Sei sulla pagina 1di 5

8 DPI INFORMAZIONE E SEGNALETICA

8.1 Dispositivi di Protezione Invididuale


Nellorganizzazione della sicurezza v e r r a n n o sempre privilegiate le misure di protezione collettiva rispetto a quelle individuali. Prima di valutare lutilizzo di un Dispositivo Individuale di Protezione, come limitazione di eventuali fattori di rischio, verr verificata lattuazione di tutti quegli accorgimenti tecnici e/o organizzativi tendenti a eliminare o ridurre al minimo i rischi. Ci premesso in ottemperanza al Decreto legislativo 475/92 come modificato dal decreto legislativo 10/97,Decreto legislativo 626/94 e successive modifiche ed integrazioni ed al D.M. 2 maggio 2001 i lavoratori sono dotati dei dispositivi di protezione individuale secondo le tipologie di mansioni svolte all'interno del cantiere. I DPI utilizzati sono conformi al D.lgs. 475/92, adeguati al lavoro altres tengono conto delle esigenze ergonomiche o di salute del lavoratore. Lutilizzatore del DPI verificher che sul dispositivo sia riportata in modo visibile, leggibile ed indelebile e per tutto il prevedibile periodo di durata del DPI stesso, la marcatura CE.

TIPOLOGIA DPI ELMETTO PROTEZIONE DEGLI OCCHI PROTEZIONE DAL RUMORE PROTEZIONE ARTI SUPERIORI SISTEMI ANTICADUTA INDUMENTI TECNICI ABBIGLIAMENTO DA LAVORO PROTEZIONE ARTI INFERIORI APVR

MARCATURA EN397,EN812 EN169,EN170, EN171 EN352,EN458 EN388,EN374,EN407,EN659 EN353,EN354,EN361,EN363, EN795 EN340,EN541,EN368,EN1073,EN381 EN863,EN1149,EN530 EN344,EN345,EN347 EN149,EN143

8.2 Informazione
Secondo le modalit previste nel DLGS n. 81/2008 al Titolo I Capo III - Artt. 36 e 37 - la Sezione IV tutto il Personale dell'Organizzazione ha adempiuto con successo agli obblighi di informazione, formazione ed addestramento necessari non solo per il corretto svolgimento delle mansioni, ma anche per creare professionalit valide ed una sensibilit sempre pi attente allimportanza della SSL. La sensibilizzazione, il coinvolgimento, linformazione, la formazione, laddestramento hanno contemplato tutte le attivit dellintera organizzazione aziendale secondo il campo dapplicazione del SGSSL e del SSL.

8.3 Segnaletica

In ogni attivit dove sono impiegati lavoratori dipendenti s a r installata opportuna segnaletica di sicurezza, conforme alle prescrizioni del D.Lgs. n.493/1996. E s s a s a r in grado di segnalare: eventuali divieti; eventuali avvertimenti; eventuali prescrizioni di comportamento; eventuali fonti di pericolo;la presenza e l'ubicazione dei presidi antincendio; la presenza e l'ubicazione di dispositivi di comando di emergenza; le vie di fuga; le uscite di emergenza. Tutti i naspi e gli idranti antincendio saranno opportunamente segnalati. Tutti i dispositivi azionabili in emergenza quali valvole, interruttori di emergenza, verranno disposti in posizione visibile, raggiungibile, e saranno perfettamente segnalati. La segnaletica consentir l'individuazione dei presidi antincendio da qualsiasi punto dell'attivit. Nella collocazione dei cartelli si terr conto di eventuali ostacoli; i cartelli verranno sistemati ad unaltezza adeguata rispetto allangolo visuale. In caso di cattiva illuminazione naturale si dovranno utilizzare colori fosforescenti, materiali riflettenti, o illuminazione artificiale.

CATEGORIA SEGNA LI D I SA LVA TA GGI O E DI SOC C OR SO

IMMAGINE E DESCRIZIONE

SE GNA LI PE R LA LOT T A C ONTR O L'I NCENDI O

SEGNALI GESTUALI

CARTELLI DI DIVIETO

SEGNALI DI AVVERTIMENTO

SEGNALI DI PRESCRIZIONE