Sei sulla pagina 1di 8

Lavatrice_A = 0.95 kwh/lavaggio/giorno Lavatrice_D = 1.55 kwh/lavaggio Lavatrice_G = 2.00 kwh/lavaggio No Lavatrice.................... .... Lavastoviglie_A = 1.

06 kwh/lavaggio/giorno Lavastoviglie_D = 1.55 kwh/lavag gio Lavastoviglie_G = 2.05 kwh/lavaggio No Lavastoviglie................ .. Frigo+cong_A = 0.68 kwh/giorno Frigo+cong_D = 1.25 kwh/giorno Frigo+co ng_G = 1.55 kwh/giorno No Frigo.............................. Forno(1200w x 4h /settimana)= 0.685 kwh /giorno Forno 0.50 kwh/giorno Forno 0.250 kwh/giorno No Forno............................. Scaldabagno 3.500 kwh/giorno Scaldabagno 2.00 kwh/giorno Scaldabagno 1.00 kwh/giorno No Scaldabagno................... Illuminazione 200 w x 6h = 1.2 kwh/giorno Illuminazione alta efficienza 0. 30 kwh/giorno Illuminazione 0.15 kwh/giorno No Illuminazione................ ... Ferro_Stiro (1500 w x 4h/settimana)=0.85kwh/giorno Ferro_Stiro 0.50 kwh/gio rno Ferro_Stiro 0.250 kwh/giorno No Ferro_Stiro..................... TV_computer (100 w x 5h)=0.5 kwh/giorno TV_computer 0.300 kwh/giorno TV_computer 0.100 kwh/giorno No TV_computer................. Condizionamento(1500 w x 6 h)=9 kwh/giorno Condizion.to 6.00 kwh/giorno Condizionto 3.00 kwh/giorno No Condizionamento............ Stereo 200 w x 2h = 0.40 kwh/giorno Stereo 0.25 kwh/giorno Stereo 0 .100 kwh/giorno No Stereo............................ Fono (1200 w x 4 h/settimana)= 0.685 kwh Fono 0.30 kwh/giorno Fono 0.1 5 kwh/giorno No Fono.............................. Forno_microonde(1500 w x 10 ')=0.25 kwh/giorno Forno_micro 0.150 kwh/gi orno Forno_micro 0.100 kwh/giorno No Forno_microonde........... Aspirapolvere (1500 w x 3 h/settimana )=0.65 kwh/giorno Aspirapolvere 0. 50 kwh/giorno Aspirapolvere 0.25 kwh/giorno No Aspirapolvere................ . Barbecue (1500 w x 2 h/settimana)= 0.43 kwh/giorno Barbecue 0.25 kwh/giorno Barbecue 0.150 kwh/giorno No Barbecue........................

Indice dei consumi elettrici Risparmiare fino a 100 euro l'anno sulla bolletta elettrica Adottando alcuni semplici accorgimenti, una famiglia tipo (consumo annuo 2700 kW h) pu risparmiare almeno il 20 per cento di corrente, pari a circa 100 euro l'ann o. Il problema che molte persone non han-no la minima idea sull'entit dei loro con-s umi, n sulle possibilit di risparmio. L'indice dei consumi elettrici, un utile strumento di controllo L'indice dei consumi elettrici (ICE), elabo-rato dal Verbraucherzentrale-Bundesv erband tedesco, permette di de-terminare un valore-obiettivo riferito alle propr ia situazione familiare e quindi di quantificare il possibile margine di risparmio sul medio e lungo periodo. L'ICE si calcola nel modo seguente:

Per nuclei familiari senza scaldacqua elettrico: numero componenti x 500 kWh + 500 kWh = valore-obiettivo in kWh Per nuclei familiari con scaldacqua elettri-co: numero componenti x 500 kWh + 500 kWh + (numero componenti x 500 kWh) = valore-o biettivo in kWh Se i vostri consumi elettrici risultano superiori al valore-obiettivo ottenuto c on il precedente calcolo, allora necessario correre ai ripari. Una prima riduzione pari al 20 per cento circa di energia, ossia 100 euro circa, si pu ottenere semplicemente sostituendo le normali lampadine con lampadine a ba sso consumo, spegnendo completa-mente tutti gli apparecchi che di solito vengono lasciati in stand by, nonch sostituendo il frigorifero e/o il congelatore che so no in uso da molti anni. Secondo il Verbraucherzentrale-Bundesverband, l'investi mento per nuovi apparecchi elettrici in sostituzione di quelli obsoleti permette di ridurre fino al 50 per cento i consumi elettrici nel medio periodo. Esempio di calcolo Una famiglia di due persone consuma annualmente 3.200 kWh di elettricit; la produ zione di acqua calda sanitaria garantita dalla caldaia installata in cantina. In tal caso l'ICE si calcola come segue: 2 persone x 500 kWh + 500 kWh = 1.500 kWh Il risultato di questo calcolo il nostro va-lore-obiettivo, pari a 1.500 kWh. Da esso si evince che la famiglia in questione pu ridurre i suoi attuali consumi di ben 1.700 kWh (3.200 kWh 1.500 kWh), ossia del 53 per cento. Attuando subito alcune semplici misure contro gli sprechi, si pu ottenere a breve un risparmio di 650 kWh circa di elettricit, pari al 20 per cento dei consumi ef fettivi attuali. Il risparmio economico si aggira sui 112 euro circa nel breve periodo e fino a 2 93 euro nel medio periodo. Potenzialit di risparmio per una famiglia di due persone sostituendo 4 lampadine tradizionali (da 60 W) con lampadine a basso consumo (11 W) si risparmiano subito 43 euro sulla bolletta elettrica annua. Ma attenzione: le lampadine a basso con-sumo sono fonte di inquinamento elettromagnetico! Pertanto vanno impiegate solo dove sia garantita un'adeguata distanza tra corpo illuminante e le persone che si trattengono nella stanza; evitando di lasciare gli apparecchi in stand by si risparmiano circa 86 euro; le prese multiple ("ciabatte") con interrut-tore generale permettono di spegnere completamente l'80 per cento degli apparecchi elettrici presenti in un'abitazio ne, risparmiando 70 euro circa l'anno; altri 23 euro si possono risparmiare sosti-tuendo il frigo-congelatore obsoleto con un apparecchio di nuova generazione che garantisca un'alta efficienza in ter mini di consumi energetici; eliminando il frigorifero in uso da 20 anni e oltre per acquistarne uno di class e A++, si risparmiano fino a 29 euro sulla bolletta elettrica; eliminando invece un congelatore in uso da 13 anni per sostituirlo con uno di cl as-se A++, si risparmiano fino a 56 euro; l'acquisto di un nuovo asciugabiancheria permette di risparmiare fino a 28 euro rispetto a un apparecchio di vecchia concezione; un televisore con tubo catodico o LCD permette di risparmiare circa 73 euro l'an no rispetto a un apparecchio al plasma (utilizzo medio giornaliero 4,5 ore). Fonte: www.vzbv.de

(Verbraucherzentrale-Bundesverband)

Consigli per far consumare meno il frigorifero Decalogo di consigli per risparmiare nell uso del frigorifero e alcuni accorgiment i che consentono una migliore gestione del frigorifero con una pi attenta conserv azione dei cibi: POSIZIONARE IL FRIGORIFERO: SCEGLIRE UN PUNTO FRESCO: Collocate il frigorifero n el punto pi fresco della cucina,comunque lontano dai fornelli, dal termosifone e dalla finestra, per non sottoporlo a sbalzi di temperatura. LA DISTANZA GIUSTA D AL MURO: E bene mantenere almeno dieci centimetri dai muri. In questo modo intorn o al frigorifero rimane spazio sufficiente per una buona ventilazione, condizion e necessaria per evitare il surriscaldamento e un consumo elevato. REGOLAZIONE: Regolate il termostato su posizioni intermedie. Posizioni pi fredde fanno aumentare i consumi del 10/15 per cento. TEMPERATURA NEL FRIGO: Controllate la temperatura magari con l aiuto di un piccolo termometro. Deve essere compresa tra 0 e 5 gradi. Regolate il termostato di con seguenza. APERTURA DELLE PORTE DEL FRIGO:Se aprite frequentemente il frigorifero e lo tene te sempre pieno regolate il termostato su una temperatura leggermente pi fredda. La manutenzione del frigorifero importante per ridurre i consumi energetici POSIZIONAMENTO DEL CONTENUTO: Ponete il cibo lontano dalle pareti del frigorifer o. I CIBI NEL FRIGO: Evitate di introdurre nel frigo alimenti ancora caldi per s congiurare la formazione di ghiaccio sulle pareti. I cibi cotti vanno chiusi in recipienti ermetici, lasciati raffreddare, poi posti su una griglia centrale del frigorifero. PROTEZIONE DEI CIBI NEL FRIGO: I cibi devono essere protetti in modo corretto. C onservate solo gli imballi originali del latte, del burro e dei formaggi confezi onati. Prima di metterle nel frigo pulite bottiglie e barattoli. Per gli altri p rodotti utilizzate carta per alimenti o sacchetti per vegetali, in ogni caso evi tate le confezioni del negozio. DOVE METTERE I VARI CIBI: La zona pi fredda quella in basso, sistemate quindi i c ibi secondo il loro grado di conservazione. Per esempio il pesce e la carne andr ebbero sopra i cassetti della verdura, i formaggi e le uova sullo scomparto pi in alto. Il pesce va sempre pulito ed eviscerato prima di essere conservato. La ca rne macinata va chiusa in un contenitore ermetico. Le uova potrebbero essere pop olate da salmonelle, e quindi non dovrebbero entrare in contatto con altri alime nti. Le nicchie del frigo che le ospitano vanno lavate spesso. Le verdure si con servano intere. A tagliarle si favorirebbe il deperimento oltre a disperdere le vitamine e i sali minerali. Frutta e verdura vanno lavate per eliminare la terra , asciugate accuratamente quindi riposte in frigo in sacchetti di carta per favo rire la traspirazione e ridurre l umidit. Le banane, conservate a temperature infer

iori ai 12 gradi, anneriscono. Se fa molto caldo meglio metterle in frigorifero avvolte in carta per alimenti. DURATA DEI CIBI NEL FRIGORIFERO: Gli alimenti hanno tempi di conservazione nel f rigo diversi. Le uova resistono fino a un mese ma formaggi, frutta e verdura van no consumati entro una settimana, entro tre giorni i cibi cotti ed entro due-tre giorni la carne e il pesce. QUANDO SI APRE IL FRIGORIFERO: Prelevate o introducete il cibo velocemente. Ogni volta che si apre lo sportello come se si aprisse il portafoglio. Occorrer tempo ed energia elettrica per riportare il freddo allo stesso livello. VERIFICHE E MANUTENSIONI DEL FRIGORIFERO: Controllate , che il frigorifero da vo i scelto abbia il marchio di qualit IMQ, CE o un altro riconosciuto a livello eur opeo. Cos sarete sicuri che il vostro apparecchio davvero conforme alle norme di legge in materia di sicurezza e mantiene le caratteristiche che dichiara. Verifi cate ogni tanto che le guarnizioni di gomma delle porte siano in buono stato. Pe r questa prova chiudete tra le porte un foglio di carta e provate a tirarlo via: se fatica almeno un po le guarnizioni fanno il loro dovere. In caso contrario ca mbiatele, spenderete un po subito ma alla lunga risparmierete. Dopo aver staccato la corrente, accertatevi che il condensatore o la serpentina sul retro dell appar ecchio siano puliti. Lo strato di polvere che si forma disperdendo il freddo, in fatti, fa aumentare notevolmente i consumi. Lo strato di ghiaccio all interno non deve superare i 5 millimetri. Se necessario, sbrinate l apparecchio perch che non s i formi uno strato isolante che farebbe aumentare il consumo del frigorifero.

isparmiare senza rinunce Prima di consumare meglio informarsi. possibile risparmiare molto denaro recandosi prima dell acquisto all infopoint del C entro Tutela Consumatori e nelle singole comunit comprensoriali che offrono la co nsulenza ai consumatori e sul bilancio familiare come il Burgraviato, la Valle d I sarco e la Val Pusteria: possibile consultare vari test in modo tale da trovare il miglior rapporto qualit-prezzo. Tutti i principali test sono reperibili anche presso lo sportello mobile, che passa mensilmente in tutti i principali comuni. Inoltre possibile avere informazioni gratuite riguardo a crediti, vendite rateal i, assicurazioni vita, investimenti, tariffe telefoniche sociali, assicurazioni auto, finanziamenti casa ecc. Bilancio familiare CONSIGLIO 1: Tenendo un quaderno del bilancio familiare vi stupirete vedendo in cosa spendete il denaro e vi accorgerete che qualche spesa potrebbe essere super flua. Solo il fatto di annotare le spese porta a riflettere: posso spendere di m

eno? CONSIGLIO 2: Se una famiglia beve quotidianamente due bottiglie di acqua mineral e, spender annualmente 235 Euro. Producendola in casa invece la spesa sar di soli 36(!) Euro. Per la produzione propria necessaria la macchina ma il suo costo si ripaga ampiamente. D altronde in molti comuni altoatesini l acqua del sindaco molto pi buona di quella imbottigliata. CONSIGLIO 3: Facendo la doccia invece del bagno risparmiate non solo acqua ma an che energia. CONSIGLIO 4: Costruite nel vostro Wc uno scarico con un dispositivo per risparmi are acqua. In una famiglia di 4 persone porta a risparmiare fino a 30.000 litri di acqua all anno. CONSIGLIO 5: Quando lasciate scorrere l acqua aspettando che diventi calda usate q uella fredda per annaffiare i fiori oppure quella piovana. CONSIGLIO 6: Chiudere il rubinetto mentre vi lavate i denti, ci si insapona o ci si lava le mani. CONSIGLIO 7: Pensare alla spazzatura gi al momento dell acquisto poich in quasi tutt i i comuni altoatesini si paga di pi quando si produce pi immondizia. Preferire co ntenitori riciclabili, evitare pacchetti inutili. Al momento dell acquisto conside rare la qualit, la durata del prodotto e la possibilit di riparazioni. Corrente elettrica CONSIGLIO 1: Un frigorifero non deve stare vicino ai fornelli o al riscaldamento e non deve neanche essere al massimo. Il latte va bene anche al livello 1. Anco ra pi corrente risparmia chi scongela regolarmente il freezer. Infatti pi spesso l o strato di ghiaccio maggiore il consumo di corrente. Durante le vacanze il frig o pu rimanere vuoto e quindi essere spento. CONSIGLIO 2: I boiler nella maggior parte dei bilanci familiari consumano troppa elettricit. Chi riscalda l acqua a 50 gradi e non a 60 risparmia. Durante le vacan ze il boiler non deve essere in funzione. CONSIGLIO 3: I fornelli elettrici riscaldano a lungo anche dopo lo spegnimento. Perc spegnere prima che la pasta sia pronta: il calore residuo pi che sufficiente. Oppure: mettere sul fornello caldo un vaso con dell acqua cos l acqua per le stovigl ie sporche sar gi calda. CONSIGLIO 4: I rilevatori di movimento per le luci esterne andrebbero regolati p er la durata di pochi secondi: se un gatto corre sul terreno la luce esterna non deve restare accesa 5 minuti. Altrimenti usare lampadine risparmio. CONSIGLIO 5: Una lampadina di risparmio energetico da 15 watt illumina come una lampadina normale da 75 watt. Si possono risparmiare fino a 66 all anno. Inoltre u na lampadina del genere dura fino a 8000 ore mentre una normale non pi di 1000. P er attenzione all eventuale elettrosmog. CONSIGLIO 6: Le lampadine alogene consumano molta pi energia: solo il trasformato re consuma il 10% delle prestazioni della lampadina. In linea di massima vale il seguente discorso: luce spenta se nessuno nella stanza. CONSIGLIO 7: Non lasciare lo stereo, il televisore, il computer e il videoregist ratore in standby. Non solo la lucetta dello standby consuma energia ma anche l al imentatore, gli orologi incorporati e gli accumulatori elettronici. Potete rispa rmiare fino a 102 all anno staccando questi apparecchi dalla corrente. CONSIGLIO 8: Se il bucato non davvero sporco usare il modo di lavaggio ecologico . Fa risparmiare denaro e inquina meno. CONSIGLIO 9: Avete bisogno di una nuova lavatrice, di un nuovo frigorifero o di una nuova lavastoviglie? Fate attenzione al momento dell acquisto non solo al prez zo ma anche al consumo di energia. Riscaldamento CONSIGLIO 1: Non tenere le finestre sempre aperte in obliquo tutto il giorno. An cora meglio: aprirle 2-3 volte al giorno per qualche minuto. CONSIGLIO 2: Durante periodi di assenza e notturni abbassate la temperatura di 4 gradi. Questo riduce i costi del riscaldamento del 10%! CONSIGLIO 3: In casa potete tenere una temperatura di 20-22 gradi. Nelle anticam ere bastano 15 gradi. Ogni grado in meno risparmia il 6% di energia. Fate attenz

ione per alle porte chiuse per le camere pi fredde. CONSIGLIO 4: Non coprite i termosifoni con mobili oppure tende pesanti altriment i il calore non pu diffondersi. CONSIGLIO 5: Arieggiate i termosifoni quando rumoreggiano. Significa che l acqua n on circola pi correttamente e l energia va persa. CONSIGLIO 6: La sera chiudete le tende e le tapparelle. Questo accorgimento port a a risparmiare fino al 30% di perdita del calore. CONSIGLIO 7: Isolate le condutture del riscaldamento nella cantina. In questo mo do nel tragitto fino in casa non va perso calore. CONSIGLIO 8: Nella cantina si trova uno dei maggiori consumatori di corrente: la pompa del riscaldamento. Essa pompa l acqua calda nei termosifoni in casa. In alc une case funziona giorno e notte, estate e inverno: non necessario! L apparecchio adopera fino a 500 kWh di energia elettrica. Nella maggior parte dei casi suffic iente tenere a met della potenza per distribuire equamente l acqua. Telefono CONSIGLIO 1: Cellulari. Considerate quale sia per voi la tariffa migliore. Se no n usate spesso il cellulare forse meglio per voi un contratto senza tariffa fiss a. Vale sempre: di giorno fate telefonate corte perch in questi orari le tariffe sono abbastanza care. CONSIGLIO 2: Telefono. Per telefonate interurbane possibile risparmiare componen do prima del numero desiderato il prefisso di un operatore diverso da Telecom (i cosiddetti Call-by-Call). CONSIGLIO 3: Fax. Anche i fax possono essere mandati via internet. Presso molti gestori di e-mail disponibile un numero gratuito di fax. CONSIGLIO 4: Internet. Molti provider offrono una connessione gratuita. Bisogna stare attenti che il provider abbia un numero per la connessione che sia urbano. Auto CONSIGLIO 1: Mettete la quarta marcia gi a 40 km/h. Il motore non si rovina e voi risparmiate fino al 20% di carburante. CONSIGLIO 2: Evitate di spingere troppo sull acceleratore e di frenare inutilmente . Questo riduce il consumo dal 3 al 5%. CONSIGLIO 3: Spegnete il motore se rimanete fermi pi di 30 secondi. CONSIGLIO 4: Controllate la pressione dei pneumatici. Questo ottiene una minore perdita per attrito e il consumo cala. CONSIGLIO 5: Accendete il riscaldamento solo se necessario: consuma molto carbur ante. CONSIGLIO 6: Tenete in ordine il bagagliaio e eliminate la zavorra inutile (per esempio il portapacchi). Minori sono il peso e la resistenza all aria minore sar il consumo. CONSIGLIO 7: Organizzatevi in gruppi quando vi muovete in macchina. CONSIGLIO 8: Approntate la vostra auto per il GPL. Per l installazione di un nuovo impianto o per un nuovo acquisto ci sono incentivi. In seguito viaggerete a sec onda della percorrenza, con circa la met dei costi di consumo. CONSIGLIO 9: Fate attenzione al momento dell acquisto dell auto al consumo. CONSIGLIO 10: Nel settore delle assicurazioni auto ci sono notevoli differenze t ra i premi (fino a oltre il 400%). Pertanto prima di sottoscrivere un nuovo cont ratto e ad ogni scadenza annuale utile confrontare le diverse offerte del mercat o assicurativo. Un aiuto Vi pu dare il "Preventivatore Unico Rc-Auto". uno strume nto online che permette di trovare, tra le 65 compagnie di assicurazione autoriz zate, l'offerta mi-gliore per la propria polizza RC-Auto. Chi non ha l'accesso a d internet o ha difficolt con la compilazione delle schede online, potr rivolgersi al CTCU. Chiedete del Check-up RC auto. Ulteriori informazioni sul tema delle assicurazioni online trovate nel nostro fo glio informativo. Foglio informativo: HC22 Situazione al: 10/2010

Consigli pratici per risparmiare energia Il consumo annuale di elettricit in una famiglia dipende dal numero, dall'et, dall 'efficienza e dalle ore di utilizzo degli elettrodomestici, ma anche dal numero e dalle abitudini dei componenti del nucleo familiare. Controllando sistematicamente questi consumi, ad es. mediante una scheda specifi ca e un impiego oculato degli apparecchi elettrici, si pu gi risparmiare qualcosa senza dover fare grandi investimenti. Consigli di risparmio energetico In generale: abituarsi a risparmiare corrente utilizzando in modo razionale gli apparecchi; acquistare elettrodomestici a basso consumo energetico; utilizzare lampadine a basso consumo energetico; spegnere gli apparecchi quali radio, televisore ecc. dall'interruttore principal e, senza lasciarli in stand-by (lucina rossa accesa); collocare frigorifero e congelatore in un luogo fresco; acquistare frigoriferi e congelatori proporzionati al fabbisogno del nucleo fami liare; utilizzare lavatrice e lavastoviglie solo a pieno carico; inumidire bene i panni prima di stirarli. Cucinare con piastre e forni elettrici: per rassodare le uova, usare l'apposito bollitore; collocare pentole e padelle sulla piastra di dimensioni proporzionate al loro di ametro; durante la cottura, coprire pentole e padelle con il coperchio; spegnere la piastra e il forno elettrico un po' prima della fine cottura, al fin e di sfruttare il calore residuo; utilizzare la pentola a pressione; preriscaldare il forno solo per il tempo strettamente necessario. Quanta corrente consumano i miei elettrodomestici? Per avere un'idea dei consumi energetici dei propri elettrodomestici bisogna leg gere bene i documenti tecnici che li accompagnano. In caso di acquisto di nuovi apparecchi, inoltre, bene scegliere anche tenendo conto dei dati contenuti nell' "etichetta energetica". Se questa etichetta non presente sugli apparecchi di cui gi disponiamo, esistono vari siti internet che forniscono informazioni sui consu mi di talune marche (ad es. www.energyplus.org/italian/). Altri sistemi per verificare i consumi energetici degli apparecchi elettrici son o l'uso di un amperometro (in vendita nei negozi di prodotti elettrici) o il nuo vo contatore elettronico fornito dall'azienda dell'elettricit. Avvertenza: Il Centro Consumatori, mette a disposizione gratuitamente un apparecchio per mis urare i propri consumi elettrici effettivi (compresa la modalit stand-by). Il misuratore pu essere noleggiato per una settimana presso la sede del CTCU, via Brennero 3 (I piano) Bolzano. richiesto il versamento di una cauzione di 30 eur o. Per motivi organizzativi si pregano gli interessati di prenotare il servizio telefonando al numero 0471 941465 (tutti i marted). Consum medi annuali

La seguente tabella aiuta a individuare in modo semplice e rapido il consumo med io annuo di energia elettrica in una famiglia. Fonte di consumo Consumo annuo per famiglie di 1-2 persone Consumo annuo per famiglie di 3-4 persone Illuminazione 300 kWh 430 kWh Cucina elettrica 350 kWh 530 kWh Frigorifero 328 kWh 440 kWh Congelatore 360 kWh 600 kWh Lavatrice 130 kWh 280 kWh Asciugabiancheria 200 kWh 410 kWh Lavastoviglie 190 kWh 350 kWh Televisore, apparecchi audio e video, PC 260 kWh 320 kWh Piccoli apparecchi elettrici 450 kWh 660 kWh Pompa di calore per impianti di riscaldamento centrali e autonomi 270 kWh 350 kWh Altre fonti di consumo non indicate nella tabella(specificare) kWh kWh Totale consumi I dati contenuti nella tabella si riferiscono a famiglie con consumi medi e ad a pparecchi di circa 5 anni d'et. Sommando i dati relativi ai singoli apparecchi si ottiene il consumo medio annuo di energia elettrica in una famiglia. Confrontando tale risultato con i propri consumi effettivi, deducibili dalla bolletta dell'elettricit o dalla scheda di co ntrollo dei consumi energetici (v. sotto), possibile capire se si consuma tanta o poca corrente. Per determinare il consumo medio annuo di energia elettrica in casa propria si p u utilizzare anche il tool disponibile sul sito www.energybox.ch Scheda di controllo dei consumi energetici La scheda permette di fare una statistica e ottenere un quadro esauriente dei pr opri consumi di elettricit, gas e combustibile per riscaldamento. Questo strumento permette di individuare ed eliminare rapidamente eventuali aume nti improvvisi dei consumi energetici. Se i consumi non vengono annotati sistema ticamente, ci si accorger delle anomalie solo all'arrivo della prossima bolletta o quando il serbatoio del gasolio si svuota pi rapidamente del solito. In tal cas o, per, i consumi in eccesso bisogner pagarli comunque. La scheda di controllo ser ve perci anche a evitare spese inutili. La scheda pu essere scaricata gratuitamente dal sito del CTCU oppure ritirata dir ettamente presso la sede del Centro