Sei sulla pagina 1di 2

Brevetto Cardone

Ho ritenuto opportuno esaminare una delle richieste di brevetto internazionale sul piezonucleare che il CNR ha avanzato, intestandola a Fabio Cardone. Il titolo della richiesta di brevetto suona cos:
PROCESS AND PLANT FOR THE PRODUCTION OF ENDOTHERMIC AND EXOTHERMIC PIEZONUCLEAR REACTIONS BY MEANS OF ULTRASOUNDS AND THE CAVITATION OF SUBSTANCES

Scorrendo il testo si trovano strane equazioni come queste due: 1) energy + Fe + Fe Te 2) energy + n + U238 Nt239 + Pt239 + Vale la pena di dedicargli attenzione. Reazione 1). Nella convenzione chimica, energy del primo membro significa esclusivamente energia termica. Nelle convenzione delle chimica nucleare la parola energy non deve figurare nell'equazione. Cos come scritta, l'espressione di Cardone significa che, fornendo calore alla soluzione salina contente ferro, il ferro si trasforma in tellurio. Anche l'energia meccanica di cavitazione pu essere assimilata a energia termica, energia disordinata che si scarica sulla soluzione nel suo complesso. E' estremamente improbabile che due ioni di ferro dispersi in soluzione acquosa vengano scagliati l'uno contro l'altro con l'energia cinetica necessaria per superare la barriera di potenziale coulombiano, anche in presenza di un flash di energia meccanica conseguente a una cavitazione. Dal punto di vista energetico, la reazione in salita, nel senso che endoergica (non endotermica, come scrive Cardone, che usa la terminologia della chimica convenzionale). La differenza di energia tra stato iniziale e stato finale di ben 4,4 MeV. Gli ultrasuoni dovrebbero non solo fornire questa energia, ma anche superare l'enorme barriera coulombiana rappresentata da due nuclei di 26 protoni. E' chiaro che l'impiego di un'energia generica, disordinata, come quella che gli ultrasuoni possono fornire, sia pure in regime di cavitazione, non pu portare alla fusione di due nuclei di ferro. Si tratta di una reazione nucleare estremamente impegnativa che pu essere ottenuta solo usando grandi acceleratori, che forniscono energia solo alla particelle che devono interagire e non all'ambiente che le contiene. La reazione che ne consegue sarebbe comunque una spallation, dato che non si verifica mai che il dosaggio dell'energia d'urto sia cos fine da portare a una struttura stabile; l'urto, quando utile, porta alla frantumazione di entrambi i nuclei.

Reazione 2). Su energy si possono fare le considerazioni gi esposte per la reazione 1). In pi, Cardone ignora che la sezione d'urto di assorbimento neutronico di 238U massima per i neutroni termici, quindi l'energia che aggiunge non fa che inibire la reazione. La reazione scritta in modo scorretto, perch la somma di un neutrone a un nucleo di 238 U produce 239U (non riportato) che decade con formazione di 239Np (non Nt!), che decade con formazione di 239Pu (non Pt, Platino!). Se si cerca di capire come vengono prodotti i neutroni, si legge: The process for the generation of neutrons takes place by applying ultrasounds and cavitation to the working liquid (hereinafter also called the primary working liquid) in such a way as to bring about the implosion of the gas bubbles (generally air) naturally present in the liquid phase, and thus the neutrons are produced in an exclusively acoustic manner without the contribution of external ionising radiation. Quindi Cardone afferma di essere in grado di produrre neutroni trattando una soluzione acquosa di un sale di ferro con ultrasuoni in regime di cavitazione. Non viene proposto un meccanismo, una reazione, assolutamente niente. Sembra peraltro convinto che radiazioni ionizzanti provenienti dall'esterno producano neutroni. Tutto il testo del brevetto appare incredibilmente confuso. Il funzionario dell'Ufficio Brevetti scrive: The claims attempt to define the subject-matter in terms of the result to be achieved, which merely amounts to a statement of the the underlying problem, without providing the technical features necessary for achieving this result. Difficile pensare che il brevetto sia stato concesso, ma potrebbe anche essere; i funzionari si attengono a codici strettissimi di giudizio che possono essere superati senza troppe difficolt se non sono scritti concetti proibiti come fusione fredda, moto perpetuo e pochi altri tab. http://www.wipo.int/patentscope/search/en/detail.jsf;jsessionid=C507F4E19A44B59DEFB CFB4C1A578554.wapp2? docId=WO2008041255&recNum=1&maxRec=&office=&prevFilter=&sortOption=&queryStri ng=&tab=PCTDescription Non escludo di modificare il testo di questa nota, in seguito a una lettura pi approfondita del brevetto. Pisa, 4 gennaio 2012

Potrebbero piacerti anche