Sei sulla pagina 1di 284

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8467

Parte I LEGGI, DECRETI E REGOLAMENTI DELLA REGIONE ________

Il presente decreto sar pubblicato integralmente sul BUR della Regione Basilicata. Potenza, 30 luglio 2010 DE FILIPPO

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 30 luglio 2010, n. 212. DPGR n. DPGR n. 942 del 30 ottobre 1996. Specificazione compiti Commissario Fondazione Motta Laurenzana. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (omissis) DECRETA - il sig. Michele De Bellis, nella qualit di commissario della Fondazione Motta, giusta DPGR n. 942 del 30 ottobre 1996, ha il mandato di provvedere, entro e non oltre 90 giorni dalla data di pubblicazione del presente provvedimento, pena la decadenza dall'incarico, a reperire tutta la documentazione relativa alla Fondazione, anche giacente presso altri enti, e a fornirla all'Ufficio competente, ai fini dell'accertamento della natura giuridica dell'ente; - entro lo stesso termine il commissario dovr, altres, fornire una dettagliata relazione sull'attivit svolta dalla Fondazione, dalla data della nomina ad oggi, corredata da eventuali documenti che attestino l'avvenuta erogazione di borse di studio o di qualsiasi altra forma di assistenza a favore dei bisognosi, al fine di verificare se questa sia riconducibile alle normali attivit istituzionali di un ente di diritto privato o se, di contro, risulti compatibile, con le finalit pubbliche individuate dall'art. 1 della legge n. 6972 del 1890; Tutti gli atti ai quali fatto esplicito riferimento nella premessa e nel testo del presente decreto, sono depositati presso l'Ufficio Affari Istituzionali ed Affari Generali della Presidenza che ne curer la conservazione nei modi di legge.

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 2 agosto 2010, n. 213. Legge Regionale 27.06.2008, n. 11 e successive modificazioni ed integrazioni - Commissario straordinario della Comunit Montana della Basilicata Alto Agri. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (omissis) DECRETA 1. Nelle more del completamento del processo di riordino territoriale e razionalizzazione degli enti locali e delle funzioni intermedie di cui alla L.R. 27.06.2008, n. 11 e successive modificazioni ed integrazioni, di nominare Commissario Straordinario della Comunit Montana "Alto Agri" il Signor Cantiani Claudio Sergio fino al 31 Dicembre 2010, ovvero fino alla data di efficacia del decreto di cui all'art. 16, comma 2, della L.R. n. 11/2008, se anteriore. 2. Al Commissario conferita la nomina, con i compiti, i poteri, il compenso e secondo le previsioni tutte di cui al presente decreto. 3. Il Commissario straordinario esercita le attribuzioni spettanti al Presidente, alla Giunta ed al Consiglio nonch ogni altro potere ed incarico connesso alle medesime cariche. 4. Di stabilire, in particolare, che: - il Commissario straordinario provvede all'adozione degli atti amministrativi necessari a garantire senza interruzioni il funzionamento della Comunit Montana in attesa della definizione del processo di successione a tale Ente, e sovraintende alle operazioni necessarie al passaggio al nuovo regime di cui alla L.R. n. 11/2008 secondo le modalit e termini indicati nelle disposizioni di cui in premessa, gli indirizzi di cui al presente decreto e secondo gli ulteriori

8468

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

indirizzi attuativi diramati dall'Amministrazione regionale; - il Commissario straordinario provvede all'adozione di tutti gli atti di competenza della Giunta e del Consiglio comunitario previo parere obbligatorio della Conferenza dei Sindaci ricompresi nel territorio della rispettiva Comunit Montana, nonch alla trasmissione di tutti gli atti adottati, entro il termine di giorni cinque, alla Regione Basilicata, Ufficio Autonomie Locali e Decentramento Amministrativo; - il Commissario Straordinario provvede alla gestione ed all'amministrazione della Comunit Montana per quanto concerne gli adempimenti di legge, garantendo la continuit dell'azione amministrativa e la gestione ordinaria della Comunit Montana, dovendo tutte le altre attivit essere autorizzate dalla Regione Basilicata, significando che per la disposizione dei diritti di qualsiasi natura concernenti il Patrimonio della Comunit Montana deve essere acquisita, in ogni caso, l'autorizzazione della Regione Basilicata; - il Commissario straordinario provvede agli adempimenti previsti, in generale, dalla Legge Regionale 27.06.2008, n. 11 e, in particolare, dall'art. 66 e dal comma 2 dell'art. 69; - il Commissario straordinario, per lo svolgimento delle attivit e al fine di conseguire l'omogenea e coordinata implementazione delle Comunit Locali sul territorio regionale anche con riferimento agli adempimenti previsti dagli articoli 65 e seguenti della Legge Regionale 27.06.2008, n. 11, si avvale delle strutture della Comunit Montana ed in particolare dell'assistenza e della consulenza del Segretario di Comunit Montana in servizio di ruolo alla data del 30.06.2009 o del Segretario di ruolo di Comunit Montana in servizio a scavalco alla data del 30.06.2009 o, in mancanza, del Segretario

di Comunit Montana in servizio di ruolo presso altra Comunit Montana della Regione Basilicata previo accordo con l'Ente di appartenenza e con il riconoscimento di indennit commisurata all'effettivo impegno; - il Commissario straordinario provvede alla puntuale applicazione delle disposizioni in materia di personale dettate dall'art. 66 della Legge Regionale 27.06.2008, n. 11, osservando, in particolare, il disposto del comma 5 del menzionato articolo laddove fatto divieto di procedere ad assunzioni o contratti di lavoro a qualsiasi titolo. 4. Il Commissario straordinario tenuto a trasmettere una relazione sulla gestione commissariale, con evidenziazione degli atti e delle iniziative messe in campo per il conseguimento dell'obiettivo primario della costituzione dei nuovi enti intermedi di governo di area vasta di cui alla L.R. n. 11/2008, acquisito il parere della Conferenza dei Sindaci, unitamente alla ricognizione dei beni e rapporti giuridici da trasferire nel processo di successione, entro 30 Settembre 2010. 5. Di attribuire al Commissario straordinario un compenso, a carico del bilancio della Comunit Montana, pari allindennit spettante al Presidente della Comunit Montana, come ridefinita dall'art. 71 della Legge Regionale 27.06.2008, n. 11, oltre al rimborso delle spese sostenute secondo la normativa vigente. 6. Di conferire al Dirigente dell'Ufficio Autonomie Locali e Decentramento Amministrativo del Dipartimento Presidenza della Giunta della Regione Basilicata le funzioni di coordinamento, di vigilanza e di raccordo operativo, anche mediante l'emanazione di specifiche direttive o atti equipollenti aventi carattere vincolante, delle attivit poste in capo al Commissario straordinario al fine di realizzare il processo di implementazione delle Comunit Locali sull'intero territorio regionale secondo obiettive modalit di

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8469

omogeneit e di uniformit sia delle procedure che della tempistica. 7. L'inosservanza degli obblighi e prescrizioni di cui al presente decreto e degli ulteriori indirizzi attuativi diramati dall'Amministrazione regionale comporter la sostituzione del Commissario. 8. Di demandare al Dirigente dell'Ufficio Autonomie Locali e Decentramento Amministrativo del Dipartimento Presidenza della Giunta della Regione Basilicata lo svolgimento di tutte le attivit ritenute necessarie per l'esecuzione del presente Decreto. Il presente decreto pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata. Potenza, 2 agosto 2010 DE FILIPPO

Tutta la documentazione cui si fa riferimento nel presente decreto depositata presso l'Ufficio competente. Potenza, 9 agosto 2010 DE FILIPPO

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 9 agosto 2010, n. 215. L.R. n. 50/97 Art. 3 Albo Regionale delle Societ Cooperative: Iscrizione della Cooperativa LA MURGESE Via Salvo D'Acquisto, 28 Matera. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (omissis) DECRETA 1. La Cooperativa LA MURGESE con sede legale in Matera - Via Salvo D'Acquisto, 28 - ISCRITTA all'Albo Regionale delle Societ Cooperative al n. 638 dell'Elenco Generale ed al n. 61 della Sezione EDILIZIA. 2. E' fatto obbligo alla Cooperativa LA MURGESE con sede legale in Matera, pena la cancellazione dall'Albo, di inviare all'Assessore alle AA.PP., Politiche dell'Impresa, Innovazione Tecnologica il bilancio di esercizio ogni anno entro 90 giorni dalla data dell'avvenuto deposito presso il Registro Ditte, unitamente ad eventuali variazioni dello Statuto e delle cariche sociali. 3. Il presente decreto pubblicato sul B.U. della Regione Basilicata. Copia del presente atto sar inviata all'interessato. Tutta la documentazione cui si fa riferimento nel presente decreto depositata presso l'Ufficio competente. Potenza, 9 agosto 2010 DE FILIPPO

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 9 agosto 2010, n. 214. L.R. n. 50/97 Art. 3 Albo Regionale delle Societ Cooperative: Iscrizione della Cooperativa SER. TUR. Viale Siris, 40 Nova Siri. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (omissis) DECRETA 1. La Cooperativa SER. TUR. con sede legale in Nova Siri - Viale Siris, 40 - ISCRITTA all'Albo Regionale delle Societ Cooperative al n. 637 dell'Elenco Generale ed al n. 191 della Sezione PRODUZIONE LAVORO. 2. E' fatto obbligo alla Cooperativa SER. TUR. con sede legale in Nova Siri, pena la cancellazione dall'Albo, di inviare all'Assessore alle AA.PP., Politiche dell'Impresa, Innovazione Tecnologica il bilancio di esercizio ogni anno entro 90 giorni dalla data dell'avvenuto deposito presso il Registro Ditte, unitamente ad eventuali variazioni dello Statuto e delle cariche sociali. 3. Il presente decreto pubblicato sul B.U. della Regione Basilicata. Copia del presente atto sar inviata all'interessato.

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 9 agosto 2010, n. 216. L.R. n. 50/97 Art. 3 Albo Regionale delle Societ Cooperative: Iscrizione della Coo-

8470

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

perativa ATELIER ARTEMIS Piazza Graziadei snc Laurenzana. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (omissis) DECRETA 1. La Cooperativa ATELIER ARTEMIS con sede legale in LAURENZANA - Piazza Graziadei snc - ISCRITTA all'Albo Regionale delle Societ Cooperative al n. 639 dell'Elenco Generale ed al n. 192 della Sezione PRODUZIONE LAVORO. 2. E' fatto obbligo alla Cooperativa ATELIER ARTEMIS, con sede legale in Laurenzana, pena la cancellazione dall'Albo, di inviare all'Assessore alle AA.PP., Politiche dell'Impresa, Innovazione Tecnologica il bilancio di esercizio ogni anno entro 90 giorni dalla data dell'avvenuto deposito presso il Registro Ditte, unitamente ad eventuali variazioni dello Statuto e delle cariche sociali. 3. Il presente decreto pubblicato sul B.U. della Regione Basilicata. Copia del presente atto sar inviata all'interessato. Tutta la documentazione cui si fa riferimento nel presente decreto depositata presso l'Ufficio competente. Potenza, 9 agosto 2010 DE FILIPPO

al n. 193 della Sezione PRODUZIONE LAVORO. 2. E' fatto obbligo alla Cooperativa LA PERLA PREZIOSA con sede legale in Laurenzana, pena la cancellazione dall'Albo, di inviare all'Assessore alle AA.PP., Politiche dell'Impresa, Innovazione Tecnologica il bilancio di esercizio ogni anno entro 90 giorni dalla data dell'avvenuto deposito presso il Registro Ditte, unitamente ad eventuali variazioni dello Statuto e delle cariche sociali. 3. Il presente decreto pubblicato sul B.U. della Regione Basilicata. Copia del presente atto sar inviata all'interessato. Tutta la documentazione cui si fa riferimento nel presente decreto depositata presso l'Ufficio competente. Potenza, 9 agosto 2010 DE FILIPPO DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 9 agosto 2010, n. 218. L.R. n. 50/97 Art. 3 Albo Regionale delle Societ Cooperative: Iscrizione della Cooperativa TELLUSMATER Via Pietro Lacava, 91 Latronico. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (omissis) DECRETA 1. La Cooperativa TELLUSMATER con sede legale in Latronico - Via Pietro Lacava, 91 - ISCRITTA all'Albo Regionale delle Societ Cooperative al n. 641 dell'Elenco Generale ed al n. 194 della Sezione PRODUZIONE LAVORO. 2. E' fatto obbligo alla Cooperativa TELLUSMATER con sede legale in Latronico, pena la cancellazione dall'Albo, di inviare all'Assessore alle AA.PP., Politiche dell'Impresa, Innovazione Tecnologica il bilancio di esercizio ogni anno entro 90 giorni dalla data dell'avvenuto deposito presso il Registro Ditte, unitamente ad eventuali variazioni dello Statuto e delle cariche sociali.

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 9 agosto 2010, n. 217. L.R. n. 50/97 Art. 3 Albo Regionale delle Societ Cooperative: Iscrizione della Cooperativa LA PERLA PREZIOSA Via Prato, 46 Laurenzana. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (omissis) DECRETA 1. La Cooperativa LA PERLA PREZIOSA con sede legale in Laurenzana - Via Prato, 46 - ISCRITTA all'Albo Regionale delle Societ Cooperative al n. 640 dell'Elenco Generale ed

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8471

3. Il presente decreto pubblicato sul B.U. della Regione Basilicata. Copia del presente atto sar inviata all'interessato. Tutta la documentazione cui si fa riferimento nel presente decreto depositata presso l'Ufficio competente. Potenza, 9 agosto 2010 DE FILIPPO

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 9 agosto 2010, n. 220. L.R. n. 50/97 - Art. 3 - Albo Regionale delle Societ Cooperative: Iscrizione della Cooperativa BASILICATA SERVIZI - Contrada Finaita - Viggiano. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (omissis) DECRETA 1. La Cooperativa BASILICATA SERVIZI con sede legale in Viggiano - Contrada Finaita - ISCRITTA all'Albo Regionale delle Societ Cooperative al n. 643 dell'Elenco Generale ed al n. 196 della Sezione PRODUZIONE LAVORO. 2. E' fatto obbligo alla Cooperativa BASILICATA SERVIZI con sede legale in Viggiano, pena la cancellazione dall'Albo, di inviare all'Assessore alle AA.PP., Politiche dell'Impresa, Innovazione Tecnologica il bilancio di esercizio ogni anno entro 90 giorni dalla data dell'avvenuto deposito presso il Registro Ditte, unitamente ad eventuali variazioni dello Statuto e delle cariche sociali. 3. Il presente decreto pubblicato sul B.U. della Regione Basilicata. Copia del presente atto sar inviata all'interessato. Tutta la documentazione cui si fa riferimento nel presente decreto depositata presso l'Ufficio competente. Potenza, 9 agosto 2010 DE FILIPPO

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 9 agosto 2010, n. 219. L.R. n. 50/97 Art. 3 Albo Regionale delle Societ Cooperative: Iscrizione della Cooperativa G. & B. SERVICE Via Firenze, 4 Tolve. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (omissis) DECRETA 1. La Cooperativa G. & B. SERVICE con sede legale in Tolve - Via Firenze, 4 - ISCRITTA all'Albo Regionale delle Societ Cooperative al n. 642 dell'Elenco Generale ed al n. 195 della Sezione PRODUZIONE LAVORO. 2. E' fatto obbligo alla Cooperativa G. & B. SERVICE con sede legale in Tolve, pena la cancellazione dall'Albo, di inviare all'Assessore alle AA.PP., Politiche dell'Impresa, Innovazione Tecnologica il bilancio di esercizio ogni anno entro 90 giorni dalla data dell'avvenuto deposito presso il Registro Ditte, unitamente ad eventuali variazioni dello Statuto e delle cariche sociali. 3. Il presente decreto pubblicato sul B.U. della Regione Basilicata. Copia del presente atto sar inviata all'interessato. Tutta la documentazione cui si fa riferimento nel presente decreto depositata presso l'Ufficio competente. Potenza, 9 agosto 2010 DE FILIPPO

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 9 agosto 2010, n. 221. L.R. n. 50/97 Art. 3 Albo Regionale delle Societ Cooperative: Iscrizione della Cooperativa AGRICOLA GAUDIANO Via Potenza, 5 Lavello. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (omissis) DECRETA

8472

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

1. La Cooperativa AGRICOLA GAUDIANO con sede legale in LAVELLO - Via Potenza, 5 - ISCRITTA all'Albo Regionale delle Societ Cooperative al n. 644 dell'Elenco Generale ed al n. 94 della Sezione AGRICOLA. 2. E' fatto obbligo alla Cooperativa AGRICOLA GAUDIANO con sede legale in Lavello, pena la cancellazione dall'Albo, di inviare all'Assessore alle AA.PP., Politiche dell'Impresa, Innovazione Tecnologica il bilancio di esercizio ogni anno entro 90 giorni dalla data dell'avvenuto deposito presso il Registro Ditte, unitamente ad eventuali variazioni dello Statuto e delle cariche sociali. 3. Il presente decreto pubblicato sul B.U. della Regione Basilicata. Copia del presente atto sar inviata all'interessato. Tutta la documentazione cui si fa riferimento nel presente decreto depositata presso l'Ufficio competente. Potenza, 9 agosto 2010 DE FILIPPO DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 9 agosto 2010, n. 222. L.R. n. 50/97 Art. 3 Albo Regionale delle Societ Cooperative: Iscrizione della Cooperativa LUACHAN Via Convento, 192 Forenza. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (omissis) DECRETA 1. La Cooperativa LUACHAN con sede legale in Forenza - Via Convento, 192 - ISCRITTA all'Albo Regionale delle Societ Cooperative al n. 645 dell'Elenco Generale ed al n. 197 della Sezione PRODUZIONE LAVORO. 2. E' fatto obbligo alla Cooperativa LUACHAN con sede legale in Forenza, pena la cancellazione dall'Albo, di inviare all'Assessore alle AA.PP., Politiche dell'Impresa, Innovazione Tecnologica il bilancio di esercizio ogni anno entro 90 giorni dalla data dell'avvenuto deposito presso il Registro Ditte, unitamente ad

eventuali variazioni dello Statuto e delle cariche sociali. 3. Il presente decreto pubblicato sul B.U. della Regione Basilicata. Copia del presente atto sar inviata all'interessato. Tutta la documentazione cui si fa riferimento nel presente decreto depositata presso l'Ufficio competente. Potenza, 9 agosto 2010 DE FILIPPO DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 9 agosto 2010, n. 223. L.R. n. 50/97 Art. 3 Albo Regionale delle Societ Cooperative: Iscrizione della Cooperativa IL BORGHESE Via Lucana, 198 Matera. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (omissis) DECRETA 1. La Cooperativa IL BORGHESE con sede legale in Matera - Via Lucana, 198 - ISCRITTA all'Albo Regionale delle Societ Cooperative al n. 646 dell'Elenco Generale ed al n. 198 della Sezione PRODUZIONE LAVORO. 2. E' fatto obbligo alla Cooperativa IL BORGHESE con sede legale in Matera, pena la cancellazione dall'Albo, di inviare all'Assessore alle AA.PP., Politiche dell'Impresa, Innovazione Tecnologica il bilancio di esercizio ogni anno entro 90 giorni dalla data dell'avvenuto deposito presso il Registro Ditte, unitamente ad eventuali variazioni dello Statuto e delle cariche sociali. 3. Il presente decreto pubblicato sul B.U. della Regione Basilicata. Copia del presente atto sar inviata all'interessato. Tutta la documentazione cui si fa riferimento nel presente decreto depositata presso l'Ufficio competente. Potenza, 9 agosto 2010 DE FILIPPO

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8473

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 9 agosto 2010, n. 224. L.R. n. 50/97 Art. 3 Albo Regionale delle Societ Cooperative: Iscrizione della Cooperativa INNOVATION SERVICE Via Delle Arti, 1 Matera. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (omissis) DECRETA 1. La Cooperativa INNOVATION SERVICE con sede legale in Matera - Via Delle Arti, 1 - ISCRITTA all'Albo Regionale delle Societ Cooperative al n. 647 dell'Elenco Generale ed al n. 199 della Sezione PRODUZIONE LAVORO. 2. E' fatto obbligo alla Cooperativa INNOVATION SERVICE con sede legale in Matera, pena la cancellazione dall'Albo, di inviare all'Assessore alle AA.PP., Politiche dell'Impresa, Innovazione Tecnologica il bilancio di esercizio ogni anno entro 90 giorni dalla data dell'avvenuto deposito presso il Registro Ditte, unitamente ad eventuali variazioni dello Statuto e delle cariche sociali. 3. Il presente decreto pubblicato sul B.U. della Regione Basilicata. Copia del presente atto sar inviata all'interessato. Tutta la documentazione cui si fa riferimento nel presente decreto depositata presso l'Ufficio competente. Potenza, 9 agosto 2010 DE FILIPPO

1. La Cooperativa ROCA SERVICE con sede legale in Pietragalla - Via Rossini, 1 - ISCRITTA all'Albo Regionale delle Societ Cooperative al n. 648 dell'Elenco Generale ed al n. 200 della Sezione PRODUZIONE LAVORO. 2. E' fatto obbligo alla Cooperativa ROCA SERVICE con sede legale in Pietragalla, pena la cancellazione dall'Albo, di inviare all'Assessore alle AA.PP., Politiche dell'Impresa, Innovazione Tecnologica il bilancio di esercizio ogni anno entro 90 giorni dalla data dell'avvenuto deposito presso il Registro Ditte, unitamente ad eventuali variazioni dello Statuto e delle cariche sociali. 3. Il presente decreto pubblicato sul B.U. della Regione Basilicata. Copia del presente atto sar inviata all'interessato. Tutta la documentazione cui si fa riferimento nel presente decreto depositata presso l'Ufficio competente. Potenza, 9 agosto 2010 DE FILIPPO

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 9 agosto 2010, n. 226. L.R. n. 50/97 Art. 3 Albo Regionale delle Societ Cooperative: Iscrizione della Cooperativa LA PRIMULA Via Schifini, 24 SantArcangelo. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (omissis) DECRETA

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 9 agosto 2010, n. 225. L.R. n. 50/97 Art. 3 Albo Regionale delle Societ Cooperative: Iscrizione della Cooperativa ROCA SERVICE Via Rossini, 1 Pietragalla. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (omissis) DECRETA

1. La Cooperativa LA PRIMULA con sede legale in SantArcangelo - Via Schifini, 24 - ISCRITTA all'Albo Regionale delle Societ Cooperative al n. 649 dell'Elenco Generale ed al n. 201 della Sezione PRODUZIONE LAVORO. 2. E' fatto obbligo alla Cooperativa LA PRIMULA con sede legale in Sant'Arcangelo, pena la cancellazione dall'Albo, di inviare all'Assessore alle AA.PP., Politiche dell'Impresa, Innova-

8474

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

zione Tecnologica il bilancio di esercizio ogni anno entro 90 giorni dalla data dell'avvenuto deposito presso il Registro Ditte, unitamente ad eventuali variazioni dello Statuto e delle cariche sociali. 3. Il presente decreto pubblicato sul B.U. della Regione Basilicata. Copia del presente atto sar inviata all'interessato. Tutta la documentazione cui si fa riferimento nel presente decreto depositata presso l'Ufficio competente. Potenza, 9 agosto 2010 DE FILIPPO DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 9 agosto 2010, n. 227. L.R. n. 50/97 - Art. 3 - Albo Regionale delle Societ Cooperative: Iscrizione della Cooperativa COMUNICARE - Via G. Fortunato, snc - Frazione Villa D'Agri - Marsicovetere. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (omissis) DECRETA 1. La Cooperativa COMUNICARE con sede legale in Marsicovetere - Via G. Fortunato, snc Frazione Villa D'Agri - ISCRITTA all'Albo Regionale delle Societ Cooperative al n. 650 dell'Elenco Generale ed al n. 202 della Sezione PRODUZIONE LAVORO. 2. E' fatto obbligo alla Cooperativa COMUNICARE con sede legale in Marsicovetere - Frazione Villa D'Agri, pena la cancellazione dall'Albo, di inviare all'Assessore alle AA.PP., Politiche dell'Impresa, Innovazione Tecnologica il bilancio di esercizio ogni anno entro 90 giorni dalla data dell'avvenuto deposito presso il Registro Ditte, unitamente ad eventuali variazioni dello Statuto e delle cariche sociali. 3. Il presente decreto pubblicato sul B.U. della Regione Basilicata. Copia del presente atto sar inviata all'interessato. Tutta la documentazione cui si fa riferimen-

to nel presente decreto depositata presso l'Ufficio competente. Potenza, 9 agosto 2010 DE FILIPPO

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 9 agosto 2010, n. 228. L.R. n. 50/97 - Art. 3 - Albo Regionale delle Societ Cooperative: Iscrizione della Cooperativa SANTA MARIA - Via Oscar Romero, 2 - Potenza. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (omissis) DECRETA 1. La Cooperativa SANTA MARIA con sede legale in Potenza - Via Oscar Romero, 2 - ISCRITTA all'Albo Regionale delle Societ Cooperative al n. 651 dell'Elenco Generale ed al n. 62 della Sezione EDILIZIA. 2. E' fatto obbligo alla Cooperativa SANTA MARIA con sede legale in Potenza - pena la cancellazione dall'Albo, di inviare all'Assessore alle AA.PP., Politiche dell'Impresa, Innovazione Tecnologica il bilancio di esercizio ogni anno entro 90 giorni dalla data dell'avvenuto deposito presso il Registro Ditte, unitamente ad eventuali variazioni dello Statuto e delle cariche sociali. 3. Il presente decreto pubblicato sul B.U. della Regione Basilicata. Copia del presente atto sar inviata all'interessato. Tutta la documentazione cui si fa riferimento nel presente decreto depositata presso l'Ufficio competente. Potenza, 9 agosto 2010 DE FILIPPO

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 9 agosto 2010, n. 229. Concessione di derivazione acqua da pozzo ubicato al foglio n. 39 particella n. 323 alla localit Ischia, in agro di Chiaromonte, per

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8475

una portata di 0,2 l/s ad uso industriale, assentita in favore della ditta Bulfaro Giuseppe Mario in qualit di Amministratore della Societ per Azioni "Bulfaro S.p.A.", nato a Chiaromonte il 25/07/1976 e con sede a Senise alla Zona Industriale, - C.F. 01178170765. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (omissis) DECRETA Art. 1) Salvi i diritti di terzi, concessa al Sig. Bulfaro Giuseppe Mario, nato a Chiaromonte il 25/07/1976 e residente a Senise alla Zona Idustriale C.F.: 01178170765, la derivazione dal corso d'acqua denominato pozzo", alla Localit Ischia in agro di Chiaromonte, per una portata di 0,2 l/s ad uso industriale, per anni quindici successivi e continui decorrenti dalla data del presente provvedimento, nonch si approva l'allegato schema di disciplinare contenente gli obblighi e le condizioni cui deve essere vincolata la concessione della ditta medesima. Art. 2) Il concessionario tenuto al pagamento di un canone annuo, da corrispondere alla Regione Basilicata - Ufficio Risorse Finanziarie e Bilancio - Potenza, di anno in anno, ai sensi dell'art. 22 del regolamento di cui alla D.G.R. n. 1984/06, pari ad euro 5127/39. Il pagamento di detto canone dovr essere effettuato entro il 31 gennaio di ogni anno, mediante versamento su c/c postale n. 218859 intestato a Regione Basilicata - Servizio Tesoreria con l'indicazione nella sezione causale della dicitura "Canone di concessione per l'utilizzazione di acqua pubbliche" e degli estremi del provvedimento di concessione. Con cadenza triennale la giunta regionale, mediante apposita delibera, provveder ad aggiornare gli importi dei canoni sulla base del tasso d'inflazione programmato, tenendo conto, altres, delle finalit di tutela, risparmio ed uso razionale della risorsa idrica. Art. 3) Entro il 15 gennaio di ogni anno il con-

cessionario tenuto a comunicare all'Ufficio Ciclo dell'Acqua del Dipartimento Ambiente, Territorio e Politiche della Sostenibilit, con sede in viale della Regione Basilicata n. 5 - Potenza ed all'Autorit Interregionale di Bacino della Basilicata, con sede in via del Gallitello Potenza, il volume annuo e la portata media annua effettivamente derivati e restituiti. Art. 4) Tutte le spese relative alla presente concessione sono a carico del concessionario. Tutti gli atti ai quali fatto riferimento nelle premesse e nel dispositivo del presente provvedimento sono depositati presso il Dipartimento Ambiente, Territorio e Politiche della Sostenibilit - Ufficio Ciclo dell'Acqua che ne curer la conservazione nei modi di legge. Il presente atto sar pubblicato sul B. U. della Regione Basilicata. Potenza, 9 agosto 2010 DE FILIPPO

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 9 agosto 2010, n. 230. Concessione di derivazione acqua dal Fosso della Sciffra, in loc. Sciffra di Pignola, per una portata di 0,12 l/s ad uso irriguo di 3000 m2 di terreno, assentita in favore della ditta POSTIGLIONE Rocco, residente a Pignola alla Traversa Aldo Moro n5 - C.F.: PST RCC 47R15 G663B. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (omissis) DECRETA Art. 1) Salvi i diritti di terzi, concessa al sig. POSTIGLIONE Rocco, nato a Pignola il 15.10.1947 ed ivi residente nella Traversa Aldo Moro n5 - C.F.: PST RCC 47R15 G663B, la derivazione d'acqua dal Fosso della Sciffra, in loc. Sciffra di Pignola, per una portata di 0,12 l/s ad uso irriguo di 3000 m2 di terreno, per anni cinque suc-

8476

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

cessivi e continui decorrenti dalla data del presente provvedimento, nonch si approva l'allegato schema di disciplinare contenente gli obblighi e le condizioni cui deve essere vincolata la concessione della ditta medesima. Art. 2) Il concessionario tenuto al pagamento di un canone annuo, da corrispondere alla Regione Basilicata Ufficio Risorse Finanziarie e Bilancio - Potenza, di anno in anno, ai sensi dell'art. 22 del regolamento di cui alla D.G.R. n. 1984/06, pari ad euro 3,75. Il pagamento di detto canone dovr essere effettuato entro il 31 gennaio di ogni anno, mediante versamento su c/c postale n. 218859 intestato a Regione Basilicata Servizio Tesoreria con l'indicazione nella sezione causale della dicitura "Canone di concessione per l'utilizzazione di acqua pubblica" e degli estremi del provvedimento di concessione. Con cadenza triennale la giunta regionale, mediante apposita delibera, provveder ad aggiornare gli importi dei canoni sulla base del tasso d'inflazione programmato, tenendo conto, altres, delle finalit di tutela, risparmio ed uso razionale della risorsa idrica. Art. 3) Entro il 15 gennaio di ogni anno il concessionario tenuto a comunicare all'Ufficio Ciclo dell'Acqua del Dipartimento Ambiente, Territorio e Politiche della Sostenibilit, con sede in viale Vincenzo Verrastro n. 5 - Potenza ed all'Autorit Interregionale di Bacino della Basilicata, con sede in via Umberto I - Potenza, il volume annuo e la portata media annua effettivamente derivati e restituiti. Art. 4) Tutte le spese relative alla presente concessione sono a carico del concessionario. Tutti gli atti ai quali fatto riferimento nelle premesse e nel dispositivo del presente provvedimento sono depositati presso il Dipartimento Ambiente, Territorio e Politiche della Sostenibi-

lit - Ufficio Ciclo dell'Acqua che ne curer la conservazione nei modi di legge. Il presente atto sar pubblicato sul B. U. della Regione Basilicata. Potenza, 9 agosto 2010 DE FILIPPO DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 9 agosto 2010, n. 231. Concessione di derivazione acqua da pozzo ubicato al foglio n. 4 particella n. 396 alla localit S.S. 104, in agro di Francavilla Sul Sinni 0,4, per una portata di 0,4 l/s ad uso innaffiamento aree a verde ornamentale, lavaggio piazzale, cassette di scarico WC., assentita in favore della ditta Fabio Margani in qualit di Responsabile ENI S.p.A. Area Commerciale Rete Agip Puglia e Basilicata, con sede in Bari alla Via Demetrio Marin n. 21, - C.F. 0048496058 e Part. IVA 00905811006. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (omissis) DECRETA Art. 1) Salvi i diritti di terzi, concessa al Sig. Fabio Margani, residente a Bari alla Demetrio Marin, 21 - C.F. 0048496058 e Part. IVA 00905811006, la derivazione dal pozzo", alla Localit S.S, 104 in agro di Francavilla Sul Sinni, per una portata di 0,4 l/s ad uso innaffiamento aree a verde ornamentale, lavaggio piazzale, cassette di scarico WC., per anni trenta successivi e continui decorrenti dalla data del presente provvedimento, nonch si approva l'allegato schema di disciplinare contenente gli obblighi e le condizioni cui deve essere vincolata la concessione della ditta medesima. Art. 2) Il concessionario tenuto al pagamento di un canone annuo, da corrispondere alla Regione Basilicata - Ufficio Risorse Finanziarie e Bilancio - Potenza, di anno in anno, ai sensi dell'art. 22 del regolamento di cui alla D.G.R. n. 1984/06, pari ad euro 311/41. Il pagamento di detto

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8477

canone dovr essere effettuato entro il 31 gennaio di ogni anno, mediante versamento su c/c postale n. 218859 intestato a Regione Basilicata - Servizio Tesoreria con l'indicazione nella sezione causale della dicitura "Canone di concessione per l'utilizzazione di acqua pubbliche" e degli estremi del provvedimento di concessione. Con cadenza triennale la giunta regionale, mediante apposita delibera, provveder ad aggiornare gli importi dei canoni sulla base del tasso d'inflazione programmato, tenendo conto, altres, delle finalit di tutela, risparmio ed uso razionale della risorsa idrica. Art. 3) Entro il 15 gennaio di ogni anno il concessionario tenuto a comunicare all'Ufficio Ciclo dell'Acqua del Dipartimento Ambiente, Territorio e Politiche della Sostenibilit, con sede in viale della Regione Basilicata n. 5 - Potenza ed all'Autorit Interregionale di Bacino della Basilicata, con sede in via del Gallitello Potenza, il volume annuo e la portata media annua effettivamente derivati e restituiti. Art. 4) Tutte le spese relative alla presente concessione sono a carico del concessionario. Tutti gli atti ai quali fatto riferimento nelle premesse e nel dispositivo del presente provvedimento sono depositati presso il Dipartimento Ambiente, Territorio e Politiche della Sostenibilit - Ufficio Ciclo dell'Acqua che ne curer la conservazione nei modi di legge. Il presente atto sar pubblicato sul B. U. della Regione Basilicata. Potenza, 9 agosto 2010 DE FILIPPO

0,4, per una portata di 0,4 l/s ad uso innaffiamento aree a verde ornamentale, lavaggio piazzale, cassette di scarico WC., assentita in favore della ditta Fabio Margani in qualit di Responsabile ENI S.p.A. Area Commerciale Rete Agip Puglia e Basilicata, con sede in Bari alla Via Demetrio Marin n. 21, - C.F. 0048496058 e Part. IVA 00905811006. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (omissis) DECRETA Art. 1) Salvi i diritti di terzi, concessa al Sig. Fabio Margani, residente a Bari alla Demetrio Marin, 21 - C.F. 0048496058 e Part. IVA 00905811006, la derivazione dal pozzo", alla Localit S.S, 598 Km 24 in agro di Missanello, per una portata di 0,4 l/s ad uso innaffiamento aree a verde ornamentale, lavaggio piazzale, cassette di scarico WC., per anni trenta successivi e continui decorrenti dalla data del presente provvedimento, nonch si approva l'allegato schema di disciplinare contenente gli obblighi e le condizioni cui deve essere vincolata la concessione della ditta medesima. Art. 2) Il concessionario tenuto al pagamento di un canone annuo, da corrispondere alla Regione Basilicata - Ufficio Risorse Finanziarie e Bilancio - Potenza, di anno in anno, ai sensi dell'art. 22 del regolamento di cui alla D.G.R. n. 1984/06, pari ad euro 311/41. Il pagamento di detto canone dovr essere effettuato entro il 31 gennaio di ogni anno, mediante versamento su c/c postale n. 218859 intestato a Regione Basilicata - Servizio Tesoreria con l'indicazione nella sezione causale della dicitura "Canone di concessione per l'utilizzazione di acqua pubbliche" e degli estremi del provvedimento di concessione. Con cadenza triennale la giunta regionale, mediante apposita delibera, provveder ad aggiornare gli importi dei canoni sulla base del tasso d'inflazione programmato, tenendo conto, altres, delle finalit

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 9 agosto 2010, n. 232. Concessione di derivazione acqua da pozzo ubicato al foglio n. 15 particella n.481 alla localit SS. 598 Km. 24, in agro di Missanello

8478

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

di tutela, risparmio ed uso razionale della risorsa idrica. Art. 3) Entro il 15 gennaio di ogni anno il concessionario tenuto a comunicare all'Ufficio Ciclo dell'Acqua del Dipartimento Ambiente, Territorio e Politiche della Sostenibilit, con sede in viale della Regione Basilicata n. 5 - Potenza ed all'Autorit Interregionale di Bacino della Basilicata, con sede in via del Gallitello Potenza, il volume annuo e la portata media annua effettivamente derivati e restituiti. Art. 4) Tutte le spese relative alla presente concessione sono a carico del concessionario. Tutti gli atti ai quali fatto riferimento nelle premesse e nel dispositivo del presente provvedimento sono depositati presso il Dipartimento Ambiente, Territorio e Politiche della Sostenibilit - Ufficio Ciclo dell'Acqua che ne curer la conservazione nei modi di legge. Il presente atto sar pubblicato sul B. U. della Regione Basilicata. Potenza, 9 agosto 2010 DE FILIPPO

Imperiale il 17/12/1965 e residente a Nova Siri alla Via Magna Grecia C.F.: 00450210778, la derivazione dal corso d'acqua denominato pozzo", alla Localit Piantata in agro di Nova Siri, per una portata di 1,2 l/s ad uso potabile ed irrigazione giardini, per anni trenta successivi e continui decorrenti dalla data del presente provvedimento, nonch si approva l'allegato schema di disciplinare contenente gli obblighi e le condizioni cui deve essere vincolata la concessione della ditta medesima. Art. 2) Il concessionario tenuto al pagamento di un canone annuo, da corrispondere alla Regione Basilicata - Ufficio Risorse Finanziarie e Bilancio - Potenza, di anno in anno, ai sensi dell'art. 22 del regolamento di cui alla D.G.R. n. 1984/06, pari ad euro 573/46. Il pagamento di detto canone dovr essere effettuato entro il 31 gennaio di ogni anno, mediante versamento su c/c postale n. 218859 intestato a Regione Basilicata - Servizio Tesoreria con l'indicazione nella sezione causale della dicitura "Canone di concessione per l'utilizzazione di acqua pubbliche" e degli estremi del provvedimento di concessione. Con cadenza triennale la giunta regionale, mediante apposita delibera, provveder ad aggiornare gli importi dei canoni sulla base del tasso d'inflazione programmato, tenendo conto, altres, delle finalit di tutela, risparmio ed uso razionale della risorsa idrica. Art. 3) Entro il 15 gennaio di ogni anno il concessionario tenuto a comunicare all'Ufficio Ciclo dell'Acqua del Dipartimento Ambiente, Territorio e Politiche della Sostenibilit, con sede in viale della Regione Basilicata n. 5 - Potenza ed all'Autorit Interregionale di Bacino della Basilicata, con sede in Corso Umberto I Potenza, il volume annuo e la portata media annua effettivamente derivati e restituiti.

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 9 agosto 2010, n. 233. Concessione di derivazione acqua da pozzo ubicato al foglio n. 41 particella n.569 alla localit Piantata, in agro di Nova Siri, per una portata di 1,2 l/s ad uso potabile ed irrigazione giardini, assentita in favore della ditta Latronico Antonietta in qualit di Legale Rappresentante della Societ "LA SIRITIDE s.r.l."., nata a Rocca Imperiale il 17/12/1965 e residente a Nova Siri alla Via Magna Grecia C.F. 00450210778. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (omissis) DECRETA Art. 1) Salvi i diritti di terzi, concessa alla Sig.ra Latronico Antonietta, nata a Rocca

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8479

Art. 4) Tutte le spese relative alla presente concessione sono a carico del concessionario. Tutti gli atti ai quali fatto riferimento nelle premesse e nel dispositivo del presente provvedimento sono depositati presso il Dipartimento Ambiente, Territorio e Politiche della Sostenibilit - Ufficio Ciclo dell'Acqua che ne curer la conservazione nei modi di legge. Il presente atto sar pubblicato sul B. U. della Regione Basilicata. Potenza, 9 agosto 2010 DE FILIPPO

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 9 agosto 2010, n. 234. Concessione di derivazione acqua da pozzo ubicato al foglio n. 10 particella n. 605 ex 155 alla localit Torre (Fraz. Acquafredda), in agro di Maratea, per una portata di 1,00 l/s ad uso igienico ed assimilati, assentita in favore della ditta Fantasia Maria in qualit di titolare della Ditta Fantasia Maria, nata a Lagonegro il 27/04/1937 e residente a Maratea alla Via Timpone, n. 59, - C.F. FNT MRA 37D65 E409E. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (omissis) DECRETA Art. 1) Salvi i diritti di terzi, concessa alla Sig.ra Fantasia Maria, nata a Lagonegro il 27/04/1937 e residente a Maratea alla Via Timpone, 59 C.F.: FNT MRA 37D65 E409E, la derivazione dal corso d'acqua denominato pozzo", alla Localit Torre in agro di Maratea, per una portata di 1 l/s ad uso igienico ed assimilati, per anni trenta successivi e continui decorrenti dalla data del presente provvedimento, nonch si approva l'allegato schema di disciplinare contenente gli obblighi e le condizioni cui deve essere vincolata la concessione della ditta medesima. Art. 2) Il concessionario tenuto al pagamento

di un canone annuo, da corrispondere alla Regione Basilicata - Ufficio Risorse Finanziarie e Bilancio - Potenza, di anno in anno, ai sensi dell'art. 22 del regolamento di cui alla D.G.R. n. 1984/06, pari ad euro 307/65. Il pagamento di detto canone dovr essere effettuato entro il 31 gennaio di ogni anno, mediante versamento su c/c postale n. 218859 intestato a Regione Basilicata - Servizio Tesoreria con l'indicazione nella sezione causale della dicitura "Canone di concessione per l'utilizzazione di acqua pubbliche" e degli estremi del provvedimento di concessione. Con cadenza triennale la giunta regionale, mediante apposita delibera, provveder ad aggiornare gli importi dei canoni sulla base del tasso d'inflazione programmato, tenendo conto, altres, delle finalit di tutela, risparmio ed uso razionale della risorsa idrica. Art. 3) Entro il 15 gennaio di ogni anno il concessionario tenuto a comunicare all'Ufficio Ciclo dell'Acqua del Dipartimento Ambiente, Territorio e Politiche della Sostenibilit, con sede in viale della Regione Basilicata n. 5 - Potenza ed all'Autorit Interregionale di Bacino della Basilicata, con sede in via del Gallitello Potenza, il volume annuo e la portata media annua effettivamente derivati e restituiti. Art. 4) Tutte le spese relative alla presente concessione sono a carico del concessionario. Tutti gli atti ai quali fatto riferimento nelle premesse e nel dispositivo del presente provvedimento sono depositati presso il Dipartimento Ambiente, Territorio e Politiche della Sostenibilit - Ufficio Ciclo dell'Acqua che ne curer la conservazione nei modi di legge. Il presente atto sar pubblicato sul B. U. della Regione Basilicata. Potenza, 9 agosto 2010 DE FILIPPO

8480

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 agosto 2010, n. 235. Magazzino gas medicinali sito in via Forlanini n. 11 del Comune di Melfi Ditta Criosalento S.r.l. - Presa d'atto della revoca di autorizzazione alla distribuzione all'ingrosso di gas medicinali . IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (omissis) DECRETA Per quanto in premessa che si intende integralmente riportato e trascritto di: - prendere atto della richiesta di revoca alla distribuzione all'ingrosso di gas medicinali della ditta Criosalento s.r.l, con sede legale in Zona Industriale di Lecce del deposito di gas medicinali sito nel comune di Melfi alla Via Forlanini n. 11 autorizzato con la succitata D.G.R. 2139/02 - D.P.G.R. n. 266/02; - di dover disporre la cessazione dell'autorizzazione alla distribuzione all'ingrosso di gas medicinali della ditta Criosalento s.r.l, del deposito di gas medicinali sito nel comune di Melfi alla Via Forlanini n. 11 disposta con la D.G.R. 2139/02 - D.P.G.R. n. 266/02; II presente atto verr trasmesso, per opportuna conoscenza e per i provvedimenti di competenza al sindaco del comune di Melfi, alla societ interessata, al Ministero della Salute Direzione Generale dei Farmaci e dei Dispositivi Medici, alla Direzione Generale della Azienda ASP sar pubblicato sul BUR. Potenza, 10 agosto 2010 DE FILIPPO

IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (omissis) DECRETA Per i motivi espressi in narrativa da intendersi integralmente riportati: 1. di prendere atto delle risultanze finali espresse dalla Commissione Tecnica Aziendale ex art.7 della L.R. n.28/2000 e s.m.i. dell'Azienda Sanitaria Locale di Potenza(ASP) ex Azienda Sanitaria U.S.L.n.1 di Venosa(PZ) ed in particolare del parere tecnico di conformit espresso nella relazione del 14 aprile 2010 ai fini del rilascio dell'autorizzazione al Laboratorio Analisi Flovilla s.r.l. sito in Rionero in Vulture(PZ) alla Via Aldo Moro n.2 6 all'ampliamento di superficie, senza incremento di attivit, nonch al trasferimento del Poliambulatorio da Via Michele Rigillo n.21 - 23 a Via Aldo Moro n. 2 -6 del Comune di Rionero in Vulture(PZ), per le attivit gi esercitate ed autorizzate; 2. di autorizzare, ai sensi dell'art.5,comma 1, lett. d) della L.R.n.28/2000 e s.m.i., sulla base del parere di conformit ai requisiti previsti dalla citata legge, l'ampliamento di superficie, senza incremento di attivit, al Laboratorio Analisi Flovilla s.r.l. sito in Rionero in Vulture(PZ) alla Via Aldo Moro n.2 6; 3. di autorizzare il trasferimento del Poliambulatorio da Via Michele Rigillo n.21 - 23 a Via Aldo Moro n. 2 -6 del Comune di Rionero in Vulture (PZ), per le attivit gi esercitate ed autorizzate; 4. di dare atto che, per quanto innanzi, il "Laboratorio Analisi Flovilla s.r.l." presso la sede di Via Aldo Moro n.2 6 esercita le seguenti attivit: a) laboratorio di analisi cliniche di base con annesse sezioni specializzate di chimica clinica e tossicologia con autorizzazione all'uso e alla detenzione di isotopi radioattivi (iodio/125) microbiologia, genetica medica; b) diabetologia e malattie metaboliche; c) neurologia;

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 11 agosto 2010, n. 236. L.R. n. 28/2000 e s.m.i. art.5 comma 1, lettere b) e c) - Autorizzazione all'ampliamento del "Laboratorio Analisi Flovilla s.r.l." sito nel Comune di Rionero in Vulture(PZ) alla Via Aldo Moro n. 2 - 6 e al trasferimento nei medesimi locali del Poliambulatorio di Via Michele Rigillo n. 21 - 23 di Rionero in Vulture(PZ).

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8481

d) cardiologia; e) diagnostica per immagini con ultrasuoni (ecografia, eco color doppler); 5. di dare atto che il legale rappresentante e amministratore unico della struttura la Dr.ssa Angela Flovilla; 6. di dare atto che il responsabile sanitario della struttura sanitaria in parola il Dr. Antonio Flovilla, in possesso della laurea in Biologia e Medicina e Chirurgia, con specializzazione in Microbiologia e Virologia,secondo quanto previsto dall'art.11 della L.R.n.28/2000 e s.m.i.; 7. di stabilire che la struttura in argomento, ai sensi dell'art.9, comma 1, della L.R. n.28/2000 e s.m.i., deve autocertificare il mantenimento dei requisiti autorizzatori con periodicit triennale decorrente dalla data di emissione del decreto di autorizzazione; 8. di incaricare l'Azienda Sanitaria competente ad effettuare le verifiche di cui agli artt. 9 e 11 della L.R. n.28/2000 e s.m.i., nonch di ogni altra vigente norma di legge; 9. di incaricare dell'esecuzione del presente provvedimento l'Ufficio competente del Dipartimento Salute, Sicurezza e Solidariet Sociale, Servizi alla Persona e alla Comunit che ne curer la conservazione presso il Registro Regionale delle autorizzazioni sanitarie delle strutture sanitarie private istituito con D.G.R. n.2060 del 22/12/2008. Copia del presente provvedimento viene trasmesso al Sindaco del Comune di Rionero in Vulture(PZ), alle Aziende Sanitarie Locali della Regione Basilicata, all'Ufficio Risorse Finanziarie, Bilancio e Fiscalit Regionale della Giunta, nonch alla struttura sanitaria interessata. Il presente provvedimento sar pubblicato sul B.U. della Regione Basilicata. Potenza, 11 agosto 2010 DE FILIPPO

Opere abusivamente realizzate nel Parco Storico Rurale e Ambientale di Basilicata nel Comune di Brindisi di Montagna - Art. 100 D.P.R. 380/01. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (omissis) DECRETA fatto obbligo al legale rappresentante della Societ Consortile Piani e Programmi di Azione Locale a r.l. di eseguire tutte le opere indispensabili all'adeguamento strutturale alle Nuove Norme Tecniche per le Costruzioni D.M. 14/01/2008 delle opere abusivamente realizzate nel Parco Storico Rurale e Ambientale di Basilicata nel Comune di Brindisi di Montagna e per le quali, in base al decreto di archiviazione del Tribunale di Potenza, estinto il relativo reato. Le opere in questione, gi oggetto di sequestro da parte del Corpo Forestale dello Stato (CFS) e successivamente restituite al legale rappresentante della societ, sono site alla localit Grancia, in agro del Comune di Brindisi di Montagna (PZ) e precisamente nel Parco Storico Rurale e Ambientale di Basilicata, distinta in catasto al foglio 6 particelle 18, 20, 29, 31, 32, 34, 337, 338, 339, 340 e 364 e sono dettagliatamente individuate nel verbale di sequestro penale del 03.05.2007 del Corpo Forestale dello Stato (CFS), nella planimetria generale e negli elaborati grafici e fotografici allegati. Di seguito si elencano sinteticamente le opere di cui trattasi: 1. Area ingresso - struttura in muratura (2.70 x 520 m - h 2.78: 3.35 m) adibita a biglietteria difforme dalle concessioni edilizie n. 1/2000 e n. 16/2002 (Scheda n. 1 della Perizia del CFS); 2. Area ingresso - 2 tettoie in legno la prima (16.03 x 3.30 m - h 1.94: 3.00 m) ubicata nella parte anteriore del ristorante e la seconda (3.00 x 7.35 m - h 2.10: 2.80 m) collocata sul lato posteriore strutture difformi dalle concessioni edilizia n. 1/2000 e n. 16/2002 (Scheda n. 5 della Perizia del CFS); 3. Area ingresso - prefabbricato in legno (6.00 x 2.63 m - h 2.67: 3.27 m) e tettoia attigua (1.65

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 13 agosto 2010, n. 237.

8482

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

x 6.00 m - h 2.42: 2.67 m) privi di titolo abilitativo -(Scheda n. 6 della Perizia del CFS); 4. Area ingresso - tettoia in legno (3.40 x 11.95 m - h 2.38: 3.07 m) priva di titolo abilitativo (Scheda n. 7 della Perizia del CFS); 5. Area ingresso - tettoia in legno (2.15 x 2.93 m - h 1.80: 2.43 m) priva titolo abilitativo (Scheda n. 8 della Perizia del CFS); 6. Area ingresso - prefabbricato in legno (6.00 x 5.16 m - h 2.55: 3.12 m) difforme dalla concessione edilizia n. 6/2001 (Scheda n. 10 della Perizia del CFS); 7. Borgo degli artigiani - tettoia in legno (1.90 x 2.15 m - h 2.10 m) in prossimit del ristorante "Taverna la Posta" priva di titolo abilitativo (Scheda n. 13 della Perizia del CFS); 8. Borgo degli artigiani - tettoia in legno (3.25 x 15.70 m - h 2.35: 2.57 m) priva di titolo abilitativo (Scheda n. 15 della Perizia del CFS); 9. Borgo degli artigiani - fabbricato in struttura mista muratura - legno adibito a forno (3.35 x 7.50 m - h 2.15: 2.85 m) e tettoia in legno attigua (8.34 x 2.55: 3.05 m - h 2.00: 2.60 m) difformi dalla concessione edilizia 6/2001 (Scheda n. 16 della Perizia del CFS); 10. Area logistica - 2 gabbie (5.15 x 5.05 m - h 2.65 m) e (5.05 x 5.05 m - h 2.65 m) adiacenti al fabbricato in c.a. costruito dall'ESAB chiuse con mattoni forati da cm 8 e coperte con lamiera prive di titolo abilitativo (Scheda n. 18 della Perizia del CFS); 11. Area logistica - prefabbricato adibito a bagni (2.47 x 6.06 m - h 2.73 m) privo di titolo abilitativo (Scheda n. 19 della Perizia del CFS); 12. Area cine-scena - tettoia in legno (2.00 x 5.25 m - h 2.00 : 3.30 m) priva di titolo abilitativo (Scheda n. 26 della Perizia del CFS); 13. Area cine-scena - prefabbricato in c.a. adibito a cabina ENEL (2.45 x 5.00 m - h 2.45 m) privo di titolo abilitativo (Scheda n. 27 della Perizia del CFS); 14. Area cine-scena - tettoia in legno adibita al ricovero di animali (10.90 x 8.10 m - h 1.95: 3.45 m) priva di titolo abilitativo;

15. Area cine-scena - 2 prefabbricati in lamiera (2.42 x 12.20 m - h 2.75 m) che ospitano gruppi elettrogeni privi di titolo abilitativo (Scheda n. 28 della Perizia del CFS); 16. Area falconeria - prefabbricato in legno adibito a bagni pubblici (2.46 x 5.20 m - h 2.45: 2.70 m) difforme dalla concessione edilizia 6/2001 (Scheda n. 30 della Perizia del CFS); 17. Area falconeria - tettoia in legno adibita al ricovero di uccelli rapaci (12.39 x 18.83 m h 1.65: 2.45 m) priva di titolo abilitativo (Scheda n. 31 della Perizia del CFS); 18. Area falconeria - fabbricato in legno adibito a gabbie per volatili (4.05 x 16.10 m - h 2.05 2.45 m) privo di titolo abilitativo (Scheda n. 32 della Perizia del CFS); 19. Area falconeria - prefabbricato in legno adibito a pollaio (3.08 x 6.65 m - h 1.70: 2.50 m) privo di titolo abilitativo (Scheda n. 33 della Perizia del CFS); 20. Area falconeria - fabbricato in adiacenza alla voliera per i rapaci (4.25 x 5.18 m - h 1.80: 3.00 m) privo di titolo abilitativo (Scheda n. 34 della Perizia del CFS). E' inoltre fatto obbligo di verificare il rispetto dei regolamenti e norme di attuazione degli strumenti urbanistici e di acquisire tutti i necessari permessi, pareri, autorizzazioni, nulla osta etc. Il progetto di adeguamento dovr essere presentato entro sei mesi dalla data di pubblicazione del presente decreto sul Bollettino Regionale della Basilicata e gli eventuali lavori di adeguamento dovranno essere completati entro tre anni dall'acquisizione a deposito, ai sensi dell'art.2 della L.R. 38/97, del progetto di adeguamento. Il Dirigente dell'Ufficio Tecnico del Comune di Brindisi di Montagna vigiler sulla corretta attuazione del presente decreto e, in caso di inadempienza, provveder alla demolizione delle opere abusivamente realizzate a spese della stessa Societ Consortile Piani e Programmi di Azione Locale a r.l. eventualmente anche con l'assistenza della forza pubblica. Tutti gli atti ai quali fatto riferimento nella

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8483

premessa e nel testo del presente decreto sono depositati presso l'Ufficio Difesa del Suolo del Dipartimento Infrastrutture, Oprere Pubbliche e Mobilit che ne curer la conservazione nei modi di legge. Il presente decreto sar pubblicato sul B.U. della Regione. Potenza, 13 agosto 2010 DE FILIPPO

COOP. con sede a Stigliano in Via Sandro Pertini 9/4. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (omissis) DECRETA La societ cooperativa ATRA SOC. COOP. Arl con sede in Stigliano, Via Sandro Pertini, 9/4, ai sensi dell'art. 4 della L.R. n. 50/97, CANCELLATA, per le ragioni indicate in premessa, dall'Albo Regionale delle Cooperative. Il presente Decreto pubblicato sul B.U.R. della Regione Basilicata. Copia del presente atto inviata, per notifica, all'interessato. Tutta la documentazione cui si fa riferimento nel presente decreto depositata presso l'Ufficio Turismo, Terziario e Promozione Integrata del Dipartimento Attivit Produttive, Politiche dell'Impresa, Innovazione Tecnologica. Potenza, 13 agosto 2010 DE FILIPPO

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 13 agosto 2010, n. 238. L.R. 9.12.97 n. 50 - Art. 4 - CANCELLAZIONE dall'Albo Regionale delle Cooperative della societ cooperativa Arl BEL ART ARREDI URBANI SOC. COOP. con sede a SantAngelo le Fratte in Zona Ind.le Isca Pantanelle. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (omissis) DECRETA La societ cooperativa BEL ART ARREDI URBANI SOC. COOP. Ari con sede in SantAngelo Le Fratte, Zona Ind.le Isca Pantanelle, ai sensi dell'art. 4 della L.R. n. 50/97, CANCELLATA, per le ragioni indicate in premessa, dall'Albo Regionale delle Cooperative. Il presente Decreto pubblicato sul B.U.R. della Regione Basilicata. Copia del presente atto inviata, per notifica, all'interessato. Tutta la documentazione cui si fa riferimento nel presente decreto depositata presso l'Ufficio Turismo, Terziario e Promozione Integrata del Dipartimento Attivit Produttive, Politiche dell'Impresa, Innovazione Tecnologica. Potenza, 13 agosto 2010 DE FILIPPO

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 13 agosto 2010, n. 240. L.R. 9.12.97 n. 50 - Art. 4 - CANCELLAZIONE dall'Albo Regionale delle Cooperative della societ cooperativa Arl ALVIN MULTISERVICE con sede a Potenza in Contrada Riofreddo Snc. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (omissis) DECRETA La societ cooperativa ALVIN MULTISERVICE Arl con sede in Potenza, Contrada Riofreddo Snc, ai sensi dell'art. 4 della L.R. n. 50/97, CANCELLATA, per le ragioni indicate in premessa, dall'Albo Regionale delle Cooperative. Il presente Decreto pubblicato sul B.U.R. della Regione Basilicata. Copia del presente atto inviata, per notifica, all'interessato. Tutta la documentazione cui si fa riferimento nel presente decreto depositata presso l'Uffi-

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 13 agosto 2010, n. 239. L.R. 9.12.97 n. 50 - Art. 4 - CANCELLAZIONE dall'Albo Regionale delle Cooperative della societ cooperativa Arl ATRA SOC.

8484

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

cio Turismo, Terziario e Promozione Integrata del Dipartimento Attivit Produttive, Politiche dell'Impresa, Innovazione Tecnologica. Potenza, 13 agosto 2010 DE FILIPPO DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 13 agosto 2010, n. 241. L.R. 9.12.97 n. 50 Art. 4 CANCELLAZIONE dall'Albo Regionale delle Cooperative della societ cooperativa Arl ALLI con sede a Marsicovetere in Via Nazionale, 5 - Villa DAgri. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (omissis) DECRETA La societ cooperativa ALLI Arl con sede in Marsicovetere, Via Nazionale, 5 - Villa DAgri, ai sensi dell'art. 4 della L.R. n. 50/97, CANCELLATA, per le ragioni indicate in premessa, dall'Albo Regionale delle Cooperative. Il presente Decreto pubblicato sul B.U.R. della Regione Basilicata. Copia del presente atto inviata, per notifica, all'interessato. Tutta la documentazione cui si fa riferimento nel presente decreto depositata presso l'Ufficio Turismo, Terziario e Promozione Integrata del Dipartimento Attivit Produttive, Politiche dell'Impresa, Innovazione Tecnologica. Potenza, 13 agosto 2010 DE FILIPPO DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 13 agosto 2010, n. 242. L.R. 9.12.97 n. 50 - Art. 4 - CANCELLAZIONE dall'Albo Regionale delle Cooperative della societ cooperativa Arl A. Z. SERVIZI con sede a Corleto Perticara in Via Manzoni n. 1. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (omissis) DECRETA

La societ cooperativa A. Z. SERVIZI Arl con sede in Corleto Perticara in Via Manzoni n. 1, ai sensi dell'art. 4 della L.R. n. 50/97, CANCELLATA, per le ragioni indicate in premessa, dall'Albo Regionale delle Cooperative. Il presente Decreto pubblicato sul B.U.R. della Regione Basilicata. Copia del presente atto inviata, per notifica, all'interessato. Tutta la documentazione cui si fa riferimento nel presente decreto depositata presso l'Ufficio Turismo, Terziario e Promozione Integrata del Dipartimento Attivit Produttive, Politiche dell'Impresa, Innovazione Tecnologica. Potenza, 13 agosto 2010 DE FILIPPO

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 13 agosto 2010, n. 243. L.R. 9.12.97 n. 50 - Art. 4 - CANCELLAZIONE dall'Albo Regionale delle Cooperative della societ cooperativa Arl AGRICOLA OLIVICOLTORI con sede a Lavello in Via Sicardi n.128. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (omissis) DECRETA La societ cooperativa AGRICOLA OLIVICOLTORI Arl con sede in Lavello in Via Sicardi n.128, ai sensi dell'art. 4 della L.R. n. 50/97, CANCELLATA, per le ragioni indicate in premessa, dall'Albo Regionale delle Cooperative. Il presente Decreto pubblicato sul B.U.R. della Regione Basilicata. Copia del presente atto inviata, per notifica, all'interessato. Tutta la documentazione cui si fa riferimento nel presente decreto depositata presso l'Ufficio Turismo, Terziario e Promozione Integrata del Dipartimento Attivit Produttive, Politiche dell'Impresa, Innovazione Tecnologica. Potenza, 13 agosto 2010 DE FILIPPO

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8485

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 13 agosto 2010, n. 244. L.R. 9.12.97 n. 50 - Art. 4 - CANCELLAZIONE dall'Albo Regionale delle Cooperative della societ cooperativa Arl BRAMEA con sede a Melfi in Vico Neve, 27. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (omissis) DECRETA La societ cooperativa BRAMEA Arl con sede in Melfi, Vico Neve, 27, ai sensi dell'art. 4 della L.R. n. 50/97, CANCELLATA, per le ragioni indicate in premessa, dall'Albo Regionale delle Cooperative. Il presente Decreto pubblicato sul B.U.R. della Regione Basilicata. Copia del presente atto inviata, per notifica, all'interessato. Tutta la documentazione cui si fa riferimento nel presente decreto depositata presso l'Ufficio Turismo, Terziario e Promozione Integrata del Dipartimento Attivit Produttive, Politiche dell'Impresa, Innovazione Tecnologica. Potenza, 13 agosto 2010 DE FILIPPO DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 13 agosto 2010, n. 245. L.R. 9.12.97 n. 50 - Art. 4 - CANCELLAZIONE dall'Albo Regionale delle Cooperative della societ cooperativa Arl CAB MAR con sede a Maratea in C.da Campo. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (omissis) DECRETA La societ cooperativa CAB MAR Arl con sede in Maratea in C.da Campo, ai sensi dell'art. 4 della L.R. n. 50/97, CANCELLATA, per le ragioni indicate in premessa, dall'Albo Regionale delle Cooperative. Il presente Decreto pubblicato sul B.U.R. della Regione Basilicata. Copia del presente atto inviata, per notifica, all'interessato.

Tutta la documentazione cui si fa riferimento nel presente decreto depositata presso l'Ufficio Turismo, Terziario e Promozione Integrata del Dipartimento Attivit Produttive, Politiche dell'Impresa, Innovazione Tecnologica. Potenza, 13 agosto 2010 DE FILIPPO

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 13 agosto 2010, n. 246. L.R. 9.12.97 n. 50 - Art. 4 - CANCELLAZIONE dall'Albo Regionale delle Cooperative della societ cooperativa Arl CO.R.E.D. con sede a Policoro in Via Monte Rosa Pal. D. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (omissis) DECRETA La societ cooperativa CO.R.E.D. Arl con sede in Policoro in Via Monte Rosa Pal. D, ai sensi dell'art. 4 della L.R. n. 50/97, CANCELLATA, per le ragioni indicate in premessa, dall'Albo Regionale delle Cooperative. Il presente Decreto pubblicato sul B.U.R. della Regione Basilicata. Copia del presente atto inviata, per notifica, all'interessato. Tutta la documentazione cui si fa riferimento nel presente decreto depositata presso l'Ufficio Turismo, Terziario e Promozione Integrata del Dipartimento Attivit Produttive, Politiche dell'Impresa, Innovazione Tecnologica. Potenza, 13 agosto 2010 DE FILIPPO

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 13 agosto 2010, n. 247. L.R. 9.12.97 n. 50 - Art. 4 - CANCELLAZIONE dall'Albo Regionale delle Cooperative della societ cooperativa Arl D.M.S. DISTRIBUZIONI MOBILI SUD P.S.C. A con sede a Tito in Via Giostra, 28. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (omissis)

8486

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

DECRETA La societ cooperativa D.M.S. DISTRIBUZIONI MOBILI SUD P.S.C. A Arl con sede in Tito, Via Giostra, 28, ai sensi dell'art. 4 della L.R. n. 50/97, CANCELLATA, per le ragioni indicate in premessa, dall'Albo Regionale delle Cooperative. Il presente Decreto pubblicato sul B.U.R. della Regione Basilicata. Copia del presente atto inviata, per notifica, all'interessato. Tutta la documentazione cui si fa riferimento nel presente decreto depositata presso l'Ufficio Turismo, Terziario e Promozione Integrata del Dipartimento Attivit Produttive, Politiche dell'Impresa, Innovazione Tecnologica. Potenza, 13 agosto 2010 DE FILIPPO DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 13 agosto 2010, n. 248. L.R. 9.12.97 n. 50 - Art. 4 - CANCELLAZIONE dall'Albo Regionale delle Cooperative della societ cooperativa Arl EDILIZIA ALFA VENOSA con sede a Venosa in P.zza Umberto 1, 38. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE (omissis) DECRETA La societ cooperativa EDILIZIA ALFA VENOSA Arl con sede in Venosa in P.zza Umberto 1, 38, ai sensi dell'art. 4 della L.R. n. 50/97, CANCELLATA, per le ragioni indicate in premessa, dall'Albo Regionale delle Cooperative. Il presente Decreto pubblicato sul B.U.R. della Regione Basilicata. Copia del presente atto inviata, per notifica, all'interessato. Tutta la documentazione cui si fa riferimento nel presente decreto depositata presso l'Ufficio Turismo, Terziario e Promozione Integrata del Dipartimento Attivit Produttive, Politiche dell'Impresa, Innovazione Tecnologica. Potenza, 13 agosto 2010 DE FILIPPO

ORDINANZA DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 13 agosto 2010, n. 34. O.M. n. 3448/2005 O.C. n. 8/2008 e O.C. n. 7/2009, art. 6. Interventi prioritari alle strutture e infrastrutture pubbliche danneggiate dalle eccezionali avversit atmosferiche che hanno colpito il territorio della Provincia di Matera nei giorni 12, 13 e 14 novembre 2004. Comune di Gorgoglione Autorizzazione utilizzo economie derivanti dal ribasso d'asta per l'esecuzione di un nuovo intervento denominato "Lavori di ripristino della sede stradale zona P.E.E.P." e approvazione del crono-programma dell'intervento. Il Presidente della Regione Basilicata COMMISSARIO DELEGATO (ex Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri 3448 del 14 luglio 2005) VISTA la Legge 24/02/1992 n. 225 "Istituzione del Servizio Nazionale della Protezione Civile"; VISTO il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 26 novembre 2004, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.286 del 6 dicembre 2004, con il quale, ai sensi dell'art.5, comma 1, della legge 24 febbraio 1992, n.225, stato dichiarato lo stato di emergenza in relazione alle eccezionali avversit atmosferiche che hanno colpito il territorio della Provincia di Matera nei giorni 12, 13 e 14 novembre 2004; VISTA l'Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3401 del 18 febbraio 2005, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 46 del 25 febbraio 2005, con la quale, tra l'altro, il Prefetto della Provincia di Matera stato nominato Commissario Delegato per l'attuazione dei primi interventi urgenti di protezione civile diretti al soccorso della popolazione, alla rimozione delle situazioni di pericolo, nonch a fronteggiare i danni conseguenti agli eventi meteorologici di cui trattasi; PRESO ATTO che il Prefetto della Provincia di Matera, in ottemperanza alle disposizioni di cui all'art. 1, comma 3, lett. a, della citata O.P.C.M. n. 3401/2005, con Decreto Prefettizio n. 10692/20.2/Area 3^f. 10633, in data 10 mar-

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8487

zo 2005, ha individuato i Comuni colpiti dall'evento in questione e comunicato, con nota n. 303 R.E./20.2/Area 3^/f.10633, al Dipartimento Nazionale della Protezione Civile l'ammontare dei danni, pari a a 44.322.386,42, verificatisi nei territori dei Comuni della Provincia di Matera individuati con il precitato Decreto Prefettizio; VISTA la successiva Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3448 del 14 luglio 2005, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n.169 del 22 luglio 2005, con la quale il Presidente della Regione Basilicata stato nominato Commissario Delegato per l'emergenza di cui al D.P.C.M. del 26 novembre 2004 in sostituzione del Prefetto di Matera; VISTO il Decreto del Capo Dipartimento della Protezione Civile n. 3372 del 9 agosto 2005, con il quale sono stati assegnati alla Basilicata a 616.000,00 rivenienti dalla ripartizione dello stanziamento di a 9.500.000,00 previsto dall'O.P.C.M. n. 3401 del 18 febbraio 2005; PRESO ATTO che ai sensi dell'art. 6, comma 4, della citata O.P.C.M. n. 3401/2005, le suddette risorse sono confluite alla contabilit speciale n. 2981 appositamente istituita presso la Banca d'Italia - Sezione della Tesoreria Provinciale dello Stato di Potenza - intestata al Commissario Delegato; VISTO l'art. 1, comma 203, della legge 30 dicembre 2004, n. 311 (finanziaria 2005), che ha autorizzato la spesa annua di 58,5 milioni di euro sotto forma di contributi quindicennali, a decorrere dal 2005, per l'attuazione di interventi ed opere di ricostruzione nei territori colpiti da calamit naturali per i quali intervenuta la dichiarazione dello stato di emergenza ai sensi dell'art.5 della legge 24 febbraio 1992, n. 225; VISTA l'Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3464 del 29 settembre 2005, con la quale si provveduto al complessivo riparto delle risorse di cui all'art.1, comma 203, della L. n. 311/2004; CONSIDERATO che, in relazione all'emergenza dichiarata con D.P.C.M. del 26 novembre 2004

per le eccezionali avversit atmosferiche che hanno colpito il territorio della provincia di Matera nei giorni 12, 13 e 14 novembre 2004, la Regione Basilicata risultata beneficiaria di un contributo quindicennale di a 800.000,00 annue; CONSIDERATO altres, che l'art. 6, comma 1, del D.L. 31 maggio 2005, n. 90, convertito con modificazioni dalla legge 26 luglio 2005, n. 152, con il quale sono stati disciplinate le modalit di utilizzo dei contributi ex art. 1, comma 203, della citata legge n. 311/2004, stabilisce che ai medesimi si applica il disposto di cui all'art. 4, comma 91, della legge 24 dicembre 2003, n. 350, nel rispetto dell'art. 3, comma da 16 a 21 ter, della medesima legge n. 350/2003, nel senso che le risorse sono utilizzabili solo per investimenti; VISTO l'art. 1, comma 2, della citata Ordinanza n.3464/2005, ai sensi del quale il Commissario Delegato, sulla base del contributo concesso, ha contratto apposito mutuo quindicennale dell'importo netto di a 9.290.545,86, al cui ammortamento, provvede direttamente il Dipartimento della Protezione Civile, ai sensi dell'art.1, comma 75 della Legge n. 311/2004; PRESO ATTO che, ai sensi del comma 3 dell'art.l dell'Ordinanza n. 3464/2005, le risorse derivanti dal suddetto mutuo sono affluite all'apposita contabilit speciale n. 2981 istituita ai sensi della legge 29 ottobre 1984, n.720 e s.m.i., intestata al Commissario Delegato; DATO ATTO che le risorse complessivamente assegnate, ammontanti a 9.906.545,86, non sono risultate sufficienti a soddisfare il fabbisogno a suo tempo indicato dal Prefetto di Matera al Dipartimento Nazionale della Protezione Civile; che, sulla base di ulteriori elementi scaturiti da attivit ricognitiva effettuata dalle preposte strutture regionali, le risorse disponibili sono state utilizzate in misura prevalente per gli interventi alle strutture e infrastrutture comunali danneggiate dall'evento calamitoso

8488

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

di che trattasi, destinando, altres, la somma di a 731.545,86 per il ripristino dell'agibilit degli edifici danneggiati di propriet privata; che con O. C. n. 1 del 4 aprile 2006 la somma disponibile di a 9.125.000,00, stata ripartita secondo quanto riportato nell'allegato 1 della medesima ordinanza sulla base di un criterio di sostanziale proporzionalit tra l'importo assegnato e l'ammontare del danno complessivo a suo tempo indicato per ciascun comune; che i comuni destinatari delle risorse in questione sono stati individuati quali soggetti attuatori degli interventi da realizzare alle strutture ed infrastrutture pubbliche; che con successiva O.C. n. 2 del 29 settembre 2006 stato approvato l'elenco degli interventi prioritari alle strutture e infrastrutture comunali danneggiate dall'evento di cui trattasi per l'importo complessivo di a 9.125.000,00, il relativo crono-programma e le modalit di erogazione delle somme effettivamente spese; VISTA l'Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3534 del 25 luglio 2006, con la quale si provveduto al complessivo riparto delle risorse di cui o all'art. 1, comma 100, della L. 23 dicembre 2005, n. 266; CONSIDERATO che, in relazione all'emergenza dichiarata con D.P.C.M. del 26 novembre 2004 per le eccezionali avversit atmosferiche che hanno colpito il territorio della provincia di Matera nei giorni 12, 13 e 14 novembre 2004, la Regione Basilicata risulta beneficiaria di un ulteriore contributo quindicennale di a 162.100,00 annue; PRESO ATTO che, ai sensi del comma 2 dell'art. 1 della sopra citata Ordinanza n. 3534/2006, le predette risorse affluiscono annualmente sulle contabilit speciali, laddove istituite, intestate ai Commissari Delegati; che la prima rata di a 162.100,00, giusta nota della Tesoreria Provinciale dello Stato, Sezione di Potenza, stata versata sull'apposita

contabilit speciale 2981 istituita ai sensi della legge 29 ottobre 1984, n. 720 e s.m.i., intestata al Commissario Delegato e, avendo i Comuni documentato un fabbisogno superiore alle disponibilit finanziarie, con O.C. n. 2 dell'8 giugno 2007 stata utilizzata per gli interventi sulle strutture private rideterminando, altres, l'importo per detti interventi in a 943.645,86; che le restanti 14 annualit sano state utilizzate per la contrazione di un mutuo secondo quanto autorizzato con D.P.C.M. del 23 maggio 2007, pubblicato sulla G.U. n. 128 del 5 giugno 2007, repertoriato al n. 9652 e registrato a Potenza il 19 ottobre 2007, dell'importo di a 1.708.524,06; che l'importo di a 1.708.524,06, giusta nota della Tesoreria Provinciale dello Stato, Sezione di Potenza, confluito anch'esso sull'apposita contabilit speciale 2981 istituita ai sensi della legge 29 ottobre 1984, n. 720 e s.m.i., intestata al Commissario Delegato; VISTA l'Ordinanza Commissariale n. 8 dell'8 luglio 2008 con la quale la somma di a 1.708.524,06 stata ripartita sulla base dell'entit dei danni a suo tempo censiti dalla Prefettura di Matera confermando quanto stabilito con O. C. n. 2 del 29 settembre 2006 agli articoli 5, 6 e 7; VISTA l'Ordinanza Commissariale n. 7 del 26/05/2009 con la quale: - viene approvato l'elenco degli interventi prioritari alle strutture e infrastrutture pubbliche ovvero alle infrastrutture comunali danneggiate dalle eccezionali avversit atmosferiche che hanno colpito il territorio della Provincia di Matera nei giorni 12, 13 e 14 novembre 2004; - viene approvato il crono-programma degli interventi alle strutture ed infrastrutture pubbliche, predisposto dalla struttura commissariale sulla base degli elementi contenuti nei progetti preliminari trasmessi dai Comuni interessati; - viene incaricato il Dirigente dell'Ufficio Pro-

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8489

tezione Civile di provvedere, con successivi atti dirigenziali, all'impegno e alla liquidazione delle somme effettivamente spese; - viene imputata la spesa totale di a 1.708.524,06 sulla contabilit speciale n. 2981 istituita presso la Banca d'Italia Sezione della Tesoreria Provinciale dello Stato di Potenza, intestata al Presidente della Regione Basilicata quale Commissario Delegato; DATO ATTO che la citata Ordinanza Commissariale n. 7 del 26 maggio 2009 assegna al Comune di Gorgoglione l'importo di a 80.000,00 per l'esecuzione degli "Interventi di sistemazione della strada comunale Fontana di Guerra"; CONSIDERATO che il Comune di Gorgoglione ha chiesto, con nota prot. n. 2758 del 23 luglio 2010, acquisita al protocollo al n. 151828 del 4 agosto 2010, l'autorizzazione all'utilizzo delle economie derivanti dal ribasso d'asta dell'importo complessivo a 22.552,65 per l'esecuzione di un nuovo intervento denominato "Lavori di ripristino della sede stradale zona P.E.E.P."; PRESO ATTO che, per 1' intervento gi assentito con Ordinanza Commissariale n. 7/2009 al Comune di Gorgoglione per l'importo di a 80.000,00 risulta un'economia complessiva derivante dal ribasso d'asta e da altre economie generali accertate a consuntivo di a 22.552,65; RITENUTO sulla scorta delle Ordinanze innanzi indicate, della documentazione prodotta dall'Amministrazione comunale di Gorgoglione e dell'istruttoria esperita dall'Ufficio Protezione Civile, di aderire alla richiesta del comune di Gorgoglione; DISPONE Art. 1 Le premesse formano parte integrante e sostanziale del presente provvedimento. Art. 2 Il Comune di Gorgoglione autorizzato ad utilizzare le economie derivanti dal ribasso d'asta degli "Interventi di sistemazione della strada comunale Fontana di Guerra" per l'esecuzione di

un nuovo intervento denominato "Lavori di ripristino della sede stradale zona P.E.E.P." dell'importo di a 22.552,65, secondo quanto riportato al numero 16 dell'Allegato A, che forma parte integrante e sostanziale della presente Ordinanza. Art. 3 E' approvato il crono-programma per l'intervento di cui trattasi, di cui all'Allegato B che forma parte integrante e sostanziale della presente Ordinanza. Art. 4 Per l'intervento resta fermo quanto disposto dagli articoli 5, 6 e 7 dell'Ordinanza Commissariale n. 7 del 26/5/2009. Art. 5 La presente Ordinanza sar pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata. Potenza, add 13 agosto 2010 Il Commissario Delegato Vito De Filippo

8490

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8491

8492

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 26 gennaio 2010, n. 57. Legge Regionale 3 maggio 2002 n16 "Disciplina generale degli interventi in favore dei Lucani all'estero". Approvazione programma annuale 2010 e programma triennale 2010 - 2012. (Con parere della II e IVa Commissione Consiliare Permanente). DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 24 febbraio 2010, n. 308. Legge 5.8.1978, n.457 - Legge 17.02.1992, n.179 - Programma di edilizia residenziale pubblica agevolata afferente interventi costruttivi di Cooperative Edilizie. (Con parere della II e IIIa Commissione Consiliare Permanente). DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 5 marzo 2010, n. 409. L.R. n 1 del 23.01.2001 - Individuazione ed istituzione del Distretto Rurale "Sistema Produttivo Locale Pollino - Lagonegrese". (Con parere della IIIa Commissione Consiliare Permanente). DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 5 marzo 2010, n. 410. L.R. n 1 del 23.01.2001 - Individuazione ed istituzione del Distretto Rurale delle Colline e Montagna Materana. (Con parere della IIIa Commissione Consiliare Permanente). DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 27 luglio 2010, n. 1245. DPGR n.942 del 31.10.1996 Nomina sig. Michele De Bellis Commissario della "Fondazione V. Motta di Laurenzana". Provvedimenti conseguenti. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 27 luglio 2010, n. 1249. Protocollo d'Intesa per il funzionamento degli Uffici Giudiziari del Distretto di Potenza. Presa d'atto.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 27 luglio 2010, n. 1250. L.R. 8/98. Comando presso la Segreteria del Presidente De Filippo del Sig. Italiano Savino Antonio.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 27 luglio 2010, n. 1252. Tavolo paritetico Regione Basilicata Contitolari concessione Gorgoglione (TOTAL, SHELL, ed ESSO); Aggiornamento composizione parte regionale.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 27 luglio 2010, n. 1269. Indizione gara mediante procedura negoziata ai sensi dell'Art. 57 D.LGS. 163/2006 Comma 6 - Per la fornitura di n. 10.000 dosi di vaccino anti - infezioni da Meningococco di Gruppo C (Vaccino Meningococcico C). Preimpegno di spesa.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 2 agosto 2010, n. 1284. Approvazione Linee Guida per il funzionamento dei siti web della Regione Basilicata.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 2 agosto 2010, n. 1286. Mobilit in uscita. Matr. 2244. Presa d'atto.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 2 agosto 2010, n. 1287. POR Basilicata 2000-2006 - Ammissione a finanziamento degli interventi dei Comuni di "Colobraro, Pomarico e Rionero in Vulture " a valere sulle Risorse Liberate.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 2 agosto 2010, n. 1289. Assegnazione al Comune di Potenza del

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8493

finanziamento di a 200.000,00 per redazione ed esecuzione piano di caratterizzazione del sito potenzialmente inquinato area discariche RSU in loc. Pallareta. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 2 agosto 2010, n. 1290. Acquasana s r.l. - Decadenza della concessione mineraria denominata "S.Maria de Luco" assentita con D.G.R. n.2154 del 13 settembre 1999. LA GIUNTA REGIONALE VISTA la Legge Regionale n. 12/96 e successive modifiche ed integrazioni; VISTA la D.G.R. n. 11 del 13 gennaio 1998; VISTA la D.G.R. n. 2903 del 13 dicembre 2004; VISTE le DD.GG.RR. nn. 1148/2005, 1380/2005, 2017/2005, 125/2006, che definiscono le materie di competenza dei Dipartimenti e le Strutture Dirigenziali che li compongono; VISTO il Decreto Legislativo n. 165 del 30 marzo 2001, recante le norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche; VISTA la D.G.R. n. 2020/2005 con la quale stato conferito l'incarico di Dirigente dell'Ufficio Geologico ed Attivit Estrattive al Dr. Giuseppe GILIBERTI; VISTO il Decreto Legislativo n. 112 del 31 marzo 1998, Titolo II Cap. VI; VISTA la L.R. n. 7 dell'8 marzo 1999, di attuazione del D. Lgs. n. 112/98; VISTA la L.R. n. 43/96 e s.m.i. che disciplina la ricerca e la coltivazione delle acque minerali e termali; VISTO la D.G.R. n. 2154 del 13 settembre 1999, con la quale stata rilasciata alla societ Acquasana s.r.l.. la concessione mineraria denominata "S. Maria de Luco" su terreni siti in loc. Monticchio Sgarroni del comune di Rionero in Vulture (PZ), per una estensione complessiva di Ha 66,00,00 e per la durata di quindici anni; CONSIDERATO che l'art. 31 comma 1 della L.R.

43/96 e s.m.i. dispone che "le concessioni devono essere costantemente esercitate tranne che sia consentita, per ragioni motivate, la sospensione delle attivit dalla Giunta Regionale"; CONSIDERATO che l'art. 34 della precitata legge indica, in via tassativa, i casi in cui la Giunta Regionale pu pronunciare la decadenza del permesso di ricerca o della concessione; RILEVATO che la societ Acquasana s.r.l. non ha mai esercitato la concessione assentita con D.G.R. n. 2154 del 13 settembre 1999 disattendendo pertanto quanto stabilito dalla L.R. 43/96; CONSIDERATO che l'art. 42 della L.R. 43/96 e s.m.i. stabilisce a carico del concessionario il pagamento di un canone annuo per l'area oggetto di concessione ed il relativo adeguamento annuale dell'importo del canone sulla base degli indici Nazionali del costo della vita pubblicati dall'Istituto Centrale di Statistica; RILEVATO che la societ Acquasana s.r.l. non ha versato i canoni di concessione ed i relativi adeguamenti annuali e non ha rispettato, altres, le prescrizioni contenute nel provvedimento concessorio; PRESO ATTO che con lettera A.R. n. 85877/75AE del 02/05/2008 notificata il 09/05/2008, l'Ufficio Geologico ed Attivit Estrattive del Dipartimento Ambiente e Territorio Politiche della Sostenibilit, ha dato comunicazione, alla societ Acquasana s.r.l., ai sensi degli artt. 7/8 della legge 241/90, delle motivazioni per le quali si avviava a loro carico, il procedimento di decadenza della concessione mineraria denominata "S. Maria de Luco", cos come previsto dalla L.R. 43/96; CONSIDERATO che con la succitata nota venivano concessi 120 giorni, decorrenti dalla data di ricevimento della stessa, per eventuali osservazioni, rilievi ecc, come previsto dall'art. 10 della legge 241/90; PRESO ATTO che entro detto termine ed a tutt'oggi non pervenuta alcuna comunicazione da parte della societ Acquasana s.r.l.; RITENUTO che tale situazione, integrando le

8494

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

ipotesi di mancato esercizio della concessione assentita e di mancato versamento dei canoni annui, in contrasto con la L.R. 43/96 tesa a soddisfare l'interesse pubblico affinch sia assicurata l'utilizzazione, lo sfruttamento e l'attenta gestione della risorsa idrica; Per i motivi sopra citati Su proposta dell'Assessore al ramo; Ad unanimit di voti; DELIBERA La decadenza della concessione per lo sfruttamento di acque minerali denominata "S. Maria de Luco." sita in loc. Monticchio Sgarroni del Comune di Rionero in Vulture rilasciata con D.G.R. n. 2154 del 13 settembre 1999 alla societ Acquasana s.r.l. con sede in Muro Lucano (PZ), C. da Taverna Pugliese (Partita I.V.A. n. 0072390760), rappresentata dall'amministratore unico Margiotta Luciano, nato a Bella il 20/07/1935 e domiciliato, per la carica rivestita, presso la sede societaria. Di notificare al concessionario la presente deliberazione con l'obbligo di osservare le prescrizioni contenute negli artt. 33 e 36 della L.R. 43/96 s.m.i.. Di inviare, copia del presente atto, per gli eventuali successivi adempimenti ciascuno di propria competenza, all'Ufficio Provveditorato e Patrimonio ed all'Ufficio Bilancio e Fiscalit Regionale del Dipartimento Presidenza della Giunta. Per quant'altro non specificato, si richiamano le norme contenute nella L.R. 43/96 e s.m.i.. La presente deliberazione non comporta impegno contabile. La presente deliberazione ha effetto dalla data di pubblicazione nel B.U. della Regione Basilicata. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 2 agosto 2010, n. 1291. Nuova Pompei soc. coop. a r.l. - Decadenza della concessione mineraria denominata "L'insuperabile" assentita con D.G.R. n.1353 del 18 giugno 2001.

LA GIUNTA REGIONALE VISTA la Legge Regionale n. 12/96 e successive modifiche ed integrazioni; VISTA la D.G.R. n. 11 del 13 gennaio 1998; VISTA la D.G.R. n. 2903 del 13 dicembre 2004; VISTE le DD.GG.RR. nn. 1148/2005, 1380/2005, 2017/2005, 125/2006, che definiscono le materie di competenza dei Dipartimenti e le Strutture Dirigenziali che li compongono; VISTO il Decreto Legislativo n. 165 del 30 marzo 2001, recante le norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche; VISTA la D.G.R. n. 2020/2005 con la quale stato conferito l'incarico di Dirigente dell'Ufficio Geologico ed Attivit Estrattive al Dr. Giuseppe GILIBERTI; VISTO il Decreto Legislativo n. 112 del 31 marzo 1998, Titolo II Cap. VI; VISTA la L.R. n. 7 dell'8 marzo 1999, di attuazione del D. Lgs. n. 112/98; VISTA la L.R. n. 43/96 e s.m.i. che disciplina la ricerca e la coltivazione delle acque minerali e termali; VISTO il D.P.G.R. n. 243 del 23 febbraio 1989, con il quale stata rilasciata alla Nuova Pompei soc. coop. a r.l. la concessione mineraria denominata "L'insuperabile" su terreni siti in loc. La Francesca del Comune di Rionero in Vulture (PZ), per una estensione complessiva di Ha 00,16,57; VISTA la D.G.R. n. 1353 del 18 giugno 2001 di adeguamento alla L.R. 43/96 e di rinnovo della innanzi citata concessione; CONSIDERATO che l'art. 31 comma 1 della L.R. 43/96 e s.m.i. dispone che "le concessioni devono essere costantemente esercitate tranne che sia consentita, per ragioni motivate, la sospensione delle attivit dalla Giunta Regionale"; CONSIDERATO altres, che l'art. 34 della precitata legge indica, in via tassativa, i casi in cui la Giunta Regionale pu pronunciare la decadenza del permesso di ricerca o della concessione;

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8495

RILEVATO che la societ Nuova Pompei soc. coop. a r.l. non ha mai esercitato la concessione assentita con D.G.R. n.1353 del 18 giugno 2001 disattendendo quanto disposto dalla L.R. 43/96; CONSIDERATO che l'art. 42 della L.R. 43/96 e s.m.i. stabilisce a carico del concessionario il pagamento di un canone annuo per l'area oggetto di concessione ed il relativo adeguamento annuale dell'importo del canone sulla base degli indici Nazionali del costo della vita pubblicati dall'Istituto Centrale di Statistica; RILEVATO che la societ Nuova Pompei soc. coop. a r.l. non ha versato i canoni di concessione ed i relativi adeguamenti annuali e non ha rispettato, altres, le prescrizioni contenute nel provvedimento concessorio; PRESO ATTO che con lettera A.R. n. 85872/75AE del 02/05/2008 notificata il 21/05/2008, l'Ufficio Geologico ed Attivit Estrattive del Dipartimento Ambiente e Territorio, Politiche della sostenibilit, ha dato comunicazione, alla Nuova Pompei soc. coop. a r.l., ai sensi degli artt. 7/8 della legge 241/90, delle motivazioni per le quali si avviava a loro carico, il procedimento di decadenza della concessione mineraria denominata "L'Insuperabile", cos come previsto dalla L.R. 43/96; CONSIDERATO che con la succitata nota venivano concessi 120 giorni, decorrenti dalla data di ricevimento della stessa, per eventuali osservazioni, rilievi ecc., come previsto dall'art. 10 della legge 241/90; PRESO ATTO che entro detto termine non pervenuta alcuna comunicazione da parte della Nuova Pompei soc. coop. a r.l.; RITENUTO che tale situazione, integrando le ipotesi di mancato esercizio della concessione assentita e di mancato versamento dei canoni annui, in contrasto con la L.R. 43/96 tesa a soddisfare l'interesse pubblico affinch sia assicurata l'utilizzazione, lo sfruttamento e la attenta gestione della risorsa idrica; Per i motivi sopra citati

Su proposta dell'Assessore al ramo; Ad unanimit di voti; DELIBERA La decadenza della concessione per lo sfruttamento di acque minerali denominata "L'Insuperabile" sita in loc. La Francesca nel territorio del Comune di Rionero in Vulture, rilasciata con D.G.R. n. 1353 del 18 giugno 2001 alla societ NUOVA POMPEI soc. coop. a r.l. con sede in Rionero in Vulture, in Via Benedetto Cairoli, 87 (Partita I.V.A. n.00848740767), rappresentata legalmente dal Presidente del Consiglio di Amministrazione Moretti Giovanni Francesco, nato a Rionero in Vulture il 04/02/1963 ed ivi residente in Via di Mezzo. Di notificare al concessionario la presente deliberazione con l'obbligo di osservare le prescrizioni contenute negli artt. 33 e 36 della L.R. 43/96 s.m.i.. Di inviare, copia del presente atto, per gli eventuali successivi adempimenti ciascuno di propria competenza, all'Ufficio Provveditorato e Patrimonio ed all'Ufficio Bilancio e Fiscalit Regionale del Dipartimento Presidenza della Giunta. Per quant'altro non specificato, si richiamano le norme contenute nella L.R. 43/96 e s.m.i.. La presente deliberazione non comporta impegno contabile. La presente deliberazione ha effetto dalla data di pubblicazione nel B.U. della Regione Basilicata.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 2 agosto 2010, n. 1292. Interventi di miglioramento della Foresta Regionale "Fossa Cupa" in agro del Comune di Abriola - Approvazione progetto esecutivo.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 2 agosto 2010, n. 1293. Rinnovo concessione Fida Pascolo - Foresta Regionale "Grancia-Caterina" in Agro del Comune di Brindisi M..

8496

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 2 agosto 2010, n. 1294. Rinnovo concessione Fida Pascolo - Foresta Regionale "Fossa Cupa" in Agro del Comune di Abriola.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 2 agosto 2010, n. 1300. L.R. N.12/2008 e s.m.i. - Approvazione progetto "Riorganizzazione della rete regionale della riabilitazione e della Lungodegenza".

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 2 agosto 2010, n. 1295. Rinnovo concessione Fida Pascolo - Foresta Regionale "Rifreddo" in Agro del Comune di Pignola. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 2 agosto 2010, n. 1302. Cessazione autorizzazione distribuzione all'ingrosso di gas medicinali - Ditta Criosalento s.r.l in via Forlanini n. 11 Melfi.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 2 agosto 2010, n. 1296. Progetto esecutivo riguardante i lavori di manutenzione e miglioramento della Foresta Regionale "Lagopesole" - Anno 2010. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 2 agosto 2010, n. 1303. P.O. F.S.E. Basilicata 2007-2013. Asse IV - Capitale Umano- Approvazione Avviso Pubblico per la "Concessione di contributi per la partecipazione a master non universitari". LA GIUNTA REGIONALE VISTO il D.Lgs. n. 165/2001 concernente le norme generali sullordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche; VISTA la L.R. 12/1996 e successive modifiche ed integrazione, concernente la Riforma dellorganizzazione regionale; VISTA la D.G.R. n. 11/1998 con cui sono stati individuati gli atti rientranti in via generale nelle competenze della Giunta Regionale; VISTE le DD.GG.RR. nn. 1148/2005 e 1380/2005 relative alla denominazione e configurazione dei Dipartimenti Regionali; VISTA la D.G.R. n. 1563 dell11/09/2009 concernente la riorganizzazione del Dipartimento Formazione, Lavoro Cultura e Sport e la graduazione degli Uffici; VISTA la D.G.R. 637/2006 concernente la modifica delliter procedurale delle proposte deliberative della Giunta; VISTA la Legge Regionale 11 dicembre 2003, n. 33. Riordino del sistema formativo integrato e s.m.i; VISTA la L.R. n. 16 del 3 maggio 2002 Discipli-

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 2 agosto 2010, n. 1297. Primi interventi per la realizzazione delle strutture operative di protezione civile presso il compendio immobiliare "ex Vivalat" di Potenza.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 2 agosto 2010, n. 1298. Affidamento ai sensi dell'art.125 c. 10 lett. e D.Lgs. n.163/06, alla Societ Publisys S.p.A. di Potenza del servizio di "Assistenza manutenzione ed implementazione Sistema Informatico" gestione Domanda Abitativa" nella Regione Basilicata.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 2 agosto 2010, n. 1299. Programma annuale antincendio 2010 Interventi di manutenzione e di adeguamento dell'aviosuperfice di Grumento Nova - Approvazione schema di accordo con Comunit Montana Alto Agri e Corpo Forestale dello Stato.

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8497

na generale degli interventi in favore dei lucani allestero; VISTO il Regolamento (CE) n. 1081/2006 recante disposizioni generali sul Fondo Sociale Europeo e recante labrogazione del Regolamento (CE) n. 1784/99 e s.m.i.; VISTO il Regolamento (CE) n. 1083/2006, recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale e sul Fondo di Coesione e che abroga il Regolamento (CE) n. 1260/99 e s.m.i.; VISTO il Regolamento unico di applicazione del 15/02/2007 corrigendum al Regolamento (CE) n. 1828/2006 che stabilisce le modalit di applicazione del succitato regolamento(CE) n. 1083/2006 e s.m.i.; VISTO il Programma Operativo Basilicata F.S.E. 2007-2013 per lintervento comunitario del Fondo Sociale Europeo ai fini dellobiettivo Convergenza nella Regione Basilicata in Italia - approvato con Decisione della Comunit Europea n. C(2007) 6724 il 18 dicembre 2007 e s.m.i.; VISTA la Deliberazione n. 854 del 10 giugno 2008 con la quale la Giunta Regionale ha preso atto dei Criteri di selezione delle operazioni da ammettere a cofinanziamento del Fondo Sociale Europeo relativi al Programma Operativo FSE 2007-2013 della Regione Basilicata; VISTA la Deliberazione n. 1075 del 10/06/2009 con la quale la Giunta Regionale ha approvato il manuale delle procedure di gestione del Programma Operativo F.S.E. Basilicata 2007/2013; VISTA la DGR n. 2159 del 16 dicembre 2009, concernente il Documento di descrizione del sistema di gestione e controllo del P.O. F.S.E. Basilicata 2007/2013; VISTA la DGR n. 1690 del 28/10/2008 di presa datto del Piano di Comunicazione del P.O. F.S.E. Basilicata 2007/2013 di cui al regolamento (CE) n. 1828/2006 e s.m.i.; VISTA la deliberazione n. 2086 del 4 dicembre 2009 con la quale la Giunta Regionale ha

approvato la linea grafica del P.O. F.S.E. Basilicata 2007/2013 ed il manuale duso; VISTO il DPR n. 196 del 03/10/2008 che definisce le norme sullammissibilit delle spese per i programmi cofinanziati dai fondi strutturali per la fase di programmazione 2007/2013; VISTA la Circolare del Ministero del Lavoro e P.S. 2 febbraio 2009, n.2 ; VISTO in particolare lAsse IV Capitale Umano - del succitato Programma Operativo che prevede, tra le attivit di cui al paragrafo 4.1.5.3, investimenti nelle modalit di formazione e ricerca anche attraverso borse formative individuali, master internazionali nel campo della R.& S. per giovani laureati, dottorandi, dottorati e masterizzati, nonch interventi di Alta formazione per profili professionali specialistici in campi vari (categoria di spesa 74); CONSIDERATO che la Regione intende favorire laccesso individuale allalta formazione delle persone laureate in cerca di occupazione, sostenendo la partecipazione ai master non universitari mediante la concessione di contributi finanziari a intera o parziale copertura dei costi di iscrizione e frequenza ai master; CONSIDERATO che la Regione intende rimuovere, altres, gli ostacoli alla partecipazione delle persone residenti in localit diverse da quella di svolgimento dei master non universitari attraverso la concessione di contributi a parziale copertura delle spese di soggiorno, in rapporto al reddito familiare, concedendo contributi maggiori a coloro che hanno un reddito familiare pi basso; CONSIDERATO che lAvviso pubblico Concessione di contributi per la partecipazione a master non universitari , Allegato A) al presente atto, quale parte integrante e sostanziale dello stesso, realizza le predette finalit ed conforme alle prescrizioni normative; RITENUTO pertanto di procedere allapprovazione del succitato Avviso ; DATO ATTO che la realizzazione dellAvviso di che trattasi comporta un onere complessivo

8498

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

di a 1.000.000,00 (unmilione) sullasse IV Capitale Umano del P.O. F.S.E. 2007/2013 del bilancio regionale corrente che presenta la necessaria disponibilit finanziaria; VISTA la L.R. n. 42 del 30.12.2009: Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione annuale pluriennale della Regione BasilicataLegge Finanziaria 2010; VISTA la L.R. n. 43 del 30.12.2009, con la quale stato approvato il Bilancio di Previsione per lesercizio finanziario 2010; VISTA la D.G.R. n. 3 del 07.01.2010 con la quale stato approvato il Bilancio di previsione per capitoli di spesa per lesercizio finanziario 2010; Su proposta dellAssessore alla Formazione, Lavoro, Cultura, Sport Ad unanimit di voti espressi nei termini di legge DELIBERA 1. Di approvare lAvviso Pubblico, allegato A, quale parte integrante e sostanziale del presente atto, di Concessione di contributi per la partecipazione a master non universitari; 2. Di dare atto che la realizzazione dell Avviso di cui al precedente punto 1. comporta un onere complessivo pari a a 1.000.000,00 (unmilione) sullasse IV Capitale Umano del P.O. F.S.E. 2007/2013 del bilancio regionale corrente che presenta la necessaria disponibilit finanziaria; 3. di pubblicare integralmente il presente atto sul Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata, dandone informazione attraverso i quotidiani a diffusione regionale e di renderlo disponibile sul sito ufficiale della Regione Basilicata allindirizzo www.regione.basilicata.it e sul sito www.regione.basilicata.it /dipformazione;

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8499

REGIONE BASILICATA
DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT PROGRAMMA OPERATIVO FSE BASILICATA 2007-2013

AVVISO PUBBLICO
Concessione di contributi per la partecipazione a master non universitari

Invito a presentare domanda

8500

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

AVVISO PUBBLICO
CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA PARTECIPAZIONE A MASTER NON UNIVERSITARI

allegato A

Il presente Avviso Pubblico fa riferimento alle seguenti fonti normative e programmatiche: Regolamento (CE) n. 1081/2006, relativo al Fondo Sociale Europeo e recante labrogazione del Regolamento (CE) n. 1784/1999 e s.m.i.; Regolamento (CE) n. 1083/2006, recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione e che abroga il Regolamento (CE) n. 1260/1999 e s.m.i.; Regolamento unico di applicazione del 15 febbraio 2007, corrigendum al Regolamento (CE) n. 1828/2006 che stabilisce le modalit di applicazione del succitato Regolamento (CE) n. 1083/2006 e s.m.i.; L.R. 3 maggio 2002, n. 16 Disciplina generale degli interventi in favore dei lucani allestero; L.R. 11 dicembre 2003 n. 33 Riordino del sistema formativo integrato e s.m.i.; PO FSE 2007 2013 Regione Basilicata - approvato con Decisione C(2007) n. 6724 del 18 dicembre 2007 e s.m.i.; D.G.R. n. 854 del 10 giugno 2008 di presa datto dei Criteri di selezione delle operazioni da ammettere a cofinanziamento del Fondo Sociale Europeo relativi al Programma Operativo FSE 2007-2013 della Regione Basilicata; D.G.R. n. 1075 del 10/06/2009 di approvazione del manuale delle procedure di Gestione del Programma Operativo Basilicata F.S.E. 2007/2013; D.G.R. n. 2159 del 16 dicembre 2009, concernente il Documento di descrizione del sistema di gestione e controllo del P.O. FSE Basilicata 2007-2013; D.G.R. n. 1690 del 28.10.2008 di presa datto del Piano di Comunicazione del PO FSE Basilicata 2007-2013 di cui al Regolamento (CE) n. 1828/2006; D.G.R. n. 2086 del 4 dicembre 2009 con la quale la Giunta Regionale ha approvato la linea grafica del PO FSE Basilicata 2007-2013 ed il manuale duso; D.P.R. n. 196 del 03/10/2008 che definisce le norme sullammissibilit delle spese per i programmi cofinanziati dai fondi strutturali per la fase di programmazione 2007/2013; Circolare del Ministero del Lavoro e P.S. 2 febbraio 2009, n.2

Art. 1. - Finalit e oggetto dellavviso 1. Al fine di favorire laccesso individuale allalta formazione delle persone laureate in cerca di occupazione, nonch ai giovani laureati in cerca di occupazione rientranti nella

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8501

categoria di cui alla L.R. n. 16 Disciplina generale degli interventi in favore dei lucani allestero, la Regione Basilicata sostiene la partecipazione ai master non universitari attivati e/o iniziati nel periodo temporale compreso tra il 16 giugno 2009 e la data di pubblicazione del presente avviso pubblico o a master non universitari attivati e/o iniziati nel periodo temporale compreso tra il 1 gennaio 2007 e il 6 maggio 2008, mediante la concessione di voucher per i costi di iscrizione e frequenza. 2. La Regione concede, inoltre, contributi per le spese di soggiorno presso le sedi di svolgimento dei Master, in rapporto al reddito familiare dei beneficiari;

Art. 2. - Tipologia di master ammessi 1. I master non universitari per i quali possibile richiedere i contributi devono avere cumulativamente i seguenti requisiti: a) essere attuati da qualificati organismi di alta formazione, pubblici o privati, operanti in Italia o nei Paesi dellUnione europea, in possesso di accreditamento regionale o riconoscimento statale o di altro accreditamento privato che conferisca allorganismo la qualit di struttura di alta formazione; b) essere stati attivati e/o iniziati nel periodo di tempo compreso tra il 16 giugno 2009 e la data di pubblicazione del presente avviso pubblico; c) attivati e /o iniziati nel periodo di tempo compreso tra il 1 gennaio 2007 e il 6 maggio 2008; d) prevedere laccesso per i laureati; e) avere una durata non inferiore a 900 ore complessive (attivit daula + attivit di stage o equivalente attivit in situazione lavorativa); f) prevedere unattivit di stage o equivalente attivit in situazione lavorativa non inferiore al 25% delle ore complessive del master ; g) concludersi entro 24 mesi dallinizio delle attivit formative. Art. 3. - Chi pu partecipare 1. Per presentare la domanda i candidati devono possedere i seguenti requisiti: a) essere disoccupati o inoccupati secondo la normativa vigente. Tale condizione deve sussistere al momento della presentazione della domanda di partecipazione al master non universitario e deve conservarsi per tutta la durata dello stesso ; b) essere in possesso di un titolo di laurea al momento delliscrizione al master. Per titolo di laurea si intende: diploma di laurea vecchio ordinamento, laurea triennale, laurea specialistica/magistrale, titolo equipollente rilasciato da Universit straniere; c) essere residenti in Basilicata o rientrare nelle categorie di cui alla legge regionale 3 maggio 2002, n. 16; d) risultare iscritti ed essere stati ammessi ad un master non universitario attivato e/o iniziato nel periodo compreso tra il 16 giugno 2009 e la data di pubblicazione del presente avviso pubblico. Le domande dei candidati iscritti al master non universitario , che non abbiano ancora conseguito il titolo di ammissione alla data di scadenza del presente avviso, sono comunque esaminate e, in caso di utile collocazione in graduatoria, sono ammesse con riserva. Entro 30 giorni dalla pubblicazione della graduatoria degli ammessi al beneficio i candidati devono dare apposita comunicazione alla Regione dellavvenuta ammissione alla frequenza del master. La

8502

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

mancata comunicazione nei termini stabiliti ha effetti di rinuncia con conseguente decadenza del beneficio e scorrimento della graduatoria; e) avere frequentato un master non universitario attivato e/o iniziato nel periodo compreso tra il 1 gennaio 2007 e il 6 maggio 2008. 2. I requisiti indicati devono essere posseduti tutti cumulativamente alla data di pubblicazione del presente Avviso,da parte dei candidati interessati al periodo compreso tra il 16 giugno 2009 e la data di pubblicazione del presente avviso pubblico, o alla data del 16/10/20081 , da parte dei candidati interessati al periodo compreso tra il 1 gennaio 2007 e il 6 maggio 2008. Art. 4. Chi non pu partecipare 1. Non possono presentare la domanda i candidati che: a. hanno ottenuto contributi finanziari dalla Regione Basilicata a copertura, totale o parziale, dei costi di iscrizione e frequenza ad altri master non universitari nonch a master universitari, nellarco dei tre anni precedenti la pubblicazione del presente avviso ovvero nellarco dei tre anni precedenti la data del 16/10/2008 ; b. hanno ottenuto contributi da amministrazioni pubbliche, dallUniversit o da enti privati a copertura totale dei costi di iscrizione e frequenza per il master non universitario; c. frequentano alla data della pubblicazione del presente avviso o hanno frequentato, alla data del 16/10/2008, corsi di laurea, corsi di laurea magistrale, master universitari di primo e secondo livello, corsi di specializzazione universitaria, dottorati di ricerca, master o corsi di perfezionamento rientranti nellambito delle professioni sanitarie, master o corsi di perfezionamento di preparazione agli esami di Stato per labilitazione allesercizio delle professioni o finalizzati alliscrizione ad albi professionali ed ai concorsi pubblici, corsi di perfezionamento post- universitario che non rilasciano un titolo accademico, master universitari e non universitari con modalit di formazione a distanza o on - line.

Art. 5. Voucher 1. Ai fini del presente avviso si intende per voucher il contributo finanziario che la Regione eroga a copertura, intera o parziale, dei costi sostenuti per liscrizione e la frequenza ai master a condizione che il candidato abbia concluso il master ed abbia conseguito il titolo finale. 2. Lentit del voucher concedibile non pu superare Euro 10.000,00 (euro diecimila). Qualora i costi di iscrizione al master superino limporto massimo concedibile, la restante somma rimane a carico del partecipante.

Data di Pubblicazione dellAvviso pubblico approvato con DGR n. 1516 del 30/9/2008 per la Concessione di contributi per la partecipazione a master non univerisatari.

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8503

3. I candidati che abbiano ottenuto un contributo da altra amministrazione pubblica, dallUniversit o da enti privati a copertura parziale dei costi di iscrizione e frequenza per il master non universitario interessato, possono richiedere alla Regione il contributo esclusivamente per la copertura della restante parte fino alla concorrenza dellimporto massimo concedibile pari a 10.000,00. 4. In ogni caso non sono riconosciuti i costi relativi a interessi di mora per ritardato pagamento delle rate di iscrizione. 5. I voucher sono concessi per liscrizione e la frequenza a master non universitari attivati e o iniziati nel periodo compreso tra il 16 giugno 2009 e la data di pubblicazione del presente avviso pubblico o attivati e o iniziati nel periodo compreso tra 1 gennaio 2007 e il 6 maggio 2008. Nellipotesi di master non universitari pluriennali, i voucher sono concessi per una sola annualit. In entrambi i casi vige la disposizione di cui allart. 4 del presente avviso.

Art. 6. Contributi per le spese di soggiorno 1. Al fine di rimuovere gli ostacoli alla partecipazione delle persone residenti in localit diverse da quella di svolgimento dei master non universitari , la Regione concede, inoltre, un contributo forfetario per le spese di soggiorno dei partecipanti fino ad un massimo di 200 giorni di frequenza, cos ripartito: - 30,00 per ogni giornata di effettiva frequenza per coloro che risiedono in localit, la cui distanza superiore a 100 km dalla sede di svolgimento del master ; - 20,00 per ogni giornata di effettiva frequenza per coloro che risiedono in localit, la cui distanza compresa tra 50 e 100 km dalla sede di svolgimento del master ; - 10,00 per ogni giornata di effettiva frequenza per coloro che risiedono in localit, la cui distanza sia inferiore a 50 km dalla sede di svolgimento del master. - per i residenti nel luogo di svolgimento del master non previsto alcun contributo per le spese di soggiorno, - per i soli periodi di stage effettuati in paesi extracomunitari, 60,00 per ogni giornata di effettiva partecipazione allo stage e un contributo massimo di 2.500,00 per le spese documentate di viaggio. 2. Lentit dei contributi per le spese di soggiorno determinato in rapporto al reddito familiare, calcolato in base allindicatore ISEE 2009 (indicatore della situazione economica equivalente) per le richieste relative alla frequenza di master non universitari attivati e/o iniziati nel periodo compreso tra il 16 giugno 2009 fino alla data di pubblicazione del presente avviso pubblico e ISEE 2006 (indicatore della situazione economica equivalente) per le richieste relative alla frequenza di master non universitari attivati e/o iniziati nel periodo compreso tra il 1 gennaio 2007 e il 6 maggio 2008 nella misura percentuale indicata nella seguente tabella:

8504

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

REDDITO EQUIVALENTE ISEE 2009 REDDITO EQUIVALENTE ISEE 2006

FINO A EURO 30.000,00 100 SUPERIORE A EURO 30.000,00 FINO A EURO 40.000,00 80 SUPERIORE A EURO 40.000,00 FINO A EURO 50.000,00 60 SUPERIORE A EURO 50.000,00 FINO A EURO 60.000,00 40 SUPERIORE A EURO 60.000,00 FINO A EURO 70.000,00 20 3. Per i redditi familiari, calcolati sempre in base allindicatore ISEE 2009 o ISEE 2006, superiori a Euro 70.000,00, non previsto alcun contributo per le spese di soggiorno. 4. Ai candidati che rientrano nelle categorie di cui alla legge regionale 3 marzo 2002 n. 16 lentit dei contributi per le spese di soggiorno determinato in rapporto al reddito del nucleo familiare dellanno 2009 o 2006. 5. I candidati che abbiano ottenuto un contributo in qualsiasi forma a copertura totale dei costi di iscrizione e frequenza al master non universitario interessato, possono richiedere alla Regione i contributi per le spese di soggiorno alle condizioni di cui sopra.

Art. 7. - Come si presenta la domanda 1. La domanda in carta semplice deve essere compilata utilizzando lo schema allegato Dichiarazione unica, contenente la richiesta di contributi e la dichiarazione sostitutiva, resa ai sensi degli articoli 46 e 47 D.P.R. 445/2000, firmata dal candidato. La mancata sottoscrizione della domanda motivo di esclusione della candidatura. 2. Il candidato deve, inoltre, unire alla domanda: a) copia del bando del master non universitario con il relativo programma didattico da cui si deve evincere con chiarezza la presenza dei requisiti richiesti dallarticolo 2, lett. b), c) d) e), f); b) documentazione attestante laccreditamento pubblico o privato dellorganismo attuatore del master, come richiesto dallarticolo 2, lett. a); c) titolo di ammissione e di frequenza al master non universitario (attestazione dellOrganismo attuatore del master o altro documento attestante lavvenuta ammissione); d) ricevuta di pagamento totale o parziale dell iscrizione e frequenza al master ( a mezzo bonifico, assegno bancario non trasferibile, c/c postale o sistema elettronico) e relativa fattura o documento equivalente avente valore probatorio; e) fotocopia leggibile di un documento valido di riconoscimento del candidato. 3. Oltre ai documenti sopra indicati:

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8505

Per i candidati che rientrano nelle categorie di cui alla legge regionale 3 marzo 2002 n. 16 : idonea certificazione o dichiarazione, resa presso i consolati italiani, di essere figlio o discendente di cittadini lucani emigrati e certificato di iscrizione allA.I.R.E. presso il comune di origine ; 4. La domanda in busta chiusa deve essere inviata a: REGIONE BASILICATA Dipartimento Formazione, Lavoro, Cultura e Sport - Via Vincenzo Verrastro, 8 85100 Potenza. 5. Il candidato deve scrivere sulla busta, oltre lindirizzo anche la frase seguente: CONTRIBUTI MASTER NON UNIVERSITARI attivati e o iniziati nei periodi compresi tra il 16 giugno 2009 e la data di pubblicazione del presente avviso pubblico o il periodo 1 gennaio 2007 e il 6 maggio 2008. La busta deve contenere una sola domanda riferita ad un solo master. Le buste che contengono pi domande o indicazione di pi master sono escluse.

Art. 8. Termini di presentazione della domanda 1. La domanda deve pervenire entro le ore 13.00 (tredici) del sessantesimo giorno successivo a quello di pubblicazione del presente avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata. 2. Se inviata a mezzo postale (pubblico o privato) deve pervenire entro lo stesso termine indicato. Non fa fede il timbro postale di spedizione. Se il sessantesimo giorno coincide con un sabato o con un giorno festivo, la data utile per la ricezione sar quella del giorno lavorativo successivo sempre entro le ore dodici. 3. L'Amministrazione non assume alcuna responsabilit per eventuali disguidi o ritardi postali o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.

Art. 9. - Ammissione e valutazione delle domande 1. Le domande sono sottoposte a verifica delle condizioni di ammissibilit. Le domande sono ritenute ammissibili se: a. pervenute alla Regione entro il termine di scadenza previsto dallarticolo 8; b. contengono lindicazione di un solo master; c. presentate da soggetti in possesso dei requisiti previsti dallarticolo 3; d. compilate sullapposito schema allegato dichiarazione unica, sottoscritte e corredate di tutta la documentazione richiesta (articolo 7). 2. Lassenza di anche una sola delle condizioni sopra indicate costituisce motivo di esclusione della candidatura dalla successiva fase di valutazione.

8506

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

3. Le domande ritenute ammissibili sono sottoposte a valutazione, assumendo i criteri e i punteggi di seguito illustrati : A. - VOTO DI LAUREA Il criterio quello della precedenza al candidato che ha conseguito una votazione pi alta. 4. Il punteggio attribuito, come da tabella:
VOTO DI LAUREA PUNTEGGIO

Voto di laurea pari a 110 e 110 e lode Voto di laurea da 108 a 109 Voto di laurea da 105 a 107 Voto di laurea da 100 a 104 Voto di laurea da 95 a 99 Voto di laurea fino a 94

A 5 4 3 2 1 0,5

B. -

CONCESSIONE DI ALTRI CONTRIBUTI FINANZIARI IN QUALUNQUE FORMA DA ALTRI ENTI PUBBLICI O PRIVATI PER IL MASTER PER IL QUALE SI CHIEDONO I CONTRIBUTI

Il criterio quello della precedenza del candidato che non ha ottenuto alcun contributo in qualunque forma dalla Regione Basilicata o da altre amministrazioni pubbliche o da enti privati, a copertura totale o parziale dei costi di iscrizione e frequenza per lo stesso master non universitario per il quale si richiedono i contributi a valere sul presente avviso.
CONCESSIONE CONTRIBUTI PUNTEGGIO B

NESSUN CONTRIBUTO CONTRIBUTO OTTENUTO

5 0

Il punteggio totale dato moltiplicando il punteggio attribuito al voto di laurea (A) a cui va aggiunto il punteggio attribuito relativo ai contributi.(B). Punteggio totale attribuito = A + B 5. In caso di parit verr preferito il candidato pi giovane. A conclusione della valutazione la Regione redige distinte graduatorie: - graduatorie per la concessione di voucher relativi ai master non universitari attivati e/o iniziati nel periodo compreso tra il 16 giugno 2009 e la data di pubblicazione del presente avviso pubblico; - graduatorie per la concessione di voucher relativi ai master non universitari attivati e/o iniziati nel periodo di tempo compreso tra il 1 gennaio 2007 e il 6 maggio 2008 - graduatoria per la concessione dei voucher relativi ai master non universitari per i candidati di cui alla legge regionale 3 marzo 2002 n. 16; 6. I voucher sono assegnati secondo lordine di ciascuna graduatoria , sino ad esaurimento delle risorse finanziarie previste nellart. 13;

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8507

7. In ciascuna graduatoria sono inclusi: - i candidati le cui domande sono ammesse e finanziabili; - i candidati le cui domande sono state ritenute ammesse ma non finanziabili per esaurimento delle risorse messe a disposizione; 8. In caso di rinuncia di candidati ammessi o decadenza dai benefici concessi , la Regione procede allo scorrimento delle relative graduatorie. 9. La graduatoria, approvata con determinazione del Dirigente del competente ufficio del Dipartimento Formazione, Lavoro, Cultura e Sport, pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata e resa disponibile sul sito ufficiale della Regione allindirizzo www. regione.basilicata.it. 10. La pubblicazione sul BUR Basilicata ha valore di notifica per i candidati inseriti in graduatoria. 11. I candidati che non risultano inseriti nella graduatoria riceveranno comunicazione personale nella quale la Regione esporr le motivazioni del mancato inserimento in graduatoria. 12. In caso di rinuncia di candidati ammessi o di decadenza dai benefici concessi, la Regione procede allo scorrimento della graduatoria. 13. Avverso i provvedimenti adottati dallamministrazione, relativamente al presente avviso pubblico, i diretti interessati possono proporre ricorso in opposizione, entro 30 giorni dalla pubblicazione delle graduatorie sul BURB, inoltrando listanza allUfficio Sistema Scolastico Universitario e Competitivit delle Imprese.

Art. 10. - Modalit di erogazione del voucher e degli altri contributi 1. La Regione eroga il voucher e i contributi per le spese di soggiorno, ove spettanti, per i giorni di effettiva frequenza nel limite di massimo di 200 giornate, in una unica soluzione direttamente al beneficiario che ha concluso il master. 2. Per richiedere lerogazione delle somme spettanti il beneficiario deve presentare alla Regione la seguente documentazione: a) Certificato di frequenza, rilasciato dallente, dal quale risultano dettagliatamente i giorni e le ore di effettiva frequenza del beneficiario. b) Certificato di conseguimento del titolo finale del master o copia conforme del titolo. c) Ricevuta di pagamento totale dell iscrizione e frequenza nelle modalit indicate alla lettera d dellart. 7; d) Attestazione anche negativa da parte dellEnte circa la concessione di eventuali borse di studio o altra sovvenzione o contributo a favore del candidato.

8508

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

e) Dichiarazione del beneficiario, con la quale si dichiara di non aver/ o di aver ottenuto contributi a copertura dei costi di iscrizione e frequenza al master, con lindicazione dellimporto e dellente concedente nonch di aver mantenuto lo stato di disoccupazione/inoccupazione per tutta la durata del master non universitario. Art. 11. - Decadenza dai benefici 1. La Regione pronuncia la decadenza dai benefici per uno o pi dei seguenti motivi: a) accertata non veridicit di quanto dichiarato dal candidato nella dichiarazione unica; b) accertamento di uno dei casi previsti dallarticolo 4; c) perdita dello stato di disoccupazione o inoccupazione durante la frequenza del master; d) non aver concluso il master, ivi incluso lo stage, nonch il mancato conseguimento del titolo finale del master non universitario; e) accertata non veridicit di quanto dichiarato dal candidato; f) produzione di documenti falsi o uso di documenti falsi. Art. 12- Controlli della Regione 1. La Regione effettua il controllo circa la veridicit delle informazioni contenute nella dichiarazione unica prodotta dai candidati presso le seguenti amministrazioni: a) Organismi di alta formazione, sede del master per la verifica della effettiva iscrizione e frequenza del candidato, del conseguimento del titolo finale e di eventuali contributi erogati a favore del candidato; b) Universit presso la quale stata conseguita la laurea per la verifica del conseguimento del titolo di studio; c) Agenzia delle Entrate per la verifica della situazione reddituale dichiarata; d) Centro per lImpiego per la verifica dello stato di disoccupazione/inoccupazione e della sua conservazione; e) Comune per la verifica delle informazioni anagrafiche dichiarate. 2. La Regione consulta, altres, la propria banca dati per la verifica di eventuali contributi gi erogati nei tre anni precedenti a favore del candidato in ottemperanza di quanto disposto dallarticolo 4, lett. a). 3. Fermo restando quanto previsto dalle norme penali in caso di dichiarazioni mendaci, laccertata non veridicit di quanto dichiarato dal candidato comporta la decadenza del beneficio con revoca del provvedimento di concessione del beneficio e conseguente recupero delle eventuali somme percepite e il pagamento degli interessi legali dal momento dellerogazione delle somme medesime fino al giorno della restituzione. 4. Gli uffici regionali, in presenza di dichiarazioni non veritiere, hanno lobbligo di segnalare tempestivamente allAutorit Giudiziaria i casi di irregolarit rilevata.

Art. 13. - Spesa prevista per la concessione dei voucher 1. Il presente avviso finanziato con le risorse, di cui al PO FSE Basilicata 2007-2013Asse IV Capitale Umano per una spesa complessiva prevista di . 1.000.000,00 (unmilione).

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8509

Art. 14. - Trattamento dei dati personali Ai sensi dell'art. 13 del Codice in materia di protezione dei dati personali (decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196), si informano i candidati interessati al procedimento amministrativo che il trattamento dei dati personali da essi forniti o comunque acquisiti a tal fine dalla Regione finalizzato unicamente all'espletamento delle attivit relative al presente avviso pubblico e degli adempimenti imposti alla Regione in applicazione della norme statali e comunitari. Il trattamento avverr a cura delle persone preposte al procedimento amministrativo, con l'utilizzo di procedure anche informatizzate, nei modi e nei limiti necessari per perseguire le predette finalit, anche in caso di eventuale comunicazione a terzi. Il conferimento di tali dati obbligatorio al fine di valutare i requisiti di partecipazione al presente avviso pubblico. Agli interessati sono riconosciuti i diritti di cui all'art. 7 del citato Codice, in particolare, il diritto di accedere ai propri dati personali, di chiederne la rettifica, l'aggiornamento e la cancellazione, se incompleti, erronei o raccolti in violazione della legge, nonch di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi.

Art. 15.- Adempimenti relativi alla Comunicazione, informazione e pubblicit Il soggetto beneficiario ricever al momento della notifica dellavvenuto finanziamento una scheda informativa (DOC_UE+FSE) su: Unione europea (cenni storici, gli organi, cittadinanza europea); Strategia di Lisbona; Fondo Sociale Europeo (che cos il FSE, come partecipare alle azioni del FSE, trasparenza, cenni sui Regolamenti); PO FSE Basilicata 2007-2013 (Obiettivi, Assi), un questionario e due schede occupazionali. Al fine di accrescere la consapevolezza dellazione dell Unione Europea il beneficiario tenuto alla lettura della citata scheda informativa ed alla compilazione on line del questionario sul sistema informativo SIRFO della Regione Basilicata. Nellattesa che il sistema SIRFO contenga la sezione per il caricamento dei questionari, il questionario compilato dovr essere inviato per mail allindirizzo giuseppe.sabia@regione.basilicata.it o per posta allindirizzo Regione Basilicata- Dipartimento Formazione, Lavoro, Cultura e Sport. Ufficio Progettazione Strategica e Assistenza Tecnica- Referente per la Comunicazione Via V. Verrastro 885100- Potenza. Il beneficiario tenuto, altres, a restituire le schede occupazionali. La prima (DOC_ occupazionale1) dopo 6 mesi e la seconda dopo 18 mesi (DOC_occupazionale2) dal termine dellattivit formativa finanziata.

Art. 16 . - Accesso ai documenti amministrativi Il diritto di accesso ai documenti amministrativi esercitabile nei tempi e nelle forme consentiti dalla legge presso lURP del Dipartimento Formazione Lavoro Cultura e Sport Via Vincenzo Verrastro, 8 - 85100 Potenza.

11

8510

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

Art. 17 - Allegati Del presente Avviso parte integrante e sostanziale il seguente Allegato: Dichiarazione unica Il presente Avviso viene pubblicato unitamente al suo allegato sul Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata e reso disponibile sul sito ufficiale della Regione allindirizzo www. regione.basilicata.it

12

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8511

DICHIARAZIONE UNICA (Richiesta di contributi e dichiarazione sostitutiva ex articoli 46 e 47 D.P.R. 445/2000) Alla Regione Basilicata Dipartimento Formazione, Lavoro, Cultura e Sport Via V. Verrastro, 8 85100 - Potenza Il/la sottoscritt _ Nat _ a ________________________________________________ il
giorno mese anno

Prov. (

) Prov. ( )

Residente in

via/piazza tel. /cell. (facoltativo) Codice fiscale


CHIEDE

e_mail (facoltativo )

lassegnazione del voucher per un importo pari a Euro _____________________________________ lassegnazione di contributi per le spese di soggiorno: SI NO lassegnazione di contributi per partecipazione a stage in paesi extracomunitari SI NO spese documentate di viaggio per i candidati rientranti nelle categorie di cui alla L.R. n. 16/2002 SI NO

a valere sullAvviso pubblico Concessione contributi per la partecipazione a master non universitari avviati e o iniziati nel periodo compreso tra il 16 giugno 2009 e la data di pubblicazione del presente avviso pubblico o il periodo 1 gennaio 2007 e il 6 maggio 2008 cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo nellambito del PO FSE Basilicata 2007-2013, pubblicato sul BUR Basilicata n ____ del _______

A tal fine, consapevole delle sanzioni penali previste per il caso di dichiarazioni mendaci, cos come stabilito dall'art. 76, d.P.R. 445/2000, nonch della decadenza dei benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base di dichiarazioni non veritiere, ex art. 75 del medesimo d.PR,
DICHIARA SOTTO LA PROPRIA RESPONSABILIT,

8512

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

1. di essere residente in Basilicata alla data di pubblicazione del presente avviso pubblico _____________________________________________________________________ x di essere residente in Basilicata alla data del 16/10/20082______________________________________________________ 2. di rientrare nelle categorie di cui alla L.R. n. 16/2002
x

3. denominazione del master : 4. presso l Organismo di Alta Formazione di: 5. l Organismo di Alta Formazione presso la quale realizza il master dista dalla propria residenza KM: 6.il costo stabilito dallOrganismo di Alta Formazione per liscrizione e la frequenza del master di : 7.di essere in possesso del seguente titolo di laurea in: 1. tipo di laurea: (barrare la parte che interessa) laurea vecchio ordinamento laurea specialistica/magistrale laurea triennale
titolo equipollente universit straniera

2. conseguito presso Organismo di Alta Formazione : 3. che il voto di laurea il seguente: 4. di essersi laureato nellanno accademico: 5. che il reddito ISEEE 2009 riferito allintero nucleo familiare di ______________________ ___________________________________________________________________________ 6. che il reddito ISEE 2006 riferito allintero nucleo familiare di :_____________________ ___________________________________________________________________________ 7. che il reddito del nucleo familiare anno 2009 o 2006 (per i soli candidati di cui alla L.R. n. 16/2002) di .______________________________________________________________________ (obbligatorio solo per chi richiede i contributi per le spese di soggiorno)

Data di Pubblicazione dellAvviso pubblico approvato con DGR n. 1516 del 30/9/2008 per la Concessione di contributi per la partecipazione a master non univerisatari.

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8513

8. di essere disoccupato o inoccupato secondo la normativa vigente alla data di pubblicazione del presente avviso o alla data del 16/10/2008. In particolare: (barrare la parte che interessa)
In cerca di nuova occupazione (disoccupato) In cerca di prima occupazione (inoccupato)

9. (barrare la parte che interessa): di non aver ottenuto contributi finanziari dalla Regione Basilicata , a copertura dei costi di iscrizione e frequenza per lo stesso master non universitario per il quale il sottoscritto chiede il contributo, per il periodo compreso tra il 16 giugno 2009 e la data di pubblicazione del presente avviso
pubblico, o per il periodo 1 gennaio 2007 e il 6 maggio 2008

oppure di aver ottenuto i seguenti contributi a copertura dei costi di iscrizione e frequenza per lo stesso master per il quale il sottoscritto chiede i contributi a valere sul presente avviso : pari a : ____________________________________________ Ente concedente: _____________________________________ periodo compreso tra il 16
giugno 2009 e la data di pubblicazione del presente avviso pubblico

ovvero pari a : ____________________________________________ Ente concedente: _____________________________________ periodo 1 gennaio 2007 e il


6 maggio 2008

10. di non aver ottenuto contributi finanziari dalla Regione Basilicata a copertura dei costi di iscrizione e frequenza ad altri master non universitari o universitari: (barrare la parte che interessa): nellarco dei tre anni precedenti la pubblicazione del presente avviso ; nellarco dei tre anni precedenti la data del 16/10/2008; Dichiara, inoltre, di essere a conoscenza che potranno essere eseguiti controlli sulla veridicit di quanto dichiarato ai sensi dell'art. 71 del d.P.R. 445/2000.

(luogo e data)
Allega alla presente dichiarazione :

(firma per esteso del dichiarante)

A) copia del bando del master non universitario con il relativo programma didattico da cui si deve evincere con chiarezza la presenza dei requisiti richiesti dallarticolo 2, lett. b), c) d) e), f);

8514

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

B) documentazione attestante laccreditamento pubblico o privato dellorganismo attuatore del master, come richiesto dallarticolo 2, lett. a);

C) titolo di ammissione e di frequenza al master non universitario (attestazione dellOrganismo attuatore del master o altro documento attestante lavvenuta ammissione);

D) ricevuta di pagamento totale o parziale dell iscrizione e frequenza al master ( a mezzo bonifico, assegno bancario non trasferibile, c/c postale o sistema elettronico) e relativa fattura o documento equivalente avente valore probatorio E) fotocopia leggibile di un documento valido di riconoscimento ( tipo)___________________ n._____________________ F) Per i candidati che rientrano nelle categorie di cui alla legge regionale 3 marzo 2002 n. 16 : idonea certificazione o dichiarazione, resa presso i consolati italiani, di essere figlio o discendente di cittadini lucani emigrati e certificato di iscrizione allA.I.R.E. presso il Comune di origine ;

Informativa ai sensi dellart. 13 del D. lgs 196/03 I dati sopra riportati sono prescritti dalle disposizioni vigenti ai fini del procedimento per il quale sono richiesti e verranno utilizzati esclusivamente per tale scopo.

NB:

E FACOLT DEL CANDIDATO PRODURRE IN SEDE DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA LA DOCUMENTAZIONE COMPROVANTE GLI ATTI E FATTI DICHIARATI NELLA DICHIARAZIONE UNICA .

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8515

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 2 agosto 2010, n. 1304. P.O. F.S.E. Basilicata 2007-2013-Asse II Occupabilit - Approvazione Avviso Pubblico denominato Attivazione di Work Experience per favorire linserimento occupazionale nelle imprese della Regione Basilicata - invito a presentare progetti. LA GIUNTA REGIONALE VISTO il D.Lgs. n. 165/2001 concernente le norme generali sullordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche; VISTA la L.R. 12/1996 e successive modifiche ed integrazione, concernente la Riforma lorganizzazione regionale; VISTA la D.G.R. n. 11/1998 con cui sono stati individuati gli atti rientranti in via generale nelle competenze della Giunta Regionale; VISTE le DD.GG.RR. nn. 1148/2005 e 1380/2005 relative alla denominazione e configurazione dei Dipartimenti Regionali; VISTA la D.G.R. n. 2017/2005 con la quale sono state individuate le strutture dirigenziali e sono state stabilite le declaratorie dei compiti alle medesime assegnate, e successive modifiche ed integrazioni; VISTA la D.G.R. n. 1563 del 11 settembre 2009 concernente la riorganizzazione del Dipartimento Formazione, Lavoro, Cultura e Sport e graduazione degli uffici; VISTA la D.G.R. 637 del 03/05/2006, modificata dalla D.G.R.n. 539 del 23/04/2008, relativa alliter procedurale di deliberazioni della Giunta e dei provvedimenti idi impegno e liquidazioni di spesa ; VISTO IL Regolamento (CE) n. 1081/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio del 5 luglio 2006 relativo al Fondo sociale europeo e recante abrogazione del regolamento CE n. 1784/1999 e s.m.i.; VISTO il Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio dell'11 luglio 2006 recantedisposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo del-

regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di coesione e che abroga il regolamento CE n. 1260/1999 e s.m.i.; VISTO il Regolamento unico di applicazione del 15 febbraio 2007, corrigendum del succitato regolamento (CE) n. 1828/2006 che stabilisce modalit di applicazione del regolamento CE n. 1083/2006 del Consiglio e s.m.i.; VISTO il Regolamento (CE) n. 1998/2006 della Commissione, del 15 dicembre 2006, relativo all'applicazione degli articoli 87 e 88 del trattato agli aiuti d'importanza minore (de minimis); VISTO il Regolamento (CE) n. 800 della Commissione del 6 agosto 2008 in applicazione degli artt. 87 e 88 del Trattato; VISTO il Raccomandazione della Commissione (CE) 2003/361 del 6 maggio 2003 relativa alla definizione di micro imprese, piccole e medie imprese; VISTO il D.P.R. n. 196 del 3 ottobre 2008 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 294 del 17 dicembre 2008) "Regolamento di esecuzione del regolamento CE n. 1083/2006 recante disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di coesione"; VISTA la Circolare del Ministero del Lavoro e P.S. 2 febbraio 2009, n.2 in materia di ammissibilit delle spese per attivit cofinanziate dal FSE; VISTO il Programma Operativo FSE Basilicata 2007 2013 - approvato con Decisione C(2007) n. 6724 del 18 dicembre 2007 - e s.m.i.; VISTO la DGR n. 854 del 10 giugno 2008 con la quale si preso atto del Criteri di selezione delle operazioni da ammettere a cofinanziamento del FSE relativi alla Regione Basilicata; VISTA la D.G.R. n.1075 del 10.giugno.2009 con la quale la Giunta Regionale ha approvato il manuale delle procedure di Gestione del Programma Operativo Basilicata FSE 2007-2013;

8516

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

VISTA la D.G.R. n. 2159 del 16 dicembre 2009, concernente il Documento di descrizione del sistema di gestione e controllo del P.O. FSE Basilicata 2007-2013; VISTA la D.G.R. n. 1690 del 28.10.2008 di presa datto del Piano di Comunicazione del PO FSE Basilicata 2007-2013 di cui al Regolamento (CE) n. 1828/2006; VISTA la D.G.R. n. 2086 del 4 dicembre 2009 con la quale la Giunta Regionale ha approvato la linea grafica del PO FSE Basilicata 20072013 ed il manuale duso; VISTA la L. R. 11 dicembre 2003 n. 33 Riordino del sistema formativo integrato e s.m..i; VISTA LA Legge 7 agosto 1990, n. 241 "Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi come modificata ed integrata dalla legge 11 febbraio 2005, n. 15 (Gazzetta Ufficiale n. 42 del 21 febbraio 2005) e dal decreto legge 14 marzo 2005, n. 35 convertito con modificazioni dalla legge 14 maggio 2005, n. 80; VISTO il Decreto Ministeriale n. 142 del 25 marzo 1998 "Regolamento recante norme di attuazione dei principi e dei criteri di cui all'articolo 18 della legge 24 giugno 1997, n. 196, sui tirocini formativi e di orientamento"; VISTO IL D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, "Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa"; VISTO lAsse II Occupabilit del succitato Programma Operativo Basilicata FSE 20072013 ed in particolare lobiettivo specifico e) che tende ad attuare politiche attive e preventive del lavoro, a sostegno delle diverse fasce di popolazione disoccupata o alla ricerca di un inserimento lavorativo, con particolare attenzione rivolta alle fasce maggiormente svantaggiate ed ai giovani, la cui valorizzazione una priorit regionale; RILEVATO in particolare, che il succitato Asse II Occupabilit tra le attivit di cui al paragrafo 4.1.3.3, prevede la riduzione della preca-

riet del lavoro attraverso il rafforzamento delle opportunit formative, il sostegno a un pi rapido passaggio dei giovani dagli studi al lavoro e la definizione di interventi rapidi e mirati di formazione e di inserimento, nonch interventi pi lunghi e strategici di rafforzamento delle competenze (categoria di spesa 66); CONSIDERATO di dover, al fine di di attuare il suddetto obiettivo specifico e), mettere in campo delle azioni tra cui quelle di work experience che contemplino attivit di orientamento, formazione,esperienza lavorativa e qualificazione professionale rivolte a soggetti in condizioni di relativo svantaggio sul mercato del lavoro. CONSIDERATO che tali azioni assicurano ai destinatari l'opportunit di partecipare a percorsi formativi, di cui una parte rilevante dovr essere costituita da una formazione on the job, grazie ad un contatto diretto con la realt lavorativa, attraverso cui incrementare le proprie competenze e prendere parte ad un processo individualizzato di socializzazione lavorativa con le realt produttive, cos anche da creare le condizioni per un successivo inserimento occupazionale; CONSIDERATO di dover sostenere il sistema produttivo regionale, attraverso lincremento netto della occupazione nel sistema delle imprese operanti sul territorio Regionale; VISTO lAvviso Pubblico denominato Attivazione di work experience per favorire linserimento occupazionale nelle Imprese della Regione Basificata- invito a presentare progetti - e Relativi allegati, predisposto dal Dipartimento Formazione Lavoro Cultura Sport che contempla: Attivit 1) attivazione delle work experience presso imprese e studi professionali della Regione Basilicata, rivolti a giovani disoccupati o inoccupati, residenti nella Regione Basilicata, di et compresa tra i 18 anni e i 35 anni; Attivit 2) erogazione di aiuti per lassunzione, destinati alle imprese o studi professionali che al termine del periodo delle work experience

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8517

scelgano di assumere i tirocinanti con contratto a tempo indeterminato; RITENUTO necessario, in conformit alle indicazioni europee in tema di valorizzazione dellapporto del partenariato, il confronto con le parti sociali ed economiche presenti sul territorio regionale; RISCONTRATO che in data 08/07/2010 tali parti economiche e sociali hanno partecipato ad uno specifico tavolo di partenariato, convocato presso il Dipartimento Formazione Lavoro Cultura Sport. RITENUTO che il succitato bando, allegato alla presente deliberazione, risulta essere in linea con gli obiettivi definiti nellAsse II Occupabilit del PO FSE Basificata 2007/2013 ed conforme alla normativa; RITENUTO di dover approvare lAvviso Pubblico denominato Attivazione di work experience per favorire linserimento occupazionale nelle Imprese della Regione Basilicata-invito a presentare progetti- che unitamente agli allegati, parte integrale e sostanziale della presente deliberazione, destinando risorse finanziarie pari a a 7.400.000,00 a valere sullAsse II Occupabilit; DARE ATTO che lonere complessivo di a 7.400.000,00, trova copertura finanziaria nellambito delle risorse finanziarie previste sul capitolo 36711 U.P.B. 1112.02 del bilancio 2010; RITENTUTO di dover procedere allassunzione del preimpegno di a 7.400.000,00 sul cap 36711 U.P.B. 1112.02 del bilancio corrente che presenta la necessaria disponibilit; VISTA la L.R. 30 dicembre 2009, n. 42 Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione annuale e pluriennale della Regione Basilicata Legge Finanziaria 2010; VISTA la L.R. 30 dicembre 2009, n. 43 Bilancio di previsione per lesercizio finanziario 2010 e bilancio pluriennale per il triennio 20102012; VISTA la D.G.R. n. 3 del 7 gennaio 2010 Approvazione della ripartizione finanziaria in

capitoli delle Unit Previsionali di Base del Bilancio di previsione per lesercizio finanziario 2010 e del Bilancio Pluriennale per il triennio 2010-2012 ; Su proposta dellAssessore alla Formazione, Lavoro, Cultura, Sport Ad unanimit di voti espressi nei termini di legge DELIBERA 1. di approvare lAvviso Pubblico, che parte integrale e sostanziale della presente deliberazione, denominato Attivazione di Work Experience per favorire linserimento occupazionale nelle Imprese della Regione Basilicata- invito a presentare progetti -e relativi allegati (All. A,B,C,D,E,F,G,H,I,L); 2. di dare atto che lonere complessivo per la realizzazione dellAvviso Pubblico di cui al precedente punto 1., pari ad a 7.400.000,00 e che le spesa, trova copertura finanziaria nellambito delle risorse previste sul cap 36711 - U. P. B. 1112.02 del bilancio 2010Asse II Occupabilit; 3. di procedere allassunzione del preimpegno di a 7.400.000,00 sul cap 36711 U.P.B. 1112.02 del bilancio corrente che presenta la necessaria disponibilit; 4. Di disporre la pubblicazione dellAvviso Pubblico sul Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata e di renderlo disponibile sul sito internet www.regione.basilicata.it

8518

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

REGIONE BASILICATA
DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT PROGRAMMA OPERATIVO FSE BASILICATA 2007-2013

AVVISO PUBBLICO

ATTIVAZIONE DI WORK EXPERIENCE PER FAVORIRE LINSERIMENTO OCCUPAZIONALE NELLE IMPRESE DELLA REGIONE BASILICATA Invito a presentare progetti

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8519

Art. 1 Art. 2 . Art. 3 Art. 4. Art. 5. Art. 6. Art. 7. Art. 8. Art. 9. Art. 10. Art. 11 Art. 12. Art. 13. Art. 14. Art. 15. Art. 16. Art. 17. Art. 18. Art. 19. Art. 20 Art. 21 Art. 22 Art.23 Art.24 Art.25 Art.26 Art.27 Art.28 Art.29 Art.30 Art.31

- Riferimenti normativi e programmatici - Finalit e oggetto dellavviso - Risorse finanziarie - Destinatari dei progetti - Caratteristiche dei soggetti proponenti/ospitanti - Tipologie dintervento - Durata della Work Experience - Indennit di frequenza - Interruzione anticipata della work experience - Contenuto e caratteristiche dei progetti - Come presentare i progetti - Quando e dove presentare i progetti - Come vengono selezionati i progetti - Prima Fase : verifica dei requisiti di ammissibilit - Seconda fase: valutazione di merito dei progetti Terza fase: esiti della valutazione - Quarta fase comunicazione esiti della valutazione - Modalit di erogazione del finanziamento - Tempi di avvio e conclusione del progetto - Obblighi del soggetto proponente/ospitante - Controlli e sanzioni - Aiuti allassunzione - Intensit dellaiuto - Requisiti di ammissibilit - Documentazione da allegare allistanza - Istruttoria Istanze - Modalit di erogazione - Obblighi dellImpresa - Informativa sul Trattamento Dati personali - Adempimenti relativi alla Comunicazione, informazione e pubblicit - Accesso ai documenti amministrativi Allegato A:Istanza di partecipazione Allegato B : Autodichiarazione del legale rappresentante Allegato C : Formulario per la presentazione progetti Allegato D : scheda anagrafica borsista Allegato E :autodichiarazione del borsista Allegato F : Istanza aiuti per lassunzione Allegato G :dichiarazione rispetto regola De minimis Allegato H:dichiarazione conoscitiva normativa FSE Allegato I: Clausola Deggendorf Allegato L: Adempimenti sulla Comunicazione, informazione e pubblicit

8520

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

ART 1 - RIFERIMENTI NORMATIVI E PROGRAMMATICI La Regione Basilicata adotta il presente avviso pubblico in coerenza e attuazione di: Regolamento (CE) n. 1081/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio del 5 luglio 2006 relativo al Fondo sociale europeo e recante abrogazione del regolamento CE n. 1784/1999 e s.m.i.; Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio dell'11 luglio 2006 recante disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di coesione e che abroga il regolamento CE n. 1260/1999 e s.m.i.; Regolamento unico di applicazione del 15 febbraio 2007, corrigendum del succitato regolamento (CE) n. 1828/2006 che stabilisce modalit di applicazione del regolamento CE n. 1083/2006 del Consiglio e s.m.i.; Regolamento (CE) n. 1998/2006 della Commissione, del 15 dicembre 2006, relativo all'applicazione degli articoli 87 e 88 del trattato agli aiuti d'importanza minore (de minimis); Regolamento (CE) n. 800 della Commissione del 6 agosto 2008 in applicazione degli artt. 87 e 88 del Trattato; Raccomandazione della Commissione (CE) 2003/361 del 6 maggio 2003 relativa alla definizione di micro imprese, piccole e medie imprese; D.P.R. n. 196 del 3 ottobre 2008 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 294 del 17 dicembre 2008) "Regolamento di esecuzione del regolamento CE n. 1083/2006 recante disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di coesione"; Circolare del Ministero del Lavoro e P.S. 2 febbraio 2009, n.2 in materia di ammissibilit delle spese per attivit cofinanziate dal FSE; Programma Operativo FSE Basilicata 2007 2013 - approvato con Decisione C(2007) n. 6724 del 18 dicembre 2007 - e s.m.i. ; DGR n. 854 del 10 giugno 2008 con la quale si preso atto del Criteri di selezione delle operazioni da ammettere a cofinanziamento del FSE relativi alla Regione Basilicata; D.G.R. n.1075 del 10.giugno.2009 con la quale la Giunta Regionale ha approvato il manuale delle procedure di Gestione del Programma Operativo Basilicata FSE 20072013; D.G.R. n. 2159 del 16 dicembre 2009, concernente il Documento di descrizione del sistema di gestione e controllo del P.O. FSE Basilicata 2007-2013; D.G.R. n. 1690 del 28.10.2008 di presa datto del Piano di Comunicazione del PO FSE Basilicata 2007-2013 di cui al Regolamento (CE) n. 1828/2006; D.G.R. n. 2086 del 4 dicembre 2009 con la quale la Giunta Regionale ha approvato la linea grafica del PO FSE Basilicata 2007-2013 ed il manuale duso; L. R. 11 dicembre 2003 n. 33 Riordino del sistema formativo integrato e s.m..i; Legge 7 agosto 1990, n. 241 "Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi come modificata ed integrata dalla legge 11 febbraio 2005, n. 15 (Gazzetta Ufficiale n. 42 del 21 febbraio 2005) e dal decreto legge 14 marzo 2005, n. 35 convertito con modificazioni dalla legge 14 maggio 2005, n. 80;

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8521

Decreto Ministeriale n. 142 del 25 marzo 1998 "Regolamento recante norme di attuazione dei principi e dei criteri di cui all'articolo 18 della legge 24 giugno 1997, n. 196, sui tirocini formativi e di orientamento"; D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, "Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa"; Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n. 267, testo unico delle leggi sugli enti locali; Obiettivo operativo: sostegno diversificato e mirato alle diverse fasce di popolazione disoccupata o alla ricerca di inserimento lavorativo.-Asse II PO FSE Basilicata 2007/2013.

ART. 2 - FINALIT E OGGETTO DELLAVVISO Con il presente avviso si vogliono realizzare progetti di work experience che contemplino azioni di orientamento, formazione, esperienza lavorativa e qualificazione professionale rivolte a soggetti in condizioni di relativo svantaggio sul mercato del lavoro. Attraverso la realizzazione delle attivit ammesse a finanziamento si vuole assicurare ai destinatari l'opportunit di partecipare a percorsi formativi, di cui una parte rilevante dovr essere costituita da una formazione on the job, grazie ad un contatto diretto con la realt lavorativa, attraverso cui incrementare le proprie competenze e prendere parte ad un processo individualizzato di socializzazione lavorativa con le realt produttive, in modo tale da creare le condizioni per un successivo inserimento occupazionale. Elemento portante della work experience rappresentato, pertanto, proprio dall'esperienza in impresa che, pur non costituendo un vero e proprio rapporto di lavoro, in quanto non vincolante in termini di possibili assunzioni, rappresenta una modalit attraverso cui favorire l'accesso nel mercato del lavoro anche per soggetti dotati di un capitale di competenze e di saperi che stentano a trovare immediato riconoscimento e visibilit in termini occupazionali. I progetti relativi alle work experience di cui al presente avviso dovranno essere realizzati con riferimento ai principali settori economici che caratterizzano la vocazione economica tradizionale ed emergente del territorio regionale. Le attivit previste in questo avviso sono rivolte a conseguire l'obiettivo specifico E) Attuare politiche del lavoro attive e preventive con particolare attenzione all'integrazione dei migranti nel mercato del lavoro, all'invecchiamento attivo, al lavoro autonomo e all'avvio di imprese relativamente agli indicatori di risultato, dell'Asse II - Occupabilit del Programma operativo regionale F.S.E. 2007/2013 della Regione Basilicata. A tal fine lAvviso Pubblico sostiene lattivazione delle seguenti attivit: Attivit 1) attivazione delle work experience presso imprese e studi professionali della Regione Basilicata; Attivit 2) erogazione di aiuti per lassunzione, destinati alle imprese o studi professionali che al termine del periodo delle work experience scelgano di assumere i tirocinanti con contratto a tempo indeterminato . Lattivazione di attivit di work experience dovranno tenere conto del seguente campo trasversale dintervento del P.O. F.S.E. 2007-2013 della Regione Basilicata: x Pari opportunit e non discriminazione (P.O. F.S.E. 2007-2013 Regione Basilicata Punto 3.1.2.7);

La valutazione dei progetti proposti sul presente avviso terr conto, pertanto, del perseguimento di tali obiettivi attraverso lassegnazione di uno specifico punteggio. In via generale, la priorit individuata come campo trasversale dintervento pu essere perseguita come segue: x Pari opportunit e non discriminazione nellaccesso al lavoro, con una logica di intervento fondata sul mainstreaming che garantisca, da un lato, una presenza femminile riflettente la situazione del mercato del lavoro e la promozione di azioni specifiche per la partecipazione delle donne e, dallaltro la previsione di misure di

8522

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

accompagnamento, finalizzate a perseguire il successo formativo e linclusione sociale delle persone in condizione di svantaggio. Il conseguimento di tale priorit, potr essere realizzato attraverso la previsione di: x un obiettivo quantificato della presenza di destinatari per genere; x modalit di accesso ed attuative tali da favorire e consentire laccesso e la fruizione da parte dei destinatari; ART.3 RISORSE FINANZIARIE Per la realizzazione delle attivit in oggetto, sono stanziati 7.400.000,00 a valere sullAsse II Occupabilit del Programma operativo regionale F.S.E. 2007/2013 di cui: x 6.000.000,00 per la realizzazione delle Work experience; x 1.400.000,00 come incentivo allassunzione. La Regione Basilicata si riserva la facolt di integrare le risorse stanziate per il presente Avviso pubblico in caso di disponibilit di ulteriori finanziamenti. Gli aiuti previsti per lintervento, finalizzati allassunzione a tempo indeterminato, vengono concessi in regime di de minimis. ART.4 DESTINATARI DEI PROGETTI I soggetti destinatari delle azioni previste nel presente avviso sono i disoccupati o inoccupati da almeno 6 mesi , ossia soggetti svantaggiati ai sensi del regolamento ( CE ) n.800/2008 Art.2 par.18 lettera a) e paragrafo 20 lett. a) e lett. b) che risultino in possesso dei seguenti requisiti: x residenza in Basilicata da almeno 2 anni; x avere unet compresa tra i 18 e 35 anni; x essere disoccupati o inoccupati ai sensi del decreto legislativo 181/2000 e successive modifiche ed integrazioni; x essere in possesso di uno dei seguenti titoli di studio: 1. aver assolto allobbligo scolastico ; 2. essere in possesso di un diploma di scuola media superiore; 3. titolo di laurea (triennale, specialistica/magistrale, vecchio ordinamento o titolo equipollente rilasciato da Universit straniere). x Non aver prestato attivit lavorativa nellimpresa ospitante nei dodici mesi precedenti la presentazione del progetto. x Essere iscritto al Centro per limpiego di competenza territoriale. I requisiti dellet e della residenza devono essere posseduti allatto di presentazione del progetto da parte del soggetto proponente. Il requisito della residenza deve permanere per tutta la durata della work experience. Il requisito della disoccupazione deve essere posseduto al momento della sottoscrizione da parte del beneficiario della concessione amministrativa. Tale requisito deve essere mantenuto per tutta la durata della Work experience. La cessazione dello stato di disoccupazione durante lo svolgimento della work experience determina linterruzione della stessa. Sono esclusi i disoccupati che godono di indennit di disoccupazione ordinaria, indennit di mobilit e cassa integrazione ordinaria e straordinaria. Inoltre: non devono avere vincoli di parentela e affinit, ai sensi degli artt. 77 e 78 del codice civile, nonch di coniuganza con il legale rappresentante o i soci o il titolare di impresa presso i quali realizzano la work experience e con il tutor nominato dallimpresa ospitante; non devono essere n legali rappresentanti, n soci, n titolari dellimpresa dove si svolge la work experience.

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8523

ART. 5. CARATTERISTICHE DEI SOGGETTI PROPONENTI/OSPITANTI

Sono individuati come soggetti proponenti/ospitanti, per la attivazione delle work experience le imprese di qualsiasi dimensioni, iscritte al Registro delle Imprese ed alla CCIAA, aventi almeno una unit produttiva ubicata nella Regione Basilicata. E inoltre ammessa la presentazione di progetti da parte di liberi professionisti o di associazioni tra professionisti, appartenenti agli Ordini professionali riconosciuti. Ai sensi del Regolamento (CE) 800/2008-art. 1 - non sono ammesse alla presentazione delle proposte le imprese operanti in attivit connesse alla industria carbonifera e siderurgica, al settore della costruzione navale ed al settore delle fibre sintetiche. Sono altres escluse le attivit a carattere stagionale e quelle riferite ad intensificazioni produttive o di servizio in determinati periodi dellanno, per le quali si sia fatto ricorso ad assunzioni a tempo determinato nei dodici mesi precedenti linvio dell istanza di partecipazione. I soggetti proponenti/ ospitanti, inoltre: 1. non devono aver effettuato nellanno precedente e in quello in corso licenziamenti individuali o plurimi, ex art. 3 della L. n. 604/1966 e L. 108/1990 (per giustificato motivo oggettivo), licenziamenti collettivi ex artt. 4 e 24 della L. n. 223/1991, non aver fatto ricorso alla messa in mobilit dei lavoratori ex art. 4 della L. n. 223/1991 e alla Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria ex artt. 1-3 della L. n. 223/1991, fatto salvo il caso che i suddetti provvedimenti riguardino professionalit diverse da quelle dei lavoratori interessati alle assunzioni per le quali si richiede lincentivo; 2. devono osservare per il personale dipendente le vigenti disposizioni normative e contrattuali, ivi comprese quelle in materia di sicurezza e gli obblighi di legge riguardanti il collocamento dei disabili; (L. 68/99 e s.m.i); 3. devono essere in regola con gli obblighi nei confronti degli enti assistenziali e previdenziali; 4. devono accettare il sistema dei controlli come previsto dalla normativa comunitaria, nazionale e regionale. La sussistenza delle condizioni di cui ai punti 1,2,3 sar accertata, in caso di ammissione a finanziamento, prima della sottoscrizione della convenzione. In mancanza il soggetto proponente/ospitante decadr dal beneficio. Il numero di tirocinanti che ciascun soggetto proponente/ospitante pu ospitare, cos come indicato nella tabella, quello previsto dal D.M. n.142 del 25/03/98 Regolamento recante norme di attuazione dei principi e dei criteri di cui allart.18 della legge n196 del 24 giugno 1997, sui tirocini formativi:

Numero dipendenti a tempo indeterminato (ndti) fino a 5 dipendenti assunti con contratto a tempo indeterminato da 6 a 19 dipendenti assunti con contratto a tempo indeterminato superiore a 20 dipendenti assunti con contratto a tempo indeterminato

Numero massimo di borsisti(tirocinanti) 1 2 10% del ndti

Nella ipotesi in cui il calcolo della percentuale produca frazioni di unit, tali frazioni si arrotondano alla unit superiore solo nella ipotesi in cui la frazione pari o superiore ad , in

8524

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

conformit a quanto stabilito dallarticolo 2 della Circolare del Ministero del Lavoro -Direzione Generale Impiego - del 15 Luglio 1998, n. 92. Le imprese che intendono realizzare attivit di work experience selezioneranno i destinatari in maniera autonoma attraverso le proprie e consuete modalit di ricerca e selezione dl personale.

ART 6- TIPOLOGIE DINTERVENTO Considerato che la platea a cui si rivolgono le work experience di cui al presente avviso molto ampia - possono infatti, partecipare persone laureate, diplomate e persone prive di un particolare titolo di studio - i progetti dovranno prevedere una declinazione degli interventi rispetto alle tre seguenti tipologie: - work experience finalizzate all'esperienza lavorativa di laureati: rivolte a persone maggiorenni disoccupate o non occupate residenti sul territorio regionale in possesso di una laurea triennale, specialistica o del vecchio ordinamento; - work experience finalizzate all'esperienza lavorativa di qualificati o diplomati: rivolte a persone maggiorenni disoccupate o non occupate residenti sul territorio regionale in possesso di un diploma di scuola media superiore o di una qualifica professionale; - work experience finalizzate all'esperienza lavorativa di soggetti con esigenze di rafforzamento/riconversione competenze: rivolte a persone maggiorenni disoccupate, residenti sul territorio regionale prive di uno specifico titolo di studio. La work experience, in ogni caso, non pu coincidere con la pratica obbligatoriamente prevista per liscrizione agli albi professionali. ART. 7. DURATA DELLA WORK EXPERIENCE La work experience ha una durata di 6 mesi per un numero complessivo di 720 ore. La durata della work experience pari a 12 mesi nel caso in cui i destinatari siano persone disabili ai sensi del regolamento ( CE ) 800/2008- paragrafo 20 lettera a) e b). Il tirocinante per il riconoscimento dellattivit di work experience deve espletare almeno l80% delle ore di frequenza previste. Al termine della work esperience, nelle more della definizione di un sistema regionale degli standard professionali, formativi, di certificazione e di attestazione delle competenze, i partecipanti conseguiranno una certificazione coerente con quanto previsto dalla L.R. 11 Dicembre 2003, n. 33, e s.m.i. integrato con un documento con la descrizione delle competenze acquisite, secondo un format che verr definito ed inviato dalla Regione Basilicata.

ART 8 INDENNIT DI FREQUENZA I partecipanti alla work experience percepiranno un indennit di frequenza omnicomprensiva, per le 720 ore , pari a 6 per ogni ora di effettiva frequenza. Tale indennit non si configura come retribuzione da lavoro di qualsiasi natura, non instaurandosi un rapporto di lavoro n con la Regione Basilicata, n con lazienda o lo studio professionale proponente/ ospitante. Lindennit non soggetta a detrazioni previdenziali e assicurative. Ai soli fini fiscali assimilata ai redditi di lavoro dipendente, ai sensi dellart. 50, primo comma, lett. C del D.P.R. n. 917 del 22 dicembre 1986 (TUIR).Tale indennit non riconosciuta negli eventuali periodi di ferie.

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8525

ART9 -INTERRUZIONE ANTICIPATA DELLA WORK EXPERIENCE Nel caso in cui limpresa interrompa volontariamente la work experience prima della scadenza, lAmministrazione regionale revocher la concessione del finanziamento e attiver le procedure per ottenere la restituzione delle eventuali somme gi erogate al soggetto proponente/ospitante, fatte salve le indennit maturate corrisposte o da corrispondere al tirocinante. In tal caso, non ammessa la sostituzione del tirocinante.Nel caso in cui lattivit di work experience sia interrotta anticipatamente per rinuncia espressa da parte del tirocinante o per decadenza del requisito della disoccupazione, ammessa la sostituzione di questultimo, a condizione che la rinuncia avvenga entro il primo 20% di attivit e che il tirocinante subentrante sia in possesso dei requisiti previsti dal presente Avviso pubblico. In tal caso, al tirocinante rinunciatario verr corrisposta lindennit di frequenza in rapporto alle ore effettivamente svolte. Se limpresa non procede alla sostituzione del/i tirocinante/i entro 1 mese dalla rinuncia espressa da parte di questultimo/i, il finanziamento concesso viene riparametrato sulla base dei costi effettivamente sostenuti e il soggetto proponente/ospitante tenuto alla restituzione delle somme ricevute a titolo di anticipazione eccedenti il finanziamento riparametrato concesso.

ART.10- CONTENUTO E CARATTERISTICHE DEI PROGETTI I progetti dovranno prevedere un approccio per competenze. Nel progetto devono essere esplicitati i fabbisogni specifici e i relativi obiettivi formativi tenendo presente le tipologie dintervento di cui al precedente art.6. Il soggetto proponente/ospitante deve individuare un referente aziendale, Tutor ( che non pu coincidere con il titolare dellazienda ), responsabile dellattuazione delle attivit previste nel progetto formativo del tirocinante. Il Tutor aziendale pu avere in carico massimo due tirocinanti, da affiancare per tutta la durata del tirocinio. Deve essere garantita anche la presenza di un tutor responsabile didattico organizzativo delle attivit. Il tutor didattico organizzativo pu avere in carico massimo dieci tirocinanti Le spese ammissibili sono quelle individuate nella Circolare n. 2 del 2 Febbraio 2009 del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, per le parti che riguardano specificatamente gli attuatori delle attivit. Il costo massimo rimborsabile per ciascun tirocinante fissato in 9.000,00 cos ripartito: a) Indennit di frequenza nei limiti previsti dallart.8 del presente Avviso Pubblico e per un ammontare massimo di 4.320,00, corrispondente al prodotto tra lindennit oraria di 6,00 ed il numero massimo di ore della work experience (720); b) Costi per la realizzazione della work experience pari ad 4.680,00. Le voci di spesa ammissibili a rimborso sono: Ideazione e progettazione, elaborazione di eventuale materiale didattico, Tutoraggio aziendale ( costo riconoscibile max di 50 ore ) e tutoraggio didattico organizzativo , spese per assicurazione ( INAIL e R.C.T ) , fideiussione e attivit amministrative. La certificazione delle spese (rendicontazione) avviene sulla base dei costi reali effettivamente sostenuti. I costi relativi alla indennit di frequenza sono ammissibili a rimborso relativamente alle ore di effettiva frequenza /presenza certificate dalla firma del tirocinante sullapposito registro. Per la realizzazione delle work experience i soggetti proponenti/ospitanti possono, inoltre, avvalersi degli Organismi formativi, Accreditati ai sensi della DGR n. 2587 del 30/12/2002 Regolamento per l'Accreditamento - Modifica ed integrazione - pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata n.6 del 22 gennaio 2003, per un importo non superiore al 30% del costo complessivo del progetto e nel rispetto di quanto stabilito al punto 4.2 della Circolare MLPS 2/2009. Tra il soggetto proponente/ospitante e delegato non devono sussistere forme di

8526

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

controllo o di collegamento a norma dellart. 2359 del codice civile. Inoltre i due soggetti devono essere fra loro indipendenti secondo quanto previsto nella Raccomandazione della Commissione 2003/361/CE. ART.11 COME PRESENTARE I PROGETTI Per partecipare al presente avviso i soggetti interessati candidatura, composto da: devono presentare un dossier di

a) Istanza di partecipazione conforme allallegato A, sottoscritta dal legale rappresentante del soggetto proponente/ospitante; b) autodichiarazione del legale rappresentante conforme all allegato B, occorre allegare un documento valido di riconoscimento; c) progetto elaborato in modo conforme al formulario, di cui allallegato C, firmato e timbrato in ogni sua pagina dal legale rappresentante del soggetto proponente/ospitante. Il progetto deve essere presentato, oltre che in copia cartacea, anche su supporto magnetico; d) scheda anagrafica del borsista conforme allallegato D; e) autodichiarazione del borsista conforme allallegato E va allegato un documento valido di riconoscimento; f ) scheda dichiarazione de minimis conforme allallegato G; g) dichiarazione di conoscere la normativa FSE conforme allallegato H; h) autodichiarazione conforme allallegato I ( clausola di Deggendorf ).
ART.12. - QUANDO E DOVE PRESENTARE I PROGETTI

I soggetti interessati devono far pervenire, a pena di irricevibilit, entro le ore 12:00 (dodici) del sessantesimo giorno successivo a quello di pubblicazione del presente avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata, il dossier di candidatura in busta chiusa, indirizzato a: Regione Basilicata Dipartimento Formazione Lavoro Cultura e Sport - via Vincenzo Verrastro, 8 - 85100 Potenza. Il dossier di candidatura, se inviato a mezzo postale (pubblico o privato), deve pervenire, pena la irricevibilit, entro il termine indicato. Non fa fede il timbro postale di spedizione. Se il sessantesimo giorno coincide con un sabato o con un giorno festivo, la data utile per la presentazione sar quella del giorno lavorativo successivo sempre entro le ore 12:00 (dodici).

Sulla busta, siglata ai lembi, deve essere riportata la dicitura ATTIVAZIONE DI WORK EXPERIENCE PER FAVORIRE LINSERIMENTO OCCUPAZIONALE NELLE IMPRESE DELLA REGIONE BASILICATA invito a presentare progetti -e lindicazione del mittente. x L'Amministrazione non assume alcuna responsabilit per eventuali disguidi o ritardi postali o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8527

ART. 13. COME VENGONO SELEZIONATI I PROGETTI

1.

I progetti pervenuti nei termini fissati sono sottoposti al processo di selezione che si articola in quattro fasi: a) la prima fase riguarda la verifica dei requisiti di ammissibilit della candidatura; b) la seconda fase riguarda la valutazione di merito dei progetti candidati; c) la terza fase riguarda gli esiti della selezione; d) la quarta fase riguarda la comunicazione degli esiti della selezione. La verifica dei requisiti di ammissibilit e la valutazione di merito dei progetti sono effettuate da una struttura di valutazione, composta da dipendenti regionali ed eventualmente integrabile con esperti esterni.
ART. 14 PRIMA FASE: VERIFICA DEI REQUISITI DI AMMISSIBILIT

2.

Il dossier di candidatura sottoposto a verifica dei requisiti di ammissibilit. Il dossier di candidatura ritenuto ammissibile se: a) pervenuto entro la scadenza prevista; b) presentato da soggetto ammissibile; c) contenente un unico progetto conforme al formulario di cui allallegato c ; d) completo dei documenti richiesti di cui allart.11 Lassenza di anche uno solo dei requisiti sopra indicati costituisce motivo di esclusione della candidatura dalla successiva fase di valutazione.
ART. 15. SECONDA FASE: VALUTAZIONE DI MERITO DEI PROGETTI

I progetti, che hanno superato la verifica di ammissibilit, sono sottoposti a valutazione di merito. La struttura di valutazione procede allesame di merito dei progetti sulla base dei seguenti criteri e relativi pesi percentuali: Criteri di Valutazione
1-Coerenza e qualit del progetto di work experience

Indicatori
Il criterio deve consentire di definire ladeguato livello di formalizzazione sotto diversi profili

P.ti

Punteggio tot max.

1.1

Grado di chiarezza espositiva, completezza e univocit delle informazioni

0-5

8528

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

1.2

Coerenza interna: grado di coerenza complessiva fra gli elementi principali del progetto (obiettivi, fasi di realizzazione, grado di professionalit delle persone impiegate nei ruoli di tutorship interna ed esterna) 1.2.1 coerenza degli obiettivi rispetto ai fabbisogni 1.2.2 coerenza tra le diverse fasi di realizzazione e le professionalit utilizzate Grado di definizione e di congruenza delle metodologie formative rispetto alla work experience.

33

0-16 0-8 0-8

1.3

1.3.1congruenza della metodologia rispetto agli obiettivi della work experience 1.3.2 - congruenza delle modalit di valutazione del tirocinante Con questo criterio si intende verificare la capacit delloperazione di produrre cambiamenti della situazione occupazionale dei destinatari Completezza delle informazioni riguardanti i destinatari : titolo di studio, saperi, competenze, eventuali abilit in ingresso in rapporto ai risultati attesi. Rispetto priorit trasversale.

0-8 0-4

0-12

2) occupabilit

2.1

2.1.1- esplicitazione caratteristiche destinatari; 2.1.2- grado di rafforzamento delle competenze dei destinatari rispetto a quelle possedute 2.1.3- priorit trasversale - pari opportunit e non discriminazionequesto criterio riguarda il rapporto tra risorse professionali, tecnologiche organizzative necessarie per lattuazione delle operazioni

0-20 0-7,5

20

0-7,5 0-5

3) Fattibilit

3.1 3.2 3.3

Grado di adeguatezza del tutor aziendale Grado di adeguatezza del tutor didattico-organizzativo Grado di adeguatezza e rispondenza dei supporti e sussidi

0-11 0-27 0-11 0-5 27

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8529

4) congruit

4.1 4.2

messi a disposizione per la realizzazione della work experience Con questo criterio si intende verificare la coerenza tra i costi delloperazione, gli scostamenti dei parametri di costo predefiniti dallavviso ed il livello di complessit delle operazioni Conguit e Coerenza dei costi rispetto alla complessit del progetto Rispetto dei parametri previsti nellAvviso Pubblico totale

0-10 0-20 0-10 100 20

Esplicitazione criteri:
x x per chiarezza si intende che il formulario deve essere comprensibile in ogni sua parte ; per completezza si intende che il formulario deve essere compiuto in ogni sua parte; a) il formulario poco chiaro e non completo punteggio max 1; b) il formulario abbastanza chiaro e completo punteggio max 3 ; c) il formulario perfettamente chiaro e completo punteggio max 5; x per coerenza si intende uniformit, conformit tra i vari elementi, pertanto a) gli obiettivi sono poco coerenti punteggio max 2; b) gli obiettivi sono abbastanza coerenti punteggio max 5; c) gli obiettivi sono perfettamente coerenti punteggio max 8; per il sottocriterio 1.2.2 se : a) le fasi sono poco coerenti rispetto alle professionalit punteggio max 2; b) le fasi sono abbastanza coerenti rispetto alle professionalit punteggio max 5; c) le fasi sono perfettamente coerenti rispetto alle professionalit punteggio max 8; x per congruenza si intende la concordanza tra i vari elementi, pertanto per il sottocriterio 1.3.1 : a) se gli elementi sono poco congruenti punteggio max 2; b) se gli elementi sono abbastanza congruenti punteggio max 5; c) se gli elementi sono perfettamente congruenti punteggio max 8; per il sottocriterio 1.3.2: a) se il metodo di valutazione poco congruo punteggio max 1; b) se il metodo di valutazione abbastanza congruo punteggio max2; c) se il metodo di valutazione perfettamente congruo punteggio max4;

pertanto se :

per il sottocriterio 1.2.1 se :

8530

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

per quanto riguarda loccupabilit occorrer dare tutte quelle informazioni che consentano di far comprendere quale valore aggiunto il tirocinio porter al tirocinante, pertanto per il criterio 2.1.1: a. b. c. se le caratteristiche del destinatario non sono descritte in maniera completa il punteggio max 2; se le caratteristiche del destinatario sono sufficientemente descritte il punteggio max 5 se le caratteristiche del destinatario sono perfettamente descritte il punteggio max 7,5;

per il criterio 2.1.2: a) se il rafforzamento delle competenze scarso punteggio max 2; b) se il rafforzamento delle competenze buono il punteggio max 5; c) se il rafforzamento delle competenze ottimo il punteggio max 7,5; Per il criterio occupalit la Commissione nel caso di previsione della priorit trasversale potr attribuire un punteggio max di punti 5. x Per quanto riguarda la fattibilit si riferisce al grado di realizzabilit del progetto pertanto per il criterio 3.1: a) tutor aziendale con esperienza annuale nel profilo professionale di riferimento punteggio max 3; b) tutor aziendale con esperienza da uno a tre anni nel profilo professionale di riferimento punteggio max 5; c) tutor aziendale esperienza nel profilo professionale di riferimento da cinque anni punteggio max 8; tre anni a

d) tutor aziendale con esperienza superiore a cinque anni nel profilo professionale di riferimento punteggio max 11; per il criterio 3.2: a) tutor didattico organizzativo con esperienza annuale nello stesso profilo di tutor punteggio max 3 b) tutor didattico organizzativo con esperienza da uno a tre anni nello stesso profilo di tutor punteggio max 5; c) tutor didattico organizzativo con esperienza da tre a cinque anni nello stesso profilo di tutor punteggio max 8; d) tutor didattico organizzativo con esperienza superiore a cinque anni nello stesso profilo di tutor punteggio max 11; Per il criterio 3.3: a) sussidi messi a disposizione poco adeguati e rispondenti punteggio max 1; b) sussidi messi a disposizione abbastanza adeguati e rispondenti punteggio max 3; c) sussidi messi a disposizione perfettamente adeguati e rispondenti punteggio max 5; Per quanto riguarda il criterio della congruit intende verificare la coerenza dei costi e il rispetto della circolare ministeriale 2/2009 pertanto per il criterio 4.1: a) costo poco congruo e coerente punteggio max 2; b) costo abbastanza congruo e coerente punteggio max 5;

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8531

c) costo perfettamente congruo e coerente punteggio max 10; Per il criterio 4.2 : a) i parametri sono stati rispettati in parte punteggio max 5; b) i parametri sono stati rispettati perfettamente punteggio max 10;

1. I progetti per essere ammessi devono superare la soglia di accettabilit del 60% del punteggio complessivo previsto. 2. La struttura di valutazione elabora per ciascun progetto esaminato una scheda di valutazione contenente il punteggio attribuito e, per i progetti non ammessi, lindicazione degli elementi di esclusione. Al termine della fase di valutazione di merito dei progetti, la struttura di valutazione redige, la graduatoria dei progetti ammessi e lelenco dei progetti non ammessi e li trasmette allUfficio competente.
ART. 16. TERZA FASE: ESITI DELLA VALUTAZIONE

1.

Il dirigente dellUfficio competente approva con propria determinazione le graduatorie dei progetti ammessi e lelenco dei progetti non ammessi , con le seguenti specificazioni: Graduatorie dei progetti ammessi con le seguenti specificazioni: progetti ammessi e finanziabili; progetti ammessi ma non finanziabili per indisponibilit di risorse. Elenchi dei progetti non ammessi con le seguenti specificazioni: progetti irricevibili; progetti non ammessi a valutazione di merito; progetti ammessi a valutazione di merito che non hanno superato la soglia di accettabilit.
ART. 17 . QUARTA FASE: COMUNICAZIONE DEGLI ESITI DELLA VALUTAZIONE

La graduatoria e lelenco sono pubblicati sul Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata e resi disponibili sul sito ufficiale della Regione allindirizzo www.regione.basilicata.it. La pubblicazione sul BUR Basilicata ha a tutti gli effetti di legge - valore di notifica per i soggetti inseriti nelle graduatorie e negli elenchi. Avverso i provvedimenti adottati ammesso ricorso nei modi di legge.
ART.

18- MODALIT DI EROGAZIONE DEL FINANZIAMENTO

1. Le modalit di erogazione del finanziamento sono le seguenti: x 1 rateo pari al 50% del costo complessivo del progetto a seguito di regolare avvio delle attivit di work experience; x b) 2 rateo pari al 40% del costo complessivo del progetto a completamento del 50% delle attivit del progetto e su certificazione, tramite il sistema SIRFO, del 80% del primo rateo; x c) saldo, pari al restante 10% del costo complessivo del progetto ad avvenuto completamento dellattivit progettuale ed a seguito della presentazione di tutta la documentazione richiesta e dellapprovazione del rendiconto finale.

8532

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

Lerogazione del finanziamento subordinata alla presentazione di tutta la documentazione richiesta, di fattura e della garanzia fideiussoria che deve coprire l importo di ciascun rateo.Il soggetto proponente ha lobbligo di contrarre, a favore della Regione Basilicata, con soggetti abilitati a costituire cauzioni a favore di pubbliche amministrazioni, secondo la normativa vigente, polizza fideiussoria o polizza assicurativa irrevocabile, incondizionata ed escutibile a prima richiesta. La garanzia deve risultare operante fino allo svincolo da parte della Regione del saldo finale
ART. 19. - TEMPI DI AVVIO E DI CONCLUSIONE DEL PROGETTO

1. Il soggetto proponente/ospitante tenuto a dare avvio alle attivit di work experience previste dal progetto, dandone comunicazione almeno 5 giorni prima, entro il termine di 30 giorni dalla data di stipula della convenzione, pena la decadenza automatica dal beneficio. 2. Lamministrazione regionale si riserva la facolt di assistere con propri funzionari allinizio delle attivit formative. 3. La durata dei progetti non pu superare 10 mesi , da calcolarsi dalla data di stipula della convenzione alla data di presentazione del rendiconto finale delle spese. 4. Il rendiconto finale delle spese deve essere presentato entro 30 giorni dalla comunicazione di conclusione delle attivit. Il mancato rispetto del termine indicato comporta, per ogni settimana di ritardo, lapplicazione di una penale, prevista per il semplice ritardo, a carico del soggetto titolare del finanziamento, pari al 2% dellintero ammontare del finanziamento assentito. 5. Tutti i termini previsti nel presente articolo si intendono perentori.

ART. 20 - OBBLIGHI DEL SOGGETTO PROPONENTE/OSPITANTE

Il soggetto proponente/ospitante ammesso a finanziamento tenuto alladempimento dei seguenti obblighi: a) b) c) d) e) f) g) presentare prima della stipula della convenzione la documentazione attestante la sussistenza delle condizioni di cui ai punti 1, 2,3 art.5; comunicare almeno 5 giorni prima lavvio dell attivit di work experience agli uffici competenti; predisporre i registri obbligatori curandone la vidimazione da parte dellamministrazione regionale; presentare idonea garanzia fideiussoria per l importo di ciascun rateo; aprire un conto corrente bancario dedicato alle operazioni di ciascun progetto; osservare la normativa comunitaria, nazionale e regionale in materia di formazione professionale; accettare il controllo dellamministrazione regionale ed assicurare la massima collaborazione per lo svolgimento delle verifiche e delle visite ispettive con la presenza del personale interessato e fornire tutte le informazioni richieste dallamministrazione regionale; realizzare le attivit in conformit al progetto approvato; inserire i dati e le informazioni nel sistema informativo regionale (SIRFO), secondo le modalit, i tempi e le procedure stabilite dallamministrazione regionale; mantenere presso la sede di svolgimento della formazione i registri. In caso di gestione contabile accentrata, tutta la documentazione probatoria deve essere

h) i) j)

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8533

k) l)

m) n) o) p) q) r) s) t) u)

comunque tenuta presso le sedi di svolgimento della formazione in copia conforme alloriginale; predisporre il regolamento interno delle attivit ( patto formativo ); adottare un sistema contabile distinto, ovvero unadeguata codificazione contabile al fine di assicurare la trasparenza dei costi e la facilit dei controlli. La contabilit inerente il progetto deve essere resa facilmente riscontrabile da parte degli organismi deputati alla verifica amministrativa in itinere ed ex-post; su richiesta dellamministrazione, esibire la documentazione in originale; presentare il rendiconto finale delle spese entro 30 giorni dalla comunicazione di conclusione delle attivit; fornire il rapporto di valutazione finale degli esiti del progetto; rispettare la normativa in materia fiscale, previdenziale e in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro; rispettare la normativa in materia di trattamento dei dati personali. Liquidare mensilmente le indennit di frequenza ai tirocinanti; Prevedere per i tirocinanti le coperture assicurative inail e responsabilit civile verso terzi; Comunicare ai Centri per limpiego lavvio dellattivit di work experience; Adempiere agli obblighi in materia di comunicazione, informazione e pubblicit, definiti nellart. 30 e nellallegato L.

Lo sviluppo difforme del progetto d luogo alla revoca del finanziamento ed al recupero delle somme versate. Ai fini della rendicontazione, le spese effettivamente sostenute devono corrispondere ai pagamenti eseguiti, comprovate da fatture quietanzate o da documenti contabili aventi forza probante equivalente.
ART. 21. CONTROLLI E SANZIONI

La Regione effettua il controllo circa la veridicit delle informazioni, anche con richiesta della relativa documentazione comprovante quanto dichiarato. Fermo restando quanto previsto dalle norme penali in caso di dichiarazioni mendaci, laccertata non veridicit di quanto dichiarato comporta la decadenza del beneficio e conseguente recupero delle eventuali somme percepite e il pagamento degli interessi legali dal momento dellerogazione delle somme medesime fino al giorno della restituzione. Gli uffici regionali, in presenza di dichiarazioni non veritiere, hanno lobbligo di segnalare tempestivamente allAutorit Giudiziaria i casi di irregolarit rilevata. Il mancato rispetto dei tempi di avvio e di conclusione delle attivit del progetto comporta lapplicazione delle sanzioni previste nellarticolo 19 e 20. Il mancato rispetto degli obblighi comporta la risoluzione della convenzione con la conseguente revoca o decadenza del finanziamento concesso. ART.22 AIUTI ALLASSUNZIONE Al soggetti proponenti/ospitanti che entro e non oltre 1 mese dalla fine del periodo di svolgimento della work experience assumono con contratto a tempo indeterminato i tirocinanti riconosciuto, su richiesta ( allegato F), un contributo. Laiuto condizionato al mantenimento del tirocinante nellorganico aziendale per un periodo non inferiore a 24 mesi fatto salvo il licenziamento per giusta causa. La richiesta dovr essere inviata in busta chiusa entro quindici giorni dallassunzione al seguente indirizzo : Regione Basilicata Dipartimento Formazione Lavoro Cultura e Sport

8534

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

- via Vincenzo Verrastro, 8 - 85100 Potenza. Sulla busta dovr essere indicato, a pena di inammissibilit, Incentivi allassunzione per work experience .

23- INTENSIT DELLAIUTO Lincentivo sar pari massimo al 50% dei costi ammissibili (ai sensi del Reg.800/2008, sez.9, art.40) ossia dei costi salariali considerati sul periodo dei dodici mesi successivi allassunzione. Lagevolazione non potr superare i 12.000,00 euro nel caso di full time e nel caso di part-time dovr essere ridotto secondo la seguente formula: Tetto max part-time= 12.000,00 * ( ore part-time ) Ore full-time 24- REQUISITI DI AMMISSIBILIT Ai fini della presentazione dellistanza il soggetto proponente/ospitante deve: 1. Trovarsi nel pieno e libero esercizio dei propri diritti non essendo in stato di scioglimento o liquidazione e non essendo sottoposte a procedura di fallimento, liquidazione coatta amministrativa o amministrazione controllata; 2. Non aver effettuato nei dodici mesi precedenti alla richiesta di incentivo licenziamenti per riduzione di personale, salvo che per giusta causa, giustificato motivo soggettivo/oggettivo o per raggiungimento dei requisiti di pensionamento; 3. Non essere ricorsi alla CIG ordinaria o straordinaria in deroga nei dodici mesi precedenti; 4. essere in regola con lapplicazione del CCNL; 5. essere in regola con la normativa sulla sicurezza; 6. essere in regola con le norme che disciplinano le assunzioni obbligatorie- quote di riserva previste dalla L.68/99 e s.m.i.; 7. essere titolari di partita IVA; 8. essere iscritti alla Camera di Commercio; 9. essere in regola con gli obblighi nei confronti degli enti assistenziali e previdenziali. Linsussistenza dei requisiti comporta la non ammissione dellistanza. 25- DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLISTANZA 1. certificato discrizione alla CCIAA; 2. DURC; 3. autocertificazione ai sensi del D.P.R.445/2000 attestante i punti 1,2,3,4,5,6 di cui allart. 24; 4. documento didentit in corso di validit del legale rappresentante; 5. contratto di lavoro stipulato con il tirocinante; 6. comunicazione obbligatoria unificata LAV relativa allassunzione. 7. dichiarazione sul De minimis conforme allallegato G. 8. istanza aiuti per lassunzione conforme allallegato F Nel caso in cui listanza non dovesse essere completa laiuto non sar riconosciuto. 26 ISTRUTTORIA ISTANZE L istruttoria delle istanze avverr in base allordine cronologico di arrivo fino a concorrenza delle risorse disponibili.

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8535

27- MODALIT DI EROGAZIONE Lerogazione avverr in due soluzioni:la prima pari al 50% dellincentivo, al completamento dei primi dodici mesi, la seconda a completamento dei 24 mesi. Lerogazione sar subordinata alla presentazione delle buste paga, nonch dei versamenti contributivi previsti per legge. 28- OBBLIGHI DEL SOGGETTO PROPONENTE/OSPITANTE Il soggetto beneficiario dellaiuto dovr inviare, pena la revoca dell intero aiuto concesso, ogni sei mesi copia dellestratto del libro unico da cui si evinca la continuit del rapporto di lavoro.
ART. 29. INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

1. Ai sensi dell'art. 13 del Codice in materia di protezione dei dati personali (decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196), si informano i soggetti interessati al procedimento amministrativo che il trattamento dei dati personali da essi forniti o comunque acquisiti a tal fine dalla Regione finalizzato unicamente all'espletamento delle attivit relative al presente avviso pubblico e degli adempimenti imposti alla Regione in applicazione della norme statali e comunitari. Il trattamento avverr a cura delle persone preposte al procedimento amministrativo, con l'utilizzo di procedure anche informatizzate, nei modi e nei limiti necessari per perseguire le predette finalit, anche in caso di eventuale comunicazione a terzi. Il conferimento di tali dati obbligatorio al fine di valutare i requisiti di partecipazione al presente avviso pubblico. Agli interessati sono riconosciuti i diritti di cui all'art. 7 del citato Codice, in particolare, il diritto di accedere ai propri dati personali, di chiederne la rettifica, l'aggiornamento e la cancellazione, se incompleti, erronei o raccolti in violazione della legge, nonch di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi. 30-ADEMPIMENTI RELATIVI ALLA COMUNICAZIONE, INFORMAZIONE E PUBBLICIT Il soggetto proponente/ospitante tenuto a garantire la massima visibilit agli interventi cofinanziati dal F.S.E., ai sensi del Regolamento (CE) n. 1828/2006 della Commissione europea e s.m.i. ed in coerenza con il Piano di Comunicazione, approvato dalla Regione Basilicata con D.G.R. n. 1690/2008 e s.m.i., e con la linea grafica ed il relativo Manuale duso, approvati con la D.G.R. n. 2086/2009. Il soggetto proponente/ospitante tenuto, in ogni caso, a rispettare quanto prescritto nellAllegato L Adempimenti sulla Comunicazione, informazione e pubblicit e a fornire i documenti in esso indicati. Il soggetto proponente/ospitante informato che la Regione effettuer la pubblicazione, elettronica o in altra forma, della lista dei beneficiari, in ottemperanza agli artt. 5 e 7 del Regolamento (CE) n. 1828/2006 della Commissione europea e s.m.i. La partecipazione al presente avviso comporta laccettazione alla pubblicazione dei dati relativi a ciascun progetto.
ART. 31 . - ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI

Il diritto di accesso ai documenti amministrativi esercitabile nei tempi e nelle forme consentiti dalla legge presso lUfficio Relazioni con il Pubblico del Dipartimento Formazione Lavoro Cultura e Sport Via Vincenzo Verrastro 8 85100 Potenza.

8536

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

P.O. F.S.E. BASILICATA 2007-2013-Asse II OCCUPABILITA ATTIVAZIONE DI WORK EXPERIENCE PER FAVORIRE LINSERIMENTO OCCUPAZIONALE NELLE IMPRESE DELLA REGIONE BASILICATA Invito a presentare progetti di work experience(tirocini)

ALLEGATO A ISTANZA DI PARTECIPAZIONE


(Allegare copia fronte-retro chiara e leggibile di un documento di identit in corso di validit)

Dati Identificativi del Soggetto Proponente/ospitante

SOGGETTO PROPONENTE/OSPITANTE

Denominazione o ragione sociale ___________________________________________________ Codice ATECO ______________N. iscrizione CCIAA/Ordine Profess.______________________ Luogo e data di iscrizione _________________________________________________________ Descrizione attivit ______________________________________________________________ Indirizzo sede legale _____________________________________________________________ Comune _____________________________________________________ Prov . ___________ C.A.P. _________________________ Telefono _______________________________ Fax _________________________________ Indirizzo sede operativa interessata _________________________________________________

Comune _____________________________________________________ Prov . ___________ C.A.P. _________________________ Telefono _______________________________ Fax _________________________________ P. IVA __________________________________ C.F. __________________________________

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8537

Indirizzo @:__________________________________________________________________

REFERENTE

Cognome e Nome _______________________________________________________________ Posizione _________________________________

Telefono _______________________________ Fax _________________________________

Indirizzo @ __________________________________________________________________

TIPOLOGIA SOGGETTO PROPONENTE/OSPITANTE Barrare la casella corrispondente Micro Impresa Piccola Impresa Media Impresa Grande Impresa Altro:

NUMERO DIPENDENTI Barrare la casella corrispondente Fino a 5 Compreso tra 6 e 19

8538

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

Pi di 20

Il soggetto proponente/ospitante, chiede lammissione alla attivazione di n. _______ work experience - Avviso Pubblico ATTIVAZIONE DI WORK EXPERIENCE PER FAVORIRE LINSERIMENTO OCCUPAZIONALE NELLE IMPRESE DELLA REGIONE BASILICATA - Invito a presentare progetti di work experience (tirocini), cofinanziato dal FSE nellambito del PO FSE Basilicata 2007-2013, di cui al Delibera Giunta Regionale n. _________, in conformit alle condizioni e alle procedure previste dalla normativa di riferimento. e dallo stesso Avviso Pubblico. A tal fine, dichiara di rendersi disponibile a fornire alla Regione Basilicata tutte le informazioni e/o integrazioni richieste ai fini dellespletamento delle attivit istruttorie.

Luogo e data:___________________________________ Timbro e firma del titolare/ legale rappresentante

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8539

P.O. F.S.E. BASILICATA 2007-2013-Asse II OCCUPABILITA ATTIVAZIONE DI WORK EXPERIENCE PER FAVORIRE LINSERIMENTO OCCUPAZIONALE NELLE IMPRESE DELLA REGIONE BASILICATA Invito a presentare progetti di work experience(tirocini)

ALLEGATO B AUTODICHIARAZIONE DEL LEGALE RAPPRESENTANTE


(Dichiarazione sostitutiva resa ai sensi degli artt. 46 e 47 del d.p.r. n 445/2000)

Il/la sottoscritto/a __________________________________ nato/a a _______________________ il __________, residente a ______________________, via/piazza _________________________ n ______, codice fiscale _____________________________, in qualit di titolare /legale rappresentante del/della impresa consapevole, delle responsabilit penali richiamate dallart. 76 del d.p.r. n 445/2000 cui pu incorrere in caso di dichiarazioni mendaci, formazione o uso di atti falsi o contenenti dati non pi rispondenti a verit, ai sensi degli artt. 46 e 47 del d.p.r. n 445/2000, dichiara - di conoscere ed applicare tutta la normativa che disciplina il presente intervento agevolativo; - che limpresa ha sede operativa interessata ricadente nel territorio della Regione Basilicata; - che limpresa non effettuato nellanno precedente e in quello in corso licenziamenti individuali o plurimi, ex art. 3 della L. n. 604/1966 e L. 108/1990 (per giustificato motivo oggettivo), licenziamenti collettivi ex artt. 4 e 24 della L. n. 223/1991, non aver fatto ricorso alla messa in mobilit dei lavoratori ex art. 4 della L. n. 223/1991 e alla Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria ex artt. 1-3 della L. n. 223/199che limpresa regolarmente iscritta al registro delle imprese; - di essere in regola con la normativa in materia di sicurezza del lavoro; - di essere in regola con le norme che disciplinano le assunzioni obbligatorie quote di riserva previste dalla legge n 68/1999 e successive modificazioni, senza il ricorso allesonero previsto dallart. 5, comma 3, della legge medesima; - che la impresa titolare di Partita IVA, - che limpresa si trova nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non essendo in stato di scioglimento o liquidazione e non essendo sottoposta a procedure di fallimento, liquidazione coatta amministrativa o amministrazione controllata; - che limpresa non si trova in stato di difficolt;

8540

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

- che limpresa non ente destinatario di provvedimenti giudiziari per i quali prevista lapplicazione delle sanzioni amministrative di cui al decreto legislativo 8 giugno 2001, n 231; - che limpresa opera nei settori ammissibili al presente intervento; - che limpresa in regola con le normative vigenti in materia fiscale, assicurativa e previdenziale, di avviamento al lavoro, di applicazione del ccnl e del contratto di categoria, di diritto al lavoro dei disabili, nonch con il pagamento dei tributi locali; - di prendere atto delle cause di revoca delle agevolazioni, impegnandosi a restituire direttamente ed esclusivamente alla Regione Basilicata i contributi che dovessero risultare non dovuti a seguito di revoca; - di tenere agli atti: o Autodichiarazione (in originale) del/i borsista/i, di cui allallegato E dellavviso; o Fotocopia autenticata del titolo di studio del/i borsista/i o la certificazione che ne comprovi il possesso; o Fotocopia autenticata del documento di identit, in corso di validit del/i borsista/i; - che limpresa si impegna a tenere a disposizione della Regione Basilicata ogni documento e/o attestazione predisposto ai fini della procedura in parola.

Liberatoria per il trattamento dei dati personali

Il/la sottoscritto/a __________________________________________ autorizza il trattamento delle informazioni contenute nella presente domanda ai sensi del D. Lgs. 196/03. Luogo e data:____________________________________; Timbro e firma del titolare/ legale rappresentante

Allegare fotocopia documento valido di riconoscimento.

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8541

P.O. F.S.E. BASILICATA 2007-2013-Asse II OCCUPABILITA ATTIVAZIONE DI WORK EXPERIENCE PER FAVORIRE LINSERIMENTO OCCUPAZIONALE NELLE IMPRESE DELLA REGIONE BASILICATA Invito a presentare progetti di work experience(tirocini)

ALLEGATO C-FORMULARIO DI PRESENTAZIONE DEL PROGETTO DI WORK ESPERIENCE Caratteristiche dellintervento (da compilare per ogni tirocinante)

BORSISTA 1 F ETA:______; TITOLO DI STUDIO:

Indicare larea alla quale appartiene il Profilo professionale di riferimento Amministrazione Organizzazione Produzione Marketing e Comunicazione Commerciale Logistica Servizi Altro

DESCRIZIONE DELLE CARATTERISTICHE DEI DESTINATARI

8542

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

FINALIT/MOTIVAZIONI DEL PROGETTO

DESCRIZIONE DELLAMBIENTE ORGANIZZATIVO REALIZZAZIONE DELLA WORK EXPERIENCE

DI

RIFERIMENTO

PER

LA

FABBISOGNI SPECIFICI DEL PROGETTO E RELATIVI OBIETTIVI FORMATIVI

ARTICOLAZIONE DELLINTERVENTO (ATTIVIT, TEMPISTICA, METODOLOGIA)

RUOLO ED IMPEGNO DEL REFERENTE AZIENDALE(TUTOR) PROFILO DI ESPERIENZA DEL TUTOR AZIENDALE RUOLO ED IMPEGNO DEL TUTOR ORGANIZZATIVO DIDATTICO(TUTOR ESTERNO) PROFILO DI ESPERIENZA DEL TUTOR ORGANIZZATIVO DIDATTICO(TUTOR ESTERNO)

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8543

MODALITA DI VALUTAZIONE DEL TIROCINANTE

FIGURA PROFESSIONALE IN USCITA (COMPETENZE AL TERMINE DEL PERCORSO)

SUPPORTI TECNOLOGICI E SUSSIDI DIDATTICI REALIZZAZIONE DELLA WORK EXPERIENCE

MESSI A DISPOSIZIONE PER LA

ORGANISMO DI FORMAZIONE ACCREDITATO EVENTUALMENTE COINVOLTO

ESPERIENZA PREGRESSA IN RAPPORTO AI CONTENUTI DELLE ATTIVIT DA DELEGARE:

LE MOTIVAZIONI DEL RICORSO ALLA DELEGA :

LOGGETTO DELLATTIVIT DELEGATA E I RELATIVI COSTI E PERCENTUALE

8544

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

PRORITA TRASVERSALE

PIANO DEI COSTI

N Borsisti

Indennit,(Borsa Lavoro) mensile

N mesi

Costo totale ()

2 3 (aggiungere o togliere righe)

Costi per la realizzazione della work experience ( voci preventivabili:vedi art.10 Avviso pubblico). Per ogni voce di costo deve essere indicato il metodo di calcolo

TOTALE COSTI ()

Costo per ogni borsista in

Luogo e data:_______________________Timbro e firma del titolare/ legale rappresentante

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8545

P.O. F.S.E. BASILICATA 2007-2013-Asse II OCCUPABILITA ATTIVAZIONE DI WORK EXPERIENCE PER FAVORIRE LINSERIMENTO OCCUPAZIONALE NELLE IMPRESE DELLA REGIONE BASILICATA Invito a presentare progetti di work experience(tirocini)

ALLEGATO D SCHEDA ANAGRAFICA BORSISTA (da compilare per ogni borsista)

BORSISTA 1

Cognome e Nome _______________________________________________________________ Sesso M F Luogo e data di nascita __________________________________________

Titolo di studio __________________________________________________________________ Indirizzo ______________________________________________________________________ Comune _____________________________________________________ Prov . ___________ C.A.P. _________________________ Telefono ______________________________ E-Mail __________________________________ C.F. _____________________________

SOGGETTO OSPITANTE

Denominazione o ragione sociale ___________________________________________________ Indirizzo sede legale _____________________________________________________________ Comune ___________________________________________________ Prov. ______________

Luogo e data:_______________________ Timbro e firma del titolare/ legale rappresentante ________________________________________

8546

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

P.O. F.S.E. BASILICATA 2007-2013-Asse II OCCUPABILITA ATTIVAZIONE DI WORK EXPERIENCE PER FAVORIRE LINSERIMENTO OCCUPAZIONALE NELLE IMPRESE DELLA REGIONE BASILICATA Invito a presentare progetti di work experience(tirocini) ALLEGATO E AUTODICHIARAZIONE DEL BORSISTA (Da compilare per ogni tirocinante)
(Dichiarazione sostitutiva resa ai sensi degli artt. 46 e 47 del d.p.r. n 445/2000)

Il/la sottoscritto/a __________________________________ nato/a a _______________________ il __________, residente a ______________________, via/piazza _________________________ n ______, codice fiscale _____________________________, consapevole delle responsabilit penali richiamate dallart. 76 del d.p.r. n 445/2000 cui pu incorrere in caso di dichiarazioni mendaci, formazione o uso di atti falsi o contenenti dati non pi rispondenti a verit, ai sensi degli artt. 46 e 47 del d.p.r. n 445/2000, dichiara - di essere residente in Basilicata da almeno 2 anni; - di essere in possesso del titolo di studio di (barrare esclusivamente la casella relativa al titolo maggiore conseguito):

ha assolto allobbligo scolastico Scuola secondaria di secondo grado (scuola media superiore) Laurea
- di essere iscritto al Centro per lImpiego di __________________________; - di non aver prestato attivit lavorativa nellimpresa ospitante nei 12 mesi precedenti la presentazione del progetto; - di non risultare coniuge, parente, affine entro il secondo grado, del titolare o del/i socio/i dellimpresa ospitante o del tutor aziendale. Liberatoria per il trattamento dei dati personali Il/la sottoscritto/a ______________________________________ autorizza il trattamento delle informazioni contenute nella presente domanda ai sensi del D. Lgs. 196/03 Luogo e data ____________________ Firma del borsista ________________________ allegare documento di riconoscimento valido

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8547

P.O. F.S.E. BASILICATA 2007-2013-Asse II OCCUPABILITA ATTIVAZIONE DI WORK EXPERIENCE PER FAVORIRE LINSERIMENTO OCCUPAZIONALE NELLE IMPRESE DELLA REGIONE BASILICATA Invito a presentare progetti di work experience(tirocini)

ALLEGATO F ISTANZA AIUTI PER LASSUNZIONE

Dati Identificativi del Soggetto Proponente/ospitante

SOGGETTO PROPONENTE/OSPITANTE

Denominazione o ragione sociale ___________________________________________________ Indirizzo sede legale _____________________________________________________________ Comune ___________________________________________________ Prov. ______________ P. IVA __________________________________________ C.F. __________________________

TIROCINANTE 1 (Da compilare per ogni tirocinante)

Cognome e Nome _______________________________________________________________ Luogo e data di nascita _________________________________

Codice Fiscale ________________________________________________________________

Data inizio work experience ________________________ Data fine work experience :_________________________ Data di assunzione _____________________________

8548

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

Il sottoscritto _____________________________, in qualit di rappresentante legale del soggetto proponente, dichiara di avere proceduto allassunzione : di n. _____ lavoratori/lavoratrici con contratto a tempo indeterminato ( specificare se a tempo pieno o tempo parziale )

chiede

lammissione alla erogazione di aiuti per lassunzione, destinati alle imprese che al termine del periodo di work experience scelgano di assumere con contratto a tempo indeterminato i destinatari della work experience stessa in conformit alle condizioni e alle procedure previste dall Avviso Pubblico: ATTIVAZIONE DI WORK EXPERIENCES PER FAVORIRE
LINSERIMENTO OCCUPAZIONALE NELLE IMPRESE DELLA REGIONE BASILICATA - Invito a presentare progetti di work experience (tirocini ) di cui alla Delibera Giunta Regionale n __________, e dalla normativa di riferimento.

A tal fine, dichiara di (ai sensi degli artt. 46 e 47 del d.p.r. n 445/2000)
1. Trovarsi nel pieno e libero esercizio dei propri diritti non essendo in stato di scioglimento o liquidazione e non essendo sottoposte a procedura di fallimento, liquidazione coatta amministrativa o amministrazione controllata; 2. Non aver effettuato nei dodici mesi precedenti alla richiesta di incentivo licenziamenti per riduzione di personale, salvo che per giusta causa, giustificato motivo soggettivo/oggettivo o per raggiungimento dei requisiti di pensionamento; 3. Non essere ricorsi alla CIG ordinaria o straordinaria in deroga nei dodici mesi precedenti; 4. essere in regola con lapplicazione del CCNL; 5. essere in regola con la normativa sulla sicurezza; 6. essere in regola con le norme che disciplinano le assunzioni obbligatorie- quote di riserva previste dalla L.68/99 e s.m.i.; 7. essere titolari di partita IVA;

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8549

8. essere iscritti alla Camera di Commercio. 9. essere in regola con gli obblighi nei confronti degli enti assistenziali e previdenziali; 10. rendersi disponibile a fornire alla Regione Basilicata tutte le informazioni e/o integrazioni richieste ai fini dellespletamento delle attivit istruttorie. (Da sottoscrivere ed inviare entro 15 gg dallassunzione)

Luogo e data:____________________________________; Timbro e firma del titolare/ legale rappresentante

8550

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

P.O. F.S.E. BASILICATA 2007-2013-Asse II OCCUPABILITA ATTIVAZIONE DI WORK EXPERIENCE PER FAVORIRE LINSERIMENTO OCCUPAZIONALE NELLE IMPRESE DELLA REGIONE BASILICATA Invito a presentare progetti di work experience(tirocini) ALLEGATO G

DICHIARAZIONE RISPETTO REGOLA DEL DE MINIMIS Il/La Sottoscritto/a________________________________________________________

Nato/a a________________________________________________ il ______________

Residente a ___________________________________________________________

Indirizzo_________________________________________________________________

In qualit di titolare/ rappresentante legale dellimpresa__________________________________ dichiara di essere a conoscenza che lentit dellincentivo richiesto rientra nei limiti della normativa vigente in materia di de minimis1 e che, pertanto, i contributi totali in de minimis, incluso quello per cui fa richiesta, ottenuti dallazienda nellarco di tre esercizi finanziari, quello in corso e i due precedenti, non superano 200.000,00 ovvero 100.000,00 nel caso in cui il beneficiario operi nel settore del trasporto su strada.

Luogo e data ____________________ Timbro e firma del titolare/ legale rappresentante

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8551

P.O. F.S.E. BASILICATA 2007-2013-Asse II OCCUPABILITA ATTIVAZIONE DI WORK EXPERIENCE PER FAVORIRE LINSERIMENTO OCCUPAZIONALE NELLE IMPRESE DELLA REGIONE BASILICATA Invito a presentare progetti di work experience(tirocini) ALLEGATO H

DICHIARAZIONE CONOSCENZA NORMATIVA FSE Il/La sottoscritto/a (Nome e Cognome) ________________________________________ Codice Fiscale _____________________nato/a a ______________________________ Prov. ______, il ___________residente in via _________________________________ Cap_______________ Comune ________________ Prov________________________ in qualit di titolare/ legale rappresentante di...., dichiara di essere a conoscenza e di rispettare la normativa nazionale,comunitaria e regionale che regola la gestione del FSE.

Luogo e Data _____________________ Timbro e firma del legale rappresentante

________________________________

8552

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

P.O. F.S.E. BASILICATA 2007-2013-Asse II OCCUPABILITA ATTIVAZIONE DI WORK EXPERIENCE PER FAVORIRE LINSERIMENTO OCCUPAZIONALE NELLE IMPRESE DELLA REGIONE BASILICATA Invito a presentare progetti di work experience(tirocini) ALLEGATO I Clausola Deggendorf

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO DEL LEGALE RAPPRESENTANTE DELLIMPRESA BENEFICIARIA AI SENSI DELLART. 47 D.P.R. 28 DICEMBRE 2000 n. 445

Io sottoscritto (cognome e nome) ............................................................................. nato a ............................................................... il ....../......./............, codice fiscale ....................................................................., nella qualit di legale rappresentante dellimpresa (denominazione) .................................................................................... con codice fiscale ................................................. e sede in .................................. ................................................................................................................................. consapevole delle responsabilit anche penali derivanti dal rilascio di dichiarazioni mendaci e della conseguente decadenza dai benefici concessi sulla base di una dichiarazione non veritiera ai sensi degli articoli 75 e 76 del D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445, al fine di usufruire del finanziamento previsto da _______________________________________________________, qualificabile come aiuto di Stato ai sensi dellart.87 del Trattato istitutivo delle comunit europee, dichiaro: (barrare la voce che interessa)

di non aver mai ricevuto, neanche secondo la regola de minimis, gli aiuti di Stato dichiarati incompatibili con le decisioni della Commissione europea indicate nellart.4 del D.P.C.M. 23 maggio 2007 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana del 12 luglio 2007 n.160), adottato ai sensi dellart. 1, comma 1223, della legge 27 dicembre 2996 n. 296, pubblicato nella G.U. serie generale n.160 del 12/7/2007; di aver beneficiato, secondo la regola de minimis, degli aiuti di Stato dichiarati incompatibili con la decisione della Commissione Europea indicata nellart. 4 del D.P.C.M. 23 maggio 2007

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8553

(pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana del 12 luglio 2007 n. 160), adottato ai sensi dellart. 1, comma 1223, della legge 27 dicembre 2006 n. 296, pubblicato nella G.U. serie generale n. 160 del 12/7/2007, per un ammontare totale di euro ............................. e di non essere pertanto tenuto allobbligo di restituzione delle somme fruite; di aver rimborsato in data (gg/mese/anno) ..../..../...... mediante..................... ....................... (indicare il mezzo utilizzato: modello F24, cartella di pagamento, ecc... con cui si proceduto al rimborso) la somma di euro ..........,.... comprensiva degli interessi calcolati ai sensi del Capo V del Regolamento (CE) 21/4/2004 n. 794/2004 relativa allaiuto di Stato soggetto al recupero e dichiarato incompatibile con decisione della Commissione europea indicata nellart. 4, comma 1, lettera ....... [specificare a quali lettere a),b),c) o d] del D.P.C.M. adottato ai sensi dellart. 1, comma 1223, della legge 27 dicembre 2006 n. 296, pubblicato nella G.U. serie generale n.160 del 12/7/2007;

di aver depositato nel conto di contabilit speciale acceso presso la Banca dItalia la somma di euro ...........,.... , comprensiva degli interessi calcolati ai sensi del Capo V del Regolamento (CE) 21/4/2004 n. 794/2004 relativa allaiuto di Stato soggetto al recupero e dichiarato incompatibile con decisione della Commissione europea indicata nellart. 4, comma 1, lettera ....... [specificare a quali lettere a),b),c) o d] del D.P.C.M. adottato ai sensi dellart.1, comma 1223, della legge n. 296/06. DATA................................... Timbro e firma del legale rappresentante ________________________________
ora art. 16 bis, comma 11, legge n. 11/2005, aggiunto dalla legge n. 34/2008

= a) la decisione Commissione 11/5/1999, concernente il regime di aiuti di Stato concessi dallItalia per interventi a favore delloccupazione, mediante la concessione di agevolazioni contributive connesse alla stipulazione di contratti di formazione lavoro; b) la decisione Commissione 5/6/2002, concernente il regime di aiuti di Stato concessi dallItalia per esenzioni fiscali e mutui agevolati, in favore di imprese di servizi pubblici a prevalente capitale pubblico; c) la decisione Commissione 30/3/2004, concernente il regime di aiuti di Stato concessi dallItalia per interventi urgenti in materia di occupazione; d) la decisione Commissione 20/10/2004, concernente il regime di aiuti di Stato concessi dallItalia in favore delle imprese che hanno realizzato investimenti nei comuni colpiti da eventi calamitosi nel 2002, previsti dallart. 5-sexies D.l. 24/12/2002 n.282 convertito dalla L. 21/2/2003 n.27.

8554

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

P.O. F.S.E. BASILICATA 2007-2013-Asse II OCCUPABILITA ATTIVAZIONE DI WORK EXPERIENCE PER FAVORIRE LINSERIMENTO OCCUPAZIONALE NELLE IMPRESE DELLA REGIONE BASILICATA Invito a presentare progetti di work experience(tirocini)

Allegato L Adempimenti sulla Comunicazione, informazione e pubblicit Adempimenti di carattere generale Il soggetto attuatore deve rispettare le norme grafiche contenute nel manuale duso della linea grafica del PO FSE Basilicata 2007-2013, approvata con la DGR n. 2086 del 4 dicembre 2009. Il manuale, i file grafici e tutti i template (indicati con la dicitura: DOC_descrizione) relativi alla documentazione da produrre sono messi a disposizione dalla Regione Basilicata sul proprio sito web allindirizzo www.regione.basilicata.it/dipformazione, sezione Programmazione FSE 20072013, sub-sezione Piano di Comunicazione. Sui documenti prodotti e sui registri dovranno essere sempre riportati il logo FSE, la cosiddetta sezione istituzionale, composta dallindicazione del Fondo Sociale Europeo, dallemblema dellUnione europea e la relativa dicitura, dal marchio della Regione Basilicata, dallemblema della Repubblica Italiana e dallo slogan Investiamo sul nostro futuro. Gli eventuali manifesti per bando di selezione dovranno essere realizzati secondo lo schema riportato nellanalogo paragrafo presente sul manuale duso della linea grafica. Tutti i partecipanti al progetto devono essere informati del cofinanziamento del FSE nellambito del PO FSE Basilicata 2007-2013. I contratti, gli incarichi, le comunicazioni dovranno contenere un riferimento al PO FSE Basilicata 2007-2013, al progetto gestito e, preferibilmente, il logo e la sezione istituzionale. Gli eventuali attestati o certificazioni, diversi da quelli ufficiali approvati dalla Regione Basilicata, eventualmente rilasciati, dovranno contenere la dicitura Lattivit stata realizzata nellambito del Programma Operativo FSE Basilicata 2007-2013, cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo in coerenza con lart. 8 del Regolamento (CE) n. 1828/2006 della Commissione europea e s.m.i.

Adempimenti puntuali

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8555

1. Ai soggetti beneficiari (tirocinanti, lavoratori, ecc.) dovranno essere sottoposti un questionario (DOC_questionario) ed una scheda informativa (DOC_UE+FSE) su: Unione europea (cenni storici, gli organi, cittadinanza europea); Strategia di Lisbona; Fondo Sociale Europeo (che cos il FSE, come partecipare alle azioni del FSE, trasparenza, cenni sui Regolamenti); PO FSE Basilicata 2007-2013 (Obiettivi, Assi). Il soggetto attuatore, anche con lausilio delleventuale tutor, dovr provvedere alle seguenti operazioni: Scheda informativa UE + FSE Consegnare la scheda al beneficiario, assicurarsi che venga letta e, successivamente, datata e sottoscritta. Una scansione della scheda sottoscritta dovr essere caricata sul sistema informativo SIRFO della Regione Basilicata. Nellattesa che il sistema SIRFO contenga la sezione per il caricamento della scheda, la stessa dovr essere inviata per mail allindirizzo giuseppe.sabia@regione.basilicata.it. Questionario Il questionario dovr essere compilato on line sul sistema informativo SIRFO della Regione Basilicata. Nellattesa che il sistema SIRFO contenga la sezione per il caricamento dei questionari, gli stessi dovranno essere scansionati ed inviati per mail allindirizzo giuseppe.sabia@regione.basilicata.it. 2. Dovranno essere inoltre caricate sul sistema informativo SIRFO della Regione Basilicata foto digitali delle attivit accompagnate da liberatorie per luso delle foto su web o pubblicazioni informative o materiale pubblicitario del Programma e copie di eventuali prodotti realizzati. Nellattesa che il sistema SIRFO contenga la sezione per il caricamento dei questionari, gli stessi dovranno essere scansionati ed inviati per mail allindirizzo giuseppe.sabia@regione.basilicata.it e/o per posta allindirizzo Regione Basilicata- Dipartimento Formazione, Lavoro, Cultura e Sport. Ufficio Progettazione Strategica e Assistenza Tecnica- Referente per la Comunicazione Via V. Verrastro 8- 85100- Potenza. 3. Il soggetto attuatore tenuto, altres, a consegnare al beneficiario n. 2 schede occupazionali. Il soggetto beneficiario , invece, tenuto a restituire le schede occupazionali alla Regione Basilicata. La prima (DOC_ occupazionale1) dopo 6 mesi e la seconda dopo 18 mesi (DOC_occupazionale2) dal termine dellattivit formativa finanziata.

8556

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 2 agosto 2010, n. 1305. P.O. F.S.E. Basilicata 2007-2013. Asse IV - Capitale Umano- Approvazione Avviso Pubblico per la "Concessione di contributi per la partecipazione a master universitari per gli anni accademici 2009-2010 / 2007-2008". LA GIUNTA REGIONALE VISTO il D.Lgs. n. 165/2001 concernente le norme generali sullordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche; VISTA la L.R. 12/1996 e successive modifiche ed integrazione, concernente la Riforma dellorganizzazione regionale; VISTA la D.G.R. n. 11/1998 con cui sono stati individuati gli atti rientranti in via generale nelle competenze della Giunta Regionale; VISTE le DD.GG.RR. nn. 1148/2005 e 1380/2005 relative alla denominazione e configurazione dei Dipartimenti Regionali; VISTA la D.G.R. n. 1563 dell11/09/2009 concernente la riorganizzazione del Dipartimento Formazione, Lavoro Cultura e Sport e la graduazione degli Uffici; VISTA la D.G.R. 637/2006 concernente la modifica delliter procedurale delle proposte deliberative della Giunta; VISTA la Legge Regionale 11 dicembre 2003, n. 33. Riordino del sistema formativo integrato e s.m.i; VISTA la L.R. n. 16 del 3 maggio 2002 Disciplina generale degli interventi in favore dei lucani allestero; VISTO il Regolamento (CE) n. 1081/2006 recante disposizioni generali sul Fondo Sociale Europeo e recante labrogazione del Regolamento (CE) n. 1784/99 e s.m.i.; VISTO il Regolamento (CE) n. 1083/2006, recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale e sul Fondo di Coesione e che abroga il Regolamento (CE) n. 1260/99 e s.m.i.; VISTO il Regolamento unico di applicazione del 15/02/2007 corrigendum al Regolamento (CE)

n. 1828/2006 che stabilisce le modalit di applicazione del succitato regolamento(CE) n. 1083/2006 e s.m.i.; VISTO il Programma Operativo Basilicata F.S.E. 2007-2013 per lintervento comunitario del Fondo Sociale Europeo ai fini dellobiettivo Convergenza nella Regione Basilicata in Italia - approvato con Decisione della Comunit Europea n. C(2007) 6724 il 18 dicembre 2007 e s.m.i.; VISTA la Deliberazione n. 854 del 10 giugno 2008 con la quale la Giunta Regionale ha preso atto dei Criteri di selezione delle operazioni da ammettere a cofinanziamento del Fondo Sociale Europeo relativi al Programma Operativo FSE 2007-2013 della Regione Basilicata; VISTA la Deliberazione n. 1075 del 10/06/2009 con la quale la Giunta Regionale ha approvato il manuale delle procedure di gestione del Programma Operativo F.S.E. Basilicata 2007/2013; VISTA la DGR n. 2159 del 16 dicembre 2009, concernente il Documento di descrizione del sistema di gestione e controllo del P.O. F.S.E. Basilicata 2007/2013; VISTA la DGR n. 1690 del 28/10/2008 di presa datto del Piano di Comunicazione del P.O. F.S.E. Basilicata 2007/2013 di cui al regolamento (CE) n. 1828/2006 e s.m.i.; VISTA la deliberazione n. 2086 del 4 dicembre 2009 con la quale la Giunta Regionale ha approvato la linea grafica del P.O. F.S.E. Basilicata 2007/2013 ed il manuale duso; VISTO il DPR n. 196 del 03/10/2008 che definisce le norme sullammissibilit delle spese per i programmi cofinanziati dai fondi strutturali per la fase di programmazione 2007/2013; VISTA la Circolare del Ministero del Lavoro e P.S. 2 febbraio 2009, n.2 ; VISTO in particolare lAsse IV Capitale Umano - del succitato Programma Operativo che prevede, tra le attivit di cui al paragrafo 4.1.5.3, investimenti nelle modalit di formazione e ricerca anche attraverso borse forma-

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8557

tive individuali, master internazionali nel campo della R.& S. per giovani laureati, dottorandi, dottorati e masterizzati, nonch interventi di Alta formazione per profili professionali specialistici in campi vari (categoria di spesa 74); CONSIDERATO che la Regione intende favorire laccesso individuale allalta formazione delle persone laureate in cerca di occupazione, sostenendo la partecipazione ai master universitari di primo e secondo livello, promossi ed attivati nellanno 2009/2010 attraverso la concessione di contributi finanziari a intera o parziale copertura dei costi di iscrizione e frequenza ai master; CONSIDERATO che la Regione intende rimuovere, altres, gli ostacoli alla partecipazione delle persone residenti in localit diverse da quella di svolgimento dei master universitari attraverso la concessione di contributi a parziale copertura delle spese di soggiorno, in rapporto al reddito familiare, concedendo contributi maggiori a coloro che hanno un reddito familiare pi basso; CONSIDERATO che lAvviso pubblico Concessione di contributi per la partecipazione a master universitari in Italia e in Europa per gli anni accademici 2009-2010/ 2007/2008, di cui allAllegato A) al presente atto, quale parte integrante e sostanziale dello stesso, realizza le predette finalit ed conforme alle prescrizioni normative; RITENUTO pertanto di procedere allapprovazione del succitato Avviso ; DATO ATTO che la realizzazione dellAvviso di che trattasi comporta un onere complessivo di a 750.000,00 (settecentocinquantamila) sullasse IV Capitale Umano del P.O. F.S.E. 2007/2013 del bilancio regionale corrente che presenta la necessaria disponibilit finanziaria; VISTA la L.R. n. 42 del 30.12.2009: Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione annuale pluriennale della Regione BasilicataLegge Finanziaria 2010;

VISTA la L.R. n. 43 del 30.12.2009, con la quale stato approvato il Bilancio di Previsione per lesercizio finanziario 2010; VISTA la D.G.R. n. 3 del 07.01.2010 con la quale stato approvato il Bilancio di previsione per capitoli di spesa per lesercizio finanziario 2010; Su proposta dellAssessore alla Formazione, Lavoro, Cultura, Sport Ad unanimit di voti espressi nei termini di legge DELIBERA 1. Di approvare lAvviso Pubblico, allegato A, quale parte integrante e sostanziale del presente atto, di Concessione di contributi per la partecipazione a master universitari per gli anni accademici 2009-2010 / 2007-2008"; 2. Di dare atto che la realizzazione dell Avviso di cui al precedente punto 1. comporta un onere complessivo pari a a 750.000,00 (settecentocinquantamila) sullasse IV Capitale Umano del P.O. F.S.E. 2007/2013 del bilancio regionale corrente che presenta la necessaria disponibilit finanziaria; 3. di pubblicare integralmente il presente atto sul Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata, dandone informazione attraverso i quotidiani a diffusione regionale e di renderlo disponibile sul sito ufficiale della Regione Basilicata allindirizzo www.regione.basilicata.it e sul sito www.regione.basilicata.it/dipformazione;

8558

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

REGIONE BASILICATA
DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT PROGRAMMA OPERATIVO FSE BASILICATA 2007-2013

AVVISO PUBBLICO Concessione di contributi per la partecipazione a master universitari in Italia e in Europa per gli anni accademici 2009-2010 / 2007-2008
Invito a presentare domanda

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8559

AVVISO PUBBLICO

ALLEGATO A

CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA PARTECIPAZIONE A MASTER UNIVERSITARI IN ITALIA E IN EUROPA PER GLI ANNI ACCADEMICI 2009-2010 / 2007-2008

Il presente Avviso Pubblico fa riferimento alle seguenti fonti normative e programmatiche: - Regolamento (CE) n. 1081/2006, relativo al Fondo Sociale Europeo e recante labrogazione del Regolamento (CE) n. 1784/1999 e s.m.i.; - Regolamento (CE) n. 1083/2006, recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione e che abroga il Regolamento (CE) n. 1260/1999 e s.m.i.; - Regolamento unico di applicazione del 15 febbraio 2007, corrigendum al Regolamento (CE) n. 1828/2006 che stabilisce le modalit di applicazione del succitato Regolamento (CE) n. 1083/2006 e s.m.i.; - L.R. 3 maggio 2002, n. 16 Disciplina generale degli interventi in favore dei lucani allestero; - L.R. 11 dicembre 2003 n. 33 Riordino del sistema formativo integrato e s.m.i.; - Programma Operativo FSE 2007 2013 Regione Basilicata - approvato con Decisione C(2007) n. 6724 del 18 dicembre 2007 e s.m.i.; - D.G.R. n. 854 del 10 giugno 2008 di presa datto dei Criteri di selezione delle operazioni da ammettere a cofinanziamento del Fondo Sociale Europeo relativi al Programma Operativo FSE 2007-2013 della Regione Basilicata; - D.G.R. n. 1075 del 10/06/2009 di approvazione del manuale delle procedure di Gestione del Programma Operativo Basilicata F.S.E. 2007/2013; - D.G.R. n. 2159 del 16 dicembre 2009, concernente il Documento di descrizione del sistema di gestione e controllo del P.O. FSE Basilicata 2007-2013; D.G.R. n. 1690 del 28.10.2008 di presa datto del Piano di Comunicazione del PO FSE Basilicata 2007-2013 di cui al Regolamento (CE) n. 1828/2006; D.G.R. n. 2086 del 4 dicembre 2009 con la quale la Giunta Regionale ha approvato la linea grafica del PO FSE Basilicata 2007-2013 ed il manuale duso; Decreto Ministeriale 22 ottobre 2004, n. 270 Modifiche al regolamento recante norme concernenti l'autonomia didattica degli atenei, approvato con decreto del Ministro dell'universit e della ricerca scientifica e tecnologica 3 novembre 1999, n. 509, in particolare larticolo 6, commi 5 e 6; D.P.R. n. 196 del 03/10/2008 che definisce le norme sullammissibilit delle spese per i programmi cofinanziati dai fondi strutturali per la fase di programmazione 2007/2013; Circolare del Ministero del Lavoro e P.S. 2 febbraio 2009, n.2.

8560

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

Art. 1. - Finalit e oggetto dellavviso


1. Al fine di favorire laccesso individuale allalta formazione delle persone laureate in cerca di occupazione, nonch ai giovani laureati in cerca di occupazione rientranti nella categoria di cui alla L.R. n. 16/2002 Disciplina generale degli interventi in favore dei lucani allestero, la Regione Basilicata sostiene la partecipazione ai master universitari di primo e di secondo livello, promossi per l accademico 2009/2010 e per lanno accademico 2007/2008, mediante la concessione di voucher per i costi di iscrizione e frequenza. 2. La Regione concede, inoltre, contributi per le spese di soggiorno presso le sedi di svolgimento dei Master, in rapporto al reddito familiare dei beneficiari;

Art. 2. - Tipologie di master ammessi


1. I master per i quali possibile richiedere i contributi sono esclusivamente i master universitari di primo livello e i master universitari di secondo livello, ex articolo 3, comma 9, Decreto 22 ottobre 2004, n. 270, attivati nellanno accademico 2009-2010 e nellanno accademico 2007/2008 e che prevedono il rilascio del titolo accademico avente valore legale e la valutazione di almeno 60 crediti formativi universitari. Sono ammessi inoltre i master, promossi dalle Universit europee, presenti sul territorio dellUnione Europea. 2. Sono esclusi i corsi di laurea, i corsi di laurea magistrale, i corsi di specializzazione universitaria, i dottorati di ricerca, i master o corsi di perfezionamento rientranti nellambito delle professioni sanitarie, i master o corsi di perfezionamento di preparazione agli esami di Stato per labilitazione allesercizio delle professioni o finalizzati alliscrizione ad albi professionali ed ai concorsi pubblici, i corsi di perfezionamento post- universitario che non rilasciano un titolo accademico.

Art. 3. - Chi pu partecipare


1. Per presentare la domanda i candidati devono possedere i seguenti requisiti: a) essere disoccupati o inoccupati secondo la normativa vigente. Tale condizione deve essere conservata per tutta la durata del master; b) essere in possesso di un titolo di laurea (diploma di laurea vecchio ordinamento, laurea triennale, laurea specialistica/magistrale, titolo equipollente rilasciato da Universit straniere); c) essere residenti in Basilicata o rientrare nelle categorie di cui alla legge regionale 3 marzo 2002 n. 16; d) risultare iscritti ed essere stati ammessi a frequentare per lanno accademico 20092010 un master universitario di primo livello o un master universitario di secondo livello. Le domande dei candidati, iscritti al master, che non abbiano ancora conseguito il titolo di ammissione allo stesso alla data di scadenza del presente avviso , sono comunque esaminate e, in caso di utile collocazione in graduatoria, sono ammesse con riserva. Entro 30 giorni dalla pubblicazione della graduatoria degli ammessi a beneficio, i candidati devono dare apposita comunicazione alla Regione dellavvenuta ammissione

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8561

alla frequenza del master. La mancata comunicazione nei termini stabiliti ha effetti di rinuncia con conseguente decadenza del beneficio e scorrimento della graduatoria. e) avere frequentato nellanno accademico 2007/2008 un Master universitario di I o II livello; 2. I requisiti indicati devono essere posseduti tutti cumulativamente alla data di pubblicazione del presente Avviso, per coloro che sono interessati allanno accademico 2009/2010, o alla data del 07/04/20081 per coloro che sono interessati allanno accademico 2007/2008.

Art. 4. Chi non pu partecipare


Non possono presentare la domanda i candidati che: 1. hanno ottenuto contributi finanziari in qualunque forma dalla Regione Basilicata a copertura totale o parziale, dei costi di iscrizione e frequenza ad altri master universitari o a master non universitari nellarco dei tre anni accademici precedenti la pubblicazione del presente avviso ovvero nellarco dei tre anni accademici precedenti la data sopracitata del 07/04/2008; 2. hanno ottenuto contributi da amministrazioni pubbliche, dallUniversit o da enti privati, a copertura totale dei costi di iscrizione e frequenza per il master universitario; 3. frequentano, alla data di pubblicazione del presente avviso pubblico, o hanno frequentato alla data del 07/04/2008, corsi di laurea, corsi di laurea magistrale, master non universitari, corsi di specializzazione universitaria, dottorati di ricerca, master o corsi di perfezionamento rientranti nellambito delle professioni sanitarie, master o corsi di perfezionamento di preparazione agli esami di Stato per labilitazione allesercizio delle professioni o finalizzati alliscrizione ad albi professionali ed ai concorsi pubblici, corsi di perfezionamento post- universitario che non rilasciano un titolo accademico, master universitari e non universitari con modalit di formazione a distanza o on- line.

Art. 5. Voucher
1. Ai fini del presente avviso si intende per voucher il contributo finanziario che la Regione eroga a copertura, intera o parziale, dei costi sostenuti per liscrizione e la frequenza ai master universitari a condizione che il candidato abbia concluso il master ed abbia conseguito il titolo finale. 2. Lentit del voucher concedibile non pu superare Euro 10.000,00 (diecimila). Qualora i costi di iscrizione al master superino limporto massimo concedibile, la restante somma rimane a carico del candidato. 3. I candidati che hanno ottenuto un contributo da altra amministrazione pubblica, dallUniversit o da enti privati , a copertura parziale dei costi di iscrizione e frequenza
1

Data di pubblicazione dellAvviso pubblico approvato con DGR n. 401 del 26/3/2008 Concessione di contributi per la partecipazione a Master universitari in Italia e in Europa per lanno accademico 2007/2008.

8562

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

per il master, possono richiedere alla Regione, a titolo di voucher, il contributo esclusivamente per la copertura della restante parte fino alla concorrenza dellimporto massimo concedibile paria 10.000,00. 4. In ogni caso non sono riconosciuti i costi relativi a interessi di mora per ritardato pagamento delle rate di iscrizione. 5. I voucher sono concessi per liscrizione e la frequenza a master annuali dellanno accademico 2009/2010 o dellanno accademico 2007/2008. Nellipotesi di master pluriennali, i voucher sono concessi per una sola annualit. In entrambi i casi vige la disposizione di cui allarticolo 4 del presente avviso.

Art. 6. Contributi per le spese di soggiorno


1. Al fine di rimuovere gli ostacoli alla partecipazione delle persone residenti in localit diverse da quella di svolgimento dei master universitari, la Regione concede, inoltre, un contributo forfetario per le spese di soggiorno dei partecipanti fino ad un massimo di 200 giorni di frequenza, cos ripartito , riservato a coloro che beneficieranno del voucher di cui al precedente articolo: - 30,00 per ogni giornata di effettiva frequenza per coloro che risiedono in localit, la cui distanza superiore a 100 km dalla sede di svolgimento del master ; - 20,00 per ogni giornata di effettiva frequenza per coloro che risiedono in localit, la cui distanza compresa tra 50 e 100 km dalla sede di svolgimento del master ; - 10,00 per ogni giornata di effettiva frequenza per coloro che risiedono in localit, la cui distanza sia inferiore a 50 km dalla sede di svolgimento del master; - per i master effettuati con modalit di formazione a distanza, tale contributo erogato esclusivamente per leffettiva frequenza delle giornate di formazione daula svolte presso la sede di svolgimento di realizzazione del master, alle stesse condizioni sopra indicate; - per i residenti nel luogo di svolgimento del master non previsto alcun contributo per le spese di soggiorno; - per i soli periodi di stage effettuati in paesi extracomunitari, 60,00 per ogni giornata di effettiva partecipazione allo stage; - un contributo massimo di 2.500,00 per le spese documentate di viaggio per i candidati rientranti nelle categorie di cui alla legge regionale 3 marzo 2002 n. 16 ( lucani allestero); 2. Lentit dei contributi per le spese di soggiorno determinato in rapporto al reddito familiare, calcolato in base agli indicatori ISEE 2009 (indicatore della situazione economica equivalente) per le richieste relative alle frequenze per Master Universitario anno accademico 2009/2010 e ISEE 2006 (indicatore della situazione economica equivalente) per le richieste relative alle frequenze per Master Universitario anno accademico 2007/2008 nella misura percentuale indicata nella seguente tabella:

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8563

REDDITO EQUIVALENTE ISEE 2009 REDDITO EQUIVALENTE ISEE 2006 FINO A EURO 30.000,00 SUPERIORE A EURO 30.000,00 FINO A EURO 40.000,00 SUPERIORE A EURO 40.000,00 FINO A EURO 50.000,00 SUPERIORE A EURO 50.000,00 FINO A EURO 60.000,00 SUPERIORE A EURO 60.000,00 FINO A EURO 70.000,00

100 80 60 40 20

3. Per i redditi familiari, calcolati sempre in base allindicatore ISEE 2009 e ISEE 2006 , per la frequenza ai Master Universitari anni accademici 2009/2010 o 2007/2008 superiori a Euro 70.000,00, non previsto alcun contributo per le spese di soggiorno. 4. Ai candidati che rientrano nelle categorie di cui alla legge regionale 3 marzo 2002 n. 16 lentit dei contributi per le spese di soggiorno determinato in rapporto al reddito del nucleo familiare dellanno 2009 o 2006. 5. Il candidato a cui non viene concesso il voucher per liscrizione e la frequenza ai master universitari non matura il diritto alla concessione dei contributi per le spese di soggiorno.

Art. 7. - Come si presenta la domanda


1. La domanda in carta semplice deve essere compilata utilizzando lo schema Dichiarazione unica, contenente la richiesta di contributi e la dichiarazione sostitutiva, resa ai sensi degli articoli 46 e 47 D.P.R. 445/2000, firmata dal candidato. La mancata sottoscrizione della domanda motivo di esclusione della candidatura.

2. Il candidato deve, inoltre, unire alla domanda: a) copia del bando del master con il relativo dettagliato programma didattico e la durata; b) titolo di ammissione e frequenza al master (attestazione dellUniversit o altro documento comprovante lavvenuta ammissione); c) copia della ricevuta di pagamento totale o parziale dell iscrizione e frequenza al master ( a mezzo bonifico, assegno bancario non trasferibile, c/c postale o sistema elettronico) e relativa fattura o documento equivalente avente valore probatorio; d) fotocopia leggibile di un documento valido di riconoscimento del candidato. 3. Oltre ai documenti sopra indicati:
Per i soli candidati iscritti ad Universit estere:

idonea documentazione per la identificazione delle Universit estere. Per i candidati che rientrano nelle categorie di cui alla legge regionale 3 marzo 2002 n. 16 : idonea certificazione o dichiarazione, resa presso i consolati italiani, di essere figlio o discendente di cittadini lucani emigrati e certificato di iscrizione allA.I.R.E. presso il comune di origine ;

4. La domanda in busta chiusa deve essere inviata a: REGIONE BASILICATA Dipartimento Formazione, Lavoro, Cultura e Sport - Via Vincenzo Verrastro, 8 85100 Potenza.

8564

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

5. Il candidato deve scrivere sulla busta, oltre lindirizzo, anche la seguente frase: CONTRIBUTI MASTER UNIVERSITARI - ANNO ACCADEMICO 2009-2010 OPPURE 2007/2008. La busta deve contenere una sola domanda riferita ad un solo master. Le buste che contengono pi domande o indicazione di pi master sono escluse.

Art. 8. Termini di presentazione della domanda


1. La domanda deve pervenire entro le ore 13.00 (tredici) del sessantesimo giorno successivo a quello di pubblicazione del presente avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata. 2. Se inviata a mezzo postale (pubblico o privato) deve pervenire entro lo stesso termine indicato. Non fa fede il timbro postale di spedizione. Se il sessantesimo giorno coincide con un sabato o con un giorno festivo, la data utile per la ricezione sar quella del giorno lavorativo successivo sempre entro le ore dodici. 3. L'Amministrazione non assume alcuna responsabilit per eventuali disguidi o ritardi postali o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.

Art. 9. - Ammissione e valutazione delle domande


1. Le domande, relative ai master di primo livello e quelle relative ai master di secondo livello, sono sottoposte a verifica delle condizioni di ammissibilit. Le domande sono ritenute ammissibili se: a) pervenute alla Regione entro il termine di scadenza previsto dallarticolo 8; b) contengono una sola domanda riferita ad un solo master; c) presentate da soggetti in possesso dei requisiti previsti dallarticolo 3; d) compilate sullapposito schema allegato dichiarazione unica , sottoscritte e corredate della documentazione richiesta (articolo 7). 2. Lassenza di anche una sola delle condizioni sopra indicate costituisce motivo di esclusione della candidatura dalla successiva fase di valutazione. Le domande ritenute ammissibili sono sottoposte a valutazione, rispettivamente per i master di primo livello e i master di secondo livello, assumendo i criteri e i punteggi di seguito illustrati: A. - VOTO DI LAUREA Il criterio quello della precedenza al candidato che ha conseguito una votazione pi alta. Il punteggio attribuito, come da tabella:

VOTO DI LAUREA

PUNTEGGIO

Voto di laurea pari a 110 e 110 e lode Voto di laurea da 108 a 109

A 5 4

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8565

Voto di laurea da 105 a 107 Voto di laurea da 100 a 104 Voto di laurea da 95 a 99 Voto di laurea fino a 94

3 2 1 0,5

B.

INTERVALLO DI ACCADEMICO

TEMPO TRASCORSO TRA LA LAUREA E IL MASTER, CALCOLATO PER ANNO

Il criterio quello della precedenza al candidato che registra un intervallo di tempo inferiore tra lanno accademico di conseguimento della laurea e lanno accademico di iscrizione al master. Il punteggio attribuito, come da tabella per i candidati per lanno accademico 2009/2010:

ANNO CONSEGUIMENTO LAUREA

PUNTEGGIO

ANNO ACCADEMICO ANNO ACCADEMICO ANNO ACCADEMICO ANNO ACCADEMICO ANNO ACCADEMICO ANNO ACCADEMICO

2009/2010 2008/2009 2007/2008 2006/2007 2005/2006 2004/2005 A DECRESCERE

B 1 0,9 0,8 0,7 0,6 0,5

Per i candidati che hanno frequentato un master universitario per lanno accademico 2007/2008 il punteggio sar attribuito come da tabella :
ANNO CONSEGUIMENTO LAUREA PUNTEGGIO

ANNO ACCADEMICO ANNO ACCADEMICO ANNO ACCADEMICO ANNO ACCADEMICO ANNO ACCADEMICO ANNO ACCADEMICO

2006/2007 2005/2006 2004/2005 2003/2004 2002/2003 2001/2002 A DECRESCERE

B 1 0,9 0,8 0,7 0,6 0,5

C. - CONCESSIONE DI ALTRI CONTRIBUTI FINANZIARI

IN QUALUNQUE FORMA DA ALTRI ENTI PUBBLICI O PRIVATI PER IL MASTER PER IL QUALE SI CHIEDONO I CONTRIBUTI

Il criterio quello della precedenza del candidato che non ha ottenuto alcun contributo in qualunque forma dalla Regione Basilicata o da altre amministrazioni pubbliche, compresa lUniversit o da enti privati, a copertura totale o parziale dei costi di iscrizione e frequenza per lo stesso master universitario per il quale si richiedono i contributi a valere sul presente avviso.

8566

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

CONCESSIONE CONTRIBUTI

PUNTEGGIO C

NESSUN CONTRIBUTO CONTRIBUTO OTTENUTO

5 0

3. Il punteggio totale dato moltiplicando il punteggio attribuito al voto di laurea (A) per il punteggio attribuito allintervallo di tempo trascorso tra la laurea e master (B), a cui va aggiunto il punteggio attribuito relativo ai contributi (C). Punteggio totale attribuito = (A x B) + C. 4. In caso di parit verr preferito il candidato pi giovane. 5. A conclusione della valutazione la Regione redige distinte graduatorie per ciascun anno accademico 2009/2010 e 2007/2008 : - graduatoria per la concessione dei voucher relativi ai master universitari di primo livello; - graduatoria per la concessione dei voucher relativi ai master universitari di secondo livello; - graduatoria per la concessione dei voucher relativi ai master universitari di primo livello per i candidati di cui alla legge regionale 3 marzo 2002 n. 16; - graduatoria per la concessione dei voucher relativi ai master universitari di secondo livello per i candidati di cui alla legge regionale 3 marzo 2002 n. 16; 6. I voucher sono assegnati secondo lordine di ciascuna graduatoria, sino ad esaurimento delle risorse finanziarie previste nellarticolo 13. 7. In ciascuna graduatoria sono inclusi: - i candidati le cui domande sono ammesse e finanziabili; - i candidati le cui domande sono state ritenute ammesse ma non finanziabili per esaurimento delle risorse finanziarie messe a disposizione. 8. In caso di rinuncia di candidati ammessi o decadenza dai benefici concessi, la Regione procede allo scorrimento delle relative graduatorie. 9. Le graduatorie, approvate con determinazione del dirigente del competente ufficio del Dipartimento Formazione, Lavoro, Cultura e Sport, sono pubblicate sul Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata e rese disponibili sul sito ufficiale della Regione allindirizzo www. regione.basilicata.it. 10. La pubblicazione sul BUR Basilicata ha valore di notifica per i candidati inseriti in graduatoria.

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8567

11. I candidati che non risultano inseriti nelle graduatorie riceveranno comunicazione personale nella quale la Regione esporr le motivazioni del mancato inserimento in graduatoria. 12. Avverso i provvedimenti adottati dallamministrazione, relativamente al presente avviso pubblico, i diretti interessati possono proporre ricorso in opposizione, entro 30 giorni dalla pubblicazione delle graduatorie sul BURB, inoltrando listanza allUfficio Sistema Scolastico Universitario e Competitivit delle Imprese.

Art. 10. - Modalit di erogazione del voucher e degli altri contributi


1. La Regione eroga il voucher e i contributi per le spese di soggiorno, ove spettanti, per i giorni di effettiva frequenza nel limite di massimo di 200 giornate, in una unica soluzione direttamente al beneficiario che ha concluso il master. 2. Per richiedere lerogazione delle somme spettanti il beneficiario deve presentare alla Regione la seguente documentazione: a) Certificato di frequenza, rilasciato dallUniversit dal quale risultano dettagliatamente i giorni e le ore di effettiva frequenza del beneficiario. b) Certificato di conseguimento del titolo finale del master o copia conforme del titolo. c) Ricevuta di pagamento totale della tassa di iscrizione e frequenza nelle modalit indicate alla lettera c dellart. 7; d) Attestazione anche negativa da parte dellUniversit circa la concessione di eventuali borse di studio o altra sovvenzione o contributo erogate a favore del beneficiario. e) Dichiarazione del beneficiario, con la quale dichiara di non aver/ o di aver ottenuto contributi a copertura dei costi di iscrizione e frequenza al master, con leventuale indicazione dellimporto e dellente concedente nonch di aver mantenuto lo stato di disoccupazione/inoccupazione per tutta la durata del master.

Art. 11. - Decadenza dai benefici


1. La Regione pronuncia la decadenza dai benefici per uno o pi dei seguenti motivi: a) accertata non veridicit di quanto dichiarato dal candidato nella dichiarazione unica; b) produzione di documenti falsi o uso di documenti falsi; c) perdita dello stato di disoccupazione/ inoccupazione durante la frequenza del master; d) mancato conseguimento del titolo finale del master; e) mancata comunicazione, prevista dallarticolo 3, lett.d) , dellavvenuta ammissione al master.

Art. 12- Controlli della Regione


1. La Regione effettua il controllo circa la veridicit delle informazioni contenute nella dichiarazione unica prodotta dai candidati presso le seguenti amministrazioni:

8568

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

a) Universit sede del master per la verifica della effettiva iscrizione e frequenza del candidato, del conseguimento del titolo finale e di eventuali contributi erogati a favore del candidato; b) Universit presso la quale stata conseguita la laurea per la verifica del conseguimento del titolo di studio; c) Agenzia delle Entrate per la verifica della situazione reddituale dichiarata; d) Centro per lImpiego per la verifica dello stato di disoccupazione/inoccupazione e della sua conservazione; e) Comune per la verifica delle informazioni anagrafiche dichiarate. f) Consolati italiani. 2. La Regione consulta altres la propria banca dati per la verifica di eventuali contributi gi erogati nei tre anni accademici precedenti a favore del candidato in ottemperanza di quanto disposto dallarticolo 4. 3. Fermo restando quanto previsto dalle norme penali in caso di dichiarazioni mendaci, laccertata non veridicit di quanto dichiarato dal candidato comporta la decadenza del beneficio con revoca del provvedimento di concessione del beneficio e conseguente recupero delle eventuali somme percepite e il pagamento degli interessi legali dal momento dellerogazione delle somme medesime fino al giorno della restituzione. 4. Gli uffici regionali, in presenza di dichiarazioni non veritiere, hanno lobbligo di segnalare tempestivamente allAutorit giudiziaria i casi di irregolarit rilevata.

Art. 13. - Spesa prevista per la concessione dei voucher


Il presente avviso finanziato con le risorse, di cui al PO FSE Basilicata 2007-2013- Asse IV Capitale Umano per una spesa complessiva prevista di . 750.000,00 (settecentocinquantamila).

Art. 14. - Trattamento dei dati personali


1. Ai sensi dell'art. 13 del Codice in materia di protezione dei dati personali (decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196), si informano i candidati interessati al procedimento amministrativo che il trattamento dei dati personali da essi forniti o comunque acquisiti a tal fine dalla Regione finalizzato unicamente all'espletamento delle attivit relative al presente avviso pubblico e degli adempimenti imposti alla Regione in applicazione della norme statali e comunitari. Il trattamento avverr a cura delle persone preposte al procedimento amministrativo, con l'utilizzo di procedure anche informatizzate, nei modi e nei limiti necessari per perseguire le predette finalit, anche in caso di eventuale comunicazione a terzi. Il conferimento di tali dati obbligatorio al fine di valutare i requisiti

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8569

di partecipazione al presente avviso pubblico. Agli interessati sono riconosciuti i diritti di cui all'art. 7 del citato Codice, in particolare, il diritto di accedere ai propri dati personali, di chiederne la rettifica, l'aggiornamento e la cancellazione, se incompleti, erronei o raccolti in violazione della legge, nonch di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi.

Art. 15.- Adempimenti relativi alla Comunicazione, informazione e pubblicit


Il soggetto beneficiario ricever al momento della notifica dellavvenuto finanziamento una scheda informativa (DOC_UE+FSE) su: Unione europea (cenni storici, gli organi, cittadinanza europea); Strategia di Lisbona; Fondo Sociale Europeo (che cos il FSE, come partecipare alle azioni del FSE, trasparenza, cenni sui Regolamenti); PO FSE Basilicata 2007-2013 (Obiettivi, Assi), un questionario e due schede occupazionali. Al fine di accrescere la consapevolezza dellazione dell Unione Europea il beneficiario tenuto alla lettura della citata scheda informativa ed alla compilazione on line del questionario sul sistema informativo SIRFO della Regione Basilicata. Nellattesa che il sistema SIRFO contenga la sezione per il caricamento dei questionari, il questionario compilato dovr essere inviato per mail allindirizzo giuseppe.sabia@regione.basilicata.it o per posta allindirizzo Regione Basilicata- Dipartimento Formazione, Lavoro, Cultura e Sport. Ufficio Progettazione Strategica e Assistenza Tecnica- Referente per la Comunicazione Via V. Verrastro 885100- Potenza. Il beneficiario tenuto, altres, a restituire le schede occupazionali. La prima (DOC_ occupazionale1) dopo 6 mesi e la seconda dopo 18 mesi (DOC_occupazionale2) dal termine dellattivit formativa finanziata.

Art. 16 . - Accesso ai documenti amministrativi


Il diritto di accesso ai documenti amministrativi esercitabile nei tempi e nelle forme consentiti dalla legge presso lURP del Dipartimento Formazione Lavoro Cultura e Sport Via Vincenzo Verrastro, 8 - 85100 Potenza.

Art. 17 - Allegati - Pubblicazione


Del presente Avviso parte integrante e sostanziale il seguente Allegato: Dichiarazione unica Il presente Avviso viene pubblicato unitamente al suo allegato sul Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata e reso disponibile sul sito ufficiale della Regione allindirizzo www.regione.basilicata.it e sul sito www.regione.basilicata.it/dipformazione;

8570

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

DICHIARAZIONE UNICA

(Richiesta di contributi e dichiarazione sostitutiva ex articoli 46 e 47 D.P.R. 445/2000) Alla Regione Basilicata Dipartimento Formazione, Lavoro, Cultura e Sport Via V. Verrastro, 8 85100 - Potenza Il/la sottoscritt _ Nat _ a ________________________________________________ il
giorno mese anno

Prov. (

) Prov. ( )

Residente in

via/piazza tel. /cell. (facoltativo) Codice fiscale


CHIEDE

e_mail (facoltativo )

lassegnazione del voucher per un importo pari a Euro _____________________________________ lassegnazione di contributi per le spese di soggiorno: SI NO lassegnazione di contributi per partecipazione a stage in paesi extracomunitari SI NO spese documentate di viaggio per i candidati rientranti nelle categorie di cui alla L.R. n. 16/2002 SI NO

a valere sullAvviso pubblico Concessione contributi per la partecipazione a i master universitari in Italia e in Europa - Anno accademico 2009-2010 o 2007/2008 , cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo nellambito del PO FSE Basilicata 2007-2013, pubblicato sul BUR Basilicata n ____ del _______

A tal fine, consapevole delle sanzioni penali previste per il caso di dichiarazioni mendaci, cos come stabilito dall'art. 76, d.P.R. 445/2000, nonch della decadenza dei benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base di dichiarazioni non veritiere, ex art. 75 del medesimo d.PR,
DICHIARA SOTTO LA PROPRIA RESPONSABILIT,

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8571

1. di essere residente in Basilicata alla data di pubblicazione del presente avviso pubblico _____________________________________________________________________ essere residente in Basilicata alla data del x di 07/04/20082____________________________________________________________ 2. di rientrare nelle categorie di cui alla L.R. n. 16/2002 3. (barrare la parte che interessa ): di essere iscritto nellanno accademico 2009/2010 al master di 1livello di essere iscritto nellanno accademico 2009/2010 al master di 2livello di essere iscritto nellanno accademico 2007-2008 al master di 1 livello di essere iscritto nellanno accademico 2007-2008 al master di 2 livello
x

4. denominazione del master : 5. presso lUniversit degli Studi: 6. l Universit presso la quale realizza il master dista dalla propria residenza KM: 6. il costo stabilito dallUniversit per liscrizione e la frequenza del master di : 7. di essere in possesso del seguente titolo di laurea in: 8. tipo di laurea: (barrare la parte che interessa) laurea vecchio ordinamento laurea specialistica/magistrale 9. conseguito presso lUniversit degli Studi: 10. che il voto di laurea il seguente: 11. di essersi laureato nellanno accademico: 12. che il
2

laurea triennale
titolo equipollente universit straniera

reddito

ISEEE

2009

riferito

allintero

nucleo

familiare

di :

Data di pubblicazione dellAvviso pubblico approvato con DGR n. 401 del 26/3/2008 Concessione di contributi per la partecipazione a Master universitari in Italia e in Europa per lanno accademico 2007/2008.

8572

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

___________________________________________________________________________ 13. che il reddito ISEE 2006 riferito allintero nucleo familiare di : ___________________________________________________________________________ 14. che il reddito del nucleo familiare anno 2009 (per i soli candidati di cui alla L.R. n. 16/2002) di .______________________________________________________________________ che il reddito del nucleo familiare anno 2006 (per i soli candidati di cui alla L.R. n. 16/2002) di .______________________________________________________________________ (obbligatorio solo per chi richiede i contributi per le spese di soggiorno) 15. di essere disoccupato o inoccupato secondo la normativa vigente alla data di pubblicazione del presente avviso o del 07/04/2008. In particolare: (barrare la parte che interessa)
In cerca di nuova occupazione (disoccupato) In cerca di prima occupazione (inoccupato)

16. (barrare la parte che interessa): di non aver ottenuto contributi finanziari dalla Regione Basilicata a copertura dei costi di iscrizione e frequenza per lo stesso master per il quale il sottoscritto chiede il contributo per lanno accademico 2009/2010 o per lanno accademico 2007/2008 oppure di aver ottenuto i seguenti contributi a copertura dei costi di iscrizione e frequenza per lo stesso master per il quale il sottoscritto chiede i contributi a valere sul presente avviso : pari a : ____________________________________________ Ente concedente: _____________________________________anno accademico 2009/2010 ovvero pari a : ____________________________________________ Ente concedente: _____________________________________anno accademico 2007/2008 18. di non aver ottenuto contributi finanziari dalla Regione Basilicata a copertura dei costi di iscrizione e frequenza ad altri master universitari o non universitari: (barrare la parte che interessa): nellarco dei tre anni accademici precedenti la pubblicazione del presente avviso ; nellarco di tre anni accademici precedenti la data del 07/04/2008; Dichiara, inoltre, di essere a conoscenza che potranno essere eseguiti controlli sulla veridicit di quanto dichiarato ai sensi dell'art. 71 del d.P.R. 445/2000.

(luogo e data)

(firma per esteso del dichiarante)

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8573

Allega alla presente dichiarazione :

A) copia del bando del master con il relativo dettagliato programma didattico e la durata B) titolo di ammissione e frequenza al master (attestazione dellUniversit o altro documento comprovante lavvenuta ammissione);

C) copia della ricevuta di pagamento totale o parziale dell iscrizione e frequenza al master ( a mezzo bonifico, assegno bancario non trasferibile, c/c postale o sistema elettronico) e relativa fattura o documento equivalente avente valore probatorio;

D) fotocopia leggibile di un documento valido di riconoscimento (tipo)________ n ____________________


E) idonea documentazione per la identificazione delle Universit estere ( per i soli candidati iscritti ad Universit estere)

F) Per i candidati che rientrano nelle categorie di cui alla legge regionale 3 marzo 2002 n. 16 : idonea certificazione o dichiarazione, resa presso i consolati italiani, di essere figlio o discendente di cittadini lucani emigrati e certificato di iscrizione allA.I.R.E. presso il Comune di origine ;

Informativa ai sensi dellart. 13 del D. lgs 196/03 I dati sopra riportati sono prescritti dalle disposizioni vigenti ai fini del procedimento per il quale sono richiesti e verranno utilizzati esclusivamente per tale scopo.

NB:

E FACOLT DEL CANDIDATO PRODURRE IN SEDE DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA LA DOCUMENTAZIONE COMPROVANTE GLI ATTI E FATTI DICHIARATI NELLA DICHIARAZIONE UNICA .

8574

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 2 agosto 2010, n. 1306. P.O. F.S.E. Basilicata 2007-2013. Asse IV - Capitale Umano- Approvazione Avviso Pubblico per la "Concessione di Voucher per il Catalogo Regionale di Alta Formazione", istituito con D.D. n. 399/74AD del 09/04/2010. LA GIUNTA REGIONALE VISTO il D.Lgs. n. 165/2001 concernente le norme generali sullordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche; VISTA la L.R. 12/1996 e successive modifiche ed integrazione, concernente la Riforma dellorganizzazione regionale; VISTA la D.G.R. n. 11/1998 con cui sono stati individuati gli atti rientranti in via generale nelle competenze della Giunta Regionale; VISTE le DD.GG.RR. nn. 1148/2005 e 1380/2005 relative alla denominazione e configurazione dei Dipartimenti Regionali; VISTA la D.G.R. n. 1563 dell11/09/2009 concernente la riorganizzazione del Dipartimento Formazione, Lavoro Cultura e Sport e la graduazione degli Uffici; VISTA la D.G.R. 637/2006 concernente la modifica delliter procedurale delle proposte deliberative della Giunta; VISTA la Legge Regionale 11 dicembre 2003, n. 33. Riordino del sistema formativo integrato e s.m.i; VISTA la L.R. n. 16 del 3 maggio 2002 Disciplina generale degli interventi in favore dei lucani allestero; VISTO il Regolamento (CE) n. 1081/2006 recante disposizioni generali sul Fondo Sociale Europeo e recante labrogazione del Regolamento (CE) n. 1784/99 e s.m.i.; VISTO il Regolamento (CE) n. 1083/2006, recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale e sul Fondo di Coesione e che abroga il Regolamento (CE) n. 1260/99 e s.m.i.; VISTO il Regolamento unico di applicazione del 15/02/2007 corrigendum al Regolamento (CE)

n. 1828/2006 che stabilisce le modalit di applicazione del succitato regolamento(CE) n. 1083/2006 e s.m.i.; VISTO il Programma Operativo Basilicata F.S.E. 2007-2013 per lintervento comunitario del Fondo Sociale Europeo ai fini dellobiettivo Convergenza nella Regione Basilicata in Italia - approvato con Decisione della Comunit Europea n. C(2007) 6724 il 18 dicembre 2007 e s.m.i.; VISTA la Deliberazione n. 854 del 10 giugno 2008 con la quale la Giunta Regionale ha preso atto dei Criteri di selezione delle operazioni da ammettere a cofinanziamento del Fondo Sociale Europeo relativi al Programma Operativo FSE 2007-2013 della Regione Basilicata; VISTA la Deliberazione n. 1075 del 10/06/2009 con la quale la Giunta Regionale ha approvato il manuale delle procedure di gestione del Programma Operativo F.S.E. Basilicata 2007/2013; VISTA la DGR n. 2159 del 16 dicembre 2009 , concernente il Documento di descrizione del sistema di gestione e controllo del P.O. F.S.E. Basilicata 2007/2013; VISTA la DGR n. 1690 del 28/10/2008 di presa datto del Piano di Comunicazione del P.O. F.S.E. Basilicata 2007/2013 di cui al regolamento (CE) n. 1828/2006 e s.m.i.; VISTA la deliberazione n. 2086 del 4 dicembre 2009 con la quale la Giunta Regionale ha approvato la linea grafica del P.O. F.S.E. Basilicata 2007/2013 ed il manuale duso; VISTO il DPR n. 196 del 03/10/2008 che definisce le norme sullammissibilit delle spese per i programmi cofinanziati dai fondi strutturali per la fase di programmazione 2007/2013; VISTA la Circolare del Ministero del Lavoro e P.S. 2 febbraio 2009, n.2 ; VISTO in particolare lAsse IV Capitale Umano - del succitato Programma Operativo che prevede, tra le attivit di cui al paragrafo 4.1.5.3, la costruzione di sistemi di accreditamento per migliorare la qualit dellofferta

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8575

formativa e di poli formativi su aree di interesse e affinit territoriali, la contribuzione alla diffusione di percorsi di alta formazione di post- qualifica e post-diploma, nonch il sostegno al consolidamento di unofferta di qualit superiore post-diploma e post-laurea finalizzata a favorire lingresso dei giovani nel mondo del lavoro sul territorio regionale (categoria di spesa 72); VISTA la D.G.R. n.402 del 26/03/2008 con la quale stato approvato lAvviso Pubblico relativo alla istituzione del Catalogo Regionale di Alta Formazione; CONSIDERATO che con Determinazione Dirigenziale n. 868 del 05/10/2009 sono stati approvati gli esiti della valutazione delle proposte didattiche pervenute ai sensi del suddetto Avviso Pubblico; VISTA la D.G.R. n. 447 del 12 marzo 2010 con la quale stato approvato lampliamento del Catalogo Regionale di Alta Formazione di cui alla D.G.R. n. 402 del 26 marzo 2008, consentendo la partecipazione a tutte le proposte didattiche che hanno superato la soglia di accettabilit presenti nella graduatoria approvata con D.D.n. 868/74AD del 5 ottobre 2009; VISTA la D.D. n. 399 /74AD del 09/04/2010, pubblicata sul BUR n.18 del 16 aprile 2010, di istituzione e pubblicazione del Catalogo Regionale di Alta Formazione di cui alla D.G.R. n. 402 del 26 marzo 2008; CONSIDERATO che con lAvviso Pubblico di cui alla DGR n. 402 del 26/03/2008 sono stati previsti la concessione di voucher a copertura intera o parziale dei costi di iscrizione e frequenza e contributi forfetari per spese di soggiorno in favore dei partecipanti i corsi di Alta Formazione; CONSIDERATO, altres, che la Regione al fine di sostenere la ricerca attiva del lavoro, concede un bonus per lautoimpiego ai partecipanti che avranno conseguito, al termine dei corsi sopracitati, lattestato di specializzazione professionale; RITENUTO pertanto, ai sensi dellart. 5 dellav-

viso pubblico di istituzione del Catalogo Regionale di Alta Formazione di cui alla citata DGR. 402/08, di dover emanare specifico avviso pubblico al fine di aprire i termini di presentazione delle iscrizioni ai corsi e di disciplinare la relativa richiesta di assegnazione dei voucher RITENUTO che lAvviso Pubblico,di cui allAllegato A al presente atto, quale parte integrante e sostanziale dello stesso, realizza le predette finalit ed conforme alle prescrizioni normative; RITENUTO pertanto di procedere allapprovazione del succitato Avviso ; DATO ATTO che la realizzazione dellAvviso di che trattasi comporta un onere complessivo di a 15.650.000,00 (quindicimilioseicentocinquanta), a valere sullasse IV Capitale Umano del P.O. F.S.E. 2007/2013 del bilancio corrente che presenta la necessaria disponibilit finanziaria; VISTA la L.R. n. 42 del 30.12.2009: Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione annuale pluriennale della Regione BasilicataLegge Finanziaria 2010; VISTA la L.R. n. 43 del 30.12.2009, con la quale stato approvato il Bilancio di Previsione per lesercizio finanziario 2010; VISTA la D.G.R. n. 3 del 07.01.2010 con la quale stato approvato il Bilancio di previsione per capitoli di spesa per lesercizio finanziario 2010; Su proposta dellAssessore alla Formazione, Lavoro, Cultura, Sport Ad unanimit di voti espressi nei termini di legge DELIBERA 1. Di approvare, in attuazione di quanto disposto con D.G.R. n. 402 del 20/03/2008, lAvviso Pubblico, allegato A), quale parte integrante e sostanziale del presente atto, di Concessione di voucher per il catalogo Regionale di Alta Formazione per la partecipazione ai corsi di Alta Formazione inseriti nella prima edizione del Catalogo Regionale di Alta Formazione,

8576

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

istituito con D.D. n. 399 /74AD del 09/04/2010, e pubblicato sul BUR n.18 del 16 aprile 2010 e reso disponibile sul sito www.regione.basilicata.it/dipformazione; 2. di disporre che , dalla data di pubblicazione del presente avviso, sono possibili le iscrizioni ai corsi inseriti nella prima edizione del sopracitato Catalogo Regionale di Alta Formazione; 3. Di dare atto che la realizzazione dell Avviso di cui al precedente punto 1. comporta un onere complessivo pari a a 15.650.000,00 (quindicimilioseicentocinquanta), a valere sullasse IV Capitale Umano del P.O. F.S.E. 2007/2013 del bilancio regionale corrente che presenta la necessaria disponibilit finanziaria; 4. di pubblicare integralmente il presente atto sul Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata, dandone informazione attraverso i quotidiani a diffusione regionale e di renderlo disponibile sul sito ufficiale della Regione Basilicata allindirizzo www.regione.basilicata.it e sul sito www.regione.basilicata.it/dipformazione;

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8577

REGIONE BASILICATA
DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT PROGRAMMA OPERATIVO FSE BASILICATA 2007-2013

AVVISO PUBBLICO
Concessione di voucher per il Catalogo Regionale di Alta Formazione
Invito a presentare domanda

8578

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

AVVISO PUBBLICO

Allegato A

CONCESSIONE DI VOUCHER PER IL CATALOGO REGIONALE DI ALTA FORMAZIONE

Il presente Avviso Pubblico fa riferimento alle seguenti fonti normative e programmatiche: Regolamento (CE) n. 1081/2006, relativo al Fondo Sociale Europeo e recante labrogazione del Regolamento (CE) n. 1784/1999 e s.m.i.; Regolamento (CE) n. 1083/2006, recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione e che abroga il Regolamento (CE) n. 1260/1999 e s.m.i.; Regolamento unico di applicazione del 15 febbraio 2007, corrigendum al Regolamento (CE) n. 1828/2006 che stabilisce le modalit di applicazione del succitato Regolamento (CE) n. 1083/2006 e s.m.i.; L.R. 3 maggio 2002, n. 16 Disciplina generale degli interventi in favore dei lucani allestero; L.R. 11 dicembre 2003 n. 33 Riordino del sistema formativo integrato e s.m.i.; Programma Operativo Basilicata F.S.E. 2007-2013 per lintervento comunitario del Fondo Sociale Europeo ai fini dellobiettivo Convergenza nella Regione Basilicata in Italia approvato, con Decisione della Comunit Europea n. C(2007) 6724, il 18 dicembre 2007 e s.m.i.; D.G.R. n. 854 del 10/06/2008: Criteri di selezione delle operazioni da ammettere a cofinanziamento del FSE, approvati dal Comitato di Sorveglianza del PO FSE Basilicata 2007-2013 . D.G.R. n. 1075 del 10/06/2009 con la quale la Giunta Regionale ha approvato il manuale delle procedure di Gestione del Programma Operativo Basilicata F.S.E. 2007/2013; D.G.R. n. 2159 del 16 dicembre 2009, concernente il Documento di descrizione del sistema di gestione e controllo del P.O. FSE Basilicata 2007-2013; D.G.R. n. 1690 del 28.10.2008 di presa datto del Piano di Comunicazione del PO FSE Basilicata 2007-2013 di cui al Regolamento (CE) n. 1828/2006; D.G.R. n. 2086 del 4 dicembre 2009 con la quale la Giunta Regionale ha approvato la linea grafica del PO FSE Basilicata 2007-2013 ed il manuale duso; D.P.R. n. 196 del 03/10/2008 che definisce le norme sullammissibilit delle spese per i programmi cofinanziati dai fondi strutturali per la fase di programmazione 2007/2013; Circolare del Ministero del Lavoro e P.S. 2 febbraio 2009, n.2.

Art. 1. - Finalit e oggetto dellavviso


1. Al fine di favorire la crescita delle competenze professionali e rafforzare le condizioni di occupabilit delle persone laureate, in cerca di occupazione, la Regione Basilicata

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8579

sostiene la partecipazione ai percorsi di Alta Formazione, presenti nel Catalogo Regionale di Alta Formazione istituito a seguito della DGR n. 402/08 , mediante la concessione di voucher per la copertura intera o parziale dei costi di iscrizione e frequenza ed esami finali dei corsi. 2. La Regione concede contributi forfetari giornalieri ai partecipanti non residenti nella sede di realizzazione delle attivit corsuali e rimborsi per i soli periodi di stage, che vengono effettuati in localit lontane dalla residenza dei partecipanti, per i quali si rende necessario il soggiorno. 3. La Regione , inoltre, concede un bonus per lautoimpiego in favore dei partecipanti che, al termine del corso, abbiano conseguito il titolo di specializzazione professionale previsto dallart. 4 dell Avviso Pubblico Istituzione Catalogo Regionale di Alta formazione approvato con DGR n. 402/08.

Art. 2. Iscrizione ai percorsi formativi


1. I percorsi formativi ai quali possibile iscriversi per poter chiedere lassegnazione del voucher sono tassativamente quelli relativi alla prima edizione del Catalogo Regionale di Alta Formazione della Regione Basilicata, validati con Determinazione Dirigenziale n. 399 del 9 aprile 2010, pubblicato sul BUR n. 18 del 16/04/2010, e resi disponibili sul sito ufficiale della Regione Basilicata allindirizzo www.regione.basilicata.it/dipformazione . 2. I candidati in possesso dei requisiti previsti per laccesso a ciascun corso presente nel catalogo regionale di Alta Formazione, stabiliti nelle rispettive schede di informazioni generali sul corso, visionabili sul sito di cui al comma precedente, possono iscriversi ai succitati percorsi formativi a partire dalla data di pubblicazione del presente avviso.

Art. 3. - Chi pu partecipare


Per partecipare i candidati devono aver superato la selezione effettuata Formazione e devono risultare ammessi al corso di cui al precedente art. 2. I candidati devono essere in possesso dei seguenti requisiti, pena esclusione: a) essere disoccupati o inoccupati secondo la normativa vigente. Tale condizione deve sussistere al momento della presentazione della domanda di partecipazione al corso di alta formazione e deve conservarsi per tutta la durata del corso; b) essere residenti in Basilicata, o rientrare nelle categorie di cui alla Legge Regionale n.16 del 3 maggio 2002 (lucani emigrati allestero) alla data di iscrizione al corso di Alta Formazione; c) essere in possesso di un titolo di laurea al momento delliscrizione al corso di alta formazione. Per titolo di laurea si intende: diploma di laurea vecchio ordinamento, laurea triennale, laurea specialistica/magistrale, titolo equipollente rilasciato da Universit straniere; dallEnte di

8580

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

Art. 4. Voucher
1. Ai fini del presente avviso si intende per voucher il contributo finanziario che la Regione eroga a copertura intera o parziale dei costi di iscrizione,frequenza ed esami finali dei corsi . 2. Lentit massima concedibile del voucher non pu superare . 10.800,00 (diecimilaottocento). Il voucher interamente riconosciuto al beneficiario a condizione che abbia frequentato almeno il 70% delle ore complessive previste. Al di sotto del 70% lentit del voucher commisurato proporzionalmente alle ore di effettiva frequenza.

Art. 5. Contributi per le spese di soggiorno


1. Al fine di rimuovere gli ostacoli alla partecipazione delle persone residenti in localit diverse da quella di svolgimento dei percorsi di Alta Formazione, la Regione concede, inoltre, un contributo forfetario per spese di soggiorno fino ad un massimo di 200 giorni di frequenza, cos ripartito: - 30,00 per ogni giornata di effettiva frequenza per coloro che risiedono in localit, la cui distanza superiore a 100 km dalla sede di svolgimento del corso di alta formazione ; - 20,00 per ogni giornata di effettiva frequenza per coloro che risiedono in localit, la cui distanza compresa tra 50 e 100 km dalla sede di svolgimento del corso di alta formazione ; - 10,00 per ogni giornata di effettiva frequenza per coloro che risiedono in localit, la cui distanza sia inferiore a 50 km dalla sede di svolgimento del corso di alta formazione. - per i residenti nel luogo di svolgimento del corso di alta formazione non previsto alcun contributo per le spese di soggiorno; 2. Per i soli periodi di stage che vengono effettuati in localit lontane dalla residenza dei partecipanti e per i quali si rende necessario il soggiorno, lentit massima del contributo erogabile non pu superare limporto complessivo di . 120,00 (centoventi) giornaliere;

Art. 6. Bonus per lautoimpiego


Ai partecipanti che avranno conseguito, al termine del corso, lattestato di specializzazione professionale previsto dallart. 4 dell Avviso Pubblico Istituzione Catalogo Regionale di Alta formazione , previa presentazione della documentazione probante, verr concesso un bonus per lautoimpiego pari a .1.000,00 (mille), a sostegno della ricerca attiva del lavoro.

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8581

Art. 7. - Come si presenta la domanda


1. La domanda in carta semplice deve essere compilata utilizzando lo schema Dichiarazione unica contenente la richiesta di assegnazione dei contributi e la dichiarazione sostitutiva, resa ai sensi degli articoli 46 e 47 D.P.R. 445/2000 e firmata dal candidato, pena di esclusione. 2. Il candidato pu fare richiesta di contributo per la partecipazione ad un solo corso. 3. Il candidato deve unire alla domanda, pena di esclusione : a) attestato di ammissione e di frequenza al corso di alta formazione, rilasciato dallorganismo di formazione attuatore del corso di Alta Formazione ; b) fotocopia di un documento valido di riconoscimento del candidato. 4. La domanda in busta chiusa deve essere indirizzata a: REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - Via Vincenzo Verrastro, 8 85100 Potenza.

5. Sulla busta il candidato deve scrivere sulla busta la dicitura: CONTRIBUTI CORSI DI ALTA FORMAZIONE CATALOGO REGIONALE e riportare lindicazione del mittente. La busta deve contenere una sola domanda riferita ad un solo corso. Le buste che contengono pi domande o indicazione di pi corsi sono escluse .

Art. 8. Termini di presentazione della domanda


1. La domanda deve pervenire entro le ore 12.00 (dodici) del sessantesimo giorno successivo a quello di pubblicazione del presente avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata. 2. Se inviata a mezzo postale (pubblico o privato) deve pervenire entro lo stesso termine indicato. Non fa fede il timbro postale di spedizione. Se il sessantesimo giorno coincide con un sabato o con un giorno festivo, la data utile per la ricezione sar quella del giorno lavorativo successivo sempre entro le ore dodici. 3. L'Amministrazione non assume alcuna responsabilit per eventuali disguidi o ritardi postali o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.

Art. 9. - Ammissione e valutazione delle domande

8582

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

1. Le domande sono sottoposte a verifica delle condizioni di ammissibilit. Le domande sono ritenute ammissibili se: a. pervenute alla Regione entro il termine di scadenza previsto dallarticolo 8; b. contengono lindicazione di un solo corso di Alta Formazione ; c. presentate da soggetti in possesso dei requisiti previsti dallarticolo 3 e dichiarati nella dichiarazione unica; d. compilate utilizzando lo schema dichiarazione unica, sottoscritte e corredate di tutta la documentazione richiesta (articolo 7). 2. Lassenza di anche una sola delle condizioni sopra indicate costituisce motivo di esclusione della candidatura dalla successiva fase di valutazione. 3. Le domande ritenute ammissibili sono sottoposte a valutazione, assumendo i criteri e i punteggi di seguito illustrati: A. - VOTO DI LAUREA Il criterio quello della precedenza al candidato che ha conseguito una votazione pi alta. Il punteggio attribuito, come da tabella:

VOTO DI LAUREA

PUNTEGGIO

Voto di laurea pari a 110 e lode Voto di laurea pari a 110 Voto di laurea pari a 109 Voto di laurea pari a 108 Voto di laurea pari a 107 Voto di laurea pari a 106 Voto di laurea pari a 105 Voto di laurea pari a 104 Voto di laurea pari a 103 Voto di laurea pari a 102 Voto di laurea pari a 101 Voto di laurea pari a 100 Voto di laurea pari a 99 Voto di laurea pari a 98 Voto di laurea da 96 a 97 Voto di laurea da 94 a 95 Voto di laurea da 92 a 93 Voto di laurea da 90 a 91 Voto di laurea fino a 89

18 17 16 15 14 13 12 11 10 9 8 7 6 5 4 3 2 1 0,5

Il punteggio dato dal voto di laurea attribuito. 4. In caso di parit verr preferito il candidato pi giovane.

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8583

5. A conclusione della valutazione la Regione redige la graduatoria dei candidati le cui domande sono ammesse e lelenco delle domande non ammesse. 6. La graduatoria e lelenco delle domande non ammesse, approvati con determinazione del dirigente del competente ufficio del Dipartimento Formazione, Lavoro, Cultura e Sport, saranno pubblicati sul Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata e resi disponibili sul sito ufficiale della Regione allindirizzo www.regione.basilicata.it/dipformazione . 7. La pubblicazione sul BUR Basilicata ha valore di notifica per i candidati inseriti in graduatoria. 8. I candidati non ammessi riceveranno comunicazione personale nella quale la Regione esporr le motivazioni del mancato inserimento in graduatoria. 9. In caso di rinuncia da parte dei candidati ammessi o di decadenza dai benefici concessi, la Regione procede allo scorrimento della graduatoria. 10. Avverso i provvedimenti adottati dallamministrazione, relativamente al presente avviso pubblico, i diretti interessati possono proporre ricorso in opposizione, entro 30 giorni dalla pubblicazione delle graduatorie sul BURB, inoltrando listanza allUfficio Sistema Scolastico Universitario e Competitivit delle Imprese.

Art. 10. - Modalit di erogazione del voucher e degli altri contributi


1. La Regione eroga il voucher direttamente allOrganismo di Formazione in nome e per conto del beneficiario del voucher, in tre quote : a) la prima , ad espletamento del 30% della durata del corso, a titolo di rimborso dei costi relativi alle ore effettivamente frequentate dal beneficiario del voucher; b) la seconda , ad espletamento del 60% della durata del corso, a titolo di rimborso dei costi relativi alle ore effettivamente frequentate dal beneficiario del voucher; c) la terza a conclusione del corso. 2) Le indennit forfetarie giornaliere per i partecipanti fuori sede, previste per i giorni di effettiva frequenza nel limite di massimo di 200 giornate,verranno corrisposte direttamente allOrganismo di Formazione a conclusione del corso previa presentazione della documentazione probante (Certificato di frequenza, dal quale risultano dettagliatamente i giorni e le ore di effettiva frequenza controfirmato dal partecipante); 3. Il contributo per lo stage ( vitto,alloggio e viaggio) , previsto nei casi in cui si rende necessario il soggiorno, verr rimborsato direttamente allOrganismo di Formazione a conclusione del corso e previa presentazione della documentazione probante; 4. Il candidato deve produrre domanda ed allegare copia dellattestato di specializzazione professionale conseguito ai fini della concessione del bonus per lautoimpiego. 5) Per richiedere lerogazione delle somme spettanti LOrganismo di Formazione deve presentare alla Regione la seguente documentazione: d) Certificato di frequenza, dal quale risultano dettagliatamente i giorni e le ore di effettiva frequenza controfirmato dal partecipante;. e) Fattura relativa a ciascuna quota di partecipazione da quietanzare allatto della riscossione .

8584

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

f) Autocertificazione rilasciata dallallievo attestante che a conoscenza del diritto dellEnte a percepire il contributo in funzione della propria partecipazione allattivit corsuale nellambito del presente Avviso Pubblico cofinanziato con il FSE 2007/2013; g) Documentazione probante delle spese di vitto, alloggio e viaggio sostenute per lo stage per il quale si reso necessario il soggiorno; h) Dichiarazione del beneficiario di aver mantenuto lo stato di disoccupazione/inoccupazione per tutta la durata del corso di alta formazione. e) Copia conforme alloriginale dei titoli finali rilasciati a seguito di superamento dellesame finale ed eventuali riconoscimenti di crediti formativi universitari come espressamente dichiarati e documentati nella proposta progettuale.

Art. 11. - Decadenza dai benefici


1. La Regione pronuncia la decadenza dai benefici per uno o pi dei seguenti motivi: a) mancata realizzazione delle attivit corsuali (art.2) b) perdita dello stato di disoccupazione o inoccupazione durante la frequenza del corso di alta formazione; c) accertata non veridicit di quanto dichiarato dal candidato; d) produzione di documenti falsi o uso di documenti falsi.

Art. 12- Controlli della Regione


1. La Regione effettua il controllo circa la veridicit delle informazioni contenute nella dichiarazione unica prodotta dai candidati presso le seguenti amministrazioni: a) Organismi di Alta Formazione, sede delle attivit corsuali per la verifica della effettiva iscrizione e frequenza del candidato, del conseguimento del titolo finale e di eventuali contributi erogati a favore del candidato; b) Universit presso la quale stata conseguita la laurea per la verifica del conseguimento del titolo di studio; c) Centro per lImpiego per la verifica dello stato di disoccupazione/inoccupazione e della sua conservazione; d) Comune per la verifica delle informazioni anagrafiche dichiarate.

2. Fermo restando quanto previsto dalle norme penali in caso di dichiarazioni mendaci, laccertata non veridicit di quanto dichiarato dal candidato comporta la decadenza del beneficio con revoca del provvedimento di concessione del beneficio e conseguente recupero delle eventuali somme percepite e il pagamento degli interessi legali dal momento dellerogazione delle somme medesime fino al giorno della restituzione. 3. Gli uffici regionali, in presenza di dichiarazioni non veritiere, hanno lobbligo di segnalare tempestivamente allAutorit Giudiziaria i casi di irregolarit rilevata.

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8585

Art. 13. - Spesa prevista per la concessione dei voucher 1. Il presente avviso finanziato con le risorse, di cui al PO FSE Basilicata 2007-2013Asse IV Capitale Umano per una spesa complessiva prevista di . 15.650.000,00.

Art. 14. - Trattamento dei dati personali


1. Ai sensi dell'art. 13 del Codice in materia di protezione dei dati personali (decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196), si informano i candidati interessati al procedimento amministrativo che il trattamento dei dati personali da essi forniti o comunque acquisiti a tal fine dalla Regione finalizzato unicamente all'espletamento delle attivit relative al presente avviso pubblico e degli adempimenti imposti alla Regione in applicazione della norme statali e comunitari. Il trattamento avverr a cura delle persone preposte al procedimento amministrativo, con l'utilizzo di procedure anche informatizzate, nei modi e nei limiti necessari per perseguire le predette finalit, anche in caso di eventuale comunicazione a terzi. Il conferimento di tali dati obbligatorio al fine di valutare i requisiti di partecipazione al presente avviso pubblico. Agli interessati sono riconosciuti i diritti di cui all'art. 7 del citato Codice, in particolare, il diritto di accedere ai propri dati personali, di chiederne la rettifica, l'aggiornamento e la cancellazione, se incompleti, erronei o raccolti in violazione della legge, nonch di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi.

Art. 15 . - Accesso ai documenti amministrativi


1. Il diritto di accesso ai documenti amministrativi esercitabile nei tempi e nelle forme consentiti dalla legge presso lURP del Dipartimento Formazione Lavoro Cultura e Sport Via Vincenzo Verrastro, 8 - 85100 Potenza.

Art. 16 - Allegati
Del presente Avviso parte integrante e sostanziale il seguente Allegato: Dichiarazione unica Il presente Avviso viene pubblicato unitamente al suo allegato sul Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata e reso disponibile sul sito ufficiale della Regione allindirizzo www.regione.basilicata.it/dipformazione .

8586

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

DICHIARAZIONE UNICA

(Richiesta di contributi e dichiarazione sostitutiva ex articoli 46 e 47 D.P.R. 445/2000) Alla Regione Basilicata Dipartimento Formazione, Lavoro, Cultura e Sport Via Vincenzo Verrastro, 8 - 85100 - Potenza

Il/la sottoscritt Nat _ a il giorno via/piazza tel. /cell. (facoltativo) Codice fiscale
CHIEDE

Prov. ( Residente in mese anno Prov. (

) )

e_mail (facoltativo)

lassegnazione del voucher per un importo pari a Euro________________ lindennit forfetaria giornaliera (per i partecipanti fuori sede) SI NO

contributo per le attivit di stage per le quali si rende necessario il soggiorno SI NO

a valere sullAvviso pubblico Contributi per la partecipazione a corsi di Alta Formazione Catalogo Regionale, cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo nellambito del PO FSE Basilicata 2007-2013 di cui alla DGR n.______ del __________, pubblicato sul BUR Basilicata n ____ del _______ . A tal fine, consapevole delle sanzioni penali previste per il caso di dichiarazioni mendaci, cos come stabilito dall'art. 76, d.P.R. 445/2000, nonch della decadenza dei benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base di dichiarazioni non veritiere, ex art. 75 del medesimo d.PR,
DICHIARA SOTTO LA PROPRIA RESPONSABILIT,

di essere residente in Basilicata alla data iscrizione al corso di Alta Formazione

di rientrare nelle categorie di cui alla L.R. n. 16/2002 alla data iscrizione al corso di Alta Formazione
di aver prodotto domanda di iscrizione al corso di Alta Formazione in data _______________

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8587

presso______________________________________________________________________________ di essere iscritto al seguente corso di Alta Formazione ______________________

presso il seguente organismo di alta formazione: ____________________________________________ data inizio conclusione corso di alta formazione costo di iscrizione

ATTIVIT FORMATIVA IN AULA

Luogo

Distanza della sede di attivit di aula dalla residenza del candidato KM

ATTIVIT DI STAGE

Luogo

Distanza della sede di attivit di stage dalla residenza del candidato KM

Durata dellattivit di stage in ore

Durata dellattivit di stage in giornate

di essere in possesso del seguente titolo di laurea in:


Tipo di laurea (barrare la parte che interessa): diploma di laurea vecchio ordinamento laurea triennale Anno conseguimento laurea laurea specialistica/magistrale titolo equipollente universit straniera Voto di laurea

di essere disoccupato o inoccupato secondo la normativa vigente alla data di pubblicazione del presente avviso. In particolare : In cerca di nuova occupazione (disoccupato) In cerca di prima occupazione (inoccupato)

8588

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

Dichiara, inoltre, di essere a conoscenza che potranno essere eseguiti controlli sulla veridicit di quanto dichiarato ai sensi dell'art. 71 del d.P.R. 445/2000

(luogo e data) Allega alla presente dichiarazione :

(firma per esteso del dichiarante)

A) attestato di ammissione e di frequenza al corso di Alta Formazione , rilasciato dallorganismo attuatore B) fotocopia di un documento valido di riconoscimento Informativa ai sensi dellart. 13 del D. lgs 196/03 I dati sopra riportati sono prescritti dalle disposizioni vigenti ai fini del procedimento per il quale sono richiesti e verranno utilizzati esclusivamente per tale scopo.

NB:

E FACOLT DEL CANDIDATO PRODURRE IN SEDE DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA LA DOCUMENTAZIONE COMPROVANTE GLI ATTI E FATTI DICHIARATI NELLA DICHIARAZIONE UNICA .

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8589

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 2 agosto 2010, n. 1307. PSR Basilicata 2007-2013 - Misura 111 "Azioni nel campo della Formazione Professionale e dell'Informazione"- Modifica e integrazione DGR n. 1979/2009 Piano Regionale per la Formazione e l'Informazione. LA GIUNTA REGIONALE VISTO il D.Lgs. 30 marzo 2001 n 165 recante "Norme Generali sull'Ordinamento del Lavoro alle Dipendenze delle Amministrazioni Pubbliche" e successive modificazioni ed integrazioni; VISTA la L.R. 2 marzo 1996 n 12 concernente la "Riforma dell'Organizzazione Amministrativa Regionale" come successivamente modificata ed integrata; VISTA la D.G.R. 13 gennaio 1998 n 11 con la quale sono stati individuati gli atti rientranti in via generale nelle competenze della Giunta Regionale; VISTA la Legge Regionale del 6 settembre 2001 n 34, relativa al nuovo ordinamento contabile della Regione Basilicata; VISTE le DD.G.R. 23 maggio 2005 n 1148 e 5 luglio 2005 n 1380 inerenti la denominazione e la configurazione dei Dipartimenti Regionali; VISTA la D.G.R. 5 ottobre 2005 n 2017 con cui sono state individuate le strutture dirigenziali ed stata stabilita la declaratoria dei compiti alle medesime assegnati; VISTE le DD.G.R. 23 giugno 2009 n 1178 e 31 agosto 2009 n 1554 concernenti rispettivamente la ridefinizione delle strutture organizzative ed il conferimento degli incarichi dirigenziali del Dipartimento Agricoltura, Sviluppo Rurale, Economia Montana; VISTA la D.G.R. 26 maggio 2010 n 922 riguardante il conferimento di incarichi dirigenziali ad interim (Art. 17 L.R. n. 12/96); VISTA la D.G.R. 23 aprile 2008 n 539, che modifica la D.G.R. n 637/2006, con la quale stata

approvata la disciplina dell'iter procedurale delle proposte di Deliberazioni della Giunta Regionale e dei Provvedimenti Dirigenziali; VISTO il Regolamento (CE) n. 1698/2005 del Consiglio del 20/09/2005, sul sostegno allo Sviluppo Rurale da parte del Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale (FEASR) e successive modifiche ed integrazioni; VISTA la D.G.R. 11 novembre 2009 n 1979, con la quale stato approvato il Piano Regionale per la Formazione e l'Informazione di cui alla Misura 111 del PSR Basilicata 2007/2013; VISTA la Decisione della Commissione Europea n. C (2010) 1156 del 26 febbraio 2010 con la quale stata approvata la revisione del Programma di Sviluppo Rurale della Basilicata per il periodo 2007/2013 e modifica la decisione della Commissione C(2008)736 del 18 febbraio 2008 recante approvazione del PSR Basilicata 2007/2013; VISTA la DGR 18 marzo 2010, n 532 con la quale stata effettuata la presa d'atto della predetta decisione; CONSIDERATO che le modifiche apportate al Programma hanno interessato la scheda di Misura 111 "Azioni nel campo della formazione professionale e dell'informazione"; VISTI i criteri di selezione del PSR Basilicata 2007/2013 modificati con procedura scritta del Comitato di Sorveglianza, chiusa con nota n. 36471/7101 del 24/02/2010; CONSIDERATO che a seguito delle predette modifiche occorre adeguare il Piano Regionale per la Formazione e l'Informazione di cui alla D.G.R. n 1979/2009; Su proposta dell'Assessore al ramo: Ad unanimit di voti DELIBERA Per le motivazioni espresse in premessa che qui si intendono integralmente richiamate e trascritte: 1. Di modificare ed integrare il Piano regionale per la Formazione e l'Informazione di cui alla

8590

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

D.G.R. n 1979/2009 in attuazione delle modifiche introdotte con la nuova Decisione della Commissione Europea e dei criteri di selezione approvati in sede di Comitato di Sorveglianza; 2. Di dare atto che per effetto delle suddette modifiche e integrazioni il "Piano Regionale per la Formazione e l'Informazione di cui alla Misura 111 del PSR Basilicata 2007/2013, riformulato secondo l'allegato schema che parte integrante e sostanziale della presente deliberazione; 3. Di disporre la pubblicazione integrale del presente atto sul Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata e sul sito intemet regionale

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8591

8592

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8593

8594

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

Introduzione

Finalit

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8595

Obiettivi del Piano

Articolazione del Piano

8596

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8597

8598

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

Capitolo 1

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8599

8600

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8601

8602

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

Capitolo 2

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8603

8604

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8605

Capitolo 3

8606

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8607

Capitolo 4

8608

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8609

Capitolo 5

8610

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8611

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 2 agosto 2010, n. 1308. Legge Regionale n. 57/2000 e s.m. ed i. Usi Civici - Comune di VENOSA (PZ) - Legittimazione con l'Istituto dell'alienazione ai sensi dell'art. 8, comma 2 della L.R. 57/2000 s.m. ed i. in conformit agli articoli 9 e 12 della Legge 1766/27 - Legittimazione ed alienazione in favore della Ditta "MINUTIELLO TOMASO - GORGA LUCIA" di Venosa (PZ).

Informativi dipartimentali - Approvazione della proposta tecnico economica per i servizi di assistenza sistemistica e supporto operativo per il sistema informativo "Catasto Progetti" e "SIMIP".

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 agosto 2010, n. 1319. DGR n. 712/10. Incarico di direzione dell'ufficio Comunicazione Istituzionale e relazioni con il pubblico. Proroga.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 2 agosto 2010, n. 1309. Legge Regionale n. 57/2000 e s.m. ed i. Usi Civici Comune di VENOSA (PZ) - Legittimazione con l'Istituto dell'alienazione ai sensi dell'art. 8, comma 2 della L.R. 57/2000 e s.m. ed i. in conformit agli articoli 9 e 12 della Legge 1766/27 - Legittimazione ed alienazione in favore della Ditta "BAGNUOLI PRINCIPIO - MANCONE MARIA GIUSEPPA" di Lavello (PZ).

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 agosto 2010, n. 1320. Proroga comando della dipendente ALSIA sig.ra Calbi Rosa presso gli Uffici della Regione Basilicata.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 agosto 2010, n. 1321. Designazione dirigente per l'espletamento delle funzioni vicarie di Segretario Generale della Giunta.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 agosto 2010, n. 1315. POR Basilicata 2000-2006 Asse IV FEOGA - DGR 338/2010 - Approvazione nuovo protocollo di Intesa Istituzionale tra la Regione Basilicata e la Provincia di Potenza.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 agosto 2010, n. 1322. Trattenimento in servizio ai sensi dell'art. 16 D.Lgs. 503/92 e successive modificazioni ed integrazioni. Dipendente Regionale Matr. 2400.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 agosto 2010, n. 1316. Cessione volontaria in favore della Provincia di Potenza dei terreni di propriet regionale ricadenti in agro di Avigliano ed occupati per il completamento della strada di collegamento tra Forenza e la S.S. 658 Potenza - Melfi - Autorizzazione.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 agosto 2010, n. 1323. L.R. 27.03.1979, n 12 - Ditta S.I.P.E.A. S.r.l. - Proroga dell'autorizzazione ad effettuare lavori di coltivazione mineraria nella cava di litotipi carbonatici sita in localit "Cozzo la Gatta" in agro del comune di Grumento Nova.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 agosto 2010, n. 1318. PO FESR Basilicata 2007 - 2013 - ASSE VIII - Governance e assistenza tecnica. D.G.R. 843/2008 -Linea 2 - Sviluppo dei Sistemi

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 agosto 2010, n. 1324. L.R. n. 47/1998; D.L.vo n. 152/2006 (e

8612

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

s.m.i.) - parte II^; D.P.R. n. 357/1997 (e s.m.i.); D.L.vo n. 42/2004 (e s.m.i.). Espressione del Giudizio Favorevole di Compatibilit Ambientale comprensivo del parere di Valutazione di Incidenza e ratifica dell'Autorizzazione Paesaggistica, rilasciata con DD. n.n. 288/D/2009 del 16 marzo 2009 ai sensi del D.L.vo n. 42/2004, relativamente al Progetto per la costruzione della variante al metanodotto "Derivazione per Terranova di Pollino DN 150 (6") nei Comuni di San Costantino Albanese e San Paolo Albanese (PZ). Proponente: SNAM RETE GAS S.p.A

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 agosto 2010, n. 1328. FIO 1988 - Lavori di sistemazione idraulica e difesa delle infrastrutture del Basso Basento. Impresa ICLA Costruzioni Generali S.p.A. Proroga termini espropriativi art. 13 L. n. 2359/1865 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 agosto 2010, n. 1331. Maratea - Utilizzo residui mutui Cassa Depositi e Prestiti per il finanziamento dei lavori di "Sistemazione ed adeguamento del Palazzo Comunale. Utilizzo somme residue a 65.227,68. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 agosto 2010, n. 1332. Legge N 366/98 - 4 Piano di interventi per l'attuazione della mobilit ciclistica D.G.R. 27-5-2008, n. 753 - Proroga dei termini per l'inizio dei lavori. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 agosto 2010, n. 1333. Comune di Maratea (PZ). Lavori urgenti e indifferibili di riduzione del rischio di frana da crollo del versante a monte della S.S. 18 in localit Rasi nel tratto compreso fra il Km. 230+300 e Km. 231+000 a seguito degli eventi di caduta massi verifcatisi in data 12.02.2010". Approvazione della perizia di variante e suppletiva con aumento di spesa anche ai fini della pubblica utilit, urgenza ed indifferibilit. Importo complessivo a 980.000,00. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 agosto 2010, n. 1334. Patologie neoplastiche - Erogazione contributo per ausili. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 agosto 2010, n. 1336.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 agosto 2010, n. 1325. Legge Regionale n 42/98, art.13 Commissione tecnico-amministrativa-approvazione piani di assestamento forestale-riconoscimento indennit di presenza componenti esterni.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 agosto 2010, n. 1326. Studio "Analisi tecnico-ambientale del sistema integrato di gestione dei rifiuti solidi urbani della Regione Basilicata": Approvazione schema di convenzione con l'UnibasDIFA.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 agosto 2010, n. 1327. POR 2007 - 2013 - Linea Intervento IV 2 1 B - Partecipazione della Regione Basilicata - Dipartimento Ambiente, Territorio e Politiche della Sostenibilit agli eventi e manifestazioni: "Pollino Music Festival, anno 2010- Pollino Ambiente XV edizione" - "Progetto di promozione ambientale" e "Progetto campo scuola nel Parco Nazionale del Pollino" - "La Basilicata verde a Berlino alla scoperta di una terra autentica", Concessione rimborsi spese ai Comuni di San Severino Lucano, Chiaromonte ed all'associazione Identit Lucana.

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8613

Legge 412/91. Art. 44 L.R. n. 39/01. IRCCS "Centro di Riferimento Oncologico della Basilicata" di Rionero in Vulture. Deliberazione n. 331 del 15.06.2010 avente ad oggetto: "Approvazione piano annuale 2010 e triennale delle assunzioni 2010 - 2012", cos come integrata dal provvedimento n. 356 del 29.06.2010. Richiesta chiarimenti.

VISTO l'A.C.N. del 29 luglio 2009 per la disciplina dei rapporti con i medici pediatri di libera scelta, ai sensi dell'art. 8 del D. Lgs. n. 502/92 e successive modificazioni ed integrazioni; VISTI gli artt. 4 e 14 del predetto A.C.N. concernenti la negoziazione; DATO ATTO che preposto alla definizione degli accordi regionali il Comitato previsto dall'art. 24 dell'A.C.N. del 29.07.2009, di cui alla D.G.R. n. 2293 del 29.12.2009; VISTO l'art. 22 del citato A.C.N. che individua i soggetti legittimati alla stipula degli accordi regionali; VISTO altres, l'Accordo integrativo regionale ai sensi del capo III dell'A.C.N. per la disciplina dei rapporti con i medici specialisti pediatri di libera scelta di cui all'A.C.N. del 23.3.2005 approvato con D.G.R. n. 416 del 28 marzo 2007, pubblicato sul B.U.R. Basilicata n. 19 del 16.04.2007, efficace fino ad approvazione di nuovo Accordo in sede regionale; PRESO ATTO che, l'attuale contesto socio-economico-finanziario e l'attuazione del federalismo fiscale impongono sia alla Regione che ai medici del territorio la necessit di una ridefinizione dell'offerta di prestazioni della medicina del territorio anche tramite la rivisitazione di taluni istituti contrattuali nell'ambito della riorganizzazione integrata dei servizi coerentemente con l'attuale contesto programmatico di innovazione del sistema sanitario, cos come riportato nella parte narrativa della DGR 1050/2010; RILEVATO che, la Regione e le Organizzazioni Sindacali di categoria hanno inteso anticipare un obiettivo strategico del prossimo Accordo Integrativo Regionale per la medicina generale attivando il progetto "GOVERNANCE CLINICA MULTILIVELLO", che attraverso meccanismi di confronto e di condivisione, fra i vari attori del pianeta sanit regionale, possa maggiormente caratterizzare il servizio sanitario in termini di appropriatezza ed economicit; CONSIDERATO che, conclusasi da parte del

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 agosto 2010, n. 1337. Legge Regionale n. 39/2001, art 44 - Attivit di controllo. Deliberazione n.301 del 30.4.2010 del Direttore Generale dell'Azienda Ospedaliera Regionale San Carlo di Potenza inerente il bilancio di esercizio 2009 - Approvazione.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 agosto 2010, n. 1338. Integrazione all'accordo integrativo regionale per la medicina generale approvato con D.G.R. n. 331/2008 - "Programma di attivit finalizzata al Governo Clinico" - Presa d'atto ed approvazione. LA GIUNTA REGIONALE VISTA la L.R. 12/96 e successive modifiche ed integrazioni concernente la "Riforma dell'organizzazione Regionale"; VISTA la DGR 11/98 con cui sono stati individuati gli atti rientranti in via generale nelle competenze della Giunta Regionale; VISTE la DGR 1148/05 e la DGR 1380/05 relative alla denominazione e configurazione dei Dipartimenti Regionali; VISTA la DGR 2017/05 con cui sono state individuate le strutture dirigenziali ed stata stabilita la declaratoria dei compiti alle medesime assegnati; VISTA la D.G.R. n.637/2006 concernente la modifica della D.G.R. n.2903/2004: Disciplina dell'iter procedurale delle proposte di deliberazione della Giunta Regionale e dei provvedimenti di impegno e liquidazione della spesa;

8614

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

Comitato Regionale la definizione del programma di attivit finalizzata al governo clinico nella riunione del 21.07.2010, in data 2.08.2010 si proceduto alla definitiva stipula dell'accordo avente ad oggetto "Integrazione all'A.I.R. approvato con DGR 331/2008. Programma di attivit finalizzata al governo clinico per l'assistenza primaria" nel testo allegato alla presente deliberazione, firmato dai rappresentanti regionali e dai sindacati maggiormente rappresentativi - ex art. 22, comma 10, A.C.N. del 29.07.2009-, cos come presenti nel Comitato Regionale; RILEVATO che i costi derivanti dall'esecuzione del presente accordo integrativo sono a carico dei bilanci delle Aziende Sanitarie UU.SS.LL. regionali; RITENUTO di dover procedere alla approvazione del predetto accordo integrativo di cui al testo allegato alla presente deliberazione quale parte integrante e sostanziale; AD unanimit di voti DELIBERA di prendere atto e di approvare l'accordo "Integrazione all'A.I.R. approvato con DGR 331/2008. Programma di attivit finalizzata al governo clinico per l'assistenza primaria", sottoscritto in data 02.08.2010 tra i rappresentanti della Regione Basilicata - Dipartimento Salute, Sicurezza e Solidariet Sociale, Servizi alla Persona e alla Comunit - e le rappresentanze delle OO.SS. firmatarie dell'A.C.N. del 29.07.2009, nel testo allegato alla presente deliberazione, di cui costituisce parte integrante e sostanziale; di dare atto che i costi derivanti dall'esecuzione del presente accordo integrativo sono a carico dei bilanci delle Aziende Sanitarie UU.SS.LL. regionali; Il presente provvedimento viene rimesso al Dipartimento Salute, Sicurezza e Solidariet Sociale, Servizi alla Persona e alla Comunit, per i conseguenti adempimenti.

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8615

8616

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8617

8618

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8619

8620

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8621

8622

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8623

8624

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8625

8626

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8627

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 agosto 2010, n. 1339. Legge Regionale 12 gennaio 2000 n.1 art. 3. Iscrizione al registro regionale delle organizzazioni di volontariato della associazione "WWF Potenza e aree interne " di Potenza. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 agosto 2010, n. 1340. L.R.n.28/2000 e s.m.i. art.5 comma 1, lettere b) e c) - Autorizzazione all'ampliamento del "Laboratorio Analisi Flovilla s.r.l." sito nel Comune di Rionero in Vulture(PZ) alla Via Aldo Moro n. 2 - 6 e al trasferimento nei medesimi locali del Poliambulatorio di Via Michele Rigillo n. 21 - 23 di Rionero in Vulture(PZ). DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 agosto 2010, n. 1341. Indizione gara mediante procedura negoziata ai sensi dell'art. 57 D.Lgs. 163/2006, comma 6, per l'approvvigionamento di n. 3.000 dosi di vaccino diftotetanico per adulti. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 agosto 2010, n. 1342. Legge Regionale 12 gennaio 2000 n.1 art. 3. Iscrizione al registro regionale delle Organizzazioni di volontariato della "Associazione studi naturalistici alto Bradano (ASNAB )" di Banzi. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 agosto 2010, n. 1344. Legge Regionale 12 gennaio 2000 n.1 art. 3. Iscrizione al registro regionale delle Organizzazioni di volontariato della associazione "Protezione Civile Brindisi Montagna" di Brindisi Montagna. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 agosto 2010, n. 1345. Indizione gara mediante procedura nego-

ziata ai sensi dell'art. 57 D.Lgs. 163/2006 per l'approvvigionamento di n. 6.000 dosi di vaccino MPR - Varicella - Campagna vaccinale 2010-2011. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 agosto 2010, n. 1346. D.G.R. n.1002 del 14/06/2010 legge regionale 12 gennaio 2000 n.1 art. 3. Iscrizione al registro regionale delle organizzazioni di volontariato della associazione "EMMAUS" di Metaponto - Errata corrige. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 agosto 2010, n. 1347. Integrazione all'Accordo Integrativo Regionale per la pediatria di libera scelta approvato con D.G.R. n. 416/2007 - "Programma di attivit finalizzata al Governo Clinico" Presa d'atto ed approvazione. LA GIUNTA REGIONALE VISTA la L.R. 12/96 e successive modifiche ed integrazioni concernente la "Riforma dell'organizzazione Regionale"; VISTA la DGR 11/98 con cui sono stati individuati gli atti rientranti in via generale nelle competenze della Giunta Regionale; VISTE la DGR 1148/05 e la DGR 1380/05 relative alla denominazione e configurazione dei Dipartimenti Regionali; VISTA la DGR 2017/05 con cui sono state individuate le strutture dirigenziali ed stata stabilita la declaratoria dei compiti alle medesime assegnati; VISTA la D.G.R. n.637/2006 concernente la modifica della D.G.R. n.2903/2004: Disciplina dell'iter procedurale delle proposte di deliberazione della Giunta Regionale e dei provvedimenti di impegno e liquidazione della spesa; VISTO l'A.C.N. del 29 luglio 2009 per la disciplina dei rapporti con i medici pediatri di libera scelta, ai sensi dell'art. 8 del D. Lgs. n. 502/92 e successive modificazioni ed integrazioni; VISTI gli artt. 4 e 14 del predetto A.C.N. concernente la negoziazione regionale ;

8628

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

DATO ATTO che preposto alla definizione degli accordi regionali il Comitato previsto dall'art. 24 dell'A.C.N. del 29.07.2009, di cui alla D.G.R. n. 2293 del 29.12.2009; VISTO l'art. 22 del citato A.C.N. che individua i soggetti legittimati alla stipula degli accordi regionali; VISTO altres, l'Accordo integrativo regionale ai sensi del capo III dell'A.C.N. per la disciplina dei rapporti con i medici specialisti pediatri di libera scelta di cui all'A.C.N. del 23.3.2005 approvato con D.G.R. n. 416 del 28 marzo 2007, pubblicato sul B.U.R. Basilicata n. 19 del 16.04.2007, efficace fino ad approvazione di nuovo Accordo in sede regionale; PRESO ATTO che, l'attuale contesto socio-economico-finanziario e l'attuazione del federalismo fiscale impongono sia alla Regione che ai medici del territorio la necessit di una ridefinizione dell'offerta di prestazioni della medicina del territorio anche tramite la rivisitazione di taluni istituti contrattuali nell'ambito della riorganizzazione integrata dei servizi coerentemente con l'attuale contesto programmatico di innovazione del sistema sanitario, cos come riportato nella parte narrativa della DGR 1050/2010; RILEVATO che, la Regione e le Organizzazioni Sindacali di categoria hanno inteso anticipare un obiettivo strategico del prossimo Accordo Integrativo Regionale per la Pediatria di libera scelta attivando il progetto "GOVERNANCE CLINICA MULTILIVELLO", che attraverso meccanismi di confronto e di condivisione, fra i vari attori del pianeta sanit regionale, possa maggiormente caratterizzare il servizio sanitario in termini di appropriatezza ed economicit; CONSIDERATO che, conclusasi da parte del Comitato Regionale la definizione del programma di attivit finalizzata al governo clinico nella riunione del 21.07.2010, in data 2.08.2010 si proceduto alla definitiva stipula dell'accordo avente ad oggetto "Integrazione all'A.I.R. approvato con DGR 331/2008. Programma di attivit finalizzata al governo clini-

co per la pediatria di libera scelta" nel testo allegato alla presente deliberazione, firmato dai rappresentanti regionali e dai sindacati maggiormente rappresentativi - ex art. 22, comma 10, A.C.N. del 29.07.2009-, cos come presenti nel Comitato Regionale; RILEVATO che i costi derivanti dall'esecuzione del presente accordo integrativo sono a carico dei bilanci delle Aziende Sanitarie UU.SS.LL. regionali; RITENUTO di dover procedere alla approvazione del predetto accordo integrativo di cui al testo allegato alla presente deliberazione quale parte integrante e sostanziale; AD unanimit di voti DELIBERA di prendere atto e di approvare l'accordo "Integrazione all'A.I.R. approvato con DGR 416/2007. Programma di attivit finalizzata al governo clinico" per la pediatria di libera scelta, sottoscritto in data 02.08.2010 tra i rappresentanti della Regione Basilicata - Dipartimento Salute, Sicurezza e Solidariet Sociale, Servizi alla Persona e alla Comunit - e le rappresentanze delle OO.SS. firmatarie dell'A.C.N. del 29.07.2009, nel testo allegato alla presente deliberazione, di cui costituisce parte integrante e sostanziale; di dare atto che i costi derivanti dall'esecuzione del presente accordo integrativo sono a carico dei bilanci delle Aziende Sanitarie UU.SS.LL. regionali; Il presente provvedimento viene rimesso al Dipartimento Salute, Sicurezza e Solidariet Sociale, Servizi alla Persona e alla Comunit, per i conseguenti adempimenti.

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8629

8630

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8631

8632

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8633

8634

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8635

8636

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8637

8638

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8639

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 agosto 2010, n. 1348. Legge regionale 12 gennaio 2000 n.1 art. 3. Iscrizione al registro regionale delle organizzazioni di volontariato della associazione "Teerum Valgemon Aesai Lauria" di Lauria. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 agosto 2010, n. 1349. L.R. 22/88 - Piano delle attivit educative e culturali per l'anno 2009 - Adesione della Regione Basilicata al convegno "Essere contemporanei, museografia, patrimonio, etnografia", organizzato a Matera dalla Societ Italiana per la Museografia e i Beni Demoetnoantropologici per i giorni 30 settembre, 1 e 2 ottobre 2010. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 agosto 2010, n. 1350. Reg. (CE) n.1198/2006 - Fondo Europeo per la Pesca. Misura 2.3 "Investimenti nei settori della trasformazione e commercializzazione". Approvazione progetto Ditta De.Ra.Do. S.r.l. - Matera. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 agosto 2010, n. 1351. Attivit per la promozione e valorizzazione delle produzioni agricole realizzate con metodo biologico Anno 2010. LA GIUNTA REGIONALE VISTO il D.Lgs. 30 marzo 2001 n 165 recante "Norme Generali sull'Ordinamento del Lavoro alle Dipendenze delle Amministrazioni Pubbliche" e successive modificazioni ed integrazioni; VISTA la L R. 2 marzo 1996 n 12 concernente la "Riforma dell'Organizzazione Amministrativa Regionale" come successivamente modificata ed integrata; VISTA la D.G.R. 13 gennaio 1998 n 11 con la quale sono stati individuati gli atti rientranti in via generale nelle competenze della Giunta Regionale;

VISTA la Legge Regionale del 6 settembre 2001 n 34, relativa al nuovo ordinamento contabile della Regione Basilicata; VISTE le DD.G.R. 23 maggio 2005 n 1148 e 5 luglio 2005 n 1380 inerenti la denominazione e la configurazione dei Dipartimenti Regionali; VISTA la D.G.R. 5 ottobre 2005 n 2017 con cui sono state individuate le strutture dirigenziali ed stata stabilita la declaratoria dei compiti alle medesime assegnati; VISTE le DD.G.R. 23 giugno 2009 n 1178 e 31 agosto 2009 n 1554 concernenti rispettivamente la ridefinizione delle strutture organizzative ed il conferimento degli incarichi dirigenziali del Dipartimento Agricoltura, Sviluppo Rurale, Economia Montana; VISTA la D.G.R. 26 maggio 2010 n 922 riguardante il conferimento di incarichi dirigenziali ad interim (Art 17 LR. n. 12/96); VISTA la D.G.R. 23 aprile 2008 n 539, che modifica la D.G.R. n 637/2006, con la quale stata approvata la disciplina dell'iter procedurale delle proposte di Deliberazioni della Giunta Regionale e dei Provvedimenti Dirigenziali; VISTA la L.R. 30/12/2009 n 42 "Disposizioni per la formazione del Bilancio di Previsione Annuale e Pluriennale della Regione Basilicata - Legge Finanziaria 2010"; VISTA la L R. 30/12/2009 n 43 "Bilancio di Previsione per l'Esercizio Finanziario 2010 e Bilancio Pluriennale per il triennio 20102012"; VISTA la D.G.R 7/01/2010 n 3 "Approvazione della ripartizione finanziaria in capitoli delle U.P.B. del Bilancio di Previsione per l'Esercizio Finanziario 2010 e del Bilancio Pluriennale per il triennio 2010-2012"; VISTA la D.G.R. 23 aprile 2008 n 539, modificativa della D.G.R. n 637/2006, con la quale stata approvata la disciplina dell'iter procedurale delle proposte di Deliberazioni della Giunta Regionale e dei Provvedimenti Dirigenziali; VISTA la L.R. n. 14/99 che disciplina le produzioni biologiche regionali;

8640

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

VISTO l'articolo 10 della suddetta L.R. che prevede la promozione, da parte della Regione, anche con il coinvolgimento delle Associazioni di produttori e consumatori, di campagne pubblicitarie e di sensibilizzazione, nonch convegni tecnici, esposizioni di prodotti biologici; VISTA la L.R. 18/2002 "Disposizioni per la precauzione in materia alimentare e per la coltivazione, l'allevamento, la sperimentazione e la commercializzazione di organismi modificati e di prodotti da essi derivati. Norme per la produzione dei prodotti biologici, tipici e tradizionali nelle mense pubbliche; RITENUTO necessario porre in essere una serie di iniziative al fine di dare continuit alle attivit nel settore delle produzioni biologiche VISTA la disponibilit finanziaria riportata a capitolo di bilancio regionale 9072 (UPB 0421.20); SU PROPOSTA dell'Assessore al ramo; AD UNANIMITA' di voti; DELIBERA - Di approvare il programma relativo alle attivit di promozione a favore delle aziende operanti nel settore delle produzioni biologiche, cos come riportato nell'allegato, che fa parte integrante della presente deliberazione, per l'importo complessivo di a 10.000,00 da imputare al capitolo 9072 (UPB0421.20) del corrente esercizio finanziario; - Di disporre che all'impegno della predetta cifra, sul capitolo 9072 (UPB 0421.20) del bilancio regionale 2010, si proceda con determinazioni dirigenziali dell'Ufficio Zootecnia, Zoosanit e valorizzazione delle produzioni del Dipartimento Agricoltura SREM.

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8641

8642

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8643

8644

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 agosto 2010, n. 1352. Reg. CE n. 555/08 - D.M. n. 4123 del 22/7/2010 e DM n. 11451 del 23/7/2010 Disposizioni regionali di attuazione della misura "Promozione del vino sui mercati dei Paesi terzi - Campagne 2010-2011 e seguenti" LA GIUNTA REGIONALE VISTO il D.Lgs. 30 marzo 2001 n 165 recante Norme Generali sullOrdinamento del Lavoro alle Dipendenze delle Amministrazioni Pubbliche e successive modificazioni ed integrazioni; VISTA la L.R. 2 marzo 1996 n 12 concernente la Riforma dellOrganizzazione Amministrativa Regionale come successivamente modificata ed integrata; VISTA la D.G.R. 13 gennaio 1998 n 11 con la quale sono stati individuati gli atti rientranti in via generale nelle competenze della Giunta Regionale; VISTA la Legge Regionale del 6 settembre 2001 n 34, relativa al nuovo ordinamento contabile della Regione Basilicata; VISTE le DD.G.R. 23 maggio 2005 n 1148 e 5 luglio 2005 n 1380 inerenti la denominazione e la configurazione dei Dipartimenti Regionali; VISTA la D.G.R. 5 ottobre 2005 n 2017 con cui sono state individuate le strutture dirigenziali ed stata stabilita la declaratoria dei compiti alle medesime assegnati; VISTE le DD.G.R. 23 giugno 2009 n 1178 e 31 agosto 2009 n 1554 concernenti rispettivamente la ridefinizione delle strutture organizzative ed il conferimento degli incarichi dirigenziali del Dipartimento Agricoltura, Sviluppo Rurale, Economia Montana; VISTA la D.G.R. 23 aprile 2008 n 539, modificativa della D.G.R. n 637/2006, con la quale stata approvata la disciplina delliter procedurale delle proposte di Deliberazioni della Giunta Regionale e dei Provvedimenti Dirigenziali; VISTO il Regolamento CE n. 1234 del Consiglio, del 22 ottobre 2007, recante organizzazione

comune dei mercati agricoli e disposizioni specifiche per taluni prodotti agricoli (regolamento unico OCM); VISTO il Regolamento CE n. 479 del Consiglio del 29 aprile 2008 relativo allorganizzazione comune del mercato vitivinicolo, che modifica i regolamenti (CE) n. 1493/1999, (CE) n. 1782/2003, (CE) n. 1290/2005 e (CE) n. 3/2008 e abroga i regolamenti (CEE) n. 2392/86 e n. 1493/99, e prevede, tra laltro, che ogni Stato membro si doti di un Programma Nazionale di Sostegno, con lo scopo di finanziare misure specifiche di sostegno al settore vitivinicolo; VISTO il regolamento (CE) n. 555/2008 della Commissione, del 28 giugno 2008, recante modalit di applicazione del regolamento (CE) n. 479/2008 del Consiglio relativo allorganizzazione comune del mercato vitivinicolo, in ordine ai programmi di sostegno, agli scambi con i paesi terzi, al potenziale produttivo e ai controlli nel settore vitivinicolo; VISTO il regolamento (CE) n.3/2008 del Consiglio, del 17 dicembre 2007, relativo ad azioni di informazione e di promozione dei prodotti agricoli sul mercato interno e nei paesi terzi; VISTO il Decreto MIPAAF n. 4123 del 22/7/2010 recante Modalit attuative della misura Promozione sui mercati dei Paesi terzi Campagne 2010-2011 e seguenti e in particolare art. 9 che prevede la costituzione di un Comitato di valutazione regionale che definisca la graduatoria dei progetti presentati; VISTO il Decreto MIPAAF n. 11451 del 23/7/2010 Invito alla presentazione dei progetti. Modalit operative e procedurali per lattuazione del DM n. 4123 del 22/7/2010 relativo a OCM Vino Modalit attuative della misura Promozione sui mercati dei Paesi terzi Campagne 2010-2011 e seguenti; VISTO il Decreto MIPAAF n. 7160 del 26/7/2010 Programma di sostegno al settore vitivinicolo. Ripartizione della dotazione finanziaria relativa allanno 2011 che assegna alla Regione Basilicata la somma di a 234.000,00 per la misura Promozione sul mercato dei Paesi terzi;

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8645

RITENUTO di adottare le disposizioni di cui allAllegato 1, che forma parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, per la presentazione dei progetti relativi alla misura Promozione sui mercati dei Paesi terzi, rimandando, per quanto non specificato, alla specifica normativa comunitaria e nazionale in materia; RITENUTO di conformarsi, per quanto non riportato nel citato Allegato 1, alle disposizioni previste nel Decreto MIPAAF n. 4123 del 22/7/2010 e Decreto MIPAAF n. 11451 del 23/7/2010; RITENUTO di consentire la presentazione dei progetti relativi alla misura Promozione sui mercati dei Paesi terzi TUTTO ci premesso, su proposta dellassessore al ramo, ad unanimit di voti espressi nei termini di legge DELIBERA - di approvare le Disposizioni regionali di attuazione della misura "Promozione del vino sui mercati dei Paesi terzi - Campagne 20102011 e seguenti", di cui allAllegato 1, che costituisce parte integrante e sostanziale del presente provvedimento; - di consentire la presentazione dei progetti entro il 15 settembre 2010 secondo le modalit previste dal suindicato Allegato 1; - di istituire il Comitato di valutazione, di cui allart.9 del Decreto MIPAAF n. 4123 del 22/7/2010, cos composto: Dott. Nicola Buongiorno Dott. Michele Brucoli Dott. Filippo Corbo - di stabilire che tutti gli adempimenti di competenza regionale saranno curati dallUfficio Produzioni Vegetali e Silvicoltura Produttiva del Dipartimento Agricoltura, Sviluppo Rurale, Economia Montana della Regione Basilicata; - di disporre, ai sensi della LR 37/98, la pubblicazione integrale della presente Delibera sul Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata e sul sito internet regionale

- URP Dipartimento Agricoltura e Sviluppo Rurale: tel. 0971/668735 0971/668676 dalle ore 8,00 alle ore 13,00 dal luned al venerd, marted e gioved anche dalle 16,00 alle 17,00. E-mail: urpagricoltura@regione.basilicata.it La presente Delibera non comporta impegno di spesa ed esplica immediatamente i suoi effetti.

8646

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

Allegato 1

Regolamento CE n. 555/2008, Decreto Ministero Politiche Agricole, Alimentari e Forestali n.

Disposizioni regionali di attuazione della misura "Promozione del vino sui mercati dei Paesi terzi Campagne 2010-2011 e seguenti"

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8647

Definizioni

Ai sensi del presente provvedimento si intende per: - Ministero: Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali; - Organismo pagatore: Agea - Organismo pagatore; - Regioni: Regioni e Province autonome; - Regolamento: il Regolamento CE n 1234/2007 e successive modifiche; - Regolamento attuativo: il Regolamento CE n. 555/2008; - Modalit attuative della Misura DM MiPAAF n. 4123 del 22/07/2010; - Invito alla presentazione dei progetti DM MiPAAF n. 11451 del 23/07/2010; - linee guida: modalit esplicative per laccesso alla misura decreto ed allegati; Programma nazionale di sostegno linsieme delle misure attivate dallItalia comunicate a Bruxelles, ai sensi dellart. 103 duodecies del Reg. CE n. 1234/2007; - autorit competenti: il Ministero e le Regioni e Province autonome; - beneficiario: il soggetto che presenta il progetto e sottoscrive il relativo contratto; - attuatore: il soggetto delegato a realizzare il progetto; - soggetto pubblico: organismo pubblico avente personalit giuridica di diritto pubblico (ente pubblico) o personalit giuridica di diritto privato (societ di capitale pubblico), con esclusione dunque delle Amministrazioni rappresentative dello Stato Membro (Amministrazioni centrali dello Stato e Amministrazioni decentrate: Regioni, Province e Comuni); - produttore di vino: limpresa, singola o associata, che trasforma uno o pi prodotti a monte del vino nei prodotti indicati al successivo articolo 4 comma 1 e/o commercializza vino di propria produzione o di imprese ad essa associate o da essa controllate; - fondi quota nazionale: la quota di finanziamento gestita direttamente dal Ministero, pari al 30% dei fondi complessivamente assegnati alla misura; - fondi quota regionale: la quota di finanziamento pari al 70% dei fondi complessivamente assegnati alla misura, gestita direttamente dalla Regioni; - Invito alla presentazione dei progetti: decreto dipartimentale che definisce annualmente le modalit operative e procedurali attuative del presente provvedimento; - Aiuto integrativo:quota integrativa di aiuti pubblici non comunitari; - Paese terzo: Paesi singoli o Aree come riportati nella tabella allegata allinvito alla presentazione dei progetti.

1. Soggetti beneficiari e requisiti

8648

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

1 - Possono accedere ai fondi previsti per la misura: a) organizzazioni professionali, purch abbiano tra i loro scopi la promozione dei prodotti agricoli; b) le organizzazioni interprofessionali riconosciute ai sensi del Reg (CE) n. 1234/2007, art. 123 par. 3, art. 125 sexdecies par. 1 lett. b) e par. 2 comma 2; c) I consorzi di tutela riconosciuti ai sensi della normativa vigente, e loro associazioni e federazioni; d) le organizzazioni di produttori riconosciute ai sensi del decreto legislativo 102/2005; e) i produttori di vino che abbiano ottenuto i prodotti da promuovere, indicati al successivo punto 3, dalla trasformazione dei prodotti a monte del vino, propri o acquistati; f) soggetto pubblico con comprovata esperienza nel settore del vino e della promozione dei prodotti agricoli; g) le associazioni, anche temporanee di impresa e di scopo, tra i soggetti di cui alle lettere precedenti.

2 Un beneficiario con comprovata esperienza in materia di promozione dei prodotti agroalimentari pu attuare direttamente le azioni previste al successivo punto 4 qualora dimostri di possedere le necessarie capacit tecniche. 3 I progetti sono presentati per una durata massima di tre anni, durante la realizzazione di tali progetti, il medesimo beneficiario pu presentare nuovi progetti purch riguardino Paesi terzi diversi. 4 I beneficiari di cui alle lettere a), b) e c) nonch i produttori di vino di cui alla lettera e), purch aggregati in forma associativa o in societ consortile, del precedente comma 1, possono presentare pi progetti per la stessa annualit ma in Paesi diversi, purch compartecipanti siano diverse. 5 I soggetti di cui alle lettere a), b) e c) del precedente comma 1, che presentano progetti a valere sui fondi di quota regionale, devono rappresentare almeno il 3% della produzione regionale. 6 I soggetti di cui alle lettere d), e) e g) del precedente comma 1, possono presentare progetti a valere sui fondi di quota regionale, se procedono allimbottigliamento di almeno il 5 % della loro produzione ed abbiano, altres, esportato almeno il 5 % della loro produzione. 7 - Il soggetto pubblico promuove la partecipazione dei beneficiari ai progetti nellambito delle Associazioni di cui alla lettera g) del precedente comma 1, partecipa alla loro redazione ma non contribuisce con propri apporti finanziari e non pu essere il solo beneficiario per i progetti a valere sui fondi quota regionale. le aziende

2. Soggetti attuatori

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8649

1. Il beneficiario che non realizza direttamente tutte o in parte le azioni inserite nel progetto, designa, un soggetto attuatore, con comprovata esperienza in materia di promozione sui mercati dei Paesi terzi nel settore agroalimentare, scelto tra i seguenti soggetti: a) organizzazioni interprofessionali di cui al punto 1 lettera b); b) consorzi di tutela riconosciuti ai sensi della normativa vigente; b) i soggetti privati; c) organismi pubblici.

3. Prodotti

1. La promozione riguarda tutte le categorie di vini a denominazione di origine protetta, i vini ad indicazione geografica di cui allallegato XI ter del Regolamento nonch i vini spumante di qualit, i vini spumante aromatico di qualit. 2. Le caratteristiche dei vini di cui sopra sono quelle previste dalla normativa comunitaria e nazionale vigente alla data di presentazione del progetto. 3. I vini sono ammessi alle misure promozionali verso i Paesi terzi a condizione che siano destinati al consumo umano diretto. 4. Nelle azioni di promozione e di informazione per i vini IGT, DOC e DOCG indicata lorigine dei vini.

4. Azioni ammissibili

1. Sono ammissibili le seguenti azioni da attuare, anche singolarmente, in uno o pi Paesi terzi: a) la promozione e pubblicit, che mettano in rilievo i vantaggi dei prodotti di qualit, la sicurezza alimentare ed il rispetto dellambiente e delle disposizioni attuative del Regolamento, da attuare a mezzo dei canali di informazione quali stampa e televisione; b) la partecipazione a manifestazioni, fiere ed esposizioni di importanza internazionale; c) campagne di informazione e promozione, in particolare, sulle Denominazioni dOrigine e sulle Indicazioni Geografiche, da attuarsi presso i punti vendita, la grande distribuzione, la ristorazione dei Paesi terzi; d) altri strumenti di comunicazione (ad es. siti internet, opuscoli, pieghevoli, degustazioni guidate, incontri con operatori e/o giornalisti dei Paesi coinvolti da svolgere anche presso le aziende partecipanti ai progetti. Gli incontri con gli operatori o i giornalisti sono ammessi solo qualora coinvolgano un numero massimo complessivo di 5 del Paese in cui viene realizzata almeno una

8650

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

delle altre azioni di cui alle lettere a), b) e c) e purch rientrante nella strategia globale del progetto). 2. Nellinvito alla presentazione dei progetti di cui al DM n. 11451 del 23/7/2010 sono dettagliate le singole sub azioni rientranti nelle lettere di cui al precedente comma 1 nonch le modalit di esecuzione delle stesse. 3. Le azioni di cui al comma 1 riguardano anche i marchi commerciali. In tal caso, qualora si tratti di Associazioni temporanee di impresa, di cui alla lettera g) del punto 1, le azioni possono anche essere svolte dalle singole aziende dellAti, nel quadro di una coerente strategia complessiva, purch realizzate in uno stesso Paese terzo. Qualora si tratti di azioni programmate in ununica citt del Paese terzo, le stesse sono svolte in modo coordinato da tutte le aziende partecipanti al progetto. 4. Qualora i beneficiari decidano di svolgere una sola azione di cui al precedente comma 1, motivano la scelta sulla base di valutazioni connesse alle strategie commerciali e investimenti promozionali complessivamente attuati dal beneficiario. 5. Le attivit sono effettuate entro il 30 agosto dellanno successivo a quello di stipula del contratto con richiesta di saldo in pari data qualora i soggetti non richiedano il pagamento anticipato o chiedano lanticipazione in forma parziale (30% del contributo). La procedura e la tempistica di richiesta dellanticipo, di rendicontazione e di erogazione del contributo, la medesima prevista dal Reg. CE n. 501/2008. Limitatamente alla campagna 2010/2011 le azioni sono effettuate entro il 30 agosto 2011 con richiesta di saldo in pari data, qualora i soggetti non richiedano il pagamento anticipato e chiedano lanticipazione parziale (30 % del contributo). 6. Qualora i soggetti chiedano il pagamento anticipato, in forma integralmente anticipata, previa costituzione di una cauzione pari al 120%, le attivit sono effettuate entro il 15 ottobre dellanno finanziario comunitario successivo a quello di stipula del contratto. La relazione e la documentazione giustificativa sulle attivit svolte presentata allOrganismo Pagatore Agea entro il 15 dicembre. 6. Il messaggio di promozione e/o di informazione deve basarsi sulle qualit intrinseche del vino e deve essere conforme alle disposizioni legislative applicabili nei Paesi terzi ai quali destinato.

5. Elenco dei Paesi e delle macro aree (ai sensi dellarticolo 7 comma 5 del DM n.4123 del 22/7/2010 e dellAllegato 9 del DM n. 11451 del 23/7/2010)

1 Paesi x USA x Canada x Sudafrica

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8651

x Australia x Cina x Giappone x Nuova Zelanda x Russia x India x Corea del Sud x Norvegia x Svizzera x Turchia x Messico x Argentina x Brasile x Cile x Per x Venezuela x Cuba x Arabia Saudita x Kuwait x Emirati Arabi Uniti x Qatar x Bahrein x Algeria x Egitto x Marocco x Tunisia x Repubblica Dominicana, x Giamaica x Colombia x Bolivia x Ecuador x Paraguay x Uruguay

2. Zone geografiche

8652

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

PAESI BALCANICI (Ex repubblica iugoslava di Macedonia, Bosnia Erzegovina,Croazia, Kosovo, Montenegro, Serbia, Albania. )

x x x

PAESI EX ADERENTI ALLUNIONE SOVIETICA ( Ucraina, Moldavia, AFRICA SETTENTRIONALE (Libia, Sudan, , Sahara Occidentale) AMERICA LATINA E CENTRO AMERICA (Antigua e Barbuda, Bahamas, Barbados, Costa Rica, Dominica, Grenada, Haiti, Saint Kitts e Nevis, Saint Vincent e Grenadine, Santa Lucia, Trinidad e Tobago, Anguilla, Antille olandesi, Aruba, Isole Cayman, Guadalupa, Martinica, Montserrat, Porto Rico, Turks e Caicos, Isole Vergini britanniche, Isole Vergini americane, Belize, Guatemala, Guyana, Honduras, Nicaragua, Panam, Suriname, Guyana , Suriname )

SUD EST ASIATICO (Brunei, Cambogia, Indonesia, Laos, Malesia, Myanmar (ex Birmania), Filippine, Singapore, Thailandia (ex Siam), Timor Est, Vietnam, Taiwan )

MEDIO ORIENTE ( Iran, Iraq, Siria, Libano, Israele, Palestina, Oman, Yemen, Giordania )

6.Contenuto del progetto

1. Il progetto contiene le seguenti informazioni: a) il/i paesi terzi interessati e i prodotti coinvolti, con elenco completo delle denominazioni di origine protetta, delle indicazioni geografiche; b) le attivit che si intendono realizzare, con descrizione dettagliata in relazione ai prodotti e ai Paesi terzi destinatari; c) la durata del progetto che, comunque, non pu essere superiore a tre anni per beneficiario e per Paese terzo; d) un calendario dettagliato delle singole azioni e la/le localit in cui si realizzeranno; in caso di azioni realizzate tramite media, indicare la testata, lemittente e il sito; in caso di azioni relative ad incontri con operatori e/o giornalisti presso le Aziende, indicare i soggetti coinvolti ed il calendario degli incontri, specificando come tale azione si inquadri nel piano strategico del progetto presentato e fornendo, altres, elementi oggettivi che permettano di misurare lefficacia di tale azione; e) il costo delle singole azioni con le quali vengono realizzate le attivit scelte, e descrizione dettagliata delle attivit e servizi in relazione alla congruit del costo proposto, nonch dichiarazione che i costi delle azioni proposte non siano superiori ai correnti prezzi mercato. f) i motivi per i quali stato presentato il progetto in relazione alla realt produttiva coinvolta dal/dai beneficiari, e le motivazioni specifiche adottate per lindividuazione dei Paesi e delle azioni in

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8653

relazione ai prodotti oggetto di promozione, anche sulla base di idonee e coerenti analisi di mercato; g) gli obiettivi che si intendono realizzare con le azioni proposte e limpatto previsto della realizzazione delle azioni medesime in termine di sviluppo della notoriet dei prodotti coinvolti nel progetto e lincremento delle loro vendite nei mercati obiettivo; h) la metodologia di misurazione dei risultati attesi di cui alla precedente lettera g), prevedendo per i progetti pluriennali valutazioni intermedie annuali.

2. Il beneficiario dichiara i requisiti soggettivi, la rappresentativit in termini di produzione di vino, la percentuale di contributo richiesta. Il beneficiario dichiara, altres, che non ha in corso di realizzazione altri progetti, riferiti al medesimo Paese. 3. Al fine di assicurare la tracciabilit amministrativa del finanziamento erogato, tutti i materiali, realizzati per ciascuna azione sono contrassegnati con il logo e la dicitura di cui allAllegato IV del DM n. 11451 del 23/7/2010 (Invito alla presentazione dei progetti). Nellinvito alla presentazione dei progetti, a decorrere dalla campagna 2011/2012, potr essere individuato un logo/messaggio comune identificativo dei progetti presentati in attuazione della misura, fornendo altres le modalit procedurali per lutilizzo dello stesso. 4. Le autorit competenti verificano la sussistenza dei requisiti soggettivi ed oggettivi previsti nel Regolamento, nel Regolamento attuativo, nei DM n. 4123 del 22/7/2010 (Modalit attuative).e DM 11451 del 23/7/2010 (Invito alla presentazione dei progetti) e, ai sensi dellarticolo 4, ultimo paragrafo del regolamento attuativo, ammettono modifiche al progetto approvato ed effettuano comunicazione al Ministero e ad Agea. 5. Le modifiche apportate devono, ai sensi dellarticolo 4, ultimo paragrafo del regolamento attuativo, essere migliorative del progetto e non possono in nessun caso riguardare azioni di cui allart. 103 septedecies del regolamento e/o Paesi non previsti nel progetto approvato. 6. Il beneficiario che intende apportare modifiche al progetto approvato motiva le stesse presentando apposita relazione, compilando il modello Allegato 10 del DM 11451 del 23/7/2010 (Invito alla presentazione dei progetti). 7. Qualora le modifiche richieste riguardino linserimento di azioni e Paesi non previsti nel progetto approvato , lo stesso dovr essere nuovamente sottoposto alla valutazione del Comitato di cui allart 9 del DM n. 4123 del 22/7/2010 (Modalit attuative).

7. Comitato di Valutazione 1.Si costituisce, In conformit allarticolo 9 del DM n. 4123 del 22/7/2010 (Modalit attuative), il Comitato di valutazione composto dai funzionari del Dipartimento Agricoltura, Sviluppo Rurale Economia Montana della Regione Basilicata dott. Nicola Buongiorno, dott. Filippo Corbo, dott.

8654

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

Michele Brucoli. Tale comitato, sulla base dei criteri di priorit stabiliti al punto 9 del presente provvedimento proceder alla selezione di apposita graduatoria con particolare riferimento a : - possesso dei requisiti soggettivi dei beneficiari; - ammissibilit delle azioni; - spesa ammissibile tenuto conto anche degli obiettivi posti. 2. Ai fini della corretta valutazione pu essere richiesta documentazione integrativa anche a dimostrazione che i costi delle azioni proposte non siano superiori ai correnti prezzi di mercato. 3. Qualora il Comitato, nella sua valutazione, ritenga non ammissibili azioni di un progetto

fondamentali per il raggiungimento degli obiettivi e per lattuazione della strategia nel suo complesso, lo stesso escluso dal contributo comunitario. 4. Qualora sulla base delle valutazioni effettuate dal Comitato si attui una decurtazione di azioni non strategiche ovvero una decurtazione di quota parte della spesa stimata delle azioni inserite nel progetto, che non ne pregiudichi la validit strategica complessiva, i beneficiari possono richiedere una rimodulazione dello stesso in modo da renderlo strategicamente coerente con gli obiettivi prefissati e con la previsione della normativa comunitaria. 5. La rimodulazione di cui al precedente comma pu riguardare esclusivamente una eventuale diversa ripartizione della spesa ammessa a contributo allinterno delle stesse voci di spesa dichiarate ammissibili, al fine di rendere pi efficace la spesa complessiva. 6. Le determinazioni del Comitato di Valutazione sono comunicate ai beneficiari. 7. I progetti rimodulati di cui ai precedenti comma 4 e 5, sono presentati alle autorit competenti entro 10 giorni dalla comunicazione di cui al precedente comma 6 ai fini del loro esame secondo la procedura prevista dallart. 9 del DM n. 4123 del 22/7/2010 (Modalit attuative). Successivamente, gli stessi sono trasmessi dalle autorit competenti ad AGEA. 8 La Regione con proprio provvedimento dichiara ammissibile i progetti sulla base della graduatoria di merito e delle risorse finanziarie disponibili.

8. Entit del sostegno

1. Limporto dellaiuto a valere sui fondi comunitari pari, al massimo, al 50% delle spese sostenute per svolgere le attivit indicate; la residua percentuale a carico del soggetto proponente. 2. Non consentita la cumulabilit con altri aiuti pubblici anche ai fini della percentuale massima di intervento di cui allart. 11 comma 2 del DM n. 4123 del 22/7/2010 (Modalit attuative). 3. Sono ammissibili, a valere sia sui fondi quota nazionale che regionale, progetti aventi un costo complessivo minimo per Paese terzo non inferiore a 100.000 euro per anno.

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8655

9. Criteri di priorit.

I progetti saranno valutati tenendo conto dei seguenti criteri:

A1) Progetti presentati dal beneficiario col maggior numero di soggetti aderenti:

numero soggetti aderenti > 30 21-30 10 - 20 < di 10

punteggio 12 10 8 5

A2) Progetti presentati da associazioni temporanee di impresa costituite da almeno tre imprese classificabili come medie imprese ed altre classificabili come micro o piccole imprese.

SI NO

4 0

A3) Progetti economicamente pi vantaggiosi per la quota di finanziamento pubblico, in quanto presentati da beneficiari che chiedono un contributo inferiore almeno del 5% rispetto a quello massimo concedibile del 50% e del 30%, in ordine decrescente di intensit % della riduzione;

Contributo inferiore tra il 10% e il 15% Contributo inferiore tra il 5% e il 10% Contributo inferiore del 5%

8 6 4

10. Presentazione dei progetti

8656

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

1. I progetti relativi alla campagna 2010/2011, a valere sui fondi quota regionale dovranno pervenire, a pena di esclusione, entro e non oltre le ore 14.00 del giorno 15 settembre 2010 ai seguenti indirizzi:

Regione Basilicata Dipartimento Agricoltura SREM. Ufficio Produzioni Vegetali e Silv. Prod. Viale V. Verrastro,10 85100 Potenza

Agea Organismo pagatore Via Palestro n.81 00185 ROMA

2. Copia della domanda e della documentazione deve pervenire entro la stessa scadenza al seguente indirizzo: Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali Dipartimento delle Politiche Competitive del Mondo Rurale e della Qualit Direzione Generale dello Sviluppo Agroalimentare e della Qualit Via XX Settembre n.20 00185 ROMA.

3. Qualora il termine di presentazione delle domande di partecipazione cada in giorno festivo, la scadenza si intende spostata al primo giorno non festivo immediatamente successivo. 4. Il progetto potr essere consegnato a mano o inviato tramite corriere espresso o a mezzo raccomandata. Anche in questi ultimi casi il progetto dovr, comunque, pervenire entro il termine di scadenza. 5. Il progetto dovr pervenire in un plico chiuso sul quale dovr essere apposta, oltre allindicazione del mittente, completa dei recapiti telefonici e di fax, la dicitura: Progetto di promozione del vino sui mercati dei Paesi terzi Regolamento (CE) n. 1234/07 del Consiglio e successive modifiche Annualit 2010/2011.. Il recapito del plico e lintegrit dello stesso sono ad esclusivo rischio del mittente.

11. Modalit di presentazione

1. Per la campagna 2010/2011 i progetti vengono presentati secondo le modalit e la modulistica stabilite dal DM 11451 del 23/7/2010 Invito alla presentazione dei progetti. Modalit operative e

11

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8657

procedurali per lattuazione del Decreto ministeriale n. 4123 del 22/7/2010 2010 relativo a OCM Vino Modalit attuative della misura Promozione sui mercati dei Paesi terzi Campagne 20102011 e seguenti.

12. Documentazione da allegare alla proposta

1. La proposta, sottoscritta dal legale rappresentante, dovr indicare il costo complessivo delle azioni, esposto al netto dellIVA e di qualunque onere aggiuntivo. Non si prevede, infatti, lerogazione di alcun rimborso per tale onere e per ogni altro contributo, imposta o tassa, con eccezione dei versamenti per oneri sociali, ad eccezione di quanto espressamente previsto dal contratto-tipo. 2. LAllegato A ed i due Allegati B del DM n. 11451 .del 23/07/2010 (Invito alla presentazione dei progetti) dovranno essere trasmessi in originale; lAllegato A dovr essere inviato in CD formato Pdf. La documentazione di cui ai successivi punti A), B) e C), dovr essere inviata in copia, debitamente siglata in ogni pagina:

A) DOCUMENTAZIONE TECNICA a. Domanda di partecipazione: redatta secondo la struttura e la numerazione indicata nel modello di cui allAllegato A al DM n. 11451 .del 23/07/2010 (Invito alla presentazione dei progetti). Alla domanda dovr anche essere allegata la documentazione attestante che il beneficiario proponente sia rappresentativo del settore di intervento. Detta documentazione dovr contenere i principali dati relativi allorganismo, quali il numero degli aderenti, la quota percentuale della o delle sue produzioni in rapporto alla o alle produzioni ottenute a livello regionale ed ogni altro utile elemento che sia di ausilio nella valutazione della sua rilevanza a livello nazionale o regionale. b. Scheda di identificazione del progetto: da compilare secondo il modello di cui allAllegato B al DM n. 11451 .del 23/07/2010 (Invito alla presentazione dei progetti). c. Relazione dettagliata delle attivit e dei costi: tale relazione, necessaria al fine di una completa valutazione del progetto anche sotto il profilo della economicit, deve contenere gli elementi di comparazione tra azioni programmate e costi unitari previsti, che dimostrino lottimizzazione del rapporto qualit/prezzo e consentano una puntuale verifica tra attivit programmate e attivit effettivamente svolte.

8658

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

B) DOCUMENTAZIONE FINANZIARIA a. Idonea dichiarazione di primario Istituto di credito, garante che il beneficiario ha la capacit economica e finanziaria corrispondente alla dimensione del progetto, con esclusione di qualsiasi riserva o postilla. La dichiarazione dovr essere conforme allo schema di cui allAllegato E al DM n. 11451 .del 23/07/2010 (Invito alla presentazione dei progetti). b. Idonea dichiarazione di primario Istituto di credito attestante che lOrganismo di esecuzione selezionato dispone dei mezzi finanziari necessari per garantire lesecuzione pi efficace possibile delle azioni. La dichiarazione dovr essere conforme allo schema di cui allAllegato F al DM n. 11451 .del 23/07/2010 (Invito alla presentazione dei progetti), e dovr essere presentata nel caso che la scelta dellorganismo di esecuzione sia stata effettuata anteriormente alla presentazione del progetto. c. Documentazione finanziaria attestante il volume di produzione e di affari dellorganismo proponente (fatturato e dichiarazione IVA vidimata dalla competente Agenzia delle Entrate) realizzati negli ultimi tre anni.

C) DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA a. Certificato di iscrizione alla C.C.I.A. del beneficiario in corso di validit recante stato di vigenza e dicitura antimafia o autocertificazione (da produrre secondo lo schema di cui allAllegato G al DM n. 11451 .del 23/07/2010 (Invito alla presentazione dei progetti), corredata di fotocopia (fronte e retro) di un documento di identit in corso di validit. b. Certificazione antimafia in corso di validit ai sensi dellart. 10 del D.P.R. 3 giugno 1998 n.252. La soglia antimafia va considerata con riferimento allintero importo del progetto. c. Dichiarazione del legale rappresentante, redatta, ai sensi del disposto di cui agli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000, in conformit allAllegato I del DM n. 11451 .del 23/07/2010 (Invito alla presentazione dei progetti); d. Delibera del Consiglio di Amministrazione che autorizza il legale rappresentante alla

presentazione del progetto; e. Statuto del beneficiario; f. Documentazione comprovante che laffidamento delle attivit dellorganismo di attuazione, sia stato disposto in conformit a quanto previsto allarticolo 5 del DM n. 11451 .del 23/07/2010 (Invito alla presentazione dei progetti). In caso di gara, dovranno essere prodotte le lettere di invito ed i relativi preventivi (la corrispondenza dovr riportare la data e lora di presentazione).

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8659

g. Per lorganismo di attuazione prescelto dovr essere prodotta la certificazione di cui alle lettere a e b del presente paragrafo, nonch la documentazione attestante che lo stesso disponga dei mezzi finanziari e tecnici necessari per garantire lesecuzione efficace delle azioni. h. Le proposte non corredate delle informazioni e della documentazione descritta nel presente paragrafo o corredate da documentazione in maniera non conforme o incompleta verranno escluse.

13. .Valutazione delle proposte e criteri di attribuzione del punteggio 1. In seguito alla valutazione della documentazione il Comitato di valutazione proceder alla preselezione delle proposte ed alla assegnazione di un punteggio secondo i criteri di cui al punto precedente punto 9. 2. Il Comitato effettuer la valutazione dei costi delle azioni, indicati al netto dei costi di agenzia anche avvalendosi del confronto con i costi standard di mercato, per servizi omogenei. In caso di scostamenti rilevanti, i Comitati potranno richiedere allorganismo proponente dettagliata documentazione in merito ai preventivi atti a giustificarli. Verr rivolta una particolare attenzione ai costi standard di servizi omogenei (ad esempio: sito internet, stand, allestimento, ufficio stampa, costi di promozione nei punti vendita, costi di pubblicit materiali, spot, ecc.).

14. Stipula del contratto 1. Lelenco dei progetti selezionati e dei relativi organismi proponenti ed attuatori sar sottoposta allautorit competente che, dopo le valutazioni di competenza, formalizzer con apposita decisione lelenco dei progetti approvati. 2. I relativi contratti, redatti secondo lapposito schema di contratto-tipo, di cui allAllegato C DM n. 11451 .del 23/07/2010 (Invito alla presentazione dei progetti), saranno stipulati tra l Organismo Pagatore AGEA Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura - quale Organismo pagatore ed i beneficiari.

15. Controlli Le diverse fasi di attuazione del progetto saranno sottoposte ad un costante monitoraggio, mediante controlli contabili e controlli tecnici (in itinere ed ex post) effettuati da Organismo Pagatore AGEA

16. Spese non ammesse

8660

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

1. Non sono rendicontabili le spese del personale che, pur ricoprendo cariche negli organi direttivi o facendo parte del personale dellorganismo proponente, appartiene a qualunque titolo alla struttura dellorganismo di attuazione e/o svolge attivit di consulenza o incarichi per lorganismo di attuazione. 2. Non sono eleggibili al finanziamento tutte le spese sostenute prima della data di approvazione del progetto, comprese quelle di progettazione.

17. Erogazione del finanziamento 1.Ai fini dellerogazione del finanziamento, tutte le spese connesse al progetto devono risultare da apposita contabilit separata, e dai movimenti registrati su un apposito conto corrente bancario, appositamente acceso, intestato allOrganismo proponente, del quale dovr essere trasmesso ad Organismo Pagatore AGEA estratto mensile. 2. Concluse le iniziative previste dal contratto, lOrganismo proponente presenta ad Organismo Pagatore AGEA la relazione annuale a corredo dellistanza di pagamento e della documentazione delle spese sostenute. 3. Copia di detta relazione, nella quale devono essere, tra laltro indicati i risultati conseguiti, deve essere inviata anche al Ministero. 4. Le spese sostenute per la realizzazione delle azioni dovranno essere indicate al netto dellIVA e di qualunque altro contributo imposta o tassa, non essendo previsti rimborsi per tali oneri con eccezione dei versamenti per oneri sociali.

18. Norme finali Per quanto non espressamente specificato nel presente provvedimento bisogner far riferimento al disposto della normativa comunitaria e nazionale vigente in materia.

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8661

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 agosto 2010, n. 1353. Consorzio di Bonifica Alta Val D'Agri Deliberazione del Comitato di Coordinamento n 84 del 17.06.2010 - Controllo. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 agosto 2010, n. 1354. L. R. n. 7 del 4 giugno 2008, art. 24 - Iscrizione nell'Albo regionale delle Pro Loco dell'Associazione denominata Pro Loco "Kaleidos di Lagonegro" con sede a Lagonegro in Via Brennero, 14. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 agosto 2010, n. 1355. L. R. n. 7 del 4 giugno 2008, art. 24 - Iscrizione nell'Albo regionale delle Pro Loco dell'Associazione denominata Pro Loco 'Tricarico" con sede a Tricarico in Largo S. Croce, 23. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 agosto 2010, n. 1357. Art. 5 D.Lgs. n 59/2005 e s.m.i. - Autorizzazione Integrata Ambientale (A.I.A.). Impianto denominato "I.L.A. Valdadige" sito alla S.S. 99 km 11,200 nel Comune di Matera. Proponente: I.L.A. Valdadige S.r.l. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 agosto 2010, n. 1358. Memorandum d'Intesa Regione Basilicata e Stato del South Australia. Accordo Operativo. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 agosto 2010, n. 1359. L.R. n. 25 del 2 luglio 2010. Nomina Commissario Straordinario presso l'Agenzia Lucana per lo Sviluppo e Innovazione in Agricoltura - A.L.S.I.A. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 agosto 2010, n. 1360.

Ferrovie Appulo Lucane S.R.L. Ammissione a finanziamento - Acquisizione n. 5 autobus interurbani da utilizzare sui servizi di competenza della Regione Basilicata Oneri relativi al Fondo comune di cui alla Legge 8.06.1978 n. 297.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 agosto 2010, n. 1361. Emergenza flusso dei lavoratori stagionali immigrati nell'area territoriale Alto-Bradano: interventi urgenti.

DETERMINAZIONI

DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE - UFFICIO PROVVEDITORATO E PATRIMONIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 7 luglio 2010, n. 1556. Sentenza n. 732/2010 del Tribunale di Potenza - Sez. Civile - Giudice del Lavoro. Liquidazione di somme indicate in sentenza.

DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE - UFFICIO AUTORITA' DI GESTIONE POR BASILICATA 2000-2006 E PO FESR 2007-2013 - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 23 luglio 2010, n. 1573. PO FESR Basilicata 2007-2013 - Asse VIII - Procedura negoziata "Progetto pilota" di valutazione delle misure anticrisi -Aggiudicazione.

DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE - UFFICIO AUTORITA' DI GESTIONE POR BASILICATA 2000-2006 E PO FESR 2007-2013 - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 23 luglio 2010, n. 1575. PO FESR Basilicata 2007/2013 - Asse VIII "Governance ed Assistenza Tecnica" Realizzazione di un progetto di comunicazione.

8662

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE - UFFICIO PROVVEDITORATO E PATRIMONIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 2 agosto 2010, n. 1577. Aggiornamento contratti servizi di pulizia - ditta Logica Servizi Srl - Contratto n. 10416 del 06/11/2008 - agg. semestre novembre 2009 - maggio 2010. DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE - UFFICIO PROVVEDITORATO E PATRIMONIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 2 agosto 2010, n. 1578. Fornitura e montaggio di pneumatici per gli autoveicoli di propriet della Regione Basilicata - individuazione fornitori. DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE - UFFICIO PROVVEDITORATO E PATRIMONIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 2 agosto 2010, n. 1579. Adeguamento canone di fitto Indice ISTAT - contratto Reg.1150 - Societ Eredi Di Lascio Domenico di Domenica di Lascio & C. s.n.c. per immobile sito in Lagonegro alla Via Colombo - sede della Sezione Circondariale LL.PP.. DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE - UFFICIO PROVVEDITORATO E PATRIMONIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 2 agosto 2010, n. 1580. Procedura per l'affidamento in economia, ai sensi dell'art.125 del D.lgs. 163/2006, della fornitura di n. 6 autovetture berlina tre volumi appartenenti al segmento "E" con contestuale permuta di altrettante autovetture di propriet della Regione Basilicata. Aggiudicazione definitiva alla Ultramotor s.r.l. di Matera. DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE - UFFICIO PROVVEDITORATO E PATRIMONIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 2 agosto 2010, n. 1582.

Procedura ristretta per l'affidamento del servizio di pulizia degli uffici della Regione Basilicata, Lotto 1- Uffici di Potenza e Roma. Annullamento dell'aggiudicazione in favore del concorrente La Cascina Global Service Srl e sospensione della procedura.

DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE - UFFICIO RISORSE FINANZIARIE, BILANCIO E FISCALITA' REGIONALE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 4 agosto 2010, n. 1605. Affidamento del servizio di rating advisor per la valutazione annuale del merito di credito della Regione Basilicata - Anno 2010.

DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE - UFFICIO PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 4 agosto 2010, n. 1606. Progetto di riqualificazione e tutela ai fini della conservazione e della fruibilit turistica di alcune aree del Parco Nazionale del Pollino progetto "Parco Fruibile" inserimento nell'ambito del PAR-FAS - Impegno di spesa di a 100.000,00 sul Cap. U32001.

DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE - UFFICIO ORGANIZZAZIONE, AMMINISTRAZIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 5 agosto 2010, n. 1618. Impegno di spesa e liquidazione retribuzione mese di luglio 2010 - A. Bacino.

DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE - UFFICIO ORGANIZZAZIONE, AMMINISTRAZIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 5 agosto 2010, n. 1619. Impegno di spesa e liquidazione retribuzione mese di giugno 2010 - CO.CO.CO.

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8663

DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE - UFFICIO ORGANIZZAZIONE, AMMINISTRAZIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 5 agosto 2010, n. 1620. Impegno di spesa e liquidazione retribuzione mese di luglio 2010.

DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE - UFFICIO ORGANIZZAZIONE, AMMINISTRAZIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 5 agosto 2010, n. 1637. Autorizzazione allo svolgimento di incarico esterno- dipendente regionale- Dott.ssa Katia MANCUSI. DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE - UFFICIO ORGANIZZAZIONE, AMMINISTRAZIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 5 agosto 2010, n. 1638. Permessi retribuiti Legge 104/92 Art. 3. Dipendente Regionale. Matr. 1793. DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE - UFFICIO ORGANIZZAZIONE, AMMINISTRAZIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 5 agosto 2010, n. 1639. Autorizzazione allo svolgimento di incarico esterno- dipendente regionale- Ing. P. MANGO. DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE - UFFICIO ORGANIZZAZIONE, AMMINISTRAZIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 5 agosto 2010, n. 1640. Collocamento a riposo per raggiunti limiti di et. Dipendente regionale Matr. 1884. DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE - UFFICIO ORGANIZZAZIONE, AMMINISTRAZIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 5 agosto 2010, n. 1641. Convenzione rep. n. 8897/06. Determinazione compensi 2010. DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE - UFFICIO ORGANIZZA-

DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE - UFFICIO ORGANIZZAZIONE, AMMINISTRAZIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 5 agosto 2010, n. 1626. Distacco del dipendente sig. Pace Leonardo presso il Consiglio Regionale di Basilicata.

DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE - UFFICIO ORGANIZZAZIONE, AMMINISTRAZIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 5 agosto 2010, n. 1627. L.R. 8/98. Nulla osta al distacco del dipendente sig. Cavallo Rocco presso il Consiglio Regionale di Basilicata.

DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE - UFFICIO ORGANIZZAZIONE, AMMINISTRAZIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 5 agosto 2010, n. 1628. L.R. 8/98. Nulla osta al distacco della dipendente sig.ra Piancazzo Maddalena presso il Consiglio Regionale di Basilicata.

DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE - UFFICIO ORGANIZZAZIONE, AMMINISTRAZIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 5 agosto 2010, n. 1635. Autorizzazione allo svolgimento di incarico esterno- dipendente regionale- Dott. Carmine COCCA.

8664

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

ZIONE, AMMINISTRAZIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 5 agosto 2010, n. 1645. Assegnazione del dipendente sig. Bochicchio Canio al Dip/to Attivit Produttive, Politiche dell'Impresa, Innovazione Tecnologica.

CHE DELLA PREVENZIONE, SANITA' PUBBLICA, MEDICINA DEL LAVORO, SICUREZZA NEI LUOGHI DI VITA E LAVORO, AUTORIZZAZIONI STRUTTURE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 30 giugno 2010, n. 511. Liquidazione fatture vaccino Antimeningococcico alla Ditta Novartis Vaccines and Diagnostics s.r.l. Giugno 2010. DIPARTIMENTO SALUTE, SICUREZZA E SOLIDARIETA' SOCIALE, SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' - UFFICIO PROMOZIONE CITTADINANZA SOLIDALE ED ECONOMIA SOCIALE, SVILUPPO SERVIZI SOCIALI E SOCIOSANITARI - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 14 luglio 2010, n. 540. Accordo di Programma Quadro in materia di politiche di Solidariet Sociale - D.G.R. 573/2007 - Centro di ascolto e ampliamento Casa della Giovent di Rionero in Vulture. Erogazione saldo del contributo concesso. DIPARTIMENTO SALUTE, SICUREZZA E SOLIDARIETA' SOCIALE, SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' - UFFICIO RISORSE FINANZIARIE ED INVESTIMENTI DEL SISTEMA SALUTE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 21 luglio 2010, n. 557. Art. 20 L. 67/88 (2^ fase Sicurezza ) A.P.Q. 2000 Sanit - Azienda Ospedaliera Regionale "S. Carlo" di Potenza - Lavori di adeguamento dei vecchi padiglioni alle norme di Sicurezza e Prevenzione Incendi nonch di adeguamento al D. Lgs. 626/94 del Complesso Ospedaliero di Macchia Romana Impegno e liquidazione spese generali su fondi aggiuntivi Regionali. DIPARTIMENTO SALUTE, SICUREZZA E SOLIDARIETA' SOCIALE, SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' - UFFICIO RISORSE FINANZIARIE ED INVESTIMENTI DEL SISTEMA SALUTE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 21 luglio 2010, n. 559. Art. 20 L. 67/88 - APQ 200 Sanit - Costru-

DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE - UFFICIO RAGIONERIA GENERALE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 5 agosto 2010, n. 1649. Funzionario Delegato dell'Ufficio Internazionalizzazione e Promozione dell'Immagine - Cap. 27023 - Apertura di credito n. 1401 di a 4.500,00. Approvazione rendiconto.

DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE - UFFICIO AFFARI ISTITUZIONALI E AFFARI GENERALI DELLA PRESIDENZA - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 9 agosto 2010, n. 1659. Riconoscimento giuridico Associazione ONLUS Felice Di Persia con sede in Stigliano Vico VI Solferino n.2 e relativa iscrizione al n.31 del registro regionale delle persone giuridiche private ai sensi del regolamento di cui alla Deliberazione del Consiglio regionale N.276 del 3 aprile 2007.

DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE - UFFICIO AFFARI ISTITUZIONALI E AFFARI GENERALI DELLA PRESIDENZA - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 9 agosto 2010, n. 1660. Controllo sulle fondazioni ai sensi dell'art.25 co.1 del c.c.: "Scioglimento del consiglio di amministrazione della Fondazione Grandinetti e Ielpo, con sede in Lauria alla via Traversa Plebiscito n.3. Proroga mandato Commissario straordinario".

DIPARTIMENTO SALUTE, SICUREZZA E SOLIDARIETA' SOCIALE, SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' - UFFICIO POLITI-

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8665

zione nuovo padiglione per l'adeguamento delle degenze alle norme sull'accreditamento - A.O.R. San Carlo di Potenza - Erogazione spese tecniche su fondi statali di a 2.192.333,71. DIPARTIMENTO SALUTE, SICUREZZA E SOLIDARIETA' SOCIALE, SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' - UFFICIO RISORSE FINANZIARIE ED INVESTIMENTI DEL SISTEMA SALUTE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 27 luglio 2010, n. 565. Aziende Sanitarie Locali ed Ospedaliere finanziamento spesa corrente-Erogazione quota provvisoria agosto 2010. DIPARTIMENTO SALUTE, SICUREZZA E SOLIDARIETA' SOCIALE, SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' - UFFICIO PIANIFICAZIONE SANITARIA E VERIFICA DEGLI OBIETTIVI - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 27 luglio 2010, n. 566. Art. 12 c. 2 D.L.vo 502/92, integrato dall'art. 12 bis D.L.vo n. 229/99 - Progetto "Alimenti tipici della Basilicata: strategie nutrizionali di prevenzione e miglioramento della qualit della vita" - liquidazione saldo. DIPARTIMENTO SALUTE, SICUREZZA E SOLIDARIETA' SOCIALE, SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' - UFFICIO FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO E POLITICHE DEL PERSONALE DEL SSR - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 27 luglio 2010, n. 567. Adempimenti connessi all'attuazione della D.G.R. N. 1049/2010 IL DIRIGENTE VISTO il D.Lgs. 30 marzo 2001 n. 165 e successive modificazioni ed integrazioni; VISTA la Legge Regionale n. 12 del 02/03/1996 e successive modificazioni ed integrazioni; VISTE le deliberazioni della Giunta Regionale n. 2903/04, n. 1148/05, n. 1380/05; VISTA la Legge Regionale 06 settembre 2001 n. 34;

VISTA la L.R. 24.12.2008, n. 31; VISTA la D.G.R. n. 2 del 08.01.2009; VISTA la D.G.R. n. 637/06; VISTA la D.G.R. n. 539/08; VISTA la DGR n. 760 del 03.05.2010 di conferimento dellincarico di Direttore Generale del Dipartimento Salute, Sicurezza e Solidariet Sociale, Servizi alla Persona e alla Comunit; RICHIAMATA la D.G.R. n. 1049 del 23.06.2010 Misure di razionalizzazione e di contenimento della spesa del personale delle Aziende del Servizio Sanitario Regionale; RILEVATO che la succitata D.G.R. n. 1049/2010 ha disposto per le Aziende Sanitarie regionali, il blocco totale delle assunzioni, a qualsiasi titolo, di personale, valevole per il triennio 2010/2012 nei seguenti casi: - esposizione di una perdita rispetto alle risorse assegnate provvisoriamente, in sede di presentazione del bilancio economico preventivo annuale; - esposizione di una perdita rispetto alle risorse assegnate definitivamente, in sede di presentazione del conto consuntivo; - esposizione di una perdita periodale rispetto alle risorse assegnate, in sede di verifica trimestrale della coerenza degli andamenti con gli obiettivi assegnati in sede di bilancio preventivo economico per lanno di riferimento (CE trimestrali); EVIDENZIATO che la medesima D.G.R. n. 1049/2010 ha disposto, altres: - lapplicazione automatica del blocco delle assunzioni, per ciascuna Azienda Sanitaria, dal momento in cui si registra una delle condizioni sopra rappresentate, mentre la conclusione del blocco sar sancita per ogni Azienda Sanitaria interessata dalla Giunta Regionale, previa verifica da parte del competente Dipartimento Regionale del reale conseguimento degli obiettivi di risparmio e del recupero di una situazione di equilibrio economico; - la possibilit da parte delle Aziende Sanita-

8666

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

rie interessate di richiedere, sulla base di esigenze effettivamente documentate, con particolare riferimento alle prestazioni di alta intensit assistenziale e dellemergenza urgenza, deroghe al divieto del blocco delle assunzioni nel limite massimo del 30% della spesa del personale che cesser dal servizio durante lanno. Tali deroghe riguardano, di norma, il personale medico e della dirigenza sanitaria (ivi compreso lattribuzione degli incarichi di struttura complessa), il personale del comparto infermieristico, tecnico e sanitario e gli incarichi di consulenza sanitari per profili professionali ritenuti infungibili ed indispensabili allerogazione di prestazioni essenziali, fissate dalla programmazione regionale - la presentazione delle eventuali richieste di deroghe al blocco da parte delle Aziende Sanitarie interessate al Dipartimento Salute, Sicurezza e Solidariet Sociale, Servizi alla Persona ed alla Comunit e la concessione delle stesse, previa autorizzazione della Giunta Regionale; CONSIDERATO che occorre garantire la massima tempestivit nel soddisfare le eventuali richieste di deroga al blocco delle assunzioni da parte delle Aziende Sanitarie interessate, in quanto finalizzate a scongiurare disfunzioni/ interruzioni nellerogazione delle prestazioni ricomprese nei livelli essenziali di assistenza ovvero a mantenere gli standards quantitativi/qualitativi raggiunti; RITENUTO, in conseguenza, di stabilire che: - le Aziende Sanitarie interessate alle eventuali richieste di deroga al blocco delle assunzioni dovranno inoltrare, motivata istanza, al Dipartimento Salute, Sicurezza e Solidariet Sociale, Servizi alla Persona ed alla Comunit - la Giunta Regionale provveder a rilasciare leventuale autorizzazione entro trenta giorni dalla presentazione delle richieste, previa istruttoria dellUfficio Regionale competente; - la conclusione del blocco delle assunzioni

sar sancita per ogni Azienda Sanitaria interessata dalla Giunta Regionale, previa verifica, tempestiva, da parte del competente Dipartimento Regionale del reale conseguimento degli obiettivi di risparmio e del recupero di una situazione di equilibrio economico; - le Aziende Sanitarie ricadenti nel blocco delle assunzioni dovranno produrre entro e non oltre trenta giorni prospetto ricognitivo delle cessazioni dal servizio, a qualsiasi titolo, del personale per lanno in corso, con lindicazione del nominativo, del profilo professionale di appartenenza, della tipologia del rapporto di lavoro, della correlata quantificazione, secondo le disposizioni vigenti, della spesa, certificata dai competenti organi di revisione contabile, nonch di produrre, con tempestivit, le eventuali variazioni al suddetto prospetto; - le Aziende Sanitarie interessate provvederanno ad inviare al Dipartimento Salute, Sicurezza e Solidariet Sociale, Servizi alla Persona ed alla Comunit ricognizione trimestrale delle assunzioni effettuate nellambito delle autorizzazioni rilasciate in deroga al blocco, con lindicazione del profilo professionale, della tipologia del rapporto di lavoro, della correlata quantificazione, secondo le disposizioni vigenti, della spesa, certificata dai competenti organi di revisione contabile; DETERMINA Per le motivazioni espresse in narrativa che qui si intendono integralmente riportate: 1. di stabilire che: - le Aziende Sanitarie interessate alle eventuali richieste di deroga al blocco delle assunzioni dovranno inoltrare, motivata istanza, al Dipartimento Salute, Sicurezza e Solidariet Sociale, Servizi alla Persona ed alla Comunit; - la Giunta Regionale provveder a rilasciare leventuale autorizzazione entro trenta giorni dalla presentazione delle richieste,

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8667

previa istruttoria dellUfficio Regionale competente; - la conclusione del blocco delle assunzioni sar sancita per ogni Azienda Sanitaria interessata dalla Giunta Regionale, previa verifica, tempestiva, da parte del competente Dipartimento Regionale del reale conseguimento degli obiettivi di risparmio e del recupero di una situazione di equilibrio economico; - le Aziende Sanitarie ricadenti nel blocco delle assunzioni dovranno produrre entro e non oltre trenta giorni prospetto ricognitivo delle cessazioni dal servizio, a qualsiasi titolo, del personale per lanno in corso, con lindicazione del nominativo, del profilo professionale di appartenenza, della tipologia del rapporto di lavoro, della correlata quantificazione, secondo le disposizioni vigenti, della spesa, certificata dai competenti organi di revisione contabile, nonch di produrre, con tempestivit, le eventuali variazioni al suddetto prospetto; - le Aziende Sanitarie interessate provvederanno ad inviare al Dipartimento Salute, Sicurezza e Solidariet Sociale, Servizi alla Persona ed alla Comunit ricognizione trimestrale delle assunzioni effettuate nellambito delle autorizzazioni rilasciate in deroga al blocco, con lindicazione del profilo professionale, della tipologia del rapporto di lavoro, -della correlata quantificazione, secondo le disposizioni vigenti, della spesa, certificata dai competenti organi di revisione contabile; 2. di notificare il presente provvedimento alle Direzioni Generali delle Aziende Sanitarie regionali; 3. di rendere il presente provvedimento immediatamente esecutivo; DIPARTIMENTO SALUTE, SICUREZZA E SOLIDARIETA' SOCIALE, SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' - DIREZIONE GENERALE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 27 luglio 2010, n. 568.

Determina di pagamento - consuntivo SAL dal 22/03/2010 al 30/06/2010 - progetto 'Processi di innovazione - supporto ai progetti" Linea 2.

DIPARTIMENTO SALUTE, SICUREZZA E SOLIDARIETA' SOCIALE, SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' - UFFICIO VETERINARIO, IGIENE DEGLI ALIMENTI, TUTELA DEI CONSUMATORI - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 29 luglio 2010, n. 569. D.D. n. 72AG/2008/D/259 del 4 maggio 2008. Modifiche ed integrazioni. D.I.A. per esercizi di spiaggia attrezzata.

DIPARTIMENTO SALUTE, SICUREZZA E SOLIDARIETA' SOCIALE, SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' - UFFICIO POLITICHE DELLA PREVENZIONE, SANITA' PUBBLICA, MEDICINA DEL LAVORO, SICUREZZA NEI LUOGHI DI VITA E LAVORO, AUTORIZZAZIONI STRUTTURE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 29 luglio 2010, n. 572. Laboratorio "Giulia Libutti", con sede a Potenza (PZ). Autorizzazione ad effettuare pubblicit sanitaria.

DIPARTIMENTO SALUTE, SICUREZZA E SOLIDARIETA' SOCIALE, SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' - UFFICIO RISORSE FINANZIARIE ED INVESTIMENTI DEL SISTEMA SALUTE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 29 luglio 2010, n. 574. DD.G.R. N. 1524/02, N. 109/06 e N. 139/10 - O.P.T. Regionale. Autorizzazione alla fornitura di sistemi di Infusioni. Autorizzazione conosservazioni. Ra_248. ASM di Matera.

DIPARTIMENTO SALUTE, SICUREZZA E SOLIDARIETA' SOCIALE, SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' - DIREZIONE GENERALE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 29 luglio 2010, n. 575. Distacco a tempo pieno presso il Diparti-

8668

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

mento Salute, Sicurezza e Solidariet Sociale, Servizi alla Persona e alla Comunit della Regione Basilicata della Dr.ssa Marina Pecoriello, dipendente dell'Azienda Sanitaria Locale di Matera ASM, ai sensi dell'art. 47 della L.R. 39/2001, cos come riformulato dall'art. 15 della L.R. N. 7 del 04.02.2003 -Provvedimenti. DIPARTIMENTO SALUTE, SICUREZZA E SOLIDARIETA' SOCIALE, SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' - DIREZIONE GENERALE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 30 luglio 2010, n. 576. Avviso pubblico di cui alla DD. 422 del 6/6/2008. Costituzione commissione valutazione domande laurea in lingue e letterature straniere. IL DIRIGENTE (omissis) DETERMINA Di nominare la Commissione che sar cos costituita: Presidente: Dott. Giuseppe Montagano, Dirigente dell'Ufficio Formazione ed Aggiornamento e Politiche del Personale del Servizio Sanitario Regionale; Componente: Dott.ssa Cauzillo Gabriella, Dirigente dell'Ufficio Politiche della Prevenzione Sanit Pubblica, Medicina del Lavoro, Sicurezza nei luoghi di vita e lavoro; Componente: Dott. Adriano Abiusi, Dirigente dell'Ufficio Promozione Cittadinanza Solidale ed Economia Sociale, Sviluppo Servizi Sociali e Sociosanitari; Segretario: Dott.ssa M. Iolanda Ricciuti, attestata alla Direzione Generale del Dipartimento. Di dare atto che ai componenti della suddetta commissione non spetta alcun compenso. Di rinviare a successivi atti gli adempimenti conseguenti. Di pubblicare il presente atto sul sito del Dipartimento Salute, Sicurezza e Solidariet sociale, Servizi alla Persona e alla Comunit.

DIPARTIMENTO SALUTE, SICUREZZA E SOLIDARIETA' SOCIALE, SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' - DIREZIONE GENERALE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 30 luglio 2010, n. 577. Procedura comparativa per la selezione di due unit con contratto di co.co.co. - laurea in statistica - Avviso pubblico di cui alla DD. 422/2008. DIPARTIMENTO SALUTE, SICUREZZA E SOLIDARIETA' SOCIALE, SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' - UFFICIO GESTIONE TERZO SETTORE ENTI NO PROFIT E CONCESSIONE BENEFICI ECONOMICI DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 30 luglio 2010, n. 578. D.P.C.M. 4 novembre 2010-Approvazione Graduatoria progetti di Servizio Civile da realizzarsi in Regione Basilicata Anno 2010. IL DIRIGENTE VISTO il D. Lgs. 30 marzo 2001, n. 165; VISTA la L. R. n. 12 del 2.3.96 e s.m.i.; VISTA la L.R. n. 11 del 13 gennaio 1998; VISTE le DD.G.R. n. 1148/2005 e 1380/2005 relative alla denominazione e configurazione dei Dipartimenti Regionali; VISTA la D.G.R. n. 2017 del 5 ottobre 2005 e successive modifiche e integrazioni; VISTA la L.R. n. 34 del 6/9/2001 Nuovo ordinamento contabile della Regione Basilicata; VISTA la D.G.R. n. 539/2008 di modifica alla D.G.R. n. 637/06 concernente la disciplina delliter procedurale delle determinazioni e delle disposizioni dirigenziali della Giunta Regionale avvio del sistema informativo di gestione dei provvedimenti; VISTA la L.R. n. 42 del 30 dicembre 2009Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione annuale e pluriennale della Regione Basilicata Legge finanziaria 2010; VISTA la L. R. n. 43 del 30 dicembre 2009-Bilancio di previsione per lesercizio finanziario 2010 e bilancio pluriennale per il triennio 2010.2012;

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8669

VISTA la D.G.R. n. 3 del 7 gennaio 2010.Approvazione della ripartizione finanziaria in capitoli delle Unit Previsionali di Base del bilancio di previsione per lesercizio finanziario 2010 e bilancio pluriennale per il triennio 2010-2012; VISTA la L. 6 marzo 2001, n. 64 che istituisce il Servizio Civile Nazionale; VISTO il D. Lgs.. 5 aprile 2002, n. 77 recante Disciplina del Servizio Civile Nazionale a norma dellart. 2 della L. 6 marzo 2001, n. 64 che, allart. 2 comma 2, prevede la partecipazione delle Regioni e delle Province Autonome nella gestione del servizio civile nazionale secondo le rispettive competenze; VISTO in particolare lart. 6 del su citato D.Lgs. n. 77/02, il quale al comma 5 stabilisce che le Regioni e le Province Autonome di Trento e di Bolzano esaminano ed approvano i progetti presentati dagli enti ed organizzazioni che svolgono attivit nellambito delle competenze regionali; PRESO ATTO dellintesa tra U.N.S.C, Regioni e Province Autonome per lentrata in vigore del D.Lgs. 77/2002; VISTA la circolare del 17/06/2009 recante Norme sullAccreditamento degli Enti di Servizio Civile; VISTO il DPCM 4 novembre 2009: "Prontuario contenente le caratteristiche e le modalit per la redazione e la presentazione dei progetti di servizio civile nazionale da realizzare in Italia e allestero, nonch i criteri per la selezione e la valutazione degli stessi".(GURI n. 40 del 18 Febbraio 2010); VISTO lavviso dellUfficio Nazionale per il Servizio Civile e delle Regioni che stabiliva la presentazione dei progetti di servizio civile, da parte degli enti iscritti rispettivamente allAlbo Nazionale e agli albi regionali, dal 1 febbraio al 2 marzo 2010, successivamente prorogato al 4 marzo 2010; PRESO ATTO che alla data del 4 marzo 2010 sono pervenuti al Dipartimento Salute, Sicurezza, Solidariet Sociale e Servizi alla Persona n. 79 progetti in formato cartaceo; RILEVATO che lufficio competente ha proceduto allesame della documentazione e alla valutazione dei suddetti progetti ai sensi dei paragrafi 4.1 e 4.2 del richiamato prontuario, il cui

risultato ha determinato lammissione alla valutazione di qualit, ai sensi del 4.3 del medesimo prontuario, di n. 26 progetti; VISTA la graduatoria finale dei progetti servizio civile anno 2010, di cui allallegato elenco, determinata dallordine decrescente dei punteggi attribuiti ai singoli progetti; VISTO il nulla osta allapprovazione della suddetta graduatoria rilasciato dallUfficio Nazionale per il Servizio Civile, ai sensi dellarticolo 6, comma 5, del suddetto D. Lgs 77/02, con nota prot. UNSC n. 22910/II.1 del 19 luglio 2010 pervenuta al protocollo dipartimentale n.148231/72AI del 29 luglio 2010; RITENUTO, pertanto, di dover procedere alla approvazione della graduatoria finale di merito dei progetti di servizio civile nazionale presentati per lanno 2010, di cui all allegato elenco che forma parte integrante e sostanziale del presente provvedimento; DETERMINA Per tutti i motivi espressi in premessa che qui si intendono confermati: 1. di approvare la graduatoria finale di merito dei progetti presentati dagli enti iscritti allalbo della Regione Basilicata per il servizio civile nazionale bando 2010, di cui allallegato elenco che forma parte integrante e sostanziale del presente provvedimento; 2. di stabilire che saranno inseriti nel bando nazionale 2010 i progetti con il punteggio pi elevato fino alla concorrenza delle risorse disponibili. La graduatoria di cui al presente provvedimento sar pubblicata sul sito internet della Regione Basilicata per il servizio civile e della pubblicazione verr dato avviso sul B.U.R. della Regione Basilicata. Avverso il presente provvedimento ammesso ricorso al T.A.R. nei termini e nei modi previsti dalla legge n.1034/71, come modificata dalla legge n.205/2000 o, in alternativa, ammesso ricorso straordinario al Presidente della Repubblica nei termini e nei modi previsti dal D.P.R. n.1199/71, come modificato dalla legge n. 205/2000.

8670

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE - ANNO 2010


GRADUATORIA FINALE

Codice Ente Settore Assistenza Assistenza Anziani 6 6 Disabili 6 6


Area di Intervento

Denominazione Ente

NZ03020 COMUNE DI TRECCHINA COMUNE DI NZ02479 LAGONEGRO

Titolo Progetto Un arcobaleno R17NZ0302010105100NR17 di solidarieta'

Codice Progetto

Volontari Volontari Richiesti Effettivi Punteggio Limitazioni 76 NO 70 SI

R17NZ0247910101932NR17 realta' solidale

COMUNE DI BALVANO NZ05618 SEDE SERVIZIO CIVILE Assistenza Anziani 4

"VOLONTARI PER LA R17NZ0561810101405NR17 TERZA ETA'"

69 NO

ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO TENDI NZ05122 LA MANO Assistenza Disabili

"SOLIDALI IN R17NZ0512210101010NR17 AUTONOMIA"

68 NO

COMUNE DI NZ01228 VIGGIANELLO Assistenza Assistenza Anziani Anziani

8 8

8 8

66 NO 62 NO

NZ00791 COMUNE DI MARATEA

365 GIORNI CON GLI R17NZ0122810103138NR17 ANZIANI VITA AGLI R17NZ0079110103201NR17 ANNI

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Super...ABILE: Impegno civile con i Disabili di NZ03858 Azienda Sanitaria di Matera R17NZ0385810100031NR17 eta' < 18 Assistenza L'impegno etico e le abilita' della disabilita': ASSOCIAZIONE DI insieme per una VOLONTARIATO PER DISABILI "VERSO LA cittadinanza NZ03945 LUCE" R17NZ0394510100214NR17 attiva. Assistenza

Disabili

20

20

62 SI

Disabili

62 SI

Parte I

Parte I

COMUNE DI SATRIANO NZ02548 DI LUCANIA Assistenza Anziani 4 4 61 NO

Il Servizio civile:una risorsa per giovani ed R17NZ0254810104402NR17 anziani

C.F.P. - CENTRO FORMAZIONE PROFESSIONALE ENTE NZ00674 PADRI TRINITARI COMUNE DI CASTELLUCCIO NZ02133 SUPERIORE Assistenza Disabili 20 16 Assistenza Assistenza Disabili 8 Anziani 4 4 8

R17NZ0067410105528NR17 ORFEO 7

60 NO

60 SI 59 NO

NZ03363 COMUNE DI LAURIA

Io ti R17NZ0213310102218NR17 accompagno Con la R17NZ0336310104484NR17 diversabilita'

Patrimonio artistico e culturale

Valorizzazione storie e culturali locali

59 NO

Storia e cultura NZ03690 FORCOPIM R17NZ0369010105956NR17 ... per sempre VOLONTARI PER 1 ANNO, ESPERIENZA ASP AZIENDA SANITARIA PER UNA NZ05308 LOCALE DI POTENZA R17NZ0530810104390NR17 VITA Mano nella NZ03363 COMUNE DI LAURIA R17NZ0336310104485NR17 mano Assistenza Assistenza Disabili Anziani

30 8

26 8

58 SI 56 NO

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

MURO LUCANO:UNA Patrimonio STORIA UNA artistico e NZ03693 COMUNE MURO LUCANO R17NZ0369310103747NR17 CULTURA culturale

Valorizzazione storie e culturali locali

56 NO

COMUNE DI NZ03975 GORGOGLIONE

Diamo voce alla memoria R17NZ0397510101364NR17 storica

Patrimonio artistico e culturale

Valorizzazione storie e culturali locali

56 NO

8671

8672

COMUNE DI BRINDISI NZ04681 MONTAGNA COMUNE DI NZ00766 FRANCAVILLA SUL SINNI Anziani Disabili 4 4 55 NO 4 4 56 NO

TUTTI I COLORI DELLA R17NZ0468110106444NR17 SOLIDARIETA' Assistenza DIAMOCI UNA R17NZ0076610105821NR17 MANO Assistenza

ASSOCIAZIONE VOLONTARI PROTEZIONE CIVILE NZ00294 VIGGIANO (PZ) Protezione Civile 8 8 Prevenzione incendi

PRINBO (PReveniamo gli INcendi R17NZ0029410101523NR17 BOschivi)

54 NO

COMUNE DI CASTELLUCCIO NZ02133 SUPERIORE 6

TENIAMOCI R17NZ0213310102219NR17 INFORMATI

Educazione e Promozione Sportelli informa.... culturale 6

54 NO

EDUCATIONAL SERVICE NZ01449 P.S.C.

Il lavoro, i giovani, la comunita': verso il R17NZ0144910106277NR17 cambiamento Educazione e Promozione Sportelli culturale informa....

52 NO

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

PROTEZIONE CIVILE NZ02135 GRUPPO LUCANO

Monitoraggio incendi boschivi con l'uso di tecnologie satellitari integrate con tecniche R17NZ0213510101416NR17 tradizionali Protezione Civile

Prevenzione incendi

40

38

49 SI

"LE DIFFERENZE CHE COMUNE DI SAVOIA DI NZ05340 LUCANIA R17NZ0534010101407NR17 AIUTANO" Ambiente NZ05529 COMUNE DI ACCETTURA R17NZ0552910104365NR17 NONNI ATTIVI Assistenza

Prevenzione e monitoraggio inquinamento dell'aria Anziani

4 4

4 4

48 NO 38 NO

Parte I

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8673

DIPARTIMENTO SALUTE, SICUREZZA E SOLIDARIETA' SOCIALE, SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' - UFFICIO GESTIONE TERZO SETTORE ENTI NO PROFIT E CONCESSIONE BENEFICI ECONOMICI DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 30 luglio 2010, n. 580. L.R. n. 40/09 - D.G.R. 366/10 - Registro Regionale delle Associazioni di Promozione Sociale - Iscrizione "Associazione Federconsumatori della provincia di Matera". DIPARTIMENTO SALUTE, SICUREZZA E SOLIDARIETA' SOCIALE, SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' - UFFICIO PIANIFICAZIONE SANITARIA E VERIFICA DEGLI OBIETTIVI - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 4 agosto 2010, n. 583. D.G.R. n141/09. Progetto Nazionale "Sostegno alle iniziative di controllo del tabagismo: dalla pianificazione regionale alla pianificazione aziendale". Realizzazione attivit sperimentali all'A.S.P. e l'A.S.M.. DIPARTIMENTO SALUTE, SICUREZZA E SOLIDARIETA' SOCIALE, SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' - UFFICIO PRESTAZIONI ASSISTENZA TERRITORIALE, OSPEDALIERA E POLITICHE DEL FARMACO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 4 agosto 2010, n. 591. Nomina componenti Commsione Regionale D.G.R. 2297 del 29/12/2009. DIPARTIMENTO SALUTE, SICUREZZA E SOLIDARIETA' SOCIALE, SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' - DIREZIONE GENERALE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 4 agosto 2010, n. 592. Affidamento temporaneo delle funzioni di Dirigente Generale al Dott. Giuseppe Montagano, ex art. 17 C. 1 della L.R. N. 12/96. DIPARTIMENTO SALUTE, SICUREZZA E SOLIDARIETA' SOCIALE, SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' - UFFICIO PIANIFI-

CAZIONE SANITARIA E VERIFICA DEGLI OBIETTIVI - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 6 agosto 2010, n. 593. Comune di Baragiano: Istanza della Sig.ra Losasso Beatrice Amministratrice del Centro Clinico "Villa Beatrice" sito in Baragiano Scalo, in Via Appia N. 43, per l'ampliamento dell'attivit di Medicina di Laboratorio con estensione del Laboratorio Generale di base alle Sezioni Specialistiche di Biochimica Clinica e Tossicologica, Ematologia, Emocoagulazione, Immunoematologia e Microbiologia - Verifica di compatibilit art. 3 della L.R. N. 28 del 5.4.2000 e s.m.i. - Provvedimento. DIPARTIMENTO SALUTE, SICUREZZA E SOLIDARIETA' SOCIALE, SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' - UFFICIO VETERINARIO, IGIENE DEGLI ALIMENTI, TUTELA DEI CONSUMATORII - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 6 agosto 2010, n. 595. D.D. n. 72AG/2008/D/259 del 4 maggio 2008. Modifiche ed integrazioni della D.I.A. per sagre. DIPARTIMENTO SALUTE, SICUREZZA E SOLIDARIETA' SOCIALE, SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' - UFFICIO GESTIONE TERZO SETTORE ENTI NO PROFIT E CONCESSIONE BENEFICI ECONOMICI DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 6 agosto 2010, n. 596. Erogazione una tantum ai sensi della L. 210/92 eredi di C.A. Azienda Sanitaria Locale di Potenza. DIPARTIMENTO SALUTE, SICUREZZA E SOLIDARIETA' SOCIALE, SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' - UFFICIO FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO E POLITICHE DEL PERSONALE DEL SSR - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 6 agosto 2010, n. 600. Parziale rettifica della Determinazione Dirigenziale 72AD.2010/D.00567 del 27.07. 2010.

8674

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

DIPARTIMENTO SALUTE, SICUREZZA E SOLIDARIETA' SOCIALE, SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' - UFFICIO GESTIONE TERZO SETTORE ENTI NO PROFIT E CONCESSIONE BENEFICI ECONOMICI DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 6 agosto 2010, n. 601. DPCM 6 febbraio 2009: "Prontuario contenente le disposizioni per lo svolgimento delle funzioni di controllo e verifica sull'attuazione dei progetti di servizio civile nazionale. Doveri degli enti di servizio civile e infrazioni punibili con le sanzioni amministrative previste dall'art. 3 bis della Legge 6 marzo 2001, n. 64" Approvazione programmazione attivit di verifica progetti di servizio civile Regione Basilicata bando 2009.

VISTA la L.R. n. 42 del 30 dicembre 2009Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione annuale e pluriennale della Regione Basilicata Legge finanziaria 2010; VISTA la L. R. n. 43 del 30 dicembre 2009-Bilancio di previsione per lesercizio finanziario 2010 e bilancio pluriennale per il triennio 2010.2012; VISTA la D.G.R. n. 3 del 7 gennaio 2010.Approvazione della ripartizione finanziaria in capitoli delle Unit Previsionali di Base del bilancio di previsione per lesercizio finanziario 2010 e bilancio pluriennale per il triennio 2010-2012; VISTA la L. 6 marzo 2001 , n. 64 che istituisce il Servizio Civile Nazionale; VISTO il D. Lgs.. 5 aprile 2002, n. 77 recante Disciplina del Servizio Civile Nazionale a norma dellart. 2 della L. 6 marzo 2001, n. 64 che, allart. 2 comma 2, prevede la partecipazione delle Regioni e delle Province Autonome nella gestione del servizio civile nazionale secondo le rispettive competenze; VISTO in particolare lart. 6 del su citato D.Lgs. n. 77/02, il quale al comma 5 stabilisce che le Regioni e le Province Autonome di Trento e di Bolzano esaminano ed approvano i progetti presentati dagli enti ed organizzazioni che svolgono attivit nellambito delle competenze regionali; PRESO ATTO dellintesa tra U.N.S.C, Regioni e Province Autonome per lentrata in vigore del D.Lgs. 77/2002; VISTA la circolare del 17/06/2009 recante Norme sullAccreditamento degli Enti di Servizio Civile; VISTO il DPCM 4 novembre 2009: "Prontuario contenente le caratteristiche e le modalit per la redazione e la presentazione dei progetti di servizio civile nazionale da realizzare in Italia e allestero, nonch i criteri per la selezione e la valutazione degli stessi".(GURI n. 40 del 18 Febbraio 2010); VISTO lavviso dellUfficio Nazionale per il Servizio Civile e delle Regioni che stabiliva la pre-

DIPARTIMENTO SALUTE, SICUREZZA E SOLIDARIETA' SOCIALE, SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' - UFFICIO GESTIONE TERZO SETTORE ENTI NO PROFIT E CONCESSIONE BENEFICI ECONOMICI DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 6 agosto 2010, n. 602. D.P.C.M. 4 novembre 2009. Progetti Servizio Civile 2010 Respinti. IL DIRIGENTE VISTO il D. Lgs. 30 marzo 2001, n. 165; VISTA la L. R. n. 12 del 2.3.96 e s.m.i.; VISTA la L.R. n. 11 del 13 gennaio 1998; VISTE le DD.G.R. n. 1148/2005 E 1380/2005 relative alla denominazione e configurazione dei Dipartimenti Regionali; VISTA la D.G.R. n. 2017 del 5 ottobre 2005 e successive modifiche e integrazioni; VISTA la L.R. n. 34 del 6/9/2001 Nuovo ordinamento contabile della Regione Basilicata; VISTA la D.G.R. n. 539/2008 di modifica alla D.G.R. n. 637/06 concernente la disciplina delliter procedurale delle determinazioni e delle disposizioni dirigenziali della Giunta Regionale avvio del sistema informativo di gestione dei provvedimenti;

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8675

sentazione dei progetti di servizio civile, da parte degli enti iscritti rispettivamente allAlbo Nazionale e agli albi regionali, dal 1 febbraio al 2 marzo 2010, successivamente prorogato al 4 marzo 2010; CONSIDERATO che: - al punto 4 del suddetto prontuario previsto lesame, la valutazione, la selezione e approvazione dei progetti di servizio civile; - oltre allesame del formato cartaceo, occorre, ai sensi del suddetto prontuario, procedere anche allesame del formato elettronico, attraverso la gestione del sistema informatico ministeriale denominato HELIOS; - il punto 4.1 prevede lesame della documentazione, previa la quale non si procede alla successiva valutazione di merito dei progetti in presenza anche di una sola delle anomalie ivi indicate; - il punto 4.2 del su citato prontuario prevede la valutazione di merito dei progetti di servizio civile tenendo conto di tutti i criteri ivi elencati, in assenza dei quali i progetti sono esclusi dalla successiva valutazione di qualit; PRESO ATTO che alla data del 4 marzo 2010 sono pervenuti al Dipartimento Salute, Sicurezza, Solidariet Sociale e Servizi alla Persona n. 79 progetti in formato cartaceo, di cui n. 71 in formato elettronico; RILEVATO che il predetto prontuario al punto 3.1. obbliga gli enti di servizio civile alla presentazione dei relativi progetti, nei termini fissati dal suddetto avviso, sia in formato cartaceo che con il format prescritto per linvio via Internet; PRESO ATTO che n. 8 progetti sono pervenuti solo in formato cartaceo e che pertanto non sono stati ammessi ad esame e valutazione di cui ai punti 4.1. e 4.2.; RILEVATO che lufficio competente ha proceduto allesame della documentazione e alla valutazione dei rimanenti progetti ai sensi dei su richiamati par. 4.1 e 4.2 del prontuario; RILEVATO, altres, che nellambito delle suddet-

te attivit di esame e valutazione dei progetti di che trattasi sono state riscontrate alcune irregolarit che non hanno reso possibile lammissione alla successiva valutazione di qualit ai sensi del paragrafo 4.3 del medesimo prontuario, dei progetti inseriti nellallegato elenco dei progetti respinti; RITENUTO, pertanto, di dover procedere all esclusione dalla valutazione di qualit dei progetti di servizio civile di cui al suddetto elenco che allegato al presente provvedimento ne costituisce parte integrante e sostanziale; DETERMINA Per tutti i motivi espressi in premessa che qui si intendono confermati: - di escludere dalla valutazione di qualit i progetti di servizio civile inseriti nell elenco dei progetti respinti, che allegato al presente provvedimento ne forma parte integrante e sostanziale, ai sensi delle disposizioni di cui ai paragrafi 4.1 e 4.2 del D.P.C.M. 4 novembre 2009, per le motivazioni a fianco di ciascuno indicate. Il presente provvedimento sar pubblicato sul sito internet della Regione Basilicata per il servizio civile e della pubblicazione verr dato avviso sul B.U.R. della Regione Basilicata. Avverso il presente provvedimento ammesso ricorso al T.A.R. nei termini e nei modi previsti dalla legge n.1034/71, come modificata dalla legge n.205/2000 o, in alternativa, ammesso ricorso straordinario al Presidente della Repubblica nei termini e nei modi previsti dal D.P.R. n. 1199/71, come modificato dalla legge n. 205/2000.

8676

SERVIZIO CIVILE NAZIONALE ANNO 2010 PROGETTI RESPINTI

Codice Progetto Motivazione Educazione e Promozione culturale / Centri di aggregazione (bambini, giovani, anziani) Respinto Educazione e Promozione culturale / Animazione culturale verso minori Respinto

Denominazione

Titolo

Settore/Area Intervento

Stato Progetto

COMUNE SAN R17NZ0349110102066NR17 SEVERINO LUCANO Spaziando tra il gioco e lo studio

Nuove, competenti risorse per il territorio

i contenuti della formazione specifica non sono attinenti alle attivit del progetto prontuario 4.2 C 5; assenza dei requisiti dell'olp -prontuario 4.2 C 8 assenza del contesto territoriale, assenza degli obiettivi del progetto, modalit di impiego dei volontari - prontuario 4.2 C 1, 2 e 3

COMUNE SAN R17NZ0349110102065NR17 SEVERINO LUCANO

R17NZ0311110104528NR17 COMUNE di CARBONE Educazione e Promozione culturale / Animazione culturale verso giovani Respinto INFORMARE PER CRESCERE

SEMPRE MENO SOLI

Assistenza / Anziani

Respinto

COMUNE DI FRANCAVILLA SUL R17NZ0076610105820NR17 SINNI

R17NZ0084210105299NR17 COMUNE DI RIVELLO Educazione e Promozione culturale / Sportelli informa....

IN FUTURO "NON PIU' SOLI" Assistenza / Anziani

Respinto

il progetto viene svolto su pi settori prontuario 4.2 C 10 assenza del monitoraggio delle attivit previste - prontuario 4.2 C 4; assenza dei destinatari e dei beneficiari - prontuario 4.2 C 1 carenza dei contenuti della formazione specifica - prontuario 4.2 C 5
Respinto

ASSOCIAZIONE IRFEDI R17NZ0501810106361NR17 ONLUS Informa e Orienta

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

ASSOCIAZIONE CILAP/EAPN R17NZ0510710106315NR17 BASILICATA O.A.S.I. 2010

Educazione e Promozione culturale / Sportelli informa....

Respinto

carenza dei contenuti della formazione specifica - prontuario 4.2 C 5

COMUNE DI R17NZ0438010102824NR17 CASTELGRANDE

INFINITI SOLI INNUMEREVOLI MONDI

Patrimonio artistico e culturale / Valorizzazione storie e culturali locali

Respinto

errata autocertificazione curriculum olpprontuario 4.1;difformit dell'indicazione dei settori tra cartaceo e HELIOS- prontuario 4.2 E

Parte I

Parte I

R17NZ0330810102679NR17 COMUNE DI POTENZA

Oi Dialogoi:sportelli dialoganti nell'agor comunale Respinto

Educazione e Promozione culturale / Sportelli informa....

respinto ai sensi del prontuario 4.2 C 3 e 5: poco chiara la tipologia degli interventi previsti e le modalit di impiego dei volontari, i contenuti della formazione specifica riguardano al comunicazione di base ma non le peculiari attivit; presentata fotocopia della dichiarazione sostitutiva dell'atto di notoriet e dell'istanza di presentazione - prontuario 4.1.3

R17NZ0024710103117NR17 COMUNE DI ROTONDA PARLIAMO DI POIS Educazione e Promozione culturale / Sportelli informa.... Respinto Assistenza / Anziani Respinto

UN SORRISO D'ALTRI TEMPI Assistenza / Anziani Respinto

COMUNITA' MONTANA R17NZ0432010104213NR17 ALTO BASENTO

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DELLA R17NZ0137510104112NR17 BASILICATA Universit porte aperte

incongruenza ore formazione tra quanto indicato alla voce 34 del cartaceo e le ore indicate in HELIOS - prontuario 4.2 E Assenza dei requisiti richiesti dell'olp prontuario 4.2 C 8 progetto articolato su pi settori - prontuario 4.2 C 10; progetto autoreferenziale prontuaro 4.2 F

"A.D.A - ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI" ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO R17NZ0491210100282NR17 ONLUS Oltre i vicoli della solidariet Assistenza / Anziani INTEGRAZIONE PER L'INCLUSIONE SOCIALE DEI MINORATI DELLA VISTA Assistenza / Disabili Respinto

assenza del monitoraggio delle attivit previste - prontuario 4.2 C 4 assenza del monitoraggio della formazione prontuario 4. 2 C 4;assenza dei requisiti dell'olp - prontuario 4.2 C 8

ASSOCIAZIONE R12NZ0225410100198NR17 DISABILI VISIVI

Respinto

COMUNE DI R17NZ0284010105840NR17 LATRONICO DECISAMENTE ABILI II

ATTRAVERSARE I TERRITORI PER ABITARE LA SOLIDARIETA' V Assistenza / Anziani Assistenza / Minori

Respinto Respinto

progetti palesemente simili - prontuario 4.2 G progetti palesemente simili - prontuario 4.2 G i contenuti della formazione specifica non fanno riferimento alle specifiche attivit del progetto e nei contenuti della formazione generale mancano alcuni moduli - prontuario 4.2 C 5

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

COMUNE DI R17NZ0284010105841NR17 LATRONICO

R17NZ0417210106490NR17 COMUNE DI PISTICCI

SENZAETA'

Assistenza / Anziani

Respinto

8677

8678

CE.ST.RI.M. - CENTRO STUDI E RICERCHE SULLE REALTA' R17NZ0072510100963NR17 MERIDIONALI Vivi la strada INSIEME PER GLI ANZIANI - PREVENIRE L'ISOLAMENTO Assistenza / Anziani Assistenza / Minori Assistenza / Disabili Patrimonio artistico e culturale / Valorizzazione storie e culturali locali Respinto Respinto Respinto Respinto Crescere Insieme Solidali Insieme 2010 Assistenza / Minori Respinto

COMUNE DI SAN R17NZ0350610105827NR17 PAOLO ALBANESE

R17NZ0236810101136NR17 COMUNE DI LAVELLO

R17NZ0236810101137NR17 COMUNE DI LAVELLO

la scansione temporale delle attivit del progetto vengono ripartite per un tempo superiore a quello previsto dalla normativa per i progetti di servizio civile, inoltre, non vengono indicate le attivit dei volontariprontuario 4.2 C 3 differente indicazione del numero di volontari nel box 16 cartaceo e informatico - prontuario 4.2 E progetti palesemente simili alle voci 6, 7, 8 e 25 - prontuario 4.2 G progetti palesemente simili alle voci 6, 7, 8 e 25 - prontuario 4.2 G assenza del piano di monitoraggio - prontuario 4.2 C 4

AMMINISTRAZIONE ALLA SCOPERTA DELLA R17NZ0371410106213NR17 COMUNALE GRASSANO NOSTRA STORIA

R17NZ0079110103202NR17 COMUNE DI MARATEA DIAMOCI UNA MANO Patrimonio artistico e culturale / Valorizzazione storie e culturali locali Ambiente / Prevenzione e monitoraggio inquinamento dell'aria Ambiente / Salvaguardia e tutela di Parchi e oasi naturalistiche Educazione e Promozione culturale / Animazione culturale verso minori Assistenza / Anziani

SVILUPPO SOSTENIBILE E VALORIZZAZIONE DELLE AREE NATURALI SENSIBILI PRESENTI SUL TERRITORIO COMUNALE Ambiente / Salvaguardia e tutela di Parchi e oasi naturalistiche Respinto Respinto

R17NZ0200710104387NR17 COMUNE DI NEMOLI

mancano i contenuti della formazione specifica - prontuario 4.2 C 5 assenza del monitoraggio delle attivit prontuario 4.2 C 4 assenza dei equisiti richiesti per rivestire il ruolo di olp - Prontuario 4.2 C 8;
Respinto

COMUNE DI SANT'ANGELO LE R17NZ0580210106228NR17 FRATTE Il patrimonio della storia

COMUNE DI VIETRI DI R17NZ0521910101406NR17 POTENZA "ECOVOLONTARI"

Respinto

assenza dei requisiti richiesti per rivestire il ruolo di olp - Prontuario 4.2 C 8 assenza dei requisiti dell'olp - prontuario 4.2 C 8
Respinto

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

R17NZ0369010105957NR17 FORCOPIM

Il verde vita

ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO R17NZ0458610102645NR17 "AMICI DELLARCA" ANIMIAMO INSIEME

Respinto

COMITATO REGIONALE BAMBY IN SERVIZIO R17NZ0442610102728NR17 A.I.C.S. BASILICATA CIVILE

Assistenza / Minori

Respinto

manca la dichiarazione sostitutiva dell'atto di notoriet - prontuario 4.01.03 incongruenza nel box 16 tra la scheda cartacea e la scheda informatica - Prontuario 4.1.10

Parte I

Parte I

COMUNE DI R17NZ0331310104100NR17 ROTONDELLA Respinto

P.A.C.E. Patrimonio Artistico, Conoscenza, Educazione

Patrimonio artistico e culturale / Cura e conservazione biblioteche

R17NZ0383310103372NR17 COMUNE VALSINNI

VALSINNI SI RACCONTA. Patrimonio artistico e culturale / Valorizzazione NATURA E CULTURA SI centri storici minori INCONTRANO. Respinto

incongruenza del nominativo dell'olp tra il cartaceo e la scheda informatica box 16 prontuario 4.2 E; assenza della dichiarazione sostitutiva dell'atto di notoriet ai sensi dell'art. 47 del D.P.R. n. 445/2000 - prontuario 4.1.3; assenza dei curricula degli olp - prontuario 4.1.6 assenza della dichiarazione sostitutiva dell'atto di notoriet ai sensi dell'art. 47 del D.P.R. n. 445/2000 - prontuario 4.1.3; incompleta compilazione dell'istanza di prersentazione - prontuario 4.1.5 l'atto di notoriet e il progetto non sono a firma del responsabile legale dell'ente -prontuario 4.1.2 l'atto di notoriet e il progetto non sono a firma del responsabile legale dell'ente -prontuario 4.1.2 l'atto di notoriet e il progetto non sono a firma del responsabile legale dell'ente -prontuario 4.1.2

ASSOCIAZIONE FILEMONE - COMITATO DI PROMOZIONE PER L'INTEGRAZIONE TRA I Armonia nelle differenza R17NZ0166810101700NR17 POPOLI Educazione e Promozione culturale / Centri di aggregazione (bambini, giovani, anziani) Respinto

ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO MIGLIORAMENTO CONDIZIONI R17NZ0108210102279NR17 AMBIENTALI BIBLIOTECA APERTA 2010 Respinto Educazione e Promozione culturale / Centri di aggregazione (bambini, giovani, anziani) Respinto Patrimonio artistico e culturale / Cura e conservazione biblioteche

ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO MIGLIORAMENTO CONDIZIONI R17NZ0108210102280NR17 AMBIENTALI C.A.G. - CENTRO D'AGGREGAZIONE GIOVANILE 2010

ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO MIGLIORAMENTO CONDIZIONI R17NZ0108210102282NR17 AMBIENTALI SERVIZIO CIVILE E SERVIZI SOCIALI 2010 Assistenza / Anziani

Respinto

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO MIGLIORAMENTO CONDIZIONI R17NZ0108210102281NR17 AMBIENTALI SPORTELLO INFORMATIVO 2010

Educazione e Promozione culturale / Sportelli informa....

Respinto

COMUNE DI FRANCAVILLA SUL R17NZ0076610105822NR17 SINNI DIMENSIONE E VITA

Assistenza / Anziani

Respinto

8679

R17NZ0435210104196NR17 COMUNE DI ABRIOLA

MISSIONE NONNO

Assistenza / Anziani

Respinto

l'atto di notoriet e il progetto non sono a firma del responsabile legale dell'ente -prontuario 4.1.2 differente indicazione del numero volontari nel box 16 cartaceo e elettronico - prontuario 4.2 E sede di attuazione del progetto non accreditata - prontuario 4.1.2; impossibilit di riferire l'olp alla sede di attuazione in cui impiegato poich tra il cartaceo e la scheda informatica box 16 c' incongrenza prontuario 4.2 C 8

8680

COMUNE DI R17NZ0344610106313NR17 GRUMENTO NOVA Solidariet "incomune" Assistenza / Anziani Respinto

R17NZ0486010101791NR17 AUSER BASILICATA

Camminiamo Insieme

Educazione e Promozione culturale / Centri di aggregazione (bambini, giovani, anziani) Respinto

non corretta compilazione dell'istanza di presentazione -prontuario 4.1.5 assenza della dichiarazione sostitutiva dell'atto di notoriet ai sensi dell'art. 47 del D.P.R. n. 445/2000 - prontuario 4.1.3 (l'allegato riporta l'indicazione di un ente diverso) assenza della dichiarazione sostitutiva dell'atto di notoriet ai sensi dell'art. 47 del D.P.R. n. 445/2000 - prontuario 4.1.3 assenza della dichiarazione sostitutiva dell'atto di notoriet ai sensi dell'art. 47 del D.P.R. n. 445/2000 - prontuario 4.1.3 assenza della dichiarazione sostitutiva dell'atto di notoriet ai sensi dell'art. 47 del D.P.R. n. 445/2000 - prontuario 4.1.3

COMUNE DI R17NZ0417810102143NR17 AVIGLIANO Presenza Solidale Assistenza / Disabili Respinto

COMUNE DI CASTELLUCCIO R17NZ0143910101445NR17 INFERIORE L'ESPERIENZA DI UNA VITA Assistenza / Anziani Respinto

COMUNE DI CASTELLUCCIO R17NZ0143910101446NR17 INFERIORE NON PIU' SOLI Patrimonio artistico e culturale / Cura e conservazione biblioteche Respinto Assistenza / Disabili Respinto

R17NZ0348110106413NR17 COMUNE DI TITO

LA CULTURA NELLA SOCIETA'

COMUNE DI R17NZ0122810103139NR17 VIGGIANELLO Assistenza / Disabili Patrimonio artistico e culturale / Valorizzazione storie e culturali locali Patrimonio artistico e culturale / Valorizzazione storie e culturali locali

VIGGIANELLO SENZA FRONTIERE

Respinto

non completa compilazione dell'istanza di presentazione - prontuario 4.1.5 nell'elenco allegato all'autocertificazione sostitutiva dell'atto di notoriet si fa riferimento ad un progetto con un titolo diverso prontuario 4.1.3 curriculum olp non in forma di autocertificazione (ai sensi art. 46 47 D.P.R. 445/2000) - prontuario 4.1.7

COMUNE DI R17NZ0284310103371NR17 CASTELMEZZANO VOLO E. REALT

Respinto

NZ02457

COMUNE DI ANZI

Benvenuti ad Anzi il Paese Presepe

Respinto

Mancata presentazione dell'istanza in formato elettronico - Prontuario 3.2

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

NZ02891 INSIEME SI PUO'

COMUNE DI SPINOSO

PRESERVA TUTELA VALORIZZA IL DONO DELLA NATURA

Ambiente / Salvaguardia e tutela di parchi e oasi naturalistiche Assistenza / Disabili

Respinto Respinto

NZ02318

COMUNE DI CALVELLO

Mancata presentazione dell'istanza in formato elettronico - Prontuario 3.2 Mancata presentazione dell'istanza in formato elettronico - Prontuario 3.2

NZ04335

COMUNITA' MONTANA MELANDRO VIVI IL BOSCO

Ambiente / Salvaguardia tutela e incremento del patrimonio forestale

Respinto

Mancata presentazione dell'istanza in formato elettronico - Prontuario 3.2

Parte I

Parte I

NZ04810

COOPERATIVA SOCIALE RETE TELEMATICA Respinto

Mancata presentazione dell'istanza in formato elettronico -Prontuario 3.2; inoltre nel progetto viene richiesto un numero di volontari inferiori al minimo previsto per progetti dalla normativa

NZ02572 DIAMOCI UNA MANO ACCOGLIERE LA DIFFERENZA Assistenza / Disabili Respinto Assistenza /Anziani Respinto

ASSOCIAZIONE L'ANTORIUM Respinto

GIOVANI DENTRO 2 Assistenza / Anziani CONSERVAZIONE E CURA DI PATRIMONIO ARTISTICO E CULTURALE Patrimonio artistico e L'ANTORIUM culturale

NZ04962

COMUNE DI RAPOLLA

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

NZ04962

COMUNE DI RAPOLLA

Mancata presentazione dell'istanza in formato elettronico -Prontuario 3.2 Mancata presentazione dell'istanza in formato elettronico -Prontuario 3.2 Mancata presentazione dell'istanza in formato elettronico -Prontuario 3.2

8681

8682

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

DIPARTIMENTO INFRASTRUTTURE, OPERE PUBBLICHE, MOBILITA' - UFFICIO DIFESA DEL SUOLO MATERA - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 22 luglio 2010, n. 692. Valsinni - Intervento urgente ai sensi della L.R. 23.11.1978 n. 51 - Autorizzazione ex art. 3 ultimo comma - Intervento di ripristino infrastrutture viarie in loc. Scassafresca e loc. Castagna - Importo a 39.000,00 - Impegno di spesa. DIPARTIMENTO INFRASTRUTTURE, OPERE PUBBLICHE, MOBILITA' - UFFICIO DIFESA DEL SUOLO MATERA - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 22 luglio 2010, n. 693. Aliano - Intervento urgente ai sensi della L.R. 23.11.1978 n. 51 - Autorizzazione ex art. 3 ultimo comma - Intervento di ripristino viabilit di via Cisterna - Importo a 23.757,37 Impegno di spesa. DIPARTIMENTO INFRASTRUTTURE, OPERE PUBBLICHE, MOBILITA' - UFFICIO TRASPORTI - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 22 luglio 2010, n. 694. Piano degli investimenti nel settore del trasporto pubblico locale urbano ed extraurbano FAL - DCR 540/09 e 596/09 - impegno e liquidazione fondi all'impresa Autolinee F.lli. Gambioli snc. DIPARTIMENTO INFRASTRUTTURE, OPERE PUBBLICHE, MOBILITA' - UFFICIO TRASPORTI - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 22 luglio 2010, n. 695. Piano degli investimenti nel settore del trasporto pubblico locale urbano ed extraurbano FAL - DCR 540/09 e 596/09 - impegno e liquidazione fondi all'impresa Autolinee Liscio Giuseppe s.r.l. DIPARTIMENTO INFRASTRUTTURE, OPERE PUBBLICHE, MOBILITA' - UFFICIO TRASPORTI - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 22 luglio 2010, n. 697.

P.N.S.S. - 2 Programma Annuale di Attuazione - D.G.R. 266/2010 - Comune di Marsiconuovo - Piano di interventi per la Sicurezza Stradale - Liquidazione primo acconto del contributo concesso.

DIPARTIMENTO INFRASTRUTTURE, OPERE PUBBLICHE, MOBILITA' - UFFICIO DIFESA DEL SUOLO MATERA - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 22 luglio 2010, n. 698. Miglionico -Intervento urgente ai sensi della L.R. 23.11.1978 n. 51 - Autorizzazione ex art. 3 ultimo comma - Intervento di consolidamento versanti in Via Estramurale Castello - Importo a 20.000,00 - Impegno di spesa.

DIPARTIMENTO INFRASTRUTTURE, OPERE PUBBLICHE, MOBILITA' - UFFICIO TRASPORTI - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 22 luglio 2010, n. 699. Legge 1.08.2002, n 166 - Piano degli Investimenti - Delibera Consiglio Regionale N 455 del 7.10.2008: Liquidazione del contributo per acquisto autobus all'Impresa Autolinee Grassani & Garofalo S.R.L. con sede in Policoro, esercente servizi pubblici di linea.

DIPARTIMENTO INFRASTRUTTURE, OPERE PUBBLICHE, MOBILITA' - UFFICIO TRASPORTI - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 22 luglio 2010, n. 700. D.G.R. n. 269 del 28.02.2007 - Linea ferroviaria FAL srl Gravina-Avigliano Lucania Progetto per interventi di rinnovo binario e sistemazione opere d'arte Fornitura traverse in legno. Liquidazione.

DIPARTIMENTO INFRASTRUTTURE, OPERE PUBBLICHE, MOBILITA' - UFFICIO INFRASTRUTTURE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 22 luglio 2010, n. 701. P.O.R. 2000-2006 - Mis. VI.1 - PRV - Accordo di Programma tra Regione e Provincia di Potenza (D.G.R. n. 2447 del 03/11/2004) - Cod.

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8683

Prog. 76/2005/2. Lavori di adeguamento del tratto tra abitato di Paterno e la SS 598. Presa d'atto approvazione contabilit finale (stato finale e certificato regolare esecuzione) e quadro economico finale -Parere AdG prot. n.140346/71AU del 16.7.2010. - Erogazione saldo finale per lavori , incentivi ed espropri. Disimpegno economia - Intervento concluso.

POR Basilicata 2000/2006 - Misura IIII.3 (PES) - Piano Edilizia Scolastica - Premialit -Provincia di Matera" Lavori di adeguamento alle norme di sicurezza ed eliminazione barriere architettoniche del Liceo Classico di Nova Siri".- Presa d'atto nuovo quadro economico e liquidazione I S.A.L. DIPARTIMENTO INFRASTRUTTURE, OPERE PUBBLICHE, MOBILITA' - UFFICIO EDILIZIA E OPERE PUBBLICHE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 22 luglio 2010, n. 708. POR Basilicata 2000/2006 - Misura III.3 (PES) - Piano Edilizia Scolastica - Premialit - Provincia di Potenza - "Lavori di adeguamento alle norme di sicurezza ed eliminazione barriere architettoniche presso l'Istituto Commerciale di San Fele" - Approvazione atti di contabilit finale e liquidazione saldo aggiuntivo. Codice Progetto 76/2008/71. DIPARTIMENTO INFRASTRUTTURE, OPERE PUBBLICHE, MOBILITA' - UFFICIO PROTEZIONE CIVILE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 22 luglio 2010, n. 709. Comune di San Chirico Raparo - Legge N 226/99-Evento sismico del 9 settembre 1998. Liquidazione della somma di a 400.000,00. DIPARTIMENTO INFRASTRUTTURE, OPERE PUBBLICHE, MOBILITA' - UFFICIO PROTEZIONE CIVILE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 22 luglio 2010, n. 710. L. 219/81 - L.32/92 - Deliberazione CIPE 31 luglio 2009 N 60 - D.G.R. N 102/2010. Accreditamento al ministero per i Beni e le Attivit Culturali - Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Basilicata di a 220.000,00 - I^ Anticipazione. DIPARTIMENTO INFRASTRUTTURE, OPERE PUBBLICHE, MOBILITA' - UFFICIO PROTEZIONE CIVILE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 22 luglio 2010, n. 711.

DIPARTIMENTO INFRASTRUTTURE, OPERE PUBBLICHE, MOBILITA' - UFFICIO INFRASTRUTTURE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 22 luglio 2010, n. 703. P.R.V. - Accordo di Programma tra Regione e Provincia di Potenza (DGR n. 2447 del 03/11/2004) Completamento dell'ammodernamento e messa in sicurezza del collegamento tra SP 92 di Bella- S.Cataldo-Avigliano". Presa d'atto dell'appalto e della rimodulazione del quadro economico. Erogazione per 1 SAL e per incentivi .

DIPARTIMENTO INFRASTRUTTURE, OPERE PUBBLICHE, MOBILITA' - UFFICIO INFRASTRUTTURE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 22 luglio 2010, n. 704. POR Basilicata 2000 2006, Misura VIA (Cod. Progetto 76/2004/2) P.R.V. - Amm.ne Prov.le di Potenza: Lavori di adeguamento e completamento della strada interpoderale Santa Croce/Camastra in sostituzione del tratto stradale della S.P. n.13 interessata da caduta massi nel territorio comunale di Castelmezzano (PZ) e Pietrapertosa (PZ) Decreto del Ministro dell'Interno, delegato per il coordinamento della Protezione Civile, datato 12 marzo 2001. Presa atto quadro economico finale - Erogazione saldo finale Disimpegno economie - Intervento concluso.

DIPARTIMENTO INFRASTRUTTURE, OPERE PUBBLICHE, MOBILITA' - UFFICIO EDILIZIA E OPERE PUBBLICHE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 22 luglio 2010, n. 705.

8684

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

D.G.R. N 806 del 17/05/2010 - Contributo finanziario per attivit di controllo della sicurezza lungo la S.S. 18 "Tirrena Inferiore" nel tratto interessato dal movimento franoso in localit Rasi. Liquidazione.

DIPARTIMENTO INFRASTRUTTURE, OPERE PUBBLICHE, MOBILITA' - UFFICIO PROTEZIONE CIVILE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 22 luglio 2010, n. 716. L.219/81 - L.32/92 Deliberazione CIPE 23 dicembre 2003 N123. Accreditamento al Comune di Missanello della somma di a 80.000,00 - 3^ Anticipazione.

DIPARTIMENTO

INFRASTRUTTURE,

OPERE PUBBLICHE, MOBILITA' - UFFICIO PROTEZIONE CIVILE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 22 luglio 2010, n. 712. L.219/81 - L.32/92 - Deliberazione CIPE 23 dicembre 2003 N123. Accreditamento al Comune di Oppido Lucano della somma di a 670.000,00 - Saldo.

DIPARTIMENTO INFRASTRUTTURE, OPERE PUBBLICHE, MOBILITA' - UFFICIO PROTEZIONE CIVILE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 22 luglio 2010, n. 717. L.219/81 L.32/92 Decreto Ministeriale N13333 del 30 dicembre 2008 e Deliberazione CIPE N60 del 31 luglio 2009. Accreditamento al Comune di Anzi della Somma di a 470.000,00 - I^ Anticipazione - Decreto Ministeriale n13333/2008.

DIPARTIMENTO

INFRASTRUTTURE,

OPERE PUBBLICHE, MOBILITA' - UFFICIO PROTEZIONE CIVILE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 22 luglio 2010, n. 713. L.219/81 - L.32/92 - Deliberazione CIPE 22 marzo 2006 N37. Accreditamento al Comune di Pomarico sella somma di a 100.000,00. - Saldo.

DIPARTIMENTO INFRASTRUTTURE, OPERE PUBBLICHE, MOBILITA' - UFFICIO PROTEZIONE CIVILE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 22 luglio 2010, n. 718. L.219/81 - L.32/92 - Deliberazione CIPE 23 dicembre 2003 N123. Accreditamento al Comune di Rotonda della somma di a 150.000,00 -Saldo.

DIPARTIMENTO

INFRASTRUTTURE,

OPERE PUBBLICHE, MOBILITA' - UFFICIO PROTEZIONE CIVILE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 22 luglio 2010, n. 714. L.219/81- L.32/92 - Deliberazione CIPE 6 agosto 1999 N163. Accreditamento al Comune di Rionero in Vulture della somma di a 1.150.000,00 a valore sui fondi assegnati con D.G.R. del 22 novembre 2000 n2517. I^ Anticipazione.

DIPARTIMENTO INFRASTRUTTURE, OPERE PUBBLICHE, MOBILITA' - UFFICIO PROTEZIONE CIVILE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 22 luglio 2010, n. 719. L.219/81 - L.32/92 - Deliberazione CIPE 22 marzo 2006 N37. Accreditamento al Comune di Oliveto Lucano della Somma di a 180.000,00. - I^ Anticipazione.

DIPARTIMENTO

INFRASTRUTTURE,

OPERE PUBBLICHE, MOBILITA' - UFFICIO PROTEZIONE CIVILE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 22 luglio 2010, n. 715. L.219/81 - L.32/92 - Deliberazione CIPE 22 marzo 2006 N37. Accreditamento al Comune di Savoia di Luc. della somma di a 100.000,00. - Saldo. DIPARTIMENTO INFRASTRUTTURE, OPERE PUBBLICHE, MOBILITA' - UFFICIO PROTEZIONE CIVILE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 22 luglio 2010, n. 720. Sistemazione e adeguamento dell'ex edificio scolastico della frazione Dragonetti da

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8685

destinare a Centro di Protezione Civile e a sede del Gruppo Volontari. - Pagamento saldo finale. DIPARTIMENTO INFRASTRUTTURE, OPERE PUBBLICHE, MOBILITA' - UFFICIO PROTEZIONE CIVILE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 22 luglio 2010, n. 725. Rete sperimentale per il monitoraggio di emissioni acustiche in ammassi rocciosi ubicati in aree ad elevato rischio sismico ed idrogeologico. Lavori da eseguirsi nel comune di Matera (MT) - Impegno a 15.600,00. DIPARTIMENTO INFRASTRUTTURE, OPERE PUBBLICHE, MOBILITA' - UFFICIO PROTEZIONE CIVILE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 22 luglio 2010, n. 726. Comune di Abriola - Legge n 226/1999 Eventi sismici del 5 maggio 1990 e 25 maggio 1991. Impegno e liquidazione della somma di a 180.340,68 - Cap. 6065-U.P.B. 0221.02 Esercizio Finanziario 2010. DIPARTIMENTO INFRASTRUTTURE, OPERE PUBBLICHE, MOBILITA' - DIREZIONE GENERALE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 29 luglio 2010, n. 727. Liquidazione rimborso spese di missioni al personale del dipartimento infrastrutture opere pubbliche e mobilit - giugno 2010. DIPARTIMENTO INFRASTRUTTURE, OPERE PUBBLICHE, MOBILITA' - UFFICIO PROTEZIONE CIVILE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 29 luglio 2010, n. 742. D.G.R. N 992 del 14.06.2010 - Programma annuale antincendio 2010. Concessione di contributi ad organizzazioni di Volontariato di Protezione Civile per l'acquisto di attrezzature antincendio. Impegno Di Spesa - Importo a 175.032,80. DIPARTIMENTO INFRASTRUTTURE, OPERE PUBBLICHE, MOBILITA' - UFFICIO

PROTEZIONE CIVILE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 29 luglio 2010, n. 747. D.G.R. N 992 del 14.06.2010 - Programma annuale antincendio 2010. Concessione di contributi ad organizzazioni di volontariato di Protezione Civile per l'acquisto di D.P.I. Importo a 103.300,00. DIPARTIMENTO INFRASTRUTTURE, OPERE PUBBLICHE, MOBILITA' - UFFICIO PROTEZIONE CIVILE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 29 luglio 2010, n. 749. Programma annuale antincendio anno 2010 - D.G.R. 992 del 14.06.2010 - Liquidazione del 50% del contributo alle associazioni di volontariato. Importo a 193.719,72. DIPARTIMENTO INFRASTRUTTURE, OPERE PUBBLICHE, MOBILITA' - UFFICIO DIFESA DEL SUOLO POTENZA - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 29 luglio 2010, n. 752. Fornitura di strumentazione laser scanner e gps per attivit di rilevamento e monitoraggio topografico. - Contratto di fornitura Rep. n. 11876 del 27.07.2010 stipulato con la Ditta MicroGeo Srl con sede in Via Petrarca n.42 - 50013 Campi Bisenzio- Firenze. Approvazione del Verbale di Collaudo e liquidazione del saldo spettante alla Ditta. Importo a 96.000,00 IVA compresa. DIPARTIMENTO ATTIVITA' PRODUTTIVE, POLITICHE DELL'IMPRESA E INNOVAZIONE TECNOLOGICA - UFFICIO INTERNAZIONALIZZAZIONE, RICERCA SCIENTIFICA ED INNOVAZIONE TECNOLOGICA - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 23 luglio 2010, n. 399. Interreg IIIC Zona Sud - Progetto Modele - Rimborso quota FESR e quota Italia ai "Participants" ai Sottoprogetti Italiani. DIPARTIMENTO ATTIVITA' PRODUTTIVE, POLITICHE DELL'IMPRESA E INNOVAZIONE TECNOLOGICA - UFFICIO INTERNAZIONA-

8686

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

LIZZAZIONE, RICERCA SCIENTIFICA ED INNOVAZIONE TECNOLOGICA - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 23 luglio 2010, n. 400. L.R. n 1/01 - Distretto Agroalimentare di qualit del Metapontino - Contributo per le spese di attuazione del primo progamma di attivit - Liquidazione a saldo del contributo spettante. DIPARTIMENTO ATTIVITA' PRODUTTIVE, POLITICHE DELL'IMPRESA E INNOVAZIONE TECNOLOGICA - UFFICIO TURISMO TERZIARIO E PROMOZIONE INTEGRATA - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 23 luglio 2010, n. 417. L.R. n. 26/2004 - artt. 9 - 10 - "Programma regionale triennale per lo sviluppo dello sport - anni 2008/2010" e "Piano regionale annuale per lo sviluppo dello sport - anno 2008" D.C.R. n. 454 del 07/10/2008 e D.G.R. n. 1320 dell'08/08/2008 - Comune di Rivello - Liquidazione saldo finale. DIPARTIMENTO ATTIVITA' PRODUTTIVE, POLITICHE DELL'IMPRESA E INNOVAZIONE TECNOLOGICA - UFFICIO TURISMO TERZIARIO E PROMOZIONE INTEGRATA - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 23 luglio 2010, n. 418. L.R. n. 34/1996 - Contributo a favore delle Associazioni PRO - LOCO - Liquidazione saldo alI'A.P.T. Basilicata - annualit 2009. DIPARTIMENTO ATTIVITA' PRODUTTIVE, POLITICHE DELL'IMPRESA E INNOVAZIONE TECNOLOGICA - UFFICIO TURISMO TERZIARIO E PROMOZIONE INTEGRATA - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 30 luglio 2010, n. 422. Bando per la concessione degli incentivi a favore delle cooperative e loro consorzi. Determinazione Dirigenziale n. 73AB.2009/ D.01580 del 26/11/2009 - Revoca concessione contributo alla Soc. Coop. ITAL SE. IN. di 85021 Avigliano.

DIPARTIMENTO ATTIVITA' PRODUTTIVE, POLITICHE DELL'IMPRESA E INNOVAZIONE TECNOLOGICA - UFFICIO DEMANIO MARITTIMO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 30 luglio 2010, n. 424. Art. 47 della L.R. 24/2008 n31 - Rilascio di Concessione Demaniale Marittima MQ. 2000 ad uso stagionale per il periodo 2009 2012 ai sensi della D.G.R. n. 513 del 23/04/2009 alla Ditta SISTEMA VACANZE S.P.A., partita IVA 01057890772, legale rappresentante FRANCHETTI-ROSADA ARMANDO, codice fiscale FRN RND 40P21 E463A, con sede a SCANZANO -modifica stato giuridico. DIPARTIMENTO ATTIVITA' PRODUTTIVE, POLITICHE DELL'IMPRESA E INNOVAZIONE TECNOLOGICA - UFFICIO DEMANIO MARITTIMO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 30 luglio 2010, n. 425. Art. 47 della L.R. 24/2008 n31 - Rilascio di Concessione Demaniale Marittima ad uso stagionale per il periodo 2010 ai sensi della D.G.R. n. 513 del 23/04/2009 alla Ditta CICORELLA GIUSEPPE, codice fiscale CRC GPP 68H02 F052W, con sede a METAPONTO. DIPARTIMENTO ATTIVITA' PRODUTTIVE, POLITICHE DELL'IMPRESA E INNOVAZIONE TECNOLOGICA - UFFICIO DEMANIO MARITTIMO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 30 luglio 2010, n. 426. Art. 47 della L.R. 24/2008 n31 - Rilascio di Concessione Demaniale Marittima MQ. 2030 ad uso stagionale per il periodo 2009 2012 ai sensi della D.G.R. n. 513 del 23/04/2009 alla Ditta SISTEMA VACANZE S.P.A., partita IVA 01057890772, legale rappresentante FRANCHETTI-ROSADA ARMANDO, codice fiscale FRN RND 40P21 E463A, con sede a SCANZANO -modifica stato giuridico. DIPARTIMENTO ATTIVITA' PRODUTTIVE, POLITICHE DELL'IMPRESA E INNOVAZIONE

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8687

TECNOLOGICA - UFFICIO DEMANIO MARITTIMO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 30 luglio 2010, n. 427. Rilascio concessione provvisoria-stagionale 2010 di mesi tre all'uso dell'area demaniale marittima per attivit diverse alla balneazione alla ditta Migal Mohamed - Legale rappresentante Migal Mohamed c.f - P. Iva 01206550772 MGL MMD 65S11 Z330A.75025 Residente in Policoro - sede attivit Policoro.

a favore delle cooperative e loro consorzi Soc. Coop.: CULTURE LUCANE SOC. COOP Sede Operativa: 75100 Matera - Concessione Contributo: 22.106,00 EURO. IL DIRIGENTE (omissis) DETERMINA 1. di assegnare alla societ cooperativa CULTURE LUCANE SOC. COOP con sede legale nel comune di 75100 Matera in Via B.Buozzi, 141/143 Partita IVA 01114930777 - un contributo in conto IMPIANTI pari ad a

DIPARTIMENTO ATTIVITA' PRODUTTIVE, POLITICHE DELL'IMPRESA E INNOVAZIONE TECNOLOGICA - UFFICIO TURISMO TERZIARIO E PROMOZIONE INTEGRATA - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 30 luglio 2010, n. 428. Bando per la concessione degli incentivi

22.106,00 sulla spesa riconosciuta ammissibile di a 44.212,00 per la realizzazione del programma proposto ed ammesso alle agevolazioni del bando citato in premessa, secondo le tipologie di spesa e gli importi riportati nel successivo quadro, conformemente alle risultanze istruttorie :

VOCI DI SPESA

QUADRO ECONOMICO Investimento Agevolabile . . . . 44.212,00 39.232,00 4.980,00

a) Acquisto macchinari, attrezzature. b) Acquisto di macchine e programmi informatici c) Spese per acquisizione delle certificazioni dei sistemi TOTALE

NOTE La sede dell'investimento ,riportata in domanda, alla Via Casalnuovo deve risultare come unit locale. Il costo previsto per l'installazione di impianto elettrico di cui al preventivo della ditta Buono per l'importo di 9,550,00 non rientra tra i costi ammissibili. I costi previsti per il trasporto e montaggio di cui al preventivo della ditta Il Mobile nell'Arte, per l'importo di 1.200,00, non sono ritenuti ammissibili.

8688

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

2. di imputare la somma di a 22.106,00 sul capitolo 12249 U.P.B. 0442.05 giusto impegno contabile N 4780 assunto con Determinazione Dirigenziale 73AB.2008/D.2478 del 11/11/2008; 3. di assegnare un termine di 60 giorni, dalla data di notifica del presente provvedimento, per linizio dei lavori, e di 180 giorni per lultimazione degli stessi, secondo quanto disposto dallart.12 del Bando Informazione sul procedimento. Entrambi i termini assegnati sono perentori, pena la decadenza dal beneficio. Si precisa che la data effettiva di avvio quella riportata sul primo dei titoli di spesa ammissibili; La documentazione attestante lavvio dei lavori dovr pervenire al Dipartimento Attivit Produttive, Politiche dellImpresa , Innovazione Tecnologica Ufficio Turismo Terziario e Promozione Integrata Viale Vincenzo Verrastro,8 - 85100 Potenza entro il settantesimo giorno successivo alla data di notifica della presente determinazione, pena la decadenza dal beneficio. 4. di erogare il contributo alla societ cooperativa beneficiaria, secondo le modalit previste allart. 7 del bando, e con le prescrizioni e specificazioni seguenti: a) la richiesta di anticipazione potr essere soddisfatta a seguito di inoltro di comunicazione di inizio dei lavori, nei termini di cui al precedente punto 3 ; b) la fidejussione bancaria o la polizza assicurativa dovranno avere una durata di mesi sei oltre il termine fissato per la conclusione dellinvestimento e tacitamente rinnovabili; c) lerogazione a saldo del contributo subordinata alla dimostrazione dellavvenuta spesa corrispondente agli investimenti ammissibili e alla conclusione dellinvestimento, previ verifica tecnico-amministrativa dalla quale risulti che linvestimento sia organico e funzionale al progetto proposto, d) la richiesta di anticipazione dovr essere corredata, oltre che da quanto previsto allart.7 del bando, anche dal certificato

iscrizione alla competente C.C.I.A.A., riportante la vigenza nonch la dicitura antimafia di cui allart. 9 del D.P.R. 3.06.1998 n 252; e) la richiesta di saldo dovr pervenire entro 30 gg. dalla conclusione del programma di investimento e dovr essere accompagnata, oltre che da quanto previsto allart.7 del bando, anche dal certificato iscrizione alla competente C.C.I.A.A., riportante la vigenza nonch la dicitura antimafia di cui allart. 9 del D.P.R. 3.06.1998 n 252, qualora sia cessato di validit quello richiesto ai sensi del precedente punto d); 5. di stabilire che ogni variazione o modifica dell investimento ammesso dovr essere preventivamente autorizzata dalla Regione, precisando che, qualora gli obiettivi di spesa conseguiti risultassero inferiori a quelli previsti, si proceder alla riduzione percentuale del contributo, purch linvestimento risulti comunque organico e funzionale al progetto proposto. 6. di procedere alla revoca ed al recupero delle somme erogate e non dovute, ai sensi dellart.11 del Bando Revoca del contributo qualora il beneficiario non ottemperi alle prescrizioni previste dal Bando e dalla presente determinazione. 7. di stabilire che i controlli e le verifiche saranno effettuati con le modalit e per le finalit previste dal bando. 8. di designare quale responsabile del procedimento ai sensi della legge 241/90 il sig. Raffaele Fortunato , responsabile della P.O. Artigianato e Cooperazione .

DIPARTIMENTO ATTIVITA' PRODUTTIVE, POLITICHE DELL'IMPRESA E INNOVAZIONE TECNOLOGICA - UFFICIO DEMANIO MARITTIMO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 30 luglio 2010, n. 429. Art. 47 della L.R. 24/2008 n31 - Rilascio di Concessione Demaniale Marittima MQ. 3600 ad uso stagionale per il periodo 2009

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8689

2012 ai sensi della D.G.R. n. 513 del 23/04/2009 alla Ditta SISTEMA VACANZE S.P.A., partita IVA 01057890772, legale rappresentante FRANCHETTI-ROSADA ARMANDO, codice fiscale FRN RND 40P21 E463A, con sede a SCANZANO -modifica stato giuridico.

Affidamento di funzioni vicarie al Dr. Mariano Tramutoli.

DIPARTIMENTO ATTIVITA' PRODUTTIVE, POLITICHE DELL'IMPRESA E INNOVAZIONE TECNOLOGICA - UFFICIO ENERGIA - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 3 agosto 2010, n. 439. D.G.R. n 667 del 15/04/2002 - Bando per la concessione ed erogazione di contributi a sostegno dell'utilizzo delle fonti rinnovabili di energia ed il risparmio energetico - Anno 2002 - Revoca -soc. ALPI s.r.l pratica n. 210.

DIPARTIMENTO ATTIVITA' PRODUTTIVE, POLITICHE DELL'IMPRESA E INNOVAZIONE TECNOLOGICA - UFFICIO TURISMO TERZIARIO E PROMOZIONE INTEGRATA - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 30 luglio 2010, n. 433. Fondi aree sottoutilizzate ex Delibera CIPE n 35/2005 - III Atto Integrativo all'accordo di Programma Quadro in materia di Beni e Attivit Culturali - "Completamento del restauro e realizzazione del Museo Diocesano/Episcopio di Matera" (cod. interv. 12) Direzione Regionale Beni Culturali e Paesaggistici della Basilicata - presa d'atto della perizia di variante ed autorizzazione all'utilizzo delle economie rivenienti dal ribasso d'asta.

DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO LAVORO E TERRITORIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 28 giugno 2010, n. 962. P.O.R. Basilicata 2000 - 2006 - Misura III.1.A.1, - AZ. n. 02/A.1/PROV.PZ/2005 -Progetto "Formazione modulare a catalogo" Presa d'atto del rendiconto.

DIPARTIMENTO ATTIVITA' PRODUTTIVE, POLITICHE DELL'IMPRESA E INNOVAZIONE TECNOLOGICA - UFFICIO GESTIONE REGIMI DI AIUTO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 3 agosto 2010, n. 434. P.O.R. Basilicata 2000/06 - Asse Sviluppo Locale - Misura IV.2 - Azione B Piccole e Medie Imprese di Produzione - Bando 2002 approvato con D.G.R. n. 1978 del 28/10/2002, pubblicato sul B.U.R. n. 82 del 12/11/2002 - Ditta DANZANTE SANTA - Sede Rionero in Vulture (PZ) - Revoca della determinazione dirigenziale n. 72N.2004/D.1330 del 31/05/2004.

DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO LAVORO E TERRITORIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 28 giugno 2010, n. 963. D.G.R. n. 1515 del 30 Settembre 2008 Avviso Pubblico n. 01/2008 - Programma P.A.R.I. 2007 - Programma d'Azione per il ReImpiego di lavoratori svantaggiati - Conferma dell'assegnazione del contributo finanziario ai beneficiari "Orlando Saverio e Quaglia Dario" di Potenza - dei voucher formativi e/o integrativi .

DIPARTIMENTO ATTIVITA' PRODUTTIVE, POLITICHE DELL'IMPRESA E INNOVAZIONE TECNOLOGICA - DIREZIONE GENERALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 3 agosto 2010, n. 438.

DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO LAVORO E TERRITORIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 28 giugno 2010, n. 964. A.P. n. 07/2006, approvato con D.G.R. n. 1583 del 31 Ott. 2006 - Programma P.A.R.I. Programma d'Azione per il Re-Impiego di lavoratori svantaggiati - Intervento integrati

8690

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

di politiche attive nella Regione Basilicata Liquidazione e pagamento del saldo credito spettante all'azienda "Prefabbricati Rubino eredi Rubino Tommaso gi Rubino Tommaso" Via l Maggio, 52 - Matera.

DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO LAVORO E TERRITORIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 28 giugno 2010, n. 969. A.P. n. 07/2006, approvato con D.G.R. n. 1583 del 31 Ott. 2006 - Programma P.A.R.I. Programma d'Azione per il Re-Impiego di lavoratori svantaggiati - Intervento integrati di politiche attive nella Regione Basilicata Liquidazione e pagamento del saldo credito spettante all'azienda "JOLLY BLUE S.n.c. di Carlomagno Emidio & C." Via Lago Sirino, 11 - Nemoli (PZ). DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO LAVORO E TERRITORIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 28 giugno 2010, n. 970. P.O.R. 2000 - 2006. DD.GG.RR. n. 2066 del 10.11.2003 e n. 2130 del 20.09.2004. Avviso Pubblico n. 03/2003 "Borsa Lavoro" Approvazione rendiconto finale. DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO LAVORO E TERRITORIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 28 giugno 2010, n. 971. P.O. Basilicata F.S.E. 2007-2013 - D.G.R. n. 1515 del 30 Settembre 2008 - Avviso Pubblico n. 01/2008 - Programma P.A.R.I. 2007 Programma d'azione per il re-impiego di lavoratori svantaggiati conferma dell'assegnazione del contributo finanziario alla ditta "Idee in Testa di Milena Sportiello" di Melfi Liquidazione del primo rateo. DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO LAVORO E TERRITORIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 28 giugno 2010, n. 972. A.P. n. 07/2006, approvato con D.G.R. n. 1583 del 31 Ott. 2006 - Programma P.A.R.I. Programma d'Azione per il Re-Impiego di lavoratori svantaggiati - Intervento integrati di politiche attive nella Regione Basilicata -

DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO LAVORO E TERRITORIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 28 giugno 2010, n. 965. A.P. n. 07/2006, approvato con D.G.R. n. 1583 del 31 Ott. 2006 - Programma P.A.R.I. Programma d'Azione per il Re-Impiego di lavoratori svantaggiati - Intervento integrati di politiche attive nella Regione Basilicata Liquidazione e pagamento del saldo credito spettante alla societ "Del Prete Carmela S.r.l." Via Foggia, 5 - Melfi (PZ).

DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO LAVORO E TERRITORIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 28 giugno 2010, n. 967. A.P. n. 07/2006, approvato con D.G.R. n. 1583 del 31 Ott. 2006 - Programma P.A.R.I. Programma d'Azione per il Re-Impiego di lavoratori svantaggiati - Intervento integrati di politiche attive nella Regione Basilicata Liquidazione e pagamento del saldo credito spettante all'azienda "RENDEZ-VOUS S.r.l." Via Foggia, 5 - Melfi (PZ).

DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO LAVORO E TERRITORIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 28 giugno 2010, n. 968. A.P. n. 07/2006, approvato con D.G.R. n. 1583 del 31 Ott. 2006 - Programma P.A.R.I. Programma d'Azione per il Re-Impiego di lavoratori svantaggiati - Intervento integrati di politiche attive nella Regione Basilicata liquidazione e pagamento del saldo credito spettante all'azienda "O. P. ESEDRA Soc. Cons. a r. l." Strada Prov. Destra Basento C.da Incoronata - Marconia di Pisticci (MT).

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8691

Liquidazione e pagamento del saldo credito spettante all'azienda "GIS MULTISERVICE S.r.l." C.da San Felice - Lavello (PZ).

DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO LAVORO E TERRITORIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 28 giugno 2010, n. 976. A.P. n. 07/2006, approvato con D.G.R. n. 1583 del 31 Ott. 2006 - Programma P.A.R.I. Programma d'Azione per il Re-Impiego di lavoratori svantaggiati - Intervento integrati di politiche attive nella Regione Basilicata Liquidazione e pagamento del saldo credito spettante all'azienda "PASTICCERIA ISABELLA di Barbella Giovanni" Via Beato Domenico Lentini, 15 - Trecchina (PZ). DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO LAVORO E TERRITORIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 28 giugno 2010, n. 977. A.P. n. 07/2006, approvato con D.G.R. n. 1583 del 31 Ott. 2006 - Programma P.A.R.I. Programma d'Azione per il Re-Impiego di lavoratori svantaggiati - Intervento integrati di politiche attive nella Regione Basilicata Liquidazione e pagamento del saldo credito spettante all'azienda "GRAN SOLE di A. Di Lascio & Figli S.r.l.i" C.da Paccione, 13 Nemoli (PZ). DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO LAVORO E TERRITORIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 29 giugno 2010, n. 979. Legge Regionale 08.09.98 n 29 e successive modificazioni - Rimborso spese al Presidente del Comitato Istituzionale per le Politiche del Lavoro - Periodo: Gennaio - Aprile 2010. DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO LAVORO E TERRITORIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 29 giugno 2010, n. 980. Contributo di cui alle D.C.R. n.151/07 09/08 - punto 2, lett. a, c) agli Enti gestori di attivit socialmente utili per stabilizzazione lavoratori socialmente utili: II^ annualit.

DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO LAVORO E TERRITORIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 28 giugno 2010, n. 973. A.P. n. 07/2006, approvato con D.G.R. n. 1583 del 31 Ott. 2006 - Programma P.A.R.I. Programma d'Azione per il Re-Impiego di lavoratori svantaggiati - Intervento integrati di politiche attive nella Regione Basilicata Liquidazione e pagamento del saldo credito spettante all'azienda "OROVERDE LUCANO S.r.l." S.S. 407 bivio Ferrandina - Ferrandina (MT).

DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO LAVORO E TERRITORIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 28 giugno 2010, n. 974. A.P. n. 07/2006, approvato con D.G.R. n. 1583 del 31 Ott 2006 - Programma P.A.RI. Programma d'Azione per il Re-Impiego di lavoratori svantaggiati - Intervento integrati di politiche attive nella Regione Basilicata Liquidazione e pagamento del saldo credito spettante all'azienda "LA CITTA' ESSENZIALE Consorzio Coop. Sociali" Via XX Settembre, 40/42 - Matera.

DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO LAVORO E TERRITORIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 28 giugno 2010, n. 975. A.P. n. 07/2006, approvato con D.G.R. n. 1583 del 31 Ott. 2006 - Programma P.A.R.I. Programma d'Azione per il Re-Impiego di lavoratori svantaggiati - Intervento integrati di politiche attive nella Regione Basilicata Liquidazione e pagamento del saldo credito spettante all'azienda "Cooperativa Sociale Il Puzzle" Via Minozzi, 17 - Matera.

8692

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO CULTURA MATERA - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 12 luglio 2010, n. 983. LR 37/80 polo regionale SBN (Servizio bibliotecario nazionale) Aggiornamento operatori SBN.

DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - DIREZIONE GENERALE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 12 luglio 2010, n. 987. P.O. FSE Basilicata 2007-2013 Asse VI Assistenza Tecnica. Impegno di spesa e liquidazione compenso ai componenti la Commissione di valutazione di cui all'Avviso Pubblico "Consolidamento competenze di base Disabilit Stage Formazione permanente Anno scolastico 2009/2010", istituita con la determinazione dirigenziale n. 149/7402 del 15.02.2010. DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - DIREZIONE GENERALE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 12 luglio 2010, n. 988. Impegno, liquidazione e pagamento rimborso spese spettanti al personale dipendente del Dipartimento Formazione, Lavoro, Cultura e Sport per missioni relative al mese di giugno 2010. DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO SISTEMA SCOLASTICO ED UNIVERSITARIO E COMPETITIVITA' DELLE IMPRESE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 12 luglio 2010, n. 990. P.O. FSE Basilicata F.S.E. 2007/2013D.G.R. n.49 del 18 gennaio 2010: "Consolidamento competenze di base- Disabilit-Stage Formazione permanente- a.s. 2009/2010". Assegnazione-Impegno Spesa e Liquidazione Acconto : Istituto Professionale per l'Agricoltura e l'Ambiente "G. Fortunato" con sede in Potenza. DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO SISTEMA SCOLASTICO ED UNIVERSITARIO E COMPETITIVITA' DELLE IMPRESE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 12 luglio 2010, n. 991. P.O. FSE Basilicata F.S.E. 2007/2013D.G.R. n.49 del 18 gennaio 2010: "Consolida-

DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO CULTURA MATERA - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 12 luglio 2010, n. 984. L.R.22/88 - "Piano Annuale 2009. Attivit Educative e Culturali". Settore Spettacolo Attivit Cinematografiche - Punto 6.4 lett. ab-c Assegnazione e Liquidazione contributi ai Soggetti Organismi Culturali per attivit cinematografiche.

DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO SISTEMA SCOLASTICO ED UNIVERSITARIO E COMPETITIVITA' DELLE IMPRESE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 12 luglio 2010, n. 985. DRG 50/2010 - Avviso Pubblico "Interventi per la Scuola Primaria Anno Scolastico 2009/2010" Contributo alla Direzione Didattica Statale "P.C. Semeria" di Matera per la realizzazione del Progetto "Dare di pi a chi ha avuto di meno". Liquidazione Acconto.

DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - DIREZIONE GENERALE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 12 luglio 2010, n. 986. PO FSE Basilicata 2007-2013. D.D. 1205/74AA del 20.11.2009. Acquisizione in economia dei servizi di "manutenzione evolutiva, adeguativa, correttiva e di assistenza tecnica del Sistema Informativo BASIL". Liquidazione indennit spettante alla Commissione di gara nominata con la D.D. n. 249/7402 dell'11.03.2010. CUP G31110000030009.

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8693

mento competenze di base- Disabilit-Stage Formazione permanente- a.s. 2009/2010". Assegnazione-Impegno Spesa e Liquidazione Acconto: Liceo Scientifico Statale "Federico II di Svevia" con sede in Melfi.

DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO SISTEMA SCOLASTICO ED UNIVERSITARIO E COMPETITIVITA' DELLE IMPRESE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 12 luglio 2010, n. 995. P.O. FSE Basilicata F.S.E. 2007/2013D.G.R. n.49 del 18 gennaio 2010: "Consolidamento competenze di base- Disabilit-Stage Formazione permanente- a.s. 2009/2010". Assegnazione-Impegno Spesa e Liquidazione Acconto: Istituto Comprensivo "Giovanni XXIII" con sede in Rotondella (MT). DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO SISTEMA SCOLASTICO ED UNIVERSITARIO E COMPETITIVITA' DELLE IMPRESE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 12 luglio 2010, n. 996. DRG 50/2010 - Avviso Pubblico "Interventi per la scuola primaria anno scolastico 2009/2010" Contributo all'Istituto Comprensivo Potenza Settimo di Potenza per la Realizzazione del Progetto "La Scuola della Partecipazione. Assegnazione e Liquidazione Acconto. DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO PROGETTAZIONE STRATEGICA ED ASSISTENZA TECNICA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 12 luglio 2010, n. 997. P.O. Basilicata F.S.E. 2007-2013 A.P.10/06"Competenze e innovazioni dell'offerta formativa" - Titolo Progetto: "Aggiornamento Competenze, Innovazione e Offerta Formativa" - Az.48/A.P.10.06/MT/C1 Soggetto Proponente - ENFOR. Approvazione Rendiconto finale, Liquidazione e Disimpegno somme. DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO SISTEMA SCOLASTICO ED UNIVERSITARIO E COMPETITIVITA' DELLE IMPRESE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 12 luglio 2010, n. 999. P.O. FSE Basilicata F.S.E. 2007/2013-

DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO SISTEMA SCOLASTICO ED UNIVERSITARIO E COMPETITIVITA' DELLE IMPRESE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 12 luglio 2010, n. 992. P.O. FSE Basilicata F.S.E. 2007/2013D.G.R. n.49 del 18 gennaio 2010: "Consolidamento competenze di base- Disabilit-Stage Formazione permanente- a.s. 2009/2010". Assegnazione-Impegno Spesa e Liquidazione Acconto: Istituto d'Istruzione Superiore "E. Maiorana" con sede in Genzano di Lucania (PZ).

DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO SISTEMA SCOLASTICO ED UNIVERSITARIO E COMPETITIVITA' DELLE IMPRESE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 12 luglio 2010, n. 993. P.O. FSE Basilicata F.S.E. 2007/2013D.G.R. n.49 del 18 gennaio 2010: "Consolidamento competenze di base- Disabilit-Stage Formazione permanente- a.s. 2009/2010". Assegnazione-Impegno Spesa e Liquidazione Acconto: Istituto Comprensivo Statale "Padre Pio da Pietralcina" con sede in Pisticci (MT).

DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO SISTEMA SCOLASTICO ED UNIVERSITARIO E COMPETITIVITA' DELLE IMPRESE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 12 luglio 2010, n. 994. P.O. FSE Basilicata F.S.E. 2007/2013D.G.R. n.49 del 18 gennaio 2010: "Consolidamento competenze di base- Disabilit-Stage Formazione permanente- a.s. 2009/2010". Assegnazione-Impegno Spesa e Liquidazione Acconto: Istituto Comprensivo "M.GRANATA" con sede in Rionero in Vulture (PZ).

8694

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

D.C.R. 11.49 del 18 gennaio 2010: "Consolidamento competenze di base - Disabilit-Stage Formazione permanente- a.s. 2009/2010". Assegnazione-Impegno Spesa e Liquidazione Acconto: Istituto d'Istruzione Secondaria superiore "Ernesto Battaglini"- Venosa (PZ).

DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO SISTEMA SCOLASTICO ED UNIVERSITARIO E COMPETITIVITA' DELLE IMPRESE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 12 luglio 2010, n. 1003. P.O. FSE Basilicata F.S.E. 2007/2013D.G.R. n.49 del 18 gennaio 2010: "Consolidamento competenze di base-Disabilit-Stage Formazione permanente- a.s. 2009/2010". Assegnazione-Impegno Spesa e Liquidazione Acconto: Istituto di Istruzione Secondaria di II grado "Quinto Orazio Fiacco" - Venosa (PZ). DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO SISTEMA SCOLASTICO ED UNIVERSITARIO E COMPETITIVITA' DELLE IMPRESE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 12 luglio 2010, n. 1004. P.O. FSE Basilicata F.S.E. 2007/2013D.G.R. n.49 del 18 gennaio 2010: "Consolidamento competenze di base- Disabilit-Stage Formazione permanente- a.s. 2009/2010". Assegnazione-Impegno Spesa e Liquidazione Acconto: Istituto di Istruzione Superiore "Ten. RIGHETTI" - Melfi (PZ). DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO SISTEMA SCOLASTICO ED UNIVERSITARIO E COMPETITIVITA' DELLE IMPRESE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 12 luglio 2010, n. 1005. P.O. FSE Basilicata F.S.E. 2007/2013D.G.R n.49 del 18 gennaio 2010: "Consolidamento competenze di base-Disabilit-Stage Formazione permanente- a.s. 2009/2010". Assegnazione-Impegno Spesa e Liquidazione Acconto: Liceo Scientifico "E. Fermi" Policoro (MT). DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO SISTEMA SCOLASTICO ED UNIVERSITARIO E COMPETITIVITA' DELLE IMPRESE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 12 luglio 2010, n. 1006. P.O. FSE Basilicata F.S.E. 2007/2013-

DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO SISTEMA SCOLASTICO ED UNIVERSITARIO E COMPETITIVITA' DELLE IMPRESE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 12 luglio 2010, n. 1000. P.O. FSE Basilicata F.S.E. 2007/2013D.G.R. n.49 del 18 gennaio 2010: "Consolidamento competenze di base - Disabilit-Stage Formazione permanente- a.s. 2009/2010". Assegnazione-Impegno Spesa e Liquidazione Acconto: Istituto di Istruzione Superiore "G.Cerabona" - Marconia di Pisticci (MT).

DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO SISTEMA SCOLASTICO ED UNIVERSITARIO E COMPETITIVITA' DELLE IMPRESE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 12 luglio 2010, n. 1001. P.O. FSE Basilicata F.S.E. 2007/2013D.G.R. n.49 del 18 gennaio 2010: "Consolidamento competenze di base - Disabilit-Stage Formazione permanente- a.s. 2009/2010". Assegnazione-Impegno Spesa e Liquidazione Acconto: Liceo Scientifico "Galileo Galilei" Potenza (PZ).

DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO SISTEMA SCOLASTICO ED UNIVERSITARIO E COMPETITIVITA' DELLE IMPRESE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 12 luglio 2010, n. 1002. P.O. FSE Basilicata F.S.E. 2007/2013D.G.R. n.49 del 18 gennaio 2010: "Consolidamento competenze di base - Disabilit-Stage Formazione permanente- a.s. 2009/2010". Assegnazione-Impegno Spesa e Liquidazione Acconto: Liceo Artistico "Carlo Levi"-Matera.

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8695

D.G.R. n.49 del 18 gennaio 2010: "Consolidamento competenze di base- Disabilit-Stage Formazione permanente- a.s. 2009/2010". Assegnazione-Impegno Spesa e Liquidazione Acconto: Istituto di Istruzione Superiore "E. Fermi" - Muro Lucano.

Servizi Alberghieri e della Ristorazione Potenza.

DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO SISTEMA SCOLASTICO ED UNIVERSITARIO E COMPETITIVITA' DELLE IMPRESE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 12 luglio 2010, n. 1007. P.O. FSE Basilicata F.S.E. 2007/2013D.G.R. n.49 del 18 gennaio 2010: "Consolidamento competenze di base- Disabilit-Stage Formazione permanente- a.s. 2009/2010". Assegnazione-Impegno Spesa e Liquidazione Acconto: Istituto di Istruzione Superiore "Isabella Morra" - Matera.

DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO PROGETTAZIONE STRATEGICA ED ASSISTENZA TECNICA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 12 luglio 2010, n. 1010. P.O. Basilicata F.S.E. 2007-2013 A.P.10/06"Competenze e innovazioni dell'offerta formativa" Titolo Progetto:" E-CULTURE" AZ. 18/A.P.10.06/MT /C1 - Soggetto Proponente QUALITY FOR - MATERA - Approvazione Rendiconto finale, Liquidazione e Disimpegno somme.

DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO LAVORO E TERRITORIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 12 luglio 2010, n. 1048. A.P. n. 07/2006, approvato con D.G.R. n. 1583 del 31 Ott 2006 - Programma P.A.R.I. Programma d'Azione per il Re-Impiego di lavoratori svantaggiati - Intervento integrati di politiche attive nella Regione Basilicata Liquidazione e pagamento del saldo credito spettante all'azienda "EIS TEAM di Smaldini & De Carlo S.n.c." L.go Pisacane, 17 - Potenza.

DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO SISTEMA SCOLASTICO ED UNIVERSITARIO E COMPETITIVITA' DELLE IMPRESE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 12 luglio 2010, n. 1008. P.O. FSE Basilicata F.S.E. 2007/2013D.G.R. n.49 del 18 gennaio 2010: "Consolidamento competenze di base-Disabilit-Stage Formazione permanente- a.s. 2009/2010". Assegnazione-Impegno Spesa e Liquidazione Acconto: Istituto Professionale di Stato per l'Industria e l'Artigianato "G. Giorgi" con sede in Potenza.

DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO SISTEMA SCOLASTICO ED UNIVERSITARIO E COMPETITIVITA' DELLE IMPRESE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 12 luglio 2010, n. 1009. P.O. FSE Basilicata F.S.E. 2007/2013D.G.R. n.49 del 18 gennaio 2010: "Consolidamento competenze di base- Disabilit-Stage Formazione permanente- a.s. 2009/2010". Assegnazione-Impegno Spesa e Liquidazione Acconto: Istituto Professionale di Stato per i

DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO CULTURA MATERA - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 29 luglio 2010, n. 1111. LR 37/80-LR22/88 Valorizzazione-divulgazione editoria locale - e del patrimonio demoatnoantropologico-etnomusicale.

DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - DIREZIONE GENERALE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 30 luglio 2010, n. 1114. Conferimento incarico di specifica responsabilit nell'ambito dell'Ufficio Lavoro

8696

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

e Territorio del Dipartimento Formazione, Lavoro, Cultura e Sport alla Dott.ssa Biscione Donata (matr. 2603).

DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - DIREZIONE GENERALE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 30 luglio 2010, n. 1115. Conferimento incarico di specifica responsabilit nell'ambito dell'Ufficio Sistema Scolastico ed Universitario e Competitivit delle Imprese del Dipartimento Formazione, Lavoro, Cultura e Sport alla Dott.ssa D'Andrea Carmelina (matr. 2676).

sottoscritto il 31.07.2009 (D.G.R. n. 2076 del 04.12.2009) - Art. 9. Conferimento incarichi di specifica responsabilit previsti dall'art. 36 del C.C.N.L. del 22.01.2004 ai dipendenti regionali in servizio presso l'Ufficio Sistema Scolastico ed Universitario e Competitivit delle Imprese del Dipartimento Formazione, Lavoro, Cultura e Sport. DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - DIREZIONE GENERALE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 30 luglio 2010, n. 1118. C.C.D.I. del personale non Dirigente della Giunta Regionale per il quadriennio normativo 2006/2009 e per l'annualit economica 2009 - integrativo al C.C.N.L. del comparto Regioni ed Autonomie Locali quadriennio normativo 2006/2007 sottoscritto in data 11.04.2008 e biennio economico 2008/2009 sottoscritto il 31.07.2009 (D.G.R. n. 2076 del 04.12.2009) - Art. 9. Conferimento incarichi di specifica responsabilit previsti dall'art. 36 del C.C.N.L. del 22.01.2004 ai dipendenti regionali in servizio presso l'Ufficio Cultura del Dipartimento Formazione, Lavoro, Cultura e Sport. DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - DIREZIONE GENERALE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 30 luglio 2010, n. 1119. C.C.D.I. del personale non Dirigente della Giunta Regionale per il quadriennio normativo 2006/2009 e per l'annualit economica 2009 - integrativo al C.C.N.L. del comparto Regioni ed Autonomie Locali quadriennio normativo 2006/2007 sottoscritto in data 11.04.2008 e biennio economico 2008/2009 sottoscritto il 31.07.2009 (D.G.R. n. 2076 del 04.12.2009) - Art. 9. Conferimento incarichi di specifica responsabilit previsti dall'art. 36 del C.C.N.L. del 22.01.2004 ai dipendenti regionali in servizio presso l'Ufficio Progettazione Strategica ed Assistenza Tecnica del Dipartimento Formazione, Lavoro, Cultura e Sport.

DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - DIREZIONE GENERALE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 30 luglio 2010, n. 1116. C.C.D.I. del personale non Dirigente della Giunta Regionale per il quadriennio normativo 2006/2009 e per l'annualit economica 2009 - integrativo al C.C.N.L. del comparto Regioni ed Autonomie Locali quadriennio normativo 2006/2007 sottoscritto in data 11.04.2008 e biennio economico 2008/2009 sottoscritto il 31.07.2009 (D.G.R. n. 2076 del 04.12.2009) - Art. 9. Conferimento incarichi di specifica responsabilit previsti dall'art. 36 del C.C.N.L. del 22.01.2004 ai dipendenti regionali in servizio presso l'Ufficio Formazione Continua ed Alta Formazione del Dipartimento Formazione, Lavoro, Cultura e Sport.

DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - DIREZIONE GENERALE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 30 luglio 2010, n. 1117. C.C.D.I. del personale non Dirigente della Giunta Regionale per il quadriennio normativo 2006/2009 e per l'annualit economica 2009 - integrativo al C.C.N.L. del comparto Regioni ed Autonomie Locali quadriennio normativo 2006/2007 sottoscritto in data 11.04.2008 e biennio economico 2008/2009

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8697

DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - DIREZIONE GENERALE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 30 luglio 2010, n. 1120. C.C.D.I. del personale non Dirigente della Giunta Regionale per il quadriennio normativo 2006/2009 e per l'annualit economica 2009 - integrativo al C.C.N.L. del comparto Regioni ed Autonomie Locali quadriennio normativo 2006/2007 sottoscritto in data 11.04.2008 e biennio economico 2008/2009 sottoscritto il 31.07.2009 (D.G.R. n. 2076 del 04.12.2009) - Art. 9. Conferimento incarichi di specifica responsabilit previsti dall'art. 36 del C.C.N.L. del 22.01.2004 ai dipendenti regionali in servizio presso l'Ufficio Gestione Interventi Formativi del Dipartimento Formazione, Lavoro, Cultura e Sport.

Formazione Professionale ai sensi della D.G.R. n. 2587 del 30/12/2002. Approvazione esiti di valutazione. IL DIRIGENTE VISTO il D. L. vo n. 165 del 30 marzo 2001 e successive modificazioni; VISTA la L.R. n. 12 del 2 Marzo 1996 e successive integrazioni e modifiche concernente la Riforma dellorganizzazione amministrativa regionale; VISTA la D.G.R. 11/98 con cui sono stati individuati atti rientranti in via generale nelle competenze della Giunta Regionale; VISTE le DD.GG.RR. n. 1148 del 23 maggio 2005 e n 1380 del 5 luglio 2005 relative alla denominazione e configurazione dei Dipartimenti Regionali; VISTA la D.G.R. n.2017 del 5 ottobre 2005 e successive modifiche ed integrazioni; VISTA la DGR n.539 del 23 aprile 2008 concernente la disciplina delliter digitale delle determinazioni e disposizioni dirigenziali della Giunta Regionale VISTA la Legge n. 845 del 21.12.1978 Legge quadro in materia di Formazione Professionale; VISTA L.R. n. 33/03 Riordino del sistema formativo integrato; VISTO il D.M. n. 166 del 25 maggio 2001 recante norme sullaccreditamento delle sedi formative ed orientative; VISTO lAccordo in materia di accreditamento delle strutture formative e delle sedi orientative sancito, in Conferenza STATO REGIONI nella seduta del 01/08/2002; VISTA la D.G.R. 2587 del 30/12/2002 Regolamento per lAccreditamento-Modifiche ed Integrazioni pubblicato sul BUR n 06 del 22/01/2003; VISTA la DGR n. 574 dell8.4.2010 con la quale la Giunta Regionale ha recepito lIntesa Interministeriale e delle Regioni e Province Autonome del 20.3.2008 per la definizione degli standard minimi del nuovo sistema di accreditamento

DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - DIREZIONE GENERALE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 30 luglio 2010, n. 1122. C.C.D.I. del personale non Dirigente della Giunta Regionale per il quadriennio normativo 2006/2009 e per l'annualit economica 2009 - integrativo al C.C.N.L. del comparto Regioni ed Autonomie Locali quadriennio normativo 2006/2007 sottoscritto in data 11.04.2008 e biennio economico 2008/2009 sottoscritto il 31.07.2009 (D.G.R. n. 2076 del 04.12.2009) - Art. 9. Conferimento incarichi di specifica responsabilit previsti dall'art. 36 del C.C.N.L. del 22.01.2004 ai dipendenti regionali in servizio presso l'Ufficio Politiche dello Sport ed Attuazione Politiche per i Giovani del Dipartimento Formazione, Lavoro, Cultura e Sport.

DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO PROGETTAZIONE STRATEGICA ED ASSISTENZA TECNICA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 30 luglio 2010, n. 1128. Accreditamento Sedi di Orientamento e

8698

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

delle strutture formative per la qualit dei servizi ed ha disposto che gli organismi accreditati e gli organismi che hanno presentato domanda di accreditamento in data anteriore al 1 maggio 2010, debbono conformarsi alle disposizioni del nuovo accreditamento entro il 2 novembre 2010; VISTA la richiesta di accreditamento dellEnte EFORM Societ Consortile s.r.l prot. n. 168545 del 14/09/2009; VISTA la richiesta di accreditamento dellEnte MANTECA S.r.l. Management dei Temi del Cambiamento prot. n. 172790 del 21/09/2009; VISTA la richiesta di accreditamento dellEnte MAJOR SERVICE s.r.l prot. n. 181092 del 02/10/2009; VISTA la richiesta di accreditamento dellEnte ARES Consulenza e Ricerca prot. n. 228827 del 15/12/2009 VISTA la richiesta di accreditamento dellEnte ORANGES s.r.l prot. n. 9756 del 20/01/2010; VISTA la richiesta di accreditamento dellEnte FORMA CONSULT prot. n. 30839 del 08/02/2010; VISTA la richiesta di accreditamento dellEnte PRODEST Societ Cooperativa prot. n. 51506 del 12/03/2010; VISTA la richiesta di accreditamento dellEnte Universit Popolare del Pollino prot. n. 75804 del 14/04/2010; VISTA la richiesta di accreditamento dellEnte PANTA REI Ricerca e Consulenza prot. n. 83308 del 26/04/2010; VISTO che lEnte Teorema s.a.s.nella persona del suo legale rappresentante Di Stefano Vincenzina ha comunicato con prot. n. 79060 del 19/04/2010 la cessione delle proprie quote in favore della signora Chieppa Maria e la contestuale modifica della ragione sociale in Teorema di Chieppa Maria s.a.s.; VISTA la nota prot. n. 52806/74AF del 15/03/2010 con cui lEnte DOC Archiviazione Documentale s.r.l., gi accreditato con D.D. n. 1337 del 08/11/2004, ha comunicato il trasferimento della sede legale ed operativa da C.da Cento-

mani in Viale del Basento, 114 Potenza, e ha richiesto lintegrazione dellaccreditamento per la tipologia formativa obbligo formativo e lestensione dellarea occupazionale e professionale prescelta come da scheda allegata al presente atto; VERIFICATA ladeguatezza dei documenti prodotti ad integrazione, dagli enti MANTECA S.r.l. Management dei Temi del Cambiamento, ARES Consulenza e Ricerca, EFORM Societ Consortile s.r.l, MAJOR SERVICE s.r.l, ORANGES s.r.l, FORMA CONSULT, PRODEST Societ Cooperativa, Universit Popolare del Pollino, PANTA REI Ricerca e Consulenza, Teorema Di Chieppa Maria s.a.s., DOC Archiviazione Documentale s.r.l. RILEVATO che sia le verifiche amministrative svolte su base documentale che le visite in loco effettuate presso: la sede operativa dellEnte MANTECA S.r.l. Management dei Temi del Cambiamento, sita in Via Vaccaro, 127- Potenza, la sede operativa dellEnte ARES Consulenza e Ricerca, sita in Via del Gallitello, 221Potenza, la sede operativa dellEnte EFORM Societ Consortile s.r.l,sita in Via degli Aragonesi, 36-Matera, la sede operativa dellEnte MAJOR SERVICE s.r.l, sita in Zona Industriale - Tito Scalo, la sede operativa dellEnte ORANGES s.r.l, sita in C.da Verneta s.n.c. Lagonegro, la sede operativa dellEnte FORMA CONSULT,sita in Via delle Nazioni Unite, 7 Matera, la sede operativa dellEnte PRODEST Societ Cooperativa,sita sita in Via del Seminario Maggiore, 115 Potenza, la sede operativa dellEnte Universit Popolare del Pollino,sita in Via del Poeta Sole Senise, la sede operativa dellEnte PANTA REI Ricerca e Consulenza,sita in Zona Industriale La Martella Matera,

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8699

la sede operativa DOC Archiviazione Documentale s.r.l., sita in Viale del Basento, 114 Potenza hanno dato esito positivo; RILEVATO altres che i suddetti Enti formativi dovranno, comunque, conformarsi entro il 2 novembre 2010 alle disposizioni della DGR 574/2010; DETERMINA Per le motivazioni in premessa descritte che qui si intendono integralmente riportate di: ritenere concluso positivamente liter istruttorio previsto dal Regolamento regionale per la disciplina del sistema di Accreditamento per i seguenti Enti: MANTECA S.r.l. Management dei Temi del Cambiamento, in Via Vaccaro, 127-Potenza; ARES Consulenza e Ricerca, in Via del Gallitello, 221- Potenza; EFORM Societ Consortile s.r.l, in Via degli Aragonesi, 36- Matera; MAJOR SERVICE s.r.l, in Zona Industriale Tito Scalo; ORANGES s.r.l, in C.da Verneta s.n.c. Lagonegro (PZ); FORMA CONSULT, in Via delle Nazioni Unite, 7 Matera; PRODEST Societ Cooperativa, in Via del Seminario Maggiore, 115 Potenza; Universit Popolare del Pollino, in Via del Poeta Sole Senise; PANTA REI Ricerca e Consulenza, in Zona Industriale La Martella Matera; prendere atto della cessione delle succitate quote dellEnte Teorema s.a.s da Di Stefano Vincenzina a Chieppa Maria e la modifica della ragione sociale in Teorema Di Chieppa Maria s.a.s.; aggiornare la variazione della sede operativa dellente DOC Archiviazione Documentale s.r.l., in Viale del Basento, 114 Potenza e di accogliere la richiesta di integrazione della tipologia formativa obbligo formativo e di estensione dellarea occupazionale e professio-

nale Produzioni agricole e trasformazioni agroalimentari da scheda allegata al presente atto ; approvare gli esiti della valutazione come da schede allegate; disporre la pubblicazione integrale del presente atto sul B.U.R. della Regione Basilicata.

8700

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8701

8702

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8703

8704

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8705

8706

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8707

8708

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8709

8710

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO GESTIONE INTERVENTI FORMATIVI MATERA - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 30 luglio 2010, n. 1129. P.O Basilicata FSE 2007-2013. Asse 1 " Adattabilit" Avviso Pubblico "Formazione e Competitivit d'Impresa" D.D. n. 1092 del 06.11.2009 - D.D. n. 17 del 25.01.2010 D.G.R. n. 306 del 24/02/2010 ulteriore finanziamento progetti assegnazione progetto a: ECIPA di Matera. COD. 56A/ AP/12/2008/RIF/REG.

quale stato approvato in via definitiva il Piano Regionale Annuale per lo Sviluppo dello Sport anno 2009; CONSIDERATO che per la realizzazione degli Interventi di promozione e sostegno della pratica sportiva,previsti nei precitati documenti di programmazione e di cui alle relative schede A, B, C, D, E, F e G, stata destinata, per lanno 2009, una somma complessiva di a 1.890.000,00 ; VISTA la D.D. n 1208 del 23.11.2009 con la quale si provveduto ad impegnare la summenzionata somma di a 1.890.000,00 assumendo il seguente impegno contabile: - n 5027 - UPB 0860.03 Cap. 27134 per a 890.000,00; - n 5028 UPB 0860.03 Cap. 27135 per a 900.000,00; - n 5029 UPB 0860.03 Cap. 27137 per a 100.000,00; VISTA in particolare la scheda F Misure di sostegno per interventi di sponsorizzazione sportiva, ove previsto per lanno 2009 uno stanziamento di a 900.000,00; CONSIDERATO che, nellambito della scheda di cui trattasi viene, altres, stabilito che: 1. le risorse destinate agli interventi di sponsorizzazione sportiva vengono ripartite in base ai criteri di cui al punto IV.7.4. ed in particolare nelle misure percentuali di seguito riportate: In misura del 70% per gli interventi di sponsorizzazione di cui al punto IV.7.3.a Tab. 1/F In misura del 20% per gli interventi di sponsorizzazione di cui al punto IV.7.3.b Tab. 2/F In misura del 10% per gli interventi di sponsorizzazione di cui al punto IV.7.3.c Tab. 3/F 2. le quote di finanziamento da concedere agli aventi diritto verranno determinate in base alle risorse disponibili, alle domande ammesse a contributo e sulla base dei para-

DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO POLITICHE DELLO SPORT ED ATTUAZIONE DELLE POLITICHE GIOVANILI - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 6 agosto 2010, n. 1135. DGR n 1963 del 11.11.2009 - Scheda F "Misure di sostegno per interventi di sponsorizzazione sportiva" - Rimodulazione, ripartizione ed assegnazione dei finanziamenti residui a favore degli Organismi sportivi di cui alla Tab. 2/F IL DIRIGENTE VISTO il D. L.gs n 165 del 30 marzo 2001 e successive modificazioni; VISTA la Legge Regionale n 12 del 2 marzo 1996 e successive integrazioni e modificazioni; VISTA la D.G.R. n 11 del 13 gennaio 1998; VISTE le DD.GG.RR. n 1148 del 23 maggio 2005 e n 1380 del 5 luglio 2005; VISTA la D.G.R. n 2017 del 5 ottobre 2005 e successive modifiche ed integrazioni; VISTA la DGR n 539/08 concernente la disciplina delliter procedurale delle proposte di Determinazioni e Disposizioni, avvio del Sistema informativo di Gestione dei Provvedimenti Amministrativi; VISTA la D.C.R n 454 del 07.10.2008 concernente lapprovazione del Programma Regionale Triennale per lo Sviluppo dello Sport anni 2008/2010; VISTA la D.G.R n 1963 del 11.11.2009 con la

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8711

metri di riferimento come specificato nella Tab: 1/F 2/F 3/F; 3. le eventuali disponibilit finanziarie residue, risultanti dal monitoraggio degli interventi della scheda F, potranno essere rimodulate da una tipologia dintervento di sponsorizzazione ad unaltra ove venga riscontato che lo stanziamento previsto risulti insufficiente a rispondere alle esigenze e necessit accertate; CONSIDERATO che nellambito della Tab. 2/F limporto complessivo necessario per soddisfare le istanze dei soggetti aventi diritto ammonta ad a 1.038.000,00 a fronte di una concreta disponibilit di a 180.000,00 e che pertanto, in fase di prima assegnazione dei contributi ai soggetti interessati (D.D. n 587/2010) stato necessario operare una proporzionale decurtazione (82,659%) del contributo spettante in base ai parametri del Piano; PRESO ATTO che con le DD.DD. n 223 del 05.03.2010, n 587 del 28.04.2010, n 290 del 16.03.2010, n 787 del 04.06.2010 e n 915 del 28.06.2010 sono stati assegnati, per le Tab. 1/F, 2/F e 3/F contributi per un importo complessivo pari ad a 767.499,58 a fronte dello stanziamento di a 900.000,00 previsto nel PRS 2009 e pertanto residua una somma di a 132.500,42; CONSIDERATO, inoltre, che le societ di seguito nominate, afferenti al parametro 2/F, hanno formalmente rinunciato al contributo assegnato con D.D. n 587/2010 per la sponsorizzazione delle rispettive manifestazioni: - ASD MG JONICA SIRIS BASILICATA di Nova Siri Meeting nazionale giovanissimi 2010, - ASD SHINTAIKAN KARATE CLUB di Potenza, Manifestazione nazionale Open dItalia Sesto San Giovanni - ASD BIKE LIONS POTENZA LUCANA di Potenza Meeting nazionale giovanissimi 2010; - ASD POLISPORTIVA IACOVINO di Potenza Campionato Nazionale cat. Esordienti ;

e pertanto residua unulteriore somma di a 2.601,15; RITENUTO opportuno e necessario ed in osservanza alle prescrizioni di Piano, procedere alla rimodulazione dellimporto complessivo di a 135.925,27, riveniente dalle predette economie di spesa a favore degli Organismi sportivi afferenti al parametro 2/F; VISTA inoltre la scheda E Misure di sostegno a favore della Scuola Regionale dello Sport del CONI/Basilicata ove previsto per lanno 2009 uno stanziamento di a 50.000,00; RILEVATO che il CONI/Basilicata, destinatario del finanziamento non ha mai richiesto i contributi assegnati con D.D. n 1208/09 (Imp. Cont. n 5027 UPB 0860.03 Cap. 27134); CONSIDERATO che il Programma Regionale Triennale per lo sport 2008/2010 al punto IV.6.6 stabilisce che le quote di contributo non concesse potranno essere destinate per altri interventi del Piano regionale annuale, secondo le esigenze e le necessit accertate; CONSIDERATO, inoltre, che la precitata DGR n 1963/09 di approvazione definitiva del Piano regionale annuale dello sport 2009 prescrive il rispetto delle condizioni indicate negli emendamenti formulati sul Piano dalle competenti Commissioni Consiliari Permanenti e che, nel caso specifico testualmente stabiliscono che sia rimpinguata la scheda F del Piano (2009) Misure per gli interventi di sponsorizzazione sportiva fino allammontare di 1 milione di Euro; RITENUTO, pertanto, opportuno e necessario ed in osservanza alle prescrizioni di Piano di destinare la somma di a 50.000,00, riveniente dalle predette economie di spesa, a favore degli organismi sportivi afferenti al parametro 2/F; RITENUTO pertanto, di rimodulare ed assegnare nella misura percentuale del 18,259% lintero importo di a 185.925,27 (a 135.925,27 + a 50.000,00) a favore degli Organismi Sportivi di cui allelenco Allegato A del presente provve-

8712

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

dimento, ripartendo tra gli stessi la somma a disposizione per un totale di a 185.922,27; RITENUTO, altres di rideterminare a favore dei medesimi soggetti di cui allAllegato A, che forma parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, i contributi precedentemente assegnati con D.D. n 587 del 28.04.2010 elevandoli nella misura riportata a fianco di ciascuno; VISTA la Legge Regionale 30 dicembre 2009, n 42 Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione annuale e pluriennale della Regione Basilicata Legge Finanziaria 2010; VISTA la L.R. 30 dicembre 2009, n 43 Bilancio di previsione per lesercizio finanziario 2010 e bilancio pluriennale per il triennio 2010/2012; VISTA la DGR n 3 del 7 gennaio 2010 Approvazione della ripartizione finanziaria in capitoli delle Unit Previsionali di Base del Bilancio di Previsione per lesercizio finanziario 2010 e Bilancio pluriennale per il triennio 20102012; DETERMINA Per le motivazioni espresse in narrativa, che qui si intendono richiamate e trascritte 1. di procedere, ai sensi e per gli effetti della DGR n 1963/09 alla rimodulazione delle quote di finanziamento residuali, e alla conseguente ripartizione ed assegnazione delle stesse agli organismi sportivi aventi titolo, rientranti nellambito della scheda F- Tab. 2/F e di cui allelenco Allegato A che forma parte integrante e sostanziale del presente provvedimento ; 2. di rideterminare, di conseguenza, gli importi precedentemente assegnati con D.D. n 587/2010 nella misura indicata a fianco di ciascun soggetto di cui al precitato elenco; 3. di riservarsi con successive Disposizioni Dirigenziali la liquidazione delle spettanze dovute; 4. Di pubblicare la presente determinazione in forma integrale sul BUR.

Parte I

Allegato "A"

Elenco delle societ sportive ammesse a contributo per la sponsorizzazione sportiva -Scheda F - Anno 2009 - Tab. 2/F tipologia Campionato e/o manifestazione Federazione, codice affiliazione

n d'or

Societ Sportiva

Contributo previsto

contributo Rimodulazione contributo quote rimodulato ed assegnato con D.D. 587/2010 contributo assegnato 823,70 867,30 1.691,00

1
PZ 053

ASD Podistica Amatori Potenza - Via Ciccotti, 36/C 85100 POTENZA


maratona Torino/lago di garda

4.750,00

2 10.000,00 1.734,10

ASD Kodokan Lucania via Villaggio XXIII Novembre 85050 Brienza


trofeo italia esordienti FIJLKAM 17PZ1743

1.825,90 9.500,00 1.647,40 1.734,61 5.000,00 867,05 912,95


Meeting nazionale giovanissimi FCI 15D0420

3.560,00

ASD Moto Club Vito Catapano Campionato Via Sant'Anna,20 - 85024 F.M.I. 4480 italiano motocross LAVELLO
Meeting nazionale giovanissimi

3.382,00

4 FCI 15E0006

GSD Bikecenter di Potenza Via dell'Edilizia - 85100 POTENZA 4.750,00

1.780,00 823,70 867,30 1.691,00 3.294,79 3.469,21 6.764,00

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

ASD POLISPORTIVA IACOVINO - Piazzale Vilnius, 22 - 85100 POTENZA

6
FCI 15G0419

ASD FARNESE VINI BASILICATA - via G. Di Vittorio, 21 - 85015 OPPIDO LUCANO


Coppa del mondo 2010
Meeting nazionale societ giovanissimi 2010 FCI 15N0305

19.000,00

S.D. CASTROCIELO - Via Gianturco, 63 - 85015 OPPIDO LUCANO

5.000,00

867,05 912,95 1.780,00


8713

8714

n d'or

Societ Sportiva

tipologia Campionato e/o manifestazione Federazione, codice affiliazione

Contributo previsto

contributo Rimodulazione contributo assegnato con quote rimodulato ed D.D. 587/2010 contributo assegnato 823,70 867,30 1.691,00

ACD Pol. Lib. Melidoro terra di Puglia - c/o Melidoro Michele - Via Teramo, 2 - 75023 MONTALBANO JONICO
Meeting nazionale societ giovanissimi 2010

FCI 15Q0049

4.750,00

9
FIN 000132

INVICTA NUOTO - Via Tirreno, 31 - 85100 POTENZA 10.000,00 1.825,90 CSAI 244769 1.734,61
FCI 15J0400

campionato naz. Pallanuoto femminile serie B

1.734,10 3.560,00

10 9.500,00 1.647,40

ASD ITALIA AUTOSPORT Via della Fisica, 28 - 85100 POTENZA


Campionato italiano velocit montagna Camp. ital di societ giovanissimi ROMA

3.382,00

11 4.500,00 780,35

ASD RE-CYCLING BERNALDA - Via Belisario, 1 75012 BERNALDA


Campionato italiano ciclocross 2009/10 Milano FCI 15J0400

821,66 5.000,00 867,05 912,95 4.750,00 823,70 867,30

1.602,00

12

1.780,00

13

XXIV meeting naz. F.C.I. 15P0243 Giovanissimi

A.S.D. Ciclo Team Valnoce Viale Monastero, 73/A - 85040 RIVELLO


campionato ital. Ciclocross F.C.I. 15P0243

1.691,00 823,70 867,30 1.691,00 823,70 867,30 1.691,00

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

14

4.750,00

15
FCI 15W0417

ASD Sporting Life Club - Corso Carlo Alberto, 48 - 75023 MONTALBANO JONICO
Meeting nazionale societ giovanissimi 2010

4.750,00

Parte I

Parte I

n d'or

Societ Sportiva

tipologia Campionato e/o manifestazione Federazione, codice affiliazione

Contributo previsto

contributo Rimodulazione contributo assegnato con quote rimodulato ed D.D. 587/2010 contributo assegnato 823,70 867,30 1.691,00

16
FCI 15C0406

GSD Arieco Basilicata - Via Gianturco, 39 - 85015 OPPIDO LUCANO


campionato ital. Ciclocross

4.750,00

17
FCI 15A0397

ASD HERACLEA BIKE - Via Taranto, 1 - 75025 POLICORO


campionato ital. Ciclocross

4.750,00 867,30

823,70 1.691,00

18
FIDALPZ 035

ASD ATLETICA FEMMINILE SEDAS LAURIA - Via del Precursore, 54 85044 LAURIA

Campionato Naz. Corsa Campestre

5.000,00

867,05 912,95 1.780,00

19 FIDALPZ 034 5.000,00 867,05

ASD Club Ateltico Lauria - Via cairoli, 109 - 85044 LAURIA

Campionato nazionale corsa campestre

912,95
FCI 15k0302

1.780,00

20 10.000,00

Centro Avviamento Pista Dilettantistico Camp. Ital. Di Oppido Lucano - Via Girasole, 3 - 85015 societ Pista 2010 OPPIDO LUCANO

1.734,10 1.825,90 3.560,00 823,70 867,30 1.691,00 867,05 912,95 1.780,00

21
FCI 15N0230

ASD BICI SPORT Marconia - Via Pier Paolo Pasolini, 3 - 75020 MARCONIA DI PISTICCI
Meeting nazionale societ giovanissimi 2010

4.750,00

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

22
MT073

10^ Maratona di Milano

5.000,00

G.S. Athlos Maratoneti Matera Viale Italia, 24 - 75100 Matera


10^ ed. mezza maratona di Stoccolma MT073

23

20.000,00

3.468,20 3.651,80 7.120,00

8715

8716

n d'or

Societ Sportiva

tipologia Campionato e/o manifestazione Federazione, codice affiliazione

Contributo previsto

contributo Rimodulazione contributo assegnato con quote rimodulato ed D.D. 587/2010 contributo assegnato 823,70 867,30 1.691,00

24

ASD EMMETI CYCLING BELLISARIO - Via della Croce, 30 - 75100 MATERA


Meeting nazionale societ giovanissimi 2010

FCI 15T0414

4.750,00

25 5.000,00 912,95
FIJLKAM 17PZ0879

26 5.000,00 867,05

ASD SHINTAIKAN KARATE CLUB - c/o Pastore Donato - Via della Pineta, 19 - 85100 POTENZA 25 Open nazionale di Grado

Campionato Italiano assoluto di Kumite FIJLKAM 17PZ0879

867,05 1.780,00

912,95
FMI 7755

1.780,00

27 10.000,00 1.734,10

MC MONTALBANO JONICO - Via SUPERCROSS SP 95 Scanzano -Montalbano NAZIONALE Jonico - 75023 MONTALBANO Milano JONICO
Camp. Ital. Di societ under 23 su Pista FIDAL MT022

1.825,90 10.000,00 1.734,10 1.825,90


FIDAL MT022

3.560,00

28

3.560,00 3.468,20 3.651,80 7.120,00 3.468,20 3.651,80 7.120,00

29 20.000,00

SHARM EL SHEIKH INTERNATIONAL HALF MARATHON

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

30
FIDAL MT022

GRUPPO SPORTIVO MATERA Via Venezia, 21 c/o Carlucci Francesco - 75100 MATERA
INTERNATIONAL HALF MARATHON OF MARRAKESH

20.000,00

31

LISBON INTERNATIONAL HALF MARATHON

FIDAL MT022

20.000,00

3.468,20 3.651,80 7.120,00


Parte I

Parte I

n d'or

Societ Sportiva

tipologia Campionato e/o manifestazione Federazione, codice affiliazione

Contributo previsto

contributo Rimodulazione contributo assegnato con quote rimodulato ed D.D. 587/2010 contributo assegnato 3.468,20 3.651,80 7.120,00

32
FIDAL MT074

SHARM EL SHEIKH INTERNATIONAL HALF MARATHON

20.000,00

33
FIDAL MT074

CLUB BASILICATA MATERA Via Mario Rosario Greco, 18/22 c/o IACOVONE Vito - 75100 MATERA
DUBLIN INTERNATIONAL MARATHON

20.000,00 3.651,80

3.468,20 7.120,00

34
FIDAL MT074

LISBON INTERNATIONAL HALF MARATHON

20.000,00

3.468,20 3.651,80 7.120,00

35
FITAV MT02

A.S.D. "Lo Schioppo" STV c/o Lucia Sabato - Via Adda, 15 75020 Scanzano Jonico
Campionato Nazionale di Tiro a Piattello Skeet

10.000,00

1.734,10 1.825,90 3.560,00

36
Fitav PZ00

Societ Tiro a Volo Potenza C.da Varco D'Izzo, 15 - 85100 Potenza


Camp. Naz. A squadre

5.000,00

867,05 912,95 1.780,00 867,05 912,95 1.780,00 867,05 912,95 1.780,00

37 5.000,00

Camp. Naz. Assoluto

FIJLKAM 17MT0469

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

38

Manifest. nazionale Open D'Italia - Sesto San Giovanni FIJLKAM 17MT0469

5.000,00

39

ASD Centro Karate Zaccaro Matera - Via S. Stefano, 45 75100 MATERA 25 Open nazionale di Grado
FIJLKAM 17MT0469

5.000,00

867,05 912,95 1.780,00

8717

8718

n d'or

Societ Sportiva

tipologia Campionato e/o manifestazione Federazione, codice affiliazione

Contributo previsto

contributo Rimodulazione contributo assegnato con quote rimodulato ed D.D. 587/2010 contributo assegnato 3.468,20 3.651,80 7.120,00

40

Coppa Mohammed VI FIJLKAM 17MT0469

20.000,00

41 20.000,00 3.651,80
Golden League Open USA FIJLKAM 17PZ1504

Golden League Open USA

FIJLKAM 17MT0469

3.468,20 7.120,00

42 20.000,00 3.468,20

3.651,80 Junior Olimpic 20.000,00 3.468,20 3.651,80


FIJLKAM 17PZ1504 FIJLKAM 17PZ1504

7.120,00

43

7.120,00

44 20.000,00

3.468,20 3.651,80 7.120,00 867,05 912,95 1.780,00 867,05 912,95 1.780,00

ASD CAM D'ONOFRIO P.zza De Gasperi, 32/34 85037 SANT'ARCANGELO


Manifestazione nazionale Open D'Italia - Sesto San Giovanni FIJLKAM 17PZ1504

9 Coppa Internazionale "Mohammed VI"

45 5.000,00

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

46

25 Open nazionale di Grado

FIJLKAM 17PZ1504

5.000,00

47

Camp. Naz. Assoluto

FIJLKAM 17PZ1504

5.000,00

867,05 912,95 1.780,00

Parte I

Parte I

n d'or

Societ Sportiva

tipologia Campionato e/o manifestazione Federazione, codice affiliazione

Contributo previsto

contributo Rimodulazione contributo assegnato con quote rimodulato ed D.D. 587/2010 contributo assegnato 1.734,10 1.825,90 3.560,00

48

Campionato naz. di societ su pista under 23

FIDAL MT023

10.000,00

49 FIDAL MT023 912,95 FIDAL MT023 20.000,00 3.468,20 3.651,80 FIDAL MT023 20.000,00 3.468,20 3.651,80 FIDAL MT023 20.000,00 3.468,20 3.651,80 FIDAL MT023 5.000,00 867,05 912,95 FIDAL MT023 10.000,00 1.734,10 1.825,90
17MT1218

Camp. Ital. di societ di corsa campestre

5.000,00

867,05 1.780,00

50

LISBON INTERNATIONAL HALF MARATHON

7.120,00

51

ASD Pol. Rocco SCOTELLARO - Via F.lli Cervi, 4 - 75100 MATERA


DUBLIN INTERNATIONAL MARATHON

INTERNATIONAL HALF MARATHON OF MARRAKESH

7.120,00

52

7.120,00

53

CAMPIONATO ITALIANO MARATONINA

1.780,00

54

GRAN PRIX NAZ. DI MARCIA

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

3.560,00 5.000,00 867,05 912,95 1.780,00

55

ASD KARATE DOJO CALCIANO - Manifestazione nazionale Open Rione Don Orlandi, 9 - 75010 D'Italia - Sesto CALCIANO San Giovanni

8719

g
8720

n d'or

Societ Sportiva

tipologia Campionato e/o manifestazione Federazione, codice affiliazione

Contributo previsto

contributo Rimodulazione contributo assegnato con quote rimodulato ed D.D. 587/2010 contributo assegnato 823,70 867,30 1.691,00

56
FCI 15A0404

ASD LOCO BIKERS - C.da Piazzolla, 144 c/o Nicola SELLITTI - 85050 PATERNO
Campionato di ciclocross italiano

4.750,00

57 1.825,90
Meeting nazionale societ giovanissimi 2010

GSGD Meridiana Team (femminile) - C.da Villa Franca snc - 85010 PIGNOLA
Settimana Tricolore (camp. It. Femm.le strada/cronometro)

FIC 15W0425

10.000,00

1.734,10 3.560,00

58

AS CICLAMATORI BERNALDA Via Della Concordia snc - 75012 BERNALDA

FCI 15H0284

4.750,00

823,70 867,30 1.691,00

59 FIPM 461 5.000,00 867,05

VERRUTOLI Societ Sportiva Recinto 2 Annunziatella, 8 75100 MATERA


Camp. Naz. It. Esordienti A / 1011 Aprile

Manif. Avv.to esordienti B cuccioli Minicuccioli / 10-11 Aprile

912,95 FIPM 461 5.000,00 867,05 912,95 FIPM 473 5.000,00 867,05 912,95 FIPM 473 5.000,00 867,05 912,95 FIC 15P0390 4.750,00 823,70 867,30

1.780,00

60

1.780,00

61

AGENZIA DELLO SPORT Recinto 2 Annunziatella, 8 75100 MATERA


Manif. Avv.to esordienti B cuccioli Minicuccioli / 10-11 Aprile

Camp. Naz. It. Esordienti A / 1011 Aprile

1.780,00

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

62

1.780,00

63

GRUPPO CICLISTICO LUCANO Dilett. - Via Isernia 75020 MARCONIA


Meeting nazionale societ giovanissimi 2010

1.691,00
Parte I

Parte I

n d'or

Societ Sportiva

tipologia Campionato e/o manifestazione Federazione, codice affiliazione

Contributo previsto

contributo Rimodulazione contributo assegnato con quote rimodulato ed D.D. 587/2010 contributo assegnato 823,70 867,30 1.691,00

64 4.750,00

ASD FISHING BASS POTENZA - Via Viviani, 11 85100 POTENZA


Finale camp. Ital. Pesca al black bass da belly

fipsas 0760079

65 5.000,00 912,95 FIDAL MTA25 5.000,00 867,05 912,95 FIDAL MTA25 5.000,00 867,05 912,95 FIDAL MTA25 5.000,00 867,05 912,95
Finale Camp. Naz. Su pista - master

ASD Pallavolo Matera - Largo Passarelli, 1 - 75100 MATERA 867,05

Camp. Naz. Pallav. Maschile B/2

FIPAV 160780095

1.780,00

66

V Meeting Giovanile "Citt di Chiari" su pista

1.780,00

67

ASD Atletica Materana - via Sicilia, 11 - 75100 MATERA

XVI Memorial "Mario Agosti" su pista

1.780,00

68

XXVIII Trofeo di Pasquetta

1.780,00 867,05 912,95 1.780,00 867,05 912,95 1.780,00

69 5.000,00

FIDAL MT 012

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

70

ASD G.S. DUE SASSI - Via Sicilia, 11 - 75100 MATERA


CROSS - finale nazionale

FIDAL MT 012

5.000,00

71

XIV MEETING NAZIONALE CITTA DI PERGINE

FIDAL MT 012

5.000,00

867,05 912,95 1.780,00

8721

g
8722

n d'or

Societ Sportiva

tipologia Campionato e/o manifestazione Federazione, codice affiliazione

Contributo previsto

contributo Rimodulazione contributo assegnato con quote rimodulato ed D.D. 587/2010 contributo assegnato

72 912,95
Camp. Italia Yamaha Cup 1000

ASD ALBATROSS SANTANGIOLESI - C.da Farisi,32 - 85050 SANT'ANGELO LE FRATTE


Meeting nazionale societ giovanissimi 2010

FCI 15G0402 1.780,00

5.000,00

867,05

73 FIM 1796 1.734,61 9.500,00 1.647,40

ASD KARMA MOTO CLUB Via Cappelluti, 33 - 75100 MATERA

3.382,00

74 FIS 150 5.000,00 867,05

ASD Circolo Schermistico Matera - Via Nicola Sole, 13 casella postale n 120 - 75100 MATERA
5^ PROVA MASTER

912,95
Manif. Inter. BAJA CASTELO BRANCO

1.780,00

75 19.000,00

ASD MOTO CLUB ONLY TEAM - Loc. Mazzo, 3 - 85051 BELLA FMI UEM 7828 3.294,79
9^ Maratonina citt FIDAL di Treviglio

3.469,21 MT093 5.000,00 867,05 912,95

6.764,00

76

1.780,00 3.468,20 3.651,80 7.120,00

77 MT093

ASD MARATHON CLUB GRASSANO - Vico I Chiesa, 3 - 75014 GRASSANO


Manf. Intern. FIDAL Maratona di Tokyo Manif. Naz. Turin Marathon

20.000,00

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

78 FIDAL MT093

5.000,00

867,05 912,95 5.000,00 867,05 912,95 1.780,00 1.780,00

79

Meeting naz. Perigine FIDAL PZ037 ASD Club Atletico Potenza - C.da Valsugana

Parte I

Macchia Romana c/o Campo

Parte I

n d'or

Societ Sportiva

tipologia Campionato e/o manifestazione Federazione, codice affiliazione

Contributo previsto

contributo Rimodulazione contributo assegnato con quote rimodulato ed D.D. 587/2010 contributo assegnato 867,05 912,95 1.780,00

Macchia Romana c/o Campo Scuola - 85100 POTENZA


Gara intern. di corsa campestre "cinque mulini"

80

FIDAL PZ037

5.000,00

81
FCI 15L0256

Camp. Ital. Cross Country

4.750,00 867,30

823,70 1.691,00

GSC BASER DILETTANTISTICO Via Degli Aragonesi, 29 - 75100 MATERA


Camp. Italian Marathon Val Di Fassa Bike Moena FCI 15L0256

82 4.750,00 823,70

867,30
FIM 4395

1.691,00

83 9.500,00 1.647,40

ASD MOTO CLUB MATERA CORSE - Via Ferdinando Tortorella, 3 - 75100 MATERA
motociclismo classe stok 1000

1.734,61 Camp. Ital. Minicross FMI 3853 4.750,00 823,70 867,30


Gothia cup the FIGC LND 918844 world youth cup -

3.382,00

84

ASD MOTOCLUB SIRITIDE Via Siris, 40 - 75020 NOVA SIRI 19.000,00

1.691,00 3.294,79 3.469,21 6.764,00 867,05 912,95 1.780,00

85

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

86
7^ Versiglia Cup FIGC LND 918844

ASD REAL PEPPINO CAMPAGNA - Via C. Sanpietro, 8 - 75012 BERNALDA 5.000,00

87

A.S.D. EUROATLETICA '96 BASILICATA - Via San Simone Giuda, 12 - 75024 MONTESCAGLIOSO
Campionato Nazionale di Societ di marcia FIDAL MT 087

10.000,00

1.734,10 1.825,90 3.560,00

8723

8724

n d'or

Societ Sportiva

tipologia Campionato e/o manifestazione Federazione, codice affiliazione

Contributo previsto

contributo Rimodulazione contributo assegnato con quote rimodulato ed D.D. 587/2010 contributo assegnato 1.734,10 1.825,90 3.560,00

MONTESCAGLIOSO
GRAN PRIX NAZ. DI MARCIA FIDAL MT 087

88

10.000,00

89
FIDAL MT 087

Camp. Ital. Ind. Cadette 2010

5.000,00 912,95

867,05 1.780,00

90
FIDAL MT 087

Camp. Ital. Ind. Allievi su pista

5.000,00

867,05 912,95 1.780,00

91
FIDAL MT 087

19 Gran Premio Inter. En Marcha Atletica

20.000,00

3.468,20 3.651,80 7.120,00

92
FIDAL MT088

Campionato Nazionale di Societ di marcia maschile

10.000,00

1.734,10 1.825,90 3.560,00 1.734,10 1.825,90 3.560,00 867,05 912,95 1.780,00

93
FIDAL MT088

GRAN PRIX NAZ. DI MARCIA

10.000,00

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

94
FIDAL MT088

ASD ECOSPORT SAN BIAGIO 2000 MONTE ASC - Via San Simone Giuda, 12 - 75024 MONTESCAGLIOSO Camp. Ital. Ind. Cadetti 2010

5.000,00

95

Camp. Ital. Ind. Allievi su pista

FIDAL MT088

5.000,00

867,05 912,95 1.780,00


Parte I

Parte I

n d'or

Societ Sportiva

tipologia Campionato e/o manifestazione Federazione, codice affiliazione

Contributo previsto

contributo Rimodulazione contributo assegnato con quote rimodulato ed D.D. 587/2010 contributo assegnato 3.468,20 3.651,80 7.120,00

96
FIDAL MT088

19 Gran Premio Inter. En Marcha Atletica

20.000,00

97 5.000,00 912,95 FIJLKAM 17MT2065 5.000,00 867,05 912,95


FIM 3841

FIJLKAM 17MT2065 867,05

98
D'Italia - Sesto San Giovanni

Camp. Ital. Di classe ASD Scuola Karate Miglionico - assoluto C.da Pila snc - 75010 Manifestazione MIGLIONICO nazionale Open

1.780,00

1.780,00

99

MC MARCONIA PISTICCI Via Nenni, 48 - 75015 MARCONIA DI PISTICCI


Campionato italiano motocross

10.000,00

1.734,10 1.825,90 3.560,00

ASD ONLUS Old Friends 100 Nuoto - C.da Bosco tre Case, 16 - 85055 PICERNO
Christmas Cup Giovani speranze fipsas 0760084

5.000,00

867,05 912,95 1.780,00 867,05 912,95 1.780,00

101 5.000,00

ASCD Dimensione Donna Vico Umberto I, 4 - 85100 POTENZA


Christmas Cup FIPSAS 0760088 Giovani speranze

ASD Centro Sportivo Educativo


Trellerborg Open 2010 FITA T1701004

102 Lucano Taekwondo - Via Mazzini,

20.000,00

3.468,20 3.651,80 7.120,00 20.000,00 3.468,20 3.651,80 7.120,00

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

25 - 75013 FERRANDINA

103

ASD "Taekwondo Pomarico" Via R. Iozzino Ioli - 75016 POMARICO


Trelleborg Open 2010

FITA T1701006

8725

8726

n d'or

Societ Sportiva

tipologia Campionato e/o manifestazione Federazione, codice affiliazione

Contributo previsto

contributo Rimodulazione contributo assegnato con quote rimodulato ed D.D. 587/2010 contributo assegnato 867,05 912,95 1.780,00

104
FIN 2307

ASD Centro Nuoto Lucano Savigi C:da Costa della Gaveta, 30/C - Camp. Naz. Estivi 85100 POTENZA

5.000,00

105
FIN Bas6

ASD Ass. Atleti Amatori Matera Camp. Naz. Estivi V.le delle Nazioni Unite c/o Palasassi - 75100 MATERA

5.000,00 912,95

867,05 1.780,00

106
FIN bas 002070

ASD Team Athletic Amatori Matera - Via Colangiuli, 5 75100 MATERA


Camp. Naz. Esord. A

5.000,00

867,05 912,95 1.780,00

107
FIP 001049

ASD EUROCLUB FEMMINILE OLIMPIA - Via Sanremo 85100 POTENZA


Serie C Femminile Basket

4.750,00

823,70 867,30 1.691,00

108
FIP 043037

Serie C maschile Basket

10.000,00

1.734,10 1.825,90 3.560,00 1.647,40 1.734,61 3.382,00 823,70 867,30 1.691,00

AS LUCOS BASKET MONTESCAGLIOSO - Via Montegrappa, 29 - 75024 MONTESCAGLIOSO


Campionato serie C FIP 037782

109 9.500,00

ASD - PALLACANESTRO SENISE - C.da Mercato 85038 SENISE


FIP 050126

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

110

ASD TIMBERWOLVES - SMART Camp. Naz. Serie Under 15 P@PER Potenza - Via degli eccellenza Oleandri - 85100 POTENZA

4.750,00

111

ASD Gruppo Sportivo Silenziosi Camp. Naz. Calcio Via Tirreno, 41 - 85100 a5 POTENZA

FSSI 020201 FIGC 690087

10.000,00

1.734,10 1.825,90 3.560,00


Parte I

Parte I

n d'or

Societ Sportiva

tipologia Campionato e/o manifestazione Federazione, codice affiliazione

Contributo previsto

contributo Rimodulazione contributo quote rimodulato ed assegnato con D.D. 587/2010 contributo assegnato 867,05 912,95 1.780,00

112
FISE 161159

ASD TUCCI TEAM - Via Dolomiti, 6 - 75025 POLICORO

Campionato Italiano Salto Ostacoli

5.000,00

113
CSAI 297452

ER:RACING - Via Appia, 206 85100 POTENZA

Camp. Ital. Autostoriche Velocit Pista

9.500,00 1.734,61

1.647,40 3.382,00

114 9.500,00 1.647,40

ASD Basilicata ciclismo - C.da Varco Izzo, 32 - 85100 POTENZA FCI 15H0396 1.018.250,00 176.574,73

Campionato naz. di ciclismo

1.734,61

3.382,00

115

TOTALE

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

185.922,27

362.497,00

8727

8728

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - DIREZIONE GENERALE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 6 agosto 2010, n. 1138. C.C.D.I. del personale non Dirigente della Giunta Regionale per il quadriennio normativo 2006/2009 e per l'annualit economica 2009 - integrativo al C.C.N.L. del comparto Regioni ed Autonomie Locali quadriennio normativo 2006/2007 sottoscritto in data 11.04.2008 e biennio economico 2008/2009 sottoscritto il 31.07.2009 (D.G.R. n. 2076 del 04.12.2009) - Art. 9. Conferimento incarichi di specifica responsabilit previsti dall'art. 36 del C.C.N.L. del 22.01.2004 ai dipendenti regionali in servizio presso l'Ufficio Lavoro e Territorio del Dipartimento Formazione, Lavoro, Cultura e Sport.

DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO FORMAZIONE CONTINUA ED ALTA FORMAZIONE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 9 agosto 2010, n. 1154. PO FSE Basilicata 2007/2013 - Asse I "Adattabilit" - D.G.R. n. 2127/2008 - Avviso Pubblico "Formazione e competitivit di impresa" - D.G.R. n. 306/2010 "Ulteriore finanziamento". Correzione errore materiale graduatoria progetti "Ammessi e non finanziabili per indisponibilit di risorse" -Progetto "ERP Consultant" - Soggetto Proponente Solidariet Integra Cooperativa Sociale a.r.l. Potenza. DIPARTIMENTO AGRICOLTURA, SVILUPPO RURALE, ECONOMIA MONTANA - UFFICIO ZOOTECNIA, ZOOSANITA' E VALORIZZAZIONE DELLE PRODUZIONI - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 12 luglio 2010, n. 517. Progetto di promozione integrata dell'agroalimentare lucano 2010 - Obiettivo 03 Liquidazione fattura Adecom. DIPARTIMENTO AGRICOLTURA, SVILUPPO RURALE, ECONOMIA MONTANA - UFFICIO ZOOTECNIA, ZOOSANITA' E VALORIZZAZIONE DELLE PRODUZIONI - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 12 luglio 2010, n. 518. Progetto di promozione integrata dell'agroalimentare lucano 2010 - Obiettivo 03 Liquidazione fatture "Settimana Italiana a Bruges". DIPARTIMENTO AGRICOLTURA, SVILUPPO RURALE, ECONOMIA MONTANA - UFFICIO SOSTEGNO ALLE IMPRESE AGRICOLE, ALLE INFRASTRUTTURE RURALI E ALLO SVILUPPO DELLA PROPRIETA' - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 22 luglio 2010, n. 536. Consorzio di bonifica "Alta Val D'Agri" Lavori di manutenzione ed adeguamento impianti irrigui - Liquidazione finale.

DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO PROGETTAZIONE STRATEGICA ED ASSISTENZA TECNICA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 6 agosto 2010, n. 1142. Costituzione commissione d'esame corso "Responsabile dell'organizzazione e comuniczione di eventi per lo sviluppo del patrimonio culturale " Azione n. 9/A.P.06.07/MT/T - Soggetto Attuatore : Vocational Training S.r.l. Matera.

DIPARTIMENTO FORMAZIONE, LAVORO, CULTURA E SPORT - UFFICIO GESTIONE INTERVENTI FORMATIVI MATERA - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 6 agosto 2010, n. 1144. PO FSE Basilicata 2007-2013 Asse I " Adattabilit ". Avviso Pubblico " Formazione e Competitivit di impresa " DD 1092 del 06/11/2009 DD 17 del 25/01/2010 - D.G.R. 306 del 24/02/2010 ulteriore finanziamento progetti Assegnazione a Serea snc di De Bonis Donato Antonio & C. di Potenza Cod 48A/AP/12/2008/RIF/REG.

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8729

DIPARTIMENTO AGRICOLTURA, SVILUPPO RURALE, ECONOMIA MONTANA - UFFICIO PRODUZIONI VEGETALI E SILVICULTURA PRODUTTIVA - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 22 luglio 2010, n. 539. Complemento di Programmazione del P.O.R. 2000-2006 - Misura IV.8 Az.IV.8 C Approvazione revoca del contributo, recupero e disimpegno somme nei confronti della ditta Lapadula Domenico pos. 1630 (0b.4).

CIO SOSTEGNO ALLE IMPRESE AGRICOLE, ALLE INFRASTRUTTURE RURALI E ALLO SVILUPPO DELLA PROPRIETA' - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 28 luglio 2010, n. 578. L.R. n.33 del 06.09.2001 - Liquidazione dei fondi assegnati con D.C.R. n. 54 del 18.01.2010 al Consorzio di Bonifica di Bradano e Metaponto - Esercizio 2010. 2 Anticipazione. DIPARTIMENTO AGRICOLTURA, SVILUPPO RURALE, ECONOMIA MONTANA - UFFICIO ZOOTECNIA, ZOOSANITA' E VALORIZZAZIONE DELLE PRODUZIONI - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 30 luglio 2010, n. 580. Iscrizione nell'elenco regionale delle fattorie didattiche della Ditta "Agricola Pitrelli S.S." C.da S. Badie - Nova Siri (MT). DIPARTIMENTO AGRICOLTURA, SVILUPPO RURALE, ECONOMIA MONTANA - UFFICIO SOSTEGNO ALLE IMPRESE AGRICOLE, ALLE INFRASTRUTTURE RURALI E ALLO SVILUPPO DELLA PROPRIETA' - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 30 luglio 2010, n. 585. Consorzio di bonifica "Alta Val D'Agri" D.G.R. n. 1675 dei 25.09.2009. Lavori di manutenzione opere di bonifica nel comprensorio consortile - Esercizio 2010. Approvazione progetto. DIPARTIMENTO AGRICOLTURA, SVILUPPO RURALE, ECONOMIA MONTANA - UFFICIO SOSTEGNO ALLE IMPRESE AGRICOLE, ALLE INFRASTRUTTURE RURALI E ALLO SVILUPPO DELLA PROPRIETA' - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 30 luglio 2010, n. 586. Consorzio di Bonifica Alta Val D'Agri Legge Regionale 06.09.2001, n. 33 - Interventi di esercizio degli impianti irrigui D.C.R. n. 424/2009 e Determinazione Dirigenziale n. 309/2009. Approvazione progetto oneri di gestione esercizio 2009.

DIPARTIMENTO AGRICOLTURA, SVILUPPO RURALE, ECONOMIA MONTANA - UFFICIO PRODUZIONI VEGETALI E SILVICULTURA PRODUTTIVA - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 27 luglio 2010, n. 575. Legge Regionale e 28 del 7 agosto 2002 "Disciplina concernente l'abbattimento di alberi di olivo". Archiviazione. Pelata Caterina CF PLLCRN78R41G786U.

DIPARTIMENTO AGRICOLTURA, SVILUPPO RURALE, ECONOMIA MONTANA - DIREZIONE GENERALE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 27 luglio 2010, n. 576. A.R.B.E.A. - Contributo per attivit di controllo delegate da ARBEA a SIN srl Impegno di spesa e liquidazione della prima quota del contributo .

DIPARTIMENTO AGRICOLTURA, SVILUPPO RURALE, ECONOMIA MONTANA - UFFICIO MONITORAGGIO, SISTEMI INFORMATIVI, BANCHE DATI, SUPPORTO ALLA PROGRAMMAZIONE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 27 luglio 2010, n. 577. Programma Statistico Nazionale 20082010. Indagine Amministrativa sull'Agriturismo al 31.12.2009 - Impegno di spesa e Liquidazione compenso alla dipendente incaricata.

DIPARTIMENTO AGRICOLTURA, SVILUPPO RURALE, ECONOMIA MONTANA - UFFI-

8730

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

DIPARTIMENTO AGRICOLTURA, SVILUPPO RURALE, ECONOMIA MONTANA - UFFICIO PRODUZIONI VEGETALI E SILVICULTURA PRODUTTIVA - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 30 luglio 2010, n. 590. Legge Regionale n 28 del 7 agosto 2002 "Disciplina concernente l'abbattimento di alberi di olivo". Abbattimento Vietato. Petrosini Gianbattista Filippo CF PTR GBT 33S06 H591R.

UFFICIO FORESTE E TUTELA DEL TERRITORIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 14 luglio 2010, n. 838. Manutenzione e miglioramento della foresta regionale "Fossa Cupa" in agro di Abriola. Liquidazione fatture.

DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITA' UFFICIO TUTELA DELLA NATURA - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 16 luglio 2010, n. 845. Impegno e liquidazione di a 2.499,20 a favore della Sig.ra PERRUPATO Maria quale risarcimento danni da fauna selvatica relativa alla sentenza n. 318/2010 del Giudice di Pace di Potenza.

DIPARTIMENTO AGRICOLTURA, SVILUPPO RURALE, ECONOMIA MONTANA - UFFICIO PRODUZIONI VEGETALI E SILVICULTURA PRODUTTIVA - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 30 luglio 2010, n. 591. L.egge Regionale n 28 del 7 agosto 2002 - "Disciplina concernente l'abbattimento di alberi di olivo". Abbattimento Vietato. Di Cristo Giorgio CF DCR GRG 32A17 G261E.

DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITA' UFFICIO PREVENZIONE E CONTROLLO AMBIENTALE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 26 luglio 2010, n. 870. D.LGS. 22/97, art. 17 - Caratterizzazione del sito di abbandono di rifiuti fitosanitari in loc. Fiumara del Comune di Venosa in danno al soggetto obbligato chiusura amministrativa dell'intervento ed erogazione saldo.

DIPARTIMENTO AGRICOLTURA, SVILUPPO RURALE, ECONOMIA MONTANA - UFFICIO PRODUZIONI VEGETALI E SILVICULTURA PRODUTTIVA - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 30 luglio 2010, n. 592. L.R. 7 Agosto 2002, n.28 - "Disciplina concernente l'abbattimento di alberi di olivo". Abbattimento Vietato. Di Tommaso Rocco DTM RCC 31M15 L738C.

DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITODIPARTIMENTO AGRICOLTURA, SVILUPPO RURALE, ECONOMIA MONTANA - DIREZIONE GENERALE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 30 luglio 2010, n. 597. POR Basilicata 2000-2006 Mis. IV.8 - Verifiche tecnico-amministrative finali - Affidamento incarico ai sensi della DGR 2070/08 e della Determinazione Dirigenziale n. 4 del 13.01.2009 - Ditta Gaurino Innocenzo - Matera. RIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITA' UFFICIO PREVENZIONE E CONTROLLO AMBIENTALE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 26 luglio 2010, n. 871. POR 2000/2006, Misura 1.3, Azione D (Codice 75/2007/116) - Interventi di messa in sicurezza della viabilit interpoderale di propriet pubblica ricadente su affioramenti dl rocce contenenti amianto del Comune di Viggianello - Presa d'atto perizie di variante e data ultimazione lavori, chiusura amminiDIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITA' strativa e liquidazione lavori di completamento.

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8731

DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITA' UFFICIO COMPATIBILITA' AMBIENTALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 26 luglio 2010, n. 878. D.L.GS N. 152 del 3/4/2006 - Parte II (e s.m.i.). Parere favorevole, con prescrizioni, all'esclusione dalla procedura della Valutazione Ambientale Strategica, ai sensi dell'art. 12 del D. L.gs n. 152/2006 (e s.m.i.), relativamente al "Regolamento Urbanistico comunale" di San Fele (PZ). Autorit Procedente: Amministrazione Comunale di San Fele. IL DIRIGENTE VISTA la Legge Regionale n. 12 del 2 marzo 1996, recante Riforma dellorganizzazione amministrativa regionale e le successive modifiche ed integrazioni; VISTO il Decreto Legislativo n. 165 del 30 marzo 2001, recante Norme generali sullordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche e le successive modifiche ed integrazioni; VISTA la D.G.R. n. 11 del 13 gennaio 1998, recante Individuazione degli atti di competenza della Giunta; VISTA la D.G.R. n. 539 del 23 aprile 2008, recante Iter procedurale delle Determinazioni e Disposizioni, Avvio del Sistema Informativo di Gestione dei Provvedimenti Amministrativi; VISTA la D.G.R. n. 1148 del 23 maggio 2005, recante L.R. 2 marzo 1996 n. 12 e s.m.i. Denominazione e configurazione dei dipartimenti regionali relativi alle aree istituzionali della Giunta Regionale e della Presidenza della Giunta; VISTA la D.G.R. n. 2017 del 5 ottobre 2005 (e s.m.i.), recante Dimensionamento ed articolazione delle strutture e delle posizioni dirigenziali dei dipartimenti dellarea istituzionale della Presidenza e della Giunta. Individuazione delle strutture e delle posizioni dirigenziali individuali e declaratoria dei compiti loro assegnati; VISTA la D.G.R. n. 2020 del 5 ottobre 2005,

recante Conferimento incarichi di direzione delle strutture e delle posizioni dirigenziali dei dipartimenti regionali dellarea istituzionale della Presidenza della Giunta e della Giunta. Approvazione schema di contratto; VISTA la direttiva 2001/42/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 giugno 2001, concernente la valutazione degli effetti di determinati piani e programmi sull'ambiente; VISTO il D.L.vo n. 152 del 3 aprile 2006 Norme in materia ambientale modificato ed integrato dal D.L.vo n. 4 del 16 gennaio 2008; VISTO lart. 6, commi 2, 3 e 3bis del D. L. 152/2006 (come modificato dal D.L.vo 4/2008), che individua i piani e programmi sottoposti a procedimento di Valutazione Ambientale Strategica (VAS), distinguendo quelli sottoposti a VAS da quelli invece sottoposti a verifica di assoggettabilit alla VAS; VISTA listanza prodotta dallAmministrazione Comunale di San Fele, in qualit di Autorit Procedente, acquisita al protocollo dipartimentale al n. 022498/75AB in data 8 febbraio 2010, con la quale stata chiesta la pronuncia di Verifica di Assoggettabilit alla procedura di V.A.S., ai sensi dellart. 12 del D.L.vo 152/2006 (e s.m.i.), per il Regolamento Urbanistico Comunale" del Comune di San Fele (PZ); CONSIDERATO che il piano per il quale stata richiesta la verifica di assoggettabilit rientra tra quelli che determinano l'uso di piccole aree a livello locale e propone modifiche minori dei piani e dei programmi previsti dallart 6, comma 2, del D.L.vo 152/2006; RILEVATO che sulla base dellistruttoria del funzionario incaricato, resa nella predisposizione del presente atto, risulta quanto segue: Iter amministrativo: Il Comune di San Fele, con nota acquisita al protocollo dipartimentale al n. 022498/75AB in data 8 febbraio 2010, ha presentato istanza di Verifica di Assoggettabilit alla procedura di V.A.S. ai sensi dellart. 12 del D.L.vo 152/2006 (e s.m.i.), relativamente al Regolamento Urbanistico Comunale".

8732

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

LUfficio regionale Compatibilit Ambientale, con nota n. 073162/75AB del 12/04/2010, ha convocato lAmministrazione Comunale di San Fele, in qualit di Autorit Procedente, per il giorno 19 aprile 2010 al fine di avviare liter procedurale previsto dallart. 12 del D.L.vo 152/2006. Il 19 aprile 2010, presso lUfficio regionale
Ente Regione Basilicata Dipartimento Ambiente, Territorio e politiche della Sostenibilit A.R.P.A.B. Provincia di Potenza

Compatibilit Ambientale, stata tenuta la riunione operativa durante la quale, di concerto con lAutorit Procedente, sono stati individuati i seguenti Enti, competenti in materia ambientale, ai quali trasmettere il Rapporto Ambientale Preliminare al fine di ottenerne il relativo parere:

Settore/Ufficio Urbanistica e Tutela del Paesaggio Foreste e Tutela del Territorio Geologico ed Attivit Estrattive Ufficio Sistemi Informativi Territoriali Pianificazione Territoriale Ambiente

LUfficio Compatibilit Ambientale, con nota n. 082656/75AB del 22/04/2010, ha trasmesso una copia del Rapporto preliminare ai soggetti con competenza ambientale sopra individuati. In data 1 giugno 2010, acquisito al prot. dipartimentale al n. 110768/75AB, pervenuto lesito dellistruttoria da parte dellARPAB che non prevede impatti particolarmente significativi a seguito dellattuazione della proposta di piano, evidenziando i seguenti aspetti: il Distretto Urbano di nuovo impianto previsto in loc. Pierno risulta prossimo ad un bosco di castagno per cui si prescrive di contenere al massimo le possibili interferenze durante le fasi cantiere; nellambito urbano di Cecci-Insalata si rilevano aree appartenenti allo stesso ambito ma separate fra loro per cui si suggerisce di concentrare al massimo per larea Cecci lo sviluppo delle aree di nuovo impianto; si prescrive di contenere le opere di sostegno previste a salvaguardia delle nuove infrastrutture da realizzarsi nellambito urbano di San Fele centro, nei tessuti di antica formazione. Entro il previsto termine di 30 giorni dalla data di consegna del Rapporto preliminare non sono pervenuti altri pareri da parte dei soggetti competenti individuati.

Contenuti della proposta progettuale Il territorio comunale di San Fele attualmente disciplinato da un Piano di Fabbricazione approvato con DGR n. 746 del 3/6/1976, e successive varianti, e da diversi piani operativi particolareggiati che sono stati attuati soltanto per il 56% delle previsioni soprattutto a causa delle difficili condizioni geologiche del territorio interessato. Labitato di San Fele, a causa di condizionamenti morfologici ed orografici, si presenta molto compatto e, di conseguenza, con scarsa presenza di aree verdi in quanto le aree disponibili sono state interessate principalmente dalledilizia residenziale. Oltre al centro storico sono presenti altri due piccoli ambiti urbani: Pierno e Cecci-Insalata, posti ad est dellabitato. Le previsioni di piano relativamente allambito urbano di San Fele sono state indirizzate verso il completamento delle previsioni edilizie derivanti dalla pianificazione vigente, compatibilmente con le limitazioni geologiche, e per una riqualificazione urbanistica del centro storico; le uniche previsioni di nuovo impianto riguardano le zone Santa Filomena e Macchia del Monte (ex PEEP) sulle quali sar possibile ledificazione complessiva di 18.920 mq di S.U.L. (Superficie Utile Lorda), pari a 473 stanze, per un totale di 21 lotti. E stato previsto un unico nuovo impianto attraverso la creazione di un Distretto Urbano, in zona Santa Filomena, allinterno della zona ex

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8733

C1 del P.d.R. per una superficie complessiva di 10.818 mq, di cui 4.952 mq. costituiscono lotto edificatorio mentre i restanti 5.866 mq. sono destinati a verde pubblico e viabilit. Per gli ambiti urbani di Pierno, Cecci e Insalata saranno possibili quasi esclusivamente interventi volti alla manutenzione e riqualificazione degli edifici esistenti; per questi ultimi saranno possibili ampliamenti funzionali, una tantum e nella misura massima del 10%, nel rispetto dellindice di fabbricabilit fondiaria di 0,10 mq/mq di S.U.L. Nellambito urbano di Pierno stata prevista unarea, di circa 10.000 mq, da destinare ad un villaggio turistico al fine di utilizzare lattrattiva fornita dal Santuario di Pierno; lattuazione avverr previa redazione di P.A. di iniziativa pubblica con If di 0,10 mq/mq di S.U.L. ed Hmax di 3,60 dal piano di campagna. Alla frazione Cecci sono state individuate aree compatibili geologicamente con possibilit di nuova edificazione, utilizzando un indice di fabbricabilit di 0,10 mq/mq di S.U.L., di 120 stanze; inoltre, per consentire la realizzazione di interventi pubblici stato istituito un Distretto Urbano che, sul totale di 29.000 mq, destina 15.000 mq allintervento pubblico mentre per i restanti 14.000 mq si potranno realizzare nuovi insediamenti con indice compensativo pari a 0,16 mq/mq di S.U.L., per una previsione di circa 56 stanze. E stato confermata larea PIP in contrada Santa Filomena-Caterinella nel rispetto della normativa vigente. Relativamente allambito extraurbano sono state dettate norme transitorie nelle more della redazione del Piano Strutturale Comunale (P.S.C.); queste sono volte essenzialmente nel recupero delledificato esistente attraverso la possibilit di ampliamenti (nella misura massima del 10%) di fabbricati non utilizzati (anche originariamente destinati ad annessi agricoli) per destinarli ad attivit produttive, ricettive e/o commerciali attinenti lattivit agricola mentre per i fabbricati residenziali si potr adeguare la superficie utile al numero di componenti della famiglia residente, anche al di fuori del rispetto

dellindice di densit fondiaria. I manufatti precari e le strutture prefabbricate, da dover demolire, potranno essere ricostruiti con ampliamenti fino al 15% dellesistente. Relativamente alle nuove costruzioni sono stati confermati gli indici di 0,03 mc/mq per le residenze indicate abitazioni ordinarie e abitazioni rurali e 0,07 per gli annessi agricoli; per le residenze si potr costruire solo nella possibilit di realizzare almeno 45 mq di superficie abitativa mentre per gli annessi agricoli dovr essere dimostrata la loro funzionalit allattivit agricola. Relativamente alle strutture a servizio dellazienda agricola possibile il trasferimento dei diritti edificatori da aree non confinanti con la particella catastale su cui andr realizzato il manufatto, purch di propriet del richiedente. Sono state previste specifiche norme per la sostenibilit ambientale degli interventi edilizi: in particolare quando ladozione di tecnologie e sistemi costruttivi in grado di contenere i consumi energetici, in misura superiore al 20% di quanto richiesto dalla normativa vigente, e di produrre energia da fonti alternative sar possibile usufruire, una tantum, di un bonus pari al 10% del volume urbanistico di riferimento consentito. Contenuti del Rapporto ambientale preliminare Il Rapporto preliminare descrive dapprima le caratteristiche territoriali ed ambientali dellambito interessato; da questo si evince che: La popolazione comunale presenta una distribuzione concentrata soprattutto sul territorio extraurbano; dai dati del censimento 2001 emerge che il 62% ubicata nei nuclei rurali e nelle case sparse mentre il solo 38% si trova nei centri urbani. A questo fenomeno ha contribuito anche lubicazione del centro storico che, posto in una stretta gola tra il Monte Fieno e Monte Torretta, ha di fatto reso impossibile una sua espansione. Si segnala una notevole regressione demografica che, dal 2001 al 2007, si assesta intorno ai 45 abitanti allanno.

8734

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

Lo stato qualitativo generale del territorio comunale buono per la mancanza di degradi causati da attivit produttive antropiche. Il sistema naturalistico presenta valori elevati per la presenza di cospicue superfici occupate da formazioni vegetali: circa il 61% del territorio occupato da boschi, pascoli e prati stabili. Sulla scorta delle valutazioni circa la qualit ambientale di riferimento e delle previsioni di piano, stata condotta una analisi dei presumibili impatti del piano adottando i criteri per la verifica di assoggettabilit indicato dallAllegato I alla Parte Seconda del D.L.vo152/2006. Si rileva che: Il piano stabilisce norme per la sua attuazione compatibili e coerenti con la specifica realt locale; Relativamente alla promozione dello sviluppo sostenibile, stata verificata la corrispondenza di obiettivi del piano con il documento del Ministero dellAmbiente Strategia dazione ambientale per lo sviluppo sostenibile che porta a sostenere come il R.U. tende nel complesso a promuovere uno sviluppo coerente con la salvaguardia ed il recupero delle caratteristiche locali e quindi sostenibile. In particolare si evidenzia che il R.U. promuove la riduzione del consumo di suolo e la valorizzazione ed il risanamento del patrimonio edilizio esistente, calibra le previsioni urbanistiche con i rischi di natura idrogeologica del territorio, agevola gli interventi finalizzati al risparmio energetico ed allutilizzo di fonti energetiche alternative, tende a valorizzare le aree naturali; Il R.U. non prevede competenze per lattuazione della normativa comunitaria nel settore dellambiente; Relativamente alla probabilit, durata, frequenza e reversibilit degli impatti si riporta che: Le previsioni di nuovo impianto non interessano aree a rischio idrogeologico, Gli elementi del paesaggio e la vegetazione

vengono tutelati con la limitazione nel consumo di suolo ed il recupero e la riqualificazione degli edifici esistenti, Non si prevedono impatti significativi sulle componenti aria ed acqua; Non si prevedono effetti cumulativi degli impatti prodotti, n si rilevano effetti transfrontalieri; Per le stesse motivazioni sopra riportate, non si segnalano rischi per la salute umana e per lambiente; Il territorio comunale non interessato dalla presenza di aree della Rete Natura 2000, n di aree naturali protette. Per quanto riguarda la previsione dellParco Regionale del Vulture le norme del R.U. non contrastano con gli obiettivi generali delleventuale istituzione del citato Parco. Le conclusioni del Rapporto preliminare affermano che lattuazione del R.U. di San Fele non possa provocare impatti negativi sul sistema ambientale coinvolto mentre, di contro, potr produrre una mitigazione degli impatti esistenti. Conclusioni Il Rapporto preliminare pu essere ritenuto sufficiente in considerazione del fatto che la proposta progettuale consiste in una limitata variante di un piano vigente. A conclusione delliter istruttorio, in relazione a quanto esposto nel rapporto ambientale preliminare, considerato che: Il R.U. proposto interessa porzioni limitate del territorio comunale e, quindi, pu essere considerato simile alla tipologia prevista dallart. 6, comma 3, del D.L.vo 152/2006; gli interventi edificatori sono stati previsti a completamento e miglioramento del tessuto urbano gi consolidato; le previsioni del R.U. non contengono modifiche sostanziali del territorio che configurano elementi di strategicit di particolare complessit; non si prevede consumo significativo di territorio per nuove destinazioni duso in quanto gli interventi pi consistenti sono previsti allinterno dellambito urbano gi notevolmente antropizzato;

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8735

i nuovi interventi edificatori previsti nelle nuove aree di ampliamento dellambito urbano rispetto alla pianificazione vigente consentono una organica riqualificazione dellabitato con la connessione di aree attualmente disarticolate. Le previsioni edilizie, inoltre, sono state definite utilizzando indici di edificabilit fondiaria contenuti; non si prevedono problemi relativi allutilizzo delle risorse naturali n sono state riscontrate limitazioni particolari; gli interventi previsti non interessano aree di particolare rilevanza naturalistico-ambientale; il territorio comunale non interessato da aree naturali protette; sono state tenute in considerazione le previsioni urbanistiche dettate dal vigente P.d.F.; sono state individuate le aree soggette a specifici vincoli di natura ambientale; nelle aree extraurbane sono state previste specifiche norme transitorie per la limitazione di nuove costruzioni che dovranno essere legate alle reali esigenze dellattivit agricola; sono stati previsti i cosiddetti bonus edificatori per gli edifici tesi ad una maggiore tutela ambientale, al contenimento del consumo energetico ed allutilizzo di fonti energetiche alternative; stata sentita lAutorit Procedente nella riunione del 19 aprile 2010, convocata con nota n. 73162/75AB del 12/04/2010 ai sensi dellart. 12, comma 4, del D.L.vo 152/2006; in merito alle osservazioni al Rapporto preliminare da parte dellARPAB, si ritiene che le stesse siano da rimandare alle fasi di realizzazione degli interventi previsti, per le quali si dovranno adottare le opportune misure di attenuazione e mitigazione previste dalla normativa di riferimento. Per quanto riguarda lambito urbano Cecci-Insalata i nuovi impianti sono gi previsti esclusivamente in loc. Cecci mentre in loc. Insalata sono previsti esclusivamente interventi sulledificato esistente ed, in particolare, di ristrutturazione edilizia; entro il previsto termine di 30 giorni dalla data

di consegna del Rapporto preliminare non sono pervenuti altri pareri da parte dei soggetti competenti coinvolti nel presente procedimento. Si rileva, inoltre, che: relativamente alla realizzazione di nuovi interventi edilizi per fini residenziali in ambito extraurbano occorre prevedere ulteriori prescrizioni che tendano a limitare lespansione edilizia che stata considerata una criticit ambientale del territorio comunale. Inoltre, non sono state specificate le modalit operative atte a dimostrare leffettiva funzionalit allattivit agricola, in particolar modo per quanto riguarda la realizzazione degli annessi agricoli; pur prevedendo misure per la sostenibilit ambientale degli interventi con la previsione dei bonus edificatori, non sono state adottate misure che rendano obbligatorio lutilizzo, al massimo grado tecnicamente possibile, di sistemi costruttivi degli edifici volti al contenimento energetico ed alla produzione di energia da fonti rinnovabili. Per le conclusioni sopra espresse, non si evidenziano impatti significativi a seguito dellattuazione del Regolamento Urbanistico del Comune di San Fele e pertanto si propone parere favorevole in merito alla sostenibilit ambientale, ritenendo non necessaria la procedura di valutazione ambientale strategica (V.A.S.), subordinatamente allosservanza delle seguenti prescrizioni: 1. Modificare lart. 46 (Nuove costruzioni allesterno dellAU e dellAP) del Regolamento Urbanistico con le seguenti ulteriori prescrizioni e/o modifiche: per le nuove costruzioni edilizie per fini residenziali possibile laccorpamento, per lasservimento volumetrico, solo dei fondi ricadenti in un raggio di 1.000 mt. da misurarsi in senso orizzontale a partire dallarea di sedime della costruzione in progetto; la realizzazione degli annessi agricoli, per gli usi di cui al punto R3 dellAllegato A,

8736

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

potr essere assentita solo sulla base di uno specifico Piano Agricolo Aziendale, proposto dal richiedente e redatto da un tecnico agricolo abilitato, che attesti leffettiva necessit ai fini della conduzione dellazienda agricola, e rispettando un rapporto di copertura pari a 1/40 del lotto interessato. 2. Al fine del contenimento delle emissioni in atmosfera e dei consumi energetici, per gli edifici oggetto di ristrutturazione e per quelli di nuova edificazione, dovr essere previsto lutilizzo di tecnologie utili a consentire il contenimento energetico dei fabbricati ed incentivato il ricorso allenergia prodotta da fonti rinnovabili, oltre al Bonus edificatorio previsto dagli artt. 47 e 48 del Regolamento Urbanistico. 3. Le summenzionate prescrizioni devono essere opportunamente riportate integrando le Norme Tecniche di Attuazione del Regolamento Urbanistico comunale. RITENUTO, sulla base della succitata istruttoria, che per il Regolamento Urbanistico comunale di San Fele (PZ) non si evidenziano impatti significativi sullambiente ed i principali effetti compatibili con le esigenze di tutela igienicosanitaria e di salvaguardia dellambiente, nel rispetto delle prescrizioni sopra riportate; RICHIAMATO che il parere motivato cui al presente atto, reso ai sensi della D.L.vo n. 152/2006, riferito alla sola compatibilit ambientale del piano di che trattasi e che, pertanto, lo stesso non costituisce n sostituisce in alcun modo ogni altro parere o autorizzazione necessaria alla effettiva attuazione del piano di che trattasi; DATO ATTO che in data 19 aprile 2010, stata sentita lAutorit Procedente, ai sensi dellart. 12 - comma 4 del D.L.vo n. 152/2006, che si dichiarata favorevole allesclusione dalla procedura di V.A.S. relativamente al Piano in questione; DETERMINA Di escludere, ai sensi dellart. 12 del D.L.vo n.

152/2006, dalla assoggettabilit alla procedura di V.A.S. il Regolamento Urbanistico comunale di San Fele (PZ), proposto dallAmministrazione Comunale. Il parere viene reso con lobbligo di osservanza delle seguenti prescrizioni: 1. Modifica lart. 46 (Nuove costruzioni allesterno dellAU e dellAP) del Regolamento Urbanistico con le seguenti ulteriori prescrizioni e/o modifiche: per le nuove costruzioni edilizie per fini residenziali possibile laccorpamento, per lasservimento volumetrico, solo dei fondi ricadenti in un raggio di 1.000 mt. da misurarsi in senso orizzontale a partire dallarea di sedime della costruzione in progetto; la realizzazione degli annessi agricoli, per gli usi di cui al punto R3 dellAllegato A, potr essere assentita solo sulla base di uno specifico Piano Agricolo Aziendale, proposto dal richiedente e redatto da un tecnico agricolo abilitato, che attesti leffettiva necessit ai fini della conduzione dellazienda agricola, e rispettando un rapporto di copertura pari a 1/40 del lotto interessato. 2. Al fine del contenimento delle emissioni in atmosfera e dei consumi energetici, per gli edifici oggetto di ristrutturazione e per quelli di nuova edificazione, dovr essere previsto lutilizzo di tecnologie utili a consentire il contenimento energetico dei fabbricati ed incentivato il ricorso allenergia prodotta da fonti rinnovabili, oltre al Bonus edificatorio previsto dagli artt. 47 e 48 del Regolamento Urbanistico. 3. Le summenzionate prescrizioni devono essere opportunamente riportate integrando le Norme Tecniche di Attuazione del Regolamento Urbanistico comunale. Di evidenziare che, ai sensi dellart. 5 - comma 1 - lettera n, il presente provvedimento di verifica che conclude il procedimento di Verifica di assoggettabilit obbligatorio e vincolante.

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8737

Di specificare espressamente che il parere motivato cui al presente atto, reso ai sensi del D. L.gs n. 152/2006, riferito alla sola compatibilit ambientale del piano di che trattasi e che, pertanto, lo stesso non costituisce n sostituisce in alcun modo ogni altro parere o autorizzazione necessaria alla effettiva approvazione ed attuazione del Piano in questione. Di porre in capo al Proponente lobbligo di presentare allUfficio Compatibilit Ambientale, per la preventiva verifica di assoggettabilit alla VAS, ogni eventuale Variante sostanziale al Piano valutato. Di trasmettere copia della presente Determinazione Dirigenziale ai seguenti Enti: 1. Comune di San Fele, in qualit di Autorit procedente e proponente; 2. Regione Basilicata Dipartimento Ambiente, Territorio e politiche della Sostenibilit: Ufficio Urbanistica e Tutela del Paesaggio Ufficio Foreste e Tutela del Territorio Ufficio Geologico ed Attivit Estrattive 3. Agenzia Regionale per la Protezione dellAmbiente della Basilicata: Ufficio Sistemi Informativi Territoriali 4. Provincia di Potenza: Settore Pianificazione Territoriale Settore Ambiente Di pubblicare la presente Determinazione Dirigenziale sul Bollettino Regionale della Basilicata, nella forma integrale, ai sensi dellart. 12, comma 5, del D.L.vo 152/2006. DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITA' UFFICIO TUTELA DELLA NATURA - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 29 luglio 2010, n. 904. POR Basilicata 2000/2006 Misura 1.4 Rete Ecologica - Opere P.I.T. a carattere infrastrutturale - P.I.T. Montagna Materana Progetto "Realizzazione area a servizio Monte Croccia" del Comune d Oliveto Lucano (MT). - Disimpegno economie e recupero somme.

DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITA' UFFICIO FORESTE E TUTELA DEL TERRITORIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 29 luglio 2010, n. 910. Ditta Soc. Ecoprogetti S.r.l.- Autorizzazione ai sensi del RDL 3267/23 ad eseguire i movimenti terreno per la realizzazione di impianto fotovoltaico in agro di Pomarico su terreni individuabili al Fg. 44 p.lle 75, 85. DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITA' UFFICIO FORESTE E TUTELA DEL TERRITORIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 29 luglio 2010, n. 912. L.R. 8 Settembre 1999 N. 27. Lavori di risanamento ambientale interessanti il vivaio forestale regionale Lacerasa e Casone Cicerale in agro del comune di Filiano (PZ) e quattro capannoni siti nella foresta regionale Grancia-Caterina in agro del Comune di Brindisi di Montagna (PZ). Liquidazione 10 stato avanzamento lavori Impresa Laganaro S.R.L. di Melfi. DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITA' UFFICIO FORESTE E TUTELA DEL TERRITORIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 29 luglio 2010, n. 913. Ditta DUNI Angela - Autorizzazione ai sensi del R.D.L. 3267/23 - Opere di bonifica per rimodellamento e riqualificazione area agricola, in Localit Monte Acuto in agro del Comune di Miglionico - F.35 p.lle 6, 7, 9, 10, 11,12,18,24,25,26,27,29,30,31,33,35,47,48,58, 87,88 e 93. DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITA' UFFICIO URBANISTICA E TUTELA DEL PAESAGGIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 29 luglio 2010, n. 916. Autorizzazione paesaggistica ai sensi del-

8738

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

la L.R. N. 50/93 - Comune di: Pisticci - Localit: Marconia S. Basilio - Fg. 58 - P.lla n. 14 Oggetto: Realizzazione di una vasca di accumulo acqua per uso irriguo. Richiedente: Zuccarella Rocco. DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITA' UFFICIO URBANISTICA E TUTELA DEL PAESAGGIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 29 luglio 2010, n. 917. Autorizzazione paesaggistica ai sensi della L.R. N. 50/93 Comune di: Policoro - Localita: Via Gran San Bernardo n. 25 - Oggetto: Progetto di sopraelevazione 11 piano fabbricato Richiedente : Tempone Vincenzina. DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITA' UFFICIO URBANISTICA E TUTELA DEL PAESAGGIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 29 luglio 2010, n. 918. Autorizzazione paesaggistica ai sensi della L.R. N. 50/93 Comune di: Tursi - Localit: Troyli - Oggetto: Realizzazione di impianto fotovoltaico integrato su serre esistenti Richiedente: Dott. VIGILANTE Savino Legale Rappresentante SO.A.RI srl. DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITA' UFFICIO URBANISTICA E TUTELA DEL PAESAGGIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 29 luglio 2010, n. 919. Autorizzazione paesaggistica ai sensi della L.R. N. 50/93 Comune di: Matera - Localit: Via Lucana n. 280 - Oggetto: Intervento di manutenzione straordinaria all'edificio di Via Lucana n. 280. Richiedente: Di Lecce Domenico, Amm.re Condominio di Via Lucana n. 280. DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITA' UFFICIO URBANISTICA E TUTELA DEL PAE-

SAGGIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 29 luglio 2010, n. 920. Autorizzazione paesaggistica ai sensi della L.R. N. 50/93 Comune di: Matera - Localit: Via Lucana 286 - Oggetto: Progetto di variante di un edificio per civili abitazioni. Richiedente: Sig. APPIO Gaetano, Presidente CLAM COSTRUZIONI srl.

DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITA' UFFICIO URBANISTICA E TUTELA DEL PAESAGGIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 29 luglio 2010, n. 921. Autorizzazione paesaggistica ai sensi della L.R. N. 50/93 Comune di: Scanzano Jonico - Localit: Loc. Torre Mozza - Oggetto: Progetto di ristrutturazione produttiva dell'impianto di acquacoltura. Richiedente: Sig. Vincenzo Vitale, presidente e rappr. legale della ITTICA VALDAGRI S.p.A.

DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITA' UFFICIO URBANISTICA E TUTELA DEL PAESAGGIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 29 luglio 2010, n. 922. Autorizzazione paesaggistica ai sensi della L.R. N. 50/93 Comune di: Bernalda - Localit: Loc. Mercuragno Oggetto: Costruzione piscina "Laguna dei bimbi" all'interno del parco acquatico "Acquazzurra". Richiedente: Carlan Alina Maria - Amm.re Unico della Ditta "LA FENICE" srl.

DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITA' UFFICIO URBANISTICA E TUTELA DEL PAESAGGIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 29 luglio 2010, n. 923. Autorizzazione paesaggistica ai sensi della L.R. N. 50/93 Comune di: Policoro - Localit: Piano di Lottizzazione C3/3a - lotto C5/4 - Oggetto: Variante in corso d'opera al proget-

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8739

to di realizzazione di una villa unifamiliare. Richiedente: sig. COLANGELO Nicola. DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITA' UFFICIO URBANISTICA E TUTELA DEL PAESAGGIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 29 luglio 2010, n. 924. Autorizzazione paesaggistica ai sensi della L.R. N. 50/93 Comune di: Scanzano Jonico Localit: Via Leopardi n. 21 - Oggetto: Lavori di manutenzione con sistemazione di copertura dell'autorimessa, inferriate e cancellate dell'edificio del Comando Stazione di Scanzano Jonico - Richiedente : Corpo Forestale dello Stato - Comando Prov.Le di Matera. DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITA' UFFICIO URBANISTICA E TUTELA DEL PAESAGGIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 29 luglio 2010, n. 925. Autorizzazione paesaggistica ai sensi della L.R. N. 50/93 Comune di: Pisticci - Localit: Piazza Elettra, Marconia Oggetto: Adeguamento del cinema comunale in Piazza Elettra a Marconia Richiedente : Comune di Pisticci. DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITA' UFFICIO URBANISTICA E TUTELA DEL PAESAGGIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 29 luglio 2010, n. 926. Accertamento Compatibilit Paesaggistica per opere realizzate in assenza di titolo abilitativo Comune di PISTICCI - Localit: Pisticci scalo - Vico Cav. Pasquale Vena, 5 . Richiedente: LUONGO Innocenzo e MOTTA Teresa. DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITA' UFFICIO FORESTE E TUTELA DEL TERRITORIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 29 luglio 2010, n. 928.

Ditta MA. GI. S.r.l. - Rapp. Leg. Sig. COSENTINO Giuseppe - Autorizzazione ai sensi del R.D.L. 3267/23. per i soli lavori relativi ai movimenti terra per la realizzazione di un impianto fotovoltaico dalla potenza di 98,00 kWp., alla Localit San Crispino in agro del Comune di Lauria - Fg. 120 - P.lla 30.

DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITA' UFFICIO FORESTE E TUTELA DEL TERRITORIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 29 luglio 2010, n. 929. Ditta EN. FO. 45 - Amm.re Unico LO PONTE Angelo - Autorizzazione ai sensi del R.D.L. 3267/23 - per i soli lavori di movimento terra tesi alla realizzazione di un impianto fotovoltaico alla Localit Monte Acuto in agro del Comune di Miglionico - Fg 35 - P.lle 81,82 e 108.

DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITA' UFFICIO FORESTE E TUTELA DEL TERRITORIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 29 luglio 2010, n. 930. Ditta EN. FO. 76 Amm.re Unico Casiero Laura - Autorizzazione ai sensi del R.D.L. 3267/23 - per i soli lavori di movimento terra tesi alla realizzazione di un impianto fotovoltaico in agro del Comune di Ferrandina - Fg 76 - P.lla 29.

DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITA' DIREZIONE GENERALE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 2 agosto 2010, n. 931. Nomina Commissione regionale esaminatrice per la selezione di 33 laureati in Scienze Agrarie da impegnare nelle attivit per l'attuazione del Programma di Forestazione Triennale 2009-2011. IL DIRIGENTE (omissis)

8740

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

DETERMINA 1. di nominare la Commissione regionale esaminatrice per la selezione di 33 laureati in Scienze Forestali e Scienze Agrarie di cui all'Avviso pubblico approvato con la D.G.R. n. 1063 del 28 giugno 2010 cos composta: dott. Salvatore LAMBIASE dirigente della Regione Basilicata - Presidente dott. Giuseppe GILIBERTI dirigente della Regione Basilicata - Componente prof. Severino ROMANO docente della Facolt di Agraria dell'Universit degli Studi della Basilicata - Componente Le funzioni di Segretario - segreteria tecnicasaranno svolte da: dott. Antonio RACANA funzionario di Cat D in servizio presso l'Ufficio Foreste del Dipartimento Ambiente della Regione Basilicata; 2. di stabilire che ai Componenti della Commissione ed al Segretario spetta il compenso previsto dall'art.1 della L.R. 2/3/1992 n 7 e di rinviare a successivo atto la determinazione e la liquidazione di quanto dovuto.

Giudizio positivo di Compatibilit Ambientale reso, ai sensi della L.R. n. 47/1998, con Decreto del Commissario ad Acta Prot. DSADEC-2008-0000303 del 13 maggio 2008 relativamente al "Progetto di un impianto eolico da 20 MW da realizzare in localit Monte Solario-Murgia di Lanzi-Piano del Convento in agro del Comune di Pietragalla (PZ)". Proponente: Pietragalla Eolico S.r.l.

DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITA' UFFICIO COMPATIBILITA' AMBIENTALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 3 agosto 2010, n. 935. D.LGS. 152/2006 e L.R. N. 25/1992 - Autorizzazione in sanatoria alle emissioni in atmosfera per attivit a ridotto inquinamento atmosferico di Autocarrozzeria 90 di Briamonte Donato - S.Arcangelo.

DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITA' UFFICIO URBANISTICA E TUTELA DEL PAESAGGIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 2 agosto 2010, n. 932. Autorizzazione paesaggistica ai sensi della L.R. N. 50/93 Comune di: Pisticci - Localit: Marconia - abitato Oggetto: Progetto per la costruzione di un fabbricato per civile abitazione Richiedente : Iannuzziello Davide e altri.

DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITA' UFFICIO COMPATIBILITA' AMBIENTALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 3 agosto 2010, n. 936. L. R. N. 47 del 14.12.1998 - D.Lvo. 152/2006 - Parte II (e s.m.i.) - Fase di SCREENING - Parere favorevole all'esclusione dalla procedura di V.I.A., ai sensi dell'art. 15 comma 1 della L.R. n. 47/1998, relativamente al "Progetto di costruzione di una strada tra il centro abitato e la zona archeologica in licalit La Maddalena - Lotto 1- Progetto esecutivo di variante". - Proponente: Comune di Venosa (PZ).

DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITA' UFFICIO COMPATIBILITA' AMBIENTALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 3 agosto 2010, n. 934. L. R. n. 47 del 14.12.1998 e D.L.vo n. 152/2006 (e s.m.i.) - Parte Seconda. Approvazione, ai fini della verifica di coerenza con il

DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITA' UFFICIO URBANISTICA E TUTELA DEL PAESAGGIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 3 agosto 2010, n. 940. Autorizzazione paesaggistica ai sensi della L.R. N. 50/93 Comune di: Pisticci - Localit: Zona Industriale - Oggetto: Realizzazione di

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8741

una tettoia fotovoltaica integrata come copertura zona parcheggi Richiedente: Amaro Lucano di Pasquale Vena e Figli. DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITA' UFFICIO URBANISTICA E TUTELA DEL PAESAGGIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 3 agosto 2010, n. 941. Autorizzazione paesaggistica ai sensi della L.R. N. 50/93 Comune di: Pisticci - Localit: Loc. S.Pietro - Oggetto: Sostituzione redazione perimetrale del terreno Richiedente: Mininno Graziano e Passarella Giuseppina. DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITA' UFFICIO URBANISTICA E TUTELA DEL PAESAGGIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 3 agosto 2010, n. 942. Autorizzazione paesaggistica ai sensi della L.R. N. 50/93 Comune di: Matera - Localit: Loc. Via Lombardi 57-58 - Oggetto: Restauro e risanamento conservativo con modifiche interne e con adeguamento 'degli impianti tecnologici del fabbricato in Via Lombardi nn. 57-58 a Matera Richiedente: Passarelli Cesare. DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITA' UFFICIO URBANISTICA E TUTELA DEL PAESAGGIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 3 agosto 2010, n. 943. Accertamento Compatibilit Paesaggistica per opere realizzate in assenza di titolo abilitativo Comune di Pisticci - Localit: Marconia - Via Bari . Richiedente: Mastronardi Angela Maria. DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITA' UFFICIO URBANISTICA E TUTELA DEL PAESAGGIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 3 agosto 2010, n. 944.

Autorizzazione paesaggistica ai sensi della L.R. N. 50/93 Comune di: Scanzano J. Localit: loc. Via Parisi - Oggetto: Realizzazione capannone agricolo Richiedente: Natale Francesco Domenico.

DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITA' UFFICIO URBANISTICA E TUTELA DEL PAESAGGIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 3 agosto 2010, n. 945. Autorizzazione paesaggistica ai sensi della L.R. N. 50/93 Comune di: Pisticci - Localit: Pisticci Scalo - Oggetto: Variante al progetto di ristrutturazione del complesso parrocchiale San Giuseppe Lavoratore - Richiiedente: Mons.Salvatore Ligorio - Arcivescovo di Matera e Irsina.

DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITA' UFFICIO URBANISTICA E TUTELA DEL PAESAGGIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 3 agosto 2010, n. 946. Autorizzazione paesaggistica al sensi della L.R. N. 50/93 Comune di: Pisticci - Localit: loc. Via Milano Marconia - Oggetto: Sopraelevaz. 2 piano, ristrutturazione del piano terra e primo piano, modifiche di prospetto, sistemazione area scoperta e ristrutturazione della recinzione, al fabbricato sito in via Milano - Richiedente: Giacumbo Palmina G. e Vena Vincenzo.

DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITA' UFFICIO FORESTE E TUTELA DEL TERRITORIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 3 agosto 2010, n. 947. Ditta Soc. Agr. EN.FO.70 ax.1.-Autorizzazione ai sensi del RDL 3267/23 ad eseguire i lavori di movimento terreno per la realizzazione di impianto fotovoltaico in agro di Pisticci su terreni individuabili catastalmente al Fg.93 p.lle 84, 7, 6.

8742

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITA' UFFICIO FORESTE E TUTELA DEL TERRITORIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 3 agosto 2010, n. 949. Ditta PAPAPIETRO S.r.l. di Papapietro Giacinta - Autorizzazione ai sensi del R.D.L. 3267/23 - per i soli lavori di movimento terra per la realizzazione di un impianto fotovoltaico dalla potenza di 500 kWp, alla Localit Mattinelle in agro del Comune di Matera - Fg. 24 - P.lla 187. DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITA' UFFICIO FORESTE E TUTELA DEL TERRITORIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 3 agosto 2010, n. 950. Ditta ENERQUOS SPA- Autorizzazione ai sensi del RDL 3267/23 ad esguire lavori di movimento terreno per la realizzazione di impianto fotovoltaico in agro di Pomarico su terreni individuabili catastalmente al Fg. 49 p.lle 81,89. DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITA' UFFICIO FORESTE E TUTELA DEL TERRITORIO - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 3 agosto 2010, n. 951. Ditta ENERQOS SPA-Autorizzazione ai sensi del RDL 3267/23 ad eseguire lavori di movimento terreno per la realizzazione di impianto fotovoltaico in agro di Pomarico su terreni individuati catastalmente al Fg 50 p.lla 21. AUTORITA DI BACINO DELLA BASILICATA - SEGRETERIA GENERALE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 3 agosto 2010, n. 137. D.Lgs 9 aprile 2008, n.81. Affidamento del servizio di prevenzione e protezione e per la individuazione del responsabile del servizio di prevenzione e protezione. Esclusione delle offerte pervenute e chiusura procedimento.

AUTORITA DI BACINO DELLA BASILICATA - SEGRETERIA GENERALE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 3 agosto 2010, n. 138. Rimborso spese anticipate dall'economo rag. Tomasillo Donato per il periodo dal 07 maggio al 02 agosto 2010.

AUTORITA DI BACINO DELLA BASILICATA - SEGRETERIA GENERALE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 3 agosto 2010, n. 139. Progetto di un impianto idroelettrico sul torrente Camastra in agro di Castelmezzano (PZ). Richiesta di parere relativo alla Concessione di derivazione e di parere di compatibilit con il PAI ai sensi dell'art. 30 delle Norme di Attuazione del PAI. Richiedente: Sig.D'Alessandro Nicola. Nomina Commissione Tecnica ai sensi dell'art.26 delle Norme di Attuazione del PAI.

AUTORITA DI BACINO DELLA BASILICATA - SEGRETERIA GENERALE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 3 agosto 2010, n. 140. Nomina Commissione Tecnica ai sensi dell'art.10 e dell'art.26 delle norme di attuazione del P.A.I. (Piano Stralcio per l'Assetto Idrogeologico della Autorit di Bacino della Basilicata). Richiedente: R.F.I. S.P.A. Direzione Territoriale Produzione Bari. - Progetto Esecutivo: Costruzione strada interpoderale per consentire la soppressione dei passaggi a livello privati ai Km 260 + 753, 262 + 007 e 263 + 447 della linea Potenza-Metaponto , nel comune di Bernalda(MT). Parere definitivo.

AUTORITA DI BACINO DELLA BASILICATA - SEGRETERIA GENERALE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 3 agosto 2010, n. 141. Avviso pubblico per la istituzione di un albo per la fornitura di servizi di architettura, ingegneria, geologia, topografia, cartografia.

AUTORITA DI BACINO DELLA BASILICATA - UFFICIO PIANI E PROGRAMMI - DETER-

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8743

MINAZIONE DIRIGENZIALE 4 agosto 2010, n. 142. Artt.18, 33 delle norme di attuazione parere di compatibilit idrogeologica richiedente: Marroccoli Costruzioni s.r.l. - Comune di Altamura (BA) Progetto: Piano di lottizzazione in zona di espansione c-2 localit Chiancone Progetto di Urbanizzazioni primarie. AUTORITA DI BACINO DELLA BASILICATA - UFFICIO PIANI E PROGRAMMI - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 4 agosto 2010, n. 143. Artt.18, 33 delle norme di attuazione parere di compatibilit idrogeologica richiedente: Comune di Altamura per conto del sig. Lorusso Pasquale Maria Progetto: Costruzione fabbricato per civile abitazione in zona C2 localit Fornace - zona c2 in Altamura (BA). AUTORITA DI BACINO DELLA BASILICATA - UFFICIO PIANI E PROGRAMMI - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 4 agosto 2010, n. 144. Artt.18, 33 delle norme di attuazione parere di compatibilit idrogeologica richiedente: Amministrazione comunale per conto della ditta Giordano Lorenzo e figli s.r.l. Comune di Altamura (BA) - Progetto: Realizzazione di nuovi edifici per civile abitazione relativi all'intervento urbanistico di cui al P.d.L. denominato "Sardone Maria", adottato con delibera di C.C. n. 41 del 26/7/2006, alla contrada "Parco San Giuliano", zona di espansione "C2" del P.R.G. adeguato alla L.R. 56/80, relativo al completamento della maglia n. 30 delle lottizzazioni inserite nel P.R.G. vigente. AUTORITA DI BACINO DELLA BASILICATA - UFFICIO PIANI E PROGRAMMI - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 4 agosto 2010, n. 145. Artt.18, 33 delle norme di attuazione parere di compatibilit idrogeologica richie-

dente: sig. Salluce Damiano - Comune di Montescaglioso (MT) Progetto: Costruzione di un fabbricato per civile abitazione in Via De Gasperi (ex via Matera) nel comune di Montescaglioso (MT). AUTORITA DI BACINO DELLA BASILICATA - UFFICIO PIANI E PROGRAMMI - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 4 agosto 2010, n. 146. Artt.18, 33 delle norme di attuazione parere di compatibilit idrogeologica richiedente: sig. Nobile Giovanni - Comune di Montescaglioso (MT) - Progetto: Ristrutturazione di un fabbricato esistente con accorpamento delle unit edilizie in c.da Madonna della Nuova, nel Comune di Montescaglioso. AUTORITA DI BACINO DELLA BASILICATA - UFFICIO PIANI E PROGRAMMI - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 4 agosto 2010, n. 147. Artt.18, 33 delle norme di attuazione parere di compatibilit idrogeologica richiedente: sigg. Cirigliano Nicola; Lombardi Giuseppa e Bianco Maria - Comune di Nemoli (PZ) Progetto: Lottizzazione Flora Gennaro ed Altri - Via Fontana - Nemoli (PZ). Realizzazione dei lotti 4, 5 e 6. AUTORITA DI BACINO DELLA BASILICATA - UFFICIO PIANI E PROGRAMMI - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 4 agosto 2010, n. 148. Artt.18, 33 delle norme di attuazione parere di compatibilit idrogeologica richiedente: sig. Coviello Nicola - Comune di Pignola (PZ) - Progetto: Fabbricato da realizzare alla c.da Serra San Marco nel comune di Pignola (PZ) AUTORITA DI BACINO DELLA BASILICATA - UFFICIO PIANI E PROGRAMMI - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 4 agosto 2010, n. 149.

8744

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

Artt.18, 33 delle norme di attuazione parere di compatibilit idrogeologica richiedente: Sig. Ponzo Antonio Comune di Latronico (PZ); Progetto: "Realizzazione di un chiosco da adibire a bar in localit Sant'Antonio. AUTORITA DI BACINO DELLA BASILICATA - UFFICIO PIANI E PROGRAMMI - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 4 agosto 2010, n. 150. Artt.18, 33 delle norme di attuazione parere di compatibilit idrogeologica richiedente: Sig.ra Pittella Rosa Maria Comune di Lauria (PZ); Progetto: "Ricostruzione di un fabbricato per civile abitazione in via Largo Plebiscito di Lauria (PZ)". AUTORITA DI BACINO DELLA BASILICATA - UFFICIO PIANI E PROGRAMMI - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 4 agosto 2010, n. 151. Artt.18, 33 delle norme di attuazione parere di compatibilit idrogeologica richiedente: Sig. Alberti Enrico Comune di Lauria (PZ); Progetto: "Demolizione e successiva ricostruzione di un fabbricato ad uso commerciale e servizi alla contrada Cona - S. Paolo". AUTORITA DI BACINO DELLA BASILICATA - UFFICIO PIANI E PROGRAMMI - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 4 agosto 2010, n. 152. Artt.18, 33 delle norme di attuazione parere di compatibilit idrogeologica richiedente: Sig. Firpo Virgilio Comune di Maratea (PZ); Progetto: Ristrutturazione con ampliamento di un fabbricato per civile abitazione, in localit Trecchinari nel Comune di Maratea. AUTORITA DI BACINO DELLA BASILICATA - UFFICIO PIANI E PROGRAMMI - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 4 agosto 2010, n. 153.

Artt.18, 33 delle norme di attuazione parere di compatibilit idrogeologica richiedente: Comune di Castelsaraceno (PZ); Progetto: "Realizzazione di un complesso sportivo, socio-assistenziale e di volontariato.

AUTORITA DI BACINO DELLA BASILICATA - SEGRETERIA GENERALE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 5 agosto 2010, n. 154. Nomina del nucleo Tecnico-Amministrativo per lo svolgimento delle attivit relative all'aggiornamento del piano stralcio per le aree di versante ai sensi dell'art. 25 delle norme di attuazione del PAI. Impegno di spesa.

CONSIGLIO REGIONALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO REGIONALE 30 luglio 2010, n. 16. L.R. 3 maggio 2002, n. 16 - Disciplina generale degli interventi in favore dei lucani all'estero - Approvazione Programma Annuale 2010 e Programma Triennale 2010/2012.

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO REGIONALE 30 luglio 2010, n. 17. Ordine del Giorno relativo alla D.G.R. n. 308 del 24.2.2010 - Programma di edilizia residenziale pubblica agevolata - Approvazione.

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO REGIONALE 30 luglio 2010, n. 18. Legge 5.08.1978 n. 457 - Legge 17.02.92 n. 179 - Programma di Edilizia Residenziale Pubblica Agevolata afferente interventi costruttivi di Cooperative Edilizie - Approvazione.

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO REGIONALE 30 luglio 2010, n. 19. L.R. n. 1 del 23.01.2001 - Individuazione

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8745

ed istituzione del Distretto Rurale Sistema produttivo locale Pollino - Lagonegrese Approvazione.

Ordine del Giorno relativo al settore della cultura - Approvazione. IL CONSIGLIO REGIONALE (omissis)

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO REGIONALE 30 luglio 2010, n. 20. L.R. n. l del 23.01.2001 - Individuazione ed istituzione del Distretto Rurale delle colline e montagna materana - Approvazione.

DELIBERA - di approvare il seguente ordine del giorno: IL CONSIGLIO REGIONALE In occasione dell'esame e dell'approvazione del disegno di legge "Assestamento Bilancio 2010" IMPEGNA LA GIUNTA REGIONALE - al fine di non penalizzare ulteriormente il settore della cultura, pur nel rispetto dell'impegno di contenimento della spesa regionale, affinch i finanziamenti relativi alle Leggi Regionali sottoindicate siano implementati nelle misure richieste dal Dipartimento Formazione Lavoro Cultura Sport, o quanto meno non siano ulteriormente ridotti rispetto all'ultimo rendiconto finanziario: L.R. 37/90 Piano Pubblica Lettura Cap. 27076 Cap. 27078 100.000,00 pi 40.000,00 60.000,00 pi 40.000,00

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO REGIONALE 31 luglio 2010 prosieguo seduta del 30 luglio 2010, n. 24. Ordine del Giorno relativo alla manifestazione "Aglianica" - Approvazione.

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO REGIONALE 31 luglio 2010 prosieguo seduta del 30 luglio 2010, n. 25. Ordine del Giorno relativo allapprovazione dello stralcio del Piano dei Lidi e del Regolamento attuativo dell'intero Piano - Approvazione.

L.R. 15/06 Cultura musicale Bande e Cori DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO REGIONALE 31 luglio 2010 prosieguo seduta del 30 luglio 2010, n. 26. Ordine del Giorno relativo al sistema gestione rifiuti e alla riorganizzazione e sostituzione dell'attuale ATO rifiuti Basilicata Approvazione. Cap. 27083 30.000,00 pi 50.000,00

L.R. 26/98 UNITRE Cap. 27072 30.000,00 pi 50.000,00

L.N. 482/99 Promozione e tutela Comunit arbereshe Cap. 27071 30.000,00 pi 70.000,00

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO REGIONALE 31 luglio 2010 prosieguo seduta del 30 luglio 2010, n. 27. Ordine del Giorno relativo alla Gestione del Servizio Idrico Regionale ed alla riorganizzazione e costituzione dell'attuale ATO Basilicata - Approvazione.

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO REGIONALE 31 luglio 2010 prosieguo seduta del 30 luglio 2010, n. 29. Ordine del Giorno relativo alle difficolt applicative della L.R. 23/99 in merito alla formazione dei Regolamenti Urbanistici dei Comuni - Approvazione. IL CONSIGLIO REGIONALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO REGIONALE 31 luglio 2010 prosieguo seduta del 30 luglio 2010, n. 28.

(omissis) DELIBERA - di approvare il seguente ordine del giorno:

8746

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

IL CONSIGLIO REGIONALE - Considerate le difficolt applicative della L.R. 23/99 in merito alla formazione dei Regolamenti Urbanistici dei Comuni (art. 16), IMPEGNA LA GIUNTA REGIONALE ED IN PARTICOLARE L'ASSESSORE ALL'AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITA' - ad una verifica dello stato di attuazione della legge medesima e delle criticit in essere, entro 60 giorni, al fine di individuare percorsi atti a favorire la ripresa delle attivit di pianificazione territoriale dei Comuni.

adempiere ad una Ordinanza del TAR di Basilicata che aveva ordinato l'approvazione del P.I.E.A.R. nei termini indicati nella L.R. 9/07 approvava la L.R. 1/10, prevedendo tuttavia una sospensione temporanea della vigenza, in attesa che la Giunta Regionale, come menzionato all'art. 3 comma 2 della stessa, approvasse nei trenta giorni successivi un "disciplinare attuativo"; - all'art. 9 della stessa L.R. 1/10, venivano fatti salvi gli artt. 9-10 della L.R. 31/08 cos come modificati dall'art. 54 della L.R. 42/09, tanto al fine di comunque consentire che gli impianti di "microgenerazione con potenza nominale sino ad n.1 MW", potessero realizzarsi ai sensi della L.R. 31/08 e s.m.i.; Preso atto che: - la L.R. 31/08 cos come da ultimo modificata dall'art. 54 della L.R. 42/09, che introduceva tra le altre l'innalzamento del limite di potenza nominale sino ad n.1 MW, non risulta essere stata sottoposta ad alcun giudizio di Costituzionalit, confermando quindi che gli impianti in essa previsti, possono avvalersi della procedura agevolata di presentazione della DIA ai sensi degli artt. 22-23 del D.P.R. 380/01; Preso atto che: - la L.R. 31/08, cos come modificata dall'art. 54 della L.R. 42/09 palesemente coerente con la Legge dello Stato n. 99 del 23.07.2009 -Disposizioni in materia di Energia - che all'art. 43 modifica il D.L.vo 159 e dispone l'esenzione della procedura di VIA agli impianti con potenza nominale sino ad n.1 MW di potenza nominale; Constatato che: - la Legge Comunitaria, di recepimento - dellenormative-Comunitarie in materia di Energia, approvata in via definitiva dal Senato in data 12.05.2010, all'art. 17 dispone una serie di semplificazioni amministrative fra le quali, che sull'intero territorio nazionale, gli impianti con potenza nominale sino ad n.1 MW possono avvalersi della procedura della DIA ai sensi dell'art.22-23 del D.P.R. 380/01;

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO REGIONALE 31 luglio 2010 prosieguo seduta del 30 luglio 2010, n. 30. Ordine del Giorno relativo alla implementazione e gestione del sistema informativo turistico del Terminal City di Piazza Matteotti di Matera - Approvazione.

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO REGIONALE 31 luglio 2010 prosieguo seduta del 30 luglio 2010, n. 31. Ordine del Giorno relativo alla applicazione della norma di cui all'articolo 9 della Legge n. 1/2010 - Approvazione. IL CONSIGLIO REGIONALE (omissis) DELIBERA - di approvare il seguente ordine del giorno: IL CONSIGLIO REGIONALE Premesso che: - al fine di dare una risposta agli operatori impegnati nella realizzazione di impianti di produzione di energia pulita, in attesa che si definisse la valutazione e legittimit della regolamentazione riportata nel P.I.E.A.R., il Consiglio Regionale, approvava la L.R. n.42/09 al cui art. 54 modificava in alcune parti, l'art. 9-10 della L.R. 31/08; - in data 19.01.2010 il Consiglio Regionale, per

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8747

Preso atto che: - il 30.12.2010 scade l'attuale Conto Energia e che gli operatori del settore, fra cui la Ugl Coltivatori, insistono nell'assoggettare la realizzazione degli impianti di microgenerazione, con potenza nominale sino ad n. 1 MW alle sole disposizioni della L.R. 31/08 come modificata dall'art. 54 della L.R. 42/09; Preso atto: - dell'esigenza di dare risposte rapide al fine di consentire agli operatori del settore quantomeno la realizzazione di impianti di microgenerazione con potenza nominale sino ad n. 1 MW, vista anche l'imminente scadenza al 30.12.2010 dell'attuale Conto Energia, al fine di prevenire una perdita di consistenti investimenti privati sul territorio ed una conseguente perdita di posti di lavoro sia per la fase realizzativa, che nella fase gestionale degli impianti di produzione; Constatato, che: - tali circostanze, di dubbio, ingenerano incertezza ed aggravamento dei procedimenti amministrativi, tanto da ritardare liter e perdere l'opportunit del Conto Energia che scade il 2010; Tanto premesso, constatato e preso atto, IMPEGNA LA GIUNTA REGIONALE - ad emanare le direttive agli Uffici competenti per dare piena applicazione alle norme di cui all'art. 9 della Legge 1/2010 che, richiamando gli artt. 9 e 10 della L.R. 31/08, dispone che fino a 999 KW gli impianti di microgenerazione energetica vengono realizzati con DIA e senza procedure di screaning.

Assunzione del Sig. Valluzzi Sammartino Rocco - inquadramento nella categoria "B.1" L. 68/1999.

DIPARTIMENTO SEGRETERIA GENERALE DEL CONSIGLIO - UFFICIO RISORSE STRUMENTALI FINANZIARIE E TECNOLOGICHE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 30 luglio 2010, n. 332. Affidamento redazione pubblicit sugli elenchi telefonici di Potenza e Matera ditta SEAT s.p.a., anno 2010/2011.

DIPARTIMENTO SEGRETERIA GENERALE DEL CONSIGLIO - UFFICIO RISORSE STRUMENTALI FINANZIARIE E TECNOLOGICHE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 30 luglio 2010, n. 333. Fornitura cancelleria. Liquidazione fattura.

DIPARTIMENTO SEGRETERIA GENERALE DEL CONSIGLIO - UFFICIO RISORSE STRUMENTALI FINANZIARIE E TECNOLOGICHE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 30 luglio 2010, n. 334. Trasmissione telematica modello 770/2010 ordinario e semplificato. Affidamento.

DIPARTIMENTO SEGRETERIA GENERALE DEL CONSIGLIO - UFFICIO ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DEL PERSONALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 2 agosto 2010, n. 335. Commissioni esaminatrici per avviamento a selezione di due unit di personale di categ. "B.1" di cui all'avviso pubblicato sul BUR n. 52 del 26/11/2009 - impegno e liquidazione compenso.

DETERMINAZIONI

DIPARTIMENTO SEGRETERIA GENERALE DEL CONSIGLIO - UFFICIO POLITICA E ORGANIZZAZIONE DEL PERSONALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 22 luglio 2010, n. 323.

DIPARTIMENTO SEGRETERIA GENERALE DEL CONSIGLIO - UFFICIO POLITICHE DELLA RAPPRESENTANZA E DELLA PARTE-

8748

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

Parte I

CIPAZIONE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 3 agosto 2010, n. 336. CO.RE.COM. - Iniziative atte all'uso della lettura di libri: presentazione del libro dell'autrice Rosanna Venneri. Impegno spesa. DIPARTIMENTO SEGRETERIA GENERALE DEL CONSIGLIO - UFFICIO POLITICHE DELLA RAPPRESENTANZA E DELLA PARTECIPAZIONE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 3 agosto 2010, n. 337. CO.RE.COM. - I Concorso Autoproduzione Radiotelevisiva Regionale - Anno 2010. Impegno spesa. DIPARTIMENTO SEGRETERIA GENERALE DEL CONSIGLIO - UFFICIO RISORSE STRUMENTALI, FINANZIARIE E TECNOLOGICHE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 3 agosto 2010, n. 338. Rimborso spese e missione al Presidente della Commissione Regionale dei Lucani all'Estero - L.R. 16/2002. DIPARTIMENTO SEGRETERIA GENERALE DEL CONSIGLIO - DIREZIONE GENERALE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 3 agosto 2010, n. 339. Acquisto in edicola periodici per l'anno 2010 per la Bibliomediateca del Consiglio Regionale- integrazione. DIPARTIMENTO SEGRETERIA GENERALE DEL CONSIGLIO - DIREZIONE GENERALE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 3 agosto 2010, n. 340. Affidamento funzioni vicarie alla dott.ssa Maria Teresa Lavieri, dirigente Ufficio Risorse Strumentali, Finanziarie e Tecnologiche. DIPARTIMENTO SEGRETERIA GENERALE DEL CONSIGLIO - UFFICIO ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DEL PERSONALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 4 agosto 2010, n. 341.

Contributi C.P.D.E.L. - I.N.A.D.E.L.E.N.P.A.S. per riscatti e ricongiunzioni a carico dipendenti del Consiglio Regionale mese di Agosto 10. DIPARTIMENTO SEGRETERIA GENERALE DEL CONSIGLIO - UFFICIO ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DEL PERSONALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 4 agosto 2010, n. 342. Personale comandato da altri Enti Locali -Attribuzione della P.O. prevista per il personale delle Segreterie particolari degli organi di direzione politica e dei gruppi consiliari. Sig. Scarano Felice. DIPARTIMENTO SEGRETERIA GENERALE DEL CONSIGLIO - UFFICIO ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DEL PERSONALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 5 agosto 2010, n. 343. Attivazione comando presso gli Uffici del Consiglio Regionale della Basilicata - Segreteria Particolare Gruppo Consiliare Popolo della Libert - Sig.ra Pasquariello Rosanna L.R. n. 8/98. DIPARTIMENTO SEGRETERIA GENERALE DEL CONSIGLIO - UFFICIO ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DEL PERSONALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 5 agosto 2010, n. 344. Stipendi mese di agosto 2010 - Personale dipendente del Consiglio Regionale,personale con contratto giornalistico e portavoce del presidente del Consiglio Regionale, Direttore Generale, Dirigenti e Coordinatore di Struttura e Informazione, Personale comandato presso altri Enti, Personale distaccato presso le Segreterie particolari, Personale comandato dal comparto Ministero. DIPARTIMENTO SEGRETERIA GENERALE DEL CONSIGLIO - UFFICIO ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DEL PERSONALE -

Parte I

N. 36 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 01-9-2010

8749

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 5 agosto 2010, n. 345. IRAP mese di Agosto 2010. DIPARTIMENTO SEGRETERIA GENERALE DEL CONSIGLIO - UFFICIO ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DEL PERSONALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 5 agosto 2010, n. 346. Contributi previdenziali ed assistenziali a carico amministrazione e a carico dipendenti in servizio presso il Consiglio Regionale mese di agosto 2010. DIPARTIMENTO SEGRETERIA GENERALE DEL CONSIGLIO - UFFICIO ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DEL PERSONALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 5 agosto 2010, n. 349. Applicazione C.C.N.L. dell'Area della Dirigenza del Comparto Regioni e Autonomie Locali, sottoscritto il 22.02.2010 per il biennio economico 2006/2007, Dott. Radice Aldo Michele, matr. 1781, dirigente della Giunta Regionale in servizio, in posizione di distacco, presso il Consiglio Regionale fino al 15/03/2010. Adeguamento retribuzione di posizione. Erogazione arretrati retribuzione di posizione e di risultato. DIPARTIMENTO SEGRETERIA GENERALE DEL CONSIGLIO - UFFICIO ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DEL PERSONALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 5 agosto 2010, n. 351. Comando presso gli Uffici del Consiglio Regionale della Basilicata - Segreteria Particolare Gruppo Consiliare Partito Democratico del Sig. Tortorelli Giuseppe - L.R. n. 8/98. DIPARTIMENTO SEGRETERIA GENERALE DEL CONSIGLIO - UFFICIO RISORSE STRUMENTALI, FINANZIARIE E TECNOLOGICHE - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 6 agosto 2010, n. 352.

Equitalia s.p.a.. Liquidazione cartella di pagamento. DIPARTIMENTO SEGRETERIA GENERALE DEL CONSIGLIO - UFFICIO ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DEL PERSONALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 6 agosto 2010, n. 353. Applicazione C.C.N.L. dell'Area della Dirigenza del Comparto Regioni e Autonomie Locali, sottoscritto il 22.02.2010 per il biennio economico 2006/2007, Dott.ssa Maria Teresa LAVIERI e Dott.ssa Maria Pia De SIMONE, dirigenti della Giunta Regionale in servizio, in posizione di distacco, presso il Consiglio Regionale. Adeguamento retribuzione di posizione. Erogazione arretrati retribuzione di posizione e di risultato.

PUNTI VENDITA
Libreria Due C - Via Anzio, 45 - Potenza Libreria Loperte Luigi - C.so Garibaldi, 35 - Potenza Annunziata Giuseppa - V.le Marconi, 105 - Potenza Byblos Snc - Via N. Sauro, 4 - Potenza Byblos Snc - P.zza Duca della Verdura, 10 - Potenza Edicola Paggi - Via Pretoria - Potenza Edicola Manzi Filomena - Via Anzio - Potenza Libreria Il Mondo di Remigino - Via Galliano, 8/G - Rionero in Vulture (PZ)

PREZZI E CONDIZIONI DI ABBONAMENTO Canone annuo Fascicolo singolo Fascicolo arretrato Fascicolo straordinario Codice annuale Leggi Regionali a 78,00 a 3,00 a 6,00 a 8,00 a 8,00

L importo del canone, deve essere versato esclusivamente sul c/c postale n. 12119855 intestato a Regione Basilicata-B.U.R. - Via V. Verrastro, 4 85100 Potenza. Labbonamento decorre dal momento dellinserimento del nominativo nellapposito elenco abbonati, previa esibizione alla redazione del B.U.R. (recapito a mano, via posta o tramite fax) della ricevuta di pagamento. I dati personali inviati alla Redazione del Bollettino Ufficiale per lattivazione dellabbonamento saranno utilizzati esclusivamente ai fini della spedizione dei fascicoli, nel rispetto dellart. 13 del Decreto Legislativo 196/2003. Ogni abbonato al B.U.R. , fornito di relativa password, potr accedere alla consultazione completa di parte I e II diffusa sulla rete internet allindirizzo www.basilicatanet.it Laccesso rimane gratuito limitatamente alla parte I. MODALITA PER LE INSERZIONI Con decorrenza 1 Gennaio 2002 la tariffa applicata per la pubblicazione di avvisi sul Bollettino Ufficiale fissata in a 2,00 per ogni rigo o frazione di rigo pi a 16,00 di diritto fisso (DGR n. 2415 del 19 novembre 2001). Non si dar corso alle inserzioni prive dellattestato di versamento. Gli avvisi possono essere trasmessi alla redazione del Bollettino Ufficiale mediante posta elettronica allindirizzo e-mail : bur@regione.basilicata.it o via fax (0971/668133), fermo restando lobbligo per gli inserzionisti, di Inoltrare loriginale del testo per posta o a mano almeno otto giorni prima della data di uscita del fascicolo pubblicato, di norma, nei giorni 1 e 16 di ogni mese.
DONATO PACE - Direttore responsabile Redazione: ANGELA PASQUARIELLO GIUSEPPINA TERMINIO Fax 0971 668133 - e-mail: bur@regione.basilicata.it Tipolitografia di OLITA R. & C. s.a.s. - Potenza - Tel. (0971) 52123-55462 tel. 0971 668210 tel. 0971 668143