Sei sulla pagina 1di 13

Gestione Aziendale: introduzione al corso

ing. Francesca Michelino

Analisi del bilancio per flussi


Lanalisi del bilancio per flussi consente di comprendere quali variazioni sono avvenute nella struttura finanziaria dellazienda nel corso dellesercizio Lanalisi per flussi si avvale del rendiconto finanziario, documento nel quale vengono riportati i flussi consumati (impieghi) e quelli generati (fonti) dalla gestione

Come si costruisce il bilancio?


Preliminarmente allanalisi dei flussi dovremo essere in grado di capire:
dato lo stato patrimoniale al 31/12 dellanno t e considerate le attivit della gestione svolte nel corso dellanno t + 1 quale sar il bilancio (stato patrimoniale + conto economico) allanno t + 1?

Tre regole fondamentali


Ricavi Costi = Utile Utile Passivo Attivo = Passivo

Passivo e Utile
Il passivo rappresenta il capitale acquisito dallazienda Esso suddiviso a seconda delle fonti in:
Capitale Proprio messo a disposizione dai proprietari (capitale sociale) o generato dallazienda stessa (utile) Capitale di Terzi prestato allazienda da finanziatori (banche, istituti di credito, fornitori, altre aziende)

Il capitale proprio non solo quello versato allinizio della vita dellazienda, ma anche quello che, anno per anno, lazienda in grado di produrre: utile = autofinanziamento Lutile conseguito rappresenta il meccanismo di crescita del capitale dellazienda da un anno allaltro

Attivo e Costi - Passivo e Ricavi


Utile RC

Attivo

Passivo

Attivo

Passivo

Attivo

Passivo - Utile

Utile Ricavi Costi

Attivo e Costi - Passivo e Ricavi


Il capitale acquisito nel passivo, qualunque sia la fonte di provenienza, viene investito nellattivo Allinterno del passivo c anche lutile, ovvero la differenza tra ricavi e costi Per questo motivo possibile dire che: (passivo utile) + ricavi = attivo + costi La formula mette a confronto tutte le possibile fonti di finanziamento (capitale sociale, capitale di terzi e ricavi della gestione) con tutti i possibili impieghi (investimenti in capitale immobilizzato, investimenti in capitale corrente ed acquisti della gestione)

Fattori produttivi, attivo e costi (1/3)


I fattori produttivi impiegati dallimpresa possono essere di tre tipologie:
beni a lungo ciclo di realizzo, la cui utilit si esaurisce in pi di un esercizio e sono quindi utilizzati ripetutamente (immobilizzazioni)
nel generico istante t ci interessa sapere quale il valore residuo v del bene, considerato lutilizzo che ne abbiamo fatto fino a quel momento nellattivo v(t) = v(0) quote ammortamento (0, t) con riferimento al periodo (t, t+1) ci interessa conoscere il valore consumato nel periodo stesso nel conto economico inseriremo la quota di ammortamento del periodo

Fattori produttivi, attivo e costi (2/3)


beni a breve ciclo di realizzo il cui acquisto precede il consumo (materie prime)
nel generico istante t ci interessa sapere quale la quantit di bene a disposizione dellazienda, gi acquistata e pronta per essere consumata nellattivo consideriamo il valore delle rimanenze con riferimento al periodo (t, t+1) ci interessa sapere quanto stato consumato del bene nel conto economico inseriremo sia gli acquisti sia la variazione delle rimanenze

Fattori produttivi, attivo e costi (3/3)


beni a breve ciclo di realizzo il cui acquisto contestuale al consumo (lavoro)
non abbiamo informazioni da rilevare nel generico istante t (tutto ci che acquistiamo viene immediatamente consumato) nellattivo non riportato il costo con riferimento al periodo (t, t+1) ci interessa sapere il valore del bene consumato nel periodo nel conto economico inseriremo lintera voce di costo

Fornitori
Materie prime Dividendi Capitale sociale Costi dacquisto

Lavoratori
Lavoro Salari

Stato
Servizi Imposte

Proprietari

Utile reinvestito

Altri finanziatori

Capitale di terzi Oneri finanziari Prodotti e servizi

Attivit dellimpresa

Ricavi di vendita

Partecipazioni

Proventi finanziari

Clienti

Altre imprese

Come fa a quadrare il bilancio? (1/2)


Ogni attivit della gestione ha sempre un duplice effetto, per esempio:
acquisto un macchinario in contanti
attivo: incremento delle immobilizzazioni materiali attivo: riduzione della cassa o del conto corrente bancario

acquisto un macchinario facendo un debito nei confronti del fornitore


attivo: incremento delle immobilizzazioni materiali passivo: incremento dei debiti verso fornitori

acquisto un macchinario accendendo un mutuo presso una banca


attivo: incremento delle immobilizzazioni materiali passivo: incremento dei debiti verso banca

Come fa a quadrare il bilancio? (2/2)


acquisto materie prime in contanti
attivo: incremento delle rimanenze MP passivo: riduzione della cassa o del conto corrente bancario conto: incremento dei costi dacquisto MP conto: variazione rimanenze MP attivo: riduzione delle rimanenze PF attivo: incremento dei crediti verso i clienti conto: incremento dei ricavi di vendita conto: variazione rimanenze PF

vendo prodotto finito concedendo un credito al cliente