Sei sulla pagina 1di 9

EDUCAZIONE MOTORIA

DAL BODY IMAGE ALL’ESTETICA FUNZIONALE,


IL CAMPO DI INTERVENTO DEL PERSONAL TRAINER
di Donato Formicola1, Giulio Merlini 1,2, Pierluigi De Pascalis 2
Comitato Organizzatore Humani(n)mperfection - Torino
1

NonSoloFitness - Roma
2

ABSTRACT
Lo studio dell’aspetto fisico come mezzo fonda- quel campo di intervento del Personal Trainer
mentale di comunicazione e inserimento sociale che ha la capacità di migliorare l’aspetto fisico
è definito in letteratura col termine di body ima- di un soggetto, modificandone la condizione di
ge. Curare la propria estetica permette di poten- fitness attraverso le metodologie di allenamen-
ziare quel capitale corporeo che può aumentare to per l’incremento di forza, della flessibilità e
le possibilità di successo professionale. L’aspetto della resistenza organica. Tuttavia, per preserva-
fisico è in stretta relazione con le caratteristiche re le abilità di movimento degli assistiti durante
antropometriche, i livelli di prestazione fisica protocolli di cure per l’estetica a differenti livelli
e sportiva, le abitudini alimentari, lo stato di invasività, il Personal Trainer deve estendere
funzionale dei processi biologici associati la sua conoscenza nei settori dell’alimentazione,
all’età, lo stile di vita e le relazioni sociali. Con della nutrizione e dell’integrazione, della farma-
l’insieme delle competenze del Personal Trainer cologia e della cosmetica, delle terapie manua-
si identifica la figura professionale che è in grado li e di quelle assistite da elettromedicali, della
di aumentare il capitale corporeo attraverso la chirurgia plastica e della medicina estetica, per
formulazione di protocolli di esercizio fisico e di meglio operare in sinergia con le altre figure pro-
strategie motivazionali. In questa analisi critica si fessionali interessate alla cura del corpo e al suo
aspetto esteriore. >>
vuole definire col termine di estetica funzionale,

Scienza e Movimento - N°2 Aprile-Giugno 2015 33


EDUCAZIONE MOTORIA

IL BODY IMAGE nelle specie animali è la simmetria controlate-


Nell’attuale era digitale, dove le distanze geo- rale tra segmenti corporei: esemplari di primati
grafiche sono azzerate dal veloce scambio di con un maggior grado di simmetria speculare
dati via etere, il corpo, prima prova tangibi- tra gli emilati destro e sinistro, hanno maggiore
le della nostra esistenza, rimane ancora uno successo di accoppiamento; questo accade an-
strumento fondamentale di comunicazione e che nell’uomo 12. Da un punto di vista biomec-
di inserimento sociale 1,2. L’aspetto fisico di un canico, una maggiore simmetria controlaterale
individuo è la risultante della moltitudine di av- permette di mantenere un assetto più stabile
venimenti che si susseguono incessantemente ed efficiente durante la locomozione, resistere
nella sua vita: trattamenti igienici, programmi meglio alle avversità ambientali, ridurre l’espo-
alimentari, condizioni di salute, stati emotivi, sizione ai danni strutturali e prolungare l’aspet-
tenore di vita, relazioni sociali, esperienze cul- tativa di vita 13. La relazione diretta tra canone
turali e lavorative, attività fisica e pratica spor- estetico ed efficienza biomeccanica è esaltata
tiva 1. Molti degli effetti anatomici di queste nell’uomo dall’aspetto fisico. In una ricerca che
esperienze sono imprevedibili, altri sono invece ha voluto indagare la forma estetica ideale per
controllabili. Quanto più presto si diventa co- il genere femminile, si sono messi a confronto
scienti della forte influenza che l’aspetto fisico quattro morfotipi differenti (Figura 1): il primo
ha nelle relazioni personali, tanto prima si adot- ricavato dalle antropometrie di un gruppo di
terà uno stile di vita che ne tiene cura al fine di fotomodelle (A), il secondo ricavato dai dati
migliorare la qualità della propria vita 3. di progetto dei manichini per l’abbigliamento
La consapevolezza della qualità del proprio femminile (B), il terzo descritto dalle biometrie
aspetto fisico passa continuamente da un pri- di un gruppo di atlete (C), e il quarto identifi-
mo stadio di valutazione 4, in relazione a canoni cato attraverso le misurazioni di un gruppo di
estetici di derivazione culturale, interpersonale, donne sedentarie (D). Guardando la figura, non
comunitaria e religiosa 5, ad un secondo stadio è difficile confermare l’esito della ricerca, la qua-
di intervento che prevede la ridistribuzione e le ha concluso che il giudizio estetico più alto,
la modifica compartimentale delle masse pon- associato ad una migliore condizione di salute,
derali 6 e il trattamento degli inestetismi dovuti è stato attribuito al modello morfologico del-
principalmente a cause ambientali e invecchia- la donna atletica. L’interesse di sviluppare un
mento 7. Le cure per il proprio corpo iniziano aspetto atletico in grado di mostrare elevate
con una scelta attiva delle pratiche quotidia-
ne per attenuare i segni estetici lasciati dalle
esperienze di vita. Seguire un programma di
esercizi fisici associato ad un opportuno piano
alimentare e ad un equilibrato comportamento
emotivo sembrerebbe una delle pratiche più
efficaci per mantenere sotto controllo il proprio
aspetto fisico 8. Tuttavia, possono essere neces-
sari protocolli di intervento a differenti gradi di
invasività, dalle autosomministrazioni cosme-
tologiche e farmacologiche, alle manipolazioni
degli inestetismi tramite terapie manuali e assi-
stite da elettromedicali, fino a giungere ai trat-
tamenti di medicina e chirurgia plastica 9.
Il confronto, misurato con parametri cognitivi
e antropometrici, tra le abitudini comporta-
mentali, alimentari e motorie di un soggetto
rispetto a quelle di una comunità è definito
in letteratura col termine body image 10, e si
pone l’obiettivo di ricercare un canone esteti-
co ideale che favorisca l’inserimento sociale, la
riproduzione e la conservazione della specie 11.
Per esempio, un parametro di bellezza ricorsivo Confronti
abilità fra quattro
di movimento, diffdi
privo erenti morfotipi
eccessi di grassofemminili

34 WWW.NONSOLOFITNESS.IT
e con una massa muscolare in evidente svilup- dell’esercizio fisico con lo scopo di offrire un ser-
po, è ambito da uomini 14 e donne 15. Con lo svi- vizio mirato alle esigenze del singolo utilizzato-
luppo in età moderna dell’industria del fitness, re che sente il bisogno di migliorare l’autostima

EDUCAZIONE MOTORIA
il corpo e la cura dei suoi canoni estetici sono attraverso la cultura dell’esercizio fisico20. Con la
divenuti un capitale sul quale una vasta popo- diffusione tra i diversi ceti sociali della cultura
lazione di figure professionali tende a investire dell’esercizio fisico, la società moderna ha ac-
per garantire il successo nelle attività lavorative cresciuto il valore che ha attribuito al canone
e in quelle della vita di relazione 16. estetico; in tale situazione, il concetto di capitale
La disciplina che studia l’aspetto fisico come corporeo (investire sul proprio corpo per interes-
l’effetto integrato tra caratteristiche antropo- si professionali) si allontana dal mondo sportivo
metriche, livelli di prestazione fisica e sportiva, (in cui gli atleti vedono le loro capacità fisiche
abitudini alimentari, stato funzionale dei pro- come fattore intrinseco alla loro vita sportiva)
cessi biologici associati all’età, stile di vita e re- per dirigersi verso il mondo dello spettacolo,
lazioni sociali è definita in letteratura col termi- della moda, della politica, della comunicazione
ne di kinantropometria 17 e include le questioni di massa e del commercio 21. Pertanto, da un
aperte sul body image. In pratica, la kinantro- punto di vista operativo, il Personal Trainer uti-
pometria rispecchia l’approccio integrato delle lizza il movimento per indurre nei suoi assistiti
aree di interesse che caratterizzano la formazio- un miglioramento delle relazioni pubbliche (au-
ne scientifica del Personal Trainer 18,19. mento dell’autoefficacia e della stima in se stes-
In questa analisi critica si vuole discutere il ruo-
lo del Personal Trainer nei protocolli di lavoro
che operano nel campo del body image, uti-
lizzando le nozioni della kinantropometria per
definire il termine di estetica funzionale.

LE COMPETENZE DEL PERSONAL TRAINER


Verso la fine degli anni Novanta, l’industria del
fitness ha promosso una nuova tipologia di as-
sistenza individuale, il Personal Trainer, esten-
dendo il settore professionale degli esperti

Scienza e Movimento - N°2 Aprile-Giugno 2015 35


EDUCAZIONE MOTORIA

si) attraverso le modifiche strutturali della com- ne delle masse ponderali dei soggetti obesi 27,
posizione anatomica (migliorare l’equilibrio ma anche in quelle situazioni in cui il manteni-
posturale, perdere l’eccesso di tessuto adiposo, mento stabile della costituzione fisica diventa
raggiungere la quantità di massa muscolare difficoltoso per ragioni di stile di vita, impegni
ideale per le necessità individuali) e l’aumento lavorativi, pratiche sportive intense, variazioni
dell’efficienza fisiologica (favorire l’ossigenazio- fisiologiche dovute all’avanzamento dell’età.
ne del sangue, il ripristino dei substrati bioener- Assumere diete strutturate con un forte squili-
getici, l’eliminazione delle scorte metaboliche). brio tra macronutrienti ha un impatto negati-
Alla base del processo transteorico (cambiamen- vo sulla salute poiché ogni macronutriente ha
ti comportamentali attraverso cambiamenti la sua importanza: i carboidrati sono scelti dal
della condizione fisica) che caratterizza il lavoro corpo come prima fonte ergogenica, le protei-
del Personal Trainer 22 rimangono saldi i princi- ne servono alla riparazione, allo sviluppo e alla
pi sui quali si definisce la condizione di fitness crescita organica, ma partecipano anche alla
(sviluppo, ripristino e mantenimento delle con- formazione di importanti enzimi con funzioni
dizioni generali di flessibilità, forza e resistenza di acceleratori metabolici, i lipidi rivestono un
organica). Di fronte a tali asserzioni, è rilevan- doppio ruolo come costituenti fondamentali
te sottolineare che l’efficacia d’intervento del degli ormoni e degli altri regolatori fisiologici,
Personal Trainer si esprime con la sua capacità e come substrati bio-
di sviluppare strategie motivazionali che in- energetici principali <<CON LO SVILUPPO IN ETÀ
ducono i suoi assistiti ad aumentare i livelli di per la respirazione
intensità negli allenamenti 23, combinando as- cellulare ad alto ren-
MODERNA DELL’INDUSTRIA
sieme differenti esercizi fisici in modalità di al- dimento calorico. DEL FITNESS, IL CORPO
lenamento a circuito 24 e studiando un modo Bisogna inoltre ricor- E LA CURA DEI SUOI
sempre più interessante per presentare nuove dare che ridurre o CANONI ESTETICI SONO
ed emozionanti esperienze motorie 25. eliminare un gruppo
Dato il rapporto di fiducia che, mutuato dalla di alimenti compor- DIVENUTI UN CAPITALE
capacità gestionale della vasta cultura dell’eser- ta anche la riduzione SUL QUALE UNA VASTA
cizio fisico, si instaura tra il suo assistito e il o l’eliminazione dei POPOLAZIONE DI FIGURE
Personal Trainer, a quest’ultimo generalmente micronutrienti che li
vengono attribuite competenze gestionali del- caratterizzano, e in
PROFESSIONALI TENDE A
le informazioni nel settore dell’alimentazione questo contesto, si INVESTIRE PER GARANTIRE
e della nutrizione 26. Anche se la complessità vuole semplicemente IL SUCCESSO NELLE
di tali campi è esclusiva degli esperti di settore accennare all’impor-
ATTIVITÀ LAVORATIVE E
(biologi nutrizionisti e medici dietologi), il Per- tanza delle vitamine,
sonal Trainer potrebbe aiutare a individuare le dei minerali e delle IN QUELLE DELLA VITA DI
relazioni tra alimentazione e forma fisica e invi- proprietà biologiche RELAZIONE.>>
tare alcuni esperti a trovare una soluzione inte- dell’acqua che garan-
grata per un loro assistito. tiscono la corretta successione dei processi me-
In relazione all’immagine corporea, la nutrizio- tabolici destinati all’utilizzo dei macronutrienti
ne riveste un ruolo principale poichè caratteriz- e all’ottimizzazione della vita dell’intero organi-
za la qualità e la quantità del materiale organi- smo. Nel contesto di diete caratterizzate da una
co che tramite i processi digestivi diventa parte contenuta scelta di alimenti, l’utilizzo di inte-
integrante dell’organismo. L’aspetto fisico è la gratori e supplementatori alimentari potrebbe
differenza tra quello che si ingerisce e le perdi- costituire un valido ausilio.
te bioenergetiche che si realizzano per vivere. La connessione tra alimentazione, salute ed
Nell’ottica di alterare la composizione degli ali- estetica è possibile solo se si estende l’idea
menti per modificare quella corporea, si espone riduzionistica del cibo come semplice som-
l’esempio delle diete chetogeniche, una delle matoria tra micro e macroelementi 28 e si ri-
più moderne tecniche praticate per il drastico definisce l’elemento organico utilizzato come
calo del peso corporeo, in cui si riduce al mini- alimento attraverso la strutturazione di un
mo fisiologico la quantità ingerita di carboidra- sistema complesso di sostanze biocompati-
ti a favore di proteine e lipidi. Tale programma bili le cui proprietà bioenergetiche, farmaco-
alimentare è applicato non solo per la riduzio- logiche e terapeutiche si rivolgono diretta-

36 WWW.NONSOLOFITNESS.IT
mente al miglioramento dello stato di salute componente emotiva ed una funzionale; la pri-
dell’organismo che lo consuma, e le cui fun- ma esprime lo stato cognitivo del soggetto, la
zioni si dirigono verso un perfezionamento seconda è realizzata in assoluzione del compito

EDUCAZIONE MOTORIA
della qualità estetica dell’immagine corporea. motorio 34. Modificare lo sviluppo delle masse
Adattare il modo di alimentarsi in funzione ponderali, in ordine di quantità e di una ridistri-
all’età, alla co- buzione somati-
stituzione fisica, ca, allineare l’as-
allo stile di vita setto posturale
e alla quantità e nella stazione
tipologia di atti- eretta e durante
vità fisica svolta la dinamica di
potrebbe garan- differenti movi-
tire un prolunga- menti, incremen-
mento del man- tare le ampiezze
tenimento della articolari delle
condizione fisica leve scheletri-
ottimale ed un che, sviluppare
aumento dell’ef- la coordinazione
ficienza metabo- segmentaria del-
lica in condizioni la muscolatura,
di riposo e attivi- ridurre i depositi
tà fisica, grazie ad adiposi e incre-
un semplice feno- mentare i volumi
meno di ridistri- muscolari, porta-
buzione dei com- no all’aumento
parti ponderali dell’efficienza
grassi e magri che delle capacità di
è indipendente movimento, alla
dall’aumento o riduzione del-
dalla riduzione la componente
del peso corporeo 29. Anche se è riscontrato che emotiva, all’esaltazione della componente fun-
con l’età avviene un rallentamento dei processi zionale, al miglioramento dell’estetica corporea.
biologici destinati all’utilizzo dei macronutrien- Su queste asserzioni si basa il concetto di esteti-
ti30,31 e una perdita di tessuto muscolare con- ca funzionale, obiettivo ultimo dell’incremento
trattile con conseguente riduzione dei picchi del capitale corporeo, oggetto di interesse pro-
massimali di forza muscolare 32, è importante fessionale del Personal Trainer. Questo concetto
sottolineare che un’adeguata sinergia tra un rimarca l’origine dei canoni estetici di bellezza
programma per il mantenimento dell’efficienza dei modelli artistici antropomorfi dell’Antica
muscolare, tramite la pratica costante e raziona- Grecia, i quali sono stati ottenuti dalla media
le di esercizi fisici, e un controllo delle abitudini delle misure corporee di un gruppo consistente
alimentari tra le diverse fasce di età, permette- di abili atleti e valorosi guerrieri 35.
rebbe ad un soggetto sano di rallenatare i cali di
prestazione fisica e di preservare il suo capitale Tuttavia, esistono situazioni in cui l’intervento
corporeo che tende a ridursi spontaneamente professionale del Personal Trainer deve essere
con l’avanzare dell’età. assistito da competenze di differente natura.
In tale contesto entrano in gioco: 1) i dietisti e
L’ESTETICA FUNZIONALE i nutrizionisti, per identificare il deficit calorico
La psicoterapia corporea è quella branca della più idoneo per la modifica della costituzione
psicoterapia che studia le alterazioni posturali corporea e regolare alcune funzioni vitali che
come possibili effetti degli squilibri cognitivi e si riflettono sull’aspetto fisicio, 2) le terapie far-
comportamentali 33. macologiche e cosmetologiche, per accelerare
Secondo tale approccio, il movimento, espres- i processi biologici di ripristino e potenziamen-
sione di un comportamento, è definito da una to della funzionalità organica; 3) i chinesiologi, >>

Scienza e Movimento - N°2 Aprile-Giugno 2015 37


EDUCAZIONE MOTORIA

gli osteopati, i chiropratici, i fisioterapisti e i La figura del Personal Trainer si delinea in que-
massofisioterapisti, tutte figure che curano l’in- ste circostanze come un consulente di investi-
tegrità muscolo-scheletrica a differenti livelli, mento sul proprio capitale corporeo: attraver-
dirigendo l’attenzione sia su singole parti ana- so l’esercizio fisico non solo si riduce il richio
tomiche, sia su intere catene di interazione di di danno funzionale dell’organismo, ma se ne
segmenti corporei, utilizzando terapie manuali prolunga l’efficienza metabolica garantendo
o assistite da elettromedicali, per ripristinare la un aspetto fisico conforme alla condizione di
mobilità e l’assetto posturale, ristabilire l’equi- salute.
librio fisiologico dei tessuti, rilassare la musco-
latura, compensare o recuperare dai traumi; IL PERSONAL TRAINER COME FACILITATORE
4) i medici estetici e i chirurghi plastici, che pre- E COORDINATORE
sentano soluzioni a problemi limite che non La figura del Personal Trainer assume in questo
trovano beneficio dalle altre tipologie di tratta- contesto il ruolo di facilitatore e di coordinato-
mento. re. Per entrambi questi aspetti è ulteriormente
possibile individuare differenti e numerose co-
L’ANALISI CRITICA DELL’ESTETICA PRIVATA niugazioni e volontariamente se ne segnalano
DELLA SUA FUNZIONALITÀ solo le più evidenti.
Molto spesso una carie dentale è associata ad È possibile definirlo facilitatore poiché consen-
una cattiva igiene personale e un’alimentazio- te al cliente di prendere reale consapevolezza
ne con un eccesso di zuccheri. In alcuni casi la delle sue esigenze, molto spesso offuscate da
carie può essere rimossa preservando le funzio- modelli estetici realisticamente non raggiun-
nalità fisiologiche della dentatura, in altri casi gibili o perfino non auspicabili ma, altrettanto
invece la carie e la componente dentale che ne spesso, con un forte distacco fra il reale aspetto
è afflitta vanno eliminati e sostituiti. In una vi- corporeo posseduto e quello percepito. Non di
sione metaforica, i difetti dell’aspetto fisico pos- rado infatti si associa al concetto di ideale este-
sono essere paragonati ad una carie: qualsiasi tico l’esasperazione della magrezza o l’esaspe-
pratica che ne trascuri le sue funzionalità com- razione del trofismo muscolare, ricercando in
porterà nel tempo un calo di potenziale, fino a modo ossessivo e spasmodico di raggiungere
richiedere una terapia d’urto rigenerativa o un simili risultati, anche su soggetti che avrebbero
intervento sostitutivo. necessità completamente differenti e che evi-
dentemente faticano a individuare.

Il Personal Trainer rappre-


senta un facilitatore nel
consentire il pieno rag-
giungimento di quelli che
è possibile definire come
obiettivi realistici, auspi-
cabili e desiderati.
Realistici poichè connessi
con il reale potenziale fisi-
co-atletico del cliente, au-
spicabili in quanto perse-
guirli non determina
soltanto dei benefici sul
fronte estetico, sebbene
quest’ultimo rappresenti
molto spesso la gran parte
della spinta motivazionale,
ma delle ricadute altret-
tanto importanti sulla
condizione fisica del clien-
te con riferimento al ruolo

38 WWW.NONSOLOFITNESS.IT
preventivo, al mi- conoscenti, dall’altro consente di prendere og-
glioramento del- gettiva consapevolezza dei risultati raggiunti,
la sua efficienza ad esempio mediante valutazioni antropome-

EDUCAZIONE MOTORIA
fisica e, talune triche, fornendo la giusta gratificazione che
volte, come vero diviene essa stessa elemento motivazionale, ed
e proprio tratta- evita delle derive patologiche che possono por-
mento terapeuti- tare verso i due aspetti più estremi dei disturbi
co, al punto da dismorfico-corporei: l’anoressia o la vigoressia.
spingersi a parla- Il Personal Trainer svolge anche il fondamentale
re di prescrizione dell’esercizio fisico. ruolo di coordinatore e di collettore fra le diffe-
Obiettivi che sono ovviamente desiderati dal renti figure professionali che possono (e devo-
cliente anche quando non completamente no) essere coinvolte in tale percorso e che, come
esplicitati o perfino noti solo in parte, il cui rag- accennato, riguardano l’ambito sanitario, l’am-
giungimento determina la piena soddisfazione bito nutrizionale, ma anche quello psicologico.
con ricadute che vanno ben oltre il percepito. È a tutti evidente che la sola magrezza deter-
Un soggetto soddisfatto della propria condizio- minata da un regime alimentare ipocalorico
ne estetica è anche un individuo che acquisisce non ha nulla a che vedere con una condizione
un maggior grado di sicurezza in se stesso e più in cui si può assistere ad un trofismo muscola-
agevolmente si inserisce in un contesto sociale re più o meno rilevante associato ad una con-
attivando una sorta di circolo virtuoso (quan- dizione di basso tessuto adiposo, differenza
do non addirittura positivamente contagioso). significativa sotto il profilo estetico, ma anche
Sentirsi a proprio agio previene l’isolamento sotto il profilo salutistico e degli adattamenti
sociale, e l’incremento delle relazioni spinge a metabolici. Così come è a tutti noto che vi sia
sua volta a mantenersi maggiormente attivi, differenza fra l’esasperazione degli stimoli alle-
determina una maggiore costanza e impegno nanti associati a regimi dietetici rigidi, rispetto
per quanto attiene la programmazione allenan- ad un più appagante regime alimentare asso-
te e la selezione alimentare. ciato ad un lavoro muscolare volto anche a in-
È questo forse l’elemento più appagante anche tervenire su asimmetrie e scompensi posturali.
per il Personal Trainer che si pone tecnicamente Ciò nonostante per lungo periodo si è assisti-
come facilitatore per il raggiungimento e il sod- to, e purtroppo si assiste ancora, ad una sorta
disfacimento di quelli che sono i bisogni posti di rigido fondamentalismo su uno o sull’altro
al vertice della scala di Maslow 36, considerando versante nel tentativo di raggiungere un ideale
che nel nostro Paese (e nell’Occidente in gene- corporeo dove, quand’anche sul fronte estetico
re) i bisogni di base individuati da Maslow (bi- fosse raggiunto, su quello salutistico e funzio-
sogni fisiologici, bisogno di sicurezza, bisogni nale implicherebbe un completo fallimento.
sociali) sono pienamente soddisfatti, si procede Ecco quindi emergere il ruolo di coordinatore
inevitabilmente verso la ricerca di quelli che da parte del Personal Trainer per quello che ri-
sono i bisogni di vertice, ossia accettazione e guarda un lavoro d’equipe che possa realmen-
autorealizzazione. L’accettazione di sé, ma an- te portare ad una condizione definibile come
che l’accettazione dell’individuo da parte della Estetica Funzionale.
società, passa (inutile negarlo ipocritamente)
da fattori di natura estetica divenuti sempre
più prioritari e i disagi che possono originare
dal sentirsi fisicamente inadeguati non di rado
espongono a condizioni di sofferenza che, su
soggetti più fragili possono sfociare in derive
patologiche e invalidanti. Il Personal Trainer si
incarica in tal senso di permettere l’agevole rag-
giungimento di una condizione fisica ideale at-
traverso un iter e una programmazione che da
un lato, basandosi su evidenze scientifiche, evi-
ta di far intraprendere strategie dettate dal “fai
da te” o dall’emulazione della propria cerchia di

Scienza e Movimento - N°2 Aprile-Giugno 2015 39


EDUCAZIONE MOTORIA

BIBLIOGRAFIA – REFERENCES

1. Burke NL, Schaefer LM, Thompson JK. Body


Image. In: Ramachandran VS, ed. Encyclopedia
of Human Behavior (Second Edition). San Die-
go: Academic Press; 2012:365-371.
2. Alleva JM, Lange W-G, Jansen A, Martijn C. Se-
eing ghosts: Negative body evaluation predi-
cts overestimation of negative social feedback.
Body Image. 2014;11(3):228-232.
3. Cash TF, Jakatdar TA, Williams EF. The Body Ima-
ge Quality of Life Inventory: further validation
with college men and women. Body Image.
Sep 2004;1(3):279-287.
4. Jakatdar TA, Cash TF, Engle EK. Body-image
thought processes: The development and
initial validation of the Assessment of Bo-
dy-Image Cognitive Distortions. Body Image.
2006;3(4):325-333.
5. Wood-Barcalow NL, Tylka TL, Augustus-Horva-
th CL. “But I Like My Body”: Positive body image
characteristics and a holistic model for youn-
g-adult women. Body Image. 2010;7(2):106-
116.
6. Pickett TC, Lewis RJ, Cash TF. Men, muscles,
and body image: comparisons of competitive
bodybuilders, weight trainers, and athletically
active controls. British journal of sports medi-
cine. Apr 2005;39(4):217-222; discussion 217-
222.
7. Craciun C, Flick U. “I will never be the gran-
ny with rosy cheeks”: Perceptions of aging
in precarious and financially secure mid-
dle-aged Germans. Journal of Aging Studies.
2014;29(0):78-87.
8. Cash TF. Body image: past, present, and future.
Body Image. 2004;1(1):1-5.
9. Shiffman MA, Di Giuseppe A. Body Contouring:
Art, Science, and Clinical Practice: Springer;
2010.
10. Eston R, Reilly T. Kinanthropometry and Exer-
cise Physiology Laboratory Manual 2 Volume
Set: Test, Procedures and Data: ROUTLEDGE
CHAPMAN & HALL; 2009.
11. Etcoff N. Survival of the Prettiest: The Science
of Beauty: Knopf Doubleday Publishing Group;
2011.
12. Møller AP, Soler M, Thornhill R. Breast asym-
metry, sexual selection, and human repro-
ductive success. Ethology and Sociobiology.
1995;16(3):207-219.

40 WWW.NONSOLOFITNESS.IT
EDUCAZIONE MOTORIA
13. Palmer AR. Fluctuating asymmetry analyses: Behavior in Beginning Exercisers. Strength &
a primer. In: Markow T, ed. Developmental In- Conditioning Journal. 2010;32(3):67-71.
stability: Its Origins and Evolutionary Implica- 26. 26. Brust S. Nutrition Content of NCCA Per-
tions. Vol 2: Springer Netherlands; 1994:335- sonal Fitness Trainer Certification Curricu-
364. lums. Journal of the Academy of Nutrition
14. McCreary DR, Karvinen K, Davis C. The rela- and Dietetics. 2014;114(9, Supplement):A93.
tionship between the drive for muscularity 27. 27. Johnstone AM, Horgan GW, Murison SD,
and anthropometric measures of muscularity Bremner DM, Lobley GE. Effects of a high-pro-
and adiposity. Body Image. 2006;3(2):145- tein ketogenic diet on hunger, appetite, and
152. weight loss in obese men feeding ad libitum.
15. Krane V, Choi PL, Baird S, Aimar C, Kauer K. The American Journal of Clinical Nutrition. Ja-
Living the Paradox: Female Athletes Nego- nuary 1, 2008 2008;87(1):44-55.
tiate Femininity and Muscularity. Sex Roles. 28. 28. Pollan M, Luciani G. In difesa del cibo:
2004/03/01 2004;50(5-6):315-329. Adelphi; 2009.
16. Hutson DJ. “Your body is your business card”: 29. 29. St-Onge MP, Gallagher D. Body com-
Bodily capital and health authority in the fi- position changes with aging: the cause or
tness industry. Social Science & Medicine. the result of alterations in metabolic rate
2013;90(0):63-71. and macronutrient oxidation? Nutrition
17. Stewart A. Kinanthropometry – the interdisci- (Burbank, Los Angeles County, Calif.). Feb
plinary discipline. Journal of Sports Sciences. 2010;26(2):152-155.
2007/02/15 2007;25(4):373-373. 30. Levadoux E, Morio B, Montaurier C, et al. Re-
18. Coburn JW, Malek MH. NSCA’s Essentials of duced whole-body fat oxidation in women
Personal Training. 2nd ed: Human Kinetics; and in the elderly. International journal of
2012. obesity and related metabolic disorders :
19. Bushman B, Battista R. ACSM’s Resources for journal of the International Association for
the Personal Trainer: Wolters Kluwer Health; the Study of Obesity. Jan 2001;25(1):39-44.
2013. 31. Solomon TP, Marchetti CM, Krishnan RK, Gon-
20. Maguire JS. Fit for Consumption: Sociology zalez F, Kirwan JP. Effects of aging on basal fat
and the Business of Fitness: Taylor & Francis; oxidation in obese humans. Metabolism: cli-
2007. nical and experimental. Aug 2008;57(8):1141-
21. Wacquant LJD. Pugs at Work: Bodily Ca- 1147.
pital and Bodily Labour among Professio- 32. Baumgartner RN, Waters DL, Gallagher D,
nal Boxers. Body & Society. March 1, 1995 Morley JE, Garry PJ. Predictors of skeletal
1995;1(1):65-93. muscle mass in elderly men and women. Me-
22. Acquaviva JPD. Strategies for Personal Trai- chanisms of ageing and development. Mar 1
ners. ACSM’S Health & Fitness Journal March/ 1999;107(2):123-136.
April. 2004;8(2):8-10. 33. Young C. One hundred and fifty years on:
23. Ratamess NA, Faigenbaum AD, Hoffman JR, The history, significance and scope of body
Kang J. Self-Selected Resistance Training In- psychotherapy today. Body, Movement
tensity in Healthy Women: The Influence of a and Dance in Psychotherapy. 2006/03/01
Personal Trainer. Journal of Strength & Condi- 2006;1(1):17-28.
tioning Research. 2008;22(1):103-111. 34. Hackney P. Making Connections: Total Body
24. Simonson SR. Teaching the Resistance Tra- Integration Through Bartenieff Fundamen-
ining Class: A Circuit Training Course De- tals: Gordon and Breach Pub.; 1998.
signed for the Strength and Conditioning 35. Moon WG. Polykleitos, the Doryphoros, and
Coach/Personal Trainer. Strength & Conditio- Tradition: University of Wisconsin Press; 1995.
ning Journal. 2010;32(3):90-96. 36. A. Maslow, Teoria della motivazione umana,
25. Jackson D. How Personal Trainers Can Use Pirelli, Milano - 1973
Self-Efficacy Theory to Enhance Exercise

Scienza e Movimento - N°2 Aprile-Giugno 2015 41