forza di farlo#
Entra un SERVO
SERVO 1adonna, sono &ui gli invitati, la "ena 4 ser,
vita, tutti "$iedono di voi e della mia !adron"ina2
gi- bestemmiano "ontro la nutri"e e ogni "osa va
all'aria# (o s"a!!o a servire2 vi s"ongiuro, seguitemi
subito# Esce
%O++* C*P=LET(
E""o"i, veniamo# Giulietta, il "onte 4 l "$e attende#
+=TR(CE
Va', bambina, e trova notti feli"i ai tuoi giorni feli"i#
Escono
'(#(V)
Entrano RO1EO, 1ERC=I(O e 0E+VOL(O, insieme a
cinque o sei maschere, portatori di fiaccole e altri
RO1EO
%un&ue, &uesto dis"orso !er s"usar"i si fa, o entriamo senza !reamboli5
0E+VOL(O
(( tem!o di &ueste "$ia""$iere 4 !assato:
+oi non avremo nessun Cu!ido bendato,
"on la sua s"iar!a e armato "on l'ar"o di legno
di!into alla Tartara, !er s!aventare le dame
"ome uno s!aura""$io2 e ne!!ure entreremo re"itando
fio"amente il !rologo a memoria
"on l'aiuto del suggeritore2 las"iate
/
"$e "i misurino "on la misura "$e vogliono,
noi misureremo loro una HmisuraH, e via:
RO1EO
%ammi una tor"ia, non $o voglia d6 ballare,
mi sento !esante e !orter3 la lu"e "$e 4 leggera#
1ERC=I(O
+o, gentile Romeo, noi vogliamo "$e tu balli#
RO1EO
+o, "redetemi, voi avete s"ar!ini da ballo
"on suole leggere7 io $o l'anima di !iombo
"$e m'in"$ioda al suolo2 non !osso muovermi#
1ERC=I(O
Tu sei innamorato7 fatti !restare le ali
di Cu!ido e vola al di l di ogni limite#
RO1EO
(o sono ferito tro!!o !rofondamente
dalla sua fre""ia !er !otere volare
"on le sue !enne leggere7 e "os6 legato,
non !osso sorvolare l'altezza del triste dolore7
sotto il grave !eso dell'amore, io !re"i!ito#
1ERC=I(O
E tu !re"i!itando su di lui s"$ia""eresti l'amore7
tro!!o grave !eso !er una "os6 tenera "osa#
RO1EO
L'amore 4 una tenera "osa5 @ tro!!o rude, tro!!o
brutale, tro!!o as!ro e !unge "ome una s!ina#
1ERC=I(O
Se *more 4 brutale "on te, sii brutale "on *more,
rendi a lui !untura !er !untura, e lo metterai gi-#
%atemi una guaina !er metter"i dentro il mio viso#
=na mas"$era so!ra una mas"$era: C$e m'im!orta
se un o""$io "urioso "er"$er di s"o!rire i miei di,
QuestoH mas"$erone arrossir !er me# 'fetti5
0E+VOL(O
Via, bussiamo ed entriamo2 e, non a!!ena dentro,
ognuno si affidi alle !ro!rie gambe#
9
RO1EO
=na tor"ia a me2 i giovani dal "uore leggero
a""arezzino "on i loro talloni le insensibili stuoie2
!er me va bene l'anti"o !roverbio7 HTengo il "ande,
'liere
e sto a vedereH# La "a""ia non 4 stata mai tanto bella,
ma io $o gi "a""iato#
1ERC=I(O
0e': (l to!o, 4 gi-, "ome di"e il "onestabile#
Se sei gi- ti tireremo su dal !antano,
o, "on tutto il ris!etto, dall'amore,
nel &uale sei affondato fino alle ore""$ie#
Vieni, faremo lu"e al giorno, alla fine#
RO1EO
+o, non 4 "os6:
1ERC=I(O %i"o, signore, "$e !erdendo tem!o
s!re"$iamo le nostre lu"i inutilmente,
"ome lam!ade a""ese di giorno# Prendilo "on buona
'intenzione,
"io4 in senso buono, !er"$. il nostro senno
$a "in&ue volte !i- buon senso dei nostri "in&ue sensi#
RO1EO
(nfatti "on buona intenzione noi andiamo a &uesta
ma non sarebbe di buon senso andar"i, 'mas"$erata,
1ERC=I(O Per"$., si !u3 sa!ere5
RO1EO
>o fatto un sogno &uesta notte:
1ERC=I(O *n"$'io#
RO1EO
Ebbene, "$e $ai sognato5
1ERC=I(O C$e i sognatori s!esso mentono###
RO1EO
Quando dormono e sognano "ose vere#
1ERC=I(O
E""o7 la regina 1a$ 4 "erto venuta da te,
1ab, levatri"e delle fate, a!!are
non !i- grande d'un'agata "$e s!lende
sull'indi"e a un !riore# (n volo, la tira una muta
d'invisibili farfalle sul naso di "$i dorme#
Le ruote del "o""$io girano "on raggi
di lung$e zam!e di ragno# Sono le redini
di lieve ragnatela, il manti"e d'ali
di "avallette, i finimenti d'umidi
raggi di luna2 un osso di grillo
serve !er la frusta, la sferza 4 una membrana,
"o""$iere un mos"erino in livrea grigia
grande meno della met del verme
"$e gonfia il dito alle fan"iulle !igre#
(l suo "o""$io 4 un gus"io di no""iola7
uno s"oiattolo "$e lavora il legno
o un ve""$io lombri"o, da tem!o assai lontano,
fanno i !i""oli "arri delle fate#
E "os6 1ab galo!!a, notte do!o notte,
9
dentro i "ervelli degli amanti,
ed essi sognano d'amore, o sulle gino""$ia
dei "ortigiani "$e allora sognano in"$ini e "erimonie
o sulle dita dei legali "$e allora sognano "om!ensi,
o su labbra di donne "$e allora sognano ba"i7
labbra "$e s!esso 1ab "o!re di bolli"ine
!er"$. fiatano aria di guaste "onfetture#
Talvolta galo!!a sul naso a un "ortigiano
"$e allora sogna l'odore d'una buona "ari"a,
o s'avvi"ina al naso d'un !relato
"$e dorme, e lo sfiora !iano "on la "oda
d'un !or"ellino della de"ima, ed e""o il sogno
d'un nuovo benefi"io# *ltre volte !assa
sul "ollo d'un soldato, "$e allora sogna
gole nemi"$e tagliate, bre""e, imbos"ate,
lame s!agnole, brindisi "on tazze !rofonde "in&ue bra""ia2
!oi risuona di "ol!o un tamburo al suo ore""$io7
il soldato si s"uote (m!aurito e si sveglia,
bestemmia una !reg$iera e s'addormenta an"ora#
Questa 4 1ab, la stessa "$e di notte
arruffa le "riniere dei "avalli
e im!asta, nei luridi e grassi "rini,
nodi d'elfi, "$e a s"ioglierli !ortano sventura2
1ab 4 la strega "$e se trova su!ine le ragazze
le "ostringe all'abbra""io, ed 4 "os6 "$e insegna
a H!ortareH !er la !rima volta2 e le fa donne
d6 buon H!ortamentoH# Questa 4 "oleiJ
RO1EO 0asta, basta, 1er"uzio: Ta"i:
Tu !arli di nulla#
1ERC=I(O Parlo infatti, dei sogni,
figli della mente in ozio,
"$e nas"ono da una vana fantasia
la &uale $a natura leggera "ome l'aria
e !i- in"ostante del vento,
"$e ora 4 in amore sul grembo gelido del +ord,
e !oi sdegnato se ne va sbuffando
"on la fa""ia al Sud, fres"o di rugiada#
0E+VOL(O
(( vento di "ui !arli "i soffia da noi stessi2
la "ena ormai 4 finita, arriveremo tardi#
RO1EO
Tro!!o !resto, temo2 !er"$. il mio "uore
!redi"e un triste avvenimento,
an"ora sos!eso nelle stelle7 &uesta notte,
durante la festa, avr un tremendo inizio,
"$e alla vita inutile, "$iusa nel mio !etto,
segner un limite "on una vile
morte violenta# 1a "$i guida il mio viaggio
diriga ora la vela# *llegri, "om!agni, andiamo:
0E+VOL(O
0atti, tamburo:
Marciano su e gi per la scena mentre entrano i SER,
V(TOR( 'di casa Capuleti) con tovaglioli 'e allestisco!
no un rinfresco)
9
PR(1O SERVO %ov'4 Pentola, "$e non "i aiuta a s!a,
re""$iare5 *$, s62 !ro!rio lui "$e "ambia un !iatto,
"$e ras"$ia un tagliere:
SECO+%O SERVO Quando la !ulizia 4 nelle mani di uno
o due uomini "$e, !er abitudine, non se le lavano, la
"osa 4 s!or"a#
PR(1O SERVO V6a gli s"anni, s"osta la "redenza, o",
"$io all'argenteria: * te, "aro7 mettimi da !arte un
!ezzo di marza!ane2 e se mi vuoi bene, avverti il !or,
tiere di las"iare entrare Susanna e +ella# *ntonio e
Pentola:
TERIO SERVO E""omi, ragazzo:
PR(1O SERVO Vi "er"ano, vi "$iamano, vi desiderano,
nel salone#
TERIO SERVO +on si !u3 essere &ua e l nello stesso
tem!o# Svelti, ragazzi7 "$i "am!a !i- a lungo !rende
tutto# Escono
Entrano 'C*P=LET(, con G(=L(ETT*, %O++* C*P=LE,
T(, TE0*L%O e) tutti gli invitati e le maschere
C*P=LET(
0envenuti, signori# Le donne "$e non $anno "alli
vogliono fare un giro "on voi# *$, a$: Signore mie:
C$i di voi, ora, rifiuter di ballare5
C$i far la sdegnosa, lo giuro, $a &ual"$e "allo#
>o to""ato il !unto debole5 0envenuti, signori:
>o "onos"iuto an"$'io il tem!o
in "ui "on una mas"$era sul viso,
mormoravo all'ore""$io di &ual"$e bella dama
delle storie !ia"evoli7 ora 4 !assato, 4 !assato, 4 !as,
'sato:
Siate i benvenuti, signori# *vanti, suonatori, musi"a#
Largo, largo: 8ate s!azio: E voi, ragazze, ballate#
La musica suona e si balla
9
*ltri lumi, furfanti: Sgombrate le tavole
e s!egnete il fuo"o7 fa tro!!o "aldo &ui dentro#
*$, bravo: Questa festa im!rovvisata va !ro!rio
'bene#
Qui, sedete, sedete, mio buon "ugino Ca!uleti,
!er"$. !er voi e !er me non 4 !i- tem!o di ballare#
Quanti anni sono !assati da &uando "i vedemmo
l'ultima volta in mas"$era5
SECO+%O C*P=LET( Per la Vergine7 trentanni:
C*P=LET(
1a, no, "aro# %i meno, di meno:
L'ultima volta fu alle nozze di Lu"enzio2
&uando verr la Pente"oste C"i mas"$erammo alloraD
saranno venti"in&ue anni#
SECO+%O C*P=LET(
%i !i-, di !i-: (l figlio di Lu"enzio $a di !i-2
$a trent'anni#
C*P=LET( 1a "$e dite5
%ue anni fa era an"ora sotto tutela#
RO1EO
'A un SERVO) Sai "$i 4 &uella donna "$e "on la sua
onora &uel "avaliere5 '!reziosa mano
SERVO +on so, signore#
RO1EO
O$, essa insegna alle tor"e "ome s!lendere#
Sembra !endere su: volto della notte
"ome ri""a gemma all'ore""$io d'una Etio!e#
1a 4 bellezza di valore immenso
"$e mai nessuno avr, tro!!o !reziosa
!er la terra# Come "olomba bian"a
in una lunga fila di "orna""$ie
sembra la fan"iulla fra le sue "om!agne#
La voglio vedere, do!o &uesto ballo2
"ome sarei feli"e se la mia mano rude
sfiorasse &uella sua# >a amato mai il mio "uore5
+egate, o""$i7 !rima di &uesta notte
non $o mai veduto la bellezza#
9
TE0*L%O
La sua vo"e sembra &uella d'un 1onte""$i#
Vammi a !rendere la s!ada, ragazzo# Come:
Quel vile $a il "oraggio di venire &ui
"on una mas"$era dell'anti"a "ommedia sulla fa""ia
!er g$ignare sulla nostra festa5 Ebbene,
!er la nobilt e l'onore della mia stir!e
"redo "$e se lo "ol!is"o a morte non "ommetto un
C*P=LET( '!e""ato#
1a "$e "'4, ni!ote5 Per"$. sei "os6 in "ollera5
TE0*L%O
Iio, "ostui 4 un 1onte""$i, un nemi"o,
un miserabile "$e 4 venuto &uesta sera
!er dis!rezzare la nostra festa#
C*P=LET( +on 4 il giovane Romeo5
TE0*L%O
Pro!rio lui, &uel miserabile Romeo:
C*P=LET(
Calmati, mio gentile ni!ote, e las"ialo stare#
Si "om!orta "ome un vero gentiluomo,
e, !er la verit, Verona 4 orgogliosa di lui
!er"$. 4 un giovane virtuoso e bene edu"ato#
(o non vorrei, !er tutte le ri""$ezze della "itt,
"$e egli venisse offeso in "asa mia2
&uindi, abbi !azienza, non "urarti di lui,
"os6 vog$e7 e s, vuoi ris!ettare la mia volont,
sii di buon umore e rasserena la tua fa""ia,
"$e nessuno $a voglia di vedere buia in una festa#
TE0*L%O
*nzi, 4 il viso "$e "i vuole, &uando fra gli os!iti
"'4 un miserabile "ome lui2 non lo so!!orter3#
C*P=LET(
(nve"e lo so!!orterai, ragazzo mio: Ri!eto2
lo so!!orterai# *ndiamo: Qui, sono io il !adrone o
1a, andiamo7 non lo so!!orterai: 'tu5
%io mi guardi l'anima: Vorresti !rovo"are una rissa
9
fra i miei invitati5 +on fare il galletto:
Saresti !ro!rio l'uomo adatto:
TE0*L%O
1a, zio, &uesta 4 una vergogna:
C*P=LET( *ndiamo, andiamo
sei un ragazzo insolente2 non 4 vero5
Questo s"$erzo lo !otresti !agare "aro2
so &uello "$e sto di"endo# +on "ontrariarmi:
>ai s"elto il momento buono, te lo di"o io#
, 0enissimo, "ari ragazzi: , Sei un arrogante,
va' e stai tran&uillo# , Pi- lu"e, !i- lu"e#
,@ una vergogna2 "i !enser3 io a tenerti fermo,
,*llegri, ragazzi:
TE0*L%O
La !azienza alla &uale sono "ostretto,
urtando "on la mia "ollera furibonda,
mi agita il sangue !er il "ontrasto delle due forze,
1e ne andr32 ma la !resenza di Romeo,
" $e ora !u3 sembrare dol"e, diverr amarissimo fiele#
Esce
RO1EO
Se "redete "$e io !rofani "on la mano !i- indegna
&uesta sa"ra reli&uia C!e""ato degli umili, del restoD,
le mie labbra rosse "ome due timidi !ellegrini "er"$e,
'ranno
di rendere morbido l'as!ro "ontatto "on un tenero
G(=L(ETT* 'ba"io#
0uon !ellegrino, voi fate un grave torto
alla vostra mano, "$e non $a fatto altro
"$e dimostrare un'umile devozione#
*n"$e i santi $anno le mani, e le mani
dei !ellegrini le to""ano2 !alma "ontro !alma7
infatti 4 &uesto il ba"io sa"ro dei !almieri#
RO1EO
1a i santi e i !almieri non $anno labbra5
G(=L(ETT*
S6, !ellegrino, labbra "$e servono !er :a !reg$iera#
9
RO1EO
O$, allora, dol"e santa, las"ia "$e le tue labbra
fa""iano "ome le tue mani2 esse !regano, tu esaudi,
's"ile,
in modo "$e la fede non si muti in dis!erazione#
G(=L(ETT*
( santi non si muovono, e!!ure
esaudis"ono "oloro "$e li !regano#
RO1EO
*llora non muoverti, "os6 la mia !reg$iera
sar esaudita# 'La bacia) E""o, le tue labbra
$anno tolto il !e""ato dalle mie#
G(=L(ETT*
*llora le mie labbra !ortano il !e""ato "$e $anno
RO1EO 'tolto#
(( !e""ato dalle mie labbra5 O "ol!a dol"emente
rim!roverata: Rendimi il mio !e""ato:
G(=L(ETT*
Voi ba"iate "ome insegna il libro#
+=TR(CE
Giulietta, vostra madre vuole !arlarvi#
RO1EO
C$i 4 sua madre5
+=TR(CE Come, giovanotto:
Sua madre 4 la !adrona di &uesta "asa,
una dama buona, saggia e virtuosa#
(o $o allattato sua figlia, la fan"iulla "on la &uale
avete !arlato finora# Vi assi"uro "$e essa
sar oro sonante !er "$i avr la fortuna di averla#
RO1EO
*llora 4 una Ca!uleti# O$, "aro !rezzo:
Sono debitore della vita alla mia nemi"a#
0E+VOL(O
Via, andiamo"ene2 il bello sta !er finire:
RO1EO
Temo "$e sia "os62 !i- restiamo e !i- l'infeli"it s'a",
'"res"e#
9
C*P=LET(
+o, signori, non andatevene7 "'4 an"ora una !i""ola
'"ena,
tanto !er stare un !o' allegri# 1a volete !ro!rio la,
's"iar"i5
"li parlano all#orecchio
Ebbene, allora vi ringrazio tutti,
miei "ari signori# , Grazie, buona notte# K
*ltre fia""ole, &ui: , *llora andiamo"ene a letto
O ami"o, 4 tro!!o tardi, vado a ri!osare#
Escono tutti tranne G(=L(ETT* e la +=TR(CE
G(=L(ETT*
Vieni &ui, nutri"e7 "$i 4 &uel gentiluomo5
+=TR(CE
(( figlio e l'erede del ve""$io Tiberio#
G(=L(ETT*
E &uello "$e sta us"endo in &uesto momento5
+=TR(CE
Quello5 Credo "$e sia il giovane Petru""io,
G(=L(ETT*
E l'altro "$e lo segue e "$e non $a voluto ballare5
+=TR(CE
+on lo so,
G(=L(ETT*
Va' "$iedi il suo nome# Se 4 s!osato,
la tomba sar il mio letto di nozze
+=TR(CE
Si "$iama Romeo, ed 4 un 1onte""$i,
l'uni"o figlio del vostro grande nemi"o#
G(=L(ETT*
(( mio uni"o amore nato dal mio uni"o odio:
O s"onos"iuto, tro!!o !resto visto, e tro!!o tardi
"onos"iuto: O sovrumana forza d'amore,
tu mi fai amare il nemi"o "$e odiavo#
+=TR(CE
C$e di"i, "$e di"i5
G(=L(ETT* *l"uni versi "$e $o im!arato ora
da uno "$e ballava "on me#
=+* VOCE %*LL'(+TER+O Giulietta:
+=TR(CE Subito, subito: *ndiamo7 gli os!iti sono
andati via tutti# Escono
'((# PROLOGO)
'Entra il CORO)
CORO
Ora l'anti"a !assione sta sul letto di morte
e un nuovo affetto vuole esserne l'erede#
La bella fan"iulla, !er "ui l'amante soffriva
e desiderava la morte,
vi"ino alla soave Giulietta non 4 !i- bella#
Ora Romeo 4 amato e ama un'altra volta,
i due amanti sono legati dall'in"anto degli sguardi2
9
ma egli deve soffrire "redendola sua nemi"a,
ed essa deve rubare la dol"e es"a d'amore da tremendi ami#
Ed essendo "ons VV'ato un nemi"o, egli non !u3
avvi"inarla !er mormorarle le !romesse degli amanti2
ma !er lei "$e ama "on uguale misura,
sono !i- diffi"ili le o""asioni !er in"ontrarsi
in &ual"$e luogo "on l'amato#
1a la !assione !resta loro la forza, il tem!o, i mezzi
'e il modo
!er in"ontrarsi e "onsolare le estreme sofferenze
"on estreme dol"ezze# 'Esce
9
'((# (#)
Entra RO1EO solo
RO1EO
Posso andare avanti, se il mio "uore 4 &ui5
Torna indietro, o mia instabile terra, e trova il tuo
'"entro#
'Si nasconde nel giardino dei Capuleti)
Entrano 0E+VOL(O e 1ERC=I(O
0E+VOL(O
Romeo: Cugino Romeo: Romeo:
1ERC=I(O
Sulla mia vita, &uel Romeo 4 saggio2
e sono "erto "$'4 gi a "asa nel suo letto#
0E+VOL(O
(nve"e lo vidi &ui2 andava in fretta
e !oi $a s"aval"ato il muro di &uesto giardino#
C$iamalo, mio buon 1er"uzio#
1ERC=I(O +on solo, ma lo evo"$er37
Romeo: Ca!ri""ioso: Pazzo: *mante furioso:
Rivelati almeno "on un sos!iro,
"on una rima, e io sar3 soddisfatto#
Grida un sem!li"e Ha$im4H, !ronun"ia solo
HbellaH e HstellaH, trova una dol"e !arola
!er Venere, la mia "omare, un so!rannome !er il figlio "ie"o,
il suo erede, il giovane *bramo Cu!ido,
"$e "ol!6 nel segno &uando il re Cofetua
s'innamor3 della fan"iulla !overa#
1a Romeo non as"olta, non si fa vivo, non si muove#
Quella s"immia 4 morta2 bisogna !ro!rio "$e lo evo"$i#
(o ti s"ongiuro, !er i luminosi o""$i di Rosalina,
!er la sua bella fronte, !er le sue labbra s"arlatte,
!er i suoi !iedi bellissimi e le sue gambe diritte#
!er le sue "os"e vibranti e &uello "$e vi sta vi"ino,
di a!!arire a noi "ome veramente tu sei#
0E+VOL(O
Se ti sente, "erto andr in "ollera#
1ERC=I(O
Questo non !u3 irritarlo# *vrebbe ragione di infuriarsi "on me
se fa"essi rizzare nel "er"$io della sua amata,
uno s!irito di strana natura e ve lo las"iassi l diritto
fino a "$e lei non l'avesse soddisfatto
e !la"ato# Questa sarebbe una vera offesa,
ma la mia invo"azione 4 giusta e onesta,
!er"$. vuole solo far levare su lui in nome della sua
0E+VOL(O 'donna#
Vieni2 si sar nas"osto fra &uegli alberi,
!er avere "om!agna l'umida notte#
;
(l suo amore 4 "ie"o e &uindi sta bene nell'os"urit#
1ERC=I(O
Se l'amore 4 "ie"o, non !u3 "ol!ire il segno#
Ora Romeo sta seduto sotto un nes!olo e sogna
"on desiderio la sua donna2 la vede nella forma
di &uel frutto "$e le ragazze ridendo "$iamano Hne,
&uando sono sole# O Romeo, se ella fosse, 's!olaH,
se ella fosse un'a!erta### e""etera### e tu una !era di
'Po!erin:
0uona notte, Romeo: Vado a dormire nel mio letto,
!er"$. &uesto letto da "am!o 4 tro!!o freddo !er me#
Vieni2 andiamo via5
0E+VOL(O *ndiamo, allora#
@ inutile "er"are "$i non vuole farsi trovare# Escono
'((# ((#)
RO1EO 'facendosi avanti)
C$i non $a mai avuto una ferita, ride
di "$i ne !orta i segni#
;
'G(=L(ETT* appare al balcone)
1a &uale lu"e
a!re l'ombra, da &uel bal"one5 E""o l'oriente
e Giulietta 4 il sole### *lzati, dun&ue, o vivo sole
e s!egni la luna gi fio"a, !allida di !ena,
"$e $a invidia di te !er"$. sei bella
!i- di lei, tu "$e la servi# E se $a invidia di te
las"iala sola# (l suo manto di vestale
$a gi un "olore verde di !alude,
e !i- nessuna vergine lo !orta#
Gettalo via: O$, 4 la mia donna, 4 il mio amore:
1a non lo sa: Parla e non di"e !arola7
il suo o""$io !arla, e a lui ris!onder3#
1a "$e folle s!eranza2 non 4 a me "$e !arla#
%ue fra le stelle !i- lu"enti, "$e girano
ora in altre zone, !regano i suoi o""$i
di s!lendere nelle sfere senza lu"e,
fino al loro ritorno# E se i suoi o""$i
fossero nel "i"lo veramente e le stelle
nel suo viso5 Lo s!lendore del suo volto
farebbe !allide le stelle, "ome la lu"e del giorno
la fiamma d'una tor"ia# Se !oi i suoi o""$i
fossero nel "i"lo, &uanta lu"e su nell'aria7
tanta "$e gli u""elli "redendo imita la notte
"omin"erebbero a "antare# Guarda "ome !osa
la guan"ia sulla mano: O$, se fossi un guanto
su &uella mano !er sfiorarle la guan"ia:
G(=L(ETT* *$im4:
RO1EO
E""o, !arla# O$, !arla an"ora, angelo s!lendente:
Tu in &uesta notte a!!ari a me, dall'alto,
di forte lu"e "ome un alato messaggero
agli o""$i meravigliati dei mortali, &uando
;
var"a lente nuvole e veleggia nell'aria
immensa#
G(=L(ETT* O Romeo: Romeo: Per"$. tu sei Romeo5
Rinnega dun&ue tuo !adre e rifiuta &uel nome,
o se non vuoi, legati al mio amore
e !i- non sar3 una Ca!uleti#
RO1EO
%evo ris!ondere o as"oltare an"ora5
G(=L(ETT*
Solo il tuo nome 4 mio nemi"o7 tu, sei tu,
an"$e se non fossi uno dei 1onte""$i#
C$e "osa vuoi dire 1onte""$i5 +. mano,
non !iede, n. bra""io, n. viso, nulla
di "i3 "$e forma un "or!o# Prendi un altro nome:
C$e "'4 nel nome5 Quella "$e "$iamiamo rosa,
an"$e "on altro nome avrebbe il suo !rofumo#
*n"$e Romeo senza !i- il suo nome
sarebbe "aro, "om'4, e "os6 !erfetto#
Rinun"ia al tuo nome, Romeo, e !er il nome,
"$e non 4 !arte di te, !rendi me stessa#
RO1EO
Ti !rendo sulla !arola, "$iamami solo amore,
e avr3 nuovo battesimo2 e""o, non mi "$iamo !i-
G(=L(ETT* 'Romeo#
C$i sei tu "$e difeso dall'ombra della notte
entri nel mio "$iuso !ensiero#'
RO1EO
Con un nome non so dirti "$i sono2
odio il mio nome "$e ti 4 nemi"o,
stra""erei il foglio dove fosse s"ritto#
G(=L(ETT*
(( mio ore""$io non $a bevuto "ento !arole
;
di &uella vo"e, e gi ne ri"onos"o il suono#
+on sei Romeo, uno dei 1onte""$i5
RO1EO
+. l'uno, mia bella fan"iulla, n. l'altro,
se non ti 4 "aro n. l'uno n. l'altro#
G(=L(ETT*
Come, !er"$., sei giunto fino a &ui5
*lti sono i muri del giardino e as!ri
da s"alare2 e se &ual"uno ora ti s"o!re,
se !enso "$i sei, &uesto 4 luogo di morte,
RO1EO
Con le ali leggere d'amore volai su &uesti muri7
!er amore non "'4 osta"olo di !ietra,
e "i3 "$e amore !u3 fare, amore tenta7
non !ossono fermarmi i tuoi !arenti#
G(=L(ETT*
Se ti vedono &ui, ti u""ideranno#
RO1EO
*$im4: (l !eri"olo 4 !i- nei tuoi o""$i
"$e non in venti delle loro s!ade7
se mi guardi "on dol"ezza, sar3 forte
"ontro il loro odio#
G(=L(ETT* +on vorrei
"$e ti vedessero &ui, !er tutto il mondo#
RO1EO
(( manto della notte mi nas"onde2 ma se non mi ami
las"ia "$e mi trovino# 1eglio "$e il loro odio
tolga la mia vita, e non "$e la morte tardi
senza il tuo amore#
G(=L(ETT* C$i ti $a guidato in &uesto luogo5
RO1EO
Con i miei o""$i, amore m'aiut3 a "er"arlo,
e "on il suo "onsiglio# (o non sono !ilota
ma se tu fossi lontana, &uanto
la !i- deserta s!iaggia del !i- lontano mare,
io mi s!ingerei l, so!ra una nave,
!er una mer". tanto !reziosa#
;
G(=L(ETT* La mas"$era
della notte mi nas"onde il viso7 vedresti il rosso,
allora, "$e "o!re le mie guan"e, !er le !arole dette
&uesta notte: O$, "ome vorrei volentieri, volentieri,
smentire le !arole2 ma ormai, addio finzioni:
1i arni tu5 So "$e dirai di s6, ed io ti "reder32
ma se giuri, tu !uoi ingannarmi# %i"ono "$e Giove
rida dei falsi giuramenti degli amanti#
O gentile Romeo, se mi ami, dimmelo veramente2
ma se "redi "$e mi sia !resto abbandonata,
sar3 "rudele Ce lo diranno le mie "igliaD,
dir3 di no, e allora sarai tu a !regarmi2
se non lo !ensi, non sa!rei dirti di no
!er tutto il mondo# O bel 1onte""$i, 4 vero,
il mio amore 4 tro!!o forte, e, "on ragione,
!otresti dirmi leggera, mio gentile signore,
ma vedrai "$e sono !i- sin"era delle donne
"$e !i- di me "onos"ono l'astuzia
di a!!are timide# E !i- timida,
"erto sarei stata, se tu, a mia insa!uta,
non mi avessi sentito !arlare del mio amore#
Perdonami dun&ue, e non attribuire
a leggerezza &uesto mio abbandono,
"$e l'ombra della notte ti $a rivelato#
RO1EO
Per la feli"e luna "$e imbian"a le "ime
di &uesti alberi, io giuro###
G(=L(ETT* O$, non giurare !er la luna,
!er l'in"ostante luna "$e ogni mese muta
il "er"$io della sua orbita7 non vorrei
"$e il tuo amore fosse "ome il moto della luna#
RO1EO
E !er "$e "osa devo allora giurare5
G(=L(ETT*
+on giurare2 o giura !er te, gentile,
;
"$e sei il dio "$e il mio "uore ama,
e sarai "reduto#
RO1EO Se il "aro amore del mio "uore###
G(=L(ETT*
+o, non giurare# Ogni mia gioia 4 in te,
ma non $o gioia dal nostro !atto d'amore
di &uesta notte2 im!rovviso, inas!ettato, ra!ido,
tro!!o simile al lam!o "$e finis"e !rima
"$e si di"a Hlam!eggiaH# 0uona notte, mio amore:
Questo germoglio d'amore "$e si a!re al mite
vento dell'estate, sar uno s!lendido fiore
&uando "i rivedremo an"ora# 0uona notte,
buona notte: =n sonno dol"e e feli"e
s"enda nel tuo "uore "ome nel mio:
RO1EO O$, tu mi las"i
"on tanto desiderio:
G(=L(ETT* E "$e desiderio !uoi avere
&uesta notte5
RO1EO S"ambiare il tuo amore "on il mio#
G(=L(ETT*
Prima "$e lo "$iedessi, io t'$o dato il mio,
e vorrei non averlo an"ora dato#
RO1EO Vorresti, forse,
ri!renderlo5 E !er &uale ragione, amore mio5
G(=L(ETT*
Per offrirlo an"ora una volta# (o desidero
&uello "$e !ossiedo2 il mio "uore, "ome il mare,
non $a limiti e il mio amore 4 !rofondo
&uanto il mare7 !i- a te ne "on"edo
!i- ne !ossiedo, !er"$. l'uno e l'altro
sono infiniti# Sento &ual"$e rumore
nella "asa2 "aro amore, addio:
La +=TR(CE chiama dall$ interno
HSubito, mia buona nutri"e#H E tu, amato 1onte""$i
sii fedele7 as!etta un momento il m6o ritorno# Esce
RO1EO
O feli"e, feli"e notte: (o temo, !oi "$'4 notte,
;
"$e sia un sogno il mio, dol"e di lusing$e
e non realt#
G(=L(ETT* torna al balcone
G(=L(ETT* %ue !arole, mio "aro, e !oi
davvero, buona notte# Se &uesto tuo amore
4 onesto e mi vuoi "ome s!osa, domani
mandami a dire da "$i verr da te,
dove e in "$e giorno "om!iremo il rito,
avrai allora ai tuoi !iedi la mia sorte,
e verr3 "on te, mio signore, in tutto il mondo#
+=TR(CE
C%all# internoD Signora:
G(=L(ETT* HVengo subito: H 1a se il tuo amore
non 4 onesto, ti su!!li"o###
+=TR(CE
C%all'internoD Signora:
G(=L(ETT* H Vengo, vengo : H
+on !arlarmi !i- e las"iami al mio dolore2
domani mander3 &ual"uno###
RO1EO Per la salvezza dell'anima mia###
G(=L(ETT*
1ille volte buona notte: Esce
RO1EO 1ille volte "attiva notte,
ora "$e mi man"a la tua lu"e# *more va verso amore
"ome i ragazzi fuggono dai libri2
ma amore las"ia amore "on la malin"onia
dei ragazzi &uando vanno a s"uola#
G(=L(ETT* torna al balcone
G(=L(ETT*
Pss: Romeo: Pss: O se avessi vo"e di fal"oniere
!er ri"$iamare il mio fal"o gentile#
(l !rigioniero !arla sottovo"e, non !u3 urlare2
"erto sa!rei s!ezzare la "averna

;
dove E"o si "$iude, e fare la sua vo"e aerea !i- fio"a
della mia, a furia di ri!etere il nome di Romeo#
RO1EO
8orse 4 l'anima mia "$e mormora il mio nome#
Come nella notte la vo"e degli amanti
$a "$iaro suono d'argento, di musi"a dol"issima,
all'ore""$io "$e as"olta:
G(=L(ETT* Romeo:
RO1EO 1ia "ara:
G(=L(ETT*
* "$e ora, domani, vuoi "$e mandi da te5
RO1EO
*lle nove#
G(=L(ETT* +on tarder3# 1an"ano vent'anni
fino a &uell'ora# +on ri"ordo !er"$. t'$o ri"$iamato#
RO1EO
Las"iami &ui fin"$. tu lo ri"ordi#
G(=L(ETT* *llora lo s"order3,
!er"$. tu resti, ri"ordando solo la "ara
tua "om!agnia#
RO1EO E io rimango se an"ora
non ri"ordi, dimenti"ando &ui ogni altra "asa,
tranne &uesta#
G(=L(ETT* @ &uasi giorno, ed io vorrei
"$e tu fossi andato2 ma non !i- in l d'un u""ello
" $e una fan"iulla libera dalla mano,
"ome un !overo !rigioniero dalle "atene,
e !oi "on un filo di seta lo ri!orta a s.,
amante gelosa di &uella libert#
RO1EO
Vorrei essere io &uell'u""ello#
;
G(=L(ETT* *n"$'io lo vorrei, "aro2
ma avrei !aura d'u""iderti "on le mie "arezze#
0uona notte, buona notte: Las"iarti 4 dolore
"os6 dol"e "$e direi buona notte fino a giorno# Esce
RO1EO
S"enda sui tuoi o""$i il sonno, e la &uiete
nel tuo "uore: O$, fossi il sonno e la &uiete
!er ri!osare "os6 dol"emente: Ora andr3 via,
dal mio !adre s!irituale, a "$iedere il suo aiuto,
a dirgli del mio feli"e in"ontro di stanotte# Esce
'(( (((#)
Entra 8R*TE LORE+IO "on una "esta
8R*TE LORE+IO
(( mattino dagli o""$i grigi sorride alla "u!a notte,
mandando stris"e di lu"e verso le nuvole d'oriente2
e lLoes"urit gi livida di ma""$ie, "ome un ubria"o "$e
'bar"olla,
si allontana dal sentiero del giorno e dalle ruote di
'fuo"o del Titano#
Ora, !rima "$e il sole giunga "ol suo o""$io di fiamma
a rallegrare il giorno e ad as"iugare
l'umida rugiada della notte,
devo riem!ire &uesto !aniere di vimini
"on erbe velenose e fiori dal su""o !rezioso,
La terra 4 madre e tomba della natura7
i/ suo se!ol"ro 4 il grembo dal &uale $a origine
la sua vita2 e noi vediamo nas"ere
da &uesto grembo figli di varie s!e"ie, "$e su""$iano
dal suo seno# *l"uni, ottimi !er numerose virt-
Cnessuno "$e ne sia !rivoD, e ognuno differente dal,
'l'altro#
O$, "ome grande e !otente 4 la virt- "$e risiede nelle
'!iante,
;
nelle erbe, nelle !ietre, e nelle loro !i- segrete &ua,
(nfatti nulla esiste sulla terra di "osi umile, 'lit:
"$e non !ossa dare alla terra &ual"$e bene !arti"olare2
e nulla 4 "os6 buono "$e, sviato dal suo uso,
non si ribelli alla sua vera natura, "adendo nell'abuso#
La virt- stessa, male ado!erata, !u3 diventare un
'vizio,
e &ual"$e volta il vizio si nobilita !er la sua azione#
Sotto la tenera membrana di &uesto fragile fiore,
"'4 insieme un veleno e un !otere medi"o2
infatti se l'odori, e""ita ogni senso,
se lo assaggi, ferma il "uore e tutti i sensi#
Come nelle erbe, "os6 nell'uomo stanno a""am!ati
due re nemi"i7 la grazia e la volont s!ietata#
E &uella !ianta dove !redomina la !eggiore di &ueste
forze, 4 !resto divorata dal "an"ro della morte#
Entra RO1EO
RO1EO
0uon giorno, !adre#
8R*TE LORE+IO 0enedi"ite:
Quale vo"e mi saluta tanto dol"emente di !rimo mat,
'tino5
1io giovane figliolo, se tu dai "os6 !resto il buon,
'giorno
al tuo letto, signifi"a "$e &ual"osa agita la tua mente2
solo negli o""$i dei ve""$i veglia l'in&uietudine,
e dove "'4 l'in&uietudine non "'4 mai il sonno#
1a dove stende le membra la forte giovent-,
"$e $a la mente libera, l regna un sonno feli"e#
Per"i3, la tua visita mattutina mi di"e
"$e &ual"$e !reo""u!azione ti $a fatto alzare dal letto,
o se non 4 "os6, &uesta volta "redo d'indovinare7
il nostro Romeo &uesta notte non 4 andato a dormire#
RO1EO
Quest'ultima tua i!otesi 4 vera2 ma il mio ri!oso
4 stato !i- dol"e delle altre notti#
?
8R*TE LORE+IO
%io !erdoni il tuo !e""ato: Sei stato "on Rosalina5
RO1EO
Con Rosalina5 +o, mio !adre s!irituale2
$o dimenti"ato &uel nome e ogni sua tristezza#
8R*TE LORE+IO
0ene, figliolo2 ma dove sei stato, allora5
RO1EO
Te lo dir3 !rima "$e me lo domandi un'altra volta#
Sono stato a una festa in "asa del mio nemi"o2
e l di "ol!o fui ferito da "$i avevo ferito#
+on "'4 "$e un solo rimedio !er tutti e due,
ed 4 il tuo aiuto e la medi"ina benedetta "$e tu "i
(o non odio nessuno, !adre2 e "ome vedi, 'darai,
ti !rego an"$e !er il mio nemi"o#
8R*TE LORE+IO
Sii "$iaro, mio buon figliolo, e dimmi brevemente
// signifi"ato del tuo dis"orso2 una "onfessione ambi,
non !u3 avere "$e un'assoluzione !o"o "$iara, 'gua
RO1EO
*llora ti dir3 a!ertamente "$e il mio "uore
$a !osto il suo amore !i- "aro nella bella figlia
del ri""o Ca!uleti2 e "ome il suo amore 4 !osto nel
'mio,
"os6 il mio 4 nel suo# Tutto 4 "ombinato fra noi7
resta solo da fare "i3 "$e s!etta a te,
"elebrare il santo matrimonio# Quando, dove e "ome
"i siamo in"ontrati, abbiamo !arlato d'amore, e "i
'siamo
s"ambiate la nostra !romessa, te lo dir3 strada fa,
ma intanto, ti !rego di s!osar"i oggi stesso, '"endo2
8R*TE LORE+IO
0enedetto San 8ran"es"o: C$e mutamento 4 &uesto5
>ai gi dimenti"ato Rosalina, "$e di"evi di amare
"os6 teneramente5 *llora l'amore dei giovani
non si trova nel "uore, ma solo negli o""$i#
Gesummaria: E!!ure, &uante la"rime
?
$anno bagnato le tue !allide guan"e:
Quant'a"&ua salata $ai s!arso inutilmente
!er dare sa!ore a un affetto "$e ora non vuoi !i-
'gustare
(( sole non $a an"ora s"$iarito il "ielo dalla nebbia
dei tuoi sos!iri, e i tuoi lamenti d'un tem!o
risuonano nel mio ore""$io2 e &ui sulla tua guan"ia
4 rimasto il segno di un'anti"a la"rima
"$e non si 4 an"ora as"iugata# Se tu eri te stesso
e tuoi i sos!iri, tu e i sos!iri eravate uni"amente
!er Rosalina# Sei tu dun&ue mutato5
*llora ri!eti &uesta sentenza7 HLe donne
!ossono "adere, dato "$e agli uomini man"a ogni
RO1EO 'forzaH#
Tu mi $ai s!esso rim!roverato !er"$. amavo Rosa,
8R*TE LORE+IO 'lina#
+on di amarla, ma la tua furia nell'amore, mio fi,
RO1EO 'gliolo#
E mi $ai !ure suggerito di se!!ellire &uest'amore#
8R*TE LORE+IO
1a non di mettere un amore nella tomba
!er tirarne fuori un altro#
RO1EO
Ti !rego, non rim!roverarmi7 &uella "$e amo ora,
mi rende grazia !er grazia, e amore !er amore7
l'altra non fa"eva "os6#
8R*TE LORE+IO Per"$. aveva "a!ito
"$e il tuo amore re"itava a memoria, e non sa!eva
n. leggere n. s"rivere# 1a, vieni, volubile ragazzo,
vieni "on me2 andiamo7 !er una sola ragione
voglio aiutarti7 !er"$. &uesto matrimonio !otrebbe
far mutare in sin"ero amore l'odio delle vostre fa,
RO1EO 'miglie,
Su, andiamo, bisogna fare !resto#
8R*TE LORE+IO
Calma e saggezza7 "$i "orre tro!!o in"iam!a#
Escono
?
'(( (V#)
Entrano 0E+VOL(O e 1ERC=I(O
1ERC=I(O
%ove diavolo sar &uesto Romeo5
+on 4 tornato a "asa stanotte5
0E+VOL(O
* "asa di suo !adre, no2 $o !arlato "ol suo servo#
1ERC=I(O
Certo &uella !allida sgualdrina dal "uore duro,
&uella Rosalina lo tormenta fino a farlo diventare
0E+VOL(O '!azzo#
Tebaldo, !arente del ve""$io Ca!uleti,
$a mandato una lettera a "asa di suo !adre#
1ERC=I(O =na sfida, "erto#
0E+VOL(O Romeo gli ris!onder#
1ERC=I(O C$iun&ue sa s"rivere, !u3 ris!ondere a una
lettera#
0E+VOL(O 1a no, volevo dire "$e ris!onder "on la
sfida a "$i gli $a s"ritto la lettera2 sfida !er sfida#
1ERC=I(O Povero Romeo, sei gi morto: 8erito dagli
o""$i neri di una bian"a fan"iulla, "ol!ito all'ore""$io
da un "anto d'amore, trafitto nel "entro del "uore dal,
la fre""ia del !i""olo ar"iere "ie"o# Ti !are un uomo
"$e !u3 battersi "on Tebaldo5
0E+VOL(O Per"$.5 C$e "osa 4 dun&ue &uesto Tebaldo5
1ERC=I(O Certo !i- del !rin"i!e dei gatti, te lo
!osso assi"urare# O$, egli 4 valoroso "am!ione d6
"erimonie: Si batte "on la stessa fa"ilit "on la &uale
tu "anti un'arietta, sa tenere il tem!o, la distanza e la
misura2 ti fa !render fiato in una !ausa e !oi, uno,
due, tre, 4 nel tuo !etto: @ !ro!rio un be""aio dei
bottoni di seta7 un vero maestro di s!ada, uno s!a,
da""ino2 un gentiluomo d'anti"a stir!e, di !rima e
?
se"onda "ausa# *$, "$e immortale H!assadoH: C$e
H!unto reversoH: "$e H$aiH:
0E+VOL(O C$e "osa di"i5
1ERC=I(O Peste ai grottes"$i balbuzienti, bizzarri am,
biziosi2 a &uesti nuovi "oniatori di !arole: HCristo,
"$e buonissima lama: H HC$e grand'uomo: H HC$e !er,
fetta !uttana:H Ve""$io mio, "om'4 triste essere af,
flitti da &uesti mos"oni stranieri, da &uesti figurini
alla moda, da &uesti pardonnez!moi "$e tengono tan,
to all'ultimo modello, e "$e !er non s"iu!arlo $anno
!aura di sedersi "omodamente sulle ve""$ie !an"$e:
O$, &uei loro bons, &uei loro bons:
Entra RO1EO
0E+VOL(O E""o Romeo, e""o Romeo:
1ERC=I(O Guarda "om'4 se""o e sfian"ato, sembra
un'aringa senz'uova# O "arne, "arne, diventata !e,
s"e: Ora 4 !er le rime nelle &uali Petrar"a era molto
versato# Laura, a !aragone della sua donna, era una
lava!iatti Cma aveva un amante !i- abile nel "antar,
laD2 0idone, una "ialtrona2 Cleo!atra, una zingara2
Elena ed Ero, miserabili !uttane2 Tisbe, nient'altro
"$e un o""$io di gatto o &ual"osa di simile7 ma &ue,
sto non im!orta# Signor Romeo, bon &our7 e""o
un saluto fran"ese, !er le tue bra"$e alla fran"ese# Ce
l'$ai fatta bella, stanotte:
RO1EO 0uongiorno a tutti e due# 1a "$e "osa $o fatto5
1ERC=I(O Ti sei ritirato di "ol!o, signore7 una riti,
rata: Ca!is"i5
RO1EO Pardon, mio buon 1er"uzio, avevo un grande
affare, e in un "aso "ome il mio, un uomo !u3 an"$e
forzare la "ortesia#
1ERC=I(O (( "$e vuol dire "$e un "aso "ome il tuo
forza un uomo a !iegarsi sulle nati"$e !er###
RO1EO Per fare un in"$ino5
1ERC=I(O L'$ai "a!ita nel modo !i- gentile#
?
RO1EO Certo, 4 un'inter!retazione molto "ortese#
1ERC=I(O S6: (o sono !ro!rio il !in"o della "ortesia#
RO1EO Pin"o !er dire fiore#
1ERC=I(O Pre"isamente#
RO1EO *llora an"$e il mio s"ar!ino "$e $a la forma
d'un !in"o, 4 un bel fiore#
1ERC=I(O Questo 4 vero s!irito2 "ontinua !ure su
&uesto tono, fin"$. tu non abbia rotto il tuo s"ar!i,
no2 e &uando l'uni"a suola di esso sar "onsumata,
rester da "onsumare la tua arguzia uni"a e sola#
RO1EO O arguzia a una sola suola2 singolare solo !er
la sua man"anza di singolarit#
1ERC=I(O Vieni &ui fra noi, 0envolio2 il mio s!irito
sta !er esaurirsi#
RO1EO Vieni "on frusta e s!eroni, frusta e s!eroni: O
avr3 gi vinto la gara#
1ERC=I(O *nzi 7 se le nostre arguzie "orrono alla "a",
"ia dell'o"a selvati"a, io sono s!a""iato, !er"$. in una
delle tue "'4 !i- o"a selvati"a "$e in "in&ue delle
mie7 ne sono "erto# E nella "a""ia, ero "on te a fare
la !arte dell'o"a5
RO1EO Tu sei stato "on me soltanto !er fare l'o"a#
1ERC=I(O Ti morder3 un ore""$io in !remio della
tua arguzia#
RO1EO +o, buon'o"a, non mordermi#
1ERC=I(O (( tuo s!irito 4 agrodol"e2 4 una salsa mol,
to !i""ante#
RO1EO E non 4 forse ben servita "on un'o"a dol"e5
1ERC=I(O E""o dello s!irito di !elle di "a!retto, "$e
dalla misura di un !olli"e, a furia di tirare, diventa
largo "ome un bra""io#
RO1EO (o lo tiro fino a &uella !arola HlargoH "$e ag,
giunta ad Ho"aH dimostra in lungo e in largo "$e sei
una grossa o"a#
1ERC=I(O 0e': +on 4 meglio &uesto "$e s!asimare
d'amore5 Ora, finalmente, sei trattabile2 ora sei Ro,
meo, ora sei veramente &uale ti $a fatto natura e ar,
?
te2 !er"$. &uest'amore "$e tormenta 4 "ome un gran
balordo "$e "orre !enzoloni in su e in gi- !er fi""are
il suo balo""o in un bu"o#
0E+VOL(O 0asta: 0asta:
1ERC=I(O Tu vuoi fermare il mio argomento !ro,
!rio H"ontro il !eloH#
0E+VOL(O *ltrimenti lo avresti fatto tro!!o lungo,
1ERC=I(O O$, ti sbagli2 l'avrei fatto "orto, !er"$. ero
gi arrivato in fondo, e non intendevo andare !i-
addentro "on il mio argomento#
RO1EO E""o un bell'arnese:
Entrano la +=TR(CE e P(ETRO
=na vela, una vela:
1ERC=I(O %ue, due: =na "ami"ia da uomo e una da donna:
+=TR(CE Pietro:
P(ETRO C$e "'45
+=TR(CE (( mio ventaglio, Pietro#
1ERC=I(O %aglielo, mio buon Pietro7 "os6 !otr na,
s"ondere la fa""ia2 &uella del ventaglio 4 !i- bella#
+=TR(CE %io vi "on"eda il buongiorno, signori:
1ERC=I(O E a voi la buona sera, bella gentildonna:
+=TR(CE @ gi ora della buona sera5
1ERC=I(O *!!unto, ve lo di"o io2 !oi"$. l'asta os"e,
na della meridiana 4 sul bu"o di mezzogiorno#
+=TR(CE 8initela: C$e uomo siete5
RO1EO =n uomo, mia gentildonna, "$e %io $a "reato
!er far danno a se stesso#
+=TR(CE Parola mia, veramente ben detto, &uesto
H!er far danno a se stessoH: Signori, &ual"uno di voi
sa dirmi dove !osso trovare il giovane Romeo5
RO1EO Posso dirvelo io2 ma il HgiovaneH Romeo,
&uando l'avrete trovato, sar !i- ve""$io di &uando
lo "er"avate# (n man"anza di !eggio, io sono il !i-
giovane di &uesto nome#
?
+=TR(CE Va bene:
1ERC=I(O Come7 va HbeneHil H!eggioH5 1olto ben
detto, in verit7 "$e saggezza, "$e saggezza:
+=TR(CE Se siete voi Romeo, signore, desidero farvi
una "onfidenza#
0E+VOL(O Vorr, forse, "omuni"argli un invito a "ena#
1ERC=I(O =na ruffiana, una ruffiana, una ruffiana: *t,
tenzione7 l:
RO1EO C$e "osa $ai trovato5
1ERC=I(O +on "erto una le!re, signore2 a meno "$e
non sia una le!re, signore, da !asti""io di &uaresima,
"$e sa di muffa !rima d'essere mangiata#
Gira loro intorno "anti""$iando7
H=na ve""$ia le!re "$e !uzza di muffa,
una ve""$ia le!re "$e !uzza di muffa,
4 un'ottima !ietanza di Quaresima7
ma una le!re "$e !uzza di muffa
4 an"$e tro!!o !er venti !ersone
se gi !uzza di muffa alla vista#H
Romeo, non vieni da tuo !adre5 +oi andiamo a !ran,
zo a "asa tua#
RO1EO Vengo an"$'io#
1ERC=I(O *ddio, mia ve""$ia signora, addio: Signo,
ra, signora, signora: Escono 1ERC=I(O e 0E+VOL(O
+=TR(CE S6, addio: Vi !rego, signore, ditemi7 "$e ti!o
di sfa""iato mer"ante era "ostui, "on tutta &uella vol,
gare mer"e da for"a5
RO1EO =n gentiluomo, nutri"e, "$e gode ad as"oltarsi
&uando !arla, e "$e in un minuto 4 "a!a"e di dire
!i- !arole di &uelle "$e as"olta in un mese#
+=TR(CE Se "rede di !arlare "ontro di me, lo sa!r3
mettere a !osto, fosse !i- forte di &uanto 4, e !i-
forte di venti !ezzi da for"a "ome lui2 e se non baste,
r3 io, trover3 "$i mi aiuter# Volgare furfante: +on
sono una delle sue !uttanelle, io2 non sono una della
sua brigata: C'ivolta a P(ETROD E tu, "ome !uoi an,
?
"ora stare l6 fermo e tollerare "$e un &ualsiasi fara,
butto si serva di me !er il suo !ia"ere5
P(ETRO (o non $o mai visto un uomo servirsi di voi
!er il suo !ia"ere# Se lo avessi visto, avrei sfoderato
subito il mio sto""o, ve lo assi"uro# (o $o il "oraggio
di sfoderare la s!ada "ome "$iun&ue altro, se mi "a,
!ita l'o""asione in una giusta lite, e &uando la legge
4 dalla mia !arte#
+=TR(CE Ve (o giuro davanti a %io7 sono "os6 invi!e,
rita, "$e tremo tutta# Volgare farabutto: Vi !rego,
signore7 una !arola# Come vi stavo di"endo, la mia
giovane !adrona mi $a mandato a "er"arvi# Terr3 !er
me &uello "$e mi $a ordinato di dirvi# 1a las"iate
"$e !rima di tutto vi di"a "$e, se avete intenzione di
"ondurla nel !aradiso dei !azzi, "ome si di"e, vi "om,
!ortereste, "ome si di"e, in un modo indegno2 !er"$.
&uesta gentildonna 4 giovane, e se "redete di fare "on
lei il do!!io gio"o sarebbe una "attiva azione verso
una gentildonna, e il vostro modo di "om!ortarvi
veramente mes"$ino#
RO1EO +utri"e, !uoi ra""omandarmi alla tua signora
e !adrona: (o ti giuro###
+=TR(CE C$e buon "uore: Vi assi"uro "$e le dir3
tutto# O Signore, Signore: Sar una donna feli"e:
RO1EO 1a "$e le dirai, nutri"e, se an"ora non $o !ar,
lato5
+=TR(CE Le dir3, signore, "$e voi avete giurato2 e,
se"ondo me &uesta 4 una !romessa da gentiluomo#
RO1EO
%ille "$e trovi, nel !omeriggio, un !retesto
!er andare da frate Lorenzo a "onfessarsi#
E nella sua "ella, infatti, si "onfesser
e si s!oser# Questo 4 !er il tuo disturbo#
+=TR(CE +o, signore, ne!!ure un soldo, veramente###
RO1EO *ndiamo, a""ettalo, ti di"o#
+=TR(CE Oggi nel !omeriggio, signore5 Va bene sa,
r l#
?
RO1EO
E tu, buona nutri"e, entro &uest'ora,
as!etta dietro il muro del "onvento2
il mio servo ti !orter una s"ala di "orda
"$e nel segreto della notte mi !orter in alto,
al "olmo della feli"it# *ddio, sii fedele,
ed io "om!enser3 le tue fati"$e#
*ddio, ra""omandami alla tua !adrona#
+=TR(CE
Ed ora, (ddio ti benedi"a: *s"oltate, signore#
RO1EO
Parla, mia "ara nutri"e:
+=TR(CE
@ fidato il vostro servo5 +on avete mai sentito dire
"$e due !ersone !ossono serbare un segreto
se soltanto una sola lo "onos"e5
RO1EO
Ti assi"uro, non !arla2 il mio servo resiste "ome l'a",
'"ia6o#
+=TR(CE 0ene, signore# La mia !adron"ina 4 la !i-
gentile delle fan"iulle# Signore, Signore: 0isognava
vederla &uand'era una !i""ola "osa "$e "inguettava:
O$' C'4 in "itt un nobile, un "erto Paride, "$e si
batterebbe volentieri !er lei2 ma lei, anima "ara,
&uando lo vede, !referirebbe avere davanti un ros!o,
!ro!rio un ros!o# (o &ual"$e volta la fa""io andare
in "ollera di"endole "$e Paride 4 l'uomo adatto !er
lei7 ma, vi assi"uro, &uando le di"o "os6, essa diventa
!i- !allida d'un !anno# HRosmarinoH e HRomeoH non
"omin"iano "on la stessa lettera5
RO1EO S6, nutri"e# E "on "i35 Tutte e due "omin"iano
"on R#
+=TR(CE *$, buffone: 1a "os6 fa il "ane# R 4 !er
il### +o2 so "$e in"omin"ia "on un'altra lettera, ed
essa unis"e voi al rosmarino "on un grazioso giro di
!arole, "$e se lo sentiste vi farebbe feli"e#
RO1EO Ra""omandami alla tua signora#
?
+=TR(CE S62 mille volte: Pietro:
P(ETRO E""omi:
+=TR(CE Pietro, !rendi il mio ventaglio e va' avanti#
Escono
'(( V#)
Entra G(=L(ETT*
G(=L(ETT*
0attevano le nove &uando $o mandato la nutri"e,
ed essa mi aveva assi"urato "$e sarebbe tornata
in una mezz'ora# 8orse non 4 rius"ita a trovarlo#
+o, non 4 "os6# O$, ma 4 zo!!a:
( messaggeri d'amore dovrebbero essere i !ensieri,
"$e "orrono die"i volte !i- dei raggi del sole,
&uando "a""iano le ombre dalle "ime dei monti#
Per &uesto, "olombe dalle ali velo"i !ortano *more2
e !er &uesto, Cu!ido, fulmineo "ome il vento,
$a le ali# (l sole 4 gi al !unto !i- alto del suo "orso,
e dalle nove alle dodi"i vi sono tre lung$e ore,
ed essa non 4 an"ora tornata# Se il suo "uore fosse
agitato dagli affetti e dal sangue "aldo della giovi,
essa si muoverebbe ra!ida "ome una !alla# 'nezza,
Le mie !arole la lan"erebbero verso il mio dol"e
e &uelle di Romeo verso di me# 'amore,
1a i ve""$i, molte volte, sembrano gi morti7
in"erti, lenti, !esanti e lividi "ome il !iombo#
Entrano la +=TR(CE e P(ETRO
%io mio: E""ola: C$e notizie mi !orti,
"ara nutri"e5 L'$ai veduto5 1anda via &uell'uomo:
+=TR(CE
Pietro, as!ettami fuori della !orta# 'P(ETRO esce)
A
G(=L(ETT*
H%un&ue, mia buona e dol"e nutri"e5### O$, %io, !er,
'"$4
$ai un as!etto "os6 triste5 *n"$e se le notizie sono
'"attive,
dimmele sorridendo7 se sono buone#, non guastare
la loro dol"e musi"a suonandole "on un viso "os6 duro#
+=TR(CE
Sono stan"a: Las"iatemi ri!osare un momento#
*$i, "ome mi fanno male le ossa: C$e "orsa $o fatto:
G(=L(ETT*
Ti darei volentieri le mie ossa, !er avere le tue no,
Su, !arla, ti !rego, "ara, "ara nutri"e2 !arla: 'tizie:
+=TR(CE
Ges-, "$e fretta: +on !otete as!ettare un momento5
+on vedete "$e sono senza fiato5
G(=L(ETT*
Come !uoi essere senza fiato, se $ai fiato
!er dirmi "$e sei senza fiato5 La s"usa
!er non !arlare subito 4 !i- lunga del ra""onto
"$e ti s"usi di non !oter fare# (nsomma, le notizie
sono buone o "attive5 Ris!ondi almeno a &uesto2
dimmi l'una o l'altra !arola, e !oi as!etter3 il resto#
*""ontentami7 sono buone o "attive5
+=TR(CE Ebbene, avete fatto una s"elta infeli"e2 voi
non sa!ete !ro!rio s"egliere un uomo: Romeo5 +o,
non 4 l'uomo !er voi# La sua fa""ia 4 !i- bella di
tutte2 !er3 la sua gamba 4 !i- diritta di &ualun&ue
altra2 delle mani, !oi, dei !iedi, dell'as!etto, 4 inu,
tile !arlarne7 sono in"om!arabili# Egli non 4 il fiore
della "ortesia ma, ve lo garantis"o, 4 do"ile "ome un
agnello# Segui la tua strada, fan"iulla mia2 servi %io#
Come, avete gi !ranzato5
G(=L(ETT*
+o, no: 1a tutto &uesto lo sa!evo gi#
C$e "osa di"e delle nostre nozze5 C$e ne !ensa5
A
+=TR(CE
%io, "ome mi fa male la testa: O$, la mia testa:
1e la sento s!a""are in venti !ezzi#
O$, la mia s"$iena, !ro!rio &ui dietro2 o$, la mia
o$, la mia s"$iena: C$e "uore duro avete: 's"$iena,
1andarmi in giro di "orsa in su e gi- !er afferrare la
G(=L(ETT* 'mia morte#
Credimi, mi dis!ia"e "$e tu non stia bene#
1a, mia "ara, mia "ara, mia "ara nutri"e7 "$e di"e il
'mio amore5
+=TR(CE (( vostro amore, da gentiluomo onesto, "or,
tese, gentile, bello, e, ve lo assi"uro, virtuoso, mi $a
detto### 1a dov'4 vostra madre5
G(=L(ETT*
%ov'4 mia madre5 1a 4 in "asa2 e dove dovrebbe
'essere5
C$e strano modo di ris!ondere2 Hil vostro amore,
da gentiluomo onesto, di"e7 dov'4 vostra madre5H#
+=TR(CE
O 1adonna santa: Vi s"aldate "os6 !resto5
Vergine mia, vi las"io immaginare###
E &uesto sarebbe il balsamo !er le mie ossa doloranti5
%'ora in !oi i vostri messaggi li !orterete voi stessa#
G(=L(ETT*
O$, &uante storie: Su, "$e "osa di"e Romeo5
+=TR(CE
*vete avuto il !ermesso di andare oggi a "onfessarvi5
G(=L(ETT* S6#
+=TR(CE
*llora, andate !resto da frate Lorenzo#
L "'4 un marito "$e vuole farvi s!osa#
E""o "$e il sangue ardente vi sale alle guan"e2
!er &ualsiasi s"io""$ezza diventano s"arlatte#
Correte in "$iesa2 io andr3 da un'altra !arte
a !rendere una s"ala, "on la &uale il vostro amore,
a!!ena far buio, salir "ome al nido di un u""ello#
Ora lavoro "ome un fa""$ino !er la vostra feli"it2
A
ma stanotte il !eso lo !orterete voi#
*ndiamo2 io vado a "enare, e voi "orrete da frate
G(=L(ETT* 'Lorenzo#
Volo verso la su!rema feli"it: *ddio, mio buona
'nutri"e: Escono
'((# V(#)
Entrano 8R*TE LORE+IO e RO1EO
8R*TE LORE+IO
(( Cielo sorrida feli"emente a &uesto sa"ro rito,
e "$e l'avvenire non lo rim!roveri "on &ual"$e dolore#
RO1EO
*men, *men: 1a nessun dolore !otr mai
uguagliare la gioia "$e mi da un solo istante
della sua !resenza: Congiungi le nostre mani
"on le tue devote !arole2 e !oi sia fatta
la volont della morte "$e divora l'amore#
(o voglio soltanto "$iamare mia il mio amore#
8R*TE LORE+IO
Le gioie violente $anno fine violenta, e muoiono
nel loro trionfo "ome il fuo"o e la !olvere
"$e si "onsumano in un ba"io# (l miele !i- soave
nausea !er la tro!!a dol"ezza, e basta assaggiarlo,
!er non averne !i- desiderio# *matevi, dun&ue,
"on misura2 "os6 l'amore durer !i- a lungo#
C$i 4 tro!!o velo"e, arriva tardi, "ome "$i va tro!!o
'lentamente#
Entra G(=L(ETT* impetuosamente( Abbraccia RO1EO
E""o la fan"iulla: O$, un !iede "os6 leggero
non "onsumer mai la !ietra eterna: =n amante
!u3 "aval"are sul filo di ragno "$e os"illa nell'aria
'viva"e
dell'estate, e non "adere, tanto 4 leggera la vanit#
A
G(=L(ETT*
0uona sera al mio !adre s!irituale:
8R*TE LORE+IO
Romeo ti ringrazier !er tutti e due, figliola:
G(=L(ETT*
E saluto an"$e lui, altrimenti non meriterei il suo
RO1EO 'ringraziamento#
O$, Giulietta, se la misura della tua gioia
4 !iena "ome la mia, e la tua arte 4 su!eriore alla mia
'nell'es!rimerla, allora fa dol"e
"ol tuo res!iro l'aria "$e "i "ir"onda
e las"ia "$e la soave armonia della tua vo"e
es!rima la feli"it sovrumana "$e noi ri"eviamo
l'uno dall'altro "on &uesto "aro in"ontro:
G(=L(ETT*
(( sentimento, !i- ri""o di sostanza "$e di !arole,
si vanta della sua essenza, non delle forme vane#
Solo i !overi !ossono "ontare le loro ri""$ezze2
ma il mio amore sin"ero 4 "res"iuto in "os6 forte mi,
'sura,
"$e io non !osso "al"olare nemmeno la met della mia
8R*TE LORE+IO 'ri""$ezza#
Venite, venite "on me2 faremo in fretta2
"ol vostro !ermesso, non !osso las"iarvi soli, fin"$.
la santa C$iesa non vi abbia uniti in una sola !ersona#
Escono
'(((# (#)
Entrano 1ERC=I(O, 0E+VOL(O, e i loro servi
0E+VOL(O
Ti !rego, "aro 1er"uzio, "on &uesto "aldo
4 meglio andare a "asa2 !oi i Ca!uleti sono fuori
e se dovessimo in"ontrarli, non !otremmo evitare
una lite2 in &ueste giornate torride,
il sangue s'infuria e ribolle#
A
1ERC=I(O 1i sembri uno di &uei tali "$e a!!ena en,
trano in una taverna sbattono la s!ada sulla tavola e
di"ono7 H%io non voglia "$e abbia bisogno di teH, e
al se"ondo bi""$iere la im!ugnano senza al"un motivo
!er mina""iare l'oste#
0E+VOL(O 1i "redi uno di &uei ti!i5
1ERC=I(O 1a va'# Sei "os6 fo"oso di natura, "ome
nessun altro in (talia2 e "on tanta fa"ilit ti las"i tra,
s!ortare dalla "ollera &uanto la "ollera 4 !ronta a
tras!ortarti#
0E+VOL(O E "$e "osa an"ora5
1ERC=I(O O$, niente7 se "i fossero al mondo due "o,
me te, li !erderemmo subito, !er"$. si u""iderebbero
a vi"enda# (nsomma, tu litig$eresti "on uno soltanto
!er"$. la sua barba $a un !elo di !i- o di meno della
tua2 "on un altro !er"$. s"$ia""ia no""iole, e tu $ai
o""$i "olor no""iola7 e &uale altro o""$io, se non il
tuo, sarebbe "a!a"e di vedere un tale motivo di lite5
La tua testa 4 !iena "ome un uovo, ma di liti2 e, a
furia di litigare, $a ri"evuto tante s"osse "$e s'4 ri,
dotta alla fine "ome un uovo fradi"io# >ai litigato "on
uno "$e tossiva !er la strada, di"endo "$e aveva sve,
gliato il tuo "ane "$e dormiva al sole2 e !oi "on un
sarto !er"$. !ortava un giusta"uore nuovo, !rima di
Pas&ua2 e "on un altro !er"$. aveva dei nastri ve""$i
alle sue s"ar!e nuove# E !ro!rio tu ora vieni a farmi
una !redi"a "ontro le liti5
0E+VOL(O 1a io non sono "ome te !ronto ad atta""are
briga e, !er dimostrartelo, !otrei s"ommettere "on
"$iun&ue un'ora e un &uarto di vita, "ontro la !ro,
!riet !ura e sem!li"e di tutta la mia vita#
1ERC=I(O La !ro!riet !ura e sem!li"e5 O$, !uro e
sem!li"e:
Entrano TE0*L%O e altri
0E+VOL(O Per il mio "a!o, e""o i Ca!uleti,
A
1ERC=R(O Per i ta""$i delle mie s"ar!e, non me n'im,
!orta:
TE0*L%O
State al mio fian"o7 voglio !arlare "on loro#
0uongiorno, signori2 una !arola a uno di voi:
1ERC=I(O Soltanto una !arola5 E "on uno solo di
noi5 *ggiungetevi &ual"osa2 fa""iamo, una !arola e
un "ol!o#
TE0*L%O Sono !ronto an"$e a &uesto, ma datemene
l 'o""asione#
1ERC=I(O E non !otete !rendere voi l'o""asione sen,
za "$e vi sia data5
TE0*L%O 1er"uzio, $ai !reso a""ordi "on Romeo###
1ERC=I(O *""ordi5 Ci !rendi !er giullari5 Se "i "on,
sideri giullari, !re!arati a udire i nostri Hdisa""ordiH#
E""o l'ar"$etto del mio violino 'tocca la spada)2
"on &uesto ti far3 ballare# E sentirai "$e a""ordi:
0E+VOL(O
Stiamo !arlando in mezzo alla gente2
o "i a!!artiamo in &ual"$e luogo "$iuso
a ragionare "on "alma delle nostre beg$e,
o!!ure se!ariamo"i2 &ui tutti "i guardano#
1ERC=I(O
Gli o""$i sono fatti !er guardare, las"iate dun&ue
'"$e guardino#
+on mi muover3 !er far !ia"ere a nessuno, io#
Entra RO1EO
TE0*L%O
*$, la !a"e sia "on voi, signore# E""o il mio uomo#
1ERC=I(O
E$i, signore, mi far3 im!i""are se !orta la vostra
'livrea:
*vanti, s"endete !er !rimo sul terreno7 lo vedrete
al vostro HseguitoH2 e solo allora vostra Signoria
!otr veramente "$iamarlo Hsuo uomoH#
A
TE0*L%O
Romeo, l'amore "$e $o !er te non trova un modo
migliore di es!rimersi7 HSei un viglia""o: H#
RO1EO
Tebaldo, la ragione !er la &uale ti voglio bene,
mi !ermette di s"usare l'offesa violenta
del tuo saluto# +on sono un vile2
!er"i3, addio: Vedo "$e non mi "onos"i#
TE0*L%O
Ragazzo, &uesto non ri!ara la tua offesa2
voltati, dun&ue, e mano alla s!ada#
RO1EO
Ti assi"uro "$e non ti $o mai offeso2
e ri!eto "$e ti voglio bene, !i- di &uanto
tu !ossa immaginare# Potrai "redere al mio affetto,
&uando ne "onos"erai la ragione# E &uesto dovrebbe
'bastarti,
mio buon Ca!uleti Cnome "$e mi 4 "aro &uanto il
1ERC=I(O 'mioD#
C$e fredda, disonorevole e vile sottomissione:
*$, una sto""ata la !orti via# 'Tira fuori la s!ada)
Tebaldo, a""$ia!!asor"i, vuoi fare &ual"$e !asso5
TEE*L%O
Vuoi &ual"$e "osa da me5
1ERC=I(O +ulla, buon re dei gatti7 solo una delle tue
nove vite, "on la &uale intendo farmi !i- auda"e# Poi,
se"ondo "ome ti "om!orterai "on me, mi !ro!ongo
di !i""$iare se""o sulle altre otto# Vuoi tirare !er le
ore""$ie la tua s!ada dal fodero5 Sbrigati, se non
vuoi avere la mia s!ada intorno alle tue ore""$ie !ri,
ma "$e la tua sia fuori#
TE0*L%O *i tuoi ordini# ')ira fuori la spada)
RO1EO
1etti gi- la s!ada, "aro 1er"uzio#
1ERC=I(O
*vanti, signore2 il vostro "ol!o# 'Si battono)

A
RO1EO
8uori la s!ada, 0envol6o, e disarmiamoli "on un "ol!o#
Signori, vergognatevi7 evitate &uesta infamia#
Tebaldo: 1er"uzio: (l Prin"i!e $a severamente
!roibito le risse nelle vie di Verona#
8ermati, Tebaldo: 8ermo, "aro 1er"uzio:
TE0*L%O ferisce 1ERC=I(O passando sotto il braccio
di RO1EO e fugge
1ERC=I(O Sono ferito:
Peste alle vostre due famiglie: @ finita7
e &uello se n'4 andato, e non $a nulla5
0E+VOL(O Come, sei ferito5
1ERC=I(O
S6, s6, un graffio, un graffio2 ma !erdio, basta#
%ov'4 il mio !aggio5 Va', furfante, "er"a un medi"o:
RO1EO
Coraggio: La ferita non !u3 essere grave#
1ERC=I(O +o, non 4 !rofonda "ome un !ozzo n. lar,
ga "ome il !ortale di una "$iesa# 1a 4 suffi"iente2
baster: C$iedete di me, domani, e troverete un uo,
mo severo# Ti assi"uro "$e sono "ondito !er &uesta terra#
Peste sulle vostre due "ase: Perdio, un "ane,
un to!o, un sor"io, un gatto !er graffiare a morte un
uomo: =no s!a""one, un furfante, un farabutto "$e
si batte "on !re"isione matemati"a: Per"$. diavolo
vi siete messo fra noi due5 Sono stato "ol!ito di sot,
to al tuo bra""io#
RO1EO (o $o "reduto di fare bene#
1ERC=I(O
*iutami, 0envolio2 !ortami in una "asa &ualun&ue2
mi sento man"are# Peste alle vostre famiglie:
1i $anno ridotto "ibo !er i vermi7
l'$o !resa e !ro!rio se""a# *$, le #vostre "ase:
Esce 1ERC=I(O 'sorretto da 0E+VOL(O)
RO1EO
Questo gentiluomo, !arente del Prin"i!e,
A
e mio vero ami"o, 4 stato "ol!ito a morte
!er "ausa mia# (( mio onore 4 ma""$iato
dall'offesa di Tebaldo "$e da un'ora 4 mio "ugino#
O dol"e Giulietta, la tua bellezza mi $a reso effemi,
'nato
e $a indebolito la tem!ra d'a""iaio del mio "oraggio#
'ientra 0E+VOL(O
0E+VOL(O
O$, Romeo, Romeo, il valoroso 1er"uzio 4 morto:
Quel nobile s!irito, sdegnando la terra
molto !rima del tem!o, $a voluto raggiungere le
RO1EO 'nuvole#
(l "u!o fato di &uesto giorno !ender
su molti giorni "$e verranno2 &uesto inizia la sven,
altri la "om!iranno# 'tura7
'ientra TE0*L%O
0E+VOL(O
E""o di ritorno il furioso Tebaldo#
RO1EO
Vivo e in trionfo: E 1er"uzio 4 stato u""iso#
Torna al "ielo, o !rudente dol"ezza2 e tu ora guidami,
o furia dall'o""$io di fuo"o# Tebaldo, ri!renditi il
'HvileH
"$e mi $ai detto !o"o fa, !er"$. l'anima di 1er"uzio
4 solo !o"o !i- in alto delle nostre teste,
e as!etta "$e la tua vada a farle "om!agnia#
O tu o io, o insieme, dobbiamo raggiungerla#
TE0*L%O
Tu, maledetto ragazzo, "$e fosti suo ami"o sulla terra,
sarai "on lui lass-#
RO1EO Questa s!ada lo de"ider#
Si battono, TE0*L%O cade
A
0E+VOL(O
Vattene, Romeo, fugg6:
( "ittadini sono gi in allarme2
e Tebaldo 4 morto# +on stare l6 sbalordito#
(( Prin"i!e ti "ondanner a morte, se ti !renderanno2
vattene, fugg6, fugg6:
RO1EO
O$, "ome la sorte mi $a gio"ato:
0E+VOL(O Per"$. non te ne vai5
Esce '*ME*
Entrano dei C+))A%+,+, ecc#
PR(1O C(TT*%(+O
%a "$e !arte 4 fuggito l'uomo "$e $a u""iso 1er,
%ov'4 andato &uell'assassino di Tebaldo5 '"uzio5
0E+VOL(O
1a Tebaldo 4 &ui a terra morto#
PR(1O C(TT*%(+O Via, signore, seguitemi,
ve l'ordino in nome del Prin"i!e7 obbedite:
Entrano il P'+,C+PE, M*,)ECC-+, CAP.LE)+, le loro mogli e altri
PR(+C(PE
%ove sono i vili "$e $anno !rovo"ato &uesta rissa5
0E+VOL(O
O nobile Prin"i!e, io !osso ra""ontarvi
"ome si 4 svolta &uesta rissa fatale#
Quell'uomo disteso l $a u""iso il valoroso 1er"uzio,
vostro !arente2 ed 4 stato il giovane Romeo a u""i,
%O++* C*P=LET( 'derlo#
Tebaldo, mio ni!ote: (l figlio di mio fratello:
O Prin"i!e: O s!oso: Si 4 s!arso il sangue
di un mio "aro !arente: Prin"i!e, se sei giusto,
!er il nostro sangue, fa s"orrere sangue dei 1on,
O ni!ote, ni!ote: 'te""$i:
B
PR(+C(PE
0envolio, "$i $a !rovo"ato &uesta rissa5
0E+VOL(O
Tebaldo, "$e vedete &ui morto, u""iso dalla mano di
di Romeo "$e gli !arlava gentilmente 'Romeo2
invitandolo a "onsiderare &uanto mes"$ina
fosse la ragione della lire, e &uale
grande dolore vi avrebbe !ro"urato# E !arlava
"on modi "ortesi, &uasi "on le gino""$ia !iegate, umil,
'mente2
e il suo sguardo era do"ile2 ma non rius"6 lo stesso
a "almare l'ira sfrenata di Tebaldo
"$e, sordo ad ogni !arola di !a"e, vibr3 un "ol!o
della sua s!ada al !etto del valoroso 1er"uzio#
E 1er"uzio, "on uguale furore, ris!onde !unta "ontro
e "on eroi"o dis!rezzo, !rima svia '!unta,
da se la fredda morte, e !oi la rimanda a Tebaldo
"$e !ronto la res!inge# *llora Romeo urla7
H 8ermi, arnie7, ami"i, dividetevi: H# E !i- velo"e della
'lingua,
il suo agile bra""io ries"e ad abbassare le loro s!ade,
e !oi si lan"ia 7n mezzo a loro2
ma un malvagio "ol!o vibrato al di sotto
del bra""io di Romeo, feris"e a morte 1er"uzio#
Tebaldo fugge2 ma torna subito indietro
verso Romeo, "$e medita vendetta
Ra!idi "ome lam!i si !re"i!itano
l'uno "ontro l'altro# Prima "$'io !otessi
se!ararli "on la mia s!ada, il forte Tebaldo
veniva u""iso, e, mentre "adeva, Romeo fuggiva#
Questa 4 la verit, "$'io !ossa morire &ui di "ol!o#
%O++* C*P=LET(
Egli 4 !arente dei 1onte""$i, l'affetto gli fa dire
bugie2 non di"e la verit# Erano almeno in venti
a "ombattere in &uesta rissa mortale,
e insieme rius"irono a u""idere un uomo#
C$iedo giustizia, e tu, Prin"i!e, la devi fare#
B
Romeo u""ise Tebaldo, e Romeo deve morire#
PR(+C(PE
Romeo u""ise Tebaldo, ma Tebaldo aveva u""iso 1er
"$i ora !ag$er &uesto sangue !rezioso5 '"uzio2
1O+TECC>(
+on "erto Romeo, Prin"i!e# Egli era ami"o di 1e"u,
e la sua "ol!a "oin"ide "ol diritto della legge 'zio,
"$e "ondanna Tebaldo#
PR(+C(PE E a!!unto !er &uesto arbitrio
nei "onfronti della legge, lo "ondanniamo immedia,
'tamente
all'esilio# (l vostro odio $a "ol!ito an"$e me#
* "ausa dei vostri violenti dissidi 4 stato versato san,
'gue mio2
e !er &uesto v'im!ongo una multa "os6 forte
"$e vi far3 !entire della !erdita da me subita#
+on as"olter3 n. difese n. s"use2 n. !ianti n. !re,
'g$iere
serviranno a ris"attare gli arbitrii in danno della
'legge2
!er"i3 saranno inutili# %un&ue, Romeo s'allontani
subito2 se venisse trovato an"ora &ui
do!o il bando sarebbe messo a morte#
Portate via il "or!o di Tebaldo e ris!ettate i miei
'ordini7
la "lemenza 4 un delitto &uando !erdona un assas,
'sino# Escono
'(((# ((#)
Entra "+.L+E))A
G(=L(ETT*
Correte velo"i, o "avalli dai !iedi di fuo"o
B
alla "asa di 8ebo# 8etonte a "ol!i di frusta
vi avrebbe s!into "on furia in o""idente
e sarebbe gi &ui la "u!a notte#
Stendi la tua "ortina nera, o notte,
"$e !roteggi l'amore2 e gli o""$i della lu"e
"$e fugge, "$iuderanno le !al!ebre,
e Romeo verr nelle mie bra""ia,
in segreto e difeso dal silenzio# *gli amanti
basta la loro bellezza "ome lu"e
nei "onvegni d'amore2 e se l'amore 4 "ie"o,
4 in armonia "on la notte# Vieni, o gentile
notte, signora nella sem!li"e veste nera,
e insegnami a !erdere una gara
"$e sto !er vin"ere, dove si gio"ano
due verginit intatte# Co!ri "ol nero manto
il sangue a""eso "$e batte sul mio viso,
e fai l'amore timido !i- auda"e,
ma sem!re !uro in ogni suo abbandono#
Vieni, o notte, vieni, o Romeo2 vieni, tu giorno nella
&ui disteso sull'ali della notte 'notte7
!i- bian"o di fres"a neve so!ra un "orvo#
Vieni, dol"issima notte, amorosa notte
dalle "iglia nere, dammi il mio Romeo,
e alla sua morte s"ioglilo in !i""ole stelle7
il volto del "i"lo sar "os6 s!lendente
"$e tutti avranno amore !er la notte
dimenti"ando di adorare il sole#
O$, io $o "om!rato la reggia dell'amore
"$e an"ora non !ossiedo# (o !ure fui "om!rata
ma an"ora non goduta: O$, la noia
di &uesto giorno infinito "ome la notte
a una fan"iulla "$e attende la festa
!er adornarsi del vestito nuovo#
Entra la ,.)'+CE torcendosi le mani/ con la scala d corde
O$, e""o viene la mia nutri"e "$e mi !orta sue notizie#
B
Ogni lingua "$e !ronun"i soltanto il nome di Romeo
!arla un linguaggio "eleste#
%un&ue, nutri"e, "$e notizie mi !orti5 C$e $ai l65
Le "orde "$e Romeo ti disse di !ro"urare5
+=TR(CE S6, s6, le "orde# 'Le getta per terra)
G(=L(ETT*
*$im4, "$e notizie $ai5 Per"$. tormenti "os6 le tue
+=TR(CE 'mani5
*$, "$e giorno: Egli 4 morto, 4 morto, 4 morto:
Siamo !erdute, o signora, siamo !erdute:
*$, "$e giorno: @ andato, 4 stato u""iso, 4 morto:
G(=L(ETT*
(( Cielo !u3 essere "os6 "rudele5
+=TR(CE Romeo !u3 esserlo,
ma il Cielo non !u3# O Romeo: Romeo:
C$i l'avrebbe mai immaginato5 Romeo:
G(=L(ETT*
C$e diavolo sei tu, "$e mi tormenti "os65
Questo su!!lizio farebbe ruggire an"$e nel tremendo
Romeo si 4 u""iso5 %immi soltanto s6, 'inferno:
e &uesta sillaba Hs6H sar !i- velenosa
degli o""$i del basilis"o "$e lan"iano fre""e di morte#
(o non son io, se vive &uesto Hs6H
o "$iuder3 &uegli o""$i "$e ti fan dire Hs6H#
Se egli 4 morto, dimmi Hs6H,
altrimenti, dimmi HnoH# Queste due sillabe
de"ideranno !er me la feli"it o la sventura#
+=TR(CE
Vidi la ferita, la vidi "on i miei o""$i
C%io !erdoni &uello sfregioD sul suo forte !etto:
=n "adavere "$e destava !iet, un "adavere insangui,
!allido, !allido "ome "enere7 tutto s!or"o 'nato7
di sangue, di "roste di sangue# *!!ena lo vidi
$o !erduto i sensi#
G(=L(ETT*
O$, s!ezzati, mio "uore: Povero dis!erato,
s!ezzati subito: (n !rigione, o miei o""$i,
B
dove non !otrete !i- guardare liberamente:
Vile terra, ritorna alla terra, e resta l6 immobile,
e una sola !esante bara gravi su te e Romeo#
+=TR(CE
O Tebaldo, Tebaldo, o mio !i- "aro ami"o:
O gentile Tebaldo, vero gentiluomo:
+on fossi mai tanto vissuta da vederti morto:
G(=L(ETT*
C$e bufera infuria in ogni senso:
Romeo 4 u""iso5 E Tebaldo 4 morto5
(l mio "arissimo "ugino e il mio signore
an"ora a me !i- "aro5 *llora, o s!aventosa
tromba, suona il Giudizio =niversale:
C$i !u3 vivere an"ora se loro sono morti5
+=TR(CE
Tebaldo 4 morto, e Romeo 4 messo al bando#
Romeo $a u""iso Tebaldo e sar mandato in esilio#
G(=L(ETT*
O %io: La mano di Romeo $a s!arso il sangue di
+=TR(CE 'Tebaldo5
L'$a s!arso, l'$a s!arso, maledetto giorno, l'$a s!arso:
G(=L(ETT*
O "uore di ser!ente, in un "or!o simile a un fiore:
Quale drago abit3 in un antro "os6 bello5
0ellissimo tiranno: *ngeli"o demonio:
Corvo "on ali di "olomba, agnello fameli"o "ome un
Lurida materia dall'a!!arenza divina: 'lu!o:
Perfetto "ontrario di &uello "$e sembravi:
Santo dannato: +obile farabutto:
O natura, "$e metterai nell'inferno,
se $ai a""olto lo s!irito di un demonio
dentro il !aradiso mortale di un "or!o "os6 !erfetto5
Vi fu mai un libro "os6 ben rilegato,
e di "ontenuto "os6 vile5 Pu3 l'inganno
B
abitare in un !alazzo "os6 sontuoso5
+=TR(CE +on "'4 lealt,
n. fede, n. onest negli uomini: Tutti s!ergiuri,
tutti bugiardi, tutti malvagi, tutti i!o"riti#
*$, dov'4 il mio uomo5 %atemi un !o' di a"&uavite#
Questi dolori, &ueste s"iagure, &ueste !ene
mi fanno inve""$iare# %isonore a Romeo:
G(=L(ETT* Ti si gonfi la lingua,
!er &uest'augurio# Romeo non 4 nato
!er il disonore2 il disonore non sarebbe onorato
di stare sulla sua fronte, !er"$. essa 4 un trono
sul &uale l'onore !otrebbe essere in"oronato
uni"o re dell'universo# Sono un mostro
se $o !otuto insultarlo:
+=TR(CE E !otreste !arlare
bene di lui, "$e $a u""iso vostro "ugino5
G(=L(ETT*
E dovrei !arlare male di lui, "$e 4 il mio s!oso5
O$, mio !overo signore2 &uale lingua dir bene
del tuo nome, se io, tua s!osa solo da tre ore,
ti $o ingiuriato5 1a !er"$., "rudele, $ai u""iso mio
'"ugino5
Per"$. &uell'infame di mio "ugino avrebbe voluto
'u""idete il mio s!oso#
Tornate, tornate alla vostra sorgente,
o la"rime s"io""$e2 le vostre go""e sono un tributo
"$e a!!artiene al dolore, e voi !er errore
le avete offerte alla gioia# Vivo 4 il mio s!oso,
"$e Tebaldo avrebbe voluto u""idere2 e morto 4 Te,
"$e avrebbe voluto u""idere il mio s!oso# 'baldo,
Questo mi "onsola2 allora !er"$. !iango5
Per"$. una !arola, !i- grave della morte di Tebaldo,
mi $a annientata2 ,!arola "$e vorrei dimenti"are,
ma a$im4, essa !esa sulla mia memoria
"ome un'azione dannata sull'anima del "ol!evole#
HTebaldo 4 morto e Romeo 4 banditoH2
B
&uel HbanditoH, &uella sola !arola HbanditoH
$a u""iso die"imila Tebaldi: La morte di Tebaldo
sarebbe stato un dolore gi grave, se fosse rimasto
ma se l'amaro dolore ama la "om!agnia, 'solo2
e $a bisogno di unirsi ad altri dolori,
!er"$., &uando la nutri"e disse7 HTebaldo 4 mortoH
non aggiunse an"$e HTuo !adreH, o HTua madreH,
e !er"$. no, HTutti e due sono mortiH5
Questo mi avrebbe dato una dis!erazione "omune a
ma &uello "$e disse do!o HTebaldo 4 mortoH, 'tutti2
&uel HRomeo 4 banditoH mi "ol!6 "ome se avesse
!adre, madre, Tebaldo, Romeo, Giulietta, 'detto7
tutti u""isi, tutti morti: Romeo 4 HbanditoH:
+on "'4 fine, non "'4 limite, non misura, n. "onfine
alla morte "ontenuta in &uella !arola# +essuna !arola
!u3 es!rimere &uel dolore#
+utri"e, dove sono mio !adre e mia madre5
+=TR(CE
Piangono e si dis!erano sul "or!o di Tebaldo#
Volete andare da loro5 Vi "ondurr3 io#
G(=L(ETT*
Lavino le sue ferite "on le la"rime7 le mie saranno
'versate
!er l'esilio di Romeo, &uando le loro saranno se""$e#
Prendi &uelle "orde: Povere "orde, siete deluse
"ome me !er"$. Romeo 4 in esilio5
Egli aveva fatto di voi la strada maestra
!er giungere al mio letto# 1a io, an"ora fan"iulla,
morir3 vergine e vedova# *ndate, o "orde,
va' nutri"e2 io andr3 nel mio letto di nozze7
la morte, non Romeo, !render la mia verginit#
+=TR(CE
*ndate nella vostra stanza7 andr3 a "er"are Romeo
!er"$. venga a "onsolarvi, io so dove si trova#
*s"oltatemi2 il vostro Romeo sar &ui stanotte#
Vado da lui7 4 nas"osto nella "ella di frate Lorenzo,
B
G(=L(ETT*
O$, trovalo:
Porta &uesto anello al mio fedele "avaliere
e digli "$e venga a !rendere il mio ultimo addio#
Escono
'(((# ((()
Entra 0'A)E L*'E,1*
8R*TE LORE+IO
Vieni fuori, Romeo2 vieni fuori, uomo !auroso:
La sventura si 4 innamorata
delle tue doti e tu l'$ai s!osata#
Entra '*ME*
RO1EO
C$e notizie, !adre5 E la sentenza del Prin"i!e5
Quale dolore "$e an"ora non "onos"o
vuole stringermi la mano5
8R*TE LORE+IO (( mio "aro figliolo
$a gi molta "onfidenza "on &uel suo triste "om!agno#
Conos"o la sentenza del Prin"i!e#
RO1EO
(( giudizio del Prin"i!e, di &uanto 4 meno grave
del Giudizio =niversale5
8R*TE LORE+IO
=na sentenza mite 4 us"ita dalle sue labbra7
non la morte del "or!o, ma l'esilio del "or!o#
RO1EO
*$, l'esilio: *bbi miseri"ordia2 dimmi HmorteH,
!iuttosto# La !aura 4 !i- negli o""$i dell'esilio,
molto di !i-, "$e in &uelli della morte#
+on dirmi !i- HesilioH#
8R*TE LORE+IO Tu sei bandito da Verona#
*bbi !azienza, il mondo 4 grande#
B
RO1EO
+on esiste mondo oltre le mura di Verona2
fuori "'4 solo il !urgatorio, il tormento, l'inferno#
C$i 4 bandito di &ui, 4 bandito dal mondo,
e l'esilio dal mondo 4 la morte# (l bando 4 la morte
"$iamata "on altro nome# E tu, "$iamando
esilio la morte, mi tagli il "a!o "on una s"ure d'oro
e sorridi al "ol!o mortale "$e mi s"$ianta#
8R*TE LORE+IO
O !e""ato mortale: O$, dura ingratitudine:
La nostra legge !unis"e "on la morte
una "ol!a "ome la tua2 ma il Prin"i!e, "lemente,
si 4 messo dalla tua !arte e, tras"urando la legge,
$a sostituita la fos"a !arola HmorteH "on HesilioH#
Questa 4 una grazia "$e dimostra
l'affetto del Prin"i!e e tu non vuoi ri"onos"erlo#
RO1EO
Tortura, e non grazia# (l Cielo 4 &ui
dove vive Giulietta# Ogni gatto, ogni "ane,
ogni !i""olo to!o, &uello "$e "'4 di !i- vile,
!u3 vivere &ui in Cielo, e guardare Giulietta2
solo Romeo non !u3# C'4 !i- ris!etto,
!i- "ortesia, !i- dignit !er le mos"$e
"$e girano intorno a una "arogna, "$e !er Romeo#
Le mos"$e !ossono to""are la bian"a meraviglia
della mano di Giulietta, e rubare
una feli"it sovrumana alle sue labbra,
"$e, nella loro modestia, diventano an"ora !i- rosse
"onsiderando !e""ato &uei ba"i2 ma Romeo
non !u3: Egli 4 al bando# Questo !ossono fare
le mos"$e, e io no, !er"$. devo fuggire#
Esse sono libere, e io al bando# E tu mi di"i
an"ora "$e esilio non 4 morte5
+on avevi, !er u""idermi, un veleno, un "oltello
B
dalla !unta affilata, un mezzo &ualsiasi di morte,
!i- immediato di &uesto miserabile HbanditoH5
H0anditoH5 O !adre, i dannati nell'inferno
di"ono &uesta !arola a "ui fa e"o un lungo lamento#
Tu "$e sei un servo di %io, un "onfessore di anime,
uno "$e libera dai !e""ati, tu "$e di"i di essere
mio ami"o, "ome $ai il "uore di annientarmi
"on la !arola H bandito H 5
8R*TE LORE+IO
O amante forsennato, as"olta una !arola#
RO1EO
O$, ma tu !arlerai an"ora di esilio:
8R*TE LORE+IO
Ti dar3 un'armatura !er difenderti
da &uesta !arola7 il dol"e latte d'ogni avversit,
la filosofia# Ti sar di "onforto an"$e nell'esilio#
RO1EO
*n"ora HbanditoH5 S'im!i""$i la filosofia:
Se non !u3 darmi una Giulietta, s!ostare una "itt,
"an"ellare la sentenza d'un Prin"i!e, la filosofia
non aiuta, non serve a nulla7 non !arlarne !i-#
8R*TE LORE+IO
1i a""orgo "$e i !azzi non $anno ore""$ie:
RO1EO
Come !otrebbero averle, se i saggi non $anno o""$i5
8R*TE LORE+IO
Parliamo insieme del tuo "aso#
RO1EO
Tu non !uoi !arlare di "i3 "$e non !rovi7
se tu fossi giovane "ome me, e Giulietta fosse il tuo
'amore,
se tu fossi s!osato solo da un'ora e tu avessi u""iso
'Tebaldo2
se tu fossi innamorato follemente "ome me, e bandito
allora !otresti !arlare, allora !otresti '"ome me,
stra!!arti i "a!elli e buttarti a terra,
"ome io fa""io ora !er !rendere
E
la misura di una fossa non an"ora a!erta,
La ,.)'+CE bussa alla porta
8R*TE LORE+IO
*lzati, &ual"uno bussa2 nas"onditi, Romeo#
RO1EO
(o no2 a meno "$e il fiato dei miei dolorosi sos!iri
mi nas"onda "ome una nebbia agli o""$i "$e mi "er,
8R*TE LORE+IO '"ano# 2ussano
Senti, "ome bussano: HC$i 45H *lzati, Romeo2
non devi farti !rendere: H*s!ettate un momento#H
2ussano ancora
*lzati: Corri nel mio studio: H=n attimo#H
%io Santo, "$e s"io""$ezza 4 &uesta5 HVengo, vengo#H
2ussano di nuovo
HC$i bussa "os6 forte5 C$i vi manda5 C$e volete5 H
+=TR(CE 'dall#interno3
Las"iatemi entrare, e "onos"erete il mio messaggio#
1i manda madonna Giulietta#
8R*TE LORE+IO *llora, benvenuta:
Entra la ,.)'+CE
+=TR(CE
O !adre santo, o$, ditemi, !adre santo,
dov'4 (o s!oso della mia !adrona, dov'4 Romeo5
8R*TE LORE+IO
@ l !er terra, ubria"o di la"rime#
+=TR(CE
O$, 4 !ro!rio nelle "ondizioni della mia signora,
!ro!rio nell'identi"o stato:
8R*TE LORE+IO O$, dolore a "ui ris!onde
uguale dolore: C$e situazione !enosa:
+=TR(CE *n"$e Giulietta
4 l !er terra e sing$iozza e !iange, !iange e sin,
'g$iozza#
*lzatevi, alzatevi: *lzatevi, se siete un uomo:
E
Per l'amore di Giulietta, !er il suo amore, alzatevi#
Per"$. las"iarsi andare a una dis!erazione "os6 !ro,
RO1EO 'fonda5
CSi alzaD +utri"e###
+=TR(CE *$, signore, signore:
Su, su, soltanto la morte 4 la fine d'ogni "osa#
RO1EO
Parlavi di Giulietta5 C$e "osa di"e5
+on mi ritiene un vero assassino, ora "$e $o ma",
l'infanzia della nostra gioia "on sangue '"$iato
"$e 4 &uasi il suo5 E "ome sta5 E "$e di"e
del nostro amore distrutto, la mia s!osa segreta5
+=TR(CE
O$, non di"e nulla, signore, ma !iange e !iange2
e ora si getta sul letto, ora si alza
e "$iama Tebaldo2 ora urla !er Romeo
e ri"ade sul letto#
RO1EO Come se &uel nome,
&uasi "ol!o d'arma mortale, l'avesse u""isa
nello stesso modo "ol &uale la mano maledetta
di "olui "$e !orta &uel nome u""ise suo "ugino#
O$, ditemi, !adre, ditemi in &uale !arte miserabile
di &uesto "or!o 4 "$iuso il mio nome:
%itemelo !er"$. io !ossa sa""$eggiare
&uel luogo odioso#
0a l#atto di pugnalarsi, ma la ,.)'+CE gli strappa ++
pugnale
8R*TE LORE+IO 8erma la tua mano dis!erata:
Sei un uomo5 L'a!!arenza lo afferma,
ma le tue sono la"rime di una donnetta:
La tua violenza ri"orda il furore selvaggio di una
'belva#
O donna "$e ti nas"ondi nell'as!etto d'un uomo,
o, meglio, mostruoso animale "$e sei
l'uno e l'altra insieme: Tu mi $ai davvero meravi,
'gliato7
E
"redevo "$e il tuo animo fosse !i- forte# >ai u""iso
e ora ti vuoi u""idere, e u""idere la donna 'Tebaldo
"$e vive della tua vita, "on un atto di odio maledetto
su te stesso5 Per"$. maledi"i la tua vita, il "i"lo e la
8orse !er"$. vita,, "ielo e terra, in un attimo 'terra5
si unirono in te, tu ora vuoi !erderle in un attimo5
Via, via: Tu "os6 offendi la tua bellezza,
il tuo amore, la tua intelligenza, e "ome un usuraio
non usi &ueste tue grandi ri""$ezze nel modo !i-
"$e farebbe an"ora !i- amabile 'giusto,
la tua bellezza, il tuo amore, la tua intelligenza#
La tua bellezza singolare 4 un'immagine di "era
"$e non $a !i- valore d'uomo# L'amore
"$e $ai teneramente giurato 4 un'infame rnenzogna,
se u""ide la donna "$e avevi !romesso di adorare#
La tua intelligenza C&uest'ornamento
della bellezza e dell'amoreD 4 in"a!a"e
di guidare la bellezza e l'amore,
e, "ome la !olvere nella fias"a di un soldato ines!erto,
si 4 a""esa !er la tua ines!erienza, e ti ridu"e
a brani inve"e di servire !er la tua difesa#
Su, alzati, ragazzo:La tua Giulietta,
!er amore della &uale tu volevi morire, ora 4 viva2
!er &uesto devi essere feli"e# Tebaldo voleva u""ide,
're te
e tu $ai u""iso Tebaldo2 an"$e !er &uesto devi essere
'feli"e
La legge "$e mina""iava la morte, ti diventa ami"a
e muta la morte in esilio# %evi essere feli"e#
=n "umulo di benedizioni s"ende sul tuo "a!o2
la fortuna si fa bellissima !er !ia"erti2
ma tu, "ome una ragazza ostinata e dis!ettosa,
sdegni la fortuna e l'amore# Sta' attento,
sta' attento !er"$. fa"endo "os6 non avrai nulla#
%un&ue, va' dal tuo amore, "ome era de"iso,

E
sal6 nella sua stanza, e "onfortala2 ma non state
l fino all'ora in "ui monta la guardia,
!er"$. non !otresti !i- allontanarti !er
andare a 1antova# * 1antova dovrai vivere
fin"$. non avremo trovato il momento favorevole
!er rendere noto il vostro matrimonio, !er mettere
!a"e tra i vostri ami"i, "$iedere !erdono
al Prin"i!e e !er farti tornare a Verona#
*llora avrai una gioia ventimila volte !i- grande
della dis!erazione "$e !rovi ora allontanandoti#
Tu va' avanti, nutri"e, saluta ris!ettosamente
!er me la tua !adrona, e ra""omandale
di fare in modo "$e tutti vadano !resto a letto,
"osa "$e "erto faranno, !er il dolore "$e li tormenta#
%ille "$e Romeo sta !er arrivare#
+=TR(CE
M signore: Starei &ui tutta la notte ad as"oltare
i vostri saggi "onsigli# O$, "$e "osa vuoi dire essere
'istruiti:
O signore, avvertir3 la mia !adrona del vostro arrivo#
RO1EO
Corri e avverti la mia dol"e fan"iulla
"$e si !re!ari a rim!roverarmi#
La ,.)'+CE in atto di uscire si volge indietro
+=TR(CE
E""o, signore, un anello "$e essa mi ordin3
di "onsegnarvi# Su, sbrigatevi2 4 gi molto tardi#
Esce
RO1EO
O "ome rinas"e il mio "oraggio "on &uesto dono:
8R*TE LORE+IO
Va', buona notte# (l tuo destino 4 tutto &ui7
o andare via !rima "$e monti la guardia,
o, al rom!ere del mattino, fuggire di &ui travestito#
Ti fermerai a 1antova2 io "er"$er3 il tuo servo,
e di tanto in tanto egli ti dar notizia
E
d6 tutto "i3 "$e &ui faremo !er il tuo bene#
Ora dammi la mano, 4 tardi# *ddio, buona notte:
RO1EO
Se una gioia "$e su!era ogni gioia non mi attendesse
altrove, !roverei dolore a se!ararmi da voi "os6 !re,
*ddio: 'sto:
Escono
'(((# (V#)
Entrano C*P=LET(, %O++* C*P=LET( e P*R(%E
C*P=LET(
*ll'im!rovviso, signore, a""addero fatti tanto dolo,
'rosi
"$e non abbiamo avuto il tem!o di !arlare a nostra
'figlia#
Vedete, essa amava teneramente suo "ugino Tebaldo,
e io !ure# @ vero, siamo nati !er morire:
@ molto tardi2 &uesta sera Giulietta
non s"ender !i-# Credetemi,
se non fosse stato !er voi, sarei gi a letto da un'ora#
P*R(%E
Questi giorni di dolore non "i "onsentono "erto
di fare !romesse d'amore# 0uona notte, signora,
ri"ordatemi a vostra figlia#
%O++* C*P=LET(
Lo far37 e domattina sa!r3 &uello "$e !ensa#
Questa sera Giulietta 4 tutta !resa dal suo dolore#
PA'+%E si appresta ad uscire ma CAP.LE)+ lo richiama indietro
C*P=LET(
Conte Paride, voglio fare a voi la ferma offerta
dell'amore di mia figlia7 io !enso "$e Giulietta
si las"er guidare "om!letamente da me, anzi ne sono
'"erto#
E
1oglie mia, andate da lei, !rima di "ori"arvi,
e ditele l'amore "$e mio figlio Paride $a !er lei2
e avvertitela Cmi as"oltate5D "$e mer"oled6 !rossimo###
Piano: C$e giorno 4 oggi5
P*R(%E Luned6, signore#
C*P=LET(
Luned65 0e': 0e': *llora mer"oled6 4 tro!!o !resto2
fa""iamo gioved6# %itele "$e gioved6 sar s!osata
a &uesto nobile "onte# E voi, sarete !ronto5
Vi fa !ia"ere &uesta !remura5 +on faremo
molto rumore7 un ami"o o due, !er"$., vedete,
Tebaldo 4 stato u""iso da !o"o, e si !u3 !ensare
"$e non "i fosse "aro, !ur essendo nostro ni!ote,
se fa"essimo grandi feste2 &uindi "i saranno
una mezza dozzina di ami"i e non !i-#
Per gioved62 ma, voi "$e ne dite5
P*R(%E
1io signore, vorrei "$e gioved6 fosse domani#
C*P=LET(
0ene, e ora andate# *llora, d'a""ordo !er gioved6# ,
1oglie mia, !rima di mettervi a letto,
andate da Giulietta, e !re!aratela !er &ueste nozze,
ditele il giorno "$e abbiamo fissato#
, *ddio, signore: E$i: 8ate lu"e nella mia stanza#
%avvero 4 "os6 tardi "$e fra !o"o si !otr dire
"$e 4 !resto# 0uona notte: Escono
'(((# v#)
Entrano '*ME* e "+.L+E))A, in alto, al balcone
G(=L(ETT*
Vuoi andare gi via5 *n"ora 4 lontano il giorno7
non era l'allodola, era l'usignolo
"$e trafisse i: tuo ore""$io timoroso7
"anta ogni notte laggi- dal melograno2
E
"redimi, amore, era l'usignolo#
RO1EO
Era l'allodola, messaggera dell'alba,
non l'usignolo# Guarda, amore, la lu"e invidiosa
a stris"e orla le nubi "$e si s"iolgono a oriente2
le "andele della notte non ardono !i- e il giorno
in !unta di !iedi si s!orge feli"e dalle "ime
nebbiose dei monti# %evo andare7 4 la vita,
o restare e morire#
G(=L(ETT* Quel "$iarore laggi-
non 4 la lu"e del giorno, lo so7 4 una meteora
"$e si libera !er te dal sole &uesta notte,
la tor"ia !er farti lume sulla via di 1antova2
dun&ue rimani an"ora, "'4 tem!o !er andare#
RO1EO
1i !rendano !ure, sar "erto la morte,
ma sono feli"e se tu vuoi "os6# E dir3, allora,
"$e l, &uel grigio non 4 l'o""$io del mattino
ma il fio"o riverbero della fronte di Cinzia2
"$e non 4 l'allodola a battere la volta
del "ielo, "os6 alta su noi# (o voglio restare,
non veglio !i- !artire7 vieni, o morte,
sarai la benvenuta: Vuole "os6 Giulietta#
C$e "'", anima mia5 Parliamo, non 4 giorno#
G(=L(ETT*
E giorno, 4 giorno7 dun&ue, !resto, va' via:
@ l'allodola "$e "anta fuori tono
forzando su dissonanze e as!ri a"uti#
%i"ono "$e l'allodola divida "on dol"ezza
ogni a""ordo7 &uesta non "i divide "on dol"ezza2
e an"ora, "$e l'allodola e il ros!o ri!ugnante
abbiano s"ambiato i loro o""$i7
"os6 avessero fatto an"$e della vo"e,
!oi "$e &uella vo"e lotta il nostro abbra""io,
!er"$. ti "a""ia da me, "ol suo ri"$iamo al giorno#
O$, va', ora, va'2 si fa sem!re !i- lu"e#
E
RO1EO
Sem!re !i- lu"e: Sem!re os"ura di !i- la nostra !ena:
La ,.)'+CE entra in fretta
+=TR(CE
Signora:
G(=L(ETT*
+utri"e:
+=TR(CE
Vostra madre viene &ui# (l giorno 4 s!untato2
siate !rudente, guardatevi intorno# 'Esce3
G(=L(ETT*
*llora, o bal"one, fai entrare il giorno e us"ire la vita:
RO1EO
*ddio, addio2 an"ora un ba"io e s"endo# Scende
G(=L(ETT*
Sei dun&ue andato via "os6, amore, signore,
mio s!oso, mio ami"o5 Voglio avere tue notizie ogni
'giorno2
ma ogni ora, ogni minuto sono molti giorni#
O$, "on &uesto modo di misurare il tem!o
diventer3 ve""$ia !rima di rivedere il mio Romeo#
RO1EO
*ddio: +on !erder3 un'o""asione
!er mandarti i miei saluti, amore#
G(=L(ETT*
Ti ringrazio2 ma "i rivedremo an"ora5
RO1EO
Certo, e tutte &ueste sofferenze serviranno
!er fare !i- dol"i i "ollo&ui nel tem!o "$e sar nostro#
E
G(=L(ETT*
O mio %io, $o nell'anima un triste !resagio#
Ti vedo, ora "$e sei gi-, "ome un morto
in fondo alla tomba#
8orse non vedo bene, ma tu mi sembri !allido#
RO1EO
Credimi, amore mio, an"$e tu ai miei o""$i sembri
'!allida7
l'angos"ia $a sete e beve il nostro sangue# *ddio,
'addio: Esce
G(=L(ETT*
O fortuna, fortuna:
Tutti gli uomini ti "$iamano volubile#
Se tu sei volubile, "$e farai di lui,
"$e tutti stimano "os6 fedele5 Sii in"ostante, fortuna,
!er"$. "os6 s!ero "$e non lo terrai
a lungo lontano, ma lo rimanderai !resto da me#
S"ende dal bal"one 'e ria!!are in s"ena)
Entra %*,,A CAP.LE)+
%O++* C*P=LET( 8iglia mia, sei alzata5
G(=L(ETT*
C$i mi "$iama5 @ mia madre5
+on si 4 an"ora "ori"ata, "os6 tardi, o si 4 alzata
"os6 !resto5 Per &uale ragione 4 &ui5
%O++* C*P=LET(
Come stai, Giulietta5
G(=L(ETT* +on sto bene,
%O++* C*P=LET(
Piangi an"ora la morte di tuo "ugino5
Credi di !oterlo stra!!are alla tomba "on le la"rime5
E, se an"$e tu !otessi stra!!arlo di l,
non !otresti ridargli la vita# 0asta, dun&ue7
un dolore ragionevole 4 segno di molto affetto,
ma un dolore esagerato indi"a man"anza di saggezza#
E
G(=L(ETT*
Las"iatemi !iangere !er una !erdita "os6 sensibile#
%O++* C*P=LET(
1a "os6 sentirai la !erdita, e non l'ami"o
!er "ui !iangi#
G(=L(ETT* 1a sentire la !erdita
signifi"a an"$e !iangere l'ami"o#
%O++* C*P=LET(
Tu, fan"iulla, non !iangi tanto !er la sua morte,
&uanto !er &uel vile, an"ora vivo, "$e l'u""ise#
G(=L(ETT*
E "$i 4 &uel vile5
%O++* C*P=LET( Quel vile si "$iama Romeo#
G(=L(ETT*
Tra la vilt e lui "'4 una distanza di !are""$ie miglia#
%io lo !erdoni, "ome fa""io io "on tutto il "uore,
sebbene nessuno fa""ia soffrire il mio "uore &uanto
%O++* C*P=LET( 'lui#
E &uesto !er"$. &uell'assassino e traditore 4 vivo#
G(=L(ETT*
@ vero2 !er"$. 4 lontano da &ueste mani# Potessi,
da sola, vendi"are la morte di mio "ugino#
%O++* C*P=LET(
La vendi"$eremo, non temere2 dun&ue non !iangere
'!i-:
1ander3 &ual"uno a 1antova, dove vive &uel ban,
e gli far3 dare una bevanda "os6 mira"olosa 'dito,
"$e lo mander subito a tenere "om!agnia
a Tebaldo# S!ero "$e "os6 sarai "ontenta#
G(=L(ETT*
+on sar3 mai "ontenta, ve l'assi"uro,
fin"$. non vedr3 Romeo### morto###
il mio !overo "uore 4 "os6 tormentato !er un !arente:
Se troverete "$i !ro"uri soltanto il veleno,
io sa!r3 mas"$erarlo in maniera tale,
"$e do!o averlo mandato gi- Romeo si addormenter
subito tran&uillamente# O$, "ome il mio "uore soffre,
F
!erfino a sentirlo nominare: O$, non !oter andare
a trovarlo, !er sfogare la !erdita dell'amore
"$e !ortavo a mio "ugino, sul "or!o di "olui "$e l'$a
%O++* C*P=LET( 'u""iso#
Trova tu il modo di raggiungere lo s"o!o,
e io trover3 l'uomo "$e "i o""orre2
ma ora e""oti delle novit "$e ti daranno molta gioia#
G(=L(ETT*
Venga infine la gioia in un momento
in "ui 4 tanto ne"essaria# Vi !rego, ditemi &uesta no,
%O++* C*P=LET( 'vita#
0ene, e""o7 tu $ai un !adre molto affettuoso, barn,
'bina,
un !adre "$e, !er liberarti dal dolore, $a de"iso
im!rovvisamente di destinarti un giorno di feli"it,
!er te inatteso e da me ne!!ure immaginato#
G(=L(ETT*
*rriva a !ro!osito, ma di "$e giorno si tratta5
%O++* C*P=LET(
E""o, bambina mia2 la mattina di gioved6 !rossimo,
il valoroso, il giovane, il nobile gentiluomo
"onte Paride avr la fortuna di farti
s!osa feli"e nella "$iesa di San Pietro#
G(=L(ETT*
Per la C$iesa di San Pietro, !er lo stesso San Pietro,
egli non far di me la sua s!osa feli"e:
Questa !remura mi meraviglia# (o dovrei andare a
'nozze
senza "$e lo s!oso mi abbia mai !arlato d'amore#
Vi !rego, dite al mio signore e !adre "$e !er ora
non !enso a s"egliermi lo s!oso2 &uando vorr3
s"eglierlo, vi giuro, "$e sar Romeo
"$e io odio, "ome voi sa!ete, !iuttosto "$e Paride#
%avvero novit, le vostre:
%O++* C*P=LET(
E""o vostro !adre2 date a lui
la vostra ris!osta# Vedremo "ome l'a""oglier,
F
Entrano C*P=LET( e la +=TR(CE
C*P=LET(
Quando il sole tramonta, l'aria go""ia rugiada,
ma !er il tramonto del figlio di mio fratello,
!iove a dirotto# Ebbene, sei una grondaia,
ragazza mia5 *n"ora in la"rime5 Continui a diluviare5
Tu, mia !i""ola, sei nello stesso tem!o
una bar"a, il mare, il vento2 !er"$. nei tuoi o""$i,
"$e !otrei "$iamare il mare, "'4 il flusso e il riflusso
delle la"rime2 la bar"a 4 il tuo "or!o "$e naviga
in &uesto flutto salato2 i tuoi sos!iri, il vento#
E &uesti sos!iri lottano "on le la"rime, e &ueste
"ontro il vento, "$e, se non verr un'im!rovvisa
"alma, travolger il tuo "or!o sbattuto dalla tem!esta#
Ebbene, moglie mia, le avete detto
&uello "$e abbiamo de"iso5
%O++* C*P=LET(
S6, mio signore7 ma non ne vuole sa!ere e vi ringrazia,
Vorrei "$e &uella s"io""a s!osasse la sua tomba:
C*P=LET(
Calma: 8atemi "a!ire bene, moglie, fatemi "a!ire
'bene:
Come5 +on ne vuoi sa!ere5 (nve"e di ringraziar"i5
+on ne 4 orgogliosa5 +on "rede di essere fortunata,
indegna "ome 4, "$e siamo rius"iti a "onvin"ere
un gentiluomo "os6 degno, di s!osarla5
G(=L(ETT*
+on sono orgogliosa, ma ri"onos"ente#
+on !otrei mai essere orgogliosa di "i3 "$e odio2
ma !osso essere ri"onos"ente !erfino !er l'odio
inteso "ome amore#
C*P=LET(
Come, "ome, "ome, "ome5 E$i, sofista: C$e vuoi dire
&uesto Hsono orgogliosaH, e Hvi ringrazioH
e Hnon vi ringrazioH e !oi an"ora
Hnon sono orgogliosaH5 Voi, graziosa !adrona,
F
senza ringraziare o non ringraziare,
"on orgoglio o senza orgoglio, !re!arate !er gioved6
'!rossimo
le vostre belle gambe !er andare "on Paride
alla "$iesa di San Pietro, o ti tras"iner3 l su un gra,
'ti""io#
Via, anemi"a "arogna, via, !uttana, fa""ia di sego:
%O++* C*P=LET( Via, via: 1a siete !azzo5
G(=L(ETT*
Padre mio buono, vi su!!li"o in gino""$io,
as"oltatemi "on !azienza7 almeno una !arola:
C*P=LET(
*lla for"a, !uttanella, ribelle s"iagurata:
*s"olta bene &uello "$e ti di"o7 !re!arati
!er andare in "$iesa gioved6, o non mi guardare !i-
'in fa""ia#
+on !arlare, non ribattere, non ris!ondere#
1i sento !rudere le mani: 1oglie mia,
noi "redevamo di non essere abbastanza benedetti da
!er"$. "i aveva mandato soltanto &uesta figlia2 '%io,
ma ora vedo "$e an"$e &uesta 4 tro!!o,
ed 4 una vera maledizione# Vattene, bagas"iona:
+=TR(CE
%io la benedi"a dal Cielo: Sbagliate, mio signore,
a trattarla "os6#
C*P=LET( E !er"$., madonna Saggezza5
8renate la vostra lingua, madonna Prudenza2
andate a "iarlare "on le vostre "omari:
+=TR(CE
1a !arlare non 4 un delitto#
C*P=LET( C$e %io vi maledi"a:
+=TR(CE
+on si !u3 !arlare5
C*P=LET( Iitta, s"io""a !ettegola:
Tirate fuori la vostra sa!ienza &uando bevete
"on le "omari2 &ui non serve#
%O++* C*P=LET( Vi s"aldate tro!!o#
F
C*P=LET(
Per l'Ostia sa"ra, io divento !azzo:
Giorno e notte, in ogni ora, in ogni minuto
durante il lavoro, nei divertimenti, solo o in "om!a,
'gnia,
la mia uni"a !reo""u!azione 4 stata &uella di mari,
e ora "$e le $o trovato un uomo leale, 'tarla2
di famiglia !atrizia, "on un buon !atrimonio,
giovane, edu"ato nobilmente, dotato,
"ome si di"e, delle !i- alte &ualit,
"$e sem!re si desiderano in un uomo,
e""o &uella ragazza""ia s"iagurata "$e si lamenta sem,
&uella bambola !iagnona, "$e all'offerta '!re,
di una fortuna ris!onde7 H+on voglio s!osarmiH,
H+on !osso amareH, HSono tro!!o giovaneH,
HPerdonatemi, vi !rego: H# 1a se non volete s!osarvi,
vedrete "ome vi !erdoner37 andate a bru"are
l'erba dove vi !are, !er"$. non vi voglio !i- in "asa
*ttenta2 !ensate"i: (o non s"$erzo mai7 'mia#
gioved6 4 vi"ino7 mettetevi una mano sul "uore,
e de"idete# Se mi ubbidirete, vi dar3 al mio ami"o2
altrimenti, im!i""ati, vai a stendere la mano, "re!a,
sulla strada, !er"$., !er l'anima mia, 'muori
non ti ri"onos"er3 !i- "ome figlia2 nulla di "i3
"$e !ossiedo andr a te# Pensa"i bene7
io non man"$er3 di !arola, "redimi# Esce
G(=L(ETT*
+on "'4 !iet lass- fra le nuvole, "$e veda
nel !rofondo il mio dolore5 O dol"e madre mia,
non mi "a""iare2 ritarda &ueste nozze,
di un mese, di una settimana2 o, se non lo !uoi,
!re!ara il mio letto nuziale in &uell'os"uro se!ol"ro
dove ri!osa Tebaldo#
%O++* C*P=LET(
+on dirmi nulla, non ti ris!onder3 una !arola2
fa' &uello "$e vuoi, ne $o abbastanza di te# Esce
F
G(=L(ETT*
%io: O nutri"e, "ome si !otr im!edire tutto &uesto5
Qui sulla terra $o lo s!oso, e la fede nel Cielo#
Come !otr &uella fede tornare sulla terra,
se lo s!oso mio non me la render dal Cielo
las"iando la terra5 %immi una !arola di "onforto,
"onsigliami: *$im4: a$im4: (l Cielo !u3 ingannare
"os6 una !overa fan"iulla "ome me5 C$e di"i5
+on trovi una !arola di gioia5
=n !o' di "onsolazione, nutri"e:
+=TR(CE *llora, e""ovela:
Romeo 4 bandito2 e, s"ommetto tutto il mondo
"ontro nulla, "$e non torner !i- indietro a "er"arvi,
o, se lo far, lo dovr fare segretamente#
E dun&ue, stando "os6 le "ose, io !enso sia meglio
"$e s!osiate il "onte# O$, egli 4 un adorabile genti,
'luomo:
Romeo al suo "onfronto 4 uno stra""io: =n'a&uila,
'signora,
non $a l'o""$io "os6 a"uto, "os6 viva"e, "os6 luminoso,
"ome &uello di Paride# Sia maledetto il mio "uore
se non !enso alla vostra feli"it, !er"$. &ueste se,
nozze sono migliori delle !rime# '"onde
E se an"$e non fosse "os6, il vostro !rimo marito
4 morto, 4 "ome se fosse morto, dato "$e,
!ure essendo vivo, non !otete goderlo#
G(=L(ETT*
Parli "ol "uore5
+=TR(CE
E an"$e "on l'anima2 se di"o una menzogna,
siano maledetti tutti e due#
G(=L(ETT*
*men:
+=TR(CE
Come5
G(=L(ETT*
Ebbene, mi $ai "onsolata meravigliosamente#
F
Ora va' a dire alla signora "$e, avendo fatto addolo,
'rare
mio !adre, $o !ensato di andare da frate Lorenzo
!er "onfessarmi e ottenere l'assoluzione#
+=TR(CE
Per la Vergine: 1a vado subito7 &uesta 4 una buona
'idea# Esce
G(=L(ETT* Cseguendo con gli occhi la ,.)'+CED
O ve""$ia dannata: O demonio !erfido
tra i !erfidi: (o mi domando se essa !e""a
maggiormente s!ingendomi a essere s!ergiura,
o a dis!rezzare il mio s!oso "on la stessa lingua
"$e lo $a lodato migliaia di volte
mettendolo al di l di ogni "onfronto#
Va' via, "onsiglier : Tu e il mio "uore,
d'ora in !oi, sarete due "ose distinte#
*ndr3 dal frate a "$iedere "onsiglio
e, se tutto fallis"e, non mi resta "$e la morte# Es"e
'(V# (#)
Entrano 0'A)E L*'E,1* e PA'+%E
8R*TE LORE+IO
Gioved6, signore5 (l tem!o 4 veramente !o"o,
P*R(%E
1io !adre Ca!uleti $a de"iso "os6, e io non sar3
tanto indolente da rallentare la sua !remura#
8R*TE LORE+IO
1i dite "$e non sa!ete nulla dei sentimenti della
&uesto non mi !ia"e, non 4 giusto# 'fan"iulla2
P*R(%E
Essa non fa "$e !iangere la morte di Tebaldo,
!er"i3 raramente $o !otuto !arlare "on lei d'amore7
Venere non sorride in una "asa di la"rime#
Suo !adre teme "$e alla fine essa si las"i vin"ere
F
dal dolore, e "on saggezza affretta le nostre nozze2
s!era "os6 di arginare la !iena delle sue la"rime#
Sta sem!re sola, "$iusa nel dolore,
dal &uale !u3 distoglierla soltanto
la "om!agnia di &ual"uno#
Ora "onos"ete il !er"$. di &uesta fretta#
8R*TE LORE+IO
'0ra s4) Cos6 non "onos"essi la ragione
!er la &uale bisognerebbe rallentare &uesta fretta#
, E""o, signore, la fan"iulla si dirige verso la mia
'"ella#
Entra "+.L+E))A
P*R(%E
8eli"e in"ontro, mia signora e mia s!osa:
G(=L(ETT*
Signore, mi "$iamerete "os6 &uando !otr3 essere vo,
P*R(%E 'stra s!osa:
E &uesto H!otr essereH, deve essere, amore mio, gio,
G(=L(ETT* 'vedi !rossimo#
Ci3 "$e deve essere, sar#
8R*TE LORE+IO Questa 4 una sentenza si"ura#
P*R(%E
Venite dal !adre a "onfessarvi5
G(=L(ETT*
Se ris!ondo, mi "onfesso a voi#
P*R(%E
+on gli direte di non amarmi:
G(=L(ETT*
(nve"e "onfesser3 a voi "$e amo lu6#
P*R(%E
Confesserete an"$e, sono "erto, "$e amate me#
G(=L(ETT*
Se lo far3, avr !i- valore la "onfessione
fatta in vostra assenza, e non davanti a voi#
F
P*R(%E
Povera anima, "ome il !ianto $a "onsumato il tuo
G(=L(ETT* 'viso:
Le la"rime $anno avuto una tenue vittoria
!er"$. era molto s"iu!ato !rima an"ora della loro
P*R(%E 'furia#
Con &ueste !arole l'offendi !i- "$e "on le la"rime#
G(=L(ETT*
+on 4 una "alunnia, signore, 4 la verit2
e l'$o detta a viso a!erto#
P*R(%E
(( tuo viso 4 il mio, e tu l'$ai offeso#
G(=L(ETT*
Pu3 darsi, !oi"$. non 4 mio#
*vete tem!o ora, !adre5
O devo tornare stasera do!o la 1essa5
8R*TE LORE+IO
Va bene ora, mia !ensierosa fan"iulla#
N Signore, dobbiamo restare un momento soli#
P*R(%E
%io non voglia "$e io disturbi i vostri eser"izi reli,
Giulietta, gioved6 verr3 a svegliarti all'alba# 'giosi#
*ddio fino a &uell'ora# E""ovi un ba"io di fedelt#
Esce
G(=L(ETT*
Ora "$iudi la !orta e vieni a !iangere "on me2
non "'4 !i- s!eranza, non "'4 ri!aro, non "'4 aiuto#
8R*TE LORE+IO
*$, Giulietta, "onos"o il tuo dolore2
esso mi s"onvolge la mente# So "$e gioved6 !rossimo
vogliono farti s!osare Paride, senza !ossibilit di
G(=L(ETT* 'rinvio#
+on !arlarmi, !adre, di &ueste nozze,
se non sai aiutarmi a im!edirle#
Se nella tua saggezza non !uoi darmi aiuto,
ammetti !er3 "$e la mia de"isione 4 saggia7
F
"on &uesto "oltello io mi salver3 subito#
%io $a unito il mio "uore a &uello di Romeo,
tu le nostre mani2 ebbene, !rima "$e &uesta mano,
"$e tu $ai "ongiunto "ol tuo rito a &uella di Romeo,
stringa un altro !atto, o il mio "uore leale,
"on un !erfido mutamento si abbandoni a un altro,
&uesto "oltello tra!asser la mano e il "uore#
%un&ue, "on la tua lunga es!erienza, dammi "onsiglio2
o, as"olta, tra me e la mia dis!erata follia
&uesto "oltello giudi"$er "ol sangue
"i3 "$e l'autorit dei tuoi anni e la tua saggezza
non $anno !otuto risolvere# Per"$. tardi a ris!on,
+on voglio tardare la mia morte, 'dere5
se non mi dirai una !arola di salvezza#
8R*TE LORE+IO
Calmati, figliola mia, forse !ossiamo s!erare,
ma dobbiamo tentare un'avventura dis!erata,
"ome 4 dis!erato "i3 "$e vorremmo im!edire#
Se mi di"i "$e vuoi veramente morire
!iuttosto "$e s!osare il "onte Paride,
allora tu, "$e gi sfido la morte,
"erto avrai il "oraggio di a""ettare una !rova
"$e $a l'a!!arenza della morte,
!ur d'im!edire &uella vergogna#
Se osi tanto, io trover3 un rimedio#
G(=L(ETT*
O$, !iuttosto "$e s!osare il "onte Paride,
dimmi di lan"iarmi dai merli di &uella torre,
o "$e m'avventuri !er strade battute dai ladri7
"ostringimi nel "ovo delle ser!i2 legami in "atene
dove urlano gli orsi, o "$iudimi di notte
dove "re!itano ossa di morti, tibie guaste dalla muffa,
e gialli tes"$i s"avati2 o dimmi di s"endere
in una fossa a!erta e di "$iudermi
F
insieme a un morto, stretta al suo lenzuolo#
Tutte &ueste "ose, al "ui solo ra""onto !rima tremavo
'di !aura, ora le a""etterei
"on fermezza, senza timore, !ur di restare
la s!osa !urissima del mio dol"e amore#
8R*TE LORE+IO
*s"olta, allora2 va' a "asa, fatti vedere
"ontenta e a""onsenti a s!osare Paride#
%omani 4 mer"oled62 allora domani notte
"er"a di "ori"arti sola e non las"iare "$e la nutri"e
dorma nella tua stanza, e, &uando sarai a letto,
bevi il li&uore di &uesta fiala# Subito il sangue s"or,
sonnolento e freddo nelle tue vene, e il !olso 'rer
arrester il suo battito2 e non "i sar !i- "alore
in te n. res!iro a rivelare la vita#
Le rose delle labbra e del viso a!!assiranno
nel !allido "olore della "enere2 sugli o""$i
le !al!ebre s"enderanno "ome &uando la morte
s"ende sul giorno della vita# Le membra
!rivate del movimento, dure, rigide, fredde
avranno l'as!etto della morte2 resterai
in &uesto stato simile alla morte
!er &uarantadue ore, e do!o ti sveglierai
"ome da un sonno tran&uillo#
%un&ue, &uando lo s!oso verr al mattino
!er farti alzare dal letto, ti "reder morta#
Se"ondo l'usanza del nostro !aese,
ti metteranno in una bara s"o!erta, vestita
"on gli abiti !i- belli2 sarai !ortata nell'anti"a
"ri!ta dove sono se!olti tutti i Ca!uleti#
(ntanto, "on una lettera avvertir3 Romeo
G
del nostro !rogetto, e lui verr "on me
ad as!ettare il tuo risveglio# (n &uella stessa notte,
Romeo ti !orter a 1antova# Cos6 ti salverai
dalla vergogna "$e ora ti mina""ia,
se un "a!ri""io im!rovviso o un timore
da femminu""ia non ti faranno !erdere
il "oraggio al momento d'agire#
G(=L(ETT*
%ammi, dammi, non mi !arlare di !aura#
8R*TE LORE+IO
Tieni, e va', !resto7 sii forte e serena
nel tuo !ro!osito# E subito io mander3
un frate a 1antova "on una lettera !er il tuo signore,
G(=L(ETT*
%ammi tu la forza, amore, e sar3 salva#
*ddio, !adre# Escono
'(V# (()
Entrano CAP.LE)+, %*,,A CAP.LE)+, la ,.)'+CE e due o tre SE'5+
C*P=LET(
Va', e invita tutte le !ersone segnate &ui# K
E tu, furfante, "orri a "er"are venti "uo"$i molto
'bravi#
SERVO +on ne avrete ne!!ure uno "$e sia "attivo, !er,
"$. vedr3 !rima se sanno le""arsi la !unta delle dita#
C*P=LET(
1a &uesta 4 una !rova della loro bravura5
SERVO Certo, signore2 "$i 4 !essimo "uo"o non !u3
le""arsi la !unta delle dita, &uindi non !render3 "$i
non se la !u3 le""are#
C*P=LET( Vattene2 via: +l SE'5* esce
+on saremo ben !re!arati in &uesta o""asione#
%un&ue, mia figlia 4 andata da frate Lorenzo5
G
+=TR(CE S6, "erto#
C*P=LET(
0ene2 "$iss "$e non ries"a a mutarla un !o"o2
4 una ragazza "attiva, ostinata e "$iusa#
Entra "+.L+E))A
+=TR(CE
E""ola7 guardate "ome torna feli"e dalla "onfessione#
C*P=LET(
%un&ue, "$e "'4, mia !i""ola testarda5
%ove sei andata a vagabondare5
G(=L(ETT*
%ove $o im!arato a !entirmi di aver disobbedito
a voi e ai vostri desideri, e dove !adre Lorenzo
mi $a im!osto d'ingino""$iarmi ai vostri !iedi
e di "$iedervi !erdono# Perdonatemi, vi su!!li"o:
%a &uesto momento mi las"er3 guidare solo da voi#
C*P=LET(
'A un servo) *ndate dal "onte7 voglio "$e &uesto
sia stretto domattina2 diteglielo: 'nodo
G(=L(ETT*
>o in"ontrato il giovane "onte da !adre Lorenzo
e gli $o !rovato il mio amore, "ome si "onviene,
nei limiti della modestia#
C*P=LET(
Sono "ontento, va bene7 alzati# Cos6 doveva essere:
Las"ia "$e ora veda il "onte#
*vanti, ri!eto, andate7 "ondu"etelo &ui#
Ora, davanti a %io, tutta la "itt
deve ri"onos"enza a &uesto frate venerabile e santo#
G(=L(ETT*
+utri"e, volete venire nella mia stanza
!er aiutarmi a s"egliere le vesti e i gioielli
"$e vi sembreranno !i- adatti !er domani5
%O++* C*P=LET(
1a no, as!ettiamo gioved6# C'4 molto tem!o#
G
C*P=LET(
*ndate, nutri"e, andate "on lei7 domani andremo in
'"$iesa# Escono "+.L+E))A e la ,.)'+CE
%O++* C*P=LET(
+on# avremo molto tem!o !er !re!arar"i2
4 &uasi notte:
C*P=LET( 1a no: 1e ne o""u!er3 io
e tutto andr bene, te lo assi"uro, moglie mia#
Va' da Giulietta e aiutala a vestirsi2
stanotte non andr3 a dormire2 far3 io
la donna di "asa !er una volta# E$i, e$i:
Seno tutti fuori7 andr3 io dal "onte Paride
a !re!ararlo !er la giornata di domani2
il mio "uore 4 meravigliosamente leggero,
ora "$e la mia ostinata ragazza $a messo giudizio#
Escono
'(V# ((()
Entrano "+.L+E))A e la ,.)'+CE
G(=L(ETT*
S6, &uel vestito 4 il migliore2 ma, ti !rego,
"ara nutri"e, las"iami sola, &uesta notte2
devo !regare a lungo !er"$. il Cielo abbia !iet
e sia indulgente verso la mia !enosa "ondizione
"$e tu "onos"i, !iena di !e""ati#
Entra %*,,A CAP.LE)+
%O++* C*P=LET(
Come, avete an"ora da fare5 Volete "$e vi aiuti5
G(=L(ETT*
+o, signora, abbiamo gi s"elto &uanto o""orre
!er domani# Ora, se non vi dis!ia"e,
vorrei restare sola, e las"iate "$e &uesta notte
G
la nutri"e vi aiuti, !er"$., sono "erta,
avrete molto da fare !er &uesto avvenimento inatteso#
%O++* C*P=LET( 0uona notte:
Va' a letto, ri!osati2 ne $ai bisogno#
Escono %*,,A CAP.LE)+ e la ,.)'+CE
G(=L(ETT*
*ddio: (l Ci"lo sa &uando "i rivedremo:
Sento nelle vene un leggero freddo brivido di !aura
"$e &uasi gela il "alore della vita#
Ora le ri"$iamo2 ne avr3 "onforto# H+utri"e: H
1a, "$e farebbe &ui5 %evo essere sola
a re"itare la mia lugubre s"ena#
Vieni, o fiala:
E se &uesta mistura non agisse5
*llora, sarei s!osa domattina5
+o, no, &uesto lo im!edir# Tu as!etta &ui#
'Posando accanto un pugnaleO
E se fosse un veleno "$e il frate avesse !re!arato
"on astuzia !er farmi morire,
!iuttosto "$e avere disonore da &ueste nozze,
!er"$. !ro!rio lui mi aveva gi unita "on Romeo5
Temo "$e sia "os62 ma !enso !oi "$e non 4 !ossibile
!er"$. egli 4 stimato "ome un santo#
E se mi svegliassi nella tomba !rima dell'arrivo
di Romeo5 E""o un !ensiero terribile:
+on resterei soffo"ata nel se!ol"ro, in &uella bo""a
fetida dove non entra un soffio d'aria !ura,
e non morrei l !rima "$e giunga il mio Romeo5
E se resto viva, non !u3 darsi "$e l'orribile !ensiero
della morte e della notte, unito al terrore del luogo
G
Cdi &uel sotterraneo "$e 4 una anti"a "ri!ta,
dove si alzano in "umuli le ossa dei miei antenati,
se!olti &ui da se"oli e se"oli2 dove il "or!o di Tebaldo,
an"ora s!or"o di sangue, gi si "orrom!e,
mentre !o"o !rima fioriva sulla terra2
dove, "ome di"ono, a una "ert'ora della notte
si adunano gli s!iritiD,
a$im4, a$im4, non !u3 darsi "$e svegliandomi
tro!!o !resto in mezzo al nauseabondo
lezzo di morte e a urla lamentose
simili a &uelle della mandragora tratta fuori dalla
"$e fanno im!azzire gli uomini "$e le odono2 'terra,
non !u3 darsi "$e svegliandomi allora,
io diventi !azza fra &uesti terrori sovrumani5
E "os6 !azza da mettermi a gio"are
"on le ossa dei miei !adri5 E non stra!!er3 dal su,
le membra di Tebaldo, a brano a brano5 'dario
E in &uest'im!eto d'ira forsennata,
alzando nella mano, "ome "lava,
la tibia d'un anti"$issimo avo,
non "ol!ir3 il mio "a!o tante volte
fino a "$e ne s"$izzi via il "ervello ormai s!ento5
E ora, e""o, mi !are di vedere
l'ombra di mio "ugino inseguire Romeo,
"$e lo trafisse "on la s!ada# 8ermati, Tebaldo,
fermati: E""omi, Romeo: 0evo !er te#
Si getta sul letto dietro la tenda
'(V# (V#)
Entrano %*,,A CAP.LE)+ e la ,.)'+CE recando spezie
%O++* C*P=LET(
Tieni, nutri"e, !rendi &ueste "$iavi e "er"ami altre
's!ezie#
G
+=TR(CE
( "uo"$i, !er i dol"i, "$iedono datteri e mele "otogne#
Entra CAP.LE)+
C*P=LET(
*ndiamo , svelte: Svelte: Svelte: (l gallo $a "antato
!er la se"onda volta, la "am!ana $a suonato7
sono le tre# Sta' attenta al forno,
mia buona *ngeli"a2 e non badare a s!ese#
+=TR(CE
*ndate, andate a letto, sbriga,fa""ende2
giuro "$e domani starete male,
do!o &uesta notte di veglia#
C*P=LET(
1a no, ma""$.: Gi $o vegliato notti intere
!er ragioni meno im!ortanti di &uesta,
e non mi sono mai ammalato#
%O++* C*P=LET(
E gi: *i bei tem!i eravate "a""iatore di to!i,
ma d'ora in !oi veglier3 io !er non farvi vegliare#
Escono %*,,A CAP.LE)+ e la ,.)'+CE
C*P=LET(
La gelosa: La gelosa:
Entrano tre o quattro SE'5+ con spiedi, legna e ceste
Ebbene, giovanotto, "$e "'4 &ui5
PR(1O SERVO
+on so2 4 roba !er il "uo"o#
C*P=LET(
Sbrigatevi: Sbrigatevi: Tu, furfante, va' a !rendere
un !o' di legna !i- se""a2 "$iama Pietro,
ti dir dove trovarla#
SECO+%O SERVO
>o an"$'io una testa e sa!r3 trovare
&uella legna senza se""are Pietro#
G
C*P=LET(
0ene,detto, !er la 1essa, allegro furfante2
ti "$iamer3 Htesta di legnoH# 1a 4 &uasi giorno#
Musica dall#interno
(( "onte sar &ui tra !o"o "on la musi"a
"ome aveva !romesso#
Sento "$e s'avvi"ina#
+utri"e: 1oglie: Su: Su: +utri"e, di"o:
Entra la ,.)'+CE
Va' a svegliare Giulietta, e aiutala a vestirsi2
io andr3 a "$ia""$ierare un !o' "on Paride#
Sbrigati, dun&ue2 !resto, !resto: Lo s!oso 4 gi &ui2
!resto, di"o# Es"e
'(V# v#)
+=TR(CE 'aprendo le tende del letto)
Signora: Su, su, signora: Giulietta: Certo, dorme
Su, agnellino: Su, signora: Su, dormigliona: 'forte#
*more mio: Padron"ina mia: Cuor mio: Su, s!osa:
Come, non una !arola5 Volete farvene una buona
's"orta, ora5
%ormite !er una settimana2 !er"$. &uesta notte, vi
'assi"uro,
il "onte $a la ferma idea di las"iarvi ferma ben !o"o
'nel sonno#
%io mi !erdoni: 1adonna: E amen: Come dorme:
1a bisogna assolutamente "$e la svegli# Signora: Si,
'gnora: Signora:
1a s6, las"iatevi trovare a letto dal "onte2
vi far saltar gi- dallo s!avento, ve lo giuro: +o5
Come, siete vestita5 Con i vostri abiti !i- belli,
vi siete an"ora sdraiata5
G
%ebbo svegliarvi ad ogni "osto# 1adonna, 1adonna:
'1adonna:
*$im4: *$im4: *iuto: *iuto: La mia signora 4
O "$e giorno: O$, non fossi mai nata: 'morta:
=n !o' d'a"&uavite, %io mio: 1io signore: 1ia si,
'gnora:
Entra %*,,A CAP.LE)+
%O++* C*P=LET(
C$e "osa sono &ueste urla5
+=TR(CE O giorno di !ianto:
%O++* C*P=LET(
1a "$e a""ade5
+=TR(CE Guardate: Guardate: O giorno di sventura:
%O++* C*P=LET(
Povera me, !overa me: 0ambina mia, mia uni"a vita:
Svegliati, ria!ri gli o""$i, o morir3 "on te:
*iuto: *iuto: C$iamate aiuto:
Entra CAP.LE)+
C*P=LET(
Vergogna: 8ate s"endere Giulietta2 (o s!oso 4 gi &ui#
+=TR(CE
@ morta, 4 morta, 4 morta: *$im4 "$e giorno:
%O++* C*P=LET(
*$im4, "$e giorno: @ morta, 4 morta, 4 morta:
C*P=LET(
O$, las"iatemela vedere# *$im4, 4 gi fredda:
(l sangue s'4 fermato, le sue membra sono rigide2
la vita $a las"iato da tem!o &ueste labbra#
La morte 4 s"esa su lei "ome brina inas!ettata
sul fiore !i- deli"ato di tutto il "am!o#
+=TR(CE
O giorno di lamenti:
%O++* C*P=LET( O giorno di sventura:
G
C*P=LET(
La morte "$e me l'$a !resa !er farmi urlare di dolore,
mi frena la lingua !er non farmi !arlare#
Entrano 0'A)E L*'E,1* e PA'+%E
8R*TE LORE+IO
*ndiamo2 la s!osa 4 !ronta !er andare in "$iesa5
C*P=LET(
Pronta !er andar"i, ma non !er ritornare:
O figlio, la notte !rima del giorno delle nozze,
e""o la morte $a !osseduto la tua donna7
ora 4 &ui distesa, fiore violato dalla morte#
La 1orte 4 mio genero, la 1orte 4 mia erede#
La 1orte $a s!osato mia figlia2 e io voglio morire
e las"iare tutto a lei2 la vita e "i3 "$e !ossiedo, tutto
P*R(%E '4 della 1orte#
>o desiderato lungamente di vedere il volto
di &uesto mattino, ed e""o &uale s!etta"olo mi offre#
)utti gridano e si torcono le mani
%O++* C*P=LET(
1aledetto, fatale, sventurato, odioso giorno:
*$, ora !i- infeli"e "$e il tem!o abbia veduta
nell'infinita fati"a del suo !ellegrinare:
+on avevo "$e una figlia, una sola, un'uni"a adorata
la sola "osa "$e mi dava gioia e "onforto, 'bambina,
e la morte "rudele l'$a tolta ai miei o""$i:
+=TR(CE
*$im4: O triste, triste, triste giorno:
O giorno !i- doloroso, o giorno !i- triste
"$e io abbia mai, mai veduto: O giorno,
o giorno: O giorno: O odioso giorno:
1ai si vide un giorno "os6 nero "ome &uesto:
O triste giorno, o triste giorno:
G
P*R(%E
Tradito, allontanato, ingannato, offeso, assassinato:
Tradito da te, odiosissima morte, da te, "rudele, "rudele,
e ormai distrutto: O amore: O vita:
+on !i- vita, ma amore nella morte:
C*P=LET(
%is!rezzato, abbandonato, odiato, torturato, u""iso:
O tem!o desolato, !er"$. sei venuto ora
a distruggere, distruggere la nostra festa di nozze5
O bambina, bambina mia: O anima mia2
anima, !i- "$e mia figlia: Tu sei morta, morta:
*$im4, la mia bambina 4 morta, e "on lei
tutte le mie gioie sono se!olte:
8R*TE LORE+IO
Ta"ete, vi !rego# Vergogna: La dis!erazione
non si vin"e dis!erandosi# Questa bella fan"iulla
era vostra e del Cielo2 ora 4 tutta del Cielo2
ed 4 la "osa !i- bella !er lei# Voi non avete !otuto
salvare dalla morte la !arte della fan"iulla "$e era
'vostra,
ma il Cielo serba la sua !arte nella vita eterna:
(l vostro desiderio !i- alto era la sua gloria,
!er"$. il vederla !i- in alto era il vostro "ielo2
e voi ora !iangete, ora, "$e la vedete !i- in alto
delle nuvole, alta "ome lo stesso "ielo5
O$, "on &uesto amore, voi amate "os6 male la vostra
e siete "ome !azzi !er"$. essa 4 feli"e: 'figliola,
+on 4 bene maritata la donna "$e vive a lungo "on il
'marito2
&uella "$e 4 meglio maritata 4 la s!osa "$e muore
'giovane#
*s"iugate le la"rime e s!argete &uesto bel "or!o
di rosmarino e, se"ondo l'usanza,
fatelo !ortare in "$iesa "on le sue vesti !i- belle#
Sebbene l'amorevole natura "i s!inga tutti al !ianto,
le la"rime della natura fanno sorridere la ragione#
/
C*P=LET(
Tutto "i3 "$e avevamo !re!arato !er la festa
servir ora !er la "erimonia funebre2
i nostri strumenti si mutino in malin"oni"$e "am!ane2
la nostra allegria !er le nozze in un rito di morte,
i nostri inni solenni, in lugubri lamentazioni2
i nostri fiori !er la s!osa servano !er una tomba#
Ogni "osa servir !er il suo s"o!o "ontrario#
8R*TE LORE+IO
Signore, rientrate2 e voi, signora, andate "on lui2
an"$e voi, Paride: Ognuno si !re!ari a seguire
la bella salma fino alla tomba# (l Cielo 4 in "ollera
!er &ual"$e vostra "ol!a2 "er"ate di non irritarlo
an"ora osta"olando la sua su!rema volont#
Escono tutti tranne la ,.)'+CE, che dopo aver depo!
sto rametti d rosmarino presso "iulietta, chiude le
tende del letto
'Entrano i S.*,A)*'+)
PR(1O S=O+*TORE
Credo "$e ormai !ossiamo mettere via i nostri flauti
+=TR(CE 'e andar"ene#
0uona e onesta gente, metteteli via, s6, metteteli via2
lo vedete bene, "i $a las"iato un vuoto doloroso:
'Esce)
PR(1O S=O+*TORE
S6, 4 vero, o""orre riem!ire &uesto vuoto#
Entra P+E)'*
P(ETRO Suonatori, e$i, suonatori: HPa"e del "uore:H
HPa"e del "uore: H Se mi volete ridare la vita, suonate
HPa"e del "uore:H
/
PR(1O S=O+*TORE Per"$. H Pa"e del "uore : H 5
P(ETRO O$, suonatori, !er"$. il mio "uore gi suona7
H(( mio "uore 4 !ieno di tristezza:H# O$, suonatemi
delle allegre "antilene, !er "onsolarmi#
SECO+%O S=O+*TORE +on suoneremo nulla2 non 4 &ue,
sto il momento:
P(ETRO *llora, non volete5
PR(1O S=O+*TORE +o#
P(ETRO *llora ve lo dar3 sonoramente#
PR(1O S=O+*TORE C$e "osa "i darai5
P(ETRO +on "erto denaro, ma dello Hstrim!ellatoreH,
vi dar3 del HmenestrelloH:
PR(1O S=O+*TORE E io ti dar3 del Hservo,animaleH:
P(ETRO *llora io vi batter3 la mia daga di servo,ani,
male sulla zu""a, e non far3 mai !ause alle battute#
Vi do Hla fa reH# Lo notate5
PR(1O S=O+*TORE Con HlaH, HfaH, Hre'P sei tu "$e "i
di note#
SECO+%O S=O+*TORE Ti !rego, metti dentro la daga, e
tira fuori lo s!irito#
P(ETRO *llora, attenti al mio s!irito# Vi batter3 "ol
ferro del mio s!irito2 metter3 dentro il ferro della
mia daga# Ris!ondetemi da uomini7
H Quando la !ena "i feris"e il "uore
e la tristezza amara grava l'anima
la musi"a allora, "ol suo suono d'argento###H
Per"$. suono d'argento5 Per"$. la musi"a "ol suo
suono d'argento5 C$e ne di"i tu, Simon Cavata5
PR(1O S=O+*TORE 0e' signore, !er"$. l'argento $a un
dol"e suono#
P(ETRO +on "'4 male: C$e ne di"i tu, =go Solfa5
/
SECO+%O S=O+*TORE %i"o "$e "'4 Hsuono d'argentoH
!er"$. i suonatori suonano !er l'argento:
P(ETRO 0uona an"$e &uesta: C$e ne di"i tu, Gia"omo
del Suono5
TERIO S=O+*TORE %avvero, non so "$e dire:
P(ETRO O$, ti "$iedo s"usa7 tu sei un "antante# Lo
dir3 io !er te# E""o7 Hla musi"a "ol suo suono d'ar,
gentoH !er"$. i suonatori "ome voi non $anno oro
da far suonare7
HLa musi"a allora, "ol suo suono d'argento
d subito "onforto di dol"ezza#H Esce
PR(1O S=O+*TORE C$e razza di s!or"o imbroglione:
SECO+%O S=O+*TORE (m!i""ate &uella "anaglia: Veni,
te, entriamo: *s!etteremo i !iagnoni2 restiamo &ui
!er mangiare# Escono
'V# (#)
Entra '*ME*
RO1EO
Se devo "redere alla verit adulatri"e del sonno,
i miei sogni mi fanno !resagire !rossima &ual"$e lieta
'notizia#
C$i 4 !adrone del mio "uore siede allegro sul suo
'trono,
mentre oggi, !er tutto il giorno, una forza insolita
mi solleva al di so!ra della terra "on !ensieri feli"i#
>o sognato "$e la mia donna veniva e mi trovava
'morto
Cstrano sogno "$e !ermette a un morto di !ensareD,
e sus"itava "oi ba"i sulle mie labbra una tale !otenza
di vita da farmi rivivere7 ed ero !adrone del mondo#
*$im4: Quanta dol"ezza si !rova nell'amore,
se soltanto le sue ombre sono "os6 ri""$e di gioia:
/
Entra 0*L%*SS*RRE
+otizie da Verona: Ebbene, 0aldassarre,
non mi !orti lettere del frate5
C$e "osa fa la mia donna5 1io !adre sta bene5
Come sta la mia Giulietta5 Te lo "$iedo di nuovo,
!er"$. nulla va male &uando Giulietta sta bene#
0*L%*SS*RRE
*llora Giulietta sta bene, e nulla !u3 andare male#
(l suo "or!o ri!osa nella tomba dei Ca!uleti
e la sua !arte immortale vive "on gli angeli#
(o la vidi distesa nella tomba, e subito mi misi in
!er venirvelo a dire# O$, !erdonatemi '"ammino
se vi di"o tristi "ose, mio signore2 ma mi avevate la,
a Verona !er darvi notizie# 's"iato
RO1EO
@ davvero "os65 E allora, vi sfido, o stelle#
Tu sai dove abito2 !ortami "arta e in"$iostro
e noleggia dei "avalli di !osta# Partir3 stanotte#
0*L%*SS*RRE
Vi s"ongiuro, signore, "almatevi#
Siete "os6 !allido e stravolto
"$e temo &ual"$e vostro atto dis!erato#
RO1EO
Sbagli2 las"iami e fa "i3 "$e ti $o "$iesto#
+on $ai lettere del frate !er me5
0*L%*SS*RRE
+o, mio buon signore#
RO1EO +on im!orta#
Va', e noleggia i "avalli# (o verr3 subito#
2AL%ASSA''E esce
*llora, Giulietta, stanotte dormir3 "on te#
Vediamo "ome: O morte, "ome entri ra!ida
/
nei !ensieri degli uomini dis!erati#
E""o7 "'4 uno s!eziale "$e abita &ui vi"ino2
l'$o visto di re"ente "on un vestito la"ero,
mentre !ensieroso ra""oglieva erbe medi"inali#
*veva il volto s"avato7 la miseria
!i- "rudele lo aveva distrutto fino alle ossa#
+ella sua s&uallida bottega stavano a!!ese
una tartaruga, un "o""odrillo imbalsamato
e altre !elli di !es"i di strane forme2
sugli s"affali si vedevano s!arse
in mostra al"une s"atole vuote, verdi vasi
di terra"otta, ves"i"$e, sementi ammuffite,
!ezzi di s!ago e ve""$ie !asti""$e di estratto di rosa7
davanti a tanta miseria, dissi a me stesso7
HSe un uomo avesse bisogno di un veleno,
la "ui vendita 4 !unita a 1antova "on la morte,
"erto &uesto miserabile glielo venderebbeH
Questo !ensiero non era "$e il !resentimento
del bisogno in "ui ora mi trovo2 e &uesto stesso
uomo bisognoso deve ora vendermi il veleno#
Oggi 4 festa e la bottega di &uesto s"iagurato
4 "$iusa, ma, se ben ri"ordo,
&uesta dovrebbe essere la sua "asa#
E$i, e$i, s!eziale:
Entra lo SPE1+ALE
SPEI(*LE C$i mi "$iama, urlando "os65
RO1EO
Vieni &ui, ami"o# Sei !overo, tieni7
e""o &uaranta du"ati, e !ro"urami
un forte veleno, "$e agis"a "os6 ra!ido
e "on tale violenza, "$e, a!!ena dentro le vene,
"$i lo !rende !er"$. stan"o della vita,
!ossa rimanere subito senza res!iro e "adere morto
"on la fulminea violenza "on "ui l'a""esa !olvere
s'avventa dal grembo fatale del "annone#
/
SPEI(*LE
Certo, $o dei veleni "os6 !otenti2 ma la legge
di 1antova !unis"e "on la morte "$iun&ue li venda#
RO1EO
Tu, "os6 nudo e miserabile, $ai !aura di morire5
Sulle tue guan"e "'4 la fame, nei tuoi o""$i agonizzano
le !rivazioni e le sofferenze, sulle tue s!alle
!endono il dis!rezzo e la miseria2
il mondo ti 4 nemi"o e "os6 la legge del mondo#
(l mondo non $a legge !er farti ri""o2 dun&ue,
non restare !overo, ma s!ezza la legge e !rendi &ue,
SPEI(*LE 'sto#
*""onsente la mia miseria, non la mia volont#
RO1EO
E io !ago la tua miseria, non la tua volont#
SPEI(*LE
1ettete &uesto veleno in un li&uido &ualun&ue
e bevetelo# 1orirete subito
an"$e se aveste la forza di venti uomini#
RO1EO
Prendi il tuo denaro7 il denaro 4 il veleno !eggiore
!er l'anima umana, in &uesto odioso mondo2
esso u""ide !i- di &ueste deboli misture
"$e tu non !otresti vendere# (o, ti vendo il veleno2
non sei tu a vendermelo# *ddio:
Com!rati da mangiare e mettiti in "arne#
Vieni, !er me sei un "ordiale, non un veleno2
andiamo insieme alla tomba di Giulietta7 l mi ser,
' virai# Escono
'V# ((#)
Entra 0'A)E "+*5A,,+
8R*TE G(OV*++(
8rate di San 8ran"es"o: 8ratello: E$i:
/
Entra 8R*TE LORE+IO
8R*TE LORE+IO
Questa mi !are la vo"e di frate Giovanni#
0envenuto da 1antova: C$e di"e Romeo5
O$, se egli mi $a s"ritto, dammi la sua lettera#
8R*TE G(OV*++(
Ero andato a "er"are un fratello s"alzo,
uno del nostro Ordine, "$e stava visitando
gli ammalati in "itt, !er"$. venisse "on me2
l'avevo trovato, &uando le guardie,
sos!ettando "$e fossimo stati in una "asa "ontagiata
dalla !este, "$iusero le !orte e non "i las"iarono !as,
Cos6 fin6 il mio viaggio a 1antova# 'sare#
8R*TE LORE+IO *llora "$i $a !ortato la mia lettera a Romeo5
8R*TE G(OV*++(
(o non $o !otuto "onsegnargliela e l'$o an"ora &ui#
E non $o trovato nemmeno un messaggero
!er rimandartela, tanta 4 la !aura
"$e tutti $anno della !este#
8R*TE LORE+IO
O$, destino avverso: O Ordine nostro:
+on era una lettera inutile, ma molto im!ortante
!er le sue notizie2 e non averla re"a!itata
!u3 essere "ausa di grande sventura# 8rate Giovanni,
va', !ro"urami una leva di ferro e !ortala subito
nella mia "ella#
8R*TE G(OV*++( 8ratello, vado a !renderla subito#
Esce
8R*TE LORE+IO
Ora devo andare da solo alla tomba#
8ra tre ore la bella Giulietta si sveglier,
e io avr3 le sue maledizioni &uando sa!r
"$e Romeo non 4 stato informato dei nostri !rogetti2
s"river3 an"ora a 1antova,
/
e intanto terr3 Giulietta nella mia "ella
fino al ritorno di Romeo# Povera morta
"$e vive "$iusa nella tomba, destinata ai morti# Esce
'V# (((#)
Entrano PA'+%E e il suo PA""+*, con fiori, acqua pro6fumata 'e una torcia)
P*R(%E
%ammi la tor"ia, ragazzo, e allontanati#
*nzi, s!egnila, !er"$. non voglio essere veduto#
Va' sotto &uegli alberi di tasso e !oggia
l'ore""$io !er terra2 "os6 !otrai udire
ogni rumore di !assi sul suolo del "imitero
"$e risuona "$iaro !er"$. sem!re s"onvolto
dagli s"avi delle fosse# Se odi &ual"uno
"$e s'avvi"ina, fis"$ia7 &uesto sar il segnale#
%ammi &uei fiori, fa' "ome ti ordino, va'#
P*GG(O
>o !aura di trovarmi solo nel "imitero2
ma dovr3 stare &ui ugualmente# Esce
P*R(%E Cs!argendo fiori sulla tombaD
O dol"e fiore, io "o!ro di fiori il tuo letto d6 nozze#
*$im4, il balda""$ino 4 !olvere e !ietra,
e io !orter3 ogni notte a &uesti fiori
dol"e a"&ua o la"rime !ure di !ianto#
E""o le offerte funebri7 i fiori e i lamenti#
+l PA""+* fischia
Qual"uno s'avvi"ina7 &uale !iede maledetto
viene a turbare un rito d'amore5
/
Entrano '*ME* e 2AL%AS SA''E con una torcia, un
piccone e una leva di ferro
Vedo una tor"ia# +as"ondimi, o notte: 'Si ritira)
RO1EO
Prendi &uel !i""one e la leva di ferro#
Tieni, !rendi &uesta lettera2 domani mattina
"onsegnala a mio !adre# %ammi la tor"ia#
E ora, allontanati7 &ualun&ue "osa tu senta o veda,
!ena la vita, non interrom!ere il mio lavoro#
(o s"endo in &uesto letto di morte
!er ammirare an"ora il volto della mia donna,
e !er togliere dal suo dito un anello !rezioso,
del &uale $o bisogno !er un uso a me "aro#
Va', dun&ue: 1a se tu tornassi !er s!iare
(l mio lavoro, !er il Cielo, ti far3 a !ezzi
e dis!erder3 le tue membra !er &uesto "imitero
insaziabile# Questo momento, e "i3 "$e de"ido,
sono fero"i, selvaggi e inesorabili
!i- delle tigri affamate e del mare "$e rugge#
0*L%*SS*RRE
Vado, signore, e non vi disturber3#
RO1EO
Cos6 mi dimostrerai la tua ami"izia# Prendi &uesto,
vivi e sii feli"e# *ddio, "aro ami"o#
0*L%*SS*RRE
(o !er3 mi nas"onder3 &ui vi"ino# (l suo sguardo
mi fa !aura7 $o dei dubbi su &uello "$e far# Esce
RO1EO
Tu, o bo""a maledetta, tu ventre della morte,
saziati "ol bo""one !i- dol"e della terra:
/
Cos6 s!alan"o le mar"e mas"elle
e vi s!ingo a forza nuovo "ibo#
'*ME* apre il sepolcro
P*R(%E
Questo 4 il su!erbo 1onte""$i, bandito da Verona,
"$e u""ise il "ugino del mio amore#
Si !ensa "$e la bella "reatura sia morta di dolore#
8orse viene &ui !er !rofanare &uesti morti#
(o lo arrester3# , (nterrom!i
(l tuo infame lavoro, o vile 1onte""$i:
Pu3 la vendetta "ontinuare al di l della morte5
Vile bandito, io ti arresto#
Obbedis"i e seguimi# Tu devi morire#
RO1EO
(nfatti, devo morire# Per &uesto sono venuto &ui#
Sei buono e gentile, non sfidare un uomo dis!erato2
vattene e las"iami solo# Pensa a &uesti morti
e trema !er te2 ti s"ongiuro, o giovane,
non aggiungere un'altra "ol!a sul mio "a!o
e""itando la mia "ollera# Vattene, !er il Cielo,
io ti amo !i- di me stesso, !er"$. sono venuto
&ui armato "ontro me stesso#
+on fermarti, vattene7 vivi e ra""onta
"$e la !iet di un !azzo ti las"i3 fuggire#
P*R(%E
(o sfido i tuoi ordini e ti arresto, o vile:
RO1EO
Vuoi !rovo"armi5 Ebbene, a te, ragazzo# S battono
P*GG(O
O %io: Si battono# *ndr3 a "$iamare le guardie#
'Esce)
PA'+%E cade
/
P*R(%E
O$, mi $a u""iso: Se tu fossi !ietoso,
dovresti a!rire la tomba e mettermi a""anto a Giu,
'lietta# Muore
RO1EO
Ti giuro, lo far3# 1a las"ia "$e guardi la tua fa""ia#
@ un !arente di 1er"uzio, il nobile "onte Paride#
C$e "osa di"eva il mio servitore, &uando,"aval"avamo
durante il viaggio e la mia mente s"onvolta
non badava alle sue !arole5 +on di"eva, forse,
"$e Paride avrebbe dovuto s!osare Giulietta5
+on $a detto &uesto5 L'$o sognato forse5
O sono !azzo, sentendolo !arlare di Giulietta,
a !ensare "$e egli di"esse &uesto5 Ora dammi la tua
'mano,
tu "$e sei segnato "on me nel triste libro della sven,
lo ti se!!ellir3 in una tomba sontuosa# 'tura#
=na tomba5 O$, no2 in un faro, o mia giovane vit,
'tima,
!er"$. &ui gia"e Giulietta, e la sua bellezza trasforma
&uesta tomba in una sala di festa, !iena di lu"e#
O 1orte, ri!osa, se!olta &ui da un morto:
'%epone PA'+%E nella tomba)
S!esso 4 feli"e l'uomo in agonia
e "$i veglia "$iama lam!o della morte
&uell'istante# (o non avr3 &uel lam!o:
O mio amore, mia s!osa:
La morte, "$e $a gi su""$iato il miele
del tuo res!iro, nulla $a !otuto sulla tua bellezza#
*n"ora non sei vinta, e l'insegna di bellezza,
sulle labbra e sul viso, 4 an"ora rossa, e la !allida
bandiera della morte su te non 4 distesa#
Tu sei l, Tebaldo, nel sudario insanguinato,
ma "on la mano "$e t'u""ise s!ezzer3 la vita
al tuo nemi"o, e sar grande onore !er te# Perdonami#
O amata Giulietta, !er"$. sei an"ora bella5
Ti ama forse la morte senza "or!o5
/
L'odioso, s&uallido mostro ti tiene &ui nell'ombra
"ome amante5 Questo io temo, e rester3 "on te,
!er sem!re, "$iuso nella !rofonda notte#
Qui voglio restare, &ui, "oi vermi,
i tuoi fedeli2 avr3 &ui ri!oso eterno,
e s"uoter3 dalla "arne, stan"a del mondo,
ogni !otenza di stelle maligne#
O""$i, guardatela un'ultima volta,
bra""ia, stringetela nell'ultimo abbra""io,
o labbra, voi, !orta del res!iro, "on un ba"io !uro
suggellate un !atto senza tem!o "on la morte
"$e !orta via ogni "osa# Vieni, amara guida,
vieni, s"orta ri!ugnante# E tu, !ilota dis!erato,
avventa velo"e su gli s"ogli la tua triste bar"a
stan"a del mare# E""omi, o amore: '2eve3 O fedele
'mer"ante,
i tuoi veleni sono ra!idi7 io muoio "on un ba"io:
'1uore)
Entra 0'A)E L*'E,1* con una lanterna, la leva d ferro e una vanga
8R*TE LORE+IO
San 8ran"es"o m'a""om!agni: Quante volte stanotte
i miei !iedi $anno urtato "ontro le tombe: C$i 4 l5
0*L%*SS*RRE
=n ami"o "$e vi "onos"e bene#
8R*TE LORE+IO
Siate benedetto# %itemi, mio buon ami"o,
vedete &uella tor"ia "$e vanamente illumina
vermi e tes"$i5 1i !are a""esa
/
nel se!ol"ro dei Ca!uleti#
0*L%*SS*RRE
(nfatti, !adre, l "'4 il mio !adrone,
uno "$e vi ama#
8R*TE LORE+IO E "$i 45
0*L%*SS*RRE Romeo#
8R*TE LORE+IO
%a &uanto tem!o 4 l5
0*L%*SS*RRE %a !i- di mezz'ora#
8R*TE LORE+IO
*""om!agnami al se!ol"ro#
0*L%*SS *RRE >o !aura 2
il mio !adrone "rede "$e io sia andato via#
+on vuole nessuno, e !er farmi allontanare
mi $a mina""iato di morte#
8R*TE LORE+IO
*llora rimani# *ndr3 solo#
Temo "$e sia su""essa una sventura#
0*L%*SS*RRE
1entre dormivo sotto &uel tasso, $o sognato
"$e il mio !adrone si batteva "on un altro,
e lo u""ideva# 'Esce)
8R*TE LORE+IO Romeo:
Si china a guardare il sangue e le armi
*$im4, "$e "osa vuoi dire &uesto sangue
sull'entrata della tomba5 C$e signifi"ano
&ueste s!ade s!or"$e di sangue, in &uesto luogo di
'!a"e5
Romeo: O$, "ome 4 !allido: E "$i "'4 an"ora5
Come5 *n"$e Paride5 E tutto insanguinato5
E &uando sar avvenuta &uesta sventura5
La fan"iulla si muove# "+.L+E))A si sveglia
/
G(=L(ETT*
O frate "onsolatore, dov'4 il mio Romeo5
Ri"ordo bene dove avrei dovuto trovarmi#
E infatti sono &ui# %ov'4 il mio Romeo5
8R*TE LORE+IO
Sento rumore, es"i da &uel luogo di morte,
di !utrefazione e di sonno non naturale#
=na forza su!eriore a "ui non !ossiamo o!!or"i
$a "ontrastato i nostri !rogetti# Vieni, vieni via:
(l tuo s!oso 4 morto e si trova al tuo fian"o2
e an"$e Paride# Vieni, ti far3 entrare
in un "onvento di mona"$e#
+on !erdiamo tem!o, ora, non domandarmi2
la guardia sta !er arrivare# Vieni, andiamo via,
buona Giulietta# +on 4 !rudente restare &ui#
G(=L(ETT*
Ebbene, vattene2 io non ti seguir3#
Esce 0'A)E L*'E,1*
C$e "'4 &ui5 =na tazza, stretta an"ora
dalla mano del mio fedele amore#
Ca!is"o, 4 stato il veleno a u""iderlo !rima del tem!o,
O$, egoista: L'$a bevuto tutto
e non ne $a las"iato una go""ia ami"a !er me#
Ora lo ba"er37 forse un !o' di veleno
4 rimasto sulle sue labbra e baster
a darmi una morte "onsolatri"e# 'Lo bacia)
Le tue labbra sono "alde:
Entrano le ".A'%+E e il PA""+* di Paride
PR(1* G=*R%(*
Guida"i, ragazzo# Quale 4 la strada5
G(=L(ETT*
*n"ora rumore: %evo fare !resto# O$, "aro !ugnale:
Questo 4 il tuo fodero: Ri!osa &ui e fammi morire#
Si uccide con il pugnale 7di '*ME*)
/
P*GG(O
E""o, 4 l7 dove brilla &uella tor"ia#
PR(1* G=*R%(*
(( terreno 4 insanguinato2 bisogna "er"are &ui intorno,
e arrestare "$iun&ue si trovi nel "imitero#
'Alcuni escono)
O s!etta"olo !ietoso: (l "onte 4 stato u""iso
ed 4 &ui a terra, e an"$e Giulietta 4 "o!erta di sangue#
@ morta da !o"o !er"$. 4 an"ora "alda7 ed 4ra &ui
'se!olta da due giorni#
*ndate a "$iamare il Prin"i!e# Correte dai Ca!uleti,
svegliate i 1onte""$i# E si "ontinui a "er"are intorno#
'Escono altre ".A'%+E)
Questo 4 il luogo dove vediamo le vittime
di !ietose sventure, ma non !otremo mai stabilire
dove veramente ebbe luogo l'origine di esse,
senza "onos"erle in ogni !arti"olare "ir"ostanza#
Entrano 7alcune ".A'%+E con3 2AL%ASSA''E
SECO+%* G=*R%(*
E""o il servo di Romeo2 l'abbiamo trovato nel "imi,
PR(1* G=*R%(* 'tero#
Tenetelo al si"uro, fino all'arrivo del Prin"i!e#
Entra un#altra ".A'%+A con 0'A)E L*'E,1*
TERI* G=*R%(*
E""o &ui un frate# Trema, sos!ira e !iange2
lo abbiamo !reso "on &uesta leva e &uesta vanga
mentre veniva da &uella !arte del "imitero#
PR(1* G=*R%(*
*rrestate an"$e lui7 4 molto sos!etto#
Entrano il P'+,C+PE e il seguito
/
PR(+C(PE
Quale sventura 4 a""aduta "os6 !resto,
"$e "i $a fatto interrom!ere il ri!oso mattutino5
Entrano CAP.LE)+, %*,,A CAP.)E)+ e altri
C*P=LET(
C$e "osa !u3 essere a""aduto5 Si sente gridare da
%O++* C*P=LET( 'ogni !arte#
(l !o!olo stre!ita !er le vie7 al"uni gridano7 HRo,
'meo: H
altri7 HGiulietta:H2 e altri an"ora7 HParide:H#
E tutti "orrono "on grande tumulto verso la nostra
PR(+C(PE 'tomba#
1a !er"$. tante grida !aurose5
PR(1* G=*R%(*
*ltezza, &ui "i sono i "adaveri del "onte Paride,
di Romeo e di Giulietta# Giulietta, "$'era gi morta,
4 stata u""isa da !o"o7 4 an"ora "alda#
PR(+C(PE
%omandate e "er"ate di sa!ere
"ome 4 avvenuta &uesta terribile strage#
PR(1* G=*R%(*
Qui "'4 un frate e il servitore di Romeo,
"on al"uni ferri "$e !ossono servire a forzare le tombe#
C*P=LET(
O Cielo: O moglie mia: Guarda "om'4 insanguinata
nostra figlia: Questo !ugnale $a sbagliato#
La sua "ustodia 4 vuota al fian"o di 1onte""$i7
4 entrato !er errore nel !etto di mia figlia#
%O++* C*P=LET(
*$im4:
Questo s!etta"olo di morte 4 "ome una "am!ana
"$e "$iama la mia ve""$iaia al se!ol"ro#
Entrano M*,)ECC-+ e altri
/
PR(+C(PE
Vieni, 1onte""$i7 oggi ti sei alzato !rima del tem!o
!er vedere il tuo figlio ed erede "ori"ato
an"ora !rima del tem!o#
1O+TECC>(
*$, mio Prin"i!e, mia moglie 4 morta stanotte#
(l dolore !er l'esilio di Romeo $a fermato il suo re,
's!iro#
Quale altra sventura si !re!ara "ontro la mia ve",
PR(+C(PE '"$iaia5
Guarda e vedrai#
1O+TECC>(
O figlio, mi $ai man"ato di ris!etto# C$e modo 4 &ue,
di affrettarti alla tomba !rima di tuo !adre5 'sto
PR(+C(PE
Calma !er un momento la tua dis!erazione
fino a "$e rius"iremo a "$iarire &uesti fatti
e a "onos"erne l'origine, la forza, e il vero s"o!o#
Poi ti guider3 nel tuo dolore e ti sar3 "om!agno
fino alla morte# Per ora, "almati e las"ia
"$e la s"iagura sia s"$iava della !azienza#
8ate venire le !ersone sos!ette#
8R*TE LORE+IO
Su di me grava il maggiore sos!etto2
ma io sono il meno "a!a"e di "om!iere
&uesto orrendo delitto# Tuttavia il tem!o e il luogo
sono "ontro di me2 e""omi dun&ue !ronto ad a""usar,
e a difendermi, a "ondannarmi e ad assolvermi, 'mi
PR(+C(PE
*llora, ra""onta &uello "$e sai#
8R*TE LORE+IO
Sar3 breve !er"$. il mio fiato
non 4 suffi"iente ad annoiarvi "on un lungo ra""onto#
Romeo era il marito di Giulietta
/
e lei era la s!osa fedele di Romeo#
Sono stato io a s!osarli2 il loro matrimonio segreto
fu "elebrato !ro!rio nel giorno della morte di Te,
'baldo,
morte "$e fe"e bandire Romeo da &uesta "itt#
Giulietta soffriva !er lui, non !er Tebaldo#
Voi, !er allontanare la "ausa del suo dolore,
l'avevate !romessa, e l'avreste data in s!osa !er forza
al "onte Paride# Giulietta, dis!erata,
venne da me, e mi !reg3 di trovare un mezzo
!er liberarla da &uesto se"ondo matrimonio2
in "aso "ontrario si sarebbe u""isa nella mia "ella#
*llora io, valendomi della mia arte,
le fe"i !rendere un sonnifero "$e ebbe l'effetto
desiderato, !er"$. le diede l'a!!arenza
d'una morta# (ntanto s"rissi a Romeo
di venire &ui, in &uesta notte fatale,
!er aiutarmi a toglierla dalla tomba,
a!!ena "essato l'effetto del sonnifero#
1a frate Giovanni, "$e doveva "onsegnare la mia let,
'tera,
fu trattenuto da un in"idente, e la s"orsa notte
venne a ri!ortarmela# Per"i3, all'ora in "ui Giulietta
si doveva svegliare, venni &ui !er toglierla
dalla tomba e a""om!agnarla nella mia "ella,
dove intendevo nas"onderla fino a &uando
non avessi trovato un mezzo o!!ortuno
!er informare Romeo# 1a, a!!ena giunto,
al"uni minuti !rima del suo risveglio,
trovai morti il nobile Paride e il fedele Romeo#
(ntanto Giulietta si svegliava e io la su!!li"ai
di venire via e di so!!ortare "on rassegnazione
la volont del Cielo# 1a un rumore im!rovviso
mi fe"e allontanare dalla tomba7
e Giulietta, nella sua grande dis!erazione,
non volle venire "on me, ma, a &uanto !are,
fe"e violenza su se stessa# Questo 4 &uanto io so2
/
il matrimonio era a "onos"enza della nutri"e#
Ora, se $o &ual"$e "ol!a in &uesta s"iagura,
la mia vita sia sa"rifi"ata !rima del suo tem!o,
"on la !ena della legge !i- severa#
PR(+C(PE
+oi ti abbiamo sem!re ritenuto un santo#
E ora, sentiamo il servo di Romeo#
C$e "osa !uoi dire5
0*L%*SS*RRE
Sono stato io a !ortare al mio !adrone la notizia
della morte di Giulietta, ed egli !art6 subito
da 1antova2 e, a!!ena &ui, si re"3 alla tomba#
Qui, mi ordin3 di "onsegnare, il mattino seguente,
&uesta lettera a suo !adre2 e, !rima di entrare
nella tomba, mi mina""i3 di morte
se non mi fossi allontanato, !er"$. voleva restare solo#
PR(+C(PE
%ammi la lettera, voglio leggerla# %ov'4 il !aggio
del "onte "$e "$iam3 la guardia5 %itemi, giovanotto,
"$e "osa fa"eva &ui il vostro !adrone5
P*GG(O
Venne a !ortare dei fiori sulla tomba
della sua donna, e mi ordin3 di allontanarmi2
e "os6 fe"i# %o!o un !o' un uomo
"on una tor"ia si avvi"in3 alla tomba !er a!rirla#
(l mio !adrone s'avvent3 su di lui
"on la s!ada in mano e io "orsi a "$iamare la guardia#
PR(+C(PE
Questa lettera di Romeo "onferma le !arole
del buon frate# Ra""onta il loro amore,
l'annun"io della morte di Giulietta,
"ome egli aveva "om!rato un veleno
da un !overo s!eziale, e "ome !oi era venuto
&ui !er morire e stare vi"ino a Giulietta:
%ove sono &uesti nemi"i5 Ca!uleti: 1onte""$i:
E""o &uale !unizione 4 s"esa sul vostro odio#
(l Cielo $a u""iso "on l'amore i vostri figli,
/
e io, !er avere tollerato le vostre dis"ordie,
$o !erduto due dei miei !arenti# Siamo tutti !unitiQ
C*P=LET(
O fratello 1onte""$i, dammi la mano:
E""o la dote di mia figlia, !oi"$. io non !osso
domandare di !i-#
1O+TECC>( 1a io !osso darti molto di !i-
(o innalzer3 una statua tutta d'oro a Giulietta2
e fin"$. duri la "itt di Verona,
nessun'altra immagine sar tanto onorata,
"ome &uella della !ura e fedele Giulietta#
C*P=LET(
E Romeo "on uguale s!lendore star a""anto alla
'statua
della sua donna# Povere vittime del nostro odio:
PR(+C(PE
Questo giorno !orta "on s. una grigia !a"e#
(l sole !er A/ dolore nas"onde la sua fa""ia#
*ndiamo7 !arleremo an"ora di &uesti fatti dolorosi,
!er"$. fra "oloro "$e vi !arte"i!arono,
al"uni saranno !erdonati, altri !uniti#
Certo non vi fu mai una storia !i- infeli"e
di &uella di Giulietta e del suo Romeo( Escono tutti
/