Sei sulla pagina 1di 136
Strategia di Avamposti MESSAGGERIE SCACCHISTICHE Esteban Canal STRATEGIA DI AVAMPOSTI MESSAGCERIE SCACCHISTICHE Presentazione Queso bell nica lasciataci dall'indimenticabile Grande Maestro italo-peruviano, rappresenta non solo una delle pagine pit significative della cultura scacchistica del nostro paese di questo secolo, ma é stato anche, @ bene ricordarlo, uno dei pit felici e va- lidi contributi alla formazione tecnica ed agonistica di non poche generazioni di giocatori italiani, tra le quali anche la mia. Va ricordato che il libro venne edito nel lontano 1949 dalla benemerita e storica rivista L'ltalia Scacchistica diretta dal maestro Giovanni Ferrantes, con I'interes- samento del conte Gian Carlo dal Verme, Presidente della Federazione Scacchisti- imo libro di Esteban Canal, che é in definitiva I'unica opera orga- ca Italiana, dando avvio alla ripresa dell'editoria scacchistica del nostro paese. Il libro ebbe immediato successo e ando ben presto esaurito, tanto che da molto tem- po se ne auspicava la ristampa. Va quindi dato gran merito alla coraggiosa inizia- tiva delle Messaggerie Scacchistiche di rieditare Strategia di Avamposti. E cid solo poco tempo dopo Uatto parimenti coraggioso di pubblicare il volume da me dedi- cato alla figura ed ai rari ma splendidi ed istruttivi articoli (apparsi sulle riviste italiane dal 1928 al 1960) di questo «nostro» grande scacchista. In effetti Esteban Canal, seppur peruviano (di origine spagnola) per nascita e cittadinanza, ebbe una particolare predilezione per I'Italia, dove soggiornd a lungo negli anni Venti e Trenta per poi stabilirvisi definitivamente nell'immediato dopo- guerra, risiedendo a Cocquio-Trevisago, sino alla sua scomparsa avvenuta nel 1981, a 85 anni di eta. Prese parte a diverse competizioni italiane, a partire dal suo brillante esordio in campo internazionale avvenuto al Torneo di Trieste 1923, sicché le sue vicende scacchistiche risultano in gran parte strettamente legate con quelle del nostro paese. Pud quindi a buon diritto essere considerato uno scacchi-