Sei sulla pagina 1di 2

user: 3333348625 mail: napolirossonera@hotmail.it ip: 151.77.218.

170

30 Napoli Primo piano


La crisi, liniziativa
La scheda

Mercoled 19 ottobre 2011

Il Mattino

Disoccupazione De Magistris mobilita la piazza


Il sindaco: stop al governo a trazione leghista Il 26 corteo con gli operai delle aziende in crisi
Ciro Pellegrino
assumere persone, noi non abbiamo nemmeno i soldi per indire nuovi conDa Napoli partir una protesta forte di corsi.Mapossiamocrearelecondizioni indignazione e mobilitazione. Contro il perchciavvengatramiteiprivati.Posgoverno a trazione leghista e contro so dire che stiamo gi lavorando in tal unaConfindustriacheguardaalNord. senso,abbiamorimessoinmoto la citt Luigi De Magistris lancia dal Consiglio dopo anni immobilismo, basti pensare comunale, convocato proprio sul tema all'impatto che si avr con la Coppa del lavoro, la mobilitazione del prossi- AmericaeilForumdelleCulture.Eanmo 26 ottobre che vedr riuniti alla Sta- cora:ChiederemoalGovernoedalprezione Marittima partenopea tutti i di- sidente della Regione Stefano Caldoro pendentidelleaziendearischio all'om- di darci ci che ci spetta e gi stanziato. bra del Vesuvio, dalle tute blu di Ansal- Non chiediamo elemosina, ma rispetto do Sts e Brera ai dipendenti di Alenia, di ci che gi stato deciso. Il dibattito Selex,Mbda,Firemafinoaimarittimidi in Consiglio proseguito con l'assessoTirrenia e agli operai Fincantieri. Na- realLavoroMarcoEspositochehafatto poli si ribella. Vogliamo lavorare lo una disamina della situazione occupazionale in citt partendo slogan portante: introdurdai dati Istat; dopo Esposir un esponente di partito, to, la parola ai consiglieri Maurizio Zipponi, responche hanno formulato una sabile nazionale Lavoro e seriedi proposte (14idocuWelfaredell'ItaliadeiValomenti presentati) accorpari e poi microfono aperto te in un ordine del giorno per lavoratori e le rapprecomplessivodaspedirealla sentanze sindacali. A testigiunta de Magistris come monianza del fatto che si traccia di lavoro da approtratta di un tema caldissifondire e valutare nelle mo,ierisottoilMaschioAnprossimesettimaneperelagioino, per tutta la durata borare i temi dello sviluppo delConsigliocomunale,asdellacittdi Napoli.A tenesedio dei disoccupati orgare banco, le questioni dei nizzati:circa300senzalavo- La richiesta giovani in cerca di primo ro aderenti alle diverse si- Appello impiego, dei disoccupati di glechecompongonol'arcilunga durata e dei precari, pelagodeimovimenti,han- alla Regione nonch la stabilizzazione nomanifestato all'ingresso Ci trasferisca degli lavoratori socialmendi Castelnuovo. I manife- le risorse teutilieilfinanziamentoalstanti con striscioni e cori gi assegnate, le societ cooperative. hanno ricordato la vertenzadelprogettoBros,quello non chiediamo Al vicesindaco Tommaso Sodanosonogiunteunasecheinteoriaavrebbedovu- elemosina rie di proposte da maggioto portare all'inserimento ranzaeopposizione:laprolavorativo dei disoccupati nel ciclo della raccolta differenziata. Al mozione della green economy; il parco presidio anche i giovani del "Comitato tematico "Pompei World"; il riavvio del idonei" ovvero i vincitori del concorso confronto istituzionale per i lavoratori comunale dello scorso anno: chiedono del progetto Bros e infine la promoziodi entrare nell'organico di Palazzo San ne di "Napoli citt termale" che preveGiacomo.Imanifestantihannoavanza- de tra l'altro il recupero della fonte tounarichiestadi incontroal primocit- dell'acqua sulfurea (la cosiddetta "actadino, ma il sindaco a met seduta quad''emummarelle")nonchl'imbotandatovia,indirezionePalazzoPartan- tigliamento e la distribuzione separata na, sede dell'Unione degli Industriali, delleacquedel fiumeSerino cheattualper un incontro. Tuttavia de Magistris, mente confluiscono nelle condotte conelsuo interventoin Aula, stato molto munali. chiaro: Il nostro ruolo non quello di RIPRODUZIONE RISERVATA

TREND POSTI DI LAVORO NAPOLI Anno 2006 Anno 2011 Flessione Fabbisogno DISOCCUPATI -32mila 21mila 275mila 243mila

Napoli e provincia CAMPANIA

140.000

264.000
CASSINTEGRATI Napoli e Provincia

15.000
Totale Campania

31.000

Le cifre

In 5 anni persi 32mila posti


L'assessore al Lavoro Marco Esposito ha fornito i dati relativi alla perdita di posti di lavoro in citt negli ultimi 5 anni, nei quali si passati da 275mila a 243mila occupati, molti dei quali impegnati in lavori precari e temporanei. Di fronte a questi dati, ha osservato l'assessore, occorre attuare un'inversione di rotta non solo politica o di immagine, ma anche fatta di iniziative che dimostrino che si capaci di creare lavoro e di dare voglia alle imprese di investire. Vanno in quest'ottica le facilitazioni burocratiche, le reti d'impresa, un patto sociale con i sindacati per regole certe, lavorando, per, affinch nel frattempo la citt non perda le imprese di qualit, come sta avvenendo in questi mesi. Per guardare al futuro, ha concluso Esposito, non bisogna perdere la memoria, e Napoli non deve dimenticare di essere stata la prima citt d'Italia, a Pietrarsa il 6 agosto 1863, a pagare con la vita di sette operai il tributo alla lotta per un lavoro pi giusto.

Protesta Il presidio dei disoccupati davanti al Maschio Angioino durante lo svolgimento della seduta monotematica del Consiglio comunale sui temi della crisi occupazionale. Per il prossimo 26 ottobre il sindaco De Magistris ha promosso una manifestazione con la partecipazione dei lavoratori di tutte le aziende in crisi dellarea napoletana. Subito si innecato il dibattito e la polemica del sindacato.

La Cgil: spinta alla vertenza-lavoro I dubbi di Cisl e Uil: no a passerelle


Le reazioni
Il sindacato si spacca sulliniziativa lanciata dal primo cittadino
Adolfo Pappalardo
Se la Cgil pi cauta, si storce il naso dalla Cisl e dalla Uil per liniziativasullavorocheilsindacodeMagistris sta organizzando per mercoled prossimo. Ovvero un incontro con le rsu e le maestranze delle aziende in crisi. Si rispettino i ruoli: no a passerelle solitarie, tuonano, in sintesi, la segretaria della Cisl Lina Lucci e la collega della Uil Anna Rea. Il sindaco dovrebbe ricordare che esiste un sistema di relazioni che non pu essere delegato o relegato.Evitereiquindisemplicipasserelle, premette la Lucci. Sarebbe piutileinvececheilsindacociconvocasse sulle crisi della citt. La Cisl gli pu fornire un dossier accurato con dati e proposte concrete. E qualisonolanumerodellaCislcampanalodicesubito:Peraiutareimpreseincrisisipotrebbedarelapossibilit di spalmare addizionali comunali, tipo lIci, per un tot numero dianni. Oppure dedicarsi, inuna cittdoveesisteuneconomiaparallela, alla lotta allevasione fiscale e destinareunapercentualediintroiti recuperati alle politiche sociali e di sviluppo. Infine unultima stoccata:Comunqueattendiamoancora una convocazione ufficiale, da Comune, Regione e Provincia, per lAmericasCuppercapirequalesar limpatto sul lavoro. Pi conciliante, invece, il segretario della Cgil Franco Tavella. Non conosco limpiantodellamanifestazioneorganizzata dal sindaco ma non possocheplaudireadiniziativeperilavoratori, premette il neo segreta-

Laeroporto, lo sviluppo

Meridiana, tre nuove linee assunzioni a Capodichino


Obettivo occupazione aCapodichinograziealle nuove tratte aeree della Meridiana Fly-Air Italy. Alitalia punta decisamente sullo scalo napoletanoaumentandoivolieincrementando il numero del personale sia tra gli equipaggi che tra gli addetti ai lavori con base a Napoli.Dal 31ottobre partir una terza frequenza giornaliera su Milano-Linate e su Verona. Nonsolonuovicollegamenti con il nord ma anche nuovi voli verso la Sardegna, con due viaggi giornalieri per Cagliari e un aumento dei voli per Olbia. Con questo investimento di Meridiana Fly-Air Italy su Capodichino - ha commentato il direttore Generale Gesac Spa Marco Consalvo - ci sa-

Vertenza Una manifestazione dei lavoratori dellAlenia

Tavella (Cgil) Iniziativa politica? Preferisco leggerla come un impegno contro la crisi

Lucci (Cisl) Meglio confrontarsi sul programma del Comune per far ripartire la citt

ranno anche aumenti per l'occupazione, perch tutto questo crea uno sviluppo generale. C' un dato diretto occupazionale,chesecondo le stime del gruppo MeridianaFly-Air Italy conta pi di cento persone, e un dato indiretto lavorativo, difficile da calcolare, perch con questi voli si crea-

no flussi turistici. Questo determinante per tutti gli investimenti che ha fatto e far Gesac. Puntiamo molto sulloscalodiNapoli-dice Leonardo Cesarini, direttore Marketing del gruppo Meridiana Fly AirItaly-Siamoconvinti che da Napoli possa partireilrilancioeconomico del Sud .

Rea (Uil) Fronte comune anti-disoccupazione ma attenti a invasioni di campo

rio Cgil che specifica pure: Anche se, chiaro, rimane il protagonismo sindacale il nervo delle vertenze in atto. Ma se questiniziativa fosse invece pi propedeutica al movimento nazionale che sta per lanciareilsindaco?Leggoliniziativa come legata al mondo del lavoro, cos voglio leggerla e non voglio giudicare. Poi chiaro se la politica in favore dei lavoratori non pu che aiutare anche il sindacato. FedericoLibertino,segretariogenerale Cgil Napoli, si concentra contro il governo: Cambi l'indirizzo delle suepolitichedisviluppoediinvestimento e il Mezzogiorno sia assunto come punto di riferimento. Perch occorre recuperare uno spirito di concordia di tutti i soggetti per difendere il nostro patrimonio industriale. Chiede invece di evitare inutili protagonismi la numero uno della Uil-Campania. Nella situazione di crisi in cui ci troviamo vanno bene tutte le iniziative ma attenzioneavolersisostituireagliorganisminaturalideilavoratori.Ilrischio chenonsitrovinorispostegiustee sipotrebberoconfondereiruoliperch non si capirebbe, alla fine, chi facosa,premetteAnnaRea.Poiaggiunge: In questo momento di grande emergenza, e di cui la nostra provincia la vera punta diceberg della crisi, occorre fare sforzo comune e le responsabilit diverse vanno esercitate in maniera diversa: occorre - ragiona - rispetto dei ruoli istituzionali tra chi stato eletto a sindaco e chi democraticamente rappresentante dei lavoratori. E cosa sintenda per fronte comune la Rea lo spiega subito dopo: Stiamo lavorando con tutte le forze, dai sindacatialla Confinfustria passandoper le piccole emedie imprese, a per un documento unico che faccia della questione Campania e Napoli unavertenzanazionale.Ilpresidente Napolitano per la crisi ci ha chiesto corresponsabilit e vedrei de Magistriscomeprotagonistadiquesto nostro sforzo per una piattaformaunica.Intantovenerdaltrainiziativa sulla crisi organizzata dallUglalla Stazione Marittima con gli interventi di sindaco, governatore, presidente della Provincia e presidente della Camera di Commercio.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Composite IL_MATTINO - CITY - 30 - 19/10/11 ----

Time: 19/10/11

00.30

user: 3333348625 mail: napolirossonera@hotmail.it ip: 151.77.218.170

Mercoled 19 ottobre 2011

Il Mattino

Primo piano Napoli 33

I grandi eventi, le nomine

Forum Culture: Oddati si dimette, nuovi nomi


Passo indietro dopo la revoca. Nel comitato scientifico Barra, Herling, Lombardi e de Kerchkove
Adolfo Pappalardo
Ilpassoindietro,allafine,cisar.PerchprevistochedopodomaniNicola Oddati rassegner le sue dimissioni da presidente del Forum delle culture per lasciare il posto a Roberto Vecchioni. Niente braccio di ferro, quindi, come sembrava profilarsi sino a qualche giorno fa. Lepilogodelladefenestraturadellex assessore delle giunte Iervolino andato in scena ieri. Con il sindaco de Magistris che convoca Oddati e gli presenta la lettera ufficiale di revoca dallincarico.Plotginotosindallinsediamento dellex pm sulla poltrona pi alta di San Giacomo. Lo sapeva bene Oddati che appena sei giorni fa, durante una conferenza stampa, spiegava: Sono ancora formalmente il presidente della Fondazione aspettola revoca formale per capirne imotivi.NellostatutodellaFondazionelarevoca delpresidentenonprevista. Abbiamopreso le nostre decisioni, le porteremo avanti fino in fondo, senza polemiche e lo faremo nel rispettodeldirittopercambiarelapolitica in questa citt e per realizzare un grandeForum,avevaspiegato ilsindaco de Magistris. Il ragionamento che si faceva a Palazzo San Giacomo eradaltronde diopportunit.Esistono le stagioni della politica che si aprono e si chiudono e per Oddati Multiculturalismo Gli ospiti alla scorsa edizione del Forum; sotto, Nicola Oddati arrivatoil tempo- dopodue lustri-difareunpassoindiedo Lombardi. Prossimo tro, si faceva notare a San passo, quindi, quello del Giacomo mentre Oddati governatore che oltre a dal canto suo rivendicava il scegliere i rappresentanti riconoscimento dei suoi del comitato dovr esprimeriti, ovvero avere credumere il direttore generale. to per primo nella possibiliUn posto, quello da dirett che Napoli potesse ottetore, su cui dovrebbe annere il Forum. La mia picdare a sedersi Mario Recolastoriadicequesto-spie- Gli incarichi sca, ex direttore del minigavaOddatinellasuaconfe- Mario Resca stero dei beni culturali ed La trattativa renza stampa - e non naexmanagerdimultinazioscondo che la scelta di Vec- in pole nali.Questionedioreesachioni.Miaspettavopime- per la carica ranno noti anche i nomi Tuccillo scrive ai sindacati rito perch io non sono uno di direttore del comitato. Per ora solo Concertiamo le scelte legatoallapoltrona,allagui- generale ipotesi ma si fanno i nomi per valorizzare il personale da del Forum non ci sono del giornalista Giovanni stato per il Pd e questa la nominato Minoli, degli storici Pietro miafelicit, nonostantetut- dalla Regione Craveri e Giuseppe Galasto. Sembrava profilarsi so, di Paola Testori Coggi Tagli al salario accessorio e nuove una guerar di carte bollate. direttore aggiunto alla mansioni per i dipendenti: trattativa Poi ieri la revoca ufficiale in attesa commissione Ue e di Lorenza Mochi aperta ma lassessore al Personale del passo ufficiale di Oddati di dopo- OnorisinoapocotempofasoprintenBernardino Tuccillo ieri ha deciso di domani: con la riunione del consi- dente del Polo museale di Napoli. scrivereunaletteraapertaperspiegaglio damministrazione della fonda- Tutto comunque sarebbe gi pronto re la stretta obbligata. zione rassegner ufficialmente le sue e se tutte le nomine non sono state Ho potuto constatare, e pi volte dimissioni per uscire di scena. Alme- fatte sinora solo per evitare di preho avuto modo di riconoscerlo pubno per la carica di presidente. Poi si sentare a met la squadra che dovr blicamente,chenelnostroEntevisovedr se rientrer nellorganizzazio- lavorareperleventodel2013.Unmono straordinarie risorse professionali ne del Forum con qualche altro inca- saico al completo che sar presentae umane che intendiamo sempre pi rico. tolunedprossimoconunaconferenvalorizzareemotivare-scrivel'assesContestualmente per alla revoca za stampa congiunta del sindaco de sore - in proposito stiamo avviando il primo cittadino ha anche accelera- Magistris e del governatore Stefano unconfrontoconlaRegioneperrepeto il suo lavoro ed ha nominato 4 dei Caldoro: tra cinque giorni, infatti, sarirefondidelPorCampania,perilrafrappresentanti (gli altri 4 spettano al r presente tutta la squadra a cominforzamento delle competenze dei dipresidente Caldoro) del comitato ciaredalpresidente,ilcantautoreRopendenti degli enti locali in materia scientifico:sitrattadelsociologoDer- berto Vecchioni. In minuto dopo ci si di programmazione, gestione e valurick de Kerchkove, Marta Herling, metter al lavoro. tazione innovativa dei servizi. Certo PeppeBarraedelgiovaneregistaGuici siamo impegnati in una difficile RIPRODUZIONE RISERVATA

I nomi
IL PRESIDENTE

La proposta

Pompeiworld nella zona orientale


Pompeiworld universal studios a Napoli est. La realizzazione di un grande parco a tema nella zona orientale stata chiesta ieri con un ordine del giorno in Consiglio comunale, primi firmatari i consiglieri Carmine Attanasio e Carmine Schiano. Un grande parco tematico su Pompei e la sua storia, inserito in un percorso didadittico e di divertimento: questo in sintesi quello che scritto nel documento assunto dall'amministrazione comunale.

Roberto VECCHIONI
DIRETTORE GENERALE

IN POLE Mario Resca IN CORSA Francesco Caruso e Luciano Sovena

COMITATO SCIENTIFICO
LE NOMINE DEL COMUNE

Derrick DE KERCHKOVE

Marta HERLING

Peppe BARRA

Guido LOMBARDI

LE NOMINE DELLA REGIONE

Giuseppe GALASSO

Piero CRAVERI

Gianni MINOLI

Per il quarto posto in corsa

Ana PALACIO

Paola TESORI COGGI

Fatema MERNISSI

Lorenza MOCHI ONORI

Lassessore apre ai dipendenti Un patto sulla produttivit

azione di efficientamento e razionalizzazione dei servizi, con i primi, importanti, risultati come la drastica riduzione del ricorso ai dirigenti esterni e proposta di accorpamento di alcune partecipate (Anm, Metronapoli, Napolipark). Inquestadirezione-spiega-vanno inquadrati anche i corsi per la formazionedialimentaristidaimpegnare nelle scuole, destinati a cinquanta

Lo scenario Sul tavolo del confronto tagli al salario accessorio e nuove mansioni per gli impiegati

lavoratori di NapoliServizi, e quelli per ausiliari del traffico cittadino rivolti ai dipendenti della III Direzione Centrale.Il primosegnale chiaro verso il contenimento dei costi abbiamo comunquevolutodarlonoiAmministratori, riducendo gli uffici di staff e facendo a meno delle auto blu. Continueremoaimpegnarci-prosegue la nota diffusa integralmente via intranet ed internet - per migliorare i servizi e intensificare la produttivit, maintendiamo farlocon spiritoserenoecostruttivo,inunrapportodiproficuaconcertazioneconleorganizzazioni sindacali con le quali abbiamo gi discusso su temi di grande gravit e delicatezza, come i tagli imposti dal Governoaglientilocali-cheperilnostro Comune ammontano a circa 220 milioni di euro - che ci hanno imposto la dolorosa scelta di ritoccare il fondo per il salario accessorio. Siamo certi che le vibranti e reiterate richiestedel sindacoal presidente del Consiglio di sbloccare lo stanziamento al nostro Ente di 500 milioni di euro, le azionivoltealrecuperodisvariaticrediti(daiproventidellecontravvenzioni, alla riscossione dei fitti attivi) ed il rilancio del piano di dismissione del patrimonio immobiliare comunale ci consentiranno di avviare, gi dal prossimobilanciodiprevisione,ilsuperamento dell'attuale fase di sofferenza finanziaria.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La vertenza

Pi risorse e mezzi: vigili urbani in stato di agitazione


Cisl e Uil: Decisione sofferta carichi di lavoro insostenibili Si apre il tavolo in prefettura
Amministrazione comunale e sindacati ai ferri corti: dopo l'incontro-fiumedilunedsuitagliaidipendenti del Comune, oggi due delle tresigleconfederali,Cisle Uil,aprono la prima vertenza dell'Amministrazione di Luigi de Magistris dichiarando lo stato d'agitazione dei loro iscritti nel Corpo di Polizia Municipale. Una decisione soffertache segna fra l'altro la spaccatura del fronte sindacale confederale: la Cgil, infatti, a differenza delle altre due sigle, non ha firmato la proclamazione dello stato d'agitazione dei vigili partenopei. Una lettera, spedita al primo cittadino, agli assessori al Personale Bernardino Tuccillo e Legalit Giuseppe Nar-

Liniziativa La protesta della polizia municipale Periferie sguarnite, forze impegnate solo sulla Ztl

Controlli Una pattuglia dei vigili urbani al varco della zona a traffico limitato di via Pessina nel centro della citt

ducci e al comandante della Municipale,LuigiSementa,sanciscela finedellapaxsindacale.Eunodeipomi della discordia anche la zona a traffico limitato varata da Palazzo San Giacomo quasi un mese fa: Quello del Comune un sistema insostenibile- silegge nellanotafirmata dai segretari Salvatore Altieri della Cisl e Antonio Borriello, Uil -. Siamo carichi di lavoro e i quartieri periferici sono abbandonati a causa della Ztl, cos come si ristretta l'operativitsuglialtricompitiistituzionali che i vigili sono chiamati a svolgere. Non solo: fra le questioni contestateaPalazzoSanGiacomolamancanza di fondi a sostegno dei caschi bianchi partenopei: la mancanza di uniformi non fornite da oltre cinque anni, le inesistenti risorse economiche e gli ulteriori carichi di lavoro che pesano su personale

dall'avanzataetanagraficaediservizio,ingranparteportatoredipatologie contratte per causa di lavoro sileggenellalettera-coscomeverificato dalla Procura della Repubblica. I due sindacati confederali lasciano uno spazio alle trattative: Occorre ripristinare le corrette relazioni sindacali - dicono Cisl e Uil e convocare la delegazione trattantesuiproblemidellaPoliziaMunicipale.Tuttaviadaoggi,conlarichiesta al prefetto Andrea De Martino aperta la cosiddetta procedura di raffreddamento del conflitto. Vertenzaapertaapochigiorniormai dal via alla fase due della zona a traffico limitato nel centro storico, in programma alla fine del mese. Dallaprossimasettimanascatteranno i varchi telematici nei decumani e gi da alcuni giorni partito lo stop ai permessi per le corsie preferenziali,anchese almeno sul rettifilo e su via Marina i controlli non hanno portato particolare giovamento alla circolazione dei mezzi pubblicieicontrollinonsonoancora scattati in forze.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Composite IL_MATTINO - CITY - 33 - 19/10/11 ----

Time: 19/10/11

00.30