Sei sulla pagina 1di 16

Studio microscopico della materia nucleare

Martina Falco 25 ottobre 2007

MATERIA NUCLEARE
Obiettivo fondamentale della fisica nucleare :
Descrizione delle propriet dei nuclei a partire dall interazione tra i loro costituenti Difficolt del problema a molti corpi Forte repulsione a brevi distanze del potenziale NN

Materia nucleare : sistema ideale formato da un ugual numero di protoni e neutroni che occupano tutto lo spazio a densit costante
Sistema infinito, omogeneo, isotropo: Invarianza per traslazione Funzioni donda: onde piane

Propriet di saturazione delle forze nucleari:

w0

: minimo dell energia per particella

0 : densit di equilibrio

Formula semiempirica delle masse :

Z2 ( N Z )2 B = a1A a2 A2 3 a3 1 3 a4 A A
A tende a infinito Termine di superficie trascurabile Energia coulombiana trascurata Termine coulombiano non compare Z=N Termine di simmetria nullo

B = a1 A
w 0 = a 1 = 16 MeV

B = a1 A
0 = 0.17 F3

MODELLO A GAS DI FERMI


Nucleoni non interagenti confinati in una scatola di volume

V = L3
Funzioni donda :

( x, y, z ) = Csenk x x senk y y senk z z


k x L = n x
k y L = n y

Momento k quantizzato :

k z L = n z

Stato fondamentale : i nucleoni occupano tutti gli stati fino a quello corrispondente al momento di Fermi

3 k f = 2 0
0 3

23

= 1.36 F1

ESPANSIONE DI GOLDSTONE
Espansione di Goldstone : Serie perturbativa per lenergia dello stato fondamentale di un sistema a molti corpi valida nel caso non degenere
Sistema di A nucleoni interagenti tramite il potenziale NN :
A A

= Ti + Vij
i =1 i< j

= Ti + U i + Vij U i = 0 + 1
i =1 i =1 i< j

Hamiltoniana imperturbata Perturbazione

i =1

U : potenziale di particella singola

0 0 = 0 0

Teoria delle perturbazioni :

= 0 + 0 1 0 + 0 1 ( 0 0 ) P 1 0
1

+ 0 1 ( 0 0 ) P 1 ( 0 0 ) P 1 0
1 1

0 1 o

0 1 ( 0 0 ) P 1 0 ....
2

P = 1 0 0

: operatore che proietta nello spazio ortogonale a 0

H1 nel formalismo di seconda quantizzazione:

1 =

pqrs

+ pq V rs a + a q a s a r p U q a + a q p p pq

a+ : operatore di creazione

a : operatore di distruzione

Elementi di matrice della serie : somma di contributi dati da diverse scelte per ogni interazione H1, di un particolare termine dellinterazione stessa

Contributi rappresentati da diagrammi : Esempio : Diagramma che contribuisce al secondo ordine


1 lm V ab ( a + b l m ) 1 ab V lm 2 a ,b> A
l ,m A

Linee tratteggiate : elementi di matrice di V

Dal terzo ordine in poi : Diagrammmi disconnessi Esempio:

Nel limite di un gran numero di particelle : Diagrammi connessi : contributo proporzionale al numero di particelle Diagrammi disconnessi: contributo proporzionale al quadrato del numero di particelle

Lenergia deve essere proporzionale al numero di particelle

Goldstone: In ogni ordine della serie delle perturbazioni si


cancellano esattamente tutti i diagrammi disconnessi

Espansione di Goldstone : = 0+somma di tutti i diagrammi connessi

IL POTENZIALE NN
Propriet dellinterazione nucleone-nucleone:
in predominanza attrattiva e a corto range. A piccole distanze presenta una forte repulsione: hard core di raggio 0.4F. Esibisce saturazione. Dipende fortemente dallo spin. praticamente indipendente dalla carica. Contiene un termine non centrale (tensoriale). Contiene un termine spin-orbita.

Generico potenziale NN:

r r V ( r ) = VC ( r ) + VT ( r ) S12 + VLS ( r ) L S

HARD CORE DEL POTENZIALE NN

rr r r rs(r ,r2) r (r ) s (r2) : Funzione donda non correlata : Funzione donda correlata 1 1
Espansione di Goldstone : espressa in termini di elementi di matrice di V tra funzioni donda non correlate Problemi nella convergenza della serie

MATRICE G E ESPANSIONE DI BRUECKNER-GOLDSTONE


Sommiamo tutti i diagrammi ladder:

Linea ondulata : elemento della matrice G

Equazione di Bethe-Goldstone :

G = V V (Q e)G

Q : operatore di Pauli e : denominatore di energia

Espansione di Brueckner-Goldstone:
Somma di diagrammi che contengono solo vertici della matrice G

FUNZIONE DONDA CORRELATA


Funzione donda correlata a due particelle :

rs rs (Q e)Grs
Vale lidentit :

Vrs = G rs

Lazione di G sulla funzione donda non correlata uguale allazione di V sulla funzione donda correlata

POTENZIALE DI HARTREE-FOCK E TEORIA DI BRUECKNER HARTREE-FOCK


Potenziale di particella singola U : scelto in modo da far convergere la serie il pi rapidamente possibile

Potenziale di Hartree-Fock :
pU q =
n A

pn G qn pn G nq )

Cancella tutti i diagrammi del tipo:

Teoria di Brueckner Hartree-Fock:


Potenziale di Hartree-Fock Serie di Brueckner-Goldstone arrestata al primo ordine

APPLICAZIONE ALLA MATERIA NUCLEARE


Applicazione della teoria di Brueckner HartreeFock alla materia nucleare :
calcolo dei valori dellenergia per particella e del momento di Fermi alla saturazione:

-5
eV) E/A (M

0,8

1,2

1,4

1,6

1,8

2,2

2,4

2,6

-15

-25
kf (1/F)

SOMMARIO E CONCLUSIONI
Materia nucleare: sistema semplificato attraverso il cui studio si ottengono risultati utili per i nuclei finiti

Teoria di Brueckner-Goldstone per lo studio microscopico della materia nucleare: espansione di Goldstone espansione di Brueckner-Goldstone

Risultati dellapplicazione della teoria di Brueckner HartreeFock alla materia nucleare

Studio della materia nucleare : tuttoggi di grande interesse per le sue connessioni con le propriet delle stelle a neutroni