Sei sulla pagina 1di 12

Una «scossa adrenalinica» derivante dall’unione di due mondi:

quello dell’innovazione, delle tecnologie abilitanti dell’industria 4.0, e quello


della siderurgia, «che ha innovato, ma che tutto sommato è ancora tradizionale»,
questo è InnovA.

InnovA nasce proprio da qui, dal desiderio di


spingersi oltre l’esistente, di ricercare, anche
correndo dei rischi, di innovare il pensiero e
l’azione per trarne spunti e metodi che
possano portare, in un futuro non troppo
lontano, ad un’evoluzione nostra e di chi verrà
dopo di noi.

Cambiare i paradigmi attuali innovando,


servendosi dei potenti metodi offerti dal
digitale, puntando ad un ampliamento delle
skills in ambito professionale e ad un’
evoluzione del rapporto fra l’uomo e la
macchina.
«…Innovare deve significare
rischio e volontà di
guardare verso il futuro»

L’obiettivo è quello di
arrivare, in futuro, a
realizzare prodotti
innovativi (ma anche già
esistenti) con tecniche che
permettano di accorciare in
maniera radicale la filiera e
addirittura eliminare interi
step di lavorazione con una
conseguente sensibile
riduzione dei tempi e dei
costi.
Le esigenze dell’acciaio
«Prima di ogni altra cosa vi è la necessità, soprattutto, di lavorare sul risparmio energetico nel processo
produttivo primario».

Lo ha detto a InnovA il presidente e CEO di Danieli Automation, Antonello Mordeglia.

Obiettivo condiviso da Emanuele Morandi, presidente di Made in Steel organizzatore dell’evento, che
rilancia:

«È importante che la siderurgia continui a innovare il processo, in termini di strutture e impianti, e il


prodotto, quindi acciaio sempre più di qualità, che diventa “parlante” grazie alla sensoristica».

Il target è quello di far incontrare un mondo che intende l’innovazione in modo lineare e incrementale con
aziende e startup innovative abituate ad una visione più prospettica.

Mettere in comunicazione attori apparentemente lontani, ma che con uno sforzo creativo insieme possono
FARE LA DIFFERENZA.
InnovA Education e skill

quindi non è digitali

solo acciaio.
Imprenditorialità

Digital Trend che


trasformino
l’industria

Ecco alcuni
dei macro- Innovation, IOT,
Cybersecurity e
Digital Revolution
temi
affrontati: Strategia,
management e
piattaforme
logistiche
La sensazione, come più volte manifestato da alcuni dei player sotto raffigurati, è
che prima che di una necessità si tratti addirittura di una responsabilità.

Uno stimolo prima di tutto che muove gli imprenditori, bresciani nella fattispecie,
a fare «pacchetto» nel servirsi della tecnologia e del digitale che oggi offrono
soluzioni pressochè infinite, a credere nella contaminazione fra aziende, fra
progetti, per arrivare ad un obiettivo di crescita comune.
Un mio pensiero in proposito:
Ritengo che l’innovazione sia innanzitutto un processo inevitabile e inarrestabile
per l’evoluzione e la sopravvivenza, della siderurgia in particolare, ma anche di
molti altri settori produttivi più in generale. Credo valga la pena, quindi, di fruire di
questo processo per fare in modo che il domani che vediamo sottoforma di futuro
anteriore, possa diventare invece ‘‘questione di qualche ora’’ e per rendere le idee
realizzabili in poco tempo senza che possano invecchiare troppo in fretta.
InnovA, in quanto convention organizzata da player importanti nel mondo
dell’acciaio, si propone come punto d’incontro e di contaminazione fra aziende del
settore, come finestra sul mondo digitale che le supporta e come momento di
coesione nel quale identificare e stabilire degli obiettivi comuni a breve/medio
termine che possano portare un beneficio sia a livello produttivo (quindi
professionale), che di riflesso a livello sociale. Cambiare i paradigmi che
contraddistinguono il mondo dell’imprenditoria attraverso l’uso del digitale e
dell’innovazione in generale, può significare un cambiamento a livello ideologico e
produrre anche un miglioramento della qualità della vita oltre che del lavoro.
L’impressione che ho avuto, è che a differenza di qualche tempo fa, le aziende abbiano
cominciato a guardare con occhio completamente diverso il mondo del digitale e
l’innovazione che esso porta con se, che abbiano capito che servendosene in maniera
mirata ne possono trarre importanti vantaggi in termini produttivi e di crescita, e che,
complice una lenta ma graduale ripresa economica generale, gli imprenditori abbiano
maggiori possibilità di investire in un settore – quello appunto dell’innovazione – che
prima non era considerato necessario o prioritario.
Nella convention si respira un’aria di rinnovamento di ideologie prima ancora che di
metodi di lavoro. Le aziende presenti ad InnovA riflettono in particolar modo su ciò che
cambierà alla radice il loro modo di fare business e sulle idee che possono essere
utilizzate come supporto a progetti di crescita industriale.

Non a caso, all’interno del contesto di InnovA è stato assegnato un importante


riconoscimento ad una startup, Nextema (che sviluppa e realizza impianti robotizzati
dedicati al trattamento termico di indurimento superficiale mediante laser e
alla realizzazione di componenti metallici mediante tecnologie di additive manufacturing),
sintomo che la distanza fra siderurgia e digitale si sta sempre più assottigliando e che gli
imprenditori considerano sempre più vitale il ruolo che la tecnologia si sta ritagliando
anche nel mondo industriale, tanto da inserirle insieme in un unico contesto aggregativo
atto a modificare positivamente le conoscenze attuali e migliorare i metodi di fare
impresa.
GRAZIE.