Sei sulla pagina 1di 1

SABATO 31 DICEMBRE 2011 GAZZETTA

Almanacco 2011

29

LA FRASE
Devo ricordare che tra primo mandato e quello in corso sono molte le cose che abbiamo fatto a cominciare dalla sistemazione della viabilit con le rotatorie, il sistema delle tangenziali che va a compimento con l'ultimo pezzo che condurr all'ingresso di Modena Sud. E poi? L'ex ospedale SantAgostino, l'area San Paolo, la manifattura tabacchi, l'ex sede dei Salesiani, e ancora la decisione sulla nuova sede della Provincia, quella della prefettura, la casa natale Ferrari Giorgio Pighi
Sindaco di Modena

Uccisa e abbandonata nel Percorso Natura


maggio
Il corpo privo di vita di una 48enne di origine polacca, Anna Teresa Urbaniak, stato ritrovato il 6 maggio, coperto da un telo, lungo il Percorso Natura del Panaro, a poca distanza dal versante del comune di Marano. La donna, la badante di un ultrasessantenne di cui era anche ospite a Vignola, era scomparsa da diversi giorni senza lasciare alcuna notizia di s. Gli inquirenti nel corso delle indagini hanno analizzato diverse piste possibili, dal delitto passionale fino al sospetto di un maniaco. Questultima ipotesi, dato che la donna prima di essere uccisa con dieci coltellata era stata violentata e sodomizzata, si rivel quella reale. Ed infatti alla fine del mese scatt larresto di Francisco Silva Celio, un senzatetto brasiliano di 35 anni, inchiodato dal cellulare della vittima. Celio aveva usato il telefono dopo lomicidio, per fare alcune chiamate tramite le quali le forze dellordine sono risalite a lui. Altro indizio grave nei confronti del brasiliano arriv dalle analisi del Dna effettuate dai Ris di Parma: gli uomini della scientifica infatti hanno indicato una affiliazione altamente probabile al dna delle tracce biologiche trovate alinterno del corpo straziato della polacca con quelle di Celio. Il brasiliano tuttora in carcere in attesa di giudizio.

Il luogo del delitto

Elezioni, il centrosinistra vince 5 a 1


Voto per il sindaco in sei comuni della provincia, solo Montefiorino va al centrodestra
Tra domenica 15 maggio e luned 16 lItalia va alle urne, per le elezioni amministrative 2011. Nella nostra provincia gli elettori chiamati alle urne sono stati 36691 per la scelta dei sindaci di 6 comuni: Finale Emilia, Montefiorino, Palagano, Pavullo, Sestola e Zocca. Per cinque sindaci la vittoria arrivata al primo turno, mentre solo Finale andato al ballottaggio che si svolto 15 giorni dopo il primo turno. A Pavullo la vittoria andata a Romani Canovi del centrosinistra, che si conferma sindaco con un ampio margine incamerando oltre il 56% dei voti. Sconfitta la coalizione di centrodestra, guidata da Fiorella Bernardoni, ferma a circa il 35%. Anche a Sestola il centrosinistra ad ottenere la carica di sindaco: a vincere Marco Bonucchi, che viene rieletto con il 73% dei voti. Il candidato del Pdl Giulio Bastai chiude al 12,29%, risultato poco superiore al candidato della Lega Nord Annibale Tintorri che chiude al 12,17%. I dati mostrano come a Sestola non ci sia stata storia per la corsa a sindaco. Discorso ben diverso per quanto concerne Montefiorino: a vincere la candidata del centrodestra Antonella Gualmini con il 56,71%. Con 208 voti di scarto sulluomo scelto dal centrosinistra Oscar Casini, che ottiene il 43,28% delle preferenze. A Zocca la fascia tricolore finisce a Pietro Balugani, candidato del centrosinistra, con il 48,33% dei voti. Una vittoria netta sugli altri due canditati: Livio Degliesposti (Lega Nord) ottiene il 30,91% delle preferenze, mentre il candidato di Paese reale Giuseppe Bicocchi si ferma al 20,75%. A Finale, come detto, non sufficiente il primo turno per decidere il sindaco: al primo giro di urne Fernando Ferioli (centrosinistra) ottiene il 46,22%, mentre il candidato del centrodestra Maurizio Poletti il 38,76%. Quindi i finalesi 15 giorni dopo si recano alle urne per il ballottaggio tra i due aspiranti sindaci. A spuntarla il 30 maggio sar Ferioli con 4.545 preferenze pari al 54,18% dei voti, con Poletti fermo a 3.844 (45,82%).

DIARIO
LA CURIOSITA

Gioca alla guerra si ferisce davvero


ss Il 47enne carpigiano Adriano Cossu rimasto ferito durante una prova di soft-air, unattivit creativa in cui si simula la guerra. Cossu nel gioco caduto da una scarpata di 10 metri, riportando ferite al volto e un forte trauma cranico.
lincidente

LA FOTO DEL MESE

Via Emilia allagata, sembra il Canalgrande di Venezia

Passa la Mille Miglia Auto sulla folla


ss A Mirandola durante il passaggio della Mille Miglia, la storica corsa automobilistica, due spettatrici sono state travolte da altrettante Ferrari depoca che sono uscite di strada: fratture multiple alle gambe per le due donne investite.
la storia

s s Modena o CanalGrande a Venezia? Laccostamento non del tutto insolito la mattina del 28 maggio

Nascondeva un arsenale in casa


ss Un arsenale nascosto in casa. E' quello recuperato dagli agenti della polizia a casa di un imbianchino incensurato di 50 anni. Le armi erano nascoste in diverse abitazioni di sua propriet ubicate nei comuni di Sassuolo e Fiorano.
STORIA DI RAGAZZI

una tubatura del 1936 cede in almeno due punti, facendo sgorgare in pieno centro dai 3600 ai 6mila litri di acqua allora, allagando la via Emilia. Ingenti danni per le attivit commerciali colpite dallinondazione, che in alcuni punto ha toccato i 10 centimetri. Ci sono volute diverse ore ai Vigili del fuoco e ai tecnici Hera per riportare la situazione alla normalit. Tanti i curiosi che si sono soffermati in centro per vedere uno spettacolo decisamente inusuale.

il delitto

LA MOBILITAZIONE CGIL

LINIZIATIVA

Omicidio a coltellate nel parcheggio di una discoteca


Un medollese di 24 anni, immigrato dal Marocco, stato arrestato per lomicidio di un connazionale di 31. Lomicidio, avvenuto il Primo Maggio, stato commesso con 5 coltellate nei pressi di una discoteca di Caselle di Crevalcore dopo una lite.

Sciopero generale, migliaia in piazza


Doppio corteo e grande adesione dei lavoratori modenesi
In piazza ci sono pi di 10mila persone. Parole di Donato Pivanti, segretario generale della Cgil modenese a margine dello sciopero di venerd 6 maggio. I due cortei organizzati dal sindacato, con la Fiom in testa, sono confluiti in piazza Grande, per l'intervento di Enrico Panini della segreteria nazionale Cgil. A Modena una piazza cos non si vedeva da 20 anni, ha commentato il segretario Fiom-Cgil, Fiorani. Secondo i dati sulle adesioni ci sono aziende col 100% di astensioni, come Abit Coop, Coop Legno e Civ riunite. Tra le ceramiche le prime cifre hanno registrato un' adesione tra il 90 e il 70%. Sorpresa nel metalmeccanico. Ci sono aziende completamente vuote, - ha fatto sapere Fioranicome la Maserati, dove si parla di un'adesione dell'80%. Pagina a cura di Giovanni Balugani

La Notte bianca versione tutto aperto conquista i modenesi


Il centro preso d'assalto, negozi tutti aperti, decine di migliaia di persone a passeggio, bar e ristoranti gremiti, piazze piene. Trionfo per la prima notte bianca di Modena il 14 maggio. Nel pomeriggio, la Mille Miglia per le strade della citt. Poi musica ed eventi fino a notte fonda.

Una fuga in treno per lamore


ss stata rintracciata dalla polfer di Foggia la sedicenne rumena residente a Modena, scappata di casa per recarsi a Lecce per incontrare un giovane coetaneo conosciuto su facebook. I genitori hanno recuperato la giovane in Puglia al termine di una giornata di grande apprensione.