Sei sulla pagina 1di 1

Nel dipinto non c' una costruzione prospettica rinascimentale e volumetrica, mentre sono evidenti i tagli fotografici laterali,

tipici di quell'epoca, grazie allo sviluppo della fotografia. Inoltre, il tema della denuncia sociale molto calcato da Courbet si manifesta grazie alla presenza dei due sacerdoti, uno dei quali vistosamente rosso, suggerendo incoerenza etica e il proprio vizio di bere. La presenza del cane in primo piano, infine, enfatizza il realismo dell'opera, perch era raro vedere degli animali contrapposti alla figura umana in primo piano, per alcuni questo particolare fu considerato blasfemo. Inoltre, alcuni hanno voluto vedere nell'uomo con le calze azzurre un repubblicano, anche se Courbet non aveva affatto intenti politici. L'opera nel 1855 venne rifiutata dall'Esposizione universale, cos l'artista allest per conto proprio un Padillion du realism, dove espose il suo lavoro.