Sei sulla pagina 1di 7

LA RISCOSSIONE Aspetti generali Lente impositore pu riscuotere solo nei casi e nei modi previsti dalla l.

Dal 2006 la riscossione spetta allAgenzia delle Entrate, che la esercita tramite Equitalia. Gli uffici della riscossione: incassano le somme, gestiscono il conto fiscale, provvedono ai rimborsi, pongono in essere le procedure desecuzione forzata. Come in materia di dichiarazione anche in materia di riscossione vige la c.d. AUTOTASSAZIONE: spetta ai contribuenti provvedere al versamento; lamministrazione finanziaria verifica la regolarit delladempimento ed eventualmente esercita il potere impositivo. Quindi distinguiamo: I versamenti diretti I versamenti a seguito datti dellamministrazione finanziaria Riscossione delle imposte sui redditi La l. stabilisce che le imposte sui redditi sono riscosse tramite: Ritenuta diretta Versamenti diretti dei contribuenti Iscrizioni a ruolo Ritenute dirette Sono operate dalle pa. Riguardano: redditi di lavoro dipendente ed assimilati, redditi di lavoro autonomo, redditi di capitale, contributi, premi e vincite. POSSONO ESSERE A TITOLO DIMPOSTA O A TITOLO DEFINITIVO. Versamenti diretti I versamenti diretti sono effettuati dal contribuente, in esecuzione dellobbligazione tributaria, autoliquidando il tributo. - Le imposte sui redditi sono periodiche: cio per ogni periodo dimposta sorge una obbligazione tributaria il cui presupposto si perfeziona al termine del periodo; gi per durante questo avviene la riscossione delle imposte e cio prima del perfezionarsi del presupposto, parlandosi cos di RISCOSSIONE ANTICIPATA ( per avvicinare il conseguimento del reddito al pagamento del tributo ). La riscossione anticipata avviene in due modi, cio attraverso: ritenute a titolo dacconto e versamenti anticipati. In particolare, il 16 di ogni mese i sostituti devono versare le ritenute effettuate il mese precedente. Nel corso del periodo dimposta,poi, i contribuenti devono fare due versamenti anticipati, che hanno come parametro il reddito prodotto nel precedente periodo dimposta e sono un acconto dellimposta dovuta nel periodo in corso. A fondamento della norma c la presunzione che il reddito si produce uguale in ogni periodo; il contribuente pu superare la presunzione non versando se prevede di non produrre ( se si sbaglia subir sanzione amministrativa ). -In materia dIva, limposta deve essere versata il 16 di ogni mese, in base a liquidazioni mensili. Il 27 dicembre deve essere versato un acconto che ha come parametro lultima liquidazione. Concluso, poi, il periodo dimposta si versa il saldo finale. I versamenti avvengono telematicamente tramite banca o ente postale.

Il contribuente pu fare un VERSAMENTO UNITARIO, con il c.d. modello. F24 con cui versa: 1) Le imposte dirette; 2) Le altre imposte ( Iva, Irap ); 3) Contributi previdenziali ed assistenziali; 4) Tributi dovuti ad enti locali, camere di commercio, ecc. La compensazione Lobbligazione tributaria pu essere estinta con la COMPENSAZIONE tra partite attive e passive. La compensazione pu essere: - Orizzontale: relativa allo stesso tributo - Verticale: relativa a tributi differenti. La riscossione attraverso ruolo Il ruolo il mezzo di riscossione dei tributi per i quali il pagamento non avviene con versamento diretto o ritenuta alla fonte. Il ruolo anche il mezzo per riscuotere le entrate degli enti locali che hanno affidato la riscossione alla societ Equitalia. Per iscrivere a ruolo le somme deve esserci un titolo: dichiarazione o avviso daccertamento. Il ruolo un atto amministrativo collettivo: in ciascun ruolo sono iscritte le somme dovute dai contribuenti che hanno domicilio fiscale nei comuni compresi nellambito territoriale cui il ruolo si riferisce. Il ruolo sottoscritto dal titolare dellufficio ( o delegato ) LA SOTTOSCRIZIONE ATTRIBUISCE AL RUOLO FUNZIONE DI TITOLO ESECUTIVO. Il ruolo poi trasmesso telematicamente allagente, che lo rende noto al contribuente mediante notifica della cartella di pagamento. Il ruolo deve essere motivato, indicando la dichiarazione o lavviso su cui si fonda. Liscrizione a ruolo in base alla dichiarazione Liscrizione a ruolo si fonda sulla dichiarazione in tre casi: 1) Mancato versamento delle somme dichiarate 2) Se il risultato del controllo formale differente da quello dichiarato ( prima di procedere ad iscrizione a ruolo necessario il contradditorio con il contribuente ) 3) Se la riscossione riguarda redditi soggetti a tassazione separata. Liscrizione a ruolo in base allavviso daccertamento In materia dimposte dirette, il ruolo un atto necessario per la riscossione, cio ricevuto lavviso daccertamento il contribuente non pu pagare ma deve necessariamente attendere liscrizione a ruolo. In materia dIva, invece, lavviso daccertamento gi titolo esecutivo e solo se il contribuente non paga si procede ad iscrizione a ruolo. Sulla base del grado di stabilit dellavviso daccertamento si distinguono le iscrizioni PROVVISORIE dalle iscrizioni DEFINITIVE. Le iscrizioni provvisorie sono quelle fatte quando lavviso daccertamento impugnato, dato che il ricorso non ne sospende lesecuzione ed in attesa della pronuncia della Commissioni si pu provvedere alliscrizione della met delle somme accertate. In teoria, quindi, le iscrizioni provvisorie danno luogo ad entrate provvisorie, perch se il ricorso contro lavviso accolto le somme devono essere rimborsate, mentre le iscrizioni definitive danno luogo ad entrate definitive. In realt, non cos perch gli accertamenti definitivi possono essere rimossi in autotutela dallAmministrazione finanziaria oppure il contribuente pu esercitare con successo una azione revocatoria straordinaria contro una sentenza passata in giudicato.

Ruoli straordinari Sono previsti ruoli straordinari in cui vengono iscritte anticipatamente le somme quando vi fondato pericolo per la loro riscossione. Inoltre, possibile decorsi 60 gg. dalla notifica dellavviso riscuotere integralmente le somme, se vi fondato motivo di pericolo per la riscossione, mediante espropriazione forzata. La cartella di pagamento Le iscrizioni a ruolo sono rese note ai contribuenti attraverso la notifica della cartella di pagamento. Essa contiene lindicazione: delle somme iscritte, delle somme da corrispondere a titolo di compenso, della data in cui il ruolo diventato esecutivo, delle modalit di pagamento. Deve indicare, a pena di nullit, il responsabile del procedimento. La cartella si riferisce a tutte le somme iscritte in un dato momento, potendo, quindi, riguardare tributi differenti. Funziona da PRECETTO dellesecuzione forzata: essendo linvito a pagare le somme iscritte a ruolo entro 60 gg., con lavvertimento che in mancanza si proceder ad esecuzione forzata. Deve essere notificata entro un termine previsto a pena di decadenza: - 31 dicembre del terzo anno successivo alla dichiarazione - 31 dicembre del secondo anno successivo allavviso Decorso un anno dalla notifica della cartella di pagamento, deve essere emesso un atto necessario, cio LINTIMAZIONE AD ADEMPIERE, che ha sostituito lavviso di mora e con cui si porta nuovamente a conoscenza del contribuente il contenuto dellavviso daccertamento ed un atto impugnabile. Scadenza del pagamento e rateizzazione Il pagamento delle somme iscritte a ruolo deve avvenire entro 60 g.. dalla notifica della cartella di pagamento, pagando presso uno sportello dellagente o con delega alla banca o allente postale. Lufficio pu rateizzare le somme fino ad un massimo di sessanta oppure sospendere il pagamento per un anno e rateizzarlo poi in 48 rate. Il contribuente dovr allegare una situazione di temporanea difficolt economica e se limporto da versare superiore a 25.000 euro prestare idonea garanzia. Interessi Al di l dei versamenti dacconto, il pagamento deve avvenire al momento della presentazione della dichiarazione. In tutti i casi in cui non avviene sono dovuti gli interessi; in particolare, distinguiamo: - Gli interessi per mancato versamento diretto - Gli interessi per ritardata iscrizione a ruolo - Gli interessi per dilazione del pagamento - Gli interessi di mora. Effetti del ruolo Se il ruolo si fonda sullavviso daccertamento, il ruolo rende esigibile lobbligazione che scaturisce dallavviso. Se il ruolo si fonda sulla dichiarazione, lesigibilit della dichiarazione precede il ruolo e deriva dalla dichiarazione. Effetti del ruolo verso i terzi Di regola, il ruolo esplica i suoi effetti solo nei confronti del soggetto cui si riferisce.
3

Vi , per, la prassi abusiva dichiarata incostituzionale dalla Corte di procedere, sulla base dellavviso daccertamento emesso verso solo uno dei condebitori in solido, alliscrizione a ruolo anche degli altri condebitori. Lunica particolarit sta nel fatto che nel caso di condebitori, lagente procede alla notifica della cartella di pagamento solo al primo dei soggetti iscritti, agli altri invia una mera notifica. In un solo caso il ruolo produce effetti anche nei confronti di soggetti diversi, cio quando lAmministrazione finanziaria titolare di privilegio speciale. Sospensione del ruolo Il ricorso contro il ruolo non ne sospende lesecuzione. Per ottenerne la sospensione il contribuente o: 1) Chiede la sospensione alla Commissione alla quale ha presentato il ricorso 2) Chiede la sospensione allAgenzia delle Entrate, che pu concederla in attesa che la Commissione si pronunci sul ricorso, ma la revoca se vi fondato pericolo per la riscossione. La riscossione delle imposte di registro In materia di imposta di registro si distingue: 1) LIMPOSTA PRINCIPALE: applicata al momento della registrazione 2) LIMPOSTA SUPPLETIVA: applicata per correggere errori o omissioni 3) LIMPOSTA COMPLENTARE: applicata negli altri casi. Si discute se queste imposte diano vita ad obbligazioni distinte; sicuramente il parametro unitario, ma la distinzione ha un preciso rilievo pratico ai fini della riscossione. I crediti tributari sono assistiti da privilegi speciali su mobili ed immobili. Ipoteca, sequestro e fermo giudiziario Quando ha fondato motivo di temere di perdere la garanzia del proprio credito, lAmministrazione finanziaria pu chiedere al Presidente della Commissione tributaria provinciale liscrizione dipoteca e lautorizzazione a procedere a sequestro conservativo. Di regola, listanza trattata in camera di consiglio, ma se vi urgenza il Presidente provvede con decreto motivato. Le parti per ovviare possono prestare idonea garanzia o fideiussione bancaria o assicurativa. Il fermo amministrativo poi usato dallamministrazione per sospendere i rimborsi dei contribuenti che sono in posizione di debito. Responsabilit di liquidatori, amministratori e soci I liquidatori di societ o altri enti soggetti ad Ires rispondono in proprio del pagamento delle imposte dovute dalla societ o ente quando pur disponendo delle somme per pagare le imposte hanno dato beni ai soci o soddisfatto crediti inferiori di quelli tributari. La stessa responsabilit prevista per gli amministratori delle societ che negli ultimi due esercizi anteriori la liquidazione hanno compiuto atti di liquidazione od occultato attivit I soci che negli ultimi due esercizi anteriori la liquidazione hanno ricevuto beni sociali rispondono delle imposte dovute dalla societ limitatamente al valore dei beni ricevuti. La transazione fiscale La l. fallimentare stabilisce che limprenditore in crisi pu proporre ai creditori un concordato preventivo con cui sancisce la ristrutturazione dei debiti, il soddisfacimento parziale dei crediti, ecc. Ci pu avere ad oggetto anche i debiti fiscali.

Esecuzione forzata Se il contribuente non paga le somme iscritte a ruolo, si procede allesecuzione forzata, che si compone del: - Pignoramento che avviene nelle forme del diritto comune - Messa allincanto dei beni pignorati se il primo e secondo incanto danno esito negativo, il Direttore regionale dellAgenzia delle entrate pu autorizzarne un terzo e se anche questo d esito negativo i beni sono devoluti allo Stato. - Distribuzione del ricavato della vendita.

I RIMBORSI Casi in cui il contribuente creditore Il contribuente oltre ad essere debitore verso il fisco pu essere anche creditore, perch: 1) Ha versato una somma non dovuta c.d. CREDITO DA INDEBITO 2) Ha versato degli acconti che a consuntivo superano il dovuto 3) Si verificano situazioni cui il legislatore ricollega il sorgere in capo al creditore del credito dimposta. Le fattispecie dellindebito Le cause dellindebito possono essere molteplici: Mancanza ab origine della norma cui si collega limposta pagata Abrogazione retroattiva della norma impositiva Introduzione di una norma di favore retroattiva Dichiarazione dincostituzionalit della norma impositiva ( rimborso impedito da atto definitivo/ scadenza termine per chiedere il rimborso ) Il diritto al rimborso trae origine dal diritto comunitario. Lindebito pu derivare da un errore nella dichiarazione, nellavviso ( annullato dal giudice ), nel ruolo. Tempi Listanza di rimborso deve essere presentata entro due anni dal pagamento o se posteriore dal momento in cui sorto il diritto. Il rifiuto dellAmministrazione impugnabile innanzi alla Commissione tributaria provinciale. Se lAmministrazione non risponde entro 90 gg. il silenzio si reputa rifiuto, impugnabile avanti alla Commissione tributaria provinciale. Ritenute e versamenti dacconto indebiti Listanza va fatta entro 48 mesi ed presentabile anche dal sostituto. Il rimborso di somme riscosse mediante ruolo Quando vi iscrizione a ruolo di una somma non dovuta, il contribuente pu impugnare il ruolo e chiedere cumulativamente il rimborso. Parte della giurisprudenza ritiene che per ottenere il rimborso necessario impugnare il ruolo. Parte della dottrina sottolinea come il ruolo un atto della riscossione, che nulla dispone in ordine alla sussistenza della riscossione, quindi non necessario impugnare preventivamente il ruolo. Il rimborso delle imposte indirette Mentre la disciplina del rimborso per le imposte dirette unitariamente contenuta nel decreto sulla riscossione, per il rimborso in materia dimposte indirette valgono diverse norme. La disciplina cmq. unitaria ed il termine previsto decadenziale di tre anni. In materia di Iva si distingue: Il rimborso per limposta indebitamente pagata Il credito dimposta o diritto di detrazione Lautorimborso che deriva dalla nota di variazione Rimborso dufficio Di regola, il rimborso avviene su istanza dellinteressato. Avviene dufficio: - Se il credito risulta in sede di liquidazione in via informatica o controllo formale
6

- Delle somme riscosse in pendenza di giudizio - Se il diritto al rimborso sorge per errori materiali e di calcolo commessi dallAmministrazione. I crediti derivanti dalla dichiarazione dei redditi ed Iva Se dalla dichiarazione dei redditi risulta un saldo a credito del contribuente, questi pu: - Riportare il credito allanno successivo - Chiedere il rimborso -Utilizzarlo in compensazione Il rimborso fatto attraverso procedura automatica: gli uffici formano le liste; la Direzione regionale, sulla base delle liste, crea gli elenchi di rimborso, determinando gli interessi da corrispondere ed emette gli ordinativi di pagamento. Agli aventi diritto inviato un vaglia bancario. NellIva fisiologico che lIva a credito sugli acquisti superi lIva a debito sulle operazioni imponibili - . I crediti sono usati in compensazione, riportati a nuovo, chiesti a rimborso. La compensazione la regola. I rimborsi sono chiesti da chi cessa lattivit, esercita operazioni non imponibili al 25 %, c.d. esportatori abituali.