Sei sulla pagina 1di 7

1-situazione generale:

L'eruopa uno dei continenti pi industrializzati al mondo, il che ha diversi risvolti positivi: una migliore qualit della vita, maggiore quantit di posti di lavoro, condizioni igieniche migliori, etc.; per doveroso notare che questa benestanza necessita di pagare un prezzo: l'inquinamento. L'Europa infatti fra i continenti pi inquinati del globo, ci si contrappone alla benestanza sopra citata, a causa di ci l'ambiente europeo risente del peso dell'industrializzazione. Si sono anche verificati diversi disastri ambientali a causa soprattutto dello sfruttamentodell'energia nucleare (ex URSS), e in italia a causa dello scarso smaltimento di rifiuti (napoli) o a causa dell'incompetenza di alcuni individui (isola del giglio)

1.1-biodiversit:
La biodiversit dell'europa risente del crescente inquinamento, ma l'unione ha intenzione di provvedere a ci. L'UE ha dichiarato nel 2012 che l'obbiettivo del programma ambientale europeo quello di fermare il declino di ogni habitat che stato contaminato da agenti inquinanti; ci dovrebbe essere portato a termine entro il 2020. Un altro progetto dell'unioneeuropea Natura 2000, anch'esso da realizzarsi entro il 2020, consiste in una rete di 26 000 aree naturali protette che rappresentano quasi il 20% del territorio dell'Unione. Non si tratta di vere e proprie riserve naturali, ma di siti in cui possono svolgersi attivit umane sostenibili senza minacciare le specie e gli habitat rari e vulnerabili.

1.2-Acqua:
Gran parte delle riserve idriche sono state inquinate dallo

scarico incontrollato di materiali di scarto della lavorazione industriale, per anche su quest'argomento l'UE si mobilitata per trovare alcune soluzioni. Per proteggere con efficacia le risorse idriche e gli ecosistemi dell'Europa dall'inquinamento, occorre un'azione concertata a livello di tutta l'unione L'UE intende: -fornire a tutti gli europei l'accesso ad acqua di buona qualit e in quantit sufficiente -assicurare che tutti i corsi d'acqua in Europa rispettino determinati standard minimi di pulizia -conservare gli ambienti acquatici vulnerabili. Posizione geografica delle risorse idriche: Le risorse d'acqua dolce, sia le scorte idriche del sottosuolo, (acque sotterranee) che quelle, invece, disponibili in fiumi, laghi, serbatoi, etc (acque di superficie) sono maggiormente concentratenella zona scandinava, particolarmente in Svezia e Finlandia, con buoni anche i livelli di Repubblica Ceca, Polonia e Slovenia. Tra i Paesi membri si registrano differenti percentuali di utilizzo,spesso contrapposto: in Lettonia, Slovacchia e Svezia (1%), Irlanda (2%), Cipro (64%), Belgio (32%), Spagna (30 %) e Malta (21%); fra questi paesi si nota una grande distinzione.

1.3-Aria:
Dell'inquinamento risente anche la bassa troposfera, cio quella porzione di atmosfera terrestre pi a contatto col suolo in cui si sviluppata la vita, ma non solo: infatti ne risente anche la stratosfera, in cui presente lo strato di ozono che serve a trattenere i dannosi raggi UV, a causa di alcuni gas questo strato di ozono stato perforato in

corrispondenza dell'antartico e questo fa si che i ghiacci si sciolgano pi velocemente; anche presente un enorme aumento deigas serrae quindi dell'effetto serra che fa si che i ghiacciai si sciolgano pi velocementee il livello del mare si innalzi. L'UE si impegnata a fondo per migliorare la qualit dell'aria: per esempio, ha fissato una serie di standard e obiettivi ambiziosi e accettabili dal punto di vista dei costi per determinate sostanze inquinanti, fra cui anidride solforosa, biossido di azoto, ossidi di azoto, particelle sottili e piombo.

Anche se complessivamente le tendenze in fatto di qualit dell'aria nell'UE sono incoraggianti, occorre rinnovare gli sforzi compiuti.

Parte di sergio

4-Disastri ambientali degli ultimi anni


Negli utimi anni si sono verificati molti disastri ambientali, per lo pi legati allo sfruttamento di energia nucleare, questo motivabile con due cose: per prima cosa anche se le tecnologie sono molto avanzate non sono perfette e quindi hanno qualche errore e per secondo viene il fattore pi determinante cio l'incompetenza di alcuni uomini che hanno causato isuddetti incidenti.

4.1-Disastro di ernobyl'
Certamente il pi famoso disastro nucleare della storia a causa della sua entit e della sue vittime, anche successive di anni dal disastro. Avvenne il 26 aprile 1986 alle ore 1:23:00 circa presso la centrale nucleare V.I. Lenin, vicini alla cittadina di Cernobyl' in Ucraina, ma vicino alla bielorussia. Quella notte scoppi il reattore numero 4 della centrale nucleare, nell'atmosfera furono immesse enormi quantit di gas radioattivi. Le conseguenze sulla salute della popolazione sono enormi, in particolare sui bambini: cancro, leucemie, malattie della tiroide sono alcune delle malattie manifestatesi in seguito all'incidente. Il rapporto ufficiale stila un bilancio di 65 morti accertati con sicurezza e altri 4 000 presunti per tumori e leucemie su un arco di 80 anni. Il bilancio ufficiale contestato da associazioni antinucleariste internazionali fra le quali Greenpeace che presenta una stima di fino a 6 000 000 di decessi su scala mondiale nel corso di 70 anni.

4.2-Naufragio della costa concordia


la notte di venerd 13 gennaio 2012 poco lontano dalla costa dell'isola del giglio naufragata una nave da crociera: la famosa Costa Concordia. Il naufragio avvenuto a causa di un'errore del comandante, Francesco Schettino che ha compiuto una manovra che ha causato l'incidente; il motivo della distrazione non ben noto per noto che ci ha portato la morte di diverse decine di persone. Oltre che essere un fatto grave a livello di vite umane, la nave, Tutt'ora arenata a largo della costa dell'Isola del giglio pu portare gravi conseguenze all'ambiente poich conteneva sostanze nocive che non sono state totalmente rimosse, secondo le associazioni Legambiente e Greenpeace le sostanze sono: grassi per apparecchi meccanici, ftalati,

muschi artificiali, bisfenolo, olio da cucina e carburanti minori, sono inoltre presenti alcuni composti cancerogeni. Il totale smantellamento della nave previsto a un'anno di distanza.

4.2-Emergenza rifiuti in campania


In campania sin dal 1994 si prospetta un emergenza rifiuti che sta compromettendo l'ambiente circostante, tant che le autorit hanno dichiarato stato d'emergenza l'intero periodo fra il 1994 e il 2009, tuttavia la crisi continua tutt'ora a persstere. Questasituazione generata dalla scarsa disponibilit da parte della popolazione di autorizzare la costruzione di inceneritori di rifiuti, e questo ha fatto si che al riempirsi delle discariche i rifiuti fossero riversati per stradae non solo, molti di essi venivano bruciati dai cittadini il strada, questo ha portato un forte tasso s'inquinamento sia dell'aria che delterreno e quindi delle falde acquifere.

5-associazioni ambientaliste
Vi sono diverse associazioni ambientaliste che lottano per tutelare la nostra terra la pi importante Greenpeace, mentre in italia troviamo legambiente.

5.1-Legambiente
Legambiente un'associazione ambientalista italiana erede dei primi nuclei ecologisti e del movimento antinucleare che si svilupp in Italia e in tutto il mondo occidentale nella seconda met degli anni '70. Nata nel 1980 nell'ambito dell'ARCI, da cui si successivamente resa autonoma, e conosciuta inizialmente come Lega per l'Ambiente, nel corso del IV Congresso nazionale tenutosi a Parma nel 1992 ha modificato il nome in Legambiente per evitare confusione

con altri movimenti. fondamentali dell'associazioni sono:

punti

-"pensare globalmente, agire localmente", cio di intrecciare la questione ambientale con le necessit e le aspirazioni dei cittadini in carne. -ambientalismo scientifico, fatto della scelta di fondare ogni iniziativa per la difesa dell'ambiente su una solida base di dati scientifici e di accompagnare tutti i "no" con l'indicazione di alternative. -attenzione prioritaria ai problemi legati al degrado ambientale ed urbanistico. -interesse costante per i temi dell'educazione e della formazione dei cittadini; Questo ha garantito il profondo radicamento di Legambiente nella societ, fino a farne l'organizzazione ambientalista con la diffusione pi capillare sul territorio.

5.2-Geenpeace
Greenpeace un'organizzazione non governativa ambientalista e pacifista fondata a Vancouver nel 1971. famosa per la sua azione diretta e non violenta per la difesa del clima, delle balene, dell'interruzione dei test nucleari e dell'ambiente in generale. Greenpeace ha uffici nazionali e regionali in 41 paesi, tutti affiliati con Greenpeace International, con sede ad Amsterdam. L'organizzazione finanziata tramite contributi individuali da parte di circa 2,8 milioni donatori e fondazioni non profit, ma non accetta fondi da governi o grandi aziende. Greenpeace basa la propria testimonianza su:

azione diretta e non violenta manifestando direttamente in luoghi ritenuti importanti per i messaggi che vuole trasmettere, ma senza l'uso della forza in parte rifacendosi alle teorie di Mahatma Gandhi scientificit in quanto ogni dossier, report o altra documentazione sono basati su una precedente ricerca scientifica commissionata in maniera indipendente indipendenza in quanto non riceve cospicui sostegni in denaro da nessun ente governativo o multinazionale privata per evitare possibili manipolazioni dei risultati scientifici o delle attivit intraprese. Col passare del tempo Greenpeace migliora la propria tecnica di manifestare introducendo nel proprio modus operandi la presenza costante di giornalisti e fotoreporter per documentare le azioni dirette e non violente, l'utilizzo di gommoni per spostamenti molto pi mirati ed efficaci e la formazione di equipaggi misti.