Sei sulla pagina 1di 4

Ripresa della sessione Dichiaro ripresa la sessione del Parlamento europeo, interrotta venerd 17 dicembr e e rinnovo a tutti i miei

migliori auguri nella speranza che abbiate trascorso delle buone vacanze. Come avrete avuto modo di constatare il grande "baco del millennio" non si mater ializzato. Invece, i cittadini di alcuni nostri paesi sono stati colpiti da cata strofi naturali di proporzioni davvero terribili. Avete chiesto che si tenesse una discussione su tale tema nei prossimi giorni, n el corso della presente tornata. Nel frattempo mio desiderio, come del resto mi stato chiesto da alcuni colleghi, osservare un minuto di silenzio in memoria di tutte le vittime delle tempeste c he si sono abbattute sui diversi paesi dell' Unione europea. Vi invito pertanto ad alzarvi in piedi per osservare appunto un minuto di silenz io. (Il Parlamento osserva un minuto di silenzio) Signora Presidente, intervengo per una mozione d'ordine. Come avr letto sui giornali o sentito alla televisione, in Sri Lanka si sono veri ficati numerosi assassinii ed esplosioni di ordigni. Una delle vittime pi recenti stato Kumar Ponnambalam, che qualche mese fa era ven uto in visita qui al Parlamento europeo. Signora Presidente, sarebbe opportuno che inviasse una lettera alla Presidente d el Sri Lanka per esprimere le condoglianze del Parlamento per questa e le altre morti violente verificatesi in Sri Lanka e per invitarla a fare quanto in suo po tere al fine di giungere a una riconciliazione pacifica in questa situazione ass ai difficile. S, onorevole Evans, ritengo che un' iniziativa del tipo che lei propone sia assol utamente opportuna. Se l' Assemblea d' accordo seguir il suggerimento dell' onorevole Evans. Signora Presidente, un richiamo al Regolamento. Gradirei avere il suo parere riguardo all'articolo 143 sull'inammissibilit. La mia domanda si ricollega a un tema all'ordine del giorno di gioved e che formu ler di nuovo al momento opportuno. La relazione Cunha sui programmi di orientamento pluriennali iscritta all'ordine del giorno della Plenaria di gioved e al paragrafo 6 contiene una proposta volta a introdurre una sorta di sanzione a carico delle quote di quei paesi che non r iescono a raggiungere i loro obiettivi di riduzione annuali delle flotte, nonost ante il principio della stabilit relativa. Credo che tale principio sia un principio giuridico fondamentale della politica comune della pesca e qualsiasi proposta volta a sovvertirlo sarebbe giuridicamen te inammissibile Vorrei sapere se possibile sollevare un'obiezione di questo tip o nel contesto di una semplice relazione, e non di una proposta legislativa, e s e rientra nelle mie competenze sollevare una tale obiezione gioved prossimo. E' appunto in quell' occasione che, se lo desidera, avr modo di sollevare la sua questione pregiudiziale, cio gioved in apertura della discussione sulla relazione. Signora Presidente, in coincidenza con la prima tornata dell'anno del Parlamento europeo, negli Stati Uniti in Texas stata fissata, purtroppo per gioved prossimo , l'esecuzione di un condannato a morte, un giovane di 34 anni che chiameremo di nome Hicks. Su richiesta di un deputato francese, l'onorevole Zimeray, gi stata presentata un a petizione, che ha avuto molti firmatari tra cui il sottoscritto, ma le chiedo, in conformit con l'indirizzo ormai costantemente espresso dal Parlamento europeo e da tutta la Comunit europea, di intervenire, con il prestigio della sua carica e dell'Istituzione che lei rappresenta, presso il Presidente e il Governatore d el Texas Bush, che ha il potere di sospendere la condanna a morte e di graziare il condannato. E tutto ci in conformit con i principi che abbiamo sempre sostenuto. La ringrazio, onorevole Segni, lo far volentieri. In effetti ci assolutamente conforme alla posizione che il nostro Parlamento ha s empre sostenuto. Signora Presidente, vorrei richiamare l'attenzione su un caso che il Parlamento

segue da tempo, ossia il caso di Alexander Nikitin. Noi tutti siamo lieti che il tribunale lo abbia assolto, ribadendo che anche in Russia l'accesso a informazioni sull'ambiente un diritto sancito dalla costituzi one. Ora, per, verr messo nuovamente in stato di accusa perch il pubblico ministero rico rrer in appello. Come sappiamo e come abbiamo fatto rilevare in innumerevoli risoluzioni - anche nell'ultima seduta plenaria dell'anno scorso - non si tratta semplicemente di un caso giudiziario ed un grave errore accusare Alexander Nikitin di aver commesso reati e atti criminali, tanto pi che noi, in quanto diretti interessati, abbiamo beneficiato dei risultati delle sue ricerche. Tali risultati sono alla base dei programmi europei di tutela del Mare di Barent s. La prego pertanto di prendere in esame la bozza della lettera in cui vengono indicati i fatti principali e di sostenere presso le autorit russe la posizione a ssunta dal Parlamento, conformemente alle sue risoluzioni. S, onorevole Scroedter, esaminer volentieri i fatti relativi alla questione da lei esposta non appena avr ricevuto la sua lettera. Signora Presidente, mi permetta di farle innanzi tutto i miei complimenti per av er tenuto fede alla parola data. In effetti il numero di canali televisivi dispo nibili nei nostri uffici aumentato enormemente in questa prima tornata dell'anno nuovo. Tuttavia, signora Presidente, non ancora stato dato seguito alla mia richiesta. E' vero che adesso abbiamo due canali finlandesi e uno portoghese, ma purtroppo manca ancora il canale olandese. Ed era proprio quello che avevo chiesto, dato c he noi parlamentari olandesi, quando veniamo spediti in questo esilio mensile, g radiremmo poter vedere il telegiornale in olandese. Ripeto ancora una volta la mia richiesta: faccia in modo che sia reso disponibil e anche un canale olandese. Onorevole Plooj-van Gorsel, posso risponderle che tale punto figura all' ordine del giorno della riunione dei questori di mercoled. Spero che sar esaminata con uno spirito positivo. Signora Presidente, vorrei sapere perch questo Parlamento non rispetta le norme i n materia di salute e sicurezza che esso stesso approva. Perch non stato condotto alcun test della qualit dell'aria in questo edificio da q uando siamo stati eletti? Perch dal 1998 il comitato salute e sicurezza non si pi riunito? Perch non sono state fatte prove dell'allarme antincendio n negli edifici del Parl amento di Bruxelles n qui a Strasburgo? Perch non esistono istruzioni da seguire in caso di incendio? Perch dopo il mio incidente non sono state apportate migliorie alle scale? Perch non viene fatto rispettare il divieto di fumare nelle aree riservate appunt o ai non fumatori? E' assolutamente vergognoso che proprio noi non rispettiamo le norme da noi stes si approvate. Onorevole Lynne, lei ha perfettamente ragione e intendo verificare se tutto quan to lei ha detto davvero non stato fatto. Intendo altres sottoporre il punto al collegio dei questori e sono certa che ai n ostri questori star a cuore fare in modo che il Parlamento osservi le disposizion i che approva. Signora Presidente, l' onorevole Dez Gonzlez e io avevamo presentato alcune interr ogazioni in merito a determinate opinioni della Vicepresidente de Palacio riferi te da un giornale spagnolo. I servizi competenti non le hanno inserite all' ordine del giorno, in quanto han no ritenuto che avessero gi ottenuto risposta in una tornata precedente. Chiedo che venga riesaminata tale decisione, in quanto non cos. Le interrogazioni cui stata data risposta in precedenza riguardavano un interven to della Commissario de Palacio in un caso determinato, non le dichiarazioni pub blicate dal giornale ABC il 18 novembre scorso. Onorevole collega, sar mia cura verificare tale punto. Devo confessarle che in questo momento la questione mi pare un po' confusa.

Quindi verificheremo con estrema attenzione per essere certi che tutto sia corre tto. Signora Presidente, gradirei sapere se questa settimana il Parlamento intende la nciare un segnale chiaro per esprimere il nostro scontento riguardo alla decisio ne presa oggi di rifiutare il rinnovo dell'embargo sulle armi contro l' Indonesi a, visto e considerato che in passato la stragrande maggioranza dei deputati ave va sostenuto l'imposizione dell'embargo all'Indonesia. La decisione odierna di non rinnovarlo pericolosissima, data la situazione sul p osto. Il Parlamento dovrebbe pertanto inviare un messaggio, come auspica la stragrande maggioranza dei deputati. Gli Stati membri dell'Unione sono stati irresponsabili a non rinnovare l'embargo . Com' gi stato detto, la situazione in Indonesia davvero esplosiva, con un forte ri schio che in futuro si verifichi un colpo di Stato. Non sappiamo cosa stia succedendo e quindi mi chiedo perch si debba permettere ai produttori di armi dell'UE di trarne profitto a scapito di persone innocenti. Comunque sia, questo punto non previsto nelle discussioni sui problemi di attual it di gioved. Ordine dei lavori Signora Presidente, l' idea che la Commissione Prodi presentasse il suo programm a politico per tutta la legislatura proviene inizialmente da una proposta del gr uppo del Partito del socialismo europeo, approvata all' unanimit dalla Conferenza dei Presidenti in settembre e anche accettata esplicitamente dal Presidente Pro di, che ha ribadito il suo impegno al riguardo durante il discorso di investitur a. Si tratta di un impegno importante in quanto la Commissione un organo che detien e il monopolio di iniziativa, conformemente ai Trattati, e di conseguenza deline a i tratti essenziali di quella che sar l' attivit politica e legislativa di quest o Parlamento nei prossimi cinque anni. Ricordo altres, signora Presidente, che durante la precedente legislatura il Parl amento ha votato due volte la fiducia a favore del Presidente Prodi; durante l' attuale legislatura l' ha votata di nuovo a luglio e poi, dopo l' insediamento d ella nuova Commissione, ha votato nuovamente la fiducia per l' intera Commission e in settembre. Quindi c' gi stato tempo a sufficienza per permettere alla Commissione di elabora re il suo programma e per consentirci di prenderne conoscenza per poi spiegarlo ai cittadini. A tale proposito ricordo la risoluzione del 15 settembre scorso, in cui si racco mandava di presentare la proposta il pi rapidamente possibile. I fatti della settimana scorsa - scaturiti a latere della Conferenza dei Preside nti, sfruttata solo per corroborare e ratificare decisioni adottate al di fuori di essa - ci pongono di fronte a un dilemma: o la Commissione non in grado di pr esentare questo programma (in tal caso, sarebbe opportuno che lo dicesse. A sentire il suo Presidente, in grado di farlo. Dato che la Commissione rappresentata dalla vicepresidente de Palacio, ritengo c he prima di votare converrebbe sapere se la Commissione sempre disposta a presen tare il programma, conformemente agli accordi); oppure il Parlamento non in grad o di esaminare tale programma, come apparentemente sostengono alcuni. Secondo me, questa seconda ipotesi significherebbe rinunciare alle nostre respon sabilit di Parlamento, oltre a introdurre una tesi originale, un metodo finora sc onosciuto che consiste nel distribuire per iscritto ai gruppi politici il discor so programmatico della Commissione una settimana prima - e non il giorno prima, come era stato concordato. Considerando che il programma legislativo sar discusso a febbraio, potremmo prescindere dal dibattito, in quanto il giorno dopo la sta mpa ed Internet avrebbero divulgato il testo a tutti i cittadini e quindi il Par lamento non avrebbe pi bisogno di occuparsene. Secondo il mio gruppo, un Parlamento serve per ascoltare, discutere e riflettere , quindi a nostro avviso non c' alcuna ragione che giustifichi questo rinvio. Se la Commissione in grado di presentare il programma, secondo noi siamo perfettam

ente in tempo per ripristinare l' accordo iniziale intervenuto tra il Parlamento e la Commissione e comportarci responsabilmente dinnanzi ai nostri concittadini . Perci la proposta del gruppo del Partito del socialismo europeo, da lei menzionat a, che mercoled si mantenga la presentazione del programma per la legislatura del la Commissione Prodi, inserendovi anche il progetto di riforma amministrativa. A ltrimenti potremmo ritrovarci in una situazione paradossale: con la scusa che no n c' il testo, si nega da un lato il diritto del Presidente della Commissione di rivolgersi a questo Parlamento, e dall' altro che abbia luogo una discussione s ulla riforma, senza che il Parlamento conosca a priori i testi su cui si basa. Pertanto, signora Presidente, la prego di chiedere alla Commissione di esprimers i subito e poi di procedere al voto. (Applausi dai banchi del gruppo del partito del socialismo europeo) Signora Presidente, onorevoli colleghi, sono piuttosto sorpreso del comportament o del collega, onorevole Barn Crespo, che ora pretende che il punto in questione venga inserito nell'ordine del giorno di mercoled. Onorevole collega Barn Crespo, lei non ha potuto partecipare gioved scorso alla Co nferenza dei presidenti. Non la biasimo per questo: pu sempre succedere che si debba essere sostituiti. Il collega Hnsch intervenuto in sua vece. In sede di Conferenza dei presidenti ne abbiamo discusso approfonditamente. Soltanto un gruppo politico condivideva l'opinione da lei espressa in questa sed e. La questione stata posta ai voti. Come noto, ciascun presidente dispone di un numero di voti pari al numero dei de putati iscritti al proprio gruppo politico. Il punto in questione stato oggetto di una votazione in cui, se ben ricordo, vi sono stati 422 voti contrari e 180 a favore con poche astensioni. Ci significa che tutti i gruppi politici, ad eccezione dei non iscritti - che per non costituiscono un gruppo politico -, erano concordi e che un solo gruppo era del parere di procedere come proposto dal collega in questa sede. Tutti gli altri erano di diversa opinione e cos stato deciso. Vorrei ora entrare brevemente nel merito. Abbiamo fiducia nella Commissione, in Romano Prodi e la grande maggioranza del n ostro gruppo politico, come tutti sanno, dopo un difficile processo ha votato la fiducia a Romano Prodi e alla Commissione. Tuttavia siamo anche dell'idea che la strategia della Commissione vada discussa nel corso di una procedura regolare, non soltanto in base a una dichiarazione ri lasciata oralmente in questo Parlamento ma anche in base a un documento adottato dalla Commissione che illustri tale programma per i prossimi cinque anni. Ma un tale documento non esiste ancora! La Commissione presenter il programma per il 2000 in febbraio.

Valuta