Sei sulla pagina 1di 17

Imprese bancarie

Imprese commerciali la cui attivit tipica ma non esclusiva consiste nella raccolta del risparmio tra il pubblico e nellesercizio del credito

Operazioni bancarie
Operazioni passive raccolta del risparmio tra il pubblico Operazioni attive esercizio di credito Operazioni accessorie o servizi bancari servizi di pagamento, custodia titoli, ecc

Altre attivit finanziarie


La banca oggi oltre alla tipica funzione creditizia svolge attivit in settori finanziari ( leasing, factoring, ecc)

Disciplina pubblicistica
Dato il rilievo economico e sociale lattivit bancaria sottoposta a una DISCIPLINA PUBBLICISTICA Il nucleo originale risale al 36 A partire dalla met degli anni 80 modificata per dare attuazione alle direttive comunitarie darmonizzazione OGGI RACCHIUSA NEL TUB ( approvato con d. lgs. 385/93 )

Disciplina del Tub incide


Sullaccesso allattivit bancaria: subordinato allautorizzazione della Banca dItalia Sulla struttura giuridica dellimpresa bancaria: spa o societ cooperativa per azioni con capitale versato non inferiore a quello determinato dalla Banca dItalia Sullo statuto Sullorganizzazione e sullesercizio attivit: sottoposto a vigilanza Banca dItalia

Disciplina codicistica delle operazioni bancarie


Le operazioni bancarie sono state disciplinate per la prima volta dal cc 42 DISCIPLINA LACUNOSA: 1) Il cc regola solo alcune operazioni tipiche 2) Le attivit bancarie sono aumentate

Norme bancarie uniformi


La regolamentazione dei contratti bancari stata perci largamente affidata alle NORME BANCARIE UNIFORMI Sono condizioni generali di contratto predisposte dallAbi

Soppressione / modifica n.b.u.


Le n.b.u. non si limitano a colmare i vuoti della disciplina codicistica ma la modificano introducendo spesso clausole vessatorie per i clienti Vari sono stati gli interventi legislativi per ridimensionare il potere contrattuale delle banche Nel 94 la tutela dei clienti stata rafforzata con lapplicazione al sistema bancario della disciplina antimonopolistica: la Banca dItalia ha ritenuto le n.b.u. alla stregua di intese restrittive della concorrenza ed ha imposto la soppressione delle clausole che fissavano condizioni economiche in contrasto con le regole della concorrenza.

l. 152/92
La l. 152/92 ha introdotto una DISCIPLINA GENERALE dei contratti bancari Sono previsti una serie di obblighi di comportamento - sul cui rispetto vigila la Banca dItalia -finalizzati ad assicurare adeguata trasparenza alle condizioni contrattuali praticate dalle banche e dagli altri intermediari finanziari Questa disciplina stata recepita nel Tub

PUBBLICIT
Le banche devono rendere note al pubblico le condizioni economiche delle operazioni e dei servizi resi ( tassi dinteresse, spese, prezzi ) attraverso 1) Avvisi sintetici affissi nei locali aperti al pubblico 2) Fogli analitici informativi posti a disposizione della clientela

FORMA DEI CONTRATTI BANCARI


I contratti bancari devono essere redatti per iscritto a pena di nullit che pu essere fatta valere solo dal cliente Un esemplare del contratto deve essere consegnato al cliente ( in modo che possa conoscere le condizioni )

CONTENUTO MINIMO OBBLIGATORIO


fissato per l. il contenuto minimo obbligatorio dei contratti, in modo da offrire al cliente un quadro chiaro delle condizioni praticate

Clausola variazioni sfavorevoli


Nei contratti di durata, la clausola che consente alla banca di variare a suo favore le condizioni economiche durante lo svolgimento del rapporto DEVE ESSERE SPECIFICATAMENTE APPROVATA

RINVIO AGLI USI


nulla la clausola che prevede RINVIO AGLI USI per la determinazione del tasso dinteresse e di ogni altro prezzo e condizione praticata Sapplicher: Per le operazioni attive il tasso nominale minimo dei BOT annuali emessi nei 12 mesi precedenti la conclusione del contratto Per le operazioni passive il tasso nominale massimo

IUS VARIANDI E RECESSO


Nei contratti di durata pu essere pattuita la facolt della banca di variare unilateralmente le condizioni contrattuali se la variazione sorretta da un giustificato motivo La variazione deve essere comunicata pena linefficacia con un preavviso di 30 gg. Il cliente potr recedere senza penalit entro 60 gg. In tutti i contratti di durata il cliente ha sempre diritto di recedere senza penalit e spese aggiuntive

COMUNICAZIONI PERIODICHE
La Banca almeno una volta lanno deve fornire una comunicazione chiara e completa sullo svolgimento del rapporto attraverso: - Rendiconto - Documento di sintesi delle principali condizioni * Il cliente ha diritto dottenere a sue spese copie delle documentazioni delle singole operazioni effettuate negli ultimi 10 anni