Sei sulla pagina 1di 11

Test MTF digitali

Canon Eos 550D


Risoluzione 18 MegaPixel
Dimensioni sensore 22,3 x 14,9 mm
Fattore moltiplicativo della focale 1,6x
Tipo sensore CMOS
Sensibilità standard 100 - 6400 ISO
Sensibilità estesa 100 - 12800 ISO
Velocità raffica 3,69 f/s
Tempo di otturazione minimo 1/4000s
Live View presente
Modalità video presente
Pulizia del sensore presente
Stabilizzazione dell’immagine assente
Monitor 3” – 1.040.000 punti.

Con la Eos 550D Canon rivoluziona il concetto di reflex economica: risoluzione,


funzioni, modalità video sono a livello delle reflex di fascia elevata. Inferiori invece
sono la robustezza del corpo e le prestazioni dell’otturatore.
La Canon Eos 550D rappresenta un punto LCD ausiliario, le modalità di esposizione La modalità video
di svolta nell’evoluzione delle reflex digitali personalizzabili e la doppia ghiera di control- La modalità video, già presente in Full HD
economiche. lo; il bracketing inoltre è meno versatile, e lo (1920x1080p) sulla Eos 500D, è stata miglio-
Se tutti i produttori avevano finora cercato di stesso dicasi per la gestione dei flash esterni e rata, ed ora è pressoché identica a quella della
mantenere una netta distinzione fra le fotoca- dei file Raw. Manca infine la possibilità di un Eos 7D, con un frame rate di ben 25 o 30 fps,
mere professionali e quelle amatoriali, con una controllo wireless. a seconda dello standard utilizzato, PAL o
drastica limitazione delle funzioni di quest’ulti- A vantaggio della Eos 550D invece un peso NTSC.
me, con la Eos 550D assistiamo all’opposto ad decisamente inferiore, la nuova funzione di Per esigenze particolari abbiamo poi il
un imponente travaso di tecnologie provenienti video crop, ovvero uno zoom digitale per il frame rate 24 fps e due risoluzioni più basse,
dalla Eos 7D, tanto che viene a crearsi quasi una video, la presenza delle modalità di esposizio- 1280x720 e 640x480, alle quali si possono
concorrenza tra i due modelli. ne semplificata, l’autoscatto in modo continuo, raggiungere i 50 o i 60 fps a seconda dello
Abbiamo infatti un sensore di pari risoluzione, un monitor in formato 3:2 dotato di un maggior standard impostato.
addirittura 18 Mpixel, con le stesse possibilità numero di pixel, ed infine l’interfaccia HDMI La fotocamera reflex diventa in questo modo
video Full HD a 30 f/s e la stessa sensibilità; compatibile con lo standard CEC. uno strumento ancor più duttile per impieghi
identico anche l’esposimetro ed analoghe le Le memorie non sono CF, come sulla Eos professionali, nei quali è possibile sfruttare
funzioni in Live View. 7D, ma la possibilità di utilizzare le SDXC l’eccezionale sensibilità del sensore (6400
A vantaggio della Eos 7D rimangono comun- risolve qualsiasi problema di quantità di dati ISO in video) e le straordinarie inquadrature
que importanti caratteristiche “hardware”, immagazzinabili. offerte da obiettivi particolari come i fish-eye
come il corpo professionale in lega di magnesio Tutto ciò porta la Eos 550D ad essere una foto- o gli splendidi Tilt-shift Canon.
dotato di guarnizioni, il sistema di otturazione camera di gran lunga superiore alla Eos 500D, Un’importante funzione introdotta sulla Eos
capace di 1/8000s, la raffica da 8 f/s, supportata molto più di quanto la piccola differenza nel 550D, ed assente sulla Eos 500D, è la regola-
da un sistema di elaborazione a due processori, nome potrebbe lasciar supporre. Tre i punti zione manuale dell’esposizione nella modalità
il luminoso mirino a pentaprisma ed il sistema chiave della sua supremazia: risoluzione del video anche con l’impostazione dell’apertura
autofocus a 19 punti. sensore, funzioni video e sistema esposime- del diaframma; ciò consente un totale controllo
Alla Eos 550D mancano anche il display trico. sulla profondità di campo e permette quindi di

20
Il dorso è caratterizzato dall’ampio display da 3” e 1.040.000 punti Le dimensioni contenute rendono quasi sproporzionato il 35mm
in formato 3:2. f/1.4 montato sulla Eos 550D.

sfruttare al massimo le potenzialità espressive impostabile sia in standard PAL che NTSC. viene controllato il contrasto sul sensore imma-
delle ottiche più luminose. E’ possibile infine la riproduzione su computer gine principale. E’ la stessa modalità presente
E’ anche possibile la regolazione automatica tramite una porta USB. sulle compatte, molto lenta, ma precisa e non
dell’esposizione; in tal caso viene utilizzata la La Eos 550D consente di eseguire un editing provoca alcun oscuramento del monitor, a
modalità di esposizione program con una lettu- essenziale, per estrarre in un nuovo file una differenza della modalità Quick AF (modalità
ra media bilanciata al centro; qualora sia attiva particolare sequenza, definendone l’inizio e la veloce).
la messa a fuoco con riconoscimento dei volti, fine a passi di 1 secondo. In questo secondo caso alla pressione parziale
l’esposizione viene invece calcolata sull’area di del pulsante di scatto (o di quella del pulsante
messa a fuoco. In questa modalità è comunque Movie crop, lo zoom digitale * a seconda delle impostazioni) viene abbas-
possibile intervenire con una compensazione Una nuova funzione, assente sia sulla Eos 500D sato per un istante lo specchio in modo che
manuale dell’esposizione. che sulla Eos 7D, è il Movie Crop, ovvero l’immagine possa raggiungere i rapidi sensori
Il sistema di compressione H.264 è molto l’utilizzo della sola parte centrale del sensore AF a differenza di fase; ovviamente abbiamo
efficiente. La massima durata per un singolo (640x480), come in un tradizionale zoom digi- una breve interruzione della visualizzazione
filmato è di 30 minuti, oppure di 4 GB. tale;inquestomodoabbiamounaumentodella dell’inquadratura.
Lamessaafuocopuòessereeseguitapremendo focale equivalente di circa 7x. La terza alternativa è la modalità AF Live Face;
parzialmente il pulsante di scatto. Prima del- la fotocamera in questo caso sceglie autono-
l’inizio della ripresa possono essere utilizzate Audio mamente il punto dell’immagine da mettere
tutte e tre le modalità AF presenti in Live View, L’audio riveste un ruolo molto importante in a fuoco, riconoscendo la presenza nell’inqua-
quindi anche quella a rilevazione di fase; duran- un filmato. dratura di un viso; in presenza di diversi volti è
te la ripresa invece sono possibili solo quella Sulla Eos 550D è stato previsto un connettore, possibile selezionare, tramite la ghiera, quello
a rilevazione di contrasto e quella basata sul assente sulla Eos 500D, per il collegamento di di nostro interesse.
riconoscimento dei volti. un microfono esterno stereo: ciò consente di Anche in Live View è possibile utilizzare
Anche nella modalità video sono attive utili escludere i rumori generati dalla fotocamera, in il Quick Control (tramite il pulsante Q) per
funzioni di ripresa, come il controllo del primo luogo quello dei motori di messa a fuoco accedere molto velocemente alle principali
bilanciamento del bianco e l’utilizzo dei pic- e di stabilizzazione delle ottiche. funzioni di ripresa.
ture style. La regolazione del volume è automatica.
Durante la ripresa del filmato è possibile scat- I filmati possono essere riprodotti con l’audio Live View ed esposizione
tare una fotografia, che viene registrata con la anche sulla fotocamera, grazie al piccolo alto- Il sensore immagine funziona anche da espo-
stessa esposizione del filmato, indipendente- parlante presente. simetro: il monitor evidenzia un’area rettango-
mente dalla modalità di scatto impostata: in Il sistema non consente la registrazione di lare, spostabile su tutto il fotogramma, entro
questo caso abbiamo tuttavia un’interruzione commenti da associare alle fotografie. la quale viene calcolata l’esposizione, con
della registrazione audio/video di circa un una elevata sensibilità (EV 0-20). E’ possibile
secondo. Live View e AF visualizzare a monitor anche un istogramma
La registrazione video richiede l’utilizzo di La modalità d’inquadratura Live View non è delle luminosità.
schede di memoria di velocità sufficiente a più limitata alle sole modalità di esposizione Mentre sulla Eos 7D è possibile scegliere tra
garantire un transfert rate di 6 MB/s. Anche la P, M, Av, Tv e A-dep (come sulla Eos 500D), una regolazione automatica della luminosità
capacità deve essere adeguata: in 4 GB possia- ma è ora disponibile per tutte le modalità di del monitor ed una simulazione dell’effettiva
mo immagazzinare 12 minuti in Full HD o 24 ripresa, comprese quelle semplificate. Questo esposizione, sulla Eos 550D abbiamo sola-
minuti in SD (Standard). tipo d’inquadratura risulta di grande utilità nelle mente questa seconda modalità, che risulta
I filmati possono essere visualizzati sia sulla riprese still-life, in quanto consente di valutare comunque la più interessante nell’utilizzo pra-
fotocamerachesuunmonitoresternocollegato con estrema cura la messa a fuoco e la profon- tico perché consente un controllo preventivo
attraverso il connettore HDMI; l’interfaccia è dità di campo di ogni particolare della scena: sullo scatto.
bidirezionale, cosicché è possibile un controllo la fotocamera infatti consente l’ingrandimento
remoto delle principali funzioni di visualizza- di un qualsiasi punto dell’inquadratura di 5x Opzioni in Live View
zione sui dispositivi compatibili con lo standard o di 10x. Mancano sulla Eos 550D le modalità Silent
HDMI-CEC. Oltre alla messa a fuoco manuale abbiamo a previste sulla Eos 7D; quindi lo specchio si
E’ anche presente un’uscita video analogica, disposizione la messa a fuoco AF Live, in cui abbassa sempre ad ogni scatto, anche quando

21
Le differenze fra le Eos 550D, 500D, 7D e 50D
����� ���� ����� ���� ����� �� ����� ���
������� � ����������
Mpixel usati 18 Mpixel 15,1 Mpixel 18 Mpixel 15,1 Mpixel
Processore Digic 4 Digic 4 2 Digic 4 Digic 4
����� � �����
Modalità video Sì Sì Sì No
Formati video Full HD 1920 � x 1080 Full HD 1920 x� 1080 Full HD 1920 x � 1080
(24, 25, 30) (20) HD 1280 x� 720 (30) (24, 25, 30)
HD 1280 x � 720 (50, 60) SD 640 x
� 480 (30) HD 1280 x � 720 (50, 60)
SD 640 x � 480 (50, 60) SD 640 x � 480 (50, 60)
Video Crop Crop SD 640 � 480 (50, No No
60)
Esposizione manuale Sì No Sì
Presa per microfono esterno Sì No Sì
�����������
Sensibilità base 100 - 6400 100-3200 100 - 6400 100-3200
Sensibilità ISO estesa 100-12800 ISO 100-12800 ISO 100-12800 100-12800
Sensibilità automatica in esposizioni 100 – 3200 ISO 100-1600 ISO 100 – 3200 ISO 100-1600 ISO
semplificate
massima sensibilità automatica (in impostabile da 400 a fissa a 1600 fissa a 3200 fissa a 1600
zona creativa) 6400
ISO in Hilight Tone Priority 200-6400 200-3200 200-6400 200-3200
Regolazione della sensibilità Passi da 1 EV Passi da 1 EV Passi da 1 o 1/3 EV Passi da 1 o 1/3 EV
������� � �������
Memoria SD, SDHC, SDXC SD, SDHC CF CF
Formati Jpeg 5184x3456 4752x3168 5184x3456 4752x3168
3456x2304 3456x2304 3456x2304 3456x2304
2592x1728 2352x1568 2592x1728 2352x1568
Formati Raw 5184x3456 4752x3168 5184x3456 4752x3168
3456x2304 3456x2304
2592x1728 2352x1568
Registrazione simultanea Raw + Solo Jpeg Large Fine Solo Jpeg Large Fine Qualsiasi formato Jpeg Qualsiasi formato Jpeg
Jpeg
�����������
Raffica Scatti Jpeg Scatti Jpeg illimitati (11 78 scatti Jpeg (17 Raw) a 120 scatti Jpeg (17 Raw)
illimitati (6 Raw) a 3,67 Raw) a 3,35 f/s 8,0 f/s a 6,24 f/s
f/s
Modalità di esposizione semplificate Full Auto, Creative Full Auto, Creative Auto, Full Auto , Creative Auto Full Auto, Creative Auto,
Auto, ritratto, azione, ritratto, azione, ritratto, azione,
paesaggio, ritratto paesaggio, ritratto paesaggio, ritratto
notturno, macro, senza notturno, macro, senza notturno, macro, senza
flash. flash. flash.
Autoscatto in modo continuo Sì Sì No No
Bracketing sull’esposizione 2 EV 2 EV 3 EV 2 EV
Ordine degli scatti in bracketing Fisso Fisso Personalizzabile Personalizzabile
�����������
Esposimetro 63 zone 35 zone 63 zone 35 zone
Focus Color Luminance metering Sì No Sì No
system (iFCL)
Dimensioni area semispot 9% 9% 9,4 % 9%
Dimensioni area spot 4% 4% 2,3% 3,8 %
Compensazione manuale +/- 5 EV +/- 2 EV +/- 5 EV +/- 2 EV
Compensazione manuale esposizione +/- 2 EV +/- 2 EV +/- 3 EV +/- 2 EV
flash
����� � �������
Corpo in lega di magnesio No No Sì Sì
Guarnizioni No No Sì Sì
LCD superiore No No Sì Sì
Ghiere di controllo 1 ghiera + selettore 4 1 ghiera + selettore 4 2 ghiere + joystrick 2 ghiere + joystrick
direzioni direzioni
Modalità custom sulla ghiera No No 3 (C1,C2,C3) 2 (C1,C2)
superiore
Pulsante per Quick control Dedicato pulsante SET Dedicato joystick
Funzioni pulsante SET Formato di registrazione, Quick control, Quick control, Quick control,
compensazione formato di registrazione, formato di registrazione, formato di registrazione,
dell’esposizione flash, compensazione picture style, picture style,
accensione del monitor, dell’esposizione flash, visualizzazione dei visualizzazione dei
visualizzazione dei accensione del monitor, menù, riproduzione menù, riproduzione
menù, visualizzazione dei menù
sensibilità ISO
22
Livella elettronica No No Sì No
����������
Tempo di otturazione minimo 1/4000s 1/4000s 1/8000s 1/8000s
Durata otturatore (non dichiarata) (non dichiarata) 150.000 scatti 100.000 scatti
Funzioni pulsante SET Formato di registrazione, Quick control, Quick control, Quick control,
compensazione formato di registrazione, formato di registrazione, formato di registrazione,
dell’esposizione flash, compensazione picture style, picture style,
accensione del monitor, dell’esposizione flash, visualizzazione dei visualizzazione dei
visualizzazione dei accensione del monitor, menù, riproduzione menù, riproduzione
Segue Le differenze fra le Eos 550D, 500D, 7D e 50D
menù,
sensibilità ISO
visualizzazione dei menù

����� ���� ����� ���� ����� �� ����� ���


������� � ����������
Livella elettronica No No Sì No
Mpixel usati
���������� 18 Mpixel 15,1 Mpixel 18 Mpixel 15,1 Mpixel
Processore
Tempo di otturazione minimo Digic
1/4000s4 Digic 4
1/4000s 21/8000s
Digic 4 Digic 4
1/8000s
�����
Durata �otturatore
����� (non dichiarata) (non dichiarata) 150.000 scatti 100.000 scatti
Modalità
������ video Sì Sì Sì No
Formati
Mirino video Full HD 1920 � 1080
Pentamirror Full HD 1920 � 1080
Pentamirror Full HD 1920 � 1080
Pentaprisma Pentaprisma
Ingrandimento mirino (24,
0,87 25,
x 30) (20)
0,87 HD
x 1280 � 720 (30) (24,
0,95 25,
x 30) 0,95 x
HD 1280 � 720 (50, 60) SD 640 � 480 (30) HD 1280 � 720 (50, 60)
Copertura mirino 95% 95% 100% 95%
SD 640 � 480 (50, 60) SD 640 � 480 (50, 60)
Schermi di messa a fuoco No No No Sì
Video Crop Crop SD 640 � 480 (50, No No
intercambiabili
60)
Illuminazione dei punti AF nel Non disabilitabile Non disabilitabile Disabilitabile Disabilitabile
Esposizione manuale Sì No Sì
mirino
Presa
�������per microfono esterno Sì No Sì
�����������
Monitor 3 pollici con 1.040.000 3 pollici con 920.000 3 pollici con 920.000 3 pollici con 920.000
Sensibilità base 100
punti- 6400 100-3200
punti 100
punti- 6400 100-3200
punti
Sensibilità
Aspetto ISO estesa 100-12800
3:2 ISO 100-12800
4:3 ISO 100-12800
4:3 100-12800
4:3
Sensibilità
Regolazione automatica
automaticaindella
esposizioni 100
No – 3200 ISO 100-1600
No ISO 100
Sì – 3200 ISO 100-1600
No ISO
semplificate
luminosità del monitor
massima sensibilità
Spegnimento automatica
automatico (in
del monitor impostabile
Sì da 400 a fissa
Sì a 1600 fissa
No a 3200 fissa
No a 1600
zona creativa)
(sensori viso) 6400
ISO in Hilight Tone Priority
��������� 200-6400 200-3200 200-6400 200-3200
Regolazione
Punti AF della sensibilità Passi
9 (solodacentrale
1 EV a croce) Passi
9 (solodacentrale
1 EV a croce) Passi da 1 o 1/3 EV
19 a croce Passi da 1 o 1/3 EV
9 a croce
������� � �������
Taratura della messa a fuoco No No Sì Sì
Memoria
Area AF spot SD,
No SDHC, SDXC SD,
No SDHC CF
Sì CF
No
Formati Jpegarea AF
Espansione 5184x3456
No 4752x3168
No 5184x3456
Sì 4752x3168
No
3456x2304 3456x2304 3456x2304 3456x2304
Pulsante per AF-Off in AI Servo No No Sì No
2592x1728 2352x1568 2592x1728 2352x1568
Formati Raw 5184x3456 4752x3168 5184x3456 4752x3168
�����
3456x2304 3456x2304
Comando flash esterni Slitta Slitta Slitta, contatto PC Slitta, contatto PC
2592x1728 2352x1568
Sincro flash in Av Auto, 1/200-1/60, 1/200 Auto, 1/200-1/60, 1/200 Auto, 1/250-1/60, 1/250 Auto, 1/250-1/60, 1/250
Registrazione simultanea Raw + Solo Jpeg Large Fine Solo Jpeg Large Fine Qualsiasi formato Jpeg Qualsiasi formato Jpeg
(fisso) (fisso) (fisso) (fisso)
Jpeg
Controllo avanzato flash in wireless No Sì
�����������
Flash interno NG 13 NG 13 NG 12 NG 13
Raffica Scatti Jpeg Scatti Jpeg illimitati (11 78 scatti Jpeg (17 Raw) a 120 scatti Jpeg (17 Raw)
Copertura angolare flash interno Per obiettivi
illimitati 17 mm
(6 Raw) a 3,67 Per obiettivi
Raw) 17 mm
a 3,35 f/s Per f/s
8,0 obiettivi 15 mm aPer obiettivi
6,24 f/s 17 mm
������������� f/s
Bilanciamento
Modalità del biancosemplificate
di esposizione in K No Auto, Creative
Full No Auto, Creative Auto,
Full da 2500
Full Autoa ,10000 in passi
Creative Auto da 2500
Full Auto,a 10000
Creativein passi
Auto,
Auto, ritratto, azione, ritratto, azione, di 100 K di 100 K.
ritratto, azione,
Creazione / selezione cartelle No
paesaggio, ritratto No
paesaggio, ritratto Sì Sì
paesaggio, ritratto
Impostazione dati di copyright Dalla fotocamera
notturno, macro, senza Da Eos Utility
notturno, macro, senza Dalla fotocamera Da Eos Utility
notturno, macro, senza
���� ���� flash. flash. flash.
Modalità diinesposizione
Autoscatto in live view
modo continuo Tutte
Sì solo P, Av,Tv,M, A-dep
Sì Tutte
No solo P, Av,Tv,M, A-dep
No
Live View: sull’esposizione
Bracketing modalità silent 2NoEV 2NoEV 3SìEV 2SìEV
Selezione
Ordine della
degli modalità
scatti AF e del
in bracketing Sì
Fisso Sì
Fisso No
Personalizzabile No
Personalizzabile
punto di messa a fuoco in Live
�����������
View, senza uscire da Live View
Esposimetro 63 zone 35 zone 63 zone 35 zone
Live View:
Focus Colorregolazione
Luminancemonitor
metering Simulazione esposizione
Sì Simulazione esposizione
No Luminosità automatica,
Sì Luminosità automatica,
No
system (iFCL) simulazione esposizione simulazione esposizione
Sensibilità esposimetro
Dimensioni area semispotin Live View EV 0-20
9% EV 0-20
9% EV %
9,4 1-20 EV 0-20
9%
�����
Dimensioni area spot 4% 4% 2,3% 3,8 %
Sezioni menu manuale
Compensazione 9 5 EV
+/- 8 2 EV
+/- 11 5 EV
+/- 9 2 EV
+/-
Interfaccia grafica
Compensazione per la esposizione
manuale No 2 EV
+/- No 2 EV
+/- Sì 3 EV
+/- No 2 EV
+/-
personalizzazione dei controlli
flash
Slide Show
����� � ������� Regolabile a 1, 2, 3, 5, Regolabile a 1, 2, 3, 5 s Regolabile a 1, 2, 3, 5 s Regolabile a 1, 2, 3, 5 s
Corpo in lega di magnesio 10, 20 s
No No Sì Sì
Funzioni custom
Guarnizioni 12 (36 impostazioni)
No 13 (39 impostazioni)
No 27
Sì 25

Uscitasuperiore
LCD video HDMI HDMI CEC compatibile
No HDMI
No HDMI
Sì HDMI

Controllo a distanza via cavo
Ghiere di controllo 1RS-60E3
ghiera + selettore 4 1RS-60E3
ghiera + selettore 4 2RS-80N3
ghiere + joystrick 2RS-80N3
ghiere + joystrick
opzionale direzioni direzioni
Scatto remoto
Modalità customIR sulla
opzionale
ghiera RC-6, RC-1, RC-5
No RC-6, RC-1, RC-5
No 3RC-6, RC-1, RC-5
(C1,C2,C3) 2No(C1,C2)
Collegamento wireless opzionale
superiore No No WFT-E5A WFT-E3/E3A
Alimentazione
Pulsante per Quick control LP-E8 (7,2 V 1120mAh)
Dedicato LP-E5 (7,4
pulsante V 1080
SET LP-E6 (7,2V 1800 mAh)
Dedicato BP-511 A (7,4V
joystick
Funzioni pulsante SET mAh), control,
Formato di registrazione, Quick Quick control, 1390mAh)
Quick control,
Battery Grip opzionale BG-E8
compensazione BG-E5 di registrazione,
formato BG-E7 di registrazione,
formato BG-E2Ndi registrazione,
formato
Dimensioni 128.8 x� 97.3 x
� 62
dell’esposizione flash, 97,5x128,8x61,9 mm
compensazione 110,7 xstyle,
picture 148,2 x 73,5 107,8x145,5x73,5
picture style, mm
accensione del monitor, dell’esposizione flash, mm
visualizzazione dei visualizzazione dei
Peso (senza batteria e scheda di 475 g
visualizzazione dei 480 g
accensione del monitor, 820 g riproduzione
menù, 730 g riproduzione
menù,
memoria) menù, visualizzazione dei menù
sensibilità ISO
23
Livella elettronica No No Sì No
����������
Tempo di otturazione minimo 1/4000s 1/4000s 1/8000s 1/8000s
Durata otturatore (non dichiarata) (non dichiarata) 150.000 scatti 100.000 scatti
Il disegno mostra le 63 aree di misurazione Il sensore è dotato di microlenti gapless poste ad una distanza minore rispetto a quelle del prece-
dell’esposimetro. dente modello Eos 500D.

ciò sarebbe superfluo (quando cioè sia esposi- della sensibilità con la possibilità di impostare La Eos 550D dispone inoltre di una regolazione
zione che AF vengono controllati dal sensore il massimo valore ammesso, da 400 a 6400 fine che consente di applicare leggere corre-
immagine). ISO. zioni in +/- 9 passi, sia nella coppia di colori
Sempre in Live View è possibile visualizzare a Nelle modalità di esposizione semplificata la blu-ambra che magenta-verde, per un totale di
monitor due diverse griglie di ausilio alla com- regolazione è sempre automatica, ed in questo 360 combinazioni.
posizione, una con 9 ed una con 24 riquadri; è caso è limitata a 3200 ISO. E’ presente anche il bracketing sul bilancia-
anchepossibileimpostareunatemporizzazione mento del bianco, che consente 3 scatti con
per lo spegnimento dell’esposimetro (4, 16, 30 La pulizia del sensore variazione cromatica d’intensità regolabile (in
secondi, 1, 10 o 30 minuti). Il controllo del- La Eos 550D dispone del sistema per la rimo- 3 passi) o nella gamma blu-ambra o in quella
l’inquadratura è possibile anche su un monitor zione della polvere del sensore basato sulla magenta-verde.
esterno HDMI, o su un PC connesso tramite vibrazione ad ultrasuoni dal filtro passa-basso
la porta USB. anti-aliasing. Correzione della vignettatura
E’ bene infine sapere che la modalità Live E’possibile comandare manualmente un ciclo La fotocamera riconosce l’obiettivo montato
View può procurare un sensibile aumento della di pulizia, oppure fare in modo che l’operazione sulla fotocamera e, se dispone dei dati relativi
temperatura della fotocamera, con un conse- avvenga automaticamente allo spegnimento e alla sua vignettatura, applica le opportune
guente aumento del rumore nelle immagini; è all’accensione della fotocamera; in quest’ulti- compensazioni.
presente pertanto una segnalazione di allarme, mo caso però si interrompe alla pressione del Si tratta di una soluzione estremamente inte-
ed addirittura uno spegnimento automatico di pulsante di scatto, in modo da non rallentare ressante, in quanto è in grado si sopprimere in
protezione. l’accensione della fotocamera. modo egregio il difetto, molto meglio di quello
La fotocamera consente anche il sollevamento che è possibile fare dopo la registrazione del-
Sensore e risoluzione dello specchio e l’apertura dell’otturatore per l’immagine con un software che non conosce
Il sensore della Eos 550D è un CMOS da la pulizia manuale del sensore. i dati di funzionamento dell’obiettivo.
22,3mm di base e 14,9mm di altezza, dotato A questeoperazionicherimuovonofisicamente La vignettatura infatti varia sia con la focale
di 18 Mpixel effettivamente utilizzati (su 18,7 lo sporco, si aggiunge un’utile soluzione sof- di lavoro, che con la distanza di messa a
Mpixel), con 4 canali di lettura. La risoluzione tware; è possibile registrare un’immagine fuoco; inoltre la caduta di luce può avere un
massima è di 5184x3456 pixel con un formato opportunamente sfuocata, tramite la quale il andamento irregolare sul campo, non sempre
Raw con compressione senza perdita d’infor- programma Digital Photo Professional è in prevedibile.
mazione a 14 bit per canale, e 2 formati con grado di identificare la posizione di eventuali Ovviamente i dati dell’obiettivo devono essere
compressione Jpeg; vi sono poi altre 2 risolu- granelli di polvere che oscurino il sensore; presenti sulla fotocamera, che dispone a questo
zioni più basse, 3456x2304 e 2592x1728, per l’informazione può venire inclusa in tutte le proposito di una serie di pre-set, che possono
applicazioni con minori requisiti di qualità, immagini successivamente scattate, senza essere anche modificati tramite il programma
disponibili solo in formato Jpeg. che ne risulti un avvertibile incremento delle Eos Utility, utilizzando i dati forniti dalla stessa
E’ possibile registrare contemporaneamente dimensioni dei file. Il programma a questo Canon per i suoi obiettivi, anche in combina-
un’immagine Raw ed una Jpeg (solo Large punto è in grado di escludere dall’elaborazio- zione con i moltiplicatori di focale EF1,4X-II
Fine). ne i pixel coperti, creando per loro un segnale e EF 2X-II.
Il rapporto base/altezza è 3:2, e coincide con interpolato dai pixel circostanti. Per le immagini Raw la correzione della
quello del formato 35mm. vignettatura non avviene sulla fotocamera,
Il bilanciamento del bianco ma è demandata al programma Digital Photo
Processore La regolazione del bilanciamento del bianco Professional nella fase di “sviluppo”.
Il processore è il Digic 4, lo stesso utilizzato può avvenire manualmente, utilizzando un
sulla Eos 500D. precedente scatto effettuato su una superficie Regolazioni e spazio colore
di colore neutro (possibilmente grigio), oppure Sono disponibili sia lo spazio colore sRGB che
Sensibilità in modo automatico utilizzando i dati acquisiti il più esteso AdobeRGB, e 5 pre-set, denomina-
Il sensore ha una sensibilità equivalente di dal sensore dell’immagine, o infine utilizzan- ti Picture Style o Stili Foto (standard, ritratto,
100 ISO, che nelle modalità P, Tv, Av, M e do una serie di pre-set: per luce diurna, per le panorama, neutro, immagine fedele), con
A-Dep può venire aumentata manualmente ombre, per cielo nuvoloso, per luce flash, per diverse impostazioni di sharpening, contrasto,
fino a 6400 ISO, a passi di 1 EV. E’ possibile lampade ad incandescenza o per lampade fluo- saturazione e tonalità del colore, che possono
abilitare anche la sensibilità H, che corrisponde rescenti. Non è invece possibile l’impostazione ancheesserepersonalizzaticonunaregolazione
a circa 12800 ISO. di un preciso valore in gradi Kelvin, come sulla in 8 passi per lo sharpening ed in 9 per le altre
E’stata introdotta una regolazione automatica Eos 7D. impostazioni.

24
Inoltre sono presenti ben 3 impostazioni perso- inoltre presente il pulsante per il controllo della
nalizzate (Utente 1,2,3) che possono anch’esse profondità di campo.
essere regolate in modo completo.
Canon mette a disposizione sul suo sito dei Mirino
Picture Style scaricabili nella macchina, oppure Il mirino a specchi (pentamirror) è identico
se ne può creare di propri tramite il programma a quello della Eos 500D, con ingrandimento
Picture Style editor. 0,87x, ed una copertura del 95%; dispone di
E’ possibile infine registrare le immagini in correzione diottrica (da -3 a +1 diottrie).
bianconero (con controllo del contrasto in 9 Lo schermo di messa a fuoco non è intercam-
passi e dello sharpening in 8 passi), anche biabile.
simulando i filtri colorati (giallo, arancio,
rosso e verde, oltre ai viraggi seppia, blu, viola Quick Control
o verde). Il Quick Control è una soluzione estremamente
pratica che consente di impostare i parametri di
Ottimizzazione automatica ripresa senza entrare nei menù.
di luminosità e contrasto Premendo il pulsante dedicato “Q”, e non
Questa funzione è in grado, dopo lo scatto, di più il pulsante “SET” come sulla Eos 500D,
modificare la curva di trasferimento (ovvero la è possibile navigare nella schermata delle Il ponte di comando della 550D ha subito
curva sensitometrica) in modo da schiarire le impostazioni di ripresa tramite il selettore solo lievi modifiche estetiche rispetto al
aree troppo scure dell’immagine ed aumentare multi-direzionale, apportando rapidamente le passato.
il contrasto, qualora esso risulti troppo basso. modifiche necessarie.
Sono possibili 3 livelli di intensità. Si può controllare il tempo, il diaframma, la
Questo intervento avviene sui dati a 14 bit per sensibilità, la compensazione dell’esposizione, ticamente quando si accosta il viso all’oculare
canale, e quindi è molto più preciso di quello il bracketing, la compensazione dell’esposi- del mirino; questa funzione è comandata
eseguibile a posteriori in Photoshop su un’im- zione flash, i Picture style, il bilanciamento tramite un sistema di fotocellule poste appena
magine Jpeg a 8 bit per canale. del bianco, il tipo di lettura esposimetrica, il sotto il mirino.
Questa funzione ovviamente non è applicabile formato di registrazione, la modalità AF ed il E’ presente un sensore di orientamento della
alle immagini Raw, che contengono tutta l’in- tipo di scatto. fotocamera, e le immagini possono essere ruo-
formazione a 14 bit. La visualizzazione delle informazioni di ripresa tate automaticamente sia nella proiezione su un
è personalizzabile in quattro combinazioni di monitor esterno, sia (se lo si desidera) su quello
Priorità alle tonalità chiare (Hi-key) colori. della fotocamera (ma solo in riproduzione e non
Con questa funzione, abilitabile con la C.Fn 6 in anteprima).
per le sensibilità da 200 a 6400 ISO, si ha un Monitor
appiattimento della curva sensitometrica sulle Il display da 3 pollici ha una risoluzione di ben La messa a fuoco
alte luci, con un incremento della latitudine di 1.040.000 di punti, con un angolo di visione La messa a fuoco avviene sul piano focale con
posa di circa 1 EV. In questo modo, con sog- di 160° ed aspetto 3:2, il classico formato un sensore CMOS dedicato, che può operare tra
getti che presentino contrasti molto evidenti, fotografico; ha un rivestimento antiriflesso -0.5 EV e 18 EV(100 ISO); il sistema dispone
è possibile evitare la “bruciatura” delle zone particolarmente resistente alle macchie e allo di 9 punti di messa a fuoco a riconoscimento
più luminose. sporco. di fase, selezionabili manualmente o in auto-
Gli effetti negativi sono un aumento del rumo- E’ possibile regolarne la luminosità in 7 passi, matico.
re nelle ombre ed una riduzione del contrasto aiutandosi anche con una scala con 9 gradazioni Il punto centrale è a croce, in grado quindi di
nelle alte luci. di grigio. Si può abilitare un’anteprima dopo lo riconoscere sia soggetti a linee verticali che
scatto, regolandola a 2, 4, 8 secondi o fissa, ma orizzontali, ed è in grado di sfruttare a pieno
Copyright e controllo dell’autenticità non è possibile l’ingrandimento dell’immagine, la luminosità anche di ottiche f/2.8; gli altri
dell’immagine che è invece disponibile in riproduzione: sono punti invece sono sensibili ad un solo orien-
E’ stata introdotta la possibilità di caricare infatti previsti due distinti pulsanti per l’ingran- tamento dei dettagli, due a quelli verticali e
direttamente dalla fotocamera i dati di copyri- dimento (fino a 10x in 15 passi) e la riduzione, 6 a quelli orizzontali, e sfruttano le aperture
ght, che vengono inclusi in ogni immagine, ed è possibile muoversi nell’immagine tramite fino a f/5,6.
nell’intestazione dei file Exif. il controllo multi-direzionale ed un navigatore I punti attivi appaiono illuminati nel mirino
La Eos 550D inoltre, come i modelli Canon simile a quello di Photoshop. (l’illuminazione non è disabilitabile).
professionali, è in grado di registrare con Diverse le visualizzazioni in anteprima: solo Il sistema di messa a fuoco dispone di tutte le
l’immagine anche i dati che consentono di l’immagine, l’immagine più i dati relativi alla classiche modalità AF: quella a scatto singolo
verificare la sua autenticità, ovvero che non qualità di registrazione, le informazioni sullo (One Shot) e quella continua (AI Servo), oltre
sia stata manipolata dopo lo scatto; la verifica scatto e l’istogramma delle luminosità, o RGB, a quella per l’inseguimento del soggetto (AI
avviene tramite l’Original Data Security Kit con l’evidenziazione delle aree sovra-esposte Focus).
OSK-E3. tramite lampeggio; la scelta avviene diretta- Come sulla Eos 500D è presente una luce
mente durante la visualizzazione premendo il ausiliaria per l’autofocus (disabilitabile),
Gli obiettivi pulsante DISP. fornita dal flash, con una portata di 4 metri.
La Eos 550D è compatibile sia con i normali In play è anche possibile visualizzare un indice Se però si utilizza un flash esterno la portata
obiettivi Canon EF utilizzati sulle reflex a a 4 o 9 immagini simultanee, oppure muover- aumenta proporzionalmente al numero guida
pieno formato, sia con gli EF-S, dotati di si velocemente tra le immagini presenti sulla di tale unità.
copertura limitata, specifici per le reflex fotocamera grazie alla ghiera superiore; essa Tramite le funzioni di personalizzazione è
digitali dotate di sensore più piccolo del for- consente di spostarsi di 1, 10 o di 100 immagini possibile abilitare al Focus Lock (blocco della
mato 24x36mm, con fattore moltiplicativo alla volta, o di tutte quelle eseguite un certo messa a fuoco) il pulsante normalmente utiliz-
della focale 1,6x. giorno, oppure di passare al successivo filmato zato per l’AE Lock (blocco dell’esposizione).
Sulla Eos 550D il diaframma è impostabile o alla successiva immagine fissa. Non è prevista una micro regolazione della
manualmente a passi di 1/3 EV, o di 1/2 EV; è Il monitor della Eos 550D si spegne automa- messa a fuoco, come sulla Eos 7D.

25
La misurazione esposimetrica Esposizione semplificata incrementate,cosicché,datelemaggioridimen-
La Eos 550D incorpora lo stesso sistema espo- Sono presenti varie modalità di esposizio- sioni delle immagini, abbiamo una lunghezza
simetrico della Eos 7D, nettamente migliore di ne che consentono un agevole uso della della raffica in Raw inferiore a quella disponi-
quello della Eos 500D. fotocamera anche ad utenti poco esperti di bile sulla Eos 500D, solo 6 fotogrammi.
Ora la lettura esposimetrica valutativa avviene fotografia: una completamente automatica, Il numero di scatti in Jpeg invece è molto
su 63 aree, invece che su 35, ma la novità più il modo ritratto (che consente di sfuocare lo influenzato dalla velocità della scheda di
importante è che l’esposimetro valuta anche il sfondo utilizzando un diaframma aperto), memoria; con una classe 4 (60x) abbiamo
colore del soggetto tramite il sistema Focus il modo azione (con tempi di otturazione potuto eseguire 29 immagini prima di notare un
Color Luminance (iFCL); questo consente di rapidi), il modo paesaggio (che consente rallentamento, mentre con una classe 6 (133x)
riconoscereconunaprecisionemoltomaggiore di avere a fuoco anche i soggetti lontani il numero di immagini è limitato unicamente
le aree importanti per valutare l’esposizione, ad utilizzando un diaframma chiuso), il modo dalle dimensioni della scheda.
esempio escludendo il cielo od un paesaggio ritratto notturno (che consente di rendere
innevato. un soggetto in primo piano su uno sfondo Flash
La lettura può anche essere semi-spot sul 9% notturno, tramite l’utilizzo del flash in slow Il sollevamento del flash interno è automatico
dell’area totale, spot sul 4% oppure media con sinc), la modalità macro ed una che esclude nelle modalità di esposizione semplificate,
prevalenza al centro. l’uso del flash. mentre deve essere comandato dal fotografo
Tramite le funzioni di personalizzazione è In queste modalità di ripresa la sensibilità varia in quelle avanzate.
possibile associare la memorizzazione del- automaticamente tra 100 e 3200 ISO. Il flash è in grado di coprire il campo di un
l’esposizione sia alla pressione parziale del 17mm con un numero guida 13 (ISO 100). E’
pulsante di scatto, che al pulsante * AE-Lock. Creative Auto possibile la sincronizzazione sia sulla prima
L’esposimetro può lavorare tra EV 1 e 20 (con Abbiamo poi la modalità Creative Auto; essa che sulla seconda tendina ed è disponibile la
50mm f/1.4, ISO 100). consente di intervenire sui principali parametri compensazione manuale dell’esposizione flash,
E’ possibile una compensazione manuale di esposizione in modo molto intuitivo. con una variazione massima di +/-2 EV, a passi
dell’esposizione di +/- 5 EV in passi da 1/3 Se il nostro obiettivo è controllare la profon- da 1/3 o 1/2 EV.
o 1/2 EV. dità di campo, invece di aprire o chiudere L’FE Lock permette di predefinire l’esposizio-
il diaframma, possiamo più semplicemente ne anche in luce flash; mentre non è possibile
Otturatore “dire” alla fotocamera che vogliamo lo sfon- il bracketing con il flash interno.
L’otturatore a tendina con scorrimento verticale do più o meno sfuocato rispetto al soggetto La Eos 550D supporta la modalità E-TTL II
consente tempi da 30 secondi a 1/4000 s, con principale. che consente di eseguire un’esposizione flash
la possibilità della posa B. Canon non fornisce Se poi vogliamo sotto-esporre, invece di agire valutativa o media, e può utilizzare flash ester-
per questa fotocamera dei dati di resistenza del- sulla compensazione manuale dell’esposizio- ni, collegabili tramite la slitta posta al di sopra
l’otturatore, come invece fa per la Eos 7D. ne, ad esempio di -2/3 EV, possiamo sempli- del mirino.
L’autoscatto consente un ritardo di 10 secondi cemente “dire” alla fotocamera che vogliamo E’presente una sorgente di luce continua gialla
o 2 secondi. Abbiamo poi la possibilità di l’immagine un po’ più scura. per l’eliminazione dell’effetto occhi rossi.
uno scatto continuo con un ritardo di 10 Gli altri parametri sui quali è possibile inter- Collegando un flash esterno, è possibile impo-
secondi per un numero prefissato di scatti, venire in Creative Auto, ovvero flash, formato stare dalla fotocamera le relative funzioni di
da 2 a 10; ciò consente di eseguire più auto- di registrazione, modalità di scatto (continua, personalizzazione.
scatti di gruppo, aumentando la probabilità autoscatto), Picture style, sono invece control- Si può impostare il tempo di sincronizzazione
di ottenere espressioni soddisfacenti di tutti lati in modo tradizionale. del flash in Av: oltre alle modalità automatica
i soggetti. Per ridurre le vibrazioni sui tempi di e 1/200s, è presente anche la modalità “1/200
posa prolungati è possibile (tramite la funzione Modo continuo - 1/60 auto”, che consente di prolungare fino a
custom 8) il blocco dello specchio; in questa La velocità di raffica è leggermente aumentata 1/60s il tempo di sincro per aumentare la leggi-
modalità, alla prima pressione del pulsante di rispetto a quella della Eos 500D, passando da bilità delle zone non illuminate dal flash.
scatto si ha il sollevamento dello specchio, alla 3,4 a 3,69 f/s. Non è invece possibile il controllo avanzato in
seconda l’effettiva otturazione. Le dimensioni del buffer tuttavia non sono state wireless dei flash remoti, come sulla Eos 7D.
Il tempo di sincro flash è di 1/200s.
E’ possibile il controllo a distanza dello scatto
sia via cavo (Remote Switch RS-60E3) che Il test della Canon Eos 550D è stato effettuato
via infrarossi (Remote Controller RC-6, RC-5 con una scheda SDHC Lexar 133x
o RC-1).
Le card SDHC Lexar Professional 133x
Esposizione avanzata sono state scelte in quanto garantiscono
Sono presenti tutte le classiche modalità di una velocità minima di lettura/scrittura
esposizione, program flessibile, priorità sui dati di 20 MB al secondo; lo speed-rate
tempi, sui diaframmi e manuale; è anche comunicato da Lexar è sempre relativo
presente la priorità sulla profondità di campo, al minimo di prestazione fornita dalla
assente sulla Eos 7D. card. Questo significa che le 133x di
La variazione dei tempi e dei diaframmi è Lexar lavorano sempre almeno a 20
impostabile a passi di 1/2 stop o di 1/3 stop.
E’ possibile variare l’esposizione scelta dalla
MB al secondo in modo da utilizzare
fotocamera introducendo una correzione fino appieno i processori delle fotocamere
a +/-5 EV in passi di 1/2 o1/3 EV. e riducendo i tempi di download.
Il bracketing consente di eseguire 3 scatti con Le Memory Card SDHC Lexar si basa-
variazione dell’esposizione fino a 2 EV, a no sulle specifiche tecniche 2.0 richie-
passi di 1/3 o 1/2 EV; l’ordine degli scatti non ste dalla Secure Digital Association che
è programmabile. utilizzano il file system FAT32.

26
Memorizzazione destra.Abbiamopoiunmulti-selettoreaquattro da 7,2V dotata di una capacità di 1120 mAh,
Le immagini vengono registrate su schede SD direzioni, con un pulsante centrale (SET). Ai leggermente superiore a quella della LP-E5
o SDHC; la fotocamera è compatibile anche pulsanti di destra e sinistra è assegnata rispet- utilizzata sulla Eos 500D.
con le nuove SDXC (Secure Digital eXtended tivamente la selezione del modo AF e della Quando vi è la necessità di una grande auto-
Capacity) di capacità superiore a 32 GB. modalità di scatto; a quelli in alto ed in basso nomia è possibile utilizzare il battery grip
E’ possibile scattare anche senza la scheda di il bilanciamento del bianco e la scelta dello stile opzionale BG-E8, che consente di montare
memoria, registrando le immagini direttamen- di registrazione. Rispetto alla Eos 500D abbia- due batterie LP-E8, o 6 batterie a stilo AA,
te su PC. Se si apre lo sportello della scheda mo ora un pulsante dedicato Q per il già citato alcaline o ricaricabili NiMH (utilizzando due
di memoria durante la registrazione delle Quick Control, che rende molto intuitivo l’uso diversi porta-batterie). Il battery grip dispone
immagini, appare a monitor una segnalazione della fotocamera, anche in assenza di numerosi anche della duplicazione dei comandi per l’uso
di allarme. Canon garantisce la compatibilità tasti dedicati. Molto pratico e ben in evidenza della fotocamera in verticale.
con le schede Eye-Fi, che consentono un il pulsante per il Live View. Si può collegare la fotocamera alla rete elettrica
collegamento wireless della fotocamera per il Il pulsante SET infine è programmabile da tramite il kit ACK-E8, che contiene un alimen-
salvataggio automatico delle immagini su PC. menù, e può richiamare il formato di registra- tatore ed un adattatore (DR-E8) da inserire nel
Non è possibile creare e selezionare speci- zione, la compensazione dell’esposizione flash, vano batteria. E’ anche disponibile un carica-
fiche cartelle per la memorizzazione delle l’accensione del monitor, la visualizzazione dei batterie collegabile alla batteria dell’auto,
immagini. menù, oppure la sensibilità ISO. compatibile sia con i 12 V che i 24 V.
L’auto-spegnimento della fotocamera può
Riduzione del rumore Stampa essere disabilitato o impostato a 30 secondi,
E’ presente la classica riduzione del rumore La fotocamera è compatibile con lo standard oppure a 1, 2, 4, 8, 15 minuti.
sulle pose di un secondo o maggiori; in questo PictBridge, per la stampa diretta delle immagini
caso vengono eseguite due esposizioni della su una stampante compatibile. Varie
stessa durata, una standard ed una in assenza È possibile registrare i comandi in formato Le segnalazioni acustiche possono essere
d’immagine per registrare il rumore prodotto DPOF 1.1 per la stampa diretta delle fotogra- disattivate ed il formato della data è perso-
dal sensore; la differenza tra le due, ovvero fie da stampanti capaci di leggere le schede di nalizzabile.
l’immagine priva di rumore, viene poi salvata memoria della fotocamera. Le dimensioni del corpo macchina, secondo
in memoria. E’possibile disattivare questa fun- l’abituale metodologia di misura utilizzata
zione, o farla intervenire in modo automatico I menù da Canon, sono 128,8mm (L) x 97,3mm (A)
in presenza di un segnale con il disturbo tipico Il menù, a 9 schermate senza scroll, è di facile x 62mm (P); differiscono leggermente da
delle lunghe esposizioni. Non conviene utiliz- consultazione grazie all’intelligente uso dei quelle calcolate secondo lo standard CIPA, un
zarla con le sensibilità più elevate. colori, che identificano quattro diverse aree po’ più rigido nella definizione delle parti che
Per queste è preferibile il filtraggio del rumo- di impiego (ripresa, riproduzione, set-up, my possono essere definite “protrusioni”: 128.8 ×
re, che comporta però una perdita di dettaglio menù); ben 25 le lingue, tra cui l’italiano. 97.5 × 75.3
perché i particolari più fini potrebbero essere Nella sezione “My menù” è possibile inserire Il peso è 530 grammi (calcolato secondo lo
visti dal filtro come rumore. i comandi di uso più frequente. standard CIPA che include batteria e scheda
Questo filtro va dunque attivato con attenzione, di memoria); 475 grammi il peso della sola
ma ancor meglio è utilizzare il formato Raw, Personalizzazione fotocamera.
rimandando il filtraggio alla fase di post-pro- Il funzionamento della fotocamera può essere La Eos 550D può essere collegata al computer
duzione. personalizzato tramite 13 funzioni Custom con tramite una porta USB 2.0 ad alta velocità.
Sono presenti tre livelli di intensità del filtro, 39 impostazioni; sono facili da usare grazie alla E’ possibile eseguire una proiezione tempo-
in modo da poter scegliere quello più adatto; presenza di chiari testi esplicativi. rizzata delle immagini contenute in memoria,
l’impostazione massima può procurare un E’ prevista la possibilità di cancellare tutte selezionandole per data, per cartella, filmati o
ritardo nello scatto continuo. le impostazioni della fotocamera in modo da fotografie, con un intervallo regolabile a 1, 2,
tornare alle condizioni iniziali di fabbrica, evi- 3, 5 secondi.
I comandi tandocosìchecomandiinseritiaccidentalmente
I comandi della Eos 550D assomigliano molto possano compromettere la ripresa. Software
a quelli della Eos 500D. Per il controllo dei Con la fotocamera è fornito il programma
parametri di esposizione è presente un’unica Alimentazione Digital Photo Professional 3.8, ottimo per la
ghiera, comandabile con l’indice della mano La fotocamera utilizza una batteria LP-E8 gestione dei file Raw, con alcuni pratici con-
trolli per regolare il bilanciamento del bianco e
la luminosità e per impostare lo spazio colore;
Funzioni Custom permette anche la rotazione delle immagini.
Il software Picture Style Editor consente invece
1 - Incremento livelli di esposizione (1/2 - 1/3 EV) di definire in modo estremamente completo
2 - Espansione ISO elevati i parametri di sviluppo in Jpeg, che possono
3 - Tempo sincro in priorità di apertura (Auto, 1/200-1/60, fisso a 1/200) essere successivamente applicati ad una qual-
4 - Riduzione rumore pose lunghe (on off/ auto) siasi immagine Raw, ed anche importati sulla
fotocamera.
5 - Riduzione rumore ISO elevati (standard / bassa / elevata / off)
Eos Utility poi consente l’utilizzo in remoto
6 - Priorità tonalità chiare (on /off) del Live View e consente di caricare sulla foto-
7 - Luce ausiliaria AF (sì, no, solo con flash esterno, solo IR con flash esterno) camera i dati degli obiettivi per la correzione
8 - Blocco dello specchio (on / off) automatica della vignettatura.
9 - Impostazioni del pulsante di scatto e AE Lock Completano il pacchetto Zoom Browser EX per
10 - Funzione attiva sul pulsante SET Windows e ImageBrowser per Macintosh, che
11 - Monitor acceso all’accensione della fotocamera (si/ ultimo stato display) consentono il trasferimento e l’organizzazione
12 - Registra dati per verifica originalità dell’immagine (si/no) delle immagini, e PhotoStitch per la generazio-
ne di foto panoramiche.

27
Misure eseguite presso il

Canon EOS 550D Centro Studi


Progresso Fotografico

IL GIUDIZIO: AUTONOMIA
La risoluzione è pressoché identica a quella della 7D.
La raffica non è particolarmente rapida, tuttavia supe- Giudizio
riore a quella di molte altre fotocamere entry level;
utilizzando schede di memoria in classe 6 (133 X) è REC (senza monitor): 1171 scatti
possibile eseguire sequenze limitate solo dalle dimen-
sioni della scheda. Buona la rapidità di scrittura con un PLAY : 6 h 48 minuti
transfert rate di 18,16 MByte/s. L’autonomia è ottima
sia in ripresa che in riproduzione. CURVE SENSITOMETRICHE
Le curva “priorità tonalità chiare” (“200 Hi key”) è
fortemente appiattita; ciò consente di evitare la satura- Le curve sensitometriche mostrano come reagisce il sen-
zione nelle zone chiare dell’immagine. La sensibilità sore al variare della quantità di luce che lo raggiunge.
massima è leggermente superiore ai valori nominali. La quantità di luce è data dal prodotto dell' intensità (Lux)
Lo sharpening applicato direttamente dalla fotocamera per il tempo di esposizione (s).
è molto marcato. alle varie sensibilità ISO
immagine con contrasto 'normale'
Le immagini Raw convertite con il programma Digital
100 % Sensibilità
Photo Professional con le impostazioni standard pre-

Luminosità registrata
sentano un bassissimo rumore a 100 ISO che però 80 % 100 ISO
aumenta vistosamente alle sensibilità più elevate. Qui 200 ISO
occorre utilizzare un filtraggio per riportare il rapporto 60 %
400 ISO
segnale/disturbo al di sopra del valore 10. 40 %
800 ISO
20 %
1600 ISO
VELOCITÀ 3200 ISO
bassa Quantità di luce alta
Giudizio -4 -3 -2 -1 0
6400 ISO
log (Lux . s) H

Tempo di accensione: 0.42 s immagine al variare del contrasto impostato


con sensibilità 100 ISO
100 % Contrasto
Luminosità registrata

Ritardo nello scatto: 0.094 s impostato sulla


80 %
fotocamera
Durata registrazione Raw: 1,15 s 60 %
Transfer rate: 18,16 MB/s -4
con SDHC Lexar Prof. 133x 40 % -2

Raffica: scatti illimitati a 3.69 f/s 20 % normale


con formato Jpeg Large Fine +2
bassa Quantità di luce alta +4
FORMATI -3 -2 -1
log (Lux . s)
0 1
200 Hi key
Le dimensioni dei file in byte dipendono dalla compres-
sione usata e dal contenuto di dettagli del soggetto. SENSIBILITÀ ISO
Per i formati di uso più frequente abbiamo eseguito un
La sensibilità è misurata secondo la norma CIPA DC-004.
ritratto a mezzobusto su sfondo uniforme, un soggetto
Essa viene valutata tenendo conto dell'esposizione neces-
che consente un'elevata compressione.
saria a produrre un grigio medio corrispondente al 46,1%
Denominazione Pixel Byte Compr. del segnale massimo di registrazione (livello di saturazione).
Raw 5184x3456 21566 kB 3,7:1
Valore nominale Valore misurato
Jpeg Large Fine 5184x3456 4364 kB 12:1
100 110,6
Jpeg Large Normal 5184x3456 1912 kB 27:1
200 221
Jpeg Medium Fine 3456x2304 2261 kB 10:1 400 441,6
Jpeg Medium Normal 3456x2304 938 kB 25:1 800 912,3
Jpeg Small Fine 2592x1728 1156 kB 11:1 1600 1823,1
Jpeg Small Normal 2592x1728 619 kB 21:1 3200 3553,4
6400 7151,3
H 13997,4

28
Misure eseguite presso il
Canon EOS 550D Centro Studi
Progresso Fotografico

MTF - SHARPENING RISOLUZIONE


Il grafico mostra come all'aumentare dello sharpening au- La risoluzione è misurata con una mira a basso contrasto.
menti l'MTF. Per contro uno sharpening elevato può gene- Essa dipende dal numero di pixel del sensore e dalla
rare artefatti e rumore. Lo sharpening è definito in italia- nitidezza dell'obiettivo utilizzato.
no come maschera di contrasto o di nitidezza. con Canon EF 35mm f/1.4 L USM
160
Trasferimento di modulazione %

Impostazioni dello 140 centro


2500
Sharpening 120 bordo
2000
sulla fotocamera

Linee in verticale
100
bordo centro 1500
0 nessuno 80
f/1,4 1130 2080
60 f/2 1340 2150 1000
1 basso
40 f/2,8 1400 2250 800
3 normale 20 f/4 1580 2250 600
5 alto f/5,6 1730 2250
f/8 1730 2250 400
1000

1500

2000

f/1,4 f/2 f/2,8 f/4 f/5,6 f/8


200

400

600

800

Linee in verticale Diaframma

RUMORE: SEGNALE / DISTURBO LATITUDINE DI POSA


Il grafico mostra il rapporto tra il segnale e il rumore. Viene misurata la gamma di luminosità registrabili dalla
Quanto più alta è la colonna, tanto minore è il rumore fotocamera. Il limite per le alte luci è il livello a cui si ha il
presente nell'immagine. segnale di registrazione massimo. Il limite per le basse
luci è il livello a cui si ha segnale/disturbo = 10.
Formato Jpeg Formato Jpeg
con le impostazioni standard della fotocamera con le impostazioni standard della fotocamera
Rapporto segnale / disturbo

80 9
immagine 8
70
68,8 con basso 7,9 7,8
tolleranza
60 7
61,4 rumore 6
in alte luci
6,8 6,6
50
48,5 5 5,7
40 EV 5,3
4
30 33,7
30,3 3
4,3 grigio medio
3,5
20 23,2 immagine 2
16,2 tolleranza
10 12,6 con elevato 1
in basse luci
0 rumore 0
100 200 400 800 1600 3200 6400 H 100 200 400 800 1600 3200 6400 H
Sensibilità ISO Sensibilità ISO

Formato Raw Formato Raw


con le impostazioni standard del programma di conversione con le impostazioni standard del programma di conversione
Rapporto segnale / disturbo

80 immagine 9
81,3
70 con basso 8
7 7,9 7,8 tolleranza
60 rumore
6 6,9 in alte luci
50 54,8 6,5
5
40
40,5
EV
4
30 4,4
3 grigio medio
20 27,1 immagine 3,4
2 2,7
10 15,5 6,6
con elevato tolleranza
11,3 1 1,8
9,2 rumore in basse luci
0 0
100 200 400 800 1600 3200 6400 H 100 200 400 800 1600 3200 6400 H

Sensibilità ISO Sensibilità ISO


* Metodologia: i dati sono misurati sul grigio medio secondo la norma * Metodologia: Le misure sono effettuate secondo le norme ISO 15739 e
ISO 15739 con la fotocamera priva dell'obiettivo, acquisendo in media CIPA DC-004
600 immagini raw valutate a 48 bit.

29
LemisuredelCentroStudiProgressoFotografico
Pro e Contro

Pro
Risoluzione e sensibilità eccellenti

Pro e Contro
Ottimo esposimetro
La risoluzione consente di evitare la saturazione nelle zone Ottimo monitor
Il sensore da 18 Megapixel fa sì che la riso- chiare dell’immagine, anche se ovviamente Modalità video avanzata
luzione della Eos 550D sia sensibilmente si ha una forte riduzione del contrasto. Prezzo contenuto
migliore rispetto a quella della Eos 500D e Le altre curve mostrano il comportamento
pressoché identica a quella della Eos 7D. della fotocamera alle diverse impostazioni Contro
Si tratta di una risoluzione estremamente di contrasto: è possibile notare che il con- Corpo amatoriale
elevata specie perché ottenuta sul formato trasto è costante sia sulle luminosità medie Dispone di una sola ghiera di
ridotto APS-C; per essere efficacemente che sulle alte luci, quindi un aumento di controllo
sfruttata richiede però ottiche di alta qualità, contrasto provoca automaticamente anche Solo il punto AF centrale è a
e di prezzo sicuramente superiore a quello una riduzione della latitudine di posa, anche croce
della stessa fotocamera. piuttosto consistente.

La velocità La sensibilità ISO


La sensibilità massima è leggermente supe-
La velocità operativa è sufficientemente
buona, con una rapidità di scatto inferiore riore ai valori nominali ed arriva quasi al Prezzi
al decimo di secondo, 0,094 secondi, e con vertiginoso valore di 14.000 ISO. Canon Eos 550D € 780
un tempo di accensione nella norma: 0,42 Anche la sensibilità minima è superiore al Kit con 18-55mm IS: € 885
secondi. valore dichiarato: 110,6 ISO. Kit con 18-135mm IS: € 1.100
La raffica non è particolarmente rapida, 3,69 Kit con 18-55mm IS
fotogrammi al secondo, tuttavia superiore a MTF - Sharpening + 55-250nn IS:  € 1.150
quella di molte altre fotocamere entry level. Lo sharpening applicato direttamente dalla
La scheda di memoria utilizzata influenza fotocameraèmoltomarcato,quindiconviene Distribuzione: Canon Italia, Via Milano
notevolmente il numero di scatti Jpeg utilizzare solo i valori più bassi, per evitare 8, 20097 San Donato Milanese (MI)
Fine eseguibili senza avere rallentamenti la comparsa di fastidiosi artefatti. Tel. 02/ 82.481
nella sequenza. Con una scheda di classe 4 www.canon.it
abbiamo potuto eseguire 29 immagini; con Il rumore e la latitudine di posa
una scheda di classe 6 non abbiamo invece Il rumore sul grigio medio nelle immagini
avuto limitazioni. Jpeg è molto contenuto alle basse sensibilità. punto di forza della Eos 550D è nell’espo-
Il numero di immagini Raw eseguibili in A partire dai 1600 ISO è evidente l’inter- simetro, derivato dalla Eos 7D.
raffica non va oltre 6; con entrambe le vento di un filtraggio del rumore che rende Poche le critiche che possiamo muovere a
schede infatti il settimo scatto viene ritar- utilizzabili le immagini anche alla massima questa reflex: il corpo macchina non è certo
dato. Il vantaggio della scheda di classe 6 sensibilità. professionale, ma è più che consono ad una
è comunque sensibile anche, e soprattutto, I file Raw convertiti con il programma fotocamera di fascia economica; l’otturatore
con le immagini Raw, in quanto il tempo di Digital Photo Professional alle impostazioni non arriva all’1/8000s, ma anche questa è
registrazione di uno scatto è di appena 1,15 standard presentano un bassissimo rumore a una prestazione richiesta in ambiti profes-
secondi contro i 2,46 secondi ottenuti con 100 ISO, che però aumenta vistosamente alle sionali ed influirebbe non poco sul prezzo
una scheda di classe 4. sensibilità più elevate. Qui occorre assolu- della fotocamera.
Il transfer rate nel primo caso è di 18,16 tamente utilizzare un filtraggio per riportare Possiamo invece auspicare per il futuro
MByte/s, mentre nel secondo è di appena il rapporto segnale/disturbo al di sopra del l’acquisizione di alcune funzionalità anco-
8,69 MByte/s. valore 10. ra esclusive della Eos 7D: il sistema AF a
Discorso analogo per la latitudine di posa, 19 punti, la creazione e la selezione delle
L’autonomia che è influenzata principalmente dal rumo- cartelle ed infine le modalità “silent” per il
L’autonomia appare ottima sia in ripresa, con re nelle ombre. Anche qui le immagini Raw Live View.
un numero di scatti davvero considerevole, possono essere fortemente migliorate con un Non possiamo che apprezzare il balzo tecno-
1171, che in riproduzione, dove abbiamo più intenso filtraggio del rumore. logico che Canon ha fatto fare a questa foto-
potuto mantenere acceso il monitor per 6 camera entry level, secondo una strategia
ore e 48 minuti. Giudizio complessivo che probabilmente troverà riscontro nelle
La Canon Eos 550D è una fotocamera future reflex dei concorrenti, un po’come è
Le curve sensitometriche economica che tuttavia concentra in sè tali avvenuto a suo tempo con l’uscita della Eos
Le curve sensitometriche mostrano solo e tante funzioni di ripresa avanzate da poter 300D, la prima reflex digitale per tutti.
un minimo appiattimento della curva nelle essere definita una piccola Eos 7D.
alte luci. Utilizzando invece l’impostazione I 18 Mpixel e la modalità video Full HD a Sergio Namias
“priorità tonalità chiare” (“200 Hi key”) la 25/30 f/s sono sicuramente le attrattive più Recensione basata
curva appare fortemente appiattita; questo evidenti, tuttavia, a nostro parere, il vero sulla versione firmware 1.0.6

30