Sei sulla pagina 1di 2

COMITATO PROMOTORE LISTA CIVICA

CASTELLINA MARITTIMA (PI)

Questo documento nasce dall’esigenza di stipulare tra di noi un accordo, trovare un


terreno comune di valori e regole che ci uniscono e che diventino le linee guida del nostro
procedere.

Perché ci siamo?
Siamo qui perché condividiamo una profonda sfiducia nell’attuale classe politica che ha
dimostrato di non saper più recepire i bisogni e interpretare le esigenze della società
civile.

Siamo qui perché sentiamo l’urgenza di una gestione della cosa pubblica diversa. In
questo vuoto rappresentativo vogliamo cambiare partendo da “noi”.

Chi siamo?
Siamo un gruppo nato per moto spontaneo e individuale, formato da persone di varia
provenienza politica, alcuni dei quali con varie esperienze politiche alle spalle.
Non abbiamo discriminazioni di carattere religioso, etnico, culturale.
Siamo un gruppo che cresce grazie al confronto delle varie esperienze e provenienze
avendo una finalità comune.

Non siamo quindi espressione di un’ideologia politica, ma di un’esigenza, di un


progetto morale prima che politico.

Qual è il nostro obiettivo?


Vorremmo intraprendere un percorso che ci possa portare ad amministrare la nostra
comunità. E, comunque, vogliamo costituire un riferimento e uno stimolo costante per
una discussione che coinvolga e motivi e sempre più ogni cittadino alla partecipazione
attiva e consapevole alla vita collettiva.

La nostra non è né una scommessa né una sfida, sappiamo di intervenire in


un’importante competizione che porterà chi vince a disporre per i prossimi cinque anni
di risorse umane ed economiche. Per quanto ci riguarda noi lo faremo al servizio
esclusivo della comunità di Castellina.

Vogliamo che questo progetto non vada disperso e ci impegnamo a sostenerlo e a


sostenere chi concretamente porterà avanti le nostre idee.
Qual è il nostro metodo?
Il nostro metodo nasce da valori che più abbiamo avvertito come latitanti. Il nostro è e
sarà un agire improntato ai seguenti principi:

DEMOCRAZIA: intesa come rispetto e tutela delle altrui opinioni, soprattutto se


minoritarie;
LEGALITÀ: amministrare il nostro territorio nel rispetto delle leggi e non arbitrariamente;
TRASPARENZA E PARTECIPAZIONE: la chiarezza delle nostre scelte deve essere precisa,
tempestiva, non autoreferenziale e con ampio spazio a una credibile informazione dei
cittadini ed alle loro critiche, riservandoci pacate e obbiettive risposte;
PROGETTUALITÀ: avere una visione generale del nostro paese che ci guidi nella
presentazione dei singoli progetti;
COERENZA E SERIETÀ: con noi stessi e con i nostri elettori;
ENTUSIASMO: è la motivazione, la voglia di fare bene, a spingerci, non l’interesse.

Qual è il nostro programma?


In estrema sintesi:

Restituire l’identità al paese e costruire un senso della comunità attraverso la


comunicazione tra amministrazione e cittadini: vogliamo cittadini con piena libertà di
esprimere il proprio parere senza il timore di ritorsioni da parte del “potere”, che deve
essere al servizio del cittadino e non viceversa.

Un assetto urbanistico che tuteli il tessuto sociale e non snaturi il nostro paese
sempre più improntato verso la dimensione di “paese dormitorio”, con un piano
urbanistico che riqualifichi i tessuti insediativi esistenti.

La tutela dell’ambiente intesa come valore non solo etico, ma anche economico:
azioni volte a ridurre l’impatto delle attività umane sull’ambiente nel nostro comune in
modo corretto (tutela dell’ambiente naturale, del paesaggio, efficienza energetica,
acqua, rifiuti, stili di vita).

La cultura come elemento vivo e stimolante, che collega il passato al presente e al


futuro. Vogliamo che l’uso delle strutture presenti sul territorio, vissuto in modo
partecipato e attivo dai cittadini, diventi strumento di diffusione della cultura e
momento di coesione sociale e di crescita collettiva.

La solidarietà sociale: rendere più accessibili i servizi ai cittadini, in particolar


modo alle fasce deboli della popolazione, anche spostando risorse economiche in
base a questo tipo di priorità.