Sei sulla pagina 1di 27

““Il

Il piano
piano cartesiano
cartesiano ee la
la retta”
retta”
PIANO CARTESIANO
DISTANZA TRA DUE PUNTI

P (X1,Y1) Q (X2,Y2)

PQ  (X 2  X1 ) 2  (Y2  Y1 ) 2
PUNTO MEDIO DI UN SEGMENTO

X1  X 2 Y1  Y2
XM  YM 
2 2
ESERCITAZIONI

1. DATI I PUNTI A(3,-2) E B(-5,4):


A. RAPPRESENTARLI SUL PIANO;
B. CALCOLARE LA LORO DISTANZA;
C. CALCOLARE LE COORDINATE DEL PUNTO MEDIO.

2. DATI I PUNTI A(0,-7) E B(1,6):


A. RAPPRESENTARLI SUL PIANO;
B. CALCOLARE LA LORO DISTANZA;
C. CALCOLARE LE COORDINATE DEL PUNTO MEDIO
EQUAZIONE DI UNA RETTA

FORMA ESPLICITA FORMA IMPLICITA

y = m x + q ax+by+c = 0

y=3x+5 3x – y + 5 = 0
COEFFICIENTE ANGOLARE DI UNA RETTA

FORMA ESPLICITA FORMA IMPLICITA

y=mx+q ax+by+c = 0

a
m 
b

Esempio: Esempio:

y=3x+5 3x – y + 5 = 0
3
m=3 m=  3
1
y=mx+q

RETTA PASSANTE RETTA NON


PER PASSANTE PER
L’ORIGINE L’ORIGINE

q = 0 q  0

y=4x Y=6x+9
CASI PARTICOLARI DI RETTE

y = k X = 0 asse y
Rette parallele
Y = 0 asse x
all’asse x x = k
Rette parallele
all’asse y

y=x y =-x
Bisettrice del I e III Bisettrice del II e IV
quadrante quadrante

Esempi:

Y=3 retta parallela all’asse x


X=2 retta parallela all’asse y
X=0
y
x=2

y=-x y=x

y=3

Y=0
x
ESERCITAZIONI
1. DATE LE SEGUENTI RETTE
A. Y = 3X – 1
B. 3 X + 2 Y -5 = 0
C. X + 4 Y – 3 = 0
3 1
D. Y = X-
4 4
E. Y = 5 X
F. 6X – Y = 0
• INDICA QUALI TRA ESSE SONO IN FORMA IMPLICITA E
QUALI IN FORMA ESPLICITA;
• CALCOLA IL COEFFICIENTE ANGOLARE DI OGNI RETTA;
• INDICA QUALI TRA ESSE PASSANO PER L’ORIGINE;
• RAPPRESENTALE NEL PIANO CARTESIANO.
RETTE PARALLELE
RETTE PERPENDICOLARI

HANNO LO STESSO
COEFFICIENTE ANGOLARE

Y=mx+q
Y=mx+q Y = m 1 x + q1
Y = m 1 x + q1
PERPENDICOLARI 
PARALLELE //
m1 =  1
m = m1 m
ESEMPI DI RETTE PARALLELE E
PERPENDICOLARI

1. DATE LE RETTE DI EQUAZIONE Y = 3 X + 5 E Y = 3 X – 2


SI PUO’ AFFERMARE CHE ESSE SONO PARALLELE PERCHE’
HANNO LO STESSO COEFFICIENTE ANGOLARE 3

1
2. DATE LE RETTE DI EQUAZIONE Y = 5 X -1 E Y =

5 X
SI PUO’ AFFERMARE CHE ESSE SONO PERPENDICOLARI
3. DATE LE RETTE IN FORMA IMPLICITA
2X – 4 Y + 1 = 0 E X – 2 Y + 5 = 0
SI PUO’ AFFERMARE CHE ESSE SONO PARALLELE POICHE’ HANNO
LO STESSO COEFFICIENTE ANGOLARE
1
M=
2

4. DATE LE RETTE IN FORMA IMPLICITA


3X–5Y+2=0 E 15 X + 9 Y – 2 = 0
SI PUO’ AFFERMARE CHE ESSE SONO PERPENDICOLARI POICHE’
I COEFFICIENTI SONO ANTIRECIPROCI:
3 5
M1 = M2 = 
5 3
ESERCITAZIONI

1. DATE LE RETTE DI EQUAZIONE


X – 5Y + 1 = 0 2X – 4Y + 3 = 0 X -2Y = 0
3 X – 2Y = 5 Y= 8 X–6
1X–Y+2=0
4 3 5

INDIVIDUA TRA ESSE LE RETTE TRA LORO PARALLELE

2. DATE LE RETTE DI EQUAZIONE


X–Y+1=0 Y+X–3=0 3X + Y = 2
6X – 2Y – 7 = 0 3X – Y + 5 = 0 X + 3Y – 1 = 0
INDIVIDUA TRA ESSE LE RETTE TRA LORO PERPENDICOLARI
EQUAZIONE DI UNA RETTA NOTO UN PUNTO E
IL COEFFICIENTE ANGOLARE

Y=MX+Q

1. SCRIVO IL VALORE DI M =2
NELL’EQUAZIONE:
Y=2X+Q
DATO 1: IL COEFFICIENTE
ANGOLARE E’ M = 2 2. SOSTITUISCO
LE COORDINATE
DEL PUNTO NELL’EQUAZIONE
DATO 2: IL PUNTO P(3,4) DELLA RETTA 4 = 2 · 3 + Q
APPARTIENE
ALLA RETTA 3. TROVO IL VALORE DI Q:
4=6+Q 4–6=Q
Q = -2

4. SCRIVO L’EQUAZIONE DELLA


RETTA: Y = 2 X - 2
ESERCITAZIONI

SCRIVI L’EQUAZIONE DELLA RETTA PASSANTE PER IL PUNTO P


E AVENTE COEFFICIENTE ANGOLARE M

1. P(7, - 3) M=-1
2. P(5, -1) M=-4
2
3. P(2, 9) M= 3
4. P(0, 2) M=-7
ALCUNE VOLTE NEGLI ESERCIZI IL COEFFICIENTE ANGOLARE NON
VIENE FORNITO IN MANIERA DIRETTA, MA E’ NECESSARIO RICAVARLO
DAL COEFFICIENTE ANGOLARE DI ALTRE RETTE NOTE.

ESEMPIO
SCRIVI L’EQUAZIONE DELLE RETTA PASSANTE PER IL PUNTO
P(6,3) E PARALLELA ALLA RETTA DI EQUAZIONE 2X – 5Y +1 = 0
Y = MX + Q
IL COEFFICIENTE ANGOLARE DELLE DUE RETTE SARA’ LO
2
STESSO PERCHE’ SONO PARALLELE: M=
5
IMPONGO LA CONDIZIONE DI APPARTENENZA DEL PUNTO P ALLA
RETTA: 2
3  6  Q  15  12  5Q
5
3
15  12  5Q  5Q  3  Q 
5
2 3
Y  X
5 5
COEFFICIENTE ANGOLARE DI UNA RETTA
PASSANTE PER DUE PUNTI

A
yB  yA
m =
xB  xA
X
EQUAZIONE DI UNA RETTA
PASSANTE PER DUE PUNTI

P(X1,Y1)
Y  Y1 X  X1

Y2  Y1 X 2  X1
Q(X2,Y2)

Y2 X3

0  2 1 3
Y 2 X 3
P(3,2) 
2 2
Q(1,0) Y 2  X 3
Y  X 3 2
Y  X 1
ESERCITAZIONI

1. SCRIVI L’EQUAZIONE DELLA RETTA PASSANTE PER IL PUNTO


P(4,-6) E PARALLELA ALLA RETTA DI EQUAZIONE 2Y – 9 =0
R: [Y + 6 = 0]
2. SCRIVI L’EQUAZIONE DELLA RETTA PASSANTE PER IL PUNTO
P(3, -2) E PERPENDICOLARE ALLA RETTA DI EQUAZIONE Y  3 X  9
4 4

R:[4X+3Y-6=0]
3. SCRIVI L’EQUAZIONE DELLA RETTA PASSANTE PER I PUNTI
A(2,2) E B(-3,-1)

4. SCRIVI L’EQUAZIONE DELLA RETTA PASSANTE PER I PUNTI


A  3 1  E B(-2, -1)
 , 
 5 2
INTERSEZIONE TRA RETTE

L’INTERSEZIONE TRA DUE RETTE E’ UN PUNTO


LE CUI COORDINATE SI OTTENGONO RISOLVENDO
IL SISTEMA LINEARE TRA LE EQUAZIONI DELLE DUE RETTE

RETTE:
3X - 2Y - 5= 0 3X - 2Y - 5  0
X+Y–5=0 
 XY –50

Y  X  5  3X  2(X  5)  5  0
3X  2X  10  5  0  3,2
5X  15  0  X  3  Y  3  5  2
ESERCITAZIONI

1. DETERMINA L’INTERSEZIONE TRA LE RETTE


X + 2Y = 3 E X – Y = 0
R:[(1,1)]

2. DETERMINA L’INTERSEZIONE DELLE RETTE


2X + Y = 5 E Y = 1
R:[(2,1)]
FASCI DI RETTE

FASCIO FASCIO
IMPROPRIO PROPRIO

L’INSIEME DELLE INFINITE


RETTE DEL PIANO AVENTI
TUTTE LA STESSA L’INSIEME DELLE INFINITE
DIREZIONE, OVVERO L’INSIEME RETTE DEL PIANO PASSANTI
DI TUTTE LE INFINITE RETTE TUTTE PER UNO STESSO
DEL PIANO PARALLELE AD UNA PUNTO DETTO
STESSA RETTA, DETTA CENTRO DEL FASCIO
RETTA BASE CHE PASSA PER
L’ORIGINE DEGLI ASSI
FASCIO IMPROPRIO

Equazione di un fascio improprio


RETTA BASE

y = mx + K

fisso variabile
FASCIO PROPRIO

Y C(x0 ; y0) centro del fascio

C
Centro del fascio

Equazione di un fascio proprio

X
y – y0 = m (x – x0)

variabile
Equazione della retta passante per un punto

P(x0 ; y0)

y – y0 = m (x – x0)

L’equazione di un fascio proprio di rette di centro P


coincide con l’equazione di una generica retta passante
per P. L’unica retta esclusa da tale fascio è quella
passante per P e parallela all’asse y, in quanto le rette
parallele all’asse y non hanno coefficiente angolare.