Sei sulla pagina 1di 12

ESERCIZI SUI CONDENSATORI

OLTRE AGLI ESERCIZI SUL LIBRO DI TESTO POTETE PROVARE A SVOLGERE QUESTI:

1. La differenza di potenziale tra le due piastre di un condensatore è di 1000 V e il campo elettrico


tra esse misura 4000 Vm-1. Qual è la distanza tra le armature del condensatore? Le due piastre
vengono avvicinate fino a ridurre a 1/3 la distanza. Quanto vale ora il campo elettrico? (dal testo di
Palladino-Bosia; sol. 25 cm; 12000 Vm-1).

2. In un condensatore con le armature distanti 10 cm esiste un campo elettrico costante di 0,9⋅104


V/m. Calcolare la velocità con cui un elettrone raggiunge l’armatura positiva se parte dall’armatura
negativa con velocità iniziale nulla. A quale distanza dall’armatura negativa l’energia cinetica
dell’elettrone è uguale all’energia potenziale elettrica? (dal testo di Caforio-Ferilli; sol. 1,8⋅107 m/s;
5 cm).

3. Due condensatori di capacità 1µF e 2 µF vengono caricati a 200 V e 300 V rispettivamente e


collegati in parallelo. Quale sarà la d.d.p. del sistema? Quale sarà la carica su ciascuna armatura dei
due condensatori dopo il collegamento? (Caforio-Ferilli; sol. 267 V; 2,7 ⋅10-4 C; 5,3 ⋅10-4 C)

INOLTRE:
All’indirizzo
http://books.google.it/books?id=7fndcViQAhYC&pg=PA28&lpg=PA28&dq=%22si+consideri+un
+condensatore%22&source=bl&ots=-
hIQiil4bZ&sig=92uhrEEXzSKXBhmCqiLcAXOe7EE&hl=it&ei=nncyS6-
7MtyGsAai_9W9Bw&sa=X&oi=book_result&ct=result&resnum=4&ved=0CBQQ6AEwAzgU#v=
onepage&q=%22si%20consideri%20un%20condensatore%22&f=false

da pagina 27 a pagina 30, potete trovare altro materiale, utile per lo studio dei condensatori.

ALTRI ESERCIZI (più difficili)


Quelli che seguono sono reperibili all’indirizzo
http://corsiadistanza.polito.it/corsi/pdf/09AXPP/pdf17-5-00/es_scheda11.pdf; non preoccupatevi
per i simboli di integrale che a volte vengono utilizzati nella risoluzione; potete svolgere lo stesso
l’esercizio con le formule che conoscete. Tenete conto che sono un po’ più difficili di quelli che
saranno nel compito.
ANCORA ESERCIZI
http://www.fis.unipr.it/~andrea.baraldi/Didattica/AT/Testi/E13.pdf
A RISPOSTA MULTIPLA
http://www.pd.infn.it/~zannoni/Biotecnologie/Quesiti%20dati%20agli%20esami/quesiti06.pdf
UN ALTRO ESERCIZIO
http://www.fisica.unisa.it/fisica.ingegneria/CompitiFisicaII/Compito_FII-14-02-2006.rtf

Esercizio n.1
Si consideri un condensatore piano a facce
parallele costituito da due piastre di area S = 1mm2, Condensatore Prima
caricate con una carica Q = 10-6 Ce separate da una
distanza d = 1mm. Calcolare dapprima l’energia
elettrostatica immagazzinata nel condensatore e il d
lavoro che sarebbe necessario qualora si volesse
raddoppiare la distanza tra le armature del
condensatore.
Si consideri adesso un dielettrico di costante Condensatore Dopo
dielettrica relativa εr = 3 e si calcoli la differenza di
potenziale tra le armature del condensatore prima
descritto dopo che lo spazio compreso tra le armature d
è stato riempito per metà (nel modo illustrato nella
figura accanto) con il dielettrico indicato.
εo = 8.85∗10-12 C2 /(N m2).
Rispondere quindi alle seguenti domande:

1. La differenza di potenziale tra le armature, prima che il condensatore sia parzialmente


riempito con il dielettrico, vale:

A. 1.13 108 V (*)


B. 7.41 106V
C. 147 KV
D. 12.1 108 V

2. L’energia elettrostatica immagazzinata nel condensatore in queste condizioni vale:

A. 144.2 J
B. 10.3 J
C. 27.8 J
D. 56.4 J (*)

3. Il lavoro necessario per raddoppiare la distanza tra le armature vale:

A. 27.8 J
B. 56.4 J (*)
C. 10.3 J
D. 144.2 J

4. La differenza di potenziale tra le armature, dopo che lo spazio compreso tra le stesse è stato
riempito per metà con il dielettrico di costante dielettrica relativa εr = 3, vale:
A. 1.0 107 V
B. 2.7 106 V
C. 5.6 107 V (*)
D. 14..4 107 V

All’indirizzo http://recanati.df.unicam.it/recanati_files/Esercizi.pdf: