Sei sulla pagina 1di 41

La Teoria dell'Evoluzione

di Charles Darwin

Va bene, ma poi non venire da me a piangere quando cadi!


Charles Darwin
• Nasce il 12/02/1809 in
una famiglia ricca.
• Charles è un pigrone e
dello studio non si
interessa
minimamente.
• Il padre è addirittura
costretto a ritirarlo da
scuola per scarso
rendimento.
 A un certo punto della sua
vita pensa che avrebbe
consumato il patrimonio di
famiglia vivendo nell'ozio.
 Solo all’Università di
Cambridge incontra un
professore che riesce a far
emergere il suo profondo
interesse per la natura e gli
insegna il metodo
scientifico.
Il governo britannico
cerca un naturalista per
un viaggio di due anni
che il brigantino Beagle
farà intorno al mondo.
John Stevens Henslow,
professore di botanica
interrogato dal
consulente del governo,
suggerisce il suo
studente preferito:
Charles Darwin.
Partenza 27/12/1831
Ritorno 2/10/1836
Ecco il viaggio del brigantino Beagle.
Isole Galàpagos
Abbazia di Westminster
Darwin (1) e' sepolto vicino a Newton (7).

Darwin's grave
Abbazia di Westminster (London) (1809-1882)
“Solo i più adatti sopravvivono”

E' il passo della teoria dell'evoluzione in


assoluto più conosciuto.

Che cosa intendeva Darwin con questa


affermazione?
Per l'individuo vuol dire restare
vivo, per la specie corrisponde
invece alla possibilità che un
numero sufficiente di esemplari
viva abbastanza a lungo da
assicurarsi una discendenza.
Immaginiamo di tornare indietro di
circa 100000 anni e di essere un
uomo di Neanderthal che vive con
il proprio gruppo familiare in una
caverna con vista su una vasta
valle, in un territorio che in futuro
prenderà il nome di Francia.
Quali sono gli agenti selettivi che
agiscono sulla vostra possibilità di
avere una discendenza?
Cibo Meteo
Acqua Compagna
Forza fisica Malattie
Predatori Eta'
Avversari Homo Sapiens
Fuoco Imprevisti
I più adatti sopravvivono?

Nessuna caratteristica assicura di


per se' la sopravvivenza in
qualsiasi circostanza.
La definizione di ciò che significa
“adatto” dipende dal tipo di
organismo, dal luogo e dal
momento storico.
Oggi i pericoli potrebbero essere
automobili veloci, droga, sesso
non sicuro ....
(alcol e fumo agiscono
lentamente e non impattano sulla
riproduzione, ma forse sulla cura
della prole)
In una popolazione saranno
preservati gli individui che meglio si
adattano all'ambiente.
Qual e' il punto di forza della
specie umana che ne ha
permesso la sopravvivenza negli
ambienti più diversi?

Non sono i muscoli ma....


la mente!
Darwin scrisse: “Ogni piccola
variazione, se utile, si
conserva. A questo principio
ho dato il nome di selezione
naturale.”
LAMARCK

(1744-1829)
Cinquanta anni prima della pubblicazione del testo
di Darwin, L'origine della specie (1859), questo
studioso propose la sua visione dell'evoluzione.
Anche se non proprio esatta, a lui va il merito di
aver cercato spiegazioni rigorosamente scientifiche
per i meccanismi della natura, senza far riferimento
ad un intervento miracoloso.
Il povero Lamarck non visse abbastanza a lungo
da assistere al riconoscimento ufficiale del valore
delle sue teorie (1829). Mori' cieco e talmente
povero che fu sepolto in una tomba in affitto, dalla
quale i suoi resti furono rimossi cinque anni dopo e
mai piu' ritrovati.
La sua teoria si basava su due leggi
che non hanno avuto riscontro nelle
prove scientifiche.
1)L'uso e il disuso di un organo
2)L'ereditarietà dei caratteri acquisiti
Evoluzione
Darwin descrisse l'evoluzione come una “discendenza con
modificazioni”.

riproduzione

modificazioni

selezione

mutazione
Classificazione e categorie
Tutte le società umane adottano
schemi di classificazione e
categorie per dare un ordine al
mondo. A questo proposito “La
grande catena dell'Essere”, detta
anche “Scala Natura”, compare nel
medioevo e si mantiene sino al
'700 .
Scala Natura
(disegno di Valades)
La variazione (replicazione e mutazione) e' casuale?
Si

La selezione e' casuale?


No

L'evoluzione e' casuale?


No

L'evoluzione ha uno scopo?


No
Gli uomini discendono dalle
scimmie?

GLI UOMINI NON DISCENDONO DALLE


SCIMMIE
30 milioni di anni fa:
antenato comune africano

scimmie
primati

scimpanzé uomini

gorilla

L'uomo ha degli antenati comuni con lo scimpanzè e, ancor prima, con il gruppo
che in seguito ha dato origine anche alle scimmie.
Gorilla

Lemure

Scimpanzè
Le estinzioni
Nella storia della vita sulla Terra si sono verificati almeno
5 principali estinzioni

1) Circa 440 milioni di anni fa. Cancello' il 25% delle


principali forme di vita oceanica e si pensa sia stata
causata da un improvviso raffreddamento globale.

2) Circa 360 milioni di anni fa. Forse sempre a


causa di un cambiamento climatico. Decimo' il 20%
delle specie esistenti.
3) Circa 250 milioni di anni fa, e' chiamata la grande
estinzione. Recenti scoperte in Cina meridionale e Australia
dimostrano che una cometa o un meteorite colpi' la Terra ed
attraverso' il mantello terrestre liberando incalcolabili quantità
di zolfo che provocarono piogge acide. E' la peggior crisi
della storia della vita sulla Terra: solamente il 5% delle forme
di vita marine si salvo' e la quasi totalità degli animali terrestri
e delle piante furono spazzati via.

4) Circa 200 milioni di anni fa, forse causato da un cambiamento


climatico legato ad una massiccia attività vulcanica. Il 50% delle
specie della Terra si estinsero e poco dopo comparvero i
dinosauri.

5) Circa 65 milioni di anni fa una cometa o un meteorite colpi'


la Terra cancellando i dinosauri ma offrendo l'opportunità di
sviluppo ai mammiferi.
Ora siamo nell'era della 6° estinzione causata prevalentemente

ne .
a
tà um
tiv i
a t
a l le
d
La continua distruzione
dell'ecosistema vegetale
terrestre corrisponde in pratica
ad un suicidio del genere
umano, la cui sopravvivenza
dipende dalle piante.
THE END
Riproduzione: sessuata, prevede la combinazione dei
geni dei due genitori, tipica degli animali e di alcune piante
attraverso l'impollinazione.
Mutazione: il termina ha una connotazione negativa nel
senso comune, ma in biologia corrisponde semplicemente
a una novita'. Le mutazioni avvengono durante la
formazione dei gameti (cellule sessuali). Possono fornire
nuovi caratteri utili (raramente), dannosi o persino letali,
neutri (in genere).
Selezione: permette ai piu' adatti di sopravvivere ed arrivare
a riprodursi.