Sei sulla pagina 1di 8

MUROS

ELEZIONE DEL SINDACO


E
DEI CONSIGLIERI COMUNALI
15/16 Maggio 2011

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO
del Candidato alla carica di Sindaco Gesuino Scano nella
Lista “Rilancio di Muros”

CANDIDATI CONSIGLIERI CIO DI MU


AN
RO
RIL

Canu Nadia in Mura


Cubeddu Aldo
Dettori Gavino Giacomo
Luciano Simone
Murru Alessandro
Nateri Joseph, (noto Giuseppe)
Onali Pier Luigi (noto Gigi)
Pulina Franca Rossana in Onali
Quadu Franca in Mastino
Santoru Tiziana
Scano Donatella Vittoria
Serra Maria Giovanna (nota Vanna)
CIO DI MU
AN

RO
RIL

S
Il programma amministrativo della Lista “Rilancio di Muros”
si basa su quattro punti cardine:

A) Principi costitutivi.
B) Funzionalità Organi burocratici e Servizi ai cittadini.
C) Programma delle OO.PP. e Urbanistica.
D) Programma dei Servizi Sociali.

A) PRINCIPI COSTITUTIVI
La Lista “Rilancio di Muros”, coerentemente con le finalità contenute nello Statuto Comunale, pone
a base del proprio programma alcuni principi fondamentali come presupposto essenziale per im-
postare una corretta azione amministrativa in ogni settore di competenza dell’Ente che si vuole
amministrare, avendo come obiettivo primario la crescita e lo sviluppo economico, sociale
e culturale di Muros.

Tali principi consistono:


1 - Nel rispetto assoluto della legalità e dei principi di imparzialità, trasparenza, uguaglianza fra
tutti i cittadini senza distinzione di appartenenza all’uno o all’altro schieramento.
2 - Nell’eliminazione degli interessi particolari (clientelismo, familismo, favoritismi di qualsiasi ge-
nere) e rimozione di ogni forma di discrezionalità, nel rispetto di regole trasparenti e predeterminate.
3 – Nell’ottica della razionalizzazione, l’eliminazione degli sprechi per destinare maggiori risorse
a funzioni sociali e culturali.
4 - Nell’impegno a promuovere la tutela della famiglia e delle fasce più deboli ed emarginate
della popolazione con particolare riferimento agli anziani, ai portatori di handicap, ai bambini.
5 -nella valorizzazione di ogni forma di associazionismo e di volontariato (Pro Loco, Associa-
zioni, Compagnia Barracellare ecc.) al fine di promuovere iniziative sociali e culturali della comu-
nità e il controllo del territorio.
6 - Nell’instaurazione di un sistema democratico di partecipazione della comunità alle deci-
sioni più importanti di competenza degli Organi del Comune attraverso apposite consulte, as-
semblee ed altre forme di partecipazione popolare o di singole categorie e settori della
popolazione.
7 – Nella valorizzazione e tutela dell’ambiente quale bene intangibile contro ogni forma di sfrut-
tamento e di depauperamento del territorio.
8 – Nel mettere al centro dell’attenzione dell’Amministrazione la tutela della salute dei propri cit-
tadini con iniziative di informazione ed educazione sanitaria.

B) RAZIONALIZZAZIONE DEI SERVIZI COMUNALI


Nell’ottica della razionalizzazione e del conseguente risparmio finanziario,saranno affrontate in
base ai principi di efficienza, efficacia ed economicità, le problematiche relative alla riorganizza-
zione dei servizi comunali.

2
Nel rispetto rigoroso della distinzione tra funzione politica di indirizzo e controllo e funzione di
gestione dei servizi tecnici e amministrativi in piena autonomia, sarà assicurato nell’interesse
dei cittadini gli obiettivi prefissati e il buon andamento dell’amministrazione.
I risultati saranno sottoposti alla verifica del Sindaco e della Giunta comunale

C) PROGRAMMA OO.PP – MANUTENZIONI - URBANISTICA

Premesso che la Lista “Rilancio di Muros” per la realizzazione del proprio programma si prefigge
l’individuazione e il perseguimento di tutte le possibilità di finanziamento in tutte le sedi e me-
diante tutti i bandi, gli obiettivi programmatici nel settore delle OO.PP., delle Manutenzioni e del-
l’Urbanistica sono i seguenti:

1. DECORO URBANO - MANUTENZIONI - VERDE PUBBLICO


Obiettivi prioritari
- Sistemazione delle strade interne all’abitato, sempre più in stato di degrado con l’abbattimento
delle barriere architettoniche.
- Ripristino e riqualificazione del verde pubblico.
- Pulizia sistematica di tutte le vie e delle piazze del paese.
- Pulizia da sterpaglie e disinfestazione delle zone site intorno alla cinta urbana.
- Potature degli alberi siti nelle piazze e nelle vie del paese.
- Miglioramento della segnaletica e dell’arredo urbano.
- Manutenzione ordinaria e straordinaria del Cimitero Comunale di Muros.

2. TERRITORIO E AMBIENTE
Un altro obiettivo prioritario da perseguire riguarda la salvaguardia e la valorizzazione dei beni am-
bientali e paesistici del territorio di Muros, che ha la fortuna di possedere uno dei panorami più belli e
suggestivi di tutto il circondario sotto il profilo naturalistico e morfologico.
Il Comune di Muros dispone di un vasto patrimonio boschivo e semiboschivo che si diparte dal Parco
Comunale fino a “Sa Rocca Ruia”, al confine con il Comune di Ossi, completamente abbandonato.
Il programma prevede opere di qualificazione dei boschi con la piantumazione di essenze della
flora mediterranea nei siti a suo tempo devastati dagli incendi.
Proprio al fine di prevenire gli incendi estivi saranno predisposti appositi progetti da inoltrare alla
Regione Sardegna per la creazione di fasce tagliafuoco, la pulizia del sottobosco e la potatura
delle piante in formazione ricorrendo al Piano di Sviluppo Rurale annualità 2007/2013.
L’Amministrazione comunale dovrà riallacciare i necessari contatti con l’Italcementi e con
l’Assessorato Regionale all’Ambiente in relazione al progetto di riqualificazione di tutto il territorio
del cementificio e vigilerà sugli impegni assunti per il risanamento ambientale dei siti degra-
dati dallo sfruttamento ultradecennale dell’attività di cava.

3. PIANO ENERGETICO
Nell’ottica della salubrità dell’ambiente e del risparmio energetico saranno realizzati dal Comune
pannelli fotovoltaici sulle strutture comunali (Scuole, Centro Culturale, Casa Comunale).

4. PIANO URBANISTICO COMUNALE


Il vigente Piano Urbanistico Comunale, approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 17
del 7 aprile 2001, sarà adeguato alle nuove esigenze urbanistiche e alla normativa regionale.
Allo stato attuale lo sviluppo urbanistico di Muros è sostanzialmente bloccato in quanto le aree edi-
ficabili previste nel PUC 2001 risultano praticamente quasi tutte edificate.
Anche le zone di espansione residenziale (Zone C) sono esaurite, fatta eccezione di qualche lotto
invenduto in loc. Sa Pala de Maria Seche.
Obiettivo del nuovo piano urbanistico:
3
1) Rivisitare il Piano Urbanistico Comunale per creare nuove zone di espansione (Zone C),
per favorire nuovi insediamenti necessari per una ulteriore crescita demografica del paese.
2) Stante l’esistenza di vincoli posti dalla Regione Autonoma della Sardegna, valutare di variare
il PAI (Piano Assetto Idrogeologico) per abbassare il livello di rischio nella parte a monte del-
l’abitato e, quindi, concedere nuove edificazioni nella zona B già esistente

5. PIANO CASA PER I RESIDENTI


Per i cittadini residenti a Muros sarà prevista e realizzata una nuova lottizzazione comunale a
prezzi moderati per venire incontro a quanti non siano ancora in possesso della prima casa di abi-
tazione e a quanti, pur proprietari di una casa, questa non sia più rispondente alle esigenze del
nucleo familiare.

6. RILANCIO DELLA ZONA INDUSTRIALE


La Zona Industriale di Campomela, sita alle porte di Sassari, in una felice posizione strategica,
rappresenta per Muros una risorsa di fondamentale importanza per lo sviluppo e la crescita del
paese. Dopo decenni di immobilismo, si impone un suo rilancio per attrarre nuovi insediamenti,
anche in considerazione alle richieste provenienti da parte di molti operatori interessati più alla Z.I.
di Muros che a quella di Predda Niedda.
A tal fine è necessario un approfondito studio complessivo di fattibilità, lungimirante, riguardante
l’intera area per:
- risolvere problematiche pendenti;
- eliminare dal piano le aree mai utilizzate e prevederne di nuove;
- studiare una nuova viabilità e il collegamento diretto con il paese;
- spingere l’ANAS alla realizzazione di un accesso diretto dalla S.S. 131 attraverso una cor-
sia di decelerazione.
Tale accesso rappresenterebbe non solo un grande vantaggio per gli attuali imprenditori, ma anche
un formidabile incentivo per attirare nuovi investitori.
Infine sarà previsto un intervento diretto del Comune con un Piano di Intervento Produttivo
(PIP), con il duplice obiettivo di calmierare i prezzi delle lottizzazioni private e per costituire un
Consorzio obbligatorio Comune/Privati per la gestione di tutta la Zona Industriale.

7. CREAZIONE AREA DI SOSTA


Creazione di un’area di sosta in prossimità della zona industriale per evitare la pericolosa con-
suetudine di parcheggiare in zone non consentite e in particolare sul cavalcavia.

8. COLLEGAMENTO “SA MARCHESA” CON IL CENTRO DI MUROS


“Sa Marchesa” (Lottizzazione privata) sarà collegata con Via Brigata Sassari (fronte Casa Comu-
nale), ripristinando la gradinata realizzata a suo tempo dal lottizzante, al fine di agevolare i pedoni
residenti nella zona.

9. MESSA IN SICUREZZA INGRESSO DALLA STRADA PROVINCIALE


L’ingresso all’abitato di Muros in Via Cesare Battisti dalla Strada Provinciale sarà riqualificato
e messo in sicurezza di concerto con l’Amministrazione provinciale. Gli interventi consisteranno
nell’allargamento della carreggiata, nella creazione di aiuole spartitraffico, nel miglioramento della
segnaletica e dell’illuminazione pubblica, nella sistemazione della zona destinata a verde, cre-
ando un “Belvedere” attrezzato.
Questo ingresso, soggetto ad un intenso traffico veicolare, in entrata e in uscita, interessa so-
prattutto la zona più popolosa del paese (Via Cesare Battisti, Via IV Novembre, Via Segni, Via
Giovanni Merella, Via E. Costa, Via Varsi, Via Giovanni XXIII, Sa Pala de Maria Seche) e pratica-
mente costituisce l’ingresso principale al paese.

4
10. STRADE RURALI E MESSA IN SICUREZZA ALVEO RIO MASCARI
La “Lista Rilancio di Muros”si impegna su due versanti importanti che riguardano il settore agro-
pastorale: viabilità rurale e interventi sul Rio Mascari.
Visto che nessuna opera di sistemazione idraulica risulta essere stata effettuata dal 1961 ad oggi,
a parte la ricostruzione dei danni e dei ponti crollati, si intenderà realizzare interventi di regima-
zione idraulica che risolveranno principalmente due ordini di problemi: la riduzione dei rischi di
inondazione e la riduzione dell’erosione dell’alveo e delle sponde del Rio Mascari che ad oggi ri-
sulta oggetto delle solite discariche.
Analoga attenzione sarà rivolta al mantenimento delle strade rurali esistenti nel territorio di
Muros.
Per questi due ordini di problemi, la Lista “Rilancio di Muros”, si impegna a partecipare a tutte le
opportunità offerte dai bandi regionali.

11. SISTEMAZIONE E MESSA IN SICUREZZA DEI VERSANTI FRANOSI


Si presterà massima attenzione alla protezione delle abitazioni, del traffico ferroviario e veicolare,
delle colture agricole e degli impianti comunali, mettendo in atto tutte quelle opere che si riterranno
necessarie affinché i versanti franosi siano messi in sicurezza.

12. PATRIMONIO ARCHITETTONICO E ARCHEOLOGICO


Esistono una serie di fattori positivi rispetto ai quali si possono programmare alcuni interventi nel
campo del patrimonio culturale
La vicinanza con Sassari può favorire l’apertura del territorio comunale a una serie di attività in
questo campo con il coinvolgimento di importanti referenti.
Area urbana: 1) restauro delle abitazioni di pregio architettonico in cattive condizioni, previa
acquisizione da parte del Comune; 2) restauro della fontana, previsto ma non realizzato dal
piano CIVIS. 3) utilizzo dei locali del museo etnografico, non allestito, per accogliere mostre
temporanee. Siti archeologici: l’obiettivo principale è la stipula di una convenzione con la So-
printendenza per i Beni Archeologici e l’Università di Sassari, finalizzata alla ripresa di scavi
e ricerche, che non vengono effettuate in modo sistematico nel nostro territorio dagli anni ’70. I
siti più indicati per gli interventi di ricerca sono la Grotta dell’Inferno per sondaggi limitati effet-
tuati da personale specializzato; San Leonardo per un grande cantiere aperto alle visite del pub-
blico e concepito come scuola di scavo, con la possibilità di partecipazione anche per cittadini
volontari.

13. RIFACIMENTO IMPIANTO ILLUMINAZIONE PUBBLICA


Per quanto concerne l’impianto di illuminazione pubblica, è necessario intervenire con una certa
urgenza in considerazione di diverse problematiche che concernono armature stradali e pali fati-
scenti e fuori norma, cavidotti inesistenti, mancanza di pozzetti.
Le Vie interessate a questo intervento sono: alcuni tratti di Via Brigata Sassari, Via Mannu, Via Cagliari,
Via IV Novembre, Via G. Merella, Via G. Deledda, Via Segni, Via Roma (discesa), Sa Marchesa.

14. RIONI PERIFERICI ED EXTRA URBANI


Le zone periferiche del paese, (Sa Pala de Maria Seche, Sa Marchesa, Loc. Retturas) e quelle
extra urbane (Scala di Giocca, Badde Ivos ecc) saranno tenute nella dovuta considerazione per
affrontare e risolvere le relative problematiche ( pulizia, raccolta dei rifiuti, impianti tecnologici con
particolare riferimento alle connessioni Internet).

15. CENTRO POLISPORTIVO


Lo sport assume un ruolo fondamentale quale momento di aggregazione sociale collettiva.
Per offrire a tutte le fasce di età del paese (bambini, giovani, adulti) la possibilità concreta di prati-

5
care i vari sport, innanzi tutto bisogna rendere accessibili le strutture esistenti (Il campo di cal-
cetto nell’area del caseggiato scolastico, la palestra comunale, il campo di calcio, il campo da ten-
nis), agevolando le Associazioni sportive già costituite o che si dovessero costituire ex novo.
Inoltre, per lo sviluppo di tutte le discipline sportive alternative al calcio e con il coinvolgi-
mento del maggior numero possibile di giovani, si intende realizzare un Centro Polisportivo do-
tato di campo di calcio, piste per atletica leggera, campi da tennis, basket, palestra e piscina.
Una tale struttura, correttamente gestita, costituirebbe una formidabile opportunità per far uscire
Muros dal suo isolamento, attraendo una notevole massa di gente interessata direttamente e in-
direttamente agli allenamenti e alle varie manifestazioni sportive.

D) POLITICHE SOCIALI E CULTURALI

Per una equilibrata crescita morale, sociale e culturale di Muros oltre alle opere materiali conte-
nute nel Programma delle OO.PP., la Lista “Rilancio di Muros” si propone la promozione e la va-
lorizzazione delle risorse umane e materiali della comunità, con iniziative promosse dal
competente Assessorato ai servizi socio culturali, di concerto con l’Area dei Sevizi sociali.
L’attenzione dell’Amministrazione sarà rivolta alla famiglia, ai giovani, agli anziani, ad iniziative
concernenti la sanità, a rapporti di collaborazione con la scuola.

1) LA FAMIGLIA
La nostra lista riconosce l’importanza insostituibile della famiglia e la mette al centro del suo
programma, sostenendo i servizi di cui ha bisogno (Micro nido, Scuola materna, Scuola dell’ob-
bligo, promozione di attività per il tempo libero dei figli).
Si impegna a promuovere la tutela delle fasce più deboli ed emarginate nei confronti delle quali,
la Giunta Comunale, di concerto con l’Area dei servizi sociali, organizzerà le necessarie forme di
integrazione e di inserimento sia lavorativo che sociale, la riduzione di tasse e tributi comu-
nali quando ne ricorrano i presupposti.
Per una conoscenza reale di tutte le situazioni di disagio familiare (economico e psicologico) sarà pro-
mosso il censimento di tutte quelle situazioni che necessitano di interventi materiali e di sostegno psi-
cologico. A questo fine si rende necessario uno sportello apposito con la presenza di uno psicologo.

2) INIZIATIVE IN CAMPO SANITARIO


La tutela della salute dei cittadini è un bene prezioso che l’Amministrazione metterà al centro
della sua attenzione.
La Lista “Rilancio di Muros”, sensibile alla salute dei cittadini, si propone di intraprendere:
- Una politica sanitaria di informazione, sensibilizzazione e prevenzione, relativamente alle pa-
tologie più diffuse e ricorrenti.
Si tratta di una iniziativa di grande valore sociale, senza oneri a carico del Comune, da intrapren-
dere con la collaborazione di Associazioni mediche specialistiche, dell’ASL e dell’Università in
grado di coinvolgere tutta la popolazione.
- Cicli di conferenze per ragazzi in età scolare inerenti i seguenti argomenti: educazione alimen-
tare, prevenzione delle dipendenze (alcool, droghe,fumo).
- Campagne di sensibilizzazione per la prevenzione dei tumori, educazione alla prevenzione delle
cadute dell’anziano.
- Sarà inoltre necessario allestire uno spazio più adeguato per il servizio del medico di base.

3) POLITICHE GIOVANILI
Innanzi tutto sarà costituita la Consulta Giovanile, strumento indispensabile per sentire le reali
esigenze dei giovani.
Per offrire un Centro di aggregazione sociale sarà riqualificato il piano sottostante “Sala Lisai”.
Il Centro sarà concepito come fucina per promuovere una serie di iniziative che impegnino i gio-
6
vani nella vita comunitaria, valorizzando nell’associazionismo le loro capacità creative, spor-
tive artistiche e culturali.
Potranno essere promosse, sotto la guida di esperti, molteplici attività: ludico-ricreative, attività
concernenti le tradizioni e la storia locale, laboratori musicali e teatrali, la redazione di un giornale
e di un sito Web aggiornato con le attività svolte dal centro, corsi di informatica e di lingue stra-
niere, dibattiti e convegni sulle problematiche che riguardano direttamente i giovani (es. bullismo
e disagio giovanile).
Verrà inoltre promossa la realizzazione di una rassegna annuale di gruppi musicali.

4) PUBBLICA ISTRUZIONE
Nostro obiettivo prioritario è difendere la scuola e impedire chiusure ulteriori.
Inoltre saranno perseguite le seguenti azioni:
- Collaborare con gli insegnanti per promuovere nei bambini, nei ragazzi e nelle famiglie la co-
noscenza del territorio, con il sostegno a progetti specifici e visite guidate;
- Sostenere e potenziare i servizi per l’infanzia già presenti sul territorio, aumentando l’atten-
zione e il sostegno per la scuola materna;
- Favorire la creazione di un servizio di accoglienza per bambini tra i tre mesi e i tre anni, secondo il mo-
dello dei micro-nidi già sperimentato con successo in alcuni dei più piccoli comuni della Sardegna.
In particolare sarà costantemente garantita la manutenzione delle strutture scolastiche e
degli arredi. Per la sicurezza degli alunni trasportati, sarà sostituito l’attuale Scuolabus finanziato
dalla Regione negli anni Ottanta.

5) ATTIVITA’ CULTURALI
Riqualificazione del Muraglione de“S’Asoledda”(Discesa di Via Roma) con pittura murale raffigu-
rante scene dell’economia agro-pastorale e industriale di Muros.
Ripristino del Concorso di pittura estemporanea, abbandonato dopo una decennale espe-
rienza positiva, che aveva riscosso grande interesse da parte di moltissimi pittori provenienti da
tutta la Sardegna.
Promozione di Rassegne concertistiche di musica classica e folkloristica con la collabora-
zione e il coinvolgimento delle Associazioni esistenti nell’ambito del Comune.

6) POLITICHE SOCIALI A FAVORE DEGLI ANZIANI


Innanzi tutto sarà promossa la “Consulta degli Anziani”.
Per combattere problemi quali emarginazione e noia, agli anziani sarà destinato un punto di ritrovo
attrezzato per il tempo libero e sarà ripristinato il campo di bocce.
Inoltre saranno promosse una serie di iniziative sociali di aggregazione tra generazioni di-
verse, in particolare attività di laboratorio e momenti di confronto durante i quali gli anziani, de-
positari degli antichi saperi e del fare manuale, potranno tramandarli alle giovani generazioni
(gastronomia tradizionale, cultura orale, tecniche artigianali ecc.).
Saranno anche organizzati soggiorni, escursioni, visite guidate.

7) GEMELLAGGIO CULTURALE
L’Amministrazione si impegnerà a realizzare un gemellaggio culturale con il centro spagnolo
di Muros, situato nella provincia della Coruña in Galizia, sulla costa atlantica.

CIO DI MU
AN
RO
RIL

7
Ecco la nostra squadra, con l’indicazione delle tematiche che ciascun candidato si impegna a
seguire in modo specifico per il perseguimento del programma
GESUINO SCANO, 74 anni, dottore in giurisprudenza, Sindaco di Muros tra il 1978 e il 1993,
dirigente INPS (direttore provinciale di Sassari e ispettore centrale a Roma); attualmente in pen-
sione, si dedica agli studi storici e archivistici su Muros dalle origini all’inizio del Novecento (la-
vori pubblici, attività economiche e produttive, politiche di sviluppo).
NADIA CANU, 32 anni, mamma e archeologa esperta in Sistemi Informativi Territoriali, in ruolo
al Ministero per i Beni Culturali, professore a contratto di Archeologia della Sardegna all’Uni-
versità di Sassari, nel consiglio dei genitori della Scuola Materna (pianificazione territoriale e pa-
trimonio culturale).
ALDO CUBEDDU, 40 anni, sposato e padre di cinque figli, esperto pizzaiolo, da anni lavora nel
settore della ristorazione (famiglia e attività produttive).

ROSSANA PULINA, 43 anni, sposata, con due figlie, biologa e specialista in patologia Clinica,
Dottore di Ricerca in Epidemiologia Molecolare dei Tumori, si occupa di integrazione scolastica
e disabilità. Attualmente in ruolo come docente presso la Scuola Secondaria di 1° grado di Tem-
pio (politiche socio-culturali e scuola).
GAVINO DETTORI, 23 anni, velocista con oltre 30 medaglie (di cui 20 d’oro) a livello regionale
e nazionale; ha partecipato ai Campionati Mondiali Juniores di Pechino nel 2006 e ai Campio-
nati Europei Under 23 in Lituania nel 2009. Fa parte della nazionale italiana di bob, con la quale
ha partecipato all’ultimo mondiale in Canada e USA (attività sportive).

FRANCA QUADU, 44 anni, sposata, con due figli. Biologa e Specialista in Patologia clinica. Da
anni si occupa di integrazione scolastica e disabilità. Attualmente lavora presso la Scuola Se-
condaria di I grado dell' Istituto Comprensivo di Usini come docente di ruolo (politiche socio-cul-
turali e scuola).

SIMONE LUCIANO, 23 anni, si è formato nel settore alberghiero, conseguendo la qualifica sala
e bar terzo livello. Attualmente lavora nel campo della ristorazione. Pratica il calcio e ha militato
in diverse società (politiche giovanili).

TIZIANA SANTORU, 37 anni mamma e geometra, ha lavorato in aziende dove si è occupata


della parte tecnica e amministrativa. Attualmente svolge le stesse mansioni presso ditta privata
(lavori pubblici e pianificazione territoriale).

ALESSANDRO MURRU, 34 anni, sposato, diplomato perito elettrotecnico, attualmente lavora


presso un’azienda di forniture elettriche (reti tecnologiche e rioni periferici).

DONATELLA VITTORIA SCANO, 48 anni, nonna, medico chirurgo specializzato in anatomia pa-
tologica, impegnata nella diagnostica e prevenzione tumori della cervice uterina, settore per il
quale è responsabile nella asl n°1 (piano sanitario e socio-assistenziale).
JOSEPH NATERI (NOTO GIUSEPPE), 23 anni, impiantista manutentore di reti telematiche, at-
tualmente lavora in un’industria grafica. Nel tempo libero pratica attività sportive (reti tecnologi-
che e politiche giovanili).
MARIA GIOVANNA SERRA (NOTA VANNA), 41 anni, laureata in Scienze Infermieristiche, la-
vora da anni come infermiera professionale presso l'A.O.U. di Sassari (piano sanitario e socio-
assistenziale).
PIERLUIGI ONALI (NOTO GIGI), 34 anni, tecnico dell’industria meccanica, lavora come ope-
raio presso un’azienda privata. È attualmente consigliere comunale (associazioni).