Sei sulla pagina 1di 2

TRE FIGLI

Quando fu assunto come redattore in una importante rivista nazionale, gli sembr di toccare il cielo con un dito. Telefon a mamma, pap e naturalmente alla dolce Monica alla quale disse semplicemente: Ho avuto il posto! Possiamo sposarci!. Si sposarono e negli anni nacquero tre vispi bimbetti: Matteo, Marta e Lorenzo. Sei anni dur la felicit, poi la rivista fu costretta a chiudere. Il giovane pap si impegn a trovare un altro posto come redattore in un giornale locale. Ma anche quel giornale dur poco. Questa volta la ricerca fu affannosa. Ogni sera la giovane mamma e i tre bambini guardavano il volto del pap, sempre pi rabbuiato. Una sera, durante la cena, luomo si sfog amareggiato: E tutto inutile! Nel mio settore non c pi niente: tutti riducono il personale, licenziano.. Monica cercava di rincuorarlo, gli parlava dei suoi sogni, delle sue indubbie capacit, di speranza... Il giorno dopo, il pap si alz dopo che i bambini erano gi usciti per la scuola. Con il suo peso sul cuore, prese una tazza di caff e si avvicin alla scrivania dove di solito lavorava. Lo sguardo gli cadde sul cestino della carta. Alcuni grossi cocci di ceramica rosa attirarono la sua attenzione. Si accorse che erano i pezzi dei tre porcellini rosa che i bambini usavano come salvadanaio. E sul suo tavolo cera una manciata di monetine, tanti centesimi e qualche euro e anche alcuni bottoni dorati e sotto il mucchietto di monete un foglio di carta sul quale una mano infantile aveva scritto: Caro pap, noi crediamo in te. Matteo, Marta e Lorenzo. Gli occhi si inumidirono, i brutti pensieri si cancellarono, il coraggio si infiamm. Il giovane pap strinse i pugni e promise: La vostra fede non sar delusa! Oggi, sulla scrivania di uno dei pi importanti editori dEuropa c un quadretto con la cornice dargento. Leditore la mostra con orgoglio dicendo: Questo il segreto della mia forza!. E solo un foglio di carta con una scritta incerta e un po sbiadita: Caro pap, noi crediamo in te!.. Io credo in te molto pi di una dichiarazione damore. la forza pi pura che esiste. Per questo Ges ha detto: Se aveste almeno una fede piccola come un granello di senape, voi potreste dire a questa pianta di gelso: Togliti via da questo terreno e vai a piantarti nel mare! Ebbene, se aveste fede, quellalbero farebbe come avete detto voi (Vangelo di Luca 17,6).
Da Il Bollettino Salesiano

4 Domenica di Pasqua 29 Aprile 2012


Foglio informativo parrocchiale ad uscita settimanale. Ciclostilato in proprio ad uso interno. Parrocchia di BRENTA SS. Vito e Modesto Parrocchia di CARAVATE SS. Giovanni Battista e Maurizio

23

Prima lettura (Atti degli Apostoli 4,8-12) NEL NOME DI MGESU' CRISTO IL NAZARENO Salmo responsoriale (Dal Salmo 117) LA PIETRA SCARTATA DAI COSTRUTTORI E' DIVENTATA PIETRA D'ANGOLO Seconda lettura (San Giovanni apostolo 3,1-2) QUALE GRANDE AMORE CI HA DATO IL PADRE

Per questo il Padre mi ama: perch io do la mia vita, per poi riprenderla di nuovo. Nessuno me la toglie: io la do da me stesso. Ho il potere di darla e il potere di riprenderla di nuovo. Questo il comando che ho ricevuto dal Padre mio. Domenica 6 maggio 2012 Prima lettura (Atti degli Apostoli 9,26-31) Salmo responsoriale (Dal Salmo 21) A TE LA MIA LODE SIGNORE, NELLA GRANDE ASSEMBLEA Seconda lettura (S. Giovanni Apostolo 3,1824) DIO E' PIU' GRANDE DEL NOSTRO CUORE VANGELO (Giovanni 15,1-8) IO SONO LA VITE VERA In quel tempo, Ges disse ai suoi discepoli: Io sono la vite vera e il Padre mio l'agricoltore. Ogni tralcio che in me non porta

VANGELO (Dal Vangelo secondo Giovanni 10,11LA CHIESA CRESCEVA 18)

IO SONO IL BUON PASTORE In quel tempo, Ges disse: Io sono il buon pastore. Il buon pastore d la propria vita per le pecore. Il mercenario, che non pastore e al quale le pecore non appartengono, vede venire il lupo, abbandona le pecore e fugge, e il lupo le rapisce e le disperde; perch un mercenario e non gli importa delle pecore. Io sono il buon pastore, conosco le mie pecore e le mie pecore conoscono me, cos come il Padre conosce me e io conosco il Padre e do la mia vita per le pecore. E ho altre pecore che non provengono da questo recinto: anche quelle io devo guidare. Ascolteranno la mia voce e diventeranno un solo gregge, un solo pastore.

Pag. - 4 -

Pag. - 1 -

frutto, lo taglia, e ogni tralcio che porta frutto, lo pota perch porti pi frutto. Voi siete gi puri, a causa della parola che vi ho annunciato. Rimanete in me e io in voi. Come il tralcio non pu portare frutto da se stesso se non rimane nella vite, cos neanche voi se non rimanete in me. lo sono la vite, voi i tralci. Chi rimane in me, e io in lui, porta molto frutto, perch senza di me non potete far nulla. Chi non rimane in me viene gettato via

come il tralcio e secca; poi lo raccolgono, lo gettano nel fuoco e lo bruciano. Se rimanete in me e le mie parole rimangono in voi, chiedete quello che volete e vi sar fatto. In questo glorificato il Padre mio: che portiate molto frutto e diventiate miei discepoli.

Parrocchia SANTI VITO e MODESTO - BRENTA Parrocchia SANTI GIOVANNI BATTISTA e MAURIZIO - CARAVATE calendario dal 30 aprile al 6 maggio 2012

LUN 30
Caravate S. Agostino ore 17.30 Rosario, celebrazione della Parola e culto Eucaristico Rosario, celebrazione della Parola e culto Eucaristico

MAR 1
Caravate S. Agostino ore 17.30

MER 2
Caravate Brenta Caravate Brenta Brenta

memoria SANTATANASIO
S. Agostino S. Quirico Parrocchia S. Quirico Oratorio ore 9.00 S. Messa ore 20.00 Santo Rosario ore 20.00 Santo Rosario ore 20.30 S. Messa inizio del mese di maggio dedicato alla Vergine ore 21.00 riunione del Consiglio Pastorale

LA CIVILTA DEI CONSUMI Abbiamo gi orbitato attorno alla luna, e vi abbiamo messo piede; ma la luna era l ad attenderci da quattro miliardi danni. Stiamo allungando la vita umana con sieri e con trapianti, con vitamine e ormoni sintetici, ma chi sar in grado d dirci compiutamente che cos la vita? Siamo tutti decisi a non ammazzarci pi con le guerre. (benissimo... finalmente!.,.) ma chi riuscir a sconfiggere legoismo, lipocrisia, la violenza e... la morte? Alziamo, quindi, un poco le pupille dal televisore ( loppio del nostro tempo) che ci incanta proponendoci amarissimi che fanno benissimo , detersivi che lavano bianchissimo, lubrificanti che fanno correre giovane , pasticche che danno la forza dei nervi distesi. Strappiamoci alle illusioni della civilt dei consumi, per guardare la stupenda realt che ci circonda e di cui siamo parte: la vita.
Charles Moeller

GIO 3
Caravate Brenta Brenta Caravate

festa SANTI FILIPPO e GIACOMO


S. Agostino ore 9.00 S. Messa int. particolare Parrocchia ore 18.00 S. Messa def.ti COLBI COLOMBA e PASQUALE Parrocchia ore 20.30 Santo Rosario recitato dai ragazzi cresimati Oratorio ore 20.45 riunione del Consiglio Pastorale

VEN 4
Caravate S. Agostino ore 17.30 Rosario, celebrazione della Parola e culto Eucaristico

SAB 5
Brenta Caravate Parrocchia Parrocchia ore 18.00 S. Messa def.to RUBIN DONATO ore 18.00 S. Messa def.ti CADARIO UMBERTO e MARIA MAINETTI CESARE e MATTEO def.ti PORACIN GIACOMO, PIA e ANGELO

DOMENICA 6 MAGGIO: V DI PASQUA (anno B)


Caravate Brenta Caravate Pag. - 2 S. Agostino ore 8.00 S. Messa Parrocchia ore 10.00 S. Messa def.ti MOLINARI MARIA, MARIO e ZAVERIA Parrocchia ore 11.15 S. Messa def.ti PELLEGRINI ANGELA e ZAMBON DINO Pag. - 3 -