Sei sulla pagina 1di 10

ITALIA VERGOGNATI

Questi sono i nostri eroi!

Giovanni Falcone

Francesca Morvillo
Rocco Di Cillo
Vito Schifani
Antonio Montinaro
Paolo Borsellino

Emanuela Loi
Agostino Catalano
Walter Cusina
Claudio Traina
Vincenzo Limuli

Chi non ha paura di morire, muore una volta solo.


Anche quando avremo messo a posto tutte le regole,
ne mancherà sempre una: quella che dall'interno
della sua coscienza fa obbligo ad ogni cittadino di
regolarsi secondo le regole.
Indro Montanelli
Mi dica, in coscienza, lei può considerare
veramente libero un uomo che ha fame, che è nella
miseria, che non ha lavoro, che è umiliato perché
non sa come mantenere i suoi figli e educarli?
Questo non è un uomo libero! Sarà libero di
bestemmiare, di imprecare... ma questa non è la
libertà che intendo io.
Solo se uniti saremo forti.

Un politico guarda alle prossime elezioni. Uno


statista guarda alla prossima generazione.

Politica vuol dire realizzare.

Alcide De Gasperi
È indubbio che, in ogni caso, pagherò a molto caro
prezzo l'incarico: lo sapevo prima di accettarlo e
quindi non mi lamento affatto perché per me è stata
un'occasione unica di far qualcosa per il Paese.

Giorgio Ambrosoli

Commissario liquidatore della Banca Privata Italiana, di cui il banchiere


siciliano Michele Sindona aveva il controllo. Assassinato l'11 luglio 1979 da
un sicario ingaggiato da Sindona stesso, sulle cui attività aveva ricevuto
incarico di indagare.
Nessuna autorità pubblica presenziò ai funerali.
Ed il mondo rimane sempre preda delle miserabili
nullità che lo sanno ingannare.

Giuseppe Garibaldi
La mafia è una montagna di merda.

Peppino Impastato

Giornalista, viene assassinato dalla mafia nella notte tra l'8 e il 9 maggio del
1978, su mandato del boss Gaetano Badalamenti.
Rappresentanti delle istituzioni depistano le indagini.

Adesso fate una cosa: [...], voltatevi pure dall'altra parte, tanto si sa
come vanno a finire queste cose, si sa che niente può cambiare. Voi
avete dalla vostra la forza del buonsenso, quella che non aveva
Peppino.

Salvo Vitale
(Discorso fatto alla Radio Aut la notte della morte di Peppino Impastato)
Odio gli indifferenti. Credo che vivere voglia dire
essere partigiani. Chi vive veramente non può non
essere cittadino e partigiano. L'indifferenza è
abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita.
Perciò odio gli indifferenti.

Antonio Gramsci
Ci si salva e si va avanti se si agisce insieme e non
solo uno per uno.

I partiti di oggi sono soprattutto macchine di potere e di clientela.


I partiti hanno occupato lo Stato e tutte le istituzioni a partire dal
governo, gli enti locali, gli enti di previdenza, le aziende pubbliche, gli
istituti culturali, gli ospedali, le università, la Rai tv, alcuni grandi
giornali.
La questione morale esiste da tempo, ma ormai essa è diventata la
questione politica prima ed essenziale perché dalla sua soluzione
dipende la ripresa di fiducia nelle istituzioni, la effettiva
governabilità del paese e la tenuta del regime democratico.

Enrico Berlinguer