Sei sulla pagina 1di 3

Tiglio nostrano - Tilia platyphyllos 14/04/20, 16)31

Spiegazione del sito Come osservare Progetti (/page/progetti)


(/page/spiegazione-del- (/page/come-osservare) Attività didattica
sito) Gallery (/page/gallery) (/page/attivita-didattica)
Trova il tuo albero Pubblicazioni Pillole botaniche
(/page/fabrizia-gianni) (/page/pubblicazioni) (/page/pillole-botaniche)
Profilo (/page/fabrizia-
gianni-naturalista)

Trova il tuo albero

Foglie (/page/fabrizia-
Tiglio nostrano gianni/tree/tiglio-
Tronco e corteccia
nostrano/treecontentid/424) Il Tiglio nostrano ha per lo più portamento arboreo e presenta il tronco diritto
Tilia platyphyllos L. e regolare. La corteccia, liscia e grigia, si screpola negli individui adulti e
Fiori (/page/fabrizia- assume una colorazione bruno scuro.
gianni/tree/tiglio-
nostrano/treecontentid/423)

Frutti (/page/fabrizia-
gianni/tree/tiglio-
nostrano/treecontentid/422)

Rametti (/page/fabrizia-
gianni/tree/tiglio-
nostrano/treecontentid/421)

Gemme (/page/fabrizia-
gianni/tree/tiglio-
nostrano/treecontentid/420)
Tronco e corteccia (/page/fabrizia-
gianni/tree/tiglio-
nostrano/treecontentid/419)

Chioma (/page/fabrizia-
Etimologia gianni/tree/tiglio-
nostrano/treecontentid/418)
Il genere, Tilia, deriva dal greco ptilon, ‘ala’, e si
riferisce alla caratteristica brattea appiattita e allungata
posta lateralmente sul peduncolo delle infiorescenze.
La specie, platyphyllos, è parola composta dal greco
formata da platys, ‘largo’ e phyllos, ‘foglia’ evidenzia
l’ampiezza della foglia, maggiore di quella delle altre
specie di Tiglio.

Origine
(/page/fabrizia-gianni/tree/tiglio-nostrano/treecontentid/424) (/page/fabrizia-gianni/tree/tiglio-nostrano/treecontentid/423)
Il Tiglio nostrano occupa un vasto areale centro-
europeo. Predilige i boschi umidi di latifoglie dove si
trova associato all’olmo, al frassino, all’ontano e al
faggio. In Italia è diffuso in tutte le regioni dal piano
1200 metri di altitudine.

Note caratteristiche
(/page/fabrizia-gianni/tree/tiglio-nostrano/treecontentid/422) (/page/fabrizia-gianni/tree/tiglio-nostrano/treecontentid/421)
È un’essenza considerata da sempre una pianta sacra
per la bellezza, il profumo e le numerose proprietà
medicinali. Il tiglio è il simbolo dell’amore coniugale
fedele. Nel Nord Europa è considerato un vero e
proprio nume protettore della famiglia ed è piantato
presso ogni fattoria. Da sempre abbellisce le piazze ed
i luoghi pubblici dove si tenevano le manifestazioni più (/page/fabrizia-gianni/tree/tiglio-nostrano/treecontentid/420) (/page/fabrizia-gianni/tree/tiglio-nostrano/treecontentid/419)
importanti della vita cittadina. La popolazione francese
durante l’ultima guerra si alimentava con una farina
fatta miscelando farina di orzo e farina ottenuta dalle
foglie di tiglio che contengono un’alta percentuale di
azoto. I fiori, delicatamente profumati e ricchi di
nettare, forniscono un ottimo miele. Il legno è molto (/page/fabrizia-gianni/tree/tiglio-nostrano/treecontentid/418)
ricercato perché leggero, bianco, flessibile e poco
soggetto ai tarli. Può essere lavorato facilmente senza
che si scheggi ed è impiegato soprattutto per
manufatti di ebanisteria. Il carbone, che si ottiene dal
legname raccolto dai boschi cedui di tiglio, ha
numerosi utilizzi fra i quali ricordiamo la fabbricazione
della polvere pirica e del carboncino da disegno. Le
fibre della corteccia, ottenute per macerazione in

http://www.fabriziagianni.it/page/fabrizia-gianni/tree/tiglio-nostrano/treecontentid/419 Pagina 1 di 3
Tiglio nostrano - Tilia platyphyllos 14/04/20, 16)31

acqua, sono molto resistenti e vengono utilizzate per


fabbricare stuoie, sacchi e corde. È un’essenza
pluricentenaria. Si racconta che in Germania, a
Staffelstein, vegeti un Tiglio di 1900 anni che risale ai
tempi di Nerone! Ampiamente coltivato a Milano nei
parchi storici e nei nuovi quartieri per i suoi notevoli
pregi estetici, si utilizza sempre più spesso nelle
alberature cittadine perché resiste bene alle frequenti
potature.

http://www.fabriziagianni.it/page/fabrizia-gianni/tree/tiglio-nostrano/treecontentid/419 Pagina 2 di 3
Tiglio nostrano - Tilia platyphyllos 14/04/20, 16)31

Cosa guardare
Rametti di che colore sono? Sono
tomentosi?
Foglie hanno il picciolo? Quanto è lungo? Il
picciolo è tomentoso? L’apice della lamina è
appuntito? Dove sono disposti i peli nella
pagina inferiore della foglia?

Da non confondere
I fiori e i frutti delle specie di Tiglio sono un
sicuro carattere di identificazione per il
genere Tilia. Il problema si pone se si cerca
di riconoscere le specie. È necessario
osservare con attenzione le foglie.

© Fabrizia Gianni 2015 email: naturalista@fabriziagianni.it (mailto:naturalista@fabriziagianni.it) Note legali (/page/note-legali)


Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta o trasmessa in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo
! elettronico, meccanico o altro senza l’autorizzazione scritta dei proprietari dei diritti. Tutti i diritti riservati.
Cookie (/page/cookie-policy)
Credits (/page/credits)
(https://www.linkedin.com/comm/profile/view?
id=422542627&authType=name&authToken=bSbl&invAcpt=1586468_I6003878933680914434_500&trk=eml-
comm_invm-b-profile-
newinvite&midToken=AQExj_QlK6uvDA&trkEmail=eml-
invite_member_28-null-1-null-null-
y04k~i9lc7e3x~56)

http://www.fabriziagianni.it/page/fabrizia-gianni/tree/tiglio-nostrano/treecontentid/419 Pagina 3 di 3