Sei sulla pagina 1di 1

L'AIDS, sigla di Acquired Immune Deficiency Syndrome, ovvero sindrome da immunodeficienza acquisita, è una

malattia causata da un virus (HIV) che rende vulnerabile il corpo. Questo perché il sistema immunitario non lo
difende più dalle malattie, non esiste una cura o un vaccino per eliminare definitivamente il virus dal corpo. HIV e
AIDS però sono due cose diverse: una persona può nascere con il virus HIV, in questo caso è chiamata sieropositiva,
ma non è considerata malata prima che il livello di infezione non superi una certa soglia.

Una persona nata con il virus HIV positivo può ammalarsi di AIDS se non è sottoposta a determinate cure, in questo
caso può morire prima del primo anno di vita o nel secondo; se invece si cura con appositi farmaci può vivere una
vita normale.

Sono vari i modi in cui ci si può ammalare. Il contatto con il sangue o con i liquidi corporei dei malati di AIDS può
trasmettere la malattia. Se una madre è malata di AIDS, il virus si può trasmettere in tre modi: mentre il bimbo è
nell'utero, al momento della nascita o durante l'allattamento, infatti il latte materno è uno dei fluidi con il quale si
trasmette la malattia. Il contagio per via sessuale è quello più diffuso: durante un rapporto sessuale vi è uno scambio
di fluidi corporei, specialmente in circostanze aggravanti come può essere una ferita all'apparato genitale maschile, è
per questo che le ragazze giovani sono più a rischio, perché l'apparato genitale di un ragazzo giovane è più soggetto
a ferite e infezione. Vi sono però altri modi per essere contagiati da AIDS, questi modi sono più diffusi tra i giovani: gli
aghi, per esempio, se usati da una persona con il virus HIV, per iniettarsi droga o steroidi (ma anche per tatuaggi), se
dati ad un'altra per fare lo stesso, possono trasmettere la malattia. In famiglia non sono consigliabili la condivisione
di rasoi e spazzolini, sono invece sicuri la condivisione di asciugamani e del letto, gli abbracci e i baci sulla guancia, la
condivisione di spazzole, gli starnuti e i colpi di tosse, le strette di mano e la condivisione di posate e bicchieri.

Durante il primo stadio, che può durare da due settimane o un mese, non sono presenti sintomi, i quali cominciano a
venire durante l'infezione acuta, che dura circa un mese. I sintomi più frequenti durante questo stadio sono la
febbre, mal di gola, l'ingrossamento dei linfonodi, macchie sulla pelle, dolore ai muscoli, oltre che a malessere; altri
sintomi che compaiono più raramente sono mal di testa, nausea e vomito, dimagrimento, e sintomi del sistema
nervoso centrale. Ancora più rara è la paralisi facciale. La terza fase è priva di sintomi ed è quella più lunga: può
durare dalle due settimane ai vent'anni e finisce con l'inizio del vero e proprio AIDS, che farà sviluppare dentro al
corpo tumori e malattie.

Alcune persone famose infette dall’AIDS sono Freddie Mercury, Magic Johnson, Elton John, Bruce Springsteen,
Madonna, Rihanna

https://doc.studenti.it/vedi_tutto/index.php?h=b44a6d17&pag=1

https://it.wikipedia.org/wiki/AIDS

https://www.elle.com/it/magazine/g1934/aids-personaggi-famosi-malati-star-contro-hiv/