Sei sulla pagina 1di 3

-

Al dott. Francesco Lorusso Procuratore Regionale Corte dei Conti Via Matteotti n. 56 70121 BARI

- Al Ministro Filippo Patroni Griffi Pubblica Amministrazione e Semplificazione Dipartimento della Funzione Pubblica U.P.P.A Corso Vittorio Emanuele II n. 116 186 ROMA

INFORMATIVA Oggetto: Comune di Ceglie Messapica - Conferimenti incarichi legali. Premesso che: con Delibera n. 22, del 12.06.2006, il Consiglio Comunale di Ceglie Messapica approvava il Regolamento per la disciplina del funzionamento dellUfficio Legale; lart. 1 del Regolamento U.L. stabilisce che presso il Comune di Ceglie Messapica viene istituito lUfficio dellAvvocatura Civica Comunale sotto la responsabilit del legale dellEnte; i compiti assegnati allAvvocatura Civica (art. 2 Reg. U.L.) consistono nellassunzione della difesa legale dellEnte Comunale dinnanzi ad ogni giurisdizione civile, penale, amministrativa, tributaria, ed in qualsiasi veste attore o convenuto, ricorrente o resistente ed anche in sede di gravame; ai sensi dellart.4 Reg. Ufficio Legale, possibile per lEnte, in caso di sovraccarico di lavoro dellAvvocatura Civica o di assenza del suo responsabile o nei casi di particolare pregio giuridico, ricorrere a consulenze esterne; i conferimenti di incarichi di consulenza a soggetti esterni possono essere attribuiti ove i problemi di pertinenza dellEnte richiedono conoscenze ed esperienze eccedenti le normali competenze del personale dipendente e conseguentemente implichino conoscenze specifiche che non si possono, nella maniera pi assoluta, riscontrare nellapparato amministrativo; ogni atto amministrativo del Comune contrario inefficace. deve essere adeguatamente motivato, in caso

Considerato che: con le Delibere n.250, 251,252 e 253 del 16.12.2011 la Giunta Comunale di Ceglie Messapica conferiva incarico allAvv. Immacolata Elia per la costituzione in n.4 procedimenti durgenza ex art. 700 C.p.c. promossi dinanzi al Tribunale di Brindisi- Sezione Lavoro dai signori Urso Angelo, Urso Cosimo, Roma Gabriele e Albanese Pietro, i quali, a seguito della cessazione del loro rapporto di lavoro con il Comune di Ceglie il 30.04.2011, chiedevano il riconoscimento della trasformazione del loro rapporto di lavoro da tempo determinato a tempo indeterminato. Con nota n. 29171 del 16.12.2011, acquisita al Prot. Comunale, la professionista presentava un progetto di parcella di euro 2896,88, per ogni incarico, pari a un totale di euro 11587,52 oltre rimborsi forf. IVA, CPA come per legge, salve le spese documentate e le competenze per eventuale attivit difensiva ulteriore rispetto a quella prevista, ai fini del relativo impegno di spesa. Nel dispositivo delle Delibere n. 250,251,252 e 253 in merito allimpegno di spesa si dichiara che si far fronte con successivo provvedimento del Responsabile dellArea Programmazione Economica e Affari Istituzionali; con Delibera n. 22, del 07.02.2012, la Giunta Comunale di Ceglie Messapica conferiva incarico allAvv. Domenico Dippolito per la costituzione nel procedimento promosso dinanzi al Tribunale di Brindisi Sezione Lavoro- dai sig.ri Ciraci Francesco, Carlucci Pietro e Nisi Giuseppe, i quali chiedevano la trasformazione dei loro contratti di somministrazione di lavoro a tempo determinato, stipulati dal Comune con la societ Tempor spa, in contratti di lavoro a tempo indeterminato. Con la nota n. 3015 del 06.02.2012 il professionista incaricato presentava al Comune un progetto di parcella di euro 4899,00, oltre rimb. forf., IVA e CPA come per legge, salva verifica a completamento dellincarico difensivo dellattivit effettivamente svolta rispetto a quella preventivata e fatte salve le spese documentate, ai fini del relativo impegno di spesa. Nel dispositivo della Delibera n. 22 del 07.02.2012 in riferimento allimpegno di spesa si dichiara che si far fronte con successivo provvedimento del Responsabile dellArea Programmazione Economica e Affari Istituzionali; con Delibera n. 27 del 14.02,2012 la Giunta Comunale di Ceglie Messapica conferiva incarico allAvv. Antonio Cirac per la costituzione nel procedimento promosso dinanzi al Tribunale di Brindisi- Sezione Lavoro della sig.ra Gioia Maria Rosa, gi dipendente del Comune di Ceglie, collocata a riposo con decorrenza 01.01.2011, la quale chiedeva il riconoscimento del suo diritto alla riammissione in servizio. Con nota acquisita al Prot. Com. le n. 3657 del 13.02.2012 il professionista presentava un progetto di parcella di Euro 2622,00 oltre rimb. forf., IVA e CPA come per legge, salve le spese documentate e le competenze per eventuale attivit difensiva ulteriore rispetto a quella prevista, ai fini del relativo impegno di spesa.

Evidenziato che: nelle Delibere n. 250, 251,252, e 253 del 2011, nella Delibera n. 22 e 27 del 2012 la Giunta Comunale di Ceglie Messapica non motiva, in nessun modo, la necessit di conferire incarichi ad avvocati esterni allEnte, pur in presenza nel proprio organico di un legale di provata esperienza e titolato a poter adempiere a quelle incombenze legali; nelle Delibere citate la Giunta Comunale non fa alcun riferimento alla presenza in organico del Responsabile dellAvvocatura Comunale, ne acquisisce alcun parere circa la necessit di conferire incarico esterno, in definitiva ignora, volutamente e in maniera irresponsabile, la possibilit di conferire i predetti incarichi al proprio Ufficio Legale; risulta poco chiara la procedura per limpegno di spesa a sostegno degli atti deliberati dalla Giunta Comunale, infatti, a distanza di oltre due mesi dalle approvazioni delle prime Delibere, nessun provvedimento stato assunto dal Responsabile dellArea Economica e Finanziaria per far fronte alle parcelle dei professionisti; ladozione delle Delibere di incarico a professionista esterno allEnte da parte della Giunta Comunale di Ceglie Messapica, sono in netto contrasto con il deliberato del Consiglio Comunale che con proprio atto approvava, in data 12.06.2006, il Regolamento dellUfficio Legale che allart. 4 prevede LEnte potr, in caso di sovraccarico di lavoro dellAvvocatura Civica o di assenza del suo responsabile o nei casi di particolare pregio giuridico, ricorrere a consulenze esterne per richiedere loro pareri motivati su questioni giuridiche e/o vere e proprie attivit difensive.

Tutto ci premesso, considerato ed evidenziato che: si ritiene l Ufficio dell Avvocatura Civica del Comune do Ceglie Messapica nelle condizioni di poter difendere lEnte nei procedimenti ex art. 700 C.p.c. promossi dinanzi al Tribunale di Brindisi- Sezione Lavoro, senza dover fare ricorso ad incarichi esterni; il Comune di Ceglie Messapica non pu sobbarcarsi lonere economico, derivante da conferimenti impropri e immotivati di incarichi di consulenza legale, in presenza nel proprio organico delle competenze specifiche, e non essendoci le condizioni a cui fa riferimento lart. 4 del Regolamento dellUfficio Legale.

SI CHIEDE
alla luce di quando esposto, di verificare se sussistono gli estremi di eventuali illegittimit amministrative, con conseguente danno erariale, determinati dellAmministrazione Comunale e/o da Funzionari del Comune di Ceglie Messapica. Ceglie Messapica 27/02/2012 Con osservanza

I Consiglieri Comunali del Comune di Ceglie Messapica Rocco Argentiero Tommaso Argentiero Donato Gianfreda Nicola Trinchera

Allegati: Regolamento dellUfficio Legale Delibere della Giunta Comunale n.250, 251, 252, 253 del 2011/ n. 22 27 del 2012.