Sei sulla pagina 1di 1

12 www.tuttoperugia.

net SETTIMANALE D’INFORMAZIONE

CONSIGLIO DEGLI STUDENTI CONSULTAZIONI SUL FILO DEI VOTI TRA GLI ISCRITTI ALL’ATENEO PERUGINO. TUTTI SODDISFATTI. AUMENTANO GLI ELETTORI

Vince Sinistra universitaria, ma guiderà il centrodestra


di Eleonora Sarri Pomante di Lettere, Giuliano Urba- ste indipendenti. Scontate sembrano
no di Farmacia e Jacopo Orlando di le adesioni al Centrodestra del Co-

U
n’elezione sul filo dei voti. È sta- Agraria); seguono Idee in movimen- mitato dei fuorisede e di Davide
ta una consultazione più “tira- to con sei (Michele Albanese a Giu- Ciullo, candidato con Idee in movi-
ta” del solito quella che ha vi- risprudenza, Sterianis Kanavidis a mento per l’Adisu. E poi, resta da
sto impegnati gli studenti dell’ateneo Farmacia, Elisabetta Furia a Scienza vedere se Universitas riconfermerà la
perugino. A livello di numeri al pri- politiche, Luca Pitoni a Economia, propria alleanza con Idee in movi-
mo posto si assesta la Sinistra uni- Luigi Villani delle Vergini ad Agra- mento e Alleanza universitaria come
versitaria-Udu, mentre la coalizione ria e Vincenzo Cicconi a Medicina), avvenuto negli ultimi anni.
che ancora una volta dovrebbe gui- Alleanza universitaria con tre (Rocco
dare il consiglio degli studenti è il Russo di Ingegneria, Francesco Mi- Adisu
Centrodestra, dove a una flessione gliorati di Economia e Francesco È finita in pareggio, almeno per ora,
dei consiglieri di Alleanza universi- Strati di Medicina) e Universitas (An- la sfida per l’Adisu. La Sinistra Uni-
taria ha fatto da contrappeso l’ascesa drea Battistoni a Scienze, Alberto versitaria-Udu (1.996 voti, 33,7%)
di Idee in movimento. Oddo a Medicina, Michele Paolini ha eletto Giacomo Chiodini e Gio-
In quanto alla sfida più attesa, quella Paoletti a Lettere, Nicola Fioravanti vanni Cinti, mentre il terzo posto per
per i rappresentanti all’interno della a Ingegneria) con quattro. Il Comi- lo schieramento è andato all’Altra
Commissione di controllo dell’Adisu, tato studenti fuorisede conquista un Sinistra (376) con Stefano Marone.
destra e sinistra fanno tre a tre, la- seggio a Lettere con Calogero Fio- Universitas (972, 16,41%) ha eletto
sciando l’ultimo posto libero a rentino come L’Altra sinistra con Alberto Oddo, Idee in Movimento
Universitas. Per avere l’organigram- Lorenzo Caldarelli, mentre da fuori (1.441, 24,33%) Vincenzo Ciccone
ma completo, però, bisognerà atten- Perugia arrivano il candidato di e Luca Pitoni, mentre l’ultimo posto settimo cielo la Sinistra universita- re dei modi il decennale della sua
dere il voto della Stranieri e quello Prospettivamente (facoltà di Econo- è andato a Alleanza universitaria (821, ria e Idee in movimento che si con- fondazione”. Francesco Zappulla,
dell’Accademia delle belle arti e del mia di Assisi) Davide Ciullo e quel- 13,86%). L’importanza di questo siderano, entrambi, i vincitori asso- presidente di Alleanza universita-
conservatorio che esprimeranno gli lo di Ares (corso di Protezione civile confronto stava non solo nel fatto che luti della consultazione. “Abbiamo ria, commenta con soddisfazione
ultimi due delegati. di Scienze della Formazione a gli studenti tornavano a far parte del- ottenuto un clamoroso successo il risultato del Centrodestra:
Nota positiva, l’aumento del nume- all’Adisu - fa sapere Giacomo “Eleggiamo come coalizione 78
ro degli elettori. Su 30.908 aventi La sfida per l’Adisu finisce in parità (tre a tre), Chiodini, coordinatore dell’associa- rappresentanti tra consiglieri de-
diritto, si sono presentati ai seggi lasciando l’ultimo posto libero a Universitas. zione e eletto nella commissione di gli studenti e rappresentanti nei
6815 ragazzi, il 22,05 per cento. Le controllo con 960 preferenze - e le consigli di Facoltà contro i 65 del-
Ora si attende il voto della Stranieri,
schede bianche sono state 553, men- liste di sinistra, per la prima volta la Sinistra ed i 34 di Universitas”.
tre quelle nulle 223. dell’accademia di belle arti e del conser vatorio dopo diversi anni, si affermano come I due si dispiacciono solo di aver
liste più votate e rappresentative ne- perso altri rappresentanti per po-
Il consiglio Foligno), Mauro Tocci. Più compli- l’organo che gestisce i servizi per lo gli atenei. Forte è stata l’affermazio- chi voti.
La maggioranza relativa va alla Sini- cata la situazione a Veterinaria dove studio, ma anche perché proprio ne del sindacato studentesco nei con- Soddisfatto anche Andrea Battistoni
stra universitaria che piazza undici è stato eletto sicuramente Gianluca all’Adisu, dove non esistevano alle- sigli di Facoltà e di corso di laurea - di Universitas. “L’associazione si at-
rappresentanti all’interno dell’organo Martini di “Veterinaria per tutti”, anze e tutti si sono presentati da soli, conclude - dove i nostri rappresen- testa su mille voti come due anni fa
(Francesco Alvi di Giurisprudenza, mentre per il secondo posto si andrà c’è stato il conteggio vero del peso tanti sono stati eletti in numero al- e questo significa che la nostra azio-
Silvia Gentili di Scienze, Tommaso al ballottaggio il 13 e il 14 dicembre politico di ciascuna lista. tissimo”. ne di contatto personale facoltà per
Bori di Medicina, Giacomo dal momento che le altre due liste “Siamo felicissimi del risultato - di- facoltà funziona”. Unico rammarico,
Chiodini di Scienze politiche, Gio- sono arrivate ex equo. I commenti chiara Luca Pitoni di Idee in mo- l’ingerenza partitica. “I risultati sono
vanni Cinti e Vincenzo Scorza di Per capire chi effettivamente gover- Tutti soddisfatti. Non è un parados- vimento - perché la coalizione si è lo specchio degli investimenti fatti
Ingegneria, Alessandro Annetti di nerà il consiglio degli studenti, biso- so ma è proprio quello che emerge confermata prima forza e l’asso- dai partiti ma il nostro buon risulta-
Economia, Graziano Sampaolo di gnerà attendere la definizione dei dalle dichiarazioni dei rappresentan- ciazione ha riportato un successo to è il punto di partenza per fare an-
Scienze della formazione, Sirio gruppi con lo schieramento delle li- ti delle associazioni studentesche. Al grandioso, che festeggia nel miglio- cora meglio”.

RSU E OLTRE IN CITTÀ AUMENTA ANCORA LA PRODUZIONE DI SPAZZATURA: SCOPRIAMO I DATI PUBBLICATI DAL COMUNE NELLA RELAZIONE SULLO STATO DELL’AMBIENTE

di Gianluca Marchese

Un mondo sempre più a “dimensio-


Rifiuti-boom: due chili al Differenziata
Un dato positivo, come ricordato in pre-
cedenza, viene dalla raccolta differen-
ne singola”. Non è soltanto per le mi-
gliori condizioni economiche, che fan-
no lievitare i consumi, all’incremento
giorno per ogni perugino ziata. A Perugia, nel 1998, erano 16.655
le tonnellate di rifiuti separati in apposi-
ti contenitori. Sette anni dopo si è inve-
della popolazione e allo sviluppo indu- ce raggiunta quota 41.605. La percen-
striale che i consumi lievitano e con loro, Produzione totale rifiuti urbani tuale di raccolta differenziata è così au-
negli anni, la produzione di rifiuti. A mentata di molto: 35,02% nel 2004,
Perugia il fenomeno è rilevante e alla più cinque punti rispetto al 2003, e
questione “dimensione singola”, dove 35,68% nel 2005. Si può fare di più,
tutto è a misura di una persona (ricor- cantavano quelli, ma intanto siamo ben
diamo bene Fight Club, il celebre film oltre i livelli nazionali (seppur ben di-
di David Fincher con Brad Pitt, tratto versificati tra nord, centro e sud) e di
dal romanzo di Chuck Palahniuk), va Fonte GESENU quelli del centro Italia: i primi si aggira-
aggiunto il fatto che proprio questo svi- Produzione di Rifiuti Solidi Urbani (RSU) procapite no intorno al 23%, i secondi sono di
luppo a “dimensione singola” porta al- poco inferiori al 20.
I materiali che si riciclano di più riman-
Cifre superiori del 30% gono di gran lunga (rappresentano il
rispetto alla media 50% del totale) carta e cartone, seguiti
dall’umido, dal “verde” (le potature),
nazionale. Bene la Raccolta differenziata Fonte DGR 26 maggio 2004
dagli ingombranti, che hanno però su-
raccolta differenziata bito un calo rispetto al 2004, e dai ma-
teriali ferrosi.
meno una parte dei cittadini a esagera- Nel 2002, tra l’altro, è stata avviata la
zioni che sfociano in particolari atteg- consegna dei composter domestici da
giamenti: in queste puntate sullo stato collocare nelle pertinenze esterne di case
dell’ambiente della città li abbiamo sem- sparse, abitazioni rurali ed edifici con
pre definiti “da viziati” o “di comodo”, aree verdi condominiali, sempre per fa-
con le giuste proporzioni. Motivazioni, Fonte: Regione Umbria vorire la raccolta differenziata. Nel 2002
cause e riflessioni a parte, resta il punto 1999 primo boom, con le tonnellate che na, fa sorridere: è in costante aumento recchio rispetto alla media nazionale. erano 1500, ora siamo a oltre 3000. Più
che a Perugia la produzione di rifiuti arrivano a 109.430. Nel 2004 nuovo da tempo. Lo vedremo dopo. Confrontando i dati del 2004, scopria- del doppio.
aumenta di anno in anno: rispetto al boom: 124.815. Lo scorso anno il dato si Nel frattempo è utile soffermarsi sul mo che ai quasi due chili di rifiuti pro- Anche per quanto riguarda le stazioni
1998, nel 2005 questo aumento si at- stabilizza e comunque registra ancora un dato pro-capite. Quanta spazzatura dotti da ciascun perugino al giorno si ecologiche (quattro nel territorio comu-
testa poco sotto al 40%. Vediamo come. aumento fissandosi a 125.500. produce ciascun perugino ogni anno? contrappone il chilo e mezzo di ciascun nale, Sant’Andrea delle Fratte, San Mar-
Rispetto al totale, 75.008 sono tonnel- Poco più di 692 chili. Se ci pensiamo italiano; 1,46, per la precisione. Sono co, Collestrada e Ponte Felcino) sono in
I dati late di rifiuti solidi urbani (Rsu), 8887 bene, è tantissimo. Fanno 1,89 chili al soprattutto queste ultime cifre che in- costante aumento i risultati della diffe-
Nel 1998 le tonnellate di rifiuti pro- spazzatura stradale e 41.605 raccolta giorno. A voglia smaltire e differenzia- ducono alla riflessione sui “vizi”, sul “co- renziata effettuata nelle stazioni stesse,
dotte dai perugini erano 92.394. Nel differenziata. Raccolta che, per fortu- re. Il dato è tra l’altro superiore di pa- modo vivere” di alcuni di noi. per un totale di 4518,52 tonnellate.

Interessi correlati