Sei sulla pagina 1di 281
BB) “to sono la grondaia... “DIARI, LETTERE, RIFLESSIONI di i iG ONO Io debbo necessariamente agire con sponta- neita, quasi “sotto Pimpulso di un ordine igno- to”, come disse Goethe. Mi sono definito “la grondaia che convoglia l'acqua che cade sul tetto”. G. A. Rol Questo libro é il primo e Punico basato inte- ramente sugli scritti di Gustavo Adolfo Rol: raccoglie infatti gran parte dei suoi diari, del- lesue lettere, pensieri e poesie, illustrati da fo- tografie di famiglia e riproduzioni delle sue pagine manoscritte; un corpus di testi fino ad oggi inediti, che sono stati trascritti e cu- rati da Catterina Ferrari. E una testimonianza autobiografica che illu- mina tutta la figura e l’esistenza del dottor Rol: i suoi dilemmi esistenziali e la sua cre- scita spirituale, i legami familiari e sentimen- tali, gli studi e gli impegni professionali, le vo- cazioni e le passioni artistiche, le amicizie e le prese di distanza, la fede cristiana e ’impe- gno verso l’umanita sofferente. Un’ occasione unica per riaccostarsi a Gusta- vo Rol attraverso le sue stesse parole, per far- si coinvolgere dalla suggestione profonda di un Maestro spirituale e dal fascino del miste- ro sovrumano. “... @Puomo pit sconcertante che io abbia co- nosciuto. Sono talmente enormi le sue possi- bilita, da superare anche Valtrui facolta di stu- pirsene”. Federico Fellini Gustavo Adolfo Rol nato a Torino il 20 giu- gno 1903, @ vissuto quasi sempre a Torino e in questa citta é morto il 22 settembre 1994. Uomo dotato di possibilita straordinarie, uni- co nel suo genere per la qualita e la quantita di facolta in lui presenti, profondamente umi- le e buono, nell’arco di una lunga vita che at- traversa quasi tutto il secolo ha elargito gra- tuitamente i suoi preziosi doni a coloro che hanno avuto il privilegio d’awvicinarlo di per- sona, o anche solo telefonicamente. La curatrice di questo volume, dottoressa Catterina Ferrari, @ vissuta accanto a Gusta- vo Rol dal 1985 fino al 22 settembre 1994, giorno della morte di quest’ultimo. Colpita dall’eccezionalita del contenuto reperito in fogli dispersi tra le innumerevoli carte rice- vute dallo stesso Rol, ha voluto dare forma organica al tutto, riunendo questi scritti in un libro che permettesse al lettore di conoscere il Suo pensiero.