Sei sulla pagina 1di 44

SHAPE SHAPE

IDEE
RINNOVABILI
PACKAGING
UN'ILLUSIONE
SCAallaricercadell'energiasostenibile
IL SEGRETO
DELLA
SELEZIONE
DEI PROFUMI
TATUAGGI,
L'IMPORTANZA
DELLA CARTA
CI SALVERA'
N3.2011LA RI VI STA DI SCA SU TREND, MERCATI E BUSI NESS
2 SCA SHAPE 3

2011
Shape la rivista trimestrale di SCA
ed rivolta principalmente ai clienti,
agli azionisti e agli analisti, ma an-
che ai giornalisti, agli opinion leader
e a tutti coloro che siano interessati
alle attivit e allo sviluppo di SCA.
La pubblicazione del prossimo nu-
mero prevista per dicembre 2011.
Editore
Camilla Weiner
Direttore responsabile
Marita Sander
Redazione
Anna Gullers, Gran Lind,
Appelberg
Ideazione
Cecilia Farkas, Appelberg
Stampa
Srmlands Graska AB.
Katrineholm
Indirizzo
SCA, Corporate Communications,
Box 200, SE-101 23 Stoccolma,
Svezia.
Telefono +46 8 7885100
Fax +46 8 6788130
SCA Shape pubblicata in svedese, inglese,
spagnolo, tedesco, francese, olandese e
italiano, ed stampata su carta GraphoCote
90 g/m prodotta da SCA. Ne ammessa la
riproduzione solo previa autorizzazione di SCA
Corporate Communications. Il contenuto della
rivista esprime il punto di vista degli autori
degli articoli e delle persone intervistate e
non riette necessariamente le opinioni della
redazione o di SCA. SCA Shape disponibile
in abbonamento o pu essere letta in formato
pdf su www.sca.com.
NANCY PICK
CO
2
O DINOSAURI: SEMPRE
A CACCIA DI IMPRONTE
Per conto di Shape, la scrittrice Nancy Pick
ha scrutato il futuro delle fonti energetiche
rinnovabili e ha indagato il motivo per cui i
francesi, al contrario degli svedesi, amano la
carta tissue profumata.
Nancy Pick vive con la famiglia in campagna,
in una cascina vecchia di due secoli nel Mas-
sachusetts occidentale. Laureata in lingua e
letteratura francese, ha vissuto anche a Parigi,
Londra e Berlino.
Formatasi come giornalista corrispondente
di quotidiani, ha scritto articoli per numerose
pubblicazioni, prevalentemente di argomento
scientifco e naturalistico. inoltre autrice di
due libri, The Rarest of the Rare, sulle collezioni
di storia naturale dellUniversit di Harvard, e
Curious Footprints, sulla collezione di impronte
di dinosauri dellAmherst College.
Attualmente, collabora con tre docenti uni-
versitari alla stesura di un volume sulla fllotas-
si, lo studio dellelegante e misteriosa struttura
geometrica delle piante. Nel tempo libero, si
dedica alla canoa nei fumi vicino a casa, studia
lebraico antico e si diletta a cucinare la zuppa di
ortiche svedese.
Youtube.com/SCAeveryday mostra
spot e video tratti dalle conferenze
stampa di SCA, nonch da presenta-
zioni e interviste con top manager e
dipendenti dellazienda.
Facebook.com/SCA si propone di atti-
rare nuovi talenti, di coinvolgere gli utenti
e di fornire informazioni complementari
a quelle gi presenti su sca.com.
Twitter.com/SCAeveryday
offre una sintesi efcace di tutte le ul-
time novit su sca.com e sulle pagine
SCA dei social network a benecio dei
vari utenti, dei giornalisti e dei blogger.
Slideshare.com/SCAeveryday
uno spazio dedicato agli investitori e
agli analisti, che possono scaricare le
presentazioni relative ai rapporti trime-
strali e alle assemblee generali annuali.
Scribd.com/SCAeveryday
rende disponibili online una cinquantina
di pubblicazioni, tra cui il rapporto sulla
sostenibilit di SCA, il rapporto Hygie-
ne Matters e la rivista Shape.
Flickr.com/HygieneMatters
supporta il lancio del rapporto interna-
zionale Hygiene Matters, corredato
di immagini.
SHAPE
Foto di copertina: Istockphoto
Tatuaggio: Lindalovisa Fernqvist
I SITI DI SCA SUI SOCIAL NETWORK
IL COLLEGA
SCA SHAPE 3

2011 3
SAPETE...
...quanto tempo stato impiegato per costruire lEmpire State Building? La risposta a pag. 22.
06.QUALI ALTERNATIVE?
Attualmente sono in fase di sviluppo diverse fonti
energetiche sostenibili.
10.C'E' UN TESORO NEL BOSCO
SCA trasforma i residui forestali in energia rinnovabile.
16.MEDICI IN PRIMA LINEA
Non esistono frontiere per la dottoressa Heike Haunstetter.
20.LEGNO, MON AMOUR
In Francia boom del legno nelledilizia residenziale.
22.IL GIGANTE VERDE
LEmpire State Building riduce la propria impronta di carbonio.
24.PROFUMO DI CASA
Le preferenze olfattive dipendono dalla provenienza geografca.
27.OLTRELEAPPARENZE
Unillusione ottica aumenter lattrattivit del packaging.
32.ARTISTIDELLAPELLE
Shape in visita al centro tatuaggi di Jake Symmonds.
26.
10.
Rob Gibbens del Selsey
Tattoo Studio conosce
bene limportanza della
qualit della carta tissue.
IL FONDO PETROLIFERO
NORVEGESE in azione p. 37
12 ORE con Michelle Poirier p. 38
NEWS SCA p. 4043
E INOLTRE....
SCA Energy alla ricerca
di soluzioni allavanguardia
per trasformare il materiale
forestale in prodotti ad alto
rendimento energetico.
Grazie a due recenti
acquisizioni, SCA consolida la
propria posizione sul mercato
turco dei prodotti per ligiene.
04.
SOMMARIO
4 SCA SHAPE 3

2011
NOVIT
Turchia
KOMILI, FIORE ALLOCCHIELLO...
KOMILI, IL QUARTO MAGGIOR PRODUTTORE turco di
pannolini per bambini e assorbenti femminili, stato
assorbito dal Gruppo SCA con unoperazione di ac-
quisto senza indebitamento per un ammontare di 308
milioni di corone svedesi. SCA ha acquisito il 50% di
Komili, societ turca di prodotti per ligiene, da Yldz
Holding, il principale gruppo alimentare turco.
Komili, che produce anche articoli afni come sal-
viettine umidicate, saponi e shampoo, operer come
joint-venture di SCA e Yldz Holding.
Lacquisizione ci permetter di consolidare le
nostre attivit nel settore dei prodotti per ligiene
in Turchia relativamente ai pannolini per bambini e
agli assorbenti femminili. Con 70 milioni di abitanti e
una popolazione in rapido aumento, la Turchia un
mercato chiave per la crescita della nostra azienda,
afferma Jan Johansson, Presidente e CEO di SCA.
Tunisia
TEMPO DI GELSOMINI
IL MARCHIO SCA Tempo appena sbarcato
per la prima volta in Tunisia con i suoi fazzo-
letti di carta di alta qualit.
I fazzoletti di carta sono popolari nei pa-
esi del Maghreb, dove vengono utilizzati in
vari modi: per sofare il naso, per detergere
il sudore o in sostituzione dei tovaglioli di
carta. Dopo il successo ottenuto in Maroc-
co, SCA ha ora lanciato il prodotto in Tunisia
attraverso la joint-venture Sancella.
I fazzoletti Tempo sono approdati sul mer-
cato tunisino a met febbraio e, nonostante
linstabilit politica che regna nel paese dopo
le rivolte di gennaio e che ha pesantemente
inuito sulle vendite dei beni di consumo e
sui programmi di animazione nei punti vendi-
ta, il lancio ha avuto un buon successo.
16
MILIARDI DI CORONE SVEDESI
la stima dellinvestimento complessivo di
Statkraft SCA Vind AB nel nuovo parco eolico
(per saperne di pi, vedere pag. 41).
Turchia
... UN'INTERA
GAMMA GRAZIE
A SAN SALIK
SCA HA acquisito dal
Gruppo MT il 95% di
San Salk, societa`
turca di prodotti per
lincontinenza, con
unoperazione senza
indebitamento di 95
milioni di corone.
SCA vanta in Turchia
una gamma completa
di prodotti per ligiene
personale, afferma Jan
Johansson, Presidente
e CEO di SCA.
SCA vanta
in Turchia
una gamma
completa di
prodotti per
ligiene
personale
Jan Johansson,
Presidente e CEO di SCA.
Il protto al lordo delle imposte di SCA, esclusi i costi di ristrutturazione,
su base trimestrale (in milioni di corone svedesi)
1.000
1.500
2.000
2.500
2009 2010 2011
SCA: PROFITTO AL LORDO DELLE IMPOSTE
T3 T4 T1 T2 T3 T4 T1 T2
NOVIT
6 MAGGIO 2011:
TAVOLA
ROTONDA PER
LAMBIENTE
SCA partecipa a una
conferenza sui cam-
biamenti climatici che
si svolge a Parigi (Fran-
cia). Kersti Strandqvist,
Senior Vice President
Corporate Sustainabili-
ty, interviene al dibattito
sul tema Dalle biomas-
se ai prodotti chimici
eco-compatibili.
12 MAGGIO 2011:
PARTNERSHIP
NELLEOLICO
SCA e i norvegesi di
Fred.Olsen Renewables
danno vita a una socie-
t in compropriet per
la costruzione di un par-
co eolico su un terreno
di propriet di SCA.
1 SETTEMBRE 2011:
ACQUISIZIONE
IN BRASILE
SCA ha acquisito la
Pro Descart, azienda
brasiliana specializzata
in prodotti igienici per
l'incontinenza. L'opera-
zione, senza indebi-
tamento, ammonta a
450 milioni di corone
svedesi.
1 SETTEMBRE 2011:
GIORNALI
DI QUALIT
Una macchina per la
fabbricazione di carta
da giornale di alta
qualit sar perfe-
zionata a Ortviken,
Sundsvall, per un inve-
stimento di 350 milioni
di corone svedesi.
Nel periodo gennaio-giugno, gli utili di esercizio, al netto dei costi di
ristrutturazione, sono calati del 5% (ma aumentati dell1% al netto
degli effetti dei tassi di cambio) a 4.262 milioni di corone svedesi.
Il fatturato netto diminuito del 2% (ma aumentato del 5% al netto
degli effetti dei tassi di cambio e dei disinvestimenti) a 52.064
milioni di corone svedesi.
Gli utili per azione sono aumentati dell8% (del 13% al netto degli
effetti dei tassi di cambio) a 3,85 corone svedesi.
Il usso di cassa della gestione corrente risultato pari a 1.840
milioni di corone svedesi (2.816).
Rispetto alla prima met del 2010, i costi delle materie prime sono
aumentati di oltre 2 miliardi di corone svedesi. SCA riuscita a far
fronte a questa situazione aumentando i prezzi e tagliando i costi.
AUMENTO DEGLI UTILI PER AZIONE
A livello commerciale,
nellultimo anno circa
l80% dei professionisti
ha operato scelte in linea
con una sempre maggior
eco-sostenibilit.
Fonte: Rapporto
Tork SCA 2011.
GLORY UNO dei due marchi con
cui San Salk commercializza
i suoi prodotti per lincontinen-
za. Dalla fondazione, nel 2008,
lazienda ha rapidamente incre-
mentato la propria quota di mer-
cato ed ora il secondo maggior
produttore turco nel segmento
dellincontinenza, con ricavi
annui pari a circa 100 milioni di
corone svedesi.
SCA ha unopzione di acquisto
per il restante 5% del capitale
sociale di San Salk.
6 SCA SHAPE 3

2011
FOCUS: ENERGIE RINNOVABILI
Algheproduttricidicarburante.Turbineazionate
dallemaree.Pannellisolarinellospazio.Nellasfda
controicambiamenticlimatici,simoltiplicanole
trovatedegliscienziatipersfruttareinnuovimodile
energierinnovabili.Sarforseunodiquestiprogetti
aportareallarivoluzionechetuttiattendiamo.
TESTO: NANCY PICK FOTO: GETTY IMAGES, ISTOCKPHOTO
ALLA RIC
d
e
ll'e
n
e
r
g
ia
d
e
lfu
tu
r
o
SCA SHAPE 3

2011 7
ERCA
L
A STRATEGIA 20-20-20 quella
adottata dall'Europa per diminuire
la dipendenza dal carbone e dai com-
bustibili fossili. Entro il 2020, l'UE
punta a ridurre del 20% le emissioni
di gas serra, a produrre il 20% dellenergia da
fonti rinnovabili e a ottenere un risparmio dei
consumi energetici del 20%. Nel mondo, tecnici
e scienziati sono alla ricerca di metodi nuovi per
sfruttare lenergia derivata dal sole, dal vento,
dallacqua e dalle biomasse.
Michael Kelzenberg, ricercatore specializza-
tosi in ingegneria elettrica al California Institute
of Technology, crede nellenergia solare, ma
ritiene che non sia lunica fonte alternativa ad
avere un futuro.
Chi lavora nelle rinnovabili sa bene che in
questo campo la diferenziazione fondamen-
tale, aferma Kelzenberg. Nessuna energia
perfetta. Le convenzionali carbone, petrolio,
nucleare sono state sviluppate perch allepoca
erano quelle su cui era pi logico puntare.
Io ho deciso di dedicarmi allenergia solare,
continua Kelzenberg. Il solare una soluzione
molto convincente. Potremmo rifornire lin-
tera umanit di energia elettrica sfruttando
una piccola parte delle radiazioni solari
che giungono sulla terra.
Lenergia eolica e lenergia idroelettri-
ca funzionano solo in certe zone, molte
delle quali sono gi coperte da dighe e
turbine. Per lenergia solare restano
invece vaste aree idonee allo sfrutta-
mento in tutto il mondo.
Per la Cina vale lo stesso discorso.
Energia solare
Energia
idroelettrica
Energia da
biomasse
FOCUS: ENERGIE RINNOVABILI
254 megawatt, suf cienti per il consumo di circa
200.000 famiglie, e sar il pi grande al mondo
per lo sfruttamento di questo tipo di energia.
ALTRI RICERCATORI puntano sul lancio di
pannelli solari nello spazio, da dove lenergia
verrebbe poi rifessa sulla terra. La Nasa si oc-
cupa di questi progetti da anni e ora, secondo
Kelzenberg, lidea appare meno avveniristica. Le
celle fotovoltaiche hanno oggi unef cienza sem-
pre maggiore e un peso minore. Inoltre, lanciare
materiali nello spazio non pi unoperazione
cos dispendiosa. Nello spazio le cellule fotovol-
taiche ricevono la luce del sole 24 ore al giorno e
in maggior quantit che non sulla terra, osserva
Kelzenberg. Spero che faremo in tempo a vede-
re sfruttata questa potenzialit.
Si pu ipotizzare una scoperta rivoluzionaria
nel campo delle celle fotovoltaiche che possa ri-
solvere la crisi energetica del pianeta? Purtrop-
po, credo che a breve non si possano realizzare
pannelli solari nemmeno con unef cienza del
50%, aferma Kelzenberg. A causa delle ben
note leggi della termodinamica, estremamente
dif coltoso ottenere energia elettrica dal sole.
Ci sono per ambiti in cui possibile fare
progressi. In particolare nel costo dei pannelli
solari, continua Kelzenberg. Il silicio uno dei
materiali pi abbondanti nella crosta terrestre,
ma ancora molto costoso da produrre, anche su
scala industriale. Penso quindi che la vera rivolu-
zione possa essere nella realizzazione di una cella
fotovoltaica economicamente conveniente.
Con un pizzico di fortuna, Kelzenberg potreb-
be fare parte del team che la realizzer.
Nel 2009, il ministero delle Finanze cinese ha
iniziato a investire circa 3 miliardi di dollari Usa
nel progetto Golden Sun (Sole dorato), trasfor-
mando in breve il Paese nel principale costrutto-
re mondiale di pannelli solari.
Ma prima che lenergia solare possa essere
sfruttata su vasta scala, gli scienziati devono
risolvere un duplice problema: aumentare lef -
cienza e ridurre i costi. Le celle fotovoltaiche con
unef cienza superiore al 30% sono ancora oggi
estremamente costose e il loro utilizzo preva-
lentemente limitato allindustria aerospaziale.
Le celle fotovoltaiche prodotte in serie hanno in-
vece unef cienza che generalmente non supera
il 10-15%.
Il dottorato di ricerca di Kelzenberg riguardava
proprio la possibilit di realizzare celle fotovoltai-
che a basso costo utilizzando microfli di silicio.
Queste celle, spesse quanto un capello,
possono essere sviluppate a costi inferiori.
Perch non le alghe? Mentre alcuni ricercatori
hanno incominciato a ottenere biocombustibili
dalla rapida proliferazione delle alghe espo-
ste al sole nei tubi o nei bacini idrici, la societ
Solazyme di San Francisco adotta un approccio
diverso e utilizza alghe geneticamente modif-
cate e trattate con zuccheri per produrre biodie-
sel. Nel 2010, lazienda ha fornito 80.000 litri
di carburante derivato dalle alghe alla Marina
militare degli Stati Uniti per la propulsione delle
navi e degli aerei.
Anche lenergia ottenuta dalle maree ha i suoi
sostenitori. In Corea del Sud, nel 2011 previsto
il completamento della centrale elettrica ma-
remotrice del lago Sihwa. Limpianto produrr
Energia eolica
SCA SHAPE 3

2011 9
Nessuna
energia
perfetta.
10 SCA SHAPE 3

2011
FEATURE
LA
FOCUS: ENERGIE RINNOVABILI
SCA SHAPE 3

2011 11
FEATURE
s
TESTO: NANCY PICK FOTO: GETTY IMAGES
Per tutto il ventesimo secolo, il mondo ha dato per scontata la
di-sponibilit di petrolio abbondante e a basso costo. Ma oggi
non pi cos. Ecco perch SCA alla ricerca di fonti alternative
rinnovabili, in grado di soddisfare il fabbisogno energetico.
BENZINA
delle foreste
I PROSPETTA UN GRANDE CAMBIAMENTO , afer-
ma ke Westberg, responsabile di SCA Energy a
Sundsvall, Svezia: Lenergia sempre stata a buon
mercato, petrolio compreso. Per questo non siamo
stati sufcientemente avveduti nella gestione delle
foreste. Ma se vogliamo ridurre la nostre emissioni
di CO
2
, dobbiamo utilizzare il 100% della biomassa
forestale. E, considerato il suo vasto patrimonio bo-
schivo, SCA ha grandi potenzialit in questo senso.
In prima linea sul fronte dei combustibili rinnova-
bili c proprio SCA Energy, la business unit diretta
da Westberg, costituita il 1 gennaio 2011 e al cui in-
terno oggi sono accorpati diversi progetti di ricerca
e varie divisioni. SCA Energy fa parte del compar-
to Prodotti Forestali SCA e ha sede a Sundsvall, a
Sundsvall, vicino alla foresta da 2,6 milioni di ettari,
considerata il maggior patrimonio forestale privato
d'Europa.
La foresta di SCA sempre stata sfruttata dalla-
zienda solo per ricavarne legname da cui ottenere
la fbra per le sue attivit di produzione. Quello
dei combustibili era un aspetto minore. Oggi,
SCA Energy impegnata in una grande variet di
progetti relativi ai combustibili rinnovabili. Alcuni
riguardano la possibilit di sfruttare lenergia pro-
dotta direttamente dalla foresta, utilizzando residui
forestali come cimature, ramaglie o ceppi e la torba.
Altri riguardano le energie alternative, come
leolico o i pellet da segatura di legno. Inoltre, SCA
Energy alla ricerca di soluzioni allavanguardia per
trasformare i materiali forestali in prodotti ad alto
12 SCA SHAPE 3

2011
contenuto energetico, come il
bio-oil, il bio-coal e altro.
Il grot (parola svedese che indica
le ramaglie e le cimature residuate
dal taglio del legname) rappresenta
una fonte energetica promettente.
Lo raccogliamo, lo trasportiamo e
lo lasciamo essiccare al vento e al sole,
precisa Westberg. Poi lo sminuzziamo e lo
consegniamo alle centrali elettriche e ai nostri
stabilimenti che lo utilizzano per la generazione
di calore.
I CEPPI, MAI UTILIZZATI PRIMA, sono unaltra valida
risorsa. Oggi sono ancora poco sfruttati, ma il
potenziale notevole, aferma Westberg. Dai
ceppi si ricava una grande quantit di biomassa
che si trasforma in un ottimo combustibile.
Dopo il taglio dellalbero, la macchina estirpa il
ceppo e parte delle radici.
Si spacca quindi il ceppo e lo si scuote per
liberarlo dalle pietre e dalla sabbia, poi lo si lascia
essiccare nella foresta per circa un anno. Infne,
lo si sminuzza e lo si porta al cliente.
Nelle zone dove lumidit del suolo tale da
impedire la crescita degli alberi, il terreno
ricoperto di torba, un materiale che rappre-
senta il primo stadio della carbonizzazione.
In Svezia la quantit di torba di sfagno
in continuo aumento, aferma Westberg.
SCA ha attivato tre aree di sfruttamen-
to della torba e ne aggiunger una quar-
ta questanno. una fonte lentamente
rinnovabile, in quanto occorre un po di
tempo perch si riformi. Per ricavare la
torba, con speciali macchine si dissoda e
arieggia la parte superfciale e si taglia
lo strato sottostante a una profondit
di alcuni centimetri; le mattonelle
cos ricavate vengono lasciate es-
siccare al sole poi raccolte
e conservate in un luogo
asciutto. Nel frattempo si ini-
zia a dissodare e arieggiare lo stra-
to successivo. Questa operazione
va avanti per tutta lestate. In inverno
consegniamo la torba ai clienti che la
bruciano. La produzione potrebbe es-
sere incrementata notevolmente.
I PELLET OTTENUTI dalla segatura di legno
rappresentano un altro tipo di prodotto fore-
stale. Diversi anni fa SCA ha rilevato unattivi-
t di produzione di pellet che ora si deciso di
sviluppare pi concretamente.
Nel prossimo decennio occorrer dare
impulso a tutti questi derivati dalle biomasse
se si vuole che lEuropa afronti seriamente il
problema della riduzione delle emissioni inqui-
nanti. Se la classe politica non perder di vista
gli obiettivi prefssati, allora in Europa si arri-
ver a sostituire gran parte dellattuale quota di
carbone, continua Westberg. A noi scandinavi
toccher fornire parte delle biomasse e si tratter
di un mercato enorme.
Resta da risolvere una problematica critica:
come trasportare in modo ef ciente le biomasse
dalla Svezia settentrionale al resto dEuropa? Da
ultimo, la Svezia dovr fornire prodotti ad alto
contenuto energetico. Le tecnologie per realizza-
re questi prodotti sono nuove o ancora in fase di
sviluppo. Sar forse possibile sottoporre le risor-
se forestali (ceppi, ecc.) a un trattamento termico
in pressione per trasformarle in bio-oil? O in bio-
coal? O in unaltra forma di biocombustibile?
Non lo sappiamo ancora, conclude West-
berg. Stiamo studiando la questione. Via via
che i nuovi processi diventeranno operativi,
li seguiremo da vicino con attenzione. E lo
stesso faranno i politici europei.
FOCUS: ENERGIE RINNOVABILI
SCA POSSIEDE 2,6
MILIONI DI ETTARI
DI FORESTE
Quello dei combustibili
era un aspetto minore.
Non se ne parlava
granch.
IL FATTURATO
ANNUO DELLE
RINNOVABILI DI SCA
AMMONTA A CA. 800
MILIONI DI SEK
ke Westberg
SCA SHAPE 3

2011 13
GERMANIA La cartiera SCA di Witzenhausen ricava
il 100% dellenergia necessaria dai riuti domestici
trattati.
Limpianto, funzionante con combustibile deri-
vato dai riuti (RDF Refuse Derived Fuel), stato
inaugurato nel marzo 2009. Siamo stati tra i primi
a utilizzare questa fonte energetica per una cartie-
ra, afferma il direttore generale Niels Flierman.
una tecnologia relativamente nuova. I riuti dome-
stici vengono differenziati secondo diversi valori di
potere calorico, uno dei quali corrisponde allRDF.
Dalla combustione dellRDF in una caldaia a letto
uido si ottiene vapore ad alta pressione, che viene
convogliato a una turbina a vapore. Questultima
produce vapore a bassa pressione, utilizzato per
lessiccazione della carta e per la produzione di
energia elettrica per lo stabilimento.
Sebbene il funzionamento del nuovo impianto
RDF sia pi complesso rispetto al vecchio impianto
a gas della cartiera, il vantaggio
duplice, economico e ambientale. Lo
stabilimento ha ridotto i costi e la sua
dipendenza dai combustibili fossili.
A ci si aggiunge laccetta-
zione del cambiamento da
parte delle comunit locali,
grazie alluso di un sistema di
depurazione dei gas com-
busti per mantenere basso
il livello di emissioni.
I timori delle popo-
lazioni della zona sono
stati fugati. I nostri
standard in materia di
emissioni sono molto
restrittivi; noi ci mante-
niamo ben al di sotto
dei limiti.
POLONIA Qui il carbone
rappresenta ancora oggi la
principale fonte di energia elettrica,
ma nel suo stabilimento di Oawa,
dove si producono pannolini, SCA ha trovato una
soluzione pi ecologica.
A partire dal 1 gennaio 2011, il nostro impianto
energetico utilizza solo energia rinnovabile, affer-
ma Aleksandra Karpinska-Goralik, responsabile
Comunicazione di SCA in Polonia. Siamo il primo
stabilimento SCA per la fabbricazione di prodotti
per ligiene e la cura personale a ricavare il 100%
dellenergia elettrica dalleolico.
Lenergia elettrica generata dal parco eolico
Suwaki, che sorge in una zona rurale della Po-
lonia nord-orientale, a notevole distanza dallo
stabilimento SCA nel sud-ovest del paese.
Nonostante la lontananza geograca, tutta
l'energia elettrica utilizzata dallo stabilimento
proviene dal parco eolico, come certicato dalla
societ elettrica tedesca RWE.
Penso che questo sia un grosso vantaggio per
la nostra azienda, spiega la Karpinska-Goralik.
Per noi la sostenibilit un valore, non solo a pa-
role, ma anche nei fatti.
GERMANIA
POLONIA
RIFIUTI PREZIOSI
PIU' VENTO, MENO CARBONE
Oawa
Witzenhausen
sul rinnovabile
SCA punta
in tutto il mondo...
14 SCA SHAPE 3

2011
FOCUS: ENERGIE RINNOVABILI
NUOVA ZELANDA Dallestate 2010, lo stabilimento SCA di
Kawerau, in Nuova Zelanda, utilizza una fonte inconsueta per
lasciugatura della carta tissue: Madre Natura. La fabbrica ha
infatti la rara peculiarit di sorgere su un giacimento naturale
che produce vapore geotermico.
Abbiamo eliminato il 75% del nostro fab-
bisogno di gas naturale per lasciugatura
della carta, afferma Murray Lucas, direttore
delle operazioni nello stabilimento di Kawerau.
Due caldaie a gas sono state chiuse e messe in
naftalina.
Il passaggio al vapore geotermico stato relati-
vamente semplice: in pratica, si trattato solo
di allacciare la rete dello stabilimento a quella
per la distribuzione del vapore naturale. Il
sistema funziona alla grande, continua
Lucas. Abbiamo ridotto del 39%
le nostre emissioni di CO
2
. Dentro
e fuori la nostra fabbrica, c una
grande sensibilizzazione nei con-
fronti dellutilizzo del geoter-
mico, mista a un senso
di orgoglio.
SE IL CALORE E' SOTTOTERRA
AUSTRIA
Ortmann
AUSTRIA Ricavare energia dalle acque reue che scor-
rono all'interno dell'azienda: a Ortmann, a sud-ovest di
Vienna, lo stabilimento SCA per la produzione di carta
tissue sta lanciando un progetto innovativo.
Il nostro obiettivo produrre biogas dai batteri
anaerobi e utilizzarli nel nostro impianto energetico,
afferma Herbert Buchinger, responsabile per la qualit,
salute, sicurezza e ambiente dello stabilimento.
Come funziona? Il sistema fa leva sul vorace
appetito dei batteri anaerobi, che pre-trattano
le acque digerendo parte della sostanza
organica presente. Durante il processo di
digestione, i batteri emettono metano, un
gas ad alto contenuto energetico. Do-
po la ltrazione, il gas viene utilizzato
dallimpianto energetico dello stabili-
mento per produrre energia elettrica
e vapore. Prevediamo di produrre
100 metri cubi di biogas allora,
precisa Buchinger. Limpianto
di trattamento dei biogas,
costruito da Veolia Water
Systems and Technologies,
dovrebbe diventare operati-
vo nellautunno del 2011.
Sempre entro la ne
dellanno, lo stabilimento
austriaco prevede di avviare
un altro progetto verde.
Questa volta si tratta di uti-
lizzare il calore residuo dei
processi industriali. For-
niremo acqua calda alle
famiglie della zona, nel
circondario di Ortmann,
conclude Buchinger.
Inoltre, importante
sottolineare che il 100%
dellenergia elettrica che
acquistiamo deriva dalle
fonti rinnovabili non nucleari
oggi disponibili sul mercato
energetico.
I BATTERI FANNO BENE
SVEZIA Se da un lato SCA cerca di ottimizzare la produzione
energetica derivante dai suoi 2,6 milioni di ettari di foresta
nella Svezia settentrionale, dallaltro il suo obiettivo andare
oltre gli alberi.
Circa cinque anni fa, ci siamo resi conto che alcune zone
della nostra foresta erano molto ventose, afferma ke West-
berg, responsabile della business unit SCA Energy di Sun-
dsvall, Svezia. Secondo noi queste aree sono perfette per
lenergia eolica. Partendo da questo presupposto, SCA ha
dato vita, in compartecipazione con la norvegese Fred.Olsen
Renewables, alla societ FORSCA, di cui detiene il 40% del
capitale sociale.
Il nostro obiettivo costruire insieme 300-350 generato-
ri eolici, continua Westberg. Il nuovo parco eolico sorger
sugli altipiani vicino al piccolo paese di Nsker. Nel corso
dellestate 2011, FORSCA effettuer una serie di misurazioni
anemometriche per determinare lentit del progetto.
Potenzialmente, il nuovo parco eolico potrebbe produrre
no a 2 TWh allanno. Se a ci si aggiunge la capacit produt-
tiva di 2,6 TWh allanno degli altri parchi eolici nel nord della
Svezia che SCA sta sviluppando attraverso Statkraft SCA
Vind, una societ in compropriet con la norvegese Statkraft,
il totale ammonta a 4,6 TWh allanno. A livello nazionale, entro
il 2015 la Svezia si pressata lobiettivo di generare 10 TWh
di energia eolica allanno. Alla ne del 2010 la capacit pro-
duttiva della Svezia era di 3,6 TWh allanno.
SVEZIA
Sundsvall
Nsker
NUOVA ZELANDA
Kawerau
FORESTE EOLICHE
its yo
u
r p
e
rio
d
New Libresse tampons.
To open, simply twist.
We know the feeling
comf or t and pr ot ect i on
16 SCA SHAPE 3

2011
w
VITA AI TEMPI
DEL COLERA
10 DOMANDE
HeikeHaunstetter, medico in
missione per Medici Senza Frontiere, ha combattuto
epidemie e salvato vite ad Haiti e in Malawi. Ma a
volte, dice, tornare alla relativa sicurezza del Paese
in cui vive pu risultare pi difcile.
NATA A TUTTLINGEN, GERMANIA, Heike Haunstetter
arrivata in Svezia per uno scambio studentesco e qui
ha conosciuto Marcus, il suo futuro marito. Oggi vive
in Svezia e dal 2005 presta servizio presso lOspedale
Centralsjukhuset di Kristianstad come medico inter-
nista e infettivologo.
Desiderosa di far valere le sue competenze spe-
cialistiche in un contesto internazionale, nel 2010
entrata a far parte del team di Medici Senza Frontiere
(Mdecins Sans Frontires MSF). In due occasioni
si recata in missione allestero: due mesi ad Haiti
per lepidemia di colera e quattro mesi in Malawi per
lepidemia di morbillo.
Ha sempre pensato di voler fare il medico? No,
non era il mio sogno da giovane, ma una profes-
sione fantastica, che ti permette di incontrare molte
persone e di sentirti utile. Una cosa che ho capito
presto, per, che volevo lavorare allestero.
Che cosa lha spinta a unirsi a MSF?
Volevo dare il mio contributo a migliorare le condi-
zioni del mondo facendo valere la mia competenza,
la mia esperienza, il mio entusiasmo e la mia attitu-
dine al lavoro.
TESTO: JONAS REHNBERG FOTO: JONNY LINDH, HEIKE HAUNSTETTER
SCA SHAPE 3

2011 17
LA PULIZIA INNANZITUTTO
Secondo un sondaggio della rivista
scientica British Medical Journal,
ligiene rappresenta il pi impor-
tante progresso medico dal 1840. Il
miglioramento delle condizioni igie-
niche permette di ridurre linciden-
za di colera, parassitosi intestinali,
diarrea, polmonite e malnutrizione,
patologie potenzialmente letali per
milioni di persone. Oggi, 2,6 miliardi
di persone, tra cui quasi 1 miliardo
di bambini, vivono in assenza delle
pi elementari norme digiene e ci
causa la morte di un bambino ogni 20
secondi. La possibilit di accedere
ai servizi igienici potrebbe da sola
ridurre di oltre il 30% i decessi per
diarrea, mentre il semplice lavaggio
delle mani arriverebbe a ridurli di
oltre il 40%.
Due degli obiettivi di sviluppo del
millennio stabiliti dall'ONU sono il
debellamento della povert estrema
e la riduzione della mortalit infantile
entro il 2015. Fonte: ONU
I PROGETTI DI SCA
SCA ha avviato vari progetti per
migliorare le condizioni igieniche in
Sudan e in Niger, due tra i paesi pi
poveri del mondo.
Nel Sud Sudan, SCA impegnata a
promuovere linstallazione di WC e
lavabi nelle scuole. Inoltre assegna
borse di studio e prodotti igienici
alle ragazze per permettere loro di
frequentare la scuola. In Niger, SCA
si batte a favore delle giovani affette
da incontinenza post-parto. Queste
attivit vengono condotte insieme
all'ONG Oxfam Novib.
Allindomani del sisma che ha de-
vastato Haiti nel gennaio 2010, SCA
ha intrapreso diverse iniziative di
soccorso alle popolazioni colpite.
QUANDO LIGIENE
IMPORTANTE
Con alcune relazioni denominate
Hygiene Matters, SCA punta
ad aumentare la sensibiliz-
zazione sulle problematiche
delligiene, della salute e del
benessere. I resoconti si
basano su interviste con-
dotte in nove paesi in tutto
il mondo. I documenti sono
scaricabili dal sito: www.
SCA.com/en/Press/
Publications/
hygiene-matters.
18 SCA SHAPE 3

2011
10 DOMANDE
Da che cosa stata provocata lepidemia di cole-
ra che ha colpito Haiti allindomani del terremo-
to del 2010 e che non ancora stata debellata?
Dalla mancanza di infrastrutture igieniche. An-
che prima del terremoto, Haiti non possedeva un
sistema fognario capillare ed efciente. La situa-
zione peggiorata quando i pozzi e le altre fonti di
approvvigionamento idrico sono stati contamina-
ti dalle acque refue, facilitando la difusione del
colera e di altre infezioni di origine idrica come
il tifo e le parassitosi. Data la mancanza di WC,
la popolazione espleta i propri bisogni fsiologici
nelle cosiddette latrine volanti, cio i sacchetti
di plastica. Una volta depositati in discarica, que-
sti sacchetti possono perdere e causare ulteriore
contaminazione e inquinamento.
Come si cura il colera?
Il colera pu essere curato facilmente. Quasi
sempre, con la tempestiva somministrazione per
via orale di sali reidratanti in grado di compensare
la perdita di liquidi, il paziente guarisce. Nei casi
pi gravi, per salvare la vita del paziente pu essere
necessario somministrargli liquidi per endovena.
Non curato, il colera pu risultare rapidamente
fatale gi dopo linsorgenza dei primi sintomi. Solo
l1% dei casi trattati va incontro a morte, mentre il
tasso di fatalit per i casi non trattati del 50%.
Che cosa si pu fare dopo un evento catastrof-
co per ridurre il rischio di colera e di altre infe-
zioni di origine idrica?
La preoccupazione principale garantire la qua-
lit dellacqua: distribuire acqua potabile alla popo-
lazione, addizionare di cloro le forniture idriche esi-
stenti e costruire WC temporanei. Sembra semplice,
ma in realt si tratta di una sfda logistica enorme,
soprattutto dopo un terremoto o uno tsunami.
Qual era il suo lavoro al presidio medico allestito
per lemergenza colera?
Aiutavo a curare le persone infette e formavo il
personale medico locale. La formazione importan-
te quanto lattivit clinica se si vuole costruire una
struttura sanitaria sostenibile che continui a funzio-
nare anche quando i medici di MSF se ne sono andati.
Questa sua esperienza di medico nel Terzo
Mondo la induce ora a considerare lassistenza
sanitaria del mondo occidentale da unottica
diversa?
Certamente s. Il ritorno a casa non sempre fa-
cile quando si capito che in questo mondo ci sono
in realt tanti mondi diversi, con problemi radical-
mente diversi. Ma non giusto fare confronti
e non posso certo pretendere che i miei connazio-
nali condividano pienamente il mio punto di vista.
Che cosa si prova a tornare a casa dopo
aver trascorso diversi mesi in una zona cos
devastata?
Provo gratitudine per labbondanza di risorse
che qui abbiamo a disposizione per aiutare gli altri.
In generale, mi lamento meno per la mancanza di
risorse e non ritengo che in questo Paese si possa
davvero parlare di crisi della sanit.
Daltro canto, mi stupisce quanto io riesca a fare
sul campo avendo a disposizione relativamente po-
che risorse e quanto con il mio lavoro possa essere
determinante per aiutare cos tante persone. Nel
presidio allestito per il colera, spesso mi sorprende-
vo nel vedere quante vite avevo contribuito a salvare
in cos poco tempo utilizzando mezzi rudimentali.
Non le capita mai di sentirsi impotente di fron-
te a una catastrofe o a unepidemia?
S, quando mi imbatto in casi che so che avrebbe-
ro potuto essere guariti o curati in Svezia. In queste
situazioni, emergono in tutta la loro brutalit le
ingiustizie e le ineguaglianze di questo mondo.
Come vince la fatica e la rassegnazione quando
in missione?
Ciascuno di noi di MSF pu contare sullenorme
sostegno degli altri membri del team: non solo col-
leghi medici, ma anche esperti di igiene, ammini-
stratori e altri professionisti. Condividiamo tutti
lo stesso spazio abitativo, abbiamo tutti lo stesso
obiettivo e ci concentriamo tutti sulle stesse prio-
rit. E tutti noi ci siamo lasciati alle spalle i nostri
Paesi e le nostre famiglie.
Mi stupisce
quanto riesca
a fare sul
campo avendo
a disposizione
relativa mente
poche risorse.
Heike Haunstetter
Heike Haunstetter
SCA SHAPE 3

2011 19
Medici Senza Frontiere unorganizzazione umanitaria
internazionale che opera in campo medico ed stata
fondata in Francia nel 1971 da un gruppo di medici e
giornalisti. Oggi, MSF presta soccorso in circa 60 Paesi
alle popolazioni minacciate dalla violenza, dallincuria o
dalle catastro umanitarie, soprattutto in conseguenza
di conitti armati, epidemie, malnutrizione, esclusione
dallassistenza sanitaria o cataclismi. Nel 1999 a MSF
stato assegnato il Premio Nobel per la pace.
MEDICI SENZA FRONTIERE
Heike Haunstetter
Et: 33
Stato civile: Coniugata con Marcus
Residente a: Kristianstad, Svezia
Hobby: fotograa, lingue straniere,
letteratura e bicicletta.
Due libri africani:
An Elegy for Easterly
di Petina Gappah e
Met di un sole giallo
di Chimamanda Ngozi Adichie.
Heike Haunstetter ha prestato
servizio sia in Malawi sia ad Haiti
ed unappassionata fotografa.
In generale, la predisposizione
alle malattie infettive legata alla
povert e alla malnutrizione.
20 SCA SHAPE 3

2011 20 SCA SHAPE 3

2011
TESTO: CARI SIMMONS FOTO: GETTY IMAGES
LA FRANCIA
metro quadro di superfcie negli edifci francesi ad
uso residenziale: da circa 2 dm3 a 20 dm3. Questa ci-
fra sar innalzata a 35 dm3 e ulteriori aumenti sono
stati annunciati per il futuro.
Molti hanno capito che costruire con il legno
una scelta di vita e contribuisce alla conservazione
dellambiente, aferma Laurent Hren del CNDB, il
centro nazionale francese per lo sviluppo del legno.
La costruzione di una struttura in legno comporta
un consumo energetico inferiore rispetto a una in
cemento armato o acciaio. Inoltre, il legno un ma-
teriale altamente isolante e quindi richiede un mi-
nor consumo di energia per il riscaldamento rispetto
al cemento armato o allacciaio.
LE ABITAZIONI IN LEGNO paiono destinate ad au-
mentare al ritmo del 30% allanno nei prossimi
cinque anni. Se nel 2000 la percentuale delle case
costruite in legno era appena del 3%, oggi questo
dato si assesta intorno al 5-8%.
Ma in Francia c ancora molta strada da fare se si
vuole raggiungere paesi come gli Stati Uniti o il Ca-
nada, dove circa il 90% delle abitazioni monofami-
liari sono costruite con unossatura in legno (nei pae-
si scandinavi questa percentuale circa del 60%).
Via via che diventano sempre pi evidenti i van-
taggi di costruire e vivere con il legno, la domanda
in Francia non potr che aumentare ancora, e non
solo per gli edifci ad uso residenziali .
Penso che nei prossimi anni lutilizzo del legno
negli edifci si difonder in senso generale: facciate,
pavimenti, arredi, eccetera, aferma Laurent Hren.
C richiesta di legno sia da parte dei clienti pubbli-
ci che dei clienti privati. Inoltre, vengono costante-
mente lanciati nuovi prodotti che ne aumentano le
possibilit di utilizzo.
La maggior parte delle case francesi tradizionalmente costruita in
pietra, mattoni o cemento armato. Ma a seguito di un recente cambiamen-
to nelle politiche di edilizia residenziale, oltre che di una campagna per la
promozione dei vantaggi del legno, sempre pi francesi optano per questo
materiale.
Si prevede che in
Francia la domanda
di legno aumenter
ancora.
punta sul legno
MERCATI
ALLINDOMANI dellistituzione della Commissione
Grenelle per lAmbiente da parte del Ministero
francese dellecologia, dello sviluppo sostenibi-
le, dei trasporti e delledilizia, stata varata una
legge che stabilisce nuove linee guida ambientali
per il settore edile. La nuova normativa prevede
incentivi fscali per chi privileger il risparmio
energetico negli edifci sia esistenti che di nuova
costruzione.
Il passaggio a un materiale pi eco-sostenibile
e riutilizzabile come il legno uno dei modi per
risparmiare energia e ridurre le emissioni di CO
2
.
A partire dal 1 dicembre 2011, le imprese co-
struttrici dovranno aumentare la percentuale di
legno nella realizzazione dei nuovi alloggi. Una
prima modifca in linea con quanto disposto
dalla Commissione Grenelle preve-
deva di aumentare di dieci
volte la quantit di
legno per
SCA SHAPE 3

2011 21
FEATURE The supply chain
SCA SHAPE 3

2011 21
VIVERE NEL
LEGNO
SECONDO LA FEDERAZIONE delle industrie fo-
restali svedesi, la Francia importa ogni anno
3,3 milioni di metri cubi di segato di conifera.
SCA, che esporta segato in Francia, attual-
mente impegnata a promuovere lutilizzo del
legno insieme agli enti forestali di Finlandia
e Svezia e agli organismi francesi di settore
CODIFAB e CNDB. Stiamo promuovendo
lidea di costruire con il legno e di vivere nel
legno, afferma Jacques Morand, ammini-
stratore delegato di SCA Timber in Francia.
In questo senso non stiamo solo incorag-
giando lutilizzo del legno per la costruzione
di edici ad uso residenziale e di altro tipo, ma
stiamo anche spingendo una sempre mag-
gior diffusione del legno nelle piscine, nelle
terrazze, negli arredi, nelle coibentazioni, nei
rivestimenti e cos via.
In Francia lincentivazione allutilizzo
del legno non ha nora inciso in maniera
signicativa sui volumi. Tuttavia, Morand
convinto che la situazione cambier in futuro
e il legno verr utilizzato con sempre maggior
frequenza non solo nelledilizia, ma anche
nella componentistica industriale. Questa
tendenza crescer soprattutto tra i giovani
che oggi sono pi consapevoli dellimpatto
ambientale.
Questa tendenza crescer
soprattutto tra i giovani che
oggi sono pi consapevoli
dellimpatto ambientale.
i SCA commercializza ogni anno 150.000 m
3
di prodotti in
legno massiccio, principalmente legno di abete (90%).
i L80% per uso industriale: porte, persiane, laminati,
tavolame, etc.
i Il 20% viene venduto ai rivenditori di materiali per ledilizia.
SCA IN FRANCIA
Legno, non solo nelle case.
M
E
R
C
A
T
I
I
C
O
N
A
V
E
R
D
E

A

N
E
W

Y
O
R
K

S

E


V
E
R
O

C
H
E

I
L

m
o
v
i
m
e
n
t
o

p
e
r

l

e
d
i
l
i
z
i
a

v
e
r
d
e


h
a

c
o
m
e

o
b
i
e
t
t
i
v
o

s
o
p
r
a
t
t
u
t
t
o

g
l
i

e
d
i
f

c
i

d
i

n
u
o
v
a

c
o
s
t
r
u
z
i
o
n
e
,


a
l
t
r
e
t
t
a
n
t
o

v
e
r
o

c
h
e

q
u
e
s
t
a

s
v
o
l
t
a

e
c
o
l
o
g
i
c
a

i
n
t
e
r
e
s
s
a

a
n
c
h
e

l
e

s
t
r
u
t
t
u
r
e

e
s
i
s
t
e
n
t
i
.

U
n
a

d
i

q
u
e
s
t
e

E
m
p
i
r
e

S
t
a
t
e

B
u
i
l
d
i
n
g
.

P
e
r

g
l
i

e
d
i
f

c
i

d
i

v
e
c
c
h
i
a

c
o
s
t
r
u
z
i
o
n
e
,

e
s
i
s
t
e

u
n

s
i
s
t
e
m
a

d
i

v
a
l
u
t
a
z
i
o
n
e

c
h
e

m
i
s
u
r
a

l
a

p
e
r
f
o
r
m
a
n
c
e

d
e
l
l

e
d
i
f

c
i
o

s
u
l
l
a

b
a
s
e

d
i

p
a
r
a
m
e
t
r
i

c
o
m
e

c
o
n
s
u
m
o

e
n
e
r
g
e
t
i
c
o
,

c
o
n
s
u
m
o

i
d
r
i
c
o
,

g
e
s
t
i
o
n
e

d
e
i

r
i
f

u
t
i
,

a
p
p
r
o
v
v
i
g
i
o
n
a
m
e
n
-
t
i
,

a
m
b
i
e
n
t
e

i
n
t
e
r
n
o

e

p
r
o
g
r
a
m
m
i

d
i

p
u
l
i
z
i
a

e

s
a
n
i
f

c
a
z
i
o
n
e

a

b
a
s
s
o

i
m
p
a
t
t
o

a
m
b
i
e
n
t
a
l
e
,


a
f

e
r
m
a

J
o
s
h

R
a
d
o
f

,

c
o
-
f
o
n
d
a
t
o
r
e

e

d
i
r
e
t
t
o
r
e

d
i

Y
R
G

S
u
s
t
a
i
n
a
b
i
l
i
t
y
,

n
o
n
c
h


m
e
m
b
r
o

d
e
l

T
o
r
k

G
r
e
e
n

H
y
g
i
e
n
e

C
o
u
n
c
i
l

(
T
G
H
C
)

d
i

S
C
A
.
i
g
i
e
n
i
c
a

e

d
i

a
s
c
i
u
g
a
m
a
n
i

d
i

c
a
r
t
a
.

U
n
'
i
m
p
r
e
s
a

n
o
n

d
a

p
o
c
o
,

v
i
s
t
o

i

1
0
2

p
i
a
n
i

d
i

u
f


c
i
.

P
r
o
b
a
b
i
l
m
e
n
t
e
,

t
r
a

c
a
r
t
a

i
g
i
e
n
i
c
a

e

a
s
c
i
u
g
a
m
a
n
i

d
i

c
a
r
t
a

p
a
r
l
i
a
m
o

d
i

c
i
r
c
a

3
.
6
0
0

f
o
r
n
i
t
u
r
e

a
l
l

a
n
n
o
,


a
f

e
r
m
a

D
a
l
e

D
i
D
o
n
n
a
,

i
n
c
a
r
i
c
a
t
o

d
i

c
o
o
r
d
i
n
a
r
e

i

s
e
r
v
i
z
i

d
i

c
u
s
t
o
d
i
a

e

p
o
r
t
i
e
r
a
t
o

p
e
r

c
o
n
t
o

d
e
l
l
a

F
i
r
s
t

Q
u
a
l
i
t
y

M
a
i
n
t
e
n
a
n
c
e
,

l

a
z
i
e
n
d
a

c
h
e

g
e
s
t
i
s
c
e

i

1
2
0

c
u
s
t
o
d
i

d
e
l
l

e
d
i
f

c
i
o
.
S
E
C
O
N
D
O

D
I
D
O
N
N
A
,

c
h
e

l
a
v
o
r
a

n
e
l

s
e
t
t
o
r
e

d
a

2
0

a
n
n
i
,

i
l

s
i
s
t
e
m
a

d
i

s
a
n
i
f

c
a
z
i
o
n
e

e

r
i
f
o
r
n
i
m
e
n
t
o

d
e
i

s
e
r
v
i
z
i

i
g
i
e
n
i
c
i


e
n
o
r
m
e
m
e
n
t
e

c
a
m
b
i
a
t
o
.

I

p
r
o
-
d
o
t
t
i

c
h
i
m
i
c
i

s
o
n
o

m
e
n
o

c
a
u
s
t
i
c
i
.

U
s
i
a
m
o

s
e
m
p
r
e

m
e
n
o

c
a
n
d
e
g
g
i
n
a

e

a
m
m
o
n
i
a
c
a
.

R
e
s
p
i
r
a
r
e

q
u
e
s
t
e

s
o
s
t
a
n
z
e

p
e
r

2
0

a
n
n
i

n
o
n

f
a

b
e
n
e
.

D
a
l

p
u
n
t
o

d
i

v
i
s
t
a

a
m
b
i
e
n
t
a
l
e
,

l
a

s
i
t
u
a
z
i
o
n
e


m
i
g
l
i
o
r
a
t
a
.

E
m
p
i
r
e

S
t
a
t
e

B
u
i
l
d
i
n
g


u
n
o

d
e
i

g
r
a
t
t
a
c
i
e
l
i

p
i


f
a
m
o
s
i

d
e
l

m
o
n
d
o

e

m
o
l
t
i

n
e
w
y
o
r
k
e
s
i

s
a
n
n
o

c
h
e

l
e

l
u
c
i

a
l
l
a

s
o
m
m
i
t


d
e
l
l

e
d
i


c
i
o

c
a
m
b
i
a
n
o

s
p
e
s
s
o

c
o
l
o
r
e

p
e
r

c
e
l
e
b
r
a
r
e

o
c
c
a
s
i
o
n
i

s
p
e
c
i
a
l
i
.

Q
u
e
l
l
o

c
h
e

i
n
v
e
c
e

n
o
n

s
a
n
n
o


c
h
e

d
i

q
u
e
s
t
i

t
e
m
p
i

i
l

c
o
l
o
r
e

p
i


a
d
a
t
t
o

s
a
r
e
b
b
e

i
l

v
e
r
d
e
,

p
e
r
c
h


l
a

D
i
r
e
z
i
o
n
e

d
e
l

g
r
a
t
t
a
c
i
e
l
o

h
a

a
v
v
i
a
t
o

u
n

p
r
o
g
r
a
m
m
a

p
e
r

r
e
n
d
e
r
e

l
a

s
t
r
u
t
t
u
r
a

p
i


e
c
o
-
s
o
s
t
e
n
i
b
i
l
e
.

T
E
S
T
O
:

T
H
E
T
A

P
A
V
I
S


F
O
T
O
:

I
S
T
O
C
K
P
H
O
T
O
I
G
I
E
N
E

E
L
E
V
A
T
A
T
O
R
K

E
L
E
V
A
T
I
O
N


u
n

m
a
r
c
h
i
o

c
h
e

o
f
f
r
e

u
n

a
m
-
p
i
a

g
a
m
m
a

d
i

d
i
s
p
e
n
s
e
r

p
e
r

i

s
e
r
v
i
z
i

i
g
i
e
n
i
c
i

a
d

u
s
o

p
u
b
b
l
i
c
o
.

L
a

l
i
n
e
a

c
o
m
-
p
r
e
n
d
e

1
7

d
i
s
p
e
n
s
e
r

p
e
r

a
s
c
i
u
g
a
m
a
n
i

d
i

c
a
r
t
a
,

c
a
r
t
a

i
g
i
e
n
i
c
a
,

s
a
p
o
n
e

l
i
q
u
i
d
o

e

d
e
o
d
o
r
a
n
t
i

p
e
r

l

a
m
-
b
i
e
n
t
e
.

I

d
i
s
p
e
n
s
e
r

s
o
n
o

s
t
a
t
i

p
r
o
g
e
t
t
a
t
i

d
a

T
h
o
m
a
s

M
e
y
e
r
h
o
f
f
e
r
,

d
e
s
i
g
n
e
r

s
v
e
-
d
e
s
e

s
t
a
b
i
l
i
t
o
s
i

n
e
g
l
i

U
S
A
.

C
i
n
d
y

S
t
i
l
p
,

r
e
s
p
o
n
s
a
-
b
i
l
e

d
e
l
l
e

c
o
m
u
n
i
c
a
z
i
o
n
i

e

d
e
l

m
a
r
k
e
t
i
n
g

p
e
r

l
a

c
a
r
t
a

t
i
s
s
u
e

d
i

S
C
A

i
n

N
o
r
d

A
m
e
-
r
i
c
a
,

d
i
c
e

c
h
e

i

d
i
s
p
e
n
s
e
r

T
o
r
k

n
o
n

s
o
l
o

p
e
r
m
e
t
t
o
n
o

a
i

g
e
s
t
o
r
i

c
o
m
m
e
r
c
i
a
l
i

d
i

m
a
n
t
e
n
e
r
e

i

s
e
r
v
i
z
i

i
g
i
e
n
i
c
i

i
n

c
o
n
d
i
z
i
o
n
i

d
i

m
a
g
g
i
o
r
e

p
u
l
i
z
i
a

e
d

e
f


c
i
e
n
z
a
,

m
a

c
o
m
e

t
u
t
t
i

i

p
r
o
d
o
t
t
i

T
o
r
k

c
o
n
s
e
n
t
o
n
o

d
i

f
a
r
l
o

c
o
n

i
l

m
i
n
i
m
o

i
m
p
a
t
t
o

a
m
b
i
e
n
t
a
l
e

p
o
s
s
i
b
i
l
e
.


S
C
A

S
H
A
P
E

3

2
0
1
1

2
3
A
l
l

i
n
i
z
i
o

d
i

q
u
e
s
t

a
n
n
o
,

l
a

D
i
r
e
z
i
o
n
e

d
e
l
l

E
m
p
i
r
e

S
t
a
t
e

B
u
i
l
d
i
n
g

h
a

a
n
n
u
n
c
i
a
t
o

c
h
e

i
l

g
r
a
t
t
a
c
i
e
l
o
,

a
c
q
u
i
s
t
a
n
d
o

c
r
e
d
i
t
i

e
n
e
r
g
e
t
i
c
i

d
a

i
m
p
i
a
n
t
i

e
o
l
i
c
i
,

e
r
a

d
i
v
e
-
n
u
t
o

i
l

m
a
g
g
i
o
r

a
c
q
u
i
r
e
n
t
e

c
o
m
m
e
r
-
c
i
a
l
e

d
i

e
n
e
r
g
i
e

r
i
n
n
o
v
a
b
i
l
i

n
e
l
l

i
n
t
e
r
a

c
i
t
t


d
i

N
e
w

Y
o
r
k
.
U
n

a
l
t
r
o

p
a
r
a
m
e
t
r
o

d
i

v
a
l
u
t
a
z
i
o
-
n
e

f
o
n
d
a
m
e
n
t
a
l
e

p
e
r

m
i
g
l
i
o
r
a
r
e

l

i
m
p
a
t
t
o

a
m
b
i
e
n
t
a
l
e

d
i

u
n

e
d
i
f

c
i
o


r
a
p
p
r
e
s
e
n
t
a
t
o

d
a
i

s
e
r
v
i
z
i

i
g
i
e
n
i
c
i
:

n
e
l

c
a
s
o

d
e
l
l

E
m
p
i
r
e

S
t
a
t
e

B
u
i
l
d
i
n
g
,

s
o
n
o

m
i
g
l
i
a
i
a

l
e

p
e
r
s
o
n
e

c
h
e

o
g
n
i

g
i
o
r
n
o

l
a
v
o
r
a
n
o

n
e
l

g
r
a
t
t
a
c
i
e
l
o
,

e

s
o
n
o

m
i
l
i
o
n
i

i

t
u
r
i
s
t
i

c
h
e

l
o

v
i
s
i
t
a
n
o

o
g
n
i

a
n
n
o
.

C
o
n

1
0
2

p
i
a
n
i

p
i


i

p
o
n
t
i

d
i

o
s
s
e
r
v
a
z
i
o
n
e
,

s
i

t
r
a
t
t
a

d
i

u
n

g
r
o
s
-
s
o

l
a
v
o
r
o
!

L
o

s
c
o
r
s
o

a
n
n
o

i
l

g
r
a
t
t
a
-
c
i
e
l
o

h
a

i
n
i
z
i
a
t
o

l
a

s
u
a

c
o
l
l
a
b
o
r
a
z
i
o
-
n
e

c
o
n

S
C
A

p
e
r

l
a

f
o
r
n
i
t
u
r
a

d
i

c
a
r
t
a

Q
u
a
n
d
o

l
a

d
i
r
e
z
i
o
n
e

h
a

d
e
c
i
s
o

c
h
e

i

p
r
o
d
o
t
t
i

d
i

c
a
r
t
a

d
o
v
e
v
a
n
o

e
s
s
e
r
e

i
n

l
i
n
e
a

c
o
n

l
a

n
u
o
v
a

t
e
n
d
e
n
-
z
a

e
c
o
l
o
g
i
c
a
,

s
i


r
i
v
o
l
t
a

a

S
C
A
.

H
a
n
n
o

i
n
d
e
t
t
o

u
n

a
p
p
a
l
t
o

e

q
u
e
s
t
a


s
i
c
u
r
a
m
e
n
t
e

u
n
a

d
e
l
l
e

a
z
i
e
n
d
e

m
i
g
l
i
o
r
i

i
n

t
e
r
m
i
n
i

d
i

e
c
o
-
s
o
s
t
e
n
i
b
i
l
i
t


o
s
s
e
r
v
a

D
i
D
o
n
n
a
.
A

c
o
n
t
i

f
a
t
t
i
,

c
i


c
h
e

i
m
p
o
r
t
a

a
i

g
e
s
t
o
r
i

d
e
l

g
r
a
t
t
a
-
c
i
e
l
o


c
h
e

l
a

s
c
e
l
t
a

v
e
r
d
e


s
i
a

p
o
s
i
t
i
v
a

p
e
r

i
l

b
u
s
i
-
n
e
s
s
.

A
d
e
s
s
o

s
i

g
u
a
r
d
a

s
o
p
r
a
t
t
u
t
t
o

a
l
l
a

t
e
c
n
o
l
o
g
i
a

e

a
l
l
a

p
r
o
d
u
t
t
i
v
i
t

,

a

c
o
m
e

o
t
t
e
n
e
r
e

d
i

p
i


d
a

o
g
n
i

s
i
n
g
o
l
o

i
n
v
e
s
t
i
m
e
n
t
o

d
i

s
p
e
s
a
.

I
n
o
l
t
r
e
,

l
e

i
n
n
o
v
a
z
i
o
-
n
i

n
e
i

s
i
s
t
e
m
i

d
i

p
u
l
i
z
i
a

e

n
e
l
l
e

a
t
t
r
e
z
z
a
t
u
r
e

r
i
d
u
c
o
n
o

i

c
o
s
t
i

d
e
l
l
a

m
a
n
o
d
o
p
e
r
a
,


c
o
n
t
i
n
u
a

D
i
D
o
n
n
a
.
R
a
d
o
f

,

d
e
l

T
G
H
C
,


c
o
n
v
i
n
t
o

c
h
e

u
n

a
m
b
i
e
n
t
e

e
c
o
-
s
o
s
t
e
n
i
b
i
l
e

s
e
r
v
a

a

c
o
n
t
e
n
e
r
e

i

c
o
s
t
i

d
e
l
l
a

m
a
-
n
o
d
o
p
e
r
a
,

p
e
r
c
h


r
i
d
u
c
e

l

a
s
s
e
n
t
e
i
s
m
o

e

a
u
m
e
n
t
a

l
a

p
r
o
d
u
t
t
i
v
i
t

.

N
o
n


t
u
t
t
o
:

l
a

s
v
o
l
t
a

e
c
o
l
o
g
i
c
a

d
e
l
l

E
m
p
i
r
e

S
t
a
t
e

B
u
i
l
d
i
n
g

a
t
t
i
r
a

c
l
i
e
n
t
i

p
r
e
s
t
i
g
i
o
s
i

a
l
l
a

r
i
c
e
r
c
a

d
i

u
n
o

s
p
a
z
i
o

p
e
r

l
a

l
o
c
a
z
i
o
n
e

d
e
i

l
o
r
o

u
f


c
i
.

L
'
I
M
P
O
R
T
A
N
Z
A

D
E
L

C
O
N
T
R
O
L
L
O
C
H
E

S
I

T
R
A
T
T
I

d
i

u
n
a

s
t
r
u
t
t
u
r
a

n
u
o
v
a

o

e
s
i
s
t
e
n
t
e

n
o
n

f
a

d
i
f
f
e
r
e
n
z
a
.

L
a

r
e
g
o
l
a

v
a
-
l
e

a
n
c
h
e

p
e
r

l

E
m
p
i
r
e

S
t
a
t
e

B
u
i
l
d
i
n
g
,

c
h
e

n
e
l

2
0
1
1

c
e
l
e
b
r
a

i
l

s
u
o

8
0


a
n
n
i
v
e
r
s
a
r
i
o
.

Q
u
a
l
e

r
e
g
o
l
a
?

C
h
e

g
l
i

e
d
i


c
i

e
c
o
-
s
o
s
t
e
-
n
i
b
i
l
i

n
o
n

p
o
s
s
o
n
o

l
i
m
i
t
a
r
s
i

a
d

a
f
f
e
r
m
a
-
r
e

l
a

l
o
r
o

v
o
c
a
z
i
o
n
e

a
m
b
i
e
n
t
a
l
i
s
t
a
,

m
a

d
e
v
o
n
o

e
s
s
e
r
e

s
o
t
t
o
p
o
s
t
i

a

v
e
r
i


c
h
e

d
a

p
a
r
t
e

d
i

t
e
r
z
i
.

I
l

p
i


i
m
p
o
r
t
a
n
t
e

t
r
a

q
u
e
s
t
i

c
o
n
t
r
o
l
l
i


r
a
p
p
r
e
s
e
n
t
a
t
o

d
a
i

s
i
s
t
e
m
i

d
i

v
a
l
u
t
a
z
i
o
n
e

d
e
l
l
a

c
e
r
t
i


c
a
z
i
o
n
e

i
n
t
e
r
n
a
-
z
i
o
n
a
l
e

L
e
a
d
e
r
s
h
i
p

i
n

E
n
e
r
g
y

a
n
d

E
n
v
i
-
r
o
n
m
e
n
t
a
l

D
e
s
i
g
n

(
L
E
E
D
)
,

s
v
i
l
u
p
p
a
t
a

d
a
l

G
r
e
e
n

B
u
i
l
d
i
n
g

C
o
u
n
c
i
l

d
e
g
l
i

S
t
a
t
i

U
n
i
t
i

(
U
S
G
B
C
)
.

Q
u
a
n
t
o

p
i


g
l
i

e
d
i


c
i

e
s
i
s
t
e
n
t
i

a
t
t
u
a
n
o

p
o
l
i
t
i
c
h
e

d
i

a
p
p
r
o
v
v
i
g
i
o
n
a
m
e
n
t
o

s
o
s
t
e
n
i
b
i
l
i

(
p
e
r

e
s
e
m
p
i
o
,

a
c
q
u
i
s
t
a
n
d
o

p
r
o
d
o
t
t
i

r
i
c
i
c
l
a
t
i

o

u
t
i
l
i
z
z
a
n
d
o

d
e
t
e
r
g
e
n
t
i

a

b
a
s
s
o

i
m
p
a
t
t
o

a
m
b
i
e
n
t
a
l
e
)
,

t
a
n
t
o

p
i


a
c
q
u
i
s
t
a
n
o

p
u
n
t
i

c
h
e

s
e
r
v
i
r
a
n
n
o

p
e
r

o
t
t
e
n
e
r
e

l
a

c
e
r
t
i


c
a
z
i
o
n
e

L
E
E
D
,


p
r
e
c
i
s
a

a
n
c
o
r
a

R
a
d
o
f
f

d
e
l

T
G
H
C
.

I
l

L
E
E
D

r
i
c
h
i
e
d
e

l
a

r
i
n
t
r
a
c
c
i
a
b
i
l
i
t


e

l
a

d
o
c
u
m
e
n
t
a
b
i
l
i
t


d
e
l
l
a

p
e
r
f
o
r
m
a
n
-
c
e

e
f
f
e
t
t
i
v
a

d
e
g
l
i

e
d
i


c
i
:

u
n

l
a
v
o
r
o

n
o
n

i
n
d
i
f
f
e
r
e
n
t
e
.

S
e

a
t
t
u
a
n
o

u
n

n
u
m
e
r
o

s
u
f


c
i
e
n
t
e

d
i

i
n
t
e
r
v
e
n
t
i
,

a
l
l
o
r
a

q
u
e
s
t
i

e
d
i


c
i

p
o
s
s
o
n
o

g
u
a
d
a
g
n
a
r
e

u
n

n
u
m
e
r
o

s
u
f


c
i
e
n
t
e

d
i

p
u
n
t
i

p
e
r

l
a

c
e
r
t
i


c
a
z
i
o
n
e
,

s
i
a

e
s
s
a

a
r
g
e
n
t
o
,

o
r
o

o

p
l
a
t
i
n
o
.

P
e
r

l

E
m
p
i
r
e

S
t
a
t
e

B
u
i
l
d
i
n
g
,

S
C
A

h
a

r
a
p
p
r
e
s
e
n
t
a
t
o

u
n

o
t
t
i
m
a

s
c
e
l
t
a
,

i
n

q
u
a
n
-
t
o

i

s
u
o
i

p
r
o
d
o
t
t
i

n
o
n

s
o
n
o

s
o
l
o

a
f


d
a
-
b
i
l
i
,

m
a

p
e
r
m
e
t
t
o
n
o

d
i

a
c
q
u
i
s
i
r
e

p
u
n
t
i

L
E
E
D
.

N
o
n


f
a
c
i
l
e

r
i
u
s
c
i
r
e

a

b
i
l
a
n
c
i
a
r
e

q
u
a
l
i
t


e
d

e
c
o
-
s
o
s
t
e
n
i
b
i
l
i
t


a
f
f
e
r
m
a

J
o
r
d
a
n

S
e
d
l
e
r
,

p
r
e
s
i
d
e
n
t
e

d
i

P
a
p
e
r

E
n
-
t
e
r
p
r
i
s
e
s
,

u
n
a

s
o
c
i
e
t


d
i
s
t
r
i
b
u
t
r
i
c
e

a
l
l

a
-
v
a
n
g
u
a
r
d
i
a

c
o
n

s
e
d
e

a

N
e
w

Y
o
r
k
,

c
h
e

h
a

a
g
i
t
o

d
a

t
r
a
m
i
t
e

t
r
a

S
C
A

e

l
a

D
i
r
e
z
i
o
-
n
e

d
e
l

g
r
a
t
t
a
c
i
e
l
o
.

S
e
d
l
e
r

i
m
m
a
g
i
n
a

c
h
e

s
e
m
p
r
e

p
i


e
d
i


c
i

o
p
t
e
r
a
n
n
o

p
e
r

u
n
a

s
c
e
l
t
a

v
e
r
d
e

,

a

c
o
m
i
n
c
i
a
r
e

d
a
g
l
i

i
s
t
i
t
u
t
i

d
i

i
s
t
r
u
z
i
o
n
e

c
o
m
e

i

c
o
l
l
e
g
e
.

D
o
p
o

g
l
i

e
d
i


c
i

c
o
m
m
e
r
c
i
a
l
i

s
a
r


p
r
o
b
a
b
i
l
m
e
n
t
e

l
a

v
o
l
t
a

d
e
l

s
e
t
t
o
r
e

i
m
m
o
b
i
l
i
a
r
e

e

r
i
c
e
t
t
i
-
v
o
,

s
e
g
u
i
t
o

a

r
u
o
t
a

d
a

q
u
e
l
l
o

s
a
n
i
t
a
r
i
o

e

d
e
l
l
a

r
i
s
t
o
r
a
z
i
o
n
e
,


l
a

s
u
a

p
r
e
v
i
s
i
o
n
e
.
C
i
r
c
a

2
1
.
0
0
0

d
i
p
e
n
d
e
n
t
i

p
r
e
s
t
a
n
o

s
e
r
v
i
z
i
o

o
g
n
i

g
i
o
r
n
o

n
e
l
l

E
m
p
i
r
e

S
t
a
t
e

B
u
i
l
d
i
n
g
.
I

l
a
v
o
r
i

d
i

c
o
s
t
r
u
-
z
i
o
n
e

d
e
l
l

e
d
i


c
i
o

s
o
n
o

s
t
a
t
i

u
l
t
i
m
a
t
i

i
n

1

a
n
n
o

e

4
5

g
i
o
r
n
i
.
L

e
d
i


c
i
o

h
a

1
1
3

k
m

d
i

t
u
b
a
z
i
o
n
i

e

c
i
r
c
a

9
.
0
0
0

r
u
b
i
n
e
t
t
i
.
24 SCA SHAPE 3

2011
FEATURE
Pensate che il profumo sia un piacere intenso che vi tenta?
O lo considerate semplicemente un additivo chimico da
cui tenersi il pi lontano possibile? La risposta potrebbe
dipendere dal luogo in cui vivete.
IL CONTESTO IN CUI si
vive svolge un ruolo
importante nelle pre-
ferenze olfattive. Il Nord
diverso dal Sud, lEst
diverso dallOvest. In Europa
esistono diferenze notevo-
li a livello di preferenza per le
diverse fragranze, aferma
Stephen Weller, responsabile
delle comunicazioni per lIFRA,
lassociazione internazionale del-
la profumeria che ha sede a Bruxelles.
Le persone sono naturalmente attratte
da certi odori perch fanno parte del loro
passato, aggiunge. Il nostro naso
direttamente collegato al sistema limbi-
co del cervello e quindi reagisce imme-
diatamente agli stimoli olfattivi con una
risposta di tipo emotivo.
Generalmente, le popolazioni mediter-
ranee amano le fragranze che richiamano
la fora locale, come gli agrumi, la lavanda,
la rosa e il gelsomino. Nei paesi dal clima
caldo, la gente trascorre pi tempo allaper-
to e tende a lavarsi con maggiore frequenza.
Facendo spesso la doccia, utilizzano preferibilmente
prodotti leggeri come lacqua profumata per il corpo
o leau de toilette, anzich profumi di cui non rimar-
rebbe comunque traccia al contatto con lacqua.
Anche i prodotti per il bucato possono creare una
sorta di dipendenza olfattiva. A Marsiglia si pro-
duce un sapone alla lavanda con un profumo par-
ticolare che non pu essere cambiato, osserva
Weller. Una volta, quando il produttore ha cercato
di modifcarne la formula, i clienti si sono ribellati.
Si cos ritornati alla formula originale, che lar-
tefce dellinconfondibile fragranza di quel sapone.
CERTAMENTE, I FRANCESI adorano il profumo.
LItalia un altro Paese mediterraneo con una lun-
ga tradizione in fatto di profumi. La parola stessa
profumo deriva dallespressione latina per fuma-
re (attraverso il fumo), con riferimento allincenso.
Gli antichi Romani si cospargevano di oli aromati-
ci ed forse questa consuetudine che ancora oggi
alla base della sensualit italiana.
Al contrario, nel Nord Europa, come sottoli-
nea Weller, le fragranze sono molto pi erbacee,
muschiate, legnose. E per i prodotti a contatto
della pelle, gli scandinavi spesso preferiscono evi-
tare ogni tipo di profumo. Certo che in Svezia e
in Danimarca si tende a rifuggire da qualsiasi tipo
di contatto con sostanze chimiche, osserva anco-
ra Weller. Di conseguenza, in questi Paesi prevale
la tendenza a vietare o limitare lutilizzo di alcune
sostanze nei cosmetici e anche nel cibo. Gli scan-
dinavi hanno un atteggiamento molto restrittivo
nei confronti delle sostanze chimiche di qualsia-
si genere.
ODORARE
O NON
ODORARE
F
O
T
O
:

G
E
T
T
Y

I
M
A
G
E
S
,

I
S
T
O
C
K
P
H
O
T
O
TESTO: NANCY PICK
SCA SHAPE 3

2011 25
L
E DONNE sembra proprio
che abbiano preferenze
olfattive distinte a secon-
da della cultura a cui ap-
partengono. E a queste
preferenze non sfuggono nemmeno
gli assorbenti igienici. SCA ha quindi
deciso di adeguare i propri prodotti al-
le preferenze del suo target femminile.
Le scandinave tendono a essere
molto razionali e funzionali in materia
di igiene femminile, aferma Victor
Niembro, responsabile della gam-
ma di prodotti per ligiene femminile
SCA nei Paesi emergenti. Non ama-
no i prodotti profumati, perch temo-
no che possano provocare irritazioni
cutanee.
Al contrario, le donne nei Paesi
emergenti sono molto istintive, con-
tinua Niembro. Amano gli assorben-
ti profumati per il controllo dellodore,
soprattutto se la fragranza derivata
da un principio attivo salutista come
la camomilla, nota per le sue propriet
calmanti e benefche per la cute.
IN MEDIO ORIENTE, SCA ha lanciato
recentemente una linea di assorben-
ti profumati agli estratti di camomil-
la e di aloe vera. Ora SCA sta testan-
do gli assorbenti profumati in Malesia
e Tunisia.
In Messico, il fore di camomilla
un tradizionale rimedio naturale, uti-
lizzato per le irritazioni oculari o i di-
sturbi di stomaco. Nel 2003, quando
SCA ha introdotto gli assorbenti Saba
Confort profumati alla manzanilla
(camomilla), si registrata unimpen-
nata delle vendite.
STATA UNA RIVOLUZIONE, afer-
ma Ivette Medrano, Group Manager
responsabile dei prodotti per ligiene
femminile di SCA a Citt del Messico.
Le consumatrici conoscevano gi le
propriet della camomilla: soprat-
tutto questo il motivo del successo dei
nuovi prodotti.
La linea di SCA alla camo-
milla copre ora il 20% del fat-
turato degli assorbenti e la-
zienda ofre una gamma
completa di prodotti pro-
fumati: dai proteggi-slip al-
le protezioni per la notte. Lo
strato superiore dellassorben-
te contiene sia la fragranza sia
lestratto di fori.
In Italia, SCA promuove attiva-
mente i prodotti profumati. Il marchio
Tempo di SCA stato lo sponsor prin-
cipale dello Smell Festival, il festival
internazionale dellolfatto svoltosi a
Bologna nel 2011 e dedicato alla cultu-
ra del profumo e allarte della pro-
fumeria. Nel 2010 Tempo ha lanciato
sul mercato italiano la carta igienica
profumata, mentre alcuni tipi di as-
sorbenti Nuvenia di SCA sono com-
mercializzati in Italia nella versione
delicatamente profumato. Non
ditelo agli scandinavi...
SCA si adegua
ALLA CULTURA LOCALE
In Messico, i popolari assorbenti Saba Confort di SCA
contengono un estratto di ori di camomilla che anche alla
base della loro profumazione. Anche in Francia gli assorbenti
Libresse Natural di SCA contengono un estratto di camomilla,
ma non hanno alcuna profumazione.
La camomilla
viene spesso usata
come infuso, soprattutto
per ridurre lo stress e
conciliare il sonno.
In Messico,
il ore di camomilla
un tradizionale
rimedio naturale.
MERCATI
SAPEVATE CHE
LA CAMOMILLA il
ore nazionale della
Russia?
TESTO: NANCY PICK
In the last 10 years,
SCA has used
12 billion pounds
of recycled paper to
make its Tork

towels,
tissue, and napkins
in North America.
Thats equal to the weight
of 1.5 million elephants.
Sometimes big steps
are needed to make a
lighter footprint
Is your business or school using sustainable products from SCA?
Sign up for a free Tork product trial at talktork.com and lighten
your environmental footprint.
2011 SCA Tissue North America LLC. All rights reserved.
Tork is a registered trademark of SCA TIssue NA, LLC or its afliates
*
SCA SHAPE 3

2011 27
TECNOLOGIE
illusione
Lagrande
28 SCA SHAPE 3

2011
A
UNIMMAGINE ANAMORFICA unim-
magine otticamente distorta. Gergely
Kirly un giovane designer unghe-
rese di SCA che, con la confezione
anamorfca di un aspirapolvere, ha
recentemente destato grande interesse tra i giura-
ti di un concorso di packaging. Limballo ideato da
Kirly realizzato con del cartone ondulato, confor-
me alle misure e ai requisiti standard. Le etichette
allesterno che creano lillusione ottica e fanno sem-
brare la confezione trasparente agli occhi dellosser-
vatore, rivelando un aspirapolvere in 3D.
Lefetto anamorfco non uninvenzione recen-
te. I grandi pittori del passato lo utilizzavano per
creare efetti speciali nei loro dipinti o per ovvia-
re alle carenze architettoniche e ricreare una vol-
ta dove in realt il sof tto era piatto. La tecnica la
stessa, sia che la si utilizzi su una parete sia su una
scatola. Il trucco sta nella creazione di unimmagi-
ne pre-distorta che da una certa angolazione, ge-
nera unillusione ottica e produce lefetto visivo
desiderato.
unillusione che trasforma la nostra percezio-
ne della realt e inganna i sensi, insinuando in noi il
dubbio se ci che vediamo sia reale, aferma Attila
Takcs, responsabile del Centro design di SCA di
Budapest, che lavora con clienti ungheresi e slo-
vacchi.
Si sta afermando la tendenza verso un packa-
ging pi allettante e questa unottima opportu-
nit per catturare lattenzione dei clienti, il che
impossibile oggi con gli schemi del packaging o
della pubblicit tradizionali, aggiunge.
Takcs ritiene che il packaging anamorfco pos-
sa diventare la tendenza del futuro per specialisti
del marketing, in quanto lillusione ottica induce i
clienti a cercare di capire se ci che vedono realt.
L'illusione ottica anamorfca unimmagine che
pu assumere diversi signifcati a seconda dellan-
golazione da cui la si guarda. Per creare questo ef-
fetto su una scatola rettangolare, per esempio, la
grafca originale nella parte anteriore viene sostitu-
ita da unimmagine distorta al computer. Quando il
packaging vuoto e piatto, sia le lettere che limma-
Noi crediamo a ci che vediamo. Ecco perch
unimmagine piatta pu apparire tridimensionale
e una normale scatola pu sembrare un oggetto
straordinario. Le illusioni ottiche potrebbero
essere la prossima tendenza per un packaging
di successo.
TESTO: SUSANNA LINDGREN FOTO: GETTY IMAGES, SCA
Il te
r
m
in
e

a
n
a
m
o
r
fo
s
i
d
e
r
iv
a

d
a
l g
r
e
c
o
e
s
i c
o
m
p
o
n
e

d
e
l p
re
s
s
o
a
n
a
-
, c
h
e

s
ig
n
i c
a
in
d
ie
tr
o
o

d
i n
u
o
v
o
, e
d
e
l te
r
m
in
e

m
o
rp
h
e
, c
h
e
s
ig
n
i c
a

fo
r
m
a
.
I cosiddetti oor sticker sono immagini
adesive distorte che vengono applicate a
terra per creare un effetto tridimensiona-
le. Luomo nella foto sta applicando una
nta buca al manto stradale.
SCA SHAPE 3

2011 29
TECNOLOGIE
gine hanno un aspetto strano, ma dopo che stato ri-
empito ed pronto per essere esposto sullo scafale,
lefetto unimmagine in 3D. Come osserva Takcs,
negli ultimi 100 anni gli scienziati hanno cerca-
to di decodifcare il meccanismo psicologico della
percezione. Pare che siano i nostri sensi a creare lil-
lusione, nella misura in cui abbiamo un parametro
oggettivo rispetto a cui confrontare ci che ci sem-
bra di dover vedere, sia esso realt o illusione.
Lillusione ottica il risultato di una disarmonia
che si crea tra i nostri recettori cerebrali e lo stimo-
lo a cui siamo esposti. Ci che vediamo viene ela-
borato dalla retina e inviato al cervello, attraverso
un processo che semplifca ci che vediamo e crea
lillusione di ci che pensiamo di vedere, spiega
ancora Takcs.
Ritengo che questo nuovo tipo di packaging stu-
diato per attirare lattenzione sia unottima alter-
nativa allutilizzo del packaging colorato e vistoso
che generalmente piuttosto costoso, conclude
Takcs. Il packaging con unimmagine in 3D
meno dispendioso, in quanto la grafca viene rea-
lizzata sulle etichette stampate: in sostanza, un
ibrido tra un packaging con stampa ofset di alta
qualit e una confezione tradizionale di cartone
ondulato con stampa fexo.
Una forma convessa con una
graca speciale pu apparire
concava.
SCA GIOCA CON IL LEGO
Il packaging anamorco dellaspirapol-
vere per ora un semplice prototipo e
modellino che serve a Gergely Kirly per
illustrare le proprie idee. La scorsa pri-
mavera, questo packaging stato pre-
sentato a un concorso interno di design
e si aggiudicato il secondo premio.
Loggetto ha comunque indotto il
Centro design SCA ad approfondire
le possibilit di utilizzare le illusioni
ottiche per rendere il packaging pi
attraente. Questa primavera, nel corso
della LEGO Opportunity Fair svoltasi in
Danimarca, SCA ha presentato unil-
lusione dinamica su una confezione di
LEGO, studiata per attirare lattenzione
con una graca mobile.
Per creare leffetto tridimensionale,
il packaging dellaspirapolvere utiliz-
zava solo superci piatte e una graca
distorta. Viceversa, la confezione di
LEGO presentava una parte anteriore
convessa ma decorata con una gra-
ca tale da indurre locchio a ritenere
che fosse in realt concava, e questa
graca sembrava muoversi e seguire
losservatore. Unaltra idea
studiata per attirare
lattenzione,
che quando
stata pre-
sentata al
pubblico ha
centrato alla
grande il suo
obiettivo.
30 SCA SHAPE 3

2011
COLORATISSIMO
La ruota dei colori si
arricchita di nuove sfu-
mature. Pantone ha ag-
giunto 175 nuovi colori
al suo sistema tintome-
trico Pantone Fashion+
Home Color System,
che ora comprende in
totale 2.100 tonalit.
Tutte le famiglie di co-
lori sono state ampliate
con una gamma pi va-
sta di tonalit medie e
neutre, un maggior nu-
mero di tonalit brillanti
e una scelta pi ricca di
tonalit pi tenui e fum
dei colori pi comuni.
www.pantone.com/
newcolors
SIETE ALLA RICERCA DI UN RISTORANTE INDIMENTI-
CABILE? Perch non provate Noma a Copenhagen,
considerato il migliore del mondo? Il ristorante dane-
se risultato al primo posto nella speciale classica
S.Pellegrino Worlds Best Restaurant 2011 stilata dalla
rivista britannica Restaurant sulla base di un sondaggio
condotto presso critici, gastronomi, ristoratori e chef di
fama internazionale.
TOP 10 DEI 50 MIGLIORI RISTORANTI DEL MONDO
POSIZIONE RISTORANTE PAESE
1 Noma Danimarca
2 El Celler de Can Roca Spagna
3 Mugaritz Spagna
4 Osteria Francescana Italia
5 The Fat Duck Regno Unito
6 Alinea USA
7 D.O.M. Brasile
8 Arzak Spagna
9 Le Chateaubriand Francia
10 Per Se USA
E PERCH NON SCEGLIERE un ristoran-
te completamente alternativo? Forse
avete gi provato quelli che propongono
ambientazioni ispirate alle carceri o agli
ospedali, ma che ne direste di un ristoran-
te ispirato al tema dei servizi igienici?
Quando la rivista americana Food & Wine
ha stilato una classica dei ristoranti pi
strambi del mondo, il vincitore risultato il
Modern Toilet di Taiwan. Gli ospiti vengo-
no fatti accomodare su WC di dimensioni
standard mentre le portate vengono servite in mini-WC. Lidea
ha avuto grande successo e altri ristoranti analoghi apriranno
in Cina e in altri paesi asiatici.
DAL PI BUONO...
...AL PI
ECCENTRICO
IN FORMA
F
O
T
O
:

S
C
A
N
P
I
X
F
O
T
O
:

W
I
K
I
P
E
D
I
A
SCA SHAPE 3

2011 31
PONTE DI LEGNO
NELLA SVEZIA meridio-
nale in costruzione un
ponte sospeso di legno:
lungo 240 metri ed
riservato a pedoni e a
ciclisti. Una volta com-
pletato, sar uno dei pi
lunghi ponti mai realiz-
zati in legno nel paese
e attraverser una delle
principali autostrade
svedesi per collegare
una zona residenziale a
un centro commerciale.
I lavori saranno ultimati
allinizio del 2012.
TABLET DI
LEGNO
CHE COSA SI OTTIENE
dal connubio tra tec-
nologia davanguardia
e design di lusso? Un
iPad in ebano africano
e logo Apple con mela
realizzata in oro da 18
carati. LiPad in legno
progettato e fabbrica-
to dalla societ russa
Gresso. Il prezzo non
stato ancora reso noto
ma c' da scommet-
terci: sar certamente
molto elevato.
PIANTANDO un miliardo di alberi, lorganizza-
zione per la conservazione della natura The
Nature Conservancy si propone di salvare
la foresta atlantica brasiliana. Negli ultimi
secoli luomo ha disboscato pi dell85%
di questo patrimonio forestale e ci che
ne rimane sono piccole porzioni discon-
tinue. Tuttavia queste ultime presentano
ancora oggi una tra le biodiversit pi ric-
che al mondo ospitando un numero elevato
di specie inesistenti in qualsiasi altro luogo del pianeta.
Ricomponendo i frammenti di questo mosaico attra-
verso la messa a dimora di nuovi alberi, The Nature
Conservancy prevede di recuperare 12 milioni di ettari di
foresta. www.plantabillion.org
1.000.000.000 DI ALBERI
SAPEVATE CHE...
... il presidente ameri-
cano Barack Obama ha
proclamato settembre
Mese per la campagna
nazionale contro il can-
cro della prostata.
LA POPOLARIT DEL WHISKY di malto in enorme
aumento in tutto il mondo, soprattutto nelle economie in cresci-
ta come Cina, India e Russia. In Cina, la crescente passione per
gli Scotch di buona qualit sta causando problemi di disponibi-
lit a livello mondiale per i whisky di malto invecchiati 12 anni e
oltre e, secondo la rivista Advertising Age, le distillerie scozzesi
sono state costrette a razionare le forniture.
LA CINA ASSETATA DI WHISKY
F
O
T
O
:

I
S
T
O
C
K
P
H
O
T
O
32 SCA SHAPE 3

2011
PROSPETTIVE
Jake Symmonds: un
artista che ha scelto la
pelle invece della tela.
SCA SHAPE 3

2011 33
INCHIOSTRO,
TESTO: MERVYN CHARLES
FOTO: SVANTE RNBERG
Non si sa di preciso quando iniziata la
moda dei tatuaggi, ma sono lontani i
tempi in cui erano un'esclusiva di
marinai e gangster. Probabilmente,
oggi i clienti dei tatuatori sono
in egual misura uomini e donne.
E la rimozione dei vecchi
tatuaggi un business.
CHE
PASSIONE!
34 SCA SHAPE 3

2011
PROSPETTIVE
sclusiva di marinai, gangster e carcerati. Jake cal-
cola che tra i suoi clienti le donne siano quante gli
uomini. Tempi nuovi, stili nuovi. E un nuovo gene-
re: il tatuaggio creato per coprire quelli precedenti,
spesso frutto di un impulso adolescenziale. La don-
na nuda sulla scapola destra di Kenny, per esempio,
si intuisce appena.
Lucy, 22 anni, vuole coprire la rosa sulla coscia
sinistra. Ce lha da 8 anni e ormai sforita. Jake
crea svolazzi e farfalle in toni blu e rosa, men-
tre Lucy, sdraiata sul lettino, continua a mandare
SMS. Ha gi cinque tatuaggi e dice che questo sar
lultimo. O forse no. Ci ripensa.
Il primo lho fatto perch tutti ne avevano uno.
Adesso non posso farne a meno.
LOFFERTA DI JAKE E ROB duplice: unopera darte
unica e personalizzata e lopportunit per il cliente
di sentirsi bene nella propria pelle. Una volta che
hai fatto il primo, cos bello che ne vorresti altri,
ammette Lisa mentre contempla le sue farfal-
le. Non puoi farne a meno. la seconda che oggi
dice la stessa cosa.
Ma i tatuaggi non lasciano spazio ai rimpianti.
Linchiostro piuttosto difcile da rimuovere e il
trattamento laser , a detta di tutti, doloroso quan-
to un tatuaggio. Per questo, Jake e Rob sono molto
prudenti nel valutare le richieste. Tutto si pu fare,
ma a volte necessario un periodo di rifessione.
In genere siamo restii a tatuare le mani e il
collo dei giovanissimi, puntualizza Jake. Se
vengono da noi e vogliono qualcosa di strano gli
consigliamo di attaccare il disegno sul frigo e di
guardarlo ogni giorno per sei mesi. Vogliamo che
ci pensino bene.
CARTA
TISSUE PER
TATUAGGI
I centri tatuaggi
consumano carta
tissue, perch per
ogni tatuaggio bi-
sogna asciugare il
sangue e linchio-
stro in eccesso
via via che il lavoro
procede. Lo studio
di Jake Symmonds
utilizza Plenty,
un panno carta di
SCA. A suo giudi-
zio, questa luni-
ca carta allaltez-
za. la sola che
assorba a suf-
cienza, aggiunge il
suo collega Rob.
J
AKE SYMMONDS la pubblicit vivente della
sua arte: fantasie intricate sul braccio destro,
un toro stilizzato sul sinistro, altri motivi
appena celati dalla T-shirt nera. Nel gergo dei
tatuaggi, Jake pieno di inchiostro.
Ma anche di clienti. Gli afari vanno a gon-
fe vele nello studio che ha aperto con la compagna
Michelle Salmon sulla strada principale della loca-
lit marittima inglese di Selsey.
Kenny il primo cliente della mattina. un
muratore palestrato e muscoloso con tanti centi-
metri di pelle da lavorare. Oggi Jake deve tatuare
un motivo religioso sul bicipite sinistro di Kenny:
un paio di mani femminili che stringono un rosa-
rio. Ogni volta che lago di Jake tocca un punto sen-
sibile sotto la cute, Kenny fa smorfa di dolore.
Ma ormai ci ha abituato. La schiena e il torace di
Kenny sono tappezzati dalle creazioni di Jake: un
guerriero giapponese, una fenice, ritratti di moglie
e fgli. Entro la fne della settimana, entrambe le
braccia saranno completamente tatuate.
Rob Gibbens osserva a distanza dallaltro lato
della stanza. Ha preso in aftto un locale nel Selsey
Tattoo Studio di Jake e ha i suoi clienti personali.
Rob preferisce lo stile pi grafco e meno minuzio-
so dei disegni tribali che ha su braccia e gambe.
Ma disponibile ad assecondare qualsiasi richiesta
e oggi il suo primo cliente sar Lisa, una trentenne
in vacanza che vuole fori e farfalle sul piede destro,
ma che confessa di essere agitata.
Puoi gridare quanto vuoi e anche nominare il
nome di Dio invano, basta che tu non mi dia un cal-
cio in faccia, le dice Rob.
Non si sa di preciso quando iniziata la moda dei
tatuaggi, ma sono lontani i tempi in cui erano un'e-
SCA SHAPE 3

2011 35
Rob Gibbens preferisce i tatuaggi
tribali. E quando li esegue, la carta
tissue non si rompe mai.
www.scaprintsupplychain.com
:*(7YPU[HUK:\WWS`*OHPU:VS\[PVUZ
166 Riverford Road
Pollokshaws
Glasgow G43 1PT
Contact us directly:
Tel: +44 (0j141 632 0999
Email: salespscs@sca.com
lf you're thinking | d|d|'| ||ow ,o0 d|d ||a||
-don't worry, we hear that a lot.
|e|o|| ,o0 ac||e.e mo|e...
Were sure youll know us for our Packaging!
Why not get to know us for our Print?
Scan this QR code
with your smartphone
IL FONDO
SOVRANO
IN CIFRE
Gest|sce |e entrate
de| governo norvege-
se proven|ent| da||a
produz|one petro||fe-
ra naz|ona|e
stato |st|tu|to ne|
1990
Det|ene un patr|mo-
n|o d| 3.500 m|||ard| d|
corone svedes|, co-
st|tu|to per || 60% c|r-
ca da t|to|| az|onar|
Ha messo a segno un
rend|mento de| 9,6%
ne| 2010. Ne| 2009, ||
rend|mento era sta-
to de| 25,6% e ancor
pr|ma aveva reg|stra-
to un ca|o de| 23% du-
rante |a cr|s| nanz|a-
r|a de| 2008.
ECONOMIA
UN TESORO
DI VICINO
IL FONDO PETROLIFERO norvegese, la cui denomi-
nazione uf ciale Fondo globale per le pensioni
pubbliche, secondo la societ americana di ricer-
ca Monitor Group oggi il principale fondo sovrano
al mondo. Gestito dalla banca centrale norvege-
se, la Norges Bank, ha attualmente un patrimonio
da capogiro: 3.500 miliardi di corone svedesi (550
miliardi di dollari USA), frutto dei proventi net-
ti dellindustria petrolifera norvegese, oltre che del
rendimento del fondo stesso.
IL MINISTERO NORVEGESE delle Finanze ha stabili-
to che il patrimonio del fondo debba essere costitui-
to per il 60% da titoli azionari, per il 35-40% da titoli
a reddito fsso e per il 5% da propriet immobiliari.
Il fondo pu investire esclusivamente al di fuori del
territorio della Norvegia: met del portafoglio azio-
nario deve essere investito in Europa, il 35% nelle
Americhe, in Africa e in Medio Oriente, e il restante
15% in Asia e Oceania.
Alla fne del primo trimestre 2011, il fondo
deteneva titoli azionari per un valore pari a circa
2.100 miliardi di corone svedesi, nonch parteci-
pazioni in ben 8.697 societ quotate, tra cui spic-
cano in termini di quota partecipativa Royal Dutch
Shell, HSBC Holdings, Nestl, Vodafone e Exxon
Mobil. Il fondo cresciuto notevolmente dal gior-
no della sua istituzione nel 1990. Nel 2000, il valore
di mercato del fondo aveva ormai raggiunto la soglia
dei 500 miliardi di corone svedesi, cifra poi salita a
1.000 miliardi nel 2004. Lo scorso anno, quando il
fondo ha messo a segno un rendimento del 10% cir-
ca, il patrimonio aumentato di circa 800 miliardi di
corone svedesi fno a quota 3.500 miliardi.
Anche se non rientra nei nostri obiettivi essere i
pi grandi, fa sempre piacere vedere il nostro fondo
crescere, ha dichiarato il ministro norvegese delle
Finanze, Sigbjrn Johnsen, al quotidiano fnanziario
Dagens Nringsliv. Con un fondo costantemente in
crescita signifca che il governo ha a disposizione pi
denaro da spendere per buone cause. Il mio obietti-
vo fare in modo che il nostro fondo pensionistico
governativo sia il meglio gestito al mondo.
E ORA il Fondo petrolifero norvegese diventa-
to uno dei principali azionisti di SCA. In giugno ha
reso noto di possedere una quota di partecipazione
del 5,03% nel capitale azionario di SCA con il 6,61%
dei voti. Il governo norvegese diventa cos il terzo
azionista di SCA per numero di voti, dopo la societ
controllante Industrivrden (circa il 30% dei voti) e
Handelsbanken (14% dei voti).
Con una progressione inarrestabile,
il Fondo petrolifero norvegese
diventato uno dei principali azionisti
di SCA e ne detiene attualmente
pi del 5% del capitale sociale.
TESTO: GRAN LIND FOTO: ISTOCKPHOTO
SCA SHAPE 3

2011 37
38 SCA SHAPE 3

2011
Essendo direttore dello stabilimento SCA
Personal Care in Qubec, Canada, Michelle
Poirier una donna molto impegnata. Ecco
come lei descrive una normale giornata di
lavoro (che proprio normale non ...).
12 ORE
Michelle, nel suo uf cio,
beve il primo caff della
giornata.
MICHELLE POIRIER
con Michelle Poirier
22 giugno. Questa non stata una gior-
nata come le altre, ma stata molto im-
portante perch abbiamo avuto in visita
i principali responsabili decisionali di sei
grandi gruppi di acquisto regionali.
sempre impegnativo doversi
M
e
r
c
o
l
e
d
:
n
o
n
d
im
e
n
t
ic
a
r
e

l
a
t
t
r
e
z
z
a
t
u
r
a

d
a
p
is
c
in
a
d
i
C
h
a
r
l
e
s
-A
n
t
o
in
e
!
Nome: Michelle Poirier.
Occupazione: SCA Personal Care North
America, Drummondville (Qubec), Canada
Realizzazione di prodotti per lincontinenza.
Anzianit di servizio in azienda: dal 1997.
Famiglia: 2 gli, Elizabeth (4 anni) e Charles-
Antoine (7 anni).
Et: 44.
Hobby: Attivit praticate insieme ai bambini
(nuoto, bicicletta).
M
ichelle Poirier, direttore
dello stabilimento di
Drummondville
7HEKQ+NECHHp
della mattina
confrontare con i clienti e cercare di
riuscire a far passare il nostro
messaggio, in modo che se ne
vadano ben convinti di ci che
siamo e della nostra dedizione
nei loro confronti.
+PK\KQFGNNCIKQTPCVC
+DCODKPKPGNNCWVQ
SCA SHAPE 3

2011 39
12 ORE
Stabilimento Esame
approfondito dei TENA
Pranzo 1 Visita dei clienti
Pranzo 2 Visita dei clienti
Michelle presenta lo stabilimento SCA
di Drummondville a un gruppo di clienti
del settore sanitario, illustrando loro in
generale la storia e le attivit giornaliere
dello stabilimento.
La conformazione del mate-
rassino in uff di polpa sem-
pre un argomento molto inte-
ressante per i clienti. Michelle
illustra loro il processo di tra-
sformazione della polpa di le-
gno in bra e limportanza
dellintegrit del materassino
in uff di polpa durante il pro-
cesso di conformazione.
Per me come per le mae-
stranze importante esse-
re coinvolti in prima perso-
na in queste visite. Vogliamo
che i clienti sentano il nostro
impegno e si dino dei nostri
processi di produzione e dei
nostri prodotti.
Michelle porge il benvenuto al
gruppo in occasione del cock-
tail tenutosi presso il Golf &
Curling Club di Drummondvil-
le, ad appena 10 minuti dallo
stabilimento SCA. Il 22 e il 23
giugno erano presenti ogni
giorno dai 45 ai 50 ospiti.
Una giornata come questa
pu essere positiva solo se si
crea una collaborazione tra
le diverse funzioni di gruppo
(produzione, vendite, marke-
ting) di SCA e i clienti.
Film in 3D Elizabeth
e Charles-Antoine
Andare al cinema per vedere un lm
in 3D uno dei passatempi preferiti
dei gli di Michelle. Hanno assistito
tutti insieme alla proiezione di Rio e
si sono molto divertiti.
Presentazione Visita
dei clienti
40 SCA SHAPE 3

2011
Carta tissue in Antartide
TROVARE LAVORO non facile per un rifugiato alle-
stero. Ad Arvidsjaur, nel nord della Svezia, SCA
partecipa a un progetto che offre la prospettiva di
un lavoro ai rifugiati provenienti dalla Somalia.
Insieme agli enti governativi locali e alla societ
forestale Allmnningen, SCA coordina un proget-
to di afforestazione articolato in cinque giornate di
formazione teorico-pratica per il settore forestale.
Noi mettiamo a disposizione gli alberi e il terre-
no dove possono fare il loro apprendistato, affer-
ma Rikard Rdlund di SCA. C sempre bisogno
di manodopera specializzata per la messa a dimo-
ra. Rdlund spera che SCA possa essere in gra-
do di offrire ai rifugiati un posto di lavoro gi nel
prossimo autunno.
TRAPIANTATI
TORK FORSE una delle carte tissue che ha viaggia-
to pi lontano nel mondo, no in Antartide alla
Scott Base, dove si trovano i servizi e gli alloggi
per il personale della stazione di ricerca loca-
le. SCA collabora da tempo con la base: da
una decina danni la rifornisce di carta tis-
sue e prodotti per ligiene Tork, tutti accu-
ratamente selezionati per ridurre la quantit
dei riuti e lo spazio di stoccaggio, due
aspetti critici nella gestione delle strutture
in zone cos isolate del mondo. Lecosistema
antartico estremamente fragile e non
possibile lasciare i riuti sulla calotta glacia-
le: tutti i riuti vengono quindi caricati a bordo
della stessa nave che porta i rifornimenti e ven-
gono inviati in Nuova Zelanda per il riciclaggio o
lo smaltimento.
RIFUGIATI
Il sole tramonta il 22 febbraio
2010 sulla Scott Base.
FOTO: HAYDEN HARRI SON
SCA SHAPE 3

2011 41
IN SCA
QUESTESTATE SCA ha avvia-
to la costruzione di 40 gene-
ratori eolici in Svezia, in
collaborazione con la norve-
gese Statkraft SCA Vind AB
(SSVAB).
Il parco fornir energia
pulita e rinnovabile per lungo
tempo e contribuir a miglio-
rare il clima, afferma Jakob
Norstrm, CEO di SSVAB.
Mrttjrnberget, la localit
dove sorgeranno i generatori,
il primo dei sette parchi eoli-
ci che Statkraft e SCA sono
intenzionate a costruire. Una
volta completato, si tratter
del pi grande progetto eolico
mai realizzato in Svezia: 490
generatori con una capacit di
produzione di 2.600 GWh.
SSVAB di propriet per il
60% di Statkraft e per il 40%
di SCA.
Linvestimento totale stima-
to in 16 miliardi di corone sve-
desi. Finora sono stati approvati
tre dei sette parchi eolici.
PARCHI EOLICI
IN COLLABORAZIONE
con lolandese 2the-
loo, SCA trasforma
una sosta alla toilet-
te in una piacevole
esperienza.
I servizi igienici pub-
blici possono essere un
problema. La mancanza
di carta igienica o la scarsa
pulizia sono solo due dei possibi-
li inconvenienti per chi deve andare in bagno fuori
casa. Un nuovo concetto ideato in Olanda da 2the-
loo fa della sosta in toilette unesperienza divertente
e unica nel suo genere. 2theloo unazienda giova-
ne che gestisce una catena di toilet shop in aree
ad alta densit di trafco, come le grandi arterie
commerciali, i grandi magazzini e le stazioni ferro-
viarie, e in questo progetto ha coinvolto anche SCA.
Oggi in fase di attuazione in tutto il mondo un
contratto sottoscritto per primi da alcuni gruppi
imprenditoriali olandesi, che prevede la presenza di
tutti i grandi marchi SCA, a cominciare da Tork che
fornir lintera linea di prodotti per i servizi igienici.
Nei negozi 2theloo, i clienti potranno acquista-
re prodotti Libresse, TENA, Edet o Tempo, oltre ad
altri piccoli accessori. Quando i clienti pagano per
utilizzare la toilette, ricevono in cambio un buono
per lacquisto di qualsiasi altro prodotto presen-
te in negozio.
Il primo toilet shop stato aperto ad
Amsterdam a febbraio. In
Spagna e in Portogallo, la
formula 2theloo stata
ceduta in franchising e
si prevede che pren-
der rapidamen-
te piede nei centri
commerciali, no
a registrare oltre
10 milioni di clienti
allanno.
UNA PAUSA
al toilet shop
QUESTA primave-
ra i consumatori
di Libero hanno
avuto la possibilit
di cimentarsi con il
design dei cappellini
da sole. I siti web
scandinavi di Libe-
ro, il marchio SCA di
pannolini per bam-
bini, hanno infatti
invitato i visitatori
on line ad utilizzare
uno strumento di di-
segno per creare un
cappellino persona-
lizzato da bimbo.
I cappellini dise-
gnati dai consu-
matori di Svezia,
Norvegia, Danimar-
ca e Finlandia sono
stati oltre 18.000.
Una giuria ha poi
scelto un vincitore
per ciascun Paese.
I cappellini vincenti
sono in vendita in
Scandinavia dalla
met di giugno.
DESIGNER PER
UN GIORNO
SO DI NON ESSERE la sola ad avere questo problema, ma mi sento come
se lo fossi. Cos diceva una delle partecipanti a un recente focus group
dedicato alle donne affette da incontinenza urinaria e condotto da SCA
ad Atlanta, negli Stati Uniti.
Per ovviare a questa situazione, SCA ha istituito il TENA Con-
versation Couch itinerante. Si tratta di un enorme divano
colorato che rappresenta il punto di partenza per condividere
la propria esperienza con altre donne e con gli esperti di incon-
tinenza. SCA sar presente con il TENA Conversation Couch a
numerosi eventi in tutti gli Stati Uniti e in Canada per interagire
con le donne e rompere il loro silenzio su un tema cos delicato.
Incontinenza: parliamone!
Una donna su quattro soffre di incontinenza urinaria
e circa il 40% lamenta sintomi di cui non ha mai
parlato con nessuno, nemmeno con il proprio
medico. Fonte: Journal of the American Medical Association
IL RUGBY LO sport nazionale del-
la Nuova Zelanda, Paese piccolo
ma con una squadra nazionale
di rugby, gli All Blacks, che si
aggiudicata il maggior numero di
vittorie al mondo. SCA orgoglio-
sa dei risultati della compagine
neozelandese, e per esprimere la
sua empatia con i kiwi ha deciso
di rendere loro omaggio con una
versione all black dei pannolini
Treasures in edizione limitata: non
solo confezioni nere, ma anche la
riproduzione del personaggio del
kiwi (uno dei simpatici animaletti
della collezione Fernies) sulla par-
te anteriore del pannolino e frasi di
incitamento o numeri delle maglie
dei giocatori su quella posteriore.
Vi interessa saperne di pi sulla squadra di rugby
degli All Blacks? Visitate il sito www.allblacks.com
DEDICATO AGLI
ALL BLACKS
42 SCA SHAPE 3

2011
IN SCA
SABA, IL MARCHIO SCA dei prodotti per ligiene
femminile in Messico, ha invitato tutti gli iscritti
alle fan page di Facebook a partecipare alla
corsa podistica Huellas (Impronte) lungo il Cir-
cuito Gandhi tra i viali di Citt del Messico, il 22
maggio scorso.
La corsa stata organizzata dalla fondazione
Cim*ab a sostegno della diagnosi precoce del
cancro del seno. Alla gara hanno preso parte
oltre 5.000 corridori.
SCA ha partecipato allevento supportan-
do gli atleti e distribuendo T-shirt e polsiere rosa
in omaggio, oltre a un kit di prodotti riservato ai
15 primi classicati della corsa di questanno.
LA CORSA CONTRO IL CANCRO
SULLA SCIA di una serie di catastroci tornado che
hanno devastato il sud-est degli Stati Uniti, SCA
ha donato alcuni suoi prodotti alle zone pi colpite.
Dopo l'offerta iniziale in denaro alla Croce Rossa
americana a sostegno delle operazioni di soccorso,
SCA, sensibile alle richieste della stessa Croce
Rossa, ha donato anche prodotti come asciugama-
ni di carta, tovaglioli e prodotti TENA.
Oltre alla solidariet espressa come azienda,
SCA ha predisposto un omaggio da parte dei
singoli dipendenti, impegnandosi a raddoppiare
la cifra raccolta con il conferimento di un identico
importo.
Feeding America, unorganizzazione statunitense
che si batte per combattere la fame in America, ha
inoltre ricevuto da SCA saponi e igienizzanti anti-
batterici per le mani.
AIUTI ALLE
VITTIME DEL TORNADO
SCA SHAPE 3

2011 43
FOTO: GETTY I MAGES
T
u
n
n
a
r
e

f

k
a
d

r

r
e
l
s
e
f
r
i
h
e
t
.